Issuu on Google+

Trincia che ti passa!

STORIA DEL MAIS

19-May-12

Trecenta 3 Agosto 2008

Storia del Mais, dalla “polenta” all’energia elettrica

1


.

Il Mais (Zea mays L.) L)

.

Il Mais e l’origine

è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Graminacee (tribu delle Maydacee) La pianta proviene dall’ America centro meridionale ed il suo nome ha origine arauca (mais) (80.000 a.c.;5.000 a.c.) DARWIN sostenne origine centro meridionale Americana BONAFOUS sostenne origine Africana (semi in un sarcofago egiziano) MacNEISH stabili l’origine mesoamericana (valle messicana di Tehuacàn,regione di O Oaxaca) (1967) 196

2


Trincia che ti passa!

Il Mais e le civiltĂ 

Di mais giallo e di mais bianco venne fatta la loro carne; di pasta di mais vennero fatte le braccia e le gambe dell’uomo. Soltanto pasta di mais compose la carne dei nostri padri, i quattro uomini che furono creati.�.

da Popol Vuh

3


Trincia che ti passa!

19-May-12

Cristoforo Colombo (12 Ottobre 1492)

4


Trincia che ti passa!

19-May-12

Le prime coltivazioni di Mais in It li vengono segnalate Italia l t : A Napoli tra il 1530 ed il 1540 Nel Polesine nel 1554 In Lombardia nel 1558 In Toscana nel 1958 A seguire………………… …………………………… Est Europa

5


Trincia che ti passa!

19-May-12

Il Mais e l’alimentazione

Il Mais nella metà del Cinquecento è coltura fiorente in Italia, dove ha soppiantato miglio e panico divenendo la base della alimentazione d i contadini dei di i padani. d i

LL’esclusiva esclusiva dieta a base di Mais diverrà la causa del tragico dilagare, dilagare fino alla fine dell’Ottocento,della più terribile malattia endemica delle campagne p g italiane,, la p pellagra g ((Valli Bergamasche, g , Polisine,ecc….)

6


Trincia che ti passa!

19-May-12

Il Mais (Zea mays L.) è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Graminacee (tribu delle M d Maydacee) ) La pianta proviene dall’ America centro meridionale ed il suo nome ha origine arauca (mais) DARWIN sostenne origine centro meridionale Americana BONAFOUS sostenne origine Africana (semi in un sarcofago egiziano) MacNEISH stabili l’origine g mesoamericana ((valle messicana di Tehuacàn,regione g di Oaxaca)

7


Trincia che ti passa!

19-May-12 Il Mais e i sinonimi

Il M Mais i e i sinonimi i i i con cuii è conosciuto i iin IItalia li Piemonte: Quarantino,Ostenga Liguria: Meliga,Granon Lombardia: Melega,Formenton,Carlon Melega Formenton Carlon Veneto: Granaturco,Sorgo turco, Polenta Friuli Venezia Giulia: Biava Emilia Romagna: Furmintun,Furmanton,Lalghein Centro Italia: Granone,Frumentone Sud Italia: Migghiu,Rodindia,Granudinnia‌‌.Trigu Migghiu Rodindia Granudinnia Trigu de indias,Cigilianu indias Cigilianu

8


Trincia che ti passa!

Il Mais e l’arte 19-May-12

Arcimboldo L’estate (1573)

9


Trincia che ti passa!

Il Mais e l’arte 19-May-12

Pietro Longhi

10


Il Mais e l’arte

Diego Rivera


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e la diffusione

Diffusione della coltivazione del mais nel mondo

Area d'origine

Aree di coltivazione

12


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

13


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

14


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

15


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

Il Mais (Zea mays L)

16


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

Il Mais (Zea mays L.) Varietà V i à coltivate li d dall’inizio ll’i i i d dell novecento all avvento d deglili HY Vitri :Nostrano dell’Isola,Marano,Montoro,Dindico,Quarantino,Cinquantino, Cado e, uca o, a a o Cadore,Lucano,Pannaro……. Bianchi :Bianco perla,Zamengo,Righetta bianca,Cimalunga, Caragua……. Insubri :Pignolo,Rostrato,Scagliolo,Tajolone,Dentato moderno …….

17


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

Il Mais (Zea mays L.) L) Vitri :…..Marano…..

Bianchi :Bianco perla….

