Page 1

SSperanza peranza

anno

88 - n .10 -

mercoledi

12

marzo

2014

RIPARAZIONE E VENDITA

COP OMAIA GGIO

- TRATTORIA -

LA BOTTEGA DEL CORNOCCHIO

al dettaglio di

Elettrodomestici, accessori e ricambi

RIPARAZIONE E VENDITA al dettaglio di

MACCHINE DA CAFFÉ - FERRI A CALDAIA FERRI DA STIRO - FORNI ELETTRICI - ASPIRAPOLVERI

elettrodomestici accessori via D. M. Manni, 38 B/C - Firenze e ricambi

TEL. 055 610830 - www.elettrodomesticisperanza.it MACCHINE DA CAFFÉ - FERRI A CALDAIA

FERRI DA STIRO - FORNI ELETTRICI ASPIRAPOLVERI

via D. M. Manni, 38 B/C - Firenze TEL. 055 610830 www.elettrodomesticisperanza.it

Settimanale di critica e attualità sportiva Aut. Trib. Fi Nr. 1947 del 26/09/1968 Direttore responsabile Mario Tenerani Consulente editoriale Alessandro Rialti

Editore e pubblicità Salvini Editore srl Grafica e impaginazione Chiara Reggiani - Alexandra Barbieri Stampa Galeati Industrie Grafiche srl (Imola) Foto Massimo Sestini

Fondato nel 1927 Hanno collaborato Francesca Bandinelli, Lorenzo Cancemi Giancarlo Carmagnini, Andrea Giannattasio, Giulio Incagli, Alessandro Latini, Duccio Magnelli, Ruben Lopes Pegna, Cristiano Puccetti, Giampiero Tosi

Le nostre Specialità I famosi tortelli di patate Pasta fresca - Bistecca alla fiorentina APERTO A PRANZO - CHIUSO IL LUNEDI

Via Cornocchio, 12 Barberino Mugello (FI) Tel 055 84.20.107

{ Lente d’Ingrandimento

Viola, torna a vincere: Firenze lo merita

a pagina 4

{ L’Esclusiva

Carnasciali: «Viola, riprenditi tutto»

a pagina 12

Torniamo a

RUGGIRE


Santini CONFEZIONI

MENICALI

APERTURE DO

NUOVI ARRIVI

domeniCa

IO IL POMERIGG - SESTO F.NO ZE N RE FI LI EMPO IL GIORNO PRATO TUTTO

Primavera Estate 2014 Firenze ....................Via Alamanni Luigi 35/R - Tel 055 293132 empoli ......................Via Giuntini 58 - Tel. 0571 591251

23 marzo

Vasto assortimento abiti uomo-donna

prato .......................Via Delle Pleiadi 35 - Tel 0574 630987 SeSto Fiorentino ..Viale Della Repubblica 2/4/6B - Tel. 055 4489246


3 editoriale di mario tenerani

L

a Fiorentina in campionato è entrata in una una fase di stallo. A Montella il compito di apportare gli opportuni correttivi, perché qualcosa il tecnico dovrà inventare. Ci sono giocatori meno brillanti e altri che devono recuperare. Per esempio Anderson, che brilla e poi si spegne come una candela. Per esempio Gomez, ancora evidentemente indietro e che per aiutarlo sarebbe necessario renderlo meno isolato, lassù nel cuore dell’attacco. Poi ci sono quelle come Wolski, invece, che come li metti illuminano il gioco. Il polacco merita più spazio: è uno dei pochi, se non l’unico, in grado di accendere fantasia tra le linee, benzina per il motore di Gomez. I viola hanno bisogno di bollicine, soprattutto in attacco conta creare situazioni pericolose per l’avversario. A questo punto della stagione gli avversari ti hanno conosciuto e studiato. Hanno già trovato le contromosse più opportune. Questa è la

Montella ha il difficile compito di rimettere insieme i pezzi di una squadra che senza Rossi non riesce più ad ingranare. Un punto, in media, a partita è troppo poco.

ORA SERVONO LE BOLLICINE, PERCHE’ DIETRO INCALZANO difficoltà per Montella, ma si era verificata anche lo scorso anno e il tecnico napoletano era riuscito ad ovviare. Ci risiamo: non ci sono solo la stanchezza e qualche infortunio di troppo a complicare le cose, ma anche la concorrenza. Oggi il difficile non è trovare un’idea, ma quella nuova che sostituisca la precedente. Si vive troppo nel calcio sull’effetto sorpresa, più che una necessità, è una via da seguire. In attesa, allora, di riabbracciare il miglior Gomez e Pepito Rossi rientrato da terzo incidente, Montella per tenere botta in campionato dovrà trovare soluzioni efficaci ed innovative. Sfruttando anche quelle risorse, all’interno della

I ’Gelataio

rosa, ancora poco esplorate. Il problema, comunque, è comune. Lo ha spiegato bene Prandelli in questi giorni, dopo la sconfitta onorevole di Madrid con la Spagna: i nostri calciatori sono mediamente più stanchi rispetto agli altri. Forse non è una questione di numero di partite, chi fa le coppe è sottoposto a questo tipo di stress, ma di fatica in campionato. La nostra serie A purtroppo non è più da anni la competizione più bella, ma resta la più difficile sul piano tattico e per le pressioni che arrivano da ogni parte.  Alla fine in fondo arriva chi ha saputo convivere meglio con questa situazione. La Fiorentina sta imparando, speriamo in fretta... 

Mati Fernandez: con suo ingresso, a Torino, Conte ha dovuto rivoluzionare la squadra.

Gelateria Yogurteria Torteria

Produzione artigianale di  gelati  semifreddi  torte decorate in pasta di zucchero

odotti r p o l So li! natumroacoloranti,

P.zza dell’Unione Europea, n6 Montelupo Fiorentino - tel. 338 1736180

sia ti, non u conservan i, i m d o r ti a ionan emuls chimica e origin

Seguici su:


4 lente d’ingrandimento Tifosi viola nella marea bianconera dello Juventus Stadium, domenica scorsa.

di alessandro rialti

I

l campionato non può essere archiviato con la delusione di Torino. Neppure con la distanza in classifica che racconta di una Fiorentina che di colpo ha smesso di vincere, di una squadra che sembra

Non si può buttare via una stagione adesso, è questione di rispetto: ora ciascuno deve dare di più.

TORNIAMO A VINCERE. FIRENZE LO MERITA

appesantita, come incernierata da una improvvisa crisi di identità. E’ vero, la squadra di Montella non ha più la brillantezza, la spregiudicatezza, la simpatia di qualche tempo fa. E’ come se le polemiche fossero diventate una condanna. Detto questo, non si

può permettere agli uomini di Montella di pensare di ancorare tutta la stagione a quella partita di maggio, quando dovranno affrontare il Napoli per l’unica coppa che al momento credono possibile: la Coppa Italia. C’è ancora un bel pezzo di stagione da giocarsi, c’è ancora il rispetto nei confronti della gente da non perdere, ci sono ancora settimane, partite, emozioni da vivere. La stagione non ci si mette alle spalle così, di colpo, perché si sentono le gambe pesanti, perché si è delusi da qualche sconfitta cocente o perché manca Pepito Rossi che a lungo è stato l’uomo giusto per i sogni di squadra e città. Bisogna avere orgoglio e quindi anche questa partita col Chievo dovrà essere giocata nella

convinzione che se anche il terzo posto è diventato più un sogno che un progetto, nessuno può mollare, anche perché alle spalle c’è l’Inter che cerca di recuperare credibilità e rispetto di se stessa. Da qui alla fine della stagione conta il diritto e il dovere di regalare a Firenze una squadra in sintonia con quella bella che tutti avevano applaudito fino alla fine dello scorso anno solare. Se non in sintonia, almeno non radicalmente differente. E’ vero, ci sono stati tanti infortuni, alcuni pesantissimi, polemiche con gli arbitri, tensioni, ma quanto di buono è stato sedimentato nei mesi e nelle partite non può essere buttato via. C’è ancora qualche sogno da tentare di realizzare e c’è tanta gente che ci crede, iniziando

dai fratelli Della Valle. Esistono prospettive, sogni, possibilità, nessuna di queste può essere buttata via: tutte devono essere inseguite. E’ questa considerazione che la Fiorentina deve far propria, perché è così che si diventa squadra matura e grande. C’è tempo, ci sono le possibilità e ci sono pure gli uomini che possono far fare alla squadra l’ultimo salto. Non c’è Pepito Rossi? Deve fare qualcosa in più Mario Gomez, perché ormai è passato un mese dal suo rientro in campo. Deve tornare al top Cuadrado, assumersi la responsabilità del gruppo Borja Valero e tutti insieme possono ancora tentare di cogliere una grande occasione. Per il campionato, per Firenze e, soprattutto, per le prospettive della Fiorentina.

aRmia

Ritaglia il coupon e Risp

pranzo o cena x

a soli CIMELI APPARTENUTI CENTRO DOCUMENTAZIONE

STORICA E CULTURALE AI GRANDI DEL CALCIO ITALIANO DEL

GIUOCO CALCIO

EUROPEO E MONDIALE DAL 1898 AD OGGI

CIMELI APPARTENUTI AI GRANDI DEL CALCIO ITALIANO, EUROPEO E MONDIALE DAL 1898 AD OGGI

10

anzichè

2

€ 30

CENTRO DOCUMENTAZIONE Ca t ENTRO DOCUMENTAZIONE

fer

menù of

STORICA E CULTURALE DEL GIUOCO CALCIO

STORICA E CULTURALE DEL GIUOCO CALCIO

A testa: dal  Pizza a scelta siche” as menù “pizze cl a a testa  1 lattina o birr lido: one coupon vaon etto al lim rb so 1  CIMELI APPARTENUTI CIMELI APPARTENUTI pers e perto AI GRANDI DEL per 2al 30/03/2014 e coDEL GRANDI affè CAI  fino CALCIO nel prezzoCALCIO ITALIANO, inclusiITALIANO,

EUROPEO E MONDIALEEUROPEO E MONDIALE DAL 1898 AD OGGI DAL 1898 AD OGGI Ritaglia il coupon

cassa e consegnalo alla FONDAZIONE MUSEO DEL CALCIO - Centro storicaCalcio e culturale del Giuoco Calcio SEO DEL FONDAZIONE CALCIO - Centro documentazione storica e culturale del Giuoco Calciodocumentazione MUSEO DEL CALCIO - Centro documentazione storica e culturale del Giuoco FONDAZIONE MUSEO DEL CALCIO Viale Aldo- info@museodelcalcio.it Palazzeschi, 20 Coverciano (Fi) - tel. 055 600526 - info@museodelcalcio.it Palazzeschi, 20 Coverciano (Fi) - tel. 05520 600526 Viale Aldo Palazzeschi, Coverciano (Fi) - tel. 055 600526 - info@museodelcalcio.it Centro documentazione storica e culturale del Giuoco Calcio via Ponte alle Mosse 127/r - Fi tel. 055 5386263 Viale Aldo Palazzeschi, 20 Coverciano (Fi) www.pizzabike.it tel. 055 600526 - info@museodelcalcio.it


5 L’indignazione di Firenze corre sul web, ma intanto lo spagnolo si prepara al rientro in campionato col Napoli, tra una settimana

Il fatto

BORJA VALERO, IN-GIUSTIZIA E’ FATTA! di alessandro latini

U

n colpo al cuore di Firenze. L’ennesimo. La Fiorentina è rimasta allibita davanti alla sconcertante decisione della Corte di Giustizia Federale. Un turno di sconto per Borja Valero, che ha ricevuto la grazia di tornare in campo contro il Napoli. Elemosina, perché di questo si tratta. Non che, in casa viola, si credesse con tutte le forze in un’assoluzione piena, ma almeno una riduzione di due giornate di squalifica era auspicata. Serviva buon senso da parte di chi governa il calcio. Serviva un atto di umiltà. Serviva, soprattutto, un passo indietro. Non c’è stato niente di tutto questo tanto che, ad oggi, Borja Valero risulta come un giocatore violento. Uno di quelli che tirano pugni in campo, che sputano agli avversari. Equiparato a chi, per storia e carriera, perde la testa facilmente nel corso della partita. Il riferimento è a Daniele De Rossi, punito con le stesse tre giornate di squalifi-

ca. Anzi, una differenza tra i due c’è. Il romanista è stato squalificato grazie alla prova televisiva, mentre nel caso dello spagnolo le immagini (che lo avrebbero ampiamente scagionato) non sono state prese minimamente in considerazione. Regole cervellotiche e poco buon senso hanno fato in modo che si sia compiuto l’ennesimo scempio. Il calcio italiano, che aveva l’opportunità di dare un segnale forte a tesserati e tifosi, ha perso l’occasione per dimostrare di essere limpido e pulito. Il messaggio che è passato, davanti agli occhi increduli degli appassionati, è che convenga di più tirare cazzotti in campo piuttosto che appoggiare una mano sulla spalla dell’arbitro. DELLA VALLE DURISSIMO. Dura la presa di posizione di Andrea Della Valle, che avrebbe voluto il suo giocatore in campo addirittura a Torino nel match di domenica scorsa contro la Juventus: «È una sconfitta per il calcio – ha dichiarato il

