Anteprima Meeting 2015 #meeting15

Page 1

IP

ANTEPRIMA

DI CHE È MANCANZA QUESTA MANCANZA, CUORE, CHE A UN TRATTO NE SEI PIENO? 20.26 AGOSTO 2015 RIMINI FIERA

OFFICIAL PARTNERS

MAIN PARTNERS

#meeting15

LAYOUT

COLORS

Enel Work : Logotipo Base mm 100 Black

Date :

Pantone

Mar, 02, 2005

La passione di muovere il Paese Work Code :

EN_06

File Name: Enel_Pos_Black Software :

Adobe Illustrator CS

Version :

11.0.1

Designer :

D.A.


SERVIZIO NAVETTA PARCHEGGI FIERA Rimini Fiera, Via Emilia 155, Rimini (ingressi Sud ed Ovest) 9.000 posti auto gratuiti. 1.000 in prossimità dell’ingresso Sud - 8.000 in prossimità dell’ingresso Ovest - Parcheggi invalidi (ingresso Est) - Parcheggi per camper (ingresso Ovest / zona 3)

Per tutta la durata della manifestazione la Fiera di Rimini sarà collegata al resto della città con un servizio navetta seguendo tre percorsi: Linea 5 - Linea 9 - Linea 10. I titoli di viaggio saranno validi sulla rete di Start Romagna in relazione a: 1) validità oraria e/o giornaliera 2) validità zone del territorio

AL MEETING IN TRENO

La stazione ferroviaria Rimini Fiera sarà attiva per alcuni treni regionali e interregionali. Per verificare il proprio treno e prenotare il viaggio www.trenitalia.com.

Vieni al Meeting!

PRENOTA DAL NOSTRO SITO IL TUO SOGGIORNO AL MEETING Anche quest’anno potrai accedere al servizio di prenotazione on line, verificare la disponibilità delle camere negli hotel convenzionati, comparare i prezzi relativi alle diverse sistemazioni e riservare il tuo albergo, direttamente dalla home page del sito del Meeting!

Ingresso e parcheggio gratuito PROMUOVI IL MEETING E VIVILO CON NOI!

PASSEGGINO SHARING Servizio utile per tutti i genitori che potranno noleggiare a costo zero il passeggino senza doverlo portare da casa. Il Servizio sarà attivo presso la Hall Sud e la Hall Ovest della Fiera tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 22:45 e verrà realizzato grazie alla partnership con Inglesina.

MY MEETING

#meeting15 Aiutaci a promuovere il Meeting: locandine, banner e altri strumenti scaricabili dal sito www.meetingrimini.org. Inoltre, per restare connessi al Meeting durante tutto l’anno, seguire e condividere gli avvenimenti più importanti e tutti i contenuti multimediali, basta entrare nel network dei canali social (Facebook, Twitter, Youtube, Flickr, Instagram) oppure iscriversi alla Newsletter per riceverli periodicamente nella posta elettronica.

Un’area riservata e personale dove potrai salvare tutti i tuoi appuntamenti preferiti, gli incontri a cui vuoi partecipare, prenotare la visita guidata alle mostre e programmare la tua settimana riminese. Per creare un account My Meeting basta compilare il form di registrazione sul sito del Meeting, e finalizzare l’iscrizione tramite l’ email che riceverai al termine della registrazione.

SOSTIENI LA COSTRUZIONE DI UN LUOGO CHE, ,, DA OLTRE 30 ANNI, TESTIMONIA E RACCONTA UNA , , ,, CULTURA DELL INCONTRO, UNA CULTURA DELL AMICIZIA . LA VERITÀ FORZA DELLA PACE

DIALOGO FRA UOMINIE POPOLI, UN’ INSTANCABILE APERTURA AL MONDO

LA BELLEZZA SALVERÀ IL MONDO

UNA GRATUITÀ POSSIBILE E SPERIMENTABILE

PRENOTA LA TUA MOSTRA Per risparmiare tempo ed evitare file, nella sezione “Prenota la tua mostra” potrai scegliere l’orario e indicare per quante persone prenotare una visita guidata, tutti i giorni dalle 11,00 alle 23,00.