Insubri :Rostrato…….

18


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

Il Mais (Zea mays L.) La diffusione del Mais riceve una grande spinta con l’introduzione degli ibridi agli inizi del ‘900 1% sup . 78%

1943

1965

In Italia 1947 ……

1951

100% “

USA 1933

19


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e l’evoluzione

Il Mais (Zea mays L.)

20


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e le produzioni

1960 q.li ha 38

…………… 2000

…………….. 2008 q.li ha 89…….

21


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e le superfici

Il Mais (Zea ma mayss L.) L) Superfici Mondiali

150mil. di ettari

• USA

30mil. di ettari

• Cina

27mil. di ettari

• Brasile

13mil. di ettari

• Argentina A ti

3.5 3 5 milil di ettari tt i

• Romania

2.5mil. di ettari

• Italia

1.2mil. di ettari

22


Il Mais e la produzione

Fig. 21 - Produzione di mais (milioni di t)

Paese

2000

2001

2002

USA Cina Brasile UE (a 15) Italia* Francia Germania Spagna

251,9 241,5 228,8 106,0 114,0 121,3 42 3 42,3 35 35,3 3 47,0 47 0 37,7 39,7 39,9 10,2 10,7 10,7 16,1 16 1 16 16,5 5 16,3 16 3 3,3 3,5 3,7 3,3 4,4 3,9

2003

Media

261,0 115,0 38 38,0 0 30,6 8,8 11 11,2 2 2,7 3,7

245,8 114,1 40 40,7 7 37,0 10,1 15 15,0 0 3,3 3,8


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e le d’estinazioni d’estinazioni d’uso

Il Mais (Zea mays L.) Usi zootecnici : Bovini Suini Avicoli Altri 24


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e le d’estinazioni d’estinazioni d’uso

Il Mais (Zea mays L.) Usi Industriali: Farine,Fumetto……(polenta,prodotti da forno….) Amido (farmaci (farmaci,budini,creme, budini creme dessert………..) dessert ) Homini Gritz (corn-flakes,birra,whisky…..) Destrosio e Glucosio (bibite e cofetture) Plastica Biodegradabile Carta,cartone……. Oli………………………………………… Oli

25


Trincia che ti passa! 19-May-12 Il Mais e le d’estinazioni d’estinazioni d’uso

Il Mais (Zea mays L.) Usi Energetici: Etanolo Biogas g Combustione diretta

26


ETANOLO MOLINI A MACINAZIONE UMIDA ´

Il mais viene lasciato macerare per 24-36 ore p prima della macinazione

´

Vengono separate tutte le varie componenti p della cariosside

´

Mediante questo processo si può produrre sciroppo di fruttosio, amido industriale ed etanolo

´

L’amido viene utilizzato per produrre etanolo

´

Alti investimenti di capitale per la costruzione

´

Nessun nuovo impianto 27


ETANOLO MOLINI A SECCO ´

Il mais viene macinato prima di iniziare il processo

´

Si aggiunge i acqua ed d il prodotto d viene i movimentato come un liquido

´

La maggior gg p parte degli g impianti p eseguono una fermentazione in batch

´

La fermentazione dura 45-55 ore

´

Il processo produce etanolo, CO2 e trebbie di distilleria

´

Minore investimento Mi i ti t di capitale it l rispetto ai molini ad umido

´

Tutti i nuovi impianti sono di questo tipo i

NE Missouri Grain Processors Macon, MO, managed by Broin, 40 M Gal

40 m gal ethanol plant Utica Energy, Wisconsin

28


Processi di produzione dell’etaOH: macinazione umida Vs secca Wet Mill Granella di mais

Dry Mill Granella di mais

Sottoprodotti

Vasca di macerazione

Acqua di macerazione con proteine Granella umida

Rottura e Separazione del germe

Macinazione Germe (olio)

Preparazione Della vasca

Endosperma & crusca

Gluten Macinazione, vaglio, Fibra lavata Amido residuo Feed lavaggio (Fibra / 20% proteine)

CO2

Glutine e amido

Centrifugazione (separazione)

Gluten Meal (60% proteine)

Distillers Grain (trebbie)

Fermentazione F t i E distillazione

(olio, proteine, fibra e amido)

Amido puro Fermentazione Idrolisi e isomerizzazione e distillazione Amidi industriali

