Issuu on Google+

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:13

Pagina 157

[619]

WALKAROUND MACCHINE DI

[

CLAUDIO MARINI

IL CARICATORE GOMMATO

] CAPACITÀ BENNA 2,2 M3_PESO 12,15 TON_POTENZA 107 KW


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:13

Pagina 158

SINTESI DELLE CARATTERISTICHE • MOTORE A CONSUMO CONTENUTO: - COMMON RAIL, “SENZA EGR” - QUATTRO VALVOLE PER CILINDRO - “CORSA CORTA” - INIEZIONE MULTIPLA • TRASMISSIONE IDROSTATICA CON DUE MOTORI: - RIDOTTO CONSUMO - MINIMA USURA FRENI E PNEUMATICI - APPROCCIO CONTROLLATO ALLO SCARICO • TELAIO ROBUSTO, BRACCI SPESSI, BARICENRO BASSO (STABILITÀ) • CILINDRI DI STERZO E ARRESTO SOLLEVAMENTO BRACCI AMMORTIZZATI

• 4 MODALITÀ OPERATIVE E LIMITATORE DEL REGIME MOTORE PER CONSUMARE MENO SENZA PENALIZZARE LA SPINTA

• REGOLATORE PRIMA VELOCITÀ A MANOPOLA E A PEDALE PER MAGGIOR CONTROLLO CON L’UTILIZZO DI FRESE DA NEVE

• GPS (CONNESSIONE SATELLITARE) DI SERIE: - LOCALIZZAZIONE MACCHINA - MANUTENZIONE SOTTO CONTROLLO - MIGLIOR ORGANIZZAZIONE DI CANTIERE • ANTIBECCHEGGIO DI SERIE [158] costruzioni ottobre 2008


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:13

Pagina 159

WALKAROUNDMACCHINE [di

]

costruzioni ottobre 2008 [159]


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

MOTORE • Cummins QSB4.5 senza EGR, con iniezione multipla a controllo elettronico • 4 cilindri • 4,46 litri (alesaggio 107 mm x corsa 124 mm) • Potenza netta al volano 107 kW a 2.000 giri/minuto • Coppia massima 58,7 daNm a 1.550 giri/minuto

10:13

Pagina 160

• UN MOTORE COMMON RAIL POCO COMPLICATO PERCHÉ.... SENZA “EGR”, MA RISPETTA IL TIER III GRAZIE ALL’INIEZIONE MULTIPLA L’iniezione elettronica in “più fasi” senza EGR contiene la rumorosità e la temperatura di picco della combustione (bruciando il combustibile più lentamente) e quindi le emissioni nocive (NOx), rispettando così le norme del Tier III, ma senza la necessità di un radiatore aggiuntivo per raffreddare i gas di scarico, senza parti elettroniche esposte ad alta temperatura e solfuri (EGR esterno), senza dover in alternativa raddoppiare il ciclo delle valvole di scarico per ricircolare i gas combusti (EGR interno con maggior usura)

• TURBO CON INTERCOOLER Nuovo motore “Common rail” senza EGR per maggior durata ed affidabilità

L’INTERCOOLER L’aria pompata e surriscaldata dal turbo è raffreddata dall’interrefrigeratore (o intercooler) prima dell’ingresso nei cilindri; così, se ne immette di più, perché aumenta di densità, e proporzionalmente si inietta più combustibile incrementando la potenza specifica

[160] costruzioni ottobre 2008


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:13

Pagina 161

WALKAROUNDMACCHINE [di

]

IL COMMON RAIL • una pompa a pistoni radiali mette in pressione un condotto comune, detto “Common rail”, dal quale partono tubetti che lo collegano ai singoli elettro-iniettori • solenoidi a controllo elettronico, integrati negli iniettori, determinano il momento dell’iniezione e la massa di combustibile da iniettare • una pompa a lobi innesca il combustibile, a bassa pressione, per la pompa principale

