Issuu on Google+

1

MAGGIO 2013

www.vistaplusottica.it

ANNO X - Numero 05 - MAGGIO 2013

Editoriale Cari lettori, mi fa piacere rendere tutti partecipi della gita fuori porta organizzata dalla Proloco presso Aquilonia, comune dell’alta Irpinia, quasi ai confini con la Puglia. La scelta della meta, derivata dall’interesse naturalistico e culturale del luogo, si è rivelata quanto mai azzeccata. Accompagnati da un tempo meteorologico favorevole, a noi visitatori è stato concesso non solo di godere di sterminati spazi verdi e di respirare aria pulita ma, di arricchirci anche dal punto di vista culturale. Abbiamo, infatti, potuto visitare il locale Museo Etnografico “Beniamino Tartaglia” che, con i suoi 1500 metri quadrati di superficie, i circa 14000 oggetti esposti e i 130 spazi tematici, ci ha consentito di riflettere, conoscere e/o ritrovare in lontani angoli della memoria, stili di vita legati a una cultura quotidiana e contadina che rischiano di essere definitivamente dimenticati, persi come siamo nella nostra civiltà consumistica e multimediale. Che cosa dire? Di fronte a tanta ricchezza logistica ed espositiva ci siamo sentiti oltremodo “piccoli” con il nostro Museo dell’Arte e della cultura contadina “Antonio De Rosa” ma, nello stesso tempo, spronati a procedere nel nostro percorso: arricchire il Museo e ampliarlo, se possibile con nuove donazioni, diventa per noi un imperativo, convinti come siamo dell’ azione di mediazione culturale che lo stesso può svolgere, soprattutto in riferimento alle nuove generazioni. Passando, poi, a tutt’altro argomento, voglio formulare i migliori auguri alla squadra dell’Arzanese, ormai aritmeticamente rimasta in II divisione della Lega Pro. A quando i lavori per adeguare lo stadio “Sabatino De Rosa”?. Infine, un invito a tutta la cittadinanza a perseverare nella raccolta differenziata dei rifiuti, soprattutto in relazione a quella del vetro e dell’alluminio, che sono materiali riciclabili all’infinito e che, per questo motivo, è inconcepibile, oltre che antieconomico, “perdere”, e a quella degli oli esausti che, smaltiti in maniera scorretta, sono particolarmente inquinanti per l’ambiente. Buona lettura, Ciro Mainini

Giovanni Falcone 23 maggio 1992, Capaci

Paolo Borsellino 19 luglio 1992, Palermo


MAGGIO 2013

in...f ede SPIRITO SANTO Per quasi tutte le confessioni cristiane, lo Spirito Santo è la Terza Persona della Santissima Trinità. Nella fede cattolica procede in egual misura dalle altre due persone, il Padre e il Figlio. Lo Spirito Santo è, nella tradizione cristiana, lo Spirito di Dio. Nel suo senso primario significa “soffio”, “aria”, “vento”. La manifestazione più evidente dello Spirito Santo è riportata nel racconto della Pentecoste (Atti degli Apostoli 2,1-11). Gli apostoli e Maria erano riuniti, quando lo Spirito Santo come lingue di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro. Gli apostoli poterono quindi predicare il Vangelo in lingue che non conoscevano. Secondo l’Antico Testamento lo Spirito Santo ha: funzione creante (prende parte alla Creazione) funzione generante (il soffio vitale di Dio opera continuamente nel creato rinnovandolo) funzione conducente (lo spirito di Dio guida il suo popolo soprattutto nelle grandi svolte). Nei Vangeli lo Spirito Santo accompagna tutta la vita di Gesù. È menzionato nel racconto del suo concepimento; suo battesimo, dove appare sotto forma di colomba; suoi miracoli; sua morte. Nel Nuovo Testamento si ha la piena rivelazione dello Spirito Santo.

di Luigi Del Prete

Il Vangelo di Giovanni presenta più chiaramente rispetto agli altri Vangeli lo Spirito Santo come una persona distinta, chiamato «il Consolatore», che Gesù stesso promette ai suoi discepoli. Io pregherò il Padre ed Egli vi darà un altro Consolatore perchè rimanga con voi per sempre, lo Spirito di verità che il mondo non può ricevere, perchè non lo vede e non lo conosce. Voi lo conoscete, perchè egli dimora presso di voi e sarà in voi! Non vi lascerò orfani, ritornerò da voi “(Gv14,16-18)”. Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera” (Gv16,12-13). Uniamoci in questa potente invocazione dello Spirito Santo , in un periodo in cui la fede è messa a durissima prova ed è attaccata dallo spirito mondano ed immondo. Aprirsi a Gesù tramite il Suo Santo Spirito, allora, significa aprirsi al, bene, all’amore, alla gioia dei nostri cuori, entrando nelle menti, nei sentimenti, nei pensieri, nelle famiglie, nelle comunità, nelle nazioni e nel mondo! Donando una faccia più bella, più sincera all’umanità! Degni i essere i veri figli di Dio.

“Gli uomini passano ma gli ideali restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini” Giovanni Falcone

2

Vi dà appuntamento al 25 maggio 2013

Periodico dell’Associazione Pro Loco di Arzano

Direzione - Redazione e Amministrazione Via Isonzo, 3 - Arzano (NA) Tel. 0815737125 - 3460683482 Registrazione Tribunale di Napoli n° 43 del 07/04/2004 www.prolocoarzano.it • e-mail: aventi@hotmail.it Direttore Editoriale: Ciro Mainini Direttore Responsabile: Bianca Desideri Redazione: Milena Mallardo - Angela Maria Marfella Tiziana Barone Redattore Capo: Gabriella Botticelli Collaboratori: Valeria Barone - Giuseppe Inniciello Davide Mainini - Adele Esposito Angela Vastarella - Gilda Piscopo Vignettista: Massimiliano Di Giacomo

“Chi ha paura muore tutti i giorni, chi non ha paura muore solo una volta” Paolo Borsellino

Stampa e Grafica: Printing House srls Via Capri, 2 - Casoria (Na)

Laboratorio Diagnostici

«Sanitas»

Direttore Sanitario: Dott. Antonio Bianco Settore di Microbiologica Dott. Luigi Bianco

Biochimica clinica Ematologia Radioimmunologia Microbiologia Tossicologia Medicina del lavoro Si effettuano visite:

Sede operativa di ARZANO Via Capitano Silvestro, 4 Prelievi domiciliari/Servizio infermieristico

Tel. 0817318677

Allergologiche Eco-cardiografiche Cardiologiche


3

MAGGIO 2013

Luigi Lombardi neo Assessore del Comune di Arzano Abbiamo incontrato il neo Assessore Luigi Lombardi titolare delle deleghe: Ambiente, Attività Produttive, Mercati e Fiere e Polizia Locale. Nominato il 5 aprile 2013, ultima delega del sindaco Fuschino. Essendo Lei manager operante nel settore della sicurezza sul lavoro, possiamo definirla un tecnico prestato alla politica? Si, sicuramente, anche se i miei Assessorati non riguardano nello specifico il personale, nella Giunta Comunale c’è però collaborazione, dunque mi permetto di suggerire e dare indicazioni anche in materie di sicurezza sul lavoro. Poiché l’A20 si è fatto promotore della campagna contro l’inquinamento atmosferico di Arzano Lei ci darà un aiuto per combattere questo grave problema? E’ un problema anche mio, ho appena decretato un progetto sul monitoraggio ambientale, in quattro punti topici di Arzano, il Comune infatti ha stipulato una convenzione con una società di Caivano: “Natura srl”, la quale posizionerà quattro rilevatori ambientali mobili, di cui uno già in funzione nella zona industriale arzanese e quattro passivi per monitorare la qualità dell’aria. Questo ci permetterà di capire se ci sono elementi inquinanti e da dove provengono, rilevatori provvisti anche di stazioni meteorologiche. Diffonderemo inoltre i dati alla popolazione e se ci saranno elementi ritenuti pericolosi provvederemo a fare segnalazioni agli enti preposti. Quali provvedimenti pensa di adottare per migliorare ulteriormente la raccolta differenziata? Da premettere che Arzano nella provincia Nord di Napoli è uno dei Comuni cosiddetti “virtuosi”essendo uno dei più attivi sotto il punto di vista della raccolta differenziata. Abbiamo installato tre mini isole intelligenti ecologiche e automatiche che partiranno a breve e saranno d’ ausilio all’isola ecologica già esistente. All’interno di esse verranno installati dei veri e propri computer che fungeranno anche da banca dati. Quindi, queste isole ecologiche avranno una

