Issuu on Google+

1° Circolo Didattico Spinea (Venezia) Scuola primaria “A. Vivaldi”

La ricerca storica in classe seconda

2005/2006

C’era una volta la piazzetta... anzi... ...non c’era Insegnante Gabriella Bosmin


INDICE PRESENTAZIONE

DIA

3

DIA

6

PARTE PRIMA

“PIAZZA GRANATIERI DI SARDEGNA” NEL 2006

PARTE SECONDA

“PIAZZA GRANATIERI DI SARDEGNA” AL TEMPO DEI FRATELLI (1997/2003)

DIA 21

PARTE TERZA

LA “PIAZZETTA” DI FORNASE AL TEMPO DEI GENITORI (1967/1978)

DIA 32

PARTE QUARTA

QUANDO NON C’ERA LA “PIAZZETTA” AL TEMPO DEI NONNI (1940/1953)

DIA 39


INTRODUZIONE

QUEST’ANNO ABBIAMO FATTO UNA RICERCA STORICA SULLA PIAZZA DI FORNASE “GRANATIERI DI SARDEGNA” CHE UNA VOLTA VENIVA CHIAMATA SEMPLICEMENTE “ LA PIAZZETTA DI FORNASE”. SIAMO PARTITI DAL NOSTRO TEMPO, OGGI, E SIAMO ANDATI INDIETRO FINO AL TEMPO DEI NONNI BAMBINI, CHE È MOLTO LONTANO. ABBIAMO FATTO INTERVISTE, TROVATO UN DOCUMENTO SCRITTO E ALCUNE FOTOGRAFIE.


PIAZZA GRANATIERI DI SARDEGNA, OGGI


Perché abbiamo scelto proprio “la piazzetta”, Come la chiamano tutti, E non un altro luogo?

Perché è proprio lì che tutti i bambini si fermano a giocare quando escono da scuola alle 16,15.

LE MAMME CHIACCHIERANO FRA LORO, I BAMBINI FANNO MERENDA E GIOCANO. INSOMMA, SI STA ASSIEME.


PARTE PRIMA

PIAZZA GRANATIERI DI SICILIA NEL 2006


La parte che mi piace di più è dove c’è il centro comunitario

PIAZZA GRANATIERI DI SARDEGNA

Fornase 9 novembre 2005 La parte che mi piace di più è dove c’è la palestra, dove tutti noi della classe facciamo ginnastica. Ci sono due nascondigli dove gioco sempre con la Vittoria e la Chiara, la Giorgia C. e la Giorgia M.


L’angolo della piazza dove gioco 10/11/’05


Mappa individuale: Secondo me in piazza c’è …


Riassumiamo tutte mappe individuali in un MAPPONE 16/11/’05


20 gennaio 2006

Domanda scritta SE TU DOVESSI DARE DELLE INDICAZIONI A CHI TI CHIEDE DA CHE COSA SI RICONOSCE LA PIAZZETTA DI FORNASE, CHE COSA GLI RISPONDERESTI?

Risposta individuale scritta DEVI VEDERE DELLE PANCHINE, UN MONUMENTO, TANTI ALBERI, DEI PARACARRI E VICINO C’È UN PANIFICIO, UNA PARRUCCHIERA E ANCHE IL CENTRO COMUNITARIO


20/01/06

SINTESI IN PIAZZETTA GIOCHIAMO A: Lupo ghiacciato, nascondino, prendere, mamma casetta, camminare sulle righe, fare le costruzioni con i sassi, fare gli esperimenti, cucinare le erbe sul monumento, battaglia contro le foglie, burattini con i cappelli.

LA PIAZZETTA SECONDO NOI Ăˆ: quadrata, grandissima, bellissima, piena di alberi e di panchine, spaziosa, erbosa, ci si può divertire, appena fatta, vecchia, bianca, ordinata, disordinata, bordata di bianco.


Chi dice nuova e chi dice vecchia, vediamo come stanno le cose

IO DICO CHE LA PIAZZETTA È VECCHIA PERCHÉ … TOM

- Sul monumento ci sono scritti degli anni e quando ho visto gli anni ho capito che era vecchia.

CATE

- La nonna mi ha fatto vedere le foto del papà quando aveva la mia età e c’era già la piazzetta.