DONA ORA ED ENTRA NELLA COMMUNITY MEETING PERCHÉ QUESTO LUOGO POSSA CONTINUARE AD ESSERCI!

UN FESTIVAL CULTURALE DAI TRATTI INCONFONDIBILI

Un piccolo gesto per continuare una grande storia

DONA AL MEETING IL TUO

CODICE FISCALE

01254380403

COSA PUOI FARE PER SOSTENERE IL MEETING Donazione con Paypal dal sito del Meeting Versamento su conto corrente postale c/c postale n. 11139474 Versamento su conto corrente bancario IBAN IT31 0033 5901 6001 0000 0071 814 Assegno bancario

Donazione continuativa con bonifico automatico (ADUE) modulo dal sito del Meeting Destinazione del 5x1000 (Codice fiscale 01254380403) Lasciti Sostegno progetto crowdfunding “Volontari del Mondo al Meeting di Rimini” sul sito Eticarim


Chi c’è al Meeting

Abate Generale dell’Ordine Cistercense, a svolgere la relazione fondamentale del prossimo Meeting: “Di che è mancanza questa mancanza, cuore, che a un tratto ne sei pieno?”

Fra i molteplici temi che tratteremo segnaliamo: ABRAMO. LA NASCITA DELL’IO, presentazione della mostra con Giorgio Buccellati, Professore Emerito di Storia e Archeologia del Vicino Oriente Antico alla UCLA, USA e Ignacio Carbajosa Pérez, Docente di Antico Testamento presso la Facoltà di Teologia dell’Università San Dámaso di Madrid, Spagna

mostra L’UMANO ALL’OPERA. PIAZZA DEL DUOMO A FIRENZE TRA FEDE, STORIA E ARTE

Brad Stuart, Chief medical officer of Sutter Care at Home and Co-founder and Chief Executive Officer of ACIStrategies Advanced Care Innovation, USA ed Elvira Parravicini, Assistant Professor of Pediatrics at CUMC sul tema LA CURA DEL PAZIENTE ALL’INIZIO E FINE VITA

INTORNO ALLA FAMIGLIA con Anna Garriga, Università Abat-Oliba e Lorenza Violini, Docente di Diritto Costituzionale all’Università degli Studi di Milano

LE RELIGIONI SONO PARTE DELLA SOLUZIONE, NON IL PROBLEMA con S. Em. Card Jean-Louis Tauran, Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso il tema EDUCAZIONE E REALISMO: LA GENERAZIONE DI UN SOGGETTO con Eddo Rigotti, già Decano della Facoltà di Scienze della Comunicazione e Professore Emerito all’Istituto di argomentazione, linguistica e semiotica (IALS) dell’Università della Svizzera italiana e Carlo Wolfsgruber, Rettore della Fondazione V. Grossman di Milano

L’ESPERIENZA DELL’ARTE CONTEMPORANEA con Giuseppe Frangi, Direttore Responsabile di Vita non profit magazine

ATTRAVERSO LA SCIENZA, LA SCOPERTA DELL’IO con Andrea Moro, Neurolinguista, Direttore Centro di ricerca Ne.T.S. della Scuola Superiore Universitaria ad Ordinamento Speciale IUSS di Pavia, e altri

PER ME VIVERE È CRISTO con Aleksandr Filonenko, Docente di Filosofia all’Università Nazionale di Char’kov, Ucraina e Constantin Sigov, Filosofo e Docente all’Università Nazionale di Kiev-Mohyla, Ucraina, sulla figura del metropolita Antonij di Suroz

L’UOMO: ESSERE DI MANCANZA un dialogo filosofico con Eugenio Mazzarella, Docente di Filosofia Teoretica all’Università degli Studi Federico II di Napoli e Costantino Esposito, Docente di Storia della Filosofia all’Università degli Studi di Bari

