Page 1


02 Sei Periodico


novembre

sommario

(06) COVER benedetta valanzano

(10) ATTUALITÀ campo minato

(12) ATTUALITÀ la legge di stabilità

(19)

(14)

LA SOFFITTA run away

PRIMO PIANO nicola canonico

(21)

(22)

LETTO PER VOI Splendore Margaret Mazzantini

CURIOSEI...ANDO pillole dal web

(30)

(28)

(27)

(24)

OBIETTIVO SEI sofia rania

CINEMA le anteprime

RUMORS new

IL POSTER DI SEI benedetta valanzano

(34)

(36)

(38)

(41)

SORRISI & SALUTE l’mportanza del sorriso

L’ARCA DI NOÈ ho comprato un cucciolo

CONDOMINIO i pannelli fotovoltaici

GUSTO ghiaccioli alla nutella

(46)

(43-45)

OROSCOPO lo zodiaco

RELAX ora d’aria

#Dedicato a Dina Non sentirti debole perchè sei solo inciampata nelle tue emozioni, sei stata una donna coraggiosa nel momento in cui hai cominciato ad affrontare le tue fragilità.

03 Sei Periodico


Direttore Responsabile CARMINE CASCONE Caporedattore PINA LONGOBARDI redazione@seiagenzia.it ✆ 3473250831 Edito da SEI AGENZIA S.A.S. Progetto Grafico GIANCARLO CORBO grafica@seiagenzia.it Direttore Commerciale LELLO CAPRIGLIONE commerciale@seiagenzia.it ✆ 3341979221 Contributo redazionale di: D.SSA MARIA APOSTOLO BRIGITTE ESPOSITO GIUSEPPE PLAITANO GEOM. LANFRANCO LONGOBARDI MINA GIULIANO NICO CLEMENTE DOTT. ORESTE DILETTO ORNELLA GRATO DOTT.SSA SABRINA CONTE Pubblicazione Mensile A Diffusione Gratuita Anno 4 • N. 40 • Novembre 2014 Aut. Tribunale di Torre Annunziata Num. Reg. 952/2011 - Num. Reg. Stampa 11 del 03/11/2011 Chiuso in Redazione il 30/10/2014 Stampato da Fenice Print Qualsiasi collaborazione grafica o redazionale s'intendono opere intellettuali cedute dagli autori a titolo gratuito e che con gli stessi non vi é alcun rapporto di lavoro subordinato e continuativo. © Tutti i contenuti, anche parziali, presenti su seiperiodico non possono essere riprodotti senza autorizzazione.

PARTNERS:

Outlet Pastore angri | sa

c.mare di stabia

photographer

Noella Rossi MAKE UP ARTIST

338.7255585

www.seiagenzia.it 04 Sei Periodico

nico clemente

ph.


©

editoriale

Pina Longobardi

redazione.seiperiodico

@seiperiodico

Sei ...LA MIA EMOZIONE! Non è tanto importante sapere quando parlare bensì talvolta tacere,

si perché a volte le parole si trasformano in armi pesanti. Con esse puoi creare un mondo e distruggerne due. L’espressione più alta di comunicazione che appartiene all’essere umano da milioni di anni è capace di portare vita e morte, nascita e distruzione. Ogni frase pronunciata in qualsiasi contesto porta dentro un’emozione e tutti noi dovremmo imparare a gestirle, contenerle e soprattutto a non abusarne, perché non c’è peggior ferita di quella inferta all’anima e per quanto si voglia rimediare dopo, difficilmente si riesce a ricostruire un rapporto nella sua integrità. Sempre più spesso mi capita di dialogare, discutere e stabilire le giornate attraverso i social, capisco che per le persone è più facile comunicare attraverso lo schermo perché si filtra l’emozione e si trova coraggio. Discorsi infarciti di faccine, draghetti, cuoricini e altre icone per trasmettere lo stato d’animo del momento.

La domanda è: “Siamo al punto che affidiamo le emozioni a dialoghi virtuali o mandiamo questi ultimi in avanscoperta per tastare il terreno degli umori dei nostri interlocutori?”.

Una risposta precisa non esiste, credo che tutto dipenda dall’emozione che stiamo vivendo, anche a me capita di “messaggiare” sentimenti, stati d’animo e paure ma ho imparato che le emozioni, quelle vere, vanno comunicate guardandosi negli occhi, mettendo da parte la paura del giudizio altrui e mettendosi in gioco. Credo che esse siano l’espressione più alta e nobile dell’essere umano e che vadano vissute impavidamente e talvolta in silenzio. Quando vi capita di scontrarvi con qualcuno non dite mai a voi stessi

“Adesso perdo la sua stima o la sua amicizia”

piuttosto dite a voi stessi e all’altro “voglio darti un’emozione, sperando di riceverne altre da te” ma mi raccomando fatelo a quattr’occhi!

05 Sei Periodico

obiettivosei


©

cover

Pina Longobardi

redazione@seiagenzia.it

Il 9 gennaio torna nella sua città Natale al teatro Supercinema con la commedia “Come sopravvivere ai lavori di casa” accanto a Michele Caputo, e tra un mix ironico e divertente ci parlerà dell’incomunicabilità nella vita di coppia. La stabiese Benedetta Valanzano in esclusiva per Sei Periodico. Benedetta grazie per averci concesso quest’intervista, partiamo dagli albori, com’è cominciato tutto questo? Grazie a voi! Tutto cominciò nel 2000 quando vinsi il concorso “La bella del Golfo”, fui notata da un agente che mi propose di collaborare per la sua agenzia e nel 2001 debuttai, dopo diversi provini, al teatro con lo spettacolo “Lisistrata”

06 Sei Periodico

della Compagnia casertana “La Mansarda” è in questa scuola che mi sono formata e ho mosso i primi passi. Dal 3/11 in tv con la fiction “Una pallottola nel cuore”, mi racconti com’è stato recitare con Gigi Proietti? Entusiasmante per la sua gioia di divertirsi, è una gran persona, lui è l’umiltà dell’umanità dentro un grande attore.

Quest’anno si celebra il trentennale della morte di Eduardo de Filippo, da attrice di teatro quale delle sue donne avresti voluto interpretare col maestro al tuo fianco? In Tv ho potuto interpretare Diana nello sceneggiato che riproponeva appunto Filumena Marturano. Ho recitato accanto a due mostri sacri come Massimo Ranieri un


IDENTIKIT: Nome: Benedetta Cognome Valanzano Nata a: C/mare di Stabia Data di nascita: 5 maggio 1985 Segno zodiacale: Toro Pregio: generositĂ Difetto: testardaggine A cena preferisce: pizza

Sono una donna del Sud legata alle radici e alle tradizioni.

07 Sei Periodico


In amore sono una donna molto passionale ma anche generosa. 08 Sei Periodico


attore dinamico e passionale e Mariangela Melato di cui ricordo l’ironia e la grande sensibilità. Sono stati dei mentori per me. Mi sarebbe piaciuto recitare Filumena Marturano accanto ad Eduardo de Filippo. Parlando di teatro per due anni protagonista nella commedia “L’astice al veleno”, 250 repliche rappresentate nei teatri più importanti d’Italia, cosa ti ha insegnato Vincenzo Salemme? Vincenzo Salemme, mi ha insegnato l’ascolto e il vivere quotidianamente la scena, l’importanza della gestualità e del ritmo sul palco. Solo la possibilità di lavorare con i grandi maestri del teatro ti trasmette la vera essenza dell’arte del recitare Cosa ti emoziona di più tra cinema, televisione e teatro? Il teatro per il contatto diretto con pubblico che si vive in diretta. A “Ballando con le stelle” nel 2010 hai voluto esibirti spesso su arrangiamenti di canzoni napoletane, un modo per sottolineare le tue radici del Sud? È stata una scelta giusta il pubblico ha gradito ed è stato bello portare il bello della Campania . Il canto è una tua passione o un obiettivo da raggiungere? Ho cominciato proprio nella commedia “L’astice al veleno” ed è un percorso che sto facendo. Il tuo singolo “Una terra che tace” escluso da Sanremo, il festival non era pronto a raccontare “La terra dei Fuochi”? Di sicuro “Una terra che tace” è una canzone tosta, un pezzo complicato e non scontato. Credo che il Festival viva ancora di chiché che premiano ancora un certo tipo di canzoni musicali a svantaggio di altre. Subito dopo questo singolo hai presentato “Com’è bella la sera”, un riarrangiamento di Lino Pariota cantato anni fa dalla celebre Sandie Shaw, chi ti ha proposto di interpretarlo? Dopo un testo impegnativo volevo far conoscere anche il lato più leggero di me. 09 Sei Periodico

Ho pensato ad una cover ’60 un pò’ vintage. La trasgressiva artista Sandie Shaw è stata appunto un’icona degli anni ’60. Il videoclip accanto ad Andrea Montovoli è stato divertente, entrambi ci siamo ritrovati dopo l’esperienza in Ballando con le Stelle. Cosa ti piace di più della tua città? Il Natale con tutte le tradizioni stabiesi, le pescherie aperte fino a tardi e la gente che vive la città. Cosa invece non funziona? Ha un grande potenziale turistico non sfruttato, credo sia una questione di cattiva comunicazione. Per concludere un saluto agli stabiesi? Ci vediamo al teatro Supercinema il 9 gennaio con “Come sopravvivere ai lavori di casa”.


