Page 1

Anno 1 / N° 8 – Ottobre 2006

Mensile per Laureati sulle opportunità di Carriera e di Formazione

MERCURIUS MAGAZINE – Testata registrata al Tribunale di Torino il 16/09/05 al n° 5906. € 4,5 a copia – Direttore Responsabile Luigi Dell’Olio, Publisher Franco De Rosa

In questo numero:

· Quali rimborsi per i dipendenti in trasferta · Diventare esperti in Finanza & Assicurazione con l’e-learning · Opportunità nella Penisola Iberica · Seconda puntata sui master “Poste Italiane S.p.A. – Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n°46) art.1 comma 1 DCB – Torino” In caso di mancato recapito rinviare all’ufficio CMP/CPO di Torino Nord per la restituzione al mittente previo pagamenti resi

in HR Management

Professione

MARKETING SPECIALIST

LA FORMAZIONE

Specialistica per psicologi Dall’Università al LAVORO

Aziende che Assumono

Master Post-Laurea

Dalla presidenza al marketing, il ruolo degli organizzatori

Company profile di Gruppo Telecom e Italtel

School profile di Corep e Scuola Superiore per Mediatori Linguistici


S ommario

5

18 31

Carriere 5 Economisti e marketing specialist sempre al top in azienda 8 Dalla presidenza al marketing, il ruolo degli organizzatori 10 Porte aperte in azienda per i neolaureati

Aziende che assumono

12 Gruppo Telecom In Telecom Italia percorsi professionali contraddistinti da formazione continua e job rotation 14 Gruppo Italtel Il Gruppo Italtel ricerca giovani talenti per un futuro di sicuro successo 16 Offerte di lavoro

I focus del mese

18 Curriculum vitae Il curriculum vitae lo “sponsor” di se stessi 20 Colloquio di lavoro Il processo di selezione 22 Fringe benefits Note spese e indennità per motivare i dipendenti nelle trasferte 24 Contratto di lavoro “Se ti immetto nel mercato lo Stato mi agevola” 26 E-Learning Formarsi on line in Assicurazione e Finanza grazie al Maf 28 Opportunità all’estero Studiare e lavorare in Spagna

Master e corsi

31 Dalle relazioni sindacali al diritto del lavoro 34 La formazione specialistica per psicologi

Enti di formazione

36 Corep La formazione specialistica e di alto livello si trova a Torino 38 Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Diventare mediatore linguistico studiando a Pisa 40 Eventi 41 In libreria 42 Master in scadenza

settembre 2006

3


E ditoriale Mercurius Magazine € 4,5 a copia

Editore: Formazione e Carriere sas Registrazione: 5906 del 16/09/05 Tribunale di Torino Direttore Responsabile: Luigi Dell’Olio Direzione – Redazione Amministrazione: Via Valperga Caluso, 30 – 10125 Torino Tel.: 011-669.30.54 – Fax: 011-669.26.25 E-mail: mercurius@mercurius.it Stampa: Graphart snc – Via Galimberti, 75 12030 Manta (CN) Dello stesso Editore: Annuario "Azienda Informa" Rivista "Master in..." Rivista "Carriera in..." Website: mercurius.it NEWS.mercurius.it HR.mercurius.it IFPIweb.org carrierain.it masterin.it laureain.it interinalein.it formazionein.it informagiovaniin.it

U

na decina di anni fa Bill Gates teorizzava che in breve tempo Internet avrebbe cambiato la morfologia del territorio rendendo sempre più inutili gli addensamenti urbani. Videoconferenze e telelavoro sarebbero state alla portata anche di imprese di medie dimensioni. Se aggiungiamo che eventuali barriere linguistiche saranno presto estremamente ridotte da software in grado di offrire fedeli traduzioni simultanee, concludiamo che la “delocalizzazione” potrà a breve non riguardare soltanto forza lavoro di basso livello, ma anche una serie infinita di professioni ad alta scolarità. Gli investimenti in “Ricerca & Sviluppo” possono arginare la perdita di competitività delle nostre imprese ma va anche considerato che un Paese con 60 milioni di abitanti non può accontentarsi di pochi fiori all’occhiello famosi nel mondo. La via maestra è la scuola, la qualità della formazione e la nostra “sprovincializzazione”. In definitiva “R&S” come fenomeno collettivo. Solo in questo modo i cinesi ci faranno un baffo. Franco De Rosa Fondatore e Amministratore Mercurius

MODULO DI ABBONAMENTO

10/06

Compilare e inviare, allegando copia del versamento postale, al seguente indirizzo: Formazione e Carriere – Via Valperga Caluso, 30 – 10125 TORINO oppure via fax al numero 011-669.26.25. Per ogni informazione sul vostro abbonamento non esitate a contattare la nostra segreteria al numero di telefono 011-669.30.54.

Si, desidero abbonarmi per 1 anno a mercurius magazine [10 numeri + tutti i supplementi]. Sono studente / laureato e non ho bisogno di fattura. Pagherò pertanto solo 39 €

Lavoro in un Informagiovani / Scuola / Azienda, e ho bisogno di fattura. Pagherò pertanto 69 € Modalità di pagamento: A mezzo assegno bancario non trasferibile intestato a: Formazione e Carriere sas A mezzo versamento sul c/c postale N° 38 81 61 04 intestato a: Formazione e Carriere sas – Via Valperga Caluso, 30 – 10125 Torino Indirizzo per la spedizione della rivista: Nome Ente [Informagiovani, Scuola, Azienda, Biblioteca, etc.] Cognome / Nome

Partita IVA

Presso

Prefisso

Via

Numero

C.A.P.

Luogo:

4

Mercurius magazine

N° Telefono

Città

data:

Prov

I dati inviati compilando il presente coupon saranno trattati in conformità a quanto disposto dalla D.Lgs 196/03 e successive modifiche in materia di trattamento dei dati personali.

Firma del cliente_____________________________________


P rofessioni

Economisti e marketing specialist sempre al top in azienda Un terzo dei neo-assunti di quest’anno è laureato in Economia

P

rofessioni commerciali su tutte. L’orientamento del mercato del lavoro è ormai stabile da diversi trimestri: in un contesto caratterizzato dalla necessità di farsi spazio nello scacchiere globalizzato, le aziende hanno bisogno in primis di gente capace di vendere e acquistare alle migliori condizioni del momento. Dunque, nel caso di neolaureati, soprattutto di persone provenienti dalle discipline economiche, con Economia aziendale ed Economia e Commercio davanti alle altre.

Economista un neo-assunto su tre

Una conferma di questo trend arriva da una ricerca rilasciata a fine estate da Excelsior, il sistema informativo di Unioncamere. L’anno in corso dovrebbe chiudersi con poco meno di 60 mila laureati neo-assunti dalle imprese, un terzo dei quali provenienti da una formazione economica (vedere TABELLA 1). A seguire vengono le richieste di ingegneri (oltre 15mila, di cui la metà in ingegneria elettronica e dell’informazione) e i sanitari e paramedici (6mila). Ai posti d’onore tra i diplomi di livello secondario e post-secondario, i più richiesti

a cura di Luigi Dell’Olio

sono quelli in indirizzo meccanico e turistico-alberghiero (circa 20mila posizioni in entrambe i casi). Le aziende nel 56,7% dei casi propongono al laureato in economia l’ingresso nel mondo del lavoro attraverso un contratto a tempo indeterminato, mentre in un caso su quattro (25,2%) si fa ricorso al tempo determinato, nel 7,4% all’apprendistato, nel 5,2% al contratto di inserimento, con un 1,1% di tipologie contrattuali residuali.

Venditori, compratori e uomini marketing

Agenti e venditori: gli annunci di lavoro pullulano di offerte per ottobre 2006

5


Le professioni del commercio Professione

Competenze richieste

Agente/venditore

Abilità nel presentare il prodotto o servizio Capacità di relazionarsi con soggetti diversi Abilità nella vendita

Buyer

Approfondite conoscenza della disciplina tributaria Abilità nel redigere report e bilanci Capacità di contrattazione

Product/trade marketing specialist

Conoscenze approfondite di marketing Esperienza nell’analisi e promozione dei prodotti Padronanza del linguaggio dei media

Area export

Lingue straniere (almeno una oltre all’inglese) Conoscenza delle dinamiche gestionali dell’impresa Capacità di progettazione

Key account

Conoscenze basilari di diritto del lavoro Conoscenza delle abitudini e dei desideri di acquisto dei consumatori Capacità di coordinamento

questi due profili. Più che considerarle come due professioni distinte sarebbe meglio prenderle in considerazione assieme: spesso infatti si ricorre indifferentemente all’una o all’altra qualificazione per indicare lo stesso profilo. L’agente o venditore è chiamato a conseguire un obiettivo primario: piazzare sul mercato – scegliendo a seconda dei casi un target di consumatori indifferenziato o qualificato – prodotti o servizi dell’azienda per cui lavora. Le competenze economiche in questo caso sono importanti, ma non indispensabili. Fondamentali risultano, invece, le qualità personali: capacità di presentare il prodotto con la veste migliore e abilità nel sedurre il potenziale compratore sono doti innate, anche se poi possono essere perfezionate sul campo. Il vantaggio principale della professione riguarda l’elevata domanda di mercato e la flessibilità di esercizio. Niente 6

Mercurius magazine

ore dietro alla scrivania, ma continui spostamenti e la possibilità di relazionarsi con una miriade di persone. In cambio bisogna accettare una componente fissa di solito piuttosto contenuta (il variabile è di fatti legato ai risultati conseguiti) e bisogna saper pensare con spirito imprenditoriale nella formazione del proprio portafoglio di contatti. Dalle vendite agli acquisti, settore che vede al lavoro team di specialisti. Figura centrale in questo ambito è il buyer, il professionista si occupa del reperimento e della selezione di fornitori e merci e collabora alla realizzazione delle promozioni e delle campagne pubblicitarie. Il buyer deve conoscere le scienze economiche ed amministrative, in quanto svolge attività di contabilità, raccolta dati, redazione di bilancio, attuazione di adempimenti fiscali e tributari, per cui nella quasi totalità dei casi la professione viene svolta da

economisti, con qualche eccezione rappresentata dai laureati in Scienze politiche. Product specialist e trade marketing specialist sono le professioni più diffuse tra chi si occupa di marketing. Il primo è destinato soprattutto alla creazione e promozione di nuovi prodotti. Quindi deve essere in grado di pianificare gli obiettivi, le strategie e le azioni indispensabili per realizzare la produzione e la successiva commercializzazione di un prodotto o di un marchio. Inoltre il manager di prodotto non può prescindere da competenze relative alle strategie pubblicitarie, la pianificazione dei mezzi di comunicazione da utilizzare e le attività promozionali. Indipendentemente dal settore merceologico in cui lavora, poi, deve saper effettuare analisi statistiche e quantitative, elaborare soluzioni nuove e possedere una visione strategica dei problemi. Il trade marketing specialist opera, invece, come figura trasversale che ha responsabilità sul lancio di nuovi prodotti, sulla politica commerciale e sulle strategie promozionali per i punti vendita. Un professionista che deve essere dotato di un buon senso commerciale e di uno spiccato orientamento al prodotto. Indispensabile, per entrambe le figure, la provenienza da lauree economiche, con Economia e commercio in pole position. Anche se non mancano casi di laureati in Ingegneria gestionale che svolgono queste professioni. L’ingresso in azienda in entrambi i casi avviene di solito con un inserimento diretto, anche


se magari con un contratto a termine. Dopo qualche anno di esperienza è possibile raggiungere posizioni manageriali e contare su una parte più o meno consistente della retribuzione legata ai risultati.

Quelli che fanno affari con l’estero

Puntare sulla domanda sostenuta che arriva dai paesi in via di sviluppo è una necessità per le aziende che competono sui mercati internazionali. Questo spiega la crescente domanda per laureati da piazzare nell’area export. Competenze economiche a livello universitario e capacità di progettare strategie innovative sono i due requisiti fondamentali per lavorare in questo settore che vede al vertice l’export area manager (una delle figure in as-

TABELLA 1

soluto meglio retribuite in azienda), con una serie di assistenti scelti tra i laureati in discipline economico-gestionali. Ma per svolgere questa professione è indispensabile anche una grande dimestichezza con le lingue straniere. Non è sufficiente una conoscenza media dell’inglese o della lingua parlata nel posto in cui l’azienda sviluppa il proprio business, perchè non si tratta solo di comprendere l’interlocutore. È necessario percepire anche dubbi, incertezze, mezze parole, tutti aspetti utilissimi quando si tratta di imbastire affari. Formare professionisti delle esportazioni richiede investimenti massicci alle aziende; per questo motivo non è raro assistere ad assunzioni a tempo indeterminato anche per i laureati con poca esperienza nel ramo.

Per finire il giro tra le professioni del commercio torniamo all’Italia, in particolare al settore del largo consumo. In questo contesto opera il key account, il professionista che si interfaccia con le aziende della gdo, con il compito di piazzare i prodotti nei punti vendita. È in sostanza colui che fissa gli accordi quadro, lasciando poi agli account sul territorio la definizione delle condizioni specifiche per i vari punti vendita. Una figura centrale per le aziende, che infatti si affidano nel 75% dei casi (fonte Michael Page) a un laureato per far svolgere la professione. Quello che serve in questo mestiere è soprattutto la capacità di comprendere in anticipo i bisogni dei consumatori e stimolare la domanda con nuovi prodotti.

Assunzioni previste dalle imprese per il 2006 per tipo di contratto, fonte Unioncamere elaborazione Mercurius Magazine Totale assunzioni

Tempo indeterminato

Tempo determinato

Apprendistato

Inserimento

Altri contratti

Livello Universitario (totale) Suddivisione per indirizzo:

59.400

62,1

28,1

3,5

5,2

1,1

Economico

19.740

56,7

25,2

7,4

9,4

1,4

Ingegneria elettronica e dell’informazione

7.200

76,2

16,6

4,2

1,9

1,1

Sanitario e paramedico

6.020

73,0

25,7

0,0

0,6

0,7

Ingegneria industriale

5.080

73,8

20,4

1,3

3,4

1,1

Chimico-farmaceutico

4.070

59,5

35,3

0,9

3,4

0,9

Insegnamento e formazione

2.170

42,7

56,1

0,0

1,2

0,0

Ingegneria civile e ambientale

1.710

75,3

19,6

1,5

3,0

0,5

Altri indirizzi di ingegneria

1.580

78,0

17,6

1,3

2,1

1,0

Linguistico, traduttori e interpreti

1.440

43,3

51,9

2,4

1,9

0,5

Scientifico, matematico e fisico

1.300

60,4

11,3

2,5

25,5

0,3

ottobre 2006

7


P rofessioni

Dalla presidenza al marketing, il ruolo degli organizzatori Assistente del manager, occasioni per gli umanisti Al fianco dei dirigenti con la prospettiva di una rapida carriera

G

ode di fiducia incondizionata da parte del dirigente. Ne cura le relazioni dentro e fuori l’azienda, organizza il calendario degli appuntamenti e partecipa alla programmazione delle attività. È l’assistente, figura centrale in ogni organizzazione di mediogrande o grande livello, che può assumere diverse sfaccettature a seconda della funzione a cui è assegnato e che, a prescindere dall’esatta denominazione, assume un peso invidiato da molti quadri e impiegati. Una professione che richiede cura, precisione, capacità di organizzazione e di visione strategica: tutte 8

Mercurius magazine

caratteristiche che la rendono ideale per i laureati in discipline umanistiche, pur senza escludere altri percorsi formativi.

Vecchia segretaria addio

La figura dell’assistente è l’evoluzione della classica segretaria. A differenza di quest’ultima, tuttavia, l’assistente non si limita a svolgere mansioni esecutive, ma anche progettuali. Il manager di una media o grande impresa si trova a ricevere una media di 100-150 e-mail al giorno, che si sommano alle telefonate e agli inviti che arrivano da più parti, dall’interno come dall’esterno dell’azienda. Una mole di sollecitazioni che ovviamente non può gestire e che per questo vengono

a cura di Luigi Dell’Olio

solitamente affidate all’assistente di direzione generale, la più diffusa tra le figure dell’assistenza. Di solito si tratta di una professione al femminile, con i candidati che vengono scelti tra quelli più affidabili, efficienti e riservati, ma anche curiosi e orientati al problem solving. L’assistente deve inoltre essere una persona capace di lavorare sotto pressione, conoscere tra le lingue straniere almeno l’inglese (ma anche il francese e il tedesco sono molto gettonati). Queste caratteristiche fanno di solito cadere la scelta delle aziende su laureati provenienti da percorsi umanistici, con Filosofia e Sociologia su tutti. Ma non mancano anche laureati in Scienze della comunicazione e in


Lingue che svolgono con profitto questa professione. L’ingresso nel mondo del lavoro avviene in questo settore ormai quasi esclusivamente attraverso forme contrattuali flessibili: l’azienda, infatti, ha bisogno di testare sul campo il professionista, saggiarne le qualità, per poi decidere se puntare su di lui. Anche perchè non esistono in Italia percorsi specialistici per questa professione. Soddisfacenti i livelli retributivi che si possono ricavare da una ricerca a tema svolta da Page Personnel: l’assistente di un top manager con meno di tre anni di esperienza guadagna mediamente tra i 23mila e i 25mila euro lordi all’anno, mentre con oltre cinque anni i compensi raddoppiano.

