Catalogo nazionale d'arte presepi, quadri e sculture

Page 1




Nativita’ di Mazziotti Carmelo




Dr. Francesco Savastano

Commissario straordinario regionale Ente Autonomo Fiere Cosenza

L‘ENTE FIERA PER UN AFFASCINANTE NATALE COSENTINO

Rinnovando quella che si accinge a diventare seducente tradizione, l’Ente Autonomo Fiere Cosenza rinnova l’impegno nel rendere sempre piu’ suggestivo ed affascinante il Natale dei cosentini. E lo fa, forte dell’esperienza acquisita nelle precedenti edizioni, promuovendo anche per il 2007, la rassegna dell’arte presepiale. L’impegno, al di la’ di ogni altra considerazione, è quello di contribuire a celebrare, nel modo più suggestivo possibile, la più grande festa della Cristianità. Suggestivo, perchè le manifestazioni che faranno da corollario alla rassegna, non mancheranno di richiamare l’interesse e, quindi, la più larga partecipazione non soltanto dei residenti, ma anche di quanti altri, nel corso delle tradizionali festività di fine anno, per diversi motivi, soggiorneranno nella città di Cosenza. E proprio in quella che è stata e, certamente, sarà anche quest’anno la considerevole partecipazione, va ulteriormente ravvisato il significato dell’iniziativa dell’Ente Fiere Cosenza. Partecipazione significa, infatti, bandire la solitudine, la lontananza, significa rinnovare vincoli di amore e di tenerezza. E quale più affascinante occasione può essere data se non dal ritrovarsi dinanzi ad un presepe, unanimamente riconosciuto come il simbolo più antico e diffuso della Natività, ma anche di amore e

a sx:

Rosone gotico in tufo . Chiesa S.Domenico (Cosenza)

di fratellanza. Ma al di là del sentimento religioso, la rassegna presepiale vuole offrire ai visitatori la possibilità di conoscere ed apprezzare l’estro degli artisti partecipanti. Invitare, insomma, a considerare il presepe oltre che come simbolo della Cristianità e – per quanto più direttamente ci riguarda – del Cattolicesimo, anche come autentica espressione degli artisti partecipanti (alla rassegna sono rappresentate tutte le regioni centro-meridionali), un cenno particolare va riservato, indubbiamente, ai presepi napoletani, pure presenti nella rassegna cosentina. Sono unanimamente riconosciuti come autentici capolavori d’arte con le tradizionali figurine rivestite con estrema abilità ed adorni di minuscoli gioielli riprodotti con estrema fedeltà sul disegno di monili cinquecenteschi. Perciò la presentazione dei molti presepi si trasforma in una vera e propria rassegna d’arte, tale, soprattutto se si pensa che alla ricostruzione della scena della Natività hanno contribuito grandi artisti come Giotto, Taddeo Gaddi, Giovanni della Robbia ed anche von Steinle, che – a giudizio unanime – è stato quello che meglio di ogni altro ha saputo idealizzare la poetica atmosfera della Notte Santa. E’ in tale ottica che va vista e considerata l’iniziativa dell’Ente Fiere Cosenza che attraverso la rassegna e le altre manifestazioni collaterali, intende assicurare un richiamo, oltre che religioso anche turistico, nella convinzione che con le prossime edizioni, il Natale cosentino oltre che il respiro regionale, come attualmente già vanta, possa rivendicare, a livello nazionale, un ruolo anche di primo piano, tra i più tradizionali ed i più significativi appuntamenti di fine anno.

.7

.



On.le Nicola Adamo

Vice Presidente Giunta Regione Calabria con delega all’Assessorato al Turismo

UNA OCCASIONE DI RICHIAMO TURISTICO E RISCOPERTA DELLA VOCAZIONE ARTISTICA Occorre dare atto all’Ente Autonomo Fiere di Cosenza che con le iniziative programmate e realizzate, con innegabile capacità e professionalità, nel corso degli ultimi due anni, ha posto le basi per un progetto di grande respiro. Prima “l’Expo Arte Mediterraneo”, poi la Rassegna Nazionale di “Arte Presepiale” giunta quest’anno al pari della Mostra Nazionale di “Arte Sacra” alla sua seconda edizione, rappresentano , anche e soprattutto per i lusinghieri consensi unanimamente riscossi, manifestazioni alle quali come Regione Calabria ed in particolare come Assessorato al Turismo, non si può che guardare con grande interesse. E’ stato giustamente scritto da qualificati critici, che a Cosenza l’utopia è diventata realtà. Tale convinzione scaturisce dalla consapevolezza che può ritenersi ormai certa la realizza-

a sx e in basso:

Chiesa S. Domenico .

zione di una vera e propria “Fiera dell’Arte”. Manifestazione questa, destinata a far attribuire alla città dei Bruzi, quella vocazione turistica sempre auspicata ma mai ufficialmente e concretamente riconosciuta. Non c’è dubbio, infatti, che l’esaltazione dei valori di artisti, anche emergenti, ai quali dall’Ente Fiera è stata data, partecipando alle due rassegne, quella presepiale e quella di arte sacra, la possibilità di confrontarsi tra loro e con rinomati maestri di fama nazionale, riveste, ed a buon motivo, anche il significato del riscatto di una città ma anche di una intera regione, notoriamente ricche, l’una e l’altra, di grandi potenzialità artistiche. Potenzialità che vanno riconosciute e concretamente valorizzate. Non avrebbe, altrimenti, alcun significato, l’impegno sempre ribadito, di portare avanti una politica di rinnovamento e di progresso socio-economico e culturale. Questo impegno, come governo regionale e specificatamente, come assessorato al turismo, intendiamo onorare, favorendo ed incentivando iniziative, come quelle già realizzate ed altre che sono state già poste in cantiere dall’Ente Autonomo Fiere Cosenza, iniziative che, innegabilmente, non mancheranno anche di spronarci nel procedere, con speditezza, verso la realizzazione dei programmi che ci siamo preposti.

pagina seguente:

il Duomo .




