Page 1

Casa editrice la fiaccola srl

Macchine Mezzi d’Opera Attrezzature

TERRE DA SCAVO

DA PROBLEMA A OPPORTUNITÀ

Macchine&Attrezzature RICERCA&SVILUPPO ABBIAMO PARTECIPATO AL PRIMO INNOVATION FORUM VOLVO

Flotte&Noleggio SISTEMI IDRICI L’AZIONE SUL TERRITORIO DI XYLEM WATER SOLUTIONS E LOWARA

ProvatiPerVoi MERCEDES BENZ ALLA GUIDA DELLA NUOVA GAMMA DA CANTIERE

673

Anno LXII 8_9_Settembre 2013

WALKAROUND MIDIESCAVATORE YANMAR ViO80-1


L’emozione si fa strada Due giorni di prove su pista: sabato e domenica* Convegni e workshop rinnovati Premi Driver e Company of the year | Nuovi eventi collaterali In collaborazione con

www.truckemotion.it *Per partecipare alle prove su pista, è obbligatorio effettuare la registrazione sul sito ufficiale www.truckemotion.it


Soluzioni intelligenti avvicinano il nostro futuro

}

Ogni macchina mobile per movimentare carichi ha bisogno di funzionalità specifiche per il tipo di lavoro che è chiamata a svolgere: sollevare, ruotare, depositare o semplicemente spostarsi nell’area di lavoro. Di questo si occupano gli specialisti Rexroth, che, grazie agli azionamenti ed ai controlli elettroidraulici dei sistemi Rexroth, garantiscono l’accuratezza dei movimenti macchina, l’ottimizzazione dei consumi e l’assistenza in tutto il mondo. Rexroth offre una tecnologia innovativa, prodotti affidabili e soluzioni sviluppate per soddisfare le esigenze dei costruttori di macchine e utilizzatori delle stesse.

Bosch Rexroth S.p.A. S.S. Padana Superiore 11, n. 41 - 20063 Cernusco s/N MI www.boschrexroth.it/mobilehydraulics

The Drive & Control Company

Perfetto


Mensile di Macchine Mezzi d’Opera Attrezzature Fondato nel 1952 da Giuseppe Saronni

)33. 0010 - 9665

3/--!2)/ ATTUALITÀ&PRODOTTI 6

Notizie Normative, statistiche, sollevamento, trasmissioni, pneumatici, componenti, piattaforme aeree, acciai, gru idrauliche, stabilimenti, manifestazioni, localizzazione satellitare, sicurezza, aste online

MACCHINE &COMPONENTI

ESCAVATORI CINGOLATI

56

Hyundai punta sull’idraulica Hi Poss per abbattere i consumi di carburante del 20%

MOTORI

46

Piccolo è bello (e pulito) Downsizing e minimi ingombri dei sistemi post-trattamento per la gamma Perkins 2014

ATTREZZATURE IDRAULICHE

62

RICERCA E SVILUPPO

50

Generazione meccatronica

L’innovazione è sostenibile

Mi casa es tu casa Cangini ha aperto le porte del suo campo prove per presentare la gamma 2013 delle attrezzature in azione

Abbiamo partecipato al primo Volvo Innovation Forum. La Casa svedese lavora per un futuro migliore

14

50

62 .ELPROSSIMONUMERO

:$/.$5281' Analizziamo il nuovo midiescavatore Yanmar ViO80-1

26

COSTRUZIONI a bordo del nuovo Trakker per testare la nuova cabina sviluppata a partire dalle soluzioni adottate per il pesante stradale Stralis, nata per migliorare il comfort di guida e la vita a bordo. Sul prossimo numero anche tutti i particolari tecnici del nuovo cava IVECO, con l’inedita impronta stilistica a partire dalla calandra, disegnata coerentemente al “family feeling” del marchio torinese, che rende inoltre agevole la personalizzazione grafica da parte del cliente.


68

Segui questo logo! ĂŒÂˆĂŠĂƒi}˜>Â?>ĂŠÂˆĂŠVÂœÂ?Â?i}>“iÂ˜ĂŒÂˆĂŠVÂœÂ˜ĂŠÂˆÂ?ĂŠÂ“ÂœÂ˜`ÂœĂŠĂœiL

MOTORI

Quasi come al semaforo

TERRE E ROCCE

86

Bosch Rexroth presenta il sistema Start-Stop dedicato alle macchine del settore construction

OpportunitĂ green Il nuovo Piano di Utilizzo e le terre da scavo. Diamo la parola al professore Mauro di Prete de La Sapienza

DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO CAVE&CALCESTRUZZO 74

Notizie Normative, frantumazione, riciclaggio, rifiuti

ATECAP

94

Nuove idee, nuove proposte LegalitĂ e qualificazione della filiera del calcestruzzo e del calcestruzzo armato

ROBOT

78

Two is meglio che one Brokk introduce in gamma due nuove macchine radiocomandate: il piccolo 60 e il veloce 400 D

ISTITUTO ITALIANO CALCESTRUZZO

96

L’istituto pensante Il consorzio Melinda sceglie Floortek Aeternum Cal per la propria pavimentazione

BONIFICHE

82

Problem solving

100

L’esperienza di MS Isolamenti nel trattare l’amianto per riqualificare aree compromesse

Notizie Mercato, additivi, inerti, casseforme, manifestazioni, stabilimenti

82

122

673

8_9_SETTE M B R E 2013 $)2%44/2%2%30/.3!"),% ,UCIA%DVIGE3ARONNI LSARONNI FIACCOLAIT

$)2%44/2%%$)4/2)!,% -ATTHIEU#OLOMBO MCOLOMBO FIACCOLAIT #//2$).!-%.4/%$)4/2)!,% $ANIELA3TASI DSTASI FIACCOLAIT 2%$!:)/.% -AURO!RMELLONI #RISTIAN&URINI %MILIA,ONGONI COSTRUZIONI FIACCOLAIT 3%'2%4%2)! /RNELLA/LDANI SEGRETERIA FIACCOLAIT #/,,!"/2!4/2) 3ILVIO#OCCO !NTONIO&ARGAS #LAUDIO-ARINI )-0!').!:)/.% 3TUDIO'RAFICO0AGE !--).)342!:)/.% #RISTINA3CICCHITANO AMMINISTRAZIONE FIACCOLAIT !""/.!-%.4) -ARIANA3ERCI ABBONAMENTI FIACCOLAIT 42!&&)#/%05"",)#)4° ,AURA#ROCI #ARMEN.APOLI MARKETING FIACCOLAIT -!2+%4).'%05"",)#)4° 2%30/.3!"),% %34%2/ 3ABRINA,EVADA SLEVADA FIACCOLAIT !'%.4) 'IORGIO#ASOTTO 4 & PER&RIULI6ENEZIA'IULIA 4RENTINO!LTO!DIGE 6ENETO %MILIA2OMAGNA OTTOADV TINIT

CASSEFORME

104

Un tesoro in cassaforma Le novitĂ che Doka ha presentato a Bauma e il prototipo di una soluzione unico per pareti e solai

FLOTTE&NOLEGGIO 112

Notizie Piattaforme aeree, nuove sedi, tecnologie, torri faro, idropulitrici SISTEMI IDRICI

Alla fine di settembre lo stabilimento KOMATSU di Este festeggerà i suoi primi 50 anni dall’avvio della produzione. Siamo stati invitati alla cerimonia e vi terremo aggiornati. Possiamo anticiparvi che negli ultimi anni lo stabilimento KUE è stato oggetto di investimenti per rimanere al passo con i tempi e migliorare efficienza, produttività, sicurezza e qualità. Tra gli invitati, anche il fondatore della FAI Giovanni Bettanin. All’evento sarà anche presentato un libro che ripercorre mezzo secolo di storia industriale.

116

L’unione fa la forza Xylem Water Solutions e Lowara hanno una struttura unica per distribuzione, assistenza e noleggio

-ENSILE ,/#/.6 2EG4RIB-ILANO.DEL 34!-0! 4EPSRL 3TRADADI#ORTEMAGGIORE  0IACENZA )3#2):)/.%!,2%')342/.!:)/.!,%34!-0! .6OL&OGLIO2OC 02%::)$)6%.$)4! ABBANNUO)TALIA %URO   ABBANNUO%STERO %URO   UNACOPIA %URO   UNACOPIA%STERO %URO   ÂśVIETATAEPERSEGUIBILEPERLEGGELARIPRODUZIONETOTALEOPARZIALE DITESTI ARTICOLI PUBBLICITĂŒEDIMMAGINIPUBBLICATESUQUESTA RIVISTASIAINFORMASCRITTASIASUSUPPORTIMAGNETICI DIGITALI ECC ,ARESPONSABILITĂŒDIQUANTOESPRESSONEGLIARTICOLI FIRMATIRIMANEESCLUSIVAMENTEAGLI!UTORI )LSUONOMEĂ’INSERITONELLANOSTRAMAILINGLISTESCLUSIVAMENTE PERLgINVIODELLENOSTREPUBBLICAZIONI,EGGESULLA 0ROTEZIONEDEIDATI0ERSONALI 3ENONDESIDERARICEVERLE INVIILASUA RICHESTASCRITTAA#ASA%DITRICE,A&IACCOLASRL /RGANODIINFORMAZIONEEDOCUMENTAZIONE 5NIONE#OSTRUTTORI)TALIANIDI -ACCHINEPER#ANTIERI%DILI 3TRADALI -INERARIE!FFINI

PROVATI perVOI MERCEDES-BENZ GAMMA CANTIERE

122

Manuale? Solo a richiesta Siamo stati in cava per provare alcuni dei modelli di punta degli off road della Stella. Generazione automatica

1UESTOPERIODICO Ă’ASSOCIATOALL5NIONE3TAMPA 0ERIODICA)TALIANA NUMERODIISCRIZIONE

Casa Editrice

la fiaccola srl 20123 Milano Via Conca del Naviglio 37 Tel. +39 02 89421350 Fax +39 02 89421484

777#/3425:)/.)7%"#/-

@

ima on lin pr

e

nte

eb.com truzioniw www.cos


72

www.atlascopco.it

13

www.haulotte.it

103

www.betonblock.com

67

www.komatsuitalia.it

61

www.bkt-tires.com

11

www.layher.it

).#/0%24).!

).3%2:)/.)34)

sul ciclo  L’articolo di utilizzo delle terre da scavo è a pagina 68.

www.canginibenne.com

43

www.lombardini.it

95

www.ceccantini.it

55

www.machineryzone.it

115

www.smopyc.es

III Cop www.cgt.it

101

www.ma-estro.com

23

www.stucchi.it

110

www.conexpoconagg.com

109

www.it.manitou.com

44

info@midiequipment.it

20

www.ctelift.com

7

www.mecalac.com

IV Cop www.teknachem.it

19

www.dieci.com

92

www.mercedes-benz.it/il-nuovo-arocs

77

www.trevibenne.it

5

www.esti.it

15

www.messersi.it

II Cop

www.truckemotion.it

21

www.fassi.com

1

www.boschrexroth.it

12

www.variscospa.com

9

www.gsrspa.it

10

www.samoter.com

113

www.gv3.it

S.p.A.

17

!ZIENDECITATE AI Toptaglio........................75 Allison Transmission ..............7 Bosch Rexroth ....................68 Brook ..............................78 Cangini ............................62 Case ................................15 Cofiloc ............................114 Cte ..................................19 Doka ..............................104 Eaton ..............................13 Effer ................................16

Emiliana Serbatoi ................24 Fassi................................12 Great Wall ..........................6 Gruppo Ama ......................25 Haulotte ............................10 Hyundai ............................56 Idrobase Group ..................113 Ironplanet..........................23 Istituto Iride ......................86 Laterlite ..........................101 Liebherr ............................18 Lowara............................116 Mapei ............................102 Marangoni ..........................8

Martin ..............................24 Mecalac ............................20 Mercedes Benz ..............11-122 MS Isolamenti ....................82 MWH Global ......................76 Padoan ............................24 Peri................................102 Perkins ............................46 Piusi..................................8 Powerscreen ....................100 Protex ..............................25 Romea Equipment................22 Saccon Gomme ..................15 Salini Impregilo ....................6

Savis ..............................112 Siemens............................25 Socage............................114 Spektra ............................25 Ssab ................................11 Tensofloor ........................96 Terex................................14 Terex Finlay ......................75 Tower Light ......................112 Trelleborg..........................24 Volvo CE ..........................50 Webasto............................25 Xylem Water Solutions ........116 Yanmar ............................26


L’acciaio antiusura.

Profili laminati italiani. Alta qualità. I profili laminati prodotti con il nuovo acciaio ESTRONG rappresentano la massima espressione dell’acciaio antiusura.

PRODUZIONE ITALIANA

ESTI s.r.l. Via dei Baicc, 5 25074 Idro (Brescia) Italy Tel. +39 0365 82 33 27 Email info@esti.it www.esti.it


NEWS

ATTUALITÀ&PRODOTTI

3/3 COSTRUZIONI

&ORISENZAPETROLIO )LGRUPPO3!,).))-02%'),/ ESEGUIRÌCOMELEADER DIUNCONSORZIOINTERNAZIONALEDICUIFANNOPARTE !NSALDO3TS LACANADESE"OMBARDIER LINDIANA ,ARSEN4OUBROELASAUDITA.ESMAILMAXI CONTRATTOPROMOSSODALLA2IYADH$EVELOPMENT !UTHORITY PERLAPROGETTAZIONEECOSTRUZIONEDELLA NUOVA,INEA KM DELLAMETRODI2IAD LA LINEAPIáLUNGADELGIGANTESCOPROGETTODELLANUOVA RETEDIMETROPOLITANEDELLACAPITALESAUDITA

FRQIHUPDQRO¶HPHUJHQ]D QHOODPHGLDGHOWULPHVWUH PDU]RPDJJLRLOYDORUH GHVWDJLRQDOL]]DWRGHOOD SURGX]LRQHQHOOH FRVWUX]LRQLKDUHJLVWUDWR XQDIOHVVLRQHGHO ULVSHWWRDLWUHPHVL SUHFHGHQWLPHQWUHDG DSULOHORVWHVVR,VWLWXWR DYHYDVHJQDODWRXQ DXPHQWRGHOULVSHWWR

www.greatwall.it

N

SUHVHQWD]LRQH GHOO¶RVVHUYDWRULR FRQJLXQWXUDOHVHFRQGRLO TXDOHQHOLOFDORGHL FDQWLHULVDUjGHOH VHUYLUDQQRPLOLDUGL O¶DQQRSHULQYHUWLUHODURWWD 8QWUDFROORJLjDQQXQFLDWR GXQTXHHYLWDELOHVRORD SDWWRGLLQYHVWLUHFRQ FRUDJJLRQHOVHWWRUH(L GDWLGLIIXVLGDOO¶,VWDW

www.salini.it

RQVLDUUHVWDLOFDOR GHOODSURGX]LRQH QHOOHFRVWUX]LRQL VHFRQGRO¶,VWDWDPDJJLR O¶LQGLFHKDUHJLVWUDWR XQPHQRULVSHWWRDG DSULOHPHQWUHODIOHVVLRQH ULVSHWWRDPDJJLR DUULYDDO8QD VSLUDOHQHJDWLYDVXOODTXDOH O¶$QFHDYHYDJLjODQFLDWR O¶DOODUPHLQRFFDVLRQHGHOOD

DPDU]R1HOODPHGLDGHL SULPLFLQTXHPHVLGHO ODSURGX]LRQHQHO VHWWRUHFRVWUX]LRQLqVFHVD GHOULVSHWWRDOOR VWHVVRSHULRGRGHOO¶DQQR SUHFHGHQWH GDWRFRUUHWWR SHUJOLHIIHWWLGL FDOHQGDULR PHQWUH VHFRQGRO¶LQGLFHJUH]]RLO FDORqVWDWRGHO ³'RSRODWLPLGDULSUHVDGL DSULOHLGDWLUHODWLYLD PDJJLRFLULSRUWDQRFRQL SLHGLSHUWHUUDODYHULWjq FKHVHQ]DLQWHUYHQWL VWUXWWXUDOLO¶LQWHUR FRPSDUWRGHOO¶HGLOL]LD ULVFKLDGLVFRPSDULUHFRQ FRQVHJXHQ]HHFRQRPLFKHH VRFLDOLGHYDVWDQWL´&RVuLO VHJUHWDULRJHQHUDOHGHOOD )LOFD&LVO'RPHQLFR 3HVHQWLKDFRPPHQWDWRL GDWL,VWDW³$EELDPR FKLHVWRDOJRYHUQRGL LVWLWXLUHDOSLSUHVWRXQ WDYRORVWUDRUGLQDULRGLFULVL HGLDWWXDUHLQWHUYHQWL LPPHGLDWLSHUDSULUH SLFFROLHJUDQGLFDQWLHUL ULGDQGRILDWRDXQVHWWRUH LQGXVWULDOHFKHSLGLDOWUL SXzIDUHGDWUDLQRSHUOD ULSUHVD´ www.istat.it

,A-URAGLIAIN"ULGARIA %URASIA-OTOR#OMPANY IMPORTATOREUFFICIALEPERL)TALIADEL MARCHIOCINESE'2%!47!,, DALSECONDOSEMESTREDI QUESTANNO INIZIERÌLAPPROVVIGIONAMENTODELNUOVO0ICK 5P3TEED DIRETTAMENTEDALLAFABBRICABULGARADELLA'REAT7ALLGESTITADALLA ,ITEX-OTORSA,OVECH1UELLAIN"ULGARIAÒLUNICAFABBRICA ESCLUSIVADELLA'REAT7ALL-OTORSIN%UROPAESIESTENDESUUNAREA DIM,APRIMAFASEDIREALIZZAZIONEÒCOMPLETATAELA PRODUZIONESARÌDICIRCAVETTURELANNO


'ASINAUTOMATICO

TXDGUDYLQFHQWHQRQVLFDPELD3HUTXHVWR $VWUDHG$//,62175$160,66,21 VRQR VWDWHDQFRUDXQDYROWDVFHOWHSHUXQLQWHUYHQ WRGLSRUWDWDVWUDWHJLFDODFRVWUX]LRQHGLXQRGHLSL LPSRUWDQWLJDVGRWWLHXURSHLLO1(/ 1RUWK(XURSHDQ *DV3LSHOLQH %RQDWWLO¶LQWHUQDWLRQDOFRQWUDFWRUFKH VLDIILGDDG$VWUDGDDQQLKDRSWDWRSHUJOL+' LQUDJLRQHGHOODULFRQRVFLXWDDIILGDELOLWjHYHUVDWLOLWj GHLPH]]LHSHUODUHODWLYDIDFLOLWjGLWUDVIRUPD]LRQH 3HULVXRL$VWUD%RQDWWLKDULFKLHVWRO¶DOOHVWLPHQWR FRQWUDVPLVVLRQHDXWRPDWLFD$OOLVRQGHOOD6HULH5 VSHFLILFDPHQWHSURJHWWDWDSHURSHUDUHQHOOHFRQGL]LR QLSLGLIILFLOLFRQXQDJUDQGHFDSDFLWjGLDYYLDPHQ WRHFDPELPDUFLDGHOLFDWLJUD]LHDOOD&RQWLQXRXV 3RZHU7HFKQRORJ\GL$OOLVRQ2JQLWUDVPLVVLRQHqVWD WDULFKLHVWDFRQUDOOHQWDWRUHLGUDXOLFRLQWHJUDWRFRQVL GHUDWRLOWHUUHQRSDUWLFRODUPHQWHGLIILFLOHHLOSHVRHQRU PHGHLWXELGDWUDVSRUWDUHQRQFKpSHUODIDFLOLWjGLWURYDUH RSHUDWRULLGRQHLDOO¶XWLOL]]R³/¶DXWRPDWLFR$OOLVRQSHU QRLqIRQGDPHQWDOH´UDFFRQWDO¶LQJHJQHU*HOPLGHOOD %RQDWWL³1RQSRVVLDPRSHUPHWWHUFLVXLWHUUHQLLQSHQ GHQ]DFKHLOPH]]RVLIHUPLHFKHLOFDULFRFRVuSHVDQ WHVFLYROLLQDYDQWLRLQGLHWUR´,QROWUHLOSHVRFRVuLQ JHQWHPHWWHUHEEHLQVHULRSHULFRORODFDWHQDFLQHPDWLFD GHLYHLFROLFRQFDPELPDQXDOLULVFKLDQGRGLSURYRFDUH URWWXUHHIHUPLPDFFKLQD´ www.allisontransmission.com

MCR : GLI ESCAVATORI PIÙ RAPIDI AL MONDO

S

6MCR 6 tonnellate 8MCR 8 tonnellate 10MCR 10 tonnellate

> ¿no a 10 NPK > sNid a rotazione totale

MECALAC FRANCE S.A.S. 2 avenue du Pré de Challes F - 74940 Annecy-le-Vieux Contatto in Italia : 335 768 3757 www.mecalac.com

L’esperienza del vostro lavoro


6ELOCITÌ

20-22 settembre Malpensa (VA) -PLYHKLSS»LKPSPaPHTH[LYPHSP [LJUPJOLL[LJUVSVNPL

 &RUIBILITÌ



WWWEDILTEKINFO

#OMPLETEZZA

4(+,,?76



2-5 ottobre Milano -PLYHKPHYJOP[L[[\YHKLZPNULKPSPaPH

'RAFICA



WWWMADEEXPOIT

„ 7770)53))4

;9<*2,46;065 11-13 ottobre Autodromo Monza 4HUPMLZ[HaPVULYP]VS[H HSTVUKVKLP]LPJVSP KH[YHZWVY[VLSH]VYV WWWTRUCKEMOTIONIT

:(0, 16-19 ottobre Bologna :HSVULPU[LYUHaPVUHSL KLSS»LKPSPaPH WWWSAIEBOLOGNAFIEREIT

¶MOLTOFRUIBILEILNUOVOSITODI0IUSI&ACILEDANAVIGAREED INTUITIVONEICONTENUTI4UTTOQUELLOCHESERVEÒNELLAHOME)N PRIMOPIANOLEhPORTEvPERACCEDEREALLEAREEPRODUTTIVEDI INTERESSEPRINCIPALIPOMPETRAVASOBENZINAOMOLOGATE !4%8)%#%X QUELLEDITRAVASOCARBURANTEGENERICHE LEPOMPE PERL!D"LUEELEATTREZZATUREGARAGE)NALTOADESTRALA COMODISSIMATENDINADISELEZIONE NELLAQUALESIARRIVA DIRETTAMENTEALPRODOTTOSELEZIONATOFILTRANDOLOPERCATEGORIA

LIQUIDODATRATTAREOSETTOREDUTILIZZO3UBITOSOTTOLASEZIONE INERENTEATUTTELENEWSCHERIGUARDANOLAZIENDAMENTRENELLA PARTEBASSAUNAGALLERIAPERLACCESSORAPIDOALLENOVITÌDI GAMMA)LSITOÒCONSULTABILEANCHEINLINGUESTRANIERE DIFFERENTIINGLESE FRANCESE TEDESCOESPAGNOLO

,ECLETTICO PERLACAVA RUDFRPSOHWDOD JDPPD5LQJWUHDG RQRIIJUD]LH DOO¶LQWURGX]LRQHGHO SURILOR0,;GHVWLQDWR DOO¶LPSLHJRVXDVVLWUDWWLYL GLDXWRPH]]LFKH HIIHWWXDQRVHUYL]LRPLVWR VWUDGDFDQWLHUH/¶DQHOOR 0,;VLSURSRQHFRPH XQDQXRYDYHUVLRQHGHO 0,;GDFXLVL GLIIHUHQ]LDSHUHVVHUQHXQD YDULDQWHSHULPSLHJKL PHQRJUDYRVLFRQGLVHJQR ELGLUH]LRQDOH'LVHJQR RULJLQDOH0$5$1*21, FRQJHRPHWULDYDULDELOH GHLEORFFKLFKHSHUPHWWH WUD]LRQHVXTXDOVLDVLWLSR GLVXSHUILFLHLQ SDUWLFRODUHLOSURILOR

È

8 Costruzioni settembre 2013

VTXDGUDWRGHOEDWWLVWUDGD FRQVHQWHXQDSSRJJLRD WHUUDFKHPDVVLPL]]DOD WUDWWLYLWjVXLSHUFRUVL VWUDGDOL/¶DPSLDDSHUWXUD

$OWNLOAD

GHOOHVSDOOHIDYRULVFHOD FRVWDQWH³SXOL]LD´GHO EDWWLVWUDGDGDVDVVLIDQJR HDFTXD,QROWUHOHHVWHVH OHJDWXUHGLULQIRU]RDOOD FRVWRODWXUDFHQWUDOH FRQIHULVFRQRUHVLVWHQ]DD XUWLHVIUHJDPHQWLH VWDELOLWjDQFKHVXWHUUHQL LQFRQVLVWHQWL IDQJR H UHVLVWHQ]DLQSUHVHQ]DGL IRQGLVWUDGDOLDJJUHVVLYL SLHWUHURFFH $OWUH FDUDWWHULVWLFKHGHOGLVHJQR VRQRODUHVLVWHQ]DDFRUSL FRQWXQGHQWLGRYXWHDO VRWWRIRQGRULQIRU]DWR /¶DQHOORQRQqGLUH]LRQDOH DVVLFXUDQGRTXLQGL IOHVVLELOLWjHPLQRUULVFKLR GLHUUDWRPRQWDJJLR ,QROWUHLOSURILORq

SURGRWWRFRQPHVFROD VWDQGDUGFKHORUHQGH SDUWLFRODUPHQWHDGDWWRSHU XWLOL]]LVXSHUFRUVLPHQR VHYHULDFRVWLSL FRQWHQXWLULVSHWWRDO 0,;,OGLVHJQRq DWWXDOPHQWHGLVSRQLELOHLQ DQHOORQHOOHPLVXUH0 H05LQJWUHDGqLO VLVWHPDGLULFRVWUX]LRQH FKHXWLOL]]DDQHOOL EDWWLVWUDGDSUHVWDPSDWL SURGRWWLLQIRUPDFLUFRODUH HVHQ]DJLXQWHFKH DGHULVFRQRDOODFDUFDVVD VHQ]DQHVVXQDWHQVLRQHR GHIRUPD]LRQHGHOGLVHJQR EDWWLVWUDGDFRQVHQWHQGR EXRQDWUDWWLYLWjVX VXSHUILFLLPSHJQDWLYH JUD]LHDOODPDJJLRUH SUHFLVLRQHHDOODVWDELOLWj GLUH]LRQDOHGHOOHODPHOOHH GHLWDVVHOOL www.marangoni.com

03:0;6+,34,:,

4(50-,:;(A0650-0,9,,*65=,.50

ATTUALITÀ & PRODOTTI



,+03;,2


N EWS 0ARIGI INSITU UD]LHDOORUR VYROJLPHQWRLQ FRQWHPSRUDQHDQHO %DWLPDWLQVLHPHD ,QWHUFOLPD(OHFH,GHR %DLQIRUPDQRODSL

G

JUDQGHSLDWWDIRUPD PRQGLDOHGHGLFDWD DOO¶HGLOL]LDH DOO¶DUFKLWHWWXUD'DODOO¶ QRYHPEUHTXDVL RSHUDWRULGHOVHWWRUH

SRWUDQQRLQFRQWUDUHFLUFD HVSRVLWRUL &RPPLWWHQWLDUFKLWHWWL XIILFLVWXGLLPSUHVH HGLOL]LHWXWWHOH SURIHVVLRQLHILOLHUHGHO VHWWRUHHGLOL]LRSRWUDQQR VFRSULUHD3DULV1RUG 9LOOHSLQWHLQXRYL PDWHULDOLOHXOWLPH WHFQLFKHHOHVROX]LRQLSL LQQRYDWLYHGHOVHWWRUH1HO JOLRUJDQL]]DWRULGL %DWLPDWYRJOLRQRGDUHOD SDURODDJOLDUFKLWHWWLH

GHGLFDQR DOO¶DUFKLWHWWXUD LQFRQWULHYHQWRGL DOWROLYHOOR 1XRYRHLQHGLWR %DWLPDWLQ6LWX VDUj XQ¶LPPHUVLRQH GLJLWDOHQHOOH PRGDOLWj SURJHWWXDOLGHOOH DUFKLWHWWXUHSLLQQRYDWLYH GHOWHUULWRULRGHOOD FRVLGGHWWD³*UDQGH 3DULJL´6DUDQQRJOL HGLILFLSUHVHQWDWLWXWWLGL QRWHYROHLQWHUHVVHH FRVWUXLWLLQTXHVW¶DUHDD SDUWLUHGDOODILQHGHO (GLILFLFKHFRQODORUR PRGHUQLWjLOOXVWUDQRL PXWDPHQWLXUEDQLGL TXHVWRWHUULWRULROD WUDVIRUPD]LRQHGHOODFLWWj HGHOSDHVDJJLR

www.batimat.com

Lâ&#x20AC;&#x2122;UNICA ALTERNATIVA AD UNA E210PXJ

Ã&#x2C6; UNâ&#x20AC;&#x2122;ALTRA E210PXJ Doppia articolata con JIB su 3,5to // Altezza di lavoro 20,3m // Sbraccio integrale di 9,8m // 250kg di portata

GSR SpA // Via Lea Giaccaglia, 5 // 47924 Rimini (RN) // Italy Tel. +39 0541 397811 // sales@gsrspa.it // www.gsrspa.it


8 - 11 MAGGIO 2014 - VERONA, Italy

co-l o-loc ocat ated ed with organized by

1964-2014

SAMOTERâ&#x20AC;&#x2122;S TH

ANNIVERSARY

&UORISTRADAINQUOTA HQXRYHSLDWWDIRUPH+757H+757-GL +$8/277( VLSUHVHQWDQRFRQSHUIRUPDQFHGDUHFRUGXQ¶DOWH]]DGLOD YRURGLPSHUOD+757HGLPSHUOD+757- ORVEUDFFLRODWHUDOHGLPSHUOD+757HGLPSHU OD+757- TXDVLPLQSLULVSHWWRDJOLVWDQGDUGGLPHU FDWR LOVLVWHPD³GXDOORDG´SHUXQDSRUWDWDPDVVLPDGL NJ$QFKHODYHORFLWjGLWUDVOD]LRQHqGHJQDGLQRWDEDVWDQR VHFRQGLSHUUDJJLXQJHUHO¶DOWH]]DPDVVLPDXQDSUHVWD ]LRQHGDSULPDWRLQTXHVWRVHJPHQWRGLSURGRWWL'HFLVDPHQWH RWWLPDOHDQFKHODPDQRYUDELOLWjOHGXHQXRYHSLDWWDIRUPHSUH VHQWDQRLOPLJOLRUUDJJLRHVWHUQRGLVWHU]DWDGHOODFDWHJRULDH UXRWHPRWULFLHGLUHWWULFL LQWUHPRGDOLWjGLUH]LRQDOLUXR WHVWHU]DQWLUXRWHVWHU]DQWLHDJUDQFKLR SHUXQDIDFLOLWjGL ODYRURRWWLPDOHLQFDQWLHULLQVSD]LFRQJHVWLRQDWLRULVWUHWWL ,QROWUHJUD]LHDOFRQWUROORFHQWUDOL]]DWROHUXRWHVRQRFRQ WUROODWHVLPXOWDQHDPHQWHFRQVHQWHQGRGHJOLVSRVWDPHQWLSL UDSLGLLQWRWDOHVLFXUH]]D,QILQHOHPDFFKLQHVRQRIDFLOLGD JXLGDUHLQSRVL]LRQHULSLHJDWDFRQEXRQDYLVLELOLWjGHOOHUXR WHHGHJOLRVWDFROL www.haulotte.it

L the power of sustain.ability .ability

MOVIMENTO TERRA

SOLLEVAMENTO

FRANTUMAZIONE

PERFORAZIONE

VEICOLI

CALCESTRUZZO

COMPONENTI

STRADALE

RENTAL AREA

DEMO AREA

29th Salone Internazionale Triennale Macchine Movimento Terra, da Cantiere e per lâ&#x20AC;&#x2122;Edilizia

sponsored by

www.samoter.com

www.a spha lt ica .it


INUNANNO 'DLPOHU,QGLD&RPPHUFLDO9HKLFOHV ',&9 VRFLHWjFRQ WUROODWDDOGD'$,0/(5$*IHVWHJJLDLOVXRSUL PRDQQLYHUVDULRGLSURGX]LRQHGDOODFDWHQDGLPRQWDJ JLRD&KHQQDLqXVFLWRLOƒFDPLRQGHOPDUFKLR %KDUDW%HQ],OFDPLRQGHOO DQQLYHUVDULRqXQSHVDQWH %KDUDW%HQ]&LQYHUVLRQHFDQWLHUHFRQWGLSWWH XQDSRWHQ]DGL&Y',&9KDODQFLDWRODSURGX]LRQH LQVHULHGL%KDUDW%HQ]FRQTXHVWRPRGHOORQHOJLXJQR ³)LQGDOOHSULPHIDVLGLDVVHPEODJJLRHODQFLRVXO PHUFDWRLQRVWULPRGHOOLPHGLHSHVDQWLVLVRQRDJJLXGL FDWLLOFRQVHQVRGHJOLRSHUDWRULGLVHWWRUH´DIIHUPD0DUF /OLVWRVHOODPDQDJLQJGLUHFWRUH&(2GL',&9³7XWWDYLD FRQWLQXLDPRDGDO]DUHLQRVWULREELHWWLYL(QWURLO YRJOLDPRHVSDQGHUHODQRVWUDUHWHGLFRQFHVVLRQDULHRI IULUHXQDJDPPDGLPRGHOOLFRPSOHVVLYL´ www.mercedes-benz.it

0REMIODACCIAIO R6ZHGLVK6WHHO3UL]HqXQSUHPLRDVVHJQDWR DFKLFUHDVWUXWWXUHLQQRYDWLYHUHDOL]]DWHFRQ DFFLDLDOWRUHVLVWHQ]LDOL/RVFRSRGHOSUHPLR qGLLVSLUDUHHGLIIRQGHUHODFRQRVFHQ]DGLTXHVWLDF FLDLHOHSRVVLELOLWjFKHRIIURQRSHUORVYLOXSSRGLSUR GRWWLSLOHJJHULUHVLVWHQWLHVRVWHQLELOL/HLVFUL]LR QLSHUOR6ZHGLVK6WHHO3UL]HVLVRQRFKLXVHOR VFRUVRDJRVWR,OYLQFLWRUHVDUjDQQXQFLDWRDQRYHP EUHLQRFFDVLRQHGHOODFHULPRQLDGLSUHPLD]LRQHD 6WRFFROPDLQ6YH]LD/¶LPSRUWRGHOSUHPLRqGL 6(.³&RQWLDPRGLULFHYHUHPROWHFDQGLGDWXUHLQWHUHV VDQWLSHULOFRQFRUVRGLTXHVW¶DQQR´DIIHUPD0HONHU -HUQEHUJ +HDG RI %XVLQHVV $UHD 66$% (0($ H 3UHVLGHQWHGHOOD*LXULDSHUOR6ZHGLVK6WHHO3UL]H www.steelprize.com

L


ATTUALITĂ&#x20AC; & PRODOTTI

&RANCESI CONQUISTATI LOJUXSSR)DVVLGL $OELQR %J LO QXRYRGHWHQWRUHGL XQDTXRWDULOHYDQWHGHOOD IUDQFHVH0DUUHO6$6 VWRULFDD]LHQGDGL $QGUp]LHX[%RXWKpRQ QRQORQWDQRGD/LRQHFRQ GLSHQGHQWLHFRQ RULJLQLFKHULVDOJRQRILQR DO 3HULOJUXSSRLWDOLDQR LQYHVWLUHLQXQDD]LHQGD FKHSURGXFHDOOHVWLPHQWL VFDUUDELOLHPXOWLEHQQH SDQWRJUDILSHUULEDOWDELOLH FLOLQGULLGUDXOLFLVLJQLILFD ULPDQHUHQHOVHWWRUH GHOOÂśDOOHVWLPHQWRGHL YHLFROLLQGXVWULDOL DPSOLDQGRLOSURSULR EXVLQHVV)DVVLYXROHFRVu

Ă&#x2C6;

DIILDQFDUHDOOHJUX DUWLFRODWHTXHVWLQXRYL SURGRWWLLQUDJLRQHGHOOH ORURLQWHUHVVDQWL SURVSHWWLYHGLPHUFDWR 4XHVWDRSHUD]LRQHGL )$66,*58 qVWDWD FRPSLXWDFRQ0LOWUD6$6 LPSRUWDWRUHHGLVWULEXWRUH HVFOXVLYRSHUWXWWDOD )UDQFLDGHOOHJUXGL$OELQR ILQGDO ,QVLHPHKDQQRDFTXLVWDWR GDOJUXSSRILQDQ]LDULR &DUDYHOOHOÂśLQWHUD SURSULHWjGHOOÂśD]LHQGD IUDQFHVH0DUUHOqXQD UHDOWjFRQRVFLXWDLQ (XURSDHQHJOL6WDWL8QLWL LOGHOODVXD SURGX]LRQHqGHVWLQDWR DOOÂśHVSRUWD]LRQH

,OIDWWXUDWRQHOqVWDWR GLPLOLRQLGL(XUR Âł/DYRFD]LRQH LQWHUQD]LRQDOHGHO*UXSSR FKHJXLGRVWDULSDJDQGR GHJOLVIRU]LFRPSLXWLQHJOL DQQLSDVVDWLTXDQGROD JOREDOL]]D]LRQHGHL PHUFDWLHUDXQRVFHQDULR

ULVHUYDWRDSRFKL SURWDJRQLVWL´GLFH OœDPPLQLVWUDWRUHGHOHJDWR *LRYDQQL)DVVL³&RQ TXHVWRLQJUHVVRLQ0DUUHO YRJOLRGDUHXQDVSLQWD QHWWDDOODFUHVFLWD GHOOœH[SRUWGHO*UXSSR´ www.fassi.com

la soluzione nel drenaggio! Da sempre Varisco offre agli operatori del drenaggio e delle installazioni wellpoint la piĂš vasta gamma di soluzioni: pompe autoadescanti ďŹ no a 12â&#x20AC;? vuotoassistite, pompe centrifughe con girante aperta 4â&#x20AC;? e 6â&#x20AC;? vuotoassistite con cabina di insonorizzazione, pompe sommergibili in ghisa e alluminio ďŹ no a 8â&#x20AC;?, impianti wellpoint con punte ďŹ ltranti e tubazioni in tecnopolimero.

www.variscospa.com

VARISCO S.p.A. Terza Strada, 9 - Z.I. Nord 35129 PADOVA - Italy - Tel. +39 049 82 94 111 - Fax +39 049 82 94 373 - italia@variscospa.com


NUOVA HT23 RTJ PIÙ VELOCE, PIÙ ALTA, PIÙ SICURA

)NNOVAZIONEALLACECA XHVWRPHVH(DWRQKDIHVWHJJLDWRO¶LQL]LRGHLOD YRULGLFRVWUX]LRQHGHOVXRQXRYRHDYDQ]DWR ,QQRYDWLRQ&HQWHUD5R]WRN\$OODFHULPRQLD GLLQL]LRODYRULHUDQRSUHVHQWLODGLUH]LRQHORFDOHGL(DWRQ LO UHWWRUH GHOO¶XQLYHUVLWj FHFD GL PDWHULH WHFQLFKH &987 LOVLQGDFRGL5R]WRN\X3UDK\HO¶DJHQ]LDJR YHUQDWLYD&]HFK,QYHVWQRQFKpORVYLOXSSDWRUHGHOVLWR 7ULJHPD(DWRQVWDLQYHVWHQGRQHOODQXRYDVWUXWWXUDSHU DVVHFRQGDUHODUDSLGDHVSDQVLRQHGHOVXR(XURSHDQ ,QQRYDWLRQ&HQWHUGL3UDJDFKHqVWDWRDSHUWRQHO /¶DWWXDOH,QQRYDWLRQ&HQWHUGL ($721 VRUJHSURSULR GLIURQWHDOODVHGHGHOQXRYRHGLILFLRLQXQDVWUXWWXUD FRQGLYLVDFRQOD&987,OQXRYRFRPSOHVVRVDUjXOWL

ALTEZZA DI LAVORO 22.5 m

Q

VELOCITÀ DI SOLLEVAMENTO 22.5 m in 56 sec

CAPACITÀ DI SOLLEVAMENTO fino a 450 Kg

PDWRDOO¶LQFLUFDDOODILQHGHOHLGLSHQGHQWLLQL]LH UDQQRDWUDVIHULUYLVLDJOLLQL]LGHO/¶,QQRYDWLRQ &HQWHUHXURSHRGL(DWRQVYLOXSSDVROX]LRQLGLJHVWLRQH GHOO¶HQHUJLDSHULOPHUFDWRHXURSHRFKHDLXWDQRLVXRL FOLHQWLRSHUDQWLQHOVHWWRUHHOHWWULFRLGUDXOLFRDHURVSD ]LDOHHGHLYHLFROLDSURGXUUHVROX]LRQLGLWHFQRORJLDSL HIILFLHQWLHIILFDFLVRVWHQLELOLHVLFXUH2OWUHDOVXRLQ YHVWLPHQWRQHOQXRYRHGLILFLRHDOO¶LQIUDVWUXWWXUDGHLOD ERUDWRULDGHOHYDWHSUHVWD]LRQL(DWRQVWDUHFOXWDQGRH DJJLXQJHQGRLQJHJQHULDOWDPHQWHTXDOLILFDWLGHOO¶LQWH UD5HSXEEOLFD&HFDHROWUH³/¶LQYHVWLPHQWRGL(DWRQ QHOVXR,QQRYDWLRQ&HQWHUHXURSHRUDSSUHVHQWDXQYRWR GLILGXFLDQHOOD5HSXEEOLFD&HFDHQHOVXRJUXSSRGLWD OHQWLLQJHJQHULVWLFLQRQFKpQHOODFHQWUDOLWjGHOVHWWRUH HXURSHRLQTXDQWRPRWRUHGHOO¶LQQRYD]LRQHJOREDOHQHO UHJQR GHOOD JHVWLRQH GHOO¶HQHUJLD´ DIIHUPD 5DP 5DPDNULVKQDQYLFHSUHVLGHQWHHVHFXWLYRGL(DWRQHGL UHWWRUHGHOVHWWRUHWHFQRORJLD³6LDPRDQVLRVLGLODYRUD UHFRQLQRVWULSUH]LRVLSDUWQHUGHOOD&987HLQRVWUL FROOHJKLGL(DWRQSHUUHDOL]]DUHDPEL]LRVLSURJHWWLGL FUHVFLWD´ www.eaton.com

QUALUNQUE TERRENO 4 ruote motrici e sterzanti Assale oscillante

More Than Lifting

Hai bisogno informazioni od assistenza?

www.haulotte.it

+39 02.989701

HAULOTTE ITALIA - VIA LOMBARDIA 15 - 20098 SAN GIULIANO - MILANESE (MI) - ITALY


ATTUALITĂ&#x20AC; & PRODOTTI

!LSERVIZIO DIUNSTELLE Tre gru a torre Terex Comedil della serie CTT sono state scelte per il radicale restauro di uno degli alberghi piĂš prestigiosi della Milano del Novecento. Stanno movimentando materiali di valore Nelle foto, lâ&#x20AC;&#x2122;Albergo Gallia in Piazza Duca dâ&#x20AC;&#x2122;Aosta a Milano. Le due Terex che si vedono sono delle CTT 181.