©

campominato Mina Giuliano giulianomina@gmail.com

m La grande bruttezza… di un’adrenalinica trasgressione

SULL’ONDA DELLE ULTIME NOTIZIE

DI CRONACA,

ECCOCI UNA RIFLESSIONE

LUCIDA DI COME

VITTIME E CARNEFICI

SONO ANIME PERSE

IN UN FIOME SENZA ARGINI

DI UN MONDO DEPRIVATO DAI VALORI.

Gli atti di violenza che si consumano nel mondo, ogni giorno con più grave intensità, ormai non fanno notizia, sono diventati il “pane quotidiano” di cui l’umanità si alimenta, senza saziarsi... un pane reso azimo dall’assenza di quell’ingrediente necessario, ”il sale della terra”, in grado di distinguere l’umana e bella anima dalla bestia che giace sopita ma che, come un virus latente, è sempre pronta a manifestarsi. Cosa spinge a

desiderare il male altrui? Cosa conduce la mente ad 10 Sei Periodico

elaborare nefandezze e scelleratezze?

L’universo di un giovane dovrebbe essere costellato di fantasia, sogni e sane passioni invece di protendere, sempre con maggiore costanza ed anelito, verso ciò che è categoricamente proibito e ciò che oscuro e perverso appare. La risposta è chiara, netta, fin troppo cristallina per poter essere rimandata a più ampie riflessioni: in un mondo in cui si arriva a possedere tutto, con estrema facilità, privandosi, per scelta o squallida

convenienza, del gusto della dura conquista personale, anche la normalità, prima o poi, stanca e, conseguentemente, l’abitudine corrode! È proprio allora che pigrizia e malizia possono brutalmente generare il sadico gioco della sevizia! Gioco... perché lo svago, il passatempo prediletto per uscire dal tacito anonimato in cui la società ti rinchiude, rendendoti copia uniforme degli altri, non si cerca più rispolverando le vecchie bambole o magari arrotolando lo spago consunto di


una trottola malridotta! Ricordi, tristemente amari, di un passato violentato dalla spasmodica corsa alla scoperta di quanto di precluso c’è da scardinare, perché solo la novità’ ha il sapore invitante di una bella e accattivante pietanza, che vale la pena di essere provata. Il rischio, la concreta possibilità di claudia varga esagerare, di far del male, non spaventano e non frenano l’adrenalinica trasgressione di un “folle volo”. La semplice sfida verbale non soddisfa, un pungo sul viso non appaga… “fare a botte” quasi non è piu’ di moda! Spazio, dunque, alla grande bruttezza di un “ludus horribilis” di squallida infamia, disumano e bieco, che ha compromesso il destino di un ragazzino napoletano di 14 anni, “colpevole” di essere sovrappeso! Se, poi, si considera che la mano rude e villana è quella di un giovane, padre di un bambino... vien da pensare che oggi, per certi versi, alla storia di quel neonato nella mangiatoia e di quella famiglia di Betlemme siano rimasti in pochi a credere! Se si arrivano a commettere tali feroci prepotenze, spesso giustificate attraverso la classica scusa delle stupide “bravate”, forse la colpa è della incapacità dei genitori moderni ad inculcare nei propri figli l’educazione al rispetto verso gli altri e alla tolleranza. Spesso abbandonati e dimenticati, senza cura e senza rimpianti, o, in alcuni casi, parcheggiati ad oltranza nella sterile attesa di una presenza, di un segnale da captare, per riuscire ad orientarsi in “un mondo di ladri e falsi eroi”, molti bambini subiscono un processo di autoformazione violenta, che gradualmente genera un concentrato straripante di sozzi detriti: non ci sono argini sicuri e punti fermi nella loro vita, in grado di frenare l’impeto devastante di una rafforzata tracotanza.

Abuso e sopruso sono le due parole trionfanti in un momento storico in cui la figura affermatasi, accanto al politico-pagliaccio di turno, è quella del bullo-sadico: rigettate le regole e senza l’applicazione di alcuna sanzione, entrambi si muovono indisturbati nel nostro paese, l’uno predicando “aria fritta”, l’altro praticando aria compressa! 11 Sei Periodico


©

attualità

D.ssa Maria Apostolo info@studiodap.it depascale.studio@virgilio.it

Il 15 Ottobre è stata presentata all’Italia la bozza della Legge di Stabilità 201, si annunciano una serie di manovre che ambiscono a far ripartire l’economia del Paese: la conferma del bonus degli 80 euro, sgravi contributivi per le imprese che assumono, riduzione IRAP

Primo piano sulla LEGGE di STABILITÀ Riparte dalla conferma, anche per il 2015, del bonus IRPEF degli 80 euro in busta paga per complessivi 960 euro per redditi fino a 24.000 euro. Per chi percepisce invece, un reddito superiore ai 24.000 euro, ma fino a 26.000 euro, viene confermato il meccanismo di progressiva riduzione. Resta invariata, purtroppo, la platea dei beneficiari che vede esclusi incapienti e pensionati. Paradossalmente, quindi, chi percepirà ad esempio un reddito annuo di 20.000 euro avrà diritto al bonus mentre chi avrà un reddito annuo al di sotto di 8.000 euro resterà, come per 12 Sei Periodico

il 2014, a bocca asciutta. Ma vediamo punto per punto tutte le novità, considerando che esse potranno subire della variazioni in sede di pubblicazione sulla G.U. SGRAVI PER ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO Niente contributi per tre anni in caso di nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel corso del 2015. Lo sconto contributivo, tuttavia, avrà un limite massimo annuo di 8.060 euro, non potrà essere applicato ai premi Inail e non varrà per agricoli e domestici.

L’agevolazione sarà esclusa per le assunzioni di soggetti che nei sei mesi precedenti siano stati occupati a tempo indeterminato presso qualsiasi datore di lavoro e non spetterà per quei lavoratori cui il nuovo sgravio sia stato già usufruito in relazione ad una precedente assunzione a tempo indeterminato. Al di là dei limiti previsti dalla norma, resterà da vedere se non saranno introdotti anche i soliti “paletti” che renderanno, di fatto, accessibile a pochi virtuosi lo sgravio in questione. Chi non è in regola con il Durc o chi ha licenziato per effetto della


crisi non potrà probabilmente accedere allo sconto contributivo facendo perdere allo strumento agevolativo parte del suo appeal. Inoltre per un’agevolazione che entra un’altra scompare: è prevista, infatti, la soppressione dal 01/01/2015 dei benefici legati all’assunzione con la legge 407/90 (sgravio totale dei contributi per 36 mesi per le imprese del Mezzogiorno) ma di questo nessun rappresentante del governo ne parla! TFR IN BUSTA PAGA In via sperimentale, per i periodi paga dal 1° marzo 2015 al 30 giugno 2018, i lavoratori dipendenti che abbiano un rapporto di lavoro in essere da almeno sei mesi presso stesso datore di lavoro potranno chiedere di percepire la quota maturanda di TFR tramite liquidazione diretta mensile in busta paga. Non potranno chiedere l’anticipazione della liquidazione i lavoratori pubblici, i lavoratori domestici e quelli agricoli ed inoltre la richiesta, se fatta, sarà irrevocabile fino al 30 giugno 2018. Nessuna riduzione fiscale per il TFR anticipato e, pertanto, l’importo sarà assoggettato a tassazione ordinaria ma non sarà imponibile ai fini previdenziali. I datori di lavoro che non intendano corrispondere immediatamente con risorse proprie la quota di Tfr potranno accedere ad un finanziamento presso una delle banche o degli intermediari finanziari che aderiranno all’accordo-quadro da stipularsi con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Economia e delle Finanze e l’Associazione Bancaria Italiana. BONUS BEBÈ Per ogni figlio nato o adottato dal 01/01/2015 al 31/12/2017 è riconosciuto un assegno a carico dell’Inps parti a 960 euro annui da erogarsi mensilmente a decorrere dalla data di nascita o ingresso nella famiglia. Il bonus spetterà fino al compimento del terzo anno di età (o di ingresso nella famiglia a seguito dell’adozione) e a condizione che il reddito dei genitori, conseguito nell’anno solare precedente a quello della nascita o dell’adozione, non sia superiore a 90.000 euro.

