Page 1

In collaborazione con

Agosto 2012 n.24

Foto copertina: Mariano Casti

CENTRO SERVIZI & DISTRIBUZIONE

Diamo voce alla tua idea d’impresa Sfoglia la rivista anche sul web www.mysardegna.it

Copia gratuita

Provincia di Oristano Natura, archeologia, sport, mare, enogastronomia ed eventi alla corte di Eleonora d’Arborea


TURISMO

INFORMAZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA

TOURIST INFORMATION Siamo a disposizione per aiutarti a trascorrere una meravigliosa vacanza in questo angolo di Sardegna. We are here to make sure that you spend a wonderful holiday in this corner fo Sardinia. ORISTANO PIAZZA ELEONORA 18 Lat 39°54'12.85” Lon 8°35'31.03”

www.gooristano.com • www.oristanowestsardinia.com

Ufficio turismo Provincia di Oristano

PROVINCIA DI ORISTANO Assessorato al Turismo

Tel. +39 0783 3683210 - fax +39 0783 3683263 - www.provincia.or.it - turismo@provincia.or.it


TURISMO AREA ARChEOLOGICA DI THARROS

Tharros, fondata dai Fenici probabilmente alla fine dell’VIII sec. a.C., divenne in età punica una delle città più importanti della Sardegna. Ad età fenicia risale l’impianto del tofet, il tipico santuario a cielo aperto in cui erano deposti, all’interno di urne in terracotta, resti incinerati di bambini. Dello stesso periodo le prime fasi delle due necropoli di Capo San Marco e di San Giovanni. Di epoca punica è il tempio monumentale. In età romana la città ebbe una sistemazione urbanistica importante, con la creazione di una rete viaria in basalto e la costruzione di notevoli edifici pubblici, tra cui le tre strutture termali e il castellum aquae. Dopo la fase paleocristiana, cominciò il lento abbandono della città che si concluse nel 1071 con lo spostamento della sede episcopale a Oristano. Coop. Penisola del Sinis Via Puccini 9a, 09070 Cabras (OR) - Sardegna - Italia Tel.+39 0783 370019 / +39 0783 290636 www.penisoladelsinis.it - info@penisoladelsinis.it Orario: Estivo 9.00/20.00 Invernale 9.00/17.00

PALEO ARCHEO CENTRO DI GENONI

PARCO ARChEOLOGICO NURAGHE LOSA

TERME ROMANE DI FORDONGIANUS

Suggestivo e imponente si erge il Nuraghe Losa nell’altopiano di Abbasanta, monumento tra i più rappresentativi della civiltà nuragica. È un nuraghe a tholos di tipo complesso a pianta trilobata, dal profilo concavo-convesso . L’ingresso principale conduce nella torre centrale tramite un corridoio che si raccorda anche con le camere delle due torri laterali; l’altro, secondario, immette nella camera della torre posteriore la quale si collega tramite una scala, alla parte sommitale del Nuraghe. All’esterno il nuraghe è unito su un fianco a un tratto di antemurale munito di torri. L’intera area, estesa per tre ettari e mezzo, è interamente racchiusa da una muraglia provvista di tre ingressi a torre.

Quando gli antichi romani, con le loro milizie, cercarono di raggiungere l’interno dell’isola, prima dei contrafforti montuosi, attraversarono una valle con le acque fumanti. Erano le acque termali che, allora come oggi, sgorgano, creando fascino immutato nel tempo. In questo luogo, nel I secolo d.C., i romani edificarono la struttura termale curativa più bella ed importante dell’isola, costruirono la città di Forum Traiani, attuale Fordongianus, l’anfiteatro, l’acquedotto, strade e ponti, utilizzando la trachite, la pietra locale. Le vestigia di allora si sono tramandate sino ai giorni nostri ed il parco Archeologico delle Terme Romane, gestito dalla Cooperativa Forum Traiani, conserva intatti i valori storici, la suggestione e l’intrigo di un ambiente sorto a ridosso del fiume Tirso.

Coop. Paleotur 09071 Loc. Losa Abbasanta (OR) Sardegna - Italia Tel.+39 0785 52302 / +39 329 7260732 www.nuraghelosa.net nuraghe.losa@tiscali.it Orario: tutti i giorni dalle 8.30 all’imbrunire (aperto tutto l’anno)

Coop. Forum Traiani Via Doria 7, 09083 Fordongiuanus (OR) Sardegna - Italia Tel.+39 0783 60157 www.forumtraiani.it - info@forumtraiani.it Orario: Est. 9.30/13.00-15.00/19.30 Inv. 9.30/13.00-15.00/17.30

Il Paleo Archeo Centro (P.AR.C.) è un museo innovativo creato per documentare e valorizzare i materiali fossili e archeologici rinvenuti nel territorio di Genoni. Dal punto di vista paleontologico, infatti, Genoni può vantare la presenza del Geopaleosito di Duidduru, un esempio unico nell’isola per ricchezza e varietà di fossili, nonché spettacolare testimonianza di come milioni di anni fa la Sardegna fosse attraversata dal mare. La formazione è riferibile al primo ciclo sedimentario miocenico e affiora per circa 50 metri. Sotto il profilo archeologico, si impone l’area di Santu Antine, con i resti di un nuraghe, di una fortificazione punica e del pozzo nuragico. Il percorso si svolge in tre sezioni: archeologica, paleontologica e didattica. Coop. Giunone Via Matteotti 16, 08030 Genoni (OR) - Sardegna - Italia Tel.+39 339 1676863 / +39 347 92 38 032 www.parcgenoni.it - coopgiunone@yahoo.it Orario: Sabato e Domenica 10-13 e 16-20 (altri orari su prenotazione)

AREA ARChEOLOGICA DI SANTA CRISTINA

Il Tempio a pozzo di Santa Cristina è un monumento cultuale dell’epoca nuragica risalente al XI sec a.C. Edificato con imponenti blocchi di basalto finemente lavorato il sito, per la sua unicità, è considerato uno dei più importanti monumenti del patrimonio storico archeologico della Sardegna. Il tempio è inserito in un parco di circa 14 ettari dedicato a Santa Cristina per la presenza dell’omonima chiesetta campestre. All’interno del parco è possibile visitare anche un villaggio medievale e un villaggio nuragico con la torre principale del XVI sec. a.C.. Facilmente raggiungibile, si trova sulla strada principale che collega il Nord e il Sud dell’isola. Nell’area sono presenti diverse strutture ricettive tra cui il bar-ristoro e il bookshopbiglietteria. Coop. Archeotour S.S.131 Km.115 - 09170 S.ta Cristina Paulilatino (OR) Sardegna - Italia Tel. + 39 0785 55438 /+39 347 7746747 www.archeotour.net - archeotour@tiscali.it Orario: tutti i giorni dalle 8.30 all’imbrunire (aperto tutto l’anno)

24

3


TURISMO

ON THE ROAD, OVVERO:

SULLA STRADA PER ORISTANO...

E se Jack Kerouac fosse stato ispirato dai siti archeologici della Provincia di Oristano per stendere le pagine del suo capolavoro “Sulla Strada”? Abbiamo creato un viaggio immaginario, da ascoltare sulle note dei Canned Heat, attraverso le 5 meraviglie che costellano il territorio oristanese, direttamente raccontate dal maestro della Beat Generation. Per ritrovarci … on the road again

L

a prima volta che andai a Oristano fu poco tempo dopo che io e mia moglie ci separammo. Avevo appena superato una seria malattia, condizionata dalla triste e penosa rottura e di cui preferisco non parlare, con la sensazione che tutto fosse morto. Con l’arrivo in Sardegna ebbe inizio quella parte della mia vita che si potrebbe chiamare la mia vita lungo la strada, alla ricerca di posti carichi di storia, cultura, fascino e mistero. Prima di allora avevo sempre sognato di andare nella Penisola del Sinis per vedere Tharros, sempre facendo piani vaghi e senza mai partire. Finalmente mi convinsi, e con la vecchia Renault 4 noleggiata nel capoluogo oristanese partimmo, io e il mio compagno d’avventura Dean, alla volta della misteriosa città fondata dai fenici, ma abitata sino in epoca medievale. Dean, il mio compagno di strada, è il tipo perfetto per un viaggio perché nacque letteralmente sulla strada, quando i suoi genitori passarono da Cabras nel 1926, in un vecchio macinino, diretti come noi verso Paulilatino, alla ricerca del mitico tempio a pozzo di Santa Cristina. Le prime notizie sul pozzo di Santa Cristina mi furono date da Gonario, che mi aveva fatto vedere alcune sue lettere scritte in un riformatorio di Cagliari. Capitammo nei pressi del Pozzo Sacro proprio il 21 giugno, esattamente il giorno del solstizio d’estate. A mezzogiorno in punto un fascio di luce solare si inabissò nella camera sotterranea del pozzo, riflettendosi nell’acqua. Fummo rapiti dalla bellezza dell’evento e da un energia cosmica che parlava di una sapienza a noi sconosciuta. Proseguendo per la strada sapevamo, grazie agli appunti segnati nelle lettere di Gonario, che presto avremmo incontrato il Nuraghe Losa, proprio prima della biforcazione della

4

24

strada che porta sino a Sassari. Finalmente eccolo davanti a noi, come potrebbe dischiudersi il sipario di una grande orchestra jazz in un fumoso locale di New Orleans. Suggestivo e imponente si erge il mastio antico nell’altopiano di Abbasanta. Il suo profilo è un perfetto connubio di leggiadria e robustezza, come l’acquavite che il vecchio pastore ci offrì, proprio di fronte al suo ingresso. A un certo punto Dean e io parlammo delle lettere e ci chiedemmo se avremmo mai conosciuto quello strano personaggio di nome Gonario. Tutto ciò accadeva molto tempo fa, quando Gonario non era ancora quello che è oggi, ma solo un giovane carcerato avvolto di mistero. Poi arrivò la notizia che egli era uscito dal riformatorio e stava salendo a nord, nella nostra stessa direzione, per visitare i resti dell’antica città termale di Forum Traiani, l’odierna Fordongianus. Anche noi eravamo incuriositi dalle acque termali che, allora come oggi, sgorgano, creando un fascino immutato nel tempo, e dalle poetiche rovine romane che attorniano le fumanti vasche d’acqua sulfurea. Si diceva che Gonario avesse appena sposato una ragazza di nome Marylou, conosciuta per caso nel quartiere della Marina a Cagliari, e che dopo la visita a Fordongianus si sarebbero diretti a Genoni, nell’estremo nordest della Provincia di Oristano. Non perdemmo tempo e ci mettemmo nuovamente in strada, diretti verso quel paese reso celebre per gli straordinari rinvenimenti di materiali fossili e archeologici. Proprio in seguito a questi rinvenimenti, ci dissero, fu allestito un museo innovativo chiamato Paleo Archeo Centro. Li ci aspettava Gonario, insieme a lui saremo partiti nuovamente, alla ricerca di altri siti nascosti e paesi dell’entroterra da scoprire e vivere come sempre, on the road.

Area archeologica di Tharros

Paleo Archeo Centro di Genoni

Terme Romane di Fordongianus

Nuraghe Losa

Tempio a pozzo di Santa Cristina


sfoglia la rivista anche sul Web

NUMERO 24 - Agosto 2012

www.mysardegna.it

SOMMARIO

Sfoglia la tua copia gratuita di MySardegna anche su:

www.ccnsanluri.it www.enjoyoristano.it TURISMO

DESIGN

www.cagliariliberadalladroga.com Consulta su

www.mysardegna.it

la lista dei punti vendita Sigma, Depar e Dico dove ritirare la tua copia omaggio.

