Viaggi nel Mediterraneo

Page 1


CreativitĂ e le Idee qualunque Schema...

ol

tr e

...la

IMPAGINAZIONE per EDITORI e progetti grafico-editoriali - CONSULENZA grafico-pubblicitaria ed editoriale per aziende e P.A. - DEPLIANTS & CATALOGHI progetti cartacei avanzati e multimediali - GRAFICA & DESIGN progetti avanzati - FOTOGRAFIA industriale e pubblicitaria & design - EDITORIA start up di qualsiasi progetto - STAMPA offset professionale - PROGETTI GLOBALI DI INFORMATIZZAZIONE per P.A. in Italia - SITI WEB

web: www.alfredomangone.it email: marketingfred@alice.it


Cultura Mediterranea:

U

benessere del corpo e dell’anima.

n viaggio nei paesi del Mediterraneo susciterà in te emozioni difficilmente dimenticabili: i paesaggi sono di quelli contrastanti, dove i monti, alternandosi a distese di macchia mediterranea, scendono ripidi verso coste a volte rocciose a volte sabbiose, dove la cultura antica ancora riecheggia nei mari sempre limpidi che accompagnarono Enea nel suo viaggio e dove i sapori della gastronomia tipica incanteranno il tuo palato in cerca di rare genuinità. Ti accompagneremo in queste antiche terre attraverso tre itinerari che costituiscono le tre principali risorse del Mediterraneo: paesaggistico-naturalistico, artistico-culturale ed enogastronomico: il primo itinerario di viaggio sarà quello paesaggistico perchè il Mediterraneo è sicuramente uno tra i pochi posti al mondo che regala ai suoi visitatori il più bel binomio mare-monti: ti condurremo dove il mare è limpido ed incontaminato, ti segnaleremo i paesi caratteristici da visitare, gli affascinanti percorsi naturalistici di montagna dove, nel silenzio della natura, scorrono ancora limpidi ruscelli e vivono indisturbate fauna e flora tipiche...luoghi selvaggi ed incantati, crudi e dolcissimi, che non compaiono sugli itinerari turistici di massa, ma si offrono in tutto il loro splendore a chi, ancora, apprezza certi richiami dell'anima. Il secondo itinerario di viaggio sarà quello culturale che ci guiderà costantemente nei nostri spostamenti conducendoci attraverso le nostre millenarie tradizioni alla ricerca dei segreti del vivere sano: scopriremo i tesori artistici delle città mediterranee, le tracce indelebili della cultura magno greca, dei Pitagorici, dei Santi, degli artisti e di tutti coloro che hanno gettato le fondamenta della nostra attuale identità: riscopriremo le antiche leggende della MagnaGrecia, il dimorare della dea Calipso in fondo al blu del mar Jonio. Infine l’itinerario di viaggio ti porterà a tavola, alla scoperta dell’enogastronomia tipica, per prepararti alle delizie del palato durante le tante soste golose che ti indicheremo, suggerendoti, inoltre, le autentiche ricette tipiche che oggi, più che mai, sono alla base della nuova dieta calabrese: regimi alimentari sani, dei pastori e dei pescatori di un tempo, segreti del vivere bene nel corpo per godere con la mente. A nome della redazione e dell’Assessorato al Turismo calabrese, ti porgo il caloroso benvenuto in Calabria, la terra dove potrai seguire le orme di Ulisse, nuotare con le sirene tentatrici e udire la musica del Mediterraneo...

L’ Editore VIAGGI NEL MEDITERRANEO

3


Manifestazioni ed eventi

Libreria

Soggiorni top class

Belli da impazzire

3

Editoriale

19 Parchi e riserve

7

Soggiorni VIP

48 Belvedere Marittimo

9

Belli da impazzire

33 LE RICETTE TIPICHE

13

LAMPEDUSA E LINOSA

70 AGRITURISMI VISTI

35

L’Isola Ferdinandea

48 Il Borsino del Turista

Benessere Benessere Natura

Patrimonio d’arte e Tradizioni

Idea week end

Alla scoperta di...

Natura, parchi e riserve

Personaggi illustri

Speciale paese

18

in 3 giorni

Nei paesi di un tempo, ancora lontani dallo stress delle grandi città e immersi nelle verdi valli e montagne della magica Sila Greca, l’ospitalità della gente e la cucina genuina sono il segreto di un ristoratore week end.

30

ROSSANO, IL MARE E I SAPORI DEGLI DEI Il Mare dei sogni si trova a due passi da casa, senza spendere una fortuna e senza rischiare di contagiarsi con gli ultimi virus killer. Ecco dove e come arrivare.

54

IL GIGANTE DORME?

La rete di sorveglianza vesuviana è tra le più efficenti del mondo, ma basterà a salvarci dall’eruzione del Vesuvio? Piani di evacuazione e carattere del napoletano.

Enogastronomia tipica

I SEGRETI DELLA DIETA CALABRESE La semplicità e la genuinità dei piatti tipici calabresi sono il segreto della nuova strabiliante dieta calabrese che aiuta a restare giovani e in forma.

64

I Produttori di enogastronomia tipica

Tavola d’autore: ristoranti

Le ricette da conservare

Aziende agrituristiche

40

Andar per Castelli e dimore dei RE

Percorriamo insieme un itinerario che ci condurrà dalla pianura di Sibari alla costa tirrenica per ammirare due splendidi esempi di costruzioni fortificate.

Enologia a 360°

Camping

4

Hotel

Stabilimenti balneari

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

la ROTTA DEI VINI 72 Vini DOC calabresi: dai rossi corposi ai bianchi entusiasmanti. VINCalabria, la rassegna dei vini calabresi organizzata dall’APT di Cosenza e dall’Assessorato al Turismo della Regione Calabria.



15

18

54

Rollos G., Londra. Incisione in rame, su carta, mm.190x285 (scala grafica di 200 miglia britanniche).

30

40

57

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

5



L A

B O I S E R I E

Via Gabriele d’Annunzio, 14 - 87068 Rossano (cs) - tel. 0983.530534


...Questione di stile Tutto in questo albergo è un inno alla raffinatezza e al confort di gran livello

★★★★★

Palazzo del Capo Cittadella del Capo, (Cs) Tel. +.39.0982.95674 - Fax. +.39.0982.95676 email: palazzodelcapo@tiscalinet.it web: www.palazzodelcapo.com Come arrivare ● In auto: Autostrada A3 Salerno - Reggio Calabria, uscita Lagonegro: Km.80; Reggio Calabria - Salerno, uscita Falerna: Km.65; da Cosenza Km 75. ● In aereo: Aeroporto internazionale di Lametia: Km. 85; aeroporto Minniti di Reggio Calabria: Km.150 ● In treno: Stazione ferroviaria di Paola: Km.30.

Viaggi nel Mediterraneo ha selezionato per voi gli hotels a 5 stelle, dimore esclusive vip. Questo Palazzo, nell’incantevole Baia di Capo Bonifati, sospeso fra una distesa illimitata di mare azzurro e uno sguardo verde di montagne circostanti, è una vera sorpresa per chi vuole provare la gioia di vivere il ritmo caldo della vacanza. n sole caldo e piacevole ci ha accompagnati durante tutto il percorso che si apre attraverso rocce a picco su di un mare dai colori più belli. Veramente di classe questo “Palazzo”, costruito in varie fasi, dall’XI al XVIII sec., secolare residenza della Famiglia dei Duchi De Aloe, dichiarato “bene di notevole interesse artistico e storico” nel 1986, è stato aperto recentemente al pubblico, dopo un sapiente ed accurato lavoro di restauro, per costituire un nuovo punto di incontro con caratteristiche del tutto speciali. All’esterno del Palazzo e nella corte interna, palmeti e piante curatissime fanno da

U

cornice ad una atmosfera regale che si percepisce immediatamente; all’in-

terno una calda ed intatta ospitalità, l’eleganza dei saloni arredati con mobili d’antiquariato, l’accogliente bar ed altri luoghi di relax, permettono di trascorrere giornate di vacanza

piacevolissime.Tredici affascinanti camere e tre suites che non hanno numero, ma solo un nome... “Donna Nicoletta”, “Donna Enrica”... arredate con misura e gusto, nelle quali l’ospite si sente subito attratto dalla vista che si offre. Una sala ristorante e una sala convegni, arredate con finissimo gusto, permettono l’organizzazione di eventi speciali. Per finire, la raccolta intimità della cappella privata, destinata ad accogliere i riti liturgici più intensi e toccanti. Un invito irresistibile a fermarsi, per gustare - in un’atmosfera di raro splendore una lunga tradizione di eleganza e prestigio.

IN

ALTO E AL CENTRO:

L’HOTEL PALAZZO

DEL

CINQUE STELLE

CAPO

A

CITTADELLA

IN BASSO: VEDUTA PANORAMICA DELLA COSTA TIRRENICA



PIANTE MEDITERRANEE: L’ORIGANO Non solo aroma per alimenti Sapevate che una manciata di origano infusa nell’acqua del bagno ha proprietà stmolanti e purificanti per le pelli impure e grasse? Sapevate inoltre che... ’origano, è un notissimo aroma

L

della cucina mediterranea per

l’intenso aroma che esso produce; ma è usato largamente anche nell’industria degli alimenti e delle conserve, in liquoreria e anche in profumeria. Le sommità fiorite dell’Origano stimolano la secrezione dei succhi gastrici e aiutano la digestione, attenuano le contrazioni intestinali dolorose, bloccano le fermentazioni intestinali

ed

Sull’apparato

eliminano

i

gas.

respiratorio

l’olio

essenziale esercita un’azione sedativa della tosse, facilita l’eliminazione

COME

SI

PREPARA

UN INFUSO

Gli infusi si ottengono facendo bollire la quantità di acqua prevista e versandola subito sulla droga sminuzzata, già posta in altro recipiente adatto. Si mescola, si copre e si lascia il tutto a contatto, agitando di tanto in tanto, per un tempo medio di 10 minuti. Si filtra l’infuso ottenuto attraverso una tela pulita o un colino a maglie strette. L’utilizzazione degli infusi deve essere immediata, eccezionalmente si possono conservare in luogo fresco per qualche ora ed in frigorifero per non più di 24 ore. Gli infusi devono essere consumati caldi o tiepidi, mai bollenti e freddi.

del catarro e ha una blanda azione purificante. Inalazioni di origano

COME SI PREPARA UN DECOTTO

liberano il naso, attenuano il senso di occlusione, la pesantezza al capo e le nevralgie che ne conseguono. Per

uso esterno i preparati di origano sono blandamente disinfettanti. Per uso interno si usano le sommità fiorite per facilitare la digestione e attenuare i crampi intestinali o per eliminare i catarri bronchiali. Si può farne uso esterno per purificare la gola e la bocca facendo gargarismi e sciacqui. La pianta, con fusti alti 60-7 70 cm. e le foglie che hanno un corto picciolo, si trova dal mare alla regione montana, nei luoghi erbosi, nelle radure e nei luoghi soleggiati. L’origano si raccoglie in Giugno-A Agosto quando la maggior parte dei fiori è aperta. La pianta si conserva riunita in mazzetti che si pongono ad essiccare all’ombra in locale ventilato; si conservano in recipienti di vetro o di porcellana.

Il decotto si ottiene gettando la droga sminuzzata nella quantità prescritta di acqua bollente, si copre e si continua a far bollire a fuoco moderato per 10-20 minuti circa. Si filtra quindi il decotto ottenuto attraverso una pezzuola di tela pulita o un colino. Anche i decotti si devono consumare caldi o tiepidi ma mai bollenti o freddi. Possono essere utilizzati non solo per bere ma anche per fare i bagni ad alcune parti del corpo usando delle compresse di garza o di cotone.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

11



L’ITINERARIO

Turismo d’arte A Rossano per conoscere il Codex Purpureus Rossanensis Un itinerario culturale e artistico di alto livello per coloro che vogliono scoprire tesori artistici, noti o dimenticati, del “museo a cielo aperto” italiano.

1

a città di Rossano è ricchissima di chiese molto caratteristiche tra cui

L

quella di S.Giovanni di Dio ubicata nella piazza del Commercio, la

chiesetta

del Pilerio a strapiombo nella Valle del Celadi, la Chiesa

dell’Addolorata in Piazza Duomo. Meritano sicuramente di essere visitahiesa del S.Marco (IX-X X sec.) e la Panaghia (X-XI sec.). La prima, te la Ch gioiello bizantino e gemella della Cattolica di Stilo, si trova alla fine di corso Garibaldi: ha struttura cruciforme ed è caratterizzata dalla pre-

Si arriva a Rossano Calabro con pernottamento presso l’Hotel Murano, (0983.511788) albergo situato direttamente sul mare, a lido S.Angelo; il giorno seguente visita al Museo Diocesano di Arte Sacra dove è possibile ammirare il Codex rossanensis, “che da solo fa museo”. E’ raccomandabile per l’itinerario affidarsi alle guide turistiche del posto (Cooperativa Neilos). Il secondo giorno partenza per Corigliano Calabro per visitare il Museo e il Castello Ducale. Pranzo al ristorante attiguo al Castello, Al Borgo antico.

hia, la tutta santa, in via senza di cinque cupole a tamburo. La Panagh S.Giovanni di Dio, è decorata esternamente con file di laterizi disposti a

COME

ARRIVARE

spina di pesce. A San Nilo, (910-1004), a cui Rossano diede i natali, appartenente all’antica famiglia dei Malena, è dedicata nel centro storico una Chiesa costruita nel 1620 grazie all’interessamento della Principessa Olimpia Aldobrandini. In origine era dedicata anche a

In auto: ● Autostrada A3 Sa-Rc uscita di Sibari e proseguire sulla s.s.106 in direzione Rossano.

S.Bartolomeo ma già dal 1633 è ricordata come la Chiesa di S.Nilo. All’interno dell’edificio trovano posto due stemmi del sec. XVII appartenenti alla famiglia Pamphili - Aldobrandini e un altare barocco in marmo con tela del XVII sec. raffigurante S.Nilo nell’atto di rifiutare le insegne episcopali offertegli dall’Angelo. La facciata esterna è infine abbellita da

2

un portale con arco a sesto acuto sopra il quale si erge un rosone deco-

In aereo: ● Aeroporto di Crotone a 80 Km. (volo con Air One), proseguendo in auto (rent car) sulla s.s.106 in direzione Sibari fino a Rossano.

rato con la stella di Davide. Nell’anno 2004 ricorre il grandioso evento del trascorso millennio dalla sua morte. In piazza Duomo, infine, la Cattedrale di Rossano, oggi sede Vescovile, sorge intorno al culto dell’icona della Madonna Achiropita che la leggenda vuole non dipinta da mano umana; l’immagine della Madonna è incastonata all’interno di un bellissimo altare barocco in marmi policromi

del sec. XV-XVII.

All’interno, di notevole bellezza, il tetto di legno dorato della navata centrale con il rilievo dell’Assunta, un organo a canne e un fonte battesimale dei primi del sec. XVIII. Nella piazza Duomo non dimenticate di visitare il Museo Diocesano di Arte Sacra dove è gelosamente custodito il Codex Rossanensis, un evangeliario unico al mondo. ● Città di Rossano - Assessorato al Turismo P.zza Duomo - 87067 Rossano Scalo (cs) Tel. 0983.520051 - www.rossanoturismo.it 1. RAFFIGURAZIONE NELLA CHIESA

DI

S.GIOVANNI CRISOSTOMO

PANAGHIA

2. IL CASTELLO

DI

DUCALE DI

ROSSANO.

CORIGLIANO

CALABRO.

In autobus G.T. SIMET spa: ● partenze nazionali: Milano, Torino, Genova, Alessandria, Bologna, Padova, Vicenza, Firenze, Perugia, Siena, Livorno, Pisa, Roma, Napoli, Salerno, Foggia ● partenze internazionali da e per la Germania: per informazioni: Simet spa, Via S.Antonio 87068 Rossano (Cs) Tel.+39.0983.520315 Fax 0983.521568 email: simetspa@simetspa.it web: www.simetspa.it L’ALBERGO HOTEL MURANO ✩✩✩ lido S. Angelo - Rossano tel.0983.511788

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

13


ANTONINO PALUMBO, IL VESUVVIO, LIGUORI, EURO 17,50

I CAMPI FLEGREI , I NAPOLETANI

Il lettore percorre un breve itinerario storico del pensiero scientifico, ed in particolare degli approcci metodologici disponibili per la previsione a lungo termine degli eventi catastrofici, i quali, però, si sono dimostrati inefficaci per le eruzioni vulcaniche. L’applicazione del principio cosmologico di Einstein e quello sulla costanza della potenza media, oltre che l’applicazione della Palumbo map ai Campi Flegrei, ha confermato l’attuale stato di criticità e di instabilità del vulcano. Il libro contiene infine una critica ai piani di evacuazione, i quali non hanno tenuto conto del carattere del napoletano, la cui storia plurimillenaria, riportata ad hoc, lo ha abituato a fidarsi soltanto della propria autonomia decisionale.

L. DE CRESCENZO, STORIA DELLA MONDADORI, EURO 14,00

FILOSOFIA MODERNA

Continua con questo appassionante libro la storia della filosofia iniziata dall’autore con la Grecia antica e continuata con il Medioevo. I secoli presi in esame vanno dalla fine del ‘500 alla fine del ‘700.

ANTONINO ZICHICHI, IL VERO E IL FALSO TROPEA, EURO 15,00 Zichichi traccia una netta distinzione tra le verità della scienza e le falsità dovute alla divulgazione scientifica; bisognerebbe parlare più spesso di divulgazione etica della scienza.

mondo Universitario informa

Libera Università degli Studi S.Pio V - Roma In convenzione con l’Istituto per la Promozione e lo sviluppo dell’Educazione e Formazione

CORSO

A DISTANZA PER IL

00145 Roma - Via delle Sette Chiese, 139 Tel. 06.5124877 Fax 5140101

SCIENZE POLITICHE POLO DI ROSSANO

DI LAUREA IN

87067 Rossano - Palazzo S.Bernardino Tel. e Fax 0983.520328


L’EDEN RITROVATO: LAMPEDUSA E LINOSA In Sicilia, al di là del mare, esiste un’isola la cui bellezza è nell’immaginario di ogni viaggiatore... la riserva protetta, i fondali da sogno, l’artigianato e la gastronomia vi sorprenderanno!

LE

RISERVE

Di notevole imporatanza é la riserva naturale “Isola di Lampedusa” che si estende per circa 360 ettari lungo un tratto della costa meridionale dell’isola (racchiuso tra Cala Greca e il Vallone dell’Acqua) ed é stata istituita nel 1995 dalla Regione Sicilia per conservare nella sua integrità, un ambiente di eccezionale valore paesaggistico e naturalistico ove sono sopravvissute le espressioni più interessanti della flora e della fauna dell’isola. L’elevato interesse scientifico e conservazionistico di questo importante patrimonio naturale é dato soprattutto dalla ricchezza di specie rare che rappresentano una testimonianza vivente degli antichi contatti che Lampedusa ebbe con il Nordafrica.Tra queste, la meravigliosa spiaggia dell’isola dei Conigli.

n un ambiente paradisiaco, in

I

pieno mediterraneo e a due passi

dall’Africa si trovano le Isole Pelagie; Lampedusa con le sue spiagge di finissima sabbia bianca, insenature e pareti rocciose su di un mare che va dal turchese al cobalto con una infinita varietà di gradazioni; Linosa dai vulcani spenti e dei canti delle berte e dei grilli gialli. In queste isole il tempo sembra essersi fermato all’alternarsi di piccoli ed unici “miracoli “ che permettono di vivere momenti indimenticabili come: il volo dei falchi della regina, il passaggio dei branchi di sgombri e pesce serra, la partenza delle barche per le pesche tradizionali come la paranza, il cianciolo, il pisci petra e la lampara. Le isole offrono oltre alla possibilità di

L’ALBERGO Hotel Club Baia Turchese ✩✩✩ Spiaggia Guitgia Tel. 0922.970455 Fax. 0922.970098 email: baiaturchese@guitgia.com

godersi il mare in tutto il suo splendore anche escursioni a piedi o a cavallo nelle zone interne riforestate per scoprire una flora unica e incontaminata. Il porto ed il paese sono pieni di ristoranti famosi per i loro piatti a base di pesce freschissimo preparati con una mescolanza di sapori e culture

Hotel Guitgia Tommasino ✩✩✩ Spiaggia Guitgia, Via Lido Azzurro Tel. 0922.970879 4 Fax. 0922.970316 email: guitgiatommasino@guitgia.com

tipiche della Sicilia e della Tunisia nonché i numerosi bar con le loro straordinarie granite di gelsi , fichidindia e mandore o gli indimendicabili dolci a base di ricotta per un momento di infinito relax dopo una giornata di sole e mare.


TROPEA CALABRIA E’ situata sull’orlo del promontorio che si protende tra il golfo di S.Eufemia e quello di Gioia, in una posizione assai pittoresca, con un susseguirsi di tetti degradanti ricoperti da antiche tegole o “ceramiche”. Antica é la storia di Tropea, che vanta origini millenarie, come attestano i numerosi resti di costruzioni greche e romane e il ritrovamento di una necropoli protovilloniana. Presso la cittadina si trovava il Portus Herculis, ricordato da Plinio il Vecchio. Oggi Tropea é una cittadina molto vivace ricca di attività, é un importante centro peschereccio e agricolo; ma è soprattutto una stazione balneare frequentata da numerosissimi turisti italiani e stranieri attratti dalla limpidezza del mare e della bellezza delle coste. Arroccata sul promontorio del monte Porro é diventata una nota località balneare. La cattedrale restituita alle sue originarie forme dell’XI-X XII sec., ha l’interno a tre navate in cui è custodita la venerata immagine su tavola della Madonna di Romania. Notevoli sono inoltre le chiese di San Francesco (cappella gotica con i resti di affreschi), dei Cappuccini e dell’Annunziata, con interessante gruppo scultoreo del’500. Isolata su uno scoglio é la chiesa altomedievale di S.Maria dell’Isola, rimaneggiata nei secoli.

MAIORCA

RODI

BALEARI

GRECIA E’ il crocevia della storia mediterranea, dal mito del Colosso all’epopea delle crociate. La sua Old Town ossia la città vecchia racchiusa tra 4 chilometri di mura sono il vero colosso; infatti le sue strade che portano ai monumenti più celebri come: il Museo Archeologico, il Palazzo del Gran Maestro, la Moschea di Solimano e tanti altri ancora sono travolte da ondate di turisti. Rodi é anche il crocevia nauti-

Fa parte delle Baleari (Maiorca, Ibiza, Formentera, Minorca): spiagge stupende, sole tutto l’anno e vita notturna sono le attrattive maggiori di quest’isola che é la più grande per estensione e per numero di abitanti. Famosa é il suo capoluogo Palma di Maiorca dove é possibile visitare la Catedral costruita a partire dal 1230 e finita solo nel 1600. Importanti sono anche i palazzi e musei presenti.

co degli yacht che seguono la rotta dell’Egeo orientale, il croceHotel Esplendido via marittimo di traghetti e aliscafi che collegano fra loro le isole Dodecanneso spingendosi anche sulla costa turca.