Patron viola appena appresa la notizia -. Si è persa l’occasione per iniziare un percorso impostato sul dialogo costruttivo, nonostante le immagini fossero molto chiare. Mi dispiace soprattutto per il ragazzo, che non meritava questa sentenza». Altrettanto dura la replica della città, che si è sentita ancora una volta presa in giro da un sistema che, onestamente, sta facendo fatica a giustificare certi comportamenti settimana dopo settimana. Ma d’altra parte non c’è da meravigliarsi. I vertici della classe arbitrale, partendo da Nicchi per finire con Braschi, ripetono quotidianamente quanto sia buono il lavoro che stanno facendo con i loro arbitri. LE PROVOCAZIONI DEI TIFOSI. La gente, dicevamo, non l’ha presa bene. L’impressione diffusa è quella di essere perseguitati da non si sa bene chi e che cosa. Questa volta non c’entra quel pizzico di vittimismo tipico del tifoso viola. Stavolta è stato

VIOLA! PATTINIAMO INSIEME ALLA

colpito il simbolo della Fiorentina. Borja Valero rappresenta il giglio sul petto, prendere di mira lui (perché di questo si tratta) vuol dire cercare di abbattere una città intera. Ed il tamtam mediatico è partito subito, incessante, dal pomeriggio di venerdì. Siti internet e forum presi d’assalto, centralini delle radio intasati. La gente aveva (ed ha tuttora) voglia di gridare la propria indignazione. La parola vergogna è stata quella più gettonata. Ed i tifosi avrebbero voglia di gesti estremi da parte della proprietà. Provocazioni, ovviamente, ma in molti gradirebbero per davvero l’impiego della Primavera nelle prossime gare di campionato. L’obiettivo? Falsare il torneo, perché tanto ormai alla Fiorentina sono stati messi troppi bastoni tra le ruote. Ed il sogno di tutti è quello di abbandonare la Serie A per andare a giocare in un campionato estero. Resterà soltanto un sogno, appunto, ma questo la dice lunga sulla

Za ini Astucci Accendini Portachiavi Oggettistica

via Maragliano Firenze, via Bellini 17/R angolo a.it viol tino .pat www 096 /361 Tel. 055

credibilità che ha oggi il calcio italiano. Da qualche altra parte sarà anche alta. A Firenze è ormai prossima allo zero.

!!

RIVENDITORE JOMA Palloni Maglie gara Pantaloncini e calzini Felpe ro libe po tem Maglie

Ponte Vecchio è la cornice migliore. L’immagine è stata scattata dalla moglie del centrocampista spagnolo, Rocio.

Viaggi di Nozze e Vacanze - Crocier ed aerea etteria marittima

Bigli

P.zza Gramsci, 6 – Campi Bisenzio (FI) - Tel +39 055 8970857

nicoservizituristici@gmail.com - www.nicoservizituristici.it


6 L’esclusiva

Il collaboratore di Eugenio Corini anticipa la sfida

BUSO: «CUADRADO IL SPERIAMO IN UNA di Alessandro latini

I

Buso con la Coppa Italia Primavera vinta con i baby viola.

n mezzo alla doppia sfida europea contro la Juventus, la Fiorentina deve spostare attenzioni ed energie sul Chievo Verona. Una sfida di campionato fondamentale, per tenere vivo il sogno di raggiungere il terzo posto. Niente distrazioni, dunque, anche se probabilmente un po’ di turn over sarà attuato da Vincenzo Montella. Per parlare del match del ‘Franchi’, Il Brivido Sportivo ha intervistato in esclusiva Renato Buso. Fino a qualche anno fa par-

te integrante della famiglia viola (prima da giocatore e poi come allenatore di Allievi Nazionali e Primavera), oggi collaboratore tecnico di Eugenio Corini al Chievo. Dunque siederà sulla panchina del ‘Franchi’ da avversario. Buso, partiamo dal Chievo. Come sta la squadra?  «Stiamo abbastanza bene, ci giochiamo la salvezza e quindi per noi ogni partita è una battaglia da qui alla fine del campionato. Dobbiamo cercare di fare risultato su ogni campo, perché poi la corsa salvezza si deciderà sulla base di pochi punti, anche un solo punticino in più può fare la differenza».  La Fiorentina è il vostro prossimo avversario. Vi aspettate una squadra

stanca ed un po’ deconcentrata dalla doppia sfida europea con la Juventus? «La Fiorentina ha una qualità enorme ed in questo momento sta pagando i tantissimi infortuni e l’assenza di Borja Valero. Neanche la Juventus può regalare tanti giocatori così importanti agli avversari, figuriamoci la squadra viola. Non nego che il ritorno di Europa League contro la Juventus possa togliere qualche energia nella partita contro di noi. Anzi, diciamo che noi ci speriamo in un pizzico di distrazione… (ride, dnr). Per noi sarebbe fondamentale, potremmo giocarci la partita in un modo a noi congeniale. In una gara in mezzo a due partite contro la Juventus gli


7 contro i viola in esclusiva al Brivido Sportivo

PERICOLO NUMERO UNO, VIOLA… DISTRATTA» Il brasiliano rende meglio da punta centrale o da esterno? «Ha giocato da prima punta per la necessità della Fiorentina, ma io vedo che va sempre a spostarsi sulla sinistra per cercare spazio. E’ nelle sue carat-

teristiche, ha gamba ed ha forza per giocare in quella posizione di campo e lo testimoniano anche i rigori che si è procurato in Europa League. E’ un ragazzo che si affaccia al calcio importante ed ha fatto dei miglioramen-

Renato Buso, oggi collaboratore di Corini al Chievo Verona. In passato ha guidato la Primavera della Fiorentina

ti. Montella è bravissimo ad inserirlo gradualmente, lui deve essere altrettanto bravo a sfruttare quelle occasioni che gli vengono concesse». Quando allenava la Primavera della Fiorentina, avrebbe scommesso su di lui o su qualche altro giocatore per un approdo così rapido in Serie A? «Avevo una squadra molto forte. Davanti giocavamo con Matos, Carraro, Acosty ed Iemmello e per me erano giocatori straordinari come Camporese e Fatticcioni in difesa. Matos è uno di quelli su cui credevo molto, è cresciuto costantemente anche se qualche volta non lo facevo giocare. Credo ancora molto in tutti quei giocatori, anche se poi è decisiva la volontà di miglio-

GARAGE DELFINO

equilibri potrebbero anche cambiare». All’andata fu Cuadrado l’uomo decisivo. E’ lui quello che temete di più?  «Si, naturalmente. E’ quello che salta sempre l’uomo e può fare la differenza. Anche lui nell’arco del campionato ha avuto delle pause, ma secondo me lui, Rossi e Borja Valero sono i veri top player della Fiorentina. Bisogna avere maggiore accortezza quando si affronta Cuadrado, serve una partita straordinaria di chi dovrà affrontarlo. Ma se bastasse solo parlare sarebbe troppo semplice. E’ sempre il campo che parla alla fine». Lei è stato il primo ad allenare Ryder Matos. Come giudica la sua stagione?

rarsi unita ad un pizzico di fortuna». Del Chievo faceva parte anche Acosty, che a gennaio avete ceduto in prestito al Carpi…  «Si, ha fatto la scelta giusta e adesso sta molto bene. Lo abbiamo mandato a giocare con continuità perché ne aveva bisogno. Quando si è così giovani bisogna giocare per migliorarsi».  La stagione viola è entrata nel vivo. Ritiene già chiusa la corsa al terzo posto? E la finale di Coppa Italia come la vede? «No, le difficoltà le stanno trovando tutti, non solo la Fiorentina. Il discorso non è chiuso, anche se ovviamente sarà molto difficile raggiungere il Napoli. Paradossalmente credo, però, che per la Fiorentina sia più facile vincere la Coppa Italia piuttosto che raggiungere la zona Champions League. Nella partita secca i viola hanno tutto per trionfare, mentre in campionato non dipende solo da loro, ma anche dai passi falsi degli altri».

Ritaglia il coupon e gusta!!

Offerta Pizza x 2

AUTOFFICINA AUTORIZZATA FORD

AUTORIMESSA LAVAGGIO A MANO SOSTITUZIONE PNEUMATICI REVISIONI

9 1 € ic

40 hè €

anz

giro pizza mangia tutta la pizza che vuoi

birra/bibita o acqua cafè e coperto inclusi nel prezzo

ritaglia il coupon

e consegnalo alla cassa

coupon valido nei giorni di mart./merc./giov.: per due persone - fino al 15/03/2014

VIA NOVELLI 17 FIRENZE TEL 0556541076 - info@garagedelfino.it

Via della Querciola, 77 Sesto Fiorentino (FI) tel 055 4210144 - chiuso il lunedì


8 A tu per tu

Esclusiva con l’ex attaccante viola che racconta anche delle

BAIANO: DI CREDERE Baiano oggi: è stato il vice di Giuseppe Sannino, esonerato dal Chievo Verona il 12 novembre scorso.

di andrea giannattasio

I

l mese forse più difficile per la Fiorentina di Montella è appena iniziato. La squadra viola in appena venti giorni si gioca tutto. Campionato ed Europa League, oltre che una buona fetta di componente

psicologica in vista della finale di Coppa Italia. E in questo tour de force che metterà alla prova la Fiorentina con quasi tutte le big del campionato italiano (oltre che ad una doppia sfida con la Juve da cardiopalma) l’avversario forse più ‘’abbordabile’’ di questo ciclo

terribile di partite - che si concluderà mercoledì 26 contro il Milan, al Franchi - appare il Chievo di Eugenio Corini. Una squadra che storicamente ha sempre creato difficoltà ai viola ma che in questo ultimo periodo sta attraversando un periodo di grossa difficoltà,

che ha fatto ripiombare i gialloblù a ridosso della zona B. Per analizzare questa sfidai e tutti gli altri temi di casa viola Il Brivido Sportivo ha contattato l’ex vice allenatore del Chievo Verona (ed indimenticata bandiera viola) Francesco Baiano, sulla panchina del Bentegodi fino ad inizio novembre. Baiano, quanto futuro si gioca la Fiorentina in questo intensissimo mese di campionato e coppe? «Potrebbe essere un mese decisivo in tutti i sensi: tutte le partite che i viola hanno in calendario nelle varie competizioni sono molto difficili ma questo non vuol dire che Montella e i suoi ragazzi non abbiano le carte in regola per superarle tutte. Lottare con-

tro le ultime della classe, in questo periodo dell’anno, è difficile come giocare contro le prime». Il 3° posto è ormai una chimera per i viola? «Assolutamente no: finché ci sono partite la Fiorentina deve continuare ad inseguire questo obiettivo. Un turno solo, magari sfortunato, non può incidere più di tanto sulla classifica, anche se magari il Napoli si allontana. Il campionato ancora è lungo e difficile e così come avrà le sue difficoltà la Fiorentina, anche gli azzurri dovranno stare attenti a non avere cali di concentrazione». Che partita si aspetta contro il Chievo di Corini? «Il Chievo sta facendo un


9 insidie della gara col Chievo, squadra che lui conosce bene

FIORENTINA, NON SMETTERE E LOTTARE PER IL 3° POSTO buon campionato, sta lavorando per raggiungere quello che era l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, ovvero la

Francesco Baiano in azione: con la Fiorentina ha totalizzato 119 presenze e 29 gol

salvezza. Restare in A sarebbe come vincere lo scudetto per la società di Campedelli. E’ normale che adesso, dopo i

primi mesi di rincorsa, i gialloblù possano attraversare un periodo di stanchezza, ma come ho detto prima la

Fiorentina non si può permettere il lusso di sottovalutare l’avversario». Cosa deve temere maggiormente la Fiorentina del Chievo? «Sicuramente il fatto che i ragazzi di Corini hanno una filosofia di gioco che li porta a chiudersi a riccio quando affrontano una squadra più forte che fa tanto possesso palla. La Fiorentina ha sempre avuto qualche difficoltà ad affrontare squadre di questo tipo e dovrà essere brava a sfruttare i pochi spazi che lei verranno concessi». Quanto tempo ci vorrà per vedere Mario Gomez al top della forma? «Servirà ancora un po’ di pazienza, credo almeno altre

quattro o cinque partite oltre a quelle che il tedesco ha già giocato in queste settimane. La speranza è che riesca a tornare in forma quanto prima ma oggettivamente credo che almeno un mese ci vorrà ancora: non dimentichiamoci che ha subito un ko molto grave». Ritiene che sia possibile far coesistere Gomez e Matri? «Credo di sì, penso che Montella troverà il modo di farli giocare insieme. Abbiamo visto anche contro l’Inter che questa squadra non può giocare senza una prima punta e sono certo che Montella troverà il modo per creare un attacco che preveda l’impiego insieme dei due bomber».


