Issuu on Google+

MEDIA BOOK


agosto 2012

“Egregio Collega, Gentile Amico, con estremo piacere lo staff della sala stampa, congiuntamente al Comitato Organizzatore della ASD REGGELLO MOTOR SPORT desidera darti il più caloroso benvenuto al

5° Rally di Reggello e Valdarno Fiorentino Crediamo di aver predisposto tutto quanto Possa esserti utile per l’espletamento del tuo lavoro e comunque, siamo a Tua completa disposizione per qualsiasi necessità. Buon lavoro e buon soggiorno in provincia di Firenze”

Alessandro Bugelli responsabile Ufficio Stampa Rally bugelli@email.it www.mgtcomunicazione.com Mobile: 348 37 089 47

SALA STAMPA La sala stampa del 5. Rally di Reggello e Valdarno Fiorentino sarà a disposizione dei colleghi giornalisti, fotografi ed operatori del settore aventi funzione, con i seguenti orari: Sabato 01 settembre 2012 dalle ore 10,00 alle ore 23,30 Domenica 02 settembre 2012 Apertura continuata dalle ore 08.30 alle ore 18,00

IMPORTANTE : L’accesso alla sala stampa é riservato esclusivamente a giornalisti, fotografi ed altri facenti funzione accreditati ed ai membri della Direzione Gara.


NOTE INFORMATIVE Apertura iscrizioni

02 Agosto 2012

Chiusura iscrizioni

27 Agosto 2012

Segreteria pre gara C/O Reggello Motor sport -

dal 27 Agosto al 30 Agosto 2012

Segreteria gara Scuole elementari Cascia-Reggello (FI)-

dal 31 Agosto al 02 Settembre 2012

Distribuzione radar Bar “L’Incontro” via J.F.Kennedy – Cascia-Reggello (FI)

26 Agosto 2012

Verifiche sportive Direzione garaC/o Scuole elementari Cascia-Reggello (FI)

01 Settembre 2012 dalle 09,00 alle 13,00

Verifiche tecniche Via J.F.Kennedy – Cascia-Reggello (FI)

01 Settembre 2012 dalle 09,30 alle 13,30

Ricognizioni autorizzate (4 passaggi)

26 Agosto 2012

Partenza gara Firenze - Piazzale Michelangelo

01 Settembre 2012 alle ore 17,45

Arrivo gara Cascia – Reggello (FI)

02 Settembre 2012 alle ore 17,10

Premiazioni Cascia – Reggello (FI)

02 Settembre 2012 sulla pedana di arrivo

RIEPILOGO GARA: Tipo fondo Numero Prove Speciali Lunghezza complessiva Lunghezza totale Prove Speciali

asfalto 7 Km 303,10 Km 74,80

09.00/14.00

dalle 10,00 alle 22,00


LE PROVE SPECIALI PROVA SPECIALE n. 2/4/6 - REGGELLO - Km. 15,00 “RISTORANTE HOTEL ARCHIMEDE” Si sviluppa interamente nel comune di Reggello. La partenza è situata in località ponte all’olivo. Per i primi 3,5 Km. la prova interessa la strada comunale della Castellina, con un primo tratto pianeggiante che costeggia un torrente, per poi iniziare a salire verso l’abitato di Cancelli. In corrispondenza con l’ innesto sulla SP 17 si svolta a sinistra e si entra nell’abitato di Cancelli. Percorsi circa 350 mt. della SP 17 ci si immette in Via Colombo, raccordandosi con la strada comunale per Sant’Agata che viene percorsa con velocità, visto il lungo rettilineo che la caratterizza, fino alla intersezione con la strada comunale dei Bonsi. Ci si immette poi, con una svolta a sinistra al bivio, dove è posizionato il primo intermedio. Percorsa per intero quest’ultima strada, costeggiando lo spettacolare castello dei Bonsi, si entra nella strada comunale del Cellaino, svoltando a destra all’ intersezione e dirigendosi in direzione della SP 86 nella quale ci si immette con una bella inversione a destra. Si percorre la SP 86 in direzione di Pietrapiana, attraversandola fino alla congiunzione con la SP 85 da imboccare con un’altra inversione di marcia, stavolta a destra, molto spettacolare, da consigliare vivamente.

