Issuu on Google+

RETE DELLE GEO STORIE A SCALA LOCALE

1° Circolo Didattico Spinea (VE) Scuola primaria “A. Vivaldi”

I VENETI ANTICHI una fonte, un popolo

Laboratorio di Storia, Spinea (Venezia) Seconda parte

Classe quinta a. s. 2008/2009 Ins. Gabriella Bosmin

Seconda parte

Laboratorio di GeoStoria, Spinea (Venezia) 1


CONVERSAZIONE del 21/04/09 Abbiamo letto alcuni stralci dei testi a sfondo storico scritti individualmente o in gruppo e c’erano molte differenze. Per esempio in quello di Giorgia M. e Tommaso erano esposte con chiarezza tutte le osservazioni emerse dal lavoro di gruppo, mentre Sara S. aveva elaborato un testo molto generico che pareva si potesse riferire a qualunque situazione o epoca. Matteo R. invece aveva semplicemente unito tutte le risposte della scheda togliendo le domande. Allora ci siamo chiesti :

2


PER QUALE MOTIVO ABBIAMO FATTO UN LAVORO DEL GENERE? A CHE COSA CI SERVE? Leo

- Nel nostro territorio è vissuto un popolo antico. Abbiamo osservato una situla e registrato delle informazioni su come potevano lavorare, che attività svolgevano, come erano organizzati per la guerra.

Tom - Abbiamo ricavato informazioni su che attrezzi usavano, che attività lavorative praticavano. Pablo - Per vedere che cosa significano i disegni sulla situla. Nik

- Abbiamo fatto delle osservazioni sulla situla e dai disegni rappresentati possiamo scoprire le usanze e alcune attività che facevano.

M.R. - Il lavoro ci serve per capire che cosa stanno facendo, per fare delle ipotes ida controllare.

3


M.F.

- Dalla situla possiamo capire che oggetti usavano e che animali avevano.

Giu

- Questo lavoro ci serve per imparare a leggere una fonte, fare dellei potesi e confrontarle con il lavoro degli studiosi.

G.Ch. - Abbiamo ricavato informazioni su come lavoravano e che attrezzi usavano. Ale

- Invece di darci una scheda da studiare, facciamo dei ragionamenti sulla situla e delle ipotesi.

M.DM. - Vogliamo vedere se siamo capaci di descrivere e capire una fonte non scritta, se ricaviamo delle informazioni utili per conoscere come vivevano i Veneti antichi. Lau

- Nella situla sono rappresentati degli uomini e si possono fare i confronti con altri popoli su come si vestivano.

S.S.

- il lavoro ci serve per imparare ad osservare immagini storiche e trovare le differenze con i testi scritti dagli studiosi.

G.M.

- Tu vuoi vedere se siamo in grado di fare dei ragionamenti e delle ipotesi e confrontare con i testi scritti.

Nico

- Capiamo un po’ che attrezzi avevano e che attività lavorative svolgevano. Tu vuoi capire se siamo in grado di ricavare da un disegno delle informazioni. 4


Chia

– Capiamo i lavori quotidiani che facevano i Veneti antichi.

Cate

– Vuoi farci fare lo stesso lavoro che fanno gli studiosi per vedere se facciamo qualcosa di giusto.

M.S.

– Al posto di un testo scritto ci fai ragionare sulla situla per capire meglio.

Cris

– Così possiamo capire che cosa facevano i Veneti antichi e come tornavano dalla guerra.

Luca

– Così impariamo più storia sui nostri progenitori.

S.S.

– Se devo studiare una cosa, preferisco farlo in modo più divertente. Secondo me è meglio osservare e andare a vedere al museo. Così possiamo vedere come sono gli oggetti veri.

S.G. – Ci fai fare questo lavoro per provare a dire delle ipotesi e poi le confrontiamo con delle informazioni che ci hanno fornito gli studiosi.

Alla luce di ciò che abbiamo detto ora riguarderemo i nostri testi storici per valutare se sono stati svolti in modo da fornirci le informazioni che abbiamo raccolto. 5


22/04/09

UNA FIGURA CI CREA DEI PROBLEMI E L’AFFRONTIAMO ASSIEME . LA FIGURA CHE SUONA IL CORNO, nella terza fascia, ci ha fatto discutere. Non è facile, infatti, interpretare chi rappresenti:

6


CHI È ?

