Page 1

Informazioni utili per promuovere un corretto stile di vita e per sostenere il benessere e la salute a prezzi convenienti Da cosa può dipendere la nausea? Come difendersi dalle ondate di calore Il glaucoma

Offerte 1° luglio 31 agosto 2019

Attenzione alle zecche! Prevenire e trattare le emorroidi

Ecco cosa succede ai denti quando si fuma Focus donna Alterazione del pavimento pelvico Focus bambini Estate in salute, anche per i più piccoli Focus animali Zecche ed animali domestici

I CONSIGLI DELLA TUA FARMACIA “Separa attentamente i cibi per prevenire il rischio di intossicazione alimentare.“


I CONSIGLI DELLA TUA FARMACIA “Separa attentamente i cibi per prevenire il rischio di intossicazione alimentare.“ Sono numerosissime le malattie provocate da alimenti contaminati da batteri, virus o tossine. I microrganismi patogeni possono essere già presenti nell’alimento all’origine oppure possono attaccare il cibo nelle varie fasi di preparazione. L’azione nociva si può realizzare per ingestione diretta dei patogeni insieme all’alimento (tossinfezioni alimentari, ad esempio quelle da Salmonella, Clostidium perfrigens, Bacillus cereus) oppure attraverso le tossine da essi prodotte (intossicazioni alimentari, tra le più comuni botulismo e Stafilococco aureo). In altri casi l’alimento funge da semplice veicolo dei microrganismi, senza favorirne la moltiplicazione (epatite A, febbre tifoide, shigellosi, diarrea da Escherichia Coli, colera, amebiasi, giardiasi). Un alimento di bell’aspetto non è garanzia di cibo sano e non è sufficiente ad evitare il rischio di infezione in chi lo ingerisce. È importante adottare nella vita di tutti i giorni una serie di semplici accorgimenti utili a favorire per quanto possibile la sicurezza degli alimenti. PULIRE ATTENTAMENTE:

99 lavare le mani prima di manipolare il cibo: sono necessari almeno 20 secondi con acqua calda e sapone;

99 pulire le superfici di lavoro prima e dopo l’utilizzo, ricorrendo anche a prodotti igienizzanti. SEPARARE PER EVITARE LA CONTAMINAZIONE CROCIATA: 99 carne, pollame, pesce crudo, uova dovrebbero essere tenuti separati dagli altri cibi; 99 evitare il contatto tra cibi cotti e crudi e utilizzare utensili diversi per manipolarli. CUOCERE ALLA GIUSTA TEMPERATURA: 99 cuocere completamente gli alimenti, soprattutto carne rossa, pollame, pesce: la temperatura del cibo dovrebbe essere misurata con un termometro ed essere sufficientemente alta da assicurare la completa eliminazione di tutti i germi patogeni. Il colore e la consistenza non sono indicatori sufficienti a garantire che il cibo abbia raggiunto la giusta temperatura. RAFFREDDARE E REFRIGERARE ADEGUATAMENTE: 99 le basse temperature rallentano la crescita batterica: mantenere la temperatura del frigo intorno ai 4°C e quella del freezer a -18°C, sbrinare e pulire periodicamente, conservando gli alimenti in contenitori separati; 99 non lasciare i cibi deperibili fuori dal frigo per più di due ore; 99 non scongelare i prodotti a temperatura ambiente, preferendo lo scongelamento in frigorifero. Fonti: www.fda.gov www.salute.gov.it


Da cosa può dipendere la nausea? La nausea si manifesta come un fastidio a livello dello stomaco, accompagnata da disgusto per il cibo o per alcuni odori, con sudorazione e abbondante produzione di saliva. Può avere molteplici cause scatenanti: gastriti e reflusso gastroesofageo, ulcere gastriche o intestinali, infezioni batteriche o virali, mal di mare e cinetosi da viaggio, tipo di dieta, dolori intensi derivanti da pancreatiti, calcoli renali o biliari, emicrania, particolari terapie, come la chemioterapia, gravidanza, avvelenamento o intossicazione alimentare, blocco intestinale, attacco cardiaco, meningite, cancro. Nausea e vomito sono sintomi molto comuni durante la gravidanza e possono comparire già a partire da due settimane dopo il concepimento. Non comportano alcun rischio per il feto. Tendono a sparire al più tardi verso la 16-20esima settimana, anche se in genere cessano già verso la fine del primo trimestre. È importante riferire al medico nei casi di sintomi come sangue nel vomito o nelle feci, mal di testa intenso, sonnolenza, confusione mentale, vista sfuocata, forte dolore addominale, febbre alta, respirazione agitata e difficoltosa, dolore al petto, crampi o forti dolori addominali, disidratazione, se si sospetta di aver ingerito una sostanza tossica. Il trattamento varia a seconda di quale sia la causa scatenante. In casi specifici è possibile ricorrere a farmaci da assumere sotto il consiglio del Farmacista o del Medico. Alcune precauzioni a livello generale possono aiutare a prevenirne o contenerne lo sviluppo: 99 evitare cibi grassi, piccanti e pasti troppo abbondanti; 99 mangiare lentamente, diminuendo la quantità e aumentando la frequenza; 99 preferire la posizione eretta dopo aver mangiato, per ridurre il rischio di reflusso; 99 non praticare attività fisica intensa subito dopo i pasti; 99 mantenersi idratati; 99 evitare odori troppo forti, i profumi, il fumo; 99 evitare ambienti eccessivamente caldi e umidi, locali soffocanti. Fonti: www.mayoclinic.org – www.my.clevelandclinic.org - www.medlineplus.gov