duplice funzione: quella ambientale e soprattutto quella di elaborare dati attraverso l’inserimento di una smart card e non saranno soggette ad orari. Propedeutica all’avvio di queste isole ecologiche c’è un progetto intersettoriale, proposto dal settore attività produttive e tributarie, che si occuperà della raccolta dati dei cittadini. Tutto si era arenato perché mancava la delibera di Giunta per la spesa di questo progetto ma stiamo provvedendo per evitare anche il rischio di vandalismo nei confronti di queste strutture. Inoltre abbiamo attivato un progetto per quanto riguarda la raccolta degli oli esausti, iniziativa chiamata “Condominio Amico dell’Ambiente”, per evitare che l’olio venga buttato negli scarichi in quanto altamente inquinante, quindi abbiamo posizionato in tre condomini Parco Colombo, Parco Quadrifoglio e Parco Maria, fustoni da 110 litri utilizabili appunto per lo smaltimento di questi oli esausti. Poi attraverso il CIAL (Consorzio Imballaggi Alluminio) abbiamo dato vita ad una promozione per quanto riguarda la raccolta dell’alluminio destinando dei premi ai cittadini meritevoli. Il problema grave invece è quello del cattivo utilizzo delle campane del vetro, vorrei proporre infatti una videosorveglianza in quanto sono diventate ricettacolo di deposito di ogni genere di rifiuti, forse si instaura un meccanismo psicologico per cui la campana del vetro da l’idea della raccolta. Importante sarà continuare a sensibilizzare i bambini nelle scuole, la Giunta infatti si è prefissata l’obiettivo di

di Angela Vastarella

aumentare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata per arrivare a livelli molto più alti, per fare questo è necessaria l’informazione. Purtroppo alla conferenza stampa sul monitoraggio ambientale erano presenti pochissimi cittadini. Un altro esempio riguarda i fumatori che dovrebbero differenziare l’alluminio, la plastica e il cartone del semplice pacchetto di sigarette, cosa che non tutti gli utenti fanno. Il Suo Assessorato comprende diverse realtà: Commercio, Artigianato, Industria, come pensa di gestire una realtà così eterogenea? I quattro Assessorati che mi hanno affidato sono interconessi. Uno dei progetti è quello di svolgere mercatini nella Villa Comunale di Arzano coinvolgendo vari consorzi come ad esempio la Coldiretti offrendo loro il suolo per fare esposizione e vendita di prodotti a chilometri zero, promuovendo i prodotti tipici. Sono inoltre già in contatto con fieristi della zona di Gaeta, i quali già si sono resi disponibili. Spero dunque che questi progetti siano pronti entro la fine dell’anno. Infine cosa pensa di fare riguardo il malcostume dell’occupazione abusiva del suolo pubblico? E’ fatto obbligo agli enti locali di applicare la TOSAP (tassa occupazione spazi ed aree pubbliche) decreto legislativo 507 del 1993. Ad Arzano poi c’è il grosso problema dei suoli pubblici e privati, molti dei suoli che sono occupati pubblicamente sono privati, però, in base al decreto legislativo prima citato esattamente all’articolo 38 comma 3 si dice che chi ha un suolo privato, fatto però obbligo di servitù pubblica è sottoposto alla TOSAP. Inoltre ogni esercizio commerciale deve esporre un cartello che dichiara la quadratura dei metri occupati e deve essere previsto il passaggio dei pedoni per non creare barriere architettoniche. Concludo dicendo che la mia presenza in politica non è casuale, io sono un tecnico è vero, ma sono soprattutto un cittadino. Vivo ad Arzano da 21 anni e il mio sogno è quello di poter far qualcosa per migliorare la comunità della mia città e da Assessore mi sono assunto una responsabilità importante che intendo rispettare.


Attualità

MAGGIO 2013

Sfumata la possibilità di un Presidente della Repubblica donna Un Presidente della Repubblica del gentil sesso in Italia è tabù da circa 70 anni di storia della Repubblica italiana. Eppure, stando ai nomi che circolavano e che si sentivano con insistenza (Milena Gabanelli, Annamaria Cancellieri, Emma Bonino), sembrava che questa fosse la volta buona, che una donna l’avrebbe finalmente spuntata, che era arrivata l’ora di una svolta, il momento in cui l’Italia ce l’avrebbe fatta ad avere un presidente della Repubblica finalmente appartenente al gentil sesso. Quella di non eleggere donne al Quirinale è una consuetudine non scritta, inveterata e dura a morire, che si protrae dal 1946, quando fu eletto il primo capo provvisorio dello Stato. Andò vicino alla possibilità di essere eletta alla carica più alta dello Stato italiano la sola parlamentare Nilde Jotti nel 1992, ma la sua candidatura fu poi ritirata dal suo partito per sostenere quella di Oscar Luigi Scalfaro che fu poi effettivamente eletto. Il nuovo, quindi, in questo momento, evidentemente, è piaciuto poco ed ha attratto poco, se si è preferito non rischiare il cambiamento, non scegliere alcunché di diverso, ma puntare su Giorgio Napolitano, Presidente della Repubblica uscente. Napolitano è stato riconfermato per un secondo mandato, per il quale lui aveva già categoricamente rifiutato di candidarsi, poiché aveva già preparato i bagagli, pronto ad andare via ed ad entrare nell’ordinario di una tranquilla vita da pensionato. Indubbiamente, nonostante l’età avanzata, il Presidente Napolitano è ancora una persona molto lucida, in gamba ed in grado ad oggi di sostenere la carica ed il peso che comporta. Alla fine di questo secondo settennato, l’anziano Presidente della Repubblica toccherà, però, quasi i cento anni di età. Alla già non facile situazione interna dell’Italia ed ai problemi ed alle difficoltà di cui non può non farsi carico, si aggiunge anche

Riconfermato Napolitano, Presidente uscente un’età troppo avanzata del nostro Presidente. Certo la scelta di un Presidente della Repubblica più giovane sarebbe stata preferibile, perché, se è pur vero che non sempre l’età non è quella che l’anagrafe denuncia, ma tante volte è quella che si dimostra con una personalità dinamica, aperta e costantemente protesa a cogliere segnali di novità da qualunque parte vengano, è, però, un fatto altrettanto reale che un’età più giovane comporta naturalmente il vantaggio di maggiori energie non solo fisiche, ma anche mentali per farsi carico di problemi e difficoltà che al momento ci sono e non sono certamente pochi, né di scarso peso e rilievo. Il minor peso degli anni, determinato da una

4

di Gabriella Botticelli

più giovane età, avrebbe favorito certamente il Presidente di fronte ad una realtà segnata da problemi e difficoltà. Indubbiamente la particolarità di questo momento storico ha avuto il suo peso nella non scelta fatta perché, se pur con travaglio, il risultato venuto fuori è stato, sic et simpliciter, una riconferma del preesistente. Ha, a mio avviso, avuto, però, un suo peso sulla mancata elezione di una donna alla Presidenza della Repubblica anche una mentalità maschilista di fondo, un modus cogitandi persistente e duro a morire, nonostante l’evoluzione in atto da anni nell’universo femminile che ha dimostrato, nelle occasioni in cui è stato incaricato di ricoprire ruoli di vertice e gestionali, di aver dato ottima prova di sé, senza far rimpiangere ciò che avrebbero potuto fare i colleghi maschietti. In base a questo persistente modus cogitandi, questi ultimi, a parole, si dichiarano totalmente aperti verso l’altro sesso, ma pongono, nei fatti, limiti e steccati a quest’apertura, continuando a riservare ed a rivendicare esclusivamente per sé ruoli di vertice, che tradizionalmente è loro prerogativa ricoprire e dai quali non vogliono essere spodestati. L’elezione di una donna alla massima carica dello Stato, a quasi settant’anni di distanza dalla nascita della Repubblica italiana, sarebbe stata una scelta forte, un segnale di vera novità, un fatto di portata storicamente rilevante, pari almeno a quanto è avvenuto, in ambito religioso, con l’elezione di un Papa non più europeo, come da tradizione consolidata, ma venuto dal lontano Sudamerica, il cardinale Jorges Mario Bergoglio. La Chiesa, nelle sue scelte, è allora, più rivoluzionaria ed è più capace di fare e di produrre novità rispetto ad una realtà laica, qual è quella dello Stato italiano? Stando ai fatti ed ai risultati, si direbbe proprio di sì.