S. Ecc. Mons. Nunzio Galantino, Segretario Generale CEI sul tema PERSONA E SENSO DEL LIMITE

GUARDARE LONTANO: LA NOSTALGIA DELLE STELLE con Duccio Macchetto, Emeritus Astronomer allo Space Telescope Science Institute; Roberto Vittori, Astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e Marco Bersanelli, Docente di Astrofisica all’Università degli Studi di Milano

Annamaria Furlan, Segretario Generale della Cisl e Giulio Sapelli, Professore di Storia Economica all’Università degli Studi di Milano sul tema SINDACATO E PROSPETTIVA DEI CORPI INTERMEDI S. Ecc. Mons. Silvano Maria Tomasi, Osservatore permanente della Santa Sede per le Nazioni Unite a Ginevra e Michael Møller, Direttore Generale delle Nazioni Unite a Ginevra sul tema ORGANISMI INTERNAZIONALI

LA DISABILITÀ E LA POSSIBILITÀ DI VIVERE PIENAMENTE con Timothy Shriver, Chairman of Special Olympic L’intervento di S. Em. Card. Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze sul tema AUTENTICO UMANESIMO: L’INCONTRO TRA FEDE E RISCOPERTA DEI VALORI DELL’ANTICHITÀ contestualmente alla presentazione della

Grégoire Ahongbonon, Fondatore dell’Associazione San Camillo de Lellis e Marco Bertoli, Psichiatra e Direttore Generale dell’Azienda per i Servizi Sanitari Isontina di Gorizia sul tema MALATTIA MENTALE E RECUPERO DELL’IO

COSA SIGNIFICA FARE IL GIUDICE COSTITUZIONALE? con Marta Cartabia, Vice Presidente della Corte Costituzionale; Sabino Cassese, Giudice emerito della Corte Costituzionale e Joseph Weiler, Presidente EUI e poi, ancora, i dialoghi a due voci AL FONDO DELLA MANCANZA con la partecipazione, tra gli altri, di Luciano Violante, Presidente Emerito della Camera dei Deputati, Fausto Bertinotti, Presidente Fondazione Cercare Ancora e Piero Sansonetti, Fondatore e Direttore de Il Garantista; i grandi incontri di scenario internazionale; le prospettive e gli orizzonti dell’economia nazionale, europea e mondiale

Fra i tanti relatori invitati dall’Italia e dal mondo: Carlo Cottarelli, Executive Director International Monetary Fund; Shodo Habukawa, Monaco buddista del Monte Koya, Giappone; Orlando Carter Snead, Direttore del Center for Ethics and Culture all’Università di Notre Dame, USA; Domenico Lombardi, Direttore del Global Economy Department presso il Centre for International Governance Innovation (CIGI), Canada; Michele Valensise, Segretario Generale della Farnesina; Javier Prades López, Rettore dell’Università San Dámaso di Madrid; Carlos «Charly» Olivero, Sacerdote della parrocchia della Virgen de los Milagros de Caacupé nella villa 21-24, Buenos Aires; Egidio Bandini, Giornalista e Presidente del “Club dei Ventitré”; Francesco Braschi, Dottore della Biblioteca Ambrosiana e Presidente Associazione Russia Cristiana; Brian J. Grim, President Religious Freedom & Business Foundation; Monica Maggioni, Direttore Rai News 24.

TEMI E PERSONAGGI

Sarà Mauro Lepori,

LE NUOVE COSTITUZIONI DOPO LE PRIMAVERE ARABE con Rafaa Ben Achour, Judge of the African Court on Human and Peoples’ Rights; Tania Groppi, Professore di Istituzioni di diritto pubblico all’Università degli Studi di Siena; ibrahim Kaboglu, Professore di Diritto Costituzionale alla Marmara University; Adel Omar Sherif, Deputy Chief Justice of the Supreme Constitutional Court of Egypt


Mostre Meeting ABRAMO La nascita dell’io A cura di Ignacio Carbajosa. Con la collaborazione di Giorgio Buccellati.