PROVA SPECIALE n. 3/5 PIAN DI SCO - Km. 5,800 “GASTONE FRIGGITORIA” E’ la novità della gara che debutta nel Challenge di zona. Parte dalla Pieve romanica di Pian di Sco in direzione di Reggello, sulla bellissima strada denominata “dei sette ponti”, proprio perché presenta, sino a Reggello, appunto sette ponti, storica arteria che collega Firenze con Arezzo. Una bella strada, larga su fondo ottimo, immersa praticamente per tutto l’impegno di “piesse” tra gli olivi, pianeggiante con molte curve ed anche tratti veloci, soprattutto nel fine prova speciale. Si dovrà correre tutta d’un fiato.

PROVA SPECIALE n. 1/7 - RIGNANO/INCISA - Km. 9,100 “TOGNACCINI NOLEGGI” Negli anni passati è stata un classico del rallismo toscano: la mitica prova di Palazzolo del Rally dell’ Impruneta dei tempi d’ oro, in questo caso però con una modifica non di poco conto. Partenza dall’abitato dei Cellai, si passa poi sopra l’Autostrada del Sole e si prosegue tra i boschi in un susseguirsi di curve impegnative in un saliscendi degno di un’attrazione da luna park. Da porre particolare attenzione sulla ridotta larghezza della carreggiata di questo primo tratto e soprattutto sui tre dossi in successione, l’ultimo dei quali assai spettacolare. Appena la strada torna ad essere pianeggiante si torna nella parte di prova già conosciuta, con una inversione che promette spettacolo dove sarà peraltro posizionato l’ unico intermedio. Un’ altra inversione molto impegnativa ci introduce verso il finale di prova, che inizia con due tornanti e si sviluppa poi nei boschi intorno al Poggio alla Croce con un andamento che toglie il respiro, fino ad arrivare al fine prova appena prima del centro abitato. Il controllo stop sarà posizionato prima del bivio che conduce verso Figline Valdarno. Sono 9 Km. e poco più tra novità e vecchi ricordi . . .


TABELLA TEMPI E DISTANZE


5

1-2 1-2 SETTEMBRE SETTEMBRE 2012 2012

1 - 2 settembre 2012

5 REGGELLO MOTOR SPORT

P.S. 1/7 Tognaccini Noleggi Incisa-Rignano

S.Ellero

R 1/3

 CT

 

P.S. 2/4/6 HOTEL ARCHIMEDE REGGELLO

 R2

FIRENZE

Piazzale Michelangelo

 

 

  

 

P.S. 3/5 GASTONE FRIGGITORIA PIAN DI SCO'

 


ALBO D'ORO 2008 2009 2010 2011

Lenci-Spinetti Pierotti-Milli Moricci-Garavaldi Cavallini-Farnocchia

(Peugeot 306 rally) (Renault Clio R3) (Abarth Grande Punto S2000) (Peugeot 207 S2000)