LÂś

$OEHUJR*DOOLDGL 0LODQRqSDUWH LQGHOHELOHGHOOD VWRULDPHQHJKLQD &RVWUX]LRQLKDVHJXLWROD VXDUDGLFDOHULVWUXWWXUD]LRQH VLQGDOTXDQGROD VWUXWWXUDHUDVWDWD LQWHUDPHQWHVYHQWUDWD GDOOÂśLQWHUQRHERQLILFDWD GDOOÂśLPSUHVD%RYLV 'DOOÂśDQQRVXFFHVVLYRVRQR LQL]LDWLLODYRULGL FRVWUX]LRQHLQWHUQDDOOD VWUXWWXUDLQDXJXUDWDQHO HGLXQDQXRYDSDUWH

14 Costruzioni settembre 2013

DOODVLQLVWUDGHOORVWRULFR HGLILFLRFKHRVSLWHUjDUHH GLODYRURHVYDJR ,OULQDWR$OEHUJR*DOOLD qGLSURSULHWjGHOIRQGR GÂśLQYHVWLPHQWR LQWHUQD]LRQDOH.DWDUD +RVSLWDOLW\FRQVHGHLQ 4DWDU3HUHVHJXLUHLODYRUL LQSDUWLFRODUHOD PRYLPHQWD]LRQHPDWHULDOL OÂśLPSUHVD=+*HQHUDO &RQVWUXFWLRQ&RPSDQ\KD XWLOL]]DWRWUHQXRYHJUXHGLOL 7(5(; VHQ]DFXVSLGH FRVWUXLWHD)RQWDQDIUHGGD

31 ,QSDUWLFRODUHVRQR VWDWHPRQWDWHLQFDQWLHUHXQD &77GDWGLFDSDFLWj PDVVLPDGLVROOHYDPHQWRH IUHFFLDGDPGL OXQJKH]]DHGXH&77 GDWGLFDSDFLWjPDVVLPDH PGLIUHFFLD ³$EELDPRXQDJUDQGHIORWWD GLJUXDWRUUH7HUH[H FRQRVFHQGRODORURGXUDWD QHOWHPSRDEELDPRGHFLVR GLDFTXLVWDUHTXHVWHWUH YHUVDWLOLPDFFKLQHGD XWLOL]]DUHDQFKHLQSURJHWWL IXWXUL´KDFRPPHQWDWR 6HYHULQR0RQWHVLQSURMHFW PDQDJHUGHOOœLPSUHVD ³7HUH[LQROWUHFLKDIRUQLWR XQRWWLPRVXSSRUWRLQIDVH GLSURJHWWD]LRQHHLQIDVH GLPRQWDJJLRLQVWDOOD]LRQH HPHVVDLQIDVLGHOOHJUX´ www.terex.com


3EICONNESSO UDDQFKHOHPDFFKLQHPRYLPHQWRWHUUD&DVH SRVVRQRPRQWDUHXQORURVLVWHPDGLORFDOL] ]D]LRQHVDWHOOLWDUHHWUDVPLVVLRQHGDWLEDWWH] ]DWR6LWH:DWFK1RQVLWUDWWDTXLQGLGLXQDVROX]LRQH DIWHUPDUNHWPDVYLOXSSDWDGD&$6( FRQVROX]LRQLSHU JDUDQWLUHO¶HIILFLHQ]DGHOVLVWHPDHO¶DIILGDELOLWjGLRJQL VLQJRORPRGHOOR6LWH:DWFKFRQVHQWHGLPRQLWRUDUHD GLVWDQ]DLQWHUHIORWWHGLPDFFKLQHJHVWHQGRLQIRUPD]LR QLVXSUHVWD]LRQLFRQVXPLWHPSLGLPDQXWHQ]LRQHH SHUPHWWHQGRGLRWWLPL]]DUHLFRVWLRSHUDWLYLGHOOHVWHV VHVFRQJLXUDQGRLIHUPRPDFFKLQD,OVHUYL]LRIXQ]LRQD VXDEERQDPHQWRGLWUHDQQLHVWHQVLELOHHGHVLVWHLQYHU VLRQHEDVHRDYDQ]DWRLQEDVHDOOHHVLJHQ]HGHLFOLHQWL www.casece.com

O

NUOVO

M-70W

ESCAVATORE GOMMATO

- categoria 7 ton - motore Diesel 47.5 kW TURBO - 3 differenti modalità di sterzatura - braccio articolato (optional)

D6HWWHPEUHORSQHXPDWLFR(FRPHJD0'7 QHOOHPLVXUH5H5qHQWUDWRDIDUSDU WHGHOODJDPPDGLVSRQLELOHLQHTXLSDJJLDPHQWRRUL JLQDOHGHOOHSDOHJRPPDWH/LHEKHUU/// /H//¶(&20(*$ 0'7qVWDWRVHOH]LRQDWR GRSRXQDVHULHLQWHQVLYDGLWHVWLQ$XVWULDSHUYHULILFDUQHOH SHUIRUPDQFHLQFRQGL]LRQLGLXWLOL]]RJUDYRVH/¶0'7q XQRSQHXPDWLFRWLSR/SHULPSLHJKLJUDYRVLKDFDUFDVVD D HGqVSHFLILFRSHUXVRURFFLDHLQLPSLDQWLGLFRP SRVWDJJLRHULFLFODJJLR$WWXDOPHQWHO¶0'7qSURGRWWR QHOOHVHJXHQWLPLVXUH55 555 www.saccongomme.it

D

S.p.A.

0ROVADIALTA QUALITÌ PERFORMANCES - COMFORT - RELIABILITY LA PIÙ COMPLETA GAMMA DI MACCHINE COMPATTE PER PIÙ EFFICIENZA E PIÙ RISPARMIO NEL CANTIERE

Via Arceviese, 44 - 60010 Casine di Ostra (An) - Italy tel+39 071688771 - fax+39 071688586 www.messersi.it - export@messersi.it


ATTUALITĂ&#x20AC; & PRODOTTI

3OLUZIONITECNOLOGICHE Molto interesse per le novitĂ Effer esposte al porte aperte organizzato dalla Soltec nella sede di San Benedetto del Tronto. Le testimonianze dei partecipanti evidenziano come il costruttore bolognese sia sempre apprezzato per prestazioni, versatilitĂ  e allestimenti personalizzati RVFRUVRPHVHGL /XJOLROD6ROWHFGL6DQ %HQHGHWWRGHO7URQWR $3 KDRUJDQL]]DWRXQ SRUWHDSHUWHSHUSUHVHQWDUH OHQRYLWjGLSURGRWWR ())(5 DOODVXDFOLHQWHOD 2OWUHFHQWRSHUVRQHVRQR DFFRUVHSHUYHGHUHOHJUX LGUDXOLFKHGLXOWLPD JHQHUD]LRQHHVSRVWHVXO SLD]]DOHGHOOÂśD]LHQGD SDUWQHUGL(IIHUFKHQHJOL DQQLVLqVSHFLDOL]]DWDQHOOR VWXGLRGLVROX]LRQL WHFQRORJLFKHH DOOÂśDYDQJXDUGLDSHUYHLFROL GLRJQLWLSR,OOHJDPHWUD (IIHUH62/7(& qEDVDWR VXPDWULFLFRPXQLFDSDFLWj GLWURYDUHVROX]LRQL LQQRYDWLYHPDVVLPDFXUDH DWWHQ]LRQHDOOHULFKLHVWH VSHFLILFKHGHLFOLHQWLHDOOD SHUVRQDOL]]D]LRQHHXQR VWDIIWHFQLFRFRPSHWHQWH DIILGDELOHHFDSDFHGLLQWXLUH OHHVLJHQ]HGHOPHUFDWR 'XUDQWHOÂśHYHQWRVRQRVWDWH SUHVHQWDWHOHVROX]LRQL

L

In alto, foto di gruppo per la squadra Soltec. Qui sopra, in sequenza, alcuni momenti del porte aperte Soltec dello scorso luglio a San Benedetto del Tronto (AP).

16 Costruzioni settembre 2013

WHFQLFKHFKHLOFRVWUXWWRUH ERORJQHVHKDVYLOXSSDWRSHU DXPHQWDUHODVLFXUH]]D RSHUDWLYD QRUPDWLYD GHL VXRLPRGHOOLPDDO FRQWHPSRLQFUHPHQWDUHOH SUHVWD]LRQLRSHUDWLYH7UDL SURWDJRQLVWLGHOODJLRUQDWD DQFKH$OHVVDQGUR$JRVWLQL GHOOD'HOWD6HUYLFH )0

FRQODVXDDOOHVWLWDVX ,YHFR(XURFDUJRDVVL³/D PLDD]LHQGDqVSHFLDOL]]DWD LQSRWDWXUHHDEELDPR VHPSUHQROHJJLDWRL PDFFKLQDUL*UD]LHDOOD FRQVXOHQ]DGL6ROWHF DEELDPRDFTXLVWDWROD QRVWUDSULPDJUXLGUDXOLFDH RUDULFHYLDPRDQFKHQXRYH ULFKLHVWHGLODYRUROHJDWHDO VHWWRUHGHOVROOHYDPHQWRH GHOOHFRVWUX]LRQL/D FDUDWWHULVWLFDFKHSL DSSUH]]RGHOODqOD SUHFLVLRQHQHLPRYLPHQWL´ (UDSUHVHQWHDQFKH *LRYDQQL/XFLDQLGHOOD 2OOLPDF 7( FRQOHVXHGXH (IIHUFKHXWLOL]]D

SULQFLSDOPHQWHSHUODSRVD GLFRSHUWXUHLQGXVWULDOLH FLYLOL³/œXOWLPD(IIHUFKH KRVFHOWRqXQD DOOHVWLWDVXWUDWWRUHDGXH DVVL4XHVWRPLSHUPHWWHGL HQWUDUHRYXQTXHJUD]LHDO PH]]RPROWRFRPSDWWRHGL UDJJLXQJHUHXQDDOWH]]DGL EHQPHWULVRWWRJDQFLR´ /DSURWDJRQLVWDGHOOD JLRUQDWDHUDOD GHOOD&DSRIHUUL*UX 7(

FRQDOOHVWLPHQWR GHPRQWDELOHÂł1RLFL RFFXSLDPRGLQROHJJLR DXWRJUXHSLDWWDIRUPHDHUHH VSLHJD$OEHUWR&DSRIHUUL 'HOOHQRVWUH(IIHUVLDPR PROWRVRGGLVIDWWLSHUFKq QHVVXQDOWURFRVWUXWWRUHGL JUXLGUDXOLFKHULHVFHD VRGGLVIDUHOHQRVWUH ULFKLHVWHGLSHUVRQDOL] ]D]LRQH&RQOD(IIHU SULPHJJLDPRDQFKHQHL ODYRULFRQSLDWWDIRUPD SHUFKpDUULYLDPRDP FRQXQDYHUVDWLOLWjXQLFD www.effer.com


TESTATA TRINCIANTE

Novità Cangini per l’anno 2013 è il top della gamma delle testate trincianti serie TC che affianca la già collaudata gamma DZ. La loro progettazione è nata dall’esigenza di realizzare un prodotto con caratteristiche meccaniche atte ad aumentare la resistenza agli urti e alle deformazioni. Dotata di telaio a doppia scocca che garantisce un’elevata resistenza alle sollecitazioni, di cuscinetti rullo di appoggio blindati, di carter frontale regolabile e removibile e di tra smissione a cinghia.

commerciale@canginibenne.com - www.canginibenne.com


ATTUALITĂ&#x20AC; & PRODOTTI

)LCANTIERECONILGUADO Spesso la versatilitĂ delle macchine e lâ&#x20AC;&#x2122;esperienza degli operatori permettono di contenere costi di manutenzione delle strutture non previsti dagli architetti in fase di progettazione. Ă&#x2C6; cosĂŹ che una MK88 è arrivata a fare il bagno in piscina!

LUHFHQWHqVWDWD LPSLHJDWD XQœDXWRJUHGLOH 0.GHOODVRFLHWj +XEHUW:LHPDQQGL 'RUWPXQGSHUOD ULVWUXWWXUD]LRQHGHOOD SLVFLQDGHO³3DUFR DFTXDWLFR6LQVKHLP´QRQ ORQWDQRGD+HLGHOEHUJLQ *HUPDQLDHLQSDUWLFRODUH SHUODVRVWLWX]LRQHGHOOH ODVWUHGLYHWURFKHIRUPDQR

D In alto la Liebherr MK 88 della Hubert Wiemann di Dortmund stabilizzata in oltre mezzo metro dâ&#x20AC;&#x2122;acqua. Sotto, la MK 88 mentre si fa strada in piscina.

18 Costruzioni settembre 2013

ODFRSHUWXUD 5LFRUGLDPRFKHOH HVFOXVLYHDXWRJUGHOOD VHULH0.DEELQDQROD PRELOLWjGLXQDFODVVLFD DXWRJUPXOWLVWUDGDDL YDQWDJJLIXQ]LRQDOLGLXQD JUXHGLOHDXWRPRQWDQWHFRQ URWD]LRQHEDVVD /H/,(%+(55 0.VRQR VWDWHSURJHWWDWHSHUHVVHUH UHVHRSHUDWLYHGDXQVROR RSHUDWRUHLQPRGR

VHPSOLFHHYHORFH ,QTXHVWRFDQWLHUHROWUHDOOH SUHVWD]LRQLGHOO¶DXWRJU HGLOHDXWRPRQWDQWHqVWDWD IRQGDPHQWDOHODVWUDWHJLFD FRQFH]LRQHGHOOD0. FRQVRVSHQVLDQL SQHXPDWLFKHHO¶DELOLWj GHOO¶RSHUDWRUHFKHKD SHUFRUVRODYLDG¶DFFHVVRDO SXQWRGLVWDELOL]]D]LRQHLQ FLUFDPPG¶DFTXD 4XHVWDYLDG¶DFFHVVR SDUDJRQDELOHDXQJXDGRHUD ODUJDDSSHQDPDIURQWHGL XQDODUJKH]]DFDUURGHOOD 0.GLP $QFKHOD VWDELOL]]D]LRQHGHOO¶DXWRJU qVWDWDGHOLFDWDGDWRFKHJOL VWDELOL]DWRULDIIRQGDYDQRLQ ROWUHPH]]RPHWURG¶DFTXD ,ORWWLGLODVWUHGLYHWURVRQR VWDWLSUHOHYDWLGDOFDUUHOOR HOHYDWRUHHGHSRVLWDWL DFFDQWRDOO¶HGLILFLR 3RLOHVLQJROHODVWUHVRQR VWDWHSRVWHGDOSHUVRQDOHGL PRQWDJJLRPHGLDQWHLO SRVL]LRQDPHQWRSUHFLVR ³0LFURPRYH´LQPDQLHUD VHQVLELOHUDSLGDHVLFXUD www.liebherr.com


!TTRICEPROTAGONISTA RQLOODQFLRVXOPHUFDWRGHOODQXRYDSLDW WDIRUPDDXWRFDUUDWD=('+9&7( KD VHQWLWRODQHFHVVLWjGLFRPXQLFDUHLQPRGR LQWHUDWWLYRHYLUWXDOHO¶LPPDJLQHGHOQXRYRSURGRW WRSHUPRVWUDUQHOHQXPHURVHFDUDWWHULVWLFKHFKHOD UHQGRQRXQLFDQHOVXRVHJPHQWRGLPHUFDWR/¶D]LHQGD KDVFHOWRGLJLUDUHXQEUHYHYLGHRFKHLQDSSHQDPL QXWLSDVVDLQUDVVHJQDLSXQWLGLIRU]DGHOSURGRWWRHG HYLGHQ]LDFRPHVLDVHPSOLFHHUDSLGRLOVXRXWLOL]]R LQDVVROXWDVLFXUH]]D

C

In alto, la nuova piattaforma autocarrata CTE ZED 20 HV nella posizione di massimo sbraccio orizzontale alla massima altezza. Qui a lato, da sinistra in senso orario, la stabilizzazione in sagoma, quella totale, quella lato destro esteso e sinistro in sagoma e quella lato destro in sagoma e sinistro esteso.

02%34!:)/.$%,,!.5/6!:%$(6  ALTEZZADILAVORO M  !LTEZZAPIANODICALPESTIO M  3BRACCIO  M  0ORTATACOMPRESEDUEPERSONE KG

 $IMCESTELLO XXMM  044MINIMO  T * Con limitatore di momento

/DVWDELOL]]D]LRQHYDULDELOHGHOODQXRYD=('+9 SHUPHWWHGLVFHJOLHUHWUDGLYHUVHDUHHGLVWDELOL]]D]LRQH LQVDJRPDHVWHVDULGRWWDDGHVWUDRSSXUHULGRWWDDVLQLVWUD YHGLIRWRTXLVRSUD 7XWWRFLzFRQVHQWHDOO¶RSHUDWRUHGL VWDELOL]]DUHFRQXQXQLFRFRPDQGRLQVSD]LPROWRULGRWWL HDYHUHSLYDQWDJJLULVSHWWRDGDOWUHPDFFKLQHFRQVLQJR ODVWDELOL]]D]LRQH www.ctelift.com

GUARDA IL DEMO DELLA NUOV

CTE ZED 20.2 HVA


AR M S

T

,ALTERNATIVA TELESCOPICA

HT

AT

BE

HEIG

A lato, da destra, Henri Marchetta presidente del Gruppo Mecalac e il vice presidente Jean Constantin Massoni.

UDOHQRYLWjSUHVHQWDWH GD0HFDODFQRQ PDQFDQRGHOOHQXRYH SDOHJRPPDWHSURGRWWH QHJOLVWDELOLPHQWLWHGHVFKL GL%GHOVGRUI$UULYDQR LQIDWWLVXOPHUFDWRGXH QXRYLPRGHOOLFRQEUDFFLR WHOHVFRSLFRWHODLRULJLGRH UXRWHVWHU]DQWL/D$7 KDXQYROXPHEHQQDGD DP HGLXQD PRWRUL]]D]LRQHGLN: /DVXDVRUHOODPDJJLRUHOD $7SXzHVVHUH HTXLSDJJLDWDFRQEHQQHGD DP(QWUDPEH RIIURQRXQ¶HFFHOOHQWH VWDELOLWjHPDQHJJHYROH]]D QHJOLVSD]LSLULVWUHWWLHVL GLVWLQJXRQRSHUO¶DOWH]]DGL VFDULFRGLEHQPHXQR VEUDFFLRGLP4XHVWL GXHPRGHOOLVLDJJLXQJRQR DOODSDODWHOHVFRSLFDD EUDFFLRJLUHYROH$6WHOH SUHVHQWDWDQHO SRUWDQGRDOH 0(&$/$& FRQEUDFFLR WHOHVFRSLFR/DFLQHPDWLFD

T ZED 20.2 HV PRESTAZIONI: altezza 20m · sbraccio max 9,2m · portata max 300kg

DESIGN PULITO: cavi e catenarie interni al braccio per evitare danni durante il lavoro.

Guarda il video!

Seguici su:

GLTXHVWHQXRYHSDOHVL FKLDPD=3/86HGXQLVFHOH FDUDWWHULVWLFKHGHO FLQHPDWLVPR3DTXHOOHGHO FLQHPDWLVPRD=4XHVWD FLQHPDWLFDqPROWR FRPSDWWDHVLLQWHJUDEHQH QHO0RQRERRPGDQGR PRGRDOO¶RSHUDWRUHGLDYHUH ODPDVVLPDYLVLELOLWjVXJOL DFFHVVRUL/HGXHPDFFKLQH VLJXLGDQRFRQXQFODVVLFR VWHU]RPHQWUHWXWWHOH IXQ]LRQLGLFRPDQGR GHOO¶DWWUH]]RLQFOXVRLO FRQWUROORGHOODOLQHD LGUDXOLFDDXVLOLDULDVRQR LQWHJUDWHQHOPDQLSRODWRUH HUJRQRPLFRVHUYRDVVLVWLWR /DIXQ]LRQHWHOHVFRSLFDHOD SULPDOLQHDLGUDXOLFDKDQQR XQFRPDQGRHOHWWUR SURSRU]LRQDOHPROWR SUHFLVR www.mecalac.com


N EWS 0IĂĄVALOREALLE3CUOLE%DILI

6INCELASICUREZZA RUQD(GLOWURSK\OD JDUDGLDUWHPXUDULD QHOODTXDOHJLRYDQL DOOLHYLHGHVSHUWLPDVWUL GHOOH6FXROH(GLOLVL FRQIURQWDQRSHUHOHJJHUHLO PXUDWRUHGHOOÂśDQQR RUJDQL]]DWDGDO)RUPHGLO (QWHQD]LRQDOHSHUOD IRUPD]LRQHH OÂśDGGHVWUDPHQWR SURIHVVLRQDOHLQHGLOL]LD

LQFROODERUD]LRQHFRQ6DLH

T

H,LSOHOD6FXROD(GLOHGL %RORJQDTXHVWÂśDQQRq GHGLFDWDDOOÂśHGLOL]LDVLFXUD HVRVWHQLELOH/HVHOH]LRQL UHJLRQDOLVRQRLQL]LDWHLO VHWWHPEUHWRFFDQGR FLWWjLWDOLDQHH FRLQYROJHQGRLODYRUDWRUL GLUHJLRQLLYLQFLWRUL GHOOHVHOH]LRQLUHJLRQDOL DYUDQQRDFFHVVRDOODILQDOH QD]LRQDOHFKHVLVYROJHUjD %RORJQDLQRFFDVLRQH

In occasione del Made e del Saie, il presidente del Formedil Massimo Calzoni (nella foto) esorterĂ gli operatori del settore a non abbassare la guardia in materia di sicurezza. Queste le sue parole: â&#x20AC;&#x153;Auspichiamo che si riconosca al sistema delle Scuole edili una funzione essenziale, in quanto garanzia di percorsi formativi basati sul favorire la consapevolezza del rischio attraverso la conoscenza dei meccanismi del cantiere di oggi. E contemporaneamente si smetta di riconoscere validitĂ  a percorsi formalmente rispettosi della Legge, ma sostanzialmente privi di qualunque valore conoscitivo ed esperienziale e quindi inadeguati ad evitare i rischi reali esistenti in un cantiere edileâ&#x20AC;?.

GHOODJLRUQDWDFRQFOXVLYD GHO6DLHLORWWREUH QHOODTXDOHOHVTXDGUHVL FRQIURQWHUDQQRQHOOD UHDOL]]D]LRQHGLXQD PXUDWXUDDQWLVLVPLFDDG DOWDHIILFLHQ]DHQHUJHWLFD FRQXVRGLODWHUL]L

FRPSRVWDGDEORFFKLGL PXUDWXUDDUPDWDHIDFFLD YLVWD8QSUHPLRVSHFLDOH YHUUjDVVHJQDWRDLGXH RSHUDWRULVHQLRUHMXQLRU FKHVLGLVWLQJXHUDQQRQHO ODYRUDUHLQVLFXUH]]D www.formedil.it

Ora la tua gru interagisce con un tocco. Fassi è la prima azienda del settore del sollevamento ad abbinare lâ&#x20AC;&#x2122;uso intelligente di gru articolate con lâ&#x20AC;&#x2122;impiego di smartphone di ultima generazione. Fassi SmartApp è un vero e proprio sistema integrato di lettura e di raccolta dati in tempo reale, capace di diagnosi in remoto del funzionamento della gru. Un sistema indispensabile per sfruttare al massimo le potenzialitĂ della tua gru, che ti consente di ottimizzare, grazie alla statistica di utilizzo, le tempistiche di manutenzione della gru.

LEADER

IN

INNOVATION

Per maggiori dettagli sulle gru Fassi: www.fassi.com

Fassi SmartApp: be smart


ATTUALITĂ&#x20AC; & PRODOTTI

3CAVOCONPROLUNGA Romea Equipment ha progettato e prodotto un braccio prolunga per incrementare ulteriormente le performance di un Komatsu PC 1250-8 SP al lavoro per la realizzazione del Mose di Venezia. Il raggio di scavo è così passato da 15 a 22 m Q¶DWWUH]]DWXUD SHQVDWDHSURGRWWD FRQO¶RELHWWLYRGL LQFUHPHQWDUHQRWHYROPHQWH OHSUHVWD]LRQLGLVFDYR GHOO¶HVFDYDWRUHVXOTXDOH YLHQHLQVWDOODWD6LWUDWWD GHOEUDFFLRSUROXQJD UHDOL]]DWRGD520($ (48,30(17PRQWDWR VXO.RPDWVX3&63 DWWXDOPHQWHDOODYRURSHUOD UHDOL]]D]LRQHGHO0RVHGL 9HQH]LD*UD]LHDXQD OXQJKH]]DGLPDXQ SHVRGLNJHDXQD FDSDFLWjGLFDULFRGL NJFRQVHQWHGLSRUWDUHLO

U

5NAQUARANTENNEINFORMA Fondata dalla famiglia Menghi, Romea Equipment proprio questâ&#x20AC;&#x2122;anno festeggia il suo 40esimo compleanno. Tra i vanti principali, il fatto di realizzare piĂš dellâ&#x20AC;&#x2122;80% della produzione nel proprio stabilimento di Ravenna, ubicato in posizione strategica a 5 km dal porto industriale. Da oltre dieci anni lâ&#x20AC;&#x2122;azienda segue la politica produttiva basata sul metodo Lean Organization

22 Costruzioni settembre 2013

UDJJLRGLVFDYRGDLTXDVL PGHOODPDFFKLQDEDVHD ROWUHPLQIDVHGLVFDYR LQSLDQRWHUUDHSDVVDUHGD TXDVLPGLVFDYRLQ SURIRQGLWjDSLGLP /ÂśLQWHUDVWUXWWXUDGHO EUDFFLRqUHDOL]]DWDFRQ DFFLDLRDGDOWROLPLWHGL VQHUYDPHQWR $OGLOjGHLSURGRWWL SHUVRQDOL]]DWLFRPHTXHOOR SURJHWWDWRSHULO0RVHH GHOOHPRGLILFKHGL PDFFKLQHVWDQGDUG5RPHD SURJHWWDHUHDOL]]DEHQQHH DWWUH]]DWXUHSHUHVFDYDWRUL EHQQHGLTXDOVLDVL

Planning; inoltre lavorando â&#x20AC;&#x153;on demandâ&#x20AC;? riesce a garantire in modo efficace i tempi di consegna. Romea Equipment è fornitore OEM per numerosi tra i piĂš prestigiosi produttori di mmt, tra i quali si annoverano Caterpillar, Doosan, Hitachi, Komatsu, Liebherr, New Holland e Volvo CE. Ricordiamo infine che sul sito web aziendale è possibile visualizzare lâ&#x20AC;&#x2122;offerta completa e i video delle attrezzature al lavoro.

WLSRORJLDGDTXHOOHSHU URFFLDDTXHOOHWUDSH]RLGDOL ILQRDTXHOOHDQJRODELOLHDL GHQWLULSSHUROWUHDG DWWDFFKLUDSLGL SHUSDOH JRPPDWHHFLQJRODWHHWHUQH DQFKHLQTXHVWRFDVRXQD JUDQGHYDULHWjGLEHQQHGD TXHOOHJULJOLDWHDTXHOOHDG DOWRULEDOWDPHQWRROWUHD IRUFKHFDULFROHJQDPH WUDOLFFL QRQFKp DWWUH]]DWXUHLGUDXOLFKHSHU ODGHPROL]LRQHSULPDULDH VHFRQGDULD SLQ]H IUDQWXPDWRULVHOH]LRQDWRUL GHPROLWRULFHVRLH HLO ULFLFODJJLR SROLSLEHQQH ELYDOYHSLQ]HSHU OHJQDPH 1RQqWXWWROD VRFLHWjSURGXFHDQFKH VLVWHPLGLSXOL]LDSDQQHOOL VRODULHVROX]LRQLSHU OÂśDEEDWWLPHQWRSROYHUL 3HUTXDQWRULJXDUGDLQYHFH OHDWWUH]]DWXUHVXPLVXUDGHL FOLHQWLROWUHDLEUDFFL DGGL]LRQDOLVLULFRUGDQR DQFKHLEUDFFLGD GHPROL]LRQHFRQUHWURILW LGUDXOLFROHODPHSHU HVFDYDWRULOHEHQQH YDJOLDWULFLOHFDELQH VRSUDHOHYDELOLHLEUDFFL PDWHULDOKDQGOLQJ www.romea.it


ATTUALITÃ&#x20AC;&PRODOTTI

2EPORTPIáPRECISI DVHPSUHILRUH DOO¶RFFKLHOORGL ,5213/$1(7L UDSSRUWLGLLVSH]LRQHFRQ ODSROL]]DDVVLFXUDWLYD ,URQ&ODGRUDVRQRDQFRUD SLSUHFLVL/DVRFLHWj VSHFLDOL]]DWDQHOOHDVWH RQOLQHSHUPDFFKLQHH DWWUH]]DWXUHHGLOLH DJULFROHXVDWHKD SUHVHQWDWRGLUHFHQWHOD VXDXOWLPDLQQRYD]LRQH XQDQXRYDDSSSHUL3DG SHULSURSULLVSHWWRUL /¶DSSOLFD]LRQHPLJOLRUD QRWHYROPHQWHODTXDOLWj GHOOHUHOD]LRQLLQTXDQWR FRQVHQWHDFKLOHUHGLJHGL VHJXLUHLVWUX]LRQL GHWWDJOLDWLVVLPHSHUOD UDFFROWDGHLGDWLSL

D

VLJQLILFDWLYLGLYHUVHD VHFRQGDGHOODWLSRORJLDGL PDFFKLQDRDWWUH]]DWXUD GDLVSH]LRQDUH ³,QRVWULDFTXLUHQWLQRQ KDQQRXQFRQWDWWRILVLFR FRQLOPH]]RFKHVL DFFLQJRQRDGDFTXLVWDUH PDVLEDVDQR HVFOXVLYDPHQWHVXLGDWLH VXOOHLPPDJLQLGHLQRVWUL UDSSRUWLGLLVSH]LRQH JDUDQWLWL´KDGLFKLDUDWR 5DQG\%HUU\VHQLRUYLFH SUHVLGHQWRIRSHUDWLRQV DQGVHUYLFHVGL,URQ3ODQHW ³/DQRVWUDDVVLFXUD]LRQH ,URQ&ODGJDUDQWLVFHOD SUHFLVLRQHGLWDOLUHOD]LRQL HLOQRVWURLQWHQWRqTXHOOR GLIRUQLUHUHSRUWSL GHWWDJOLDWLSRVVLELOL

N EWS

4XHVWDDSSPLJOLRUDOD TXDOLWjGHOOHQRVWUH UHOD]LRQLHQHOFRQWHPSR ULGXFHODFRPSOHVVLWjGHOOH RSHUD]LRQLSHULQRVWUL LVSHWWRUL´ 7UDLYDQWDJJLSULQFLSDOL XQDSLHIILFDFH VWDQGDUGL]]D]LRQHGHO SURFHVVRGLUDFFROWDGDWL FRQEHQGLIIHUHQWL

FKHFNOLVWDVHFRQGDGHOOD PDFFKLQDLVSH]LRQDWD ODDSSIRUQLVFHXQDYYLVR VHXQLVSHWWRUHKD GLPHQWLFDWRTXDOFKH LQIRUPD]LRQH HLO PLJOLRUDPHQWRGHOOD TXDOLWjGHOOHLPPDJLQL VFDWWDWHXWLOL]]DQGROD IRWRFDPHUDGHOO¶L3DG www.ironplanet.com

a constant ï¬&#x201A;ow of solutions

stucchi.it

VEP-HD SERIES r5FDOPMPHJBBGBDDJBQJBOBDPOUBNJOB[JPOFSJEPUUB  EFMDJSDVJUP JSSJMFWBOUFQFSEJUBEJáVJEPEVSBOUF  JMEJTBDDPQQJBNFOUP rBDDPQQJBNFOUPDPOJMNJOJNPTGPS[PBODIFDPOBMUF  QSFTTJPOJSFTJEVFJOUFSOF rQFSEJUFEJDBSJDPPUUJNJ[[BUF rPUUJNBSFTJTUFO[BBMMFQSFTTJPOJQVMTBOUJ rEJNFOTJPOJDPNQBUUF rTJDVSPFTFNQMJDFEBVTBSF r'JSFUFTU DFSUJà DB[JPOF-MPZE


0IáFORIPERTUTTI )LSETTOREDELVEICOLOINDUSTRIALEÒINCONTINUAE RAPIDAEVOLUZIONEICOSTRUTTORIAGGIORNANO EMODIFICANOCOSTANTEMENTEILOROPRODOTTI 0!$/!. GARANTISCESOLUZIONIEFFICACIED ECONOMICHEINRISPOSTAAICAMBIAMENTI STRUTTURALIDEIVEICOLIEDEILOROIMPIANTI ,INSTALLAZIONELATERALEDEISERBATOISIDIFFERENZIA INMANIERAMOLTOEVIDENTEDACOSTRUTTOREA COSTRUTTOREEDATELAIOATELAIO COSTRINGENDO SPESSOGLIINSTALLATORIADAPPORTAREIMPORTANTIE COSTOSEMODIFICHEPERMONTAREISUPPORTISUL VEICOLO INVALIDANDOINALCUNICASILAGARANZIADEL COSTRUTTORE0ERRISOLVEREQUESTA PROBLEMATICA 0ADOANPROPONEUN NUOVOSUPPORTOCONUNA COMBINAZIONEDIFORIADATTAA SODDISFAREQUALUNQUETIPODI INSTALLAZIONE

3ERBATOI

4ANICADAPASSEGGIO (PLOFDGG\qODVHULHGLFRQWHQLWRULPRELOLLQ SROLHWLOHQHSHUWUDVSRUWRJDVROLREHQ]LQDHG DG%OXHGL(0,/,$1$6(5%$72,5HDOL]]DWL LQSROLHWLOHQHOLQHDUHFRQVWDPSDJJLR URWD]LRQDOHVRQRLGHDOLSHULOULIRUQLPHQWRGL SLFFROLYHLFROLRSHUDWLYLHPH]]LOHJJHULRGD GLSRUWR+DQQRGLPHQVLRQLFRPSDWWHSHUXQD IDFLOHPRYLPHQWD]LRQHVRQRFRVWLWXLWLGD XQ¶LPSXJQDWXUDHUJRQRPLFDSHUXQ¶RWWLPDOH PRYLPHQWD]LRQHHVROOHYDPHQWRHVRQRGRWDWL GLUXRWHSQHXPDWLFKHDGDWWHDJOLVSRVWDPHQWLVX TXDOVLDVLVXSHUILFLH'DHYLGHQ]LDUHODVWUXWWXUD SULYDGLDQJROLYLYLHOHQHUYDWXUHGLULQIRU]R SHULPSHGLUHGHIRUPD]LRQL

0NEUMATICI

3KIDATUTTAGOMMA

7UHOOHERUJqOHDGHUPRQGLDOHQHOODIRUQLWXUDGLUXR WHFRPSOHWHGLDOWDTXDOLWjSHUDSSOLFD]LRQLLQGX VWULDOLTXDOLOHDWWUH]]DWXUHSHUODPRYLPHQWD]LR QHGLPDWHULDOLLULPRUFKLLQGXVWULDOLLYHLFROLGL WUDVSRUWRSHUVRQHPDDQFKHSLDWWDIRUPHDHUHHHDW WUH]]DWXUHSHUOHFRVWUX]LRQL /HUXRWHFRPSOHWH75(//(%25* SRVVRQRHV VHUHUHDOL]]DWHLQEDVHDLUHTXLVLWLGHO3(RVXULFKLH VWHVSHFLILFKHGHOFOLHQWH DVHFRQGDGHLUHTXLVLWL GHOO¶DSSOLFD]LRQH /¶RELHWWLYRGL7UHOOH ERUJqGLRIIULUHXQD VROX]LRQH LQWHJUDOH SHUUXRWHHSQHXPDWL FLFKHFRQWHPSODWUD OHWDQWHXQDJDPPD VSHFLILFDSHU6NLG6WHHU /RDGHU

24 Costruzioni settembre 2013

!TTACCHIRAPIDI

,INKPERFETTO -!24). HABREVETTATOUN SISTEMADICAMBIORAPIDO MECCANICOBENNEPER ESCAVATORIFINOAT#ONSENTE ALLOPERATOREDIBLOCCAREESBLOCCARE LATTREZZATURAINMODORAPIDOEPRECISO ATTRAVERSOUNALEVADISBLOCCAGGIO .UOVAAPERTURAECHIUSURACONILMECCANISMODI CAMBIORAPIDODOTATODICONTROLLOVISIVODELLA CHIUSURA)LGANCIODACARICOÒDIALTAQUALITÌPER UNCARICOMASSIMOMAGGIOREEUNADURATAIN SERVIZIOPIáLUNGA4UTTELEPARTISOGGETTEADUSURA SONOINACCIAIO(ARDOX

MREX X V E Q  [ [[

[[[IQMPMEREWIVFEXSMGSQ

3UPPORTISERBATOI

[[[TEHSERMX

Uno sguardo alle novità di prodotto e alle principali soluzioni per la meccanica industriale

[[[XVIPPIFSVKGSQ

ATTUALITÀ & PRODOTTI

-!##().%!0%::)


$ISPLAYDIGITALI

3CAVOINSOLITARIA #ONILSISTEMADICONTROLLODELLOSCAVO '#3&LEXDELLA30%+42! APPLICABILEA TUTTIGLIESCAVATORI LOPERATORERIESCEA LAVORAREINVELOCITÌESICUREZZASENZA CHESIANECESSARIALAPRESENZADIUN OPERATOREATERRA OTTENENDOALCONTEMPO UNSENSIBILERISPARMIODITEMPOECARBURANTE ,ANTENNA'03OPZIONALEPERMETTEDISPOSTARSILUNGOLAREA DILAVORO SENZAAZZERAREOGNIVOLTALAQUOTAERENDESUPERFLUOANCHELUSODEL SENSOREDIROTAZIONE)LTUTTOSENZACARICAREUNPROGETTO$ABORDO MACONLASEMPLICITÌDIUNPIáPRATICOSISTEMA$

,OSCHERMOCHEVORREI

7UDOHQRYLWjODQFLDWHVXOPHUFDWRGDO*58332 $0$ VSLFFD&RQWURO9LHZODQXRYDOLQHDGL VWUXPHQWD]LRQHDGLVSOD\GLJLWDOHSHUVRQDOL]]D ELOHVWXGLDWDSHUO¶DOOHVWLPHQWRGLFDELQHGLPH GLRDOWROLYHOORÊGRWDWRGLGLVSOD\7)7/&'´ DFRORULFRQULVROX]LRQH[SL[HOVXVFKHU PRDQWLULIOHVVRHDQWLJUDIILRLQJUDGRGLJDUDQ WLUHSUHVWD]LRQLHOHYDWHFRQTXDOVLDVLOXFH

[[[TVSXI\ WMGYVI^^E MX

[[[WTIOXVEMX 3ISTEMIDIALLARME

'UARDIADAPONTEGGIO

6LFKLDPD3527(; .LW6HQVRUL:LUHOHVV HGqXQVLVWHPDGLVLFXUH]]DHSHUOD SURWH]LRQHVLDGLSRQWHJJLHGLOLFKHGL FDQWLHULLQFRVWUX]LRQHFRPSUHVHOH EDUDFFKHGHJOLDWWUH]]LHGXIILFLPRELOL &RPSUHQGHXQDFHQWUDOLQDFRPSOHWDGL ODPSHJJLDWRUHOHGRQRIIHEDWWHULDWDPSRQH XQVHQVRUHZLUHOHVVDOO¶LQIUDURVVRFRQ SURWH]LRQHGRSSLRIDVFLR'HOSDFFKHWWR DQFKHWHOHFRPDQGLFRQLQVHULPHQWR DQWLGLVWXUERRQRIIXQWHORQHDPPRQLWLYRH O¶DOLPHQWDWRUHWUDVIRUPDWRUHGLVLFXUH]]D YY7XWWRLOVLVWHPDqGLVHPSOLFLVVLPR PRQWDJJLRH O¶XWLOL]]Rq LPPHGLDWR JUD]LHDOOH GHWWDJOLDWH LVWUX]LRQL G¶XVR

3ISTEMI#!$

!NCORAPIáVELOCE

6ROLG(GJHXQDFRPSRQHQWHIRQGDPHQ WDOHGHOSRUWDIRJOLR9HORFLW\6HULHVqLO VLVWHPD&$'''LEULGRGL 6,(0(16 SLFRPSOHWRFKHXWLOL]]DOD WHFQRORJLDVLQFURQDSHUODSURJHWWD]LRQH DFFHOHUDWD&RQODPRGHOOD]LRQHGLDV

2ISCALDATORI

)LCALDODEIGIUSTI )LRISCALDATORE!IR4OP347%"!34/ FUNZIONAIN MODOSILENZIOSO RISCALDANDORAPIDAMENTELARIASIA ALLINTERNODELLABITACOLOCHENELLAREADICARICOE MANTENENDOCOSTANTELATEMPERATURAIDEALE IMPOSTATA!SECONDADELLEESIGENZEDIUTILIZZO IL RISCALDATOREPUÛPASSAREDALRICIRCOLODELLAREA INTERNAALVEICOLOALLUTILIZZODIARIAFRESCAESTERNA #ARATTERIZZATODALFATTODIRICHIEDERESCARSAE SEMPLICEMANUTENZIONEEDIAVERECOSTICONTENUTI !IR 4OP34FALEVASUARGOMENTICONCRETIPER PROPORSIALLUTILIZZATOREPROFESSIONALE ¶UNASOLUZIONESEMPLICEEDAFFIDABILE ADATTAPER DIVERSICAMPIDIAPPLICAZIONE)L DESIGNCOMPATTO RENDELINSTALLAZIONE INTERNAOESTERNA FACILEEVELOCE

[[[EQEVIJPYMHMX

#ONTROLLISCAVO

N EWS

[[[[IFEWXSGSQ

ATTUALITÀ&PRODOTTI

VLHPLUHGD]LRQHJHVWLRQHWUDVSDUHQWH GHLGDWLHO¶DQDOLVLDHOHPHQWLILQLWL 6ROLG(GJHVHPSOLILFDODFUHVFHQWHFRP SOHVVLWjGHOODSURJHWWD]LRQHGHOSURGRW WR/DQXRYDUHOHDVHGHOVRIWZDUH6ROLG (GJHRIIUHQXPHURVHPLJOLRULHQHOO¶DP ELWRGHOODYHORFLWjGLHVHFX]LRQHGLGH WHUPLQDWHDWWLYLWjVXSHULRUHILQRDVHL YROWHULVSHWWRDOODYHUVLRQHSUHFHGHQWH

[[[TPQEYXSQEXMSRWMIQIRWGSQ settembre 2013 Costruzioni 25


Peso operativo  TON Motore 9ANMAR4.6# Potenza netta  K7


Š Costruzioni

:$/.$5281' $)

-!44()%5 #/,/-"/


© Costruzioni

,3/86

di

Lo Yanmar ViO80-1 ha il migliore  rapporto dimensioni/prestazioni tra i midi da 8 tonnellate. È un vero girosagoma. Nuovo motore a controllo elettronico  Common rail Stage IIIB Yanmar da 42,2 kW a soli 2.000 giri/min. Velocità media del pistone di soli 7,33 m/s. Affidabilità. Modalità Economy che abbatte i consumi  carburante del 17% e ritorno al regime minimo per inattività di serie. Raddoppio idraulico ViPPS e nuova  valvola solenoide antistallo per sfruttare sempre tutta la potenza motore. Produttività (m3/h) fino al 18% superiore  rispetto al precedente ViO80-1. Cicli di lavoro più rapidi del 15%. Prestazioni al top della categoria (forza  di strappo, profondità di scavo al plinto) e massima stabilità con il carro ViCTAS. Architettura ultra compatta con esclusivo  flusso d’aria per il raffreddamento del vano motore/idraulica con ventola soffiante. Cabina di larghezza eccezionale,  con climatizzatore di serie, supportata da 5 ammortizzatori misti gomma/olio siliconico. Meno rumore e vibrazioni. Nuova interfaccia operatore/macchina  con monitor Lcd che indica consumi carburante, manutenzioni e anomalie. Visibilità ottimale grazie all’ampia vetratura  della cabina e al montante posteriore posizionato dietro l’operatore. 5 retrovisori.