5

Attualità

MAGGIO 2013

La città mal dipinta

di Tiziana Barone

Non il terremoto, non il Vesuvio, né un cataclisma distruggeranno Napoli… ma i napoletani.” Giuseppe Moscati espresse questo pensiero in una relazione inviata al Consiglio Comunale nel 1919, quando si parlava di un piano regolatore per Napoli. “Il momento è propizio: difettano le abitazioni, bisogna edificare. Tutto è giustificato, sopraelevare grattacieli, innalzare sui culmini delle colline; demolire parchi annosi per annidarvi caserme… E Napoli bella muore; soffocata da macerie di case.” Accanto al problema edilizio Moscati segnala anche quello dei trasporti, chiedendo di migliorare e potenziare le vie di comunicazione “rispettando la vecchia Napoli”. Il noto medico napoletano, oltre che Santo, è stato un vero Profeta e se gli Amministratori di allora gli avessero dato ascolto probabilmente la nostra città non avrebbe l’aspetto che ha oggi. Magari ogni quartiere avrebbe avuto il suo angolo verde dove i bambini avrebbero potuto giocare, magari sedie a rotelle e passeggini avrebbero potuto circolare agevolmente, magari l’aria sarebbe stata un po’ più salubre, magari avremmo più turisti in giro a scattare fotografie. Quanti “magari”! Ma l’avidità e l’egoismo hanno avuto la meglio e invece di tutte queste belle cose abbiamo prodotto un sistema pieno di distorsioni: ci arrabbiamo perché non riusciamo a parcheggiare, perché aspettiamo invano l’autobus, perché per fare una passeggiata “tranquilla” dobbiamo prendere l’auto e percorrere chilometri. Non solo. Moscati nella sua lettera parlava anche di un senso estetico della città, da salvaguardare e tutelare. Oggi, dove è finita l’esteticità della città? Palazzi moderni e, fatto ancora più tragico, palazzi storici ridotti in condizioni pietose,

statue sporche e imbrattate, strade invase da cumuli di immondizia. Non molto diversa è la condizione della città di Arzano, tela bianca data in mano a degli imbrattatori, che invece di un dipinto armonico fatto di regole e proporzioni hanno realizzato uno scempio. Anni fa il territorio in cui viviamo era appunto una “tabula rasa”, su cui sarebbe potuta sorgere una graziosa città, nella quale ogni cittadino, dall’anziano al bambino avrebbe trovato la giusta dimensione. E invece no. Il risultato è stato quello che vediamo oggi: strade rotte, storte, prive di marciapiedi (in sostituzione stanno proliferando i paletti), parchi e giardini assenti (per fortuna c’è la Villa Comunale), accorgimenti per disabili inesistenti. La mancanza di un piano regolatore, inteso come lo strumento che contiene indicazioni sul possibile utilizzo o tutela delle porzioni del territorio cui si riferisce al fine di regolare l’attività edificatoria all’interno di un territorio comunale, ha generato la corsa all’edificazione, fregandosi completamente di ciò che si sarebbe lasciato ai posteri. Questo forse è l’aspetto più triste: l’egoismo che ha contraddistinto il modo di fare di allora e che per molti aspetti continua a caratterizzare quello di oggi. L’atteggiamento è sempre lo stesso, quello di guardare all’interesse momentaneo e personale, sacrificando quello ben più importante della collettività. Se solo qualcuno di allora avesse pensato “su questa pista ciclabile forse un giorno ci passerà mio nipote” probabilmente Arzano oggi una pista ciclabile ce l’avrebbe. Sarebbe stato un atto di amore. E’ proprio questo l’ingrediente mancante: l’amore verso il prossimo e verso il bene comune. Moscati aveva proprio ragione: siamo noi cittadini a distruggere la città.

Tornare a casa in sicurezza “Tornare a casa in sicurezza”, questo il titolo del convegno sull’educazione all’autodifesa per le donne organizzato dalla Scuola Giacomo Leopardi di Napoli tenutosi il 18 maggio. Occasione importante per parlare di un tema tra i più drammatici dei nostri giorni, la violenza sulle donne. Una violenza che si consuma quotidianamente nelle strade, nelle piazze delle nostre città, ma soprattutto in famiglia luogo che dovrebbe essere sicuro e accogliente proprio per sua struttura. I dati sul femminicidio  sono altissimi per un Paese che viene definito civile e fra i più

industrializzati del mondo. Hanno preso la parola per trattare il tema da angolature differenti il preside dell’istituto ospitante, Dino Sangiorgio, che ha moderato  il

di Orsola Grimaldi

convegno, il vicepresidente del consiglio comunale di Napoli, Elena Coccia, il presidente della X Municipalità, Giorgio De Francesco, la professoressa Annunziata Campolattano, dirigente dell’Itis Francesco Saverio Nitti e vice presidente della Commissione Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio, la dottoressa Bianca Desideri, responsabile nazionale del Coordinamento   Unisin Donne e Pari Opportunità,  il criminologo professor Gennaro Rovito, dirigente area V MIUR. Il progetto di autodifesa è stato presentato da Gennaro Terlizzi e Sergio Ponticelli.

Offerta Lavabile THIN Kg 22 + Lattina Isolante Lt 5 € 30,00 Isolante Lt 1 € 3,50 prendi 3 paghi 2

e tante altre offerte presso il nostro punto vendita


Attualità

MAGGIO 2013

Piccoli giornalisti crescono di Ada Cicatiello La classe II G della Scuola Secondaria di Primo Grado Ludovico Ariosto si è distinta al concorso Nazionale “Il miglior giornalino scolastico Carmine Scianguetta”, aggiudicandosi un meritatissimo primo posto su cinquecentosessanta partecipanti. L’ iniziativa, alla sua XIII edizione, è promossa dall’Istituto Comprensivo “Don Lorenzo Milani” di Monocalzati, e si rivolge a tutte le Scuole d’Italia di ogni ordine e grado, per premiare le migliori testate giornalistiche. La giuria è composta da giornalisti locali e dalla stampa nazionale. Grazie alla nostra insegnante di lettere, professoressa Vincenza Davino, guida e sostegno ad ogni nostro progetto, abbiamo avuto l’occasione di confrontarci con diverse realtà scolastiche nazionali e di vivere un’esperienza che ha arricchito ulteriormente il nostro percorso formativo. Il concorso è patrocinato dal MIUR, dalla Regione Campania, dall’Ordine dei Giornalisti della provincia di Avellino, dall’USR Campania e si fregia, inoltre, dell’Alto Patronato del Capo dello Stato. Ispirandoci alle affezionatissime testate arzanesi, noi  giornalisti in erba, abbiamo titolato  il giornalino “La nostra voce”, sottolineando anche quanto sia forte per noi il legame con il nostro paese e quanto, poi, ogni iniziativa culturale che si attua sul territorio diventi un esempio positivo e trainante per noi ragazzi. Rivolgiamo, infine, un ringraziamento speciale alla ditta Rocchino della “Fotoincisione Rocchino”, senza il supporto della quale non sarebbe stato possibile realizzare tutto questo, splendido esempio di produttiva collaborazione tra scuola e territorio, per noi giovani e per il nostro futuro.

Maggio Musicale

di Peppe Ceriello

6

Sigarette elettroniche vietata la vendita ai minori Il settore Sviluppo Economico ed Ambiente ha reso noto, con manifesto murale di informazione alla città che, con un’ordinanza firmata il 2 aprile 2013, il Ministro della Salute Renato Balduzzi ha innalzato il divieto di vendita delle sigarette elettroniche con presenza di nicotina, ai ragazzi della fascia di età compresa fra i 16 ed i 18 anni. Viene così modificata l’ordinanza dello scorso settembre, che resta in vigore fino al 23 aprile 2013. Dopo tale data e fino al 31 ottobre 2013 il divieto di vendita vale per i minori di anni 18. La nuova ordinanza si è resa necessaria in coerenza con la norma del Decreto Balduzzi del 13.9.2012, n. 158, che dal 1 gennaio 2013 eleva a 18 anni il limite di età per la vendita dei prodotti del tabacco. Le sanzioni a carico dei commercianti per l’inosservanza della nuova ordinanza sono quelle già previste, a partire dal 1° gennaio 2013, per la vendita di prodotti del tabacco a minori di anni 18 all’art. 7 del citato decreto n. 158/2012 che recita “ Chiunque vende prodotti del tabacco ha l’obbligo di chiedere all’acquirente, all’atto dell’acquisto, l’esibizione di un documento di identità, tranne nei casi in cui la maggiore età dell’acquirente sia manifesta. Si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro a chiunque vende o somministra i prodotti del tabacco ai minori di anni diciotto. Se il fatto è commesso più di una volta si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 2.000 euro e la sospensione, per tre mesi, dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività. I distributori automatici per la vendita al pubblico di prodotti del tabacco sono dotati di un sistema automatico di rilevamento dell’età anagrafica dell’acquirente. Sono considerati idonei i sistemi di lettura automatica dei documenti anagrafici rilasciati dalla pubblica amministrazione.