L’EDIZIONE 2011 ASSOLUTA: 1. Cavallini-Farnocchia (Peugeot 207 S2000) in 52'05.7; 2. MatteucciCastiglioni (Peugeot 207 S2000) a 28.2; 3. Simonetti-Celli (Renault New Clio) a 50.8; 4. Moricci-Garavaldi (Abarth Grande Punto) a 1'08.9; 5. Grazzini-Sammicheli (Renault Clio S1600) a 1'33.8; 6. Senigagliesi-Morganti (Renault Clio S1600) a 1'45.9; 7. Borghi-Alfieri (Renault Clio Williams) a 2'15.4; 8. Sulpizio-Angeli (Renault Clio S1600) a 2'38.1; 9. Matteuzzi-Piazzini (Renault New Clio) a 3'09.0; 10. Santoni-Scarpelli (Renault Clio Williams) a 3'25.5. GRUPPO A CLASSE A0 1. Vaccai-Pagliai (Fiat 600 Sporting) in 1:01'27.0; CLASSE A5 1. La Pozzata-Melani (Fiat Panda Evo) in 1:03'29.0; 2. Calvani-Turatti (Rover MG ZR 105) a 5.9; CLASSE S1600 1. Grazzini-Sammicheli (Renault Clio S1600) in 53'39.5; 2. SenigagliesiMorganti (Renault Clio S1600) a 12.1; 3. Sulpizio-Angeli (Renault Clio S1600) a 1'04.3; 4. Ferrari-Meconi (Citroen Saxo S1600) a 3'15.1; 5. Casipoli-Scalabrini (Renault Clio S1600) a 7'57.1; GRUPPO FA CLASSE FA5 1. Giorgini-Catone (Peugeot 106 Rallye) in 1:02'23.7; 2. Masini-Guerri (Peugeot 205 Rallye) a 1'57.4; CLASSE FA6 1. Aglietti-Neri (Peugeot 205 Gti) in 1:07'51.9; CLASSE FA7 1. Borghi-Alfieri (Renault Clio Williams) in 54'21.1; 2. Santoni-Scarpelli (Renault Clio Williams) a 1'10.1; 3. Monti-Violante (Renault Clio Williams) a 6'24.7; GRUPPO N CLASSE N0 1. Cupidi-Favali (Fiat 600 Sporting) in 1:12'44.3; CLASSE N2 1. Vignali-Grechi (Citroen Saxo Vts) in 1:00'48.4; 2. Monacelli-Bossi (Citroen Saxo Vts) a 1'01.3; CLASSE N3 1. Cecchini-Guastini (Renault Clio RS) in 57'14.1; 2. Mattei-Morelli (Renault Clio RS) a 1'09.5; CLASSE S2000 1. Cavallini-Farnocchia (Peugeot 207 S2000) in 52'05.7; 2. MatteucciCastiglioni (Peugeot 207 S2000) a 28.2; 3. Moricci-Garavaldi (Abarth Grande Punto) a 1'08.9; GRUPPO R CLASSE R3C 1. Simonetti-Celli (Renault New Clio) in 52'56.5; 2. Matteuzzi-Piazzini (Renault New Clio) a 2'18.2; 3. Orioli-Tondini (Renault New Clio) a 3'44.8; CLASSE R3T 1. Masi-Siddi (Peugeot 207 RC) in 1:02'05.3; GRUPPO RS CLASSE RS2 1. Paoli-Genova (Peugeot 106 Sport) in 1:09'41.1.


CALENDARIO TOSCANO RALLY 2012

DATA

GARA

VALIDITÀ

28-29 gennaio

1° Rally2 Coppa Liburna Asfalto

18-19 febbraio

3° Ronde della Val d'Orcia

Raceday Ronde Terra

25-26 febbraio

31° Rally del Carnevale

Challenge 6. Zona (Coeff. 1,5)

3-4 marzo

6° Ronde Valtiberina

Raceday Ronde Terra

17-18 marzo

4° Liburna Ronde Terra

Raceday Ronde Terra

23-24 marzo

35° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio

CIR + Challenge 6. Zona

14 -15 aprile

1° Rally Elba - Porto Azzurro Cup

Challenge 6° Zona

5-6 maggio

2° Ronde del Monteregio

19-20 maggio

Rally di Casciana Terme

Challenge 6. Zona

2-3 giugno

30° Rally degli Abeti e dell'Abetone

Challenge 6. Zona

16-17 giugno

34° Rally Alta Val di Cecina

Challenge 6. Zona

30 giugno-1 luglio

28° Rally Valdinivole

Challenge 6. Zona

13-14 luglio

32° Rally del Casentino

IRCup

22 luglio

47° Rally Coppa Città di Lucca

Challenge 6. Zona

4-5 agosto

1° Rally2 della Riviera Apuana

18-19 agosto

4° Rally 12 Ore de Il Ciocco

I.R.S.