10 fiorentina amore mio di alessandro latini

F

iorentina in un periodo delicato della propria stagione. Tra l’Europa League ed il campionato, i viola si giocano molte chance di raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio anno. Per la nostra rubrica Fiorentina Amore Mio, questa settimana abbiamo intervistato in esclusiva Luciano Chiarugi. Il celebre Cavallo Pazzo, che

Ha vinto l’ultimo scudetto da giocatore, conosce la Fiorentina

CHIARUGI: «IO PUNTO ASPETTANDO PEPITO ha indossato la maglia viola a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Stagioni gloriose, culminate con la vittoria del secondo,

ed ultimo, Scudetto della storia gigliata. Chiarugi, partiamo dall’attualità. Come giu-

Chiarugi punta sul giocatore rivelazione Rafal Wolski

dica il momento della Fiorentina? «La vedo un filo stanca, un calo fisico mi sembra comprensibile in questa fase della stagione. C’è da dire che, nel momento di un calo di condizione, si è sentita maggiormente la mancanza di Rossi. Lui è un fenomeno, uno di quelli che risolvono le partite anche quando la squadra non gira al massimo. Gomez, fin qui, non ha portato quello che ci aspettavamo potesse portare, complice il grave infortunio. La squadra doveva girare su due cardini come Rossi e Gomez ed essendo mancati loro, seppur in periodi diversi, un rendimento

Tradizione

La Toscana è in ogni piatto che prepariamo e in ogni parola che lo descrive. Diamo la priorità alla filiera corta nella selezione delle materie prime, ma “non ci si perita” a pescare oltre confine, se l’incontro tra i nostri sapori ed esperienze lontane ci sembra esaltare entrambe le cose...

innovazione

Crediamo che l’innovazione sia la chiave per capire e vivere al meglio il presente. In cucina e in sala, così come nella vita, cerchiamo di fare in modo che la tecnologia e le novità si inseriscano felicemente in ciò che facciamo.

Via Dalmazia 159D San Miniato (PI) Prenotazione Tavoli Telefono: 0571409422 Cellulare: 3477295133 Email: info@papaveriepaolo.com Orario Aperto tutte le sere tranne il mercoledì. Aperto la domenica a pranzo.

generale più basso doveva essere messo in preventivo». Una parte della tifoseria vorrebbe impiegare tutte le energie residue per le due coppe, tralasciando il campionato… «E’ normale che si ragioni in questa maniera, perché la finale di Coppa Italia dà ai tifosi la certezza di disputare l’Europa League anche il prossimo anno, dovendo scegliere il campionato è penalizzato. Io mi auguro davvero che si possa alzare la Coppa Italia, sarebbe un orgoglio per i tifosi e per la società». Da uomo di calcio, come giudica quanto è accaduto a Borja Valero e la


11 come nessun altro, ma “Cavallo pazzo” scommette tutto sulla Coppa Italia.

SU WOLSKI, ROSSI» conseguente squalifica? «Non c’è stato nessun gesto violento, Borja Valero ha sfiorato l’arbitro perché voleva un chiarimento. Tutto mi sembra eccessivo, perché lo spagnolo è un ragazzo in gamba e merita rispetto per la sua immagine». I tifosi vorrebbero vedere in campo con maggior continuità Rafal Wolski. Cosa pensa del polacco? «Questo ragazzo ha dei numeri, veramente. Ha una tecnica superiore alla media, ne sono convinto. Lo abbiamo visto poco, ma quello che ha fatto vedere è sufficiente per sperare di vederlo di più in campo. Credo proprio che

possa fare bene, può essere l’arma in più di questo finale di stagione». Quanto crede nel recupero di Giuseppe Rossi per la parte finale della stagione e per la sua partecipazione al Mondiale? «Pepito è un capitale che l’Italia deve tutelare. La rivalità fra i club può essere forte, ma per quanto riguarda la Nazionale tutti devono sperare nel recupero del giocatore. Prandelli ha detto che lo aspetta, auguriamoci che prima possa disputare almeno quattro o cinque partite importanti in maglia viola. In quel caso, poi, volerebbe in Brasile tranquillamente».

CANAG

OS UBALD

SITE

IS WEB

L TENN

TIONA TERNA

Luciano Chiarugi. Con la Fiorentina ha vinto il secondo scudetto

ATTA IN

pasticceria

Victoria cake

IL TENNIS. LE SUE INDISCREzIONI. DIETRO LE qUINTE. Noti giornalisti internazionali, tennisti, allenatori, fans dialogano ogni minuto sull’attualità e le piccole grandi storie del circuito mondiale e sulle scelte tecniche da compiere per i figli.

Pasticceria artigianale Torte da forno Macarons Bignè eclairs Via delle Murina, 4/A - Empoli (Fi) Tel 3396623686 info@victoriacake.com www.victoriacake.it


12 L’esclusiva

L’ex difensore viola analizza la stagione della Fiorentina e anticipa la sfida col Chievo, perché ora conta solo tornare a vincere.

Carnasciali: «Viola, quanta sfortuna!

ORA, RIPRENDITI TUTTO» di Giulio Incagli

I

n occasione della ventottesima giornata di serie A, che vede sfidarsi Fiorentina e Chievo Verona, Il Brivido Sportivo ha intervistato in esclusiva Daniele Carnasciali, ex difensore con un passato importante in maglia viola. Toscano, cresciuto nel vivaio dell’Atalanta, dopo aver girovagato per le serie minori, si è consacrato nella Fiorentina targata Cecchi Gori. Con la maglia viola ha conquistato una Coppa Italia nella stagione 1995-96 e una Supercoppa Italiana, ha vissuto momenti magici come le notti di Wembley e del Camp Nou e giocato con calciatori del calibro di Baggio e Batistuta. Il suo palmares è stato macchiato da una cla-

morosa retrocessione nella stagione 1992-93, quando, nonostante l’esonero a sorpresa di Luigi Radice, la Fiorentina guidata da Aldo Agroppi non riuscì ad evitare la discesa in Serie B. Daniele Carnasciali, come valuta la stagione della Fiorentina fino a questo momento? «La stagione viola è difficilmente valutabile. La Fiorentina ha un conto in sospeso con la sfortuna. Tanti, troppi gli infortuni per dare un giudizio significativo al lavoro di Montella. Comunque tenderei a definirla ottima fino all’infortunio di Giuseppe Rossi, ma nel complesso un po’ sotto le aspettative. Ripeto, gli stop di Pepito e Gomez hanno inciso fortemente

sul prosieguo della stagione, ma non è un mistero che la squadra fosse stata creata per puntare concretamente al terzo posto». Fiorentina-Chievo, quali i punti di forza di entrambe le squadre? «La Fiorentina deve assolutamente puntare al bottino pieno se vuole mantenere le zone nobili della classifica. È una partita da vincere ad ogni costo. Occhio a non sottovalutarla, perché come sappiamo in Italia non puoi permetterti distrazioni, tutte le partite nascondono delle insidie e la squadra di Montella ha già concesso troppi punti al Franchi. Il Chievo difenderà con undici uomini dietro la linea della palla e la Fiorentina dovrà essere abile a sfruttare

Bruno fa tornare l’incentivo!

AutofficinA Bruno

ti offre un incentivo di

350

Con GPL non inquini, non perdi prestazioni, hai la bauliera libera, parcheggi ovunque e con un pieno da 25 euro fai fino a 450 km!

per impianto

Brc p-Jet con assicurazione Zurigo

a 1.100€

(*pagabili anche con 10 rate da 110€)

AUTOFFICINA BRUNO v. del Ronco Lungo, 73 - Firenze www.autofficinabruno.it tel.055.713822 - fax.055.0518754 info@autofficinabruno.it

Daniele Carnasciali oggi: la Fiorentina gli è rimasta addosso come una seconda pelle. ogni minima occasione». Quali giocatori pensa siano in grado di fare la differenza da una parte e dall’altra? «Per quanto riguarda la Fiorentina credo molto nel reparto offensivo. Penso che Matri e Gomez siano due ottimi attaccanti, ancora in cerca della condizione migliore. È ovvio che la stagione della Fiorentina dipenderà molto dal recu-

pero sia fisico, che mentale di questi due giocatori. Per il tedesco sarà fondamentale ritrovare il goal al più presto, poi la condizione verrà piano piano. Penso che l’unica cosa di cui deve aver paura la squadra di Montella è di sé stessa. Troppe volte, soprattutto in casa, si è resa protagonista di ottime prestazioni, che non hanno poi portato ai tre punti».


13 tradizioni fiorentinE

Punto di ritrovo dei ragazzi della Primavera della Fiorentina, in passato ha ospitato da Jovetic a Behrami.

Un gelato all’insegna del viola?

di lorenzo cancemi

R

APPUNTAMENTO DAL CONTI

proprio lavoro e per la squadra di Montella. Nei giorni della protesta contro gli arbitri, è stato tra i primi ad affiggere il cartello all’interno del suo locale. La Fiorentina, anche per

La Gelateria Conti si trova di fronte alla Curva Ferrovia: prima e dopo la partita è una tappa fissa di tutti i tifosi viola.

lui viene prima di tutto. La vostra gelateria, per quanto recente, è entrata nel cuore di Firenze, diventando un punto di ritrovo, non solo per tifosi. «Sì, concordo a pieno. La nostra attività è nata solo nel 1991, dunque siamo molto più giovani rispetto ad altre gelaterie più antiche di Firenze. Nonostante ciò, grazie ai nostri gelati e alla nostra passione nel produrli, siamo diventati un luogo di spicco per molti turisti e per tantissimi tifosi della Fiorentina, di cui anche io sono un sostenitore accesissimo. Diciamo che siamo a ventitré anni di legame affettivo per i gelati e per la Viola». Quali sono i gusti più gettonati? «Difficile dirlo perché abbiamo ne una gran bella varietà. Se ne devo indicare uno in assoluto, scelgo il “Dark Dany”:

Il venerdì sera con un “GIROPIZZA”

per contatti e prenotazioni: 0571/656652

zz i C ar ro  a tt re at o:  co nv en zi on 2 33 5  60 62 99

LA CARROZZERIA

ualità Carro maggior qattrezzi zzo!!! convenzionato: a minor pre

335 606299

I NOSTRI SERVIZI:

Informazione ed assistenza In caso riparazione p zi ez attrdi o r r a C di noi soccorso stradal per ogni incidente : Macchina in sostituzione       zionato Lavori con garanzia  nel raggio di 5 convengratuito Macchina in    sostituzione Preventivi gratuiti  Lavori con finanziamenti agevolati  Riparazione di auto e v Lavori con garanzia In caso di riparazione presso  di noi soccorso stradale  commerciali di ogni ma Preventivi gratuiti gratuito nel raggio di 50Km.   Riparazione di auto  Specializzati e veicoli commerciali di ogni marca Lavori   con Specializzati FORD e OPEL finanziamenti agevolati FORD e OPEL

92

9 2 6 0 6 5 3 tel. 3

Antipasto toscano Pizza a volontà Bibita Caffè Coperto 14 euro

via delle regioni 106/B loc. Casanova - 50052 Certaldo (Fi)

TA U R EN

che ne sono passati veramente pochi: di loro mi ricordo di Rafa Wolski, mentre quelli della primavera sono tutti nostri… fedeli clienti. Negli anni scorsi, ci hanno fatto visita grandi giocatori come Jovetic, Donadel, Gamberini e Behrami, ma potrei dimenticare qualcuno». Quali sono le sue sensazioni sull’attuale momento dei viola e sulla lotta al terzo posto? «E’ un momentaccio: vedo una squadra col fiato corto e che sta soffrendo i tanti impegni settimanali. Per la lotta al terzo posto non ho molte speranze ma non tanto per i demeriti nostri, che comunque sono evidenti, quanto per le ultime vicende arbitrali che mi hanno fatto venire molti dubbi. Sembra quasi…..non ci vogliano vedere lassù . Ora, però, bisogna dare un grande segnale sul campo».