13 Sei Periodico


©

primo piano

brigitte.esposito

Brigitte Esposito

@brigitteesposito

Nicola Canonico

Sorriso smagliante, sguardo accattivante e fisico scolpito, impossibile non rimanere affascinati dalla sua determinazione e dalla sua trascinante simpatia in ogni situazione. Intervista bryosa a Nicola Canonico. Qual è stata la tua più grande bugia? O almeno quale si può raccontare? La più grande? Meglio ometterla... La bugia diventa cattiva e non socialmente accettabile quando arreca danno ad altri. In alcuni casi può essere necessaria per non fare brutte figure. Chi è Giorgio il personaggio che interpreti in Una bugia tira l'altra, commedia scritta e diretta da Luigi Russo? Giorgio è un consulente aziendale che, ogni mercoledì, presta la sua casa all'amico Roberto per farlo incontrare con l'amante, Jessica, così lui 01 Sei Periodico 14

può invece incontrarsi con la moglie di Roberto, Elena. Giorgio è sottomesso a sua moglie Barbara, donna di mondo particolarmente austera che fa precipitare la situazione quando, ignara di tutto, rientra all’ improvviso da un viaggio e... tra giochi e giochetti dà vita ad una serie di equivoci in un crescendo esilarante di colpi di scena. Cosa emerge da questa commedia? Sicuramente situazioni di vita molto complicate da gestire, rapporti di coppia non facili. Si mostrano tutte le debolezze con ironia

pur riflettendo sulle eterne dinamiche sentimentali. Nel cast ci sono Gianni Ferreri, Nathalie Caldonazzo, Annalisa Favetti e Cecilia Taddei che rapporto hai instaurato con loro? Ho instaurato un rapporto bello con tutti, professionale, goliardico, di stima reciproca. Io sono per il lavoro d’equipe: la sinergia, l'affiatamento, la professionalità e il rispetto sono elementi indispensabili per la buona riuscita dello spettacolo. Anni fa hai partecipato all'Isola dei Famosi. In


Ph. Gabriella Deodato

Ho un rapporto diretto con il mio pubblico che spesso diventa parte integrante dei miei spettacoli

01 Sei Periodico 15


©

editoriale

Pina Longobardi

Se potessi creare qualcosa di utile per incentivare la tua arte cosa realizzeresti? Sono un ex bancario ed ho una certa capacità imprenditoriale. Il mio progetto è quello di creare arte. Ho lasciato un posto sicuro, ho indubbiamente rischiato seguendo l’istinto e assecondando la mia forte passione. Quattro anni fa ho fondato l’Associazione Culturale “Good Mood” e, dalla fusione tra l'esperienza di marketing e quella artistica, sono nati sei progetti teatrali divertenti e di spessore che sono stati portati in scena in tutta Italia. Il prossimo spettacolo vi anticipo che sarà “Papà al cubo” in scena ad aprile. Ritieni sia più importante il comico di grido o il testo per la buona riuscita di una commedia? Il testo senza alcun dubbio, sceglierlo è fondamentale. Quando leggo un copione lo faccio nella veste di produttore e non di attore, mi metto sempre nei panni del pubblico. Mi piace la comicità originale.

una situazione così stressante, quanto di se stessi emerge e quanto invece credi sia, anche involontariamente, delegato alla "bugia", alla recitazione, alla finzione? Non fu semplice confrontarsi con i singoli caratteri e spesso, per affrontare le tensioni, era necessario ricorrere, non dico alle bugie, ma ad una buona recitazione. La leggerezza può essere una chiave di lettura anche per tematiche più drammatiche? Assolutamente si. Vivere con leggerezza vuol dire vivere con saggezza, misurata ironia e non “alla leggera” se non si rischia di diventare superficiali. 01 Sei Periodico 16

Quali sono le regole per essere un buon attore? Non ci sono regole precise. Un artista deve essere in grado di ascoltare i propri colleghi e il proprio tempo, per giungere a una produzione che venga messa alla prova dal pubblico per constatarne le capacità comunicative. Poi ci deve essere una buona dose di concentrazione, lucidità, tensione e sensibilità. Teatro, cinema o tv? Non escludo nulla. Il teatro resta una costante fissa. Con la mia società, la Good Mood, vorrei produrre in futuro anche sit-com, cortometraggi e film. SEI bryoso? Sempre perchè il buonumore permette di affrontare con positività ed energia le difficoltà, le ansie, le tensioni.


Il segreto del mio successo? Ironia, leggerezza e passione.

IDENTIKIT:

Nome: Nicola Cognome: Canonico Nato a: Avella (CE) Il: 11 marzo 1976 Segno zodiacale: Pesci Pregio: ironia Difetto: pessimista 17 Sei Periodico


18 Sei Periodico


©

la soffitta

Nico Clemente

nicoclements

La soffitta degli artisti questo mese non ospita nessuno, è sabato pomeriggio, ho le mie due donne fuori, resto solo! Tra le mani un cd troppe volte sentito ma mai veramente ascoltato: tempo tiranno! Lo metto su, il silenzio viene squarciato da una musica raffinata quella del nuovo lavoro di Susanna Giordano e gli Isolacustica Quintet, “Run Away”. Intraprendo un viaggio con l'anima, partendo dalla musica classica per poi passare, tra sonorità jazz e pop, ai ritmi della musica brasiliana ed funky. “Run Away” nasce come prolungamento naturale del primo lavoro discografico di Susanna Giordano e gli Isolacustica che è stato per parecchie settimane in testa alla classifica jazz di iTunes. Destino che è toccato anche al nuovo lavoro, nonostante siano presenti molti inediti che magistralmente sono stati costruiti da collaboratori d'eccezione come Francesco Nastro pianista dall’inconfondibile tocco, la batteria jazz di Giuseppe La Pusata, la carica brasiliana del percussionista Carcarà Lemos, il sax passionale di Javier Girotto, sassofonista argentino di fama internazionale, la tromba di 19 Sei Periodico

Gianfranco Campagnoli, l’armonica di Alfredo Di Martino fino all’ inconfondibile voce di Massimo de Divitiis, dei "NERI per CASO", che duetta con la stessa Susanna, il tutto diretto da Nello Manvati. Ci sono poi i compagni di viaggio di Susanna, la formazione degli Isolacustica, che ritrova Antonio De Luise al contrabbasso, Cherubino Fariello alla chitarra e Gaemaria Palumbo al sax, Ciro Cino al pianoforte ed alla batteria il giovane Luca Mignano. L'ascolto è un dondolio tra inediti e cover ridisegnate tanto da farle diventare pezzi mai ascoltati, si oscilla tra la dolcezza di alcuni brani e la forza di altri. Susanna alterna l'inglese all'italiano ma è nella lingua madre che da il meglio di sé, con quel sound vocale tipico delle grandi voci jazz internazionali.

L'ultima nota suona e riecheggia in soffitta, il viaggio finisce. Scendo da questa nave piena di avventura che ha attraversato oceani di generi diversi per arrivare ad un Isola piena di melodie portate dal vento e fascino trasportato dalle onde e su uno scoglio la sua ammaliatrice e sensuale sirena, Susanna!


