Page 1

B 6 G > 6 < G 6 O > 6 8 J I J A >

9 DK:A6I:GG6 7GJ8>6 <>J H : E E : <6 A : 6 C> ™ E 6 D A6 8 6 C C 6 I :AA 6

EG:;6O>DC:9>76G76G6HI:;6C:AA> EDHI;6O>DC:9>9DC6I68JIJA>


Nascoste, invisibili, assenti: non si vedono donne a Jalalabad, prigione avvolta dal burqa. La liberazione della città afghana dai talebani ha portato nelle strade migliaia di miliziani armati (…) ma non ci sono donne tra chi fa la guerra, gestisce il potere, decide il futuro. Peshawar, Afghanistan, 26 ottobre 2001. A un mese dall’inizio delle ostilità tra Stati Uniti e talebani, Maria Grazia Cutuli attende il momento di andare a Kabul. Poco prima di realizzare il servizio più importante della propria carriera, la tenace e irrequieta inviata del “Corriere” fa un bilancio dei trentanove anni appena compiuti, trascorsi all’insegna di una profonda passione per un mestiere che l’ha portata, come reporter, in Ruanda, Bosnia, Costa d’Avorio e innumerevoli altri Paesi. Fino al giorno dell’agguato lungo la strada da Jalalabad a Kabul, quando, insieme con il giornalista spagnolo Julio Fuentes e altri due colleghi, Maria Grazia cade vittima di un delitto politico: un truce assassinio che spegne con uno sparo la voce appassionata di una delle più grandi reporter di guerra che l’Italia abbia mai avuto.


GIUSEPPE GALEANI (Catania, 1976) ha conseguito il dottorato di ricerca in Letteratura latina nel 2011 e attualmente è insegnante di lettere per la scuola secondaria. Vive a Pavia, ma si occupa di organizzare eventi culturali legati alla promozione del libro e della lettura nella sua città natale. Con Dove la terra brucia esordisce come ideatore e co-sceneggiatore di storie a fumetti.

PAOLA CANNATELLA (Catania, 1979) è laureata in economia e commercio e lavora come autrice di fumetti. Disegnatrice autodidatta, nel 2005 vince il Fumetto International Talent Award indetto da La Triennale di Milano. Dal 2008 vive a Pavia e lavora come grafica per impaginazione e lettering di fumetti. Ha scritto e disegnato Inchiostro di Jack e Prospettive.

In copertina: Illustrazione: Paola Cannatella Art Director: Francesca Leoneschi Graphic Designer: Andrea Cavallini / theWorldofDOT

ISBN 978-88-17-05346-4

€ 16,00


«La lettura di Dove la terra brucia mi ha preso in contropiede: all’inizio pensi di sapere tutto, di non avere nulla da scoprire, temi che magari ci sarà da fare un’obiezione. Poi semplicemente ti lasci andare e leggi (…) e, infine, provi gratitudine per gli autori e per Donata che li ha sostenuti: perché per un’ora ci regalano Maria Grazia, di nuovo, com’era.» dalla prefazione di Barbara Stefanelli 19 novembre 2001, Maria Grazia Cutuli muore vittima di un attentato sulla strada che da Jalalabad conduce a Kabul. Scompare così una delle voci più appassionate dell’informazione italiana, esempio illustre di quel “giornalismo differente” che ha rivoluzionato la notizia, oltrepassando la linea di confine tra l’essere spettatore e il diventare autentico testimone delle tragedie umane. Dove la terra brucia racconta la donna e la reporter Maria Grazia, donando nuova vita alle sue stesse parole, quelle apparse negli articoli che l’hanno resa celebre, ma anche quelle conservate nei suoi diari più intimi. Un efficace esempio di graphic journalism tutto italiano che illustra le tappe di una carriera dedicata alla verità, da Catania a Milano, dalla Cambogia fino in Afghanistan, lì dove la terra bruciava sotto il fuoco dei bombardamenti e si manifestavano quegli oscuri eventi che hanno minato le fondamenta dell’assetto politico ed economico del mondo intero.

ISBN 978-88-17-05346-4

9 788817 053464

Dove la terra brucia  

Peshawar, Afghanistan, 26 ottobre 2001. Tra un mese inizieranno le ostilità tra Stati Uniti e talebani, e Maria Grazia Cutuli attende il mom...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you