Page 1

Spedizione in A.P. 70% L. 662/96 / comma 2/D - DCI/Umbria - anno 6 - n°51 - euro 0,50

Rav4. Più che mai, IL SUV.

La tecnologia Toyota Optimal Drive esalta le prestazioni, garantendo al tempo stesso consumi ed emissioni di C02 minimi.

Toy Motor

L’eleganza

Perugia

51

WWW.PIACEREMAGAZINE.IT

La precisione

La linea nel frontale sottolinea ancora di più l’eleganza e il carattere del Rav4. I raffinati rivestimenti dei sedili in pelle e Alcantara® rendono gli interni accoglienti e ricercati.

Foligno

Il cambio automatico sequenziale con comandi al volante, disponibile anche sul diesel, garantisce la massima precisione di guida. L’esclusivo sistema ADIM, inoltre, integra l’azione del controllo di stabilità, della trazione integrale e dello sterzo.

C. di Castello Today

via Corcianese, S.Sisto viale Roma viale Romagna, 42 075 5270611 0742 342907 075 8511228

Tomorrow Toyota

NOVEMBRE ’10

L’armonia

PIACERE MAGAZINE

51

Be a girl

Valori massimi: consumo combinato 13 km/l. Emissioni CO2 189 g/km.

Cover.indd 1

26/10/10 17:16


NOVEMBRE 10.indd 3

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 4

27/10/10 12:29


NOVEMBRE 10.indd 5

27/10/10 12:29


NOVEMBRE 10.indd 6

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 7

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 8

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 9

26/10/10 17:06


PM | sommario

26

72

56

38

77

CURIO In un solo anno nel mondo vengono inghiottite 37 miliardi di pastiglie di Aspirina • Il ragno è l'unica eccezione alla regola dei due occhi presente in natura. Alcune specie possono averne addirittura otto • Ai neonati piangere fa bene: serve come esercizio per la muscolatura • Una copia di Piacere pesa 186 grammi. In pratica quanto una porzione di spaghetti per due persone • Negli Stati Uniti si celebrano, in media, due milioni e mezzo di matrimoni all'anno

DIS/PIACERE

Le defaillance dell'ultimo numero: Le fotografie del servizio Deejay Over 40 (pagina 91) sono della bravissima Ludovica Arcero • Nello stesso servizio sui Deejay, Cristopher Pero è stato segnalato, alla voce professione, come impiegato. Assolutamente inesatto. Cristopher di professione è DJ • Il ristorante Jasper non ha riaperto a ottobre, come da noi annunciato, ma riaprirà a dicembre

NOVEMBRE 10.indd 10

26/10/10 17:06


sommario | PM

13 21 26 32 38

102

42 48 56 60 68 72 77 102

Visioni d’Abati

116

Idee, pensieri ed emozioni a confronto per interpretare lo spazio e l’arredamento. Per tutto il mese di novembre le visioni dei marchi più importanti ti guideranno alla scoperta di nuovi orizzonti e possibilità di vivere la casa.

110 116

l'EDItORIAlE UmbRIAlIbRI ImmAGInARIO fEStIvAl GEnERAzIOnE ItAlIA AnnA mOROSInI AnDREA DE CARvAlhO Al CAffÈ mODA RInAlDI lUnGAROttI, Un SUCCESSO lUnGO 100 AnnI AlESSAnDRO D'AlAtRI UmbRIASPOSI Un'ECCEllEnzA nEll'InfORmAtICA UmbRA SAn mARtInO In CAntInA RAGAzzI ChE AmAvAnO I bEAtlES E... SWEEtY... tODD EUSEbIO bEllI vISIOnI D'AbAtI

51 11/2010

Entra nello sguardo Abati.

Scopri come Abati vede il luogo dove la qualità e lo stile incontrano i tuoi

desideri. DIRETTORE RESPONSABILE • matteo grandi REDAZIONE E CONTRIBUTI • alessandra olivi • elisainformazioni Brunetticonsulta • chiara Per maggiori www.abati.it il nostro sito internet silvestri • roberta stagno • Valentina Parasecolo • cristiano roscini • giovanni simoncelli • maria Luisa Lucchesi • marta Freddio • simona croce • enzo Beretta • riccardo sargeni • stefano caliandro • alessandro grandinetti • Valerio Buonumori • giorgia cardinaletti WEB CONTENTS • elisa Brunetti • alessandra olivi FOTO • Fabio Lana • Ludovica arcero • teresa malara

PROGETTO GRAFICO E IMPAGINAZIONE GUSTO IDS S.r.l. tel. 075.7921621 Fax. 075.7921623 info@studiogusto.com www.studiogusto.com STAMPA ARTEGRAF Via Vittorini,20/B 06011 cerbara città di castello (Pg) stampato su carta tecnogloss cartiere marchi distribuita da gPr cartiere

EDITORE BIG PROJECTS Sede Operativa eXeLiograFica Via delle streghe, 11 a 06123 - Perugia tel. 075.7921595 Fax. 075.7921596 piacere@piaceremagazine.it Sede Legale Via Ponchielli, 2 ellera di corciano (Pg) FOTO DI COPERTINA Anna Morosini

PER LA VOSTRA PUBBLICITÀ DIREZIONE MARKETING Valentina Briziarelli valentinabriziarelli@piaceremagazine.it tel. 348.3828523 Laura Serra lauraserra@piaceremagazine.it tel. 347.5242246

anno 6 n°51 novembre '10 registrazione tribunale di Perugia n° 50/2004 r.t. tribunale di Perugia in data 03/12/2004 Per informazioni, suggerimenti, segnalazioni e richieste arretrati: piacere@piaceremagazine.it

NOVEMBRE 10.indd 11

26/10/10 17:06


OGGI COMPIAMO 20 ANNI

FESTEGGIA CON NOI Il 13 e 14 Novembre 2010 lo showroom Divani&Divani by Natuzzi festeggia i 20 anni dall’apertura del primo store in Italia. Il nostro personale sarà lieto di ricevervi e di ospitarvi per una degustazione “made in Umbria“, in collaborazione con le Cantine Goretti di Pila. V i a S a n C r i s t o f o r o , O s p e d a l i c c h i o ( P G ) - Te l . 0 7 5 8 0 0 3 2 6 2

NOVEMBRE 10.indd 12 natuzzi.indd 1

17:06 26/10/10 15.14


matteograndi.com | PM

L'Editoriale

di Matteo Grandi

UnA DOmAnDA POSSIEDE UnA fORzA ChE lA RISPOStA nOn COntIEnE PIù (EliE WiEsEl) E venne il giorno che per prendere un autobus bisognò tirar fuori dal portafoglio un euro e cinquanta. Tremila lire. La città con il trasporto pubblico più caro d'Italia. Se si considera che le fasce colpite sono quelle più deboli, non è mica uno scherzo: montare in autobus a Perugia costa più che salire in vaporetto a Venezia. Neanche Il Giornale di Feltri, che ogni giorno regala un dettaglio in più sulla cucina di Fini, costa tanto. “Prima tagliano le corse, poi aumentano il prezzo del biglietto”, mormora indispettita la gente. Non fate i qualunquisti, è una banalissima legge di mercato: una cosa più è rara, più costa. Tutta colpa della finanziaria, si è giustificato l'assessore Ciccone, uno che su questa bella manovrina, popolare quanto un'epidemia di colera, ha deciso di metterci la faccia. Ma la sua spiegazione ha terrorizzato il popolo: non è che se poi il Cavaliere di Hardcore dissangua le casse dello stato per il ponte sullo stretto, al prossimo giro di finanziaria il tragitto Elce-Canneto costerà quanto un S.Egidio-Malpensa? E se invece, caro assessore, la colpa fosse anche, un pochino, poco poco, di chi ha fatto male i conti sul trasporto pubblico locale? D'altro canto la nuova giunta perugina è stata di parola. Avevano detto che sulle politiche della ZTL e del transito auto in centro ci sarebbe stata un'apertura e il primo passo è stato fatto: il disincentivo all'uso del mezzo pubblico. Quando si dice che alle parole seguono i fatti. Però, proprio mentre la gente si prepara a risalire in macchina e i benzinai esultano, la doccia gelata arriva da Montecitorio: il raccordo superstradale Perugia-Bettolle (nel tratto che va da Collestrada a Valdichiana, per intenderci), sarà tassato a partire dal maggio 2011. Ed ecco farsi sempre più nitidi i contorni di uno

scenario apocalittico: i perugini non saliranno più in autobus e non utilizzeranno più la superstrada intorno alla città. Il caos s'impossesserà delle arterie urbane, colonne ininterrotte di auto intaseranno la città da via Cortonese a Porta Sant'Angelo, e quando emergeranno i primi casi di gente rimasta bloccata per una settimana nel traffico di via Sicilia, saremo costretti a rivolgerci a un urbanista di Mumbai per risolvere i problemi della nostra mobilità. Il tutto mentre dagli ultimi rilevamenti statistici salta fuori che in Umbria c'è stato un boom esponenziale di divorzi. Ben 132 nell'ultimo anno. Anche questo un piccolo record. Che peraltro prende in considerazione solo quelli tra coppie regolarmente sposate, e non quelli interni al PD. E mentre sociologi e matematici si lambiccano il cervello cercando di individuarne le cause e tracciare statistiche, a me torna in mente una vecchia massima di Groucho Marx, il quale sosteneva, lucido come nessuno, che la prima causa di divorzio è il matrimonio... Ma in fondo abbiamo ben altro a cui pensare noi. Abbiamo chilometri d'intercettazioni da leggere tra la Rosignoli e la Santoni. E dobbiamo capire se lo scandalo sanità finirà in una bolla di sapone come tutti i recenti scandali a tinte rosse. Perché dai giornali sembra di capire che qui volavano mazzette elettorali, posti di lavoro in cambio di voti. Ecco, non è che poi salta fuori che invece per accaparrarsi un voto bastava promettere un letto in corsia o magari una semplice aspirina? No, l'aspirina no. Altrimenti a Foligno avrebbe vinto a mani basse Mantucci. Non ci resta che guardare altrove. Alle altre regioni magari. All'Abruzzo, per esempio. Che il suo bello scandalo sanità ce l'ha avuto eccome. Ma oggi riparte con una marcia in più, con proposte sociali destinate a cambiare il mondo. L'idea dell'Abruzzo per combattere le ragazze squillo è questa: "Tagliamo piante e alberi dove si nascondono". Ma certo! È l'uovo di Colombo: la prostituzione si batte con le seghe... E se qualcuno di voi nutrisse ancora un po' di speranza nel destino, nella giustizia divina, nel fato, in una qualche forma di compensazione universale, nel divino Yama, in un segno di equilibrio superiore, nelle leggi eque, nonostante tutto, di Madre Natura, nel buon senso degli dèi, nell'equilibrio dinamico postulato da Einstein, nelle particelle elementari di Houllebecq, nella nemesi, magari semplicemente nella forza livellatrice del caso, in Dike dea della giustizia... Rassegnatevi: Gaucci ha vinto all'enalotto. P.S. Oppure viviamo in un mondo giusto; siamo semplicemente noi a essere sbagliati. 13

NOVEMBRE 10.indd 13

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 14

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 15

26/10/10 17:06 15

UP&doWn | PM

lA bOttIGlIA DI mOntE vIbIAnO E l'AStA RECORD

DA PIACERE AllA SGRt

Una novità importante caratterizzerà dal 3 novembre l'aeroporto dell'Umbria, di Sant'Egidio. Con il nuovo collegamento bisettimanale – si vola in andata e in ritorno il mercoledì e il sabato – tra Perugia e Trapani, l'offerta dell'aeroporto umbro cresce e offre agli utenti un ponte diretto con la Sicilia nord-occidentale. Merito anche di Ryanair, il vettore che ha deciso di coprire la tratta. In attesa di ulteriori novità, questo è già un gran bel passo!

Quando beneficenza da record fa rima con Umbria: di nuovo sugli scudi il Castello di Monte Vibiano, azienda agricola e vitivinicola umbra e prima azienda verde d'Italia. Nello specifico: una bottiglia de “L'Andrea”, prodotto di punta della cantina, interamente realizzata in vetro di murano è stata battuta a un'asta benefica di Londra alla cifra record di 70.000 euro. Tutti destinati alla scolarizzazione dei bambini delle zone più povere dell'India. Congratulazioni!

Lasciateci gioire per il fatto che ben due collaboratrici di Piacere Magazine siano riuscite ad accedere alla Scuola di Giornalismo Radio Televisivo di Perugia. Scuola biennale a numero chiuso, nata d'intesa, tra gli altri, tra Rai e Università di Perugia, dalla selezione rigidissima. Le due giovani giornaliste che ci riempono d'orgoglio sono Giorgia Cardinaletti e Valentina Parasecolo. Non si può dire che puntando su di loro non ci avessimo visto lungo... Complimenti, ragazze. E in bocca al lupo!

Dopo il Nobel per la Pace a Obama pensavamo di averle viste tutte. Ci sbagliavamo. Dovevamo ancora vedere il Nobel per la letteratura nelle mani di Vargas Llosa, scrittore peruviano tra i più sopravvalutati di sempre. Rivale storico di “Gabo” Garcia Marquez, al quale non ha mai risparmiato, per ovvia invidia, i suoi anatemi, era stato già sconfitto dalla storia e umiliato dai suoi connazionali. Ci hanno pensato i capoccioni di Stoccolma a riesumarlo. Federico Moccia può iniziare a sognare...

Sia chiaro: non siamo affatto contrari alla raccolta differenziata, obiettivo sacrosanto di ogni città civile. Però a Perugia c'è qualcosa che non va nel metodo e nelle sue conseguenze. Vedere in centro il pattume ammucchiato fuori dalle porte, tra l'altro facile preda di animali varii, non ci piace neanche un po'. Possibile non esistano soluzioni alternative? Dei piccoli contenitori rigidi, per esempio. O sacchetti ermetici e più gradevoli esteticamente. Magari come quelli che vi segnaliamo a pagina 92.

Perugia si guadagna un record davvero poco invidiabile: la città con i biglietti d'autobus più cari d'Italia: 1 euro e 50. Non qualcosa di cui rallegrarsi. A Milano e Roma costano di meno. E poi, scusate, ma uno dei nostri fiori all'occhiello, sbandierato proprio pochi mesi fa, non era il fatto che l'APM fosse in attivo? E allora perché questo aumento smodato? Che sia pure il de profundis per il tanto decantato Biglietto Unico?

Il nObEl PER lA lEttERAtURA A vARGAS llOSA

DECORO E RACCOltA DIffEREnzIAtA: Il CASO DI PERUGIA

PERUGIA: I bIGlIEttI PIù CARI D'ItAlIA

Il nUOvO vOlO PERUGIA-tRAPAnI

XXX | PM UP&doWn


PM | cooLtUra XXX

Cool tura Michel Houellebecq, lo scrittore cult delle Particelle Elementari, torna ai suoi temi più cari: solitudine, limiti dei rapporti d'amore, il senso di vuoto che pervade il mondo. Al centro del racconto vi è un artista parigino, fotografo e poi pittore, che in piena crisi esistenziale decide di riscattarsi con l'arte. Va a cercare Houellebecq nelle sue campagne per un ritratto. Un'opera destinata a cambiare la vita di entrambi... Se amate M.H., romanzo imperdibile. Bompiani - 20,00 euro

thE SOCIAl nEtWORK

cinema

lA CARtA E Il tERRItORIO libri

David Fincher (Seven, Fight Club, Panic Room, Benjamin Button) è tornato. E il ritorno è segnato da una storia che più attuale non si può. Il racconto della vita e dei risvolti connessi dell'inventore del più affollato social network del mondo. Ma il più giovane miliardario della storia conoscerà anche le spine della sua rosa. Siamo nell'era di FB e il claim che accompagna la locandina parla chiaro: “non arrivi a 500 milioni di amici senza farti qualche nemico”. www.thesocialnetwork-movie.com

Un po' fusion, un po' classica, un po' dance, un po' lounge... Difficile contenere in un unico termine i generi e le contaminazioni di un'artista a tutto tondo, le cui note suadenti e ammiccanti possono danzare nell'aria accompagnando indifferentemente una serata in discoteca o il soggiorno di casa mentre date vita a un aperitivo tra amici. Raffinata e talentuosa, con l'ultimo lavoro “The Archandroid” non tradirà le aspettative. Warnermusic - 9,90 euro

JAnEllE mOnAE thE ARChAnDROID musica

DI FRANCESCO ASDRUBALI

susTAIN.ABILITY

“Il CARbOnE PUlItO”: C'È SPAzIO AnChE In UmbRIA?

Dopo aver dedicato molto spazio alle fonti rinnovabili, voglio parlarvi del più “incriminato” dei combustibili fossili, il carbone. In Europa circa il 30% dell’energia elettrica è prodotta da centrali a carbone, mentre a livello mondiale la percentuale è del 38%,, seguito dal gas al 17%. La quota di produzione elettrica da carbone in Italia è pari al 12%,, di gran lunga inferiore a quella di due Paesi considerati “verdi” come la Germania (50%) e la Danimarca (46%). Il carbone è un combustibile fossile che non si può ignorare, perché economico, di facile trasporto via mare e con riserve accertate molto importanti e, soprattutto, molto superiori a quelle di petrolio e gas naturale. Purtroppo bruciando emette una quantità di CO2 e di altri inquinanti di gran lunga superiore a quelle emesse dalle centrali a gas, e con un rendimento di centrale piuttosto basso. Tuttavia, ormai da anni, la ricerca e l’applicazione di tecnologie avanzate hanno consentito di ottenere un drastico contenimento delle emissioni di ossidi di zolfo, di azoto e polveri, ovviamente a prezzo di notevoli aumenti dei costi di investimento. Si parla in questo caso di carbone pulito (Clean Coal Technologies); le tecnologie innovative oggi utilizzate sono molte, dalla combustione a letto fluido alla gassificazione del carbone. A tali tecnologie si comincia ad abbinare il cosiddetto “sequestro sequestro”” o cattura della CO2, in maniera tale da ottenere una centrale a emissioni zero, sia di inquinanti che di anidride carbonica. L’anidride carbonica, separata dai gas di scarico a valle della combustione, viene immagazzinata in serbatoi sotterranei, in modo che, non affluendo in atmosfera, non contribuisce all’effetto serra e al riscaldamento del pianeta. Esistono in questo ambito studi e ricerche in vari Paesi. A Sleipner, una piattaforma al largo della Norvegia, è dal 1996 che, al ritmo di un milione di tonnellate l’anno, viene pompata anidride carbonica nel profondo della terra, in una formazione geologica costituita da un acquifero salino, che incamera la CO2 nelle sue rocce porose. Anche l’Enel ha messo a punto un impianto pilota di cattura della CO2 presso la centrale termoelettrica a carbone di Brindisi, cui seguirà la realizzazione di un analogo impianto presso la mega centrale di Porto Tolle. Chissà che in un domani non molto lontano anche l’Umbria, che vede ancora attivo lo storico impianto termoelettrico a carbone di Bastardo, non possa avere la sua centrale a carbone pulito...

16

NOVEMBRE 10.indd 16

26/10/10 17:06


cooLtUra | PM

DI JACOPO COSSATER

FAsT GOOD

Il ClIEntE IDEAlE In SEttE PUntI SE nE COnSIGlIA lA lEttURA AD AvvEntORI E RIStORAtORI Scena uno. La serata è organizzata in un ristorante, l'occasione è la presentazione dei vini con il produttore in sala. Dietro di me, mi accorgo solamente dopo, un grande tavolo vuoto. Eppure, ne sono sicuro, era evento full booked da tempo, tanto che sapevo esserci una lista d'attesa. Scena due. Sabato sera, sono le nove, il locale è rumoroso ed accogliente. Gli avventori del tavolo accanto al mio, previsto per quattro coperti, si presentano in sette, in ritardo e convinti questo sia problema velocemente risolvibile. Ecco quindi un breve vademecum, che il comportamento ideale al ristorante è per molti, ma non per tutti. La prenotazione, questa sconosciuta. Fare una telefonata è sempre consigliabile, anche se all'ultimo momento. Poi, certo, presentarsi alla porta non è certo un delitto, basta essere disponibili a sentirsi dire no, non ci sono tavoli disponibili. Chiamare durante il servizio - ovvero mentre il locale è a pieno regime, pranzo o cena - per un tavolo da due per la settimana successiva non è un delitto, sicuri però di non poter aspettare un momento più tranquillo? Davvero, arrivare puntuali dovrebbe essere la regola. Se in ritardo (non so, più di un quarto d'ora o poco più?) avvertire è il minimo sindacale. Come, sembra ovvio ma non lo è, chiamare in caso di cambiamento nel numero dei prenotati. Ordinare non dovrebbe essere così difficile, o quasi. Chiedere informazioni a proposito degli ingredienti che non si conoscono è una cosa naturale e sempre benvenuta. Desiderare qualche variazione, specie in caso di intolleranze alimentari, la normalità. Pretendere cambiamenti su più piatti, se non giustificati, potrebbe però apparire

offensivo in particolare in cucina, dove sono stati pensati. E prima di ordinarne sei diversi per sei persone, è cortesia informarsi se questo può creare qualche problema ai ritmi della cucina. La carta dei vini spesso è il nemico. Chiedere consiglio la cosa migliore. Davvero, l'eventuale oste, sommelier o locandiere non vedono l'ora di aiutarvi e di farvi assaggiare quel bianco macerato sulle bucce e affinato in anfora che hanno scoperto da poco. Per non incappare in brutte sorprese, sempre meglio che il prezzo sia chiaro, da subito. E in caso di tappo o di eventuale dubbio sulla tenuta della bottiglia nessuna esitazione, la bottiglia va cambiata, sempre. I camerieri, sempre siano lodati, stanno lavorando per voi, anche se spesso non sono lì per rispondere esattamente a tutte le vostre più piccole esigenze. Età, sesso, provenienza non autorizzano alcuna forma di confidenza non richiesta. “Scusi” e “Lei” sono la regola, non l'eccezione. Controllare che il conto sia esatto è una cosa normale. Come chiedere spiegazioni in caso di voci inattese. Pagare il passo successivo e certo, questo dà il diritto di esprimere civilmente la propria opinione, anche se negativa. A volte sembra il contrario, ma un ristorante non è un parco giochi, tutto il resto fa parte della sensibilità e dell'educazione dei singoli, genitori e avventori. Però durante la prenotazione (vedi sopra) è buona regola informarsi se ci sono spazi per i passeggini o se sono previsti menu particolari per i bambini, cose così. Perché in fondo è vero che il cliente ha sempre ragione. Almeno fino a quando ha torto.

Liberamente tratto da "Appunti digòla" di Stefano Caffarri

17

NOVEMBRE 10.indd 17

26/10/10 17:06


APRE IL NUOvO NEGOZIO INTERSPORT.

PERUGIA

6 NOvEMBRE

AI PRIMI 200 CLIENTI IL MINI PALLONE IN OMAGGIO! I PRODOTTI IN PROMOZIONE SONO DISPONIBILI FINO AD ESAURIMENTO SCORTE

INTERSPORT Via Settevalli, 215/217 - Perugia NOVEMBRE 10.indd 18

26/10/10 17:06


cooLtUra | PM

DI CHIARA SILVESTRI

TR.AccE

PROvE D'InvERnO tERnAnO... Ormai l'inverno è alle porte, anzi, a casa mia è già entrato da un pezzo: me ne accorgo dal freddo che fa. Se qualche maligno pensa che sento freddo perché non ho un fidanzato, bè, si sbaglia! Sento freddo perché rispetto l'ambiente, il che mi induce ad accendere i riscaldamenti solo in caso di pericolo (leggasi assideramento). Qualche altro maligno potrebbe confondere questa mia abitudine per tirchieria, ma io me ne infischio e continuo per la mia strada costellata di calzerotti, coperte e borse d'acqua calda: siamo o non siamo in epoca di risparmio energetico? E se da una parte l'abbigliamento non mi fa gioco, dall'altra la scelta sembrerebbe proprio in linea con le politiche della mia città, se a Terni è stato realizzato il più grande impianto fotovoltaico d'Italia. Si trova sul tetto del Tubificio e produrrà circa 2.300.000 kWh/anno di energia pronti a soddisfare i bisogni di mille famiglie. Quasi quasi lo costruisco anch'io sul mio terrazzo: fosse la volta buona che oltre ai salassi del gas risolvo anche il problema dei piccioni! Ma passiamo all'acqua: oro blu, la chiamano. Sarà perché tra il costo delle bollette e quello delle bottiglie, qualche volta divento blu anch'io? Eppure anche in questo la mia città mi viene incontro, se al Parco delle Grazie è stata inaugurata la prima fontanella pubblica d'acqua alla spina. Si può scegliere tra la frizzante e la liscia e pare che si risparmi un bel po'. Quasi quasi la prossima volta che vado a correre cambio parco. Ma non pensate male: non andrei mai a cercarmi un fidanzato, è che tengo al risparmio energetico! E poi, se proprio me lo devo cercare alle Grazie, tanto vale andare a farsi un giro in un centro commerciale. C'è chi ha parlato di Terni descrivendola come il più grande centro commerciale del centro Italia. Sarà, ma a me i centri commerciali mettono tristezza, preferisco andare al cinema. Peccato solo che in centro ne sia rimasto uno; non si può mica prendere sempre la macchina, se no l'inquinamento! E se vi state chiedendo come faccia una come me a risparmiare sul telefono, sappiate che in questo mi viene incontro il mio non fidanzato.