• INIEZIONE A CONTROLLO ELETTRONICO Il controllo elettronico consente di scegliere il momento ideale per l’iniezione, in modo indipendente dalla posizione dell’albero motore. Per determinare la corretta quantità di combustibile da iniettare ed il momento ideale, frazionandolo in più fasi, il computer del motore rileva vari parametri attraverso opportuni sensori: ad esempio, rileva il regime e la posizione dell’albero motore, quella dell’acceleratore (potenziometrico), le temperature di refrigerante, aria aspirata e combustibile, la pressione dell’aria e del combustibile nel sistema d’iniezione. Ne conseguono ulteriori vantaggi: • miglior avviamento a freddo • minor perdita di potenza in quota

• SEDICI VALVOLE

La centralina elettronica “staccata” dal basamento Un’intercapedine d’aria tra la centralina elettronica e la parete del motore evita trasmissioni elevate di calore (senza richiedere la circolazione refrigerante di fluidi interposti)

PER AUMENTARE LA COPPIA A BASSO REGIME QUATTRO VALVOLE PER CILINDRO Favoriscono l’ingresso di una maggior quantità d’aria e proporzionalmente di combustibile, nonchè la loro miscelazione, consentendo maggior coppia soprattutto a basso regime

costruzioni ottobre 2008 [161]


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

• VENTILATORE

10:14

Pagina 162

Il flusso dell’aria di raffreddamento esce dalla coda della macchina

TERMOREGOLATO “DI SERIE” Riduce il rumore e il consumo di combustibile, accelerando il raggiungimento ideale della temperatura dei fluidi Ventola silenziosa

64 cm 5 pale Pompa che aziona il ventilatore idrostatico

Parafanghi con ampie estensioni evitano l’aspirazione di polveri

• SOLO RADIATORI IN “PARALLELO” PER MAGGIOR EFFICIENZA E PULIZIA Intercooler

Radiatore refrigerante Radiatore olio idraulico

I radiatori in parallelo (anzichè in serie ove quello anteriore scalda quello seguente e lo ostruisce durante la pulizia) sono più efficaci e facili da pulire. Il radiatore dell’aria condizionata è sistemato dietro la cabina e raffreddato da un ventilatore elettrico

Recupero dei vapori d’olio dallo sfiato della testata (minor consumo di olio motore ed eliminazione del gocciolamento al suolo)

[162] costruzioni ottobre 2008

Il montaggio elastico dei radiatori evita cricche dovute a vibrazione o dilatazione termica e ne facilita l’assemblaggio


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:14

Pagina 163

WALKAROUNDMACCHINE [di • DISPOSITIVO “ANTISTALLO” PER ASSORBIRE LA TOTALE POTENZA INSTALLATA “SENZA SPRECHI” Pompa a cilindrata variabile della trasmissione idrostatica a controllo elettronico

Il “dialogo elettronico” tra motore termico e pompa della trasmissione idrostatica evita il sovraccarico tagliando la portata al minimo calo di giri. In assenza dell’antistallo si sarebbe dovuta sovradimensionare la potenza erogabile (per evitare lo spegnimento del motore), con relativo maggior onere

]

IMPIANTO ELETTRICO ED ELETTRONICO • Batterie da 80 Ah • Alternatore da 65 A • Motorino d’avviamento da 4,5 kW • Dispositivo antistallo • Connessione satellitare “GPS” di serie

• LIMITATORE DEL REGIME MOTORE (-10%) RIDUCE IL CONSUMO DI COMBUSTIBILE SENZA PENALIZZARE LA SPINTA

• GPS SATELLITARE “DI SERIE”

Consente di localizzare via satellite il mezzo e riporta sul computer d’ufficio i dati di funzionamento ed ogni anomalia accelerando gli interventi manutentivi Connessioni a doppia tenuta stagna IP67/69 rendono l’impianto affidabile. La diagnosi del guasto è agevolata da fili colorati e numerati

Centralina elettronica GPS protetta e ben accessibile

Antenna GPS satellitare (di serie) costruzioni ottobre 2008 [163]


3-10-2008

HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

10:14

Pagina 164

• IMPIANTO ELETTRICO, BEN GUIDATO, SUPPORTATO E PROTETTO Eccezionale accesso ai fusibili

