Page 1

Corso di Inglese • Scuola Popolare • Punto a Capo Onlus

CORSODIINGLESEL1 Lezioni a cura di FRANCESCA MARRUCCI All right reserved ©

L’Alfabeto - The Alphabet Perché l’inglese si pronuncia così? L’Alfabeto inglese ha le stesse lettere dell’alfabeto italiano con in più: J K W X Y. La vera particolarità è per gli italiani la pronuncia delle vocali, che in inglese sono 7: A E I O U W Y. Vediamo la pronuncia di ogni singola lettera: A

ei si

D

L

el

M

em

N

en

O P Q

chiù

R

ar

S

es

U

iu

V

vi

E

i

W

double u (dabol iu)

F

ef

X

ecs

Y

uai

Z

zi – zed - zeta

G

1

ai

T

B C

I

H

eich

J

gei

K

kei


Corso di Inglese • Scuola Popolare • Punto a Capo Onlus L1

Altre regole di pronuncia La regola principale di pronuncia che CH c dolce (come cialda) dobbiamo ricordare sempre dice che ogni CHANGE (cambiare) ceing vocale che precede la E muta in una parola SH sc (come sciare) si pronuncia come nell’alfabeto. SHOES (scarpe) scius Per esempio: DATE (data) si pronuncia deit TIME (tempo, ora) taim LIFE (vita) laif CUBE (cubo) kiub HERE (qui, ecco) iar Altri casi: OU au HOUSE (casa) aus MOUSE (topo) maus EE ii STREET (strada) striit FEET (piedi) fiit OO uu FOOT (piede) fuut BOOT (stivale) buut

LYRICS Now you learned all the letters. Let’s go over the alphabet! ABCDEFG HIJKLMNOP QRS TUV WXY AND Z Now I know my ABC, Next time want you sing with me?

2

IGHT ait LIGHT (luce, chiaro, leggero) lait RIGHT (giusto, destra, diritto) rait NIGHT (notte) nait -LE -ol TABLE (tavolo) teibol SIMPLE (semplice) simpol TEMPLE (tempio) tempol KN non si pronuncia la K (KNOW, KNIFE); ST non si pronuncia la T (LISTEN, CASTLE)


Corso di Inglese • Scuola Popolare • Punto a Capo Onlus L1 3

Le lettere più importanti e il TH In inglese ci sono delle lettere più importanti delle altre per noi italiani, perché dobbiamo fare uno sforzo in più per ricordare come si comportano. Infatti, si pronunciano in modi molto differenti dalla nostra lingua. Vediamo quali sono. C si pronuncia si e mantiene questa pronuncia davanti alle vocali I ed E: CENTRE - CITY. Davanti alle altre vocali diventa dura come in italiano: CAT - COAST CUT. Il suono della c dolce come in cialda si fa aggiungendo una H, CH: CHANGE, CHIPS.

La lettera K serve a fare i suoni ‘che’ e ‘chi’: KIT - KEY. G si pronuncia come in italiano, ma nelle parole inglesi è sempre dura come la nostra ‘gatto’ o ‘ghianda’: GET - GIVE - GAME - GUM GOAL. Per avere una G dolce come nella nostra ‘giostra’, useremo un’altra lettera, la J: JOHN JET - JACKET - JANE JUST.

3 lettere diverse, nell’Old English. Lettere che rappresentavano 3 suoni diversi. Anche oggi abbiamo 3 suoni, anche se ne usiamo correntemente solo 2. Il primo, che ha il simbolo fonetico ð è un suono nasale che si ottiene mettendo la lingua tra i denti e soffiando: THIS, THAT, THEY. Il secondo, il cui simbolo è θ invece è un suono piano: THANK, THINK, THING.

La R è la lettera più potente dell’alfabeto: ha infatti il potere di cambiare il suono delle vocali che la precedono se in una parola sta da sola, senza una vocale dopo. Ad esempio: DOOR, CHURCH, GIRL, CAR, FLOOR, FIRST. Infine c’è il famoso TH. In origine esso era espresso con

L’Articolo THE Uno per tutti L’Articolo THE è invariabile, quindi non cambia né in genere né in numero e traduce gli articoli italiani: IL LO LA I LE GLI. Si mette prima del nome a cui si riferisce, proprio come in italiano: THE TIME (il tempo) THE SHOES (le scarpe)

THE LIFE (la vita) THE BOOTS (gli stivali) Come si può vedere, non importa se il nome è plurale o singolare, THE rimane invariato. Le regole per usare il THE sono molto complicate, le impareremo mano mano. E’ bene sottolineare sin da adesso che in inglese I NOMI NON HANNO GENERE, cioè non hanno maschile e femminile.

Corso di Inglese base L1  

a cura di Francesca Marrucci per la Scuola Popolare di Punto a Capo Onlus

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you