Page 1


RASSEGNA STAMPA

Press & Digital PR Via Giordana 3. 10128 Torino Tel. 011/5534519 Cell. 333/4008592 ufficio stampa@maybepress.it


diffusione:145421 tiratura:210804 23/09/2017 Pag. 61 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 23/09/2017 Pag. 61 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:97980 tiratura:140038 08/10/2017 Pag. 1

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:97980 tiratura:140038 08/10/2017 Pag. 1

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:97980 tiratura:140038 08/10/2017 Pag. 1

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


26/09/2017 Pag. 32

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


26/09/2017 Pag. 32

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 23/09/2017 Pag. 61 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 23/09/2017 Pag. 61 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:73546 tiratura:101009 06/10/2017 Pag. 16

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:194011 tiratura:288313 06/10/2017 Pag. 17 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 10/10/2017 Pag. 47 Ed. Imperia

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:101414 tiratura:134194 04/10/2017 Pag. 9

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:100825 tiratura:132442 06/10/2017 Pag. 16

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:194011 tiratura:288313 05/10/2017 Pag. 13 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 30/10/2017 Pag. 38 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 10/10/2017 Pag. 47 Ed. Imperia

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: mensile

➤ 01/12/2017

PAG.: 78

1/1

AUTORE:


17/11/2017 Pag. 33 N.1420 - 17 novembre 2017

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


06/10/2017 Pag. 42 N.1414 - 6 ottobre 2017

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:46573 tiratura:72018 06/10/2017 Pag. 16

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: mensile

➤ 01/09/2017

PAG: 44

1/1

AUTORE


diffusione:145421 tiratura:210804 21/09/2017 Pag. 51 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 22/09/2017 Pag. 39 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:194011 tiratura:288313 22/09/2017 Pag. 14 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


22/09/2017 Pag. 38

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


19/10/2017 Pag. 5 ALBUM REGIONI PIEMONTE

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


04/10/2017 Pag. 14

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


22/09/2017 Pag. 3 N.1412 - 22 settembre 2017

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


22/09/2017 Pag. 31 N.1412 - 22 settembre 2017

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:5000 25/09/2017 Pag. 34

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 28/09/2017 Pag. 45 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 28/09/2017 Pag. 45 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:231083 tiratura:321166 17/02/2018 Pag. 15 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


25/09/2017 Pag. 6

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


06/10/2017 Pag. 38

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:15500 tiratura:17000

Gazzetta di Alba 17/10/2017 Pag. 22

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:216569 tiratura:310275 30/03/2018 Pag. 30

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:216569 tiratura:310275 30/03/2018 Pag. 30

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:216569 tiratura:310275 30/03/2018 Pag. 30

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:20083 tiratura:23430 21/10/2017 Pag. 30

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:11000 11/10/2017 Pag. 26

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 01/03/2018

SITO: https://bit.ly/2G0F5uE

Servizio completo: https://bit.ly/2G0F5uE

1/1

AUTORE


diffusione:231083 tiratura:321166 04/02/2018 Pag. 33

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:231083 tiratura:321166 04/02/2018 Pag. 33

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:231083 tiratura:321166 04/02/2018 Pag. 33

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:231083 tiratura:321166 17/01/2018 Pag. 13 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


16/03/2018 Pag. 33

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


17/02/2018 Pag. 30

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


17/01/2018 Pag. 33

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: mensile

➤ 01/12/2017

PAG.: 5

1/1

AUTORE:


diffusione:46573 tiratura:72018 17/02/2018 Pag. 27

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:100825 tiratura:132442 17/02/2018 Pag. 27

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:73546 tiratura:101009 17/02/2018 Pag. 27

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:30000 18/04/2018 Pag. 45

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:175237 tiratura:274745 09/04/2018 Pag. 1 Ed. Genova

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:175237 tiratura:274745 09/04/2018 Pag. 1 Ed. Genova

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:194011 tiratura:288313 14/02/2018 Pag. 12 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:194011 tiratura:288313 17/01/2018 Pag. 16 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:175237 tiratura:274745 29/03/2018 Pag. 37

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:175237 tiratura:274745 29/03/2018 Pag. 37

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 02/02/2018 Pag. 57 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:145421 tiratura:210804 17/02/2018 Pag. 65 Ed. Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


T1 CV PR T2 ST XT PI

LA STAMPA SABATO 20 GENNAIO 2018

L’albero storto al Garybaldi Per la stagione «Tutta un’altra storia», alle 21,30 al Garybaldi di Settimo (via Partigiani 4), va in scena lo spettacolo «L’albero storto. Una storia di trincea» di e con Beppe Casale.

.

59

&

CULTURA SPETTACOLI

La Grande Scienza Torna La Grande Scienza al Circolo dei lettori di via Bogino 9, oggi alle 11: il terzo appuntamento è dedicato ai numeri e a «tutto ciò che conta da zero a infinito» Si tratta di una lectio tenuta da Claudio Bartocci e Luigi Civalleri che parte dal presupposto che i numeri racchiudono

AFP

Durante l’evento saranno proiettati i disegni animati di Luca Ralli, autore dell’illustrazione sopra e di quella in basso a destra

CRISTINA INSALACO universo è fatto di miliardi di minuscole meraviglie, e di un’infinità di misteri che l’uomo non è ancora riuscito a comprendere. Pensiamo alle stelle. Quando due stelle si scontrano, avviene una catastrofe. Lo schianto è deflagrante, ed è come se si divorassero. In quel momento avviene una fusione, e mentre i loro corpi si trasformano, rilasciano nell’universo alcuni elementi pesanti, tra cui l’oro. Da un avvenimento che si potrebbe metaforicamente definire doloroso, si crea così qualcosa di estremamente raro e prezioso. L’espansione in maniera accelerata dell’universo è invece paragonabile a un gesto che sulla terra potremmo definire un’illusione ottica: lanciare un sasso in aria, e vederlo continuare ad aumentare di velocità. È invece l’energia oscura a causare un’espansione accelerata, che rimane ancora inspiegabile agli esperti sotto molti aspetti. A cominciare dalla causa. Solo il 5% dell’energia del cosmo a oggi è infatti stata scoperta. Corrisponde alla cosiddetta materia ordinaria, cioè quella di cui siamo fatti anche noi. La restante percentuale è composta da materia ed energia oscura.

L’ in sé bellezza e mistero. Fanno parte della vita quotidiana, sono strumenti concreti di misurazione ma anche di raffinate speculazioni filosofiche e artistiche. Il percorso, che unisce meraviglia e curiosità, conoscenze linguistiche e nuove sensibilità estetiche, parla dei grandi matematici del passato e delle sorprendenti proprietà dei numeri, tra paradossi, congetture ed enigmi

E il modo migliore per divulgare è mettere a fuoco le connessioni con musica, arte e poesia Viviana Fafone Professoressa di Fisica Università Tor Vergata

Lo spettacolo dell’Universo Oggi al Colosseo c’è “Racconto cosmico”: con grandi studiosi ma anche musica, disegni e Marcorè che imita Piero Angela Sono alcuni dei temi di cui si parlerà oggi alle 17,30 al teatro Colosseo di via Madama Cristina 71, all’interno della 32esima edizione di «Giovedì Scienza». A condurre «Racconto Cosmico» sarà Neri Marcorè, che metterà in scena anche un’esilarante esibizione di Piero Angela. I fisici dell’Istituto nazionale di fisica nucleare Fernando Ferroni, Antonio Masiero e Viviana Fafone dialogheranno sullo spazio, sulla materia e sulla gravità, in un incontro che avrà tre contaminazioni. La prima è con le musiche al pianoforte di Umberto Petrin, la seconda con la voce di Maria Giulia Scarcella, che leggerà alcuni brani di autori come Dino Buzzati. L’ultima con le proiezioni dei disegni animati di Luca Ralli, illustratore e vignettista. «La terza missione degli scienziati, dopo la ricerca e la formazione, è la divulgazione della materia verso chi nella vita non si occupa di scienza - dice Viviana Fafone, professoressa di fisica all’Università di Roma Tor Vergata -. E il modo migliore per realizzarla è fare una comunicazione semplice e ac-

cessibile, mettendo a fuoco le connessioni con la musica, l’arte e la poesia». Il nome stesso «Big Bang» o «Luce Fossile» hanno già in sé una metafora poetica. E le domande sulla natura e sulla vita accomunano spesso artisti e scienziati. Un esempio è l’invecchiamento. Per quale motivo i fotoni che viaggiano alla velocità della luce sono sempre uguali a se stessi, e non conoscono lo scorrere del tempo? E perché la natura tende al disordine? Non c’è nessuna legge fisica che impedisce a un bicchiere d’acqua di raffreddarsi in una stanza a temperatura ambiente. Ghiacciarsi significherebbe avere le molecole più ordinate, e invece

Il nostro mestiere di fisici non è fatto solo di calcoli ma anche di sorprese ed emozioni Fernando Ferroni Presidente Istituto nazionale di fisica nucleare

l’acqua non lo fa senza l’intervento dell’uomo. «Oggi vogliamo raccontare in maniera vagamente spiritosa i messaggi che ci manda quotidianamente l’Universo spiega Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e professore alla Sapienza di Roma -: alcuni li capiamo, altri no. Anche per questo il nostro mestiere non è solo fatto di calcoli e leggi, ma di sorprese ed emozioni». E l’interesse crescente del pubblico secondo lui «dipende dal cambiamento del nostro linguaggio». Il vicepresidente Antonio Masiero, che è professore all’Università di Padova, aggiunge: «A volte nella nostra professione bisogna rimettere tutto in discussione e cominciare da capo. Giochiamo tutti i giorni a nascondino con la natura, chiedendoci per esempio come sia possibile che la materia sia sopravvissuta, se l’incontro tra una particella e la sua antiparticella genera la sparizione di entrambe - dice -. A volte la realtà supera l’immaginazione, e non resta che lasciarsi trascinare dalla meraviglia». c BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

La mostra Visite guidate all’infinita curiosità

n L’incontro di oggi

dell’associazione Centro Scienza al teatro Colosseo è un evento collaterali alla mostra «L’infinita curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge», organizzata da «Sistema Scienza Piemonte», e con il sostegno della Compagnia di San Paolo. Fino al 18 marzo, il Palazzo dell’Accademia delle Scienze propone un viaggio ideale nell’universo, alla scoperta delle meraviglie della fisica. A cura di Vincenzo Barone e Piero Bianucci. Orari: da martedì a domenica 10-18. Ingresso libero. [C. INS.]

Giochiamo tutti i giorni a nascondino con la natura A volte la realtà supera l’immaginazione Antonio Masiero Vicepresidente Istituto nazionale di fisica nucleare


PAESE: Italia DIFFUSIONE: mensile

➤ 01/12/2017

PAG.: 151

1/1

AUTORE:


diffusione:231083 tiratura:321166 11/02/2018 Pag. 37

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:231083 tiratura:321166 11/02/2018 Pag. 37

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:231083 tiratura:321166 11/02/2018 Pag. 37

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: settimanale

➤ 12/01/2017

PAG: 29

1/1

AUTORE


TO

2 32 APPUNTAMENTI

7

APPUNTAMENTI incontri rassegne solidarietà libri e religioni

TORINOSETTE

SABATO 20 UN APPUNTAMENTO SPECIALE AL TEATRO COLOSSEO

L’EVOLUZIONE DELL’UNIVERSO VIAGGIO TRA SPETTACOLO E SCIENZA

C

2

Il dialogospettacolo sarà condotto da Neri Marcorè con l’aiuto del pianista Umberto Petrini e dell’attrice Maria Giulia Scarcella, entrambi nelle foto in basso

GIULIANO ADAGLIO

osa c’era prima del Big Bang? Quali sono i meccanismi che regolano l’universo? Fino a che punto siamo in grado di indagare la realtà? A queste e ad altre decine di domande prova a rispondere la mostra «L’infinita curiosità. Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge», organizzata dal Sistema Scienza Piemonte e visitabile fino al 18 marzo all’Accademia delle Scienze di Torino (via Accademia delle Scienze 6, da martedì a domenica 10-18; ingresso gratuito). La mostra, suddivisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell’universo, dall’immensamente grande all’estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Tra gli appuntamenti collaterali alla mostra c’è lo spettacolo «Racconto cosmico - Spazio, materia e gravità nell’evoluzione dell’universo», in programma sabato 20 gennaio alle 17,30 al Teatro Colosseo (via Madama Cristina 71), con protagonisti Fernando Ferroni e Neri Marcorè. Lo spettacolo è inserito nel programma di GiovedìScienza (www.giovediscienza.it) ed è organizzato in collaborazione con l’INFN, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, di cui Ferroni è presidente. Un’occasione unica per avvicinarsi, attraverso la mediazione di un mattatore esperto e poliedrico come Marcorè, al mondo affascinante e misterioso della fisica: un viag-

Protagonisti il fisico Ferroni e Neri Marcorè con esperti, un’attrice, un pianista e un vignettista gio tra la materia oscura e gli acceleratori di particelle, la relatività di Einstein e le onde gravitazionali, fino alle ultime scoperte sull’espansione dell’universo. Al dialogo-spettacolo prenderanno parte alcune delle personalità più influenti del mondo scientifico nazionale: Fernando Ferroni, professore di fisica alla Sapienza Università di Roma, ha lavorato per anni al Cern di Ginevra e svolge attività di ricerca ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso con l’esperimento «Cuore», per lo studio delle proprietà dei neutrini; Antonio Masiero, professore di fisica teorica all’Università di

GIAMBALVO NAPOLITANO

Curare con la Pet Therapy Giovedì 25 al Politecnico i successi di una terapia sempre più diffusa

2 Il fisico Fernando Ferroni Padova e vicepresidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, si occupa di fisica teorica con particolare attenzione alle indagini sulla fisica oltre il modello standard particellare; Viviana Fafone, professore all’Università di Roma Tor Vergata, è coordinatore del gruppo Virgo di Tor Vergata e tra i principali responsabili del rivelatore Advanced Virgo. I tre studiosi, incalzati da Marcorè, ripercorreranno l’evoluzione dell’universo, alternandosi nel racconto alla voce narrante di Maria Giulia Scarcella, giovane attrice trentina protagonista recentemente dell’adattamento teatrale «Peccato fosse puttana» di John Ford per la regia di Valentino Villa. Ad accompagnare la narrazione ci penseranno le note di Umberto Petrini, pianista noto in tutto il mondo per le sue capacità d’improvvisazione, autore in carriera di oltre settanta dischi acclamati dalla critica internazionale, mentre lo sfondo animato sarà tracciato da Luca Ralli, illustratore e vignettista, autore tra gli altri delle copertine dei libri «Fen il Fenomeno» (2011) e «Pantera» (2014) di Stefano Benni, editi da Feltrinelli. L’ingresso allo spettacolo «Racconto cosmico» è gratuito fino a esaurimento posti. Info: 011/8394913.

Una serata per conoscere da vicino il mondo della pet therapy: è quanto propone GiovedìScienza per giovedì 25 gennaio nell’aula magna Giovanni Agnelli del Politecnico di Torino,corso Duca degli Abruzzi 24 alle 17,45 (ingresso libero): due esperti racconteranno ai partecipanti i benefici che gli animali sono in grado di fornire alle persone nel disagio e nella malattia. Pur non avendo ancora completato il suo percorso di validazione scientifica, la pet therapy è sempre più diffusa, in ospedali, case di riposo e comunità di recupero ed è ormai classificabile a tutti gli effetti come una terapia non farmacologica. Sono decine gli esempi di successo: dall’ippoterapia, che prevede l’impiego di cavalli nel trattamento di patologie fisiche e mentali, alla delfinoterapia, utilizzata nel percorso di assistenza a persone affette da autismo o sindrome di Down. Cani e gatti possono essere di grande conforto ai pazienti e agli anziani, riducendone l’ansia e aiutandoli a superare lo stress o la depressione. A condurre l’incontro «Una relazione che cura – Viaggio nel mondo della pet therapy» saranno Teresa Bevivino, medico chirurgo, specialista in Pediatria e in Igiene e Medicina Preventiva, direttore del Distretto di Moncalieri e della RSA Latour, dove ha partecipato a progetti di pet therapy, e Paolo Guiso, medico veterinario che da anni si occupa di Terapie Assistite da Animali attraverso progetti, organizzazione di eventi, docenze a corsi e master. [G.A.]

c BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

ANTEPRIMA DA CAMERA

MARTEDÌ 23

BUONA SANITÀ HERVÉ BARMASSE UNA MOSTRA IED E LE SFIDE

2 Gli Statuto eseguiranno dei brani

Aspettando Sanremo Comazzi, Statuto e non solo il 19 in una serata amarcord A pochi giorni dall’inizio dalla 68a edizione del Festival di Sanremo, venerdi 19 gennaio il Circolo dei Lettori di via Bogino 9, alle 21, dedica una serata alla storia, alle canzoni e ai cantanti che dal 1954 si sono alternati prima sul palco del Casinò, poi su quello dell’ Ariston. Una cavalcata per decenni, dove si parlerà di società, di moda e costume, con gli interventi di: Alessandra Comazzi (La Stampa, da anni critica al Festival); Guido Barosio (Direttore di Torino Magazine); Sabrina Gonzatto, scrittrice e giornalista; Gianluca Pecchini, direttore generale della nazionale Cantanti, Luciano Borghesan, giornalista e di Eraldo Mussa (Agenzia Armando Testa); modera Giulio Graglia. Gli Statuto eseguiranno brani live. Carlotta Micol De Palma leggerà dei testi. Ingresso libero.

S’

intitola «Cura» ed è un racconto fotografico realizzato dall’Istituto Europeo di Design in collaborazione con Roche, che sarà visibile da lunedì 19 febbraio al Palazzo della Regione. Parla di buona sanità pubblica, di malattia, ma anche di impegno e di grande professionalità. Insomma, mette in luce gli aspetti positivi della nostra pubblica assistenza. Il lavoro è frutto del progetto di tesi di nove studenti del Corso di Fotografia dello Ied, diplomati nel luglio 2017, coordinati da 2 In sala trapianti Bruna Biamino, con i docenti Antonio La Grotta, Francesca Cirilli e Andrea Guermani. Un’anteprima sarà visibile da lunedì 22, alle 18, e sino al 28 gennaio, da Camera, in via delle Rosine 18. Qui , nella Project Room, saranno esposte 14 installazioni fotografiche di grande formato che raccontano i reparti della Città della Salute. c BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

SEMPRE POSSIBILI

A

quindici anni ero una promessa dello sci, poi un incidente ha interrotto il mio futuro da professionista. Dopo un anno di riabilitazione, mio padre mi fece un regalo: accompagnarmi sul Cervino. All’alba di una mattina di ottobre ero pronto a scalare la Gran Becca». L’alpinista Hervé Barmasse sarà protagonista martedì 23 gennaio, alle 11, dell’incontro «Nella vita, in montagna… e nella ricerca l’impossibile non esiste. Neurochirurgia e ricerca di base insieme per riparare le lesioni del midollo spinale», organizzato all’Aula Magna dell’Istituto di Anatomia, in corso Massimo d’Azeglio 52, dal Nico, l’Istituto di Neuroscienze dell’Università di Torino. Originario della Valtournenche, il quarantenne Hervé ha legato il suo nome a spettacolari ascensioni in tutto il mondo. L’ultima è del maggio dello scorso anno, quando saliva in 13 ore la Parete Sud dello Shisha Pangma, in Tibet. Alpinista ma anche

2

Hervé Barmasse,a 15 anni vittima di un incidente, ha legato il suo nome a spettacolari ascensioni

scrittore e regista, il «figlio del Cervino» racconterà le sue sfide all’impossibile, a cominciare da quella con la patologia vertebromidollare. «Fino a pochi anni fa quel trauma avrebbe reso impossibile il ritorno all’alpinismo, oggi non è più così grazie ai pro-

ancora inviolati delle Alpi». «Una delle sfide della ricerca è riuscire a stimolare la rigenerazione delle fibre nervose lesionate» sottolinea il prof. Alessandro Vercelli, direttore scientifico del Nico. «Per questo abbiamo creato un gruppo che unisce l’approccio del neuroAll’Istituto di Anatomia, incontro chirurgo con quello della ricerca di base». A tenerlo a con il grande alpinista che parla battesimo saranno il Rettodi ricerca scientifica e di tenacia re Gianmaria Ajani, l’avv. Paolo Bertolino, il prof. Giancarlo Panzica, il neurogressi della neurochirurgia. Ecco chirurgo Diego Garbossa e le ricercaperché l’impossibile non esiste: se trici Marina Boido e Annalisa Buffo. l’uomo si fermasse non ci sarebbe Ingresso libero. Per informazioni: evoluzione. La mia prossima sfida? www.nico.ottolenghi.unito.it Aprire delle nuove vie sui versanti c BYNCNDALCUNIDIRITTIRISERVATI


30/03/2018 Pag. 6 N.1437 - 30 marzo 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


30/03/2018 Pag. 6 N.1437 - 30 marzo 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


30/03/2018 Pag. 35 N.1437 - 30 marzo 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


30/03/2018 Pag. 35 N.1437 - 30 marzo 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: bimestrale

➤ Gennaio/Febbraio 2018

PAG: 28

1/1

AUTORE


03/10/2017 17:56 Sito Web

Torino celebra Nobel Thorne con mostra E' 'L'infinita curiosità', all'Accademia delle Scienze FOTO © ANSA Redazione ANSA TORINO 03 ottobre 201718:28 News Stampa Scrivi alla redazione Archiviato in (ANSA) TORINO, 3 OTT - Il premio Nobel per la Fisica 2017 Kip S. Thorne, insignito del premio proprio oggi, è celebrato e illustrato nella mostra in corso all'Accademia delle Scienze di Torino, che ora assume un valore ancora più attuale. La mostra torinese 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', inaugurata pochi giorni fa e aperta fino al 18 marzo, è in gran parte dedicata alle onde gravitazionali. Ad accompagnare il visitatore è idealmente Tullio Regge, fisico che della relatività generale diede la prima versione quantizzata. Una colonna sonora della mostra è data da interviste a protagonisti della caccia alle onde gravitazionali: Kip Thorne, oggi vincitore del Nobel, ma anche Adalberto Giazotto e Eugenio Coccia. RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino celebra Nobel Thorne con mostra LINK: http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2017/10/03/torino-celebra-nobel-thorne-con-mostra_3e1d10ef-4f3e-4009-99ad-042b8f7d4ac2.html


05/10/2017 15:09 Sito Web

Chef stellati interpretano Tullio Regge Piatti creati pensando alla curiosità di chi studia le stelle FOTO © ANSA Redazione ANSA TORINO 05 ottobre 201716:57 News Stampa Scrivi alla redazione Archiviato in (ANSA) - TORINO, 5 OTT - Sette chef stellati provano a interpretare, con i loro piatti, i pensieri, le scoperte e le visioni di Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani della generazione dopo Enrico Fermi. L'insolito progetto, presentato oggi al Circolo dei Lettori di Torino, si intitola 'L'infinita curisità. Un viaggio in compagnia degli chef'. Corre in parallelo alla mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo resterà aperta fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze. Gli chef Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Chistian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno ideato piatti ad hoc da inserire nei menù dei loro ristoranti. Tra questi 'L'insalata piemontese' di Baronetto, 'Cyber Egg' di Scabin, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano di Canavacciuolo. RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Chef stellati interpretano Tullio Regge LINK: http://www.ansa.it/piemonte/notizie/2017/10/05/chef-stellati-interpretano-tullio-regge_1aaabe40-fe46-4196-ad84-7be1dcc27055.html


06/10/2017 17:11 Sito Web

Festa a sorpresa per 75 anni Iginio Massari, re della pasticceria Menu ad hoc preparato dagli amici chef pluristellati Stampa Scrivi alla redazione Redazione ANSA ROMA 06 ottobre 201718:14 Facebook Twitter Google + WhatsApp © ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE Festa a sorpresa per i 75 anni di Iginio Massari: il 5 ottobre il re della pasticceria è stato accolto da un centinaio di amici e parenti al Ristorante Carlo Magno di Collebeato, vicino Brescia, e festeggiato con un menu ad hoc. Una cena d'eccezione con una 'superband' di chef del panorama italiano ed internazionale che sommati vantano 8 stelle Michelin. Dall'aperitivo a cura di Claudio Tiranini, passando per le creazioni dei pluristellati Philippe Léveillé e Gennaro Esposito, che hanno presentato rispettivamente 'Volevo essere un pomodoro' e 'Seppia, inchiostro e fegato con salsa verde al limone candito'. E ancora, 'Abbiamo pensato a Iginio', la creazione di Beppe Maffioli - chef del ristorante che ha ospitato la serata - e Ljubica Komlenic, padrona di casa dello Sporting di Caorle. Alessandro Borghese ha dedicato al festeggiato il 'Riso con gambero rosso di Mazara, capperi fritti, scorza di limone e crema di basilico'. L'ultima portata, il 'Filetto alla Rossini', è stata affidata a Igles Corelli. Infine il dolce, 'Il peccato', è stato creato dallo staff della Pasticceria Veneto di Iginio Massari, a base di mela in infusione nella menta, crema vaniglia, croccante sul fondo del dolce, confettura mista melalampone con sfumature di arancia. Una tentazione che racchiude la sua idea di pasticceria: "Il dolce è trasgressione, se non trasgrediamo vuole dire che non riusciamo a capire di che pasta siamo fatti. E' un peccato da godere". Tanti gli ospiti della serata per Massari - prossimamente di nuovo protagonista su Sky Uno di The Sweetman - tra cui volti noti del mondo dello spettacolo e dello sport, come il bresciano Omar Pedrini e il campione di calcio olandese Clarence Seedorf. RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Associate A Lecce il "Bar dell'Anno", Gambero Rosso premia il Sud e la Lombardia Chef stellati interpretano Tullio Regge, "scienziato di stelle" Gualtiero Marchesi lascia Rettorato scuola Alma

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Festa a sorpresa per 75 anni Iginio Massari, re della pasticceria LINK: http://www.ansa.it/canale_terraegusto/notizie/in_breve/2017/10/06/festa-a-sorpresa-per-75-anni-iginio-massari-re-pasticceria_bf2850be-58ee-4...


05/10/2017 17:13 Sito Web

Chef stellati interpretano Tullio Regge, "scienziato di stelle" Piatti creati pensando alla curiosità di chi studia le stelle Stampa Scrivi alla redazione Redazione ANSA TORINO 05 ottobre 201718:48 Facebook Twitter Google + WhatsApp FOTO © ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE TORINO - Sette chef stellati provano a interpretare, con i loro piatti, i pensieri, le scoperte e le visioni di Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani della generazione dopo Enrico Fermi. L'insolito progetto, presentato al Circolo dei Lettori di Torino, si intitola 'L'infinita curisità. Un viaggio in compagnia degli chef'. Corre in parallelo alla mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo resterà aperta fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze. Gli chef Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Chistian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno ideato piatti ad hoc da inserire nei menu dei loro ristoranti. Tra questi 'L'insalata piemontese' di Baronetto, 'Cyber Egg' di Scabin, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano di Canavacciuolo.(ANSA). RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Chef stellati interpretano Tullio Regge, "scienziato di stelle" LINK: http://www.ansa.it/canale_terraegusto/notizie/fiere_eventi/2017/10/05/chef-stellati-interpretano-tullio-reggescienziato-di-stelle_c49af861-2...


04/10/2017 13:20 Sito Web

Nobel Mercoledì 4 ottobre 2017 - 09:03 Nobel fisica, a Torino mostra su universo e onde gravitazionali Aperta fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze Roma, 4 ott. (askanews) - Per chi desidera saperne di più sulle ricerche che hanno portato al premio Nobel per la fisica 2017, a Torino c'è la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", aperta fino al 18 marzo 2018 presso l'Accademia delle Scienze di Torino (ingresso gratuito). La mostra inaugurata pochi giorni fa a Torino presso l'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità", è in gran parte dedicata alle onde gravitazionali. Ad accompagnare il visitatore è idealmente Tullio Regge, fisico che della relatività generale diede la prima versione quantizzata. Una colonna sonora della mostra è data da interviste a protagonisti della caccia alle onde gravitazionali: Kip Thorne, oggi vincitore del Nobel, ma anche Adalberto Giazotto e Eugenio Coccia. La scoperta delle onde gravitazionali, alla base del premio di quest'anno, ha un posto di rilievo tra i tanti temi affascinanti della fisica contemporanea esplorati in mostra: è protagonista, infatti, della prima spettacolare installazione che apre il percorso, un ambiente immersivo grazie al quale i visitatori vengono trasportati dalla Terra allo spazio profondo, assistono alla fusione tra due buchi neri e, a cavallo di un'onda gravitazionale, ritornano sul nostro pianeta per arrivare nel punto in cui gli apparati sperimentali ne hanno rilevato la presenza. Subito dopo l'installazione, il visitatore si trova davanti a un'intervista esclusiva a Kip S. Thorne, uno dei tre vincitori del Nobel 2017 e a un vero frammento di Virgo, la macchina italiana gemella dell'americana LIGO, dove è avvenuta la scoperta da Nobel.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Nobel fisica, a Torino mostra su universo e onde gravitazionali LINK: http://www.askanews.it/cultura/2017/10/04/nobel-fisica-a-torino-mostra-su-universo-e-onde-gravitazionali-pn_20171004_00024


PAESE: Italia DIFFUSIONE: trimestrale

➤ Gennaio/Febbraio/Marzo 2018

PAG: 39

1/1

AUTORE


10/10/2017 13:12 Sito Web

10 Ott 2017 / 15:10 2017 Chef- Odissea nello spazio. A Torino 7 chef per raccontare l'infinito nel piatto In concomitanza con la mostra dell'Accademia delle Scienze, dedicata agli studi sull'infinito di Tullio Regge, 7 grandi chef piemontesi si mettono alla prova con un tema inedito, reinterpretando in chiave gourmet gli studi del fisico. I piatti spaziali da scoprire: c'è tempo fino a marzo. In concomitanza con la mostra dell'Accademia delle Scienze, dedicata agli studi sull'infinito di Tullio Regge, 7 grandi chef piemontesi si mettono alla prova con un tema inedito, reinterpretando in chiave gourmet gli studi del fisico. I piatti spaziali da scoprire: c'è tempo fino a marzo. "Scienziati" in cucina I progetti legati al food e all'alta gastronomia non conoscono davvero confini. E "spaziano", in senso letterale. Ne è una conferma il viaggio proposto da 7 chef stellati a margine alla mostra L'Infinita Curiosità, dedicata agli studi di Tullio Regge sull'Infinito e ospitata a Torino all'Accademia delle Scienze fino al 18 marzo prossimo. In omaggio al grande fisico, 7 chef del Piemonte hanno reinterpretato in chiave gourmet i suoi studi. Sono (in rigoroso ordine alfabetico) Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. E come Regge amava giocare e contaminare la scienza, con l'arte, il design, l'ironia, così gli chef hanno giocato con i temi della scienza nei loro piatti. Nella presentazione ufficiale al Circolo dei Lettori di Torino sono venuti fuori bei ragionamenti di filosofia e scienza del food. I piatti spaziali Così Davide Scabin ha riproposto il suo rivoluzionario cyber egg, un piatto che ha compiuto 20 anni (e il Combal.0 15 giusti giusti) e ancora stupisce, e che ha aperto un nuovo filone nelle proposte di gastronomia. Scabin ha raccontato di un piatto che arriva al cervello e lo spiazza, gli impedisce di elaborare il gusto in anticipo, guardando...Un piatto frutto di infinita curiosità, che sarebbe piaciuto al Kubrick di 2001 Odissea nello spazio. Stessa prospettiva e curiosità "spaziale" per Mariangela Susigan che con il suo Primo Impatto ha immaginato una pioggia di meteoriti su un prato di erbe selvatiche (la sua passione alla Gardenia), con le croccantezze estreme e diverse di rognone e lumache. Matteo Baronetto nella sua Insalata piemontese proposta al Ristorante Del Cambio ha riunito al centro del piatto il condimento, e attorno una costellazione di microparticelle di gusto; Michelangelo Mammoliti della Madernassa con Open your mind ha realizzato un piatto che - soprattutto se visto dall'alto - ripropone graficamente le anse della corteccia celebrale, rimandando al sistema del ricordo del nostro cervello, e a piatti di assoluta tradizione come l'insalata russa e l'aspic. Alfredo Russo ha pensato per il Dolce Stil Novo a uno zuccotto rivisitato, con una crosta croccante e un nucleo ghiacciato di caffè e panna, come un bicerin torinese, e lo ha battezzato con il nome scientifico ed evocativo di Spazio-Tempo-Curvo. Meno legate alla scienza le proposte di Antonino Cannavacciuolo (assente per ragioni televisive, e rappresentato dal direttore di sala Pino Savoia)che nel suo Cannavacciuolo Bistrot di Torino ha inserito in carta una Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano e ha giocato tutto sul tema della curiosità che lo ha spinto in Piemonte e verso le materie prime piemontesi, e Christian Milone (altro assente, per lui ha parlato il sous chef Marco Valentini), che alla Trattoria Zappatori di Pinerolo propone Limone. Diverse sfumature, un microcosmo di sapori, con erbe, frutti, basi salate, pasticceria, tocco piccante, olio extravergine d'oliva. Un piccolo viaggio del gusto. I piatti si alterneranno in periodi diversi, fino a marzo, nei ristoranti degli chef. Per saperne di più, tel. 011 5534519 o direttamente ai ristoranti:

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

2017 Chef- Odissea nello spazio. A Torino 7 ... LINK: http://www.gamberorosso.it/it/news/1046038-2017-chef-odissea-nello-spazio-a-torino-7-chef-per-raccontare-l-infinito-nel-piatto


10/10/2017 13:12 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Ristorante Del Cambio | Torino | piazza Carignano, 2 | www.delcambio.it Cannavacciuolo Bistrot | Torino | via Umberto Cosmo 6 | www.cannavacciuolobistrot.it/torino Ristorante Madernassa | Guarene (CN) | Località Lora, 2 | www.lamadernassa.it Ristorante Gardenia | Caluso (TO) | corso Torino, 9 | www,gardeniacaluso.com Dolce Stil Novo | Venaria Reale (TO) | Reggia di Venaria, piazza della Repubblica 4 | www.dolcestilnovo.com Combal.0 | Rivoli (TO) | piazza Mafalda di Savoia | www.combal.org Trattatoria Zappatori | Pinerolo (TO) | Corso Torino, 34 | www.trattoriazappatori.it a cura di Rosalba Graglia


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO: http://bit.ly/2ohPPtz

1/3

AUTORE: Piero Bianucci


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO: http://bit.ly/2ohPPtz

2/3

AUTORE: Piero Bianucci


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO: http://bit.ly/2ohPPtz

3/3

AUTORE: Piero Bianucci


25/09/2017 Pag. 9

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


diffusione:3000 tiratura:3000 25/09/2017 Pag. 10

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


05/10/2017 19:07 Sito Web

Chef stellati interpretano Tullio Regge, "scienziato di stelle" 05 Ottobre 2017 © ANSA © ANSA TORINO Sette chef stellati provano a interpretare, con i loro piatti, i pensieri, le scoperte e le visioni di Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani della generazione dopo Enrico Fermi. L'insolito progetto, presentato al Circolo dei Lettori di Torino, si intitola 'L'infinita curisità. Un viaggio in compagnia degli chef'. Corre in parallelo alla mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo resterà aperta fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze. Gli chef Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Chistian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno ideato piatti ad hoc da inserire nei menu dei loro ristoranti. Tra questi 'L'insalata piemontese' di Baronetto, 'Cyber Egg' di Scabin, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano di Canavacciuolo. © Riproduzione riservata

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Chef stellati interpretano Tullio Regge, "scienziato di stelle" LINK: http://gds.it/2017/10/05/chef-stellati-interpretano-tullio-regge-scienziato-di-stelle-_736639/


06/10/2017 16:18 Sito Web

stream24.ilsole24ore.com

Alpi, piatti stellati e profumi: il «best of» della settimana di Moda24 Nella nostra selezione di news dalla moda e dal lusso anche la riapertura di un lodge nel parco del Serengeti, in Tanzania, sneaker solidali, orologi in edizione limitata e sciarpe preziose Il 2 dicembre gli impianti del Klausberg in Valle Aurina (Bolzano) riapriranno: il Wellnessresort Alpenschloss Linderhof di Cadipietra offre lo skipass in regalo anche a chi vi soggiornerà per sole quattro notti, con accesso anche alla Sky Lounge nella Spa Lodge Ha appena riaperto i battenti, dopo i lavori di ristrutturazione, il magnifico Singita Serengeti House nel parco del Serengeti, in Tanzania, con una nuova media room, una palestra, una Spa suite e una piscina monocorsia da 25 metri We are Knitters, arrivato un anno fa in Italia, presenta la nuova collezione autunno inverno 2017-2018, con nuovi kit per la creazione di capi d'abbigliamento e complementi d'arredo con filati di lana di alta qualità Il Museo del Gioiello di Vicenza partecipa alle iniziative per la mostra "Van Gogh. Tra il grano e il cielo", ospitata nella Basilica Palladiana da sabato 7 ottobre: per l'occasione sarà possibile visitare il Museo con un biglietto speciale collegato alla mostra sul pittore olandese, che comprende anche la visita agli altri Musei Civici di Vicenza - Palazzo Chiericati, Chiesa di Santa Corona e Teatro Olimpico - al costo complessivo di 12 euro. Nella foto: una spilla Lalique Sette chef stellati del Piemonte hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani, al quale è dedicata la mostra "L'Infinita curiosità", fino al 18 marzo 2018 all'Accademia delle Scienze di Torino: fra loro, Antonino Cannavacciuolo, Matteo Baronetto, Davide Scabin, Mariangela Susigan. Nella foto: Insalata piemontese di Matteo Baronetto Da Blumarine un giaccone patchwork in Kalgan, pelliccia dal pelo mosso e ondulato. In occasione della Fall Design Week 2017 a Milano (7-15 ottobre) la Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte, in collaborazione con 5VIE art+design, promuove un dialogo tra i maestri artigiani della città e alcuni dei loro clienti, collezionisti e mecenati: 19 atelier del distretto apriranno le loro porte nel weekend del 7 e 8 ottobre per accogliere il pubblico. Nella foto, i cappelli di Giusy Bresciani (credits: Patrizia Calegari) Superga per Paideia è una versione del modello 2750 ideata per sostenere la Fondazione Paideia, che da oltre 20 anni lavora al fianco di bambini con disabilità e delle loro famiglie. Al momento dell'acquisto si riceverà in omaggio una scatola di pennarelli Carioca per disegnare sulla stoffa e personalizzare le scarpe Il rapper Jay Z ha indossato un giubbotto rosso di velluto della collezione Berluti Autunno/Inverno 2017 durante l'after party del Saturday Night Live al Tao Restaurant di New York Colori accesi per ravvivare i primi giorni d'autunno nella collezione AI 2017-18 di Faliero Sarti La nuova fragranza Tiffany Co. Il flacone si ispira ai tagli di diamante emblematici della maison di gioielli, come il famoso Tiffany Diamond Per festeggiare i dieci anni della sua prima boutique, aperta a Dresda nel 2007, il brand tedesco A. Lange Söhne ha lanciato un'edizione limitata del suo modello 1815 Due eccellenze milanesi, Giovanni Cova C. e l'Archivio Storico Ricordi, presentano un pandoro e un panettone ispirati alle raccolte dell'Archivio e rivestiti con le immagini dei maestri dell'opera e dell'illustrazione italiana, fra cui immagini storiche della Turandot di Puccini. Altre specialità riporteranno le partiture autografe di Paganini del 1817 e la copertina del libretto della prima della Madama Butterfly di Giacomo Puccini Per la nuova stagione Mary Alice Malone, direttore creativo di Malone Souliers, ha rivisitato i dettagli della scarpa brogue, classica calzatura maschile di origini

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Alpi, piatti stellati e profumi: il «best of» della settimana di Moda24 LINK: http://stream24.ilsole24ore.com/foto/moda/alpi-piatti-stellati-e-profumi-best-of-settimana-moda24/AE7BTUgC


06/10/2017 16:18 Sito Web

stream24.ilsole24ore.com La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

britanniche C'è anche l'Amber Hotel di Nairobi, Kenya, far le strutture scelte da Hilton per espandersi in Africa: saraà rilanciato con il marchio upscale DoubleTree by Hilton Per i primi freddi la bomber jacket di Rossignol in shearling rosso Dal 1 ottobre è possibile partecipare al concorso social "La mia nuvola", organizzato da QC Terme Dolomiti: in palio vacanze in Trentino con esperienze wellness con prodotti Wella, esperienze firmate QC Terme, quadri di Mao Fusina, l'artista delle nuvole. www.lamianuvola.qcterme.com Il Sambirano di Reggio Emilia, fondato da Dario Gabanelli nel 2016, ha vinto il premio per il Miglior Aperitivo dell'anno del Gambero Rosso. L'hotel Walled Off di Betlemme, Palestina, ha vinto il premio come "Art Hotel of the Year" 2017 ai Leading Culture Destinations Awards. Il progetto è di Bansky, che lo ha voluto provocatoriamente accanto al muro che separa Israele dalla Palestina Biotherm Skin Oxygen. Una linea skincare 24 ore, con estratto di clorella naturale, detta «l'alga che respira», con effetto detox


23/09/2017 11:23 Sito Web

La Stampa.it (ed. Torino)

Il curioso infinito nel segno dello scienziato Tullio Regge Una mostra sulle meraviglie della fisica che regolano l'Universo Immersione Una pioggia di luce avvolge i visitatori simulando l'arrivo dei neutrini Leggi anche Pubblicato il 23/09/2017 Ultima modifica il 23/09/2017 alle ore 10:39 ilaria dotta torino Si prova un senso di vertigine a stare con i piedi sui tetti della città. A tuffare la testa tra le nuvole e vedere la Terra farsi sempre più piccola e distante. Superare la galassia per raggiungere i buchi neri, per osservarli danzare fino a fondersi diventando una cosa sola. Parte da qui, dalla voce di quell'ultimo abbraccio che sprigiona onde gravitazionali, catturate dalle sofisticate orecchie degli interferometri, il viaggio nell'universo proposto dalla mostra «L'infinita curiosità». Un percorso tra strumenti scientifici, documenti storici, video ed esperienze coinvolgenti, per scoprire le meraviglie della fisica contemporanea, lasciandosi guidare dalle scoperte del torinese Tullio Regge, fisico e matematico scomparso nell'ottobre di 3 anni fa. I DIVERSI LIVELLI DI LETTURA «È un viaggio dall'infinitamente grande all'infinitamente piccolo, passando per le terre di mezzo», dice Piero Bianucci, che cura la mostra con Vincenzo Barone. Un'esposizione che si presta a diversi livelli di lettura, per essere accessibile a tutti. Dai bambini delle scuole, a cui saranno dedicate apposite visite guidate, fino ai veri appassionati di scienza. «D'altronde - sottolinea Bianucci -, Regge fu il primo a porsi seriamente il problema della divulgazione». E non avrebbe potuto che essere positivo il suo giudizio su una mostra come quella ospitata dall'Accademia delle Scienze e promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte. Perché visualizzare l'arrivo dei neutrini è un gioco da ragazzi quando nel buio di una stanza una voce guida all'osservazione di una pioggia di piccole luci. Ancora più divertente è scegliere e abbinare 3 quark, sotto forma di palline colorate, per scoprire in diretta quale particella, nota oppure sconosciuta, si può formare. Una mostra sul curioso infinito MAURIZIO BOSIO (Reporters) Copyright © L'INSTALLAZIONE IN LEGNO Che si tratti di una mostra immersiva, in effetti, lo si capisce ancora prima di accedere alle sale, percorrendo il corridoio che accoglie un'imponente installazione in legno che rappresenta la «scala cosmica»: 62 blocchi che corrispondono ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dalla lunghezza di Plank all'orizzonte cosmologico. Un'introduzione alle 6 sezioni della mostra, che si apre con la simulazione di un viaggio ai confini dell'universo. Video e pannelli accompagnano quindi il visitatore a scoprire le onde gravitazionali, i raggi cosmici e i neutrini, con la possibilità di osservare da vicino anche «lo specchio più perfetto del mondo». Poi si parla di spazio e tempo, giocando con la relatività, per capire ad esempio in quale modo sia determinante nel funzionamento dei moderni navigatori satellitari. E ancora, è possibile sedersi in poltrona e guardare attraverso il finestrino di un aereo per lasciarsi stupire da quello strano arcobaleno che è il fenomeno ottico delle glorie. L'EQUAZIONE DI QUARTO GRADO «Perché è proprio questa una delle particolarità della mostra - spiega Bianucci -. La presenza, accanto a filmati e pannelli di approfondimento, di oggetti concreti come la poltrona Detecma, un'equazione di quarto grado che Regge ha trasformato in un oggetto di design». E anche di preziosi documenti storici, come gli scritti autografi di Einstein e il taccuino di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo, al quale il padre della relatività affidò uno dei suoi pensieri più belli: «Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini». Un quadernetto che in mostra si

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il curioso infinito nel segno dello scienziato Tullio Regge LINK: http://www.lastampa.it/2017/09/23/cronaca/il-curioso-infinito-nel-segno-dello-scienziato-tullio-regge-66cQEMXa0fuSU1JgOMj5xK/pagina.html


23/09/2017 11:23 Sito Web

La Stampa.it (ed. Torino) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

può magicamente sfogliare, per vedere gli autografi di scienziati e personaggi del mondo culturale, da Arthur Eddington a Giovanni Agnelli. Lasciandosi stupire, proprio come bambini. Alcuni diritti riservati. Scopri il nuovo TuttoLibri e abbonati


25/09/2017 21:19 Sito Web

25 settembre 2017 21:19 Condivisioni Il 22 settembre ha inaugurato la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito fino al 18 marzo 2018 nel Palazzo del Collegio dei Nobili, Via Accademia delle Scienze 6. La mostra curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati e restituiti alla città grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Gli spazi sono quelli dell'ex Tipografia Marchisio. Durante la presentazione in anteprima alla stampa avvenuta questa mattina è stato proprio Alberto Piazza, Presidente dell'Accademia delle Scienze, a ricordare l'importanza dei lavori di restauro del Collegio dei Nobili. La mostra, come ha ricordato Piero Gastaldo, Segretario Generale della Compagnia di San Paolo, è promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte e rappresenta un importante esempio di come la collaborazione possa portare a grandi risultati. "Science and society. Oggi più che mai - ha dichiarato Gastaldo - c'è bisogno di creare un dialogo costruttivo fra la società, preoccupata dell'impatto che scienza e tecnologia avranno sul prossimo futuro, e la conoscenza. Torino ha una lunga e importante tradizione di divulgazione scientifica e questa mostra rappresenta un'occasione preziosa per avvicinare tutti al mondo delle scienze". La mostra - come hanno spiegato i curatori Piero Bianucci e Vincenzo Barone - è un viaggio, dall'infinitamente piccolo all'estremamente grande, attraverso le due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica, con un passaggio nel mondo di mezzo. Guidato dagli studi di Tullio Regge, che fanno da fil rouge tra le sezioni, il visitatore può assistere al dialogo tra l'antico e moderno, in un affascinante percorso tra preziosi manoscritti a sofisticatissime macchine, lettere autografe e visori 3D. Tra gli oggetti in mostra ve n'è uno unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ("Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini") e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore). Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità (per info www.torinoscienza.it) e la città ha già risposto con entusiasmo a questa iniziativa, con più di 100 classi prenotate ai laboratori stessi. Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto... Caricamento in corso...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità", una mostra alla scoperta della fisica ... LINK: http://www.torinotoday.it/eventi/l-infinita-curiosita-palazzo-collegio-nobili.html


20/09/2017 16:04 Sito Web

La Stampa.it (ed. Torino)

LINK: http://www.lastampa.it/2017/09/20/cronaca/crescere-in-citt-il-progetto-per-integrare-il-programma-scolastico-con-altre-attivit-5PVpGuLoLx7LN...

