Issuu on Google+

1

MARZO 2014

www.vistaplusottica.it

ANNO X - Numero 03 - MARZO 2014

Editoriale

Cari lettori, il 4 marzo, ultimo giorno di carnevale, la nostra città è stata sconvolta da una notizia che si è immediatamente diffusa sul territorio: arrestato per tentata concussione il sindaco di Arzano Giuseppe Antonio Fuschino. L’ordinanza di arresto domiciliare, emessa dalla Procura Napoli Nord e disposta dal gip presso il tribunale Napoli nord, è stata notificata al primo cittadino dai carabinieri della tenenza di Arzano, per il reato di concussione. La voce, da qualcuno ritenuta, uno scherzo di carnevale di pessimo gusto, si è rilevata veritiera e ha avuto come conseguenza e dimissioni del primo cittadino e, successivamente di diciotto consiglieri comunali su trenta. E’ la terza volta, nella storia recente, che il Consiglio comunale si trova ad essere sciolto prima della scadenza naturale. Fu proprio Fuschino, infatti, a insediarsi, con un suffragio elettorale quasi plebiscitario, nel 2010, dopo due anni di gestione commissariale conseguente a infiltrazioni camorristiche, alla seconda amministrazione Nicola De Mare e, prima ancora, a essere sfiduciato, fu il sindaco Ageo Piscopo, cui seguì lo scioglimento del consiglio comunale. Come conseguenza alle dimissioni , il Ministero dell’interno ha provveduto alla nomina del commissario prefettizio nella persona del Prefetto Maria Santorufo, In attesa della nomina dei due sub-commissari esperti in materie Tecniche e del Personale che ne dovranno supportare l’opera. Arzano non riesce a trovare stabilità nel lungo periodo, né una classe politica che possa portare a termine il mandato fiduciario affidato dal popolo … al di là della fede politica, comunque, ciascuno di noi si augura che il sindaco possa dimostrare la sua buona fede e riprendere la sua vita in tranquillità. Di legalità c’è voglia in tutta la cittadinanza, a dimostrarlo, il 19 marzo, data storica per la ricorrenza del ventennale del’assassinio di Don Giuseppe Diana, la manifestazione organizzata contro le mafie e le loro vittime. Per non dimenticare le scuole di Arzano hanno sfilato per le strade della città, con una sosta in piazza Cimmino e il raduno in villa comunale, dove si è tenuta la coreografica liberazione di palloncini verdi, bianchi e rossi. Tutta la cittadinanza e le associazioni si sono idealmente strette ai tanti giovani e giovanissimi che hanno sfilato, nella speranza di un futuro migliore in cui la “res” pubblica, la democrazia e la legalità possano regnare sovrane. Infine, nelle pagine interne troverete un interessante articolo riguardante lo strumento del “Redditometro”che andrà in vigore a breve, relativamente all’anno 2009, dichiarazione 2010.Con la speranza che non si avveri il vecchio detto “O’ CANE MOZZECA SEMP’ O STRACCIAT”. In attesa di tempi migliori auguro a tutti una Serena Pasqua. Buona lettura, Ciro Mainini

ra u g u A Buona Pasqua Calato il sipario sulla consiliatura Fuschino

servizio a pag. 3

Si è insediato il Commissario Prefettizio Aperta una nuova parentesi nella storia della città

servizio a pag. 5

Clinica Dentale Dott.ssa Anna Romano aut N° 1243 Implantologia a CARICO IMMEDIATO Ortodonzia e Odontoiatria Pediatrica Faccette in ceramica Ortodonzia invisibile INVISALIGN Terapie con LASER


MARZO 2014

in...fede

IL REGNO DI DIO

Per Gesù il Regno di Dio (progetto di salvezza) riguarda la vita presente, ma in prospettiva escatologica: vita beata ed eterna con Dio, gli angeli e i santi. Riguarda tutto l’uomo e tutti gli uomini. Il centro dell’attenzione è la persona umana, nel suo aspetto fisico e spirituale. Essa è più importante della Legge e del Tempio. Se si trova nel bisogno occorre andare in suo soccorso. Si tratta del Regno di Dio che si attua nel tempo finale, non di quello naturale della creazione. Un Regno che si deve instaurare non con la violenza o la lotta armata, come volevano gli zeloti, ma da attendere da Dio pacificamente. Non un giudiziovendetta di Dio favorevole ad una élite e contro tutti gli altri; ma la lieta novella della bontà sconfinata di Dio e della sua misericordia verso i peccatori. Non un Regno da costruire con una esatta osservanza della Legge (Farisei). La sua realizzazione infatti dipende dalla libera iniziativa di Dio. Il samaritano presta soccorso al ferito che incontra sulla via senza addurre motivazioni religiose. E’ il suo gesto di carità che è per se stesso gradito a Dio. I benedetti del giudizio finale si meravigliano che le opere di misericordia fatte al prossimo, Dio le consideri come fatte a sè. Amore del prossimo non vuol dire amore dell’umanità in genere. L’umanitarismo non costa nulla, è facile a praticarsi. Ma la prestazione concreta fatta al singolo malato, affamato, oppresso, impegna seriamente e profondamente. E’ al vicino che dobbiamo guardare: in famiglia, in parrocchia,

di Luigi Del Prete

nella scuola, nel campo professionale, ecc. E’ più facile solidarizzare con poveri dell’India e dell’Africa, che con i marocchini, che vengono qui da noi. Quanto più lontano è il prossimo, tanto più agevole risulta una professione verbale d’amore. Allora, in questo bisogna interrogarci: Come viviamo e partecipiamo alla Santa Messa? Ci ritroviamo con uomini e donne di ogni genere: giovani, anziani, bambini; poveri e benestanti; originari del posto e forestieri; accompagnati dai familiari e soli. L’eucarestia, fa crescere in noi la capacità di gioire con chi gioisce e di piangere con chi piange? Ci spinge ad andare verso i poveri, i malati, gli emarginati? Ci aiuta a riconoscere in loro il volto di Gesù? Ci preoccupiamo di aiutarli, di avvicinarli, di pregare per loro? O siamo indifferenti? O ci preoccupiamo di chiacchierare, di pettegolezzi dopo la messa? “Hai visto come era vestita quella o come era vestito quello?”. Il discepolo di Gesù, per sè, non è che debba compiere degli atti di eroismo, ma deve vivere continuamente nella gioiosa gratitudine di chi ha trovato il tesoro nascosto nel campo o di chi è riuscito ad acquistare la perla preziosa. Il modello di questo atteggiamento è il bambino, non per la sua presunta innocenza, ma perchè ha totale fiducia nei suoi genitori, si lascia aiutare da loro naturalmente ed accetta spontaneamente e con riconoscenza i loro doni.

2

Vi dà appuntamento al 26 APRILE 2014

Periodico dell’Associazione Pro Loco di Arzano

Direzione - Redazione e Amministrazione Via Isonzo, 3 - Arzano (NA) Tel. 0815737125 - 3460683482 Registrazione Tribunale di Napoli n° 43 del 07/04/2004 www.prolocoarzano.it • e-mail: aventi@hotmail.it Direttore Editoriale: Ciro Mainini Direttore Responsabile: Bianca Desideri Redazione: Milena Mallardo - Angela Maria Marfella Tiziana Barone Redattore Capo: Gabriella Botticelli Collaboratori: Valeria Barone - Giuseppe Inniciello Davide Mainini - Adele Esposito Angela Vastarella - Gilda Piscopo Vignettista: Massimiliano Di Giacomo Stampa e Grafica: Printing House srls Via Capri, 2 - Casoria (Na)

FURGONOLEGGIO

VIA ATELLANA, 8 - 80022 ARZANO (NA) TEL. 081 191 68 799 - FAX 081 198 08 540

e-mail: simone.carforless@libero.it e-mail: giulia.carforless@libero.it e-mail: rossella.carforless@libero.it


3

MARZO 2014

Calato il sipario sulla consiliatura Fuschino 4 marzo 2013, una data memorabile nella storia della città: piomba come un fulmine a ciel sereno su di essa la notizia che, Giuseppe Antonio Fuschino, Sindaco di Arzano e consigliere provinciale, eletto due volte consecutive, è stato tratto in arresto per concussione in base ad un’ordinanza del GIP, secondo la quale avrebbe ricevuto favori personali in cambio di atti a lui dovuti quale primo cittadino di Arzano. Grande l’incredulità e lo stupore dei cittadini che, al diffondersi delle voci riguardanti l’accaduto, non vi prestano fede e credono ad uno scherzo di Carnevale. Ma così non è. La mannaia della giustizia è letteralmente caduta sulla testa del primo ex cittadino che finisce agli arresti domiciliari. Il 5 marzo, le dimissioni irrevocabili dalla carica di Sindaco, il 6 marzo, la sospensione del Prefetto, il 13 marzo, l’epilogo finale dell’esperienza Fuschino con lo scioglimento del Consiglio Comunale per dimissioni spontanee di 18 dei suoi componenti. Il 19 marzo si insedia sulla Casa Comunale il Commissario Prefettizio, Maria Santorufo. Il 21 marzo, viene rigettata, in sede di Riesame, la richiesta di scarcerazione dell’ex Sindaco che rimane agli arresti domiciliari. Dall’altare alla polvere, da un trionfo plebiscitario ad un tonfo clamoroso: questa la triste parabola di colui che un consenso plebiscitario aveva incoronato, quattro anni fa, primo cittadino . Vanitas, vanitatum, dixit Ecclesiastes, vanitas vanitatum et omnia vanitas. Quid habet amplius homo de universo labore suo quod laborat sub sole? - Vanità delle vanità, disse l’Ecclesiaste e tutto è vanità. Che cosa ricava l’uomo da tutta la fatica con cui si affanna sotto il sole? Sono i celebri versetti del 1° libro del Qoelet, uno dei libri sapienziali dell’Antico Testamento, che si possono applicare ai fatti che riguardano il protagonista delle cronache cittadine di questo periodo al quale sembrano calzare a pennello. Le vicende che lo