In un contesto storico di grandi cambiamenti come quello nostro, dove una civiltà edificata sui valori cristiani sta crollando davanti ai nostri occhi, provocando lo sgomento di tanti, vale la pena tornare sulla figura di Abramo che rappresenta la modalità con cui il Mistero ha voluto salvare l’uomo. In

questo modo risulta evidente che Dio ha puntato tutto sul rapporto con un uomo, Abramo, e sulla sua libertà, tralasciando ogni calcolo geopolitico. Infatti sembrerebbe “più intelligente” scegliere il figlio di qualche imperatore per rivelare il disegno divino a tutta l’umanità. Chi avrebbe fatto una mossa così per arrivare a tutti? Chi oggi agirebbe in questo modo? Con la figura di Abramo si identifica la nascita dell’io. E oggi più che mai sentiamo l’urgenza di questa rinascita della persona. Se il cuore dell’uomo non ritorna a battere, a desiderare, a rimettersi in gioco nelle difficoltà quotidiane sarà inutile ogni tentativo di riuscita e soluzione, perché si useranno sempre logiche di potere e strategie che riducono l’uomo e l’ampiezza del suo desiderio più vero.

OPUS FLORENTINUM Piazza del Duomo a Firenze tra fede, storia e arte A cura di Mariella Carlotti e Samuele Caciagli . umanesimo e in contemporanea riaprirà i In collaborazione con l’Opera di Santa Maria suoi battenti il Museo dell’Opera del Duodel Fiore di Firenze. mo, con un allestimento che ne raddoppia lo spazio e ne rende più fruibile lo straordinario patrimonio artistico. La mostra - realizzata congiuntamente dal Meeting di Rimini e dall’Opera di Santa Maria del Fiore - intende presentare quello straordinario luogo di fede, di storia e di arte che è piazza del Duomo a Firenze. Il filo narrativo della mostra è rappresentato dai tre grandi edifici della piazza – Battistero, Cattedrale e Campanile – dei quali verrà offerta una sintetica chiave di lettura, soprattutto poggiata sulla forma architettonica e sulla Nel novembre del 2015 Firenze sarà sede decorazione scultorea. Una sala immersiva del Convegno Ecclesiale Nazionale che i Ve- renderà infine possibile una visita virtuale al scovi hanno titolato: In Gesù Cristo il nuovo nuovo museo dell’Opera del Duomo.

FADO Un incontro con il cuore dell’uomo A cura di Sara Pereira, Maria do Rosário Lupi Bello, Carlos Miguel Costa, Maria Seabra Duque, Luigi Angelillis. Con la collaborazione di Davide Perillo. Coordinamento generale di Aura Miguel.

Il Fado (parola che significa «destino») è più di una canzone: è l’espressione (musicale) di un modo di guardare, sentire e vivere la vita, di un’esperienza. Quello che incontriamo nella “canzone nazionale del Portogallo” è il cuore dell’uomo, plasmato nella coscienza identitaria di un popolo intero. Il sentimento TENERE VIVO IL FUOCO Sorprese dell’arte contemporanea A cura di Giuseppe Frangi, Davide Dall’Ombra, Luca Fiore e Francesca Radaelli.

Uno sguardo curioso e aperto per non restare ostaggi dei soliti luoghi comuni. L’arte di oggi è certamente anche un fatto di

Esperienze e percorsi Spazi dedicati a volti, storie, realtà e racconti di uomini che vivono e hanno vissuto intensamente i loro bisogni e desideri. Percorsi che attraverso testi, immagini e video ci accompagnano lungo un cammino fatto di incontri che fanno rinascere, di occhi stupiti che ridanno speranza, di luoghi in cui è possibile essere uomini.