M. R.

- Quando ero all’asilo andavo a prendere mio fratello che era qua e vedevo la piazzetta, quindi è vecchia.

NIK

- Se tu dici che una piazzetta è vecchia, devi vederlo dalle cose che ha, se sono nuove, o se le vedi un po’ rotte vuol dire che è vecchia, se è giovane ha tutte le cose nuove.

M. F.

- È difficilissimo da capire.

G. CH.

- Il papà dice che il monumento è appena fatto perché quando è venuto in questa scuola non c’era.


CHE ETÀ DEVE AVERE UNA COSA PER ESSERE VECCHIA?

LAU

- Quando ha 100 anni.

M. F. - Più vecchio di mio nonno Armando.

GIA/ELE - Quando è più vecchia del papà.

VITT. - Più vecchio del nonno Eno.

NICO

- È più vecchio di mio nonno Lino.

G. M. - Più vecchio della mamma.

LORE

- Vecchio come la nonna Iva.

ANNA - Più vecchio di mio nonno Gianni.

G. CH.

- Come mio nonno Bepi.

TOM. - Più vecchio di mio nonno Paolo.

S. S.

- Come mio fratello.

CATE - Più vecchio di mia zia Arianna che è più giovane del papà.

M. D.M. - Come mio papà.

M. S.

CHI.

- Come lo zio Marino che è più vecchio del papà. - Più vecchio della bisnonna Elvira.

GIU

- Più vecchio di mia nonna Graziella.

LEO

- Più vecchio del nonno Onorato.

M. R. - Più vecchio di nonna Teresa. LUCA - Più vecchio di nonno Franco.

S. G.

- Più vecchia della mamma


23//01/06

QUELLO CHE SAPPIAMO DELLA PIAZZETTA DI FORNASE (prima di domandare ad amici e parenti)

CATE

- Il papà dice che quando era grande come me, andava in piazzetta a giocare. Al posto dell’erba c’era una chiesetta. Il papà ha 42 anni.

ILE

- La mamma ha detto che la piazzetta è stata ricostruita.

G. M.

- La mamma ha detto che quando mia sorella era piccola (ora Nicol ha 12 anni), la piazzetta c’era, ma era diversa.

M. D.M. - Il papà ha detto che è moderna. SARA G. ha portato un libretto di Spinea, ma non ha guardato se ci sono notizie della piazzetta.

GIACOMO ha portato un fascicolo di sua sorella Valentina, ma non sa se ci sono notizie che ci interessano.


DALLO SPAZIO… Ci mettiamo al computer, clicchiamo Google earth Dallo spazio vediamo la terra che si avvicina Passiamo all’Italia vista dal cielo Cerchiamo Venezia e la laguna Troviamo Spinea, poi Fornase Ci fermiamo sulla piazzetta

… ALLA PIAZZA DI FORNASE GRANATIERI DI SARDEGNA


La chiesa La scuola

La piazza

Il panificio


ANDIAMO IN PIAZZA

SCOPRIAMO IN QUALI ANGOLI I BAMBINI

PREFERISCONO GIOCARE DI SOLITO (OGNUNO NE HA UNO) E LI FOTOGRAFIAMO, TUTTI.

E DOVE GIOCANO A CALCIO E A BASKET, NOMINIAMO GLI EDIFICI CHE LA CIRCONDANO, GUARDIAMO BENE DOVE SI TROVANO E FOTOGRAFIAMO ANCHE LORO.


RICOSTRUIAMO PIAZZA GRANATIERI DI SICILIA Ogni bambino ha: - una mappa “nuda” - una striscia di foto piccole - un elenco di luoghi ed edifici

ELENCO Campo da calcio Campo da basket Monumento ai granatieri Bar agli Alpini Palestra Centro comunitario Panificio Parrucchiera Scuola Elementare “Vivaldi” Scuola dell’infanzia Fornase


- Colorate la mappa, - Incollate le foto al posto giusto, - Sistemate le parole dell’elenco sopra o vicino ai luoghi che indicano


PARTE SECONDA “PIAZZA GRANATIERI DI SARDEGNA” AL TEMPO DEI FRATELLI (1997/2003)