3 La Provincia di Oristano, tra natura e 22 Casa arredata, vacanza omaggio, archeologia

4 On the road, ovvero: sulla strada per 24 6 7 8 11 17 18

Oristano Relax targato Sardegna Cena in riva al mare San Vito in festa per la sagra de sa Prazzira e de sa pezz’e craba Tortolì e Arbatax regine del Mediterraneo Il medico della terra Maskaras: il carnevale tradizionale della Sardegna

GASTRONOMIA

25 27 34

pannello solare a metà prezzo Tecnologia e sicurezza per un’estate fresca e senza insetti Ferro e cemento innalzano il valore del lavoro in Sardegna I maestri del legno Il sistema a secco esce allo scoperto

ENERGIA

26 Guerra all’amianto 28 La temperatura ideale rende la casa una reggia

MOTORI

MySardegna Anno IV • numero 24• Agosto 2012 Proprietario e editore Marco Uccheddu m.uccheddu@mysardegna.it Direttore responsabile Ivan Fonnesu ivanfonnesu@yahoo.it Grafica e impaginazione Daniela Serpi info@danielaserpi.it Collaboratori: Pro Loco San Vito, Marcella Lai, Francesco Murgia, Raffaele Usala, Gianluigi Deidda, Sandra Boi, Claudio Pistis, Luciano Marica Italgrafica Srl. Fotografie a cura di: Mariano Casti (foto copertina), Provincia di Oristano, Simonetta Mura, Salvatore Cancedda, Visitmuravera.it, Andrea Macis, Luciano Saiu, Manuela Cancedda, Gianluigi Deidda. Redazione Via Is Mirrionis 51/C, 09121 Cagliari, tel: 070.2348127 redazione@mysardegna.it Stampa Nuove Grafiche Puddu srl Via del Progresso, 6 - Zona Industriale - Ortacesus (CA)

12 L’oro del mare in tavola 14 La frutta dei sardi 16 Miele in cucina: un connubio vincente MODA

Registrato presso il Tribunale di Cagliari Registrazione n° 6/09 del 07-04-2009

30 Fiat 500 L, l’auto al femminile 31 Suzuki Gran Vitara rilancia la sfida OPINIONI

La direzione di Mysardegna si riserva il diritto di rifiutare o sospendere una inserzione a proprio insindacabile giudizio. L’editore e la concessionaria di pubblicità non rispondono di eventuali errori di stampa, ritardi o danni causati dalla non pubblicazione di inserzioni per qualsiasi motivo. E’ vietata ogni riproduzione, anche parziale, di questa copia di giornale.

MySardegna è distribuito in: Campidano di Cagliari, Medio Campidano, Ogliastra, Oristano, Olbia Sarrabus, Gerrei, Parteolla, Marmilla, Trexenta. Concessionaria esclusiva per la pubblicità MySardegna

per la vostra pubblicità su MySardegna

contattateci per un preventivo allo

13 Laboratorio orafo Peppino Mele COMUNICARE

20 Ad ognuno il suo imballaggio

070.2348127 349.2116567 340.5259346

oppure scriveteci su

32 Svegliamoci... ora!

info@mysardegna.it


TURISMO

RELAX TARGATO SARDEGNA

Il Sud della Sardegna viene preferito dal turista in cerca di relax e benessere, che non vuole spendere cifre esorbitanti per avere a disposizione comfort e qualità durante l’agognata villeggiatura. Questa parte di Sardegna, invece, rappresenta il luogo ideale per una vacanza immersa in un mare smeraldino e spiagge dalla sabbia finissima e dorata. Non manca l’opportunità di bellissime escursioni e momenti di puro divertimento, accompagnati dalla degustazione di prelibati prodotti tipici locali

D

a qualche anno il termine vacanza è diventato sinonimo di benessere: sempre più spesso si cerca una località dove godere di pace, tranquillità, associate a qualche escursione di pregio naturalistico. Quale meta scegliere per vivere al meglio le tanto sospirate vacanze in completo relax? A pochi Km da Muravera, lungo la vecchia strada che conduce a Cagliari, incontriamo Colostrai e Torre Salinas. Qui sorge il Villaggio Camping Torre Salinas, attorniato a est dall’omonima Torre e a sud da una lunga spiaggia di sabbia finissima di origine granitica. Vicino alla spiaggia si può ammirare l’area di protezione permanente faunistica di Colostrai. La zona è protetta dal WWF per la ricchezza delle specie di uccelli ivi presenti, soprattutto i fenicotteri rosa, che stanziano nel lago salato, che sorge alle spalle della spiaggia. Non solo pace e relax, il Villaggio Camping Torre Salinas offre agli appassionati di bellezze naturalistiche la possibilità di compiere avventurose escursioni in Quad. Nel tratto di costa attorno al Camping una miriade di calette si dispiegano quasi ai bordi della strada, offrendo paesaggi unici e dal pregevole valore paesaggistico, che raramente si potranno dimenticare, come Feraxi o Capo Ferrato. Relax e natura, quindi, ma anche gusto e tradizioni: nel ristorante del camping si possono gustare i piatti caratteristici della cucina sarda e della zona del Sarrabus, famosa per la qualità e la bontà del pesce e della carne. Il tutto in una cornice di ospitalità e simpatia “gentilmente offerte dalla casa”.

SARDINIAN RELAX The south of Sardinia is often chosen by tourist who are looking for relax and well-being without spending as much money for comfort and relax. This corner of Sardinia is the best place where to go if you need an emerald sea and fine golden sands. You cannot miss the chance to go on an excursion or to enjoy unforgettable moments, accompanied by our traditional local food tasting. Holiday has recently become the word indicating wellness: people started to look for a place where enjoy peace, tranquillity, also with the opportunity to try the thrill of exploring Nature, going for excursions. But, what is the best place where to go if you are looking forward to chilling out? Not too far from Muravera, along the old street heading toward Cagliari, there are the beach known as Colostrai and the village of Torre Salinas, surrounded by the tower and a fine granitic sandy beach. Near the beach, the protected naturalistic area of Colostrai is worth a visit, with its thousand birds’ species, such as the pink flamingos, that love to hang out there, because of the salty ponds across the beach. Spending your holidays in Torre Salinas means find peace and relaxing: for the lovers of Sardinia and its nature can be interesting to try the excursion by Quad. If you like to get fascinated by romantic landscapes, the opportunity of visiting Feraxi and Capo Ferrato cannot be missed. In other words here Relax and Nature, together with Taste and Tradition are the perfect combination: trying our restaurants means to taste the typical courses of the Sardinian cuisine, and Sarrabus territory is famous for its amazing seafood and meat. It is the best place to choose and the locals are always nice and flattered to meet new people and to welcome tourists, they are proud to offering the specialties of their culture.

Villaggio Camping Torre Salinas E’ la scelta naturale per chi vuole “tuffarsi” in luoghi suggestivi e incantevoli e vivere una vacanza all’insegna della tranquillità e del relax

SERVIZI market – bar – tabacchi – parcheggio – parco giochi – biliardino – ping pong scivoli e altalena – lavatrice – lavatoi per stoviglie – escursioni servizio transfer – servizi spiaggia – area barbeque – ristorante – pizzeria 09043 Muravera (CA) Loc. TORRE SOLINAS, Tel. 0039 070 999032 Fax 0039 070 999001 MAIL: info@camping- torre-salinas.de WEB: www.villaggio-torre-salinas.com

VILLINI RESIDENZIALI – TENDE E ROULOTTE ATTREZZATE – PIAZZOLE – NOLEGGIO BICI E QUAD

6

24


TURISMO

CENA IN RIVA AL MARE

Il meglio della produzione agroalimentare locale sposa la cucina del ristorante Marina Giò, dove Gianni, Rita e il suo staff vi aspettano per un’esperienza unica Nach fast dreissig Jahren Erfahrung als Restaurantbesitzer in Deutschland entschloss sich Gianni Carta und seine Familie in seine Heimat Sardinien zurück zu kehren, um dort am Strand von “Marina di San Giovanni” in der Nähe des Ortes Muravera ein kleines Restaurant zu betreiben. Gianni und Rita Carta sowie ihr qualifiziertes Experten-Team heißen Sie herzlich in der angenehmen Atmosphäre ihres Restaurants “Marina Giò” willkommen. Genießen Sie sardische Spezialitäten wie Spanferkel, Lamm mit Artischocken oder einheimischen Fisch oder lassen Sie sich mit klassichen Gerichten aus der italienischen Küche überraschen. Wir freuen uns auf Sie!

GLI APPUNTAMENTI DI MARINA GIò Aperto tutti i giorni. Specialità della casa bavette al tartufo e funghi di stagione. MARTEDì e GIOVEDì menù di mare a soli 20 €, bevande escluse. Tutti i venerdì: cena tipica sarda (28€ bevande escluse). Con l’animazione delle launeddas e della fisarmonica. I giovedì e i sabati al bar pizzeria (di fronte al ristorante): musica dal vivo, con l’animazione delle band sarde, piano bar e karaoke.

RISTORANTE - PIZZERIA

Ristorante Marina Giò

per prenotazioni ristorante: +39.333.9860200

S

ituato sulla riva della spiaggia della Marina di San Giovanni, il ristorante Marina Giò propone quotidianamente le ricette della cucina nazionale e regionale, con particolare attenzione ai prodotti tipici, rigorosamente locali,come le carni e i prodotti ittici del Sarrabus. Anche i formaggi, i salumi, le verdure e la frutta, vengono forniti quotidianamente dai vari produttori stanziati nelle vicine vallate, mentre i dolci vengono confezionati da mani esperte della tradizione dolciaria sarda. Il ristorante, punto di riferimento nella zona di San Giovanni, è attivo da 8 stagioni: “dopo trent’anni di lavoro in Germania nel settore della ristorazione – ci dice Gianni Carta insieme a sua moglie Rita, gestori del ristorante Marina Giò – abbiamo deciso di tornare nella nostra terra d’origine, la Sardegna, per gestire un ristorante poco distante dal paese di Muravera, adiacente alla spiaggia della Marina di San Giovanni”. La cucina è rigorosamente mediterranea e tipicamente sarda, i menù variano dai piatti a base di pesce, molluschi e crostacei. Le cozze e vongole, provengono dalla vicina marina di San Giovanni. Da provare senz’atro è insalata di polpo, ma anche la carne di cavallo, le tagliate di manzo, la succulenta e prelibata carne asinello. A fianco del ristorante Marina Giò, si trova il Bar Pizzeria Marina Giò, dotato di piazzetta attrezzata, dove oltre la gelateria, la paninoteca e il cocktail bar è possibile ordinare la pizza, a pranzo e a cena. Vi aspettiamo!

BAR - CAFFETTERIA - GELATERIA

Bar Pizzeria Marina Giò per prenotazioni pizzeria: +39.334.2456207

Ristorante Marina Giò. A pranzo menù turistico euro12,00 Loc. San Giovanni - 09043 Muravera (CA) 24

7


TURISMO

SAN VITO IN FESTA

PER LA SAGRA DE SA PRAZZIRA E DE SA PEZZ’E CRABA Si rinnova l’appuntamento per uno degli eventi più succulenti della Sardegna: la Sagra de Sa Prazzira e de sa Pezz’e Craba. Sabato 28 e domenica 29 luglio, San Vito si veste a festa, aprendo le porte al buon mangiare, alle tradizioni e alla convivialità

D

a ormai più di venti anni, puntualmente, si conferma la Sagra più importante di San Vito, diventata punto di riferimento del patrimonio gastronomico sardo. La “Sagra de Sa Prazzira e de Sa Pezz’e Craba” si svolge durante l’ultimo fine settimana di luglio, precisamente i giorni del 28 e 29. La gastronomia è la vera protagonista della festa. Sa Prazzira è la pizza tipica sanvitese, è una sorta di focaccia, che si presenta di forma circolare, con i bordi rialzati in modo che la parte superiore non venga avvolta dalla pasta. Al centro del succulento piatto, si scorgono ben evidenti gli ingredienti che solitamente la compongono: pomodori freschi, melanzane, cipolle, basilico, aglio, e il principe della dieta mediterranea, l’olio extra vergine d’oliva. Sa Pezz’e Craba, ossia la carne di capra, è arrostita con degli enormi spiedi nei fuochi, e si caratterizza per il gusto e profumo inconfondibili che sono esclusivi di una razza, che a causa della geografia del territorio ha subito nel passato un forte isolamen-

to, contribuendo a far acquisire delle tipicità e delle caratteristiche uniche. Ogni anno migliaia di visitatori affollano la piazza in cui si tiene la sagra, per degustare questi piatti ed assistere agli eventi che vengono organizzati. Oltre al buon mangiare la Sagra prevede anche mostre, spettacoli di musica e balli accompagnati dal meraviglioso suono delle launeddas, organizzati nei portali delle antiche case campidanesi che vengono aperte per l’occasione. A partire dall’anno scorso la Sagra è cambiata in alcuni aspetti: prima infatti si svolgeva durante un’unica giornata, oggi invece il Sabato sarà dedicato interamente alla Prazzira e la Domenica alla carne di capra. Non è tutto. Nel paese sono ancora esistenti le antiche case tradizionali, caratterizzate da ampi cortili interni protetti da possenti portali in legno con la tipica forma ad arco. Proprio in occasione della Sagra si è deciso di aprirli al grande pubblico, mostrando il repertorio storico, culturale e produttivo del paese del Sarrabus. Tutte le associazioni culturali del paese