Informazione ed assistenza  per ogni incidente 

CENTAURO LA CARROZZERIA   V. Livorno 8/15  -  Firenze Tel. 055 7326052 Fax 055 7328399 www.carrozzeriacentauro.it  carrozzeriacentauro@tiscali.it

V. Livorno 8/15 - Firenze - Tel. 055 7326052 - Fax 055 73 www.carrozzeriacentauro.it carrozzeriacentauro@tisc

Pizza a volontà Bibita Caffè Coperto 7 euro

Coupon valido per

è un gusto che è stato creato da noi e che è piaciuto sin da subito a molti clienti soprattutto per l’uso della cioccolata. Magari un giorno inventeremo anche un gusto dedicato ai Viola». Come ha detto lei prima, la vostra gelateria ha un forte legame con la Fiorentina. «Fortissimo direi. Ad ogni partita, il nostro negozio viene invaso da una marea di tifosi viola anche perché lavoriamo praticamente quasi sotto la Curva Ferrovia. Senza dubbio si può definire anche un luogo di ritrovo di tanta gente che si ferma anche per parlare delle proprie sensazioni prima e dopo la partita». Oltre ai molti tifosi, il Conti accoglie anche i giocatori della Fiorentina? «Tantissimi calciatori sono passati da noi. Dei giocatori dell’attuale squadra, però, al momento devo dire

O

ritaglia e presentati con questo

C

iparte il percorso delle tradizioni che, dalle gustose schiacciate e pizze del Pugi, si sposta di appena un paio di chilometri e giunge nella zona che meglio di tutte le altre può abbracciare tradizione e grande passione viola: quella dello Stadio Artemio Franchi. Il Brivido Sportivo ha visitato la Gelateria Conti, intervistando il titolare, Giulio, che ha mostrato tutta la sua passione per il

V. Livorno 8/15 - Firenze Tel. 055 7326052 Fax 055 7328399 www.carrozzeriacentauro.it carrozzeriacentauro@tiscali.it


FIRENZE è SEMPRE BELLISSIMA

GARAGE SOLE

Arrivarci in auto è facile e piacevole

Via del Sole 14r Tel. 055/23.81.695 sole@garagesole.n et GPS: 43.77223, 11.25008

GARAGE LUNGARNO Borgo San Jacopo 10 Tel. 055/28.25.42 lungarno@garagesole.net GPS: 43.76781, 11.25157

NSILI, ANNUALI GIORNALIERI, ME RCHEGGI AUTO E MOTO: A ORE, L” (Zona Traffico Limitato).

PA

Il ticket di ingresso in garage

è la garanzia “antimulta”

rpellateci! - Prezzi moderati, inte Andata

0-1 2-0 2-1 2-1 0-2 3-0 0-0 2-0 2-1

Andata

4^ giornata

22/09/2013 0-2 1-2 2-2 0-0 2-1 0-0 2-1 1-2 2-0 0-7

-

Andata 2-1 2-1 1-0 0-0 2-1 2-0 2-0 3-0 1-1 1-1

Atalanta - Fiorentina Bologna - Torino Cagliari - Sampdoria Catania - Parma Chievo - Udinese Genoa - Livorno Juventus - Verona Milan - Napoli Roma - Lazio Sassuolo - Inter

12^ giornata

10/11/2013

-

Ritorno 9/02/2014

3-3 1-2

0-1

2-1

0-0 0-3

3-1

1-0

1-1

2-2

4-3

1-3

0-2

0-0

2-2

0-1

1-0

Ritorno

Atalanta - Bologna Cagliari - Torino Catania - Udinese Chievo - Milan Fiorentina - Sampdoria Genoa - Verona Inter - Livorno Juventus - Napoli Parma - Lazio Roma - Sassuolo

1-1

Verona - Milan Sampdoria - Juventus Inter - Genoa Cagliari - Atalanta Lazio - Udinese Livorno - Roma Napoli - Bologna Parma - Chievo Torino - Sassuolo Fiorentina - Catania

-

13^ giornata

24/11/2013 0-2 1-1 0-1 0-0 1-1 2-0 4-1 1-0 0-1

Bologna - Milan Chievo - Juventus Inter - Fiorentina Lazio - Catania Livorno - Cagliari Napoli - Sassuolo Parma - Atalanta Sampdoria - Roma Torino - Verona Udinese - Genoa

-

2-4 4-1

0-1

3-0

0-1 3-2

2-0

0-3

0-3

2-2

2-5

2-1

3-1

2-0

1-4

3-0

3-1

2-2

2-0 1-1

Chievo - Napoli Juventus - Lazio Roma - Verona Atalanta - Torino Bologna - Sampdoria Catania - Inter Genoa - Fiorentina Milan - Cagliari Sassuolo - Livorno Udinese - Parma

6^ giornata

2-1

2-0

1-3 2-1

2-2

2-0

1-0

4-0

5-0

0-3

2-2

3-1

0-1

3-3

2-1

0-2

-

01/12/2013 1-1 2-2 1-3 3-0 4-3 1-1 1-1 1-0 2-4 1-1

-

1-1 1-1

3-1

3-0

0-1 1-1

2-0

0-0

1-3

3-3

0-3

1-2

2-2

1-3 0-1

1-1

6/10/2013 1-4

1-1

1-1

0-2

0-1

2-2 1-1

0-3

2-0

0-0

1-0

4-0

2-3

3-1

0-1

2-2

3-2

2-0

Ritorno

7^ giornata

Andata

1-1

13/04/2014

Atalanta - Roma Cagliari - Sassuolo Catania - Milan Chievo - Livorno Fiorentina - Verona Genoa - Torino Inter - Sampdoria Juventus - Udinese Lazio - Napoli Parma - Bologna

2-0

02/02/2014

Fiorentina - Cagliari Inter - Juventus Lazio - Chievo Livorno - Catania Napoli - Atalanta Parma - Roma Sampdoria - Genoa Torino - Milan Udinese - Bologna Verona - Sassuolo

-

2-0

-

3-2

3-3 2-2 3-3 2-1 2-0 0-1 1-0 2-1

-

1-3 2-0 3-3 0-3 1-0 1-1 2-0 2-1

Ritorno 0-0 0-2 1-2 0-0 2-0 1-0 1-1 1-0 2-0 0-3

Ritorno

15^ giornata

8/12/2013 2-1

0-1

2/03/2014

Bologna - Verona Catania - Genoa Chievo - Atalanta Inter - Roma Juventus - Milan Lazio - Fiorentina Napoli - Livorno Parma - Sassuolo Sampdoria - Torino Udinese - Cagliari

Andata 0-2

Ritorno

3^ giornata

15/09/2013

1-1

Ritorno

Atalanta - Udinese Cagliari - Inter Catania - Chievo Fiorentina - Parma Genoa - Napoli Milan - Sampdoria Roma - Bologna Sassuolo - Lazio Torino - Juventus Verona - Livorno

Andata

1-1

23/02/2014

14^ giornata

Andata

Ritorno 26/01/2014

29/9/2013

1-3

Ritorno

-

Andata

0-1

06/04/2014

Bologna - Inter Livorno - Juventus Milan - Genoa Napoli - Parma Roma - Cagliari Sampdoria - Lazio Sassuolo - Atalanta Torino - Catania Udinese - Fiorentina Verona - Chievo

1/09/2013

2-4

16/02/2014

2^ giornata

Andata

0-1

Ritorno

5^ giornata

Andata 1-1

Ritorno 19/01/2014

25/09/2013

2-1

30/03/2014

-

Andata

2-0

www.florenceparking.it

1^ giornata

24/08/2013 2-1

per la “ZT

19/04/2014

Bologna - Juventus Cagliari - Genoa Inter - Parma Livorno - Milan Napoli - Udinese Roma - Fiorentina Sampdoria - Catania Sassuolo - Chievo Torino - Lazio Verona - Atalanta

CREAZIONE

DI

NET SITI INTZEARZIONI E REALIZ

GRAFICHOE DI OGNI TIP

STaMPe a Colori e B/n rileGaTUra TeSi

MaTriMoni CaToloGHi Menù - PoSTer - loCandine

rileGaTUre TerMiCHe e MeTalliCHe

ManiFeSTi MoUSe Pad

volanTini - BroCHUre BiGlieTTi da viSTa BUSTe adeSivi

PUzzle - SPille - T-SHirT CoMPleTi Per CalCeTTo PerSonalizzazione di veTrine e aUTo

Firenze via della TorreTTa 12 r Tel 055.6236308 copisteriazenden@gmail.com www.copisteriazenden.it


LA FEDE A STRISCE NON GUARISCE... MA IL TUO TELEVISORE

 Installazione di antenne per televisione  Installazione, manutenzione e riparazione di antenne satellitari e parabole sKY  Antenne per dtt  Antenne satellitari  Antenne vhf  Antenne per telecomunicazioni  Antenne terrestri  Antenne wireless  Impianti in fibre ottiche  Uplink  down link  Installazione di impianti televisivi Impianti via cavo  Installazione impianti antifurto  Impianti di videoconferenza

Nocentini Alessandro & C. SAS

La Nocentini Alessandro & C. SAS offre un servizio professionale e competente nel settore delle telecomunicazioni

NoceNtiNi AlessANdro & c. sAs Via Bagnese 5 - Scandicci (Fi) la CLASSIFICA

P

g

partite totali v n p

1 Juventus 72 27 23 2 Roma 58 26 17 3 Napoli 55 27 16 4 Fiorentina 45 27 13 5 Inter 44 27 11 6 Parma 43 26 11 7 Verona 40 27 12 8 Lazio 38 27 10 9 Torino 36 27 9 10 Milan 35 27 9

8^ giornata

Andata 20/10/2013

-

2-1 2-1 4-2 2-1 1-2 1-0 2-0 2-1 3-3 3-2

16^ giornata

Andata 15/12/2013 0-0 0-1 3-0 1-1 4-0 2-0 2-2 4-2 0-0 0-2

-

3 1 14 7 2 13 7 4 14 6 8 13 11 5 14 10 5 14 4 11 14 8 9 13 9 9 13 8 10 13

Ritorno 9/03/2014

Atalanta - Lazio Cagliari - Catania Fiorentina - Juventus Genoa - Chievo Livorno - Sampdoria Milan - Udinese Roma - Napoli Sassuolo - Bologna Torino - Inter Verona - Parma

g

1-0 0-0

0-1

1-0

1-2 2-4

4-2 2-0

1-0

2-0

0-1

2-0

0-0

3-2

0-1

1-0

0-2

0-1

Catania - Verona Chievo - Sampdoria Fiorentina - Bologna Genoa - Atalanta Juventus - Sassuolo Lazio - Livorno Milan - Roma Napoli - Inter Parma - Cagliari Udinese - Torino

14 10 9 7 7 6 8 7 5 6

0 13 9 0 13 7 1 13 7 3 14 6 1 13 4 2 12 5 4 13 4 3 14 3 3 14 4 3 14 3

0 3 4 3 6 6 2 3 5 4

g

in trasferta v n p

3 4 3 3 5 4 2 5 4 4

9^ giornata -

22/12/2013 1-4 1-0 1-1 1-0 1-2 4-0 1-1 0-1 4-1 4-1

-

s

63 49 52 45 44 41 43 34 39 39

19 11 28 28 29 42 29 32 35 34

16/03/2014

Bologna - Livorno Catania - Sassuolo Chievo - Fiorentina Inter - Verona Juventus - Genoa Lazio - Cagliari Napoli - Torino Parma - Milan Sampdoria - Atalanta Udinese - Roma

