Issuu on Google+

DETERMINAZIONE n. 09 del 09.03.2013 OGGETTO: P.O. FEP 2007/2013 - "Ripopolamento attivo dell'Astice mediterraneo (Homarus gammarus) nell'area SIC "Fondali di Capocozzo-S.Irene" all'interno dell'area del Parco. Acquisto e Trasporto n° sei boe di segnalazione luminose perimetrazione zona SIC d'intervento. Determinazione a contrattare ai sensi dell’art. 192 D.Lgs 18.08.2000, n° 267. Indizione gara. Riproposizione. CUPC22D12000650006 - CIG: X810758C05 IL RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO (Decreto n°10 del 14.11.2012)

Premesso: che con DGR n. 977 del 18.02.2011 la Regione Calabria ha approvato il Bando Pubblico P.O. FEP 2007/2013 Misura 3.2 annualità 2011 per il finanziamento di progetti per lo sviluppo e la preservazione della fauna acquatica; che l’Ente Parco Marino Regionale in data 10.04.2011 ha sottoscritto con l’Università Tuscia di ViterboDipartimento di Ecologia un protocollo d’intesa avente ad oggetto attività di collaborazione ai fini scientifici e per la salvaguardia dell’ambiente e dell’area marina protetta anche mediante redazione e partecipazione a specifici progetti finanziati con risorse nazionali- regionali- comunitarie ed internazionali; che con determinazione del Presidente pro tempore n. 01 del 12.04.2011 l’Ente Parco ha conferito incarico al prof. Roberto Minervini, biologo marino, esperto in tecniche di acquacoltura e docente e ricercatore presso l'UNI della Tuscia di Viterbo di elaborare, in collaborazione con la citata università, un progetto di restocking di astice europeo nell’area del Parco Marino Regionale, la direzione tecnica del medesimo progetto e le connesse attività di protezione e segnalazione dell’area di semina ai fini della partecipazione al suddetto bando; che con deliberazione n.06 del 04.08.2011 il Comitato di Gestione Provvisoria ha approvato il progetto per il ripopolamento attivo dell’Astice mediterraneo (Homarus gammarus) nell’area SIC “Fondali di Capo Cozzo- S. Irene” all’interno dell’area Parco, subordinandone la realizzazione all’ammissione del medesimo al finanziamento di cui al citato bando; che con Decreto n 16027 del 22.12.2011 del Dirigente della Regione Calabria Dipartimento Agricoltura Foreste e Forestazione è stato approvata la graduatoria definitiva del PO FEP 2007-2013 misura 3.2. ed ammesso al finanziamento il progetto presentato dall'Ente Parco Marino Regionale codice 04/BA/11 per un importo del contributo concesso pari a €. 185.337,02 esclusa IVA. Considerato: che, l'Ente Parco ha sottoscritto, in data 13.11.2012, con il Comune di Zambrone, Ente facente parte della Comunità del Parco, protocollo d’intesta al fine di avvalersi della struttura amministrativa e burocratica del Comune ed in particolare del servizio tecnico e del Servizio Economico Finanziario per lo svolgimento dell’attività amministrativa ordinaria e finalizzata alla realizzazione tra gli altri del progetto di cui al presente atto; che a tal fine sono stati individuati quali responsabili il dott. Giuseppe Loiacono, già responsabile del servizio economico Finanziario del Comune di Zambrone, e l’arch. Nicola D.co Donato, già responsabile del servizio Tecnico dell’Ente; Visto il decreto n.10 del 14.11.2012 del Presidente p.t., l’Ente Parco con il quale l'arch. Nicola D.co Donato è stato individuato quale Responsabile Unico del Procedimento relativamente al progetto di che trattasi; Vista la determinazione del RUP n° 01 del 27.11.2012 con la quale è stato rimodulato ed impegnato il quadro economico di progetto a seguito della presa d’atto che la Regione Calabria – Ente finanziatore del progetto, non riconosce la quota IVA tra le spese ammissibili, ponendo tale spesa a carico dei soggetti beneficiari; Preso Atto che nel citato progetto, così come approvato e ammesso a finanziamento, è stata prevista la Sede: Via Sen. Parodi snc – c/o ex Delegazione Municipale 89900 Vibo Valentia Marina