CHE COSA POSSIAMO FARE PER TROVARE INFORMAZIONI PIÙ PRECISE SULLA PIAZZETTA DI FORNASE LUCA - Chiediamo ai papà se hanno foto o disegni. GIULIO - Io e mio nonno potremmo chiederlo al Sindaco che sa tante cose. MIC. F. - Possiamo chiedere ai più anziani che cosa sanno della piazzetta di Fornase perché sono quelli che hanno vissuto di più la vita quindi sanno più cose di noi, e se hanno delle foto. CATE - Si può chiedere a quelli della nostra famiglia se scrivono delle cose in un foglietto. GIO. M. - Bisogna avere le foto di quelli che c’erano indietro; potrebbero averle i nonni, gli zii o i bisnonni. TOM. - Si può guardare che cosa c’è nella piazza: il Centro Sociale, se è sporco, se è con le crepe, mi dicono che è un po’ vecchio. ILE - Prendi delle foto vecchie… DOMANDA: se io non le ho a chi le chiedo? MIC. S. - Si può chiedere al prete se la chiesa è vecchia o giovane. SARA S. - Si possono chiedere informazioni ai genitori o a quelli che sono stati là, in piazzetta tante volte. GIO. CH.- Si può chiedere una foto della piazzetta agli zii, se non ce l’hanno chiedo alla nonna e se lei non ce l’ha chiedo all’altra nonna MATT.D.M. - Si chiede a quelli che abitano qua vicino nelle case che conosciamo. GIACOMO - Si può chiedere ai nonni e ai bisnonni, che abitano qui vicino, se hanno una foto o se hanno informazioni. LAURA - Possiamo chiedere a quelli che abitano da tantissimo qui vicino alla piazzetta. ILENIA - Posso chiedere alla nonna Dina. (La famiglia ha il forno e il panificio.) LORENZO - Si chiede ai vicini se hanno una videocassetta per guardare. CHIARA - Si può chiedere a chi lavora sulla strada come gli operai. MATT. R. - Si può chiedere a quelli che passano di qua sempre, a quelli che la mettono a posto tante volte. SARA G. - Guardiamo su un libro nella Biblioteca della scuola. TOMMASO - …o a quella del Comune. ELE/ANNA - Posso chiedere alla nonna della Ilenia. VITTORIA - Bisogna conoscere un signore anziano.


PREPARIAMO ALCUNE DOMANDE PER I PARENTI Solo per LE MAMME E I PAPÀ, LE NONNE E I NONNI: A) PER QUELLI CHE SONO VENUTI AD ABITARE A FORNASE DA GRANDI 1) In che anno siete venuti ad abitare a Fornase? 2) Com’era la piazzetta quella volta?

PER I FRATELLI E B) PER CHI È A FORNASE DA QUANDO ERA PICCOLO: 1) Quanti anni hai? 2) Quando eri alla scuola dell’infanzia o in 1^ elementare, com’era la piazzetta? C’era qualche cosa di diverso? 3) Che cosa facevi in piazzetta? 4) A che cosa giocavi?


ABBIAMO COMINCIATO A LEGGERE LE RISPOSTE DEI FRATELLI MAGGIORI… Quando siamo arrivati a quelle di Chiara S. e di Elia R.

che hanno 9 anni, abbiamo incontrato il primo disaccordo.

IL MONUMENTO C’ERA… O… NON C’ERA? Le risposte sono diverse, come facciamo a sapere chi ha ragione?


CERCHIAMO DI VENIRNE A CAPO

Nella nostra classe abbiamo 7 fratelli e un cugino maggiori di noi che hanno frequentato la Scuola “Vivaldi”. Dalle interviste che abbiamo fatto loro si capisce che nel periodo in cui avevano 6 anni, che va dal 1997 al 2003, il cambiamento importante nella piazzetta di Fornase, é avvenuto con la costruzione del MONUMENTO ai Granatieri di Sardegna. Ma quando é avvenuto? Nicol Marini e Valentina Zorzetto, sorelle di Giorgia e Giacomo, quando venivano a scuola qui, hanno fatto un lavoro proprio su questo. Dovremo leggere il fascicolo e trovare le informazioni che cerchiamo.