Padre Carlos «Charly» Olivero. Viaggio tra i curas villeros in Argentina Momenti di dignità. Mostra fotografica di Joseph Weiler I Am Exceptional: The Millennial Experience A cura di Millennial Project.


Cosa c’è al Meeting PER ME VIVERE È CRISTO - METROPOLITA ANTONIJ A cura di Aleksandr Filonenko, Dmitrij Strozev, Konstantin Sigov, Giovanna Parravicini e Francesco Braschi e Adriano Dall’Asta.

“Pieno di Dio, non temo l’avvenire, poiché, quale che sia, non sarà mai più grande di questa anima mia” (Fernando Pessoa, Messaggio)

guerra mondiale, condivise il destino dell’immigrazione russa in Europa dopo la rivoluzione e incontrò Cristo all’età di 14 anni al limite dell’umana disperazione. “Dio ci ha preso come chicchi di grano e ci ha sparso in tutto il mondo”. Egli accettò questa vocazione, divenne medico e monaco in Francia, sacerdote e poi vescovo in Inghilterra. Le sue prediche divennero la voce libera della Chiesa prigioniera dell’ateismo; la sua teologia divenne chiamata all’incontro con il Dio vivo, nel La mostra è dedicata alla vita e alla quale avviene l’incontro con la realtà, testimonianza del metropolita Antonij con ogni uomo e con il mondo intero; di Surozh (1994-2003), vescovo della la sua vita divenne scuola per il quoChiesa Ortodossa russa in Inghilterra. tidiano cammino di liberazione nella Nato nell’anno dell’inizio della prima profondità evangelica.

mercato, spesso ridotta a puro esercizio di nichilismo. Ma in mezzo a questa fanghiglia - come sempre nella storia dell’uomo - si possono scoprire dei fili d’oro che è un peccato non seguire, non guardare, non conoscere. Sono fili d’oro che raccontano un’imprevista, a volte spiazzante, commozione per l’umano. E che la raccontano in forme altrettanto impreviste, a volte molto diverse da quelle a cui la tradizione ci ha abituati. Ma l’arte non è obbligata da nessuna forma. La mostra proposta al prossimo Meeting vuole proprio seguire alcuni di questi “fili d’oro”, attraverso non le opere, ma la narrazione, anche spettacolare, di queste opere. Non vuole essere una mostra che cerca consenso, ma che sollecita curiosità.

MISTERIOSA È L’ACQUA A cura di Associazione Euresis. In collaborazione con Fondazione Ceur. scientifica ha rivelato di questo elemento così quotidiano ed eccezionale, così “umile et pretioso”. Il visitatore scoprirà in quanti e quali modi la nostra vita dipende fisicamente dall’acqua e dalle sue speciali caratteristiche, a un livello ancora più profondo di quello che ritenevano i popoli antichi e potrà ricostruire i fattori principali del rapporto fra l’uomo e l’acqua, che così tanto ha deterLa sete, esperienza fortemente indicata minato e determina lo sviluppo della cidal titolo del Meeting, è segno privilegia- viltà umana. Grazie alla consapevolezza to dell’attesa e della ricerca di ciò che ci introdotta dalla scienza moderna potrà costituisce: noi sentiamo la mancanza di poi riscoprire in termini nuovi e sorprenciò che è essenziale per vivere e che ci denti l’antica immagine dell’acqua come costituisce in massima parte. emblema di ciò che è necessario alla La mostra “Misteriosa è l’acqua” met- vita, come segno del compimento della terà in luce le meraviglie che l’indagine persona umana.

“Mossi da uno sguardo” Dalla Sagrada Familia all’Abbazia di Morimondo, storia di un’amicizia A cura dell’ Associazione Amici Centro Culturale Shalom di Abbiategrasso. Con la collaborazione di Associazione Amici di Gaudì, Jordi Bonet, Etsuro Sotoo, Jordi Fauli, José Manuel Almuzara. Un cuore più grande della guerra. La Grande Guerra raccontata dai canti del popolo soldato A cura del Coro Cet.