VETRINA PRODOTTI PROMO

Biochetasi

SCONTO

Pocket 18 compresse masticabili

8,10

spar

mi

6,90

Ri

15%

1,20 Euro

È un integratore alimentare indicato per aiutare la digestione lenta e faticosa associata ad acidità gastrica.


Come difendersi dalle ondate di calore L’arrivo dell’estate, oltre alle belle giornate e ai momenti di riposo, porta con sé anche gli effetti negativi delle caratteristiche ondate di calore: temperature intense, spesso associate a tassi elevati di umidità e assenza di ventilazione costituiscono condizioni di rischio per la salute. Quali sono gli effetti del caldo sulla salute? Riduzione delle capacità psico-fisiche, ansia, insonnia, debolezza, ipotensione arteriosa, edemi agli arti inferiori o peggioramento di patologie croniche (cardiache, respiratorie, diabete). Particolarmente pericoloso è il rischio di disidratazione, una condizione che si manifesta quando la quantità di acqua persa dall’organismo è maggiore di quella assunta e che causa vertigini, palpitazioni, debolezza, crampi muscolari, abbassamento della pressione arteriosa. Nel caso di alte temperature ambientali, la perdita di liquidi a causa della sudorazione deve essere reintegrata con un giusto apporto di acqua ed eventualmente, salvo specifiche controindicazioni, di sali minerali. Che cos’è il colpo di calore? È un disturbo provocato da un rapido aumento della temperatura corporea che può alterare i meccanismi deputati alla termoregolazione, con la conseguenza che l’organismo non riesce a disperdere il calore interno. I sintomi iniziali si manifestano con crampi, vertigini, debolezza, confusione, annebbiamento della vista, cefalea, nausea, vomito, stati d’ansie e confusionali con possibile perdita di coscienza. La temperatura interna aumenta, la pressione diminuisce rapidamente, la pelle si disidrata. In alcuni casi può portare ad esiti anche molto gravi. Quali soggetti sono particolarmente a rischio? Le persone anziane, i neonati e i bambini, le donne in gravidanza, i pazienti affetti da patologie croniche (polmonari, cardiovascolari, diabete, demenze, insufficienza renale), le persone con ridotta mobilità e/o non autosufficienti, chi lavora all’aria aperta. Quali sono le precauzioni da adottare in presenza di giornate molto calde? Nelle giornate in cui i bollettini prevedono un rischio elevato dovrebbe essere ridotta l’esposizione all’aperto tra le ore 11.00 e le 18.00. Fuori casa è importante riparare la testa con un cappello, indossare indumenti chiari, non aderenti, in tessuti non sintetici poiché questi impediscono la traspirazione. Proteggersi con l’utilizzo di creme solari e occhiali. Consumare pasti leggeri ed evitare cibi piccanti ed elaborati, mantenersi correttamente idratati evitando bevande zuccherate o a base di sostanze eccitanti (caffè, tè ecc.) e alcolici. Garantire delle corrette condizioni abitative: chiudere le finestre nelle ore più calde della giornata e lasciarle aperte di notte o nelle prime ore del mattino, limitare l’uso di forni o elettrodomestici che producono calore, regolare il tasso di umidità, evitare bruschi passaggi tra caldo e freddo nelle diverse stanze della casa.

Fonte: www.salute.gov.it


VETRINA PRODOTTI PROMO

Polase

SCONTO

20%

SCONTO

27%

2,40 Euro

9,90

13,50

spar

mi

Ri

spar

mi

3,60 Euro

Sustenium

Magnesio e Potassio

Plus Edizione Estate DISPOSITIVO MEDICO CE

24 bustine Specificatamente studiato per offrire all’organismo nutrienti particolarmente utili durate il periodo estivo.