Vanitas vanitatum et omnia vanitas

riguardano esemplificano e dimostrano, infatti, la caducità e la labilità della gloria ed il carattere effimero e transitorio di ogni umano trionfo. Il concetto di gloria ha certamente oggi un’accezione diversa da quella di un tempo e quando si parla di gloria, non si intende più il successo e la fama legati ad una guerra vinta o ad atti di particolare eroismo o ad imprese militari condotte con successo. La gloria ha oggi un volto nuovo e si chiama notorietà. Il suo volto è quello ben noto, trasmesso e consacrato dai mass media, della fama, del successo, della ricchezza, della celebrità, del potere, in linea con quelle che sono le tendenze e i valori della società contemporanea. Questa gloria l’ormai ex Sindaco era riuscito a conquistare, lavorando tenacemente allo scopo, sostenuto ed aiutato anche da un favor populi che ha contribuito non poco a farlo arrivare in vetta. Ma, al di là di ogni idea che si possa avere della gloria, breve o lunga che sia la sua durata, la decadenza di ogni realtà umana e di

di Gabriella Botticelli

ogni uomo, se pur potente e famoso, è un fatto inevitabile. Alla luce dei fatti accaduti e della parabola discendente dell’ex primo cittadino, vien da chiedersi se non si debba rivedere l’idea ed il concetto di gloria per cominciare ad averne un’dea diversa e capire che la vera gloria, la cui conquista è alla portata di ogni uomo, si trova non nelle realtà altisonanti e nelle cose grandi, che fanno notizia, rumore e che si impongono ed impongono una persona all’attenzione della gente, ma nella vita quotidiana, nei doveri di ogni giorno svolti con diligenza e con onestà, qualunque sia il posto ed il ruolo, umile o elevato, in cui la vita colloca una persona, in quelle piccole azioni che non daranno mai fama e celebrità e che non faranno mai riportare il proprio nome nei manuali di storia, ma che daranno certamente meriti a chi le compie. Quam cito transit figura et gloria mundi! Come passa rapidamente la scena e la gloria di questo mondo!, afferma realisticamente il non ben identificato autore dell’Imitatio Christi. Il successo e la caduta inattesa dell’ex primo cittadino, che rappresentano, se riconfermate le accuse, un tonfo sul piano etico prima ancora che su quello politico, sono la dimostrazione che la conquista di risultato e di consenso strepitoso sono non il punto di arrivo, ma il punto da cui partire per governare al meglio, gestendo saggiamente il consenso ottenuto. Certamente anche un’esperienza di governo locale positiva e che si concluda felicemente, si racchiude, come quelle negative, fra le parole “inizio e fine”, ma lascia almeno nella serenità e senza traumi il contesto cittadino amministrato, che può guardar con fiducia e con tranquillità al domani. Quel domani in cui, nonostante questo momento critico, si deve credere, un domani al quale si deve guardare con speranza in vista di una rinascita, di un cambiamento che deve partire dalla ricostruzione del volto di questa città, martoriato e segnato da sofferenza eccessiva.


Attualità

MARZO 2014

4

Tasse: arriva il nuovo redditometro Ecco come funziona e quali voci entrano nel conteggio. Terminato il periodo di prova e rodaggio, entra in funzione il “famigerato” Redditometro. Il nuovo strumento messo a punto dall’Agenzia delle Entrate è così già in grado di sfornare la prima lista dei potenziali evasori fiscali, che potrebbero ricevere l’invito dell’Agenzia a presentarsi nei suoi uffici per spiegare come hanno fatto a spendere così tanti soldi dopo aver dichiarato al Fisco così poco. I CONTROLLI I primi ad essere scandagliati saranno i redditi del 2009, dichiarati nel 2010. Il sistema sarà in grado di ricostruire per ciascun contribuente le spese effettuate di cui l’amministrazione fiscale ha certezza e di metterle a confronto con il reddito dichiarato in quell’anno. E di evidenziare tutti i casi in cui la differenza è superiore al 20%, la soglia che fascattare l’accertamento. All’inizio gli ispettori fiscali si concentreranno sulle incongruità più evidenti, sui casi dove la differenza tra il dichiarato e la spesa accertata è più elevata. Poi pian piano i controlli saranno estesi, tanto che ne sono previsti a regime 35 mila l’anno, anche se i contribuenti onesti avranno poco da temere. Se il redditometro evidenziasse uno scarto tra il reddito e le spese superiore al 20%, che non quadra neanche considerato il reddito familiare complessivo, che gli ispettori del Fisco dovranno comunque verificare prima di aprire la pratica, il contribuente verrebbe invitato a presentarsi negli uffici dell’Agenzia e già in questa primissima fase potrà dare le spiegazioni necessarie. Dimostrare con prove certe, ad esempio, che la casa o l’automobile è stata acquistata con i risparmi degli anni passati, o con soldi già tassati, perché magari sono rendite finanziarie, o che è stata una donazione dei genitori. Se le prove fossero convincenti (ma devono esserci gli atti, o i bonifici o le fatture) il caso si chiuderebbe qui, senza conseguenze. Se il Fisco dovesse invece avere ancora dei sospetti si aprirebbe una seconda fase del contraddittorio, più approfondita. In questo caso potranno essere opposte dai contribuenti anche argomentazioni logiche (e non necessariamente prove documentali) per contestare le spese presunte (per esempio l’uso dell’auto di un parente o della mensa aziendale). Se anche al termine di questa fase il Fisco mantenesse le sue pretese, ovvero di far pagare le tasse sul reddito effettivo calcolato con il redditometro, e non su quello dichiarato, si aprirebbe l’accertamento formale. L’amministrazione dovrà quantificare il maggior reddito accertabile e la maggiore impo-

sta da pagare, e chiedere al contribuente di aderire al pagamento delle somme richieste. Arrivati a quel punto non restano che due strade: pagare entro quindici giorni per avere le sanzioni ridotte, oppure avviare un contenzioso, ricorrendo alla giustizia tributaria. SPESE E AREE Ecco le undici tipologie in cui viene scontornata ciascuna di queste zone: persona sola al di sotto dei 35 anni; coppia senza figli con meno di 35 anni; persona sola con età compresa tra 35 e 64 anni; coppia senza figli con età compresa tra 35 e 64 anni; persona sola con 65 anni e oltre; coppia senza figli con 65 anni o più; coppia con un figlio; coppia con due figli; coppia con tre o più figli; monogenitore; altre. Per quanto riguarda invece le voci di spesa, vediamo come queste siano distinte per settore merceologico o di consumo in senso ampio. Abbigliamento e alimentari: alimentari e bevande; abbigliamento e calzature; altro. Saranno calcolati sulla spesa media certificata dall’Istat per la classe famigliare di appartenenza. Mobili ed elettrodomestici: elettrodomestici e arredi; altri beni e servizi per la casa; collaboratori domestici; altro. Anche qui, faranno fede i dati Istat incrociati con la quota di unità abitative di proprietà. Combustibili ed energia: Energia elettrica; gas; riscaldamento centralizzato; altro. Sempre l’Istat a determinare il range di spesa sostenibile da ciascuna classificazione di famiglie. Trasporti: Assicurazione, RC Auto, furto e incendio su auto, camper, moto e altri mezzi; Bollo; Pezzi di ricambio, olio e lubrificanti, carburanti, manutenzione e riparazione per mezzi a ruote o, distintamente, imbarcazioni o, ancora, aeromobili; Tram, autobus, taxi; Noleggio o leasing mezzi di trasporto; altro. Oltre ai valori Istat, qui vengono tenuti in considerazione i Kilowatt medi riferiti al singolo mezzo di spostamento. Per le imbarcazioni, classi distinte a seconda della lunghezza e del funzionamento (vela o motore). Comunicazioni: apparecchi telefonici anche mobili; spese telefoniche; altro. Bussola, sempre i dati Istat medi per le categorie famigliari di appartenenza.