"Crescere in città", il progetto per integrare il programma scolastico con altre attività Al Xkè di via Gaudenzio Ferrari si sperimentano forme impossibili e si scoprono le stelle Il museo «Xké?» di via Gaudenzio Ferrari Leggi anche Pubblicato il 20/09/2017 Ultima modifica il 20/09/2017 alle ore 17:31 cristina insalaco torino Laboratori per sfidare la gravità, sperimentare forme impossibili, e scoprire le stelle, al «Xké?» di via Gaudenzio Ferrari. Incontri sulla pista ciclabile di 679 Km «Vento», e percorsi sul bullismo e sulla sicurezza in classe, con un approfondimento su Vito Scafidi, il ragazzo morto per il crollo del soffitto del liceo scientifico Darwin. Sono alcune novità del nuovo programma per le scuole «Crescere in città», che è stato presentato oggi alla Casa Teatro Ragazzi. Il progetto del Comune è nato nel 1978, e dopo 39 anni continua a essere rivolto alle scuole che vogliono integrare al programma scolastico altre attività curriculari. LE ISCRIZIONI I docenti da adesso possono quindi dare inizio alle iscrizioni ad alcuni dei 500 percorsi educativi, rivolti a 108.879 bambini e ragazzi delle scuole torinesi fino ai 14 anni, a cui si aggiungono 67 appuntamenti formativi, di aggiornamento e consulenza dedicati al personale educativo e scolastico. Nel programma ci sono laboratori teatrali e musicali, letture della favola di Pinocchio, giochi in ospedale, visite al museo e un calendario di 119 spettacoli. Il laboratorio della curiosità «Xké?» organizza le attività nell'ambito della mostra su Tullio Regge, «L'infinita curiosità», e ci sono 42 appuntamenti dell'iniziativa «Bambine e bambini un giorno all'Università», che vuole orientare e allargare gli orizzonti ai più piccoli. E ancora incontri sul cibo, gli animali, la cittadinanza, le differenze sociali. LEGGI ANCHE: La presideviolinista ha cambiato la storia della "scuola dei bulli" I PERCORSI EDUCATIVI CONDIVISI «Crescere in Città favorisce la costruzione di percorsi educativi condivisi e co-progettati tra istituzioni che concorrono a rendere Torino una città educativa - dice Federica Patti, assessora all'istruzione -. Il catalogo propone un'ampia offerta di percorsi educativi che, attraverso metodologie e strategie didattiche, sviluppa abilità e competenze nell'infanzia e nell'adolescenza. Per gli adulti invece rappresenta l'occasione per aggiornarsi, formarsi, confrontarsi con tutti coloro che ogni giorno lavorano nei servizi educativi e nella scuola». Alcuni diritti riservati. Scopri il nuovo TuttoLibri e abbonati

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"Crescere in città", il progetto che integra il programma della scuola con altre attività


22/09/2017 02:56 Sito Web

Torinosette

Dal 22 una mostra sul fisico Tullio Regge L'omaggio al fisico torinese è anche un viaggio ideale nell'universo sino alle più recenti scoperte Lo scienziato Tullio Regge è scomparso tre anni fa Leggi anche Pubblicato il 22/09/2017 antonio lo campo Tullio Regge è stato il più brillante fisico teorico italiano della generazione successiva a quella di Enrico Fermi. In Italia e nel mondo è famoso per i suoi lavori nel campo della fisica teorica (i Poli di Regge e il Regge Calculus, prima versione quantizzata della relatività generale di Einstein). Ma è noto anche per la sua attività di divulgatore, l'impegno come parlamentare, la lotta contro le pseudoscienze e la difesa dei disabili. Venerdì 22 settembre, una mostra dal titolo «L'infinita curiosità Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge», curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, viene inaugurata all'Accademia delle Scienze (via Accademia delle Scienze 6). Racconterà l'ultimo secolo della fisica e renderà omaggio allo scienziato torinese, scomparso tre anni fa. La mostra, in programma fino al 18 marzo 2018, è promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Realizzata su progetto degli architetti Massimo Venegoni e Giorgio Rosental, l'esposizione è suddivisa in sei sezioni più una installazione che rappresenta la scala cosmica: 62 blocchi corrispondenti ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dall'estremamente piccolo (la lunghezza di Planck) all'immensamente grande (l'orizzonte cosmologico). Lungo il percorso, il visitatore si muoverà idealmente su e giù per questa scala, confrontandosi con le dimensioni delle cose, dai quark alle galassie. La prima sezione, «Messaggeri del cosmo», racconta come possiamo esplorare i confini dell'universo. Con la seconda, «Spazio, tempo, relatività», si entra nel mondo di Einstein e della sua teoria della relatività. La terza, «Quanti e particelle», conduce, con un grande salto, all'estremamente piccolo, dedicata alla meccanica quantistica e alla fisica subnucleare. La quarta sezione, «Forme nella materia», esplora la terra di mezzo, il microcosmo appena sotto il nostro sguardo, mentre l'estremamente piccolo e l'immensamente grande si incontrano nella quinta sezione, dal titolo «Visioni del tutto». L'ultima sezione, «Ritorno a casa», è dedicata è dedicata al ruolo dei fisici nello spazio pubblico, al loro impegno sociale e culturale come uomini del proprio tempo, da Einstein e Oppenheimer fino a Tullio Regge. Orari: martedì-domenica 10-18 (in occasione della Notte dei Ricercatori che si terrà il 29 settembre, la mostra sarà aperta fino alle 24). L'ingresso alla mostra è gratuito. Info allo 011/ 553.45.19.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Dal 22 una mostra sul fisico Tullio Regge LINK: http://www.lastampa.it/2017/09/22/torinosette/primapagina/dal-una-mostra-sul-fisico-tullio-regge-1VE0hZGTwblO06tTEMZndJ/pagina.html


20/09/2017 00:21 Sito Web

arte.it

home > Mostre L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 Torino Luogo: Accademia delle Scienze di Torino Curatori: Vincenzo Barone, Piero Bianucci Enti promotori: Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo Comunicato Stampa: Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge LINK: http://www.arte.it/calendario-arte/torino/mostra-l-infinita-curiosità-un-viaggio-nell-universo-in-compagnia-di-tullio-regge-43649


21/09/2017 13:22 Sito Web

Giovedì 21 settembre 2017 - 13:15 Torino, con omaggio a Regge al via nuovi spazi Accademia Scienze Da domani "L'infinita curiosità" promossa da Sistema Scienza Piemonte Torino, 21 set. (askanews) - Una mostra omaggio allo scienziato Tullio Regge, scomparso nel 2014: così si inaugura il nuovo spazio espositivo dell'Accademia delle Scienze di Torino. A finanziare i lavori la Compagnia di Sanpaolo, con un investimento di 1,2 milioni di euro. "L'infinita curiosità, un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge ", questo il titolo della mostra che apre domani 22 settembre nel nuovo spazio a piano terra dell'Accademia, con ingresso dal Museo Egizio di Torino. Il palazzo torinese infatti è il seicentesco Collegio dei Nobili, per la maggior parte occupato dal Museo Egizio. Nell'ala che si affaccia su via Maria Vittoria ha sede l'Accademia, fondata nel 1783, e che tra i suoi soci ha contato personaggi come Darwin e Lagrange. Il restauro ha interessato i locali della storica tipografia Marchisio, 700 metri quadrati completamente restaurati dopo un cantiere iniziato a gennaio 2016. Dal cosmo ai quark, dall'immensamente grande alle particelle che compongono la materia, è questo il percorso che propone la mostra promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci. Tre camere immersive, video, exhibit interattivi che ricreano i fenomeni fisici, si alternano ad oggetti ipertecnologici, alcuni prestati dal Cern, altri provenienti dai centri di ricerca italiani, come Virgo, che proviene dall'Infn di Pisa ed è il macchinario più sensibile al mondo che raccoglie dallo spazio le onde gravitazionali. La mostra si chiude il 18 marzo 2018 e propone anche un ricco calendario di incontri con scienziati e divulgatori. CONDIVIDI SU:

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino, con omaggio a Regge al via nuovi spazi Accademia Scienze LINK: http://www.askanews.it/cronaca/2017/09/21/torino-con-omaggio-a-regge-al-via-nuovi-spazi-accademia-scienze-pn_20170921_00109/


23/09/2017 09:17 Sito Web

torino.virgilio.it

A Torino un viaggio nell'Universo per le famiglie Tullio Regge è stato il più geniale dei fisici della generazione venuta dopo Enrico Fermi. E forse non tutti sanno che fu proprio Borgo d'Ale a dargli i natali. Da ieri, venerdì...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

A Torino un viaggio nell'Universo per le famiglie LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/a_torino_un_viaggio_nell_universo_per_le_famiglie-53043867.html


23/09/2017 00:27 Sito Web

torino.virgilio.it

Il curioso infinito nel segno dello scienziato Tullio Regge Si prova un senso di vertigine a stare con i piedi sui tetti della città. A tuffare la testa tra le nuvole e vedere la Terra farsi sempre più piccola e distante. Superare la galassia per...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il curioso infinito nel segno dello scienziato Tullio Regge LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/il_curioso_infinito_nel_segno_dello_scienziato_tullio_regge-53046082.html


27/09/2017 09:43 Sito Web

La Notte dei Ricercatori a Torino: il programma completo 2017-09-27 11:36:41 Venerdì 29 settembre 2017 © Flickr / Maelick Torino - Venerdì 29 settembre in 52 città italiane e 200 città europee appuntamento con La Notte dei Ricercatori , un'iniziativa promossa e co-finanziata dalla Commissione Europea, all'interno del Programma Quadro europeo per la Ricerca e l'Innovazione Horizon 2020 e che giunge quest'anno alla dodicesima edizione. Obiettivo dell'iniziativa è quello di avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca e in particolare alla figura del ricercatore, dimostrando che il ricercatore è una persona normale che fa cose eccezionali, contribuendo ad accrescere nei cittadini la consapevolezza dell'importanza che oggi riveste la ricerca scientifica per lo sviluppo culturale, sociale ed economico della società. Le undici edizioni passate confermano il successo europeo di questo evento. Il Piemonte è tra le poche regioni che vanta la partecipazione a tutte le edizioni e anche quest'anno ha superato la selezione europea insieme alla Valle d'Aosta con il progetto biennale CLoSER - Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility: Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Torino, Verbania e Aosta sono pronte a ospitare migliaia di ricercatori e cittadini di tutte le età per incoraggiarli a progettare insieme un futuro sostenibile. Di seguito il programma completo della Notte dei Ricercatori a Torino La Notte Europea dei Ricercatori a Torino è in Piazza Castello e nei musei della città. Le attività inizialmente previste nel Palazzo del Rettorato si svolgeranno tra la piazza e le altre sedi coinvolte nella manifestazione. Cresce ancora il numero delle ricercatrici e dei ricercatori coinvolti: in 1500 sono già pronti a raccontare il lavoro dei 4 Atenei piemontesi, degli Istituti di Ricerca e delle Imprese nel territorio attraverso le oltre 100 attività proposte. Esperimenti, giochi, mostre, spettacoli e test di prototipi per un pubblico di ogni età si svolgeranno non stop dalle 17.00 alle 24.00. QUATTRO I PERCORSI TEMATICI che si snodano tra gli stand in Piazza Castello e in Rettorato: Scienza e tecnologia ti porterà dalla fisica astroparticellare al tuo smartphone in sella alla bici più veloce del mondo Sulla strada di Salute e medicina resterai affascinato dai mille modi in cui si può studiare il cervello umano e quanto ancora c'è da sapere... Sei un fan di Ambiente e sostenibilità? Misura la tua impronta ecologica e scopri come ridurla! Percorrendo la via Società e cultura potrai tuffarti nell'antica Grecia e riemergere a Bollywood! GIOCHI E ESPERIMENTI Ore 16.30 / partenza in piazza Castello// Il Rally della Scienza Per i ragazzi dai 9 ai 14 anni. Le iscrizioni sono chiuse. Ore 18.00 / Virtual Lab di Utopia srl (via Bonafous 4)// Virtual Room Visita un ipogeo dell'antica Roma, inaccessibile al pubblico, con un'esperienza immersiva unica. Dalle ore 19.00 / partenza in piazza Castello// Il Tram della Scienza Salta sul nostro laboratorio mobile, a bordo di un tram storico. CONFERENZE E EVENTI Ore 17.00 / Palazzo Campana (via Carlo Alberto 10)// Specchi e Riflessioni Scopri il lato divertente della matematica in compagnia di Alice nel Paese delle Meraviglie. Ore 17.00 / Sala Mostre Regione Piemonte (piazza Castello 165)// Voi che correte sì per l'aura fosca: inferno Partecipa alla prima maratona dantesca torinese. Ore 18.30 / Ritrovo in piazza Risorgimento, Torino// Le nuove tecnologie per la memoria dei luoghi Passeggia per Borgo Campidoglio, tra reale e virtuale, con il Museo Diffuso della Resistenza. Ore 19.00 / Hotel Golden Palace (via dell'Arcivescovado 18)// L'arte Della Ricerca Lasciati incantare dalle connessioni tra arte e neuroscienze. Ore 19.00 / Circolo degli Artisti, Via Bogino 9// Le Meraviglie Di Einstein: Onde

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La Notte dei Ricercatori a Torino: il programma completo LINK: http://www.mentelocale.it/torino/articoli/74122-notte-ricercatori-torino-programma-completo.htm


27/09/2017 09:43 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Gravitazionali, Spazio e Orologi Atomici Dialoga sulle ultime frontiere della ricerca con i suoi protagonisti. ARCHIVI, BIBLIOTECHE E MUSEI APERTI Corso Massimo d'Azeglio 52, Torino// Museo di Anatomia Umana, Museo Lombroso e Museo della Frutta Raggiungibili con navetta gratuita con partenza da piazza Castello. Via Accademia delle Scienze 6, Torino// Museo Egizio Via Accademia delle Scienze 5, Torino// Museo Nazionale del Risorgimento Via San Domenico 28, Torino// Museo della Sindone Piazza Castello, Torino// Palazzo Madama Accademia delle Scienze, Via Accademia delle Scienze 6, Torino// Mostra L'infinita Curiosità: un viaggio nell'Universo in compagnia di Tullio Regge Via Gaudenzio Ferrari 1, Torino// Xké? il Laboratorio della Curiosità Prenotazioni obbligatorie 011 8129786 Sala Mostre Regione Piemonte, piazza Castello 165, Torino// Mostra Le signore del cielo Piazza Visconti Venosta 2, Santena (Torino)// Complesso Cavouriano - Palazzo Delle Scuderie Piazza Principe Amedeo 7, Stupinigi, Nichelino (Torino)// Palazzina di Caccia di Stupinigi Planetario di Torino in Via Osservatorio 30, Pino Torinese// Infini.To


05/10/2017 15:27 Sito Web

Attualità | giovedì 05 ottobre 2017, 15:05 La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milione, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno realizzato sette piatti che accompagneranno l'esposizione, allestita fino al 18 marzo nel palazzo dell'Accademia delle Scienze con il sostegno della Compagnia di San Paolo La fisica e l'infinito di Tullio Regge reinterpretati nei piatti di sette chef stellati per la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milione, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno realizzato sette piatti che accompagneranno l'esposizione, allestita fino al 18 marzo nel palazzo dell'Accademia delle Scienze con il sostegno della Compagnia di San Paolo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Un omaggio al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere e capire. Dal 6 al 20 ottobre Matteo Baronetto proporrà "Insalata piemontese" al Ristorante del Cambio di piazza Carignano. Antonino Cannavacciuolo, nel suo bistrot di via Cosmo, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018 inserirà Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo e salsa al Parmigiano. In omaggio all'infinita curiosità Michelangelo Mammoliti ha creato "Open your mind" in carta al Ristotante La Madernassa di Guarene dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia a Caluso dal 7 al 22 novembre. Dal 21 novembre al 5 dicembre Alfredo Russo inserirà in "Spazio-Tempo-Curvo" n suo Dolce Stil Novo a Venaria. Davide Scabin al Combal.zero di Rivoli, dal 6 al 20 febbraio, farà incontrare scienza e alta cucina con "Cyber Egg". Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori, dove Christian Milione proporrà il suo Limone. Diverse sfumature. Cinzia Gatti

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di Cannavacciuolo e ... LINK: http://www.torinoggi.it/2017/10/05/leggi-notizia/argomenti/attualita-8/articolo/la-fisica-e-linfinito-di-tullio-regge-nei-piatti-di-cannavac...


31/10/2017 13:46 Sito Web

31 ottobre 2017 13:27 Condivisioni Sino al 18 marzo Torino ospita, nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. La mostra è divisa in sei sezioni ed è strutturata come un viaggio nell'universo, dall'immensamente piccolo all'infinitamente grande, per capire come la semplice realtà quotidiana si spieghi attraverso profonde quanto affascinanti leggi della fisica. Un viaggio curioso e divertente che permetterà a tutti di sentirsi un po' scienziati... accompagnati da una guida d'eccezione: Tullio Regge, uno dei più grandi scienziati della generazione venuta dopo Enrico Fermi. Esperimenti, exibit, documenti... grandi e piccini rimarranno affascinati dalle sei sezioni della mostra! Passeggiando fra libri e documenti preziosi, sbirciando tra lettere autografe di Einstein e installazioni spettacolari, i visitatori possono salire su un aereo per osservare il fenomeno delle Glorie, viaggiare tra neutrini ed onde gravitazionali, sperimentare le variazioni spazio-tempo, indossare un visore 3D per entrare nelle opere di Regge... La mostra, realizzata in collaborazione con Compagnia di San Paolo, è gratuita e aperta dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18. Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto... Caricamento in corso...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità...", mostra all'Accademia delle Scienze LINK: http://www.torinotoday.it/eventi/infinita-curiosita-accademia-scienze.html


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/10/2017

SITO: http://bit.ly/2zqj84i

1/1

AUTORE


PAESE: Italia

AUTORE:

DIFFUSIONE: online

➤ 11/01/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2mNpaUX

1 /1


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online SITO WEB: http://bit.ly/2mSF9Ua

➤ 01/11/2017

1 /1

AUTORE: IL TORINESE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 13/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2jOnZpk

1 /1

AUTORE: IL TORINESE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 02/02/2018

SITO: http://bit.ly/2EsOBWq

1/1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2Ao0ydS

1 /1

AUTORE: IL TORINESE


11/11/2017 Sito Web

La Gazzetta di Viareggio

LINK: http://www.lagazzettadilucca.it/l-evento/2017/11/i-misteri-dellastronomia-a-lucca-convegno-regionale-del-cicap-toscana/

L'evento I misteri dell'astronomia: a Lucca convegno regionale del CICAP-Toscana sabato, 11 novembre 2017, 20:51 Sabato 18 novembre si terrà a Lucca il Convegno Regionale del CICAP-Toscana dedicato a I misteri dell'Astronomia. Il CICAP (www.cicap.org) è un'associazione scientifica e educativa che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell'insolito. Fondata nel 1989 da Piero Angela e da altre personalità del mondo della scienza e della cultura, tra cui Margherita Hack, Rita Levi Montalcini, Umberto Eco e Tullio Regge, vede oggi tra i suoi componenti Silvio Garattini, Carlo Rubbia ed Edoardo Boncinelli. Gli interventi della mattina (ore 9.3013.00) sono pensati per gli studenti delle scuole superiori e sono dedicati a illustrare sia aspetti e ricerche della astronomia attuale, sia alcuni dei miti più diffusi legati a questa affascinante disciplina. Nel pomeriggio (dalle 15.30) sarà invece possibile ascoltare i resoconti relativi alle ricerche ed osservazioni su due importanti eventi astronomici, uno del passato e uno appena verificatosi; verranno inoltre presentati il CICAP, le sue finalità e le sue attività. Il convengo si svolge in collaborazione con l'Unione Astrofili Lucchesi e ha il patrocinio del CICAP e del Comune di Lucca. I relatori sono: Mario Di Martino (INAF - Osservatorio Astrofisico di Torino), Giorgio Strano (Storico dell'astronomia, Museo Galileo di Firenze), Marco Ciardi (Storico della scienza, Università di Bologna), Massimo Macucci (Professore Ordinario di Elettronica, Università di Pisa) Durante il convegno saranno esposti vari tipi di telescopi e, condizioni climatiche permettendo, sarà possibile sperimentare l'osservazione del Sole.Avremo inoltre a disposizione un pendolo di Foucault da tavolo (fornito dall'Associazione Astrofili Valdinievole Alessandro Pieri) che rimarrà in funzione per tutta la giornata, consentendo di osservare la rotazione del suo piano di oscillazione (di circa 10 gradi ogni ora alla latitudine di Lucca). Questa è una dimostrazione fisica diretta della rotazione della Terra, l'unica possibile oltre a quella basata su un giroscopio montato su opportuni supporti, e dà lo spunto per considerazioni che spaziano dalla meccanica di Galileo e Newton alla relatività generale di Einstein. L'intera giornata, aperta e gratuita, si terrà presso l'auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca in piazza San Martino 4, Lucca. Di seguito il programma dettagliato del convegno. Per informazioni: toscana@cicap.org PROGRAMMA 9:30 Apertura del Convegno e Saluti 9:50 Mario Di Martino (Astronomo e divulgatore) Il rischio cosmico. Comete ed asteroidi: messaggeri di vita e di catastrofi 10:35 Giorgio Strano (Storico dell'astronomia, Museo Galileo di Firenze) Cosa accomuna la "Teoria di Orione" ad antiche brocche e a Botticelli? 11:10 - 11:20 Pausa 11:25 Marco Ciardi (Storico della scienza, Università di Bologna) Dagli Ufo a The Arrival. Gli extraterrestri tra scienza, pseudoscienza e fantascienza 12:10 Massimo Macucci (Professore di Elettronica Università di Pisa) Presentazione del pendolo di Foucault 12:25 Spazio per domande e interventi del pubblico 13:00 - 15:00 Pausa pranzo 15:30 Apertura lavori 15:35 Presentazione CICAP (www.cicap.org) 15:55 Presentazione UNIONE ASTROFILI LUCCHESI (www.ual.lucca.it) 16:15 Mario Di Martino (Astronomo e divulgatore ) L'evento di Tunguska tra mito e realtà 17:00 Massimo Macucci (Professore di Elettronica Università di Pisa) Il fenomeno delle eclissi con resoconto dell'osservazione dell'eclisse totale di Sole del 21 Agosto 2017 17:45 Spazio per domande e interventi del pubblico 18:00 Chiusura lavori

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

I misteri dell'astronomia: a Lucca convegno regionale del CICAPToscana


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 01/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2BddqR9

1 /1

AUTORE: IL TORINESE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 23/09/2017

SITO: http://bit.ly/2Ars5XP

1 /1

AUTORE: Ilaria Dotta


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 01/11/2017

SITO: http://bit.ly/2zqj84i

1/1

AUTORE


21/11/2017 Sito Web

Noodls

LINK: https://www.publicnow.com/view/27B6FE7D1144DCDFD261D4F54FCBBC60B146F61E

21/11/2017 | Press release | Distributed by Public on 22/11/2017 09:19 In another world with which our own has made a chance encounter - Performance artistica tra arte e scienza e fantascienza - giovedì 23 novembre ore 21 - Dipartimento di Chimica[...] Edmund Cook | Federico Campagna | Lola Gonzalez | Giulio Squillacciotti | Vincent Ceraudo | Agnieszka Polska curated by Ludovica Carbotta Valerio Del Baglivo 23 novembre - ore 21 Dipartimento di Chimica dell'Università di Torino* Corso Massimo D'Azeglio 48 *L'evento propone un percorso tra il Dipartimento di Chimica e il Palazzo degli Istituti Anatomici dell'Università. Inizio alle ore 21.00 in corso Massimo d'Azeglio 48. Il 23 novembre l'Università di Torino ospita negli spazi del Dipartimento di Chimica The Institute of Things to Come per una serata di performance artistiche,screening e lectures all'insegna della commistione tra arte, scienza e fantascienza. L'iniziativa fa parte del programma di eventi collaterali della mostra 'L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge' allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte. The Institute of Things to Come è un istituto itinerante che focaliz-za la sua attenzione ogni anno su una nuova tematica, invitando un gruppo di artisti contemporanei a presentare opere che dialogano con altre discipline. Iniziato nel 2017 in partnership con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo e sostenuto nell'ambito del bando 'ORA! Linguaggi contemporanei, produzioni innovative' della Compagnia di San Paolo, il programma ha previsto l'organizzazione di quattro mostre personali (Bedwyr Williams, Kapwani Kiwanga, Alex Cecchetti e Herve & Maillet) e quattro laboratori (frequentati da 48 studenti internazionali) e realizzati in collaborazione tra gli artisti e vari tutor (l'artista Tai Shani, la scrittrice Mirene Arsanios, la performer Lina Lapelyte e il biologo Daniele Tibi). The Institute of Things to Come conclude il suo programma del 2017 con l'evento del 23 novembre In another world with which our own has made a chance encounter: tra le mura dell'Università di Torino, gli artisti invitati condurranno il pubblico alla scoperta di paesaggi mentali, mondi sotterranei e città fantastiche. Questi luoghi, dal carattere né utopico né distopico, sono disciplinati da specifiche logiche interne che rispondono a sistemi alternativi di realtà e sono abitati da comunità immaginarie che negoziano di volta in volta le regole del loro vivere individuale e comunitario. Come fossimo coinvolti in un esperimento scientifico dagli esiti incerti, si cercherà di comprendere le caratteristiche e il funzionamento che determinano l'esistenza di questi territori. Dalle meraviglie della fisica contemporanea scandagliate nella mostra 'L'infinita curiosità ', che dall'estremamente piccolo all'estremamente grande portano il visitatore fino ai confini dell'universo conosciuto, The Institute of Things to Come propone di fare un salto in un altro mondo da esplorare attraverso l'arte e l'immaginazione. L'artista Edmund Cook inaugura la serata con una cerimonia nella quale ci mostra il funzionamento di una macchina proveniente da una dimensione parallela; il filosofo Federico Campagna introduce la sua ultima pubblicazione 'Technic and Magic. The reconstruction of reality' nella quale esplora come il sistema magico possa aiutarci a riformulare i postulati alla base della realtà odierna; nel suo film, l'artista Lola Gonzalez descrive l'esistenza di una comunità di giovani che ritiratasi in luogo remoto conduce rituali ed esperimenti di gruppo; l'artista Giulio Squillacciotti invita il pubblico a prendere parte ad un audio-tour di un museo immaginario; mentre l'artista Vincent Ceraudo ci guiderà attraverso un'esperienza extrasensoriale di una città molto famosa; infine il film di Agnieszka Polska documenta l'esistenza di un aldilà nel quale artisti di diverse generazioni finalmente s'incontrano per discutere del sublime. Muovendosi tra il Dipartimento di Chimica e il Palazzo degli Istituti Anatomici dell'Università di Torino, il pubblico è dunque invitato a raffigurare mentalmente qualcosa che non esiste: luoghi che riconoscono un altro sistema di criteri e nei quali la nozione dominante di realtà viene costantemente messa in discussione. L'ingresso è libero fino a esaurimento posti. Si consiglia la

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

In another world with which our own has made a chance encounter Performance artistica tra arte e scienza e fantascienza - giovedì 23 novembre ore 21 - Dipartimento di Chimica del


PAESE: Italia

AUTORE: Redazione

DIFFUSIONE: online

➤ 14/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2AHEEOT

1 /2


PAESE: Italia

AUTORE: Redazione

DIFFUSIONE: online

➤ 14/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2AHEEOT

2 /2


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 14/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2hBKOfs

1 /3

AUTORE: PTG scienza


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 14/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2hBKOfs

2 /3

AUTORE: PTG scienza


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 14/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2hBKOfs

3 /3

AUTORE: PTG scienza


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 09/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2ijYGba

1 /1

AUTORE: Silvestra Sobrera


02/02/2018 Pag. 47 N.1429 - 2 febbraio 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 01/11/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2zf4hGt

1 /1

AUTORE: IL TORINESE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 08/10/2017

SITO: http://bit.ly/2gYfW4I

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 08/10/2017

SITO: http://bit.ly/2gYfW4I

2/2

AUTORE


23/09/2017 Sito Web

La mostra sarà ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze A Torino un viaggio nell'Universo per le famiglie Commenta la Notizia Articolo pubblicato il 23/09/2017 alle ore 06:00. A Torino un "viaggio nell'universo" per le famigllie 2 Tullio Regge è stato il più geniale dei fisici della generazione venuta dopo Enrico Fermi. E forse non tutti sanno che fu proprio Borgo d'Ale a dargli i natali. Da ieri, venerdì 22 settembre al 18 marzo Torino ospita nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari), proprio a partire dagli studi di Regge. Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. La mostra è divisa in sei sezioni ed è strutturata come un viaggio nell'universo, dall'immensamente piccolo all'infinitamente grande, per capire come la semplice realtà quotidiana si spieghi attraverso profonde quanto affascinanti leggi della fisica. Un viaggio curioso, divertente, che permetterà a tutti di sentirsi un po' scienziati.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

A Torino un viaggio nell?Universo per le famiglie LINK: http://settimo.nuovaperiferia.it/pages/a-torino-un-viaggio-nelluniverso-per-le-famigllie-3555.html


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 31/10/2017

SITO: http://bit.ly/2zr1rBL

1 /2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 31/10/2017

SITO: http://bit.ly/2zr1rBL

2 /2

AUTORE


04/10/2017 09:46 Sito Web

01/04L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge. La mostra a Torino 02/04L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge. La mostra a Torino 03/04L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge. La mostra a Torino 04/04L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge. La mostra a Torino Fullscreen 4.10.17 di Filippo Piva A Torino, la mostra che racconta le onde gravitazionali Si intitola "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" l'esposizione che indaga sulla scoperta che ha permesso a Weiss, Barish e Thorne di aggiudicarsi il Nobel per la Fisica 2017 Il Nobel per la Fisica 2017 è andato a Rainer Weiss, Barry C. Barish e Kip S. Thorne, per i loro studi sulle onde gravitazionali. Un argomento indubbiamente affascinante, che a Torino può essere approfondito presso l'Accademia delle Scienze, nell'ambito della mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge": un'esposizione a ingresso gratuito che ripercorre le ricerche relative alle onde gravitazionali attraverso la storia di Regge, fisico che diede la prima versione quantizzata della relatività generale. Con interviste a Kip Thorne, oggi vincitore del Nobel, ma anche a studiosi del calibro di Adalberto Giazotto e Eugenio Coccia. La scoperta delle onde gravitazionali, da sempre parti integranti della teoria della relatività generale, ma della cui esistenza lo stesso Einstein arrivò a dubitare, ha senza alcun dubbio un posto di rilievo tra i temi più affascinanti della fisica contemporanea. La mostra di Torino si apre così in un ambiente immersivo, che vuole trasportare i visitatori nello spazio profondo per assistere alla fusione tra due buchi neri. Per poi tornare velocemente sul nostro pianeta, proprio a cavallo di un'onda gravitazionale. Un'onda simile a quella passata nel nostro angolo di universo il 14 settembre del 2015, giorno in cui Weiss, Barish e Thorne notarono attraverso i loro interferometri Ligo una minuscola deformazione dello spazio. L'analisi dei dati mostrò poi che l'onda era stata prodotta da un evento violentissimo avvenuto a un miliardo e mezzo di anni luce dalla Terra: due buchi neri si erano fusi tra di loro, vaporizzando all'istante la massa di tre Soli e trasformandola in radiazione gravitazionale. Tutto ciò è così diventato un'ulteriore conferma della teoria della relatività generale di Einstein. L'interferometro Ligo ha un gemello italiano, battezzato Virgo, frutto di una collaborazione tra il Cnrs francese e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, che pochi giorni fa avrebbe registrato a sua volta un'onda gravitazionale. I visitatori della mostra all'Accademia delle Scienze di Torino potranno ammirare un autentico frammento di questo strabiliante macchinario.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Una mostra dedicata alle onde gravitazionali LINK: https://www.gqitalia.it/lifestyle/eventi/2017/10/04/torino-la-mostra-che-racconta-le-onde-gravitazionali/


08/10/2017 11:12 Sito Web

identitagolose.it

Sette grandi chef interpretano l'universo Piatti tra gastronomia e scienza, in Piemonte, per celebrare il genio di uno dei più grandi fisici italiani, Tullio Regge 08-10-2017 Cinque dei sette grandi chef coinvolti nel progetto. Si riconoscono da sinistra Matteo Baronetto, Davide Scabin, Michelangelo Mammoliti, Mariangela Susigan e Alfredo Russo. Il primo a sinistra è Pino Savoia del Bistrot Cannavacciuolo, il secondo a destra Marco Valentini della Trattoria Zappatori Tullio Regge e l'Infinito. Infinito per Tullio Regge è stata una parola-chiave. Uno dei più geniali dei fisici italiani della generazione venuta dopo Enrico Fermi ha sempre puntato il suo sguardo oltre gli schemi, oltre i confini dell'intelligenza umana. La mostra "L'Infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, è ospitata a Torino fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze (via Accademia delle Scienze 6) e indaga l'universo - dall'infinitamente piccolo all'estremamente grande - attraverso le due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica. Il progetto è un omaggio al grande fisico e alla mostra in corso. Parte da essa e da essa prende il nome. Un inchino al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere, di conoscere e di capire. Utilizzare il linguaggio dell'alta cucina per raccontare la mostra è la sfida lanciata a 7 grandi chef stellati del Piemonte che hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Regge: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. La presentazione del progetto Dall'infinitamente piccolo all'immensamente grande i 7 chef stellati hanno giocato con i temi della fisica per raccontare, attraverso i loro piatti, l'universo di Regge, avvicinando due mondi, accogliendo l'invito di Regge a giocare con la scienza, rendendola accessibile a tutti. Lui ha cambiato la divulgazione in Italia e questo progetto vuole raccontare il suo genio. Regge amava contaminare scienza, arte, design con umorismo, ironia, arguzia, satira, polemica. Proprio a questo si sono ispirati gli chef per realizzare i loro piatti. I 7 chef hanno realizzato quindi altrettanti piatti che accompagneranno la mostra, da ottobre a marzo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Perché, come diceva Regge, «la scienza è sempre gioco. Il gioco di capire come funziona il mondo». Dal 6 al 20 Ottobre Matteo Baronetto proporrà Insalata piemontese al ristorante Del Cambio di piazza Carignano 2 a Torino. Antonino Cannavacciuolo nel suo Cannavacciuolo Bistrot di Torino (via Umberto Cosmo 6) inserirà in carta, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. In omaggio all'Infinita curiosità Michelangelo Mammoliti ha creato Open your mind, in carta al ristorante La Madernassa (località Lora 2, Guarene - Cn) dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia (corso Torino 9, Caluso -To) dal 7 al 22 novembre. Dal 21 novembre al 5 dicembre Alfredo Russo inserirà in carta Spazio-Tempo-Curvo, nel suo Dolce Stil Novo (piazza della Repubblica 4. Venaria - To). Il percorso tra scienza e alta cucina prosegue poi, dal 6 al 20 febbraio, al Combal.zero (piazza Mafalda di Savoia. Rivoli - To) con il Cyber Egg di Davide Scabin. Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori (corso Torino 34. Pinerolo - To), dove

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Sette grandi chef interpretano l'universo LINK: http://www.identitagolose.it/sito/it/44/44/17761/dallitalia/sette-grandi-chef-interpretano-luniverso.html


08/10/2017 11:12 Sito Web

identitagolose.it La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Christian Milone proporrà il suo Limone. Diverse sfumature. In questo dolce c'è tutto un universo: ci sono erbe, frutti, basi salate, pasticceria, una base lattica, del piccante, dell'olio extravergine d'oliva. E' un intero viaggio nel mondo dei sapori. Identità Golose L'articolo è a cura di Identità Golose, la testata che organizza il congresso internazionale di alta cucina, edita il sito www.identitagolose.it e la Guida Identità Golose online, oltre a firmare numerosi altri eventi in Italia e all'estero


05/10/2017 21:11 Sito Web

ilnazionale.it

LINK: http://www.ilnazionale.it/2017/10/05/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/la-fisica-e-linfinito-di-tullio-regge-nei-piatti-di-c...

La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati La fisica e l'infinito di Tullio Regge reinterpretati nei piatti di sette chef stellati per la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milione, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno realizzato sette piatti che accompagneranno l'esposizione, allestita fino al 18 marzo nel palazzo dell'Accademia delle Scienze con il sostegno della Compagnia di San Paolo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Un omaggio al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere e capire. Dal 6 al 20 ottobre Matteo Baronetto proporrà "Insalata piemontese" al Ristorante del Cambio di piazza Carignano. Antonino Cannavacciuolo, nel suo bistrot di via Cosmo, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018 inserirà Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo e salsa al Parmigiano. In omaggio all'infinita curiosità Michelangelo Mammoliti ha creato "Open your mind" in carta al Ristotante La Madernassa di Guarene dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia a Caluso dal 7 al 22 novembre. Dal 21 novembre al 5 dicembre Alfredo Russo inserirà in "Spazio-Tempo-Curvo" n suo Dolce Stil Novo a Venaria. Davide Scabin al Combal.zero di Rivoli, dal 6 al 20 febbraio, farà incontrare scienza e alta cucina con "Cyber Egg". Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori, dove Christian Milione proporrà il suo Limone. Diverse sfumature.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati


05/10/2017 Sito Web

Chef stellati interpretano Tullio Regge Tweet di ANSA (ANSA) - TORINO, 5 OTT - Sette chef stellati provano a interpretare, con i loro piatti, i pensieri, le scoperte e le visioni di Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani della generazione dopo Enrico Fermi. L'insolito progetto, presentato oggi al Circolo dei Lettori di Torino, si intitola 'L'infinita curisità. Un viaggio in compagnia degli chef'. Corre in parallelo alla mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo resterà aperta fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze. Gli chef Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Chistian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno ideato piatti ad hoc da inserire nei menù dei loro ristoranti. Tra questi 'L'insalata piemontese' di Baronetto, 'Cyber Egg' di Scabin, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano di Canavacciuolo. 5 ottobre 2017

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Chef stellati interpretano Tullio Regge LINK: http://notizie.tiscali.it/regioni/piemonte/articoli/chef-stellati-interpretano-tullio-regge/


05/10/2017 16:43 Sito Web

torino.virgilio.it

LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/la_fisica_e_l_infinito_di_tullio_regge_nei_piatti_di_cannavacciuolo_e_altri_6_chef_stellati-5316697...

La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati La fisica e l'infinito di Tullio Regge reinterpretati nei piatti di sette chef stellati per la mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'. Matteo...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 21/09/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2yhthff

1/1

AUTORE:


23/09/2017 Sito Web

La mostra sarà ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze A Torino un viaggio nell'Universo per le famiglie Commenta la Notizia Articolo pubblicato il 23/09/2017 alle ore 06:00. A Torino un "viaggio nell'universo" per le famigllie 2 Tullio Regge è stato il più geniale dei fisici della generazione venuta dopo Enrico Fermi. E forse non tutti sanno che fu proprio Borgo d'Ale a dargli i natali. Da ieri, venerdì 22 settembre al 18 marzo Torino ospita nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari), proprio a partire dagli studi di Regge. Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. La mostra è divisa in sei sezioni ed è strutturata come un viaggio nell'universo, dall'immensamente piccolo all'infinitamente grande, per capire come la semplice realtà quotidiana si spieghi attraverso profonde quanto affascinanti leggi della fisica. Un viaggio curioso, divertente, che permetterà a tutti di sentirsi un po' scienziati.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

A Torino un viaggio nell?Universo per le famiglie LINK: http://settimo.nuovaperiferia.it/pages/a-torino-un-viaggio-nelluniverso-per-le-famigllie-3555.html


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 02/09/2017

SITO: http://bit.ly/2xmwaw2

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 02/09/2017

SITO: http://bit.ly/2xmwaw2

2/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2zXfVt9

1 /1

AUTORE: IL TORINESE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/10/2017

SITO: http://bit.ly/2A09jq1

1/1

AUTORE


06/10/2017 10:01 Sito Web

Cronaca Diretta

Torino, il premio Nobel Thorne in mostra all'Accademia delle Scienze Il fisico rientra nella kermesse inaugurata pochi giorni fa di Ludovica Vavalà ROMA - Il premio Nobel per la Fisica 2017 Kip S. Thorne è celebrato e illustrato nella mostra in corso all'Accademia delle Scienze di Torino, che ora assume un valore ancora più attuale. La mostra torinese 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', inaugurata pochi giorni fa e aperta fino al 18 marzo, è in gran parte dedicata alle onde gravitazionali. LA MOSTRA - Ad accompagnare il visitatore è idealmente Tullio Regge, fisico che della relatività generale diede la prima versione quantizzata.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino, il premio Nobel Thorne in mostra all'Accademia delle Scienze LINK: http://www.cronacadiretta.it/dettaglio_notizia.php?id=49818


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 22/10/2017

SITO: http://bit.ly/2i4h9rm

1/1

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/10/2017

SITO: http://bit.ly/2A1z5KO

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/10/2017

SITO: http://bit.ly/2A1z5KO

2/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 06/10/2017

SITO: http://bit.ly/2zexWCg

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 06/10/2017

SITO: http://bit.ly/2zexWCg

2/2

AUTORE


10/10/2017 10:30 Sito Web

Tullio Regge, l'infinito nel piatto con 7 chef stellati By Daniele Colombo - 42 minuti ago 10 Ott 2017 0 Share 0 Comment 0 Love Share Tullio Regge, l'infinito nel piatto con 7 chef stellati Da Cannavacciuolo a Susigan, da Scabin a Baronetto: l'universo di Tullio Regge si mangia. Iniziativa per promuovere una mostra a Torino dedicata al geniale fisico «Non credo ci sia una teoria cosmologica definitiva, ma infinite ipotesi che inglobano via via le precedenti. Lo spettacolo non finirà mai». Tullio Regge, torinese, uno dei più geniali dei fisici italiani della generazione post-Enrico Fermi, sognava «un universo infinito che potesse contenere nella sua storia tutto ciò che è permesso dalle leggi fisiche». Sette chef stellati hanno deciso di rendergli omaggio, a loro modo, con piatti ispirati alle sue speculazioni. Il mondo di Tullio Regge trasformato in ricette dalla creatività di sette chef Antonino Cannavacciuolo, Mariangela Susigan, Davide Scabin, Matteo Baronetto, Michelangelo Mammoliti, Alfredo Russo e Christian Milone si cimenteranno nell'impresa, arditissima, di infilare l'infinito in un piatto. Battuta di fassona piemontese - Cannavacciuolo L'intento è, naturalmente, giocoso e didattico: mira ad accompagnare la mostra «L'Infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge» , ospitata a Torino fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze. Un'indagine dell'universo, dall'infinitamente piccolo, quello di gluoni e «particelle di Dio» al limite della fantascienza, all'estremamente grande, rappresentato da galassie lontanissime, buchi neri e spazi siderali. Un'esplorazione affascinante attraverso le due grandi teorie della fisica del Novecento, la relatività generale e la meccanica quantistica. Primo impatto - Susigan La cucina è oggi un linguaggio trasversale. E viene sempre più utilizzata per promuovere eventi di altre discipline. Come l'arte, con le opere in esposizione che diventano cocktail e piatti da degustare. Queste le avanguardistiche creazioni dei sette chef stellati in omaggio a Regge, il quale amava contaminare scienza, arte, design con un'immancabile dose di umorismo, ironia e arguzia (è stato tra l'altro co-fondatore del Cicap): «La scienza è un gioco. Il gioco di capire come funziona il mondo» diceva. Spazio tempo curvo Russo Open your mind - Mammoliti Matteo Baronetto, premiato come miglior chef a Identità Golose, proporrà l'Insalata piemontese (Ristorante Del Cambio di piazza Carignano 2 a Torino, fino al 20 Ottobre). Antonino Cannavacciuolo (Cannavacciuolo Bistrot di via Umberto Cosmo 6, Torino, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018) inserirà in carta una Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. In omaggio all'Infinita curiosità, Michelangelo Mammoliti preparerà Open your mind (Ristorante La Madernassa, Località Lora 2, Guarene, dal 20 ottobre al 5 novembre). Limone diverse sfumature - Milone Primo impatto è il piatto di Mariangela Susigan (Gardenia, Corso Torino 9, Caluso-To, dal 7 al 22 novembre). Alfredo Russo inserirà in carta Spazio-Tempo-Curvo, nel suo Dolce Stil Novo (Piazza della Repubblica 4, Venaria-To, dal 21 novembre al 5 dicembre) Insalata piemontese - Baronetto L'eccentrico Davide Scabin proseguirà il percorso tra scienza e alta cucina al Combal.zero (piazza Mafalda di Savoia, Rivoli-To, dal 6 al 20 febbraio) con un classico del suo repertorio, il Cyber Egg. Cyber eggs Scabin Infine, dal 20 febbraio al 10 marzo, l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori (Corso Torino 34, Pinerolo-To), dove Christian Milone proporrà il suo Limone. Un dessert di erbe e frutti come un universo di sapori: dolce, piccante, sapido e grasso.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Tullio Regge, l'infinito nel piatto con 7 chef stellati LINK: http://www.de-gustare.it/tullio-regge-linfinito-nel-piatto-7-chef-stellati/


05/10/2017 14:48 Sito Web

LINK: https://torino.diariodelweb.it/torino/articolo/?nid=20171005_453236

Infinita curiosità Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati a Torino, ecco i piatti «infinitamente curiosi» In occasione della mostra dedicata al genio eclettico di Tullio Regge, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che rimarrà a Torino dal 22 ottobre fino al 18 marzo 2018, sono stati chiamati i sette grandi della cucina piemontese Adele Palumbo 05/10/2017 14:48:19 stampa commenti "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" (© Facebook) TORINO - La parola d'ordine è "curiosità": dalla curiosità scientifica alla curiosità in cucina il passo è più breve di quel che si potrebbe credere. Quando poi entrano in gioco 7 chef stellati le distanze si accorciano ulteriormente. In occasione della mostra dedicata al genio eclettico di Tullio Regge, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", promossa dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo, che rimarrà a Torino dal 22 settembre fino al 18 marzo 2018, ospitata dal palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino, sono stati chiamati i sette grandi della cucina piemontese. Agli chef è stato richiesto di creare (o riproporre) un piatto da dedicare alla mostra per onorare il genio del grande fisico italiano e per sottolineare il forte elemento di curiosità presente nella ricerca dell'alta cucina. PIATTI Come hanno accolto gli stellati la sfida lanciata dalla mostra? Partiamo da chef Scabin, che propone per l'occasione il suo storico cyber egg, servito con tanto di bisturi e due involucri di cellophane. «Dentro queste sfere c'è tutta la mia ricerca», spiega Scabin, «dal cyber egg in poi mi è cambiata la vita. Al suo interno c'è un mondo di curiosità». Mariangela Susigan, cuoca della Gardenia di Caluso, dedica alla mostra di Tullio Regge il "Primo Impatto": un piatto nato dall'abbinamento tra due elementi apparentemente distanti e invece molto simili nel gusto: rognone e lumache. «Ho immaginato che dei frammenti di meteoriti siano caduti in un prato e abbiano sprigionato tutto il loro sapore» commenta Susigan. Alfredo Russo invece, cuoco del meraviglioso Dolce Stil Novo della Reggia di Venaria, ha creato un piatto ad hoc per la mostra: "Spazio-Tempo-Curvo", un dessert goloso dal nucleo sorprendere che ricorda i sapori del Bicerin. Il bistrò di Antonino Cannavacciuolo, dal canto suo, mette in carta per l'occasione un'originalissima "battuta di fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo e salsa al parmigiano", piatto umoristico ed eclettico, che porta l'impronta classica della "manona" dello chef partenopeo. Dalla cucina del Cambio arriva poi la ricetta della ricca insalata piemontese di chef Baronetto che cambia ingredienti quattro volte all'anno, a seconda delle stagioni. «Secondo me ogni cuoco è uno scienziato. Misurare sale e aceto è già una formula» commenta lo chef. E ancora, chef Mammoliti, il determinatissimo "marine" della cucina del ristorante la Madernassa, propone "Open your mind" creato appositamente per la mostra. Il piatto è legato alla tradizionale insalata russa alla piemontese, ma viene sviluppato in modo del tutto nuovo. Per concludere, lo chef della Trattoria Zappatori di Pinerolo, Christian Milone, propone "Limone.Diverse sfumature", un dolce che contiene un intero universo: erbe, frutti, basi salate, piccante ecc.. Non resta che prepararsi a essere stupiti da questi piatti "infinitamente curiosi". Tutte le notizie su: Cucina Torino Antonino Cannavacciuolo I più visti... 1«Sparano aghi sui passanti da un'auto in corsa»: l'incubo a Torino, è caccia alla banda 2Nuove telecamere in piazza Statuto, la strada sbagliata costa 81 euro di multa 3Poliziotta ruba

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Cannavacciuolo e altri 6 chef stellati a Torino, ecco i piatti «infinitamente curiosi»


05/10/2017 14:48 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

un piumino nella piscina Aquatica, tradita dalla videocamera di sorveglianza 4Fassino si difende dagli attacchi di Appendino: «Le uniche bugie arrivano da lei» 5Ospedale Molinette, in arrivo un nuovo genetista da Milano esperto di Parkinson 6Signora accusa un malore e rimane chiusa in casa: attimi di panico in via Cibrario 7Due guasti in due giorni per i nuovi bus elettrici di Gtt, in sostituzione ci sono mezzi a gasolio 8Per risanare i debiti aumenteranno le tasse per i torinesi? Appendino: «Vi dico la verità» 9Appendino, via libera ai tagli e attacco a Fassino: «Ha mentito. Recupereremo così 80 milioni» 10Via Nizza, il grido di ribellione dei commercianti: «Le strisce blu? Siamo già sull'orlo del fallimento»