“Tu lascerai ogni cosa diletta più caramente”. L’esilio dei Giuliano Dalmati alla fine del secondo Conflitto Mondiale A cura di Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e Coordinamento Adriatico. Lèvati, o anima, e guarda Pittori e Scultori raccontano Alberto Marvelli nel Decennale della beatificazione A cura del Centro documentazione “A. Marvelli” di Rimini.

ESPOSIZIONI

che che attraversa tutte le varietà di fado è la saudade, forma di nostalgia che caratterizza il popolo portoghese, espressione di questa «mancanza di cui il cuore è pieno», la nostalgia per un Bene assente, che assume la forma di una apparente tristezza. Nella struttura musicale del fado e nel suo contenuto letterario incontriamo i segni del suo profondo legame con l’oceano: è nato da un popolo di marinai e navigatori e solo dopo si è stabilito in terraferma, nei quartieri popolari di Lisbona. Il Fado assume positivamente la ferita del cuore umano, appoggiandosi in una certezza esistenziale, come i marinai che, davanti alla grandezza dell’oceano, partivano con saudade ma certi dell’essenziale: il loro viaggio esprimeva il loro “io”, come detto nelle parole del poeta:


Meu Fado Giovedì 20 agosto – ore 21.45 – Arena Spettacoli D3 Il termine Fado significa destino. Lo stesso destino per cui ci s’interroga, ci si commuove, ci si appassiona, si prega. Questo è ciò che faceva la gente del popolo, cantando. Delinquenti, assassini e prostitute erano gli interpreti più rappresentativi di questo genere, tanto da rendere l’appellativo “fadista” un vero e proprio insulto. Con il tempo anche i ceti più nobili iniziarono a condividere la passione per questa musica, oggi simbolo universale della cultura portoghese. Al Meeting di Rimini, il prossimo agosto, andremo piacevolmente insieme alla scoperta di questa affascinante tradizione portoghese, scoprendo il Fado di ciascuno di noi.

L’impronta – Cuori Moderni

Venerdì 21 agosto – ore 21.45 – Arena Spettacoli D3 Selezione testi Davide Rondoni, da Mario Luzi a Gregory Corso, da Giacomo Leopardi a Par Lagerkvist, da Clemente Rebora a Kikuo Takano. In collaborazione con la Sagra Musicale Malatestiana. Un percorso poetico, seguendo le orme della Presenza che tanto fa sospirare. Un vero e proprio “spettacolo” in poesia, serata di visioni e parole dominata da un’evidenza: il cuore dell’uomo ha una traccia unica. Un vuoto, una cavità, una ferita che ha i contorni di una impronta “misteriosa”. La serata che si proporrà al prossimo Meeting farà risuonare le voci di poeti diversi per periodo, provenienza, e matrice culturale e religiosa. Perché ovunque, sotto il cielo del mondo, gli uomini avvertono la presenza di questo sigillo nel cuore. Che fa patire ma, al tempo stesso muove a cercare chi, che cosa possa pienamente colmarlo.

Un cuore più grande della guerra Sabato 22 agosto – ore 21.45 – Arena Spettacoli D3 Coro CET.

L’uomo, la sua inesauribile domanda di bene è più grande del dramma della guerra. Il coro CET - Canto e Tradizione - nato a Milano nel 2000, porta al Meeting il racconto dei popoli combattenti della prima metà del ‘900, trasmesso fino a noi grazie al repertorio dei canti popolari di montagna nati o adattati in occasione della prima e della seconda Guerra Mondiale. Un tema che sarà affrontato sotto molteplici prospettive tutte accomunate dal fatto di essere esperienze autentiche di chi ha vissuto in prima persona il dramma della guerra. Un cuore che, attraverso la musica, si rivela come esperienza in maniera straordinaria.

