Page 1

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:20

Pagina 71

[624]

JCB JS360NLC

marzo_2009

WALKAROUND ACCHINE M Escavatore cingolato

Peso operativo 36,5 ton Potenza 202 kW

DI

CLAUDIO MARINI


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

JCB JS360 NLC

-

18-03-2009

12:21

Pagina 72

SINTESI DELLE CARATTERISTICHE

• MOTORE PREMIANTE PER: - POTENZA ELEVATA (202 KW) - CORSA CORTA (MINOR USURA) - CAMME IN TESTA (MINOR MANUTENZIONE, MODERNITÀ) - 24 VALVOLE (MAGGIOR COPPIA A BASSO REGIME) - EGR INTERREFRIGERATO A CONTROLLO ELETTRONICO CON “SINGOLA” ALZATA DELLE VALVOLE DI SCARICO (MINOR USURA, MAGGIOR EFFICIENZA) - COMMON RAIL E INTERCOOLER (MINOR CONSUMO COMBUSTIBILE) - CENTRALINA MOTORE REMOTA (AFFIDABILITÀ) - POTENZA DELL’IMPIANTO REFRIGERANTE - ACCURATO FILTRAGGIO DI TUTTI I FLUIDI • EFFICIENZA NELL’ASSORBIMENTO DELLA POTENZA (MINOR CONSUMO) PER: - VENTILATORE TERMOCONTROLLATO - RECUPERI DI ENERGIA IDRAULICA • PRESTAZIONI ELEVATE: - POTENZA (202 KW) - FORZA DI STRAPPO (26.830 DAN) - COPPIA DI ROTAZIONE (12.300 DAN) - PORTATA POMPE (2 X 310 L/MIN), CICLO RAPIDO - AUTONOMIA (SERBATOIO GASOLIO 670 L) - CARRO A 9 RULLI (MINOR USURA, STABILITÀ) - CABINA SILENZIOSA (74 DB, CATENARIA LUBRIFICATA E SIGILLATA DI SERIE) • MANUTENZIONE PROLUNGATA A COSTO RIDOTTO (QUANTITÀ FLUIDI CONTENUTA) [72] costruzioni marzo 2009


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:21

Pagina 73

WALKAROUNDMACCHINE [di

]

R INGRAZIAMO PER LA COLLABORAZIONE

MARTINO LORUSSO

DAVIDE BRAMBILLA

Funzione Responsabile Marketing Operativo e Sviluppo Concessionari Sede Assago (MI) E-mail martino.lorusso@jcb.com

Funzione Responsabile Marketing Heavy Line JCB Sede Assago (MI) E-mail davide.brambilla@jcb.com

costruzioni marzo 2009 [73]


JCB JS360 NLC

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

MOTORE • Isuzu AH-6HKIX con Turbo e Intercooler • EGR esterno refrigerato a controllo elettronico • Iniezione elettronica Common rail • Distribuzione con doppia camme in testa e 4 valvole per cilindro • 6 cilindri • 7,8 litri (alesaggio x corsa 115 mm x 125 mm); corsa “corta” • Generosa potenza netta al volano 202 kW a 2.000 giri/minuto

18-03-2009

12:21

Pagina 74

• UN MOTORE POTENTE CHE SI USURA POCO...PERCHÉ ALZA LE VALVOLE DI SCARICO UNA SOLA VOLTA PER CICLO Motore Isuzu a basso consumo specifico (Intercooler e Common rail)

• 24 VALVOLE QUATTRO VALVOLE PER CILINDRO Favoriscono l’ingresso d’una maggior quantità d’aria e proporzionalmente di combustibile, nonchè la loro miscelazione, consentendo maggior coppia soprattutto a basso regime

Elevata potenza erogata (202 kW)

• MOTORE A “CORSA CORTA” (125 MM) La corsa corta contribuisce (a parità di numero di giri) a ridurre la velocità lineare del pistone (8,33 m/s) per contenere i consumi di gasolio, riscaldamenti, usure, inerzie e vibrazioni.