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 27/10/2017

SITO: http://bit.ly/2hxxGop

1 /1

AUTORE: Elena Romanello


06/10/2017 Sito Web

venerdì 6 ottobre 2017 15ª EDIZIONE PER IL FESTIVAL DELLA SCIENZA DI GENOVA L'edizione del Festival della Scienza 2017 si svolgerà a Genova dal 26 ottobre al 5 novembre con 265 appuntamenti, articolati in 113 incontri, 12 spettacoli e 140 eventi distribuiti in tutta la città. Al Giappone, Paese ospite dell'evento, sarà dedicato un ampio allestimento nell'esclusiva location di Palazzo della Borsa. Oltre 460 gli animatori, fra studenti universitari e giovani ricercatori, saranno coinvolti nell'edizione 2017. Gli studenti delle scuole superiori liguri parteciperanno al Festival grazie a un progetto di alternanza scuola-lavoro. © FACEBOOK.COM/FESTIVALDELLASCIENZA La 15ª edizione del Festival della Scienza, in programma a Genova dal 26 ottobre al 5 novembre, apre anche quest'anno in grande stile con un palinsesto ricco di eventi che promettono di portare una ventata di scienza tra le vie della Superba. Il calendario prevede ben 265 appuntamenti, scanditi in 113 incontri, 12 spettacoli e 140 eventi, che si terranno in varie location di spicco, distribuite strategicamente in tutta la città. Il tema scelto quest'anno, di forte impatto e di grande attualità, è Contatti, quali unioni, sinergia, cooperazione, comunicazione; oppure, come urto, competizioni o conflitto. Contatti tra l'uomo e l'Universo, tra l'origine di tutto e il mondo odierno, tra discipline differenti e generi che si incontrano, tra popoli e culture, tra la scienza e la società. Contatti fisici, biologici, chimici, linguistici e nutrizionali. Contatti avveniristici tra coloro che immaginano il futuro nelle trame della tecnologia e, guardando all'orizzonte, vedono già il mondo di domani. Al Giappone, Paese Ospite del Festival, sarà dedicato un ampio allestimento nell'esclusiva sede di Palazzo della Borsa, con mostre dedicate, laboratori e incontri di approfondimento per conoscere da vicino l'affascinante cultura del Paese del Sol Levante. I visitatori saranno accompagnati da oltre 460 animatori, selezionati fra studenti universitari e giovani ricercatori provenienti da tutta l'Italia, ai quali si affiancheranno 70 studenti delle scuole secondarie liguri partecipanti ad un progetto di alternanza scuola-lavoro, nell'ambito del progetto Orientamenti 2017 della Regione Liguria, cofinanziato dall'Unione Europea. Il programma del Festival è già disponibile al sito www.festivalscienza.it che, per l'edizione di quest'anno si presenta con una veste grafica del tutto nuova e facilmente consultabile anche da dispositivo mobile. Il programma e tutti gli aggiornamenti sul Festival saranno fruibili anche tramite l'applicazione per smartphone Festival della Scienza, scaricabile gratuitamente e disponibile per dispositivi iOS e Android. Già attivo anche il call center del Festival al numero 010 8934340, per informazioni e prenotazioni da parte degli istituti scolastici. L'acquisto dei biglietti elettronici (senza necessità di ritiro in biglietteria) sarà disponibile sul sito del Festival dal 9 ottobre e nel nuovo spazio Infopoint, allestito quest'anno nella centralissima posizione del cortile interno di Palazzo Ducale, a partire dal 23 ottobre. Il costo del biglietto rimane invariato rispetto agli anni precedenti, con agevolazioni per gruppi, minori e appuntamenti serali. Il Festival vede coinvolte le istituzioni locali e nazionali, le università e molti degli enti di ricerca italiani in un programma multidisciplinare dove la scienza incontra l'arte, le lettere, la musica e la filosofia. Saranno presenti scienziati provenienti da tutto il mondo, tra i quali il Premio Nobel per la Medicina Erwin Neher, il neo premiato matematico francese Thibault Damour, l'inventore del microprocessore Federico Faggin, il primatologo Tetsuro Matsuzawa, tantissimi scienziati e ricercatori italiani. L'anteprima del programma del Festival della Scienza è stata presentata

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

15ª EDIZIONE PER IL FESTIVAL DELLA SCIENZA DI GENOVA LINK: http://www.gravita-zero.org/2017/10/15-edizione-per-il-festival-della.html


06/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

oggi, a Palazzo Tursi, dal Presidente del Festival Marco Pallavicini. Hanno preso parte alla presentazione, in rappresentanza della città di Genova: il Sindaco Marco Bucci e l'Assessore a Marketing Territoriale, Cultura, Politiche Giovanili del Comune di Genova Elisa Serafini; in rappresentanza della Regione Liguria: l'Assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali della Regione Liguria Ilaria Cavo. Hanno partecipato alla presentazione anche Paolo Comanducci, rettore dell'Università di Genova e Roberto Timossi, membro del Comitato di Gestione della Fondazione Compagnia di San Paolo, principale sostenitrice della manifestazione. Programmazione del Festival - focus sugli eventi Incontri Come ogni anno, il Festival proporrà un ricco palinsesto di incontri ispirati alle questioni più attuali e scottanti del dibattito scientifico. La giornata inaugurale del Festival si terrà il 26 ottobre nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale e sarà previsto l'ingresso gratuito; dopo i saluti inaugurali, si entrerà nel vivo del programma con la conferenza che vedrà protagonisti l'immunologo Roberto Burioni e l'epidemiologo Giancarlo Icardi, alle prese con l'attualissimo e contestato tema dei vaccini. In serata, il geologo Mario Tozzi e il comico Giobbe Covatta indurranno il pubblico a riflettere sui complicati rapporti tra l'uomo e l'ambiente, in un divertente dialogo. A esplorare le frontiere della microbiologia e dalla biomedicina saranno il premio Nobel per la Medicina Erwin Neher, Andrea Musacchio, direttore del dipartimento di Biomeccanica del Max Planck Institute, e l'immunologo Attilio Bondanza. La giornalista Anna Meldolesi e lo storico della biologia Telmo Pievani dialogheranno sulle implicazioni scientifiche ed etiche della discussa tecnica CRISPR. I temi della neurobiologia e delle neuroscienze saranno affrontati dal bio-psicologo Onur Güntürkün, dall'esperto di percezione visiva Rodrigo Quian Quiroga, dal massimo esperto mondiale nello studio del comportamento degli scimpanzé, il primatologo Tetsuro Matsuzawa, nonché dal neurochirurgo Arnaldo Benini e dal neuroscienziato Pier Francesco Ferrari. Nell'anno dei Contatti ampio spazio sarà dedicato ai misteri dello spazio e all'astrofisica. Molti saranno gli astrofisici ospiti del Festival, tra i quali Mario Livio, Stuart Clark, Rosalba Bonaccorsi, esperta di ambienti estremi presso la NASA, e Xavier Barcons, presidente dell'ESO. L'astrofisico Attilio Ferrari e il giornalista Piero Bianucci racconteranno come le rappresentazioni virtuali dell'universo mettano in contatto l'uomo con l'infinito, il passato e il futuro. Rifletteremo sull'origine della vita con il grande comunicatore della scienza Jim Baggott, sui rischi naturali e sulle paure ad essi connessi con Mario Tozzi, sulle grandi scoperte della scienza con Gianpaolo Bellini e Mauro Ceroni, sugli aspetti sociali delle migrazioni con l'antropologo Marco Aime e il sociologo Maurizio Ambrosini. Parleranno di fisica fondamentale - sia dal punto di vista teorico che sperimentale - l'esperto di relatività e teorie delle stringhe Thibault Damour, la ricercatrice del CERN Monica Pepe Altarelli, Paolo Giubellino, direttore scientifico del FAIR International Laboratory, e Massimo Altarelli direttore del progetto di realizzazione dell'European XFEL. Ampio spazio sarà dato anche alle scienze umane, con i grecisti Anna Santoni e Filippomaria Pontani, il neuroergonomo Idriss Aberkane, Antonella Failla, esperta di cultura giapponese, e il filosofo Giulio Giorello. Mostre Il sempre ricchissimo programma di mostre e laboratori, realizzato per oltre il 70% grazie alla collaborazione delle università e degli istituti di ricerca, è completato quest'anno da un ampliato programma di spettacoli ed eventi speciali, volto a rendere il Festival sempre più divertente e destinato a tutti. Tra le mostre - anche quest'anno espressione di ricche collaborazioni con enti e sponsor - segnaliamo Futuro Express (a cura di IIT) al Munizioniere di Palazzo Ducale, Il cielo con un dito (a cura di Konica Minolta Laboratory Europe, ORSA e INAF) alla Commenda Prè, Imaginary (a cura di Unige) alla Loggia degli Abati di Palazzo Ducale, Volare (a cura di Pleiadi - Science Farmer) al Museo di Storia Naturale G. Doria. Gli spazi del Festival saranno arricchiti da molte installazioni interattive quali, a Palazzo Ducale: The wind of change a cura di ERG nel Porticato e in una sala del Munizioniere Dentro le forme, un viaggio virtuale attraverso i disegni di Tullio Regge a cura del Sistema Scienza Piemonte, nell'ambito della partnership con la Compagnia di San Paolo che si conferma anche quest'anno principale sostenitore della manifestazione genovese. Laboratori Anche quest'anno, tra i laboratori grande scelta didattica per ogni fascia d'età: da Coding by touch: programmatori si diventa (a cura di Unige) dedicato agli


06/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, a Abbracci alieni (a cura di Associazione Dafne) per l'infanzia; da Organi... zziamo il corpo umano (a cura del Centro Nazionale Trapianti) a Telefonata interstellare (a cura dell'INAF) per i più grandi; ci saranno anche laboratori dedicati agli insegnanti come Science in a box e Ditelo con la luce (a cura entrambi del CNR), e laboratori internazionali come Ogni contatto lascia una traccia! (a cura del Science Centre di Singapore). Eventi speciali e spettacoli Più ampia rispetto agli scorsi anni la sezione di eventi speciali e spettacoli, all'insegna di un Festival sempre più divertente e aperto a tutti. Ci saranno eventi in giro per la città come il tour sul restauro Arte e scienza si incontrano nei vicoli (a cura del CNR), e le osservazioni dell'International Moon Nights (a cura di Osservatorio Astronomico del Righi). Al rapporto tra scienza e cibo sarà dedicato un ciclo di Lezioni scientifiche di cucina, tenute presso le Cisterne di Palazzo Ducale. Ben 12 spettacoli arricchiranno il programma, un calendario ricco realizzato anche grazie alla collaborazione con il Teatro della Tosse, in cui tematiche scientifiche saranno affrontate in chiave teatrale e dove il tema Contatti farà da fil rouge: in Io e Ganimede e Quando spazio e terra si incontrano si parlerà di contatti tra pianeti; contatti tra musica, poesia e scienza in Happiness; tra uomo e animali in Rendez-Vous 2200 e La rivincita del sesso debole, con Antonio Ornano e Francesco Tomasinelli; tra uomo e tecnologia in Vita Nerd e in Contatti ravvicinati ma non troppo; tra uomini e società in Due donne ai raggi X e La solitudine del Premio Nobel. Anche quest'anno cifra distintiva degli spettacoli del Festival è quella di portare sul palco gli scienziati, come i presidenti di INAF e ASI, Fernando Ferroni e Roberto Battison, protagonisti dello spettacolo The Universe and the Presidents o il Rettore del Gran Sasso Science Institute Eugenio Coccia in Cosmic Groove. Paese Ospite Per il Giappone, ospite di questa edizione, si è scelto un punto di vista non strettamente scientifico e tecnologico, ma soprattutto culturale, con l'intenzione di valorizzare le diverse anime che rendono straordinario questo affascinante paese: tradizione e modernità, progresso scientifico e spiritualità, tecnologia e profondo legame con la natura. Nello Spazio Giappone, realizzato con il supporto di Nikon e allestito a Palazzo della Borsa, estetica e tecnica, dal passato al futuro, verranno illustrate da una mostra e da alcuni laboratori interattivi sui temi di scienza della vita, alimentazione e alcuni aspetti centrali della storia e della cultura giapponese, ai quali si affiancheranno eventi speciali dedicati alla tradizione gastronomica. Alla collaborazione scientifica Italia - Giappone sarà invece dedicato un ciclo di incontri realizzato in collaborazione con il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale e con l'Ambasciata Giapponese in Italia, nel quale scienziati dei due Paesi si confronteranno su temi comuni, come lo studio dei fenomeni sismici e le tecniche di ricostruzione e recupero, la microelettronica e la tutela dell'ambiente marino. Da segnalare anche la collaborazione con il Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone, che per l'occasione aprirà le sue porte ai visitatori del Festival con eventi dedicati. Il programma è nato dalle oltre 400 proposte arrivate da tutta l'Italia in risposta al bando di idee lanciato dal Festival a gennaio 2017. La selezione dei progetti è stata realizzata dai 46 membri del Consiglio scientifico del Festival costituito da ricercatori, giornalisti scientifici e professionisti della comunicazione, con il supporto del Comitato di Programmazione. Alcuni eventi in programma sono frutto di collaborazioni con altri eventi concomitanti, quali il Paganini Genova Festival, a Genova dal 27 al 29 ottobre e Lucca Comics and Games, a Lucca dall'1 al 5 Novembre. Gli animatori del Festival saranno 463 ragazzi tra studenti universitari e giovani ricercatori selezionati da oltre 1.300 candidature provenienti da tutta l'Italia, a cui è affidato il compito di facilitare il pubblico di ogni fascia d'età ad orientarsi all'interno delle ultimissime scoperte della scienza, imparando e divertendosi. Accanto agli animatori ci saranno anche gli studenti delle scuole superiori genovesi, parte di un progetto di alternanza scuola/lavoro nell'ambito del progetto Orientamenti 2017 della Regione Liguria, cofinanziato dall'Unione Europea. Il Festival si conferma, così, una palestra per i giovani che vogliono entrare nel mondo del lavoro. L'Associazione Amici Festival della Scienza organizzerà anche per questa edizione "le cene" per i relatori, che rappresentano da sempre momenti di accoglienza e scambio per gli ospiti. La realizzazione del Festival è stata resa possibile grazie ai Soci, ai


06/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Partner istituzionali e agli Sponsor, i quali hanno permesso di supportare le attività con fondi pari a 1.440.000 euro. Il programma del Festival è arricchito da una sezione di eventi Fuori Festival, presenti in città e in Liguria, tra cui l'anteprima del Festival Savona, i giovani e la scienza 2017, dal 18 al 25 ottobre a Savona presso il Palazzo del Commissario, al Priamar, che verrà illustrato dal Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio. I Soci dell'Associazione Festival della Scienza Camera di Commercio, Industria e Artigianato di Genova, Centro Fermi - Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi, CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche, Comune di Genova, Confindustria Genova, Costa Edutainment, GSSI Gran Sasso Science Institute, IIT - Istituto Italiano di Tecnologia, INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica, INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, INGV - Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Regione Liguria, Sviluppo Genova, Università degli Studi di Genova I Partner istituzionali del Festival della Scienza Compagnia di San Paolo (principale sostenitore), Commissione Europea, Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Gli Sponsor (elenco non definitivo) IREN, ERG, Nikon, Federchimica/Plastic Europe, Costa Edutainment, Fincantieri, Ansaldo Energia, Banca Passadore, Coop Liguria, Farmindustria, GHT, Gruppo Spinelli, SAAR, Air France, Ansaldo STS, Ricola, Amico&Co, Assobiomedica, Axpo, De Agostini Scuola, Italmatch Chemicals, Konika Minolta, TibMolbiol, Cetena, Saponificio Gianasso - I Provenzali, Vandemoortele, Paredes, Emac, Società Italiana di Fisica, Cinquanta&più, Romanengo, Società Italiana di Biofisica Pura e Applicata, Società Italiana di Ottica e Fotonica, Latte Tigullio, Rotary Genova Gli editori al Festival della Scienza Adelphi, Arnoldo Mondadori Editore, Bollati Boringhieri, Brioschi, Editoriale Scienza, Edizioni Dedalo, Egea, Einaudi, ETS Edizioni, Feltrinelli, Gribaudo, Gruppo Editoriale Raffaello, Hoepli, Il Mulino, Il Saggiatore, Lapis, Ponte alla Grazie, Raffaello Cortina, Rizzoli, Sironi, Valentina Edizioni, Zanichelli I luoghi del Festival della Scienza Acquario di Genova, Banca d'Italia, Biblioteca Berio, Biblioteca Internazionale per Ragazzi Edmondo De Amicis, Bottega del Maestro Liutaio Pio Montanari, C.I.S.E.F. Germana Gaslini, Casa Paganini, CELSO - Istituto di Studi Orientali, Chiostro della Basilica di Santa Maria delle Vigne, Commenda di Prè, Confetteria Pietro Romanengo 1780, Conservatorio Niccolò Paganini, Coop di Piccapietra, Dialogo nel Buio, Fondazione Renzo Piano, Galata Museo del Mare, Genoa Port Center, Giardini E. Luzzati - Area Archeologica, Grand Hotel Savoia, GREAT Campus: Parco Scientifico e Tecnologico di Genova - Erzelli, Istituto Bernardo Marsano, ITC Vittorio Emanuele, La città dei bambini e dei ragazzi, Libreria L'amico ritrovato, Magazzini del Cotone - Modulo 1, Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone, Museo di Archeologia Ligure, Museo di Storia Naturale Giacomo Doria, Museo Luzzati di Porta Siberia, Oratorio di San Giovanni di Pré, Orto Botanico dell'Università di Genova, Ospedali Galliera, Osservatorio Astronomico del Righi, PalaCUS, Palazzo Bianco, Palazzo Ducale, Palazzo Rosso, Palazzo Tursi, Palazzo Verde, Photo Factory - Top Market, Piazza delle Feste, Teatro Carlo Felice, Teatro della Tosse, Terrazza Colombo, Unige - Aula Magna Balbi, Unige - Aula Magna Chimica, Unige - SIMAV


26/10/2017 16:40 Sito Web

informazione.it

DETECMA by GUFRAM. DESIGN E FISICA SI INCONTRANO A TORINO Chi fu il primo a creare un oggetto di design utilizzando il calcolatore elettronico? Torino, 26/10/2017 - 16:40 (informazione.it comunicati stampa - fiere ed eventi) Chi fu il primo a creare un oggetto di design utilizzando il calcolatore elettronico? Sorprendentemente un fisico, Tullio Regge, uno dei più geniali dei fisici italiani della generazione venuta dopo Enrico Fermi i cui studi, proseguiti da Kip Thorne, lo scorso 3 ottobre si sono aggiudicati il premio Nobel della Fisica. Affascinato dall'informatica e dalle forme geometriche, Tullio Regge era uno scienziato appassionato, creativo e curioso, che ha sempre puntato il suo sguardo oltre gli schemi, oltre i confini dell'intelligenza umana. Utilizzando il calcolatore elettronico per dare forma alle sue visioni, Tullio Regge nel 1967 trasformò un'equazione matematica di quarto grado in un volume dalle caratteristiche volutamente ergonomiche. Design, Tecnica e Matematica. DETECMA. E' il primo arredo disegnato utilizzando un calcolatore elettronico, una rivoluzione nel mondo del design. Il risultato è una forma organica ed ergonomica in morbido poliuretano, una poltrona che rompe gli schemi della categoria e i colori gradienti disponibili a catalogo restituiscono tutte le tonalità del mondo. Proprio in questi giorni Torino celebra Tullio Regge con la mostra 'L'Infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, ospitata fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6). La mostra, divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia e per chi ha voglia di capire come e perché uno studio matematico ha saputo trasformarsi in design, in esposizione c'è anche la Detecma di Gufram, poltrona e pouf, seduta e oggetto decorativo figlio degli anni '60 e allo stesso tempo contemporaneo e all'avanguardia.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

DETECMA by GUFRAM. DESIGN E FISICA SI INCONTRANO A TORINO LINK: https://www.informazione.it/c/6618CD7E-E4C3-4549-819D-B1ABC9FA467E/DETECMA-by-GUFRAM-DESIGN-E-FISICA-SI-INCONTRANO-A-TORINO


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/10/2017

SITO: http://bit.ly/2hxPI9W

1 /2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/10/2017

SITO: http://bit.ly/2hxPI9W

2 /2

AUTORE


05/10/2017 16:50 Sito Web

italyfood24.it

Infinita curiosità. Un viaggio in compagnia di Tullio Regge. Posted on 5 ottobre 2017 by Italy Food 24 Tullio Regge e l'Infinito. Infinito per Tullio Regge è stata una parola-chiave. Uno dei più geniali dei fisici italiani della generazione venuta dopo Enrico Fermi ha sempre puntato il suo sguardo oltre gli schemi, oltre i confini dell'intelligenza umana. I suoi studi sulle onde gravitazionali proseguiti da Kip Thorne hanno vinto i questi giorni il Premio Nobel per la fisica. La mostra 'L'Infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, è ospitata a Torino fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6) e indaga l'universo - dall'infinitamente piccolo all'estremamente grande - attraverso le due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica. Il progetto 'L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef' è un omaggio al grande fisico e alla mostra in corso. Parte da essa e da essa prende il nome. Un omaggio al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere, di conoscere e di capire. Utilizzare il linguaggio dell'alta cucina per raccontare la mostra è la sfida lanciata a 7 grandi chef stellati del Piemonte che hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Tullio Regge: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. Dall'infinitamente piccolo all'immensamente grande i 7 chef stellati hanno giocato con i grandi temi della fisica per raccontare, attraverso i loro piatti, l'universo di Tullio Regge, avvicinando due mondi, accogliendo l'invito di Tullio Regge a giocare con la scienza, rendendola accessibile a tutti. Regge ha cambiato la divulgazione in Italia e questo progetto vuole essere un omaggio al suo genio. Regge amava contaminare scienza, arte, design... con umorismo, ironia, arguzia, satira, polemica. Proprio a questo si sono ispirati gli chef per realizzare i loro piatti. I 7 chef hanno realizzato 7 piatti che accompagneranno la mostra, da Ottobre a Marzo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Perché, come diceva Regge 'la scienza è sempre gioco. Il gioco di capire come funziona il mondo'. Dal 6 al 20 Ottobre. Matteo Baronetto, Ristorante Del Cambio: Insalata piemontese Dal 10 ottobre al 10 marzo 2018. Antonino Cannavacciuolo, Cannavacciuolo Bistrot di Torino: Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. Dal 20 ottobre al 5 novembre. Michelangelo Mammoliti, Ristorante La Madernassa: Open your mind. Dal 7 al 22 novembre. Mariangela Susigan, Gardenia: Primo impatto. Dal 21 Novembre al 5 Dicembre. Alfredo Russo, Dolce Stil Novo: Spazio - Tempo - Curvo. Dal 6 al 20 febbraio. Davide Scabin, Combal.zero: Cyber Egg. Dal 20 febbraio al 10 marzo. Christian Milone, Trattoria Zappatori: Limone. Diverse sfumature.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Infinita curiosità. Un viaggio in compagnia di Tullio Regge. LINK: http://www.italyfood24.it/2017/10/05/infinita-curiosita-un-viaggio-in-compagnia-di-tullio-regge/


07/10/2017 Sito Web

Hanno aderito all'iniziativa anche Baronetto, Mammoliti, Milone, Russo, Scabin e Susigan Regge e l'infinito contagiano la cucina di Cannavacciuolo Commenta la Notizia Articolo pubblicato il 07/10/2017 alle ore 05:00. Regge e l'infinito contagiano la cucina di Cannavacciuolo 4 Tullio Regge e l'Infinito. Infinito per Tullio Regge è stata una parola-chiave. Uno dei più geniali dei fisici italiani della generazione venuta dopo Enrico Fermi ha sempre puntato il suo sguardo oltre gli schemi, oltre i confini dell'intelligenza umana. La mostra "L'Infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, è ospitata a Torino fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6) e indaga l'universo - dall'infinitamente piccolo all'estremamente grande attraverso le due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica. Il progetto "L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef" è un omaggio al grande fisico e alla mostra in corso. Parte da essa e da essa prende il nome. Un omaggio al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere, di conoscere e di capire. Utilizzare il linguaggio dell'alta cucina per raccontare la mostra è la sfida lanciata a 7 grandi chef stellati del Piemonte che hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Tullio Regge: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. Dall'infinitamente piccolo all'immensamente grande i 7 chef stellati hanno giocato con i grandi temi della fisica per raccontare, attraverso i loro piatti, l'universo di Tullio Regge , avvicinando due mondi, accogliendo l'invito di Tullio Regge a giocare con la scienza, rendendola accessibile a tutti. Regge ha cambiato la divulgazione in Italia e questo progetto vuole essere un omaggio al suo genio. Regge amava contaminare scienza, arte, design con umorismo, ironia, arguzia, satira, polemica. Proprio a questo si sono ispirati gli chef per realizzare i loro piatti. I 7 chef hanno realizzato 7 piatti che accompagneranno la mostra, da ottobre a marzo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Perché, come diceva Regge "la scienza è sempre gioco. Il gioco di capire come funziona il mondo". Dal 6 al 20 ottobre Matteo Baronetto proporrà Insalata piemontese al Ristorante Del Cambio di Piazza Carignano 2 a Torino. Antonino Cannavacciuolo nel suo Cannavacciuolo Bistrot di Torino (Via Umberto Cosmo 6) inserirà in carta, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. In omaggio all'Infinita curiosità Michelangelo Mammoliti ha creato Open your mind, in carta al Ristorante La Madernassa (Località Lora 2, Guarene) dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia (Corso Torino 9, Caluso -TO) dal 7 al 22 novembre. Dal 21 Novembre al 5 Dicembre Alfredo Russo inserirà in carta Spazio - Tempo - Curvo, nel suo Dolce Stil Novo (Piazza della Repubblica 4. Venaria - TO). Il percorso tra scienza e alta cucina prosegue poi, dal 6 al 20 febbraio, al Combal.zero (Piazza Mafalda di Savoia. Rivoli - TO) con Cyber Egg di Davide Scabin. Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori (Corso Torino 34. Pinerolo - TO), dove Christian Milone proporrà il suo Limone. Diverse sfumature. In questo dolce c'è tutto un universo: ci sono erbe, frutti, basi salate,

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Regge e l'infinito contagiano la cucina di Cannavacciuolo LINK: http://settimo.nuovaperiferia.it/pages/regge-e-linfinito-contagianocucinacannavacciuolo-3666.html


07/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

pasticceria, una base lattica, del piccante, dell'olio extravergine d'oliva. E' un intero viaggio nel mondo dei sapori.


05/10/2017 07:02 Sito Web

Alexia incontra i fan alla Feltrinelli, Concerto agli imbarchi di Caselle Giovedì 05 ottobre 2017 LIBRI GUERRA DEI MURAZZI Alle 18.30 all'Ibrida Bottega in via Romani 0/a, lo scrittore torinese Enrico Remmert presenta la raccolta di quattro racconti "La guerra dei Murazzi" (Marsilio). Info 011/19871905. IN MARI DESERTI Alla Feltrinelli in piazza Cln 251, alle 18.30 Emiliano Stefanelli presenta il suo nuovo giallo "In mari deserti" (Leima Edizioni). Info 011/5620830. SOUL BOOKS Alle 18.30 alla libreria Bodoni Spazio B in via Carlo Alberto 41, si parla del soul raccontato dalla collana di libri "Soul books" di Vololibero con gli autori moderati da Maurizio Blatto, scrittore e gestore dello storico negozio di dischi torinese Backdoor. Gli ospiti della serata saranno Carlo Bordone, autore del libro "Curtis Mayfield", Edoardo Fassio e Graziano Uliani, con il titolo "Solomon Burke", TonyFace Bacciocchi, con "Ray Charles" e Eddy Cilìa, con "James Brown". ESTATE INVINCIBILE Alla libreria Trebisonda in via Sant'Anselmo 22, Filippo Nicosia torna a Torino per presentare il suo romanzo "Un'invincibile estate" (Giunti) assieme a Mauro Maraschi. IL FARO DI VIRGINIA Alle 18 al Circolo dei lettori in via Bogino 9 si tiene l'incontro inaugurale del ciclo "Virgina Woolf. Il faro in una stanza #1" con Elisa Bolchi, Massimo Scotti, Francesca Bolino. GRAN TOUR ROMA Alle 21 sempre in via Bogino 9, Giuseppe Culicchia presenta la prima tappa del "Gran Tour" su Roma del nuovo progetto di viaggi del Circolo che vuole rievocare lo spirito delle vacanze di formazione ottocentesche. INCONTRI & EVENTI FILM SULLA RIFORMA Alle 20.45 alla scuola latina di Pomaretto in via Balziglia 103, la Chiesa valdese e l'associazione "Amici della Scuola Latina" propongono la visione della pellicola "Cromwell" (1970) di Ken Hughes. Ingresso libero. REPUTAZIONE UNIVERSITARIA La Pro Cultura Femminile prosegue con il ciclo degli incontri settimanali a ingresso libero che hanno luogo il giovedì alle 16.30 nella sala Conferenze dell'Archivio di Stato di Torino in piazzetta Mollino 1; oggi si parla de "La reputazione dell'Università" con Giovanni Ajani. BELLEZZA PLATONICA "La bellezza e la filosofia" è il titolo del prossimo incontro organizzato dall'Unitre Torino per i suoi soci alle 16 all'Auditorium Edp in corso Govone 16/a con il professor Ernesto Riva che, partendo da Platone, farà una panoramica sulle concezioni della bellezza in ambito filosofico, per concludere infine con il celebre interrogativo di Dostoevskij: "la bellezza salverà il mondo?". 7 CHEF STELLATI Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Alle 11.30 al Circolo dei lettori in via Bogino 9 si presenta in conferenza stampa il progetto "L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef", realizzato parallelamente alla mostra in omaggio al grande fisico con la collaborazione di sette chef stellati del Piemonte che hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Regge: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. NELLO STUDIO DI GROSSO In occasione della mostra "Giacomo Grosso. Una stagione tra pittura e accademia", nell'ambito del ciclo "I Maestri dell'Accademia Albertina" promosso e organizzato dal Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto e dall'Accademia Albertina di Belle Arti, alle 17.30 nel Gran Salone dei Ricevimenti di Palazzo Madama si tiene una conferenza a cura di Clelia Arnaldi di Balme, storica dell'arte e conservatore di Palazzo Madama. ERASMUS WELCOME DAYS Alle 15 al Cap 10100 in corso Moncalieri 18, in occasione degli "Erasmus Walcome Days", appuntamento a cura dell'Erasmus Student Network ed

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Alexia incontra i fan alla Feltrinelli, Concerto agli imbarchi di Caselle LINK: http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/10/05/news/appuntamenti-177405541/


05/10/2017 07:02 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Erasmus Torino: incontro Pre-courses Italian Exam, per testare il livello di italiano degli studenti in scambio Erasmus per ottenere il certificato Cils. Ingresso libero. TORINO ERA... L'Associazione Volarte propone il cilco di conferenze "Torino era... ". alle 16 nella sala conferenze della sede del centro servizi per il volontariato Vol.To in via Giolitti 21, Carla Parsani Motti interviene sul tema "Torino Capitale: una e tante". LAVORARE AD ARTE AL POLO Al Polo del 900 proseguono le conversazioni attorno al tema del lavoro nel contesto artistico-culturale con protagonisti dell'arte e della cultura contemporanea appuntamento "Lavorare ad Arte": alle 17 in via del Carmine 14 Nicola Lagioia e Maria Giulia Brizio intervengono sul tema "Lo spazio della sperimentazione al Salone del Libro: il Book-Stock Village". Info polodel900.it GLI INCONTRI DI CAMERA Da Camera, il Centro Italiano per la Fotografia in via delle Rosine 18, si riapre la stagione degli incontri con i grandi fotografi: alle 19 è previsto un incontro su Franco Fontana. Un viaggio attraverso quarant'anni di attività di uno dei fotografi italiani più riconosciuti internazionalmente le cui opere sono oggi conservate nei maggiori musei del mondo tra i quali il MoMa di New York, lo Stedelijk Museum di Amsterdam, la Gam di Torino, il Victoria & Albert di Londra. NOME IN CODICE: CAESAR Da oggi al 17 ottobre per la prima volta a Torino, il Polo del '900 di via del Carmine 18, ospiterà le immagini fotografiche di "Nome in codice: Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura", una mostra internazionale voluta e promossa in Italia dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Amnesty International Italia, Focsiv - Volontari nel Mondo, Un Ponte Per, Unimed - Unione delle Università del Mediterraneo ed Articolo21. NELLA NOTTE A TORINO Alle 18.30 alla Belgravia in via Vicoforte 14/d, si tiene la serata "Musica e storie nella notte a Torino: Agata is on the air!" con Enzo Antonicelli, cantante degli Asuma Brasilian Quartet in dialogo con Aberto Paradiso che racconta il suo ultimo romanzo "La radio di Agata" e letture a cura dell'attore Daniele Lucca. LAVANDERIE POP Le Lavanderie Ramone di via Berthollet 25 inaugurano oggi una nuova stagione intitolata "Lavanderie Pop!: dalle 18.30 aperitivo di benvenuto per festeggiare il nuovo circolo Arci aperto in San Salvario dall'Associazione Teatrale Orfeo e presentare al pubblico le sue attività diurne e serali. Con la direzione artistica di Valentina Gallo e il supporto della squadra di lavoro del Cap10100, Pop ha già in programma un ricco calendario di eventi e show case musicali in cui gli artisti ospiti presenteranno nuovi album o chiuderanno il tour, utilizzando il luogo come punto di arrivo e partenza di un percorso più articolato in collaborazione con il circuito Keep On, già promotore di connessioni sostenibili e possibili tra vari circoli Arci e live club in tutta la penisola. Alle 21.30 spazio alla stand up comedy di Torino Comedy Lounge, la rassegna che ogni settimana invita a esibirsi sul palco Live Point Pop attori da tutta Italia. L'ospite speciale per l'inaugurazione è il torinese Renato Minutolo con il suo spettacolo "Intolerance in cui si ride di razzismo, omofobia e padroni di cani. MUSICA ARCHI AGLI IMBARCHI La sala Imbarchi (area Partenze) dell'aeroporto di Caselle ospita alle 18 il secondo appuntamento della rassegna "Il Regio itinerante": protagonista il Quartetto d'archi del Teatro Regio, con Stefano Vagnarelli violino, Marco Polidori violino, Alessandro Cipolletta viola, Relja Lukic violoncello, su musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, Franz Schubert, Dmitrij Shostakovich. Info aeroportoditorino.it THE BUSY CROSROADS Dalle 21.30 alle 23 al Jazz Club Torino in piazzale Fusi, Paolo Demontis alias Paul Demon, armonicista one man band di nuova generazione che unisce la tradizione blues ai suoni della musica di oggi, presenta dal vivo l'ultimo lavoro discografico: "Busy Crossroads". ALEXIA "QUELL'ALTRA" Alle 18.30 alla Feltrinelli Express della stazione di Porta Nuova, la cantante Alexia festeggia i venti anni di carriera con il nuovo album "Quell'altra", uscito il 29 settembre scorso. TEATRO FESTIVAL INCANTI Doppio appuntamento per il festival "Incanti": dalle 16 alle 19 al Cecchi Point "Progetto Cantiere". Alle 21 nella zona teatro di San Pietro in Vincoli al numero 28 della via omonima, il Transit Theatre berlin propone in prima nazionale lo spettacolo "Laika [eterna assenza di gravità]". BIS ALLA LUNA'S TORTA Ddoppio appuntamentocon lo spettacolo alla Luna's Torta di via Belfiore 50: alle 18.30 con "Shopenaure 24" di Maria Teresa Rossitto e aòlle 21 con "Dixit" di e con Matteo Di Genova. Info 011/6690577. 50 NOTE DI CIOCCOLATO Per la stagione teatrale del Gobetti San Mauro a cura dell'Anna Cuculo Group, alle 21 nella sala di via Martiri della Libertà 17 a San


05/10/2017 07:02 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Mauro va in scena lo spettacolo di teatro musicale "50 Note di Cioccolato" con Gabriella Perugini ai liuti rinascimentali e arciliuto e Maurizio Scarpa al mandolino barocco e bandurria. E le voci recitanti di Anna Cuculo, Carola Del Pizzo, Federica Dall'olio. VIDEO & TECHNO LA SCALA PER MOVEMENT Sono i quattro giovani ballerini del Teatro alla Scala di Milano Frank Lloyd Aduca, Endi Bahaj, Nicole Behare e Martina Dalla Mora i protagonisti del video teaser ufficiale di "Movement 2017", il festival dedicato alla musica elettronica e alle arti digitali che torna per la dodicesima edizione dal 28 al 31 ottobre a Torino. Potrete vederli danzare sui beat della techno nel filmato scaricabile sul sito movement.it CINEMA CROCEVIA DI SGUARDI Sta per iniziare la tredicesima edizione della rassegna di documentari e approfondimenti per capire le migrazioni "Crocevia di Sguardi: alle 21 al Cineteatro Baretti al numero 4 della via omonima si parte con la proiezione del documentario "The good postman" del regista bulgaro Tonislav Hristov, con ingresso libero. LA GENTE RESTA Alle 15.30 nella sala incontri della bibliomediateca Gromo in via Serao 8/a, appuntamento con la proiezione de "La gente resta" di Maria Tilli come evento di apertura del "Moving TFF 2017" e come prima tappa di un metaforico viaggio nell'Italia contemporanea con tre documentari capaci di restituire attraverso una visione disincantata, lucida e emotivamente coinvolgente uno spaccato della realtà del nostro paese. V.O. AL MASSIMO Per la rassegna di film in lingua originale con sottotitoli in italiano "V.O. Il grande cinema in lingua originale", alle 16, 18.30 e 21 nella sala tre del cinema Massimo in via Verdi 18 si proietta "La storia dell'amore" di Radu Mihaileanu. Info museocinema.it SEEYOUSOUND Tornano al Massimo di via Verdi 18, gli appuntamenti mensili del "Seeyousound International Music Film Festival". Alle 15.30 si proietta il film svedese "Sound of Noise" di Ola Simonsson e Johannes Stja?rne Nilsson, anticipato dal corto "Bitchboy" di Ma?ns Berthas.


03/10/2017 11:21 Sito Web

diffusione:7

Il Nobel per la fisica 2017 cavalca le onde gravitazionali A Torino una mostra lo ha anticipato intervistando un vincitore AP Leggi anche Premio Nobel per la Fisica a Thorne, Barish e Weiss per la scoperta delle onde gravitazionali antonio lo campo Pubblicato il 03/10/2017 Ultima modifica il 03/10/2017 alle ore 13:14 piero bianucci Rainer Weiss, Kip Thorne e Barry Barish sono i vincitori del premio Nobel per la fisica 2017. Le onde gravitazionali, osservate per la prima volta grazie al loro lavoro, oggi vengono consacrate dal più prestigioso riconoscimento scientifico a due anni da quando, il 14 settembre 2015, l'antenna americana LIGO captò il primo segnale della fusione di due buchi neri. Da allora altri tre catastrofi cosmiche hanno fatto vibrare le antenne con una oscillazione infinitesimale, la cui ampiezza è pari a un millesimo del diametro di un protone (una milionesimo di miliardesimo di millimetro). Il terzo segnale gravitazionale è arrivato il 14 agosto e lo ha captato anche l'antenna europea (italo-francese) Virgo, vicino a Pisa. Un successo arrivato tardi, ma di grande valore scientifico perché per la prima volta, con tre antenne, due in America e una in Europa, è stato possibile identificare la direzione da cui l'onda gravitazionale proveniva. Questa astrofisica, del resto, si fa solo con osservatori su scala globale. Il successo scientifico, al di là dei nomi premiati a Stoccolma, va infatti alla Collaborazione LIGO-Virgo, che riunisce 1200 scienziati americani e 700 europei. Le onde gravitazionali furono previste da Einstein. Sono implicite nella teoria della relatività generale pubblicata nel 2016 ed esplicite in lavori di poco successivi, ma Einstein stesso giunse a dubitare della loro esistenza, e comunque sembrava tecnologicamente impossibile riuscire ad osservarle. Ci provò negli anni 60-70 un fisico visionario, Joseph Weber. Perfezionarono la sua idea Edoardo Amaldi, Guido Pizzella, Eugenio Coccia e altri. Ma il salto di qualità decisivo venne con gli interferometri laser come LIGO e Virgo, ideati negli anni 90 del secolo scorso. A Virgo contributi essenziali, messi in comune con LIGO, sono venuti da Adalberto Giazotto. Per una felice coincidenza (non del tutto casuale ), una mostra inaugurata pochi giorni fa a Torino presso l'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità", è in gran parte dedicata alle onde gravitazionali. Ad accompagnare il visitatore è idealmente Tullio Regge, fisico che della relatività generale diede la prima versione quantizzata. Una colonna sonora della mostra è data da interviste a protagonisti della caccia alle onde gravitazionali: Kip Thorne, oggi vincitore del Nobel, ma anche Adalberto Giazotto e Eugenio Coccia. Ecco qualche battuta di Kip Thorne tratta dall'intervista esclusiva per la mostra "L'infinita curiosità": "All'inizio degli anni '60 andai a una summer school sulle Alpi francesi, a Les Houches, dove Weber parlò delle onde gravitazionali da un punto di vista sperimentale perché aveva iniziato da poco a fare i primi tentativi per cercarle. Mi sono entusiasmato: con Weber facemmo molte passeggiate in montagna discutendone a lungo, e quando diversi anni dopo arrivai a CalTech come giovane professore formai un gruppo di ricerca che aveva come scopo lo studio dei buchi neri, delle stelle di neutroni e delle onde gravitazionali, queste ultime da un punto di vista teorico. A Princeton avevo anche incontrato Ray Weiss, che all'epoca era un post-doc del gruppo sperimentale di Bob Dicke, mentre io ero con il gruppo di Wheeler. Fin dall'inizio ho lavorato a stretto contatto con gli sperimentali, e quindi spesso discutevo con Weiss e il suo gruppo. Nei primi anni '70, nel 1972 per l'esattezza, Weiss scrisse un lavoro tecnico di grande importanza descrivendo il tipo di rilevatore di onde gravitazionali che adesso utilizziamo

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il Nobel per la fisica 2017 cavalca le onde gravitazionali LINK: http://www.lastampa.it/2017/10/03/scienza/il-nobel-per-la-fisica-cavalca-le-onde-gravitazionali-10ZoK2jnqVz7CE8FsP5eVI/pagina.html


03/10/2017 11:21 Sito Web

diffusione:7

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

con LIGO. Non descrisse solo l'antenna ma anche i principali tipi di rumore che avrebbero disturbato l'attrezzatura, in che modo la si potesse costruire, e aggiunse anche delle stime sull'entità del rumore. Dopo molti studi si concluse che occorreva costruire dispositivi molto grandi, come poi è stato, per avere la possibilità di individuare le onde che altri teorici ed io avevamo previsto. Dopo un iniziale scetticismo da parte di mia, Weiss ed io ne parlammo a lungo anche con altri fisici sperimentali. Passato qualche anno, mi convinsi che Weiss aveva qualche probabilità di riuscirci e decisi di lavorare fianco a fianco con altri sperimentali. Abbiamo fatto venire al Cal Tech dalla Scozia Ronald Drever, che ha messo su un gruppo e che ha lavorato con il team di Weiss organizzando quello che sarebbe stato il progetto LIGO. In conclusione, nel 1976 o '77 giunsi alla conclusione che come teorico volevo fare tutto il possibile per aiutare i fisici sperimentali a fare il massimo sforzo per rilevare le onde gravitazionali, ed è quello che ho fatto." Significativa la suddivisione del premio: metà dei 900 mila euro andranno a Weiss, che all'antenna LIGO ha dato soluzioni sperimentali; Kip Thorne, che ha fornito l'impianto teorico della ricerca, avrà un quarto della somma; Barry Barish l'altro quarto: il suo contributo alla scoperta è stato soprattutto organizzativo. Privilegiare l'aspetto sperimentale è precisamente nello spirito del fondatore Alfred Nobel. Scopri La Stampa TuttoDigitale e abbonati


05/10/2017 Sito Web

Cultura Genova - Giovedì 5 ottobre 2017 Festival della Scienza 2017: il programma da Burioni a Erwin Neher di Marianna Mancini © Festival della Scienza / flickr Genova - Siamo nel pieno di ottobre, e l'oroscopo di Genova cade direttamente nel segno della Scienza. 15 anni dopo la prima edizione, ecco tornare il Festival della Scienza di Genova, che si prepara a regalare a genovesi e turisti due settimane ricche di ospiti, eventi, incontri e visite guidate. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, il palinsesto del Festival offre ben 265 appuntamenti, scanditi in 113 incontri, 12 spettacoli e 140 eventi. Il tutto distribuito nei vari canali e vicoli della città, per un coinvolgimento ravvicinato di tutti. Il fil rouge che tiene insieme gli eventi di questa edizione è il tema dei Contatti, con tutte le dicotomie che ne derivano: unione o scontro, sinergia o competizione, cooperazione o conflitto. Al centro dell'indagine dunque la scienza dei contatti tra l'uomo e tutto l'universo che lo circonda, di natura biologica, fisica, chimica, linguistica, nutrizionale. Undici giorni di incontri, seminari, lezioni, laboratori, mostre e spettacoli itineranti nei principali luoghi della città, dal Porto Antico ai Palazzi dei Rolli e ai tutti i musei cittadini. Anche quest'anno, molti gli ospiti di spicco della comunità scientifica, ciascuno dedito a una diversa sfaccettatura delle esperienze di contatto tra uomo e scienza. Si partirà con l'attualità e il tema oggi particolarmente scottante dei vaccini: ospite d'onore Roberto Burioni, immunologo già dedito a una costante opera divulgativa la pubblico, che inaugurerà il Festival giovedì 26 ottobre nella Sala del Maggior Consiglio a Palazzo Ducale assieme all'epidemologo Giancarlo Icardi (ore 17). La sera, alle 21, si prosegue in leggerezza, con il divertente dialogo tra il comico Giobbe Covatta e il geologo per eccellenza di Rai3 Mario Tozzi. Largo spazio anche alla medicina: tra i vari nomi spiccano Tetsuro Matsuzawa, primatologo massimo esperto mondiale nello studio del comportamento degli scimpanzé, Andrea Musacchio del Max Planck Institute, il neuro-scienziato Rodrigo Quian Quiroga esperto di percezione visiva e il biofisico premio Nobel per la medicina Erwin Neher, che chiuderà le conferenze del Festival domenica 5 novembre al Ducale (Sala del Maggior Consiglio, ore 18). Non mancheranno anche spunti trasversali sulle scienze sociali e umanistiche: spazio dunque all'antropologo Marco Aime, al filosofo Giulio Gorello e ai grecisti Anna Santoni e Filippomaria Pontani. La lista di relatori e collaboratori è ancora molto lunga, ma meritano menzione speciale anche le eccellenze italiane Massimo Altarelli, mentore del progetto per il laser europeo Xfel a elettroni liberi e Federico Faggin, padre del microprocessore. Il Festival della Scienza 2017 espande, quest'anno, i propri confini, con una sezione di eventi Fuori Festival in città e in Liguria, inglobando nel suo programma anche Savona, dove si svolgerà un pre-festival inaugurale da mercoledì 18 a mercoledì 25 ottobre al Priamar, preparato direttamente dagli studenti di scuole superiore o universitari, secondo la formula i ragazzi per i ragazzi. Non solo espansione regionale: il paese estero ospite di questa edizione del Festival della Scienza è il Giappone, con la sua cultura sempre in equilibrio tra tradizione e modernità, tra progresso scientifico e spiritualità. Non poteva che essere partner di questo gemellaggio il Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone di Genova, che ospiterà una serie di eventi dedicati, oltre allo Spazio Giappone allestito grazie al supporto Nikon presso il Palazzo della Borsa, per scoprire con laboratori e incontri l'arte, la scienza, la cucina e la tradizione giapponese. L'approccio diretto e divulgativo, dunque volutamente semplice e

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Festival della Scienza 2017: il programma da Burioni a Erwin Neher LINK: http://www.mentelocale.it/genova/articoli/74186-festival-scienza-2017-programma-burioni-erwin-neher.htm


05/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

accessibile a tutti, del Festival ha spinto quest'anno gli organizzatori ad allestire, oltre ai tradizionali laboratori che da anni affascinano i visitatori bambini e non, anche una vasta serie di mostre. Da segnalare, fra le altre, Futuro Express curata dall'IIT di Genova al Munizioniere a Palazzo Ducale, Volare al Museo di storia naturale Doria e le istallazioni interattive come Dentro le forme, viaggio virtuale nei disegni del pittore Tullio Regge, sempre nel Munizioniere. Molti anche gli spettacoli teatrali e non, a dimostrazione di come la scienza possa essere davvero accessibile a tutti, e diventare, perché no, un importante catalizzatore di turismo (i numeri dei biglietti si aggirano tra i 35 e i 40 mila). «Il Festival della Scienza costituisce un importante strumento per rendere attraenti non solo i risultati, ma anche i processi di ricerca scientifica» afferma convinto il rettore dell'Università di Genova Paolo Comanducci «Educare e crescere una generazione immaginifica, capace di sperimentare, pensare, sognare e studiare il proprio futuro e una nuova società è un compito di tutti». A tal proposito, proprio l'Università, tra i principali soci dell'associazione Festival della Scienza, organizza all'interno del programma della kermesse scientifica la festa di inaugurazione dell'anno accademico, sabato 4 novembre, lanciando la sfida del 5 x 5 x 5: presso l'Aula Magna in via Balbi 5, dalla mattina al pomeriggio, 5 tesisti di laurea e 5 di dottorato appartenenti alle 5 scuole dipartimentali dell'Ateneo presenteranno in 5 minuti le loro ricerche, nell'impresa di far appassionare il pubblico al loro studio con pillole di scienza e di conoscenza. Nella stessa giornata, due lectio magistralis in rosa: Monica Pepe Altarelli, team leader e ricercatrice del Cern di Ginevra ci condurrà in un breve viaggio nel mondo dei barioni, particolari particelle elementari, mentre Rosalba Bonaccorsi, ricercatrice della Nasa, si chiederà insieme a noi: c'è vita nello spazio? «La cultura non è solo arte, musica o storia. La cultura è anche divulgazione scientifica, e in questo senso è fondamentale investire sul contatto, per l'appunto, tra le persone e la scienza», il commento dell'assessore comunale al marketing territoriale, cultura e politiche giovanili Elisa Serafini. La sfida è proprio quella di rendere accessibile e alla portata di tutti le nozioni scientifiche, e da qui il senso della strettissima collaborazione con il Festival dell'Università di Genova, con il quale la manifestazione condivide l'intento di divulgare il sapere per formare una cittadinanza attiva e consapevole. L'intera organizzazione e realizzazione del Festival coinvolge 463 ragazzi in qualità di animatori, nonché gli studenti delle superiori coinvolti nel progetto di alternanza scuola/lavoro: «Siamo orgogliosi di presentare un modello di altissima qualità per il coinvolgimento e l'inserimento nel mondo del lavoro e dello studio dei giovani, protagonisti in prima persona del Festival» la soddisfazione dell'assessore regionale alle politiche giovanili e culturale Ilaria Cavo. Info e contatti Il programma completo sul sito del Festival della Scienza è consultabile e sull'applicazione per smartphone appositamente studiata e scaricabile gratuitamente. È attivo per prenotazioni e informazioni anche il call center 010 8934340. I biglietti elettronici sono disponibili da lunedì 9 ottobre sul sito. I biglietti cartacei sono acquistabili presso l'Info Point allestito nel cortile interno di Palazzo Ducale da lunedì 23 ottobre. Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi. Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.


