__MAIN_TEXT__

Page 1


Usare le mani il piÚ possibile con vari strumenti e in diverse attività e scrivere un po’ tutti i giorni Impugnare bene e in modo confortevole e abituarsi a usare diversi strumenti: matita, pennarello, biro‌ Stare seduti correttamente

Scegliere gli strumenti adatti alle proprie esigenze e alla dimensione della scrittura

Scegliere i quaderni con le righe e le dimensioni adatte 22


di Laura Bravar

Posizionare il quaderno sul tavolo secondo le proprie esigenze e in base alla mano che scrive

M

1

2

4

Scrivere le lettere nei vari f formati secondo i movimenti giusti (ductus)

3

Regolare la pressione dello strumento sul foglio Esercitarsi a scrivere con calma e precisione

Controllare sempre che la scrittura sia rregolare e che anche gli altri riescano a leggerla 333


4


SEQUENZA

INIZIO

INIZIO 1

INIZIO 2

O A

DIREZIONE

1

FINE

1

2

FINE 3

INIZIO 3

3

FINE 1

5

FINE 2


6


abcdefghijklmnopqrs tuvwxyz Molte minuscole si scrivono con un tratto solo, senza sollevare la penna dal foglio. SEQUENZA DIREZIONE

INIZIO

INIZIO PAUSA

FINE

FINE

Questa lettera si esegue con un solo tratto.

Questa lettera si esegue con un solo tratto e vari cambi di direzione.

7


Nella scrittura stampata maiuscola o minuscola le lettere di ogni parola si scrivono vicine senza toccarsi, nella scrittura corsiva invece le minuscole si scrivono legate fra loro; fa eccezione la r che non tocca la lettera che segue. Esercitandosi a scrivere in questo modo, la scrittura acquista ritmo e diventa piĂš scorrevole e veloce perchĂŠ la punta della penna si solleva poche volte dal foglio.

8


Il corsivo si ottiene aggiungendo le legature al ductus delle minuscole.

LEGATURA INFERIORE

LEGATURA SUPERIORE

2

9


LEGATURE INFERIORI Se il tratto della lettera termina in basso sulla riga 3, il tratto della legatura prosegue flessuoso di inizio della lettera successiva.

1

2

3

4

ORI E LETTERE ANTIORARIE LEGATURE INFERIORI Quando la lettera che segue è antioraria, il movimento è un po’ più complesso, ma con un po’ di esercizio impari presto a eseguirlo perfettamente!

1

2

3

4

IORI ORI E LETTERE DISCENDENTI LEGATURE INFERIORI Se il tratto della lettera termina in basso sulla riga 4, il tratto della legatura prosegue flessuoso verso zio della lettera successiva.

1

2

3

4

10


LEGATURE SUPERIORI Quando la lettera termina in alto sulla riga 2, il tratto della legatura prosegue dritto lungo la riga fino al punto di inizio della lettera successiva.

1

2

3

4

LEGATURE DELLA T La t può legarsi alla lettera che segue in due modi: con la legatura inferiore o superiore. Scegli tu quella che è più comoda e veloce.

1

2

3

4

SENZA LEGATURA La r si scrive molto vicina alla lettera che segue, senza toccarla però!

1

2

3

4

11


12


Per imparare le legature del corsivo, esegui con cura e regolaritĂ catene di lettere come queste. Ripeti piĂš spesso lettere e legature che ti risultano difficili.

13


LEGATURE INFERIORI

Osserva con attenzione le legature nell’esempio qui sopra.

Guarda le coppie di lettere qui sotto. Esegui la legatura unendo i puntini con la matita. Poi seguendo il ductus, ricalca ogni coppia di lettere con il pennarello, senza mai sollevarlo.

bi ci di ei hi ki li mi ni pi si ue zi ne nl tu nz nu nn 14


ALTRE LEGATURE INFERIORI

Osserva con attenzione le legature nell’esempio qui sopra.

Guarda le coppie di lettere qui sotto. Esegui la legatura unendo i puntini con la matita. Poi seguendo il ductus, ricalca ogni coppia di lettere con il pennarello, senza mai sollevarlo.

eo ag io ad so ng ba ao la gg iq aa ho ca pc do lo ec 15


LEGATURE SU PERIORI

Osserva con attenzione le legature nell’esempio qui sopra.