Lavori Pubblici Approvato il Programma Triennale 2013-2015 Nell’ambito del “Maggio dei monumenti”, presso lo splendido chiostro della chiesa “Santa Maria ai monti” si sono svolte le apprezzate esibizioni di alcuni nostri concittadini. Il 10 maggio c’è stato un concerto di musica da camera che ha visto impegnati nella prima parte due giovani talenti arzanesi, Francesca Bandiera e Gennaro Bianco che hanno eseguito musiche di Debussy e Moszkosky per quattro mani, a seguire si sono esibite i maestri Ersilia Errichiello, al pianoforte, ed Emanuela Soreca al flauto. Sono state eseguite musiche di Chopin, Genin e DeSarasate. Il 12 maggio si è tenuto il concerto di melodie classiche napoletane, diretto dal maestro Annamaria Sanges e con l’accompagnamento al pianoforte del maestro Gennaro Benvenuto. Il coro “Liberarmonia”, composto da elementi del coro “Cristo Redentore” e del coro di Casoria, ha riscosso un lusinghiero successo, sottolineato dagli applausi di consenso del numeroso pubblico. Notevoli anche le esibizioni di Sergio Graniglia, alla chitarra ed armonica e del soprano Maria Teresa Palumbo. La serata è trascorsa con il meraviglioso sottofondo delle intramontabili melodie della canzone napoletana.

La Giunta Comunale ha approvato pochi giorni orsono, ai sensi dell’art. 128 del D.lgs. 163/2006 e ss.mm.ii e del D.P.R. 207/2010, su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici ed al Dirigente dell’Area Progettazione ed Infrastrutture,il programma triennale delle opere pubbliche 2013-2015. L’art. 128, comma 1, dello stesso prescrive che l’attività di realizzazione di lavori pubblici di singolo importo superiore ai 100.000,00 euro deve svolgersi sulla base di un Programma Triennale e dei suoi aggiornamenti annuali che le amministrazioni predispongono ed approvano nel rispetto dei documenti programmatori e della normativa urbanistica, unitamente all’elenco dei lavori da realizzarsi nell’anno stesso. Il Programma Triennale e l’Elenco Annuale, atti prodromici alle successive fasi per la realizzazione delle opere in essi inserite, sono redatti, ai sensi dell’art. 128, comma 11, del cennato D.lgs. 163/2006, sulla base di schemi tipo approvati con Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. L’uno e l’altro devono poi essere pubblicati almeno 60 giorni consecutivi all’Albo Pretorio comunale prima della loro definitiva approvazione da parte del Consiglio Comunale, in sede di approvazione del bilancio di previsione.


7

MAGGIO 2013

In viaggio con la Pro Loco

Aquilonia e l’abbazia del Goleto Un percorso culturale dal rurale al mistico-religioso Una domenica di inizio maggio, la prima, quella del 5, è stata la giornata scelta dal direttivo della Pro Loco per la gita annuale. Quest’anno come itinerario è stato scelto un percorso culturale dal rurale al mistico religioso. La prima tappa è stata al Museo Etnografico di Aquilonia. Nulla o poco di buono facevano presagire le condizioni del tempo. Il cielo era parzialmente coperto, strade e marciapiedi presentavano ancora, nelle prime ore della mattinata, le tracce di pioggia della notte che destavano preoccupazioni per il prosieguo di una giornata non proprio ideale per una “gita fuori porta”. Un viaggio culturale che aveva come meta Aquilonia, in provincia di Avellino (alta Irpinia). Aquilonia, poco meno di 2000 abitanti, chiamata così dopo l’Unità di Italia nel 1861, era un tempo Carbonara perché l’attività principale degli abitanti consisteva nella produzione di carbone vegetale o forse per la presenza nel suo territorio di particolari pietre che contenevano petrolio e che bruciavano con una fiamma viva come carboni. Un’iniziativa degli amministratori locali, pare recente, ha ricordato il nome originario e storico del paese, facendo inserire nello stemma civico, la scritta “olim mihi fuit nomen Carbonara” (una volta mi chiamavo Carbonara). Aquilonia è dal punto di vista storico una realtà recente, ricostruita, dopo il disastroso terremoto del 23

di Gabriella Botticelli

luglio 1930, in un luogo più alto rispetto a quello sul quale originariamente sorgeva. Il vecchio centro abitato, di cui restano oggi solo poche rovine, è stato definitivamente abbandonato nel dopoguerra. La cittadina irpina ci ha accolto, a metà mattinata, con un tiepido e ridente sole di primavera che illuminava un panorama dolce, in cui l’elemento dominante è un’abbondanza di verde quasi scomparso nelle realtà che abitiamo che, con la sua tonalità intensa e viva, rallegrava la vista, stagliandosi, in un’ ampia estensione, di fronte al Museo Etnografico Beniamino Tartaglia, meta della nostra visita. Il Museo, gestito da un’associazione di volontari del luogo, deve la sua notorietà al fatto di raccogliere una gran numero di oggetti, acquisiti tramite donazioni di privati. Questa variegata oggettistica è stata organizzata in un sapiente e ben architettato percorso espositivo che ricostruisce quasi alla perfezione ambienti domestici e di lavoro che testimoniano un modo di vivere del passato della civiltà contadina dell’Appennino, scandito da ritmi e momenti sempre uguali che riempivano, però, di senso e significato le giornate e la vita. Il Museo, nei suoi numerosi percorsi e spaccati di vita dell’epoca, ha raccontato ai visitatori antiche tradizioni popolari, costumi e credenze strettamente legate al mondo naturale, modi di vivere ed usanze di un tempo. Numerosi i luoghi di lavoro ricostruiti come botteghe, ambienti domestici, un’abitazione contadina e una stalla. Gli attrezzi, gli arredi, i corredi e le altre suppellettili, quindi, immessi nel loro contesto ed ambito d’uso originario, hanno offerto ai visitatori, nell’arco di circa due ore, con l’ausilio di guide esperte conoscitrici di una lontana realtà, la possibilità di tuffarsi in un passato lontano, di proiettarsi indietro nel tempo, immergendosi in un sistema di vita che si perde nella notte dei tempi ed è distante anni luce. Sono stati illustrati sapientemente e con dovizia di particolari i mestieri rurali del passato, le attività agricole legate ai cicli stagionali, le abitudini alimentari e la vita contadina nel suo insieme. Il pranzo (Luculliano) è stato consumato presso un rinomato ristorante di Sant’Angelo dei Lombardi segnalatoci della locale Pro Loco. Nel pomeriggio

è stata effettuate la visita ad uno dei gioielli della nostra architettura italiana, sconosciuti o addirittura dimenticati, l’abbazia del Goleto di Sant’Angelo dei Lombardi, un complesso religioso del XII secolo, spirante dalle sue solide e spesse mura un che di rigido e di austero e carica di un’atmosfera spirituale che invita al silenzio esteriore ed interiore, alla preghiera, alla meditazione ed ad elevare lo spirito al pensiero delle realtà trascendenti. Quelle pietre e quei ruderi maestosi e ricchi di storia, parlano anch’essi un linguaggio senza parole che risveglia il desiderio dell’anima, tante volte inconsapevole, di affacciarsi al mondo dello spirito oggi troppo negletto e trascurato. L’abbazia del Goleto, da cui emana la sensazione di un fascino senza tempo e fuori dalla storia, è luogo ideale per le esigenze dell’anima, spesso scelto da singoli e da gruppi per una pausa ed uno stacco necessario dal quotidiano e dalla sua pesantezza, per una full immersion nella spiritualità che permette di ricaricarsi e tornare ad affrontare, ritemprati e rinvigoriti, le difficili battaglie del vivere quotidiano. La fretta dovuta al poco tempo disponibile, con cui la visita è stata svolta, ha lasciato, almeno in me, una sensazione a metà fra l’insoddisfatto e lo scontento. Ritornarvi in altra occasione per scoprirne meglio e più in profondità una bellezza che si nasconde, quasi a non voler apparire, sotto la veste di una rigida austerità, è un’idea da prendere in considerazione. Ancora una volta il team della Pro Loco è risultato vincente nelle scelte operate. La giornata è stata un connubio tra il mistico, religioso, cultura e non ultimo gastronomico (si sa la tavola accomuna). Un grazie agli organizzatori. Ad maiora.