Abitazione: Mutuo; Canone di locazione; Fitto figurativo di abitazione di proprietà in locazione o a uso gratuito; Canone di leasing immobiliare; Acqua e condominio; Manutenzione ordinaria; Intermediazioni immobiliari; altro. A dare le coordinate, ancora una volta i dati Istat per tipologia di famiglia, affiancati dai metri quadrati dell’abitazione sotto esame. Istruzione: Libri scolastici, tasse, rette per tutti i livelli scolastici, asili, tutoraggio, master, specializzazioni e corsi specifici; Soggiorni di studio all’estero; canoni di locazione per studenti universitari; altro. Confermati i parametri Istat per valutare la corrispondenza tra spese e reddito. Altri beni e servizi: Assicurazioni danni, infortuni e malattia; Contributi previdenziali obbligatori; barbiere, parrucchiere, istituti estetici; Prodotti per la cura della persona; Centri benessere; Argenteria, gioielleria, bigiotteria, orologi; Borse valigie e simili; Onorari dei liberi professionisti; Alberghi, pensioni e viaggi organizzati; Pasti e consumazioni fuori casa; Assegni periodici corrisposti al coniuge; altro. Sempre le tabelle Istat a dare il responso finale. Tempo libero, cultura e giochi: Giochi e giocattoli, radio, televisione, hi-fi, computer, libri non scolastici, giornali, riviste, dischi, cancelleria, abbonamenti radio, tv e web, lotterie, lotto, piante e fiori, riparazioni elettrodomestici; abbonamenti pay-tv; Attività sportive, circoli culturali, ricreativi, abbonamenti eventi sportivi e culturali; Giochi online; Cavalli; animali domestici; altro. Confermata la centralità dei valori Istat per categoria di famiglia, ma riguardo ai cavalli verranno stimati 5 euro per giorno di possesso se in proprio o 10 a pensione. Sanità: Medicinali e visite mediche; altro. Anchenel caso della salute, la spesa è indicata dai valori raccolti dall’istituto statistico nazionale. Sulle auto, a seconda delle famiglie e delle zone di residenza, sono previsti precisi kw medi, dai 60,8 per persona singola al Centro, fino ai 171,3 per coppia con tre figli o più. Investimenti: sotto la lente del redditometro finiranno le spese a lungo termine per immobili, beni mobili registrati, polizze assicurative, contributi previdenziali volontari, azioni, obbligazioni, conferimenti e finanziamenti, capitalizzazioni, quote di partecipazione, fondi d’investimento, derivati, certificati di deposito, pronti contro termine, buoni postali, conti di deposito vincolati, altri titoli di credito, prodotti finanziari, più valute estere, oro, numismatica, filatelia, oggetti d’arte o di antiquariato, manutenzione straordinaria delle abitazioni, donazioni e altro. Per tutte queste voci, verrà esaminato l’eventuale incremento patrimoniale,stornando eventuali mutui o finanziamenti ricevuti.


5

Attualità

MARZO 2014

Si è insediato il Commissario Prefettizio di Gabriella Botticelli Aperta una nuova parentesi nella storia della città Litigiosi, pieni di debiti, commissariati per legami con la criminalità organizzata, in alcuni casi, sciolti per mozione di sfiducia o per fatti gravi interessanti i Sindaci che li guidavano, in altri casi. Numerosi i Comuni italiani, fra i quali quello di Arzano, che si presenteranno l’anno prossimo al voto, guidati non da coalizioni politiche, ma da Commissari Prefettizi, inviati dal Ministero dell’Interno. Aperta, infatti, il 19 marzo una parentesi nuova per la storia della città, con l’insediamento del Commissario Prefettizio, dott.ssa Maria Santorufo, viceprefetto in servizio presso il Ministero dell’Interno, che ha fatto il suo ingresso al palazzo comunale a seguito delle vicende che hanno portato alla fine ufficiale della consiliatura Fuschino, il 13 marzo scorso, con le dimissioni spontanee di 18 consiglieri comunali dopo l’arresto del Sindaco, il 4 marzo. Nell’ordinamento italiano, il Commissario Prefettizio è l’organo monocratico di amministrazione straordinaria del Comune che ha il compito di amministrare l’Ente fino all’elezione del nuovo Consiglio e del nuovo Sindaco, da tenersi nel primo turno elettorale utile previsto dalla legge (di solito in primavera). Nel caso di infiltrazione o condizionamento mafioso, lo scioglimento conserva i suoi effetti per un periodo da 12 a 18 mesi, prorogabili fino ad un massimo di 24 in casi eccezionali, e, a seguire, fino al primo turno elettorale utile. Durante il periodo di scioglimento, il Commissario esercita le attribuzioni conferitegli con il decreto di nomina e normalmente

unisce in sé tutti i poteri degli organi del comune, Sindaco, Giunta e Consiglio. In virtù di tali poteri può compiere qualunque atto, sia di ordinaria che di straordinaria amministrazione e può essere affiancato da uno o più sub-commissari ai quali delega parte delle sue attribuzioni. La dott.ssa Maria Santorufo vanta un curriculum professionale ed esperienziale di tutto rispetto al suo attivo. Ha infatti prestato servizio nel Friuli Venezia Giulia, a Salerno ed a Cagliari, in diversi uffici del Ministero dell’Interno e della Prefettura di Lecce in cui si è occupata di problematiche riguardanti l’immigrazione. E’ stata poi componente della commissione straordinaria per la gestione del Comune di Botricello, sciolto per infiltrazioni malavitose, commissario straordinario dei Comuni di Ravello, Maiori, Giffoni Valle Piana, Quartuccio, Uggiano La Chiesa e subcommissario prefettizio dei Comuni di Maiori, Angri e Nardò. Fra gli atti di maggior rilievo di cui il Commissario dovrà occuparsi, l’approvazione del bilancio consuntivo dello scorso anno e del bilancio di previsione di quest’anno, entro il 30 aprile, salvo eventuale diferimento di questo termine. Alla sua attenzione anche il PUC, il piano urbanistico comunale che doveva rivedere la mobilità cittadina e cambiare la circolazione per rendere più vivibile la città, un buon numero di debiti fuori bilancio, tutti finanziariamente coperti, ma da liquidare quanto prima per evitare aggravi di spesa.

Il Comune si dibatte, infatti, fra difficoltà economiche che incidono non poco sulla capacità di programmazione e di spesa. Un problema di notevole rilievo è anche la mancanza di figure di ruolo tecnico nell’area Progettazione e Gestione del territorio che ne paralizza il buon funzionamento. Sono solo alcuni fra i problemi da affrontare con altri che, per brevità, non si elencano. Il Commissario ha avuto un primo contatto con i dirigenti comunali e, insediandosi sulla Casa Comunale, ha dovuto prendere visione delle criticità, dei problemi da risolvere, delle tante cose in itinere lasciate in sospeso. Non molto il tempo a disposizione, poco più di un anno, il tempo di traghettare il Comune di Arzano alle elezioni del maggio 2015, in coincidenza col voto per il rinnovo del Consiglio Regionale. Ma un primo segnale positivo è già arrivato per il discorso legalità. Al Segretario Generale, Aldo Ferrara, è stato chiesto di avviare l’iter per rinnovare la convenzione con la Stazione Unica Appaltante e l’adesione al protocollo di Legalità che l’Amministrazione Comunale non aveva voluto rinnovare per motivi di carattere economico e che farà di nuovo rientrare il Comune di Arzano sotto il controllo della SUA, a garanzia della legalità e trasparenza negli appalti pubblici. Alla dott.ssa Santorufo, gli auguri di un proficuo lavoro, certi che il suo operato e la sua azione saranno senz’altro positivi e che affronterà e porterà a soluzione nel migliore dei modi i problemi che si presenteranno nel corso della sua gestione di governo.

DFS Revisioni Auto srl

&

Giuseppe Silvestro Cell. 393.9676973 Carlo Alborino Cell. 393.9675650

Viale Remo De Feo, 2 - 80022 ARZANO (NA) Uscita Asse Mediano (zona industriale) Tel. 081.5736699 - www.serviziweb.it/dfs

CONCESSIONE M.C.T.C. N. 00000038 NAAE7 del 25/06/98 Off. autorizzata dal Comune di Napoli per il rilascio Bollino Blu - Aut. N. 212/98