LA POsTA DEL DIRETTORE SCRIvEtE lE vOStRE COnSIDERAzIOnI A: mAttEOGRAnDI@PIACEREmAGAzInE.It lE vOStRE mISSIvE tROvERAnnO SPAzIO In QUEStA RUbRICA Ma non bastava l'aumento smodato dei biglietti dell'autobus? C'era pure bisogno di presentare, con l'aria festante di chi è appena sbarcato sulla luna, anche i nuovi tornelli antifurbo di cui saranno muniti i pullman perugini? Il prossimo annuncio cosa riguarderà? L'esecuzione sul posto di chi viene pescato a viaggiare con un biglietto scaduto da cinque minuti? Stefano Coresi - via mail Non mi meraviglierei se il prossimo annuncio lo facessero, invece, i tassisti di Perugia. Se si fanno furbi e abbassano le tariffe del 20%, possiamo diventare la prima città al mondo dove viaggiare in taxi costa meno dei mezzi pubblici... Caro Matteo, noi del Caffè Morlacchi siamo esasperati. Pochi giorni fa, durante una delle nostre serate cult, si sono ripresentati i vigili e ci hanno fatto l'ennesima multa. Questa volta contestandoci il “pubblico spettacolo”. Così non possiamo davvero più andare avanti, né fare il nostro lavoro serenamente... Stefano Giaffreda, titolare Caffè Morlacchi Il fatto che con il centro in crisi, si insista a “infierire” su chi ha il merito eroico di tenere viva l'acropoli è inaccettabile. Il Caffè Morlacchi, in particolare, è un'isola felice nella promozione culturale giovanile, vera linfa vitale di una città universitaria. Tra l'altro, qualunquismi a parte, riesce sempre più difficile spiegare alle persone comuni perché mentre i vigili in piazza Morlacchi multano un locale per un po' di musica, a 50 metri di distanza (via dei Priori, via delle Cantine, via Ulisse Rocchi, piazza Danti) lo spaccio prolifera indisturbato. E allora perché qualcuno che abbia altrettanto a cuore le sorti della città non “sanziona” il manipolo di spacciatori che bivacca, da anni, 50 passi più in là? Vero che i diversi corpi delle forze dell'ordine hanno diverse competenze, ma chi glielo spiega alla gente che mentre spaccio e microcriminalità dilagano mortificando l'acropoli, le energie della municipale si concentrano nel multare chi si sforza di tener vivo un centro agonizzante? Davvero pensiamo di risolvere i problemi sanzionando i locali o vietando ai giovani di farsi una birra dopo l'una di notte? Non è che di questo passo a qualcuno verrà in mente di combattere gli stupri multando chi mette la minigonna?

19

NOVEMBRE 10.indd 19

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 20

26/10/10 17:06


eVenti | PM

Perugia, 10-14 novembre

UmBriaLiBri 2010: W l’Italia la 16° EdizionE dElla manifEstazionE guarda ai 150 anni dall'unità d’italia, proponEndo 5 giorni di cultura con ospiti illustri. 130 appuntamEnti gratuiti tra lEzioni magistrali, incontri, dibattiti, prEsEntazioni, confErEnzE, tavolE rotondE, pErformancE musicali E tEatrali, rEading, sEminari E giochi pEr i più piccoli

TESTO - Alessandra Olivi BRANO - Birds for the mind - Win Mertens 21

NOVEMBRE 10.indd 21

26/10/10 17:06


PM | eVenti

andrEa camillEri Dal 10 al 14 novembre torna a Perugia Umbrialibri, l’ormai storica manifestazione, curata dalla Regione Umbria, organizzata da FORMA. Azione e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che quest’anno raggiunge la sedicesima edizione, il cui titolo, “W l’Italia”, rende omaggio all’anniversario dei 150 anni dall’Unità d’Italia. Un tema di rilievo, quindi, che farà da collante tra i numerosi eventi che si alterneranno nel corso delle 5 giornate a Perugia, ma anche nei comuni limitrofi di Allerona, Assisi, Gubbio, Magione, San Giustino e Terni: più di 130 appuntamenti, tutti gratuiti, tra lezioni magistrali, incontri e dibattiti, presentazioni di libri, conferenze, tavole rotonde, performance musicali e teatrali, reading, seminari, giochi di

scrittura e lettura per le scuole. Se la manifestazione entrerà nel vivo mercoledì 10 novembre, è già da sabato 6 che la città sarà animata dagli incontri di Aspettando Umbrialibri: il concerto Fratelli d’Italia de I Solisti di Perugia e le riflessioni pubbliche del filosofo, politico ed ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari sul Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl’italiani di Giacomo Leopardi, seguite martedì 9 da quelle degli studenti delle scuole cittadine sul contributo di Perugia al processo unitario nazionale in Perugia nell’Unità d’Italia. Il focus della rassegna è senza dubbio rappresentato dalle presentazioni di libri e romanzi, che numerose si avvicenderanno: L’occhio di Cordio. Le opere di Nino Cordio, le testimo-

Enrico ghEzzi nianze a cura di Francesco Cordio, con l’eccezionale intervento dello scrittore, sceneggiatore e regista Andrea Camilleri e del cantautore Daniele Silvestri; Terre profanate. Viaggio nel cuore della mafia, l’ultima opera dello scrittore e giornalista David Lane che, con l’assessore regionale alla cultura e al turismo Fabrizio Bracco, Loris Nadotti e Luciano Violante, affronterà lo scottante tema della mafia nelle sue diverse forme regionali; La marea umana del giornalista e critico teatrale del Corriere della Sera Franco Cordelli, con l’intervento del critico letterario Arnaldo Colasanti; Ricchi e Poveri. L’Italia e le disuguaglianze (in)accettabili, il volume del professore ordinario di Politica economica dell’Università La Sapienza Maurizio

22

NOVEMBRE 10.indd 22

26/10/10 17:06


eVenti | PM

Franzini, che ripercorre i cambiamenti intervenuti nella distribuzione dei redditi negli ultimi anni, sul quale parleranno il politico Mauro Agostini, il giornalista Massimo Mucchetti e Vincenzo Paglia; Tutta mio padre, della scrittrice Rosa Matteucci, con gli interventi del critico e saggista Filippo La Porta; Quota periscopio. Immersioni nella politica umbra di Gian Filippo Della Croce, e poi ancora gli scrittori Alberto Asor Rosa, Chiara Valerio, Anna Maria Farabbi, Sandra Petrignani e Carlo De Amicis. Interessanti spunti di riflessione scaturiranno dalle numerose Tavole Rotonde della manifestazione, tra cui Italia del nord. Italia del sud. Italia di mezzo, a cui parteciperà, tra gli altri, il giornalista e scrittore Pino Aprile, e Gli anni Dieci, visioni e versioni sui primi dieci anni del secolo e del millennio, con l’intervento dei professori Pietro Clemente e Carlo Donolo e del critico e saggista Goffredo Fofi, introdotti e coordinati da Piergiorgio Giacchè, professore di Antropologia del teatro e dello spettacolo all'Università di Perugia. Come ogni anno la manifestazione si arricchisce d’incontri che rendono quanto più variegata possibile l’offerta culturale. Tra gli ospiti segnaliamo il vincitore del Premio Strega 2010 Antonio Pennacchi, con il romanzo Canale Mussolini, la scrittrice Milena Agus, il giornalista e conduttore televisivo Riccardo Iacona, che rifletterà sul tema L’Italia in presa diretta, e Carlo Galli, professore di Storia delle dottrine politiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna, in un incontro su Legalità e legittimità. Ampio spazio sarà dedicato anche all’arte scenica, con l’attore Paolo Rossi e la sua conferenza-spettacolo L’eccezione come regola, Il Teatro delle Albe con Canzone degli F.P e

paolo rossi

ElisabEtta sgarbi

massimo cacciari

degli I.M di Elsa Morante, la pièce musicale Copulo Ergo Sum sul poeta e scrittore Edoardo Sanguineti e infine l’attore e cantante Andrea Rivera, che presenterà il suo libro Me li suono e me la canto con uno show satiricomusicale. Sono frutto della collaborazione con IMMaginario Festival - che prenderà il via a Perugia subito dopo la chiusura di Umbrialibri - alcuni incontri con illustri personalità della cultura, quali il giornalista e dirigente televisivo Angelo Guglielmi, il critico cinematografico Enrico Ghezzi, l’autrice e regista Elisabetta Sgarbi, lo scrittore Antonio Scurati e l’attore di fumetti Sergio Staino. Per tutta la durata della manifestazione saranno visitabili le tre mostre, dislocate in numerosi spazi del centro storico cittadino: la XVI Mostra Mercato dell’Editoria Umbra, che nelle sedi del Centro Servizi Camerali “G.Alessi”, nella centrale via Mazzini, e nella Sala Lippi dell’Unicredit, in corso Vannucci, presenterà le novità degli editori umbri; la Mostra Libraria “W l’Italia” presso la Sala Lippi di Unicredit, e poi Umbria e Risorgimento. Il contributo dell'Accademia di Belle Arti di Perugia per l'Unità d'Italia, ospitata dalla Sala Cannoniera della Rocca Paolina. Da segnalare, infine, le tre giornate di approfondimento sulla centralità dell’educazione culturale, morale e civile promosse da Edizioni dell’Asino, il VII Forum del Libro e della promozione della lettura, che vedrà coinvolti autorevoli personalità della cultura italiana, Umbrialibri Junior (che si terrà presso il POST – Officina per la Scienza e la Tecnologia) con laboratori per i bambini dai 7 ai 10 anni, il concorso letterario per ragazzi Storie Sottobanco e l’area Noir, con presentazioni di libri tra i quali Non fare la cosa giusta di Alessandro Berselli. 23

NOVEMBRE 10.indd 23

26/10/10 17:06


NOVEMBRE 10.indd 24

26/10/10 17:06


eVenti | PM

UMBRIA LIBRI A PERUGIA:

Auditorium Santa Cecilia

Sabato 6 novembre

Rocca Paolina - Sala Cannoniera

dalle h. 9.00: VII Forum del Libro e della promozione della lettura h. 21.00: Spettacolo Copulo Ergo Sum, Sketches on Edoardo Sanguineti, di R. Emili e M. Morbidini

Gli appuntamenti da non perdere

h. 21.00: Fuori Orario con Enrico Ghezzi e F. Maresco

Teatro del Pavone

h. 17.00: Fratelli d’Italia Concerto de I Solisti di Perugia h. 18.00: Massimo Cacciari Considerazioni sul Discorso sopra lo stato presente dei costumi degl’Italiani di G. Leopardi

Ex Chiesa S. Maria della Misericordia h. 17.30: Non fare la cosa giusta di Alessandro Berselli

Palazzo Bonucci – Sala dei Legisti h. 18.00: Il mio ultimo amico di Edmondo De Amicis

Norman Club – località Boneggio

Mercoledì 10 novembre

h. 22.30: Me li suono e me la canto Spettacolo di e con Andrea Rivera

Unicredit – Sala Lippi

h. 18.30: Quota periscopio. Immersioni nella politica umbra di Gian Filippo Della Croce

Palazzo dei Priori - Sala dei Notari

h. 16.30: L’occhio di Cordio. Le opere di Nino Cordio, le testimonianze a cura di Francesco Cordio con Andrea Camilleri e Daniele Silvestri h. 18.30: Incontro con Antonio Pennacchi, vincitore del Premio Strega 2010

Domenica 14 novembre Venerdì 12 novembre Unicredit – Sala Lippi

h. 18.00: Cantando tra le radici e la soglia Incontro con Anna Maria Farabbi

Teatro del Pavone

h. 16.00: Terre profanate. Viaggio al cuore della mafia di David Lane h. 21.00: L’eccezione come regola Conferenza-spettacolo di Paolo Rossi

h.16.00: Tavola rotonda Italia del nord, Italia del sud, Italia di mezzo con Pino Aprile h. 18.00: Assunta e Alessandro. Storia di formiche di Alberto Asor Rosa

h. 16.00: La marea umana di Franco Cordelli

h. 16.00: VII Forum del Libro e della promozione della lettura

Teatro del Pavone

Auditorium Santa Cecilia

Rocca Paolina - Sala Cannoniera

h. 18.00: Tavola rotonda Gli anni Dieci, visioni e versioni sui primi dieci anni del secolo e del millennio h. 21.00: Il Teatro delle Albe, Canzone degli F.P. e degli I.M. di Elsa Morante

Giovedì 11 novembre Unicredit – Sala Lippi

h. 18.00: Tutta mio padre di Rosa Matteucci

Teatro del Pavone

h. 16.00: L’Italia in Presadiretta Incontro con Riccardo Iacona

Auditorium Santa Cecilia

Palazzo Donini – Salone d’Onore h. 18.00: Incontro Legalità e legittimità, con Carlo Galli

Unicredit – Sala Lippi

h. 18.00: La battuta perfetta di Carlo De Amicis Il romanzo e la realtà di A. Guglielmi

Palazzo Donini - Salone d’Onore h. 16.00: Il disastro di F. Erbani

Palazzo della Provincia - Sala della Partecipazione

h. 17.00: Da Porta Sole a Porta Nova di O. Bellini, con Wladimiro Boccali

Ex Chiesa S. Maria Della Misericordia h. 10.00: L'ombra del falco di P. Porazzi h. 11.30: Le città del Noir Tavola rotonda

Per il programma completo: T. 075 393311 www.umbrialibri.com

Sabato 13 novembre Unicredit – Sala Lippi

h. 16.30: Panta. Blob Guglielmi con Enrico Ghezzi, Angelo Guglielmi, Antonio Scurati, Elisabetta Sgarbi h. 18.00: Incontro con Milena Agus

Teatro del Pavone

h. 18.00: Ricchi e Poveri. L’Italia e le disuguaglianze (in)accettabili di Maurizio Franzini 25

NOVEMBRE 10.indd 25

26/10/10 17:06


PM | eVenti

Tv - Cinema - PubbliCiTĂ - new media Perugia, 17-21 novembre

immaginario Festival dalla cultura analogica alla nuova cultura digitalE. un EvEnto chE crEscE E chE QuEst'anno proponE ospiti E appuntamEnti EccEllEnti: da michElE santoro a piEro chiambrEtti, passando pEr giuliano fErrara, i fratElli guzzanti E sErEna dandini. con tanto di sErata dEdicata alla sEriE tv romanzo criminalE E al suo cast TESTO - Valentina Parasecolo BRANO - Radioactive - Kings of Leon

26

NOVEMBRE 10.indd 26

26/10/10 17:06


eVenti | PM

Dopo la positiva esperienza numero zero del 2009, IMMaginario Festival presenta quest'anno la sua prima edizione. Dopo aver chiuso l'ottima avventura del Batìk Festival, l’Associazione Zero in Condotta e il suo Direttore Artistico Alessandro Riccini Ricci si sono immersi in un nuovo avvincente viaggio nei meandri della cultura. Il tutto con il patrocinio della Regione Umbria e del Comune di Perugia. La manifestazione si svolgerà a Perugia dal 17 fino al 21 Novembre 2010 e animerà alcune delle sedi più rappresentative della città: il Teatro Morlacchi, il Teatro Pavone, il Centro Camerale Alessi (ex Borsa Merci), la Rocca Paolina. Inoltre, i materiali verranno proiettati all’interno della città, dai monitor del Minimetrò alle vetrine, fino agli spazi della Rocca Paolina. Una riflessione sul presente e sulle forme di narrazione che lo connotano, declinate attraverso i differenti linguaggi: televisivo, cinematogra-

fico, pubblicitario, new mediatico; questa è la chiave di lettura del festival, in un'edizione che prevede un fitto programma di incontri multidisciplinari, workshop, spettacoli e laboratori a cui prenderanno parte numerosi ospiti di rilievo, che interverranno sulle diverse tematiche della manifestazione. Tra questi ne citiamo solo alcuni: Michele Santoro, Giuliano Ferrara, Piero Chiambretti, Angelo Guglielmi, Enrico Ghezzi, Bianca Berlinguer, Gad Lerner, Serena Dandini, i fratelli Guzzanti e tanti altri ancora. Diverse, dunque, le sezioni tematiche di IMMaginario, tutte accomunate dall’obiettivo di raccontare e analizzare la transizione e il passaggio da una cultura analogica a una digitale. Si inizia con il canale destinato alla TELEVISIONE, ai suoi contenuti e linguaggi. La Tv come informazione e intrattenimento, narrando la sua evoluzione e partendo dal modello della Rai Tre diretta da Angelo Guglielmi come esempio di tv anni ’80 e ’90, 27

NOVEMBRE 10.indd 27

26/10/10 17:06


Volkswagen Bank finanzia la tua Sharan. Chiedi la tua Carta di Credito Volkswagen.

Volkswagen raccomanda

Nuova Sharan. Grande anche nell’innovazione.

www.volkswagen.it

Climatronic a tre zone, nuove porte scorrevoli anche elettriche, da 5 a 7 posti, 7 airbag e ESP di serie per viaggiare in assoluto comfort e sicurezza. Nuovi motori BlueMotion Technology tutti Euro 5 con sistema Start&Stop e recupero dell’energia in frenata di serie.

Nuova Sharan e Nuova Touran. Scopri le nuove monovolume nelle Concessionarie Volkswagen.

Autocentri Giustozzi www.giustozziauto.com PERUGIA Via Settevalli, 235 - Tel. 075.506321 FOLIGNO Viale Firenze, 79 Via Morettini, Loc. Paciana - Tel. 0742.31882 Valori: consumo di carburante ciclo comb. 7,2 l/100 km - CO2 167 g/km.

NOVEMBRE 10.indd 28

26/10/10 17:07


eVenti | PM

continuando con gli esempi di Sky Cinema, Nat Geo e History Channel (FOX Channel) esemplificativi di tv del 2000, sino ad arrivare alle Flop tv, Shootv e Web tv, considerate la televisione del futuro. L’approfondimento è organizzato in incontri stile talk show con molteplici protagonisti, con ampi spezzoni di trasmissioni e in una rassegna di circa 80 ore di trasmissioni e materiali, la maggior parte dei quali messi a disposizione dagli archivi Rai. Il Festival è anche CINEMA, e qui di nuovo si segue una linea di lettura che muove dal cosiddetto cinema classico (analogico) e arriva a uno sperimentale–innovativo (digitale). Sarà presentata l’opera di Maurizio Nichetti, curioso innovatore e sperimentatore di tecniche e di linguaggi, Volere Volare. In anteprima per IMMaginario, inoltre, il ritorno al cinema di Mario Martone, con un’opera storica e controversa sul Risorgimento italiano: Noi credevamo. Dal cinema “epico” di Martone al cinema apolide, nomade, trasversale, irregolare, inquieto e inquietante di Fuori Orario (mai) visto dal suo autore Enrico Ghezzi. Un percorso eccentrico, mai prevedibile nel cinema. Infine, dopo l’omaggio alla casa di produzione Fandango della scorsa edizione, il Festival omaggia Cattleya, esperienza eclettica in tv (prima e seconda serie di Romanzo Criminale) e al cinema. Alcuni tra i maggiori successi di questi ultimi anni sono legati al genere teen movies, ma Cattleya è anche la “casa” di un cinema raffinato e d’autore, di Salvatores, Lucchetti, Virzì, Placido, Castellitto, Archibugi e molti altri. La sezione MEDIALAB, invece, ha come obiettivo cardine la trasformazione del proprio pubblico in utenti attivi, tramite laboratori creati ad

hoc per la produzione di contenuti. Tra questi il CAMPUS DELLE ENERGIE CREATIVE, che avrà sede negli Spazi del Centro Camerale Alessi (Ex Borsa Merci), aperto agli studenti Under 25. Il Medialab inoltre produrrà una REDAZIONE di un NETWORK WEB TV: la creazione di un portale e una piattaforma internet/smartphone inizialmente gestita da una redazione under 21, composta da studenti delle scuole e università dell’Umbria. Una web tv in ogni città dell’Umbria, il cui programma prevede la partecipazione di numerosi protagonisti. A chiudere, la sezione AMBIENTE. Il patrimonio delle conoscenze e valori

ecologici, la sostenibilità dello sviluppo, gli stili di vita, le grandi e piccole mutazioni del globo e l’innovazione tecnologica sono il perno tematico di questo canale. Tutto questo verrà raccontato con Nat Geo Tv: le grandi anteprime dei nuovi “epici” cicli di National Geographic con The Great Migration e i nuovi documentari in 3D. La green economy è già approdata in Umbria, il caso Castello di Montevibiano 360° green revolution ne è un esempio: tradizione, innovazione, impresa e ambiente in una perfetta simbiosi. Un evento promosso da Piacere Magazine, che nel corso del festival regalerà anche altre sorprese... 29

NOVEMBRE 10.indd 29

26/10/10 17:07


Car Shoe • Santoni • Regain • Sebago • Camper • Casadei • Pedro Garcia • Grey Mer • U.S. Polo • Chie Mihara • Liu-Jo Moma • Nero Giardini • Ras • John Richmond • Harley Davidson • Cesare P • San Crispino • L’artigiano Di Riccione Maria Cristina • Catarina Martins • Maggie Gi by Grey Mer • United Nude • Mbt • Serafini • Philippe Model • Volta • G-Star Raw D.A.T.E. • Paul Smith • Emu • Tommy Hilfiger • Docksteps • Hummel • Fred Perry • Alberto Guardiani • New Balance Le Coq Sportif • Converse-All Star • Asics • Oxs • Clod • Latitude Femme • Chon • Lea Foscati • Logan • Caterpillar Vic Matiè • Fornarina • Campanile • The Seller • Janet & Janet • Geox • Bikkembergs • Corvari • Clarks • Cafè Noir Antica Cuoieria • Florsheim Usa • Emanuela Passeri • Doucal’s • Valleverde • Melluso • Mephisto

NOVEMBRE 10.indd 30

Viale S. Sisto, 130 - San Sisto (Pg) 075.5288212

Viale S. Sisto, 134 - San Sisto (Pg) 075.5288212

Via Settevalli, 320 - Perugia 075.5003735

Case Nuove di Ponte della Pietra (Pg) 075.5270346 26/10/10 17:07


eVenti | PM

Gli Appuntamenti principali Giovedì 18 Novembre Teatro Pavone, ore 20.30 Cinema Il regista Mario Martone presenta in anteprima “Noi Credevamo”, con Enrico Ghezzi. Sarà presente Francesca Einaudi Venerdì 19 novembre Teatro Morlacchi, ore 20.30 Tv. L’Informazione Erano gli anni di Tangentopoli, dell'ascesa della Lega Nord, dell'entrata in politica di Silvio Berlusconi, del governo dell'Ulivo, del Trattato di Maastricht e dell'integrazione europea: la storia vista attraverso Profondo Nord, Milano Italia, Samarcarda, Il rosso e il nero. Saranno presenti Michele Santoro, Gad Lerner ed Enrico Deaglio Conduce Norma Rangeri Venerdì 19 novembre Teatro Morlacchi, ore 22.30 Tv. Satira Incontro dedicato alla satira, parlando di Avanzi e Tunnel, trasmissioni dove trovarono spazio gli “scarti” e gli “scartati” della televisione pubblica: artisti senza ingaggio, pubblicità rifiutate dalla committenza e servizi mai messi in onda. Saranno presenti Valentina Amurri, Linda Brunetta, Corrado Guzzanti, Carla Signoris, Francesca Reggiani, Cinzia Leone, Antonello Fassari, Pierfrancesco Loche, Stefano Masciarelli, Maria Amelia Monti, Marcello Cesena Conduce Bruno Voglino

