Issuu on Google+

Be “La quintessenza del bien vivre”

Roma Imperiale

Etnico e vintage si sposano al Forte.

Vintage meets ethnic at Forte.

Designer per passione “Aca Toro”

La protagonista di Batman The star of Batman

“The Dark Knight Rises”.

Brit Hammer Giochi di luce.

Playing with light.

Designer for passion

Il made in Italy solca le onde del mare.

Made in Italy sails the seas.

Oasi di meraviglia An oasis of wonders

Una location all’altezza di ogni situazione. A location great for all circumstances.


Moonstruck Astronomical wristwatch. Self-winding. Moon phases. 18 ct rose gold case. Water-resistant to 100 m. Leather strap with folding buckle. Limited Edition of 500 pieces. Orologio da polso astronomico. Carica automatica. Fasi lunari. Cassa in oro rosso. Impermeabile fino a 100 m. Cinturino coccodrillo con fibbia deployante. Edizione limitata a 500 pezzi.

U LY S S E N A R D I N I TA L I A S R L - C o m o - T. + 3 9 0 3 1 2 7 3 8 9 8 i t a l i a @ u l y s s e - n a r d i n . c o m - w w w. u l y s s e - n a r d i n . c o m


MASERATI GRANCABRIO SPORT. ELEVATE THE EXPERIENCE Lasciatevi alle spalle tutto ciò che conoscete, la nuova GranCabrio Sport apre nuovi orizzonti a chi non si accontenta di un’auto a cielo aperto con 4 veri posti e una linea che seduce al primo sguardo, ma pretende anche “sensazioni forti” quando si affonda il piede sull’acceleratore. Un’attitudine sportiva che la GranCabrio Sport esprime anche in tanti esclusivi dettagli: minigonne laterali, terminali di scarico ovali e neri, nuovi cerchi Astro design con finitura Silver o Grigio Antracite, sedili M design, nuovi colori dei pellami. E un emozionante “Rosso Trionfale” per la carrozzeria. Maserati GranCabrio Sport, un’auto unica che esalta tutti i sensi, per un’esperienza di guida totale. Per conoscere da vicino la GranCabrio Sport, visitate www.maserati.it Per scoprire il mondo “Maserati GranCabrio Sport” è sufficiente inquadrare il QR Code con la fotocamera dello Smartphone. Per ulteriori informazioni sul QR Code: mobi.maserati.it MOTORE V8 4691 CC - POTENZA MAX: 450 CV A 7000 G/M - COPPIA MAX: 510 NM A 4750 G/M - VELOCITÀ MAX: 285 KM/H - ACCELERAZIONE 0-100 KM/H: 5,2 SECONDI - CONSUMO CICLO COMBINATO: 15,23 L/100 KM - EMISSIONI DI CO2: 354 G/KM - MASERATI CONTACT CENTER: 800 008 008


Già diffuso sul territorio italiano e svizzero, il nostro prodotto editoriale sta sbarcando in tutte le più importanti capitali del real estate: Montecarlo, Londra e New York. A partire da giugno, la versione inglese sarà affiancata a quella russa ed araba, per far fronte alle esigenze di un mercato in continua espansione, tanto da prevedere una distribuzione capillare anche a Mosca e Dubai. L’attenta profilazione dei clienti e la gestione di contatti selezionati a livello mondiale costituiscono la strategia della nostra azienda che, da anni, si rivela leader nazionale nel mondo degli immobili di prestigio esclusivo, puntando alla valorizzazione del Made in Italy sui mercati internazionali. Magnifiche tenute, ville e castelli presenti sul territorio italiano, cariche di valore storico, che permettono di far conoscere ed apprezzare la nostra cultura anche all’estero. Questa iniziativa editoriale è nata per dare voce a tutto ciò che ha valore ed è esclusivo. Un veicolo ed un modo efficace di presentare immobili unici nel loro genere, accostandoli a rubriche che, mi auguro, risultino piacevoli ed interessanti alla lettura: dal design alla moda, dal mondo automobilistico a quello nautico, dai sapori della nostra terra a tutti quei settori in cui il mercato italiano, da sempre, eccelle nel mondo. Be Lionard, dunque, quale compagno di viaggio ideale per trascorrere i nostri momenti di rilassatezza, ma soprattutto, portavoce dell’esclusività italiana in tutto il mondo.

Our editorial product is already distributed throughout Italy and Switzerland and with this edition is being distributed throughout the world’s main real estate hubs: Monaco, London and New York. From June the English version will be accompanied by a Russian and Arabic version to accommodate the needs of a continually expanding market which foresees a capillary distribution also in Moscow and Dubai. The attentive profiling of clients and the management of selected contacts throughout the world constitutes the strategy which our company has adopted to enhance the appeal of Made in Italy in the international markets, despite already being recognised as the market leader in Italy focusing on prestigious and exclusive properties. Magnificent estates, castles and villas present in Italian territory, rich in history and culture, allow our culture to be appreciated and known abroad. This editorial initiative was born to give a voice to everything of value and is absolutely exclusive. An effective means of presenting properties unique in their genre, accompanying them with articles that I hope are pleasant to read through: from interior design to fashion, from automobiles to yachts, from the flavours of our rich land to all those sectors where the Italian market has forever been recognised in the world for its excellence. Be Lionard is then, the ideal travelling companion for moments of relax, but above all a spokesman for Italian exclusivity throughout the world.

Dimitri Corti a.d. Lionard


Sommario

______________________________________

Rubriche

Editore

Giochi di luce

Lionard srl via Attilio Frosini, 70 51100 Pistoia

13

Playing with light

Direttore

Aca Toro

Matteo Rinaldi matteo.rinaldi@lionard.com

32

Aca Toro Da Giorgio de Chirico ad Arnaldo Pomodoro

Assistente di direzione

52

Ester Davi ufficiostampa@lionard.com

From Giorgio de Chirico to Arnaldo Pomodoro The sound of New York’s streets

Advertising

66

Paola Banchini mkt@lionard.com +39 0573 500733

The sound of New York’s streets La scarpa: il cardine dell’eleganza

94

Graphic Designers

Shoes: the pivotal of elegance Circoli di campioni

Fabio Mazzoni, Alice Vaiani

111

Collaboratori

The rowing clubs of champions Delizie dal Veneto

Francesco Cervinara, Vanessa Lamberti, Sandro Masci Irene Pagnini, Luna Rubino, Martina Tallon, Chiara Trinci, James Turnbull, Susan Heath, Dominique Quelette,

126

The delights of Veneto In Piemonte “il vino perfetto”

Ringraziamenti

147

Brit Hammer, Daniele Gilardoni ed il Circolo Canottieri Milano, Fratelli Rossetti, Fulvio De Simoni, Giovanni Zuccon, Gruppo Montepaschi, Lamborghini Automobili, Moreschi, Rossano Galtarossa ed il Circolo Canottieri Padova, Salvatore Ferragamo, Sara Bertolasi ed il Circolo Canottieri Lario, Simone Raineri e Gruppi Sportivi Fiamme Gialle.

“The perfect wine” in Piemonte Designer per passione

168

Designer for passion Il Private Banking nel gruppo Montepaschi

179

Stampa, Allestimento e confezione: Mondadori Printing S.p.A. via Luigi e Pietro Pozzoni, 11 24034 Cisano Bergamasco (BG)

The private banking of the Montepaschi group Il mercato della casa in Italia e in Europa

190

The housing market in Italy and in Europe

Pubblicazione periodica registrata presso il Tribunale di Pistoia l’8 agosto 2011 n. 5

Per informazioni sulle proprietà in vendita contattare: For information on property for sale contact:

Lionard Exclusive Real Estate via Attilio Frosini, 70 51100 Pistoia ITALY Tel.

+39 0573 500774

www.lionard.com

Fax.

+39 0573 24127

info@lionard.com

Le proprietà presenti in questa edizione sono tutte in vendita e fanno parte di un portafoglio accuratamente selezionato di oltre cinquecento proprietà di prestigio, presenti sul territorio nazionale. The properties featured in this edition are all for sale and are part of a carefully selected real estate portfolio containing over five hundred prestigious properties located in Italy.


141

150

20

102

194 84

42

56

158

74

IMMOBILI PRESENTATI Un’oasi di meraviglia

20

An oasis of wonders Una residenza patrizia

42 56 74 84 102 114

A teacher of elegance

184

Dominando la collina

194

Tradizione toscana in chiave moderna

202

Sapore di CaSale

210

Tastes of the farm 130

“Sole produttore” Una maestra d’eleganza

Fascino senza tempo

Tuscan tradition in a modern guise

When rustic does chic “Sole produttore”

172

Dominating the hillside

The sixteenth century made to measure Quando il rustico si fa chic

Luci al tramonto

Timeless charme

In the heart of Florence Cinquecento su misura

158

Lights at sunset

A fairytales castle Nel cuor di Firenze

Un maniero regale A regal manor house

A tales of memories and african echoes Il castello delle favole

150

Riliving the eighteenth century

A noble residence Granelli di memoria, echi d’Africa

Rivivere il settecento

Largo spazio all’eleganza Grandiose and stylish

141

216


Haute Joaillerie, place Vend么me depuis 1906

Via Pietro Verri,10 MILANO - Tel.: +39 02 7767951 www.vancleef-arpels.com


Affascinante Zip Collana trasformabile in bracciale, zaffiri colorati e diamanti.


Ideato e realizzato interamente nella nostra Manifattura fpjourne.com

Centigraphe Souverain - Ref. CT Cronografo al centesimo di secondo Movimento in Oro rosa 18 carati Cassa in Platino o in Oro rosso

MILANO

SAN REMO

ROMA

ROMA

PORTO CERVO

GMT Great Masters of Time

Abate Gioielli

Hausmann & Co

Hausmann & Co

GMT Great Masters of Time

Corso Magenta 11 T 02 7208 0537

Corso Imperatrice 3 T 0184 578 169

Via del Corso 406 T 06 679 1558

Via del Babuino 63 T 06 321 10 100

Piazzetta degli Archi 4 T 0789 94 374


Centigraphe Souverain - Ref. CT Calibre 1506 Cronografo al centesimo di secondo, Contatore del secondo, Contatore dei 20 secondi, Contatore dei 10 minuti, Riserva di carica di : 100 ore senza cronografo azionato, 24 ore con cronografo azionato, Carica manuale, 284 elementi, 50 rubini, 21.600 alt /ora


Manufacture Collection L10. Movimento a Carica Manuale con Secondi Centrali. Cassa in acciaio 316L. Manual Winding Movement Central Seconds. Stainless Steel 316L Case.

Per informazioni - For information Email info@armandnicolet.com - Tel +39 030 377 2892 www.armandnicolet.com

Movimento originale FHF 72 del 1960.

Original movement FHF 72 from 1960.

Movimento Meccanico a Carica Manuale con Secondi Centrali AN0710A. Incabloc, 17 rubini, riserva di carica di 34 ore e 21.600 oscillazioni all’ora.

Mechanical manual winding movement with Central Seconds AN0710A. Featuring Incabloc, 17 jewels, 34 hour power reserve and 21,600 vibrations per hour.

Produzione limitata di 999 pezzi in totale.

Limited production of 999 pcs in total.


BH rit

ammer

GIOCHI DI LUCE Playing With Light

Brit Hammer vive e lavora presso Rotterdam, nei Paesi Bassi, insieme a suo marito ed i suoi due gatti. Durante lo scorso decennio, l’artista ha lavorato a diversi ed importanti progetti, inclusi la creazione di un enorme monumento in mosaico per il celebre Museum Boijmans Van Beuningen di Rotterdam ed una collaborazione alla ristrutturazione di un mosaico per l’ Amsterdam Central Station. Brit ha inoltre progettato monumentali sculture in vetro e suggestive vetrate per spazi pubblici, nonchÊ particolari vetrine su misura per mobili. Brit Hammer lives and works in Rotterdam, Netherlands with her husband and their two cats. Over the past decade Hammer has worked on several projects, including the re-creation of a large glass mosaic monument for the Boijmans van Beuningen Museum in Rotterdam and consulting on a mosaic restoration for Amsterdam Central Station. She has also designed monumental glass sculptures and stained glass windows for public spaces and bespoke glass furniture.

LIONARD

13


INDIGO CHILDREN, 2006, 10.5x10.5 pollici (29.5x29.5 cm) Vetro/Glass

14

LIONARD


A casa dell’artista Brit Hammer Ester Davi

Qual è la prima cosa che cattura la vostra attenzione non appena varcate la soglia di una fantastica dimora? La luminosità, senza alcun dubbio. Perché la luminosità è tutto, la luminosità è vita: esattamente ciò che l’artista norvegese-americana Brit Hammer intende offrire nelle sue opere. I mosaici di Brit Hammer, di fama internazionale, sono apprezzati sia in Europa che negli Stati Uniti, proprio per la loro audacia ed estrema bellezza. Una gioventù spesa a studiare nei minimi dettagli gli effetti della luce sulle superfici in vetro ed uno spiccato interesse per le vetrate colorate fin da bambina costituiscono le premesse della attuale notorietà dell’artista. Sarebbe stata ore, come incantata, ad osservare i meravigliosi giochi di luce riflessi sul pavimento. Non c’è davvero da stupirsi del fatto che le sue opere vengano spesso definite “sublimi”, in quanto perfettamente in grado di trasformare una casa in una dimora calda ed accogliente. “Molte persone mi fanno notare quanto i miei lavori siano piacevoli da guardare e offrano proprio una sensazione di benessere e di rilassamento a chiunque le osservi” Afferma Brit. “Talvolta le persone si lasciano trasportare dalla bellezza di queste opere, fino a perdervisi; questo li aiuta ad aprire la loro mente e riprendere coscienza delle piccole cose, quelle davvero importanti nella vita”. La luce ci dà chiarezza. La luce è in grado di creare i colori. Senza la luce non è possibile apprezzare la bellezza del vetro, un materiale tanto affascinante quanto particolare, perché molto resistente all’erosione del tempo. È forte e durevole, ma allo stesso tempo fragile e delicato; quando viene tagliato con l’ausilio della martellina e dei taglioli, la luce sembra danzare sulla sua superficie. L’intento dell’artista è far percepire il suo amore per la vita a chiunque si trovi ad osservare le sue opere.

What is the first thing you see when you walk through a beautiful home? The light. You can’t help but notice it. Light is everywhere. Light is life. And light is what Norwegian-American artist Brit Hammer plays with in her art. Brit Hammer is an internationally celebrated artist whose bold, abstract glass mosaics are privately collected, both in Europe and the US. She has spent much of her life studying how glass transforms the light, having discovered a love of stained glass windows as a child. She would sit for long periods of time just watching the colored light dance on the floor. It’s no wonder that her work has often been called sublime, as she learned at a young age how light can transform a house into a home. “Many people have told me how soothing and grounding my work is to look at,” she says. “Oftentimes they let themselves get lost in an artwork, which helps them to clear their minds and regain perspective on the important things in life.” Light creates clarity. Light creates color. And without light one cannot appreciate glass. Glass is a timeless material used throughout the ages. It is strong yet fragile, and when cleaved with a mosaic hammer and hardie (Italian: “martellina e taglioli”), glass can be broken in such a way that light dances upon its surface, and this is what interests Hammer because she wants everyone who sees her work to feel her love of life.

At home with artist Brit Hammer


CONFUSION, 2004, 10.5x12 pollici (29.5x26.5 cm)

Sebbene Brit Hammer sia una persona pacata e riflessiva, la sua vitalità emerge e si riscontra sia nelle opere che nell’arredamento della sua casa; qui, tutto è immerso nella bellezza e, ovviamente, c’è spazio anche per alcuni dei suoi lavori. Osservando da vicino questi mosaici si percepisce davvero la passione per i fantastici giochi creati dalla luce. Lei stessa invita a camminare avanti e indietro, come in una danza, per catturare al meglio lo scintillio che viene emanato. Brit Hammer si dedica, inoltre, alla realizzazione di una nuova collezione: quella degli affreschi. Mentre gli affreschi tradizionali sono in gesso, Brit crea i suoi utilizzando un particolare tipo di cemento che si solidifica rapidamente. Scolpisce la malta ed amalgama i pigmenti con le sue mani, senza alcuna premeditazione, secondo l’ispirazione del momento, permettendo alle pitture di crearsi e trasformarsi da sole. Mentre le mani lavorano, la mente viaggia libera da ogni freno, tornando indietro fino alla sua infanzia, quando stava ore seduta a guardare i giochi di luce sul pavimento. Sul suo volto, appare lieve un sorriso. Le opere di Brit Hammer oscillano da un minimo di 1.800 euro, fino a superare i 30.000 euro

Although quiet and reflective in person, Hammer’s passion is evident in both her art and how her own home is decorated. She has surrounded herself with beauty, including several pieces of her mosaic art. Look closely at her mosaics and ou’ll see how she plays with the light—she invites you to dance with her by walking back and forth to catch the sparkles emanating. Out of her love of dance, a new body of work is emerging: fresco paintings. While traditional frescos are painted in plaster, Hammer creates hers using quick-setting cement mortar—the same used in her mosaic art. She sculpts the mortar and blends in pigments with her hands without any forethought, losing herself in the moment and simply allowing the paintings to form and transform. As her hands work, her mind wanders and she is returned to the days of her childhood when she sat watching the light dancing on the floor. And it brings a smile to her face. Hammer’s work ranges in price from EUR 1,800 — 30,000 www.brtihammer.com


7880 S6 GG AT. Movimento automatico Rotore in platino 950 Grande data con piccoli secondi Disponibile oro rosso 5N e acciaio Quadrante smalto Edizione limitata 150 pz.

Importatore e Distributore per l’Italia: MDL Montres de Luxe Srl Via della Spiga, 19 - Milano Tel. 02 76267000 Fax 02 76267015 info@mdl.it www.franckmuller.com


Lombardia

_________________________________________

Una villa perfetta per ospitare i più grandi eventi d’arte e cultura, immersa nel verde e nella pace ma a poca distanza dalla più vitale città italiana. Un luogo straordinario per dare la sede ideale a congressi, riunioni, manifestazioni. Una location sempre all’altezza della situazione, capace di stupire e andare oltre le più rosee aspettative degli ospiti e del pubblico. Ma anche un magnifico hotel, discreto ed esclusivo, per offrire a una clientela selezionata notti senza pari nelle sue straordinarie suites, dedicate ai grandi personaggi della storia europea. Con il valore aggiunto di ben venti sale multifunzionali, la più grande delle quali ospita comodamente più di mille persone. E tutto attorno un parco secolare, arricchito dalle più belle piante provenienti da tutti i continenti.

The perfect villa for hosting large cultural and artistic events, immersed in its green and peaceful surroundings and just a short distance from the main Italian cities. An extraordinary place to hold conferences, reunions and exhibitions. This location is always able to stun guests and go beyond their wildest expectations. There is the added bonus of twenty multifunctional rooms, the biggest of which can easily hold over one thousand people. Surrounding the property is a secular park, enriched by the most beautiful plants coming from all the continents of the world.


Un’ oasi di meraviglia An Oasis of Wonders


A

vedere la magnificenza delle immagini e della struttura che qui presentiamo nel dettaglio, potrebbe capitare di farsi trarre in inganno. Immaginare, cioè, di essere immersi in una zona amena, circondata dal verde della natura, lontana centinaia di chilometri dalle grandi strade di comunicazione. Infatti lo siamo, nel cuore della natura; con la differenza, però, che le distanze sono molto relative. Pur essendo immersi in un ambiente unico al mondo, esclusivo e protetto, siamo difatti a poca distanza dalla vita chiassosa di città. Questa dimora è contemporaneamente una grande e classica villa italiana, una fortezza longobarda, una collezione unica di preziose suites. Ma è ancora molto di più. Un museo ricco e unico, un’icona del secondo rinascimento, una vera e propria macchina del tempo utile a viaggiare nella storia dell’Europa, scoprendo architetture e pitture davvero uniche al mondo; senza contare l’evidente valenza turistica della struttura. Questo complesso, immerso nel suo magnifico parco secolare di ben undici ettari, è proprio il luogo che queste prime foto lasciano supporre. È la location ideale per esaudire qualsiasi nostro desiderio. Una casa magnifica dove vivere in completo relax e nello stesso tempo una struttura ricettiva di primissimo livello, fino ad una location da sfruttare appieno per ospitare i più grandi e preziosi eventi.

Seeing the magnificence of the images and of the property presented here in detail, you would be forgiven for thinking it wasn’t real. Try to imagine actually being immersed in a delightfully pleasant ambience, surrounded by the verdant green of nature, hundreds of kilometers away from busy roads. That is in fact where we are, with one difference, the distances are much more relative. Despite creating one of the world’s most unique environments, exclusive and protected, we are only a short distance from the noisy city life. This residence is both a large and classic Italian villa, a Longobard fortress, and a collection of precious suites. And yet there is more. A unique and rich museum, an icon from the second Renaissance, a true time machine useful for traveling through the history of Europe, where you discover architecture and painting on a unique level; not circumventing the evident importance as a tourist resort. This complex, immersed in it’s wonderful secular park of 11 hectares, really is as it appears in these pictures. The ideal location for giving into our fantasies. A wonderful home where you can completely relax, and at the same time a first class tourist resort. And perhaps the most inviting place you could wish to hold large events and gatherings.

22

LIONARD


LIONARD

23


CENNI STORICI HISTORICAL DETAILS Il luogo dove sorge la villa è carico di storia: di origine romana, conserva comunque memorie molto più antiche, essendo stato abitato dai Celti

La bellezza fa sempre spettacolo. Anche senza bisogno di dare spettacolo. True beauty is always spectacular. Effortless.

ben prima dell’arrivo delle popolazioni romane, che qui lasciarono profondi segni culturali e civili. Non è dunque un caso se tutta la zona circostante presenta vastissime superfici di verde arricchite da ville celebri e apprezzate. Merito anche della storia di questi luoghi, che già anticamente videro nascere un grande castello, nel centro del paese, proprio su una altura dove sorgevano le rovine di un monastero. Nel 1300 qui transitava la strada maestra Milano-Como. Naturale che la zona crebbe come centro del commercio e del transito merci. Anche per questo la villa è comodissima per raggiungere, da qui, qualunque meta. Il comune più vicino dista meno di venti chilometri dal centro di Milano.

The villa is located in an area rich in history: of Roman origins despite evidence of more ancient civilizations, most notably the Celts, It is no wonder then that the surrounding area of rich countryside is dotted by celebrated villas. The history of this area also saw a large castle constructed, in the centre of the town on the high ground an old monastery once occupied. The area then became known as a centre for commerce and for transiting goods. In 1300 the road passed through here the Milan-Como. Natural that the area grew as a center of trade and transit goods. Even so, the villa is very comfortable to reach, hence, any goal. The nearest town is less than twenty miles from the center of Milan.

24

LIONARD

Tra i punti forti spiccano senza dubbio le sue camere e suites, cinquantuno in tutto, arredate non solo con eleganza e cura, ma soprattutto impreziosite da affreschi e mobili antichi, in puro stile classico. È questa la prima caratteristica vincente del complesso. Ogni stanza ha mantenuto le originali meraviglie con cui era stata concepita. A partire proprio dagli affreschi, realizzati da artisti di grande fama, che rappresentano uno dei tanti valori in più di una villa davvero già unica al mondo. Non a caso le sue camere vogliono rendere omaggio ai personaggi più importanti della vita italiana ed europea. Le suites più preziose, per la loro prestigiosa eleganza, sono dedicate a personaggi di alto spessore, quali Dante, Vivaldi, Shakespeare. Le Junior suite sono state pensate per omaggiare celebrità come Giuseppe Verdi o Pirandello, mentre altre nomi come Sigmund Freud, Bellini e altri personaggi carismatici della cultura internazionale. Diventa quasi pleonastico presentare le altre caratteristiche di queste stanze. Ma è giusto evidenziare che la loro attuale sistemazione fa sì che tutto sia perfetto per dare a chiunque desideri il confort più assoluto e un’ospitalità unica ed impeccabile. Le stanze contano infatti su climatizzazione, cuscini ipoallergenici, schermo televisivo a cristalli liquidi

Amongst its strong points the stunning rooms and suites stand out. There are fifty one in all, and not only are they elegantly furnished and maintained, but also enriched by precious frescoes and antique furniture in the classic style. This is the winning formula of this structure. Every room has maintained its original wonder. Let’s start with the frescoes which were created by the best artists, which give added value to the many fine attributes of this truly unique complex. It is no surprise that the rooms pay homage to the most seminal Italian and European personalities. The most precious suites are dedicated to such greats as Dante, Vivaldi and Shakespeare. The Junior suites celebrate other talents such as Giuseppe Verdi and Pirandello, while others take their names from the likes of Sigmund Freud, Bellini and other charismatic international cultural figures. It is almost superfluous to extol the other virtues of these rooms. They are simply designed to offer absolute


Maestosa appare la facciata di questa villa, che ben si proietta nel parco circostante, dal quale trapelano l’eleganza e la sontuosità di questa magnifica proprietà; un’eleganza che si esplicita a dovere anche nei curatissimi arredi interni della dimora.

The magnificent façade of the villa projects itself into the surrounding park, conveying its elegance and sumptuousness; carried through to the finely furnished interiors.

e tanti altri servizi originali ed esclusivi. Tutto insomma è stato studiato per garantire agli ospiti di queste stanze il massimo benessere possibile. La dimora storica, frequentata in oltre sette secoli da personalità di grande spicco, a partire da Leonardo da Vinci, passando attraverso Denis Diderot, Stendhal e Alessandro Manzoni, fino a figure dell’epoca moderna del calibro di Filippo Tommaso Marinetti, Giovanni Verga, Luigi Pirandello e Jorge Luis Borges, può a ben dovere definirsi un vero e proprio “salotto intellettuale”. Grazie a continue opere di restauro particolarmente attente allo spirito originario della dimora, che utilizzano criteri rigorosamente conservativi e si avvalgono di esperti, consulenti, tecnici, storici, ingegneri ed architetti, questa meravigliosa dimora è oggigiorno una perla che non conosce eguali. Una struttura così preziosa ed elegante può essere sfruttata per qualunque evento di prestigio, a cominciare da quelli più in linea con la sua storia e ricchezza. Perfetto come punto d’incontro tra culture internazionali, può essere l’ideale centro di scambi internazionali e intersettoriali ed ospitare meeting e congressi importanti, manifestazioni di rilievo, grandi eventi, esposizioni e mostre internazionali. Se le camere sono un fiore all’occhiello, le splendide sale che la caratterizzano sono la reason why della sua ragion d’essere. La villa dispone di una splendida comfort to their guests, a unique and impeccable hospitality. Rooms come with AC, hypoallergenic pillows, LCD televisions and other original and exclusive touches. The historic residence was frequented by many illustrious personalities over the course of seven centuries, starting with Leonardo da Vinci, and later hosting Denis Diderot, Stendhal and Alessandro Manzoni, up to more modern eras when Filippo Tommaso Marinetti, Giovanni Verga, Luigi Pirandello and Jorge Luis Borges contributed to its definition of “intellectual lounge”. The continuous and attentive restoration works are impressive, with a host of experts including consultants, technicians, historians, engineers and architects responsible for preserving this pearl. Such an elegant structure can be used for any prestigious event, yet perhaps it lends itself best to activities which recall its rich history. Ideal as a meeting point between international cultures, it can be the perfect place for cultural and professional exchanges, important meetings and conferences, exhibitions, events and international shows. If its bedrooms are its flower in the eye, the event rooms are splendid, the reason why it exists. The villa boasts a splendid room which can easily accomodate

LIONARD

25


Dalla terrazza, uno scorcio sul panorama mozzafiato del parco secolare sala, che può ospitare comodamente più di mille persone. Ma conta su ben altre venti sale, arredate con estrema eleganza e di diverse misure, per altrettante possibilità di utilizzo. Impeccabili anche gli spazi conviviali. Qui la villa dà il suo meglio grazie ai suoi caffè, al suo ristorante, al suo splendido terrazzo che sovrasta la struttura offrendo agli ospiti un panorama incantevole. È una vera magia trascorrere qui una delle tante serate primaverili, estive o autunnali, lasciando che lo sguardo si apra liberamente tutto attorno, verso infinite luci dell’ambiente circostante, a contatto col verde e con la natura. Ma torniamo pure a visitare i suoi interni, dopo aver apprezzato i panorami. Perché la Villa si può anche considerare un vero e proprio museo permanente. Opere d’arte importanti la arricchiscono un po’ ovunque e non a caso hanno impreziosito le tante mostre d’arte mondiali che qui han trovato negli anni la loro miglior esposizione. E non dimentichiamo di scoprirla pienamente con una rilassante passeggiata nel suo parco, davvero enorme eppure mai dispersivo. Arricchito da piante di indicibile bellezza, siamo coinvolti in un viaggio nelle meraviglie verdi provenienti da tutti i continenti. Troviamo infatti gli esemplari più belli delle piante ad alto fusto: ecco

Una natura così rigogliosa e luminosa non è quel che ci si aspetta a pochi chilometri di distanza da una grande città. Ma l’eccellenza di questi luoghi sta proprio nella loro completezza: vivere immersi nel bello e nella pace, ma con tutto a portata di mano.


From the terrace a glimpse of the breathtaking view of the secular park over a thousand people. It counts over twenty further rooms, all elegantly furnished and of differing sizes, perfect for a multitude of events. The common areas are just as special. In fact the villa gives its best from the cafes, restaurant, and the panoramic roof terrace offering guests a stunning view of the surroundings. It is a truly magical experience to spend time here in the spring, summer and autumn evenings, letting your gaze fall easily on the breathtaking surroundings and infinite light of the environment. Let’s go back inside and admire the interiors after having admired the views. You can actually consider the villa to be a true and permanent museum. Important works of art enrich the property throughout, and on many occasions have been exhibited alongside the best visiting art collections which have found their best home here. Don’t forget to finish your voyage of discovery with a relaxing walk through the park, seemingly endless but easily navigated. Enriched by plants of unparalleled beauty, we are enveloped by a journey through the natural wonders of all the continents.

You don’t expect to find such lush and light natural surroundings only a short distance from a large city. The excellence of these places lies in their completeness: to live immersed in beauty and peace, but with everything at arm’s reach.


Come possono convivere nello stesso luogo pace e velocità, bellezza e praticità,armonia ed energia? Ecco qui la risposta perfetta. How can we find them living together in the same place, the peace and velocity, beauty and practicality, harmony and Energy? They can. Here we have the perfect answer. Interni di storia e di classe Interiors rich in history and class Vogliamo giocare a viaggiare nel tempo? Percorriamo gli interni della villa, con lo stesso sguardo che avevano i nostri avi. Ma rispetto a loro, contiamo su tutto quel che serve per una vita contemporanea ideale. C’è tutto, dalla tecnologia alla comodità. C’è ma non si vede, per dare risposte precise a qualunque necessità senza disturbare l’antica bellezza.

Do we want to try time travel? We walk inside the villa with the same gaze as our ancestors. We can, however, enjoy all the comforts afforded to us in contemporary times. Everything is there, from technology to comfort. All seamlessly blending into the environment so as not to disturb the ancient beauty.

28

LIONARD


il cedro e la magnolia, ecco ora la tuia gigante e il faggio rosso, ecco poi l’acacia del Giappone e il pino dell’Himalaya, la quercia americana e via così. Una meraviglia dopo l’altra, di cui poter godere nel clima primaverile ed estivo, ma anche in quello invernale, approfittando di una suggestiva nevicata che possa conferire al paesaggio un’immagine ancora più incantevole ed unica. We find the best examples of the most beautiful tall trees: look at the cedar and the magnolia, giant red cedar and red beach, the Japanese acacia and the Himalayan pine and American oak to name but some. One wonder after another which can be admired through all the seasons, delightful even when snow adds to the amazing landscape.

T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 4 2 7 Milan

Exterior Surface

10 he

Interior surface

25.000 m2

Levels Price

4 On application LIONARD

29


, Aca toro Ester Davi

,

Passato e futuro per svelare la protagonista di Batman “The Dark Knight Rises”. The new star of Batman “The Dark Knight Rises”, past and present. Una Ferrari acquistata da Ferruccio nel lontano 1958. Una Ferrari che, secondo il businessman, presentava problemi di funzionamento alla frizione. «La macchina va benissimo. Il problema è che tu sei capace a guidare i trattori ma non le Ferrari». Leggenda o verità, sembra che sia nato tutto da qui, dalla risposta di Enzo Ferrari al magnate dei trattori e dalla scommessa di quest’ultimo nel creare una vettura sportiva secondo i suoi canoni. Non gli aveva dato peso il “Drake” Ferrari, credendo solamente di aver perso uno dei suoi migliori clienti. Sembrava un capriccio, un pericoloso tuffo nel buio, un’inspiegabile stravaganza che avrebbe mangiato denaro senza restituire alcun profitto.