16

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

Es Través, 5 Tel.+00.34.971631850


LA SILA CALABRESE IL LAGO CECITA E LA FOSSIATA Poco distante da Camigliatello Silano centro di sci e base per escursioni nel cuore della Sila Grande, nel fondo di un’ampia conca di campi e prati vi é il Lago di Cecita, bacino artificiale lungo Km 7.5, ottenuto nel 1951 sbarrando il fiume Mucone con una diga. Imboccando la statale 282 che attraversa un’area protetta del Parco nazionale della Calabria, si raggiunge la conca della Fossiata, il più vasto e interessante tra i complessi forestali della Sila Grande. Si tratta di un’ampia e ariosa distesa di pascoli, al centro di un anfiteatro di rilievi dalla morfologia tipicamente silana. Li ricoprono fitti boschi di pino laricio, conifera endemica dell’altopiano silano, caratterizzata da esemplari a crescita rapida che possono raggiungere ragguardevoli dimensioni: fino a 40 m di altezza, con tronchi di 2 m di diametrro alla base. Dalla corteccia di questi alberi un tempo veniva estratta una resina odorissima detta “pece brezia” utilizzata nella preparazione di essenze profumate; questo il motivo per cui alcuni esemplari ancora portano i segni nella corteccia di lunghe incisioni.

POSITANO COSTIERA AMALFITANA

SCILLA CALABRIA Scilla

sorge

ad

anfiteatro

degradante verso le due baie divise dal promontorio roccioso su cui si trova il castello dei Ruffo. La parte più caratteristica della cittadina é il quartiere Chiamalea, una zona di pesca-

Una delle più prestigiose mete turistiche d’Italia. Universalmente nota per l’intatta atmosfera marinara che avvolge i vari centri

tori tutta sul mare, le cui case

che si susseguono a ridosso delle acque o arroccati sui versanti

sono

montuosi che sovrastano il litorale. Le sue case sono un tipico

spesso

lambite

dalle

acque. Scilla, l’antico Scyllaeum noto per il mito classico da cui deriva il nome, fu presa dai Saraceni nel IX secolo e dai Normanni nell’XI, in seguito fu feudo dei De Nava e dei Ruffo. Siamo ormai di fronte allo stretto di

esempio di architettura mediterranea soprattutto per le coperture con volta a calotta sferica e le stradine a scale anch’esse molto

Messina, esteso per una lunghezza di 33 Km. La navigazione nello stretto

caratteristiche. Nota é anche la chiesa di S.Maria Assunta carat-

é spesso difficoltosa per la presenza di forti venti e di correnti rapide e irre-

terizzata dalla grande cupola a maioliche. Soggiorno indimenti-

golari che causano violenti vortici, di cui i principali sono quelli chiamati

cabile al Poseidon, romantico Hotel con giardino e vista sul

antichi Scilla e Cariddi.Centro balneare importante per la pesca del pesce spada e la produzione di agrumi, all’imboccatura dello Stretto di Messina.

mare.

L’abitato digrada verso le insenature di Marina Grande e Chianolea, sepa-

Hotel Poseidon

rate da un promontorio roccioso coronato dal castello di origine altome-

Via Pasitea, 148

dievale e dai faro Era lo Scyllaeum degli antichi, cui si riferiva il mito ome-

Tel.+39.089.811111

rico di Scilla e Cariddi, i due mostri marini che minacciavano le navi nelle

Fax.+39.089.875833

acque dello stretto.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

17



I PAESI DELLA SILA GRECA IN UN ITINERARIO PAESAGGISTICO -GASTRONOMICO

BENESSERE IN TRE GIORNI TESTI DI FRANCO LIGUORI

Sulla costa jonica calabrese esistono paesi dove il tempo sembra scorrere lentamente; un itinerario piacevole, da soli o in compagnia, per rigenerarsi nella mente e nel corpo in tre giorni.

Primo giorno:

I

l primo paese da visitare nella zona della Sila Greca, è Cariati: “Una piccola città a cavaliere d’un colle, divisa in due da una strada, fiancheggiata da altri viottoli, con un Vescovado, un Seminario, e gli avanzi d’un castello, gaia anziché no, signoreggiante il mare, signoreggiata dai venti, antica e chiara nella storia dei bassi tempi, famosa per il passaggio degli uccelli, abitata da cittadini cotresi, tranquilli e operosi, silente, pittoresca” così descritta da un turista illustre dell’Ottocento: lo scrittore napoletano Cesare Malpica (18041852), che visitò la cittadina jonica nel 1846, soggiornandovi per un breve periodo, ospite presso una famiglia gentilizia del luogo. Il paese, col suo inconfondibile aspetto di borgo medievale fortificato, conserva ancora il fascino messo in evidenza dal viaggiatore romantico nella sua descrizione, e si

Cariati

lascia ancora apprezzare per la sua amenità e per le testimonianze monumentali del suo illustre passato. Situata sulla fascia costiera della Calabria ionica, a metà strada tra Sibari e Crotone, Cariati é centro peschereccio, commerciale e turistico-balneare tra i più importanti della provincia di Cosenza. Attrezzata dal punto di vista turistico (ristoranti, lidi, discoteche,pizzerie, centri sportivi, camping) dispone anche di un piccolo porto turistico e peschereccio, adatto alle imbarcazioni da diporto. Il clima é dolce per tutto l’anno. Il paese é noto in tutta la Calabria e anche fuori di essa, per i suoi illustri trascorsi storici, dei quali restano ancora oggi significative testimonianze. Il suo territorio é stato frequentato fin dall’età antica, come dimostrano alcune importanti scoperte archeologiche effettuate agli inizi del’900 e negli ultimi


1

decenni, fra le quali si segnala quella relativa alla cosidetta “Tomba brezia”: una tomba a camera, sotterranea, del IV secolo a.C. appartenuta ad un guerriero del popolo italico dei Bretii, probabilmente capo della comunità locale, sepolto con la sua armatura in bronzo e un ricco corredo vascolare d’accompagno, i cui reperti sono esposti nel Museo archeologico di Sibari. Nel borgo fortificato si entra attraverso un’antica porta denominata dai Cariatesi “Ponte nuovo”. Attraversandola, si ha l’impressione di entrare in un grande castello. Aggirandosi per le tortuose viuzze del centro storico, il turista potrà respirare l’atmosfera dei secoli passati e visitare alcune significative emergenze monumentali: la Cattedrale, i secenteschi palazzi del Seminario e dell’Episcopo, le sobrie chiesette della Trinità, di

2 3

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

S.Antonio e dell’Annunziata, gli antichi palazzi gentilizi, il Corso XX Settembre. Fuori dalla cinta muraria, a 500 metri dal paese, sulla S.S. 108 ter “Silana di Cariati”, nell’area del cimitero comunale, si trova il monumento artistico più celebre e più importante di Cariati: la Chiesa degli Osservanti (detta anche di Santa Filomena), del XV secolo, in stile tardo-gotico. Fu fatta costruire dal nobile fiorentino Bonaccorso Caponsacco, a fianco del monastero dei frati Minori Osservanti verso il 1440. L’interno é una sola navata e termina con un abside quadrangolare; l’esterno é costituito da una sobria facciata con un bel portale ogivale in pietra. Interessante la cupola a costoloni, rivestita all’interno con mattonelle policrome di maiolica. I segni del passato illustre di Cariati si possono cogliere con una visita al suo


3

ben conservato centro storico, ubicato a poco più di 1 chilometro dalla Marina ed accessibile da diversi punti. Chi vi giunge, in macchina o a piedi, da una delle diverse strade di accesso indicate dalla segnaletica turistica, rimane subito impressionato nel vedere che il paese é ancora interamente cinto da poderose mura inframmezzate, di tanto in tanto, da massicci torrioni, alcuni a forma di cono tronco e altri poligonali. La sua ben conservata cinta muraria rappresenta l’emergenza monumentale più emblematica di Cariati. Sitratta di una poderosa opera di fortificazione realizzata, su preesistenze bizantine, verso la metà del XV secolo al tempo della dominazione aragonese, quando la cittadina era feudo della potente famiglia dei Ruffo; ha un perimetro della lunghezza di un chilometro ed é inframmezzata da otto torrioni, che danno al paese l’aspetto di un tipico “borgo turrito” medievale. Le mura di Cariati costituiscono un raro esempio di apprestamento difensivo quattrocentesco discretamente conservato ed integro in tutta la sua estensione. Con i suoi bastioni di blocchi cordonati, i torrioni tronco-conici e poligonali , le cartine protezionali ampliate

verso il mare, il centro fortificato di Cariati s’ispira al principio difensivo della “muraglia bastionata”, molto seguito dagli architetti militari aragonesi. Il centro storico con i suoi beni monumentali non costituisce l’unica attrattiva turistica di Cariati.

1. 2.

IL LUNGOMARE DI CARIATI .

UN TIPICO TORRIONE MEDIOEVALE NEL CENTRO STORICO CARIATESE .

3. PANORAMA 4. TOMBA

DI

BRETIA , SEC

CARIATI. IV A.C.

GASTRONOMIA E ARTIGIANATO DA RISCOPRIRE

Il paese si fa apprezzare anche per altri motivi di richiamo, come l’artigianato, la cucina, la caccia, le tradizioni popolari e religiose. La tessitura di coperte e tappeti al telaio e la lavorazione della creta rappresentano le attività di Cariati. La prima anche se non più fiorente come una volta sopravvive ancora; la seconda é quasi scomparsa. Le tessitrici cariatesi producono

4


1 1.

UNA FASE DELLA COSTRUZIONE DI UNA BARCA DA PESCA.

2. LAVORAZIONE 3.

DEI VASI DI CRETA.

UNA CESTA DI SALUMI E FORMAGGI TIPICI CALABRESI.

4. LAVORAZIONE

ARTIGIANALE DELLA SARDELLA.


2 3

4


1 LA TESSITURA di origine bizantina Le coperte, gli arazzi, i tappeti ed i tovagliati, ricamati a mano al telaio verticale con una molteplice varietà di colori e motivi ”ziembri” hanno un valore artistico ed artigianale eccezionale. Tra i disegni più famosi sono da ricordare: “Il Giudice” simbolo della tensione umana verso la giustizia, la “Donnandrea” simbolo della bellezza femminile, il “Fiore di S. Filomena”, la “Vigna Francese”. Le principali tecniche di lavorazione sono i metodi “Trappigno”, di origine bizantina, e “Pizzulunu”, eredità saracena. Tre tessuti tipici longobucchesi, testimonianze dell’arte e della laboriosità di un popolo antico, sono esposti nel ”Museo di Etnografia di Roma” (F.Celestino). Prodotti ed acquistati un tempo per il corredo delle giovani spose, ora vengono ritenuti dei veri e propri “pezzi d’arte”, specialmente quelli eseguiti con tecniche di colori e tessuti antichissimi.

24

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

2




Secondo giorno:

Pietrapaola

DOVE OSANO LE AQUILE

L

asciata la strada statale 106 si prosegue in direzione Pietrapaola paese: il percorso si apre in un paesaggio naturale che lascia estasiato anche il turista con più ricordi, tanta è la bellezza della macchia mediterranea. Ovunque, tra la fitta vegetazione di querceti, castagneti e pinete, si fanno strada corsid’acqua a portata stagionale, le cosidette jumare. Si giunge a Pietrapaola paese dopo un tragitto di 10-15 minuti: il paese è sovrastato da due rupi, quella del Salvatore e la timpa del Castello. Appena arrivati è interessante visitare la Chiesa di Santa Maria delle Grazie e continuare passeggiando lungo l’unica strada del paese per poter toccare con mano l’ospitalità della gente. Al termine di una bellissima passeggiata non dimenticate di visitare una bottega del luogo in cui è possibile ammirare pezzi unici di artigianato locale di legno intarsiato a mano, e poi, si scende al lido di Pietrapaola per tuffarsi in uno dei mari più puliti e belli della zona. La sera consigliamo di gustare la vera cucina tipica locale e tanti piatti di pesce fresco da Francesco al ristorante pizzeria La Caravella, a marina di Pietrapaola, in piazza L.De Mundo, tel.338.5903754.


I segreti della cucina pietrapaolese TUTTI

SEDUTI A TAVOLA PER UN PRANZO O UNA CENA INDIMENTICABILI. SI

INIZIA CON GLI ANTIPASTI A BASE DI

MELANZANINE A FILETTI E FUNGHI SOTT ’OLIO , POMODORI ROSSI ESSICCATI E MESSI SOTT ’OLIO CON PEPERONCI NO PICCANTE .

TRA

I PRIMI SI PUO ’ SCEGLIERE TRA CAVATELLI E FAGIOLA (GNOC CHI CON FAGIOLI ), O I DIVINI MACCHERONI CONDITI CON SUGO DI CASTRATO O CON GLI IMMANCABILI FUNGHI PORCINI .

POI

LE PIZZE A BASE DI SARDELLA SALATA

O CON PESCI SALATI E TANTI

,

TANTI CONTORNI :

LE LUMINGIANE CHJINE (MELANZANE RIPIENE ), I PIPI ARRUSTUTI (PEPERONI INFORNATI O ALLA BRACE ), U ‘SOZIZZ CU RI RAPE (SALSICCIA E RAPE PASSATE IN PADELLA ).

1 2

4

1.

PANORAMA

DI PIETRAPAOLA DALL ’INTER NO DI UNA GROTTA POSTA IN CIMA AD UNA RUPE .

2. ARTIGIANATO

LOCALE .

3. GASTRONOMIA 4. DONNE

TIPICA .

DEDITE AL

RICAMO IN UNA VIA DEL BORGO ANTICO .

3


Terzo giorno:

P

Paludi,

a persona che vi accompagna sa che, in certi posti, ci sono ovili e che un pastore non lascia mai andare qualcuno senza avergli fatto prima assaggiare a 'mpanata, oppure la ricotta e, ancora "u pallacciu", o il peperoncino piccante soffritto con pezzetti di lardo ed annaffiato da un vino rozzo e nel contempo dolcissimo, come solo i vini di queste parti sanno essere. Rifocillati, si può proseguire e magari, se è stagione, andare in cerca di funghi. Ovuli e porcini si trovano in buona quantità, ma, arrivati nel bosco di conifere si viene "accolti" da "piniculi" in misura inimmaginabile. Se non è stagione di funghi si viene ripagati da profumi, suoni, immagini irripetibili. Questi luoghi - Conserva, Malonome, San Pietro, Petriano, Cozzo del Morto ecc. - selvaggi ed incantati, crudi e dolcissimi, non compaiono sugli itinerari turistici di massa, ma si offrono in tutto il loro splendore a chi, ancora, apprezza certi richiami dell'anima. L’itinerario gastronomico è da seguire seduti comodamente e ben disposti a godersi i piaceri del palato.E allora via con funghi ("monachelle", "piniculi", "vavusi" e "pinnelle") profumatissimi; con pomodori seccati al sole e ripieni con capperi, prezzemolo e aglio, che racchiudono tutto il sapore dell'estate; olive snocciolate, che, conservate nel loro prezioso liquido, diventano ricordo estenuato dell'autunno; melanzane tagliate in sottilissime striscioline e pressate nei boccacci insieme ad aglio e peperoncino e ricoperte d'olio. Andiamo avanti con pomodori verdi sotto sale e poi fritti insieme ad olive e bucce di fichi d'india anch'esse secche; sar-

escursioni e sapori della fritta insieme alle olive; “sardella” (bianchetti di sardine conservati con peperoncino macinato e, poi, con larghe falde di peperone rosso fresco) con cipolla, olio ed aceto; sardella con le uova; peperoni sott'aceto. Siamo ancora agli antipasti e, a seconda dell'appetito, si può continuare con qualche pezzetto di "sciungata" (formaggio di capra ottenuto attraverso una particolare lavorazione), oppure si può passare ai primi. Una vera e propria distinzione fra primo, secondo, antipasto non esiste, ma è relativa alla situazione del momento: fusilli, cavatelli, ferretti, vermicelli, tutte paste fatte in casa con farina di grano duro e condite con il ragù di castrato o, se si vuole rimanere più leggeri, con quello di maiale o di vitello; zuppa di fagioli con le cotiche, il finocchio selvatico e con il pane “casarulu” (casareccio) abbrustolito; vari tipi di minestre con verdure, cotiche, costine di maiale sotto sale, ecc.; e come dimenticarsi del ranu rattatu (grano macinato grossolanamente), subito cotto in acqua bollente e poi condito con un sugo "forte" in cui non si è dimenticato di buttare qualche pezzo di lardo e di salsiccia. La salsiccia (carne di maiale, peperone macinato, vino rosso, sale, finocchio selvatico, è questa la ricetta) va consumata fresca, arrostita sulle braci oppure conservata sott'olio o sotto grasso. Alla larga le conservazioni sotto vuoto, che qualcuno tenta di proporre! E la soppressata (Carne di maiale, sale, pepe nero e... olio di gomito per sollevare i pesi che, posti sopra l'insaccato, gli conferiscono la particolare forma appiattita), che, al

Guida Pratica INDIRIZZI UTILI Comunità Montana Sila Greca Via B. Buozzi, 11 87068 ROSSANO (Cs) Tel. 0983.516077 - Fax 514342

COME ARRIVARE NELLA SILA GRECA IN AUTO: ● Autostrada A3 Sa-Rc uscita di Sibari e proseguire sulla s.s.106 in direzione Rossano - Cariati; imboccare il bivio posto sulla s.s. 106 che conduce a Pietrapaola. Per Paludi, seguire la strada Rossano-Amica e poi proseguire in direzione Paludi. IN AEREO:

momento del taglio, diffonde tutto il profumo della semplicità ed i sapori di una volta. "U suzu", le "frittule" che vanno consumate insieme all'onnipresente peperoncino; i "rapi cu ru sozizzu", vera e propria sinfonia di sapore. Il viaggio attraverso la gastronomia paludese sarebbe lungo, molto lungo, saltiamo, perciò, a pié pari ai dolci (turdilli, scoratelli, crustuli e buccunotti) ed ai vini (ognuno diverso dall'altro e, nella loro semplicità, squisiti) ottenuti con la stesa maestria e lo stesso amore tramandati negli anni e che sono divenuti tradizione.

car) sulla s.s.106 in direzione Sibari fino a Pietrapaola o Paludi. ● Aeroporto di Lametia Terme a160 Km. (volo con Alitalia), proseguendo in auto (rent car) sulla A3 in direzione e uscita Sibari e proseguire sulla s.s.106 in direzione Rossano, proseguendo poi per Pietrapaola o Paludi IN AUTOBUS G.T. SIMET SPA (per informazioni: tel.0983.520315) ● partenze nazionali: Milano, Torino, Genova, Alessandria, Bologna, Padova, Vicenza, Firenze, Perugia, Siena, Livorno, Pisa, Roma, Napoli, Salerno, Foggia. ● partenze internazionali da e per la Germania.

DOVE SOGGIORNARE ● Hotel Murano, lido S.Angelo di Rossano - tel.+39.0983.290715

DOVE PRANZARE ● La Caravella, p.zza L.De Mundo - Pietrapaola mare - tel.338.5903754

● Aeroporto di Crotone a 80 Km. (volo con Air One), proseguendo in auto (rent

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

29


IL GIGANTE

DORME ? TESTI DI ANTONINO PALUMBO

IL

VESUVIO RIPOSA DA TANTISSIMO TEMPO . ESISTE LA POSSIBILITÀ

DI CALCOLARE CON LARGO ANTICIPO UN ’ ERUZIONE ?

LA

RETE DI SORVEGLIANZA VESUVIANA È TRA LE PIÙ EFFICENTI AL

MONDO , MA BASTERÀ A SALVARE I NAPOLETANI ? ANALIZZIAMO I RISCHI ALLO STATO ATTUALE NELLA MEMORIA STORICA DI UN TRISTE PASSATO .


II

1

l Vesuvio, nella sua storia, ha dimostrato di poter avere lunghissimi intervalli di quiete. Prima del 79 d.C., il vulcano era stato quiescente per circa nove secoli, tanto che, nonostante le descrizioni di Strabone, Diodoro Siculo e Vitruvio ricordassero le origini vulcaniche del monte, la gran parte dei Romani ignorava che il monte fosse un vulcano. I dati storici riguardanti l’attività del Vesuvio mostrano che, quanto più lungo è l’intervallo di tempo di quiescenza che precede un’eruzione di intensità medio-alta, tanto maggiore è la violenza dell’eruzione che seguirà. L’attuale periodo di “dinamicoriposo”, che dura da 58 anni, è tanto lungo da lasciar escludere che il prossimo evento ascriversi tra le piccole eruzioni, come quelle 2 verificatesi durante l’intervallo compreso tra il 1631 ed il 1944. D’altra parte, questo intervallo di tempo appare, anche storicamente troppo limitato, perchè si possa attendere, a breve, un’eruzione sub-pliniana come quella più recente del 1631. Va ricordato che l’eruzione del 1631, fino a circa un mese prima che accadesse, non mostrò palesi manifestazioni rivelatrici dell’attività del vulcano. Addirittura, tali segni furono pressocchè assenti nei tre secoli precedenti a meno del dubbio episodio del 1500. Per superare l’insuccesso dell’uso approcci metodologici disponibili per la previsione a lungo termine degli eventi catastrofici, viene proposta una via alternativa che lascia presagire come lontana nel tempo la probabilità di un’eruzione vesuviana. In sintesi, la lunghezza dei tempi degli stati di quiete del vulcano, precedenti le eruzioni storiche di media intensità, ed in particolare il lungo intervallo di quiescenza antecedente al 1631, l’assenza attuale di eventi significativi, la notevole profondità della massa magmatica, (sebbene estesa per 400 Kmq, dal centro del Golfo e fino alla base degli Appennini), stimata intorno agli 8 Km dalla tomografia sismica recentemente eseguita (Zollo et al., 1998), lasciano chiaramente intendere una scarsissima probabilità di una ripresa, a breve termine, dell’attività del Vesuvio. Nella realtà, i dati della rete di sorveglianza vesuviana (tra le più complete ed efficienti nel mondo) non evidenziano, al momento, alcun segnale di modifica significativa dello stato del vulcano e lasciano pertanto presumere, con sufficiente ragionevolezza, l’assenza di veri e propri prodromi di una prossima eruzione. Le eruzioni del 1906 e del 1944, allorquando l’attività del vulcano (acondotto aperto) era caratterizzata da episodi effusivi-esplosivi, vennero previste con ragionevole anticipo rispettivamente da Matteucci e da Imbò. Si ritiene, quindi, che il prossimo e 3

1. IL

VESUVIO NAPOLETANO IN UNA

ANTICA STAMPA DI

2. L’ERUZIONE

PHILIPP HACKERT.

