Issuu on Google+

PERIODICO A CURA DEGLI ASPIRANTI GIORNALISTI DEL C.D.D. DI NUOVA OLONIO, via Spluga, 24 – 23020 Nuova Olonio di Dubino (SO)

Dicembre 2007


¾ LETTERA DI SILVIA PES ¾ IL SOGGIORNO MARINO ¾ BEN ARRIVATO NICOLA ¾ LA FESTA IN GEROLA ¾ GITA A FRACISCIO ¾ CIAO ADELE ¾ GITA IN TRENTINO ¾ CHE BELLO FAR VENDEMMIA! ¾ A BALLARE CON I GIRASOLI ¾ DON GUANELLA: 100 ANNI DI LUCE ¾ L’ “ARRAMPICABILE” ¾ MI PRESENTO: SONO LORIS ¾ LA NOSTRA RICETTA ¾ LA LAVORAZIONE DEL PEZZOTTO ¾ NOTIZIE FLASH


LETTERA DI SILVIA PES DALLA BOLIVIA AMBANA’, 8 GIUGNO 2007 CARISSIMI RAGAZZI, HO RICEVUTO GIA’ DA UN PO’ DI TEMPO LA VOSTRA LETTERA CON FOTO E LIBRETTI, SONO STATA PROPRIO CONTENTA. SAPERE TUTTO QUELLO CHE FATE VEDERVI NELLE FOTO, SENTIRE I VOSTRI PENSIERI … E’ UN PO’ COME TORNARE LI’ CON VOI PER UN MOMENTO! CERTAMENTE SONO MOLTO CONTENTA DI ESSERE QUI: ORMAI E’ PROPRIO LA MIA CASA E LE PERSONE CHE VIVONO CON ME SONO COME LA MIA FAMIGLIA E I MIEI AMICI, PERO’ SENTIRE ALTRI AMICI LONTANI E’ SEMPRE UN GRAN REGALO E LA NOSTALGIA UN PO’ SI FA SENTIRE… VI POSSO RACCONTARE UN PO’ QUELLO CHE STO FACENDO IO. DA POCO MI SONO TRASFERITA IN UN’ALTRA CASA. ADESSO VIVO CON 8 RAGAZZE BOLIVIANE CHE LAVORANO AL TELAIO… UN PO’ COME L’ATTIVITA’ DI TESSITURA! SOLO CHE, INVECE DI FARE I PEZZOTTI VALTELLINESI, FANNO GLI “AGUAYO” BOLIVIANI CIOE’ MANTE, CENTRO TAVOLA, COPRI CUSCINI, TAPPETI… TIPICI DELLA BOLIVIA. IL SABATO E LA DOMENICA FACCIAMO L’ORATORIO: ARRIVANO CIRCA 150 BAMBINI CON CUI GIOCHIAMO, FACCIAMO IL CATECHISMO, MANGIAMO… ALCUNE DOMENICHE FA E’ STATA LA FESTA DELLA MAMMA, COSI’ ABBIAMO INVITATO TUTTI I GENITORI DEI BAMBINI E ABBIAMO FATTO GIOCARE LE MAMME, CHE SI SONO DIVERTITE UN SACCO. MI IMPRESSIONA SEMPRE VEDERE COME LA GENTE SI AGITA TANTO PER RICEVERE UN PIATTO DI MINESTRA, UN SACCHETTINO DI RISO IN REGALO O 2 VESTITI PER I BAMBINI. COSI’ PUR STANDO QUA MI SENTO SEMPRE MOLTO “RICCA” PERCHE’ SULLA MIA TAVOLA UN PIATTO DI MINESTRA, DEL PANE, DELLA PASTA, NON MANCANO MAI, MENTRE QUI LA GENTE DEVE FARE I CONTI CON LA MISERIA. SPERO DAVVERO CHE ANCHE VOI RIUSCIATE A NON SPRECARE IL CIBO….. VI SALUTO E VI MANDO UN ABBRACCIO FORTE. VI PENSO SPESSO CON AFFETTO SILVIA