Bassa velocità lineare del pistone (8,33 m/s; minor usura, vibrazione, rumore)

• DOPPIO ALBERO A CAMME IN TESTA (ELIMINATE LE ASTE DI RINVIO) CAMME IN TESTA L’eliminazione dei rinvii di “aste e bilancieri” riduce la manutenzione per riprendere i giochi valvole

[74] costruzioni marzo 2009

Doppio albero a camme in testa: motore moderno


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:21

Pagina 75

WALKAROUNDMACCHINE [di Elevata potenza specifica: motore efficiente

Intercooler

Ritorno dall’intercooler e ingresso nei cilindri

All’intercooler Turbo

• IL MINIMO È STABILE... ...PERCHÉ SI RICIRCOLA GAS SOLO QUANDO SERVE Singola alzata delle valvole di scarico per ridurne l’usura Ritorno dall’intercooler e ingresso nei cilindri

Elettrocontrollo EGR

Ricircolo gas di scarico

Scambiatore EGR FUNZIONAMENTO DELL’EGR Il ricircolo dei gas di scarico, ormai inerti, riducendo la temperatura di combustione, limita l’emissione d’Ossido d’Azoto (NOx gas nocivo) che le è proporzionale

]

• TURBO E INTERCOOLER INTERCOOLER L’aria pompata e surriscaldata dal turbo è raffreddata dall’inter-refrigeratore (o intercooler) prima dell’ingresso nei cilindri; così, se ne immette di più, perché aumenta di densità, e proporzionalmente si inietta più combustibile incrementando la potenza specifica (efficienza)

• MINOR QUANTITÀ DI GAS RICIRCOLATA VANTAGGI Il controllo elettronico dell’EGR consente di ricircolare il gas solo nei cicli in eccesso d’ossigeno e non penalizza il regime minimo (stabile); inoltre, evita l’usura della doppia alzata delle valvole di scarico (dell’EGR “continuo” tradizionale). Il raffreddamento consente di ricircolare meno gas, evitando cicli in carenza d’ossigeno

EGR a “refrigerazione esterna” con controllo elettronico Il ricircolo dei gas è controllato elettronicamente da un motorino elettrico che, aprendo un diaframma, dosa il cortocircuito dallo scarico all’aspirazione

costruzioni marzo 2009 [75]


JCB JS360 NLC

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

• RADIATORI DI

12:21

Pagina 76

Radiatore olio idraulico

Radiatore refrigerante Intercooler

ECCEZIONALE DIMENSIONE Radiatori di eccezionale larghezza pur “in parallelo” (alt. 120 x largh. 123 cm) I radiatori in parallelo (anzichè in serie ove quello anteriore scalda quello seguente e lo ostruisce durante la pulizia) sono più efficaci, facili da pulire e la grande dimensione contribuisce ad evitare il surriscaldamento dei fluidi, anche in climi caldi o sotto sforzo continuato

Il controllo elettronico consente di scegliere il momento ideale per l’iniezione, in modo indipendente dalla posizione dell’albero motore. Per determinare la corretta quantità di combustibile da iniettare e il momento ideale, frazionandolo in due fasi, il computer del motore rileva vari parametri attraverso opportuni sensori: ad esempio, rileva il regime e la posizione dell’albero motore, quella dell’acceleratore (potenziometrico), le temperature di refrigerante, aria aspirata e combustibile, la pressione dell’aria e del combustibile nel sistema d’iniezione. Ne conseguono ulteriori vantaggi: • miglior avviamento a freddo • minor perdita di potenza in quota

[76] costruzioni marzo 2009

Condensatore AC

Grande altezza/larghezza dei radiatori 120x123 cm

Radiatori di grandi dimensioni “a vantaggio del cliente” Chi spende i soldi? Il Costruttore ha speso più denaro per aumentare la dimensione dei radiatori, ma proporzionalmente ha ridotto la quantità di olio, invece a carico del Cliente nella manutenzione ordinaria, facendogli risparmiare denaro, a parità di capacità termica smaltita. FUNZIONAMENTO DEL COMMON RAIL: • una pompa a tre pistoni radiali mette in pressione un condotto comune, detto “Common rail”, dal quale partono tubetti che lo collegano ai singoli elettro-iniettori (sulle teste cilindri) • solenoidi a controllo elettronico, integrati negli iniettori, determinano il momento dell’iniezione e la massa di combustibile da iniettare • una pompa a lobi innesca il combustibile, a bassa pressione, per la pompa principale L’iniezione in due fasi (combustione progressiva che limita la temperatura di picco) riduce rumorosità, vibrazioni e inquinamento, e aumenta l’efficienza

Condotto Common rail

Pompa principale del Common rail ad alta pressione a pistoni radiali


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:21

Pagina 77

WALKAROUNDMACCHINE [di • GRANDE VENTILATORE DA 83 CM...