SCONTO

17%

Spray 50 ml

9,90

12,00

spar

mi

ConnettivinaSole

12 bustine Le sue vitamine e gli amminoacidi aiutano ad affrontare meglio i periodi di stanchezza fisica e mentale.

Ri

Supradyn

15,90

Plus

5,00 Euro

36 bustine € con vero succo di arancia e mandarino La sua formula fornisce all’organismo un più elevato quantitativo di sali minerali rispetto alla formula Polase

27,00

SCONTO

15%

13,50

Ri

Ri

Indicato in situazioni di stanchezza e debolezza, derivate da particolari condizioni climatiche come caldo e afa.

spar

Ri

5,00 Euro

25,00

22,00

mi

36 bustine con vero succo di arancia

spar

mi

Classico

20,00

2,10 Euro


Estate in salute, anche per i più piccoli Tempo d’estate e di vita all’aperto per grandi e piccoli, tuttavia alcune situazioni richiedono la nostra attenzione per la salvaguardia della salute soprattutto di bambini e lattanti. Ondate di calore: nei bambini, a causa di una minore capacità di termoregolazione, il caldo eccessivo può causare un rialzo della temperatura corporea. Muoversi e giocare in libertà causa un aumento della sudorazione che può portare a disidratazione. È quindi opportuno: 99 far bere spesso i bambini; 99 allattare i neonati con più frequenza; 99 proporre un’alimentazione ricca di frutta e verdura; 99 mantenere freschi i locali dove si soggiorna. Esposizione al sole: la pelle del bambino è delicata e suscettibile alle scottature e l’esposizione ai raggi UV in età pediatrica è associata ad un aumentato rischio di tumori della pelle e cataratta nell’età adulta. È consigliabile: 99 sotto i sei mesi non esporre mai i piccoli al sole diretto; 99 ogni due ore e dopo ogni bagno applicare una crema con SPF elevato (50+); 99 usare occhiali da sole con lenti con filtri UV; 99 non dimenticare di proteggere labbra e orecchie; 99 evitare di uscire nelle ore più calde della giornata. Sicurezza alimentare: le alte temperature favoriscono la contaminazione degli alimenti con conseguente rischio di intossicazioni e gastroenteriti ed inoltre nel caso di diarrea o vomito, i bambini, rispetto ad un adulto, sono più a rischio di disidratazione. 99 Evitare di lasciare fuori dal frigo cibi deperibili soprattutto latte e latticini, carne, pesce; 99 cuocere i cibi di origine animale; 99 lavare bene frutta e verdura specie se consumate crude; 99 lavare sempre mani, utensili e piani di lavoro. Ozono e qualità dell’aria: soprattutto nelle aree urbane in estate aumenta l’ozono, particolarmente irritante per le vie aeree dei più piccoli. Per evitare tosse e irritazione, in città uscire preferibilmente al mattino quando la concentrazione di ozono è più bassa ed evitare le zone con molto traffico.

Tenere presente che i bambini d’estate trascorrono molte ore all’aria aperta e per questo hanno bisogno di qualche attenzione in più rispetto ad un adulto: se sono presenti patologie o se si identifica una condizione anomala chiedere sempre consiglio al Medico o al Farmacista. Fonti: www.apss.tn.it www.ulss.tv.it


VETRINA PRODOTTI PROMO

Pampers Baby-Dry

Pannolini assortiti Misure varie dalla 2 Mini al 6 XL Tripla protezione: è traspirante e asciutto perchè blocca il bagnato lontano dalla pelle e ha un esclusivo filtrante con aloe. Con bande elastiche fino a 10 cm.

SOLO con l’acquisto di due confezioni della linea Pampers, un regalo IN OMAGGIO* *Fino ad esaurimento scorte.

4,99

Pampers Pharma

63 salviettine per pelli sensibili Senza profumo né alcol, ripristina e mantiene il PH della pelle. Protegge dalle irritazioni. Ideale per il cambio, le mani e il viso.

SOLO

1,99 Omogeneizzati di frutta

Gusti vari 2x80 g Prezzo al Kg € 8,69

SOLO

100% frutta bio, senza aggiunta di aromi, contiene solo zuccheri della frutta.

1,39

Frutta Frullata

Frutta Splash

Gusti vari 300 ml

Gusti vari 90 g

Prezzo al litro € 3,30

Prezzo al Kg € 12,11

SOLO

1,09

Purea di frutta realizzata con materie prime bio, senza aggiunta di zuccheri.

