__MAIN_TEXT__

Page 1

Festival Nuovo Cinema Europa Genova, 1 - 5 marzo 2010


Festival Nuovo Cinema Europa Genova, 1 - 5 marzo 2010 A cura di

Direzione e organizzazione Angela Ferrari

con il sostegno di

con il patrocinio di

COMUNE DI GENOVA

Evento realizzato con la collaborazione di ACCADEMIA D’UNGHERIA IN ROMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

Eventi collaterali

Consulenza eventi collaterali: Juan Pablo Santi Partner

Media Partner

ACCADEMIA LIGUSTICA DI BELLE ARTI


Festival Nuovo Cinema Europa

7

Introduzione

8 9

Premio ALBA del Cinema La Giuria

10 Programma del Festival 13 Lunedì 1 marzo 2010 14 Film La grande vie 16 Film Ein Augenblick Freiheit 19 20 22 24

Martedì 2 marzo 2010 Film So glücklich war ich noch nie Film A nyomozó Film Tag am meer

27 Mercoledì 3 marzo 2010 28 Film Kleine Fische 30 Film L’absence 33 34 36 38

Giovedì 4 marzo 2010 Film Der Freund Film Delta Film Schwerkraft

41 Venerdì 5 marzo 2010 42 44 54 63

Organizzazione Collaborazioni Amici del Festival Ringraziamenti

5


6


Festival Nuovo Cinema Europa Genova si apre all’Europa con un’iniziativa dal respiro internazionale che proietta la città, con i suoi vicoli testimoni di una storia plurisecolare, nel mondo della nuova cinematografia europea, attraverso linguaggi diversi fatti di esperienze e problematiche comuni. Cinque giorni di proiezioni ed eventi collaterali per una panoramica sulle nuove tendenze e i nuovi talenti del cinema europeo contemporaneo, insieme a un’offerta variegata di appuntamenti interdisciplinari che dal cinema spaziano al teatro, allo spettacolo, all’arte e alla fotografia, fino a toccare le più delicate problematiche linguistiche legate alla traduzione. Un percorso cinematografico che nasce nei Paesi del Vecchio Continente e a tratti lo travalica, attraverso storie d’amore, di disperazione, di povertà e di emigrazione, controversie familiari, parenti che si ritrovano dopo anni o che per un tragico destino non si incontreranno mai, storie di truffe e criminalità, finti fidanzamenti, sogni di giovinezza, giochi di identità e codici di comportamento, senza tralasciare tematiche attualissime quali l’ecologia e la globalizzazione. Il Festival Nuovo Cinema Europa presenta film in lingua originale con sottotitoli in italiano, realizzati negli ultimi due anni, e allarga i propri confini grazie alle proposte di registi dalla doppia nazionalità che danno vita alla Sezione speciale OltrEuropa, con film realizzati in coproduzione con Paesi extra-europei e che propongono una significativa varietà e ricchezza linguistica. Un sentito ringraziamento al Comune di Genova, che per primo ha creduto nell’iniziativa accordandole il proprio sostegno, alla Camera di Commercio che ha concesso il patrocinio e al Circuito Cinema Genova, agli Istituti di Cultura Europei e alla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Genova che con il loro significativo apporto e il loro entusiasmo hanno reso possibile la realizzazione e la riuscita dell’evento. Un ringraziamento anche a tutti coloro che, identificandosi nello spirito del Festival, hanno dato vita agli eventi collaterali e alla realizzazione dei premi, mettendo a disposizione il loro tempo e la propria creatività. Angela Ferrari

Direttore Festival Nuovo Cinema Europa Presidente Associazione Culturale Profondità di Campo

7


Premio ALBA del Cinema Il Festival Nuovo Cinema Europa prevede una doppia premiazione che tiene conto del giudizio del Pubblico presente in sala durante le proiezioni e del giudizio di una Giuria costituita per l’occasione, composta da tre giovani esperte di Cinema. Tutti i film stranieri sono sottoposti al voto del Pubblico, mentre solo uno per Paese viene sottoposto al giudizio della Giuria. Per la realizzazione dei premi assegnati ai due film vincitori e per privilegiare i giovani e la nuova creatività seguendo la linea del Festival, è stata coinvolta l’Accademia Ligustica di Belle Arti. I premi consistono in due creazioni artistiche realizzate dai migliori allievi dell’Accademia, già vincitori di premi nazionali. Simbolicamente prende così vita il “Premio ALBA del Cinema”, che si riferisce tanto all’acronimo dell’Accademia che lo realizza quanto ai film presentati, realizzati da registi agli albori nel campo del lungometraggio.

8


La Giuria Francesca Baroncelli Giornalista pubblicista, da sette anni fa parte della redazione del web magazine di cultura e tempo libero mentelocale.it. È responsabile delle sezioni Cinema, Viaggi&turismo, Modi&mode e si occupa delle riprese e del montaggio dei video reportage pubblicati sul sito. Per mentelocale.it è stata inviata alla Mostra del Cinema di Venezia e al Festival Internazionale del Film di Locarno. Raffaella Grassi Giornalista, da anni scrive di cinema e teatro per Il Secolo XIX. Autrice del volume Territori di fuga. Il cinema di Gabriele Salvatores (ed. Falsopiano), dal 2003 è presidente del Centro Universitario Cinematografico di Genova ed è stata tra i fondatori della rivista La Magnifica Ossessione, pubblicata dal Centro. E’ autrice di poesie, sceneggiature per cortometraggi e racconti. Anna Parodi Giornalista, scrittrice, critico cinematografico, è stata fondatrice e redattrice della rivista La Magnifica Ossessione, pubblicata dal Centro Universitario Cinematografico di Genova. Per quindici anni è stata redattrice di cultura e spettacoli presso il quotidiano Il Corriere Mercantile di Genova. Fa parte del Gruppo Ligure Critici Cinematografici (Sncci) e partecipa alle conversazioni della “Stanza del cinema” a Palazzo Ducale. Con il Cuc e il Cineforum Genovese ha organizzato rassegne, convegni e dibattiti. Ha fatto parte di diverse giurie cinematografiche. E’ autrice di romanzi e racconti.

9


PROGRAMMA LUNEDI’ 1 MARZO 17.00 LA GRANDE VIE (La bella vita) di Emmanuel Salinger - Francia 2008 19.00 Esibizione Centro di Formazione Artistica - CFA, Salita Pallavicini 4 20.30 EIN AUGENBLICK FREIHEIT (Un momento di libertà) di Arash T. Riahi - Austria 2008* 23.30 Esibizione Centro di Formazione Artistica - CFA, Salita Pallavicini 4 MARTEDI’ 2 MARZO 10.00 Incontro audiovisivi DAMS - Via Balbi 5, Aula Rossello 16.00 SO GLÜCKLICH WAR ICH NOCH NIE (Non sono mai stato così felice) di Alexander Adolph - Germania 2008 18.00 A NYOMOZÓ (L’investigatore) di Attila Gigor - Ungheria/Svezia/Irlanda 2008 20.30 TAG AM MEER (Giornata al mare) di Moritz Gerber - Svizzera 2008* MERCOLEDI’ 3 MARZO 16.00 Incontro Scuola d’Arte Cinematografica - SDAC, Via Mascherona 6A/2 18.00 KLEINE FISCHE (Pesci piccoli) di Marco Antoniazzi - Austria 2009 19.30 Aperitivo/incontro su cinema e teatro - IL CLAN, Salita Pallavicini 16r 20.30 L’ABSENCE (L’assenza) di Mama Keïta - Francia/Senegal/Guinea 2009*

*Segue dibattito

10


PROGRAMMA GIOVEDI’ 4 MARZO 15.00 Visita Scuola d’Arte Cinematografica - SDAC, Via Mascherona 6A/2 16.00 DER FREUND (L’amico) di Micha Lewinsky - Svizzera 2008 18.00 DELTA (Delta) di Kornél Mundruczó - Ungheria 2008 20.30 SCHWERKRAFT (Forza di Gravità) di Maximilian Erlenwein - Germania 2009*

VENERDI’ 5 MARZO 10.00 Incontro audiovisivi DAMS - Via Balbi 5, Aula Rossello 15.00 mostra/incontro su cinema e fotografia - Palazzo Rosso, Via Garibaldi 18 17.00 PROIEZIONE FILM ITALIANO e cerimonia di premiazione 20.00 Festa di chiusura del Festival - IL CLAN, Salita Pallavicini 16r