Il soggiorno marino Dal 10 al 16 giugno con i miei compagni sono stata al mare: un gruppo di noi a Rimini e un altro gruppo a Cesenatico. Il gruppo di Rimini è andato nello stesso albergo dell’anno scorso, dove si sono trovati molto bene, grazie alla gentilezza dei proprietari. I miei compagni hanno approfittato della vacanza per fare alcune gite: sono stati alla mini Italia e al parco Oltremare, dove hanno visto lo spettacolo dei delfini! Io, invece, ero a Cesenatico e dormivo in camera con la mia amica Cristina. La mattina dopo aver fatto colazione andavamo in spiaggia e io mi sdraiavo sulla sdraio a prendere il sole. Verso le 11 facevamo il bagno e alle dodici e mezzo andavamo a mangiare. Dopo pranzo facevamo un riposino poi andavamo ancora in spiaggia. La sera facevamo una passeggiata e mangiavamo il gelato. Una sera siamo andati a Gatteo Mare, dove c’era una festa in piazza con un complesso che suonava il liscio. Abbiamo ballato e ci siamo divertiti. Venerdì sera abbiamo visto i fuochi d’artificio sulla spiaggia. Sabato mattina con Isabella e Giovanna sono andata in giro per negozi, io ho comprato una maglietta per il mio nipotino Yuri. Nel pomeriggio siamo partiti per tornare a casa. Doris


Ben arrivato Nicola! Lunedì 18 giugno è arrivato al centro Nicola Maiorino, che ha preso il posto della Betti che è andata a stare in comunità alloggio. Nicola ha 22 anni, è un ragazzo alto, moro con gli occhi scuri. Prima di trasferirsi in Valtellina Nicola viveva vicino a Milano. Ora abita ad Andalo Valtellino con la mamma Francesca e il papà Vincenzo. Nicola ha anche un fratello più grande che si chiama Alfonso, lui è rimasto a vivere a Milano. Quando Nicola stava a Milano frequentava un CSE, le sue attività preferite erano: la piscina, l’ippoterapia e fare passeggiate. Nicola ama ascoltare musica, in particolare Adriano Celentano e Toto Cotugno. Al centro frequenta tutte le mattine l’attività di culturale, al pomeriggio motoria il lunedì e il mercoledì, espressivo-teatrale il giovedì e il venerdì, e culturale il martedì. Nicola partecipa anche al gruppo cucina e va a cavallo il mercoledì mattina. Nicola è un buongustaio, il suo piatto preferito è la pasta, mentre non gli piacciono tanto i pizzoccheri e la polenta. All’inizio con noi compagni e con gli educatori era un po’ timido, ma ora che ci conosce è allegro e giocherellone. Nicola non parla ma si fa capire con alcuni gesti, che indicano ad esempio: mamma, papà, casa, lavorare, mangiare, bere, musica, ciao, si, no. Nicola ci è molto simpatico, perché gli piace scherzare e stare in compagnia.


LA FESTA A GEROLA VENERDI 27 LUGLIO, ULTIMO GIORNO DI APERTURA DEL CENTRO, SIAMO ANDATI A GEROLA CON I NOSTRI GENITORI E PARENTI. PER NOI E’ UNA TRADIZIONE FESTEGGIARE LA FINE DELL’ANNO E L’INIZIO DELLE VACANZE ESTIVE SOTTO IL TENDONE DELLA PROLOCO. LA MATTINA C’E’ STATA LA RIUNIONE CON I GENITORI E L’ANTONIO. NEL MENTRE NOI ABBIAMO APPARECCHIATO I TAVOLI E ALLESTITO LA MOSTRA DEI NOSTRI LAVORI. POI SIAMO ANDATI ALLA MESSA CELEBRATA DA DON GEGE’ NELLA CHIESA DEL PAESE. NOI RAGAZZI L’ABBIAMO ANIMATA CON CANTI, GESTI SIMBOLICI E CARTELLONI . PER PRANZO GLI AMICI VOLONTARI CI HANNO PREPARATO LA POLENTA TARAGNA, LE VERDURE ALLA “PIOTA”, LO SPEZZATINO E LA SALSICCIA. DOPO IL DOLCE E IL CAFFE’ ABBIAMO ESRATTO I BIGLIETTI DELLA LOTTERIA. I SOLDI RACCOLTI LI ABBIAMO DATI AL SERGIO CHE QUEST’ESTATE LI AVREBBE PORTATI ALLA SILVIA PES IN BOLIVA. POI E’ STATA LA VOLTA DELLA TOMBOLA CON SIMPATICI PREMI E L’ESUBERANTE ISABELLA COME PRESENTATRICE. VERSO LE TRE E MEZZA E’ ARRIVATO IL PULMAN, CI SIAMO SALUTATI E SIAMO ANDATI A CASA. DORIS


GITA A FRACISCIO MARTEDI, MERCOLEDI E GIOVEDI 4, 5 E 6 SETTEMBRE SONO ANDATA A FRACISCIO ALLA CASA VACANZE GUANELLIANA. INSIEME A ME C’ERANO ANCHE ELENA, ROBERTO E DARIO CON LE EDUCATRICI GABRIELLA E GIOVANNA. LA MATTINA CI ALZAVAMO VERSO LE OTTO E FACEVAMO LA COLAZIONE.