Etanolo

Etanolo 29


FORME DI UTILIZZO DELL’ETANOLO L’etanolo per autotrazione viene utilizzato fondamentalmente sotto 3 forme: ´

Aggiunto come antidetonante nella % massima del 10% alla benzina normale, sotto forma di EtBE (come sostituto dell’MTBE) – Non è necessario modificare il motore delle auto

´

Come miscela 85% Etanolo + 15% benzina = E-85. E 85. Da utilizzare solo su i cosiddetti Flexible Fuel Vehicle (FFV)

´

Come etanolo puro (vedi Brasile)

30


TREBBIE DI DISTILLAZIONE CON ZUCCHERI SOLUBILI (DDGS)

Esiste variabilità a seconda dell’impianto [[enzimi,, lieviti di fermentazione, distillazione, condizioni di i i di essicazione dei DDG, aggiunte di zuccheri sol. …..]

31


BIOGAS


BIOGAS Con il termine ''biogas'' biogas si intende una miscela di vari tipi di gas(per la maggior parte metano, dal 50 al 80%) prodotto dalla fermentazione batterica in anaerobiosi(assenza ( di ossigeno) g ) di biomasse vegetali provenienti da colture dedicate, da sottoprodotti dell’agricoltura, da reflui zootecnici, da scarti dell'agro-industria,da residui organici provenienti da rifiuti,da fanghi di depurazione, LL'intero intero processo vede la decomposizione del materiale organico da parte di alcuni tipi di batterio|batteri, producendo anidride g molecolare e metano ((metanizzazione dei carbonica,, idrogeno composti organici).


BIOGAS


BIOGAS


BIOGAS


BIOGAS


BIOGAS Lo stato dell’arte e le p prospettive p degli g operatori p Indagine effettuata su 41 aziende fornitrici di sistemi di cui 18 associate e 23 intervistate o stimate.

Il dato del 2009 è in linea con il dato fornito dal GSE Le prospettive di realizzazione sono in funzione della certezza sulla normativa incentivante, sui tempi autorizzativi e sulle possibilità à di finanziamento.


BIOGAS Tanto si è discusso sulla competizione food, food, feed, feed, fuel, fuel, ma è un problema attuale? Un impianto di 500 kW utilizza 8.000000-10 10..000 tonnellate di colture dedicate ( circa 200 ettari a 50 tonnellate ettaro). ettaro). Se ipotizzassimo l’uso esclusivo di colture dedicate in un unico raccolto significa: significa:


BIOGAS Reflui zootecnici,, sottoprodotti p e gestione g agronomica g Il Piemonte produce annualmente circa -- milioni di tonnellate di substrati organici di diversa natura e qualità che potrebbero essere usati in processi di digestione anaerobica per la produzione di energia elettrica e termica. (Enea, 230 – 240 milioni di t. a livello nazionale) Il biogas stimola ad un utilizzo più efficiente della superficie coltivata, che in gran parte è o può essere investita con doppio raccolto. (Nelle aree più vocate si possono raggiungere 80 – 90 t/Ha). La ricerca e lo sviluppo tecnologico permetterà un’ulteriore miglioramento nella gestione biologica e agronomica.


BIOGAS


COMBUSTIONE


SIRIA Quando e come è iniziata l’agricoltura? Per decine di migliaia di anni l’uomo aveva vissuto come cacciatore e raccoglitore, ma circa 10,00010,000 10 000-12,000 12 000 anni fa l’uomo l uomo inizia la sua carriera di agricoltore. Che cambiamenti ha comportato nella società e nella natura?

Plant breeding in the old days


C Cereali li selvatici l ti i nella ll mezzaluna fertile

Probabilmente la raccolta di cereali per la trasformazione del seme in farina è molto piÚ antica. La rivoluzione si realizza nel momento in cui parte del seme viene trattenuto per la semina

Cereali coltivati nella mezzaluna fertile


L’invenzione dell’agricoltura g ha permesso la nascita di società dense, che comportano profondi cambiamenti culturali

Edificio di agricoltori Basamento in pietra di capanna di cacciatori cacciatori--raccoglitori


Dove?

L’agricoltura ha un duplice effetto: Æ Lavorazione del terreno Æ Selezione non più “naturale”


Storia del Mais dalla polenta all’energia elettrica