€ 8,99 PROVOLA E FIOR DI LATTE PROVOLA E FIOR DI LATTE SORRENTO RICOTTA PRODUZIONE PROPRIA RICOTTA DI PECORA SARDA

€ 5,50 € 6,99 € 3,99 € 6,00


Attualità

MAGGIO 2013

8

Promosso dal settore Ambiente un progetto di recupero dell’alluminio Nell’ambito delle iniziative tese al recupero di determinate tipologie di rifiuti da differenziare, il dirigente del settore Ambiente ha avviato un’ulteriore iniziativa di progetto di recupero dell’alluminio, rivolto ai cittadini, da attuarsi in collaborazione con la società Ambiente s.r.l. e il CIAL, Consorzio per il recupero dell’alluminio, che abbraccia l’arco temporale maggio-ottobre e precisamente il periodo 1 maggio – 30 ottobre 2013. Il progetto è nato dalla contestazione che sono ancora eccessive le quantità di lattine, scatole, vaschette in alluminio, tubetti che ogni anno vengono gettate nell’immondizia e portate a discariche ed inceneritori. Partendo dall’esperienza già fatta col progetto “Vetro, che passione!” si intende attivare un’iniziativa che porti, in un arco di tempo ben definito, ad aumentare la raccolta degli imballaggi di alluminio conferiti dai cittadini presso l’isola ecologica. L’alluminio è un materiale recuperabile e riciclabile al 100%, tale da poter dar vita a nuovi prodotti. Le sue proprietà di leggerezza, durata, conducibilità, atossicità, versatilità e riclicicità consentono una vastità di applicazioni e possibilità di riutilizzo. Riciclare l’alluminio offre una serie di vantaggi per l’ambiente e la collettività. Consente, infatti, di risparmiare

il 95% dell’energia necessaria per produrlo, partendo dalla materia prima, di recuperare materiale utile per realizzare nuovi prodotti e di salvaguardare l’ambiente e le risorse naturali. Il recupero dell’alluminio viene in Italia garantito dal CIAL, il consorzio senza fini di lucro impegnato nella ricerca di soluzioni per ridurre e recuperare imballaggi, conciliando esigenze di mercato con quelle dell’ambiente. Grazie all’azione combinata sul territorio del CIAL, dei Comuni e dei cittadini, in questi ultimi anni la raccolta degli imballaggi di alluminio ha avuto un incremento significativo sul fronte della raccolta differenziata e della quantità avviata

a riciclo. I risultati ottenuti hanno permesso di garantire benefici ambientali ed anche economici per la collettività. Tramite la società Ambiente s.r.l. da San Vitaliano, attuale affidataria del servizio di conferimento del multi materiale (in cui rientra l’alluminio), sono stati presi contatti col CIAL che si è detto disponibile a sostenere il progetto e d ha messo a disposizione una serie di premi, dalla bicicletta in alluminio riciclato a carrelli per la spesa, collane, borracce e felpe. Detti premi saranno assegnati ai cittadini che avranno totalizzato il maggior numero di punti, conferendo il maggior quantitativo di alluminio presso l’isola ecologica, quale segno tangibile del loro impegno. Si possono riciclare presso l’isola ecologica di via Cardarelli i seguenti rifiuti:lattine per bevande, vaschette per la conservazione, trasporto, cottura e congelamento dei cibi, scatolette per legumi, carne, pesce, creme e cibi spalmabili, fogli in alluminio sottile per alimenti, rotoli da cucina, fogli per il cioccolato, bombolette spray per profumi, deodoranti, lacche, schiumi, prodotti per il corpo e la bellezza, prodotti sanitari, panna montata, tubetti per conserve, creme e cosmetici, prodotti sanitari, tappi, capsule e coperchi, tappi a vite, capsule di bottiglie per acqua, vino, olio e liquidi, coperchi dello yogurt.

Convenzione del Comune col cinema teatro “Le Maschere” La Giunta Comunale, avendo fra i suoi obiettivi quello di promuovere iniziative ed attività culturali volte a favorire momenti di incontro ed occasioni di socializzazione e di aggregazione soprattutto per la fascia di età giovanile, ha approvato un atto deliberativo di indirizzo con il quale si approva la proposta di convenzione col cinema Teatro “Le Maschere”. Il Comune di Arzano, se pure attivo e propositivo sul territorio nell’organizzare spettacoli e manifestazioni, non dispone infatti di una struttura idonea per realizzarli e deve pertanto servirsi di strutture di privati. Il titolare del cinema teatro, unica struttura ricreativa peraltro esistente sul territorio di Arzano, ha proposto all’Amministrazione Comunale una bozza di convenzione con

un programma di formazione e fruizione rivolto ai giovani di Arzano, in particolare agli studenti delle scuole del territorio, che prevede un cartellone di spettacoli teatrali ed un cineforum inseriti in progetti specifici che possono completare un’offerta didattica in condivisione con le finalità previste dai POF delle scuole. E’ assicurata, fra l’altro, la programmazione delle attività scolastiche del mese di maggio, mediante l’uso della struttura teatrale, compreso l’uso del servizio audio luci a carico della struttura. E’ poi prevista, nell’ambito della convenzione stessa una rassegna teatrale rivolta ai bambini dal titolo “Bambini a teatro con mamma e papà”, comprendente 5 spettacoli teatrali o letture animate gratuite, gratis per i genitori ed al costo

AUTOCARROZZERIA

Amato Pasquale VERNICIATURA A FORNO

Via P. Ferone, 43 - 80022 Arzano (NA) - Tel. 3495381774

di euro 2,00 per i bambini. E’ offerta la possibilità ad una scuola del territorio di partecipare gratuitamente, una volta al mese, alle lezioni tenute dai docenti dell’Accademia delle Arti e del Teatro presso la struttura del Teatro “Le Maschere”. Il cineforum è offerto, per tutta la durata della convenzione, con ingresso gratuito, a 20 studenti delle scuole superiori o frequentanti corsi universitari. E’ altresì libero l’ingresso per i cittadini della terza età di Arzano per la visione della proiezione in cineforum. Il prezzo dell’abbonamento o del biglietto di ingresso sarà scontato del 50% per tutti i cittadini. E’ inoltre prevista la disponibilità della sala convegni per le esigenze e le necessità dell’Amministrazione e di altre

istituzioni presenti sul territorio. La convenzione, che comporta un costo di 22.000 euro oltre Iva avrà la durata di un intero anno solare, dal 1° maggio 2013 al 30 aprile 2014. Sarà cura del dirigente dell’area Servizi al Cittadino dar corso agli atti successivi e consequenziali per la stipula della convenzione disciplinante condizioni e rapporti fra entrambe le parti contraenti.

www.autonoleggioautonetwork.it

APERTO 24 ORE SU 24 NOLEGGIO Autovetture, Furgoni, Minibus, Autocarri Furgoni Isotermici e per edilizia

Siamo a Napoli in Via Michelangelo da Caravaggio, 244/246/248 Tel. 081 2396803 - 081 5939206 Filiale CASANDRINO (NA) - Via P. Borsellino, 123 Tel./Fax 0815052646 - Tel. 081 3998373


9

Sport

MAGGIO 2013

L’Arzanese resta in Lega Pro Salvi, ancora una volta. Il pareggio ottenuto a Chieti ha sancito l’aritmetica permanenza in Seconda Divisione, anche se è stata la rete di Elia a tempo quasi scaduto, nella delicatissima sfida in casa contro il Lamezia, ad avere tutti i connotati del “golden gol”, quello decisivo, quello che è valso l’intera stagione. Merito di una squadra che ha saputo ritrovare se stessa e le giuste motivazioni nel periodo più delicato dell’anno. Merito soprattutto di mister Ferraro, arrivato a sole sette partite dal termine ma che in così breve tempo ha saputo creare un gruppo vero, nel quale tutti hanno perseguito l’obiettivo comune della salvezza. Confermare il tecnico sorrentino sarebbe già di per sé un gran colpo di mercato, anche se prima ancora di parlare di questioni puramente tecniche è il caso di approfondire quelle che ci piacciono meno. In vista del campionato 2013/14, l’ultimo prima della riforma della

di Vincenzo Piscopo

Foto di Salvatore Esposito

Lega Pro e per questo motivo ancor più difficile viste le ben nove retrocessioni in Serie D, l’adempimento di tutte le scadenze è infatti legato al quesito più importante: i Serrao saranno ancora a guida dell’Arzanese? Come si dice, ai posteri l’ardua sentenza. Fatto sta che le loro parole (“non siamo disposti a giocare ancora lontano da Arzano” questo, in breve,

il succo del discorso) lasciano ben poco spazio all’immaginazione, soprattutto perché lo stato dei lavori del Sabatino De Rosa è sempre allo stesso punto, cioè fermo e pensare di dover posticipare ancora per chissà quanto altro tempo il ritorno al Sabatino De Rosa è davvero imbarazzante, soprattutto visti i due anni e mezzo di promesse fatte ma mai mantenute da questa

amministrazione. Non mettiamo in dubbio l’impegno del Sindaco per risolvere la questione ma qualora la famiglia Serrao, visto anche il notevole esborso economico per il fitto di altre strutture, decidesse di consegnare il titolo nelle mani del primo cittadino, nessuno di noi potrebbe biasimare questo comportamento. Siamo ormai a maggio, ma il bandolo della matassa è tutt’altro che sciolto e nei prossimi giorni è doveroso aspettarsi degli sviluppi in tal senso. Anche perché le scadenze per l’iscrizione al prossimo campionato parlano chiaro: entro fine giugno dovrà essere comunicato alla Lega uno stadio agibile e funzionale. Insomma, i tempi stringono e privare la città di una squadra che partecipa ad un campionato così importante e prestigioso sarebbe uno smacco che Arzano non merita e, ad assistere ad uno scenario del genere, non vogliamo neanche pensarci.