Sabato 20 novembre Teatro Morlacchi, ore 20.00 Tv. Rai Tre. I FALLIMENTI di Rai 3 Incontro con Piero Chiambretti. A seguire, alle 22.00 ROMANZO CRIMINALE la serie tv, con il cast di attori. Saranno presenti Daniela Virgilio, Andrea Sartoretti, Stefano Sollima A seguire (ore 23.30 circa) a cura di Piacere Magazine: Serata in omaggio al cast di Romanzo Criminale al Velvet (Viale Roma, Perugia) Domenica 21 novembre Teatro Morlacchi, ore 18.00 Tv. Rai Tre. TELEKABUL Omaggio a Sandro Curzi: quando un punto di vista forte, preciso ma critico e libero è l’unico modo per fare informazione pulita. Saranno presenti Bianca Berlinguer, Federica Sciarelli, Corradino Mineo, Giuliano Ferrara, Maurizio Mannoni, Maria Cuffaro

Per informazioni e programma completo: www.immaginariofestival.org 31

NOVEMBRE 10.indd 31

26/10/10 17:07


PM | sPeciaLe generaZione itaLia

Perugia - 6 e 7 novembre

GENERAZIONE ITALIA DEsTINAZIONE FuTuRO,

uNO sGuARDO suLL'ITALIA chE vERRà Nasce a Perugia, nel corso di un appuntamento storico da più di 5.000 presenze, la nuova fondazione voluta da Gianfranco Fini. Un ponte verso il nuovo partito Futuro e Libertà per l'Italia TESTO - a cura della Redazione BRANO - Voici - Jacques Brel

PM vi presenta l'evento attraverso un'intervista esclusiva al fondatore, Italo Bocchino Una convention di proporzioni enormi con ospiti dai nomi altisonanti. Un momento di riflessione che si ripercuoterà inevitabilmente sul futuro politico del Paese. E Perugia (Centro Congressi dell'Hotel Quattrotorri) sarà la sede di questo scenario nodale e cruciale della storia contemporanea d'Italia. Il 6 e 7 Novembre sono le date fissate per la prima Convention di Generazione Italia, il nuovo soggetto politico voluto da Gianfranco Fini, e certamente il primo step verso la creazione del prossimo partito Futuro e Libertà. Partecipazione. È questa la parola che è risuonata più e più volte in queste settimane di incontri e colloqui con amministratori e cittadini, che si avvicinano sempre più numerosi a Generazione Italia e al nascente partito di Futuro e Libertà per l’Italia. Un appuntamento, come sottolineato dallo stesso Italo Bocchino, che va ben oltre le più rosee aspettative confermando che il territorio, la famosa “base”, c’è. È viva e desiderosa di rilanciare quell’impegno civile e politico che ha sempre contraddistinto la destra italiana. Ma che cos'è esattamente Generazione Italia, che nella due giorni di Perugia conoscerà il battesimo ufficiale? GI vuole essere un aggregatore intergenerazionale rivolto a tutti coloro che hanno voglia di impegnarsi per

32

NOVEMBRE 10.indd 32

26/10/10 17:07


sPeciaLe generaZione itaLia | PM

gianfranco fini

La convention “Generazione Italia” si terrà nei giorni 6 e 7 novembre presso il Centro Congressi Quattrotorri a Ellera di Corciano. Interverranno ospiti, politici e autorità. Grande attesa per l'intervento del presidente della Camera, Gianfranco Fini. Così Perugia per tre giorni sarà il fulcro della vita politica italiana. Già 200 i giornalisti accreditati

l’Italia, con un’attenzione particolare ai giovani che non vogliono limitarsi a subire il futuro del loro Paese, ma hanno il coraggio e la passione di immaginarlo, invitandoli ad essere protagonisti dell’Italia del 2020, l’Italia che verrà. Per questo, secondo i fondatori “L’indebolimento della coesione sociale e politica dell’Italia, fenomeno ben conosciuto nella nostra millenaria Storia, è il pericolo principale da sventare, insieme al declino economico e al “declassamento” dell’Italia nel mondo. Da 15 anni l’Italia cresce stabilmente meno degli altri grandi partners europei: questa “crisi di crescita” nasce dalla mancanza di una “vocazione produttiva” italiana nel mondo globale. È assolutamente necessario che la classe dirigente del futuro inizi a interrogarsi su quale sia la nuova vocazione dell’Italia nel mondo globale, definendo una strategia-Paese”. Quello che Generazione Italia auspica è un incontro e una sintesi di intelligenze. “Vogliamo – spiegano i coordinatori - che l’Italia riscopra i suoi giovani, non più contro ma a favore delle altre generazioni. Perché solo valorizzando i trentenni e i quarantenni che oggi accettano la sfida del “deserto” (causato dal dissolversi delle vecchie certezze) cercando nuove opportunità, il nostro Paese riscoprirà il gusto della sfida, la capacità di rischiare, la forza di innovare”. “La classe dirigente alla quale ci rivolgiamo – è sempre il pensiero dei coordinatori - e che abbiamo l’am-

bizione di costruire, è cresciuta in un contesto storico eccezionale. La caduta del Muro di Berlino, Tangentopoli, la discesa in campo di Silvio Berlusconi e la costruzione di una destra europea da parte di Gianfranco Fini, sono eventi che hanno segnato la “vita politica” di chi dovrà avere la responsabilità di governare il Paese per i prossimi dieci anni. Questa classe dirigente, che faticosamente si sta affacciando, ha un dovere che è anche generazionale, ha il dovere di guidare l’Italia. Questa dovrà essere la Generazione Italia che avrà la missione di costruire l’Italia del 2020. Ovviamente, questa missione richiede uno strumento. E noi scommettiamo su un grande partito degli italiani che dobbiamo costruire con quotidiano entusiasmo. Per costruire l’Italia del 2020, bisogna ripartire da un rinnovato senso dello Stato”. Ecco perché Generazione Italia vuole essere un laboratorio di idee e un “generatore di passione politica”: contro l’individualismo assoluto, contro il rifiuto del confronto, contro il rampantismo fine a se stesso. Attraverso il web e una rete di presenze sul territorio, GI si porrà come riferimento e sintesi delle energie nuove che si affacciano. Per creare un grande spazio di riflessione, che sappia interrogarsi sulle grandi sfide sociali, economiche e culturali del nostro Paese. Perché, come insegna Elie Wiesel, “una domanda possiede una forza che la risposta non contiene più”. www.generazioneitalia.it 33

NOVEMBRE 10.indd 33

26/10/10 17:07


PM | sPeciaLe generaZione itaLia

Faccia a faccia con il Capogruppo alla Camera del gruppo parlamentare Futuro e Libertà per l'Italia

Pm InCOntRA

ITALO BOcchINO

il fondaTore di generazione iTalia Ci sPiega il senso della ConvenTion di Perugia: “sarà un PunTo di ParTenza Per fuTuro e liberTà, il nuovo soggeTTo PoliTiCo Che si rivede nelle idee di gianfranCo fini”. Poi si lasCia andare al riCordo del suo Periodo da universiTario nel CaPoluogo umbro Italo Bocchino è il capogruppo del gruppo parlamentare Futuro e Liberta per l'Italia alla Camera dei deputati. Storicamente vicino al Presidente della Camera, Gianfranco Fini, Bocchino è stato colui che ha fortemente voluto Generazione Italia, di cui è fondatore. La sua storia politica ha il sapore di quella di un enfant prodige della politica italiana: dopo essersi laureato in giurisprudenza dopo gli studi all'Università di Perugia, viene eletto per la prima volta alla Camera a soli 29 anni (era il 1996). A oggi ha preso parte a quattro legislature come deputato. Tra i suoi incarichi parlamentari recenti: Vicepresidente della delegazione parlamentare presso l'Assemblea del Consiglio d'Europa; Componente della I Commissione

(Affari costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni); Componente della Delegazione parlamentare presso l'Assemblea dell'Unione dell'Europa occidentale. Al di là della sua attività parlamentare è editore e giornalista. Onorevole Bocchino, perché nasce Generazione Italia? Per mettere in rete tutti gli iscritti e simpatizzanti del Pdl che si rivedevano nelle posizioni di Gianfranco Fini. Dopo la cacciata del Presidente della Camera – errore madornale – dal Pdl, Generazione Italia è diventata una rete operativa sul territorio, con un sito Internet visitatissimo e vero motore dell’associazione. Siamo riusciti a dare contenuti, organizzazione e materiale direttamente con un sito web.

34

NOVEMBRE 10.indd 34

26/10/10 17:07


SPECIALE GENERAZIONE ITALIA | PM

Un’indubbia innovazione nel panorama politico italiano.

avrà l’ambizione di parlare a tutti i cittadini, di destra, di centro, di sinistra.

Che cosa rappresenta la Convention di Perugia? Un punto di arrivo per Generazione Italia e un punto di partenza per Futuro e Libertà, il nuovo soggetto politico che si rivede nelle idee e nelle posizioni di Fini. Sarà un grandissimo evento di popolo, che metterà in rete i circoli, gli iscritti e i simpatizzanti della galassia finiana e che sarà propedeutico all’Assemblea che lancerà ufficialmente FLI, prevista a Milano a inizio 2011.

Quale sarà in questo percorso il ruolo di Gianfranco Fini? Un ruolo di ispirazione, sicuramente, dato che senza di lui FLI, il partito, non sarebbe mai nato. Ma non sarà il partito di Fini. Sarà un partito dei militanti, degli iscritti, di tutti coloro che ogni giorno si impegneranno per far crescere il progetto. E non sarà un partito degli eletti. Sarà il partito di tutti.

È dunque un passaggio ufficiale verso il nuovo partito Futuro e Libertà per l'Italia? Di fatto sì. Sarà un partito plurale, aperto, democratico, con la base che avrà finalmente un ruolo da protagonista. Basta con il “partito di” Tizio o Caio. Sarà il partito degli italiani, che

Perché avete scelto proprio Perugia, città storicamente “rossa”, per un evento così significativo? Per la sua bellezza, per la sua posizione geografica e perché non crediamo esistano regioni rosse, blu, bianche o verdi. Perugia con le sue strutture, la sua storia e le sue bellezze è la cornice ideale per far crescere un progetto politico ambizioso come FLI.

In generale, qual è oggi il suo rapporto con Perugia, città nella quale ha fatto l'Università? Un rapporto molto stretto, sentimentale, sincero. Sono innamorato di Perugia; un luogo straordinariamente importante per me, dal momento che mi ha dato grandissime possibilità sia dal punto di vista politico che da quello umano. Quali i suoi ricordi? Ricordi di gioventù, di spensieratezza, di divertimento, di amici che sono tali ancora oggi; ma furono anche anni di impegno politico e negli studi. Fu un periodo fondamentale per la mia crescita. Conobbi uomini e donne importantissimi per la mia maturazione personale. Insomma, quella di Perugia è una delle fasi della mia vita che ricordo con maggior piacere.

35

NOVEMBRE 10.indd 35

27/10/10 12:50


NOVEMBRE 10.indd 36

26/10/10 17:07


sPeciaLe generaZione itaLia | PM

GENERAZIONE ITALIA - DOvE MANGIARE RISTORANTE LA TAVERNA PerUgia – centro storico Via delle streghe, 8 – t. 075 5724128 www.ristorantelataverna.com incastonato in un caratteristico vicolo del centro storico, La taverna è il posto perfetto dove assaporare la genuinità della cucina umbra sapientemente rivisitata dall'estro dello chef claudio Brugalossi. DA CESARINO PerUgia – centro storico Piazza iV novembre – t. 075.5728974 situato in una posizione unica poiché affacciato sulla Fontana maggiore, da cesarino è ormai un'istituzione. tradizione e genuinità sono le parole chiave di questo ristorante. RISTORANTE ARGENTINA PerUgia – centro storico Via del Verzaro, 39 – t. 075.5730815 www.argentinapub.com Una carta esaltata da piatti tipicamente argentini, senza dimenticare il meglio della tradizione italiana. Questo ristorante vede nelle carni scelte il suo punto di forza. splendide le tre terrazze. MACOMà PerUgia – Zona QUat trotorri Loc. olmo, strada Fontana L a trinità – t. 075.5181053 Un locale moderno e accogliente, che evoca il calore di un salotto di casa, impreziosito da una deliziosa veranda esterna. Un'osteria rivisitata in chiave contemporanea, che propone piatti originali, spesso rinnovati in base alla stagione. RISTORANTE DEL SOLE PerUgia – centro storico (terminal minimetrò) Via della rupe, 1 (via oberdan) – t. 075.5735031 arredamento minimal esaltato da un panorama suggestivo: è il biglietto da visita di uno dei ristoranti più affascinanti della città, che basa la sua cucina sulla tradizione umbra rivisitata in chiave moderna.

37

NOVEMBRE 10.indd 37

26/10/10 17:07


PM | arte&dintorni

PERugiA, ExEliOgRAficA 25 nOvEmbRE – 17 DICEmbRE

Anna Morosini

“Sono le fotografie che catturano me, non io che catturo loro” TESTO - Alessandra Olivi BRANO - Rococo – Arcade Fire

38

NOVEMBRE 10.indd 38

26/10/10 17:07


arte&dintorni | PM

a pochi giorni dall’apErtura dElla mostra "bE a girl", ritratto dElla talEntuosa fotografa umbra chE sta spopolando in rEtE. scatti sEnsuali chE immortalano impalpabili prEsEnzE fEmminili coltE in attimi privati. in bilico tra luci E ombrE Magnifica, superba, sensuale, bellissima, incredibile, disarmante, folgorante. Questi sono solo alcuni dei tanti commenti degli utenti della rete, in estasi davanti alle opere della giovanissima fotografa folignate Anna Morosini. Un’indubbia bellezza, un carattere determinato e una forte consapevolezza delle sue potenzialità fanno di lei un’artista che in breve tempo è stata notata da testate nazionali e internazionali, di settore e non solo, che le hanno dedicato segnalazioni e articoli od offerto collaborazioni. Un’attrazione, quella per la fotografia, che nasce da piccolissima seguendo la passione del padre, e poi cresce e matura, fino a diventare uno stile, linee, forme e luci. Con un approccio “istintivo ragionato”, come lo definisce lei, media tra un attaccamento viscerale al momento e un’attenzione spasmodica a dettagli, inquadrature, luci e ombre, che la conduce alla ricerca del fermo immagine perfetto. E così coglie corpi (spesso il suo) in attimi privati, sotto una luce che rende impalpabili i contorni e la consistenza della carne; la stessa luce che calda entra dalle tende tirate di una sfatta camera da letto e che rende sfocati e quasi sbiaditi gli scatti, come i ricordi sui quali è intervenuto il tempo. Avvezza a seguire esclusivamente le proprie regole, si è recentemente prestata a un esperimento artistico e umano – 4 fotografi

che non si conoscevano prima si sono scelti e uniti per affrontare un viaggio in Scandinavia con lo scopo di raccontarlo attraverso quattro individualità e stili differenti - il cui risultato è appena stato presentato presso Fabrica Features a Bologna. Proprio all’indomani dell’inaugurazione dell’evento di Fourlines l’abbiamo raggiunta per farci raccontare qualcosa di più sul suo lavoro, anche in vista della sua imminente mostra perugina "Be a girl", che sarà ospitata proprio da ExEliografica dal 25 novembre al 17 dicembre. Un’occasione da non lasciarsi sfuggire per ammirare scatti che possiedono una tale delicatezza da farsi violenta agli occhi dello spettatore. Anna, prima di arrivare alla fotografia sei passata attraverso il disegno e la pittura. Utilizzi ancora questi linguaggi, seppure in maniera privata? Sempre più raramente in realtà. Fotografare probabilmente mi ha permesso di interrompere quella strage che facevo con i miei disegni. Il fermo immagine non mi consente di modificare, fino a distruggerle, le scene che produco. I tuoi soggetti sono quasi esclusivamente donne. Che cosa ti interessa della figura femminile? E quale ruolo riveste invece l’uomo, che sembra essere il grande assente nelle tue storie? Le donne che rappresento sono colte nel loro lato più intimo ed 39

NOVEMBRE 10.indd 39

26/10/10 17:07


PM | arte&dintorni

etereo. Sono presenze, proiezioni, ricordi di donne, più che ritratti. Riguardo all’uomo come soggetto fotografico, è vero, mi è capitato poche volte di utilizzarlo, se così si può dire. Diciamo che, oltre ai motivi prettamente “poetici” (essere una donna aiuta nel fotografare donne), i motivi principali sono di ordine puramente estetico. La forma femminile, le sue linee, la sua morbidezza e grazia intrinseche sono già di per sé un soggetto fotografico magnetico per me, soprattutto vista la mia tendenza a giocare con le trasparenze della pelle attraverso la luce che la colpisce, creando le ombre (le ombre di un corpo femminile battono 10 a 0 quelle di un corpo maschile, a mio avviso). Tuttavia devo dire che proprio ultimamente sto imbastendo un paio di progetti con modelli uomini. Mi ha sempre affascinato l’idea di ritrarre volti e corpi maschili, ma è stato un compito davvero arduo trovarne di sufficientemente interessanti, e io fotografo solo ed esclusivamente ciò che mi attrae, che quasi mi spinge a farlo, altrimenti non riesco. Guardando alcuni tuoi scatti non ho potuto fare a meno di pensare alla forza struggente dei lavori di Francesca Woodman. Credi di avere qualche legame con la sua poetica? La fotografia di Francesca Woodman mi ha sempre colpita. Vuoi per l’età, per la ricerca fotografica su se stessa o per l’uso etereo e quasi “spettrale” del nudo, credo ci siano delle innegabili connessioni fra le nostre poetiche fotografiche. Ho letto in un’intervista che hai un rapporto particolare con i tuoi vecchi lavori. Riguardandoli prevale il giudizio critico o il ricordo del momento e delle emozioni provate? Il giudizio critico, in assoluto. Per lo 40

NOVEMBRE 10.indd 40

26/10/10 17:07


arte&dintorni | PM

meno per la maggior parte di esse, dato che non sono quasi mai scatti “improvvisati”. Raramente sono soddisfatta, dopo tanto tempo, dei miei lavori passati. In realtà questo è un bene perché significa che la mia ricerca si sviluppa, si evolve e in alcuni aspetti migliora anche. Inoltre questo meccanismo crea anche una buona scrematura: le foto che continuano a

piacermi anche a distanza di anni le ritengo conquiste personali piuttosto rilevanti. Molto spesso la protagonista degli scatti sei tu stessa; come mai questa scelta di metterti anche davanti all’obiettivo? Mi piacciono il mio volto e il mio corpo, soprattutto fotograficamente parlando. E questo è una fortuna enorme, perché in qualsiasi momento io abbia l’idea, l’ispirazione o la voglia di fotografare ho una modella disponibile e affiatata. Ironia a parte, molto spesso è proprio la mancanza di soggetti papabili nell’immediato che fa sì che mi butti io sotto l’obiettivo (mi butti in senso letterale: l’autoscatto è un meccanismo infernale; una sorta di “un due tre stella” misto a roulette russa). I tuoi scatti possiedono un indubbio carattere narrativo e tu, inoltre, hai frequentato un corso di

tecniche cinematografiche… hai già iniziato a cimentarti con la regia o hai in progetto di farlo? Mi piacerebbe, ma non l’ho ancora mai fatto. Dirigere la fotografia di un film è un sogno che accarezzo ogni volta che vado al cinema, ma non credo di essere ancora pronta. Magari un cortometraggio!

anna morosini BE A GIRL 25 novembre - 17 dicembre eXeLiograFica Via delle streghe, 11 - Perugia Orari: lun-ven 9.30-13.00 e 15.00-18.30 Inaugurazione giovedì 25 novembre ore 19.00 Info: t. 075 7921595 anna.morosini@gmail.com 41

NOVEMBRE 10.indd 41

26/10/10 17:07


PM | arte & dintorni

FOLIGNO, 20 NOvEMBRE – 10 DIcEMBRE

Caffè Moda Rinaldi

presenta: Andrea de Carvalho, Circus Errans iNAuguRA SABATO 20 NOvEmBRE AllE ORE 19.00 PRESSO lA cElEBRE BOuTiquE umBRA lA mOSTRA dEll'ARTiSTA BRASiliANA. uNA SElEziONE di OPERE chE RuOTANO ATTORNO Al TEmA ciRcENSE: lAvORi fOTOgRAfici, mA ANchE ABiTi, SculTuRE E giOiElli TESTO - Valentina Parasecolo BRANO - Trust in me - Etta James

Dal 20 novembre al 10 dicembre lo spazio del Caffè Moda Rinaldi, lo storico negozio folignate, ospita Circus Errans, la mostra personale di Andrea de Carvalho. Per l'occasione l'artista presenterà una selezione di opere facenti parte del noto ciclo che dà il titolo alla mostra, già presentato in prestigiose sedi istituzionali, come la GAM a Spoleto nell'ambito del Festival dei Due Mondi del 2009, o l'IILA - Istituto Italo-Latino Americano di Roma. Accanto agli spazi deputati all'ate, Andrea de Carvalho ama esporre i suoi lavori anche in sedi non convenzionali e tuttavia suggestive, come un albergo veneziano carico di memorie e di fascino, che in questo periodo ospita una sua mostra sul tema dell'amore. È, infatti, con spazi inusuali che le sue opere costruiscono un rapporto sottile e fortemente evocativo, come nel caso del Caffè Moda Rinaldi. Qui le opere raffiguranti personaggi circensi di Circus Errans si mescoleranno a raffinati vestiti e borse di tendenza, creando 42

NOVEMBRE 10.indd 42

26/10/10 17:07


arte & dintorni | PM

un'atmosfera da sogno alla quale sarà impossibile resistere. Così scrive il curatore Enrico Mascelloni: “Il circo è il luogo dei sogni e lo spazio mentale del viaggio. Chi entrerà nel Circus Errans di Andrea de Carvalho troverà forme potenti che lo inchioderanno davanti all'opera, ma potrà anche fuggire su tappeti volanti che lo condurranno nel sogno barocco di San Salvador de Bahia, di Varanasi o magari di Napoli. Essenziali e di grande impatto spaziale ed emotivo, tanto le sculture sul circo quanto quelle sull'amore vogliono la regola che aumenta il piacere e l'emozione. E la regola è anche quella di una ceramica padroneggiata in ogni det-

taglio tecnico. Ma anche una regola irragionevole, egoista e senza fine, come il fuoco che brucia sugli altari di antichi Dei barbari o di Orixas brasiliani. Realizzate in una fase dell'arte contemporanea finalmente stanca di corpi mutilati e di documentazioni sugli obitori, queste opere ripropongono la tensione della bellezza e del desiderio, ma con un rigore stilistico senza sconti e senza alcuna concessione a stereotipi formali o sentimentali”. Per la mostra al Caffè Moda Rinaldi l'artista non propone solo giochi di acrobazie pittoriche, ma anche eleganti dettagli che vanno a im-

Andrea de Carvalho

preziosire capi d'abbigliamento creati per l'artista dal Caffè Moda Rinaldi, divenendo così capi veramente unici. E poi sculture, realizzate prevalentemente in ceramica o nei materiali più eterogenei, legate all'esuberante fantasia del Tropicalismo brasiliano, ma anche alla precisa e severa tradizione della ceramica italiana, e ceramiche-gioiello, frutto della collaborazione con Gioielleria Brunozzi. L'inaugurazione, che avrà luogo sabato 20 novembre dalle 19.00, sarà animata dalle creazioni in rosso, verde e giallo di Ligè Parrucchieri, che curerà l'immagine delle modelle che indosseranno gli indumenti personalizzati dall'artista. Negli spazi, arredati per l'occasione da Fantauzzi mobili, si assaporeranno le delizie del San Magno Caffè fino a tarda serata...