Guarda le coppie di lettere qui sotto. Esegui la legatura unendo i puntini con la matita. Poi seguendo il ductus, ricalca ogni coppia di lettere con il pennarello, senza mai sollevarlo.

wu xt om oy or vr ot wh fi vi xu ol fu ov ti oz vt te 16


ALTRE LEGATURE SUPERIORI

Osserva con attenzione le legature nell’esempio qui sopra.

Guarda le coppie di lettere qui sotto. Esegui la legatura unendo i puntini con la matita. Poi seguendo il ductus, ricalca ogni coppia di lettere con il pennarello, senza mai sollevarlo.

xe va to oa qq os wo ve od ta vo fo oc fa xa oo og te 17


Osserva le lettere dell’alfabeto e ricalca con un unico colore tutte quelle che si uniscono alle altre con la legatura inferiore.

Scrivi delle coppie di lettere unite da legature inferiori come lu, pe, ba ecc.

18


Osserva le lettere dell’alfabeto e ricalca con un unico colore tutte quelle che si uniscono alle altre con la legatura superiore.

Scrivi delle coppie di lettere unite da legature superiori come oa, ve, ta ecc.

19


Ricalca le lettere chiare e poi continua tu seguendo il ductus e facendo attenzione all’altezza e alla larghezza delle lettere e allo spazio fra loro.

i l j 20


Il ductus del corsivo si ottiene aggiungendo le legature al ductus delle minuscole.

u y t 21


Ricalca le lettere chiare e poi continua tu seguendo il ductus e facendo attenzione all’altezza e alla larghezza delle lettere e allo spazio fra loro.

rr nn mm

rr 22


pp hh bb 23


Ricalca le lettere chiare e poi continua tu seguendo il ductus e facendo attenzione all’altezza e alla larghezza delle lettere e allo spazio fra loro.

cc oo aa 24


dd gg qq 25


Ricalca le lettere chiare e poi continua tu seguendo il ductus e facendo attenzione all’altezza e alla larghezza delle lettere e allo spazio fra loro.

v w k 26


x z


Ricalca le lettere chiare e poi continua tu seguendo il ductus e facendo attenzione all’altezza e alla larghezza delle lettere e allo spazio fra loro.

s f 28


Ricalca le lettere chiare e poi continua tu seguendo il ductus e facendo attenzione all’altezza e alla larghezza delle lettere e allo spazio fra loro.

ee

29


Con un pennarello ricalca i tratti chiari e prosegui regolare fino alla fine della riga sollevandolo dal foglio meno volte che puoi per non perdere il ritmo.

uuuuuuuuuuuuuu li ul tu do nu me 30


Per scoprire il ritmo del corsivo ripeti tante volte gli stessi tratti di penna con lo stesso gesto (come un giocatore quando palleggia).

cu fa uz qu vu wa gi 31


Con un pennarello ricalca i tratti chiari e prosegui regolare fino alla fine della riga sollevandolo dal foglio meno volte che puoi per non perdere il ritmo.

uuuuuuuuuuuuu bum woah giĂš che gnam ehi 32


Segui il ritmo del corsivo e cerca di sollevare la penna solo nei punti in cui è piÚ facile riprendere a scrivere in modo che il tratto non risulti interrotto.

clap flic tam tuc kiss out zoo 33


Ricalca i nomi dei frutti e poi ricopiali con la stessa cura in corsivo sulla riga sotto.

pera fragola limone albicocca cocco kiwi caco dattero ciliegia banana melone noce 34


Disegna quattro oggetti che hai nello zaino e colorali. Poi scrivi il loro nome in corsivo, come nell’esempio.

mela

Nel corsivo la penna si stacca dal foglio solo quando necessario.

35


Scrivi il tuo nome in corsivo.

Ricalca le parole e poi copiale in corsivo sulla riga sotto.

Camerun Estonia Danimarca Cile Italia Marocco 36


Nelle parole in corsivo le iniziali maiuscole vanno scritte staccate dalle minuscole.

Spagna Kenya Yemen Vietnam Xinjiang Jersey Islanda Romania 37


Ricalca i nomi e copiali sulla riga sotto.

Adige Dora Basento Belice Po Volturno Tevere Fortore Arno Nera Lambro Sesia 38


Scrivi in corsivo il nome dei tuoi cari e dei tuoi amici.

