Invalsi Unico - 2

Page 1

Ita l IN Da IS ian VA nil BN o L aR 97 e M SI ott u a 8a 88 t ni -4 em co 72 a -2 ti 84 ca 5- 2 0

Questo volume, sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamente punzonato o ­altrimenti contrassegnato), è da considerarsi copia di SAGGIO-CAMPIONE G ­ RATUITO, fuori commercio (vendita e altri atti di disposizione vietati: art. 17, c. 2 L. 633/1941). Esente da I.V.A. (D.P.R. 26-10-1972, n° 633, art. 2 lett. d). Esente da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6-10-1978, n° 627, art.4. n° 6).

INVALSI

INVALSI unico Scuola Primaria

Italiano e Matematica 2a € 6,70

Italiano e Matematica 5a € 6,70

In omaggio, le guide per il docente, un utile strumento per la correzione (con tutte le soluzioni) e la valutazione delle prove.

Italiano e Matematica 2a OMAGGIO Riservato ai docenti

Italiano e Matematica 5a OMAGGIO Riservato ai docenti

€ 6,70 www.grupporaffaello.it

www.raffaellodigitale.it

2 INVALSI unico Italiano e Matematica

I testi propongono un percorso graduale, per accompagnare l’alunno verso la prova INVALSI ufficiale.

unico Scuola Primaria

Italiano e Matematica • Prove graduate su livelli • Certificazione delle competenze • Autovalutazione dell’alunno • In OMAGGIO le ultime prove ufficiali

Danila Rotta

2


Il libro continua online! Per scaricare gratuitamente il materiale digitale accedi al sito www.raffaellodigitale.it, clicca su INVALSI UNICO - ITALIANO E MATEMATICA e digita il codice sotto riportato.

CODICE

17PP01210D

Redazione:

Corrado Cartuccia, Studio Cromer

Grafica:

Claudio Campanelli, Enzo Bocchini

Copertina:

Letizia Favillo

Illustrazioni:

Stefania Binello

Stampa:

Gruppo Editoriale Raffaello

© 2018

Raffaello Libri S.p.A. Via dell’Industria, 21 60037 - Monte San Vito (AN) www.raffaelloscuola.it - www.grupporaffaello.it

Ristampa: 5 4 3 2 1 0

2022 2021 2020 2019 2018

Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa con qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotocopia, microfilm e memorizzazione elettronica se non espressamente autorizzate dal titolare del copyright. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti.


INVALSI unico 2 Italiano

Danila Rotta

Presentazione ................................................................................................................ 2-3 Istruzioni per la Prova preliminare di lettura ........................................................... 4 reliminare di lettura ........................................................................... 5 1ª Prova - p Istruzioni per lo svolgimento della Prova di Italiano ............................................. 6 1ª Prova - f acilitata ................................................................................................ 7-15 Autovalutazione ........................................................................................ 16 2ª Prova - preliminare di lettura ......................................................................... 17 i livello facile ................................................................................. 18-26 2ª Prova - d Autovalutazione ....................................................................................... 27 3ª Prova - preliminare di lettura .................................................................. 28-29 3ª Prova - d i livello intermedio .................................................................... 30-43 Autovalutazione ...................................................................................... 44 4ª Prova - preliminare di lettura ................................................................. 45-46 4ª Prova - d i livello alto .................................................................................... 47-61 Autovalutazione ........................................................................................ 62 5ª Prova - preliminare di lettura .................................................................. 63-67 5ª Prova - f inale .................................................................................................... 68-83 Autovalutazione ........................................................................................ 84 Risultati di tutte le prove............................................................................................... 85 Matematica ................................................................................................................ 86

1


Ciao bambini!!! Siamo qua per aiutarvi a risolvere i quesiti di questo libro. Leggete sempre con attenzione i nostri consigli.

Il libro comprende 5 prove di Italiano, ciascuna delle quali è formata da quesiti che simulano le Prove Nazionali INVALSI.

Queste prove ti serviranno per apprendere come rispondere a domande di vario tipo, allo scopo di dimostrare le conoscenze, le abilità e le competenze acquisite a scuola.

Ciascuna prova è formata da un numero variabile di quesiti. Di volta in volta ti verranno fornite le informazioni di cui avrai bisogno per comprendere la domanda e per capire come fare a rispondere.

Nella prima prova ti aiuteremo a risolvere un quesito alla volta attraverso consigli e suggerimenti.

Alla fine di ciascuna prova, una tabella di autovalutazione ti aiuterà a riflettere sugli errori che hai commesso.

2


Nella tabella viene spiegata la struttura del libro. Il percorso prevede: • una prova facilitata;

• una prova di livello intermedio;

• una prova di livello facile;

• una prova di livello alto; • una prova finale.

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ FACILE * INTERMEDIO ** ALTO *** PROVA

TIPOLOGIA QUESITI

*

1

TIPO A, B, C

3

2

TIPO A, B, C

3

no

3

TIPO A, B, C

4

TIPO A, B, C

3

no

5

TIPO A, B, C

3

no

**

***

3

PROVA GUIDATA

no

3


Prova preliminare di lettura – Istruzioni In questa prova dovrai dimostrare di: • saper leggere velocemente una parola; • scegliere la figura corrispondente fra quattro disegni. Per scegliere la figura, metti una X sul quadratino all’angolo del riquadro dove c’è il disegno giusto (solo uno), come nell’esempio 1.

Esempio 1

X 1

Secchiello

Adesso prova tu con gli esempi 2 e 3:

Esempio 2

2

Gazzella

Esempio 3

3

4

Margherita


1ÂŞ Prova

1a Prova preliminare di lettura In questa pagina ciascuna parola corrisponde a uno dei disegni a lato. Indica con una X il disegno corretto. 1

Scatola

2

Triangolo

3

Ciliegia

4

Nastro

5

Braccialetto

6

Tamburo

7

Arpa

8

Occhiali

Autovalutazione della prova preliminare di lettura Quanti disegni hai indicato correttamente?

..................

su

8

5


Istruzioni per lo svolgimento delle prove Le Prove di Italiano contenute in questo libro sono numerate da 1 a 8. Ciascuna prova è formata da tre parti: • nella parte A devi capire le informazioni contenute nel titolo e completare uno schema o rispondere a delle domande; • nella parte B devi capire le informazioni (evidenti e nascoste) contenute nel racconto e rispondere alle domande; • nella parte C devi dimostrare di conoscere le regole più semplici dell’ortografia, del lessico e delle strutture grammaticali. Le domande e le risposte sono di diverso tipo. Di seguito puoi osservare due esempi. • Le domande possono essere “chiuse”: per ogni domanda ci sono quattro risposte, ma una sola è quella giusta. Prima di ogni risposta c’è un quadratino con una lettera dell’alfabeto: A, B, C, D. Devi mettere una X nel quadratino accanto alla risposta (una sola) che ritieni giusta.

Esempio 1 Quale stagione dell’anno viene subito dopo la primavera?

A. Giugno. B. X Estate. C. Inverno. D. Autunno.

• Le domande possono essere “aperte”, come quella dell’esempio che segue.

Esempio 2 In quale mese dell’anno comincia l’estate?

Risposta: .............................................................................................................................................................. Risposta: .............................................................................................................. .

6


Prova facilitata

1ª Prova

NON GIRARE LA PAGINA FINCHÉ NON TI SARÀ DETTO DI FARLO. Nella pagina che segue ti verrà chiesto di leggere un racconto. Questo è il titolo del racconto:

FRIDOLIN, IL GATTO PIGRO A1.

I l titolo “Fridolin, il gatto pigro” ti dà qualche informazione sul racconto che leggerai.

Leggi le informazioni e indica se sono Vere (V) o False (F). Metti una X per ogni riga di testo. Vero Falso

a

Nel racconto si parla di un personaggio di nome Fridolin e di un gatto pigro.

b

Il gatto del racconto è pigro.

c

Il gatto del racconto si chiama Fridolin.

Rifletti e rispondi. Nel titolo “Fridolin, il gatto pigro”, quanti sono i personaggi? Uno.

Due.

Il titolo “Fridolin, il gatto pigro” ha lo stesso significato del titolo nel riquadro qui sotto?

FRIDOLIN E UN GATTO PIGRO Sì, ha lo stesso significato.

N o, ha un significato diverso.

Competenze: Prevedere il contenuto di un testo semplice, sulla base del titolo.

7


1ª Prova

Prova B

FRIDOLIN, IL GATTO PIGRO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29

8

Fridolin era un gatto incredibilmente pigro. Viveva in una casetta su un albero in riva al lago. Solo due cose faceva con immenso piacere: mangiare e dormire. La sua casa sull’albero era zeppa di ogni genere di cibo. La sua bevanda preferita era il succo di lampone: ne teneva due dozzine di bottiglie in cantina. Fridolin aveva appeso un’amaca rossa a un ramo dell’albero e ci restava sdraiato sopra a dormire e ronfare quasi tutto il giorno. Tra le canne e la vegetazione lungo le sponde del lago vivevano molti topolini che però non avevano niente da temere. Fridolin era un gatto troppo pigro per affrontare un’impresa tanto faticosa come dare la caccia ai topi. Non gli piacevano nemmeno, lui preferiva mangiare le sardine. I topolini lo sapevano bene ed erano talmente dispettosi che spesso si divertivano a farlo arrabbiare. Gli bevevano il succo di lampone mentre dormiva, gli otturavano il buco della serratura della porta di casa con dei legnetti oppure gli lanciavano noci e sassolini. Quando Fridolin si svegliava di soprassalto, i topolini si spanciavano dalle risate. Il gatto allora s’infuriava, imprecava, li minacciava e mostrava gli artigli. Raramente però si sollevava dall’amaca per inseguirli: di solito la rabbia gli passava in fretta e si riaddormentava beato. Un giorno i topolini oltrepassarono ogni limite. Di notte si spinsero furtivi fino all’albero di Fridolin e rosicchiarono le corde della sua adorata amaca, poi si nascosero tra i cespugli in attesa che facesse giorno. Al levar del sole Fridolin uscì dalla casetta, si stiracchiò e si distese sull’amaca.


30 31 32 33 34 35 36 37 38

Prova facilitata

Che pigrone! Aveva dormito tutta la notte e ora iniziava la giornata con un’altra bella dormita! Si era appena messo comodo quando le corde dell’amaca cedettero di colpo e Fridolin cadde dritto nell’acqua. Beh, stavolta si risvegliò all’istante! Furibondo tornò a riva e iniziò a inseguire i topolini con grande determinazione. I topolini si precipitarono a rifugiarsi nelle loro tane ma il gatto riuscì a catturarne uno! Per punizione lo imprigionò nella cantina della sua casetta, poi si distese di nuovo sull’amaca ad asciugarsi il pelo al sole.

42

Mentre Fridolin dormiva, tre topolini arrivarono a bordo di una barchetta a vela a liberare il loro amico prigioniero. Segarono le sbarre della finestra della cantina e, già che c’erano, si portarono via anche cinque bottiglie di succo di lampone.

43

Povero Fridolin! Riuscirà mai a starsene un po’ in pace?

44

Ma in fondo è un bene che i topolini ogni tanto lo spaventino: un po’ di moto non può certo far male a un gatto!

39 40 41

45

1ª Prova

da E. Moser, La barca dei sogni – Storie della buonanotte, Einaudi Ragazzi

Competenze: Leggere e comprendere testi narrativi.

9


1ª Prova

Prova B

L a storia che segue è la stessa che hai appena letto, raccontata brevemente. Alcune parole, però, sono magicamente sparite dietro a una nuvoletta. Riscrivile tu sui puntini: possono essere nomi di cosa o di animale.

B1.

Fridolin era un gatto molto pigro che viveva in riva a un lago, in una ..........................................................

su un albero, piena di cibo di ogni genere.

Al gatto piaceva dormire, e anche di giorno ronfava su un’ ...........................................

appesa ai rami dell’albero. Purtroppo sulla sponda del

lago vivevano anche dei ............................................................

rosicchiando le

................................................

dispettosi. Una volta i

fecero al gatto uno scherzo davvero brutto

..................................................

della sua adorata amaca.

Appena il gatto salì sull’amaca le corde si ruppero facendolo cadere nell’acqua. Allora il gatto si infuriò più del solito e imprigionò nella .................................................

della sua casetta l’unico topolino che riuscì a catturare.

Ma gli altri topolini segarono le della

..................................................

..................................................

della finestra

e liberarono il loro amico.

Per completare il testo leggi nuovamente il racconto, poi inserisci le parole mancanti. Infine rispondi alla domanda. Le parole usate per completare il testo sono le stesse che vedi nel riquadro qua sotto? topolini – cantina – amaca – casetta – sbarre – corde Sì.

No.

In parte.

Se sono le stesse, hai svolto il compito nel migliore dei modi. Se non sono le stesse, correggi quelle sbagliate. Ora puoi rispondere al quesito B1.

10

Competenze: Ricostruire il significato globale del testo, integrando più informazioni e concetti.


B2.

Prova facilitata

1ª Prova

he cosa accadeva tra Fridolin e i topolini? C Completa la tabella mettendo una X su SÌ o su NO. SÌ

a

I topolini non si preoccupavano del gatto.

b

Il gatto dava la caccia ai topolini.

c

Il gatto acchiappava i topolini e se li mangiava.

d

Il gatto si arrabbiava per gli scherzi dei topolini ma non li inseguiva.

e

Il gatto non si arrabbiò nemmeno quando i topolini gli giocarono un brutto scherzo.

NO

Il testo nel riquadro è una parte del racconto. Leggi, rispondi e completa. …lungo le sponde del lago vivevano molti topolini che però non avevano niente da temere… Spiega le parole sottolineate mettendo una X sul . I topolini non avevano proprio motivo di preoccuparsi. I topolini non avevano niente da fare. Ricordi come si comportava il gatto con i topolini? Riordina le lettere e forma le parole per completare il testo. Fridolin era un gatto troppo (IRGPO) ............................................... , non gli piaceva fare (TCFAIA) .................................... , perciò non dava la (CCACAI) ................................... ai topolini. Preferiva mangiare le (SDARNIE) ........................................................................ . Che cosa accadde all’amaca di Fridolin? Che cosa capitò al gatto di conseguenza? ................................................................................................................................................................................................. ..................................................................................................................................................................................................

Ora puoi rispondere al quesito B2. Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

11


1ª Prova

B3.

L eggi il testo nel riquadro.

Quando Fridolin si svegliava di soprassalto, i topolini si spanciavano dalle risate.

Come reagiva solitamente il gatto alle risate dei topolini?

A. B. C. D.

Si alzava dall’amaca per inseguirli. Restava in silenzio e si riaddormentava tranquillamente. Diventava minaccioso: s’infuriava, imprecava e mostrava gli artigli. Cadeva dall’amaca.

Per rispondere correttamente al quesito, leggi, rifletti e completa. La parola “solitamente” indica qualcosa che accade… regolarmente, quasi sempre.

q ualche volta, quasi mai.

La parola “raramente” indica qualcosa che accade… poche volte, quasi mai.

m olte volte, quasi sempre.

Che cosa faceva Fridolin “raramente”? Risposta: ............................................................................................................................................................................................ .....................................................................................................................................................................................................................

Che cosa, invece, faceva “solitamente”? Risposta: ........................................................................................................................................................................................... ..................................................................................................................................................................................................................... .....................................................................................................................................................................................................................