Sbocchi nel commercio e nel marketing

Un profilo più spiccatamente economico lo assumono altre due figure, l’assistente di direzione commerciale e l’assistente di direzione marketing. Ma va anche detto che non si tratta di funzioni tecniche. Per cui anche in questo campo sono gli umanisti a prevalere (Lettere e Filosofia le lauree al top), affiancate dai

laureati in Economia e Lingue. I compiti sono simili rispetto all’assistente di direzione generale, ma devono essere accompagnati da una buona dimestichezza con gli strumenti informatici e con le lingue straniere. Tra le mansioni principali di un assistente commerciale e marketing, infatti, ci sono la gestione dei rapporti con partner, fornitori e casa madre dell’azienda, per i quali spesso sono chiamati a mettere a punto report in inglese, utilizzando i più diffusi strumenti informatici di calcolo e database. Lo stipendio iniziale per queste due figure è più contenuto rispetto all’assistente di direzione generale: 18-21 mila euro è infatti la quota per i giovani con poca esperienza nel ruolo. Negli ultimi tempi si stanno diffondendo sul mercato corsi di formazione e percorsi specialistici per assistente di direzione commerciale e di direzione marketing. L’obiettivo principale è fornire fondamenti di economia, diritto e marketing per colmare gli eventuali gap della formazione universitaria. Spesso i corsi prevedono project work per sperimentare sul campo le nozioni apprese con la teoria e

stage finali nelle aziende che poi rappresentano il principale canale d’ingresso nel mondo del lavoro.

Eventi e comunicazione

Il terzo settore di sbocco è l’assistenza nell’organizzazione degli eventi e nella comunicazione. In questo caso i candidati preferiti dalle aziende arrivano da una formazione in Scienze della Comunicazione, Lettere o Lingue, meglio se condita con una specializzazione post-laurea nelle materie della comunicazione. Convegni, tavole rotonde, conferenze stampa sono il pane quotidiano di chi sceglie di svolgere questa professione. Al fianco del manager di settore c’è da organizzare l’evento, mantenere i contatti con gli invitati, programmare la copertura mediatica della manifestazione. Compiti per candidati dotati di grande dinamismo, spirito di organizzazione e capacità di vision strategica. L’abbondanza di candidati, tuttavia, incide negativamente sui livelli retributivi: con meno di tre anni di esperienza un assistente nell’organizzazione di eventi e comunicazione non supera i 20mila euro.

Professione

Competenze richieste

Lauree più indicate

Livello retributivo con meno di tre anni di esperienza

Assistente di direzione generale

Capacità di organizzazione, Abilità nel relazionarsi con soggetti interni ed esterni all’azienda, Curiosità, Orientamento al problem solving

Filosofia, Sociologia, 23-26mila euro Scienze della comunicazione, Lingue

Assistente di direzione commerciale e assistente marketing

Fondamenti di economia e marketing, Doti di organizzazione, Lingue straniere, Dimestichezza con i dispositivi informatici

Lettere, Filosofia, Economia, Lingue

Assistente nell’organizzazione degli eventi e nella comunicazione

Dinamismo, Capacità di progettazione e organizzazione Scienze della Lingua inglese comunicazione Capacità di relazionarsi con gli interlocutori Lingue, Lettere

21-25mila euro

17-20mila euro

ottobre 2006

9


R icerca

Porte aperte in azienda per i neolaureati Secondo Page Personel cresce la richiesta di giovani freschi di studio ma resta l’incertezza sull’inquadramento

L

e aziende guardano con minore diffidenza del passato ai giovani freschi di laurea. Aprono le loro porte soprattutto a specialisti in area finance e amministrazione del personale. Nelle grandi città crescono le retribuzioni medie per i professionisti. Sono i dati principali che emergono da una ricerca dell’agenzia di lavoro Page Personnel sulle dinamiche del mercato del lavoro italiano. Un’indagine improntata a un moderato ottimismo quanto alle prospettive di inserimento in azienda, a patto però che i candidati siano disposti ad accettare l’incertezza contrattuale dominante. 10

Mercurius magazine

Più attenzione ai neolaureati

Il 2005 ha rappresentato uno spartiacque nella domanda di lavoro per i neolaureati. Le richieste delle aziende sono tornate a crescere e il livello retributivo si è attestato a quota 18.500 euro lordi annui. Una somma di certo non esaltante e che, al netto delle trattenute, frutta meno di mille euro al mese, ma comunque soddisfacente per chi comincia a percorrere i primi passi nel mondo del lavoro e magari non vive in una delle città più care d’Italia. La cifra non tiene comunque in considerazione la platea, sempre più ampia, di giovani impiegati come stagisti dopo il consegui-

a cura di Luigi Dell’Olio

mento del titolo universitario e magari anche di un master. Considerati in formazione, di fatto spesso svolgono funzioni simili a quelle dei lavoratori contrattualizzati. Quanto alle figure professionali, Page Personnel registra un mercato interesse per gli addetti al recupero crediti. A questi professionisti non è più richiesta solo competenza nel dialogo telefonico e capacità di convincimento verso gli insoluti. Le doti personali naturali, infatti, per produrre effetti devono essere abbinate a competenze tecniche in materia di contenzioso. L’accresciuta complessità del mondo del lavoro trova conferma anche per le professioni umanistiche.


L’amministrazione del personale, infatti, è una professione con buoni sbocchi lavorativi, ma a patto che i candidati posseggano conoscenze di base sulle buste paga, in modo da poter interfacciarsi con società esterne che gestiscono in outsourcing i cedolini. Dall’amministrativo al finanziario per un’altra professione emergente, il contabile fornitori. Figura chiave nel processo contabile amministrativo, si occupa in particolare della gestione dei rapporti con le società di consulenza e le agenzie per il lavoro. Infine il mercato del lavoro registra una crescita della domanda per le funzioni di supporto amministrativo, categoria in cui rientrano il data entry contabile, l’impiegato amministrativo e l’aiuto contabile. Il data entry contabile di solito arriva da una laurea in discipline economiche e ha già acquisito un’esperienza, anche breve, in ambito amministrativo/contabile. Buona padronanza dei sistemi informatici, precisione

e dinamismo sono requisiti essenziali per molte delle aziende. L’impiegato amministrativo è una figura trasversale, con competenze economiche e umanistiche. Può essere infatti chiamato a svolgere al contempo funzioni di contabilità generale (redazione dichiarazioni iva, gestione controllo e tenuta registri iva. e relative liquidazioni), a tenere i rapporti clienti/fornitori e a curare la gestione interna delle presenze del personale, avvalendosi di software specifici. Infine l’aiuto contabile è inserito nella divisione contabile dell’azienda e si occupa di fatturazioni, recupero credito, prima nota.

maggiore esperienza, risultano in crescita costante le retribuzioni delle varie professioni. A Roma le figure più richieste sono il controller, il contabile Generale, il contabile clienti e fornitori e il capo contabile. Nel 2005 e nel primo semestre del 2006 si è verificata una crescita delle retribuzioni medie di circa il 10% rispetto al 2004 e un generale aumento delle assunzioni per tutti i settori. A Torino, invece, la professione che ha registrato la maggiore crescita della domanda nel corso del 2005 è il contabile junior, seguito dall’addetto contabilità generale e dall’addetto alla gestione amministrativa del personale. Nel corso del 2005 le retribuzioni sono rimaste sostanzialmente stabili, mentre hanno cominciato a crescere negli ultimi mesi. Sono cresciuti, invece, per tutto il 2005 gli stipendi a Bologna. A trarre i vantaggi maggiori è stata la figura di capo contabile, seguita dal contabile fornitori.

Il mercato del lavoro nelle principali città

Milano emerge dalla ricerca come la piazza che ha il mercato del lavoro più dinamico e flessibile in Italia. I contratti a termine rappresentano la modalità più diffusa di inserimento, anche se è in calo la durata dei contratti. Quanto ai profili con

Retribuzioni medie: Fonte Page Personnel Milano

Roma

Torino

Bologna

RAL* Medie

RAL Medie

RAL Medie

RAL Medie

2005

2006

2005

2006

2005

2006

2005

2006

Capo Contabile

31.000

35.000

31.500

32.000

31.000

32.000

30.250

34.000

Addetto Contabilità

18.500

20.500

25.000

26.000

22.500

22.500

22.000

25.000

Amministrazione Personale

22.700

24.000

25.000

25.000

18.000

22.500

24.000

24.000

Contabile Fornitori

22.000

24.500

19.750

21.000

20.000

20.000

21.500

23.000

Contabile Clienti

22.500

23.000

19.750

21.000

20.000

20.000

22.000

24.000

Contabile Generale

24.200

26.500

25.000

27.000

22.500

23.500

24.200

26.400

Contabile Junior

18.500

20.500

18.000

20.000

17.000

18.000

19.000

19.000

Tesoreria

24.675

28.000

23.500

23.500

24.000

26.000

25.500

25.500

Addetto Recupero Crediti

23.000

22.000

23.000

23.000

21.000

23.000

25.000

25.000

*RAL= retribuzione annua lorda

ottobre 2006

11


A ziende che assumono

In Telecom Italia percorsi professionali contraddistinti da formazione continua e job rotation Per individuare e potenziare le attitudini e i talenti personali di ciascuna risorsa a cura di Franco De Rosa

I

l Gruppo Telecom Italia è una realtà leader che vanta oggi un posizionamento distintivo nel competitivo settore delle telecomunicazioni, grazie alla forte integrazione fra le sue attività nella telefonia fissa e mobile ed internet, con l’obiettivo di sfruttare le opportunità della convergenza tecnologica per offrire servizi e prodotti innovativi, semplici e alla portata di tutti. Completano la presenza del

12

Mercurius magazine

Gruppo in tutti i campi delle comunicazioni avanzate, le attività nei settori media, office & systems solutions. Ha al suo attivo brand conosciuti come Telecom Italia, TIM, Olivetti, La7, MTV, Apcom. In Italia gestisce circa 26 milioni di collegamenti su rete fissa, 5,9 milioni di connessioni broadband e 29,3 milioni di linee mobili (febbraio 2006). All’estero, capillari ed estese infrastrutture di rete e tecnologie avanzate

sono alla base della diffusione del broadband in Europa, nel bacino del Mediterraneo inoltre gestisce il 60% del traffico dei principali paesi della regione. In Sud America TIM Brasil ha raggiunto la posizione di leader per linee GSM con copertura nazionale e secondo operatore del paese, con 20,2 milioni di linee (31 dicembre 2005). Telecom Italia Media, con La7, MTV Italia e APCom, ha come principali aree di business l’offerta di contenuti per la televisione, l’informazione giornalistica e la produzione televisiva. Le persone costituiscono un fattore strategico per favorire la crescita del Gruppo. Armonizzare lo sviluppo professionale delle risorse umane con le strategie del business è il loro principale obiettivo. Le persone del Gruppo Telecom Italia condividono VALORI quali l’orientamento al Cliente, l’assunzione di Responsabilità, la proattività e velocità, l’inte-


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPER TI DI:

grazione, la trasparenza, nonché l’eccellenza professionale. Il sistema professionale del Gruppo Telecom Italia pone al centro dell’attenzione le PERSONE. Ogni persona entra a far parte di una famiglia professionale ossia di una comunità di “mestieri” che raggruppano chi opera in ambiti professionali omogenei presenti trasversalmente alle diverse Business Unit del Gruppo.

Profili e percorsi professionali

I giovani laureati che Telecom ricerca sono dinamici e versatili, con una spiccata capacità di problem solving, buone doti relazionali, spirito d’iniziativa e attitudine a lavorare in team. I neolaureati in discipline tecniche (prevalentemente Ingegneria Elettronica, delle Telecomunicazioni, Informatica, Gestionale, Statistica) ed economiche, con una votazione di laurea elevata ed una buona conoscenza della lingua inglese, sono quelli maggiormente ricercati e adatti per essere valorizzati e fatti crescere nel mondo dell’ICT. Chi possiede esperienze connesse al settore delle telecomunicazioni o dell’informatica, o attinenti l’economia e la gestione d’impresa, viene ulteriormente apprezzato per il valore aggiunto, in termini di know-how, che è potenzialmente in grado di offrire. Il percorso di inserimento per i neolaureati è articolato in diverse fasi che prevedono l’alternanza di momenti di aula e di training on the job a fini forma-

Per lavorare in Telecom Il Recruiting viene svolto su tutto il territorio nazionale ed internazionale, prevalentemente tramite candidature spontanee, incontri con gli studenti e con le Università, inserzioni, tirocini formativi in azienda. È disponibile inoltre un sistema di external recruiting di Gruppo on line, raggiungibile nella sezione Carriera del portale Telecom Italia (www.telecomitalia.it). I siti delle aziende del Gruppo rappresentano anche delle buone occasioni per essere aggiornati sui profili ricercati. Il processo di selezione prevede una fase di preselezione con test e prove individuali ed una fase con dinamiche di gruppo e colloqui individuali approfonditi, incentrati sulla valutazione motivazionale e tecnico-specialistica. L’individuazione dei reciproci interessi e delle capacità delle singole risorse sono la base su cui crescere ed investire, in quanto sono i fattori di successo del Gruppo e delle persone che vi lavorano. Il Gruppo Telecom Italia realizza inoltre importanti partnership con i migliori centri universitari e di ricerca, nazionali ed internazionali, con l’obiettivo di condividere il proprio know-how con i giovani che si stanno preparando al mondo del lavoro. Le tante iniziative messe in campo vedono il Gruppo e i suoi Manager direttamente coinvolti in attività formative e di ricerca al fianco degli studenti in numerose università, in Italia e all’estero. Company Profile su questa Azienda a questo indirizzo: www.carrierain.it/aziende/telecom.htm Oppure è possibile consultare il sito www.telecomitalia.it

tivi, finalizzati a far conoscere gli scenari dell’ICT ed il Gruppo Telecom Italia, la famiglia professionale di destinazione, la dimensione internazionale del Gruppo e la complessità legata alle diversità culturali. Il percorso di inserimento sarà oggetto di attento monitoraggio, finalizzato anche a valutare ipotesi di job rotation presso altre realtà del Gruppo o di differenziazione all’interno della Famiglia Professionale di primo inserimento. Per migliorare le potenzialità e

le conoscenze delle proprie persone, il Gruppo Telecom Italia promuove ogni anno un’intensa attività di formazione. Dopo i primi anni dall’assunzione, il Gruppo offre inoltre l’opportunità di individuare e potenziare le attitudini e i talenti personali mediante sessioni di Assessment Center che prevedono la condivisione di un feedback finale e che rappresentano, per l’Azienda e per l’interessato, un’importante e significativa esperienza conoscitiva.

ottobre 2006

13


A ziende che assumono

Il Gruppo Italtel ricerca giovani talenti per un futuro di sicuro successo Brillanti laureati in Ingegneria, Informatica o Economia da inserire nelle sedi di Roma e Milano a cura di Franco De Rosa

I

taltel è un Gruppo multinazionale che progetta e realizza reti e servizi di telecomunicazione di nuova generazione, cioè sistemi innovativi che consentono di far convergere su un’unica infrastruttura tecnologica voce, dati e video, aprendo reti fisse e mobili alla convergenza. Il Gruppo Italtel punta ad essere un partner di riferimento per gli operatori di telecomunicazione italiani e internazionali ai quali offre una gamma di prodotti e soluzioni all’avanguardia destinati al mondo consumer e business. In Italia, è un partner capace di realizzare soluzioni

14

Mercurius magazine

convergenti complesse anche per la Pubblica Amministrazione e le Grandi Imprese. Il Gruppo Italtel occupa una posizione di leadership nelle soluzioni Next Generation Networks e Next Generation Services, con una quota di mercato nel 2005 del 25% in Europa, Medio Oriente e Africa e del 6% a livello mondiale. Nel segmento del softswitch, la piattaforma hardware e software che costituisce il cuore delle reti di nuova generazione, il Gruppo Italtel è risultato leader in Europa, Medio Oriente e Africa, con una quota di mercato del 29%, e tra i primi quattro fornitori al

mondo, con una quota dell’8% su scala globale (dati Yankee Group, febbraio 2006). Il Gruppo Italtel ha chiuso l’esercizio 2005 con un fatturato consolidato pari a circa 545,8 milioni di Euro. La strategia di Italtel è condivisa anche da alcuni dei maggiori player del mercato. Il Gruppo ha infatti stretto importanti partnership strategiche, tecnologiche e commerciali con Cisco Systems, leader nel networking per Internet, Accenture, colosso mondiale della consulenza, servizi tecnologici e outsourcing, e con il Gruppo Telecom Italia, uno degli operatori di telecomunicazioni più innovativi a livello mondiale. La sede centrale di Italtel è a Settimo Milanese, nell’hinterland di Milano, a cui si affiancano le sedi operative di Roma e Palermo e un network di filiali e consociate che si estende a livello mondiale, in oltre 15 Paesi tra Europa, Medio Oriente, Africa e America Latina, come ad esempio Gran Bretagna, Francia,


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPER TI DI:

Belgio, Germania, Spagna, Grecia, Polonia, Russia, Argentina, Brasile, Colombia, Guatemala, Mozambico, Kenya e Emirati Arabi Uniti. Complessivamente, il Gruppo Italtel conta oltre 2300 professionisti.