29/09/2017 13:42 Sito Web

Notte dei Ricercatori 2017 a Torino: i musei aperti Torino, IT Notte dei Ricercatori 2017 a Torino: i musei aperti - - Torino 29/09/2017 Venerdì 29 settembre 2017 Ore 17:00 Torino - Per la Notte dei Ricercatori grazie alla collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Città di Torino, cresce ancora la partecipazione dei musei che per il pubblico propongono percorsi inediti tra arte, storia, scienza e tecnologia. L’obiettivo è far scoprire ai cittadini quanta ricerca scientifica si cela dietro le collezioni e il patrimonio museale torinese. Torino - Resteranno aperti tutta la sera il Museo di Anatomia Umana, il Museo Lombroso e il Museo della Frutta (navetta gratuita da piazza Castello) e la mostra L ’infinita curiosità : un viaggio nell’Universo in compagnia di Tullio Regge  all’Accademia delle Scienze. Xkè? Il Laboratorio della Curiosità  sarà aperto al pubblico per attività e laboratori (ore 18 â€" 22), su prenotazione allo 011 8129786. Torino - Il Museo Egizio  conferma per la seconda volta la sua adesione all’evento: nelle sale museali saranno disponibili postazioni in cui egittologi, archeologi, restauratori, geologi, antropologi, radiologi, docenti di chimica, fisica e ricercatori universitari racconteranno, attraverso spiegazioni scientifiche e dimostrazioni pratiche, molteplici aspetti della ricerca, tutte attività di grande importanza per la conservazione e l’esposizione delle opere, un’occasione unica per sfatare i miti o i luoghi comuni sull’antico Egitto. Le novità sono: il Museo Nazionale del Risorgimento, Palazzo Madama, il Museo Diffuso della Resistenza e il Museo della Sindone che, alla soglia dei 120 anni dalla prima fotografia ufficiale della Sindone, realizzata dall’avvocato torinese Secondo Pia nel 1898, partecipa alla Notte Europea dei Ricercatori per mostrare le fondamentali tappe degli studi fotografici-informatici che si sono sviluppati nel tempo. E fuori Torino il Palazzo delle Scuderie di Fondazione Cavour (Santena), la Palazzina di Caccia di Stupinigi e Infini.to, il Planetario a Pino T.se.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Notte dei Ricercatori 2017 a Torino: i musei aperti LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/59031-notte-ricercatori-2017-torino-musei-aperti.htm


03/10/2017 17:38 Sito Web

Nobel Fisica 2017: Torino celebra Thorne con una mostra Il premio Nobel per la Fisica 2017 Kip S. Thorne, insignito del premio proprio oggi, e' celebrato e illustrato nella mostra in corso all'Accademia delle Scienze di Torino A cura di Antonella Petris 3 ottobre 2017 - 19:37 LaPresse/Reuters Il premio Nobel per la Fisica 2017 Kip S. Thorne, insignito del premio proprio oggi, e' celebrato e illustrato nella mostra in corso all'Accademia delle Scienze di Torino, che ora assume un valore ancora piu' attuale. La mostra torinese 'L'infinita curiosita'. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', inaugurata pochi giorni fa e aperta fino al 18 marzo, e' in gran parte dedicata alle onde gravitazionali. Ad accompagnare il visitatore e' idealmente Tullio Regge, fisico che della relativita' generale diede la prima versione quantizzata. Una colonna sonora della mostra e' data da interviste a protagonisti della caccia alle onde gravitazionali: Kip Thorne, oggi vincitore del Nobel, ma anche Adalberto Giazotto e Eugenio Coccia.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Nobel Fisica 2017: Torino celebra Thorne con una mostra LINK: http://www.meteoweb.eu/2017/10/nobel-fisica-2017-torino-celebra-thorne-con-una-mostra/979211/


03/10/2017 14:51 Sito Web

Torino, "L'infinita curiosità": la mostra dedicata alle onde gravitazionali La scoperta delle onde gravitazionali ha un posto di rilievo tra i tanti temi affascinanti della fisica contemporanea esplorati in mostra A cura di Filomena Fotia 3 ottobre 2017 - 15:23 Il premio Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato oggi a Rainer Weiss, Barry C. Barish e Kip S. Thorne per la scoperta delle onde gravitazionali. Per chi volesse saperne di più sul tema si segnala la mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge ', aperta fino al 18 marzo 2018 all'Accademia delle Scienze di Torino. La mostra inaugurata pochi giorni fa è in gran parte dedicata alle onde gravitazionali. Si segnalano anche interviste a protagonisti della caccia alle onde gravitazionali: Kip Thorne, oggi vincitore del Nobel, ma anche Adalberto Giazotto e Eugenio Coccia. La scoperta delle onde gravitazionali, alla base del premio di quest'anno, ha un posto di rilievo tra i tanti temi affascinanti della fisica contemporanea esplorati in mostra.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino, "L'infinita curiosità": la mostra dedicata alle onde gravitazionali LINK: http://www.meteoweb.eu/2017/10/torino-linfinita-curiosita-la-mostra-dedicata-alle-onde-gravitazionali/979045/


05/10/2017 14:05 Sito Web

LINK: http://www.targatocn.it/2017/10/05/leggi-notizia/argomenti/targato-curiosita/articolo/la-fisica-e-linfinito-di-tullio-regge-nei-piatti-di-se...

Leggi tutte le notizie Curiosità | giovedì 05 ottobre 2017, 16:03 La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di sette chef stellati: tra loro anche Mammoliti della Madernassa di Guarene Mammoliti ha creato "Open your mind" in carta al ristorante dal 20 ottobre al 5 novembre La fisica e l'infinito di Tullio Regge reinterpretati nei piatti di sette chef stellati per la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milione, Alfredo Russo, Davide Scabin e Mariangela Susigan hanno realizzato sette piatti che accompagneranno l'esposizione, allestita fino al 18 marzo nel palazzo dell'Accademia delle Scienze con il sostegno della Compagnia di San Paolo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Un omaggio al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere e capire. Dal 6 al 20 ottobre Matteo Baronetto proporrà "Insalata piemontese" al Ristorante del Cambio di piazza Carignano. Antonino Cannavacciuolo, nel suo bistrot di via Cosmo, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018 inserirà Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo e salsa al Parmigiano. In omaggio all'infinita curiosità Michelangelo Mammoliti ha creato "Open your mind" in carta al Ristorante La Madernassa di Guarene dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia a Caluso dal 7 al 22 novembre. Dal 21 novembre al 5 dicembre Alfredo Russo inserirà in "Spazio-Tempo-Curvo" n suo Dolce Stil Novo a Venaria. Davide Scabin al Combal.zero di Rivoli, dal 6 al 20 febbraio, farà incontrare scienza e alta cucina con "Cyber Egg". Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori, dove Christian Milione proporrà il suo Limone. Diverse sfumature. redazione

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La fisica e l'infinito di Tullio Regge nei piatti di sette chef stellati: tra loro anche Mammoliti della Madernassa di Guarene


14/10/2017 Sito Web

Alba e Langhe | sabato 14 ottobre 2017, 10:30 Effetto intelligenza artificiale: conferenza in Fondazione Ferrero ad Alba Appuntamento venerdì 20 ottobre alle ore 21. Ingresso libero fino a esaurimento posti Le macchine raggiungeranno prestazioni umane? Interagiremo con i computer come se fossero persone? L'Intelligenza Artificiale migliorerà la qualità della vita? Sono alcuni degli argomenti al centro della conferenza che il professor Riccardo Zecchina dell'Università Bocconi di Milano terrà alla Fondazione Ferrero di Alba il 20 ottobre 2017 alle ore 21. Nel 1996 il computer Deep Blue batté il campione mondiale di scacchi Kasparov. Non era intelligente: vinse con la velocità nell'esaminare le mosse possibili. Nell'aprile 2016 la rivista "Nature" ha dato notizia della vittoria di un computer, e quindi dell'algoritmo che ne costituiva l'anima, sul campione mondiale di un antichissimo gioco orientale: il go. Le combinazioni che questo gioco offre sono 2 x 10 elevato alla 170. E' inconcepibile quanto sia grande questo numero. Possiamo farcene un'idea ricordando che tutte le particelle atomiche che costituiscono l'universo sono 10 elevato alla 82. Esistono già algoritmi che giocano a poker, dove fattori umani come il bluff e la propensione al rischio contano più della matematica. L'Intelligenza artificiale sta vivendo una nuova stagione. Poco per volta le macchine imparano a imparare, anche dai propri errori. Cerchiamo di capire dove possono arrivare. Riccardo Zecchina è professore di fisica teorica all'Università Bocconi di Milano e responsabile dell'Unità di biologia computazionale alla Human Genetics Foundation. Ultimo allievo di Tullio Regge, tra i suoi interessi di ricerca possiamo elencare la fisica statistica, le neuroscienze computazionali, l'inferenza statistica. Insieme con Giorgio Parisi nel 2016 è stato insignito del prestigioso Premio Lars Onsager della American Physical Society. L'ingresso alla conferenza è libero fino a esaurimento posti. Per informazioni: tel. 0173 295259 info@fondazioneferrero.it c.s.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Effetto intelligenza artificiale: conferenza in Fondazione Ferrero ad Alba LINK: http://www.targatocn.it/2017/10/14/leggi-notizia/argomenti/alba-e-langhe/articolo/effetto-intelligenza-artificiale-conferenza-in-fondazione-...


13/10/2017 17:00 Sito Web

"L'infinita curiosità" un viaggio in compagnia degli chef Home » Città » Torino » "L'infinita curiosità" un viaggio in compagnia degli chef 2 minuti (tempo di lettura) TORINO - Tullio Regge e l'Infinito. Infinito per Tullio Regge è stata una parola-chiave. Uno dei più geniali fisici italiani della generazione venuta dopo Enrico Fermi ha sempre puntato il suo sguardo oltre gli schemi, oltre i confini dell'intelligenza umana. La mostra 'L'Infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, è ospitata a Torino fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6) e indaga l'universo - dall'infinitamente piccolo all'estremamente grande attraverso le due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica. Il progetto 'L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef' è un omaggio al grande fisico e alla mostra in corso. Parte da essa e da essa prende il nome. Un omaggio al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere, di conoscere e di capire. Utilizzare il linguaggio dell'alta cucina per raccontare la mostra è la sfida lanciata a 7 grandi chef stellati del Piemonte che hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Tullio Regge: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. Dall'infinitamente piccolo all'immensamente grande i 7 chef stellati hanno giocato con i grandi temi della fisica per raccontare, attraverso i loro piatti, l'universo di Tullio Regge , avvicinando due mondi, accogliendo l'invito di Tullio Regge a giocare con la scienza, rendendola accessibile a tutti. Regge ha cambiato la divulgazione in Italia e questo progetto vuole essere un omaggio al suo genio. Regge amava contaminare scienza, arte, design... con umorismo, ironia, arguzia, satira, polemica. Proprio a questo si sono ispirati gli chef per realizzare i loro piatti. I 7 chef hanno realizzato 7 piatti che accompagneranno la mostra, da Ottobre a Marzo, in un divertissement che è al tempo stesso gioco e scoperta. Perché, come diceva Regge «la scienza è sempre gioco. Il gioco di capire come funziona il mondo». Dal 6 al 20 Ottobre Matteo Baronetto proporrà Insalata piemontese al Ristorante Del Cambio di Piazza Carignano 2 a Torino. Antonino Cannavacciuolo nel suo Cannavacciuolo Bistrot di Torino (Via Umberto Cosmo 6) inserirà in carta, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. In omaggio all'Infinita curiosità, Michelangelo Mammoliti ha creato Open your mind, in carta al Ristorante La Madernassa (Località Lora 2, Guarene) dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia (Corso Torino 9, Caluso -TO) dal 7 al 22 novembre. Dal 21 Novembre al 5 Dicembre Alfredo Russo inserirà in carta Spazio - Tempo - Curvo, nel suo Dolce Stil Novo (Piazza della Repubblica 4. Venaria - TO). Il percorso tra scienza e alta cucina prosegue poi, dal 6 al 20 febbraio, al Combal.zero (Piazza Mafalda di Savoia. Rivoli - TO) con Cyber Egg di Davide Scabin. Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori (Corso Torino 34. Pinerolo - TO), dove Christian Milone proporrà il suo Limone. Diverse sfumature. In questo dolce c'è tutto un universo: ci sono erbe, frutti, basi salate, pasticceria, una base lattica, del piccante, dell'olio extravergine d'oliva. E' un intero viaggio nel mondo dei

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità" un viaggio in compagnia degli chef LINK: http://www.vocidicitta.it/citta/torino/tullio-regge-e-linfinito/


13/10/2017 17:00 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

sapori.


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 22/09/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2xWDilT

1/1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 12/09/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2wKXMZI

1/1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 21/09/2017

SITO: http://bit.ly/2yhE9K9

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 21/09/2017

SITO: http://bit.ly/2yhE9K9

2/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 21/09/2017

SITO: https://yhoo.it/2xtjmpj

1/1

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 18/09/2017

SITO WEB: http: http://bit.ly/2jPWADl

1/1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 15/09/2017

SITO: http://bit.ly/2ho46Rs

1/1

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/09/2017

SITO: http://bit.ly/2xWjgrR

1/3

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/09/2017

SITO: http://bit.ly/2xWjgrR

2/3

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/09/2017

SITO: http://bit.ly/2xWjgrR

3/3

AUTORE


INFINITACURIOSITA.IT ➤ 12/09/2017

PAESE: Italia DIFFUSIONE: online SITO: http://bit.ly/2jPH2iO

1/2

AUTORE


INFINITACURIOSITA.IT ➤ 12/09/2017

PAESE: Italia DIFFUSIONE: online SITO: http://bit.ly/2jPH2iO

2/2

AUTORE


25/09/2017 08:31 Sito Web

LINK: http://www.advertiser.it/2017092567567/brand/tullio-regge-mostra

Stampa, web, eventi collaterali, affissioni e social per la mostra su Tullio Regge 25 settembre 2017 Fino al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Un omaggio alla figura di Tullio Regge, il più geniale dei fisici della generazione venuta dopo Enrico Fermi. Un omaggio ai suoi studi e alle due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica, con un passaggio nel mondo di mezzo. Guidato dagli studi di Tullio Regge, che fanno da fil rouge tra le sezioni, il visitatore può assistere al dialogo tra l'antico e moderno, in un affascinante percorso tra preziosi manoscritti a sofisticatissime macchine, lettere autografe di Einstein e altri importati studiosi e visori 3D. In mostra anche la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. Tra gli oggetti in mostra ve n'è uno unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ("Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini") e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore). La mostra è supportata da una strategia di comunicazione, ATL e BTL, che prevede una campagna stampa e on line, affissioni ed eventi collaterali. L'art director è di Tiziana Lombardi; Comunicazione e ufficio stampa affidate a Maybe. La pianificazione, a cura di Maybe, prevede i principali quotidiani e l'affissione. Media partner Torino e Giovani Genitori. Il progetto espositivo e la direzione lavori allestimento sono di Giorgio Rosental e Massimo Venegoni. Il catalogo è edito da Edizioni Dedalo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Stampa, web, eventi collaterali, affissioni e social per la mostra su Tullio Regge


22/09/2017 15:04 Sito Web

AdvExpress.it

diffusione:5

22/09/2017 15:04 IntegratedMaybe, una nuova campagna per la mostra in memoria di Tullio Regge Dal 21 settembre al 18 marzo 2018 il Palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", l'evento promosso nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci. L'adv, a supporto della manifestazione artistica, prevede un formato stampa, on line, affissioni ed eventi. Da oggi fino al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Un omaggio alla figura di Tullio Regge, il più geniale dei fisici della generazione venuta dopo Enrico Fermi. Un omaggio ai suoi studi e alle due grandi teorie della fisica del Novecento, quella della relatività generale e quella della meccanica quantistica, con un passaggio nel mondo di mezzo. Guidato dagli studi di Tullio Regge, che fanno da fil rouge tra le sezioni, il visitatore può assistere al dialogo tra l'antico e il moderno, in un affascinante percorso tra preziosi manoscritti a sofisticatissime macchine, lettere autografe di Einstein e altri importati studiosi e visori 3D. In mostra anche la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. La mostra è supportata da una strategia di comunicazione, ATL e BTL, che prevede una campagna stampa e on line, affissioni ed eventi collaterali. L'art director è di Tiziana Lombardi; Comunicazione e ufficio stampa affidate a Maybe. La pianificazione, a cura di Maybe, prevede i principali quotidiani e l'affissione. Media partner Torino e Giovani Genitori. Il progetto espositivo e la direzione lavori allestimento sono di Giorgio Rosental e Massimo Venegoni. Il catalogo è edito da Edizioni Dedalo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità (per info www.laboratoriocuriosita.it).

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Maybe, una nuova campagna per la mostra in memoria di Tullio Regge LINK: http://www.adcgroup.it/adv-express/creative-portfolio/integrated/stampa-web-affissioni-social-ed-eventi-collaterali-per-la-mostra-su-tullio-...


25/09/2017 07:51 Sito Web

A Torino la mostra 'L'infinita curiosità'. Campagna a supporto Fino al 18 marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'. La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. La mostra è supportata da una strategia di comunicazione, atl e btl, che prevede una campagna stampa e online, affissioni ed eventi collaterali. L'art director è di Tiziana Lombardi; comunicazione, ufficio stampa e pianificazione sono a cura di Maybe. Media partner Torino e Giovani Genitori. Il progetto espositivo e la direzione lavori allestimento sono di Giorgio Rosental e Massimo Venegoni. Il catalogo è edito da Edizioni Dedalo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

A Torino la mostra 'L'infinita curiosità'. Campagna a supporto LINK: http://www.dailyonline.it/torino-la-mostra-linfinita-curiosita-campagna-supporto/


25/09/2017 Sito Web

LINK: http://youmark.it/rubriche/stampa-web-affissioni-social-ed-eventi-collaterali-per-la-mostra-su-tullio-regge

/ Cosa Cambia Stampa, web, affissioni, social ed eventi collaterali per la mostra su Tullio Regge Pubblicato nel 2017 25 Sep Fino al 18 marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita con ingresso gratuito L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge. La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone un viaggio ideale nell'universo alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Un omaggio alla figura di Tullio Regge, fisico della generazione venuta dopo Enrico Fermi. La mostra è supportata da una strategia di comunicazione, atl e btl, che prevede una campagna stampa e online, affissioni ed eventi collaterali. Art director Tiziana Lombardi, comunicazione e ufficio stampa Maybe. La pianificazione, a cura di Maybe, prevede i principali quotidiani e l'affissione. Media partner Torino e Giovani Genitori. Il progetto espositivo e la direzione lavori allestimento sono di Giorgio Rosental e Massimo Venegoni. Il catalogo è edito da Edizioni Dedalo. Un programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Stampa, web, affissioni, social ed eventi collaterali per la mostra su Tullio Regge


20/10/2017 Sito Web

Festival della Scienza 2017: le mostre in programma Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre 2017 Ore 09:00 © http://www.festivalscienza.it/site/home/programma.html?P0_dt_r=0511 Genova - Il Festival della Scienza 2017 si prospetta un'edizione ricchissima di iniziative. Oltre agli incontri che ospitano grandi personalità del mondo della scienza e della ricerca e ai tradizionali laboratori che tengono impegnati ragazzi e bambini con esperimenti e attività scientifiche, non possono mancare all'intetrno del programma anche le mostre. Genova - Le aree espositive sono dislocate per tutta Genova, per coinvolgere l'intera città in questi 11 giorni dedicati alla scienza. È possibile sia muoversi singolarmente ad esplorare i percorsi proposti dalle mostre (qui le info per i biglietti per il Festival della Scienza) sia organizzare un'escursione di gruppo per le scuole, contattando lo 010 8934340. Genova - Ecco tutte le mostre in programma: #The wind of change - Alla scoperta dell'energia eolica con la realtà virtuale Palazzo Ducale, Porticato. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dagli 11 anni. Ingresso gratuito, 4 postazioni interattive, durata dell'esperienza 30 minuti. A bordo del futuro - Un viaggio virtuale all'interno delle metropolitane automatiche Palazzo Ducale, Piano Nobile. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 21, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 21. An Ocean Free Of Plastic - Come affrontare l'inquinamento da plastica negli oceani Acquario di Genova. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Benvenuti a bordo! - Vieni a visitare una vera nave militare Calata Molo Vecchio. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 15.30. Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria per scuole e gruppi, visite guidate solo nei giorni feriali Da un Capo all'Altro - Nuovo atlante mobile di abitografia umana Commenda di Prè. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 18. Dai 4 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Dentro le forme - Viaggio interattivo nei disegni di Tullio Regge Palazzo Ducale, Munizioniere. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dagli 11 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Futuro Express - Viaggio verso il mondo che verrà Palazzo Ducale, Munizioniere. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Il cielo con un dito - Telescopi in contatto Commenda di Prè. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 18. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Il labirinto di cristallo - La dimensione di genere nelle carriere scientifiche Palazzo Ducale, Porticato. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 16 anni. Ingresso gratuito. La durata dell'esperienza è di 30 minuti. Capienza massima 8 persone. IMAGINARY - Open mathematics Palazzo Ducale, Loggia degli Abati. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato,

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Festival della Scienza 2017: le mostre in programma LINK: http://www.mentelocale.it/genova/eventi/61890-festival-della-scienza-2017-le-mostre-in-programma.htm


20/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dagli 8 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. L'immagine del vulcano - Dalle illustrazioni storiche alla grafica computazionale Galata Museo del Mare. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. La casa della Energy Revolution - BiosPHera 2.0 Area Mandraccio - di fronte a Porta Siberia. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dagli 11 anni. Ingresso gratuito. La Terra che mangio! - Contatto atmosfera-suolo e i prodotti della terra Palazzo Ducale, Cisterne del Ducale. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 17. Dagli 11 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Marine Strategy - A contatto con i fondali del Mar Ligure Palazzo Ducale, Munizioniere. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Materica - La scienza come (non) te la immagini Photo Factory. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 19, domenica dalle 14 alle 18, mercoledì 1 novembre chiuso. Dai 4 anni. Mono no aware - Sensibilità estetica e natura nella cultura giapponese Palazzo della Borsa, Sala delle Grida. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Occhio alle particelle! - Il contatto con la materia svela l'invisibile Palazzo Ducale, Munizioniere. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Rompicapo Giganti - La sfida è lanciata! Infopoint - Biglietteria del Festival della Scienza - Palazzo Ducale. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 9.30 alle 19. Dai 6 anni. Ingresso gratuito. Tracce di Festival 2017 - Racconti illustrati, scribing e sintesi visiva Palazzo Ducale, 42R. Tutti i giorni dalle 9 alle 19. Ingresso gratuito. Un pomeriggio al Museo Chiossone Visita guidata all'esposizione permanente Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone. Giovedì 26 ottobre e giovedì 2 novembre alle 16.30. Dagli 11 anni. Ingresso gratuito. Per prenotazioni telefonare al 010 542285 o scrivere a museochiossone@comune.genova.it. Una guerra di meraviglie? - Primo conflitto mondiale: realtà e immaginario tecnologico nelle riviste illustrate Palazzo Ducale, Munizioniere. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dai 14 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Volare - Dai fratelli Wright a Neil Armstrong Museo di Storia Naturale Giacomo Doria. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre dalle 10 alle 18. Dai 6 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Volt vs Tesla - Due teorie allo specchio Magazzini del Cotone, Modulo 1. Da giovedì 26 ottobre a domenica 5 novembre, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 10 alle 19. Dagli 11 anni. Ingresso con il biglietto del Festival della Scienza. Contatti con il passato - Il disco lunare di Libarna Museo di Archeologia Ligure. Da venerdì 27 ottobre a domenica 5 novembre, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18.30, sabato, domenica e mercoledì 1 novembre dalle 9.30 alle 18.30. Lunedì chiuso. Dagli 8 anni. Ingresso gratuito. Ponte di luce - Le affascinanti sculture in vetro di ki Izumi Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone. Venerdì 27 ottobre per le scuole dalle 10.30 alle 13.30 e sabato 28 ottobre e sabato 4 novembre alle 10.30. Per prenotazioni telefonare al 010 542285 o scrivere a museochiossone@comune.genova.it. #InnovazioneSuonaBene - Impariamo ad ascoltare il nostro corpo Palazzo Ducale, Porticato. Da sabato 28 ottobre a lunedì 30 ottobre, dalle 10 alle 18. Dai 6 anni. Info e contatti Dal 23 al 25 ottobre sarà presente un Infopoint presso la biglietteria di Palazzo Ducale, aperto dalle 09.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00. Durante il Festival, dal 26 ottobre al 5 novembre l'Infopoint sarà collocato presso la tensostruttura nel cortile maggiore di Palazzo Ducale, dal lunedì al venerdì, 08.30 - 18;


20/10/2017 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

sabato, domenica e 1 novembre 09.30 - 19. Infoline / callcenter: 010 8934340, dal 25/09 al 25/10 ore 8.30 17. Dal 26/10 al 5/11 8.30 - 18. Sabato, domenica, 31/10 e 1/11 dalle 9.30 - 19.


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 22/09/2017

SITO: http://bit.ly/2xjws9r

1/1

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 21/02/2018

SITO: http://bit.ly/2ofsxo9

1/1

AUTORE


05/01/2018 08:30 Sito Web

acasamagazine.com

LINK: http://www.acasamagazine.com/mostra-a-torino-linfinita-curiosita-un-viaggio-nelluniverso-in-compagnia-di-tullio-regge/

Mostra a Torino: 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge' Fino al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'. La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', è una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea, dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Un appuntamento per gli appassionati di scienza, per le scuole e per chiunque voglia esplorare la curiosità umana, motore della conoscenza. Divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Guida ideale del viaggio sarà Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in molti campi della fisica e appassionato divulgatore scientifico. La sua inesauribile curiosità sarà il fil rouge dell'intero percorso, che comprenderà ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. La mostra si avvale della collaborazione di importanti istituzioni scientifiche italiane, tra le quali l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha fornito due spettacolari installazioni immersive, e l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), che contribuisce con due exhibit innovativi progettati per l'occasione. LE SEI SEZIONI DELLA MOSTRA L'ingresso alla mostra accoglie il visitatore con un allestimento spettacolare. Nello scenografico corridoio è posta un'installazione di legno che rappresenta la 'scala cosmica': 62 blocchi corrispondenti ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dall'estremamente piccolo (la lunghezza di Planck) all'immensamente grande (l'orizzonte cosmologico). Lungo il percorso della mostra il visitatore si muoverà idealmente su e giù per questa scala, confrontandosi con le dimensioni delle cose, dai quark alle galassie. La prima sezione, MESSAGGERI DEL COSMO, racconta come possiamo esplorare i confini dell'universo grazie ai messaggeri che giungono dalle profondità dello spazio: le onde gravitazionali, appena scoperte, i raggi cosmici, i neutrini. L'esperienza è al centro dell'allestimento: il visitatore entra in 'scatole magiche', ambienti immersivi che permettono di ascoltare il suono delle onde e di visualizzare l'arrivo dei neutrini. Con la seconda sezione, SPAZIO, TEMPO, RELATIVITÀ, si entra nel mondo di Einstein e della sua teoria della relatività. Il visitatore è invitato a scoprire le moderne idee di spazio e di tempo, confermate da esperimenti di grande precisione, e più vicine a noi di quanto si pensi: è proprio grazie alla relatività che oggi possiamo usare i navigatori satellitari, e alcune divertenti installazioni permetteranno di scoprirlo. La terza sezione, QUANTI E PARTICELLE, ci conduce, con un grande salto, all'estremamente piccolo. La sezione è dedicata alla meccanica quantistica e alla fisica subnucleare, illustrate nelle loro manifestazioni più suggestive. Vedremo che i corpuscoli sono onde, capiremo che cosa accade all'interno di un acceleratore, proveremo a scoprire nuove particelle. Il fenomeno ottico delle glorie, che potremo osservare dal finestrino di un aereo, rivelerà insospettati legami con la fisica dei quanti. La quarta sezione, FORME NELLA MATERIA, esplora la terra di mezzo, il microcosmo appena sotto il nostro sguardo. La sezione, dedicata alla geometria della materia, alle simmetrie, alle forme solide e fluide, è ricca di oggetti e di immagini: specchi, modelli molecolari, nanomateriali, disegni in 3D, e la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Mostra a Torino: 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'


05/01/2018 08:30 Sito Web

acasamagazine.com La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. L'estremamente piccolo e l'immensamente grande si incontrano nella quinta sezione, VISIONI DEL TUTTO, in cui si vede come la fisica contemporanea si sforzi di comprendere il cosmo nella sua interezza e di spiegare con una teoria unitaria tutti i fenomeni della natura. Una sfida ancora aperta, e che forse rimarrà sempre tale, ma che ha dato vita a idee affascinanti. Il visitatore potrà ammirare una ricostruzione della Biblioteca di Babele di Borges, simbolo del tentativo umano di abbracciare il tutto. L'ultima sezione, RITORNO A CASA, è dedicata è dedicata al ruolo dei fisici nello spazio pubblico, al loro impegno sociale e culturale come uomini del proprio tempo, da Einstein e Oppenheimer ai giorni nostri. La sezione ospita documenti storici di grande importanza (tra cui la corrispondenza Einstein-Croce) e si chiude con un oggetto unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ('Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini') e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore). www.torinoscienza.it Accademia delle Scienze Via Accademia delle Scienze 6, Torino


09/01/2018 Sito Web

Agenparl

Il diritto di contare - Proiezione e dibattito Piemonte Ricerca & Innovazione Social 16 hours ago (AGENPARL) - Torino, 9 gennaio 2018 15:55 - Nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", l'Università di Torino e il Museo Nazionale del Cinema di Torino presentano "Il diritto di contare" - Proiezione e dibattito con Piero Bianucci e Anna Ceresole. Uscito nelle sale italiane lo scorso 8 marzo, il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afro-americane che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. La loro è una storia di emancipazione femminile e di ribellione alle discriminazioni razziali nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta e riesce a mettere bene in luce l'enorme contributo delle donne al progresso della scienza. Dopo la proiezione gli spettatori potranno dialogare sui temi del film con Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra "L'infinita curiosità", e Anna Ceresole, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sezione di Torino, che ha lavorato a lungo con Tullio Regge. L'evento si svolge alle ore 20:30 presso il Cinema Massimo, in via Verdi 8 a Torino. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Distribuzione tagliandi per l'ingresso (max 2 a persona) a partire dalle 19:30. La mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" è allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino e organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il contributo della Compagnia di San Paolo. La mostra, visitabile sino al prossimo 18 marzo, propone un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il diritto di contare - Proiezione e dibattito LINK: http://www.agenparl.com/il-diritto-di-contare-proiezione-e-dibattito/


10/01/2018 02:29 Sito Web

Agenparl

9 gennaio 2018 15:55 - Nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", l'Università di Torino e il Museo Nazionale del Cinema di Torino presentano "Il diritto di contare" - Proiezione e dibattito con Piero Bianucci e Anna Ceresole. Uscito nelle sale italiane lo scorso 8 marzo, il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afro-americane che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. La loro è una storia di emancipazione femminile e di ribellione alle discriminazioni razziali nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta e riesce a mettere bene in luce l'enorme contributo delle donne al progresso della scienza. Dopo la proiezione gli spettatori potranno dialogare sui temi del film con Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra "L'infinita curiosità", e Anna Ceresole, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sezione di Torino, che ha lavorato a lungo con Tullio Regge. L'evento si svolge alle ore 20:30 presso il Cinema Massimo, in via Verdi 8 a Torino. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. Distribuzione tagliandi per l'ingresso (max 2 a persona) a partire dalle 19:30. La mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" è allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino e organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il contributo della Compagnia di San Paolo. La mostra, visitabile sino al prossimo 18 marzo, propone un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Sharing

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il diritto di contare - Proiezione e dibattito LINK: https://www.agenparl.com/il-diritto-di-contare-proiezione-e-dibattito/


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 23/03/2018

SITO: https://bit.ly/2uGTVBl

1/1

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 20/01/2018

SITO: http://bit.ly/2GcH7Ds

1/2

AUTORE: Cristina Insalaco


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 20/01/2018

SITO: http://bit.ly/2GcH7Ds

2/2

AUTORE: Cristina Insalaco


25/01/2018 11:59 Sito Web

La Stampa.it (ed. Asti)

sabato 20 un appuntamento speciale al teatro colosseo L'evoluzione dell'universo viaggio tra spettacolo e scienza Pubblicato il 25/01/2018 giuliano adaglio Cos a c'era prima del Big Bang? Quali sono i meccanismi che regolano l'universo? Fino a che punto siamo in grado di indagare la realtà? A queste e ad altre decine di domande prova a rispondere la mostra «L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge», organizzata dal Sistema Scienza Piemonte e visitabile fino al 18 marzo all'Accademia delle...continua L'abbonamento a TorinoSette Digitale ti consente di leggere a soli 35 euro non solo tutti gli articoli del settimanale, ma anche l'edizione del venerdì de La Stampa TuttoDigitale e Premium. La vita della città a tua disposizione, sempre a portata di click. Non sei abbonato? Acquista subito un abbonamento! Leggi tutti gli articoli di Torinosette e guarda MYMOVIES LIVE. ACQUISTA Sei già abbonato? Inserisci email e password ed accedi a Torinosette ACCEDI

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'evoluzione dell'universo viaggio tra spettacolo e scienza LINK: http://www.lastampa.it/2018/01/25/torinosette/news/appuntamenti/levoluzione-delluniverso-viaggio-tra-spettacolo-e-scienza-vdMPEVsVFxh4sZcpdP...


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 07/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2EZnhvW

1/2

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 07/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2EZnhvW

2/2

AUTORE:


14/02/2018 09:56 Sito Web

Nina Zilli incontra i fan da Feltrinelli, Appuntamenti per San Valentino Mercoledì 14 febbraio 2018 di GABRIELLA CREMA 14 febbraio 2018 LA RIFORMA DEL TERZO SETTORE Cgil Sala Pia Lai Via Pedrotti 5 Alle 9.30 Si aprono questa mattina i lavori del convegno "La riforma del terzo settore" organizzato da Cgil, Spi Cgil, Fp Cgil e Auser Piemonte per fare il punto sulla riforma del non profit italiano, all'indomani dell'entrata in vigore, il 3 agosto scorso, del nuovo Codice unico (Dlgs 117/2017) che raduna le disposizioni fiscali per gli enti non lucrativi e riscrive le regole per le Onlus, le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale. Ne discuteranno: Enzo Costa, presidente Auser nazionale; Gabriella Semeraro, segretaria Fp Cgil Piemonte; Raffaele Atti, segretario Spi Cgil nazionale; Maria Guidotti, dipartimento Welfare Cgil nazionale. Le conclusioni saranno affidate a Pier Massimo Pozzi, segretario generale Cgil Piemonte. BRIAN COX NELL'UNIVERSO Cavallerizza Reale Aula Magna Via Verdi 9 Alle 20.45 Info 011/4326307 e infinitacuriosita.it In occasione della mostra "L'infinita Curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", Brian Cox fa tappa per la prima volta in Italia con la sua conferenza-spettacolo sul cosmo. La stella internazionale della comunicazione scientifica condurrà il pubblico in un viaggio spettacolare alla scoperta del cosmo e dei suoi misteri e per l'occasione, nell'aula magna sarà allestito un ambiente immersivo attraverso la proiezione di spettacolari immagini dello spazio. JOHN FREEMAN DAL FUTURO Scuola Holden Piazza Borgo Dora Alle 21 Per partecipare bisogna prenotarsi scrivendo a reception@scuolaholden.it Il tour di presentazione del primo numero dell'edizione italiana della rivista letteraria "Freeman's. Scrittori dal futuro" pubblicata da Edizioni Black Coffee, porta in Italia il curatore John Freeman che in dialogo con Davide Ferraris, propone una lista di autori che nell'attuale clima di chiusura ed esclusione sono riusciti a guardare al di là delle barriere di identità nazionale, età o genere cui la loro opera verrebbe normalmente ascritta, per rivendicare il diritto a fare della scrittura uno strumento di comunicazione globale. RETROSCENA SUL SENSO DELLA VITA Teatro Gobetti Via Rossini 8 Alle 17.30 Ingresso libero Info teatrostabiletorino.it Proseguono gli incontri dietro il sipario con registi e attori nell'ambito del progetto "Retroscena" organizzato dal Teatro Stabile/Teatro Nazionale in collaborazione con l'università di Torino. In occasione della messa in scena della pièce "Il senso della vita di Emma" di Fausto Paravidino, il regista dialoga con Armando Petrini del Dams. SAN VALENTINO REGALA L'ARTE Gam, Palazzo Madama e Mao Via Magenta 30, piazza Castello e via San Domenico 11 Info fondazionetorinomusei.it Romantici e acculturati. La Fondazione Torino Musei propone la promozione "Un biglietto per due" per visitare mostre e collezioni permanenti alla Gam, a Palazzo Madama e al Mao a prezzo dimezzato; tutte le coppie che si recheranno nei tre musei potranno infatti entrare in museo pagando un solo biglietto anziché due. L'offerta e? valida sia per le collezioni permanenti sia per le mostre temporanee in corso. AMORE TI FACCIO UN MAZZO Palazzo Reale Piazzetta Reale 1 Alle 19 Visita e serata tango: 12 euro; visita, apericena e serata tango: 30 euro Info e prenotazioni giardinoforbito@gmail.com o 335/6304455 Tango, fiori e casqué per San valentino. L'associazione culturale Giardino Forbito e i Musei Reali organizzano l'appuntamento con "Amore ti faccio un mazzo cosi? di fiori con casque?"; una serata romantica durante la quale i partecipanti saranno invitati a riflettere sulla

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Nina Zilli incontra i fan da Feltrinelli, Appuntamenti per San Valentino LINK: http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/02/14/news/appuntamenti-188806041/


14/02/2018 09:56 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

gentilezza dell'essere umano. Il programma prevede un visita alle opere a tema sentimentale della collezione Gualino; la creazione di un mazzo di fiori; un aperitivo al Caffe? Reale, con stuzzichini, un primo, dolce e caffe?, per poi darsi al tango in compagnia di maestri internazionali che insegneranno ai partecipanti a muovere i primi passi. CORRISPONDENZE AMOROSE Spazio Filatelia Via Alfieri 10 Dalle 8.20 alle 13.35 Anche quest'anno Poste Italiane celebra l'amore; nel giorno di San Valentino saranno distribuite, singolarmente o in kit speciali, le cartoline filateliche nei diciannove uffici postali con sportello filatelico presenti a Torino e provincia oltre naturalmente a quello centrale di via Alfieri dove è già disponibile l'annullo dedicato all'iniziativa, e che può essere richiesto fino a sabato 17 febbraio 2018. Qui è anche stato allestito un particolare angolo romantico dove le coppie potranno fotografarsi dalle 8.20 alle 13.35 e il sabato sino alle 12.35. MIX, LOVE AND CHOCOLATE Eataly Lingotto Via Nizza 280 Alle 18 e alle 20 Doppio evento per innamorati golosi nel tempio della gastronomia torinese. La serata si inizia alle 18 con l'incontro "Mix, love and chocolate" durante il quale tre famosi bartender della scena torinese selezionati da Mt Magazine si cimenteranno nella preparazione di cocktail esclusivi che si potranno gustare durante l'ora dell'aperitivo. Dalle 20 ci sarà poi la cena di San Valentino, con tutti i sapori e profumi del mare, in un'atmosfera davvero romantica: tutta l'alta qualità degli alti cibi di Eataly, con piatti a base di caviale, gamberi rossi, colatura di alici, per una serata speciale. La cena è su prenotazione e proposta al prezzo di 42 euro a persona (vini esclusi) e i commensali riceveranno un cocktail in omaggio. TORINO CHIAMA BELGRADO La Cloche Strada Traforo del Pino 106 Dalle 19 Info 011/8990216 Nuovo appuntamento del ciclo di aperitivi di scoperta e degustazione dedicati alle fermate del mitico treno "Orient Express"; dalle 19 si fa tappa a Belgrado dove la cucina piemontese e i drink a base Vermouth sposeranno i piatti tipici della cucina serba. SAN VALENTINO PER T(R)E Circolo dei lettori Via Giambattista Bogino 9 Dalle 19 Info circololettori.it Triplo appuntamento dedicato al cuore nella giornata di San Valentino. Alle 19 botta e risposta di versi e pensieri dal titolo "Stop al masochismo (in amore)!" con la poetessa Francesca Genti, Alessandra Racca e il suo libro "Anche la sofferenza ha la sua data di scadenza" (Harper Collins); segue degustazione di Vermouth Riserva Carlo Alberto Rosso. A seguire dj set "Ti amo ma sei una gattara. Non chiederti se ti ama, ballaci sopra!" con dj Stego e degustazione di Citadelle Gin Reserve come aperitivo da Barney's (8 euro con prenotazione consigliata allo 011/4323700). Alle 21 reading musicale sull'horror, l'amore, la letteratura e il destino "Lettere di un orribile romantico" con gli scrittori Marco Peano ed Elena Varvello, su Lovecraft e le centinaia di lettere che scrisse per l'unico amore della sua vita: Sonia Greene. Le musiche sono affidate a Jet Set Roger, che a Lovecraft ha dedicato un intero album a partire da "L'età adulta è l'inferno. Lettere di un orribile romantico" (L'Orma); degustazione di Liquore Valhalla. MAESTRI DI CULTURA Palazzo Nuovo Laboratorio Multimediale "Guido Quazza" Via Sant'Ottavio 20 Alle 11 Info hangarpiemonte.it Matteo Negrin, direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo è il primo "professore" della serie di incontri "A lezione di professioni culturali" organizzata da Hangar Labs e Dams Torino. Alle 14 segue il seminario "Un'altra India. Jharkhand e gli Adivasi " nel corso del quale Jarom Onlus presenta i documentari della regista Cristelle Blade, presente in aula. INNAMÒRATI DEL CINEMA! Alle 18 Costo 6 euro Prenotazione obbligatoria e info 011/8138564-65 L'amore raccontato e vissuto dai grandi protagonisti della settima arte, storie d'amore tragico e a lieto fine, personaggi che hanno fatto sognare il pubblico di ogni tempo narrati attraverso aneddoti, foto e sequenze indimenticabili. Per San Valentino" il Museo del Cinema offre un biglietto per due e la visita guidata "I love Cinema" della durata di un'ora e mezza. THE NON-EXTINCTION DAY Regione Piemonte Sala Mostre Piazza Castello 165 Alle 15 Ingresso libero Nell'ambito del "Darwin Non-Extinction Day, e in occasione dell'ultimo giorno di apertura della mostra "Estinzioni. Biodiversità dei vertebrati in allarme rosso" organizzata dal Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, è in programma una celebrazione del grande evoluzionista che prevede letture, musica e video. TUTTI IN MASCHERA A PALAZZO Palazzo Madama Piazza Castello Alle 16 Costo attività, 7 euro a bambino Info e prenotazioni 011/4436999 o didattica@fondazionetorinomusei.it In occasione della mostra


14/02/2018 09:56 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"Odissee", Palazzo Madama propone l'attività per famiglie "Tutti in maschera!" nel corso della quale i bambini cercheranno figure del mito e della storia e, osservando le folte ciglia di Polifemo, l'abbigliamento della vittoriosa Minerva, gli elmi, i turbanti e l'imponente Grifone di Pisa, troveranno la giusta ispirazione per creare una originale maschera di Carnevale. LA LANCIA DI CARLO V Fondazione Luigi Firpo Onlus Piazza Carlo Alberto 3 Alle 16.30 Ingresso libero Info fondazionefirpo.it e 011/8129020 Per il ciclo di seminari "Arti della figurazione e storie delle idee" curato da Piera Giovanna Tordella e Cristina Stango, è in programma l'incontro con il docente dell'università di Torino Walter Barberis, sul tema "La lancia di Carlo V Una proposta iconografica". NOSTALGIA CANAGLIA Circolo dei lettori Via Giambattista Bogino 9 Alle 18 Costo 5 euro Info circololettori.it Prosegue al Circolo, il percorso alla scoperta di emozioni e sentimenti "al negativo"; oggi è protagonista la nostalgia, quell'acuto senso si privazione che imprigiona chi desidera un ritorno al passato e soffre perché e? impossibile. Guida i presenti, il critico letterario Antonio Prete. CROCE E PREZZOLINI Centro Pannunzio Via Maria Vittoria 35/h Alle 18 Info 011/8123023 o centropannunzio.it "Benedetto Croce e Giuseppe Prezzolini, un rapporto intellettuale importante della nuova Italia" è il titolo dell'incontro guidato da Guglielmo Gallino e introdotto da Elena Alessiato in programma al Pannunzio. SALOMÈ DIABOLICA E INNOCENTE Teatro Regio Piazza Castello 215 Alle 17.30 Ingresso libero Info 011/8815241-2 On occasione della messa in scena del dramma "Salomè" di Richard Strauss (in programma al Teatro Regio dal 15 al 25 febbraio), e nell'ambito del "Festival Richard Strauss", appuntamento con la conversazione con ascolti discografici "Salome. La voce diabolica dell'innocenza" curata da Andrea Estero. LE VETTE DEL BELCANTO Rettorato Aula magna Via Verdi 8 Alle 16 Ingresso libero Nell'ambito della ventottesima stagione "Soire?es Musicali" dell'Accademia della Voce del Piemonte, i finalisti della masterclass del soprano Linda Campanella si esibiscono nel concerto "Sulle vette del belcanto"; con l'accompagnamento pianistico di Giannandrea Agnoletto, i soprani Eri Suzuki, Yi Jie Zhang, Masako Ichijo e Hanxi Yang eseguono brani di Mozart, Donizetti, Massenet, Puccini e Verdi. LUCCHESINI, SCHUBERT E SCHUMANN Conservatorio Verdi Piazza Bodoni Alle 21.30 Poltrone numerate 30 euro Info uionemusicale.it Classe 1965, lanciato giovanissimo sulla scena mondiale proprio all'Unione Musicale di Torino, a soli diciassette anni, ha mosso i primi passi; sono seguite poi le tredici indimenticabili edizioni degli Incontri con la musica da camera con Mario Brunello, il progetto dell'integrale delle sonate beethoveniane registrate dal vivo e molte altre occasioni concertistiche, sia come solista, sia in ambito cameristico. Oggi, nel pieno della sua maturità artistica, Lucchesini vanta un'importante carriera solistica internazionale e collaborazioni eccellenti con Abbado, Bychkov, Chailly, Dutoit, Gatti, Harding, Jurowski, Noseda e Sinopoli. Oggi interpreta la "Sonata in la minore op. 164 D. 537" e la "Fantasia in do maggiore op. 15 D. 760 (Wanderer-Fantasie)" di Schubert e la "Fantasia in do maggiore op. 17" di Schumann. VU COME VIBRAZIONI Mondadori Multistore Via Monte di Pieta? 2 Alle 18 Il ritrovato gruppo Le Vibrazioni lancia il nuovo album "V", cd contenente la sanremese "Cosi? sbagliato". ZILLI FIRMA MODERN ART Feltrinelli Express Stazione di Porta Nuova Alle 18.30 Info 011/5620830 Nina Zilli arriva in libreria per presentare la nuova edizione del disco scritto tra Milano e la Giamaica "Modern Art", che contiene la canzone di Sanremo 2018 "Senza appartenere". Per avere accesso al firmacopie, si deve acquistare il disco in negozio e ritirare il pass. LE VOCI DEL REGIO IN OSTERIA Osteria Rabezzana Via San Francesco d'Assisi 23/c Alle 20.30 Il costo e? di 40 euro Info e prenotazioni info@osteriarabezzana.it Per la festa degli innamorati, uno dei grandi temi della lirica esce dal teatro ed entra in osteria, interpretato da due voci dell'opera del Teatro Regio di Torino; il tenore Alejandro Escobar e il mezzosoprano Rossana Gariboldi. Il duo, accompagnato dal menu dello chef Piero Pulli, porta alla ribalta personaggi, compositori e temi celebri dell'opera composti da Donizetti, Rossini, Verdi, Bizet, Puccini, Cilea, Tosti e altri grandi maestri, coinvolgendo il pubblico attraverso l'ascolto e lo storytelling curato da Marco Tognozzi e Anna Galletti. SAN VALENTINO IN JAZZ Jazz Club Torino Piazzale Valdo Fusi Alle 20.30 Cena su prenotazione, costo 40 euro a persona Le migliori canzoni d'amore d'oltreoceano, standard jazz e qualche chicca della


14/02/2018 09:56 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

tradizione italiana: un delicato omaggio all'amore in tutte le sue forme declinato dalla stupenda voce di Valentina Nicolotti e dal pianismo lirico di Fabio Gorlier. AMORI CONTROVERSI AL PICCOLO TEATRO COMICO Piccolo Teatro Comico Via Mombarcaro 99/b Alle 21 Posto unico 15 euro Per San Valentino concerto lirico-teatrale dal titolo "Controversi", con il tenore Ludo Farago, l'attrice Maghali Miranda e la pianista Michela Varda: un dialogo tra poesia e musica che esprime l'amore in tutte le sue sfaccettature, attraverso arie e testi di Puccini, Gomes, Bizet, Illica, Guglielminetti e altri. UNA SERATA ARCOBALEROTICA Luna's Torta Via Belfiore 50 Alle 21 Ingresso libero, consumazione facoltativa Info e prenotazione consigliata 011/6690577 e lunastorta.eu Serata di anti-San Valentino "arcobalerotica", con le poetesse Marta Telatin e Clara Vajtho? che si confronteranno sul tema dell'amore cercando di far scaturire dall'incrociarsi dei loro versi un'ulteriore confusione che porti finalmente all'abolizione di questa "brutta festa". SAN VALENTINO A LE MUSICHALL Le Musichall Corso Palestro 14 Alle 21 Biglietto 20/18 euro Info lemusichall.it Chi l'ha detto che la festa degli innamorati debba essere celebrata esclusivamente con cene a lume di candela, rose rosse e cioccolatini e che l'amore non possa prendersi con ironia? La stagione teatrale del locale diretto da Arturo Brachetti, riparte con lo spettacolo teatrale "San Valentino a Le Musichall" dedicato sì all'amore, ma in chiave comica e assolutamente irriverente. Tornano sul palco, dopo aver calcato la scena con il "Gran Varietà", il clown metropolitano Benjamin Delmas che accompagna il pubblico come cerimoniere della serata, il duo di attrici-comiche-clown Le due e un quarto (Martina Soragna e Silvia Laniado) e Filiberto Selvi, giovanissimo illusionista torinese, campione italiano di magia in carica. DONNE SULL'ORLO DI UNA CRISI DI NERVI Cinema Massimo Sala Tre Via Verdi 18 Alle 21 Ingresso 6 euro Prosegue la collaborazione tra il Museo Nazionale del Cinema e il Centro Torinese di Psicoanalisi nell'impegno di ricerca di significati utili per la dimensione sociale dell'esistenza. Questa sera si organizza la visione commentata del film "Donne sull'orlo di una crisi di nervi" di Pedro Almodovar introdotto e commentato da Paolo Roccato.