DFS

Revisioni Auto srl


Attualità

MARZO 2014

6

Legalità: strumento di libertà e progresso

Necknominate… il nuovo “gioco” dei social network

Liberiamo il nostro futuro è una delle celebri frasi di Don Peppe Diana sacerdote di Casal di Principe vittima della camorra, ucciso a soli 36 anni, con cinque colpi di pistola, il giorno del suo onomastico, nella sacrestia della chiesa San Nicola di Bari, mentre si accingeva a celebrare messa il 19 marzo 1994. Dal 2012 nello stesso giorno in Campania si celebra “ la giornata dell’impegno e della memoria” denominata giornata della legalità, in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie. Don Peppe Diana ha dedicato la sua vita ad aiutare le persone in difficoltà e si è opposto alla camorra esprimendo le sue idee in un documento “ Per amore del mio popolo non tacerò”, diffuso a Natale del 1991, un appello a pretendere un cambiamento e rivolto soprattutto ai giovani. Testo carico di impegno civico in cui don Peppino esprime la sua ribellione, documento citato anche in “Gomorra” di Roberto Saviano. Il 18 e il 19 marzo 2014, a esattamente vent’anni dalla scomparsa di Don Peppe Diana, è andato in onda su Rai 1 la miniserie in ricordo di questo sacerdote coraggioso che si è immolato per il suo territorio. Il 21 Marzo molte scuole ( quarte e quinte elementari, medie e liceo) parrocchie, associazioni e cittadini, in tutto circa ventimila persone, hanno aderito alla marcia anti- camorra tenutasi ad Arzano partita alle 9. 30 dallo spazio antistante le palazzine Ina Casa di Via Alfredo Pecchia e terminata alle 12.00 in piazza Cimmino. La marcia ha attraversato anche via Luigi Rocco nel triste ricordo del nostro concittadino vittima di un agguato di camorra lo scorso febbraio. I manifestanti hanno scandito slogan del tipo: “ Scendi giù, scendi giù, manifesta anche tu!” oppure “ Un solo grido, un solo allarme, camorra in fiamme, camorra in fiamme!” infine “ Chi non salta camorrista è!” Al termine della manifestazione i bambini hanno fatto volare palloncini bianchi simboli di legalità. Cambiare le cose è possibile, questa marcia è stata l’ulteriore occasione per comprendere come con la cittadinanza attiva si possono contrastare fenomeni malavitosi, fino a sconfiggerli definitivamente, affinchè il sacrificio di Don Peppe Diana, Don Pino Puglisi, Giancarlo Siani e tantissimi altri non sia vano e non sia solo motivo di riflessione ma soprattutto di agire. Stupisce tuttavia la minima presenza alla marcia di cittadini adulti che anche per i fatti accaduti di recente sul territorio, avrebbero dovuto partecipare. Si fa un gran stigmatizzare la camorra, i suoi metodi delinquenziali, le sue azioni criminose, i lutti ed i morti che essa provoca, ma in un’occasione in cui si è trattato di scendere in strada ed unirsi a bambini e ragazzi che manifestavano contro di essa, pochi hanno partecipato accanto ai i giovani e giovanissimi manifestanti. Ci si sarebbe aspettato un maggiore impegno degli adulti che, mai come in questo caso, hanno molto da imparare dai piccoli cittadini arzanesi coraggiosi e guerrieri che combattono per un ideale. Angela Vastarella

Una moda? Un gioco? Non si sa bene cosa sia. Bere alcol senza freni, compiere azioni folli, filmare il tutto e lanciare la sfida sul web. Questa è la nuova moda che ormai da qualche tempo sta spopolando tra i giovani, e sta facendo il giro di tutti i social network. Il nuovo “gioco”si chiama NekNominate (il cui nome fa probabilmente riferimento al collo della bottiglia), è partito dall’Australia e si è già diffuso in diversi paesi, tra cui anche l’Italia. Questo social game consiste nell’ingerire una grossa quantità di alcolici tutta d’un fiato e lanciarsi in gesta eclatanti. Il tutto deve essere filmato per dare così la possibilità agli autori della bravata di sfidare altri utenti della rete a fare di più e peggio. In altre parole, chi è ‘Neknominato’ deve raccogliere la sfida, cimentandosi in nuove iniziative alcoliche. La penitenza per chi rifiuta consiste nell’offrire da bere per una sera intera alla persona che ha coinvolto gli amici nel gioco. Non importa quindi se a bere si è da soli o alla presenza di testimoni, l’importante è che ci sia un video a poter testimoniare la propria performance. Praticamente si tratta di una sfida al massacro. Un gioco pericoloso, distruttivo che, come era facile immaginare, ha già provocato alcuni incidenti. Il NekNominate ha già registrato infatti diverse vittime. Bere una bottiglia di wodka in meno di un minuto, o ingerire un coktail a base di vino e altri alcolici, non può certo lasciare senza conseguenze! Dove sta il divertimento? Che cos’è questo fenomeno? L’ennesimo frutto di una società distorta? Cosa spinge a raccogliere la sfida? La paura di vedersi escluso, il senso di onnipotenza, il sentirsi figo? Nel NekNominate trovano espressione due tendenze tipiche delle attuali giovani generazioni: quella di bere e quella di immortalare ogni momento della propria vita con foto e video. Tutto deve essere documentato, tutto deve poter essere mostrato, quasi come se si facesse a gara a chi pubblica più foto, a tal punto da arrivare a chiedersi : “si scattano foto per avere ricordi o si creano eventi e situazioni per poter avere foto da scattare e “postare”?” I genitori delle vittime hanno già fatto sentire la propria voce facendo appello ad arrestare questo assurdo gioco, ma i social network non hanno preso provvedimenti in quanto a loro avviso non violerebbe nessuna regola. Questo fatto dimostra che non si può essere da soli a contrastare un fenomeno sociale pericoloso come quello appena descritto. Per far fronte a tendenze del genere è necessariala collaborazione di tutte le parti: famiglie, istituzioni (politiche, scolastiche, religiose, etc.), mezzi di comunicazione di massa. Insegnare ai giovani a bere senza arrecare danni a sé stessi e agli altri, educarli ad una sessualità rispettosa della propria persona e del proprio partner, istruirli ad un uso corretto delle immagini, sono compiti che la società nel suo insieme deve assumere su di sé. Un genitore non può trovarsi da solo a combattere contro gli infiniti pericoli a cui possono andare incontro i propri figli, ma deve poter contare sull’aiuto delle istituzioni. Far crescere delle generazioni sane è una responsabilità di tutti. Tiziana Barone


7

Attualità

MARZO 2014

Sale? Meglio ridurlo! La settimana che sta per concludersi è dedicata alla riduzione del consumo di sale, un’iniziativa internazionale, promossa dal WASH e fatta propria da diverse organizzazioni e società internazionali. Ma perché si da tanta importanza alla riduzione del consumo di sale? Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato che esiste una relazione diretta tra il consumo di sale e i valori della pressione arteriosa, sfociando, poi, sul lungo termine in ipertensione arteriosa, un fattore di rischio cardiovascolare molto importante. Valori pressori elevati, infatti, inducono l’insorgenza di ictus, infarto, ipertrofia ventricolare sinistra, con conseguente scompenso cardiaco. I danni dell’ipertensione arteriosa si estendono anche ai reni, con insufficienza renale cronica. Ma è anche lo stesso aumentato consumo di sale a provocare patologie renali, quali la calcolosi renale; infatti il sodio, che rappresenta il 40% della molecola di sale, aumenta l’escrezione di calcio a livello urinario, catturandolo alle ossa. Questo processo porta anche ad un’altra patologia, l’osteoporosi, che aumenta il rischio di fratture alle ossa. Infine, ma non meno importante, il consumo eccessivo di sale (e quindi di sodio) comporta un aumentato rischio di insorgenza di cancro allo stomaco.  In Italia il consumo di sale si aggira intorno ai 10-15g/die contro i livelli massimi raccomandati dalla SINU di 5g/die e i 3,75g/die ottimali. A questo si associa un consumo di potassio, specchio dei consumi di frutta, verdura e legumi della popolazione, significativamente inferiore ai livelli raccomandati di 3,9g/die.  Anche la sola riduzione di 5g di sale al giorno (circa un cucchiaino) permette di ottenere vantaggi sul nostro stato di salute, riducendo del 17% il rischio di patologie cardiovascolari e del 23% il rischio di ictus.

Come fare per contenere i consumi di sale?  Se teniamo conto del fatto che la maggior parte (circa l’80%) del sale che ingeriamo proviene dai prodotti industriali, non è facile capire che scegliere prodotti naturali, che non abbiano subito processi di confezionamento, conservazione e trasformazione, sia il primo diktat da seguire. Inoltre bisogna sempre ricordarsi che il sodio è contenuto naturalmente negli alimenti, per cui una cottura a vapore, che impedisce la dispersione dei sali minerali, oltre che delle vitamine, consente di evitare l’aggiunta di sale a fine cottura.  Quando si fa la spesa, altra cosa da fare è leggere le etichette dei prodotti confezionati dando la preferenza a quelli che hanno un contenuto di sale/sodio minore (per facilitare la lettura, visto che non sempre sono riportati i valori di sale, mentre più spesso ci sono quelli del sodio, bisogna tenere a mente che se moltiplichiamo la quantità di sodio per 2,5 otteniamo la quantità di sale di quell’alimento). Un prodotto che ha <0.12g sodio o <0.3g sale è un prodotto con poco sodio; se i valori sono compresi tra 0.12g e 0.4-0.5g di sodio e 0.3 e 1-1.2g di sale il prodotto è da considerarsi con contenuto medio di sale; valori superiori a 0.4-0.5g di sodio e 1-1.2g di sale indicano prodotti con un elevato consumo di sale. Fate attenzione agli insaporitori, salse di soia e dadi da brodo, che hanno un elevato contenuto di sodio (quasi il 50%).  La riduzione del sale deve essere effettuata in maniera graduale, permettendo al gusto di abituarsi, e si può ottenere, quindi, non solo facendo attenzione a quello che si mette nel carrello, ma anche prestando cura a quello che cuciniamo e come lo cuciniamo, sostituendo il sale, ad esempio con erbe aromatiche, aceto, succo di limone, e insaporendo quindi le pietanze con sapori più naturali. Dott.ssa Paola Sabino - Dietista specializzata in nutrizione umana