PROIEZIONI FILM - CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 - Genova Film in lingua originale con sottotitoli in italiano INGRESSO LIBERO APERITIVI & DOPO FESTIVAL - IL CLAN di Luca Bizzarri, Salita Pallavicini 16r *Segue dibattito INFO Profondità di Campo Tel. +39 347 9158268 Web: www.fnce.it E-mail: info@fnce.it

11


Festival Nuovo Cinema Europa


17.00 – Proiezione film LA GRANDE VIE (La bella vita) di Emmanuel Salinger Francia 2008, durata: 85’ – Genere: commedia Lingua: francese con sottotitoli in italiano Film in concorso “Premio ALBA del Cinema” CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 19.00 – Evento collaterale F(R)AME, a cura di Lisa Galantini Presentazione del Centro di Formazione Artistica di Luca Bizzarri ed esibizione degli allievi della Scuola, ispirata alle scene famose del cinema CFA – Centro di Formazione Artistica, Salita Pallavicini 4

1 MARZO

20.30 – Proiezione film EIN AUGENBLICK FREIHEIT (Un momento di libertà) di Arash T. Riahi Austria 2008, durata: 110’ – Genere: drammatico Lingua: turco, curdo, farsi, inglese e tedesco con sottotitoli in italiano Film in concorso “Premio ALBA del Cinema” – Sezione speciale OltrEuropa Segue dibattito con il regista del film CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 23.30 – Evento collaterale F(R)AME, a cura di Lisa Galantini Presentazione del Centro di Formazione Artistica di Luca Bizzarri ed esibizione degli allievi della Scuola, ispirata alle scene famose del cinema CFA – Centro di Formazione Artistica, Salita Pallavicini 4

13


LA GRANDE VIE FILM IN CONCORSO – Premio ALBA del Cinema Regia: Emmanuel Salinger Nazione di produzione: Francia Anno di produzione: 2008 Formato di produzione: 35mm Durata: 85’ Genere: commedia Lingua: francese con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Emmanuel Salinger Fotografia: Stéphan Massis Scenografia: Pierre du Boisberranger Montaggio: Simon Jacquet Costumi: Dorothée Guiraud Musica: Pierre Bertrand Suono: François Waledisch, Séverin Favriau, Stéphane Thiébaut Interpreti: Laurent Capelluto, Michel Boujenah, Maurice Bénichou, Hélène Fillières, Céline Sallette, Frédérique Bel, Bernard Le Coq, Louise Blachère, Dan Herzberg, Emmanuel Salinger, Jérémie Elkaim, Philippe Duquesne Produzione: Laetitia Gonzalez, Yaël Fogiel / Les Films du Poisson – RhôneAlpes Cinéma - Arcapix Distribuzione: Le Pacte


lun 1

LA BELLA VITA

17.00

Un concorso di circostanze fa conoscere Grégoire, un semplice insegnante di filosofia, e Patrick, animatore star della tv. Questo incontro cambierà le loro vite. Attraverso questo percorso, la commedia esplora il sogno e il desiderio di volere scappare dalla propria condizione per potere entrare nella “vita vera”, quella che si cerca invano di vivere. Scelta del film a cura di: Alliance Française Galliera de Gênes Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università degli Studi di Genova – Antonella Beri, Alessia Bianchi, Lara Lanaro, Chiara Marras, Erika Pasquini, Elisa Patrone, Marta Pesce, Chiara Resmini, Giulia Sica, Arianna Viglino (coordinamento Prof.sse Anna Giaufret e Micaela Rossi) Biofilmografia del Regista Emmanuel Salinger da molti anni porta avanti contemporaneamente una carriera di attore recitando per numerosi registi (Arnaud Desplechin, Eric Rohmer, Agnès Varda, Noémie Lvovsky, Patrice Chéreau etc...) e una carriera d’autore. Ha partecipato in particolare alla scrittura di film di Desplechin, Pascal Bonitzer, Xavier Beauvois, e realizzato vari cortometraggi nell’ambito dei suoi studi all’IDHEC. La grande vie è il suo primo lungometraggio, una commedia popolare, divertente e perspicace.

15


EIN AUGENBLICK FREIHEIT FILM IN CONCORSO – Premio ALBA del Cinema SEZIONE SPECIALE OltrEuropa Regista: Arash T. Riahi Nazione di produzione: Austria Anno di produzione: 2008 Durata: 110’ Genere: drammatico Lingua: turco, curdo, farsi, inglese, tedesco con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Arash T. Riahi Fotografia: Michi Riebl Scenografia: Christoph Kanter Costumi: Monika Buttinger Musica: Karuan Marouf Suono: Mohsan Nasiri Interpreti: Navid Akhavan, Pourya Mahyari, Elika Bozorgi, Sina Saba, Payam Madjlessi, Behi Djanati Ataï, Kamran Rad, Said Oveissi, Fares Fares, Ezgi Asaroğlu Produzione: Veit Heiduschka Distribuzione: Wega FILM & Les films du losange


lun 1

UN MOMENTO DI LIBERTÀ

20. 30

Movimentato e pieno di avvenimenti, Ein Augenblick Freiheit racconta l’odissea di tre gruppi di rifugiati iraniani/curdi: una coppia sposata, due ragazzi con due bambini e due amici dal carattere diverso. Tutti fuggono dall’Iran e dall’Iraq e arrivano nella capitale turca dove – con la libertà davanti agli occhi – in un piccolo albergo poco affidabile attendono una decisione positiva riguardo alla loro domanda di asilo. Speranza e incertezza caratterizzano questa pausa forzata durante il viaggio verso l’indipendenza. Il giovane regista austro-iraniano Arash T. Riahi mette in scena la fuga e la peculiare fase intermedia dei richiedenti d’asilo, con una comicità tragica e un’enorme tensione. Scelta del film a cura di: Centro Culturale Italo-Austriaco e Forum Austriaco di Cultura a Milano Biofilmografia del Regista Arash T. Riahi, nato nel 1972 in Iran, vive in Austria dal 1983. Dal 1995 al 2002 studia cinema e scienze umane; collabora come free lance alle trasmissioni Nitebox, Aktuelle Kultur e Kunststücke su ORF. Nel 1997 fonda l’azienda di produzione cinematografica e mediatica Golden Girls (www. goldengirls.at). Realizza diversi documentari per la televisione, spot pubblicitari, video musicali, corti e film sperimentali. Il film Die Souvenirs des Herrn X, il suo primo documentario, è uscito al cinema nel novembre 2004.

17


Festival Nuovo Cinema Europa


10.00 – Evento collaterale DAMS FACTORY Gli studenti del DAMS dell’Università degli Studi di Genova con sede a Imperia presentano la loro produzione audiovisiva – L’incontro è moderato dai Docenti della Facoltà della Sezione di Cinema DAMS – Università degli Studi di Genova, Via Balbi 5 – Aula Rossello 16.00 – Proiezione film SO GLÜCKLICH WAR ICH NOCH NIE (Non sono mai stato così felice) di Alexander Adolph Germania 2008, durata: 92’ – Genere: drammatico Lingua: tedesco con sottotitoli in italiano CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9

2 MARZO

18.00 – Proiezione film A NYOMOZÓ (L’investigatore) di Attila Gigor Ungheria/Svezia/Irlanda 2008, durata: 110’ – Genere: thriller/drammatico Lingua: ungherese con sottotitoli in italiano CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 APERITIVO AL CLAN Riduzioni speciali per il Pubblico del Festival IL CLAN, Salita Pallavicini 16r 20.30 – Proiezione film TAG AM MEER (Giornata al mare) di Moritz Gerber Svizzera 2008, durata: 98’ Lingua: svizzero/tedesco con sottotitoli in italiano Film in Concorso “Premio ALBA del Cinema” Segue dibattito con il regista del film CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 DOPO FESTIVAL AL CLAN Riduzioni speciali per il Pubblico del Festival IL CLAN, Salita Pallavicini 16r 19