Senza aggiunta di zuccheri, è il mix ideale per garantire una corretta idratazione.

SOLO

0,99


Alterazione del pavimento pelvico Nelle donne l’avanzare dell’età può significare un aumento del rischio di andare incontro ad alterazioni del pavimento pelvico. Si tratta di una struttura costituita dalla rete di muscoli e tessuti a sostegno di utero, vagina, vescica, uretra e retto. Il loro indebolimento può favorire un rilassamento e una discesa (prolasso) degli organi pelvici verso il basso. Le cause sono legate principalmente all’invecchiamento e al fisiologico indebolimento delle strutture di sostegno. Tuttavia, altre condizioni possono favorire il verificarsi di danni al pavimento pelvico: il parto, soprattutto se naturale, situazioni di sovrappeso/obesità, lesioni, attività che aumentino la pressione sull’addome come l’abitudine a eccessivi sforzi durante l’evacuazione o il sollevamento di oggetti pesanti. Anche la fase della menopausa e il relativo deficit di estrogeni può comportare un’importante perdita di fibre collagene ed elastiche: questo determina insufficienza dei sistemi di sospensione dei visceri pelvici facilitando il prolasso e l’incontinenza. I sintomi che ne conseguono sono la sensazione di pesantezza a livello della zona vaginale, l’incontinenza, l’urgenza e la frequenza minzionale e/o fecale, la ritenzione urinaria e/o fecale, dolore pelvico cronico, fastidio a livello vaginale ed alterazioni della funzione sessuale.

99Gli esercizi pelvici possono rivelarsi utili nel rinforzare i muscoli: per essere efficaci devono essere eseguiti correttamente e regolarmente.

99Mantenere il giusto peso: una condizione di sovrappeso favorisce la pressione sugli organi pelvici.

99Seguire una dieta ricca di fibre e bere molti liquidi per ridurre il rischio di stitichezza e lo sforzo necessario per l’evacuazione.

99In alcuni casi può essere necessario intervenire chirurgicamente. Fonti: https://www.nichd.nih.gov/health

VETRINA PRODOTTI PROMO

Saugella

A base di Salvia Officinalis, svolge un’efficace azione decongestionante, tonificante e deodorante.

Ri

spar

2,00 Euro

9,50 10,50

spar

mi

€ 9,90

Detergente dermoliquido - 500 ml È il primo detergente ad utilizzare la tecnologia Acti GyneProtection System: protezione attiva prolungata rispetto dell’ecosistema intimo e protezione dai fastidi intimi.

mi

7,90

NOVITÀ

Acti 3

Ri

Detergente dermoliquido 500 ml

Saugella

1,00 Euro


VETRINA PRODOTTI PROMO SCONTO

Cistiset

20%

Advance

15 compresse Con Cranberry D-Mannosio e Ononide, è ideale per il benessere delle vie urinarie

Ri

64 capsule

Aiuta a contrastare vampate di calore, sudorazione notturna, sbalzi di umore e a tenere il peso sotto controllo

4,00 Euro

SCONTO

20%

€ 35,90

13,90

Ri

spar

mi

11,90

2,00 Euro

Enterogermina Gonfiore 10 buste

Tripla azione: • elimina i gas intestinali; • regola la motilità gastrointestinale; • aiuta il metabolismo dei carboidrati.

spar

mi

28,90

Ri

19,90

spar

Silhouette

mi

15,90

Ymea

7,00 Euro


VETRINA PRODOTTI PROMO

Benessere naturale e scienza LINEA DAILY MOISTURISING Per una pelle dall'aspetto sano fin dal primo giorno. Con Avena Colloidale Prebiotica per nutrire e idratare la pelle secca.

Ri

mi

4,69 Euro

€ 13,50

DETERSIONE

€ 12,20

+

spar

Ri

8,59

spar

mi

8,81

3,61 Euro

IDRATAZIONE

Le due fasi per una migliore idratazione quotidiana

25%

Bio-Oil

Olio per la cura della pelle 60 ml

11,95

mi

8,95

spar

Ri

SCONTO

3,00 Euro

L’olio dermatologico appositamente studiato per trattare diverse problematiche che alterano l’aspetto della pelle come smagliature, cicatrici e colorito non uniforme.