©

lettoxvoi Ornella Grato

Splendore Margaret Mazzantini

letto xvoi gratoornella@gmail.com

Dettagli

Titolo: Splendore È la storia d'amore romantica per eccellenza: tormentata, infelice, appassionata, senza futuro. Due anime inquiete Autore: che faticano a riconoscere la bellezza del sentimento che Margaret alberga in loro da tempo immemore e che, Mazzantini inspiegabilmente, preferiscono vivere una vita da bulimici Editore: d'amore piuttosto che accettare con orgoglio e serenità il Mondadori proprio modo di essere. Questa è la storia d'amore di Guido e Costantino che crescono insieme, seppur divisi da Collana: stupide logiche sociali e altrettanto stupide paure, nella Scrittori italiani Roma degli anni settanta. Delicatamente le loro anime si e stranieri sfiorano, col tempo, poi, anche i loro corpi lo faranno. E sarà contro natura. Ma come superare le barriere del loro stesso pudore e vivere appieno quell'amore che pure resterà impresso, marchiato a fuoco, vivo e vegeto? La tenerezza e la crudeltà che i due, in differenti fasi della loro vita, si riserveranno è la chiave di lettura unica per intendere quel tipo di amore, quel tipo di sentimento che li unisce e li separa. Guido, una volta calata la maschera, cercherà di colmare quella distanza. Gli anni, le convenzioni sociali, i pregiudizi, le cattiverie della gente, nulla ha spento quella fiamma nel suo cuore. Vorrebbe trascinare l'amore della sua vita con sé, su quell'isola greca. Non è troppo tardi. Ma Costantino non sarà mai pronto, farà tutto il possibile per ritenere quel sentimento un errore - un orrore - di gioventù. E cosa resta di quello splendore? Un riflesso opacizzato dalla paura, una vita di ipocrisie e menzogne.

È la storia d'amore romantica per eccellenza: tormentata, infelice, appassionata, senza futuro. Due anime inquiete che faticano a riconoscere la bellezza del sentimento che alberga in loro da tempo immemore e che, inspiegabilmente, preferiscono vivere una vita da bulimici d'amore piuttosto che accettare con orgoglio e serenità il proprio modo di essere. Questa è la storia d'amore di Guido e Costantino che crescono insieme, seppur divisi da stupide logiche sociali e altrettanto stupide paure, nella Roma degli anni settanta. Delicatamente le loro anime si sfiorano, col tempo, poi, anche i loro corpi lo faranno. E sarà contro natura. Ma come superare le barriere del loro stesso pudore e vivere appieno quell'amore che pure resterà impresso, marchiato a fuoco, vivo e vegeto? La tenerezza e la crudeltà che i due, in differenti fasi della loro vita, si riserveranno è la chiave di lettura unica per intendere quel tipo di amore, quel tipo di sentimento che li unisce e li separa. Guido, una volta calata la maschera, cercherà di colmare quella distanza. Gli anni, le convenzioni sociali, i pregiudizi, le cattiverie della gente, nulla ha spento quella fiamma nel suo cuore. Vorrebbe trascinare l'amore della sua vita con sé, su quell'isola greca. Non è troppo tardi. Ma Costantino non sarà mai pronto, farà tutto il possibile per ritenere quel sentimento un errore - un orrore - di gioventù. E cosa resta di quello splendore? Un riflesso opacizzato dalla paura, una vita di ipocrisie e menzogne. 21 Sei Periodico 01


©

curioSEI...ando notizie.delmondo.info

Perché si dice che il gatto nero porti sfortuna?

Abbottonature femminili solo per destrimani?

Nel Medioevo, ai tempi dell’inquisizione, il gatto nero era ritenuto dall’ignoranza del popolo il compagno di vita delle streghe magico e misterioso, per la sua consuetudine di uscire fuori la notte e per il colore, collegato al lutto, agli inferi. L’origine di questa credenza sulla sfortuna risale invece all’epoca in cui si andava a cavallo, le strade di notte non erano illuminate e nel momento in cui un gatto si presentava di colpo di fronte al cavallo, questo impaurito faceva sbalzare il cavaliere. In Italia, dove vige questa strana credenza popolare, è stata indetta dall’associazione Aidaa il “Gatto Nero Day”, ovvero la gior- nata a difesa della vita di questo felino; ogni anno infatti a causa di questa stupida diceria, vengono ammazzati 60.000 gatti neri.

La pratica di cucire i bottoni sul lato sinistro dei vestiti femminili cominciò nel 17° secolo, secondo il sito web Dayli Mail. Solo le persone abbienti indossavano indumenti con i bottoni nel 17° secolo, e le donne agiate avevano la servitù – composta da persone che di solito usavano la destra – che le aiutava a vestirsi. Quindi i bottoni si trovavano sul lato sinistro per agevolare le servette che vestivano le donne

Il leone più celebre del cinema

Glamburger un panino che costa 1400 euro

Probabilmente, solamente dal nome, non riuscirete a ricollegarlo immediatamente ma, basterà dire che al centro del logo c’è un leone ruggente che immediatamente le idee si saranno schiarite. “Leo il Leone” è il nome della mascotte ma, quello che appare oggi al centro di una “pellicola” è il quinto ad aver coperto il ruolo del “maggiordomo” di casa MGM. Storicamente, nella parte sono stati alternati cinque leoni: il primo (1924-1928) fu Slats, il secondo (1928-1956) Jackie, poi Tanner (1934-1956) e Bob (1956-1958) prima dell’attuale “Leo”.

Nugtella: crema di nocciole e marijuana spalmabile Pane e Nutella è una vera droga per voi ? Allora non avete ancora assaggiato la Nugtella! Non stiamo parlando di una notizia bufala ma di una nuova ricetta di crema spalmabile prodotta e distribuita in California negli Stati Uniti, realizzata con cioccolato, nocciole e marijuana, una sorta di riproduzione del rinomato prodotto Ferrero, la quale starebbe per impugnare un’azione legale contro questa azienda americana colpevole di avere copiato il marchio, stile di confezionamento, grafica e colori. Inoltre per via della somiglianza con la famosa Nutella, il prodotto americano ha già ottenuto un considerevole risultato.

01 Sei Periodico 22

All’esclusivo ristorante Honky Tok, un ristorante di lusso Londinese, puoi trovare l’hamburger più costoso del mondo, il “Bling burger” o come piace chiamarlo allo chef Chris Large “Glamburger”. Il panino, infatti, vale ben 1.100 sterline ovvero il corrispettivo di circa 1.400 euro. Si tratta di un hamburger d’elitè, realizzato con prodotti di primissima qualità: una polpetta con venti grammi di prelibato manzo giapponese (le famose vacche accarezzate e rilassate con la musica classica) e 60 gr di cervo neo-zelandese, poi aragosta canadese aromatizzata con zafferano iraniano e caviale. Completano il tutto un pò di formaggio al tartufo, bacon inzuppato nello sciroppo d’acero e uova d’anatra ricoperte in foglia d’oro. Inoltre, anche il pane utilizzato per realizzare il Glamburger non è un pane qualsiasi: si tratta di pan brioche, aromatizzato al matcha, il più prestigioso tè verde made in Japan.

Il Gigante del Gippsaland il verme più grande e lungo del mondo Il verme più grande e lungo del mondo e il relativo record è stato assegnato al Gigante del Gippsaland, un verme che vive nel Gippsaland (nel sud-est dell’Australia), terra conosciuta per via anche degli animali insoliti che la popolano. Il verme può vantare delle dimensioni da fare invidia anche ad un serpente: può raggiungere la lunghezza di un tre mt ed ha un diametro di oltre tre cm. Riuscire a vedere dal vivo un verme di questa famiglia non è facile: i Giganti del Gippsaland vivono quasi tutta la loro vita in profondità, le poche volte che emergono in superficie, avviene dopo forti piogge o frane.

Il diavolo a Furore Quando è andato in pensione, John Il fiordo di Furore è una roccia che strapiomba dall’altopiano di Agerola nel bel mezzo della Costiera Amalfitana. Un’antica leggenda narra che il Diavolo arrivò a Furore e i cittadini “furiosi” lo cacciarono via violentemente. Il Diavolo indispettito decise di lasciare le sue feci maleodoranti all’uscita del paese. Quando però arrivò il momento di pulirsi, lo fece con la prima cosa che gli capitò sotto mano, ovvero un'erba. Quest'erba era tra ortiche più aggressive che esistessero da quelle parti e provocò al "povero" diavolo dolori atroci e tremendi. A questo punto andò via bestemmiando con tutta la sua voce e battendo fortemente i piedi a terra, segnando per sempre quel pezzo di strada con il suo zoccolo caprino.

Intelligenza: merito dalla Madre Se un bambino è intelligente, il merito è del ''cervello'' della mamma. Lo sostiene uno studio rivoluzionario nel campo della genetica della ricercatrice australiana Gillian Turner - pubblicato sulla rivista medica britannica ''Lancet'' - secondo cui l'intelligenza dei figli maschi dipenderebbe esclusivamente da quella delle madri, essendo soltanto le donne - il gene dell'intelligenza è situato sul cromosoma X - in grado di trasmettere la ''dote dell'intelletto'' ai propri piccoli.