Cicli ed Eventi SPIRTO GENTIL - GUIDE ALL’ASCOLTO 20/08 Arie d’opera Guida all’ascolto con CD. Relatore: Prof. Ermanno Calzolaio

22/08 H. Villa Lobos: brani scelti Guida all’ascolto dal vivo. Relatore ed esecutore: M° Piero Bonaguri

25/08 A. Dvorak: Trio Dumky Guida all’ascolto dal vivo. Relatore: M° Pier Paolo Bellini. Esecutori: SchuberTrio, Giulio Giurato, pianoforte, Roberto Noferini, violino, Andrea Noferini, violoncello


Cosa c’è al Meeting L’annuncio a Maria Lunedì 24 agosto – ore 21.45 Arena Spettacoli D3

Martedì 25 agosto – ore 21.45 Arena Spettacoli D3 Con Marco Poeta e Ghetonia.

Attori: Ksenija Martinovic, Federica D’Angelo, Matteo Bonanni, Paola Romanò.

Da un’idea di Marco Poeta nasce lo spettacolo “Mediterraneo e Dintorni” (dalla Grecia salentina al Fado) dove le nostalgiche note del canto Griko e dal Salento, si intrecciano con le struggenti sonorità della guitarra portuguesa e delle melodie del Fado antico. Progetto ambizioso quanto originale, unico nel suo genere, con cui si vogliono far conoscere le bellezze artistiche e popolari di queste due affascinanti terre molto simili tra loro.

Un testo controverso quello dell’annuncio a Maria, il cui incredibile successo nel corso del Novecento ha, forse, contribuito a cristallizzarne i contenuti, immortalandolo in una sottospecie di aura innaturale. Leggere, invece, con distacco culturale e temporale questa opera drammaturgica consente, oggi, di ottenere un risultato sorprendente: più ci distanziamo dalla sedimentazione culturale, più i personaggi in esso rappresentati ci appaiono come veri e vicini, sfidando il senso comune e generando nell’uomo quel senso di incompiutezza che definisce la nostra disperazione, la nostra imperfezione. L’annuncio a Maria di Paul Claudel deve essere dunque affrontato come un testo umanissimo: una storia d’amore soprattutto, così umana da suggerire quella spaccatura dell’animo dietro la quale possiamo scorgere la complessità dell’uomo che spaventa e destabilizza.

Preghiera Shomyo e Canti della tradizione cristiana

Mercoledì 26 agosto - ore 11.15 – Arena Spettacoli D3 Il prof. Shodo Habukawa ed i suoi allievi, monaci Buddisti Shingon del Monte Koya, presentano Shomyo. Shomyo è canto liturgico buddhista: la sua storia in Giappone risale al sesto secolo d.C. quando il Buddhismo fu introdotto in Giappone, ed ebbe ampia diffusione nel nono secolo, quando Kobodaishi Kukai (774-835), il fondatore del Buddismo Shingon, portò la tradizione del canto Shomyo dalla Cina. Nel tempio Muryokoin del prof. Habukawa, i monaci pronunciano Shomyo ogni giorno, circondati dalle statue di Buddha, e da numerosissimi steli in memoria degli antenati dei credenti; in questa occasione Habukawa espone anche le foto di Papa Giovanni Paolo II, Monsignor Luigi Giussani e Don Francesco Ricci in modo da pregare anche per loro, perché per lui l’amicizia con i cattolici è davvero importante. Questo canto/preghiera sarà fatto in collaborazione con un coro italiano, il Coro “Millennium” diretto da Guya Valmaggi, che si alternerà ai monaci con canti della tradizione ebraico-cristiana, antica e contemporanea.

CONCERTO PIANISTICO Domenica 23 agosto – ore 21.45 – Arena Spettacoli D3 Alexei Melnikov, vincitore del Concorso Internazionale Pianistico di San Marino nel 2014, si esibirà sul palco del Meeting.