VESUVIANA DEL

1779.

3. IL VESUVIO

E IL

PAESAGGIO CIRCOSTANTE.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

31


1

1. IL

VESUVIO

IN UNA ANTICA STAMPA DI

PHILIPP HACKERT.

più violento evento eruttivo, possa essere a fortiori previsto con sufficiente anticipo per tre motivi: 1. l’incompatibile disponibilità della sofisticata strumentazione utilizzata; 2. l’esperienza acquisita dalla ricerca e soprattutto, 3. la maggiore energia in gioco, che darà luogo a fenomeni premonitori ben più intensi ed evidenti di quelli rilevati durante le eruzioni, come quelle del 1906 e del 1944, che si verificarono nell’intervallo tra il 1631 ed il 1944. SCENARIO

DELL’ERUZIONE DEL

1631

Come già detto, le poche raffigurazioni disponibili sull’eruzione del 1631, provengono, in gran parte, dalla calcografia di Nicola Gervasi, che era ubicata al civico 23 del “Gigante”, che corrisponde all’attuale Via Cesareo Console. All’inizio di questa strada, alla fine del 1700, si ergeva una colossale statua di Giove, proveniente da Cuma, e subito battezzata “ il Gigante “. Essa faceva coppia con l’elegante fontana con sculture del Bernini e del Naccherini, che ora si può ammirare all’angolo tra la via Caracciolo e la via Nazario Sauro, di fronte all’albergo Excelsior. Le tavole, i disegni e le incisioni, allora esposte nel negozio del Gervasi, provenivano dal gabi-

32

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

netto scientifico del duca Della Torre Ascanio Filomarino, che ampliò le raccolte d’arte dell’asse ereditario, costituendo così una biblioteca ed un vero e proprio museo vesuviano. La tragedia dei fratelli Filomarino, avvenuta all’epoca della rivoluzione francese, coinvolse anche il palazzo omonimo, oggi sede dell’Orientale, devastato ed incendiato, insieme alla biblioteca, ad opera di una folla inferocita, la cui ignoranza indusse a fucilare i due innocenti ed a bruciare i corpi in botti colmi di pece, acquistata con il denaro che i due avevano in tasca. Ci si sofferma su questa oscura pagina di cronaca per porre in guardia chi, imprudentemente, potrebbe montare l’opinione pubblica in concomitanza con la catastrofe naturale, innescandone un’altra di ben maggiori proporzioni. EFFETTI

DELL’ERUZIONE DEL

1631

I danni dell’eruzione, in ordine di intensità, furono causati dai flussi piroclastici, dalle colate di fango, dagli allagamenti, dagli incendi favoriti anche dal forte vento vulcanico, dalla caduta delle proiezioni,dalle colate laviche, dai terremoti, dal maremoto e dalle agitazioni ondose. FLUSSI PIROCLASTICI Il plume vulcanico, ricco di gas e di prodotti clastici, generalmente sottili, una volta esaurita l’energia che lo ha


spinto in quota fino alla stratosfera, e lo ha sostenuto per un certo intervallo di tempo, collassa verticalmente su se stesso, investendo la sommità del vulcano, trascinando giù masse detritiche gasate ed incandescenti. Tale flusso piroclastico sprigionante, in maniera violenta, il gas in esso contenuto, scivola letteralmente, a m’ di un hovercraft, lungo le pendici del vulcano ad elevatissima velocità (oltre 100 Km/h); spazza via tutto ciò che incontra lungo il suo percorso, e, finisce col rovinare, anche a distanze considerevoli dalla base dell’edificio vulcano, così come avvenne ad Ercolano e ad Oplonti (Torre Annunziata) nel 79 d.C. NUBI

ARDENTI

Tra i flussi piroclastici, assumono particolare importanza le nubi ardenti. In alcune eruzioni vulcanice si possono ravvisare due componenti nella direzione dell’esplosione: una verticale e l’altra orizzontale. Quest’ultima, é stata identificata da tempo, nelle eruzioni dette proprio di tipo “nube ardente”. Queste sono costituite da un miscuglio di gas, di magma frammentato in polvere sottile e di prodotti piroclastici solidi o liquidi incandescendi in sospensione. Esse, emesse con forza esplosiva (assimilabile alla scarica di un cannone colossale), rotolano lungo il versante dell’edificio vulcanico, con la velocità di un uragano. L’esplosione di vapore che ne consegue, produce generalmente una colonna eruttiva verticale estesa fino alla stratosfera, accompagnata, alla sua base, da una nube bassa a forma di anello, che si muove orizzontalmente.

COLATE

DI

FANGO

La componente prevalente della esalazione è rappresentata dal vapor d’acqua, proveniente quasi esclusivamente dal passaggio di stato delle acque di falda, venute a contatto (o quasi) con quelle ignee. La tumultuosa corrente ascendente dell’aria ricca di vapore dà luogo, in qualsiasi condizioni meteorologica, alla formazione di temporali che sono definiti vulcanici. Nella nube temporalesca si hanno frequenti e vistose scariche elettriche. La pioggia torrenziale che ne deriva, già di per sé fangosa per il trascinamento di cenere, ricade sul suolo, ricoperto anch’esso di cenere, che a sua volta, impedisce la penetrazione dell’acqua nel sottosuolo.

PROIEZIONI

VULCANICHE

Le violente esplosioni proiettarono, in ogni direzione, masse ingenti e di varia grandezza. Le notizie di cronaca forniscono informazioni sulla caduta di massi (autogeni; antichi e coevi), di brandelli lavici di varie dimensioni, bombe, scdrie, lapilli, sabbie, ceneri, ovviamente caduti alla base del vulcano, ma anche a distanza relativamente grande da esso. Molti brandelli lavici investirono l’area esterna del vulcano; numerosi blocchi, meno voluminosi, caddero a distanza relativamente considerevoli dal vulcano lungo la direzione media di NE; Alfano (1929) riferisce che “pietre pesantissime arrivarono fino a

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

33


Lauro, ad Avellino, ad Ariano e Melfi, distanti rispettivamente dal Vesuvio 20, 26, 50 e 90 Km.” ATTIVITÀ

fango e nubi ardenti abbatterono sui versanti del vulcano. IL MAREMOTO

SISMICA

In concomitanza dell’eruzione si verificò un’agitazione sismica di origine vulcanica abbastanza intensa, tanto da essere avvertita fino a Napoli ove, nel pomeriggio del 16, crollarono dei manufatti in corrispondenza di esplosioni vulcaniche. A Napoli, le scosse furono avvertite nel tardo pomeriggio del 16 e nella notte tra il 16 ed il 17 dicembre; esse furono tanto frequenti, da susseguirsi ad intervalli di minuti, ma sempre in corrispondenza di impulsi esplosivi piuttosto vivaci e di fontane laviche. Nel corso di quest’attività sismica, il 16 dicembre, si verificò nella mattina del 17 dicembre, in concomitanza del collasso del Gran Cono. Questo precipitando, come liquefatto, diede luogo ad intensissime colate, che cancellarono completamente il paesaggio circostante e giunsero fino al mare, mentre colate di

In concomitanza di una forte risalita del magma nel condotto, verso le ore 9 del 17 dicembre, si verificò un notevole innalzamento del mare, osservato lungo il litorale vesuviano per circa 1 Km. L’innalzamento interessò in forma più limitata gran parte della costa, da Sorrento a Nisida, fino a Formia, distruggendo navi e barche ancorate nei vari porticcioli. Il fenomeno precedette di una o due ore il collasso del Gran Cono all’interno del Vesuvio. La distruzione di natanti non può attribuirsi all’agitazione ondosa, perchè è stata evidenziata anche in siti lontani dal golfo di Napoli, non investiti dal vento vulcanico. Nè può ascriversi all’azione di un’esaltazione delle sesse nel golfo di Napoli, innescate da sommovimenti del fondo marino, sia per il periodo dell’onda, intorno ai venti minuti, che per l’eseguità della loro ampiezza ordinaria, dell’ordine dei centimetri.

Piani di evacuazione, caos, traffico, panico: ecco come reagirà il napoletano.... Il Napoletano è un artista, un uomo lib bero che rigetta ogni tipo di piani o progetti che possano condizionare le scelte del momento.

A

d una popolazione oggi tutta motorizzata, terrorizzata da un eventuale evento catastrofico, occupante un territorio con la maggiore densità abitativa d’Europa e senza infrastrutture, qualche ingenuo vorrebbe insegnare una disciplina, indispensabile per un’ordinata evacuazione di massa? Una vera folle idiozia. E poi, dove sono le strade? Dove si dovrebbe andare e perchè? Quale avvenire sarebbe garantito, se il terremoto del 1980 ha prodotto soltanto intrallazzi, e non ancora si è riusciti a dare un tetto agli sfollati? Per il sesto principio, prima riportato, l’introduzione di un segnale deterministico, peraltro debole, inconsistente ed immaginario, rappresentato da un eventuale piano di evacuazione, è improponibile al sistema caotico popolare dell’area napoletana, condotto nel suo stato critico da inopportune dichiarazioni paventanti un’eventuale catastrofe. Un tale piano, per lo stesso sesto principio, costituirebbe soltanto un elemento di disturbo, che condurrebbe il sistema alla degenerazione, e cioè all’esasperazione. Per il primo principio (vitalità di un sistema legata all’intensità del disordine o disequilibrio), questo popolo è il più colto e il più civile del mondo perchè ha appreso bene la lezione dello storico conterraneo Vincenzo Cuoco, che lo ha esortato a non

34

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

avere fiducia negli altri, e quindi neppure nella “Roma padrona” di ieri e di oggi. L’ingegno del Napoletano è stato acuito dall’esercizio millenario dei propri meccanismi di difesa, che gli ha fatto scoprire l’arte di arrangiarsi. Questo cittadino sa di non appartenere ad alcuna comunità, anche se è stato costretto ed abituato a subirla, perchè questa, in ogni tempo, ha rappresentato e raoppresenta sopraffazione e camorra. Per comprendere in termini fisici il sistema “napoletanità”, conviene ricordare il principio di Maxwell sul comportamento dei corpi elasticoviscosi. Ogni struttura presenta caratteristiche di elasticità e di plasticità. Se pieghiamo una lamina di acciaio per un breve intervallo di tempo, essa, cessata l’azione della forza, ritornerà alla sua posizione iniziale, senza cioè aver subito alcuna deformazione. Lo stesso si verificherà per una candela di cera, se l’azione della forza supererà quel tempo, allora la candela resterà deformata per sempre. Ogni struttura naturale è caratterizzata da questo determinato tempo, che é definito “tempo di rilassamento”. Il popolo napoletano é stato, e continua ad essere, oppresso da millenni. Queso intervallo di tempo ha superato di molto la lunghezza del tempo di rilassamento, caratteristico di questo sistema “popolare”, che si è quindi

modificato rispetto alla gran parte degli altri popoli. Alla luce del sesto principio, questo sistema, condotto oltre il suo punto critico, è degenerato, dando vita ad un nuovo sistema, più progredito rispetto, al precedente ed agli altri popoli, per il principio della evoluzione naturale dei sistemi. Secondo la teoria dei sistemi, il Napoletano è quindi diverso. E’ un uomo libero, un libero pensatore, un artista, che non si è lasciato mai irretire dalle lusinghe dei democristiani di ieri e dei comunisti travestiti di oggi, che non hanno alcunché da insegnare. Infatti, i primi sono gli anacronistici eredi del potere temporale, che tanto male ha arrecato alla città nel corso dei secoli; i secondi vorrebbero imporre, alla nostra gente, quelle idee superate e fallite, responsabili di tanta arretratezza e miseria nell’Europa dell’Est. L’oro di Napoli è la libertà, che ciscuno conquista e difende da sè, quella libertà di pensiero e di azione, che ha dato alla letteratura, alla giurisprudenza, alla medicina, alla scienza e principalmente all’Arte ed alla Chiesa i nomi più prestigiosi della storia. Il cittadino delle aree flegrea e vesuviana saprà risolvere, come al solito, da solo il suo problema, quando vi saranno i segni di una prossima eruzione, per fortuna molto improbabile e lontana nel tempo. Basterà solo informarlo in tempo utile...


L’Isola Ferdinandea: chi era costei? L’isola è emersa e scomparsa tre volte negli ultimi due millenni Rilievi recentissimi dimostrano che l’isola sta riemergendo tanto da trovarsi a soli 7 metri sotto il livello del mare

L

’edificio vulcanico più recente nel Mediterraneo è quello

vista scientifico sarà interessante accertare l’eventuale concomitante

emerso, forse a seguito di un’eruzione verificatasi circa

insorgere di tsumani e di agitazione ondosa. Il 6 settembre 2002, siè

due secoli fa, a poca distanza dal litorale sud-o occidentale

verificato, nei pressi delle isole Eolie, un terremoto di origine tettonica di

della Sicilia. Dal momento che l’isola è emersa e scom-

magnitudo 5.6. Se fosse vera l’ipotesi che le onde sismiche sollecitano

parsa tre volte negli ultimi due millenni, è più probabile

l’attività vulcanica, potrebbe verificarsi, a breve, la riemersione dell’Isola

che gli spostamenti verticali del fondo marino, e quindi la comparsa e

Ferdinandea. Tale ipotesi sembrerebbe intanto confermata dalla con-

scomparsa dell’isola, costituiscano un fenomeno bradisismico fisiologico di quella zona, analogo a quello che si verifica nei Campi Flgrei del mare di Sicilia. La figura a lato mostra l’intensa agitazione ondosa, concomitante all’eruzione dell’isola Ferdinandea del 1831. Quest’isola, detta anche isola Giulia, sorse nel luglio 1831 nel Canale di Sicilia. Raggiunse un’altezza di 65 metri ed un perimetro di 3.7 Km. Secondo le informazioni storiche, l’isola sarebbe stata ben presto erosa dal mare, tanto che, nel dicembre dello stesso anno, era ridotta ad uno scoglio. Qualche anno dopo le carte nautiche riportavano solo la presenza di un banco sottomarino denominato ancora oggi banco di Graham, pericoloso per la navigazione. L’immersione dell’isola potrebbe essere stata causata dalla rapida subsidenza dell’edificio vulcanico, seguita alla sua nascita. Rilievi recentissimi mostrano che l’isola sta riemergendo, tanto che la sua sommità si trova ad appe-

temporanea recrudescenza dell’attività dell’Etna, dello Stromboli e di

na 7 metri sotto il livello del mare, mentre è ancora ben osservabile l’an-

quella vulcanica sottomarina osservata il 3 novembre 2002 presso l’iso-

tica spiaggia del 1831. E’ molto probabile che, fra qualche anno, il vul-

la di Panarea, proprio in corrispondenza dell’epicentro del sisma del 6

cano emergerà di nuovo e continuerà ad alimentare quelle dispute

settembre, ossia, circa due mesi dopo il terremoto. Quale migliore occa-

internazionali che contrapposero i paesi contendenti del tempo

sione per il turismo locale? Non sarebbe il caso di prepararsi a que-

Inghilterra, Francia, Malta ed il Regno delle due Sicilie. La maggiore

st’evento spettacolare, predisponendo un’adeguataricettivita’ ed una

contesa fu quella tra il governatore di Malta ed i Borbone. Dal punto di

divulgazione della notizia per richiamare i curiosi?

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

35


Riserve regionali calabresi: quella della foce del fiume Crati e quella del lago di Tarsia

Andar per parchi e riserve Idea weekend in Calabria per scoprire il fascino della flora e fauna tipiche

D

ai tempi delle conquiste coloniali greche ad oggi l'intera valle del fiume Crati ha subito notevoli trasformazioni dall'uomo. Originariamente tutta la valle era un'area pianeggiante, con paludi ed acquitrini sparsi un po' dovunque, creati dal fiume Crati e dai suoi affluenti e dalle risorgive. I Greci trasformaFOCE

DEL

GUIDA

36

CRATI

ALLA VISITA

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

rono le pianure, eliminandovi gran parte delle paludi, in campi per la coltivazione di grano e l'allevamento di bestiame (ovini). Il Crati serviva anche come via di trasporto, prima per i Greci, poi per i Romani, che svilupparono soprattutto le attivitĂ agricole (cereali) ed i pascoli.


Nei secoli più avanti dominazioni longobarde, bizantine ed arabe (IX sec.), impoverirono l'economia locale, costringendo molti degli abitanti a lasciare quelle terre e trasferirsi in posti più in collina e ciò anche per difendersi dalla malaria. Dal XV sec. si ha un progressivo e graduale miglioramento delle condizioni di vita nell'intera valle del Crati. Si sviluppano i piccoli centri esistenti, anche favoriti da una diversa e rafforzata attività agricola, permeata sulla diversificazione delle colture: agli uliveti e vigneti, presenti, si aggiungono cereali e coltivazioni di patate, pomodori e, nella zona di Corigliano, gli agrumi. Nei secoli seguenti si ha un deterioramento delle condizioni generali di vita ed economiche (periodo di dominazione spagnola), a cui si aggiungono, purtroppo, gravissime calamità naturali (terremoti, peste, inondazioni del fiume Crati, ecc.). Solo nello scorso secolo, con l'avvio e la crea-

zione di un primo "sistema" industriale, si registra una sostanziosa ripresa dell'economia locale (attraverso la creazione di filande, concerie, oleifici ed attività agricole), che continua fino ad oggi. Nel 1926 si registrarono i primi interventi pubblici di bonifica di tutta la valle del Crati. Nel 1959 iniziarono i lavori di costruzione della diga realizzata alle Strette di Tarsia, lungo il corso del fiume Crati, utile per l'irrigazione dell'intera pianura di sibari. LA VALLE

DEL

FIUME CRATI

La valle del fiume Crati e il suo bacino, che si estende per circa 2.400 kmq, ricadono interamente nella provincia di Cosenza. La valle è attraversata dal fiume Crati, il più lungo della Calabria (81 km), che ha origine in Sila (monte Timpone Bruno, 1.742 mt. slm)

COME

RAGGIUNGERE IL LAGO DI TARSIA

I

SERVIZI

GUIDA

PRATICA

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

37


e sfocia sulla costa ionica, nei pressi di Sibari.Nel primissimo tratto del suo percorso, il Crati scende a valle, verso la città di Cosenza, compiendo un dislivello di quasi 1.500 m (per un tratto non superiore a 10 km), poi scorre per tutta la valle del Crati, fino alla foce, restringendosi solo presso Tarsia. Il clima della valle del Crati è di tipo mediterraneo, con inverni miti ed estati calde con temperature medie comprese tra i 15° ed i 18°. La vegetazione è, prevalentemente, a macchia mediterranea. Ricchissima è la fauna, presenti soprattutto gli uccelli, molti dei quali anche nidificanti. Tra quest'ultimi la più significativa è la Cicogna bianca (Ciconia ciconia), la cui caratteristica silhouette è divenuta simbolo grafico delle due Riserve. Le attività prevalenti svolte all'interno delle due aree protetLAGO DI TARSIA

GUIDA

38

ALLA VISITA

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

te, sono: la ricerca scientifica e la fruizione didattica, attraverso la creazione di camminamenti-natura lungo l'intero perimetro delle Riserve, attrezzati con grandi tabelle d'informazione, con capanni per le osservazioni faunistiche e con punti di sosta per attività di educazione e didattica ambientale all'aperto. Le Riserve sono state istituite dalla Regione Calabria, su proposta dell'Associazione ambientalista Amici della Terra Italia, nel 1990 ed interessano due importanti aree umide poste lungo il corso del fiume omonimo: il lago di Tarsia, grande invaso formato a monte della diga delle Strette di Tarsia, ricadente nel territorio dei comuni di Tarsia e di S. Sofia d'Epiro e la foce del fiume Crati, ricadente nel territorio dei comuni di Corigliano Calabro e di Cassano lonio (tra le frazioni Thurio e Laghi di Sibari). L'estensione


delle due aree è di circa 700 ettari. Tra i servizi avviati i più importanti sono i Centri Visitatori di Tarsia (via Garibaldi, 4- Palazzo Rossi), di S. Sofia d'Epiro (Largo Trapesa, 1 - Palazzo Bugliari), di Schiavonea di Corigliano Calabro (Torre del Cupo e Palazzo delle Fiere) e di Cassano lonio-fraz. Sibari (Centro servizi); il Museo Calabrese di Storia Naturale con Sezioni a Tarsia, dove sono ospitati i Diorami dedicati alle Aree Protette della Calabria, a S. Sofia d'Epiro, dove è stato previsto l'allestimento dedicato alle tradizioni popolari tra l'Uomo e la Natura, a Schiavonea di Corigliano Calabro, dove hanno sede gli Acquari del Mediterraneo, a Cassano Ionio-fraz. Sibari dove è stato previsto l'allestimento dedicato alle Scienze della Terra (raccolte mineralogiche e geologiche della Calabria).Infine, particolare

importanza è dedicata alla ricerca, con il monitoraggio ambientale delle acque e i rilevamenti floro-faunistici. Notevole interesse scientifico riveste la pubblicazione annuale della check-list degli uccelli, curata dal Servizio Conservazione della Natura dell'Ente Gestore delle Riserve. Tra i progetti futuri, oltre all'incremento delle attività di fruizione e di didattica naturalistica, vi sono: la creazione del giardino botanico del Crati, dell'osservatorio avifaunistico, dell'Eco-ostello del Crati, di una stazione di rilevamento degli inquinamenti delle acque del fiume Crati e dei suoi affluenti; di una stazione metereologica. Altri interventi riguardano il potenziamento della SPEA (Scuola Permanente di Educazione Ambientale) ed i progetti di recupero e restauro ambientale.

Guida Pratica INDIRIZZI UTILI ● Direzione Palazzo delle Fiere, Porta mare

● Area Lago di Tarsia

Via Garibaldi, 4 87040 Tarsia Via B. Buozzi, 11 87060 Schiavonea (Cs) Tel. e fax 0981.952185 Tel.0983.878792

COME

RAGGIUNGERE LA FOCE

I SERVIZI

GUIDA

PRATICA

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

39


LA VIA dei

CASTELLI FOTO DI GAETANO GIANZI

ECCO DUE DEI PIÙ SUGGESTIVI CASTELLI DELLA IL CASTELLO DUCALE DI QUELLO DI VERSANTE

BELVEDERE TIRRENICO .