Percorsi professionali

Le opportunità di inserimento riguardano in larga misura giovani, donne e uomini, laureati in ingegneria, informatica, economia o diplomati in indirizzi tecnici. Tutte le aree in cui le persone vengono inserite – prevalentemente Sviluppo e Innovazione, Marketing, Business Development, Area Commerciale e di Service – rappresentano valide opportunità di crescita professionale. Le attività del Gruppo offrono infatti la possibilità di operare in un ambiente stimolante e organizzato in team-work, accrescere le proprie conoscenze sulle tecnologie più innovative e sviluppare le capacità manageriali. Nell’ambito delle politiche di gestione e formazione delle Risorse Umane, vengono individuati percorsi di sviluppo professionale differenziati e adeguati alle potenzialità individuali. Il riconoscimento del merito, in questo senso, è un dato costante che è alla base del rapporto professionale. Italtel pone particolare attenzione all’inserimento e alla formazione delle persone, in modo da facilitare il loro apprendimento continuo e la loro integrazione nel contesto in cui opereranno. L’azienda attua, inoltre, programmi di counseling individuale nei confronti dei neoassunti per favorire l’au-

Per lavorare in Italtel L’azienda si procura le candidature agendo direttamente nel mercato del lavoro con un’attiva politica di recruitment. Oltre a raccogliere curricula spontanei, infatti, mantiene e cura rapporti diretti con le Università, le scuole, gli enti di formazione, partecipando anche a manifestazioni e a giornate di incontro con gli studenti. Inoltre, pubblica periodicamente inserzioni sui più importanti media e collabora con società specializzate nel recruitment. I colloqui di selezione vengono condotti da specialisti delle Risorse Umane e dai responsabili delle aree in cui le persone verranno inserite. Durante questi incontri si valutano le attitudini, le competenze e le motivazioni delle singole persone, in modo da individuare l’area di inserimento più congeniale. Maggiori dettagli sul Gruppo Italtel sono disponibili sul sito www.italtel.com, interamente in inglese, mentre per visualizzare l’elenco delle posizioni aperte e candidarsi compilando il form on line, occorre collegarsi al sito http://recruitment.italtel.it.

Company Profile su questa Azienda a questo indirizzo: www.carrierain.it/aziende/italtel.htm Oppure è possibile consultare il sito www.italtel.com.

toconsapevolezza delle attitudini e delineare possibili sentieri per lo sviluppo nel ruolo o per la mobilità interna. Nel primo anno di attività le persone hanno modo di partecipare a incontri di presentazione dell’azienda e dei suoi

prodotti/servizi, di seguire corsi di formazione tecnica, linguistica e manageriale e di intraprendere un training on the job facilitato da un tutor. Dopo il primo anno la formazione si focalizza sullo sviluppo delle specifiche capacità chiave inerenti al proprio ruolo.

ITALTEL I-COMM CENTER Italtel ha creato un’area dimostrativa all’interno della quale è possibile sperimentare tutte le sue più innovative “creazioni”. Situato nella sede di Settimo Milanese, l’ i-Comm Center è un luogo dove partners e clienti hanno la possibilità di vedere e toccare con mano ciò che la ricerca & sviluppo e i nuovi sistemi di comunicazione hanno reso possibile: dalla videotelefonia, alla IP television, dal co-browsing alla televisione interattiva. All’interno dell’ i-Comm Center è stato inoltre creato un i-Lab, un laboratorio dei servizi più innovativi sviluppati da Italtel. L’i-Lab ospita infatti una serie di prototipi dimostrativi dei servizi ancora allo stato progettuale, creati appositamente su specifica richiesta ed esigenza dei clienti – privati, aziende, pubblica amministrazione, operatori del settore.

ottobre 2006

15


O fferte di lavoro

KEMA QUALITY CERCA UN MANAGER OPERATIONS Per candidarsi occorre una laurea in Ingegneria elettrica e ottimo inglese  Kema Quality Italia, filiale del prestigioso ente di certificazione Olandese, fornisce con il proprio laboratorio accreditato CBTL a Nord di Milano servizi imparziali di prova, ispezione e certificazione ai produttori di componenti ed apparecchiature elettriche ed elettroniche. Inoltre provvede alla verifica e certificazione di sistemi di gestione ed ambientali. In un’ottica di crescita e rinnovamento della struttura organizzativa, ha incaricato Antal di ricercare un MANAGER OPERATIONS. Riportando al General Manager, il candidato sarà responsabile della gestione del laboratorio di testing, dal primo contatto fino al followup con i clienti. In particolare, sarà richiesto di curare le attività di

400 OPPORTUNITA’ PER ENTRARE IN DELOITTE Laureati e laureandi in discipline economiche con buon inglese cercasi  Deloitte & Touche Spa offre ai propri clienti servizi di revisione e organizzazione contabile. Attualmente ricercano 400 neolaureati per revisione e organizzazione contabile per le sedi di Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli,

gestione e motivazione di otto tecnici di testing e certificazione, di formazione del team, sia in ambito tecnico che commerciale e di gestione manageriale dell’avanzamento dei progetti attraverso rigorosi follow-up . Sarà inoltre richiesto di creare fiducia e sviluppare le relazioni con i clienti aumentando il tasso di fidelizzazione e supportare i Sales Manager nell’acquisizione di nuovi clienti. Il/la candidato/a ideale avrà i seguenti requisiti: laurea in Ingegneria, preferibilmente elettrica o cultura equivalente, un’eccellente capacità relazionale, pro-attività commerciale e leadership ed una significativa esperienza nella certificazione di qualità di prodotti e nella gestione di persone. È indispensabile un’ottima padronanza dell’inglese parlato e scritto. I candidati di ambo i sessi sono pregati di inviare il proprio CV con autorizzazione al trattamento dei dati personali ex DLGS 196/03 citando la posizione di interesse, via fax ,e-mail o posta a: Antal International Ltd Operations Division, Via S.Maria Segreta, 6 - 20123 Milano Tel: 02/8060601, Fax: 02/80606060 Email: italy@antal.com website: www.antal.com. 

Padova, Parma, Perugina, Roma, Torino, Treviso e Verona. I candidati ideali, laureati o laureandi, hanno un’età non superiore ai 26 anni e sono in possesso di un brillante curriculum di studi in discipline economiche, una buona conoscenza della lingua inglese, attitudine al teamwork e propensione a una carriera internazionale. L’inserimento in azienda sarà caratterizzato da un percorso di training ad alto valore formativo. Deloitte is an Equal Opportunity Employer. I candidati possono inviare la propria candidatura tramite il sito www.deloitte.it, autorizzando Deloitte al trattamento dei dati ai sensi del Dlgs 196/03. Deloitte Audit. Tax. Consulting. Financial Advisory. 

Rubrica OFFERTE DI LAVORO PER LAUREATI a cura di Cristina Bonamin Esercitando il diritto di cronaca, in questa rubrica vengono segnalate alcune offerte di lavoro di cui si ha avuto notizia e reputate particolarmente interessanti. Ogni offerta si intende rivolta a uomini e donne.

16

Mercurius magazine


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPER TI DI:

INGEGNERI ELETTRONICI E BUYER PER BTICINO Il gruppo seleziona 16 figure professionali  BTicino è un gruppo specializzato nello sviluppo, produzione e commercializzazione di apparecchiature elettriche di bassa tensione e sistemi elettronici di comunicazione. BTicino si contraddistingue per una gamma di 10mila prodotti e una costante focalizzazione sulla ricerca e l’innovazione; da oltre 40 anni diffonde in oltre 60 Paesi di tutto il mondo valori di qualità, tecnologia e design italiano. Il gruppo ricerca 16 diverse figure professionali. Si selezionano innanzitutto sei funzionari tecnico-commerciali, ricercati su tutto il territorio nazionale, diplomati o laureati a indirizzo tecnico.

5 NUOVE FIGURE PROFESSIONALI PER IL GRUPPO ROSSETTI Opportunità per laureati preferibilmente con conoscenza della lingua russa  Rosetti Marino è un primario Gruppo industriale operante come Main Contractor a livello internazionale nella progettazione e realizzazione di impianti offshore e packages per il mercato dell’Oil&Gas. Il sensibile aumento dei volumi di vendita e l’apertura di nuove unità produttive all’estero gli richiedono il potenziamento della propria struttura con l’inserimento delle seguenti figure: Direttore Operativo Area Caspio, con esperienza pluriennale nella realizzazione di impianti multidisciplinari su base di contratti EPC all’estero, che abbia gestito la responsabilità dei progetti, delle strutture e delle risorse dei cantieri, dei rapporti con i clienti e dei risultati economico/finanziari. È indispensabile la laurea in ingegneria, preferibilmente meccanica mentre costituiscono titolo preferenziale la conoscenza dell’area geografica di interesse (in particolare Russia e Kazakhstan) e della lingua russa (rif.R6 274) Direttore Acquisti, con esperienza maturata in società di Ingegneria o Impiantistica, in un contesto di fornitori e subappaltatori internazionali e familiarità con commodities quali acciai, piping, macchine e apparecchiature meccaniche ed elettrostrumentali, appalti di montaggio di impianto. Sono indispensabili la laurea in Ingegneria, preferibilmente meccanica e la consuetudine ad interfacciarsi con i dipartimenti tecnici. La sede di lavoro è Ravenna (rif. R6 275)

I candidati dovranno aver maturato esperienza nella vendita. Si ricercano poi quattro ingegneri elettronici ed elettrici, interessati alla progettazione e industrializzazione di prodotto, per le sedi di Varese, Erba (Como) e tre ingegneri meccanici per la sede di Bergamo. Caccia anche ad un buyer tecnico: richiesta la laurea in ingegneria, la buona conoscenza di inglese e francese, con esperienza consolidata nel settore acquisti. Servono poi un analista d’industrializzazione – laureato in ingegneria meccanica – e uno specialista budget e reporting, entrambi con esperienza specifica, per la sede di Brescia. Chi fosse interessato a candidarsi alle posizioni aperte potrà inviare il proprio curriculum collegandosi al sito internet www.bticino.it, compilando l’apposito form nell’area “lavora con noi”, dove è possibile anche inviare candidature spontanee per posizioni attualmente coperte. 

Project Managers, con esperienza nella gestione di contratti EPC per la realizzazione di impianti offshore od onshore, con la responsabilità del rapporto con il cliente, della gestione del team di progetto e del risultato economico finanziario della commessa. Sono considerate indispensabili la laurea in ingegneria, preferibilmente meccanica o chimica e la disponibilità ad operare all’estero anche per lunghi periodi (rif. R6 276) Responsabile Amministrativo Estero, con esperienza nella gestione economica, finanziaria, fiscale e nel reporting di branch e società controllate estere, nonché nei rapporti con autorità e consulenti fiscali locali. È indispensabile la laurea in Economia e Commercio mentre costituisce titolo preferenziale l’aver maturato esperienza nella redazione di bilanci consolidati. La sede principale sarà Ravenna, ma sono previste frequenti trasferte all’estero anche di media durata (rif. R6 277) HR Manager Estero, con esperienza nella selezione, gestione e sviluppo delle risorse umane espatriate e locali, nella cura delle pratiche di espatrio, nell’interfaccia con le istituzioni, gli enti e le autorità nazionali ed estere ad esse preposte, nella logistica del personale e nelle problematiche di security e compensation. Costituiscono titolo preferenziale la laurea in Giurisprudenza od in Economia e Commercio, la provenienza da società di Ingegneria o di Costruzioni e la conoscenza della lingua russa. La sede principale sarà Ravenna ma sono previste frequenti trasferte, anche di media durata, in Russia e Kazakhstan. (rif. R6 278). Gli interessati ambosessi sono invitati, dopo aver visionato l’informativa sulla Privacy art. 13 dlgs 196/2003 su www.supporthr.com a registrarsi sul sito nell’area Posizioni Aperte citando il codice di riferimento nel proprio Curriculum Vitae. Aut. Min 1068/RS. 

ottobre 2006

17


Curriculum vitae

IL CURRICULUM VITAE LO “SPONSOR” DI SE STESSI Il primo passo da compiere per la conquista di una posizione interessante in un’azienda è la stesura del curriculum vitae.

S

crivere il proprio curriculum vitae è, per certi versi, come organizzare la campagna pubblicitaria per il lancio di un nuovo prodotto sul mercato. Anche se la cosa, posta in questi termini, potrebbe sembrare piuttosto fredda, in realtà bisogna considerare che si sta formulando e realizzando una strategia di mercato in miniatura per la promozione e la vendita di se stessi come di un qualsiasi prodotto, che deve risultare attraente sul mercato. Bisognerà, insomma, rendersi più “appetibili” possibile per un mercato che diventa sempre più competitivo e difficile da conquistare. Un curriculum deve, quindi, 18

Mercurius magazine

evidenziare tutte le caratteristiche del candidato, lanciando una serie di messaggi che mettano in evidenza tutti i propri pregi, a cominciare dall’istruzione, alla conoscenza delle lingue straniere, ai corsi di specializzazione o perfezionamento frequentati, alle esperienze di studio o di lavoro fatte all’estero e al prezioso bagaglio di esperienze lavorative che con tanta fatica (e, spesso, con inadeguata retribuzione) si è collezionato negli anni: insomma, tutto ciò che possa servire a convincere il potenziale datore di lavoro che si rappresenta un “prodotto” interessante e gustoso, che anche i meno golosi non potrebbero resistere ad assaporare. È importante, quindi, agire

a cura di Maria Carmen Monda HR Manager di BeMore snc

come farebbe un pubblicitario nel pianificare la strategia da adottare per vendere il suo prodotto, tenendo conto degli obiettivi che si intendono raggiungere, ma anche del destinatario del messaggio, delle molte variabili che concorrono nella complessa e fitta rete della domanda e dell’offerta di lavoro. Il curriculum vitae assolve a tre funzioni principali: • può essere inviato o consegnato ad un’azienda per ottenere un colloquio (autocandidatura); • può essere inviato in risposta ad un annuncio per superare lo screening iniziale; • può essere inviato e/o consegnato ad enti e società per essere inserito in banche dati.


Inviato in risposta ad un annuncio di un giornale o internet o come candidatura spontanea, il curriculum vitae è considerato il biglietto da visita del candidato. Esso, infatti, è un documento sintetico che riporta gli aspetti salienti della propria formazione, esperienze professionali e competenze acquisite. È importante che il curriculum vitae sia curato nei contenuti e nella forma, in modo che rispecchi quanto più possibile le proprie risorse, capacità e professionalità. Un curriculum riuscito è quello che sa comunicare a chi lo legge le principali caratteristiche del suo autore, le sue competenze ed esperienze in relazione all’azienda che ricerca e al profilo richiesto. Infatti, non esiste un curriculum vitae “ideale”: al contrario, il curriculum va realizzato, per quanto possibile, su misura, in base alla posizione per la quale ci si è candidati. Sebbene non esista un curriculum “ideale”, ci sono alcune regole condivise che vanno rispettate. I selezionatori ritengono che un buon curriculum debba essere: • ben organizzato, ossia facile da leggere per individuarne i punti chiave; • professionale, ossia serio, corretto, che si presenti con documento “ufficiale”; • sintetico, ossia che riporti solo le informazioni salienti al fine della selezione; • mirato, ossia ritagliato sui requisiti della professione e dell’azienda • esauriente, ossia completo di tutte le indicazioni utili per la selezione.

Maria Carmen Monda

HR Manager di BeMore, psicologa, cura i diversi interventi di selezione, formazione e valutazione del personale presso varie aziende clienti. Collabora all’organizzazione ed all’erogazione dei Master di alta specializzazione proposti da BeMore. Ciò che non viene visto di “buon occhio” è la prolissità, la trascuratezza nell’impostazione grafica, errori grammaticali. Relativamente ai contenuti un curriculum deve contenere queste principali aree standard: • dati anagrafici: in questa sezione vanno inseriti nome, cognome, luogo e data di nascita, residenza e/o domicilio, recapiti telefonici, indirizzo e-mail, stato civile, posizione militare); • formazione: questa sezione racchiude gli studi scolastici (diploma e laurea) e le esperienze formative extrascolastiche (eventuali master, corsi di specializzazione, seminari); • esperienze professionali: è la sezione in cui vengono descritte le esperienze di lavoro e rappresenta il cuore del curriculum vitae; è importante selezionare le informazioni più pertinenti al tipo di lavoro per cui ci si sta candidando: quasi sempre viene giudicata in maniera più positiva una persona specializzata in un settore particolare, piuttosto che un “tuttologo”. • Conoscenze linguistiche: questa sezione è dedicata alla conoscenza di eventuali lingue straniere; • Conoscenze informatiche: in questa sezione vanno riportate le proprie compe-

tenze in merito all’uso del computer; Interessi ed hobby: è una sezione utile solo in caso in cui ci siano interessi ed hobby rilevanti o comunque esperienze che hanno permesso di sviluppare capacità comunemente apprezzate dalle aziende Obiettivi Professionali: è preferibile inserire questa sezione solo nel caso in cui il proprio obiettivo professionale è coerente con il profilo richiesto. Consenso al trattamento dei dati personali: in base alla legge sulla privacy, le aziende, gli enti e le società devono avere l’autorizzazione per trattare i dati personali, ai sensi della legge 196/03.