Cha Sa-soon, dopo 960 test riesce a prendere la patente Che prendere la patente di guida non sia facile è risaputo, specialmente se alle spalle non hai abbastanza dimestichezza nel portare un automobile. Cha Sa-soon, sudcoreana di 69 anni, ce l’ha finalmente fatta a raggiungere il suo obiettivo. Vi chiederete: cosa ha fatto di così tanto difficile ? è riuscita (finalmente) ad avere la sua patente di guida, dopo essere stata respinta la bellezza di 959 volte agli esami.


23 Sei Periodico


Š

editoriale

Pina Longobardi

01 Sei Periodico


Š

editoriale

Pina Longobardi

01 Sei Periodico


rumors

rumors L’aeffetto Domino di Fabio Massa. Ritorna dietro la cinepresa il regista e attore stabiese Fabio Massa, impegnato nelle riprese di “AEFFETTO DOMINO”. Un film girato tra l’Africa, la Puglia e la Campania e che racconta la storia di Lorenzo, un trentenne che finalmente riesce a realizzare il suo sogno di andare in Africa ad insegnare, grazie ad un’associazione no profit

italiana! Proprio nel momento più bello della sua esperienza, una notizia riguardo la sua salute, scatenerà un effetto domino sulla sua vita e quella delle persone che gli sono vicine! La lavorazione del film terminerà i primi mesi del 2015. Fabio si conferma un artista in continuo fermento creativo sia come attore che come regista. 27 Sei Periodico

Jordana Brewster: "Sesso in veranda durante un party"

Lindsay Lohan posa Gigi D'Alessio e nuda come Marilyn Anna Tatangelo sposi nel 2015 Monroe

Nelle vene di Jordana Brewster scorre sangue caliente... e si vede! L'attrice di origini brasiliane, che si è fatta conoscere al grande pubblico grazie al ruolo di Mia in "Fast and Furious", ha infatti confessato al magazine Cosmo For Latinas di aver fatto "sesso in veranda, durante un party". Di certo non deve essere stato facile per il fortunato resistere alle sue curve bollenti ed esplosive. Le forme sono

E' una passione viscerale quella di Lindsay Lohan per Marilyn Monroe e a conferma di un amore che non conosce tregua ecco arrivare l'ennesimo scatto della Lohan nuda in "Posa da Marilyn". A realizzarlo è stato l'artista

tutte al posto giusto e le origini sudamericane le danno una marcia in più perché, come spiega lei, "le brasiliane abbracciano la loro sensualità e femminilità, il vero ideale di bellezza”.

londinese Pegasus, noto per i suoi ritratti pop dei personaggi famosi. Prendendo a modello le foto di Lindsay nuda nel 2012 quando era apparsa su Playboy a guisa di novella Marilyn, Pegasus ha realizzato il ritratto. Allora Lindsay, 26 anni, era meno segnata dalla chirurgia estetica e riusciva ad emettere charme e sensualità monroeiana senza sembrare una maschera di cerancente?

Tutto pronto per le nozze più attese del 2015. Anna Tantangelo potrà finalmente sposare Gigi D'Alessio. E' ufficiale: il cantante ha divorziato dalla moglie Carmela Barbato ed è libero di convolare a nozze con la sua Anna. Pare che la coppia sia pronta al grande passo, con cerimonia attesa per il prossimo anno, ma per ora ancora top secret. A svelarlo è il settimanale Diva e Donna. “Gigi in privato ha confermato

l'intenzione di dire sì alla compagna Anna Tatangelo nel 2015” scrive il settimanale annunciando che oltre alle nozze potrebbe anche arrivare un altro figlio per Anna e Gigi.


cinema SGUARDO IN ANTEPRIMA AI FILM IN USCITA NEI PROSSIMI MESI

> 6 NOVEMBRE ANDIAMO A QUEL PAESE

Diretto da Salvatore Ficarra, Valentino Picone con Ficarra&Picone, Nino Frassica, Fatima Trotta, Tiziana Lodato, Emanuele Crialese, Franco Battiato. TRAMA: Salvo e Valentino sono due amici che, rimasti disoccupati, abbandonano la grande città per rifugiarsi nel piccolo paese d’origine, Monteforte, dove la vita è meno cara ed è più facile tirare avanti. L’impatto con la nuova realtà non risulterà per nulla facile: i due si ritroveranno a vivere in un contesto diverso da quello che si erano immaginati: un paese pieno di anziani, da cui però è impossibile non poter trarne beneficio. Ogni anziano rappresenta una pensione, un bel bottino per i due disoccupati…

28 Sei Periodico

> 18 NOVEMBRE > 13 NOVEMBRE LA SCUOLA PIÙ BELLA DEL MONDO

Diretto da Luca Miniero con Christian De Sica, Rocco Papaleo, Lello Arena, Miriam Leone, Angela Finocchiaro, Daniela Terreri, Wanda Pacini. TRAMA: Christian De Sica è il preside puntiglioso di una scuola media toscana nella quale giunge in visita una classe di studenti napoletani accompagnati da un eccentrico professore (Rocco Papaleo). Non tutto però sembra corrispondere al programma. Perché quando la tecnologia inganna - in questo caso basta solo che Accra, in Ghana, diventi Acerra Napoli - si genera l'equivoco che porterà confusione e tanto scompiglio.

GHOSTBUSTERS ACCHIAPPAFANTASMI

Diretto da Ivan Reitman con Bill Murray, Dan Aykroyd, Sigourney Weaver, Harold Ramis, Rick Moranis, David Margulies. TRAMA: I dottori Venkman, Stantz e Spengler, studiosi di parapsicologia, vengono espulsi dall'università di New York per scarsa serietà, i tre giovani bricconi, studiosi di parapsicologia, aprono una ditta acchiappafantasmi per la disinfestazione ectoplasmatica e l'esorcismo degli spiriti maligni. È la stessa formula di Gremlins che, però, gli è superiore: una furba miscela di ¼ di terrore e di ¾ di buffoneria con pesante predominio degli effetti speciali. Nel trio centrale il migliore è il grasso Murray.

> 18 NOVEMBRE SCUSATE SE ESISTO!

Diretto da Riccardo Milani con Paola Cortellesi, Raoul Bova, Corrado Fortuna, Lunetta Savino, Marco Bocci. TRAMA: Serena talentuoso architetto, dopo una serie di successi professionali all'estero, ha deciso di tornare a lavorare in Italia, perché ama il suo paese. Nell'avventurosa ricerca di un posto di lavoro si trova di fronte a una scelta folle, farsi passare per quello che tutti si aspettano che lei sia: un uomo... O così pare. Nel frattempo incontra Francesco. Bello e affascinante. Il compagno ideale. Se non fosse che a lui non piacciono le donne... O così pare. Tra Serena e Francesco nasce un rapporto intenso e diventano la coppia perfetta…


> 22 NOVEMBRE VICKY IL VICHINGO

Diretto da Michael Herbig con Jonas Hämmerle, Waldemar Kobus, Nic Romm, Christian Koch, Olaf Krätke. TRAMA: Ispirato ai racconti dello scrittore Runer Jonsson, Vicky è un personaggio cui non si può fare a meno di voler bene. Vicky non è come suo padre o come gli altri guerrieri vichinghi: preferisce di gran lunga usare l'ingegno al posto dei muscoli! Il giovanissimo protagonista, interpretato dal simpaticissimo Jonas Hämmerle, somiglia in modo impressionante al personaggio della serie d'animazione: sia per l'aspetto fisico che per il modo divertente, fresco e genuino con cui si relaziona ai giovani spettatori e ai loro genitori.

29 Sei Periodico

> 27 NOVEMBRE > 24 NOVEMBRE

ROMEO&JULIET

LE NOTTI DEI SUPER ROBOT - PARTE I

Ufo Robot Gattaiger, Il Grande Mazinga, Getta Robot G, Goldrake, Ufo Robot. Distributo Koch Media TRAMA: Le Notti dei Super Robot: i mitici giganti d’acciaio ci danno appuntamento al cinema! Le date da segnare sul calendario sono: 24 novembre e 2 dicembrecon Le Notti dei Super Robot - PARTE I e PARTE II. Koch Media e Yamato Video hanno svelato la grande sorpresa in serbo per tutti gli appassionati di animazione e fantascienza. A novembre arriveranno al cinema, infatti, Le Notti dei Super Robot, due appuntamenti da non perdere che faranno la felicità dei fan di vecchia data e delle nuove generazioni di aspiranti eroi!

