Page 1

ChiKung alResort

IN EQUILIBRIO DENTRO E FUORI OGNI MATTINA ALLE 7:20 IN BUDDHA GROVE COMINCIA UNA SPECIE DI AFFASCINANTE RITUALE, CON MOLTE PERSONE IMPEGNATE NELLA PRATICA DEL CHI KUNG. PER QUELLI CHE PASSANO LÌ VICINO ANDANDO A FAR COLAZIONE, È MERAVIGLIOSO VEDERE COSÌ TANTE PERSONE CHE IN SILENZIO ESEGUONO LE SVARIATE POSIZIONI DI QUESTA TECNICA, IMPARANDO L’ARTE DELL’EQUILIBRIO, DENTRO E FUORI.

Chi Kung arriva dalla Cina, sebbene molti sostengano che abbia avuto origine in India e che sia stato portato in Cina da Bodhidharma. Pare che i monaci cinesi fossero deboli, fisicamente, visto che le costanti meditazioni “sedute” li privavano dei benefici dell’esercizio fisico; fu così che venne introdotto il Chi Kung: per favorire la salute fisica, che a sua volta aiuta la meditazione. Il Chi Kung si suddivide in quattro categorie principali: buddista, taoista, arti marziali e “curativo”. Le lezioni che si tengono nel Meditation Resort offrono tutte e quattro le discipline, con enfasi sulla pratica taoista. Presentiamo qui alcuni esercizi che anche i lettori, imitando le posizioni nelle foto e seguendo i testi, possono facilmente praticare.

Il

Chi è spesso tradotto come energia, forza vitale e respiro, mentre Kung è stato tradotto come disciplina, abilità e pratica. La realtà è che il Chi Kung

consiste circa all’80% di attività “mentale”, con un 10% di movimento e un 10% di respiro. In quanto tale è una disciplina che può essere praticata da vecchi e giovani. Gli scopi sono il favorire la salute e la meditazione, che vengono aiutate dalla capacità di muovere il chi. Per i taoisti la salute non è basata su altezza, peso, capacità polmonare e altre cose simili. La salute è basata semplicemente sulla propria capacità di muovere energia: più energia riesco a muovere, più grande è la mia salute. Una volta praticato con assiduità, il Chi Kung inizia a riportare il corpo in equilibrio, agendo sul corpo fisico e sulle energie che si muovono nei meridiani e tra gli organi interni. Dal momento che corpo e mente sono un’unità, questo equilibrio sarà sentito anche a livello psicologico. Per iniziare la sessione, raccomandiamo vestiti larghi e comodi e un buon paio di scarpe da tennis a suola


wellness

piatta – anche se alcune persone preferiscono praticare a piedi nudi. Quando chi scrive ha iniziato a praticare il Chi Kung, l’intera classe si presentò indossando le tradizionali ciabattine cinesi... e l’insegnante arrivò con scarpe da ginnastica di una marca molto famosa! Per cominciare puoi metterti nella

Quando io o Lao Tzu diciamo: “Stai in equilibrio”, non stiamo dicendo fai dell’equilibrio un fenomeno statico, nella tua vita. Non può essere statico, devi continuamente mantenerlo, muovendoti tra destra e sinistra. In quel movimento qualche volta passerai per il punto più profondo del tuo essere e all’improvviso sarai nel mezzo. E all’improvviso sentirai un’implosione, non un’esplosione. Qualcosa dentro implode; all’improvviso non sei più lo stesso. Diventi intensamente vivo, intensamente innocente, intensamente puro. In quel momento non esiste più buio per te, niente peccato, niente colpa. Tu sei divino tutte le volte che trovi quell’equilibrio. Ma non puoi trovarlo una volta e per sempre – no. La vita è un bilanciamento costante, una continuità, un continuum. Se non sei consapevole lo perderai innumerevoli volte. Il punto di mezzo non è un punto fissato dal di fuori. Puoi raggiungerlo da qualsiasi punto o cercare di trovare un equilibrio tra gli opposti momento per momento. Un po’ alla volta imparerai il trucco. Nel momento in cui trovi il punto di mezzo, per la prima volta diventi il padrone della tua vita; finora non sei stato che uno schiavo. Per la prima volta sei sveglio; finora sei stato addormentato. TRATTO DA:

Foto 1

Lao Tzu dice: La via del Tao è un corso d’acqua. Si muove come l’acqua. Qual è il movimento dell’acqua? O di un fiume? È un movimento che ha veramente alcune cose molto belle. Primo, si muove sempre verso la profondità, cerca sempre i terreni più in basso. Non è ambizioso; non cerca mai di essere il primo, vuole essere l’ultimo. Secondo: l’acqua è soffice, femminile. L’acqua non è aggressiva, non combatte mai – si fa la sua strada senza combattere. È dall’acqua che i cinesi e i giapponesi hanno imparato l’arte dello judo e dello jujitsu. Vincere senza combattere, conquistare attraverso la resa, wei-wu-wei. Osho