Concludendo, si potrebbe dire che la compilazione del curriculum vitae non è così facile come a volte si tende a pensare, ma rispettando alcune semplici regole si può ottenere una presentazione di se stessi quanto più efficace possibile, per raggiungere il primo traguardo nella ricerca di un lavoro: il colloquio. Nei prossimi articoli, a cura dei responsabili di BeMore, ognuna delle sezioni su elencate sarà approfondita in modo da fornire suggerimenti utili e “segreti” di un curriculum efficace.

ottobre 2006

19


C olloquio di lavoro

IL PROCESSO DI SELEZIONE Non esiste un colloquio classico e standardizzato, anzi ogni prova segue il suo andamento e le sue fasi, ma l’importante è capire velocemente con quale genere di interlocutore ci si deve confrontare a cura di Angelo Giovinazzo

È

giunto il momento di raggiungere il luogo della selezione. Dopo il tragitto, breve o lungo che sia, si arriva finalmente all’appuntamento. Quante prove bisogna affrontare? Il candidato si trova di fronte alla società di selezione oppure è l’azienda stessa che lo ha contattato? Innanzitutto è importante sapere che il colloquio di selezione è un momento sì delicato, ma in sostanza è solo una relazione, un confronto e scambio reciproco di informazioni tra l’esaminato e la società. D’altro canto può essere una prova imprevedibile nel suo svolgimento ed esito: ogni persona osserva la realtà alla luce di schemi, pensieri, opinioni e a volte anche pregiudizi, soprat20

Mercurius magazine

tutto su un tema così ampio e soggettivo. Altro elemento da prendere in considerazione è che l’obiettivo dell’interlocutore non è quello di rifiutare i candidati, ma quello di analizzare attentamente ogni aspirante per verificare se esiste congruenza tra le caratteristiche personali del singolo e il profilo richiesto. Non è detto che il colloquio sia sempre uno e che la durata sia sempre la stessa. Questi sono elementi che cambiano in base alla posizione da ricoprire. Una selezione in tutte le sue parti può durare come minimo quindici giorni, ma può perdurare anche parecchi mesi: fondamentale è la disponibilità. La selezione può essere esterna o interna e le fasi del processo

variano a seconda di chi le effettua. L’azienda può appoggiarsi ad una società di ricerca e selezione del personale per svariati motivi: riservatezza, difficoltà a reperire candidati con profili difficilmente recuperabili sul mercato, mancanza di tempo o della figura del selezionatore, politica aziendale. Il fatto che una ricerca sia affidata ad una società esterna non dice, quindi, nulla sul livello della ricerca. In questo caso il confronto è conoscitivo in quanto la società di consulenza dà, infatti, più spazio alla fase ‘comportamentalÈ e si sofferma meno sulle competenze. Il compito finale del consulente è quello di sottoporre alla società uno o più candidati.


I colloqui si dividono in quello individuale e nella prova di gruppo. Il colloquio individuale è svolto singolarmente o può ripetersi più volte con diversi interlocutori. Generalmente più la società è grande e/o strutturata in divisioni maggiore sarà il numero di persone che si dovranno incontrare. Scenderemo maggiormente nei dettagli del colloquio individuale nei prossimi numeri. Il colloquio di gruppo, invece, mira a valutare le capacità di lavorare in team e alcuni tratti della personalità quali la leadership, l’autonomia, la capacità di contatto, la creatività ecc. Solitamente in tale prova il candidato deve interagire con altri suoi possibili ‘concorrenti’. In queste prove è importante: essere sé stessi (non bisogna fingere di esser leader o estroversi); bisogna evitare di essere troppo critici e rigidi; molto meglio una collaborazione attiva; bisogna

focalizzare sempre l’obiettivo del caso presentato. Il colloquio di gruppo si può a sua volta suddividere in: leaderless group discussion e ‘in basket’. La prima è una discussione di gruppo (competitiva o cooperativa), caratterizzata dall’assenza di un leader, in cui il gruppo formato da 4 o più candidati deve convogliare ad una soluzione unanime o affiancarsi alla decisione presa da uno solo (può durare dai 30 minuti fino a due ore). La seconda, ossia ‘nel cestino’ (le informazioni derivano tutte dalla corrispondenza eliminata), è un tipo di prova in cui ogni persona possiede differenti informazioni, importanti e non, per il caso da esaminare. Lo scopo è quello di prendere delle decisioni che interessano tutto il gruppo. L’ultima nata, tra le differenti tipologie di colloquio, è la panel interview: qui il candidato ha di fronte a se a diversi selezionatori

(due o più). Ogni interlocutore osserva e pone domande al prescelto: i differenti giudizi saranno poi confrontati. Infine esistono anche dei colloqui cosiddetti ‘insoliti’ che possono avvenire al bar, al ristorante o addirittura all’aeroporto: attenzione a non distrarsi! Nell’iter di una selezione si possono incontrare selezionatori diversi. Una sfera che spesso il candidato tralascia è che anche l’esaminatore, cioè la persona che in quel momento sembra avere qualsiasi potere di decisione, è pur sempre un essere umano, con i suoi limiti e difetti. Il selezionatore può essere un giovane rampante o una figura che ha molta esperienza nell’azienda. Il comportamento da tenere con le due figure è differente. Generalmente il primo è un curioso, entusiasta e ottimista, e probabilmente sarà un vostro coetaneo: il suo metro di paragone sarà principalmente sé stesso quindi bisogna cercare di essere il più possibile simili a lui. Solitamente il meno giovane, ha molto fiuto, bisogna seguirlo attentamente e non essere affatto passivi. Il manager o il titolare stesso, solitamente, vi aspetta dopo il primo colloquio. Durante l’incontro vuole verificare alcuni requisiti: interessi, motivazioni, conoscenze. A volte può anche capitare che sia un tecnico ad esaminarvi perché in determinati settori bisogna verificare delle competenze specifiche. Attenzione, all’apparenza può apparire il confronto più banale, ma delle volte il tecnico può avere delle sue fissazioni o manie.

ottobre 2006

21


F ringe Benefits

NOTE SPESE E INDENNITÀ PER MOTIVARE I DIPENDENTI NELLE TRASFERTE Sistemi di rimborso e remunerazione per temporanei a cura di Claudia Carchio, Responsabile Risorse Umane, CMC Selezione e Formazione spostamenti di lavoro

U

n collaboratore/dipendente, all’atto della firma del contratto con il proprio datore di lavoro, si assume delle responsabilità e degli obblighi tra i quali quello di essere tenuto a prestare la propria opera presso la sede di lavoro menzionata nella lettera di assunzione sottoscritta. Può accadere che, occasionalmente, il datore di lavoro chieda al dipendente di espletare le sue funzioni in una sede differente rispetto a quella pattuita. A fronte di questa prestazione aggiuntiva, il datore di lavoro corrisponderà una indennità, denominata indennità di trasferta, con il relativo rimborso delle spese sostenute. La caratteristica di questo stru22

Mercurius magazine

mento è l’occasionalità della trasferta, che deve essere temporanea, ossia limitata in termini di tempo. Quindi, in sintesi, si può parlare di trasferta nell’ipotesi in cui il dipendente presti temporaneamente la propria opera fuori dalla sede abituale di lavoro. È indispensabile, ad ogni modo, che il dipendente abbia una sede stabile presso la quale ritornare al termine della trasferta, e che il mutamento del luogo lavorativo abbia le sopra citate caratteristiche di temporaneità, a prescindere dalla frequenza con la quale il dipendente si sposta. Al rientro dalla trasferta, il dipendente dovrà compilare e presentare al proprio datore di lavoro una specifica richiesta

di rimborso di tutte le spese sostenute, (cd. NOTA SPESE) comprensiva di tutte le sue generalità e di una parte descrittiva delle spese, ossia una sorta di rendiconto riepilogativo, con l’indicazione dei rimborsi richiesti, tenendo conto che per i viaggi compiuti dovrà indicare nel dettaglio la data, i chilometri percorsi, la motivazione del viaggio e la cifra chiesta per il rimborso, allegandone i relativi giustificativi. In questa direzione, sono ammessi, per le spese di viaggio e di trasporto con mezzi pubblici, anche i biglietti anonimi rilasciati dal vettore, mentre per le spese di vitto ed alloggio possono essere sufficienti gli scontrini fiscali, purché le spese


risultino sostenute nella data e nel luogo della trasferta e che siano state inserite nella nota spese riepilogativa sottoscritta dal dipendente con i relativi giustificativi di spesa. Gli altri documenti giustificativi delle spese sostenute (fatture e/o ricevute) devono essere tutte intestate al dipendente e debitamente menzionate nella nota spese. Il legislatore in materia fiscale ha differenziato le trasferte a seconda che vengano effettuate dentro o fuori dal comune indicato come sede di lavoro del dipendente. Se la trasferta viene effettuata nell’ambito del territorio comunale in cui si trova la sede di lavoro, il rimborso per le spese sostenute e per le trasferte effettuate nell’ambito del comune concorre alla formazione del reddito imponibile del dipendente, fatta eccezione per le spese di trasporto comprovate a mezzo di documentazione, quali biglietti di mezzi pubblici, ricevute di taxi,… che non sono soggette a tassazioni. Se la trasferta avviene fuori dal territorio comunale in cui si trova la sede di lavoro, il legislatore prevede tre diversi sistemi di rimborso: • Sistema Analitico • Sistema Forfetario • Sistema Misto Il rimborso Analitico o a “piè di lista”, prevede il rimborso dietro presentazione della documentazione relativa alle spese sostenute dal dipendente in trasferta. Queste spese, rimborsate in esenzione e senza limite d’importo, sono: spese

di viaggio e trasporto (compresi viaggi in treno, aereo, taxi ed auto noleggio, o viaggi effettuati con la propria auto, riconoscendo al dipendente una indennità chilometrica, nonché pedaggi autostradali e parcheggi, intese come spese accessorie al viaggio), spese di alloggio (alberghi, residence) e spese di vitto (ristoranti, locali pubblici, acquisto di generi alimentari, acquisti in gastronomie e rosticcerie). Il rimborso Forfetario è quello che prevede l’erogazione di una indennità di trasferta, esente da imposte, fino ad un massimo giornaliero. Le somme che eccedono questi limiti sono soggette a tassazione. Il rimborso Misto corrisponde ad una indennità forfetaria più un rimborso analitico. In questa ipotesi al dipendente spettano, entro determinati limiti, il rimborso in esenzione di alcune spese ed una indennità forfetaria di trasferta (il rimborso delle spese di viaggio

e trasporto è sempre ammesso in esenzione). Nei casi di trasferte all’Estero si applicano i tre regimi alternativi previsti dalla norma fiscale, prevedendo, però, limiti di esenzione più elevati. Diverso dal concetto di trasferta è quello del trasferimento. Il trasferimento è l’atto attraverso il quale un lavoratore subordinato viene assegnato ad una unità produttiva aziendale diversa da quella in cui egli ha la propria residenza. In molti casi il trasferimento può rappresentare per professionalità elevate uno strumento di crescita e di carriera all’interno dell’Azienda. L’aspetto economico deve incidere positivamente sulla retribuzione del lavoratore, rappresentando, così, un grosso incentivo allo spostamento. I differenti CCNL prevedono singolarmente i benefits minimi che spettano ai lavoratori trasferiti.

ottobre 2006

23


C ontratti di lavoro

“SE TI IMMETTO NEL MERCATO LO STATO MI AGEVOLA” Opportunità occupazionali con il Contratto di inserimento lavorativo

M

ai quanto nella realtà lavorativa il concreto espletamento delle singole mansioni comporta spesso il possesso di specifiche conoscenze non acquisite nel corso degli studi. Adeguare, dunque, le competenze professionali di alcune categorie di persone ad un preciso contesto, garantendone una (ri)collocazione nel mercato, è la finalità del “Contratto di inserimento lavorativo” (CIL). Si tratta di una formazione on the job che ha sostituito nell’ambito dell’impiego privato il cd CFL ossia il “Contratto di formazione e lavoro” oggi stipulabile solo nelle Pubbliche Amministrazioni ma con rilevanti riduzioni delle forme di incentivazione rispetto al passato. 24

Mercurius magazine

Momento centrale del contratto è la preventiva redazione di un “Progetto individuale d’inserimento” concordato tra datore e lavoratore. La legge stabilisce, però, che le modalità di definizione di tali progetti vengano fissate dall’autonomia privata mediante la contrattazione collettiva di livello nazionale, territoriale ed aziendale, in funzione dell’adeguamento delle capacità professionali del lavoratore. Le parti, quanto ai contenuti e alla forma dei Progetti individuali di inserimento, devono attenersi quindi alle prescrizioni dettate dall’autonomia privata collettiva. E in attesa che quest’ultima provveda a disciplinare più compiutamente la materia, è stato siglato in data 11 febbraio 2004 un Accordo interconfe-

a cura di Alessandra Torchia

derale che ha definito alcuni elementi del CIL necessari per consentirne una prima applicazione. Tra gli aspetti regolati da sottolineare la previsione di una formazione teorica minima di 16 ore; inoltre, in caso di gravi inadempienze al Progetto di inserimento, è stato stabilito che il datore di lavoro sia tenuto a versare la quota dei contributi agevolati maggiorata del 100 per cento. Non opera, dunque, la sanzione della conversione in contratto di lavoro a tempo indeterminato. I CIL possono essere stipulati in tutti i settori di attività dalla generalità dei datori di lavoro (enti pubblici economici, imprese e loro consorzi, gruppi di imprese, associazioni professionali, socio-culturali e sportive,


fondazioni, enti di ricerca pubblici e privati, organizzazioni e associazioni di categoria) con i seguenti lavoratori: • persone di età compresa tra 18 e 29 anni; • disoccupati di lunga durata tra 29 e 32 anni; • lavoratori con più di 50 anni privi del posto di lavoro; • lavoratori che intendono riprendere un’attività e che non hanno lavorato per almeno 2 anni; • donne di qualsiasi età che risiedono in aree geografiche in cui il tasso di occupazione femminile sia inferiore almeno del 20% a quello maschile (oppure quello di disoccupazione superiore del 10%); • persone riconosciute affette da un grave handicap fisico, mentale o psichico. Il Contratto di inserimento lavorativo ha una durata che va dai 9 ai 18 mesi e fino a 36 mesi per gli assunti con grave handi-

Per saperne di più È possibile consultare i siti:

• • •

www.welfare.gov.it/RiformaBiagi/RapportiLavoro/Inserimento/ agevolazioni.telematicaitalia.it www.Agenzialavoro.it

cap fisico, mentale o psichico. Il contratto non è rinnovabile (può essere stipulato una sola volta tra le stesse parti ma nulla impedisce la sottoscrizione di un CIL con un diverso datore di lavoro) ma è prorogabile anche più volte entro il limite massimo della sua durata (termine iniziale + proroga = max 18 mesi o 36 per lavoratori disabili). Non vanno conteggiati – ai fini della durata massima – i periodi relativi al servizio civile o militare e i congedi per maternità essendo espressamente prevista la sospensione del rapporto con continuazione al termine del periodo di assenza. Per quanto riguarda la forma, il Contratto di inserimento

Dall’Accordo Interconfederale dell’11 febbraio 2004

Le nozioni di prevenzione antinfortunistica e di disciplina del rapporti di lavoro nonché di organizzazione aziendale accompagnate da congrue fasi di addestramento specifico, sono al centro della formazione teorica prevista con il Progetto individuale di inserimento. Secondo l’Accordo Interconfederale dell’11 febbraio 2004, inoltre, la formazione antinfortunistica dovrà necessariamente essere impartita proprio nella fase iniziale del rapporto. E sempre secondo la prima intesa intersindacale “l’applicazione dello specifico trattamento economico e normativo stabilito per i contratti di inserimento/ reinserimento, non può comportare l’esclusione dei lavoratori con contratto di inserimento/reinserimento dall’utilizzazione dei servizi aziendali quali mensa e trasporti ovvero dal godimento delle relative indennità sostitutive eventualmente corrisposte al personale con rapporto di lavoro subordinato nonché di tutte le maggiorazioni connesse alle specifiche caratteristiche dell’effettiva prestazione lavorativa previste dal contratto collettivo applicato (lavoro a turni, notturno, festivo, ecc.)”.

lavorativo deve essere stipulato per iscritto e deve contenere l’indicazione precisa del progetto individuale; la mancanza di scritturazione è sanzionata con la nullità del contratto e comporta la trasformazione del CIL in un rapporto di lavoro a tempo indeterminato fin dall’origine. Al Contratto di inserimento si applicano per quanto compatibili le previsioni relative ai contratti di lavoro subordinato a tempo determinato. Se adattabile con il progetto individuale, il contratto di inserimento può anche essere part time. La legge consente che il lavoratore assunto con CIL, durante lo svolgimento del rapporto, possa essere inquadrato in una categoria inferiore 1 o 2 livelli (al massimo) di quella spettante per qualifiche corrispondenti. Il sotto inquadramento non può però essere applicato nel caso di assunzione di donne residenti in particolari aree geografiche (in cui il tasso di occupazione femminile sia inferiore almeno del 20% a quello maschile oppure quello di disoccupazione superiore del 10%) salvo che ciò non sia previsto dal contratto collettivo nazionale o territoriale. Dal momento che al datore di lavoro spettano degli sgravi economici e contributivi per l’assunzione di personale con Contratto di inserimento, questo strumento è molto utilizzato nel mercato del lavoro.