VETRINA PRODOTTI PROMO

Profar

Ghiaccio secco istantaneo - 2 buste

Argoxyn

SOLO

3,30

SOLO

9,00

DISPOSITIVO MEDICO CE

DISPOSITIVO MEDICO CE

Polvere assorbente per essudati - 125 ml

Profar

Cerotti Acquastop 20 pezzi assortiti

Profar

SOLO

1,50

SOLO

2,90

DISPOSITIVO MEDICO CE

DISPOSITIVO MEDICO CE

Cotone idrofilo 100 g


Ecco cosa succede ai denti quando si fuma L’abitudine al fumo di sigaretta porta conseguenze nocive ben note sull’apparato respiratorio, ma cosa succede in bocca? Malattie gengivali Il fumo non solo macchia i denti ma ha anche ripercussioni negative sulla loro stabilità, perché va ad intaccare il tessuto gengivale, rendendolo così più vulnerabile alle infezioni. Può persino arrivare ad erodere il tessuto osseo nella mascella, provocando la caduta precoce dei denti (piorrea). Accumulo di batteri e di sostanze nocive La combustione del tabacco sviluppa svariate sostanze tossiche che agevolano la proliferazione della carica batterica all’interno della cavità orale, favorita anche dalla ridotta quantità di ossigeno in bocca dovuta al fumo. Causano inoltre vasocostrizione a livello locale, con ridotto apporto di ossigeno alle gengive. Tartaro Le sostanze appiccicose liberate dal fumo favoriscono l’accumulo della placca batterica, la quale si insidia sullo smalto soprattutto vicino alle gengive e finisce con l’indurirsi (tartaro), favorendo l’infiammazione gengivale e lo sviluppo di carie. Denti macchiati Il fumo causa colorazioni scure e ingiallimento sia dei denti naturali che delle otturazioni o delle protesi, colorazioni che solo con grande difficoltà e con interventi di igiene professionale si riescono ad eliminare. Lo sbiancamento nei fumatori ha un effetto controproducente perché aumenta la porosità dello smalto. Alito cattivo Il cosiddetto “alito del fumatore” è uno dei segni principali in chi fa uso del fumo di tabacco: è soprattutto dovuto alla capacità del fumo di modificare l’ambiente all’interno della bocca, in particolare interferendo con la produzione di saliva. Lesioni precancerose Il fumo di sigaretta irrita i tessuti molli all’interno della cavità orale e può portare alla formazione di una patina bianca o grigia a livello della mucosa della bocca: viene definita “leucoplachia” e rappresenta un’alterazione degli strati superiori dell’epitelio che può evolvere in cancro della bocca. Fonte: Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa


Parodontax

4,41

spar

Ri

3,10

mi

DISPOSITIVO MEDICO CE

VETRINA PRODOTTI PROMO

1,31 Euro

Original

Dentifricio al fluoro - 75 ml

SCONTO

20%

Dentosan

Collutorio trattamento intensivo Clorexidina 0,20% - 200 ml Collutorio trattamento mese Clorexidina 0,12% - 200 ml Contiene Clorexidina che assicura una completa igiene orale inibendo lo sviluppo dei batteri che formano la placca

8,20

Ri

spar

mi

6,60

1,60 Euro


Il glaucoma Si tratta di una malattia degenerativa, quasi sempre bilaterale, che colpisce il nervo ottico e che si manifesta con una progressiva perdita del campo visivo a partire dalla sua periferia. Secondo i dati dell’OMS, nel mondo circa 55 milioni di persone sono affette da questa malattia. Nella maggior parte dei casi è dovuto ad un aumento della pressione interna dell’occhio che nel tempo provoca danni permanenti alla vista. Esistono diverse forme di glaucoma: ad angolo aperto, ad angolo chiuso o congenito. All’interno dell’occhio è presente un liquido chiamato umor acqueo, che in un occhio sano viene continuamente prodotto e riassorbito garantendo una situazione di equilibrio: a questo è legato il mantenimento della corretta pressione oculare. Quando l’umor acqueo è prodotto in eccesso o il deflusso è ostacolato (condizione più frequente), la pressione oculare aumenta danneggiando il nervo ottico. Una diagnosi precoce permette di evitare sia l’ipovisione che la cecità: è fondamentale intercettare la malattia quando ancora non dà sintomi particolari. È necessario pertanto sottoporsi regolarmente a controlli oculistici, ancora più se in presenza di fattori di rischio quali:

99 età: la frequenza dei casi di glaucoma aumenta con l’avanzare dell’età. Dopo i 40 99 99 99 99

anni è bene sottoporsi al controllo oculistico che preveda anche la misurazione della pressione oculare; precedenti familiari: chi ha casi di glaucoma in famiglia deve sottoporsi a controlli frequenti poiché la malattia ha un forte carattere ereditario; miopia elevata; diabete; terapia protratta con farmaci cortisonici.

A seguito di diagnosi di glaucoma il trattamento prevede l’utilizzo di colliri specifici necessari ad abbassare la pressione oculare.