> 27 NOVEMBRE I PINGUINI DI MADAGASCAR

Diretto da Carlo Carlei. Con Hailee Steinfeld, Douglas Booth, Paul Giamatti, Ed Westwick, Kodi Smit-McPhee. TRAMA: Quanto è difficile realizzare un adattamento cinematografico del Romeo e Giulietta shakespeariano, dopo che molti ci hanno già provato, alcuni riuscendoci egregiamente? Le famiglie dei Montecchi e Capuleti ricorrono a ogni pretesto per darsi battaglia pubblicamente per le strade di Verona, provocando il disappunto del principe. Ma il giovane Romeo dei Montecchi non è interessato a tutto ciò, lui è follemente innamorato di Rosalina, una cugina dei Capuleti, storia d'amore che suo cugino Benvolio lo spinge a non perseguire...

Diretto da Simon J. Smith, Eric Darnell. Con Tom McGrath, Chris Miller, Christopher Knights, Benedict Cumberbatch, John Malkovich. TRAMA: I nostri magnifici quattro, artefici indimenticabili dell’eroico piano di fuga nel film d’animazione Madagascar, sono ora pronti all’esordio da protagonisti in un film tutto per loro. In quanto agenti speciali fuori dal comune, la loro missione sarà risolvere un complicato caso di spionaggio, facendo squadra con l’organizzazione segreta “Vento del Nord”, capitanata da un lupo. Riusciranno i nostri eroi ad unire le forze e mandare in fumo il piano del malvagio dottor Octavius Brine?


©

obiettivo ei Pina Longobardi

È domenica pomeriggio, le lancette dell’orologio spostate un’ora indietro mi ricordano che siamo in autunno inoltrato. Alzo il telefono e chiamo Sofia, la modella di questo mese. Incalzo con le domande e capisco che ho davanti una ragazza determinata.

make-up noella rossi noellarossimakeup

Sofia Rania

ph. marco minello www.marcominello.it

Ciao Sofia, benvenuta a Obiettivo Sei, cominciao l’intervista? mi racconti un po’ di tè? Ciao Pina, piacere di conoscerti io sono Sofia, ho vent’anni e faccio la fotomodella da quando ne avevo 18. Fin da piccola sono sempre stata una ragazza testarda vivace e molto solare. Vivo ancora in famiglia e siamo in cinque. Il mio punto di forza sono i miei genitori, le mie ancore sulle quali so di poter contare senza nessun dubbio. Ho una gran bella famiglia che basa il suo rapporto sul rispetto e sulla fiducia

30 Sei Periodico

reciproca e so di essere fortunata perché questo oggi è un valore inestimabile

Quali sono state fino ad ora le tue esperienze nel mondo della moda? Ho iniziato a 18 anni con l'ETM, l'agenzia nazionale di moda pubblicità e spettacolo. Ho poi avuto l' opportunità di lavorare all'estero girando un videoclip musicale del rapper CHG, mentre in Italia mi ha voluto in un suo video il Dj Ivan Nasini. Ho fatto poi la campagna pubblicitaria

per un evento importante nella mia città e ho posato per una rivista da sposa, insomma due anni intensi e ricchi di soddisfazioni. Quando secondo te una foto può considerarsi artistica? Quando chi la guarda si emoziona. Parliamo d’amore, come vivi questo sentimento? Sono una donna razionale, passionale e sognatrice un mix di cuore e cervello.


IDENTIKIT Nome: Sofia Cognome: Rania Data di nascita: 16/09/1994 Nata a: Catanzaro Segno zodiacale: Vergine Un pregio: leale Un difetto: testarda

Di giorno vivo come tutti, di notte dormo come pochi.

31 Sei Periodico

obiettivosei


L’amore vero esiste? Esiste, esiste ma è un sentimento raro, la fortuna sta nel trovarlo, coltivarlo e proteggerlo. Non è un sentimento che vive da sé va nutrito come il corpo. Tu l’hai trovato? Sono fidanzata da due anni, abbiamo investito l’uno nell’altro e ci mettiamo entrambi fiducia, pazienza e rispetto. Credo di si. In amore sei gelosa o rilassata? Gelosa delle persone che mi appartengono. Quel tanto che basta per far capire a chi amo che è per me un bene prezioso. Che rapporto hai con la bellezza? È un aspetto fondamentale nel mio lavoro. Ma è vero che talvolta apre le porte più dell’intelligenza? Oggigiorno si! Purtroppo…. 33 Sei Periodico 32

Cosa fai durante il giorno? E la notte? Di giorno vivo come tutti, di notte dormo come pochi. Soffri mai di solitudine o avere degli spazi tutti tuoi ti stimola? So stare con me stessa, mi aiuta a riflettere. A cosa sai rinunciare e di cosa non puoi fare a meno? Rinuncio ad un dolce ma non posso fare a meno della mia famiglia. Se dovessi scegliere un animale che ti rappresenta, saresti? Mi sento un “Elefante”...perché rappresenta la forza e la grandezza d animo. Per concludere mi racconti i tuoi prossimi obiettivi? Sogno un viaggio a New York e voglio intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo.


Sono riuscita a posare in intimo quando ho raggiunto la perfetta armonia tra corpo e mente.

33 Sei Periodico

obiettivosei


©

sorrisi&salute

Dott.ssa Sabrina Conte

Sorridere è sicuramente il migliore biglietto da visita con il quale comunichiamo uno stato di benessere a chi ci circonda e migliora la nostra autostima. In questa rubrica vi spiegheremo una delle principali cause che ci tolgono il sorriso: LA MALATTIA PARADENTALE.

L’IMPORTANZA DEL SORRISO. Gli inestetismi dei denti oltre a farci sentire a disagio possono segnalarci anche disturbi da non sottovalutare e che nel tempo possono causare dolori nella nostra bocca. I nemici del nostro sorriso sono diversi: La malattia paradontale, le carie, le malocclusioni, i disturbi temporo-mandibolari. Patologie che in alcuni casi si possono prevenire, soprattutto attraverso una corretta igiene orale, e in altri sono curabili e quindi risolvibili. Avete le gengive 34 Sei Periodico

infiammate? Sono gonfie e doloranti? Avete notato che uno o più denti iniziano a muoversi? Vi guardate allo specchio e notate che i denti si siano allungati? Probabilmente siete affetti da una malattia paradontale. Una patologia cronica del sistema paradontale, che è appunto l’organo di sostegno del dente nell’osso, e che nelle forme più gravi può provocare il riassorbimento osseo e la perdita dell’elemento dentario. Placca batterica, fattori ereditari, malattie come il diabete, artrite reumatoi-

de, infezioni da HIV e cattive abitudini come fumare sono tra le principali cause della malattia paradontale. Utilizzando un eufemismo possiamo dire che la placca batterica è presente “sulla bocca di tutti” o quasi e che in 1 mm di placca ci sono 200 milioni di cellule batteriche che causano infiammazioni e infezioni alle gengive! Quando si mineralizza diventa tartaro e si deposita sottogengiva consumandole nel tempo e destabilizzando l’osso ed ecco che ci si ammala di


paradontite. Una corretta igiene orale e le visite di controllo periodiche dal dentista, gli esami diagnostici possono prevenire la malattia paradentale. Lo screening del dentista e dell’igienista dentale garantiscono lo stato di salute del cavo orale. DURANTE IL CONTROLLO SI ESAMINANO: • il colore e la forma della gengiva e delle mucose. Le gengive sane si presentano con un colorito roseo, quindi controllate che non sanguinino e che non siano gonfie o arrossate. • la quantità di tessuto di sostegno, con la valutazione della profondità della tasca paradontale tramite una sonda graduata e la misurazione della superficie scoperta di tutti i denti. • mobilità dentale. • la presenza di placca batterica • la presenza di fattori che favoriscono la proliferazione della placca (tartaro, carie, otturazioni debordanti, affollamenti dentari). EVENTUALMENTE IL DENTISTA PRESCRIVERÀ ANCHE DEGLI ESAMI DIAGNOSTICI: • Radiografia endorale, che stabilisce la profondità delle tasche paradontali e del riassorbimento osseo (specialmente nelle visite di controllo a distanza). • Ortopantomografia, per una visione generale dello stato degli elementi dentali, riassorbimento osseo e la quantità di tessuto gengivale. • Esame microbiologico:con le tecniche di coltura per individuare le varie specie di flora batterica e testare la suscettibilità verso gli antibiotici. Attraverso i test si monitorano le parodontiti ad insorgenza precoce (le assenze di specie patogene nelle tasche indica uno stato di stabilità).