ottobre 2006

25


E-learning

FORMARSI ON LINE IN ASSICURAZIONE E FINANZA GRAZIE AL MAF 600 ore di formazione a distanza per sviluppare le proprie capacità manageriali

S

fera, in collaborazione con Poliedra-Politecnico di Milano, ha realizzato il Master MAF, un percorso formativo online, con un focus specifico su tematiche assicurative e finanziarie. Il prestigio di Poliedra e del Politecnico di Milano, insieme all’innovativo know-how di Sfera, costituiscono una garanzia di qualità del progetto formativo. Pensato per gli operatori del settore di oggi e di domani, il Master Assicurativo Finanziario ha un programma che si articola in 6 macroaree per lo sviluppo di capacità manageriali e competenze specialistiche: Basics del Management, Gestione, strategie e strutture delle imprese di assicurazione, Mercati e canali distributivi e finanziari, Risk Management, Innovazione

26

Mercurius magazine

di processi e prodotti assicurativi e finanziarie Management per la Net Economy. Grazie a un modello didattico esclusivo, il MAF incrementa l’efficacia della formazione a distanza, servendosi di strumenti e servizi di supporto avanzati quali il tutoring, i forum, l’aula virtuale e le comunità virtuali. Le aree verranno sviluppate in parallelo e lo studio degli argomenti sarà integrato da esempi concreti ed esercitazioni individuali o di gruppo. La durata del Master è di 24 mesi ed eroga complessivamente 600 ore di formazione: circa 450 di queste sono in auto-apprendimento, 100 sono dedicate ad attività di cooperative learning on line, mentre sono previste 50 ore per le sessioni valutative in presenza. Tutti gli allievi che porteranno a

a cura di Massimiliano Grimaldi

termine il Master, conseguiranno il Diploma MAF, conferito da Poliedra – Politecnico di Milano. Nell’ambito del MAF, lo studente parteciperà inoltre a project work, veri e propri progetti, che consentiranno di applicare nel contesto aziendale, i concetti, i metodi e gli strumenti acquisiti nella fase di studio. Interazione, collaborazione, flessibilità: sono queste le parole chiave dell’approccio didattico del MAF che mira a sostenere il processo di apprendimento dei singoli, sfruttando l’effetto risonanza che si crea nelle attività di gruppo e a garantire un’omogeneità di apprendimento attraverso un processo continuo e condiviso in cui ciascuno diventa “responsabile” dell’apprendimento “collettivo”. Vengono infatti utilizzate me-


todologie e strumenti esclusivi per la formazione online con l’obiettivo di facilitare l’interazione, la collaborazione e la comunicazione tra le persone, in quanto fattori indispensabili per l’apprendimento. Il percorso formativo offerto dal Master Assicurativo Finanziario prevede due modalità di apprendimento fondamentali: • apprendimento basato sullo studio individuale asincrono dei moduli fruibili on line e su sessioni specialistiche che prevedono materiali didattici di approfondimento settoriale, esercitazioni; • apprendimento basato su attività di gruppo. I partecipanti troveranno on line i moduli didattici e i materiali didattici di approfondimento settoriale, in modo da poter partecipare a momenti esercitativi, con l’assistenza dei Docenti o dei Tutor. I metodi didattici adottati dai docenti e dai tutor possono essere diversi: • Ricerca d’aula: stimola gli utenti a condividere le proprie esperienze e a confrontarsi su temi specifici in ambito professionale e/o personale; • Ricerca sul campo: si basa sull’analisi e la rilevazione di dati e informazioni in determinati contesti di studio; • Cooperative Learning: è un efficace strumento di studio basato su attività di apprendimento collaborativo organizzate e coordinate dallo Staff del Master MAF e attuate sul campo dai gruppi virtuali di lavoro. Stimola gli utenti ad interagire in modo

sistematico nelle attività di studio; Laboratori: prevedono essenzialmente l’analisi di casi di studio, esercitazioni, esemplificazioni dei contenuti fruiti con i moduli.

Strumenti e Servizi:

Tutoring – Un tutor segue tutte le attività didattiche, partecipa alle discussioni e le stimola, monitora l’andamento dei singoli e della classe. Il servizio di tutoring è attivo tutti i giorni lavorativi. Forum – Sono previsti forum esercitativi e di discussione sulle tematiche degli argomenti trattati durante il Master. Aula Virtuale – È disponibile una sessione live sempre accessibile, per collegamenti sincroni di studio, discussione e confronto tra i partecipanti. L’utilizzo di tale strumento è a discrezione degli utenti sulla base delle esigenze di lavoro. Assistente didattico – È la figura che segue e supporta ciascuno studente nello svolgimento ottimale delle attività previste dal

percorso formativo. Il servizio è attivo tutti i giorni lavorativi. Il MAF, progettato per studiare senza smettere di lavorare, nasce per neolaureati in materie economico-giuridiche o tecnico-scientifiche che vogliono acquisire competenze e capacità manageriali, oppure per coloro che hanno 3/4 anni di esperienza nel settore assicurativo o finanziario ed intendono perseguire obiettivi di crescita professionale. La quota di partecipazione al Master MAF è di 12.000 euro + IVA.

Iscrizioni

Le iscrizioni al Master MAF sono sempre aperte. Al momento dell’ammissione, lo studente sarà inserito nella “classe” di più immediata apertura, permettendogli così di scegliere quella che meglio si combina con i propri impegni ed attività. Per maggiori informazioni e per formulare l’iscrizione al Master è possibile contattare la segreteria al seguente indirizzo e-mail: mastermaf@enel.it.

Requisiti tecnici:

Hardware – Microprocessore Intel Pentium II, 300 MHz – Memoria RAM minima 64 Mb, consigliata 128Mb – Spazio libero su Hard Disk: minimo 100 Mb – Monitor 14” SVGA con risoluzione 1024x768 – Scheda audio: Sound Blaster compatibile con casse altoparlante e/o cuffie. – Modem standard con velocità minima a 56 K o superiore Software – Sistema operativo: Windows 95 o superiore; Windows NT 4.0 sp4 o superiore; – Windows 2000 – Browser: Internet Explorer 5.00 o superiore, Netscape 4.7x, Netscape 7 – Video: impostazione minima 800x600 a 65536 colori. – Visualizzatore Acrobat Reader 4.0 – Plug-in richiesti: Macromedia Flash Player 6 – Java Virtual Machine compatibile

ottobre 2006

27


O pportunità all’estero Spagna    

STUDIARE E LAVORARE IN SPAGNA Pratici suggerimenti e indirizzi da consultare prima di trasferirsi per studio e/o lavoro nella penisola iberica

D

ecidere di trasferirsi in una nazione straniera per motivi di studio o lavoro non è sicuramente una scelta facile. La prima paura che assale è molto spesso quella di trovare nel paese ospitante condizioni di vita completamente diverse dalle nostre e di non riuscire quindi ad ambientarsi. Se l’idea è poi quella di non allontanarsi troppo dalla “madre patria” e si decide quindi di restringere la ricerca agli stati europei più vicini all’Italia, la prima nazione a cui si può pensare senza troppi timori e che maggiormente “ci assomiglia” è sicuramente la Spagna: un mercato del lavoro in costante crescita, una lingua simile alla 28

Mercurius magazine

nostra e quindi facilmente comprensibile anche senza conoscenze scolastiche di base, un clima favorevole e un popolo ospitale e solare molto simile al nostro.

Per lavorare

Per inviare la propria candidatura ad una azienda della penisola iberica le strade percorribili sono due: l’invio diretto del proprio curriculum ad una o più aziende di cui si conoscono le reali intenzioni di assumere laureati italiani, oppure la consultazione di annunci di lavoro specifici per “licenciados” (laureati) su quotidiani o siti di recruiting on line. Nel primo caso, per reperire questi nominativi è sufficiente

    

Popolazione: 40.3 milioni Area: 504.782 km2 Capitale: Madrid Ordinamento: Monarchia costituzionale Lingua: spagnolo Religione: cattolicesimo Moneta: Euro Prefisso telefonico: 0034 Documenti necessari: Carta di identità o Passaporto

a cura di Cristina Bonamin

consultare i numerosi portali dedicati ai profili aziendali, tra i quali segnaliamo www.fue.es, una fondazione che pubblica una career directory specifica per laureati: nella parte inferiore della homepage del sito istituzionale si possono infatti trovare i link delle aziende inserzioniste (e quindi interessate ad assumere giovani laureati). Se invece si preferisce candidarsi rispondendo ad un annuncio specifico, la scelta tra i siti di recruiting on line è molto ampia: empleo.universia.es/home/index.jsp, ad esempio, contiene una lista di posizioni aperte senza però possibilità di filtrare per area aziendale piuttosto che area geografica, mentre il sito www.infoempleo.com/candi-


dato42/asp/bqp_resultados. asp permette di restringere il numero di annunci a cui rispondere, inserendo dei filtri per settore merceologico dell’impresa e area geografica. La stessa logica viene utilizzata da altri due portali, www.infojobs. net/ e www.monster.es: in tutti però sono presentate posizioni aperte per tutte le qualifiche professionali, senza possibilità di selezionare quelle rivolte unicamente a laureati. Altra strada percorribile è quella di consultare gli annunci sui quotidiani ed in questo caso è possibile collegarsi al sito delle principali testate spagnole, quali per esempio ABC, che contiene una specifica sezione lavoro, todotrabajo.abc.es/, oppure il quotidiano El Pais, www.excoge.com/NASApp/clasificados/ busquedaEmp.jsp, all’interno del quale è addirittura possibile effettuare una ricerca avanzata per tipologia di formazione richiesta per candidarsi. Un’occasione in più si prospetta per chi conosce la lingua spagnola: il sito www.primerempleo.com, infatti, è interamente in spagnolo ed è specializzato in opportunità professionali per neo diplomati e/o laureati senza esperienza lavorativa. È sufficiente aprire un account gratuito per potere accedere alla lista degli annunci di lavoro, inoltrare il proprio curriculum vitae e ricevere al proprio indirizzo di posta elettronica, le newsletter sulle opportunità di lavoro e formazione inerenti il settore prescelto. Grazie agli accordi bilaterali tra i paesi membri dell’Unione Euro-

Ambasciate e Ministeri Ambasciata d’Italia a Madrid – C/ Lagasca, 98 – E-28000 Madrid Tel: +34-91-5776529 – E-mail: ambitalsp@cempresarial.com Ambasciata spagnola in Italia: Palacio Borghese, Largo Fontanella di Borghese, 19 -00186 Roma – Tel: 06 6840401 – Fax: 06 6872256 Inem – Instituto Nacional De Empleo (Istituto Nazionale per l’Impiego): www.inem.es Ministerio De Trabajo Y Asuntos Sociales (Ministero del lavoro): www.mtas.es

pea, qualsiasi cittadino italiano, qualora decida di risiedere in Spagna, ha diritto all’assistenza sanitaria gratuita: sarà infatti sufficiente presentare la Tessera Europea Di Assicurazione Malattia, ovvero la nuova Tessera Sanitaria-Codice Fiscale in formato magnetico attualmente in uso anche in Italia.

Per studiare

La Spagna è sicuramente una nazione all’avanguardia nel campo dell’offerta formativa post laurea ed in particolare della promozione sul web dei master (Curso de postgrado). Il costo di un master nella penisola iberica si avvicina molto inoltre a quello di un corso postlaurea organizzato in Italia, mentre è molto più ampio il numero di enti di formazione che erogano queste tipologie di corsi (non solo università, ma anche Centri di formazione avanzata e scuole manageriali). Va infine segnalato che in Spagna è molto sviluppato anche il settore dei corsi on line: quasi tutti gli istituti di formazione postlaurea organizzano infatti programmi di studio che coprono tutte le aree tematiche e che sono fruibili via internet. Se quindi il viaggio nella peni-

sola iberica ha come obiettivo una specializzazione post laurea, non c’è che l’imbarazzo della scelta tra i siti all’interno dei quali è possibile consultare, sia il profilo delle scuole e università spagnole, che i relativi corsi da loro organizzati: il portale www. mastermas.com, ad esempio, oltre a contenere un database di quasi 6.000 master e corsi postlaurea, fornisce utili informazioni su costi, durata e data inizio dei vari programmi, oltre naturalmente alla possibilità di richiedere maggiori chiarimenti con un semplice click all’interno del profilo. Stessa logica viene utilizzata dai portali www. tumaster.com e www.todomaster.com, che però privilegiano la descrizione dei corsi e del programma didattico, mentre danno scarse o nessuna notizia circa l’ente di formazione che li organizza. Da notare comunque che sul sito www.todomaster. com è possibile effettuare una ricerca avanzata (Busqueda Avanzada, nda) inserendo come filtro il costo del corso. Se invece si vuole avere una carrellata dell’università spagnole per poter scegliere meglio dove indirizzare la propria ricerca, è sufficiente collegarsi a www.tugueb.com e, nella sezione “Directorio Uni-

ottobre 2006

29


Soggiornare Ostelli in Spagna: www.reaj.com e www.iyhf.org www.informagiovani-italia.com/ostelli_spagna.htm Per dormire: www.sleepinspain.com/ Alberghi: www.parador.es Tempo libero: www.turismospagnolo.it

versidades”, è possibile trovare il link al sito delle principali università ed enti di formazione presenti in Spagna. Per prepararsi “linguisticamente” prima di frequentare un master postlaurea nella penisola iberica, è infine possibile iscriversi ad un corso di spagnolo a diversi livelli, a seconda della preparazione di base, del tempo che si ha a disposizione e della tipologia di conoscenza di cui si necessita (indirizzo generale, piuttosto che tecnico e/o commerciale): qualche spunto è reperibile sul sito www.masterstudio.it/corsidilingua/corsi. php, tour operator italiano specializzato in corsi di lingue per persone over 18 anni, che fornisce indicazione sia dei costi che delle possibili sistemazioni per gli studenti dei corsi. Anche la Escuela Oficial de Idiomas (www.eoidiomas.com) organizza corsi di spagnolo e rilascia titoli riconosciuti. Se invece si preferisce frequentare un corso di spagnolo prima di partire, può risultare utile consultare il sito dell’ente ufficiale per la promozione della cultura spagnola, l’Istututo Cervantes, www.cervantes.es, dove si possono trovare pratiche informazioni sui corsi che vengono svolti a Roma, Milano e Napoli.

30

Mercurius magazine

Per frequentare uno stage

Lo stage in Spagna è riservato unicamente agli studenti, mentre per i laureati sono previste forme di collaborazione più simili ai nostri attuali contratti di lavoro. Come per la ricerca di un’azienda alla quale proporre la propria candidatura, anche per la frequentazione di uno stage occorre rivolgersi direttamente alle società, ai Centri di Orientamento o alle Camere di Commercio (www.italcamaraes.com). I principali requisiti richiesti sono dei buoni rendimenti accademici e la buona conoscenza di una o più lingue straniere. Per maggiori informa-

zioni sulle procedure di contatto con le aziende rimandiamo nuovamente al portale www. fue.es, mentre per visionare qualche esempio concreto di internship proposta dalle aziende è sufficiente collegarsi al sito www.planetedu.com/search/ Internships/spain. Anche se il primo istinto è sempre quello di “arrangiarsi”, non bisogna sottovalutare l’aiuto che può arrivare dal programma comunitario Leonardo: creato per incrementare la collaborazione a livello formativo e professionale tra i paesi CEE, infatti, offre una serie di opportunità di studio, stage e lavoro, ma soprattutto istituisce borse di studio per aiutare gli studenti-lavoratori a sostenere i costi di viaggio e soggiorno all’estero. È sufficiente connettersi al sito www. programmaleonardo.net per visionare i nuovi bandi pubblicati e verificare le opportunità proposte.


F ormazione post-laurea

Dalle relazioni sindacali al diritto del lavoro Amministrazione del personale, le occasioni per una professione in crescita

I

l viaggio nell’offerta specialistica nel campo della risorse umane prosegue questo mese (la precedente puntata è stata pubblicata sul numero di settembre) con una serie di opportunità formative per uno dei settori a più forte crescita negli ultimi anni. Grandi aziende, società di consulenza, ma anche enti della pubblica amministrazione e società miste pubblico-privato vanno a caccia di specialisti capaci di gestire le risorse interne, valorizzare quelle più capaci, mediare i conflitti e condurre a unità esigenze individuali e necessità aziendali.