POI

ANDAVAMO A FARE

UNA PASSEGGIATA PERO’ NON POTEVAMO STARE TROPPO IN GIRO PERCHE’ C’ERA UN FORTE VENTO E FACEVA FRESCHINO.

MENTRE

GABRIELLA

E

GIOVANNA

CUCINAVANO, ROBERTO APPARECCHIAVA E IO GIOCAVO CON ELENA. IL POMERIGGIO FACEVAMO DEI GIOCHI CON LE

CARTE,

SUONAVAMO

E

CANTAVAMO

CON

LA

CHITARRA E GUARDAVAMO UN PO’ DI TELEVISIONE. UN GIORNO SIAMO ANDATI A GUALDERA A FARE MERENDA AL BAR, IO HO BEVUTO LA CIOCCOLATA. ALCUNI SIGNORI CI HANNO CHIESTO COME CI CHIAMAVAMO E SE ERAVAMO LI’ IN VACANZA. GIOVEDI SIAMO ANDATI A PRANZO AL RISTORANTE A VERCEA, IO HO MANGIATO LA PIZZA CON IL PROSCIUTTO. DORIS


CIAO ADELE! MARTEDI 11 SETTEMBRE E’ VENUTA A TROVARCI ADELE CHE DOPO UN ANNO DI ASPETTATIVA HA DECISO DI NON RIENTRARE PIU’ AL LAVORO. ABBIAMO ORGANIZZATO PER LEI UNA FESTA PER RINGRAZIARLA DEI 25 ANNI CHE HA TRASCORSO CON NOI. LA MATTINA SONO ARRIVATI ALCUNI ALPINI DI NUOVA OLONIO CHE CI HANNO PREPARATO UNA BUONISSIMA POLENTA TARANGNA. NOI ABBIAMO FATTO LE SALSICCE E LE VERDURE ALLA “PIOTA”. DOPO PRANZO CI SIAMO TROVATI IN PALESTRA PER CANTARE E BALLARE. ANTONIO HA FATTO UN DISCORSO PER RINGRAZIARE ADELE PER TUTTI GLI ANNI CHE HA LAVORATO AL CDD. NELL’OCCASIONE HA ANCHE RICORDATO L’EDUCATRICE SILVIA PES CHE E’ RIMASTA IN BOLIVIA AD AIUTARE LA GENTE POVERA. ABBIAMO REGALATO AD ADELE UN GIROCOLLO CON UN CIONDOLO E UN DVD CON TUTTI I VIDEO E I GIORNALINI CHE ABBIAMO FATTO AL CENTRO IN MODO CHE SI RICORDI SEMPRE DI NOI. LEI SI E’ COMMOSSA E HA ABBRACCIATO E SALUTATO TUTTI. DORIS