Per concludere prima di salutare i lettori vi lascio con un quesito di riflessione, la prossima volta che decidete di rimandare la visita dal dentista guardatevi allo specchio e chiedetevi: cosa è peggio la paura del dentista o una bocca senza denti? 35 Sei Periodico


©

l’arcadinoè

Dott. Oreste Diletto

Proprio come gli uomini anche gli animali vanno incontro nel corso della vita a malattie o patologie che talvolta richiedono interventi chirurgici. Oggi esistono le cliniche veterinarie che non solo si prendono cura del benessere degli animali domestici ma che funzionano come veri e propri ospedali nel caso in cui Fido ha subito un intervento.

HO COMPRATO UN CUCCIOLO

… ED ORA? Nei primissimi mesi di vita non sempre la convivenza con il nostro nuovo amico a quattro zampe è priva di problematiche, soprattutto se siamo noi stessi a dover affrontare una nuova esperienza di vita. É dunque indispensabile che tutti i membri della famiglia, compresi i bambini, imparino a relazionarsi correttamente. Di conseguenza bisognerebbe insegnare ai bimbi come non devono essere 36 Sei Periodico

prodotte urla né essere eseguiti giochi che eccitano esageratamente il cagnolino in quanto, a lungo andare, si potrebbe far perdere a quest’ultimo la capacità dell’autocontrollo sul morso. Questi accorgimenti devono essere considerati anche dagli adulti umani che, anzi, dovrebbero anche capire come purtroppo il nostro tipo di comunicazione sia inadeguato nei confronti

del cane. Infatti, i cani ancora non hanno imparato a parlare! Molto più importante per loro è la comunicazione para-verbale (il tono della voce, il ritmo, il timbro, ecc.) e, soprattutto, quella non verbale (ossia la percezione di un messaggio attraverso posture, segnali e gesti). ALIMENTAZIONE Fondamentale nei primi mesi di vita (ma lo sarà


anche in seguito) è evitare un'alimentazione eccessiva; un cane sovrappeso infatti correrà molti più rischi di contrarre patologie di tipo osteo-articolare. Evitare di somministrare prodotti in modo casuale o avanzi domestici in quanto possono creare problemi di vario genere ai nostri cuccioli. I prodotti che si trovano in commercio (ovviamente di buona qualità), sono più che sufficienti a soddisfare il fabbisogno dei nostri piccoli amici. Nei cani di grossa taglia e in quelli di taglia gigante è consigliabile una suddivisione dell'alimentazione in tre pasti a prescindere dall'età, per evitare che quantità troppo consistenti creino disturbi a livello gastrico. DEIEZIONI Fondamentale è ricordare che il completo controllo degli sfinteri sarà possibile solo a partire al 4° mese di vita. Di conseguenza sarà impensabile sperare che un cucciolo trascorra 8-10 ore senza urinare o defecare. Sarà, dunque necessario accompagnare il cagnolino nelle sue passeggiate all’inizio almeno ogni due ore e soprattutto 15-45 minuti dopo il pasto e subito dopo un sonnellino o il gioco (premiandolo ogni qual volta farà il suo bisognino nel posto giusto). Qualsiasi mezzo punitivo, soprattutto fisico e “a posteriori”, sarà inefficace (ignorare i comportamenti sbagliati e premiare quelli giusti vi farà ottenere ottimi risultati in pochissimo tempo). PROFILASSI I primi mesi di vita di un cucciolo rappresentano il periodo più delicato della vita dell’animale. A circa 50 giorni di vita(dopo lo svezzamento) è necessario portarlo a visita muniti di un campione di feci, in modo da valutare lo stato di salute dell’animale ed eventuali parassiti intestinali da eliminare. Successivamente si passa alle vaccinazioni che devono essere fatte categoricamente da un medico veterinario abilitato (questo è fondamentale in quanto solo un medico può valutare se il cane è in salute per ricevere il vaccino). Non di minore importanza è il trattamento per i parassiti esterni utilizzando fialette, collari o spray. In ultimo, bisogna iscrivere il cane all’anagrafe canina mediante applicazione di un microchip sottocutaneo, come previsto dalla legge italiana.

37 Sei Periodico


©

condominio

Geom. Lanfranco Longobardi

condo minio

lanfrancolongobardi@libero.it

condominio

I PANNELLI FOTOVOLTAICI

LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL CONDOMINIO (LEGGE N. 220 DELL'11/12/2012) CIRCA L’INSTALLAZIONE DI PANNELLI FOTOVOLTAICI L’installazione di un impianto fotovoltaico a servizio del condominio presenta indiscussi vantaggi in termini di risparmio energetico ed economico sulle bollette condominiali e quindi sulle spese che vanno ripartite ogni anno nel bilancio consuntivo condominiale sia per la produzione di energia per l’autoconsumo (si pensi solo all’illuminazione delle parti comuni e alla forza motrice 38 Sei Periodico

delle ascensori) sia per la possibilità di scambio sul posto e quindi ricevere un conguaglio dal gestore elettrico a fine anno. Nonostante ciò gli impianti condominiali non sono diffusi in quanto, fino al 2012 era presente una normativa risalente agli anni ’40 ed in quanto le procedure per l’installazione potevano risultare in taluni casi complesse. Il legislatore ha voluto

agevolare l’installazione di tali impianti introducendo la detrazione del 50% e dedicando una parte specifica della riforma del condominio a tale tematica. Anche i comuni si sono adeguati progressivamente permettendo l’uso di pratiche più snelle e rapide per l’installazione. Nel comune di Castellammare, ad esempio, è sufficiente una comunicazione di inizio lavori per l’installazione di


pannelli solari e fotovoltaici, aderenti o integrati nei tetti degli edifici, con la stessa inclinazione e lo stesso orientamento della falda, di superficie non superiore a quella della copertura, senza serbatoio di accumulo esterno, a servizio degli edifici, da realizzare al di fuori delle zone di tipo A di cui al decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 aprile 1968, n.1444. Sarà quindi necessaria una delibera con la maggioranza che è stata abbassata dalla riforma pari alla maggioranza degli intervenuti che rappresenti la metà del valore dell’edificio. Ci potrebbero essere anche casi in cui la maggioranza non si riesca a raggiungere. Il legislatore ha previsto, mediante anche questa eventualità indicando come alternativa la possibilità per singoli condomini di istallare impianti fotovoltaici a servizio delle singole unità abitative sul lastrico comune (art. 1122bis codice civile – Impianti non centralizzati). IN TAL CASO SONO PREVISTE ALCUNE LIMITAZIONI: innanzitutto l’impianto deve recare il minor pregiudizio alle parti comuni e alle unità immobiliari di proprietà individuale. Il che elimina in parte le precedenti limitazioni di cui all’articolo 1102 codice civile ossia il divieto di alterare la destinazione d’uso del bene. L’installazione dovrà arrecare il minor danno possibile agli altri condomini non interessati all’installazione dell’impianto ed al contempo, nel caso in cui vi siano proprietà esclusive nelle vicinanze, dovrà rispettare le distanze anche inferiori da quelle indicate all’articolo 873 e segg. del codice civile purchè non vi sia un minor pregiudizio alla proprietà esclusiva da valutarsi secondo il caso. Nel caso specifico dei pannelli fotovoltaici la norma indica specificatamente i lastrici come luogo dove installare gli impianti. Qualora si rendano necessarie trasformazioni delle parti comuni per l’installazione, il condomino interessato deve dare comunicazione all’amministratore delle modalità di collocazione dell’impianto. Quest’ultimo dovrà convocare un’assemblea che potrà deliberare non sulla legittimità dell’impianto ma sulla modalità di installazione dello stesso che potrà essere negata solo qualora arrechi danno alla sicurezza, stabilità o al decoro del fabbricato. 39 Sei Periodico


40 Sei Periodico


gusto

Preparazione: 60 minuti

Difficoltà: Bassa Costo: basso

La nutella è qualcosa a cui è difficile resistere: avete già provato la nostra ricetta per preparare in casa una deliziosa e sana crema di nocciole?

hi

ac

ci

nu al l te a lla

G

ol

i

Il ghiacciolo alla nutella è un goloso dessert perfetto per chi in cucina vuole preparare piatti deliziosi ma senza complicarsi la vita! La nutella e tutte le creme di nocciole sono dei peccati di gola a cui nessuno può rinunciare, si possono mangiare dal vasetto con il cucchiaino (o il dito!), spalmare sul pane, sulle fette biscottate o sui biscotti, si possono usare per farcire e decorare le torte e anche nelle crepes o sulla pizza.