Ora puoi rispondere al quesito B3.

12

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.


Prova facilitata

1ª Prova

ompleta la tabella indicando se le informazioni sono Vere (V) C o False (F). Metti una X per ogni riga di testo.

B4.

Vero Falso

a

Le corde dell’amaca si ruppero perché Fridolin era diventato troppo pesante.

b

Tornato a riva, il gatto inseguì i topolini e riuscì a prenderne uno.

c

Il gatto imprigionò il topolino nella stiva della sua barchetta a vela per punizione.

d

Gli altri topolini liberarono il prigioniero e portarono via cinque bottiglie di succo di lampone al gatto.

Leggi il racconto (dalla riga 24 alla riga 42) così come ti viene indicato di seguito. Rispondi brevemente alle domande. Dalla riga 24 alla riga 27: Che cosa fecero i topolini la notte che arrivarono all’amaca del gatto? Risposta: ............................................................................................................................................................................................ Dalla riga 33 alla riga 35: Che cosa fece il gatto dopo essere uscito dall’acqua? Risposta: ............................................................................................................................................................................................ Dalla riga 37 alla riga 38: Dove venne imprigionato il topolino? Risposta: ............................................................................................................................................................................................ Dalla riga 40 alla riga 42: Che cosa presero i topolini dopo avere segato le sbarre? Risposta: ............................................................................................................................................................................................

Ora puoi rispondere al quesito B4. Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

13


1ª Prova

Prova B B5.

C ollega con una freccia le parole che hanno significato contrario.

a

DEBOLE

DURO

b

LARGO

TIEPIDO

c

FRESCO

STRETTO

d

MORBIDO

FORTE

Rifletti e completa. Un cuscino che NON è morbido, è un cuscino ........................................................................................... Un sentiero che NON è largo, è un sentiero ............................................................................................ Un vento che NON soffia forte, è un vento .............................................................................................. Una giornata tiepida NON è una giornata ..................................................................................................

Ora puoi rispondere al quesito B5.

14

Competenze: Individuare una relazione semantica.


C1.

Prova facilitata

1ª Prova

Quale divisione in sillabe NON è corretta?

A. B. C. D.

PE – CO – REL – LA GIO – CO RA – GNA – TE – LA BUS – TA

Rifletti e completa la tabella. PAROLA

DIVISIONE IN SILLABE

tappeto

TAPP – E – TO

stadio

STA – DIO

falegname

FA – LEG – NA – ME

pasta

PA – STA

CORRETTA

NON CORRETTA

Riscrivi correttamente le divisioni in sillabe sbagliate. 1 – .................................................................................................................................... 2 – ....................................................................................................................................

Ora puoi rispondere al quesito C1. Competenze: Conoscere le principali regole ortografiche.

15


1ª Prova

Autovalutazione della 1ª prova Ricordi il titolo della lettura di questa prova?

NO

Se sì, scrivilo sui puntini qua sotto: ...........................................................................................................................................................................................................

Come ti è sembrata la 1a prova? Facile

Non sempre facile

Abbastanza difficile

Difficile

Ora scopri i quesiti che hai sbagliato e la tipologia dei tuoi errori. Osserva la legenda e indica con una X i quesiti errati.

C L

O

leggere e comprendere un testo

ortografia

comprendere il significato di parole ed espressioni

A1

C

B3

C

C1

O

a

b

B4

B1

c

C

a

B2

C b

c

Quanti errori hai commesso?

d

C B5

a

b

c

d

e

L

a

b

c

d

..................

Qual è la tipologia di prove che hai sbagliato più frequentemente? C

16

L

O


2a Prova preliminare di lettura

Per questa prova hai un tempo consigliato di 5 min.

1

Fiore

2

Balcone

3

Cuscino

4

Arancia

5

Cappellino

6

Tavolo

7

Bottone

8

Righello

2ÂŞ Prova

In questa pagina ciascuna parola corrisponde a uno dei disegni a lato. Indica con una X il disegno corretto.

Autovalutazione della prova preliminare di lettura Quanti disegni hai indicato correttamente?

..................

su

8

17


Per questa prova hai un tempo consigliato di 25 min.

2ª Prova

Nella pagina che segue ti verrà chiesto di leggere un racconto. Questo è il titolo del racconto:

STORIA DI UNA MONETA PERDUTA E DI UN PAIO DI PANTALONI SUDICI A1.

I l titolo “Storia di una moneta perduta e di un paio di pantaloni sudici” fa venire in mente qualche domanda.

Leggi i fumetti e indica con una X la domanda (una sola) che ha senso, cioè che è più adatta al titolo.

Qualcuno avrà perso un paio di pantaloni sudici? A. Nella storia ci sarà qualcuno che perde una moneta e indossa dei pantaloni sudici? B.

Chi avrà speso la moneta?

C. Chi avrà trovato la moneta?

D.

18

Competenze: Prevedere il contenuto di un testo semplice in base a un titolo.


Prova B

Prova di livello facile

Introduzione 1 Una volta il Wauga era ritornato da scuola con i pantaloni sudici. 2 Anche le mani erano sudicie. La mamma gli aveva domandato: 3 – Bè, passerotto, che cos’è successo? 4

Se il Wauga avesse detto la verità, avrebbe dovuto raccontare:

5

– Volevo comprarmi una penna rossa. Davanti alla cartoleria ho tirato fuori dalle tasche dei pantaloni una moneta da due euro, ma la moneta mi è caduta dalle mani. È rotolata verso un tombino e ho avuto paura che vi cascasse dentro. Ho rincorso la moneta, e siccome intorno al tombino c’era del fango sono scivolato e caduto. Non ho più ritrovato la moneta!

6 7 8 9 10

12

Il Wauga conosceva una storia molto più bella per giustificare la moneta perduta e i pantaloni sudici.

13

Così raccontò alla mamma:

11

2ª Prova

STORIA DI UNA MONETA PERDUTA E DI UN PAIO DI PANTALONI SUDICI

Svolgimento 14 – Dunque, esco da scuola per venire a casa e mi voglio comprare una 15 penna rossa. Davanti alla cartoleria tolgo dalle tasche dei pantaloni 16 una moneta da due euro. Tengo ben stretta in mano la moneta, 17 ma la moneta non si lascia tenere! Mi scivola tra le dita, si precipita 18 verso terra e s’infila tra le sbarre del tombino su cui stavo. 19

Ho pensato – Che stranezza! È una cosa proprio impossibile!

20

Allora sollevo la grata del tombino e cosa vedo? Là sotto, nella conduttura, ci sta un uomo. Ha in mano un aspirapolvere. Lo tiene sollevato in alto. Quel bel tipo ha risucchiato con l’aspirapolvere la mia moneta nella conduttura! Naturalmente mi calo subito giù e grido: – I miei soldi! O i soldi o la vita! Il tipo prende l’aspirapolvere e scappa. Io lo inseguo! Per tutta la conduttura, fino a una conduttura più larga. Là il tipo salta

21 22 23 24 25 26

19


27 28

2ª Prova

29 30 31 32 33 34

su una barca e scappa remando. Voglio inseguirlo a nuoto, ma nell’acqua delle fogne ci sono migliaia di topi che stridono, fischiano e digrignano i denti. A questo punto ho dovuto lasciar perdere, e appena ho potuto sono risalito. Ecco perché i miei pantaloni sono così sporchi. Non ho neppure la mia penna rossa! E anche i miei due euro sono perduti per sempre! Garantito! È successo proprio così! Lo giuro! Conclusione

35 36

Così il Wauga aveva riferito l’accaduto, ma, chissà perché, la mamma non gli aveva proprio creduto neanche un po’. Adatt. da E. C. Nöstlinger, Il Wauga, Salani

B1.

L a storia è formata da tre parti: introduzione, svolgimento, conclusione. A quale parte della storia si riferisce ciascuna informazione nella tabella? Metti una X per ogni riga di testo.

Fai attenzione ai simboli: I = introduzione, S = svolgimento, C = conclusione I

20

a

La mamma aveva chiamato “passerotto” il Wauga.

b

La mamma non aveva creduto al racconto del Wauga.

c

La disavventura del Wauga era capitata davanti a una cartoleria.

d

Il ladro, dopo aver rubato la moneta, salì su una barca e scappò remando. Competenze: Leggere e comprendere un testo narrativo. Ricostruire il significato globale del testo, integrando più informazioni e concetti.

S

C


ell’espressione “pantaloni sudici”, quale altra parola può N sostituire la parola sottolineata?

A. B. C. D.

B3.

Puliti. Strappati. Sporchi. Vecchi.

ella frase “La mamma gli aveva domandato”, (riga 2) N a chi o a che cosa si riferisce la parola sottolineata?

A. B. C. D.

B4.

2ª Prova

B2.

Prova di livello facile

Alla mamma. Al Wauga. Ai pantaloni. Alle mani.

Completa l’introduzione raccontata in breve.

Il Wauga ritornò da .................................................... con i pantaloni e le mani sudicie. La mamma volle che il bambino raccontasse ciò che era accaduto. In verità, al Wauga era caduta una ............................................. da due euro davanti alla .........................................., dove si era recato per acquistare una .......................................... rossa. La ................................................. era caduta dentro un .................................................. e, nel tentativo di prenderla, il bambino era .................................................. ed era finito nel fango.

Competenze: Comprendere il significato letterale e figurato di parole ed espressioni. Cogliere le relazioni di coesione testuale. Ricostruire una parte del testo, integrando informazioni e concetti.

21


Prova B

2ª Prova

B5.

R ileggi il testo compreso tra la riga 14 e la riga 24. In quale sequenza della narrazione il Wauga inizia a raccontare la sua bugia?

A.

Il Wauga stava per entrare in cartoleria ad acquistare una penna rossa.

B.

La moneta da due euro non si lasciò tenere, rotolò fino al tombino e vi cadde dentro.

C.

Il bambino tolse la grata dal tombino e vide un uomo che teneva sollevato un aspirapolvere.

D.

L’aspirapolvere risucchiò la moneta nella conduttura.

B6.

Q uale altra parola può sostituire il vocabolo “conduttura”?

A. B. C. D.

22

Buco. Sportello. Tubatura. Galleria.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni.


B7.

Prova di livello facile

Rileggi il testo nel riquadro e completa la frase.

2ª Prova

Naturalmente mi calo subito giù e grido: – I miei soldi! O i soldi o la vita! Il segno di punteggiatura sottolineato (due punti) precede

A. B. C. D.

B8.

una spiegazione. un elenco di oggetti. una serie di azioni. le parole pronunciate dal protagonista.

Perché il Wauga non riuscì a inseguire a nuoto il ladro?

A. B. C. D.

B9.

Il Wauga non sapeva nuotare. Il ladro raggiunse troppo rapidamente l’uscita dalle fogne. Nell’acqua delle fogne c’erano molti topi arrabbiati. Nelle fogne non c’era acqua.

Leggi il testo nel riquadro.

Voglio inseguirlo a nuoto, ma nell’acqua delle fogne ci sono migliaia di topi che stridono, fischiano e digrignano i denti.

Quali parole indicano le azioni compiute dai topi?

A. B. C. D.

Inseguirlo, stridono, fischiano, digrignano. Stridono, fischiano, digrignano. Nuoto, acqua, fogne. Migliaia di topi che stridono.

Competenze: Cogliere le relazioni di coesione testuale. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole.

23


Prova B

2ª Prova

B10.

C on quali parole il Wauga avrebbe voluto convincere la mamma che non stava dicendo bugie? (Rileggi dalla riga 32 alla riga 34).

A. B. C. D.

B11.

Non ho neppure la mia penna rossa! E anche i miei due euro sono perduti per sempre! Ecco perché i miei pantaloni sono così sporchi. Garantito! È successo proprio così! Lo giuro!

Perché la mamma non aveva creduto al Wauga?

A.

La mamma non voleva bene al Wauga.

B.

La mamma aveva ascoltato distrattamente il racconto del Wauga.

C.

Nel racconto del bambino accadono fatti impossibili nella realtà.

D.

Tutti i bambini amano raccontare storie fantastiche.

B12.

uali personaggi della storia possono esistere nella realtà? Q (Prima di rispondere rifletti attentamente sulle loro azioni). Metti una X per ogni riga di testo. SÌ

24

a

Il Wauga

b

La mamma

c

L’uomo con l’aspirapolvere

d

I topi nelle fogne

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Ricostruire una parte del testo, integrando informazioni e concetti.

NO


In quale gruppo NON ci sono parole sbagliate?

A. B. C. D.

C2.

Disegno – castagnia – montania Scenografia – prosciutto – scialle Maglione – palia – vaniglia Scienziato – coscienza – scentificamente

el quesito precedente ci sono in tutto quattro parole sbagliate. N Riscrivile di seguito correttamente.

a)

b) ....................................................................................

c)

d) ....................................................................................

C3.

....................................................................................

....................................................................................

Completa la frase con c’era oppure cera.

Una goccia di ................................................ è caduta sulla tovaglia di lino.

C4.

2ª Prova

C1.

Prova di livello facile

Sottolinea la parola corretta nella frase che segue.

Il parco è/e fiorito. Competenze: Conoscere le principali regole ortografiche.

25


Prova C C5.

L eggi il testo nel riquadro, poi rispondi.

2ª Prova

In una città nebbiosa lontana dal mare, viveva un fantasma che abitava una soffitta buia e polverosa. Il fantasma odiava la polvere e il buio. Odiava, perciò, anche la soffitta. La polvere gli provocava un fastidioso pizzicorino al naso. “Etcì, etcì, etcì”. Gli starnuti stordivano il povero fantasma. da D. Rotta, Fantasma Tremolino, La Spiga

Quanti NOMI contiene il testo? Sottolineali prima di rispondere. (Non contare due volte lo stesso nome).

A. B. C. D. C6.

Un praticello è un prato

C7.

piccolo. verde. immaginario. quadrato.

R ifletti e completa la frase.

Se devo acquistare del pane, vado in un negozio chiamato

A. B. C. D.

26

Sette. Dieci. Nove. Otto.

C ompleta la frase.

A. B. C. D.

paniere. panettiere. panetteria. panificio.

Competenze: Riflettere sulle parti del discorso. Riflettere sulla struttura della frase.


Autovalutazione della 2ª prova SÌ

NO

Se sì, scrivilo sui puntini qua sotto: ...........................................................................................................................................................................................................

Come ti è sembrata la 2a prova? Facile

Non sempre facile

Abbastanza difficile

2ª Prova

Ricordi il titolo della lettura di questa prova?

Difficile

Ora scopri i quesiti che hai sbagliato e la tipologia dei tuoi errori. Osserva la legenda e indica con una X i quesiti errati.

C L

leggere e comprendere un testo

comprendere il significato di parole ed espressioni

A1

C

B1

C

B4

C

B5

C

B6

B9

L

B10

C

B11

C1

O

C2

O

C5

M

C6

M

a

a

b

c

b

c

C7

Quanti errori hai commesso?

O M

ortografia

morfosintassi

B2

L

B3

C

L

B7

C

B8

C

C

B12

C

C3

O

d

d

a

b

c

C4

d

O

M

..................

Qual è la tipologia di prove che hai sbagliato più frequentemente? C

L

O

M

27


3a Prova preliminare di lettura

Per questa prova hai un tempo consigliato di 7 min.