THE PARTY OF THE PRAZZIRA AND PEZZ’E CRABA IN SAN VITO It renews the appointment for one of the tastiest events of Sardinia: the Festival of Prazzira (a local pizza) and Pezz’e craba (goat meat). Saturday 28 and Sunday, July 29, San Vito is decorated in festive, opening the door to good food, traditions and conviviality. For more than twenty years, punctually, is confirmed the most important festival of San Vito, become a reference point of the gastronomic heritage of Sardinia. The “Festival de Sa Prazzira and de sa Pezz’e craba” takes place during the last weekend of July, precisely the day of 28 and 29. The food is the real star of the party. Sa Prazzira is the pizza typical of San Vito, is a sort of focaccia which presents a circular shape, with raised edges so that the upper part is not wrapped by the dough. At the heart of the succulent dish,

8

24

Sa Prazzira

you can see very clearly the ingredients that usually make up: fresh tomatoes, eggplant, onions, basil, garlic, and the prince of the Mediterranean diet, extra virgin olive oil. Pezz’e craba, or goat meat, is grilled on huge skewers with fires, and is characterized by distinctive taste and aroma that are unique to a race, that because of the geography of the area has suffered in the past a strong isolation , by helping to acquire the typical and unique characteristics. Every year thousands of visitors flock to the square where the festival is held, to taste these dishes and attend the events that are organized. In addition to good eating, festival also includes exhibitions, performances of music and dances accompanied by the wonderful sound of launeddas held on the portals of the ancient houses that are opened for the occasion. Since last year the festival has changed in some aspects: first it was played in a single day, but today will be dedicated completely to the Saturday to Prazzira and to goat meat on Sunday. It’s not all. In the town still exist the old traditional houses, characterized by

spacious courtyards protected by massive wooden doors with the typical arched shape. Just at of the Festival has decided to open to the public, showing the historical review, cultural and productive country in the Sarrabus. All cultural associations the town are involved in organizing the festival, and every social group sets up its own space in order to promote the area. On Saturday, more than a tasting of Prazzira near portals will be staging its preparation, from mixing to baking. On Sundays, the day dedicated to the second dish of the festival, you can taste the meats produced in the territory, other sausages, and observe as shepherds transform milk into cheese and fresh goat cheese. On both days, the portals will be reserved for traditional crafts such as blacksmith, cutler, and will be shown as the objects of popular tradition like the stresciu ‘e fenu (hay baskets and utensils) and stresciu ‘e rami (copper pots and pans). Culture, cuisine and music, too: the polyphonic choir “Saint Barbara” will sing in portals delighting visitors between art and taste.


TURISMO vengono coinvolte nell’organizzazione della Sagra, ed ogni gruppo sociale allestisce un suo portale per poter promuovere il territorio. Il sabato, oltre la degustazione della Prazzira, nei pressi portali verrà messa in scena la sua preparazione, dall’impasto alla cottura. La domenica invece, giorno dedicato al secondo piatto forte della Sagra, si potranno degustare i salumi prodotti nel territorio, altri insaccati, e osservare come i pastori trasformano il latte caprino in formaggio fresco e ricotta. In entrambe le

giornate, i portali saranno riservati ai mestieri tradizionali, come quello del fabbro, del coltellinaio, e saranno mostrati gli oggetti della tradizione popolare come su stresciu ‘e fenu (cestini e gli utensili di fieno) e su stresciu ‘e rami (pentole e padelle di rame). Cultura, gastronomia e anche musica: il coro polifonico Santa Barbara canterà nei portali deliziando i visitatori tra arte e gusto. Foto di Simonetta Mura e Salvatore Cancedda

SAGRA DEL PESCE Nella terza decade di agosto si svolge a San Vito nella frazione di San Priamo la “Sagra de su Pisci”, una manifestazione sostenuta e patrocinata dall’Amministrazione comunale, e resa possibile grazie al supporto organizzativo della Pro-Loco sanvitese ed al fondamentale impegno e passione dei suoi soci e collaboratori. Degustazioni di orate, spigole e muggini arrosto, cucinate sapientemente in maniera semplice e tradizionale, dove i sapori vengono esaltati e valorizzati, soddisfacendo i palati più fini ed esigenti, accompagnato da un buon bicchiere di vino e dalla musica delle launeddas, della fisarmonica, dell’organetto ed altri strumenti musicali che fanno da cornice allo spettacolo folk. A San Priamo i turisti oltre che gustare dell’ottimo pesce e del buon vino, possono arricchire i propri orizzonti culturali visitando l’omonimo Santuario, una chiesetta del XIII secolo che sorge arroccata sulla montagna adiacente la frazione, caratterizzata dalla presenza, al suo interno, di una Domus de Janas dalla quale sgorga una sorgente dalle acque anticamente ritenute miracolose, mentre nelle vicinanze si scorge imponente ed è possibile ammirare la figura del nuraghe “Asoro”, complesso nuragico edificato con tecnica megalitica del tipo pseudo-nuraghe.

FESTIVAL OF FISH - SAN PRIAMO In the third week of August is held in the village of San Priamo the “Festival de su Pisci”, an event sponsored and supported by the local administration, and made possible thanks to the organizational support of Pro-Loco San Vito and commitment to the fundamental and passion of its members and collaborators. Tastings of sea bream, sea bass and mullet roasted, cooked expertly in a simple and traditional way, where flavors are enhanced and valued, satisfying the most discerning palates and demanding, with a good glass of wine and music of launeddas, accordion, of ‘organ and other musical instruments that form the backdrop to the show folk. In San Priam tourists as well as taste the seafood and fine wine, can enrich their cultural horizons by visiting the Shrine of the same name, a thirteenth-century church that stands perched on the mountain adjacent to the village, characterized by the presence, inside , of a Domus de Janas is a spring from which the waters once considered miraculous, and nearby you can see and can admire the imposing figure of the nuraghe “Asoro” built with megalithic art of pseudo-dolmen.

24

9


TURISMO Pagina a cura dell’Assessorato al Turismo del Comune di Tortolì

TORTOLì E ARBATAX

REGINE DEL MEDITERRANEO

Nel centro della costa orientale della Sardegna il territorio di Tortolì - Arbatax si estende lungo una fertile pianura circondata da colline che, in pochi chilometri, cedono il passo ai monti del Gennargentu. Dall’alto di questi rilievi la piana appare un anfiteatro dove la terra si immerge dolcemente nelle acque azzurre del golfo

A

rrivando da nord verso il porto si trova la spiaggia di Arbatax nota come La Capannina, un litorale suddiviso tra i comuni di Tortolì, Girasole, Lotzorai e Baunei- S. Maria Navarrese. Quì il mare, avanzando nell’entroterra, ha dato vita allo stagno di Tortolì, noto per pescosità e importanza naturalistica. Circondato da una folta vegetazione è l’habitat ideale per varie specie di flora e fauna. Di fronte alla spiaggia di Arbatax emerge un isolotto di porfido rosso, chiamato Isola dell’Ogliastra. Il suo fondale è limpido e profondo, ridosso ideale nelle giornate ventose. Proseguendo verso Capo Montesanto la costa si fa rocciosa: dal mare si ergono imponenti falesie. Il bianco delle rocce calcaree, il verde intenso della vegetazione e l’azzurro profondo del mare lasciano il visitatore senza fiato. Si susseguono verso nord rinomate cale, piccole spiagge dai ciottoli bianchi, bagnate da un’acqua cristallina dal colore verde azzurro. Alcuni di questi luoghi, incontaminati e selvaggi, possono essere raggiunti a piedi lungo gli antichi sentieri o, più comodamente, via mare. E’ possibile intraprendere gite giornaliere per mezzo di traghetti o battelli che, ogni giorno, salpano dal porto di Arbatax. Arbatax è rinomata anche per le sue imponenti e monumentali Rocce Rosse situate a pochi passi dal porto. E’ uno scenario suggestivo sia da mare che da terra. Qui la a natura è protagonista: di giorno è il blu intenso del fondale marino a mettere in risalto le rocce, di notte le evidenzia il bagliore della luna. Quando il vento da nord–est spira con una certa intensità sono le onde che, infrangendosi sulle monumentali rocce, creano una scenografia spettacolare. Lungo le vie del borgo di Arbatax colpiscono alcuni edifici, i quali testimoniano la storia abbastanza recente di una co-

lonia di pescatori provenienti da Ponza che diedero vita al borgo. La storia più antica è testimoniata dalla torre di San Miguel, una delle tante costruite come sistema difensivo in tutto il litorale sardo a partire dal 1570, sotto la corona spagnola. La torre, restaurata di recente, è aperta al pubblico. La totale estensione della costa è visibile dal punto più alto del Capo Bellavista, belvedere dove trovano sede il faro e la stazione meteo. Da questa cima si apre uno spettacolo unico e suggestivo. Lungo il percorso che conduce al belvedere troviamo una deviazione indicante Cala Moresca, piccola cala di ciottoli dall’acqua limpida e profonda. E’ posta tra due colline verdeggianti: a destra il Capo Bellavista e a sinistra la pineta di Batteria; dove un percorso immerso nel verde conduce ad un rudere, utilizzato durante la seconda guerra mondiale come postazione contraerea. A ridosso del Capo Bellavista si apre un piccolo golfo di sabbia bianca e sottile e l’acqua di colore verde: è la baia di Porto Frailis, ridosso ideale quando spirano i venti del quadrante settentrionale. Dalla cima del promontorio di San Gemiliano si erge un’altra torre spagnola da cui è possibile godere di una visuale mozzafiato: il paesaggio si apre nell’ampio spazio tra cielo e mare, lo sguardo rivolto verso sud arriva fino a Punta Nera di Barisardo. Dal litorale sottostante il promontorio fino al Lido di Orrì, la costa si presenta come una serie di insenature intervallate da zone rocciose e spiagge dalla sabbia bianca e finissima, dall’acqua limpida e il fondale basso. Il litorale del comune di Tortolì termina nella spiaggia di Cea dove, ancora una volta, troviamo le caratteristiche rocce in porfido rosso, i Faraglioni, che si ergono imponenti nel blu scintillante del mare. Marcella Lai

Spiaggia La Capannina. Sullo sfondo l’Isola dell’Ogliastra

Isola dell’Ogliastra

Le Rocce Rosse

Tortolì - Torre di San Gemiliano

24

11


GASTRONOMIA

L’ORO DEL MARE IN TAVOLA Gusto, qualità e sicurezza. Sono queste le caratteristiche che distinguono i prodotti Smeralda. La passione Smeralda nasce nella selezione delle migliori materie prime, continua nella modernità della produzione e si esalta nel banco vendita, per offrire ai clienti il meglio del gusto tipico della Sardegna

S

meralda nasce dalla tradizione del gusto e della cucina sarda. L’azienda, dagli anni ’90 gestita a conduzione familiare, si è trasformata in una moderna impresa che oggi unisce lavorazione, confezionamento e vendita, diventando uno dei marchi leader nell’Isola per quanto riguarda la produzione della bottarga di muggine. Sicurezza nella qualità e certezza nella genuinità dei prodotti sono i punti di forza di Smeralda, che ha investito sulle rigorose normative europee, ottenendo il bollo CEE, la certificazione di qualità ISO 9001/2005 e la certificazione Kosher per la vendita nei paesi di cultura ebraica. Ad esse si sommano tre ulteriori certificazioni di notevole prestigio internazionale: la ISO 22000:2005, la BRC Global Standard (British Retail Consortium)

e la ISF (International Food Standard). Alla base, l’applicazione del sistema di autocontrollo grazie al metodo HACCP (Analisi dei rischi e controllo dei punti critici) che è ormai parte integrante della filosofia aziendale, poiché prevede una serie di controlli igienico-sanitari su materiali, macchinari e ambienti di lavorazione. Si ottiene così un miglioramento continuo dei prodotti e delle garanzie offerte al cliente finale. Tutta la produzione Smeralda è supportata da moderne strumentazioni. Il risultato rimane un prodotto in linea con la più antica tradizione gastronomica della Sardegna. I prodotti Smeralda si possono trovare nei migliori ristoranti e supermercati della Grande Distribuzione Organizzata e nei punti vendita specializzati in prodotti tipici di tutta la Sardegna, della penisola e all’estero.

Smeralda Srl Sede legale: Via del Lavoro, 8 - 09122 Cagliari Tel. +39.070.212099 - Fax +39.070.2128661 Email: info@smeralda.com Stabilimento di produzione: Via dell’Industria, 16 - 09122 Cagliari

12

24

THE GOLD OF THE SEA ON THE TABLE Taste, quality and safety. These are the characteristics that have always distinguished Smeralda products. The Smeralda passion was born in the selection of the best raw materials, has continued into modernity of production, and has been exalted at the sales counter, to offer the best of the typical taste of Sardinia to customers. Smeralda comes from the great Sardinian love for tradition and our typical meals. Since 1990 a family company, it has become very modern by joining the transformation of the fish to the packing together with the selling; becoming one of the leading label of the Island, for what is concerning the production of Bottarga (mugil cephalus roes). Safety and quality is guaranteed and are the most important points Smeralda can be proud of. As a matter of fact, it has obtained the Kosher Certificate (for the Jewish community), the CEE tag and the ISO certification 9001-2005 to make its business wider and have the chance to sell its articles worldwide. Further documents certifying the company have been produced, making Smeralda an international company, such as: ISO 22000:2005, BRC Global Standard (British Retail Consortium) and ISF (International Food Standard). Smeralda is subjected to periodic controls, according to the HACCP method (regulating risks and hygienic rules to follow), which must be applied on the machines used for the transformation so as the tools and the working areas, in order to maintain safety that makes the company reliable. Customers can find Smeralda products in the best restaurants, in supermarkets and hypermarkets and in several shops, selling traditional Sardinian delicatessen in Italy and abroad.