32

LIONARD

Way back in 1958 Ferruccio bought a Ferrari. A Ferrari that, according to the businessman, had clutch problems. “Lamborghini, you may be able to drive a tractor but you will never be able to handle a Ferrari properly.”¹ Legend or truth, it would appear that everything started here, from Enzo Ferrari’s reply to the tractor tycoon and subsequently from Lamborghini’s gamble to create a sports car according to his standards. Ferrari “Drake” didn’t think anything of it, believing to have just lost one of his best clients. It seemed a whim, a dangerous stab in the dark, an unexplainable extravagance that would have eaten away at funds, without any reward of profit.


1

575 . kg

Eppure Ferruccio sapeva cosa faceva e, da lì a poco, anche Enzo ha dovuto ricredersene, ritrovandosi spettatore dell’incredibile ascesa del marchio in ambito automobilistico, per giunta in aperta concorrenza col suo. Il toro, simbolo da sempre dell’importante automaker, fa riferimento sia al segno zodiacale del fondatore, Ferruccio Lamborghini, sia alla sua passione per la corrida; un particolare che si riscopre dai tanti nomi di tori a cui si ispira la collezione di vetture proposte. L’esordio della “Lamborghini Automobili”, datato 1963, coincide con la presentazione della 350 GTV al Salone dell’Automobile di Torino, disegnata da Franco Scaglione e con un motore progettato da Giotto Bizzarrini, nome già noto per aver contribuito alla nascita di veri e propri miti, quali la Testa Rossa e la 250 GTO. And yet Ferruccio knew what he was doing and before long, even Enzo had to change his mind, finding himself spectator to the incredible rise of the automobile brand, and what’s more, a brand in direct competition with his own. The bull, since the beginning symbol of the important automaker, refers not only to the zodiac sign of its founder, Ferruccio Lamborghini, but also to his passion for ‘la corrida’ (bullfight); a detail rediscovered in the numerous names of bulls which inspire the cars collections. The debut of “Lamborghini Automobili” in1963 coincided with the presentation of the 350 GTV at the Turin Motor Show, designed by Franco Scaglione with engine design by Giotto Bizzarrini, a name already noted for his contribution to the birth of legends such as the Testa Rossa and the 250 GTO.

LIONARD

33


LAMBORGHINI AVENTADOR LP700-4 FASTEST

LA SFIDA.

THE CHALLENGE.

2

Un 12 cilindri a V perfetto, ma una linea troppo appuntita e non altrettanto funzionale, quasi da prototipo, che ha dovuto attendere le modifiche dell’anno successivo per eguagliare, sotto il nome di 350 GT, il valore meccanico della vettura. Ma il vero salto di qualità avviene nel 1966, con la Miura, la prima granturismo stradale che riprende la configurazione a motore centrale delle vetture da competizione dell’epoca, quali la Ford GT40 o la Ferrari 250 LM. L’auto è simbolo di un’innovazione senza precedenti, tanto da aver fatto invecchiare di colpo le principali supercar dell’epoca. Il nome, ripreso da una razza di tori particolarmente forti, intelligenti e combattenti, si dimostra davvero azzeccato per portare alta la bandiera del marchio emergente. Un sogno ed una scommessa nel vero senso della parola, costata tante preoccupazioni e nottate insonni, che si è trasformata in realtà al momento della sua presentazione al Salone dell’Automobile di Ginevra quello stesso anno. Per arrivare alla classica apertura ad ala di gabbiano, tutt’oggi segno incontrastato della casa automobilistica, dobbiamo attendere la realizzazione del prototipo Marzal, nel 1967, vettura non destinata alla produzione in serie ma scelta comunque dal Principe Ranieri di Monaco per aprire, insieme alla principessa Grace, il Gran Premio di Montecarlo di quello stesso anno; una pubblicità non di poco conto per Ferruccio Lamborghini e che convinse all’utilizzo della linea del prototipo per l’estetica della Urraco, a partire dal 1971.

34

LIONARD

LAMBO

EVER

,9

BUILT

sec

A perfect V12 cylinder engine, but with a long pointed line and not very functional, almost a prototype, it had to wait until the following year for modifications to equal, under the name of 350 GT, the mechanical value of the car. But the real breakthrough in quality came in 1966, with the Miura, the first road grand touring car ‘Granturismo’ that recalled a central mid-engine layout of epic racing cars, such as the Ford GT40 and the Ferrari 250LM. The car was an unprecedented symbol of innovation, and made the best supercars of the time appear dated. The name, taken from a particularly strong and intelligent breed of fighting bulls, was perfectly apt to fly the flag of the emerging brand. A dream and a gamble in every sense of the word, that brought with it many worries and sleepless nights, transformed into reality at the moment of its presentation at the Geneva Motor Show that same year. To arrive at the classic gull wing doors, today undisputed sign of the motor company, we have to wait for the production of the Marzal prototype, in 1967, a vehicle not destined for series production but however choice of Prince Ranieri of Monaco to open, together with Princess Grace, the Montecarlo Gran Prix of the same year; not in the least a small advert for Ferruccio Lamborghini that convinced him to use of the prototype line for the look of the Urraco, from 1971.


“Trofeo de la Peña La Madroñera” Come tradizione vuole, anche la nuova supercar della Casa Lamborghini porta il nome di un toro, ovviamente quello di uno dei più valorosi del mondo della corrida spagnola. “Aventador”, infatti, era il nome di un toro che nell’ottobre del 1993, a seguito del combattimento nell’arena di Saragozza, ricevette il “Trofeo de la Peña La Madroñera” per essersi dimostrato il toro più coraggioso nel corso della corrida.

Following tradition, the new supercar from Lamborghini also takes the name of a bull, obviously, that of one of the most courageous bulls known in the world of Spanish bullfights. “Aventador”, in fact, was the name of a bull that in October 1993, following a battle in the Saragozza ring, received the prestigious “Trofeo de la Peña La Madroñera” (trophy) for the most courageous bull of the ‘corrida’.

LIONARD

35


Aventador, un toro da 316 mila euro Da qui la strada è tutta in discesa per la notorietà del marchio e costituisce un pezzo importante di storia italiana. Ben presto Lamborghini diventa sinonimo di lusso, così come i suoi prodotti catturano letteralmente vip e ricchissimi di tutto il mondo, da Frank Sinatra a Dean Martin fino allo Scià di Persia. Pura e semplice espressione di libertà, sfrontatezza e voglia di vivere propria di quegli anni, la Lamborghini diventa un must al quale è difficile rinunciare ancora oggi. Ripercorrere le tappe iniziali del successo di Ferruccio Lamborghini è stato funzionale per poter guardare al presente del grande marchio, che ormai conserva solo il prestigioso cognome quale testimonianza del passato, e capire cosa si nasconde dietro alla creazione di un’auto unica nel suo genere, quale si dimostra la neonata di Sant’Agata Bolognese. Con i suoi 700 cavalli erogati ed una velocità massima di 350 km/h, la nuova scommessa di Stephan Winkelmann, attuale presidente nonché amministratore delegato della casa automobilistica, si inserisce tra le dieci auto più veloci al mondo, bruciando lo 0-100 km/h in appena 2,9 secondi. Ma non è finita qua: la Aventador LP 700-4 (questo è il suo nome) vanta il primato di auto più tecnologicamente avanzata, grazie all’inedito telaio monoscocca interamente in fibra di carbonio, che gli regala un peso di appena 1.575 kg e prestazioni da record. Un “soprammobile” di tutto rilievo che, all’occorrenza, si trasforma in missile pronto a strappare l’asfalto di qualsiasi strada. Le performance meccaniche e le linee accattivanti di quest’auto non potevano certo passare inosservate ai creatori della nuova pellicola su Batman. Protagonista indiscussa di “The Dark Knight Rises”, difatti, si rivela proprio un mezzo adatto ad un supereroe. Eppure la potenza del suo 12 cilindri da 6,5 litri, rimane ben nascosta e si presta anche ad un discreto uso cittadino. Il velocissimo cambio ISR, sospensioni pushrod, dischi carboceramici, ed un design innovativo che ricorda e riprende le spigolosità della mitica Countach, nonché le linee del ben più recente prototipo Sesto Elemento, sono il vanto del famoso brand per questa vettura, unite alla semplicità ed alla praticità delle soluzioni di un prodotto estremamente versatile. E allora non resta che scegliere una delle splendide e accattivanti colorazioni, dal classico delle tinte perlate Arancio Argos, Arancio Atlas e Giallo Orion, al particolare di quelle opache Nero Nemesis, Bianco Canopus e Marrone Apus, passando attraverso soluzioni bicolore. Un’ampia gamma di possibilità che lasciano ovviamente spazio anche alla personalizzazione. Un contrasto soltanto apparente, dunque, quello tra lusso ed essenzialità, che da sempre Lamborghini vuole far apprezzare a tutti i suoi clienti e appassionati.

Ogni linea possiede una chiara funzionalità aerodinamica, ogni forma è ispirata alla velocità e il tutto si traduce in una personalità complessiva che può solo definirsi spettacolare, mozzafiato. Each line has a clear aerodynamic function, each shape is inspired by the speed and it all translates into an overall personality that can only be called spectacular, breathtaking. 36

LIONARD


Aventador, a bull from 316 thousend euros It was all downhill from here onwards for developing brand fame and establishing an important part of Italian history. Quickly Lamborghini became synonymous with luxury, its products literally capturing VIPs and the rich and famous from all over the world, from Frank Sinatra to Dean Martin and the Shah of Persia. Pure and simple expression of liberty, shamelessness and willingness to live life to the full, Lamborghini became a must which even today is difficult to renounce. It is useful to retrace Ferruccio Lamborghini’s initial steps to success in order to look at the great brand today, now conserving only its prestigious name as past testimony, and to understand what hides behind the creation of a car unique in its field, as shown in the newborn model of Sant’Agata Bolognese. With its 700-horsepower and a maximum speed of 350 Km/h (217 mph), the new gamble of Stephan Winkelmann, current President and CEO of the sports car manufacturer, it enters in as one of the fastest cars in the world, burning 0-100 km/h (0-62 mph) in just 2.9 seconds. But is doesn’t finish there: the Aventador LP 700-4 (this is its name) boasts the premier of the most technologically advanced vehicle, thanks to its carbon-fiber monocoque technology body shell that gives a top weight of 1.575 kg and record performance. An object of high importance that, at a pinch transforms into a missile ready to burn up any road surface. The mechanical performance and attractive lines of this car obviously could not be ignored by the creators of the new Batman film. Undisputed star of “The Dark Knight Rises”, in fact, proves itself to be the perfect form of transport for a superhero. And yet the power from its 6.5-litre, 12 cylinders remains well hidden and it presents itself as a discreet city car. The fast shifting ISR transmission, pushrod suspension, carbon-ceramic discs, with an innovative design that recalls and resumes the angularity of the great Countach, as well as lines from the more recent prototype Sesto Elemento, are this famous brands pride and joy for this vehicle, simplicity and practicality united in an extremely versatile product. It remains only a choice of one of the wonderful and engaging colours, from classic pearlescent Arancio Argos(orange), Arancio Atlas and Giallo Orion (yellow), to the special matt finish of Nero Nemesis (black), Bianco Canopus and Marrone Apus (brown), through to a bi-colour solution. A vast colour range that obviously offers the possibility of personalization. Only a contrast of appearance, however, between luxury and essentiality, values that since the very beginning Lamborghini wants for all its clients and enthusiasts.

km/h

350

LIONARD

37


FOLLOW YOUR CONVICTIONS ”FREE ACCESS TO ALL HUMAN KNOWLEDGE. SOME CALLED IT IMPOSSIBLE, I CALLED IT WIKIPEDIA.” Jimmy Wales, Founder of Wikipedia

In 2003, Jimmy Wales stayed true to his beliefs by turning Wikipedia into a non-profit foundation. At Maurice Lacroix, we create our unique movements and award-winning designs by hand – because, like Jimmy, we too follow our convictions. For more information visit www.MauriceLacroix.com Masterpiece Double Rétrograde


HANDMAD DE IN ITALY SINCE 192 24

SHARON STONE WEARS VIA LATTEA COLLECTION

RINGS, BRACELETS AND EARRINGS, IN WHITE GOLD WITH DIAMONDS, ROSE GOLD WITH BROWN DIAMONDS OR BLACK GOLD WITH GREY DIAMONDS. MILAN: VIA MONTENAPOLEONE • PARIS: PLACE VENDÔME • LONDON: OLD BOND STREET • NEW YORK: MADISON AVENUE • LOS ANGELES: BEVERLY HILLS, RODEO DRIVE • TOKYO: GINZA BOLOGNA • FLORENCE • GENOA • NAPLES • PORTO CERVO • PORTOFINO • ROME • TURIN • VENICE • VERONA • MOSCOW • KIEV • ODESSA • HONOLULU • MONTERREY • OSAKA • BUSAN DAEGU • SEOUL • TAIPEI • CHENGDU • NINGBO • SHANGHAI • HONG KONG • MACAU • SINGAPORE • NEW DELHI • ALMATY • BAKU • DUBAI • KUWAIT CITY • BEIRUT • DAMIANI.COM


Campagna veneta

_________________________________________

Una residenza patrizia A noble residence

Spazi di epoche lontane offrono la miglior vivibilità anche al giorno d’oggi. Spaces from far away times offer the best solution for living in today’s world.

S

uddiviso su tre piani per una superficie totale di oltre duemila metri quadri, questo mirabile complesso accoglie i suoi ospiti in ambienti di grande pregio a partire dal piano nobile, che vanta soffitti alti sette e cinque metri. Questo poggia sulle volte del piano terreno ed è sovrastato dalle camere del sottotetto. Imponente è il soffitto che sostiene il salone centrale che, insieme ai quattro locali dell’ala est del piano nobile, è coperto con travature lignee di tipo Sansovino. Spicca anche la cura riservata ai pavimenti della struttura. Il salone centrale è pavimentato con il cotto originale, mentre i locali contigui sono stati tutti ripristinati in cotto arrotato a mano ad opera del maestro Nuschi dell’Impruneta, Firenze. Ma l’amore per la storia non ha impedito a questa dimora di dare qualcosa in più a chi la vice: al piano terreno, sotto alla volta che regge il salone, è stata costruita una piscina di 12,5 x 5 metri.

D

ivided over three floors for a total surface area of over 2000 m2, this delightful complex welcomes its guests in precious environments starting with the main floor which boasts ceilings that are five and seven meters high. Below it the ground floor extends and above it the bedrooms of the attic. The ceiling of the main sitting room is particularly impressive, together with the four rooms of the eastern wing of the main floor. Even the floors of the building are noteworthy. The main room still has the original terracotta tile flooring. The other areas were restored using handmade terracotta tiles created by the master Nuschi of Impruneta, Florence. The love of history doesn’t stop guests from enjoying the 12,5 x 5 meter pool constructed on the ground floor under the vaulted roof which supports the main sitting room.

Sembra di vivere nel passato, ma coi piaceri del nostro presente It is like living in the past, but with all the pleasures of contemporary life 42

LIONARD


L’arte di Paolo Farinati The art of Paolo Farinati

Dalle più celebri chiese ai più bei palazzi nobiliari.

From the most celebrated churches to the most beautiful palazzi.

Proveniente da una famiglia di artisti e artigiani, Paolo Farinati nacque nel 1524 a Verona e qui visse fino alla morte, nel 1606. Allievo del Giolfino, rimase presto attratto da Giulio Romano, di cui ebbe modo di conoscere l’opera nel 1552 a Mantova. La sua più celebre opera è la pala di San Martino, dipinta nel 1552 per il duomo di Mantova. A capo di una bottega attivissima fu impegnato assieme ai figli in una lunga attività per chiese e conventi, e nella decorazione di ville e palazzi.

Coming from a family off artists and ar-

Una dimora dal ricco e glorioso passato non è, come molti credono, una casa difficile da vivere al giorno d’oggi. Rispettando pienamente la sua storia e i suoi ambienti si può rendere ogni suo spazio perfettamente al passo coi tempi. La cura e l’arte con cui queste dimore sono state realizzate permettono infatti di trasformarle, con piccoli accorgimenti, in abitazioni perfettamente in linea con le necessità dei nostri tempi. E quel che è più importante, senza far perdere loro un grammo dell’originale fascino. Così, senza minimamente intaccare la bellezza che balza agli occhi dei suoi ospiti, ogni villa può celare tecnologie e attenzioni che rendono la vita impeccabile in ogni stagione dell’anno.

tisans, Paolo Farinati was born in 1524 in Verona and lived here until he died in 1606. A student of Giolfino, he was attracted to Giulio Romano whose works he saw in 1552 in Mantova. His most famous work is the spade of San Martino dated 1552 and created for the cathedral of Mantova. Heading an extremely busy artists’ workshop, he was employed alongside his children by churches and convents as well as for the decoration of villas and palazzi.

A home from a rich and glorious past is not, as many believe, difficult to live in in the modern world. Fully respecting its history and its environments, you can make all the spaces perfectly harmonized with contemporary times. The care and art dedicated to these environments allow for their perfect transformation, with some subtle changes, to keep pace with the times. Of even further importance, without losing any of their original appeal. So, without even affecting the beauty that strikes the eyes of his guests, each villa can hide technology and attention that make life perfect in any season.

LIONARD

45


La proprietà è immersa in un parco secolare di oltre 6 ettari, con un magnifico viale di cipressi. Balzano agli occhi statue, fontane, un laghetto ed un ninfeo a colonnato dove si nasconde anche la cappella gentilizia dedicata a San Nicolò di Tolentino. Da notare la pulizia delle forme esterne, che lasciano trasparire un ordine davvero piacevole e rilassante nella disposizione dei viali alberati, delle fontane e di tutte le infrastrutture.

The property resides in a six hectare park with a magnificent entrance road lined by cyprus trees. The eyes feast on the statues, fountains, and a small lake. There is a nymphaeum colonnade which hides the small chapel dedicated to San Nicolò di Tolentino. The clean lines of the outside forms stand out, leaving us to admire the order brought by tree lined paths, the fountains and other structures.

Un architetto del mondo An architect of the World Michele Sanmicheli è stato un architetto e urbanista tra i maggiori della sua epoca. Dopo aver studiato Bramante e Raffaello, rientrò a Verona dove ricevette numerose e prestigiose commissioni che lo portarono anche a lavorare moltissimo all’estero.

Michele Sanmicheli was an architect and urban designer of great merit in his time. After having studied Bramante and Raffaello, he returned to Verona where he received numerous prestigious commissions which led to him working abroad a lot.

46

LIONARD


Tra questi colonnati la storia lascia spazio alla contemporaneità: una piscina trova posto all’interno. Between these columns history gives way to modernity: a swimming pool is located inside.

L

a pianta di questa grande e affascinante villa è quella tipica delle residenze patrizie venete: un grande salone centrale (20 x 10 metri) domina l’ambiente con ampie aperture verso la loggia, a sud e verso nord. Lo circondano quattro locali per parte, di cinquanta metri quadrati l’uno. La facciata principale a sud è ornata da una loggia a tre arcate di colonne binate, sovrastate da un affresco firmato con la tipica chiocciola di Paolo Farinati, il maggior pittore veronese del Cinquecento (15241606). Si tratta di un importante affresco monocromo allegorico, con gli stemmi dei Giusti e delle loro spose. La loggia si affaccia sull’ampia corte classica, delimitata a sud da un porticato di nove grandi archi rinascimentali. The design of this large and fascinating villa is typical of the noble venetian residences: a large central sitting room (20 x 10 meters) dominates the environment with large openings onto the lodge to the south and towards the north. Four rooms surround it, each fifty square metres. He main southern facade is decorated by a lodge with three arcs with columns, overhung by a fresco signed with his trademark snail by Paolo Farinati, the most important painter from Verona (1524-1606). This important monochromatic fresco depicts the stems of the Giusti and their wives. The lodge gazes onto the large classical courtyard, delimited to the south by a portico with nine Renaissance arches. LIONARD

47


Arena di Verona Arena of Verona

L’Arena di Verona è la più celebre architettura della città

L’ambiente di questa villa è immerso nella pace e nella natura. Ma la città di Verona è a due passi, così come il suo aeroporto internazionale Valerio Catullo.

scaligera. Si tratta di un anfiteatro romano situato nel centro storico di Verona, icona della città veneta insieme alle figure di Romeo e Giulietta. È uno dei grandi fabbricati che hanno caratterizzato l’architettura ludica romana, ancora oggi perfettamente funzionante e attivo. Durante il periodo estivo infatti viene utilizzato per il celebre festival lirico e vi fanno tappa numerosi cantanti e band.

The

arena

of

Verona

is

amongst the most celebrated architectural feats of the city. This Roman amphitheatre is located in the historical city centre of Verona, iconic together with the figures of Romeo and Juliette. It is one of the great constructions characterizing ludic Roman architecture and is still today fully functioning. In the summer it plays host to an important festival and many groups and bands play here.

The villa is dominated by the peace and nature of its surroundings. The city of Verona though is only a stone’s throw away, as is the international Valerio Catullo airport. 48

LIONARD


T e c h n i c a l De ta i l s

R i f. 3 9 3

Location

Verona

Interior surface:

2.125 m2

Bedrooms with bathrooms Exterior surface Year of construction Price

12 7 he

XVI century On application

Di questa preziosa dimora spiccano senza dubbio i tanti dettagli ornamentali. I sei portali del salone principale, il quale ospita fino a 150 persone, sono realizzati in pietra con i caratteristici capitelli e gli stipiti con il motivo “a treccia”. Tre imponenti caminetti originali, in pietra e in marmo, sono stati conservati nei locali del piano nobile. Quello in marmo del locale a sud-est del piano nobile ha il grande cornicione lavorato da un unico blocco marmoreo. Le magnifiche capriate della villa sono state completamente ristrutturate negli anni Novanta, conservando l’armatura lignea originale secondo le prescrizioni del Ministero delle Belle Arti. La sistemazione è stata effettuata attraverso iniezioni di materiale vetro-resinoso di durata plurisecolare. Oggi il sottotetto, tornato a nuova vita, può ospitare comodamente anche 100 persone. Preziosi sono certamente tutti i soffitti dell’intero edificio. Tutti i locali del piano terreno, nonché quelli dell’ala ovest del piano nobile, sono infatti in volti di cotto pieno, a vela o a botte, e balzano agli occhi per la loro bellezza e originalità.

One of the most striking aspects of this residence are the ornamental details. The six portals of the main sitting room, which can hold up to 150 people, were created from stone with characteristic portals and door frames with their braided pattern. Three original fireplaces are particularly impressive, made of stone and marble, conserved on the main floor of the building. The marble fireplace to the south east of the structure was carved from one block of stone. The magnificent trusses of the villa were completely restored in the nineties, conserving their wooden armor according to the indications of the Ministry of Fine Arts. They were treated with injections of a glassresin material which lasts for hundreds of years. The attic has also been fully recovered and can accommodate a hundred people. The ceilings throughout the building are worthy of mention. All the ground floor rooms, and the western wing of the main floor, are in vaulted terracotta, attracting the eye with this impressive sight.


Live an exclusive journey. Be Unique. A man is defined by his choices. Choices are made to achieve a goal. To be recognized, to be original, to be interesting. But what’s the point to set a low bar, when you can achieve much, much more? We can buid your own dreams, but only you can shape your own identity. Be unique. Like our yachts.


Da Giorgio de Chirico ad Arnaldo Pomodoro Opere di una collezione privata milanese

Matteo Cambi

FROM GIORGIO DE CHIRICO TO ARNALDO POMODORO Sarà molto ricca la proposta di lotti presenti nel prossimo catalogo di arte moderna e contemporanea per l’asta che si terrà a metà novembre. Di particolare interesse per l’attenta e sempre più numerosa clientela che ormai da anni segue le nostre vendite sarà la dispersione di un’importante collezione privata milanese con opere che spaziano su tutto l’arco del secolo. Si parte da dipinti del Novecento storico, come una bella natura morta di Giorgio de Chirico eseguita nel 1948, che viene proposta con una stima di 40.00050.000 euro, poi una grande tempera di Felice Casorati raffigurante Vendemmiatrici (stima 18.000-25.000 euro) per arrivare a un interessante nucleo di sculture di Arnaldo Pomodoro, del quale si segnala una Asta cielare alta 272 cm con stima 60.000-70.000 euro o una Sfera del 2008 di 30 cm di diametro che partirà in asta con stima di 40.000-50.000 euro. Completano la collezione opere di minor valore, ma comunque significative, come variopinte tele di Luigi Carboni nelle quali il colore si alza dal piano, cattura e riflette la luce e le ombre; oppure i divertenti pannelli in legno di Lucio del Pezzo che sostengono oggetti geometrici regolari; i bronzi di Giuseppe Maraniello; le opere astratte di Gianfranco Parodi; o le colorate città da fiaba di Emilio Tadini; per finire con i semplici segni contrapposti che vanno a colorare le spoglie tele di Hsiao Chin, creando un vuoto orientale stimolante suggerendo un massimo di movimenti nel silenzio e nella solitudine di ispirazione taoista. Saranno presentati all’interno del catalogo anche alcuni lotti di grafica d’autore, alcuni in grandi formati, tra i quali ci piace segnalare due cartelle di Man Ray titolate Anatoms e Cactus che saranno esitate partendo da una base di 2.000 e 3.000 euro.

Hsiao Chin, PAESAGGIO ALLA GRANDE SOGLIA, (blu),1977, acrilico su tela, 130 x 160 cm

Hsiao Chin, PAESAGGIO ALLA GRANDE SOGLIA, (blu),1977, acrylic on canvas, 130 x 160 cm

The next Modern and Contemporary Auctions in November are presenting a wide offer of lots with a particularly interesting dispersion of an important Milanese private collection with works covering the entire 20th century. It starts with paintings of the historical 20th century, with an outstanding still life by Giorgio de Chirico painted in 1948, with an estimate of 40,000-50,000 euros, or a large tempera by Felice Casorati portraying Vendemmiatrici (Grape-gatherers) (estimate 18,000-25,000 euros) to finish with an interesting group of sculptures by Arnaldo Pomodoro, among which it is worth mentioning an Asta cielare 272 cm high with estimate 60,000-70,000 euros or a Sfera of 2008, 30 cm across that will start from an estimate of 40,000-50,000 euros. The collection is completed by works with smaller prices but anyway important, such as the colourful canvas by Luigi Carboni in which the colour rises from the surface, captures and reflects lights and shadows; or the entertaining wood panels by Lucio del Pezzo supporting geometrical regular objects. Giuseppe Maraniello’s bronzes; Gianfranco Parodi’s abstract works; Emilio Tadini’s fairytale and colourful cities; to finish with the simple opposite signs which colours the plain canvas by Hsiao Chin, creating a stimulating orientated void and suggesting a maximum of movements in the Taoist silence and loneliness. Within the catalogue, there will be also some lots of graphics, some of them big, among which we would like to mention two prints by Man Ray, Anatoms and Cactus which will be sold starting from an estimate of 2,000 and 3,000 euros.


Giorgio de Chirico, VITA SILENTE, 1948, olio su cartone telato, 50 x 60 cm

Giorgio de Chirico, VITA SILENTE, 1948, oil on cardboard, 50 x 60 cm

WORKS FROM A MILANESE PRIVATE COLLECTION

Felice Casorati, VENDEMMIATRICI, tempera su cartoncino, 182 x 82 cm

Felice Casorati, VENDEMMIATRICI, tempera on cardboard, 182 x 82 cm

LIONARD

53


sue particolari sfere di bronzo, che si scompongono, si ‘rompono’ e si aprono davanti allo spettatore” “le

“his

spheres in bronze breaking and opening in front of the spectator”

Arnaldo Pomodoro, SFERA, 2008,

Arnaldo Pomodoro, ASTA CIELARE,

bronzo, diametro 30 cm

bronzo, 279 x 9 x 9 cm

Arnaldo Pomodoro,SFERA, 2008,

Arnaldo Pomodoro, ASTA CIELARE,

bronze, diameter 30 cm

bronze, 279 x 9 x 9 cm

Arnaldo Pomodoro Arnaldo Pomodoro, SFERA CON SFERA, 1982-1983, bronzo, diametro 200 cm, Dublino Trinity College, University of Dublin, Berkeley Library

Arnaldo Pomodoro, SFERA CON SFERA, 1982-1983, bronze, diameter 200 cm, Dublino, Trinity College, University of Dublin, Berkeley Library

Arnaldo Pomodoro è considerato uno dei più grandi scultori contemporanei italiani, molto noto e apprezzato anche all’estero. Le sue opere adornano città importanti e sono esposte nei maggiori musei mondiali. È famoso soprattutto per le sue particolari sfere di bronzo, il materiale che predilige per le sue opere, che si scompongono, si “rompono” e si aprono davanti allo spettatore, che è portato alla ricerca e alla scoperta del meccanismo interno, in un contrasto tra la levigatezza perfetta della forma e la complessità nascosta dell’interno. Pomodoro studia in gioventù da geometra, per dedicarsi poi quasi subito alla scultura, per la quale sviluppò a poco a poco un’enorme passione, all’inizio degli anni cinquanta. Lentamente il suo linguaggio caratteristico, informale, si è andato evolvendo adattandosi di volta in volta alle caratteristiche del materiale usato: prima l’oro e l’argento per i monili, poi il ferro, il legno, il cemento e il bronzo, che diventa la sua materia base, prima per opere di piccole dimensioni e poi per le sculture monumentali che lo hanno reso celebre. Negli anni 1961-1962, fa parte con Lucio Fontana e altri del gruppo informale Continuità, grazie al quale raffina una propria cifra stilistica, esprimendo la propria arte nell’equilibrio tra le geometrie esterne e i meccanismi interni delle sue opere monumentali, più adatte alle sue capacità espressive di quelle di dimensioni ridotte, che non gli permettono di indagare all’interno del soggetto rappresentato. Nella sua arte domina un rigoroso “spirito geometrico”, per cui ogni forma tende all’essenzialità volumetrica della sfera, del cubo, del cilindro, del cono, del parallelepipedo e di altri solidi euclidei perfetti, nettamente tagliati, le cui ripetizioni in schiere o segmenti, rettilinei o circolari, sono paragonabili alla successione delle note in una composizione musicale, o a ingranaggi di macchinari nascosti all’interno dei massicci contenitori, resi parzialmente visibili dalle spaccature e 54

LIONARD

dai tagli che rompono le superfici levigate esterne. La coerenza nell’associazione delle strutture interne alla monumentalità esteriore delle opere di grandi dimensioni dà vita all’opera di Pomodoro, nella quale lo spazio esterno non esiste: tutto si svolge all’interno, nelle “viscere” racchiuse dalle pareti lisce e lucenti, da nitidi volumi, perfettamente delineati.

Arnaldo Pomodoro is considered as one of the main Italian contemporary sculptors, very well-known and highly regarded also abroad. His works decorate important cities and are exhibited in the most important museums all around the world. He is famous mostly for his spheres in bronze, the material he prefers for his works, breaking and opening in front of the spectator, who is invited to look for and discover the internal mechanism, in contrast with the perfect smoothness of the form and the complexity hidden inside it. Pomodoro studied as surveyor, but he devoted himself almost immediately to sculpture, for which he slowly developed a strong passion, since the beginning of the 1950s. Slowly, his typical, informal art evolved adapting from time to time to the characteristics of the material used: first gold and silver for the ornaments and then iron, wood, cement and bronze, which became his first-choice material, at first for small works and then for the monumental sculptures that made him famous. In 1961–1962, he took part, together with Lucio Fontana and others, in the informal group Continuità, thanks to which he refined his own style, expressing his art through the balance between the external geometries and the internal mechanisms of his monumental works, more suitable to his expressive skills than the small ones, which do not give him the chance to investigate inside the portrayed subject.


Edition LimitĂŠe Titane


Forte dei Marmi _________________________________________

GA

ranelli di memoria, echi d’Africa tales of memories and african echoes

Un cottage regalato dal mare, luminoso e dai sapori etnici. A cottage born from the sea, luminous and of ethnic flavours.

U

n luogo di grande attrattiva quello di questa dimora, situata nel bel mezzo della zona in di Forte dei Marmi, Roma Imperiale. Una piccola perla tra le gigantesche e maestose ville mozzafiato di tanti personaggi famosi; in perfetta sintonia con il carattere e la spiccata personalità dei padroni di casa. Tutti pezzi rari quelli che troviamo nella villetta: dagli esterni della veranda in stile Shanghai anni ‘30, alle stanze interne, luminose e cariche di vita, con semplici ma peculiari tocchi etnici e complementi d’arredo anni ‘50. Riempire la propria casa con ricordi di viaggi fatti è stata la scelta dei proprietari; una scelta esemplare che si dimostra senza eguali, ovviamente, per unicità e stile.