SO GLÜCKLICH WAR ICH NOCH NIE Regia: Alexander Adolph Nazione di produzione: Germania Anno di produzione: 2008 Formato di produzione: DVD Durata: 92’ Genere: drammatico Lingua: tedesco con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Alexander Adolph Fotografia: Jutta Pohlmann Costumi: Christian Röhrs Montaggio: Silke Botsch Musica: Dieter Schleip Suono: Ralf Herrmann Interpreti: Devid Striesow, Nadja Uhl, Jörg Schüttauf, Floriane Daniel, Thorsten Merten, Elisabeth Trissenaar Produzione: Dott. Ernst Ludwig Ganzert, Wolfgang Tumler EIKON Media GmbH/Ernst Ludwig Ganzert, co-produzione ZDF/Das kleine Fernsehspiel, cooperazione ARTE, (promosso da MBB e DFFF) Distribuzione: Bavaria Film International / Bavaria Media GmbH, München


mar 2

NON SONO MAI STATO COSÌ FELICE

16 .00

Il suo flirt con la cliente di una boutique sarà fatale per il truffatore Frank (Devid Striesow), che viene arrestato e finisce in prigione. Dopo il suo rilascio va a vivere dal fratello (Jörg Schüttauf), la cui onestà sprona Frank ad incominciare a guadagnarsi da vivere, almeno per una volta, in modo corretto. Ma all’improvviso ricompare Tanja (Nadja Uhl), la donna conosciuta nella boutique. Per lei Frank farebbe qualsiasi cosa e il fatto che sia una prostituta non gli impedisce certo di innamorarsi. Ma per farla uscire da quell’ambiente, Frank ricade nel pericoloso gioco delle infinite identità, e tanto più aumenta il desiderio di salvarla, tanto più egli resta invischiato nelle più fantasiose truffe... Scelta del film a cura di: Goethe-Institut Genua Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Esther Celli Biofilmografia del Regista Alexander Adolph nasce nel 1965 a Monaco, dove studia Giurisprudenza alla Ludwig-Maximilians-Universität. Già durante gli studi scrive radiodrammi e features per Radio Brema e per il Südwestfunk. Dalla metà degli anni ‘90 è attivo come scrittore, giornalista e regista. Diviene famoso soprattutto come autore di sceneggiature, per le quali riceve importanti premi quali l’Adolf-Grimme Preis e il Premio della televisione tedesca. Ottiene particolare notorietà presso il pubblico con la serie televisiva Unter Verdacht scritta per ZDF (secondo canale della televisione tedesca). Nel 2006 debutta come regista con l’apprezzato documentario Die Hochstapler, nel quale quattro veri impostori raccontano delle loro strane truffe, delle loro vittime e della loro vita. Il tema viene ripreso in So glücklich war ich noch nie, il primo film per il cinema nel quale Alexander Adolph si cimenta come regista. Regia e Sceneggiatura: Der Spezialist (per la serie televisiva Tatort 1996), Im freien Fall (per la serie televisiva Tatort 2002), Unter Verdacht (serie televisiva per ZDF-Secondo Canale della televisione tedesca 2002), Kleine Schwester (film per la televisione 2004), Die Hochstapler (documentario 2007), So glücklich war ich noch nie (primo film per il cinema 2008) Festival/Premi: Filmfestival Max Ophüls Preis 2009

21


A NYOMOZÓ Regia: Attila Gigor Nazione di produzione: Ungheria/Svezia/Irlanda Anno di produzione: 2008 Formato di produzione: 35mm Durata: 110’ Genere: thriller/drammatico Lingua: ungherese con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Attila Gigor Fotografia: Máté Herbai Scenografia: Sandra Stevanovity Costumi: Beáta Hoffmann Montaggio: Zoltán Kovács Musica: László Melis Suono: Zoltán Tóth, Attila Tözsér, Csaba Major, Christian Holm Interpreti: Zsolt Anger, Judit Rezes, Sándor Terhes, Ildikó Tóth, Éva Kerekes, Zsolt Zágoni Produzione: KMH Film


mar 2

L’INVESTIGATORE

1 8 .00

Tibor Malkáv si presenta come un trentasettenne ordinario afflitto da seri problemi di comunicazione. E’ preciso e taciturno. Patologo ricercatore, nell’ospedale in cui lavora è ricoverata la madre con un cancro alla colonna spinale. Malkáv non ha nessun altro al mondo e le ha promesso che non la lascerà morire, ma l’intervento può esser eseguito solo in Svezia e il costo è ben al di sopra delle sue possibilità. Un giorno un uomo con un solo occhio, che si presenta come Ciclope, si siede al suo tavolo con una proposta: se Malkáv ucciderà uno sconosciuto, il Ciclope provvederà a coprire le spese per l’ospedale in Svezia. Malkáv accetta il lavoro e qualche giorno dopo uccide lo sconosciuto. Presto questo gesto si trasformerà nel più grande errore della sua vita: infatti Malkáv riceverà una lettera dalla sua stessa vittima. Szirmai deve averla scritta proprio nel giorno della sua morte… Scelta del film a cura di: Accademia d’Ungheria in Roma Biofilmografia del Regista Attila Gigor nasce a Budapest nel 1978. Conosciuto anche come Attila Gambalos, studia recitazione in diverse scuole d’arte drammatica ungheresi. Nel 2000 si iscrive all’Accademia ungherese di Cinematografia e Arte Drammatica, dove è allievo del regista Sándor Simó e, dopo la sua morte, di Ferenc Grunwalsky. Durante i suoi studi realizza cortometraggi, documentari e film sperimentali. Il suo primo lungometraggio, The investigator / A nyomozó, realizzato tramite una co-produzione ungherese-svedese-irlandese, partecipa a numerosi Festival di Cinema e riceve diversi premi. Interdictor (documentario 2001), Unfinished Stories (spezzone di film sperimentale, 2002), Diary (film-diario 2003), Postcard from Budapest – Tribute to Hungarian Cinematographers (clip per la Cerimonia di premiazione della European Film Academy 2003), Man in the Mirror (cortometraggio 2004), Hungarian Tiger (cortometraggio per la TV 2004), We Missed our Stop (cortometraggio 2006), Vengeance (cortometraggio 2008), A nyomozó (lungometraggio 2008) ACCADEMIA D’UNGHERIA IN ROMA

23


TAG AM MEER FILM IN CONCORSO – Premio ALBA del Cinema Regia: Moritz Gerber Nazione di produzione: Svizzera Anno di produzione: 2008 Formato di produzione: 35 mm Durata: 98’ Lingua: svizzero/tedesco con sottotitoli in italiano e inglese Soggetto: Moritz Gerber Sceneggiatura: Moritz Gerber Fotografia: Piotr Jaxa Scenografia: Isabel Robson, Sara Weingart Costumi: Margarita Meyer-Tarnover Musica: Michael Sauter Suono: Ruedi Guyer, Gregg Skerman Interpreti: Dominique Jann, Doris Schefer, Patricia Mollet-Mercier, Manuel Löwensberg Produzione: HesseGreutert Film; Schweizer Fernsehen Distribuzione: HesseGreutert Film


mar 2

GIORNATA AL MARE

20. 30

Dave deve compiere 30 anni e ha la sua prima crisi da adulto. DJ di discreto successo e proprietario di un negozio di dischi, Dave è tornato con la sua ex-fidanzata ma non è molto felice. Intrappolato in una relazione vincolante, mentre i suoi sogni stanno svanendo, incontra la ventenne Alice, la tentazione della giovinezza… Tag am meer è il ritratto sensibile di una generazione urbana che oscilla tra la libertà dei giovani e l’impegno della vita. Scelta del film a cura di: Istituto Svizzero di Roma Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università degli Studi di Genova – Melania Bellia con revisione di Viola Gualco (coordinamento Prof.ssa Giuseppina Piccardo) Biofilmografia del Regista Nato nel 1977 a Berna, nel 1998/99 frequenta il Seminario di cultura giapponese all’Università di Zurigo. Dal 1999 al 2004 frequenta la HGKZ (Hochschule für Gestaltung und Kunst Zürich), dipartimento Film e Video. Nel 2003 partecipa al corso estivo di Visual Media al KUAD (Kyoto University of Art and Design). Dal 2004 lavora come sceneggiatore e regista. Vom Ziehen am selben Faden (documentario 2002), Lerne Luege (documentario 2002), Liebesnacht (cortometraggio 2003), Nachtaufnahme – Kyôto Sommer (saggio 2003), Tiger Erdolchen (cortometraggio 2004), Tag am meer (fiction 2008) Premi: Berner Filmförderung, Berner Filmpreis 2009