Comoda scatola fusibili La sua posizione “alta” e a lato del sedile (non dietro e in basso) rende la manutenzione ergonomica e semplifica la ricerca del guasto Fine corsa elettromagnetici

Fari posteriori nella calandra (non sul tetto cabina) per essere più vicini al suolo e meglio illuminare l’area di lavoro

Fari alogeni di lavoro e stradali ben protetti

FUNZIONI CON LOGICA ELETTRONICA O CONTROLLO ELETTRO-IDRAULICO • Gestione 4 modalità operative di potenza: potenza, normale, leggero, spazzaneve • Gestione iniezione elettronica motore e “dialogo” con la pompa della trasmissione idrostatica • Gestione della trasmissione idrostatica e controllo “inching” del pedale freno sinistro • Antistallo (massimo sfruttamento della potenza motore senza sovraccarichi, tramite taglio della portata gravosa della pompa trasmisssione) • Autodiagnosi motore, memorizzazione e segnalazione anomalie, avviso scadenze manutentive • Gestione acceleratore potenziometrico e limitatore giri massimi del 10 % • Gestione GPS Satellitare • Sicurezze funzionali e di lavoro

[164] costruzioni ottobre 2008


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:14

Pagina 165

WALKAROUNDMACCHINE [di • TRASMISSIONE IDROSTATICA CON TIRO CONTINUO SENZA CONTRACCOLPI Il controllo elettronico delle cilindrate ed il dialogo con il motore termico Regolando la cilindrata di pompa e motori s’ottiene il miglior compromesso tra spinta e velocità operando una sorta di cambio marcia continuo ed automatico sotto potenza, senza interruzioni di spinta e contraccolpi. La portata della pompa è regolata anche tenendo conto della potenza motore disponibile (antistallo) per non creare sovraccarichi

]

IMPIANTO IDRAULICO • Trasmissione idrostatica a controllo elettronico con una pompa e “due” motori a pistoni assiali e cilindrata variabile • Transfer box con frizione per escludere un motore ad alta velocità • Due pompe attrezzo/sterzo (prioritario) a ingranaggi 171 l/min (totali) • Pressione massima circuiti attrezzo 20,6 MPa • Distributore pilotato a centro aperto • Antibecchegio di serie

“Due” motori di traslazione a pistoni assiali a cilindrata variabile Trasmissione idrostatica a controllo elettronico La pompa a pistoni assiali a cilindrata variabile alimenta “due” motori anch’essi a cilindrata variabile. “Due” motori consentono maggior spinta nello scavo

• LUNGHEZZA 1A MARCIA VARIABILE

Il sistema elettronico per variare la lunghezza della 1a marcia Tramite la manopola sul cruscotto è possibile variare la lunghezza della 1a marcia per l’utilizzo di frese da neve (bassa velocità con alto numero di giri motore) o maggior controllo

• ACCELERATORE ELETTRONICO E PEDALE FRENO “INCHING” Acceleratore potenziometrico

Pedale freno/approccio a bassa velocità con elevato numero di giri motore e rapido sollevamento bracci (o azionamento frese da neve)

Premendo il pedale sinistro, nella prima parte della corsa si rallenta la velocità pur accelerando per sollevare i bracci rapidamente (scarico su tramogge in salita o utilizzo di frese da neve); premendo il pedale a fondo si frena. In pratica, il pedale sinistro varia in continuo la lunghezza della marcia, in alternativa all’uso della manopola sul cruscotto

costruzioni ottobre 2008 [165]


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

Il sistema elettronico per bilanciare il tiro: il sistema elettronico rileva la pressione nel circuito attrezzo e regola la coppia dei motori di traslazione, per fornire la miglior combinazione tra forza di strappo e spinta alle ruote, riducendo il consumo specifico. La manopola sul cruscotto permette di scegliere il modo operativo più adatto, evitando l’inutile consumo dei pneumatici e migliorando la spinta su neve o fango