1-2 settembre

5° Rally di Reggello e Valdarno F.no

Challenge 6. Zona

22-23 settembre

18° Rally Città di Camaiore

Challenge 6. Zona (Coeff. 1,5)

13-14 ottobre

33° Rally Città di Pistoia

Challenge 6. Zona (Coeff. 1,5)

27-28 ottobre

36° Rally Trofeo Maremma

Challenge 6. Zona

10-11 novembre

2° Renault Rally Event

24-25 novembre

5° Ronde di Pomarance

8-9 dicembre

2° Ronde della Fettunta

22-23 dicembre

20° Rally Internazionale Il Ciocchetto


LA TERMINOLOGIA DEI RALLIES R.N.S. - NORMA SUPPLEMENTARE N.S. 11 -

Rallies I Rallies sono manifestazioni sportive di regolarità che si svolgono lungo percorsi suddivisi in settori (tratti di percorso, così come definiti nel successivo par. 1.5) in ciascuno dei quali, di norma, sono comprese tratte di regolarità aperte alla circolazione stradale, dove è obbligatorio il rispetto delle norme del Codice Stradale, e prove speciali a velocità libera su tratte chiuse al traffico. Tappa Ogni parte del Rally separata da un tempo minimo prefissato di sosta. Prove Speciali Tratti di percorso obbligatoriamente chiusi al traffico da percorrersi a velocità cronometrata e compresi tra due controlli orari. Settori I tratti di percorso compresi tra due Controlli Orari (CO) successivi sono chiamati settori. Ogni settore, di lunghezza variabile, può comprendere un solo tratto di percorso in trasferimento, senza prova speciale, oppure una prova speciale ed il tratto di percorso residuo in trasferimento. I Controlli Orari hanno lo scopo di delimitare i settori in cui é suddiviso il percorso di gara e di regolare lo svolgimento del rally ai fini del rispetto della velocità media prevista dall’organizzatore; tale velocità media non potrà mai essere superiore a quella prevista dal Codice della Strada. Sezioni Ogni parte del Rally compresa tra: - la partenza del Rally ed il primo riordino - fra due riordini successivi - fra l’ultimo riordino e l’arrivo di tappa del rally. Riordino Una sosta prevista dagli Organizzatori con un Controllo Orario all’entrata ed all’uscita, in regime di parco chiuso per permettere sia un ritorno all’orario teorico, sia il raggruppamento degli equipaggi rimasti in gara. Il tempo di sosta potrà essere differente da un equipaggio all’altro. Neutralizzazione Tempo durante il quale gli equipaggi sono fermati dalla Direzione di Gara per qualsiasi ragione. Parco chiuso Zona nella quale nessuna riparazione e intervento sulla vettura é possibile, salvo i casi espressamente previsti dalla presente Norma Supplementare o dal Regolamento Particolare di Gara.