]

• VENTILATORE SILENZIOSO

CHE ASSORBE POCA POTENZA L’elevato numero di pale (10) riduce il rumore di pulsazione Sistema di riscaldamento motore accelerato con frizione elettro-magnetica termo-controllata

Vantaggi del grande ventilatore a velocità variabile: - 1° riduce l’usura (perché accelera il raggiungimento della temperatura ideale) - 2° riduce il consumo (perché assorbe più potenza solo quando serve) - 3° più potenza all’idraulico (grazie al risparmio del punto 2°) - 4° minor rumore (per il maggior numero di pale e il regime variabile)

Grande ventilatore da 83 cm di diametro

• EFFICIENZA DELL’IMPIANTO IDRAULICO: ANTISTALLO E RECUPERI DI ENERGIA L’idraulico assorbe tutta la potenza disponibile senza mai sovraccaricare il motore Elevata potenza idraulica per maggior forza di scavo (26.830 daN), coppia di rotazione (12.300 daN) e ciclo rapido Cicli rapidi grazie alla maggior portata delle pompe (2 x 310 l/min) Un ricircolo tra ingresso e uscita dei cilindri di sollevamento accelera i cicli di lavoro risparmiando combustibile

L’ammortizzazione dei movimenti bruschi rende la guida confortevole e riduce le sollecitazioni alle strutture

L’antistallo consente alle pompe di assorbire fino all’ultimo chilowatt disponibile senza sovraccaricare il motore, indipendentemente dalla temperatura degli oli, dalla quota o dalle condizioni d’uso. In sua mancanza la potenza idraulica dovrebbe essere limitata a priori, con minor efficienza e prestazioni inferiori alla potenza dichiarata. Le pompe in parallelo, a pistoni assiali e cilindrata variabile, con regolazione “negativa” erogano solo la quantità di olio richiesta, risparmiando combustibile, non solo a fermo e quando il regime motore va automaticamente al minimo. Un recupero di energia cortocircuita l’olio in uscita dai cilindri di sollevamento all’ingresso degli stessi (senza assorbire olio dalla pompa) accelerando i movimenti e risparmiando combustibile. Opportune strozzature (disinseribili dall’operatore) sui pilotaggi del distributore, ammortizzano i movimenti bruschi, rendono la guida confortevole e riducono le sollecitazioni alle strutture. costruzioni marzo 2009 [77]


JCB JS360 NLC

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

• PROGETTATA PER SEMPLIFICARE LA MANUTENZIONE

• FILTRI ACCESSIBILI E “VERTICALI” • FILTRAGGIO COMBUSTIBILE MOLTO ACCURATO

18-03-2009

12:22

Pagina 78

MANUTENZIONE ORDINARIA • Sostituzione filtri e olio motore prolungata a 500 ore • Filtraggio combustibile accurato con triplo filtro a fondello trasparente • Sostituzione olio idraulico prolungata a 5.000 ore • Eccezionale filtraggio oli idraulici: - filtro sui drenaggi dei motoriduttori - filtro sul circuito degli accessori - filtro sul circuito dei pilotaggi - filtro a “portata ridotta” ad alta protezione (1,5 micron) - filtri principali interni al serbatoio • Ingrassaggio perni braccio prolungato a 1.000 ore • Scarichi fluidi agevolati da raccordi, rubinetti e valvole ecologiche • Sostituzione filtri agevolata dal montaggio remoto e verticale • Tensionamento cinghie agevolato da tenditori a vite • Rifornimento combustibile agevolato da stop automatico per troppo pieno • Sostituzione attrezzi agevolata da rubinetti idraulici d’estremità e accumulatore • Rimozione pannelli inferiori torretta agevolata da asole per un rapido sfilamento • Accumulatore per movimenti a motore spento favoriti dalla gravità • Centralina motore “protetta” (dietro la cabina assieme al computer di bordo)

Il filtraggio del combustibile è eccezionalmente curato da ben due separatori acqua/gasolio più un filtro principale di grandi dimensioni; tutti, hanno l’involucro trasparente per un immediato riscontro delle impurità e un rubinetto sottostante per la loro rapida espulsione. La cura del circuito gasolio è diventata indispensabile per evitare fermi macchina (in coerenza con le esigenze di un sistema di iniezione efficiente)

Eccezionale filtraggio del gasolio con tre filtri a fondello trasparente

• ECCEZIONALE

Filtro “fine” (1,5 micron)