Bene gli annunci del governo, no al governo degli annunci “Le misure illustrate ieri dal Presidente del Consiglio vanno nella giusta direzione, purché non restino meri impegni” afferma Emilio Contrasto, Segretario Generale di Unità Sindacale Falcri Silcea, Sindacato attualmente nel pieno dei lavori per la stesura della piattaforma per il rinnovo del CCNL del Credito. “UNISIN apprezza la scelta di destinare la riduzione del cuneo fiscale per 10 miliardi di euro ai lavoratori con redditi medio-bassi, perché favorisce la ripresa dei consumi e della produzione, senza rinunciare al contestuale abbattimento del 10% dell’IRAP per le imprese”, continua Contrasto, “seppure attendiamo la presentazione delle proposte di legge per una valutazione puntuale nel merito”. Alcune perplessità il Segretario Generale di UNISIN le esprime sulle coperture, in quanto “negli ultimi anni troppe aspettative sono state riposte nella spending review, tutte poi puntualmente deluse”, mentre “guardiamo con attenzione all’innalzamento della tassazione delle rendite finanziarie, con esclusione dei titoli di stato. Scelta che può rappresentare un passo concreto

verso una maggiore equità nella redistribuzione della ricchezza”. “L’attenzione di UNISIN - prosegue Contrasto - è infine concentrata sulla Riforma del Lavoro, che deve essere organica e ricomprendere non solo il cosiddetto “contratto unico”, ma anche il sistema di ammortizzatori sociali, il collocamento, la formazione e l’attuazione della Garanzia Giovani. E’ inoltre importante capire come il Governo intenderà porsi rispetto ad un recupero delle garanzie previste dall’articolo 18 della Legge 300, fortemente compromesse dalle sciagurate scelte poste in essere dai precedenti Governi. Su questi temi aspettiamo di leggere i provvedimenti normativi”. In conclusione, per il Segretario Generale di UNISIN “bene gli annunci del Presidente del Consiglio, ma attendiamo la loro traduzione in misure concrete, altrimenti saremmo di fronte ad un ennesimo Governo degli annunci”. Roma, 13 marzo 2014

€ 8,99 PROVOLA E FIOR DI LATTE PROVOLA E FIOR DI LATTE SORRENTO RICOTTA PRODUZIONE PROPRIA RICOTTA DI PECORA SARDA 5 PANINI DA 100 GR. 1 KG DI PANE

UNICA SEDE PUNTO VENDITA E PRODUZIONE VIA NAPOLI, 57 - ARZANO (NA) - 329 33 45 496

€ 5,50 € 6,99 € 3,99 € 4,99 € 0,50 € 1,00

SI ACCETTANO TUTTI I TIPI DI TICKET SENZA COMMISSIONE


Attualità

MARZO 2014

Concorso RAI Arrivato il bando per 100 giornalisti È uscito il bando Rai per selezionare 100 giornalisti professionisti. Chi supererà le Forche Caudine del concorso entrerà nel nuovo bacino dal quale l’azienda dovrà attingere, se ne avrà l’esigenza, per i prossimi tre anni. In caso di chiamata, verrà firmato un contratto a tempo determinato. Le iscrizioni saranno aperte fino al 24 aprile e la graduatoria finale verrà stilata in base al punteggio assegnato per titoli e ai risultati ottenuti durante le prove, scritte e orali, che dovrebbero svolgersi tra la fine di questo anno e il primo semestre del 2015. Può partecipare alla selezione solo chi risulta già iscritto (prima del 24 aprile 2014) all’Albo dei giornalisti professionisti. Ci si può candidare solo online, compilando un modulo che si trova nella sezione “selezione giornalisti professionisti 2014” del sito lavoraconnoi.rai.it. Una volta compilata la domanda, il candidato riceverà un messaggio di posta elettronica a conferma della sua candidatura. Le prove da superare saranno tre e a giudicare le performance dei candidati sarà una Commissione esaminatrice nominata dalla Rai. La prima prova consisterà in un test scritto, a risposta multipla, su: cultura generale e attualità, ordinamento dello Stato, norme sulla stampa e sistema radiotelevi-

8

di Tiziana Barone sivo, tutela della privacy, contratto nazionale di lavoro giornalistico, giornalismo radiotelevisivo e cross mediale, nozioni di lingua inglese. Il punteggio ottenuto in questa prova non verrà valutato per la graduatoria finale e solo i primi 400 classificati passeranno alla fase successiva che consisterà in: 1. redazione e lettura di un testo giornalistico destinato alla TV su un argomento scelto dal candidato tra due opzioni (fino a 25 punti); 2.redazioneeletturadiuntestogiornalisticodestinato alla radio sullo stesso argomento (fino a 25 punti); 3. scrittura di un “tweet” di 140 caratteri sullo stesso tema (fino a 5 punti); 4. improvvisazione video su un argomento di attualità scelto dal candidato tra due opzioni, con supporto di flusso di immagini (fino a 10 punti); 5. prova pratica per verificare la capacità di utilizzo da parte dei candidati degli strumenti informatici utili all’elaborazione di contenuti audio e video (fino a 5 punti); 6. prova per valutare la capacità di utilizzo del web (fino a 5 punti) Durante la terza e ultima prova, invece, il candidato dovrà sostenere un test e un colloquio per valutare la sua conoscenza della lingua inglese (fino a 10 punti) ed eventualmente anche

di un’altra lingua (massimo 3 punti); un test e un colloquio conoscitivo e di orientamento, con valutazione anche del curriculum vitae presentato nel formato standard europeo (fino a 5 punti). Ai punti ottenuti durante queste prove se ne potranno aggiungere altri (massimo 10) se il candidato dimostrerà di essere in possesso dei seguenti titoli: 1. Laurea Triennale (2 punti); 2. Laurea Magistrale/ Laurea Specialistica/ Laurea Vecchio Ordinamento (3 punti); 3. Voto di laurea superiore a 105 (1 punto); 4. Master e/o Scuole di specializzazione giornalistiche riconosciute dall’Ordine dei Giornalisti (3 punti); 5. Conoscenza di una lingua diversa dalla lingua inglese almeno ad un livello intermedio-superiore verificata attraverso un colloquio di valutazione (3 punti). La graduatoria finale sarà stilata tenendo conto del punteggio finale ottenuto sommando il punteggio ottenuto alla seconda prova (max 75 punti), il punteggio conseguito alla terza prova (max 15 punti) e i punteggi aggiuntivi derivanti dal possesso dei titoli (max 10 punti). I “vincitori” saranno i cento giornalisti che avranno ottenuto il punteggio più alto. fonte: www.lavoroeconcorsi.com

“OGGI MIMOSE... DOMANI SCHIAFFI”

OPPORTUNITA’ DI LAVORO

Venerdì 7 Marzo 2014 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso l’ I.C. Arzano 4 D’Auria Nosengo, nella sede di via Ferrara, si è tenuto il convegno “Oggi mimose…… Domani schiaffi!” dove è intervenuta la dottoressa Angela Sarracino, Psicologa- Psicoterapeuta, presidente Società Italiana di Psicologia Sessuologia e Criminologia. L’ incontro era rivolto a tutti gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, che hanno partecipato attivamente al dibattito, mostrando vivo interesse verso un tema che affligge la nostra società attuale: La violenza sulle donne. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di sensibilizzare gli adolescenti per combattere la violenza sulle donne e facilitare l’affermarsi di una cultura del rispetto e dell’equilibrio di genere. La violenza nasce in ogni contesto sociale e cresce nell’indifferenza e nel silenzio. Importante è stato il contributo introduttivo del Dirigente Scolastico Patrizia Tirozzi che ha sottolineato la valenza della scuola come servizio pubblico, che deve impegnarsi a tutto tondo nella battaglia culturale necessaria. Crediamo che esempi concreti di donne e di uomini che testimoniano un impegno quotidiano e tangibile in questa direzione, siano il modo migliore per comunicare che un cambiamento è già in atto e che sia compito di tutti noi sostenerlo, incoraggiarlo e renderlo visibile.

L’Agenzia delle Entrate ha previsto 1.100 assunzioni nei prossimi tre anni. Secondo quanto riportato dal sito Ti Consiglio. Infatti, l’Agenzia avrebbe reso noto un piano di assunzioni triennale fra il 2015 e il 2017 e i primi bandi di concorso per partecipare alle selezioni usciranno già nei prossimi mesi del 2014. FIGURE RICERCATE – L’Agenzia assumerà funzionari da impiegare nelle attività previste per l’emersione e il rientro in Italia di capitali detenuti all’estero, legate al decreto legge del 28 gennaio 2014. Possono partecipare alle selezioni le persone in possesso di una delle lauree che saranno indicate nei bandi. I funzionari selezionati nei concorsi effettueranno un tirocinio formativo retribuito con circa 1.400 euro netti al mese, che avrà una durata di 6 mesi. Al termine dello stage ci sarà un esame selettivo. Chi passerà l’esame con successo sarà inserito presso l’Agenzia delle Entrate con un contratto a tempo indeterminato. I BANDI DI CONCORSO – La pubblicazione del primo bando di concorso è prevista entro giugno 2014. I tirocini avranno inizio il 1 luglio di ogni anno e le assunzioni partiranno a gennaio dell’anno successivo. I bandi saranno pubblicati sulla pagina dei concorsi attivi sul sito dell’Agenzia delle Entrate.