Gita in Trentino Lunedì 17 settembre con i miei compagni, Marta, Marica, Barnaba, Cosma e Giorgio sono partita per il Trentino per trascorrere 5 giorni a Iavrè, paese in cui è cresciuto Antonio. All’andata ci siamo fermati a Sirmione sul lago di Garda. Abbiamo pranzato in riva al lago e abbiamo visitato il castello del paese circondato da un fossato. Nel tardo pomeriggio siamo arrivati a casa dell’Antonio dove abbiamo sistemato le nostre cose: abbiamo disfatto le valige, fatto i letti e preparato la cena. Il giorno seguente siamo stati al castel Beseno, che è la fortezza medioevale più grande del Trentino. Il castello si trova in cima a una collina da cui domina tutta la valle sottostante. Dopo pranzo siamo stati a Trento dove abbiamo visto il castello del Buonconsiglio e il centro storico con il Duomo e una piazza molto bella. Mercoledì i genitori di Antonio ci hanno invitato nella loro casa di montagna, dove ci hanno preparato una buonissima polenta con patate, cotechini, funghi trifolati e la “pevarata”, un piatto tipico della cucina Trentina, una crema di formaggio e pepe che accompagna la polenta. Nel pomeriggio abbiamo fatto un giro a Madonna di Campiglio, abbiamo visto le Dolomiti e una grande cascata. Giovedì siamo partiti per la città di Bolzano. Abbiamo fatto una passeggiata per le vie del centro e abbiamo comprato lo strudel e alcuni dolci tipici. Poi siamo saliti fino a Renon, una località che si trova sopra Bolzano. Qui c’erano molti chalet, pascoli con mucche e un bellissimo panorama. Abbiamo pranzato vicino a un laghetto e poi abbiamo visitato il museo d’apicoltura. Questo museo si trova all’interno di un vecchio “maso” che è stato ristrutturato e conservato per mostrare come vivevano i contadini intorno all’anno mille. Venerdì siamo partiti per tornare a casa. Abbiamo visto la sponda occidentale del lago di Garda passando da Riva del Garda e da Salò. Abbiamo fatto tappa a Bergamo Alta per sgranchirci le gambe e fare due passi. Verso le 6 siamo arrivati a Nuova Olonio. Roberta


CHE BELLO FAR VENDEMMIA… VENERDI 21 SETTEMBRE SIAMO ANDATI A FARE LA VENDEMMIA A CAMPOVICO NELLA VIGNA DI DON RICCARDO, LO ZIO DELL’EDUCATORE SERGIO. ERAVAMO IO, NICOLA, ALDO, FRANCESCO GIANOLA E FILIPPO. INSIEME A NOI C’ERANO GLI EDUCATORI MIRYAM E CLAUDIO. APPENA ARRIVATI ABBIAMO PRESO FORBICI E SECCHIELLI E CI SIAMO MESSI AL LAVORO. DOVEVAMO CERCARE NEI FILARI, TRA LE VITI I GRAPPOLI DI UVA, TAGLIARLI E METTERLI NEL SECCHIELLO. IO LI TAGLIAVO POI LI PASSAVO A NICOLA CHE LI METTEVA NEL SECCHIO. QUANDO ERA PIENO ALDO, FRANCESCO E FILIPPO LO SVUOTAVANO IN UN RECIPIENTE IN CANTINA DOVE L’UVA VENIVA SCHIACCIATA. FINITA LA RACCOLTA CI SIAMO RITROVATI TUTTI NEL SALONE DELLA CASA PARROCCHIALE A MANGIARE UNA SQUISITA POLENTA CON SALSICCE, AFFETTATO E FORMAGGIO. DOPO AVER BEVUTO IL CAFFE E MANGIATO GELATO, BISCIOLA E CROSTATA, CON LA PANCIA BELLA PIENA, ABBIAMO CANTATO CANZONI D’ALTRI TEMPI DIRETTI DA DON RICCARDO. LA GIORNATA E’ STATA MOLTO BELLA E LA COMPAGNIA MOLTO SIMPATICA. AL PROSSIMO ANNO ALLORA!! GIOVANNI


I GIRASOLI SABATO 20 OTTOBRE

SONO ANDATA AL POLO FIERISTICO DI

MORBEGNO PER ASCOLARE IL CONCERTO DEI GIRASOLI. INSIEME A ME C’ERANO MIA ISABELLA. UNA VOLTA ALTRI

MAMMA, LA MIA

AMICA ROBERTA E

ARRIVATE, CI SIAMO INCONTRATE CON

COMPAGNI DEL CENTRO: DIEGO, CRISTINA, GIOVANNI E

ALDO. C’ERANO ANCHE L’EDUCATRICE BRUNA E IL NOSTRO AMICO OSCAR CON SUA FIGLIA MARIA CHIARA. ABBIAMO BALLATO TRA DI NOI PER TUTTA LA SERA CI SIAMO DIVERTITI PROPRIO TANTO! VERSO LE 11 HANNO LOTTERIA

ABBINATA

AI BIGLIETTI

ESTRATTO LA

D’ENTRATA.

ALDO HA

VINTO IL SESTO PREMIO: UN GIRO SU UNA FERRARI!