Pompa elettrica di auto-innesco gasolio

Una pompa elettrica innesca automaticamente il combustibile evitando laboriosi spurghi manuali o lo scarico della batteria se si agisce tramite il motorino d’avviamento del motore

FILTRAGGIO OLIO IDRAULICO L’accurato filtraggio degli oli idraulici prevede: - filtro a maglia super fine (1,5 micron) su una parte del circuito idraulico - filtro sul ritorno dei drenaggi dei motoriduttori di traslazione e rotazione torretta - filtro sul circuito dei pilotaggi - filtro sul ritorno del circuito accessori - filtri tradizionali interni al serbatoio

[78] costruzioni marzo 2009

Filtro olio pilotaggi Filtro drenaggi motoriduttori

Filtro circuito accessori


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:22

Pagina 79

WALKAROUNDMACCHINE [di Spia livello refrigerante sul cruscotto

Filtro aria con attenuatore sonoro

Spia intasamento filtro aria sul cruscotto Facile accesso al filtro olio motore remoto

Il filtro dell’olio motore riportato in ottima posizione nel vano pompe evita scomodi interventi di sostituzione dal sotto o sopra torretta manutenzione in sicurezza, comoda, veloce e con minor costo)

]

L’intasamento del filtro aria o il livello scarso del refrigerante motore sono segnalati sul cruscotto da spie che evitano controlli diretti. Una intercapedine scatolata funge da attenuatore sonoro del rumore di aspirazione Cruscotto completo di informazioni

Nel computer di bordo vengono memorizzati i dati identificativi e di funzionamento della macchina, in modo molto dettagliato per facilitare eventuali indagini future. Senza bisogno di collegare computer esterni sono disponibili tre livelli di accesso ai dati. Eventuali anomalie sono visualizzate con scritte in lingua nazionale e non con codici di laboriosa identificazione. Sotto al cruscotto digitale/analogico a cristalli liquidi, spie ben identificabili monitorizzano il funzionamento della macchina Solo 370 litri di olio idraulico da sostituire ogni 5.000 ore: un bel risparmio Il grande radiatore idraulico permette di ridurre la quantità d’olio del sistema riducendo i costi di sostituzione

Refrigerante

Radiatore olio idraulico

Al raggiungimento del troppo pieno, il rifornimento con pompa elettrica si ferma automaticamente evitando pericolose fuoriuscite di combustibile Meno fermi macchina per rifornimento grazie al serbatoio eccezionale da 670 l

La posizione laterale della pompa lascia ampio spazio per lo stivaggio di utensili

• SOSTITUZIONE OLIO IDRAULICO OGNI 5.000 ORE Il prolungamento dell’intervallo di sostituzione riduce sensibilmente i costi operativi. La grande dimensione del radiatore consente di ridurre la quantità d’olio idraulico a soli 370 litri, senza temere surriscaldamenti

• ECCEZIONALE AUTONOMIA (SERBATOIO 670 L)

• LO STOP DI RIFORNIMENTO AUTOMATICO costruzioni marzo 2009 [79]


JCB JS360 NLC

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

• SCARICHI

12:22

Pagina 80

Valvola per lo scarico controllato dell’olio motore

Scarico “remoto del riduttore di rotazione

AGEVOLATI Lo scarico ecologico e controllato dell’olio motore (caldo) e del gasolio s’ottiene avvitando l’apposita tubazione sulla valvola di ritenuta. A mano a mano che la tubazione si avvita lo scarico inizia e aumenta progressivamente, consentendo uno scarico sicuro e controllato

Scarico gasolio ecologico e controllato

Botola di ispezione

Una pratica botola permette di accedere facilmente all’interno del serbatoio del gasolio per eventuale pulitura di morchie o detriti (altrimenti bisognerebbe smontare il serbatoio con costi elevati)

• TENSIONAMENTO RAPIDO DELLA “TRIPLA CINGHIA A BANDA LARGA” La tripla cinghia a banda larga con dentatura trapezoidale garantisce lunga durata e buona capacità di trazione, evitando gravi blocchi della pompa acqua del motore e dell’alternatore

Cinghia “tripla”

Tensionatore a vite della cinghia dell’alternatore I tensionamenti delle cinghie con “vite”, anzichè manuali con palanchino di leva, sono facili, rapidi ed evitano faticose regolazioni, pur con l’accortezza di non eccedere nella tensione per non danneggiare i cuscinetti

• INGRASSAGGIO PERNI BRACCIO OGNI 1.000 ORE Boccole in ottone con lubrificante solido al molibdeno riducono l’usura dei perni e consentono di prolungare l’intervallo di lubrificazione