Quattro opportunità in Lombardia

Si comincia da Milano, dove IlSole24Ore organizza un master in Human Resources, che dura nove mesi (di cui tre di stage) e parte proprio in questi giorni (17 ottobre). Obiettivo del corso è formare specialisti in grado di operare nelle direzioni del personale delle aziende grandi e medie o di prestare la propria opera presso le società di consulenza e le agenzie del lavoro. Durante il periodo d’aula sono previste sessioni di outdoortraining e lezioni di visiting professor provenienti da Business School europee. Fra le tematiche trattate ci sono gli aspetti giuri-

a cura di Luigi Dell’Olio

dico-amministrativi relativi alla gestione del personale (anche alla luce della Riforma Biagi), i temi attinenti alla selezione, la valutazione, la formazione del personale e la comunicazione interna e il knowledge management. È inoltre previsto un servizio di counselling, per tracciare un percorso di crescita individuale, e numerosi seminari di sviluppo di competenze manageriali specifiche, come la capacità teamworking e di relazione. Il master, destinato prevalentemente a laureati in discipline umanistiche ed economico-giuridiche, costa 11.500 euro più iva. Chi ha ottenuto un voto di laurea non inferiore a 105/110 può concorottobre 2006

31


rere all’assegnazione di borse di studio parziali e totali. Hr management è il titolo del master organizzato da Infor. Giunto all’ottava edizione, il corso si svolge presso il Centro Direzionale Milanofiori ad Assago (Mi) e prevede la frequenza obbligatoria in aula, a tempo pieno, da fine gennaio 2007 a luglio 2007, ai quali si aggiungono tre mesi di stage. Tra i principali temi trattati nel corso del master ci sono: organizzazione aziendale; recruitment e Selezione del personale; valutazione del personale; formazione e sviluppo delle risorse umane; diritto del lavoro; relazioni sindacali. Sono previsti anche project work e lavori d’aula per sperimentare sul campo le nozioni apprese dietro i banchi. Lo statuto del corso ha disposto una serie di borse di studio e la possibilità di usufruire di un finanziamento a copertura del 75% dei costi di iscrizione. Il certificato Asfor è il marchio di qualità del master in Risorse umane e organizzazione dell’Istud di Stresa (Verbania). Il master universitario di primo livello offre un percorso formativo suddiviso in quattro livelli: la formazione in aula si svolge nell’arco di quattro mesi, con frequenza a tempo pieno. Durante questo periodo sono previsti due project work, per simulare esperienze d’impresa. Due settimane di esperienza internazionale saranno strutturate attraverso lezioni in lingua inglese sull’Information Technology nell’Human Resources Management. Infine il percorso si conclude con uno stage di tre 32

Mercurius magazine

mesi all’interno di aziende o società di consulenza. Il corso costa 9.960 euro (è esente da iva). Sempre in Lombardia si svolge il Master in Direzione del Personale della Liuc, organizzato in collaborazione con l’Associazione italiana direttori del personale, l’Associazione italiana formatori e l’Associazione italiana di ricerca e selezione del personale. Sede del corso è Castellanza, in provincia di Varese. Il percorso formativo si articola in cinque aree didattiche: organizzazione, gestione delle risorse umane, relazioni

industriali, economia del lavoro e sistemi informativi. Numero chiuso per il corso che partirà a maggio, mentre a marzo è fissato il termine per le iscrizioni. Il costo per l’accesso al master ammonta a 7.500 euro.

Ipsoa si fa in cinque

È distribuita fra Roma e Milano l’offerta formativa dell’Ipsoa, con un ventaglio di cinque opportunità. Nelle due principali città italiane si svolge il Master in Amministrazione del personale, realizzato in collaborazione con Cedam e Wolters


Kluwer Italia. Il corso nasce con l’obiettivo di formare esperti del lavoro, tra avvocati, consulenti del lavoro e d’azienda, ragionieri e dottori commercialisti, oltre che responsabili e addetti delle risorse umane, alle relazioni sindacali e industriali e responsabili dell’ufficio legale. Sono previste 100 ore d’aula, suddivise in 20 unità formative. Si parte dalle lezioni di carattere generale sul diritto del lavoro, per poi approfondire le tematiche legate all’amministrazione del personale. Le lezioni si svolgono il venerdì pomeriggio e il sabato mattina. Ancora Roma e Milano tornano per le due edizioni del master in Diritto del lavoro e amministrazione del personale, che si svolge lungo un percorso composto da 18 moduli, per 77 ore complessive di insegnamento. Per ottenere il diploma di master è necessario dimostrare di aver frequentato almeno l’80% delle lezioni. Borse di studio sono previste per i neolaureati. Infine il ventaglio di opportunità offerte da Ipsoa si conclude con il master classico in Risorse umane, in programma a Milano dal 23 ottobre al 27 marzo prossimi e destinato a neolaureati in discipline umanistiche ed economico-giuridiche e a giovani professionisti che intendono acquisire competenze specifiche nel settore. Il Master si articola in sei mesi di aula e tre mesi di stage. Il corpo docente è costituito da uomini d’azienda, professionisti e consulenti aziendali. Il Master alterna lezioni teoriche, esercitazioni pratiche, momenti

di formazione manageriale, di confronto e di dibattito in aula. È anche prevista la frequenza di un corso in lingua inglese, con tematiche legate al percorso di studi. Borse di studio, infine, sono previste per chi abbia ottenuto un voto di laurea non inferiore a 105/110 (per quelle a copertura totale) e 100/110 (copertura parziale).

Isda e Luiss, il baricentro è Roma

Isda Business & People Partner organizza a Roma un master europeo in Risorse umane che affianca all’insegnamento tradizionale varie attività complementari come esercitazioni pratiche, simulazioni, role-playing, business games, testimonials day e workshop facoltativi in lingua inglese.Il percorso formativo si articola complessivamente in due mesi di attività didattica in aula durante i quali i partecipanti affronteranno sette moduli didattici. Stage per tutti i partecipanti a fine corso. Alcuni di loro avranno l’opportunità di seguire un periodo in aziende europee, con rimborso spese espresso da una borsa di studio. A Roma si concentra anche l’offerta della Luiss, con due master. Il primo, in Gestione delle risorse umane e organizzazione, partirà il 23 ottobre per concludersi a febbraio. Il corso, di 336 ore complessive, è destinato a laureati o laureandi che abbiano sostenuto tutti gli esami e siano in attesa di discutere la tesi di laurea. General Management, gestione strategica delle risorse umane, selezione del persona-

le, valutazione delle risorse e programmazione delle carriere sono alcune delle materie in calendario. Il master si svolge di pomeriggio dal lunedì al giovedì e il venerdì mattina. Di nuova istituzione è il secondo corso a tema della Luiss, per Amministrare il personale. Sono previste 140 ore di frequenza, con un percorso part-time da novembre a febbraio. Case study e project work completano la formazione d’aula. Il costo del corso ammonta a 3.500 euro, ma sono previsti sconti per i più meritevoli. Sempre nella capitale si svolgono i due master della Lumsa. Quello in Gestione delle risorse umane, giunto alla terza edizione, formerà da un minimo di 23 a un massimo di 40 candidati, tra i laureati in discipline psicologiche, giuridiche, economiche, formative. Sono previste in tutto 1.500 ore tra lezioni frontali, esercitazioni, laboratori, studio individuale e stage. Il master in Multilevel Case Management si svolge da novembre e punta a formare professionisti in grado di gestire organizzare piani operativi e di lavoro, creare progetti, attuare strategie per ottimizzare le risorse umane.

Da non perdere: nel prossimo numero concluderemo la nostra analisi dell’offerta formativa postlaurea nel settore delle Human Resources.

ottobre 2006

33


Formazione post-laurea

La formazione specialistica per psicologi Enti e aziende a caccia di specialisti del pensiero, flessibili e dinamici

D

ipartimenti risorse umane delle aziende medie e grandi; consultori familiari; centri di cura e assistenza; organizzazioni non governative ed enti no-profit. Sono i principali sbocchi lavorativi per i laureati in discipline psicologiche e sociologiche. Spesso preferiti dalle aziende ad altri profili per la capacità di analisi, la flessibilità nell’adattarsi alle diverse situazioni imposte dalle esigenze di business e la dinamicità. Come del resto avviene per altri settori, però, la laurea in molti casi non è ritenuta sufficiente per entrare nel mondo del lavoro. Così negli ultimi anni si è assistito a un fiorire di master nel settore. 34

Mercurius magazine

Le opportunità nel Nord Italia

Il Corep di Torino (www.formazione.corep.it) organizza un master di secondo livello in “Competenze Relazionali per Insegnanti che interagiscono con alunni e famiglie in difficoltà” destinato a formare insegnanti in grado di curare le situazioni di disagio con un occhio sempre attento alla comunità che circonda le persone a rischio. Trenta gli ammessi al master che parte questo mese per concludersi a ottobre 2008. In totale sono previste 1550 ore, suddivise in 230 ore di lezione frontale, 270 ore di laboratorio, 750 ore di studio individuale, 200 ore di stage e 100 ore di

preparazione alla prova finale. Per restare nell’area del NordOvest, da segnalare il master dell’Università di Aosta (www. univda.it) in “in Pedagogia interculturale e dimensione europea dell’educazione”. Il corso si rivolge a laureati (comprese le lauree triennali di primo livello), operatori di istituzioni e associazioni ed educatori professionali e si articola lungo un percorso di 1.500 ore, con lezioni veicolate via Internet. Il costo è 800 euro. Spostandoci verso Est spicca il master universitario in “Cooperazione e sviluppo” organizzato dall’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia (www. iuss.unipv.it) e pensato per chi punta a un lavoro all’interno


delle istituzioni internazionali o delle Ong attive in progetti di cooperazione e assistenza nei Paesi in via di sviluppo. Circa 600 le ore di lezione per un costo complessivo di 5.000 euro.

La Lumsa si fa in tredici

Tredici master nel settore psicologico - sociale: la Lumsa (www.lumsa.it), fedele alla sua vocazione storica, primeggia per l’offerta formativa nel settore. Roma e Perugia le sedi che ospitano i corsi, con l’eccezione di Caltanissetta, sede del corso in Progettazione dei servizi in ambito socio-sanitario. Per il resto la rosa di corsi di perfezionamento e master è abbastanza composita: si va dalla tradizione del diritto minorile e di famiglia e del management e responsabilità sociale d’impresa ai percorsi innovativi del multilevel case management e delle arti-terapie. L’elenco completo dei corsi è disponibile nella tabella in basso.

Le offerte nel Centro

Roma ospita il master in Gestione delle organizzazioni no profit organizzato da Maieutica (www.maieutica.it), pensato con l’obiettivo di formare professionisti nella gestione degli enti e delle imprese senza fini di lucro. Il percorso formativo suddiviso in sei moduli didattici: dagli aspetti normativi al marketing territoriale, dal fundraising all’organizzazione e comunicazione eventi i temi trattati.Il master, che inizierà a gennaio, costa 1.000 euro. Diritti Umani e gestione dei conflitti (www.masterdiritti.it) è il titolo del master organizzato dalla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa. Destinato a 25 laureati di primo livello, è articolato in una prima fase di didattica residenziale e in una seconda fase di stage. La formazione in aula è suddivisa in lezioni frontali, seminari, attività di role playing e project work

per sperimentare sul campo le nozioni apprese dietro i banchi. Restando a Pisa, l’Università (www.unipi.it)organizza due master a tema: il primo, intitolato “Formare alla complessità e alla differenza”, è riservato a quanti sono in possesso dell’abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Il corso partirà il 23 ottobre per concludersi fra 11 mesi. In totale sono previste 1.500 ore di lezioni, per un costo di 700 euro. Il secondo master, in Gestione dei conflitti interculturali e interreligiosi, mira invece ai laureati del vecchio e nuovo ordinamento. In particolare questo percorso è pensato per chi vuole operare in contesti di mediazione dei conflitti, nella programmazione di piani di dialogo fra etnia e gruppi religiosi. La prossima edizione partirà a dicembre, 3.000 euro il costo di iscrizione.

Master nell’area psicologico-sociale COREP • Competenze Relazionali per Insegnanti che interagiscono con alunni e famiglie in difficoltà – Torino UNIVERSITÀ AOSTA • Pedagogia interculturale e dimensione europea dell’educazione IUSS • Cooperazione e sviluppo – Perugia LUMSA • Corso di perfezionamento per esperto in attività musicali d’insieme – Perugia • Psicodinamica dei processi di sviluppo e delle relazioni di sostegno in situazioni di disagio psichico – Perugia • Psicologia della selezione e della formazione – Perugia • Scuola ed educazione interculturale: percorsi formativi per docenti – Roma • Le artiterapie: lo psicodramma e le arti grafiche e plastiche – Perugia

• • • • • • •

Artiterapie: metodi e tecniche d’intervento – Roma Costruzione e gestione dei progetti nel sociale – Roma Diritto di famiglia e minorile – Roma Management e responsabilità sociale d’impresa – Roma Migrazioni: politiche e risorse per la coesione sociale – Roma Multilevel case management – Roma Progettazione dei servizi in ambito sociosanitario – Caltanissetta • Servizi di psicologia scolastica – Roma MAIEUTICA • Gestione delle organizzazioni no-profit – Roma SCUOLA SUPERIORE SANT’ANNA • Diritti umani e gestione dei conflitti – Pisa UNIVERSITÀ PISA • Formare alla complessità e alla differenza • Gestione dei conflitti interculturali e interreligiosi

ottobre 2006

35


E nti di formazione

La formazione specialistica e di alto livello si trova a Torino La mission del Corep è infatti formare professionisti con ampie prospettive di carriera a cura di Cristina Bonamin

N

ato nel 1987, il COREP (Consorzio per la Ricerca e l’Educazione Permanente) è un Consorzio senza fini di lucro costituito da Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Università degli Studi del Piemonte Orientale “A. Avogadro” e da enti locali, associazioni imprenditoriali e importanti realtà industriali. Il COREP opera come strumento per attuare iniziative di collaborazione fra gli atenei, il mondo della produzione e dei servizi e le istituzioni pubbliche locali, in quattro principali aree di intervento: l’innovazione tecnologica, la formazione spe-

36

Mercurius magazine

cialistica e di alto livello, la ricerca e i servizi per i consorziati. Nel campo della formazione, il COREP realizza Master Universitari, rivolti a giovani laureati e a professionisti, nonchè corsi brevi di educazione permanente, anche progettati sulla base di specifiche esigenze. In particolare le iniziative di formazione continua consistono in corsi di specializzazione, workshop e corsi brevi, corsi FaD (Formazione a Distanza), convegni, congressi e anche attività particolari organizzate su richiesta di aziende private ed enti pubblici per un pubblico di utenti selezionati. A garanzia di serietà e professio-

nalità, COREP dal 1999 è certificato UNI EN ISO 9001:2000 per la progettazione ed erogazione di prestazioni di formazione e dal 2003 è ente accreditato dalla Regione Piemonte.

I master

I Master COREP, rivolti a giovani laureati e a professionisti, valorizzano la formazione universitaria, tramite un percorso formativo di alto livello, che costituisce un sicuro investimento per l’inserimento nelle fasce professionali più qualificate. La progettazione, la gestione e la promozione delle attività formative nascono e si sviluppano grazie alla sinergia degli attori del territorio, in particolar modo i programmi didattici sono definiti in collaborazione con gli Atenei che riconoscono il titolo universitario di tutti i Master COREP. Da qualche anno è diventata sempre più rilevante la formazione di respiro internazionale: nell’anno accademico 2005/2006 il COREP ha organizzato tre


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPERTI DI:

“Chi si forma non si ferma”

Master del Politecnico di Torino, tenuti in lingua straniera. La partecipazione ai Master, per cui è contemplata una selezione delle candidature, prevede una quota di iscrizione, che può essere ridotta grazie a finanziamenti e sponsorizzazioni. I Master, iniziano generalmente in autunno e hanno una durata di circa 12 mesi. La didattica dei Master è orientata alla formazione di professionisti in grado di dialogare con gli specialisti dei vari settori, coordinare attività trasversali e operare negli ambiti di propria competenza. La formazione in aula si avvale del contributo di docenti provenienti da prestigiosi atenei italiani e internazionali e di professionisti dei settori pubblici e privati, impegnati nella presentazione di casi studio e della loro concreta esperienza di lavoro. La teoria è integrata dallo stage e/o project work, svolto presso enti pubblici o aziende leader del settore di riferimento, dove i corsisti sviluppano progetti applicativi. Per personalizzare e rendere più efficaci i percorsi formativi, il COREP impiega anche metodologie didattiche Open Learning e strumenti collaborativi per la formazione. Per iscriversi a un Master è necessario compilare la Domanda di Iscrizione (in formato .doc o .pdf) che, entro i termini di iscrizione, potrà essere inviata in

L’offerta formativa del COREP Master Universitario in Analisi delle Politiche Pubbliche – TO Master Universitario in Giornalismo – TO Master Universitario in Sviluppo Locale – AL Master Universitario in Sviluppo Sostenibile e Promozione del Territorio – TO Master Universitario in Tecnologia e Comunicazione Multimediale – TO Master Universitario in Affidabilità, Manutenzione e Sicurezza: Metodi di Analisi e di Gestione – TO Master Universitario in Competenze Relazionali per Insegnanti che interagiscono con Alunni e Famiglie in Difficoltà – TO Master Universitario in Ingegneria della Sicurezza e Analisi dei Rischi – TO Master Universitario in Management dei Beni Culturali e Ambientali – TO Master Universitario in Management dell´After Market Autoveicolistico – TO Master Universitario in Piani e Progetti per le Città del Terzo Mondo: Formazione di Esperti – TO Master Universitario in Pianificazione Territoriale e Mercato Immobiliare – TO Master Universitario in Tecniche per la Progettazione e la Valutazione Ambientale – TO Master Universitario in Trasporti: Sistemi, Reti e Infomobilità – TO Master Universitario in Tunneling and Tunnel Boring Machines – TO Master Universitario Internazionale in SpacE Exploration and Development Systems (SEEDS) – TO

Schede descrittive di alcuni Master di questa scuola su: www.masterin.it/scuole/Corep.asp Oppure attraverso il sito www.formazione.corep.it

formato elettronico all’indirizzo iscrizioni@corep.it oppure via fax al numero 011/5645110 o spedita in busta chiusa alla Segreteria Master COREP (Corso Trento, 13 – 10129 Torino). Tra la documentazione che dovrà essere inviata, oltre al Certificato di laurea con esami, al Curriculum vitae secondo lo standard europeo con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali (D.L. vo 196/2003) e ad una fotografia, è necessario allegare il Modulo “Condizione

Professionale Prevalente” (scaricabile direttamente sul sito della scuola). La domanda di iscrizione non è in alcun modo vincolante e ha la sola finalità di ammettere alle selezioni. Quindi, a fronte dell’esito positivo delle selezioni, lo studente dovrà perfezionare la domanda di iscrizione mediante apposito modulo (“Conferma di iscrizione”) rilasciato dalla Segreteria Master e portando copia del certificato di laurea originale.

ottobre 2006

37


E nti di formazione

Diventare mediatore linguistico studiando a Pisa La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici forma brillanti professionisti degli scenari internazionali a cura di Cristina Bonamin

L

a “Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori” di Pisa istituita nell’anno accademico 1989/90, assume con Decreto Ministeriale 31.07.2003, per trasformazione, la denominazione di “Scuola Superiore per Mediatori Linguistici”, ed è abilitata a rilasciare dopo tre anni titoli di studio equipollenti a tutti gli effetti ai Diplomi di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica rilasciati dalle Università (“Gazzetta Ufficiale” n. 203/2003).