MODA

LABORATORIO ORAFO

L

PEPPINO MELE

’ossidiana è un minerale a base di silice con struttura amorfa (senza formazione di cristalli) e più precisamente un vetro naturale denso e generalmente privo di bolle, che si forma dal rapido raffreddamento della lava vulcanica. Il colore tipico è il nero ma è possibile trovare ossidiana con venature rosse, marrone, bianche e molto più

raramente verdi e blu. In origine venne lavorata e scheggiata dall’uomo preistorico per ricavarne lame di coltelli asce a mano e altri utensili. Veniva scolpita anche dagli antichi egizi per farne scarabei e sigilli e dai romani per ricavarne delle coppe finemente intarsiate. Famosissimo anche nella nostra regione l’uso per oggetti contro il malocchio come il

“pinnareddu” spilla che veniva appuntata alle culle dei neonati proprio contro il malocchio. Nel Laboratorio orafo di Peppino Mele l’ossidiana viene scheggiata, tagliata e montata in oro e pietre preziose per ottenere monili unici quali ciondoli, orecchini, anelli e centrali in abbinamento a pietre dure e corallo.

Goldsmith’s craft Peppino Mele

Atelier d’orfèvre Peppino Mele

Obsidian is a mineral of silical gel basic with a shapeless structure ( without crystals shaping), it’s a thick natural glass generally devoid of blisters, which arises from the quick volcanic lava cooling. Its typical colour is black but obsidian can be found with red, brown, white nuances and rarely green and blue. Going back to the origins prehistoric man carved and splintered obsidian obtaining knives, blades, axes and many other tools. Egyptians too used obsidian to forge scarabs and seals and learnt by Romans to make inlayed glasses. In Sardinia obsidian is applied on objects against evil eye as ”pinnareddu”, a brooch hung on babies cradle. In Peppino Mele’s goldsmith’s craft obsidian is splintered, cut and embedded in gold and precious stones to obtain jewels as unique as pendants, ear-rings, rings and central parts matching semiprecious stones and coral.

Obsidienne est un mineral à base de silice avec une structure amorphe ( sans une formation de cristaux) est precisement un verre naturelle dense et généralement prive de bulles, que se forme par le rapide refroidissement de la lave volcanique. Son typique couleur c’est le noire mais est possible trouver ossidiana avec nuances rouge, marron, blanche et rarement vert et blue. Dans origine on a été façonné et écaillé par haches préhistoriques, des couteaux, lames et autres outils. On a également été sculpté par les anciens Egyptiens à faire scarabées et les phoques et par les Romains pour obtenir les tasses finement sculpté. Célèbre aussi dans Sardaigne pour l’utilisation des objets contre le mauvais œil que le ”pinnareddu”, une broche qui a été épinglée sur le berceau de leur bébé contre le mauvais œil. Dans l’atelier d’orfèvre de Peppino Mele l’obsidienne est écaillée, taillé et monté en or et pierres précieuses pour les bijoux tels que pendentifs uniques, boucles d’oreilles, bagues et le pouvoir en combinaison avec des pierres semiprécieuses et corail.

Schmuckatelier und Goldschmiedewerkstatt Peppino Mele Obsidian ist ein Silitiummineral mit einer amorphen Struktur, d.h. es bilden sich keine kristallinen Strukturen aus. Obsidian ist also ein natürliches, dichtes Glas, meist ohne Einschlüsse, das sich durch das schnelle Erkalten von vulkanischer Lava bildet. Am Bekanntesten ist der rein schwarze Obsidian, aber man findet ihn auch mit roter, brauner, weißer und sehr selten mit grüner Maserung. Ursprünglich wurde Obsidian in prähistorischer Zeit zu Messer- und Axtklingen und zu anderen Werkzeugen verarbeitet. Auch die alter Ägypter schätzten Obsidian und verarbeiteten ihn zu Skarabäen und Siegeln. Die Römer stellten fein ziesellierte Pokale aus ihm her. In Sardinien schätzt man ihn traditionellerweise als Schmuckstück gegen den “bösen Blick” (malocchio). Ein ganz typischer Schmuck ist der “pinnareddu”, eine Brosche aus Obsidian, die an der Wiege Neugeborener festgesteckt wurde um sie gegen den “bösen Blick” zu schützen. Im Schmuckatelier “Peppino Mele” wird der Obsidian geschlagen, d.h. durch Absplitterung bearbeitet, und geschnitten, um dann in Gold oder anderen Edelmetallen -auch in Kombination mit anderen Edelsteinen oder Korallen -gefaßt zu werden. Dabei entstehen kostbare Unikate, wie Anhänger, Ohrringe, Ringe und Ketten, einzigartige Schmuckstücke aus einem seltenen und besonderen Material.

24

13


GASTRONOMIA

LA FRUTTA DEI SARDI Continua la sfida a colpi di primizie e frutti di stagione da parte dell’Associazione Agricoltori Villacidresi. La stagione estiva vede come protagoniste le albicocche e le pesche, ma le novità e gli impegni si moltiplicano. Non ultimo si rinnova l’incentivazione del settore primario in una terra, come quella sarda, capace di essere autonoma nel fabbisogno di frutta e verdura, ma ancora lontana dall’obiettivo

I

n un annata senza grossi problemi, il centro di raccolta villacidrese riesce a lavorare sino a 70.000 quintali di frutta di stagione. “Un ago nel pagliaio – dice Raffaele Loru, responsabile commerciale della Centrale agrumicola villacidrese – in confronto alle importazioni di bassa qualità che invadono i mercati nostrani”. Le percentuali di prodotti agricoli importati sfiorano l’80% del totale presente sul mercato, relegando i prodotti a km 0 al ruolo di comparsa nelle tavole degli eredi dei Shardana. Il refrain è dolce amaro, come la frutta ormonata e di bassa qualità che giornalmente sbarca da chissà dove nell’isola. “Diventa vitale – dice Giuseppe Ecca, Presidente della Cooperativa Villacidrese – incentivare la produzione dei prodotti sardi, per il fabbisogno e per le esportazioni”. Tale politica avrebbe il doppio ruolo di sopperire alla carenza allarmante di posti di lavoro, rivalutando il rapporto con la terra e la natura, pesantemente minato dalle illusioni ipertecnologiche. “I nostri campi sono incolti – sentenzia Raffaele Loru - e i giovani allo sbando mentre sperano invano di diventare protagonisti dei reality show”. Dal canto suo, la Cooperativa Agricola Villacidrese, mette in campo risorse per favorire l’inversione di marcia. “In quanto azienda certificata OP – spiega Giuseppe Ecca – sovvenzioniamo i nostri soci per la creazione di nuovi impianti, ma occorre che i giovani prendano coraggio e si sostituiscano alle vecchie generazioni nel lavoro agricolo imprenditoriale”. Dei 180 soci odierni, infatti, parecchi sono

in procinto di varcare la soglia del pensionamento, senza trovare sostituti che portino avanti la capacità produttiva dei campi. L’iniezione di fiducia va impressa anche a livello tattico, cercando di diffondere il concetto di varietà nella produzione in base alle esigenze di mercato. “Quest’anno – argomenta Raffaele Loru – abbiamo quasi raddoppiato la produzione di albicocche, consci che le varietà precoci della pesca erano di bassa qualità e poche in quantità”. Tale operazione ha sfruttato la vocazione del territorio villacidrese in coltura di albicocche, in attesa che la produ-

Raffaele Loru

14

24

zione di pesche prendesse il volo come ogni anno. “Vogliamo dare spazio ad una produzione continuativa tutto l’anno – dice Giuseppe Ecca – che permetta agli agricoltori di lavorare a pieni reggimi diversificando le produzioni, e ai consumatori sardi di assaporare il gusto della vera frutta sarda a prezzi concorrenziali”. La frutta made in Villacidro non tarda ad arrivare nelle tavole: Conad, CS&D, Superemme, Metro, Pellicano, Crai, Auchan, Dettori market e SISA hanno confermato la fiducia in un sistema produttivo efficace, di qualità e veramente dalla parte dei sardi.

Giuseppe Ecca


GASTRONOMIA

MIELE IN CUCINA:

UN CONNUBIO VINCENTE

Il miele è sinonimo di versatilità e naturalezza. Viene prodotto in tante varietà, con profumi e sapori che consentono di impiegarlo in cucina con gustosi e raffinati accostamenti

L

a ricerca e la creatività degli chef hanno riscoperto il gusto del miele in cucina. Si assiste in molte ricette a un uso sempre più brioso di questo alimento, che diviene un ingrediente straordinario negli antipasti, primi e secondi di carne e pesce, ai quali riesce a donare una punta di rara raffinatezza. Il segreto risiede nella capacità di dosarlo in maniera adeguata, così che sia in grado di evidenziare il proprio ruolo non invadendo il protagonista della pietanza alla quale si accompagna. Con il biondo nettare si potranno spalancare le porte a creazioni gustose e innovative. In alcune ricette è me-

Sarde con verdure e miele Ingredienti per 4 persone: 4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva 2 spicchi d’aglio 2 Pomodoro secchi 1 kl di sarde 5 Pomodori freschi 1 Insalata belga 1 cucchiaio di miele d’agrumi 1 bicchiere di vino bianco sale peperoncino Preparazione: Pulire e deliscare le sardine. Preparare su una padella molto ampia un soffritto con peperoncino, aglio e pomodoro secco. Disporre le sardine in un solo strato sulla padella, salare, pepare e irrorare con olio d’oliva e un cucchiaio di miele d’ agrumi. Far rosolare a fiamma viva per 10 minuti e aggiungendo un bicchiere di vino bianco. Una volta che le sardine sono rosolate, aggiungere i pomodori freschi e l’insalata belga, tagliati grossolanamente, lasciar cuocere a fiamma bassa per altri venti minuti.

16

24

glio usare un miele dal gusto deciso, come quello di cardo, in altre un miele delicato, come quello all’asfodelo. La ricotta fresca, per esempio, accostata al miele di agrumi, al miele di sulla o di asfodelo acquisisce un sapore unico. La bottarga, assaporata a listarelle con miele di cardo è una delizia del palato. Le sebadas, il cui ripieno composto da formaggio fresco e buccia di limone, vengono esaltate dal miele di agrume. Anche la macedonia trova la sua apoteosi più completa con il miele. Il miele in cucina sta diventando oggetto di sperimentazione culinaria sempre più richiesto da chi cerca la creatività a tavola.

MIELE E FORMAGGIO, L’ACCOPPIATA SEMPRE PERFETTA Il formaggio è il compagno ideale del miele. Quali i criteri per l’abbinamento? Si provi ad accostare un miele dolce a un formaggio piccante, o un miele amaro a un formaggio poco sapido. Alcuni tipi di miele riescono a completare il gusto del formaggio perché ricalcano il suo gusto stesso. Il formaggio stagionato, di sapore robusto, si sposa a meraviglia con il miele di cardo, forte e deciso. Il formaggio fresco invece trova un buon accostamento con il miele di sulla, di agrumi o di asfodelo.