È IL MIDI DA 8 T PIÙ COMPATTO Il nuovo ViO80-1 conferma le elevate prestazioni del modello precedente, ma è il 18% più efficiente ed ha un motore Stage IIIB progettato per l’applicazione movimento terra. Nessuna limitazione nei centri urbani grazie al filtro antiparticolato


© Costruzioni

Raggio di rotazione frontale minimo (brandeggio) 2.130 mm

Sbalzo posteriore torretta 1.135 mm

© Costruzioni

YANMAR VIO80-1

Vero GIROSAGOMA

Vanta il migliore rapporto tra prestazioni e ingombri e ruota in appena 3.265 mm senza nessuno sbalzo posteriore. La stabilità è massima grazie al carro Victas e alla torretta abbassata di 10 mm

Nessuna sporgenza posteriore

Visibilità molto buona

Carro ViCTAS asimmetrico 40/60 con linea d’appoggio sul cingolo (rullo doppia flangia) spostata verso l’esterno

Carreggiata 1.870 mm (come l’SV100-1)

Larghezza massima 2.270 mm


doppi specchi sui montanti

Š Costruzioni

Š Costruzioni

Due vetri laterali scorrevoli

Š

Co str uz ion i

5 specchietti

VISIBILITĂ&#x20AC; A 360° La torretta tanto compatta e lâ&#x20AC;&#x2122;ampia cabina con cristalli incollati (tecnica automotive) garantiscono una visibilitĂ diretta molto buona, che sommata a quella dei 5 specchi retrovisori convessi, è nel complesso ottima.

Forza profonda

Brandeggio destra 60° brandeggio sinistra 57°

Il ViO80-1 ha la migliore forza di strappo tra i midi 8 t zero tail o short radius. La profonditĂ massima di scavo è di ben 4.130 mm (al plinto è record di categoria con 3.780 mm) e lâ&#x20AC;&#x2122;altezza di carico di 4.700 mm è superiore alla media dei concorrenti

PRESTAZIONI

â&#x20AC;˘ FORZA DI STRAPPO

6.357 daN

â&#x20AC;˘ FORZA DI PENETRAZIONE

4.081 Mpa

â&#x20AC;˘ CAPACITĂ&#x20AC; SOLLEVAMENTO*

2.220 KG

.OTAÂŞ DISTANZAM ALLIVELLODELSUOLO CONLAMAABBASSATA

settembre 2013 Costruzioni 31


Aspirazione aria

Sistema di riscaldamento aria per avvio motore con climi freddi Filtro aria ben accessibile

Compensazione refrigerante

i © Costruzion

Filtro gasolio con separatore, spurgo, spia in cabina e reinnesco con pompa elettrica (nel tondo)

Rabbocco olio © Costruzioni

© Costruzioni

Tra i primi Stage IIIB della categoria

4ECNOLOGIAda grande MODALITÀ ECO Con una mappatura dedicata che modifica curva di coppia e regime i consumi calano del 17%.

Scambiatore Egr

COMMON RAIL E 16 VALVOLE Le 4 valvole per cilindro migliorano la coppia a basso regime ottimizzano la combustione. L’iniezione è diretta Common rail e gestita elettronicamente.

AUTOPROTETTO Dei sensori rilevano scarsa pressione dell’olio motore o temperatura alta del refrigerante e, se necessario, l’ECU (centralina motore) riduce regime e potenza fino allo sparire dell’anomalia.

GIÙ I CONSUMI! L’Auto Idle di serie riporta il regime motore al minimo se i manipolatori restano inattivi per 4 secondi. Appena si sfiorano i comandi il regime si alza nuovamente.

EGR A CONTROLLO ELETTRONICO Sullo Yanmar 4TNV98C il ricircolo dei gas di scarico è esterno e raffreddato. Grazie al controllo elettronico dell’attuatore tramite ECU, il ricircolo non è continuo ma avviene solo quando necessario. NUOVO COMMON RAIL Il motore Yanmar TNV98C (qui in versione WBV) ha un nuovo sistema d’iniezione Common rail ad alta pressione: più efficienza carburante e meno consumi.

Controllo elettronico iniezione

Carburante ad alta pressione

32 Costruzioni settembre 2013

“Rotaia” in pressione © Costruzioni



Nuova valvola a farfalla in aspirazione

© Costruzioni



© Costruzioni



Controllo elettronico ricircolo gas

Ricircolo gas raffreddato per abbattere gli NOx

© Costruzioni

È uno dei pochi 8 t con motore Stage IIIB. Il nuovo motore Yanmar ha soluzioni per abbattere emissioni collaudate da escavatori da oltre 20 t. Potenza massima di 42,2 kW a soli 2.000 giri/min

© Costruzioni

YANMAR VIO80-1

DPF dietro al motore


by

:$/.$5281'

Stop ALPARTICOLATO Il sistema di abbattimento delle emissioni allo scarico Yanmar rigenera in modo passivo il DPF, lo rigenera attivamente in automatico in base al livello d’intasamento rilevato e, solo se necassario, chiede l’attivazione manuale della rigenerazione

RIGENERAZIONE PASSIVA Con il normale utilizzo del midiescavatore e il raggiungimento della temperatura d’esercizio ottimale del motore, il DPF si rigenera da solo in continuo senza iniezioni di carburante.

RIGENERAZIONE ATTIVA AUTOMATICA Ogni 100 ore circa (il tempo varia in base al livello di particolato presente nel DPF rilevato dalla centralina motore ECU) avviene la rigenerazione automatica. In questo caso una minima iniezione di carburante a monte del DOC basta a elevare la temperatura del DPF in modo che si rigeneri. Si può continuare a lavorare con la macchina come se nulla fosse ma, nel caso la macchina fosse in ambienti dove una temperatura elevata allo scarico è sconsigliabile, la rigenerazione si può interrompere e rinviare. Modulo silenziatore

Sensore differenziale di pressione che indica all’ECU il livello d’intasamento del DPF

DPF

Ingresso gas di scarico Iniezione carburante per indurre rigenerazione

Filtro antiparticolato (DPF) Catalizzatore ossidante (DOC)

© Costruzioni

Modulo DOC-DPF dietro al motore. Accessibile da torretta

Silenziatore

DPF

DOC

Richiesta rigenerazione Rigenerazione in corso

RICHIESTA DI RIGENERAZIONE MANUALE In seguito al ripetuto utilizzo della macchina senza l’entrata in temperatura del DPF (lavori con frequante spegnimento della macchina, per esempio) l’elettronica segnala la necessità di eseguire la rigenerazione con una icona specifica (sopra, in verde) la cui comparsa è accompagnata da un segnale di allerta acustico. In questo caso la rigenerazione va eseguita a macchina ferma con leva di blocco alzata e motore acceso con potenziometrico al minimo. Per avviarla si deve premere il pulsante della rigenerazione (qui sopra) per almeno 3 secondi e la rigenerazione inizia. La durata è variabile e richiede in media 25/30 minuti. settembre 2013 Costruzioni 33

© Costruzi oni

DOC


© Costruzioni

© Costruzioni

Aspirazione aria

Ventola soffiante

Potenza compatta L’architettura del ViO80-1 ricalca il classico schema Yanmar. I progettisti hanno lavorato per includere negli stessi ingombri del ViO80 anche il filtro antiparticolato. Ci sono riusciti senza aumentare il volume o l’altezza dei cofani. L’ottima visibilità è quindi invariata



FLUSSO ARIA ESCLUSIVO L’aria fresca è aspirata nella parte anteriore della torretta e con il suo passaggio forzato raffredda nell’ordine: distributore idraulico, pompe e intero vano del motore termico. La ventola plastica, a 7 pale, è soffiante.



BARICENTRO PIÙ BASSO Rispetto al ViO80, la torretta è più vicina al carro di 10 mm. La già buona stabilità aumenta quindi sia sul frontale sia sul laterale dove il carro asimmetrico ViCTAS garantisce già prestazioni di rilievo.



SERBATOI SUL LATO DESTRO Il serbatoio plastico per il gasolio (115 l) ha permesso di ottenere un cofano laterale spiovente per favorire la visibilità. Tra gasolio e radiatori trova posto il serbatoio metallico dell’olio idraulico da 60 l.

34 Costruzioni settembre 2013

Radiatore refrigerante Radiatore olio idraulico in parallelo

© Costruzioni

YANMAR VIO80-1

L’immagine qui sopra evidenzia l’effetto della ventola soffiante e come il flusso caldo in uscita sia indirizzato verso l’alto.


by

Sotto alla pedana antiscivolo a centro torretta c’é un pratico vano porta attrezzi con asola per luchetto.

© Costruzioni

© Costruzioni

:$/.$5281' Chiusura cofano con chiave unificata Bocchettone gasolio con griglia impurità e vasca salvagoccia

ie) er is (d re ato ss ra ing rta po

Serbatoio gasolio plastico Verniciatura “eco” per cataforesi senza solventi

© Costruzioni

© Costruzioni

FATTO PER DURARE A LUNGO Tutti i cofani di questo Yanmar sono in metallo spesso e resistenti agli urti. Soltanto la cover dei serbatoi è in plastica in ragione del profilo a curvature molteplici.

Chiave unificata per avvio, porta, cofano motore e serbatoi.

Sportello per facilitare l’accesso alla batteria. Guarnizione e inclinazione contro l’acqua piovana

© Costruzioni

© Costruzioni

L’allestimento di serie include, sotto al cofano destro, la pompa carburante elettrica della Piusi con stop automatico per troppo pieno o aspirazione a vuoto.

Qui sopra lo switch di settaggio della funzione accessoria: posizione a 2 vie oppure con una via “attiva” e la seconda in scarico al serbatoio.

Comando pompa carburante

IMPIANTO ELETTRICO POTENZIATO

• ALTERNATORE DA 80 A POTENZA CRESCIUTA DEL 40% • BATTERIA DA 92 Ah • CONNESSIONI IP 69 RESISTENTI A SOLVENTI IN PRESSIONE Fusibili protetti sotto sedile

  © Costruzioni

© Costruzioni

Sgancio rapido del polo negativo

agosto_settembre settembre 2013 Costruzioni 35


Lâ&#x20AC;&#x2122;idraulica cambia per favorire il risparmio di carburante, mantenendo le prestazioni. Ă&#x2C6; confermato lo schema del raddoppio introdotto con il ViO80 e le pompe a portata variabile sono 3. Con lâ&#x20AC;&#x2122;Economy Mode i consumi calano del 17% rispetto allo standard



Š Costruzioni



NUOVO RADDOPPIO ViPPS Idraulica ViPPS modiďŹ cata per consumare meno senza perdere lâ&#x20AC;&#x2122;esclusivo raddoppio di portata e i movimenti contemporanei.

SFRUTTA TUTTA LA POTENZA Una nuova valvola solenoide collegata alle pompe P1 e P2 ed allâ&#x20AC;&#x2122;ECU permette una risposta pronta del motore (no cali di giri) e di sfruttarne tutta la potenza (antistallo). DISTRIBUTORE VICINO ALLE POMPE Tale disposizione riduce le perdite di carico idraulico e diminuisce la lunghezza necessaria di tubazioni e giunzioni (meno componenti, maggiore afďŹ dabilitĂ ).

â&#x20AC;˘ CICLI DI LAVORO FINO AL

15% PIĂ&#x2122; VELOCI*

â&#x20AC;˘ PRODUTTIVITĂ&#x20AC; IN m3/h FINO AL

18% SUPERIORE*

.OTADATI9ANMARRIFERITIADUNCICLODILAVOROCONSCAVO A MDIPROFONDITĂ&#x152; ROTAZIONEAÂŞESCARICOAM Š Costruzioni



RISPETTO ViO 80

YANMAR VIO80-1

Economia ELETTRONICA

Grazie al nuovo monitor Lcd in cabina si possono ora visualizzare i consumi orari della macchina suddivisi per giornata (mattino e pomeriggio).

ILLUMINANO CONSUMANDO MENO Lâ&#x20AC;&#x2122;allestimento di serie prevede tre fari a led: quello integrato nel braccio e i due fari frontali di lavoro. Ă&#x2C6; inoltre disponibile il â&#x20AC;&#x153;kit segnalazioneâ&#x20AC;? che include il girofaro arancione e un faro a led posteriore. I fari a led assorbono meno energia e durano piĂš ore dei classici alogeni.


by

:$/.$5281'

/RALA0HALAPORTATAVARIABILE Rispetto al classico ViPPS Yanmar i progettisti hanno modificato l’idraulica per favorire il risparmio di carburante. Ora le tre pompe idrauliche principali, montate in linea, sono a pistoni con cilindrata variabile. La pressione massima dell’impianto è di 25,5 Mpa P4 P3 COME CAMBIA IL ViPPS Nel passato la sommatoria della portata idraulica ViPPS avveniva P1 tra la pompa a portata fissa P3 e quella a portata variabile P2 quando la P3 non era impegnata per rotazione e brandeggio. Ora la sommatoria arriva dalla P2 sia per la P1 sul braccio, sia per la P3 sulla linea PTO.

D

D

Il distributore a centro aperto è posizionato sotto al pianale della cabina ma ben accessibile. È il primo componente a essere raffreddato dall’esclusivo flusso di raffreddamento forzato.

La centralina elettronica ECU del motore è più grande rispetto a quella del ViO80 ed è montata, con supporti elastici, su un nuovo sportello a bandiera fissato dietro alla cabina. In questa posizione è ben protetta da urti, vibrazioni e dal calore di motore e Dpf.

ECONOMY MODE CHE NON TAGLIA LA COPPIA

Sportello nuova centralina ECU

Filtro pilotaggi P1 Nuova valvola solenoide “antistallo” che permette di sfruttare tutta la potenza motore

POMPE IDRAULICHE MONTATE IN LINEA © Costruzioni

P2

P3

P4

Questa modalità si attiva con un pulsante (a destra) che limita il regime massimo del motore. Rispetto alla modalità di lavoro standard del ViO80-1, Yanmar dichiara un risparmio medio di carburante del 17% con punte del 19.

© Costruzioni

© Costruzioni

P2

P1

TRASLAZIONE DX, BRACCIO E BENNA

P2

TRASLAZIONE SX, BRANDEGGIO, PENETRATORE PIÙ IL RADDOPPIO SU P1 (BRACCIO) E SU P3 (PTO)

P3

ROTAZIONE, LAMA E PTO

P4

SERVOCOMANDI settembre 2013 Costruzioni 37


Comfort in grande Radio mp3 con presa aux, usb e SD card

© Costruzioni

Sedile Grammer di serie e disponibile in skai

Pannello fonoassorbente antiurto

Larghezza interna eccezionale di 1.100 mm Aut oa vvo lge nte

SOLO

73 dB(A) IN CABIN A

La cabina ha la stessa struttura del modello superiore SV100-1. È molto ampia, pressurizzata, climattizzata, confortevole e l’allestimento di serie è completo 38 Costruzioni settembre 2013

© Costruzioni

So spe nsi on ep ne um ati ca

Spazio manuale tecnico e fusibili con luchetto

GRANDE QUALITÀ La consolle di sinistra (con leva di blocco) e le cerniere della porta hanno ingrassatori per garantire funzionalità nel tempo.

© Costruzioni

Regolazione consolle indipendente dal sedile

© Costruzioni

Doppio filtro clima estraibile (segnale sul monitor)

Poggia polsi regolabili imbullonati


© Costruzioni

© Costruzioni

© Costruzioni

Accesso facilitato da maniglia ergonomica e più lunga

Montante disassato dietro la testa. Esemplare visibilità posteriore di 3/4

730 mm

70% 30% nibile Sovrappo

Maniglia porta più ergonomica 650 mm

Tergicristallo su pantografo - grande visibilità

Profilo antiscivolo integrato nella struttura

La cabina europea del ViO80-1 rispetta gli standard ISO. Risponde quindi alle omologazioni ROPS (protezione in caso di ribaltamento macchina), FOPS 1 (protezione contro la caduta di oggetti dall’alto) e TOPS (protezione contro il rovesciamento laterale).

5 supporti cabina oleoviscosi

© Costruzioni

Portata idraulica regolabile

)LSILENZIOÒDISERIE

6 bocchette aria multidirezionali

Elettroproporzionali per ausiliarie

CABINA PRESSURIZZATA La pressione acustica interna alla cabina di 73 dB(A) è ottenuta con cristalli incollati e buone guarnizioni per porta e parabrezza, estesi rivestimenti interni e un’accurato lavoro di insonorizzazione e isolamento termico sia del vano motore/idraulico sia del distributore. ©C ostr uzio ni

© Costruzioni

Climatizzatore di serie con tre velocità selezionabili. La ventola per il raffreddamento del condensatore è indipendente e termostatica (meno consumo carburante).

La grande novità in cabina è l’introduzione di un monitor Lcd (vedi pagina seguente) utile per monitorare le ore di lavoro, gli intervalli Acceleratore di manutenzione potenziometrico (conto alla rovescia) e lo stato di rigenerazione del filtro antiparticolato.

Ventola clima termostatica

© Costruzioni

© Costruzioni

Presa 12 V vicina a porta oggetti

A sinistra (sotto al sedile) una seconda presa 12 V per accessori esterni e lo stacco Run/Off di sicurezza per il motore.

© Costruzioni

© Costruzioni

ROPS, FOPS 1 E TOPS

Porta documenti con luchetto

Porta bottiglie

Nuovi supporti: poche vibrazioni e meno rumore

Nuovo Lcd (diagnostica)


HA BUONA MEMORIA La novità più evidente in cabina è il nuovo monitor Lcd integrato in una consolle. Con questa nuova interfaccia, l’operatore ha sotto controllo le scadenze di tutti gli intervalli di manutenzione (conto alla rovescia delle ore operative), la temperatura del refrigerante motore, il livello carburante. Può visualizzare le ore in cui la macchina ha lavorato in ogni giorno dell’anno, suddivise tra mattino e sera. Questo è utile per i noleggiatori. Inoltre, il monitor “dà voce” alla centralina ECU che segnala se la macchina sta eseguendo la rigenerazione del Dpf o se è necessario avviarla.

© Costruzioni

© Costruzioni

YANMAR VIO80-1

)NDICAZIONI preziose

Eco

MANUTENZIONE A destra, dal più vicino, la schermata generica “service”, parte dei progressivi indicatori di manutenzione e i singoli progressivi dei liquidi resettabili.

40 Costruzioni settembre 2013

LAVORO A sinistra, dall’esterno pagina, la schermata principale con indicatore del consumo, il calendario della cronologia e le ore operative di una giornata (mattino e pomeriggio).


by

© Costruzioni

:$/.$5281' Protezione cilindro braccio di serie

La doppia asola in cima al penetratore (nel dettaglio qui sopra) permette di spostare il punto di spinta del martinetto nel caso si montino attacchi rapidi o grandi attrezzature. Così si proteggono cilindro braccio e cabina da contatti accidentali. © Costruzioni

© Costruzioni

Passaggio tubi lineare protetto

CIRCUITI IDRAULICI AUSILIARI L’allestimento di serie include due linee idrauliche ausiliarie a portata regolabile con comandi proporzionali (trimmer sui manipolatori). A richiesta, si può avere una mezza linea supplementare per l'utilizzo di attrezzi con doppia alimentazione idraulica.

© Costruzioni

© Costruzioni

Gruppo brandeggio e base braccio in fusione

Linee modulari (vite) e guide in gomma Il cingolo asimmetrico permette di avere una linea d’appoggio più esterna. Maggiore stabilità

60%

40%

© Costruzioni

Co str uz ion i

Cilindro lama ben protetto

©

Struttura lama scatolata per più rigidità e robustezza

© Costruzioni

Ben 1.990 mm di sbalzo lama da centro ralla

Le caratteristiche del carro possono sembrare simili alle macchine concorrenti. Cingoli larghi 450 mm, 5 rulli d’appoggio, lunghezza carro di 2.890 mm e larghezza di 2.270 mm. La grande differenza è nella concezione con cingolo asimmetrico che, a pari dimensioni del carro, allarga la carreggiata utile. © Costruzioni

© Costruzioni

STABILITÀ ESCLUSIVA

Tubazioni cilindro lama modulari (vite)


Š Costruzioni

YANMAR VIO80-1

ŠC ostr uzio ni

Yanmar ViO80-1 in numeri 0ESO 0OTENZA -OTORE9ANMAR #ILINDRATA #ILINDRI !LESAGGIOXCORSA 2EGIMEDITARATURA 6ELOCITĂ&#x152;DELPISTONE 6ALVOLEPERCILINDRO $ISTRIBUZIONE )NIEZIONE &ASIDgINIEZIONE %'2CONTROLLOELETTRONICO 4RATTAMENTOGASDISCARICO !LIMENTAZIONEARIA 0OMPE 0ORTATA 2EGOLAZIONEPOMPA $ISTRIBUTOREACASSETTI 0RESSIONE 0ROFONDITĂ&#x152;DISCAVO 0ROFPLINTO $ISTANZADISCAVOATERRA !LTEZZADICARICO &ORZASTRAPPO &ORZAPENETRAZIONE 6ELOCITĂ&#x152;TRASLAZIONE 6ELOCITĂ&#x152;ROTAZIONETORRETTA 0ASSOLUNGHEZZACARRO 2ULLIDAPPOGGIO ,ARGHEZZASOTTOCARRO ,ARGHEZZASUOLE 3BALZOPOSTERIORETORRETTA 3CAVODISASSATOSX DX ,UNGHTRASPORTOLAMAANT !LTEZZATRASPORTO ,AMA7 ( 3OLLEVAMENTO ABBLAMA 3BALZOLAMA "ATTERIA !LTERNATORE 3ERBATOIOGASOLIO 3ISTEMASERBATOIOIDRAULICO

  TON   K7 4.6#7"6   L  X MM  GIRIMIN 7,33 m/s  CONV CR  ESTERNORAFFREDDATO $OC $PF Stage IIIB ASPIRATO PORTATAVARIABILE X    LMIN CONVENZIONALE CENTROAPERTO   -PA  MM 3.780 mm  MM  MM 6.357 daN  DA.     KMH  MS ND MM   MM  MM 1.135 mm   MM  MM  MM   MM   MM  MM X !H 80 A  L  L

www.yanmar.eu

Instancabile TRASMISSIONE DATI DISPONIBILE Con il nuovo ViO80-1 gli interventi dâ&#x20AC;&#x2122;assistenza e relative tempistiche non variano rispetto al ViO80, ma bisogna avere unâ&#x20AC;&#x2122;attenzione in piĂš per il ďŹ ltro antiparticolato. Il Dpf richiede una pulizia professionale ogni 3.000 ore di lavoro, ma la sua sostituzione (unitamente al Doc) è necessaria soltanto ogni 9.000 ore. Alla garanzia standard di 1 anno sullâ&#x20AC;&#x2122;intera macchina si possono aggiungere le garanzie integrali Plus (2° anno e 2.000 ore, 2° e 3° anno e 3.000 ore, 2°, 3° e 4° anno e 3.500 ore) o i pacchetti Plus dedicati alla catena cinematica (3 anni o 3.000 ore, 3° e 4° anno e 3.500 ore).

â&#x20AC;˘ CAMBIO OLIO MOTORE E FILTRO 250 ore â&#x20AC;˘ CAMBIO FILTRO GASOLIO 500 ore â&#x20AC;˘ CAMBIO FILTRO OLIO IDRAULICO 1.000 ore â&#x20AC;˘ CAMBIO OLIO IDRAULICO 1.000 ore â&#x20AC;˘ CAMBIO LIQUIDO REFRIGERANTE 1.000 ore â&#x20AC;˘ PULIZIA PROFESSIONALE DPF 3.000 ore â&#x20AC;˘ SOSTITUZIONE DOC + DPF 9.000 ore

GUARDA IL SITO DEDICATO ALLE MACCHINE YANMAR Si ringrazia per la collaborazione e la disponibilitĂ la concessionaria Yanmar Construction Equipment Europe B.G. Riparazioni con sede a Ressora di Arcola (SP).


Diesel KDI

Hall 1 - Stand F107

DISCOVER THE NEXT ENGINE GENERATION w w w. l o m b a rd i n i . i t LOMBARDINI srl - Via Cav. Del Lav. A. Lombardini, 2 - 42124 Reggio Emilia - Italy


Takeuchi.® Macchine complete a 360 gradi.

Una nuova rete commerciale di professionisti formata da 30 Concessionari Ufficiali a vostra disposizione che conoscono le esigenze delle aziende, sono in grado di offrirvi informazioni tecniche e consigli adeguati per scegliere il macchinario adatto alla vostra impresa. La vasta gamma di escavatori da 8 a 160 q. copre qualsiasi soluzione di cantiere. Presso tutti i concessionari Takeuchi® è possibile trovare un’ampia gamma disponibile di ricambi originali. La rinomata qualità ed affidabilità degli escavatori Takeuchi® rende il prodotto perfetto per l’impresa moderna. MIDI EQUIPMENT SPA | Via Pacinotti 19 - 37135 Verona (Italy) - T +39 045 8230542 - F +39 045 8206070 - info@midiequipment.it

- VERONA

ATTENZIONE! CARICO NON SPORGENTE.


673

8_9_settembre 2013

50 56 62 68

Motori 0RESENTIAMOLAGAMMA DI0ERKINS3IPUNTA SUDOWNSIZINGECOMPATTEZZA

Ricerca&sviluppo !BBIAMOPARTECIPATOALPRIMO 6OLVO)NNOVATION&ORUM 'LISVEDESIGUARDANOALFUTURO

Escavatori cingolati ,A(YUNDAIHAGRANDIAMBIZIONI 6ISTOAL"AUMAUNPROTOTIPOCHE PUNTASUUNANUOVAIDRAULICA

Attrezzature idrauliche #ANGINIHADATOLOPPORTUNITÌ DIPROVARELINTERAGAMMA ,ENOVITÌNONMANCANO

IN QUESTO NUMERO...

46

Motori "OSCH2EXROTHPRESENTA LO3TART 3TOPPERILCONSTRUCTION ,IDRAULICAFALADIFFERENZA

MACCHINE OMPONENTI C


MOTORI

PICCOLO Ă&#x2C6; Lâ&#x20AC;&#x2122;854F-E34TA segna il completamento della gamma di motori Stage IV/Tier 4 Final, che comprende inoltre le serie Perkins 400 e 1200.

@

ima on lin pr

e

nte

eb.com uzioniw r t s o .c www

46 Costruzioni settembre 2013


MACCHINE&COMPONENTI $) #2)34)!. &52).)

bello (e pulito) DOWNSIZING E MINIMI INGOMBRI DEI SISTEMI DI POST-TRATTAMENTO. SONO QUESTI GLI OBIETTIVI PRINCIPALI RAGGIUNTI DA PERKINS NEL LANCIO DELLA GAMMA INTERA, PRONTA ALL’EMISSIONAMENTO DEL GENNAIO 2014. E L’OEM RINGRAZIA 0ERKINSHAPRESENTATOIL& 

UNMOTOREACILINDRIDA LASPI RATOCHEEROGAUNAPOTENZADI  K7 #V AGIRIMINEUNA COPPIADI.MAGIRIMIN,AGAM MA&ÒUNOTTIMASOLUZIONEPERLACO STRUZIONEDIMACCHINEPICCOLEMAADALTE PRESTAZIONIEACOSTICONTENUTI CONUN PICCODIPOTENZAPARIA  K7#V ,AFLESSIBILITÌDEL LAPROGETTAZIONEDELMODULO DICONTROLLOELETTRONICOPUÛES SERESFRUTTATAPERFORNIREUNPRODOTTO PERSONALIZZATOINBASEALLEESIGENZE DELLAMACCHINA AUMENTANDOLACAPA CITÌDIAPPLICAZIONEDELMOTORE& $ASOTTOLINEAREILMANTENIMENTODIOLTRE ILDEICOMPONENTIRISPETTOALPRECEDENTE MOTORECONFORMEALLENORMATIVE3TAGE)))!4IER )NTERIM,UNICADIFFERENZACONSISTENELLAGGIUNTADELPOST TRATTA MENTO PROGETTATOPERLAMASSIMACOMPATTEZZAECONOPZIONIDI MONTAGGIOPIáFLESSIBILIPERAGEVOLARELEPROCEDUREDIINSTALLAZIO NE4UTTOCIÛCONSENTEDIMANTENEREDIMENSIONIDIINSTALLAZIONE COMPATTE)L&MIGLIORAINOLTRELEFFICIENZADELCARBURANTE RIDU CENDOICOSTIDIESERCIZIO ELADISPERSIONEDELCALORE Sotto, da sinistra, il lato “caldo” dell’854F-E34TA con, in alto, il common rail da 1.800 bar, la turbina a doppio stadio e l’ingombro complessivo ridotto, soprattutto per quanto concerne il modulo di post-trattamento che integra Doc e Scr. I costi per l’utente finale sono stati ridotti grazie all’uso di cinghie Poly-V.

© Costruzioni

© Costruzioni

CI STA OVUNQUE

© Costruzioni

#

ARTESVELATEINOCCASIONEDEL"AUMA PER0ERKINS!LLAKERMESSETE DESCAILCOSTRUTTOREINGLESEHAMESSO SULCAMPOTUTTALAPROPRIAFILOSOFIAMOTORISTICAA ECILINDRIPERRISPONDEREAGLISTANDARD%53TAGE )653%0!4IER&INAL-ODELLODIPUNTAERASICU RAMENTEL& %4! LANCIATOPERSODDISFARELE ESIGENZEDEGLI/EMSOPRAIK7#V LLNUO VOMODELLOCOMPATTOACILINDRI DA LITRI INTE GRALATECNOLOGIAARIDUZIONECATALITICASELETTIVA3CR APPOSITAMENTEOTTIMIZZATA3EPARATADALMODULO CATALIZZATOREDIOSSIDAZIONE$OC PUÛESSEREMON TATAINPOSIZIONEORIZZONTALEOVERTICALE PEROFFRIRE UNAMAGGIOREFLESSIBILITÌDIMONTAGGIONELVANOMO TOREAIPRODUTTORIDIMACCHINECOMPATTE )LRISPARMIODISPAZIOÒULTERIORMENTEMIGLIORATOGRA ZIEALLASSENZADELFILTROANTIPARTICOLATO$PF RESA POSSIBILEDALLINTRODUZIONEDIUNATESTATAAVALVO LEECHECONSENTEUNAUMENTODELLAPRESSIONEDEL #OMMON2AILABAR,EPRESTAZIONIDELMO DELLO& %4!SONOSTATEPORTATEAK7 #V CONUNACOPPIAMASSIMADI.M GRAZIEAL TURBOASTADIOSINGOLOCONVALVOLADISCARICOINTELLI GENTE)LREGIMENOMINALEÒCOMPRESOTRAE GIRIMIN,INNALZAMENTODELLEPRESTAZIONI TUT TAVIA NONVAADISCAPITODELCONSUMODICOMBUSTI BILE¶STATOMANTENUTOILMIGLIORAMENTODELLNEL CONSUMOSPECIFICODICOMBUSTIBILE3&# OTTENU TOALPRECEDENTELIVELLO3TAGE)))"4IER)NTERIM ,ADISPERSIONEDELCALORERESTAANALOGA SENZAMO DIFICHEDELRADIATORERRST


© Costruzioni

© Costruzioni

© Costruzioni

MOTORI

Il lancio della gamma 1204F intende assicurare facilità e flessibilità di integrazione oltre all’abbattimento dei costi. Molti dei miglioramenti apportati ai modelli Stage IIIB/Tier 4 Interim sono stati trasferiti anche alla nuova gamma, ad esempio la maggiore densità di potenza, la migliore risposta al transitorio e i consumi ridotti.

A destra dall’alto la serie 110 a confronto con la 1200, subito sotto il common rail. Qui accanto, sempre a sinistra, il modulo integrato per il post-trattamento che contempla il Doc e l’Scr mentre manca il Dpf (disponibile in caso di applicazioni particolari). A destra, la doppia turbina.


MACCHINE&COMPONENTI R IGENERA SENZA DAR FASTIDIO 0ERGLI/EMCHERICHIEDONOUNACOPPIAELEVATAA BASSEVELOCITĂ&#x152; ILMOTOREATURBOCOMPRESSORESIN GOLO0ERKINS& %4!Ă&#x2019;UNUNITĂ&#x152;DALITRIA CILINDRIINGRADODIGENERAREFINOAK7#V AGIRIMINCONUNACOPPIAMASSIMADI .MAGIRIMIN,AGAMMAACILINDRICOM PRENDEINOLTREILMODELLOCONDUETURBOCOM PRESSORI UNOPICCOLOEUNOGRANDE MONTATIIN SERIEĂ&#x2019;IL& %44!EDEROGAUNAPOTENZA DIK7#V ,OSTAGE&INALhCOMPATTOv Ă&#x2019;STATORAGGIUNTOCONLINCLUSIONEDI$OC $PFE 3CRINUNUNICOMODULOINTEGRATO)L$PFSIAVVALE ORADELLARIGENERAZIONEPASSIVA COMPLETAMENTEIN VISIBILEALLOPERATORE CHENONRICHIEDEINTERVENTIDIMA NUTENZIONE3ULCAMPO IL&GARANTISCEUNEFFICIENZADICONSUMODIGA SOLIOE$EF SUPERIOREDICIRCAILRISPETTOAIMODELLIPRECEDENTI

CONCENTRATI NEL POST-TRATTAMENTO Š Costruzioni

.ELLOSVILUPPODELLANUOVA GAMMA 0ERKINSSIĂ&#x2019;IMPE GNATAARIDURREALMINIMO LIMPATTODELPOST TRATTA MENTONECESSARIOPERSOD DISFAREGLISTANDARD3TAGE )64IER&INAL INPARTICO LARELARIDUZIONESIGNIFICA TIVADELLOSSIDODIAZOTO 1UESTO OBIETTIVO Ă&#x2019; STATO RAGGIUNTOCONLINCLUSIONE DELCATALIZZATOREDIOSSIDAZIONE$OC $IESEL/XIDATION#ATALYST DELFILTRO ANTIPARTICOLATO$PF $IESEL0ARTICULATE&ILTER EDELSISTEMADIRIDUZIONE CATALITICASELETTIVA3CR 3ELECTIVE#ATALYTIC2EDUCTION INUNUNICOMO DULOINTEGRATO CHEPUĂ&#x203A;ESSEREPOSIZIONATOADISTANZANELTELAIODELLAMAC CHINAODIRETTAMENTESOPRAILMOTORE)LMODULODIPOST TRATTAMENTOCOM PATTOELEGGERORIDUCELINGOMBRONELVANOMOTOREEINTEGRAUNASERIEDI FUNZIONIPERAGEVOLARELINSTALLAZIONE TRACUILEOPZIONIDIINGRESSOEUSCI TAFLESSIBILI LELETTRONICAPRE INSTALLATAEGLIALLACCIAMENTIPERLETUBAZIO NIDI$EF$IESEL%XHAUST&LUID NECESSARIOALL3CR

Š Costruzioni

Singolo o doppio Il motore 1204F (in foto in grande) con post-refrigeratore a 4 cilindri da 4,4 litri è disponibile in due versioni. Il 1204F-E44TA con aftercooler e turbocompressore singolo eroga 110 kW (147 Cv) con una migliore efficienza del combustibile pur garantendo valori elevati di coppia e potenza. La versione con postrefrigeratore e doppio turbocompressore, il 1204F-E44TTA, offre invece una potenza fino a 130 kW (175 Cv) e si avvale di due turbo-compressori montati in serie per una maggiore densità di potenza, una migliore coppia alle basse velocità e una risposta piÚ rapida al transitorio. Entrambi i modelli 1204F si avvalgono di un post-trattamento che comprende i moduli Doc/Scr. Come opzione per esigenze specifiche è disponibile un Dpf esente da manutenzione.

settembre 2013 Costruzioni 49


IN VOLVO CE NON ESISTE UN SEMPLICE REPARTO DI RICERCA E SVILUPPO. TUTTA Lโ€™AZIENDA รˆ GUIDATA DALLA CULTURA DELLโ€™INNOVAZIONE E LE NUOVE MACCHINE O LE NUOVE TECNOLOGIE NASCONO DALLA COLLABORAZIONE TRA I DIVERSI REPARTI DI PROGETTAZIONE. LA TUTELA DELLโ€™AMBIENTE NON PASSA MAI IN SECONDO PIANO $) -!44()%5 #/,/-"/

A centro pagina, in grande, un prototipo di macchina stradale presentato al Bauma China 2010.