CORIGLIANO

CALABRIA:

SULLA COSTA JONICA E

MARITTIMO SUL


C

origliano sorge sulla costa jonica, al centro della pianura di Sibari, dell’antica Magna Grecia, tra colline verdeggianti che scendono dolcemente fino al mare ed uliveti secolari dai quali si ricava un olio extra vergine molto apprezzato per la sua dolcezza. Dopo aver lasciato la strada statale 106, si raggiunge prima Corigliano scalo, il centro più moderno e commerciale e poi si prosegue verso il centro storico percorrendo la strada che porta fin su in Sila. In questo paesaggio della costa jonica sorge il Castello ducale con l’annesso museo, uno dei più ben conservati di tutta la Calabria, oggi sede di eventi culturali e di manifestazioni di alto livello promosse dall’amministrazione comunale locale; ma, prima di arrivare alla nuova destinazione d’uso dei nostri giorni, il castello fu protagonista di assedi, lotte, congiure e, ovviamente, di molti restauri conservativi grazie ai quali è giunto fino ai nostri tempi in tutta la sua originara bellezza. Il Fortilizio faceva parte della linea di difesa che il condottiero normanno Roberto il Guiscardo creò tra il 1064 e il 1080 nella Valle del Crati e dintorni. Il castello andò, nei periodi angioino e aragonese, soggetto a continue trasformazioni che ne mutarono la struttura e ne amplificarono le dimensioni; fino al 1299, il castello era un’opera fortificata ma di modesta consistenza e di scarsa importanza strategica. A Roberto SanseverinoVI conte di Corigliano dal 1339 al 1361, fu dovuto

... S’ODE A DESTRA UNO SQUILLO DI TROMBA ... LUOGHI CHE EMANANO UN FASCINO DI ALTRI TEMPI, RITORNANO ALLA MEMORIA LE GESTA DI ANTICHI CAVALIERI. ALL’INTERNO DEL CASTELLO SONTUOSI SPECCHI E AFFRESCHI A TESTIMONIANZA DI UN FULGIDO PASSATO

NELLA

FOTO GRANDE,

LA FACCIATA PRINCIPALE DEL CASTELLO DUCALE DI CORIGLIANO CALABRO.

NELLA

FOTO SUPERIORE,

SCORCIO DEL CENTRO STORICO CORIGLIANESE E, IN BASSO, LA VISTA PANORAMICA DA UNA DELLE ANTICHE FINESTRE DEL MANIERO.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

41


1 1. IL

CASTELLO DI

CALABRO

DOMINA IL CENTRO STO-

RICO DELLA CITTÀ. DELLE

ROSE

3. UNA

CORIGLIANO

DI

2. MADONNA

DOMENICO MORELLI.

FONDO, LA PIANURA DI

42

ma tavola di Domenico Morelli, sovrastante l’altare della cappella di S.Agostino. Infine con atto per notar Gemma Terzi di Corigliano, nel 1979, l’immobile é passato all’Amministrazione Comunale di Corigliano.

STORIA

UNA NUOVA DESTINAZIONE D’USO LO PROIETTA

ANTICA VETRATA DELL’IN-

TERNO DA CUI SI SCORGE, IN

2

l’intervento trasformativo che da un lato servì ad adattare parte del castello a residenza signorile e dall’altro fece assumere all’edificio l’aspetto tipico dell’architettura fortificata. DI ASSEDI, CONGIURE E

...RESTAURI.

SIBARI.

DAPROTAGONISTA NEI SECOLI FUTURI.

Nel 1487, a seguito della congiura dei baroni, il Castello passò direttamente all’amministrazione regia che provvedette a restaurare il castello, come attesta la lapide collocata accanto alla porta vicina al ponte levatoio. Il Castello, nel 1538, oppose tenace e vittoriosa resistenza all’assedio da parte del pirata ottomano Kahyr ed-D’in e, fra il 1650 ed il 1720, venne nuovamente ristrutturato grazie ad Agostino Saluzzo, duca di Corigliano. Il maniero, nel 1828, passò al barone Giuseppe Compagna: Luigi, infine, il suo secondogenito, si occupò con particolare cura del castello ordinandovi gli ultimi (prima di quelli attuali, in corso) lavori di restauro e di modifica e abbellimento, sia all’interno che all’esterno, quali la trasformazione del fossato in villetta; gli affreschi di Girolamo Varni nelle stanze del lato sud e all’interno del mastio; il cosiddetto salone degli specchi, un capolavoro di arte decorativa dovuto a Ignazio Perricci da Monopoli, “Salve Regina” o “Madonna delle rose”, bellissi-

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

3


4.

UN SALONE INTERNO DEL CASTELLO CON I TETTI

RICCAMENTE AFFRESCATI.

5. IL

COSIDETTO

“SALONE

DEGLI

SPECCHI”

UTILIZZATO ATTUALMENTE NEL

CORSO DELLE RICCHE MANIFESTAZIONI ED EVENTI PROMOSSE DALLA

CITTÀ

CORIGLIANO.

DI

6. PARTICOLARE

DEGLI AFFRESCHI CHE ABBELLISCONO

MOLTI DEI SALONI DEL MANIERO.

Il restauro del Castello ducale è stato indissolubilmente legato alla problematica della sua destinazione d’uso in modo da rendere la struttura il più possibile funzionale: oggi il maniero è sì museo aperto ai visitatori che desiderano ammirare la sua rinata bellezza ma è anche luogo in cui i cittadini del posto possono riscoprire e tenere viva la loro memoria storica: l’intervento ha infatti tenuto presente il valore dell’esperienza vissuta attraverso il recupero di ambienti quali il salone degli specchi, la sala da pranzo, le cucine, etc.. Ma l’aspetto più evidente del cosidetto riuso è il continuo proliferare di mostre culturali, eventi e manifestazioni che fanno rivivere la struttura e la riportano ai fasti di un tempo, oltre che la possibilità di officiare matri-

QUI

NACQUE PROBABILMENTE

CARLO III, RE

DI

NAPOLI E,

nel maggio 1932, vi fece una fugace visita, insieme alla consorte Maria José, Umberto di Savoia, all’epoca anch’egli Principe di Napoli (erede al Trono d’Italia). Nel dicembre del 1891 soggiornò nel castello, ospite del barone Francesco Compagna, Vittorio Emanuele di Savoia allora Principe di

4

Napoli.

6

5



IL RESTAURO PREMIATO AL PALAZZO DEI CONGRESSI DI BOLOGNA

6

5

Guida Pratica

I

Per telefono:

guire sulla s.s.106

+.39.0983.81635

● In aereo

Città di

+.39.0983.81430

Arrivi all’aeroporto di Crotone

Corigliano

Al sito internet

(80 Km.) c.a.con volo Air One

Assessore

www.museocastellodicorigliano.it

o a Lametia Terme (160 Km.)

Per email

con voli Alitalia.

info@museocastellodicorigliano.it

● In treno:

INDIRIZZI UTILI

alla Cultura e al Turismo dr. Gaetano Gianzi

Tel. centralino comunale: +.39.0983.83851

Litoranea adriatica (Milano-Bari-

SERVIZI CASTELLO

Taranto)

-

Litoranea

(Milano-Reggio

ionica

Calabria)

-

Museo del

Visite Guidate

Castello ducale

Convegni e mostre

Litoranea

di Corigliano

Musei informatizzati

Salerno e Roma-Reggio Calabria)

Centro storico di Corigliano

Tel. +.39.0983.81635

APERTURA CASTELLO

Matrimoni civili e religiosi

lunedì (si consiglia di telefonare perchè gli orari possono variare)

(Genova-

Bookshop

Hotel Club Il Girasole Vacanze

Giardino botanico

Italiane, località Fabrizio Tel. +39.0983-856379

BIGLIETTI

Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 tranne il

tirrenica

ALBERGHI

Bibblioteca ed Archivi

Fax +39.0983.856422

2 euro quale contributo visita

Gallo d’Oro, via Nazionale,8 1

con servizio di guida di 1 ora.

Tel. +39.0983-885183

COME ARRIVARE

Tel. +39.0983-87225

Poseidon, v.le della Libertà, 2b Ausonia, c.da Chiubbica

PRENOTAZIONI Prenotazione obbligatoria

● In auto

Tel. +39.0983-889796

Autostrada A3 Sa-Rc con usci-

Tania, c.da Mezzofato

ta a Sibari-Spezzano prose-

Tel. +39.0983-80581

7

5. LA

PIAZZETTA DI

SCHIAVONEA,

CENTRO BALNEARE A POCHI CHILOMETRI DA CORIGLIANO.

6. IL

CENTRO STORI-

CO MOLTO AFFOLLATO DURANTE LE MANIFESTAZIONI ESTIVE. GIA DI

lavori di restauro sono risultati così di alto valore che, la rivista specializza ta A&A (Alluminio e Architettura), nella categoria restauro e funzionaliz zazione, ha deciso di assegnare l’am bito riconoscimento “Alcoa Architettura” all’ architetto coriglianese Mario Candido e all’azienda Metalprofil, esecutrice dei lavori degli infissi. “Un intervento - nella motiva zione della giuria - che con discrezione e misura media le conflittualità fra le istanze di conservazione e di innova zione finalizzata alla nuova destinazio ne museale attraverso il ripristino degli spazi originari e l’utilizzo corretto di materiali moderni.” All’azienda Metalprofil, nella persona del titolare sig. Giuseppe De Pasquale, è andato inoltre il primo premio come serramen tista ufficiale della Alcoa italiana, azienda leader mondiale nella produ zione di alluminio e fornitore di metallo per la costruzione dello schuttle ameri cano; ogni anno infatti la rivista A&A presenta i migliori lavori architettonici nei quali si è fatto uso dell’alluminio. I lavori di restauro del maniero hanno così definitivamente consolidato il mar chio dell’azienda Metalprofil in tema di qualità e professionalità nel settore degli infissi e della carpenteria metalli ca.

7. LA SPIAGCORIGLIANO - SCHIAVONEA.

Metalprofil srl zona industriale c.da Salice, s.s. 106 87065 Corigliano Calabro (Cs) tel. 0983.851893 - fax 0983.851894 email: metalprofil@libero.it

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

45


Shopping, che passione... A Corigliano Calabro, tra moda, accessori e artigianato

V

iaggi nel Mediterraneo ha selezionato per voi i migliori negozi, dove è di casa il gusto per il bello e la cordialità dei proprietari. Belle vetrine e tanti prodotti di marca e di qualità. E’ anche l’occasione per riscoprire il centro cittadino o per una passeggiata nel borgo antico.

Articoli da regalo e gioielleria Galleria Benar (Via Provinciale,72\78 - tel.0983.885374) Questo raffinato negozio offre alla clientela le migliori marche nel mondo degli articoli da regalo, della gioielleria, argenteria e liste nozze: Lalique, Baccarat, Pineider, Michielotto, Herend, Narumi. Vale la pena di essere visitato. Centri benessere per l’uomo e la donna Centro benessere Intégrée Aldo Coppola by Scaramuzzo (Via Fontanelle,106,108-tel.0983.884263) Siamo rimasti veramente colpiti dalla professionalità di tutti coloro che lavorano in questo centro. Una struttura moderna dove vengono effettuati tutti i trattamenti di bellezza per l’uomo e la donna. In basso: da Galleria Benar, articoli da regalo di marche prestigiose

In alto: Da Marino dal 1930, calzature ed articoli in pelle Calzature, articoli in pelle e accessori MG Marino Calzature dal 1930 (Via Fontanelle,145,147-tel.0983.885572) Negozio calzature, accessori ed articoli in pelle delle migliori marche quali Casadei, Campanile, Fabi, Vic Matie, Malì Parmi, Valleverde, Mario Bologna, Mandarina Duck, Ferrè, Mazzini.

Giardinaggio e pollice verde Pianta Flor (C.da Ralla, pressi autoparco comunale) L’azienda opera da un quarto di secolo con la produzione e vendita, all’ingrosso e al dettaglio, di gerani, buganville, ortensie, palme di ogni specie, tutti i tipi di piantine annuali e stagionali e le specie di siepi per parchi, ville e giardini.

46

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

In alto: Pianta Flor, piante di ogni tipo Vetri artistici e galleria d’arte Blue Domus Glass (Via Sciacca, 82 - tel.347.924391) Blu Domus Glass è un laboratorio artistico dove il vetro raggiunge la sua massima dimensione. E’ sinonimo di classe ed eleganza perchè ogni oggetto o pezzo d’arredo è progettato e realizzato dando importanza ai materiali, al gusto e al design. Si creano sopratutto pezzi unici o serie limitate. In basso: Vetri artistici da Blue Domus Glass


UNITED COLORS OF BENETTON Ottica Mangano e Faillace (Via Provinciale, 19) Occhiali di qualità e griffati: D&G, Fendi, Raiban, Cristian Dior, Prada, Versace, Police, Sixty, Fendi e tantissime altre. In alto: da Mangano, ottica di qualità delle migliori marche

Piscina Fit Village (Via Nazionale,144 - info 335,571311)

Ristoranti Al Mandrone (loc.tà Piana Caruso, tel. 0983.887336)

Piscina, acqua gym, acqua aerobic, acqua step, acqua training, nuoto libero, acqua senior, fitness, cardio fitness, aerobica, total body, total stretching, sauna, corsi di Ju Jitsu, riabilitazione in acqua, step, box e combinato, corsi di nuoto per bambini.

’ ambiente moderno e la qualità di

L

casa Benetton fanno di questo nego -

zio il più bel megastore dell’alto

jonio cosentino, caratterizzato da un

Ristorante, pizzeria in montagna caratteriz-

vasto assortimento di capi per l’uomo, la

zato da un ambiente accogliente e da

donna e il bambino.

un’ottima cucina tipica. Su prenotazione si effettuano banchetti e ricevimenti di ogni

Corigliano Scalo - via Nazionale, 74 Tel. 0983. 885757

genere.

PINO CURTO g i o i e l l i

Concessionario

Concessionario

DAMIANI CHIMENTO

POMELLATO

AUDEMARS PIQUET

CARTIER

VACHERON CONSTANTIN

CORUM

LONGINES

OMEGA

SWATCH

CORIGLIANO

-

RENDE

-

ROSSANO


IL CASTELLO DI BELVEDERE MARITTIMO i lascia Corigliano Calabro e si continua sulla statale 106 costeg-

S

giando gli scavi dell’antica Sibari per circa 25 minuti fino ad

arrivare a Roseto Capo Spulico, dove si trova un bellissimo castello del XVI sec. oggi convertito a ristorante di classe. Il Castello, con torri di varia forma, finestre monofore e bifore, è un importante esempio di architettura militare in Calabria. Da Roseto, dopo aver pranzato, si ritorna in direzione Sibari e poi verso Spezzano Albanese fino ad arrivare a Guardia Piemontese; da lì, attraverso una strada a picco sul mare, si arriva a Belvedere Marittimo, presso Capo Tirone. La cittadina, assediata nel 1288 da Giacomo d’Aragona, re di Sicilia, fu strenuamente difesa da Ruggero Sangineto; è naturalmente divisa tra la marina che si affaccia direttamente sul mare tirreno e, nella parte alta, il paese dove è arroccato il castello angioino rimaneggiato nel

1

1499. E’ veramente molto piacevole percorrere a piedi l’intero centro dove l’accoglienza è di casa magari soffermandosi a gustare un’ottima granita in uno dei bar caratteristici del centro. Per gli innamora-

1. IL

CASTELLO DI

ROSETO CAPO SPULICO;

2. IL

CASTELLO DI

BELVEDERE MARITTIMO;

3. VEDUTA

PANORAMICA DELLA MARINA DI

ti, poco fuori dall’abitato, sorge il convento di S.Daniele, fondato nel BELVEDERE MARITTIMO

DA UNA VIA DEL CENTRO STORICO DEL PAESE.

2

1595 che conserva le spoglie di S.Valentino, il Santo degli innamo-



2

rati. Opere di un certo interesse si trovano nella chiesa di S.Maria del Popolo e in quella del Crocifisso che conserva un grandioso crocifisso ligneo della fine del’600. Dopo aver

UN SUGGESTIVO ANGOLO DI COSTA VICINO

4. VEDUTA

BELVEDERE;

PANORAMICA DELLA COSTA TIRRENICA DA BELVEDERE VERSO DIAMANTE;

5. SCORCIO 6. IL

BELVEDERE MARITTIMO;

DEL CENTRO STORICO DAL CONVENTO DI

scende alla marina, centro

SCULTURA ABBELLISCE LA PIAZZA ADIACENTE IL

magnifico e romantico tramonto. Per quanto riguarda la gastronomia, caratteristica é la lavorazione dei cedri questi ultimi rinomati in tutto il mondo: Belvedere fa parte infatti della riviera dei Cedri che si estende da Praia a Mare a Cetraro dove, tra Luglio e Agosto i rabbini vengono a scegliere i migliori frutti in assoluto per celebrare la festa del sukkot ossia dei Tabernacoli. Il cedro calabrese viene inoltre utilizzato nella preparazione dei liquori tipici, nei laboratori cosmetici e farmaceutici oltre che per ottenerne canditi per l’industria

3

S.DANIELE;

CASTELLO ANGIOINO; TIPICA CASA MEDITERRANEA BELVEDERESE;

za della costa prevalentemente rocciosa

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

PALMETI NEL CENTRO STORICO DI

8. UNA

e, magari restare in dolce compagnia in attesa di un

50

2. 3.

7. UNA

possibile restare incantati dalla bellez-

alimentare.

RICERCATISSIMI CEDRI DELLA RIVIERA TIRRENICA

visitato il centro storico si

balneare e turistico dove è

1

1. I

CASTELLO

DI

BELVEDERE.


5

4

6

8

7


4


4. SCOGLI

IN PRIMO PIANO VISIBILI DALLA ROTONDA ,

POSTO ROMANTICO RISERVATO AGLI INNAMORATI , VICINO IL LUNGOMARE

5. UNA

5

VEDUTA PANORAMICA DEL CENTRO STORICO E DELLA MARINA ;

6. L’ACQUA

VERAMENTE CRISTALLINA E DAI COLORI TURCHESI ,

NON HA NULLA DA INVDIARE ALLE ACQUE DEI MARI TROPICALI

Guida Pratica INDIRIZZI UTILI Comune di Belvedere Marittimo P.zza G.Amellino, 1

Tel. +.39.0985.84600

uscita a Maratea e poi proseguire sulla s.s. in

● In aereo Aeroporto di Lametia Terme con voli Alitalia e poi proseguire con rent car (servizio presso l’aero-

COME ARRIVARE

ALBERGO

direzione Belvedere Marittimo. Eremo del Duca

Via S.Francesco, 87020 Bonifati (Cs)

Tel. +.39.0982.993892 Albergo classe 5 stelle di gran classe.

porto).

RISTORANTE

● In treno: ● In auto

Litoranea tirrenica (Genova-Salerno e Roma-Reggio

La Risacca

Bisogna raggiungere l’autostrada A3 Sa-Rc con

Calabria): fermata a Paola

Via Stazione, 32 - Tel. +39.0985.82617

6


ROSSANO, IL MARE E I SAPORI

degliDÈI P

FOTO E TESTI DI ALFREDO MANGONE

erchè spendere tanti soldi per una vacanza ai tropici, magari con il rischio di contagiarsi con gli ultimi virus killer o rendersi obiettivo inconsapevole dei terroristi, quando si può tranquillamente godere di un mare limpido e dai mille colori e di un sole caldo per un’ambrata abbronzatura? Dopo aver soggiornato quattro giorni in questa località balneare viene subito voglia di ritornarci al più presto per visitare ciò che non si è avuto il tempo di conoscere. In Calabria, quì a Rossano sulla costa jonica, la Sars non ha nulla a

che vedere con la polmonite atipica che miete vittime in tutto il mondo: quì, con il termine Sars, nel dialetto rossanese, si indica la salsa di pomodoro, la cosidetta “sars ‘e pummalor” che, tra le altre cose, abbiamo scoperto essere molto prelibata perchè fatta tutta in casa usando i pomi d’oro quì molto diffusi. Chissà se Ulisse, durante il suo peregrinare, ebbe la fortuna di immergersi nelle acque di questa zona, acque, i cui colori turchesi, inebriano la vista del visitatore. Il nostro itinerario ha inizio facendo tappa in uno dei tanti Hotel

SPECIALE WEEKEND Il mare degli Dèi La dieta calabrese Un pò di storia e cultura Come arrivare VIAGGI NEL MEDITERRANEO

3


COSTA JONICA UN ITINERARIO MAGICO DA SOLI O IN DOLCE COMPAGNIA , IN QUESTA AFFASCINANTE LOCALITÀ CALABRESE DOVE IL MARE È LIMPIDO E ÒLA GASTRONOMIA REGALA SENSAZIONI INDIMENTICABILI . 1. NELLA 2. IN

3

FOTO GRANDE , IL PRIMO PIANO DEL MARE A

ROSSANO CALABRO.

ALTO , UNA VEDUTA PANORAMICA DEL CENTRO STORICO DI

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

ROSSANO.


1 LA MAGIA DEL CLIMA, IN UN PAESAGGIO DI INCONTAMINATA

della zona, tutti veramente molto accoglienti e dotati di ogni confort di medio e alto livello e, appena pronti, si decide di andare subito al mare in uno dei tanti lidi super attrezzati. Dopo ore di totale relax, con coktail serviti direttamente in spiaggia, la sensazione è di totale benessere poichè il mare limpido ci ha continuamente attratti in acqua e il sole caldo ci ha fatto immediata-

BELLEZZA, SI INCONTRA CON I TIPICI SAPORI GASTRONOMICI 1. PANORAMA STORICO DI

2. PIATTI

DEL CENTRO

ROSSANO.

DI GASTRONOMIA

TIPICA.

3. ILÒ MARE JONIO (G.GIANZI).

56

VIAGGI NEL MEDITERRA-

2

mente esplodere la melanina del corpo. DIETA

MEDITERRANEA, ANZI...CALABRESE

Sentiamo l’anima rigenerata e decidiamo di soddisfare anche il palato; da un pò di tempo, in America e in Italia, e in ambienti di alto livello scientifico, si parla non solo di dieta mediterranea, ma anche di dieta calabrese, una specie di


Tuffati nel mare degli Dèi

I

l Mar Jonio è il mare degli dei della Magna Grecia: la leggenda narra che in questi lidi sia approdato

Enea, l’eroe troiano, nel suo lungo peregrinare e che la dea Calipso abbia fondato la sua dimora sulla attuale secca di Amendolara, oggi meta di molti subacquei: quì, dalle profondità di centinaia di metri si risale ai 25 - 18 metri dove si raccolgono ogni specie di pesci in cerca di cibo, dove è tutto un’esplosione di vita.

foto di Gaetano Gianzi

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

3


FOTO

IN ALTO:

RIPRESA DALLA

PIAZZA STERI

TORRE

DELL’OROLOGIO.