TURISMO

IL MEDICO DELLA TERRA

C

hi non conosce il detto: pinta la legna e portala in Sardegna? E’ un bollo che ci degrada, ma c’è qualcuno che lo ha capovolto. E’ Francesco Murgia, dottore agronomo titolare dei Vivai Murgia di Villacidro. Trent’anni di esperienza nello studio e nell’allevamento di specie vegetali mediterranee tipiche dell’Isola, una struttura vivaistica che vanta un catalogo di oltre 400 specie, tutte della flora spontanea della Sardegna. Dai vivai all’ombra del monte Linas partono, ogni anno, innumerevoli carichi di piante sarde destinate al recupero ambientale, alla ricostituzione forestale e alla fitodepurazione. Destinazione: il mondo intero, ma soprattutto il Mediterraneo, oltre chiaramente ogni palmo dell’Isola. “Ho fornito materiali per la rinaturazione di Ventotene e Lampedusa - racconta il dottor Murgia - per la ricostituzione della fascia dunale della costa di Eboli e quella di Ravenna, sto mandando in Sicilia una bella partita di euforbia dendroides e ginestra spinosa, tanto per intenderci, ho spedito semi di mirto in Australia… e pini in Turchia, asfodeli in Costa Azzurra e gigli di mare in Bretagna, asparagi selvatici in Francia e Marocco, le piante delle saline di Cagliari in Tanzania, raccolgo i semi, allevo le piante, impianto e curo dei campi di ricerca sulle possibilità di recupero di territori altamente inquinati, in collaborazione con diverse Università europee”. Il grande merito va al sito web che ho iniziato nel 1998 e che vanta tantissimi accessi ed imitazioni. Insomma: “faccio legna, la pinto e la porto fuori”. Ogni volta che un camion di mie piante salta il mare, per andare ad esempio nei famosi vivai della Toscana, per me è un punto d’orgoglio e d’onore. L’attività dei vivai Murgia insiste sui numerosi settori del ripristino ambientale. Tutela costiera col recupero del verde naturale venuto meno per l’eccessiva antropizzazione, salvaguardia e ricostituzione delle zone umide, rinaturalizzazione di cave, miniere a cielo aperto, discariche, ripristino delle aree deturpate dall’apertura di nuove sedi stradali, riassetto degli alvei e delle pendici, sempre nel rispetto degli equilibri idrogeologici del territorio. La Sardegna possiede boschi dove l’uomo vive dai tempi in cui era Atlantide. ”Perciò sono in contrasto con chi cerca di trasformarli in luoghi dove la gente deve entrare in punta

di piedi – continua il dottor Murgia – le nostre montagne si sono sviluppate in rapporto coi pastori, con i boscaioli, con i raccoglitori, hanno mantenuto la gente della Sardegna, hanno dato da vivere ai popoli che le hanno rispettate”. La così tanto osannata sostenibilità, insomma, che i Sardi applicavano prima ancora che economisti e politici ne scoprissero il nome. E il dottor Francesco Murgia, il medico della terra, quello che la cura e la fa rinascere con le piante del suo vivaio, lo sa bene. E’ l’Isola stessa che gliel’ha raccontato, e glielo racconta ogni qualvolta lui si impegna a rimarginarne le ferite.

I gioielli selvatici per il vostro giardino al mare

VISITATECI NEL SITO

WWW.MURGIAVIVAI.IT

info@murgiavivai.it TEL. 070 9315407 - FAX. 070 9334056

S.S. 196 km 26,00 - Circonvallazione Villacidro 09039 VILLACIDRO (MD) Sardegna - ITALIA orario: 8/12 - 14/17 Nella foto: Centaurea Horrida

24

17


TURISMO

MASKARAS:

Il carnevale tradizionale della Sardegna Anche quest’anno Muravera ospiterà Maskaras, il Carnevale Tradizionale dell’isola che ormai è diventato un evento di importanza regionale. Il Carnevale estivo è dedicato alle maschere tradizionali che ogni anno si radunano da tutta la Sardegna per una sfilata serale unica e suggestiva, lungo le strade di Muravera. Nelle loro danze e nei loro movimenti cadenzati le maschere rievocano i riti legati alla vita agropastorale coinvolgendo il pubblico che assiste al loro passaggio. L’appuntamento è quindi il 9 Agosto 2012

M

askaras è un momento magico di colori e sensazioni volti alla riscoperta del fascino più genuino del carnevale sardo. Durante la manifestazione, che si svolgerà il 9 Agosto in notturna, alle ore 21.30, sfileranno i Mamuthones di Mamoiada, i Thurpos di Orotelli, i Boes e Merdules di Ottana, i Mamutzones di Samugheo, S’urthu e sos Buttudos di Fonni, is Facciolas di Villaputzu, gli Scruzzonis di Siurgus Donigala, i Tamburini e Trombettieri di Oristano. Anche quest’anno sono attese almeno trentamila persone: turisti e visitatori potranno assistere ai rituali rappresentati dai diversi gruppi e partecipare attivamente ad essi. Catturati dai lazzi degli issohadores di Mamoiada, dipinti in viso con il nero delle maschere dei Thurpos di Orotelli o catturati dai Mamutzones di Samugheo, i turisti saranno coinvolti anche loro nei rituali carnevaleschi sardi. Chiuderanno la sfilata i maestosi cavalli dell’Associazione Cavalieri del Sarrabus, ma il suono delle campane continuerà ad echeggiare per le vie del paese sino a tarda notte. Dismesse le maschere i componenti dei gruppi, come di consueto, risponderanno alle curiosità dei turisti spiegando il valore di questa tradizione e la sua origine. Foto di visitmuravera.it, Andrea Macis, Luciano Saiu e Manuela Cancedda

18

24


TURISMO MASKARAS: THE TRADITIONAL CARNIVAL OF SARDINIA Also this year Muravera will host Maskaras, the Traditional Carnival of the island which has become an event of regional importance. The Summer Carnival is dedicated to traditional masks that each year come together from all over the island, for a unique and evocative night parade through the streets of Muravera. In their dances and rhythmic movements, the masks evoke the rituals related to rural life by involving the public attending their step. See you on August 9, 2012. Maskaras is a really magical moment of colors and feelings aimed to rediscover the charm of the most authentic Sardinian carnival. During the event, which will take place Aug. 9 at night, at 21.30, will parade the Mamuthones of Mamoiada, the Thurpos of Orotelli, the Boes and Merdules of Ottana, the Mamutzones of Samugheo, S’urthu and the Buttudos of Fonni, the Facciolas of Villaputzu, the Scruzzonis of Siurgus Donigala, the Tamburini and Trombettieri of Oristano. Will close the show the horses of the Association of the Knights of Sarrabus. Also this year at least thirty thousand people are expected: tourists and visitors can attend the rituals represented by different groups and participate actively to them. Captured by the strings of Issohadores of Mamoiada, painted with the black face masks of Thurpos of Orotelli or captured by Mamutzones of Samugheo, will also be involved in their Sardinian carnival rituals. At the end of the parade the sound of the bells continue to echo through the streets of the country until late at night. Abandoned the masks the members of the groups, as usual, will answer the curiosity of tourists explaining the value of this tradition and its origin. Pictures of visitmuravera.it, Andrea Macis, Luciano Saiu and Manuela Cancedda

WWW.VISITMURAVERA.IT

WWW.MASKARAS.IT 24

19


COMUNICARE

AD OGNUNO IL SUO IMBALLAGGIO Ogni tipologia commerciale utilizza il suo imballaggio particolare. Dalla boutique griffata, alla macelleria di quartiere, dagli ingrossi in cui le pedane di pallet la fanno da padrona, carta, materiali flessibili plastici consentono e determinano la buona riuscita del commercio e delle produzioni industriali

I

nsap è presente nella Zona Industriale di Villacidro e da 30 anni si occupa di produzione e commercializzazione degli imballaggi flessibili in PE-LD (polietilene a bassa densità). Ad essi si aggiungono gli imballaggi, le buste e le confezioni in carta e le sacche in cotone e tessuto che completano la produzione rendendola versatile per ogni tipo di commercio. Insap possiede un consolidato portafoglio clienti dislocato in tutta la Sardegna, grazie ad una capacità logistica che permette puntualità e velocità nelle consegne. Ogni imballaggio può essere personalizzato nelle forme, nelle decorazioni e nei colori, rendendolo un biglietto da visita unico ed efficace, per ogni tipo di azienda.

Sacchetti nettezza per frazione organica e divese tipologie di rifiuti

Film estensibile per pallet manuale

Film estensibile per pallet automatico

Shopper generiche o personalizzabili

Vaschette

Shopping bags

Gift paper bags

Polipropilene confezionamento pane

Fitocelle

Carta Avana

Shopping bags gift e bottiglia

TUTTA LA PRODUZIONE INSAP

Zona Industriale Strada C - 09039 Villacidro (VS)

20

24

Plastica

• • • • • • • • •

Sacchi e sacchetti per confezionamento lavanderie Nettezza Shoppers generiche e personalizzate Sacchi ad uso alimentare Vaschette di ogni tipo, ad uso alimentare Buste e bobine in polipropilene per confezionamento pane Fitocelle Film estensibile per pallet manuale e automatico Buste sottovuoto per confezionamento alimentare

• • •

Shopping bags con manico piatto, ritorto e in cotone Buste ad uso alimentare sia bianche che avana Tutti i tipi di carta alimentare e confezionamento

Shopping bags generiche e personalizzabili in TNT

Carta

Tessuto


Nuove Grafiche Puddu Azienda Grafica

Tipografia - Etichettificio

NUOVE GRAFICHE PUDDU Ortacesus (CA) Z.I. - Via del Progresso, 6 - Tel. 070 9819015 - Fax 070 9819031

Etichette autoadesive in bobina Prima Azienda in Sardegna nella produzione di etichette autoadesive in bobina con stampa digitale, finitura professionale serigrafica, in rilievo e con oro a caldo. Nuovo stabilimento, nuove attrezzature, distribuite in oltre 1000 mq in un ambiente luminoso, climatizzato e ben organizzato, dove operano persone che con le loro diverse professionalità contribuiscono a ideare, realizzare, gestire i prodotti che sono sempre al massimo livello qualitativo.

Un’azienda Prima Azienda moderna con un’esperienza trentennale, che basa la produzione sulla qualità e la professionalità, con attrezzature all’avanguardia e personale altamente qualificato. in Sardegna nella produzione Etichette in bobina e in piano, con doratura, vernice, rilievo serigrafico e tipografico; ma di etichette anche una produzione a ciclo chiuso per tutti gli stampati, libri, riviste, calendari. autoadesive in

Un’ azienda attenta alle esigenze dei clienti, che svolge il suo lavoro con serietà e puntualità. bobina con stampa digitale, finitura professionale serigrafica, in rilievo e con oro a caldo. Nuovo stabilimento, nuove attrezzature, distribuite in oltre 1000 mq in un ambiente luminoso, climatizzato e ben organizzato, dove operano persone che con le loro diverse professionalità contribuiscono a ideare, realizzare, gestire i prodotti che sono sempre al massimo livello qualitativo.

Tecnologia, Professionalità, Puntualità

Tecnologia, Professionalità, Puntualità

Le stampiamo, le verniciamo, le doriamo con professionalità e la massima cura

Via del Progresso, 6 - 09040 ORTACESUS (CA) - Tel. 070 9819015 - www.nuovegrafichepuddu.it • info@nuovegrafichepuddu.it web: www.nuovegrafichepuddu.it - email: info@nuovegrafichepuddu.it


DESIGN

CASA ARREDATA, VACANZA OMAGGIO, PANNELLO SOLARE A metà prezzo Sole, mare e voglia di arredare il proprio nido risparmiando, ma senza tralasciare design e qualità. Questo è il dictat di Arredare Oggi per la stagione estiva 2012. Una stagione ricca di sorprese e pronta a soddisfare tutti con il meglio per la casa, per la produzione energetica e per le sospirate vacanze

P

rima delle vacanze d’estate si presentano offerte impensabili. Arredare Oggi a Villacidro vuole salutare il periodo caldo dell’anno con una serie di offerte capaci di far sentire i brividi, anche col solleone. “Tutti coloro che sceglieranno un arredamento completo presso i nostri show room - dice Efisio Loi di Arredare Oggi – riceveranno una vacanza in omaggio da scegliere tra svariate località disponibili nei nostri cataloghi”. Si tratta di un’occasione imperdibile per rinnovare o arredare la vostra casa e prendere al volo l’aereo per una località di villeggiatura da favola. “La vacanza la paghiamo noi – precisa Efisio Loi – e l’arredamento ve lo diamo a prezzi veramente imbattibili”. Immaginate la sorpresa di ritrovare la vostra casa completamente arredata a nuovo, appena tornati da un viaggio tutto relax e soprattutto gratis. Per chi invece non vuole rinunciare al risparmio e la vacanza l’ha già programmata da tempo, Arredare Oggi propone un’interessante alternativa. “Tutti coloro che sceglieranno noi per arredare la propria dimora – spiega ancora Efisio Loi – avranno a metà del prezzo di mercato un pannello solare di ultima generazione per la produzione di acqua sanitaria per tutta la casa”. Si tratta di un avveniristico pannello di ultima generazione con tecnologia Eta Plus, brevettato dalla società tedesca Blue Tec, e capace di produrre oltre l’ 80% del fabbisogno di acqua sanitaria all’anno. I pannelli

22

24

solari funzionano senza pompa, centraline o sonde. E’ il nuovo concetto di produzione energetica senza che permette di trasferire direttamente l’energia accumulata dai collettori solari nel bollitore d’accumulo. “Anche quando il sole sembra fare i capricci – termina Efisio Loi - nascondendosi sopra nubi passeggere, il pannello da il meglio di se stesso. Grazie al sistema selettivo della sua grande vetrata assorbente, l’acqua calda sarà sempre disponibile gratis in ogni periodo dell’anno”.