Anders P. Larsson Executive Vice President of Technology di Volvo CE

c

,INNOVAZIONE ร’ NEL $.! DI 6OLVO#%ยถPARTEINOGNI FASEDISVILUPPODALLAPRO GETTAZIONE ALLO SVILUPPO

AI PROCESSI DI VENDITA E DI MARKETING ,)NNOVATION &ORUMCIHADATOLOPPORTUNITรŒDIPRESENTARELENOSTRE PIรกRECENTIINNOVAZIONI INCLUSALAGAMMADI MOTORI3TAGE EDIANTICIPARELANOSTRAVI SIONEDELFUTURO

c

R ICERCA&SVILUPPO

Lโ€™INNOVAZIONE

50 Costruzioni Costruzioniagosto_settembre settembre 2013 2013


MACCHINE&COMPONENTI

รจ sostenibile 6

OLVO#%HAOSPITATOPRESSOILQUARTIERGENE RALEDI%SKILSTUNAOLTRECLIENTIPROVENIENTI DATUTTOILMONDOINOCCASIONEDEI6OLVO$AYS !DAPRIREIGIOCHIร’STATAPERร› ADAGOSTO LASTAM PATECNICACHIAMATAARIUNIONEPERLAPRIMAEDIZIO NEDEL6OLVO)NNOVATION&ORUM#/3425:)/.) HA PARTECIPATOAQUESTOCONFRONTODIRETTOCONGLISCE NEGGIATORIPRINCIPALIDI6OLVO#%CHEOGGILAVORANO IMMAGINANDO INPROSPETTIVA COMELEPIรกMODER NETECNOLOGIEPOTRANNORENDERELEMACCHINEMO VIMENTOTERRASVEDESIPIรกEFFICIENTIERISPETTOSEDEL LAMBIENTE

3EILEPRINCIPALITEMATICHEAFFRONTATETRASMISSIONIE SISTEMIDIPROPULSIONEALTERNATIVI MERCATIEMERGENTI

DESIGN VALOREETICO MOTORIEDEMISSIONI TECNOLO GIEDELFUTURO)LCONFRONTONONHAAVUTOUNTAGLIO ESTREMAMENTETECNICO MAร’SERVITOAEVIDENZIARE QUALISONOLELINEEGUIDACHEILCOSTRUTTORESVEDESE STASEGUENDOPERELEVAREALLENNESIMAPOTENZALA SUAGIรŒNOTACAPACITรŒDINNOVAZIONE)NSINTESISIPUร› DIRECHEPER6OLVO#%LINNOVAZIONENONร’hINVEN ZIONEvMAร’UNASOLUZIONEOUNINSIEMEDISOLUZIO NIINGRADODIFIDELIZZARECLIENTIEUTENTIFINALIOFFRENDO LOROVALOREAGGIUNTORRST

Sopra, lโ€™icona scelta per annunciare lโ€™Innovation Forum. Si tratta di uno schizzo di un escavatore con 4 cingoli indipendenti che permettono di variare lโ€™altezza della torretta da terra.

Il Gryphin รจ un concept di una futura pala gommata caratterizzata dallโ€™assenza dellโ€™assale anteriore (ruote indipendenti) e dalla trazione elettrica.

settembre 2013 Costruzioni 51


I sei volti che guardano al futuro ABBIAMO INCONTRATO SEI FIGURE STRATEGICHE PER IL FUTURO DI VOLVO CE, UN’AZIENDA DINAMICA, CREATIVA, ALL’AVANGUARDIA. INNOVATIVA MERCATI EMERGENTI E INGEGNERIZZAZIONE Per alcuni grandi costruttori di macchine movimento terra il mercato europeo ha perso importanza in termini numerici rispetto a mercati emergenti, ma per Volvo l’Europa è ancora l’area mondiale più interessante dato che rappresenta il 37% delle vendite, seguita dalle aree di Asia e Nord America entrambe con il 23%. Per aumentare il suo potenziale di vendita globale, il costruttore sviluppa progetti modulari che permettono di ottenere macchine differenti ma con le stesse componenti di base. Tommy Streipel, direttore mondo dello sviluppo delle pale gommate, ha illustrato come lo stesso caricatore possa essere innovativo e competitivo sul mercato sudafricano o su quello svedese semplicemente installando motori con emissionamento diverso, un’idraulica di qualità ma più semplice, bracci Z o PZ e cabine più o meno equipaggiate. Oggi Volvo Group ha 115.000 dipendenti, stabilimenti in 18 Paesi ed è presente in 190 mercati. I margini di crescita in oriente sono ancora elevati e la joint venture con il costruttore cinese SDLG conferma le intenzioni di Volvo, così come la recente inaugurazione di uno stabilimento produttivo di escavatori SDLG in Brasile. A sinistra Tommy Streipel, direttore mondo dello sviluppo delle pale gommate Volvo CE, illustra le strategie produttive globali.

53.400 16.600

37%

Europe

23%

23%

Nord America

20.200

Asia

6.000

10% Sud America

7% %

Il resto del mondo

Fatturato vendite Dipendenti Volvo Group

2.500

Stina Nilimaa Wickstrom, direttore del design Volvo CE.

IL DESIGN È CAPITALE EMOZIONALE

In Volvo CE il design è considerato d’importanza fondamentale perché è in grado di comunicare le caratteristiche della macchina trasmettendo in pochi millesimi di secondo senso di robustezza, avanguardia, qualità, comfort, semplicità e chi più ne ha più ne metta. Il lavoro fatto negli ultimi anni si evince sia osservando e toccando con mano le attuali macchine (dumper Serie F, escavatori Serie D o pale gommate Serie G) sia guardando i concept svelati dal 2010 ad oggi. L’ultimo esercizio di stile è il midiescavatore “300” che il direttore del design Stina Nilimaa Wickstrom ci ha mostrato per qualche istante (vedi disegno in basso a sinistra) ma di cui non esistono ancora immagini ufficiali. Le linee guida seguite dal reparto sono molte, ma l’obiettivo più ambizioso è quello di lavorare in sinergia con il resto di Volvo CE per sviluppare soluzioni innovative per funzionalità, feeling trasmesso agli operatori e qualità percepita. Una nuova frontiera del design sarà quella dello sviluppo di sistemi elettronici di interfaccia macchina/operatore.

52 Costruzioni settembre 2013


MACCHINE&COMPONENTI QUALITÀ, SICUREZZA E RISPETTO PER L'AMBIENTE

Arvid Rinaldo, direttore comunicazione globale strategica Volvo CE, ha trasmesso la forza di un Gruppo che cresce e innova nel modo più sostenibile possibile.

Questi sono i tre valori base su cui Volvo CE fonda lo sviluppo dei suoi prodotti, ma anche dei suoi siti produttivi. Oggi diverse aziende danno attenzione alla sostenibilità dei loro processi, ma per Volvo le questioni ambientali sono un tema all’ordine del giorno sin da quando la società ha tenuto la sua prima conferenza ambientale alla fine del 1960. Il Gruppo lavora da anni alla progettazione di veicoli a carburante alternativo, di soluzioni che aumentino la sicurezza attiva e passiva per l’uomo, alla ricerca di nuovi materiali a basso impatto, alla formazione degli operatori per un utilizzo efficiente delle macchine. Di fatto, Volvo CE è l’unica industria pesante che aderisce al programma WWF Climate Savers contribuendo con lo sviluppo di politiche aziendali orientate alla riduzione dei consumi energetici e delle relative emissioni di gas climalteranti, attraverso un miglioramento della sostenibilità dei processi. “Il programma del WWF è un’iniziativa impegnativa che ci aiuterà a ridurre ulteriormente le emissioni di CO2, aumentare l’efficienza del carburante dei nostri prodotti e dimostrare che siamo davvero impegnati per la sostenibilità ambientale”, ha dichiarato Pat Olney presidente di Volvo Construction Equipment.

SISTEMI DI TRASMISSIONE E IBRIDO Gunnar Stein, direttore globale dei sistemi di trasmissione Volvo CE.

Lo sviluppo di una nuova macchina Volvo inizia sempre con l’obiettivo di migliorare l’efficienza, ossia il rapporto tra produttività (m3 movimentati) e consumi (litri di carburante). È poi considerato prioritario ridurre l’impatto ambientale dei processi produttivi e della macchina stessa in condizioni operative, quindi migliorare il ritorno sugli investimenti puntando su maggiore durata, funzionalità e affidabilità. Una delle ragioni per cui Volvo sviluppa internamente i principali componenti è quella di realizzarli in sinergia con lo sviluppo del resto della macchina per rispondere alle specifiche esigenze del movimento terra. È il caso, per esempio, dei sistemi di trasmissione, ma anche dei motori, trasversali al Gruppo, ma progettati sin dalla nascita in versioni dedicate ai singoli settori (truck, movimento terra e stradale, bus, marino...). Prendiamo ad esempio i sistemi di trasmissione sulle pale gommate. La nuova trasmissione OptiShift oggi disponibile permette ad esempio di movimentare il 15% in più di materiale a pari litri di carburante consumati, rispetto allo stesso modello con Powershift. L’adozione di una trasmissione a variazione continua (CVT) permetterà di movimentare il 25% di materiale in più, sempre con gli stessi litri di carburante, ma la vera rivoluzione sarà quella della pala gommata ibrida a cui Volvo lavora da anni facendo tesoro delle esperienze nel settore truck. Una pala con motore termico (downsizing), sistema di immagazzinamento energia e trasmissione elettrica potrebbe in linea teorica movimentare fino al 50% in più di materiale con la medesima quantità di carburante di una attuale macchina Volvo Powershift di pari categoria. Il futuro sarà quindi ibrido, ma c’è sicuramente ancora da attendere, mentre per le soluzioni CVT non dovrebbe mancare molto.

settembre 2013 Costruzioni 53


R ICERCA&SVILUPPO

SPAZIO ALLE TECNOLOGIE DEL FUTURO L’innovazione non è solo quella dei grandi cambiamenti. Per Volvo CE è anche una piccola novità che non costa molto, ma che aiuta i clienti a lavorare in modo più efficiente. “L’innovazione è nel DNA di Volvo CE”, spiega Jenny Elfsberg, direttore della tecnologie emergenti. “L’azienda dà a tutti i dipendenti l’opportunità di condividere le proprie idee per migliorare tutta la filiera: dalla produzione all’assistenza tecnica passando per la distribuzione”. “Tre grandi cambiamenti stanno guidando lo sviluppo tecnologico delle attrezzature pesanti”, ha spiegato Elfsberg. Il primo è il concetto di disaccoppiamento. Oggi la maggior parte dei componenti di una macchina sono meccanicamente collegati. Il disaccoppiamento delle componenti inizia a svilupparsi grazie all’utilizzo di energia elettrica o idraulica per alimentare la trasmissione. Tecnologie ibride elettriche o ibride idrauliche sono degli esempi. “La tendenza”, dice Elfsberg, “è verso l’elettrificazione totale dei sistemi e delle macchine”. In secondo luogo si avranno macchine intelligenti (vedi settore automotive: sistemi di ausilio al posteggio e anticollisione) che sapranno lavorare da sole e in concerto grazie alla localizzazione gps integrata con dei sensori di prossimità. Si potrebbe arrivare ad escavatori che caricano da soli i dumper, a loro volta programmati per raggiungere gli impianti di lavorazione in cave e miniere. La terza linea di sviluppo a cui Volvo lavora è quella per offrire consulenza a 360°, ossia soluzioni complete di business. L’idea è di saper offrire consulenza su misura di ogni singolo cliente. “Potremmo, per esempio, arrivare a suggerire la pianificazione fisica e operativa di un sito estrattivo”, dice a titolo d’esempio Elfsberg, “quindi consigliare le soluzioni più efficienti e redditizie”.

Jenny Elfsberg, direttore delle tecnologie emergenti di Volvo CE, vede un futuro con la totale automazione delle macchine operatrici.

PRONTI CON I MOTORI STAGE 4 Il progetto per lo sviluppo di nuovi motori per l’abbattimento delle emissioni è uno dei più grandi progetti realizzati nella storia del Gruppo Volvo. La nuova serie di motori Volvo Stage 4, che sarà introdotta progressivamente nella gamma a partire dal 2014, è infatti il risultato di uno sviluppo congiunto con Volvo Trucks. I motori Stage 4 saranno il quattro cilindri D4 e i sei cilindri D6, D8, D11, D13 e D16. Peter Engdahl, responsabile del reparto motori, ha indicato che i nuovi motori D11, D13 e D16 adotteranno la tecnologia Scr ed Egr (cooled o warm) a cui si aggiungerà per i D13 e D16 un filtro Dpf. Il Dpf arriverà sul D11 soltanto per lo Stage 5. Segnaliamo infine che i D11 e D13 non avranno un “burner” per innalzare la temperatura allo scarico, ma adotteranno una valvola elettronica in aspirazione. Sul D13 esposto al Volvo Innovation Forum era montata una turbina Holset VGT con variazione della geometria a controllo elettronico.

Peter Engdahl, responsabile reparto motori Volvo CE. Più a sinistra il motore D11 Stage IV.

54 Costruzioni settembre 2013


*Agriaffaires + MachineryZone ** Fonte Xiti, gennaio 2013 Hitachi ZX80-SBLC 2007 4 400 h

Caterpillar 312 1995 7 833 h

Volvo L110E 2006 4 000h

JCB 2CX 2005 3 200 h

Caterpillar D5H 19993 6 500 h

Hyco FRT 120 1985 30 t

Linde H 50 D 2008 4 100h

Man TGA26.310 CJ945JP 2004

Consulta tutti gli annunci su

www.

MachineryZone.it

MB Diffusion, societĂ editrice dei siti www.machineryzone.com e www.agriaffaires.com

Seguici su

TĂŠl : 0033.1.60.87.11.60 - Fax : 0033.1.60.87.17.61 - Email : contact-it@machineryzone.com

Facebook


ESCAVATORI CINGOLATI

GENERAZIONE HYUNDAI PUNTA A DIVENTARE IL TERZO COSTRUTTORE MONDIALE DI MACCHINE MOVIMENTO TERRA ENTRO IL 2016.

VI PRESENTIAMO IL PROTOTIPO E220-LC9 HI-POSS CON IDRAULICA INTELLIGENTE CHE ABBATTE I CONSUMI CARBURANTE DEL 20%

L’escavatore R220-LC HiPOSS esposto al Bauma è stato prodotto nello stabilimento coreano di Ulsan e risulta come telaio numero 1 della versione “PS”. Esemplare di preserie o specchietto per le allodole?

56 Costruzioni settembre 2013

$) -!44()%5 #/,/-"/


MACCHINE&COMPONENTI

meccatronica 3

ONOFINITIITEMPIINCUILEMACCHINEMOVIMENTO TERRAhMADEIN#OREAvERANOCONSIDERATEAI MARGINIDELLESIGENTEMERCATOEUROPEO/GGI IDUEBIGCOREANIHANNOPRODOTTIINLINEACONLAME DIADICATEGORIAMAANCHESUPERIORI EINVESTONO PERGUADAGNAREQUOTEDIMERCATOSOPRATTUTTOIN QUESTOMOMENTOINCUIICLIENTIDEL6ECCHIO#ON TINENTESONOSEMPREPIรกATTENTIALRAPPORTOTRAPREZ ZODELLEMACCHINEEDEFFICIENZAOPERATIVA(YUNDAI STIMADIAVEREUNAQUOTADIMERCATOMONDIALEDEL NELSEGMENTODEGLIESCAVATORICINGOLATIFINO AQUINTALI ,EAMBIZIONIDELLADIVISIONECONSTRUC TIONDELLA(()SONOELEVATEPASSARE DA MILIARDIDIDOLLARIRICAVATICON

LEVENDITENELAMILIARDINEL'LISTABILI MENTIOPERATIVISONOSUDDIVISITRA#OREA #INA )NDIA E"RASILE MALAZIENDAHAAVVIATOUNPIANOQUIN QUENNALEDISVILUPPOCHEINCLUDEJOINTVENTUREPRO DUTTIVEELAREALIZZAZIONEDINUOVESTRUTTURETRACUI UNASEDEIN"ELGIO A'EEL CHECOMPRENDERรŒILNUO VOCENTRORICAMBIEUROPEO /LTREAGUADAGNARELETTERALMENTETERRENO (YUNDAI STASVILUPPANDOMACCHINEPIรกEFFICIENTI!LLOSCORSO "AUMA PER ESEMPIO HA ESPOSTO LESCAVATORE 2 ,#ALLESTITOCONLINNOVATIVAIDRAULICA(I0/33 CARATTERIZZATADASENSORIELETTRONICIDICONTROLLOPA RALLELIUTILIAGESTIRELAPRESSIONEIDRAULICA ACCUMU LAREQUELLANONSFRUTTATAERESTITUIRLAQUANDONECES SARIARRST

Sullo sfondo uno dei primi prototipi realizzato su base R210-LC9.

settembre 2013 Costruzioni 57


ESCAVATORI CINGOLATI

CONSUMI: MENO 20% ,ACRONIMO(I0/33SIGNIFICA(YUNDAI)NTELLIGENT 0OWER3HARING/PTIMAL%NERGY3AVING)NSO STANZASITRATTADIUNSISTEMAIDRAULICOIDEATOPER SFRUTTAREALMEGLIOPRESSIONEEDENERGIAPRODOT TA2ISPETTOALLIMPIANTOIDRAULICODIUNESCA VATORECINGOLATOCONVENZIONALE L(I0/33FUN ZIONAGESTENDOISEGNALIELETTRONICIRILEVATIDA DIVERSISENSORIDIPRESSIONEINDIPENDENTIPOSI ZIONATISUCILINDRIIDRAULICIDIBRACCIO AVAMBRACCIO EBENNA MOTOREDIROTAZIONEEMOTORIDITRA SLAZIONE5NACENTRALINAELETTRONICACENTRALERE CEPISCEISEGNALIDATUTTIISUDDETTISENSORIECON TROLLAPERCONSEGUENZALEPOMPEIDRAULICHEA CONTROLLOELETTRONICO NUOVEVALVOLEPOPPETACON TROLLOELETTRICOINTERNEALDISTRIBUTORE LAPOTENZA DELMOTOREELAPRESSIONEIDRAULICAACCUMULATA )LRISPARMIODICARBURANTEANNUNCIATODA(YUNDAI Ã&#x2019;ALMENODEL

ABBASSAMENTO BRACCIO E FRENO DI ROTAZIONE Il sistema Hi POSS accumula parte della pressione idraulica prodotta dallâ&#x20AC;&#x2122;abbassamento del braccio e dal freno della rotazione idraulica, che altrimenti andrebbe dispersa. Nello schema a destra il dettaglio grafico che evidenzia i nuovi flussi interni al distributore (indicato come MCV) paragonandoli a quelli di un escavatore Serie 9 con la rigenerazione elettrica sui cilindri braccio.

58 Costruzioni settembre 2013

Il distributore del sistema Hi POSS esposto al Bauma 2013


MACCHINE&COMPONENTI U N PRIMO PASSO VERSO Lâ&#x20AC;&#x2122;AUTOMAZIONE h)LSISTEMAELETTRO IDRAULICO(I0/33v HASPIEGATO -ILAN7AMSTEKER -ARKETING-ANAGER(()% hPER METTEDIUTILIZZAREDIVERSIPROGRAMMIDIFUNZIONA MENTOEINFUTUROGLIOPERATORIPOTRANNOINTERAGIRE CONLELETTRONICADELLAMACCHINAPERMEMORIZZAREE IMPOSTARESETTAGGIIDRAULICIPERSONALIZZATI)NQUE STOMOMENTOSTIAMOMETTENDOALLAPROVAILSISTEMA CONMACCHINE3TAGE)))" MAINFUTUROL(I0/33SARĂ&#x152; CERTODISPONIBILECONMOTORI3TAGE)6'UARDANDOA LUNGOTERMINE QUESTOTIPODIGESTIONEPERMETTERĂ&#x152; ANCHEDISVILUPPAREMACCHINEINTELLIGENTI INGRADO DILAVORARESENZAOPERATOREABORDOv

La tecnologia Hi POSS è composta da sensori di controllo indipendenti che lavorano in parallelo e trasmettono i dati rilevati allâ&#x20AC;&#x2122;unitĂ centrale di controllo Hyundai che per conseguenza controlla le pompe a regolazione elettrica, le valvole poppet del distributore, la potenza erogata dal motore e la pressione accumulata.

SOLLEVAMENTO BRACCIO In questa fase la pressione idraulica immagazzinata dallâ&#x20AC;&#x2122;accumulatore è sommata a quella erogata dalla pompa idraulica che per conseguenza richiede meno potenza al motore termico. Nel grafico a sinistra, il dettaglio evidenzia la differenza tra le valvole (poppet metering) a portata variabile controllata elettronicamente e le classiche spole che si trovano nei distributori degli escavatori Hyundai Serie 9.

settembre 2013 Costruzioni 59


ESCAVATORI CINGOLATI

Lâ&#x20AC;&#x2122;idraulica Hi POSS è stata presentata al Bauma 2013 sullâ&#x20AC;&#x2122;escavatore cingolato R220-LC9. Nellâ&#x20AC;&#x2122;immagine uno dei primi prototipi realizzato su base R210-LC9.

c

)LGRUPPO(()HAMESSOAPUNTOUNPIANOQUINQUENNALEBASATOSULLACO STRUZIONEDINUOVISTABILIMENTIPRODUTTIVI SULLOSVILUPPODINUOVIMERCATIE NUOVIPRODOTTI0ERQUANTORIGUARDAL%UROPA IN'ERMANIA )NGHILTERRAE &RANCIASTIAMOCOSTRUENDOUNARETEDIVENDITACAPILLAREPERAUMENTARELANOSTRAPRE SENZA SUL MERCATO )NOLTRE ABBIAMO ACQUISITO UN NUOVO IMMOBILE NEI PRESSIDI'EEL IN"ELGIO INCUIENTROILCOSTRUIREMOILNUOVOCENTRO RICAMBIELASEDECENTRALEPERL%UROPA

Direttore generale filiale europea di Hyundai Heavy Industries

In futuro sarĂ indipendente Il piano di sviluppo che Hyundai sta mettendo in atto ha tra gli obiettivi il dipendere sempre meno da fornitori esterni. Al momento HHI sta sviluppando in proprio i componenti idraulici come i motori di trasmissione e rotazione per gli escavatori, i distributori idraulici e le pompe idrauliche. Per quanto riguarda i motori ricordiamo la joint venture al 50% tra HHI e il produttore statunitense di motori Cummins che ha portato a investire 40 milioni di dollari per costruire una delle piĂš moderne fabbriche di motori diesel al mondo. Questo stabilimento, vicino alla cittĂ  sud coreana di Deagu, avvierĂ  le linee nel 2014, avrĂ  un potenziale produttivo di 50.000 motori allâ&#x20AC;&#x2122;anno, con potenze da 112 a 224 kW.

60 Costruzioni settembre 2013

c

S.G. Rhee


PNEUMATICI INDUSTRIALI & OTR BKT. QUALITÀ SORPRENDENTE

Una forza che cresce insieme alle aspettative di chi lavora: eccellenti doti di trazione, ottima resistenza all’usura, mescola resistente a tagli e urti, carcassa protetta egregiamente grazie ad uno strato multiplo di cinture metalliche, contenuto consumo di carburante e più lunga durata dello pneumatico. Earthmax rappresenta la sintesi della tecnologia radiale BKT nelle applicazioni Industriali & OTR: una scelta di valore, sviluppata per soddisfare i bisogni specifici degli operatori professionali. Pneumatici BKT Industriali & OTR: risposte innovative, in una gamma tra le più complete e competitive sul mercato.


PROPRIA SEDE E HA OSPITATO UNA DOZZINA DI CLIENTI FRANCESI.

L’OBIETTIVO? PRESENTARE LE NOVITÀ 2013 E FAR PROVARE SUL CAMPO TUTTA LA GAMMA

62 Costruzioni settembre 2013

© Costruzioni

© Costruzioni

© Costruzioni

© Costruzioni

ATTREZZATURE IDRAULICHE

CANGINI HA APERTO LE PORTE DELLA

Nella foto di sfondo, la lama dozer laser firmata Cangini, all’opera nel corso dell’open day organizzato lo scorso giugno. Nelle foto in alto, le altre attrezzature presentate durante l’iniziativa. Nel dettaglio, da sinistra: la nuova testata trinciante TC, la pinza per tubi, il rullo spazzolone angolabile e la lama da neve.


Š Costruzioni

MACCHINE&COMPONENTI

MI CASA

es tu casa

$) $!.)%,! 34!3)

%

STATECALDAPER#ANGINI CHELOSCORSOGIUGNO HAAPERTOLEPORTEDELLAPROPRIASEDEA3ARSINA &# SULLAPPENNINOTOSCO ROMAGNOLO EHA ACCOLTOUNADOZZINADICLIENTIFRANCESI,OBIETTIVOERA PRESENTAREhDIPERSONAvILNUOVOCATALOGO CHEDI RECENTESIĂ&#x2019;ARRICCHITODINUMEROSEATTREZZATURE OGGILOFFERTA OLTREAESSEREPARTICOLARMENTECOM PLETAEDETEROGENEA Ă&#x2019;ANCHEORIENTATAVERSOUNA PROFONDADIVERSIFICAZIONE CONSENTENDOALLAZIENDA DIESSEREATTIVAINPIĂĄMERCATIENELCONTEMPODIAR GINAREQUEISEGMENTICHESTANNOATTRAVERSANDOMO MENTIDIFFICILI ,OPENDAYHARISCOSSOUNBUONSUCCESSOCOM MERCIALE TANTĂ&#x2019;CHEABREVEVERRĂ&#x152;RIPETUTOPERALTRI MERCATITANTELEINIZIATIVEORGANIZZATENELCORSODEI TREGIORNI TRACUIUNCORSOTECNICO COMMERCIALE LA VISITAALLOSTABILIMENTOPRODUTTIVOE MOMENTOCLOU DELLEVENTO LEPROVESULCAMPODITUTTELEATTREZ ZATUREPRESENTATE RRST

Š Costruzioni

Š Costruzioni

Š Costruzioni

Nella sequenza fotografica sotto, le altre attrezzature che hanno â&#x20AC;&#x153;lavoratoâ&#x20AC;? durante la tre giorni Cangini. Da sinistra: la benna tritone con pinza prensile idraulica, la testata trinciante TC nella versione frontale e la forca agricola con pinza prensile idraulica.


ATTREZZATURE IDRAULICHE

PER OGNI APPLICAZIONE $URANTELOPENDAY LEATTREZZATUREPRESEN TATENELCAMPOPROVEALLESTITONEIPRESSIDEL LASEDEAZIENDALE ERANODAVVERONUMERO SE%CCOLENELDETTAGLIOTESTATATRINCIANTE $: TESTATATRINCIANTE4# LAMADOZERLASER

BENNATRITONECONPINZAPRENSILEIDRAULICA

BENNAVAGLIATRICEFRONTALE FORCAAGRICOLACON PINZAPRENSILEIDRAULICA BARRATRANCIARAMI

PINZA DA LEGNO TRIVELLA PER ESCAVATORE

6ACUUM(ANDLIFT 6ACUUM(ANDLIFT

6ACUUM(ANDLIFT PINZASOLLEVAMENTO TUBIECORDOLI BENNAMISCELATRICE SPAZZA TRICEINDUSTRIALE BENNASPAZZATRICE RULLO SPAZZOLONE LAMADANEVEETURBINADANEVE

64 Costruzioni settembre 2013


AL SERVIZIO DEL VERDE 5NODEISETTORIINCUI#ANGINISTAINVESTENDODIPIĂĄĂ&#x2019;QUELLOAGRICOLO EDELLAMANUTENZIONEDELVERDE CONUNAMPIAGAMMADIATTREZZA TUREDEDICATE$ASEGNALARELABARRATRANCIARAMINELLEDUEFOTOA LATO CHE ADATTAALLAPOTATURADIRAMIDALDIAMETROFINOAMM Ă&#x2019; DOTATADILAMEIN("PERUNALUNGADURATAEDIPATTINIDISCORRI MENTOTRALELAMEINBRONZO PERUNELEVATASCORREVOLEZZA 4RAGLIALTRIPRODOTTIDESTINATIALMEDESIMOSEGMENTO PRESENTATI DURANTELOPENDAY RICORDIAMOLAPINZADALEGNOCONROTAZIONE IDRAULICAAGRADI LEPARTISOGGETTEAMAGGIOREUSURAIN$OMEX EVALVOLADIBLOCCOSULCILINDRODICHIUSURALAFORCAAGRICOLA CONPINZAPRENSILEIDRAULICA LATESTATATRINCIANTE$:PERESCAVATO REE NOVITĂ&#x152; LATESTATATRINCIANTE4# SIAINVERSIONEFRONTALE SIAPERESCAVATORE PRESENTATASULNUMEROSCORSOAPAGINA

Š Costruzioni

0ER#ANGINILEDILIZIA NELLASUAACCEZIONEPIĂĄ AMPIA HASEMPRERAPPRESENTATOUNMERCATO DIRIFERIMENTOENELCORSODELLATREGIORNII CLIENTIFRANCESIHANNOAVUTOMODODIVEDERE ALLOPERALEATTREZZATURECHEDIRECENTESONO STATESOGGETTEAINTENSIRESTYLING 5NESEMPIOĂ&#x2019;LABENNAMISCELATRICEASCARI COLATERALENELLAFOTOSOTTO MUNITADITRA SMISSIONEARIDUTTOREMULTISTADIOCHE ADIF FERENZA DELLA TRADIZIONALE TRASMISSIONE A CATENA NONNECESSITADICOSTANTEMANUTEN ZIONE)NPRIMALINEANELCAMPOPROVEANCHE LALAMADOZERLASER CHE DĂ&#x152;LAPOSSIBILITĂ&#x152;DIREALIZ ZAREUNPIANOCONTROLLA TODAUNTRASMETTITORELA SER DOPPIA PENDENZA

CHEAGISCESULDISTRIBU TOREELETTRO PROPORZIONA LEPILOTANDODIRETTAMEN TELALAMA )PRESENTIHANNOAVUTO MODODITESTAREANCHELA TRIVELLAIDRAULICABIDIRE ZIONALE CONTRASMISSIO NE DOTATA DI RIDUTTORE EPICICLOIDALE

RICICLAGGIO E DINTORNI .ONPOTEVANOMANCAREATTREZZATUREDESTINATEAL RICICLAGGIO SETTOREALQUALE#ANGINIHASEMPRE RIVOLTOLOSGUARDO4RAIPRODOTTIBESTSELLERDEL LAZIENDASIANNOVERAINFATTILABENNAVAGLIATRICE FRONTALENELLAFOTOINALTO PERMINIPALE PALE

TRATTRICIAGRICOLEETELESCOPICILASELEZIONEAV VIENEGRAZIEAUNVAGLIOIDRAULICOACOLTELLIROTANTI REALIZZATOIN(" CHEGARANTISCEGRANULOME TRIEDA MMFINOA MM)DEALEPERLO STESSOSETTORE PERESEMPIOPERLAMOVIMENTA ZIONEDIROTTAMI Ă&#x2019;ANCHELABENNATRITONECONPIN ZAPRENSILEIDRAULICA CONDENTATURAANTISCIVOLO

settembre 2013 Costruzioni 65

Š Costruzioni

DAL CALCESTRUZZO ALLE PERFORAZIONI

Un altro mercato a cui è stata prestata attenzione durante lâ&#x20AC;&#x2122;open day è quello delle municipalitĂ . Iniziamo dalla benna spazzatrice (nella foto a sinistra), dotata di vasca di raccolta con lama imbullonata e reversibile in HB400. Procediamo con la benna spazzatrice industriale (nella foto di sfondo) che, presentata per la prima volta nel 2013, può essere montata anche su carrelli elevatori ed è pensata per offrire un elevato livello di finitura. Il rullo spazzolone angolabile, invece, è impiegato principalmente per la pulizia di superfici dove non ci sia necessitĂ  di raccogliere il materiale; è dotato di autolivellamento orizzontale, di angolazione idraulica di 30 gradi e di ruote pivottanti con battistrada in gomma. Altre due attrezzature ad hoc delle municipalitĂ  sono infine la lama e la turbina da neve.

Š Costruzioni

Š Costruzioni

Ad hoc per le municipalitĂ


Š Costruzioni

Š Costruzioni

Š Costruzioni

NovitĂ assoluta introdotta nel 2013 è la gamma dei sistemi per il sollevamento materiali, composta da tre modelli: il Vacuum Handlift 150, il Vacuum Handlift 500 e il Vacuum Handlift 1000 (nella foto sotto). Nel dettaglio, mediante un sistema di depressurizzazione, consentono di sollevare carichi rispettivamente fino a 150, 500 e 1.000 kg senza ausilio di collegamenti idraulici nĂŠ elettrici; i primi due sono alimentati a batteria 12 Volt, il terzo presenta unâ&#x20AC;&#x2122;alimentazione a motore termico a 4 tempi, mentre tutti e tre sono dotati di segnalatore acustico di sicurezza in caso di perdita di depressione. Nella gamma sollevamento, Cangini annovera anche la pinza movimentazione tubi e cordoli, in grado di sollevare profilati cementizi fino a un massimo di 500 kg e tubi di diversi diametri, da 150 a 400 mm.

Giorgio Cangini Presidente Cangini

c

,OPENDAY ORGANIZZATOINCOLLABORAZIONECONILNOSTROIMPORTATOREFRANCESE Ă&#x2019;STATA LOCCASIONEPERMOSTRARECOMELAVORIAMOEFARPROVARESULCAMPOLENOSTREATTREZ ZATURE PERFARTOCCARECONMANOLELOROPECULIARITĂ&#x152;0ERNOIĂ&#x2019;STATALAPRIMAESPE RIENZA MAVISTOLOTTIMORISCONTRO LAESTENDEREMOADALTRIMERCATIEUROPEIEDEXTRA EUROPEI LINIZIATIVAĂ&#x2019;STATAMOLTOAPPREZZATAEUTILEPERFARCONOSCERELANOSTRAREALTĂ&#x152;AZIENDALE QUINDINON SOLOILPRODOTTO MAANCHECHILOPRODUCE LUFFICIOTECNICOCHELOPROGETTA ILCOMMERCIALECHELO PROMUOVE)PARTECIPANTISONORIMASTIMOLTOSTUPITIDALFATTOCHENOIPRODUCIAMOTUTTO INSEDE EQUESTOPERNOIĂ&#x2019;UNVANTO ILNOSTROFIOREALLOCCHIELLO

66 Costruzioni settembre 2013

c

ATTREZZATURE IDRAULICHE

La gamma si apre al sollevamento


Call the experts© per un’opportunità unica.

Solo Komatsu può Da oggi, scegliendo una

darti un vantaggio

macchina Komatsu con

Tutti i diritti riservati. Solo per uso promozionale.

• 4 tagliandi gratuiti a 500

decisivo.

nuovo motore EU Stage

3B, hai inclusi: -1000-1500-2000 ore entro 3 anni (olio, filtri e i centri autorizzati Komats analisi olii compresi), da u. effettuare presso le officin ee • la fornitura gratuita del filtro antiparticolato a 4.5 00 (ma x) e 9.000 (max) ore entro Caratterizzati dal filtro ant 5 anni. iparticolato ad alta efficien za - che necessita di una dilazionata rispetto alla rigenerazione attiva aut media di mercato (fino omatica di breve durata a 96 ore) – i motori Kom di emissioni e bassi con (20 minuti) e molto più atsu ti garantiscono pre sumi. stazioni superiori in term ini di produttività, riduzion e

Komatsu Italia S.p.A.

· Via Atheste 4 · 35042

Este (PD) · Tel.: 0429

616 111 · Fax: 0429 616

177 · www.komatsuit

alia.it


MOTORI

QUASI COME

al semaforo

$) #2)34)!. &52).)

ASPETTANDO IL “VERDE” SI È ORMAI ABITUATI A SENTIRE MOTORI CHE SI SPENGONO PER RIDURRE I CONSUMI E NON INQUINARE. BOSCH REXROTH RIPRENDE L’IDEA PER LE MMT E PROGETTA IL SISTEMA START-STOP. MA LA MACCHINA NON SMETTE DI LAVORARE

Pompa a cilindrata variabile A10V0

Distributore

Pompa a cilindrata variabile A4VG

Accumulatore

Mainfold

Centralina

L’obiettivo della riduzione dei consumi di carburante, è raggiungibile anche grazie al sistema StartStop: sull’intera durata di vita in Rexroth stimano sia possibile risparmiare quasi 2.000 litri di gasolio.


MACCHINE&COMPONENTI

&

RAICOSTRUTTORIEIGESTORIDIMACCHINEMOVI MENTOTERRA DUEARGOMENTIRICHIAMANOSEM PREMAGGIOREATTENZIONELENORMATIVESULLE EMISSIONIELAFORTECRESCITADEICOSTIDELCARBURAN TE)NOLTRE LANORMATIVASTATUNITENSE4IERFINALEQUEL LAEUROPEAOFF HIGHWAY3TAGE)6HANNOINDIRIZZATO ICOSTRUTTORIVERSONUOVISTANDARDTECNOLOGICIPERI TREMERCATIDIRIFERIMENTOQUELLOEUROPEO NORDAME RICANOEGIAPPONESE,ENUOVENORMATIVESONOAT TUALMENTEDETERMINANTIPERLINTEROMERCATOMON DIALEPOICHĂ? COMEDIMOSTRANOLEESPERIENZEDEGLI SCORSIANNI LENUOVEPRESCRIZIONISULLEEMISSIONIVEN

GONOACQUISITE NELMEDIOTERMINE ANCHEINALTRE REGIONI#ONLANORMA4IER DAL LEEMISSIONI DIPARTICOLATOEDI./XCONSENTITESARANNONETTA MENTEINFERIORIAQUELLEATTUALI$ATIIFORTIAUMENTINEI PREZZIDELCARBURANTE ICOSTRUTTORITENTANODIRIDUR REDRASTICAMENTEICONSUMIDEIMOTORI)LTUTTOAPA RITĂ&#x152;DIPOTENZAEROGATA SENONADDIRITTURAMAGGIO RE "OSCH 2EXROTH HA SVILUPPATO NUMEROSE TECNOLOGIEPERMIGLIORARELEFFICIENZADEIMOTORIA COMBUSTIONEINTERNA5NADIQUESTEĂ&#x2019;LO3TART 3TOP

CHERIDUCESIGNIFICATIVAMENTEILCONSUMODICARBU RANTEEDĂ&#x2019;DIVENTATOUNOSTANDARDINMOLTIVEICOLI RRST

Spengo il Diesel grazie allâ&#x20AC;&#x2122;idraulica Il sistema Start-Stop è ormai una tecnologia ampiamente diffusa nel mercato automotive, non è però utilizzabile sulle macchine operatrici, ma Bosch Rexroth ha raccolto lâ&#x20AC;&#x2122;idea base e lâ&#x20AC;&#x2122;ha applicata allâ&#x20AC;&#x2122;idraulica, assicurando prestazioni adeguate a compiti di escavazione, sollevamento o trasporto. E quando le funzioni di marcia e di lavoro della macchina non richiedono energia, è necessario che venga accumulata unâ&#x20AC;&#x2122;adeguata riserva di potenza per un avviamento idraulico prima che il motore endotermico venga spento.

Tale riserva di potenza viene generata dallâ&#x20AC;&#x2122;Hydraulic Fly Wheel System (Sistema a volano idraulico, HFW), che opera continuativamente nel circuito aperto.

Questo sistema è composto da un pool di conosciuti e collaudati componenti Rexroth (pompa a pistoni assiali, distributore, accumulatore idraulico e centralina) ed è collegato alla trasmissione idrostatica o allâ&#x20AC;&#x2122;idraulica di lavoro, insieme ad altri componenti base della macchina, quali il serbatoio, il sistema di filtraggio o quello di raffreddamento. Il sistema HFW assorbe energia per brevi periodi, per erogarla allâ&#x20AC;&#x2122;occorrenza in un secondo momento, ad esempio per un effetto boost, per coadiuvare il motore Diesel nei picchi di fabbisogno o anche per la funzione Start-Stop.

Sopra due elementi del sistema Start-Stop di Bosch Rexroth: a sinistra la pompa a cilindrata variabile A10V0 e a destra il distributore. Il sistema, studiato per le caricatrici gommate Atlas Weyhausen (foto a centro pagina), risulta essere un inedito assoluto: la AR 60 è la prima macchina dotata di sistema di spegnimento automatico che, secondo le previsioni, sarebbe capace di ottenere consumi ridotti del 30%.

settembre 2013 Costruzioni 69


MOTORI

In principio lo StartStop era stato pensato su base elettrica ma valori di accelerazione da 16 g ed oltre, temperature nel range da 40ยฐ sottozero fino a 50ยฐ sopra lo zero, oltre ad infiltrazioni di polvere molto rilevanti avrebbero degradato velocemente la batteria. Per tale ragione, Atlas e Rexroth hanno pensato a come rendere idraulico il sistema Start-Stop.