25


Festival Nuovo Cinema Europa


16.00 – Evento collaterale COME SI REALIZZA UN FILM Seminario di avvicinamento alla realizzazione di un film, con nozioni teoriche e aneddoti L’incontro è tenuto da Maurizio Gregorini, Direttore della SDAC SDAC – Scuola d’Arte Cinematografica, Via Mascherona 6A/2 18.00 – Proiezione film KLEINE FISCHE (Pesci piccoli) di Marco Antoniazzi Austria 2009, durata: 86’ – Genere: tragicommedia Lingua: tedesco con sottotitoli in italiano CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9

3 MARZO

19.30 – Evento collaterale CINEMA TEATRO–ANDATA E RITORNO, a cura della Compagnia Teatrale La Pozzanghera Aperitivo/chiacchierata sull’esperienza di adattamento di film a opere teatrali e viceversa. Intervengono: Lidia Giannuzzi (Autrice, Regista teatrale e Direttore Artistico della Compagnia), Domenico Baldini (Attore e Presidente della Compagnia), alcuni attori della Compagnia. IL CLAN, Salita Pallavicini 16r 20.30 – Proiezione film L’ABSENCE (L’assenza) di Mama Keïta Francia/Senegal/Guinea 2009, durata: 84’ – Genere: drammatico Lingua: francese con sottotitoli in italiano Sezione speciale OltrEuropa Segue dibattito con il regista del film CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 DOPO FESTIVAL AL CLAN Riduzioni speciali per il Pubblico del Festival IL CLAN, Salita Pallavicini 16r 27


KLEINE FISCHE Regia: Marco Antoniazzi Nazione di produzione: Austria Anno di produzione: 2009 Formato di produzione: 35mm Durata: 86’ Genere: tragicommedia Lingua: tedesco con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Marco Antoniazzi, Gregor Stadlober Fotografia: Niko Mayr Scenografia: Hannes Hartmann Costumi: Veronika Albert Montaggio: Alexander Glehr Musica: Christian Pitschl Suono: Torsten Heinemann, Nikolaus Yvon Interpreti: Michael Steinocher Kurt, Volker Schmidt, Brigitte Kren Karin Sabrina Reiter, Peter Strauss Maria, Agnes Riegl Franz, Karl Fischer, Elfriede Irrall Christof, Michael Schusser Produzione: Franz Novotny Distribuzione: Novotny & Novotny Filmproduktion GmbH


mer 3

PESCI PICCOLI

1 8 .00

Kleine Fische racconta la storia dei due fratelli Martin e Kurt, molto diversi tra loro, che si incontrano al funerale del padre, dopo un lungo periodo. Uno timido, l’altro un fuggiasco ribelle, litigano e lottano per il piccolo negozio di pesce di proprietà della famiglia. Martin vuole trasformare l’azienda in una moderna società ecologica e si impegna nella critica della globalizzazione, non per ultimo, per impressionare la studentessa Karin. Suo fratello Kurt, meno considera interessanti le idee per il miglioramento del mondo, più si interessa a Karin. Così il rapporto tra i due fratelli è inizialmente dominato da sfiducia e delusione fino a quando poco a poco capiscono di non essere così diversi completandosi a vicenda. Ma quando finalmente lasciano alle spalle le complesse controversie familiari e trovano un obiettivo comune, è troppo tardi. Ognuno dei due prima deve liberarsi delle scorie del lascito del padre per poter ricominciare di nuovo. Scelta del film a cura di: Centro Culturale Italo-Austriaco e Forum Austriaco di Cultura a Milano Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università degli Studi di Genova – Viola Gualco (coordinamento Prof.ssa Giuseppina Piccardo) Biofilmografia del Regista Marco Antoniazzi nasce a Bolzano nel 1972. Studia presso la Zelig, scuola di documentario, televisione e nuovi media di Bolzano. Lavora come assistente operatore e cutter. Studia alla Filmakademie Wien (regia dal Prof. Peter Patzak). Lavora come ingegnere del suono nel campo documentario. Realizza vari documentari per la televisione.

29


L’ABSENCE SEZIONE SPECIALE OltrEuropa Regia: Mama Keïta Nazione di produzione: Francia/Senegal/Guinea Anno di produzione: 2009 Formato di produzione: 35mm Durata: 84’ Genere: drammatico Lingua: francese con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Mama Keïta Fotografia: Rémi Mazet Montaggio: Miriame Chamekh Musica: Mathieu Normant, Roger Ongolo, Youssou Ndour, El hadj Ndiaye, Labah Sosseh, Aster Aweke Suono: Bertrand Faure Interpreti: William Nadylam, Ibrahima Mbaye, Mame Ndoumbé Diop, Mouss Diouf, Jacky Tavernier, Omar Seck, Ismaël Thiam. Produzione: Kinterfin Distribuzione: Kinterfin


mer 3

L’ASSENZA

20. 30

Adama torna a Dakar dopo quindici anni di assenza. Richiamato con uno stratagemma dalla sorella, deve confrontarsi con la realtà della città, di cui non riconosce più i codici di comportamento. E’ diventato uno straniero e il suo ritorno si trasforma in tragedia. Scelta del film a cura di: Alliance Française Galliera de Gênes Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università degli Studi di Genova – Mattia Armeniaco, Massimo Artista, Mathilde Baud, Giulia Manté, Donatella Petruzzo, Elisa Repetti, Laura Sartori, Andrea Scalarandis, Mauro Sintom (coordinamento Prof.sse Elisa Bricco ed Elisa Lavagnino) Biofilmografia del Regista Nato nel 1956 a Dakar (Senegal), è di nazionalità francese e guineana. Dopo studi di legge all’Università di Paris-I, diventa sceneggiatore. Inizia la sua carriera di regista nel 1981 girando 5 cortometraggi. Poi realizza i primi lungometraggi Ragazzi nel 1990 e Le 11ème commandement nel 1997. Nel 1998 gira il documentario David Achkar, une étoile filante, un omaggio al suo amico regista con il quale nel 1998 si apprestava a realizzare Le Fleuve. Prima di morire di leucemia Achkar fa promettere a Mama Keïta di realizzare il film al suo posto e così Keïta, che non conosce l’Africa dall’interno, deve appropriarsi del film e farlo suo. Un viaggio iniziatico lo porta da Dakar à Conakry. Le Fleuve, realizzato nel 2002, riceve il Premio della Stampa al Festival del film di Parigi nel 2003. In seguito realizza Le Sourire du Serpent nel 2006 e L’Absence nel 2009, selezionato al Festival di Rotterdam e programmato in concorso nel Fespaco 2009 (Burkina Faso) dove riceve il premio della scenografia. Il film partecipa tutt’ora a numerosissimi festival in tutto il mondo.

31


Festival Nuovo Cinema Europa


15.00 – Evento collaterale VISITA SDAC – Scuola d’Arte Cinematografica Visita guidata alla Scuola e presentazione dei corsi e dei metodi d’insegnamento, con allestimento di set, sale di montaggio all’opera e proiezioni di immagini. La visita è a cura di Maurizio Gregorini, Direttore della SDAC SDAC – Scuola d’Arte Cinematografica, Via Mascherona 6A/2 16.00 – Proiezione film DER FREUND (L’amico) di Micha Lewinsky Svizzera 2008, durata: 90’ Lingua: svizzero/tedesco con sottotitoli in italiano CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9

4 MARZO

18.00 – Proiezione film DELTA (Delta) di Kornél Mundruczó Ungheria 2008, durata: 90’ – Genere: drammatico Lingua: ungherese con sottotitoli in italiano CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 APERITIVO AL CLAN Riduzioni speciali per il Pubblico del Festival IL CLAN, Salita Pallavicini 16r

20.30 – Proiezione film SCHWERKRAFT (Forza di Gravità) di Maximilian Erlenwein Germania 2009, durata: 95’ – Genere: drammatico Lingua: tedesco con sottotitoli in italiano Film in concorso “Premio ALBA del Cinema” Segue dibattito con il regista del film CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 DOPO FESTIVAL AL CLAN Riduzioni speciali per il Pubblico del Festival IL CLAN, Salita Pallavicini 16r 33