58

elisir di lunga vita che aiuta a restare in forma ed asciutti, lontani dall’obesità e molto vicini ad un buon piatto di pasta condito con ottimo pomodoro locale e tanto peperoncino piccante. Non è assolutamente un miraggio per pochi eletti riuscire a gustare, in uno dei tanti ristoranti tipici o aziende agrituristiche, un primo come la pasta ripiena (lasagne fatte in casa e arricchite con uova sode, polpettine di carne e sugo) o un contorno come le melanzane alla schipecia, (melanzane condite con olio e aceto); se poi riuscite ad assaggiare un altro primo tipico come i

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

maccheroni al ferretto in sugo di castrato, l’esperienza gastronomica può definirsi divina; meritano il nostro apprezzamento tutti i tipi di antipasti che per la loro bontà restano sul tavolo fino a secondo inoltrato, quali le olive conzate (olive nere con peperoncino, sale e olio), pepi e patate che inebriano i sensi in modo fatale. Non si può dimenticare che Rossano è la patria di uno dei migliori oli d’oliva extra vergine d’Italia, il cosidetto dolce di Rossano, proveniente dai tanti frantoi sparsi nella zona. Dopo esserci estasiati a tavola visitiamo questa magi-


PIAZZA STERI,

UNA DELLE TANTE PIAZZE DI

ROSSANO

RIPRESA DALLA ATTIGUA TORRE DELL’OROLOGIO, REGISTRA, DA MOLTI ANNI, MANIFESTAZIONI ED EVENTI DI NOTEVOLE INTERESSE.

ROSSANO

É INOLTRE SEDE DELLA LIBERA UNIVERSITÀ DELLA SIBARITIDE

PRESSO PALAZZO

S.BERNARDINO.

ca cittadina seguendo la strada principale che conduce nel centro storico, arroccato su rocce rosse ricche di minio, le cosidette timpe rosse: Rossano sta a 270 mt. di altitudine e gode di un clima che è mite per tutto l’anno. In questo solare centro del sud, le testimonianze artistiche e storiche sono tante e di alto interesse: basti pensare che all’interno del Museo Diocesano di Arte Sacra, sito in via Arcivescovado, è gelosamente custodito il Codex Purpureus Rossanensis, evangeliario miniato di color porpora unico al mondo, di cui, una copia, è stata

omaggiata al Pontefice Giovanni Paolo II. In questa cornice di clima, sapori ed arte, una voce autorevole è quella degli eventi di cui è ricco il calendario rossanese: da Giugno a Settembre e poi fino al Natale, è tutto un susseguirsi di feste e manifestazioni. I mesi estivi sono caratterizzati da “Rossano d’Estate tra mare, montagna e centro storico” il cui culmine è rappresentato dalla festa dell’ Achiropita tra il 10 e 15 Agosto; nel calendario non mancano concerti, spettacoli pirotecnici, sagre e l’organizzazione di itinerari alla scoperta della vicina ed affasciante Sila.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

59


Fondali tropicali ?... ...no, dello Jonio!

1


1. I

FONDALI DELLA

SECCA

ROSSANO, 2. UN’ALTRA

DI

AMENDOLARA,

A POCHE MIGLIA MARINE DA

IDEALI PER UN’IMMERSIONE GUIDATA INDIMENTICABILE.

IMMAGINE DELLA

SECCA,

RITENUTA DALLA TRADIZIONE,

LA DIMORA DELLA DEA

3./4. IMMERSIONI

2 3

A

CALIPSO.

ROSSANO.

Nel Cuore dello Jonio

I

l mare Jonio conserva, nei suoi fondali, tesori di immenso valore naturalistico: basti pensare che a poche miglia dalla costa, ad Amendolara, si trova una secca che risale dalle centinaia di metri del fondale ai 18-

25 metri!... un paradiso di colori, un immenso patrimonio marino da preservare e tutelare come bene comune. L’associazione Protema di Rossano

(Protezione Terra Mare), nella persona del prof. Gaetano Federico, da anni è impegnata sul fronte della difesa e valorizzazione dell’ambiente marino: questo autentico sub professionista, pioniere delle discese in mare aperto, è uno dei migliori conoscitori dei fondali calabresi; grazie alla sua passione per il mare, la Regione Calabria ha istituito, in località Zolfara, la riserva

4

della Poseidonia, un’alga unica e rara che vive nei fondali rossanesi. “E’ stato raggiunto - ci racconta il prof. Federico - un obiettivo per il quale la Protema ha da anni lottato; tanti altri sono i progetti in tema di difesa e promozione dell’ambiente marino per i quali stiamo lavorando”. Per informazioni: Protema (protezione terra mare) Via Rossini, 5 - 87068 Rossano (CS) Tel. 0983.511484

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

61


Come arrivare a Rossano IN AUTO: ● Autostrada A3 Sa-RRc uscita di Sibari e proseguire sulla s.s.106 in direzione Rossano. IN AEREO: ● Aeroporto di Crotone a 80 Km. (volo con Air One), proseguendo in auto (rent car) sulla s.s.106 in direzione Sibari fino a Rossano. ● Aeroporto di Lametia Terme a160 Km. (volo con Alitalia), proseguendo in auto (rent car) sulla A3 in direzione e uscita Sibari e proseguire sulla s.s.106 in direzione Rossano.

● IN TRENO: ● Litoranea adriatica (Milano-BBari-TTaranto) ● Litoranea ionica (Milano-RReggio Calabria) ● Litoranea tirrenica (Genova-SSalerno e Roma-RReggio Calabria) IN AUTOBUS G.T. SIMET SPA ● partenze nazionali: Milano, Torino, Genova, Alessandria, Bologna, Padova, Vicenza, Firenze, Perugia, Siena, Livorno, Pisa, Roma, Napoli, Salerno, Foggia. ● partenzze internazzionali da e per la Germania: Tel.+39.0983.520315 Fax 0983.521568

Un’escursione nei dintorni... E 1 - LUNEDI - E. 9,00 a persona Centro storico Corigliano Scavi di Sibari. Partenza dall'hotel in mattinata. Arrivo presso il centro storico di Corigliano. Cittadina pittorescamente situata sopra un poggio sulle estreme pendici della Sila Greca, antico Feudo del Regno di Napoli e delle due Sicilie. Il Feudo è identificato con il castello Compagna, domina l'abitato. Visita alla chiesa madre di Santa Maria Maggiore. Proseguimento per gli scavi di Sibari, antica colonia fondata nel VII sec. a.c. E2 - MARTEDI'- E. 9,00 a persona

Rossano Duomo - Museo Amarelli

Partenza in mattinata per la cittadina di Rossano, immersa nella propria cultura fatta di monumenti, di mistico isolamento e di storia gloriosa. Visita alla Cattedrale e al museo Diocesano che raccoglie il famoso Codex Purpureus Rossanensis, evangeliario color porpora. Nel museo si conserva anche un anello detto S. Nilo, grande santo e patrono della cittadina, fondatore dell'Abbazia di Grottaferrata. Sosta sul ritorno alla fabbrica della liquirizia Amarelli, Premio Guggennheim e inserita nel circuito conosciutissimo delle Henokiennes, e dotata anche di un museo della liquirizia E3 - MERCOLEDI'- E. 10,00 a persona Civita - Frascineto Museo Arberesh - Cerchiara Madonna delle Armi Pranzo in ristorante su prenotazione E. 14,00 a persona Partenza dall'hotel in mattinata con destinazione Civita, paese caratteristico perché si nasconde al visitatore fino a pochi metri dal suo abitato. Entrando nel paese si rimane subito affascinati dall'esposizione architettonica delle case e dalla bellezza delle montagne che la circondano. Proseguimento per Frascineto, cittadina in cui grazie alla minuzia e alla passione di Suor Licia è stato costruito il Museo del costume Arberesh, qui si possono ammirare tutti i costumi miniaturizzati. E4 - GIOVEDI' - E. 10,00 a persona Pollino - S. Sosti Santuario - Morano Pranzo in ristorante su prenotazione

E. 14,00 a persona

Partenza dall'hotel in mattinata. Arrivo a S. Sosti, caratteristico ed incante-

dal 1 Luglio al 7 Settembre con Simet spa

vole centro storico. Peculiare è lo scenario montano del Pollino che lo circonda con le tipiche ed irripetibili gole scoscese del fiume Rosa, coperte da lecci, ed il luogo ha qualcosa di mistico, forse per il Santuario. Pranzo in ristorante e proseguimento per Morano arroccato ad un'altitudine di circa 1.000 mt. al limite settentrionale della Calabria. E5 - DOMENICA E. 25,00 a persona Sila: Passeggiata in trenino Con biglietto trenino Calabro Lucane Partenza dall'hotel al mattino , proseguimento per la Sila, cuore della Calabria, immenso altopiano di oltre 1.oo kmq di boschi, radure e torrenti. Sosta sul lago Cecita. La Sila è ricchissima di acque tutte potabili e la flora è di tipo appenninico-meridionale. Centro d'interesse turistico è Camigliatello, stazione di partenza per l'escursione sul Treno a vapore tra le valli, i laghi ed i fiumi della Sila (previa disponibilità delle Ferrovie della Calabria). Per informazioni: Simet spa, Via S.Antonio - 87068 Rossano (cs) Tel.+39.0983.520315 - Fax 0983.521568 email: simetspa@simetspa.it - web: www.simetspa.it


FOTO

DI

GIANDOMENICO SANTELLA

Hotel President, ✩✩✩ c. da Frasso, s.s.106 tel.0983.511375 - Fax 510394 EuroVillage Club Nausicaa,✩✩✩✩

Guida Pratica INDIRIZZI UTILI Città di Rossano

loc. Zolfara - Tel.0983.569279 eurovillage.nausicaa@libero.it Hotel Club Itaca, ✩✩✩✩ loc. Zolfara Tel.0983.569149 hotelclubitaca@hotmail.com

Piazza SS. Anargiri, tel. centralino: 0983.5291 Assessorato al Turismo P.zza Duomo - tel. 0983.520051 www.rossanoturismo.it

ALBERGHI Hotel Scigliano, ✩✩✩ v.le Margherita, tel. 0983.511846 - Fax 511848 www.hotelscigliano.it hscigliano@hotelscigliano.it Hotel Murano, ✩✩✩ lido S. Angelo tel.0983.511788 - Fax 530088 www.rossanocalabro.it/murano murano@rossanocalabro.it Europa Lido Palace, ✩✩✩ c.da Frasso tel.0983.512095 - Fax 530336

62

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

RISTORANTI Il Rusticone Ristorante - specialità pesce Viale Luca De Rosis Tel.0983/530593-512243 I Tre Moschettieri

-

Ristorante - Pizzeria C.da S.Caterina Tel. 0983/545838 Stella dello Ionio Ristorante C.da Momena Tel. 0983/516983

AGRITURISMI Cozzo di Simari, c.da Crocicchia Tel.0983.520896 - 335.388065 www.initalia.it/cozzodisimari/index.htm Fellino, c.da Fellino Tel.0983.514859 - 511840 Il Casino del tempo perduto, c.da Ponti Tel.335.293813 - 333.8366946 329.6170607 Il Giardino di Iti, c.da Iti Tel.0983.64508 - 360.237271 www.giardinoiti.it Le Colline del Gelso, c.da Gelso Mazzei Tel.e fax 0983.569136 - 335.5366452 338.4289504 - www.lecollinedelgelso.com info@lecollinedelgelso.com Malena, c.da Malena Tel.339.6056075 - 0983.64125 0984.412731 Mandorleto, c.da Mandorleto Tel.0983.565015 - Fax 515823 Oliva Grossa, Tel.0983.515672 339.6104137 Primo Fiore, s.s.106, tel.0983.511498338.8532958 Quattro Stagioni, C.da Pantano Martucci Tel.0983.569026 - 480243 - 43168 Raggio di Sole, c.da Toscano Joele Tel.0983.513778 - 339.2271832 Trapesimi, c.da Trapesimi - Tel.0983.64392


I SEGRETI DELLA DIETA CALABRESE INIZIA LO SPECIALE DEDICATO ALLA

GASTRONOMIA E AI PRODOTTI TIPICI DEL MEDITERRANEO. IN QUESTO NUMERO RISCOPRIAMO IL PIACERE DI STARE TUTTI INSIEME E CON GIOIA A TAVOLA , PERCHÈ LE PIETANZE SEMPLICI ATTIRANO ANCHE CHI VUOLE APPARIRE SEMPRE IN SPLENDIDA FORMA .


1. I

2

PRIMI FATTI IN CASA

(TAGLIATELLE

E MACCHERONI AL FERRETTO).

2.UNA

PRELIBATA FRITTATA.

3. ANTIPASTI

TIICI CALABRESI.

IN QUESTI POSTI VI ATTENDONO I PIACERI DELLA SEMPLICITA’ E DELLA GENUINITA’,

E

siste un segreto grazie al quale è possibile mangiare bene e di gusto senza mettere chili in eccesso? Il Mediterraneo è, per consolidata tradizione, il posto dove a tavola non si invecchia, o meglio, dove il pranzo o la cena sono costituiti da pietanze semplici ma nutrienti: un buon piatto di pasta condito con pomodoro fresco e basilico, un secondo di pesce azzurro e, per terminare, degli ottimi agrumi, costituiscono un pranzo tipico che consente di tenere una linea invidiabile senza sforzi da dieta. La Calabria ha sempre portato in tavola la semplicità, essendo stata per anni il luogo d’incontro di genti marine e primitivi pastori; qui, la gente, ha saputo come conciliare il pesce azzurro o il bianco merluzzo con il capretto boschivo o la ricotta salata, cibi che sembrano

ECCO I PIATTI DEI PASTORI, NEI QUALI RISIEDE IL SEGRETO DEL MANGIAR SANO E DEL VIVERE A LUNGO


1

2


d i tradizione diversa, anzi opposta. Come é possi3 bile? Lo comprendi se percorri ad esempio i boschi della Sila dove, accanto all’acre odore della menta selvatica e dell’origano, puoi riconoscere ancora l’alito salino dello Ionio; e comprendi che solo un posto come questo, può farti riscoprire l’antico rapporto col cibo. Se durante un trekking tra i giganteschi castagni dell’oasi wwf di Cozzo del Pesco, la tua guida ti conduce a uno stazzo di pastori, non perdere l’occasione, accetta l’ospitalità che la famiglia ti offre! Ti può capitare di stupire il tuo palato con le salsicce di porco selvaggio o con la delicata ricotta. E se ti muovi presto al mattino

CARAVELLA

all’aria fresca del bosco, potrai essere protagonista di un evento gastronomico unico e primordiale: “la impanata”! Perché vedrai il pastore che, secondo il rito antico, lavora il latte caprino, appena munto, dentro la pignata fumante alimentata dalla legna del bosco. Cosa altro puoi degustare? Tra “i primi “ puoi scegliere il grandioso “grano grattato” (grano tritato tra le due pietre di fiume, lavorato al paiolo con salsicce e spuntature di maiale) oppure “lagane e ceci” (cottura alla brace in pignata) o la sontuosa “pasta ripiena” (lasagne in sfoglia con caciocavallo, polpettine, salsiccia piccante, uova sode, pomodoro, formaggio). Puoi divertirti con gli straordinari piatti di verdure: “le melanzane alla schipecia” (in padella con alloro, pomodoro, aglio, peperoncino), “melanzane ripiene”, (con uovo, formaggio, pepe, olive nere o sardella). Ma non puoi dimenticare di gustare “la sopressata, la salsiccia al finocchio, il capocollo, la piccante sardella”, per non parlare di altre gustose ghiottonerie come “il sanguinaccio” (sangue di maiale lavorato con pinoli, uva passa, mandorle, mosto cotto e caffé) e gli “scorateddi” (frittelle al mosto cotto).

PIETRAPAOLA

1.LE 2.

FRITTELLE DI SAMBUCO.

CONTORNI E SECONDI PIATTI DELLA TIPICA CUCINA CALABRESE

(PEPI

E PATATE, SALSICCIA

FRESCA PRONTA DA FARE SULLA BRACE E FUNGHI SOTT’OLIO).

3. LA

RARISSIMA

SACCHETTA:

MUSCOLI E NERVI DI MAIALE VENGONO PRIMA CONDITI E POI INSERITI IN UNA

“TASCA”

RICAVATA DALLA COTENNA DEL MAIALE STESSO.

4. L’ACCOGLIENTE

LOCALE

INTERNO DEL RISTORANTE PIZZERIA

LA CARAVELLA A

5.UN

PIETRAPAOLA

MARE.

GUSTOSO ANTIPASTO TIPICO CALABRESE.

4

A Pietrapaola mare sorge il ristorante pizzeria la Caravella dove è possibile gustare i piatti della migliore tradizione calabrese e, in particolare pietrapaolese. Si è voluto riscoprire e promuovere la tradizione culinaria locale, portando in tavola piatti gustosissimi e anche molto belli da vedere. Le pietanze servite sono essenzialmente stagionali e rigorosamente fatte in casa. Una volta accomodati, viene servito un antipasto alla calabrese composto da salsiccia della casa, capicollo, soppressata e dal suzo, una gelatina con frattaglie miste di maiale; si passa agli ottimi formaggi e alle ricotte di capra per terminare con una porzione di provola calabrese. Se ciò non bastasse, Francesco non si darà per vinto: in tavola arriveranno i sott’olio di funghi misti e di melanzanine tagliate finissime con tanto peperoncino, oltre che le tipiche melanzane alla schipecia: melanzane a fettine condite con peperoni freschi, aglio, basilico, olio ed aceto. Nel frattempo,la pasta e fagioli è già fumante sul tavolo; si può scegliere anche la pasta con il finocchio selvatico e patate o i maccheroni al ferretto con aglio, olio e pepe5 roncino piccante. Nel periodo di carnevale, vi verrà servita la pasta e stroscia, una pasta fatta in casa condita con insaccato di maiale (polmone e frattaglie). Per chi non ama la carne, il pesce è subito servito, sempre fresco di giornata come un timballo di alici o una spigola alla caravella. Infine si può gustare un’ottima pizza al forno a legna, delle ottime freselle o del pane casareccio.

Tavola d’Autore

LA CARAVELLA PIAZZA DE MUNDO, MARINA

DI

PIETRAPAOLA

CELL .338.5903754

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

67


CALABRIA

GLI AGRUMI DELLA PIANA DI SIBARI

CORIGLIANO CALABRO

LE MARMELLATE E LE CONFETTURE “LE FRUTTIGOLOSE” Le marmellate e le confetture “Le Fruttigolose” sono ottenute da frutta scelta, coltivata utilizzando i sistemi di lotta integrata, in zone dove la natura conserva il suo fascino. La materia prima viene avviata alla trasformazione dopo un’attenta selezione utilizzando un quantitativo di frutta intera maggiore dell’80%. L’uso

La Piana di Sibari, situata tra il

esclusivo di zucchero semolato di prima scelta unitamente agli ingredienti di base selezionatissimi, fanno

mare Jonio, la Sila ed il massic-

di queste conserve un prodottotto unico nel suo genere. Le Fruttigolose si presentano al palato con tutto il

cio del Pollino, è la più estesa

sapore della frutta fresca, la presenza dei pezzi interi di fruta all’interno dei vasetti ne è la riprova..

delle pianure calabresi. Gli agrumi cosituiscono la spina dorsale dell’economia agricola della Sibaritide, con una produzione annua di circa 1.300 milioni di quintali di arance e 1.600 milioni di quintali di clementine. Un’agrumicoltura d’avanguardia dovuta all’impegno ed alla costante capacità degli operatori del settore, unita alle condizioni favorevoli dovute al microclima, fa si che i prodotti coltivati nella Piana di Sibari abbiano caratteristiche organolettiche tali da risultare i migliori del mondo. In questo contesto sorge lo stabilimento La

ROSSANO

“VINCENZO MONTAGNA”: UN’AZIENDA CON LA PASSIONE PER LE COSE FATTE BENE

Frutticola fornito di sistemi avanzati per garantire la qualità totale del prodotto.

68

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

E' da ben tre generazioni che la famiglia Montagna si dedica alla valorizzazione di un piatto importante, uno dei principali protagonisti delle nostre tavole…

la carne. Sin dalla sua fondazione, la Ditta Montagna ha osservato scrupolosamente l'aspetto qualitativo del prodotto, coniugando l'attenzione per la selezio-

ne delle carni migliori con l'alta specializzazione commerciale. Proprio le grandi doti commerciali dell'azienda hanno fatto sì nel tempo che la Ditta Montagna diventasse una delle realtà distributive più importanti del settore in Calabria. Oggi - oltre a servire i vari canali distributivi - ha concretizzato l'idea di realizzare un'azienda di trasformazione delle carni che si è affacciata anche sul mercato nazionale. "Vincenzo Montagna": l'orgoglio di un'azienda calabrese capace di affermarsi nel vasto panorama competitivo del mercato.


MACCHERONI AL FERRETTO Ingredienti: 500 gr. di farina - 5 uova - un cucchiaio di uova - sale 100 gr. di pecorino grattuggiato - ragù d’agnello o di maiale. Preparate la pasta mettendo a fontana sulla spianatoia la farina setacciata. In una terrina rompete le uova, unite l’olio e un pizzico di sale, sbattetele e versatele nel mezzo della fontana. Lavorando con le dita, portate poco alla volta la farina nel centro poi con ambedue le mani, lavorate bene la pasta fino a renderla ben sostenurta. Con il mattarello tirate delle sfoglie, tagliate in piccoli quadrati, avvolgeteli all’apposito ferro sottile, sfilatene i cilindretti di pasta ricavati e allineateli via via su un canovaccio cosparso di farina per farli seccare leggermente. Calate la pasta in abbondante acqua leggermente salata, sgocciolatela al dente, ricopritela di formaggio grattuggiato e di un ragù d’agnello o di maiale.

PIZZA CON SARDELLA

OLIO SANTO Ingredienti: extra

Olio

vergine

di

oliva, peperoncini piccanti freschissimi

Andate dal fruttivendolo chiedendo dei

peperoncini

estremamente piccanti e freschi, i c.d. “cancarielli vuschenti”. Prendete un recipiente di vetro non troppo grande e riempitelo con l’olio extra vergine di oliva aggiungendo i peperoncini interi (potete anche tagliuzzarvi qualche peperoncino). Lascete macerare per almeno un mese nell’olio affinché il composto si purifichi rendendosi piccante. Usate quest’olio per condire le Vostre pietanze.