NEL FRATTEMPO

COSTRUIAMO UN GRAFICO TEMPORALE CHE CONTENGA: a) Una linea del tempo che riguarda i mutamenti e le trasformazioni della piazzetta di Fornase, avvenuti nel tempo. b) Una che riguarda le date di nascita dei nostri fratelli e nostra. Abbiamo segnato anche quando si compiono i 6 anni. c) È stata costruita partendo dal 2006 e andando indietro, nel passato. LEGENDA linea dei cambiamenti nella piazzetta linea delle nascite e del 6°compleanno cartellino per le nascite cartellino per il 6° compleanno


Dalle risposte dei fratelli risulta che‌

IIl monumento è stato costruito fra il 2001 e il 2002, prima che Chiara ed Elia compissero sei anni


La piazzetta, al tempo dei fratelli (inteso quando erano in classe prima)

Manca il monumento


Giacomo ha portato il fascicolo di sua sorella Valentina con la ricerca, svolta in classe 2^ nell’a. s. 200/2001, sulla costruzione del monumento dedicato ai Granatieri di Sardegna. ECCO I DOCUMENTI CHE ABBIAMO TROVATO.

1) Documento scritto: L’INVITO ALL’INAUGURAZIONE DEL MONUMENTO distribuito ai cittadini

Finalmente una data precisa!


2) Alcune foto datate: primi aprile 2001, costruzione del monumento.

e nel cartello‌


La data d’inizio lavori: 28 – 3 - 2001


PARTE TERZA LA “PIAZZETTA” DI FORNASE AL TEMPO DEI GENITORI (1967/1978)


........ Intervistatore:................................ Ogni bambino porta a casa queste domande

Chi risponde(testimonia): - GENITORI - NONNI della presenza a Fornase: -SI TRASFERISCONO QUI -LAVORANO QUI -CI ABITANO DALL’INFANZIA Com’è la piazzetta:

-UGUALE AD ORA -QUASI UGUALE, MA MANCANO: -MONUMENTO -PANCHINE -ALBERI -PAVIMENTAZIONE -DIVERSA


I GENITORI RACCONTANO 12 febbraio 2006

LEONARDO CARRARO, papà di Caterina, ha 45 anni La piazzetta era completamente diversa: al posto del monumento c’era una chiesetta ( la domenica pomeriggio vi proiettavano film d’avventura); tutto il piazzale era coperto di ghiaia,il centro comunitario era appena stato costruito, non c’era il campo di pallacanestro e il campo da calcio era più grande. ( Ha 6 anni nel 1967) IVAN BEZZE, papà di Ilenia, ha 36 anni La piazzetta era completamente diversa. C’era una chiesa vecchia, alla sinistra della chiesa c’erano dei pioppi, alla destra, c’era solo ghiaia e al posto della chiesa nuova un grande campo da calcio, il centro comunitario era un asilo. ( Ha 6 anni nel 1975)

PAOLO CHINELLATO papà di Giorgia, ha 40 anni. Sono nato a Fornase il 25/02/1966. Ho tanti bei ricordi della piazzetta di Fornase, soprattutto nel periodo della mia infanzia. C’era una piccola chiesa che serviva anche ai bambini per andare all’asilo. Infatti di domenica si teneva la messa, ma durante La settimana veniva tirata una tenda rossa all’interno e si formavano due classi per la scuola. Dietro alla chiesa c’era il campo da calcio dove si giocavano i tornei tra ragazzi. Nel mese di aprile, quando si festeggia la sagra di San Giuseppe, la piazza veniva vestita a festa e noi ragazzini eravamo superfelici perché c’erano le Giostre e venivano fatti tanti giochi. C’era l’albero della cuccagna, la rottura della “pignata”, la corsa con i sacchi, la gara della pastasciutta e lo “Zecchino d’oro” dove io cantavo ogni anno “Romagna mia”. (Ha 6 anni nel 1972)

Cristina Dal Grande, mamma di Ilenia, ha 32 anni La piazzetta era diversa, non aveva alberi, né panchine, né monumento. Non c’era la chiesa grande, ma una piccola chiesa che confinava con il bar (Agli Alpini). Giocavo a nascondino, a campanone, a palla avvelenata. (Ha 6 anni nel1979)