DER FREUND Regia: Micha Lewinsky Nazione di produzione: Svizzera Anno di produzione: 2008 Formato di produzione: 35 mm Durata: 90’ Lingua: svizzero/tedesco con sottotitoli in italiano e inglese Soggetto: Micha Lewinsky Sceneggiatura: Micha Lewinsky Fotografia: Pierre Mennel Scenografia: Marie-Claude Brenguier Costumi: Charlotte Sonja Willi, Carola Ruckdeschel Montaggio: Marina Wernli Musica: Marcel Vaid, Emilie Welti Suono: Laurent Barbey, Peter Bräker, Hans Künzi Interpreti: Philippe Graber, Johanna Bantzer, Michel Voïta, Andrea Bürgin, Emilie Welti, Urs Jucker Produzione: Langfilm, Teleclub AG Distribuzione: Langfilm


gio 4

L’AMICO

16 .00

Nella vita reale Emil, timido outsider, e Larissa, cantante acclamata, non sarebbero mai stati una coppia. Ma la morte improvvisa di Larissa cambia il gioco: facendo credere a tutti di esser stati fidanzati, Emil ottiene il riconoscimento che ha sempre cercato, e anche una famiglia sostitutiva. Tutto andrebbe per il meglio se Emil non si innamorasse della sorella di Larissa, che a tutti i costi non deve sapere la verità…. Scelta del film a cura di: Istituto Svizzero di Roma Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Università degli Studi di Genova – Melania Bellia (coordinamento Prof.ssa Giuseppina Piccardo) Biofilmografia del Regista Nato nel 1972 a Kassel, in Germania, Micha Lewinsky cresce in Svizzera. Dal 2000 scrive sceneggiature per lungometraggi, tra gli altri per ARD Production Weihnachten, Little Girl Blue con Anna Luif e l’acclamato dal pubblico Sternenberg di Christoph Schaub. Dal 2005 lavora anche come regista. Con Der Freund nel 2008 vince il Swiss Film Prize per il miglior Fiction Film. Herr Goldstein (cortometraggio 2005), Der Freund (fiction 2008), Die Standesbeamtin (fiction 2009) Premi per Der Freund: San Jose, San Jose Film Festival, Best First Feature Film Award 2009 Solothurn, Swiss Film Prize, Best Emerging Actor or Actress 2008 Solothurn, Swiss Film Prize, Best Fiction Film 2008 Zürich, Filmpodium der Stadt Zürich, Zürcher Filmpreis 2008

35


DELTA Regia: Kornél Mundruczó Nazione di produzione: Ungheria Anno di produzione: 2008 Formato di produzione: 35mm Durata: 93’ Genere: drammatico Lingua: ungherese con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Kornél Mundruczó, Yvette Biró Fotografia: Mátyás Erdély Costumi: János Breckl Montaggio: David Jancsó, Viktória Petrányi Musica: Félix Lajkó Suono: Gábor Balázs, Tamás Zányi Interpreti: Félix Lajkó, Orsi Tóth, Lili Monori, Sándor Gáspár Produzione: Proton Cinema, Essential Filmproduktion, Filmpartners


gio 4 1 8 .00

DELTA

Un giovane dall’indole taciturna ritorna al selvaggio e isolato paesaggio del delta del Danubio, un labirinto di canali navigabili, piccole isole e una vegetazione opprimente, dove gli abitanti vivono tagliati fuori dal resto del mondo. Il giovane, che è stato via sin dai tempi della prima infanzia, viene presentato a una sorella che non sapeva neanche di avere. Insieme costruiscono una casa su palafitte nel mezzo di un fiume, lontani da qualsiasi altro essere umano. Il silenzio tra loro cresce e cresce mutando in un sentimento pericoloso: l’amore… Scelta del film a cura di: Accademia d’Ungheria in Roma Biofilmografia del Regista Nato a Budapest nel 1975, Kornél Mundruczó studia come attore e regista all’Accademia Ungherese di Cinema e Dramma. Nel 2000 realizza il suo primo lungometraggio Nincsen nekem vágyam semmi (This I Wish and Nothing More), e nel 2001 il cortometraggio Afta (Day after Day, 2001), ricevendo per due anni di seguito il premio per il miglior film alla Settimana del cinema ungherese. Discepolo del rinomato Béla Tarr, nel 2002 vince il Pardo d’Argento al Festival internazionale di Locarno con il suo secondo lungometraggio Szep Napok. Nello stesso periodo realizza il cortometraggio Kis Apokrif n°2 presentato a Cannes. Nel 2003 realizza Joan of arc on the night bus che viene proiettato alla Quinzaine des Réalisateurs di Cannes. Nel 2008 lavora al film Delta,che viene presentato a numerosi Festival di Cinema ottenendo diversi premi tra cui: Premio CICAE al Sarajevo Film Festival, Premio per il miglior Film “Ungheresi a Hollywood” al Los Angeles Hungarian Film Festival, Premio Don Quijote al Cottbus Film Festival, Premio FIPRESCI al Festival di Cannes, Premio Golden Reel all’Hungarian Film Week e nel 2009 il Premio della giuria critica al Fantasporto.

ACCADEMIA D’UNGHERIA IN ROMA

37


SCHWERKRAFT FILM IN CONCORSO – Premio ALBA del Cinema Regia: Maximilian Erlenwein Nazione di produzione: Germania Anno di produzione: 2009 Formato di produzione: DVD Durata: 95’ Genere: drammatico Lingua: tedesco con sottotitoli in italiano Sceneggiatura: Maximilian Erlenwein Montaggio: Gergana Voigt Fotografia: Ngo The Chau Musica: Jakob Ilja Scenografia: Petra Albert Suono: Johannes Doberenz Costumi: Andrea Schein Interpreti: Fabian Hinrichs, Jürgen Vogel, Nora von Waldstätten, Jule Böwe, Jeroen Willems, Thorsten Merten, Eleonore Weisgerber, Fahri Oguen Yardim Produzione: Alexander Bickenbach, Michael Bickenbach Frisbeefilms/ Berlin, co-produzione ZDF – Das kleine Fernsehspiel/Mainz, Deutsche Film und Fernsehakademie Berlin (dffb), cooperazione ARTE/Straßbourg Distribuzione: Farbfilm Verleih/Berlin. In vendita: TELEPOOL GmbH, München


gio 4

FORZA DI GRAVITÀ

20. 30

Frederik Feinermann è un impiegato di banca in carriera, la cui vita sembra svolgersi in maniera del tutto regolare. Ma quando un cliente della banca, al quale Frederik aveva revocato un credito in seguito alla crisi bancaria, si spara davanti ai suoi occhi, Frederik stravolge la sua esistenza. Insieme ad una vecchia conoscenza, l’ex-detenuto Vince Holland, Frederik fa emergere quel lato oscuro che per anni aveva trattenuto con tutte le sue forze. Quella che all’inizio era una divertente trasgressione, si trasforma però in una vera e propria dipendenza dalla criminalità. Disperato, Frederik prova a riconquistare il suo vecchio amore, Nadine. L’idea che lei sia la sua àncora di salvezza diventa poco a poco una fissazione, che indurrà Frederik ad esagerare... Scelta del film a cura di: Goethe-Institut Genua Traduzione italiana dei dialoghi del film a cura di: Esther Celli Biofilmografia del Regista

Nato nel 1975 a Berlino, Maximilian Erlenwein studia Sociologia e Scienza delle Comunicazioni. Durante il periodo universitario inizia a lavorare come aiuto operatore e come operatore cinematografico per reportage, documentari e trasmissioni televisive in Thailandia, Stati Uniti, Romania, Polonia, Sierra Leone e Francia. Dal 1999 studia regia all’Accademia per il Cinema e la Televisione di Berlino, dove realizza cortometraggi come John Lee and Me (2002) e Blackout (2005) che vince, tra gli altri, il Premio della critica cinematografica tedesca. Nel 2005 fonda la Fat Lady Filmproduktion, specializzata nella produzione di documentari, video e film musicali. Schwerkraft è il film con cui si diploma all’Accademia ed è il suo primo lungometraggio. Regia: Raw And Uncut (cortometraggio 2006), Killing The Distance (documentario 2007) Regia e Sceneggiatura: Elvis versus Bruce Lee (cortometraggio 2000), Fuck And Run (cortometraggio 2000), John Lee And Me (cortometraggio 2002), Blackout (cortometraggio 2005), Schwerkraft (primo lungometraggio per il cinema 2009) Festival: Berlin First Steps Awards 2009, Montreal Film Festival 2009, Zürich Filmfestival 2009, Molodist Kiev 2009, Tallinn Black Nights 2009 Premi: First Steps Awards Berlino 2009, Special Mention Zurigo 2009