3ÂŞ Prova

In questa pagina ciascuna parola corrisponde a uno dei disegni a lato. Indica con una X il disegno corretto.

28

1

Barca

2

Pioggia

3

Pallone

4

Montagna

5

Guanto

6

Telefono

7

Dodici

8

Maniglia


Serpente

10

Tigre

11

Chiodo

12

Finestra

13

Pentola

14

Elefante

15

Conchiglia

16

Specchio

3ÂŞ Prova

9

Autovalutazione della prova preliminare di lettura Quanti disegni hai indicato correttamente?

..................

su

16

29


Prova di livello intermedio

Per questa prova hai un tempo consigliato di 35 min.

3ª Prova

Nella pagina che segue ti verrà chiesto di leggere un racconto. Questo è il titolo del racconto:

30

IL GRANDUCA MIRTILLO A1.

I ndica con una X il disegno che ti fa pensare al titolo.

A.

B.

C.

D.

Competenze: Individuare la rappresentazione del titolo.


Prova B

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

Giannino era il figlio minore di un mercante di tessuti e, purtroppo, anche il più maldestro dei tre fratelli. Mai una volta che riuscisse a tagliare un pezzo di stoffa dritto o a contare il denaro senza farlo cadere! Per questo motivo, i suoi genitori non facevano che rimproverarlo. Un giorno Giannino pestò involontariamente la coda al gatto, il quale balzò sulla testa del fattorino che, per il grande spavento, lasciò cadere un taglio di lino nel fossato. Allora il papà e la mamma si infuriarono talmente che il ragazzo, piangendo disperatamente, andò a nascondersi nel fitto del bosco. I suoi occhi erano così offuscati dalle lacrime che non si accorse che una strana, piccola vettura era andata a impantanarsi proprio davanti ai suoi piedi. Era una carrozza fatta di marzapane! Un attimo dopo, un minuscolo personaggio ne spalancò la portiera esclamando: – Ohibò, che tempaccio fa da queste parti! – Giannino, nell’udire quella voce, si spaventò e arretrò di un passo. L’omino, intanto, era sceso dalla carrozza e stava gridando: – Oh, meno male, è tornato il bel tempo! Dopodichè vide il ragazzo e si presentò: – Sono il Granduca Mirtillo, Principe della Marmellata e Ambasciatore dei Pasticcini! Dimmi un po’, giovanotto, potresti aiutarmi a liberare la mia vettura? – – Io… veramente… – balbettò Giannino. Ma il Granduca Mirtillo, senza dargli ascolto, continuò: – Per ricompensarti farò, senza discutere, tutto ciò che mi domanderai. Giannino si mise a riflettere: – Impacciato come sono, finirò di sicuro con lo spiaccicarmi la carrozza tra le dita! Così, per non vedere la catastrofe, sollevò la piccola vettura a occhi chiusi.

3ª Prova

IL GRANDUCA MIRTILLO

31


Prova di livello intermedio

33 34 35 36 37

3ª Prova

38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53

Il Granduca se ne accorse e, senza farsi udire, mormorò: – Marzapane e confettura, resti intatta la vettura! – Ebbene, quando il ragazzo aprì gli occhi scoprì di avere sistemato la carrozza sulla strada, senza farne cadere una sola briciola! Allora, tutto contento, chiese al Granduca Mirtillo: – Ve ne prego, portatemi con voi! – Il Granduca, senza fare domande, esclamò: – Capiti proprio a fagiolo! Avevo giusto bisogno di un aiutante! – Appena queste parole furono pronunciate, Giannino rimpicciolì fino a raggiungere la misura di Mirtillo. Poi i due montarono sulla carrozza e partirono insieme. Il Granduca Mirtillo andava famoso per i sontuosi banchetti che offriva nel suo palazzo. Le sue torte, soprattutto, erano squisite. Giannino, il suo nuovo aiutante, gli stava sempre alle calcagna. Purtroppo, la prima volta che il ragazzo si caricò sulle spalle una grossa casseruola piena di gelatina di mele cotogne, ne versò così tanta da riempire di impronte il pavimento della cucina. Allora il Granduca Mirtillo, che aveva notato la malefatta, sussurrò: – Mela cotogna, lesta e obbediente torna al tuo posto: nel recipiente! – All’istante, tutta la gelatina versata se ne tornò, buona buona, dentro la casseruola. Adatt. da C. Crovi, Storie di streghe, lupi e dragolupi – Il Granduca Mirtillo, Einaudi Ragazzi

32

Competenze: Leggere e comprendere un testo narrativo.


Prova B B1.

Quanti figli aveva il mercante di tessuti?

Uno. Nel testo non si dice. Tre. Quattro. 3ª Prova

A. B. C. D.

B2.

erché nella storia si dice che Giannino era “maldestro”? P (riga 2)

Giannino A. B. C. D.

B3.

era incapace di usare la mano destra. sentiva male alla mano destra. era poco abile nel fare qualsiasi cosa. aveva paura di tutto.

Quale fu la reazione dei genitori?

A.

I genitori lo rimproveravano continuamente.

B.

I genitori lo incoraggiavano benevolmente a fare meglio.

C.

Non si dice da nessuna parte.

D.

I genitori erano comunque soddisfatti di quello che sapeva fare.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni. Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti.

33


Prova di livello intermedio

3ª Prova

B4.

M etti in ordine le sequenze della storia numerandole da 1 a 4.

..................

Il gatto balzò sulla testa del fattorino.

..................

Giannino pestò la coda al gatto.

..................

Il fattorino lasciò cadere la stoffa.

..................

Il fattorino si spaventò.

B5.

C he cos’è un “taglio di lino”? (riga 8)

A. B. C. D.

B6.

Come reagì il bambino davanti alla collera dei suoi genitori?

Il bambino

A. B. C. D.

34

Un pezzo di stoffa strappata. Un fascio di erba. Un sacchetto di riso. Un pezzo di stoffa sufficiente per confezionare un abito.

prese la stoffa caduta nel fossato. andò a piangere nella sua cameretta. si mise a ridere. andò a rifugiarsi nel bosco.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni. Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti.


Prova B B7.

Che cosa significa l’espressione “nel fitto del bosco”? (riga 10)

Nella parte più vicina del bosco. Nella parte più pericolosa del bosco. Nella parte del bosco dove ci sono tanti alberi e cespugli. In una grotta situata nel bosco. 3ª Prova

A. B. C. D.

B8.

Gli occhi di Giannino erano “offuscati” (riga 11) perché

A. B. C. D.

B9.

stava piangendo. aveva paura del buio. portava gli occhiali. aveva sonno.

Che cosa significa che una “piccola vettura era andata ad impantanarsi proprio davanti ai suoi piedi”? (righe 12 e 13)

A. B. C. D.

Uno strano animale era volato fino ai suoi piedi. Un piccolo mezzo di trasporto procedeva davanti a lui. Una libellula si era posata sui suoi piedi. Un piccolo mezzo di trasporto era bloccato nel fango vicino ai suoi piedi.

Competenze: Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole.

35


Prova di livello intermedio B10.

N el testo si dice che la carrozza era fatta di marzapane (riga 14).

La parola “marzapane” indica

3ª Prova

A. B. C. D.

un tipo di pane che si fa a marzo. una pasta dolce fatta con mandorle, bianco d’uovo e zucchero. una pasta dolce fatta con il pane e lo zucchero. un tipo di metallo molto brillante.

L a tabella contiene alcune informazioni su ciò che accade nel testo. Indica se sono Vere (V) o False (F). Metti una X per ciascuna riga di testo.

B11.

Vero Falso

a

Il personaggio che uscì dalla carrozza era piccolo e magrolino.

b

Giannino scoppiò a ridere nel vedere l’omino scendere dalla carrozza.

c

C’era bel tempo: splendeva il sole e faceva caldo.

d

Il personaggio sceso dalla carrozza si presentò al bambino.

B12.

36

on quale titolo nobiliare si presentò il personaggio sceso dalla C carrozza?

Si presentò con il titolo di .......................................................................................................... Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni. Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti.


Prova B B13.

Leggi la frase nel riquadro.

– Io… veramente… – balbettò Giannino. Ma il Granduca Mirtillo, senza dargli ascolto, continuò…

A. B. C. D.

B14.

A se stesso. A Giannino. Alla carrozza. Ai mirtilli.

3ª Prova

A chi, o a che cosa, si riferisce la parte sottolineata?

he cosa chiese il Granduca a Giannino appena sceso C dalla carrozza?

Il Granduca chiese

A. B. C. D.

B15.

di aiutarlo a spostare la carrozza. di aiutarlo a scaricare della merce dalla carrozza. di seguirlo in un viaggio. di ascoltarlo mentre raccontava una storia.

Perché Giannino riuscì nell’impresa di sollevare e spostare la carrozza?

A. B. C. D.

Il Granduca fece una magia per aiutarlo. Giannino mangiò dei pasticcini magici molto energetici. La carrozza, in realtà, non era impantanata. Il bambino divenne improvvisamente abile nelle attività pratiche.

Competenze: Cogliere le relazioni di coesione testuale. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

37


Prova di livello intermedio B16.

3ª Prova

C osa significa l’espressione “Capiti proprio a fagiolo!”? (riga 40)

Si dice quando qualcuno

A. B. C. D.

arriva giusto giusto per raccogliere i fagioli dall’orto. arriva nel momento giusto, all’occorrenza. arriva nel momento sbagliato. arriva improvvisamente.

Q uale cambiamento avvenne in Giannino?

B17.

A. B. C. D.

B18.

Divenne piccolo come il Granduca Mirtillo. Si trasformò in un omino di pandizucchero. Divenne piccolo come un mirtillo. Non cambiò per nulla.

I ndica nella tabella solamente le informazioni contenute nel testo (dalla riga 41 alla riga 53). Metti una X per ciascuna riga di testo. Vero Falso

38

a

Al palazzo del Granduca Mirtillo si tenevano sontuosi banchetti.

b

Le torte che il Granduca offriva agli ospiti avevano un gusto sgradevole.

c

Giannino lavorava a palazzo e seguiva sempre il Granduca.

d

Il bambino non combinò mai più guai. Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole. Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti.


Prova B B19.

Rileggi il testo nel riquadro.

Collega con una freccia ciascuna delle parole sottolineate con la corrispondente spiegazione.

B20.

a-

malefatta

b-

mela cotogna

3ª Prova

Allora il Granduca Mirtillo, che aveva notato la malefatta, sussurrò: – Mela cotogna, lesta e obbediente torna al tuo posto: nel recipiente!

svelta

un tipo di frutto

c-

lesta

contenitore

d-

recipiente

errore

La storia che hai letto è

A. B. C. D.

una fiaba. una favola. una storia realmente accaduta. una storia che fa paura.

Competenze: Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole. Sviluppare un’interpretazione del testo, a partire dal suo contenuto.

39


Prova C C1.

Prova di livello intermedio

L eggi il testo nel riquadro.

Giulio va in biblioteca osserva i titoli dei libri ne prende uno illustrato si siede e comincia a leggere

3ÂŞ Prova

a - Inserisci la punteggiatura mancante direttamente nel testo. b-Q uante virgole hai inserito? ..........................................................................................

C2.

Osserva il disegno.

Quale frase esprime correttamente l’immagine?

A. B. C. D.

40

Il bambino legge perchĂŠ il cane dorme. Il bambino legge infatti il cane dorme. Il bambino legge quindi il cane dorme. Il bambino legge mentre il cane dorme.

Competenze: Riconoscere le principali regole ortografiche. Riflettere sulla struttura della frase.


Prova C

I ndica nella tabella le parole che possono avere più di un significato. SÌ

C4.

a

Coda

b

Lettera

c

Pianta

d

Foglio

NO

3ª Prova

C3.

tilizzando la parola CODA (Quesito C3 - tabella), scrivi DUE U frasi con significato differente.

a-P RIMA FRASE: ................................................................................................................................. ...........................................................................................................................................................................

b - SECONDA FRASE: ........................................................................................................................ ...........................................................................................................................................................................

C5.

Riordina le parole e scrivi la frase sui puntini.

del parco.

lungo la pista

La bambina

corre

sui pattini

............................................................................................................................................................................................... Competenze: Riflettere sulle regole semantiche. Riflettere sulla struttura della lingua.

41


Prova di livello intermedio

I ndica nella tabella se le parole sottolineate sono scritte correttamente. Metti una X per ciascuna riga di testo.

C6.

3ª Prova

non corretto corretto

C7.

42

a

Giorgio porta sempre con se suo fratello.

b

Andrea ha preso per sé il giocattolo più bello.

c

Mettiti li che ti scatto una foto!

d

Sono arrivati gli zii. Lì faccio accomodare in salotto?

e

La mucca ci dà il latte.

f

Vado dà Giulia a giocare.

Correggi e riscrivi le frasi sbagliate del quesito C6.

a)

b) ...........................................................................................................................................................................

c)

d) ...........................................................................................................................................................................

...........................................................................................................................................................................

...........................................................................................................................................................................

Competenze: Conoscere le principali regole ortografiche.


Prova C

Osserva le vignette.

3ª Prova

C8.

Trascrivi nelle nuvolette i seguenti discorsi diretti.

a - “Scrivo una lettera a mio marito” dice Anna. b-“ Ciao mamma! Ci vediamo più tardi!” dice Giulia. c - “Questo libro è fantastico!” pensa il bambino. d-“ Questo biglietto è per Greta… oggi è il suo compleanno” pensa Renzo.

Competenze: Riflettere sulla struttura della frase.

43


Autovalutazione della 3ª prova Ricordi il titolo della lettura di questa prova?

NO

Se sì, scrivilo sui puntini qua sotto: ...........................................................................................................................................................................................................

3ª Prova

Come ti è sembrata la 5a prova? Facile

Non sempre facile

Abbastanza difficile

Difficile

Ora scopri i quesiti che hai sbagliato e la tipologia dei tuoi errori. Osserva la legenda e indica con una X i quesiti errati.

C L

O M

leggere e comprendere un testo

comprendere il significato di parole ed espressioni

ortografia

morfosintassi

A1

C

B1

C

B2

L

B3

C

B4

C

B6

C

B7

L

B8

L

B9

C

B10

L

B11

C

B14

C

B16

L

B19

L

a

b

c

d

B20

C

C3

M

a

b

c

d

C4

M

a

b

C8

M

a

b

a

b

c

B17

B18

C

C1

a

O C5

c

B12

d

M

B13

C C

a

b

C2

b

C6

O

C c

d

M a

b

c

d

e

C7

f

B5

L

B15

C

O

a

b

d

Quanti errori hai commesso?

..................

Qual è la tipologia di prove che hai sbagliato più frequentemente? C

44

L

O

M

c

d


4a Prova preliminare di lettura

Per questa prova hai un tempo consigliato di 10 min.

1

Castello

2

Panino

3

Carrozza

4

Elicottero

5

Mucche

6

Lavagna

7

Bottiglia

8

Canguro

4ÂŞ Prova

In questa pagina ciascuna parola corrisponde a uno dei disegni a lato. Indica con una X il disegno corretto.

d

45


4ÂŞ Prova

9

Tromba

10

Strada

11

Pesche

12

Valigia

13

Tovaglia

14

Bicchieri

15

Ciabatte

16

Faro

Autovalutazione della prova preliminare di lettura Quanti disegni hai indicato correttamente?