Circolari informative Le circolari informative sono comunicazioni ufficiali scritte facenti parte integrante del Regolamento Particolare di Gara e destinate a modificare, precisare o completare lo stesso. Le circolari informative devono essere numerate e datate. I concorrenti, o i membri dell’equipaggio, devono darne firma per ricevuta. Le circolari sono emesse: - dagli Organizzatori prima dell’apertura delle iscrizioni. In questo caso esse saranno sottoposte all’approvazione della CSAI (o della FIA in caso di gare valevoli o candidate FIA); - dagli Organizzatori dopo l’apertura delle iscrizioni e fino all’inizio delle verifiche antegara. In questo caso esse saranno sottoposte all’approvazione del Collegio dei Commissari Sportivi, tranne i casi di variazione dei termini contrattuali e del percorso che devono essere sottoposti all’approvazione, rispettivamente, della CSAI e del Direttore di Gara (in caso di gara valevole o candidata FIA, le circolari informative devono essere sottoposte all’approvazione della FIA). - dai Commissari Sportivi durante la manifestazione, con eccezione delle modifiche riguardanti il percorso, per le quali le circolari informative possono essere emesse dal Direttore di Gara. Comunicati dell’Organizzatore I comunicati sono emessi dal Comitato Organizzatore (e per esso dalla Direzione di Gara) per dare istruzioni e/o informazioni che riguardano lo svolgimento della manifestazione, senza che queste interferiscano con le disposizioni del regolamento particolare di gara. I comunicati, emessi prima dell’inizio delle verifiche antegara, non devono essere sottoposti all’approvazione della CSAI. I comunicati emessi dopo l’inizio delle verifiche antegara devono essere preventivamente portati a conoscenza del Collegio dei Commissari Sportivi per la relativa approvazione. I comunicati devono essere datati, devono avere una numerazione progressiva diversa ed essere stampati su carta di colore diverso da quello delle circolari informative, devono essere affissi all’Albo Ufficiale di gara e comunicati ai concorrenti o ad uno dei due membri dell’equipaggio che devono confermare l’avvenuta ricezione con una firma, a meno che ciò non sia materialmente possibile durante lo svolgimento del rally. Tabella di marcia Documento destinato a raccogliere i visti e la registrazione dei tempi ai differenti controlli previsti sul percorso.


Concorrente E’ concorrente chi iscrive ad una competizione una vettura nonché i relativi conduttori. Oltre alle persone fisiche possono essere concorrenti anche le Scuderie, le Case Costruttrici e le altre persone giuridiche. Le prime devono essere in possesso della licenza di concorrente Persona Fisica, le altre della relativa licenza internazionale di Concorrente Persona Giuridica, entrambe in corso di validità. Per il fatto dell’iscrizione, ciascun concorrente dichiara per sé e per i propri conduttori, mandanti o incaricati, di riconoscere ed accettare le disposizioni della presente NS11, del regolamento particolare di gara, del Codice e del RNS, impegnandosi a rispettarle e a farle rispettare; dichiara in particolare di conoscere ed osservare l’art. 7 quater del RNS e quindi di rinunciare ad adire altre autorità per la tutela dei propri diritti ed interessi, riconoscendo quale unica giurisdizione competente la CSAI, salvo il diritto di appello, come previsto dal Codice e dal RNS Dichiara altresì di ritenere sollevati il Comitato Organizzatore, l’ACI, la CSAI, l’ente proprietario o gestore delle strade interessate, tutti gli Automobile Club comunque facenti parte dell’organizzazione, nonché gli Ufficiali di gara e tutte le persone addette all’organizzazione da ogni responsabilità circa eventuali danni occorsi ad esso concorrente, suoi conduttori, suoi dipendenti o cose, oppure prodotti o causati a terzi o cose da esso concorrente, suoi conduttori e suoi dipendenti. Equipaggi Per ogni vettura deve essere iscritto un equipaggio formato da due persone, considerate entrambe conduttori. I due conduttori, designati, rispettivamente, come Primo e Secondo Conduttore dal concorrente nel modulo di iscrizione, possono alternarsi alla guida della vettura, e devono essere in possesso della licenza di conduttore richiesta per la partecipazione al rally, nonché della patente di guida, entrambe in corso di validità.