!CCUMULATORE !CCELERATORE

*OYSTICK

LA PRESSIONE รˆ UN MOTORE 'RAZIEALLIMPIANTODI2EXROTHLENERGIAIMPIEGATAVIE NESFRUTTATAINMODOMOLTOPIรกEFFICIENTE4UTTOPAR TEDALLAPOMPAAPISTONIASSIALICHERACCOGLIEDAPPRI MALACOPPIADALLALBERODELMOTOREACOMBUSTIONEIL FLUSSODOLIOGENERATOVIENECONVOGLIATOINUNACCU MULATORE ALCUIINTERNOLAPRESSIONE EILRELATIVOCON TENUTOENERGETICO AUMENTADICONSEGUENZA1UANDO LACCUMULATOREVIENESCARICATO LUNITรŒAPISTONIAS SIALIFUNZIONACOMEUNMOTOREPARTICOLARECARATTERI STICAQUESTADIALCUNICOMPONENTIROTATIVI2EXROTH RI CONVERTENDOILFLUSSODOLIOINTRASMISSIONEPERLALBERO DELMOTOREACOMBUSTIONEยถQUESTOILPRINCIPIOELA CONCEZIONECHESTANNOALLABASEDELLANUOVASOLU ZIONE3TART 3TOP!LLELETTRONICASPETTAILCOMPITODI COSTANTEVERIFICASENELLACCUMULATORESIAPRESENTE UNLIVELLODIPRESSIONESUFFICIENTEPERRIAVVIAREILGRUP POMOTOREDOPOILSUOSPEGNIMENTO

70 Costruzioni settembre 2013

#ONTROLLER

3TERZO

"LOCCO 3TART 3TOP

"LOCCOCOMANDO IDRAULICO 0OMPADITRAZIONE 0OMPA DILAVORO

$IESEL

-OT TRAZIONE 3EDILE

IN PRINCIPIO Lโ€™IBRIDO ELETTRICO... 1UANDOILMOTORE$IESELร’INATTIVO LELETTRONICAVERIFICAILPOSSIBILE FABBISOGNOENERGETICODELLEUTENZE3EOCCORREALIMENTARELATRA SMISSIONEDIMARCIAOLIDRAULICADILAVORO ESSARIAVVIAIMMEDIA TAMENTEILMOTOREENDOTERMICOCONLENERGIAACCUMULATAINPRECE DENZA,AVELOCITรŒDELMOTORENECESSARIAPERILTRASFERIMENTOELE FUNZIONIDILAVOROSIRAGGIUNGONOSUBITO)NLINEAGENERALE LASOLA FUNZIONE3TART 3TOPร’POSSIBILEANCHESENZALUNITรŒPOMPAMOTORE RICHIESTADALLATECNOLOGIA(&7/CCORRESOLAMENTECHELAPOMPAPER LIDRAULICADILAVOROSIACONCEPITAINVARIANTEROTATIVA%SSAPUร›COSร– FUNGEREANCHEDAMOTOREOLEODINAMICO PERRIAVVIAREILMOTORE$IESEL ALLOCCORRENZA 1UESTA ร’ ESATTAMENTE LA SOLUZIONE CHE !TLAS 7EYHAUSENHAIMPLEMENTATOINSIEMECON"OSCH2EXROTHNELLAPALA GOMMATA!2A T&INDALLAMETรŒDEL)LCOSTRUTTORESTAVA LAVORANDOADUNAZIONAMENTOIBRIDOPERPALEDAT ALFINEDIRIDUR NEICONSUMIDICARBURANTE#OSANONSEMPLICEVISTOCHELECARICA TRICIGOMMATEPIรกPICCOLEFUNZIONANOINMODOINTERMITTENTE EILMO TORE$IESELOPERAPERLAMAGGIORPARTEDELTEMPOINCARICOPARZIALE

CONTANTOPARTICOLATOEMESSO5NASOLUZIONEIBRIDAAVREBBEQUINDI ALLEVIATOILCARICODELMOTORE SOPRATTUTTONELLESERCIZIODAFERMO


MACCHINE&COMPONENTI VELOCITĂ&#x20AC; E PRECISIONE

...poi arrivò lâ&#x20AC;&#x2122;ibrido idraulico Un ibrido elettrico sarebbe stato eccessivamente delicato per una mmt. Per tale ragione, Atlas Weyhausen ha iniziato a ragionare su come rendere idraulico il sistema Start-Stop previsto. Lâ&#x20AC;&#x2122;innovazione in questo sistema consiste nel fatto che la pompa idraulica di lavoro, in ogni caso presente sulla macchina, carica allo stesso tempo anche un accumulatore, che rimette nel motore lâ&#x20AC;&#x2122;energia necessaria per lâ&#x20AC;&#x2122;avviamento. Il sistema del prototipo AR 60 con Start-Stop, che verrĂ prodotto in serie dal 2015, è quindi composto da una pompa di lavoro A10VO, una centralina BODAS, un manifold per lo Start-Stop e quattro accumulatori da 0,6 litri ciascuno. In una pala caricatrice gommata compatta, gli ingombri giocano un ruolo importante, in quanto non è facile trovare spazi per componenti aggiuntivi. In precedenza, come pompa per lâ&#x20AC;&#x2122;idraulica di lavoro veniva utilizzata una pompa ad ingranaggi da 23 cc; per il sistema Start-Stop impiegano invece

una pompa a cilindrata variabile da 45 cc, da 280 bar di pressione: da apposite analisi Cad è stata rilevata la possibilitĂ di inserirla nel vano motore senza modifiche, nonostante si tratti di unâ&#x20AC;&#x2122;unitĂ  piuttosto grande. Gli accumulatori non sono stati un problema, essendo possibile alloggiarli sotto alla cabina: non sono, infatti, parti soggette a manutenzione, da rendere accessibili o parti rumorose.

!RDUIGLIOBIETTIVIDARAGGIUN GERELACARICATRICEDOVEVAIN FATTIPASSAREPIĂĄVELOCEMEN TEDAZEROALREGIMEMASSIMO DIRPM CHENONDALRE GIMEMINIMO ,OBIETTIVOĂ&#x2019;STATORAGGIUNTO CONLENERGIADISCARICADEL LACCUMULATOREIDRAULICO CHE ACCELERAILMOTORE$IESELCON UNACOPPIADICIRCA.M ,OPERATOREDELLACARICATRICE GOMMATAPUĂ&#x203A;COSĂ&#x2013;LAVORAREIN MODO CONFORTEVOLE ED EFFI CIENTE RISPARMIANDOENERGIA ENELRISPETTODELLAMBIENTE QUANDOLACARICATRICESIARRE STA ILMOTORESISPEGNEAUTO MATICAMENTEDOPOUNCERTO LASSO DI TEMPO DEFINITO IN MODO PERSONALIZZATO AZIO NANDONUOVAMENTEILVOLANTE

ILJOYSTICKOILPEDALEDELLACCELE RATORE LAMACCHINASIRIAVVIASU BITO!LTREDIFFICOLTĂ&#x152;DASUPERARE SONOSTATEQUELLERELATIVEALLUNITĂ&#x152; DICONTROLLOIDRAULICOAFFINCHĂ?PO TESSEESEGUIRELEFUNZIONALITĂ&#x152;DE SIDERATENEIBREVIINTERVALLIDITEM PO RICHIESTI TUTTI I COMPONENTI HANNODOVUTOINTERAGIREINMANIE RACONCERTATA-OTORE POMPAE BLOCCOVALVOLEDEVONOCOSĂ&#x2013;COMU NICAREFRALOROCONPRECISIONE

settembre 2013 Costruzioni 71


673

78 82 86

Robot $UENUOVEMACCHINE RADIOCOMANDATE DADEMOLIZIONEFIRMATE"ROKK

Bonifiche ,ESPERIENZADI-3)SOLAMENTI REGALAUNASECONDAVITA ADAREECOMPROMESSE

Normative

IN QUESTO NUMERO...

8_9_settembre 2013

)DETTAGLIDELNUOVO0IANO DI5TILIZZOPERLIMPIEGO DELMATERIALEDASCAVO

DEMOLIZIONE ICICLAGGIO R


NEWS

)L SUOLO UNBENECOMUNE DOODWHRULDDOODSUDWLFD $VHWWHPEUHSUHVVRLO 0LQLVWHUR GHOO¶$PELHQWHVLULXQLVFHLO SULPRJUXSSRGLODYRURVXO ³5LXVRGHOVXRORHGLILFDWRH ODULJHQHUD]LRQHGHO SDWULPRQLRXUEDQRHUXUDOH´ LQVHJXLWRDOO¶DSSURYD]LRQH ORVFRUVRJLXJQRGHO 'LVHJQRGLOHJJHGDOWLWROR ³&RQWHQLPHQWRGHOFRQVXPR GHOVXRORHULXVRGHOVXROR HGLILFDWR´/¶RUJDQLVPR FRRUGLQDWRGDOYLFHFDSRGL JDELQHWWR$QQXQ]LDWD*DOOR FRPSRVWRGD$QFL $VVRFLD]LRQHQD]LRQDOH FRPXQLLWDOLDQL $QFH

www.inverkip.com

D

$VVRFLD]LRQHQD]LRQDOH FRVWUXWWRULHGLOL ,QX ,VWLWXWR QD]LRQDOHGLXUEDQLVWLFD  8QLYHUVLWjGL*HQRYD 2UGLQHGHJOL$UFKLWHWWL /HJDPELHQWH6WDWLJHQHUDOL JUHHQHFRQRP\,VSUDVL SRQHO¶RELHWWLYRGL DSSURIRQGLUHOHWHPDWLFKH LQGLYLGXDWHQHO'GO$ VHJXLUHVDUDQQRFRQYRFDWL DOWULGXHJUXSSLGL DSSURIRQGLPHQWRVX DOWUHWWDQWLDPELWLDSSOLFDWLYL GHO'GO³$UHHLQGXVWULDOL´H ³=RQHERVFDWHHSUHYHQ]LRQH GHOGLVVHVWRLGURJHRORJLFR´ ,O'GOFRPHVLOHJJHQHO WHVWRDOO¶DUWLFRORGHWWD

SULQFuSLIRQGDPHQWDOLSHUOD YDORUL]]D]LRQHHODWXWHODGHO VXRORQRQHGLILFDWR³&RQ SDUWLFRODUHULJXDUGRDOOHDUHH HDJOLLPPRELOLVRWWRSRVWLD WXWHODSDHVDJJLVWLFDHDL WHUUHQLDJULFROLDOILQHGL SURPXRYHUHHWXWHODUH O¶DWWLYLWjDJULFRODLO SDHVDJJLRHO¶DPELHQWH QRQFKpGLFRQWHQHUHLO FRQVXPRGLVXRORTXDOHEHQH FRPXQHHULVRUVDQRQ ULQQRYDELOHFKHHVSOLFD IXQ]LRQLHSURGXFHVHUYL]L HFRVLVWHPLFLFKHYDWXWHODWR DQFKHLQIXQ]LRQHGHOOD SUHYHQ]LRQHHPLWLJD]LRQH GHJOLHYHQWLGLGLVVHVWR

)NTERVENTOALLASCOZZESE .ELLASEQUENZAFOTOGRAFICASOTTOSONOBENVISIBILILEFASIDIUNADEMOLIZIONENONSOLO STRUTTURALMENTECOMPLESSA MAANCHEPARTICOLARMENTESUGGESTIVA3ITRATTA DELLABBATTIMENTO EFFETTUATOSULFINIREDELLOSCORSOLUGLIO DELLACIMINIERADELLAEXCENTRALE ELETTRICADI)NVERKIP IN3COZIA TRAGLIEDIFICIPIáALTIDITUTTOIL0AESE)NUMERIFANNOEFFETTO METRIDIALTEZZAEUNASTRUTTURACOMPOSTADABEN MILIONIDIMATTONI#OSTRUITONEL  LIMPIANTONONÒMAISTATOPROFICUOEHALAVORATOPERUNTEMPORIDOTTO#OME SPESSOACCADEPERDEMOLIZIONIDIQUESTOTIPO ALLEVENTOHAPRESOPARTEUNFOLTOPUBBLICO

74 Costruzioni settembre 2013

LGURJHRORJLFR´&RQWLQXDLO 'GO³/DSULRULWjGHOULXVRH GHOODULJHQHUD]LRQHHGLOL]LD GHOVXRORHGLILFDWRHVLVWHQWH ULVSHWWRDOO¶XOWHULRUH FRQVXPRGLVXROR LQHGLILFDWRFRVWLWXLVFH SULQFLSLRIRQGDPHQWDOHGHOOD PDWHULDGHOJRYHUQRGHO WHUULWRULR6DOYHOHSUHYLVLRQL GLPDJJLRUHWXWHODGHOOHDUHH LQHGLILFDWHLQWURGRWWHGDOOD OHJLVOD]LRQHUHJLRQDOH DWWXDWLYDLOSULQFLSLRGHOOD SULRULWjGHOULXVRFRPSRUWD DOPHQRO¶REEOLJRGLDGHJXDWD HGRFXPHQWDWDPRWLYD]LRQH LQWXWWLJOLDWWLSURJHWWXDOL DXWRUL]]DWLYLDSSURYDWLYLHGL DVVHQVRFRPXQTXH GHQRPLQDWLUHODWLYLD LQWHUYHQWLSXEEOLFLHSULYDWL GLWUDVIRUPD]LRQHGHO WHUULWRULRFLUFD O¶LPSRVVLELOLWjRO¶HFFHVVLYD RQHURVLWjGLORFDOL]]D]LRQL DOWHUQDWLYHVXDUHHJLj LQWHUHVVDWHGDSURFHVVLGL HGLILFD]LRQHPDLQXWLOL]]DWH RFRPXQTXHVXVFHWWLELOLGL ULJHQHUD]LRQHUHFXSHUR ULTXDOLILFD]LRQHRSL HIILFLHQWHVIUXWWDPHQWR´ www.minambiente.it

'IRODELMONDO )NCONTINUOMOVIMENTO)4!,-%+ PROSEGUENELPARTECIPAREALLE PRINCIPALIFIEREINTERNAZIONALIPER FARECONOSCERELESUEPIáRECENTI NOVITÌ4RAGLIULTIMIAPPUNTAMENTI

IL#44 SVOLTASIAGIUGNOA -OSCA DOVEÒSTATOPRESENTATO TRA GLIALTRI ILFRANTUMATORE)&NELLA FOTOSOTTOALLAVOROMENTRE DEMOLISCEUNFABBRICATO 

www.italmek.com

© Costruzioni

DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO


N EWS ,ADEMOLIZIONEDIVENTA SOCIAL DEMOLIZIONE&RICICLAGGIO

VSHFLDOL]]D]LRQLHWXWWHOH DWWLYLWjVYROWHGDOO¶D]LHQGD 0DQRQVRORXQ¶LQWHUD VH]LRQHqGHGLFDWDDOOHFDVH

YYDOHUVLGHOOH WHFQRORJLHSHUIDU FRQRVFHUHQRQVRORLO SURSULRRSHUDWRPDDQFKH SHUGLYXOJDUHWXWWHOHQRWL]LH LQHUHQWLODGHPROL]LRQH FRQWUROODWDÊODILORVRILDGL $77237$*/,2D]LHQGD GL$OEHVHFRQ&DVVDQR &2 VSHFLDOL]]DWDSHU O¶DSSXQWRLQGHPROL]LRQL SHUORSLFRQWUROODWHH URERWL]]DWHFKHGLUHFHQWH

A

KDGDWRYLWDDXQ FRPSOHWR UHVW\OLQJGHOVXR VLWRZHEHKD LQDXJXUDWRXQ EORJLQFXLSDUODGHOOD GHPROL]LRQHDGDPSLR UDJJLR,QL]LDPRGDOOH SDJLQHZHEFDUDWWHUL]]DWH GDXQDJUDILFDVHPSOLFHHG LQWXLWLYDGDQQROD SRVVLELOLWjGLFRQRVFHUHLQ PRGRDSSURIRQGLWROH

KLVWRU\GRYHYHQJRQR LOOXVWUDWLLQPRGR GHWWDJOLDWRJOLLQWHUYHQWLSL VLJQLILFDWLYLDQQRYHUDWLQHO SRUWIROLRD]LHQGDOH 3DVVLDPRRUDDOEORJ XQ¶LGHDGDYYHURLQQRYDWLYD SHULOVHWWRUHGHPROL]LRQL

FRQODSRVVLELOLWjGL DFFHGHUYLGLUHWWDPHQWHGDO VLWRZHEFRQWLHQH LQIRUPD]LRQLHQRWL]LHVX TXHVWRVSHFLILFR VHJPHQWRGD GHPROL]LRQLGL SDUWLFRODUH LQWHUHVVH UHDOL]]DWHQHL FLQTXH FRQWLQHQWLDOOH XOWLPH WHFQRORJLHILQR DOOHQRUPDWLYH 6LWUDWWDLQVRPPDGLXQ QXRYRVJXDUGRVXOVHWWRUH IUHVFRHRULJLQDOHFKH FRQWULEXLVFHDGDUULFFKLUH O¶HVSHULHQ]DGLFKLFLODYRUD HDIDUORFRQRVFHUHDQFKHDL QRQDGGHWWLDLODYRUL www.toptaglio.com

,A FRANTUMAZIONEFASPETTACOLO Nelle foto a fianco, alcuni momenti dell’open day organizzato da Terex Finlay. In particolare, nelle prime due da sinistra, è ben visibile la gamma dell’azienda impegnata in una suggestiva dimostrazione.

QDGLPRVWUD]LRQHGL IUDQWXPD]LRQHH YDJOLDWXUDOXQJDWUH JLRUQL3URWDJRQLVWD GHOO¶HYHQWRVYROWRVLOR VFRUVRJLXJQRQHLSUHVVLGL $EHUGHHQLQ6FR]LD 7(5(;),1/$< RVSLWDWRQHOODFDYDGL-LP

U

-DPLHVRQXQRGHLVXRL FOLHQWLSULQFLSDOL,Q PRVWUDLQXRYLPRGHOOL VLDSHUO¶HVWUD]LRQHVLDSHU LOULFLFODJJLR/¶HYHQWRKD ULVFRVVRXQJUDQGH VXFFHVVRGLSDUWHFLSD]LRQH VLFRQWDYDQRFLUFDWUD ULYHQGLWRULHXWHQWLILQDOL

SURYHQLHQWLGDWXWWRLO PRQGRGDOOD&LQD DOO¶$XVWUDOLDILQR DOO¶$IULFDHDO0HGLR 2ULHQWH 7UDLQXRYLPRGHOOL GHVWLQDWLDOODFDYDHUDQR SUHVHQWLLOIUDQWRLRD PDVFHOOH-HLYDJOL

H3HU TXDQWRFRQFHUQHLQYHFH O¶DUHDGHGLFDWDDOOH GLPRVWUD]LRQLSHULOVHWWRUH ULFLFODJJLRHUDQRLQSULPD OLQHDWUHPRGHOOLLIUDQWRL -HO¶,56HLO YDJOLR www.finlayhydrascreens.com

settembre 2013 Costruzioni 75


ATTUALITĂ&#x20AC; & PRODOTTI

3VILUPPOINROSA Il team italiano di MWH si arricchisce di quattro nuove professioniste. La filosofia aziendale è sempre piĂš netta: dare maggiore attenzione ai settori dellâ&#x20AC;&#x2122;energia e delle infrastrutture e, nel contempo, rispettare coi fatti il concetto di pari oportunitĂ . Quando si parla di policy aziendali concrete

Da sinistra: Nicoletta Lo Turco, Paola Gigli, Raffaella Valeriani e Viviana Mariani.

XDWWURQXRYHQRPLQH DOIHPPLQLOHSHU SXQWDUHDQFRUDGL SLVXHQHUJLDH LQIUDVWUXWWXUH0:+ *OREDO VRFLHWj PXOWLGLVFLSOLQDUHFKH IRUQLVFHFRQVXOHQ]DH VHUYL]LGLLQJHJQHULDQHL VHWWRULGHOOÂśDFTXD GHOOÂśHQHUJLDGHOOÂśDPELHQWHH GHOOHLQIUDVWUXWWXUHKD DQQXQFLDWRODQRPLQDGL QXRYLSURIHVVLRQLVWLQHO WHDPLWDOLDQR3DROD*LJOL GLUHWWRUHFRPPHUFLDOHH GLUHWWRUHWHFQLFR9LYLDQD

Q

76 Costruzioni settembre 2013

0DULDQLGLUHWWRUHWHFQLFRH UHVSRQVDELOHGHOVHWWRUH (QHUJLDH,QIUDVWUXWWXUH 5DIIDHOOD9DOHULDQL UHVSRQVDELOHGHOODGLYLVLRQH (QHUJLD1LFROHWWD/R 7XUFRUHVSRQVDELOHGHOOD GLYLVLRQH$FTXDH ,QIUDVWUXWWXUH,QOLQHDFRQ JOLRELHWWLYLVRFLHWDULSHULO SHULRGR DWWUDYHUVRTXHVWHQXRYH QRPLQH0:+SXQWDD UDIIRU]DUHODSURSULD SUHVHQ]DQHLVHWWRUL GHOOÂśHQHUJLDHGHOOH LQIUDVWUXWWXUHFKHQHJOL

XOWLPLDQQLKDQQRYLVWR OÂśD]LHQGDFRLQYROWDLQ QXPHURVLSURJHWWL LQQRYDWLYLDOLYHOORVLD QD]LRQDOHVLDLQWHUQD]LRQDOH QHOFDPSRGHOOÂśHIILFLHQ]D HQHUJHWLFDGHOODSURGX]LRQH GLHQHUJLDGDIRQWL ULQQRYDELOLGHOOH LQIUDVWUXWWXUHVRVWHQLELOLH GHOUHFXSHURGLDUHH GLVPHVVH1RQqWXWWRFRQ TXHVWHQXRYHQRPLQH 0:+VLFRQIHUPD XQÂśD]LHQGDDWWHQWDDOOHSDUL RSSRUWXQLWjHLQFXLOD SUHVHQ]DIHPPLQLOHqLQ FRVWDQWHFUHVFLWDDGRJJLOD SHUFHQWXDOHGLGRQQHQHO PDQDJHPHQWGHOODVHGH LWDOLDQDUDJJLXQJHTXDVLLO GHOWRWDOH /HSROLF\D]LHQGDOLLQDWWR VRQRIRUPXODWHQHOULVSHWWR GHOODGLYHUVLW\H JDUDQWLVFRQRDLGLSHQGHQWL IOHVVLELOLWjODYRUDWLYDH DWWHQ]LRQHDOZRUNOLIH EDODQFHDWWUDYHUVRXQDVHULH GLVWUXPHQWLFRPHLO WHOHODYRURRLOFRQJHGR SDUHQWDOHSUROXQJDWRSHUL SDSjFKHDLXWDQRD FRQFLOLDUHLOUXRORGLGRQQH PDPPHHODYRUDWULFL www.mwhglobal.com


Le cesoie della serie CS sono la soluzione ideale per i moderni cantieri di demolizione industriale – che richiedono notevoli forze di taglio, anche ad altezze importanti – e per i professionisti del riciclaggio di rottami e materiali ferrosi. Rotazione continua, cilindro protetto, valvola moltiplicatrice di velocità, lame intercambiabili: tutta l’esperienza e la qualità di un leader internazionale in un purissimo concentrato di tecnologia innovativa e affidabile. Trevi Benne, la massima espressione della potenza.

www.trevibenne.it

demolition

| recycling | earthmoving


ROBOT

TWO IS MEGLIO che one

Nella foto il nuovo Brokk 400 D in bella mostra nello stand dell’azienda svedese all’ultima edizione del Bauma. Il modello è la versione diesel del Brokk 400 e ha sostituito il Brokk 330 D.

BROKK INTRODUCE IN GAMMA DUE NUOVE MACCHINE RADIOCOMANDATE DA DEMOLIZIONE, IL PICCOLO 60 E IL VELOCE 400 D.

PER ENTRAMBI LA PAROLA D’ORDINE È AFFIDABILITÀ $)

$!.)%,! 34!3)

78 Costruzioni settembre 2013

BROKK 400 D Peso Potenza motore Peso max attrezzatura Rumorosità (Lwa) Velocità max di trasporto

5.500 kg 70,6 kW 600 kg 100 db(A) 3,4 km/h


ยฉ Costruzioni

DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO

$

UENUOVIROBOTDADEMOLIZIONEPENSATIPER OFFRIREMAGGIOREPOTENZARISPETTOAIMODELLI PRECEDENTI 0RESENTATI IN ANTEPRIMA AL "AUMA SONOLENEWENTRYFIRMATEDALLASVEDESE "ROKK CHEHASCELTOLAFIERATEDESCACOMEVETRI NAINTERNAZIONALEPERMOSTRARELASUARICCAGAM MA.ELDETTAGLIO SITRATTADEL"ROKK CHEHASO STITUITOIL"ROKKCOMEMODELLOPIรกPICCOLODELLA #ASA EDEL"ROKK$ VERSIONEDIESELDELPO POLARE"ROKK CHEVAARIMPIAZZAREIL"ROKK $ h%NTRAMBELEMACCHINESONOSVILUPPATEPRESTAN DOATTENZIONEALLAREDDITIVITรŒDEINOSTRICLIENTI GRA ZIE A  ANNI DI ESPERIENZAv AFFERMA -ARTIN +RUPICKA CEO"ROKKh3IAMOSEMPREALLARICERCA DINUOVIMODIPERMIGLIORAREINOSTRIMODELLIEDIA MOLAPOSSIBILITรŒDIPOTERAFFRONTAREINTERVENTICOM PLESSIANCHENEICASIINCUILEMACCHINEORDINARIE SIANOIMPOSSIBILIDAUTILIZZAREvRST

settembre 2013 Costruzioni 79


ROBOT

© Costruzioni

BROKK 60 Peso Potenza motore Peso max attrezzatura Rumorosità (Lwa) Velocità max di trasporto

80 Costruzioni settembre 2013

500 kg 5,5 kW 80 kg 82,9 db(A) 2,5 km/h


DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO Piccolo ma grande Come giĂ accennato, il Brokk 60 (nelle foto in questa pagina e in quella accanto), è la piĂš piccola macchina da demolizione radiocomandata, sia della gamma Brokk, sia sul mercato in generale. Lâ&#x20AC;&#x2122;incremento di potenza del 25% rispetto al suo predecessore, è reso possibile grazie al nuovo sistema idraulico con una portata di 22 litri al minuto. Sono stati riprogettati inoltre il sistema di rotazione, il corpo macchina, lâ&#x20AC;&#x2122;impianto elettrico e il sistema di controllo; questâ&#x20AC;&#x2122;ultimo, in particolare, permette di ottenere movimenti della macchina piĂš morbidi e consente di visualizzare continue indicazioni di temperatura e pressione sul display del radiocomando. Dettaglio fondamentale: nonostante la maggiore potenza, il Brokk 60 pesa sempre 500 kg e ha unâ&#x20AC;&#x2122;altezza inferiore di 70 mm rispetto al Brokk 50. Segnaliamo anche che il modello è stato aggiornato con robuste coperture in acciaio, la ralla di rotazione e lâ&#x20AC;&#x2122;illuminazione a led. Il Brokk 60 infine ha lo stesso aggancio automatico del Brokk 50 e quindi può operare con la stessa gamma di attrezzature (martelli idraulici, frantumatori, benne e pinze).

UN GIGANTE SCATTANTE !BILEAMUOVERSIINAMBIENTIPARTICOLARMENTEAN GUSTIEIDEALEPERDEMOLIZIONIPESANTILADDOVENON Ă&#x2019;POSSIBILEPOTERUSUFRUIREDELLALIMENTAZIONE ELETTRICA IL"ROKK$NELLAFOTOINAPERTURA NELLEPAGINEPRECEDENTI Ă&#x2019;LAMACCHINACONVELO CITĂ&#x152;DITRASLAZIONEPIĂĄELEVATADITUTTALAGAMMA  KMH PIĂĄDELDIQUALSIASIALTROMODELLO $OTATODIMOTOREDIESELEDIUNCARRODINUOVACON CEZIONEPERUNAMIGLIORATASTABILITĂ&#x152; IL"ROKK $ RISPETTOALMODELLOPRECEDENTE PRESENTAUNA MAGGIOREESTENSIONEDELBRACCIOEPUĂ&#x203A;ESSEREEQUI PAGGIATODIATTREZZATUREPIĂĄPESANTIPURMANTE NENDOLANOTEVOLEPOTENZADIIMPATTOCONILMAR TELLOALPARIDELSUOGEMELLOELETTRICO 0ERINTERVENTIINAMBIENTIESTREMI

PUĂ&#x203A;ESSEREORDINATOCONCARENA TUREINACCIAIOINOSSIDABILE TUBI RESISTENTIALCALORE PROTEZIO NIAICILINDRI SISTEMADIRAF FREDDAMENTOAUSILIARIOEALTRI ACCORGIMENTISPECIFICI

In entrambe le pagine è immortalato il nuovo Brokk 60, che ha sostituito il Brokk 50 come modello piÚ piccolo della gamma. Rispetto al suo predecessore presenta il 25% di potenza in piÚ grazie al nuovo sistema idraulico con una portata di ben 22 litri al minuto. Tra i vantaggi anche una struttura piÚ robusta.

settembre 2013 Costruzioni 81


BONIFICHE

Problem

SOLVING $)

$!.)%,! 34!3)

5

NESEMPIOBENRIUSCITODICOMEATTIVITรŒDIF FERENTITRALOROPOSSANOCONVIVERESOTTOIL MEDESIMOhTETTOvยถILCASODI-3)SOLA MENTI AZIENDADI"ARUCCANADI3EVESO-" AT TIVAINBENQUATTROSETTORIBONIFICHE COIBENTA ZIONI PONTEGGIECOPERTURE &ONDATANELDA2AIMONDO-OSCARDO CON TAOGGICIRCADIPENDENTIEUNBENNUTRITOPOR TFOLIOCLIENTI)NPARTICOLARE PERQUANTOCONCERNE LEOPEREDIBONIFICAEDIPROTEZIONEAMBIENTALE

LAZIENDAร’SPECIALIZZATASOPRATTUTTONELLAPRO GETTAZIONEENELLESECUZIONEDELLEBONIFICHEDA AMIANTO INTERVENTIPARTICOLARMENTECOMPLESSISIA SOTTOILPROFILOLOGISTICOSIAALIVELLOSTRUTTURALE 'RAZIEALLgESPERIENZAMATURATAEALLACOSTANTE CRESCITADEILIVELLIDISPECIALIZZAZIONE -3)SO LAMENTIร’INGRADODIESEGUIRELAVORIDIGRANDERI

82 Costruzioni settembre 2013

LEVANZANELPIENORISPETTODELLEPIรกRESTRITTIVENOR MATIVEVIGENTINELCORSODEGLIANNIHACOLLEZIO NATOSVARIATETIPOLOGIEDIINTERVENTI DALLABONIFICA DIAREEDISMESSEEPLESSIINDUSTRIALINONPIรกATTI VI AQUELLADICALDAIE TUBIESERBATOI FINOALLARI QUALIFICAZIONEDIIMMOBILIADUSOPUBBLICOEPRI VATO DOVE ร’ STATA RISCONTRATA LA PRESENZA DI MANUFATTIFIBROSIEOCONTENENTIAMIANTOEDIFICI SCOLASTICI OSPEDALI PALESTRE PISCINE CENTRICOM MERCIALI BANCHE  5NESEMPIOTRAITANTI LINTERVENTOEFFETTUATONEI PRESSIDI3IRACUSA IN3ICILIA NELLAZONAANTISTANTE LEX%TERNIT3ICILIANA UNAVOLTAATTIVANELLAPRODU ZIONEDITUBAZIONIINCEMENTO AMIANTOSIร’TRAT TATODIUNOPERACOMPLESSA CHEHARICHIESTOUNA DOPPIAAZIONE SULLATERRAFERMAEINMARE ,APPROFONDIMENTONELLAPAGINASUCCESSIVA RST


DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO GRAZIE A UN’ESPERIENZA QUARANTENNALE, MS ISOLAMENTI È IN GRADO DI EFFETTUARE COMPLESSE BONFICHE DA AMIANTO, CONTRIBUENDO A RIQUALIFICARE ZONE FORTEMENTE COMPROMESSE.

VI ILLUSTRIAMO I DETTAGLI DELLA SUA ATTIVITÀ

settembre 2013 Costruzioni 83


BONIFICHE

SULLA TERRA FERMA... E IN SUBACQUEA #OMEGIĂ&#x152;ANTICIPATO -3)SOLAMENTIHACURATOLAPROGETTA ZIONEELESECUZIONEDELLEOPEREDIBONIFICADAMANUFATTICON TENENTIAMIANTOPRESENTINELLITORALEENELLOSPECCHIODACQUA ANTISTANTILEXSTABILIMENTODELL%TERNIT3ICILIANA%CCOQUAL CHENUMEROPERCAPIRELACOMPLESSITĂ&#x152;DELLAVOROEFFETTUATO PERQUANTOCONCERNEILLITORALE LAREADABONIFICAREERASTIMATA INM PERUNVOLUMEDIM PERQUANTORIGUARDA LAREAMAREINDIVIDUATAMEDIANTEUNPRECISORILIEVOFOTOGRA FICOEBATIMETRICO LASUPERFICIEAMMONTAVAAM PER UNVOLUMEDIM CONMANUFATTIDIVARIAFORMAEDI MENSIONEBENPRESENTISULFONDALEMARINO ,AZONAOGGETTODELLINTERVENTO INPASSATO Ă&#x2019;STATAABBON DANTEMENTEINQUINATADALLOSCARICODISCARTIDIPRODUZIONE NELCORSODEGLIANNILEONDE LEMAREEELECORRENTIMARINEHAN NODATOVITAINFATTIAUNCONTINUOSCAMBIODIMANUFATTIINCE MENTO AMIANTOTRAILLITORALEEILMARE INCREMENTANDOCOSĂ&#x2013; LEAREECONTAMINATE"ASTIDIRECHESULLATERRAFERMAERANO BENVISIBILIFRAMMENTIDICEMENTO AMIANTODIVARIAPEZZATU RASPARSITRALAVEGETAZIONE NELCANALEDISCOLOPRESENTENEL LAZONAESUGLISCOGLI OLTREACROSTEDIIMPASTODIFIORETTADI AMIANTOUNPOOVUNQUE SULLASCOGLIERAESULLESPONDEDELCA NALE-ANONĂ&#x2019;TUTTOILFONDALEMARINOALROCCIOSOEAL SABBIOSO COMESIPUĂ&#x203A;EVINCERENELLAFOTOINALTO PRE SENTAVAGROSSICUMULIDIMANUFATTIINCEMENTO AMIANTOSOLI DIFICATIESPARSISULFONDALEROCCIOSOEPICCOLIFRAMMENTISUL FONDALESABBIOSO)NSOMMA QUANDOSIDICE LIETOFINE

Step by step Sono state effettuate due bonifiche distinte, una a mare e una sul litorale. Iniziamo dalla prima. Lâ&#x20AC;&#x2122;amianto in acqua non è pericoloso per la salute, ma lâ&#x20AC;&#x2122;intervento si è reso necessario per evitare la movimentazione dei manufatti tra mare e litorale in seguito a mareggiate. Prima di effettuare lâ&#x20AC;&#x2122;intervento, MS Isolamenti ha eseguito alcune opere preliminari, tra cui la mappatura dellâ&#x20AC;&#x2122;area di lavoro, lâ&#x20AC;&#x2122;indagine bellica, il rilievo batimetrico e la perimetrazione sia della superficie sia del fondale marino in tutta lâ&#x20AC;&#x2122;area di intervento; dopodichĂŠ si è proceduto allâ&#x20AC;&#x2122;intervento vero e proprio, suddiviso in tre fasi distinte a seconda del materiale da rimuovere: la bonifica dei grossi manufatti di cemento-amianto sparsi sul fondo roccioso, quella dei cumuli solidificati per azione della salsedine e infine quella dei piccoli detriti sparsi sul fondo sabbioso e dei sedimenti. Per quanto riguarda invece la bonifica del litorale, dopo aver

84 Costruzioni settembre 2013

effettuato la mappatura del sito dividendo in micro aree tutta la superficie interessata dallâ&#x20AC;&#x2122;intervento, si sono individuate le seguenti metodologie, in funzione della valutazione del rischio operativo: bonifica con raccolta manuale dei manufatti in cemento-amianto sparsi in superficie su area verde e successivamente in zona scogliera, bonifica con raccolta meccanica dei manufatti in cemento-amianto di tipo compatto in aree a bassa contrazione di contaminazione e in ultimo bonifica in ambiente confinato staticamente e dinamicamente in zone contaminate da amianto friabile (cumuli fuori terra e sponde del canalone) e da amianto compatto (croste di fibretta di amianto sugli scogli e strada realizzata con frammenti di cemento-amianto). Tra le ultime fasi effettuate, lo stoccaggio temporaneo, il trasporto alla discarica di tutti i materiali di risulta e i successivi monitoraggi dellâ&#x20AC;&#x2122;aria e dellâ&#x20AC;&#x2122;acqua.


DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO

OLTRE ALLE BONIFICHE -3)SOLAMENTINONร’SINONIMOSOLODIBONIFICHE#OME GIรŒDETTO LAZIENDAร’SPECIALIZZATAANCHEINALTREAT TIVITรŒ6EDIAMOLENELDETTAGLIO 0ARTIAMODALLAPREFABBRICAZIONEEFORNITURAINOPERADI ISOLAMENTITERMICIEACUSTICIPERIMPIANTIINDUSTRIALIE IMPIANTITECNOLOGICIUNESEMPIONELLAFOTO LOSTAFFTEC NICODELLASOCIETรŒPROPONESOLUZIONIPERRIDURREILSEM PREPIรกSIGNIFICATIVOPROBLEMADEICOSTIENERGETICI 0ROSEGUIAMOCONLAPROGETTAZIONE LAREALIZZAZIONE

ILNOLEGGIO ILMONTAGGIOELOSMONTAGGIODIPONTEGGI TUBOLARIITECNICIDI-3)SOLAMENTIPRESTANOPARTICOLA REATTENZIONEALLASICUREZZA ATTENENDOSIALLEPIรกSE VERENORMEDIPREVENZIONE ALIVELLONAZIONALEEDEU ROPEO2ICORDIAMOINFINECHELAZIENDASIOCCUPAPURE DELLAREALIZZAZIONEDICOPERTUREAUSOCIVILEEINDU

STRIALENELLAFOTODISFONDO GARANTENDOUNASSISTEN ZATECNICACOMPLETAINTUTTELEFASIDALLAINDIVIDUA ZIONEDELLEDIVERSEPROBLEMATICHEFINOALRIFACIMENTO TOTALEDELLECOPERTURE

WWWMSISOLAMENTIIT

settembre 2013 Costruzioni 85


TERRE E ROCCE

Opportunità

GREEN -!52/ $) 02%4%

&!")/ -!33!2)

&%$%2)#! 3/2$%,,/

6!,%2)/ 6%2!,$)

$)

).'%'.%2% $/#%.4% #/23/ 6)! 6!35.)6%23)4° ,! 3!0)%.:! 2/-! $)2%44/2% )34)454/ )2)$%

).'%'.%2) )34)454/ )2)$%


IL PIANO DI UTILIZZO, ENTRATO IN VIGORE A OTTOBRE 2012, รˆ UNO STRUMENTO DI PROGETTAZIONE E CONTROLLO DELLโ€™INTERO CICLO DI UTILIZZO DEL MATERIALE DA SCAVO.