39


Festival Nuovo Cinema Europa


10.00 – Evento collaterale DAMS FACTORY Gli studenti del DAMS dell’Università degli Studi di Genova con sede a Imperia presentano la loro produzione audiovisiva – L’incontro è moderato dai Docenti della Facoltà della Sezione di Cinema DAMS – Università degli Studi di Genova, Via Balbi 5 – Aula Rossello

5 MARZO

15.00 – Evento collaterale I VOLTI DEL CINEMA / RACCONTI DEL CINEMA FOTOGRAFATO, a cura di Alberto Terrile Visita alla mostra La ricerca della bellezza. Elio Luxardo, un precursore organizzata da GenovaFotografia in collaborazione con la Fondazione 3M, seguita da un incontro sul cinema raccontato attraverso la fotografia. VISITA ALLA MOSTRA – Palazzo Rosso, Via Garibaldi 18 INCONTRO – Alliance Française Galliera de Gênes, Via Garibaldi 20 17.00 – Proiezione film FILM ITALIANO e cerimonia di premiazione dei film vincitori CINEMA CITY, Vico Carmagnola 9 20.00 – FESTA DI CHIUSURA DEL FESTIVAL NUOVO CINEMA EUROPA Riduzioni speciali per il Pubblico del Festival IL CLAN, Salita Pallavicini 16r

41


ORGANIZZAZIONE


PROFONDITÀ DI CAMPO Profondità di Campo è un’Associazione Culturale nata a Genova nel 2007 con la finalità di ideare, promuovere e organizzare attività, iniziative, eventi e manifestazioni artistico-culturali quali festival, rassegne, mostre, concerti, spettacoli, esibizioni, installazioni artistiche, conferenze, convegni e tavole rotonde. L’Associazione segue l’evento dall’ideazione alla realizzazione, curandone le fasi di progettazione, gestione, organizzazione, comunicazione, promozione e ufficio stampa. Cura inoltre la redazione di pubblicazioni a carattere artistico-culturale. Collabora con Soggetti pubblici e privati quali Istituzioni, Fondazioni, Musei, Istituti di Cultura, Centri Culturali, Associazioni, Teatri, Accademie e Festival per la realizzazione di attività culturali nei diversi settori, in particolare fotografia, cinema e arti visive, teatro, danza, musica, letteratura e innovative forme di commistione tra i diversi generi e linguaggi. Profondità di Campo intende contribuire a diffondere la cultura artistica locale, nazionale ed internazionale, promuovendo il territorio con iniziative di interesse e richiamo internazionale.

Profondità di Campo Associazione Culturale Presidente: Dott.ssa Angela Ferrari Tel. +39 347 9158268 Web: www.profonditadicampo.com E-mail: eventi@profonditadicampo.com

43


CON LA COLLABORAZIONE DI


CIRCUITO CINEMA GENOVA Il Circuito Cinema Genova e il Centro Culturale Carignano da anni svolgono un attività al servizio della città nel settore della cultura e dello spettacolo, attraverso rassegne cinematografiche, incontri con i protagonisti del cinema italiano, dell’arte e della musica. Entrambe le strutture, consapevoli dell’importanza della promozione del cinema come momento di crescita culturale, hanno l’obiettivo di indirizzare il pubblico verso la fruizione di un cinema di qualità capace di stimolare l’immaginazione e l’approfondimento culturale di tematiche attuali.

Circuito Cinema Genova Salita Santa Caterina, 12 16128 Genova Tel. +39 010 583261 Fax: +39 010 583227 Web: www.circuitocinemagenova.it

45


ACCADEMIA D’UNGHERIA IN ROMA L’Accademia d’Ungheria in Roma svolge le sue attività nella capitale italiana dal 1927. La sua sede, Palazzo Falconieri, è tra tutti gli immobili di proprietà dello Stato ungherese all’estero quello di maggior valore. Quest’edificio di particolare bellezza venne acquistato dallo Stato ungherese che lo trasformò in una degna casa per la scienza, la cultura e l’insegnamento artistico ungherese nella Città Eterna. Abitarono in questo palazzo celebri studiosi. Grazie alle opere degli artisti, che soggiornarono presso l’Istituto grazie a borse di studio, si creò anche una particolare corrente nella pittura e nella scultura ungherese, la cosiddetta Scuola Romana. Nel periodo della cortina di ferro l’Istituto ha svolto un ruolo fondamentale per gli emigrati ungheresi che potevano mantenere il legame culturale con la patria. Dopo il cambiamento del sistema politico in Ungheria nel 1989 e l’allargamento dell’Unione Europea nel 2004, l’Accademia d’Ungheria in Roma dà ancor più rilievo a far conoscere questo paese ricco di tradizioni e di cultura grazie ad un programma fatto di mostre, concerti, cineclub, presentazioni, incontri e corsi di danza popolare.

Accademia d’Ungheria in Roma Direttore: Dott. Péter Kovács Palazzo Falconieri Via Giulia, 1 – 00186 Roma Tel. +39 06 6889671 Fax: +39 06 68805292 Web: www.magyarintezet.hu E-mail: accadungh@tin.it

ACCADEMIA D’UNGHERIA IN ROMA

46


ALLIANCE FRANÇAISE GALLIERA DE GÊNES L’Alliance Française Galliera de Gênes è un vero e proprio angolo di Francia nel cuore di Genova. Fa parte di una rete internazionale coordinata dall’Alliance Française di Parigi ed è convenzionata con l’Ambasciata di Francia in Italia. La sua missione è la diffusione della cultura e della lingua francese in un’ottica di scambio tra la Francia e l’Italia. L’Alliance propone regolarmente corsi di francese ed è l’unico ente autorizzato per le certificazioni in lingua francese (DELF e DALF) nella Provincia di Genova. Organizza manifestazioni culturali con una programmazione che spazia dal cinema alla letteratura, dall’arte alla fotografia, sempre con l’obiettivo di diffondere sul territorio ligure la conoscenza della Francia e della sua cultura. Soci e studenti hanno a disposizione una mediateca (libri, dvd, riviste e quotidiani…) che offre un’occasione supplementare di mettere in pratica le proprie conoscenze. A destinazione dei bambini da 3 a 8 anni, è stata inaugurata da poco la ludoteca “Les petites canailles” dove vengono svolte insieme ad un’animatrice attività ricreative e ludiche in lingua francese.

Alliance Française Galliera de Gênes Direttore: Carole Fregonara Via Garibaldi, 20 – 16124 Genova Tel. +39 010 2476336 Fax: +39 010 2476395 Web: www.afge.it E-mail : info.genova@france-italia.it

47


CENTRO CULTURALE ITALO-AUSTRIACO Il Centro Culturale Italo-Austriaco è stato fondato nel 1989 come associazione privata, con lo scopo di organizzare eventi culturali per gli Austriaci che vivono a Genova e più in generale per gli amici dell’Austria. Nel 1993 il Ministero Federale degli Affari Esteri Austriaco ha voluto dare una svolta all’attività dell’Associazione per sviluppare ed ampliare la programmazione e le collaborazioni con altre importanti realtà del settore. Da allora il Centro ha profondamente rinnovato la sua offerta culturale, dando vita a collaborazioni importanti con le Istituzioni locali e con gli altri rappresentanti della cultura estera a Genova. I settori privilegiati nella programmazione culturale sono la letteratura, il teatro e il cinema insieme a un forte impegno nella coorganizzazione di manifestazioni nell’ambito universitario. Il Centro Culturale Italo-Austriaco viene sovvenzionato annualmente dalla Sezione Cultura del Ministero Federale degli Affari Esteri austriaco e collabora regolarmente con il Forum Austriaco di Cultura a Milano.