è nata a Sao Paulo (Brasile). Dopo aver studiato stilismo e storia della moda a Parigi e Milano, si è trasferita in Italia, dove vive e lavora. La mostra sul Circus Errans, curata da Enrico Mascelloni e con un catalogo edito da Parise editore, è stata organizzata dal Festival dei Due Mondi di Spoleto presso la GAM (2009). Nel febbraio 2010 è stata tenuta all'IILA di Roma (Istituto Culturale Italo-Latino Americano). L'artista è stata invitata, con una sala personale, alla III Biennale di Malindi (dicembre 2010), curata da Achille Bonito Oliva.

Evento inaugurale sabato 20 novembre dalle 19.00 organizzato in collaborazione con:

Ligè t. 0742 20203 www.ligeparrucchieri.com San Magno Caffè Via daniele manin, 22 - Foligno t. 0742 352785 Gioielleria Brunozzi corso cavour, 79 - Foligno t. 0742 350407 Fantauzzi Via della torre, 10 - trevi t. 0742 670661 www.fantauzzi.it La Calza Via Umberto i, 22 - Foligno t. 0742 350997

43

NOVEMBRE 10.indd 43

26/10/10 17:07


NOVEMBRE 10.indd 44

26/10/10 17:07


arte & dintorni | PM

Caffè Moda Rinaldi

Caffè Moda Rinaldi, a Foligno, racconta una storia di 25 anni di proposte e ricerche nell'ambito dell'abbigliamento. Un angolo bar all'interno giustifica da sempre il suo nome e vuole creare un momento d'intrattenimento con la clientela.

lOcAli RiNNOvATi, uN ANgOlO cAffè E uN'ATTENziONE PARTicOlARE Al cOllEziONiSmO PER lO STORicO NEgOziO di fOligNO, chE REgAlA EmOziONi ATTRAvERSO OggETTi Ricchi di STORiA

Oggi, con i suoi locali rinnovati, Caffè Moda Rinaldi attraversa la storia degli anni '70, grazie a una passione per un collezionismo che ha raccolto nel corso del tempo oggetti, riviste e vecchi monitor su cui si proiettano storici film.

Così, mentre ci si muove tra capi di abbigliamento, calzature e accessori vari, si può degustare un caffè o soffermarsi ad ammirare quegli oggetti che incuriosiscono i giovani e fanno provare l'emozione del ricordo a chi quegli stessi li ha conosciuti nel passato. Caffè Moda Rinaldi via Rinaldi, 41 Foligno (PG) Tel. 0742 344509 www.caffemodarinaldi.com 45

NOVEMBRE 10.indd 45

26/10/10 17:07


PM | design

1960 – 2010: cinQuant’anni di dEsign à vivrE, ricErca E crEatività

Cinquant’anni di

Roche Bobois Un design unico ed esclusivo, nato nel 1960 dalla comune passione per i mobili contemporanei delle famiglie Roche e Chouchan: due realtà che, in occasione del Salone del Mobile di Copenhagen, decidono di fondersi in un unico marchio con l’idea di importare mobili scandinavi. Nasce così Roche Bobois (Bobois dal nome del negozio di arredamento di proprietà dei Chouchan, "Au Beau Bois", poi divenuto Bobois). Già agli inizi degli anni ’70 Roche Bobois si impone come leader di mercato nel settore dei divani. Modulabili, adattabili, dotati di tessuti esclusivi e, per la prima volta, in pelle, i divani firmati Roche Bobois si distinguono per qualità e design. Nei decenni successivi, l’offerta si amplia fino a dare forma all’attuale tripartizione dell’universo Roche Bobois: accanto alla collezione Les Contemporains (di cui i divani sono il nucleo centrale), compaiono le collezioni Les Provinciales (reinterpretazione del mobile tradizionale francese) e Les Voyages (divani, mobili e complementi ispirati a culture lontane). Roche Bobois rappresenta uno dei pochi marchi che, nel mercato del mobile, è riuscito a imporsi su scala mondiale, creando un vero e proprio stile di vita. Oggi, la Maison francese è presente in 40 pae46

NOVEMBRE 10.indd 46

26/10/10 17:07


design | PM

si con oltre 240 negozi. Mobili responsabili che cercano di ridurre l’impatto sull’ambiente: dal 2006, con la collezione Legend, Roche Bobois si impegna costantemente a mantenere un approccio ecocompatibile, adottando un rigoroso senso di responsabilità. Cinquant’anni all’insegna della collaborazione con i grandi protagonisti del design: già negli anni ’60 la Maison si avvale del talento di nomi come Pierre Paulin, Marc Berthier e Olivier Morgue e continua, nel tempo, a circondarsi dei creatori e degli architetti europei di maggior talento. Negli anni ’70 Hans Hopfer disegna per la Maison il divano Mah-Jong, modello a elementi componibili con sedute a raso terra, ancora oggi icona per eccellenza delle collezioni Roche Bobois. Tra i suoi attuali designer compaiono: René Bouchara, Philippe Bouix, Christophe Delcourt, Luigi Gorgoni, Sacha Lakic, Cédric Ragot, Daniel Rode, Stéphane Lebrun, Paola Navone, Roberto Tapinassi & Maurizio Manzoni,

Sophie Lager, Carlo Zerbaro e Mauro Lipparini (firma della prossima collezione). Cinquant’anni di creazione e di sviluppo internazionale, che Roche Bobois celebra anche con la collaborazione esclusiva con uno tra i più grandi stilisti francesi: l’enfant terrible Jean Paul Gaultier, che ha recentemente firmato una collezione completa per la Maison. La partnership conferma la filosofia produttiva di Roche Bobois, che si è sempre distinta per l’attenzione allo stretto rapporto tra moda e arredamento (dimostrate anche dalle collaborazioni con Kenzo, Missoni e Ungaro). Roche Bobois Via dei Pioppi, 12 (ss. 75 - Uscita Umbria Fiere) Bastia Umbra (Pg) tel. 075 8005290 perugia.bastiaumbra @roche-bobois.com

roche Bobois Bastia Umbra festeggerà i 50 anni con un evento che si terrà il � novembre dalle ore 20�00 fi no a tarda sera, con varie animazioni e della buona musica. L'evento è organizzato insieme a Toy Motor, che presenterà la tecnologia ibrida con l’auto più evoluta al mondo. La fusione perfetta tra prestazioni e consumi, capace di mettere in armonia la macchina, l’uomo e la natura; un nuovo punto di riferimento per innovazione tecnologica, design, piacere di guida e attenzione verso l’ambiente. Un altro passo decisivo nella realizzazione di un grande obiettivo: l’auto a emissioni zero. L'ape contadina con "atmosfere profumate" inebrierà la serata: aromaterapia per ambienti, una particolare essenza messa a punto dai maestri ed erboristi in esclusiva per roche Bobois.

47

NOVEMBRE 10.indd 47

26/10/10 17:07


PM | moda

Una storia di successi lunga 100 anni

luNgAROTTi, il clASSicO di dOmANi Perugia, Ellera e Ponte San Giovanni: tre prestigiosi punti vendita che raccontano lo stile di un nome storico dell’abbigliamento umbro, che oggi si reinventa in chiave contemporanea TESTO - a cura della Redazione BRANO - I Can See Your Future - Belle & Sebastien

fAShIOn ShOOtInG: fOTO - Teresa Malara STYliST - Francesca Fausti mAKE-uP - Martina Pioli

48

NOVEMBRE 10.indd 48

26/10/10 17:07


moda | PM

lungarotti pErugia Oggi il nome Lungarotti rappresenta per i più la classe e lo stile senza tempo, che passano attraverso marchi internazionali tra i più prestigiosi che il mercato della moda può offrire, forse però non tutti sono a conoscenza della ricerca e della sperimentazione che la nuova generazione della famiglia sta apportando a quello che senza timori di esagerazione può essere definito il tradizionale punto di riferimento in materia di abbigliamento e accessori a Perugia e non solo. La lunga parabola di successo ha le sue origini nel lontano 1911, quando Orfeo e Augusta Pasticci decisero di aprire a Marsciano un ingrosso di tessuti, perché a quell’epoca gli abiti si facevano esclusivamente su misura, partendo proprio dalla scelta del

tessuto. Già a quel tempo il signor Orfeo si spostava fino alla lontana Milano alla ricerca di tessuti pregiati e particolari, e proprio quest’occhio attento a tutti i segnali di rinnovamento, unito a uno straordinario intuito, è stato l’elemento che ha accomunato le varie generazioni e che ha consentito un’evoluzione che ancora non si arresta. Da allora molte sedi si sono succedute, così come i nomi: il trasferimento a Perugia nel ’45 ha portato nel corso degli anni all’apertura dei negozi di via Bartolo, via Marconi, Piazza Matteotti e infine Piazza Danti, dove per diversi anni si è concentrata l’attività. A dare un’impronta nuova è stata nel ‘75 la terza generazione della

famiglia, rappresentata da Maria Augusta Lungarotti e dal marito Antonio Treppaoli: è sotto la loro guida che alla vendita di tessuti è stata affiancata, e poi sostituita completamente, quella al dettaglio, con capi già pronti che andavano incontro al nuovo gusto, ma anche alle emergenti esigenze di una società in piena trasformazione. La vera svolta però è stata, dieci anni dopo, l’apertura di Ritzino, il franchising che ha portato successivamente a Perugia noti brand come Timberland, Ralph Lauren e Husky, che poi sono rimasti i marchi di riferimento anche della neonata boutique Lungarotti. Siamo al 1990, in quello che tutt’ora è lo spazio Lungarotti - un’illustre vetrina sul centro cittadino –, 4 anni prima della “discesa in cam49

NOVEMBRE 10.indd 49

26/10/10 17:07


PM | moda

po” di Antonella, Enrico e la moglie Vania, la quarta generazione della famiglia. È con il loro contributo che si avvia un sorprendente percorso di espansione all’interno del territorio perugino, che vede nel ’96 l’apertura dello store di Ponte San Giovanni, in via Manzoni, trasferito nel 2004 nell’inconfondibile palazzina a due piani, e nel 2006 l'apertura di quello di Ellera di Corciano. Oggi i tre negozi sono totalmente speculari l'uno all’altro – tutti i punti vendita offrono i medesimi marchi e gli stessi prodotti, con un identico assortimento di colori e taglie – e nei complessivi 900 mq arredati in uno stile fresco e contemporaneo offrono il meglio per quanto riguarda l’abbigliamento e gli accessori uomo,

donna e bambino. Si va da Hogan, Fay e Ralph Lauren per l’uomo e la donna fino a Burberry uomo e DKNY per la donna. E poi tutto l’universo dei più piccoli, con marchi come Ralph Lauren, Hogan, Jeckerson o la linea firmata Lungarotti. Una ricca proposta di abbigliamento, arricchita da ogni tipologia di accessorio: dalla borsa all’ombrello, passando per calzature, sciarpe, guanti e portafogli. Oggi la signora Maria Augusta, i figli Antonella ed Enrico e Vania seguono personalmente ogni aspetto della loro “creatura”, dalla scelta delle vetrine fino al consiglio sull’acquisto, instaurando con la clientela un autentico rapporto di fiducia e continuità, senza tralasciare il cruciale

aspetto della ricerca dei prodotti, frutto della loro curiosità e dei numerosi viaggi all’estero che compiono, aprendosi alle grandi città, individuando le novità più fresche, i futuri trend e i prodotti che hanno tutte le potenzialità per divenire cult. Così è stato, per esempio, per gli smalti OPI, recentemente introdotti dall’America, o per le ormai famosissime scarpe con le ruote Heelys – di cui sono esclusivisti per Perugia e provincia – che impazzano ai piedi dei teenagers di ogni nazionalità. Altro fiore all’occhiello è rappresentato dall’offerta dei pregiati biglietti da visita dell’antica azienda tipografica fiorentina Pineider, alla quale sono affiliati dal 1994, che non fa altro che rafforzare la versatilità e il dinamismo del gruppo Lungarotti.

EllEra 50

NOVEMBRE 10.indd 50

26/10/10 17:07


moda | PM

lungaroTTi Per lui: polo ralph laurEn maglionE ralph laurEn JEans burbErrY scarpa hogan Per lei: camicia, mantElla, gilEt, cintura, pantalonE, stivalE, cappEllo: tutto ralph laurEn 51

NOVEMBRE 10.indd 51

26/10/10 17:07


PM | moda

lungaroTTi Per lui: giacca, camicia E pantalonE, tutto burbErrY

Per lei: giacca ralph laurEn camica dEnim ralph laurEn JEans siWY 52

NOVEMBRE 10.indd 52

26/10/10 17:07


moda | PM

pontE san giovanni Perfetto rappresentante dell’eleganza impeccabile e della raffinatezza, Lungarotti ha saputo virare verso proposte glamour e quanto mai attuali, indirizzandosi così allo stesso modo agli amanti dello stile classico come ai ricercatori di tendenze, agli affermati professionisti come ai bambini e ai ragazzi. Le tre diverse dislocazioni – la centralissima Perugia e le periferiche Ellera di Corciano e Ponte San Giovanni - vanno incontro, inoltre, a tutte le diverse esigenze pratiche dei clienti, sebbene Lungarotti offra anche un servizio che permette di avere qualsiasi prodotto in qualsiasi punto vendita addirittura in giornata, grazie a un apposito mezzo che collega i tre spazi.

lungaroTTi Perugia

lungaroTTi PonTe san giovanni

Piazza danti, 24 tel. 075 5735153 perugia@ lungarottiabbigliamento.com aperto tutti i giorni (compreso domenica e Lunedì mattina con orario continuato: 10.00 - 20.00)

Via manzoni, 219 tel. 075 395842 pontesangiovanni@ lungarottiabbigliamento.com

lungaroTTi ellera di CorCiano Via gramsci, 162 tel. 075 5171855 elleradicorciano@ lungarottiabbigliamento.com

www.lungarottiabbigliamento.com

53

NOVEMBRE 10.indd 53

26/10/10 17:07


PM | moda

lungaroTTi

giacca ralph laurEn maglionE burbErrY JEans burbErrY

54

NOVEMBRE 10.indd 54

26/10/10 17:08


moda | PM

lungaroTTi

piumino faY sciarpa dKnY borsa hogan pantalonE JEcKErson scarpa dovEr bY danilo bonfanti 55

NOVEMBRE 10.indd 55

26/10/10 17:08


PM | L'interVista

iN ATTESA di vEdERlO PRESTO A tERnI PER il fEStIvAl DI CInEmA “POPOlI E RElIGIOnI” (7-14 NOvEmBRE) Pm lO hA iNcONTRATO iN uN ciNEmA ROmANO

Alessandro D’Alatri “La nostra Italia” Si dividE TRA PuBBliciTà E ciNEmA, TRA TEATRO E RAdiO. AmA il PROPRiO PAESE, chE vORREBBE TORNARE A chiAmARE PATRiA, mA SE POTESSE divENTARE diTTATORE A TEmPO dETERmiNATO cAmBiEREBBE SuBiTO uN PAiO di cOSE... TESTO - Chiara Silvestri BRANO - La Notte - Modà

Alessandro, sai che l'Umbria detiene il triste primato italiano di morti bianche? “No, non lo sapevo. È perché ci sono molte industrie?”. Mi colpisce che Alessandro D'Alatri, autore di film come Senza Pelle, Casomai, La Febbre, Commediasexi, abbia l'idea di un'Umbria industrializzata, forse non sa che molte delle nostre industrie stanno chiudendo. Con queste considerazioni termina il mio incontro con il regista romano, e con la poetica rappresentazione di una morte bianca si chiude la sua ultima opera cinematografica, Sul Mare. Tratto dal romanzo della scrittrice e sceneggiatrice Anna Pavignano, il film racconta la storia di due giovani che si incontrano, si vivono e si amano: sullo sfondo i paesaggi incontaminati dell'isola di Ventotene, i desideri di nuove prospettive, il lavoro nero e il destino, che spesso non lascia scelta. Uscito nelle sale lo scorso aprile, il film sarà proiettato durante la VI edizione del Festival internazionale di cinema “Popoli e Religioni”, a Terni dal 7 al 14 novembre. Hai definito Sul Mare un film sperimentale a più livelli, vuoi spiegarci perché?

È un film low cost, girato con budget limitato utilizzando una macchina molto piccola ed economica, e con tecniche digitali con le quali non mi ero mai confrontato prima. Non avendo gruppi elettrogeni, camion né luci artificiali, è stato girato a impatto zero sull'ambiente di Ventotene. Inoltre, è stato interessante sperimentare con il cast, in cui non vi sono volti noti: i due attori protagonisti, Dario Castiglio e Martina Codecasa, sono molto giovani perché la storia richiedeva questa fascia di età. Di loro mi ha colpito il fatto che per diventare attori stessero studiando, e in un paese come il nostro, in cui lo studio non viene sufficientemente riconosciuto, mi sembrava giusto premiarli con la possibilità di mettersi in gioco. D'altra parte sei una sorta di talent scout: con te hanno esordito Sabrina Ferilli, Kim Rossi Stuart, Fabio Volo, Valeria Solarino, Elena Santarelli. Ho sempre percorso la strada della sperimentazione, l'ho fatto con gli attori ma anche con la musica, pensa a Moni Ovadia che ho scelto per il progetto musicale di Senza Pelle o ai Negramaro, sconosciuti prima de La Febbre. Credo che uno dei com-

56

NOVEMBRE 10.indd 56

26/10/10 17:08


L'interVista | PM

piti principali di un regista, come di un autore, sia quello di identificare il talento, di riconoscerlo. In circa vent'anni di carriera cinematografica hai girato sette film. Sei particolarmente selettivo o questo numero risponde alla difficoltà di fare cinema in Italia? Risponde alla seconda ipotesi. Tra l'uno e l'altro film ci sono stati molti progetti che a causa del nostro sistema cinematografico non hanno visto realizzazione. I sette film che ho girato li ho difesi da ogni interferenza esterna e oggi mi rendono molto orgoglioso, perché non sono stati dettati da nessun criterio di pressione: commerciale, nepotistica, affaristica. Sono il frutto della mia libertà espressiva e amo definirli le mie perle. Sei cresciuto a contatto con il grande cinema italiano, quello degli anni '60 e '70, in cui era forte l'elemento dell'intrattenimento ma anche l'analisi spietata della società italiana. Qual è il tuo sguardo da spettatore sul nostro cinema contemporaneo? Da spettatore soffro, perché il cinema che io amo non piace al pubblico italiano. A parte pochi film, tra cui quest'anno cito La prima cosa bella di Virzì, la grande maggioranza del nostro cinema viene fatto con lo stampino della commediola, che sempre più piace al pubblico italiano e che penalizza quei percorsi di sperimentazione e qualità che invece piacciono a me. Quest'ultimo anno ci sono stati film bellissimi che hanno ottenuto grandi riconoscimenti di critica e pubblico in tutta Europa (Il Nastro bianco, Il Profeta, Il Concerto) ma che in Italia sono passati praticamente inosservati. Come te lo spieghi? Credo che negli ultimi sette-otto anni

L'ex Presidente della Repubblica Ciampi ha definito il suo genere cinematografico "Commedia sociale" sia avvenuta una mutazione genetica, perché il pubblico prima premiava certi film: ora è cambiata la sensibilità. Il problema è serio e si ascrive all'ambito culturale del nostro paese. Credo che compito degli artisti sia quello di interrogarsi: io personalmente non voglio mollare, non voglio pensare che l'Italia sia un paese di rincoglioniti. Mi viene spontaneo chiederti qual è il tuo sguardo da regista sull'Italia... Sono entusiasta dell'Italia: credo non esista paese più bello del nostro. Amo la sua cultura e mi piacerebbe venirci in vacanza tutta la vita, perché, in realtà in Italia è difficile vivere,

lavorare e crescere figli. Ci sono due emergenze fondamentali: una si chiama giustizia, e quando non c'è giustizia non c'è libertà, e senza libertà non c'è democrazia; l'altra si chiama cultura e comincia dalla scuola. Ho due figli adolescenti e mi accorgo che da quando andavo a scuola io non è cambiato niente: dalle aule, al metodo didattico, al sistema di selezione degli insegnanti. Se potessi essere dittatore per qualche anno io lavorerei solo su queste due cose, perché da qui ripartirebbe il paese. Investiresti sull'Italia? In questo momento, da un punto di vista economico, non ci metterei 1.000 lire, mentre da un punto di vista emotivo ed emozionale continuo a investire ogni giorno: condivido quella che amo definire la mia patria culturale, altrimenti non sarei qui. FESTIVAL DI CINEMA “POPOLI E RELIGIONI” TERNI, 7 - 14 NOVEMBRE www.filmfestivalpopoliereligioni.it 57

NOVEMBRE 10.indd 57

26/10/10 17:08


PM | estetica & BeLLeZZa

il cENTRO di chiRuRgiA AmBulATORiAlE ESculAPiO fA PROPRiA uNA NOBilE cAmPAgNA di SENSiBilizzAziONE

Cuore di mamma, corpo di donna il RAPPORTO dEllE NEOmAmmE cON il PROPRiO cORPO E cON il REcuPERO dEllA fEmmiNiliTà. NE PARliAmO cON il DOtt. bRUnO bOvAnI

Se ne parla, di come sono belle le donne in dolce attesa, perché è vero e si vede; se ne parla, della felicità che può dare un bimbo appena nato, perché tutti la possono percepire. Ciò di cui non si parla, perché non si vede né è dato percepirlo, è lo stato d’animo di una neomamma che, una volta data una sbirciatina allo “stato fisico” dopo il parto, inizia ad avere nostalgia del suo corpo di donna. E lungi da lei confessarlo, ne andrebbe del suo ruolo di brava madre. Intanto, però, qualche aiutino sarebbe gradito, e lo gradirebbe anche il nuovo arrivato, visto che due terzi delle donne italiane sostiene che l'allattamento naturale, così importante per il bimbo, comprometta la bellezza del seno. Circa il 50% ritiene che, dopo l’allattamento, sia utile un intervento correttivo, ma solo il 22% pensa a un aiuto chirurgico, mentre il 70% vorrebbe un "aiuto" leggero e senza anestesia. È quanto emerge da una ricerca di Datanalysis su un campione di 1.000 donne tra 18 e 40 anni, che evidenzia anche come, nonostante il desiderio di recuperare la propria femminilità dopo il parto, il seno naturale resti un desiderio irrealizzato (80,7%). Per paura (56,7%), per assenza di informazioni (9%), ma soprattutto per non sottrarre tempo e cure al neonato. Questi i dati da cui ha preso spunto l’iniziativa "cuore di mamma, corpo di donna": una campagna con l’obiettivo di sensibilizzare le donne sull’importanza dell’allattamento al seno e di informarle su come riportarlo alla sua forma naturale, nonostante gli inevitabili segni della gravidanza. La campagna è anche un sito Internet (www.cuoredimammacorpodidonna. it) dove è possibile trovare gli indirizzi degli specialisti aderenti all’iniziativa

58

NOVEMBRE 10.indd 58

26/10/10 17:08


estetica & BeLLeZZa | PM

sono particolari controindicazioni, salvo peculiarità della paziente che dovessero emergere nella visita preliminare.

e la lista, fortunatamente, non lascia deluse le neomamme della nostra regione che, per qualunque informazione, potranno rivolgersi al Dott. Bruno Bovani, chirurgo plastico e Direttore sanitario del Centro di chirurgia ambulatoriale Esculapio a Perugia. Dott. Bovani, come soddisfare le esigenze delle mamme che emergono dalla ricerca? Nel ritorno all’essere donna dopo la grande gioia di diventare mamma, il primo disagio si manifesta nello svuotamento della mammella; il desiderio di riacquistare le forme originarie si scontra però col non potersi permettere un ricovero o una lunga convalescenza, quindi occorre dare soluzioni efficaci, rapide e sicure che diano il risultato estetico sperato senza togliere tempo prezioso ai figli e alla famiglia. L’acido ialuronico

macromolecolare è un trattamento che permette di vedere un immediato miglioramento del proprio decoltè con un altrettanto immediato ritorno alle normali attività. In che cosa consiste questa tecnica? Esistono controindicazioni? L’acido ialuronico macromolecolare è composto da un gel naturale che già si trova nel corpo umano; dopo una semplice anestesia locale, il gel viene iniettato con una piccola cannula al di sotto della ghiandola mammaria e sopra il muscolo. Dopo circa mezz’ora il trattamento è ultimato e si possono riprendere le attività quotidiane. È un trattamento veloce e non doloroso che permette di aumentare il volume del seno di una taglia, una taglia e mezzo; il risultato non è definitivo, si tratta di un prodotto naturale che viene riassorbito dal corpo. Non ci