[80] costruzioni marzo 2009

Tensionatore a vite della cinghia del compressore AC

Boccole speciali per prolungare l’ingrassaggio perni a 1.000 ore


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:23

Pagina 81

WALKAROUNDMACCHINE [di Pannelli con forature ad asola consentono lo sfilamento senza svitare interamente tutti i bulloni

Pannelli con forature ad asola

]

• SMONTAGGI RAPIDI

Accumulatore per effettuare movimenti a motore fermo favoriti dalla gravità Rubinetti per allacciare tubazioni ausiliarie senza scaricare la pressione idraulica

• ALLACCIAMENTO RAPIDO DEGLI ACCESSORI

Accumulatore sui pilotaggi del distributore Connessioni elettriche stagne garantiscono affidabilità, mentre fili elettrici colorati agevolano la diagnosi dei guasti. Una presa consente di collegare palmari esterni al computer di bordo che memorizza ogni anomalia

Presa per collegare computer esterni alla memoria di bordo

• INTERVENTI RAPIDI SULL’IMPIANTO ELETTRICO Il condensatore dell’aria condizionata “incernierato” favorisce la pulitura dei radiatori sottostanti

Fili elettrici colorati facilitano la diagnosi Connessioni a tenuta stagna

Condensatore incernierato facilita la pulizia Prese di pressione ad attacco rapido

Botola d’ispezione alle tubazioni nei carrelli

“Vere” piastre anti-scivolo

• DETTAGLI CHE SEMPLIFICANO LA VITA AL MANUTENTORE E... LA RENDONO PIÙ SICURA

Lo “stop” di sicurezza/emergenza Pratico fissaggio della pompa grasso

Scalino anti-scivolo e auto-pulente

costruzioni marzo 2009 [81]


JCB JS360 NLC

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

• BRACCIO “CENTRATO”... ...FORZA CON MENO

12:23

Pagina 82

• QUALITÀ E COSTRUZIONE ROBUSTA Ottima forza di strappo da 26.830 daN

Braccio perfettamente centrato sulla ralla

SOLLECITAZIONI Spessore 30 mm Il braccio “centrato” evita sollecitazioni asimmetriche alle strutture, in particolare le carpenterie dei telai e la ralla sono meno sottoposte a coppie torcenti durante lo scavo

Diametro ralla 150 cm

Spessore 21 mm Spessore 21 mm

• UNIONE SOLIDA TRA CARRO E TELAIO: • CATENARIA “SILENZIOSA” A TENUTA DI SERIE La catenaria con perni lubrificati e sigillati, esente da manutenzione, non solo rende la traslazione confortevole riducendo il cigolio, ma riduce anche gli attriti, il consumo di combustibile e migliora la spinta. Opportune “gole” favoriscono l’espulsione di detriti tra i perni della catenaria e i denti della ruota motrice (minor usura)

• CARRO A 9 RULLI Distribuire il peso su 9 rulli (anziché 8) riduce la pressione specifica sulla catenaria, prolungando la durata delle parti. Un maggior numero di rulli abbassa anche il baricentro della macchina (più peso in basso) favorendo la stabilità

[82] costruzioni marzo 2009

Per ridurre le sollecitazioni che passano dal longherone alla torretta e viceversa, l’ampia connessione “fasciante” (della piastra inferiore al carrello) abbraccia la totale altezza del longherone. Inoltre, la maggior distanza tra le due lamiere orizzontali contribuisce alla robustezza, rigidità e reazione alle flessioni dell’intera struttura

Ampia distanza tra le piastre orizzontali

Telaio tradizionale

Ottima luce libera da terra (53 cm) Collegamento ampio e fasciante del telaio al longherone

Sottocarro a 9 rulli per prolungare la durata di rulli e catenaria aumentando la stabilità

Ottimo tiro da 29.300 daN passo maglia 215 mm Gole di spurgo fango (minor usura)

59,5 cm Catenaria “silenziosa” di serie


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:23

Pagina 83

WALKAROUNDMACCHINE [di

]

• MENO Una sola saldatura sui lati del braccio

SALDATURE SUL BRACCIO Per ridurre il numero di saldature, potenziali zone critiche (considerata anche la grande forza di strappo), oltre l’utilizzo di piastre in un sol pezzo sopra e sotto il braccio, le pareti laterali sono costituite da due lamiere (anziché tre tradizionali)