Dr.ssa Maria Rosaria Vuono

Assessore alle attività economiche e produttive al Comune di Cosenza

UNA MANIFESTAZIONE RICCA DI CONTENUTI CULTURALI L’edizione 2006/2007 di “Notti di Natale”, pregevolmente organizzata dall’Ente Autonomo Fiere di Cosenza, è stato uno dei fiori all’occhiello delle manifestazioni patrocinate dall’Amministrazione Comunale in occasione delle festività natalizie. Abbiamo cercato, infatti, di armonizzare gli aspetti commerciali, che ormai accompagnano la festa, con la sua valenza culturale, etica e spirituale. E’ stato infatti molto significativo che nel cuore di un’area mercatale che guardava anche al consumo

in basso:

Chiesa S.Maria .

etico, “Notti di Natale” irradiava tutta la sua carica di contenuti ricchi e corrosivi di esperienze colte, artisticamente curate, ma anche semplici espressioni di studenti ed alunni di scuole vicine e lontane, per quei giorni accomunati dalla voglia di indurre alla riflessione ed al ritorno alla vera essenza dell’essere. Un grazie, mille, ottantamila, trecentosessantamila grazie (fino al numero dei visitatori ed oltre), ed un arrivederci all’anno prossimo, “sempre ad maiora”.

a destra:

Portale Chiesa Spirito Santo .



Dr. Prof. Giuseppe D’Agostino

IL PRESEPE, CONNUBIO DI ARTE FEDE E TRADIZIONE Senza alcun dubbio, l’ispirazione per il Concorso del Presepio – da me istituito ormai cinquant’anni fa – affonda le radici all’interno della mia famiglia d’origine, dove era fortemente sentita la tradizione della Santa Natività. Anno dopo anno, difatti, immancabilmente, l’allestimento del presepio rappresentava un rito che si rinnovava con entusiasmo e devozione, attraverso gesti semplici ma densi di significato. Ricordo ancora che la notte di Natale il Bambinello veniva portato nella mangiatoia dal più giovane del numeroso nucleo familiare (che per l’occasione indossava un’improvvisata stola sulle spalle), dopo una vera e propria processione domestica, in cui si sfilava composti stanza per stanza

. Chiesa S.S.Crocifisso .

intonando commossi canti natalizi, al fine di portare simbolicamente la benedizione di Gesù Bambino in ogni angolo della casa. Ed è proprio il valore simbolico del presepio che, per mezzo di questo concorso vuole essere recuperato, custodito e divulgato, quel legame ancestrale e profondo con la famiglia, patrimonio imprescindibile per la società di ogni tempo e di ogni luogo. Per non parlare, poi, del valore artistico che ogni esemplare di natività, unico ed irripetibile, racchiude in sé, in quanto espressione della creatività e della manualità di chi lo realizza, ricostruendo la scena sempre secondo una propria, personalissima interpretazione. Mediante la scelta dei materiali, l’ambientazione la cura dei dettagli, si estrinseca quel potenziale artistico che rende ogni composizione un microcosmo senza tempo, in cui aleggiano sentimenti universali. Il Concorso del Presepio si caratterizza per essere un premio – e contemporaneamente, un incentivo – a quel singolare connubio di arte, fede e tradizione che solo il presepio sa rivelare.


On.le Dr. Pietro Rende

Commissario Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza

TURISMO, TRADIZIONE, ARTE ED IDENTITA’

Il presepio è divenuto un efficace mezzo di turismo religioso, basti pensare a San Gregorio Armeno di Napoli dove, intorno al ponte dell’Immacolata, si concentrano decine di migliaia di persone provenienti da tutto il mondo per ammirare e comprare le statuine dei pastori e le Grotte e le casette di cartone, oppure a Greccio di Gubbio o a Bolzano e in Alto Adige o a Monaco di Baviera davanti alla Cattedrale di San Michele, dove gli stand delle statuine, non più in terracotta ma di legno e scolpito e colorato, richiamano folle di visitatori. Da noi, non guasta se il presepio è qualcosa di più di un richiamo artigianale e turistico: una tradizione di identità aperta alla misteriosa Palestina, epicentro di meticciato mediter-

. Chiesa S.Gaetano .

. Chiesa S.Agostino .

raneo che insegna ai più piccoli il comune destino degli uomini e la convivenza pacifica tra il velo arabo, il copricapo ebreo e la croce di Cristo. Purtroppo negli odierni processi di laicizzazione, come in Francia, si tende a cancellare i segni religiosi dalle scuole ed edifici pubblici, per paura di scontri tra integralisti o su richiesta musulmana in alcune aule dove il Crocefisso è di casa e potrebbe “impressionare” i bambini di quella fede. Ma è intelligente depauperare l’uomo di una fede religiosa, di una identità, senza prevedere come e da cosa verrà sostituita, sradicamento e violenza compresi? La Camera di Commercio di Cosenza quest’anno, ha allestito un grande presepio nel sontuoso androne del bellissimo palazzo anni trenta di Calza Bini, per ricordare la funzione sociale dell’impresa riconosciuta dall’art.42 della Costituzione repubblicana, che compie 60 anni e ha dato la sua impronta al “capitalismo territoriale” dei calabresi, nonché aiutare un settore in crisi, secondo i sondaggi che prevedevano un calo di vendite causato dai prezzi crescenti e dalla recessione che colpisce le famiglie meridionali.

. Chiesa del Carmine .


Carmelo Mazziotti

Direttore artistico settore Arte Presepiale

IL PRESEPE PER RITROVARE LE NOSTRE COMUNI RADICI

E’ motivo di grande gioia essere stato, per il secondo anno consecutivo, il direttore artistico della rassegna di arte presepiale denominata “Notti di Natale” che mi auguro entri a far parte della tradizione cosentina come espressione più tenera, mistica ed affascinante del nostro Santo Natale. Il presepe è il tema principale di questa rassegna. In esso oltre l’identificazione del Natale, c’è esercitazione folkloristico – religiosa nella quale ognuno inserisce elementi capaci di assimilare la tradizione, il racconto tramandato da generazioni in generazioni. Da qui, con ogni probabilità, la grande applicazione fantasiosa, l’infinita ricerca di originalità, l’impareggiabile estro che caratterizzano centinaia, migliaia di presepisti, siano essi semplici appassionati o professionisti. Il bello di questa idea è quella di coinvolgerci emotivamente, non solo per il felice recupero delle nostre radici ma, ancora di più, perchè ci fa ritrovare quello stupore infantile che si provava quando il presepe si costruiva in famiglia con la carta da imballaggio della “pasta Filippone” e tinture e colle preparate in casa e mescolate allegramente. Soltanto un po’ di anni addietro sarebbe stato

. Chiesa S.Francesco di Paola .