La Marianna Guerriero Arzano giunge in semifinale Si è svolta domenica 19 Maggio la manifestazione annuale di Minivolley in villa Comunale ad Arzano, un evento che ha visto coinvolti i bambini in questo sport che rappresenta la massima espressione della collaborazione di squadra e permette ai più piccoli di socializzare. Usa invece le maniere forti la Marianna Guerriero Arzano per imporre la propria volontà vincendo contro il San Michele Firenze riportando un risultato di 3 a 1 e permette al team di Piscopo di approdare in semifinale.

Foto di Salvatore Esposito

di Angela Vastarella

La partita che si è svolta al Palazzetto Rea ad Arzano era carica di tensione da parte delle due squadre, tensione che però è esplosa in positivo con l’importante risultato raggiunto dalla Marianna Guerriero che trova nel finale del terzo set trova il giusto sprint che demoralizza le fiorentine. Aspettiamo ora le semifinali con il Caserta. La Marianna Guerriero Arzano merita gli applausi e il calore del pubblico che ha sempre fatto sentire alla squadra il suo affetto e può così godersi la sua semifinale.

Al IV Circolo “On. A. D’Auria” il l° Premio del Presidente della Repubblica

Ad Ogliastro Cilento giovedì 9 maggio si è tenuto il Concorso Nazionale per cori ed orchestra “dal Vesuvio al Monte Stella” promosso dall’Istituto Comprensivo Pietro Visconti. Numerose le scuole partecipanti, provenienti da tutta Italia: scuole primarie, medie e superiori. Hanno ricevuto il primo premio, per l’originalità e l’armonia dei pezzi eseguiti, gli alunni delle classi quarte del IV Circolo di Arzano “on. Antonio D’Auria”, diretti dal maestro Enzo Flagiello, che tra i vari brani hanno eseguito “per Elisa” e “Viva la Mamma” L’esibizione è stata molto apprezzata dalla giuria che si è complimentata con i ragazzi per la curata esecuzione e con il maestro Flagiello per l’originalità degli arrangiamenti. La manifestazione è stata ripresa e trasmessa in diretta dalla TV e trasmessa sul WEB, dando così la possibilità ai genitori degli alunni di assistere alla rappresentazione e condividere un momento di gioia. Grande partecipazione al momento di consegna dalla medaglia del Presidente della Repubblica, quale primo premio del concorso. Numerose le autorità civili e del modo della scuola presenti alla manifestazione, che hanno dato atto dell’impegno profuso dal maestro Flagiello e dalle docenti della scuola, per l’ottimo risultato ottenuto. M. Antonietta Ravo

DFS Revisioni Auto srl

&

Giuseppe Silvestro Cell. 393.9676973 Carlo Alborino Cell. 393.9675650

Viale Remo De Feo, 2 - 80022 ARZANO (NA) Uscita Asse Mediano (zona industriale) Tel. 081.5736699 - www.serviziweb.it/dfs

CONCESSIONE M.C.T.C. N. 00000038 NAAE7 del 25/06/98 Off. autorizzata dal Comune di Napoli per il rilascio Bollino Blu - Aut. N. 212/98

DFS

Revisioni Auto srl


Rubriche

MAGGIO 2013

10

Le Ricette

Rocher

Ingredienti per circa 20 cioccolatini ü Cioccolato fondente 50 gr ü Mandorle a bastoncini 120 gr ü Zucchero a velo q.b. ü Cioccolato al latte 100 gr Ingredienti per lo sciroppo ü Zucchero 3 cucchiai rasi ü Acqua 2 cucchiai

PREPARAZIONE I rocher sono golosi cioccolatini dal cuore di croccante mandorla tostata: sono una vera delizia, tanto che uno tira l’altro e non si finirebbe mai di mangiarli.  La preparazione dei rocher è molto semplice e veloce, tanto che se all’ultimo minuto dovete pensare ad uno straordinario dolcetto di cioccolato da offrire ai vostri ospiti, i rocher sono

senz’altro la soluzione che fa per voi! Fase 1: Accendete il forno a 180°C. Mettete in un pentolino 3 cucchiai di zucchero e 2 di acqua, portate ad ebollizione e mescolate per sciogliere completamente lo zucchero (1-2 minuti) e ottenere uno sciroppo denso, quindi spegnete il fuoco. Versate le mandorle a bastoncino dentro una ciotola e aggiungete lo sciroppo. Fase 2: Amalgamate gli ingredienti e con l’aiuto di due cucchiaini formate dei mucchietti su di una teglia foderata con carta forno. Spolverizzate i mucchietti con dello zucchero a velo e infornate la teglia per circa 3-4 minuti in forno già caldo. Trascorsi i 3 minuti, estraete la teglia e lasciate raffreddare completamente. Nel frat-

tempo tritate e sciogliete dolcemente il cioccolato a bagnomaria, dopodiché immergete i rocher uno ad uno nel cioccolato fuso e poneteli a sgocciolare e raffreddare su di una gratella. Conservate i rocher in un luogo fresco e asciutto chiusi in un contenitore col coperchio. CONSIGLIO Potete scegliere di preparare i rocher con il cioccolato (o le miscele di cioccolato) che più vi piace. Se in commercio non doveste trovate le mandorle a bastoncino, potete prepararle voi stessi con delle mandorle spellate: basterà tagliare le mandorle a metà dalla parte più stretta seguendo il taglio naturale, ottenendo così due metà identiche. Poggiate la parte piatta della mandorla su di un tagliere e, con un coltellino dalla lama liscia e sottile, procedete a tagliare la mandorla a bastoncino per il senso della lunghezza.

VISTO PER VOI

IL GRANDE GATSBY

Nella primavera del 1922, il giovane Nick Carraway si trasferisce a Long Island, in una villetta che confina con la villa delle meraviglie di Gatsby, un misterioso milionario che è solito organizzare feste memorabili e del quale si dice di tutto ma si sa molto poco. Cugino della bella e sofisticata Daisy Buchanan, moglie di un ex campione di polo, Nick viene a conoscenza del passato intercorso tra Daisy e Gatsby e si presta ad ospitare un incontro tra i due, a cinque anni di distanza. Travolto dal clima ruggente dell’età del jazz, da fiumi di alcol e dalla tragedia di un amore impossibile, Nick si scoprirà testimone, complice e disgustato, del tramonto del sogno americano. Tra la versione del 1974, sceneggiata da Coppola ma cinematograficamente poco consistente, e la rilettura odierna firmata Baz Luhrmann, che invece carica l’impianto visivo fino quasi a soffocare la voce amara e toccante del romanzo di Scott Fitzgerald, è lecito sognare una giusta temperatura di trasposizione, che resta ancora ideale, e rinnova la sfida ai cineasti a venire, com’è nella natura dei grandi classici di fare. Luhrmann ribadisce ad oltranza il carattere eminentemente visivo del proprio operato, invitando il pubblico a godere dei fuochi d’artificio, dello “spettacolo spettacolare”, e dissuadendolo dal “pretendere troppo”, come impudentemente osa invece fare Gatsby.