Lโ€™OBIETTIVO? RIDURRE Lโ€™IMPATTO AMBIENTALE. A VOI I DETTAGLI

5

NANUOVAhPIETRAMILIAREvVERSOLAPROGETTA ZIONEECOSOSTENIBILE4RAGLIELABORATIPRO GETTUALICONTENUTINEL$ECRETODEL-INISTERO DELL!MBIENTENDEL ร’ENTRATOINVIGOREIN )TALIAUNNUOVO2EGOLAMENTO DEFINITOh0IANODI 5TILIZZOvDELLETERREEROCCEDASCAVO4ALEDEFINI ZIONENASCEDAUNOSSERVAZIONEEMERSANELCORSO DIUNMOMENTODIRIFLESSIONEALLINTERNODELGRUPPO DILAVORODELL)STITUTOPERLA2ICERCAEL)NGEGNERIA $%COSOSTENIBILITรŒ)2)$% INPARTICOLARETRAGLIAUTO RIDELPRESENTEARTICOLO#ISIร’ACCORTICHEILPIรกGIO VANETRANOIDAVAPERSCONTATOCHENELRAGIONAREDI TERREEROCCENEIPROGETTIDIINFRASTRUTTUREFOSSECO MUNQUEPERSEGUITOILPIรกCONGRUOBILANCIODEIMA TERIALI PERESEMPIOTRASCAVIERIPORTIALCONTRARIO

QUESTOERAUNODEGLIAUSPICICHESIPONEVANOCOME CRITERIACUITENDERENELCORSODEIPROGETTICHESIINI ZIAVANOASVILUPPAREALCUNIDECENNIPRIMA 1UELLACHEPASSACOMEhSENSIBILITรŒAMBIENTALEvHA FATTOILSUOCORSOEOGGINONCISIPUร›ACCONTENTA

RESOLTANTODELFATTOREQUANTITATIVOILBILANCIODELLE MATERIE MAOCCORREENTRARENELMERITOANCHEDEL LAhQUALITรŒvDELLESCELTE)NFATTI SEANDIAMOABEN GUARDAREIL2EGOLAMENTO QUESTAร’SOLOLAPUNTA DIUNICEBERGVISTOCHEINREALTรŒINMOLTICONTESTIDI 6ALUTAZIONE!MBIENTALENONSICHIEDEUNAPPRO FONDIMENTOSOLOQUALORARICORRANOIPRESUPPOSTIDEL LUTILIZZODELhSOTTOPRODOTTOv MAINGENERALEINOGNI ATTOPROGETTUALE #Iร› SEINUNPRIMOMOMENTOSEMBRAVAUNECCES SODIZELO OVVEROUNERRATAINTERPRETAZIONEDEL$DIRIFERIMENTO DOPOUNACCURATARIFLESSIONEร’AP PARSOPERQUELCHESEMBRAGIUSTOESSEREECHE

SENZATIMOREDISMENTITA CISENTIAMODICATALOGA REINQUELLACHE SEMPREQUALCHEDECENNIOFA CISIA MOPERMESSIDIDEFINIREh0ROGETTAZIONE)NTEGRATAv E CHE OGGI CI PIACE CHIAMARE h0ROGETTAZIONE %COSOSTENIBILEv /VVEROUNAPROGETTAZIONECHEFAESPRESSORIFERI MENTOAIPRINCIPIDELLASOSTENIBILITรŒAMBIENTALE RST

settembre 2013 Costruzioni 87

ยฉ Costruzioni

DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO


TERRE E ROCCE

STRUMENTO PER L’ECOSOSTENIBILITÀ #HECISIRIFERISCAAL$-EXART OPPUREALLART BISDEL$,GSESMI ILCONCETTOÒCHIARO OSSIASIDEVEPO TERAFFRONTAREILTEMADELLAMOVIMENTAZIONEDELLEMATERIEPRIME NELCORSODIUNAREALIZZAZIONEPERASSICURAREISEGUENTIASPETTI OTTIMIZZARELUSODELLERISORSENONRINNOVABILI PREVENIREEPOS SIBILMENTEEVITARE LAPRODUZIONEDIRIFIUTI TUTELARELEMATRICIAM BIENTALIPREVENENDONELALTERAZIONEOSSIALACONTAMINAZIONE

AVERECOSCIENZAEINFORMAREDELLEAZIONIAMBIENTALICHESICOM PIONO4UTTIQUESTIASPETTIDEVONODAOGGIENTRARENELPROGETTODI UNOPERAEINPARTICOLAREINQUELLOCHEÒDEFINITOh0IANODI5TILIZZOv DELLETERREEROCCEDASCAVO 2ITENIAMOIMPORTANTERICORDARECHEQUESTIASPETTINONPOSSONO ESSEREVISSUTICOMEELEMENTIAGGIUNTIVIDAREDIGEREAISOLIFINI DELLAUTORIZZAZIONE MADEVONOESSEREAFFRONTATIFINDALLIMPO STAZIONEDELPROGETTOCONLECORRETTECOMPETENZE PERALMENOTRE MOTIVICARATTERIZZAREIMATERIALIDASCAVARENECESSITADITEMPI EMODALITÌORGANIZZATIVENONCOMPLESSE MACERTAMENTEDAhPEN SAREvIRISULTATIDELLECARATTERIZZAZIONIPOSSONOINCIDERESULLE SCELTEPROGETTUALIESUIPROCESSICOSTRUTTIVIQUALORASIANECESSA RIOUNCONTRADDITTORIOCONLEAUTORITÌAMBIENTALI QUESTEDEVONO ESSERECOINVOLTEINMODOPREVENTIVOENELRISPETTODEILOROTEM PI )N ALTRE PAROLE COSÖ COMEhLALTRO IERIv IL TEMA DELLA6)! 6ALUTAZIONEDI)MPATTO!MBIENTALE ÒENTRATONELLORDINARIOPRO

CESSOPROGETTUALE DAhIERIvILPROCESSODI6!36ALUTAZIONE !MBIENTALE3TRATEGICA DEVEESSEREINTESOCOMEUNMOMENTOPRO PRIODELLAFORMULAZIONEDIUN0IANO0ROGRAMMA hDOMANIvCHE ÒGIÌOGGI LA6ALUTAZIONE!MBIENTALERIVOLTAAIPRINCÖPIDISOSTE NIBILITÌPUÛEDEVE CONTARESULLAGESTIONEDELLETERREEROCCE DASCAVOENONSOLOQUALORASIVOGLIAUTILIZZAREQUESTECOMESOT TOPRODOTTOEQUINDICOMEMATERIALEPERREALIZZAREALTREOPEREO PARTIDIOPERAINLUOGHIDIFFERENTIDAQUELLIDIPRODUZIONE MAAN CHEINVIAORDINARIA #IÛAPPAREIMPORTANTEPERCHÏILNOSTROTERRITORIOÒCOMPOSTODACON TESTIARTICOLATISIAPERLECARATTERISTICHEFISICHEENATURALI SIAPERLA MOLTEPLICITÌDISITUAZIONICHESISONOSUSSEGUITENELTEMPOEQUIN DINONOCCORREESSEREINUN3).OINUNSITOCONMANIFESTECRITICITÌ AMBIENTALIPERINCONTRAREDIFFICOLTÌREALIZZATIVE MABASTAPOCO PERRISCHIAREDICOMPROMETTERELEMATRICIAMBIENTALICHEIPRINCIPI DISOSTENIBILITÌ ACUIPRIMACISIRIFERIVA INDICANOCOMEELEMENTIES SENZIALIDATUTELAREQUESTO SIOSSERVI NONSOLOPERMOTIVIDICAT TIVAGESTIONEDELLAhCOSAPUBBLICAvMAANCHEPERFENOMENINATU RALIINNATURAÒMOLTODIFFUSALAPRESENZADIELEMENTICHE TRATTATI DALLUOMO ASSUMONOCARATTERISTICHEDIhELEMENTISOPRASOGLIAvOV VEROPOTENZIALMENTECRITICIEODANNOSIPERGLIEQUILIBRIAMBIENTALI EPERLASALUTEUMANA.ULLADIGRAVESEILTUTTORIENTRAINUNCORRET TOPROCESSODIPROGETTAZIONE QUESTAVOLTASÖ ECOSOSTENIBILE

I L MATERIALE DA SCAVO? U N TEMA DI PROGETTO ,AVOLONTÌDELLEGISLATOREDIINCARDINARELUTILIZZAZIONE DELMATERIALEDASCAVOALLINTERNODELLAPROSPETTIVADEL LECOSOSTENIBILITÌSIÒCONCRETIZZATANEL0IANODI5TILIZZO PERCOMEESSOÒSTATOCONFIGURATORISPETTOAISUOIPRO FILIFORMALIATTINENTIAGLIASPETTIPROCEDURALIEAQUELLI CONTENUTISTICI 4ALIASPETTIFORMALI OSSIAILCOMPLESSODIREGOLECHEDE FINISCONOLAFORMAZIONEELATTUAZIONEDEL0IANO CO STITUISCONOQUINDILESPRESSIONEDELSUOFONDAMENTO hONTOLOGICOvCOMESTRUMENTOATTRAVERSOILQUALEPORRE LECONDIZIONIPER LAREALIZZAZIONEDIOPEREECOSOSTENI BILIEPERINQUADRARE INTALEOTTICA LINTEROCICLODIGE STIONEDELMATERIALEDASCAVO DALLASUAPRODUZIONEAL LUTILIZZOFINALE)NMERITOAGLIASPETTIPROCEDURALI QUELLI CHESOSTANZIANOTALEVALENZADEL0IANODI5TILIZZORI SIEDONONELLASUACOLLOCAZIONERISPETTOALPROCESSODI PROGETTAZIONE NELREPERTORIODEIDOCUMENTICHECORRE DANOIL0IANOENELLALOROVALENZALEGALE NONCHÏNELLA SUAVALIDITÌTEMPORALE#OMEDISPOSTODALLARTCO

ILPROPONENTEDEVEPRESENTAREIL0IANODI5TILIZZOAL LAUTORITÌCOMPETENTE OSSIAALSOGGETTOISTITUZIONALE

88 Costruzioni settembre 2013

PREPOSTOALLAPPROVAZIONEDELPROGETTO hINFASEDIAP PROVAZIONEDELPROGETTODEFINITIVODELLOPERA;ECO MUNQUE=ALMENOGIORNIPRIMADELLINIZIODEILAVORI PERLA;SUA=REALIZZAZIONEv DANDOCOSÖINIZIOAUNAPRO CEDURACHESICONCLUDERÌENTROGIORNIDALLADATADI PRESENTAZIONEDEL0IANOODELLEINTEGRAZIONIEVENTUAL MENTERICHIESTEDALLAUTORITÌCOMPETENTE ATTRAVERSOLA SUAAPPROVAZIONEORIGETTO 4ALECOLLOCAZIONETEMPORALE CHEINBUONASOSTANZA EQUIPARALUTILIZZODELMATERIALEDASCAVOAGLIALTRITEMI OGGETTODELLAPROGETTAZIONEDEFINITIVA ANTICIPALASUA CONSIDERAZIONERISPETTOALLAPRASSICONSOLIDATAECON SENTEDIPORRELECONDIZIONIAFFINCHÏTUTTELETEMATICHE AESSOCONNESSEEINPARTICOLARMODOQUELLERELATIVE ALLASUAGESTIONEECO SOSTENIBILE SIANOAFFRONTATE NON SOLOINUNAFASEDELLITERPROGETTUALEEOREALIZZATIVO DELLOPERA MASOPRATTUTTONELLAMBITODELCOMPLESSIVO CONCEPIMENTODELLOPERAINPROGETTO ,AMISURADELLAPORTATADITALEDIVERSAPROSPETTIVAIN TRODOTTADAL0IANODI5TILIZZOALLINTERNODELLAPROGET TAZIONESIESPLICANELLAPOSSIBILITÌDIPREVEDEREINDET


Il processo di gestione in prima linea I contenuti del Piano di Utilizzo riguardano i siti di produzione, definiti in relazione allâ&#x20AC;&#x2122;ubicazione e ai quantitativi distinti per litologia, lâ&#x20AC;&#x2122;attivitĂ di caratterizzazione del materiale da scavo, in termini di modalitĂ  e risultanze, gli eventuali siti di deposito intermedio, sempre come ubicazione, il trasporto del materiale, con riferimento alle modalitĂ  e agli itinerari, le operazioni finalizzate a migliorare le caratteristiche tecniche e prestazionali di detto materiale, nonchĂŠ i siti e le modalitĂ  di utilizzo, in termini di ubicazione e di quantitativi distinti per tipologia dei processi industriali di impiego e origine rispetto ai siti di produzione. Appare con ciò evidente come il merito di detti contenuti configuri lâ&#x20AC;&#x2122;oggetto del Piano nel â&#x20AC;&#x153;processo di gestioneâ&#x20AC;? del materiale da scavo, a partire dal luogo dove esso è generato e dalle sue caratteristiche, sino a quello dove è utilizzato, passando per le modalitĂ  di utilizzo e le fasi di trasporto e di eventuale trattamento di normale pratica industriale. Tale â&#x20AC;&#x153;oggetto progettualeâ&#x20AC;? del Piano, ossia il processo di gestione del materiale da scavo, assume particolare rilevanza in ragione del fatto che nel quadro di documenti che lo corredano, quelli concernenti la sussistenza dei requisiti di cui allâ&#x20AC;&#x2122;articolo 4 co. 1 e lâ&#x20AC;&#x2122;avvenuto utilizzo del materiale in conformitĂ  al Piano debbano essere resi attraverso â&#x20AC;&#x153;dichiarazione sostitutiva dellâ&#x20AC;&#x2122;atto di notorietĂ â&#x20AC;? ai sensi dellâ&#x20AC;&#x2122;art. 47 del DPR 445/2000: in buona sostanza, lâ&#x20AC;&#x2122;esistenza di detto obbligo assegna al Piano la valenza di formale e sostanziale impegno che di fronte allâ&#x20AC;&#x2122;autoritĂ  competente assumono il proponente, per

quanto attiene alla progettazione del processo di gestione, e lâ&#x20AC;&#x2122;esecutore relativamente alla sua attuazione. Infine, un ulteriore aspetto che sostanzia la valenza del Piano di Utilizzo come strumento di progettazione e controllo del processo di gestione del materiale da scavo risiede nella sua durata di validitĂ , definita dal Piano stesso, e negli effetti prodotti dalla decorrenza di detto termine. Come disposto dallâ&#x20AC;&#x2122;articolo 5 co. 6, a seguito della decorrenza del termine di durata â&#x20AC;&#x153;il Piano di Utilizzo cessa di produrre effetti ai sensi del presente regolamentoâ&#x20AC;? e conseguentemente, come statuito al successivo comma 7, â&#x20AC;&#x153;viene meno la qualifica di sottoprodotto del materiale da scavo con conseguente obbligo di gestire il predetto materiale come rifiuto ai sensi e per gli effetti dellâ&#x20AC;&#x2122;articolo 183, comma 1, lettera a), del decreto legislativo n. 152 del 2006â&#x20AC;?. Posta pur sempre â&#x20AC;&#x153;la facoltĂ  di presentare, entro i due mesi antecedenti la scadenza dei predetti termini, un nuovo Piano di Utilizzoâ&#x20AC;? avente durata annuale, si potrebbe affermare come tale ultimo aspetto disciplinare racchiuda in sĂŠ la sostanza del Piano di Utilizzo. Il fatto che sia lo stesso Piano a fissare il termine di durata della sua validitĂ  e che il suo decorrere comporti la decadenza della qualifica di sottoprodotto, costituisce unâ&#x20AC;&#x2122;implicita affermazione dellâ&#x20AC;&#x2122;importanza riconosciuta dal legislatore alla progettazione del processo di gestione del materiale da scavo e, quindi, della sottesa volontĂ  di farne uno dei temi centrali del progetto definitivo di unâ&#x20AC;&#x2122;opera.

TASEDECHE QUALORALACARATTERIZZAZIONENEABBIAMO STRATOLASUSSISTENZADEIPRESUPPOSTI ILMATERIALEDA SCAVOGENERATODALLAREALIZZAZIONEDELLOPERASIAUTILIZ ZATO PERESEMPIO ALLINTERNODELLOPERAINSOSTITUZIO NEDEIMATERIALIDACAVAOPERLAFORMAZIONEDIALCUNE SUEPARTI)NTALEPROSPETTIVARIVESTEUNRUOLOCENTRALE LANTICIPAZIONEDELLACARATTERIZZAZIONEDEIMATERIALIDA SCAVOALLAFASEPROGETTUALE INQUANTOLAPREVENTIVACO NOSCENZADELLELOROCARATTERISTICHESOTTOILPROFILOGEO MECCANICOEDELLENTITĂ&#x152;DELLEVENTUALEPRESENZADISO STANZEINQUINANTI COSTITUISCEILFONDAMENTALEPRESUPPOSTO ALLACOSTRUZIONEDIUNPROGETTOUNITARIODELLOPERA NEL QUALEDETTOMATERIALEPOSSACONCORREREARIDURREIFAB BISOGNIDITERRE ,ACIFRACHEDĂ&#x152;CONTODEITERMINIINCUIIL0IANODI5TILIZZO COSTITUISCASTRUMENTOPERLECOSOSTENIBILITĂ&#x152;DELLEOPE RERISIEDEPERTANTONELLAVERMUTATOLAPROSPETTIVAAT TRAVERSOLAQUALETRAGUARDAREILTEMADELMATERIALEDA SCAVOEDELSUOUTILIZZO DAPROBLEMATICADAAFFRONTARE INSEDEDIPROGETTAZIONEESECUTIVAODICANTIERIZZAZIO NE AOPPORTUNITĂ&#x152;PERPOTERRIDURRELAhDOMANDADIAM

BIENTEvCONSEGUENTEALLAREALIZZAZIONEDIUNOPERAE IN TALITERMINI ACCRESCERNEILLIVELLODIACCETTAZIONEDAPAR TEDISOGGETTIISTITUZIONALIPREPOSTIALLASUAVALUTAZIONE EDAQUELLADELLEPOPOLAZIONI)NTALSENSORISULTANON CERTOCASUALE NELCASODIOPERESOTTOPOSTEAPROCE DURADI6)! LADISPOSIZIONECONCERNENTELOBBLIGODIPRE SENTAZIONEDEL0IANODI5TILIZZOALLAUTORITĂ&#x152;COMPETEN TEPRIMADELLESPRESSIONEDELPAREREDIVALUTAZIONE AMBIENTALE PROPRIOINQUANTORICONOSCEALLACONOSCENZA DELLECARATTERISTICHEDELMATERIALEDASCAVOEALLAPRO GETTAZIONEDELSUOUTILIZZOUNVALORESOSTANZIALENELLA FORMAZIONEDELGIUDIZIODICOMPATIBILITĂ&#x152;AMBIENTALE 3EQUINDILAFFIANCAMENTOTEMPORALETRA0IANODI5TILIZZO E0ROGETTODEFINITIVODELLOPERAFASĂ&#x2013;CHELAGESTIONEDEL MATERIALEDASCAVOPOSSARIENTRAREALLINTERNODEITEMI DIPROGETTO ILQUADRODEIDOCUMENTICHECORREDANOIL 0IANOEILLOROVALOREGIURIDICO LASUAVALIDITĂ&#x152;TEMPORA LE NONCHĂ?ICONTENUTIAESSOASSEGNATIDALL!LLEGATO  NELLOROINSIEMENESOSTANZIANOLAVALENZADISTRU MENTODIPROGETTAZIONEECONTROLLODELLINTEROCICLODI UTILIZZODIDETTIMATERIALI

settembre 2013 Costruzioni 89

Š Costruzioni

DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO


TERRE E ROCCE

I L RUOLO CENTRALE DEL PROGETTISTA ,!LLEGATODEL2EGOLAMENTOINDICAQUALISONOLEIN FORMAZIONICHEUN0IANODI5TILIZZORIFERITOAUNOSPE CIFICOPROGETTODEVECONTENERE)NFORMAZIONICHECO STITUISCONOVERIEPROPRIELEMENTIDIQUELPROGETTOEPER GIUNGEREALLADEFINIZIONEDELLEQUALISIRENDENECESSA RIAUNANUOVAEDISTINTAATTIVITรŒ 'LIOBIETTIVIINSITINELLATTIVITรŒDIREDAZIONEDEL0IANO SONOTANTOPIรกRAGGIUNGIBILIQUANTOPIรกSIHACOSCIEN ZADELLEAZIONICHESIMETTONOINCAMPOEILRUOLODEL PROGETTISTADIVENTACENTRALE,ATTIVITรŒDICHISIAPPROC CIAALTEMADELLAGESTIONEDEIMATERIALIDISCAVODIUNO SPECIFICOPROGETTOร’CONCETTUALMENTEDISTINGUIBILEIN DUEFASIUNAPROPEDEUTICAATTIVITรŒDIANALISIEUNASUC CESSIVAATTIVITรŒDIPROGETTAZIONEVERAEPROPRIA ,ATTIVITรŒDIANALISIร’NECESSARIAPERCARATTERIZZAREIMA TERIALIDASCAVOECONOSCERELECARATTERISTICHEDEILUO GHI)L2EGOLAMENTOPREVEDEINFATTICHEDEISITIDIPRO DUZIONE DIEVENTUALISITIDIDEPOSITOINTERMEDIOEDEI SITIDIDESTINAZIONESIANOPRELIMINARMENTENOTEUNASE RIEDICARATTERISTICHEAMBIENTALIINPARTICOLARESONORI CHIESTIUNINQUADRAMENTOTERRITORIALE URBANISTICOPER CONOSCERELEDESTINAZIONIDUSODELLEAREEINTERESSA

90 Costruzioni settembre 2013

TEDALPROGETTODIGESTIONEDELLETERRE GEOLOGICOEIDRO GEOLOGICO1UESTIULTIMI ASSIEMEAUNINDAGINECO NOSCITIVASULLEATTIVITรŒSVOLTENEITERRITORIDIINTERESSE

SONOCONSIDERATEUTILIALLINDIVIDUAZIONEDELLAPRESEN ZADIAREEINQUINATEEOVULNERABILI)L2EGOLAMENTOPRE VEDEINOLTRECHESIAFORNITOUNPIANODICAMPIONAMEN TOEANALISI CHESERVEALLACARATTERIZZAZIONECHIMICO FISICADELLETERREVOLTAADACCERTARNELAQUALITรŒAM BIENTALE ยถCHIAROCHETALEATTIVITรŒDIANALISI AFFINCHรSIAEFFICA CEEDEFFICIENTEDEVEESSEREPROGETTATACONATTENZIO NE)L$-FORNISCEDELLEINDICAZIONIINMERITO MALAPRA TICADIQUESTIMESICIHACONSENTITODIPRENDEREATTO CHETALIINDICAZIONIPOSSONOESSERELETTEUNICAMENTE COMELINEEDIINDIRIZZOEREQUISITIhDIMINIMOv MEN TREร’SOLOLACCURATOESAMEDELLASPECIFICASITUAZIONE CONCUICISICONFRONTA VALEADIRECOMPRENSIONEDEL PROGETTOSECONDOIPRINCIPIDEL2EGOLAMENTO ECIOร’IN CHIAVEDIECOSOSTENIBILITรŒ CHEPUร›CONDURREAIMIGLIO RIRISULTATI2ISULTATICHECOSTITUISCONOLABASECONO SCITIVAPERLASUCCESSIVAFASEDIPROGETTAZIONEDELLEAT TIVITรŒCONNESSEALLUTILIZZODEIMATERIALI


Fondamentale la cura di ogni aspetto Il Piano di Utilizzo, come indica lâ&#x20AC;&#x2122;Allegato 5 del Regolamento, deve indicare ubicazione e volumi dei siti di produzione e destinazione, deve descrivere le modalitĂ di scavo e le operazioni di normale pratica industriale finalizzate a migliorare le caratteristiche dei materiali e renderli idonei al loro utilizzo nei siti di destinazione; insomma richiede di progettare tutti quegli aspetti che possano garantire la certezza dellâ&#x20AC;&#x2122;utilizzo del materiale scavato (affinchĂŠ possa essere ritenuto sottoprodotto). Per definire i citati aspetti occorre sempre effettuare delle scelte progettuali e dei processi costruttivi che, se da una

parte abbiamo compreso che devono tendere al soddisfacimento degli obiettivi del Regolamento, dallâ&#x20AC;&#x2122;altra possono condurre a dover/voler prendere in considerazione altri aspetti del progetto rispetto al quale si stanno definendo gli aspetti legati alla gestione delle terre. A maggior ragione allora si vede lâ&#x20AC;&#x2122;importanza e la criticitĂ del momento progettuale che, se visto in chiave di opportunitĂ  e gestito con attenzione e competenza, può contribuire in maniera sostanziale alla predisposizione di un â&#x20AC;&#x153;buon progettoâ&#x20AC;?. Il Regolamento lascia aperta una por-

ta sulle successive fasi esecutive, considerando la possibilitĂ che alcuni aspetti in talune circostanze non possano essere considerati certi in fase di progettazione definitiva. Un esempio è costituito dalla possibilitĂ  di prevedere allâ&#x20AC;&#x2122;interno del Piano ulteriori caratterizzazioni del materiale da scavo in corso dâ&#x20AC;&#x2122;opera o la piĂš generale indicazione di poter provvedere alla modifica del Piano stesso (art. 8 del Regolamento). Tale circostanza ribadisce la centralitĂ  del tema ed evidenzia come questo non possa e non debba essere considerato autonomo, ma â&#x20AC;&#x153;integratoâ&#x20AC;? nellâ&#x20AC;&#x2122;azione progettuale complessiva.

IL PIANO DI UTILIZZO IN PILLOLE $ICOSASITRATTA )L0IANODI5TILIZZOĂ&#x2019;DEFINITODALLARTDEL$-!MBIENTENDEL AGOSTO EDĂ&#x2019;CONDITIOSINEQUANONPERCONSIDERAREILMATERIALEDA SCAVODEFINITONELL!RTCOMMAB COMESOTTOPRODOTTO 1UANDOSIELABORA )LPROPONENTEHALAFACOLTĂ&#x152;DIPRESENTAREIL0D5INFASEDIAPPROVA ZIONEDELPROGETTODEFINITIVODELLOPERA.ELCASOINCUILOPERASIA OGGETTODI6)! LESPLETAMENTODIQUANTOPREVISTODAL2EGOLAMENTO DEVEAVVENIREPRIMADELLESPRESSIONEDELPAREREDIVALUTAZIONEAM BIENTALE ,ITER )L0IANODI5TILIZZOĂ&#x2019;PRESENTATOALLAUTORITĂ&#x152;COMPETENTEALMENOGIOR NIPRIMADELLINIZIODEILAVORIPERLAREALIZZAZIONEDELLOPERA )LPROPONENTETRASMETTEIL0D5ELAUTORITĂ&#x152;COMPETENTEPUĂ&#x203A;CHIEDERE

INUNUNICASOLUZIONEENTROGIORNIDALLAPRESENTAZIONE INTEGRAZIONI ALLADOCUMENTAZIONEPRESENTATA.ELCASOINCUIPERILMATERIALEDASCA VOIL0D5DIMOSTRICHELECONCENTRAZIONIDIELEMENTIECOMPOSTIALLA TABELLADELLALLDELGIĂ&#x152;CITATO$-NONSUPERINOLE#ONCENTRAZIONI 3OGLIADI#ONTAMINAZIONE LAUTORITĂ&#x152;COMPETENTE ENTROGIORNIDALLA PRESENTAZIONEDEL0D5EDELLEEVENTUALIINTEGRAZIONI LOAPPROVAOLO RIGETTA $ECORSIIGIORNIDALLAPRESENTAZIONEDEL0D5ODALLEEVENTUALIINTE GRAZIONI ILPROPONENTEGESTISCEILMATERIALEDASCAVONELRISPETTODEL 0IANODI5TILIZZO)NULTIMO ILAVORIDEVONOINIZIAREENTRODUEANNIDALLA PRESENTAZIONEDEL0D5 #ONTENUTI )CONTENUTIDEL0D5SONODEFINITIDALL!LLEGATO)NSINTESIDEVEDEFI NIRELUBICAZIONEDEISITIDIPRODUZIONEDEIMATERIALIDASCAVOLUBI CAZIONEDEISITIDIUTILIZZOELINDIVIDUAZIONEDEIPROCESSIINDUSTRIALIDI IMPIEGOLEOPERAZIONIDINORMALEPRATICAINDUSTRIALELEMODALITĂ&#x152;DI ESECUZIONEERISULTANZEDELLACARATTERIZZAZIONEAMBIENTALEDEIMATE RIALIDASCAVOESEGUITAINFASEPROGETTUALELUBICAZIONEDEGLIEVEN TUALISITIDIDEPOSITOINTERMEDIOINATTESADIUTILIZZOLINDIVIDUAZIONE DEIPERCORSIPREVISTIPERILTRASPORTODELMATERIALE

settembre 2013 Costruzioni 91

Š Costruzioni

DEMOLIZIONE&R ICICLAGGIO


I terreni difficili sono la sua arena. L’Arocs. Una nuova forza nel cantiere.

Un marchio della Daimler AG

Forza senza compromessi, robustezza estrema, efficienza straordinaria: il nuovo Arocs non teme la fatica. Venite a scoprire la sua eccezionale erogazione di forza grazie all’interazione perfetta tra motore, assi e cambio. Per non parlare poi dell’innovativa struttura del telaio, che rende l’Arocs un compagno affidabile nel duro lavoro quotidiano in cantiere, anche con i carichi più pesanti. Venite a scoprirlo presso il vostro concessionario Mercedes-Benz di fiducia o all’indirizzo www.mercedes-benz.it/il-nuovo-arocs

Euro VI

Da oggi con incentivi statali di € 7.000.


673

102 104

Produzione -APEIHAINAUGURATOILSECONDO STABILIMENTOIN2USSIA ¶ILESIMODEL'RUPPO

Casseforme ,AULTIMENOVITÌPRESENTATE AL"AUMADA$OKA ,INNOVAZIONEÒEFFICIENZA

IN QUESTO NUMERO...

8_9_settembre 2013

CAVE

ALCESTRUZZO C


I N COLLABORAZIONE...

NUOVE IDEE NUOVE PROPOSTE NELLโ€™ULTIMA RIUNIONE DELLโ€™OSSERVATORIO, Lโ€™ATECAP SI รˆ IMPEGNATA IN PRIMA LINEA PER Lโ€™AVVIO DI NUOVE INIZIATIVE IN TEMA DI LEGALITร€ E QUALIFICAZIONE DELLA FILIERA DEL CALCESTRUZZO E DEL CALCESTRUZZO ARMATO !4%#!0 Presidente Silvio Sarno Vice Presidenti Andrea Bolondi Antonella Marrollo Giancarlo Sirchia Stefano Vezzola Direttore Alberto de Vizio

Associazione Tecnico-Economica del Calcestruzzo Preconfezionato Via Giovanni Amendola, 46 - 00185 Roma tel. 06 42016103 - fax 06 42020145 email: atecap@atecap.it - www.atecap.it

94 Costruzioni settembre 2013

,

OSCORSOLUGLIOSISONORIUNITELASEDUTA0LENARIAEIL'RUPPODI #OORDINAMENTODELL/SSERVATORIO%NTRAMBELERIUNIONISISONO RIVELATEVIVACIEPRODUTTIVESIAPERLAGGIORNAMENTOSULLEATTIVITรŒIN CORSO SIAPERCHรSONOSTATELOCCASIONEPERPROMUOVERENUOVEIDEE )NFATTIL/SSERVATORIONONร’UNISTITUZIONESTATICA MASIALIMENTADEL LEPROPOSTEDEISUOICOMPONENTIยถQUESTALASUAVERAPOTENZIALITรŒRAC COGLIEREECONDIVIDERELEIDEEDIRETTAMENTEDAIRAPPRESENTAN TIDEICOMPARTIDELLAFILIERA DANDOVOCEALLENECESSITรŒDEGLIOPERATORI )NTALSENSOL!TECAPSIร’FATTAPORTAVOCEDIUNARICHIESTAORAMAIIM PRESCINDIBILEPERLATENUTADELLINTEROSETTOREDELLECOSTRUZIONIINCALCE STRUZZOEINCALCESTRUZZOARMATO OSSIALESIGENZADIUNSISTEMASAN ZIONATORIOPIรกEFFICACE CHECONTRASTILAMANCATAOSSERVANZADELLE .ORME4ECNICHEPERLE#OSTRUZIONI UNITAMENTEAUNPIรกSTRINGEN TESISTEMADIVIGILANZA)LSISTEMANORMATIVOATTUALEFORNISCETUTTIGLISTRU MENTIPERREALIZZAREOPERESICURE MAILVEROANELLODEBOLEDELSISTEMA ITALIANODELLECOSTRUZIONIร’LEFFETTIVAAPPLICAZIONEDELLENORMEENONIL CONTENUTOTECNICODELLESTESSE 0ERQUESTOMOTIVO L!TECAP NELSUO RUOLODI3EGRETERIATECNICA HAMANIFESTATOCONFORZALANECESSITรŒDI PROSEGUIREALLIMPLEMENTAZIONEDELPANORAMASANZIONATORIOCONINIZIA TIVECHESIANODIRAPIDAATTUAZIONEECHEVADANOATAMPONARELATTUA LESITUAZIONEDISOSTANZIALEINADEGUATEZZA)NRELAZIONEATALENECESSITรŒ

L!SSOCIAZIONESIร’IMPEGNATAPERLAMESSAAPUNTODIUNAPROPOSTA OPERATIVA EPERTALESCOPOร’STATOCOSTITUITOUN'RUPPODI,AVOROAD HOCCHEHALAVORATOALLASTESURADIUNDOCUMENTOVOLTOADANALIZ ZAREGLIADEMPIMENTI DETTATIDALLANORMATIVAADALCUNEDELLEPRINCI PALICATEGORIEINTERESSATENELPROCESSOCOSTRUTTIVOTRACUIILPRODUTTO REDICALCESTRUZZOEILDIRETTOREDEILAVORI )NOLTRE PERCIASCUNOBBLIGO

SONOSTATEINDIVIDUATE OVEESISTENTI LESANZIONIPREVISTEELEIPOTESIDI REATOCONFIGURABILIINCASODIMANCATOASSOLVIMENTO)NFINE SONOSTATE INDICATEALCUNEPROPOSTESINTETICHEODIMODIFICADELLAPPARATOSAN ZIONATORIOADESEMPIOATTRAVERSOLINASPRIMENTODELLESANZIONI OP PUREDIAZIONIPARALLELECOME INGARADAPPALTO LESTROMISSIONEDEGLI ONERIPERLA$IREZIONE,AVORIDALLESOMMESOGGETTEARIBASSO !TTRAVERSO UNANALISICRITICADELLAPPARATONORMATIVO CHESOVRINTENDEALLOPE RATODEISINGOLISOGGETTIIMPIEGATINELSETTORESIVUOLEPROPORREUNOSTRU MENTOPROPOSTAPERLAMESSAAPUNTODIUNPIANODIAZIONE VOL TOAMASSIMIZZAREILRISPETTODITALINORMEOADINTEGRARLOQUALORANE EMERGESSEUNANONPIENAEFFICACIA,EPROPOSTE INFATTI DOVRANNOTRA SFORMARSIINVEREEPROPRIEPROPOSTEEMENDATIVE 3UQUESTOTEMA TANTOIMPORTANTEQUANTODELICATO L!TECAPHAAPER TOUNTAVOLODIDISCUSSIONECONIL#ONSIGLIO.AZIONALEDEGLI)NGEGNERI #.) PERSONDARELEPOSSIBILITรŒDICONCRETIZZARELEPROPOSTEATTRAVERSO UNAZIONECONDIVISA!BREVEILDIALOGOSARรŒAPERTOATUTTELECOMPO NENTIDELL/SSERVATORIOCHEHANNOMANIFESTATOLAVOLONTรŒDICONTRIBUIRE ALLAREALIZZAZIONEDELLEVARIEPROPOSTE


& Figli s.r.l. FABBRICAZIONE ATTREZZATURE PER SOLLEVAMENTO E TRASPORTO

0 0 5I 2 5 5 19 0 ANN

5 O L T R E ITA’ NEL QUAL

DI ENTO M A V E L SOL

Nella nostra gamma di produzione oltre agli ancoraggi per il sollevamento di manufatti prefabbricati in c.a. siamo in grado di fornire tutti gli accessori per il sollevamento e trasporto: tiranti in fune d’acciaio, tiranti in catena d’acciaio grado 8 e 10, sistemi di sollevamento in poliestere. Siamo inoltre, in grado di fornire qualsiasi tipo di fune in acciaio lucido, zincato o inoxidabile anche con i relativi accessori inox per scopi architettonici. Accessori come: ganci, grilli, carrucole, golfari, pinze per lamiere, profilati e cemento sia di produzione standard nazionali o internazionali che pinze e bilancini di sollevamento secondo le specifiche esigenze del cliente.

SEDE Via Poggio Bracciolini, 19/21- I-5O126 Firenze Tel. 055-683330/687637- Fax 055-6811887 E.mail- info@ceccantini.it STABILIMENTO Le Valli- I-50010 Troghi- Firenze Tel. 055-8307089

per maggiori informazioni sui cataloghi visitare il nostro sito www.ceccantini.it


Lโ€™ISTITUTO PENSANTE

Una pavimentazione

PER SEMPRE

&

,//24%+ร’STATOSCELTODA UNALTRAPRESTIGIOSAREALTรŒ

IL#ONSORZIO -ELINDA DI #UNEVO INPROVINCIADI4RENTO IN 6ALDI.ON,APAVIMENTAZIONE IN POST TENSIONE CONTINUA A FARSICONOSCEREEPROSEGUE AN CHESELENTAMENTE LASUAPENE TRAZIONENELMERCATODEIPAVI MENTI INDUSTRIALI IN COMPLETA ASSENZADIGIUNTI 0RECISIAMOhLENTAMENTEvPERIL PARTICOLAREMOMENTODELLINDU STRIAEDILENELNOSTRO0AESE MA BISOGNAPURRICONOSCERECHESI TRATTADIUNPROCESSOLENTOANCHE PERLAPOCACONOSCENZADELSI STEMADAPARTEDIPROGETTISTIESO PRATTUTTODAPARTEDEGLIUTILIZZATO

96 Costruzioni settembre 2013

RICOMMITTENTI&,//24%+HARI SOLTOORMAILANNOSOPROBLEMA DELPAVIMENTOINDUSTRIALETRADIZIO NALESEMPREPIENODIGUAIEDIFA CILICONTESTAZIONI hLOSPAURACCHIOv DIOGNICOSTRUTTORE #ON4%.3/&,//2 ILPAVIMEN TO&,//24%+ HACONOSCIUTO FINDALLEPRIMEESECUZIONICON SENSIERICONOSCIMENTINIENTE PIรกGIUNTI NIENTEPIรกIMBAR CAMENTI NIENTEPIรกFESSURA ZIONI !QUESTECARATTERISTICHESIAG GIUNGEPOILIMPIEGONELLOPERADI UNCALCESTRUZZOPARTICOLARECOME QUELLO IMPIEGATO DA 4%.3/ &,//2INTUTTELESUEPAVIMEN TAZIONI PROGETTATOCON!%4%2


))# Istituto Italiano per il Calcestruzzo

IL PRESTIGIOSO CONSORZIO MELINDA HA SCELTO IL PAVIMENTO FLOORTEK PER LA PROPRIA SEDE TRENTINA DI C UNEVO

Silvio Cocco Presidente I.I.C.

Valeria Campioni Vice presidente I.I.C.

Angelo Comendulli Geometra

Khalid Sheraz Geometra

Giuseppe Esposito Geometra

Gennaro Di Biccari Ingegnere

Corrado Tomassini Collaboratore

Massimo Gelli Chimico

I.I.C. - via Sirtori, ZI 20838 Renate (MB) tel. 0362 918516 email iic@istic.it - www.istic.it


Sopra alcuni momenti della posa della pavimentazione presso la sede del Consorzio Melinda. Nella pagina a lato, in basso, la planimetria dellโ€™area.