fornitura e la semina da parte del Centro Ittiogenico sperimentale presso le Saline di Tarquinia dell'UNI della Tuscia di Viterbo, unico Ente in Italia che effettua il ripopolamento (restocking) di giovanili di Astici Europei di n. 20.000/25.000 giovanili d’astice per il costo di euro 85.000,00 oltre Iva Visto il verbale di consegna e semina n. 01 del 29.12.2011 dal quale si evince che l'Università della Tuscia di Viterbo ha provveduto alla fornitura di n. 11.000,00 giovanili di Astici Europei e che sono state eseguite le attività di ripopolamento ; Visto il verbale di consegna e semina n. 02 del 24.02.2012 nel quale si da atto della fornitura di ulteriori n. 11.000,00 giovanili di Astici Europei da parte dell’UNI della Tuscia di Viterbo e delle attività di semina come da progetto approvato; Considerato: che occorre procedere alla delimitazione dell'area SIC di intervento, attraverso la collocazione di n° 6 (sei) boe di segnalazione luminose di cui alla scheda tecnica allegata alla presente quale parte integrante e sostanziale; che l'importo per la fornitura di che trattasi ammonta ad €. 37.000,00 oltre iva; che con determinazione a contrattare n° 1 del 18.01.2013 è stata indetta gara a mezzo Cottimo fiduciario, ai sensi dell'art. 125 comma 1 lettera b del D.Lgs 163/2006 relativamente all'acquisto di n° 6 (sei) boe luminose di segnalazione, specificatamente descritta nella scheda tecnica allegata al progetto originario; che entro i termini stabiliti dalla lettera di invito non è pervenuta nessuna offerta da parte delle ditte specializzate che erano state invitate; che con determinazione n. 8 del 02.03.2013 la procedura di gara indetta con determinazione a contrattare n. 1/2013 è stata dichiarata deserta; che, una delle aziende invitate, e specificatamente la società Badinotti Group S.p.A. ha formalmente annunciato l’impossibilità di partecipare alla gara in quanto le condizioni contrattuali previste dalla stessa non erano accettabili; che, contatta tata telefonicamente la stessa ditta, è stato verificato che la problematica sorta si riferiva alle modalità di pagamento, subordinate all’avvenuto accreditamento dei fondi da parte della Regione Calabria, Ente finanziatore del progetto; che è possibile apportare delle modifiche alle condizioni economiche per come di seguito riportate:  50% dell’importo contrattuale, ad avvenuta fornitura, entro 30 gg. dalla presentazione della fattura;  50% entro gg. 45 dalla liquidazione del primo acconto; che nel compilando bilancio di Previsione del corrente esercizio finanziario è iscritto il finanziamento concesso per la realizzazione del progetto di cui al presente atto; che si può procedere alla riproposizione della gara d’appalto indetta con Det. n. 1/2013, da esperire a mezzo cottimo fiduciario da esperire ai sensi dell’art. 125 del D.Lgs. 163/2006; Visto l’art. 192 D.Lgs 267/2000 che prescrive la necessità di adottare apposito provvedimento a contrattare, indicante il fine che si intende perseguire tramite il contratto che si intende concludere, l’oggetto, la forma, le clausole ritenute essenziali, le modalità di scelta del contraente e le ragioni che motivano la scelta nel rispetto della vigente normativa; Visto il D.Lgs. n° 163/2006; Visto il DPR n° 207/2010; DETERMINA Per i motivi in premessa descritti, da intendersi qui integralmente riportati e trascritti;  

 

Di riproporre gara a mezzo Cottimo fiduciario, ai sensi dell'art. 125 comma 1 lettera b del D.Lgs 163/2006 relativamente all'acquisto di n° 6 (sei) boe luminose di segnalazione, meglio descritte nella scheda tecnica allegata al progetto originario; Di apportare le seguenti modifiche alle condizioni economiche contrattuali per come di seguito riportate: - 50% dell’importo contrattuale, ad avvenuta fornitura, entro 30 gg. dalla presentazione della fattura; - 50% entro gg. 45 dalla liquidazione del primo acconto; Di riapprovare allo scopo lo schema di lettera di invito appositamente predisposta dall’U.T.C. Di invitare alla citata trattativa privata le seguenti aziende specializzate nell’attività oggetto della fornitura da eseguire, già interpelate con la precedente procedura, nel rispetto delle disposizioni di segretezza previste dalla normativa vigente: Badinotti Italia s.p.a. - viale Ortles, 5 - 20139 Milano; Sede: Via Sen. Parodi snc – c/o ex Delegazione Municipale 89900 Vibo Valentia Marina


 

Floatex srl - via Cave, 12 - 20050 - Provaglio d'Iseo (BS); Resinex Trading srl - via Cappuccino, 14 - 20123 Milano; TechnoSEA srl - via Nicaragua, 10 - 00040 Pomeiza (LT); Cocci Luciano srl - via Maranello snc - 47853 Corano (RM). Di imputare la spesa di €. 44.770,00 iva compresa sul cap. 5040 int. 10.50.40 del compilando bilancio di previsione esercizio 2013; di dare atto che la presente determina: - va pubblicata all’albo pretorio del comune di Zambrone per quindici giorni consecutivi; - va inserita nel registro delle determinazioni, tenuto presso gli uffici dell’Ente Parco. Il Responsabile del Servizio Tecnico arch. Nicola D.co Donato

Sede: Via Sen. Parodi snc – c/o ex Delegazione Municipale 89900 Vibo Valentia Marina


Determina n 9 2013