. Chiesa S.Lucia .

considerato un miracolo mettere insieme la capacità, l’inventiva e l’originalità di artisti appartenenti a regioni, provincie e luoghi diversi. Le opere della seconda mostra presepiale “Notti di Natale” a Cosenza raccontano storie, tradizioni, usi e costumi delle popolazioni delle regioni partecipanti che si riconoscono nella universalità del simbolismo della natività di Gesù. Ritrovare il sapore delle cose, nella nostra epoca, centrata sulla comunicazione, i computer e la tecnologia, è una cosa magica. I ritmi frenetici del nostro tempo lasciano, purtroppo, poco spazio alla meditazione del vissuto, al ritorno con la mente alle nostre tradizioni in cui si coniuga arte e fede. Se visitare una mostra di presepi, oltre che visionare le diverse tecniche usate, le diverse rappresentazioni di natività e paesaggi, i diversi usi di materiali per la realizzazione delle opere provenienti dalle regioni meridionali, è servita anche a suscitare nelle nostre anime questo piccolo miracolo di riflessione, avremo – come complici di questa bella iniziativa – i risultati che ci siamo proposti.

. Chiesa S.Nicola .


L’Arte Presepiale in mostra

. 61 opere esposte .

. 17

.


Artigianato di Terra Santa

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Israele

. 18

.

scultura in legno di ulivo


Artigianato di Terra Santa

tecnica

scultura in legno di ulivo

provenienza

autore opera: NativitĂ

Israele

. 19

.


ARPA

tecnica

autore

provenienza

opera: Mini - Presepe

Calabria

. 20

.

sughero


ARPA

tecnica

sughero

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 21

.


Associazione Cultura e Tradizioni - Pro centro storico S.Fili

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe artistico

S.Fili, Calabria

. 22

.

polistirolo, terracotta, colori


Associazione Pantanolungo - Aiello Franco e Aiello Gaetano

tecnica

tavole, pietre, tufo, colori

provenienza

autore opera: NativitĂ

Carolei, Calabria

. 23

.


Bonaro Marco

tecnica

autore

provenienza

opera: Mini - Presepe in campana

Calabria

. 24

.

sughero, terracotta, colori


Bova Pasquale

tecnica

polistirolo

provenienza

autore opera: Presepe

Trabia (PA) Sicilia

. 25

.


Biagio Cesarino

tecnica

autore

provenienza

opera: Scorcio centro storico

AIAP Maratea, Basilicata

. 26

.

sughero, gesso e colori


Buzzetta Giovanni

tecnica

terracotta, stoffe e colori

provenienza

autore opera: Scena presepiale

Sicilia

. 27

.


Buzzetta Giovanni

tecnica

autore

provenienza

opera: Personaggi presepiali

Sicilia

. 28

.

terracotta, stoffe e colori


Cancilla Piero

tecnica

legno scolpito, lavorazione tipica Val Gardena

provenienza

autore opera: Personaggi presepiali

Trabia (PA) Sicilia

. 29

.


Caruso Raffaella

tecnica

autore

provenienza

opera: NativtĂ

Calabria

. 30

.

terracotta dipinta


Colaci Gabriella

tecnica

terracotta, sughero, colori

provenienza

autore opera: Personaggio presepiale

Puglia

. 31

.


Coscarelli Luigi

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 32

.

scultura in legno di ulivo e personaggi in terracotta


Coscarelli Luigi

tecnica

scultura in legno di ulivo e personaggi in terracotta

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 33

.


Crispiniano Francesco

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ in tempio

Trabia (PA) Sicilia

. 34

.

presepe campestre con lanterna dell’800


Capuano Luigi

tecnica

pasta

provenienza

autore opera: Personaggio presepiale

Trabia (PA) Sicilia

. 35

.


Epicochi Marco

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Puglia

. 36

.

terracotta


Fasano Grazia

tecnica

argilla

provenienza

autore opera: Miniatura presepiale

Puglia

. 37

.


Fotia Antonio

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Calabria

. 38

.

legno, colori e gesso


1.

2.

Fuoco Vincenzo

tecnica 1. sughero, polistirolo e colori

provenienza

2. sughero

Calabria

. 39

autore opera: Presepi artistici

.


Galante Vincenzo

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Basilicata

. 40

.

sculture in pietra di tufo


Galante Vincenzo

tecnica opera in pane

provenienza

autore opera: Presepe in pane

Basilicata

. 41

.


Giallo Michele

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 42

.

terracotta e colori


Iaconisi Cosimo

tecnica

polistirolo, gesso, colori e terracotta

provenienza

autore opera: I primi passi

Puglia

. 43

.


Iantorno Andrea

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 44

.

tavole, gesso e colori


Ingrosso Marco

tecnica

sughero, cartapesta e colori

provenienza

autore opera: NativitĂ in scoglio

Puglia

. 45

.


2.

1.

LAssainato Francesco e Simona autore

provenienza

tecnica 1. terracotta invetriata

opera: Presepe

Puglia

2. terracotta dipinta ceramicata

. 46

.


Maddalena Giuseppe

tecnica

pietra pomice

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 47

.


Magar Riccardo

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 48

.

scultura in legno d’ulivo


Manfredi Giuseppe

tecnica polistirolo, gesso e colori

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 49

.


1

2

Mantuano Giuseppe autore

provenienza

tecnica 1. sughero e terracotta

opera: Presepe

Calabria

2. legno e sughero con un

personaggio inizio ‘900

. 50

.


Marrello Luigi

tecnica

legno, sughero, gesso e colori

provenienza

autore opera: Presepi

Calabria

. 51

.