17^ giornata

Andata

+17 +6 0 -8 -11 -11 -15 -15 -17 -18

Gol f

Ritorno

27/10/2013

1-1

Ritorno

p

Andata

1-0

27/04/2014

in casa v n

Ritorno 4/05/2014

Atalanta - Juventus Bologna - Genoa Cagliari - Napoli Inter - Milan Livorno - Udinese Roma - Catania Sampdoria - Parma Sassuolo - Fiorentina Torino - Chievo Verona - Lazio

alenocen@tin.it www.antennista-parabolefirenze.com

Tel. 055 2591107 Cell. 337 671193

P

11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Andata

Genoa Sampdoria Atalanta Udinese Cagliari Chievo Bologna Livorno Catania Sassuolo

g

35 34 34 31 29 24 23 21 20 18

1-1

Ritorno

10^ giornata

1-2 1-0 4-0 3-3 1-1 1-0 1-2 2-0

-

23/03/2014

Atalanta - Inter Cagliari - Bologna Fiorentina - Napoli Genoa - Parma Juventus - Catania Livorno - Torino Milan - Lazio Roma - Chievo Sassuolo - Udinese Verona - Sampdoria

18^ giornata

Andata 06/01/2013 2-0 0-0 1-0 2-0 3-0 1-0 3-0 2-0 3-1 1-3

-

g

27 9 8 10 13 27 9 7 11 14 27 10 4 13 13 27 9 4 14 13 27 6 11 10 14 27 6 6 15 13 27 4 11 12 14 27 5 6 16 14 27 4 8 15 13 27 4 6 17 13

30/10/2013 0-3

partite totali v n p

in casa v n

p

g

6 5 8 6 6 4 2 3 4 3

3 5 3 5 4 7 5 7 3 9

14 13 14 14 13 14 13 13 14 14

4 4 2 2 4 2 7 4 6 1

-

1-0 0-2 2-1 0-1 3-4 1-1 0-3 2-1

Catania - Bologna Chievo - Cagliari Fiorentina - Livorno Genoa - Sassuolo Juventus - Roma Lazio - Inter Milan - Atalanta Napoli - Sampdoria Parma - Torino Udinese - Verona

4 3 2 2 7 4 4 2 2 5

-18 -21 -19 -22 -26 -29 -32 -34 -33 -35

03/11/2013 0-2

Ritorno

3 4 2 3 0 2 2 2 0 1

1-4 1-1 0-3 4-0 3-0 4-3 0-0 0-3

32 36 37 37 35 35 41 45 43 54

Ritorno

19^ giornata -

s

31 33 28 30 27 22 22 29 20 25

26/03/2014

12/01/2014 0-0

f

Bologna - Chievo Lazio - Genoa Livorno - Atalanta Milan - Fiorentina Napoli - Catania Parma - Juventus Sampdoria - Sassuolo Torino - Roma Udinese - Inter Verona - Cagliari

Andata 2-1

Gol

11^ giornata

Andata 0-0

11/05/2014

in trasferta v n p

Ritorno 18/05/2014

Atalanta - Catania Bologna - Lazio Cagliari - Juventus Inter - Chievo Livorno - Parma Roma - Genoa Sampdoria - Udinese Sassuolo - Milan Torino - Fiorentina Verona - Napoli

A U T O C A R R O Z Z E R I A

I NOSTRI SERVIZI

Via CaValCanti 8/10/10 r, Firenze - tel./Fax 055571389 www.Carrozzeriagipierre.it inFo@Carrozzeriagipierre.it

rz so

La

a io C

rrozzerie A

ATA RIPAR AUTO CUN ANTICIPO A AL SENZ GARE DA PA r ti g ia

ne

RipaRazioni ceRtifi cate SeRvizio climatizzazione tutela legale

geStione SiniStRi auto SoStitutive conSulenza aSSicuRativa lavaggio inteRni e tappezzeRia

Co

Tutti i servizi per te e per la tua auto

"RETE TUTELA" nt e q ua clie lità al servizio del

A TENZ ASSIS A LE, LEG CCORE DO O ITTO. N A U Q IR TUO D E’ UN

La tua autocarrozzeria di fiducia!!


SCEGLI CONTO “ZERO DAVVERO”. PIU’ TEMPO PER TE, PIU’ CONVENIENZA PER SEMPRE.

Accredita il tuo stipendio sul Conto “Zero Davvero” ed ottieni subito tanti vantaggi, tutti a costo zero! Per te operazioni illimitate, internet banking, Bancomat e molto altro ancora. Già cliente? Presenta un amico ed azzeri tutte le spese.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per il dettaglio delle condizioni si rimanda ai Fogli informativi disponibili in filiale e sul sito www.carismi.it. Promozione valida fino al 30/06/2014.

PER LA TOSCANA CHE LAVORA.


17

TORNIAMO A VINCERE.

le probabili formazioni di francesca bandinelli

L’

obiettivo, adesso, è quello di tornare a vincere. La Fiorentina deve riprendere la propria corsa in campionato, a prescindere dalla distanza che la separa dal Napoli e, dunque, dal terzo posto. Le dirette concorrenti cominciano a far sentire il fiato sul collo, dall’Inter al Parma, che per altro deve ancora recuperare la gara contro la Roma. Per Montella, questa, è l’ultima gara senza Borja Valero, fermato dal giudice sportivo per tre turni: lo spagnolo tornerà in campo col Napoli al San Paolo tra sette giorni. Probabile un turno di riposo a Pizarro, specie alla luce della pessima prestazione contro la Juventus domenica scorsa, mentre Mati Fernandez continua ad inserirsi in maniera sempre più efficace nelle logiche della squadra, sia che parta titolare sia che subentri dalla panchina. Chi deve riuscire a spezzare il sortilegio che sembra pesare sulla propria testa è Mario Gomez. Deve tornare a segnare e pure a concludere in porta: dal 5 gennaio, quando cioè Pepito Rossi si è dovuto fermare, i viola hanno visto quasi dimezzati i tiri nello specchio. Hanno messo insieme solo 9 punti in altrettante gare, una media aritmetica a dir poco desolante. Per questo bisogna tornare a vincere. Di fronte, oggi, ci sarà un Chievo elettrizzato dalla vittoria in extremis acciuffata sette giorni fa, ma al Franchi non si può passare. Non più.

I sogni vanno alimentati (con i gol) FIORENTINA-CHIEVO VERONA 16 marzo 2014 ore 20.45 Stadio Artemio Franchi A disposizione: 25 Rosati, 12 Lupatelli, 3 Diakitè, 4 Roncaglia, 5 Compper, 21 Ambrosini, 7 Pizarro, 27 Wolski, 11 Cuadrado, 30 Matos, 32 Matri.

Fiorentina 3-5-2 1 Neto Ilicic Vargas Anderson Aquilani Savic

Rodriguez

Neto

Gomez Joaquin Fernandez

Tomovic

40 Tomovic, 2 G. Rodriguez, 15 Savic; 17 Joaquin, 14 Mati Fernandez, 10 Aquilani, 88 Anderson, 66 Vargas

Diffidati: Compper, Pasqual

33 Gomez, 72 Ilicic

Squalificati: Borja Valero

Allenatore: Vincenzo Montella

chievo verona 4-3-1-2 25 Agazzii 21 Frey, 17 Sardo, 3 Dainelli, 33 Rubin 11 Guana, 27 L. Rigoni, 23 Guarente

A disposizione: 1 Puggioni, 18 Squizzi, 2 Bernardini, 93 Dramé, 12 Cesar, 24 Mbaye, 9 Bentivoglio, 8 Radovanovic, 10 Obinna, 39 Stoian, 77 Thereau, 7 Lazarevic. Diffidati: Pellissier, Hetemaj

56 Hetemaj 31 Pellissier, 43 Paloschi

Pellissier Paloschi

Hetemaj

Guarente Rubin

Sardo Dainelli

Squalificati: Canini

Allenatore: Eugenio Corini

SIGNA LUCCA MONSUMMANO IN ESCLUSIVA ILONA

STALLER

CICCIOLINA SABATO 29 MARZO LUCCA VIA PESCIATINA,150

Guana

L. Rigoni

Frey Agazzi


18 I viola di Hidegkuti prima squadra italiana a vincere la Coppa delle

Verso Roma

FIORENTINA ANNI ‘60: STENTA IN MA QUANTO VOLA IN EUROPA Nandor Hidegkuti è il primo allenatore straniero a conquistare un trofeo con la Fiorentina di Ruben Lopes Pegna

N

ella stagione 1960/61 la Fiorentina incontra diverse difficoltà in campionato, dove si classificherà al settimo posto, ma vola in Europa. In Coppa delle Coppe elimina il Lucerna nei quarti di finale. Vince per 3-0 la gara d’andata in Svizzera con una tripletta di Kurt Hamrin. Il ritorno al Comunale è un’autentica

formalità. Ma i viola non snobbano l’impegno e divertono ugualmente i propri tifosi. Così travolgono il Lucerna con uno splendido 6-2. Il brasiliano Antoninho realizza una tripletta, Hamrin una doppietta (una rete su rigore) e Milan un gol. Poi in semifinale se la vedono con la Dinamo di Zagabria, una formazione della ex Jugoslavia allora davvero molto forte. Vincono l’incontro d’andata al Comunale con un perentorio 3-0. Segnano An-

toninho, Da Costa e Petris. La finale è quasi ipotecata. Ma il match di ritorno, disputato in un ambiente molto caldo, è ugualmente ricco di insidie. La Fiorentina perde 2-1 (gol di Petris) ma raggiunge l’obiettivo. In finale, con gare di andata e ritorno, la squadra di Hidegkuti si ritrova di fronte i Rangers di Glasgow, all’epoca una delle compagini più forti del continente. LA FINALE D’ANDATA IN SCOZIA. I viola giocano senza

IL TABELLINO RANGERS: Ritchie; Shearer, Caldow; Davis, Paterson, Baxter; Wilson, McMillan, Scott, Brand, Hume. Allenatore: Symon. FIORENTINA: Albertosi; Robotti, Castelletti; Gonfiantini, Orzan, Rimbaldo; Hamrin, Micheli, Da Costa, Milan, Petris. Allenatore: Hidegkuti. ARBITRO: Steiner (Austria) RETI: 12’ e 88’ Milan

il minimo timore reverenziale e battono i Rangers nel mitico stadio di Ibrox Park, davanti a 80.000 spettatori, per 2-0 con una doppietta di Gigi Milan, che indossa la casacca con il numero dieci. La mezzala veneta realizza il primo gol dopo 12 minuti. Poi il giovane portiere Enrico Albertosi (ha poco più di 21 anni) compie degli autentici miracoli, salvando il risultato più volte. Infine ancora Milan, a due minuti dal novantesimo, realizza il gol che ammutolisce i tifosi scozzesi. E’ mercoledì 17 maggio 1961, una data che entrerà di diritto nella storia della storia della Fiorentina. Quella sera i gigliati ipotecano, infatti, il loro primo trofeo europeo. LA FINALE DI RITORNO. La Fiorentina vince anche la partita che si disputa a Firenze dieci giorni dopo. I viola si im-

pongono per 2-1. Hidegkuti, al Comunale davanti a 50.000 spettatori, manda in campo la seguente formazione che ha trionfato in Scozia. La gara si mette subito in discesa per i gigliati. Segna dopo dodici minuti (stesso minuto del gol a Glasgow) Gigi Milan. I Rangers riescono a pareggiare con Scott al quarto d’ora della ripresa ma Kurt Hamrin a quattro minuti dal novantesimo realizza la rete del 2-1 che regala la vittoria anche in questa gara. I tifosi viola sono impazziti di gioia. Cinque anni dopo la conquista del primo scudetto, possono festeggiare anche la prima vittoria in Europa. E’ la sera di sabato 27 maggio 1961 quando il capitano gigliato Alberto Orzan (l’unico reduce dello squadrone di Bernardini laureatasi campione d’Italia) alza la Coppa delle Coppe

SFRUTTA E A I L G A T RI ! L’OFFERTA!