..................

su

16


Per questa prova hai un tempo consigliato di 45 min.

Prova A

Nella pagina che segue ti verrà chiesto di leggere un racconto. Questo è il titolo del racconto:

A1.

Q uale sarà la principale caratteristica di questa bambina a giudicare dal titolo?

Le piacerà da matti mangiare l’insalata.

4ª Prova

UNA BAMBINA DI NOME LUMACA

A.

Sarà lenta nei movimenti e molto tranquilla. B.

Amerà poco giocare con gli altri bambini. C.

Sarà una bambina molto ma molto infelice. D. Competenze: Prevedere il contenuto di un testo semplice in base al titolo.

47


Prova B

Prova di livello alto

UNA BAMBINA DI NOME LUMACA 1 2 3 4 5 6 7 8 9

4ª Prova

10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

48

Di correre proprio non era capace. Per la verità era lenta in tutto: lenta a mangiare, lenta a scrivere, lenta a vestirsi. Però non si poteva dire che non sapesse fare tutte queste cose: anche se ci metteva più tempo degli altri, faceva tutto. Ma correre no, proprio non lo sapeva fare. Naturalmente la chiamavano Lumaca. Ci aveva fatto l’abitudine a quel nome, e non si arrabbiava più. Ogni tanto capitava che qualcuno, magari per sbaglio, le dicesse una frase che poteva sembrare anche una presa in giro, ma non lo facevano apposta. Capitava per esempio che la mamma le chiedesse di andare a comprare il pane: – Fai una corsa in panetteria – diceva. E piano piano Lumaca scendeva le scale; piano piano arrivava dal panettiere; piano piano ritornava a casa. – Ma quanto ci hai messo! – diceva la mamma. – Sei proprio una lumachina. Eh già, il fatto è che Lumaca era davvero troppo grassa per correre. Grassa di gambe, grassa di braccia, e non parliamo poi del sedere: tutta quella ciccia era difficile da muovere velocemente. Anzi, era difficile da muovere in qualunque modo. Sicché era già contenta che la chiamassero lumaca e non cicciona o cicciabomba o palladilardo o roba del genere, come qualche volta era capitato a scuola. La maestra un giorno l’aveva detto chiaramente: – Non si prendono in giro le persone per come sono fatte. Nessuno sceglie di essere alto o basso, magro o grasso, biondo o bruno. Nessuno sceglie di portare gli occhiali o no, di avere gli occhi azzurri o castani, il naso a punta o a patata. Era stato un bel discorso. Specialmente la parte sul naso aveva divertito tutti. E comunque da quella volta non capitava più che la chiamassero cicciona o palladilardo o cicciabomba: solo lumaca, ma per quello nemmeno la maestra poteva farci niente.


33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59

Finché il Luna Park non cambiò la sua vita. Il giorno che montarono il Luna Park in città, il papà la portò sulle montagne russe, e sulla ruota, e pure al tirassegno: fu un grande divertimento e tornarono a casa con un sacchettino pieno d’acqua. In mezzo all’acqua c’era una tartarughina verde, di quelle piccole. Questa era così piccola che si faceva fatica a vederla: l’avevano vinta lanciando le palline da ping pong dentro i vasetti di vetro. Appena a casa misero la tartaruga in una vaschetta di plastica. La bambina guardava la tartaruga che nuotava in ogni direzione e pensava: – Deve essere meraviglioso nuotare così, molto più bello che correre... Lumaca una vera vacanza al mare non l’aveva mai fatta. Però una sera, la mamma disse: – E va bene, vuol dire che quest’anno si cercherà di passare qualche giorno al mare! Appena Lumaca entrò nel mare si sentì diversa: non aveva più peso, era come se il suo corpo avesse perduto tutto il contorno. Quella forma goffa e pesante e lenta non c’era più. Le braccia e le gambe si muovevano leggere, senza nessuna fatica. Lumaca scivolava via sott’acqua, emergeva, si voltava e cambiava direzione, si rigirava sul dorso, tornava sotto. Era velocissima, avanti e indietro, su e giù senza sosta, senza bisogno mai di riprendere fiato. Lumaca! Lumaca! La chiamavano dalla riva. Lumachina torna indietro! Ma ormai chi la fermava più.

4ª Prova

Prova B

Adatt. da G. Quarzo, Talpa lumaca pesciolino, Fatatrac ed.

Competenze: Leggere e comprendere un testo narrativo.

49


Prova di livello alto B1.

Q ual era l’unica cosa che la bambina proprio NON sapeva fare?

A. B. C. D.

4ª Prova

B2.

Mangiare. Correre. Scrivere. Vestirsi.

G ià nelle prime righe di testo si dice che Lumaca

A. B. C. D.

B3.

era pigra. era capricciosa. era disubbidiente. era lenta.

Leggi il testo nel riquadro.

Per la verità era lenta in tutto: lenta a mangiare, lenta a scrivere, lenta a vestirsi. A che cosa serve il segno di punteggiatura sottolineato?

A. B. C. D.

50

Introduce le parole della mamma. Introduce l’elenco dei comportamenti della bambina. Introduce le parole della bambina. Introduce una spiegazione data dallo scrittore.

Competenze: Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Cogliere le relazioni di coesione testuale.


Prova B B4.

P erché la bambina non si arrabbiava quando la chiamavano Lumaca? Completa la frase scegliendo la parola giusta tra quelle elencate di seguito.

ANTIPATICO • FACILE • SIMPATICO • OFFENSIVO “Lumaca” era un nomignolo ....................................................... , a cui la bambina si era abituata.

Rileggi il testo dalla riga 10 alla riga 14.

a - Che cosa aveva detto, per sbaglio, la mamma rivolgendosi a Lumaca?

4ª Prova

B5.

La mamma aveva detto a Lumaca A. B. C. D.

di andare a comperare il pane. di andare in panetteria. di correre a comperare il pane. di andare piano piano dal panettiere.

b - Che cosa faceva, piano piano, Lumaca per accontentare la mamma? Completa le frasi.

Piano piano Lumaca ................................. le scale, .................................... dal panettiere, ............................................ a casa. c - Lumaca era lenta ma era anche

A. B. C. D.

allegra. ubbidiente. furba. dispettosa.

Competenze: Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole. Individuare informazioni date espicitamente nel testo.

51


4ª Prova

Prova di livello alto B6.

S crivi nel fumetto il “dolce” rimprovero della mamma quando Lumaca tornava dal panettiere.

B7.

I n realtà, anche se Lumaca avesse voluto correre, che cosa glielo avrebbe impedito?

La bambina era

A. B. C. D. B8.

ammalata. troppo magra. troppo grassa. piccola di statura.

Leggi il testo nel riquadro.

...tutta quella ciccia era difficile da muovere velocemente. Anzi, era difficile da muovere in qualunque modo...

52

Con quali altre parole puoi dire la stessa cosa?

A.

Lumaca pesava troppo, faceva fatica non solo a correre ma anche a muoversi normalmente.

B.

Lumaca era debole e malaticcia.

C.

Lumaca non riusciva proprio a muoversi, figurarsi a correre.

D.

Lumaca correva velocemente portandosi dietro tutta la sua ciccia.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti.


Prova B

Q uali altri nomignoli (questa volta offensivi) si era sentita talvolta rivolgere la bambina? Scrivili nelle caselle.

............................................

B10.

............................................

............................................

R ileggi il discorso della maestra dalla riga 25 alla riga 28. Indica se le informazioni nella tabella sono Vere (V) o False (F). Metti una X per ogni riga di testo.

La maestra dice che… a

Non c’è niente di male a prendere in giro le persone per il loro aspetto fisico.

b

Si può scegliere di essere alti o bassi.

c

Non si può scegliere di portare gli occhiali.

d

Non si può decidere di avere il naso a patata.

B11.

4ª Prova

B9.

Vero Falso

Che cosa cambiò la vita di Lumaca? Completa la frase.

A cambiare la vita di Lumaca fu ..................................................................................................... . Competenze: Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni date nel testo. Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo.

53


Prova di livello alto B12.

Rileggi la parte di testo.

Il giorno che montarono il Luna Park in città, il papà la portò sulle montagne russe, e sulla ruota, e pure al tirassegno: fu un grande divertimento e tornarono a casa con un sacchettino pieno d’acqua.

4ª Prova

Quale vignetta rappresenta meglio ciò che hai appena letto?

54

A.

B.

C.

D.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.


Prova B

Che cosa c’era nel sacchettino? Indica il disegno corrispondente.

A.

B14.

B.

C.

D.

Rifletti e rispondi.

a-T ra gli animali raffigurati nel Quesito B13., quali non potrebbero essere trasportati in un sacchettino pieno d’acqua?

1)

...........................................................................................................................................................................

2)

...........................................................................................................................................................................

4ª Prova

B13.

b - Perché? ..............................................................................................................................................

B15.

Che cos’è il ping pong? (riga 39)

A. B. C. D.

Un gioco di società. Un attrezzo da cucina. Un tipo di canna da pesca. Uno sport.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo. Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra le parole.

55


Prova di livello alto B16.

C he cosa pensò Lumaca osservando il suo animaletto nuotare nella vaschetta?

Lumaca pensò che

A. B. C. D.

4ª Prova

B17.

correre è molto meglio che nuotare. nuotare è noioso. nuotare è molto meglio che correre. nuotare è divertente ma correre lo è di più.

O sserva i disegni.

In quale luogo di villeggiatura la mamma aveva promesso di portare Lumaca?

A. B18.

B.

C.

D.

Rileggi il testo nel riquadro.

Appena Lumaca entrò in acqua si sentì diversa: non aveva più peso, era come se il suo corpo avesse perduto tutto il contorno. Quale segno di punteggiatura precede la spiegazione del perché Lumaca si sentì diversa in acqua?

A. B.

56

Punto fermo. C. Due punti. D.

Nessun segno di punteggiatura. Virgola.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Sviluppare un’interpretazione del testo, a partire dal suo contenuto.


é

ura.

Prova B

Q uale altra parola puoi usare al posto della parola “emergeva”? (riga 53)

A. B. C. D.

B20.

Si tuffava. Si alzava. Veniva fuori dall’acqua. Si stendeva.

Q uale cambiamento avveniva in Lumaca immersa nell’acqua del mare?

Lumaca

A. B. C. D.

B21.

diventava ancora più pesante. si muoveva facilmente. dimagriva velocemente. non avvertiva alcun cambiamento.

4ª Prova

B19.

Rileggi la parte di testo.

Lumaca scivolava via sott’acqua, emergeva, si voltava e cambiava direzione, si rigirava sul dorso, tornava sotto. a - Sottolinea le azioni compiute da Lumaca nell’acqua. b-Q uante sono le azioni?

A. B. C. D.

Cinque. Quattro. Sette. Sei.

Competenze: Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole e riconoscere le relazioni tra parole. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

57


Prova di livello alto

Q uale immagine conclude il racconto?

4ª Prova

B22.

B23.

B.

C.

D.

ifletti sull’intero racconto. Che tipo di storia è quella che R hai letto?

A. B. C. D.

58

A.

Una storia fantastica. Una storia avventurosa. Una storia che potrebbe accadere veramente. Una fiaba.

Competenze: Ricostruire il significato globale del testo, integrando più informazioni e concetti. Sviluppare un’interpretazione del testo, a partire dal suo contenuto.


Prova C C1.

Leggi le parole nel riquadro.

albicocca • melanzana • arancia • ciliegia • pera a-Q uale parola non c’entra con le altre? Sottolineala.

A. B. C. D.

C2.

Perché è una parola-aggettivo. Perché è un frutto. Perché è un ortaggio. Perché è una parola-articolo.

4ª Prova

b - Perché la parola che hai sottolineato non c’entra con le altre?

uale parola va inserita al posto dei puntini per completare Q la frase?

La mia cameretta ............. le pareti multicolori.

A. B. C. D.

C3.

ha ah à a

Una di queste parole è scritta in modo sbagliato. Quale?

A. B. C. D.

Miniolo. Scogliera. Niente. Italiano.

Competenze: Riflettere sulle regole semantiche. Riflettere sulle principali regole ortografiche.

59


Prova di livello alto

4ª Prova

C4.

C5.

C ollega con una freccia ogni parola della colonna A a una parola della colonna B, in modo da formare frasi con un senso. Colonna A

Colonna B

a

Il serpente

muggisce.

b

Il leone

gracida.

c

La rana

squittisce.

d

La mucca

ruggisce.

e

Il topo

sibila.

Q ual è l’esatta divisione in sillabe della parola “astuccio”?

A. B. C. D.

C6.

As – tuc – cio. Astuc – cio. As – tucc – io. A – stuc – cio.

Leggi la frase nel riquadro.

Giulia mette i suoi giocattoli in uno scatolone: le costruzioni i dadi la lavagna animata la scimmia di pezza. Quale segno di punteggiatura va scritto nei quadratini?

A. B. C. D.

60

Il punto fermo. La virgola. Il punto e virgola. I due punti.

Competenze: Riflettere sulla struttura della frase. Riflettere sulle principali regole ortografiche.


Prova C C7.

ella tabella ci sono delle coppie di parole. In alcune coppie N le parole vogliono dire la stessa cosa, in altre coppie le parole vogliono dire il contrario. Indica se le parole di ciascuna coppia sono uguali o hanno significato contrario. Metti una X per ciascuna riga di testo.

Le due parole hanno significato

C8.

a

sedersi – alzarsi

b

veloce – svelto

c

lontano – vicino

d

chiacchierare – conversare

e

bravo – diligente

f

lungo – corto

g

testa – capo

h

gioia – felicità

Contrario

4ª Prova

Uguale

Nella frase “Vuoi che ti saluti Giulia? La vedo stasera!”, la parola sottolineata sostituisce

A. B. C. D.

stasera. Giulia. vuoi. vedo.

Competenze: Riflettere sulle regole semantiche. Cogliere le relazioni di coesione testuale.

61


Autovalutazione della 4ª prova Ricordi il titolo della lettura di questa prova?

NO

Se sì, scrivilo sui puntini qua sotto: ...........................................................................................................................................................................................................

Come ti è sembrata la 5a prova? Facile

Non sempre facile

Abbastanza difficile

Difficile

Ora scopri i quesiti che hai sbagliato e la tipologia dei tuoi errori.

4ª Prova

Osserva la legenda e indica con una X i quesiti errati.

C L

O M

leggere e comprendere un testo

comprendere il significato di parole ed espressioni

A1

C

B1

B5

C

a

b

c

B10

C

a

b

c

B14

C

a

b

B19

L

C1

M

C5

O

a

B6

B15 C

b

C2 O

B7

B11

B21

B12

C

C3

O C7

Quanti errori hai commesso?

C

M

a

C

B8

C

B16

L

morfosintassi

B3

C

C

d

B20

C6

B2

C

ortografia

C a

b

b

C

c

d

L

B9

L

B13

C

B17

C

B18

C

B22

C

B23

C

C4

O

C

B4

e

f

M

a

g

h

b

c

C8

d

e

M

..................

Qual è la tipologia di prove che hai sbagliato più frequentemente? C

62

L

O

M


5a Prova preliminare di lettura

Per questa prova hai un tempo consigliato di 10 min.