Mazziotti Carmelo

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 52

.

tavole, terracotta, pietre colori, stoffa


Mazziotti Carmelo

tecnica

stoffa, gesso, das, legno, polistirolo

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 53

.


Martino Stefania

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Puglia

. 54

.

colori e cartapesta


Miglietta Cesare

tecnica

cartapesta dipinta, legno e stoffa

provenienza

autore opera: Personaggi presepiali

Puglia

. 55

.


Morimanno Pierluigi

tecnica

autore

provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 56

.

vetro


.


.


.


.


Museo Arte Presepiale

tecnica

quadri e vetrinetta

provenienza

autore opera: Scena presepiale

Corigliano, Calabria

. 57

.


Natali Luigi e Mina autore

tecnica provenienza

opera: NativitĂ in stalla con pastore e gregge

Calabria

. 58

.

cartapesta, terracotta dipinta


Nicita Franco - Velardita Vincenzo

tecnica

scena in terracotta

provenienza

autore opera: Scena presepiale

Calabria

. 59

.


Orlando Matteo autore

tecnica provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 60

.

legno, sughero e terracotta


Orlando Matteo

tecnica

materiali ferrosi

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 61

.


Pellegrino Giusy autore

tecnica provenienza

opera: Presepe

Puglia

. 62

.

cartapesta e terracotta


Petrone Maria Gabriella

tecnica

argilla e colori

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 63

.


Prestanicola Francesco autore

tecnica provenienza

opera: NativitĂ in scoglio

Aiap di Maratea, Basilicata

. 64

.

700 napoletano


Santoro Paolo

tecnica

argilla

provenienza

autore opera: Presepe

Puglia

. 65

.


Sterlacci Angelo autore

tecnica provenienza

opera: Presepe

Puglia

. 66

.

polistirolo, gesso, argilla


Stranieri Pietro

tecnica

ceramica e colori

provenienza

autore opera: Presepe

Calabria

. 67

.


Tana Ferdinando autore

tecnica provenienza

opera: Presepe

Puglia

. 68

.

pietre e conchiglie del mare Salentino


Toscano Giusy

tecnica

terracotta e pietra lavica

provenienza

autore opera: Presepe

Sicilia

. 69

.


Trotta Pierino autore

tecnica provenienza

opera: Presepe

Aiap di Maratea (Basilicata)

. 70

.

conchiglione in terracotta, sughero e colori


Vestita Cosimo

tecnica

argilla dipinta

provenienza

autore opera: Presepe

Puglia

. 71

.


Zenardi Luigi autore

tecnica provenienza

opera: Presepe

Calabria

. 72

.

sughero


Zenardi Matteo

tecnica

sughero

provenienza Calabria

. 73

autore opera: Presepe

.


. Programma .

“Musica in Chiese” “Chiacchierate Magistrali e Conferenze” VENERDI’ 22 DICEMBRE 2006

DOMENICA 14 GENNAIO 2007

Ore 16,00: Ore 16,30:

Ore 12,00:

INAUGURAZIONE Deposito ex FS, Piazza Matteotti Esibizione banda Musicale

Per le vie del Centro Storico “Collettivo di Brecht” Parata di Pulcinella

LUNEDI’ 25 DICEMBRE 2006 Ore 19,00:

GIOVEDI’ 18 GENNAIO 2007

Chiesa S.Maria delle Vergini “Suoni Antichi” zampogna, organetto, voce e pipita

Ore 18,00:

SABATO 30 DICEMBRE 2006 Ore 17,00:

Per le vie del centro storico “Collettivo di Brecht” Parata di Pulcinella

VENERDI’ 19 GENNAIO 2007 Ore 18,00:

MERCOLEDI 3 GENNAIO 2007 Ore 16,00:

Conferenza sul tema: “Il reale, l’immaginario, il comunicabile l’incomunicabile” Salone CONI ex FS Piazza Matteotti

Tummarini per le strade del centro storico

Salone CONI ex FS Piazza Matteotti “Chiacchierata Magistrale” Simbologia del Presepe

SABATO 20 GENNAIO 2007 DOMENICA 7 GENNAIO 2007 Ore 19,00:

Ore 18,00:

Chiesa del Carmine “Suoni Antichi” zampogna, organetto, voce e pipita

Chiesa S.Domenico, Via Sertorio Quattomani Concerto per voce e organetto

GIOVEDI 11 GENNAIO 2007

DOMENICA 21 GENNAIO 2007

Ore 18,00:

Ore 19,00:

Salone CONI ex FS Piazza Matteotti “Chiacchierata Magistrale” tradizione e invenzione della tradizione

. 74

.

Chiesa S.Gaetano Concerto di Cataldo Perri “Memorie e chimere”


Dr. Francesco Savastano

Commissario straordinario regionale Ente Autonomo Fiere Cosenza

VERSO LA ISTITUZIONE DELLA PINACOTECA DI ARTE SACRA

Al pari della Mostra Presepiale, anche il progetto culturale, “rassegna Arte Sacra” si appresta a celebrare il suo secondo anno di vita. E’ un’altra iniziativa voluta dall’Ente Autonomo Fiere di Cosenza, che ha inteso, così, conferire più calore e colori al Natale cosentino. Ma, in particolare, la rassegna d’Arte Sacra trae spunto da un disegno sorto oltremodo spontaneo e da una forte volontà politica, volta, quest’ultima, a richiamare, non soltanto a livello locale, la massima attenzione ed interesse su quanti, pur nella loro giovane età, dimostrano non poco talento in campo artistico fino a far scommettere sulle loro future affermazioni. E l’impegno a proseguire sulla strada intrapresa, è fortemente motivato dai risultati che sono stati ottenuti nelle prime due edizioni, inserite nel programma “Notti di Natale”, programma appunto, voluto e curato dall’Ente Autonomo Fiere di Cosenza. I giovani artisti, che alla rassegna hanno partecipato con le loro opere di pittura, scultura, con apprezzati lavori in argilla, vetro,