Se la terapia medica risulta insufficiente è necessario ricorrere alla chirurgia e in casi particolari a trattamenti laser.

Fonte: Agenzia Internazionale per la Prevenzione della cecità – IAPB Italia Onlus


VETRINA PRODOTTI PROMO

Eumill

SCONTO

20%

Eumill Protection

10 contenitori monodose da 0,5 ml Gocce oculari lubrificanti ed idratanti

€ 9,90

spar

Ri

7,90

mi

DISPOSITIVO MEDICO CE

DISPOSITIVO MEDICO CE

10 contenitori monodose da 0,5 ml Gocce oculari rinfrescanti e lenitive

2,00 Euro


Attenzione alle zecche! Dal primo sole primaverile fino all’autunno inoltrato, insetti, acari e simili sono una presenza costante di escursioni e scampagnate. Se il contatto e/o la puntura di questi piccoli abitanti dei prati causano di norma solo un disagio passeggero e, a parte nei soggetti allergici, gonfiore e prurito non sono sintomi di malattia, particolare attenzione va riservata alle zecche. Cosa sono: piccoli acari le cui dimensioni variano da 2 a 8 mm, non volano ma si lasciano cadere da alberi e cespugli e giunte sull’ospite, animale o uomo, bucano la pelle e succhiano il sangue. La puntura di zecca non è di per sé dolorosa né pericolosa ma questi piccoli parassiti mentre si nutrono, possono essere portatori di gravi malattie quali la malattia di Lyme o l’encefalite da zecche o TBE. Dove vivono: si trovano soprattutto in ambienti umidi su piante, cespugli o nell’erba, sui sentieri poco battuti e nelle zone dove la fauna selvatica è molto presente ad altitudini inferiori a 1400 metri, tuttavia ultimamente popolano anche i parchi e le aree verdi in città. Come proteggersi:

99 99 99 99 99

indossare indumenti che coprano il più possibile, calzature alte e chiuse; applicare prodotti repellenti su pelle e vestiti; camminare al centro dei sentieri, cercando di evitare il contatto con erba alta e cespugli; dopo ogni escursione controllare attentamente ogni parte del corpo; controllare e spazzolare sempre gli indumenti indossati. …e in caso di puntura:

99 rimuovere la zecca il prima possibile; 99 prima di procedere non applicare sostanze come olio, etere o altro e non toccare la zecca con le mani;

99 utilizzare una pinzetta e afferrare la zecca vicino alla cute, tirare delicatamente fino al distacco evitando di schiacciare il parassita;

99 disinfettare o lavare con acqua e sapone. La rimozione tempestiva non dà purtroppo la garanzia che non sia avvenuto alcun contagio: è necessario rilevare la presenza di sintomi di infezioni per un periodo di 30/40 giorni. Se la zecca che ci ha punto non era infetta, non sono necessari altri interventi dopo la rimozione ma nel dubbio è opportuno annotare la data del morso e osservare per i giorni consigliati eventuali reazioni.


La malattia di Lyme: dopo un periodo che va da 3 a 30/32 giorni, si manifesta nella zona della puntura un alone rosso che tende ad allargarsi. I sintomi sono simili all’influenza, con febbre e dolori articolari. È importante consultare il medico che prescriverà gli esami del caso e una terapia antibiotica. Se non trattata può evolvere anche a distanza di mesi in disturbi più gravi alle articolazioni, al cuore e al sistema nervoso. La meningoencefalite da zecche o TBE: dopo 4/28 giorni si manifestano sintomi simili all’influenza che possono evolvere con febbre alta, forte mal di testa fino alla meningite o encefalite che può causare serie complicanze neurologiche a lungo termine. È doveroso il consulto medico che valuterà un eventuale ricovero ospedaliero. Per la TBE è disponibile un vaccino, consigliato soprattutto a soggetti a rischio quali forestali, boscaioli ecc. ma anche a chi si reca in montagna abitualmente, specie se in zone dove è stata accertata la presenza di zecche infette. Fonti: www.apss.tn.it www.ulss.tv.it

VETRINA PRODOTTI PROMO SCONTO

Jungle Formula Molto Forte

BIOCIDA

Ri

Spray no gas 100 ml A base di olii essenziali naturali, senza parabeni, è ideale per la pelle sensibile dei bambini

SOLO

6,80

7,20

3,00 Euro

Zanzof Bambino

SOLO

spar

mi

€ 12,90

Tropical Forte Spray no gas 100 ml

Spray 75 ml

9,90

Zanzof

BIOCIDA

23%

Zanzof

Penna dopo puntura con ammoniaca Roll-on 12 ml Lenisce dopo punture di zanzare, mosche, vespe, tafani e zecche e dopo il contatto con piante urticanti o meduse.