1

Casa

2

Pantaloni

3

Pagliaccio

4

Banana

5

Automobile

6

Slitta

7

Pane

8

Martello

5ÂŞ Prova

In questa pagina ciascuna parola corrisponde a uno dei disegni a lato. Indica con una X il disegno corretto.

63


5ÂŞ Prova

64

9

Girasole

10

Rosa

11

Luna

12

Gomitolo

13

Ragno

14

Giostra

15

Cubo

16

Sciarpa


17

Tenda

18

Amaca

19

Lavastoviglie

20

Racchetta

21

Fuoco

22

Davanzale

23

Tappeto

24

Spalla

Prova finale

5ÂŞ Prova

65


5ÂŞ Prova

66

25

Cucchiaio

26

Pipistrello

27

Api

28

Postino

29

Salvagente

30

Istrice

31

Aquilone

32

Materasso


Balena

34

Saliera

35

Cintura

36

Rettangolo

37

Letto

38

Scala

39

Giacca

40

Zaino

5ÂŞ Prova

33

Prova finale

Autovalutazione della prova preliminare di lettura Quanti disegni hai indicato correttamente?

..................

su

40

67


Prova finale

Per questa prova hai un tempo consigliato di 60 min.

NON GIRARE LA PAGINA FINCHÉ NON TI SARÀ DETTO DI FARLO Nella pagina che segue ti verrà chiesto di leggere un racconto. Questo è il titolo del racconto:

IL GIOVANE GAMBERO CAMMINA IN AVANTI A1.

Il titolo “IL GIOVANE GAMBERO” ti fa pensare a

un animale nato da poco. un personaggio dei fumetti. un animale aggressivo e pericoloso. un ragazzo.

5ª Prova

A. B. C. D.

A2.

C he cosa potrebbe dire il “giovane gambero che cammina in avanti”?

Che fatica!

Ma dove vado?!?

A.

Voglio essere diverso da tutti gli altri gamberi!

B.

Voglio camminare come tutti gli altri gamberi!

C.

68

Competenze: Prevedere il contenuto di un testo semplice in base al titolo.

D.


Prova B

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32

Un giovane gambero pensò: – Perché nella mia famiglia tutti camminano all’indietro? Voglio imparare a camminare in avanti, come le rane, e mi caschi la coda se non ci riesco. Cominciò ad esercitarsi di nascosto, tra i sassi del ruscello natio, e i primi giorni l’impresa gli costava moltissima fatica. Urtava dappertutto, si ammaccava la corazza e si schiacciava una zampa con l’altra. Ma un po’ alla volta le cose andarono meglio, perché tutto si può imparare, se si vuole. Quando fu ben sicuro di sé, si presentò alla sua famiglia e disse: – State a vedere. E fece una magnifica corsetta in avanti. – Figlio mio, – scoppiò a piangere la madre – ti ha dato di volta il cervello? Torna in te, cammina come tuo padre e tua madre ti hanno insegnato, cammina come i tuoi fratelli che ti vogliono tanto bene. I suoi fratelli però non facevano che sghignazzare. Il padre lo stette a guardare severamente per un pezzo, poi disse: – Basta così. Se vuoi restare con noi, cammina come gli altri gamberi. Se vuoi fare di testa tua, il ruscello è grande: vattene e non tornare più indietro. Il bravo gamberetto voleva bene ai suoi, ma era troppo sicuro di essere nel giusto per avere dei dubbi: abbracciò la madre, salutò il padre e i fratelli e si avviò per il mondo. Il suo passaggio destò subito la sorpresa di un crocchio di rane che da brave comari si erano radunate a far quattro chiacchiere intorno a una foglia di ninfea. – Il mondo va a rovescio, – disse una rana – guardate quel gambero e datemi torto, se potete. – Non c’è più rispetto – disse un’altra rana. – Ohibò, ohibò – disse una terza.

5ª Prova

IL GIOVANE GAMBERO CAMMINA IN AVANTI

69


Prova finale

33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45

5ª Prova

46 47 48 49 50 51 52 53

Ma il gamberetto proseguì diritto, è proprio il caso di dirlo, per la sua strada. A un certo punto si sentì chiamare da un vecchio gamberone dall’espressione malinconica che se ne stava tutto solo accanto a un sasso. – Buongiorno – disse il giovane gambero. Il vecchio lo osservò a lungo, poi disse: – Cosa credi di fare? Anch’io, quando ero giovane, pensavo di insegnare ai gamberi a camminare in avanti. Ed ecco che cosa ci ho guadagnato: vivo tutto solo, e la gente si mozzerebbe la lingua piuttosto che rivolgermi la parola. Finché sei in tempo, da’ retta a me: rassegnati a fare come gli altri e un giorno mi ringrazierai del consiglio. Il giovane gambero non sapeva cosa rispondere e stette zitto. Ma dentro di sé pensava: – Ho ragione io. E salutato gentilmente il vecchio riprese fieramente il suo cammino. Andrà lontano? Farà fortuna? Raddrizzerà tutte le cose storte di questo mondo? Noi non lo sappiamo, perché sta ancora marciando con il coraggio e la decisione del primo giorno. Possiamo solo augurargli, di tutto cuore: – Buon viaggio! da G. Rodari, Favole al telefono, Emme edizioni

70

Competenze: Leggere e comprendere un testo narrativo.


Prova B B1.

I n quale riquadro le informazioni che si riferiscono al gambero del racconto sono tutte esatte?

Voleva imparare a camminare in avanti. I suoi genitori non erano d’accordo con lui e lo cacciarono dal ruscello. Non ascoltò i consigli di un vecchio gambero. Sta ancora girando il mondo camminando in avanti.

Voleva imparare a camminare all’indietro. I suoi genitori non erano d’accordo con lui e lo cacciarono dal ruscello. Ascoltò i consigli di un vecchio gambero. È tornato a casa dai suoi genitori. B.

5ª Prova

A.

Voleva imparare a camminare all’indietro. I suoi genitori erano d’accordo con lui. Ascoltò i consigli di un vecchio gambero. È tornato a casa dai suoi genitori. C. Voleva imparare a camminare all’indietro. I suoi genitori non erano d’accordo con lui ma gli permisero di continuare a vivere nel ruscello. D. Competenze: Ricostruire il significato globale del testo, integrando più informazioni e concetti.

71


Prova finale B2.

I l giovane gambero è seriamente intenzionato a imparare a camminare in avanti. Quali parole pronuncia per dimostrare la sua forza di volontà?

A. B. C. D.

5ª Prova

B3.

Dove abita. Asciutto. In piena. Dove è nato.

A quale “impresa” si riferisce lo scrittore? (riga 6)

A. B. C. D.

72

“Perché nella mia famiglia tutti camminano all’indietro?”. “Voglio imparare a camminare in avanti…”. “…come le rane…”. “…e mi caschi la coda se non ci riesco”.

N ella frase “tra i sassi del ruscello natio” (righe 5 e 6), che cosa significa la parola sottolineata?

A. B. C. D.

B4.

Il gambero che nuota nel ruscello. Il gambero che faticosamente impara a camminare in avanti. Il gambero che si muove tra i sassi del ruscello. Il gambero che deve sempre nascondersi.

Competenze: Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo. Cogliere le relazioni di coesione testuale.


Prova B B5.

erché il gambero si esercita di nascosto? Indica con una X la P risposta che potrebbe dare.

Voglio fare una sorpresa ai miei genitori e ai miei amici. A.

5ª Prova

I miei genitori non lo devono sapere! Se mi scoprono sono guai. B.

Finché non sarò capace mi nasconderò! Non voglio fare brutte figure! C.

Se gli amici scoprono che mi sto allenando, faranno di tutto per distrarmi! D. Competenze: Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione implicita da una o più informazioni date nel testo.

73


Prova finale B6.

R ileggi il testo nel riquadro.

Urtava dappertutto, si ammaccava la corazza e si schiacciava una zampa con l’altra.

a - Quante sono le PAROLE-VERBO nel testo?

5ª Prova

A. B. C. D.

Due. Quattro. Tre. Una sola.

b-E lencale di seguito: ................................................................................................................. ....................................................................................................................................................................

B7.

on quali parole lo scrittore vuole dare un insegnamento al C lettore?

A. B. C. D.

74

“Ma un po’ alla volta le cose andarono meglio”. “...e si schiacciava una zampa con l’altra”. “…si ammaccava la corazza”. “....perché tutto si può imparare, se si vuole”.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.


Prova B B8.

Rileggi il testo nel riquadro.

Quando fu ben sicuro di sé, si presentò alla sua famiglia e disse: – State a vedere. E fece una magnifica corsetta in avanti. Come si sentiva il giovane gambero?

B9.

Era spaventato all’idea di essere rimproverato dai genitori. Era preoccupato perché non sapeva correre in avanti. Era malinconico. Era orgoglioso di essere riuscito nella sua impresa.

Quale fu la reazione della madre?

La madre

A. B. C. D.

B10.

gli diede qualche consiglio. scoppiò a piangere pregandolo di abbandonare la sua idea. si arrabbiò moltissimo e lo minacciò. lo allontanò dal ruscello.

5ª Prova

A. B. C. D.

Che cosa significa l’espressione “ti ha dato di volta il cervello”? (righe 14 e 15)

A. B. C. D.

“Hai mal di testa?”. “Non ti ricordi?”. “Vuoi prendermi in giro?”. “Sei diventato matto?”.

Competenze: Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

75


Prova finale

ella tabella ci sono alcune informazioni. N Indica se sono Vere (V) o False (F). Metti una X per ciascuna riga di testo.

B11.

Vero Falso

I fratelli del giovane gambero si prendevano gioco di lui e della madre sghignazzando continuamente.

b

Il padre non ascoltò le parole del gamberetto perdendo subito la pazienza.

c

Il giovane gambero dovette lasciare il luogo dove aveva vissuto dalla nascita.

d

Il gambero non partì subito perché amava la sua famiglia.

5ª Prova

a

B12.

Che cos’è un “crocchio” di rane? (riga 26)

La parola “crocchio” nella storia indica

A. B. C. D.

76

un gruppo di rane che “parlano” tra di loro. due rane che dialogano. il luogo dove vivono le rane. una magia preparata dalle rane.

Competenze: Comprendere il significato, letterale e figurato, di parole ed espressioni e riconoscere le relazioni tra parole. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.


Prova B B13.

Q uale altra espressione ci dice che le rane stanno parlando tra di loro?

Nel libro le rane vengono chiamate ........................................................................................... .

C hi distrae il gamberetto dal suo cammino?

A. B. C. D.

B15.

Una rana gracidante. La madre. Un vecchio gambero. I fratelli.

5ÂŞ Prova

B14.

Quale stato d’animo è evidente nel vecchio gamberone?

Il vecchio gamberone era

A. B. C. D.

allegro. socievole. malinconico. timido.

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

77


Prova finale B16.

N ella frase “Ma il gamberetto proseguì diritto, è proprio il caso di dirlo, per la sua strada”, a quale parte del racconto si riferisce la parola sottolineata?

5ª Prova

A. B. C. D.

B17.

...per la sua strada. Il gamberetto proseguì diritto. Non si riferisce ad alcuna parte. ...è proprio il caso...

Leggi la parte di testo nel riquadro.

Il vecchio lo osservò a lungo, poi disse: – Cosa credi di fare? Anch’io, quando ero giovane, pensavo di insegnare ai gamberi a camminare in avanti.

78

Queste parole ci fanno capire che il vecchio gambero

A.

aveva fallito nel tentativo di insegnare ai giovani gamberi a camminare.

B.

era soddisfatto dei risultati educativi ottenuti.

C.

era invidioso della volontà del giovane gambero.

D.

era stanco e deluso.

Competenze: Ricostruire il significato di una parte più o meno estesa del testo, integrando più informazioni e concetti. Fare un’inferenza diretta, ricavando un’informazione da una o più informazioni date nel testo.


Prova B B18.

ual è la conseguenza della scelta del vecchio Q gambero?

Il gambero ............................................................................................................................................... .........................................................................................................................................................................

ella frase “Ed ecco che cosa ci ho guadagnato: vivo tutto solo, N e la gente si mozzerebbe la lingua piuttosto che rivolgermi la parola”, a che cosa servono i due punti sottolineati?

A.

Spiegano meglio ciò che viene detto nella frase precedente.

B.

Introducono un elenco di oggetti.

C.

Introducono il discorso indiretto.

5ª Prova

B19.

.

D. Spiegano meglio ciò che viene detto nella frase successiva.

B20.

Quale decisione finale prende il giovane gambero?

Il giovane gambero

A. B. C. D.

torna indietro. continua per la sua strada. si nasconde. ritorna a casa sua.

Competenze: Sviluppare un’interpretazione del testo, a partire dal suo contenuto. Cogliere le relazioni di coesione testuale. Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.

79


Prova finale B21.

Il giovane gambero marcia lungo le strade del mondo avendo nella mente un ideale molto importante. Quale? Indica con una X l’ideale del gambero.

GENEROSITÀ A.

5ª Prova

LIBERTÀ B.

FELICITÀ C.

BELLEZZA D.

80

Competenze: Individuare informazioni date esplicitamente nel testo.


Prova C

Riordina i pezzi delle frasi numerando da 1 a 4.

C1.

della piazza

zampilla

dalla fontana

L’acqua

una lettera

Rita

scrive

con il computer

La strada

è ripida

di montagna

e pericolosa

ho

Nelle tasche

delle monete

della giacca

a)

5ÂŞ Prova

b)

c)

d)

Competenze: Riflettere sulla struttura della frase.

81


Prova finale C2.

I n quale gruppo tutti i NOMI sono stati modificati? Indicalo con una X.

A. B. C. D.

5ª Prova

C3.

Vento, venticello, scarpona. Bambolina, borsona, libraccio. Tempaccio, strada, orticello. Matitina, posticino, bocca.

Q uale NOME è un intruso tra quelli contenuti nel riquadro?

mobilificio • cavaliere • fiorellino • maniglia a - Il nome intruso è ........................................................................ b-P erché ................................................................................................................................................

C4.

Quale forma è corretta tra quelle che seguono?

A. B. C. D.

82

Quelli scivoli. Quegli scivoli. Quello scivoli. Quel scivoli.

Competenze: Riflettere sulle parti del discorso.


Prova C

I n quale risposta la parola sottolineata collega correttamente le frasi?

A. B. C. D.

C6.

Giulio dormiva cioè era stanco. Giulio dormiva perché era stanco. Giulio dormiva invece era stanco. Giulio dormiva mentre era stanco.

I n quale gruppo le parole sono in accordo fra loro e formano una frase?

A. B. C. D.

C7.

Le maestre scrive sulla lavagna. La maestra scrivono sulla lavagna. La maestra scrive sulla lavagna. Le maestra scrivono sulla lavagna.

5ª Prova

C5.

Quale gruppo di parole è scritto correttamente?

A. B. C. D.

Foliame, capigliatura, petroliera. Ognuno, riugnone, provenienza. Nacquero, piacquero, tacquero. Liquido, circuito, qucinare. Competenze: Riflettere sulla struttura della frase. Riflettere sulle regole ortografiche.

83


Autovalutazione della 5ª prova Ricordi il titolo della lettura di questa prova?

NO

Se sì, scrivilo sui puntini qua sotto: ...........................................................................................................................................................................................................