Ce na x 2

Studio FotograFico Sviluppo e Stampa

soli

14 €

menù offer ta: * * * *

organizzazione eventi alleStimenti eventi

1/2 pollo patat ine bibita e salse coper to incluso Condizioni: chiama per prenotare e consegna il coupon alla cassa appena arrivi al ristorante

Pio Chicken - Firenze Via Ponte alle Mosse 117/r

tel. 055 9331226 - cell. 380 1918002 - cell. 327 7063678

offerta valida fino al

30 marzo 2014

Piazza del Mercato, 1 Sesto Fiorentino photoewedding@yahoo.it tel. 055.111660 - 3184142589 - 3337393471 PHOTOANDTHECITY


19 Coppe contro gli scozzesi Rangers

CAMPIONATO Kurt Hamrin realizza la rete del 2-1 viola che permette ai viola di conquistare la Coppa delle Coppe.

nel cielo del Comunale. Per l’ungherese Nandor Hidegkuti è il trionfo. E’ il primo allenatore straniero a conquistare un trofeo con la Fiorentina. Solo Pesaola otto anni dopo ne vincerà un altro, ben più prestigioso, lo scudetto.

La Fiorentina diventa nel frattempo la prima formazione italiana a conquistare una coppa europea. Solo alcuni mesi più tardi la Roma si aggiudicherà la Coppa delle Fiere, l’attuale Europa League.

IL TABELLINO

di andrea giannattasio

P

er molti, sulla carta, rappresenta una partita abbordabile, forse la più facile di tutte all’interno di un mese, quello di marzo, ormai da cardiopalmo. Il Chievo di Corini che arriva a Firenze è una tappa da non fallire per la Fiorentina, che dopo la gara di Torino vuole riprendere la più presto la corsa verso il terzo posto. Per analizzare la sfida di domenica contro i gialloblù e per ripercorrere i temi più importanti di casa viola, Il Brivido Sportivo ha raccolto come sempre il parere dell’agente FIFA di nota fede viola Furio Valcareggi: Valcareggi, che mese è quello di marzo per la Fiorentina? «È sicuramente un mese di alto livello, da giocare con grandissima intensità. Ci sono impegni sulla carta molto difficili ma la squadra di Montella saprà come sempre uscirne al meglio. Se qualche cosa andrà storto, sarà importante non fare drammi perché gli appuntamenti di marzo sono tanti e tutti molto duri ed è possibile che qualche passo falso possa avvenire. Quindi calma e sangue freddo». Che cosa si aspetta da questo tour de force in campionato con ancora

Chievo, Napoli e Milan da affrontare, oltre al ritorno di coppa con la Juve? «Credo che nella peggiore delle ipotesi la distanza con gli azzurri per il terzo sito rimarrà invariata, non aumenterà rispetto ad ora: nel caso migliore invece, gli attuali punti diminuiranno di sicuro. Nel complesso sono fiducioso, supereremo questo periodo indenni». A Firenze tiene caso ancora lo stato fisico di Gomez: che idea si è fatto? «Questo è un non-problema che deve finire, oramai il giocatore deve considerarsi pienamente recuperato. Sta a lui ricominciare a fare gol con continuità e con le reti migliorerà anche la sua forma». Quando pensa che lo rivedremo al top? «Appena tornerà a gonfiare le reti tutte le domeniche: solo quella è la cura migliore». Capitolo Chievo: che sfida si aspetta domenica al Franchi? «Vinceremo sicuramente, non ho il minimo dubbio: i ragazzi di Corini sono un ostacolo superabile ma ci vorrà attenzione e tanta velocità per farli aprire in difesa. Sarà una tappa da non fallire assolutamente».

FIORENTINA: Albertosi; Robotti, Castelletti; Gonfiantini, Orzan, Rimbaldo; Hamrin, Micheli, Da Costa, Milan, Petris. Allenatore: Hidegkuti. RANGERS: Ritchie; Shearer, Caldow; Davis, Paterson, Baxter; Scott, McMillan, Millar, Brand, Wilson. Allenatore: Symon ARBITRO: Hernadi (Ungheria) RETI: 12’ Milan, 60’ Scott, 86’ Hamrin

VALCAREGGI CI CREDE: «SARA’ UNA gRANDE FIORENTINA» VIOLASCURO

Super Pizza 055 .71 .71 .71

La PIZZA IO a DOMICIL Via Antonio del Pollaiolo, 188 - Firenze

www.superpizzafirenze.it


20 bastian contrario

QUANDO A SBAGLIARE, ALLA FINE, SIAMO NOI… di cristiano puccetti

D

imenticare troppo frettolosamente il passato od ostinarsi a creare dualismi impossibili e paragoni senza senso è un esercizio che non ci ha mai particolarmente eccitato. Troviamo assolutamente demenziale mettere in corMarotta, ad della Juventus, ha teso la mano relazione i meriti straordinari al Ct Prandelli dopo la polemica con Conte. di Montella con quelli, altrettanto eccellenti, di Prandelli. L’Aeroplanino è un po’, nei nostri cuori e nelle nostre teste, il successore di Cesare. In mezzo infatti ci sta un buco nero che inghiotte i ricordi di una terrificante Fiorentina di Mihajlovic e di una schizzofrenica Fiorentina di Rossi. Chi, come noi, tende inconsciamente a rimuovere i dolori non ricorda neanche più quelle annate orribili. Dunque non ci diverte e non ci appassiona la discussione su chi sia migliore tra Montella e Prandelli. Entrambi, se parliamo di risultati, sono arrivati e arriveranno quarti in campionato. Essenzialmente per motivi simili e molto semplici: 1) il livello delle loro rose non è mai stato superiore a questi piazzamenti; 2) è sempre pericoloso spingersi troppo avanti in classifica perché, come abbiamo visto, se ne esce stritolati. Nel morale e nell’immagine. Della Fiorentina che insidiava il Napoli al terzo posto è stato fatto in questi mesi carne da macello. C’è solo una piccola grande differenza che in fondo in fondo costituisce una linea di demarcazione - involontaria – tra Cesare e Vincenzo: Prandelli arrivando quarto si qualificava trionfalmente per la Champions League (ricordiamo anche le due edizioni rubate dalla vergognosa sentenza di Calciopoli), Montella invece arrivando quarto fa il carico di bile e si sciroppa l’Europa League. Colpa delle varie squadre (Palermo, Chievo, Udinese & C.) che si sono fatte cacciare dall’Europa nei preliminari ed hanno affossato il nostro ranking. Nutriamo un affetto sincero per il ct della Nazionale, dovuto al calcio che ci ha regalato e agli anni di serenità che ha trasmetto all’ambiente. Per questo abbiamo provato molto rammarico nel vedere Prandelli dilaniato dalle polemiche e dalle cattiverie a ridosso dell’amichevole di lusso con la Spagna. Non è uomo abituato a scadere ad infimi livelli di diatriba: Cesare, per carattere, fa difficoltà ad…incazzarsi. Ha fatto tenerezza osservarlo rispondere al veleno spruzzatogli addosso da Conte e Marotta. Il modo in cui è stato insolentito dalla Juventus non ha dell’umano. E al di là del senso di quella polemica (ognuno dal suo punto di vista poteva aver ragione), ci ha lasciato sgomenti il modo in cui la Nazionale viene considerata da tutti: per i club è una rottura di scatole clamorosa, per molti calciatori soltanto un mezzo per strappare contratti pubblicitari o ingaggi superiori, per gli addetti ai lavori il bersaglio da colpire nei momenti di frustrazione. All’estero è tutto il contrario. E anche in questo caso, sbagliamo noi... Cesare Prandelli, Ct della Nazionale italiana. Come Montella ha fatto volare la Fiorentina in campionato e in Europa

ubi maior

di Ubaldo Scanagatta

C’E’ POCO CHE VA,

ma molto che potrebbe ricominciare ad andare COSA VA TRE COSE 1) il secondo tempo giocato contro la Juve dovrebbe aver convinto la squadra viola del fatto che perfino i fortissimi bianconeri non sono irresistibili. Un gol Diakitè lo aveva fatto e il fuorigioco non c’era. Un altro se l’è mangiato Matos perché quella traversa è un errore. Mezzo gol se l’è mangiato Gomez nella sola palla che gli hanno dato in tutta la sua partita. 2) Per due giovedì di fila gioCome Nadal, Gomez ci sta impiegando cherà un Borja Valero super fretanto a recuperare. Ma tornerà il campione che tutti apprezzavano. sco e supermotivato: non è un ritorno da poco. Quindi la Viola sarà certamente più competitiva e il gol sbagliato da Matos... né Matri né Gomez, per quanto possano essere poco brillanti di questi tempi, lo sbaglieranno. 3) Gomez è e resta un campione. Anche Rafael Nadal ci ha messo 7 mesi a recuperare dopo l’infortunio al ginocchio che lo appiedò a fine giugno 2012. Il problema sembra lui. Ma è forse più la squadra. Una squadra che pensa di giocare all’attacco senza giocarci davvero con la dovuta velocità non tira mai in porta. LA VITTORIA DEL NAPOLI SULLA ROMA - Sulle prime l’ho interpretata negativamente in chiave viola. Però potrebbe anche succedere che il Napoli impegni talmente tante risorse per lottare su tre fronti... da arrivare stremato alla finale di Coppa Italia contro una Fiorentina che invece forse potrebbe essere superconcentrata soltanto su quella manifestazione. Infatti il Napoli ora può aspirare a scavalcare la Roma e a raggiungere un secondo posto che significherebbe garantire 20 milioni di euro a De Laurentiis e nessun preliminare per la prossima Champions. Inoltre il Napoli può fare molta strada anche in Europa League. Higuain è un fenomeno, più di Gomez perché partecipa anche alla manovra, segna e fa segnare...Ma non potrà mica giocare tutte le partite! UN RISULTATO DA NON BUTTARE - Riperdere soltanto 1-0 a Torino nel match d’andata potrebbe essere -diversamente da domenica scorsa – un buon risultato. Anche se ce ne sono di migliori eh.

COSA NON VA

POCA CONVINZIONE Non va che la Fiorentina possa presentarsi a Torino in un match atteso come quello contro la Juventus per disputare un primo tempo penoso come quello che ha giocato. E anche nel secondo Buffon non ha dovuto fare una parata. Più essere ultima in classifica nel girone di ritorno, con una sola vittoria in 7 partite. OCCHIO DIETRO - Aver l’Inter a un solo punto di distacco, con i nerazzurri che hanno un calendario molto più favorevole nelle ultime 11 partite del torneo. Il quarto posto sarà difficilissimo da difendere... anche perché la stessa Fiorentina potrebbe decidere di concentrarsi su altri obiettivi, prima l’Europa League e poi la Coppa Italia trascurando il campionato. Per fare gli stessi punti (70) di un anno fa dovrebbe fare 25 punti su 33 disponibili. Mi sembrano troppi. SOGNI INFRANTI - La vittoria del Napoli sulla Roma significa che la corsa viola alla Champions è definitivamente chiusa. E che la Juventus ha lo scudetto in tasca. Due notizie abbastanza scontate ma che non possono far piacere.


Domenica 23 Marzo 2014

2° Mostra Canina Nazionale festa di primavera MERCATINO artigianato, modernariato, bigiotteria...

e tanto altro ancora

esc o

Special

pastore d te

e

Parte dell’incasso sarà devoluto ad entrambe le associazioni

Org.: SPOTEVENTI - ardillo@yahoo.it

Stock di abbigliamento UOMO-DONNA-BAMBINO/A Scuola e Arredamento Casa


Noi siamo... VIOLA

22

Fattorie

il Gardingo

Lo Scricciolo A.G.

Viale dei Cadorna, 5/cr - Firenze - cell. 388 44 549 77

ALIMENTARI E GASTRONOMIA

Prodotti Toscani e Italiani

Dal Produttore al consumatore

PAGINA INTERA

Vini e spumanti - Olio extravergine di oliva Marmellate - miele - Cereali - Salse Formaggi e tartufi

Piazza P. TogliaTTi 21 - Scandicci (Fi) Tel. 055 2579539 orario continuato 6:30-20:00 aperto la domenica mattina ore 8:00-13:30

consegne a domicilio prenotazione piatti di gastronomia

P.zza de’ Nerli

Da I’ Trippaio di San Frediano un c’è trippa pe’ gatti!!! ...ma pe’ i tifosi... trippa, lampredoto e ...tanto tanto altro!!