SPETTACOLI

Mediterraneo e dintorni


Cosa puoi fare al Meeting Nel PADIGLIONE B5 invece ci sarà la grande offerta fast food con pizza, primi piatti di pesce e risotti, kebab, hot dog e patatine fritte più un grande spazio dedicato al Ristorante Romagnolo con annessa un’area interamente dedicata ai più piccoli con laboratori di pasta artigianale e intrattenimento. Al centro del padiglione non mancheranno poi la Gelateria e la caffetteria. Nel PADIGLIONE A2 ci sarà il grande ritorno del Ristorante Pugliese, che porterà in fiera le sue

tipicità locali in uno spazio tutto nuovo. Nello spazio delle piscine ovest inoltre sarà allestita una caratteristica Sagra pugliese con panzerotti e altre prelibatezze da gustare in libertà. Al centro delle PISCINE OVEST ci saranno poi la gelateria/creperia e la Birreria Meeting più l’offerta della Street Food Area con kebab, piadine, patatine, frutta e yogurt. Infine le tipicità siciliane presenti nel Bar Alcamo (PAD. C1) e la Birreria Meeting nella PISCINA EST.

Ristorazione: tante novità per tutti i gusti Pala Sport Meeting

Enel Villaggio Ragazzi

13000 MQ DEDICATI ALLO SPORT, promosso insieme a CSI (Centro Sportivo Italiano) e CdO Sport. Dalle 11.00 alle 23.30 numerose attività sportive (calcio a 5, basket, pallavolo, ping pong, giochi di strada, dama e scacchi, atletica, mini tennis, baseball e danza sportiva), esibizioni e prove libere (ginnastica acrobatica, danza sportiva, baseball), tornei e sfide per tutte le età (basket, tennistavolo, calcio a 5, scacchi, bridge). Inoltre, durante la settimana, ci saranno importanti ed entusiasmanti manifestazioni sportive in esterno!

UN’INTERA AREA DEDICATA AI BAMBINI! Ogni giorno canti, balli e giochi con gli amici del Villaggio: Piccole Tracce, Pim Pam, Padre Marco Finco, Maestro Villa e il Capo Banda vi daranno il benvenuto! Vi aspettano i Laboratori creativi e attività manuali per costruire, inventare e imparare; lo spettacolo quotidiano di Padre Marco su “Frate Jacopa dei Settesoli”; il Teatrino delle Marionette per i più piccini, con storie da guardare e ascoltare; la Libreria “animata” per ascoltare e leggere; gli Incontri del pomeriggio di arte, di sport e di presentazione di libri per ragazzi; tutte le sere al Teatro “Dei Cuori” spettacoli sempre nuovi e divertenti. Saranno allestite due mostre: una su Dante Alighieri, il poeta innamorato e Albert Einstein, curioso all’infinito, ed un’altra tratta da “Lo Hobbit” di J.R.R. Tolkien. Inoltre troverete l’AREA KIDS per i piccolissimi (bambini fino a 3 anni),

SERVICE WEB (baby club per bambini dai 4 agli 8 anni) e anche quest’anno l’AREA PAPPERIA (un ambiente tranquillo e un luogo attrezzato per la mamma e il suo bambino).

Porta una mostra Meeting nella tua città! Proporre una mostra Meeting nei diversi ambienti della tua città può diventare una grande occasione di dialogo reale e nuovi inizi pieni di speranza. Per informazioni tel. 0541/728565 www.meetingmostre.com

NEI PADIGLIONI

Quest’anno tante novità per soddisfare tutti i gusti del pubblico del Meeting, a partire da un’unica grande area ristorativa che occuperà interamente i PADIGLIONI B5 E D5. Nel PADIGLIONE D5 ci saranno i ristoranti tipici Bergamasco, il ristorante di carne Graticula e l’osteria Romana. Per gli amanti della classica piadina romagnola non mancherà lo stand della Santina e il mitico hamburger di carne Chianina preparato al momento.