Come ti è sembrata l’ 8a prova? Facile

Non sempre facile

Abbastanza difficile

Difficile

Ora scopri i quesiti che hai sbagliato e la tipologia dei tuoi errori. Osserva la legenda e indica con una X i quesiti errati.

5ª Prova

C L

O M

leggere e comprendere un testo

comprendere il significato di parole ed espressioni

A1

C

A2

C

B5

C

B6

C

a

b

B10

L

B11

C

a

b

B14

C

B15

C

B16

C

B20

C

B21

C

C1

M

C3

M

C4

O

a

b

B1

C

c

Quanti errori hai commesso?

ortografia

morfosintassi

B2

C

B3

L

B4

C

B7

C

B8

C

B9

C

B12

L

B13

L

B18

C

B19

C

d

C2

M

M

C6

M

C7

O

d

B17 a

b

C5

C c

..................

Qual è la tipologia di prove che hai sbagliato più frequentemente? C

84

L

O

M


Risultati di tutte le prove Completa la tabella.

C L

leggere e comprendere un testo

comprendere il significato di parole ed espressioni

Data

Risposte giuste

O M

ortografia

morfosintassi

Errori

C

L

O

Punteggio totale

M

1ª prova 2ª prova 3ª prova 4ª prova 5ª prova

Rispondi. 1. Le prove Invalsi ti sono sembrate più 2. Hai incontrato difficoltà difficili dei quesiti che risolvi durante nell’affrontare le prove? l’anno?

NO

3. Il tempo a tua disposizione ti è sembrato scarso?

NO

4. Sei migliorato dalla prima all’ultima prova di questo volume?

NO

NO

85


INVALSI unico 2 Matematica

Danila Rotta

Presentazione ........................................................................................................... 87-88 Istruzioni per lo svolgimento delle prove ............................................................... 89

1ª Prova - f acilitata ....................................................................................................................90-99 Autovalutazione ................................................................................................... 100 2ª Prova - d i livello facile ........................................................................................ 101-109 Autovalutazione ................................................................................................... 110 3ª Prova - d i livello intermedio .............................................................................. 111-119 Autovalutazione ................................................................................................... 120 4ª Prova - d i livello alto .............................................................................................. 121-130 Autovalutazione ................................................................................................... 131 5ª Prova - f inale .................................................................................................................. 132-149 Autovalutazione ................................................................................................... 150 Risultati di tutte le prove ........................................................................................................... 151 Italiano ............................................................................................................................ 1

86


Ciao!!! Siamo qua per aiutarti a risolvere i quesiti di questo libro. Leggi sempre con attenzione i nostri consigli.

Il libro comprende 5 prove di matematica, ciascuna delle quali è formata da quesiti che simulano le Prove Nazionali INVALSI. In fondo troverai altri quesiti raggruppati in cinque ambiti: eseguili un po’ alla volta per consolidare le tue conoscenze e abilità.

Queste prove ti serviranno per apprendere come rispondere a domande di vario tipo, allo scopo di dimostrare le conoscenze, le abilità e le competenze acquisite a scuola.

Ciascuna prova è formata da un numero variabile di quesiti. Di volta in volta ti verranno fornite le informazioni di cui avrai bisogno per comprendere la domanda e per capire come fare a rispondere.

Nella prova facilitata ti aiuteremo a risolvere un quesito alla volta attraverso consigli e suggerimenti.

Alla fine di ciascuna prova, una tabella di autovalutazione ti aiuterà a riflettere sugli errori che hai commesso.

87


Nella tabella viene spiegata la struttura del libro. Il percorso prevede: • una prova facilitata;

• una prova di livello alto;

• una prova di livello facile;

• una prova finale;

• una prova di livello intermedio;

LIVELLO DI DIFFICOLTÀ FACILE • INTERMEDIO •• ALTO •••

88

PROVA

AMBITI PRESENTI

1

TUTTI GLI AMBITI

3

2

TUTTI GLI AMBITI

3

no

3

TUTTI GLI AMBITI

4

TUTTI GLI AMBITI

3

no

5

TUTTI GLI AMBITI

3

no

••

•••

3

PROVA GUIDATA

no


Istruzioni per lo svolgimento delle prove Le prove di matematica contenute in questo libro sono numerate da 1 a 5. Ciascuna prova è formata da un numero variabile di quesiti. Le domande e le risposte sono di diverso tipo. Di seguito puoi osservare due esempi: • Per ogni domanda ci sono quattro risposte, ma una sola è quella giusta. Prima di ogni risposta c’è un quadratino con una lettera dell’alfabeto: A, B, C. Devi mettere una crocetta nel quadratino accanto alla risposta che ritieni giusta.

Esempio 1 Quale numero precede 10?

A. B. C.

X

11 8 9

• Le domande possono essere “aperte”, come quella dell’esempio che segue. Esempio 2 Scrivi il nome della figura seguente.

Risposta: ..........................................................................................

89


1ª Prova

Prova D D1.

Questo paesaggio è formato da figure geometriche.

Quanti quadrati ci sono nel paesaggio?

A. B. C.

8 9 10

Indica con una X il nome delle seguenti figure:

A.

QUADRATO

B.

TRIANGOLO

C.

TRIANGOLO

D.

RETTANGOLO

Ora puoi rispondere al quesito D1.

90

Ambito prevalente: Spazio e figure.

RETTANGOLO

RETTANGOLO

CERCHIO

CERCHIO


D2.

1ª Prova

Prova facilitata Questo è il braccialetto di Sara: i quadrati nascondono i numeri.

0

16

a - Qual è il numero nascosto dal quadrato bianco?

A. B. C.

12 4 8

b - Quale numero si può scrivere sull’ultima pallina del braccialetto?

A. B. C.

17 20 24

Osserva il braccialetto, rispondi e completa. Quale numero leggi sulla prima pallina? ……… Quante sono le palline tra lo 0 e il 16? ……… Quale tabellina ti viene in mente? La tabellina del ……….. La REGOLA della sequenza è

aggiungo 4.

moltiplico per 4.

Quindi dopo il 16 si nasconde il numero ……… Ora puoi rispondere al quesito D2. Ambito prevalente: Numeri.

91


1ª Prova

Prova facilitata D3.

La classe 2ª A ha svolto un’indagine sugli sport preferiti dai bambini della classe. La tabella contiene le informazioni raccolte. SPORT PREFERITI DAI BAMBINI DELLA CLASSE 2ª A

CALCIO NUOTO MINI-BASKET GINNASTICA = 1 bambino

Rispondi alle domande.

a - Quanti bambini preferiscono il calcio? …………

b - Qual è lo sport preferito dai bambini? ………......................................

c - Quanti bambini frequentano la classe 2ª A? …………..

Per rispondere alla prima domanda, devi contare i della tabella. Quanti sono i bambini? ..................... . Ogni

della prima riga

corrisponde a ……. bambino.

Per rispondere alla seconda domanda, devi osservare la riga dove ci sono più . Quanti sono i bambini? ..................... . Quello è lo sport preferito. Per rispondere alla terza domanda, devi contare tutti i

della tabella.

Quanti sono i bambini? ..................... . Corrispondo agli alunni della 2ª A. Ora puoi rispondere al quesito D3.

92

Ambito prevalente: Dati e previsioni - Ambiti collegati: Numeri.


1ª Prova

D4.

Prova D

Queste figure sono formate da quadrati tutti uguali.

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

Quali figure sono formate dallo stesso numero di pezzi? A. B. C.

La FIGURA 1 e la FIGURA 3 La FIGURA 1 e la FIGURA 2 La FIGURA 2 e la FIGURA 3

Osserva e rispondi. Conta tutti i pezzi della FIGURA 1. Quanti sono? …........…… Conta tutti i pezzi della FIGURA 2. Quanti sono? …........…… Conta tutti i pezzi della FIGURA 3. Quanti sono? …........……

Ora puoi rispondere al quesito D4. Ambito prevalente: Spazio e figure - Ambiti collegati: Numeri.

93


1ª Prova

Prova facilitata D5.

Scrivi nella tabella quanto valgono in tutto le monete rappresentate in ciascuna riga.

MONETE

QUANTO VALGONO?

a

.........

euro e …..... centesimi

b

.........

euro e …..... centesimi

c

.........

euro e …..... centesimi

Indica il valore delle monete in ogni rettangolo.

9 centesimi

90 centesimi

1 euro

2 euro

8 centesimi

80 centesimi

2 euro

3 euro

Ora puoi rispondere al quesito D5.

94

Ambito prevalente: Misura - Ambiti collegati: Numeri.


1ª Prova

D6.

Prova D

Nel salone della mensa scolastica ci sono 140 sedie.

I bambini che solitamente pranzano a scuola sono 155. Che cosa occorre fare per dare una sedia a tutti i bambini?

a - Quale di queste affermazioni è corretta?

A. B. C.

Occorre aggiungere 15 sedie. Occorre togliere 15 sedie. Occorre aggiungere 25 sedie.

b - Quale operazione devi eseguire per trovare il risultato? Scrivila sui puntini e calcola.

……………………………………………………………………………………………………………….

Rifletti e rispondi alle domande seguenti. Quante sono le sedie nel salone della mensa? ……… Quanti bambini si devono sedere per pranzare? ……… Sono di più le sedie o sono di più i bambini?

Sono di più le sedie.

Sono di più i bambini.

una sottrazione.

L’operazione da fare è un’addizione.

Ora puoi rispondere al quesito D6. Ambito prevalente: Numeri.

95


1ª Prova

Prova facilitata D7.

Completa il testo inserendo questi numeri al posto giusto.

45

22

67

Nella scatola delle costruzioni ci sono

……………

pezzi.

Per costruire una casetta, Sara prende dalla scatola più della metà dei pezzi, cioè

……………

Nella scatola, quindi, rimangono

costruzioni. ……………

costruzioni.

Rifletti e rispondi alle domande. Quale dei tre numeri corrisponde certamente a tutte le costruzioni nella scatola? ……....… Quale numero indica più della metà delle costruzioni? ……....… Quante costruzioni rimangono nella scatola? ……....… Quale operazione hai eseguito? ...............................................................................................................................................................................

Ora puoi rispondere al quesito D7.

96

Ambito prevalente: Numeri.


1ª Prova

D8.

Prova D

M arta esce di casa alle 15:05. Impiega 17 minuti per raggiungere la palestra. A che ora arriva? Indica con una X la risposta corretta. 11 12 1 10 2

A.

9 8

3 7

6

5

4

11 12 1 10 2

B.

9 8

3 7

6

5

4

11 12 1 10 2

C.

9 8

3 7

6

5

4

Rifletti e completa con le parole nelle caselle.

palestra

cinque

diciassette

casa

Quando Marta esce di ………………, la lancetta dei minuti è sul numero uno (1) che corrisponde a …………… minuti. Per raggiungere la ………………………… impiega …………………………

minuti. Quindi devo sommare ………………………… a cinque.

Ora puoi rispondere al quesito D8. Ambito prevalente: Misura - Ambiti collegati: Numeri.

97


1ª Prova

Prova facilitata D9.

Osserva la tabella. 4

3

2

1 A

B

C

D

La figura con 5 lati si trova nella casella:

A. B. C.

(C, 3) (C, 2) (A, 2)

Indica con una X la figura che ha 5 lati:

Quale lettera e quale numero si riferiscono alla casella con la figura che ha 5 lati? LETTERA: ………

NUMERO:

………

Ora puoi rispondere al quesito D9.

98

Ambito prevalente: Spazio e figure.


1ÂŞ Prova

D10.

Prova D

Osserva i seguenti grafici.

GRAFICO 1

GRAFICO 2

MASCHI

MASCHI

FEMMINE

FEMMINE 0

5 10 15 20

0

5

10

15

GRAFICO 3 MASCHI FEMMINE 0

5

10

15

20

25

30

Quale grafico rappresenta una squadra di nuoto formata da 15 femmine e 10 maschi? A. B. C.

Il grafico 2. Il grafico 3. Il grafico 1.

Fai corrispondere la barra delle femmine al numero indicato nel quesito. Allo stesso modo, fai corrispondere la barra dei maschi al numero indicato nel quesito. Ora puoi rispondere al quesito D10. Ambito prevalente: Dati e previsioni.

99


1ª Prova

Autovalutazione della 1ª prova Sei riuscito/a a completare la prova nei tempi che ti ha comunicato l’insegnante?

SÌ NO

Quante domande hai completato?

..................

Indica con una X i quesiti che hai sbagliato e scopri la tipologia dei tuoi errori.

D1

S

D5

M

D9

S

N

numeri

S

spazio e figure

M

misura

D

dati e previsioni

D2 a

b

D10

N

a

D6

c

D3

b

N

a

D

a

b

D7

b

c

N

In quale ambito hai trovato maggiore difficoltà?

100

S

D8

M

D

Chiedi all’insegnante qual è il tuo punteggio e registralo qui: Indica con una X :

D4

N

M

S

D

..................


Prova di livello facile

Per questa prova hai un tempo consigliato di 30 min.

Elena vuole trasformare questa scatola in un portaoggetti.

2ÂŞ Prova

D1.

Quali pezzi di stoffa deve utilizzare Elena per rivestire tutta la parte esterna della scatola? Fai attenzione! Elena non vuole tagliare la stoffa. A.

B.

C.

D2.

Quale numero precede il numero 71?

A. B. C.

70 72 69 Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Numeri.

101


Prova di livello facile

Andrea e Amina posano per una foto con la loro mamma.

2ÂŞ Prova

D3.

Io sono alla destra della mamma.

Io sto alla sinistra della mamma.

Chi ha ragione? A. B. C.

D4.

Andrea. Tutti e due. Amina.

er la festa della scuola la maestra acquista 10 confezioni P di palloncini. In ciascuna confezione ci sono 8 palloncini. Quanti palloncini ha in tutto la maestra?

A. B. C.

102

100 18 80

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Numeri.


Osserva le figure.

2ª Prova

D5.

Prova D

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

La freccia indica la posizione della testa dell’omino. Tra gli omini disegnati sotto, qual è la FIGURA 3? A.

B.

C.

Ambiti prevalenti: Spazio e figure.

103


Prova di livello facile

2ª Prova

D6.

Nel grafico puoi vedere quali attività sportive praticano i bambini della classe 2ª B. Osserva bene e rispondi.

BASKET

DANZA

CALCIO

NUOTO

a - Quanti sono gli alunni (maschi e femmine) della classe 2ª B? In tutto sono ……..

b - Quante bambine praticano il nuoto? ………

c - Il basket è uno sport praticato più dalle bambine o dai bambini? Il basket è praticato da ................. bambine e da .................. bambini.

d - Tra la danza e il calcio, qual è l’attività preferita dalle bambine? ……………………………….

104

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni.


D7.

Prova D

Caterina fa la raccolta dei punti che vengono regalati ai clienti

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

2ª Prova

di un supermercato. Osserva la scheda con i bollini.

a - Quanti bollini occorrono ancora per completare la scheda?

………………..

b. Scrivi i numeri delle caselle con il bollino incollato:

.........

.........

.........

.........

.........

c. Se la scheda avesse una riga in più, quanti bollini potresti incollare in tutto? …………

D8.

Quale numero segue il numero 89?

A. B. C.

90 88 91

Ambiti prevalenti: Numeri.

105


Prova di livello facile

Marta ha a disposizione queste banconote:

2ª Prova

D9.

In un negozio acquista:

Quanto le rimane? ..............

D10.