PRO

PRIGIONIERO DI GUERRA

DIVINITÀ

MUSICANTE

-

-una guardia lo minaccia con la lancia -è nudo è più grande è seduto sta suonando non lavora non è legato suona il corno è l’unico festeggia la vittoria

-

-si lascia puntare una lancia contro -è nudo -

è nudo è disteso (il corno si

-

è più grande il soldato gli punta la lancia addosso un capo non si fa minacciare è nudo suona è disteso il sedile non è adeguato un capo non dà avvertimenti non fa niente non ha un’arma

CAPO

-è più grande -è seduto -non fa niente -no è armato

-

SIMBOLO

- rappresenta la sconfitta del nemico

CONTRO è più grande è seduto sta suonando non è legato non lavora

-

suona in piedi)

7


VERIFICA Data…………….

(lavoro individuale………………………….)

SCHEDA 3 b OSSERVAZIONE ATTENTA DELLA SECONDA FASCIA b.1 Sono rappresentati animali reali o fantastici? b.2 Quali animali riconosci? b.3 Quelli che non riconosci come sono fatti? b.4 Che cosa vedi oltre agli animali? Descrivi ELABORAZIONE DEI DATI Dalle tue osservazioni, componi un breve testo e aggiungi delle ipotesi/considerazioni sulla rappresentazione degli animali fantastici. - Avrebbe dovuto essere una verifica individuale, ma in generale non è andata bene. - È un’occasione per discutere con i bambini le difficoltà incontrate. - È una verifica per me, ma non ne tengo conto per una valutazione individuale.

8


A QUESTO PUNTO È BENE FORNIRE ALCUNE INFORMAZIONI DI CARATTERE STORICO

9


Questa è l’interpretazione che gli storici danno alla situla Benvenuti, fonte materiale

Da “I Paleoveneti”, A.M. Chielo Bianchi, M. Tombolani (a cura di), Editoriale Programma 1988

10


MAPPA: i primi insediamenti

La Nuova Venezia, inserto: Il Pianeta Veneto, 1988 (?)

11


12


13


14


Quadro di civiltà dei Veneti antichi costruito da Michele S. ORGANIZZAZIONE ORGANIZZAZIONE SOCIALE SOCIALE --ricchi ricchi(capi?) (capi?) --commercianti commercianti --artigiani artigiani --contadini contadini --schiavi schiavi

LUOGO LUOGOEEAMBIENTE AMBIENTE --pianura, pianura,collina, collina,paludi paludi --foreste, foreste,boschi boschicon connoccioli, noccioli, pini pinimarittimi, marittimi,tigli, tigli,querce, querce, olmi olmi --clima climatemperato, temperato,piovoso piovoso

CITTÀ CITTÀEEABITAZIONI ABITAZIONI

VENETI VENETIANTICHI ANTICHI

--Accanto aiaifiumi Accanto fiumi -----villaggi: villaggi:recintati recintatida da muretti murettididipietra pietraoodidi legno legno --case: case:casoni; casoni;capanne capanne didilegno, legno,canne canneeefango fango --Este, Este,Padova, Padova,Adria, Adria, Altino, Altino,Montebelluna Montebelluna

IX/III IX/IIIsec. sec.a. a.C. C.

TECNOLOGIA TECNOLOGIA --Spade Spadedidibronzo bronzo --fibule fibule --asce asce

CULTURA CULTURA -Necropoli -Necropoli --ossuari: ossuari:bruciavano bruciavanoi i morti morti --in inseguito seguitoliliseppellirono seppellirono --statuette votive statuette votivepiccole piccoledidi bronzo. bronzo. --scrittura scritturalingua linguaveneta venetadal dal VI VIsec. sec.a. a.C. C.

Veneto Venetoattuale attualeee dintorni dintorni

ECONOMIA ECONOMIA --Allevamento Allevamentocavalli cavalli --artigiani: vasai, artigiani: vasai,tessitrici tessitrici --fonditori fonditorieebronzisti bronzisti --agricoltura agricoltura --commercio: commercio:scambi scambicon con Greci, Greci,Etruschi, Etruschi,Celti, Celti,Romani Romani

RELIGIONE RELIGIONE --Politeisti Politeisti --Dea DeaRehitia Rehitia --Santuari Santuariaperti aperticon con recinto recintoee altari altari

15


ANDIAMO AL MUSEO

16


Este 2009 E finalmente siamo andati a vedere di persona.