It is such an attractive area where this house is located, in the trendy town of Forte dei Marmi, in Roma Imperiale to be exact. A little pearl nestled between the breathtaking large magnificent villas owned by many famous personalities. This villa resides in perfect symphony with the huge character and sparkling personalities the residents. It is furnished by rare pieces which we immediately see in the outdoor 1930’s Shanghai style veranda through to the light and airy rooms inside which are so full of life with simple ethnic touches as well as 1950’s pieces. The owners collected memories from a life time of travel, and in so doing created such a unique and distinguished style.


Dal patio al salotto: luminosità e giochi di colore From the patio to the living room: great light and a play of colours. Un magnifico scorcio sul patio che, immerso nel verde dei palmizi e direttamente annesso al salotto tramite una porta finestra che presenta infissi e riquadri in legno sabbiato, è caratterizzato da poltrone e sommier in legno e corda e da un’antica stuoia, tutti provenienti direttamente dall’Isola di Lamu; la maschera in legno della tribù Luba è, invece, originaria del Congo. Meraviglioso è il contrasto che si crea tra la luminosità dei leggerissimi tendaggi color bianco e grigio, appesi alle travi sul lato della struttura esterna, e la spiccata tonalità bordeaux dei cuscini in velluto.

A wonderful glimpse onto the patio, through the green palms and connecting straight into the living room through large French windows framed in sanded wood, with large sofas, wooden and cord recliners, and an antique rug all from the island of Lamu; a wooden mask from the Luba tribe of Congo. The contrast is wonderful, with light filtering through the fine white and grey drapes hanging from the wooden beams around the edges of the structure, and the striking boldness of the Bordeaux velvet cushions.

U

Un piccolo angolo di paradiso, colorato e di grande stile, che rivela il carattere eclettico della padrona di casa. Non fatevi ingannare dalle piante tropicali in giardino, come palme, cordylinee, banani e cactus o dalla staccionata in bambù; né dai mobili, stuoie e tendaggi aquistati a Lamu, Gabon e Marrakech. Basta guardare un attimo fuori per rendersi conto di dove ci troviamo realmente: i viali alberati e l’odore di pino marittimo sono quelli tipici della Versilia; si tratta del quartiere mondano di Roma Imperiale a Forte dei Marmi, la zona più esclusiva e disseminata da ville megagalattiche, che portano la firma di celebri architetti quali Giovanni Michelucci, Giò Ponti e Giuseppe Pagano, e nelle quali dimorano le celebrità più note, di cui Giorgio Armani e Massimo Moratti sono soltanto esempi. Eppure questo piccolo cottage in stile anni ‘50, progettato dall’architetto milanese Graziano Palamara, non si differenzia soltanto per le ridotte dimensioni e l’inconsueto giardino di sassi bianchi che la padrona di casa ha ardentemente desiderato per smorzare la forza del verde circostante; il patio è arredato con poltrone e sommier in legno e corda con una stuoia antica, tutte originarie dell’isola di Lamu. La zona pranzo all’aperto è arredata con tavolo e sedie anni ‘30, che provengono direttamente da Shanghai e ombreggiata grazie a leggerissimi tendaggi di color bianco e e grigio, acquistati


A small corner of paradise, colourful and stylish, reflecting the eclectic taste of the owner. Don’t be fooled by the tropical plants in the garden, the palm trees, cordylinee, banana trees, cacti and bamboo fencing; neither by the furniture, rugs and curtains from Lamu, Gabon and Marrakech. It is sufficient to look outside to understand where we are really; tree lined streets and the odour of maritime pines typical to Versilia; in the worldly suburb of Roma Imperiale in Forte dei Marmi, the area with the most exclusive and plentiful megagalactic villas. These properties carry the signatures of celebrated architects such as Giovanni Michelucci, Giò Ponti and Giuseppe Pagano and are owned by the most noteworthy personalities such as Giorgio Armani and Massimo Moratti. Yet this little 1950’s style cottage was designed my the architect Graziano Palamara from Milan. It distinguishes itself not just through its smaller size and the bizarre garden of white stones which the owner fervently desired to contrast with the striking green nature; the patio is furnished with sofas and wooden and cord recliners and antique rug all from the island of Lamu. The open-air dining area is furnished with a 1930’s table and chairs coming from Shanghai and shaded by fine white and grey drapes from Marakesh. But the most interesting particulars are found inside.


Uno spazio in perfetta armonia di stile ed eleganza, nella sua essenzialità di forme. A space in a perfect harmony of style and elegance through it’s essential forms.

a Marrakech. Ma le peculiarità più interessanti si presentano all’interno. Entrare letteralmente nella luce, grazie al sapiente utilizzo dei tendaggi, costruiti con una base di bastoni recuperati dalla spiaggia e da pendenti sari di garza, indossati originariamente dalle donne in Mauritania. Sentirsi subito parte del mondo: ogni oggetto, sapientemente miscelato nel contesto spaziale, rappresenta un ricordo dei tanti viaggi dei proprietari. Molti pezzi dall’Africa, un baule tibetano, vecchi ritratti di maharaja originali del Rajasthan ed alcune meraviglie firmate Angela Ardisson, quali una lampada daterra creata con legni portati dalla marea.

60

LIONARD

Entering literally into the light, thanks to the knowledgeable use of drapes hanging from driftwood supports found on the beach. and muslin saris worn by the women of Mauritius. To feel straight away a part of this world: every object, knowingly mixed into its spatial context manifesting the memories of countless journeys made by the owners. Many pieces from Africa, a travel trunk from Tibet, old portraits of maharaja from Rajasthan and some small wonders from Angela Ardisson such as a floor standing lamp made from driftwood.


Appena di fronte al divanetto del salotto, reso unico dai drappeggi creati dai sari di garza, indossati originariamente dalle donne della Mauritania, ritroviamo questa nicchia, dove spicca una splendida maschera della trib첫 Mukuy del Gabon.

Just in front of the sofa bed in the living room made unique by the draperies created from the muslin saris used by the women of Mauritias, we find this hidden corner where a splendid mask from the Mukuy tribe of Gabon is seen.

LIONARD

61


La stanza da letto matrimoniale presenta una zanzariera suggestiva che aggiunge un’atmosfera etnica all’arredo. Sul letto, una coperta di lana e paillette dell’Alto Atlante; e sui comodini, due lampade in legno firmate Angela Ardisson, una delle quali nasconde un vecchio ritratto magrebino.

This suggestive mosquito net adds an ethnic touch to the main bedroom. On the bed a wool and sequin cover from Alto Atlante; on the bedside cabinets two wooden lamps by Angelo Ardisson, one of which is hiding an old portrait of Maghrebi.


Etnico e moderno si sposano in maniera perfetta nella cameretta, arredata con semplici letti, una lampada in fibra di palma acquistata in una galleria di St. Barth e un mixer appoggiato su un tavolo di design anni ‘50. Ethnic and modern blend seamlessly in the guest room, furnished with simple beds, a palm-fibre light bought from a gallery in St. Barth and a mixer resting on a 1950’s designer table. Nel salotto, qualche arredo in stile anni Cinquanta, quali due poltroncine, una in velluto rosa, modello Lady di Marco Zanuso e l’altra in pelle bicolore e un divanetto in pelle, con accanto un contrastante quadro astratto incorniciato d’oro. Il bagno, rivestito con mosaico Bisazza e consolle in acciaio di Palamara, dimostra ancora una volta lo spiccato carattere di questa villetta. In the living room there are some furnishings from the 1950’s, two small armchairs, one pink velvet Lady model by Marco Zanuso and the other in two-tone leather as well as a small leather couch. Next to the latter is a small contrasting abstract painting in a gold frame. The bathroom comes with a Bisazza mosaic and Palamara stainless steel console table, demonstrating once again the pronounced character of this villa.

T e c h n i c a l De ta i l s Location Zone

R i f. 4 3 1

Forte dei Marmi Roma Imperiale

Exterior Surface

150 m2

Interior surface

121 m2

Price

On application


Ph. Alberto Cocchi

CRAFTMANSHIP & TECHNOLOGY ACCORDING TO YOUR DESIRES

MD51 Power fulfills your every desire with the experience and technology of Maxi Dolphin. Every detail can be customized because your relationship with the sea is unique, just like every Maxi Dolphin.


MD51 POWER

MD53 POWER

Un’azienda del Gruppo

MD65 POWER www.maxidolphin.it Tel. +39 030.7762100


The sound of New York’s streets Ester Davi

S

cale esatonali, asimmetriche diminuite, ritmi sincopati e accordi arditi, quasi “stonati” all’orecchio di ascoltatori inesperti; melodie struggenti e ripetitive. No, non siamo a lezione di armonia musicale, né stiamo assistendo ad un concerto di Ornette Coleman. A passeggio per le strade di New York, in mezzo al baccano infernale dei motori e dei clacson assordanti, ecco qui un musicista di colore con cornetta e tastiera elettronica, che suona una bella versione jazz di “Guantanamera”, la famosa canzone cubana. Più avanti, un duo con contrabbasso e voce propone un’ardita versione del classico “Autumn Leaves” di Joseph Kosma. E non importa se si tratta di persone improvvisate, in metropolitana o lungo il marciapiede; quello che conta è lo spirito, quello vero, che spinge questi meravigliosi artisti a suonare. Gruppetti di due, tre, quattro musicisti, fatti da gente comune, gente di strada, mossa soltanto dalla loro unica e grande passione, quella per la musica. E allora via, pronti a salire su uno dei mitici taxi gialli, uno di quelli con la luce accesa, per farsi portare nei locali più caratteristici della città. Una scena rubata ai tanti film all’americana, dalle tipiche commedie rosa al ruvido realismo di Scorsese in Taxi Driver. Rimanere letteralmente rapiti dall’immensità di una città come New York: dalle strade, ai negozi, dai tombini fumanti al tripudio di luci che, al tramonto, rendono l’atmosfera ancora più

Whole tone scales, asymmetric drops, syncopated rhythms and bold chords, seemingly ‘off key’ to the inexperienced listener, distressing and repetitive melodies. No, this is not a music lesson, we are in fact at concert of Ornette Coleman. Passing through the streets of New York, in the middle of the infernal noise of cars and deafening beeping horns, is an AfricanAmerican musician with a trumpet and electric organ playing a wonderful jazz version of “Guantanamera”, the famous Cuban song. Further along a duo with a double-bass and vocals present a daring version of Joseph Kosma’s classic, “Autumn Leaves”. And it doesn’t matter if they are off the cuff people improvising, in the metro or on the pavement; what counts is spirit, the real thing, that pushes these amazing artists to play. Small groups of two, three or four musicians made up of common folk, street people, moved by their one and only great passion, music. And so we are ready to step into one of the legendary yellow ‘taxicabs’, those with the lights on, to take us to the most interesting nightspots in the city. A scene stolen from many American films, from the typical romantic comedy to the rough realism of Scorsese in Taxi Driver. Being literally kidnapped by the immensity of a city like New York: from the streets, to the stores, from the steaming manhole drain covers to the blazing lights that, at sunset, make for an even more magical atmosphere. Everything runs in the fast lane, life itself takes on a different rhythm, more frantic. It is not just the classic tourist spots that we are interested in,


In questa immagine, Ornette Coleman mentre suona il sax. L’artista è uno dei fondatori del movimento free jazz negli anni ‘60.

In this image, Ornette Coleman playing the Sax. The artist is one of the founders of the Free Jazz Movement of the 60s.

magica. Tutto scorre veloce, la vita stessa assume un ritmo diverso, più frenetico. Non sono le classiche mete di alto valore turistico ad interessarci (quali la Statua della Libertà, il MoMA, il Guggenheim, Central Park, Wall Street, la Fifth Avenue, l’Empire State Building,...). L’attenzione viene piuttosto catturata dal suono, quello della città notturna, che ci conduce ad occhi chiusi verso i tanti locali, disseminati su tutto il territorio, veri e propri punti di ritrovo per appassionati del genere blues e jazz. Uno su tutti lo storico Arthur’s Tavern, grande promotore di musica, rigorosamente suonata dal vivo. Situato in Grove Street al numero 57 (a pochi passi dalla 7th Avenue South), il

(Statue of Liberty, MoMA, Guggenheim, Central Park, Wall Street, Fifth Ave, Empire State Building,...). Our attention is captured mainly by the sound, a city at night, that transports us with eyes closed towards local nightspots, scattered all over town, real meeting places for those passionate about blues and jazz. One of which the historic Arthur’s Tavern, a great music promoter, rigorously play live music. Situated at 57 Grove Street (just a few steps away from South 7th Avenue), the


“ Il jazz è l’unica musica in cui la stessa nota può essere suonata notte dopo notte, ma ogni volta in modo diverso.” “ Jazz is the only music in which the same note can be played night after night, but differently each time”. Ornette Coleman club propone un programma settimanale vario e molto interessante, dalle blue note della “House Rockin’ Blues”, a quelle più improvvisate del “Grove Street Stompers Dixieland Jazz Band”. A proposito di blue note, spostiamoci verso est all’omonimo locale, uno dei più famosi jazz club di tutto il mondo, nonché ormai un’istituzione culturale del Greenwich Village. L’indirizzo per raggiungere il Blue Note è il 131 West 3rd Street New York; qui verrete accolti dalla coinvolgente musica di “Diane Schuur” e della “Roy Hargrove Big Band”, per citare soltanto due dei tanti nomi presenti nella scaletta. E come non visitare il B.B. King Blues Club & Grill al 237 West 42 St. dove, al suo interno, il Lucille’s Bar & Grill offre tanta musica dal vivo anche gratuita, come la sassy lady “Sweet Georgia Brown”. Infine, prima di tornare a casa, niente di meglio che fermarsi a sorseggiare uno scotch al mitico Terra Blues di Bleecker Street, sempre stracolmo di gente

club presents a varied and interesting weekly program from the blue note of the “House Rockin’ Blues”, to the more improvised “Grove Street Stompers Dixieland Jazz Band”. Talking of blue note, let’s move east to the club of the same name, one of the most famous jazz clubs in the world, and nonetheless now a cultural institution of Greenwich Village. The Blue Note is on 131 West 3rd Street; you will be welcomed with inviting music from “Diane Schuur” and the “Roy Hargrove Big Band”, to name just a few of the many names on the playlist. And how can you not visit the B.B. King Blues Club & Grill on 237 West 42nd St. where, inside, the Lucille’s Bar & Grill even offers free music, like sassy lady “Sweet Georgia Brown”. To end up, before going home, there is nothing better than to stop for a scotch at the legendry Terra Blues of Bleecker Street, always packed with people with its welcoming atmosphere. Also here, the music is of a


e dall’atmosfera accogliente. La musica, anche qui, è di un livello qualitativo impensabile nella nostra Italia. Il cantante, un certo Johnny, ha appena presentato il resto della band, che si accinge a suonare. Tutti strumentisti degni di nota e vocalist donne che non è certo irrispettoso paragonare ad Ella Fitzgerald. Un viaggio tra i suoni delle strade newyorchesi, che non smettono mai di stupirci e che racchiudono in sé usi e costumi di quasi tutto il resto del mondo. Non basterebbe un mese per scoprire le tante realtà musicali della zona, dato che la distanza che le separa l’una dall’altra è di un bel po’ di chilometri. Ma l’importante è lasciarsi guidare dallo spirito, dall’energia che trapela da una città come New York, notoriamente piena di vita.

qualitative standard unthinkable in our Italy. The singer, a certain Johnny, has just presented the rest of the band, and starts to play. All of the instrumentalists are worthy of acknowledgement and it would not be irrespective to compare the women vocalists to Ella Fitzgerald. A journey through the street sounds of New Yorkers, never ceasing to amaze they wrap themselves up in customs and traditions from almost all of the rest of the world. One month would not be enough to discover all of the musical realities in the area, given that the distances that separate them equate to quite a few kilometers. But it is important to be guided by the spirit, and by the energy that transpires from a city like New York, famously full of life.

Wycliffe Gordon, il celebre trombonista jazz, è noto anche per il suo eclettismo musicale. Suona, inoltre, tromba, didgeridoo, tuba e pianoforte.

Wycliffe Gordon, the celebrated jazz trombonist, also noted for his musical eclecticism. He also plays the trumpet, didgeridoo, tuba and piano.


Photo Nicolas Claris


CNB 100, Chrisco

Since 1987, we have built more than 90 yachts, which are sailing all the oceans of the world. Our savoir-faire has been recognized with numerous Awards presented by the most demanding juries.

Yachts up to 180’ - www.cnb-superyachts.com


Chianti senese

_________________________________________

U

na volta ci si arrivava dopo impervi percorsi tra boschi ed uliveti, facendosi strada tra una vegetazione impervia e ricca di pericoli. Oggi, invece, si raggiunge comodamente, a breve distanza da una delle più belle città toscane. Questo meraviglioso ed imponente castello, le cui origini risalgono al Medioevo, è una soluzione perfetta per valorizzare la vita, l’ospitalità o gli eventi dei nostri anni. Perché tra queste mura ancora si respira l’aristocratica costruzione feudale, che dominò queste terre fino alla metà del Cinquecento, quando il castello perse molti dei suoi fastosi arredi di cui lo aveva dotato Giovanni Bichi, una delle figure più importanti della vita politica ed economica della città alla fine del 1400. Dopo la caduta, il castello divenne così una tranquilla residenza di campagna che tuttora domina il paesaggio e rimanda ai tempi antichi. At one time the only way to arrive was over long inaccessible routes through woods and vineyards, making one’s way through wild vegetation full of danger. Today it is only a short and comfortable distance from Siena. This beautiful and imposing castle, with medieval origins, is a perfect solution to enhance life, hospitality or events of today. As between these walls one can still breathe the feudal aristocratic construction belonging to the Cinughi family that dominated these lands until the battle of Siena in 1553, when the castle lost much of its sumptuous furnishings that had been donated by Giovanni Bichi, one of the most important political and economic figures of the magnificent Siena at the end of 1400. After the fall of the city, the castle became a tranquil country residence that still today dominates the countryside with its memories of ancient times.

74

LIONARD


I

l castello delle favole A fairytale castle


“Un castello che offre mille possibilità, anche nell’ottica di un investimento. Una superficie complessiva di 1.800 metri quadri, valorizzata da una struttura in cotto dotata di quattro torri angolari. E all’interno, spazi di vita che permettono di godere appieno la modernità”

Q

“A castle that offers a thousand possibilities, also in the eyes of an investment. A 1800m2 surface area enhanced by a superior brick structure with four corner towers. The interiors spacious areas permit full enjoyment of modern living”.

uesto splendido castello, in ottimo stato di manutenzione, è immerso tra boschi ed uliveti. Le sue origini risalgono al Medioevo, epoca in cui fu costruito da una nobile famiglia senese. Nonostante il trascorrere dei secoli, la struttura ha mantenuto la sua originaria bellezza. Tanto da essere considerata oggi uno dei più bei esempi di castello medievale, soprattutto per merito del suo primo impatto. A prima vista, questo maniero riesce infatti a trasportare il visitatore in un mondo lontano centinaia d’anni, eppure ancora molto presente nell’affascinante memoria collettiva. Ma è solo scoprendolo più da vicino, osservando i particolari, gli elementi che lo compongono, che possiamo renderci conto di quello che sta dietro a questa infinita cura; perché, è proprio grazie a quest’ultima che il valore storico del castello si è accresciuto. Ma, dietro alla storia, si cela oggi una dimora capace di offrire tutto quello che serve a noi uomini del ventunesimo secolo. Il forte impatto visivo che offre è dato certamente dalle sue quattro torri angolari. Ma oltre a questa, molte altre sono le caratteristiche che lo rendono unico. A partire

This splendid castle, in excellent condition, is immersed between woods and olive trees close to the city of Siena. Its origins go back to the middle ages, when it was built by a noble family of Siena. Regardless of the centuries that have passed, the structure has maintained its beauty. Today it is considered one of the best examples of a medieval castle, above all for its initial impact. At first view, this manor house manages to transport its visitors to a world hundreds of years past but still very present in our fascinating collective memory. But it is only on discovering it close up, observing the details, the elements of its make up, that we realize what is behind all of this infinite care and attention. And it is exactly thanks to this attention to detail that its history is so much more important. But, behind the history is an abode that is capable of offering everything one could need in the 21st century. The strong visible impact comes obviously from its four corner towers. But other than this, there are many characteristics that make it unique. Starting from the battlements,


dalla merlatura, dalla suggestiva scala, dal severo e bellissimo cortile, per arrivare alla cappella gentilizia che affaccia sul giardino all’italiana finemente decorato con mirto, rose e peonie. Anche i dintorni della proprietà parlano di ricchezza e bellezza: il castello è inserito in una cornice di 16 ettari di terreno coltivato e arricchito da ulivi e vigneti. Al suo interno il castello è diviso in quattro appartamenti. Al primo piano ne troviamo due, mentre al secondo e al terzo c’è spazio per altrettante dimore decisamente più imponenti. Queste ultime contano anche sulle torri, a loro abbinate, che caratterizzano

the interesting stairway, the tight but beautiful courtyard, arriving at the private chapel of rest that overlooks the Italian garden finely decorated with myrtle, rose and peony. The surrounding area of the property also speaks of richness and beauty: the castle is inside a frame of 16 hectares cultivated and enriched with olive trees and vineyards. The interior is divided into four apartments. Two are on the first floor, while on the second and third floors are an additional two, decisively more impressive. These last two apartments include and link to the towers that characterize the complex. The two first floor apartments have antique terracotta tiled floors and open beamed


Il dilemma è semplice. Restare incantati ad ammirare le meraviglie che trovano posto all’interno del castello oppure lasciar correre gli occhi verso gli inimitabili paesaggi toscani? Godere dei colori caldi delle antiche strutture in muratura, oppure del calore regalato dai toni di una delle campagne più amate al mondo? La soluzione migliore è soffermarsi su entrambe le possibilità, apprezzando sia la forza della natura che la tenacia dell’uomo, progettista e costruttore.

The dilemma is simple. Stay mesmerised by the wonders that are found in and around the castle walls or leave and be taken in by the incomparable Tuscan scenery? Enjoy the warm colours of the antique brick walls or the warmth donated by the tones of the countryside, one of the most loved in the world? The best solution is to stop and look at both, appreciating both its forces of nature and tenacity of man, constructor and developer.

il complesso. I due appartamenti al primo piano hanno pavimenti in cotto antico e soffitti con travi a vista. Splendidi gli scenari mozzafiato della campagna circostante. Gli appartamenti al secondo e terzo piano, di grande fascino e rappresentanza, sono stati restaurati mantenendo le caratteristiche dell’epoca. Anche le torri che li arricchiscono sono in ottime condizioni. Completano la proprietà una cappella gentilizia che si affaccia sul giardino. La cappella è tuttora officiante grazie ad una bolla concessa dal Papa Niccolò V nel lontano 1452. C’è poi un piano cantine totalmente fuori terra dove è anche possibile, ristrutturando, creare ulteriori unità immobiliari. Chiude il cerchio una dependance con garage, oltre ai già citati sedici ettari di terreno. Se il castello è già pronto per essere vissuto interamente, molte sono le possibilità di personalizzazione che la sua struttura e i suoi spazi sono in grado di offrire. Partire dai singoli particolari si dimostra interessante per svelare la bellezza degli spazi, in quanto essi testimoniano maggiormente il valore della struttura. La porta d’ingresso, ad esempio, è arricchita da un arco a sesto acuto e protetta da un apparato difensivo a sporgere. ceilings. All views face out onto the splendid countryside. The second and third floor apartments, of great charm and representation, have been restored maintaining the characteristics of its time. Even the towers that enhance the apartments are in excellent condition. Completing the property is a private chapel of rest that looks onto the garden. The chapel is today still officiant thanks to a permit granted by Pope Niccolò V way back in 1452. There is a wine cellar above ground which can be restructured to create another apartment unit. To complete the circle there is a dépendance annex with garage, in addition to the sixteen hectares already mentioned. The whole castle is ready to be lived in as it stands, however there are many possibilities for personalisation with what its structure and space has to offer. Lets discover these areas. Starting maybe with the detail that will help us understand the value of the building. The main door entrance is enriched with a pointed arch and is protected by a protruding defence mechanism.


Dal luogo in cui un tempo si scrutava a caccia di possibili nemici, oggi si gode di panorami che riconciliano col mondo. Glancing out at one time to look for possible enemies, today the beauty of the view brings us together with the world.

Davanti al portone d’ingresso c’è un’antica cisterna, tuttora utilizzata per la raccolta dell’acqua piovana. Una volta entrati, scopriamo che il cortile interno è ornato, sui due lati, da un portico da cui si accede alla scala che conduce ai piani superiori. Qui troviamo le quattro residenze già descritte. I loro ambienti sono caratterizzati da un particolare fascino e regalano un’atmosfera elegante e raffinata. Merito della cura, degli arredamenti d’epoca, dei pavimenti in cotto antico, del legno delle travi del soffitto. Non ultimo, degli incantevoli panorami sulla splendida campagna toscana. L’altezza degli ambienti rende i vani abitativi idonei anche per la realizzazione di soppalchi a giorno. Completano la proprietà una dependance con garage ed un piano fuori terra adibito ad uso cantine che, grazie ad una ristrutturazione, può essere utilizzato per la creazione di suggestive unità immobiliari.

In front of the main door is an antique cistern, still used today to collect rainwater. Once inside we discover that the internal courtyard is decorated on two sides, a porch brings us to the stairway to the first floor. Here we find the four apartments already described. The ambiance is characterised by their particular charm and they exude an elegant and refined atmosphere. Merit to the attention to detail, the period furnishings, the antique cotto tiled floor and wooden beam ceilings. Not least for the enchanting panorama over the beautiful Senese countryside and the city of Siena. There is the possibility to add lofts to the living areas as he height of the rooms is perfect. Completing the property is a dépenance annex with garage and an area used as a cellar above ground that, thanks to restructure, can be made into an interesting living area.

LIONARD

79


T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 1 8 7 Siena

Interior surface

1.800 m2

Exterior surface

16 he

Levels Price

4 on application


Se anche nacque come fortezza dunque, il castello è oggi un’elegante dimora in una splendida posizione collinare da dove si domina una delle più belle vedute della città di Siena. Le sue possibilità di personalizzazione sono infinite, prestandosi a qualunque ruolo in cui la sua bellezza serva a valorizzare presentazioni, eventi, meeting o incontri. Even though it was built as a fortress, the castle is today an elegant home set in an amazing hillside position that dominates one of the most beautiful views of the city of Siena. The possibilities of personalisation are infinite: perfect as accommodation (gaining great recognition above all from the most demanding Anglo-Saxon and north European tourists) it lends itself to any role with its beauty enhancing any presentation, event, gathering or meeting.

LIONARD

81


PaLIO DI SIENA

La celeberrima corsa del Palio di Siena, pur essendo molto antica, risale al sedicesimo secolo almeno nella forma in cui lo conosciamo, cioè corso in cerchio e non lungo le vie della città. La tradizione cominciò quando Siena, reduce dalla sconfitta nella guerra di Siena, si richiuse in sé stessa sfogando il peso della perdita della libertà nei giochi e nelle celebrazioni al suo interno. Il Palio nasce, a quanto si racconta, da un episodio avvenuto durante l’occupazione fiorentina e spagnola della città. Un soldato spagnolo, forse ubriaco, sparò a una statua della chiesa ma rimase ucciso dall’esplosione del suo stesso archibugio. Per commemorare quello che venne chiamato un miracolo, i cittadini cominciarono di anno in anno a celebrare con sempre maggiore sfarzo l’anniversario. Tra le varie celebrazioni, fu naturale inserire una corsa del Palio. Questa corsa differiva dalle altre perché vi partecipavano le contrade, quindi, il popolo anziché i nobili. Si correva in Piazza del Campo e anno dopo anno la manifestazione divenne sempre più sentita e amata. Oggi è il Comune di Siena a organizzare il Palio e a gestirne l’aspetto economico. Il Palio si autofinanzia e non prevede né accetterebbe alcun tipo di sponsorizzazione. Si può vedere anche dalle immagini televisive: non compaiono mai cartelloni né scritte pubblicitarie.

The celebrated horserace the ‘Palio di Siena’, although dating back to earlier times, began in the 15th century in the form that we know today, that is, the race in a circle and not through the city streets. The tradition began when Siena, weakened by the defeat in the battle of Siena, closed in on itself venting its frustration from its loss of freedom in celebrations and games held within its walls. The Palio began, as the story is told, from an episode that happened during the Florentine and Spanish occupation of the city. A Spanish soldier, probably drunk, shot at a church statue but was killed by the explosion from his arquebus gun. To commemorate that which became known as a miracle, the people began to celebrate the anniversary year after year with all the more splendour and festivity. Among the various celebrations it was natural to add a horserace. This race was different from the others as the participants were from the districts, ‘contrada’, and so, the people instead of noblemen. The race was set in the Piazza del Campo square and year after year it became more popular and noted. Today it is the Comune di Siena, city hall, that organises and manages the Palio and its economic aspects. The race is self-financing and does not foresee or accept any type of sponsor. Visible from the television coverage: no adverts or promotional posters can be seen.


Lungarno

______________________________________

N

el cuor di Firenze Da un palazzo storico sul Lungarno tre prestigiosi appartamenti di diverse metrature con splendidi arredi d’epoca.

Una meravigliosa dimora storica, che offre la possibilità di vivere una vita su misura, a contatto diretto con l’antichità e la bellezza che emergono da una città d’arte di grande rilievo, quale si dimostra il capoluogo toscano.

84

LIONARD


In the heart of Florence In a historic PalaZZO on the riverside Lungarno, three prestigious apartments of various dimentions with splendid antique furnishings.

A wonderful historic residence, that offers the possibility to live a tailor made life, in direct contact with the antiquity and beauty that comes from a city of great art, and as can be seen in the Tuscan capital.

LIONARD

85


P alazzi come questo ricordano un set cinematografico: solo in un film storico si ritrova tanta bellezza e rigorosità. Buildings such as this remind us a of a film set: only in historic films do we find such beauty and rigorousness.

S

“Sciacquare i panni in Arno”, ammonisce un celebre proverbio nazionale. Se il proverbio indica la necessità di non declamare ai quattro venti i fatti della famiglia, nel caso di questo splendido palazzo la frase potrebbe indicare la vicinanza assoluta con il magico fiume che da sempre accompagna la vita di Firenze. Siamo nel cuore della città, nei pressi del centro storico, con la riva dell’Arno proprio di fronte a noi: qui uno splendido palazzo d’epoca offre tre appartamenti in un colpo solo per una scelta davvero unica al mondo, vere e proprie dimore esclusive. Scelta unica per molte ragioni: se la prima è la posizione, la seconda è l’impatto che la sua visione offre ai nostri occhi. L’abitazione ospita vani molto ampi e luminosi e non solo le condizioni eccezionali - dai pavimenti al soffitto, dalle porte agli stucchi... - ma perfino il mobilio è rimasto quello dell’epoca: perfetto, curato, mantenuto nel suo massimo

“Rinse your laundry in the River Arno”, states a celebrated national proverb. The proverb may indicate the necessity to ‘keep your business to yourself’; however in the case of this wonderful palazzo the phrase could indicate the closeness of the magical river that since forever accompanies Florence life. We are in the heart of the city, close to the historic centre with the banks of the River Arno directly in front of us: a wonderful historic palazzo offers three apartments in one, a choice truly unique to this world, real exclusive residences. A unique choice for many reasons: if not first for its position, the second is for its visual impact. The building offers very large light rooms and, not only seen in the excellent condition of the floors to the ceilings, from the doors to the fittings, but even the furnishings are antique: perfect, restored and cared for to their maximum splendour ready to be enjoyed


La cura posta nel mantenimento di questi locali è evidente fin dal primo sguardo. Il passare del tempo ha solo valorizzato, mai consumato. Altro vantaggio di questa bellezza che passa elegantemente attraverso i secoli è la semplicità che richiede agli arredamenti: non c’è mai bisogno di riempire.

The care placed in the maintenance of these apartments is evident from first sight. The passing of time has only increased its value, never consuming it. Another advantage of this beauty that elegantly passes through the centuries is the simplicity of the décor: it never needs to be overfilled.

A destra, le quattro eleganti colonne del

On the right, the four elegant marble

salone. Si intravede la cura estrema posta

columns in the living area. One can

nella salvaguardia e fino ai preziosi quadri,

sense the extreme care given to

tutto è rimasto come nei giorni della Firenze

the upkeep of the décor and

che si presentava al mondo con tutta la

period objects, either within reach

sua meraviglia e creatività di particolari e

or protected in glass cases. From

oggetti d’epoca, vuoi a portata di mano,

the sofa to the armchairs to the

vuoi protetti da teche in vetro. Dai divani alle poltrone fino ai preziosi quadri, tutto è rimasto come nei giorni della Firenze che si presentava al mondo con tutta la sua meraviglia e creatività.

precious paintings, everything has remained such as in the days when Florence presented itself to the world with all its wonders and creativity.