bronzo e su pietra, hanno rivelato la loro notevole capacità e maturità a livello creativo, dimostrando soprattutto la loro esigenza di essere “innovativi” e “significanti” per invenzione tecnica, originalità, sentimento religioso. Si ha motivo di ritenere che le immagini dei lavori ospitati nella rassegna, riusciranno a dare conferma della fondatezza del merito che si ha motivo di rivendicare, per aver dato vita ad una manifestazione, che ha coinvolto le migliaia di visitatori, che ammirando le opere e la documentazione fotografica sui luoghi e monumenti, che racchiudono pagine di arte sacra, hanno rivissuto momenti di intensa emotività. Luoghi e monumenti, va anche detto, che corredate da una esauriente didascalia, possono rappresentare anche un utile itinerario, per visitatori ed ospiti della nostra regione. Nel segno di questa convinzione, l’impegno è quello di andare oltre, programmando, con il determinante aiuto delle Istituzioni, una pinacoteca destinata ad ospitare alcune tra le migliori opere che gratuitamente saranno offerte dagli artisti partecipanti alla rassegna, che, al pari di quella presepiale, sarà istituzionalizzata. Si ha ancora motivo di ritenere che la rassegna, nelle sue varie edizioni e pinacoteca, potranno, negli anni a venire, costituire un nuovo motivo di affascinante richiamo culturale e turistico per la città di Cosenza. Nel contempo rappresenteranno anche un valido contributo nell’offrire a quanti ne saranno ospiti, l’immagine più veritiera della Calabria.

. 75

.


Prof. Mimmo Legato

Docente di Discipline Pittoriche

L’ARTE SACRA DAL DOGMA TRIDENTINO AL LINGUAGGIO CONTEMPORANEO Il concetto di arte sacra suggellato dal Concilio di Trento (1563), in cui si consolidava il contenuto religioso rispondente a certe norme di ordine generale, indirizzato ad un fine pratico devozionale, strumento di una precisa realtà ideale, tale rimarrà sino ai nostri giorni. Tutto questo nonostante la cultura “romantica” abbia tentato di sostituire il concetto di arte sacra con l’altro di arte cristiana, intesa come affermazione di sentimenti di spiritualità, di libertà creativa in contrapposizione alla rigidità della normativa neoclassica. D’altronde la Chiesa cattolica Romana non poteva rinunciare all’eredità tridentina e alla tutela del suo patrimonio artistico. Ma, il problema del rapporto tra l’arte sacra e l’arte contemporanea intesa come forma creativa inconsueta, non rientrante nella sperimentazione tradizionale, diventa nel corso degli anni momento di confronto-scontro tra culture diverse. Tant’è che accanto alle stilizzazioni classiche tradizionali si segnalano interventi che potremmo definire “progressisti”, cioè, la ricerca di un rapporto più libero e operante tra l’arte sacra e le esperienze dell’arte contemporanea. Una generazione di artisti lavora ormai da anni, senza dissacrare i codici simbolici della cristianità, a progetti per “rimuovere” la figurazione iconografica, non più legata agli stereotipi, ma generando un movimento di pensiero nuovo per riorganizzare e rappresentare, attraverso le arti visive, una moderna concezione teologica e religiosa, operando una suddivisione netta tra i principi del bene e del male. Nell’epoca del terzo millennio, in cui la società vive il consoli-

damento del consumismo, abnorme, senza parametri, la rassegna “NOTTI DI NATALE”, magistralmente organizzata dall’Ente Fiere Cosenza, dovrebbe far riflettere il visitatore sui valori che l’opera d’arte trasmette. Quei valori che la simbologia cristiana nobilmente rappresenta e che sovente vengono calpestati, dissacrati, dimenticati, attestati ormai da una codificazione puramente formale. Le opere in esposizione in questa mostra di settore evidenziano nella loro configurazione pittorica e scultorea immagini simboliche profondamente influenzate, oltre che dai miti dell’antichità greco-romana e dalla filosofia classica, anche dalle tradizioni ermetiche e esoteriche. Inoltre il percorso artistico allestito sapientemente dagli organizzatori offre al visitatore una fruizione e una lettura codificata delle opere più in profondità, in cui l’uomo espressione più alta della creazione diventa microcosmo (vale a dire piccolo universo) dove gli artisti partecipanti, tutti di livello alto, attraverso i loro saperi e le loro esperienze caratterizzano la propria timbricità pittorica con un racconto intriso di emozioni e sentimenti insieme ad una sapiente sensibilità percettiva che diventa sintesi estetica di un processo figurativo che affascina e coinvolge lo spettatore sino a trascinarlo, psicologicamente, verso un viaggio mai fatto prima. E mentre lo spazio pittorico rappresentato dagli artisti è indubitabilmente “spazio rappresentato” cioè apparenza di tridimensionalità sopra una superficie piana, visitando e osservando le opere scultoree ci si accorge di trovarsi, attraverso la forma pla-

. 76

.


smata, nello “spazio temporale praticabile” dal momento che possiamo girare attorno ad una statua o infilare una mano tra le figure di un altorilievo. Tornando all’aspetto contenutistico della Rassegna, la religiosità espressa dagli artisti, non configura necessariamente e sempre un esercizio di ordine formale, come alcune opere evidenziano, bensì, assistiamo spesso ad un alfabeto linguistico soggettivo e personale, ove la grammatica visiva rallenta cedendo il passo alle tecniche di rappresentazione e alle mescolanze cromatiche con stesure, a tratti acuti e risonanti, che avvolgono e compenetrano l’immagine rovesciando a volte il senso della rappresentazione sino alla scissione, alla deformazione figurativa, cioè, a quel confine, di cui si parlava all’inizio, tra il reale e l’irreale, il mistero, il trascendente, dove il colore fisico viene inteso come linguaggio universale per arrivare all’assoluto. Dello stesso tenore i lavori presentati dagli studenti delle scuole in indirizzo: licei artistici, istituti d’arte, ammirevoli e di qualità, constatata la raffinatezza e l’eleganza rappresentata, nonché il senso plastico e decorativo dei materiali utilizzati. E’ vivo ed inebriante in questi giovani il desiderio di confrontarsi, misurarsi, portando sugli scenari dell’arte contemporanea le proprie abilità, conoscenze e competenze, la ricerca pittorica e plastica, merito sicuramente di una scuola che cresce e si aggiorna, sia come luogo di formazione che come tempio dei saperi, delle sperimentazioni, fucina inesauribile di idee e creatività. Nella sezione riguardante l’arte presepiale assistiamo ad uno scenario suggestivo, tratto dalle tradizioni religiose, in cui il