Centro Culturale Italo-Austriaco Presidente: Dott.ssa Michaela Bürger-Koftis Via Oberto Cancelliere, 18/3 16125 Genova Tel. +39 010 215848 Fax: +39 010 396466 E-mail: mic.koftis@gmail.com

48


FORUM AUSTRIACO DI CULTURA A MILANO Il Forum Austriaco di Cultura a Milano forma parte del Consolato Generale austriaco e si occupa della promozione della cultura austriaca nel Nord Italia. Le attività del Forum si concentrano su: ideazione e realizzazione di progetti culturali in collaborazione con istituzioni e organizzazioni italiane e istituti culturali di altri paesi europei, presentazione del patrimonio culturale austriaco con lo scopo di comunicare un’immagine realistica di un’Austria moderna e aperta e della sua molteplicità, sostegno dello scambio culturale e scientifico tra l’Austria e l’Italia settentrionale, appoggio ad artisti e scienziati austriaci per la realizzazione di progetti nell’Italia settentrionale, informazione del pubblico italiano sugli aspetti importanti della cultura austriaca contemporanea e dei progetti culturali in Austria.

Forum Austriaco di Cultura Direttore: Dott. Georg Schnetzer Piazza del Liberty 8 – 20121 Milano Tel. +39 02 7837 41/42 Fax: +39 02 783625 Web: www.austriacult.milano.it E-mail: mailand-kf@bmeia.gv.at

49


GOETHE-INSTITUT GENUA Il Goethe-Institut è l’istituzione incaricata dalla Repubblica Federale di Germania della promozione della lingua e della cultura tedesca all’estero. L’istituto è attivo in tutto il mondo grazie ad una rete di 159 sedi distribuite in 91 paesi. Il Goethe-Institut Genua, nato negli anni sessanta, si propone, in particolare, di favorire l’interscambio culturale fra Italia e Germania. Ciò avviene sia sviluppando rapporti e contatti tra le istituzioni culturali italiane e tedesche, sia organizzando eventi che promuovano la cultura tedesca in Italia, quali convegni e seminari su temi di interesse culturale internazionale, rassegne cinematografiche, mostre, soprattutto di arte contemporanea, manifestazioni musicali e spettacoli teatrali e di danza. L’istituto promuove inoltre l’apprendimento e l’insegnamento della lingua tedesca, realizzando programmi culturali appositamente concepiti per le scuole e sostenendo i docenti attraverso corsi di aggiornamento, consulenze, materiale didattico e borse di studio in Germania.

Goethe-Institut Genua Direttore: Dott.ssa Roberta Canu Via Assarotti, 19/12A 16122 Genova Tel. +39 010 574501 Fax: +39 010 5745035 Web: www.goethe.de/genova E-mail: prog@genua.goethe.org

50


ISTITUTO SVIZZERO DI ROMA L’Istituto Svizzero di Roma è una fondazione di diritto privato creata dalla Confederazione Svizzera nel 1947 con il compito di promuovere lo scambio scientifico e artistico tra la Svizzera e l’Italia. La sua sede principale si trova a Villa Maraini a Roma, donata alla Confederazione nel 1946 dalla contessa Carolina Maraini-Sommaruga. L’ISR con le sue tre sedi a Roma, Milano e Venezia è oggi il principale centro culturale della Svizzera in Italia. Oltre a permettere a ricercatori e artisti svizzeri di trascorrere un periodo di studio e lavoro a Roma, propone oggi un vasto programma di manifestazioni scientifiche e culturali su tutto il territorio italiano. Gli enti finanziatori dell’Istituto Svizzero di Roma sono la Confederazione Svizzera, in particolare attraverso l’appoggio della Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia, la Segreteria di Stato per l’Educazione e la Ricerca, l’Ufficio Federale per la Cultura e l’Ufficio Federale delle Costruzioni e la Logistica. Mentre partner dell’ISR sono il Cantone Ticino, la Città di Lugano e l’Università della Svizzera Italiana, nonché la Banca BSI.

Istituto Svizzero di Roma Responsabile Artistico: Salvatore Lacagnina Via Ludovisi, 48 – 00187 Roma Tel. +39 06 420421 Web: www.istitutosvizzero.it E-mail: roma@istitutosvizzero.it

51


UNIVERSITÀ DI GENOVA FACOLTÀ DI LINGUE La Facoltà di Lingue e Letterature Straniere propone diversi percorsi di studio, con un’ampia scelta fra le più varie lingue e culture straniere e itinerari formativi ben differenziati. Lavora in stretta sinergia con il territorio e forma laureati capaci di inserirsi in numerosi settori del mondo del lavoro, a livello nazionale e internazionale. Offre un’alta professionalità, unita a una solida formazione culturale. Dal rapporto Censis-Repubblica 2009, come già negli anni precedenti, risulta fra le prime Facoltà di Lingue in Italia, con il massimo del punteggio per le relazioni internazionali. I Corsi di Studio in Teorie e Tecniche della Mediazione Interlinguistica e in Traduzione e Interpretazione forniscono una solida preparazione linguistica e conoscenze nel campo economico e giuridico attinenti alle attività del terziario per lavorare in ambiti che richiedano competenze nei settori dell’interpretazione e della traduzione specializzata. Nel quadro di questi indirizzi di studi, alcuni corsi si occupano in maniera approfondita di mediazione interlinguistica in ambito audiovisivo.

Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Piazza S. Sabina, 2 - 16124 Genova Web: www.lingue.unige.it

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

52

FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE


ven 19

Evento collaterale LA MEDIAZIONE INTERLINGUISTICA IN AMBITO CINEMATOGRAFICO Nell’ambito degli eventi collaterali del Festival Nuovo Cinema Europa e della Giornata della Francofonia, il 19 marzo la Facoltà di Lingue organizza in collaborazione con l’Alliance Française Galliera de Gênes una giornata di studi dal titolo Il cinema di lingua francese e il pubblico italiano: la mediazione interlinguistica in ambito cinematografico. La giornata affronterà un certo numero di problematiche legate alla mediazione interlinguistica in ambito cinematografico, in particolare al doppiaggio e alla sottotitolazione di film di lingua francese per il pubblico italiano. Si aprirà alle ore 10.00 presso la Facoltà di Lingue, con la presentazione del lavoro di sottotitolazione dei due film presentati al Festival – La grande vie e L’absence – svolto da un gruppo di lavoro di studenti e docenti della Sezione di Francesistica della Facoltà di Lingue, e riprenderà nel pomeriggio, dalle ore 14.30, presso l’Alliance Française.

53


AMICI DEL FESTIVAL


IL CLAN Situato a Genova nell’antico Palazzo Durazzo Pallavicini, IL CLAN ha come fine quello di creare spazi in cui ci si possa rilassare, tra spuntini sfiziosi, magari consumati sdraiati su un triclinio, alla moda dell’antica Roma, cenette raffinate, musica, magari anche solo in sottofondo, spettacoli, letture... Un ambiente esclusivo per gustare cibi di altissima qualità e sorseggiare alcuni tra i migliori vini italiani, coccolati da un servizio attento e discreto. Questa è l’offerta de IL CLAN: un posto dove ci si trova a proprio agio e quindi nella condizione ideale per godere al meglio la Casa, che si tratti di cibi, bevande, musica, spettacoli, intrattenimenti o acquisti sfiziosi. www.ilclan.biz

CENTRO FORMAZIONE ARTISTICA Cerchiamo di preparare al lavoro, più che al successo. La vedo più come una scuola artigianale che artistica. L’obiettivo è quello di fornire gli strumenti per imparare un mestiere, che sia il ballerino, il cantante o l’attore. Diventare famosi, poi, è un’altra cosa. Luca Bizarri IL CFA nasce dall’idea di creare uno spazio esclusivo dedicato alle arti da palcoscenico. Danza, Canto e Recitazione sono le diverse facce di questo laboratorio didattico a 360°, che si rivolge “a tutti, e di tutte le età” ed è dedicato sia a chi desidera avvicinarsi al mondo dello spettacolo come passatempo o crescita personale, sia a coloro che nutrono delle ambizioni professionali. I corsi possono essere seguiti separatamente oppure combinati a seconda delle proprie curiosità e del tipo di approfondimento che si desidera dare al proprio percorso formativo. I migliori insegnanti sono a disposizione per lezioni di gruppo e private, lieti di incontrarvi per consigliarvi e mettere a fuoco i vostri specifici interessi. Lisa Galantini www.cfagenova.it 55