FRESA CONDITA Ingredienti: 1 fresa casareccia, sale q.b., pepe rosso dolce o piccante macianato, origano secco, aceto, olio, uno spicchio d’aglio

Prendete una fresa casareccia e bagnatela leggermente con un filo di acqua, quel tanto che basta ad ammorbidirla; disponetela su di un piatto da portata. Sulla fresa strofinate uno spicchio d’aglio, spargeteci un po’ di olio extra vergine di oliva, qualche pizzico di sale e di origano, un goccio di aceto e del pepe rosso. Attendete qualche istanPizza con sardella salata Ingredienti: 500 gr. di pasta già lievitata, pesci salati q.b. olio extra vergine di oliva, sale Prendete la pasta già lievitata e ponetela nella teglia da forno già oleata. Strofinate sulla pasta del pepe rosso macinato dolce o piccante e infornate fino a metà cottura. Sulla pasta disponete i pesci salati e riponete nuovamente in forno fino a cottura ultimata irrorando con olio extra vergine di oliva, origano ed un pizzico di sale

te finché la fresa si inzuppi bene e servite accompagnando il tutto con un buon bicchiere di vino bianco fresco.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

69


COLLE DELL’UNNA Agriturismi selezionati

IL BENESSERE ARRIVA DALLA NATURA

2 1 1

1. UNA

DELLE SALE INTER-

NE DELL’AGRITURISMO.

2. ANTIPASTI

TIPICI DELLA

CASA.

3. CAVALLI

A DISPOSIZIO-

NE PER PASSEGGIATE ED EQUITAZIONE.

L

’azienda agrituristica “Colle dell’Unna” di Nicola Fonsi é il luogo ideale in cui vivere giornate in vero relax. Circondata da un abbraccio di colline che si affacciano sul paesaggio tipicamente mediterraneo della Sila Greca, sorge nelle immediate vicinanze degli scavi di Castiglione di Paludi, motivo in più per associare ad una giornata gastronomica, una visita culturale a questi luoghi appartenenti alla quarta Sibari; quì, sarà possibile, dopo una passeggiata a piedi immersi nel fascino della natura circostante, ammirare

3

70

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

preziose testimonianze archeologiche che parlano di un passato strettamente legato all’antica Grecia. Ritornati all’azienda, è possibile visitare tutta la struttura, di cui una parte viene utilizzata per la produzione artigianale dei salumi e dei formaggi e l’altra per l’allevamento dei maiali, dei vitelli e dei bufali. L’OLIO EXTRA VERGINE” DI TIPO BIOLOGICO Una delle tante delizie dei prodotti creati da Fonsi è l’olio extra vergine d’oliva “biologico” e “DOP-Bruzio”. La vasta azienda olivica “Nicola Fonsi” primeggia infatti per le sue numerose piante, produtttrici di un frutto sano e robusto, dal quale si ricava un olio, risultato di un’accurata tecnica colturale ottenuta seguendo con cura le varie fasi di coltivazione; la lavorazione consente di mantenere intatti tutti i valori nutritivi e le caratteristiche organolettiche dell’oliva. Quest’olio extravergine, in gocce color dell’oro, conserva dunque tutto il sapore, il calore del sole mediterraneo, la freschezza e il gusto vivace del tipico prodotto genuino creato con i metodi di una volta; siamo di fronte ad un olio selezionatissimo che il proprietario ci fa gustare una


Agriturismi selezionati

4

volta suduti a tavola dove non viene servito nulla che non sia stato prodotto nell’azienda: una garanzia di autenticità che vale la pena sottolineare. Inizia la sinfonia dei sapori, con gli antipasti della cucina tipica, quali, pepi e patate, frittelle di sambuco, olive e peperoncino, la piccante sardella e i mitici salumi tra i quali viene servita la soppressata appena uscita dalla brace e poi le delizie del vero primo piatto di un tempo: i macchero5 ni fatti a mano al ferretto conditi con dell’ottimo sugo di castrato oppure la pasta di casa con fagioli e maiale; i secondi metteranno a dura prova la vostra gola: il capretto al forno con contorno di patate, il pollo ruspante, la grigliata di carne locale...sapori forti, tipici e sopratutto genuini ...e a sera un dolce riposo nelle comode stanze del caseggiato di campagna, posizionato sulle

colline più ventilate dell’agriturismo. Nell’agriturismo “Colle dell’Unna” é possibile inoltre praticare jogging, equitazione, e fare passeggiate in un ambiente naturale incontaminato: aria sana, buona tavola, divertimento rurale, cultura e storia... e a pochi chilometri ci sono Rossano “la bizantina”, Mirto Crosia, Corigliano e Sibari.

4. UNA

TIPICA TAVOLA

APPARECCHIATA.

5. IL

SIMPATICISSIMO PROPRIETARIO

NICOLA FONSI. 6. LA TABELLA INDICANTE L’ARRIVO A DESTINAZIONE.

COME ARRIVARE IN AUTO: raggiungere la s.s.106 jonica e, arrivati allo svincolo di c.da Amica (a circa 2 Km da Rossano), seguire le indicazioni per Paludi. IN AUTOBUS: collegamenti giornalieri con le autolinee SIMET dalle principali città italiane. IN TRENO: coincidenze per Sibari, fermata stazione di Rossano o Mirto. IN AEREO: aeroporti di Lamezia Terme (Alitalia) e Crotone (Air One).

Azienda Agrituristica Colle dell’Unna di Nicola Fonsi C.da Unna - 87060 - Paludi (Cs) Tel e fax 0983.62365 - Cell. 339.4934152

6

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

71


LA ROTTA

DEI

VINI doc

CALABRESI

TRA

MITO , LEGGENDA E STORIA , LA

CALABRIA

E’ IL LUOGO DOVE NACQUERO I VINI PIÙ ANTICHI E RINOMATI : I ROSSI INTENSI E

PAPA PAOLO III FARNESE. VINCALABRIA, UNA MANIFESTAZIONE PROMOSSA DALL ’ASSESSORATO AL TURISMO DELLA REGIONE CALABRIA E DALL ’APT DI COSENZA ,

I BIANCHI PREDILETTI DA

SPECIALE

SU

DOVE SONO PASSATI IN RASSEGNA I MIGLIORI VINI CALABRESI .

PROSPETTIVE

DI RILANCIO PER UN SETTORE CHE SARÀ PRESTO

LA PUNTA DI DIAMANTE DI QUESTA REGIONE .


M

ito, leggenda e storia ci fanno sapere che la Calabria è per il vino il luogo originario, e gli Enotri, i suoi primi abitanti, erano un popolo di vignaiuoli. Terra dolce, mite, generosa, naturalmente votata alla coltura della vite, nel periodo magno greco vide l’introduzione di vitigni greci pregiati, da cui furono prodotti vini eccellenti, diffusi e rinomati. Le colonie calabre, terre particolarmente care a Dionisio, e a Dionisio devote, videro pure nascere la cultura del vino come prodotto commerciale, rihiesto ed apprezzato nell’intero bacino del Mediterraneo. E tale tradizione continuò anche in epoca romana, attraversò il Medioevo e resistette a tutte le invasioni e dominazioni che si avvicendarono nelle terre di Calabria; nel cinquecento, i vini bianchi calabresi erano prediletti da Papa Paolo III Farnese. La Calabria, e VinCalabria ne è una testimonianza, vuole riappropriarsi delle sue tradizioni enologiche, della sua arte della vinificazione impareggiabile e si è riscoperta terra eletta per la produzione di pregiati bianchi, rosati e rossi. La manifestazione si è tenuta a Cosenza, nel cuore della città vecchia: due giorni trascorsi per conoscere e per amare i vini calabresi più classici, i DOC famosi (tra tutti il Cirò, Donnici, Savuto, Pollino, Greco di Bianco), i vini IGT, ma anche le nuove produzioni (Scavigna, Verbicaro ed altri) ed i vini da vitigni internazionali (Cardonnay, Cabernet, ecc.), accompagnati da pietanze tipiche tradizionali curate da cuo-

LUOGO DEI VINI DEGLI ANTICHI ENOTRI, LA CALABRIA E’ LA CASA DEI ROSSI CORPOSI E DEI BIANCHI GENUINI E SINCERI. SCOPRIAMO LE ZONE DEI GRANDI DOC CALABRESI.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

73


COSENZA

...DA VISITARE Per chi giunge da sud, l’accesso alla città vecchia appare subito romantico attraverso una via che passa vicino al castello e che scende dritta nella stupenda piazza XV Marzo sulla quale si affacciano l'Accademia Cosentina, fondata nel 1501 da Aulo Giano Parrasio, il Teatro Rendano, il Palazzo della Provincia, il Museo Civico e la Biblioteca. Si è quindi nel Corso Telesio, e poi nel cuore della vecchia città, al Duomo, e alla chiesa di S. Domenico, dopo aver superato il Busento , nel cui letto, chissà in quale punto, fu inumato il re gotico Alarico. Il Castello, in posizione eccezionale sulla cima del bel colle Pancrazio, è uno dei meglio conservati della Calabria e la sua costruzione risale al XII secolo ad opera dei Normanni. . La Cattedrale è del V secolo, ma è stata interamente ricostruita dopo il terremoto del 1184 ed inaugurata dall'imperatore Federico II di Svevia. All'interno, il sepolcro di Isabella di Aragona, gotico; il sarcofago (Enrico VII) di Meleagro ed Atalanta, il Crocifisso in legno detto dei Telesio. Nel palazzo Arcivescovile, adiacente, c'è il tesoro della cattedrale ove è custodita la croce -reliquario da Federico II all'atto della consacrazione della Cattedrale e che è considerata una delle più preziose opere d'arte della Calabria. La Chiesa di San Domenico offre all'attenzione del visitatore il bel rosone gotico e il grande portale in legno intagliato. Al visitatore nel corso del suo girare per la città è suggerita una sosta al mercatino che si articola lungo le rive del Busento, appena disceso il Corso Telesio, prima di tuffarsi nella parte nuova della città.

74

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

1. LO DELL’ASSESSORATO AL DELLA

STAND

TURISMO

REGIONE CALABRIA.

2. PIAZZA B.TELESIO.

1

3. GLI

2

STANDS DEI PRODUTTORI.

3

I DOC CALABRESI DOC Bivongi: 9 ha in 9 comuni della provincia di Reggio Calabria, tra cui Bivongi, più uno in provincia di Catanzaro. DOC Cirò: 2.699 ha in tutto il territorio di Cirò e Cirò marina e in altri due comuni della provincia di Catanzaro. DOC Donnici: 111 ha in 10 comuni della pro vincia di Cosenza. DOC Greco di Bianco: 45 ha nei comuni di Bianco e Casignana. DOC Lametia: 162 in 9 comuni. DOC Melissa: 238 in 14 tra cui Melissa della provincia di Catanzaro. DOC Pollino: 251 in 6 comuni della provincia cosentina. DOC S.Anna di Isola Capo Rizzuto: prodotto a Isola e in altri due comuni catanzaresi. DOC S.Vito di Luzzi: 28 ha nel territorio di S.Vito. DOC Savuto: 93 ha in molti comuni delle provincie di Cosenza e Catanzaro. DOC Scavigna: 33 ha a Nocera Terinese e Falerna. DOC Verbicaro: Verbicaro e altri 4 centri.

chi d’eccellenza. Rossella Pellegrini Serra, a capo dell APT di Cosenza ci spiega che "si tratta di un impegno gravoso, ma molto importante per la nostra regione in quanto è chiaramente indirizzato ad un pubblico nazionale ed internazionale. L'idea è quella di promuovere la nostra terra attraverso le produzioni vitivinicole offrendo ai turisti un'occasione in più, un motivo più mirato per trascorrere qualche giorno a Cosenza e, magari, conoscere nuovi posti, nuove realtà locali”. Dello stesso parere il dr. Rocco Militano, dirigente di settore dell’Assessorato al Turismo della Regione Calabria, il quale ci ricorda che VinCalabria è solo l’inizio di una serie di programmi promossi dall’Assessorato calabrese per proporre ai turisti non solo arte e cultura locali bensì un’offerta turistica che, pur muovendosi a 360°, faccia dell’enogastronomia tipica il suo punto di forza; in un buon bicchiere di vino, segno della cultura di questa terra, si riscoprirà la magia e il fascino di trovarsi in Calabria.


GLI AGRITURISMI ITALIANI SELEZIONATI DA “VIAGGI NEL MEDITERRANEO” VENETO ______________________________________________ ______________________________________________ ● Villa Mocenigo, Via Viasana,59 - 30035 - Mirano (VE) ; Tel./Fax 041.433246 - www.villamocenigo.com - e-mail: info@villamocenigo.com ; aperto tutto l’anno; 10 camere a partire da 52 euro e ristorante a base di produzioni proprie con menù a partire da 12 euro. ● San Bartolomeo, Via Chiesetta,33 - Loc. S.Bortolo - 35043 - Monselice (PD) ; Tel.0429.783676 - Fax 0429.72694 - e-mail: agrilucia@virgilio.it ;aperto tutto l’anno; camere con bagno a partire da 30 euro e ristorante a base di produzioni proprie con menù a partire da 16 euro. ● Ristoro Agrituristico Antica Corte al Molino, Via Crosetta,8 - Fraz. Sanperetto 37024 - Negrar (VR) ; Tel.045.7502072 - Tel./Fax045.8266150 - www.robertomazzi.it - e-mail: robertomazzi.it ; aperto tutto l’anno escluso Agosto Natale e Pasqua. Ristorante con menù a partire da 23 euro. ● Gian Galeazzo Visconti, Via Monte Borghetto,3 - 37067 - Valeggio sul Mincio (VR); Tel.045.7952086 - Fax045.6379912 - www.ggvisconti.it - e-mail: info@ggvisconti.it ; aperto tutto l’anno; appartamenti a partire da 36 euro. ● Villa Gianfranco, Via Canova, 7 - 36010 - Velo d’Astico (VI) ; Tel.0445.742180 - Fax 0445.742020 - www.agriturvillagianfranco.com - e-mail: villagianfranco@tin.it ; aperto tutto l’anno; 5 camere a partire da 30 euro e ristorante a base di produzioni proprie ● Zaine, Via Soravia - 32047 - Sappada (BL) ; Tel./Fax 0345.66057 - e-mail : pkratter@tiscali.it ; aperto dal 05/12 al 30/04 ; dal 15/06 al 10/08 ; dal 10/08 al 21/08 ; appartamenti a partire da 300 euro e ristorante a base di produzioni proprie con menù a partire da 13 euro. ● I Molini, Strada S.Lucia,1 - Santa Lucia ai Molini - 37060 (VR) ; Tel.045.6309000 - Fax 045.6301642 - www.agriturismoimolini.com - e-mail: imolini@agriturismomolini.com ;aperto tutto l’anno; appartamenti a base da 50 euro. ● Ristoro Agrituristico, Malga Vittoria Via Nosellari,11 - 36020 - Pove del Grappa (VI); Tel.0444.556075 - Tel./Fax049.5975357 - e-mail: samcald@tin.it ;aperto tutto l’anno dal venerdi alla domenica in luglio e agosto aperto tutti i giorni; ristorante a base di produzioni proprie con menu a partire da 21 euro.

FRIULI VENETIA GIULIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● I Comelli, Via Ariis,18 - 33045 - Nimis (UD) ; Tel.0432.790685 Fax 0432.797158 - www.icomelli.com - e-mail: info@icamelli.com ; apert tutto l’anno; camere con bagno a partire da 26 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Lazzarotto, Via Santa Maria,( - 33087 - Azzanello di Paisiano (PN) ; Tel.0434.625256 - www.lazzarotto.it - e-mail: info@lazzarotto.it ; aperto da marzo a gennaio; camere con bagno a partire da 22 euro e ristorante a base di produzioni proprie.

LIGURIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Da U Cantin, via S.Gaetano,90 - 16040 - San Colombano Certenoli - (GE) ; Tel./Fax 0185.358578 ; aperto tutto l’anno; 4 camere con bagno a partire da 26 euro e ristorante a base di produzioni proprie con menù a partire da 21 euro. ● La Madre, via Degli Ulivi,391 - 16040 - Leivi (GE) ; Tel./Fax 0185.319529 www.lamadre.com - e-mail: info@lamadre.com ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 25 euro e ristorante a base di produzioni proprie.

76

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

● Grilla, via Giutte,55 - 16010 - Mele (GE) ; Tel.010.638120 - www.acquasantaonline.it - e-mail: lagrilla@libero.it ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno a partire da 30 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Gli Orti, via Diancastello,5/12 - 18023 - Chiusanico (IM) ; Tel.0183.529030 Fax 018.296935 - www.gliorti.it - e-mail: chiusanico@tiscalinet.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 280 euro. ● Relais San Damian, strada Vasia,47 - 18100 (IM) - Tel.0183.280309 - Fax 0183.280571 - www.san-damian.com - e-mail: info@san-damian.com ; aperto dal 15/12 al 15/11 ; suite a partire da 55 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Casa Villara, via Castagnorossa,8 - 19020 - Beverino (SP) - Tel.0187.883356 Fax 0187.884900 - e-mail: casavillara@hotmail.com ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno a partire da 35 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Le Colline di Rossoli, via XXVIII Luglio,1944 - 19020 - Sorbolo - Follo (SP) Cell.349.2688611/339.8101384 - www.Sterre.com ; aperto tutto l’anno ; camere a partire da 42 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Cascina dei Peri, via Montefrancio,71 - 19030 - Castelnuovo Magra (SP) Tel./Fax 0187.674085 - www.cascinadeiperi.com - e-mail : info@cascina dei peri.it ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno e appartamenti a partire da 32 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Giandriale, loc. Giandriale,5 - 19010 - Tavarone di Maissana (SP) Tel.0187.840279 - Fax 0187.840156 - www.giandriale.it - e-mail: info@giandriale.it ; aperto tutto l’anno ; camere e d appartamenti a partire da 3é euro e ristorante (solo per gruppi) a base di produzioni proprie. ● Golfo dei Poeti, via Proffiano,34 - 19100 - (SP) - Tel./Fax 0187.711053 www.agriturismogolfodeipoeti.com - e-mail: info@agriturismogolfodeipoeti.com ; aperto tutto l’anno ; appartamenti e camere a partire da 30 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● L’Erba Persa, via N.S. della Guardia,21 - 19015 - Levanto (SP) - Tel./Fax 0187.801376 - www.erbapersa.it - e-mail: erbapersa@libero;it ; aperto tutto l’anno ; camere ed appartamenti a partire da 31 euro. ● Cascina Il Poggio, via Poggio,97 - Marmoreo - 17033 - Casanova Lerrone (SV) - Tel.0182.74040 - Fax 0183.529914 ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno ed appartamenti a partire da 25 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Riomaggiore, via De Batté,61 - 19017 - Riomaggiore (SP) - Tel.0187.718550 cell.340.4174905 - Tel./Fax 0187.936448 - www.italiamagazine.it - www.regione.liguria.it ; aperto tutto l’anno; camere con bagno ed appartamenti a partire da 26 euro. ● La Celestina, loc.Gallareto - 17058 - Piana Crixia (SV) - Tel.019.570292 - Fax 019.5704935 - e-mail: lacelestina@libero.it ;aperto da marzo a dicembre ; camere a partire da 38 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● La Sarticola, via Sarticola,19 - 19034 Ortonovo (SP) - Cell.328.8431665 ; aperto da Marzo a Ottobre ; camere con bagno a partire da 25 euro e ristorante a base di produzioni proprie.

LOMBARDIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Casa Clelia, via Corna, 1/3 - 24039 (BG); tel. 035.799133 - fax 035.791788 - www.casaclelia.com - info@casaclelia.com; aperto tutto l’anno ● La Ruer Verda, via Cugno,14 - 25060 - Brione (BS); tel e fax 030.8940910 aperto dal 1/06 al 30/09 (nei week-end periodi restanti) produzioni proprie e menù fisso da 16 euro. ● Le Frise, località Rive dei Balti,12 - 25040 - Artogne (BS); tel./Fax 0364.598298; da febbraio a dicembre; ristorante a base di produzioni proprie, aperto solo nei week-end. ● Al Marnich, via Marnico,8 - 22020 - Schignano (CO); tel.031.819242 - Fax 031.819814; aperto da febbraio a novembre e dal 27/12 al 10/01; prezzi da 28


e da 35 euro. ● Le Caselle, via Contotta,21 - 46020 - San Giacomo delle Segnate (MN) Tel. 0376.616391 - Fax 0376.629449; aperto tutto l’anno tranne gennaio e luglio; 2 camere da 32,50 euro. ● Castello di Luzzano, loc. Luzzano,5 - 27040 - Rovescala (PV) ; Tel.0523.863277 - Fax 0523.865909; aperto tutto l’anno; apparamenti da 165 euro per due notti e camere da 88 euro. ● Cascina Baracca, loc.Cascina Baracca,10 - Molino d’Isella - 27025 - Gambolò (PV) ; Tel./Fax 0381.939787; dal 16/01 al 16/08-week-end dal 01/09 al 02/01; da 22 e da 36 euro. ● Torrazzetta, Loc.Torrazzetta,1 - 27040 - Borgo Priolo (PV) ; Tel./Fax 0383.871041; aperto tutto l’anno; da 31 e da 34 euro.