SOLO

5,50

Plus prodotto


Zecche ed animali domestici Anche i proprietari di animali domestici (sia da compagnia che da reddito) conoscono bene l’impatto che questo parassita ha nella gestione degli animali e dei pericoli che comporta. La caratteristica morfologica che contraddistingue la zecca è l’apparato buccale particolarmente complesso che gli consente di alimentarsi nella maniera più efficace ancorandosi all’ospite attraverso un vero e proprio rostro. Il danno arrecato da questo tipo di sfruttamento parassitario dell’ospite è di gravità proporzionale al numero di parassiti presenti e allo stato di salute dell’animale, alla possibilità che la zecca sia infetta o meno. Infatti sono molte e di seria gravità le patologie trasmissibili da una zecca ai nostri animali dovute alla presenza nel rigurgito del parassita di svariati agenti patogeni come Borrelie, Richettsie e Babesie. Risulta evidente la pericolosità del fenomeno e l’utilizzo di prodotti antiparassitari specifici diventa imprescindibile. Per gli animali da compagnia oltre ai trattamenti tradizionali è bene adottare alcuni accorgimenti: controllo di zampe, orecchie e collo al rientro dalla passeggiata per verificare la presenza di noduli anomali, energica spazzolatura, evitare prati non sfalciati e boschi con sottobosco non curato. Nel caso si trovasse qualche zecca già insediata è bene estrarla quanto prima per evitare rischi di infezioni: con le pinzette apposite si aggancia la zecca il più vicino possibile alla cute dell’animale applicando una moderata trazione e rotazione per consentire il totale distacco. È bene disinfettare la parte interessata a lavoro concluso. Fonte: https://www.izsvenezie.it/


VETRINA PRODOTTI

TE L E L I

E NE

T TU

SU

-15% FR

ONTLIN

E


Prevenire e trattare le emorroidi Con il termine emorroidi si fa in genere erroneamente riferimento ad una patologia: in realtà sono dei cuscinetti di tessuto situati all’interno del canale rettale aventi una funzione di controllo su evacuazione e continenza. Talvolta possono gonfiarsi determinando l’insorgenza di sintomi quali prurito, dolore e bruciore ed è in questi casi che si parla quindi di malattia emorroidaria. Le cause sono legate a fattori di diversa natura di tipo sia anatomico che meccanico. Innanzitutto, nel tempo il supporto del plesso emorroidario si indebolisce, esponendo il tessuto all’esterno del canale anale, dove è soggetto a lesioni e possibili sanguinamenti. Molto spesso sono associate ad uno stato di costipazione e pertanto la loro prevenzione si basa innanzitutto sull’adozione di uno stile di vita in grado di favorire la regolarizzazione della funzionalità intestinale. Anche la gravidanza costituisce un fattore di rischio, sia per l’aumentata pressione sui vasi pelvici che per la stipsi che generalmente la caratterizza. Il trattamento varia a seconda dell’entità: nei casi più gravi, recidivanti o con sanguinamento profuso è opportuno l’invio al medico per la valutazione di un eventuale intervento chirurgico.

99Nei casi meno complicati, nelle fasi iniziali può essere utile l’applicazione di impacchi freddi. 99Passata la fase acuta, semicupi tiepidi possono favorire il riassorbimento delle formazioni emorroidarie. 99Il riposo in posizione sdraiata aiuta a ridurre i sintomi dolorosi. 99L’abbondante assunzione di liquidi, cereali preferibilmente integrali, legumi, frutta fresca, integratori a base di fibre favorisce la regolarizzazione del transito intestinale e riduce il rischio di emorroidi associate a stipsi. 99È raccomandata massima cura dell’igiene perineale attraverso l’utilizzo di detergenti delicati.

99In caso di costipazione, evitare eccessivi sforzi evacuativi e tempi prolungati in posizione seduta sul WC e se opportuno ricorrere a clismi, evitando se possibile quelli a base di glicerina che a causa dell’azione disidratante potrebbero avere un effetto irritante. 99A livello locale l’infiammazione e il prurito anale possono essere alleviati con l’utilizzo di creme e supposte a base di cortisonici, anestetici locali, flebotonici (ippocastano, rusco, vite rossa, amamelide, centella), agenti con azione lenitiva e antinfiammatoria. Fonte: Inquadramento clinico e gestione dei disturbi minori in farmacia - Sifac