“DON GUANELLA: 100 ANNI DI LUCE” VENERDI 26 OTTOBRE SI E’ SVOLTA A COMO LA FESTA “DON GUANELLA: 100 ANNI HANNO

PARTECIPATO

DI

LUCE”. A QUESTO APPUNTAMENTO

MOLTI

CENTRI

OLTRE

AL NOSTRO:

ARDENNO, TIRANO, CASSAGO, VOGHERA, GATTEO, RIVA S. VITALE E ALTRI. SIAMO ARRIVATI ALLA CHIESA DI DON GUANELLA A COMO VERSO LE DIECI E MEZZA E CI SIAMO PREPARATI AD ASCOLTARE

LA S. MESSA

DIEGO COLETTI .

ALLA

GIOVANNI

PRESENZA DEL VESCOVO

E’ SALITO ALL’ALTARE COME

RAPPRESENTANTE DELLA NOSTRA CASA E

AL MICROFONO HA

DETTO IL PROPRIO NOME E DA QUALE STRUTTURA VENIVAMO. DOPO LA COMUNIONE ABBIAMO FATTO IL NOSTRO BALLETTO COME RINGRAZIAMENTO PER AVER RICEVUTO L’EUCARISTIA. LA SANTA MESSA SI E’ CONCLUSA CON UNA TRIPLA BENEDIZIONE: SULL’ALTARE ERANO PRESENTI IL VESCOVO, UNA SUORA IN RAPPRESENTANZA DELLE SUORE GUANELLIANE, E DON REMIGIO COME RAPPRESENTANTE DELL’OPERA DON GUANELLA. AD OGNI CASA E’ STATO CONSEGNATO UN CERO A FORMA DI CUORE DA PORTARE NEI NOSTRI CENTRI COME SEGNO DELLA LUCE DI DON GUANELLA CHE SI DIFFONDE SU OGNUNO DI NOI. SIAMO POI ANDATI TUTTI AL RISTORANTE

A LURAGO D’ERBA

DOVE CI ASPETTAVA UN FAVOLOSO PRANZO A BASE DI CRESPELLE AL PROSCIUTTO E FORMAGGIO, RISOTTO AGLI ASPARAGI, ROAST BEEF, FILETTO E PATATE ; ED INFINE UNA BUONISSIMA MACEDONIA CON GELATO. LA GIORNATA E’ STATA PIACEVOLE NONOSTANTE LA PIOGGIA CHE CI HA ACCOMPAGNATO!


ArrampicABILE…al C.D.D. Grazie all’associazione LAVOPS (Libere Associazioni di Volontariato della Provincia di Sondrio) abbiamo avuto l’opportunità di partecipare ad una iniziativa che coinvolgeva gli studenti del terzo, quarto e quinto anno delle scuole superiori di Morbegno e i ragazzi dei vari servizi e associazioni presenti sul territorio in bassa valle. L’iniziativa detta “ArrampicAbile” si è articolata in un percorso di sei uscite nei mesi di ottobre e novembre 2007: due percorsi di arrampicata vera e propria in Val Masino al Sasso Remenno, tre visite a strutture e associazioni, e una giornata conclusiva. Quando si parla di arrampicata di solito si pensa ad uno sport estremo riservato a pochi. Con ArrampicAbile l’arrampicata ha significato fare attenzione all’altro, seguirne i movimenti, incitarlo alla riuscita, incoraggiarlo a ritentare. Un’attività che ha favorito la relazione, la reciproca conoscenza e la cooperazione … Le attività si sono svolte sotto la stretta supervisione e controllo di persone qualificate, guide alpine professioniste che hanno pensato ad attività calibrate secondo le abilità dei singoli valorizzando le capacità di ciascuno: camminare in equilibrio sulla corda, arrampicarsi sulla roccia, da una semplice parete dietro al Sasso Remenno alla discesa con carrucola per i più temerari. Ognuno ha potuto sperimentare se stesso quanto e come voleva, qualcuno è salito un po’ più in alto, qualcuno meno, ma tutti hanno avuto la stessa voglia di mettersi in gioco per andare un po’ più in là, per salire sempre più in alto. Per avvicinare i ragazzi delle scuole superiori alle realtà presenti sul territorio e proporre eventuali esperienze di volontariato, sono state organizzate delle visite all’Associazione Piccoli Frutti di Cosio Valtellino, al Gruppo della Gioia di Talamona, ed in particolare al maneggio, con l’attività di ippoterapia, al CDD di Nuova Olonio dove abbiamo mostrato quali sono le attività che svolgiamo durante la settimana. L’esperienza si è conclusa martedì 6 novembre ’07 con un pomeriggio di arrampicata e una squisita cena alla Casa delle Guide di Filorera in val Masino. È stata un’esperienza molto positiva che ha permesso di conoscere gente nuova, passare momenti in allegria e farci conoscere. Speriamo che i ragazzi che ci hanno accompagnato in questa esperienza possano ancora collaborare con noi e soprattutto che la LAVOPS continui ad organizzare simili iniziative di socializzazione. Aldo, Diego, Francesco M.,Francesco G., Giorgio, Roberta, con gli educatori Sergio e Claudio