04/03/2018 15:03 Sito Web

Su Sky Arte: una serata all'insegna della creatività By Mariacristina Ferraioli - 4 marzo 2018 Da Allora & Calzadilla alla storia di Ercolano e Pompei, senza dimenticare la scienza e le arti performative, l'episodio della serie "Artbox" accompagnerà il pubblico alla scoperta delle mostre più attuali. MAXXI Blackout Allora Calzadilla Visita Guidata 18 marzo La vastità del tempo dell'universo, che va ben oltre la presenza dell'umanità sulla Terra, è il tema della puntata della serie Artbox, in onda su Sky Arte HD giovedì 8 marzo. Presentato tra i fossili e i resti di specie estinte conservati nel Museo Civico di Storia Naturale di Milano, l'episodio si aprirà con un approfondimento dedicato a Blackout, la mostra della coppia statunitenseportoricana Allora & Calzadilla al Maxxi di Roma. Sculture, video e performance definiscono un futuro in cui dell'uomo - e della civiltà del petrolio - non resterà che qualche reperto. DALL'ARCHEOLOGIA ALLA SCIENZA Un destino già toccato a due città sepolte da materiali eruttivi come Ercolano e Pompei, i cui scavi iniziati nel 1738 diedero grande impulso al Neoclassicismo e al turismo archeologico, come scopriremo al Museo m.a.x. di Chiasso, ospite di una mostra intitolata ai due poli archeologici campani. Infine, i concetti di spazio-tempo e relatività, di fronte ai quali il senso della finitezza umana non può che acuirsi, sono tra i temi della mostra allestita all'Accademia delle Scienze di Torino e dedicata al geniale scienziato Tullio Regge. La recensione d'autore sarà affidata a Diego Sileo, curatore del PAC di Milano, che ha assistito, al MoMA di New York, alla performance di Tania Bruguera censurata all'Avana. Il sito di Sky Arte è powered by Artribune, che ne cura contenuti e interfaccia digitale. Scoprite a questo link le novità di palinsesto e le news che arricchiscono il portale del primo canale televisivo culturale italiano in HD...??http://arte.sky.it

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Su Sky Arte: una serata all'insegna della creatività LINK: http://feedproxy.google.com/~r/Artribune/~3/JcL6JnsqF3c/


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2FluJBL

1 /1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 19/02/2018

SITO: http://bit.ly/2GA9GuZ

1/2

AUTORE: Roberta Turillazzi


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 19/02/2018

SITO: http://bit.ly/2GA9GuZ

2/2

AUTORE: Roberta Turillazzi


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 18/02/2018

SITO: https://bit.ly/2GOfHYC

1/2

AUTORE: Charlotte Garlaschelli


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 18/02/2018

SITO: https://bit.ly/2GOfHYC

2/2

AUTORE: Charlotte Garlaschelli


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO: http://bit.ly/2Com9zj

1/1

AUTORE


11/12/2017 17:45 Sito Web

Cinque tecnologie che spiegano la fisica, la mostra a Torino La mostra «L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge» resterà aperta fino al 18 marzo 2018 Redazione (AFV) lunedì 11 dicembre 2017 La mostra a Torino (Foto d'archivio) TORINO - Perché gli orologi sono sempre in ritardo? Di che materiale è fatta la racchetta di Novak Djokovic? Sapevate che dietro al funzionamento del GPS c'è la teoria della relatività di Einstein? «L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia di Tullio Regge», aperta a Torino fino al 18 marzo, è una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari) ma è anche un viaggio attraverso le tecnologie che hanno reso possibile lo studio e la ricerca. Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Perché avvenga una scoperta scientifica rivoluzionaria sono necessarie: le persone giuste al posto giusto, una favorevole temperie culturale e - fattore spesso trascurato - la tecnologia adeguata. Siamo abituati a considerare le «applicazioni» della scienza come conseguenze della ricerca di base ma non dimentichiamo che senza la giusta tecnologia molti studi fondamentali non sarebbero stati possibili. E così anche una mostra dedicata alla curiosità, alla bellezza della speculazione, alla libertà del pensiero creativo è necessariamente piena di interessanti tecnologie. Le tecnologie in mostra Lo specchio più perfetto del mondo Il Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato ai tre scienziati responsabili del progetto che ha portato alla scoperta delle onde gravitazionali. In controtendenza rispetto agli anni scorsi, è stata premiata una scoperta recentissima, risalente alla fine del 2015. La tecnologia alla base di queste ricerche è fantascientifica. Il fenomeno rilevato è incredibilmente minuscolo: una deformazione di 10 -18 metri, pari a un miliardesimo del raggio atomico. L'apparato sperimentale, detto interferometro, è formato da due bracci di 4 km perpendicolari tra di loro, che contengono due grandi tubi a ultra-vuoto, dentro i quali si sparano due fasci laser. I fasci si riflettono su specchi particolari, sospesi a giganteschi ammortizzatori antisismici all'interno di campane alte 11 metri, che annullano le interferenze terrestri e permettono allo strumento di concentrarsi sui segnali dello spazio. La precisione del tutto è incredibile: pensate che per azzerare i disturbi dovuti alla presenza di gas residui è necessario che nei tubi si crei un vuoto migliore di quello che c'è sulla Luna. Lo specchio presente in mostra (che ha «lavorato» fino al 2011 nell'apparato italiano Virgo, gemello di quello americano dove è avvenuta la scoperta) è proprio uno di questi gioielli di tecnologia. È trasparente per la luce visibile, ma perfettamente riflettente per la luce infrarossa del laser utilizzato. La lavorazione necessaria per raggiungere un simile grado di precisione è effettuata in un laboratorio sotto vuoto. La racchetta di Djokovic Una forma ideale descritta da Archimede, detta icosaedro troncato, e analoga a un pallone di calcio, è uscita negli ultimi anni dal campo della speculazione geometrica per entrare in quello della tecnologia avanzata, con applicazioni anche a oggetti quotidiani. A lungo si pensava non esistesse in natura ma la pervicacia degli scienziati alla fine ha avuto la meglio. Nel 1981 Tullio Regge e Mario Rasetti studiarono le simmetrie e le proprietà di un sistema di 60 atomi disposti nei vertici di un icosaedro troncato. Sembrava un semplice gioco, ma pochi anni dopo, nel 1985, tre chimici americani scoprirono qualcosa di molto simile: una molecola costituita da 60 atomi di

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Cinque tecnologie che spiegano la fisica, la mostra a Torino LINK: https://www.diariodelweb.it/innovazione/articolo/?nid=20171211-470875


11/12/2017 17:45 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

carbonio, che battezzarono fullerene. La scoperta del fullerene è legata alle nuove tecnologie dei nanomateriali a base di carbonio, in particolare di grafene, materiale costituito da uno strato che ha uno spessore equivalente alle dimensioni di un solo atomo. Le proprietà del grafene ne fanno un materiale adatto a svariati usi. Altre strutture di grande interesse applicativo sono i nanotubi di carbonio, cilindri di grafene di diametro microscopico, che possono essere lunghi fino a qualche centimetro. In mostra sono esposti vari oggetti realizzati con questa tecnologia, tra cui la racchetta - robusta e leggera al tempo stesso - usata da un grande campione come Novak Djokovic. Tullio Regge (Foto d'archivio) Particelle nella nebbia Le particelle elementari non si possono osservare direttamente; per rivelarle si deve utilizzare una tecnica che le spinga a lasciare delle impronte particolari. Così come un bravo naturalista risale all'animale che ha lasciato un'orma nella foresta, un fisico è in grado di ricavare dalle tracce delle particelle la loro carta di identità. In mostra esponiamo uno dei primi apparati sperimentali progettati per raccogliere queste tracce. Si tratta di una camera a nebbia. Quando una particella carica ci passa dentro, lascia una scia di goccioline di vapore che condensano attorno agli ioni prodotti dalla particella stessa. Le camere a nebbia sono state usate fino agli anni Cinquanta e hanno poi lasciato il posto a un tipo più avanzato di rivelatori, le camere a bolle, inventate nel 1952. All'interno di questi apparati le particelle passano attraverso un liquido surriscaldato e producono una scia di piccole bolle che può essere fotografata. Oggi le camere a bolle si sono evolute fino a diventare oggetti impressionanti, come il rivelatore Atlas dell'esperimento che al Cern ha permesso la scoperta del bosone di Higgs: è lungo 46 metri, ha un diametro di 25 e pesa circa 7000 tonnellate. Orologi sempre in ritardo Una delle conseguenze più clamorose (ma accuratamente verificate a livello sperimentale) della relatività ha a che fare con la misura del tempo: per Einstein, infatti, un orologio in moto «va indietro» rispetto a un identico orologio fermo. Questo rallentamento non è solo causato dalla velocità, ma anche dalla gravità: sulla Terra, un orologio posto in basso, dove la gravità è più forte, rallenta rispetto a un orologio posto in alto. Sono effetti piccolissimi e per osservarli si è dovuto aspettare l'avvento degli orologi atomici. I primi esperimenti, negli anni Settanta, misurarono effetti di rallentamento del tempo su dislivelli di migliaia di metri, dalla pianura alla cima dei monti, che era quanto consentiva la tecnologia dell'epoca. Gli orologi attuali sono incredibilmente precisi: sbagliano di un secondo ogni 10 miliardi di anni (più o meno l'età dell'universo) e permettono di osservare il diverso scorrere del tempo su dislivelli di pochi centimetri. Possiamo misurare discrepanze tra orologi messi per terra e poggiati sul tavolo. L'orologio presente in mostra è stato utilizzato nel 1976 da Luigi Briatore e Sigfrido Leschiutta per confrontare i tempi di due orologi a riposo, uno a Torino (250 metri), l'altro sul Plateau Rosa (circa 3500 metri), che risultarono differire di 34 nanosecondi al giorno, in accordo con quanto previsto dalla teoria della relatività. Relativamente sperduti La relatività del tempo è entrata nella vita di tutti i giorni. Il GPS, il sistema di posizionamento che utilizziamo per localizzare un punto sulla superficie terrestre con un errore di una decina di metri, funziona convertendo in distanze i tempi di viaggio di segnali radio scambiati tra satelliti in orbita a 20 chilometri di altitudine e un ricevitore terrestre. Poiché gli orologi sui satelliti sono in moto rispetto a quelli terrestri e sentono un campo gravitazionale più debole, il tempo che misurano è diverso dal tempo misurato dal ricevitore. Ci sono due correzioni: una di 7 microsecondi al giorno, dovuta alla velocità (gli orologi dei satelliti sono più lenti di quelli terrestri), e un'altra, di maggiore entità e segno opposto, di 45 microsecondi al giorno, dovuta alla gravità (gli orologi dei satelliti vanno più veloce di quelli terrestri). Se non si tenesse conto di questi effetti, l'errore giornaliero sulla localizzazione sarebbe superiore ai 10 chilometri. Il fatto che il GPS ci porti correttamente a destinazione rappresenta una verifica quotidiana delle relatività. La mostra «L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge» resterà aperta fino al 18 marzo 2018 presso l'Accademia delle Scienze di Torino (via Accademia delle Scienze 6, Torino) dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 18. L'ingresso è gratuito.


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO: http://bit.ly/2oq6OJl

1/1

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/04/2018

SITO: https://bit.ly/2jKCbww

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 10/04/2018

SITO: https://bit.ly/2jKCbww

2/2

AUTORE


09/04/2018 11:12 Sito Web

Grafene, la rivoluzione hi tech LA SCIENZA di ALBERTO DIASPRO 09 aprile 2018 La rivoluzione è giovane, scaturita da un curioso esperimento scientifico che ha avuto uno degli impatti più veloci e rilevanti nella vita quotidiana di sempre. Quante volte vi è capitato di vedere i vostri figli o nipoti tracciare uno scarabocchio, un tratto ripetuto di matita su un foglio, e poi cercare di toglierlo con una gomma, con un dito o magari, con un po' di " audacia" sperimentale, con un nastro adesivo. Ecco, se avete provato a farlo anche voi o lo fate adesso, delicatamente, potreste sfogliare la grafite della matita fino a non vederla più e quando non la vedete più potreste avere lasciato sul foglio un " tappeto" sottile di atomi di carbonio. Nessuno pensava si potesse isolare uno "strato monoatomico" di atomi di carbonio fino a che nel 2004 i due fisici Gejm e Novoselov dell'Università di Manchester riuscirono in quel gioco di ingegno tra loro, la grafite e quella geometria esagonale organizzata e funzionale in due dimensioni: il grafene. Fu subito chiaro che quella scoperta, quel risultato, avrebbe rivoluzionato le vite di tutti. Nel 2010 vennero insigniti del Nobel per la Fisica per gli " esperimenti innovativi riguardanti il materiale a due dimensioni grafene". Uno strato monoatomico di carbonio, sì proprio così, un oggetto a due dimensioni ( 2D) dello spessore di un atomo che ha la resistenza del diamante e la flessibilità della plastica. Un materiale 2D che proietta la giovane rivoluzione che ha innescato nelle tre dimensioni ( 3D) fino alla quarta ( 4D) unendovi il tempo. Ne " Gli Artenauti" (Repubblica-Robinson, 8 aprile) l'idea del passaggio "dal murale al 3D in 10 mosse" non poteva che rimandare al grafene 2D per realizzare proiezioni 3D, adattabili a ogni circostanza, in uno spazio realmente 4D dove magari sarà possibile viaggiare nel tempo a ritroso! Non è una provocazione. Il grafene ha prodotto non solo ammirazione ma anche commozione nel mondo scientifico ( Nobelprize. org). Le sue proprietà esotiche che scatenano la comunità dei fisici teorici fanno il paio con una incredibile vastità di applicazioni che va dai nuovi materiali all'elettronica, dall'energia " pulita" fino alla cattura di cellule tumorali circolanti. Non ditemi che non vi sentite infiltrati da una infinita curiosità come quella che si diffonde nel breve viaggio nella fisica contemporanea narrato da Barone e Banucci (edizioni Dedalo, 2017). Quotidianamente ne utilizziamo le proprietà quando paghiamo il conto del supermercato avvicinando il nostro cellulare alla cassa, quando arrotoliamo un dispositivo elettronico trattandolo come un foglietto di plastica o come quando vinciamo una partita a tennis grazie al nuovo bilanciamento della racchetta. Quella desinenza "-ene" del nome dice che gli atomi si dispongono a formare esagoni con angoli di 120 gradi. La contaminazione con pentagoni o ottagoni introduce imperfezioni e la struttura si deforma, si ottengono altri materiali e affascinanti increspature della superficie fanno salire a tre le dimensioni. Possiamo passare dall'icosaedro troncato o il rombicubottaedro disegnati da Leonardo per il trattato "De divina Proportione" (1497) di Fra Luca Bartolomeo Pacioli per arrivare agli studi di Tullio Regge e Mario Rasetti, fisici italiani, sui reticoli atomici del 1981 che nel 1985 portarono Kroto, Smalley e Curl a scoprire il fullerene inaugurando l'era dei nanomateriali, Nobel nel 1996. Scienza e arte si mischiano in quel nome dato in onore della cupola geodetica di Buckminster Fuller ( Expo 1967). Sembra di essere nella Biblioteca di Babele di Borges (1941): "L'universo si compone d'un numero indefinito, e forse infinito, di gallerie esagonali ". Diamante, fullerene, grafene e nanotubi sono le forme diverse del carbonio per il quale l'organizzazione spaziale

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Grafene, la rivoluzione hi tech LINK: http://genova.repubblica.it/cronaca/2018/04/09/news/grafene_la_rivoluzione_hi_tech-193386604/


09/04/2018 11:12 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

conta, conta eccome. Topologia, struttura e funzione, condividiamo tutti gli stessi atomi, sei atomi principali, eppure se ci incontriamo non mi scambiate affatto per George Clooney. Colpa o merito di come i miei atomi sono disposti nello spazio 4D. Ma, quel tappeto bidimensionale di atomi mi fa venire subito in mente un tappeto volante. Il tappeto volante Vasnecov, un olio su tela del 1880 (Museo d'Arte, Niznij Novgorod) che ritrae il principe Carevi? e penso ad un tappeto volante delle idee. Ed eccomi a Genova, capitale europea delle ricerche sul grafene dall'Iit al Cnr e al Dipartimento di Fisica dell'Università. All'Iit, sotto la direzione di Pellegrini, ha sede l'avamposto europeo per la ricerca sul grafene. La "flagship" che mette in competizione tecnologica ed economica l'Europa e il resto del Mondo. A Genova, in Iit, si chiude un cerchio di trasferimento tecnologico con una start- up che ha un nome, per me, bellissimo: " BeDimensional", un "Be" pronunciato "Bi" che richiama il 2D ed incita ad essere - to be - "dimensionali". All'Iit, con le intuizioni di Pellegrini e Bonaccorso, diventa impresa, acquisendo soci industriali, con l'obiettivo di pareggio in tre anni e importanti previsioni occupazionali, già confermate per il 2018, che al 2022 sono di 30 nuovi posti di lavoro. Un moltiplicatore per tutto quello che sviluppa e si potrà sviluppare intorno. Un potentissimo moltiplicatore. Se è vero che le potenzialità sono un orizzonte da esplorare è altrettanto vero che oggi, nel concreto, si va dal casco da moto per la Momodesign ai progetti di produzione di plastiche al grafene con Eni Versalis. In questo crescendo gli studi di base, la ricerca ispirata dalla curiosità scientifica, sono un capitolo aperto che unisce sul territorio le realtà di ricerca. La Rivoluzione siamo noi con le nostre idee e la nostra curiosità e con quelle consapevolezze scientifiche e tecnologiche che altro non possono fare che proiettarci lontano nel cercare di trovare una applicazione chiave per il grafene o farci comprendere la fisica che ne governa i meccanismi. Facile, in fondo, in piedi sul tappeto volante delle idee. La Rivoluzione "non russa", come scriveva "il manifesto" anni fa.


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2BJzVjp

1/2

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2BJzVjp

2/2

AUTORE:


05/02/2018 14:00 Sito Web

gazzagolosa.gazzetta.it

05 febbraio 2018 Il Cyber Egg di Scabin unisce le stelle della cucina e quelle dell'universo di Valentina Dirindin Cosa hanno in comune scienza e alta cucina? Diverse cose, verrebbe da dire, stando al progetto 'L'infinita curiosità' , un viaggio degli chef stellati nell'universo in compagnia di uno dei più grandi fisici italiani, Tullio Regge. L'iniziativa, pensata a corredo della mostra torinese 'L'Infinita curiosità' (al palazzo dell'Accademia delle Scienze fino al prossimo 18 marzo), coinvolge alcuni dei nomi più blasonati della cucina piemontese. D'altronde, devono aver pensato i promotori, sempre di stelle si parla. Da un lato, quelle della Michelin, impersonate da sette grandi nomi della cucina italiana: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. A loro il compito di interpretare con un piatto speciale le altre stelle, quelle dell'universo, dando una forma gourmet agli studi di Tullio Regge e accogliendo il suo invito a giocare con la scienza, rendendola accessibile a tutti. Non a caso, tra i meriti di Regge c'è quello di aver cambiato la divulgazione scientifica in Italia, provando a parlare con facilità di temi complessi come le onde gravitazionali o i buchi neri. Se l'argomento vi interessa, non perdete la mostra, divisa in sei sezioni e strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Se invece siete curiosi di capire come gli chef siano riusciti a dare un senso gastronomico a questo tipo di messaggi, potete andare a provare i piatti abbinati al grande genio della fisica. Come il Cyber Egg di Davide Scabin, creazione iconica dello chef del Combal.Zero di Rivoli che probabilmente non ha neanche bisogno di presentazioni. Un piatto per tanti versi stellare (o spaziale, se preferite), frutto di grande fantasia e creatività, che mima la perfezione di un uovo realizzando un guscio alternativo e portandolo ai massimi livelli di gusto, grazie al caviale. C'è poi Christian Milone (una stella Michelin con il suo Trattoria Zappatori a Pinerolo) a dare una forma gustosa all'infinita curiosità, proponendo in carta 'Limone. Diverse sfumature', un piatto che - come da progetto - racchiude un intero universo: erbe, frutti, basi salate, pasticceria, una base lattica, del piccante, dell'olio extravergine d'oliva. I piatti creati per il progetto costruiscono un interessante insieme di colori, forme e - ovviamente - sapori. Un vero viaggio nell'universo del gusto. A dare forma all'idea gourmet dell'universo, Matteo Baronetto, chef del Ristorante del Cambio di Torino, con la sua Insalata Piemontese; Cannavacciuolo, che ha inserito nella carta del suo bistrot torinese la Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. C'è Michelangelo Mammoliti, chef de La Madernassa di Guarene, che ha creato per l'occasione Open Your Mind, un piatto che rivede concettualmente due specialità della tradizione piemontese: l'insalata russa e l'aspic di prosciutto. Ci sono infine Mariangela Susigan, chef della Gardenia di Caluso, che ha creato Primo Impatto, un inusuale connubio di rognone e lumache nato immaginando uno scontro tra meteoriti; e Alfredo Russo, che ha portato al Dolce Stil Novo alla Reggia di Venaria il dessert Spazio - Tempo - Curvo.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il Cyber Egg di Scabin unisce le stelle della cucina e quelle dell'universo LINK: http://gazzagolosa.gazzetta.it/2018/02/05/infinita-curiosita-torino/


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 23/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2AmzzMT

1 /2

AUTORE: REDAZIONE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 23/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2AmzzMT

2 /2

AUTORE: REDAZIONE


14/04/2018 Sito Web

L'infinità curiosità, mostra all'Accademia delle Scienze di Torino Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge aperto fino al 2 maggio 2018 Pubblicato il 14 aprile 2018 Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2018 ore 15:08 L'infinità curiosità L'infinità curiosità 2 min Milano, 11 aprile 2018 - Fino al 2 maggio 2018 l'Accademia delle Scienze di Torino ospita la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Proprio grazie al grande successo di pubblico, l'evento è stato prorogato fin dopo il ponte del primo maggio, per permettere a tutti quanti di fare un bellissimo viaggio nell'universo. La mostra esplora i temi della fisica contemporanea, come la relatività, la teoria quantistica, l'astrofisica, la struttura della materia, la cosmologia, le particelle elementari. "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" sarà aperta con ingresso libero da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18 (chiusa il lunedì), presso l'Accademia delle Scienze di Torino, in via Accademia delle Scienze 6. E se siete appassionati di Tullio Regge, sempre fino al 2 maggio è stata prorogata la mostra "Il computer di Regge: penna e pennello" alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti (Via Accademia Albertina 8 a Torino). Anche questa mostra è a ingresso libero (da lunedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18, chiusa il mercoledì). Entrambe le mostre sono realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. Riproduzione riservata

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'infinità curiosità, mostra all'Accademia delle Scienze di Torino LINK: https://www.quotidiano.net/magazine/tempo libero/l-infinità-curiosità-mostra-all-accademia-delle-scienze-di-torino-1.3843649


20/04/2018 Sito Web

Il Corriere di Como

Prorogata la borsa di studio per la fisica 20/04/2018 alle ore 8:36 categoria Città, Cronaca, Cultura, Tecnologia Villa del Grumello Anche per il 2018 Edison S.p.A. e Fondazione Alessandro Volta assegnano una borsa di studio in memoria di Francesco Somaini a un giovane per un periodo di tirocinio presso un'università straniera, allo scopo di condurre ricerca nel campo della fisica, con particolare riguardo ai temi dell'energia. La "Borsa Edison" ha un valore di 10.000 euro e verrà assegnata per concorso al concorrente più meritevole, sia per titoli, preparazione scientifica, lavori già svolti e risultati conseguiti, sia per il vantaggio che gli studi, per i quali è richiesta la Borsa, possono portare allo sviluppo della fisica in Italia. Possono prendervi parte sia i cittadini italiani sia quelli svizzeri del Canton Ticino. La scadenza è stata prorogata: la domanda va presentata entro il 30 aprile all'indirizzo email mariagiovanna.falasconi@fondazionealessandrovolta.it o via posta ordinaria a Fondazione Alessandro Volta, via per Cernobbio, 11 - Villa del Grumello, 22100 Como. È possibile scaricare il bando completo da www.fondazionealessandrovolta.it. Ricordiamo che in passato il premio per la fisica intitolato all'onorevole Somaini è andato a scienziati illustri come Piero Caldirola, , Giulio Casati, Edoardo Amaldi e Tullio Regge.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Prorogata la borsa di studio per la fisica LINK: http://www.corrieredicomo.it/prorogata-la-borsa-di-studio-per-la-fisica/


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2nUI5gW

1/1

AUTORE:


05/12/2017 13:42 Sito Web

ilnazionale.it

LINK: http://www.ilnazionale.it/2017/12/05/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/linfinita-curiosita-un-viaggio-nelluniverso-in-compag...

"L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Rege" Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. La mostra, divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Guida ideale del viaggio è Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in molti campi della fisica e appassionato divulgatore scientifico. La sua inesauribile curiosità sarà il fil rouge dell'intero percorso, che comprenderà ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità (per info www.torinoscienza.it) La mostra si avvale della collaborazione di importanti istituzioni scientifiche italiane, tra le quali l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha fornito due spettacolari installazioni immersive, e l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), che contribuisce con due exhibit innovativi progettati per l'occasione. LE SEI SEZIONI DELLA MOSTRA L'ingresso alla mostra accoglie il visitatore con un allestimento spettacolare. Nello scenografico corridoio è posta un'installazione di legno che rappresenta la "scala cosmica": 62 blocchi corrispondenti ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dall'estremamente piccolo (la lunghezza di Planck) all'immensamente grande (l'orizzonte cosmologico). Lungo il percorso della mostra il visitatore si muoverà idealmente su e giù per questa scala, confrontandosi con le dimensioni delle cose, dai quark alle galassie. La prima sezione, MESSAGGERI DEL COSMO, racconta come possiamo esplorare i confini dell'universo grazie ai messaggeri che giungono dalle profondità dello spazio: le onde gravitazionali, appena scoperte, i raggi cosmici, i neutrini. L'esperienza è al centro dell'allestimento: il visitatore entra in "scatole magiche", ambienti immersivi che permettono di ascoltare il suono delle onde e di visualizzare l'arrivo dei neutrini. Con la seconda sezione, SPAZIO, TEMPO, RELATIVITÀ, si entra nel mondo di Einstein e della sua teoria della relatività. Il visitatore è invitato a scoprire le moderne idee di spazio e di tempo, confermate da esperimenti di grande precisione, e più vicine a noi di quanto si pensi: è proprio grazie alla relatività che oggi possiamo usare i navigatori satellitari, e alcune divertenti installazioni permetteranno di scoprirlo. La terza sezione, QUANTI E PARTICELLE, ci conduce, con un grande salto, all'estremamente piccolo. La sezione è dedicata alla meccanica quantistica e alla fisica subnucleare, illustrate nelle loro

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Rege"


05/12/2017 13:42 Sito Web

ilnazionale.it La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

manifestazioni più suggestive. Vedremo che i corpuscoli sono onde, capiremo che cosa accade all'interno di un acceleratore, proveremo a scoprire nuove particelle. Il fenomeno ottico delle glorie, che potremo osservare dal finestrino di un aereo, rivelerà insospettati legami con la fisica dei quanti. La quarta sezione, FORME NELLA MATERIA, esplora la terra di mezzo, il microcosmo appena sotto il nostro sguardo. La sezione, dedicata alla geometria della materia, alle simmetrie, alle forme solide e fluide, è ricca di oggetti e di immagini: specchi, modelli molecolari, nanomateriali, disegni in 3D, e la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. L'estremamente piccolo e l'immensamente grande si incontrano nella quinta sezione, VISIONI DEL TUTTO, in cui si vede come la fisica contemporanea si sforzi di comprendere il cosmo nella sua interezza e di spiegare con una teoria unitaria tutti i fenomeni della natura. Una sfida ancora aperta, e che forse rimarrà sempre tale, ma che ha dato vita a idee affascinanti. Il visitatore potrà ammirare una ricostruzione della Biblioteca di Babele di Borges, simbolo del tentativo umano di abbracciare il tutto. L'ultima sezione, RITORNO A CASA, è dedicata è dedicata al ruolo dei fisici nello spazio pubblico, al loro impegno sociale e culturale come uomini del proprio tempo, da Einstein e Oppenheimer ai giorni nostri. La sezione ospita documenti storici di grande importanza (tra cui la corrispondenza Einstein-Croce) e si chiude con un oggetto unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ("Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini") e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore).


09/04/2018 00:55 Sito Web

ilnazionale.it

LINK: http://www.ilnazionale.it/2018/04/09/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/allaccademia-delle-scienze-linfinita-curiosita-un-via...

All'Accademia delle Scienze "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" L'arrivo della bella stagione porta con se numerose possibilità di svago dalla routine quotidiana e in particolare i tanto attesi ponti di primavera, che quest'anno se organizzati bene diventano vere e proprie vacanze grazie a come sono distribuiti i giorni. Chi in viaggio verso la costa per assaporare il primo mare, chi alla scoperta di città e nuovi territori. A Torino sono in programma tanti appuntamenti per tutti i gusti, a partire dalla mostra ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 maggio. La mostra esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - "Il computer di Regge: penna e pennello" che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante le vacanze di Pasqua e nei ponti del 25 Aprile e 1 Maggio; ma anche per le scuole, per visitare la mostra e con essa fare un viaggio a ritroso attraverso lo spazio, il tempo e la materia. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. La mostre sono entrambe realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. L'INFINITA CURIOSITÀ: UN VIAGGIO NELL'UNIVERSO IN COMPAGNIA DI TULLIO REGGE Accademia delle Scienze - Via Accademia delle Scienze 6, Torino INGRESSO LIBERO. Mar - dom dalle 10 alle 18. Chiuso lunedì

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

All'Accademia delle Scienze "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge"


15/01/2018 13:21 Sito Web

ilnazionale.it

"Il diritto di contare" proiettato al cinema Massimo Il 17 gennaio 2018, alle 20.30, l'Università di Torino e il Museo Nazionale del Cinema propongono la proiezione del film "Il diritto di Contare". L'evento si svolge nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il contributo della Compagnia di San Paolo. Uscito nelle sale italiane lo scorso 8 marzo, il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afroamericane che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. La loro è una storia di emancipazione femminile e di ribellione alle discriminazioni razziali nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta e riesce a mettere bene in luce l'enorme contributo delle donne al progresso della scienza. Dopo la proiezione gli spettatori potranno dialogare sui temi del film con Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra "L'infinita curiosità", e Anna Ceresole, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sezione di Torino, che ha lavorato a lungo con Tullio Regge. La partecipazione all'evento è gratuita. A partire dalle 19:30 presso il Cinema Massimo sarà possibile ritirare il tagliando per l'ingresso (max 2 biglietti a persona).

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"Il diritto di contare" proiettato al cinema Massimo LINK: http://www.ilnazionale.it/2018/01/15/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/il-diritto-di-contare-proiettato-al-cinema-massimo-1....


15/03/2018 10:57 Sito Web

ilnazionale.it

LINK: http://www.ilnazionale.it/2018/03/15/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/prorogata-al-2-maggio-linfinita-curiosita-un-viaggio-...

Prorogata al 2 maggio "L'infinita curiosità", un viaggio nell'universo in compagni di Tullio Regge La mostra "L'infinita curiosità: un viaggio in compagnia di Tullio Regge", con oltre 22.000 visitatori, si conferma un successo di pubblico e interesse e per questo motivo il Sistema Scienza Piemonte ha deciso di prorogarla fino al 2 Maggio, con il sostegno della Compagnia di San Paolo. La mostra è un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea: dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Guida d'eccezione di questo viaggio straordinario, Tullio Regge, uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, la cui inesauribile curiosità è il fil rouge dell'intero percorso che comprende ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Inaugurata il 22 Settembre la mostra ha superato i 22.000 visitatori: un risultato positivo confermato anche dalla presenza dei giovani e dalla grande affluenza delle scuole. Quasi 5.000 gli studenti - dalla primaria alla secondaria di secondo grado - che hanno visitato la mostra, molti dei quali hanno partecipato anche ai laboratori di Xké - Il laboratorio della curiosità. Grande successo anche per tutte le attività collaterali organizzate al cinema Massimo, a Infini.to, nell'ambito dei GiovedìScienza e all'Università degli studi di Torino. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - "Il computer di Regge: penna e pennello" che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante le vacanze di Pasqua e nei ponti del 25 Aprile e 1 Maggio; ma anche per le scuole, per visitare la mostra e con essa fare un viaggio a ritroso attraverso lo spazio, il tempo e la materia. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Prorogata al 2 maggio "L'infinita curiosità", un viaggio nell'universo in compagni di Tullio Regge


17/02/2018 15:31 Sito Web

ilnazionale.it

Tullio Regge: l'informatica dell'arte in mostra all'Accademia Albertina Un'atmosfera visionaria accoglie il visitatore della Pinacoteca Albertina, dove fino al 18 marzo è allestita la mostra "Infinita curiosità. Il computer di Tullio Regge: penna e pennello". Un personaggio, Regge, caratterizzato da una profonda curiosità che lo ha portato a esplorare i diversi aspetti della cultura scientifica, arrivando a dare una forma alla matematica. "Regge parlava attraverso i disegni", ha commentato Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra insieme a Vincenzo Barone. Alla mostra, quindi, si aggiunge un'altra esposizione, presso la Sala Azzurra dell'Accademia Albertina, con gli strumenti utilizzati da Regge per realizzare le sue opere. Dalla cosiddetta "scatola di Tullio Regge", che utilizzava per costruire modelli tridimensionali, ai computer, che soprattutto nell'ultimo periodo - anche a causa di alcuni problemi di salute - furono il suo pennello e la sua tela. "I disegni che realizzava - ha aggiunto Marta Regge, figlia del fisico e matematico avevano poi dei titoli carichi di ironia, perché mangiava ironia dalla mattina alla sera". Come ad esempio "La viola del pensiero debole", indiretta critica al celebre concetto elaborato dal filosofo Gianni Vattimo, che campeggia sulla copertina della pubblicazione (gratuita) realizzata per l'esposizione. Disegni che Regge iniziò a realizzare intorno al 1983, "tre anni prima che Andy Warhol scoprisse il computer per disegnare", ha sottolineato Piero Bianucci. In mostra si trova anche una bicicletta, che consente al visitatore, grazie alla realtà virtuale, di "pedalare all'interno dei disegni di Tullio Regge". Ma c'è anche una la possibilità di stampare i disegni e portarli con sé, scegliendoli da un elenco grazie a una postazione dedicata. "Abbiamo posizionato l'ultimo capitolo della mostra durante l'ultimo mese di esposizione" ha aggiunto Fiorenzo Alfieri, presidente dell'Accademia Albertina di Belle Arti e del Centro Scienza, che poi ha annunciato il termine dei lavori di risistemazione degli spazi interni entro la fine dell'anno. Un risultato che consentirà di ampliare gli spazi espositivi della Pinacoteca. Ma la commistione tra arte e scienza è una caratteristica che si ritrova in Tullio Regge, un aspetto che ha convinto la Compagna di San Paolo a sostenere queste iniziative mettendo a disposizione il Sistema Scienza. "Crediamo molto nel dialogo tra diverse discipline - ha commentato, in proposito, Paola Sabbione, della fondazione bancaria - e intendiamo affrontare i discorsi sempre in maniera trasversale". E, a proposito di commistione tra arte e scienza, alcuni studenti dell'Accademia faranno da guida all'interno della mostra.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Tullio Regge: l'informatica dell'arte in mostra all'Accademia Albertina LINK: http://www.ilnazionale.it/2018/02/17/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/tullio-regge-linformatica-dellarte-in-mostra-allaccad...


22/12/2017 13:26 Sito Web

ilnazionale.it

Con l'arrivo del nuovo anno non si esaurisce "L'infinita curiosità" Sino al 18 Marzo Torino ospita, nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. La mostra è divisa in sei sezioni ed è strutturata come un viaggio nell'universo, dall'immensamente piccolo all'infinitamente grande, per capire come la semplice realtà quotidiana si spieghi attraverso profonde quanto affascinanti leggi della fisica. Un viaggio curioso e divertente che permetterà a tutti di sentirsi un po' scienziati... accompagnati da una guida d'eccezione: Tullio Regge, uno dei più grandi scienziati della generazione venuta dopo Enrico Fermi. Esperimenti, exibit, documenti... grandi e piccini rimarranno affascinati dalle sei sezioni della mostra! Passeggiando fra libri e documenti preziosi, sbirciando tra lettere autografe di Einstein e installazioni spettacolari, i visitatori possono salire su un aereo per osservare il fenomeno delle Glorie, viaggiare tra neutrini ed onde gravitazionali, sperimentare le variazioni spaziotempo, indossare un visore 3D per entrare nelle opere di Regge... La mostra, realizzata in collaborazione con Compagnia di San Paolo, è gratuita e aperta dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Con l'arrivo del nuovo anno non si esaurisce "L'infinita curiosità" LINK: http://www.ilnazionale.it/2017/12/22/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/con-larrivo-del-nuovo-anno-non-si-esaurisce-linfinita...


14/04/2018 Sito Web

iltelegrafolivorno.it

L'infinità curiosità, mostra all'Accademia delle Scienze di Torino Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge aperto fino al 2 maggio 2018 Pubblicato il 14 aprile 2018 Ultimo aggiornamento: 14 aprile 2018 ore 15:08 L'infinità curiosità L'infinità curiosità Milano, 11 aprile 2018 - Fino al 2 maggio 2018 l'Accademia delle Scienze di Torino ospita la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Proprio grazie al grande successo di pubblico, l'evento è stato prorogato fin dopo il ponte del primo maggio, per permettere a tutti quanti di fare un bellissimo viaggio nell'universo. La mostra esplora i temi della fisica contemporanea, come la relatività, la teoria quantistica, l'astrofisica, la struttura della materia, la cosmologia, le particelle elementari. "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" sarà aperta con ingresso libero da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18 (chiusa il lunedì), presso l'Accademia delle Scienze di Torino, in via Accademia delle Scienze 6. E se siete appassionati di Tullio Regge, sempre fino al 2 maggio è stata prorogata la mostra "Il computer di Regge: penna e pennello" alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti (Via Accademia Albertina 8 a Torino). Anche questa mostra è a ingresso libero (da lunedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18, chiusa il mercoledì). Entrambe le mostre sono realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. Riproduzione riservata

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'infinità curiosità, mostra all'Accademia delle Scienze di Torino LINK: https://www.quotidiano.net/magazine/tempo%20libero/l-infinità-curiosità-mostra-all-accademia-delle-scienze-di-torino-1.3843649


16/02/2018 18:00 Sito Web

informazione.it

LINK: https://www.informazione.it/c/DE4F81E8-1545-472F-B38A-1EB665716DC2/L-INFINITA-CURIOSITa-IL-COMPUTER-DI-TULLIO-REGGE-PENNA-E-PENNELLO

L'INFINITA CURIOSITÀ. IL COMPUTER DI TULLIO REGGE: PENNA E PENNELLO Torino. 17 febbraio 18 marzo 2018 Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti Torino, 16/02/2018 - 18:00 (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) 'È un fatto noto - scriveva Tullio Regge - che le strutture che hanno un profondo senso geometrico sono anche esteticamente splendide'. A questa meraviglia, a questa ennesima espressione dell'infinita curiosità di Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma davvero unica - che celebra la parte più onirica e creativa del suo genio: 'L'infinita curiosità. Il computer di Tullio Regge: penna e pennello'. Ospitata dal 17 febbraio al 18 marzo alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, l'esposizione è un omaggio agli aspetti più creativi di Tullio Regge, ed è perfetta appendice della mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', aperta fino al 18 marzo, organizzata dal Sistema Scienza Piemonte e ospitata all'Accademia delle Scienze di Torino. L'elegante Sala Azzurra dell'Accademia ospita exhibit e disegni che consentono al visitatore di entrare in un'atmosfera visionaria e apprezzare una parte del lavoro del grande fisico forse meno conosciuta ma non meno affascinante. Il suo eclettismo quasi leonardesco l'ha portato a cimentarsi con l'arte digitale e con il design, in anni in cui la tecnologia informatica muoveva i primi passi. Il computer - o calcolatore come spesso lo chiamava - gli dava la straordinaria libertà di giocare con forme e colori sfruttando le sue conoscenze matematiche. 'Ho sempre desiderato - scriveva Tullio Regge - produrre immagini per comunicare con gli altri e in questo sono stato sempre frustrato dalla mia incapacità di tenere in mano una matita o un pennello. Per me è impresa penosa se non impossibile il disegnare a mano un prisma o un cubo, e invece è facilissimo dare le coordinate cartesiane e trarre un'immagine usando un calcolatore'. Oggi ci resta una produzione di disegni vasta e particolare, custodita dalla famiglia e dagli amici (a cui il grande scienziato spesso li donava), che mescola astrazioni matematiche, computer grafica e senso dell'umorismo. La sua 'bricolarte', come amava chiamarla, è fatta di elaborazioni grafiche tridimensionali per le quali trovava sempre titoli divertenti e provocatori, a volte polemici. Campeggia al centro della mostra la 'scatola di Tullio Regge', riproduzione in scala gigante di uno strumento che lo scienziato usava per realizzare i modelli tridimensionali. Alle quattro pareti laterali di un cubo di legno, Tullio Regge applicava il grafico di una curva algebrica e collegava alcuni suoi punti opportunamente scelti con segmenti di fil di ferro, dando vita allo sviluppo di superfici complesse. In un angolo della sala è ricostruita la scrivania dello scienziato torinese, sui cui è appoggiato il computer con il quale sono stati realizzati tutti i disegni (il visitatore si renderà conto della difficoltà di costruire figure complesse con uno strumento 'primitivo' per i nostri standard). In un altro angolo, viene proiettata a ciclo continuo una selezione di opere. Completa la mostra l'exhibit 'Dentro le forme', un viaggio interattivo nei disegni di Tullio Regge che il visitatore compie a bordo di una bicicletta. Questa installazione, realizzata in occasione dell'edizione 2017 del Festival della Scienza di Genova, permette di esplorare virtualmente una selezione di disegni e di altri progetti del fisico torinese, ricreati come ambienti 3D. Il visitatore inforca una bicicletta e con questo mezzo si aggira in affascinanti, e a volte surreali, ambienti virtuali. In attesa del proprio turno, è possibile riposare su un'altra delle creazioni di Tullio Regge: la poltrona Detecma, realizzata sulla base di una curva, la 'ciclide di Dupin', che il fisico considerava particolarmente elegante. L'INFINITA CURIOSITÀ. IL COMPUTER DI TULLIO REGGE: PENNA E PENNELLO Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti Via Accademia Albertina 8. Torino INGRESSO LIBERO. Lun - dom, 10-18. Chiuso mercoledì

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'INFINITA CURIOSITÀ. IL COMPUTER DI TULLIO REGGE: PENNA E PENNELLO


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2FkM9i0

1/1

AUTORE:


PAESE: Italia

AUTORE: REDAZIONE

DIFFUSIONE: online

➤ 22/09/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2jRmvKQ

1 /1


17/01/2018 09:15 Sito Web

Federico Sirianni racconta Faber, Se le gag si fanno al Lab 41 Mercoledì 17 gennaio 2018 di GABRIELLA CREMA 17 gennaio 2018 L'ALTA SOCIETÀ FERINA Galleria Zabert di Roberto Grasselli Piazza Cavour 10 Dalle 18 alle 21 Info 011/8178627 e carlachiusano.com Il ritratto ferino della "nobiltà" torinese si svela nella personale di Carla Chiusano "High Society" che indaga con un'ironia leggera e graffiante la vanità e le contraddizioni dell'alta società e che si inaugura oggi nei locali della Galleria Zabert, curata da Luca Beatrice. PORRAJMOS, OLOCAUSTO DIMENTICATO Polo del 900 Via del Carmine 14 Alle 18.30 In attesa delle celebrazioni per il "Giorno della Memoria", la Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci organizza un incontro pubblico per riflettere su una persecuzione meno nota di altre: quella che i nazisti, durante la seconda guerra mondiale, perpetrarono a scopo genocidario contro Rom e Sinti. Intervengono Luca Bravi ed Eva Rizzin. L'ILLUSIONE EST COMIQUE Teatro Gobetti Via Rossini 8 Alle 17.30 Ingresso libero Proseguono gli incontri dietro il sipario con registi e attori nell'ambito del progetto "Retroscena" organizzato dal Teatro Stabile in collaborazione con l'università. In occasione della messa in scena della pièce "L'illusion comique" di Pierre Corneille Fabrizio Falco e gli attori della compagnia dialogano con Enrico Mattioda del Dams. LA DOLCE TAVOLA SABAUDA Fondazione Einaudi Via Principe Amedeo 34 Alle 17 Ingresso libero fino a esaurimento posti in sala Info studipiemontesi.it e 011/537486 In attesa che riprendano i "Colloqui del Lunedì" (a metà febbraio), il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis è impegnato nell'organizzazione degli eventi "Bocuse d'Or off . Istituti Culturali del Piemonte": oggi è in programma la conferenza di Paolo Castagno sul tema "La dolce tavola di Carignano. 'l zest. Riscoperta e tutela di un dolce sabaudo. ACCADEMICI MERCOLEDÌ Accademia delle Scienze Sala dei Mappamondi Via Accademia delle Scienze 6 Alle 17.30 Ingresso libero Info 011/5620047 Si inaugura oggi il nuovo ciclo de "I Mercoledì dell'Accademia" con la conferenza del fisico Vincenzo Barone dell'università del Piemonte orientale sul tema "Semina rerum. I costituenti elementari del mondo, dal pensiero antico alla cromodinamica quantistica". Il ciclo, giunto ormai alla trentaquattresima edizione, continuerà sino al 4 aprile secondo il calendario presente sul sito accademiadellescienze.it I BAMBOO ALL'ORTO BOTANICO Orto Botanico Aula magna Viale Mattioli 25 Alle 16.30 Quanto sono diffusi i bamboo in Piemonte e Valle d'Aosta? Quali sono le specie naturalizzate? Sono potenzialmente invasive verso gli ambienti naturali? BambApp è un social network basato sulle osservazioni di bamboo naturalizzati, da parte di rilevatori volontari. Oggi è in programma un seminario sui bamboo che prevede tre incontri: Thomas Froese dell'azienda agricola Moso su "I bamboo: una risorsa non solo ornamentale"; Michele Lonati dell'università di Torino su "Il progetto BambApp: come partecipare" e il giardiniere Alberto Peyron del Gruppo Puntaverde su "Gli impianti produttivi di bamboo in Piemonte": DROGHE E AUTOREGOLAZIONE Unione culturale Franco Antonicelli Via Cesare Battisti 4b Alle 18 Ingresso libero "Droghe e autoregolazione. Appunti per consumatori e operatori" è il titolo del libro di Grazia Zuffa e Susanna Ronconi pubblicato da Ediesse, al centro della tavola rotonda che si tiene all'Unione Culturale in compagnia delle curatrici e i co-autori e con Daniela Steila dell'Unione Culturale, Franca Beccaria di Eclectica e Angelo Giglio dell'Asl Città di Torino. IL PAESAGGIO MENTALE DI LINGIARDI Circolo dei lettori Via Bogino 9 Alle 18 Ingresso libero Info

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Federico Sirianni racconta Faber, Se le gag si fanno al Lab 41 LINK: http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/01/17/news/appuntamenti-186652328/


23/04/2018 16:53 Sito Web

ilnazionale.it

Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità" dedicata a Tullio Regge Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 Maggio. La mostra, ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - "Il computer di Regge: penna e pennello" che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante i ponti del 25 Aprile e 1 Maggio. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. La mostre sono entrambe realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità" dedicata a Tullio Regge LINK: http://www.ilnazionale.it/2018/04/23/leggi-notizia/argomenti/eventi-e-turismo/articolo/ultimi-giorni-per-visitare-linfinita-curiosita-dedica...