98 Costruzioni settembre 2013

.5- 0!6 OVVERO UN CALCE STRUZZOCONRESISTENZEACOM PRESSIONE SUPERIORI DI  -0A EA FLESSIONEDI-0A ASSOLUTAMENTEIMPERMEABILE IN ASSENZACOMPLETADIRITIRO ERESI STENZAALLEPIรกALTECLASSIDIESPO SIZIONE 3I COMPLETA COSI UNOPERA PER SEMPRE UNAPAVIMENTAZIONECHE NONHAUGUALI DAVVEROIMPENSA BILEPERUNPAVIMENTOTRADIZIONALE !OGGI4%.3/&,//2HAESEGUI TOOLTREM DIPAVIMEN TAZIONIINPOSTENSIONEIN)TALIAEAL LESTERO LA PRIMA IN ASSOLUTO PRESSOLA4%.!8 DI3IRTORIIN PROVINCIADI,ECCO DI///M NELLESTATEDEL TUTTORAVISI

BILENELLASUAPERFEZIONEDOPO BENOTTOANNIDIESERCIZIO4UTTI GLIALTRIASEGUIRENEGLIANNISUC CESSIVI TUTTIPERFETTITUTTIDAPO TERVISIONARECONGRANDEORGOGLIO #HISTACERCANDODICOPIAREIL NOSTROSISTEMA GIรŒ hCERCAN DOv PERCHรANCORAOGGIDOPO NOVEANNISONOLONTANISSIMIDAL LANOSTRAQUALITรŒ ร’COSTRETTOAFAR SIPUBBLICITรŒMENZIONANDOINO STRICANTIERIEPORTANDOINOSTRI LAVORI COMELOROREFERENZA %NTRANDO NELLA SPECIFICITรŒ DELLA CASEHISTORYILLUSTRATAINQUESTEPA GINE SEGNALIAMOCHELESECUZIO NEDELLAPAVIMENTAZIONE&,//2 4%+PRESSOIL#ONSORZIO-ELINDA HAPRESENTATOINNUMEREVOLIDIFFI


)PARTNER))# Istituto Italiano per il Calcestruzzo

COLTÌ COME ILPERIODOINCUIÒAVVENUTA LESECUZIONE NEL CORSO DEL MESEDIAGOSTO UNVEROhINFERNOv PERLEPAVIMENTAZIONIINDUSTRIALI TRADIZIONALI LAFORMADELLAPIASTRA EILRAC CORDODELLASTESSAAPAVIMENTA

ZIONIESISTENTICOMESIPUÛEVIN CERECHIARAMENTEDALLAPLANIME TRIADELPAVIMENTO  LEINNUMEREVOLIPRESENZEDI POZZETTI DIRACCOLTADELLEACQUE PIOVANE $IFFICOLTÌCOMUNQUETUTTERISOLTE DAIPROGETTISTIDI4%.3/&,//2

settembre 2013 Costruzioni 99


NEWS

Cave&CALCESTRUZZO

#ALCESTRUZZO INTUTTATRANQUILLITÌ

RFRSULPDGHOO¶HVWDWH O¶$WHFDSKD RUJDQL]]DWRXQ VHPLQDULRJUDWXLWRD5RPD

P

SUHVVRODVHGHGL$QFHSHU LQIRUPDUHOHLPSUHVH SURGXWWULFLGLFDOFHVWUX]]R DVVRFLDWHHOHLPSUHVHHGLOL

LQPHULWRDJOLHVLWLGHOOR VWXGLRHIIHWWXDWRGDXQ HVSHUWRVXSHUSDUWHVOD VRFLHWj1RUPDFKHP6UO VXOODFODVVLILFD]LRQHGHO FDOFHVWUX]]RDLVHQVLGHO 5HJRODPHQWRQ FRVLGGHWWR&/3 ,QEDVHDWDOHDQDOLVLLO FDOFHVWUX]]RqVWDWR FODVVLILFDWRFRPHPLVFHOD SHULFRORVDLUULWDQWH 7DOHFODVVLILFD]LRQH FRPSRUWDGDRJJLLQSRL SULQFLSDOPHQWHO¶REEOLJR SHUOHLPSUHVHIRUQLWULFLGL FDOFHVWUX]]RGLFRQVHJQDUH DLSURSULFOLHQWLOD6FKHGD 'DWLGL6LFXUH]]D LQ IRUPDWRFDUWDFHRR HOHWWURQLFR HGLHIIHWWXDUH ODUHJLVWUD]LRQHGHOOD PLVFHODQHOODEDQFDGDWL SUHSDUDWLSHULFRORVL GHOO¶,VWLWXWR6XSHULRUHGL 6DQLWj ,66 

3HUVHPSOLILFDUHOHQXRYH SUHVFUL]LRQLDFXLOH LPSUHVHGRYUDQQRDWWHQHUVL HLQFRQFOXVLRQHGHOODYRUR VYROWRSHUFLUFDXQDQQR QHOO¶DQDOLVLGHOOD SUREOHPDWLFDO¶$WHFDSKD LQYLDWRDWXWWHOHSURSULH DVVRFLDWHOD*XLGD RSHUDWLYDFKHFRQWLHQH LQGLFD]LRQLVXJOL DGHPSLPHQWLGDVHJXLUHLQ EDVHDO&/3QRQFKpXQ PRGHOORGL6FKHGD'DWLGL 6LFXUH]]DSHUODPLVFHOD FDOFHVWUX]]R ÊVWDWDLQROWUHLQYLDWDOD *XLGDSHUO¶XWHQWH UHDOL]]DWDGDOO¶,66VXFRPH HIIHWWXDUHODUHJLVWUD]LRQH QHOODEDQFDGDWL SHUVRQDOL]]DWDGDJOLXIILFL GHOO¶$WHFDSFRQDOFXQL FRQVLJOLVSHFLILFLSHULO FDOFHVWUX]]R www.atecap.com

,APIDEI ART

#ENTESIMO'UERRIERO NELMONDO 0/7%23#2%%. HACONSEGNATOILSUOCENTESIMOVAGLIOMOBILE7ARRIOR ALDISTRIBUTORE'ENERAL%NGINEERING3ERVICES'ENSERV IN/MAN )LCLIENTE'ALFAR%NGINEERING3!/' UNADELLEPRINCIPALISOCIETÌEDILIDEL PAESE AVEVARICHIESTOA'ENSERVUNEFFICIENTEIMPIANTODISGROSSATURA )LCLIENTEAVEVAPOSTOCOMEREQUISITOUNACAPACITÌPRODUTTIVADI TLORA MASOPRATTUTTOLEMACCHINEDOVEVANOESSERESEMOVENTI IN QUANTOPREVEDEVADIUSARLEPERPROGETTIDICOSTRUZIONESTRADALEEDEDILI INTUTTOL/MAN0ERSODDISFARETALINECESSITÌOPERATIVE ILTEAM 'ENSERV ALTAMENTEQUALIFICATO HAPENSATOAL7ARRIORCOME MACCHINAPIáIDONEAE'ALFAR%NGINEERINGNEHAORDINATODUEUNITÌ

www.powerscreen.com

100 Costruzioni settembre 2013

3ICHIAMA&LEXIBLE3TONELAMOSTRADIPROTOTIPIINPIETRA REALIZZATISUPROGETTIDEGLISTUDENTIDEL#ORSODI$ESIGNDEL 0RODOTTO)NDUSTRIALEDEL$IPARTIMENTODI!RCHITETTURA DELL5NIVERSITÌDI&ERRARA,AMOSTRASARÌVISIBILENELLAREA CULTURALEDI)NSIDE-ARMOMACCDALALSETTEMBRE)L CORSOÒFINALIZZATOATRASFERIREAGLISTUDENTIUNA CONSAPEVOLEZZACRITICASULLIMPIEGODEIMATERIALILAPIDEINEL PROGETTOCONTEMPORANEODIDESIGNDIPRODOTTODIINTERNIED ESTERNI $OPOUNAPRIMAFASECONOSCITIVA CHEHAESPLORATOLE CARATTERISTICHEGEOLOGICHE PETROGRAFICHEEINDIVIDUATOLE CATEGORIECOMMERCIALIDEIMATERIALILITICI SONOSTATIPOI APPROFONDITIMETODIETECNICHEDILAVORAZIONEETRASFORMAZIONE DIQUESTIMATERIALI INCLUSEVISITEDIDATTICHEADAZIENDEDEL SETTORECHEIMPIEGANOSISTEMIDILAVORAZIONEDIVERSIFICATO

www.marmomacc.it


CAVE&CALCESTRUZZO

,ARGILLA DELPONTE QQXRYRSRQWHVXO ILXPH0DOOHURD 6RQGULRqVWDWR UHDOL]]DWRSHUPLJOLRUDUHOD YLDELOLWjGHOFDSROXRJR YDOWHOOLQHVHLQXQ¶DUHDGHOOD FLWWjGLUHFHQWHVYLOXSSR XUEDQLVWLFR/DVWUXWWXUD

U

SURJHWWDWDGDOO¶,QJ%HOWUDPL GL/RPEDUGL,QJHJQHULD EUDQFKPLODQHVHGHOOD VRFLHWjGLHQJLQHHULQJ VYL]]HUD/RPEDUGL*URXS H UHDOL]]DWDGDOO¶LPSUHVD 4XDGULRGL0RUEHJQR 62  VLFDUDWWHUL]]DSHUOD

N EWS

SDUWLFRODUHLPSRVWD]LRQH VWUXWWXUDOHGHJOLLPSDOFDWL FKHFRPSRQJRQROHGXH FDPSDWHFLDVFXQDGHOODOXFH GLP4XHVWHLQIDWWLVRQR FRVWLWXLWHGDSLDVWUHLQ FDOFHVWUX]]RSUHFRPSUHVVR LQRSHUDFRQFDYLSRVWHVLGL VSHVVRUHYDULDELOHGDP DPFKHYDQQRD IRUPDUHGXHFDPSDWHTXDVL VLPPHWULFKHXQDDFDYDOOR GHOILXPHHXQDGHOO¶DUHD JROHQDOHHFROOHJDQRGXH DVVLYLDULFKHDWWUDYHUVDQROD QXRYD]RQDUHVLGHQ]LDOH/D SDUWLFRODUHFRQILJXUD]LRQH VWDWLFDGHOODVWUXWWXUDKDUHVR QHFHVVDULRLQGLYLGXDUHXQD VROX]LRQHLQJUDGRGL DOOHJJHULUHLOSHVR FRPSOHVVLYRGHJOLLPSDOFDWL FKHLQDOFXQLSXQWL UDJJLXQJHVSHVVRULGDYYHUR QRWHYROL/DVROX]LRQHq

VWDWDTXHOODJDUDQWLWDGDL FDOFHVWUX]]LDOOHJJHULWL ILUPDWL/$7(5/,7( FKH JUD]LHDOODIRUPXOD]LRQHGL XQPL[GHVLJQDEDVHGL DUJLOODHVSDQVD/HFDVRQR ULVXOWDWLODVFHOWDSHUIHWWDLQ JUDGRGLFRQIHULUHOH QHFHVVDULHGRWLGLUHVLVWHQ]D HGXUDWD www.laterlite.it


ATTUALITÀ & PRODOTTI

!LLA2USSIACONFURORE VWDWRGDSRFR LQDXJXUDWRLQ5XVVLD LOVHFRQGR VWDELOLPHQWRHVLPRGHO *UXSSR0$3(,FKH FRQVHQWHDOO¶D]LHQGDGL DXPHQWDUHODSUHVHQ]DLQ XQPHUFDWRDOWDPHQWH VWUDWHJLFR/¶LPSLDQWR VLWXDWRDG$UDPLOQHOOD UHJLRQHGL6YHUGORYVN 6XGHVWGL(NDWHULQEXUJ  VHUYLUjFRQSURGRWWL UHDOL]]DWLORFDOPHQWHL PHUFDWLGHOODUHJLRQHGHJOL 8UDOL6LEHULDH.D]DNLVWDQ ³/DVWUDWHJLDGLFUHVFLWDGL 0DSHLqTXHOODGL LQWHUSUHWDUHOHULFKLHVWH ORFDOLGHOPHUFDWRLQXQ 3DHVHPROWRYDVWRLQ JUDQGHHYHORFH HVSDQVLRQHFRQHVLJHQ]HH FDUDWWHULVWLFKHGLYHUVHGD

È

UHJLRQHDUHJLRQH´ GLFKLDUD/XFLDQR /RQJKHWWLGLUHWWRUH JHQHUDOHGL=DR0DSHL VHGHDPPLQLVWUDWLYDGL 0RVFD ³6LDPRRUJRJOLRVL GLSRWHUUDGGRSSLDUHOD QRVWUDSUHVHQ]DLQXQ PHUFDWRVWUDWHJLFRFRPH TXHOORUXVVR´GLFKLDUD 9HURQLFD6TXLQ]L UHVSRQVDELOH

,QWHUQD]LRQDOL]]D]LRQHH 6YLOXSSRGHO*UXSSR 0DSHL³DQGDQGRDWRFFDUH HVHUYLUH3DHVLGDOOH VWUDRUGLQDULHSRWHQ]LDOLWj 0DSHLKDRUPDLXQD FRQVROLGDWDSUHVHQ]DVXO WHUULWRULRUXVVRPHUFDWR FKHFRQWLQXDODVXDFUHVFLWD HFKHqHVWUHPDPHQWH DSHUWRDGDFFRJOLHUH SURGRWWLDOWDPHQWH

-OSCAVOLACONLASPIRALE (YROXWLRQ7RZHU FRQLVXRLPGL DOWH]]DqLOQXRYR VLPERORGL0RVFD6LDO]D GLPDVHWWLPDQDHDG RJQLQXRYRSLDQRVLDYYLWD GLDOWULƒQHOFLHORGHOOD FDSLWDOHUXVVD3HUODVXD FRVWUX]LRQHJOLLQJHJQHUL 3(5, KDQQRLGHDWRXQD VROX]LRQHGLFDVVHIRUPH EDVDWDVXLVLVWHPLGLULSUHVD DXWRVROOHYDQWH5&6H$&6 FKHQRQULFKLHGRQR O¶LPSLHJRGHOODJUX/D WRUUHVLVWDJOLDDOO¶LQWHUQRGL 0RVFRZ&LW\QHOTXDUWLHUH ILQDQ]LDULRLQWHUQD]LRQDOH IUXWWRGHOSLFRVWRVR SURJHWWRGHOODFDSLWDOH UXVVD3RLFKpRJQXQRGHL SLDQLUXRWDLQWRUQRDO QXFOHRFHQWUDOHGLƒ

L’

102 Costruzioni settembre 2013

ULVSHWWRDTXHOOR VRWWRVWDQWHGDOODEDVHDOOD VRPPLWjLOJUDWWDFLHOR FRPSLHXQDURWD]LRQHGL EHQƒLQVHQVRRUDULR *UD]LHDOODVWUXWWXUDD VSLUDOHGHJOLLPSUHVVLRQDQWL SLODVWULDVH]LRQH UHWWDQJRODUHSRVL]LRQDWLDL TXDWWURDQJROLGHO

WHFQRORJLFLHLQQRYDWLYL ,O*UXSSR0DSHLVLVWD HVSDQGHQGRLQPRGR FRPSHWLWLYRHGqSURQWRDG DFFRJOLHUHQXRYHVILGH DQFKHLQUHJLRQLGLIILFLOL FRPHOD6LEHULDHLO PHUFDWRGHJOL8UDOL´ /¶HYHQWRGL$UDPLOKDYLVWR ODSUHVHQ]DGHLFOLHQWLGHOOD UHJLRQHHGHOSUHVLGHQWH *LRUJLR6TXLQ]L QHOOD IRWR FKHKDDFFROWRSHU O¶LQDXJXUD]LRQHOHDXWRULWj ORFDOLHQD]LRQDOLIUDFXLLO VLQGDFRGL$UDPLO ³/¶HVSDQVLRQHVXOPHUFDWR UXVVRQRQqVLFXUDPHQWH ILQLWDHSUHYHGHJLjXQ DPSOLDPHQWRGHOOHFDSDFLWj SURGXWWLYHVXOWHUULWRULR´ KDGLFKLDUDWR*LRUJLR 6TXLQ]LGXUDQWHOD FRQIHUHQ]DVWDPSD VRWWROLQHDQGRLOIHOLFH FRQQXELRIUDLGXH3DHVL ,WDOLDH5XVVLD www.mapei.it

JUDWWDFLHORODURWD]LRQH GHOO¶HGLILFLRULVXOWDDQFRUD SLHYLGHQWH/D FDVVDIRUPDDULSUHVD DXWRVROOHYDQWHLGHDWDGD 3HULDSSRVLWDPHQWHSHU TXHVWRSURJHWWRqVWDWD UHDOL]]DWDFRQFRPSRQHQWL GHLVLVWHPL$&6H5&6 PHQWUHXQRVSHFLDOHEUDFFLR GLVXSSRUWRDFFHOHUDOH RSHUD]LRQLGLDUPRHGL GLVDUPR/DFDVVDIRUPDGHL SLODVWULDVH]LRQH UHWWDQJRODUHDVVROYHLQROWUH GXHFRPSLWLVXSSOHPHQWDUL LQFRUULVSRQGHQ]DGHJOL DQJROLGHOO¶HGLILFLRIXQJH GDIHUPDJHWWRODWHUDOHSHU ODUHDOL]]D]LRQHGHLVRODLLQ FRQWHPSRUDQHDqDQFKH SDUWHLQWHJUDQWHGHOVLVWHPD 5&6FKHYLHQHXWLOL]]DWR FRPHSDUDPHQWRGL SURWH]LRQHSHULPHWUDOHFKH DYYROJHWXWWDODWRUUH www.peri.it


C AVE&CALCESTRUZZO

"OLOGNACAPITALE DEL CALCESTRUZZO VWDWRVWLSXODWRXQ DFFRUGRWUD )HGHUEHWRQH6DLH FRQGXUDWDILQRDO SHUFRLQFLGHUHFRQO¶([SR LQSURJUDPPDD0LODQR  FKHSUHYHGHOD SDUWHFLSD]LRQHDO6DORQHGL %RORJQDGHOODVWHVVD )('(5%(721 $OO¶LQWHUQRGHOORVWDQGJOL DVVRFLDWLFKHDGHULUDQQR

È

DOO¶DFFRUGRWURYHUDQQRDO 6DLHODSLD]]DLGHDOHSHU LQFRQWUDUHOH3XEEOLFKH $PPLQLVWUD]LRQLL FRPPLWWHQWLL SURIHVVLRQLVWLOHLPSUHVHH WXWWLLNH\RSLQLRQOHDGHU GHOVHWWRUHFRQLTXDOL GLDORJDUHHSURPXRYHUH O¶XVRGLVLVWHPLHSURGRWWL FHPHQWL]LLQQRYDWLYL 7HPLFRQGXWWRULGLTXHVWD

STAMPI PER BLOCCHI DI CALCESTRUZZO

160 x 80 x 80 € 1.475,180 x 60 x 60 € 1.275,150 x 60 x 60 € 1.125,-

N EWS

HGL]LRQHVDUDQQRLO%HWWHU %XLOGLQJIDFHQGR ULIHULPHQWRDOSURJUDPPD ODQFLDWRQHJOL8VDGDO SUHVLGHQWH2EDPDSHUOD ULTXDOLILFD]LRQHGHJOL HGLILFLSXEEOLFLHDO FRVWUXLUHVRVWHQLELOHHOH 6PDUW&LWLHVDUHHSHUOH TXDOLOHD]LHQGHDVVRFLDWH )HGHUEHWRQSRVVRQR JLRFDUHXQUXRORGLSULPR SLDQRIRUWLGHOORUR EDJDJOLRGLFRQWLQXD LQQRYD]LRQHOHJDWDDOOR VYLOXSSRGLPDWHULDOL WHFQRORJLHHVROX]LRQHSHU LOPRQGRGHOOHFRVWUX]LRQL ³ÊODSULPDYROWDFKHOD ILOLHUDGHOFHPHQWR SDUWHFLSDDO6DLHÊXQ VHJQDOHLPSRUWDQWHSHUWXWWR LOVHWWRUHGHOOHFRVWUX]LRQL LQXQPRPHQWRSHUDOWURLQ FXLDLPDWHULDOLFHPHQWL]L YHQJRQRULFKLHVWH

PRODOTTO FINALE

160 x 80 x 40 € 1.150,160 x 40 x 80 € 990,160 x 40 x 40 € 940,-

P I N Z A G R U € 1.850,-

SUHVWD]LRQLGLYHUVHGD TXHOOHDFXLVLDPRDELWXDWL ±KDGHWWR6HUJLR&ULSSD 3UHVLGHQWHGL)HGHUEHWRQ 2JJLFKLFRPSUDULVWUXWWXUD RDELWDXQDQXRYDFDVD FKLHGHLVRODPHQWRWHUPLFR UHVLVWHQ]DPHFFDQLFDLQ FKLDYHDQWLVLVPLFD LVRODPHQWRDFXVWLFR FRPIRUWDELWDWLYRH GXUDELOLWjWXWWLDVSHWWLFKH YHGRQROHLPSUHVHGL )HGHUEHWRQLPSHJQDWHQHOOD PHVVDDSXQWRGLPDWHULDOL FKHVRGGLVILQRLIDEELVRJQL GLFLWWDGLQLHPHUFDWR 5HLQWHUSUHWDUHLOFHPHQWR FRPHPDWHULDOHLQJUDGRGL ULVSRQGHUHFRQ SHUIRUPDQFHLQQRYDWLYHHG HFRORJLFKHDOOHQXRYH HVLJHQ]HGHOPHUFDWRq DQFKHXQPRGRFRUDJJLRVR GLIDUIURQWHDOODFULVL´ www.federbeton.it

STAMPI PER PIASTRE DI CALCESTRUZZO 200 x 200 x 16 € 895,-

A C C E S S O R I O P E R C A R R E L L O E L E V A T O R E € 350,-

WWW.BETONBLOCK.COM Noordervaart 52 | 1841 HA Stompetoren | Olanda M +39 (0)33 14 62 97 60 | T +31 (0)72 503 93 40 | F +31 (0)72 503 92 61 | info@betonblock.com


CASSEFORME

DALLE APPLICAZIONI PER I SOLAI A QUELLE A TELAIO PASSANDO PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER LA PUNTELLAZIONE. TUTTE LE NOVITร€ DI DOKA E IL PROTOTIPO DI UN SISTEMA DI CASSERATURA PER PARETI E SOLAIO IN UNโ€™UNICA SOLUZIONE

.

ELMOTTOh3ISTEMIALLAVANGUARDIA-OLTOPIรก DISEMPLICISOLUZIONIvLANCIATODA$OKAAL "AUMAC@ร’PIรกDIUNSEMPLICESLOGAN PROMOZIONALE6Iร’INREALTรŒRACCHIUSAUNAFILOSOFIA CHEVABENOLTRELAPROGETTAZIONEDISEMPLICISISTE MI FILOSOFIAALLACUIBASECร’LAVOLONTรŒDI$OKADIELA BORARE INSIEMEAICLIENTIFINALI SOLUZIONIPERSONALIZ ZATEPEROGNIPROGETTOEDILIZIO)LPROGETTODIUN SISTEMADICASSERATURADIVENTAQUINDIOCCASIONEPER OFFRIREELEMENTIEDESPERIENZECHEPERMETTANOAGLI USERDISPERIMENTARESOLUZIONIINNOVATIVEECHECREI NOVALOREAGGIUNTO/GNIREALIZZAZIONEVIENEINOLTRE SEGUITAINTUTTELESUEFASI DALLAPROGETTAZIONEFINO ALLgULTIMAZIONEDELLASTRUTTURA CONUNAMPIAGAM MADISERVIZICHEASSICURANOLUTILIZZOOTTIMALEDEISI STEMIDICASSERATURA$OKAHASUDDIVISOLAPROPRIA OFFERTAINQUATTROAMBIENTAZIONITEMATICHECHEOF FRONOUNAPANORAMICADELLESOLUZIONIDICASSERA TURAPRATICAMENTEINTUTTIISETTORIDELLEDILIZIALAM BIENTAZIONERESIDENZIALECHESIPRESENTACOME EVOLUZIONENELLECASSEFORMEPERSOLAI QUELLAHI GHRISEINERENTEAINUOVISISTEMIDIPROTEZIONEPERI METRALE LANUOVAGENERAZIONEDISISTEMIRAMPANTI SENZAGRUE INULTIMO LAMBIENTAZIONETRASPORTI

COMENUOVASOLUZIONEDICASSERATURAPERLAREALIZ ZAZIONEDIGALLERIE1UATTROAREETEMATICHEDIINTER VENTO INCUI$OKAHAESPRESSOILPROPRIOKNOWHOW LANCIANDOINNOVATIVESOLUZIONIDIINTERVENTO 6EDIAMOLEPIรกSIGNIFICATIVERRST

PRECISI CON Lโ€™APP 3ICHIAMA#ONCREMOTEEDร’UNAPPLICAZIONECHECON SENTEAGLIUTENTIDIMISURARELOSVILUPPORESISTENZAINI ZIALEDELCALCESTRUZZOINLOCOESOPRATTUTTOINTEMPOREA LE RENDENDOLAGESTIONEMIRATADELLACASSERATURAELE OPERAZIONIDIBETONAGGIOMOLTOPIรกSEMPLICIEPRECISE -EDIANTEILSOFTWARE ADESEMPIO ร’POSSIBILEANCHEUN DISARMOANTICIPATODI$OKADEKSENZATESTAACADU TAEINCONDIZIONIDISICUREZZA


CAVE&CALCESTRUZZO

Un tesoro in

CASSAFORMA $)

#2)34)!. &52).)

CASSERATURA DA RECORD

Evitano gli sprechi

.ELLAMPIAOFFERTADISISTEMIDICASSERATURAPERSOLAI $OKAPRE SENTALACASSAFORMAAELEMENTI$OKADEKCHEINTEGRALAGAMMA DIQUESTECASSEFORMEEDÃ&#x2019;COMBINABILECONISISTEMIFLESSIBILIEI TAVOLI$OKA PERLADATTAMENTOOTTIMALEAOGNIPROGETTOEDILIZIO $OKADEKÃ&#x2019;UNACASSAFOR MAMANUALESENZATRAVI CON STRUTTURAINACCIAIOLEGGERA

TELAIVERNICIATIAPOLVEREE PANNELLO8LIFE $OKADEKÃ&#x2019;COSTITUITADA UNNUMERORIDOTTODISINGOLI ELEMENTIDAMOVIMENTARE IN MODOCHEVENGAVELOCIZZATO LINTEROPROCESSODICASSERA TURA6IENEACCELERATOANCHELAVANZAMENTODEILAVORINONES SENDONECESSARIALAGRUDURANTELEOPERAZIONIDIMONTAGGIOEDI SARMO$OKADEKSIASSEMBLADATERRA SENZADOVERSALIRESULLA CASSAFORMAPERSOLAI'RAZIEALLAFORMARETTANGOLARE GLIELEMENTI POSSONOESSEREAGGANCIATIINSICUREZZADALBASSONELLETESTEDEI PUNTELLIESOLLEVATIFACILMENTE CONSENTENDODIRISPARMIAREENER GIAANCHECONSOLAIDIALTEZZAELEVATA,UTILIZZATOREPUÃ&#x203A;SCEGLIERE $OKADEKSENZAOCONTESTAACADUTA SECONDOLEESIGENZELA SOSTITUZIONESCHEMATICADELLETESTEELIMPIEGODIELEMENTIINTER MEDIRENDEILSISTEMASTANDARDUNSISTEMADIDISARMOANTICIPATO )LCOLLAUDATOPANNELLO8LIFE ASSICURAUNASUPERFICIEDICALCESTRUZ ZOPERFETTAEGIUNZIONIUNIFORMIANCHEDOPONUMEROSIIMPIEGHIDEL LECASSAFORMA

Doka lancia la nuova cassaforma a telaio Framax Xlife plus e il sistema per pareti DokaBase. I nuovi elementi Framax Xlife plus arricchiscono la gamma della cassaforma a telaio Framax Xlife normale. Con pochi elementi supplementari è possibile soddisfare requisiti speciali relativamente ad ancoraggi e giunzioni in modo rapido ed affidabile. Il portafoglio di prodotti Doka si amplia grazie a DokaBase, un sistema inedito per pareti. Fino ad oggi lâ&#x20AC;&#x2122;isolamento esterno veniva applicato sul cls successivamente, dopo aver staccato la cassaforma. Il nuovo sistema favorisce lâ&#x20AC;&#x2122;isolamento esterno integrato con la cassaforma. Impiegato in sinergia con i sistemi a telaio Frami Xlife e AluFramax Xlife, DokaBase riduce il quantitativo di materiale necessario.

ECO -PUNTELLATURE ,ALINEADIPRODOTTIhECOhCON$OKAFLEXE &RAMIECOÃ&#x2019;COMPLETATADALLAPUNTEL LAZIONE3TAXOECO CHE$OKAPRE SENTAPERLAPRIMAVOLTAAL"AUMA 'RAZIEA3TAXOECO ADALTAPOR TATAEDECONOMICA Ã&#x2019;POSSIBILEPUN TELLARESOLAICONPIANTE FORMEECA RICHIDIVERSI NELLEDILIZIACIVILEENELLE INFRASTRUTTURE

settembre 2013 Costruzioni 105


CASSEFORME

PER PARETI E SOFFITTI

PER IMPIEGHI LIGHT #ONLANUOVACASSAFORMAPERSOLAI$OKAFLEX $OKAOFFREUNSISTEMAMANUALELEGGEROPERSOLAI CONUNOSPESSOREDAACMEUNNUMEROPIรก ELEVATODITRAVIRIBASSATE IMPIEGATEFREQUENTE MENTENELLEDILIZIARESIDENZIALE$URANTELOSVI LUPPODI$OKAFLEX $OKAHADOVUTOTENERECON TODELPESOINFERIOREDIQUESTISOLAI)LRISULTATOร’ UNASOLUZIONEDICASSERATURAECONOMICAEOTTI MIZZATAPERQUESTOUSO BASATASULLEROBUSTETRA VIINLEGNO$OKA(ESUINUOVIPUNTELLIPERSO LAI%COCONUNAPORTATADIK.%NTRAMBII COMPONENTISONODISPOSTIINMODOIDEALEPERIL CAMPODIAPPLICAZIONEDI$OKAFLEX)LSISTEMA FLESSIBILEOFFRE UTILIZZANDOPOCHICOMPONENTIDISI STEMA UNASOLUZIONECOMPLETAEPONDERATAPERIL SOLAIOELETRAVIRIBASSATEEPERTEMPIDICASSERA TURABREVI GRAZIEALLAFACILITรŒDUSOINCANTIERE

0ERLEDILIZIARESIDENZIALE$OKAHAPRE SENTATOUNPROTOTIPODELSISTEMA/NE'O

CHECONSENTEDIPRODURRECONTEMPORA NEAMENTEPARETIESOLAIGRAZIEAPROCESSI DILAVOROSTANDARDIZZATIECOMPONENTIDI SISTEMICHEFAVORISCONOLAVANZAMENTO RAPIDODELLACOSTRUZIONE#ONUNAFUN ZIONEDIABBASSAMENTOINTEGRATAEGIUN ZIONISMUSSATETRAELEMENTIILSISTEMA CONSENTEUNDISARMOINSICUREZZADEGLI ELEMENTIDEISOLAIEDELLEPARETIEOFFRE LOPZIONEDIDISARMOANTICIPATO


CAVE&CALCESTRUZZO Rapida come una casseratura La nuova cassaforma a telaio Frami eco è invece pensata per la casseratura rapida ed economica di fondazioni, pareti e puntelli, con o senza gru. Frami eco combina un resistente telaio in acciaio costituito da profili cavi, verniciato a polvere e con pannello Dokaplex da 15 mm: robusti componenti con una qualità ottimizzata, lunga durata ed affidabilità per numerosi impieghi. La struttura ergonomica abbina la portata elevata ad una movimentazione semplice e leggera. Grazie a speciali fori modulari nel pannello, gli elementi universali Frami eco sono adatti alla produzione di casseforme per chiusure di testa, angoli esterni e pilastri, senza necessità di elementi supplementari. Accessori conformi alle esigenze pratiche rendono Frami eco il sistema di casseratura adatto anche alla realizzazione di fondazioni.

PROTETTI E ISOLATI ,ANUOVAPROTEZIONECOMPLETA8BRIGHTPERLOSCHERMO DIPROTEZIONE8CLIMBCONSENTEDILAVORAREINCONDI ZIONIDISICUREZZA PROTETTIDAGLIAGENTIATMOSFERICI)LSI STEMAAUTORAMPANTE ADATTABILEADIVERSEPIANTEEIN CLINAZIONI Ă&#x2019; DISPONIBILE IN DUE DIVERSE VARIANTI DI ESECUZIONECONTELAIOCONINSERTOINPOLICARBONATOO GRIGLIATO'LIINSERTIIN0#GIALLI CHERIPARANODALVENTO EDALLALUCE CONSENTONOUNANUOVAQUALITĂ&#x152;DILAVOROA QUALSIASIALTEZZADELLEDIFICIO)LTENACEMATERIALESIN TETICOLASCIAPASSARELALUCENATURALEDEIPIANIDILAVO ROCHIUSIDALLOSCHERMODIPROTEZIONE ANCHESOTTOLA CASSAFORMAPERSOLAI)TELAICONINSERTOGRIGLIATOAMA GLIESTRETTELASCIANOPASSARELUCEEARIA


CASSEFORME Punta in alto Al Bauma Doka ha presentato, sempre nellâ&#x20AC;&#x2122;ambito tematico Highrise, il perfezionamento della Piattaforma SCP, il sistema di casseratura modulare per costruzioni elevate. In questo sistema la cassaforma per pareti e la passerella di lavoro vengono sollevate per mezzo di potenti cilindri idraulici fino alla successiva sezione del getto. Mediante l'unitĂ di sollevamento di nuova concezione, la Piattaforma SCP si adatta in modo ancor piĂš flessibile alle piante complesse. Oltre allâ&#x20AC;&#x2122;ancoraggio alla costruzione e nei vani su entrambi i lati, il trasferimento in condizione di sicurezza dei carichi può avvenire anche su un solo lato, mediante la soluzione ampliata. In questo modo è possibile utilizzare il sistema anche in caso di pareti mancanti o con aperture opposte nelle pareti.

108 Costruzioni settembre 2013

Grazie alla struttura modulare, la cassaforma autorampante SKE plus offre una soluzione per qualsiasi tipo di edificio. La copertura, lungo il perimetro, consente di lavorare in condizioni di sicurezza e al riparo da intemperie anche in quota.

ESPERIENZA QUINDICENNALE 5NALTRANOVITĂ&#x152;PRESENTEAL"AUMAĂ&#x2019;STATAILSISTEMAAUTORAMPANTE 3+%PLUS OVVEROLANUOVARELEASEDELSISTEMACHEĂ&#x2019;STATA ULTERIORMENTEOTTIMIZZATAGRAZIEAIANNIDIESPERIENZAPROGET TUALEMATURATA1UESTOSISTEMADICASSERATURASENZAGRUASSICU RARAPIDICICLIDILAVOROEUNELEVATAVERSATILITĂ&#x152; ,ASTRUTTURAMODULARECONSENTESOLUZIONIINDIVIDUALI ECONOMI CHEESICUREPEROGNITIPODIEDIFICIO )LPERFEZIONAMENTODELLACASSAFORMAHAINTEGRATOEOTTIMIZZATO IMPORTANTIDETTAGLI3+%PLUSĂ&#x2019;DISPONIBILEINTREVERSIONISTAN DARDCONUNITĂ&#x152;MOVIMENTABILE CONPASSERELLEDILAVOROSOLLEVA BILIECONSISTEMAATRALICCIO UNINNOVAZIONESPECIALEPERVANIIN TERNIECOSTRUZIONICONSPAZIAPERTIRIDOTTI


OK,

le prestazioni massime, ma la sicurezza per noi è sempre al primo posto!

NUOVO

I nuovi rotativi MRT + PRIVILEGE, sono un concentrato di innovazioni, prestazioni e comfort superiori. La tecnologia della gamma MRT + PRIVILEGE raggiunge nuovi traguardi. Unâ&#x20AC;&#x2122;ampia e specifica gamma di accessori risolve ogni esigenza di movimentazione di materiale o di sollevamento di persone, sempre nella massima sicurezza operativa.

Rivolgetevi al vostro concessionario MANITOU

www.it.manitou.com


© 2012 AEM

Dai uno sguardo da vicino al futuro del cemento. La registrazione è ora disponibile per la fiera che offre una straordinariamente vasta esposizione degli ultimissimi prodotti, tecnologie e innovazioni nel settore del cemento. Si tratta dell’unica fiera che pone le basi per lavorare in modo più intelligente, presentando recentissime novità in tutti i settori: dalle nuove applicazioni alla sostenibilità.

Registrati ora su www.conexpoconagg.com per risparmiare oltre il 30%!

4-8 MARZO 2014

| LAS VEGAS CONVENTION CENTER | LAS VEGAS, USA

ospitata in congiunzione con 2 014 ®


673

112 116

Piattaforme aeree 3AVISSIALLARGADAL0IEMONTE ALLA,OMBARDIA%RAFFORZA ILSUORAPPORTOCON(AULOTTE

Sistemi idrici 8YLEM7ATER3OLUTIONSE,OWARA AFFRONTANOINSIEMEILMERCATO CONUNUNICAFORZAVENDITA

IN QUESTO NUMERO...

8_9_settembre 2013

FLOTTE NOLEGGIO


NEWS

FLOTTE&NOLEGGIO

!VANZATA IN,OMBARDIA

P

ROWUHDXQ¶DPSLDDUHD HVSRVLWLYDDOO¶DSHUWR, VHUYL]LRIIHUWL FRPSUHQGRQR PDQXWHQ]LRQL SURJUDPPDWHOHDVLQJH ILQDQ]LDPHQWLYHULILFKHH FROODXGLIRUPD]LRQHGHJOL RSHUDWRULVHUYL]LGL DVVLVWHQ]DWUDPLWHRIILFLQH PRELOLFRQVXOHQ]DSHU JDUDQWLUHO¶RWWHPSHUDQ]D DJOLREEOLJKLGLOHJJH SUHYLVWLSHUJOLXWLOL]]DWRUL GLPDFFKLQHSHULO VROOHYDPHQWR ³/HHFFHOOHQWLUHOD]LRQL FKHGDDQQLLQWUDWWHQLDPR

!LEZIONEDINOLEGGIO 5NAGIORNATAFORMATIVAPERSPECIALIZZARSI NELMONDORENTAL)LOTTOBRE A2OMA SI SVOLGERÌILCORSODALTITOLOh'ESTIONE DELLgATTIVITÌDINOLEGGIOv/RGANIZZATADA !SSODIMI LINIZIATIVAÒRIVOLTAALLEAZIENDE CHEINTENDONOAVVICINARSIALNOLEGGIO

AZIENDEGIÌOPERATIVECHENECESSITANO SPECIALIZZARSIEOPERATORIDAFORMAREPER RUOLIOPERATIVIINQUESTOSPECIFICO SEGMENTODIMERCATO4RAGLIARGOMENTI TRATTATILEDEFINIZIONIDIUSOCOMUNENEL SETTORE IPARAMETRIFONDAMENTALI

LORGANIZZAZIONEDIUNCENTRONOLO LE TARIFFEEILLISTINO LEPROCEDUREELOSTUDIO DIFATTIBILITÌ6ERRÌANCHEFOCALIZZATA LATTENZIONESULLESINERGIEELEDIFFERENZE SOSTANZIALITRAVENDITAENOLEGGIO

112 Costruzioni settembre 2013

www.assodimi.it

UHVHQ]DUDIIRU]DWD GDO3LHPRQWHDOOD /RPEDUGLD6$9,6 GL6DQ0DXUR7RULQHVH VWRULFRFRQFHVVLRQDULR +DXORWWHHGLDOWULPDUFKL TXDOL6RFDJH&HOD 2UPLJKDUHFHQWHPHQWH LQDXJXUDWRXQDQXRYDVHGH D%UHPEDWH %*  /RFDOL]]DWDLQXQ¶DUHD VWUDWHJLFDGDOSXQWRGL YLVWDORJLVWLFRH FRPPHUFLDOHQHLSUHVVL GHLFROOHJDPHQWL DXWRVWUDGDOLODVWUXWWXUD RVSLWDJOLXIILFLH XQ¶DWWUH]]DWDRIILFLQD

FRQ+DXORWWHHO¶HIILFLHQWH VXSSRUWRIRUQLWRFLGDO FRVWUXWWRUHIUDQFHVHH GDJOLDOWULPDUFKLFRQFXL ODYRULDPRFLKDQQR

SHUPHVVRQHJOLDQQLGL GLYHQWDUHXQSXQWRGL ULIHULPHQWRSHULOPHUFDWR GHOVROOHYDPHQWRLQ 3LHPRQWH/LJXULDH9DOOH G¶$RVWD´FRPPHQWD )ODYLR%DURVVR DPPLQLVWUDWRUH6DYLV ³$EELDPRVFHOWRGL DPSOLDUHODQRVWUDDUHD RSHUDWLYDLQXQDUHJLRQH DGDOWRWDVVRGLVYLOXSSR FRPHOD/RPEDUGLD LQFRQWUDQGRWUDO¶DOWUROH

HVLJHQ]HGL+DXORWWHFKH HUDDOODULFHUFDGLXQ SDUWQHULPSRUWDQWHVXXQ WHUULWRULRFRVuVWUDWHJLFR www.savispiattaformeaeree.it

,/LANDAHA BISOGNODILUCE 5NORDINEIMPORTANTEDAL MERCATOOLANDESE,A SOCIETÌDINOLEGGIO7ORKX %QUIPMENT2ENTALHA RECENTEMENTEORDINATOA 4/7%2,)'(4 UNA QUARANTINADIDIFFERENTI TORRIFARO4RAIMODELLI RICHIESTISPICCANOLEPERFORMANTI643UPER,IGHT LE6",%$ABASSOIMPATTO ENERGETICOELE(YDRO0OWER#UBE PENSATEPERSPAZIRIDOTTI7ORKXHAINOLTRE INVESTITONELLAPIáRECENTEINNOVAZIONEDI4OWER,IGHT ILMODELLO64(YBRID CHE CARATTERIZZATODALLADOPPIAALIMENTAZIONEBATTERIADIESEL CONSENTEUN NOTEVOLERISPARMIODICARBURANTEENELCONTEMPORIDUCELIMPATTOAMBIENTALE 4OWER,IGHTHASTIMATOCHE RISPETTOAUNATORREFAROTRADIZIONALE SIPOSSONO RISPARMIARECIRCAEUROALMESEEBENKGDIEMISSIONIDI#/§

www.towerlight.it


0REDILIGEILFREDDO ODSLSLFFROD LGURSXOLWULFH SURIHVVLRQDOHDG DFTXDIUHGGDVXOPHUFDWR 6LFKLDPD9LROHWWDHGqWUD OHSLUHFHQWLQRYLWjGL ,'52%$6(*5283 3DUWLFRODUPHQWH PDQHJJHYROHJUD]LHDO ULGRWWRLQJRPEUR ODUJKH]]DPP SURIRQGLWjPPDOWH]]D PP qSURJHWWDWDH UHDOL]]DWDLQ,WDOLDHULVXOWD LGHDOHSHUXQXVR FRQWLQXDWLYR ILQRDWUH RUH 7UDOHFDUDWWHULVWLFKH SULQFLSDOLVSLFFDODSRPSD DVVLDOH³DYLVWD´ JLUL DOPLQXWRWHVWDWDLQRWWRQH WUHSLVWRQLLQFHUDPLFD FKH FRQVHQWHGLPRQLWRUDUHFRQ

È

FRVWDQ]DO¶HYHQWXDOH QHFHVVLWjGLPDQXWHQ]LRQH 'DPHWWHUHLQHYLGHQ]D DQFKHLOPRWRUHHOHWWULFR FKH³UHVSLUD´VHPSUHDULD IUHVFDHYLWDQGRGL ³VRIIRFDUH´FRPHSXz DFFDGHUHLQYHFHQHOOH LGURSXOLWULFLFRQFHSLWHFRQ XQFRSHUFKLRFKHWUDWWLHQH DOVXRLQWHUQRLOFDORUH SURGRWWRGDOORVWHVVR PRWRUH 3HUTXDQWRULJXDUGD O¶LPSLDQWRHOHWWULFR  +] qLOSLVHPSOLFH SRVVLELOH 212)) H SHUPHWWHTXLQGLGL DJHYRODUHDOPDVVLPR O¶XWLOL]]RWUDPLWHJOLXQLFL WDVWLGLDFFHQVLRQHHGL VSHJQLPHQWR

N EWS

9LROHWWD LQROWUHSXzFRQWDUH VXXQ¶DPSLDJDPPDGL DFFHVVRULWUDFXLVL DQQRYHUDQRODSLVWROD(&2 HODODQFLD&'5FKH ULVSRQGRQRDLSLDYDQ]DWL FULWHULHUJRQRPLFLOD SURWH]LRQHGHOO¶XJHOORqLQ JRPPDSHUVDOYDJXDUGDUH

OHVXSHUILFLQHOFDVRGLXQ HYHQWXDOHFRQWDWWRGXUDQWH LOODYRUR ,OQXRYRHVHPSODUHq GLVSRQLELOHLQTXDWWUR PRGHOOLGXHLQYHUVLRQH WRWDOVWRSHGXHLQYHUVLRQH E\SDVV4XLGLVHJXLWRL GDWLWHFQLFLSUHVVLRQH EDU SRUWDWDOLWULDO PLQXWRJLUL DOPLQXWRSRWHQ]D +SILQRD[ +]5LFRUGLDPRFKH 9LROHWWDqXQDGHOOH QXPHURVHQRYLWj ODQFLDWHGD,GUREDVH*URXS ORVFRUVRPDJJLR SUHVHQWDWHLQDQWHSULPD QHOOHPDQLIHVWD]LRQL ILHULVWLFKHGLWXWWRLO PRQGRLOFDWDORJRq GXQTXHDQFRUDSL FRPSOHWRHGHWHURJHQHR www.idrobasegroup.com

Esprimi un desiderio...