17


IL MUSEO …

IL GIORNO DOPO

S.S. S.S. ÈÈinteressante interessanteandare andarealalmuseo. museo. Quando abbiamo studiato la Quando abbiamo studiato lasitula situla Benvenuti, Benvenuti,ioiovolevo volevovederla. vederla. Secondo Secondome meèèstato statobello bellovederla vederla davvero, davvero,piuttosto piuttostoche chesulle sulle fotocopie. fotocopie. Mi Mièèpiaciuta piaciutalalaspada spadarotta rottaee ilil suo suosignificato. significato.

Lau Lau M’immaginavo M’immaginavoche chelalasitula situla Benvenuti Benvenutifosse fossepiù piùpiccola. piccola. Mi Mièèpiaciuto piaciutoililmuseo museoperché perché possonovedere vederelelecose cose -,sisipossono che chenon nonsisiusano usanopiù. più.

S.G S.G Andare Andarealalmuseo… museo…era eralalaprima prima volta e dato che sapevo già volta e dato che sapevo già qualcosa qualcosaèèstato statopiù piùfacile facilecapire capire lelespiegazioni. spiegazioni. Non Nonimmaginavo immaginavoche chelelespille spille (fibule) (fibule)avessero avesseroquella quellaforma. forma.

Nik Nik Mi Mipiace piaceandare andarealalmuseo, museo,prima primadidiandare andare bisogna bisognastudiare, studiare,eecosì così m’immagino m’immaginogli gli oggetti. oggetti. Al Almuseo museolilivedo vedoeemagari magarinon nonsono sonocome come me meliliimmaginavo. immaginavo. Non Nonpensavo pensavoche chelelestatuette statuettevotive votivefossero fossero fatte fattecosì cosìbene. bene. Mi è piaciuta Mi è piaciutalalaspada spadaintera interache cheabbiamo abbiamo visto vistonella nellaprima primasala. sala. Lo Loscheletro scheletrosisièèmantenuto mantenutobene. bene.

18


M.R. M.R. Mi Mièèpiaciuto piaciutoililmuseo. museo.Pensavo Pensavoche che lalasitula fosse più piccola. situla fosse più piccola. ÈÈstato statobello bellovederla vederladal dalvero veroeemi mi ha hastupito stupitoche chesisisia siaconservata conservatacosì così bene. bene. Le Lestatuette statuettevotive votivepiccolissime piccolissimemi mi sono sonopiaciute. piaciute. Vitt Vitt Bello Belloililmuseo, museo,sisipuò puòvedere vederetutto, tutto,anche anchese se sapevamo sapevamocome comeerano eranofatti fattigli glioggetti, oggetti,lele statuette statuettepiccole, piccole,lalatomba tombadidiNerka. Nerka. Gia Gia Mi Misono sonopiaciute piaciutelelestatuette statuettepiccole, piccole, sul libro le foto sono più grandi. sul libro le foto sono più grandi. La Lasitula situlalalapensavo pensavopiù piùpiccola, piccola,sisi vedevano vedevanotutte tuttelelerifiniture, rifiniture,lele incisioni. incisioni. Mi Mipiacciono piaccionoleleterrecotte, terrecotte,decorate decorate semplici, semplici,molto moltobelle. belle.

Giu Giu Finalmente Finalmenteho hovisto vistolalasitula, situla, che checiciabbiamo abbiamolavorato lavoratotanto. tanto. Mi Misono sonopiaciute piaciutelelespade, spade,sisi sono sonoconservate conservateda daquel quel tempo. tempo.

G.M. G.M. Mi Mièèinteressato interessatomoltissimo moltissimoeenon non vedevo vedevol’ora l’oradidivederle vederlelalasitula, situla,ma ma pensavo pensavofosse fossepiù piùgrande. grande. Mi Mièèpiaciuta piaciutalalaspada spadaspezzata spezzataeelala tomba tombadidiNerka, Nerka,gli glioggetti, oggetti,quella quella specie speciedidiventaglio. ventaglio. Cate Cate Mi Mièèpiaciuta piaciutatanto tantolalasitula, situla,ma ma doveva avere un posto più doveva avere un posto più importante. importante. Mi Mipareva parevamolto moltogrande. grande. Le Lealtre altresitule situlesono sonopiù piùsemplici. semplici. Non Nondovevano dovevanoesserci essercimolti molti ricchi. ricchi.

19


Ale -- Mi Ale Miha hainteressato interessatolala spada, spada,pensare pensareche chequalcuno qualcuno l’ha l’hausata usataper peruccidere uccidere eeadesso adessovederla, vederla,eeilil significato significatodidiquella quellaspezzata… spezzata… eelelepietre pietresepolcrali sepolcrali con conlelescritte. scritte.