“Una vera dimora mantiene l’equilibrio perfetto tra passato e futuro” “A true home maintains a perfect equilibrium between past and future”.


splendore per essere goduto fin dal primo istante e per sempre. Anima di questo palazzo è senza dubbio l’appartamento principale, che si sviluppa su tre piani (seminterrato, piano terra e primo piano) e presenta cinque locali a uso cantina nel seminterrato e una struttura signorile e senza tempo nei due piani più alti. Al piano terra troviamo infatti un ampio ingresso, tre spaziosi saloni, due bagni e due ripostigli. Al piano primo un ingresso, tre camere da letto, una cucina e la sala da pranzo. Ben quattro i bagni del piano, con il valore in più di uno studio e di una camera-armadio. Inoltre, spicca un soppalco della superficie di 27 metri quadri con pavimento in parquet e soffitto con volta a botte. enjoyed right from the first instance and always. The spirit of this palazzo is without doubt the main apartment that extends over three floors (basement, ground and first floor) with five rooms as cellar use in the basement and a high-class structure without time on the above two floors. On the ground floor we find a large entrance hall, three spacious living areas, two bathrooms and two utility rooms. On the first floor an entrance hall, three bedrooms, kitchen and dining room. With four bathrooms, the added value of a studio and a walk-in wardrobe. Furthermore there is a loft area of 27m2 with parquet flooring and tunnel vaulted ceiling.

I pavimenti sono opere d’arte su cui uno sguardo attento potrebbe perdere settimane intere: ora astratti, ora istoriati, danno un valore aggiunto a tutti gli ambienti. Non ultimo i rigorosi lampadari a soffitto.

The floors are works of art upon which one can lose a week with just one look: abstract, ornamental, they enhance all rooms. And last but not least, the intricate chandeliers.


I “

I “

n questi palazzi nacquero alleanze, strategie, amori... di tutto questo resta un alone di mistero”

n these palazzo alliances where born, strategies, love stories… from all of this rests an air of mystery”.

La pianta del palazzo mostra la disposizione delle stanze, secondo un ordine logico e aristocratico. Tutte le stanze sono perfettamente illuminate dalla luce che arriva dall’esterno oppure dal cavedio-giardino interno. Ogni locale offre una qualità della vita figlia della grande esperienza del passato.

The layout of the building shows the disposition of the rooms, following an aristocratic and logical order. All of the rooms are perfectly lit from the natural light that arrives from outside or from the internal atrium-garden. Every area offers quality gained from its great past experience.

LIONARD

89


Un viaggio nel tempo: è quello che viviamo percorrendo stanze e sale di questo palazzo. A journey through time: this is what we experience walking through the rooms of this palazzo.

L’eleganza e la bellezza degli interni trapelano dai particolari dei complementi d’arredo, come è il caso di questa magnifica porta con vetrata finemente lavorata. Pareti e pavimenti sono arricchiti con intarsi lignei e marmorei. L’arte dell’artigianato toscano si esprime qui in tutta la sua preziosità.

The elegance and beauty of the interiors seep out through the details in the furnishings, as in the case of this magnificent finely produced glass door. Walls and floors are enriched with wood and marble inlay. Here the art of Tuscan craftsmen is expressed in all its glory.

Di nuovo un’antica vetrata, di fronte alla grande scalinata, lascia trapelare la luce esterna, conferendo così una maggiore naturalezza agli interni. Another antique window, in front of a large staircase, letting the light filter through to give a more natural feel to the interior.

90

LIONARD


I particolari mostrano tutta la loro bellezza anche in queste foto: dai vetri delle porte alle figure storiche che vi sono rappresentate.

The details can be seen in all their glory also in this photo: from the glass doors to the representations of historic figures.

Qui ogni stanza ha un fascino assoluto, che queste foto lasciano facilmente trasparire. Gli arredi sono raffinati ed eleganti: gli ambienti sono decorati con meravigliosi affreschi e le pareti ed i pavimenti sono arricchiti con intarsi lignei e marmorei. Di assoluto valore sono i due ampi saloni - uno arricchito da quattro grandi colonne di marmo - che si affacciano, con una visuale senza dubbio mozzafiato, su una terrazza che fronteggia il Lungarno.

T e c h n i c a l De ta i l s Location Interior surface:

Here each room has its own charm that can be easily seen in these photos. The furnishings are refined and elegant: the rooms are decorated with wonderful frescoes and the walls and floors are enriched with wood and marble inlay. The two ample living areas are of extreme importance – one enhanced with four large marble columns that looking onto a breathtaking view, onto the terrace overlooking the riverfront.

Price

R i f. 2 1 0 Florence Tot. 892 m2

On application

P

areti e pavimenti sono arricchiti con intarsi lignei e marmorei. L’arte dell’artigianato toscano si esprime qui in tutta la sua preziosità.

W

alls and floors are decorated with inlaid wood and marble. The art of Tuscan is expressed here in all its preciousness.


La scarpa: il cardine della eleganza Shoes:

the pivotal of elegance Martina Tallon

La scarpa definisce l’allure di una persona, Componente cardine attorno al quale si plasma e prende forma il look indossato. Shoes define the allure of a person. A pivotal around which a look is styled and formed. Shoes are the expression of oneself.

Importante per la donna quanto per l’uomo. Le calzature sono divenute sempre di più, negli ultimi anni, un fattore di culto, da sfoggiare al pari di un prezioso orologio o una lussuosa borsa. Un dettaglio che l’uomo contemporaneo non lascia inosservato, ma un elemento che ricerca con cura e seleziona a seconda delle tendenze e soprattutto seguendo il proprio gusto personale. Sempre di forte appeal e suprema qualità, rigorosamente firmato Made in Italy. Artigianalità certificata, design esclusivo, stile ineguagliabile. Perché è sul suolo italiano che si è sviluppata l’arte delle calzature e dove la scarpa ha raggiunto il massimo dell’espressività e dell’eccellenza. Il “Calzolaio più famoso al mondo” è decisamente nostrano, indiscusso protagonista della Storia di questo importante accessorio: Salvatore Ferragamo. Fin da piccolo Salvatore mostrò la sua passione per le scarpe e all’età di 9 anni creò il suo primo paio di scarpe. Emigrò poi nel 1914 da giovanissimo negli Stati Uniti, dove iniziò a lavorare come calzolaio e dove trovò la sua fortuna nel mondo di Hollywood, stuzzicando la fantasia di attrici e attori con le sue particolari ed uniche creazioni. Ed è qui che Salvatore si è conquistato il titolo di “Calzolaio delle Stelle”.

Just as important for women as for men. Over the years footwear has always become more a cult factor to flaunt, of equal importance as an expensive watch or luxurious bag. A detail that the contemporary man does not leave unobserved, but instead searches with care selecting according to trends and above all, following ones own personal style. Always of immense appeal and supreme quality, strictly initialled Made in Italy. Certified craftsmanship, exclusive design, unparalleled style. Because it is on Italian soil where the art of footwear developed and where shoes reached the highest levels of expression and excellence.The most famous shoemaker in the world is decisively our own, indisputable star in the history of this important accessory: Salvatore Ferragamo. From a small child, Salvatore showed his passion for shoes and at the tender age of 9, created his very first pair. In 1914 while still very young he emigrated to the USA where he started to work as a shoemaker and found his fortune within the world of Hollywood, tempting the imagination of actors and actresses with detail and unique creations. And it is here that Salvatore gained the title of “Shoemaker to the Stars”.


Oggi il brand Salvatore Ferragamo incorpora una natura poliedrica, cristallizzatasi dall’espansione negli ultimi decenni: dalle borse agli occhiali, dall’abbigliamento all’ultima new entry, i gioielli. Ma continuano ad essere le scarpe le vere rappresentanti della maison. Per la stagione Primavera/Estate 2012 Salvatore Ferragamo presenta uno studio di forme che congiunge design e morbidezza, l’utilizzo di materiali come il vitello supersoft, suede e vernici scamosciate, e di suole ultrafessibili. Spiccano le espadrillas chiuse in vitello color cognac e le stringate dalla combinazione del vitello scamosciato con il tessuto dalle tenue nuance del marrone. E’ nel vitale fermento del secondo dopoguerra che il nostro Paese inizia a svilupparsi industrialmente ed a esplorare le sue grandi possibilità nell’artigianato. Ed è in questo momento che l’Italia inizia ad animarsi di un grande fervore calzaturiero che la porterà a creare un panorama costellato da calzaturifici unici nel suo genere dove tuttora la tradizione dell’hand-made vige come indiscussa legge tra i principi di produzione e dove ha raggiunto la massima espressione di se stessa.

Scarpa stringata in vitello scamosciato e tessuto. Salvatore Ferragamo P/E 2012

Laced leather shoe suede and fabric. Salvatore Ferragamo S/S 2012

Today the brand Salvatore Ferragamo comprises a multifaceted nature, crystallizing itself in the last decade: from bags to sunglasses, from clothing to the latest new entry, jewellery. But shoes continue to be the true representative of the fashion house. For the Spring/Summer 2012 season Salvatore Ferragamo presents a line that links design with softness, with the use of super soft calfskin leathers, suede and coloured suede, together with ultra flexible soles. Closed espadrilles in cognac coloured calfskin stand out from the crowd with the lace up combinations of suede leather and materials in soft brown overtones. During the thriving unrest after the second World War our country began to develop industrially and explore great opportunities in its craftsmanship. And it is in this moment that Italy began to stir up a great fervour in shoemaking that created a star spangled panorama unique of its kind, and where even today, the hand-made tradition is enforced as the undisputed rule in the principles of production and, where it reached the maximum level of self expression. LIONARD

95


La scarpa è l’espressione di se stessi The shoes are the expression of ourself

La scarpa è lo specchio dell’anima”. Lo affermava Alberto Savinio nel 1944, ma rimane pur sempre una frase attuale. Sinonimo di estrema eleganza, la scarpa aiuta a definire, insieme agli abiti ed altri accessori, lo stile e il modo di porsi di una persona.

“Shoes are the mirror to the soul”. Stated by Alberto Savinio in 1944 but it remains all the more a phrase of the moment. Synonymous with extreme elegance, shoes together with clothes and other accessories, help define the style and way of being of a person.

LIONARD

96


Moreschi e Fratelli Rossetti sono due noti marchi che hanno saputo affermarsi in questo scenario calzaturiero e hanno conquistato fama e riconoscimento a livello internazionale. Sono necessari dai 250 ai 300 passaggi manuali per realizzare una scarpa dalla firma di Moreschi. Per alcuni materiali pregiati si conservano ancora procedure di taglio manuali e per i mocassini, vero fiore all’occhiello dell’azienda, la cucitura della tomaia viene ancora realizzata interamente a mano. Un vero prodotto Made in Italy: l’artigianalità, l’elevata qualità e la cura manuale dei dettagli descrivono alla perfezione la filosofia di Moreschi. Il calzaturificio nasce nel 1946 (allora si chiamava “Calzaturificio Morres”) e cresce parallelamente con lo sviluppo del distretto industriale vigevanese. GianBeppe Moreschi, entrato in azienda negli anni Cinquanta, è tutt’oggi il presidente ed anche i suoi figli hanno iniziato a lavorare al calzaturificio di famiglia dagli anni Ottanta. Per la stagione Primavera/Estate 2012 Moreschi propone il suo classico mocassino per un look disinvolto ma elegante, in morbido vitello rovesciato con frangia, declinato nelle tinte estive: ruggine grigio chiaro e tortora si alternano a colori più accesi come il blu elettrico, verde brillante e rosso. Dalla collezione Stefano&Mario Limited by Moreschi affiora una speciale pantofola da smoking rivestita da un pavé di Swarovski Elements, nata per osare e stupire.

Moreschi and Fratelli Rossetti are two noted labels that had the knowhow in order to establish themselves within the footwear scene, acquiring international fame and recognition. Between 250 to 300 manual steps are required to make a pair of Moreschi shoes. Some more valuable materials still require hand cutting procedures for its moccasins, the true flagship of the company. A real Made in Italy product: craftsmanship, the highest quality and hand crafted care for detail perfectly describe the Moreschi philosophy. The shoemakers first appeared in 1946 (at the time called Morres Shoemakers ‘Calzaturificio Morres’), and grew parallel with the industrial district ‘Vigevano’, in the Pavia area of Italy. GianBeppe Moreschi began working for the company in the 50s and still today is president with his children entering the business during the 80s. For the Spring/Summer 2012 season Moreschi proposes its classic moccasin for a relaxed but elegant look in soft fringed calfskin suede, in summer shades: grey rust and dove grey alternating with brighter colours such as electric blue, brilliant green and red. From the limited collection by Stefano & Mario comes a special ‘smoking slipper’, covered with Swarovski pavé elements, born to be observed and to astound.

LIONARD

97


Sono Dario, Luca e Diego Rossetti a condurre oggi l’azienda di famiglia, che da piccola bottega si è sviluppata in un global brand: Fratelli Rossetti. E’ stato Renzo Rossetti, capostipite che nel 1948 esordì nel settore delle scarpe, scomparso nel 2010, a trasmettere ai suoi figli la passione e l’orgoglio per questo mestiere. La sede centrale dell’azienda è rimasta negli anni quella di Parabiago ed il primo negozio, tutt’ora presente, situato nella storica via di Montenapoleone a Milano, risale al 1971. La scarpa Fratelli Rossetti rappresenta un classico ed evoca il più autentico life style italiano. Protagonista assoluto della collezione Primavera/Estate 2012 è l’arte dell’intreccio fatto a mano, proposta sia per il mocassino con fiocchetti Brera, icona della produzione Fratelli Rossetti anni Sessanta, sia per la francesina artigianale, dove l’intreccio non è applicato ma nasce direttamente dalla tomaia. Le particolari bucature che creano il loro disegno direttamente sulla scarpa, la morbidezza dei materiali usati come la nappa, i colori che variano dal viola al mirtillo, dal rubino all’avio. Una collezione firmata Fratelli Rossetti che propone scarpe uniche create dall’amore per la tradizione e dalla cura per il dettaglio; con il desiderio di essere prodotto artistico prima ancora che artigianale. Dario, Luca and Diego Rossetti today drive the family run company that from a small workshop developed into a global brand: Fratelli Rossetti. It was founder Renzo Rossetti that in 1948 made his debut in the shoe industry, passed away in 2010, he transmitted to his children his passion and pride for the trade. The company headquarters remained all these years at Parabiago and the first store, still present today, is situated in the historic street Via di Montenapoleone in Milan and dates back to 1971. Fratelli Rossetti shoes represent a classic and evoke the most authentic Italian life style. Outright star of the Spring/Summer 2012 collection is the art of handcrafted braiding detail, offered on both its famous moccasin with tassels Brera, icon of the Fratelli Rossetti brand since the 70s, as well as on the handcrafted Francesina style lace up shoe, where the braiding pattern is not applied onto the shoe upper but directly formed into the upper. The special perforations that create the design directly on the shoe, the softness of the materials used like nappa leather, the colours that vary from purple to blueberry, from ruby to ivory. A collection branded Fratelli Rossatti that proposes shoes uniquely created from the love of tradition and the care and attention to detail; with the desire to be valued first as an artistic product, even before handcrafted.


moreschi.it


Campagna veneta

__________________________________________

Quando i secoli sono un valore When the centuries are a treasure Come vivere la vita dei propri sogni in una casa progettata centinaia di anni fa: particolari di immenso valore, spazi di benessere all’interno e all’esterno, ambienti creati per soddisfare i suoi ospiti. Se il plusvalore della storia traspare da ogni elemento, l’ubicazione permette una vita perfettamente in linea con le esigenze del lavoro e della socialità, pur restando ben lontana dalla confusione e da occhi indiscreti. How to live the life of your dreams in a house designed hundreds of years ago: details of immense value, areas to relax inside and out, environments created to make you guests comfortable. The historical value permeates from every element. The location allows for a perfect life in line with every work necessity and great for entertaining. It does this while managing to be far away from all the confusion, from people and spying eyes.

‘500 Cinquecento su misura

The sixteenth century made to measure 102 LIONARD


La pietra bianca della struttura, il verde dell’erba che circonda la casa, il rosso dei tetti, semplici e preziosi; e infine l’azzurro del cielo dei Colli Euganei. È questo l’ambiente che accoglie gli ospiti di questa casa. Una dimora che già nel Cinquecento era un punto di riferimento per la sua bellezza ed eleganza. Eppure,anche oggi, in un mondo così radicalmente cambiato, continua a mantenere inalterato il suo fascino. Il valore dato agli spazi aperti permette una vita meravigliosa in ogni stagione dell’anno..

The white stone of the structure, the green grass surrounding the villa, the red roof, simple and precious; and lastly the light blue sky of the Euganean Hills. This is the environment that welcomes guests. A residence where in the sixteenth century people were already noticing its beauty and elegance. Still today, in a world which had radically changed, it has maintained its charm. The value given to the open spaces permits a wonderful life in all seasons.


Colli Euganei Euganean Hills

II Colli Euganei, di origine vulcanica, sono caratteristici per la loro forma dolce e arrotondata. Nati in seguito ad eruzioni sottomarine con effusioni di lava, hanno sviluppato una flora caratterizzata da un sorprendente numero di specie. La diversa origine e composizione dei terreni e l’accidentata e singolare morfologia dei rilievi rendono questo ambiente naturalistico unico al mondo.

The Euganean Hills are of volcanic origin and are characterised for their sweet and rounded shape. Born from underwater eruptions from which lava effused, they developed a flora with a surprising number of species. The differing origin and composition of the terrain and the singular morphology of the landscape make this natural environment unique in the world.

“L’architettura non deve essere come la scultura. Deve essere scultura.” “Architecture should not be like the sculpture. Sculpture should be.” Frederick Kiesler

I

l Cinquecento fu un secolo di grandissimo valore artistico per l’Italia. In questo periodo si raggiunsero vette inarrivabili in campo architettonico, con ville che continuano a essere punti di riferimento anche ai nostri giorni. Vivere una di queste ville è un sogno riservato certamente a pochi. Ma vivere all’interno di una di queste ville, trovandovi tutte le comodità a cui oggi siamo abituati, è un sogno ancor più meraviglioso. Questa bellissima villa sorge sulle pendici occidentali dei Colli Euganei, in territorio padovano. È caratterizzata da una sobria eleganza cinquecentesca che esalta il suo valore storico e architettonico. Se in origine faceva parte di un complesso più ampio che comprendeva anche oratorio, barchessa, casa del gastaldo, foresteria e colombaia, oggi ha trovato la sua dimensione ideale per essere vissuta pienamente da una famiglia che cerca una residenza unica al mondo ma capace di offrire tutto quel che serve per un’esistenza su misura di modernità. La sua prestigiosa architettura patrizia a pianta rettangolare è distribuita su due piani completate dalle soffitte. Copre una superficie complessiva di 1.210 metri quadrati su cui spicca certamente il porticato palladiano, risalente al XVI secolo, con sette colonne in pietra candida posate su basamenti.

The sixteenth century has a great artistic value in Italy. During this period dizzying architectural heights were reached with many villas still considered points of reference even in today’s times. To live in one of these villas is a dream reserved for but a few. To live in one enriched with all modern technologies is an even more marvelous dream.

This beautiful villa sits on the western slopes of the Euganean Hills near Padova. It is characterized by the sober elegance of the sixteenth century which exalts its historical and architectonic value. Originally it was part of a larger complex hosting an oratory, barn, stewards house, guest quarters and dove house. Today though it takes on perfect dimensions to be thoroughly liveable for a family which is looking for a unique home able to cater for all modern needs. Its precious architecture with a rectangular plan is distributed over two levels and completed by the attic. It extends for 1210 m2 and boasts a sixteenth century Palladian portico with seven stone columns supported on their bases.

Un particolare della casa che il passare dei secoli ha arricchito di fascino. Le sue opere, dalle statue ai rilievi, guadagnano in bellezza resistendo alle insidie del tempo che passa e al continuo rincorrersi delle stagioni.

A particular of the house is that the passing of the centuries has enriched its charm. Its works, from the statues any beyond, become more beautiful with the passage of time and the continuing changing of the seasons.

104 LIONARD


Il valore degli affreschi, una sfida all’eternità The value of the frescoes, an eternal challenge

L’affresco è un’antichissima tecnica pittorica che ha trova il suo più grande valore nella resistenza al tempo. Realizzata dipingendo con pigmenti di origine minerale stemperati in acqua, essa permette al colore di essere completamente inglobato nell’intonaco, acquistando così resistenza all’acqua e al tempo.

The fresco is an ancient technique which takes its value through its resistance through time. This antique artistic technique is done by painting with pigments made from minerals diluted with water. The colour is completely incorporated into the plaster, so acquiring its resistance to water and time.

T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 3 7 3 Padua

Exterior Surface

5 he

Interior surface:

Tot. 1.210 m2

Villa

960 m2

Annexe

250 m2

Price

€ 6.000.000

LIONARD 105


U

na dimora perfetta in ogni stagione dell’anno, davvero molto versatile, spaziosa dentro e vitale fuori.

Il loggiato frontale del piano superiore è composto da cinque colonne in laterizio intonacato con capitelli d’ordine ionico. Può essere raggiunto internamente o dal parco grazie ad una scala esterna con una semplice ma elegante balaustra con colonnine in pietra di Vicenza. L’interno della villa è interamente decorato. Il soffitto e gli interni sono presentano affreschi di grande rilievo della scuola veneta che risalgono al XVI secolo. Oltre agli affreschi fanno bella mostra soffitti a cassettoni in legno con travi ornate, mobili d’epoca e complementi d’arredo. Tutto questo regala alla villa ambienti eleganti e signorili, impreziositi da 5 ettari di terreno, coltivato in parte a vigneto per la produzione di vini pregiati.

106 LIONARD


P

erfect in every season of the year, spacious inside and full of vitality outside

Inside, the villa is richly decorated. The ceilings and internal environments are embellished with outstanding frescoes from the Veneto school and originate to the XVI century. Other than the frescoes the interiors boast paneled wood ceilings and ornate cross beams, as well as antique furniture. All these elements combine to create elegant and noble environments in the villa, surrounded by 5 hectares of land which is partly cultivated by vines for the production of good wine.

LIONARD 107


VICEM YACHTS Ph. Alberto Cocchi

TO BE ONE

OF A KIND.

Each and every of the 150 Vicem Yachts sold in over 20 years is a unique piece of art - handmade crafted and totally customized - to suit your personal taste and wishes. An instant classic that will keep its value forever. More uniqueness at vicemyacht.com

VINTAGE LINE

52’ 54’ 58’ 67’ 72’ 75’ Classic & flybridge 52’ 54’ 56’ 58’ IPS Bahama bay 78’ 92’ Cruiser


Una sfida tra studenti di Cambridge, nell’Inghilterra del 1829. Nasce così il canottaggio agonistico. Ester Davi

A challenge between Cambridge students in England, 1829. Professional rowing was born.

V

A

Veri e propri simboli del canottaggio italiano e dello sport vincente, provenienti

da circoli storici, di altrettanta fama internazionale. Medaglie d’oro e d’argento conseguite in campionati europei e mondiali, risultati vittoriosi che regalano a questi esclusivi club pagine storiche e gloriose dello sport italiano.

Absolute symbols of Italian rowing and the winning mentality that derives from historical tradition and international fame. Gold and silver medals in the European andWorld Championships, winning results which give these clubs glorious and important pages in the history of Italian sporting tradition.

“Per undas ad metam...navigare necesse est... volenti nil difficile” , questo il motto con cui nasce la Canottieri Milano nel lontano 1890. Undici ori riportati ai mondiali, risultati davvero da record quelli

ottenuti da Daniele Gilardoni, atleta proveniente dallo storico circolo. Una carriera agonistica davvero difficile da eguagliare la sua: una Coppa delle Nazioni (Mondiale Under 23), nove successi in Coppa del Mondo, sette titoli di Campione d’Italia, 18 ori ai Campionati Italiani Universitari, medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo, due vittorie alla Golden Boat University e, per finire,  record di  medaglie d’oro al valore sportivo, ben sei. Risultati decisamente importanti anche quelli conseguiti dal gialloverde Fiamme Gialle che, dal 1960, vede Sabaudia quale luogo di preparazione agonistica per la sezione canottaggio.

“Per undas ad metam... navigare necesse est... volenti nil difficile”, this is the motto of the Canottieri Milano since 1890. Eleven golds won at the world championships, the stunning record obtained by the athlete Daniele Gilardoni, who trained at this historic club. A professional career which is truly hard to rival: Lorenzo Bertini e Daniele Gilardoni the Nations Cup (World Under 23’s), nine successive victories in the World Cup, seven Italian Championships, eighteen gold’s at the Italian University Championships, gold medal at the Mediterranean Games, two victories at the Golden Boat University, and finally six gold medals for sporting excellence. Extremely important results computed by the Fiamme Gialle (Yellow Flames) who from 1960 saw Sabaudia as the place to prepare for competitive rowing.


Simone Raineri Numerose le partecipazioni olimpiche che hanno permesso la vittoria di cinque medaglie ottenute da atleti Fiamme Gialle, tra cui spiccano lo storico oro di Agostino Abbagnale e Davide Tizzano, nel “due di coppia” alle Olimpiadi di Atlanta ‘96, e quello vinto nel quattro di coppia dai “cavalieri delle acque” – Agostino Abbagnale, Alessio Sartori, Rossano Galtarossa e Simone Raineri –  ai Giochi di Sydney del 2000. Quest’ultimo, insignito della carica di Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana (2000) e ricevuto il Collare d’Oro da parte del Presidente del Consiglio (2001), ha inoltre riportato notevoli risultati anche a Pechino nel 2008, nonché nei Campionati del Mondo del 2010 (entrambi argento nel “quattro di coppia”). Originario del Circolo Canottieri Padova, Rossano Galtarossa è tra i pochi atleti italiani di sempre ad essere riuscito a salire sul podio in quattro edizioni dei Giochi Olimpici. Terzo nel “quarto di coppia” a Barcellona (1992), quarto nel “quattro di coppia” ad Atalanta (1996), ha guadagnato l’oro nei Giochi Olimpici di Sydney (2000), insieme a Raineri, il bronzo a quelli di Atene (2004) e l’argento a Pechino (2008). Il Circolo Canottieri Padova, tuttavia, non si dimostra interessato soltanto a collezionare medaglie o piazzamenti, bensì è attento a promuovere la disciplina del remo soprattutto tra i giovani padovani, perché la passione per lo sport è riconosciuta quale unico ideale dal quale trarre ispirazione. La varesina Sara Bertolasi, classe 1988, si è conquistata il pass olimpico per Londra 2012, vincendo la finale B ai mondiali di Bled (Slovenia) del 2011, nel “due senza” femminile, insieme alla compagna Claudia Wurzel. Dopo circa due settimane ecco che arriva anche un bronzo, conseguito al Campionato Europeo, medaglia importante per coronare la stagione 2011 dell’atleta. Una stella decisamente promettente, che difenderà a dovere i colori della storica Canottieri Lario, circolo che ha da poco festeggiato i suoi 120 anni di attività.

Rossano Galatarossa

Numerous participations at the Olympics saw five medals won by the athletes of theYellow Flames, most notably perhaps the gold medal won by Agostino Abbagnale and Davide Tizzano in the “pairs” rowing at the 1996 Atlanta Olympics and the gold won in the quadruple scull by the “knights of the water” - Agostino Abbagnale, Alessio Sartori, Rossano Galtarossa and Simone Raineri – at the Sydney Olympics in 2000. The latter was invested with the honour of Order of Merit of the Italian Republic (2000) and received the “Collare d’Oro” (2001) by the Prime Minister. Further remarkable results followed at Peking in 2008, and in the World Championships in 2010 (both silvers in the quadruple scull). Originally from the Padova Rowing Club, Rossano Galtarossa is among the few Italian athletes who have stepped onto the Olympic podium on four successive occasions. Third in Barcelona (1992) before arriving fourth in the quadruple scull at the 1996 Atlanta games he went on to win the gold at the Sydney Olympics (2000) together with Raineri, bronze at Athens (2004) and silver in Peking (2008). The Padova Rowing Club however isn’t limited to simply collecting medals and awards but also does a lot to promote the discipline amongst local youngsters because passion for the sport leads true inspiration. Sara Bertolasi fromVarese belongs to the class of 1988 but has already collected her ticket to the 2012 London Olympics winning the B final at theWorld Championships in Bled (Slovenia) in 2011 in the female coxless pairs with her team mate ClaudiaWurzel. Two weeks later she won bronze at the European Championships cementing her season. A rising star who will be defending the colours of her historic Lario Rowing Club which has itself recently celebrated its 120th anniversary. 112 LIONARD


Liguria

__________________________________

Q

uando il rustico si fa chic When rustic does chic


N

ell’entroterra di Albenga, a pochi minuti dal mare in un’oasi di ulivi secolari e cespugli di oleandri, un frantoio settentesco in disuso è stato ristrutturato con materiali di grande pregio nel rispetto delle forme originarie. Il risultato è una casa di campagna di enorme charme, in cui l’influenza ligure-provenzale incontra l’arte contemporanea e il design per dare vita ad atmosfere dallo stile rustico chic. L’utilizzo di pietra a vista, mattone grezzo e calcestruzzo non trattato caratterizza l’originale, romantica dimora, circondata da un grande giardino, ricco di piante ornamentali e officinali. L’edificio, in un piccolo borgo fortificato del XIII secolo lungo la defilata Valle del Neva, si trova a poca distanza dall’antico feudo dei protettori di Caravaggio.

Upcountry Albenga, just few minutes from the sea in an oasis of centuries-old olive trees and rose-laurel bushes, a disused eighteenth-century oil mill has been restructured with top valuable materials to reflect its original form. The result is a country home with immense charm, in which the Ligurian provincial influence meets contemporary art and design to bring out the life and atmosphere of a chic rustic style. The use of open stonework, rough brick and untreated concrete walls characterises the original romantic structure, surrounded by a large garden, rich with ornamental and officinal plants. The building, in a small suburb fortified in the XIII century along the secluded Valle del Neva, is situated close to the ancient stronghold of Caravaggio’s protectors.


In passato Cisano era cittadella fortificata a guardia della piana di Albenga. Oggi non restano che tratti delle mura duecentesche costruite con ciottoli di fiume e le basi mozze delle torri; una è il campanile del complesso monumentale di Santa Maria Maddalena. In the past Cisano was a fortified city looking over the Albenga plain. Today only traces remain of the thirteenth-century wall built with pebbles from the river, and the crumbling bases of towers; one became the bell tower of the monumental complex of Santa Maria Maddalena. In questa immagine: la struttura in pietra a vista dell’antico frantoio visto dal giardino, piantato in parte a ulivi e ricco di piante ornamentali e officinali, dall’agave al rosmarino.

In this image: view from the garden of the antique mill showing the visible stonework structure, the garden is planted with olive trees and is rich with ornamental and

S

iamo nella Riviera ligure di Ponente, nel punto in cui la piana di Albenga inizia ad arrampicare verso l’Appennino per poi stringersi in prossimità della confluenza della Val Pennavaire, tra le più selvagge di tutta la regione, da dove passava l’antica via del sale, sorvegliata da un articolato sistema difensivo fatto da torri, castelli e borghi murati. Una terra dalla bellezza aspra e virile, la cui unica ricchezza è sempre stata l’ulivo. E proprio un frantoio in disuso del XVIII secolo (o, molto probabilmente, d’epoca ancora precedente) è stato riportato a nuova vita come casa di campagna a vocazione rustico chic, grazie a un lungo, colto e appassionato intervento di recupero che, una manciata di anni fa, non ha trascurato neanche il minimo dettaglio. Per una scelta di continuità con la destinazione originaria dell’edificio, sono stati impiegati materiali di tradizione locale, a cominciare dalla pietra. La struttura esterna, dal profilo movimentato e irregolare, è in pietra a vista, abbondantemente utilizzata anche per gli interni, dove si combina con il mattone grezzo e il calcestruzzo non trattato delle pareti per esaltare il gioco di contrasti tra la rustica semplicità degli ambienti dai soffitti a volte e la ricercatezza degli elementi d’arredo, d’ispirazione ligure-provenzale. La dimora si sviluppa su tre livelli per una superficie complessiva di 506 metri quadrati ed è circondata da 1800 metri quadrati di giardino, piantato in parte a ulivi e ricco di piante ornamentali e officinali, dalle rose selvatiche all’agave, fino al rosmarino. Fulcro dello spazio esterno, un’ariosa corte pavimentata con pergolato fiorito, sulla quale si affaccia una piccola dépendance di appena 12 metri quadrati, perfetta per lo staff domestico oppure come spazio di housekeeping. Gli spazi interni sono molto ben suddivisi. Al piano terreno figurano l’ingresso, un disimpegno, un grande salone, una cucina abitabile, la sala da pranzo, due stanze da bagno, tre camere matrimoniali e una suite matrimoniale dotata di stanza guardaroba e di vasca. Il primo piano è occupato invece da una seconda cucina abitabile, un soggiorno, una suite matrimoniale molto spaziosa con stanza da bagno privata, ripostiglio e guardaroba, oltre ad ampie terrazze e corti panoramiche. Nel piano interrato è stata ricavata una grande cantina. 116 LIONARD

official plants, from agaves to rosemary.