Cofani perimetrali di protezione serbatoi

• SERBATOI PROTETTI DAGLI URTI I cofani laterali “aggiuntivi” proteggono i serbatoi del gasolio e dell’olio idraulico da possibili urti (le pareti dei serbatoi non diventano le cofanature della macchina)

Serbatoio gasolio plastico antiruggine e anticondensa di eccezionale capacità (670 l)

• SERBATOIO PLASTICO Il materiale plastico del serbatoio evita la formazione di condensa interna, nelle ore notturne, e la successiva ruggine, con problemi all’impianto d’iniezione, fino al fermo macchina. La malleabilità di forma permette di sfruttare le cavità per una maggior capacità. Un serbatoio in lamiera può perdere dalle saldature, questo no!

costruzioni marzo 2009 [83]


JCB JS360 NLC

COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

• CENTRALINA

12:24

Pagina 84

Affidabile centralina motore montata dietro la cabina assieme al computer di bordo (non sulla bancata del motore ove è soggetta a calore e vibrazioni)

MOTORE REMOTA Il suo montaggio dietro la cabina, evita che il motore le trasmetta calore e vibrazioni, riducendo l’affidabilità di questo importante componente

• TUBAZIONI BEN GUIDATE E PROTETTE Passaggio nei telai protetto da guarnizioni

• PANNELLI

Fissaggi antifrizione

Pannelli fissati con borchie (non solo incollati)

FONOASSORBENTI FISSATI CON BORCHIE A differenza del semplice incollaggio, i pannelli fonoassorbenti fissati con borchie sfidano il tempo, dando l’immagine di qualità costruttiva anche dopo anni di lavoro (valore dell’usato) Gli ingrassatori “radiali” (anziché assiali) riducono i costi costruttivi, lo sforzo di pompaggio del grasso (minor lunghezza del condotto) e non indeboliscono la sezione del perno che rimane “piena e integra”

• PRONTA PER IL SOLLEVAMENTO [84] costruzioni marzo 2009

Vaschetta posautensili con scolo acqua

Protezione del giunto rotante di serie

Ingrassatore in posizione protetta

Ingrassatori “radiali” (non assiali)

Gancio a norma per sollevamento di serie

Valvole anticaduta di serie su sollevamento e penetrazione


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:24

Pagina 85

WALKAROUNDMACCHINE [di Dimensioni: 93 W x 106 H x 163 L

• CABINA MOLTO SILENZIOSA (74 DAB) Sedile con doppia slitta

]

Il parabrezza “curvo” amplia il volume interno

Il sedile può essere regolato in avanti-indietro assieme alle consolle o da solo

Pianale di facile pulizia

• PARABREZZA SOVRAPPONIBILE Il parabrezza inferiore può essere sovrapposto a quello superiore e successivamente stivato nel sottotetto senza sforzo grazie a opportuni martinetti a gas

Nessuna contorsione o rischio di rottura per togliere il parabrezza inferiore: basta sovrapporlo a quello superiore

Entrambi i parabrezza stivati nel sottotetto

Ottima visibilità verso l’alto Fessura antiappannamento

Il parabrezza inferiore può essere posizionato in modo da lasciare una fessura, rispetto a quello superiore, che favorisce il disappannamento con tempo umido

Antina parasole frontale o per il lunotto

Specchietto posteriore vista lato macchina

Pulsantiera “a parete” con membrana impermeabile, facile da pulire, non raccoglie detriti (come quelle su consolle)

Raro cruscotto orientabile

La pulsantiera “verticale” è anche in posizione più comoda, rispetto a quelle su consolle laterale orizzontale Eliminazione movimenti bruschi


COmar09_071_086cor.qxd:COmar09_071_086cor

18-03-2009

12:25

Pagina 86

Climatizzazione automatica (non una semplice aria condizionata)

Diffusori orientabili anteriori

Radio con pulsante remoto di spegnimento

Diffusori orientabili posteriori

Diffusori sul pianale

Porta bottiglia/bicchiere

Presa per ricarica cellulare (12 V)

Posa cellulare

Vano per documenti/manuali

Pedaliera in lega

Finestra laterale scorrevole

Vano oggetti ingombranti

Tasca porta documenti

Plafoniera

Posa oggetti

Posa oggetti

Posacenere

• DETTAGLI PER IL COMFORT

Attaccapanni

[86] costruzioni marzo 2009

Lavavetro esterno alla cabina

WalkAround Macchine 624 marzo 2009  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you