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Colite

qual è il problema? Dalla Ricerca Aboca un innovativo complesso molecolare di resine, polisaccaridi e polifenoli, per il trattamento della Sindrome dell’intestino irritabile Sindrome dell’intestino irritabile o IBS (dall’inglese Irritable Bowel Syndrome), è un disturbo cronico che interessa non solo il colon ma anche altri tratti dell’intestino. Il suo iter Dolore, gonfiore addominale e irregolarità intestinale come stipsi, diarrea o alternanza di entrambe, associati o meno a variazioni dell’aspetto delle feci, sono i sintomi tipici dell’IBS: una problematica assai che interessa soprattutto le donne nelle fasce di età centrali, quelle cioè caratterizzate da un più intenso impegno lavorativo e familiare. Fattori genetici, ambientali e di stress predispongono a questa sindrome. Anche l’abuso di farmaci, l’alterazione infezioni gastrointestinali possono un organo assai complesso. Quali rimedi si hanno a disposizione? È possibile oggi trattare il problema non intervenendo solo sui sintomi? Dieta e farmaci (antispastici, antidiarroici, lassativi, antidepressivi, ecc.) rappresentano il classico trattamento.

Oggi è possibile affrontare il problema agendo a livello locale e focalizzando l’attenzione su una delle principali cause dell’IBS ovvero l’aumentata permeabilità della mucosa intestinale. Questa permeabilità causa il passaggio di sostanze irritanti, che possono generare uno stato di irritazione e di sensibilità nell’intestino.

Colilen IBS opercoli agisce grazie ad ActiMucin®, complesso molecolare vegetale brevettato

Dalla Ricerca Aboca nasce un approccio terapeutico innovativo per la Sindrome dell’intestino irritabile, in grado di proteggere la mucosa dall’azione aggressiva degli agenti esterni dannosi, favorendo il graduale recupero della funzione di barriera della mucosa intestinale. Colilen IBS agisce grazie ad ActiMucin®, complesso molecolare vegetale brevettato, composto da resine, polisaccaridi e polifenoli. protettivo che protegge la mucosa dal contatto con le sostanze irritanti. Grazie a questo meccanismo d’azione, Colilen IBS riduce gradualmente i disturbi intestinali e apporta un aiuto nel trattamento dell’intestino irritabile, migliorando la qualità di vita del paziente.

0477 È UN DISPOSITIVO MEDICO Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso.

Aut. Min. del 25/03/2019

Colilen IBS Flacone da 96 e da 60 opercoli, senza glutine. Disponibile in farmacia, parafarmacia ed erboristeria.

Per saperne di più su Colilen IBS consulta il sito www.colilenibs.it


VETRINA PRODOTTI OTC

* è un farmaco, leggere attentamente il foglietto illustrativo

Okitask*

30 bustine orosolubili da 40 mg

Ri

1,50 Euro

BuscofenAct*

9,70

Voltaren* Emulgel

2% gel - 60 g

Ri

1,80 Euro

Flectorartro 1% gel*

Diclofenac

Contenitore a presssione contenente 100 g di gel

16,90

mi

13,90

spar

Ri

13,30

spar

mi

11,50

3,00 Euro

spar

mi

8,70

12 capsule molli da 400 mg

Ri

€ 13,70

spar

mi

12,20

1,00 Euro


VETRINA PRODOTTI OTC

* è un farmaco, leggere attentamente il foglietto illustrativo

Codex* 5 miliardi 30 capsule

Ri

spar

19,90

mi

17,90

2,00 Euro

Imodium*

12 compresse orosolubili da 2 mg

€ 13,50

Crema rettale 20 g

€ 9,20

Ri

spar

mi

Proctosoll*

7,90

1,30 Euro

DisinFARM 0,1%* Soluzione cutanea 200 ml

SOLO

3,00

Ri

spar

mi

11,50

2,00 Euro


Durante lo screening effettuato nei mesi di maggio e giugno i Farmacisti Unilife hanno inviato 59 persone ad un controllo medico per verificare un possibile melanoma. Una corretta diagnosi ed un pronto intervento permettono di prevenire conseguenze di grave entitĂ .

Promozioni valide salvo esaurimento scorte e/o omissioni o errori di stampa. Le fotografie hanno valore puramente illustrativo. I prezzi possono subire variazioni nel caso di eventuali errori tipografici, ribassi o modifiche a leggi fiscali.

LA TUA FARMACIA

Profile for Redazione Unilife

Volantino Unilife luglio-agosto 2019  

Volantino Unilife luglio-agosto 2019

Volantino Unilife luglio-agosto 2019  

Volantino Unilife luglio-agosto 2019

Advertisement