39


Il pangramma è una frase di senso compiuto, la piÚ breve possibile, che contiene le 26 lettere dell’alfabeto.

Ricalca il pangramma qui sotto con un pennarello scuro e copialo nella pagina a lato facendo attenzione al ductus e agli spazi.

Quando prendo il taxi ascolto jazz, bevo yogurt, mangio fichi e kiwi. 40


Qui sopra, dove non ci sono le righe, riscrivi il pangramma in corsivo. Puoi usare le penne e i colori che vuoi.

41


Ricalca la frase e poi copiala a fianco in matita. Nella pagina a lato scrivila come preferisci.

uuuuuuuuuuuuuu uuuuuuuuuuuuuu «Comi «Comincia dal principio» disse il Re, molto grave «e vai avanti finché non arrivi alla fine: allora fermati.»

Lewis Carroll Le avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie

42


43


Ricalca la frase con un pennarello scuro. Poi scrivila di nuovo ovo su un ffoglio grande. Puoi usare anche matite colorate, pennello o pennino. Ricordati ordati di seguire il ductus e di fare attenzione enzione alle dimensioni delle let lettere ere e agli spazi fra le parole.

“È

Antoine de Saint-Exupéry, Il Piccolo Principe


Anita 11 Alice 16

Anita 10

Daniela

Marta


SCRIVIAMO IN ITALICA Per apprezzare meglio questo quaderno visita il sito www.scritturacorsiva.it. Alla pagina Fontest c’è uno strumento utilissimo per creare in autonomia nuovi esercizi di scrittura; mentre alla pagina Risorse trovi il link per scaricare i fogli a righe adatti al modello italico. Con la serie SCRIVIAMO IN ITALICA che SMED dedica a bambini, genitori, insegnanti, educatori puoi (ri)scoprire il piacere di scrivere a mano.

LA RIGA SUCCESSIVA. SEGUI PER TUTTE NE AGLI SPAZI. COMPLETA COME PIÙ TI L’ALFABETIERE

« Alcuni pensano che la scrittura sia ormai una perdita di tempo. Dicono che un bambino dovrebbe imparare a usare una tastiera, invece che a scrivere a mano. E si sbagliano. Perché scrivere a mano non è solo mettere nero su bianco dei caratteri tipografici, è un’abilità che gioca un ruolo importante nello sviluppo del cervello umano »

Monica Dengo SCRITTURA CORSIVA, pagina 5

46


SMED E IL PROGETTO SCRITTURA CORSIVA SMED – Scrivere a Mano nell’Era Digitale è l’associazione non-profit fondata nel febbraio 2015 che diffonde e sostiene lo studio e la pratica della scrittura a mano. SMED promuove il progetto Scrittura Corsiva, una proposta didattica per migliorare e valorizzare le modalità di insegnamento e apprendimento, che si basa sull’approccio ludico-artistico, sulla suddivisione in gruppi delle lettere dell’alfabeto e sul modello di scrittura italico.

LE MAIUSCOLE

È un quaderno autopubblicato da SMED – Scrivere a Mano nell’Era Digitale www.smed2015.it, info@smed2015.it.

SCOPRI, IMPARA, GIOCA

Hanno collaborato: Eleonora Ambrusiano, Riccardo Bello, Laura Bravar, Maria Grazia Colonnello, Monica Dengo, Caterina Giannotti, Massimo Gonzato, Daniela Moretto, Patrizia Puglielli, Manuela Sommavilla, Kit Sutherland. La font Italica è stata disegnata da Monica Dengo in collaborazione con Riccardo Olocco e Daniele Capo e finanziata dall’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII di Terranuova Bracciolini, Arezzo.

Grafica e impaginazione e illustrazioni: Daniela Moretto Stampa: Tipolitografia Campisi, Arcugnano (Vicenza) Carta: Arcoset White White 120 g/m2 Prima edizione 2017 © SMED

Si ringrazia

www.scritturacorsiva.it www.smed2015.it

47


WWW.SCRITTURACORSIVA.IT WWW.SMED2015.IT

Il corsivo  

With the SCRIVIAMO IN ITALICA workbook series – produced by SMED for children, parents and teachers – you can (re) discover the pleasure of...

Il corsivo  

With the SCRIVIAMO IN ITALICA workbook series – produced by SMED for children, parents and teachers – you can (re) discover the pleasure of...

Profile for muznest
Advertisement