15/01/2018 11:20 Sito Web

italiapost.it

Attualità Il Diritto di Contare: Proiezione del Film al Museo del Cinema di Torino L' Università degli Studi di Torino e Museo Nazionale del Cinema per la mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" presentano il film "Il diritto di contare" di tweet Il 17 gennaio 2018, alle ore 20:30, l'Università di Torino e il Museo Nazionale del Cinema propongono la proiezione del film "Il diritto di Contare". L'evento si svolge nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il contributo della Compagnia di San Paolo. Uscito nelle sale italiane lo scorso 8 marzo, il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afro-americane che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. La loro è una storia di emancipazione femminile e di ribellione alle discriminazioni razziali nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta e riesce a mettere bene in luce l'enorme contributo delle donne al progresso della scienza. Dopo la proiezione gli spettatori potranno dialogare sui temi del film con Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra "L'infinita curiosità", e Anna Ceresole, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sezione di Torino, che ha lavorato a lungo con Tullio Regge. "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge"è la mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. La mostra è stata inaugurata a Torino il 22 Settembre scorso ed esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea, dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Un appuntamento per gli appassionati di scienza, per le scuole e per chiunque voglia esplorare la curiosità umana, motore della conoscenza. "L'infinita curiosità": com'è strutturata la mostra La mostra, divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Guida ideale del viaggio sarà Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in molti campi della fisica e appassionato divulgatore scientifico. La sua inesauribile curiosità sarà il fil rouge dell'intero percorso, che comprenderà ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità. La mostra si avvale della collaborazione di importanti istituzioni scientifiche italiane, tra le quali l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha fornito due spettacolari installazioni immersive, e l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), che

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Il Diritto di Contare: Proiezione del Film al Museo del Cinema di Torino LINK: https://italiapost.it/il-diritto-di-contare-proiezione-torino/


15/01/2018 11:20 Sito Web

italiapost.it La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

contribuisce con due exhibit innovativi progettati per l'occasione. La mostra è visitabile fino al18 Marzo in via Accademia delle Scienze, Via Accademia delle Scienze 6 con ingresso gratuito. ARGOMENTI


17/01/2018 09:15 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

circololettori.it Guidato da bussole psicoanalitiche, letterarie e neuroestetiche (da Searles a Winnicott, Schnitzler, Dickinson, Zeki a Gallese), Vittorio Lingiardi nel suo "Mindscape" (Raffaello Cortina) invita a ripensare l'idea di ambiente e, in particolare, di paesaggio elettivo: un luogo che cerchiamo nel mondo per dare forma e immaginare qualcosa che è già in noi, che è al tempo stesso scoperta, invenzione e ritrovamento. L'autore dialoga con Evelina Christillin e Lella Costa. COME CANDELE DI NOTTE Libreria Belgravia Via Vicoforte 14/d Alle 18.30 Ingresso libero Info 347/5977883 Definito da "Libriamoci" come uno dei migliori dell' anno, oggi si presenta in libreria il primo libro cartaceo di Maurizio Roccato "Come candele nella notte" (Intrecci). L'autore dialoga con Simona Borgaro. NON ARRENDERSI MAI Feltrinelli Piazza Cln 251 Alle 18 Info 011/5620830 L'autore e l'editore Silvia Maria Ramazzo di Neos partecipano alla presentazione del libro "Non arrendersi mai" di Roberto Russo, la cui lettura di scalza dalla comoda normalità per coinvolgere in un'autobiografia fuori dall'ordinario, un percorso di vita reso impegnativo da una disabilità importante che impedisce all'autore di camminare e di articolare bene la voce, creandogli serie difficoltà di comunicazione. FARE POCO, ANZI POCHISSIMO Circolo dei lettori Via Bogino 9 Alle 21 Ingresso libero Info circololettori.it "Fare pochissimo" (marcos y marcos) è il "libro d'esordio" di uno scrittore molto famoso che ha deciso di usare uno pseudonimo. Lo si presenta oggi al Circolo con Paolo Onori e il regista Davide Ferrario, a commentare la galleria di personaggi strampalati protagonisti di questa commedia scritta. ITALIANE & CIVILI Circolo della Stampa Palazzo Ceriana Mayneri Corso Stati Uniti 27 Alle 18 Ingresso libero Presentazione in anteprima nazionale della nuova edizione 2018 di "Figure dell'Italia civile" dello storico Pier Franco Quaglieni, pubblicato dalle Edizioni Golem, con un inedito di Leo Valiani su Ernesto Rossi e sulla famiglia fascista di Giovanni Spadolini, un profilo biografico di Enzo Bettiza e varie aggiunte su molti dei trentuno personaggi tratteggiati, da Luigi Einaudi a Carlo Azeglio Ciampi, Marco Pannella, Adriano Olivetti.Norberto Bobbio e Indro Montanelli. Saranno presenti Presenteranno Valentino Castellani, Dino Cofrancesco e Tilde Giani Gallino. Letture dell'attrice Ornella Pozzi. LE SORELLE LABE?QUE PER L'UI Conservatorio Verdi Piazza Bodoni Alle 21 Poltrone numerate a 30 euro; ingressi 20 euro Info e prevendite su unionemusicale.it La stagione 2018 dell'Unione Musicale (serie dispari) ospita la prima tappa della tourne?e italiana delle sorelle Labe?que, virtuose del pianoforte accompagnate per l'occasione dalle percussioni di Simone Rubino e Andrea Bindi: in programma la prima esecuzione italiana di "El Chan" per 2 pianoforti" di Dessner, "Cinque pezzi per 2 pianoforti da Mikrokosmos" di Barto?k, i brani per due pianoforti "n. 1 in sol minore", "n. 20 in mi minore" e "n. 5 in fa diesis minore" da "Ungarische Ta?nze" di Brahms, "Thirteen Drums" per percussioni op. 66 di Ishii e "Sonata per 2 pianoforti e percussioni" di Barto?k. IL DIEGO BOROTTI TRIO VA IN OSTERIA Osteria Rabezzana Via San Francesco d'Assisi 23/c Alle 20.30 Onora le grandi voci femminili del soul, del blues e del jazz, da Ella Fitzgerald ad Aretha Franklin, Etta James a Sarah Vaughan - il concerto "Moni's Mood" con la voce di Monica Fabbrini eaccompagnata dalle note di Diego Borotti ai saxofoni, Alberto Gurrisi all'Hammond e Laura Klain alla batteria, oltre ai piatti dello chef Piero Pulli e alle proiezioni video delle grandi interpreti della voce jazz. FEDERICO RACCONTA FABER Jazz Club Torino Piazzale Valdo Fusi Alle 21.30 Info jazzclub.torino.it Si intitola "Si chiamava Faber. Viaggio molto personale nel mondo di De Andre?" il concerto con cui il pluripremiato cantautore genovese Federico Sirianni ricorda il grande autore e interprete suo concittadino (con il quale ha avuto una conoscenza fugace mentre ancora era un giovane in procinto di cimentarsi nel mestiere del cantautore) accompagnato sul palco da Raffaele Rebaudengo, violista degli GnuQuartet, e da una serie di ospiti. BANDRAGOLA ORKESTAR ALL'ANATRA ZOPPA Anatra Zoppa Circolo Arci Via Courmayeur 5 Alle 21.30 La Bandragola Orkestar apre le porte al pubblico affinché possa assistere alle prove d'orchestra e seguire come nascono e si sviluppano i famigerati brani dello sconfinato repertorio del simpatico gruppo musicale. A seguire, la jam session più imprevedibile della citta?, con i musicisti della banda impegnati a fornire l'impalcatura sonora e accogliere ospiti a sorpresa. GIULIETTA + ROMEO AL TEATRO COLOSSEO Teatro Colosseo Via Madama Cristina 71 Alle 21 Info 011/6698034 e 011/6505195


17/01/2018 09:15 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

o teatrocolosseo.it A trent'anni dalla creazione, la danza dell'amore impossibile rinasce sui palchi italiani, ricca della saggezza del tempo e dell'energia del presente. La Verona di Shakespeare si trasforma in un Sud buio e polveroso, reduce dal secondo conflitto mondiale. Giulietta è vittima di una ribellione giovanile e folle, in fuga da una condizione femminile imposta e suicida di un amore inammissibile. Romeo, appassionato e sognatore, è martire della propria fede d'amore innocente. Rinnovato nell'allestimento e nel cast, torna una delle produzioni di maggior successo della compagnia del Balletto di Roma: "Giulietta e Romeo", firmata dal coreografo e regista Fabrizio Monteverde. PROVE APERTE DI BREXIT AL MOLO Molo di Lilith Via Cigliano 7 Alle 21 Info: 389/9276357 Trascorrere una serata divertendosi e fare esercizio di lingua inglese è possibile. Prove aperte di "Brexit" è il titolo del nuovo spettacolo comico in lingua inglese scritto e interpretato da Tom Corradini e Samuel Toye. SERATE COMICHE ALLA FLIC Spazio Flic Via Niccolò Paganini 0/200 Oggi e domani alle 21 Ingresso 12/8 euro Info 011/530217 o flicscuolacirco.it La Flic Scuola di Circo di Torino presenta due serate all'insegna della comicità e a due modi completamente diversi di far ridere, con la parola e con il corpo. Il Collectif La Contrebande in "Bal trap: spettacolo comicogiocoso di circo contemporaneo" e Francesco Giorda in ""Live show: comicità sottile e sagace stile standup anglosassone". SE LE GAG SI FANNO AL LAB Cab41 Via Fratelli Carle 41 Alle 21.30 Ingresso gratuito, consumazione facoltativa Info 346/0029940 e cab41.it Gag come esercizi di stile che vanno in scena nella palestra comica "Lab 41", dove gli aspiranti cabarettisti testano i propri sketch inediti davanti a un pubblico vero, sotto la direzione artistica di Gianpiero Perone. LA FONTANA DELLA VERDINE E LE SOGLIE DELLA VITA Cinema Massimo Sala Tre Via Verdi 18 Alle 20.30 di oggi e alle 16 di mercoledì 24 gennaio Ingresso 6/4/3 euro Info museocinema.it La rassegna "Volti di donna. Ingmar Bergman restaurato", che propone nove film scelti tra quelli restaurati e digitalizzati del grande cineasta svedese, organizza oggi la visione di "La fontana della vergine" alle 16 e alle 18 "Alle soglie della vita". IL DIRITTO DI CONTARE Cinema Massimo Sala Tre Via Verdi 18 Alle 20.30 Ingresso libero In occasione della mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci e allestita fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze di Torino, il Museo del Cinema organizza la proiezione della pellicola "Il diritto di contare" di Theodore Melfi.. Al termine dialogo tra Piero Bianucci (giornalista scientifico) e Anna Ceresole (primo ricercatore dell'Istituto di Fisica Nucleare sezione di Torino). Sul grande schermo, scorrono le immagini che narrano l'incredibile storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate nere che hanno rivoluzionato gli studi alla Nasa, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. CLOROFILLA: UN ERBARIO EROTICO Circolo Culturale Amantes Via Principe Amedeo 38/a Alle 18.30 Ingresso soci Arci (è in corso il tesseramento 2018) "Anteprima Fish&Chips Film Festival" con inaugurazione della mostra "Corofilla. Un erbario erotico" da un'idea dell'illustratore Gabriele Pino e del Laboratorio ostetrico ConTatto Laboratorio Ostetrico, con la collaborazione di Alessandro Aimonetto. "Clorofilla" è un "erbario" illustrato di personaggi molto diversi fra loro per età, sesso, identità e carattere che interagiscono nell'intimità con il mondo vegetale giocando con il proprio corpo; una metafora dell'autoerotismo in cui il fiore diventa espressione della personalità e della fantasia personale ma anche simbolo dell'identità sessuale di ciascun personaggio. Durante la mostra sarà obbligatorio toccare le opere. Dalle 20 all'1 dj set "Strange X" by Ricky Dosio: veleggia tra i più svariati generi musicali passando dalla new wave all'indie e ripercorrendo a ritroso il brit-pop sino alle sue origini beat.


24/12/2017 09:23 Sito Web

LINK: http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/12/24/news/appuntamenti-185071871/

Appuntamenti del 24 e 25 dicembre 2017, Auguri a tutti i lettori di Repubblica Domenica 24 dicembre 2017 di GABRIELLA CREMA 24 dicembre 2017 INCONTRI & EVENTI AUGURI, RESIDENZE REALI! Dalle 9.30 Auditorium Vivaldi Piazza Carlo Alberto 3 Info 011/4992427 Il Polo Museale del Piemonte e il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude organizzano il convegno "Celebrazione del ventennale dell'iscrizione delle Residenze Reali Sabaude nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità dell'Unesco". UNA STORIA TRA LE MANI Via Carlo Alberto Dalle 10.30 alle 19.30 Per chi ha ancora qualche regalo di Natale da acquistare, l'esposizione artistica di prodotti artigianali "Una storia tra le mani" offre prodotti di eccellenza artigiana da indossare, con cui giocare, o per arredare. WALL OF SOUND 10 Spazio Don Chisciotte della Fondazione Bottari Lattes Via della Rocca 37b Dalle 15 alle 19 Info fondazionebottarilattes.it È stata prorogata fino al 20 gennaio la mostra fotografica "Wall of Sound 10" di Guido Harari. Oggi nell'ultimo giorno di apertura del 2017, lo stesso Harari accoglie i visitatori e illustra gli aneddoti che si nascondono dietro agli scatti. L'INFINITA CURIOSITÀ Accademia delle Scienze Via Accademia delle Scienze 6 Dalle 10 alle 14 Ingresso gratuito Tra esperimenti, exibit e documenti, è aperta anche nel periodo natalizio, la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea, dalla relatività alla teoria quantistica, la struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari. QUATTRO ZAMPE & QUATTRO RUOTE Museo Nazionale dell'Automobile Corso Unità d'Italia 42 Oggi e martedì 26 dalle 10 alle 21 (e domani, Natale, dalle 14 alle 19) L'uunico museo in città in cui possono entrare anche i cani di media e grande taglia, purché ben educati e al guinzaglio apre le porte agli amici a quattro zampe. Per festeggiare il Natale, i visitatori accompagnati dal proprio fido amico potranno visitare la collezione pagando l'ingresso ridotto (8 euro anziché 12 euro). Le tre foto più belle, scattate ai propri cani tra le automobili esposte nel percorso e postate su Instagram con l'hashtag #mautodogfriendly, saranno poi pubblicate sulla pagina Facebook del museo. GOCCE DI VELENO Biblioteca civica Centrale Via della Cittadella 5 Alle 18 Ingresso libero Info 011/01129812 Cosa si nasconde dietro a un amore violento? Quale legame oscuro tiene avvinta una donna intelligente e autosufficiente a un uomo che la maltratta e terrorizza? L'autrice Valeria Benatti presenta il suo romanzo "Gocce di veleno" (Giunti). MARCA GIOIOSA Biblioteca civica Centrale Via della Cittadella 5 Alle 18 Ingresso libero Info 011/01129812 Lo scrittore Roberto Plevano presenta il romanzo "Marca Gioiosa" (Neri Pozza) che trasporta il lettore nelle ricche citta? della Marca (Verona, Vicenza, Treviso, Bassano) al tempo di Ottone IV di Brunswick e di Federico II. SESHEN, LUCE DI LOTO Museo Egizio Via Accademia delle Scienze 6 Alle 10.10 (oggi e domani) Prezzo 8 euro Info e prenotazioni 011/4406903 Visita guidata dedicata alle famiglie "Seshen" nel corso della quale il pubblico sarà guidato alla scoperta degli oggetti più significativi custoditi nel museo, per far luce sull'immagine del loto, che e? fortemente presente nella vita degli egizi. MUSICA THE WHITE GOSPEL GROUP Shopville Le Gru Piazza Nord Via Crea 10 Grugliasco Alle 11, 13, 16, 19 Ingresso libero Info legru.it Il contenitore natalizio "All I Want For Xmas is Gru" del centro commerciale entra nel vivo con il White Gospel Group che propone quattro spettacoli quotidiani carichi dei

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Appuntamenti del 24 e 25 dicembre 2017, Auguri a tutti i lettori di Repubblica


24/12/2017 09:23 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

messaggi di pace e la gioia del vero gospel. Il coro si esibirà con una live band. CONCERTO DEI MERCANTI Cappella dei Mercanti Via Garibaldi 25 Alle 17 Ingresso libero La "Missa brevis" di De Haan, l'"Ave Maria" di Schubert e altre pagine di Piumini-Basevi, Moser, Adam, Cohen, Saint-Sae?ns, nel concerto di Natale della Corale polifonica Il Castello di Rivoli sotto la direzione del maestro Gianni Padovan, con Matteo Buonanoce al pianoforte, Andrea Garombo al contrabbasso e Marco Comperchio al flauto. HORA NONA GOSPEL Chiesa di San Rocco Via San Francesco d'Assisi 1 Alle 21.30 Ingresso libero Concerto di Natale con il gruppo vocale Hora Nona Gospel Singers, seguito alle 23.15 dalla Santa Messa. SANTA MESSA GREGORIANA Chiesa della Misericordia Via Barbaroux 41 Alle 23.30 Ingresso libero Info arciconfraternitadellamisericordia.it Celebrazione in forma solenne, con processione d'ingresso, della messa di Natale con accompagnamento del coro gregoriano diretto dal maestro Massimo Caraco?, organista titolare dell'Arciconfraternita della Misericordia. TORINO ANIMA TANGO Circolo AldoBaraldo Via Parma 29bis Dalle 15 alle 20 Ingresso 10 euro Come ogni anno sotto Natale, torna in città il vento argentino della rassegna "TorinoAnimaTango", alla sua quindicesima edizione che prevede una raffica di appuntamenti con musica dal vivo, lezioni ed esibizioni di maestri di fama mondiale. Oggi "Milonga Pomeridiana Della Vigilia" con aperitivo musicalizzata da Claudio Vitrani. CINEMA TIGER ZANDA HAI Cineteatro Baretti Via Baretti 4 Alle 11 Biglietto 10 euro Info cineteatrobaretti.it La rassegna cinematografica "Rajiv (Bollywood Beats)" del cineteatro Baretti, propone la visione della pellicola "Tiger Zanda Hai" di Ali Abbas Zafar, in lingua originale con sottotitoli inglesi. DOMANI, NATALE, 25 DICEMBRE TOMBOLATA KITSCH ALLA LIPU Sede torinese Lipu Via Pergolesi 116 Alle 21 di lunedì 25 dicembre Info liputorino.it Torna l'appuntamento più kitsch dell'anno: la nuova edizione divertente e goliardica della "Tombola Kitsch", con ricchi premi e divertimento assicurati. Info info@ una serata diversa, con stravaganti premi e un originale rinfresco. TORINO ANIMA TANGO Circolo AldoBaraldo Via Parma 29bis Alle 21 di lunedì 5 dicembre Ingresso 10 euro Come ogni anno sotto Natale, torna in città il vento argentino della rassegna "TorinoAnimaTango", alla sua quindicesima edizione che prevede una raffica di appuntamenti con musica dal vivo, lezioni ed esibizioni di maestri di fama mondiale. Oggi "Milonga Di Natale" musicalizzata da Mario Max Giattino. Martedì 26 alle 17 "Tangoaperitivo" con musica dal vivo con la "Solo Tango Orchestra" ed esibizione di Alejandra Hobert y Adrian Veredice. EPPI CRISMAS AL CAB 41 Cab41 Via Fratelli Carle 41 Biglietti 14 euro Alle 21.30 di lunedì 25 dicembre Info cab41.it Spettacoli e gag di varietà con alcuni dei migliori artisti del locale nello show comico-natalizio "Eppi Crismas".


12/01/2018 05:17 Sito Web

diffusione:7

UN FILM GRATUITO IN OCCASIONE DELLE MOSTRA ALL'ACCADEMIA DELLE SCIENZE Via Verdi 18, Torino Da mercoledì 17 gennaio Alle 20,30 Agenda: Cinema Fino al 18 marzo il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. In quest'ambito l'Università di Torino organizza una proiezione speciale, mercoledì 17 gennaio alle 20,30, al Cinema Massimo, del film "Il diritto di contare" di Theodore Melfi. Al termine dialogo tra Piero Bianucci (giornalista scientifico e curatore della mostra) e Anna Ceresole (primo ricercatore dell'Istituto di Fisica Nucleare sezione di Torino). Ingresso libero. MAPPA CERCA SCEGLIENDO LA DATA E IL GIORNO Scopri gli eventi della città consultando le Agende di TorinoSette. Abbonati per leggere gli approfondimenti. Dal

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

UN FILM GRATUITO IN OCCASIONE DELLE MOSTRA ALL ... LINK: http://www.lastampa.it/2018/01/11/torinosette/eventi/un-film-gratuito-in-occasione-delle-mostra-allaccademia-delle-scienze-DNBSXgKNUGAyrqwTp...


16/02/2018 10:13 Sito Web

La Stampa.it (ed. Torino)

I disegni al computer deLlo scienziato in mostra dal 16 La "bricolarte" di Regge: mix di creatività e tecnologia Pubblicato il 16/02/2018 A. Mis. Nella Sala Azzurra dell'Accademia Albertina (ingresso dalla Pinacoteca in via Accademia Albertina 8) apre venerdì 16 febbraio, alle 17,30, una mostra originale per opere e autore. Dal titolo «Il computer di Tullio Regge: penna e pennello», l'esposizione si colloca nell'ambito della rassegna «L'infinità curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Re...continua L'abbonamento a TorinoSette Digitale ti consente di leggere a soli 35 euro non solo tutti gli articoli del settimanale, ma anche l'edizione del venerdì de La Stampa TuttoDigitale e Premium. La vita della città a tua disposizione, sempre a portata di click. Non sei abbonato? Acquista subito un abbonamento! Leggi tutti gli articoli di Torinosette e guarda MYMOVIES LIVE. ACQUISTA Sei già abbonato? Inserisci email e password ed accedi a Torinosette ACCEDI

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

La "bricolarte" di Regge: mix di creatività e tecnologia LINK: http://www.lastampa.it/2018/02/16/torinosette/news/appuntamenti/la-bricolarte-di-regge-mix-di-creativit-e-tecnologia-X9gqIoURvt6GkcdVFBXPAJ/...


17/02/2018 07:20 Sito Web

La Stampa.it (ed. Torino)

I disegni al computer di Regge, lo scienziato innamorato dell'arte REPORTERS Il fisico Tullio Regge ha usato il computer come un pennello, in anni in cui la tecnologia informatica muoveva i primi passi Leggi anche Pubblicato il 17/02/2018 Ultima modifica il 17/02/2018 alle ore 08:13 antonio lo campo torino È stato il più brillante fisico teorico italiano della generazione dopo Enrico Fermi. E aveva anche una spiccata anima artistica, collegata alle figure che studiava nel corso della sua carriera di scienziato. Piemontese, Tullio Regge era conosciuto in Italia e all'estero anche per la sua attività di parlamentare europeo, per le trasmissioni televisive, per la lotta contro le pseudoscienze e la difesa dei disabili. Da oggi, sabato 17 febbraio, e fino al 18 marzo, la Pinacoteca dell'Accademia Albertina ospita una mostra dedicata ai suoi aspetti più creativi. Dal titolo «L'infinita curiosità: il computer di Tullio Regge - penna e pennello», l'esposizione rientra nell'ambito della mostra «L'infinita curiosità», aperta anch'essa fino al 18 marzo all'Accademia delle Scienze. La Sala Azzurra dell'Accademia ospita exhibit e disegni che hanno portato Regge (morto nel 2013 a 82 anni), a cimentarsi con l'arte digitale e con il design, negli anni in cui l'informatica muoveva i primi passi: «È noto - scrisse Tullio Regge - che le strutture che hanno un profondo senso geometrico sono anche esteticamente splendide». Il personal computer (all'epoca ancora chiamato «calcolatore elettronico») dava a Regge la possibilità di giocare con forme e colori grazie alle sue conoscenze matematiche: «Per me è impresa impossibile - raccontava il fisico torinese - disegnare a mano un prisma o un cubo. È invece facile dare le coordinate cartesiane e trarre un'immagine usando il calcolatore». Resta così una produzione di disegni che mescola astrazioni matematiche, computer grafica e humor, con elaborazioni grafiche tridimensionali per le quali Regge trovava sempre titoli accattivanti. Campeggia al centro della mostra la «Scatola di Regge», riproduzione di uno strumento che usava per realizzare modelli tridimensionali. In un angolo della sala è stata ricostruita la sua scrivania, con il computer che usava per realizzare i disegni esposti alla mostra. In un altro angolo viene proiettata a ciclo continuo una selezione di opere, ed è esposto «Dentro le forme», exhibit interattivo dei disegni, che il visitatore compie su una bicicletta. Accademia Albertina, via Accademia Albertina 8 a Torino LEGGI ANCHE: Tutti gli appuntamenti, gli eventi e le mostre a Torino

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

I disegni al computer di Regge, lo scienziato innamorato dell'arte LINK: http://www.lastampa.it/2018/02/17/cronaca/appuntamenti/i-disegni-al-computer-di-regge-lo-scienziato-innamorato-dellarte-LzA3RW3u6nJDniyYu54y...


03/02/2018 08:14 Sito Web

LeNews.info

LINK: http://www.lenews.info/2018/02/linfinita-curiosita-un-viaggio-nelluniverso-in-compagnia-di-tullio-regge

0 comments Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Il 22 Settembre si inaugura a Torino "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea, dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Un appuntamento per gli appassionati di scienza, per le scuole e per chiunque voglia esplorare la curiosità umana, motore della conoscenza. La mostra, divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Guida ideale del viaggio sarà Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in molti campi della fisica e appassionato divulgatore scientifico. La sua inesauribile curiosità sarà il fil rouge dell'intero percorso, che comprenderà ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità (per info www.torinoscienza.it) La mostra si avvale della collaborazione di importanti istituzioni scientifiche italiane, tra le quali l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha fornito due spettacolari installazioni immersive, e l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), che contribuisce con due exhibit innovativi progettati per l'occasione. LE SEI SEZIONI DELLA MOSTRA L'ingresso alla mostra accoglie il visitatore con un allestimento spettacolare. Nello scenografico corridoio è posta un'installazione di legno che rappresenta la "scala cosmica": 62 blocchi corrispondenti ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dall'estremamente piccolo (la lunghezza di Planck) all'immensamente grande (l'orizzonte cosmologico). Lungo il percorso della mostra il visitatore si muoverà idealmente su e giù per questa scala, confrontandosi con le dimensioni delle cose, dai quark alle galassie. La prima sezione, MESSAGGERI DEL COSMO, racconta come possiamo esplorare i confini dell'universo grazie ai messaggeri che giungono dalle profondità dello spazio: le onde gravitazionali, appena scoperte, i raggi cosmici, i neutrini. L'esperienza è al

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità" un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge


03/02/2018 08:14 Sito Web

LeNews.info La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

centro dell'allestimento: il visitatore entra in "scatole magiche", ambienti immersivi che permettono di ascoltare il suono delle onde e di visualizzare l'arrivo dei neutrini. Con la seconda sezione, SPAZIO, TEMPO, RELATIVITÀ, si entra nel mondo di Einstein e della sua teoria della relatività. Il visitatore è invitato a scoprire le moderne idee di spazio e di tempo, confermate da esperimenti di grande precisione, e più vicine a noi di quanto si pensi: è proprio grazie alla relatività che oggi possiamo usare i navigatori satellitari, e alcune divertenti installazioni permetteranno di scoprirlo. La terza sezione, QUANTI E PARTICELLE, ci conduce, con un grande salto, all'estremamente piccolo. La sezione è dedicata alla meccanica quantistica e alla fisica subnucleare, illustrate nelle loro manifestazioni più suggestive. Vedremo che i corpuscoli sono onde, capiremo che cosa accade all'interno di un acceleratore, proveremo a scoprire nuove particelle. Il fenomeno ottico delle glorie, che potremo osservare dal finestrino di un aereo, rivelerà insospettati legami con la fisica dei quanti. La quarta sezione, FORME NELLA MATERIA, esplora la terra di mezzo, il microcosmo appena sotto il nostro sguardo. La sezione, dedicata alla geometria della materia, alle simmetrie, alle forme solide e fluide, è ricca di oggetti e di immagini: specchi, modelli molecolari, nanomateriali, disegni in 3D, e la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. L'estremamente piccolo e l'immensamente grande si incontrano nella quinta sezione, VISIONI DEL TUTTO, in cui si vede come la fisica contemporanea si sforzi di comprendere il cosmo nella sua interezza e di spiegare con una teoria unitaria tutti i fenomeni della natura. Una sfida ancora aperta, e che forse rimarrà sempre tale, ma che ha dato vita a idee affascinanti. Il visitatore potrà ammirare una ricostruzione della Biblioteca di Babele di Borges, simbolo del tentativo umano di abbracciare il tutto. L'ultima sezione, RITORNO A CASA, è dedicata è dedicata al ruolo dei fisici nello spazio pubblico, al loro impegno sociale e culturale come uomini del proprio tempo, da Einstein e Oppenheimer ai giorni nostri. La sezione ospita documenti storici di grande importanza (tra cui la corrispondenza Einstein-Croce) e si chiude con un oggetto unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ("Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini") e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore). L'INFINITA CURIOSITÀ. UN VIAGGIO NELL'UNIVERSO IN COMPAGNIA DI TULLIO REGGE 22 Settembre 2017- 18 Marzo 2018. Torino, Accademia delle Scienze, Via Accademia delle Scienze 6 A cura di Vincenzo Barone e Piero Bianucci SISTEMA SCIENZA PIEMONTE Il progetto è realizzato nell'ambito delle attività del Sistema Scienza Piemonte, un accordo promosso dalla Compagnia di San Paolo e sottoscritto dai principali enti torinesi che si occupano di diffusione della cultura scientifica. www.torinoscienza.it


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 15/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2FjSPwM

1/1

AUTORE:


09/02/2018 Sito Web

Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie - Archivio Storico della Città, via Barbaroux,32 - Torino Da lunedì 13 novembre a venerdì 30 marzo 2018 Torino - La mostra, che inaugura lunedì 13 novembre con una conferenza con Luca Mercalli su Torino e la sua pioggia, rimarrà aperta fino a venerdì 30 marzo 2018 nei locali dell'Archivio Storico della Città di Torino, vedrà esposti oltre 200 pezzi. Torino - tra documenti, rare incisioni, disegni d'epoca e fotografie, che raccontano il rapporto tra Torino e i suoi corsi d'acqua (fiumi, torrenti e canali) dal Medioevo ai giorni nostri. I temi sono le origini della città, la pesca, gli antichi mestieri (le lavandaie, i sabbiatori, il mercato del ghiaccio), dighe, canali e forza motrice, i mulini, gli opifici e le industrie, quando la natura si ribella (le inondazioni, le secche, l'inquinamento), fiumi e loisir (le Esposizioni, sport e divertimenti, gli scrittori raccontano...), un secolo di curiosità. Torino - A partire dal 13 novembre la mostra sarà visitabile dalle 8.30 alle 16.30 dal lunedì al venerdì. Eventuali aperture straordinarie saranno comunicate sul sito www.comune.torino.it/archiviostorico. Nella foto: «La Dora, straripando, sta invadendo i negozi del Balôn. I proprietari guardano preoccupati l'elevarsi del livello delle acque. Nella tragedia, i ragazzi inconsci approfittano dell'evento straordinario e si dedicano alla pesca», 15 giugno 1957 (Archivio Storico della Città di Torino). Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 09/02/2018 alle ore 16:12. Potrebbe interessarti anche: Human Bodies a Torino: info, orari e biglietti, fino al 25 febbraio 2018 , Domenica al Museo, musei gratis a Torino, dal 4 marzo 2018 al 6 gennaio 2019 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 18 marzo 2018 , Le bianche statuine, i biscuit di Palazzo Reale, fino al 18 febbraio 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/63661-torino-suoi-fiumi-otto-secoli-storie.htm


04/03/2018 Sito Web

Lego: The Art of the Brick, la mostra a Torino Da sabato 17 marzo a domenica 24 giugno 2018 Società Promotrice di Belle Arti, Torino Torino - The Art of the Brick è una grande mostra d'arte contemporanea che utilizza i mattoncini LEGO come unico mezzo artistico. Torino - Una mostra itinerante che ha intrattenuto e ispirato più di 1 milione e mezzo di appassionati d'arte in tutto il mondo, in particolare negli Stati Uniti, in Australia, Taiwan, Singapore, Cina. Definita dalla CNN: una delle 12 mostre al mondo da vedere. Torino Allestita negli ampi spazi della Promotrice delle Belle Arti di Torino, mette in mostra oltre 80 imponenti opere d'arte del noto artista statunitense Nathan Sawaya, creatore di The art of the Brick, il quale è stato acclamato in tutto il mondo peressere il primo artista in assoluto a portare i LEGO nel mondo dell'arte ed aver plasmato il noto giocattolo in vere opere d'arte. I personaggi e gli oggetti creati da Sawaya sono vere e proprie sculture che trasmettono sentimenti, emozioni, stati d'animo che caratterizzano l'essere umano. La sua arte si concentra su sculture in larga scala, creazioni 3D come ricostruzioni, a volte reinterpretate, di capolavori universalmente riconosciuti dei grandi maestri. Tra le opere d'arte, frutto dell'immaginazione dell'artista, che i visitatori hanno l'opportunità di vedere da vicino, vi è l'iconica Yellow, la scultura a grandezza naturale di un uomo che si apre il petto dalla cui cavità escono migliaia di mattoncini LEGO gialli come il sole. È da sempre l'opera più popolare, vuole trasmettere l'effetto catartico che aprirsi al mondo può avere sulla mente. La mostra comprende inoltre una zona interattiva che invita i giovani, ma non solo, a esprimere la propria creatività utilizzando i LEGO, dando svago alla propria immaginazione e creatività. Orari Dal lunedì al venerdì: dalle ore 10 alle ore 18 Sabato e Domenica: dalle ore 10 alle ore 20 Giorni festivi: dalle ore 10 alle ore 20 Ultimo ingresso consentito in mostra è un'ora prima dell'orario di chiusura. Approfondisci con: The Art of the Brick, a Torino arriva la mostra fatta di Lego. Date, orari e biglietti , Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, fino al 6 gennaio 2019 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 18 marzo 2018 , Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie, fino al 30 marzo 2018 , Ferenc Pintér, l'illustratore perfetto, fino al 22 aprile 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Lego: The Art of the Brick, la mostra a Torino LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/71591-lego-the-art-of-the-brick-la-mostra-a-torino.htm


16/03/2018 10:53 Sito Web

LINK: http://www.mentelocale.it/torino/articoli/75367-weekend-a-torino-dal-festival-country-al-sottodiciotto-film-festival-cosa-fare-e-dove-andare...

Weekend Torino Venerdì 16 marzo 2018 Weekend a Torino, dal Festival Country al Sottodiciotto Film Festival. Cosa fare e dove andare Torino - Pioggia e temperature non ancora primaverili porteranno un weekend dai toni grigi a Torino, ma nonostante il clima gli eventi non mancheranno, all'insegna del divertimento, della curiosità e del benessere. Il venerdì sera inizia con uno dei protagonisti dell'ultimo Festival di Sanremo: Diodato sarà in concerto allo Spazio211, mentre alla musica d'autore italiana saranno dedicate le serate all'Hiroshima Mon Amour che decreteranno il vincitore dell'edizione 2018 del Premio Buscaglione . Ancora, venerdì sera al Teatro della concordia di Venaria è in programma Eclysse: italian Pink Floyd show , mentre alle OGR sabato 17 si conclude il trittico dedicato alle avanguardie artistiche novecentesche con il concerto esclusivo di Arto Lisndsay . Viaggio tra le culture del mondo al Lingotto con il Festival dell'Oriente , il Festival Country , That's America e il Festival Irlandese : dalla cerimonia del tè alle arti marziali, passando per le spezie e la festa dei colori indiana, per arrivare alle band folk e alla birra irlandese, e concludere il giro del globo con le gare di rodeo, un vero saloon e prove di wrestling in piena tradizione americana. Sarà un weekend di cinema, entrerà infatti nel vivo Sottodiciotto Film Festival & Campus , con tanti eventi e proiezioni, tra cui l'incontro con i Manetti Bros al Cinema Massimo, sabato 17 marzo alle 20.00, e i festeggiamenti per i 50 anni di Vip, mio fratello Superuomo, il lungometraggio animato di Bruno Bozzetto, che sarà presente in sala, sempre al Cinema Massimo domenica alle 16.30. Parallelamente, a Camera e negli spazi del Rettorato dell'Università in via Po sarà visitabile la mostra Martha Cooper: On the Street dedicata ai celebri scatti della fotografa sulla cultura hip hop dagli Settanta a oggi. La mostra L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge è stata prorogata fino al 2 maggio, c'è quindi ancora tempo per esplorare le magie della fisica all'Accademia delle Scienze. A pochi passi di distanza, al Museo Egizio è da poco allestita la mostra Anche le statue muoiono , che prosegue ai Musei Reali e alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. Da non perdere inoltre, in occasione della Festa dell'Unità d'Italia del 17 marzo, la speciale apertura al pubblico della storica sala della Camera dei Deputati del Parlamento Subalpino , al Museo del Risorgimento. Mentre per tutti gli appassionati di sport e di corsa, tra sabato 17 e domenica 18 prenderanno vita le iniziative collaterali della Mezza Maratona di Torino , che animerà le strade della città la mattina della domenica. Infine il teatro, se Gioiello fino a domenica 18 marzo sarà in scena Veronica Pivetti con Viktor & Viktoria , al Carignano sarà ancora sul palco Toni Servillo in Elvira (fino a domenica 25 marzo). Il weekend in scena prosegue con Francesco Pannofino, al Teatro Alfieri fino a domenica 18 marzo con I suoceri albanesi 2 , mentre al Teatro Erba andrà in replica sempre fino a domenica Minchia Signor Tenente , spettacolo ispirato alla famosa canzone di Giorgio Faletti. Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Torino . Oggi al cinema a Torino Manchester by the Sea Di Kenneth Lonergan Drammatico Usa, 2016 I Chandler sono una famiglia della classe operaia del Massachusetts. Dopo la morte improvvisa del fratello maggiore Joe, Lee diventa il tutore legale del nipote. Lee è costretto ad affrontare il tragico passato che lo separava da sua moglie Randi... Guarda la scheda del film

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Weekend a Torino, dal Festival Country al Sottodiciotto Film Festival. Cosa fare e dove andare


17/04/2018 Sito Web

Arma il prossimo tuo. Storie di uomini, conflitti, religioni - Museo Nazionale del Risorgimento Italiano Torino Da giovedì 1 marzo a domenica 9 settembre 2018 Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, Torino Torino - Dal 1 marzo al 9 settembre 2018 il Museo Nazionale del Risorgimento ospita la mostra fotografica A'r'ma il prossimo tuo. Storie di uomini, conflitti, religioni. Centodieci scatti realizzati dai Roberto Travan, autore del progetto, e Paolo Siccardi. Torino - Repubblica Centraficana, Sud Sudan, Kosovo, Siria, Afghanistan, Israele, Ucraina: sono solo alcuni dei luoghi del mondo devastati negli anni più recenti e ancora oggi da guerre, scoppiate per motivi diversi (politici, economici, etnici), ma tutte accomunate da una sottile linea rossa: la religione, il dovere di combattere in nome di Dio, oggi come ieri. Torino - Nasce da qui Arma il prossimo tuo. Storie di uomini, conflitti, religioni. Una mostra fotografica che racconta le testimonianze raccolte nelle trincee, nelle chiese e nelle moschee devastate, tra le popolazioni ridotte in miseria e disperazione. Una ricerca che Roberto Travan, autore del progetto, ha realizzato con Paolo Siccardi. I due fotoreporter hanno selezionato tra le centinaia di fotografie scattate in conflitti sovente lontani dai riflettori dell'informazione: le vittime nei campi di battaglia, i villaggi distrutti, i profughi in fuga. La mostra è organizzata dal Museo Nazionale del Risorgimento Italiano in collaborazione con il Consiglio regionale del Piemonte e con il supporto di Fujifilm Italia. Orari: dal 1 marzo al 9 settembre 2018, dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle ore 18 (ultimo ingresso ore 17.00), lunedì chiuso. Biglietto unico mostra + museo: 10 euro, ridotto 8 euro - gratis Abbonamento Musei e altre card. La mostra è stata inserita nel programma di Fo.To. - Fotografi a Torino, la manifestazione che dal 3 maggio propone un fitto calendario di esposizioni e di eventi dedicati all'ottava arte, la fotografia. Promossa e realizzata dal MEF Museo Ettore Fico in collaborazione con le realtà aderenti all'iniziativa, Fo.To. coinvolge oltre 70 strutture cittadine dal centro alla periferia: musei pubblici e privati, gallerie d'arte, fondazioni, associazioni, spazi noprofit, istituti d'arte e di design. Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 17/04/2018 alle ore 19:27. Approfondisci con: Arma il prossimo tuo, la mostra al Museo del Risorgimento. Info, orari e biglietti , Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, fino al 6 gennaio 2019 , Francis Bacon, Mutazioni. La mostra a Palazzo Cavour, fino al 20 maggio 2018 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 2 maggio 2018 , Giorgio de Chirico in mostra al Castello di Rivoli, fino al 27 maggio 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Arma il prossimo tuo. Storie di uomini, conflitti, religioni LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/73442-arma-prossimo-tuo-storie-uomini-conflitti-religioni.htm


20/03/2018 Sito Web

Genesi, Sebastião Salgado in mostra alla Venaria Reale - La Venaria Reale - Venaria Reale Da giovedì 22 marzo a domenica 16 settembre 2018 La Venaria Reale, Venaria Reale Venaria Reale - Da Giovedì 22 marzo a domenica 16 settembre 2018 l'ultimo grande lavoro di Sebastião Salgado, Genesi è in mostra alla Venaria Reale. Un progetto iniziato dall'importante fotografo documentario nel 2003 e durato 10 anni, un canto d'amore per la terra e un monito per gli uomini. Venaria Reale - Oltre 200 eccezionali immagini compongono un itinerario fotografico in un bianco e nero di grande incanto, raccontano la rara bellezza del patrimonio unico e prezioso di cui disponiamo, il nostro pianeta, con sguardo straordinario ed emozionante sui luoghi che vanno dalle foreste tropicali dell'Amazzonia, del Congo, dell'Indonesia e della Nuova Guinea ai ghiacciai dell'Antartide, dalla taiga dell'Alaska ai deserti dell'America e dell'Africa fino ad arrivare alle montagne dell'America, del Cile e della Siberia. Venaria Reale - Uno sguardo appassionato, teso a sottolineare la necessità di salvaguardare il nostro pianeta, di cambiare il nostro stile di vita, di assumere nuovi comportamenti più rispettosi della natura e di quanto ci circonda, di conquistare una nuova armonia. Un viaggio alle origini del mondo per preservare il suo futuro. Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 20/03/2018 alle ore 14:56. Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, dal 1 aprile 2018 al 6 gennaio 2019 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 2 maggio 2018 , Francis Bacon, Mutazioni. La mostra a Palazzo Cavour, fino al 20 maggio 2018 , Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie, fino al 30 marzo 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Genesi, Sebastião Salgado in mostra alla Venaria Reale LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/75862-genesi-sebastiao-salgado-mostra-venaria-reale.htm


21/04/2018 Sito Web

Celebrate Yourself, la mostra che racconta il mondo e la comunità lgbt Da venerdì 4 maggio a lunedì 4 giugno 2018 MAU - Museo di Arte Urbana, Torino Torino - Il MAU - Museo di Arte Urbana di Torino è un insediamento artistico permanente all'aperto collocato all'interno di un grande centro metropolitano con in più il valore aggiunto di essere iniziativa partita non dall'alto ma dalla base, complice il consenso ed il contributo fondamentale degli abitanti Borgo Vecchio Campidoglio, un quartiere operaio di fine'800, collocato nella Circoscrizione 4, tra i corsi Svizzera, Appio Claudio e Tassoni, e le vie Fabrizi e Cibrario, non distante dal centro cittadino. Torino - All'interno della galleria sita in Via Rocciamelone, sorge la nuova mostra di Alice Arduino, fotografa di Torino nell'ambito eventi e sport che ogni anno realizza progetti fotografici volti a focalizzare l'attenzione sulle problematiche sociali e culturali del nostro paese. Alice è una attivista e militante in ambito femminista, lgbt+ e di genere su cui si concentrano molto spesso i suoi lavori. Celebrate Yourself è un progetto fotografico che ha l'obiettivo di raccontare il mondo e la comunità lgbt. Torino - Sono state fotografate e intervistate 35 persone con l'intento di scoprire gli hobby, le passioni, il lavoro, principi e valori, andando oltre le etichette gay, lesbica, bisessuale, transessuale. Sono le storie di singoli, coppie e famiglie omogenitoriali con figli avuti da una inseminazione artificiale o da precedenti relazioni. Tra loro vi sono esponenti politici, dejeey, avvocati, poliziotti, giovani, studenti, attivisti, scrittori che hanno fatto coming out, raccontando la loro esperienza, contributo e vissuto. La finalità è di sensibilizzare maggiormente coloro che ancora vedono con diffidenza al mondo gay e aiutare altri ragazzi/e a fare "coming out" attraverso l'esempio personale degli intervistati. E' necessario celebrare sé stessi ogni giorno, essere orgogliosi di ciò che si è. Le storie narrate sono state pubblicate sulle riviste Pride Online, TPI - The Post Internazionale e sul sito Sessualità Positiva della Psicologa Laura Salvai per promuovere il progetto come una espressione di libertà e consapevolezza per "essere se stessi e vivere felici". Il lavoro è stato presentato e promosso al Cinema Massimo presso il Lovers Film Festival e al Parco della Tesoriera presso l'Evergreen Fest nel 2017. La mostra sarà esposta per tutto il mese di Maggio. Il 17 del mese è la Giornata Internazionale Contro l'Omo-Transfobia e per questo, presso la Galleria, si terranno alcuni dibattiti su tematiche importanti e poco trattate come la lesbofobia, la bifobia e la transfobia. Gli incontri saranno tenuti dalle Associazioni lgbt Arcigay Torino, Circolo Maurice e Sunderam Identità Transgender. «Ritengo sia importante parlare e analizzare quali siano le forme di discriminazione che le persone glbt subiscono. In casi estremi, ma sempre più spesso, vi sono violenze, omicidi e suicidi. Per questo è necessario capire quali siano le dinamiche relazionali e di bullismo che si attuano verso i soggetti colpiti e le associazioni partner sono le più indicate a raccontarlo perché fatte dalla comunità stessa che si racconta», spiegala fotografa. Ampio spazio nella serata conclusiva della mostra, al finissage, con le interviste di alcuni partecipanti al progetto Celebrate Yourself. Si potrà parlare e conoscere le storie narrate in maniera diretta con alcuni dei protagonisti delle fotografie esposte. Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, fino al 6 gennaio 2019 , Francis Bacon, Mutazioni. La mostra a Palazzo Cavour, fino al 20 maggio 2018 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 2 maggio 2018 , Giorgio de Chirico in mostra al Castello di Rivoli, fino al 27 maggio 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Celebrate Yourself, la mostra che racconta il mondo e la comunità lgbt LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/79175-celebrate-yourself-mostra-racconta-mondo-comunita-lgbt.htm


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/03/2018

SITO WEB: https://bit.ly/2GUNyPs

1/1

AUTORE:


29/03/2018 Sito Web

Ninja e Samurai. Magia ed estetica - Mao - Museo d'arte Orientale - Torino Da venerdì 8 dicembre a lunedì 2 aprile 2018 Mao - Museo d'arte Orientale, Torino Torino - La mostra realizzata dall'Associazione Culturale Yoshin Ryu in collaborazione con il MAO Museo d'Arte Orientale si addentra nella storia dei guerrieri giapponesi più conosciuti, i samurai, e nel mistero che circonda la figura dei leggendari guerrieri ombra, i ninja. Torino - Ninja e Samurai. Magia ed estetica presenta circa 200 opere databili tra il XVI e XX secolo provenienti da collezioni private, manufatti mai esposti prima d'ora, e opere concesse straordinariamente dal Museo d'Arte Orientale di Venezia. Torino - Magia ed Estetica, due sostantivi che costituiscono i più diffusi stereotipi riguardo le figure storiche di ninja e samurai, sono termini scelti con l'intenzione di suggerire una dimensione fantastica per poter giungere, attraverso il percorso espositivo, ad una più attendibile conoscenza di queste figure che, esaurito il loro compito nella storia passata, hanno esercitato sulle generazioni che si sono susseguite - e continuano tutt'ora a esercitare - un innegabile fascino. L'allestimento, che si svilupperà nella grande area mostre oltre i giardini giapponesi, si connoterà come emozionale e suggestivo. Il percorso si apre con un video-documentario realizzato per essere d'aiuto a esplorare con occhio preparato le tante scoperte e suggestioni che l'esposizione offre. La visione della vita dei samurai è ancorata agli strati più profondi dell'inconscio collettivo del Giappone. Questa visione del mondo, il Bushido - la via del guerriero come arte della guerra ma anche come percorso di conoscenza interiore - ha avuto una grande importanza nella produzione artistica, nella cultura e nella costruzione delle relazioni sociali. Si penetra quindi in un mondo perduto, attraverso le magnifiche rappresentazioni artistiche dell'equipaggiamento guerriero dei samurai. Tra i tanti pregevoli oggetti in mostra, spiccano per rarità e bellezza un'armatura del periodo Edo appena restaurata, un corredo guerresco da viaggio e una lama da combattimento forgiata nel 1540. Dal bagliore delle lame e degli armamenti, dalla delicatezza delle laccature e delle stoffe del mondo dei samurai, si entra nel mondo dei guerrieri dell'ombra, i ninja, con armi - come le famose lame a stella shaken - attrezzi, costumi, strumenti e oggetti esoterici, passando a un diverso concetto di uso del corpo e delle risorse attinte dalla natura e dalla sua osservazione. Per la prima volta in Europa si potrà apprezzare un'esposizione dedicata al repertorio di armi dei ninja così completa per quantità e varietà. I guerrieri-ombra con la propria creatività hanno saputo realizzare strumenti da celarsi nelle vesti, armi che tutti hanno visto in Agente 007 - Si vive solo due volte, dove James Bond studia combattimento in una scuola ninja, e altre che ancora oggi potremmo vedere in film di spionaggio, come il sonaglio shakujo con lama nascosta, che da strumento rituale del buddhismo esoterico diventa oggetto di difesa e attacco, o la lampada con giroscopio che illumina il cammino e che lascia che il ninja scompaia avvolto dalle tenebre una volta appoggiata al terreno. La mostra si chiude con l'esposizione di oggetti legati alla nascita dei primi corpi di polizia feudale del Giappone unificato, i torimono, espressione di una nuova visone del mondo dove il guerriero non è più addestrato a uccidere per non essere ucciso, ma addestrato a catturare - utilizzando armi e tecniche nuove che traggono origine proprio dagli antichi guerrieri - per portare ordine nella società. Armi, strumenti e armature non saranno i soli protagonisti della mostra, verranno esposte anche opere d'arte legate ai guerrieri giapponesi: documenti strategici e tecnici