visitatore scopre dei luoghi “magici” che illustrano l’immaginario culturale e antropologico della storia dell’umanità. Il percorso espositivo è ricco e pregevole sia nell’impiego dei materiali utilizzati dai maestri artigiani: legno, stucchi, terracotta, cartone, materie plastiche, sia nella progettazione esecutiva del manufatto, dove la rappresentazione della creatività pur con dimensioni ridotte valorizza l’importanza del “mistero”, offrendo al fruitore un approfondimento della conoscenza di “questo mondo” che affascina e incanta, ricco, sempre, di nuovi entusiasmanti scenari. Mettere in campo in un territorio come quello calabrese, spesso lacunoso, timido di iniziative culturali, una rassegna d’arte con indirizzo specifico è ammirevole e encomiabile. Offrire alla società cosentina la possibilità di fruire di valori fondamentali, rappresentativi, di cui la cristianità è promotrice universale diventa autocoscienza temporale dell’umanità. Sicuramente l’Ente Fiere di Cosenza, insieme al Commissario straordinario regionale, dott. Francesco Savastano e i suoi collaboratori, hanno lanciato una sfida di coraggio “imprenditoriale” investendo, tra l’altro, nelle attività culturali, coinvolgendo le scuole di indirizzo artistico insieme alla società civile, che ha risposto all’iniziativa positivamente, creando una vasta eco di consenso in tutta la Regione. L’auspicio dei ben pensanti e degli uomini di cultura è quello che tale manifestazione non muoia, bensì possa avere una ulteriore riproposizione, non disperdendo un patrimonio di valori e idee alte, presenti nel nostro territorio, che diventi centro di eccellenza dell’intera Regione.

Il Prof. Legato collabora in qualità di artista con Editalia, gruppo Poligrafico e Zecca dello Stato, ramo Arte

. 77

.


Prof. Sergio La Ghezza

Direttore artistico settore Arte Sacra

MOSTRA DI ARTE SACRA, MOMENTO DI CONFRONTO La regione Calabria è notoriamente ricca di storia e di arte. E’ un patrimonio di notevole importanza che va tutelato e valorizzato. In tale direzione un significativo contributo giunge anche da quanti operano nel campo artistico ottenendo affermazioni che vanno oltre i confini regionali. Occorre, però, che nell’azione di tutela e valorizzazione di così importante patrimonio, concorrano direttamente le istituzioni, il più delle volte assenti diventando involontariamente responsabili anche di un adeguato sviluppo dell’economia locale. Proprio questa assenza aveva determinato più di una preoccupazione, temendosi che le iniziative avviate dall’Ente Autonomo Fiere Cosenza, in occasione delle tradizionali festività di fine anno, non sarebbero riuscite ad ottenere i risultati sperati. Timori che si sono rilevati infondati per quella che è stata la larga partecipazione, oltre che di artisti affermati anche di giovani emergenti, ai quali è stata data anche la possibilità di credere ancor di più nelle loro qualità e capaci-

in basso:

tà. Significativa anche la partecipazione di giovanissimi, autori delle opere esposte nella rassegna, provenienti da diversi Istituti ad indirizzo artistico. La rassegna d’arte sacra, ospitata nel programma “Notti di Natale”, alla sua seconda edizione, può, dunque, a ben ragione, presentare un bilancio oltremodo lusinghiero. E la città di Cosenza ha ben motivo di andar fiera di aver ospitato una rassegna, che ha dato agli artisti calabresi anche la non trascurabile possibilità di confrontarsi con i loro colleghi che hanno partecipato alla rassegna in rappresentanza delle altre regioni. Tutti i risultati che lasciano ben sperare per il futuro che dovrà riservare – per quelli che sono i programmi dell’Ente Autonomo Fiere Cosenza – non solo nuove edizioni della rassegna ma anche la realizzazione di una pinacoteca nella quale dovranno trovare posto le migliori opere ospitate, di anno in anno, nella rassegna stessa.

Cristo 2006, “l’Indifferenza” . autore Faraca Pino

. 78

.


L’Arte Sacra in mostra

. I QUADRI .

. 56 opere esposte .

. 79

.


Castagnaro Pietro

tecnica

scultura in gesso bassorilievo patinato

autore

opera: Madonna con Bambino

. 80

.


Castagnaro Pietro

tecnica

graffito su granito nero assoluto cm.20x30

autore opera: Madonna

. 81

.


Consoli Donato

tecnica

autore

provenienza

opera: S.Francesco di Paola

S.Donato di Ninea

. 82

.

litografia cm.30x40


Consoli Donato

tecnica

tecnica mista cm.70x100

provenienza

autore opera: Innocenti

S.Donato di Ninea

. 83

.


Donato Consoli

tecnica

autore

provenienza

mista

opera: Materia e Spirito

S.Donato di Ninea

cm.50x70

. 84

.


De Luca Licia

tecnica

olio su tela

provenienza

autore opera:S.Francesco di Paola

Cosenza

. 85

.


Cotroneo Carmelo autore

provenienza

tecnica olio su tela

opera: Il colore dello Spirito

Cosenza

cm.70x100

. 86

.


Cotroneo Marco

tecnica

tempera acrilica cm.50x70

provenienza

autore opera: Il gesto

Cosenza

. 87

.


Cravara Raffaele

tecnica

litografia

autore

opera: S.Francesco di Paola

. 88

.


1

2

Cuccaro Angelina

tecnica opera 1: olio su tela cm.50x60

provenienza

opera 2: colori a pastello

Castrovillari

. 89

autore opera 1: MaternitĂ - opera 2: Evento

.


Faraca Ippolito

tecnica

olio su tela

autore

opera: Crocifissione sul Golgota

. 90

.