Impianto solare a circolazione naturale con superficie di 2 mq. Bollitore inox da 140 lt

Collettore con superficie assorbente da 4mq. Bollitore inox da 200 lt

• Copertura sino all’80% del fabbisogno di acquacalda sanitaria; • Bonus finanziaria 2007 con detrazione del 55% in 5 anni; • Certificazione UNI EN 12975-2; • Installabili su superfici piane o inclinate; • Semplicità di installazione con kit di fissaggio regolabile.


E T R E P A T S IVI

LA R

non perdere l’occasione! con solo

1€ avrai:

• La rivista con ricette, servizi, idee per il tempo libero, il benessere e la casa

+

• 1 Paio di

Guanti Felpati IN OMAGGIO

+

• 64 Buoni sconto del valore di oltre 30 euro


DESIGN

TECNOLOGIA E SICUREZZA

PER UN’ESTATE FRESCA E SENZA INSETTI Il sistema più semplice e naturale per tenere lontane zanzare ed altri insetti molesti? Senza dubbio le zanzariere. Permettono di tenere le finestre aperte, e di far circolare l’aria durante le calde sere d’estate. La ricerca di un design moderno e funzionale impone una ricerca tecnologica capace di coniugare prestazioni e durabilità, con stile

L

a tecnologia delle zanzariere progredisce e compie passi in avanti verso il futuro. E’ la nuova zanzariera Ibrida, ideata e costruita da Secci Zanzariere, una delle aziende più importanti in Sardegna nel campo della produzione e vendita, soprattutto agli esperti serramentisti del settore, delle zanzariere avvolgenti, a schermo fisso e su misura. La nuova zanzariera Ibrida si distingue per il particolare sistema brevettato di aggancio/ sgancio che consente una rapida e semplice apertura e chiusura della finestra, abbinando la comodità della catenella. Adatta per porte e finestre, si monta agevolmente ed è disponibile in tutte le colorazioni esistenti sul mercato. Questa particolarità della linea produttiva, data dalla personalizzazione dell’infisso, si adatta al meglio alle esigenze di serramentisti dell’alluminio, tendaggisti, artigiani in genere, falegnami, corniciai, vetrai, titolari di show-room. La linea classica della Secci Zanzariere è raffinata ed elegante, e unisce alla grande efficacia la capacità di adeguarsi con stile a qualsiasi luogo. Le zanzariere Secci sono un elemento d’arredo per la casa, facilissime da montare ed utilizzare. La linea di produzione si distingue in modelli a doppio comando interno ed esterno, ad apertura verticale o laterale, a molla, a battente o a catenella. Sono azionabili da qualsiasi punto

24

24

della barra maniglia, non escono mai dalla loro guida di scorrimento (neanche in caso di forte vento e urti), sono regolabili sia in altezza che in larghezza con la possibilità di recuperare eventuali errori di misura o di fuori squadra. Le Zanzariere Secci sono garantite dall’altissima qualità dei materiali che le compongono: le parti di movimento e di montaggio sono composte da nylon inalterabile, in modo che l’usura del tempo non gravi sul perfetto funzionamento delle parti. La rete, costituita da fibra di vetro successivamente rivestita in PVC non tossico, è resa immune agli agenti atmosferici e all’inesorabile scorrere del tempo. Secci Zanzariere è tutto questo e anche di più: la linea di tende a caduta verticale rappresentano una delle soluzioni più efficaci e durevoli per riparare non solo dal sole, ma anche dalla pioggia le attività commerciali, gli ingressi dei negozi e le coperture dei locali all’aperto. “E’ una tenda che unisce alle alte prestazioni un nuovo design ed una maggiore praticità di pulizia – spiegano gli esperti di Secci Zanzariere – i principi ispiratori della tenda sono resistenza, affidabilità e praticità”. Inoltre per l’istallazione delle tende a caduta non è richiesto alcun permesso comunale, in quanto la superficie che viene coperta non rientra nella cubatura dell’edificio, e sostituisce le strutture tradizionali in alluminio, come ad esempio le vetrate.


DESIGN

FERRO E CEMENTO INNALZANO IL VALORE DEL LAVORO IN SARDEGNA La piccola industria e l’artigianato rappresentano il motore dell’economia sarda. Ad esse si sommano eccellenti tentativi di modernizzazione di allevamento e agricoltura, capaci di coniugare tradizione e innovazione nel tipico spirito imprenditoriale sardo. Per tutte queste tipologie di lavoro, sommate all’edilizia residenziale e a tutti piccoli e grandi lavori di carpenteria indispensabili al giorno d’oggi c’è Unicosmo

U

nicosmo srl si occupa di costruzioni e lavorazioni di ogni genere nel settore della carpenteria metallica. L’azienda, stanziata nell’agglomerato industriale villacidrese si occupa di tubazioni, silos, coperture industriali e per civili abitazioni, scale interne ed esterne, capannoni, pensiline, manutenzioni meccaniche e lavorazioni in acciaio inox. Le coperture di ogni dimensione e adatte a qualsiasi tipo di uso sono corredate di pannelli coibentanti e complete di strutture di supporto. Unicosmo si occupa anche di costruzioni in ferro e cemento, garantendo la risoluzione di ogni tipo di problema grazie alla disposizione di una esperta equipe di operai specializzati nel settore edilizio. Oltre che ad aziende consolidate, la Unicosmo si rivolge ai privati per tutti i servizi che la società è capace di erogare. La ditta si specializza anche in piccole lavorazioni come taglio e foro piastre, saldature eseguibili in pochi minuti con macchinari all’avanguardia e personale altamente specializzato. I lavori vengono eseguiti a

partire dai rilievi in cantiere sino al collaudo finale, ciò permette di ottenere un servizio chiavi in mano capace di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza. L’azienda ha una forza lavoro di 30 dipendenti altamente preparati e di grande esperienza, capaci di operare in ogni angolo della Sardegna . L’officina è posizionata nella strada C10/A della Zona industriale di Villacidro, nel Medio Campidano, per un ampiezza di circa 800 mq. AL suo interno è predisposta ogni tipo di attrezzatura per eseguire il range di lavori che contraddistinguono l’operatività Unicosmo. Oltre a ciò l’azienda dispone di una piattaforma da 19 metri (F.lli Dieci Pegasus), di autogrù da 25 tonnellate (Krupp), camion gru e altri mezzi per la movimentazione in cantiere. Unicosmo è in possesso di diverse certificazioni, tra cui la ISO 9001 e la 3834 per le saldature, inoltre è in grado di accedere a gare d’appalto OG1 e OG11. Tra il portafoglio clienti la Portovesme Srl, la Fluorsid, la Calcestruzzi, la Villaservice per la gestione dell’impianto RSU, depuratore e potabilizzatore e svariati Enti pubblici.

24

25


ENERGIA

GUERRA ALL’AMIANTO

Ogni anno l’amianto uccide più di mille persone in tutta Italia. Il picco è atteso nel 2025. Entro quella data, le morti potrebbero arrivare a venti-trenta mila. L’amianto è stato largamente usato nell’industria edile, nell’idraulica e in quella tessile. Un esempio sono i pannelli di eternit presenti in molte costruzioni. Visto il massiccio impiego, spesso a contatto con l’uomo, è stato possibile rilevarne la pericolosità, tanto allarmante da vietarne l’impiego per legge

L

a rimozione dell’amianto in linea con la normativa vigente è un’operazione delicata che solo ditte specializzate come Welcome Solar Srl di Villacidro riescono ad eseguire senza pericolo per la salute pubblica e dei lavoratori. Welcome Solar è stata la prima azienda sarda ad ottenere l’autorizzazione ad effettuare lavori di bonifica da amianto. Oggi la società si occupa a 360° di gestione integrata dell’ambiente, investendo continuamente in ricerca e tecnologia, per garantire servizi sempre più innovativi. Negli ultimi anni la Welcome Solar ha incrementato la sua attività nel campo delle bonifiche di materiali contenenti amianto e fibre minerali. Gli interventi di bonifica in strutture edilizie e negli impianti industriali, fabbricati con materiali contenenti tali sostanze, hanno assunto un ruolo centrale negli interventi svolti. L’obiettivo è quello di debellare il suolo sardo dalla subdola piaga dell’amianto, diffondendo cultura e agendo con tempestività e professionalità laddove è richiesto. L’amianto è presente in natura, ma dopo la lavorazione umana può essere un pericolo per l’ambiente se gestito in modo inadeguato. Lo smaltimento deve seguire particolari procedure per essere reso inoffensivo per l’uomo, gli animali e l’ambiente in generale. L’amianto può anche essere conservato

26

24

in loco. Se non sussistono le premesse per una rimozione, la legge consente infatti anche il suo isolamento. In pratica le lastre di cementoamianto usate per le coperture vengono ricoperte di una vernice rendendo così inoffensivo il materiale. Affinché costituiscano un rischio per la salute dell’uomo i materiali costituiti da amianto devono logorarsi, spezzarsi, danneggiarsi, decomporsi, essere scalfiti o grattati. Per evitare che si presenti anche solo uno di questi casi le disposizioni legali sono chiare: l’amianto va rimosso. Teoricamente non vi è un quantitativo minimo al di sotto del quale non sia nocivo, per cui anche una sola fibra nei polmoni potrebbe causare una delle tante patologie amianto-correlate identificate nel corso di numerosi studi. Le fibre dell’amianto, lacerando le membrane cellulari possono favorire l’intrusione di agenti cancerogeni o infettivi nel citoplasma cellulare, dove possono arrecare molti più danni. Non esistono antibiotici o antiallergeni o qualsiasi altra sostanza che possa aiutare l’organismo a smaltirlo. L’unica possibilità è liberarsene meccanicamente. Scuole, fabbriche, uffici, negozi, palestre e molti altri ambienti interni potrebbero essere stati isolati con l’amianto al momento della loro costruzione. Oggi la prevenzione diventa un imperativo categorico: Welcome Solar è la risposta giusta.


DESIGN

I MAESTRI DEL LEGNO Gli artigiani del mobile Fratelli Saiu a Villacidro racchiudono l’essenza delle lavorazioni artigianali in un moderno sistema di produzione capace di garantire alte performance in tutte le richieste inerenti il pianeta casa. Il denominatore comune della produzione è rappresentato dalla qualità senza compromessi attraverso la produzione di ambienti su misura nel giusto connubio tra attualità e innovazione. Giusto spazio alle tecniche moderne senza mai dimenticare la tradizione dell’antico mobile sardo

D

a decenni il mobilificio Fratelli Saiu a Villacidro progetta soluzioni personalizzate per l’arredamento, utilizzando solo legni di alta qualità. Dalla tecnica artigiana degli esperti falegnami fuoriescono mobili pregiati in legno massello, in stile classico e moderno. Il laboratorio artigianale Fratelli Saiu utilizza solo legni nobili e materiali naturali, per offrire arredi classici o moderni distintivi e di assoluta qualità.. I loro artigiani del mobile realizzano camere da letto, mobili rustici, soggiorni e cucine su misura, ma anche scale per interni ed esterni, porte e portoncini, coperture... etc. per strutture pubbliche e civili abitazioni, per vestire la tua casa e donarle un’atmosfera calda ed accogliente, in perfetto equilibrio tra passato e presente. La garanzia di una realizzazione artigianale e su misura assicura la creazione di lavori di grande qualità e pregio, offrendo soluzioni personalizzate per rendere la tua casa unica. Esperti consulenti aiuteranno a studiare le soluzioni d’arredamento più adatte, gratis e senza alcun impegno in tutta la Sardegna!

MASTERS OF WOOD The wood’s artisans Fratelli Saiu in Villacidro contain the essence of craftsmanship in a modern production system that enables high performance in all matters within the Planet Home. The common denominator of the production is quality without compromise through the production of tailor-made environments in the right combination of topical and innovation. Right space to modern techniques without forgetting the tradition of the ancient Sardinian furniture. For decades the laboratory Fratelli Saiu Villacidro designs customized solutions for the furniture, using only high quality woods. From the craftsmanship technical of expert carpenters come out fine solid wood furniture, classic and modern. The Fratelli Saiu workshop uses only natural materials and fine woods, to offer distinctive and absolutely precious. Their artisans produce bedroom furniture, rustic furniture, living rooms and kitchens tailored, interior and exterior stairways, doors, roofs for public buildings and private dwellings, to dress up your home and give it warm and cozy. The craftsmanship provides for the creation of works of great quality and value, offering customized solutions to make your home unique. Expert consultants help you study the most suitable furniture solutions, free and without obligation throughout the island!