La maggior efficienza della trasmissione idrostatica rispetto a quella idrocinetica (con convertitore di coppia) è nota a bassa velocità ed apprezzata anche per il maggior controllo di guida e la frenatura al semplice rilascio dell’acceleratore (con minor consumo dei freni). Per contro, le trasmissioni idrostatiche consumano di più ad alta velocità. Per evitare ciò, la trasmissione Hitachi dispone del Transfer box con frizione automatica che esclude un motore, automaticamente ad alta velocità, quando il tiro è minore, evitando inutili perdite di carico, per ridurre il consumo di combustibile nel carico e trasporto a distanza o nei trasferimenti

[166] costruzioni ottobre 2008

10:14

Pagina 166

• ADERENZA SULLA NEVE E LUNGA DURATA DEI PNEUMATICI

• SPINTA/FORZA DI SCAVO “BILANCIATE”

• EFFICIENZA NELLA SPINTA E BASSO CONSUMO IN VELOCITÀ Freno di parcheggio ad inserimento automatico

Tranfer box con frizione automatica per escludere un motore ad alta velocità e ridurre il consumo combustibile

Motore


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:14

Pagina 167

WALKAROUNDMACCHINE [di Supporto a “sella” baricentrica che favorisce la stabilità e lo smontaggio dell’assale posteriore

]

Gruppo freni nel corpo centrale dell’assale Utilizzando lo stesso olio di lubrificazione del differenziale dispogono di maggior quantità di fluido (27 litri) per smaltire il calore negli impieghi gravosi Differenziali a proporzionamento di coppia (di serie) Il particolare taglio degli ingranaggi del differenziale consente di trasferire fino al 25 % della coppia motrice dalla ruota che slitta a quella in presa, favorendo la trazione su terreni scivolosi

Grande quantità d’olio negli assali per smaltire il calore

Accumulatore per la sospensione bracci (di serie)

Sospensione bracci di serie Superando i 5 km/h, sul circuito di sollevamento bracci viene inserito un accumulatore che li sostiene ammortizzando le oscillazioni. Si riduce così la perdita di materiale dalla benna nel carico e trasporto a distanza Connessioni idrauliche con O-ring frontale per alta pressione

Distributore attrezzo pilotato a centro aperto

Pompa della trasmissione a pistoni assiali a cilindrata variabile Pompe in sequenza ad ingranaggi a cilindrata fissa per freni/pilotaggi, attrezzo e servizi

Pompa prioritaria per lo sterzo Montate in serie alla pompa della trasmissione seguono quella ad ingranaggi per lo sterzo (prioritaria), per l’attrezzo, per freni/pilotaggi e per il comando della frizione che esclude un motore della trasmissione. La pompa che alimenta il ventilatore idrostatico è azionata da una presa di forza laterale del motore

costruzioni ottobre 2008 [167]


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:15

Pagina 168

• SOLLEVAMENTO BRACCI AMMORTIZZATO IDRAULICAMENTE L’arresto ammortizzato idraulicamente del sollevamento bracci rende la guida confortevole e riduce la perdita di materiale dalla benna. Il distributore, tipo serie/parallelo, consente movimenti contemporanei

• STERZATA AMMORTIZZATA ESCLUSIVA L’esclusivo sistema di ammortizzazione dei cilindri di sterzo rende la guida confortevole riducendo stress e fatica

Esclusivi ammortizzatori di sterzo per una guida confortevole In fase di scarico, il rinvio a “Z” non si estende eccessivamente sotto i bracci (evitando di battere sulle sponde di camion e tramogge). Buon parallelismo dell’attrezzo nel sollevamentoabbassamento bracci per l’ultizzo con forche. Nonostante la geometria a “Z”, durante il sollevamento e l’abbassamento bracci, partendo e ritornando a posizioni orizzontali, l’attrezzo effettua un leggero richiamo che appoggia il carico al supporto verticale delle forche, garantendo la sicurezza nella movimentazione di pallet

[168] costruzioni ottobre 2008


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:15

Pagina 169

WALKAROUNDMACCHINE [di

]