EDILIZIA GELLI Materiali da costruzioni edili Pavimenti - rivestimenti - arredo bagno Caminetti - stufe - forni a legna Via Tosca Fiesoli 91, Campi Bisenzio (Fi) Tel/Fax: 055 896 0737 - saba.edilizia@tin.i

www.ediliziagelli.com

FOTO DIGITAL

C FIN OUPON OA L 31 VALID /03 O /14

da file DISCOUNT stampa

100 foto

Il Gallone Lavaggio

promo valida solo online

Accessori

A.S.D.

Via Isonzo, 26/A Firenze Tel. e fax 055 6531930 centroginnastica.firenze@virgilio.it

GHERI COSTRUZIONI

Stazione di Servizio

€ 4.50

Piazza Dante 29 Campi Bisenzio tel. 0559332648 www.fotodigitaldiscount.it

Centro Ginnastica Firenze

Auto Auto

Vendita ti cArburAn

Viale Guidoni, 50 - Firenze (zona Mercato Ortofrutticolo) Tel. 055 432127 - www.ilgallone.it

A SAn MiniAto vendiAMo 3/4 vani e terratetti ristrutturati con agevolazioni fiscali fino a € 96.000 Località Canneto - Complesso La Baccanella

tel 055 820319 Via Lucciano, 1 - San Casciano www.ghericostruzioni.com


23 I’Nonno Pilade

Il Pungiglione

CONTE PERDE SEMPRE L’OCCASIONE: DI TACERE

FERRARA, LO STRUMENTO CIECO D’OCCHIUTA RAPINA

E

pare un firme giallo, o uno scherzo da prete o tutt’e Ciro Ferrara due ‘nsieme, ma chi ci ha fatto ‘ncontra’ e gobbi ai’ durante i sorteggi primo turno possibile dell’ europa lig gli ha pronella sede Uefa. prio i’cattio addosso. E un diho quell’artro ex-gobbo di Ciro Ferrara che gli ha tirao su i’ numerino. Lui gli è “strumento cieho d’occhiuta rapina” come dicea quarcuno a scola, o icche tu vo’ che ne sapesse, noe, io ce l’ho proprio co’ i’ Fato che più che fato e mi sembra fatto, anzi e ce l’ha fatto a noi proprio un be’ servizio. O che vorranno e gobbi perde’ l’occasione della vita con la finale ‘n casa sua? O quando e ne rivincano un’antra loro che con gl’impegni fori le mura e fori dalle raccomandazioni de’ sicari ‘n giallo e un vincan nemmeno a tre palle un sordo? Quindi roba difficile, gli è ‘nutile nascondiselo, e faranno di tutto pe’vincere o di riffa o di raffa. E di raffa e gni riesce bene, e gli è scritto nella storia. Se la finale gli era a Londra o a Parigi, magari e gnene ‘mportava meno e poteano anche venire un po’ ‘n coglionella, ma gli è a Torino, o che ci possan no’ arrivare? E Sky icche direbbe? Ci sarebbe quasi da perde’ tutte le speranze, ma ‘nvece no e ci vo’ le cose difficili pe’ anda’‘n cielo e lo diceano anche è latini e noi ni’ difficile e ci si dierte. Basta però che un ci piglin pe i’ fondosella perché allora e ci s’in… quieta e quando e boni e s’incattiviscano e son tremendi. Dunque ‘n arto e cori, e le gli si son dae a Firenze all’andata e le gli si possan ridare ‘n Coppa, e c’è capitao la salita più dura lontano da’ i’ traguardo? Meglio, così i’ resto e ci sembrerà acqua da occhi, tutta scesa ‘nsomma. Facciamo finta che la finale la sia a’ i’ Franchi a i’ ritorno, ‘n fondo, a vole’ trova’ i’pieno della boccia anche quando l’è quasi scolaa, se e ci capitavano ‘n finale davvero, n’una partia secca ‘n casa sua e gli era anche peggio! Accidenti ai’ Galatasaray e a Mancini che un ce l’hanno levai dagli zibidei, così quarcun’antro e li sorbava ‘n Scempionse ora e noi magari e si giohava co’ burgari della Lazio, comunque ormai e ci sono, mandiamoli a casa noi. Forza Violaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

di Giampiero Tosi Il silenzio è d’oro, ma questa massima non deve essere entrata nella testa dell’allenatore artificialmente crinito della Juventus, che è voluto entrare nei problemi arbitrali di casa nostra, anche senza avere nemmeno il coraggio del riferimento diretto. Per lui gli arbitri son perfetti? Anche per Montella lo sarebbero se fosse seduto sulla panca bianconera, non avrebbe né complessi, né cattivi pensieri, né si avrebbero noi se ci trattassero come, storicamente, han sempre trattato quelli con le maglie a strisce. Decenza imporrebbe almeno il silenzio dunque, ma Conte lo supera il limite della decenza ed entra in un discorso che, per sua fortuna o perché così si vuole là dove si può ciò che si vuole, non lo riguarda. Ringrazi Iddio e gli uomini e si cheti, intanto si becchi un plotone di api dal pungiglione rovente.

Antonio Conte, 44 anni, tecnico della Juventus.

Fuorigioco

LA SINDROME DI CARNEVALE (E LA NOSTALGIA BALCANICA) di duccio magnelli

amici del nuoto firenze

Scuola di Nuoto Federale Corso di acquaticità (bambini 1 – 4 anni) Corsi nuoto per bambini e adulti Corsi di Aquagym acqua alta Corsi di Aquastep e Acquabike Corsi di Aquascombat Corsi di Aqualatina Corsi di ginnastica in acqua per gestanti Corso di nuoto libero Corso di Preagonismo FIN e UISP Corso Nuoto Master Corsi di nuoto privati (bambini e adulti) Via del Romito 38/b Firenze - tel 055483951 info@amicidelnuotofirenze.it - www.amicidelnuotofirenze.it

P

otremmo chiamarla “sindrome di Carnevale” perché colpisce proprio nel periodo di gennaio-febbraio. È caratterizzata da stanchezza fisica e mentale, spossatezza, astenia. Sembra che ne siano affetti molti giocatori. Anche della Fiorentina. Ma non solo, visto che Prandelli dopo la partita con la Spagna di mercoledì scorso ha parlato di “condizione fisica imbarazzante” per alcuni protagonisti della nazionale. Comunque nella Firenze che tifa viola serpeggia un po’ di preoccupazione. La squadra fatica, segna poco e prende gol (un’accoppiata, questa, che non porta mai buone notizie). A parziale scusante vengono elencate le assenze importanti a centrocampo. Una sola vittoria nelle ultime sei partite ha però fatto scattare il campanello d’allarme. Qualcuno comincia già a mettere in discussione il lavoro dell’allenatore. C’è chi dice che i nove giorni di festa nella pausa natalizia siano stati troppi. Chi invece sottolinea con la riga blu il fatto che, all’indomani della sconfitta con la Lazio, siano stati dati due giorni di riposo alla squadra. Mentre Conte – dopo il “pareggio” della Juventus a Verona – ha messo sotto torchio i suoi

giocatori, che da allora si sono trasformati in un rullo compressore. Insomma l’atteggiamento di Montella ad alcuni è sembrato un po’ soft. Forse avrebbero preferito lo stile Zeman: gradoni con sacchi di sabbia sulle spalle. Così imparano a battere la fiacca! E, come spesso succede, sono iniziati i paragoni con il passato ed è subentrata la nostalgia per i due balcanici, al secolo Jovetic e Ljajic. “La squadra con loro era meno prevedibile, non dava punti di riferimento in attacco, i centrocampisti segnavano perché non c’erano attaccanti fissi”. Sembra già di sentirli i tecnici del lunedì, quelli che fanno le formazioni in base al risultato della partita. Il punto è che anche l’anno scorso la squadra è stata colpita dalla stessa sindrome, e oltretutto non giocava né l’Europa League né la Coppa Italia. E che Jovetic e Ljajic adesso sono poco più che comprimari a Roma e Manchester. Tra l’altro ora abbiamo un “quasi balcanico” in attacco, lo sloveno Ilicic, che sta facendo la sua parte. Tutti i tifosi sperano comunque che la sindrome di Carnevale se la sia portata via il martedì grasso e che d’ora in avanti le vittorie illuminino il cammino della Viola. Con tutto quello che c’è da fare, una sindrome quaresimale non sarebbe davvero da augurare a nessuno...


24 ginnastica

Dalla GpT alla serie A, tutte donne in gara. Asia Ciulli in finale nel 1° livello

WEEKEND IN ROSA PER IL C.G. FIRENZE di Maria Consiglia Grieco

M

ese davvero intenso per l’attività agonistica del Centro Ginnastica Firenze. Il secondo weekend di marzo fa registrare ancora due giornate pienissime di gare per gli atleti della società gigliata. Un fine settimana tutto in rosa, che comincia – proprio nel giorno dedicato alla donna – con la prima prova regionale del Torneo GpT di secondo livello, quando sul campo gara allestito presso la palestra di Sorgane si sono esibite circa duecento ginnaste di diverse fasce d’età. Il CGF parte con le piccole di prima fascia Elisa Caldini e Delia Cognigni (classe 2003), impegnate sui quattro attrezzi minitrampolino, volteggio, trave e corpo libero: se per la Caldini arriva una provvisoria qualificazione alla finale nazionale, in attesa della finale regionale del 23 marzo, per la Cognigni si tratta di un ottimo rientro in gara a poche settimane dalla ripresa dei suoi allenamenti, con un trentesimo punteggio su ottanta partecipanti. Più corposa la rappresentativa bianco-rossa in seconda fascia, con ben nove ginnaste; qui il miglior punteggio lo ottiene Rebecca Levi Micheli, classe 2002, diciassettesima classificata con il quindicesimo score della giornata, su circa cento atlete nate negli anni dal 2000 al 2002: anche per lei pas-

Asia Ciulli

Ambra Buglioni con la squadra Cuneoginnastica e il suo allenatore Cristiano Furelli saggio provvisorio alla fase nazionale, mentre per Sofia Giannandrea, Stella Meini (a parimerito con il trentesimo punteggio, fuori di pochissimo dalle prime 25, destinate alla finale di giugno), Valentina Bartolini Galardini, Francesca Frilli, Dorotea Mariani, Sofia Piseddu, Giulia Raviglione e Eugenia Romano l’ultima parola la dirà la seconda prova toscana. Il numero diciassette sembra portare fortuna – a dispetto delle superstizioni – anche alla ginnasta di terza fascia Martina Marazzini, che proprio con quel piazzamento rientra momentaneamente tra le ginnaste che disputeranno la finalissima di Pesaro.

Per la domenica la sezione GpT si sposta invece al Palasport di Lucca, dove le ginnaste di prima fascia – tutte de 2005 – sono chiamate alla finale regionale del Torneo GpT di primo livello. In gara sulle tre specialità minitrampolino, trave e corpo libero circa cento ginnaste nate dal 2003 in poi, un vero e proprio oceano di piccole atlete, tra cui per il CGF Maria Sole Bongini, Matilde Capizzi, Costanza Fredducci, Ginevra Mordenti, Olivia Orzalesi, Letizia Sanzò, Margherita Stella, Giulia Truppa, che, pur non centrando la finale nazionale, migliorano decisamente la prestazione di poche settimane fa, chiu-

Elisa Caldini e Delia Cognigni

dendo in bellezza il primo approccio con questa competizione federale. Per Asia Ciulli, invece, arriva un bellis-

Le piccole ginnaste del Torneo GpT 1° livello Le ginnaste di seconda fascia del Torneo GpT 2° livello

Martina Marazzini

simo sesto posto che – dopo l’ottima dodicesima posizione conquistata nella prima prova – le dà praticamente la certezza della qualificazione nazionale; un biglietto staccato per Pesaro, riservato alle prime venti classificate della regione. Continua, poi, la cavalcata di Ambra Buglioni in serie A2. La ginnasta fiorentina della sezione agonistica femminile bissa il settimo piazzamento ottenuto a Firenze con la società Cuneoginnastica anche nella prova di Torino, migliorando il suo punteggio alle parallele asimmetriche, in attesa di giocarsi – con il club piemontese dove gareggia come atleta in prestito – la permanenza nel campionato cadetto nel terzo ed ultimo appuntamento, il prossimo 5 aprile a Desio.