38

Mercurius magazine

La sede della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici si trova in Via S. Maria 155 a Pisa. I corsi hanno durata triennale, corrispondenti a 180 crediti formativi universitari ed hanno lo scopo di fornire agli studenti una solida formazione culturale, di base e linguistica, di livello superiore in almeno due lingue, oltre all’italiano, e nelle relative culture, nonché di sviluppare specifiche competenze linguistico – tecniche orali e scritte adeguate alle professionalità proprie dell’area mediazione lin-

guistica. Lo scopo della Scuola è creare professionisti in grado di affrontare le sfide e cogliere le opportunità che emergono dagli scenari e dai mercati internazionali, attraverso una preparazione fondata sull’approfondita conoscenza delle lingue e della comunicazione di impresa. L’offerta didattica della SSML si arricchisce inoltre di occasioni di formazione continua, ricorrente e permanente, con Master e Corsi di perfezionamento strutturati sulle esigenze e sulle indicazioni del mondo del lavoro produttivo e imprenditoriale. Tutti i Master prevedono due edizioni. I docenti sono di provenienza aziendale: consulenti, manager e liberi professionisti del settore che occupano un ruolo ben preciso nel tessuto produttivo, in grado di affrontare anche complessi problemi gestionali. I Master sono corsi di perfezionamento scientifico e di alta formazione che la Scuola può attivare anche in convenzione con l’università. L’offerta di-


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPERTI DI:

dattica dei Master è specificatamente finalizzata a rispondere a domande formative esistenti sul territorio nazionale. A tale scopo l’impostazione dei corsi è ispirata ad esigenze di flessibilità ed adeguamento periodico al mutamento delle condizioni del mercato del lavoro. I Master sono destinati a studenti che abbiano conseguito una laurea (diploma di laurea, primo livello, o laurea specialistica, secondo livello) con contenuti formativi coerenti rispetto alla specializzazione considerata. La procedura di ammissione prevede un processo di selezione documentato e finalizzato ad individuare potenziali attitudini e motivazioni dei candidati per ricoprire funzioni manageriali.

La prova d’esame

L’esame è volto ad accertare, oltre alla padronanza della lingua italiana, la buona conoscenza di almeno una lingua straniera e di una buona cultura generale. Per l’ammissione il candidato può scegliere di sostenere la prova in una delle lingue attivate dalla Scuola. Le lingue triennali sono: inglese, tedesco, francese e spagnolo. Possono essere attivate anche altre lingue a statuto nelle Università italiane. L’ammissione si intende ottenuta nel caso in cui il candidato raggiunga la votazione minima di 18/30. L’esito dell’esame viene reso noto mediante affissione all’albo della Scuola. L’esame di ammissione per le lingue straniere consiste in una serie di domande a

L’offerta formativa della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Master breve for Marketing of International Tourism & Congress Event – PI Master breve per la Traduzione del Fumetto e l’Editoria – PI Master in Foreign Language for Business (EN) – PI Master breve in English Translation & Information Technology – PI Master breve in Lingua Inglese per il Marketing e il Commercio Internazionale – PI Master breve per Mediatore Informatico: Testualità, Linguaggi, Tecniche – PI

Schede descrittive di alcuni Master di questa scuola su: www.masterin.it/scuole/mediazionelinguistica.asp Oppure attraverso il sito www.mediazionelinguistica.it

scelta multipla mirata a valutare le conoscenze morfo – sintattiche, il vocabolario e le abilità di comprensione. L’esame di cultura generale (in italiano) serve a valutare, tra l’altro, il livello di conoscenza di eventi e situazioni nel panorama nazionale ed internazionale. Il test in lingua straniera riassume abilità acquisite nella Scuola Superiore; quello di cultura generale verifica che lo studente abbia, oltre alle tradizionali conoscenze, una certa familiarità con i mezzi di informazione. La Scuola suggerisce ai futuri candidati un costante aggiornamento soprattutto tramite la lettura dei quotidiani, italiani e stranieri. Detti esami non costituiscono alcun titolo di studio e non danno diritto ad attestazioni di alcun genere. In caso di esito positivo lo studente è tenuto ad immatricolarsi nell’anno

accademico per il quale è stato bandito l’esame di ammissione. Per visualizzare alcuni esempi di test è sufficiente collegarsi al sito www.mediazionelinguistica. it/fr_prove.htm.

La figura professionale

Il Mediatore Linguistico è una figura professionale di recente istituzione. Per definizione, il Mediatore Linguistico è colui che, grazie alla perfetta padronanza delle lingue, permette la trasposizione/traduzione dei concetti espressi da una lingua all’altra. I Mediatori Linguistici svolgeranno attività professionali nel campo dei rapporti internazionali, a livello interpersonale e di impresa, della ricerca documentale, della redazione in lingua di testi quali rapporti, verbali, corrispondenza, di ogni altra attività di assistenza di alto profilo alle imprese e negli ambiti istituzionali.

ottobre 2006

39


E venti

Asfor organizza la terza edizione del Bando “e-talenti dell’ e-learning” Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro il 30 ottobre 2006

L’

Asfor, Associazione Italiana per la Formazione Manageriale, con il Patrocinio del Ministro per le Riforme e le innovazioni nella Pubblica Amministrazione, del Ministero dell’Università e della Ricerca, del CNIPA Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione e di ISFOL Istituto per lo Sviluppo della la Formazione professionale dei Lavoratori, ripropone il bando di selezione delle migliori Tesi universitarie che affrontano le tematiche dell’e-Learning. Il Concorso ha l’obiettivo di offrire visibilità a giovani talenti e individuare elaborati innovativi che presentino, per l’analisi realizzata e per l’originalità, un significativo contributo alla conoscenza dei sistemi di Elearning: dall’analisi dei profili professionali emergenti, delle metodologie e delle tecnologie dell’apprendimento, sino all’impatto dell’ e-learning sui processi organizzativi e la sua relazione con il knowledge ma40

Mercurius magazine

nagement. Tra i Media partner dell’iniziativa segnaliamo “Il Sole 24 Ore-Job24”, “Radio 24” e le testate “L’Impresa, Rivista Italiana di management” ed “E-learning Knowledge & Management”. Possono concorrere al bando i laureati con Laurea triennale o Master di I Livello, Laurea specialistica/magistrale o vecchio ordinamento e Alta formazione (Master di II livello o dottorato) che abbiano discusso la tesi negli anni 2004, 2005 e 2006 (prima della scadenza del bando) e che non abbiano già partecipato alle precedenti edizioni del Bando. La Domanda di partecipazione, i relativi allegati (scaricabili dal sito www.asfor.it) e gli elaborati dovranno pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2006 alla Segreteria Organizzativa ASFOR. La Commissione di valutazione, che redigerà la graduatoria delle migliori tesi, sarà composta da rappresentanti del Gruppo ICT di ASFOR nonché da autorevoli esperti in rappresentanza delle Istituzioni Patrocinatrici e ai

primi tre vincitori di ciascuna delle tre categorie – 1) Laurea triennale o Master di I Livello, 2) Laurea specialistica/magistrale o vecchio ordinamento, 3) Alta formazione (Master di II livello o dottorato) - sarà data l’opportunità di presentare i loro elaborati all’interno di un Convegno a cui parteciperanno le Istituzione coinvolte, che si terrà a dicembre 2006 e durante il quale avverrà la premiazione con il rilascio di menzioni. Per ulteriori informazioni contattare il Dott. Mauro Meda - Segretario Bando “e-Talenti dell’e-learning” presso l’ASFOR Associazione Italiana per la Formazione Manageriale, Viale Beatrice d’Este, 10 – 20122 Milano, tel. 0258328317 – fax 0258300296 - e-mail: info@asfor.


I n libreria

Come diventare talenti e trovare il lavoro ideale “Talenti si diventa”

Esperienze aziendali per costruire persone di valore “Talenti si diventa” è un libro nato dalla collaborazione tra docenti della SDA Bocconi e manager di grandi realtà italiane ed internazionali, con lo scopo di definire non solo in maniera teorica ma anche, e soprattutto, riportando esempi concreti, le strategie adottate e da adottare per attrarre e trattenere i talenti, “persone destinate a posizioni manageriali” in grado di fornire un contributo fondamentale e immediato all’azienda. Partendo dalla definizione di “talento” e “alto potenziale”, gli autori passano infatti ad esaminare i risultati di un’indagine condotta su 41 aziende note per l’attenzione dedicata alla gestione delle risorse umane, arrivando a definire i motivi che inducono le aziende ad occuparsi di queste figure, i talenti, e quali siano i risultati dei programmi da loro adottati e le aree di criticità riscontrate. Nella seconda sezione del libro viene invece analizzato il punto di vista dell’“alto potenziale” attraverso alcune interviste dirette agli interessati. Nella terza e ultima parte, gli autori si sono infine soffermati sullo studio di 6 progetti di “gestione dei talenti” : esperienze di successo rappresentative di differenti soluzioni, culture e approcci e giunte a stadi diversi nel processo di costruzione dei propri talenti. • Talenti si diventa Autore: Massimo Aielli, Manuela De Carlo, Alberto Dessy, Barbara Imperatori, Fabrizio Montanari, Marialuisa Ortini, Loredana Paradiso Editore: Franco Angeli Cod. ISBN: 88.464.7232.2 Prezzo: 22,00 €

Trovare il lavoro che piace

Guida di sopravvivenza per chi cerca o vuole cambiare lavoro Giunto alla seconda edizione, questo manuale vuol essere un pratico aiuto nella scelta della professione da intraprendere e nella ricerca del lavoro “ideale”. Suddiviso in 4 sezioni, parte dall’analisi delle proprie capacità personali e propensioni, per passare quindi all’individuazione della professione che meglio rispecchia le proprie attitudini, giungendo infine allo studio delle tecniche da utilizzare per trovare il lavoro desiderato e per affrontare il difficile momento della selezione del personale. Ricco di schemi riepilogativi, test, esempi e link utili, richiede al lettore la massima attenzione e interazione, ma allo stesso tempo “alleggerisce”la lettura intervallando i capitoli con vignette, fotografie e citazioni dal mondo del cinema e della letteratura. “Trovare il lavoro che piace” riassume centinaia di studi di orientamento alla scelta condotti in Italia, Francia e Stati Uniti e rappresenta un piccolo corso semplice e comprensibile per l’individuazione e la creazione dei propri obiettivi lavorativi. • Trovare il lavoro che piace Autore: Gianluca Antoni e Nicola Giaconi Editore: Maggioli Cod. ISBN: 88.387.2380.X Prezzo: 20,00 €

ottobre 2006

41


M aster in scadenza

MASTER IN AUDITING E CONTROLLO INTERNO Dove: Termine selezioni: Periodo Master: Ente: Indirizzo: Tel.: Fax: E-mail: Website:

Pisa Ottobre 2006 Ottobre 2006 – Giugno 2007 UNIVERSITÀ DI PISA Dipartimento di Economia aziendale “E.Giannesi” Via C.Ridolfi, 10 – 56124 Pisa 050/3157346–9711561 050/9770067 master.audit@ec.unipi.it www.masteraudit.it/

 Il Master in Auditing e Controllo Interno è un Master realizzato in versione part time ed ha come obiettivo quello di offrire un percorso di formazione e approfondimento con alto livello di qualificazione nelle diverse aree dell’auditing e del controllo di gestione. L’obiettivo è formare figure professionali nell’area della revisione aziendale e del controllo di gestione in

MASTER IN BRAND MANAGEMENT: MARKETING E COMUNICAZIONE Dove: Termine selezioni: Inizio Master: Ente: Indirizzo: Tel.: Fax: E-mail: Website:

Milano Ottobre 2006 Ottobre 2006 ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN IED Comunicazione Milano Via Pietrasanta, 14 – 20141 MILANO 02/55230369 02/55230410 master.com@milano.ied.it www.iedmaster.it

 Il Master in Brand Management: marketing e comunicazione è un Professional Master, organizzato da Ied Comunicazione in collaborazione con Lagaudenzia (società di consulenza) ed in partnership con Stroilo Oro e Delos, che ha l’obiettivo di approfondire, attraverso un’ottica interdisciplinare e internazionale, le tematiche principali del marketing e

42

Mercurius magazine

grado di porsi come “interfaccia” tra le funzioni aziendali e di “fronteggiare” lo sviluppo dei sistemi finanziari del contesto competitivo e della tecnologia informatica. Il programma formativo è composto da 16 moduli didattici in aula, all’interno dei quali vengono trattate le tematiche fondamentali relative all’auditing ed al controllo di gestione, cui fanno seguito 10 giornate integrative a scelta nell’ambito del programma formativo, per l’approfondimento di tematiche specifiche di auditing e controllo di gestione. Il Master è riservato ad un massimo di 25 allievi per ogni orientamento part time e si indirizza sia a laureati in Economia e discipline assimilate, che a laureati in altre discipline con esperienza lavorativa maturata in aziende, Enti o studi professionali . Ai partecipanti viene inoltre richiesta la conoscenza della lingua inglese e degli strumenti informatici di base. Per iscriversi occorre scaricare la domanda di ammissione direttamente dal sito dell’Università ed inviarla per posta, fax o posta elettronica entro e non oltre il 10 ottobre 2006, corredata di curriculum vitae, certificato di laurea e altri eventuali titoli o certificati ritenuti utili ai fini della selezione. La quota di partecipazione al Master è di € 5.800 ma sono disponibili borse di studio a copertura totale o parziale dell’importo, offerte da Enti e Aziende di rilevanza nazionale ed internazionale che collaborano con l’Università. 

della comunicazione. Il responsabile di prodotto si trova quindi sempre di più a competere in un’arena internazionale dove esistono altre marche, le private labels e le marche primo prezzo; è determinante quindi capire e studiare le logiche che stanno intorno alla costruzione strategica di una marca, alla sua manutenzione o ad un suo eventuale rilancio. Il corso è rivolto a laureandi, laureati e/o professionisti del settore che desiderino acquisire o approfondire competenze specifiche nell’area della progettazione e organizzazione di eventi. La partecipazione al Master è riservata ad un numero massimo di 20 candidati. La durata del corso è di 200 ore di formazione d’aula con frequenza in formula weekend full-time una/due volte al mese. È inoltre prevista la possibilità di effettuare stage. Il costo del Master è di € 4.950 ma vi è la possibilità di ottenere un finanziamento tramite un istituto di credito convenzionato con l’Istituto Europeo di Design. Per ricevere maggiori informazioni è sufficiente collegarsi al sito, entrare nella sezione “Master per città: Milano”e selezionare il profilo del Master in “Brand Management: marketing e comunicazione”,sotto IED Comunicazione: al fondo della pagina, con un semplice click, è possibile inviare una e-mail di richiesta maggiori informazioni. 


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPER TI DI:

MASTER IN MANAGEMENT DEL TURISMO Dove: Termine selezioni: Periodo Master: Ente: Indirizzo: Tel.: Fax: E-mail: Website:

Milano Ottobre 2006 Novembre 2006 – Ottobre 2007 Università IULM Via Carlo Bo, 1 – 20143 Milano 02/891412815 02/891412814 master.turismo@iulm.it www.iulm.it

 Il Master in Management del Turismo – in breve, MMT – forma professionisti in grado di inserirsi con successo in imprese dei diversi settori della filiera turistica. MMT si propone di offrire ai partecipanti al Master prospettive di lavoro immediate, grazie al coinvolgimento di imprese e organizzazioni del settore (alberghi e villaggi, aziende crocieristiche, compagnie aree, enti gestori di fiere e congressi, tour operator, network di agenzie di viaggi, organizzazioni pubbliche e private per la promozione e lo sviluppo di prodotti turistici territoriali, società di consulenza e realizzazione di progetti turistici).