Osho Tao: I Tre Tesori, Ed Mediterranee

posizione della prima foto. I tuoi piedi dovrebbero stare alla stessa distanza della larghezza delle spalle, o dei fianchi, a seconda di quale sia la parte più larga del tuo corpo. Le parti esterne dei piedi devono essere parallele fra loro, il che, per la maggior parte delle persone, significa che gli alluci saranno leggermente puntati verso l’interno: la parola più importante, qui, è leggermente. Ora porta la tua consapevolezza ai piedi e permetti loro di rilassarsi. Puoi iniziare a visualizzare che dai tuoi piedi si dipana una struttura a forma di radice, che entra nel terreno per circa un metro, un metro e mezzo, come quella di un grande albero. Non preoccuparti se ti sembra che non accada al primo colpo, perché il Chi Kung, come tutti gli esercizi di centratura, porta risultati attraverso la pratica regolare. Porta poi la consapevolezza alle ginocchia; permetti alle ginocchia di rilassarsi. Se guardi in basso verso i tuoi piedi e puoi ancora vedere i tuoi alluci, allora devi piegarti di più sulle

ginocchia. Ora immagina di avere un pallone tra le cosce che sta gentilmente aprendo i tuoi fianchi – che si chiamano kwa – verso l’esterno. Ciò creerà spazio che ti permetterà di portare il tuo coccige sempre più verso il basso. Puoi controllare se questa parte della posizione è giusta ponendo le mani sulla parte inferiore della schiena che dovrebbe ora essere piatta, e cioè non seguire la sua curvatura naturale. Lentamente, usando l’occhio della mente, percorri la spina dorsale fino ad arrivare all’estremità della testa e immagina che la testa sia tenuta in sospeso da una corda. Con il coccige che va verso il basso e la testa sospesa a una corda, nella spina dorsale si verificherà uno stiramento in opposte direzioni. La lingua è sulla parte superiore della bocca e si riposa sulla parte dura del palato, dietro ai denti – se dici la, troverai proprio il posto giusto. Porta il mento leggermente verso il basso, questo “aprirà” la parte posteriore del collo. Inoltre, ed è una cosa importante, OTTOBRE 2005

17


rilassa il dan tien, la pancia, che nel nostro caso è l’intera area tra l’ombelico e l’osso pelvico e dietro fino alla zona dei reni. Questa è la posizione “a colonna”, qualche volta chiamata posizione trance in piedi, e può essere un modo per iniziare a esercitarti con il tuo chi. La maggior parte di noi non è abituato a stare fermo, ancora meno a stare fermo in piedi, quindi non è il caso di esagerare con questa posizione. La cosa migliore è iniziare con circa cinque minuti al giorno, fino ad arrivare anche a tre sessioni al giorno di 20 minuti ciascuna. Man mano che la tua pratica si fa più profonda, puoi cominciare a portare la tua consapevolezza in tutto il corpo cercando eventuali tensioni, prima nei muscoli, poi nelle giunture e poi negli organi interni e anche più in profondità, a livello cellulare. Più grande è la tua capacità di guardare dentro, maggiore è la possibilità di rilassamento. Per rendere più varia la pratica puoi portare le mani al dan tien, come mostra la foto 2, o al dan tien mediano, come mostra la foto 3. Sentiti libero di sperimentare e divertiti.

Foto 2

18 OSHO TIMES

Impara ad aspettare, perché la natura si muove molto molto lentamente. A causa di quel movimento lento c’è così tanta grazia in natura. La natura è molto femminile, si muove come una donna. Non corre, non va di fretta, non si affanna. Va molto piano, una musica silenziosa. C’è grande pazienza nella natura e il Tao crede nel modo della natura. Tao esattamente significa natura, quindi il Tao non è mai di fretta; questo va compreso. Osho

Foto 3 Una volta acquisita la posizione in piedi sei pronto a includere le braccia, che vanno tenute in posizione statica. Osserva la posizione nella foto 4 che è

Foto 4

spesso chiamata Abbracciare un albero. Assicurati che le ascelle siano molto aperte, il che favorisce l’apertura del Meridiano del Cuore, che le mani siano all’altezza della gola e che i gomiti siano leggermente al di sotto dei polsi. Il petto è “rotondo” o leggermente incavato. Può aiutarti visualizzare che stai abbracciando un grande albero. Questa posizione favorisce un’apertura nella zona centrale della schiena che è anche chiamata il cancello dorsale ed è un’area molto importante in quanto sostiene il dan tien mediano, o centro del cuore. Se osservate le persone anziane, noterete che spesso camminano con la schiena ricurva proprio in quest’area, il che accade quando il chi – la forza vitale, l’energia – smette di circolare, chiudendo la schiena e bloccandola in una posizione irreversibile.