...GV3 ti aiuta a realizzarlo! Il tuo NOLEGGIO diventa realtà: dovunque ti trovi, qualsiasi mezzo ti serva, il Gruppo Venpa 3 esaudisce i tuoi desideri.

UN NOLEGGIO DA FAVOLA CHE DIVENTA REALTÀ.

tel. 199.30.30.47 - www.gv3.it


ATTUALITÀ & PRODOTTI

#HIBENCOMINCIA XHPH]]LILUPDWL 6RFDJHSHU LQDXJXUDUHLOSDUFR PDFFKLQHGHOO¶DEUX]]HVH 5HQWDOLIWQHZHQWU\GHO VHWWRUHQROHJJLRFKHVL SURSRQHGLFRSULUHOD IRUQLWXUDGLSLDWWDIRUPH DHUHHQHOOH]RQHGL3HVFDUD HGL7HUDPR/HGXH PDFFKLQHVFHOWHSHULO GHEXWWRVRQROD'$H

D

OD'$FRQVHJQDWH TXDOFKHPHVHIDGD*LVD FRQFHVVLRQDULR62&$*( ³6SHULDPRLQXQEHO LQL]LR´KDHVFODPDWR1LQR %DVLOLFRGL5HQWDOLIW /D'$qXQD SLDWWDIRUPDDHUHDDGRSSLD DUWLFROD]LRQHLQVWDOODELOH VXGLYHUVLPRGHOOLGL DXWRFDUURGDWRQ &DSDFHGLXQ DOWH]]D

PDVVLPDGLODYRURGLP HGLXQRVEUDFFLRPDVVLPR GLODYRURGLPKDXQD FDSDFLWjPDVVLPDGLFDULFR GLNJ GXHRSHUDWRUL SLDWWUH]]L VHQ]D OLPLWD]LRQHLQWXWWDO DUHD GLODYRUR /DURWD]LRQHGHOFHVWHOOR LQDOOXPLQLR GL GLPHQVLRQL[FRQ XQ¶DOWH]]DGLPP q

GLƒSLƒ /D'$LQYHFHqXQD SLDWWDIRUPDDHUHDDGRSSLD DUWLFROD]LRQHLQVWDOODELOH VXDXWRFDUULDSDUWLUHGD WRQ 4XHVWRPRGHOORqLOSL SHUIRUPDQWHQHOSURSULR VHJPHQWRLQIDWWLqFDSDFH GLXQ DOWH]]DPDVVLPDGL ODYRURGLPHGLXQR VEUDFFLRPDVVLPRGL ODYRURGLPFRQXQD FDSDFLWjPDVVLPDGLFDULFR GLNJ www.socage.it

3NELLEEDECOLOGICHE XRYHPDFFKLQHSHU DPSOLDUHO¶RIIHUWDH DSULUODDQXRYL VHJPHQWLGLPHUFDWRFRPH O¶LQGXVWULDHOD PDQXWHQ]LRQHGHJOL LPSLDQWLGLSURGX]LRQH 6RQROHQXRYHSLDWWDIRUPH HOHWWULFKHGL&2),/2& GLVSRQLELOLQHLGLHFLSXQWL QROHJJLRGL9HQHWR)ULXOL /RPEDUGLDHG(PLOLD 5RPDJQD ,OWHODLRVWUHWWRFRQEDVHGL PHWULHPHQRGLGXH PHWULGLDOWH]]DSHUPHWWH GLRSHUDUHLQTXDOVLDVL DPELHQWHDQFKHLOSL DQJXVWROHGLPHQVLRQL FRQWHQXWHLQIDWWLVRQR LGHDOLSHUSDVVDUH

N

114 Costruzioni settembre 2013

DWWUDYHUVRORVSD]LR GLXQYDQRSRUWD VWDQGDUG4XHVWD SHFXOLDULWjUHQGHOH QXRYHSLDWWDIRUPH DGDWWHDRSHUDUH DOO¶LQWHUQRGLHGLILFL LQGXVWULDOLHQHOOH DUHHGLODYRURSL FRQJHVWLRQDWH $OGLOjGHOOHPLVXUH ULGRWWHOHQXRYHPDFFKLQH VLFDUDWWHUL]]DQRDQFKHSHU LOVLVWHPD-LE3/86FKH FRQVHQWHXQDURWD]LRQHGL ƒHXQDSRVL]LRQHGL VROOHYDPHQWRTXDVL YHUWLFDOHHSHULOFRPDQGR GLWUD]LRQHDXWRPDWLFR 'DVHJQDODUHLQILQHL PRWRULDGDOLPHQWD]LRQH

HOHWWULFDGLXOWLPD JHQHUD]LRQHFRQXQ D]LRQDPHQWRHOHWWULFR GLUHWWRDGDOWDHIILFLHQ]DH TXLQGLFLFOLGLODYRURSL OXQJKLFLzVLJQLILFD PDJJLRUHSURGXWWLYLWjLQ FDQWLHUHHEDVVRLPSDWWR DPELHQWDOH www.cofiloc.com


www.smopyc.es SALÓN INTERNACIONAL DE MAQUINARIA DE OBRAS PÚBLICAS, CONSTRUCCIÓN Y MINERÍA INTERNATIONAL SHOW OF PUBLIC WORKS, CONSTRUCTION AND MINING MACHINERY 1-5 ABRIL/APRIL ZARAGOZA (ESPAÑA/SPAIN)


SISTEMI IDRICI

A destra, Stefano Gentilini e Stefano Sampaolo, rispettivamente direttore vendite e amministratore delegato di Xylem Water Solutions Italia. Nella foto di sfondo, un intervento di manutenzione programmata su una pompa Flygt da Fognatura.

5

NIRELECOMPETENZEPEROFFRIREAICLIENTISERVI ZIANCORAPIรกATTENTIECAPILLARI PERCONSENTI RELORODIAFFRONTAREALMEGLIOLADELICATAFASE CHESTAVIVENDOILSETTOREDELTRATTAMENTOEDELLAMO VIMENTAZIONEDELLEACQUE COSร–COMEMOLTIALTRIMER CATI1UESTALARAGIONECHEHASPINTOALLINTEGRAZIO NEDELLESTRUTTUREDIVENDITADI8YLEM7ATER3OLUTIONS CHE RIUNISCE I MARCHI &LYGT 7EDECO 3ANITAIRE

'ODWINE,EOPOLD E,OWARAIN)TALIA 'IรŒDATEMPO,OWARAE8YLEM7ATER3OLUTIONSFAN NOCAPOALLOSTESSO'RUPPO MADALPRIMOLUGLIOSI PROPONGONOSULMERCATOCOMEUNUNICAAZIEN DAยถIMPORTANTESOTTOLINEARECHEQUESTAUNIONERI

116 Costruzioni settembre 2013

GUARDERรŒESCLUSIVAMENTELAPARTECOMMERCIALEDI VENDITA ASSISTENZAENOLEGGIO MENTRELUNITรŒPRO DUTTIVA,OWARADI-ONTECCHIO-AGGIORE6) CONTI NUERรŒLAPROPRIAATTIVITรŒDIPRODUZIONEESUPPORTO TECNICOATUTTELEREALTรŒ8YLEMNELMONDO h4ALEINTEGRAZIONEPERMETTEDIPRESENTAREALMER CATOUNARETEDIVENDITAFORTEDIUNOFFERTADIPRO DOTTIPIรกAMPIAEINTEGRATA CHECONSENTIRรŒALCLIEN TEDIPOTERCONTARESUUNAFORNITURADISOLUZIONI IDRICHECOMPLETE MADICONTINUAREADIALOGARECON LESTESSEPERSONECONLEQUALIร’ABITUATOAPARLAREv

SPIEGA3TEFANO'ENTILINI DIRETTOREVENDITEDI8YLEM 7ATER3OLUTIONS)TALIA ST


FLOTTE&NOLEGGIO XYLEM WATER SOLUTIONS E LOWARA SI PROPONGONO OGGI CON UN’UNICA STRUTTURA COMMERCIALE, DEDICATA ALLA VENDITA, ALL’ASSISTENZA E AL NOLEGGIO $)

$!.)%,! 34!3)

L’unione fa la forza

(VENDITA) settembre 2013 Costruzioni 117


SISTEMI IDRICI

Nella foto un bypass fognario realizzato con pompe autodescanti Godwin, mentre nellâ&#x20AC;&#x2122;altra immagine una stazione di pompaggio con elettropompe sommergibili Flygt fornite a noleggio.

PRODUZIONE INDIPENDENTE ,UNIONETRA8YLEM7ATER3OLUTIONSE,OWARARIGUARDASOLTANTOLEATTIVITĂ&#x152;COMMER CIALI MENTREGLIIMPIANTIPRODUTTIVICONTINUERANNOARIMANERESOSTANZIALMENTEIN DIPENDENTI INQUANTODESTINATIAFORNIREIPROPRIPRODOTTIATUTTELEFILIALINAZIONALI DIVENDITADI8YLEMNELMONDO#HIARAMENTELAPPARTENENZAAUNUNICO'RUPPOCON SENTESCAMBIDICOMPETENZEEUNAMAGGIORDISPONIBILITĂ&#x152;ECONOMICAPERAFFRONTARE GLIINVESTIMENTIINRICERCAESVILUPPOINDISPENSABILIPERGIOCAREUNRUOLODIPRIMO PIANONELSETTORE )VERTICIITALIANIDI8YLEM7ATER3OLUTIONSINOLTRESONOORGOGLIOSIDIRICORDARECHELA PRINCIPALEUNITĂ&#x152;PRODUTTIVADI,OWARASITROVAIN)TALIAESONOCERTICHETRARRĂ&#x152;BENEFI CIDALLENUOVEOPPORTUNITĂ&#x152;DIVENDITAALIVELLOINTERNAZIONALE

118 Costruzioni settembre 2013


FLOTTE&NOLEGGIO L’Italia si fa in quattro La nuova struttura commerciale sarà divisa in quattro aree: due al Nord Italia, una al centro e una al Sud, che comprende anche Sicilia e Sardegna. Il fulcro delle attività rimangono le 11 filiali, distribuite lungo il territorio nazionale, dove i clienti continueranno a trovare personale commerciale e tecnico specializzato in grado di supportarli nella scelta della soluzione più adatta. Il quadro è completato da quattro centri di service e noleggio, che si occupano anche della manutenzione ordinaria e straordinaria. Per andare incontro alle differenti esigenze della clientela delle due aziende, su alcuni prodotti specifici il Gruppo dispone di specialisti, mentre per le apparecchiature standard è stata predisposta un’intensa formazione per la forza vendita e i tecnici dell’assistenza.

FILOSOFIA ANTI CRISI 'RAZIEAINUMEROSIBRANDACQUISITINELCORSODEGLIANNI

8YLEM7ATER3OLUTIONSOFFREUNCATALOGOPARTICOLAR MENTEARTICOLATO-ANONÒTUTTOESSEREPRESENTIIN MERCATIDIVERSI CONSENTEAL'RUPPODICOMPENSARE LECRISIDEISINGOLISETTORI LAVORANDODOVECISONOPIá PROSPETTIVEDISVILUPPO5NESEMPIOÒDATODALSEG MENTOEDILETRADIZIONALEMERCATODISBOCCODEIPRO DOTTIPERLEACQUECHIARE CHEPERQUANTOSIATUTTORAIN CRISI PER8YLEMRAPPRESENTAUNOPPORTUNITÌIL'RUPPO ÒINFATTIINGRADODIPROPORREUNAGAMMARINNOVATAE ARRICCHITADAINUOVICIRCOLATORIADALTAEFFICIENZAPER IMPIANTIDIRISCALDAMENTOPERUSORESIDENZIALEECOM MERCIALE CHEINPASSATONONERANOPARTEDELLOFFERTA

OLTRE AL PRODOTTO... I L SERVIZIO )LFATTODIESSEREPRESENTI INPIáSETTORIPERMETTEA 8YLEMANCHEDICOMPREN DEREINANTEPRIMALETEN DENZEDELMERCATO4RAI SEGMENTIPIáPROMETTENTI PERIL'RUPPO SPICCANO ICOSTRUTTORIDIMACCHINE INDUSTRIALI SOPRATTUTTOPER APPLICAZIONI(VACR(EA TING 6ENTILATION !IR#ON DITIONING 2EFRIGERATION  0ERQUANTORIGUARDAILTRAT TAMENTOEILTRASPORTODEL LEACQUEREFLUE MALGRADO GLI INVESTIMENTI PUBBLICI NON SIANO IN CRESCITA IL 'RUPPOCONTADIRECITARE UNRUOLOPRIMARIO PERVIA

DELLACRESCENTEATTENZIO NEALRISPARMIOENERGETICO E AGLI ASPETTI ECOLOGICI

CHE RENDONO VINCENTI LE SOLUZIONIADALTAEFFICIEN ZADICUIDISPONE )N QUESTO AMBITO INFATTI PUÛ CONTARE SU PRODOTTI CONCARATTERISTICHETECNO LOGICHEALLAVANGUARDIAE CONBASSICONSUMIENER GETICI )NFINE RICORDIAMO CHE PERLAMAGGIORPARTE DEIPRODOTTISTANDARD 8Y LEMGARANTISCELAFORNITU RA IN   ORE IN TUTTA )TALIAEASSISTEILCLIENTE DURANTE LINTERO CICLO DI VITADELPRODOTTO

settembre 2013 Costruzioni 119


Stefano Sampaolo Amministratore delegato Xylem Water Solutions Italia

SISTEMI IDRICI

c

Quali sono i vantaggi dell’unione tra Xylem e Lowara?

)LPRIMOVANTAGGIO IMMEDIATO SARÌQUELLODIAVERE UNUNICOINTERLOCUTOREPEROGNINECESSITÌDIMOVI MENTAZIONEETRATTAMENTODELLEACQUEREFLUEEPOTA BILI1UESTOSIGNIFICACHEPOSSIAMOOFFRIREQUALUNQUE SOLUZIONEDALLAPOMPAPERUSORESIDENZIALE DESTI NATAALLECALDAIEDIUNEDIFICIO SINOAIMPIANTIIDRO VORICAPACIDIMOVIMENTAREDECINEDIMETRICUBIDI LIQUIDIALSECONDO)LTUTTOPASSANDOATTRAVERSOIPIá INNOVATIVI SISTEMI DI TRATTAMENTO E DI ANALISI DELLE ACQUEDESTINATIAIPROCESSIDIDEPURAZIONE3IMILISO LUZIONIVENGONOUTILIZZATEINTUTTOILMONDOEQUESTO CIHACONSENTITODIMATURAREUNENORMEESPERIENZA

ATUTTOVANTAGGIODEINOSTRICLIENTI3ENZADIMENTI CARECHE CONLINTEGRAZIONE DISPONIAMODIOLTRE CENTRIDIASSISTENZADISTRIBUITIINMODOCAPILLAREIN TUTTA)TALIAE QUINDI UNCLIENTEPUÛSEMPRETROVARE FACILMENTEUNOFFICINAAUTORIZZATAOUNCENTRODINO LEGGIOEASSISTENZAINPROSSIMITÌDELLAPROPRIAINSTAL LAZIONE

Non sempre la somma dei fatturati di due aziende porta a un risultato maggiore dei singoli valori. Perché siete tanto ottimisti? 0ERCHÏTRALEDUEREALTÌNONESISTESOVRAPPOSIZIONE

SENONPERUNNUMEROMOLTOMARGINALEDIPRODOTTI 1UINDILAVORAREINSIEMECIPERMETTEDISVILUPPARESI NERGIEECREARENUOVEOPPORTUNITÌDIVENDITA )NOLTRE AVENDOPIANIFICATOATTENTAMENTEILPERCORSO DIFUSIONE ICLIENTINONSUBIRANNORIPERCUSSIONI MA GODRANNO SOLO DI VANTAGGI A COMINCIARE DA UNA MAGGIORE CAPILLARITÌ NEL SERVIZIO CHE RAPPRESENTA UNESIGENZASEMPREPIáSENTITADALMERCATO)LTUTTO SENZADIMENTICARECHELESINERGIE ANCHEALIVELLO PROGETTUALE CIPERMETTONODIPROPORRESEMPRESO LUZIONIALLAVANGUARDIA,EPECULIARITÌDEINOSTRISI STEMISONOORMAINOTEATUTTI MAPOCHISANNOCHE GIÌOGGIUTILIZZIAMOIMOTORICHESARANNOOBBLIGATORI

SUINUOVIPRODOTTI SOLODAL5NCHIAROESEMPIO DELLANOSTRAATTENZIONEALLAMBIENTEEALRISPARMIO ECONOMICO

120 Costruzioni settembre 2013

A proposito di risparmio, in molti impianti gestiti da enti pubblici sono in funzione pompe a bassa efficienza energetica. Come promuovere la modernizzazione? .ELLEREALTÌPUBBLICHE COMEINQUELLEPRIVATE TRO VIAMOTECNICIATTENTIALLEINNOVAZIONIDISETTORE MA CHEDEVONOMISURARSICONBILANCISPESSOLIMITATI IN CUI LA MAGGIOR PARTE DELLE RISORSE VIENE ASSORBITA DALLAMANUTENZIONEDIIMPIANTIDATATI0ERQUESTARA GIONESTIAMOPROPONENDOSOLUZIONICHECONSENTONO SIGNIFICATIVIRISPARMIENERGETICIECHE OLTREAGARAN TIREUNRAPIDORITORNODELLINVESTIMENTO PERMETTONO DILIBERARERISORSEECONOMICHEUTILIZZABILIANCHEPER MIGLIORARELARETE)NOLTRELESOLUZIONICOMEILPAC CHETTO&LYGT%XPERIORIDRAULICA.ININTASABILE MOTORI ADALTAEFFICIENZAESISTEMADIAZIONAMENTOAFRE QUENZAVARIABILE ABBATTONOICOSTIDIGESTIONE OLTRE AGARANTIREUNMIGLIORSERVIZIOAGLIUTENTIFINALI.EI NOSTRI CORSI PRESENTIAMO QUESTE PREROGATIVE PAR TENDODADATIREALIEDIMOSTRANDOLEFFETTIVOVANTAG GIO DELLA NOSTRA OFFERTA CHE SI BASA ANCHE SU UN INSTALLATODIOLTREPOMPEALLANNOSOLOIN)TA LIA)NOLTRE PROPONIAMOANCHELAFORMULAh4RY"UYv

CHECONSENTEDISPERIMENTARESULCAMPOLEFFICACIA ELEFFICIENZADELLENOSTRESOLUZIONIANCORPRIMADI SOTTOSCRIVERELORDINEDIACQUISTO

La fusione cambierà il vostro approccio al mercato? .ONPARLEREITANTODICAMBIAMENTOQUANTODIPO TENZIAMENTO!VENDOUNOFFERTAANCORAPIáAMPIA

POSSIAMOESSEREDEGLIAUTENTICICONSULENTIDELCICLO IDRICOINTEGRATO PROPONENDOANCHE8YLECT UNAPIAT TAFORMASOFTWARECHECONSENTEDIOTTIMIZZAREILDI MENSIONAMENTODELLEPOMPE5NCATALOGOCONPIá DITIPOLOGIEDIPRODOTTIDIVERSIPERMETTEDISOD DISFAREQUALSIASIESIGENZA)NUNEDIFICIOPERESEMPIO SONONECESSARIEPICCOLEPOMPEPERLACIRCOLAZIONE DELLACQUANELLIMPIANTODIRISCALDAMENTO MAANCHE SISTEMIDIPOMPAGGIOPERFRONTEGGIARE GLI ALLAGAMENTI NEGLI SCANTINATI O PER IL SOLLEVAMENTODELLEACQUENERE

c

Intervista


LS

leStrade Aeroporti Autostrade Ferrovie

F I [

Ă&#x2039;SRPMRI PERYSZE ZIVWMSRI

www.lestradeweb.com Casa Editrice la fiaccola srl Via Conca del Naviglio, 37 - 20123 Milano - Tel. 02 89421350 - fax 02 89421484 - email: abbonamenti@fiaccola.it - www.fiaccola.com


M ERCEDES -B ENZ GAMMA CANTIERE

MANUALE? #/3425:)/.) ALLA GUIDA DI ALCUNI DEI MODELLI

DI PUNTA DELLA NUOVA GAMMA DA CANTIERE DELLA STELLA CON DI SERIE L’AUTOMATIZZATO

POWERSHIFT 3 E I MECCANICI SOLO A RICHIESTA

Modello Cabina Motore Cilindrata Potenza Coppia Cambio Freno motore Retarder Freni Pneumatici Peso totale

1852 S 4x2 S-Classic Space Om 473 15,6 litri 517 Cv a 1.700 giri/min 2.600 Nm a 1.100 giri/min G 281-12 Powershift 3 360 kW - standard No A disco 315/70 R 22.5 18.000 kg

122 Costruzioni settembre 2013

Le novità del nuovo Arocs sono tante e di rilievo, a cominciare dall’ampiezza della gamma. L’obbiettivo del costruttore tedesco è quello di saturare tutte le nicchie produttive dell’Mmt: dall’approvvigionamento in cantiere (30% delle applicazioni) alla movimentazione di inerti su strada; dagli impieghi misti on-off highway, fino all’heavy duty a trazione integrale full.


PROVATI PERVOI $)

#2)34)!. &52).)

Solo a richiesta -

USCOLIESCHELETRO.ONCĂ&#x2019;MODOMIGLIOREDI TESTAREILFISICODIUNCAVACANTIERECHEMET TERLOALLASBARRANELSUOAMBIENTENATURALEDI LAVOROLACAVA#OSĂ&#x2013;Ă&#x2019;AVVENUTOPERLANUOVAGAMMA !ROCSDI-ERCEDES "ENZ TESTATASUISALISCENDIDEL LIMPEGNATIVACAVADI$ORNAP NEL.ORD 7ESTFALIA IN TERRATEDESCA 3INDAIPRIMIKMDISTERRATOEFANGOSONOEMERSIIPRIN CIPALIPUNTIDIFORZADEICAVA CANTIEREDELLA3TELLALAM PIEZZADELLOFFERTADIPRODOTTO RIVOLTASIAALLEAPPLICA ZIONIEDILITRADIZIONALICHEAGLIIMPIEGHISPECIFICI ILCAMBIO

ROBOTIZZATO0OWERSHIFT MONTATODISERIESUTUTTII MODELLIDACANTIERE ENUMEROSEALTREINNOVAZIONITEC NICHEDIRILIEVO COMEISISTEMIDIRALLENTAMENTOEIDI SPOSITIVIDISERVOASSISTENZADELLOSTERZO,AMPIEZZA DELLASERIE!ROCSĂ&#x2019;TUTTANEINUMERITIPOLOGIEDICA BINECONVARIANTI MOTORIZZAZIONI%UROCONLI VELLIDIPOTENZADA#VA#V TRESCHEMIDI TRAZIONEEDUEVERSIONISPECIFICHE5NAATARARIDOTTA CONTELAIOLARGO,OADER PERMASSIMIZZAREILCARICO NELLEMISSIONIDAPPOGGIOALCANTIERE EUNARINFORZA TA 'ROUNDER PERGLIIMPIEGHIPIĂĄGRAVOSI ST

Ce nâ&#x20AC;&#x2122;è per tutti i gusti Una delle caratteristiche fondamentali della gamma Arocs è la sua ampiezza, in termini di motorizzazioni, modelli, tipo. Comprende autotelai cabinati e trattori, in configurazione 4x2, 4x4, 6x2, 6x4, 6x6 e 8x4 con propulsori di potenza compresa fra 230 Cv e 510 Cv. Tutti i veicoli sono giĂ disponibili nel nostro Paese a partire dal secondo semestre di questâ&#x20AC;&#x2122;anno.

Successivamente, arriveranno i superpotenti dotati di propulsore di 15,6 litri di cilindrata, la cui produzione inizierĂ a dicembre 2013. Accanto alle versioni standard, câ&#x20AC;&#x2122;è una variante a trazione idraulica inseribile sul primo asse (Had) mediante motori ai mozzi, proposti in alternativa alla trazione integrale permanente, per contenere i consumi di gasolio.

settembre 2013 Costruzioni 123


M ERCEDES -B ENZ GAMMA CANTIERE

CAMBIO DOC )NCANTIERE SEILFONDOLORICHIEDE SI PUÛAGIRESUIBLOCCAGGIDEIDIFFEREN ZIALI UTILIZZANDOLAMANOPOLACOLLO CATASULLAPLANCIA,AMANOVRAÒA PROVADERRORE POICHÏLASEQUENZA DINSERIMENTODEIBLOCCAGGINONÒ MODIFICABILEDALCONDUCENTE)NDI SCESA LAZIONEDELRETARDERIDRODI NAMICOUNAPPARECCHIATURAOPTIO NALCHEUTILIZZAILFLUIDODELCIRCUITO DIRAFFREDDAMENTODELMOTORE ÒENER GICAEBENMODULABILE%SIABBINAA QUELLADELFRENOMOTOREPOTENZIATO

CAPACEDIK7AGIRIALMI NUTO0ERPARZIALIZZARELAZIONEFRE NANTEDEIDUEDISPOSITIVI OCCORREAGI RESULLALEVAAPOSIZIONISULLADESTRA DELPIANTONEDELLOSTERZO CHEPER METTEFRAZIONAMENTIDEL  

EPERCENTODELLACOPPIATO TALE DI RALLENTAMENTO DISPONIBILE .M 5NALTROVANTAGGIODEL RETARDERADACQUAÒRAPPRESENTATO DALPESOCONTENUTO RISPETTOAUNRAL LENTATOREIDRAULICOTRADIZIONALECIR CACHILIINMENO )NFINE LAZIONE

DELRETARDERIDRODINAMICORISULTAIN DIPENDENTEDALLAMARCIAINSERITAE DAL REGIME DI ROTAZIONE MOTORE )NEDITOASSOLUTOSULL!ROCSÒILSISTE MASTERZANTE3ERVOTWIN¶DISPONI BILEARICHIESTASUIVEICOLIAQUATTRO ASSI CONUNCARICOSULPRIMOASSALE SUPERIOREALLET)L3ERVOTWINÒUNO STERZOADOPPIOCIRCUITOCONALIMEN TAZIONEELETTRICASEPARATA#ONSENTE DIRUOTARESENZASFORZO NEMMENO ILMINIMO ILVOLANTE ANCHESEILMEZ ZODOPERAÒFERMOEAPIENOCARICO

Modello Cabina Motore Cilindrata Potenza Coppia Cambio Freno motore Retarder Freni Pneumatici Peso totale

4151 Ak 8x8 M-Classic Space Om 471 12,8 litri 510 Cv a 1.800 giri/min 2.500 Nm a 1.100 giri/min G 260-16 manuale 400 kW - potenziato Sì A tamburo 13R22.5 40.000 kg

INTERNI DA “PATENTE B”

'LIINTERNICOLORANTRACITE SONORO BUSTIEFACILIDAPULIRE)LVOLANTEMUL TIFUNZIONE ILQUADROSTRUMENTIELA LOGICADEGLIINTERRUTTORISEGUONOIN TUTTO E PER TUTTO LESEMPIO DELLg!CTROSPERILTRASPORTODILINEA 'RAZIEALDISPLAY4&4GRAFICOACO LORIDA CM LASTRUMENTAZIONE CONSENTEDIVISUALIZZARERAPIDAMENTELEPRINCIPALIINFOR

124 Costruzioni settembre 2013

MAZIONISULVEICOLOELECONDIZIONIDIESERCIZIO4RAQUE STEFIGURANOANCHEGLIINDICATORISUPPLEMENTARI COME QUELLODELCONSUMOMOMENTANEOEDEIBLOCCAGGIDEIDIF FERENZIALIATTIVATI)SEDILICONSOSPENSIONEPNEUMATICA

DI DERIVAZIONE !CTROS SONO DISPONIBILI IN VERSIONE #OMFORTOCLIMATIZZATAARICHIESTADISPONGONODIFUN ZIONEMASSAGGIOCHEPREVIENELETENSIONIMUSCOLARIPER MEZZODISETTECAMEREDARIACHESIGONFIANOESGON FIANOINSUCCESSIONE


PROVATI PERVOI Il design ricercato dell’Arocs è caratterizzato dalla mascherina del radiatore a “denti di benna”, che infondono una sensazione di forza a questo autocarro. Gli elementi in acciaio sul paraurti, la configurazione funzionale della protezione antincastro e nel design realizzano contemporaneamente estetica e funzionalità.

n

e lin

www.c ostruz ioniwe b.com rima on p te

OFF ROAD A PORTATA DI MANO ,AUTOMATIZZATO0OWERSHIFTÒ COMEDETTO UNODEI PUNTIDIFORZADELLANUOVAGAMMA!RAGIONE3IDIMO STRAINFATTIINOGNICIRCOSTANZAALLALTEZZADELCOMPITO

PURCHÏSISCELGALAMODALITÌDIFUNZIONAMENTOPIáADAT TA#ONILPROGRAMMAOFFROAD FORNITODISERIESUIMO DELLIATRAZIONEINTEGRALE SIVELOCIZZANOIPASSAGGIDI RAPPORTO CHEAVVENGONOANCHEAREGIMISUPERIORI0ER ITRASFERIMENTISUSTRADABASTA INVECE SELEZIONAREME DIANTEILPULSANTEALLESTREMITÌDELLALEVAMULTIFUNZIO NEADESTRADELPIANTONEDELLOSTERZO LAMODALITÌ 3TANDARD)NFINE PERLESITUAZIONIOFFROADPIáIMPE GNATIVECÒLAZIONAMENTOINMANUALEILPULSANTEPER PASSAREDALLUNAALLALTRAMODALITÌÒSEMPRELOSTESSO

CHEPERMETTEDIMANTENEREILRAPPORTOINSERITOPERAF

FRONTARELEDISCESEELESALITERIPIDE1UESTETREPOS SIBILITÌDISCELTASONOLIDEALEPERLEMISSIONIMISTESTRA DA FUORISTRADA

settembre 2013 Costruzioni 125


M ERCEDES -B ENZ GAMMA CANTIERE

Base modulare per ogni esigenza Le varianti Grounder per impieghi gravosi costituiranno la base per i mezzi d’opera 6x4 da 33 tonnellate e per gli 8x4 da 40 t. Saranno, inoltre, commercializzate le versioni Loader, ottimizzate in funzione della portata utile. Una delle eccezioni è costituita dai quattro assi Loader per betoniera, che prevedono un peso totale a terra di 32 t e il tandem con gommatura in singolo, non adatti alle condizioni d’utilizzo italiane. Per il trasporto del calcestruzzo premiscelato la casa tedesca propone, invece, le varianti B dell’Arocs, in configurazione 6x4 e 8x4. Si contraddistinguono per i dispositivi di fissaggio dell’allestimento, per le barre stabilizzatrici rinforzate e per le prese di forza ridisegnate. Tutti i veicoli per il mercato nazionale montano di serie l’automatizzato Powershift 3, disponibile - ma bisogna specificarlo al momento dell’ordine - con i programmi

Power o Offroad. La modalità Power si disattiva automaticamente se non è richiesta per oltre un minuto una coppia superiore a 1.500 Newtonmetro. Se, invece delle missioni miste strada-fuoristrada, si parla di offroad estremo, entrano in gioco i tuttotrazione, come il 4151 Ak. Si tratta di un 8x8, non inserito nel listino per il mercato Italia ma ordinabile su richiesta, dotato di cambio a 16 rapporti a inserimento meccanico, con schema d’innesto a doppia H affiancate. La leva d’azionamento è collocata sulla consolle centrale della cabina, così come il manettino del freno di stazionamento.

LA GAMMA COMPLETA Autotelai cabinati Modello

Trazione totale AROCS 18 4x2 AROCS 25 L 6x2 AROCS 18 K 4x2 AROCS 20 AK 4x4 AROCS 33 K 6x4 AROCS 33 AK 6x6 AROCS 41 K 8x4/4 Autotelai per betoniera AROCS 33 B 6x4 AROCS 41 B 8x4/4 Trattori AROCS 18 LS 4x2 AROCS 20 AS 4x4 AROCS 33 S 6x4 AROCS 33 LS 6x4

Peso 18.000 kg 25.000 kg 18.000 kg 18.000 kg 33.000 kg 33.000 kg 40.000 kg

Utilizzo ant/post cantiere/strada cantiere/strada cantiere cantiere mezzo d'opera mezzo d'opera mezzo d'opera

Sospensioni mecc/mecc mecc/pneum mecc/mecc mecc/mecc mecc/mecc mecc/mecc mecc/mecc

Potenza Cv da 270 a 420 da 320 a 510 da 270 a 510 da 230 a 510 da 360 a 510 da 430 a 510 da 400 a 510

33.000 kg 40.000 kg

mezzo d'opera mezzo d'opera

mecc/mecc mecc/mecc

da 360 a 420 480

44.000 kg 44.000 kg 56.000 kg 56.000 kg

cantiere/strada cantiere mezzo d'opera mezzo d'opera

mecc/pneum mecc/pneum mecc/pneum mecc/pneum

da 420 a 510 da 400 a 510 da 420 a 510 da 420 a 510

Il trattore 1852 S (qui sopra) riserva una sorpresa sotto la cabina corta e stretta (2,3 m di larghezza) S-Classic Space. È il motore Om 473 di 15,6 l da 517 Cv e 2.600 Nm di coppia che rappresenta il top, in termini di cilindrata, dell’offerta di Mercedes-Benz per il cantiere. Il propulsore, la cui produzione di serie inizierà a fine anno, verrà offerto anche con tarature di 578 Cv e di 625 Cv. Ciò che differenzia l’Om 473 dagli altri motori della piattaforma heavy duty Om 471 di 12,8 l e Om 470 di 10,7 l è la presenza di una seconda turbina (turbocompound) a valle del turbocompressore. Serve per recuperare una frazione dell’energia residua contenuta nei fumi.


PROVATI PERVOI AL 6X6 PIACE IL ROBOT Modello Cabina Motore Cilindrata Potenza Coppia Cambio Freno motore Retarder Freni Pneumatici Peso totale

,!ROCS!KXQUISOPRA CHECONSERVAINCALANDRALALIVREAMI METICADEIPROTOTIPI TESTIMONIALAFIDUCIADELCOSTRUTTORETEDESCONEL LAUTOMATIZZATO0OWERSHIFT!NCHEPERGLIIMPIEGHIOFF ROADPIรกDURI

DOVEICAMBIMECCANICIRACCOLGONOANCORANOTEVOLICONSENSIFRAGLI ADDETTIAILAVORI,ACATENACINEMATICAร’BASATASULL/MDI 

Modello Cabina Motore Cilindrata Potenza Coppia Cambio Freno motore Retarder Freni Pneumatici Peso totale

3343 Ak 6x6 S-Classic Space Om 470 10,7 litri 428 Cv a 1.800 giri/min 2.100 Nm a 1.100 giri/min G 280-16 Powershift 3 272 kW - standard No A tamburo 13R22.5 33.000 kg

LITRI TARATOA#V ESUL RIPARTITORE6G)L FRENOMOTORESTANDARD ILXERAPRIVODIRETAR DERSECONDARIO HAUNA CAPACITรŒMASSIMADIRAL LENTAMENTODIK7A GIRIALMINUTO#ON IL0OWERSHIFTINMODA LITรŒ0OWER SELEZIONABI LECONILPULSANTESULLA LEVAMULTIFUNZIONEPOSTA A DESTRA DEL PIANTONE DELLOSTERZO SINNALZADUNCENTINAIODIGIRIILREGIMEDICAMBIATA 0REMENDOILPULSANTEDESTREMITรŒร’POSSIBILESELEZIONAREUNADELLE TREMODALITรŒ0OWER 3TANDARDO-ANUALE0ERIPASSAGGIPIรกIMPRE GNATIVIINPRESENZADIGRADIENTIACCENTUATI ร’CONSIGLIABILELAZIONA MENTOINMANUALE

3348 K 6x4 M-Classic Space Om 471 12,8 litri 476 Cv a 1.800 giri/min 2.300 Nm a 1.100 giri/min G 330-12 Powershift 3 400 kW - potenziato Sรฌ A disco 13R22.5 33.000 kg

A fianco, lโ€™8x8 4151 Ak, dotato di cambio a sedici rapporti a innesto meccanico fornito solo a richiesta. In off road duro lโ€™Arocs si fa apprezzare per lโ€™elevato angolo di attacco.

settembre 2013 Costruzioni 127


la forza del gruppo

abbonarsi conviene

OGNI MESE tAttualità & Prodotti tIn sicurezza tDemolizione & Riciclaggio t Cave & Calcestruzzo Walk Around Macchine tMMT tComponenti tVeicoli cavacantiere tSollevamento in Cantiere tFlotte & Noleggio

ABBONAMENTO ANNUO 11 NUMERI

anche in versione PDF 665

dicembre 2012

IN OMAGGIO CON L’ABBONAMENTO t Guida MMT Linea Construction t Guida MMT Linea Compact t Guida al calcestruzzo t Guida al noleggio

bre 2013

TERRE DA SC AV

DA PROBLOEM A OPPORTUN A ITÀ Macchine&Attrez zature

88

Indice Categorie

88

Indice Merceologico

Flotte&Noleggio SIST

Indice Alfabetico

ProvatiPerVoi

RICERCA&SV ILUPPO ABBIA MO PARTE EMI IDRICI

94

zzature

8_9_Settem N 673 Anno LXI I

NEW

i d’Opera Attre

Costruzioni

€ 90,00

Macchine Mezz

Casa editrice la

fiaccola srl

3 09:56 Pagina 1

CIPATO AL PRIM O INNOVATION FORUM

L’AZIONE SUL

MERCEDES BENZ ALLA

WA LKA RO UN

TERRITORIO DI XYLEM WATER SOLUT IONS

GUIDA DELLA

NUOVA GAMM A DA

D MI DIE SCAVAT

VOLVO

E LOWARA

CANTIERE

OR E YAN MA R

673

Anno LXII 8_9 _Settembre 201 3

ViO 80- 1

GC UIDA

LA PRIMA GUIDA ITALIANA DEI PRODOTTI PER IL CALCESTRUZZO

ALCESTRUZZO

www.fiaccolashop.com www.costruzioniweb.com Casa Editrice la fiaccola TSMt20123 Milano - Via Conca del Naviglio, 37 - Telefono 02 89421350 - abbonamenti@fiaccola.it


IL PRIMO DELLA CLASSE

NUOVO ESCAVATORE CINGOLATO CAT® 349E, IL PIÙ POTENTE E PESANTE DELLA SUA CLASSE. Robusto, ma allo stesso tempo veloce. Ogni particolare del nuovo 349E è stato pensato per darvi la massima produttività, dal carro per applicazioni gravose con ruota folle in fusione, alla scelta tra braccio Reach o ME, fino alla portata idraulica maggiorata. Sedetevi nella confortevole cabina e sfruttate appieno i 317 kW con tre modalità di potenza: la valvola di rigenerazione del braccio e il circuito di rigenerazione avambraccio riducono i consumi di oltre il 13% rispetto alla serie precedente. Sul 349E, capirete subito di avere tutto sotto controllo e con il Product Link di serie e il Servizio di Prevenzione Guasti CGT gratuito, non avrete altro pensiero che produrre. Provate il 349E, disponibile anche nella flotta Noleggio CGT.

RESTIAMO IN CONTATTO: cgt@cgt.it | www.cgt.it | 800-827134 www.facebook.com/cgt.caterpillar www.youtube.com/cgtcat

© 2013 CGT SpA. © Caterpillar Inc. Tutti i diritti riservati. CGT, Cat®, Caterpillar ed i rispettivi loghi, il "giallo Caterpillar" e la livrea Power Edge, così come l'identità dei prodotti qui utilizzati, sono marchi registrati e non possono essere utilizzati senza autorizzazione.

Compagnia Generale Trattori S.p.A. Direzione Generale: MILANO 20090 VIMODRONE Strada Statale Padana Superiore, 19


®

PAVIMENTO POST-TESO FLOORTEK, LA SOLUZIONE DEFINITIVA A TUTTI I PROBLEMI DI PAVIMENTAZIONE INDUSTRIALE t 6OBTVQFSGJDJFNPOPMJUJDBEJHSBOEJEJNFOTJPOJ TFO[BOFTTVOUJQPEJHJVOUPGJOPFEPMUSFNR t 1FSGFUUBQMBOBSJUÃ&#x2039;FBTTFO[BEJJNCBSDBNFOUJ t *NQPTTJCJMJUÃ&#x2039;EJGFTTVSB[JPOJ

NUOVA SEDE DEL GRUPPO 20838 Renate (MB) Via Sirtori Z.I. Tel. + 39 0362 918311 www.teknachem.it www.tensofloor.it www.istic.it

Costruzioni 673 Settembre 2013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you