EMILIA ROMAGNA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Cà del Becco, via Gesso,37 - 40020 - Casalfiumanese (BO) - Tel./Fax 0542.97841 - e-mail: freddi4@interfree.it ; aperto tutto l’anno su prenotazione ; camere a partire da 18 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● La Fenice, via S.Lucia,29 - 40040 - Rocca di Roffeno (BO) - Tel.051.919272 Fax 051.9192024 - www.lafeniceagritur.it ; aperto Luglio Agosto e Settembre mentre dal 17/02 al 06/01 solo dal giovedì alla domenica ; 9 camere con prezzo a partire da 36 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Alla Cedrara, via Aranova,10/h - 44044 - Porotto (FE) - Tel.0532.593033 Tel.Fax 0532.772293 - www.allacedrara .it - e-mail: agriturismo@allacedrara.it ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno a partire da 31 euro. ● Acero Rosso, via Seggio, 5 - 47012 - Civitella di Romagna (FC) Tel.0534.984035 - Fax 0534.983876 - www.acerorosso.com - e-mail: acerorosso80@hotmail.com ; aperto da Marzo a Dicembre; camere con bagno a partire da 35 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Ai Tamerici, via Mesolino, 60 - 47042 - Cesenatico (FC) - Tel./Fax 0547.672730 - e-mail: tamerix@tiscalinet.it ; aperto tutto l’anno ; 2 appartamenti e 3 camere con bagno a partire da 35 euro e ristorante su prenotazione a base di produzioni proprie. ● Pain dei Goti, Montemirabello, 2 - 47010 - Predappio Alta (FC) Tel.0543.921118/921570 - Fax 0534.921432 - www.piandeigoti.it - e-mail: piandeigoti@libero.it ; aperto tutto l’anno ; 8 camere con bagno a partire da 45 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Arca 2000, via Magni,1.119 - 47023 - Carpineta di Cesena (FC) Tel.0547.51020 ; aperto tutto l’anno e in estate anche campeggio ; camere e campeggio ; ristorante a base di piatti tipici. ● Monte Valbelle, via Bagnolo,183 - Castrocaro Terme (FC) - Tel.0543.766192 Fax 0543.765109 - www.montevalbelle.it - e-mail: agriturismomontevalbelle@hotmail.com ; aperto tutto l’anno (su prenotazione) ; camere appartamenti e suite con prezzi a partire da 103 euro. ● Fattoria Paradiso, via Palmeggiana, 285 - 47032 - Bertinoro (FC) Tel.0543.445044 - Fax 0543.444224 - www.fattoriaparadiso.com - e-mail: fattoriaparadiso@fattoriaparadiso.com ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno a partire da 37 euro e ristorante a base di cucina tipica. ● Le Radici “Casa di Laerte”, via Golano, 808 - 47020 - Montiano (FC) - Tel./Fax 0547.327001 ; aperto da Marzo ad Ottobre e per il reso solo il week-end ; 7 camere con bagno a partire da 30,80 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Pian D’angelo, via Pian D’angelo,10 - 47026 - Bagno di Romagna (FC) Tel.0543.912000 - Fax 0543.912142 - www.piandangelo.it - e-mail: info@piandangelo.it ; aperto tutto l’anno ; 7 camere e 1 mini appartamento a partire da 25 euro e ristorante a base di cucina toscoromagnola. ● Rio Sasso, via Forese,21 - 47018 - Santa Sofia (FC) - Tel./Fax 0543.970497 www.riosasso.com - e-mail: info@riosasso.com ; aperto tutto l’anno ; camere a partire da 42 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Il Feliceto, via Ca’ Zucchi,454/A - 41021 - Ospitale di Fanano (MO) Tel.053668409 - Fax 0536.69525 - www.feliceto.it - e-mail: info@feliceto.it ; aperto tutto l’anno ; camere con bagno a partire da 52 euro e ristorante a base di cucina tipica emiliana. ● Ristoro agriturismo Campiano, via Casa Colorino,6 - 41026 - Pavulo (MO) -

Tel./Fax 0536.20231 ; aperto tutto l’anno ; solo ristorazione con prezzi a partire da 10 euro. ● Antica Torre, via Case Bussandri,197 - 43039 - Cangelasio - salsomaggiore Terme (PR) - Tel./Fax 0524.575425 - www.anticatorre.it - e-mail: info@anticatorre.it ; aperto dal 01/03 al 30/11; edifici rustico-storici con prezzi a partire da 40 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Dietro Costa, via Montecanino,45 - 29010 - Piozzano (PC) - Tel./Fax 0523.970412 - www.dietrocosta.it - e-mail: info@dietrocosta.it ; aperto da Aprile a Ottobre ;2 appartamenti di 4 posti a partire da 25 euro. ● Croara Vecchia, loc. Croara Vecchia - 29010 - Gazzola (PC) - Cell. 3385084929 Fax 0523.957628 - www.coraravecchia.it - e-mail: gmilanopc@tin.it ; aperto dal 01/02 al 15/11 ; camere doppie con bagno e 5 appartamenti a partire da 42 euro. ● Ristoro Agriturismo La Sorgente, via Dell’Arco,2 Loc. Cisiano - 29029 - Rivergaro (PC) - Tel.0523.957056 - www.terranostra.it - e-mail: mariarosa.ferrari@tin.it ; aperto tutto l’anno su prenotazione ; solo ristorazione a base di produzioni proprie a partire da 25 euro. ● Ca’dé Gatti, via Roncona,1 - San Mamante in Oriolo - 48018 - Faenza (RA) Tel./Fax 0546.642202 - www.mediagraph.it:cadegatti.htm - e-mail: cadegatti@libero.it ; aperto dal 01/02 al 31/12 ; camere doppie e appartamenti a partire da 39 euro e ristorante solo per gli ospiti. ● Trere’, via Casale,19 - 48018 - Faenza (RA) - Tel.0546.47034 - Fax 0546.47012 - www.trere.com - e-mail: trere@trere.com ; aperto tutto l’anno ; 5 camere e 4 appartamenti a partire da 35 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Varnello, borgo Rontana,34 - 48013 - Brisighella (RA) - Tel.0546.85493 Fax0546.83124 - www.varnello.it - e-mail: info@varnello.it ; aperto da Marzo a Dicembre ; camere e suite a partire da 57,50 euro e ristorante solo per gli ospiti. ● La Sturlona, via Sturlona,12 - 4201) - Novellara (RE) - Cell.339.2907492 Tel.0522.657260 - Fax 0522.657562 - www.lasturlona.it - e-mail: annaferrari@lasturlona.it ; aperto da Febbraio a Ottobre ; camere doppie e appartamenti apartire da 55 euro e ristorante a base di produzioni proprie . ● Riserva del Re, via Sarzano Braglie,1 - 42034 - Casina (RE) - Tel.0522.609854 ; aperto da Marzo a Ottobre e Dicembre ; camere con bagno a partire da 22 euro. ● Ristoro Agrituristico Villabagno, via Lasagni,29 - 42040 - Bagno (RE) - Tel./Fax 0522.343188 ; aperto tutto l’anno chiuso lunedì e martedì ; solo ristoro a partire da 21 euro. ● Palazzo Astolfi, piazza San Rocco,11 - 47824 - Poggio Berni (FC) Tel.0541.688080 - Fax 0541.742050 - e-mail: palazzo_astolfi@Katamail.com ; aperto tutto l’anno ; 5 camere a partire da 50 www.agrisalotto.it - e-mail: info@agrisalotto.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partiire da 100 euro e ristorante a base di cucina tipica. ● Boccagnano, via Chiantigiana - 52025 - Montevarchi (AR) - Tel.055.901515 Fax 055.9107860 - www.boccagnano.com - e-mail: mf54@virgilio.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 775 euro a locazione settimanale. ● Borgo Mocale, via Lama,26 - 52020 - Castelfranco di Sopra (AR) Tel.0559149302 - Fax 0559149932 - www.borgomocale.it - e-mail: vmocale@.it ; aperto da Marzo a Ottobre ; appartamenti a partire da 30 euro e ristorante a base di produzioni proprie con menù a partire da 25 euro. ● Casali in Val di Chio, via S.Cristina,16 - 52043 - Castiglion Fiorentino (AR) Tel./Fax 0575.650179 - www.buccelletti.it - e-mail: valchio@tin.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 420 euro. ● Castegneto Picci, fraz.Romena,17 - 52015 - Patrovecchio (AR) Cell.348.6912803/818/819 - Tel./Fax 0575583836 - www.agriturcastagneto.com - e-mail poltri.tanucci@technet.it ; aperto tutto l’anno; appartamenti a partire da 3é euro. ● Cepina, villa Poggio le Vignacce - Via Procacci,107 Loc.Vignacce - 52046 Lucignano - Cell.339.5930224 _ Fax 0575.836711 - e-mail: paola.delcipolla@tin.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 700 euro a settimana. ● Fattoria di Rendola, loc.Rendola,75 -52025 - Montevarchi (AR) Tel.0559707474 - Fax 055.9707475 - www.fattoriadirendola.it - e-mail: frendola@val.it ; aperto tutto l’anno ; camere suites e appartamenti con prezzi a partire da 35 euro e ristorante a base di prodotti propri. ● Fattoria Montelucci, loc.Montelucci,8 - 52020 - Pergine Valdarano (AR) Tel.0575.896525 fax 0575896315 - www.montelucci.it - e-mail: montelucci@kata-

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

77


mail.com ;aperto dal 01/03 al 07/01 ; camere e junior suite a partire da 39 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Fattoria Petrolo, via Petrolo,30 - 52020 - Mercatale Valdarano (AR) Tel.055.9911322 - Fax 055.992749 - www.petrolo.it - e-mail: petrolo@petrolo.it ; apetro tutto l’anno ; ville e appartamenti a partire da 620 euro. ● Fattoria Santa Vittoria, via Pagliericcio,1 - Loc. Pozzo - 0575.661807 - www.fattoriasantavittoria.com - e-mail: contact@fattoriasantavittoria.com ; aperto dal 01/03 al10/01 ; appartamenti a partire da 500 euro. ● Il Palazzo, via delle Gagliarde,33 - Libbia di Tregozzano (AR) - Tel./Fax 0575.315016 - www.ilpalazzo.toscana.it - e-mail: ilpalazzo@ilpalazzo.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti e camere a partire da 42 euro. ● Il Pino, Castiglion Ubertini - 52028 - Terranuova B.ni (AR) - Tel.055.9703807 Fax 055.9194021 - www.ilpino.it - e-mail: mail@ilpino.it ; aperto dal 01/12 al 01/10 ; appartamenti a disposizione. ● Il Sasso, loc.San Lorenzo,39 - 52031 - Anghiari (AR) - Tel./Fax 0575.787078 www.agriturismoilsasso.it - e-mail: ilsasso@virgilio.it ; aperto tutto l’anno ; camere a partire da 35 euroe ristorante solo per gli ospiti (su prenotazione) a base di produzioni proprie. ● La Pievuccia, Santa Lucia,11£ - 52043 - Castiglion Fiorentino (AR) - Tel./Fax 0575.651007 - www.lapievuccia.it - e-mail: info@lapievuccia.it ; aperto tutto l’anno tranne dal 15/01 al 15/02 ; appartamenti a partire da 25 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Villa Barberino, viale Barberino,19 - Meleto Valdarno - 52020 - Cavriglia (AR) - Tel.055.961813 - Fax 055.961071 - www.villabarberino.it - e-mail: barberin@val.it ; aperto tutto l’anno ; camere e appartamenti a partire da 30 euro e ristorante a base di produzioni proprie. ● Villa Schiatti, loc. Montecchio,131 - 52043 - Castiglion Fiorentino (AR) Tel.0575.651481 - Fax 0575.651482 - www.villaschiatti.it - e-mail: info@villaschiatti.it - aperto dal 01/03 al 31/10 ; camere e appartamenti a partire da 35 euro e ristorante a base di piatti tipici. ● La Scheggia, via La Scheggia,97 - 52031 - Anghiari (AR) - Tel./Fax 0575.723077 - www.lascheggia.it - e-mail: info@lascheggia.it ; aperto tutto l’anno - 8 appartamenti e 3 case mono-familiari a partire da 150 euro. ● Castello di Cafaggio, via del Ferrone,58 - 50023 - Impruneta (FI) Tel.055.2012085 - Fax 055.2314633 - www.cafaggio.com - e-mail: info@cafaggio.com ; aperto tutto l’anno ; camere ed appartamenti a partire da 20 euro. ● Colognole, via del Palagio,15 - 50068 - Colognole Rufina (FI) - Tel.055.8319870 - Fax 055.8319605 - www.colognole.it - e-mail: info@cologne.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 235 euro a settimana. ● Corte di Valle, loc. Le Bolle - SS 222 Chiantigiana, Km18?500 - 50022 - Greve in Chianti (FI) - Tel.055.853939 - Fax 055.8544163 - www.cortedivalle.it - e-mail: cortedivalle@cortedivalle.it; aperto tutto l’anno ; camere doppie con bagno a partire da 55 euro e ristorante a base di prodotti tipici. ● Fantino, loc.Fantino,29 - 50035 - Palazzuolo sul Senio (FI) - Tel.055.8046708 Fax 055.8043928 - www.tuscanyrental.it/fantino - e-mail: bevett@tin.it ; aperto a Pasqua e agli inizi di novembre; camere con bagno e appartamenti a partire da 40 euro e ristorante a base di cucina toscana. ● Fattoria Quercia al Poggio, strada di Quercia al Poggio,4 - 500”& - Barberino Val D’Elsa (FI) - Tel.055.8075278 - Fax 055.8075108 - www.querciaalpoggio.it e-mail: info@querciaalpoggio.it ; aperto tutto l’anno; appartamenti a partire da 30 euro. ● Fattoria Viticcio, via San Cresci,12/A - 50022 - Greve in Chianti (FI) Tel.055.854210 Fax 055.8544866 - www.fattoriaviticcio.com e-mail: info@fattoriaviticcio.com ; aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 670 euro a settimana. ● Fontepetrini, via Fontepetrini,100 - 50010 - Troghi (FI) - Tel.055.243829 Cell.3289652935 - www.fontepetrini.it - e-mail: fontepetrini@virgilio.it ; aperto tutto l’anno ; appartamenti e camere a partire da 75 euro. ● Il Crocino di Lecchi, via del Popolo,10 - Matassino - 50063 - Figline Valdarno (FI) - Tel.055.861114 - www.agriturismoilcrocino.it - e-mail bruni.fam@iol.it ; aperto tutto l’anno escluso febbraio; appartamenti a partire da 18 euro. ● Il Leccio, via Case Sparse, 35 - 50027 - Strada in Chianti (FI) - Tel.055.8586103 - Fax 055.8586106 - www.agriturismoilleccio.it - e-mail:agrilleccio@libero.it aperto tutto l’anno ; camere a partire da 40 euro e ristorante a base di produzioni proprie.

78

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

● La Pieve, loc. La Pieve - 50060 - Pelago (FI) - Tel./Fax 055.8326030 www.lapievaagriturismo.it - e-mail: info@lapieveagriturismo.it - aperto tutto l’anno ; 3 appartamenti e 2 camere con bagno a partire da 20 euro e ristorante solo per gli ospiti. ● La Querce, via dello Stracchino,46 -50065 - Pontassieve (FI) - Tel./Fax 0558364106 - www.laquercefirenze.it - e-mail: laquercefirenze@inwind.it - aperto tutto l’anno ; appartamenti a partire da 45 euro. ● Le Torri, via Poppiano,92 - S. Quirico in Collina - 50025 - Montespertoli (FI) Tel./Fax 0571;670952 - www.letorri.com - e-mail: letorri@italyexpo.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 19,82. ● Le Valli, via di Broccolino,4 - 50051 - Castelfiorentino (FI) - Tel.0571.673907 Tel./Fax 0571.673213 www.agriturismoLEValli.it e-mail: agriturislmolevalli@katamail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Locanda Barbarossa, via Sorripa,” - 50026 - San Casciano in Val di Pesa (FI) Tel.055.8290109 - Fax 055.8290891 - www.locandabarbarossa.it - e-mail: info@locandabarbarossa.it - aaperto tutto l’anno con prezzi a partire da 58 euro. ● Le Novelle, via di Pimonte,33 - 50031 - Barberino di Mugelo (FI) Tel.0558418255 - Fax 055.8952935 - Fax 055.8952935 - www.lenovelle.it - email:info@lenovelle.it - aperto tutto l’anno. ● Locanda Senio, borgo dell’Ore,1 - 50035 - Palazzuolo sul Senio (FI) Tel.055.8046019 - Fax 055.8043949 - www.locandasenio.it - e-mail: info@locandasenio.it - aperto dal 14/02 al 31/12 - con prezzi a partire da 91 euro. ● Poggio alla Pieve, loc. Sommaia,26 - 50041 - Calenzano (FI) - Cell.337.691255 - Tel.055.444343 - Fax 055.471470 - www.poggio allapieve.com - e-mail poggioallapieve@hotmail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 500 euro. ● Poggio di Montepescoli, via di Campicuccioli,27 - 50060 - Pelago (FI) - Tel./Fax 055.8301000 - www.montepescoli.it - e-mail montepescoli@tin.it - aperto dal 15:05 al 31/10. ● Salvadonica Borgo Agrituristico del Chianti, via Grevigiana,82 - 50024 Marcatale Val di Pesa (FI) - Tel.055.8218039 - Fax 055;8218043 - www.salvadonica.com - e-mail:info@salvadonica.com - aperto da Marzo a Novembre con prezzi a partire da 103 euro. ● Tenuta Cantagallo, via Valicarda,35 - 50056 - Capraia a Limite (FI) Tel.0571.910078/594819 - Fax 0571.583399 - www.enricopierazzuoli.com aperto tutto l’annocon prezzi a partire da 30 euro. ● Strada, via della Fontaccia, 6 - 50019 - Cercina - Sesto Fiorentino (FI) - Tel./Fax 055.402003 - aperto dal 15/03 al 30/09 con prezzi a partire da 750 euro. ● Villa Vignamaggio, via Petriolo,5 - 50022 - Greve in Chianti (FI) Tel.055.854661 - Fax 055.8544468 - www.vignamaggio.com - e-mail: agriturismo@vignamaggio.com - aperto dal 15/02 al 15/12 con prezzi a partire da 150 euro. ● San Leolino, p.zza Umberto I,50 - 50060 - Londa (FI) - Tel./Fax 055.484779 www.mytuscanhouses.it - e-mail: vanity.c@flashnet.it - aperto da Aprile a Novembre con prezzi a partire da 400 euro. ● Vermigliano, via Sorbino,54 - 58010 - Albarese (GR) - Tel./Fax 0564.407106 - www.alvermigliano.it - e-mail: info@alvermigliano.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 45 euro. ● Carbonaio, loc. Scopetone,55 - 58010 - Elmo (GR) - Tel./Fax 0566.633229 www.carbonaio.net - e-mail: carbonaio@hotmail.com aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Casa Mazzoni, 58036 - Roccastrada (GR) - Tel.0564.567488/567264 - Fax 0564.567473 - www.casamazzoni.it - e-mail: info@casamazzoni.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 49 euro. ● Eden, via Maremmana,433 - Loc. Casone di Pitigliano - 58017 - Pitigliano (GR) - Tel.0564.619296 - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Fattoria dell’Orsa Maggiore, via Fornacina,19 - Loc. Stellata - 58014 Manciano (GR) - Tel./Fax 0564.628095 - Cell.335.7376132 - www.ursamaior.it e-mail: ursamaior@tiscalinet.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 35 euro. ● Ghiaccio Bosco, strada della Sgrilla,4 - 58011 - Capalbio (GR) - Tel./Fax 0564.896539 - www.ghiacciobosco.com - email: info@ghiacciobosco.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 38 euro. ● Gli Archi, loc.Grillese, 2 - Grancia - 58100 (Gr) - Tel./Fax 0564.410894 - email: gliarchigr@tiscalinet.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 60 euro.


MARCHE ______________________________________________ ______________________________________________ ● La Distesa, via Romita,28 - 60034 - Cupra Montana (AN) - Tel.0731.781230 www.ladistesa.it - e-mail: distesa@libero.it - aperto dal03/03 al 10/12 con prezzi a partire da 25 euro. ● Villa Cicchi, via Salaria Sup.1,137 - 63100 -(AP) - Tel.0736.252272 - Fax 0736.247281 - www.villacicchi.it - e-mail: villacicchi@villacicchi.it - aperto da Pasqua al 4/11, dall’8/12 al 7/01 e a San Valentino con prezzi a partire da 30 euro. ● La Favella, v.da Menocchia,54 - 63010 - Montefiore dellAso (AP) Tel.0734939017 - Fax 0734.939067 - www.biomarche.com/lafavella/ - e-mail: favelagr@tin.it - aperto da Aprile a Settembre e a Pasqua a Natale e Capodanno con prezzi a partire da 24 euro. ● La Cittadella, c.da Cittadella - Montemonaco - 63048 - (AP) - Tel.0736.856361 - Fax 0736.844262 - www.cittadelladeisibillini.it - e-mail: informa@cittadelladeisibillini.it - aperto da Aprile a Settembre con prezzi a partire da 42 euro. ● I Calanchi - Country House, c.da Verrame,1 - 63038 - Ripatransone - Loc. San Savino (Ap) - Tel./Fax073590244 - Fax 0735.907030 - www.i-calanchi.com - email: i-calanchi@tiscalinet.it - aperto dal 08/02 al 06/01 con prezzi a partire da 52 euro. ● La Campana, c.da Menocchia,39 - 63010 - Montefiore dell’Aso (AP) Tel.0734.939012 - Fax 0734.938229 - www.lacampana.it - e-mail: info@lacampana.it - aperto dal 01/03 al 03/11 e dal 07/12 al07/01 con prezzi a partire da 44 euro. ● Tenuta Rossi Brunori, fraz.Prettatoni,6 - 63047 - Montefortino (AP) Tel.0736859167 - Fax 0736850256 - www.tenutarossibruno.it - e-mail: info@tenutarossibruno.it - aperto dal 01/04 al 30/10 con prezzi a partire da 135 euro. ● Vecchio Gelso, c.da Casali,11 - 63020 - Ortezzano (AP) - Tel./Fax 0734.779348 - www.vecchiogelso.com - e-mail: info@vecchiogelso.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 35 euro. ● Il Villino, c.da San Carlo,29 - 62010 - Treia (MC) - Tel.0733.215414 - Fax 0733215079 - e-mail: ilvillinoristorante@libero.it - aperto tutto l’anno. ● Bartolaci, via Breccione - Loc.Stacciola,5 - 61039 - San Costanzo (PU) Tel.0721.865937 - Tel./Fax 0721930065 - www.bartolacci.it - e-mail: agriturismo@bartolacci.it - aperto dal1/1 al 15/01 dal 1/04 al 30/10 dal 15/12 al 31/12 con prezzi a partire da 26 euro. ● Ca’ Lante, via Colonna,18 - 61029 (PU) - Tel./Fax 0722340278 - www.lante .it - e-mail: lante@lante.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partirz da 35 euro. ● Ca’ Le Suore, via D.G. Celli,33 - 61043 - Cagli (PU) - Tel./Fax 0721.787425 www.calesuore.it - e-mail: info@calesuore.it - aperto da Aprile a Gennaio con prezzi a parire da 32 euro. ● Ca’ Licozzo, loc. Ca’ Licozzo - 61046 - Piobbico (PU) - Tel./Fax 0722.985032 - Cell.3334648720 - www.agriturismolocalicozzo.it - aperto rutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Frescina Centro Benessere, loc. Frescina - Abbadia di Naro - 61043 - Cagli (PU) - Tel.0721708001 - Fax 0721.796147 - www.frescina.com - e-mail: info@frescina.com - aperto da Marzo a Dicembre prile con prezzi a partire da 50 euro. ● Tenute Collesi, pian della Serra - 61042 - Apecchio - (PU) - Tel./Fax 0722.99161 - Cell.335.8352158 - www.tenutecollesi.it - e-mail: info@tenutecollesi.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 28 euro. ● Della Serra, via Serra,8 - 61012 - Gradara (PU) - Tel./Fax 0541.969856 Tel.0721456267 - Fax 0721.476235 - www.agriturismogradara.it - e-mail dualsi@libero.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 26 euro.

UMBRIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Casella del Piano, fraz. San Marco,76 - 06024 - Gubbio (PG) Tel.075.9229321 - Fax 075.9229324 - Cell.333.4314511 - www.caselladelpiano.com - e-mail: casella@caselladelpiano.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro.

● Collignani, via dei Pini,21 - Fraz.Eggi - 06049 - Spoleto (PG) tel.0743.49676 Cell.337593930 - Tel./Fax0743.229361 - www.collelignani.com - e-mail: collelignani@collelignani.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 434 euro a settimana. ● Fattoria di Vibio, loc.Buchella,9 - 06057 - Montecastello di Vibio (PG) Tel.075.8749607 - Fax 075.8780014 - www.fattoriadivibio.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 60 euro. ● Il casale nel Parco, loc.Fontevene,8 - 06046 - Norcia (PG) - Tel./Fax 0743.816481 www.casalenelparco.com e-mail: agriumbria@casalenelparco.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 35 euro. ● L’ulivo, via Bazzanese,62 - 06049 - Spoleto (PG) - Tel.074349031 - Fax 0743.222527 - www.agrulivo.com - e-mail: agrulivo@tin.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● La Ginestra, loc. Sterpare,12 - 06030 - Sellano (PG) - Tel./Fax 0743.96247 Cell.3355383471 - www.agriturismola ginestra.it - e-mail: info@agriturismolaginestra.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 15 euro. ● Le Colombe, loc.Rocca S.Angelo,42/43 - 060086 - Assisi (PG) Tel.075.8098101 - Fax 075.8099336 - Cell.3336017332 - www.lecolombe.com e-mail:info@lecolombe.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 20 euro. ● Le Serre di Parrano, loc. Serre di Parrano - 06025 - Nocera Umbra (PG) Tel.075.5054668 - Fax 075.5004537 - Cell.335.6270955 - www.serrediparrano.com - e-mail: bpilar@tin.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 21 euro. ● Villamagna Palazzo, loc.Villamagna - 06024 - Gubbio (PG) - Tel./Fax 075.9221809 - Cell.335.5756329 - www.agrivilla.it - e-mail: info@agrivilla.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Torre Burchio, loc.Bettona,11 - Voc. Torre Burchio - 06084 - Bettona (PG) Tel.075.9885017 - Fax. 075.987150 - www.torreburchio.it - e-mail: torreburchio@tin.it - aperto dal 14/02 al 07/01 con prezzi a partire da 38 euro. ● Borgo San Faustino, loc.San Faustino,11 - 05010 - Morrano - Orvieto - (TR) Tel. 0763.215303 - Fax 0763.215745 - www.agriturismoborgosanfaustino.it - email: borgosf@tin.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 34 euro. ● Il Giardino delle Meraviglie, loc. Papile - 05020 - Montecampano di Amelia (TR) - Tel.0744.998083 - Fax 0744.998149 - www.umbriacountry.it - e-mail: info@umbriacountry.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● San Cristoforo, s trada San Cristoforo,16 - 05022 - Amelia (TR) Tel.0744.988249 - Fax 0744.988459 - www.agriturismosancristoforo.com - email: info@agriturismosancristoforo.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 5O euro. ● Colonnelli, loc.Colonnelli,38 - Trestina - 06018 - Città di Castello (PG) - Tel./Fax 075.8540212 - www.agriturismocolonnelli.com - e-mail: info@agriturismocolonnelli.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 20 euro. ● Il Pggio deli Olivi, loc.Montebalacca - 06080 - Passaggio di Bettona (PG) Tel./Fax 075.9869023 - www.poggiodegliolivi.com - e-mail: info@poggiodegliolivi.com - aperto dal 08/02 al 06/01 con prezzi a partire da 90 euro. ● Locanda dell’angelo, loc.Mora,24 - 06080 - Palazzo Assisi (PG) - Tel./Fax 075.8039780 - www. agriturismo.com - e-mail: locandangelo@libero.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 38,50. ● Le Torri di Bagnara, pieve San Quirico - Strada della Bruna,8 - 06080 - (PG) Tel.075.604136 - Fax 075.5792105 - www.letorridibagnara.it - e-mail: adele.tremi@tin.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 30 euro. ● Poggio Manente, loc. Poggio Manente - Umbertide - 06019 - Gubbio (PG) Tel.075.9252000/9413085 - Fax 075.9252267 - www.poggiomanente.com www.poggiomanente.com - e-mail: info@poggiomanente.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 47 euro. ● Ripa Relais Colle del Sole, via Aeroporto S.Egidio,5 - 06080 - Ripa (PG) Tel.075.6020131 - Fax 075.6020196 - www.riparelaiscolledelsole.it - e-mail: info@riparelaiscolledelsole.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 40 euro. ● San Lorenzo Della Rabatta, loc. Cenerente - 06134 (PG) - Tel./Fax 075.690764 - www.sanlorenzodellarabatta.com - e-ùail: info@sanlorenzodellarabatta.com aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 160 euro a settimana. ● Santa Chiara, loc. Santa Chiara I,63 - 06062 - Città della Pieve (PG) Cell.338.9124328/349.0764621 Fax 0578.249756 - www.agriturismosantachiara.com - e-mail: info@agriturismosantachiara.com - aperto tutto l’anno con prezzi

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

79


a partire da 400 euro a settimana. ● Tenuta Le Silve, loc.Armenzano - 06081 - Assisi (PG) - Tel.075.8019003 - Fax 075.8019005 - www.lesilve.it - e-mail: hotellesilve@tin.it - aperto dal 15/03 al 15/11 con prezzi a partire da 210 euro per 3 giorni. ● I Casali di Monticchio, vocabolo Monticchio - 05011 - Allerona (TR) - Cell. 347.7783050/339.5092597 - Tel./Fax 0763.628365 - www.monticchio.com - email: monticchio@monticchio.com/liriacostantino@katamail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 75 euro. ● San Giorgio, loc. San Giorgio,6 - 05019 - Orvieto (TR) - Fax 0763.394000 www.bellaumbria.net/agriturismo-sangiorgio - e-mail: agritsgiorgio@libero.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 51/43 euro. ● Tenuta di Corbara, loc. Corbara,7 - 05019 - Orvieto (TR) - Tel.0763.304003 Fax 0763.304152 - www.tenutadicorbara.it - e-mail: info@tenutadicorbara.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da '1 euro.

LAZIO ______________________________________________ ______________________________________________ ● Nuova Fattoria, via Foce Verde,12 Acciarella - 00048 - Nettuno (RM) Tel.0773.644111 - Cell.339.3247530 - Fax 06.9805730 - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 35 euro. ● Ille-RRoif, col Tondino - 02032 - Fara Sabina (RI) - Tel.0765.386749 - Fax 0765.386783 - www.ille-roif.it - e-mail: roif@linet.it - aperto dal 01/02 al 06/01 con prezzi a partire da 70 euro. ● La Ferrera, via Giovanni XXIII,5 - 02020 Varco Sabino (RI) - Tel.0765.790110 www.laferrera.it - e-mail: agrilaferra@libero.it - aperto da Maggio a Novembre e tutti i week-end e festività con prezzi a partire da 120 euro. ● Tenuta Serpep, strada Dogana,8 - 01100 - Serpepe (VT) - Cell.348.4114738 Fax 0761.799203 - www.tenutaserpepe.it - fax 0761.799203 - www.tenutaserpepe.it - e-mail: info@tenutaserpepe.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 270 euro a settimana. ● Fattorie Valle del Marta, via Aurelia Vecchia,km.93 - Loc.Pontemaria - SS aurelia Km,83 - Loc. Pantano - 01016 - Tarquinia (VT) - Tel.0766.855475/841137 Fax 0766.848189 - www.valle delmarta.it - e-mail: info@valledelmarta.it - aperto da Febbraio a Novembre con prezzi a partire da 50 euro. ● Il Muraccio, s.s. Cassia Km 110300 - 01023 - Bolsena (VT) - Tel./Fax 0761.799005 - Cell.338.4837774 - e-mail: agriturismo.muraccio@virgilio.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 370 euro a settimana. ● La Vita, loc.Valle di Vico,snc - 01032 - Caprarola (VT) - Tel./Fax 0761.612077 - www.agriturismolavita.com - e-mail: agriturismolavita@tin.it - aperto dal 14/02 al 23/12 con prezzi a partire da 34 euro. ● Belvedere, loc. Belvedere,104 - 01023 - Bolsena (VT) Tel./Fax 0761.798290 www.agrituristbelvedere.it - e-mail: agriturismopuri@inwind.it - aperto da Marzo a Dicembre con prezzi a partire da 45 euro.

ABBRUZZO ______________________________________________ ______________________________________________ ● Capriccio di Giove, via Roma,67 - 67030 - Cansano (AQ) - Tel./Fax 0864.40239 - www.ruraltourism.it - e-mail: capricciodigiove@ruraltourism.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 30 euro. ● L’Uliveto, via Limiti di Sotto,38 - 66010 - Palombaro (CH) - Tel.0871.895201 Fax 0871.895348 -www.agriturismo.com/uliveto - e-mail: agiturismouliveto@tin.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 36 euro. ● Laperegina, c.da Pretara,1 - 65020 - Corvara (PE) - Tel./Fax 085.8889351 Fax 085.4225765 - www.laperegina.com - e-mail: marino@laperegina.com aperto dalla Primavera all’Autunno con prezzi a partire da 38 euro.

MOLISE ______________________________________________ ______________________________________________ ● Cassetta, c.da Focareto,9 - 86010 - San Giuliano del Sannio (CB) - Tel.

80

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

0874.79590 - Fax 0874.791179 - Cell.339.5892095 - aperto tutto l’anno. ● Mastronardi di Maranconi, borgo Maranconi - 86081 - Agnone (IS) - Tel./Fax 0865.770361 - www.masseriealtomolise.it - e-mail: maranconi@masseriealtomolise.it - aperto da Marzo a Novembre e a Natale con prezzi a partire da 35 euro . ● Il Cigno, c.da Cigno - 71019 - Macchia Valfortore (CB) - Tel./Fax 0874.810265 - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 40 euro.

CAMPANIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Tenuta Montelaura, via Due Principati,101 - 83020 - Celzi di Forino (AV) Tel.0825.762977 - Tel./Fax 0825.762500 - www.tenutamontelaua.it - e-mail: info@tenutamontelaura.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 26 euro. ● Vivinatura, via Ponte Izzo,49 - 80045 - Pompei (NA) - Tel./Fax 081.8615662 www.agriturismovivinatura.it - aperto da Dicembre a Ottobre con prezzi a partire da 26 euro. ● Green Park, via Foria,5 - 84070 - Trentinara (SA) - Tel.0828.831486 - Fax 0828.821117 - www.agriturismogreenpark.it - e-mail: info@agriturismogreenpark.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 35 euro. ● La Mimosa, c.da Difesa -84060 - Perdifumo (SA) - Tel./Fax 0974.851998 www.agriturismo.com:lamimosa - e-mail: lamimosa@agriturismo.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 36 euro.

PUGLIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Castello Fortilizio Lo Spagnulo, c.da Spagnulo - 72017 - Ostuni (BR) Tel.0831.350209 - Fax 0831.333756 - www.spagnulo.it - e-mail: info@spagnulo.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 31 euro. ● Maccarone, c.da Carbonelli,29 - 72015 - Fasano (BR) - Tel.080.4829300 - Fax 080.4413085 - www.masseriamaccarone.it - e-mail: francescacolucci@libero.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 63 euro. ● Masseria Lamacavallo, s p Ostuni - Torre Pozzella,Km 4 - 72017 - Ostuni (BR) Tel./Fax0831.330703 www.lamacavallo.com e-mail: vacanze@lamacavallo.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 490 euro. ● Falcare, c.da Falcare - 71010 - Cagnano Varano (FG) - Cell.347.1599271 - Fax 0884.8232 - www.agriturismofalcare.it - e-mail: info@agriturismofalcare.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 24 euro. ● La Vigna Quadra, via del Mare Km.2,200 - 71100 (FG) Cell.340.3876636/338.3189355 - e-mail: lavignaquadra@Katamail.com - aperto tutto l’anno e chiuso solo dal 05/08 al 20/08 con prezzi a partire da 40 euro. ● Posta Pastorella, via Dante,43 - 71019 - Vieste (FG) - Tel./Fax 0884.706076 (invernale) - Tel./Fax 0884.701047 (estivo) - aperto da Aprile a Settembre con prezzi a partire da 20 euro. ● Ristoro Agrituristico, ranch dell’Ambrenella - SS89 Vieste-Peschici Km. 5 - 71019 - Vieste (FG) - Tel.0884.708257/705778 - e-mail: ambrenella@tiscalinet.it - aperto da Giugno a Settembre con prezzi a partire da 20 euro. ● Masseria Appidé, Corigliano d’Otranto - 73022 (LE) - Tel./Fax 0836.427969 www.appide.it - e-mail: info@appide.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Masseria Cardigliano, Specchia - 73040 (LE) - Cell.368.7471096 - Fax 0836.427969 - www.cardigliano.it - e-mail: info@cardigliano.it - aperto da Dicembre a Ottobre con prezzi a partire da 33 euro. ● Villa Conca Marco, via Mare - Vanze - 73029 - Vernole (FE) - Tel./Fax 0823.861248 - www.villaconcamarco.com - e-mail: villaconcamarco@villaconcamarco.com - aperto tutto l’anno.

BASILICATA ______________________________________________ ______________________________________________ ● San Marco, s.s. 175 Km 34 Loc. San Marco - 75012 - Metaponto (MT) -


Tel.0835747050 - Tel./Fax 0835.747070 - www.it/aziende/sanmarco - e-mail: sanmarco@sifor.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 40 euro. ● Vignola, c.da Capo d3Acqua,11 - 85052 - Marsiconuovo (PZ) Tel.0975.342511 - Fax 0973.344003 - www.agriturismovignola.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 26 euro.

CALABRIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Tenuta Calivello, loc. Calivello - 88100 - Catanzaro - Tel.0961702085 - Fax 0961.794021 - aperto tutto l’anno. ● Gocce di Sole, via Nazionale,22 - 88086 - Badolato Marina (CZ) Cell.328.0977813 - Fax 0967.814335 - aperto da Marzo a Ottobre con prezzi a partire da 38 euro. ● Il Guercio, loc. Guercio - 88041 - Decollatura (CZ) Tel.0968.662194 Cell.368.3367804 - aperto da Maggio a Ottobre con prezzi a partire da 13 euro. ● L’Ovile, c.da Giordano - SS 106 Km 181,7 - 88021 - Roccelletta di Borgia (CZ) - Tel./Fax 0961.391156 - aperto da Aprile a Ottobre, Pasqua, Natale con prezzi a partire da 29 euro. ● Al Gallo che canta, c.da Foresti,snc - 87030 - Domanico (CS) Tel.0984/633031 - Tel./Fax 0984.633258 - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 20 euro. ● Al Verneto, c.da Verneto,216 - 87014 - Laino Borgo (CS) Tel./Fax 0981.82703 - Cell.347.5869257 - www.alverneto.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Ristoro Agrituristico Chiusa Sotto la Timpa, via Chiusa,snc -87030 - Domanico (CS) - Tel./Fax 0984.633258 aperto tutto l’anno. ● Cozzo delle Mucche, c.p. n.4 - 80072 - Lungro (CS) - Tel./Fax 0981.940312 e-mail: ferrarogiusi@hotmail.com - tutto l’anno con prezzi a partire da 30 euro. ● Le Colline del Gelso, c.da Gelso Mazzei - Tel.e fax 0983.569136 335.5366452 338.4289504 - www.lecollinedelgelso.com - info@lecollinedelgelso.com ● Trapesimi, c.da Trapesimi - 87067 - Rossano (CS) - Tel.0983/64392 - Fax 0983.290848 - www.agriturismotrapesimi.it - tutto l’anno a partire da 24 euro. ● Esaro, c.da Bagni - 87019 - Spezzano Albanese Terme (CS) - Tel./Fax 0981.954987 - www.aziendaagrituristicaesaro.com - e-mail: lucivinc@libero.it aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 22,50 euro. ● Cozzo di Simari, c.da Corcicchia - 87067 - Rossano (CS) Tel./Fax 0983.520896 www.initalia.it/cozzodisimari/index.htm e-mail: cozzodisimari@liberohotmail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 40 euro. ● La Foresta Sottana, c.da Foresta - 87045 - Dipignano (CS) - Tel.0984/621574 Fax 0984.621043 - www.forestasottana.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 25 euro. ● Dattilo, c.da Dattilo - 88815 - Maria di Strongoli (KR) - Tel./Fax 0962..865613 - www.dattilo.it - e-mail: info@dattilo.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 21 euro. ● Agriclub Le Giare, s.s. 106 Km 111 - 89047 - Roccella Jonica (RC) Tel0964.85170 - Fax 0964.863115 - www.agriclublegiare.it - e-mail: mirula@libero.it - aperto da Marzo a Novembre con prezzi a partire da 30 euro. ● A Casa Janca, riviera Prangi - C.da Marinella - 89812 - Pizzo (VV) - Tel./Fax 0963.264364 - Cell. 3495747135 - e-mail a casajanca@Katamail.com - aperto da Marzo a Ottobre con prezzi da 60 euro. ● Roseto, c.da Roseto - 89822 - Serra San Bruno (VV) - Tel.0963713375/70670 - Fax 0963.71876 - aperto tutto l’anno.

SICILIA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Baglio San Vincenzo, via Leopardi,11 - 05030 (AG) - Cell.339.2426103 Cell.33806149653 - www.bagliosanvincenzo.it - e-mail: info@bagliosanvincenzo.it aperto da Marzo a Gennaio con prezzi a partire da 46,50 euro. ● Gigliotto, c.da Gigliotto - SS 117 bis Km 60 - 95040 - S.Michele di Ganzaria

(CT) - Tel./Fax 0933.970898 - www.gigliotto.com aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 40 euro. ● Rosemarie Tasca D’Almerita, Regaleali - 93010 - Vallelunga (CL) - Fax 091.583132 - Cell.333.5787049 - www.sicilyathome.com - e-mail: rostascalm@hotmail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 80 euro. ● Baglio San Pietro, c.da San Pietro - 94014 - Nicosia (EN) Tel.0935.640529 - Fax 0935.640651 - www.bagliosanpietro.com - e-mail: info@bagliosanpietro.com aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 34 euro. ● Antico Casale di Lisycon, c.da Nunziata - 98060 S.Angelo di Bordo (ME) Tel./Fax 0941.533288 - www.lisycon.com - e-mail: casalelisycon@tiscalinet.it aperto da Marzo a Dicembre con prezzi a partire da 30 euro. ● Borgo deli Olivi, via Ducezio Palazzo Ulivi - C.da Aielli - 98122 - Tusa (ME) Tel.090.712430 - Fax 090.719081 - www.borgo degli olivi.it - e-mail: info@borgo degli olivi.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 30 euro. ● Bosco, c.da Bosco,snc - 98070 - Pettineo (ME) - Tel./Fax 0921.336056 Cell.347.8025324 - www.agriturismobosco.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 30 euro. ● Colamarco, loc. Colamarco - 98070 Castell’Umberto (ME) - Cell.338.2375987 - Tel.0941438130 - Fax 090696539 - www.agriturismocolamarco.it - e-mail: info@agriturismocolamarco.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 23 euro. ● San Cataldo, c.da Pitarri - 98030 - Camastra (ME) - Cell.368.3935927 - Fax 0942.985140 - www.sancataldo.com - e-mail: agrisancataldo@hotmail.com aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 44 euro. ● Valle Maira, c.da Vallemaia - 98078 - Tortorici (ME) - Tel.095.7124690 Fax 095.7124608 - www.agriturismovallemaira.it - e-mail: vallemaira@tiscalinet.it aperto tutto l’anno. ● Case Ragona, case Ragona - C.da Bella Villa - 90047 - Partinico (PA) - Tel./Fax 091.8787746 - www.agriragona.it - e-mail: info@agriragona.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 32 euro. ● Feudo Tudia, borgo Tudia - 90020 - Castellana Sicula (PA) - Tel./Fax 0934.673029 - www.tudia.net - e-mail: tudiadi@hotmail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 41 euro. ● Fontana Murata, c.da Fontana Murata - 90020 - Sclafani Bagni (PA) Cell.337.967336 - Tel./Fax 0921.542080 - www. agriturismosicilia.com/af 38html - e-mail: fontanamurata@hotmail.com - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 37 euro. ● Il Granaio, c.da Palazzella,2/c - 97015 - Modica (RG) - Tel./Fax 0932.909081 - www.agriturismoilgranaio.it - e-mail: ilgranaio@agriturismoilgranaio.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partira da 35 euro. ● Il Roveto, c.da Roveto - Vendicari - 96017 - Noto (SR) - Tel.0931.66024 Cell.339.4123148 - Fax 093136946 -www.roveto.it -e-mail: roveto@lycosmail.com aperto dal 01/04 al 31/10 con prezzi a partire da 82 euro al giorno. ● Baglio Costa di Mandorla, via Verderam,37 - 91027 - Pacesco (TP) Cell.338.1035806 - Tel.0923.409100/20740 - Fax 0923.871894 - www.costadimandorla.it - e-mail: info@costadimandorla.it - tutto l’anno con prezzi a partire da 33 euro. ● Borgo Campana, SP per Granitola,289 - 91021 - Campobello di Mazara (TP) Tel.0924.40001 - Fax 0924.40500 - e-mail: agriturismoferro@libero.it - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 70 euro. ● Duca di Castelmontone, via S.Motisi,3 - 91020 - Xitta - Tel.0923.526139 - Fax éà”’.883140 - www.ducadicastelmontone.it - e-mail: agriduca@libero.it - aperto tutto l’anno escluso Febbraio e Novembre con prezzi a partire da 34 euro.

SARDEGNA ______________________________________________ ______________________________________________ ● Su Meriacru, via Angioi,23 - 08029 - Siniscola (NU) - Tel.0784.877289 - Fax 0784.877406 - aperto da Marzo a Ottobre. ● Saltara, loc.Saltara - 07028 - Santa Teresa Gallura (SS) - Tel.0789.755597 - Fax 0789.755025 - www.agriturismosaltara.com - e-mail: saltara@tiscali.it aperto da Pasqua a Ottobre con prezzi a partire da 28 euro. ● Li Licci, loc. Valentino Priatu - 07030 - Sant’antonio di Gallura (SS) Tel.079.665114 - Fax 079.665029 - aperto tutto l’anno con prezzi a partire da 60 euro.

VIAGGI NEL MEDITERRANEO

81


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.