Osserva la sequenza di numeri.

24 23 21 18

9 3

a - Quale numero devi scrivere nella nuvoletta? ………………..

b. Qual è la regola della sequenza? b. Devo togliere

A. B. C.

106

– 1, – 2, – 3, – 4, – 5, – 6 – 1, – 2, – 1, – 2, – 1, – 2 – 2, – 3, – 4, – 5, – 6, – 7

Ambiti prevalenti: Numeri.


O sserva e rispondi.

2ª Prova

D11.

Prova D

8 ANNI

a - Qual è la differenza di età tra Claudia e il nonno?

A. B. C.

63 ANNI

54 anni. 70 anni. 55 anni.

b - Quale sarà l’età di Claudia quando il nonno avrà 78 anni? …………

D12.

Q uante penne come questa si possono acquistare con una banconota da 10 euro? A3

A. B. C.

Tre. Due. Quattro. Ambiti prevalenti: Numeri - Misura.

107


Prova di livello facile

Federica prende il tè con le amiche. Nel vassoio ci sono i biscotti allo zenzero preparati dalla mamma. Ogni bambina prende lo stesso numero di biscotti.

2ª Prova

D13.

Quanti biscotti mangia ogni bambina? …...........….

D14.

Quale numero corrisponde a 2 unità e 13 decine?

A. B. C.

D15.

108

15 213 132

O sserva il disegno.

Quante figure “rotonde” ci sono nel rettangolo? …………. Ambiti prevalenti: Numeri - Spazio e figure.


D16.

Prova D

Osserva.

a - Quale risultato si è ottenuto lanciando i due dadi? …….…….

2ª Prova

1° LANCIO

2° LANCIO b-Q uali coppie di numeri del dado dovrebbero uscire per dare lo stesso risultato? Scrivi i numeri sulle facce delle coppie di dadi, come nell’esempio.

5

D17.

4

.........

.........

.........

.........

.........

.........

Leggi il problema.

Sullo scaffale di un supermercato ci sono 4 confezioni di piatti di carta. Quanti sono i piatti in tutto? Quale dato manca per risolvere il problema?

A. B. C.

Il numero totale dei piatti contenuti in tutte le confezioni. Il numero di piatti contenuti in ciascuna confezione. Il costo di ciascuna confezione. Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.

109


Autovalutazione della 2ª prova 2ª Prova

Sei riuscito/a a completare la prova nei tempi che ti ha comunicato l’insegnante?

SÌ NO

Quante domande hai completato?

..................

Indica con una X i quesiti che hai sbagliato e scopri la tipologia dei tuoi errori.

N

numeri

S

spazio e figure

M

misura

D

dati e previsioni

D1

S

D6

D

a

b

D10

N

a

b

D14

N

D2 c

D15

N

D3

S

d

D7

N

a

b

D11

N

a

b

D12 M

D16

D

a

b

D17

S

N

D4 c

D5

S

D8

N

D9

M

D13

N

N

Chiedi all’insegnante qual è il tuo punteggio e registralo qui: In quale ambito hai trovato maggiore difficoltà? Indica con una X :

110

N

M

S

D

..................


Prova di livello intermedio

Per questa prova hai un tempo consigliato di 45 min.

D1.

Gaia, Leo ed Elena hanno costruito un castello di sabbia.

LEO

3ÂŞ Prova

GAIA

ELENA

Chi vede la bandierina in questa posizione?

A.

B.

C.

Leo Nessun bambino Gaia Ambiti prevalenti: Spazio e figure.

111


Prova D

C ompleta la figura in modo da formare un triangolo.

D3.

O sserva i 3 tappeti-gioco di Elio, Liù e Silvia.

3ª Prova

D2.

ELIO

SILVIA

S u quale tappeto-gioco sono disegnati tre rettangoli e due triangoli?

A. B. C.

112

LIÙ

Su quello di Elio. Su quello di Silvia. Su quello di Liù.

Ambiti prevalenti: Spazio e figure.


D4.

Prova di livello intermedio

Il grafico riguarda il numero delle bambine e dei bambini di due classi seconde che fanno parte del coro della scuola.

9 8 3ª Prova

7 6 5 4 3 2 1 0 Bambine 2ª A

Bambini 2ª A

Bambine 2ª B

Bambini 2ª B

a-Q uanti bambini di seconda classe in tutto frequentano il coro della scuola? …………..

b - Quante sono le bambine di 2ª A? …………..

c - Quanti sono i bambini di 2ª B? …………..

d - In quale classe le bambine e i bambini che frequentano il coro sono in numero uguale?

A. B. C.

In 2a A. In 2a B. In nessuna delle due classi. Ambiti prevalenti: Dati e previsioni.

113


Prova D

3ÂŞ Prova

D5.

O sserva le figure.

Quale figura deve essere disegnata dopo la freccia?

A.

B.

C.

D6.

Quale confronto è esatto?

A. B. C.

114

4 da 2 u > 42 12 u = 120 3 da 5 u < 45

Ambiti prevalenti: Numeri.


D7.

Prova di livello intermedio

Quale dei due problemi si risolve con una divisione?

PROBLEMA DEI BOTTONI La signora Francesca deve attaccare i bottoni a 4 camicie, tutte uguali, che ha confezionato. I bottoni da attaccare sono 32. Quanti bottoni cucirà per ogni camicia? A. B. C.

D8.

3ª Prova

PROBLEMA DELLE FRAGOLINE La nonna vuole mettere 2 fragoline su ciascuna delle tortine che ha appena sfornato. Le tortine sono 15. Quante fragoline occorrono alla nonna?

Il problema delle fragoline Il problema dei bottoni Nessuno dei due problemi

Un gruppo di amici sta osservando il cielo stellato dal balcone.

Che ore sono?

A. B. C.

Manca un quarto d’ora a mezzogiorno Manca un quarto d’ora a mezzanotte Sono le dieci di sera. Ambiti prevalenti: Numeri - Misura.

115


Prova D D9.

L anciando insieme due dadi, può uscire il numero 2?

3ª Prova

A. B. C.

D10.

Certo Impossibile Possibile

O sserva il disegno.

a - Quante dozzine di ravioli ci sono nel vassoio? ….......….

b - Se Giulia cucina 6 ravioli per il pranzo, quante dozzine di ravioli rimangono?

A. B. C.

D11.

Una dozzina Una dozzina e mezza Mezza dozzina

C ompleta il calcolo di questa divisione.

25 : 2 = 12 con il resto di... A. B. C.

116

2 1 0

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.


Prova di livello intermedio

Qual è il risultato del calcolo?

hH

A. B. C.

3ª Prova

Il computer BIT BIT non riesce a risolvere il calcolo.

D12.

hH

3 29 25

bruco Gerolamo deve raggiungere la sua foglia di gelso. Il Qual è il percorso più breve?

D13.

1 2 3

A. B. C.

3 1 2 Ambiti prevalenti: Numeri - Spazio e figure.

117


Prova D

3ª Prova

D14.

O sserva il disegno.

Con il detersivo ecologico contenuto nella confezione si possono riempire 24 misurini.

a - Quanti misurini si possono riempire con 2 confezioni? …….

b - Scrivi l’operazione che hai eseguito per trovare il risultato? …………………………………………………………………………..

D15.

O sserva il disegno della barca (considera anche il lato che non vedi...).

Lo scafo della barca è diviso in fasci di legno.

a - Quanti sono in tutto i fasci di legno? ……………………

b - Spiega come hai fatto a contare tutti i settori: ……………………………………………………………………………………………….……………… ………………………………………………………….…………………………………………………… …………….........………………............................................…….........……………….........……….

118

Ambiti prevalenti: Misura - Spazio e figure.


Osserva.

3ÂŞ Prova

D16.

Prova di livello intermedio

Quanti euro vedi?

A. B. C.

D17.

30 euro 42 euro 43 euro

Due amici stanno giocando con i gettoni. Osserva.

1 gettone bianco =

3 gettoni blu

Se Giulio dĂ a Chiara 2 gettoni bianchi, quanti gettoni blu dovrĂ dargli in cambio Chiara? A. B. C.

3 gettoni 6 gettoni 9 gettoni Ambiti prevalenti: Misura - Numeri.

119


Autovalutazione della 3ª prova Sei riuscito/a a completare la prova nei tempi che ti ha comunicato l’insegnante?

SÌ 3ª Prova

NO

Quante domande hai completato?

..................

Indica con una X i quesiti che hai sbagliato e scopri la tipologia dei tuoi errori.

N

numeri

S

spazio e figure

M

misura

D

dati e previsioni

D1

S

D2

S

D3

S

D4

D

D6

N

D7

N

D8

M

D9

D

D11

N

D12

N

D13

S

D15

S

a

b

a

b

D10

c

D5

d

N

a

D16 M

D17

N

In quale ambito hai trovato maggiore difficoltà?

120

N

b

D14 M a b

Chiedi all’insegnante qual è il tuo punteggio e registralo qui: Indica con una X :

N

M

S

D

..................


Prova di livello alto

Per questa prova hai un tempo consigliato di 60 .... min.

D1.

L a mamma ha fatto degli acquisti in un supermercato. Osserva lo scontrino.

pane

€3

riso

€2

5 matite

€5

2 stick colla

€6

insalata

€2

biscotti

€3 Totale € 21

a-Q uanto ha speso la mamma in tutto? …….. euro

b-Q uanto ha speso per i soli prodotti alimentari? …… euro

c-C ome hai fatto a calcolare la spesa alimentare? Scrivi le operazioni: …………………………………………………………………………

4ª Prova

LO SPENDIMENO

…………………………………………………….....................................................................……

d - Quanto costa 1 stick di colla? …….. euro

D2.

I n una scatola ci sono 6 palline da ping pong. Quante palline ci sono in una scatola che contiene il doppio delle palline?

A. B. C.

6 18 12 Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.

121


Prova D D3.

I l topo Filù sta ritornando alla sua tana. Lungo il percorso, però, ci sono alcuni personaggi che deve evitare se vuole arrivare sano e salvo a casa.

? 4ª Prova

1

2

3

Qual è il percorso che permette a Filù di arrivare sano e salvo

nella sua tana?

A.

B.

C.

122

I l percorso 3. Il percorso 2. Il percorso 1.

Ambiti prevalenti: Spazio e figure.


D4.

Prova di livello alto

Rita e Gaia preparano collane di stelline.

a-C onta le stelline di una collana. Quante sono? ……..

b-Q uante stelline occorrono per fare 5 collane uguali alla prima? Scrivi l’operazione per trovare la risposta.

c - L e due bambine vendono le collane alle amiche. Osserva il cartellino del prezzo.

ianal ig t r a a n a Coll

e =C 3

4ª Prova

…………………………………………………………………………………………………………………….

Quanto mettono nel salvadanaio vendendo tutte e sei le collane? …….. euro

D5.

Osserva i due pacchi sulla bilancia.

B A

Quale pacco è più pesante? Il pacco …..................................................…… Ambiti prevalenti: Numeri - Misura.

123


Prova D

4ª Prova

D6.

20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 0

O sserva quanti bambini sono iscritti alle attività della biblioteca di Pratofiorito.

laboratorio di lettura

laboratorio di ceramica

corso di teatro

corso di danza

a-Q uanti bambini in tutto sono iscritti ai laboratori e ai corsi della biblioteca di Pratofiorito? ………. b-Q uale attività ha il numero maggiore di iscritti? A. B. C.

Il laboratorio di lettura. Il corso di teatro. Il laboratorio di ceramica.

c-Q uanti bambini sono iscritti al corso di danza? …….. d-Q uanti bambini in più sono iscritti al corso di teatro rispetto al laboratorio di ceramica? ……..

124

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni.


Mario sta costruendo il modellino di un edificio con i blocchi.

4ª Prova

D7.

Prova di livello alto

a-Q uanti blocchi occorrono per completare questa parete dell’edificio?

A. B. C.

Ventiquattro. Venticinque. Ventitré.

b-Q ual è l’altezza dell’edificio? L’edificio è alto …....… blocchi.

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Misura.

125


Prova D D8.

giorno dopo, Mario costruisce una torre alta 7 blocchi e larga Il 4 blocchi.

a-Q uanti blocchi gli occorrono in tutto per costruire la torre? ……..

4ª Prova

b - F ai il disegno della torre: utilizza il numero esatto di blocchi.

D9.

Moltiplica 8 per 4; poi togli due decine e aggiungi 6 unità. Qual è il risultato?

A. B. C.

126

57 18 27

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Misura - Numeri.


D10.

Prova di livello alto

Osserva la figura ottenuta unendo tre bastoncini:

D11.

A.

B.

C.

4ª Prova

Con quale gruppo di bastoncini puoi costruire il triangolo?

Quale somma di denaro c’è nel borsellino?

Nel borsellino ci sono ……......... euro e ……............ centesimi. Ambiti prevalenti: Misura.

127


Prova D

O sserva le figure.

FIGURA 1

4ª Prova

D12.

FIGURA 2

FIGURA 3

In quale figura le simmetrie sono corrette? A. B. C.

128

FIGURA 2 FIGURA 3 FIGURA 1

Ambiti prevalenti: Spazio e figure.


D13.

Prova di livello alto

O sserva le figure.

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

In quale figura i triangoli sono di più dei quadrati?

D14.

FIGURA 3 FIGURA 2 FIGURA 1

4ª Prova

A. B. C.

Giovanna abita all’ottavo piano di un edificio, Lucia

al quattordicesimo. Quanti piani di differenza ci sono tra l’appartamento di Giovanna e quello di Lucia?

A. B. C.

D15.

Ventidue Sei Otto

Qual è il risultato della seguente operazione?

25 + 45 = A. B. C.

..............

60 70 50

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Misura - Numeri.

129


Prova D D16.

N el grafico puoi vedere le condizioni atmosferiche registrate negli ultimi 60 giorni a Londra.

ventoso pioggia variabile

4ª Prova

sole 0

5

10

15

20

25

30

a-Q ual è stato il fenomeno atmosferico prevalente? A. B. C.

Il sole La pioggia Il vento

b - Quanti sono stati i giorni di vento? ………. c - Quanti sono stati i giorni di sole? ………. d - Quanti sono stati i giorni con tempo variabile? ……….

D17.

M arta ha 10 pacchetti di figurine. Ogni pacchetto contiene 6 figurine. Quante figurine rimangono a Marta dopo averne regalate 15 a Federica?

Risposta: ……………..

130

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.


Autovalutazione della 4ª prova Sei riuscito/a a completare la prova nei tempi che ti ha comunicato l’insegnante?

SÌ NO

Quante domande hai completato?

..................

D1

N

D5

M

D8

S

D13

S

N

numeri

S

spazio e figure

M

misura

D

dati e previsioni

a

b

c

D6 a

D

b

D14

D2

d

N

a

b

c

N

D3

S

d

D7

S

D9

N

D10 M

D15

N

D16

D

N

D4 a

b

c

b

D11 M a

a

4ª Prova

Indica con una X i quesiti che hai sbagliato e scopri la tipologia dei tuoi errori.

b

c

D12

S

D17

N

d

Chiedi all’insegnante qual è il tuo punteggio e registralo qui:

..................

In quale ambito hai trovato maggiore difficoltà? Indica con una X :

N

M

S

D

131


Prova finale

Disegna la metà mancante.

5ª Prova

D1.