M.F. -- Mi M.F. Mièèpiaciuta piaciutalala spada spadaspezzata spezzataper perililsignificato significato che aveva. che aveva.

Pablo Pablo Mi Mipiaciuta piaciutalalaspada spadaspezzata, spezzata, non nonpensavo pensavoche chefosse fosseverde. verde. La Lasitula situlaera erabella, bella,non nonsono sono riuscito a vedere i disegni. riuscito a vedere i disegni. La Latomba tombadidiNerka Nerkaèègrande grandeee fatta fattadidiroccia rocciaeesisivedevano vedevanogli gli oggetti oggettidelle dellepersone personericche. ricche.

Ile -- Mi Ile Mipiacevano piacevanolelespille, spille,certe certe avevano la forma di animale. La situla avevano la forma di animale. La situla pensavo pensavofosse fossepiù piùgrande. grande.

G.Ch. -- IlIl pavimento G.Ch. pavimento in in terra terra battuta battutaera erain invista vistaeesisipoteva potevavedere vedere da davicino vicino ee ilil focolare focolare piccolo piccolo per per cucinare, cucinare, me me lolo immaginavo immaginavo più più grande. Erano grande. Erano interessanti interessanti lele pietre pietre con con scritto scrittodidichi chiera eraquella quellatomba. tomba.

Cris Cris Mi Mipiace piacelalasitula, situla,pensavo pensavoche chefosse fossepiù più grande grandeeei idisegni disegnierano eranofatti fattibene, bene,con con bravura. bravura. Mi Mipiace piacelalaspada spadaspezzata, spezzata,non nonpensavo pensavo che chesisifacesse facessecosì così(quando (quandoun unsoldato soldato moriva). moriva). Erano Eranointeressanti interessantiililfocolare, focolare,ililpavimento pavimento eegli gliarieti. arieti. 20


Ele Ele Per Perlalaprima primavolta voltasono sonoentrata entratain inun un museo. museo. Mi Mièèpiaciuta piaciutalalasitula situlaperché perchédopo dopotutto tuttoilil tempo tempotrascorso trascorsonella nellatomba tombaera eraintegra. integra.

Leo Leo Mi Mièèpiaciuta piaciutalalasitula situlaB. B.perché perché era molto precisa nei disegni era molto precisa nei disegniee sisièèconservata conservataper percosì cosìtanto tanto tempo. tempo. Luca Luca Mi Mièèrimasta rimastaimpressa impressalalatomba tombadidi Nerka Nerkaperché perchénon nonpensavo pensavoche chei i Veneti Venetiriuscissero riuscisseroaacostruire costruirecon coni i massi massiuna unatomba tombache cheassomiglia assomiglia ad aduna unacasa casadidiquei queitempi. tempi.

M.S M.S Sono Sonostato statosorpreso sorpresoperché perchéc’erano c’erano moltissimi moltissimivasi: vasi:ooerano eranodavvero davvero molti o se ne sono conservati molti o se ne sono conservatitanti. tanti. Le Lestatuette statuetteerano eranosimpatiche simpatiche perché perchéerano eranostilizzate stilizzateeeavevano avevanoi i particolari. particolari. La Lasitula situlaera erabella, bella,ma manon nonme melala sono sonogustata. gustata.

Tom Tom Mi Misono sonorimaste rimasteimpresse impresselelestatuette statuette votive votiveperché perchéerano eranomolto moltopiccole piccoleee molto moltocurate curatenei neiparticolari. particolari. Chia Chia Mi Misono sonopiaciuti piaciutii ivasi, vasi,non nonpensavo pensavo che cheriuscissero riuscisseroaatrovare trovarei ipezzi. pezzi.

M.DM. M.DM. Mi Miha hacolpito colpitoililpavimento, pavimento,non nonmi mi aspettavo aspettavoche chesisiconservasse conservasseaaquel quel modo, modo,non nonc'erano c'eranoritocchi ritocchidel del museo. museo. 21


TESTO INDIVIDUALE:

RELAZIONE CON OSSERVAZIONI E COMMENTI PERSONALI SULLA VISITA AL MUSEO

22


23


24


25


26


LA CONCLUSIONE DI QUESTO LAVORO È UNA VERIFICA A FINE ANNO: L’OSSERVAZIONE E LA LETTURA DI UNA FONTE MATERIALE A LORO SCONOSCIUTA. LA SITULA DELLA CERTOSA: POPOLO DI APPARTENENZA: GLI ETRUSCHI PERIODO STORICO: METÀ DEL VI SEC. A. C.