We are in the Ligurian Riviera of Ponente, in the point where the plains of Albegna start to climb towards the Apennines then tighten in the proximity of the merging Val Pennavaire, among the most wild valleys of the region, where the ancient salt roads once passed by, overlooked by an articulate defence system of towers, castles and walled suburbs. A harsh and virile land with olive groves its one and only richness. And it is exactly a disused oil mill of the XVIII century (and most probably dating back to an earlier period) that has been brought back to life as a country home with a rustic chic vocation, thanks to a long, well prepared and passionate restructure of only a few years ago, that did not leave even the smallest detail untouched. To give a sense of continuity to the original building local materials were used, starting with stone. The external structure, with an irregular and animated profile, is in visible stone, also abundantly used internally, where it is combined with rough brick and untreated concrete to enhance the contrast between the rustic simplicity of the rooms, from the vaulted ceilings to the sophistication of the decor, of Ligurian- provincial inspiration. The home is on three levels offering a total surface area of 506 m2 and is surrounded by 1800 m2 of gardens planted in part with olive trees and rich ornamental and officinal plants, from wild roses to rosemary. Hub of the external space is an airy paved courtyard with flowering boarders, onto which faces a small dèpendance annex of 12 m2, perfect for domestic staff or as a housekeeping space. The internal rooms are well divided. On the ground floor there is the entrance, reception area, a large living room, a live-in kitchen, dining room, two bathrooms, three double bedrooms and a matrimonial suite with a wardrobe room and bathtub. The first floor has a second live-in kitchen, a living room, a very spacious matrimonial suite with private bathroom, utility closet and cloakroom, in addition to ample terraces and panoramic courtyards. In the basement a large cellar has been excavated. A mix between style and colour, geometric form and empty space, that creates an original environment with character, notable charm and atmosphere. The eclectic fun style distinguishes the home combining objects and inspiration, like period pieces with works


IIn questa foto a piena pagina, il fascinoso, irregolare movimento di una delle facciate. L’edificio, del XVIII secolo, è stato restaurato di recente nei minimi dettagli e riportato a nuova vita come casa di campagna dalla rustica bellezza.

In this full page photo, the charming irregular form of one of the wall faces. The building, of the XVIII century, was recently restored in every minimum detail to bring back to life a country home of rustic beauty.

LIONARD 117


Qui e nella pagina accanto, un dettaglio degli interni. I soffitti sono a volta e le pareti lasciate volutamente grezze per conservare lo spirito originario della struttura e per giocare sul contrasto con la ricercatezza degli elementi d’arredo, d’ispirazione provenzale.

Here and on the next page, detail from the interior. The ceilings are vaulted and the walls left rough to conserve the original spirit of the building and to play on the contrast with the sought after furnishings, of provincial inspiration.

In questo angolo di Liguria crescono spontanei cespugli di oleandri, arbusti sempreverdi dal profumo delicato e i fiori dal colore tenue: bianco, rosa, giallo, albicocca. Un regalo della natura per compensare il duro lavoro dell’uomo nella cura di orti, frutteti e vigneti. Un mix equilibrato tra stili e colori, forme geometriche e spazi vuoti crea ambienti originali e di carattere, di notevole charme e atmosfera. Lo stile eclettico che contraddistingue la dimora si diverte a combinare oggetti e ispirazioni, come pezzi d’epoca con opere d’arte contemporanea, oggetti poveri e dettagli di design. Il giardino, punteggiato da angoli relax e di conversazione con panchine e tavolini in ferro battuto, ha utilizzato in chiave scenografico-decorativa i muretti a secco che caratterizzano il tradizionale paesaggio ligure, come quello che circonda Cisano sul Neva, soleggiato paese dell’entroterra di Albenga, nel cui comune il vecchio frantoio si trova. Fondata nel 1247 come cittadella fortificata, oggi Cisano non conserva che pochi tratti delle antiche mura costruite con ciottoli di fiume; delle vecchie torri nessuna è rimasta in piedi, fatta eccezione per quella che è diventata il campanile del complesso monumentale di Santa Maria Maddalena. Poco fuori dal paese c’è il bivio per Conscente, che si raggiunge dopo avere attraversato il ponte sul Neva dal quale, a valle e a monte, si possono osservare interessanti fenomeni di erosione dell’acqua, che ha formato una serie di laghetti stretti e profondi. In passato, il borgo di Conscente godette di grande prestigio per l’influenza della nobile famiglia Costa. Un suo membro, Ottavio, legato presso la corte pontificia, banchiere, collezionista e mecenate, fu il protettore di Caravaggio. E proprio questo Ottavio Costa fece dono alla parrocchiale di Conscente di un capolavoro di Guido Reni, il Martirio di Santa Caterina d’Alessandria, e al piccolo oratorio di un San Giovanni Battista, copia di bottega del Caravaggio. Oggi entrambe le opere sono custodite nel Museo Diocesano di Albenga. Il frantoio gode dei silenzi e della tranquillità di una posizione appartata, eppure è facilmente raggiungibile grazie alla discreta vicinanza con le zone urbane. 118 LIONARD


In this corner of Liguria rose-laurel bushes grow spontaneously, evergreen shrubs of delicate perfume and soft coloured flowers: white, pink, yellow and apricot. A gift of nature to compensate for the hard work needed to take care of the fruit and vegetable gardens and vineyards. contemporary art, simple objects and designer pieces. The garden, with its relaxing corners for conversation on benches and small wrought iron tables, uses the small walls as its decorative scenery that characterise the traditional Ligurian countryside, such as that which surrounds Cisano sul Neva, a bright and sunny town upcountry from Albenga, the commune in which the mill is found. Built in 1247 as a fortified town, Cisano today has few traces of the antique walls which were built with pebbles from the river; of the old towers again only a few still remain, with the exception of the tower which became the bell tower of the monumental complex Santa Maria Maddalena. Just outside the town a junction in the road leads to Conscente, reachable after crossing the bridge over the river Neva where, both downstream and upstream interesting phenomena of water erosion can be observed creating a series of narrow and deep lakes. In the past the town of Conscente was of high prestige due to the ‘Costa’ noble family. A member of the family, Ottavio, bound to the papal court, a banker, collector and patron, he was also the protector of Caravaggio. And it was the same Ottavio Costa that donated a masterpiece to the church of Conscente, the Martirio di Santa Caterina d’Alessandria by Guido Reni, and to the small parish of a certain San Giovanni Battista, copy of a workshop Caravaggio. Today both masterpieces are in the Diocesano Museum in Albenga. The mill enjoys the silence and tranquillity of its secluded position, while still being easily accessible thanks to the busier urban areas close by.

LIONARD 119


Sopra e a lato, due scorci del salone. La presenza della pietra richiama in maniera quasi simbolica l’antica funzione dell’edificio.

Above and adjacent, two glimpses of the living area. The presence of stonework recalls the antique function of the building in an almost symbolic manner.

Un tempo, la parrocchiale della frazione di Conscente custodiva una tela di Guido Reni, oggi al M useo D iocesano di Albenga, dono di Ottavio Costa, legato presso la corte pontificia, banchiere, collezionista, mecenate e protettore del genio di Caravaggio. One time, a church near Conscente held a painting by Guido Reni, donated by Ottavio Costa, bound to the papal court, banker, collector, patron, and protector of the genius Caravaggio. 120 LIONARD


In questa immagine, un avvolgente angolo relax, esemplare dello stile eclettico della dimora, che si diverte a combinare pezzi d’epoca con opere d’arte contemporanea.

In this image, a snug relaxing corner, example of the eclectic style of the home that enjoys combining antique pieces with contemporary works of art.

LIONARD 121


122 LIONARD


LIONARD 123


Nel silenzio di 1800 metri quadrati di parco, questo secolare frantoio ha cambiato vocazione, diventando un raffinato luogo adatto ad ozi campestri, grazie al sapiente restauro che ne ha rispettato lo spirito originario. In the silence of the 1800m2 park, this oil mill changed vocation, to become a refined building perfect for the lazy countryside, thanks to the astute restoration that respected its original spirit. T e c h n i c a l De ta i l s

R i f. 1 0 8

Location

Savona

Exterior Surface

1.800 m2

Interior surface

506 m2

Levels Year of construction Price 124 LIONARD

3 1600 â‚Ź 2.520.000

Nella foto in alto, una delle stanze da letto, dove un antico baule ha funzione di portabiancheria. Nella pagina precedente, una sorta di natura morta con candele, volumi d’arte e una romantica composizione floreale in un antico vaso in pietra.

In the top photo, one of the bedrooms where an antique trunk doubles up as a linen basket. In the next page, a still life painting with candles, art books and a romantic floral composition in an antique stone vase.


Delizie dal Veneto The delights of Veneto

Ester Davi

Un viaggio alla scoperta dei sapori di una delle più belle regioni italiane. A journey of discovery of the wonders of one of Italy’s most beautiful regions. Vocazione turistica indiscussa. Grazie al patrimonio paesaggistico, storico ed artistico, il Veneto entra a buon merito tra le regioni più visitate d’Italia. Splendide città d’arte, che riscuotono un successo a livello internazionale; una su tutte Venezia, capoluogo artistico per eccellenza, tanto da essere catalogato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, nel 1987. I tanti ed importanti monumenti rappresentano vere e proprie testimonianze architettoniche di un passato carico di storia. Tra questi, la celebre Basilica di San Marco ed il Palazzo Ducale, le tre chiese progettate da Andrea Palladio (San Giorgio, Zitelle, Redentore), le chiese di Santa Maria Gloriosa dei Frari e di Santi Giovanni e Paolo, oltre al suggestivo Ponte di Rialto. A proposito del Palladio, come non ricordare la bellezza di Vicenza, città conosciuta proprio per il grande contributo architettonico dell’artista; splendide ville, sparse su tutto il territorio, vengono ancora oggi ammirate e prese come modello da architetti di tutto il mondo. Poi ancora Verona, quarta città turistica d’Italia, con la splendida Arena da visitare, il Castelvecchio, la Basilica di San Zeno e il Duomo, oltre al mitico balcone attribuito dalla tradizione letteraria a Romeo e Giulietta. Inutile continuare la lista di luoghi da visitare; il centro storico di questa città è tutto uno splendore. Il territorio del Veneto, morfologicamente molto vario, vede una prevalenza di pianura (ne occupa circa il 56%), ma comprende

Indisputably a tourists dream. Thanks to its landscape, historical and artistic patrimonies, the Veneto region is amongst the most visited in Italy. Its wonderful artistic cities which are famed internationally, especially the provincial capital Venice, a UNESCO World Heritage site since 1987. The rich history is documented through the many important monuments which constitute architectonic testimonies. Amongst them for example the famous Basilica di San Marco and the Palazzo Ducale, the three churches designed by Andrea Palladio (San Giorgio, Zitelle, Redentore), the churches of Santa Maria Gloriosa dei Frari and Santi Giovanni e Paolo, other than the suggestive bridge the Ponte di Rialto. Talking of Palladio how can we not mention the beauty of the city of Vicenza, famed above all for Palladio’s great architectonic contributions; splendid villas spread throughout the territory which are still admired by and still inspiring architects the world over. Verona, the fourth most visited city in Italy by tourists with the splendid Arena, the Castelvecchio, the Basilica di San Zeno and the Cathedral as well as the mythical balcony attributed to the literary tradition of Romeo and Juliette. There is no point in continuing the list, and historical city centre is one giant wonder. The morphology of the Veneto territory is very varied but prevalently lowland (for roughly 56%), although it contains

126 LIONARD


“ El pesse ga da noare tre volte: prima ‘ntel’aqua, dopo ‘ntel’ojo e la terza ‘ntel vin.” “ Fish must swim three times: firstly in water, secondly in oil, thirdly in wine” anche zone montuose e, in minor misura, collinari. Questi splendidi scenari, molto vari per altitudine e caratteristiche, non sono solamente mete di grande fascino, ma hanno anche reso possibile un’ampia diversificazione delle colture. Dal tipico Radicchio Rosso Trevigiano, all’Asparago Bianco di Bassano del Grappa; dalla Ciliegia di Marostica al Melone del Delta Polesano; dall’olio extravergine d’oliva Garda al Riso Vialone Nano Veronese per citare, infine, la Vongola Verace del Polesine oltre all’Anguilla del Delta del Po. I frutti della terra si accostano a quelli del mare, creando un mix di sapori e profumi davvero unico. Tanti sono i prodotti DOP e IGP del Veneto, che comprendono una grande varietà di vini e cibi pregiati. Dal Taleggio, il Provolone Valpadana e il Grana Padano delle regioni sud-occidentali, fino all’Asiago vicentino per quanto riguarda la categoria formaggi; restando nella zona di Vicenza, famosi in tutta Italia sono il Prosciutto Veneto Berico-Euganeo e la Sopressa Vicentina, dall’impasto compatto ma tenero, che rimane morbido anche dopo una lunga stagionatura. Un sapore delicato e inconfondibile, leggermente dolce e dal gusto delicatamente speziato, grazie all’utilizzo del pepe e di altre spezie, tra le quali talvolta anche l’aglio. mountainous areas and some hilly areas. These splendid scenes of varied altitude and characteristics are not only popular destinations, but also the reason for a wide agricultural diversification. From the typical Radicchio Rosso Trevigiano, the White Asparagus of Bassano del Grappa; Marostica Cherries to the Melon of the Polesan Delta; from the extra virgin olive oil of Garda to the Vialone Nano Veronese Rice to mention, lastly, the Vongola Verace del Polesine and Eels of the Po Delta. The culinary wonders of the land and the sea create a wonderful and unique mix of scents and flavours. Many products have been geographically certified as DOP and IGP to the Veneto region including a large variety of wines and fine foods. The south west of Veneto produces famed cheeses including Taleggio, Provolone Valpadana, Grana Padano and Asiago; remaining in the area of Vicenza some of Italy’s prized hams are produced which are famous throughout Italy including the Prosciutto Veneto Berico-Euganeo and the Sopressa Vicentina, producing a compact but tender meat which remains soft even after being cured for a long time. A delicate and unmistakable flavour which is slightly sweet and a little spicy thanks to the use of pepper and other spices which sometimes include garlic.

LIONARD 127


“ Bacalà a ‘la visentina, bon de sera e de matina.” Un’ampia varietà di vini accompagna in maniera perfetta questi prodotti. A partire dai bianchi del Recioto di Soave e del Custoza, ideali per aperitivi, ostriche, antipasti e minestre di mare; il Colli Euganei, dal sapore secco, si dimostra perfetto per piatti a base di pesce, ma anche un abbinamento ideale con formaggi stagionati e macedonie. Nella categoria dei rossi, troviamo il Bardolino, adatto ai primi e alle carmi bianche, oltre a pietanze a base di polenta; il Valpolicella, di colore rubino e dal sapore asciutto e vellutato, rimane il vino rosso più conosciuto e si sposa alla perfezione con secondi di carne, cacciagione e selvaggina. Quando si parla di cucina veneta, il pensiero di tutti va immediatamente al baccalà, preparato in mille modi diversi. Eppure tante e altre gustose pietanze sono un vanto della regione. Iniziando dal famoso paté di fegato, con cipolle e prezzemolo, ed il Radicchio Rosso Trevigiano, da gustare sia gratinato con Gorgonzola sia in particolari fagottini fritti, ripieni di Fontina e salsiccia tritata finemente; ma anche in deliziose crepes di uvetta, Trevigiano, mandorle e prosciutto, oppure in un classico risotto. Immancabile la Pearà, salsa veronese fatta con brodo, pane grattugiato, midollo di bue e pepe, servita quale accompagnamento ai piatti di carne bollita. Altri piatti tipici da gustare sono il fegato alla veneziana, con l’aggiunta di cipolle, i bigoli al ragù d’anatra, un tipo particolare di pasta fresca fatta in casa, simile agli spaghetti, propria della pianura veneta e della pedemontana, nonché l’evergreen della “Polenta e osei”. Per quanto riguarda i dolci, invece, non si può tornare a casa senza aver assaggiato gli Zaleti (o “Zaéti” in dialetto), nome derivato dal colore giallo (“zalo” in veneto) della farina di mais, con la quale questi biscotti vengono preparati. A Venezia erano tipici del carnevale, ma oggi, considerati di buon auspicio, si trovano in tutte le pasticcerie ed in molti panifici.

Per ottenere la Sopressa Vicentina, si utilizzano esclusivamente carni suine provenienti da animali

“Baccalà from Vicenza, good in the morning and in the evening”

vicentini, che appartengono a razze tradizionali.

To make the Sopressa Vicentina, only pork from traditional Vicenza races is used.

A large selection of wines perfectly compliments these products. The white wines of Recioto di Soave and of Custoza are ideal for appetizers, oysters, starters and sea food soups. The Colli Euganei with its dry flavour is the perfect accompaniment for fish or even for seasoned cheeses and fruit salads. The red wines include the Bardolino, great for first courses and white meats and polenta based dishes; the Valpolicella with its ruby red colour and dry silky flavour remains the most well known wine and marries perfectly meat based second courses game and fowl. When talking of Venetian cuisine our thoughts immediately turn to baccalà (dry salted cod) which is prepared in many different ways. There are though a whole host of tasty dishes to try from the region. Let’s start with the famous liver paté with onions and parsley. The Radicchio Rosso Trevigiano can be enjoyed either grated with Gorgonzola or made into rolls filled with Fontina cheese and finely chopped sausage, or even with tasty raisin, almond and Trevigiano crepes. The classic risotto is also worth mentioning. We have to remember the Peatà too, the sauce from Verona made with stock, grated bread, beef marrow and pepper and served as accompaniment with boiled meets. Other typical dishes to taste are Venetian liver with onions, bigoli in duck ragu which is a particular kind of fresh homemade pasta similar to spaghetti originally from the foothills of the Veneto plains, and the timeless “polenta e osei”. As far as the desserts go you cannot go home without trying the Zaleti (or “Zaèti” in the local dialect) whose name is derived from the colour yellow (“zalo” in Veneto) of corn flour which is used to prepare these biscuits. They were typically eaten at the Venice Carneval but today, being considered as good luck, they are found in bakers everywhere.


Colli berici

_________________________________________

S

“ ole produttore”

Uno splendido sguardo sulla luminosa facciata della villa, che si perde nel giardino esterno, tra alberi secolari e ortensie colorate.

A splendid view of the luminous façade of the villa which blends beautifully into the garden with its centuries old trees and colourful hydrangeas.

A 130 LIONARD

due passi da Vicenza, nella splendida cornice dei colli berici, troviamo questo meraviglioso Cascinale, unico nel suo genere sia per le bellezze che offre l’ambiente esterno, caratterizzato da un ampio giardino dove spiccano un fantastico roseto e una piscina dalla forma irregolare, sia per l’armonia che trapela dagli spazi interni, arredati sapientemente ed in maniera elegante, in puro stile rustico, regalandoci un senso di calore particolare, che fa di questo antico Cascinale una casa ideale per trascorrere le nostre giornate.


Not far from Vicenza in the area around Altavilla, we find this wonderful farmhouse, one of a kind both for the beauty of its surroundings and the harmony of its interior. The property enjoys a large garden in which lie a rose garden and swimming pool. The interior of the villa is elegantly furnished in a rustic style giving a feeling of warmth and the impression that this farmhouse would be an ideal place in which to while away the time.

LIONARD 131


GIò pomodoro

Uno splendido esemplare di scultura firmata Giò Pomodoro, dal titolo “Sole Produttore”, è presente nella veranda chiusa del cascinale. Nato ad Orciano di Pesaro il 17 novembre del 1930, egli è considerato uno dei più importanti scultori astratti del panorama internazionale del XX secolo. Dedicatosi in gioventù alla ricerca scultorea, compie studi geometrici di particolare rilevanza, che gli permettono di ottenere uno stile unico nel suo genere, carico di valenze simboliche. Predilette rimangono le opere realizzate in bronzo e grandi blocchi scolpiti nel marmo o squadrati con rigidezza nella pietra. Ciò che assume grande rilevanza in queste opere sono i contrasti luce/ombra e vuoto/pieno, suggestivi effetti creati dalla luce del sole.

A splendid example of the work of the sculptor Giò Pomodoro can be found in the covered veranda of the farmhouse. Born in Orcianodi Pesaro on the 17th of November 1930 he is considered one of the most important abstract sculptors of the 20th century. In his youth he attended the Technical School of Land Surveyors where the study of geometry helped him, in later years, to develop a unique style full of symbolic content. Favourites remain works in bronze and large blocks of marble sculpted into square shapes, the importance in the works being the contrast between light and dark, and the effect of sunlight on the different spaces created.


S

i finisce col perdersi nel verde intenso dei confini di questa villa, di grande valore storico e culturale, situata in aperta campagna, ma a pochi chilometri dalla città di Vicenza. Ampi spazi interni e un giardino affacciato su una schiera infinita di vigneti: lo scenario e i colori sono quelli tipici della campagna vicentina. Attraverso una stretta scalinata, incorniciata da un suggestivo roseto rampicante, raggiungiamo un piccolo orticello. Nel giardino, dei mattoncini dalle mille forme ci conducono ad una classica piscina, che colpisce però per i contorni irregolari ed il bordo in pietra pregiata; quasi una riproduzione artificiale di uno stagno naturale, sposandosi alla perfezione con il luogo in cui si situa. Lo scenario ispira romantiche passeggiate, trascorse nella solitudine dei nostri pensieri; un rifugio che sembra adatto ad uno scrittore in cerca di ispirazione per il suo nuovo lavoro, ma che si presta anche per serate estive da trascorrere in compagnia di amici, a sorseggiare champagne e gustare caviale, il tutto rigorosamente a lume di candela, sotto ad un candido gazebo. La veranda chiusa è una delle maggiori attrazioni della casa,

I

n open countryside but only a few kilometers from the city of Vicenza lies this villa of great historical and cultural, value situated in open countryside, yet only a few kilometers from the city of Vicenza.. Large internal spaces and a garden facing onto a vineyard which appears to disappear in the distance, both the scene and colours are typical of those found around

Vicenza. Crossing a narrow staircase framed by a rambling rose we arrive at a small vegetable garden. In the garden a path of small tiles leads to a swimming pool which, with its irregular shape and edging of fine stones, gives the appearance of being a natural pond blending as it does into the landscape. The scenery is perfect for romantic walks, a place to be alone with ones thoughts; a refuge that seems suitable for a writer looking for inspiration for his new job but at night, but it could be transformed into the perfect place to entertain family and friends, sipping champagne and tasting caviar by candlelight beneath the gazebo. The covered veranda is one of the main attractions of the house, functional and typical of its time with its stone columns and

LIONARD 133


Candele, torce, cappelli ammucchiati sopra un attaccapanni, in perfetta armonia col mondo campestre: l’odore del fieno e della paglia trapela dagli arredi in legno e vimini e dai particolari in ferro battuto della veranda chiusa, con tipiche colonne di mattone in vista. Le candele sono una vera costante all’interno della dimora. L’immagine qui di fianco, ad esempio, ci regala una stanza dalle tinte rilassanti, adibita a laboratorio per la produzione di candele.

Candles, torches, hats piled on top of a hall stand appear in perfect harmony with rural life. The smell of hay and straw seeps from the wooden and wicker furniture and the various wrought iron work on the covered veranda with its typical stone columns. Candles are used to great effect in the home. The picture at the side shows this relaxing light beautifully. It it used as a candle workshop.

funzionale e caratteristica al tempo stesso, per le colonne in pietra e gli arredamenti in legno e vimini, tipicamente campestri. Con la sua imponenza di oltre 1.000 metri quadrati di superficie, il Cascinale ci offre grandi meraviglie anche al suo interno; a partire dall’ampio piano terra e dal salotto, arredato in puro stile rustico, con mobili in legno scuro e particolari in ferro battuto, quali il grande candelabro posizionato sul camino, che contrastano soltanto in maniera apparente col candore dei divani e le vivide tonalità dei tappeti. La cucina poi, composta da ben due angoli cottura, risulta molto luminosa grazie al marmo bianco. Una nota particolare per il pavimento, assemblato a partire da antiche tavelle di cotto provenienti da vecchie cascine e qui riposizionate, singolarmente, grazie ad un lavoro certosino. Ai piani superiori domina uno stile classicheggiante e molto elegante, che si ripropone anche nei molteplici bagni della

134 LIONARD

furnishings in wood, wicker and wrought iron giving a rural feel. With its impressive surface area of over one thousand square meters, the farmhouse offers a wonderful interior; starting with a large ground floor with a sitting room furnished in a rustic style with dark wood furniture and wrought iron decorations, particularly the large candelabra situated on the hearth, these contrast beautifully with the light sofas and vivid colours of the carpets. The kitchen has two cooking areas and light is reflected off the white marble surfaces. Particular attention should be given to the floor which is made up of tiles reclaimed from old farmhouses in the area and painstakingly retiled here. The upper floors are decorated in an elegant classical style, this is replicated in the many bathrooms in the property. Parquet flooring is present in both the main bedrooms and the smaller ones, a


Dall’alto delle candide scale marmoree, ci si affaccia sul salotto, dove spicca un inconsueto manichino da sarta. From the top of the marble staircase a view of the sitting room where there is an unsual dressmakers dummy.


Per un dolce risveglio campestre, una comoda colazione servita su un caratteristico vassoio in ferro battuto. Sotto, un esempio di arredi classicheggianti, presenti nella cameretta al secondo piano.

For an agreeable start to a stay in the country breakfast served on a characteristic wrought iron tray. Below an example of a classically furnished room on the second floor.

tenuta. Il parquet è sempre presente, sia nelle camere matrimoniali che nella cameretta, in perfetta sintonia con l’arredo in legno classico. Una vera chicca questo Cascinale che, nonostante si trovi a due passi da Vicenza, non fa arrivare nemmeno gli echi della vita di città, garantendo giornate di completo relax all’insegna della natura per chi soffre lo stress, ma anche offrendo una tipica vita di campagna per chiunque voglia sperimentare il lavoro duro e la gioia di raccogliere i propri frutti direttamente dalla terra. perfect compliment to classical wooden furniture. This farmhouse is a real gem which, even though it is situated not far from Vicenza, guarantees days of relaxation free from the stresses of city life and, for whoever would like to ‘get back to nature’ ,the chance to grow their own fruit and vegetables.

T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 4 1 5 Vicenza

Interior surface

1.015 m2

Exterior surface

6.000 m2

Levels Price

3 On application

LIONARD 137


AZIMUT YACHTS COLLECTIONS


ENJoy youR dREam.

WWW.azimutyachts.com


KETOS

48 MT

A GREAT WORK OF ART Conceived and designed to assail the oceans. As fast, stable and silent as a big fish. Delivery April 2013

Head Office and Administration T + 39 0584 384227 F + 39 0584 385114 Via dei Pescatori, 56 - 55049 Viareggio - Lucca, Italia

The Luxury of Experience

rossinavi.it


Milano

________________________

maestra d’eleganza Teacher of Elegance

Una villa storica e dallo stile inconfondibilmente classico. A historic villa in an unmistakably classic style.

S

ituata nel cuore di un importante Parco, quest’antica dimora rappresenta un perfetto esempio delle famose ville nobili realizzate dai proprietari terrieri milanesi durante il XVI secolo. Originale di quell’epoca, ha acquisito in tempi più recenti l’attuale forma ad “U”. La proprietà, difatti, è composta da tre corpi: uno centrale e due laterali, che fanno da cornice al meraviglioso giardino all’italiana. L’ambiente esterno copre ben 9.600 mq e vanta un parco enorme ed un ampio gazebo di recente costruzione. Una villa dai molteplici utilizzi e soluzioni che, nella sua attualità, lascia traspirare un passato di grande valore.

Situated in the heart of an important park this ancient dwelling is a perfect example of the famous noble villas built for land owners from Milan at the beginning of the XVI century. Originally dating to this period it acquired it’s characteristic “U” shape form in more recent times. The property is in fact composed of three main bodies, one central and two lateral, together creating a frame to the wonderful Italian garden. The outside environment extends for 9.600m2 and boasts an enormous park with a large gazebo of recent construction. A villa with many uses and solutions which in it’s current form transpires a rich history.

LIONARD 141


P

iante e fiori di grande fascino, un viale di sassi conduce all’entrata ed aggiunge una nota di incanto al luogo ameno. Per notare la cura dei particolari di questa meravigliosa villa è sufficiente affacciarsi dal cancello esterno, che delimita la proprietà della tenuta. Ad accoglierci troviamo un vero e proprio trionfo di colori, grazie al verde particolarmente intenso del prato, che fa risaltare maggiormente le tinte accese dei roseti presenti nel giardino. Edificata in diversi periodi e di recente ristrutturazione, questa splendida villa presenta una pianta ad “U”, che separa il corpo centrale della dimora da due corpi laterali, il tutto sviluppato in due piani. La bellezza e l’eleganza dell’ambiente esterno si riscopre anche negli spazi interni che, complessivamente, vantano una superficie di 1.530 mq. Guardando la facciata principale, notiamo un grande portone in legno sul lato destro della struttura, che si apre su un ampio locale, attualmente utilizzato come autorimessa, adiacente ad una stanza adibita a legnaia e magazzino; è presente anche un locale ad uso lavanderia. Sullo stesso livello troviamo una cucina che si affaccia direttamente sul parco esterno e che è collegata ad una sala da pranzo arredata elegantemente. Al piano superiore, un’ampia sala da pranzo con pavimenti in parquet, soffitto in legno ed un camino, quattro camere da letto e due bagni.


A pebble lined road bordered with plants and flowers leads us to the entrance of this charming residence. To fully comprehend the wonders of this enchanting villa it is sufficient to poke your head through the external gate. If you do, a real triumph of colours is waiting for you, with the striking green lawn and the pastel hues of the rose bushes. Built over different periods and recently renovated, this splendid villa has a “Uâ€? shaped plan which sees the central body of the property separated from the two lateral wings, all of which is distributed over two floors. The beauty and elegance of the external environments are transmitted beautifully into the interiors which cumulatively extend for 1.530m2. Looking at the main façade of the property a large wooden door is evident on the right which opens into an ample room currently used as a garage. Adjacent is another room used to store wood and for general storage as well as the laundry room. On the same floor the kitchen is found, looking out into the park surrounding the property and connected to the adjoining and elegantly furnished dining room. On the next floor there is another large dining room with parquet floors, wooden ceiling and a fireplace. There are also four bedrooms and two bathrooms.


Il passato e l’eleganza degli interni si esplicitano The history and the elegant interiors show themselves nei pavimenti in graniglia decorati e nell’antico camino, in the marble chip flooring and in the antique fireplace sul quale risalta lo stemma di famiglia. with the family crest.

Un dettaglio della statua presente nel salone principale, raffigurante un avo della famiglia d’epoca napoleonica. Nella pagina precedente, spiccano inoltre antichi quadri con cornici dorate, che raffigurano anch’essi gli avi della famiglia.

A detail from the statue in the main dining room show san ancestor of the family from the Napoleonic era. On the previous page antique paintings are shown in gold frames portraying more ancestors of the family.


“La storia è testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita, nunzio dell’antichità.” “History is a testament to the past, light of the truth, life of our memories, master of life, ambassador of antiquity.” Al piano terra del lato sinistro della struttura troviamo due grandi stanze con soffitti in legno adibiti a magazzino, un locale dispensa con cella frigo, una cucina industriale ed un appartamento indipendente. Al piano superiore si accede ad un altro appartamento recentemente ristrutturato, composto da una grande cucina, due stanze e un bagno. Il cuore della proprietà si trova nella parte centrale. Al piano terra, non possiamo fare a meno di notare la bellezza e l’eleganza dell’ampio salone, con pavimenti finemente decorati, dove spicca un antico camino in pietra sulla parte sinistra della stanza; attraverso le porte finestre, che conducono al lato posteriore del giardino della villa, scorgiamo un meraviglioso gazebo in ferro battuto, di circa 140 mq. Attraverso una scala in pietra, si accede al piano superiore, dove è presente un ulteriore appartamento. Non è certo lo spazio a mancare in questa splendida dimora, né la finezza dei complementi d’arredo. Una villa carica di valenze storiche, eppure sempre attuale nella sua grande versatilità: un evergreen di eleganza.