MI PRESENTO, SONO LORIS… “CIAO A TUTTI!! MI CHIAMO LORIS CORSINI, HO QUINDICI ANNI E ABITO A TRAONA. LA MIA FAMIGLIA E’ COMPOSTA DA MIA MAMMA MICHELA, DA MIO PAPA’ ADRIANO E DAI MIEI DUE FRATELLI PIU’ PICCOLI MARCO E ROBERTO. ROBERTO HA 4 ANNI E VA ALL’ASILO, MARCO HA 14 ANNI E FA UNA SCUOLA PER DIVENTARE MURATORE. PRIMA DI ARRIVARE A NUOVA OLONIO, ERO A MORBEGNO ALLO SFA, HO FREQUENTATO ANCHE LE SCUOLE MEDIE A BOSISIO PARINI. AL C.D.D. PER DUE MATTINE SONO AL L.A.P. E PER TRE MATTINE SONO IN CULTURALE. IL LUNEDI E IL MARTEDI POMERIGGIO SONO IN CREATIVO-ARTIGIANALE, GLI ALTRI GIORNI SONO IN TESSITURA A FARE I TAPPETI. DOPO UNA SETTIMANA AL C.D.D. MI E’ PIACIUTO GIOCARE A PALLA IN PALESTRA, UTILIZZARE IL COMPUTER ,DECORARE LE BOTTIGLIETTE. SONO CONTENTO DI ANDARE AL CENTRO DOVE HO INCONTRATO TANTI AMICI”. LORIS


TRONCHETTO DI NATALE INGREDIENDI: - 250 GR DI BURRO - 250 GR DI ZUCCHERO - 2 UOVA INTERE - 4 TUORLI - 1 BUSTINA DI ZUCCHERO VANIGLIATO - 100 GR DI FECOLA - 1 CUCCHIAIO DI LIEVITO IN POLVERE - 150 GR DI FARINA - 4 ALBUMI - 4 CUCCHIAI DI CONFETTURA DI ALBICOCCHE - 200 GR DI GLASSA DI CIOCCOLATO FONDENTE - BURRO PER LO STAMPO - FARINA PER SPOLVERARE PROCEDIMENTO: PRERISCALDARE IL FORNO A 200 GRADI. LAVORARE A

CREMA IL

BURRO CON LO ZUCCHERO E LO ZUCCHERO VANIGLIATO. AGGIUNGERE LE UOVA, POI I TUORLI

E MESCOLARE FINO A

OTTENERE UN COMPOSTO CREMOSO. MESCOLARE LA FECOLA, IL LIEVITO E LA FARINA E AGGIUNGERLI A CUCCHIAIATE AL COMPOSTO. MONTARE

I 4 ALBUMI A NEVE FERMA

INCORPORARLI ALL’ IMPASTO. IMBURRARE (DIAMETRO 16 CM) E SPOLVERARE

CON

E

UNO

STAMPO

DELLA

FARINA.

VERSARVI UN CUCCHIAIO DI PASTA E STENDERLA FINO A FARLA DIVENTARE SOTTILE. METTERE A

CUOCERE

IN FORNO, SUL

RIPIANO SUPERIORE PER 4 MINUTI. IN SEGUITO, STENDERE ANCORA 1 CUCCHIAIO

DI PASTA E METTERE A CUOCERE.

PROCEDERE IN QUESTO MODO FINO A RIEMPIRE LO STAMPO FINO ALL’ORLO.