Arredi su misura classici e moderni Serramenti interni ed esterni

Progettazione personalizzata montaggio a domicilio

Visitate le nostre esposizioni presso: Zona industriale strada C2 bis, Villacidro (VS), tel/fax: 070.9311111 - www.fratellisaiu.it; e-mail: saiu.fratelli@tiscali.it

24

27


DESIGN

LA TEMPERATURA IDEALE RENDE LA CASA UNA REGGIA Spinti dal desiderio di sfuggire all’afa, si rischia di acquistare un condizionatore non adatto e a caro prezzo. Pronto Casa a Villacidro introduce il nuovo Hitachi Summit. La soluzione ottimale per rendere l’ambiente domestico accogliente e sano in ogni stagione

S

i tratta di un climatizzatore fisso installabile a parete adatto per ambienti di dimensioni fino a circa 150 mc (una camera di 4 metri per 4 ha una cubatura di circa 50 metri cubi). Questo prodotto è stato scelto dagli istallatori Pronto Casa tra l’infinita gamma di prodotti esistenti sul mercato per alcune sue peculiarità che lo rendono molto raro. “Il motore - dice Angelo Mascia di Pronto Casa - ha una tecnologia innovativa chiamata Scroll, finora utilizzato solo per realizzazione di impianti industriali ma che ora è usato dalla Hitachi per la produzione di climatizzatori domestici”. La sua particolarità è dovuta al minor numero di parti in movimento presenti all’interno e questo si traduce in una minore usura e di conseguenza in una maggiore durata nel tempo. Altro vantaggio è stata la notevole riduzione dei consumi quantificata in circa il 40% in meno rispetto a un tradizionale compressore. Il Summit Hitachi è una macchina adatta ad essere usata, oltre che per il raffreddamento, anche per il riscaldamento di case situate in zone in cui la temperatura raggiunge valori anche abbastanza rigidi, infatti ha un range di funzionamento che va dai + 43 gradi fino ai -10 gradi C°. Il prodotto è composto da due unità. L’unità interna ha un design molto lineare, moderna e funzionale, ed è corredata da un utile telecomando che comanda tutte le funzioni. Quest’unità contiene una

28

24

ventola che ha la funzione di distribuire uniformemente l’aria nell’ambiente. “La particolare conformazione di questa ventola – precisa Giuseppe Boi di Pronto Casa - fa si che la rumorosità si mantenga a livelli quasi impercettibili rendendo possibile l’utilizzo notturno”. Sulla parte anteriore è presente un pannello di controllo contenente alcuni led luminosi che indicano il funzionamento dell’apparecchio: uno verde che controlla la perfetta efficienza dei filtri e che si accende quando vi è la necessità di un intervento di pulizia, uno giallo che indica il funzionamento dell’apparecchio e uno arancione che indica l’inserimento del Timer. Accanto a queste tre spie esiste anche un interruttore on/off di emergenza che si utilizzerà nel caso in cui le batterie del telecomando si esaurissero improvvisamente. Proprio sopra le feritoie da dove fuoriesce il flusso climatizzato c’è un grande sportello che, se aperto, rivela la presenza di 2 grandi filtri. “Questi vanno puliti mediamente ogni 200 ore di funzionamento – continua Angelo Mascia - e possono essere correlati da altri due filtri più piccoli dotati di carboni attivi per purificare l’aria”. L’unità esterna è la parte in cui è contenuto il motore vero e proprio, questa va posizionata utilizzando le apposite staffe su di una parete esterna curando che sia ben areata da tutti i lati. “L’Hitachi Summit – termina Giuseppe Boi - non ha bisogno di grosse manutenzioni se non di un accurata pulizia periodica della parte radiante”.


MOTORI

FIAT 500 L,

L’auto al femminile

La Fiat 500 L, dove la L sta per ‘large’, si prepara a fare il suo debutto ufficiale sul mercato a metà settembre. Rinnovata, non solo nell’aspetto, continua a fare breccia nel cuore delle donne. La Fiat 500 è senza dubbio il modello più trendy della casa torinese

L

a Fiat 500 L, con i suoi 4,15 metri di lunghezza, 8 cm in più della Punto, è una monovolume compatta, dalle linee arrotondate e pulite, e con questo look non farà fatica a conquistare i favori del pubblico femminile. L’aspetto forse più originale sono le grandi superfici vetrate, che corrono lungo l’intero perimetro dell’auto, rendendo l’abitacolo estremamente luminoso. All’interno lo spazio non manca di certo. La Fiat 500 L, infatti, è omologata per 5 persone (anche di alta statura), mentre il vano bagagliaio può contenere un trolley per ogni passeggero. Anche la dotazione è molto funzionale, soprattutto per quanto riguarda i sistemi di intrattenimento e connettività internet. Ma c’è di più, quest’auto fa persino il caffé! Si, avete letto proprio bene. Con Lavazza, infatti, è stata sviluppata un caffettiera ad hoc integrata nella plancia, con tanto di cialde. Si tratta di un optional, ben inteso, da 250 euro. La Fiat 500 L è una vettura maneggevole, con una buona stabilità, anche in autostrada, e un eccellente confort acustico. Le motorizzazioni proposte sono 3, il 4 cilindri Fire a benzina da 95 cavalli, il bicilindrico 0.9 litri TwinAir Turbo da 105 cavalli (sempre a benzina) e il turbodiesel Multijet 1.3 da 85 cavalli. Si potrà scegliere fra 4 allestimenti diversi: Pop, Pop Star, Easy e Lounge. Il prezzo di questo gioiellino su 4 ruote? Per il momento quello che è certo è che la versione d’ingresso avrà un costo di 15.555 euro.

NUOVA FIAT PANDA VAN 2012 Debutta la Fiat Panda Van 2012, nuova generazione del veicolo commerciale derivato dall’utilitaria italiana. Arriva la nuova Fiat Panda Van 2012, la versione commerciale della popolare utilitaria italiana che si presenta fin da subito con un interessante primato, cioè quello di offrire un vano di carico ai vertici del proprio segmento, potendo contare su un metro cubo di volumetria e su un lunghezza massima interna di 1,2 metri che consente di stivare senza grossi problemi anche oggetti di dimensioni importanti. La Fiat Panda Van abbina il comfort e le prestazioni di un’auto per uso privato alla praticità e alla capacità di carico di un veicolo commerciale, senza rinunciare all’affidabilità. Con la Panda in veste di veicolo commerciale Fiat porterà inoltre al debutto il pianale easy floor che elimina il dislivello tra il vano di carico e il filo inferiore del portellone posteriore. Le dimensioni esterne della nuova Fiat Panda Van 2012 consistono in una lunghezza di 3,65 metri, in un’altezza di 1,55 metri e in una larghezza di 1,64 metri, dando vita a un abitacolo che a scelta può essere configurato a due o a quattro posti.

LitterAuto

NUOVA ESPOSIZIONE 900MQ

di Simona Littera

VENDITA AUTO NUOVE E USATE PLURIMARCHE FINANZIAMENTI PERSONALIZZATI: CON PRIMA RATA AD OTTOBRE 2012 CONSULENZE ASSICURATIVE

CON VASTA GAMMA DI AUTO USATE A KM ZERO, AZIENDALIPLURIMARCHE

Via F. Serra 66, 09034 Villasor (CA) Tel. e Fax 070.9648297 - litterauto@tiscali.it

OFFERTA ESCLUSIVA Tutti i clienti che stipuleranno un contratto di Responsabilità Civile Auto (RCA) avranno in omaggio l'installazione gratuita del GPS e un ulteriore sconto sull'RCA fino al 20%. AFFRETTATEVI!

30

24


MOTORI

SUZUKI GRAN VITARA RILANCIA LA SFIDA

La nuova “Grand Vitara” non è più quella di prima, col telaio a longheroni separato dalla carrozzeria, il ponte rigido posteriore, la trazione integrale di tipo inseribile e gli interni robusti ma poco curati nei dettagli; è diventata un’auto che con l’asfalto ha tutto un altro feeling: molto meno approssimativa nell’impostazione delle traiettorie, più sincera, decisamente più confortevole, silenziosa, grazie al potente turbodiesel Renault, un 1900 da 129 CV enfatizzato dalla facile manovrabilità del cambio

D

ecisamente convincente la risposta dello sterzo, che ha mostrato buona precisione e prontezza, ma anche una decisa tendenza a non indurirsi nelle manovre di riallineamento dopo uno scarto improvviso. L’adozione delle sospensioni a ruote indipendenti su entrambe gli assi ha certo giovato all’agilità di guida nell’affrontare i percorsi misto veloci; e l’introduzione della scocca portante in sostituzione delle telaio a longheroni ha senz’altro migliorato la precisione. Dunque la Grand Vitara è sincera, divertente, ma soprattutto affidabile, principalmente sull’asfalto. In fuoristrada può avvalersi di un sistema di trazione integrale permanente che assicura un’ottima motricità e una buona presa anche sui fondi particolarmente sconnessi, complice la discreta escursione delle sospensioni, sia pure svantaggiate sotto questo punto di vista rispetto alla precedente soluzione a ponte rigido. Eventuali perdite di motricità sugli ostacoli più impegnativi, dovute al distacco da terra di una o due ruote, possono essere

contrastati dall’intervento dell’Esp (controllo di trazione e stabilità), che riequilibra la distribuzione della coppia tra le ruote, privilegiando quelle con più aderenza. Su pendenze elevate o, comunque, in tutte le situazioni in cui serve disporre di tanta coppia a bassa velocità (per esempio, nei lunghi tratti fangosi) si possono anche inserire le marce ridotte. Tutte le modalità di funzionamento si possono gestire comodamente dall’abitacolo ruotando una manopola sulla console centrale.

SUZUKI GRAN VITARA Immatricolazione Maggio 2006 - 1900 DDIS - 5 porte - clima automatico - trazione integrale - comandi al volante - uniproprietario non fumatore - radio CD - cerchi in lega fendinebbia computer di bordo - chiusura centralizzata

LE ALTRE PROPOSTE BRANDOLINI AUTO:

BMW X3 2.0D CAT FUTURA

Maggio 2009 - 2.0 Diesel - 93.000 km - pari al nuovo - full optional - sempre scrupolosamente seguito e tagliandato carrozzeria senza un graffio - meccanica impeccabile - gommato 100% - ABS - airbag - airbag laterale - airbag passeggero cerchi in lega - chiusura centralizzata - climatizzatore - computer di bordo - controllo automatico clima - Cruise control - ESP - fari Xenon - fendinebbia - immobilizzatore elettronico - interni in pelle - lettore CD servosterzo - sistema di navigazione - trazione integrale - volante multifunzione

Euro 25.500

ALFA ROMEO BRERA 2.0 JTDm

MITSUBISHI L200 2.5 GLS TARGET HARD TOP

Fine Gennaio 2010 - 2.0 diesel 86.000 km - interni perfetti carrozzeria senza un graffio meccanica impeccabile - full optional - cerchi 18” extra serie - pinze rosse - pedaliera sportiva - Blue & Me

Giugno 2007 - 2.5 Diesel - 86.000 km Autocarro 5 posti - perfette condizioni generali - clima automatico - radio CD - computer di bordo - chiusura centralizzata con telecomando - airbags - alzacristalli elettrici - trazione integrale - fendinebbia - pedane - cerchi in lega - gommato 100% - vasca copricassone originale Mitsubishi

Euro 18.900 trattabili

Euro 17.900 trattabili

federicomusiu@tiscali.it

S.P. 61 - Km 4 - VILLACIDRO/SANGAVINO - 09039 VILLACIDRO - TEL. 070 9314753 - FAX 070 9310142 www.brandoliniauto.com e.mail: info@brandoliniauto.com

VI ASPETTIAMO PRESSO IL NOSTRO SHOW-ROOM

potrete trovare un’ampia gamma di fuoristrada, pick-up, berline e utilitarie a prezzi convenienti

24

31


OPINIONI

SVEGLIAMOCI...ORA! di Raffaele Usala - raffaele.usala@mysardegna.it

La metà dei giovani sardi non ha un lavoro. Molti si sono arresi e hanno smesso di cercare un occupazione. Pochi tentano la strada dell’imprenditoria, tanti l’abbandonano a causa delle difficoltà incontrate nei primi 2 anni di attività. Nonostante ciò i giovani sardi dai 18 ai 35 anni continuano ad investire in formazione, sempre più spesso inutile ai fini lavorativi, perché, nonostante le qualifiche e le referenze che i diplomi bollati danno, il mercato del lavoro odierno sembra chiedere l’impossibile