Ma purtroppo lo svuotamento del seno non è l’unica conseguenza della gravidanza... Certo, una donna che voglia ritrovare la propria forma fisica dovrà prendersi cura del suo corpo a 360°. Tornando di fronte allo specchio dopo la maternità, si potrebbero notare nuove smagliature, lassità dell’addome e dei tessuti in generale. Niente di irrecuperabile se affrontato in tempo e con i giusti mezzi. È fondamentale la ripresa dell’attività fisica, che può dare risultati migliori e più veloci se accompagnata da massaggi linfodrenanti; le smagliature si correggono efficacemente con nuove tecnologie laser e di radiofrequenza, utili anche nel ridare tonicità ai tessuti. In base ai casi specifici, all’età e al tipo di pelle, ogni mamma può creare, con l’aiuto del suo chirurgo di fiducia, il suo personale programma per tornare in forma, tornare donna mentre impara a essere mamma.

dr. bruno bovani chirurgo plastico docEntE prEsso l'univErsità dEgli studi di firEnzE esCulaPio cEntro di chirurgia ambulatorialE pErugia - via m. angEloni, 43 tEl. 075 5000200 WWW.Esculapioitalia.com WWW.brunobovani.it 59

NOVEMBRE 10.indd 59

26/10/10 17:08


PM | eVenti

umBRiAfiERE – BASTiA umBRA 12-13-14 nOvEmbRE

UmbriaSposi Un grande evento che va oltre il... Sì

uN APPuNTAmENTO di culTO, ARRivATO AllA diciASSETTESimA EdiziONE, viSTO ATTRAvERSO il mEgliO, lE cuRiOSiTà, i NumERi E lE vOci dEi PROTAgONiSTi TESTO - a cura della Redazione BRANO - I Say a Little Prayer for You – Natalie Cole

60

NOVEMBRE 10.indd 60

26/10/10 17:08


eVenti | PM

Nata nel 1995 come mostra mercato per i settori che costituiscono il comparto dedicato alle nozze, UmbriaSposi è un evento proposto a un pubblico finale in target, ovvero i futuri sposi. L'ente organizzatore è la UMBRIAFIERE S.p.A., che dal 1998 ha affidato l’ufficio commerciale e la direzione artistica allo studio Korè di Perugia, agenzia di organizzazione eventi, che nella persona della titolare, Paola Orcidi, cura la supervisione dell’evento. Quest’anno la manifestazione celebra la sua diciassettesima edizione e rispetto alle prime, ora che il business sposi è al massimo, la fiera risulta a dir poco triplicata. I risultati ottenuti in questi anni hanno reso questa manifestazione un evento di riferimento per l’intero centro Italia, la più grande vetrina delle idee e delle occasioni per gli sposi, la fiera del bello e dell’eleganza concepita per soddisfare ogni esigenza per

le nozze e per offrire soluzioni qualificate per organizzare con stile qualsiasi ricorrenza da festeggiare. I segreti del successo di questa fiera, che non sembra risentire troppo delle contrazioni di questi tempi, sono: - essere stata la prima a proporre sul mercato un evento tematico per gli sposi; - offrire servizi fieristici moderni e qualificati per la visibilità e l’immagine delle aziende espositrici; - la garanzia, per ogni edizione, di ottimi numeri in termini di visite, con 10.000 presenze di pubblico proveniente dalle province di Perugia, Terni, Siena, Arezzo, Viterbo, Rieti, Macerata, Ancona; - lavorare per garantire e prolungare i riscontri e i successi dell’operazione fieristica tramite i servizi web del sito www.UmbriaSposi.it I servizi web sono una vera novità, poiché poche settimane fa il sito è

IL PROGRAMMA Venerdì 12 novembre

apertura al pubblico ore 15,00 – 21,00 ore 19,00 - cocktail inaugurale della XVii edizione

Sabato 13 novembre

apertura al pubblico ore 15,00 – 24,00 ore 21,00 - elezione miss sposa 2010 – Vii edizione

Domenica 14 novembre

apertura al pubblico ore 10,00 – 21,00 ore 16,00 – defilè di abiti degli atelier di abbigliamento sposi e cerimonia ore 19,00 – estrazione dei coupon vincitori del concorso “entra&vinci” VENERDì ingresso libero SABATO E DOMENICA ingresso intero € 6 – ingresso ridotto € 1*

61

NOVEMBRE 10.indd 61

26/10/10 17:08


PM | eVenti

UmbriaSposi in numeri in occasione della sua diciassettesima edizione, per esorcizzare la fama bizzarra del 17, l’abbiamo voluto usare come moltiplicatore dei numeri, per una stima di tutto rispetto. 170.000 visitatori hanno orientato i loro acquisti tra le varie offerte di Umbriasposi. 35.000 spose sono state vestite dagli atelier nostri clienti. 35.000 sposi di conseguenza sono stati vestiti dagli atelier nostri clienti. 30.000 euro il valore complessivo dei premi assegnati ai vincitori del concorso “entra & vinci”. 1.500 aziende del settore sposi hanno scelto la fiera come vetrina per il loro lancio e le loro promozioni 650 spose hanno indossato di nuovo il loro abito da sposa partecipando al concorso miss sposa. 380 sfilate di moda organizzate per le presentazioni di collezioni sposi e cerimonia. 20 ditte premiate per la fedeltà all’evento.

stato rinnovato in nome di una maggiore duttilità informativa per un pubblico di lettori sempre più numeroso. Attraverso i servizi web UmbriaSposi è l’unica fiera a dare assistenza al cliente e al visitatore anche dopo la conclusione dell’operazione fieristica. Non a caso lo slogan di quest’anno è UmbriaSposi È SEMPRE CON TE, 62

NOVEMBRE 10.indd 62

26/10/10 17:08


EVENTI | PM

a rimarcare la volontà di fidelizzare clienti e visitatori. Dal punto di vista del visitatore, UmbriaSposi garantisce la serietà e la qualità degli operatori che costituiscono l’offerta, e se nelle prime edizioni l'espositore tipo era il piccolo negoziante locale, oggi è la grande azienda di grido nel panorama dei settori di appartenenza, capace di soddisfare le esigenze di grandi numeri. Altro motivo del successo di UmbriaSposi sta senz'altro nell’aver mantenuto nel tempo l’attenzione all’intrattenimento del pubblico con tutte le iniziative collaterali di novità e curiosità sul tema sposi, con sfilate di moda, musica, animazione e, immancabilmente, degustazioni. Eppure una delle iniziative più curiose per l’intrattenimento punta sulla vanità femminile e su quella particolare fascinazione costituita dall’abito da sposa. MISS SPOSA è il concorso dedicato a tutte le signore già sposate che desiderano vestire di nuovo il look del fatidico giorno, dando grande spettacolo davanti a un pubblico e a una giuria composta da noti personaggi del mondo delle istituzioni, della stampa, della moda e dell’imprenditoria umbra. Non è un concorso di bellezza: qui si giudicano in modo assai più interessante l’immagine, lo stile e la personalità di una scelta.

Perché scegliere UmbriaSposi di Paola Orcidi* In questi ultimi anni si assiste a un proliferare di iniziative e piccoli eventi sul tema delle nozze, organizzati in location per matrimoni o palazzi storici, ed esse sono diventate addirittura tema di quel concept che ora va tanto di moda del "centro commerciale all'aperto", che borghi e città adottano per sostenere il commercio dei centri storici. Tali realtà danno l'impressione di essere invenzioni dell'ultima ora e del tutto autoreferenziali; i loro organizzatori usano spesso argomenti di detrazione nei confronti della dimensione fieristica della nostra manifestazione. Infatti UmbriaSposi si pone su altri livelli, con un'offerta commerciale fatta di grandi numeri, così come la domanda. Per sua natura UmbriaSposi è fiera e sta proprio in questo il suo successo. Non a caso UmbriaSposi nel suo layout viene curata negli allestimenti, nelle soluzioni di accoglienza del pubblico e degli stand degli espositori, con il riguardo che si riserva a una fiera del lusso, perché questi sono i suoi contenuti. Che ci vengano a dimostrare il contrario.

Vieni a trovarci ci saremo anche noi Quest'anno Piacere Magazine sarà presente a UmbriaSposi con un proprio stand. Un modo per essere vicini a un evento così importante per la regione e per stare a contatto con il suo pubblico. Veniteci a trovare, vi aspettiamo con tante interessanti iniziative

Presentati con una copia di Piacere e avrai diritto a un ingresso al prezzo speciale di 1 EURO Se sei in coppia il bonus vale per due.

*direttrice artistica e commerciale di UmbriaSposi

63

NOVEMBRE 10.indd 63

27/10/10 12:51


PM | FOCUS

Castello di rosCiano presenta un riCevimento indimentiCabile:

Il matrimonio medievale quando la suggestione del passato arriva nel presente

L’antico Castello di Rosciano è la straordinaria testimonianza di come uno scrupoloso restauro e una cura infinita possano far rivivere un luogo indimenticabile e ricco di storia. Le splendide sale di rappresentanza, il piano nobile e il salone dell’antico camminamento di guardia, capaci di ricevere dalle duecento alle trecento persone, sono luogo ideale per banchetti e ricevimenti di nozze all’insegna dell’atmosfera più calda e coinvolgente. La vastità degli spazi, le antiche strutture, le chiesette, gli scaloni e le piazzette creano una molteplicità di scorci per un ricevimento capace di restituire tutta la storia del luogo. 64

NOVEMBRE 10.indd 64

27/10/10 12:55


FocUs | PM

Per rievocare un’atmosfera magica e lontana, per riscoprire le tracce nascoste tra le mura, nello splendido Salone delle Armi è possibile ricreare l’atmosfera che pervadeva i convivi dei Signori al tempo delle corti medievali italiane. La sala si veste di fiammelle e di torce, e la mise en place rispetta le regole degli arredi da tavola medievali: il corredo di posate, le stoviglie in cotto, il vasellame, i boccali, i candelieri e i bacili, fino ai trionfi di frutta e verdura

posti sulla tavola. Anche all’esterno l’allestimento risulterà curato in ogni dettaglio, intorno al Mastio sarà possibile ricreare l’illuminazione a fiaccole tipica del borgo incastellato, dando vita a una vera e propria rievocazione storica fatta di luci e di suoni antichi. Un ricevimento indimenticabile che farà immergere gli ospiti in un tempo lontano e quanto mai suggestivo. Anche il menù del banchetto osserverà gli antichissimi ricettari e si avvarrà

dell’utilizzo degli ingredienti del tempo per far assaporare gustosissimi spiedi, frittate alle erbe, minestre gialle ed erbaggi, fino al trionfo dei dolci in pasta brisée, alle crostate di mele cotogne e a tutta la cultura gastronomica del tempo riportata scrupolosamente fino a noi. È un modo nuovo di vivere e di celebrare il giorno del Sì, legandosi al passato e immergendosi in un ambiente riscaldato da bracieri, falò e focolari, che difficilmente si potrà dimenticare. Per un ricevimento completo, il Castello di Rosciano offre la possibilità di celebrare in loco il matrimonio con rito civile, utilizzando lo splendido balcone a prato circondato da uno scenario suggestivo sia di giorno che di sera. Per gli sposi che lo desiderano, sarà inoltre possibile celebrare la propria cerimonia civile nell’antico monastero benedettino coronato dall’antica torre di avvistamento costruita nell’anno mille.

CASTELLO DI ROSCIANO

Signoria di Torgiano (Perugia) Per informazioni su matrimoni ed eventi: +39 347 3516247 info@castellodirosciano.com www.castellodirosciano.com 65

NOVEMBRE 10.indd 65

26/10/10 17:08


NOVEMBRE 10.indd 66

27/10/10 12:58


smooth01.indd 1 NOVEMBRE 10.indd 67

25/10/10 26/10/10 15.45 17:08


PM | storie di sUccesso

ECObYtE - IStAntE - E-SPRInG

Un’eccellenza nell’informatica umbra che sa guardare avanti è gRAziE A quESTA AziENdA chE PiAcERE mAgAziNE è lA PRimA RiviSTA umBRA A ESSERE SBARcATA Su iPhONE E ORA ANchE Su iPAd. gRATuiTA (cOmE SEmPRE) E iNTERAmENTE SfOgliABilE TESTO - Maria Luisa Lucchesi BRANO - Faster - The ArchAndroid

CHI: Un Gruppo Aziendale costituito dalla sinergia di tre soggetti Ecobyte Technology Srl: con quasi 20 anni di attività, sede a Perugia e filiale a Roma, è capace di spaziare a 360 gradi nel settore dell’Information Technology. Lo staff è costituito da personale certificato dai principali vendor di livello internazionale. Progetta e pone in essere architetture informatiche strutturate e articolate. Si rivolge alle imprese di medie e grandi dimensioni e alle Pubbliche Amministrazioni, nella fornitura di sistemi informativi evoluti e nell’integrazione degli stessi con le tecnologie esistenti. Istante Srl: nata a Perugia nel 2006 con lo scopo di divulgare e promuovere l’adozione delle moderne tecnologie di collaborazione e di comunicazione unificata. Progetta ed implementa, basandosi principalmente su soluzioni Microsoft

SharePoint, soluzioni di Enterprise Content Management per la gestione documentale integrata o di Business Intelligence per fornire strumenti intuitivi alle decisioni strategiche di livello manageriale. E-Spring Srl: specializzata nello sviluppo di applicazioni web e software personalizzate con esperienza acquisita in oltre 15 anni di attività, sia nel servizio di consulenza IT che nella fornitura di soluzioni tecnologiche ad hoc. L’obiettivo è quello di poter offrire a tipologie di clienti molto diverse fra loro, servizi adeguati, completi e di altissimo livello. E-Spring non vende prodotti, ma individua e sviluppa soluzioni specifiche a problematiche concrete. COSA: Progetti e soluzioni disegnate con logica sartoriale sulle esigenze della clientela I Clienti di riferimento del Gruppo sono le medie e grandi aziende e PA

con frequenti appuntamenti all’estero. La logica con cui vengono poste in essere le architetture informatiche è quella di un disegno su misura in base alle molteplici necessità, piuttosto che con la filosofia della rivendita di prodotti scatolati su larga scala. In effetti la domanda dell’imprenditore o dell’amministratore pubblico, in ambito di sistemi informatici, è sempre più rivolta a ottenere servizi a valore aggiunto che possano essere integrati e integrabili con le soluzioni già presenti nelle strutture. Dal lato dell’imprenditore le esigenze sono quelle di lettura immediata dell’andamento dell’azienda e delle relative performance sul mercato, abbandonando le vecchie consuetudini di dati stampati su carta, in favore di cruscotti con informazioni real time e di facile lettura. Per il dirigente pubblico la proposizione deve andare a colmare i gaps di comunicazione col cittadino e ridurre i flussi burocratici o deter-

68

NOVEMBRE 10.indd 68

26/10/10 17:08


storie di sUccesso | PM

minare risparmi in termini di risorse dell’erario. Due esempi emblematici: Birra Peroni Spa e Provincia di Perugia. Nel primo caso un portale intranet attraverso il quale gestire i progetti di trade marketing che prima erano seguiti con difficoltà attraverso una moltitudine di fogli Excel, senza poter mai trarre delle conclusioni definitive e senza poter analizzare interattivamente i risultati. Nel caso della Provincia il processo di approvazione delle delibere, precedentemente gestito con montagne di carta, ora è informatizzato con workflows documentali ordinati e reperibili. LO SGUARDO IN AVANTI: primissimi in Umbria, e tra i primi in Italia, a progettare e realizzare applicazioni per iPhone, iPad e non solo All’interno del Gruppo è stato imme-

diatamente compreso il potenziale mediatico e commerciale delle nuove tecnologie smartphone e tablet. Grazie alle esperienze sistemistiche di Ecobyte, le professionalità di system integration di Istante e gli skill avanzatissimi di sviluppo di E-Spring, sono già state rilasciate soluzioni applicative degne di nota. Prima tra tutte quella relativa proprio a Piacere Magazine su iPhone, che oggi celebra anche l’uscita della versione ottimizzata per iPad. Presto disponibili applicazioni per gestire le forze vendite, con cataloghi elettronici e interazioni con i gestionali per abbandonare i voluminosi e poco pratici raccoglitori cartacei, non più in linea con le moderne tecnologie. La filosofia è stata quella di progettare in primis un gestore di contenuti di facile utilizzo e di intuitiva fruizione

via web browser, per poi interfacciare il medesimo con le app nel telefono o nel tablet di casa Jobs e ottenere pertanto un costante allineamento delle informazioni. Guardare avanti non vuol dire guardare solo ad Apple, e quindi già al lavoro per riproporre le medesime funzionalità anche su Microsoft Windows Phone 7 e sulle nuove generazioni di BlackBerry o dispositivi Android. Insomma… per la velocità con cui procedono, più che gli informatici avrebbero potuto fare i centometristi. Teniamoli d’occhio. 69

NOVEMBRE 10.indd 69

26/10/10 17:08


PM | storie di sUccesso

la grandE EpopEa dElla famiglia natuzzi, chE oggi cElEbra i 20 anni dall’apErtura dEl primo nEgozio in italia TESTO - a cura della Redazione BRANO - La vie d'artiste - Leo Ferré

Punto di riferimento del Made in Italy nel mondo ed esempio di solidità aziendale, Divani&Divani by Natuzzi rappresenta, nel settore dell’arredamento e dei divani in pelle, una radicata realtà anche a livello internazionale, come dimostra il 90% della produzione esportata. Un successo scritto nel tempo, in un piccolo paese della Puglia. Tutto nasce dalla passione di Pasquale Natuzzi, figlio di un’ebanista, che all’età di 19 anni apre a Taranto un laboratorio artigianale nel quale costruisce divani

e poltrone per il mercato locale. La svolta arriva negli anni ’80, durante un viaggio negli Stati Uniti; qui il futuro Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Natuzzi percepisce la possibilità di accantonare l’idea obsoleta che vedeva il divano in pelle come prodotto d’elite, per renderlo un must accessibile a tutti. Inizia così un’ascesa inarrestabile: dapprima negli Usa e successivamente in tutto il mondo. Come un perfetto processo coreografico, composto da team di profes-

sionisti che si dedicano interamente alla qualità progettuale, allo studio delle tendenze e alla scelta dei materiali, si arriva al 1993, anno della consacrazione per il Gruppo Natuzzi, che diviene l’unica azienda non americana ad essere quotata a Wall Street, conquistando il mercato Europeo e Orientale. Un successo confermato dalla presenza di 298 negozi monomarca in Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Francia, Cina, Australia, e 430 Gallerie Natuzzi, soprattutto negli Stati Uniti e nel Nord Europa.

70

NOVEMBRE 10.indd 70

26/10/10 17:09


storie di sUccesso | PM

Una grande avventura industriale che oggi conta 298 negozi monomarca nel mondo e 430 Gallerie Natuzzi

bar pasticcEria Etrusca Oggi, dopo mezzo secolo di sfide e intuizioni, il know-how del Gruppo Natuzzi è patrimonio unico. Ed è grazie a questo bagaglio di esperienze che oggi Divani&Divani by Natuzzi è tra i maggiori investitori in termini di ricerca e sviluppo di prodotti. Non solo: da anni Natuzzi ha iniziato un percorso di Responsabilità Sociale d’Impresa con l’intento di sperimentare prodotti a zero impatto ambientale: l’imperativo che muove l’azienda verso aspetti etici e sociali è quello del natural living, vivere semplicemente al naturale. Nascono così prodotti dalle pelli freechrome e tessuti realizzati con fibre naturali, quali cotone e lino provenienti da agricoltura biologica. E proprio questa innovazione d’impresa è stata la base per il lancio della nuova collezione i "Fondamentali" presentata all’ultimo Salone Internazionale del Mobile a Milano. Una collezione eccezionale e dallo stile classico, disegnata in collaborazione con la designer di fama internazionale Paola Navone.

Divani&Divani: i 20 anni saranno festeggiati nello store di Bastia Umbra Tutte novità che puntano sulla tradizione dell’hand-made e proposte a Perugia presso lo store Divani&Divani di Bastia Umbra. Un vasto spazio espositivo che rappresenta per la provincia un vero e proprio punto di riferimento specializzato nella vendita dei salotti. Il 2010 è l’anno del 20° anniversario dall’apertura del primo punto vendita in Italia Divani&Divani, che fino allora aveva store e negozi solo al di fuori dei confini nazionali. L'evento verrà celebrato a Bastia Umbra il 13 e 14 novembre con una due giorni di happening in collaborazione con Cantina Goretti. Un grande traguardo per Divani&Divani, che presenta nel punto vendita di Bastia molti nuovi modelli in cui la ricerca-

moda cafÈ tezza estetica va a braccetto con il lusso HiTech. Tra i prodotti ci piace segnalare Surround, divano ad angolo, bello e confortevole, dedicato agli amanti della musica e concepito come un vero e proprio centro di ascolto su cui rilassarsi. La sua peculiarità è quella di avere altoparlanti integrati. È sufficiente collegare il proprio iPhone o iPod per diffondere nell’ambiente la propria musica. Oltre ai molti prodotti presenti nello store di Bastia Umbra, Divani&Divani si fa promotore di iniziative mirate a far conoscere il suo brand, arredando sapientemente luoghi di ritrovo cittadino, come è avvenuto per il Bar Pasticceria Etrusca e l’Entertainment Bar Moda Cafè. Divani&Divani by Natuzzi: cultura, tradizione e qualità come sinergia tra il bello e il ben fatto. DIVANI&DIVANI by Natuzzi Via S.Cristoforo, 2 Bastia Umbra (Perugia) Tel. 07545002 www.divaniedivani.it 71

NOVEMBRE 10.indd 71

26/10/10 17:09


PM | eVenti

DOmEnICA 14 nOvEmbRE

San Martino in Cantina lA giORNATA dEdicATA Al viNO NuOvO E Ai BuONi PROdOTTi dEl TERRiTORiO Si RiNNOvA ATTRAvERSO l'EccEllENTE PROPOSTA ENOgASTRONOmicA dEllE cANTiNE umBRE. cE lA PRESENTA ERNESTO SPORTOlETTi, PRESidENTE dEl mOvimENTO TuRiSmO dEl viNO dEll'umBRiA TESTO - a cura della Redazione BRANO - Sei Ottavi - Rino Gaetano

Ormai divenuta consuetudine, la seconda domenica di Novembre si rinnova l’appuntamento, su iniziativa del Movimento Turismo del Vino Umbria, con San Martino In Cantina, giunto quest'anno alla sua terza edizione. Domenica 14 Novembre sarà possibile prendere parte a interessanti degustazioni presso le aziende che aderiscono all’iniziativa. Una giornata importante che chiama a raccolta gli amanti del vino novello e non solo,

grazie a un percorso reso piacevole e intrigante dai tanti assaggi di specialità umbre autunnali. “L’Evento - spiega Ernesto Sportoletti, presidente MTV Umbria - dà la possibilità a tutti gli enoturisti di visitare le cantine umbre nel pieno delle loro attività, rendendoli così partecipi delle importanti fasi di vinificazione, e di conoscere poi in anteprima ciò che la nuova annata ci riserva. Degustazioni, inoltre, accompagnate da assaggi di prodotti tipici locali che il

nostro territorio offre in questo periodo. Grazie all’impegno delle cantine aderenti, San Martino in Cantina si rivelerà anche quest’anno un giornata molto interessante dal punto di vista enogastronomico, che soddisferà occhi e palato!” Insomma, andar per cantine si conferma un modo assai piacevole per animare il tepore delle giornate novembrine, grazie al calore dell’ospitalità e dell’allegra convivialità dei viticoltori.