ALBERTO TERRILE Fotografo creativo. Attivo nel campo editoriale, dello spettacolo (teatro, danza, cinema, musica) e pubblicitario. E’ specializzato nella ritrattistica d’autore. Viene considerato uno degli autori più interessanti e schivi della scena italiana. Ha esposto a Milano, Roma, Carrara, Berlino, Parigi, Avignone, Chicago, Montreal e Toronto. Collaboratore per editoria cartacea e musicale, cura l’immagine di coreografi musicisti e produttori tra cui Larrio Ekson, Corrado Rustici, Dee Dee Bridgewater. E’conosciuto in Italia e all’estero per il suo work in progress sul tema dell’Angelo nella contemporaneità che è stato promosso nel 1995 a Berlino dal regista Wim Wenders ed è poi approdato con una versione ampliata e riveduta del progetto in Francia presso il Museo del Petit Palais di Avignone nel 1998. E’ stato il primo artista italiano a stampare su marmo alleggerito una sua opera di grande formato, in occasione della mostra internazionale “Disegnare il Marmo” a Carrara nel 2005. Da anni si occupa di didattica legata alla fotografia ed è autore di libri fotografici. Asia Argento

56


GENOVA FOTOGRAFIA GenovaFotografia è un progetto che nasce nel 2007 nei musei civici genovesi per promuovere la cultura fotografica a Genova e valorizzare il patrimonio fotografico diffuso sul territorio attraverso rassegne dedicate ai grandi maestri e ai grandi movimenti, nazionali e internazionali. LA RICERCA DELLA BELLEZZA. ELIO LUXARDO, UN PRECURSORE Mostra realizzata da GenovaFotografia in collaborazione con la Fondazione 3M. Da un’idea di Lanfranco Colombo Elio Luxardo (1908-1969) nasce in Brasile e si trasferisce poco più che ventenne a Roma, dove si afferma come fotografo ritrattista, molto ricercato per il suo gusto “cinematografico” di usare le luci. E’ famoso soprattutto per i numerosi ritratti delle star degli anni d’oro del cinema italiano. Altrettanto significative sono le sue ricerche sul nudo femminile e maschile, che hanno anticipato l’esaltazione della bellezza scultorea del corpo rendendolo un antesignano di Robert Mapplethorpe. In mostra oltre 200 fotografie vintage in bianconero. Auditorium dei Musei di Strada Nuova Palazzo Rosso, Via Garibaldi 18 27 febbraio - 28 marzo 2010 martedì-venerdì ore 9.00-19.00 sabato e domenica ore 10.00-19.00 chiuso il lunedì 57


LA POZZANGHERA La compagnia è nata nel 1988 ed è diretta da Domenico Baldini (presidente) e Lidia Giannuzzi (direttore artistico e regista). E’ formata da professionisti genovesi – architetti, commercialisti, medici ed esperti informatici – animati dalla voglia di mettersi in gioco attraverso il teatro. Negli anni la Pozzanghera ha messo in scena con molto successo numerosi spettacoli, spaziando fra il brillante e il drammatico, fra i classici e i contemporanei, passando anche attraverso il linguaggio cinematografico. La compagnia ha ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi e rassegne in tutta Italia e organizza corsi di teatro e seminari. Tra i fiori all’occhiello della Pozzanghera c’è l’organizzazione del Festival Internazionale di Regia teatrale. Il gruppo ha un repertorio dedicato a bambini e ragazzi, con titoli di grande successo che sono stati rappresentati nell’ambito del Festival della Scienza, ed è attivo in diverse iniziative di solidarietà e beneficenza. La Pozzanghera si è avventurata con ottimi risultati anche nel campo del giallo, proponendo per prima a Genova la formula della “cena con delitto”, con adattamenti da classici del brivido come Agatha Christie messi in scena nei ristoranti genovesi.

Associazione “La Pozzanghera” Via Acquarone 64r - 16125 Genova Tel. +39 348 856 7067 Tel. +39 339 72 49501 Web: www.lapozzanghera.it E-mail: info@lapozzanghera.it E-mail: pozzangh@tin.it

58


SDAC La Scuola D’Arte Cinematografica (SDAC) di Genova nasce nel 1993 per volontà di una combattiva formazione di cineasti e critici cinematografici liguri. Dalla fondazione organizza corsi per l’apprendimento dei mestieri del cinema e incentiva manifestazioni culturali, gruppi attivi di giovani cineasti e produzioni indipendenti. La SDAC è collocata in un palazzo nel centro storico di Genova su una superficie di circa 300 mq. Nei locali trovano posto due grandi aule accessoriate per l’insegnamento, un teatro di posa attrezzato di 60 mq, tre sale montaggio, una camera oscura e alcuni locali ufficio. L’istituto organizza corsi di regia, montaggio, fotografia, sceneggiatura, operatore alla macchina, tecnico audio etc. La SDAC si avvale di telecamere digitali HD e DVC pro, cineprese 16 MM., accessori per la modulazione fotografica della luce, due workstation MacIntosh per Final Cut Pro Hd e una per Avid Media Composer. Nel mese di marzo ha in programma un corso per videomakers. Diretta dal documentarista e sceneggiatore Maurizio Gregorini, ha un corpo insegnante a rotazione di 14 elementi, tutti professionisti attivi nel settore audiovisivo.

SDAC Scuola D’Arte Cinematografica Via Mascherona 6A/2 16123 Genova Web: www.sdac.it E-mail: info@sdac.it

59


CASA DEL CONSUMATORE La Casa del Consumatore è a disposizione di tutti i cittadini genovesi e liguri con il suo sportello di Piazza de Marini per fornire informazioni e consigli e per risolvere i problemi con banche, assicurazioni, poste, operatori telefonici, utenze di gas ed elettricità, e ogni altro problema legato agli acquisti in maniera rapida, economica ed efficace. La Casa del Consumatore è un’Associazione Nazionale riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, nata nel 2000 con lo scopo di operare su tutto il territorio dell’Unione Europea per informare, assistere e tutelare i diritti e gli interessi dei consumatori di beni e degli utenti dei servizi. La Casa del Consumatore intende tutelare i cittadini sulla qualità e tempestività dell’erogazione dei servizi pubblici e privati, dalla sicurezza alla sanità, dalle utenze fino alle assicurazioni. In questo senso, l’Associazione attua la protezione del consumatore a livello sia locale che nazionale, agendo in maniera capillare sul territorio.

Casa del Consumatore Piazza de Marini 3/72 - 16123 Genova Tel. / Fax: +39 010 2091060 Blog: consumatore.tgcom.it Web: www.casadelconsumatore.it E-mail: info@casadelconsumatoreliguria.it Lo sportello è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 Sportello accreditato

60


62


RINGRAZIAMENTI

L’Associazione Culturale Profondità di Campo ringrazia: Francesca Baroncelli, Roberto Bizzarri, Claudia Buraschi, Michaela Bürger Koftis, Roberta Canu, Esther Celli, Giacomo Chiarella, Maria Rita Cifarelli, Elisabetta Costa, Daniele Delfini, Carole Fregonara, Lisa Galantini, Alessandro Giacobbe, Lidia Giannuzzi, Anna Giaufret, Raffaella Grassi, Maurizio Gregorini, Laura Guglielmi, Emilia Marasco, Serena Montaldo, Nancy Murzilli, Elisabetta Papone, Anna Parodi, Juan Pablo Santi, Giuseppina Piccardo, Micaela Rossi, Georg Schnetzer, Alberto Terrile, Marco Viale, Saverio Zumbo.

63


Raccolta materiale catalogo Associazione Culturale ProfonditĂ di Campo Raccolta testi e immagini film Istituti di Cultura Europei Editing e redazione Angela Ferrari Immagine di copertina Luisa Costi Progetto grafico e stampa Grafica KC - www.graficakc.it Finito di stampare nel mese di febbraio 2010

Profile for Profondità Di Campo

Catalogo Festival Nuovo Cinema Europa 2010  

Programma della prima edizione del Festival Nuovo Cinema Europa

Catalogo Festival Nuovo Cinema Europa 2010  

Programma della prima edizione del Festival Nuovo Cinema Europa

Advertisement