Per questa prova hai un tempo consigliato di 60 min.

a - Quanti assi di simmetria è possibile tracciare nella figura? …...........….

b - Come sono le due parti della figura divise dall’asse di simmetria? A. B. C.

132

Una parte è più grande dell’altra. Una parte è la metà dell’altra. Le due parti sono uguali.

Ambiti prevalenti: Spazio e figure.


D3.

A quale orologio digitale corrisponde l’ora segnata dalla sveglia?

A.

B.

C.

5:20 4:20 7:20

L ’insegnante Anna utilizza le conchiglie portate a scuola dai bambini per decorare dei dischi di cartoncino. Osserva il disegno.

5ª Prova

D2.

Prova D

Quale testo del problema si adatta alla rappresentazione? A.

La maestra Anna ha 3 conchiglie. Le utilizza per decorare un disco di cartoncino. Quanti dischi può decorare?

B.

La maestra Anna ha 21 conchiglie. Quanti dischi può decorare?

C.

La maestra Anna ha 21 conchiglie. Ne utilizza 3 per decorare ciascun disco di cartoncino. Quanti dischi può decorare? Ambiti prevalenti: Numeri.

133


Prova finale D4.

I responsabili di una ludoteca chiedono ai bambini quali sono le loro figurine preferite. Rispondono alla domanda 270 bambini. Osserva il grafico.

120 100 80 60 40

5ª Prova

20 0

calciatori

animali

sport

cartoni

a - Quali sono le figurine preferite dalla maggior parte dei bambini? A. B. C.

Le figurine dei calciatori. Le figurine degli animali. Le figurine dei cartoni.

b - Quanti bambini hanno scelto le figurine dello sport? …… c - Quanti bambini in più hanno scelto le figurine degli animali rispetto a quelle dello sport? ……. d - Completa la “graduatoria” delle figurine.

134

1° posto: ………………………………….

2° posto: ……………………………….

3° posto: ………………………………….

4° posto: ……………………………….

Ambiti prevalenti: Dato e previsioni - Numeri.


D5.

Prova D

Il trenino CIUF CIUF fa viaggiare le divisioni.

15 : 3 = 5

24 : 8 = 3

30 : 6 = 7

49 : 7 = 7

a-Q uale divisione NON è stata eseguita correttamente? Indicala con una X sul

.

D6.

5ª Prova

b - E segui correttamente la divisione sbagliata: ..............................……….

Completa correttamente la sequenza.

? Quanti A. B. C.

vale la terza carta? 9 10 8 Ambiti prevalenti: Numeri.

135


Prova finale

5ª Prova

D7.

Osserva il disegno.

a-Q uante figure, differenti tra di loro, compongono il fiore? A. B. C.

Tre. Quattro. Cinque.

b-Q uale figura, tra quelle elencate, NON fa parte del fiore? A.

B.

C.

c - È possibile tracciare correttamente l’asse di simmetria orizzontale del fiore? Sì No d - E quello verticale?

136

Ambiti prevalenti: Spazio e figure.

No


D8.

Prova D

Chiara mette 24 piattini su un tavolo.

Quante pizzette ci sono in tutto?

a-Q uale dato manca in questo problema? A. B. C.

Il numero di tutte le pizzette. Il numero delle pizzette che occorre aggiungere. Il numero delle pizzette in ciascun piatto.

b - Quale operazione permette di risolvere il problema?

D9.

Una divisione. Una sottrazione. Una moltiplicazione.

Quale recipiente contiene la maggior quantità di acqua?

5ª Prova

A. B. C.

=2x

= 20 BROCCA

= 42 BOTTIGLIA

Il recipiente più capiente è la …….................…………. Ambiti prevalenti: Misura.

137


Prova finale D10.

Luca, Silvia e Marta vorrebbero regalare una borsetta alla nonna. Ciascuno di loro dispone di una somma di denaro. Osserva il disegno.

LUCA

5ª Prova

SILVIA

MARTA

a - I bambini possiedono, tutti e tre insieme, il denaro per acquistare questa borsetta? A. B. C.

No. Sì. Spenderanno tutto. Sì. Avanzeranno 5 euro.

b-Q uale dei tre bambini ha contribuito con la somma più alta di denaro? A. B. C.

138

Silvia Luca Marta

Ambiti prevalenti: Misura - Numeri.

A78


O sserva gli animali disegnati.

5ª Prova

D11.

Prova D

a-Q uali animali sono di numero dispari? ……………………… b-Q uanti sono i pesci? A. B. C.

Una decina. Una mezza dozzina. Una dozzina.

c - Quanti sono i granchietti? A. B. C.

Una dozzina. Due decine. Una decina.

d - Quante coccinelle ci sono in più delle api? ….................… Ambiti prevalenti: Numeri.

139


Prova finale D12.

Che tempo c’è stato? Osserva il grafico e rispondi.

= 1 giorno

a-Q uanti giorni sono stati considerati nel grafico? A. B. C.

Cinque. Trentacinque. Sette.

5ª Prova

b - I giorni considerati corrispondono a una …………………………… c - Per quanti giorni è stato nuvoloso? Per ……. giorni. d - Quanti giorni di sole si sono avuti? …… giorno. e - Quale condizione meteo NON si è verificata? A. B. C.

D13.

Sole. Variabile. Pioggia.

Quale numero viene DOPO il 110?

A. B. C.

140

Il 109 Il 120 Il 111

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.


D14.

Prova D

C onfronta le linee di confine di ciascuna delle due figure.

FIGURA 1

FIGURA 2

D15.

A.

Il confine della FIGURA 1 è lungo quanto il confine della FIGURA 2.

B.

Il confine della FIGURA 1 supera di 4 trattini il confine della FIGURA 2.

C.

Il confine della FIGURA 2 è più lungo del confine della FIGURA 1.

5ª Prova

Indica l’affermazione esatta.

O sserva il confronto tra numeri.

27 < 29 > 31 a-C ome leggi il confronto nella casella? A.

Il ventinove è maggiore di ventisette e di trentuno.

B.

Il ventinove è maggiore di ventisette e minore di trentuno.

C.

Il ventinove è minore di ventisette e maggiore di trentuno.

b - Quindi il confronto nella casella è:

Vero

Falso

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Numeri.

141


Prova finale D16.

Q uale dei seguenti calcoli dĂ come risultato 45?

A. B. C.

D17.

20 + 35 75 - 30 15 x 4

Calcola il triplo di 8, aggiungi una dozzina, togli una decina.

Quale numero ottieni?

26 16 36

5ÂŞ Prova

A. B. C.

D18.

In quale figura vedi 4 rettangoli?

FIGURA 1 A. B. C.

142

FIGURA 2 FIGURA 1 FIGURA 3

Ambiti prevalenti: Numeri - Spazio e figure.

FIGURA 2

FIGURA 3


D19.

Prova D

una festa mascherata le bambine e i bambini si sono travestiA ti nel modo registrato in questa tabella. TRAVESTIMENTO

N° bambini

uomo ragno

2

pirata

3

principessa

2

fatina

4

fantasma

5

Quale grafico rappresenta i dati della tabella? principessa

fatina

8

8

8

6

6

6

4

4

4

2

2

2

0

0

0

A.

D20.

pirata

Q uanti

B.

C.

fantasma

5ª Prova

uomo ragno

mancano per arrivare a mezzo centinaio?

Mancano …… cuoricini. Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.

143


Prova finale D21.

O sserva:

Qual è il disegno che farà Gaia a destra della riga? 2

5ÂŞ Prova

1

A. B. C.

D22.

La nave 1 La nave 2 La nave 3

H ai 5 decine, togli 50. Quanto ti rimane?

A. B. C.

144

Una decina. 0 5

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Numeri.

3


D23.

Prova D

iulia ha scritto queste lettere su dei cartoncini. Poi ha messo G i cartoncini in una scatola e ha chiesto a Mario di estrarne uno senza guardare.

c

A

N

G

U

R

O

Indica se ciascuna delle seguenti affermazioni è Vera (V) o Falsa (F). Che cosa estrae Mario? È possibile che estragga una vocale.

b

È più probabile che estragga una consonante.

c

È impossibile che estragga la lettera U.

d

È certo che prenderà dalla scatola la lettera R.

5ª Prova

a

Vero Falso

D24.

Q uale figura ha il confine che misura 20 trattini ?

FIGURA 1

A. B. C.

FIGURA 2

FIGURA 3

La FIGURA 1 La FIGURA 2 La FIGURA 3

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Spazio e figure.

145


Prova finale D25.

O sserva la lettera e il verso della freccia. In quale figura la lettera è ruotata di più?

5ª Prova D26.

E

A. B. C.

E

E

E

FIGURA 1

FIGURA 2

FIGURA 3

FIGURA 2 FIGURA 3 FIGURA 1

Indica se i risultati delle operazioni sono corretti: metti una X su Vero (V) o Falso (F).

OPERAZIONI

146

a

76 – 22 = 54

b

13 + 8 + 32 = 63

c

24 x 7 = 148

d

112 : 2 = 56

Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Numeri.

Vero Falso


D27.

Prova D

Il grafico rappresenta i gusti di gelato preferiti dai 21 alunni

della classe 2a B.

pesca lampone fragola cioccolato vaniglia

0 1 2 3 4 5 6 7 8 a-Q ual è il gusto preferito dalla maggioranza dei bambini? b-Q uale gusto ha avuto il minor numero di preferenze? ……………………………..

c-Q uante preferenze ha avuto il gusto “pesca”? …....….

5ª Prova

……………………………..

d-H a avuto più preferenze il gusto “vaniglia” o il gusto “fragola”? Il gusto …………...........................… e-Q uante preferenze in più? …....….

D28.

Q uale segno di operazione manca?

11 A. B. C.

.......

15 = 26

+ (più) X (per) : (diviso) Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Numeri.

147


Prova finale D29.

C ompleta la tabella: per ogni lancio indica se l’evento è CERTO (C), POSSIBILE (P), IMPOSSIBILE (I).

Un dado ha 6 facce corrispondenti ai numeri 1, 2, 3, 4, 5, 6

5ª Prova

Fabio lancia un dado

D30.

148

a

esce 7.

b

esce 4.

c

esce un numero compreso tra 1 e 6.

d

esce un numero dispari.

Indica il valore totale in euro delle monete.

Ambiti prevalenti: Dati e previsioni - Misura.

C

P

I


D31.

Prova D

Osserva il disegno.

a-Q uanti triangoli ci sono nella figura? …….….. b-C ome sono questi triangoli tra loro?

D32.

Tutti uguali. Uguali a due a due. Tutti diversi.

I n un parco giochi alcuni bambini giocano con lo scivolo, 6 bambini saltano sul tappeto elastico e 1 bambina è scesa perché deve andare a casa. Osserva il disegno, poi rispondi.

5ª Prova

A. B. C.

a-Q uanti bambini in tutto stanno giocando nel parco? ………..… b-Q uanti bambini giocano con lo scivolo? ………..… Ambiti prevalenti: Spazio e figure - Numeri.

149


Autovalutazione della 5ª prova Sei riuscito/a a completare la prova nei tempi che ti ha comunicato l’insegnante?

SÌ NO

Quante domande hai completato?

..................

5ª Prova

Indica con una X i quesiti che hai sbagliato e scopri la tipologia dei tuoi errori.

N

numeri

S

spazio e figure

M

misura

D

dati e previsioni

D1

S

D5

N

D9

M

D12

D

D16

N

D17

N

D22

N

D23

D

D26

N

a

b

c

d

D27

D29

D

a

b

c

d

D30 M a b c d

D32

N

a

b

a

b

N

D6

D2

M

D7

S

D3 a

D10 M a b a

b

c

d

D18 a

N

b

c

D4

D

a

b

d

D8

N

a

b

c

N

D11 D13

e

b

N

a

S

D14

b

c

D15

D19

D

D20

N

d

D24

S

D25

S

a

b

c

d

e

N

a

D28

N

D31

S

In quale ambito hai trovato maggiore difficoltà?

150

N

M

S

D

b

D21

Chiedi all’insegnante qual è il tuo punteggio e registralo qui: Indica con una X :

d

d

S

D

c

a

S

b

..................


Risultati di tutte le prove Completa la tabella.

N

numeri

S

spazio e figure

M

misura

D

dati e previsioni

Data

Risposte giuste

Errori

N

S

M

D

Punteggio totale

1ª prova 2ª prova 3ª prova 4ª prova 5ª prova

Rispondi. 1. Le prove INVALSI ti sono sembrate più difficili dei quesiti che risolvi durante l’anno?

NO

3. Il tempo a tua disposizione ti è sembrato scarso?

2. Hai incontrato difficoltà nell’affrontare le prove?

NO

4. Sei migliorato dalla prima all’ultima prova di questo volume?

NO

NO

151



Il libro continua online! Per scaricare gratuitamente il materiale digitale accedi al sito www.raffaellodigitale.it, clicca su INVALSI UNICO - ITALIANO E MATEMATICA e digita il codice sotto riportato.

CODICE

17PP01210D

Redazione:

Corrado Cartuccia, Studio Cromer

Grafica:

Claudio Campanelli, Enzo Bocchini

Copertina:

Letizia Favillo

Illustrazioni:

Stefania Binello

Stampa:

Gruppo Editoriale Raffaello

© 2018

Raffaello Libri S.p.A. Via dell’Industria, 21 60037 - Monte San Vito (AN) www.raffaelloscuola.it - www.grupporaffaello.it

Ristampa: 5 4 3 2 1 0

2022 2021 2020 2019 2018

Tutti i diritti sono riservati. È vietata la riproduzione dell’opera o di parti di essa con qualsiasi mezzo, compresa stampa, fotocopia, microfilm e memorizzazione elettronica se non espressamente autorizzate dal titolare del copyright. L’Editore è a disposizione degli aventi diritto con i quali non è stato possibile comunicare, nonché per eventuali omissioni o inesattezze nella citazione delle fonti.


Ita l IN Da IS ian VA nil BN o L aR 97 e M SI ott u a 8a 88 t ni -4 em co 72 a -2 ti 84 ca 5- 2 0

Questo volume, sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamente punzonato o ­altrimenti contrassegnato), è da considerarsi copia di SAGGIO-CAMPIONE G ­ RATUITO, fuori commercio (vendita e altri atti di disposizione vietati: art. 17, c. 2 L. 633/1941). Esente da I.V.A. (D.P.R. 26-10-1972, n° 633, art. 2 lett. d). Esente da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6-10-1978, n° 627, art.4. n° 6).

INVALSI

INVALSI unico Scuola Primaria

Italiano e Matematica 2a € 6,70

Italiano e Matematica 5a € 6,70

In omaggio, le guide per il docente, un utile strumento per la correzione (con tutte le soluzioni) e la valutazione delle prove.

Italiano e Matematica 2a OMAGGIO Riservato ai docenti

Italiano e Matematica 5a OMAGGIO Riservato ai docenti

€ 6,70 www.grupporaffaello.it

www.raffaellodigitale.it

2 INVALSI unico Italiano e Matematica

I testi propongono un percorso graduale, per accompagnare l’alunno verso la prova INVALSI ufficiale.

unico Scuola Primaria

Italiano e Matematica • Prove graduate su livelli • Certificazione delle competenze • Autovalutazione dell’alunno • In OMAGGIO le ultime prove ufficiali

Danila Rotta

2


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.