SEGNALETICA STANDARD FIA


REGGELLO estratto dal sito internet www.comune.reggello.fi.it/

Il territorio di Reggello possiede in misura esemplare le caratteristiche che rendono la Toscana e il contado fiorentino particolarmente attraenti e sotto profili diversi: non solo la configurazione del paesaggio che si offre alla contemplazione o si pone come meta di escursioni, è di volta in volta piacevole e suggestiva, ma vi si trovano inserite emergenze storico-artistiche di altissimo valore. Questo abbinamento fa sì che una gita a Reggello appaghi sotto diversi punti di vista: e quando il viaggiatore di palato fine avrà fatto la sua scorta di olio prezioso, potrà con soddisfazione seguire le tracce dell'appassionato d'arte che nel frattempo avrà visitato, o rivisitato il Trittico di San Giovenale di Masaccio nella splendida Pieve di Cascia, o gli Angeli di Antonio Rossellino in San Clemente, avrà ammirato il Ghirlandaio nell'altra altrettanto importante Pieve di Pitiana, e passando per Caselli, Cancelli, Fronzano, Arfoli, (per citare solo alcune delle chiese dotate di importanti dipinti e affreschi dal secolo XIV al XX), si sarà preparato a raggiungere Vallombrosa, che alla fine dell'erta salita fra gli alberi si pone come un grande museo d'arte sacra con la sua chiesa ricca di altari incastonati in un complesso conventuale di grande rilevanza architettonica e spirituale. Ma ancora rimarrebbero da vedere le grandi ville e le fattorie importanti - la differenza a volte è davvero minima tanto armoniosi si presentano questi edifici, belli e funzionali insieme - e i ponti, e i mulini, e i raggruppamenti più antichi di case che risalgono ancora al medio Evo. Tutte queste presenze fanno quindi di Reggello un territorio nel quale particolarmente pressanti ed estesi sono i compiti di tutela del patrimonio artistico, ma nel quale pure tale compito è reso straordinariamente gratificante.

CENNI STORICI Il territorio comunale è ricchissimo di toponimi che testimoniano una fitta presenza di popolazione fin dalle età più antiche (periodo etrusco e periodo romano). Bisogna attendere i secoli X e XI per avere le prime attestazioni scritte: nel 995 è ricordato il Castello di Luco (presso Ostina) e nel 1040 è menzionata la Pieve di San Pietro a Cascia. Nello stesso periodo il territorio è caratterizzato dalla nascita e dallo sviluppo di siti incastellati. Fra tutti il più rilevante, per la presenza di un consistente deposito archeologico visitabile, è il Castello di Poggio alla Regina: costruito dai Conti Guidi su emergenze altomedievali ed etrusche, passò alla metà del XIV secolo sotto la Repubblica Fiorentina, che aveva fin dal 1309 organizzato il territorio del plebato di Cascia nell'omonima Lega. A capo della Lega di Cascia la dominante aveva posto un Podestà, residente a Borgo a Cascia, dove sono ancora oggi visibili i resti del palazzo podestarile. Dello stesso periodo sono le più antiche testimonianze dell'abitato di Reggello. Un luogo detto Reggello è ricordato in atti notarili del 1317. L'attuale capoluogo nacque come mercatale all'incrocio di strade di lunga percorrenza: la via del Casentino - detta via del vino ancora alla fine del secolo scorso - e la Cassia Vetus, che, attraverso un diverticolo, da Cascia saliva a Reggello. All'inizio del XV secolo la sede podestarile fu spostata a Reggello, anche se la Lega conservava ancora il nome di Cascia e Ancisa, è necessario aspettare il 1773 per sancire la nascita della Comunità di Reggello, con la definitiva scomparsa della Podesteria. Lo stemma del Comune di Reggello raccoglie parte della sua storia: vi sono raffigurati un orso, una croce rossa su una sfera e un leccio.


5. RALLY DI REGGELLO E VALDARNO FIORENTINO

Realizzazione Studio Alessandro Bugelli Via Fratelli Rosselli, 32, - 51015 Monsummano Terme (Pistoia) edizione unica agosto 2012

Tutti i contenuti (testi e statistiche) del presente media book sono realizzati per la diffusione sulla stampa, radio e TV. E’ fatto divieto a chiunque di riprodurre materiale di natura e scopi simili con la stessa impostazione grafica del presente volume. Nel caso venga rilevato un abuso, l’autore si riserva il diritto di azione legale per plagio della propria opera intellettuale al fine di tutelare i propri diritti.



5. RALLY DI REGGELLO E VALDARNO FIORENTINO _MEDIA BOOK