9

Sport

MARZO 2014

Casertana - Arzanese 1-1

di Vincenzo Piscopo

un paio di interventi non semplici su L’Arzanese non riesce nell’impresa di Agodirin e Bacio Terracino. Gli ospiti battere la squadra probabilmente più provano a rispondere verso la fine del forte del girone e deve “accontentarsi” primo tempo con Mangiacasale, ancodel pareggio. Contro la Casertana, i rara ottima la sua prova, ma i suoi assist gazzi di Marra non vanno oltre un pari dalla destra non trovano alcuna deviache da un lato testimonia il valore di zione fortunata. una squadra che da gennaio ha incanaNon è così ad inizio ripresa, quando lato una serie sorprendente di risultati una delle tante ripartenze del piccolo positivi ma che ora deve fare i conti esterno ex Chieti e Martina Franca è con una classifica che recita sempre lo finalizzata a dovere da bomber Ripa stesso copione. che, cambiati gli scarpini all’intervalA cinque giornate dalla fine sono inlo, non perdona e trafigge Fumagalli fatti altrettanti i punti che separano i Foto di Salvatore Esposito con un destro di rara precisione per la biancocelesti dal Castel Rigone, che rete che lo proietta in cima alla classioccupa l’ultima posizione utile per acfica marcatori. cedere all’ancora di salvezza chiamata playout. In un “Pinto” quasi pieno va in scena una partita equilibrata, che ha offer- Ugolotti non ci sta, e rispolvera l’artiglieria pesante inserendo Alvino e to ottimi spunti allo spettacolo e che ha visto una Arzanese inizialmente Varriale in attacco, spostando il generoso Agodirin sulla corsia sinistra, intimorita dal blasone e dalla qualità dell’avversario, ma che, nel secondo e Correa a dettare i tempi in mezzo al campo. E alla mezz’ora i cambi tempo, ha avuto la capacità di sbloccare il risultato col suo uomo miglio- premiano il tecnico casertano. Correa imposta, Alvino fa la sponda sul re, Ripa, arrivato a ben 15 centri stagionali e sempre più proiettato in secondo palo e Varriale di testa da due passi sigla il gol che fissa l’uno ottica capocannoniere, e che nel finale ha subìto il ritorno rabbioso della a uno finale. Sembra finita, ma allo scadere è ancora Ripa protagonista, squadra di Ugolotti, che ha cercato fortemente il pari con ben quattro stavolta come rifinitore, ma il suo cross basso dalla destra è calciato fuori misura da Ausiello per l’azione che di fatto mette i titoli di coda al match. attaccanti in campo. La prima mezz’ora è tutta dei falchetti. Nei fraseggi palla a terra la Caser- Per la Casertana solo la matematica ha rinviato la festa ormai certa per la tana dimostra di valere i 50 punti in classifica, anche senza presentare pe- Lega Pro unica. Morale opposto per l’Arzanese, sempre più impantanata ricoli veri e propri alla porta di Fiory, e l’estremo difensore è chiamato ad in zona retrocessione con i playout distanti cinque punti. 

Pochi sono gli uomini di squadra, perchè solo pochi sono così grandi da pensare al bene comune, prima che a se stessi

La Marianna Guerriero Luvo non smette di darci soddisfazioni Il settore giovanile della Marianna Guerriero LuVo Arzano conquista la finale provinciale dell’under 16 femminile mettendo ko il Procida. Le partite di andata e ritorno sono terminate con lo stesso punteggio di tre a zero. Ovvia la grande soddisfazione del coach Antonio Piscopo, che sottolinea il grande lavoro svolto nelle scuole della nostra città, ringraziando tecnici e dirigenti. Il settore giovanile deve essere considerata una miniera d’oro. Non ci resta che aspettare l’esito di altre partite per sapere con chi confrontarsi nell’ultimo atto di competizione. Bellissima vittoria contro Orizzonte Tremestieri (3 a 1) accaparrandosi tre punti importanti per continuare l’inseguimento nella zona play off. La trasferta in Sicilia è stata dura, la squadra catanese non aveva intenzione di perdere ma la Guerriero LuVo si è fatta valere. Prima della partita il coach Nello Caliendo ha spronato le ragazze ricordando di mettere in campo la stessa grinta che avevano avuto contro l’Agrigento.

di Angela Vastarella

Foto di Salvatore Esposito

Offerta Lavabile THIN Kg 22 + Lattina Isolante Lt 5 € 30,00 Isolante Lt 1 € 3,50 prendi 3 paghi 2

e tante altre offerte presso il nostro punto vendita


Rubriche

Le Ricette

MARZO 2014

10

Da settembre tutti i lettori possono inviare alla redazione le proprie ricette. Le più originali sarranno pubblicate e a fine anno sarà premiata la ricetta più gustosa.

Nidi di patatine con uova Ovetti ripieni

Ingredienti per 4 nidi

Ingredienti per quattro ovetti ripieni di tiramisù Ingredienti  4 ovetti di cioccolato a latte o fondente  125 gr di mascarpone  Caffè q.b. per la bagna  Chicchi di caffè per la decorazione  30 gr di zucchero  Cacao in polvere  3 savoiardi

 Olio d’oliva q.b.  Succo di limone  Sale q.b.  Olio di semi di arachidi per friggere q.b.  Insalata q.b.  Patate 400 gr  2 uova  Maionese q.b.  Salsa ketchup q.b. Preparazione Per preparare i nidi di patatine con uova iniziate pelando le patate, poi tagliatele a julienne con l’aiuto di una grattugia e ponetele da parte. Intanto mettete a scaldare l’olio di semi in una capiente pentola, quando sarà caldo prendete un piccolo cestello doppio da frittura, si tratta di un attrezzo composto da due cestelli in acciaio che conferirà la forma di un cestino alle patate, e immergetelo nell’olio caldo in modo da evitare che le patate aderiscano al cestello durante la cottura. Ponete circa 100 gr di julienne di patate all’interno del cestino più grande e richiudetele sopra il cestello più piccolo con una leggera pressione. Immergete le patatine nell’olio bollente e fatele friggere fino a doratura avvenuta, quindi scolatele  ed estraetele delicatamente dall’attrezzo dove sono contenute . Appoggiate il cestino su una ciotolina di vetro per mantenere la forma , proseguite allo stesso modo con le restanti patate . Ora rassodate le uova quindi fatele raffreddare sotto un getto d’acqua fredda, sbucciatele e tagliatele a fette . Condite l’insalata con una vinaigrette ottenuta sbattendo con una forchetta dell’olio con qualche goccia di limone e sale. Formate la salsa rosa unendo maionese e ketchup . A questo punto componete i nidi: prendete un cestino riempitelo con l’insalata, condite con la salsa rosa e appoggiate sopra le uova a fette.  I vostri nidi di patatine con uova sono pronti per essere serviti. Curiosità I nidi di patatine con uova sode sono una pietanza molto invitante e nel contempo divertente da proporre ai vostri bambini nel giorno di Pasqua.

Preparazione Per preparare gli ovetti ripieni di tiramisù, iniziate a preparare la crema al mascarpone: dividete i tuorli dagli albumi e montate, a mano oppure con le fruste di uno sbattitore elettrico, i tuorli con metà dello zucchero indicato nella dose totale della ricetta. Quando saranno bianchi e spumosi aggiungete il mascarpone e amalgamate bene il tutto con una frusta. A parte, montate gli albumi e quando saranno semi-montate, aggiungete l’altra metà dello zucchero e continuate a montare fino ad ottenere un composto lucido e ben fermo. Amalgamate delicatamente gli albumi al composto di uova e mascarpone, mescolando dal basso verso l’alto per ottenere un composto omogeneo e aggiungete alla fine un cucchiaino di caffè in polvere . Intanto rompete solo la parte superiore delle uova di cioccolato . Con la carta stagnola preparate 4 supporti per tenere in piedi le uova : piegate più volte su se stessa una striscia di carta stagnola lunga circa 8 cm e poi formate una ciambellina . Posizionate su di esse le uova per farle stare in piedi . Componete ora il tiramisù: spezzate il savoiardo in 3 parti, bagnatelo nel caffè freddo e ponetelo sul fondo dell’uovo . Poi spremete da una sac-à-poche uno strato di crema al mascarpone , continuate con un altro pezzo di savoiardo inzuppato nel caffè e poi di nuovo la crema . Farcite così tutti gli ovetti e infine spolverizzate la superficie della crema con il cacao in polvere e decorate con un chicco di caffè posto al centro, ecco i vostri ovetti ripieni di tiramisù. Consigli Per il menù pasquale vi proponiamo un’idea carina ed originale per il dessert finale: piccoli ovetti di cioccolata ripieni di deliziosi dolcetti, che soddisferanno i palati di tutti i vostri commensali! Gli ovetti ripieni sono dolci che potrete preparare anche con gli avanzi delle uova pasquali regalate ai vostri bimbi, rotte in pezzi e ricomposte. Una ricetta simpatica e d’effetto: gli ovetti ripieni vi daranno la possibilità di portare in tavola fantasia e gusto.