Faraca Ippolito

tecnica

olio su tela

autore opera: Passione di Cristo

. 91

.


Faraca Pino

tecnica

carboncino su carta Fabriano chiaroscuro con tecnica ad incrocio sfumato

autore

Cristo morto

. 92

.


Faraca Pino

tecnica

olio su tela cm.50x60

autore opera: Fuga dall’Egitto

. 93

.


Faraca Pino

tecnica

olio su tela cm.70x100

autore

opera: Cristo 2006 “l’indifferenza”

. 94

.


Furlano Pier Paolo

tecnica

acrilico su tela cm.70x100

autore opera: Crocifissione

.95

.


Gaeta Stephanie

tecnica

acrilico su cartone telato con foglia oro e pasta di piombo cm.50x70

autore

opera: Ego sum qui sum

. 96

.


Stancati Enzo

tecnica

acrilico su tela con pasta di piombo cm.50x100

autore opera: Mater Dei

. 97

.


Granata Luigia

tecnica

olio su cartoncino telato cm.35x50

autore

opera: La Passione di Cristo

. 98

.


Granata Luigia

tecnica

olio su tela cm.70x70

autore opera: Il Golgota

. 99

.


Istituto Statale d Arte A.Alfano

tecnica

autore

provenienza

opera: Volto di Madonna

Castrovillari

. 100

.

intarsio


Istituto Statale d Arte A.Alfano

tecnica

mista

provenienza

autore opera: Il Madonnaro “Riflessione e recupero�

Castrovillari

. 101

.


Istituto Statale d Arte A.Alfano

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Castrovillari

. 102

.

tempera cm.50x70


Istituto Statale d Arte A.Alfano

tecnica

sbalzo e cesello su ottone

provenienza

autore opera: I Magi

Castrovillari

. 103

.


La Neve Marcello

tecnica

autore

provenienza

opera: Visione di Maria

Cerisano

. 104

.

olio su tela cm.40x50


La Neve Marcello

tecnica

olio su tela cm.30x40

provenienza

autore opera: Volto di Cristo

Cerisano

. 105

.


La Neve Marcello

tecnica

olio su cartone telato trittico

autore

opera: La Passione di Ges첫

. 106

.


Liceo Artistico Statale - De Rose Ida

tecnica

acrilico su tela cm.50x50

provenienza IV A - Cosenza

. 107

autore opera: Gli occhi del Divino

.


Liceo Artistico Statale - Davoli Cristiana Carmelina

tecnica

autore

provenienza

opera: La Resurrezione

III C - Cosenza

. 108

.

acrilico su tela cm.50x70


Liceo Artistico Statale - Stancati Enzo

tecnica

acrilico su tela

provenienza

autore opera: La Maddalena

III C - Cosenza

. 109

.


Lo Feudo Patrizia

tecnica

autore

provenienza

opera: Annunciazione

Cosenza

. 110

.

olio su tela


Lo Feudo Patrizia

tecnica

olio su tela cm.60x80

provenienza

autore opera: Il Peccato

Cosenza

. 111

.


Martino Nicola

tecnica

autore

provenienza

opera: L’Ultima Cena

Calabria

. 112

.

olio su tela cm.120x180


Martino Nicola

tecnica

olio su tela cm.130x200

provenienza

autore opera: Riconciliazione

Calabria

. 113

.


Martino Nicola

tecnica

autore

provenienza

opera: Il Miracolo dei pesci

Calabria

. 114

.

olio su tela cm.120x200


Martino Nicola

tecnica

olio su tela cm.120x200

provenienza

autore opera: Le nozze di Cana

Calabria

. 115

.


Miniaci Giuseppe

tecnica

olio su tela cm.60x80

autore

opera: Ideali smarriti

. 116

.


Miniaci Giuseppe

tecnica

olio su tela cm.35x50

autore opera: I Magi

. 117

.


Minuti Carmelo

tecnica

autore

provenienza

opera: La Presenza di Dio

Cosenza

. 118

.

olio su tela


Minuti Carmelo

tecnica

olio su tela

provenienza

autore opera: Extasi

Cosenza

. 119

.


Minuti Diego autore

provenienza

Trapani

. 120

.


Minuti Diego provenienza

autore opera: Crocifissione

Trapani

. 121

.


Montaspro Alessandro

tecnica

autore

provenienza

opera: S.Franceso di Paola

Albano Laziale

. 122

.

acrilico su tela cm.50x70


Museo Arte Presepiale provenienza

autore opera: Adorazione dei Magi

Corigliano

. 123

.


Museo Arte Presepiale autore

provenienza

opera: NativitĂ

Corigliano

. 124

.


Paduano Pasqualino

tecnica

olio su tela

provenienza

autore opera: Natura morta con Cristo

Roggiano Gravina

. 125

.


Morimanno Pierluigi

tecnica

autore

provenienza

opera: MaternitĂ

Roggiano Gravina

. 126

.

carboncino cm.60x70 su carta Fabriano, chiaroscuro ad incrocio e sfumato


Paese Lucia

tecnica

mista

provenienza

autore opera: Volto di Cristo

S.Pietro in Guarano

. 127

.


Prete Rosellina

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Cosenza

. 128

.

mista pastello su carta Fabriano


Prete Rosellina

tecnica

mista pastello su carta Fabriano

provenienza

autore opera: NativitĂ

Cosenza

. 129

.


Rossi Carlo Maria

tecnica

autore

colla a caldo, olio, acrilico

opera: Ultima Cena 2006 - Interpretazione contemporanea

mt.3,5x80 cm.

. 130

.


Santandrea Saverio

tecnica

olio su tela cm.35x40

provenienza

autore opera: Crocifissione

Castrovillari

. 131

.


Speciale Vittorio

tecnica

autore

tecnica mista su cartone

opera: Ama i fratelli aguzzini

cm.35x50

. 132

.


Strafella Maria Grazia

tecnica

dipinto su ceramica

provenienza

autore opera: NativitĂ

Puglia

. 133

.