N

Cementificazione insensata

32

Centro storico abbandonato

24

el frattempo i campi della Sardegna rimangono incolti, in attesa che qualche immobiliere milanese o russo scarichi qualche decina di migliaia di metri cubi di cemento, faccia i suoi affari e torni allegramente da dove è venuto. Con buona pace dei sardi consenzienti che per 3 mesi hanno trovato lavoro sotto il sole come manovali per una fantomatica impresa costruttrice continentale. I piccoli centri urbani si spopolano, ma non i bar sempre pieni di sardi pronti a mettere in gioco le loro forze in discussioni sterili, davanti a bicchieri colmi di olandesissima birra Ichnusa, orgoglio di tutti i sardi che ancora la credono un prodotto nostrano. Nonostante la continua diminuzione della popolazione nei centri rurali,le case continuano a spuntare nelle zone di espansione, rubando terre preziose all’agricoltura e all’allevamento, e rendendo i centri storici simili a zone di guerra appena bombardate. Questa è la fotografia impietosa di un popolo allo sbando, che non ammette giustificazioni perché è artefice della propria esistenza. Si parla di crisi economica, ma mai quanto oggi il sardo ha posseduto tanti prodotti e beni di consumo, la maggior parte dei quali futili, se non inutili, e pronti ad affossare ogni briciolo di socializzazione e di confronto che rende una popolazione attiva, consapevole e disposta al confronto. Parlo, di auto e moto, telefonini, smartphone, social network, che alla fine allontanano più che unire le persone, idealizzandole in una bolla di sapone pronta a dissolversi alla prima crisi depressiva. Le istituzioni, la politica, i sindacati continuano a sorridere o a tentare di essere seri a seconda dell’occasione. Parlano per stereotipi, demagogicamente, prendono tempo e trasformano l’esistenza delle persone

in un’attesa infinita, aspettando Godot, o il prossimo mondiale di calcio. Nel mentre agricoltori e allevatori sempre più vecchi non trovano chi li sostituisca nella dura vita dei campi. Sono stati loro stessi a tentare di riservare una vita “migliore” per i loro figli, dovevano andare a scuola, diventare ingegneri, avvocati, medici. Mai si sarebbero dovuti sporcare le mani con la terra dei campi o col letame degli animali! Ora il sogno è diventare modelli, musicisti, fotografi, registi, attori! E la terra langue. Nel corso dei millenni il sardo ha sempre prodotto il cibo per se stesso, in alcune epoche storiche abbiamo dato da mangiare anche ad altri popoli. Emblematico è il nome di Granaio di Roma che ancora qualcuno ricorda, quando in epoca imperiale romana il Campidano approvvigionava le bolge orgiastiche della Caput Mundi. Ora importiamo l’80% della frutta e della verdura che regolarmente consumiamo e gettiamo. Frutta e verdura bella a vedersi, ma di qualità sovente trascurabile o addirittura dannosa per la salute. Ma chi ci pensa ai fungicidi, ai pesticidi, agli ormoni che a volte pullulano nei prodotti dei discount in cui siamo costretti a fare la spesa? (fonte: Environmental Working Group, www.ewg.org). Abbiamo altri problemi noi: il vicino di casa che si è comprato il SUV nuovo, il politico che abbiamo votato per 20 anni che ha sistemato tutti tranne i nostri figli, Belen che mette le corna all’amante di turno, si è rotto l’iphone e non ho i soldi per ricomprarlo! Chi rimane in trincea, nelle imprese o nelle cooperative, a cercare di stare al passo con il mercato vive nel terrore. A volte è disposto a tutto pur di andare avanti e seguire la legge consumistica del progressivo arricchimento, del “chi si ferma è perduto”. La situazione è spesso


OPINIONI contraddittoria, paradossale. Ho sentito allevatori affermare che con la questione delle quote latte è meglio buttare il latte, piuttosto che venderlo alle cifre imposte dalla Comunità Europea. Ho sentito che per far soldi con l’allevamento intensivo occorreva stipare delle creature viventi in capannoni senza luce naturale, in spazi ridottissimi che impedivano ogni tipo di movimento, dove gli animali a volte convivevano con i loro stessi escrementi e poi venivano gettati interi in macchinari che li polverizzavano e li trasformavano in ottime crocchette da fast food (fonte: Lega Anti Vivisezione). Ho sentito che alcuni decenni fa i viticoltori sardi furono sovvenzionati per estirpare le viti e piantare la “nobilissima”

colza, campi interi divenuti improvvisamente improduttivi e inservibili. Ci avessero permesso almeno di creare dalla colza un buon carburante ecologico per i nostri motori diesel, e noi abbiamo la SARAS, ma il carburante lo dobbiamo comprare a caro prezzo dalle compagnie petrolifere, senza contare il resto. Riprendiamoci i campi. Produciamo ciò che ci piace e ci abbisogna. Utilizziamo i cervelli dei nostri ingegneri, faticosamente laureati grazie al duro lavoro nei campi dei nostri genitori per creare soluzioni produttive rispettose per l’ambiente e per gli esseri che insieme a noi condividono la Terra. Facciamolo subito perché è più facile di quanto si pensi. Cominciamo oggi perché domani sarà già tardi.

Campi incolti

Allevamenti intensivi, la provenienza delle uova

24

33


DESIGN

IL SISTEMA A SECCO ESCE ALLO SCOPERTO L’edilizia ha un nuovo e importante alleato. L’utilizzo di sistemi a secco per esterno è una novità frutto dell’innovazione e della ricerca che in questi anni raggiungono risultati eccellenti. La lastra in gesso rivestito diventa un’opportunità convincente in termini di riduzione dei tempi di costruzione fino al 60%. Le lastre, inoltre, sono resistenti agli agenti atmosferici, a funghi e muffe, lavorabili con strumenti semplici e soprattutto, certificate

L

Sistema doppia orditura con rasante diretto

Sistema singola orditura con applicazione cappotto esterno

34

24

e tecnologie di costruzione nel passato sconsigliavano l’utilizzo del cartongesso rivestito per la realizzazione di facciate e controsoffitti per esterno. L’esposizione all’azione deteriorante degli agenti atmosferici era scongiurata con tecniche costruttive tradizionali. Il materiale più utilizzato per la costruzione di facciate di grande formato è ancora oggi la lastra in cemento alleggerito, tradizionale ed efficace, ma che probabilmente non rientra nei piani e nelle aspirazioni di un mondo che si sta, sempre più, orientando verso un’edilizia ecosostenibile. “Oggi le lastre in gesso rivestito offrono una vasta gamma di vantaggi in fatto di prestazioni, tecnica di posa e rispetto per l’ambiente, permettendo di soddisfare anche le più esigenti specifiche di progetto – afferma Mario Vollero di Sistemi Costruttivi. “Presso la nostra azienda – continua – ricerchiamo continuamente tecnologie di costruzione innovative, moderne e sostenibili. Il sistema lastra e Adesivo&Rasante AquaBoard di Lafarge rappresenta proprio la soluzione innovativa ad elevate prestazioni e durabilità per la realizzazione di pareti e rivestimenti esterni esposti agli agenti atmosferici”. Sistemi Costruttivi nasce come sviluppo di un’azienda a conduzione familiare, che forte di un esperienza ventennale nella produzione di controsoffitti e materiali per rifiniture d’interni, ha ampliato l’offerta al pubblico ed ai costruttori edili con la commercializzazione di finiture d’interni, vendita e posa in opera di stucchi, cartongessi, controsoffitti, tramezzature, cornici decorative, rosoni, rispondendo così alle continue esigenze di mercato. La lastra Lafarge è costituita da un cuore additivato, resistente all’acqua, e da un rivestimento idrorepellente. “Una volta creata l’intelaiatura può essere usata come base per diversi sistemi di finitura – termina Mario Vollero di Sistemi Costruttivi – che prevedano, per esempio, sia l’impiego di rasante che di sistemi a cappotto”. Infatti, oltre che della lastra, il sistema AquaBoard è formato da tutti i componenti necessari alla realizzazione di pareti in ambienti esterni, come profili metallici speciali ad elevata resistenza alla corrosione, rasante per superfici verticali, stucco per controsoffitti, rete, ed altri accessori.


www.cosmopolitanservizi.it

COSMOPOLITAN Medio Campidano S.N.C Via Parrocchia n° 107, 09039 Villacidro (VS) Tel. 070/9315081 fax 070/9310714 cosmopolitanvillacidro@hotmail.it

COSMOPOLITAN Montevecchio S.N.C Via Cagliari n°10, 09036 Guspini (VS), Tel. 070/974919 fax 070/974919 Cell. 392/9832598 guspini@cosmopolitanservizi.it

VILLACIDRO, PRESSI VIA LENI In zona tranquilla e riservata casa indipendente bilivelli in buone condizioni in soggiorno, 2 cucine, 3 camere, 2 bagni, veranda, cantina, cortile e posto auto. Classe energetica G.

VILLACIDRO, PRESSI PARCO PUBBLICO In zona Centrale, indipendente, luminosa cucina abitabile con termo-camino, 4 camere da letto con balconi, bagno e ampia terrazza attrezzata con vista mozzafiato. Classe energetica G.

GUSPINI, ZONA CENTRALE Ottimo Appartamento al piano primo, ingresso, angolo cottura, 2 camere, bagno, terrazza e sottotetto. Parzialmente arredata. Classe energetica G

GUSPINI, ZONA IS BOINARGIUS Appartamento al piano secondo, soggiorno, cucina, 3 camere, 2 bagni, cantina e posto auto. Classe Energetica G.

€ 115.000,00

€ 110.000,00

€ 85.000,00

€ 70.000,00

VILLACIDRO, PRESSI VIA NAZIONALE

VILLACIDRO, PRESSI VIA PARROCCHIA

GUSPINI, ZONA IS BOINARGIUS Lotto Edificabile di circa 200 mq. Possibilità di edificare casa indipendente su tre livelli di 70 mq a piano.

Posizionato in ottimo contesto residenziale, dotato di tutti i servizi primari e secondari, appartamento arredato composto da ingresso, salone, cucina, 2 camere, bagno, servizio, cantina e posto auto. Classe energetica E.

Zona residenziale a due passi da via Parrocchia, villa singola con ampio giardino p.t. ingresso, soggiorno 64 mq con soppalco, cucina abitabile, bagno, ripostiglio e terrazza a livello; p.I. 3 camere, 2 ripostigli, 2 bagni e sottotetto. Nel seminterrato ampia cucina rustica, soggiorno, camera, bagno e ripostiglio. Classe energetica D.

GUSPINI, ZONA CENTRALE Indipendente bilivelli con ingresso, zona cottura, cucina, camera, bagno e cortile. Possibilità di ricavare posto auto. Classe Energetica G.

€ 30.000,00

€ 56.000,00

Nel suggestivo Centro Storico, rifinita casa indipendente su due livelli, ampio soggiorno con zona cucina, 3 ampie camere da letto, 2 bagni, studio, veranda, giardino con barbecue e cortile con posto auto. Classe energetica G.

GUSPINI, PRESSI CHIESA DON BOSCO Appartamento come nuovo, 5° e ultimo piano con ascensore. Ingresso, salone con angolo cottura, 2 camere, bagno, cucina rustica, terrazza a livello di circa 100 mq, cantina e posto auto. Classe energetica G.

Lotto edificabile di circa 308 mq con progetto approvato e oneri di urbanizzazione pagati, con fondazioni e muri portanti del piano seminterrato.

€ 58.000,00

€ 185.000,00

€ 115.000,00

€ 40.000,00

PABILLONIS, ZONA CENTRALE Casa indipendente su 2 livelli con ingresso, soggiorno, cucina, cucinino, 4 camere, bagno, terrazza coperta, cortile e posto auto. Classe energetica G.

SAN GAVINO M.LE, PRESSI VIA PACINOTTI Semindipendente al piano terra con salone, cucina, cucinino, 2 camere, bagno, 2 verande, doppio ingresso, ampio cortile e diversi posti auto. Classe energetica G.

ARBUS, PIAZZA MATTEOTTI Indipendente composta da soggiorno, cucina, 4 grandi camere, bagno, veranda, terrazza, cortile di 350 mq e posti auto coperti. Classe energetica G.

Casa indipendente bilivelli da ristrutturare composto da soggiorno, cucina, 3 camere, bagno, disimpegno, cortile e posto auto.

€ 58.000,00

€ 125.000,00

€ 85.000,00

€ 60.000,00

€ 132.000,00

GONNOSFANADIGA, ZONA PERIFERICA Terreno agricolo di circa 7000 mq e ricovero attrezzi di circa 65 mq con ampia veranda. Classe energetica G.

SARDARA, CENTRO STORICO

ARBUS, ZONA PERIFERICA

ARBUS, ZONA CENTRALE

MySardegna N.24  
MySardegna N.24  

MySardegna dedica la copertina del numero estivo alla Provincia di Oristano, dove natura, archeologia, sport, mare, enogastronomia ed eventi...

Advertisement