72

NOVEMBRE 10.indd 72

26/10/10 17:09


eVenti | PM

le cantine che aderiscono all'evento Antonelli San Marco Montefalco Loc. San Marco, 60 - Montefalco (PG) www.antonellisanmarco.it La Cantina aprirà sabato 13 novembre con degustazioni gratuite (.30 12.30 / 14.30 - 1.30) Bocale Montefalco Via Fratta Alzatura - Montefalco (PG) www.bocale.it Si festeggia con Vino Novello e castagne Cantina Novelli Montefalco Località Pedrelle - Montefalco (PG) www.cantinanovelli.it Cantina Arnaldo Caprai Montefalco Loc. Torre - Montefalco (PG) www.arnaldocaprai.it Az. Fongoli Montefalco Fraz. San Marco, 67 - Montefalco (PG) www.fongoli.com Terre De La Custodia Montefalco Loc. Palombara Gualdo Cattaneo (PG) www.terredelacustodia.it Azienda Agricola Saio Assisi Via della Passerella, 9 - Assisi (PG) www.saioassisi.it Sportoletti Ernesto e Remo Assisi Via Lombardia, 1 - Spello (PG) www.sportoletti.com Degustazioni di vino e bruschette con olio nuovo

Donini Colli Altotiberini Via Nestore, 59 - Umbertide (PG) www.vinidonini.it Az. Agr. Chiorri Colli Perugini Via Todi, 100 - Sant'Enea (PG) www.chiorri.it Madrevite Colli Del Trasimeno Via Cimbano, 36 - Vaiano Castiglione del Lago (PG) www.madrevite.com Dalle 1.00 alle 21.00 degustazioni del "Vino Novo" accompagnate da castagne e bruschette. In cantina, delle immagini realizzate ad hoc accompagneranno gli ospiti alla scoperta della coltivazione, raccolta e trasformazione delle uve. Baldassarri Luciano Colli Martani Via Pianelli, 65 - Collazzone (PG) www.cantinabaldassarri.it

Cantine Giorgio Lungarotti Torgiano Viale Giorgio Lungarotti, 2 Torgiano (PG) www.lungarotti.it Una domenica dedicata al relax con un percorso guidato dal Museo del Vino alla cantina. 11.30 visita Museo Del Vino (biglietto ridotto) / 12.30 Brunch in cantina / 14.00 visita in cantina / 15.00 minicorso di degustazione olio-vino / tenta la fortuna: vinci degustazioni e sconti presso la SPA Vinoterpia bellaUve de Le Tre Vaselle Tenuta San Rocco Todi, Fraz. Duesanti Loc. San Rocco, 14 - Todi (PG) www.agriturismo-sanrocco.com Terre Del Carpine Colli Del Trasimeno Via Formanuova, 87 - Magione (PG) www.terredelcarpine.it La cantina aderirà all’iniziativa Domenica 7 Novembre

Tenuta dei Marchesi Fezia via Tiberina Loc. San Bartolomeo - Narni (TR) info@tenutamarchesifezia.com La Tenuta offrirà ai partecipanti castagne e Vino Novello Cantina Todini Colli Martani Fraz. Collevalenza - Todi (PG) www.cantinafrancotodini.com Il programma della giornata prevede degustazione di  vino nuovo e prodotti tipici, castagne arrosto, visite guidate alla Cantina e musica dal vivo

Ernesto Sportoletti

MTV UMBRIA T. 0742.5141 www.movimentoturismovino.it office@sportoletti.com 73

NOVEMBRE 10.indd 73

26/10/10 17:09


NOVEMBRE 10.indd 74

27/10/10 12:48


Luca Baccarelli presenta: “Anteprima Vigna d'Autore 2010” Venerdì 3 e Sabato 4 Dicembre prossimi la Cantina Roccafiore presenta un’anteprima delle nuove annate dei vini “Vigna d’Autore” direttamente nelle migliori enoteche, wine bar e nei più importanti ristoranti della regione. Un evento dedicato agli enonauti e non solo, per scoprire le perle enologiche della giovane cantina. Si tratta della seconda edizione di questo evento, che - visto il successo dello scorso anno - Luca Baccarelli ha voluto proporre ancora con lo stesso format. Funzionerà così: su tutto il territorio umbro saranno presentati i tre top wine della produzione di Roccafiore; l’appuntamento è per l’aperitivo e la cena. Sarà una degustazione che avrà luogo in contemporanea in tutti i locali che aderiscono all’iniziativa e che si svolgerà, anche questa volta, con la preziosa collaborazione di Bengodi. Quali vini sarà possibile degustare? Andremo a degustare le nuove annate di Fiorfiore e Collina d’Oro, di cui andremo ad assaggiare il risultato della raccolta 2009. Sarà, invece, la seconda uscita del Prova d’Autore, che esce come vendemmia 2008. Anche quest’anno non posso nascondere l’emozione per questa importante anteprima”.

Dove risiede il segreto dell’eccellenza dei vini Roccafiore? Non lo definirei un segreto. Piuttosto una serie di scelte audaci, soprattutto quella di non omologarci a un’offerta tendenzialmente standardizzata. Questo attraverso l’interpretazione stilistica dei nostri vini che, grazie ad Hartmann Donà - enologo altoatesino - hanno forte riconoscibilità e personalità. E poi attraverso la scelta di non percorrere la strada dell’agricoltura convenzionale, scegliendo invece quella biologica. Infine, attraverso una comunicazione e un’immagine fresca e giovane, che rispecchia d’altronde l’essenza e le persone dell’azienda. Un’ultima curiosità Luca, che cosa racconti ai tuoi clienti per vendere il vino? Oggi gli standard qualitativi si stanno innalzando di anno in anno, fare vini buoni è quasi scontato. Ciò che fa la differenza dunque non è solo il prodotto, ma il modo in cui si comunica un’azienda e un vino, le persone e le storie che ci sono dietro a quel vino. La nostra è la storia di una famiglia che ha intrapreso un’avventura imprenditoriale guidata dalla passione. E quando racconto cos’è Roccafiore, non faccio altro che raccontare la mia storia, e lo faccio con passione. 75

NOVEMBRE 10.indd 75

27/10/10 12:48


NOVEMBRE 10.indd 76

27/10/10 13:00


SPECIALE | PM

LE BAND DEI PROFESSIONISTI (NON MUSICALI...)

Ragazzi che amavano I Beatles e i Rolling Stones SIAMO ANDATI A PESCARE IN UN SOTTOBOSCO FLORIDO, QUELLO DELLE BAND MUSICALI FORMATE DA PROFESSIONISTI DI ALTRI SETTORI: GRUPPI DI SUCCESSO, CHE IN UMBRIA SONO VERI E PROPRI FENOMENI CULT, COMPOSTI DA MEDICI, AVVOCATI, NOTAI, PROFESSORI... E DA QUALCHE INSEGNANTE DI MUSICA... ECCO ALLORA A VOI I: LIVING BAND, LITTLE PETER & THE WOLF, MANAMà, STILE LIBERO TESTO - Giorgia Cardinaletti e Chiara Silvestri FOTO - Ludovica Arcero BRANO - Il Mare d'Inverno - Loredana Bertè

Qualcuno all'inizio era uno studentello universitario squattrinato, qualcun altro un ragazzo modello. Qualcuno ha scoperto una passione in età matura e qualcun altro ancora vive come canta. Sono gli eterni delle band umbre formate da professionisti e non: chi oggi è medico

chirurgo e chi insegna musica, chi ha aperto un'attività connessa al pentagramma e chi ogni giorno ha a che fare con cause e processi. Chi insegna e chi se la vede con atti notarili. Storie di personaggi che di giorno ricoprono un ruolo "d'ufficio" e di notte si divertono a cantare e a (far)

sognare attraverso i grandi miti che hanno fatto la storia della musica. Del resto, come ha sentenziato uno di loro, non c'è più musica da scrivere: “possiamo solo limitarci a interpretare le infinite meraviglie che ci hanno  riempito l'anima  fino ad oggi”. E allora, al “do”, voltate pagina... 77

NOVEMBRE 10.indd 77

27/10/10 13:00


PM | sPeciaLe

LIVING BAND

Giuseppe Lucattelli Questa sì che è storia. Siamo all’inizio degli anni Settanta: alcuni studenti universitari appassionati di musica si riuniscono per formare un gruppo. Nasce il Living Group: otto elementi con una sezione fiati. Innovativi e originali in un’epoca in cui lo standard musicale delle band era il classico quintetto. Ospiti del programma di Corrado nel ’72, passano dall’Altro Mondo di Rimini a calorose serate

perugine fino al 1978, quando l’avventura si interrompe con la laurea di alcuni elementi del gruppo. Oggi sono di nuovo insieme dopo quasi quarant’anni: tutti professionisti affermati con nel sangue globuli rossi e note musicali. È il ritorno della “Living Band” con il progetto “Falsi d’autore”, un concerto live tributo alla storica Pfm.

Chirurgo ortopedico di fama internazionale. La musica? Un “germe” presente da sempre nella sua vita e in quella del fratello Vincenzo, bassista del gruppo. “Una tradizione di famiglia: i miei genitori suonavano il piano. Un giorno – racconta – mio padre tornò a casa e disse: "vi ho iscritto al Conservatorio". Ci siamo formati con grandi professionisti dell’epoca: Vincenzo al pianoforte con Macogi e io alla tromba con Franceschini”. Da quel momento la passione è rimasta.

78

NOVEMBRE 10.indd 78

26/10/10 17:09


sPeciaLe | PM

Vincenzo Lucattelli

Maurizio Ceccarelli

Un avvocato dall’anima rock. “Dopo cinque anni di pianoforte al Conservatorio, decidemmo di mettere su un gruppo. Era il periodo delle band rock – racconta – ma non avevamo il bassista. Iniziai così a suonare il basso per insegnarlo a un nostro amico. In quel periodo veniva prima l’amicizia della competenza e così, pur di averlo nel gruppo, imparai io a suonare il basso”. Richiesto anche da Maurizio Randelli dell’Equipe 84 per il suo orecchio assoluto da direttore d’orchestra, oggi cura gli arrangiamenti del gruppo.

Uno che con la musica ci vive da sempre. Insegnante e musicista, suona con la Living, con un’orchestra di dodici elementi diretta da Giovanni Sannipoli e in un duo di piano bar. Non si fa mancare niente Maurizio, pianista di professione dagli anni Settanta, dopo il diploma al Conservatorio. Jazz, fusion e soul il suo sangue.

Gianluca Paradisi È l’imprenditore chitarrista dei Manamà. Stessa passione, stesso strumento, stessa linea: divertimento e serietà: “Quando ti presenti a un pubblico non è come fare due palleggi a tennis. L’interpretazione la devi curare sempre”. Con la Living cambiano le tipologie di musica. Di là soul, pop, rock e funk, qui la predilezione è per la Pfm.

Marco Pellegrini Titolare della Stix Drum Center & Music School, è un imprenditore musicale con la passione per la batteria. Una passione trasformata in specializzazione. Le note l’hanno portato a costruire un piccolo impero di appassionati. I giovani si riuniscono nel suo tempio per suonare e provare. “In origine la Stix era una scuola di batteria, oggi la funzione è cambiata. Ho insegnato per 18 anni, ho visto cambiare le generazioni: la mia ormai è una funzione sociale”.

79

NOVEMBRE 10.indd 79

26/10/10 17:10


PM | XXX

Grey Mer

Yin

Frankie Morello

Mac Collection

Couture

Visone Deluxe

Stuart Weitzman

Liu Jo

80

cuoio.indd NOVEMBRE1 10.indd 80

26/10/10 15.15 17:10


sPeciaLe | PM

MANAMà

Da un’idea si realizza un sogno. Nel 2008 Nando Treggiari e Mario Spagnoli si incontrano per dare vita a un progetto che riunisca i gusti di entrambi. Nascono i “Manamà”: un gruppo che non si adatta ad ambienti e pubblico, una squadra che suona quello che gli piace suonare, in con-

tinuo rinnovamento e sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo. Prima erano in tre, poi si è aggiunto un chitarrista e di recente il nuovo bassista. Il tutto per arricchire un sound personalissimo ma allo stesso tempo inconfondibile. Pop, rock, soul e funky sono i generi del sound “Ma-

namà”, una cover band con una sola ossessione: la perfezione dell’interpretazione. Del resto, come ama sottolineare la voce del gruppo, non c’è tempo per scrivere nuovi testi: ci sono già troppe belle canzoni da rifare. Perché non c’è più niente da aggiungere alla musica leggera. 81

NOVEMBRE 10.indd 81

26/10/10 17:10


PM | XXX

82

NOVEMBRE 10.indd 82

26/10/10 17:10


sPeciaLe | PM

Nando Treggiari

Mario Spagnoli

Di giorno professore di Storia del diritto medievale alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia. Di notte, voce e tastiera dei “Manamà”. “Avere un’attività musicale serve per crearsi una dimensione di sogno. Non è solo evasione - spiega il professore - perché anche nel divertimento le cose vanno fatte con molta serietà. Si gioca, ma con responsabilità. Gli ingredienti essenziali sono tecnica, ricerca, capacità e istinto”.

Un imprenditore con le bacchette. Il tempo che non dedica alla sua attività lo trascorre alla batteria, anzi alle batterie. Una passione ardente che l’ha travolto da ragazzino e che lo ha portato a collezionarne una serie infinite. “Suonare - racconta - è un antistress: io lo faccio per passione da una vita; quando ho iniziato si imparava da soli, non c’erano scuole. Oggi è il momento migliore della mia giornata”. Mario Spagnoli si esibisce anche con la rock band “Bambino buono”.

Gianluca Paradisi

Elio Cagnizi

In quinta elementare inizia a seguire lezioni di chitarra classica. Procede da solo specializzandosi nel genere pop e blues e all’università inizia a guadagnarsi qualcosa girovagando per le piazze con orchestre e spettacoli. Una “passione-lavoretto” – come la definisce Gianluca – presto trasformata nel suo hobby preferito. Oggi è infatti un imprenditore che si riunisce con i suoi compagni di avventure per regalare emozioni al suo pubblico.

Giovane romano approdato nel capoluogo umbro come studente universitario. È un tuttofare in una ferramenta di giorno e un cantautore che suona il basso di notte. È l’ultimo acquisto del gruppo. Ha iniziato a suonare a sedici anni: “Per me non è solo una passione – racconta – l’ho sempre voluto fare come mestiere e in realtà ancora ci sto provando. Ho inciso un album a Rieti e ho già fatto qualche concerto...”

83

NOVEMBRE 10.indd 83

26/10/10 17:10


ristorante • pizzeria

vieni a scoprire i sapori della nuova stagione • pizza cotta su forno a legna • specialità carne e pesce • vasta scelta di vini via manzoni, 137 ponte san giovanni (pg) tel. 075.5997986 www.ristoranteimalavoglia.it NOVEMBRE 10.indd 84

26/10/10 17:10


sPeciaLe | PM

LITTLE PETER & THE WOLF

Jos Sforza È il 1987 e cinque ventenni ternani uniti dalla passione per la musica decidono di diventare una band: l'idea è quella di comporre propri brani italiani e di dar vita a un nuovo sound, rock stupendo lo chiamano loro. Inizia così l'avventura di Little Peter & the Wolf, che per tre anni tenteranno la strada del successo tra provini e concorsi in giro per l'Italia (celebre la partecipazione al programma di Fabio Fazio, Jeans, in onda su Rai 3, a cui

parteciparono a soli sette mesi dalla formazione della band con un brano il cui titolo sarebbe divenuto celebre qualche anno dopo grazie a Lucio Dalla: Attenti al lupo). Abbandonati i sogni di gloria nel '90, restano legati dall'amicizia e dalla voglia di suonare insieme. Oggi si esibiscono in locali e feste private, riproponendo cover dei più celebri gruppi rock e pop del panorama musicale italiano e internazionale.

42 anni, avvocato nella vita, cantante e chitarrista nella band; suona la chitarra dall'età di 8 anni. È sposato e ha tre figli. Segni particolari: emette suoni vocali interessanti anche con un tasso di umidità al di fuori della norma. Sogna di suonare con Jimi Hendrix (come altre migliaia di fan, non crede ancora nella morte dell'artista, n.d.r).

85

NOVEMBRE 10.indd 85

26/10/10 17:10


Alberto Guardiani | Apepazza | Barracuda | Birkenstock | Braccialini Brian Cress | CafèNoir | Campanile | Catarina Martins | Clarks Coccinelle | Corte de Gonzaga | Corvari | Delsey | Dico | Dr.School Emanuela Passeri | Emu | Fabi | Fiorucci | Florsheim | Geox | Guess Ingram | Janet sport | Latitude Femme | Les Lolitas | Luca Stefani Lumberjack | Manas Design e Manas LeaFoscati | Mare | Mastai Ferretti Melluso | Naturino | Nero Giardini | Pakerson | Pantofola D’oro | Piero Guidi Piquadro | Samsonite | San Crispino | Sofia C. | Serafini | Strategia The Bridge | The Seller | Timberland | Tous&Tous | Woz? | 8:10 | Pellicceria e Abbigliamento in Pelle di propria produzione |

calzature pellicceria pelletterie dal 1908

Viale Umbria, 29 | Magione (PG) | tel 075 843529 | www.zugaroni.it APERTO DOMENICA POMERIGGIO

zugaroni.indd 1

25/10/10 16.55


sPeciaLe | PM

Alberto Ratini Alessandro Arcangeli 45 anni, ingegnere nella vita, chitarrista nella band; impara a suonare la chitarra a 12 anni. È sposato e ha tre figli. Segni particolari: mette a dura prova i timpani dei suoi colleghi per i volumi assordanti con i quali suona. Sogna di esibirsi con Carlos Santana.

Luciano Straccini 43 anni, fisioterapista nella vita, bassista nella band; si diverte con il basso da quando ha 18 anni. È celibe e un buon partito. Segni particolari: silenzioso ma sempre a tempo. Sogna di calcare i palcoscenici internazionali con Sting.

43 anni, imprenditore informatico nella vita, batterista e percussionista nella band; prende per la prima volta in mano le bacchette all'età di 18 anni. È felicemente fidanzato e per il momento senza figli. Segni particolari: suona, canta e ride contemporaneamente. Sogna di suonare con Peter Gabriel.

Fabrizio Maggiolini (Sostituisce Gianluca Rasile). 42 anni, medico nella vita e tastierista nella band; la sua prima volta con una tastiera risale ai 17 anni. È sposato e ha una figlia. Segni particolari: adora suonare nascosto dietro il muro delle sue innumerevoli tastiere. Sogna un futuro musicale con i Duran Duran.

87

NOVEMBRE 10.indd 87

26/10/10 17:10


PM | sPeciaLe

STILE LIBERO

Un sodalizio musicale tra Nando Treggiari (voce e cuore dei Manamà) e Giuseppe Brunelli, in arte Peppino. Inseparabili compagni di musica, si sono uniti negli anni Novanta. Da circa dieci anni suonano nella forma-

zione attuale. Cavallo di battaglia: i Led Zeppelin. In realtà, specifica il professor Treggiari, il vero nome del gruppo è “Stile Libero – rock cover band”. Rock con passione, divertimento e serietà. Sono tutti molto

impegnati, tutti con lavori seri, però nessuno rinuncia alla musica, a togliere la veste professionale del giorno per sfogare la passione nei live.

88

NOVEMBRE 10.indd 88

26/10/10 17:10


sPeciaLe | PM

Gianfranco Alunni Dai Manamà agli Stile Libero. Sempre professore di Storia del diritto medievale, sempre voce e tastiere (vedi pag. 83). Tutti lo riconoscono ottimo interprete di Battisti, compresa la sorella stessa del cantautore.

Medico ospedaliero con la passione per la musica da sempre. “Suono da quando avevo sedici anni – racconta – prima con dei complessini, poi mi sono dedicato alla musica rock e pop per tutto il periodo universitario. Dopo la laurea mi sono fermato e ho ripreso dopo la morte di Battisti: con gli altri ci siamo incontrati per suonare insieme e da quel momento non ho più smesso”.

Lanfranco Fornari

Giuseppe Brunelli

Da Gino Paoli a Teresa De Sio fino a Brian Eno. “La mia prima attività è stata la musica: a 18 anni ero già in tour”. È un imprenditore-musicista o viceversa. Di fatto per lui la musica è stata una professione vera e continuativa. L’ultima esperienza risale al 2000 con Antonello Venditti. Oggi segue l’azienda di famiglia e i suoi tre figli: “Non potevo più fare entrambe le cose insieme, i tour e la musica a livello professionistico richiedono un certo sacrificio; oggi mi diverto e la vivo in maniera rilassata”.

Folgorato nel 1963 da “Please please me” dei Beatles, non lascia più la musica. A 13 anni inizia a suonare la chitarra con gli amici, non smette più fino all’incontro con Nando Treggiari: un sodalizio musicale che dura ormai da più di vent’anni. Oggi è un notaio molto conosciuto: “Sono un appassionato di rock e lo sarò sempre, anche quando raggiungerò l’età pensionabile… basta pensare a Mick Jagger. Per me è un hobby serio e come tale va fatto per bene”.

Nando Treggiari

89

NOVEMBRE 10.indd 89

26/10/10 17:10


rossopomodoro.indd 3

27/10/10 12.13


Tutte le facce di un locale di culto • Area Wi-Fi per pranzi di lavoro • Terrazza coperta anche d'inverno • Angolo giochi per i più piccini • Musica live E una cucina partenopea che non teme paragoni Delle eccellenze di questo locale, che si sviluppa con maestosa eleganza su due piani, all'interno del centro commerciale Collestrada, si è già detto molto. Si è detto, per esempio, che grazie agli ingredienti scelti e alla materia prima di assoluta qualità, la pizza e i piatti della cucina napoletana in generale sono assolutamente straordinari e genuini. Si è detto dell'atmosfera rilassante e informale che chi viene a cena qui può trovare. Si è detto dei pranzi, pratici e veloci, adattissimi a chi lavora. Si è anche detto della possibilità di fermarsi qua per l'aperitivo, grazie a cocktail che non temono paragoni e grazie alle tante sfiziose proposte gastronomiche. Ma quello che va ribadito e sottolineato con forza è la capacità di questo locale di rinnovarsi, di sorprendere, di offrire sempre e costantemente qualcosa in più ai propri clienti. Un locale in movimento, attivo e dinamico. Del re-

sto novità e sorprese per l'autunno davvero non mancano. A partire dal grande terrazzo estivo, che è stato interamente coperto e dove adesso è possibile cenare e pranzare anche d'inverno. Il tutto interamente coperto da wi-fi. Per proseguire con le serata di Rossodisera Live: musica dal vivo e una programmazione di qualità sempre più divertente e ricercata. Sempre più in grado di divertire e appassionare il pubblico. E che cosa dire dall'altra grande novità? La zona giochi per i più piccoli, che potranno accompagnare mamma e papà a cena, ma al tempo stesso perdersi in una piccola isola felice a misura di bimbo? Tante novità, per un locale fresco e stiloso, sempre all'insegna della qualità. Rossopomodoro Aperto tutti i giorni fino alle 24:00

CALENDARIO MUSICA LIVE ROSSOPOMODORO NOVEMBRE 2010 3 novembre 2010 / Rossopomodoro Quiet Simple Trio 5 novembre 2010 / Ligapiu 10 novembre 2010 / Rossopomodoro Quiet Simple Trio 12 novembre 2010 / Malox 17 novembre 2010 / Rossopomodoro Quiet Simple Trio 19 novembre 2010 / Garbage Can Acoustic 24 novembre 2010 / Rossopomodoro Quiet Simple Trio 26 novembre 2010 / Ballarano

rossopomodoro.indd 4

27/10/10 12.13


PM | meLtin’ Pot

Meltin’ Pot Con la differenziata, lasciare i sacchetti fuori dalla porta, lungo la strada non è un bello spettacolo? Il decoro urbano ne risente? Il tema è più che attuale. Ed ecco che una possibile risposta potrebbe arrivare dalla genialità e dall'ironia di un sito inglese che propone la vendita online di sacchetti per il pattume di forma tondeggiante che una volta riempiti sono divertenti e belli da vedere. Sono gli Happy Sacks su www.suck.uk.com. Commovente, forte, vero. Un diario di un viaggio molto intenso, autentico, coraggioso. Un cammino complesso, interiore, attraverso il quale l'autrice, la perugina Laura Sergnese Sergnese, trascina nei meandri di quel che si prova quando si è colpiti da un particolare mostro: D.A.P. Sindrome da attacchi di panico, nel suo caso specifico con agorafobia. Un'opera, L'altra metà di me me, edita da Albatros il Filo e in vendita a 12,90 euro. Un taccuino di memorie, toccante e sincero: utile per i dappisti e non solo.