27


28


15 maggio 2009 VERIFICA: LETTURA DELLE FONTI (Michele S.) Consegna: Osserva il disegno della situla della Certosa (etrusca). 1)Scegli una fascia e formula le domande che ti servono per leggere questa fonte. 2) Rispondi alle tue domande. Usa lo stesso metodo per la situla Benvenuti. OSSERVAZIONE DELLA PRIMA FASCIA.

Osservazioni dell’insegnante

1)QUANTE PERSONE VENGONO RAPPRESENTATE IN QUESTA FASCIA? Vengono rappresentate 13 persone tra cui 10 uomini e 3 donne. 2)QUANTI TIPI DI LAVORI VENGONO ILLUSTRATI? domanda: adeguata Cominciando da sinistra, c’è un uomo che tiene una spada sulla spalla, molto probabilmente di bronzo: è una spada ben decorata, simile a quella dei Paleoveneti. Attaccato ai fianchi Risposta: corrisponde ha un sacco contenente forse soldi e visto che è vestito in solo in parte a ciò che maniera non povera, direi che è un commerciante. si è chiesto 29


3) CHE OGGETTI CI SONO? A CHI APPARTENGONO? A CHE COSA SERVONO? C’è una spada tenuta dal primo uomo a sinistra, non si vede probabilmente di bronzo, è ben decorata, simile a quella dei veneti antichi. Ai fianchi ha un borsellino contenente forse soldi. In testa ha un cappello anch’esso simile a quello dei Veneti antichi; indossa una tunica semplice, quindi potrebbe essere un contadino, un allevatore o un artigiano. Proseguendo c’è un uomo vestito come il primo, ma porta in mano un vaso e questo mi fa pensare più ad un artigiano nell’insieme si è che ad un contadino. Ci sono tre donne che portano un risposto vaso sulla testa contenente viveri, grano o acqua. C’è un vaso con un manico, tenuto da due servi e un altro vaso più decorato tenuto da due uomini. 4) CHE ANIMALI VENGONO RAPPRESENTATI E QUANTI SONO? C’è un animale, un ariete, lo capisco perché ha le corna arricciolate tipiche di questo animale. C’è un servo che lo induce a camminare e lo tiene fermo per le corna perché non scappi. 30


5) CHE ABBIGLIAMENTO HANNO LE PERSONE RAPPRESENTATE? I due uomini all’inizio della fascia, hanno una tunica e un cappello simile a quello dei Veneti antichi, sembrano tutti scalzi. Le donne portano una veste lunga fino alle caviglie e con una specie di cappuccio che copre loro la testa. L’abbigliamento fa pensare che siano serve o mogli che per È lo stesso? illazione personale gli etruschi non valevano niente. 6) NUMERA DA SINISTRA UOMINI, OGGETTI, ANIMALI. Segue il lavoro di numerazione

A che ti serve questa domanda? Inoltre è al posto giusto?

7) CHE COSA STANNO FACENDO IN COMPLESSO? Per me i tre ricchi si sanno facendo aiutare dai servi a trasportare gli oggetti da commerciare o caricare su una nave o via terra, commerciando con i Veneti antichi visto che hanno molti oggetti simili e anche sono molto vicini tra di loro.

31


A QUESTO PUNTO, MICHELE, DI SUA SPONTANEA VOLONTÀ ELABORA IL SEGUENTE TESTO DAL TITOLO: INFORMAZIONI DEDOTTE Dalla prima fascia capisco che gli etruschi, per me, erano un popolo pacifico, se no avrebbero rappresentato anche una fascia che parlava della guerra. Capisco che vivono in collina perché se no non potrebbero allevare gli arieti. Ho dedotto anche che sono abili vasai perché ci sono vasi di tutti i tipi: decorati e semplici. Le donne non vengono considerate con molti diritti. Nemmeno i ricchi portavano le scarpe e ciò non mi fa pensate ad un terreno paludoso, anzi, ad una terra con boschi di conifere e prati. Forse praticavano commercio col baratto e tra di loro con soldi.

Nota:il testo è un misto di deduzioni dalla situla, interpretazioni personali al di là della fonte. Non sempre sono spiegate le affermazioni. Tutto è stato discusso, in un secondo momento con la classe. 32


I Veneti antichi 2 parte