25 Calcio toscana

Nel Calcio a 5 femminile New Aton Green fa incetta di riconoscimenti con Alice Becucci e Claudia Del Bono

TWENTYSIX PREMIA I MIGLIORI GIOCATORI DEI CAMPIONATI di steto

D

opo aver realizzato ad inizio stagione le nuove T-shirt per i Delegati del Calcio Toscana - MSP, il negozio di abbigliamento giovanile Twentysix di Scandicci, per mezzo dei due soci Riccardo Cavataio ed Alice Bacci, ha deciso di premiare il miglior portiere ed il miglior capocannoniere di ogni categoria (calcio a 7, calcio a 5 maschile e calcio a 5 femminile) al termine del girone d’andata dei Campionati 2013/2014, iniziativa che ripeterà anche al termine del girone di ritorno. Nel Calcio a 5 femminile la formazione del New Aton Green fa il pieno di premi: Alice Becucci - con una media di 2,75 reti realizzate a partita soffia per poco il primato ad Erika Issich (Cral Dip. Comunali Femm.) e Benedetta Lombino (La Querce 2009) che terminano con una media di 2,6 gol a partita; Claudia Del Bono è invece il miglior portiere, con appena 8 reti incassate ed una media di una rete subìta a gara.

Il negozio Twentysix di Scandicci, dopo le magliette, ha istituito il premio per il capocannoniere e il miglior portiere di ogni torneo.

Nel Calcio a 5 maschile in due si aggiudicano il titolo di miglior bomber: Stefano Vitolo del Milady Gold e Riccardo Poli del FC Devastanti che con 51 reti ciascuno in 9 gare (media di ben 5,67 reti a partita) precedono altri due ottimi realizzatori quali Roberto Macaione (Pro Evolution United) e Gabriel Gherca (Steaua C5); il miglior portiere è invece Niccolò Bavecchi del Real Kabana che nel girone d’andata (in 9 partite) ha incassato appena 14 reti (media di 1,56 gol a partita): solo un’altra formazione, il

Retro della maglia per Delegati del Calcio Toscana

Pro Evolution United, è riuscita a tenere una media reti inferiore ai due gol a partita.

Nel calcio a 7 infine Marco Altieri del Ceppo Club vince il premio di cannoniere principe

della categoria, avendo messo a segno 25 gol in 11 gare (media di 2,27 reti a gara) e precedendo Matteo Rebecchi del FC Disco Excelsior (che in 11 gare di reti ne ha realizzate 22); il miglior portiere è Francesco Paroli del Viola Club Fantechi - Ciuffi Bar Marisa che ha vinto l’agguerrita concorrenza nella categoria ed in particolar modo nel suo girone: con appena 5 reti incassate in 11 partite, la sua media reti scende sotto il gol a partita (0,45 gol a gara).


26 MIDLAND

Il Brasile non c’entra niente: il ragazzi di San Bartolo, a Scandicci, hanno portato avanti quest’avventura nel tempo giocando anche col nome.

SAMBA PER DIVERTIMENTO, MA INTANTO R SI VOLA IN TOP LEAGUE di marco cicali

anieri Cipriani, uno dei migliori realizzatori della squadra Samba, fa un bilancio del primo campionato disputato dalla propria squadra. Dopo un inizio di stagione non semplice, avete preso il via. C’è voluto un po’ per “ambientarsi” in Midland? «Ambientarsi nel mondo Midland non è stato complicato se parliamo delle persone e dell’ambiente che ci hanno ospitato, sempre molto cordiali e presenti. Il campionato in sé invece è stato più ostico da digerire soprattutto nell’abituardi ad un campo di gioco diverso con una superficie e una misura diversa. A complicare ulteriormente questa nuova avventura è stata anche la scarsa conoscenza dei nostri avversari, del loro potenziale e del loro valore in campo». Chiuderete il girone Olanda al secondo o terzo posto: siete soddisfatti della posizione raggiunta? «Non è facile rispondere. Nella scorsa stagione il piazzamento è stato il medesimo e abbiamo sfiorato la vittoria per una manciata di punti, e quest’anno l’idea era ripetersi e superarsi. Sicuramente siamo soddisfatti del lavoro fatto da tutti i ragazzi che hanno messo in campo serietà, sacrificio e concentrazione. Il risultato viene dopo, questa è sempre stata la nostra mentalità e, anche se vincere non è che non ci piaccia, più importante è stare bene in gruppo». Parteciperete alla Top League: dove pensa che potrete arrivare? «Prima di tutto siamo orgogliosi di aver raggiunto il traguardo Top League. Non è facile affrontare un nuovo

I ragazzi della squadra Samba di Scandicci

campionato e classificarsi subito tra le prime tre del girone. Detto questo, puntiamo ad arrivare più lontano possibile e siamo fieri di poter affrontare le migliori squadre, è un motivo di vanto e anche di stimolo a dare di più in campo. Non ci poniamo limiti perché altrimenti dove sarebbe il bello di avventurarci in questa fase?» Qual è stata la squadra più dura da affrontare? «Non ci sono state squadre più o meno dure, anzi menzionarne una o due

è riduttivo; certamente affrontare alcune compagini piuttosto di altre è stato più semplice ma il nostro gruppo non può permettersi cali di concentrazione né tantomeno sottovalutare l’avversario. L’esperienza passata ci ha insegnato che ogni squadra è potenzialmente pericolosa, che soffriamo se non diamo il centouno per cento. Posso dire che le due squadre con cui affronteremo la Top League (Cdp Vingone e Morosini) e con le quali abbiamo

dato vita a delle belle sfide sul campo, si sono dimostrate ottime avversarie come pure tutte le altre che, come noi, hanno sempre affrontato ogni match al massimo». C’è un motivo particolare per cui avete scelto Samba come nome? «Il nostro nome potrebbe fuorviare pensando al Samba e al calcio brasiliano, ma in realtà è solo frutto di un gioco di parole che deriva dal nostro luogo di ritrovo, da dove tutto è cominciato, dal sagrato della chiesa

di San Bartolo a Scandicci, quando un gruppetto di amici, qualche anno fa, ha cominciato a mettere su questa realtà che è cresciuta nel tempo e che ha accompagnato, e accompagna, molti di noi negli anni d’oro e che ha visto crescere tutti da semplici ragazzotti a padri di famiglia e uomini con ancora la voglia di giocare e divertirsi insieme; e quando indossiamo la nostra maglia e scendiamo in campo ci ricordiamo di tutto questo».


o fin

R PE TA arzo SU FER0 m OF al 3

Dura la vita?!?

...prova il relax con

FORTUNA

LA NUOVA MASSAGGIATRICE direttamente da Roma giovane, bella e orientale

€ 19,90 invece di €

35

PER UN IO MASSAGG nte

rilassa orientale 0 minuti! corpo di 3

Centro massaggio orientale ROSA Via Garibaldi, 268 - Sesto Fiorentino

ORARI: 10.00 - 23.00

tel. 366 3868520

PRENOTA E CONSEGNA IL COUPON ALLA CASSA

10

%

s

% 20

50

n co

%

to

La tua auto in buone mani

Vettura sostitutiva gratuita

10o% nto sc

fino al

20o% nto sc

bi sullapera u ricanm o s d o i l n a a i m orig Via Parlamento Europeo 5 Scandicci (Fi) - Tel. 055 7310064

fino al

50o% nto sc

i umatic su pnee invernali estivi

info@effepiautomobili.it www.effepiautomobili.it

Dall’11 al 16 Marzo

LEYLA FERRARI Sabato 15 Marzo

ELENA GRIMALDI


Via Provinciale n° 5/a San Piero a Sieve (FI) (accanto al chiosco edicola) Per prenotazioni 366 71 20 968 Chiuso il martedì

seguici su

Osteria - Paninoteca ANTIPASTI

............................... € 3,00 Crostini di fegatini .................................... Cracco) ......................... € 6,00 Tuorlo in crosta su letto di spinaci (Il Tortino di Insalala di porchetta laio di Firenzuola porchettina artigianale del nostro macel tagliata a cubetti con pomodoro, .............. €6.00 sedano, carota e maionese ..................

Hamburger Old Wild “OVEST” ...................................... € 5,00 (pancetta, sottiletta, salsa barbecue) tta, insalata, sottile etta, (panc o sfizios Hamburger p) ................................ € 5,00 pomodoro, cipolla, maionese e ketchu insalata, Hamburger doppio (pancetta, sottiletta, p)) ............................... € 7,00 ketchu e ese maion , cipolla doro, pomo

Antipasto classico Prosciutto crudo e salameToscano nato di Firenzuola con pecorino semi-stagio .... € 7.00 di Poggibonsi.......................................

Gran misto di affettati hiona e Prosciutto crudo, salame Toscano, finocc a legna .... € 9,00 porchettina artigianale cotta in forno disponibile) €6.00 Burrata fresca in caprese (non sempre

PRIMI

ta al bronzo Pasta “Delverde” o “De Cecco” trafila (preparazione espressa 12/15 min. circa) ................................ €6,00 Trippata (con sugo di trippa) .................. Mannaia e pom. fresco) .............. €6,00 (capperi, acciughe, pom secchi, olive , e senza panna) .... €6,00 Carbonara (guanciale, tuorlo, parmigiano e peperoncino) .... €6.00 aglio molo, prezze doro, (pomo Carrettiera ..................... €6.00 stesa) tta pance , cipolla Matriciana (pomodoro, ................................ €6.00 Cacio, pere e noci .................................... ................................. €6.00 Gorgonzola radicchio e noci .................. ................................. €6.00 ......... ......... ......... Primo del giorno ......... .................................. € 7.00 Bottarga di tonno (uova di pesce) ......... brodo vegetale Tortellini freschi di Vignola bagnati con ........................... € 7,00 ......... ibili) dispon e tempr fatto in casa. ( non

SECONDI

................................ € 3,00 Uova al tegamino .................................... di Firenzuola) ......... € 4,00 fresco ato Hamburger grigliato (di macin ri e acciughe) ............. € 6,00 Hamburger alla pizzaiola (pom., cappe tegamino) ................... € 6,00 Hamburger alla Bismark (con uovo al ................................. € 7,00 ......... ......... ......... Trippa alla Parmigiana .............................. € 7,00 Lampredotto ............................................. e ................................... € 8,00 cipoll di ata vellut In e maial di Filetto ................................. € 8,00 Filetto di maiale alla Chiantigiana ......... ............................. € 9,00 ......... Secondo del giorno ...........................

CONTORNI

................ € 3,00 Patatine fritte fresche ........................... ........ € 3,00 Insalata mista............................................. ..... € 5,00 Insalata mista con tonno ........................... . € 4,00 ......... ......... ......... ......... giorno del Contorno

PANINI E PIADINE.... € 3,00

Hot dog ...................................................... ............. € 3,50 Salsiccia ............................................. .... € 4,00 Trippa, lampredotto, affettati vari ......... Cheeseburger (sottiletta, maionese e ketchup) ................................. € 4,00 cipolla Hamburger classico (insalata, pomodoro, cotta, maionese e ketchup) ... € 4,00

AlCuNI ESEMPI gIORNO DI PIETANzA DEl mater ie prime di qualità alle che prepariamo in base alla stagione, che troviamo di volta in volta, ed in base all’Ispirazione giornaliera di Anna

Minestre

Minestra di fagioli con le strisce Zuppa di legumi alla contadina Pappa al pomodoro Cacciuccata di ceci Zuppa del pastore Zuppa di cipolle Zuppa di magro Pasta e fagioli Carabaccia Ribollita

Primi

Gnudi Pasta sudicia Ragù all’antica Lasagne classiche Lasagne vegetariane Crespelle all’ortolana Strascicata di verdure Le pezzole della nonna Finte lasagne al finto sugo Scarciofata di porri al gorgonzola

Secondi

Cervello fritto Salsicce con l’uva Coniglio in umido Pollo affinocchiato Ossobuco in umido Bollito in salsa verde Porco incavolato nero Peposo all’ Imprunetina Bracioline alla Livornese

Polpette di magro alla Mercatalina

Contorni

Il tutto insieme in padella Parmigiana di melanzane Fritto di verdure fresche Spinaci alla Fiorentina Grigliata di verdure Fagiolini croccanti Zucchine trifolate Cipolline al forno Pomodori ripieni Legumi all’olio

Il Brivido Sportivo del 12 marzo 2014  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you