11

MAGGIO 2013

Attualità

venti E20

Pro Loco Expo dal 31 Maggio al 02 Giugno Mercogliano (AV) Campania Pro Loco Expo 2013 riunisce tutte le pro loco della Regione, in un evento che vuole promuovere la cultura di tutte le tradizioni che contraddistinguono le Po Loco, e candidata a diventare una delle più importanti manifestazioni del Sud Italia per la promozione del Made in Italy. Manifestazione ad ingresso libero e gratuito. Visita l’Orto Botanico di Napoli durante l’anno L’Orto Botanico di Napoli aderisce alla manifestazione di “Maggio dei Monumenti” restando aperto al pubblico dalle 8:30 alle 13:30 di tutte le  domeniche del mese di maggio e la prima domenica di giugno. 2 Giugno 2013 - 5° Raduno D’Epoca Città Di Mariglianella La Pro Loco Mariglianella con il Patrocinio del Comune di Mariglianella, con l’assistenza tecnica del A.s.d. Club I Cobra orgamizza Domenica 2 Giugno 2013 il 5° Raduno Auto e Moto D’Epoca Città Di Mariglianella “Un Morso Nel Passato” il raduno si terrà in Via G. Marconi ( La Nazionale 7 Bis ) Mariglianella (NA) Sagra del pescato e della paranza Castellabate (Sa) dal 1 al 3 Giugno Se hai un debole per il pesce e non vedi l’ora di leccarti le dita, affidati a chi posa le reti sul mare da una vita, su questa costa dove si narra che Ulisse sia stato tentato dalle sirene. Inserisci nella tua rotta la V edizione di questa rassegna enogastronomica in Cilento. Sagra delle ciliegie Baronissi (SA) dal 14 al 16 Giugno Non potete mancare alla sagra di Baronissi, perché qui non solo amplierete le vostre conoscenze agronomiche, con le oltre cinquanta varietà di “cerase”, ma vi farete ghiotti di dolciumi e liquori a base di ciliegia. Ricordate, però, che la ciliegia ha della mela solo il rossore e la forma: non sovra estendete similitudini al detto “una mela al giorno toglie il medico di torno”. Salone internazionale della mozzarella e della dieta mediterranea 25/26 Maggio Paestum (Sa) Sarà per via della location, ma qui la storia ha davvero un gusto a sé. Una kermesse da sperimentare con tutti e cinque i sensi, dalla solarità dei luoghi e delle persone ai vivissimi profumi del Sud. La Sagra del Casatiello a Sant’Arpino (CE) Il 25 e 26 maggio in piazza Umberto I Ci sono molti buoni motivi per gioire dell’essere campano. Tra questi, c’è di sicuro il casatiello. Sagra che si terrà i giorni 25/26 Maggio. La manifestazione è un appuntamento con il folklore e la gastronomia, oltre che occasione per rinnovare un’antichissima usanza locale secondo cui gli Atellani.

Lo schizzo Una leggera pioggerella Certamente è cosa bella Bagna strade e la campagna Ma in buche poi ristagna E l’autista ardimentoso Col suo incedere maestoso Questo asso del volante Un bel bagno fa al passante Poi lo guarda allo specchietto E fa spallucce al poveretto Ma perché è così adirato? Qualche goccia gli ho schizzato E il passante a dito teso Con un far poco cortese Già lo manda a…quel paese!!! Peppe Ceriello


Rubriche

MAGGIO 2013

Psicologica...mente

12

a cura di Concetta Padricelli psicologa-psicoterapeuta

Ansia e depressione curabili con le parole???

Il vento dell’ansia è il più pericoloso. Navigare a Originariamente le parole erano magie e, ancor oggi, la parola ha conservato molto del suo antico potere magico. Con le parole un uomo può rendere felice l’altro o spingerlo alla disperazione, con le parole l’insegnante trasmette il suo sapere agli allievi, con le parole l’oratore trascina con sé l’uditorio e ne determina i giudizi e le decisioni. Le parole suscitano affetti e sono il mezzo comune con il quale gli uomini si influenzano tra loro. Non sottovaluteremo quindi l’uso delle parole nella psicoterapia. Sigmund Freud, Introduzione alla psicoanalisi, 1915/32 Cos’è la psicoterapia? È una forma di terapia rivolta a persone con problemi di tipo psicologico: ansia, depressione, problemi relazionali nell’ambito della famiglia ma anche nell’ambito del lavoro o delle amicizie, insicurezza, incapacità di prendere decisioni, fobie (claustrofobia, agorafobia, fobia di parlare in pubblico ecc.), attacchi di panico e altri disturbi della sfera psicologica ed emotiva che il paziente vuole affrontare senza ricorrere a farmaci. La psicoterapia viene praticata da psicologi specializzati e iscritti all’elenco degli psicoterapeuti all’interno dell’Albo degli Psicologi. Il processo psicoterapeutico è costituito da una fase iniziale di colloqui, definiti diagnostici, che hanno lo scopo di inquadrare il disagio della persona. Essi sono già “terapeutici” nel senso che aiutano il paziente a dare un primo significato psicologico al suo disturbo e al suo disagio. In questo breve lasso di tempo, solitamente costituito da quattro-cinque colloqui, il paziente ha l’opportunità di farsi un’idea della persona del terapeuta e “sentire” se egli corrisponde alle sue necessità in termini di agio, accoglienza, ascolto ecc. Contemporaneamente, lo psicoterapeuta ha potuto formarsi un quadro della personalità del paziente, della sua situazione attuale interna ed esterna e di conseguenza anche un’idea del fatto che il paziente abbia bisogno o no di una psicoterapia. Il malessere psicologico di un individuo può manifestarsi in modo generalizzato ma, di solito, esso si manifesta con diversa intensità nei diversi contesti relazionali. La psicoterapia un percorso che ci conduce a recuperare il nostro benessere psicologico, eliminando il disturbo o il disagio che ci impedisce di vivere serenamente.

La psicoterapia decodifica la nostra sofferenza e  fa leva sulle nostre risorse latenti atte a produrre il cambiamento verso un nuovo e più stabile equilibrio, in modo da risolvere le nostre difficoltà. E’ dunque finalizzata a sbloccare la situazione di disagio  in cui ci troviamo  che rende difficoltosa la nostra quotidianità  e riportarci ad una possibile condizione di benessere. A volte si avvertono problemi ricorrenti sul lavoro, o in famiglia o nelle relazioni di coppia o nell’ambito della sessualità; questi mettono l’individuo in una condizione critica e ripetitiva. Le relazioni instaurate nei diversi contesti hanno infatti ripercussioni diverse sulla persona che, per risalire a quei meccanismi relazionali che le procurano sofferenza, deve essere aiutata ad analizzare i diversi tipi di relazione. Le difficoltà specifiche si possono esprimere attraverso  canali diversi: sintomi psichici, comportamentali, somatici di un componente, disagio familiare o/e elevata conflittualità e segnalano problematiche  all’interno del  nucleo che necessitano di essere affrontate tempestivamente e risolte in modo adeguato. Accogliere la propria sofferenza, affrontarla interpretarla permette quindi di dare voce al proprio mondo interno e prendersi cura del proprio se. L’efficacia della psicoterapia individuale è ormai cosa accertata. In una recente rassegna di studi sulla psicoterapia (Lambert et al., 1986) gli autori hanno dimostrato che la tipica persona che richiede una psicoterapia starà meglio alla fine della terapia che non l’80% di tutte le persone con i medesimi problemi non sottoposte a trattamento; questa cifra è dello stesso ordine di quella riscontrata in studi comparativi sui farmaci antidepressivi. Altri studi ancora hanno suggerito che i cambiamenti prodotti dalle misure psicoterapeutiche perdurano nel tempo. “Soffrire è una debolezza, quando si può impedirselo e fare qualcosa di meglio”. Isidore Ducasse conte di Lautrémont, Poesie, 1870

80022 Arzano - via Palermo, 22 (di fronte ai carabinieri) Tel. 081 5733722 - 081 7312524 - 333 4704147 - 338 8673521 www.tereclub.it


13

Annunci

MAGGIO 2013

Come inserire gli annunci. Puoi inserire il tuo annuncio gratuito su “L’A20” scaricando il modulo di inserzione dal sito internet www.prolocoarzano.it e inviandolo tramite fax, posta o a mano in redazione agli indirizzi della Pro Loco di Arzano che trovi nella seconda pagina del giornale

FITTASI Arzano, fittasi piccoli depositi con box auto al coperto e parcheggio scoperto. Tel: 081.573.25.25 Arzano, fittasi appartamento e locale commerciale o fabbrica. Tel: 081.573.25.25 Arzano, fittasi appartamento 3 camere da letto, cucina doppi accessori in buono stato. euro 600.00 Tel. 340.30.62.793 Affitto appartamento composto di 65 mq composto da due camere, cucina e bagno con ingresso da cortile privato. Tel. 366.28.69.176

VENDESI

Casoria, centro storico monolocale piano terra 40 mq circa soppalcabile da ristrutturare con vano gabinetto no certificazione energetica no agenzie euro 35.000 trattabili. Tel. 081.28.21.74 Arzano , adiacente via Napoli , composto da 3 vani + cucina e ripostiglio; tripla esposizione , 3 piano con ascensore, buono stato, classe energetica G. No agenzie, no telemarketing. Tel. 349.75.82.420