F a i .lli Benedetto r e c c i t s a P

Rosticceria Assortita Pizze vari gusti Pasticceria assortita Torte assortite 20 PIZZETTE Pizzette 20 MINI HOT-DPG Caprese 20 BACETTI ASSORTITI g. k l a Tiramisù 20 GRAFFETTE Pastiere 20 CORNETTINI Babà TORTA DA 2 KG. ... e tanto altro ancora Disegno a piacere Via del Cassano, 37/39 - Secondigliano (NA) - Tel. 081 737 16 99 Via Alfredo Pecchia, 132/134 - Arzano (NA) - Tel. 081 731 24 02

0 0 , 5 4 €

0 0 , €6


11

MARZO 2014

venti E20

Sagra del maiale, 29- 30 marzo 2014, Senerchia (AV) XXVI Sagra del maiale organizzata dalla Pro Loco di Senerchia, Avellino. Del maiale non si butta via nulla. Ma tutto va sezionato, tagliato e selezionato a regola d’arte. Menu: salsicce e costine di maiale alla brace, soffritto di carne suina e peperoni, pane casereccio, pasta e fagioli “cù ‘muss pint”, pizza di granturco e minestra “sperta”; per riscaldare gli immancabili falò e fiumi di vino rosso. Mostra sul Rock, presso PAN ( Palazzo delle Arti Napoli) fino al 6 aprile 2014 Presso il Palazzo delle Arti di Napoli, sito in via dei Mille, tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30, la domenica dalle 9.30 alle14.30, il martedì chiuso, sarà organizzata  la mostra evento gratuita sul Rock. La kermesse Rock! è oramai diventata una grande mostra internazionale ed è arrivata ad avere ben 39.000 visitatori e più di 50 appuntamenti tematici. Per l›occasione saranno esposti strumenti musicali, vinili, audiovisivi, fotografie, manifesti d’epoca e tanto altro materiale proveniente dalle più importanti collezioni private italiane ed europee. Sangue Vivo, il Musical su Napoli e San Gennaro, in scena dal 4 al 6 aprile 2014 alle 21.00, presso il teatro della Mostra D’Oltremare. Il musical, ambientato ai giorni nostri, racconta dell’incontro, nel giorno di S. Gennaro, tra don Carlo, giovane aspirante boss in ascesa, e Procolo, un personaggio misterioso, che porterà Carlo a conoscere ed imparare a vivere una Napoli diversa da quella che lui vive.  Una città piena di fede e speranza, che non si arrende mai alle brutture della società moderna, che lavora con fiducia per ottenere un riscatto definitivo, e lo fa anche grazie al forte legame col suo santo patrono, figura ed esempio sempre attuale. “Attenti al lupo!” Mostre, incontri, reading e laboratori creativi fino l’11 maggio 2014 Castel dell’Ovo, sale delle Cortigiane Un lupo azzurro, scanzonato e un po’ sfigato, una bambina terribile e una raccolta di oltre 100 splendidi libri illustrati, provenienti da 23 paesi di 4 continenti, per un percorso espositivo che promette di rovesciare lo stereotipo del lupo cattivo di fiabesca memoria trasformandolo in un formidabile strumento di conoscenza della diversità. Si festeggiano i 40 anni di Lupo Alberto, celebre personaggio creato dal fumettista modenese Guido Silvestri, in arte Silver, e i 50 anni di Mafalda, “bambina terribile” ideata da un altro grande disegnatore, l’argentino Quino.

Attualità

Via Volpicelli Via Volpicelli Buche, rami avvallamenti Per passarci era un tormento Ma al comune son precisi E i lavori han gia’ deciso Con la ditta ora appaltiamo E la strada vi asfaltiamo In due o al massimo tre mesi Rimarrete assai sorpresi!!! Iniziati so i lavori Chiusa al traffico la strada, pale, ruspe ed operai movimento di un vespaio. Tutto dura pochi giorni E un deserto poi ritorni I lavori son fermati E gli attrezzi abbandonati Son passati ormai sei mesi, gli abitanti si so arresi, con le buche e qualche ramo prima almeno…………passavamo!!!!!

VISTO PER VOI

Mr. Peabody e Sherman

Mr. Peabody è un cane eccezionale, dotato di un intelletto superiore si è separato dal branco in tenera età e ha conquistato tutto quel che uno scienziato può conquistare (fino al nobel) oltre ad eccellere nello sport. Sentendosi solo ha però deciso di adottare un bambino e per educarlo ha inventato una macchina del tempo con la quale portarlo di epoca in epoca a vedere la storia. Quando però Sherman dovrà andare a scuola si scontrerà con un mondo meno ovattato di quello che ha conosciuto con il suo padre adottivo. Preso in giro per essere figlio di un cane Sherman risponde a violenza con violenza scatenando l’interesse dei servizi sociali che mirano a separarlo dal padre animale. Intanto un incidente con la macchina del tempo li fa viaggiare attraverso diverse epoche fino a causare un paradosso che potrebbe porre fine a tutto il mondo.


Attualità

MARZO 2014

12

“Parliamo di donne…Non siamo sole” Una conferenza riflessione sulla giornata della donna al plesso scolastico Colombo Di particolare interesse la conferenza-riflessione sulla condizione della donna nella società attuale, “Parliamo di donne…..Non siamo sole…”,tenutasi il 7 marzo 2014, per l’occasione della giornata della ricorrenza della donna, presso il plesso scolastico Colombo IC 1 Ariosto. Soggetti partecipanti, il Centro volontariato Donna Matilde Serao, docenti del plesso Don Milani e della scuola media statale L. Ariosto, il Campus dello Spettacolo del maestro, Luigi Pignalosa. Relatori Anna Maria Leonetti, presidente dell’associazione Matilde Serao, Caterina Arcidiacono, docente coordinatrice del dottorato studi di genere presso l’Università Federico II, la dott.ssa Pappalardo, Coordinatrice del Centro Antiviolenza “Aurora di Napoli e la dott.ssa Angela Errichiello Comandante della Polizia Municipale. Assente,invece, la dott.ssa Dina Speranza, per motivi familiari. Dopo aver ricordato il tragico evento delle 129 operaie morte nel rogo di una fabbrica di New York da cui ha avuto origine la giornata dell’8 marzo, gli interventi succedutisi, nell’evidenziare che nell’Auditorium della scuola, si incontravano ben tre generazioni, ognuna delle quali aveva da dire all’altra, hanno messo in rilievo le numerose preclusioni esistenti nei confronti della figura femminile che rendono spinoso il percorso che deve portare le donne, in tutti i campi, alla parità con gli uomini che lottano ancora strenuamente per non cedere il potere del comando da secoli saldamente nelle loro mani. E’ stato anche messo in rilievo che la donna, non solo in Italia ma in tutto il mondo, ha sempre strenuamente lottato per superare il gap storico nei confronti degli uomini ma lacune culturali e pregiudizi duri a morire, nonostante l’introduzione delle quote di genere, impediscono tuttora una migliore rappresentatività di essa nel mercato del lavoro, nelle

Presentazione del libro “ Il cancro della corruzione”

Giovedì 3 aprile alle ore 17.30 presso il nuovo Ortopedia Ruggiero Competence Center ci sarà la presentazione del libro “Il cancro della corruzione” di Claudio Mazzarese Fardella Mungivera. L’intero ricavato verrà devoluto all’ Ospedale “Pascale” di Napoli. Presenti le Telecamere di Capri Event e un’esclusiva esposizione pittorica a cura di Voyage Pittoresque.

istituzioni e nelle posizioni di vertice delle imprese. La parità tra uomini e donne, lungi dall’essere realizzata, è un miraggio ancora lontano, perché la prevaricazione maschile, in casa ed al lavoro, continua ed il desiderio di “possesso” maschile nei confronti della donna “oggetto” non accenna a diminuire e continua con l’arma del “femminicidio”. A segnare questo 8 marzo 2014 è arrivato,infatti, l’ennesimo femminicidio di cui è stata vittima Silvana Spaziani, 46 anni, di Veroli in provincia di Frosinone, scaraventata giù dalle scale dal marito, un operaio edile, al culmine di un litigio domestico. La statistica sui femminicidi ha visto anche nel 2013 un netto aumento dei casi di omicidi di donne. E’ stato sottolineato che le norme legislative non bastano da sole a risolvere la questione sia in termini di parità che di violenza di genere e che il problema è di natura culturale. Proprio per questo, è fondamentale avviare un discorso di educazione dei ragazzi al rispetto della figura femminile, a partire dai primi anni della scuola. Le relatrici tutte hanno lanciato un messaggio agli scolari ed alle giovani mamme presenti: l’8 Marzo deve essere uno spazio di riflessione sulla condizione femminile che onori le donne cadute per la loro giusta battaglia e l’impegno di tutti per far sì la parità sia un fatto reale e non una finzione deve esserev forte e continuo. Urla in piazza, cartelli, manifestazioni e serate in locali con spettacoli indecenti, volgari e di dubbio gusto, con i quali si è soliti celebrare l’8 marzo, sono pertanto da bandire perché indice di una sottocultura che è contro la donna. Qualificante l’intervento della dott.ssa Pappalardo sulle varie iniziative adottate a protezione della donna, quali gli sportelli antiviolenza.Un plauso alla dirigente scolastica, Teresa Laudanna ed alle docenti Branca Anna Gloria e Cicala Virginia, che hanno organizzato l’evento, arricchendolo con l’esecuzione di brani musicali dedicati alle donna.

IL 24 MARZO AL PLESSO VOLPICELLI SI E’ TENUTO IL CONVEGNO TERRA DEI FUOCHI IN CUI E’ INTERVENUTO DON PATRICELLO PARROCO DI CAIVANO E IL DOTT. MARFELLA, OLTRE AD AUTORITA’ MILITARI DEL NOE.

Sei uno sportivo? Sei diabetico? Credi che il tuo malessere sia causato da un cattivo appoggio plantare? Convenzioni A.S.L. - I.N.A.I.L.

