Issuu on Google+

2013


DODICI PERSONAGGI IN CERCA DI PROTAGONISMO Inaugurazione

Mercoledì 13 marzo 2013 | Ore 18.30 | Seguirà cocktail Spazio Espositivo PwC | Via Monte Rosa, 91 | Milano Dal 13 marzo al 5 aprile 2013

Aprendo i nostri spazi a mondi inconsueti alla comunicazione aziendale ma paralleli nel percorso di ricerca e innovazione, allarghiamo i nostri orizzonti verso nuove opportunità di linguaggi artistici e culturali.

Beppe Caruso


DODICI PERSONAGGI IN CERCA DI PROTAGONISMO Giuseppe Caruso nasce in Germania nel 1965 da emigrati siciliani originari della Valle del Belice. Frequenta dal 1980 al 1985 la Scuola d’Arte G. Cova dove si specializza nelle tecniche di stampa. Finiti gli studi intraprende la professione di decoratore pubblicitario, collaborando col pittore Giuseppe Fieschi. Diviene poi colorista per una importante serigrafia e, nel 2003, con l’avvento delle tecnologie moderne, decide di intraprendere la professione di decoratore murale artistico. L’esperienza e l’entusiasmo per l’arte gli danno la possibilità di mantenere la sua passione di sempre … la pittura. “La mia arte è osservare la realtà mutevole che ci circonda ed imprimere attraverso la materia ciò che nasce dalla riflessione del vedere e del sentire.. . Dipingo il mio tempo. Dedico tutti i miei sforzi a dar luce a quelle realtà periferiche che poi divengono le protagoniste delle mie tele. E ne nascono personaggi, caricature forse, maschere di problemi e sentimenti dove gli inestetismi fisionomici sono lo specchio di povertà e fatica da cui trasuda però un’umile dignità. Gli Antieroi diventano Eroi per identificarsi e riconoscersi negli altri, in noi .” La mia Arte è spunto di riflessione che sceglie i toni della critica aspra ed ironica per mostrare ciò che difficilmente è percepibile. Ma nello stesso tempo sono opere che ci toccano e che possono guidarci a ridere di noi stessi, per alleggerire il malessere quotidiano. L’intento del mio lavoro è immergere, per qualche attimo, coloro che odono in una atmosfera di quadri, di musica, di parole. Anche le mie.


POP AP Inaugurazione

MercoledĂŹ 17 aprile 2013 | Ore 18.30 | SeguirĂ  cocktail Spazio Espositivo PwC | Via Monte Rosa, 91 | Milano Dal 17 aprile al 10 maggio 2013

Aprendo i nostri spazi a mondi inconsueti alla comunicazione aziendale ma paralleli nel percorso di ricerca e innovazione, allarghiamo i nostri orizzonti verso nuove opportunitĂ  di linguaggi artistici e culturali.

Andrea Polenghi


POP AP | Andrea Polenghi In una serata di quelle in cui ci si sente un po’ giù e si cammina a testa china in compagnia di mille pensieri, d’un tratto, sull’asfalto consumato, lo sguardo di Andrea incontra uno strano groviglio di cannucce colorate. Un piccolo calcio, come per gioco, e quell’immagine impossibile si scioglie come un’illusione, ma la sera dopo, all’improvviso, si ricompone nella sua mente: così prende vita e forma una nuova sfida. Con sé stesso, con le sue mani, con il tempo, con l’arte che ha sempre amato. Nascono “Piccole Opere d’Aste”, forme di ingegno e fantasia, cannucce colorate che pazientemente tagliate e poste una sull’altra annullano il vuoto e lo riempiono di senso, tracciando leggende di sempre. “Così ho ridato forma ai miti che hanno abitato la mia adolescenza e quella di intere generazioni. Dentro c’è anche un po’ la mia vita, la mia passione per la musica e, perché no, quel mio vedere le cose che mi circondano in un’ottica diversa, secondo i principi della cultura zen.” Andrea Polenghi nasce nel 1951 a Milano, città in cui vive e lavora. Nel 1969 si diploma al Liceo Artistico di Brera e inizia la professione di grafico pubblicitario, attività in cui esprime la sua ricerca estetica fatta di insoliti connubi tra forme e colori.


Aprendo i nostri spazi a mondi inconsueti alla comunicazione aziendale ma paralleli nel percorso di ricerca e innovazione, allarghiamo i nostri orizzonti verso nuove opportunitĂ  di linguaggi artistici e culturali.


Kim Suyen Nguyen nasce il 4 aprile 1944 a Dong Hoi, provincia di Quang Binh, nell’allora Vietnam del Nord. Riuscito grazie a una borsa di studio (in Arti Sacre) a fuggire dagli orrori della guerra, vive per un anno a Manila, per poi trasferirsi stabilmente in Italia all’età di 31 anni. Nella sua pittura la linea tra nostalgia e malinconia è sottile e sempre velata da un orgoglio dalle radici profonde e ben oltre il mero senso di nazionalità. Il significato di una pittura che ha nell’allegoria gran parte della sua potenza emblematica si scioglie nel vento che accarezza i bambù e nell’acqua solcata dalle barche dei pescatori, nel giallo dei paesaggi e nel bianco piumaggio di una chioccia che bada ai suoi pulcini, omaggio ai valori di una terra lontana dal corpo, ma cullata nell’anima.


Aprendo i nostri spazi a mondi inconsueti alla comunicazione aziendale ma paralleli nel percorso di ricerca e innovazione, allarghiamo i nostri orizzonti verso nuove opportunità di linguaggi artistici e culturali.

Offbrera è un nuovo spazio per l’arte contemporanea a Milano, un’area espositiva e commerciale che si distacca dalla tradizione delle gallerie private.

Inaugurazione

4 dicembre 2013 | Ore 18.30 | Seguirà cocktail Spazio Espositivo PwC | Via Monte Rosa, 91 | Milano

La natura dell’attività espositiva è eticamente fondata sia sulle necessità di promuovere i migliori giovani artisti di Brera, sia sul far tornare a crescere un nuovo collezionismo, che non viva l’ansia dell’investimento pesante.

Dal 4 dicembre 2013 al 10 gennaio 2014

Andrea B. Del Guercio

Direttore Artistico di Offbrera


ESPON GONO Giuseppe

De

Siati

|

Giulio

Pace

|

Viola

Ceribelli

|

Irene

Dioli

Debora Fella | Chantal Passarella | Ottavio Mangiarini | Isabella Mottini | Maddalena Lusso | Carlo Alberto Rastelli | Fabio Roncato Federico

Unia

|

Emiliano

Rubinacci

|

Pan

Wang

|

Chen

Gong

Mauro de Carli | Carbine Sabbatella | Alberto Gianfreda | Ilaria Forlini



Art@PwC 2013