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Ninja e Samurai. Magia ed estetica LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/69261-ninja-samurai-magia-ed-estetica.htm


29/03/2018 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

d'epoca, opere calligrafiche, una coppia di grandi paraventi, strumenti legati alla cerimonia del tè, maschere e ornamenti teatrali. A corredo e complemento anche xilografie dei maestri Utagawa Kuniyoshi, Utagawa Kunisada Toyokuni III e Katsushika Hokusai. Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 29/03/2018 alle ore 15:11. Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, dal 1 aprile 2018 al 6 gennaio 2019 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 2 maggio 2018 , Francis Bacon, Mutazioni. La mostra a Palazzo Cavour, fino al 20 maggio 2018 , Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie, fino al 30 marzo 2018


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 15/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2EJVYJx

1/2

AUTORE: Filomena Fotia


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 15/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2EJVYJx

2/2

AUTORE: Filomena Fotia


02/03/2018 Sito Web

Giorgio de Chirico in mostra al Castello di Rivoli Da martedì 6 marzo a domenica 27 maggio 2018 Castello di Rivoli, Rivoli Rivoli - Da martedì 6 marzo a domenica 27 maggio, la mostra Giorgio de Chirico. Capolavori dalla Collezione di Francesco Federico Cerruti presenta per la prima volta al Castello di Rivoli un selezionato nucleo di capolavori di Giorgio de Chirico provenienti dalla collezione di Francesco Federico Cerruti, offrendo così alla fruizione pubblica opere sino a ora celate nella Villa Cerruti di Rivoli, dimora voluta dall'imprenditore torinese negli anni sessanta ad uso esclusivo della propria collezione privata. Rivoli - Per ammissione dello stesso de Chirico, Torino, luogo che vide l'esplosione della pazzia di Nietzsche, è tra le città italiane che ispirarono i primi quadri metafisici con le loro atmosfere malinconiche. Includendo opere che spaziano dal 1916 al 1927, la mostra al Castello di Rivoli presenta otto importanti dipinti del maestro della Metafisica. Offrendo uno spaccato sull'inesauribile capacità metamorfica del genio di de Chirico, la mostra ne indaga la ricca eredità intellettuale presentando i suoi quadri in relazione con alcune tra le maggiori opere di arte contemporanea della collezione permanente del Museo, tra cui installazioni di Giulio Paolini, Michelangelo Pistoletto e Maurizio Cattelan. Rivoli - Nato a Volos, in Grecia nel 1888, e vissuto ad Atene, Monaco di Baviera, Milano, Firenze, Parigi, Ferrara, New York, Roma, dove morirà nel 1978, Giorgio de Chirico è tra i più importanti artisti del XX secolo. Dopo gli studi al Politecnico di Atene e all'Accademia di Belle Arti di Monaco, dove approfondisce la pittura simbolista di Arnold Böcklin e si avvicina al pensiero filosofico di Arthur Schopenhauer e di Friedrich Nietzsche, de Chirico arriva in Italia nel 1909. Nel 1911 è per un breve periodo a Torino, dove i pomeriggi dalle lunghe ombre e la griglia ordinata di strade, piazze e portici con i loro archi gli danno l'impressione, come scrisse, che "la città sia stata costruita per le dissertazioni filosofiche". Autore di un'arte nella quale l'intelletto domina sull'emozione e unisce con visionaria originalità la filosofia della Grecia mitologica con l'algida classicità del pensiero nordico, de Chirico è l'iniziatore della pittura metafisica, le cui immagini enigmatiche, attraverso una pittura caratterizzata da ombre nette e colori piatti, rimandano alla sospensione del tempo, all'immobilità, alla fragilità della coscienza, all'inesprimibile e allo smarrimento che sono grammatica dei sogni, cifra stilistica originale che è esito della profonda cultura filosofica, letteraria e figurativa dell'artista. Precursore del Surrealismo, a partire dagli anni Venti si impegna nel superamento degli stili. Emerge un interesse crescente del Pictor optimus per il tema della metamorfosi nel mondo antico, per quelle rifrazioni enigmatiche di senso che prima di sciogliersi nel nulla suggeriscono figure dell'esistere. Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, dal 4 marzo 2018 al 6 gennaio 2019 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 18 marzo 2018 , Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie, fino al 30 marzo 2018 , Ferenc Pintér, l'illustratore perfetto, fino al 22 aprile 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Giorgio de Chirico in mostra al Castello di Rivoli LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/73211-giorgio-de-chirico-mostra-castello-rivoli.htm


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/03/2018

SITO: https://bit.ly/2uLBT0N

1/4

AUTORE: Antonella Petris


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/03/2018

SITO: https://bit.ly/2uLBT0N

2/4

AUTORE: Antonella Petris


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/03/2018

SITO: https://bit.ly/2uLBT0N

3/4

AUTORE: Antonella Petris


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 26/03/2018

SITO: https://bit.ly/2uLBT0N

4/4

AUTORE: Antonella Petris


09/04/2018 09:25 Sito Web

LINK: http://www.meteoweb.eu/2018/04/torino-al-2-maggio-mostra-raccontare-grandi-bambini-laffascinante-mondo-della-fisica/1075214/

Torino: fino al 2 maggio una mostra per raccontare a grandi e bambini l'affascinante mondo della fisica A Torino la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea A cura di Filomena Fotia 9 aprile 2018 - 11:06 L'arrivo della bella stagione porta con sé numerose possibilità di svago dalla routine quotidiana e in particolare i tanto attesi ponti di primavera, che quest'anno se organizzati bene diventano vere e proprie vacanze grazie a come sono distribuiti i giorni. Chi in viaggio verso la costa per assaporare il primo mare, chi alla scoperta di città e nuovi territori. A Torino sono in programma tanti appuntamenti per tutti i gusti, a partire dalla mostra ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 Maggio. La mostra esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - "Il computer di Regge: penna e pennello" che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante le vacanze di Pasqua e nei ponti del 25 Aprile e 1 Maggio; ma anche per le scuole, per visitare la mostra e con essa fare un viaggio a ritroso attraverso lo spazio, il tempo e la materia. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. La mostre sono entrambe realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. L'INFINITA CURIOSITÀ: UN VIAGGIO NELL'UNIVERSO IN COMPAGNIA DI TULLIO REGGE Accademia delle Scienze - Via Accademia delle Scienze 6, Torino INGRESSO LIBERO. Mar - dom, 10-18. Chiuso lunedì L'INFINITA CURIOSITÀ. IL COMPUTER DI TULLIO REGGE: PENNA E PENNELLO Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti - Via Accademia Albertina 8, Torino INGRESSO LIBERO. Lun - dom, 10-18. Chiuso mercoledì

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino: fino al 2 maggio una mostra per raccontare a grandi e bambini l'affascinante mondo della fisica


22/12/2017 Sito Web

LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/64931-infinita-curiosita-viaggio-compagnia-degli-chef-creazione-alfredo-russo.htm

L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef con 7 piatti da assaporare - Dolce Stilnovo - Venaria Reale Da martedì 21 novembre a sabato 10 marzo 2018 Dolce Stilnovo, Venaria Reale Venaria Reale È Alfredo Russo, chef del Dolce Stil Novo di Venaria Reale, uno dei 7 chef che ha preso parte al progetto L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef, in occasione della mostra omonima di Tullio Regge, ospitata a Torino fino al 18 marzo 2018 nel palazzo dell'Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6). Tullio Regge, uno dei più geniali fisici italiani della generazione venuta dopo Enrico Fermi ha sempre puntato il suo sguardo oltre gli schemi, oltre i confini dell'intelligenza umana. I suoi studi sulle onde gravitazionali proseguiti da Kip Thorne che hanno vinto in questo periodo il Premio Nobel per la fisica. Venaria Reale - Il progetto L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef è un omaggio al grande fisico e alla mostra in corso. Parte da essa e da essa prende il nome. Un tributo al genio torinese dotato di un'ironia straordinaria, una perenne voglia di scherzare, di giocare, di ridere, di sorprendere, di conoscere e di capire. Venaria Reale - Utilizzare il linguaggio dell'alta cucina per raccontare la mostra è la sfida lanciata a 7 grandi chef stellati del Piemonte che hanno reinterpretato in chiave gourmet gli studi di Tullio Regge: Matteo Baronetto, Antonino Cannavacciuolo, Michelangelo Mammoliti, Christian Milone, Alfredo Russo, Davide Scabin, Mariangela Susigan. I 7 chef hanno realizzato 7 piatti che accompagneranno la mostra, da ottobre a marzo. Dal 21 Novembre al 5 Dicembre è il turno di Alfredo Russo, che proporrà in carta nel suo ristorante stellato Dolce Stil Novo di Venaria Reale (TO) il piatto Spazio - Tempo - Curvo, una personale interpretazione dello chef agli studi di Regge e alla mostra in corso. Dal 6 al 20 Ottobre Matteo Baronetto proporrà Insalata piemontese al Ristorante Del Cambio di Piazza Carignano 2 a Torino. Antonino Cannavacciuolo nel suo Cannavacciuolo Bistrot di Torino (Via Umberto Cosmo 6) inserirà in carta, dal 10 ottobre al 10 marzo 2018, Battuta di Fassona piemontese, maionese di nocciole, tartufo estivo, salsa al Parmigiano. In omaggio all'Infinita curiosità Michelangelo Mammoliti ha creato Open your mind, in carta al Ristorante La Madernassa (Località Lora 2, Guarene) dal 20 ottobre al 5 novembre. Primo impatto è il titolo del piatto di Mariangela Susigan, che lo proporrà nel suo Gardenia (Corso Torino 9, Caluso -TO) dal 7 al 22 novembre. Dal 21 Novembre al 5 Dicembre Alfredo Russo inserirà in carta Spazio - Tempo - Curvo, nel suo Dolce Stil Novo (Piazza della Repubblica 4. Venaria - TO). Il percorso tra scienza e alta cucina prosegue poi, dal 6 al 20 febbraio, al Combal.zero (Piazza Mafalda di Savoia. Rivoli - TO) con Cyber Egg di Davide Scabin. Dal 20 febbraio al 10 marzo l'appuntamento è alla Trattoria Zappatori (Corso Torino 34. Pinerolo - TO), dove Christian Milone proporrà il suo Limone. Diverse sfumature. In questo dolce c'è tutto un universo: ci sono erbe, frutti, basi salate, pasticceria, una base lattica, del piccante, dell'olio extravergine d'oliva. Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 22/12/2017 alle ore 14:05. Potrebbe interessarti anche: Cenone di Capodanno 2018 al Golden Palace, 31 dicembre 2017 , Veggie Planet Torino, dal 21 aprile al 22 aprile 2018 , Capodanno 2018, cenone al Bamboo, 31 dicembre 2017 , Cenone di Capodanno alla Reggia di Venaria, 31 dicembre 2017

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L?infinita curiosità. Un viaggio in compagnia degli chef con 7 piatti da assaporare


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 24/04/2018

SITO: https://bit.ly/2G0cFvM

1/5

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 24/04/2018

SITO: https://bit.ly/2G0cFvM

2/5

AUTORE


23/04/2018 17:09 Sito Web

L'Infinità Curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 Maggio A cura di Antonella Petris 23 aprile 2018 - 17:04 1/9 GUARDA le altre FOTOGALLERY Ambiente, Greenpeace: nel Mediterraneo livelli di microplastiche paragonabili a quelli dei vortici d ... Scossa di terremoto magnitudo 3.6 nel Tirreno meridionale [DATI e MAPPE] Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge", che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 Maggio. La mostra, ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - "Il computer di Regge: penna e pennello" che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante i ponti del 25 Aprile e 1 Maggio. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. La mostre sono entrambe realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. La mostra "L'infinita curiosità: un viaggio in compagnia di Tullio Regge", con oltre 22.000 visitatori, si conferma un successo di pubblico e interesse e per questo motivo il Sistema Scienza Piemonte ha deciso di prorogarla fino al 2 Maggio, con il sostegno della Compagnia di San Paolo. La mostra è un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea: dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Guida d'eccezione di questo viaggio straordinario, Tullio Regge, uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, la cui inesauribile curiosità è il fil rouge dell'intero percorso che comprende ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Inaugurata il 22 Settembre la mostra ha superato i 22.ooo visitatori: un risultato positivo confermato anche dalla presenza dei giovani e dalla grande affluenza delle scuole. Quasi 5.000 gli studenti - dalla primaria alla secondaria di secondo grado - che hanno visitato la mostra, molti dei quali hanno partecipato anche ai laboratori di Xké - Il laboratorio della curiosità. Grande successo anche per tutte le attività collaterali organizzate al cinema Massimo, a Infini.to, nell'ambito dei GiovedìScienza e all'Università degli studi di Torino. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - "Il computer di Regge: penna e pennello" che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante le

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'Infinità Curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge LINK: http://www.meteoweb.eu/foto/linfinita-curiosita-universo-tullio-regge/id/1083202/


23/04/2018 17:09 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

vacanze di Pasqua e nei ponti del 25 Aprile e 1 Maggio; ma anche per le scuole, per visitare la mostra e con essa fare un viaggio a ritroso attraverso lo spazio, il tempo e la materia. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. "È un fatto noto - scriveva Tullio Regge - che le strutture che hanno un profondo senso geometrico sono anche esteticamente splendide". A questa meraviglia, a questa ennesima espressione dell'infinita curiosità di Tullio Regge è dedicata la mostra piccola ma davvero unica - che celebra la parte più onirica e creativa del suo genio: "L'infinita curiosità. Il computer di Tullio Regge: penna e pennello". Ospitata dal 17 febbraio al 18 marzo alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, l'esposizione è un omaggio agli aspetti più creativi di Tullio Regge, ed è perfetta appendice della mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge ", aperta fino al 18 marzo, organizzata dal Sistema Scienza Piemonte e ospitata all'Accademia delle Scienze di Torino. Entrambe le mostre sono realizzate con il sostegno della Compagnia di San Paolo. L'elegante Sala Azzurra dell'Accademia ospita exhibit e disegni che consentono al visitatore di entrare in un'atmosfera visionaria e apprezzare una parte del lavoro del grande fisico forse meno conosciuta ma non meno affascinante. Il suo eclettismo quasi leonardesco l'ha portato a cimentarsi con l'arte digitale e con il design, in anni in cui la tecnologia informatica muoveva i primi passi. Il computer - o calcolatore come spesso lo chiamava - gli dava la straordinaria libertà di giocare con forme e colori sfruttando le sue conoscenze matematiche. "Ho sempre desiderato - scriveva Tullio Regge - produrre immagini per comunicare con gli altri e in questo sono stato sempre frustrato dalla mia incapacità di tenere in mano una matita o un pennello. Per me è impresa penosa se non impossibile il disegnare a mano un prisma o un cubo, e invece è facilissimo dare le coordinate cartesiane e trarre un'immagine usando un calcolatore". Oggi ci resta una produzione di disegni vasta e particolare, custodita dalla famiglia e dagli amici (a cui il grande scienziato spesso li donava), che mescola astrazioni matematiche, computer grafica e senso dell'umorismo. La sua "bricolarte", come amava chiamarla, è fatta di elaborazioni grafiche tridimensionali per le quali trovava sempre titoli divertenti e provocatori, a volte polemici. Campeggia al centro della mostra la "scatola di Tullio Regge", riproduzione in scala gigante di uno strumento che lo scienziato usava per realizzare i modelli tridimensionali. Alle quattro pareti laterali di un cubo di legno, Tullio Regge applicava il grafico di una curva algebrica e collegava alcuni suoi punti opportunamente scelti con segmenti di fil di ferro, dando vita allo sviluppo di superfici complesse. In un angolo della sala è ricostruita la scrivania dello scienziato torinese, sui cui è appoggiato il computer con il quale sono stati realizzati tutti i disegni (il visitatore si renderà conto della difficoltà di costruire figure complesse con uno strumento "primitivo" per i nostri standard). In un altro angolo, viene proiettata a ciclo continuo una selezione di opere. Completa la mostra l'exhibit "Dentro le forme", un viaggio interattivo nei disegni di Tullio Regge che il visitatore compie a bordo di una bicicletta. Questa installazione, realizzata in occasione dell'edizione 2017 del Festival della Scienza di Genova, permette di esplorare virtualmente una selezione di disegni e di altri progetti del fisico torinese, ricreati come ambienti 3D. Il visitatore inforca una bicicletta e con questo mezzo si aggira in affascinanti, e a volte surreali, ambienti virtuali. In attesa del proprio turno, è possibile riposare su un'altra delle creazioni di Tullio Regge: la poltrona Detecma, realizzata sulla base di una curva, la "ciclide di Dupin", che il fisico considerava particolarmente elegante. L'INFINITA CURIOSITÀ. IL COMPUTER DI TULLIO REGGE: PENNA E PENNELLO Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti Via Accademia Albertina 8. Torino INGRESSO LIBERO. Lun - dom, 10-18. Chiuso mercoledì


24/04/2018 00:33 Sito Web

LINK: http://www.meteoweb.eu/foto/alfie-evans-4/id/1083528/

Alfie Evans non si arrende: la battaglia continua tra proteste e interrogativi Il piccolo Alfie Evans resiste, oltre ogni previsione: il caso sta scatenando proteste e interrogativi A cura di Filomena Fotia 24 aprile 2018 - 12:30 1/5 GUARDA le altre FOTOGALLERY L'Infinità Curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge Ambiente, Greenpeace: nel Mediterraneo livelli di microplastiche paragonabili a quelli dei vortici d ... Il piccolo Alfie Evans resiste, oltre ogni previsione: i medici dell'Alder Hey Hospital di Liverpool hanno ottenuto l'autorizzazione a staccare la spina al bambino di 23 mesi, colpito da una grave e ignota patologia neurodegenerativa. La procedura ha avuto inizio ieri sera, contro il volere dei giovanissimi genitori Tom e Kate. Il caso sta scatenando proteste e interrogativi, soprattutto a seguito della concessione della cittadinanza italiana "per motivi umanitari". E' stato il giudice Anthony Hayden ad autorizzare le procedure di distacco dai macchinari salvavita, avvenuta ieri sera intorno alle 22:30 ora locale. Sembrava fosse l'inizio della fine, ma Alfie ha continuato a respirare, nel suo lettino, fra la braccia della mamma, senza l'ausilio del ventilatore meccanico. Respira, ancora adesso, tanto che lo staff ha deciso di tornare a idratarlo e ha ripristinato l'ossigeno, seppure per ora solo tramite bombole. Concessi acqua e ossigeno La spina è stata staccata ieri sera. Innumerevoli i tentativi per salvare Alfie e per cercare di trasferirlo in un ospedale italiano, dopo che gli è stata concessa la cittadinanza nel nostro Paese. Al bimbo, al momento, non è stato permesso di "venire in Italia perché poteva morire nel viaggio". Durante la notte, i genitori lo hanno "aiutato con la respirazione bocca a bocca". "Ad Alfie è stato assicurato l'ossigeno e l'acqua! E' sorprendente. Non importa cosa succederà, ha già dimostrato che i medici si sbagliano": lo ha scritto oggi su Facebook la mamma di Alfie, Kate James. Il bambino ha respirato da solo per ore, una circostanza che secondo il padre avrebbe stupito anche i medici, che pensavano che il piccolo sarebbe morto nel giro di pochi minuti. "Mi sono sentito benedetto quando gli hanno confermato acqua e ossigeno. Sta ancora respirando da solo, lo ha fatto per 9 ore, ma il suo corpo è ossigenato. E ha bisogno di essere supportato entro la prossima ora, più o meno": lo dichiara il papà del piccolo Alfie, che questa mattina ha raccontato al programma Tv "Good Morning Britain" la notte trascorsa dal bimbo di 23 mesi senza i supporti vitali. "Per 9 ore Alfie ha respirato da solo. E' arrivato un momento in cui Kate si è proprio addormentata accanto a lui. Stiamo controllando i suoi livelli. Il suo livello di ossigeno è inferiore a 70 perché sta faticando". "Mi sono messo a sedere con i medici e ho detto che questo stava diventando un crimine. Affamarlo di cibo e idratazione, potenzialmente di ossigeno. Così mi sono seduto con i dottori. Abbiamo avuto un incontro di circa 40 minuti e hanno detto di sapere che ho ragione e avevo sempre avuto ragione. Non sta nemmeno soffrendo". "Alfie sta andando bene" Thomas "ci ha fatto sapere che Alfie sta andando bene e che aspettano l'intervento diretto del nostro Governo", riferisce Steadfast Onlus, l'organizzazione di cooperazione internazionale che sta seguendo la vicenda del piccolo ricoverato all'Alder Hey Children's Hospital di Liverpool. In mattinata la presidente dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, Mariella Enoc, aveva dichiarato di aver parlato con l'ambasciatore a Londra Raffaele Trombetta, al quale ha riferito che "l'équipe del Bambino Gesù è allertata e pronta a partire in pochi minuti" e che "il ministro Pinotti si sta attivando per dare l'aereo". L'ospedale di

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Alfie Evans non si arrende: la battaglia continua tra proteste e interrogativi


24/04/2018 00:33 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Liverpool: la struttura è operativa "La struttura è operativa e seppur con la presenza della polizia, la situazione è calma. Nel rispetto della privacy di Alfie non pubblicheremo aggiornamenti sulle sue condizioni di salute. E' la nostra politica con tutti i pazienti. Vi preghiamo di rispettarla": lo scrive l'Alder Hey Children's Hospital di Liverpool, dove è ricoverato il piccolo Alfie Evans. Ieri una folla si era radunata fuori dalla struttura per manifestare contro la decisione di staccare la spina ad Alfie. "Il nostro pronto soccorso è aperto per le emergenze, altrimenti vi chiediamo di rivolgervi al vostro medico di famiglia". - Eutanasia: Alfie Evans è ancora vivo, concessi acqua e ossigeno | Caso Alfie Evans: i medici del Bambino Gesù pronti a portarlo in Italia


24/04/2018 16:52 Sito Web

LINK: http://www.meteoweb.eu/foto/la-volta-un-italiano-presidente-della-societa-mondiale-della-cartilagine-c-r-s/id/1083724/

Alberto Gobbi presidente della società mondiale della cartilagine (I.C.R.S.): per la prima volta un italiano L'I.C.R.S. (International Cartilage Repair Society), il principale foro internazionale per la ricerca nell'ambito della cartilagine e della medicina riparativa, ha nominato Alberto Gobbi nuovo presidente per il biennio 2018-2019 A cura di Antonella Petris 24 aprile 2018 - 18:06 1/5 GUARDA le altre FOTOGALLERY Alfie Evans non si arrende: la battaglia continua tra proteste e interrogativi L'Infinità Curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge L'I.C.R.S. (International Cartilage Repair Society), il principale foro internazionale per la ricerca nell'ambito della cartilagine e della medicina riparativa, ha nominato Alberto Gobbi nuovo presidente per il biennio 2018-2019. La nomina è stata ratificata nel corso del 14° Congresso mondiale I.C.R.S. tenutosi dal 9 al 12 aprile a Macao, in Cina. Il medico milanese è così il primo italiano nella storia dell'International Cartilage Repair Society a ricoprire la carica di Presidente. Attiva da oltre vent'anni (fu fondata in Svizzera nel 1997),l'I.C.R.S. è una Societa' scientifica Internazionale con oltre 1.300 membri tra scienziati, ricercatori e chirurghi provenienti da tutto il mondo. I suoi molteplici obiettivi si focalizzano sulla formazione continua per i medici e gli scienziati, con un interesse nella prevenzione e nel trattamento delle malattie articolari e nella medicina rigenerativa. Per i prossimi due anni a presiedere la Societa' Scientifica sarà dunque Alberto Gobbi, specialista in Ortopedia e Traumatologia e Medicina dello Sport che presta la propria opera all'interno di I.C.R.S. da oltre 20 anni e che nell'ultimo mandato ha ricoperto la carica di Vice Presidente.Considerato uno dei pionieri nell'utilizzo delle cellule staminali in bio-ortopedia, professore e ricercatore presso la U.C.S.D. a San Diego, il dottor Gobbi è il fondatore e presidente della OASI Bioresearch Foundation Gobbi Onlus di Milano, riconosciuta come organizzazione di ricerca in ambito medico dal Ministero della Salute. Ancora oggi Alberto Gobbi presta la sua opera nella Fondazione allo scopo di favorire la ricerca e lo sviluppo della Bio ortopedia aiutando giovani medici con borse di studio internazionali. DOTT. ALBERTO GOBBI Da oltre 25 anni Alberto Gobbi partecipa a congressi nazionali ed internazionali ed ha pubblicato oltre 200 articoli scientifici su riviste internazionali oltre a libri e capitoli di trattati ortopedici e riviste scientifiche. Oggi divide il suo tempo tra l'attività clinica e la ricerca scientifica in Italia e negli Stati Uniti, avendo ricevuto nel 2014 l'incarico di "visiting professor" all'Università di California a San Diego U.C.S.D. In Italia Alberto Gobbi ha lavorato all'Ospedale San Raffaele di Milano, dove conobbe il fondatore, don Luigi Verzè. Insieme al suo stretto collaboratore, Giuliano Brumat, con la Fondazione AISPO iniziarono il percorso di formazione di giovani medici provenienti da Paesi in via di sviluppo, sfociato dopo dieci anni nella creazione della O.A.S.I. Bioresearch Foundation Gobbi onlus, grazie alla quale ha potuto proseguire la propria missione. Nel 2003, dopo anni di attiva partecipazione, è stato nominato membro del board direttivo della International Society of Arthroscopy and Knee Surgery (ISAKOS) e della International Cartilage Repair Society. Nel 2005 è stato il primo medico nel mondo ad attuare la tecnica di trapianto della cartilagine "onestep" con le mesenchimali autologhe.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Alberto Gobbi presidente della società mondiale della cartilagine (I.C.R.S.): per la prima volta un italiano


24/04/2018 16:52 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 15/01/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2B9z73f

1 /1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 02/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2EDK7fc

1/2

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 02/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2EDK7fc

2/2

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 03/04/2018

SITO: https://bit.ly/2Gtx55I

1/1

AUTORE:


20/01/2018 Sito Web

Noodls

LINK: https://www.publicnow.com/view/FEA2F82DA5331B2F3D074CD19E70A602878A1EE5

20/01/2018 | News release | Distributed by Public on 20/01/2018 15:24 RACCONTO COSMICO Spazio, materia e gravità nell' evoluzione dell'universo Speciale GiovedìScienza - Teatro Colosseo sabato 20 gennaio 2018 - ore 17:30 RACCONTO COSMICO Spazio, materia e gravità nell' evoluzione dell'universo con i fisici dell'Istituto Na zionale di Fisica Nucleare Viviana Fafone, Fernando Ferroni e Antonio Masiero conduce Neri Marcorè L'incontro rientra fra gli eventi collaterali legati alla mostra 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge' organizzata dal Sistema Scienza Piemonte. Parole, immagini e musica per un viaggio nei più a ffascinanti misteri della fisica contemporanea. È il 'Racconto cosmico', protagonista dello Speciale GiovedìScienza in programma sabato 20 gennaio alle 17:30 al Teatro Colosseo (in Via Madama Cristina 71, Torino) , con Neri Marcorè conduttore d'eccezione. Un'occasione per ripercorrere l' intera evoluzione dell'universo - scoprendo la sua struttura di oggetti visibili e invisibili insieme a tre studiosi d'eccellenza : Fernando Ferroni e Antonio Masiero, Presidente e Vicepresidente dell'Isti tuto Nazionale di Fisica Nucleare , e Viviana Fafone , ricercatrice della collaborazione internazionale VIRGO. Guidati dal brio di Neri Marcorè , accompagnati dai disegni animati di Luca Ralli (illustratore, tra gli altri, di alcuni libri di Stefano Benni) e dal pianoforte di Umberto Petrin (tra i maggiori pianisti e improvvisatori europei), i dialoghi tra i protagonisti ripercorrono l'intera evoluzione dell'universo, alternandosi nel racconto alla voce narrante dell'attrice Maria Giulia Scarcella (tra le vincitrici del premio SIAE 2014 e nel 2015 del premio AFAM 'Claudio Abbado'). Un viaggio tra la materia oscura e le altissime energie delle particelle accelerate nei grandi acceleratori, la relatività di Einstein e le onde gravitazionali, fino alla straordinaria finestra aperta sull'universo dai recenti risultati sulla loro rivelazione. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Programma completo e diretta streaming su: www.giovediscienza.it in Share0

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

RACCONTO COSMICO Spazio, materia e gravità nell? evoluzione dell?universo


20/01/2018 11:26 Sito Web

Peyote e la Sindrome da toret, Quel che Neri Marcorè non ha Sabato 20 genaio 2018 di GABRIELLA CREMA 20 gennaio 2018 GRAMSCI, PENSATORE RIVOLUZIONARIO Circolo Arci La Poderosa Via Salerno 15 Oggi dalle 14 e domani dalle 10 Info 338/1170772 Oggi e domani nelle sale del circolo La Poderosa, si svolgono i lavori del convegno nazionale "Antonio Gramsci, pensatore e rivoluzionario" organizzato da Rifondazione Comunista e Sinistra Europea. Oltre a Paolo Ferrero, vicepresidente del Partito della Sinistra Europea, Maurizio Acerbo, segretario nazionale Prc e l'eurodeputata Eleonora Forenza, parteciperanno alcuni tra i massimi studiosi a livello nazionale ed europeo di Antonio Gramsci: Raul Mordenti, Mario Brunetti, Francesca Charotto, Victor Rios, Angela Scarparo, Walter Baier, Haris Golemis, Pasquale Voza, Cesare Bermani, Dino Greco, Manuela Ausilio. La relazione di apertura è affidata ad Angelo D'Orsi. I lavori di oggi si concludono alle 21.30 con un concerto di Tarquinio Gramsci sul tema: "la musica mediterranea dall'antichità ai giorni nostri". DIRITTI, NON FAVORI. PARLA IL PD Antico Macello di Po Via Matteo Pescatore 7 Dalle 10.30 Il Partito Democratico del Piemonte e i Giovani Democratici organizzano il convegno "Diritti e non favori: legalità come strumento di giustizia"; un'occasione di confronto con Beppe Antoci, responsabile nazionale Legalità per il Pd, sui risultati raggiunti in questi anni; dalla revisione del codice appalti alla riforma del 416ter e del codice antimafia, legge testimoni di giustizia e le sfide sul fronte della legalità. Interverranno Domenico Rossi, Davide Mattiello e Stefano Esposito con Roberto Monta?. EGITTO TRA ORIENTE E OCCIDENTE Convitto Umberto Primo Via Bligny 1 Dalle 17 Info 329/8587251 e popolinews@yahoo.it La comunità egiziana organizza la seconda data del convegno "L'Egitto tra Oriente e Occidente" in cui saranno affrontati gli sviluppi dell'Egitto e il rapporto italo-egiziano che lega le due culture da millenni. MIRAFIORI & MIRAFIERI, UN QUARTIERE E LA SUA GENTE Cascina Roccafranca Via Rubino 45 Dalle 10 alle 12.30 Ingresso gratuito Info caus.it e 339/6057369 "Mirafiori, mirafieri. Chi eravamo, chi siamo. Il quartiere, la sua gente, i suoi artisti (1950-2018)" è il titolo dell'incontro condotto da nativi di Mirafiori che provengono dal mondo dell'arte. Il pubblico sarà coinvolto attraverso ricordi, aneddoti, immagini di chi, dagli anni 50 in poi, ha cercato attraverso l'arte una propria identità, un lavoro non legato alla fabbrica, facendosi strada grazie al talento e alla creatività, partendo da uno dei quartieri più difficili di Torino. Parleranno delle loro esperienze, l'umorista Raffaele Palma, lo scultore Rodolfo Marasciuolo, il musicista Pino Sinnone, l'attore e regista Renzo Sicco, gli scrittori Erika Anna Savio e Federico Guiati e Mario Tagliani, maestro al carcere minorile Ferrante Aporti. QUEL CHE CONTA. TRA ZERO E L'INFINITO Circolo dei lettori Via Bogino 9 Alle 11 Info circololettori.it I numeri racchiudono in sé bellezza e mistero. Fanno parte della vita quotidiana, sono strumenti concreti di misurazione ma anche di raffinate speculazioni filosofiche e artistiche. Il percorso, che unisce meraviglia e curiosità, conoscenze linguistiche e nuove sensibilità estetiche parla dei grandi matematici del passato e delle sorprendenti proprietà dei numeri, tra paradossi, congetture ed enigmi. Il terzo incontro de "La grande scienza" prevede oggi una lectio con Claudio Bartocci e Luigi Civalleri intitolata "Numeri. Tutto ciò che conta da zero a infinito". QUESTO RACCONTO È COSMICO! Teatro Colosseo Via Madama Cristina 71 Alle 17.30 Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Programma completo e diretta streaming su

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Peyote e la Sindrome da toret, Quel che Neri Marcorè non ha LINK: http://torino.repubblica.it/cronaca/2018/01/20/news/appuntamenti-186880291/


20/01/2018 11:26 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

giovediscienza.it Parole, immagini e musica per un viaggio nei più affascinanti misteri della fisica contemporanea. È il "Racconto cosmico", protagonista dello "Speciale GiovedìScienza" in programma al Teatro Colosseo. Sul palcoscenico, i fisici dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Viviana Fafone, Fernando Ferroni e Antonio raccontano di spazio, materia e gravità nell'evoluzione dell'universo, condotti da Neri Marcorè. L'incontro organizzato da Giovedì Scienza rientra fra gli eventi collaterali legati alla mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" organizzata dal Sistema Scienza Piemonte. WORDLY PRACTICES: ALVES & DURHAM Museo d'Arte Contemporanea Castello di Rivoli Piazza Mafalda di Savoia Alle 16 e alle 17 Entrata libera con biglietto d'ingresso al museo Info castellodirivoli.org e 011/9565222 Il Museo d'Arte Contemporanea ospita al Teatro del Castello, il primo incontro di un nuovo programma di attività di ricerca intitolato "Worldly practices / Pratiche dell'essere nel mondo" organizzato dal dipartimento curatoriale. Il ciclo indaga, attraverso l'arte contemporanea, la complessità dei rapporti tra cultura eurocentrica tradizionale e mondi indigeni. Dopo la proiezione di una selezione di opere video e performance per la videocamera, gli artisti Maria Thereza Alves e Jimmie Durham - per la prima volta insieme in un confronto pubblico - dialogheranno con Carolyn ChristovBakargiev, direttore del museo. Il biglietto vidimato della navetta Rivoli Express dà diritto all'ingresso ridotto al museo. CHI SONO I TERRORISTI SUICIDI? Circolo dei lettori Via Bogino 9 Alle 18 Gli Amici di Torino Spiritualità possono prenotare il posto in sala Info circololettori.it e 011/4326827 Lo scrittore e saggista Marco Belpoliti presenta il suo ultimo saggio per Guanda "Chi sono i terroristi suicidi" con il direttore di Repubblica Mario Calabresi. La riflessione parte da una domanda fondamentale: come può inserirsi, nella mente di un giovane terrorista islamico, una ragione abbastanza forte da indurre al suicidio? L'autore ripercorre le stragi da Ground Zero in poi cercando di capire perché il martirio sia diventato un'attrattiva possibile per ragazzi e ragazze. THE KINGS OF BEARD: RE BARBUTI IN CITTÀ Barber Shop di Paolo Barrasso Via San Secondo 16 Dalle 15 alle 19 Ingresso libero Negli spazi vintage dello storico barbiere e parrucchiere della Torino musicale underground (dai Fratelli di Soledad agli Statuto) è in programma la presentazione del volume "Kings Of Beard" di Davide Depalo per Peruzzo Editore; romanzo fotografico che raccoglie storie di barbieri italiani raccontandole con la prospettiva di un personaggio di finzione. Nel corso dell'evento, l'autore sarà a disposizione dei lettori per raccontarne i retroscena, mentre Paolo sarà all'opera su barbe e capelli con una performance in cui si potranno scoprire alcune delle sue tecniche: rasatura a mano libera della barba e bruciatine delle doppie punte dei capelli, nonché nozioni per potersi radere a mano libera e come impugnare il pennello da barba. LA GIOSTRA ARMONICA DEI LETTORI Circolo dei lettori Via Bogino 9 Dalle 16 alle 17.30 Ingresso 8 euro per bimbi da 5 a 11 anni con prenotazione obbligatoria allo 011/4326827 Info circololettori.it Tornano nelle sale di Palazzo Graneri, i sabati per bambini "La banda dei lettori" ideati dalla scrittrice Nadia Terranova. Il secondo laboratorio del 2018 è dedicato alla giostra armonica ideata da Roberto Zibetti per sviluppare la creatività attraverso un approccio corale ludico. Bambini e adulti giocano insieme e si incontrano su un piano formativo ed espressivo. Tutti sono invitati a portare uno strumento musicale, di qualsiasi tipo, anche se non lo si sa (ancora) suonare. A seguire, merenda a tema. CIACCO STA TRA I GOLOSI DEL III CERCHIO Circolo dei lettori Via Bogino 9 Alle 21 Info circololettori.it e 011/4326827 Dopo aver girato per vari palchi cittadini, dal Cap10100 al circolo Al Fresc, lo spettacolo itinerante a puntate di Saulo Lucci "Hell'o Dante" approda nel tempio sabaudo della letteratura. Si scende all'Inferno per assistere al reading "Ciacco tra i golosi del III cerchio", recitato a memoria con l'accompagnamento live di voce e chitarra in brani pop-rock. Dante, fra i golosi martoriati da una maleodorante pioggia e assordati dai latrati di Cerbero, ascolta dalla voce di Ciacco un oscuro vaticinio sul futuro di Firenze e sul suo prossimo esilio. WEEK END D'ARTE (PER PICCOLI) Museo d'Arte Contemporanea Castello di Rivoli Piazza Mafalda di Savoia Oggi alle 15.30, domani alle 15 Il costo è di 4 euro a persona Info castellodirivoli.org/dipartimento-educazione Prosegue oggi e domani la rassegna "Weekend'Arte" a cura del dipartimento Educazione del museo, che ogni terzo weekend del mese prevede


20/01/2018 11:26 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

attività per le famiglie, sempre molto amate da bambini, ragazzi e genitori. L'attività di gennaio prende spunto dal gioco del tangram, per sperimentare divertendosi, tra forme colori e geometrie in action. I genitori possono scegliere se accompagnare i figli nel workshop oppure proseguire la visita al museo. LA MUSICA RACCONTA PEPPINO IMPASTATO Teatro Collegio San Giuseppe Via Andrea Doria 18 Alle 21 Ingresso libero Info 331/2671411 e musica-insieme.net Nell'ambito della rassegna "La musica racconta Peppino Impastato", Elena Galaffrio e Pietro Mussino dirigono l'Orchestra Magister Harmoniae (con il coro Incontrocanto diretto da Pietro Mussino) nel concerto "Bellezza è la musica classica" su pagine di Mozart, Hassler, Rameau ed Elgar. SCHUBERT AL CINE Teatro Vittoria Via Gramsci 4 Alle 18, 19 e 20 Ingresso 5 euro Info unionemusicale.it Quante volte brani di musica classica risultano facilmente riconoscibili, anche a chi non frequenta abitualmente una sala da concerto, perché sono parte integrante delle colonne sonore di celebri film? Per il progetto "Short Track. 30 minuti di classica per tutti" (che prevede mini concerti ripetuti tre volte nella stessa sera dedicati a tutte le orecchie e a tutte le età), il Trio Debussy propone lo spettacolo "Schubert al Cine" per ascoltare l'Adagio dal Trio in mi bemolle maggiore op. 100 di Schubert, melodia che fa da sfondo alle tragiche avventure di Barry Lindon nell'omonimo film drammatico del 1975 di Stanley Kubrick. Con la partecipazione di Antonio Valentino. VALERIO SIGNETTO QUARTET LIVE@JCT Jazz Club Torino Piazzale Valdo Fusi Alle 21.30 Valerio Signetto al sassofono, Fabio Gorlier al pianoforte, Enrico Ciampini al contrabbasso e Marco Breglia alla batteria che compongno il Valerio Signetto Quartet, propongono alcuni brani del grandissimo sassofonista Phil Woods, attivo sulla scena internazionale già dagli anni Cinquanta. Phil e? noto come musicista per le collaborazioni con i grandi del jazz e per i gruppi a suo nome, ma e? anche come compositore di brani considerati unici per la costruzione armonica. LADY ZENO 4TET ALLE GINESTRE Jazz Club le Ginestre Via Valprato 15 Alle 22 Questa sera sul palco delle Ginestre è di scena il Lady Zeno Jazz 4tet, che prende il nome dall'omonimo progetto e propone brani inediti in lingua italiana, su testi curati da Monica Genesio, tratti dal romanzo di Italo Svevo "La coscienza di Zeno". Il linguaggio del jazz è arrangiato da Emanuele Francesconi; completano il quartetto Michele Anelli al contrabbasso e Chicco Accornero alla batteria. UNA CONGIURA D'AUTORI ALLA SUONERIA Suoneria Via Partigiani 4 Settimo Torinese Alle 21.30 Ingresso a offerta Info suoneria.it Il programma radiofonico Jalsaghar in onda su Radio Archimede, propone una serata dedicata alla canzone d'autore con la partecipazione di Orlando Manfredi, Pablo e il mare, Cosimo Morleo, Matteo Fiorino, Fabrizio Fusaro e Calembour. Un collettivo riunito dal filo rosso della solidarietà, che ha visto i componenti esibirsi a sostegno di iniziative culturali anche a sfondo sociale. DA DURANGO A TORINO. THOM CHACON LIVE AL FOLKCLUB Folk Club Via Perone 3bis Alle 21.30 Info folkclub.it Cugino del fu due volte campione del mondo di pugilato, nipote di uno dei membri della posse che catturò Billy the Kid e guida a cavallo nelle terre selvagge del Colorado e del New Mexico. Un'aura di fascino old west ammanta l'autentico cowboy di Durango Thom Chacon, che presenta in solo (voce, chitarra e armonica) il suo album omonimo, registrato ai famosi Pie Studios di Glen Cove con la sezione ritmica di Bob Dylan: George Recile alla batteria e Tony Garnier al basso. C+C=MAXIGROSS Spazio211 Via Cigna 211 Apertura porte 21.29 Biglietto 8 euro Info spazio211.com TOdays festival presenta il concerto del collettivo C+C=Maxigross, attivo dal 2011 con base a Verona. In costante evoluzione e cambiamento hanno pubblicato fino ad oggi svariati album ed ep suonando in lungo e in largo per l'Italia, l'Europa e gli Stati Uniti. Hanno collaborato con Miles Cooper Seaton (Akron/Family), il cantastorie senegalese Alioune Slysajah, Marco Fasolo (Jennifer Gentle), Håkon Gebhardt (Motorpsycho), il progetto Stregoni, e molti altri suonando sia in festival internazionalmente riconosciuti come Primavera Sound (Spagna, nella line up ufficiale), sia in contesti unici come rifugi a oltre 2000 m s.l.m e sagre sperdute tra le valli dolomitiche. PEYOTE E LA SINDROME DA TORET Hiroshima Mon Amour Via Bossoli 83 Oggi e domani alle 22 Biglietti esauriti Info hiroshimamonamour.org Tre serate e tre sold out totalizzati dell'artista torinese Willie Peyote, ancora in concerto oggi e domani all'Hma per la presentazione di "Sindrome da toret" il suo nuovo album. FRAMES & MISSXX AL CAFÉ Café Müller Via


20/01/2018 11:26 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Sacchi 18/d Alle 21 Ingresso 12/9 euro Info cirkovertigo.com Prosegue la stagione teatrale di Fondazione Cirko Vertigo al Café Müller, spazio multidisciplinare pensato per far convivere molteplici forme e discipline artistiche. Oggi sono in programma due spettacoli dedicati al circo e alla danza contemporanea: "Frames/estratto" di compagnia bluncinQue alle 21 e, a seguire alle 21.30, "MissXX", corpo a corpo con il proprio genere sessuale ed emotivo, portato in scena da Natalia Vellabona. JESSICA93 + USÈ AL BLAHBLAH Blah Blah Via Po 21 Alle 21.30 Ingresso 5 euro Jessica 93 è il progetto cold wave shoegaze one man band del parigino Geoffroy Laporte. Accompagnato da chitarra, loop station e drum machine, Geoffroy ha creato un sound unico, completo e potente quanto una intera band, i suoi beat "deumanizzati" si muovono caotici come un fantasma intrappolato in una stanza. Prima e a seguire "Melody Maker(s)" con i dj Blaster T., Rap1, Paolo Alberto Sciacca QUEL CHE NERI NON HA Teatro Colosseo Via Madama Cristina 71 Alle 21 Biglietti da 22.50 a 30.60 euro Info teatrocolosseo.it Accompagnato da tre chitarristi/cantanti, Neri Marcorè torna al Colosseo con "Quello che non ho"; un affresco teatrale che attraverso la forma del teatro canzone si interroga sulla nostra epoca, in precario equilibrio tra ansia del presente e speranza del futuro. A guidare il racconto sono le canzoni di Fabrizio De André e le visioni lucide e beffarde di Pier Paolo Pasolini. TOGETHER WE DANCE Lavanderia a Vapore Corso Pastrengo 88 Collegno Alle 21 In collaborazione con il Network Anticorpi XL, per la stagione "Together We Dance", la compagnia Fattoria Vittadini presenta "Why are we so f*** dramatic?"; una riflessione danzata sull'universo femminile, nata dall'incontro tra la coreografa e performer Francesca Penzo e la coreografa israeliana Tamar Grosz. L'HOMICIDE HOUSE DI TEDACÀ Associazione Tedacà Teatro BellArte Via Bellardi 116 Alle 21 Ingresso 10/8 euro con prenotazione suggerita al 320/6990599 dalle 16.30 alle 19 Info tedaca.it Un reality che potrebbe uccidere e due creature in continua metamorfosi. La stagione "La dolce rivoluzione" ospita questa sera "Homicide House" della compagnia MaMiMò di Reggio Emilia, testo vincitore del decimo "Premio Riccione Pier Vittorio Tondelli", mentre domani si rappresenta l'opera di teatro danza "Orlando. Le Primavere" di Silvia Battaglio per Biancateatro, vincitrice del Premio Cross International Performance Award. I (NON PIÙ) SEGRETI TRUCCHI DEI BARI Circolo Amici della Magia Via Salerno 55 Alle 21 Quota di partecipazione 15 euro Info e prenotazioni 339/6088552 e amicidellamagia.it Gianfranco Preverino, uno dei più colti e stimati prestigiatori italiani, a lungo consulente Rai per programmi sulla magia ed esperto di cartomagia e manipolazione, proporrà "Il Baro in Scena", uno spettacolo che ripercorre storie e trucchi sul mondo del gioco d'azzardo, dei bari e dei rapporti di questi ultimi con i prestigiatori. In scena, esibizioni e giochi che si alternano ad aneddoti storici, riferimenti a libri antichi, fotografie e stampe d'epoca. INTRIGO E AMORE A TEATRO Teatro Carignano Piazza Carignano 6 Alle 19.30 Biglietti 37 e 31 euro Info teatrostabiletorino.it Il Teatro Stabile di Genova presenta il dramma di Friedrich Schiller "Intrigo e amore", il cui cardine e? il conflitto tra il potere tirannico e il diritto alla felicita? dell'essere umano, nell'eterno incontroscontro tra nobiltà e piccola borghesia. La regia è di Marco Sciaccaluga, interpreti Roberto Alinghieri, Alice Arcuri, Enrico Campanati, Andrea Nicolini, Orietta Notari, Stefano Santospago, Simone Toni, Mariangeles Torres, Marco Avogadro, Daniela Duchi, Nicolo? Giacalone. (NO) TAV: IL CORRIDIOIO 5 E I WU MING Cinema Classico Piazza Vittorio 2 Alle 22 Ingresso 4 euro Nella stupenda sala bomboniera del Classico, Manuel Coser e Wu Ming 1 presenteranno il documentario e il romanzo che raccontano con sguardi e modalità inedite la realtà della Valle di Susa e della comunità No Tav: "Corridoio 5" di Coser e "Un viaggio che non promettiamo breve" del collettivo. Gli autori si confronteranno tra loro e con il pubblico intorno alle forme narrative adottate per raccontare in profondità una realtà complessa e solo apparentemente già nota.