T e c h n i c a l De ta i l s Location Interior surface Apartments Exterior surface Year of construction Price

R i f. 4 0 1 Milan 1.530 m2 6 9.600 m2 XVI century € 4.500.000

On the left hand side of the ground floor there are two large rooms with wooden ceilings currently used as store rooms, a pantry with cold room, an industrial kitchen and a separate apartment. Upstairs we find another recently restored apartment composed by a large kitchen, two other rooms and a bathroom. The heart of the property is the central area. On the ground floor we can’t help but notice the beauty and elegance of the large reception room. The finely decorated floors meet the ancient stone fireplace to the left, while the French doors lead through the rear into the garden of the villa where a 140mq wrought iron gazebo stands. A stone staircase leads to the next floor where another apartment is located. Space certainly isn’t lacking in this wonderful residence. Neither do the tasteful interiors disappoint. The villa oozes history but at the same time displays great contemporary versatility: a real evergreen of elegance.


LOCMAN

®

ITALY

MONTECRISTO Movimento meccanico automatico S.I.O. (Scuola Italiana di Orologeria) o cronografo al quarzo. Titanio e acciaio. Impermeabile fino a 10 atm.

WWW.LOCMAN.IT L O C M A N

S . P. A .

-

M A R I N A

D I

C A M P O

-

I S O L A

D ’ E L B A

B O U T I Q U E S LO C M A N : ● M I L A N O : V I A M . G O N Z A G A , 5 - T E L 0 2 3 6 5 1 2 8 9 3 ● F I R E N Z E : V I A TO R N A B U O N I , 7 6 / R - T E L 0 5 5 2 1 1 6 0 5 ● BRESCIA: CORSO ZANARDELLI, 30 - TEL 030 280055 ● MARINA DI CAMPO: PIAZZA G.DA VERRAZZANO,7 - TEL 0565 977734 ● P O R TO F E R R A I O : C A L ATA M A Z Z I N I , 1 7 - T E L 0 5 6 5 9 1 5 8 9 6 ● P O R TO A Z Z U R R O : V I A V I TA L I A N I , 2 0 - T E L 0 5 6 5 9 2 0 3 1 2 ● M O N T E C AT I N I T E R M E : V I A S . M A R T I N O, 2 / A - T E L . 0 5 7 2 9 0 4 0 9 4 ● P O R TO C E R V O : V I CO LO D E L C E R V O - T E L 0 7 8 9 9 2 4 2 5 ● C E R V I N I A : V I A C A R R E L - T E L 0 1 6 6 9 4 0 1 9 5

E IN TUTTE LE MIGLIORI GIOIELLERIE


In Piemonte il “vino perfe t t Sandro Masci

C’è un vino perfetto quest’anno in Italia ed è piemontese. È un Barbaresco, l’Asili 2006 di Paglieri-Roagna, che nella guida” I Vini d’Italia” dell’Espresso ha ottenuto il voto massimo: 20 ventesimi. Il Piemonte, la più straordinaria regione d’Italia per qualità di vini - Barolo, il Nebbiolo d’Alba, il Barbera Monferrato, il Dolcetto, il Gattinara, il Freisa, il Grignolino, il Cortese di Gavi, l’erbaluce, l’Arneis e il Moscato d’Asti -, fonda le sue radici vitivinicole fin dai temi dei Romani ed in particolare il Barbaresco, che nasce nelle Langhe - ossia nella fascia collinare prealpina che si sviluppa nel sud del Piemonte e a est di Alba. – e la cui produzione è consentita esclusivamente nei comuni di Barbaresco, Neive e Treiso – ha lontanissime origini medioevali. Il vino viene prodotto con uve nebbiolo vinificate in purezza. I suoi grappoli sono formati da acini di colore violaceo o azzurrognolo scuro, avvolti da uno stato detto pruina che sembra nebbia. E’ un ottimo vino rosso, la resa dell’uva non deve superare gli 80 quintali per ettaro e deve invecchiare almeno 26 mesi, di cui la metà in botte. Tra le caratteristiche organolettiche il Barbaresco annovera un colore rosso granato brillante con riflessi aranciati, un odore caratteristico, etereo, gradevole e intenso. Il suo sapore è pieno, robusto, austero ma anche vellutato e armonico. Il suo tasso alcoolico è di 12,5 % vol. Fino a pochi anni fa veniva definito un Barolo minore dato che veniva valutato meno potente e meno longevo. Solo di recente i grandi esperti in materia hanno iniziato ad apprezzarlo, preferendolo al Barolo stesso proprio per la sua diversità, per la sua delicatezza e per il suo sapore fine e seducente. Il vino perfetto è prodotto dalla famiglia Roagna, vignaiola da generazioni e che tramanda di padre in figlio le storiche tecniche nel rispetto della tradizione del vitigno. La grandezza del loro barbaresco sta nella terra, unica, diversa da collina a collina e con il suo rapporto qualità/ prezzo è un vino assolutamente da non perdere e forse da collezionare visto che può invecchiare fino a mezzo secolo. Un vino dunque che tra cinquant’anni probabilmente sarà uno dei vini più esclusivi italiani anche per la limitatissima produzione.

O

The “perfect wine” in Piemonte Barbaresco Asili

Denominazione di Origine Controllata e Garantita Vitigno: nebbiolo 100% viti con età media di 50 anni Zona di produzione: le uve destinate alla produzione di questo vino provengono da vigneti ad esposizione Sud, Sud Ovest del cru Asili. Le qualità del suolo marnoso calcareo di questa zona del comune di Barbaresco conferiscono una grande struttura e un patrimonio tannico molto complesso. La superficie totale di questa vigna è di 0,22 Ha. Coltivazione del vigneto: sistema Guyot basso su collina di buona pendenza. Resa per ettaro: circa 1200 bottiglie prodotte annualmente. Epoca di raccolta: prima metà di ottobre. Vinificazione: raccolta dell uva a mano, pigiatura soffice con diraspatura. Fermentazione in tine di legno. Macerazione di 70-90 giorni, per l’estrazione massima delle caratteristiche autoctone del vitigno. Invecchiamento: 4-6 anni in tine di rovere francese di medie dimensioni. Il vino continua il suo affinamento in bottiglia. Conservato in luogo idoneo, può vivere mezzo secolo. Caratteri organolettici: colore rosso granato. Profumo intenso con netto sentore di tabacco dolce, rosa canina, spezie e goudron. Sapore pieno, austero, elegante, di grande corpo, che ricorda le sensazioni olfattive. Abbinamenti gastronomici: vino di grande struttura, bene si adatta a secondi piatti di carni rosse, stufati, formaggi stagionati e a pasta cotta. Lungamente invecchiato é un vino da meditazione. Formati bottiglie: 0.750L 1,5L Condizioni ottimali di servizio: temperatura: 18°C E’ consigliato aprire la bottiglia 2 ore prima della degustazione. Il bicchiere deve essere un ballon ampio.


There is a perfect wine in Italy this year, and it is from Piemonte. It is a Barbaresco, l’Asili 2006 by Paglieri-Roagna which according to the renowned wines of Italy guide ” I Vini d’Italia”, obtained the maximum vote of 20. The Piemonte region is the most extraordinary in Italy for the quality of its wines – Barolo, the Nebbia d’Alba, the Barbera Monferrato, the Dolcetto, the Gattinara, the Freisa, the Grignolino, the Cortese di Gavi, Erbaluce, the Arneis and the Moscato d’Asti – have their origins founded in Roman times. In particular, Barbaresco wine with its ancient medieval roots comes from the Langhe area, the pre-alpine foothills extending in the south of Piemonte and east of Alba, and is grown exclusively in the municipalities of Barbaresco, Neive and Treiso. This wine is produced exclusively using nebbiolo grapes. Thee grapes cluster in rich purple and dark blue hues. It is an excellent red wine and the amount of grapes produced cannot be more than eight tonnes per hectare, the wine must be aged for at least 26 months of which half this time is spent in the bottle. Amongst its organo-electric characteristics the Barbaresco has a garnet-red colour with orange reflections, and an intense pleasant odour. Its flavour is rich and robust, austere but at the same time velvety and harmonic. It is 12.5% alcohol by volume. Until a few years ago it was known as a lesser Barolo since it was assessed as being less strong and less long lived. Only recently have the highest experts have begun to appreciate it, preferring it to the Barolo itself due to its diversity, delicacy and fine seductive flavour. The perfect wine is produced by the Roagna family, winemakers for generations and passing down from father to son the historic traditions of the art. The greatness of their barbaresco lies in the earth, unique and different from hill to hill and with an excellent price to quality ratio this wine is absolutely not to be missed and should maybe be collected since it can be aged for up to half a century. A wine then which in fifty years will probably be one of the most exclusive Italian wines considering its limited production.

Barbaresco Asili DOCG certification (Denominazione di Origine Controllata e Garantita) Grape: nebbiolo 100% Vines with average age 50 years Area of production: the grapes used for the production of this wine come from south and south west facing cultivations from Asili. The marly-calcareous soil in this area of the Barbaresco municipality confers great structure and a tannic heritage to the wine. The total surface area occupied by the vineyard is 0,22 He. Cultivation: Guyot system low down the hill and with good inclination. Yield per hectare: roughly 1200 bottles produced annually. Harvest: first half of October. Vinification: harvested by hand, lightly crushed and destemmed. Fermentation in wooden vats. Maceration for 70-90 days for the maximum extraction of autochthonous characteristics from the grapes. Aging: 4-6 years, in French oak vats of medium size. The wine continues its maturation in the bottle. Conserved in the ideal environment it can last for half a century. Organo-electric characteristics: carnet-red colour:. Intensely perfumed punctuated by sweet tobacco smell, wild rose, spices and tar. A full flavour, austere and elegant and with great body recalling olfactory sensations. Gastronomic accompaniment: a wine of great depth is best accompanied by red meat second courses, stews, seasoned cheeses and baked pasta. Aged over a long period this is a wine for meditation. Bottle format: 0,75L 1,5L Optimal consumption conditions: temperature: 18°C Opening the bottle 2 hours before consumption is advised. The wine glass should be wide bodied.


* target price

WATCHES FOR PILOTS BY PILOTS

ALTIMETER M / FT QNH, barometer

CHRONOMETER chrono standby

ALARM 2 TIME ZONES

Direct from factory Online price list and catalogue www.dehavilland-watches.com

22mm deployant buckle with extension clasp (DH patented)

Patented magnetic buttons

DH optimised quartz movement

more details: +41 79 240 57 79 www.dehavilland-watches.com info@dehavilland-watches.com Swiss Made

Patented bezel setting


Colli vicentini

______________________________________

I

Immersa nei vigneti della campagna vicentina, sorge questa meravigliosa villa, costruita nella seconda metà del Settecento. Di forte ispirazione palladiana, la villa è un chiaro esempio di gusto neoclassico. L’imponente facciata, caratterizzata da quattro possenti colonne ioniche presenti sul pronao, domina lo spazio circostante, dall’alto della scalinata in pietra fiancheggiata da alti poggi, sui quali si ergono due statue seicentesche. Immersed in the vineyards of the Vicenza countryside this beautiful late seventeenth century villa awaits. Strongly influenced by Palladian architecture the villa is an obvious example of neoclassical forms. The imposing front of the villa is characterised by four imposing ionic columns which dominate the surrounding area. At the top of the stone staircase two seventeenth century statues are present sitting on their supporting walls.

RIVIVERE IL SETTECENTO Reliving the EIGHteenth century 150 LIONARD


LIONARD 151


Al crepuscolo, i confini della villa sembrano dissolversi nella campagna circostante. La forza visiva della tenuta si esplicita nella fermezza delle due statue seicentesche sui poggi che delimitano la scalinata,scorte dall’alto del pronao, quasi a voler controllare il territorio che circonda la tenuta. At nightfall the confines of the villa seem to dissolve into the surrounding countryside. The visible strength of the farm is explicit in the immobile seventeenth statues sitting on their bases delimiting the staircase, accompanied by the pronaos (inner portico) at their summit, almost controlling the surrounding territory.

152 LIONARD


V

arcare la soglia di questa meravigliosa villa dà proprio la sensazione di tornare indietro nel tempo. Immaginiamo personalità di spicco scendere la scalinata principale: un pensatore illustre seduto nel salone, in giacca marrone scuro, camicia dallo sfarzoso colletto bianca con un foulard in tinta legato elegantemente intorno al collo; e signore dell’alta nobiltà passeggiare in giardino con le dame di compagnia, con in mano sofisticati ombrellini, usati per proteggersi dai raggi solari. La facciata di questa splendida e antica tenuta, di chiara ispirazione palladiana, presenta un’ampia scalinata in pietra, che conduce al pronao, dove spiccano quattro importanti colonne ioniche, sormontate da una trabeazione e da un frontone sul quale dominano tre statue, tutte raffiguranti le divinità dell’Olimpo. Uno splendido parco di ben sette ettari di estensione, circondato da vigneti, fa da cornice alle bellezze architettoniche. Il giardino della villa è racchiuso da

Passing through the entrance to this villa gives you the distinct sensation of travelling back in time. Let’s imagine splendid period figures descending the main staircase, celebrated thinkers sitting in the drawing room in their dark brown jackets and lacy high collared white shirts and foulard fastened elegantly around their necks. Perhaps a gentleman from the high nobility strolling through the garden with his lady companions who are carrying sophisticated umbrellas in hand to protect from the suns rays. The façade of this splendid property is clearly inspired by Palladio, with a wide stone staircase leading to the pronaos (inner portico) supported by four imposing ionic columns framed by stone supports upon which three statues pose, representing the divinities of Olympus. A splendid park of over seven hectares and surrounding vineyards provide a picturesque frame for this architectonic wonder. The garden of the villa is enclosed by a fence with octagonal supports.

Andrea Palladio Vicenza, conosciuta anche come la città del Palladio, vanta numerose realizzazioni dell’architetto, nel periodo tardo rinascimentale; tra le più conosciute la Basilica Palladiana, nonché il Teatro Olimpico. Tuttavia, la notorietà dell’architetto sul territorio vicentino è legata soprattutto alla realizzazione di molte tra le più famose ville rinascimentali, di chiara influenza architettonica greco-romana.

Vicenza, also known as the city of Palladio, boasting many of his works. From the late Renaissance period amongst the most well known are the Basilica Palladiana and the Teatro Olimpico. Moreover the notoriety of the architect in the Vicenza territory is above all linked to the construction of some of the most famous Renaissance villas with a clear greco-roman architectural influence.

LIONARD 153


Dai lati del pronao, si accede a due stanze interne della villa, mentre dal centro si raggiunge un vestibolo, che conduce all’antica sala. Sopra, suggestivo scorcio sul giardino, dalle colonne ioniche presenti nel pronao.

From the sides of the pronaos we reach two rooms inside the villa while from the centre we reach the vestibule which itself leads to the old receiving room. Above, a suggestive glimpse of the garden from the ionic columns of the pronaos.

T e c h n i c a l De ta i l s Location Exterior Surface: Vineyard Park Interior surface Year of construction Price

R i f. 3 8 0 Vicenza Tot. 17 he 12 he 5 he 5.400 m2 1764

On application


CONTE CAPRA COUNT CAPRA

Nei primi anni del Settecento, grazie ad un rilevante intervento, l’area a sud della villa venne sistemata a giardino. A fine Settecento il Conte Capra si attivò per la sistemazione definitiva della struttura. Il vestibolo e il salone sono stati decorati alla fine del ‘700 da stucchi e affreschi affidati importanti architetti dell’epoca. L’ampliamento della proprietà, con gli annessi rustici e la barchessa, è dovuto agli interventi di una nota famiglia veneta, nella seconda metà dell’Ottocento.

un recinto con torrette ottagonali. La bellezza esteriore della villa si ritrova anche negli arredi interni degli ampi saloni, in puro stile settecentesco, che aggiungono all’autenticità della villa un valore in più. Dal centro si accede ad un vestibolo, splendidamente abbellito con vivaci affreschi e stucchi colorati di fine Settecento, eseguiti da importanti architetti dell’epoca. Questa villa, unica nel suo genere per peculiarità strutturali ed artistiche di grande rilevanza, fa parte del patrimonio culturale mondiale e costituisce un vero e proprio punto di riferimento per architetti e progettisti di ogni tempo e nazione. Inserita in un territorio dal grande valore culturale ed immersa nel verde e nel silenzio dell’aperta campagna, permette di ammirare piante e giardini di rara bellezza, vere e proprie perle del florovivaismo di alta qualità.

Following important interventions the land immediately south of the villa was made into a garden during the beginning of the seventeenth century. Towards the end of that century Count Capra made his definitive changes to the villa with the vestibule and receiving room decorated by stuccoes and frescoes designed by the most eminent architects of the moment. The enlarging of the property with agricultural annexes and the “barchessa” (wing) was made by an important Venetian family in the second half of the eighteenth century.

The exterior beauty of the villa continues inside the large rooms furnished according to the original seventeenth century style. From the centre of the villa we arrive at the vestibule, splendidly embellished with vibrant coloured stuccoes and frescoes dating to the seventeenth century and attributed to the most important architects of the time. This villa is unique for its genre and its structural and artistic relevance. It is noted as a world heritage site and constitutes an architectonic point of reference in its timeless context. Located in a territory of cultural and naturalistic significance you can admire the rare beauty from the richly planted garden.

LIONARD 155


The Knowledge. Whether you want to buy, build or borrow, speak to the superyacht superagents.

62.5m Baton Rouge at anchor, Saint-Jean-Cap-Ferrat Build project management: Burgess Operational management: Burgess Central Agents for charter: Burgess

Sale & PurchaSe | charter | technical conSultancy | ManaGeMent


London Monaco New York Miami Santa Monica Palma Athens Mumbai Seattle Moscow

+ 44 20 7766 4300 + 377 97 97 81 21 + 1 212 223 0410 + 1 305 672 0150 + 1 310 392 7696 + 34 672 179 008 + 30 6932 408 285 + 91 2266 391900 + 1 206 285 4561 + 7 495 220 2402

enquries@burgessyachts.com | www.burgessyachts.com


Canavese

______________________________________


un maniero Regale A Regal Manor House

Tra antIchitĂ  delle forme e modernitĂ  degli utilizzi In between antique formation and modern living.

Costituito da due castelli uniti assieme, questo spettacolare edificio mantiene il fascino della sua storia millenaria. Ma presenta caratteristiche ideali per per ospitare al meglio esistenze e attivitĂ  moderne tra natura, bellezze e spettacoli unici al mondo. A partire dai panorami. Comprising of two castles linked together, this spectacular building maintains its charm of a thousand year old history. But it also presents the ideal characteristics to host life and modern activity among nature, beauty and spectacles unique to this world. Starting with the panorama.

LIONARD 159


U

Un castello è sempre e comunque un’opera unica al mondo. Ma come si può allora definire un maniero come questo, composto da due castelli diversi e figlio di una cultura che racchiude elementi di Roma antica, che passa per la cultura celtica ed arriva al Medioevo? La sua caratteristica pregnante è infatti la ricchezza di culture che lo ha costituito: tra le mura troviamo tracce evidenti di storia dei Liguri e dei Celti, passando per molti popoli nordici che hanno influito sul temperamento di questa terra. A partire ovviamente dai vicini francesi: la Francia dista infatti pochissimi chilometri a ovest. L’originalità dell’architettura deriva infatti dalla complessa storia italiana, che affonda le sue radici nelle influenze greche e romane. Non a caso i primi elementi che uno storico saprebbe distinguere tra queste mura sono proprio quelli romani. Testimone diretto di tante epoche diverse, il maniero ha sostenuto nei secoli numerosi assalti e devastazioni, subendo nel Cinquecento occupazioni francesi e spagnole per mano di molti capitani di ventura. Il Canavese, terra dove questo maniero ha le sue solide basi, si presenta come terra di torrenti e rupi, a lungo contesa per le sue bellezze e ricchezze. Una terra che vanta bellissimi laghi ed alture e che vede, nella pianura del Canavese, l’abitato, caratterizzato dal dolce e fitto susseguirsi di vigneti. Tutta la rocca, quasi a trovare continuità con il castello, è un vecchio borgo pieno di fascino e carattere, con la sua parrocchia del ‘600, la piazza

Rigorosità nelle forme, anche della natura: perfino gli alberi rispettano l’eleganza del castello.

Rigorous forms, also through nature: even the trees reflect the elegance of the castle.

A castle is always a unique opera wherever based in the world. But how can one then define a manor house like this, comprising two different castles and child of a culture that encapsulates elements of antique Rome, passing through Celtic times to arrive in the Middle Ages? Its most significant character is, in fact, the richness of the culture that formed it: between the walls we find evident traces of Ligurian and Celtic history, passing through many Nordic populations that shaped the temperament of this land. Starting obviously with its French neighbours: France, in fact, is a very close few kilometres west. The originality of the architecture derives from a complex Italian history that roots were shaped by the Greek and Romans. It is not by chance that historians would be able to distinguish one of the first elements as being Roman. Direct testimony to many diverse eras, the manor house has over the centuries withstood numerous assaults and devastation, being subjected to French and Spanish occupation by adventurous mercenary troop commanders in the sixteenth century. Il Canavase, the name of the land where this manor house has its solid base, presents itself as a land of castles and rocks, long sort out for its beauty and richness. A land that boasts beautiful lakes and high ground and, it is in the Canavese area where one can see, built up sweet crowded vineyards that follow on one by one. The entire fortress, almost finding continuity with the castle, is a old suburb full of charm and character, with its 17th century parish, paved square and tiny streets 160 LIONARD


Ubicato nel Canavese, alle porte di Torino, il maniero è un perfetto esempio di castello italiano che proprio in questa zona ha trovato una delle sue piÚ alte espressioni. Le sue torri sono un perfetto punto di osservazione, con lo sguardo che spazia su tutto il Canavese.

This manor house is a classic example of an Italian castle that finds itself to be one of its most highest expressions of this area. The two towers are a perfect observation point, with a view over the whole Canavese region.


Un alone di mistero An air of mistery Tipico del medioevo, il castello nasce come edificio situato in un luogo strategico, atto a difendere il castellano e la sua famiglia da attacchi militari. Tale funzione subisce gradualmente vari mutamenti, a partire dal tardo Cinquecento, a seguito dell’utilizzo di potenti armi da fuoco. I torrioni, un tempo alti e svettanti per contrastare gli attacchi da terra, divengono sempre più bassi e larghi, per meglio deviare i colpi d’artiglieria. E come non pensare alla valenza simbolica di questo luogo, scenario di molteplici storie del terrore, dove protagonista indiscusso rimane l’elemento sovrannaturale; il romanzo “The Castle of Otranto” di Horace Walpole costituisce sicuramente l’esempio migliore. In epoca moderna, infine, con la nascita di fortificazioni più specifiche, i castelli non più modificabili efficacemente per resistere alle pressanti innovazioni, vengono ristrutturati come residenze signorili per le famiglie nobili. Senza contare la loro valenza storica, culturale e turistica, grazie a continue leggende e storie di fantasmi che abitano questi luoghi del mistero.

Typical of the middle ages, the castle was created and situated in a strategic position, acting to defend the Lord of the manor and his family from military attack. This function experienced a gradual change, starting from the late sixteenth century following the introduction of powerful weapons. The great towers, at one time tall and standing high to oppose attacks from the ground, became over time lower and wider, to deflect gunshots from the artillery. And then, how can one not think about the symbolic value of this place, scene of many stories of terror, where the undisputed protagonist is the supernatural; the novel “The Castle of Otranto” by Horace Walpole surely constitutes the best example. In modern times, to finish, with the creation of more specific fortifications, castles that are not modified effectively to resist the pressure of innovation, are restructured into stately residences for noble families. Without counting their historic, culture and touristic values, thanks to legends and stories of ghosts that inhabited these mysterious places.

162 LIONARD


selciata e le viuzze incassate fra gli alti muri dei giardini. Un ambiente che non manca di stupire il visitatore per i suoi colori caldi e intensi che si mischiano in un’esplosione cromatica di ombre ed arcobaleni. Con ben 2200 metri quadri di superfici coperte, il castello domina la sommità di una collina ed è immerso in 10 ettari di parchi, boschi e giardini molto panoramici. Come si è detto, due sono i manieri che lo costituiscono: il primo è un castello più piccolo che risale al XIII secolo; il secondo, più grande, è del XIV secolo e presenta evidenti rifacimenti gotico-romantici del XIX secolo. La bellezza di costruzioni di questo genere non ha tempo né spazi precisi. Vederlo e scoprirlo è una festa per gli occhi e per la fantasia. Se le sale e i corridoi sono semplicemente fantastici e nel tempo maggiormente impreziositi da complementi d’arredo di grande valore - sembrano usciti direttamente da un film fantasy, ma ogni elemento è solido, sicuro e immortale - i luoghi più segreti fanno ricorso alla nostra più sfrenata fantasia. A partire dai meravigliosi e caratteristici sotterranei, in parte di epoca celtica e in parte romana.

set between high garden walls. An ambience that never fails to astound its visitors for the warm intense colours that mix in an chromatic explosion of shadows and rainbows. With its 2200 m² surface area, the castle dominates the sum of a hillside and is immersed in 10 hectares of parkland, wood and panoramic gardens. As already mentioned, it is comprised of two manor houses: the first is a smaller castle that dates back to the XIII century; the second dated XIV century presents gothic-romantic reconstruction of the XIX century. The beauty of buildings of this type does not have a precise time or place. To see and discover it is a feast for the eyes and for fantasies. If the rooms and corridors are simply fabulous over time made all the more luxurious with furnishings of great value – as if straight from a fantasy film, all the same every element is solid, secure and immortal – the hidden places let our fantasies run wild. Starting from the amazing basements, in part Celtic and partly Roman. Outside the great square ‘Piazza d’Armi’ spreads out within the walls and

Il castello è composto in realtà da due castelli attigui: la superficie totale è di 2200 mq con annessa Darsena, Torre merlata, cappella romanica e casa di caccia. The castle actually comprises two adjacent castles: a total of 2200 m² with open wet dock, crenellated tower, Romanesque chapel and hunting lodge. LIONARD 163


Il Castello Grande, recentemente restaurato, ospita i saloni più importanti tra cui, al primo piano, due sale gotiche e tre sale settecentesche.

The Grand Castle, recently restructured, hosts the most important rooms including, on the first floor, two gothic and three eighteenth-century rooms.

All’esterno spiccano la grande Piazza d’Armi, dentro la cinta, e i giardini interni con piante pregiate e angoli suggestivi. Per finire con l’ampia terrazza da cui si gode uno splendido panorama sul Bosco Parco, la Dora Baltea, la valle del Canavese, Monferrato, Appennino Ligure e arco alpino. La storia del Castello di Mazzé è il risultato di un intreccio di leggende, titoli e vicende. Forse il merito è dovuto anche al fatto che, all’interno delle sue antiche prigioni, si trova il primo Museo della Tortura ambientato negli antichi sotterranei di un castello medievale. La prestigiosa collezione proviene in buona parte dalla Spagna e da varie collezioni europee e ben si presta come teatro di romanzi e racconti del terrore. internal gardens display valuable plants and suggestive angles. To finish, the large terrace boasts an amazing panorama over Bosco Parco, la Dora Baltea river, the valley del Canavese, Monferrato, the Ligurian Apennines and the Alps. The history of Castello di Mazzé is a medley of legends, titles and affairs. Maybe its merit goes to the fact that the first museum of torture based in a medieval castle can be found inside its antique prison situated in the antique basement. The valuable collection comes in the most part from Spain and various European collections and is the perfect setting for novels and horror stories.

164 LIONARD


T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 1 1 3 Turin

Exterior Surface:

10 he

Interior surface:

Tot. 3.800 m2

Great castle

2.600 m2

Small castle

1.200 m2

Price

â‚Ź 5.000.000


Gamma Yacht

STEEL ONLY STEEL MADE   SUPER YACHT QUALITY   EXTREME VOLUME ON BOARD   COMFORT AND LONG RANGE ECONOMY IN FUEL CONSUMPTION AND LOW ENVIRONMENT IMPACT

BUILD YOUR DREAM!


ts: Expedition line

COMING SOON GAMMA 24 Mediterranéè THE SUPERYACHTS

Gamma 16

THE mini SUPERYACHTS®

Gamma 20

THE mini SUPERYACHTS®

Gamma 24 Oceanic THE SUPERYACHTS

Bergamo - Amsterdam - Tel. +39 035 4183047 info@gamma-yachts.it - www.gamma-yachts.it


DESIGNER PER PASSIONE Quando lo yacht diventa biglietto da visita dei personaggi più importanti e influenti del mondo Designer for passion

When to yacht becomes the business card of the most important and influential people in the world. Ester Davi

Ferretti Custom Line 100’

Giovanni Zuccon

Roma. , classe 1944, si occupa da quasi trent’anni della progettazione delle sovrastrutture, delle compartimentazioni e dell’arredamento degli interni delle imbarcazioni da diporto, iniziando nel 1976 con i cantieri Polisippo di Sabaudia e proseguendo, negli anni ‘80, con i cantieri Baglietto di Varazze. Insieme alla moglie -nonché architetto- Paola Galeazzi, Giovanni Zuccon fonda lo studio di architettura e industrial design che, dal 1984, prenderà il nome di “Zuccon International Project” (ZIP per abbreviazione), uno studio che ha fatto della multidisciplinarietà il proprio punto di forza. L’attività della “Zuccon International Project” è stata oggetto di numerosi riconoscimenti, anche recentemente; ha ricevuto, nel 2011, il premio “Nautical Design Award” per il miglior design nella categoria yacht a motore da 24 a 40 metri per il prodotto Custom Line 124’ ed il premio per il “Best Interiors Design” nella categoria “Flying Bridge Over 24 meters”, Festival de la Plaisance di Cannes 2011, per il prodotto Custom Line 100’.

168 LIONARD


Due uomini accomunati dalla solita professione: disegnare splendidi “giganti del mare”. Magnati russi ed arabi, milionari cinesi; illustri businessmen, principi e protagonisti dei più bollenti gossip. Tutti questi personaggi, che da sempre si dimostrano amanti del lusso più sfrenato, di certo non potranno rimanereinerti di fronte alla bellezza di uno yacht ultramoderno ed elegante nei suoi interni e dalle linee esterne accattivanti e tecnologiche. Two men united by profession: designing splendid “giants of the sea”. Russian and Arab magnates, Chinese millionaires, illustrious businessmen, princes and protagonista of the hottest gossip. Figures who have always demonstrated their love of unadulterated luxury, of made in Italy luxury, cannot remain impassive when seeing the beauty of an ultramodern yacht with its elegant interiors and captivating yet technological external lines.

Ferretti Custom Line 124’

Giovanni Zuccon

Rome. , class of 1944, for almost thirty years has been designing superstructures, compartments, and interior design of yachts since 1976 with the Polisippo di Sabaudia boatyard and in the 80’s with the Baglietto di Varazze. Together with his wife and architect Paola Galeazzi, Giovanni Zuccon founded the architectural and design study which from 1984 is known as the “Zuccon International Project” (ZIP) and bases its strength on its multidisciplinary approach. The work of the “Zuccon International Project”has many times been recognised, recently receiving the “Nautical Design Award” in 2011 for the best motor powered yacht design in the 24-40m category for their Custom Line 124 as well as the “Best Interiors Design” in the “Flying Bridge Over 24 meters” categoryof the Festival de la Plaisance of Cannes 2011, for the Custom Line 100’ series.

LIONARD 169


Pershing 108’

Fulvio De Simoni

Milano. , noto architetto e designer di imbarcazioni di lusso, che vanta una lunga ed importante carriera internazionale alle spalle, esordisce, nei primi anni ‘70, come progettista navale, presso lo Studio di Alberto Mercati. Nel 1977, fonda lo “Yankee Delta Studio”, in collaborazione col celebre designer Massimo Gregori. Il sodalizio dura fino al 1983, anno in cui De Simoni diventa unico titolare di “Italprojects”, società specializzata nello sviluppo di progetti ad elevato contenuto tecnologico nel settore navale industriale. L’architetto ha disegnato imbarcazioni per i più blasonati cantieri navali in Italia e nel mondo, che hanno costruito su suoi progetti oltre 2.500 unità. Tante le storiche collaborazioni con marchi come Pershing, Antago, Mochi Craft, Ilver, Gianetti, Raffaelli Inace, Gallart, Trojan, Simmonea; più recenti, invece, quelle con Abacus Marine, Aicon, Astondoa, Austin Parker, Evomarine, Filippetti Yacht, Menorquin, Rodman, Sea Share e Wider. Un architetto anch’egli pluripremiato, a livello internazionale: a Cannes, ha ricevuto circa una dozzina di volte lo “Yacht Trophy” per vari cantieri; nel 2005, ha portato a casa lo ShowBoats Award di Monaco per il Pershing 115.