Cucina arte povera di metri 3,00 completa di tavolo e sedie completa di elettrodomestici e compreso trasporto e montaggio nei 50 km. euro 1.000 Tel. 334.23.12.204

Casalnuovo prossimità vesuviana due ampie letto living soggiorno terrazzo a livello coperto ripostigli termoautonomo antifurto 185.000euro poco trattabili. Tel. 339.32.17.863

Cercasi personale qualificato con esperienza nel settore dell’autolavaggio. Tel. 335.44.46.638

LAVORO

Vendo frigorifero Indesit nuovissimo colore grigio metallizzato misure 60x 60 x 190 vendo causa doppio regalo euro 230,00. Tel: 320.22.42.872

Selezioniamo per azienda cliente, leader nel settore delle telecomunicazioni, operatori telefonici out-bound. Si offre contratto a progetto, con fisso mensile variabile tra 350 / 450 euro piu’ incentivi al raggiungimento di obiettivi. Il candidato ideale possiede ottime doti comunicative, predisposizione al raggiungimento di obiettivi ed esperienza pregressa nel settore. Tel. 081.750.25.32

Vendo condizionatore portatile 1200 btu aria fredda silenzioso risparmio energetico. Tel 320.22.42.872

Azienda settore alimentari seleziona personale femminile per ampliamento organico. si richiede esperienza di operatrice telefonica Tel. 081.873.35.39

Vendo 2 macchine occhiellatrici e attaccabottoni. Tel. 081.573.25.25

Si seleziona ed inserisce animatore/truce per villaggio turistico prestigioso anche in prima esperienza. Si richiede disponibilità al trasferimento e passaporto. Tel. 089.27.51.112

VARIE

Vendo vestito da sposa come nuovo taglia 40/42 euro 300 trattabili. Tel. 347.76.88.219 Comprerei villetta ad Arzano, Casoria, Secondigliano, no centro storico. Tel. 347.76.82.19 Arzano, vendo bellissima cucina completa di tutti gli elettrodomestici tutti funzionanti e in ottimo stato. La cucina e davvero in ottime condizione essendo anche di ottima qualità. euro 500.00. Tel. 392.69.56.209

BAIA DOMIZIA SUD Vendo Appartamento in villa bifamiliare p.t., arredato e finemente ristrutturato a 50 mt dal mare composto da: soggiorno, angolo cottura in muratura, 3 camere letto, 2 wc, ripostiglio, doccia calda esterna, patio, spazio esterno, posto auto interno. Occasione irripetibile. Prezzo affare euro 145.000,00 intrattabili. Tel. 346.06.83.482

Vendo macchinetta per fare pop corn, funziona perfettamente ed è in buone condizioni. Prezzo 10 euro. Tel. 328.41.68.158

Arzano, vendo cucina moderna costruita da un artigiano colore ante bordò lucido con profili in faggio metri lineari 5 con doppi pensili e luci comprensiva di tavolo 4 sedie, piano cottura smeg 4 fuochi ,lavatrice smeg, forno smeg ventilato. Il tutto tenuto molto bene. euro 800.00 Tel. 331.58.06.444 Causa inutilizzo vendo tavolino da salotto in legno laccato nero misure 90x45x55 con piano sottostante per appoggiare altri oggetti o in studi in sale ricevimento clienti. euro 35.00 Tel. 338.33.48.67

Studio fiscale in Napoli cerca neolaureata/o per praticantato obbligatorio ed eventuale inserimento successivo. Si offre adeguato rimborso spese. Tel. 081.28.41.42 Piccolo tomaificio a conduzione familiare ricerca orlatrici e banconiste con esperienza. Sede di lavoro Nola. Tel. 348.60.16.081 Cercasi commessa per piccolo negozio nautico sito in Mergellina. Si richiede bella presenza, esperienze nel campo commerciale e molta disponibilità. Inviare foto (no fototessera) e breve riassunto dei lavori svolti. Astenersi perditempo. E-mail: shipstorena@gmail.com Ricerchiamo collaboratori d’ufficio (solo donne età compresa tra 20 e 40 anni) fisso + incentivi e premi produzione. Tel. 081.21.28.216 Studio legale penale (zona via dei mille in Napoli) cerca giovane laureato per pratica forense. Inviare cv al seguente indirizzo: E-mail: studioauriemma@fastwebnet.it


MAGGIO 2013

Fotosegnalazioni

Raccolta farmaci Sono tutti farmaci scaduti?

in questa rubrica saranno pubblicate tutte le foto inviate dai lettori, che segnalano eventuali disservizi

Via Falcone e Borsellino Molto bello il manto stradale ma a quando le eliminazione delle erbacce e il ripristino dei muri fatiscenti?

Raccolta differenziata Sarei curioso di sapere quanta differenziata viene raccolta in questi contenitori e in particolare quante cicche vengono raccolte

ASSISTENZA GRATUITA

TURNI PENSIONI

GIUGNO

2 ACCREDITI 3 T - U - V - Z - B- E 4 F - G - A - C - I 6 D - L- O 7 M - P 8 R - S Il giornale della tua Città è consultabile anche su Facebook! Aggiungi “Aventi Città di Arzano” tra le tue amicizie e clicca su mi piace!

730 ISEE • ISEU RED • IMU UNICO

La scadenza e’ vicina… l’accoglienza è sicura! CONSULENZA GRATUITA A DOMICILIO

CAF convenzionato per consegna istanze di esenzione ticket per condizione economica (E01 – E02 – E03 – E04 – E05) delibera D.G. ASL NAPOLI 2 NORD N° 398 DEL 18/04/2013 APERTO DAL LUNEDI’ AL VENERDI’ DALLE ORE 15.30 ALLE 20.00 MERCOLEDI’ DALLE 9.00 ALLE 13.00 / DALLE 15.30 ALLE 20.00

TURNI FARMACIE • GIUGNO 2013 • 1 PEDICINI - FERRANTE - FINELLI LIBERTI - MICILLO 2 PEDICINI 3 FRANZESE 4 LIBERTI 5 LUPO 6 MICILLO 7 LUPO 8 LUPO - CANTONE - FRANZESE PICAZIO - ZUCCONELLI 9 LUPO 10 PEDICINI 11 PICAZIO 12 ZUCCONELLI 13 CANTONE 14 FERRAMTE 15 FERRANTE - FINELLI - LIBERTI MICILLO - PEDICINI

14

16 FERRANTE 17 FERRANTE 18 FINELLI 19 FRANZESE 20 LIBERTI 21 PICAZIO 22 PICAZIO - CANTONE - FRANZESE LUPO - ZUCCONELLI 23 PICAZIO 24 LUPO 25 MICILLO 26 PEDICINI 27 PICAZIO 28 FINELLI 29 FINELLI - FERRANTE - LIBERTI MICILLO - PEDICINI 30 FINELLI

FARMACIA NOTTURNA

SABATO SEMPRE APERTO

SABATO SEMPRE APERTO

VIA NAPOLI, 173 - ARZANO (NA) • INFO E CONTATTI: 081.195.56.251 FAX 178.27.11.065 / 348.556.45.77 / 349.372.16.10 e-mail: caf.unsic.arzano@virgilio.it

IDEA GIOCATTOLO s.a.s. di Pellino Luigi & C Via Antonio Labriola, 8 80022 ARZANO (NA)

Tel. e Fax 081 5735340 081 4617216 e-mail: ideagiocattolo@libero.it


15

MAGGIO 2013

UNA CONFEZIONE DI LENTINE A CONTATTO GIORNALIERE (30 PZ.)

UNA COPPIA DI LENTINE A CONTATTO MENSILI (2 PZ.)

LIQUIDO RIGENERANTE E CONSERVANTE PER TUTTI I TIPI DI LENTINE A CONTATTO 3 CONFEZ. DA 500 ML.

€12,00 €8,00 €10,00 Un’occhiale da vista completo di lenti graduate bianche

+

Occhiale completo di lenti graduate progressiva (Un unico occhiale per tutte le distanze), con trattamento antigraffio e antiriflesso di nuova generazione “FREE-FORM ESTETICA”

Un’occhiale da sole completo di lenti graduate colorate

59,

90

Occhiale completo di lenti graduate transition VIII (che si oscurano alla luce del sole)

Occhiale completo di lenti graduate bianche

85,

00

39,

90

Dimostrazione ed applicazione delle lentine gratuito direttamente in sede da personale specializzato

90

, 9 13

VIA NAPOLI, 119 - ARZANO (NA) - TEL. 081 3426318


MAGGIO 2013

O T A B SA PRE SEM RTO APE

VIA VOLPICELLI, 33 - ARZANO (NA) TEL. 081 0401576 - 328 4180544

16


Giornale A20 Maggio 2013