Vogliamo portare lo yin, o energia della terra, nel corpo, quindi mentre inspiri, fallo a lungo e in modo delicato fino a circa il 70% della tua capacità polmonare: riempi il corpo come un pallone. E durante l’espirazione manda il chi dalla spina dorsale fino alle braccia e dalle braccia verso le dita. Ricorda che il Chi Kung è all’80% mente, quella che i Taoisti chiamano la Mente della Saggezza, chiara e presente, opposta alla Mente Emotiva, confusa e sempre in ebollizione, quindi è importante essere presenti mentre si è in una posizione. Se stai pensando a ciò che mangerai a colazione non sarai abbastanza presente da sentire il chi che si muove dentro e intorno al corpo. La chiave per questa posizione, come per molte altre – se non per tutto il Chi Kung – è essere rilassati, mantenere una posizione ferma, ma senza tensione. Spesso i principianti trovano difficile vedere la differenza tra rilassarsi e “collassare”. In queste lezioni, a causa forse della forte presenza italiana, per spiegarlo diciamo che collassare è come un piatto di spaghetti scotti. mentre rilassarsi – mantenendo un’attenta presenza – è più simile ai maccheroni! La foto 5 mostra la stessa posizione in piedi su una gamba sola. Questa posizione è stata chiamata la Sentinella dell’Universo. Queste posizioni statiche hanno molti benefici, come il rallentare il respiro e la mente.


wellness

Foto 5

Mentre stai in piedi, lascia che la pancia si rilassi e poi porta la consapevolezza a ogni area del corpo, permettendole di rilassarsi. Nota che mentre ti rilassi il corpo si acquieta sempre di più; lascia che l’energia affondi profondamente nelle tue gambe, come fossero radici. Poi rilassa le giunture del corpo, di nuovo osservando l’energia che si radica nella terra. Quando fai per le prime volte la Sentinella dell’Universo, potresti sentire che la parte posteriore delle gambe brucia, solletica, si elettrizza o è stanca. Fa tutto parte del gioco, ed è bene continuare per breve tempo a rimanere nella posizione, anche quando cominci a sentirti scomodo. Quando

sei pronto puoi lentamente cambiare gamba, mantenendo, se possibile, le mani nella stessa posizione. Le braccia sono sistemate in modo tale da raccogliere chi e potresti cominciare a sentirle un po’ pesanti. Inizialmente tendiamo a muoverci usando i grandi muscoli, perché questo è il modo che abbiamo imparato, da sempre. Permetti ora ai grandi muscoli di rilassarsi e comincia a usare invece i piccoli muscoli. Una volta capito il trucco per usare i piccoli muscoli rilassando quelli grandi, sarai in grado di tenere la posizione per periodi sempre più lunghi.  Yogendra Testi liberamente tratti da Osho Times edizione inglese

Un aiuto per tutta la giornata Bellezza e utilità di una pratica sempre piena di misteri

Vismaya, che nelle foto di queste pagine ci fa vedere diverse posizioni del Chi Kung, ha studiato danza classica da bambina e recentemente si è laureata in economia. Pratica questa tecnica da molti anni, le chiediamo le sue impressioni.

Chi e il Chi Kung possono sembrare belli anche dal di fuori, come il balletto, ma c’è molto, molto di più nascosto dentro.

Quanto spesso pratichi il Chi Kung? Cerco di farlo ogni mattina; non voglio perdermi l’opportunità anche del più piccolo miglioramento. Ogni giorno affronto la sconvolgente rigidità della mente. Gli esercizi mi aiutano a rilassare il corpo, il che rilassa la mente – e questo rilassa ancor di più il corpo. È interessante giocare con questo fenomeno a catena.

In che modo aiuta la tua meditazione? La meditazione accade proprio in quel momento. È un’ incredibile opportunità per rifocalizzarsi su molti temi – il corpo, la mente, la presenza, la consapevolezza – cercando di sentire le energie del corpo che si muovono dentro e fuori. E il posto dove facciamo gli esercizi qui al Resort è molto bello, con alti bambù e silenzio tutto intorno: è possibile soffermarsi sui suoni, e sulla calma, di ogni momento.

Trovi che migliori la salute? Più sono rilassata e più il chi – l’energia – fluisce e questo mi “guarisce”: mi aiuta a mantenermi sana. È un processo per liberarsi da qualsiasi blocco al nostro interno. Sto diventando sempre più consapevole del mio corpo e noto un deciso miglioramento nella mia salute in generale. Ho studiato danza classica e quindi mi sarebbe facile imitare semplicemente la struttura, la posizione formale, ma qui l’approccio è completamente diverso. La danza classica è solo movimento senza consapevolezza interiore, è una performance artistica che si interessa dell’esteriore. Il Tai

Come agisce il Chi Kung sul resto delle tue attività durante il giorno? Quando salto una lezione... lo rimpiango per il resto del giorno. Quando invece vado, il mio corpo è pieno d’energia e la mia mente è calma. Vedo le situazioni in maniera più chiara, sono più in contatto con la realtà e così sono più felice e ottimista. Intervista di Anuprada

OTTOBRE 2005

19

Esercizi di Chi Kung al Resort  

Presentaion Chi kung movements and comment

Advertisement