MASTER IN SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE Dove: Termine selezioni: Periodo Master: Ente: Indirizzo: Tel.: Fax: E-mail: Website:

Catania Ottobre 2006 Novembre 2006 – Giugno 2007 GRUPPO FOCUS Srl Via V. E. Orlando, 26 – 95128 – Catania 095/7223913 095/372281 info@gruppofocus.it.it master@focusformazione.com www.gruppofocus.it www.focusformazione.com

 Il Master in Sistemi di Gestione Aziendale è proposto con il sostegno di Aziende, Società di Consulenza, Organismi di Certificazione ed Enti, con l’obiettivo di inserire in azienda giovani laureati in grado di gestire i processi tecnici e gestionali legati al Management Aziendale. Il Master costituisce un percorso professionalizzante rivolto a quanti, dopo la laurea, intendano sviluppare specifiche conoscenze e competenze necessarie per operare, da subito, all’interno di aziende sia pubbliche che private.

Il valore aggiunto del master è lo stretto contatto con il mondo delle imprese e delle istituzioni. Due mesi d’aula con oltre 50 testimonianze aziendali di manager e professionisti delle principali aziende del settore. MMT è l’unico master che offre una così lunga e articolata esperienza diretta che non solo permette la creazione di network di relazioni, ma offre la possibilità di stabilire un contatto con le aziende del settore per future esperienze lavorative. Gli studenti che scelgono di frequentare questo Master sono prevalentemente laureati in Scienze Turistiche, Economia del Turismo, Economia e Commercio, Lingue e letterature moderne. L’MMT è un corso a numero chiuso (sino ad un massimo di 35 partecipanti) e frequenza obbligatoria, al termine del quale si prende parte ad uno stage di 3/6 mesi . È rivolto a laureandi in tutte le discipline o neo-laureati che vogliano investire sulla propria crescita professionale. La quota di partecipazione è di 9.500 € con premi di merito a copertura del 50% della quota di iscrizione. È stata fissata per il 20 ottobre 2006 la data ultima per la preiscrizione al Master, da effettuarsi tramite compilazione del form on line presente sul sito segreteriastudenti.iulm.it. Le selezioni avranno quindi luogo a fine ottobre e terranno conto dei titoli e delle esperienze professionali maturate e si completeranno con un colloquio di valutazione della motivazione e della conoscenza della lingua inglese. 

Il percorso formativo è stato “progettato” tenendo conto sia delle esigenze reali delle Aziende, sia delle indicazioni degli Organismi di certificazione. Tale obiettivo viene ampiamente condiviso dalle aziende sostenitrici e dai docenti tramite lo sviluppo di opportunità lavorative e di crescita professionale per gli allievi. Il master è articolato in 1.100 ore, di cui 3 mesi di alta formazione in aula e 5 mesi di stage aziendale ed è suddiviso in 33 moduli che comprendono sia discipline specialistiche sia materie trasversali. Il piano di studi prevede lo svolgimento di workshops incentrati su aspetti pratici ed applicativi dei sistemi di gestione aziendale e su esperienze di imprenditori e Enti di Certificazione. Lo stage aziendale viene accuratamente monitorato da un tutore aziendale (che valuterà gli aspetti professionali e di inserimento aziendale) e dal tutore accademico (per gli aspetti scientifici). Al termine del Master gli studenti accederanno ai colloqui di lavoro con la Direzione delle Aziende coinvolte per il possibile inserimento in azienda. Possono partecipare all’esame di ammissione tutti i laureati in materie scientifiche ed economiche. Il master è a numero chiuso e la selezione sarà determinata da titoli culturali e scientifici, test scritti e colloqui individuali. Le domande di iscrizione (scaricabili direttamente dal sito del Gruppo Focus) devono pervenire entro il 30/10/2006 tramite fax o e-mail. Il costo complessivo del Master è di € 4.800 + iva ma sono disponibili borse di studio a copertura parziale dell’importo. 

Rubrica MASTER IN SCADENZA a cura di Cristina Bonamin In questa rubrica sono segnalati corsi di formazione esclusivamente destinati a laureati.

Un elenco più completo è reperibile sul sito www.masterin.it

ottobre 2006

43


MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN DIRITTO SOCIETARIO

Dove: Roma Termine selezioni : Ottobre 2006 Periodo Master: Ottobre 2006 – Febbraio 2007 Ente: IPSOA Scuola di Formazione Wolters Kluwer Italia Srl Indirizzo: Strada 1 – Palazzo F6 20090 – Milanofiori, Assago (MI) Tel.: 02/82476817-409-343 Fax: 02/82476037 E-mail: masterlegale@ipsoa.it Website: www.ipsoa.it/master  Il Master di Specializzazione in Diritto Societario si propone di analizzare e di ricostruire in modo organico il “nuovo diritto dell´impresa”, soffermandosi sulle principali novità teoriche e sui numerosi e complessi problemi applicativi ricollegati al modificato scenario normativo. In particolare, durante i lavori del Master, saranno analizzati

e approfonditi gli aspetti più rilevanti del nuovo regime normativo della nuova società per azioni, della società a responsabilità limitata e in accomandita per azioni, delle operazioni straordinarie, delle società cooperative, dei gruppi di imprese e dei profili penali e processuali. Il Master è un corso a numero chiuso, sino ad un massimo di 50 partecipanti, e mira a fornire una specializzazione fortemente qualificata a professionisti (avvocati, commercialisti, notai, giuristi d´impresa, responsabili dell´ufficio legale di aziende), ma è rivolto anche a giovani laureati in discipline economico-giuridiche e si propone di rafforzare il legame tra Università e mondo del lavoro, fornendo una professionalità specifica e ampliando gli sbocchi professionali. Il Master si sviluppa nell´arco di 108 ore di aula suddivise in 20 unità formative che si svolgeranno a Roma presso il Centro Congressi Conte di Cavour, in via Cavour 50/A. La quota di partecipazione è di € 3.850 ma per chi si iscrive entro il 06 ottobre 2006 l’importo da versare è di € 3.500. È prevista una borsa di studio a copertura delle spese di partecipazione, offerta da Ipsoa Scuola d’Impresa. Le modalità per poter concorrere all’assegnazione della stessa e i termini di inoltro della domanda sono visionabili all’interno del programma completo dell’iniziativa che è possibile scaricare e stampare collegandosi al sito www.ipsoa.it/newformazione/master_sds_roma.asp e cliccando su “preleva la brochure”. 

MASTER con iscrizioni in scadenza nel mese di OTTOBRE  Aforisma - Scuola di Formazione Manageriale Master in Amministrazione, Finanza e Controllo di Gestione LE Master in Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione LE Master in Marketing e Communication Management LE  Angq - Uninform Group Master in Tourism Quality Management RM  BeMore Master in Gestione del Personale NA Master in Gestione del Personale RM COREP Master Universitario in Ingegneria della Sicurezza e Analisi dei Rischi TO Master Universitario in Management dei Beni Culturali e Ambientali TO Master Universitario in Management dell´After Market Autoveicolistico TO Master Universitario in Pianificazione Territoriale e Mercato Immobiliare TO Master Universitario in Sviluppo Sostenibile e Promozione del Territorio TO Master Universitario in Tecnologia e Comunicazione Multimediale TO Master Universitario in Trasporti: Sistemi, Reti e Infomobilità TO  CSAD - Centro Studi Ambientali e Direzionali Master in Consulenza Direzionale: Sistemi di Gestione Aziendale BA Master in Management del turismo BA Master in Marketing e certficazione nel settore agro-alimentare BA Gruppo Focus Master in Sistemi di Gestione Aziendale - SGA CT  Ernst & Young - Business School Master in Governance, Controllo e Finanza RM Master in Human Resources Management RM

44

Mercurius magazine

 IED Master in Brand Management: marketing e comunicazione MI Master in Comunicazione di Impresa e Relazioni Pubbliche - Milano MI Master in Eventi: Strategia e Organizzazione MI Master in Management e Comunicazione dei Beni e delle Attività Culturali MI Master in Management e Comunicazione per la Produzione Televisiva MI Master in Pubblicità MI Master in Fotografare l’architettura MI  IFOA Master in Marketing e management distributivo BO  INARCH Master di Architettura Digitale - Il Racconto dello Spazio - L’architettura tra Cinema e Video RM Master di Architettura Digitale - Lo Spazio in Forme RM  INFOR - Scuola di Formazione Master Breve di Specializzazione Diritto Societario MI Master Breve di Specializzazione La Gestione delle Risorse Umane: Selezione, Formazione e Sviluppo MI Master Breve di Specializzazione Project Management MI Master Breve di Specializzazione Sicurezza e Gestione delle Informazioni: Aspetti Legali e Nuove Tecnologie MI Master Breve di Specializzazione Diritto del Lavoro, Relazioni Sindacali e Amministrazione del Personale MI  IPSOA Master di specializzazione amministrazione del personale RM


CON IL CONTRIBUTO DEGLI ESPER TI DI:

Master di specializzazione contabilità e bilancio NA Master di specializzazione controllo di gestione RM Master di specializzazione diritto del lavoro e amministrazione del personale RM Master di specializzazione diritto tributario d’impresa RM Master in revisore enti locali NA Master di specializzazione diritto societario RM Master risorse umane MI Master di specializzazione bilancio, finanza e controllo per le PMI PD Master di specializzazione diritto del lavoro NA Master di specializzazione iva RM Master tributario MI Master di specializzazione responsabilità civile RM Master di specializzazione amministrazione del personale MI Master di specializzazione diritto del lavoro e amministrazione del personale MI Master di specializzazione diritto di famiglia e minorile RM Master di specializzazione iva RE Master di specializzazione in risanamenti aziendali MS Master di specializzazione contratti pubblici RM Master di specializzazione responsabilità civile MI  ISB - Istituto Studi Bancari Executive Master in Finance & Banking FI Master in Assicurazione & Finanza LU Executive Master in Assicurazione & Finanza FI Executive Master in Private Banking FI  IULM - Libera Università di Lingue e Comunicazione Master in Management del Turismo (MMT) MI  IUSS - Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia Master Universitario Internazionale in Metodi per la Gestione dei Sistemi Complessi PV  LUMSA Master in Comunicazione e Consulenza Politica RM Master in Gestione delle Risorse Umane RM Master in Proprietà industriale RM Master in Diritto ed Economia dello Sport RM Master in Multilevel Case Management RM Master in Migrazioni: Politiche e Risorse per la Coesione Sociale RM Master in Valutare e Valutarsi: Metodi e Tecniche di Autovalutazione nella Scuola RM Master in Management e Responsabilità Sociale d’Impresa RM  Marketing University ICT Master in Management dell’Innovazione RM  Master Team Master in Retail & Distribution Management MI  Midiform Master in Amministrazione del Personale RM Master in Avvocato d´Affari RM Master in Finanza Aziendale RM Master in Gestione del Personale RM Master in Gestione delle Risorse Umane RM Master in Gestione d´Impresa RM Master in Marketing Management RM  NABA - Nuova Accademia di Belle Arti di Milano Biennio specialistico in Visual Arts and Curatorial Studies MI

Master in Action Marketing and Visual Communication MI Master in Digital Environment Design MI Master in Photography and Visual Design MI  PERFORM - Università di genova Master in Management dei Sistemi logistici integrati GE Corso di Perfezionamento in Esperto in Pet Therapy GE  Planet Work Corso di Alta Specializzazione in Selezione, Valutazione e Sviluppo delle Persone nelle Imprese BA Corso di Alta Specializzazione per Responsabile di Filiale di Agenzie per il Lavoro BA Master per Allievo Capo Reparto nella GDO BA Master in Management delle Risorse Umane BA  Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Master in Foreign Language for Business (EN) PI Master breve for Marketing of International Tourism & Congress Event PI Master breve per Mediatore Informatico: Testualità, Linguaggi, Tecniche PI  STOGEA Master in Diritto del Lavoro e Amministrazione del Personale BO Master in Gestione delle Risorse Umane BO Master in Management della Logistica Distributiva BO Master in Marketing, Comunicazione e Relazioni Pubbliche Internazionali BO Master in General Management LU Master in Amministrazione, Finanza e Controllo di Gestione BO Executive Master in Amministrazione, Finanza e Controllo di Gestione BO Executive Master in Business Administration per Profili Tecnici BO Executive Master in Marketing, Comunicazione d´Impresa e Relazioni Pubbliche BO Executive Master in Project Management BO Executive Master in Diritto del Lavoro e Amministrazione del Personale BO Executive Master in Management della Logistica Distributiva BO Executive Master in Marketing e Commercio Internazionale BO Executive Master in Business Administration – Ed. Blended learning LU Executive Master in Sales & Marketing Management BO Executive Master in Web Marketing & Communication BO  Strategies Business School Master in Qualità, Ambiente & Marketing BA  Tax Consulting Firm Master Tributario RM  Trento School of Management Master of Art and Culture Management TN Master of Tourism Management TN  Università del Sannio MUJAZZ - Master Universitario in Tecnologie Informatiche per la Gestione della Conoscenza Organizzativa AV MUTEGS - Master Universitario in Tecnologie e Gestione Software AV MUTS - Master Universitario in Tecnologie del Software AV  Università di Foggia Master in Nuovi Media e Formazione FG  Università di Lecce - ISUFI Master in Management per la valorizzazione del patrimonio culturale LE

ottobre 2006

45


 Università di Pisa - Formazione Avanzata Economia Master in Management delle aziende sanitarie PI  Università di Pisa Master in Andrologia PI Master in Auditing e controllo interno PI Master in Coordinamento Infermieristico di Donazione e Trapianto di Organi e Tessuti PI Master in Igiene industriale, Prevenzione e Sicurezza PI Master in Patologia Apistica ed Apidologia Generale PI Master in Produzione della Carta/Cartone e Gestione del Sistema Produttivo LU

Master in Sessuologia Clinica PI  Università di Torino Master in Progettazione del Paesaggio e delle Aree Verdi TO  Virtual Reality & Multi Media Park Master Breve in Programmazione per Computer Grafica e Videogiochi TO Master in Computer Grafica TO Master in Editing e Scrittura di Prodotti Audiovisivi TO Master in Tecnica del Suono per il Cinema e l´Audiovisivo TO Master in Video, Effetti e Compositing TO Master Universitario in Digital Entertainment TO

MASTER con iscrizioni in scadenza nel mese di NOVEMBRE Centro Studi CTS Master in Gestione, Marketing e Programmazione delle Imprese Turistiche RM COREP Master Universitario in Sviluppo Locale AL CTQ Master in Logistica ed Organizzazione Industriale e Commerciale SI Master in Qualità e Certificazione di Prodotto nelle Aziende Agroalimentari SI Master in Qualità e Organizzazione delle PMI SI IED Master in Fashion Buyer MI Master in Fashion Editor MI Master in Fashion Show MI Master in Visual Merchandising MI Master in Marketing e Comunicazione TO Master in Progettazione Editoriale RSP TO IFOA Master in Amministrazione finanza e controllo di gestione BA Master in Commercio estero e marketing internazionale RE Master in Comunicazione digitale per media di ultima generazione RE Master in Food marketing e commercializzazione nell´agro-alimentare PR Master in Management dell’internazionalizzazione in Cina RE Master in Marketing & Sales Management BA Master in sviluppo e gestione etica delle risorse umane RE IPSOA Master di specializzazione diritto tributario d’impresa MI Master di specializzazione bilancio, finanza e controllo per le PMI FI Master di specializzazione diritto tributario internazionale MI Master di specializzazione finanza aziendale MI Master di specializzazione contabilità e bilancio RM Master di specializzazione diritto tributario d’impresa PD Master di specializzazione finanza aziendale RM Scuola di alta specializzazione diritto tributario d’impresa FI ISB - Istituto Studi Bancari Master in Banca & Finanza LU Executive Master in Corporate Banking FI IULM - Libera Università di Lingue e Comunicazione Master in Comunicazione per le relazioni internazionali (MICRI) MI Master in Manager dei processi creativi MI

46

Mercurius magazine

Luiss Business School – Divisione di Luiss Guido Carli Master in Aviation Business Administration RM LUMSA Master in Cartoni Animati: Animazione e Management RM Master in Archivistica RM Master in Studi Storico-Artistici e di Tutela e Valorizzazione del Patrimonio Culturale e dell´Ambiente RM Master Team Master in Hospitality Management MI Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Master breve in English Translation & Information Technology PI Master breve in Lingua Inglese per il Marketing e il Commercio Internazionale PI STOGEA Master in Gestione delle Risorse Umane - Lucca LU Master in Marketing, Comunicazione e Relazioni Pubbliche Internazionali - Lucca LU Executive Master in Comunicazione Pubblicitaria RM Strategies Business School Master in Ambiente & Qualità - Bari BA Master in Marketing & Qualità - Bari BA Università di Pisa Master in Chirurgia Miniinvasiva Endolaparoscopica PI Master in Chirurgia Tiroidea e Paratiroidea PI Master in Diagnosi e Rilevamento dei Siti Subacquei PI Master in Terapia Dialitica dell’Insufficienza Renale PI Master in Comunicazione Ambientale PI Master in Comunicazione Pubblica e Politica PI Master in Olivicoltura e Olio di Qualità PI Master in Biomateriali PI Master in Infermieristica in Salute Mentale - Psichiatria PI Master in Materiali e Tecniche Diagnostiche nel Settore dei Beni Culturali PI Master in Giurista dell´Economia e Manager Pubblico PI Università di Verona Master in Logistica Integrata - Supply Chain Integrated Management VR

Trovate la scheda dettagliata di tutti i Master presentati in questa sezione su: www.masterin.it


Mercurius Magazine - Ottobre 2006  

Versione elettronica del nostro mensile di orientamento professionale per laureati

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you