Milan. Noted architect and luxury yacht designer

boasts a long and distinguished international career beginning in the 70’2 as a yacht designer with Alberto Mercati. In 1977 he launched the “Yankee Delta Studio” with the celebrated designer Massimo Gregori. The partnership lasted until 1983 when De Simoni became the owner of “Italprojects”, a company specialising in the development of advanced technological projects in the industrial ship design sector. The architect has designed boats for the most well known Italian and international boatyards who collectively built over 2500 models based on his designs. There are many historic collaborations with Pershing, Antago, Mochi Craft, Ilver, Gianetti, Raffaelli Inace, Gallart, Trojan, Simmonea; more recently with Abacus Marine, Aicon, Astondoa, Austin Parker, Evomarine, Filippetti Yacht, Menorquin, Rodman, Sea Share e Wider. An award-winning architect the world over: at Cannes he received the “Yacht Trophy” roughly a dozen times for various boatyards; in 2005 he won the ShowBoats Award of Monaco for the Pershing 115.

Pershing 115’

170 LIONARD

Fulvio De Simoni


edsadvertising.com

Pelle dura.

Askari 63’. Il nuovo concept di barca tutta in alluminio. Un marchio nuovo per una imbarcazione dalla forma e dalla progettazione innovative. Kifaru Yachts. 20 anni di esperienza nel settore nautico applicata al presente, per interpretare e affrontare con la carica vincente il futuro.

www.kifaruyachts.com

Askari 80’

Askari 63’

Adventurer 60’

Askari 36’


Alto padovano

______________________________________

Luci al tramonto

Lights at sunset

Una soluzione moderna per chiunque desideri vivere in tranquillità, senza rinunciare al piacere di tante comodità. A contemporary solution for anyone who wishes to live in tranquility without giving up the pleasures of modern life.

O

sservare questa splendida villa c’è da perdersi nelle tante meraviglie che offre: dalla piscina, al suggestivo stagno di proprietà con annesso gazebo; dal campo da tennis trasformabile in campo da calcio, fino agli splendidi e lussuosi arredi interni. Il tutto in sette ettari di terreno, nel quale non manca certo spazio per un giardino estremamente curato e colorato, che fa risaltare al meglio la bellezza estetica della villa.

Looking at this splendid villa it is easy to imagine the many wonders on offer here, from the swimming pool, the lovely pond with gazebo attached, the tennis court, which when necessary, can also be used as a football pitch, to the splendour of the luxurious internal furnishings. All this set in seven hectares of land including an immaculately maintained garden which makes a perfect setting for this lovely villa.


Dalle splendide tife presenti nello stagno, una suggestiva visione della facciata di questa villa, interamente di mattoncini rossi. Una vera oasi.

From the splendid cattails present in the pond, a striking view of the red brick facade of the villa. A true haven of peace.


U

Un lungo e lavorato viale ci guida verso l’entrata di questa meravigliosa villa di recente costruzione. Gli alberi che troviamo lungo i lati sono pensati per creare un vero e proprio tunnel di ombra fino alla dimora ed i sassi che compongono il viale sono stati posati a mano, secondo un’accurata geometria, sulla quale l’occhio sembra perdersi. I lampioncini, opera di artigiani locali, hanno la particolarità di essere flessibili, affinché l’urto di una macchina non ne provochi l’immediata rottura. La facciata della villa è interamente composta da mattoncini in pietra rossa, che sembrano sfumare sulla pavimentazione a scacchi del loggiato e della piscina adiacente, in risalto col verde del prato circostante. The entrance to this magnificent recently built villa is reached by way of a long well kept drive. The trees which line it form a shady tunnel and the stones on the ground have been laid by hand in a geometrical pattern. The lamps, made by local craftsmen, have been constructed to withstand any accidental contact by cars traveling along the drive. The façade of the building is entirely made up of red bricks which seem to blend into the chequered paving of the lodge and the swimming pool next door yet contrasting with the green of the surrounding lawns.

L’efficiente sistema di illuminazione regala una suggestiva vista notturna della villa. I lampioncini lungo il viale e lungo tutto il loggiato sono fatti a mano da artigiani locali.

The efficient lighting system gives an evocative nighttime view of the villa. The lamps along the drive and lodge are all handmade by local craftsmen.

174 LIONARD


Lo stagno rappresenta forse l’elemento più interessante dell’intera proprietà, in quanto è in grado di offrire uno spettacolo naturale davvero molto suggestivo, grazie alla bellezza delle tife, delle canne, delle ninfee e di un magnifico salice piangente. Il gazebo sullo stagno, così come quello sulla piscina, gode di un impianto di illuminazione autonomo.

Perhaps the most absorbing part of the property is the pond because it gives a display of nature at its finest thanks to the beauty of the cattails, the reeds, the water lilies and a magnificent weeping willow tree. The gazebo on the pond, as well as that on the swimming pool benefits from an automatic lighting system.


L’arte dell’artigiano vetraio The art of the glass craftsman Il rosone e la porta ritratte in questa foto, i quali collegano la cucina col soggiorno, sono opera dello stesso vetraio che esegue la manutenzione delle più importanti chiese di Venezia. Il ruolo di Venezia nella lavorazione di vetro pregiato non ha storicamente eguali. I primi frammenti ritrovati da scavi archeologici che possano testimoniare l’attività vetraria a Venezia risalgono al VII secolo a.C.. Tuttavia, l’arte del vetro si presenta come vera attività manifatturiera organizzata soltanto nel XII secolo. Successivamente, grazie ai contatti commerciali con il vicino Oriente ed i paesi di antica tradizione vetraria quali i fenici, i siriani e gli egiziani, le tecniche si sono affinate a Venezia più che altrove in Europa.

The rose window and door shown in this photograph and link the kitchen to the living room, are works by the same craftsman who is responsible for maintaining the glass in the most important church in Venice. Historically, the role of Venice in the production of fine glass ware is without parallel. Archaeologists have discovered fragments of glass which indicate that there have been glassworks in Venice since as early as the seventh century although, the organized manufacture of glass only began in the twelfth century. Since then, thanks to trading with the Middle East and with other countries with an ancient glassmaking tradition such as the Phoenicians, Syrians and Egyptians, the art has been refined in Venice more than in the rest of Europe.

176 LIONARD


La villa è immersa in un bellissimo ed enorme parco, nel quale trovano spazio un campo da tennis, che all’occorrenza si trasforma in campo da calcio, un’ampia piscina ed uno stagno con gazebo in muratura, da utilizzare in qualsiasi occasione, da semplice luogo per trascorrere afose serate estive, ad ambiente perfetto per celebrare cerimonie o per organizzare feste, grazie ad un impianto di illuminazione autonomo e molto efficiente. All’interno, le mura mantengono i mattoncini a vista ed i complementi d’arredo si presentano molto raffinati. La pavimentazione in parquet conferisce un tono in più di eleganza alla dimora. L’ampio soggiorno colpisce per la sua luminosità, grazie alle porte finestra e alle due splendide vetrate, fiore all’occhiello della stanza. I lampadari sul tavolo in soggiorno, prodotti da un artista vetraio della zona, sono dei veri gioielli. Ogni singolo elemento della villa è pensato secondo esigenze di comfort e funzionalità; il tutto mantenendo un tocco di estrema eleganza.

The villa is set in a large park, the beautiful grounds include a tennis court which, when necessary can be turned into a football pitch, a large swimming pool and a pond with a mature gazebo which would lend itself perfectly to parties, ceremonies or just for passing quiet summer evenings thanks to its automatic lighting system. Inside, the original brickwork has been left on view and is complimented by the elegant furnishings. The parquet floors give added elegance to the residence. The large living room is flooded with light thanks to two impressive windows and the French doors. The table lamps made by a local artisan are truly beautiful. Every single feature of the villa has been thought out with comfort and functionality in mind while still keeping charm and elegance.

T e c h n i c a l De ta i l s

Padua

Location Zone

R i f. 4 3 0

Campodarsego

Exterior Surface

7 he

Interior surface

1.200 m2

Price

On application

L’arredamento della casa rispecchia il nostro animo più intimo. Perché arredare significa ricostruire il nostro mondo, arricchire gli ambienti rispettando le nostre esigenze. The interior furnishings of a house are a reflection of our innermost feelings therefore, with furnishings we build our own world and enrich the environment we live in according to our needs.


IL PRIVATE BANKING NEL GRUPPO MONTEPASCHI The private banking of the Montepaschi Group

Eugenio Periti

Il cliente di elevato standing è tradizionalmente abituato a ricevere un trattamento preferenziale e a riconoscere l’eccellenza e la qualità del servizio in tutte le occasioni nelle quali si rapporta con i propri interlocutori professionali. Per questo, il Gruppo Montepaschi, tradizionale interprete di un sistema valoriale costruito nel segno della solidità, serietà e affidabilità, dedica alla propria clientela di alto profilo un servizio esclusivo caratterizzato da professionalità, distintività e massima personalizzazione. Nella visione del Gruppo questa eccellenza, questa qualità non può che essere la sintesi di una molteplicità di componenti, quelle in cui è articolato il modello di servizio, la “piattaforma” integrata e dedicata alla clientela Private attraverso cui si esprime la specificità, la distintività del Private Banking nelle strategie e negli assetti del Gruppo. Con riferimento alle prospettive sui mercati finanziari, pur considerando che le posizioni potrebbero subire mutamenti anche significativi in funzione di ulteriori elementi di discontinuità che si dovessero registrare, può essere utile rappresentare l’attuale view del Gruppo. Prevale, in generale, un orientamento alla massima cautela nella definizione delle scelte allocative alla luce di uno scenario che si prevede possa continuare ad essere caratterizzato da elementi di particolare complessità. L’estrema volatilità che ha connotato il 2011, legata in particolare alla crisi del debito sovrano, ha posto in discussione l’esistenza o meno di asset del tutto privi di rischio ed impone di accentuare l’orientamento verso una attenta diversificazione del patrimonio in ottica di contenimenti dei rischi. Lo scenario di ulteriore indebolimento del quadro macro, atteso nelle economie avanzate, è confermato dall’analisi dei leading indicator che segnalano un rallentamento dell’attività produttiva particolarmente marcato nell’Area Euro nei prossimi mesi. Sul fronte obbligazionario governativo, nell’ipotesi in cui non si registrasse una concreta convergenza sulla definizione di un intervento comune e risolutivo, è ragionevolmente prevedibile che la crisi del debito rimanga fonte di volatilità con impatti rilevanti in termini di spread e potenziale estensione delle criticità anche a paesi maggiormente virtuosi. Le scelte allocative vedono attualmente in leggero sottopeso tanto gli Investment Grade che gli High Yield, pur a fronte di rendimenti assoluti e di spread storicamente interessanti. L’orientamento è

The high standing client is used to preferential treatment and acknowledges the excellence and quality of the professionals he refers to. For this reason the Montepaschi Group, traditional protagonists of a high value system built on solidity, seriousness and reliability, dedicates itself to its high profile clients an exclusive service underpinned by professionalism, distinctiveness and fully personalized. In the vision of the Group this excellence can only be the result of an agglomerate of components, which together articulate the system. They are the integrated “platform” dedicated to our Private clients through which the distinctiveness of our Private Banking are expressed through strategies and the assets of the Group. It would be useful to represent the current view of the Group regarding the prospects of the financial markets. This despite potential and possibly significant changes due to further elements of discontinuity which could occur. The overwhelming theme is prudence regarding the definition of the choices made in the light what is could be foreseen to be particularly complex elements. The extreme volatility seen in 2011, mainly linked to the crisis surrounding sovereign debt, put the very existence of risk free assets into question and accentuated an orientation towards attentive diversification of patrimonies to safe guard against risk. Further weakening on a macro scale is forecast in advanced economies, and is confirmed by the leading indicators which signal a slowing of productive activities particularly in the Euro Area during the next months. If there were to be no concrete convergence on the definition of a common resolute intervention by Governments, it would be reasonable to assume that the debt crisis continues to be the source of strong volatility with consequent impacts on spreads and the potential extension of difficulties to even the most resilient countries. Current choices actually see Investment Grade and High Yield underweight despite absolute earnings and historically interesting spreads. The currently tendency is to evaluate with relative interest the debt of Emerging


In questa immagine, Giuseppe Mussari, attuale presidente del Monte dei Paschi di Siena. Egli ricopre anche, dal 15 luglio 2010, la carica di Presidente dell’ABI - Associazione Bancaria Italiana.

In this image, Giuseppe Mussari, president of Monte dei Paschi of Siena. He also covers, from the 15th of July 2010, the presidency of the ABI – Italian Banking Association.

Presidente del Monte dei Paschi di Siena President of Monte dei Paschi di Siena

a valutare con relativo interesse il debito dei Paesi Emergenti in considerazione di un differenziale di crescita verso le economie sviluppate ancora largamente positivo. Prevale un atteggiamento di sensibile prudenza sulla componente azionaria, che dovrebbe sottopesare l’area Euro e Usa, privilegiando invece i mercati emergenti tanto per ragioni legate ai trend di crescita dell’economia, quanto allo sconto relativo in termini di valutazioni. In linea con il trend registrato negli ultimi mesi, i metalli preziosi continueranno ad essere oggetto di forte attenzione da parte degli investitori. In un simile contesto, emerge da parte dei clienti un bisogno sempre più diffuso di assistenza specialistica, orientata ad un presidio dinamico della stabilità patrimoniale. Il Gruppo Montepaschi ha scelto di restare proattivamente e professionalmente vicino al cliente, qualificando la relazione attraverso un approccio consulenziale evoluto, in grado di neutralizzare i fattori emotivi e favorire l’adozione di scelte consapevoli, basate su parametri oggettivi, nel segno della massima diversificazione e personalizzazione. D’altro canto, è noto come la domanda di supporto consulenziale tenda ad avere un andamento tendenzialmente aciclico: è proprio nelle fasi di maggiore volatilità e complessità che il cliente manifesta ancora più questa esigenza, dimostra di riconoscere ed apprezzare la caratura professionale del proprio interlocutore, decreta se quest’ultimo sia effettivamente meritevole della propria stima. Alla luce di questo, la strategia del Gruppo nel mercato Private ha individuato nella consulenza evoluta, supportata dalla piattaforma Advice -la più innovativa attualmente sul mercato- il driver fondamentale in grado di esprimere un decisivo e qualificante valore aggiunto nella relazione con il cliente: un eccellente servizio di consulenza permette di avere una visione d’insieme degli investimenti del cliente (grazie ad un check-up analitico) e di elaborare strategie di investimento personalizzate, coerenti con gli obiettivi, l’orizzonte temporale ed il profilo di rischio del singolo cliente. L’approccio consulenziale consente dunque di operare lungo un percorso di investimento e di monitorarne costantemente gli andamenti con sofisticate metodologie di controllo. Con riferimento alle soluzioni di investimento, la clientela Private può contare su un mix concepito in funzione delle peculiari esigenze di cui è portatrice: opportunità che si estendono a tutto il mondo del risparmio gestito, spaziando da un ampio spettro di Oicr delle più importanti case di investimento internazionali a linee di gestioni 180 LIONARD

Countries in consideration of a differential yet still largely positive growth towards developed economies . A measured prudence prevails on forging actions, which should under weigh the Euro area and the USA, and privileging emerging markets due to economic growth trends and the relative discount in evaluation terms. Continuing the trend observed in recent months, precious metals will continue to be the object of attention by investors. In a similar context, client’s needs emerge as having ever greater for specialist assistance orientated towards a dynamic protection for the stability of patrimony. The Montepaschi Group has chosen to remain close to their clients through pro-activity and professionalism, establishing the relationship with an evolved consultancy approach capable of neutralizing emotive factors in favour of knowledge based choices based on objective parameters. This yields the most diversification and personalization. On the other hand it is well known that the need for consultancy support tends to be acyclic: it is in fact during the most volatile and complex phases that the client manifests this need again, demonstrating the appreciation of the professional figure of their consultants, deeming them effectively worthy of their merits. Given these facts, the strategy of the Group in the Private banking market has identified through evolved consultancy, and through the support of the Advice platform – the most innovative on the market – the fundamental driver capable of expressing a decisive and enhanced value with their relationship with their client: an excellent consultancy service permits a more holistic vision of clients investments which are coherent with the objectives, the time frame and risk profile of every single client. When considering investment solutions, our Private clients can count on various instruments conceived in function of their specific needs: opportunities which are extended to the whole world of savings managed, encompassing a wide spectrum of Oicr from the most important investment institutions for patrimonial management dedicated to modern bank insured solutions. In the management of patrimonies, the Private client may use the exclusive formula of preventative risk adversion, which represents an absolutely distinct component on the


Le decorazioni della Galleria Peruzziana, concluse nel 1908, possono essere considerate l’opera conclusiva della carriera di Gaetano Brunacci, uno dei più validi artisti usciti dalla scuola senese. Lo scompartimento della galleria dedicato al Monte dei Paschi di Siena si presenta riccamente decorato con putti, draghi alati e delfini dipinti. Al centro della volta, campeggia lo stemma dell’istituto bancario.

The decorations of the Galleria Peruzziana, completed in 1908, can be considered the final accomplishment of Gaetano Brunacci, one of the most valid protégées of the Siena school of arts. The compartment dedicated to Monte dei Paschi of Siena is richly decorated with Cherubs, winged dragons and dolphins. At the centre of the vaulted ceiling the stem of the financial institution.

Particolare della scala interna Detail of the interior stair

patrimoniali dedicate fino a moderne soluzioni bancassicurative. Nell’ambito delle gestioni patrimoniali, il cliente Private può accedere alla formula esclusiva delle gestioni con preventivo assenso, che rappresentano una componente di assoluta distintività sul mercato e permettono al risparmiatore di partecipare attivamente alle scelte di investimento. L’approccio “multibrand”, sistematicamente applicato nella selezione degli strumenti finanziari, garantisce qualità, indipendenza e trasparenza. Un sistema, quello ad “architettura aperta”, reso possibile dalla rete di accordi con le principali case di investimento internazionali e dalle importanti partnership industriali definite degli ultimi anni, come la joint venture con Clessidra, che ha dato vita a Prima SGR, ed a quella con il Gruppo AXA nel comparto bancassicurativo, da cui è derivata AXA-MPS. Da segnalare, in particolare, soluzioni unit-linked evolute, che combinano i vantaggi tipici delle polizze assicurative con la possibilità di cogliere le migliori opportunità sui mercati finanziari. In particolare, questa tipologia di polizze può svolgere un ruolo fondamentale nell’ambito delle tematiche di passaggio generazionale, nell’ottica di una oculata attività di pianificazione del patrimonio ereditario. La scelta del Gruppo per la clientela Private è orientata nella direzione di un approccio integrato alla ottimizzazione complessiva, non limitato pertanto alla sola pianificazione finanziaria, ma esteso alle altre componenti del patrimonio. Occorre considerare, tra l’altro, le specificità della clientela Private (si tratta nella maggioranza dei casi di imprenditori) e la composizione dell’asset mix. Secondo una recente indagine condotta dall’Osservatorio Private Banking di Pricewaterhouse Coopers, il patrimonio Private è

Galleria Peruzziana Peruzziana Gallery

market and permits savers to actively participate in investments.

The “multibrand” approach, systematically applied to the selection of financial instruments, guarantees quality, independence and transparency. A system of “open architecture” has been made possible through a series of agreements with the world’s leading investment houses and industrial partnerships defined in recent years. An example is the joint venture with Clessidra, which gave life to Prima SGR, as well as the agreement with the Gruppo AXA in the banking insurance sector, from which AXAMPS is derived. Of particular interest, unit-linked solutions are worth mentioning, combining the typical advantages of insurance policies with the possibility of taking the best opportunities on the financial markets. This type of policy can play a fundamental role in the theme of generational transfers for an attentive planning of hereditary patrimony. The Group’s choice for the Private client is directed towards an integrated approach for optimizing globally and not limited to financial planning, but to the other components of patrimonial management. It is necessary to consider for example the specific needs of the client (mostly referring to businessmen) and the composition of mixed assets. According to a recent study by the Private Banking Observatory of Pricewaterhouse Coopers, private patrimony is invested on average 40% in financial instruments and 50% in real estate while the remainder accounts for real activities. LIONARD 181


Piazza Salimbeni, Siena. Gli uffici amministrativi e di rappresentanza del Monte dei Paschi di Siena si articolano intorno al perimetro di questa piazza.

Piazza Salimbeni, Siena. The administrative and representative offices of Monte dei Paschi of Siena are articulated around the perimeter of this square.

investito, in media, per il 40% in strumenti finanziari o in liquidità, per il 50% in immobili e il resto in attività reali. In quest’ottica, il Private Banking del Gruppo Montepaschi può rappresentare un interlocutore “unico” per tutte le esigenze legate alla gestione del patrimonio nel suo complesso: tematiche legali, fiscali, successorie, legate alla valorizzazione degli asset immobiliari o alla tutela del patrimonio individuale e familiare, anche nei trasferimenti inter-generazionali. In tale ambito, assume una valenza cruciale la possibilità di usufruire dei servizi di natura fiduciaria, che permettono di accedere tradizionalmente alla massima riservatezza. Il Gruppo Montepaschi, grazie a MPS Fiduciaria, è in grado di offrire servizi qualificati in ambiti molteplici: dalla intestazione e amministrazione di titoli e valori mobiliari e contratti in genere, alla amministrazione di patrimoni, donazioni, legati, ecc.; dalla intestazione di contratti di gestione patrimoniale e di depositi titoli e conti correnti a quella di trust dedicati. In questo mosaico, naturalmente, un ruolo cruciale è svolto dai Private Banker, cui viene affidata la gestione delle relazioni con la clientela di più alto profilo, a coronamento di percorsi ed esperienze professionali di primo piano. E’ proprio in questa prospettiva che il gruppo bancario MPS investe anno dopo anno energie importanti nei processi di formazione ed aggiornamento, di natura tecnico-specialistica e relazionale, perché i gestori della relazione siano vettori di qualità e possano supportare la clientela con professionalità nell’ assumere scelte consapevoli, responsabili e coerenti con i personali obiettivi del singolo investitore. Un tassello importante del sistema Private è poi naturalmente rappresentato dai Centri Private, moderne e funzionali strutture in grado di garantire al meglio tutta la riservatezza di cui necessita, in particolare, la clientela di elevato standing. I clienti e famiglie che oggi affidano i propri patrimoni alle strutture Private Banking del Gruppo Montepaschi sono oltre 16000. La struttura Private del Gruppo è dispiegata su tutto il territorio nazionale attraverso 82 Centri Private che si compongono di 350 Private Banker, perfettamente integrati nelle Direzioni Territoriali Mercato. 182 LIONARD

From this point of view, the Private Banking of the Montepaschi Group can represent a “single” point of reference for all aspects of patrimony management: legal aspects, financial, hereditary, linked to the management of real estate assets or for safeguarding individual and family patrimony even through intergenerational transfers. In this sense the possibility of using fiduciary services assumes a greater importance, allowing access to the maximum privacy. The Montepaschi Group, thanks to MPS Fiducaria, is able to offer qualified services in many aspects: from the naming and administration of titles and mobile assets, contracts of all kinds, administration of patrimonies, donations, links etc. In this mosaic a crucial role naturally falls to the Private Banker. He is trusted with the management of relations with the high profile client, drawing on his first hand professional experiences. These prospects means the MPS banking group invests year after year significant energy into training and development of a technical-specialist but also interpersonal nature, ensuring the highest quality able to support the client with professionalism and informed decisions, responsible, and coherent with the personal objectives of every single investor. An important part of the Private system is naturally represented by Private Centers, modern and functional structures capable of guaranteeing the maximum privacy necessary, in particular, for the the client of elevated standing. The clients and families who today entrust their patrimonies with the Private Banking structure of the Montepaschi Group are more than 16000. The Private structure of the Group is decentralized over 82 private centers composed of 350 Private Bankers perfectly integrated into Regional Market Directorates.


1

N。

www.royalcashmere.it

MADE TO MEASURE CASHMERE

BOUTIQUE Abano Terme ( PD ) Via Jappelli 51 BOUTIQUE Costa Smeralda - Hotel Cala di Volpe SHOWROOM Pernumia ( PD ) Tel. +39 (0) 429 779993


Chianti Fiorentino

______________________________________________

F

ascino senza tempo

Timeless Charm


S

ull’alto di una collina, inserita nella bellissima cornice di ampi terreni verdeggianti, propri di un paesaggio tipicamente toscano, si trova questo importante ed antico convento, risalente al XIV secolo. Il verde glauco degli oliveti, accostato alle tonalità più accese dei boschi e della fitta vegetazione circostante ci lascia senza fiato. La struttura vanta, complessivamente, una superficie di circa 1.300 metri quadri ed è circondata da un ettaro di terreno. Facendosi testimone di un prestigioso passato storico, adesso la dimora ha assunto la funzione di abitazione, conservando comunque il suo spirito originario. Enjoying an elevated position, set in typically Tuscan grounds and looking pretty as a picture we find this interesting old convent dating from the 14th century. The blue/green colour of the olives alongside the brighter colours of the woods and dense vegetation which surround it are enough to take ones breath away. Altogether the building has a total surface area of 1300 square meters and is surrounded by a hectare of land. Having had an illustrious historical past it has now become an imposing residence which still retains much of its original character.

Dal suggestivo muretto in pietra di questa corte, scorgiamo la bellezza del panorama, che sembra protrarsi all’infinito. The stunning panorama, which seems to go on for ever, can be enjoyed from the attractive stone wall.


“...il tempo è la cosa più importante: esso è un semplice pseudonimo della vita stessa.” “...time is the most important thing: a simple pseudonym for life itself. ” Antonio Gramsci

S

embra tutto lasciato come un tempo. Un vecchio tavolo in legno, attrezzi per lavorare la terra e vecchie ruote di un carro appoggiate al muro. La sensazione è proprio quella di essere catapultati nel medioevo; sarà forse anche merito della pietra composita e irregolare che caratterizza le mura di questo complesso, sia all’esterno sia all’interno, o magari delle massicce porte scure dotate di antichi chiavistelli in ferro pesante. Certo è che non si può non rimane colpiti da così tanta bellezza; una bellezza che è ancora maggiore poiché diretta testimonianza di un periodo che non c’è più.

186 LIONARD

An old wooden table, ancient farming equipment and a cartwheel leaning against the wall help give a feeling of being sent back to the middle ages. This is helped by the ancient stonework both inside and outside the building or maybe it is because of the massive dark wooden doors with their heavy iron bolts. Certainly it is impossible not to be impressed by the charm of a bygone age. The building is divided into two adjacent residences, each having two floors and both with independent entrances.


La struttura si divide in due residenze adiacenti, entrambe disposte su due livelli e dotate di ingressi indipendenti. Al piano terra, attraversando un ampio ingresso, si accede a spaziosi vani utilizzati come laboratori. Il primo piano ospita invece un ampio salone, che dispone di un camino molto particolare ed è collegato ad una camera da letto con bagno privato e soppalco. Dal salone si accede, tramite una scala, ad un ulteriore piano dove troviamo un bagno ed una camera da letto che occupa il particolare vano di una torretta. Il piano terra dell’altra residenza è valorizzato da una corte completata da un caratteristico forno e delimitata da un muretto in pietra che si affaccia sul bellissimo panorama collinare. Al primo piano, invece, colpisce un’ampia sala da pranzo con camino, che si affaccia su una terrazza dove è possibile rilassarsi all’ombra del pergolato.

On the ground floor a large hallway leads to a spacious room used as a workshop. The first floor consists of a substantial reception room with an impressive fireplace, leading off from this room is a bedroom with mezzanine level and private bathroom. A staircase leads from the reception room to a small tower where there is another bedroom with private facilities. The ground floor of the other residence consists of a courtyard with a character oven, the courtyard from which the wonderful panorama may be enjoyed is surrounded by a low stone wall. On the first floor an imposing large dining room with fireplace leads onto a terrace where one can relax in the shade of the pergola.


Gli interni mantengono la struttura di una tipica dimora medievale, in uno stile propriamente rustico e ricercato. Un sapiente intervento di restauro ha recuperato e lasciato a vista l’antica muratura in pietra, caratterizzata da mattoncini multiformi di colore grigio e rosso, presenti anche nei box doccia e nei lavabi dei bagni. Candelabri, vasellame in coccio, statue in pietra, nicchie e antichi stemmi sulle pareti; e ancora, catene in ferro usate come ulteriore sostegno per gli scalini o per il letto, conferendo all’ambiente un aspetto ancora più suggestivo. Altro elemento distintivo della dimora, vero e proprio leitmotiv dello stile medievale, è rappresentato dal camino che, simbolicamente, esprime la forza dell’unione casalinga e l’intimità della famiglia.

The interior of the building with its much sought after rustic style appears typically medieval. Beautifully renovated, the antique stone walls have been left open to view, the shower stall and wash basins in the bathrooms have multicoloured grey and white tiles. Candelabras, earthenware pots, stone statues, wall niches and old coats of arms on the walls, and there is more, iron chains used on the staircases and in the bedroom all help to engender an evocative environment. Another distinctive element to the house is the dominating pattern of the medieval style found on the chimneybreast and which represents the union between the household and the family.

188 LIONARD


La storia della Torre e del Convento.

The history of the tower and convent. La Torre vanta un passato davvero di grande rilievo. Nata quasi un millennio fa come torre di avvistamento militare, è stata di fondamentale importanza in tante battaglie combattute tra Firenze e Siena. Ampliata soltanto successivamente, è stata trasformata in convento di suore. Ed è proprio in questi luoghi che hanno alloggiato tanti illustri personaggi del Rinascimento, uno su tutti Leonardo da Vinci. Negli anni successivi, poi, il luogo è stato prima adibito a laboratorio di un’antica e nota fabbrica di ceramica, poi trasformata in fattoria; per giungere infine, dopo un lungo e meticoloso restauro, all’attuale forma di abitazione.

The tower has a very important history.

Built nearly a

thousand years ago as a military watch tower it became of great significance during the many battles fought between Florence and Siena. In later years it was enlarged and became a convent for the nuns. It was in this convent that many of the illustrious personages of the Renaissance stayed, including Leonardo da Vinci himself. With the passage of time its use changed, first to a ceramic workshop, then a farm and finally, after a long and painstaking restoration, to the house it is today.

T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 1 9 6

San Casciano Val di Pesa

Exterior Surface

1 he

Interior surface:

1.300 m2

Residence Year of construction Price

2 XII century On application

LIONARD 189


IL MERCATO DELLA CASA IN ITALIA E IN EUROPA: UN QUADRO D’INSIEME THE HOUSING MARKET IN ITALY AND IN EUROPE Mario Breglia (Presidente di Scenari Immobiliari) Mario Breglia (President of Scenari Immobiliari)

Nella tempesta di fine 2011 il settore immobiliare ha fatto il suo dovere di difesa del valore e di sostegno ai redditi delle famiglie. Il mattone è un tipico investimento anticiclico e protettivo nei confronti dell’inflazione. Anche in questi mesi ha risposto in modo egregio alle attese. Nonostante l’incremento della tassazione (vedi manovra Monti in Italia), nel 2011 il fatturato del mercato immobiliare europeo crescerà del 2,3 per cento se si considerano i cinque Paesi più importanti (Francia, Germania, Inghilterra, Italia e Spagna) e addirittura del 2,9 per cento se si prendono in considerazione tutti i 27 Stati Eu. Il giro d’affari del mercato europeo, con case-uffici-centri commerciali e capannoni industriali, è ormai vicino ai mille miliardi di euro. Sulla base delle informazioni e dei commenti raccolti tra i principali operatori europei nelle scorse settimane, le prospettive per il 2012 sono superiori a quelle dell’anno in corso. A livello Eu5 si prevede un incremento del fatturato del 2,7 per cento e un più 3,2 per cento a livello continentale. Anche la previsione per l’Italia è di un fatturato in crescita del 2 per cento nel 2012 sull’anno corrente. Dovrebbero andare meglio i mercati non residenziali dove si sta accumulando una discreta domanda (soprattutto in locazione). Un lieve incremento degli scambi nel residenziale (a circa 630mila compravendite) trainati dalle grandi città, già in netta ripresa. In tutti i mercati italiani ci si attende come media del 2012 - prezzi in lieve salita, anche se resterà la disparità tra le varie zone urbane. In the turmoil at the end of 2011 the housing market has done its best to safeguard and support the investments of families. Bricks and mortar are a good investment against the cycle of boom and bust and inflation. Even in these last months the property market has responded well against expectations. In spite of the increase in taxation (see Monti’s plans for Italy), in 2011 the share of the real estate market in Europe will grow by 2.3 per cent if we take into account the 5 most important countries i.e. France, Germany, Great Britain, Italy and Spain and even by 2.9 per cent if we consider all 27 European states. Financial affairs in the European market, taking into account houses, offices, commercial centres and industrial units, is now reaching one thousand million Euros. On the basis of information and comments gathered in the last few weeks from the main European protagonists, the outlook for 2012 is superior to that of the current year. At EU5 level an increase in sales of 2.7 per cent and 3.2 per cent for the continent as a whole is foreseen. Also, the forecast for Italy, is for an increase in sales of 2 per cent over the current year. The non-housing market should perform better as there is a reasonable demand building up, especially in the rental market. A slight increase in sales in the residential market (about 630 thousand sales) in the big cities already shows signs of recovery. In all the real estate markets in Italy it is expected that the average in 2012 prices will show a slight increase, but there will remain a disparity between the various urban areas.