INGREDIENTI: • 200gr di nutella • 200ml di latte • Semini di mezza stecca di vaniglia • Granella di pistacchio o nocciole (facoltativi) OCCORRENTE • Stampini per ghiaccioli

PREPARAZIONE - Prendete una ciotola e mettete la nutella e il latte e iniziate ad amalgamarli con un cucchiaio. Quando la nutella si sarà sciolta un po' potete mescolare bene con una frusta. Aggiungete l’estratto di vaniglia o i semini di mezza bacca e, se volete, pistacchio o nocciole e poi frullate tutto con il mixer per qualche minuto in modo da amalgamare bene gli ingredienti. Potete usare anche il frullatore o il minipimer. Dividete il composto di latte e nutella negli stampini per i ghiaccioli. Chiudete bene gli stampi e metteteli in freezer. In media basta un riposo di 5 – 6 ore ma quando fa molto caldo potrebbe volerci di più, io vi consiglio di lasciarli in freezer tutta la notte. Potete infine decorare i ghiaccioli con il cioccolato fuso e la granella di nocciole. Per sformare i ghiaccioli dovete passare lo stampo per 10 – 15 secondi sotto l’acqua corrente. Sformate i ghiaccioli e gustateli. 41 Sei Periodico


Š

editoriale

Pina Longobardi

01 Sei Periodico


relax

PUZZLE C L M O Y E L I M O N E F P V

S O N M A E A R N B W I A M M

A C A A R O M Y A T I L B O Z

1

T C D A P W R M G E X M N P P

2

Fate il vostro gioco... A C O L G O A A O A G E A E A

N A L M V E C E I W Z E A M I

G O R E N C N A F I R L N L N

3

A L A W R S I G C I I A P O S

I O T A E I A I O K Q T D P U

I R I B E S T E A N G U R I A

L F U Z N S A N A N A S B X K

I G Z V Q M E L O N E J K Y U

C K T X M O N I R A D N A M L

Definizioni: SUSINA MANGO LIME ANANAS MANDARINO ARANCIA NOCE MANDORLA FICO UNA POMPELMO CASTAGNA CILIEGIA AMARENA MORA LAMPONE RIBES FRAGOLA BANANA KIWI MELONE ANGURIA PESCA ALBICOCCA COCCO LIMONE MELA PERA

ORIZZONTALI

6 7 8

9

1) Lastra sottila - 3) Una miniera all’aperto 5) Vassoio elegante - 9) Un grido di esultanza 11) Antico elefante - 13) Indumento da uomo 14) Se lo fa chi è bravo - 15) Strumento musicale a fiato

VERTICALI

10 11

12

13

43 Sei Periodico

E A Y E C O N L V U V A V H O

CRUCINTARSIO

4

5

14

G G M P O A L B I C O C C A S

15

1) Dedite, Scrupolose - 2) Relativo ad un nostro mare - 4) Resti della cena - 6) Lo strumento di Pan 7) Hesse scrittore tedesco - 8) Lo stato con Bruxelles - 10) Figlio di Dedalo - 12) Si esprime con gesti


relax

Fate il vostro gioco...

Sudoku

COME SI GIOCA A SUDOKU Le regole sono molto semplici: alcune caselle sono già fissate, le altre vanno riempite con numeri dall'1 al 9 la tavola è suddivisa in 9 quadranti di 3x3 caselle su ogni quadrante devono essere messi tutti e 9 i numeri, senza ripetizioni inoltre, ogni riga orizzontale e ogni riga verticale dell'intera tavola non deve contenere ripetizioni di numeri.

8

2

2 4 9 6 3 2 1

2

6 5 8

6 9 6 2 5 9 7 4 2

1 4 3 6

5 8 7 9 6 3 2 1 4 5

4 4 9

5 9 2 3 5 8

2

8 1 3 9

7 5 1 4 7

4 5 6 1 4

6 3

45 Sei Periodico

9 4 4 7 3

5 3 4 8 1 2 7 3 8 5 9 8 3 7 2 6 3 2 5 9 2 8

5 6

4 6 2

2 6 7 9

3

6

4 1 7 2


oroscopodelmese ARIETE (21 Marzo - 20 Aprile)

Insoddisfazioni, dubbi, gelosia o altre situazioni a prima vista sgradevoli, saranno utilissime se vissute con l’intenzione di capire che cosa vorresti diverso. Se ci rifletti su puoi riuscire a capire come cambiare e quindi avere di più.

ORO SCO PO NOVE

TORO (21 Aprile - 20 Maggio)

Grande forza e grande energia per impegnarti nella direzione da te voluta! Novembre si annuncia come un mese molto piccante ,grande passionalità nel tuo cielo e nel tuo cuore!

SCORPIONE

(24 Ottobre - 22 Novembre) Mese scorrevole e piacevole… Potresti avere la possibilità di migliorare il dialogo in famiglia, con gli amici, di impostare un programma di divertimento o di apprendimento di un hobby o di quello che preferisci. L’amore sarà speciale: caldo, appassionato, romantico e tanto altro ancora. Soprattutto, sarà quello che tu vorrai sia… La tua sensibilità non ti fa mai vivere nessuna situazione con superficialità. Il bello del mese? L’erotismo: davvero molto intrigante...

MBRE

GEMELLI (21 Maggio - 21 Giugno)

Bella partenza di mese, all’insegna della comunicativa, della socievolezza, della voglia di conoscere nuova gente. Novembre si annuncia come un mese leggero e frizzante, all’insegna della socievolezza, della voglia di dialogare, e anche di progettare.

CANCRO (22 Giugno - 22 Luglio)

Il tuo cielo trasuda voglia di sensazioni forti! Un cielo piccante, che potrebbe regalarti momenti piacevoli ma anche situazioni che potrebbero farti irritare. Fai un bel respiro e pensa bene a quello che devi dire... Lascerai di stucco!

LEONE (23 Luglio - 23 Agosto)

Le parti migliori del mese? I primi otto giorni e gli ultimi quindici, con una fine di novembre strepitosa! Evitate battibecchi in casa o con gli amici. Questo non sarà un periodo negativo a tutto tondo, ma di novità e trasformazioni.

VERGINE (24 Agosto - 23 Settembre)

Ottimo periodo per vita sociale, dialogo, complicità con le persone che ti sono care. L’erotismo sarà sempre in primo piano: il tuo sex appeal profumerà di buono.

BILANCIA (24 Settembre - 23 Ottobre)

Un po’ di malumore potrebbe inaugurare questo novembre. Questo mese l’amore potrebbe essere un percorso ad ostacoli, ma con l’aiuto delle stelle vedrai che arriverai al traguardo!

SAGITTARIO (23 Novembre - 21 Dicembre)

Mese molto piacevole, scorrevole denso di novità che per qualcuno saranno visibili subito, per qualcun altro prossimamente. Per tutti, però, il trend astrale è chiarissimo: le stelle vogliono favorirti in ogni modo e in ogni campo. A te scegliere dove concentrarti, evitando passività e attese inutili e fuorvianti.

CAPRICORNO

(22 Dicembre - 20 Gennaio)

Non male, questo mese! Marte sarà nel tuo segno per tutto il mese, dando l’imprinting ad un periodo che si annuncia vivace, intenso, speciale. Le sue energie potrebbero essere vissute come erotismo, come voglia di cambiare, come capacità di svoltare.

ACQUARIO (21 Gennaio - 21 Febbraio)

Novembre potrebbe portare alle estreme conseguenze eventuali tensioni già presenti in ambito familiare, tra gli amici, o in altri settori. Sii paziente e muoviti con astuzia. Ce la farai anche questa volta!

PESCI (22 Febbraio - 20 Marzo)

Bella partenza di mese, grintosa ed energica. Per buona parte del mese le stelle ti incoraggeranno a vivere l’amore come preferisci, tra sogni, fantasia e brucianti e meravigliose realtà. Sogna, perché i sogni e le emozioni fanno parte dell’amore e lo rendono speciale 46 Sei Periodico


40 sei periodico novembre  

Il Periodico gratuito di chi fa la differenza.

40 sei periodico novembre  

Il Periodico gratuito di chi fa la differenza.

Advertisement