PER TE CON QUESTO COUPON

CONTROLLA LA TUA UN ESAME BAROPODOMETRICO GRATUITO!

POSTURA Industria di tecnica ortopedica ad alta specializzazione

Via Isaac Rabin 6 80024 Cardito (NA) T. 081 8317676 | 3349073381 info@ortopediaruggiero.it

Seguici su

www.ortopediaruggiero.it


13

Annunci

MARZO 2014

Come inserire gli annunci. Puoi inserire il tuo annuncio gratuito su “L’A20” scaricando il modulo di inserzione dal sito internet www.prolocoarzano.it e inviandolo tramite fax, posta o a mano in redazione agli indirizzi della Pro Loco di Arzano che trovi nella seconda pagina del giornale

Afragola, vendo appartamento 4 vani con accessori vasca idromassaggio termosifoni tutto con garage cantinola e posto auto. Euro 320.000. Tel: 081 8601341

FITTASI

Vendesi bicicletta con freni a bacchetta marca Bianchi, serie limitata. Costo 150 euro trattabili. Cell: 339 72 16 224

Fittasi appartamento 1 vani + accessori, Arzano, vico I Melito. Tel: 081 573 25 25 Fittasi appartamento ad Arzano, 2 stanze, bagno, cucina, II piano verso Carrefour. A coppia di giovani .450 euro al mese. Cell: 339 81 43 267 Arzano, via Ignazio Silone nr. 2 – Parco Aurora- fittasi all’ultimo piano, con ascensore, appartamento luminoso, panoramico, composto da 4 vani, doppi accessori, ampie balconate, cantinola, posto auto assegnato con possibilità di collocare di sera, nel parco, un’eventuale 2° auto. Prezzo euro 550,00 mensili. Cell: 333 53 27 547 393 21 85 250 Afragola, zona I Pini fitto attico con terrazzo a livello,cucina, living, con camino 2 ampi vani accessorio terrazzo a livello. Euro 520. Cell: 338 3959678 Aversa centro, fitto app.to piano rialzato, cucina abitabile, 2 camere, letto ,bagno, balconcino. Euro 300 mensili. Classe energetica G. Cell: 333 2133341

Vendesi o fittasi località Scalea ( via Lauro) appartamento bilocale ben arredato. Tel: 081 771 38 96 - Cell: 347 57 43 267

VARIE Vendesi occhiellatrice e attaccabottoni. Tel: 081 573 25 25 Cerchiamo n° 2 pigiami da uomo estivi di Sergio Tacchini. Tel: 081 573 12 20

Vendesi Opel Corsa anno 98 km originali, 98.000 (a benzina). Prezzo 1.500 euro tratt. Cell: 339 40 87 613 Vendo acquario litri 40 completo. Euro 40. Cell: 339 40 87 613 Vendo acquario litri 60 completo. Euro 60 Cell: 339 40 87 613 Vendo radio Brionvega anni 80. Euro 50. Cell: 339 40 87 613 Vendo sigaretta elettronica completa mai usata. 20 euro. Cell: 339 40 87 613 Vendo film tutti i generi. 0,50 cad. Cell: 339 40 87 613 Vendo abito da sposa, colore bianco, come nuovo. Taglia 42/44. 330 euro trattabili. Cell: 347 76 88 219

LAVORO

Casoria, a giovane coppia di sposi entrambi lavoratori dipendenti con busta paga, fitto app.to 4 vani ed accessori. Euro 650 mensili. Tel: 081 7576752

Operatrice socio- sanitaria italiana, gentile e professionale, si offre per assistenza anziani a domicilio, anche per notti in ospedale. Cell: 320 87 92 116

Vomero centro via Merliani, adiacenze metropolitana e funicolare, fitto camera arredata in appartamento per studenti o fuori sede. Cell: 349 4464594

Effettuo colate, semipermanente e ricostruzioni a tutte coloro che vogliono cambiare look, ottimi prezzi e professionalità. Rosa. Cell: 320 87 92 116

VENDESI

Cerco lavoro come baby sitter dalla mattina fino alle 14.00. dal lunedì al venerdì, ho esperienza pregressa di oltre 16 anni con bambini da zero a otto anni. Cell: 338 70 88 695

Casoria, via Duca d’Aosta vendo app.to 4 vani + accessori + ripostiglio doppia esposizione. Euro 200.000. Classe energetica G. Cell:328 8370171

VENDESI

Arzano, parrucchiera a domicilio, brava e disponibi-

le anche la domenica con prezzi molto economici per cambiare il vostro look. Clesia Piscopo. Cell: 333 15 37 017 Pittore e muratore, esegue tutti i tipi di pitture, murature, rivestimenti, controsoffittature di cartongesso, cucine e bagni di muratura a prezzi molto economici. Cell: 334 74 89 758 Signora cerca lavoro come domestica, baby sitter, badante. Disponibile per stirare e riordinare casa. Solo per mezza giornata. Cell: 320 60 76 252 Arzano, zona centrale, laureata in lettere classiche 110 e lode impartisce lezioni di latino, greco, italiano, francese, filosofia. Disponibile anche nei mesi di luglio e di agosto per debiti scolastici da recuperare a settembre. Esegue anche lavori di traduzione in e dal francese. Cell: 328 97 62 453 Laureata in biotecnologie mediche con il massimo dei voti, impartisce lezioni biologia e chimica per ammissione alle facoltà di medicina, odontoiatria e professioni sanitarie. Cell: 333 30 33 249 Cerco lavoro come badante o cameriera. Cell: 331 332 45 91 Accudisco persone anziane, massima serietà e onestà. Assistenza alle persone malate di notte. Tel: 081 731 06 02 Cerco lavoro come badante per persone anziane, solo di giorno. Tel: 081 19 25 85 oppure 327 247 56 51 Laureata in lettere moderne con 110 e lode impartisce lezioni di latino. Cell: 333 94 68 115 Laureata in lettere moderne con 110 e lode impartisce lezioni di latino, italiano, francese e storia. Cell: 327 73 37 85

I la r ia Ma i n i n i Design

Consorzio antico borgo orefici Napoli Rimoderna il tuo vecchio gioiello con un nuovo design ilaria.mainini@libero.it • tel. 081260500 https://sites.google.com/site/ilariamaininidesign


MARZO 2014 TURNI FARMACIE • APRILE 2014 • 1 PEDICINI 17 CANTONE 2 PICAZIO 18 FERRANTE 3 ZUCCONELLI 19 CANTONE - CANTONE - FERRANTE 4 FINELLI 20 CANTONE 21 CANTONE 5 PEDICINI - PEDICINI - ZUCCONELLI 22 FRANZESE 6 PEDICINI 7 FERRANTE 23 LIBERTI 8 FINELLI 24 PEDICINI 9 FRANZESE 25 PEDICINI 10 LIBERTI 26 FERRANTE - CANTONE - FERRANTE 11 PALMIERO 27 FERRANTE 12 PALMIERO - PALMIERO - LIBERTI 28 PICAZIO 13 PALMIERO 29 ZUCCONELLI 14 PEDICINI 30 FERRANTE 15 PICAZIO FARMACIA NOTTURNA 16 ZUCCONELLI

TURNI PENSIONI

APRILE

1 ACCREDITI 2 ACCREDITI 3 P- R- S-T-U-V-Z 4 E- F- G-I-L-M-N O 5 A-B-C-D

Orari ufficio Poste Italiane di via Borsellino I cittadini potranno accedere al suddetto ufficio nei giorni: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.20 alle ore 19.10 sabato dalle 8.20 alle 12.35

STUDIO LEGALE

Vincenzo Orefice AVVOCATO CONCILIATORE PROFESSIONISTA

VIA MELITO, 5 80022 ARZANO (NA) TEL. 081 0118700

339 2873230 FAX 081 0099185

vin.orefice@gmail.com

Il giornale della tua Città è consultabile anche su Facebook!

SABATO SEMPRE APERTO

SABATO SEMPRE APERTO

14


15

MARZO 2014

UNA CONFEZIONE DI LENTINE A CONTATTO GIORNALIERE (30 PZ.)

UNA COPPIA DI LENTINE A CONTATTO MENSILI (2 PZ.)

LIQUIDO RIGENERANTE E CONSERVANTE PER TUTTI I TIPI DI LENTINE A CONTATTO 3 CONFEZ. DA 500 ML.

€12,00 €8,00 €10,00 Un’occhiale da vista completo di lenti graduate bianche

+

Occhiale completo di lenti graduate progressiva (Un unico occhiale per tutte le distanze), con trattamento antigraffio e antiriflesso di nuova generazione “FREE-FORM ESTETICA”

Un’occhiale da sole completo di lenti graduate colorate

59,

90

Occhiale completo di lenti graduate transition VIII (che si oscurano alla luce del sole)

Occhiale completo di lenti graduate bianche

85,

00

39,

90

Dimostrazione ed applicazione delle lentine gratuito direttamente in sede da personale specializzato

90

, 9 13

VIA NAPOLI, 119 - ARZANO (NA) - TEL. 081 3426318


MARZO 2014

16

O T A B SA PRE SEM RTO APE

VIA VOLPICELLI, 33 - ARZANO (NA) TEL. 081 0401576 - 328 4180544

Via Volpicelli, 32 Tel. 0815735003 Via L. Rocco, 49/55 Tel. 0817317022


A 20 marzo 2014