LA LAVORAZIONE DEI PEZZOTTI IL PEZZOTTO E’ UN TAPPETO MULTICOLORE CHE VIENE FATTO IN VALTELLINA E VALCHIAVENNA. LA LAVORAZIONE DEL PEZZOTTO E’ MOLTO ANTICA, UNA VOLTA SI CONFEZIONAVA USANDO TESSUTI POVERI RECUPERATI DA VESTITI USATI TAGLIATI IN STRISCE, UNITE TRA LORO DA UN ROBUSTO ORDITO DI COTONE SUI TELAI. PER TRADIZIONE SONO LE DONNE A LAVORARE AL TELAIO, CON GRANDE ABILITA’ MANUALE. I TELAI ERANO UN ARREDO FONDAMENTALE DELLA STÜA, IL LOCALE DOVE SI VIVEVA, SI LAVORAVA, SI MANGIAVA, SI DISCUTEVA E SI DORMIVA. FORSE NON TUTTI SANNO CHE I PEZZOTTI HANNO AVUTO ORIGINE DAI ROZZI “PELÒRSC”. I PELÒRSC ERANO FATTI CON GLI AVANZI DI FILATI DELLA LAVORAZIONE DEL LINO E DELLA CANAPA, COLTIVATI A QUEI TEMPI DAI CONTADINI. USANDO IL FILO DI CANAPA COME ORDITO NASCEVANO PEZZE RUSTICHE DA LAVORO, TELI AGRICOLI, TENDE DIVISORIE DI LOCALI, COPERTE PER ANIMALI E PER L’ALPEGGIO. AI GIORNI NOSTRI ALCUNI ANTICHI TELAI SONO RIMASTI A GEROLA, SACCO, RASURA E MORBEGNO. CI SONO PERSONE CHE LAVORANO PER MANTENERE QUESTO MESTIERE IN MODO CHE NON VADA PERSO. ANCHE NOI AL CDD ABBIAMO UN LABORATORIO DI TESSITURA IN CUI USIAMO SCARTI INDUSTRIALI DI TESSUTI COLORATI PER FARE TAPPETI E TOVAGLIETTE. E’ UN LAVORO CHE CI PIACE MOLTO E CI DA SODDISFAZIONE. LUCA E DORIS


NOTIZIE FLASH SABATO 25 AGOSTO IN QUESTA GIORNATA SI E’ SVOLTO IL TROFEO MINI-KIMA. IO SONO ANDATA CON LA MIA MAMMA IN VAL MASINO DA DOVE PARTIVA LA CORSA. LI’ HO INCONTRATO ALCUNI MIEI COMPAGNI DEL C.D.D.: DORIS, FRANCESCO MAZZONI, MARTA E FRANCESCO SELETTI. TUTTI INSIEME ABBIAMO FATTO IL PERCORSO LUNGO CIRCA 3 KILOMETRI, UN PO’ CORRENDO E UN PO’ CAMMINANDO. ALLA FINE CI HANNO PREMIATI CON UNA COPPA E UNA MEDAGLIA. A PRANZO CI SIAMO FERMATI A MANGIARE SOTTO IL TENDONE. C’ERANO: PIZZOCHERI, POLENTA TARAGNA E SALSICCE. ROBERTA 11 OTTOBRE GIOVEDI SI E’ APERTA LA CENTESIMA MOSTRA DEL BITTO AL POLO FIERISTICO DI MORBEGNO. IL C.D.D. CON LA COMUNITA’ ALLOGGIO HA ALLESTITO, PER QUATTRO GIORNI, UNO SPAZIO IN CUI SI FACEVA VEDERE COME SI REALIZZANO I PEZZOTTI. MOLTA GENTE SI FERMAVA A GUARDARE IL NOSTRO LAVORO AL TELAIO E SI STUPIVA PER COME ERAVAMO BRAVI! ROBERTA 30 NOVEMBRE IL GIORNO 29 NOVEMBRE SONO ARRIVATI I RAGAZZI DI NUOVA OLONIO E SI SONO FERMATI UN POMERIGGIO CON NOI. VALENTINA, ALESSANDRO, DEBORAH E CLARISSA HANNO PREPARATO CON NOI I BIGLIETTI DI NATALE E IL CARTELLONE DELLA FAVOLA DELLA RANA E DEL BUE. E’ STATO BELLO CONOSCERE PERSONE NUOVE . MARICA 4 DICEMBRE VENERDI’ SERA AL C.D.D. ABBIAMO FATTO UN INCONTRO CON I GENITORI E ABBIAMO VISTO CON IL COMPUTER ED IL VIDEOPROIETTORE LA PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITA’ DI TESSITURA E DI CREATIVO-ARTIGIANALE. ALLA FINE C’E’ STATO UN RINFRESCO CON I DOLCI PREPARATI DA SERGIO. GIOVANNI



dicembre 2007