TESTO COLLETTIVO: COMMENTO ALLE INTERVISTE DEI GENITORI

Quando i nostri genitori avevano 6 anni, la Piazzetta era molto diversa. C’era in’altra chiesa, alcuni dicono che fosse dove ora c’è il monumento, altri vicino al bar; la piazza aveva la ghiaia e c’erano dei pioppi che ora non ci sono. Al posto della chiesa nuova c’era un gran campo da calcio. Alcuni genitori invece dicono che era quasi uguale a ora. Noi capiamo che in quel periodo che va dal 1967 al 1975, sono avvenuti molti cambiamenti, ma i ricordi dei genitori su quando e su cosa sia cambiato, non sono tutti uguali. Come facciamo a sapere chi ha ragione? Giulio dice: “Bisognerebbe trovare qualche cosa di scritto o delle fotografie”.


Ricostruzione individuale della Piazzetta, secondo i genitori


ABBIAMO TROVATO DELLE FOTO DELLA CHIESETTA VECCHIA, MA NON ABBIAMO LA DATA PRECISA Foto 1


Foto 2


PARTE QUARTA

QUANDO NON C’ERA LA “PIAZZETTA” AL TEMPO DEI NONNI (1940/19539


I NONNI RACCONTANO 27/02/06

Nonna Pasqua di Nicola, ha quasi 72 anni. Quando io ero piccola il quartiere di Fornase era formato da poche case e la piazza non esisteva, c’era solo una strada di campagna. (Ha 6 anni nel 1940)

Nonna Teresa di Matteo R., ha 61 anni Non abitavo a Fornase, ma sono passata di lì tanti anni fa , quando ero una ragazzina: c’era solo la strada di sassi, qualche casa e tantissimi campi. (Ha 6 anni nel 1951)

Nonno Mario di Leonardo, ha 65 anni. Quando ero bambino non c’era la piazzetta, al suo posto c’era una casa di contadini. Giocavo in strada con le palline di terracotta e le strade erano di sassi. (Ha 6 anni nel 1947)

Nonna Dina di Ilenia, ha 61 anni. Quando sono venuta a stare qui, in piazzetta c’era una grande casa, con un capitello e vicino c’era un fosso con un ponticello. Non giocavo in piazzetta perché non c’era, ma giocavo per la strada. (Ha 6 anni nel 1953)

Nonna Lina di Caterina, ha 69 anni. Sono venuta ad abitare qui a Fornase quando avevo 8 anni. La piazzetta non c’era, c’era solo un negozio di alimentari e l’osteria “da Gigetto” (ora Bar Agli Alpini) e tante case. A scuola dovevo andare in centro a Spinea, a piedi. Poi hanno sospeso le lezioni perché c’era la guerra e bombardavano. Finita la guerra ho ripreso ad andare a scuola a Crea. La località di Fornase da allora ha cominciato a crescere. (Ha 6 anni nel 1943)


TESTO COLLETTIVO: COMMENTO ALLE INTERVISTE DEI NONNI

Le interviste dei nonni sono state molto interessanti. Loro avevano 6 anni in un tempo lontanissimo che va dal 1940 al 1953. Dalle loro risposte abbiamo scoperto che a quel tempo Fornase era un paese molto piccolo, aveva poche case, che la piazza non esisteva, ma c’era solo la strada. “Ma allora quando è stata costruita?” ha detto Luca. Domanda molto interessante, chissà se riusciremo a scoprirlo.


Ricostruzione individuale della non piazzetta, secondo i nonni


Infine raccogliamo i dati dai questionari


LE VERIFICHE: Al tempo dei fratelli


Al tempo dei genitori


Al tempo dei nonni


E PER FINIRE LA LINEA DEL TEMPO DELLA PIAZZA DI FORNASE

Al tempo dei nonni bambini

La piazzetta non esisteva

Al tempo dei genitori bambini

C’era la piazzetta di Fornase senza nome

2001 Quando i fratelli avevano la nostra età

Piazza “Granatieri di Sardegna” senza monumento

2006 Adesso

Piazza “Granatieri di Sardegna” con il monumento


C'era una volta la piazzetta... anzi... non c'era