20/01/2018 Sito Web

researchitaly.it

Speciale GiovedìScienza al Teatro Colosseo di Torino Dove: Torino Quando: 20/01/2018 Sabato 20 gennaio GiovedìScienza ha organizzato un incontro pubblico al Teatro Colosseo di Torino con i fisici dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Attraverso parole, immagini e musica, si parlerà di spazio, materia e gravità nell'evoluzione dell'universo. Sarà un'occasione imperdibile per ripercorrere l'evoluzione dell'universo attraverso i suoi oggetti visibili e invisibili. Saranno protagonisti tre studiosi d'eccellenza: Fernando Ferroni e Antonio Masiero, Presidente e Vicepresidente dell'INFN, e Viviana Fafone, ricercatrice della collaborazione internazionale VIRGO. Condotto da Neri Marcoré, l'incontro sarà accompagnato dai disegni animati di Luca Ralli e dal pianoforte di Umberto Petrin. Inoltre, i dialoghi tra i protagonisti sull'intera evoluzione dell'universo si alterneranno alla voce narrante dell'attrice Maria Giulia Scarcella. Un viaggio tra la materia oscura e le altissime energie delle particelle accelerate nei grandi acceleratori, dalla relatività di Einstein alle onde gravitazionali, fino alla straordinaria finestra aperta sull'universo dai recenti risultati sulla loro rivelazione. Lo speciale GiovedìScienza rientra fra gli eventi legati alla mostra L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge organizzata dal Sistema Scienza Piemonte. L'Ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Programma completo e diretta streaming su: www.giovediscienza.it.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Speciale GiovedìScienza al Teatro Colosseo di Torino LINK: https://www.researchitaly.it/eventi/speciale-giovediscienza-al-teatro-colosseo-di-torino/


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 23/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2iyg6nZ

1 /1

AUTORE: REDAZIONE


22/12/2017 00:19 Sito Web

Con l'arrivo del nuovo anno non si esaurisce "L'infinita curiosità" La mostra è visitabile fino al 18 marzo presso l'Accademia delle Scienze ed è dedicata alla fisica contemporanea Sino al 18 Marzo Torino ospita, nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. La mostra è divisa in sei sezioni ed è strutturata come un viaggio nell'universo, dall'immensamente piccolo all'infinitamente grande, per capire come la semplice realtà quotidiana si spieghi attraverso profonde quanto affascinanti leggi della fisica. Un viaggio curioso e divertente che permetterà a tutti di sentirsi un po' scienziati... accompagnati da una guida d'eccezione: Tullio Regge, uno dei più grandi scienziati della generazione venuta dopo Enrico Fermi. Esperimenti, exibit, documenti... grandi e piccini rimarranno affascinati dalle sei sezioni della mostra! Passeggiando fra libri e documenti preziosi, sbirciando tra lettere autografe di Einstein e installazioni spettacolari, i visitatori possono salire su un aereo per osservare il fenomeno delle Glorie, viaggiare tra neutrini ed onde gravitazionali, sperimentare le variazioni spazio-tempo, indossare un visore 3D per entrare nelle opere di Regge... La mostra, realizzata in collaborazione con Compagnia di San Paolo, è gratuita e aperta dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 18. r.g.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Con l'arrivo del nuovo anno non si esaurisce "L'infinita curiosità" LINK: http://www.torinoggi.it/2017/12/22/leggi-notizia/argomenti/eventi-11/articolo/con-larrivo-del-nuovo-anno-non-si-esaurisce-linfinita-curiosit...


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 24/04/2018

SITO: https://bit.ly/2G0cFvM

3/5

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 24/04/2018

SITO: https://bit.ly/2G0cFvM

4/5

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 24/04/2018

SITO: https://bit.ly/2G0cFvM

5/5

AUTORE


14/02/2018 00:35 Sito Web

L’infinita Curiosità . Il computer di Tullio Regge: penna e pennello Torino, IT L’infinita Curiosità . Il computer di Tullio Regge: penna e pennello - Pinacoteca dell'Accademia Albertina - Torino 14/02/2018 Pinacoteca dell'Accademia Albertina, Torino Torino - L’infinita Curiosità . Il computer di Tullio Regge: penna e pennello ospitata dal 17 febbraio al 18 marzo alla Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti, l’esposizione è un omaggio agli aspetti più creativi di Tullio Regge. Torino - «Ã^ un fatto noto â€" scriveva Tullio Regge â€" che le strutture che hanno un profondo senso geometrico sono anche esteticamente splendide». A questa meraviglia, a questa ennesima espressione dell’infinita curiosità di Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma davvero unica - che celebra la parte più onirica e creativa del suo genio. Torino - L’esposizione è perfetta appendice della mostra L’infinita curiosità . Un viaggio nell’universo in compagnia di Tullio Regge , aperta fino al 18 marzo, organizzata dal Sistema Scienza Piemonte e ospitata all’Accademia delle Scienze di Torino. Entrambe le mostre sono realizzate con il sostegno della Compagnia di San Paolo. Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 14/02/2018 alle ore 12:45.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'infinita Curiosità. Il computer di Tullio Regge: penna e pennello LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/72974-infinita-curiosita-computer-tullio-regge-penna-pennello.htm


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 23/02/2018

SITO: https://bit.ly/2GxBZdC

1/1

AUTORE: Roberta Berardi


05/12/2017 13:46 Sito Web

torino.virgilio.it

LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/_l_infinita_curiosit_un_viaggio_nell_universo_in_compagnia_di_tullio_rege_-53780692.html

"L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Rege" Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". La...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Rege"


22/12/2017 13:23 Sito Web

torino.virgilio.it

Con l'arrivo del nuovo anno non si esaurisce "L'infinita curiosità" Sino al 18 Marzo Torino ospita, nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" , una mostra che...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Con l'arrivo del nuovo anno non si esaurisce "L'infinita curiosità" LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/con_l_arrivo_del_nuovo_anno_non_si_esaurisce_l_infinita_curiosit_-53956571.html


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 27/03/2018

SITO: https://bit.ly/2EfUXUp

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 27/03/2018

SITO: https://bit.ly/2EfUXUp

2/2

AUTORE


14/04/2018 15:08 Sito Web

L'infinita curiosità, mostra all'Accademia delle Scienze di Torino Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge aperto fino al 2 maggio 2018 Pubblicato il 14 aprile 2018 ore 17:41 L'infinità curiosità L'infinità curiosità 2 min Milano, 11 aprile 2018 - Fino al 2 maggio 2018 l'Accademia delle Scienze di Torino ospita la mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge". Proprio grazie al grande successo di pubblico, l'evento è stato prorogato fin dopo il ponte del primo maggio, per permettere a tutti quanti di fare un bellissimo viaggio nell'universo. La mostra esplora i temi della fisica contemporanea, come la relatività, la teoria quantistica, l'astrofisica, la struttura della materia, la cosmologia, le particelle elementari. "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" sarà aperta con ingresso libero da martedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18 (chiusa il lunedì), presso l'Accademia delle Scienze di Torino, in via Accademia delle Scienze 6. E se siete appassionati di Tullio Regge, sempre fino al 2 maggio è stata prorogata la mostra "Il computer di Regge: penna e pennello" alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti (Via Accademia Albertina 8 a Torino). Anche questa mostra è a ingresso libero (da lunedì a domenica dalle ore 10 alle ore 18, chiusa il mercoledì). Entrambe le mostre sono realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. Riproduzione riservata

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'infinità curiosità, mostra all'Accademia delle Scienze di Torino LINK: https://www.quotidiano.net/magazine/tempo%2520libero/l-infinit%25C3%25A0-curiosit%25C3%25A0-mostra-all-accademia-delle-scienze-di-torino-1.3...


17/03/2018 Sito Web

Her/Herr, personale dell'artista Cristina Gardumi Da giovedì 22 marzo a sabato 21 aprile 2018 Torino - A partire da giovedì 22 marzo e fino a sabato 21 aprile, Burning Giraffe Art Gallery ospita la mostra Her/Herr, personale dell'artista multidisciplinare Cristina Gardumi, vincitrice del T.I.N.A. Prize 2017. La mostra, a cura di Alessandra Ioalé, presenta, attraverso due installazioni, il poliedrico lavoro di ricerca di un'artista, illustratrice e performer dal linguaggio ironico e spregiudicato. Torino - Attraverso un corpus di opere inedite, costituito da due installazioni: una fotografica con interventi pittorici e una interattiva, e dalle animazioni video da cui è tratta la serie di dipinti su carta, si porta all'attenzione il lavoro di ricerca di questa pittrice, illustratrice, performer e attrice teatrale, bresciana di nascita ma pisana di adozione, dal talento riconosciuto a livello internazionale, come attestato dai prestigiosi riconoscimenti che si sono susseguiti negli anni, quali il Celeste Prize, il Premio Arte Laguna e il Combat Prize. Torino - Con Her/Herr, titolo significativo - her, che in inglese significa lei, e herr, che in tedesco significa signore - che rivela il carattere di una mostra che vuole giocare e gioca sul filo dell'ambiguità di genere, l'artista porta avanti una riflessione sul concetto di travestimento e sulle pratiche di smascheramento del maschio contemporaneo. Il percorso ha inizio sulle pareti della galleria con l'installazione Peep show, una cospicua serie di fotografie vintage, in cui l'intervento pittorico dell'artista ribalta il senso della situazione reale fotografata innestando i suoi personaggi dalla testa animale all'interno dei paesaggi, a loro volta contemplati dai reali protagonisti degli scatti, che diventano inconsapevoli voyeur. Prosegue con le animazioni video Her/Herr, che dà il titolo alla mostra, da cui sono tratti i puHer, personaggi significativi ritratti dall'artista con i loro oggetti di piacere. Il percorso si conclude con l'installazione interattiva, che occupa il centro della seconda sala espositiva, costituita da un trompe-l'oeil da letto in stoffa, ovvero un copriletto (che ciclicamente verrà cambiato) su cui il pubblico potrà sdraiarsi e farsi un selfie con il personaggio o i personaggi dipinti e calarsi finalmente in una delle messe in scena dell'artista. Potrebbe interessarti anche: Domenica al Museo, musei gratis a Torino, dal 1 aprile 2018 al 6 gennaio 2019 , L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, fino al 2 maggio 2018 , Torino e i suoi fiumi, otto secoli di storie, fino al 30 marzo 2018 , Francis Bacon, Mutazioni. La mostra a Palazzo Cavour, fino al 20 maggio 2018

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Her/Herr, personale dell'artista Cristina Gardumi LINK: http://www.mentelocale.it/torino/eventi/75236-her-herr-personale-artista-cristina-gardumi.htm


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO: http://bit.ly/2Com9zj

1/1

AUTORE: Paola Montonati


12/02/2018 15:05 Sito Web

San Valentino con la scienza, all'università il "Piero Angela inglese" La conferenza-spettacolo gratuita Redazione 12 febbraio 2018 15:05 I più letti di oggi 1 Il capo della polizia Gabrielli a Ivrea per assistere alla prima Battaglia delle arance 2 San Valentino, cosa fare a Torino per la festa degli innamorati 3 San Valentino con la scienza, all'università il "Piero Angela inglese" 4 The Party Approfondimenti 3 maggio 2017 23 dicembre 2017 22 gennaio 2018 30 gennaio 2018 Il 14 febbraio l'Università di Torino ospita il professor Brian Cox per una speciale tappa del suo tour di conferenze-spettacolo, unica data italiana, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Stella internazionale della comunicazione scientifica, il professor Cox una specie di Piero Angela britannico, per la capacità divulgativa e la fama legata a temi scientifici in TV arriva per la prima volta in Italia e condurrà il pubblico in un viaggio spettacolare alla scoperta del cosmo e dei suoi misteri. Brian Cox è fisico delle particelle, collabora all'esperimento ATLAS al CERN, insegna all'Università di Manchester ed è membro della Royal Society, la più antica associazione accademica per la promozione dell'eccellenza scientifica. Dal 2010 il Professor Cox conduce documentari e programmi di divulgazione scientifica per la BBC come Wonder of the Universe, Forces of Nature e People of Science, la recente serie di interviste ai soci della Royal Society sui grandi personaggi della storia della scienza. I suoi tour di conferenze-spettacolo in giro per il Regno Unito registrano numeri da concerto rock. Per l'occasione, nell'Aula Magna Cavallerizza Reale dell'Università verrà allestito un ambiente immersivo attraverso la proiezione di spettacolari immagini dello spazio. I dettagli dell'evento con Brian Cox L'evento è organizzato dall'Università di Torino in collaborazione con l'INFN - Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Sezione di Torino) e si svolge nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge, allestita presso l'Accademia delle Scienze (Via Accademia delle Scienze 6, Torino) fino al 18 marzo 2018. L'iniziativa è organizzata dal Sistema Scienza Piemonte e sostenuta dalla Compagnia di San Paolo. La partecipazione all'evento è gratuita: a partire dalle ore 19:00 all'ingresso dell'Aula Magna Cavallerizza Reale sarà possibile ritirare i biglietti (max 2 a persona) e le cuffie per la traduzione fino ad esaurimento posti. L'apertura al pubblico in sala comincerà alle ore 20:00. In mattinata invece il professor Cox incontrerà in via Giuria le ricercatrici e i ricercatori dell'Università di Torino per una serie di domande e risposte sul tema del public engagement, sul ruolo di Università ed enti di ricerca nella società e sulle prospettive future della condivisione dei risultati della ricerca.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

San Valentino con la scienza, all'università il "Piero Angela inglese" LINK: http://www.torinotoday.it/eventi/brian-cox-live-torino.html


15/01/2018 13:24 Sito Web

"Il diritto di contare", proiezione e dibattito al Cinema Massimo Dove Cinema Massimo Via Giuseppe Verdi, 18 Quando Dal 17/01/2018 al 17/01/2018 20.30 Prezzo Gratis Altre Informazioni Redazione 15 gennaio 2018 13:24 Il 17 gennaio 2018, alle ore 20:30, l'Università di Torino e il Museo Nazionale del Cinema propongono la proiezione del film "Il diritto di Contare". L'evento si svolge nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra "L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il contributo della Compagnia di San Paolo. Uscito nelle sale italiane lo scorso 8 marzo, il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afro-americane che hanno rivoluzionato gli studi alla Nasa, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. La loro è una storia di emancipazione femminile e di ribellione alle discriminazioni razziali nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta e riesce a mettere bene in luce l'enorme contributo delle donne al progresso della scienza. Dopo la proiezione gli spettatori potranno dialogare sui temi del film con Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra "L'infinita curiosità", e Anna Ceresole, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sezione di Torino, che ha lavorato a lungo con Tullio Regge. La partecipazione all'evento è gratuita. A partire dalle 19:30 presso il Cinema Massimo sarà possibile ritirare il tagliando per l'ingresso (max 2 biglietti a persona). Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto... Caricamento in corso... Auto A piedi Mezzi Pubblici Bici

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"Il diritto di contare", proiezione e dibattito al Cinema Massimo LINK: http://www.torinotoday.it/eventi/il-diritto-di-contare-cinema-massimo.html


05/12/2017 11:17 Sito Web

LINK: http://www.torinoggi.it/2017/12/05/leggi-notizia/argomenti/eventi-11/articolo/linfinita-curiosita-un-viaggio-nelluniverso-in-compagnia-di-tu...

"L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Rege" Continua anche nel periodo delle feste la mostra organizzata presso il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'. La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. La mostra, divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Guida ideale del viaggio è Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in molti campi della fisica e appassionato divulgatore scientifico. La sua inesauribile curiosità sarà il fil rouge dell'intero percorso, che comprenderà ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità (per info www.torinoscienza.it) La mostra si avvale della collaborazione di importanti istituzioni scientifiche italiane, tra le quali l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha fornito due spettacolari installazioni immersive, e l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), che contribuisce con due exhibit innovativi progettati per l'occasione. LE SEI SEZIONI DELLA MOSTRA L'ingresso alla mostra accoglie il visitatore con un allestimento spettacolare. Nello scenografico corridoio è posta un'installazione di legno che rappresenta la 'scala cosmica': 62 blocchi corrispondenti ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dall'estremamente piccolo (la lunghezza di Planck) all'immensamente grande (l'orizzonte cosmologico). Lungo il percorso della mostra il visitatore si muoverà idealmente su e giù per questa scala, confrontandosi con le dimensioni delle cose, dai quark alle galassie. La prima sezione, MESSAGGERI DEL COSMO, racconta come possiamo esplorare i confini dell'universo grazie ai messaggeri che giungono dalle profondità dello spazio: le onde gravitazionali, appena scoperte, i raggi cosmici, i neutrini. L'esperienza è al centro dell'allestimento: il visitatore entra in 'scatole magiche', ambienti immersivi che permettono di ascoltare il suono delle onde e di visualizzare l'arrivo dei neutrini. Con la seconda sezione, SPAZIO, TEMPO, RELATIVITÀ, si entra nel mondo di Einstein e della sua teoria della relatività. Il visitatore è invitato a scoprire le moderne idee di spazio e di tempo, confermate da esperimenti di grande precisione, e più vicine a noi di quanto si pensi: è proprio grazie alla relatività che oggi possiamo usare i navigatori satellitari, e alcune divertenti installazioni permetteranno di scoprirlo. La terza sezione, QUANTI E PARTICELLE, ci conduce, con un grande salto, all'estremamente

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Rege"


05/12/2017 11:17 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

piccolo. La sezione è dedicata alla meccanica quantistica e alla fisica subnucleare, illustrate nelle loro manifestazioni più suggestive. Vedremo che i corpuscoli sono onde, capiremo che cosa accade all'interno di un acceleratore, proveremo a scoprire nuove particelle. Il fenomeno ottico delle glorie, che potremo osservare dal finestrino di un aereo, rivelerà insospettati legami con la fisica dei quanti. La quarta sezione, FORME NELLA MATERIA, esplora la terra di mezzo, il microcosmo appena sotto il nostro sguardo. La sezione, dedicata alla geometria della materia, alle simmetrie, alle forme solide e fluide, è ricca di oggetti e di immagini: specchi, modelli molecolari, nanomateriali, disegni in 3D, e la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. L'estremamente piccolo e l'immensamente grande si incontrano nella quinta sezione, VISIONI DEL TUTTO, in cui si vede come la fisica contemporanea si sforzi di comprendere il cosmo nella sua interezza e di spiegare con una teoria unitaria tutti i fenomeni della natura. Una sfida ancora aperta, e che forse rimarrà sempre tale, ma che ha dato vita a idee affascinanti. Il visitatore potrà ammirare una ricostruzione della Biblioteca di Babele di Borges, simbolo del tentativo umano di abbracciare il tutto. L'ultima sezione, RITORNO A CASA, è dedicata è dedicata al ruolo dei fisici nello spazio pubblico, al loro impegno sociale e culturale come uomini del proprio tempo, da Einstein e Oppenheimer ai giorni nostri. La sezione ospita documenti storici di grande importanza (tra cui la corrispondenza Einstein-Croce) e si chiude con un oggetto unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ('Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini') e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore). c.s.


09/04/2018 00:18 Sito Web

LINK: http://www.torinoggi.it/2018/04/09/leggi-notizia/argomenti/eventi-11/articolo/allaccademia-delle-scienze-linfinita-curiosita-un-viaggio-nell...

All'Accademia delle Scienze 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge' Visto il grande successo di pubblico, la mostra è stata prorogata fino al 2 maggio L'arrivo della bella stagione porta con se numerose possibilità di svago dalla routine quotidiana e in particolare i tanto attesi ponti di primavera, che quest'anno se organizzati bene diventano vere e proprie vacanze grazie a come sono distribuiti i giorni. Chi in viaggio verso la costa per assaporare il primo mare, chi alla scoperta di città e nuovi territori. A Torino sono in programma tanti appuntamenti per tutti i gusti, a partire dalla mostra ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 maggio. La mostra esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - 'Il computer di Regge: penna e pennello' che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante le vacanze di Pasqua e nei ponti del 25 Aprile e 1 Maggio; ma anche per le scuole, per visitare la mostra e con essa fare un viaggio a ritroso attraverso lo spazio, il tempo e la materia. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. La mostre sono entrambe realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. L'INFINITA CURIOSITÀ: UN VIAGGIO NELL'UNIVERSO IN COMPAGNIA DI TULLIO REGGE Accademia delle Scienze - Via Accademia delle Scienze 6, Torino INGRESSO LIBERO. Mar - dom dalle 10 alle 18. Chiuso lunedì c.s.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

All'Accademia delle Scienze 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'


23/04/2018 17:04 Sito Web

Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità" dedicata a Tullio Regge La mostra è stata prorogata fino al 2 maggio Ultimi giorni per visitare 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al 2 Maggio. La mostra, ospitata nel magnifico palazzo dell'Accademia delle Scienze, esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari). Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Pensata per tutti coloro che vogliono provare ad esplorare e capire l'universo attraverso il linguaggio solo apparentemente complicato della fisica ed in particolare per le scuole e per le famiglie. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - 'Il computer di Regge: penna e pennello' che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante i ponti del 25 Aprile e 1 Maggio. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. La mostre sono entrambe realizzate in collaborazione con Compagnia di San Paolo. r.g.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità" dedicata a Tullio Regge LINK: http://www.torinoggi.it/2018/04/23/leggi-notizia/argomenti/eventi-11/articolo/ultimi-giorni-per-visitare-linfinita-curiosita-dedicata-a-tull...


15/01/2018 11:00 Sito Web

"Il diritto di contare" proiettato al cinema Massimo Il 17 gennaio alle 20.30 Il 17 gennaio 2018, alle 20.30, l'Università di Torino e il Museo Nazionale del Cinema propongono la proiezione del film 'Il diritto di Contare'. L'evento si svolge nell'ambito del programma di eventi collaterali della mostra 'L'infinita curiosità: un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge' allestita presso l'Accademia delle Scienze di Torino organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il contributo della Compagnia di San Paolo. Uscito nelle sale italiane lo scorso 8 marzo, il film racconta la storia di Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson, tre scienziate afro-americane che hanno rivoluzionato gli studi alla NASA, lavorando a una delle più grandi operazioni della storia: la spedizione in orbita dell'astronauta John Glenn. La loro è una storia di emancipazione femminile e di ribellione alle discriminazioni razziali nella Virginia segregazionista degli anni Sessanta e riesce a mettere bene in luce l'enorme contributo delle donne al progresso della scienza. Dopo la proiezione gli spettatori potranno dialogare sui temi del film con Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra 'L'infinita curiosità', e Anna Ceresole, primo ricercatore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sezione di Torino, che ha lavorato a lungo con Tullio Regge. La partecipazione all'evento è gratuita. A partire dalle 19:30 presso il Cinema Massimo sarà possibile ritirare il tagliando per l'ingresso (max 2 biglietti a persona). c.s.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"Il diritto di contare" proiettato al cinema Massimo LINK: http://www.torinoggi.it/2018/01/15/leggi-notizia/argomenti/torinoggiit/articolo/il-diritto-di-contare-proiettato-al-cinema-massimo.html


17/02/2018 16:01 Sito Web

Tullio Regge: l'informatica dell'arte in mostra all'Accademia Albertina Apre l'ultimo capitolo della mostra dedicata al fisico piemontese, con gli strumenti che utilizzava per realizzare i suoi straordinari disegni Un'atmosfera visionaria accoglie il visitatore della Pinacoteca Albertina, dove fino al 18 marzo è allestita la mostra 'Infinita curiosità. Il computer di Tullio Regge: penna e pennello'. Un personaggio, Regge, caratterizzato da una profonda curiosità che lo ha portato a esplorare i diversi aspetti della cultura scientifica, arrivando a dare una forma alla matematica. 'Regge parlava attraverso i disegni', ha commentato Piero Bianucci, giornalista scientifico e curatore della mostra insieme a Vincenzo Barone. Alla mostra, quindi, si aggiunge un'altra esposizione, presso la Sala Azzurra dell'Accademia Albertina, con gli strumenti utilizzati da Regge per realizzare le sue opere. Dalla cosiddetta 'scatola di Tullio Regge', che utilizzava per costruire modelli tridimensionali, ai computer, che soprattutto nell'ultimo periodo - anche a causa di alcuni problemi di salute - furono il suo pennello e la sua tela. 'I disegni che realizzava - ha aggiunto Marta Regge, figlia del fisico e matematico - avevano poi dei titoli carichi di ironia, perché mangiava ironia dalla mattina alla sera'. Come ad esempio 'La viola del pensiero debole', indiretta critica al celebre concetto elaborato dal filosofo Gianni Vattimo, che campeggia sulla copertina della pubblicazione (gratuita) realizzata per l'esposizione. Disegni che Regge iniziò a realizzare intorno al 1983, 'tre anni prima che Andy Warhol scoprisse il computer per disegnare', ha sottolineato Piero Bianucci. In mostra si trova anche una bicicletta, che consente al visitatore, grazie alla realtà virtuale, di 'pedalare all'interno dei disegni di Tullio Regge'. Ma c'è anche una la possibilità di stampare i disegni e portarli con sé, scegliendoli da un elenco grazie a una postazione dedicata. 'Abbiamo posizionato l'ultimo capitolo della mostra durante l'ultimo mese di esposizione' ha aggiunto Fiorenzo Alfieri, presidente dell'Accademia Albertina di Belle Arti e del Centro Scienza, che poi ha annunciato il termine dei lavori di risistemazione degli spazi interni entro la fine dell'anno. Un risultato che consentirà di ampliare gli spazi espositivi della Pinacoteca. Ma la commistione tra arte e scienza è una caratteristica che si ritrova in Tullio Regge, un aspetto che ha convinto la Compagna di San Paolo a sostenere queste iniziative mettendo a disposizione il Sistema Scienza. 'Crediamo molto nel dialogo tra diverse discipline - ha commentato, in proposito, Paola Sabbione, della fondazione bancaria - e intendiamo affrontare i discorsi sempre in maniera trasversale'. E, a proposito di commistione tra arte e scienza, alcuni studenti dell'Accademia faranno da guida all'interno della mostra. Paolo Morelli

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Tullio Regge: l'informatica dell'arte in mostra all'Accademia Albertina LINK: http://www.torinoggi.it/2018/02/17/leggi-notizia/argomenti/eventi-11/articolo/tullio-regge-linformatica-dellarte-in-mostra-allaccademia-albe...


21/02/2018 14:35 Sito Web

LINK: http://www.torinotoday.it/eventi/infinita-curiosita-m-illumino-di-meno.html

"L'infinita curiosità..." aderisce a "M'illumino di meno" e spegne i suoi allestimenti Dove Accademia delle Scienze Via Accademia delle Scienze, 6 Quando Dal 23/02/2018 al 23/02/2018 17-18 Prezzo Gratis Altre Informazioni Redazione 21 febbraio 2018 14:35 La mostra "L'infinita Curiosità. Un viaggio nell'universo di compagnia di Tullio Regge" presso l'Accademia delle Scienze aderirà all'iniziativa "M'illumino di meno" per sensibilizzare il pubblico alla sostenibilità e al risparmio energetico. Venerdì 23 febbraio verranno infatti spente le luci dell'allestimento dalle 17 alle 18. Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto... Caricamento in corso... Auto A piedi Bici

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"L'infinita curiosità..." aderisce a "M'illumino di meno" e spegne i suoi allestimenti


26/02/2018 09:07 Sito Web

26 febbraio 2018 9:07 Condivisioni La nostra mente non è fatta per numeri, lettere, equazioni: ci siamo evoluti nel cosmo imparando e ricordando per immagini. Ed è grazie ai progressi della scienza - ai codici di visualizzazione che ricostruiscono i dati provenienti da esperimenti del CERN, o da missioni spaziali come HST o GAIA - se oggi possiamo "vedere" la struttura e la dinamica degli atomi, delle particelle elementari, delle galassie, delle sorgenti X e gamma. La scienza usa infatti immagini virtuali per rappresentare la struttura del mondo fisico, permettendoci di scrutare oltre il nostro occhio, ed è virtuale il cielo che gli astrofisici oggi simulano nei supercomputer per capire meglio l'evoluzione del cosmo, così come l'universo che vediamo nei planetari. C'è però un aspetto "reale" del cielo che di solito viene ignorato: ogni raggio di luce che arriva dalla volta stellata è un "treno" di fotoni che fisicamente congiunge la retina del nostro occhio alla fotosfera della stella. Le stelle ci toccano, e fanno il solletico al nostro cervello. Il viaggio dei fotoni dalla retina al cervello alimenta la nostra immagine dell'universo che è insieme reale e virtuale. Ed è proprio il viaggio tra "Universo virtuale e universo reale" protagonista il 1° marzo della seconda trasferta di GiovedìScienza al Politecnico di Torino (alle 17:45, Aula Magna "Giovanni Agnelli", in Corso Duca degli Abruzzi, 24). Appuntamento con il giornalista e scrittore Piero Bianucci (autore di una trentina di libri di divulgazione scientifica, cura il mensile "le Stelle" fondato da Margherita Hack) e con l'astrofisico Attilio Ferrari, presidente del Parco Astronomico Infini.to (svolge ricerche sulla fisica delle stelle e delle galassie, sui fenomeni cosmici di alta energia e sulla cosmologia in Italia e all'Università di Princeton, al MIT di Boston, al Max Planck Institute di Monaco, ecc.) per capire come i computer e gli "occhi della mente" ricostruiscono il cosmo. L'incontro si svolge nell'ambito di eventi collaterali della mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" organizzata dal Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Segreteria organizzativa tel. 011 8394913. Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto... Caricamento in corso...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

"Universo virtuale e reale", Giovedìscienza al Politecnico LINK: http://www.torinotoday.it/eventi/universo-virtuale-e-reale-politecnico.html


17/02/2018 17:39 Sito Web

torino.virgilio.it

Tullio Regge: l'informatica dell'arte in mostra all'Accademia Albertina Un'atmosfera visionaria accoglie il visitatore della Pinacoteca Albertina, dove fino al 18 marzo è allestita la mostra "Infinita curiosità. Il computer di Tullio Regge: penna e...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Tullio Regge: l'informatica dell'arte in mostra all'Accademia Albertina LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/tullio_regge_l_informatica_dell_arte_in_mostra_all_accademia_albertina-54516835.html


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2Ek97oj

1/2

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 05/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2Ek97oj

2/2

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 16/02/2018

SITO WEB: http://bit.ly/2GyDfNu

1/1

AUTORE: Alberto Pastorella


23/04/2018 16:36 Sito Web

torino.virgilio.it

Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità" dedicata a Tullio Regge Ultimi giorni per visitare " L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge" , che grazie all'enorme successo di pubblico è stata prorogata fino al...

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Ultimi giorni per visitare "L'infinita curiosità" dedicata a Tullio Regge LINK: https://torino.virgilio.it/notizielocali/ultimi_giorni_per_visitare_l_infinita_curiosit_dedicata_a_tullio_regge-55196493.html


PAESE: Italia

AUTORE: REDAZIONE

DIFFUSIONE: online

➤ 23/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2nl0END

1 /2


PAESE: Italia

AUTORE: REDAZIONE

DIFFUSIONE: online

➤ 23/10/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2nl0END

2 /2


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 12/04/2018

SITO: https://bit.ly/2K8tlnx

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 12/04/2018

SITO: https://bit.ly/2K8tlnx

2/2

AUTORE


11/12/2017 18:38 Sito Web

LINK: http://www.meteoweb.eu/2017/12/torino-mostra-5-tecnologie-spiegano-la-fisica/1014298/

Torino, "L'infinita curiosità": in mostra 5 tecnologie che spiegano la fisica La mostra "L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia di Tullio Regge" è aperta a Torino fino al 18 Marzo A cura di Filomena Fotia 11 dicembre 2017 - 16:48 Perché gli orologi sono sempre in ritardo? Di che materiale è fatta la racchetta di Novak Djokovic? Sapevate che dietro al funzionamento del GPS c'è la teoria della relatività di Einstein? "L'infinita curiosità. Un viaggio in compagnia di Tullio Regge", aperta a Torino fino al 18 Marzo, è una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea (relatività, teoria quantistica, struttura della materia, astrofisica e cosmologia, particelle elementari) ma è anche un viaggio attraverso le tecnologie che hanno reso possibile lo studio e la ricerca. Un appuntamento da non perdere non solo per gli appassionati di scienza ma anche per chi sa che la curiosità è il motore della conoscenza. Perché avvenga una scoperta scientifica rivoluzionaria sono necessarie: le persone giuste al posto giusto, una favorevole temperie culturale e - fattore spesso trascurato - la tecnologia adeguata. Siamo abituati a considerare le "applicazioni" della scienza come conseguenze della ricerca di base ma non dimentichiamo che senza la giusta tecnologia molti studi fondamentali non sarebbero stati possibili. E così anche una mostra dedicata alla curiosità, alla bellezza della speculazione, alla libertà del pensiero creativo è necessariamente piena di interessanti tecnologie. Lo specchio più perfetto del mondo Il Nobel per la Fisica 2017 è stato assegnato ai tre scienziati responsabili del progetto che ha portato alla scoperta delle onde gravitazionali. In controtendenza rispetto agli anni scorsi, è stata premiata una scoperta recentissima, risalente alla fine del 2015. La tecnologia alla base di queste ricerche è fantascientifica. Il fenomeno rilevato è incredibilmente minuscolo: una deformazione di 10-18 metri, pari a un miliardesimo del raggio atomico. L'apparato sperimentale, detto interferometro, è formato da due bracci di 4 km perpendicolari tra di loro, che contengono due grandi tubi a ultra-vuoto, dentro i quali si sparano due fasci laser. I fasci si riflettono su specchi particolari, sospesi a giganteschi ammortizzatori antisismici all'interno di campane alte 11 metri, che annullano le interferenze terrestri e permettono allo strumento di concentrarsi sui segnali dello spazio. La precisione del tutto è incredibile: pensate che per azzerare i disturbi dovuti alla presenza di gas residui è necessario che nei tubi si crei un vuoto migliore di quello che c'è sulla Luna. Lo specchio presente in mostra (che ha "lavorato" fino al 2011 nell'apparato italiano Virgo, gemello di quello americano dove è avvenuta la scoperta) è proprio uno di questi gioielli di tecnologia. È trasparente per la luce visibile, ma perfettamente riflettente per la luce infrarossa del laser utilizzato. La lavorazione necessaria per raggiungere un simile grado di precisione è effettuata in un laboratorio sotto vuoto. La racchetta di Djokovic Una forma ideale descritta da Archimede, detta icosaedro troncato, e analoga a un pallone di calcio, è uscita negli ultimi anni dal campo della speculazione geometrica per entrare in quello della tecnologia avanzata, con applicazioni anche a oggetti quotidiani. A lungo si pensava non esistesse in natura ma la pervicacia degli scienziati alla fine ha avuto la meglio. Nel 1981 Tullio Regge e Mario Rasetti studiarono le simmetrie e le proprietà di un sistema di 60 atomi disposti nei vertici di un icosaedro troncato. Sembrava un semplice gioco, ma pochi anni dopo, nel 1985, tre chimici americani scoprirono qualcosa di molto simile:

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Torino, "L'infinita curiosità": in mostra 5 tecnologie che spiegano la fisica


11/12/2017 18:38 Sito Web

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

una molecola costituita da 60 atomi di carbonio, che battezzarono fullerene. La scoperta del fullerene è legata alle nuove tecnologie dei nanomateriali a base di carbonio, in particolare di grafene, materiale costituito da uno strato che ha uno spessore equivalente alle dimensioni di un solo atomo. Le proprietà del grafene ne fanno un materiale adatto a svariati usi. Altre strutture di grande interesse applicativo sono i nanotubi di carbonio, cilindri di grafene di diametro microscopico, che possono essere lunghi fino a qualche centimetro. In mostra sono esposti vari oggetti realizzati con questa tecnologia, tra cui la racchetta - robusta e leggera al tempo stesso - usata da un grande campione come Novak Djokovic. Particelle nella nebbia Le particelle elementari non si possono osservare direttamente; per rivelarle si deve utilizzare una tecnica che le spinga a lasciare delle impronte particolari. Così come un bravo naturalista risale all'animale che ha lasciato un'orma nella foresta, un fisico è in grado di ricavare dalle tracce delle particelle la loro carta di identità. In mostra esponiamo uno dei primi apparati sperimentali progettati per raccogliere queste tracce. Si tratta di una camera a nebbia. Quando una particella carica ci passa dentro, lascia una scia di goccioline di vapore che condensano attorno agli ioni prodotti dalla particella stessa. Le camere a nebbia sono state usate fino agli anni Cinquanta e hanno poi lasciato il posto a un tipo più avanzato di rivelatori, le camere a bolle, inventate nel 1952. All'interno di questi apparati le particelle passano attraverso un liquido surriscaldato e producono una scia di piccole bolle che può essere fotografata. Oggi le camere a bolle si sono evolute fino a diventare oggetti impressionanti, come il rivelatore Atlas dell'esperimento che al Cern ha permesso la scoperta del bosone di Higgs: è lungo 46 metri, ha un diametro di 25 e pesa circa 7000 tonnellate. Orologi sempre in ritardo Una delle conseguenze più clamorose (ma accuratamente verificate a livello sperimentale) della relatività ha a che fare con la misura del tempo: per Einstein, infatti, un orologio in moto "va indietro" rispetto a un identico orologio fermo. Questo rallentamento non è solo causato dalla velocità, ma anche dalla gravità: sulla Terra, un orologio posto in basso, dove la gravità è più forte, rallenta rispetto a un orologio posto in alto. Sono effetti piccolissimi e per osservarli si è dovuto aspettare l'avvento degli orologi atomici. I primi esperimenti, negli anni Settanta, misurarono effetti di rallentamento del tempo su dislivelli di migliaia di metri, dalla pianura alla cima dei monti, che era quanto consentiva la tecnologia dell'epoca. Gli orologi attuali sono incredibilmente precisi: sbagliano di un secondo ogni 10 miliardi di anni (più o meno l'età dell'universo) e permettono di osservare il diverso scorrere del tempo su dislivelli di pochi centimetri. Possiamo misurare discrepanze tra orologi messi per terra e poggiati sul tavolo! L'orologio presente in mostra è stato utilizzato nel 1976 da Luigi Briatore e Sigfrido Leschiutta per confrontare i tempi di due orologi a riposo, uno a Torino (250 metri), l'altro sul Plateau Rosa (circa 3500 metri), che risultarono differire di 34 nanosecondi al giorno, in accordo con quanto previsto dalla teoria della relatività. Relativamente sperduti La relatività del tempo è entrata nella vita di tutti i giorni. Il GPS, il sistema di posizionamento che utilizziamo per localizzare un punto sulla superficie terrestre con un errore di una decina di metri, funziona convertendo in distanze i tempi di viaggio di segnali radio scambiati tra satelliti in orbita a 20 chilometri di altitudine e un ricevitore terrestre. Poiché gli orologi sui satelliti sono in moto rispetto a quelli terrestri e sentono un campo gravitazionale più debole, il tempo che misurano è diverso dal tempo misurato dal ricevitore. Ci sono due correzioni: una di 7 microsecondi al giorno, dovuta alla velocità (gli orologi dei satelliti sono più lenti di quelli terrestri), e un'altra, di maggiore entità e segno opposto, di 45 microsecondi al giorno, dovuta alla gravità (gli orologi dei satelliti vanno più veloce di quelli terrestri). Se non si tenesse conto di questi effetti, l'errore giornaliero sulla localizzazione sarebbe superiore ai 10 chilometri. Il fatto che il GPS ci porti correttamente a destinazione rappresenta una verifica quotidiana delle relatività.


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 15/01/2017

SITO WEB: http://bit.ly/2EP5ZAq

1 /1

AUTORE:


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 28/02/2018

SITO: http://bit.ly/2IhOgV6

1/2

AUTORE


PAESE: Italia DIFFUSIONE: online

➤ 28/02/2018

SITO: http://bit.ly/2IhOgV6

2/2

AUTORE


03/02/2018 21:00 Sito Web

Udite udite!

L'infinita curiosità - Un viaggio in compagnia di Tulio Regge febbraio 3rd, 2018 Eventi 22 Settembre 201718 Marzo 2018 Torino, Accademia delle Scienze, Via Accademia delle Scienze 6 Ingresso gratuito Dal 22 Settembre 2017 al 18 Marzo 2018 il Palazzo dell'Accademia delle Scienze di Torino ospita 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge'. La mostra, promossa nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte con il sostegno della Compagnia di San Paolo e curata da Vincenzo Barone e Piero Bianucci, propone, con un allestimento coinvolgente, un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea. Il 22 Settembre si inaugura a Torino 'L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge', una mostra che esplora i temi più affascinanti della fisica contemporanea, dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Un appuntamento per gli appassionati di scienza, per le scuole e per chiunque voglia esplorare la curiosità umana, motore della conoscenza. La mostra, divisa in sei sezioni, è strutturata come un immaginario viaggio nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, attraverso lo spazio, il tempo e la materia. Guida ideale del viaggio sarà Tullio Regge (1931-2014), uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, autore di importanti scoperte in molti campi della fisica e appassionato divulgatore scientifico. La sua inesauribile curiosità sarà il fil rouge dell'intero percorso, che comprenderà ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Una mostra innovativa ospitata in spazi nuovi, i locali al pianterreno dell'Accademia delle Scienze di Torino, recentemente ristrutturati grazie a un contributo della Compagnia di San Paolo. Un ricco programma di eventi collaterali accompagnerà la mostra lungo tutta la sua durata: incontri con grandi scienziati e divulgatori, incroci e contaminazioni con arti figurative, teatro e cinema. Sono previste per le scuole visite guidate alla mostra e laboratori didattici presso Xké? - Il laboratorio della curiosità (per info www.torinoscienza.it) La mostra si avvale della collaborazione di importanti istituzioni scientifiche italiane, tra le quali l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), che ha fornito due spettacolari installazioni immersive, e l'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (INRiM), che contribuisce con due exhibit innovativi progettati per l'occasione. Le 6 sezioni della Mostra L'ingresso alla mostra accoglie il visitatore con un allestimento spettacolare. Nello scenografico corridoio è posta un'installazione di legno che rappresenta la 'scala cosmica': 62 blocchi corrispondenti ai 62 ordini di grandezza dell'universo conosciuto, dall'estremamente piccolo (la lunghezza di Planck) all'immensamente grande (l'orizzonte cosmologico). Lungo il percorso della mostra il visitatore si muoverà idealmente su e giù per questa scala, confrontandosi con le dimensioni delle cose, dai quark alle galassie. La prima sezione, Messaggeri del Cosmo, racconta come possiamo esplorare i confini dell'universo grazie ai messaggeri che giungono dalle profondità dello spazio: le onde gravitazionali, appena scoperte, i raggi cosmici, i neutrini. L'esperienza è al centro dell'allestimento: il visitatore entra in 'scatole magiche', ambienti immersivi che permettono di ascoltare il suono delle onde e di visualizzare l'arrivo dei neutrini. Con la seconda sezione, Spazio, Tempo, Relatività, si entra nel mondo di Einstein e della sua teoria della relatività. Il visitatore è invitato a scoprire le

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

L'infinita curiosità - Un viaggio in compagnia di Tulio Regge LINK: http://udite-udite.it/eventi/linfinita-curiosita-un-viaggio-in-compagnia-di-tulio-regge/


03/02/2018 21:00 Sito Web

Udite udite! La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

moderne idee di spazio e di tempo, confermate da esperimenti di grande precisione, e più vicine a noi di quanto si pensi: è proprio grazie alla relatività che oggi possiamo usare i navigatori satellitari, e alcune divertenti installazioni permetteranno di scoprirlo. La terza sezione, Quanti e Particelle, ci conduce, con un grande salto, all'estremamente piccolo. La sezione è dedicata alla meccanica quantistica e alla fisica subnucleare, illustrate nelle loro manifestazioni più suggestive. Vedremo che i corpuscoli sono onde, capiremo che cosa accade all'interno di un acceleratore, proveremo a scoprire nuove particelle. Il fenomeno ottico delle glorie, che potremo osservare dal finestrino di un aereo, rivelerà insospettati legami con la fisica dei quanti. La quarta sezione, Forme nella Materia, esplora la terra di mezzo, il microcosmo appena sotto il nostro sguardo. La sezione, dedicata alla geometria della materia, alle simmetrie, alle forme solide e fluide, è ricca di oggetti e di immagini: specchi, modelli molecolari, nanomateriali, disegni in 3D, e la poltrona Detecma, splendido esempio di matematica trasformata in design, progettata da Regge e di nuovo in produzione grazie a Gufram, marchio italiano marchio italiano di arredamento conosciuto nel mondo per aver forzato i limiti del disegno industriale. L'estremamente piccolo e l'immensamente grande si incontrano nella quinta sezione, Visioni nel tutto, in cui si vede come la fisica contemporanea si sforzi di comprendere il cosmo nella sua interezza e di spiegare con una teoria unitaria tutti i fenomeni della natura. Una sfida ancora aperta, e che forse rimarrà sempre tale, ma che ha dato vita a idee affascinanti. Il visitatore potrà ammirare una ricostruzione della Biblioteca di Babele di Borges, simbolo del tentativo umano di abbracciare il tutto. L'ultima sezione, Ritorno a Casa, è dedicata è dedicata al ruolo dei fisici nello spazio pubblico, al loro impegno sociale e culturale come uomini del proprio tempo, da Einstein e Oppenheimer ai giorni nostri. La sezione ospita documenti storici di grande importanza (tra cui la corrispondenza Einstein-Croce) e si chiude con un oggetto unico e particolarmente prezioso: un taccuino di dediche di Adriana Enriques, figlia del matematico Federigo Enriques, inaugurato nel 1921 da Einstein con uno dei suoi aforismi più famosi ('Lo studio e in generale l'amore per la bellezza e la verità sono cose dinanzi alle quali si vorrebbe sempre rimanere bambini') e firmato da celebri scienziati (Eddington, Planck, Rutherford, Fermi, Marconi) e grandi protagonisti della cultura (Puccini, Mascagni, Bontempelli, Serao, Tagore). L'infinita curiosità. Un viaggio nell'universo in compagnia di Tullio Regge 22 Settembre 2017- 18 Marzo 2018. Torino, Accademia delle Scienze, Via Accademia delle Scienze 6 A cura di Vincenzo Barone e Piero Bianucci Sistema Scienza Piemonte Il progetto è realizzato nell'ambito delle attività del Sistema Scienza Piemonte, un accordo promosso dalla Compagnia di San Paolo e sottoscritto dai principali enti torinesi che si occupano di diffusione della cultura scientifica. www.torinoscienza.it


15/03/2018 10:42 Sito Web

LINK: http://www.torinoggi.it/2018/03/15/leggi-notizia/argomenti/cultura-4/articolo/prorogata-al-2-maggio-linfinita-curiosita-un-viaggio-nellunive...

Prorogata al 2 maggio "L'infinita curiosità", un viaggio nell'universo in compagni di Tullio Regge Con oltre 22mila visitatori, la mostra ha superato le aspettative. Resta dunque a disposizione del pubblico. All'Accademia delle Scienze, con ingresso gratuito La mostra 'L'infinita curiosità: un viaggio in compagnia di Tullio Regge', con oltre 22.000 visitatori, si conferma un successo di pubblico e interesse e per questo motivo il Sistema Scienza Piemonte ha deciso di prorogarla fino al 2 Maggio, con il sostegno della Compagnia di San Paolo. La mostra è un viaggio ideale nell'universo, dall'immensamente grande all'estremamente piccolo, alla scoperta delle meraviglie della fisica contemporanea: dalle onde gravitazionali ai buchi neri, dalla relatività ai quanti, dalle particelle elementari ai nanosistemi. Guida d'eccezione di questo viaggio straordinario, Tullio Regge, uno dei più grandi scienziati della seconda metà del Novecento, la cui inesauribile curiosità è il fil rouge dell'intero percorso che comprende ambienti immersivi, installazioni, video, exhibit interattivi, strumenti scientifici, documenti storici (tra cui alcuni preziosi autografi einsteiniani). Inaugurata il 22 Settembre la mostra ha superato i 22.000 visitatori: un risultato positivo confermato anche dalla presenza dei giovani e dalla grande affluenza delle scuole. Quasi 5.000 gli studenti - dalla primaria alla secondaria di secondo grado - che hanno visitato la mostra, molti dei quali hanno partecipato anche ai laboratori di Xké - Il laboratorio della curiosità. Grande successo anche per tutte le attività collaterali organizzate al cinema Massimo, a Infini.to, nell'ambito dei GiovedìScienza e all'Università degli studi di Torino. Sempre a Tullio Regge è dedicata la mostra - piccola ma unica - 'Il computer di Regge: penna e pennello' che celebra la parte più onirica e creativa del genio dello scienziato. Anche questa mostra, ospitata alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti, è prorogata fino al 2 maggio. La proroga delle due mostre sarà un'occasione da non perdere, sia per i cittadini sia per i turisti che visiteranno la nostra città durante le vacanze di Pasqua e nei ponti del 25 Aprile e 1 Maggio; ma anche per le scuole, per visitare la mostra e con essa fare un viaggio a ritroso attraverso lo spazio, il tempo e la materia. A disposizione gratuita del pubblico, come già nei mesi precedenti, tutor e visite guidate. c.s.

La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato

Prorogata al 2 maggio "L'infinita curiosità", un viaggio nell'universo in compagni di Tullio Regge


Press & Digital PR Via Giordana 3. 10128 Torino Tel. 011/5534519 Cell. 333/4008592 ufficio stampa@maybepress.it

L'Infinita Curiosità_Rassegna Stampa  
L'Infinita Curiosità_Rassegna Stampa  
Advertisement