• TELAIO E BRACCI MOLTO ROBUSTI 2,4 cm

Lo spessore marcato delle piastre orizzontali, dei montanti verticali e l’ampia luce tra i perni dell’articolazione garantisce ottima reazione alla torsione dei due telai

5 cm 71 cm

1,8 cm

1,9 cm

La contenuta altezza da terra del perno bracci (1,9 m) favorisce la stabilità 1,90 m

L’eccezionale spessore dei bracci (3,9 cm) garantisce la robustezza e la reazione alle sollecitazioni laterali, soprattutto operando con frese contro i muri di neve ai bordi strada

Traversa in fusione

Eccezionale spessore bracci da 3,9 cm

Una pompa ad ingranaggi, azionata da un motore elettrico alimentato dalla batteria, interviene nel caso di anomalia del circuito di sterzo garantendo la sicurezza

Le culatte dei cilindri di sterzo a centro articolazione (anzichè nel modulo anteriore) proteggono le aste cromate. La posizione “bassa” dei cilindri favorisce la stabilità L’ampio spazio per le catene favorisce le operazioni di sgombero neve su terreni ghiacciati

costruzioni ottobre 2008 [169]


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:15

Pagina 170

• CABINA AMPIA: LARGHEZZA 123 CM LUNGHEZZA 152 CM ALTEZZA 152 CM

Due porte con incernieramento posteriore

Scaletta inclinata con scalini autopulenti

Tettuccio termoisolante

Telaio porte controstampato e saldato Riscaldamento sedile di serie

Radio e “climatizzatore” di serie

Posacenere Posa cellulare

Accendino/presa 24 V Inclinazione schienale

Regolazione lombare

Volante a due razze per favorire la visibilità sul cruscotto

Cintura autoavvolgente Sospensione pneumatica Regolazione piantone di sterzo

[170] costruzioni ottobre 2008


COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:16

Pagina 171

WALKAROUNDMACCHINE [di

]

Cofano inclinato per una visibilità posteriore a partire da soli 5 m

Spatola tergi posteriore “lunga” (50 cm)

Tendina parasole autoavvolgente Retrovisori

Posa avambraccio registrabile

Registrazione longitudinale consolle Filtro aria di ricircolo

Facile accesso al filtro aria esterno

Inversore di marcia

• OTTIMA CLIMATIZZAZIONE E SBRINAMENTO Box refrigerato

Sbrinatori anteriori e posteriori

Climatizzazione automatica su due livelli (caldo sui piedi, fresco alla testa)

Attaccapanni

Apertura finestrino laterale con una mano

Plafoniera ad accensione automatica

Porta bottiglia/bicchiere

Posa oggetti ingombranti

Posa oggetti

costruzioni ottobre 2008 [171]


HITACHI ZW 150

COott08_157_172:COott08_157_172

3-10-2008

10:17

Pagina 172

• SCARICHI AGEVOLATI • PROGETTATA PER SEMPLIFICARE LA • FILTRI ACCESIBILI MANUTENZIONE Filtri combustibile con drenaggio

Filtro olio trasmissione

Box utensili di prima necessità

Filtro olio pilotaggi

Filtro olio attrezzo

• INGRASSAGGIO PERNI BRACCI OGNI 500 ORE

Indicazione intasamento filtro aria riportata sul cruscotto

Boccole sinterizzate ed impregnate d’olio ad altissima pressione

Scarico refrigerante con rubinetto

Scarico gasolio con rubinetto

L’indicazione del livello olio idraulico è riportata sul cruscotto Scarico olio motore remoto

Scambiatore di calore per l’olio motore Consente di prolungare l’intervallo di sostituzione dell’olio a 500 ore, evitando i picchi di temperatura che degenerano la capacità lubrificante

Filtro olio motore

[172] costruzioni ottobre 2008

Tre martinetti agevolano il sollevamento dei portelli ad ala di gabbiano

Prefiltro estraibile del bocchettone di rifornimento

Scarico olio idraulico

Tensionamento automatico della cinghia dell’alternatore

Vaschetta compensazione refrigerante


WalkAround Macchine 619 ottobre 2008