GIUlIO tURCAtO: lIbERtÀ

A tERnI UnA mOStRA AntOlOGICA In OCCASIOnE DEl REStAURO DEllE SEttE GRAnDI SCUltURE Ha inaugurato il 16 ottobre scorso presso il Centro Arti Opificio Siri (CAOS) a Terni Libertà, la mostra antologica dedicata a quello che viene considerato uno dei più significativi interpreti dell'astrattismo pittorico in ambito internazionale, sebbene il suo articolato lavoro comprenda risvolti figurativi e sortite nell’ambito della scultura e della scenografia. Promossa dal Comune di Terni in collaborazione con l’Archivio Giulio Turcato di Roma, organizzata da Civita e curata da Silvia Pegoraro, l'esposizione arricchisce e completa la restituzione alla città delle 7 grandi sculture (Le Libertà) che nel 1989 furono installate presso il lago di Piediluco. Oggi è una struttura alberghiera di nuova costruzione sulla sua riva (Hotel-Ristorante Miralago) a ospitare quelle affascinanti e imponenti opere in ferro verniciato di circa 9 metri di altezza. La mostra al CAOS presenta oltre 70 opere - di cui molte di grandi dimensioni, molte quasi mai esposte, alcune del tutto inedite – suddivise in due sezioni: un percorso antologico attraverso l’iter artistico di Turcato, dalla seconda metà degli anni ‘40 al 1992, e una sezione dedicata al tema delle Libertà, che conta anche bozzetti, studi, campioni di materiali, fotografie e documenti relativi alla realizzazione e al restauro del gruppo delle Libertà ternane. Giulio Turcato - Libertà CAOS Centro Arti Opificio Siri Viale Campofregoso - Terni Fino al 30 gennaio 2011 Orari: martedì - venerdì 10-13 e 16-19; sabato 10-24; domenica 10-19; lunedì chiuso Info: 0744 285946

Periodo ricco di riconoscimenti per la giovane artista tuderte, che noi continuiamo con gioia a segnalare. Dopo il fresco terzo posto al Premio Aletti ottenuto dall'opera C/5 D5 - 01, C/5 D6 - 01 nell'ambito della fiera ArtVerona, ora Antonella Zazzera è nella rosa degli artisti selezionati per la mostra "La Scultura italiana del XXI secolo" presso la Fondazione Arnaldo Pomodoro a Milano. L'opera presente, ARMONICO LXXXVI, sarà visibile fino al 30 gennaio 2011. 92

NOVEMBRE 10.indd 92

26/10/10 17:10


meLtin’ Pot | PM

lAbORAtORIO tEAtRAlE 2010/2011

PARtE lA 15° EDIzIOnE DEl PROGEttO fIRmAtO UnItRE - UnIvERSItÀ DEllE tRE EtÀ PERUGIA E tEAtRO DI SACCO “Il vino migliora invecchiando, a patto che sia trattato in botti di rovere!” Questo è lo slogan che riassume l'intento e la missione del laboratorio teatrale appena iniziato, organizzato da Unitre – Università delle Tre Età Perugia e Teatro di Sacco. Il laboratorio, diretto da Roberto Biselli, direttore del Teatro di Sacco, e aperto a tutti (particolarmente suggerito agli over 45), intende produrre una significativa esperienza teatrale in tutti i partecipanti, indipendentemente dal loro grado di conoscenza specifica. Ognuno affronterà un percorso di approfondimento che prima di tutto è personale ed esistenziale e vivrà il laboratorio come l’habitat mentale, culturale e ambientale di una diversa e “non quotidiana” ricerca di una singolare comunicazione espressiva. L’attività che verrà svolta durante l’anno affronterà vari livelli dello “stare in scena”: l'espressività corporea, l’essere nella scena, la relazione fra corpo e spazio e la relazione con gli altri, la voce, il respiro, la fonazione, la narrazione e la relazione tra gesto, voce e spazio, l’analisi di alcuni testi teatrali e la scrittura per il teatro. Il laboratorio si concluderà con la preparazione di un evento di fine corso previsto per maggio 2011. Per info e iscrizioni: T. 075.34031 info@teatrodisacco.it

DAnCItY 2010/2011 È RIPARtItA UnA StAGIOnE StEllARE...

Dopo l’apertura delle Dancity Nights, il 9 ottobre scorso, con il successo dello showcase dell'etichetta di Matias Aguayo, Rebolledo e Daniel Maloso, seguito pochi giorni fa da quello del giovane e talentuoso producer newyorkese Falty DL, Dancity presenta il programma della stagione 2010/2011, di cui noi vi sveliamo in anteprima alcune date. Il 20 novembre alle ore 23.00 a scaldare il dancefloor del Mash Up a Montefalco sarà Mark E, produttore e dj inglese, esponente di spicco della nuova scena house e considerato un maestro nella giungla dei re-edit maker. Un evento particolare sarà quello dell’11 dicembre: alle 22.00 all’Auditorium di Foligno ci sarà il concerto dell’australiano  Ben Frost, musicista-produttore-manipolatore di suoni, il cui disco “Theory of Machines” è stato riconosciuto come uno dei migliori del 2007. A seguire, nella Zona Bar, il djset del Dancity DJTeam. E saranno proprio i resident di Dancity ad animare il consueto appuntamento di Natale, sabato 25 dicembre alle ore 23.00, con il Kitschmas Party, che avrà luogo nuovamente al Mash Up. A gennaio, poi, il canadese Caribou, al secolo Dan Snaith, leader di una delle band più acclamate dell'ultimo anno, presenterà il suo colorato e psichedelico djset. Ma Dancity non si ferma qui: gli eventi proseguiranno nei mesi successivi, in attesa del Dancity Festival 2011, che si terrà l'1 e 2 luglio, perciò… stay tuned! T. 075.5727100 info@dancity.it  www.dancity.it  www.dancityfestival.comI

93

NOVEMBRE 10.indd 93

26/10/10 17:10


Welcom e

guest ial

t h e e r a s p u e o c y

Via piccolpasso 24 - perugia - tel 075.505.78.57

NOVEMBRE 10.indd 94

26/10/10 17:10


meLtin’ Pot | PM

Il PIAnEtA ChE CAmbIA

PARK hOtEl

ClImA, ACQUA, DInOSAURI: 3 GRAnDI mOStRE DAll'AmERICAn mUSEUm Of nAtURAl hIStORY DI nEW YORK All'UmbRIA

EntRARE DOlCEmEntE nEll’AUtUnnO RIEvOCAnDO I SAPORI DEll’EStAtE

Il nostro pianeta sta cambiando. I mutamenti climatici del 21esimo secolo destano preoccupazione e, talvolta, angoscia. Le implicazioni di tali trasformazioni si preannunciano critiche e la pianificazione di un nuovo futuro energetico appare quanto mai necessaria. In questo quadro si colloca Il Pianeta che cambia, la straordinaria iniziativa divulgativa che approda in Umbria (a Perugia, Assisi e Gubbio), per l'unica tappa italiana, direttamente dall'American Museum of Natural History di New York, grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. L’evento, che si avvale della supervisione e consulenza di Piero Angela, è composto da tre mostre che vertono su tre argomenti di grande interesse scientifico e didattico: i cambiamenti climatici (che evidenziano l’urgenza di produrre energia pulita) in mostra a Perugia, a Palazzo Baldeschi, fino al 5 giugno; l’acqua (elemento essenziale per lo sviluppo sostenibile) in mostra fino al 15 maggio ad Assisi, a Palazzo Bonacquisti; i dinosauri, in mostra a Gubbio, a Palazzo Consoli, dal 27 novembre al 25 aprile.

Appartenente di diritto alla storia di Perugia, il Ristorante Park Hotel da qualche tempo si è vestito di una nuova "struttura" culinaria. Gestito dai Fratelli Calandra, già titolari del celeberrimo Padrino, il ristorante rinnova oltre lo stile architettonico, reso più caldo e dinamico, soprattutto quello gastronomico. Dalla costante formazione dei due fratelli scaturisce una quasi maniacale attenzione per i propri clienti, che così hanno la possibilità di godere delle prelibatezze mediterranee che si fondono con la tradizione umbra. Un occhio particolare, i Fratelli Calandra, lo dedicano a ciò che li ha resi celebri: il pesce. Con il Mese dell’Astice, diventata una iniziativa di ormai collaudato successo del Padrino, che per l’occasione si trasferisce al Ristorante Park Hotel, vengono proposte serate dedicate al crostaceo i giorni del 5, 6 e 19 novembre con menù a prezzo fisso, come le Linguine all’astice a €10 e l’Astice alla catalana a € 15.

Il Pianeta che cambia Perugia / Assisi / Gubbio www.ilpianetachecambia.it

Ristorante Park Hotel Via A.Volta, 1 - Ponte San Giovanni (PG) T. 075.393513 info@parkhotelristorante.com

95

NOVEMBRE 10.indd 95

26/10/10 17:11


Strada Lacugnano Giardino, Santa Sabina (PG)

NOVEMBRE 10.indd 96

26/10/10 17:11


meLtin’ Pot | PM

lA GRAnDE StAGIOnE DEl JAzz ClUb PERUGIA Un 2010/2011 All'InSEGnA DI StEllE IntERnAzIOnAlI Amiri Baraka, critico musicale statunitense, disse: "Il jazz è musica della venuta, musica che crea". Questo è quello che ha fatto il Jazz Club Perugia per la nuova stagione 2010/2011, creando un calendario che vede approdare a Perugia grandi nomi del panorama mondiale. Per l’occasione, la sede dei primi due concerti che apriranno la quarta stagione sarà l’Auditorium della nuova Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università. L’inaugurazione sarà domenica 14 novembre alle ore 21,30 e vedrà protagonista l’esplosivo trombettista texano Roy Hargrove con il suo quintetto. Per la seconda data l’Auditorium dell’Università ospiterà giovedì 25 novembre alle ore 21,30 Charles Lloyd New Quartet. Come di consuetudine l’appuntamento enogastronomico (compreso nel prezzo di biglietti e abbonamenti) che accompagna il “jazz d’inverno” è fissato per le 20,00. Le date di dicembre vedono il Jazz Club Perugia tornare nella memorabile sede concertistica dell’Hotel Giò Jazz di Perugia, con un appuntamento di grande spessore. Il 16 dicembre, infatti, alle 21,30 si esibirà il noto pianista Ludovico Einaudi. Il 2010 si chiuderà all’insegna della spiritualità, con il coro gospel “The Mighty Clouds of joy” il 23 dicembre. LA STAGIONE: 14 novembre ore 21,30: Roy Hargrove Quintet 25 novembre ore 21,30: Charles Lloyd New Quartet 1 dicembre ore 21,30: Ludovico Einaudi 23 dicembre ore 21,30: “The Mighty Clouds of joy” 12 febbraio ore 1,00: Danilo Rea/ore 21,30: Roberto Gatto Trio 20 marzo ore 21,30: Stefano Bollani 25 marzo ore 21,30: Clayton-Hamilton Orchestra

SAnDRI, CEntOCInQUAnt'AnnI DI DElIzIE UnA mOStRA CElEbRA lA RInOmAtA PAStICCERIA PERUGInA La mostra “CENTOCINQUANT’ANNI DI DELIZIE A PERUGIA - SANDRI DAL 1860” si terrà a Perugia, al Centro Servizi Galeazzo Alessi della Camera di Commercio di via Danzetta. Intorno al 1860 Giacomo Schucani, commerciante e banchiere svizzero, scese dall’Engadina e si stabilì a Perugia, aprendo una drogheria nell’attuale piazza Matteotti dove si vendevano prodotti coloniali, spezie e generi diversi. Dopo qualche anno aprì in Corso Vannucci la celebre Pasticceria Sandri. La lunga storia della famiglia e dell’azienda rivivrà nella mostra, dove si esporranno eccezionali strumenti di lavoro usati nel tempo dalla pasticceria, insieme a inediti e preziosi documenti. A corredo sarà pubblicato un catalogo-magazine dell’editore EFFE, Fabrizio Fabbri di Perugia. La mostra è patrocinata da: Camera di Commercio di Perugia, Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia e Comune di Corciano. a cura di Massimo Duranti Centro Servizi Galeazzo Alessi, Perugia 26 novembre – 8 dicembre Inaugurazione: Venerdì 26 novembre, ore 18.00

Info e prevendita: Hotel Giò Jazz Area e Auditorium Facoltà Medicina e Chirurgia Tel. 075.5731100 – www.jazzclubperugia.it

97

NOVEMBRE 10.indd 97

26/10/10 17:11


Una lode al porcello e non solo... l’Osteria propone carni e salumi di cinta senese e carni di chianina... tutto all’insegna della buona cucina e del buon bere davanti a una terrazza incantevole con vista mozzafiato!

Aperto Venerdì e Sabato sera

Loc. Montebalacca − Passaggio di Bettona (PG) Tel e Fax 075/9869023 − 347/3779804 − 348/3383401 www.poggiodegliolivi.com

olivi.indd 1 10.indd 98 NOVEMBRE

27/10/10 13:03 13:04


meLtin’ Pot | PM

lIlIth, nOtE A mARGInE

Il nUOvO AlbUm DEl GRUPPO UmbRO DI mUSICA InDIPEnDEntE I Lilith, il gruppo tuderte, sono ormai un nome noto nel panorama musicale indipendente. La loro musica è un misto tra rock d’autore e pop intelligente e i loro testi sono carichi di poesia e atmosfere malinconiche; non è musica da ascoltare per diletto o da sottofondo, ma musica da ascoltare attentamente, meditare sulle parole e pure meglio se in solitudine. Il 20 ottobre è uscito il loro terzo disco “Note a margine”, in distribuzione in tutta la penisola. Nei loro primi due dischi “insomma, idee buone, talvolta ancora troppo confuse” (recensione doremilla), mentre “Note a margine” è un lavoro maturo in cui i Lilith hanno trovato una maggiore consapevolezza espressiva e compositiva. In anticipo sul disco, è uscito il 10 ottobre il singolo “Avamposto” con il relativo video clip, alla cui regia ha collaborato Leonardo D’Agostini, regista del cortometraggio Smart!, presentato alla 62°Mostra del cinema di Venezia. Per chi ama una musica composta da tre accordi soltanto e parolette insignificanti, questo disco è da non comprare assolutamente... Per tutti gli altri va bene!

INFO: Elevator Records In vendita dal 15 novembre Prezzo: 12 euro www-elevator-records.com

I SOSIA DEl mESE

vInCEnzO RIOmmI

ex assessore alla sanità regionale

ORO

A bAStIA Un nUOvO tEmPIO CUlInARIO, tRA tAPAS UmbRE E bOllICInE Ed eccola la grande novità nel panorama della ristorazione umbra. Il ristorante Oro – la mission è insita nel nome - è il nuovo tempio di Manolo e Meri Antonelli. Siamo a Bastia Umbra: la nuova avventura prende forma e corpo in un locale che regala fin da subito profonde suggestioni. L'arredamento è curatissimo, le sedute e i tavoli sono originali, il decor di grande fascino. Lampadari e specchi completano l'opera, dando al contesto un tocco vagamente bohémien che non guasta. Il tutto si sposa, oseremmo dire con naturalezza, con il progetto culinario che anima questo nuovo accattivante ristorante: una proposta accuratissima e razionale alla carta, che propone a cadenza mensile una serie di antipasti, primi e secondi di livello, accompagnati da un'ottima scelta di vini. E fin qui siamo nel campo del classico di qualità. Vi è poi la parte più originale e ludica, ma forse anche più intrigante: quella legata alle tapas del territorio. Assaggi veri e propri di piatti tipici locali, dagli affettati ai primi, proposti nelle dosi, e al prezzo, delle tipiche tapas spagnole. Un'idea originale e accattivante (avete mai assaggiato una tapa di tagliatella al sugo d'oca?), che si accompagna a un'altra sezione innovativa del ristorante, quella della bollicineria. Un angolo dedicato alle bollicine di qualità, che permetterà al pubblico dell'Oro di avvicinarsi a prodotti interessanti e mai banali. Da provare assolutamente. Oro via dell'Isola Romana, 5 / Bastia Umbra (PG) T. 393 4562279 Aperto a pranzo e cena Sabato e domenica solo a cena

JACQUES vIllEREt attore

99

NOVEMBRE 10.indd 99

26/10/10 17:11


PM | Brand neW

Special Coni a Ponte San Giovanni

il vENTO è cAmBiATO. cONi SPORT RAddOPPiA Il nuovo store è un affascinante mix di avanguardia ed eleganza. Punto di riferimento nello sportswear declinato in ogni aspetto: dalle sneaker all'abbigliamento sportivo, un'offerta completa a 360 gradi TESTO - a cura della Redazione BRANO - On The Street Where You Live – Vic Damone

100

NOVEMBRE 10.indd 100

26/10/10 17:11


Brand neW | PM

Il bello delle emozioni è che sono alla portata di tutti. Et voilà: il negozio che da anni sorprende ed entusiasma il centro storico di Perugia con il suo stile ricercato e innovativo è pronto per stupire ancora. Si chiama Special Coni e sarà il piccolo ma grande satellite di ConiSport a Ponte San Giovanni. Nasce così una nuova realtà piena di originali cromatismi e di pura eleganza, in uno store che moltiplica la libertà di acquistare, con classe. Un prodotto non è solo marchio ed etichetta, ma soprattutto idee e passione, racchiuse in un layout nuovo, giovane e sempre al passo con i tempi. Special Coni è un negozio che si affaccia completamente nel mondo delle sneaker, ma allo stesso tempo s’interseca trasversalmente con la sfera dello sport e dell’abbigliamento, essendo in grado di soddisfare qualsiasi richiesta, sia essa mirata alla ricerca dell’ultima novità o semplicemente diretta verso il fascino del retrò. Il negozio, moderno e arredato in stile minimal e raffinato, con specchi e luci a led che fanno risaltare le tante marche a disposizione della clientela più attenta, esprime la personalità di coloro che lo hanno fortemente voluto, Marco Grasselli e Bruno Tofi (nella foto in basso), anime e motori propellenti dell'universo Coni. Uno store che trasmette vivacità e la volontà di condividere con gli altri quella che più di tutti è una passione personale: lo stile. Punto forte di questo nuovo concept perugino, è la location. Le grandi vetrine allestite sapientemente e la posizione strategica, la centrale via Manzoni di Ponte San Giovanni (all'interno della struttura di nuova realizzazione che si affaccia sulla modernissima piazza Don Annibale Valigi), fanno dello Special Coni un punto di riferimento dello shopping, che viene così incontro a tutte le esigenze dei propri fruitori. Non solo. A rendere ai clienti tutto più comodo è disponibile un ampio parcheggio che conta ben 80 posti auto. Un negozio di qualità è un diritto per tutti!

spEcial coni

Via Manzoni, Ponte San Giovanni (Perugia) T. 075.5997163

bruno tofi E marco grassElli 101

NOVEMBRE 10.indd 101

26/10/10 17:11


PM | Fashion

102

NOVEMBRE 10.indd 102

26/10/10 17:11


FASHION | PM

in collaborazione con

Via alessandro Manzoni, 127 Ponte san GioVanni - PeruGia t. 075 5995079 info: stockhouse@aruba.it location AcconciAture MAschili renZo Piazza caVallotti, 8 - PeruGia t. 075 5724933 foto - Fabio Lana Model - Ilaria Make uP - Martina Pioli brano - Woo Hoo - 5678's

103

NOVEMBRE 10.indd 103

27/10/10 13:04


ABBIGL IAMENT O D O N N A

LE M IGL IORI GRIFFE A P R E Z Z O D I S T O C K

ST OCKHOUS E È A N C H E R I V E N D I T O R E U F F I C I A L E D EN N Y R O SE E SI LVI AN H EAC H VIA MANZONI 127 - PONTE SAN GIOVANNI - PERUGIA

NOVEMBRE 10.indd 104

26/10/10 17:11


Fashion | PM

105

NOVEMBRE 10.indd 105

26/10/10 17:11


PM | Fashion

106

NOVEMBRE 10.indd 106

26/10/10 17:11


Fashion | PM

107

NOVEMBRE 10.indd 107

26/10/10 17:11


PM | XXX

108

NOVEMBRE 10.indd 108

26/10/10 17:11


STANCHI DELLE SOLITE COSE ??

ZONA 12:00, IL

PRANZO CHE CERCAVI seleziontee à la car nici! di piatti u

Via Piccolpasso, 149 - PG - Tel. +39 07550 10 974

www.zonaindustrialecafe.com

COLAZIONE - PRANZO - APERITIVO - RISTORANTE - AFTER DINNER NOVEMBRE 10.indd 109

26/10/10 17:11


PM | iL Personaggio

Il signore della notte…

EusEBIO BELLI Siamo entrati in uno dei luoghi più in voga del centro Italia, il Perfidia, che ha da poco spento la sua prima candelina: da qui questo eclettico professionista ternano ci ha raccontato la sua lunga esperienza, che per molto tempo è coincisa con la storia dei più celebri locali umbri. Anima delle notti dell’Italia Centrale, ma non solo. A PM racconta la sua carriera da imprenditore e la sua professione “istituzionale”… TESTO - Elisa Brunetti BRANO - Perfidia - Nat King Cole

Eubebio Belli, 44 anni, originario di Terni e perugino d’adozione, si forma musicalmente nel mondo delle prime radio private che, agli inizi degli anni ottanta, rivoluzionano l’etere in Italia. Dal mondo delle radio debutta, in tempi brevissimi, alla consolle delle discoteche della riviera adriatica, ed è là che si insedia nel centro dell’avanguardia delle disco, collezionando rapporti importanti con coloro che sarebbero diventati i grandi nomi da lì in avanti, come Claudio Cecchetto, per citarne uno. Quello che da sempre ha apprezzato il suo pubblico è l'innata capacità del dj di far provare emozioni, e non solo quindi di suonare buona musica. Il forte legame con la sua terra d’origine lo riporta in Umbria, dove la sua esperienza si diversifica: da dj si reinventa come imprenditore della notte; trasforma il Bibo’s nel Momà, e porta nel suo locale dj di fama internazionale. Una ventata di aria internazionale che fa confluire le tendenze mondiali nel capoluogo umbro: musica, moda, arte e spettacolo, tutto insieme. La sua carriera passa per altri locali perugini, quali il Privilege e il Palladium (l’attuale Red Zone), fino ad arrivare, in tempi recenti, a lambire 110

NOVEMBRE 10.indd 110

26/10/10 17:11


iL Personaggio | PM

l’isola di Capri, dove si insedia con lo Zeus, di cui Eusebio è dj e direttore artistico. Abbandonata la carriera di dj dopo la nascita della figlia, Eusebio non lascia però la vita “loca”, ma da allora decide di farlo in veste di imprenditore e consulente (tra le sue esperienze ricordiamo il Gradisca, il Formula 1, il Follia, lo Shalimar e il PocoLoco). Un professionista del divertimento alla ricerca di nuove emozioni, che decide ancora una volta di deviare il suo percorso personale e professionale. Eusebio cerca un’alternativa all’Umbria e si concentra su Viterbo, dove nel giro di due anni crea il club Perfidia, un locale raffinato e innovativo che, dopo aver da poco compiuto il primo anno d’età, soddisfa i desideri di un target sempre più esigente. Come cerchi di rendere le serate del Perfidia diverse rispetto a quelle degli altri locali? Alla base di questo locale c’è un progetto di alta qualità: arredi eleganti, cene lussuose, ospiti prestigiosi. Questa la formula vincente che sta

alla base. Possiamo parlare di un Pineta trasferito nel centro Italia, dato che lo stesso locale di Milano Marittima ha sposato il nostro marchio e ci lascia utilizzare i suoi format e personaggi. Potremmo definirti il signore della notte quindi… Lavoro in questo mondo da tantissimo tempo. Devo però dire che mi occupo anche di altro, in un settore diametralmente opposto, ricoprendo il ruolo di capo della segreteria di un'importante Senatrice. Il mondo delle pubbliche relazioni mi affascina in tutte le sue sfaccettature, e riesco a sfruttare al massimo le mie doti organizzative. Definirei questa come la parte matura di un uomo che è partito dal mondo delle radio e da là si è spinto fino al cuore delle relazioni nel mondo politico. Qual è il panorama musicale umbro e che cosa manca a tuo parere? Sono molto critico a riguardo: l’Umbria per anni ha fatto da pioniere nell’organizzazione di situazioni importantissime. Perugia è stata il

centro del divertimento, ma questo primato si sta perdendo. Sono troppi i gestori di locali che provengono da mondi diversi rispetto a quello musicale, non sono professionisti e l'attenzione si pone soltanto ai numeri. Quello a cui si dovrebbe badare invece è la spettacolarizzazione delle serate: la gente vuole vivere delle emozioni, e queste vanno confezionate. Si è troppo investito in risorse umane sbagliate e così facendo si è frenata la macchina-spettacolo che produceva serate. Progetti futuri? Sicuramente sviluppare l'attività su Viterbo nel miglior modo possibile. L’Umbria rimane la mia terra, e quindi il luogo a cui vorrei restituire le esperienze acquisite nella mia carriera. Vorrei, e lo dico con un pizzico di presunzione, costruire un team di professionisti, mettere insieme dei buoni pensatori per riallineare questa regione con i vecchi standard.