190 LIONARD


Il mercato residenziale in Europa Dopo un 2009 fortemente negativo, nel 2010 le compravendite di immobili residenziali hanno registrato una sostanziale stabilità con un +0,8 per cento. Il 2011 si dovrebbe concludere con un aumento complessivo intorno al 2 per cento. Tutti i Paesi dovrebbero registrare un trend in crescita, compresa la Spagna dove, in assenza di eventi particolarmente significativi, si prevede una crescita degli scambi intorno allo 0,6 per cento. La crisi economica ha comportato cambiamenti strutturali nella maggior parte dei mercati residenziali, il cui andamento è profondamente diverso a seconda delle aree geografiche e dei segmenti. Per alcuni Paesi, quali Germania, Francia, Svizzera, Paesi nordici, il 2011 si è aperto all’insegna della ripresa. Altri sono ancora in difficoltà, come Irlanda, Spagna, Grecia, Portogallo, e altri ancora stanno vivendo un vero e proprio boom, come la Turchia. In generale la ripresa è guidata dai prezzi ed è strettamente legata all’andamento dei tassi di interesse. In molti Paesi l’ostacolo principale è costituito dalle difficoltà di accesso al credito. L’attività edilizia ha registrato un brusco arresto durante la crisi e questo comporta gravi squilibri soprattutto nelle località già caratterizzate da carenza di offerta. Il mercato residenziale francese è in fase di ripresa già dagli ultimi mesi del 2010, con un notevole rialzo di prezzi, quantificabile intorno al 14 per cento nelle zone di pregio di Parigi e intorno all’8,5 per cento nel resto dell’area metropolitana. In termini di volumi, il mercato ha ritrovato il dinamismo del periodo pre-crisi, con oltre 730mila transazioni in un anno. La seconda parte del 2011 dovrebbe registrare un rallentamento della ripresa, a causa del previsto aumento dei tassi di interesse e dei possibili effetti della riforma fiscale sul patrimonio, che potrebbe comportare una diminuzione temporanea dell’immissione sul mercato di alcuni immobili. L’andamento dei prezzi sarà eterogeneo. Si prevede un aumento intorno all’8 per cento entro la fine dell’anno con riferimento agli immobili di qualità nelle aree centrali e semicentrali di Parigi e nei quartieri storici delle altre città più importanti, di circa il 5-6 per cento nelle zone periferiche della capitale e del 2-4 per cento nelle altre città.

THE RESIDENTIAL MARKET IN EUROPE After a negative year in 2009, in 2010 the sale of residential real estate stabilized at plus 0.8 per cent. 2011 should end with an overall increase of around 2 per cent. All countries should show an increase in growth , including Spain where, in the absence of any particular significant events, an increase in business of around 0.6 per cent is expected. The economic crisis has brought structural changes in the majority of the residential; markets, these changes vary greatly from geographical region to geographical region. For some countries namely Germany, France, Switzerland and the Scandinavian countries, 2011 began with signs of recovery. Others such as Ireland, Spain, Greece and Portugal are still in difficulty and others again, such as Turkey, are still in the midst of a boom. In general, recovery is led by prices and interest rates. In many countries the main obstacle is the difficulty in gaining access to credit. Activity in the building sector has come to an abrupt halt during the crisis and this has brought with it important discrepancies especially in areas where there was already a lack of offers. During the last months of 2010. the French residential sector was shown to be in recovery with a notable rise in prices assessed at around 14 per cent in the sought after areas of Paris and around 8.5 per cent in the rest of the city. In terms of volume, the market has regained the drive of the pre-crisis years with over 730 thousand transactions in one year. The second part of 2011 should show a slow down in the recovery due to the envisioned rise in taxes, interest rate rises and the possible effects of the fiscal reforms on property which may bring a temporary fall in the numbers of property for sale. The direction prices take will be varied. A rise of around 8 per cent is predicted in the sought after properties in the city centre of Paris and its surrounding areas and in the historical quarters of other important cities, the outlying areas should show a rise of around 5 to 6 per cent and 2 to 4 per cent in other city centres.

LIONARD 191


Il settore residenziale tedesco mostra un ottimo andamento, con una decisa ripresa dell’attività edilizia, grazie al trend economico positivo e al calo del tasso di disoccupazione, che garantisce una ripresa dei consumi ed un aumento della domanda di immobili residenziali. Negli ultimi mesi i prezzi hanno registrato un aggiustamento verso l’alto, quantificabile nel 6 per cento a Berlino, 5 per cento ad Amburgo e Monaco, 3 per cento a Düsseldorf. Le città tedesche concentrano una buona fetta degli investimenti internazionali in quanto presentano valori nettamente al di sotto della media europea, a parità di qualità, e dunque offrono ottime opportunità di rivalutazione. Le quotazioni sono basse anche perché si tratta di un mercato tradizionalmente dominato dalla locazione. In Germania la percentuale di proprietari di casa è del 44 per cento, contro una media europea del 63 per cento. Questo ha mantenuto una certa pressione sui valori. I prossimi anni dovrebbero registrare aumenti consistenti. L’andamento del mercato residenziale inglese è estremamente differenziato a seconda delle aree geografiche. Nelle zone centrali di Londra il mercato ha ricominciato a crescere in modo costante negli ultimi diciotto mesi e recentemente lo sviluppo si è rafforzato. Il numero di transazioni nel primo semestre 2011 è stato nettamente superiore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un valore unitario in crescita. La domanda è in aumento sia da parte degli investitori locali che internazionali, provenienti soprattutto dalla Russia, in quanto Londra è considerata la piazza più sicura. I prezzi sono aumentati intorno al 14 per cento per le case individuali e al 6 per cento per gli appartamenti. L’aumento è attribuibile anche alla carenza di offerta in alcune zone, soprattutto nella parte centro-occidentale della capitale. Nelle altre città più importanti l’aumento delle quotazioni è stato marginale, inferiore al 3 per cento in dodici mesi. Per il 2012 le prospettive sono positive sia per gli investitori che per i promotori e Londra si conferma tra le città più interessanti nel mondo. Il residenziale è il settore colpito più duramente dalla crisi economica in Spagna. Si stima oltre un milione di abitazioni in vendita e il 2010 ha registrato il volume di transazioni più basso degli ultimi quindici anni. Ci vorranno parecchi anni prima che l’offerta in eccesso venga assorbita, dal momento che in tempi normali l’assorbimento non supera 400mila unità abitative l’anno. Dunque, il momento della ripresa è ancora lontano, sebbene per il 2012 si preveda un lieve aumento del numero di transazioni. L’evoluzione del mercato a breve termine dipenderà dall’atteggiamento delle banche e dall’andamento dei principali indicatori economici del Paese. Se il trend sarà positivo, nei prossimi mesi si registrerà una lieve ripresa dei valori nelle città principali, mentre ci sarà ancora qualche ribasso nelle zone caratterizzate da un grave squilibrio tra offerta e domanda, quali Andalusia, Murcia, regione Valenciana e isole Canarie. In questo scenario depresso, però, si prospettano ottime opportunità di investimento.

The residential market in Germany shows excellent development with a decisive recovery in activity in the building sector thanks to a positive economic swing and, to a drop in unemployment benefits which guarantee a rise in spending and a demand for residential property. Recently prices have shown a rise of around 6 per cent in Berlin, 5 per cent in Hamburg and Monaco and 3 per cent in Dusseldorf. A large part of international investment is held in Germany because although the value of its property is below the European average it is of a high quality and therefore offers good opportunities for re-evaluation. Also prices are lower because, traditionally the rental market is stronger in Germany where the percentage of home ownership is 44 per cent as opposed to a European average of 63 per cent. This has helped maintain the value of its property and the next few years should show a consistent increase in prices. The trend in the English residential market varies according to the geographical area. In central London the market has shown steady growth in the last 18 months. The number of transactions made in the first six 6 months of 2011 exceed the number made in the same period of the previous year with an overall increase in property prices. There is a growth in demand from both local and international investors, the latter being mainly from Russia because London is thought to have the most secure market. Prices have risen by about 14 per cent for individual properties and around 6 per cent for apartments. The increase is also due to a lack of suitable property on the market mainly in the centre and west of the capitol. In other important cites prices have risen by less than 3 per cent in the last 12 months. The outlook for 2012 is positive both for investors and entrepreneurs and London remains one of the most interesting cities in the world for real estate. Residential real estate is the sector that has been hit hardest by the economic crisis in Spain. It is estimated that over a million properties are on the market but 2010 registered the lowest number of sales in the last fifteen years. It will be many years before this backlog of properties on the market will be absorbed, given that in normal economic times the number of sales per year is around 4 hundred thousand. Their recovery is still a long way off although we foresee a slight rise in the number of sales in 2012. The growth of the market in the short term depends on the position held by the banks and on the economic strength of the country. If the outlook is positive, the next few months will show a small increase in the value of real estate in the main cities, while areas such as Andalusia, Murcia, the region of Valencia and the Canary Islands where there is an imbalance in the property the available prices will fall. On the other hand, this depressing situation does give a good opportunity for investment.

192 LIONARD


Per quanto riguarda l’Italia il numero di compravendite è stabilizzato intorno alle 600mila con lievi “ondine” da un trimestre all’altro. Il livello medio dei prezzi è quest’anno collocato a meno 0,8 per cento rispetto allo scorso anno, ma con ampie oscillazioni. Nelle zone centrali le quotazioni sono salite nell’ultimo anno, così come in generale nelle città rispetto ai piccoli centri. La pressione della domanda sul mercato rimane consistente, soprattutto nelle fasce dei lavoratori immigrati e dei giovani che vorrebbero abitare fuori dal nucleo familiare. Il divario tra capacità di spesa delle famiglie più deboli e il prezzo di accesso al bene casa rende assai critica questa progettualità. Il sistema del credito è tornato agli anni novanta con una percentuale di mutuo sul valore del bene non superiore al 50 per cento. Venendo a mancare sul mercato residenziale il segmento di famiglie a reddito medio basso (segmento che ha sostenuto il mercato negli anni di forte crescita), il ridimensionamento è inevitabile. Nella capitale il mercato della casa è stato più vivace della media nazionale con un fatturato aumentato del 7,9 per cento nel corso del 2010. Nel primo semestre l’andamento degli scambi è stato in aumento, in tutte le zone. Si riducono i tempi di vendita nelle nuove iniziative periferiche (dopo due anni di forti rallentamenti) e nelle zone centrali aumenta la domanda sia da parte di italiani che di stranieri. Mercato stabile nei prezzi a Milano, con lieve calo degli scambi. L’offerta di nuovo è diminuita e si attendono in esecuzione i nuovi progetti, anche legati al tema dell’Expo. Leggero calo degli scambi anche a Torino, dove sono diminuite anche le quotazioni medie. Si avvertono però i primi segnali positivi dati dall’Alta velocità nelle zone interessate dalle stazioni. Positivo il mercato della casa a Napoli, con aumento degli scambi in tutte le zone urbane ma con quotazioni stazionarie o in discesa.

As far as Italy is concerned, the number of sales has stabilized at around the six hundred thousand mark with a slight difference from quarter to quarter. The average price this year has settled at around 0.8 per cent lower than last year, but with wide fluctuations. In the larger cities prices have risen in the last year but in the smaller towns they have not. The demand for property has remained consistent especially with regard to the immigrant population and young people wishing to leave the family home and set up on their own. The difference between the spending capacity of the less fortunate families and the price of property makes future plans very difficult. The method of applying for credit has returned to the system used in the 90s with the amount borrowed not exceeding 50 per cent of the value of the property. With less middle income families coming to the market (who during the boom years helped maintain the upward trend) comes an inevitable reorganization of the market. In the capital there has been a more active market than the national average with an increase in turnover of 7.9 per cent during 2010. In the first 6 months there was an increase in business in all areas. New build properties in outlying areas have been sold more quickly than in the previous 2 years and, in the centre, there has been an increase in demand by both Italian and foreign buyers. Prices have remained stable in Milan with only a slight drop in trade. The supply of real estate is falling as we await the completion of new projects and the Expo.

LIONARD 193


Chianti Senese

______________________________________

Dominando la collina Dominating the hillside

Una maestosa tenuta del XVIII secolo immersa nel verde cuore della Toscana A stately property of the XVIII century immersed in the heart of the green Tuscan countryside.

L

a sua bellezza è tale da farla assomigliare a un’austera casa imperiale. L’ordine e la pulizia della sue forme sono un valore in più per gli occhi di chi avrà il piacere di godere di queste architetture sotto ogni luce. Ma se gli occhi possono perdersi scoprendo tutte le meraviglie che la struttura offre al suo interno, splendidi sono anche gli scorci panoramici che questa dimora offre a chiunque desideri scoprire la ricchezze di queste terre. Da ogni angolazione infatti si può ammirare uno spaccato del tipico paesaggio delle colline toscane, da godere in tutte le ore del giorno ed in ogni stagione, dalle finestre delle camere e dei saloni. Una cornice perfetta, in cui il colore verde dell’incontaminata natura domina incontrastato, per una villa incantevole e maestosa.

194 LIONARD

The beauty of this property is such that it appears to be an austere imperial home. The clean and orderly forms are a feast for the eyes of whomever has the pleasure of seeing its architecture in any light. But even if one becomes lost in discovering all of the wonders that the interior has to offer, equally wonderful are the panoramic views that are presented to those who look around and discover what this land has to offer. In fact from every perspective you can see cross-sections of typical Tuscan countryside waiting to be discovered at any time of day, and in every season, from the lounge and bedroom windows. A perfect framework, in which the green colour of uncontaminated nature dominates, making for an enchanting and majestic villa.


L’arte del buon vino è qui di casa, dagli albori della civiltà fino ad oggi. Here the art of good wine is at home since the beginning of time.


B

asta uno sguardo per innamorarsi: una dimora così splendida, in un ambiente unico come la campagna toscana, è tutto quel che si può chiedere per vivere una vita sognata da sempre. Dimora in effetti è un termine decisamente riduttivo: la struttura comprende una villa, una casa colonica in pietra a vista ed una cappella di costruzione cinquecentesca in puro stile neo-rinascimentale. Tutti gli edifici sono stati recentemente sottoposti ad abili opere di ristrutturazione che ne hanno riportato alla luce la naturale ed originaria bellezza. La proprietà è completata da 200 ettari di terreno per la maggior parte coltivato a vigneto ed il restante dedicato ad uliveto, bosco e pascolo. Comprende infatti un’azienda vinicola, che basa la sua preziosa produzione principalmente sul Chianti Classico e sul San Giovese Nero. Le storiche cantine nel seminterrato della villa, dove il vino viene conservato in botti di rovere ed in barriques, sono state scavate nella roccia e sono coperte da volte a crociera in cotto.

It takes just one look to fall in love: a home so wonderful, set within the unique ambiance of the Tuscan countryside, it’s everything one can ask to live a lifelong dream. In fact the term ‘home’ is almost reductive: the structure comprises of a villa, a stone country farmhouse and a sixteenth-century neo-renaissance chapel. All of the buildings have recently undergone extensive restructure work which has brought back to light their natural and original beauty. The grounds of the property cover 200 hectares which for the most part are vineyards and the remaining part dedicated to olive groves, wood and pasture. In fact, there is even a winery and the wine house bases its precious production on the renowned Chianti Classico and San Giovese Nero wines. The villa’s historic basement cantina, where the wine is stored in barrels and oak casks, were excavated in the rocks and covered with terracotta brick cross vaults.

LIONARD 197


Gallo Nero Il Gallo Nero simboleggia il Chianti e per questo è stato

Dai preziosi grappoli di uva, la testimonianza di una cultura millenaria. From its precious bunches of grapes, testimony to culture over a thousand years old.

adottato come marchio per il vino Chianti Classico dal consorzio che ne raggruppa i produttori. L’origine del simbolo deriva da una leggenda antica. Al tempo delle lotte medievali, Firenze e Siena combattevano per dominare questo preziosissimo angolo di Toscana. Firenze vinse grazie al potente canto di un suo gallo, di colore nero. Affamato, il gallo cantò molto più forte del rivale che era stato invece nutrito nella speranza di farlo cantare prima e meglio.

The ‘Gallo Nero’ (or black cockerel) symbolises the Chianti area and so it was adopted as the mark of the famous wine Chianti Classico by the consortium of wine producers. The origins of the symbol actually go back to an antique legend. During medieval battles, Florence and Siena fought for domination of this precious angle of Tuscany. Florence won thanks to the loud warning crow from its black coloured cockerel. Starving, the black cock crowed much louder than it’s rival that had been overfed in the hope that it would crow before and louder than the other cockerel.

La villa principale domina la collina con la sua grandiosa facciata in stile neo-settecentesco con un scala a doppia rampa. Gli ambienti interni della struttura sono impreziositi con ricchi arredamenti e decorazioni murali ottocenteschi che rimandano ad affascinanti epoche passate. Gli affreschi, gli eleganti complementi d’arredo e le rifiniture creano un’atmosfera suggestiva e raffinata, valorizzata da preziosi pavimenti in cotto, soffitti a cassettoni o con travi in legno e mobili antichi. Dalle splendide camere da letto e dai saloni, si gode di una vista mozzafiato sulle suggestive colline toscane; ovunque si guardi, difatti, siamo completamente sommersi dalle molteplici tonalità di verde che, senza alcun dubbio, fanno da sfondo perfetto a questa meravigliosa villa. The villa dominates the hillside with its great façade in neo eighteenth-century style with a two flight staircase. The interiors are embellished with rich furnishings and nineteenth-century murals that send us back to fascinating periods of the past. The fresco paintings, the elegant decor and finishing touches create a suggestively refined atmosphere, its value emphasised by terracotta tiled floors, panelled or wooden beam ceilings and antique furniture.

198 LIONARD


T e c h n i c a l De ta i l s Location

Gaiole in Chianti

Exterior Surface: Vineyard Interior surface Year of construction Price

R i f. 2 8 1

Tot. 14 he 7 he 4.135 m2 XVIII century On application

LIONARD 199


Chianti senese

_________________________________________

G

randiosa tenuta di ben 1.200 metri quadri, sviluppata su tre livelli ed immersa nel più classico e rilassante dei paesaggi toscani. In questo caso la semplicità è sinonimo di esclusività, nel senso più ampio che assumono il riscoprire e il rivisitare un vecchio stile di vita, quello proprio delle ricchezze toscane. Giornate spese a meditare, passeggiare ed osservare le meraviglie che circondano la zona, con la speranza non remota di riuscire ad avvistare esemplari di fagiani e leprotti. Lo sguardo si perde nelle sconfinate colline, che fanno da cornice alla villa. Non sono certo le comodità a mancare in questa dimora, a partire da una favolosa piscina all’aperto, fino ad arrivare, all’interno della struttura, ad ampi saloni e confortevoli camere, per trascorrere momenti unici e indimenticabili.


Tradizione toscana in chiave moderna Tuscan tradition in a modern guise

A

marvelous farm house of 1200 m2 developed over three levels and immersed in the classic and relaxing Tuscan countryside. In this case, simplicity is synonymous with exclusivity in the ample sense with which we rediscover and revisit the old way of living the richness of Tuscany. Days spent meditating, walking and observing the wonders filling the area, with a great chance of being able to see pheasant and leverets. Your gaze is lost on the rolling hills which frame the villa. Modern conveniences are not lacking either, starting with an open-air swimming pool before arriving inside the structure where large rooms and comfortable bedrooms permit us unique and unforgettable moments.


Dal porticato scorgiamo la bellezza del giardino. Soffermiamoci ad ammirare lo splendore di questi fiori colorati che, arrampicandosi su una base ad arco, conferiscono al vialetto una nota decisamente romantica. Infine, un particolare della villa ci mostra gli elaborati affreschi del loggiato, in una magnifica volta a crociera.

From the portico we glimpse the beautiful garden. Let us stop and admire the colourful flowers which climb over the base of the arc, providing a truly romantic atmosphere. Also, the elaborate frescoes of the lodge with its cross-vaulted ceiling.

C

ipressi, vigneti, splendidi esemplari di alberi da frutto ed oliveti centenari sono decisamente il fiore all’occhiello di questa magnifica e grande tenuta del Quattrocento. Un luogo adatto a chiunque desideri sperimentare in prima persona i sapori e gli odori della splendida terra toscana, facendosi vanto delle sue celebri origini etrusche. Rimane pienamente soddisfatto anche il palato più esigente, grazie ai tanti vini pregiati firmati Chianti ed alle molteplici delizie gastronomiche locali, tutti prodotti genuini che risultano ancora più squisiti perché gustati in una vera cucina rinascimentale. La villa è circondata da cinque ettari di terreno, di cui uno per l’appunto è utilizzato per la produzione di Chianti Classico, recuperando secoli di tradizione ma allineandosi alle più moderne tecnologie dell’agricoltura; la parte restante del terreno, invece, è occupata da bosco e uliveti. In prossimità della struttura, troviamo due giardini allestiti secondo due diversi stili:

204 LIONARD

This fifteenth century farm house boasts cypress trees, vineyards, splendid examples of fruit trees and secular olive trees. The perfect place for anybody to experiment with the tastes and smells of the wonderful Tuscan lands, gloating celebrated Etruscan origins. The finest palates remain more than satisfied thanks to the many fine Chianti wines and multitude of other gastronomic genuine local products which are further enhanced by enjoying them in a true Renaissance kitchen. The villa is surrounded by five hectares of land, one hectare of which is dedicated to the production of Chianti Classico wine, carrying on centuries of tradition whilst employing the most modern technologies the rest of the land is occupied with woodland and olive groves. Near to the structure there are two gardens cured in different styles: the first is an English garden maintained with a green lawn with many secular cypress trees


Tutto è stato costruito e mantenuto, nell’arco degli anni, in un classico stile rustico. Sotto il portico, notiamo la pavimentazione in cotto antico e le travi in legno a vista. È proprio il mattone ad essere il vero protagonista di questa dimora, ora rosso, ora in pietra grigia; sia visibile nei muri, oppure nei colonnati, all’esterno ed all’interno dell’edificio, questo elemento ci permette di assaporare l’intimità di un tempo che non c’è più. Ogni singolo particolare è in completa armonia con l’ambiente naturale e le tinte verdeggianti del paesaggio. La campagna circostante sembra portare direttamente la luce e riflettere i propri colori negli ambienti interni.

Everything was built and maintained through the years in a classic rustic style. Underneath the portico we notice the antique terracotta flooring and the wooden beams of the roof. Bricks are the main protagonist of this residence, red in colour, grey stone too; seen in the walls, the columns, inside and out, we can taste bygone times. Every detail is in complete harmony with the natural environment and the green hues of the countryside. This latter, in fact, seems to bring light and reflects its colours in the internal environments.


Gli arredamenti interni sono caratterizzati da una sobrietà mai volgare; anzi, è proprio la semplicità a costituire il punto forte della villa. Sentirsi a proprio agio, avendo tutto a portata di mano, in uno stile classico ed intramontabile. Una macina ed un torchio divengono fantastici complementi d’arredo, nonché una preziosa testimonianza delle più antiche tradizioni campagnole, qui riprese e tradotte nella lavorazione di prodotti assolutamente pregiati, quali olio e vino.

The internal furnishings are characterised by sobriety but are never vulgar; it is simplicity which constitutes the strong point of the villa. To be at ease, having everything within arm’s reach, in a classic and unbeatable style. A millstone and press are fantastic complements to furnishings, and a precious testimony to the most ancient of countryside traditions, here repeated and translated into the working of quality prized products such as wine and oil.

206 LIONARD


il primo giardino, all’inglese, è tenuto a prato e presenta molti cipressi secolari che conducono all’ingresso della villa. Qui troviamo anche una piccola cappella gentilizia, con sagrestia annessa, cripta ed un piccolo cortile che presenta una loggia sovrastata da un’ampia terrazza. Il giardino all’italiana, esposto invece a sud, è caratterizzato da peculiari muretti in pietra antica e classici terrazzamenti, molto panoramici e tipicamente toscani; spiccano, in particolari conche di cotto lavorato, dei bellissimi esemplari di agrumi ed un sentiero circondato da fiori meravigliosamente colorati. Il tutto rappresenta una cornice perfetta per la piscina riscaldata e dotata di idromassaggio, dall’alto della quale è indescrivibile godersi questo splendido panorama naturale, nelle più calde e assolate giornate estive. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio la struttura interna di questa proprietà da sogno, completamente ristrutturata rispettando i canoni architettonici del tempo. Il seminterrato è contraddistinto da una cucina e due sale da pranzo, nonché da ampi locali ad uso cantina. Il piano terra ed il primo piano, invece, ospitano in tutto dieci camere da letto (cinque al piano terra e cinque al primo piano), ampie ed esclusive, con altrettanti moderni bagni privati. La vista diretta sulle colline toscane, di cui godiamo da queste camere, è senza alcun dubbio mozzafiato: ci sentiamo immersi nel verde. È impossibile non rimanere colpiti dalla bellezza delle sale interne. Pavimenti in cotto antico e pregiato, mobili scuri, grandi camini e soffitti in pietra; e ancora, tavoli con zampe a cipolla, cassettoni dove un tempo si conservava la farina, bauli che ospitavano il corredo di giovani spose. leading to the entrance of the villa. Here we find a small chapel with a vestry annex, crypt and a small courtyard presenting a lodge with a large terrace above it. The Italian garden is instead south facing and characterized by peculiar old stone walls and classic little terraces. It is very panoramic and typically Tuscan; reworked terracotta shells are dotted about, wonderful citrus trees and a path surrounded and a myriad of colourful flowering plants. All this creates a wonderful setting for the heated swimming pool with Jacuzzi, from which it is hard to describe the amazing view to be enjoyed of the surrounding natural views on those hot summer days. However, let us go and analyze in detail the internal structure of this dream property which has had a fully conservative restoration. The basement houses the kitchen and two dining rooms as well as other rooms used as wine cellars. The ground floor and the first floor have 10 bedrooms between them, five on each floor. They are large and exclusive spaces with modern private bathrooms. The view over the Tuscan hills from these rooms is stunning: we feel lost in the greenery. It is impossible not to remain enchanted by the beauty of the rooms inside. Antique terracotta floors, dark furniture, large fireplaces and stone ceilings; tables with tuber feet, chests where flour was once kept and trunks where the outfits of young wives were kept.

LIONARD 207


La cucina parla attraverso materiali, forme e colori: stoviglie rigorosamente in rame appese tutte intorno, un tempo utilizzate per cuocere gli alimenti, o altri antichi strumenti come il vaglio per separare la pula dalla farina. Tutto ciò viene reinventato alla luce di un abitare che guarda al passato con molto affetto e forse anche con un po’ di nostalgia. L’uso del legno massello dona a tutto l’insieme un’immagine di notevole resistenza, che si traduce anche in una lunga durata nel tempo. I complementi d’arredo, di grande suggestività perché diretta testimonianza di un passato ancora vivo proprio nei mobili antichi e nelle travi a vista, non rinunciano tuttavia alla bellezza di bagni moderni e completi di ogni comodità, in un dialogo aperto e mai contrastante tra tradizione e tecnologia. Questa fantastica villa d’epoca costituisce la risposta a qualsiasi esigenza campestre, senza però dimenticare le irrinunciabili comodità della vita di oggigiorno. Si dimostra il luogo ideale dove passeggiare, osservare la natura e toccare con mano la vita di una vera e propria azienda agricola, partecipando ad esempio alla vendemmia oppure alla raccolta delle olive; il tutto rigorosamente fatto a mano.

Vivere nelle splendide stanze di questa antica dimora significa calarsi prettamente nel periodo rinascimentale. L’eleganza risiede nella praticità e nella forza delle tradizioni. 208 LIONARD


L’eleganza dello stile rustico si esprime qui in tutto il suo splendore. Questi complementi di arredo offrono una sensazione di calore e di accoglienza che un ambiente familiare deve offrire. The elegance of the rustic style is expressed in all its splendor. These furnishings offer a warm sensation, welcoming us into a familiar family environment.

T e c h n i c a l De ta i l s Location

R i f. 1 9 1

San Casciano Val di Pesa

Exterior Surface

5 he

Interior surface

1.200 m2

Year of construction Price

1400 On application

The kitchen speaks through forms and colours: copper kitchenware hung all around the room, once used for cooking, and other old instruments like the sieve used to separate the chaff from the flour. All these things come to light with a style of living which looks affectionately to the past with just a little nostalgia. The use of solid wood gives the environment an air of resistance, to last through time. The other dÊcor is highly suggestive, testifying to a past still alive today in the antique furniture and the wooden beams blending seamlessly with tradition and technology. This fantastic historic villa constitutes the answer to any rural needs, without forgetting the necessary commodities of today’s life. It demonstrates itself to be the ideal place for nice walks, observing nature and touching a true farm with ones hand, harvesting grapes and olives for example.

Living in the wonderful rooms of this historic residence means inserting oneself into the Renaissance period. The elegance lies in practicality and in the importance of tradition. LIONARD 209


Colli euganei

______________________________________


Sapore di CaSale

Tastes of the farm

Una fresca nota di colore nella linearità del bassopiano padano. A fresh note of color in the plains of the Po valley.

U

n peculiare Casale nel cuore del Parco dei Colli Euganei, che offre una vista suggestiva e una fitta rete di sentieri da poter percorrere, per chiunque desideri esplorare luoghi dalle molteplici ricchezze naturali, paesaggistiche, ambientali e culturali. La struttura conserva molte delle caratteristiche originarie, grazie ad attente e ripetute opere di ristrutturazione, che rendono tutt’oggi visibili, nell’attuale dimora, diverse tracce dell’antico monastero benedettino del Seicento, sul quale il casale è stato costruito. Un dialogo diretto tra antichità e modernità, che ben si presta a continue rivisitazioni.

A

noteworthy farmhouse in the heart of the park of the Euganei hills, which offers unparalleled views and a network of paths to explore the many natural riches of the surrounding countryside and its culture.. Many of the original features of the building have been preserved despite its many past restorations thanks to the care taken by the various craftsmen over the ages leaving many traces of the original sixth century Benedictine monastery on which the farmhouse was built. A blend of old and new, ancient and modern which is kept under continual review.


Un vero paradiso campestre A true rural paradise La proprietà è circondata da un magnifico panorama: oltre sei ettari di terreno sono coltivati a vigneto per la produzione di vino ed altri quattro sono adibiti alla coltivazione di ortaggi. L’immobile vanta anche un grande giardino, ben curato e ricco di piante di rara bellezza oltre a molteplici varietà di fiori colorati. Il tutto lascia anche spazio alla realizzazione di una piscina di dimensioni considerevoli, per giornate estive da trascorrere all’insegna del divertimento e della compagnia.

The property is surrounded by magnificent views and stands in more than ten hectares of land, six of which are given over to vineyards and wine production and four are used for the cultivation of vegetables. The property also has a large well maintained garden with a wide variety of rare plants and a large variety of colourful flowers. There is also space for a large swimming pool, ideal for long summer days in the company of friends.


Uno sguardo sulla parte laterale del casale. Seduti su una caratteristica panchina in legno e ferro battuto, all’ombra di un meraviglioso olivo, ammiriamo il paesaggio durante una assolata giornata di primavera.

A side view of the farmhouse. Sitting on a typical bench of wood and wrought iron, in the shade of an olive tree, admiring the countryside on a lovely spring day.

U

no scenario da togliere il fiato: schiere di vigneti a perdita d’occhio, i Colli Euganei a fare da sottofondo. Sorvolando la zona con un elicottero, questo splendido Casale sembra letteralmente ritagliarsi il suo spazio all’interno del fitto verde circostante. Con una vivida pennellata di colore, spezza la rilassante tonalità del paesaggio; eppure non si riesce a trovare nemmeno una nota stonata nella struttura di questa dimora che, costruita interamente in pietra a vista dalle forme irregolari, ben si sposa con l’ambiente, rispettandone lo stile e le caratteristiche naturali. Il Casale si sviluppa su due piani ed un sottotetto abitabile ed è dotato di tre miniappartamenti, ciascuno con camera, bagno e angolo cottura; strutturalmente semplici, ma eleganti e suggestivi grazie alla loro grande luminosità. La bellezza e la peculiarità degli esterni si ritrovano anche all’interno, dove gli arredamenti rispecchiano in

A

scene to take ones breath away, vineyards as far as the eye can see with the Euganei hills in the background. