Issuu on Google+

NATALE AZIENDE 2012 - AGGIORNAMENTO PROGETTI

Grazie anche alla sua azienda stiamo facendo tanto!


IL VOSTRO PREZIOSO CONTRIBUTO Grazie alle tantissime aziende che, come la sua, hanno aderito nel 2012 alle nostre iniziative natalizie sono stati raccolti oltre 750.000 euro che ci hanno permesso di sostenere la Campagna Every One. Grazie anche alla sua Azienda, Save the Children sta intervenendo in Etiopia e in Mozambico, paesi con alti tassi di mortalitĂ  materno-infantile.


LA CAMPAGNA EVERY ONE

IL PROBLEMA: Ogni anno nel mondo 6,9 milioni di bambini muoiono prima del loro quinto anno di vita per cause facilmente curabili e prevenibili: tra le più comuni, polmonite, complicazioni neonatali, malnutrizione, malaria. LA SOLUZIONE: L’intervento di Save the Children è mirato al miglioramento della salute di mamme e bambini attraverso una rete comunitaria di operatori sanitari che garantisce una copertura capillare di servizi igienicosanitari e la cura di ciascun bambino, anche il più difficile da raggiungere: da qui il nome della Campagna, Every One. COME: Forniamo agli operatori sanitari formazione ed equipaggiamento adeguati per garantire a mamme e bambini soluzioni salvavita che fanno la differenza: ad esempio, vitamina A e zinco per rafforzare il sistema immunitario, cibo terapeutico e sali reidratanti contro la malnutrizione, vaccini contro le malattie facilmente curabili come il morbillo.


LA CAMPAGNA EVERY ONE Stiamo inoltre assicurando alle donne incinta le basilari visite pre e post natali e l’assistenza durante il parto. In questo modo garantiamo un monitoraggio continuo delle condizioni di salute di mamme e bambini e diamo la possibilità anche alle donne delle aree piÚ lontane di partorire in adeguate condizioni igienico-sanitarie e assistite da personale qualificato.


Pensiamo che il modo migliore per ringraziarvi sia quello di raccontarvi i progetti che ci state aiutando a realizzare attraverso le storie di alcuni beneficiari. La vostra donazione infatti si trasforma in un aiuto concreto per molte persone! Di seguito i progetti Mozambico ed Etiopia nel dettaglio.

N.B.: i progetti sono stati avviati a gennaio 2013 e le immagini non corrispondono alle storie narrate.


Alaidia

“Mi chiamo Alaidia e ho 20 anni. Sono molto spaventata non solo perché è la mia prima gravidanza ma anche perché un anno fa mia cognata ha perso il suo bambino. Ha camminato moltissimo senza riuscire a raggiungere in tempo l’ospedale, quando ha partorito suo figlio era senza vita.” In Mozambico le donne incinta percorrono a piedi anche 10 km prima di arrivare al presidio sanitario più vicino per poi scoprire spesso che l’unico reparto maternità si trova solo nell’ospedale, distante altri ulteriori km. “Elton, l’operatore sanitario di Save the Children che è venuto a visitarmi negli ultimi mesi mi ha detto di non preoccuparmi perché grazie a Save the Children avrò a disposizione una sala pulita, sicura dove trascorrere insieme ad altre donne gli ultimi giorni prima di partorire, evitando così di camminare a lungo durante le doglie.”


COSA STIAMO FACENDO PER LE MAMME COME ALAIDIA - MOZAMBICO Per Alaidia e altre donne del Mozambico stiamo riabilitando, ristrutturando ed equipaggiando circa 3 reparti maternità con medicine, strumenti e attrezzature sanitarie. Inoltre, all’interno di 4 Centri di Salute stiamo creando aree di attesa dove donne con gravidanze a rischio possono aspettare di partorire in un luogo pulito e protetto. Il nostro intervento è localizzato in due aree del Mozambico dove molte donne muoiono per emorragie e infezioni legate al parto e non hanno accesso a visite e cure mediche durante la gravidanza.

Provincia di Zambezia (distretti di Morrumbala e Milange)

Provincia di Gaza (distretti di Guijà, Mabalane, Chigubo, Chicualacuala e Massangena)


ATTIVITA’ PREVISTE E RISULTATI ATTESI - GAZA  Formazione di circa 350 operatori sanitari che operano all’interno delle comunità.  Distribuzione di circa 145 kit di primo soccorso e 150 biciclette che consentono gli spostamenti nell’area coinvolta e la possibilità di raggiungere zone tra loro lontane.  Supporto al sistema di trasporto in caso di emergenze verso gli ospedali distrettuali o le strutture sanitarie, attraverso la fornitura di 3 motociclette; carburante per 4 ambulanze; equipaggiamento radio per dare l’allarme.  Organizzazione di 500 Giornate mensili della salute per la diffusione di messaggi sulla nutrizione e le norme igienico-sanitarie di base quali, ad esempio, l’uso di zanzariere, lavarsi le mani, metodi di prevenzione della trasmissione del virus HIV, l’uso della marsupio terapia per i bambini nati sotto peso, ecc.  Nelle giornate mensili della salute, giorni dedicati all’offerta di servizi sanitari di prevenzione e vaccinazione, supporto logistico agli operatori sanitari per il trasporto e la distribuzione di vaccini e medicine.


ATTIVITA’ PREVISTE E RISULTATI ATTESI - ZAMBEZIA  Riabilitazione ed equipaggiamento di base per 2 strutture sanitarie.  Formazione di 90 tra operatori sanitari volontari e personale medico e infermieristico su tematiche specifiche relative a salute materno-infantile*.  Fornitura di medicine essenziali per la prevenzione delle infezioni, di integratori di ferro per le donne incinta e trattamenti vermifughi per i bambini.  Fornitura di 60 biciclette e 60 kit di base per i volontari comunitari. Regolari supervisioni per monitorare che i servizi erogati rispettino gli standard qualitativi definiti dal governo.

*La formazione per il personale medico ed infermieristico prevede: cure pre e post natali per madri e bambini; assistenza al parto; ostetricia di emergenza e tecniche per la rianimazione dei neonati con problemi respiratori; salute riproduttiva e pianificazione familiare; gestione delle malattie infantili.


“Sunbete è una bambina vivace e socievole. Per un periodo però stava sempre a letto senza forze, ho temuto che morisse. Patricia, un’operatrice sanitaria di Save the Children, mi ha detto di portarla subito al Centro di Salute perché la mia bimba era gravemente malnutrita. Amo tantissimo la mia piccola e voglio solo che stia bene.”

Sunbete

Getiso, il padre di Sunbete, ha camminato molto per far curare la sua bambina. In Etiopia, il 44.4% di bimbi con meno di 5 anni è affetto da malnutrizione cronica e presenta gravi ritardi nella crescita. “Abbiamo dato a Sunbete una cura di latte in polvere altamente energetico e sali reidratanti. E’ fondamentale per noi la presenza di Save the Children. E’ bellissimo vedere bambini come Sunbete che riprendono a giocare e a sorridere.“ Keta Berihanu, infermiera


COSA STIAMO FACENDO PER I BAMBINI COME SUNBETE - ETIOPIA Per Sunbete e altri bambini dell’Etiopia con meno di 5 anni che soffrono di malnutrizione stiamo provvedendo a formare circa 22 operatori sanitari in modo che sappiano come gestire i casi di malnutrizione e ad equipaggiare aree di intervento all'interno delle strutture sanitarie dove poter curare e ricoverare i casi più gravi di malnutrizione. Il trattamento base contro la malnutrizione dei bambini e delle loro mamme prevede dosi supplementari di ferro, trattamenti vermifughi,Vitamina A, sale iodato. Inoltre Save the Children intende sensibilizzare e mobilitare la comunità per consentire un’ampia diffusione di corrette pratiche che possano alleviare i casi di malnutrizione materno-infantile, come l’allattamento esclusivo al seno e immediato fin dalle primissime ore dalla nascita e la marsupio terapia che aiuta i neonati sottopeso. Il nostro intervento è localizzato nel sud dell’Etiopia, all’interno dello Stato-Regione delle Nazioni, Nazionalità e dei Popoli (SNNP), in particolare nei distretti di Amaro, Burji, Konso, Derashe e Alle.


ATTIVITA’ PREVISTE E RISULTATI ATTESI - ETIOPIA  Riabilitazione di 5 presidi sanitari già esistenti e costruzione di 2 nuove strutture sanitarie.  Costruzione/riabilitazione di 3 centri maternità per donne a rischio.  Creazione di sistemi di raccolta dell'acqua per 3 presidi sanitari.  Supporto alle campagne di vaccinazione attraverso la fornitura di equipaggiamento per la catena del freddo, compresi 26 frigoriferi ad energia solare, e supporto logistico ad attività di controllo delle epidemie.  Distribuzione di 16 motociclette per permettere al personale sanitario di supervisionare e supportare i servizi sanitari a livello delle strutture sanitarie e comunitario.  Costruzione di un magazzino per conservare scorte di vaccini e medicinali per mamme e bambini.  Produzione di materiale divulgativo/educativo sulle corrette pratiche sanitarie e nutrizionali per sensibilizzare quante più mamme e famiglie possibile.


Grazie di cuore per quello che ci permettete di fare!


Aggiornamenti progetti natale 2012