Zicari Leonardo

tecnica

autore

provenienza

opera: Deposizione

Castrovillari

. 134

.

olio su tela


L’Arte Sacra in mostra

. Le SCULTURE . . 33 opere esposte .

. 135

.


Aceto Elena

tecnica

autore

provenienza

opera: L’Annunciazione

Liceo Artistico Statale di Cosenza

. 136

.

bassorilievo in geso patinato




Associazione Cultura e Tradizioni

tecnica

piatto dipinto su ceramica

provenienza

autore opera: Fuga in Egitto

Basilicata

. 137

.


Bruno Eduardo

tecnica

trittico, bassorilievo scultura in bronzo

autore

opera: Torre

. 138

.


Bruno Eduardo

tecnica

bassorilievo in bronzo

autore opera: I Martiri Argentanesi

. 139

.


Corina Leonardo

tecnica

scultura in tuttotondo filo di ferro e rame

autore

opera: Sorella morte

. 140

.


Corina Leonardo

tecnica

scultura in tuttotondo filo di ferro e rame

autore opera: Il Cavaliere dell’Apocalisse

. 141

.


Crovara Raffaele

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ , omaggio a Luca della Robbia

Cosenza

. 142

.

bassorilievo in gesso patinato


Delle Site Antonio

tecnica

pietra leccese incisa

provenienza

autore opera: Scene presepiali

Puglia

. 143

.


De Siati Angelo

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Puglia

. 144

.

piatto dipinto su ceramica


De Siati Angelo

tecnica

piatto dipinto su ceramica

provenienza

autore opera: NativitĂ

Puglia

. 145

.


Diodati Giuseppe

tecnica

scultura in gesso con foglia oro bassorilievo patinato

autore

opera: Madonna con Bambino

. 146

.


Istituto Statale d Arte A.Alfano

tecnica

scultura in ferro battuto

provenienza

autore opera: Crocifissione

Castrovillari

. 147

.


Istituto Statale d Arte A.Alfano

tecnica

autore

provenienza

opera: San Francesco di Paola

Castrovillari

. 148

.

scultura bassorilievo gesso patinato


Istituto Statale d Arte Panetta

tecnica

ceramica sculture in tuttotondo

provenienza

autore opera: La NativitĂ

Squillace

. 149

.


Istituto Statale d Arte Panetta

tecnica

autore

provenienza

opera: Lo Spirito Santo

Squillace

. 150

.

scultura in legno “ebanisteria�


1.

2.

Istituto Statale d Arte Panetta

tecnica

sculture in legno

provenienza

autore opera1: Mosè - opera2: Il Calice di Cristo

Squillace

. 151

.


Liceo Artistico Statale

tecnica

autore

provenienza

opera: NativitĂ

Catanzaro

. 152

.

scultura in tuttotondo terracotta


Magar Riccardo

tecnica

scultura in tuttotondo legno di ulivo

provenienza

autore opera: S.Francesco di Paola

Castiglione Cosentino

. 153

.


Magar Riccardo

tecnica

autore

provenienza

opera: Il Cristo

Castiglione Cosentino

. 154

.

scultura in tuttotondo legno di ulivo


Maiolino Pasquale

tecnica

tecnica mista

autore opera: Padre Pio

cm. 35x50

. 155

.


Maiolino Pasquale

tecnica

mista cm.40x50

autore

opera: S.Francesco di Paola e NativitĂ

. 156

.


Maiolino Pasquale

tecnica

ceramica

autore opera: La pace di Cristo

cm.35x50

. 157

.


Morimanno Pierluigi

tecnica

scultura in vetro

autore

opera: Crocifissione

. 158

.


Paduano Pasqualino

tecnica

legno, pietra scultura in tuttotondo

provenienza

autore opera: Sangue di Cristo

Roggiano Gravina

. 159

.


Paduano Pasqualino

tecnica

autore

provenienza

opera: Madonna con Cristo

Roggiano Gravina

. 160

.

tuttotondo in terracotta


Prudenzano Gregorio

tecnica

cartapesta

autore opera: Personaggi presepiali

. 161

.


Quaranta Annamaria

tecnica

autore

provenienza

opera: Scena presepiale

Puglia

. 162

.

mosaico di mattonelle in ceramica


Rizzo Luigi

tecnica

bassorilievo ligneo cm.30x40

autore opera: Deposizione

. 163

.


Rizzo Luigi

tecnica

scultura in legno d’ulivo cm.25

autore

opera: Crocifissione

. 164

.


Sassone Antonio

tecnica

scultura in tuttotondo pietra

autore opera: Jesus

. 165

.


Sassone Antonio

tecnica

scultura in tuttotondo bronzo

autore

opera: Il Seminatore

. 166

.


Talarico Giovanni

tecnica

negativo in gesso

autore opera: Crocifissione

. 167

.


Zenardi Matteo

tecnica

autore

provenienza

opera: Genesi

Liceo Artistico Statle di Cosenza

. 168

.

bassorilievo in gesso patinato


1.

2.

Costumi tipici

tecnica

stoffa

autore opera 1: Divisa storica Arma dei Carabinieri - opera 2: Costume occitano di Guardia Piemontese

. 169

.


. Pubblicazione a cura . Ente Autonomo Fiere Cosenza . Supervisione editoriale . Isabella Fata

. Allestimento e scenografia mostra . Franceso Colotta . Direttore artistico arte presepiale . Carmelo Mazziotti . Direttore artistico arte sacra . Sergio Laghezza

. Referenze fotografiche e progetto grafico - editoriale . Alfredo Mangone . Opera in prima di copertina . “Figure presepiali” di Prudenzano Gregorio . Opera in seconda di copertina . “Natività” di Caruso Raffaella . Opera in terza di copertina . “Il Seminatore” di Sassone Antonio . Opera in quarta di copertina . “Riconciliazione” di Martino Nicola . Post produzione e stampa . web: www.alfredomangone.it

Regione Calabria Assessorato al Turismo

Provincia di Cosenza Assessorato alla Cultura

Città di Cosenza

Fondazione CARICAL

Camera di Commercio di Cosenza

Sviluppo Italia Calabria

Gioielleria Cosenza