www.eusebio.tv 111

NOVEMBRE 10.indd 111

26/10/10 17:11


NOVEMBRE 10.indd 112

26/10/10 17:11


La Provincia premia Miss Italia

LA FOLIGNATE FRANCESCA TESTASECCA SARÀ TESTIMONIAL E MADRINA DEI 150 ANNI DELLA PROVINCIA DI PERUGIA

DA SINISTRA: ROBERTO BERTINI, ASSESSORE ALLO SPORT E ALL'AGRICOLTURA DELLA PROVINCIA DI PERUGIA, MARCO VINICIO GUASTICCHI, PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA, FRANCESCA TESTASECCA, MISS ITALIA, NANDO MISMETTI, SINDACO DI FOLIGNO, AVIANO ROSSI, VICEPRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI PERUGIA “Miss Italia 2010, Francesca Testasecca sarà "testimonial" e madrina dei 150 anni della Provincia di Perugia, la cui celebrazione è fissata per il prossimo 15 dicembre, evento che coincide con l'unità nazionale”. Lo ha annunciato il Presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi (il 25 ottobre scorso) nel corso dell'incontro con il quale l'Ente ha voluto celebrare la giovane folignate che ha conquistato il titolo di Miss Italia 2010. Francesca Testasecca è stata accolta con molto calore anche dal Presidente del Consiglio Provinciale, Luciano Bacchetta, e

dal Vice Presidente dell'Ente, Aviano Rossi. Presenti il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, e gli assessori provinciali, Domenico Caprini e Roberto Bertini.

donne generate nella nostra terra - ricordiamo anche Monica Bellucci - che sono brave anche come promoter del territorio. È una coincidenza fortunata che proprio quando si festeggia il 150° una nostra concittadina diventi Miss Italia, una cittadina il cui atteggiamento tenuto dopo l'incoronazione rispecchia la consapevolezza di rappresentare il cuore di una provincia che in lei si riconosce”. Il titolo di Miss Italia che Francesca Testasecca ha portato in Umbria, premia come meglio non si potrebbe la ragazza di Foligno e, insieme, onora la "tradizione di bellezza" di tutto il popolo umbro. Una forma che è alle radici dello sviluppo delle civiltà che si sono succedute in Umbria. Di tale bellezza sono rimaste tracce e testimonianze in opere pittoriche e in capolavori come nella grande aula del Consiglio Provinciale del nostro Palazzo: otto personificazioni femminili, emblemi di sei città umbre, dell'Umbria stessa e dell'Italia, illustrano dall'alto della volta il senso della bellezza all'insegna del quale è stato ritenuto conveniente celebrare l'unificazione d'Italia, la presenza dell'Italia nel nuovo Stato nazionale. Il riconoscimento alla ragazza che ha portato in Umbria il titolo del più ambito premio dedicato alla bellezza nazionale è davvero un momento in cui la storia e l'attualità si toccano e si fondono in un moto d'orgoglio, in un atto di grande riconoscenza verso Francesca Testasecca e la sua città d'origine, Foligno.

Un riconoscimento per la sua vittoria ufficializzato con la richiesta da parte del Presidente Guasticchi di essere madrina dell'importante evento dei 150 anni dell'istituzione della Provincia. “La tua vittoria - ha detto il Presidente a Francesca - ha sancito un elemento di ulteriore valorizzazione del nostro territorio e della nostra regione. Siamo di fronte a bellissime 113

NOVEMBRE 10.indd 113

27/10/10 13:05


0

1

0

www.lungarotti.it

2

NOVEMBRE 10.indd 114

26/10/10 17:12


conciati X Le Feste | PM

Aperitivo di moda Minciarelli, Todi

115

NOVEMBRE 10.indd 115

26/10/10 17:12


Visioni d’Abati Dal 6 al 27 novembre 2010. Novembre è un mese straordinario da Abati, un mese a porte aperte per ospitare le visioni e le proposte più coinvolgenti e creative intorno al tema del design e dello spazio, in collaborazione con grandi marchi d'arredamento. Visioni d’Abati, dal 6 al 27 novembre, è un viaggio attraverso suggestioni, idee ed emozioni alla scoperta

di nuove possibilità di vivere prima la propria pagina casa. Spazio per Ogni sabato di Novembre sei invitato a partecipare agli eventi e agli incontri per ricevere la "Guida per la progettazione della cucina ideale", per conoscere direttamente i benefici di una seduta ergonomica e i nuovi prodotti Alessi e Successful Living from Diesel by Moroso.

www.abati.it

NOVEMBRE 10 LO.indd 11

redaziona

Abati mobili - Via G. Dottori, 64 - 06132 Perug

26/10/10 17.34


1. POSTURE PERFETTE Incontro dedicato alla presentazione delle sedute a marchio Variér Sabato 6 novembre 2010. POSTURE PERFETTE - Variér Presentazione della linea di sedute a marchio Varièr e dimostrazioni pratiche con fisioterapista nel corso del pomeriggio. Sabato 6 novembre Incontro dimostrativo con il FISIOTERAPISTA ore 17.30 Per tutto il mese Abati ospiterà la colorata collezione di sedute Varièr. 2. COME SI FA, COME SI USA A lezione con il designer Sabato 13 novembre 2010 Come si fa come si usa, Alessi A lezione con il designer si presenta come un'affascinante viaggio attraverso dieci oggetti di uso quotidiano appartenenti al regno del design. Ore 17.30 - A lezione dal designer “Come si fa, come si usa” La lezione si configurerà come un incontro aperto a tutti, da realizzarsi nel salotto allargato che si ricaverà sfruttando gli arredi dello showroom Abati. 3. CUCINA: Progetto aperto Presentazione della linea di cucine Elmar Sabato 20 novembre 2010 - CUCINA: progetto aperto Due appuntamenti: la presentazione delle caratteristiche e delle funzionalità del nuovo modello di cucina Elmar “RADICAL” e la coinvolgente proposta “Cucina: Progetto aperto”. Dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00 Cucina: progetto aperto Una giornata aperta dedicata al contatto e all’ascolto dei visitatori che approcciano al progetto della cucina o alla valutazione di alcuni suoi elementi di arredo. 4. COVER PER INTERNI Presentazione della linea di arredi per interni Diesel Sabato 27 novembre - COVER PER INTERNI Un appuntamento dall’impronta dinamica, frizzante e informale come il marchio Diesel che racconta, in questa ultima “Visione d’Abati” in programma, la nuova avventura avviata nel settore dell’arredo per interni. L’immaginario Diesel e i suoi valori passano dalla moda all’arredo e il tutto avviene in linea con lo stile del marchio, attraverso una serata disinvolta, originale e innovativa. Dalle ore 18.00 - Esposizione linea Successful Living from Diesel by Moroso Presentazione dell’applicazione per I-Pad a cura di Piacere Magazine Aperitivo e Dj set - presentazione della Fiat 500 DIESEL Concessionaria De Poi. In questa occasione verrà presentata la linea Successful Living from Diesel by Moroso.

NOVEMBRE 10.indd 117

Visioni d’Abati Posture perfette

sab

Vieni a provare tutte le sedute più comode per un benessere che rispetta la postura della tua schiena. ore 17:30 - Incontro con il Fisioterapista

Come si fa, come si usa

sab

Dal concetto all’oggetto, un’interessante lezione tenuta da chi gli oggetti li disegna e li realizza. ore 16:30 - A lezione dal designer

Cucina: progetto aperto

sab

Un team di esperti ti affiancherà nella ricerca della tua cucina ideale per offrirti consigli, proposte e soluzioni. ore 9:30 » 12:30 ore 16:00 » 19:00

Cucina: progetto aperto

Cover d’interni

sab

Vitalità, freschezza creativa e musica per raccontare l’esuberante avventura di una marca leader che dalla moda approda all’arredo per interni. ore 18:00 » ... - Successful Living

Abati Mobili

Via G. Dottori, 64 - 06132 Perugia (PG) tel. 075 5288247 - e-mail: abati@abati.it

26/10/10 17:12


PM | AGENDA - NOVEMBRE '10

GIOVEDÌ 4

DOMENICA 7

Fiera dei Morti Pian di Massiano

Padre Nostro Una Preghiera da Circo Spello, Teatro Subasio ore 21.15

Il Sogno ovvero il Teatro dell'Arte Incontro a cura di Mimmo Coletti Perugia, Palazzo della Penna - ore 17.00

James Yuill in concerto Perugia, Urban Club ore 23.30

Incontro con la Compagnia “il Mercante” Interpreti di “Un sogno nella notte dell’estate” Moderatore Prof. Tinterri Perugia, Teatro Morlacchi - ore 17.30 Accademia del Donca Dialett’arte Letture sul tema dell’arte in lingua perugina Perugia, Palazzo della Provincia - Sala Partecipazione - ore 17.30 Un sogno nella notte dell’estate Perugia, Teatro Morlacchi ore 21.00

SABATO 6 Mostra mercato del Tartufo Bianco Città di Castello

Convention Generazione Italia Ellera di Corciano, Centro Congressi Quattrotorri

40° Mostra e Convegno di Filatelia Numismatica e Cartoline Ponte San Giovanni, C.V.A. via Cestelli

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

Convention Generazione Italia Ellera di Corciano, Centro Congressi Quattrotorri

Aspettando Umbrialibri Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Perugia, Teatro Pavone - ore 17.00

VENERDÌ 5

Aspettando Umbrialibri Massimo Cacciari, “Discorsi sopra lo Stato e i costumi degli italiani” di G. Leopardi Perugia, Teatro Pavone - ore 18.00

Fiera dei Morti Pian di Massiano Mostra mercato del Tartufo Bianco Città di Castello

FAT Festa Altro Teatro Performance, Video, Esposizioni Tuoro, Teatro Comunale dell’Accademia ore 19.00

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi Un sogno nella notte dell’estate Perugia, Teatro Morlacchi - ore 21.00

Mostra mercato del Tartufo Bianco Città di Castello 40° Mostra e Convegno di Filatelia Numismatica e Cartoline Ponte San Giovanni, C.V.A. via Cestelli

Fiera dei Morti Pian di Massiano

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

Not made for Flying San Sisto, Teatro Brecht - ore 21.00

Film festival Popoli e Religioni Terni, luoghi vari www.popoliereligioni.it

Un sogno nella notte dell’estate Perugia, Teatro Morlacchi - ore 21.00

Un sogno nella notte dell’estate Perugia, Teatro Morlacchi - ore 17.00 Piume Spettacolo teatrale per bambini San Sisto, Teatro Brecht ore 17.00 La bestia e la bella Teatro per ragazzi Magione, Teatro Mengoni - ore 17.00 Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Città di Castello, Sala degli Specchi - ore 19.00 Le allegri comari di Windsor Tratto da Shakespeare regia di Fabio Grossi con Leo Gullotta Città della Pieve, Teatro degli Avvalorati - ore 21.00

Amici della Musica Quartetto Michelangelo Perugia, Sala dei Notari - ore 21.00

Andrea Bianchi Simboli 010

Stephanie Seymour Cactus Ladies

Valeria Pierini Prospettive sonore

Anna Rosa Faina Gavazzi Bon vin et force viande fino al 14 novembre San Venanzo, Cantina Colli Faina

Fragkiskos Bizas

Impermanente 2 - D'Istanti 6 - 30 novembre Foligno, Caffè Letterario

NOVEMBRE 10.indd 118

6 novembre - 4 dicembre Torgiano, Spazio Arte Mandarini Arredamenti

7 - 28 novembre Bastia Umbra, Ceiba Pub

Perugia - Via Eugubina, Cutstyle

27/10/10 12:52


AGENDA - NOVEMBRE '10 | PM

LUNEDÌ 8

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

Film festival Popoli e Religioni Terni, luoghi vari Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

Dall’inferno all’infinito Performance evento di Monica Guerritore Terni, Teatro Secci - ore 21.00

MARTEDÌ 9

VENERDÌ 12

Film festival Popoli e Religioni Terni, luoghi vari

Umbrialibri Perugia, luoghi vari

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

UmbriaSposi Bastia Umbra, Umbriafiere dalle 15.00 alle 21.00 www.umbriafiere.it

Solo Se Donna Aperitivo e dj set tutto al femminile Perugia, Caffè Morlacchi - ore 19.30

MERCOLEDÌ 10

Film festival Popoli e Religioni Terni, luoghi vari

Umbrialibri Perugia, luoghi vari

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

Film festival Popoli e Religioni Terni, luoghi vari

Dall’inferno all’infinito Terni, Teatro Secci - ore 21.00

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi I mercoledì di agricoltura in città Mostra mercato di prodotti agroalimentari Perugia, Piazza Monteluce dalle 9.00 alle 17.00

GIOVEDÌ 11 Film festival Popoli e Religioni Terni, luoghi vari Il Sogno ovvero il Teatro dell'Arte Incontro a cura di Mimmo Coletti Perugia, Palazzo della Penna - ore 17.00

Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Fabro, Chiesa di San Martino - ore 18.00 Il diamante splendente Tratto dal musical Moulin Rouge San Sisto, Teatro Brecht - ore 21.00 Un sogno nella notte dell’estate Città di Castello, Teatro degli Illuminati ore 21.00 Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi

Rosso, Giallo e Noir Dibattito sul libro “L’acquetta perugina: un veleno da Papa” di F. Mezzanotte e S. Pezzella Perugia, via Tornetta 7 - ore 21.00

SABATO 13

DOMENICA 14 Umbrialibri Perugia, luoghi vari Film festival Popoli e Religioni Incontro con il regista Teddy Moskov Terni, luoghi vari San Martino in Cantina Luoghi vari movimentoturismovino.it UmbriaSposi Bastia Umbra, Umbriafiere dalle 10.00 alle 21.00

Umbrialibri Perugia, luoghi vari UmbriaSposi Bastia Umbra, Umbriafiere dalle 15.00 alle 24.00

Umbrialibri Perugia, luoghi vari

Incontro-Concerto Quartetto di chitarre Pantaleo, Laureti, Bellocci, Casella Perugia, Auditorium Luca Marenzio ore 17.30

Film festival Popoli e Religioni Incontro con il regista Alessandro D’Alatri Terni, luoghi vari

Amici della Musica Accademia dell’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado Perugia, Teatro Morlacchi ore 17.30 Araba Fenice Luca Monti, pianoforte Terni, Auditorium Gazzoli - ore 17.30 www.assarabafenice.it

Rita Mariotti Home Decoration

Anna Morosini Be a girl

Andrea de Carvalho Circus Errans

Massimo Diosono Caducità

fino al 20 novembre Perugia - Via Oberdan, Ufficiarte

25 novembre - 17 dicembre Perugia, ExEliografica

fino al 10 dicembre Foligno, Caffè Moda Rinaldi

fino al 15 dicembre Perugia, Ristorante Culturale L'Officina

NOVEMBRE 10.indd 119

27/10/10 12:53


PM | AGENDA - NOVEMBRE '10

Festa del vino e delle castagne Ponte Valleceppi Jazz club Perugia Roy Hargrove Quintet Perugia, Hotel Giò Jazz Area - ore 21.30 www.jazzclubperugia.it Un sogno nella notte dell’estate Narni, Teatro Comunale - ore 21.00

LUNEDÌ 15 Un sogno nella notte dell’estate Narni, Teatro Comunale - ore 21.00

VENERDÌ 19

LUNEDÌ 22

IMMaginario Festival Perugia, luoghi vari

Un sogno nella notte dell’estate Foligno, Politeama Clarici - ore 21.00

Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Foligno, Chiesa Bethlem - ore 21.00

MARTEDÌ 23

SABATO 20

MERCOLEDÌ 24

IMMaginario Festival Perugia, luoghi vari

MARTEDÌ 16

Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Norcia, Teatro Comunale - ore 21.00

Solo Se Donna Aperitivo e dj set tutto al femminile Perugia, Caffè Morlacchi - ore 19.30

Tomb’la Regia di Giuliana Giorgetti Foresi San Sisto, Teatro Brecht - ore 21.00

MERCOLEDÌ 17

Dj Mark E & Dancity Dj Team Montefalco, Mash Up ore 23.00 www.dancity.it

IMMaginario Festival Perugia, luoghi vari www.immaginariofestival.org I mercoledì di agricoltura in città Mostra mercato di prodotti agroalimentari Perugia, Piazza Matteotti dalle 9.00 alle 17.00 I cavalieri Testi di Aristofane regia di Mario Perrotta Solomeo, Teatro Cucinelli ore 21.00

GIOVEDÌ 18 IMMaginario Festival Perugia, luoghi vari I cavalieri Solomeo, Teatro Cucinelli - ore 21.00

Guido Mirimao

Solo Se Donna Aperitivo e dj set tutto al femminile Perugia, Caffè Morlacchi - ore 19.30

I mercoledì di agricoltura in città Mostra mercato di prodotti agroalimentari Perugia, Piazza del Bacio dalle 9.00 alle 17.00 Diceria dell’untore di Gesualdo Bufalino regia di Vincenzo Pirrotta Perugia, Teatro Morlacchi ore 21.00

GIOVEDÌ 25

IMMaginario Festival Perugia, luoghi vari

Incontro con Lo Cascio e Pirrotta Interprete e regista di “Diceria dell’untore” Moderatore Prof. Tinterri Perugia, Teatro Morlacchi - ore 17.30

La favola della terra Spettacolo teatrale per bambini San Sisto, Teatro Brecht - ore 17.00

Diceria dell’untore Perugia, Teatro Morlacchi ore 21.00

Alla ricerca del grande e terribile mago di Oz Teatro per ragazzi Magione, Teatro Mengoni - ore 17.00

P.S. Martina la ragione Ouf Virginia Spallarossa Spello, Teatro Subasio ore 21.15

Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Spoleto, Biblioteca Comunale Palazzo Mauri - ore 17.00

Jazz club Perugia Charles Lloyd New Quartet Perugia, Hotel Giò Jazz Area - ore 21.30

DOMENICA 21

Paul Scheuermeier Con Nome e Cognome

Paolo Mirmina Frammenti

Federico Forlani

fino al 31 dicembre Perugia - Via L. Da Vinci, Ass. Club "Il Circoletto"

Vivere con le cose belle fino al 19 dicembre Terni, Fond. Cassa di Risp. di Terni / Pal. Montani Leoni

NOVEMBRE 10.indd 120

fino al 30 dicembre Trevi, Museo della Civiltà dell'Ulivo

San Gemini, Studio Watts

fino al 31 dicembre Terni, CAOS - Fat Art Gallery & Bar Bookshop

27/10/10 12:54


AGENDA - NOVEMBRE '10 | PM

VENERDÌ 26 Sogni d’Oriente, meditazione, benessere e… Perugia, Rocca Paolina www.sognidoriente.it

Araba Fenice Eri Mantani, pianoforte musiche di Schubert, Chopin, Scarlatti, Liszt Guardea, Sala Consiliare ore 17.30

Diceria dell’untore Perugia, Teatro Morlacchi - ore 21.00

Diceria dell’untore Perugia, Teatro Morlacchi - ore 21.00

P.S. Martina la ragione Ouf Virginia Spallarossa Terni, Teatro Secci ore 21.15

P.S. Martina la ragione Ouf Virginia Spallarossa Città delle Pieve, Teatro degli Avvalorati ore 21.00

Rosso, Giallo e Noir Dibattito sul libro “Luglio 1500: nozze di sangue” di Lavinia Oddi Baglioni ed Egidio Bonanno Perugia, via Tornetta 7 ore 21.00

Amor hai vinto Lia Serafini, soprano Enrico Zanovello, clavicembalo Solomeo, Teatro Cucinelli - ore 21.00

DOMENICA 28 Sogni d’Oriente, meditazione, benessere e… Perugia, Rocca Paolina

Pasticceri. Io e mio fratello Roberto Trevi, Teatro Clitunno ore 21.15

LUNEDÌ 29 La fattoria degli animali Tratto da G. Orwell regia di T. Paolucci e a A. Borgiani Roma, Teatro Sistina - ore 21.00 www.ilsistina.com

MARTEDÌ 30 Solo Se Donna Aperitivo e dj set tutto al femminile Perugia, Caffè Morlacchi - ore 19.30 Shylock il mercante di Venezia in prova regia di Roberto Andò e Moni Ovadia con Moni Ovadia e Shel Shapiro Terni, Teatro Secci - ore 21.00 La fattoria degli animali Roma, Teatro Sistina - ore 21.00

Mostra Mercato dell’Antiquariato e Collezionismo Perugia, Giardini Carducci

SABATO 27

Diceria dell’untore Perugia, Teatro Morlacchi - ore 17.00

Sogni d’Oriente, meditazione, benessere e… Perugia, Rocca Paolina

Araba Fenice Eri Mantani, pianoforte musiche di Schubert, Chopin, Scarlatti, Liszt Terni, Auditorium Gazzoli - ore 17.30

Mostra Mercato dell’Antiquariato e Collezionismo Perugia, Giardini Carducci Umberto Bisceglia, pianoforte Incontro-concerto Perugia, Auditorium Luca Marenzio ore 17.30

Il berretto a sonagli di L. Pirandello regia di Mauro Pulcinella San Sisto, Teatro Brecht - ore 21.00

Concerto de “I Solisti di Perugia” Orchestra da camera Valtopina, Centro Polivalente Subasio ore 17.00

Teatro del sogno

Bernardino Sperandio Il paese senza nome

Nicola Carrino Scultura e progetto

Giulio Turcato Libertà

fino al 9 gennaio Perugia, Galleria Nazionale dell'Umbria

fino al 9 gennaio Trevi, Palazzo Lucarini Contemporary

fino al 9 gennaio Orvieto, Museo dell'Opera del Duomo

fino al 30 gennaio Terni, CAOS Centro Arti Opificio Siri

NOVEMBRE 10.indd 121

27/10/10 12:54


NOVEMBRE 10.indd 122

26/10/10 17:14


Rav4. Più che mai, IL SUV.

L’armonia

La tecnologia Toyota Optimal Drive esalta le prestazioni, garantendo al tempo stesso consumi ed emissioni di C02 minimi.

Toy Motor

L’eleganza

La precisione

La linea nel frontale sottolinea ancora di più l’eleganza e il carattere del Rav4. I raffinati rivestimenti dei sedili in pelle e Alcantara® rendono gli interni accoglienti e ricercati.

Perugia

Foligno

Il cambio automatico sequenziale con comandi al volante, disponibile anche sul diesel, garantisce la massima precisione di guida. L’esclusivo sistema ADIM, inoltre, integra l’azione del controllo di stabilità, della trazione integrale e dello sterzo.

C. di Castello Today

via Corcianese, S.Sisto viale Roma viale Romagna, 42 075 5270611 0742 342907 075 8511228

Valori massimi: consumo combinato 13 km/l. Emissioni CO2 189 g/km.

Tomorrow Toyota

Piacere Magazine n.51 / Novembre 2010  

Sfoglia PM n.51 / Novembre 2010.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you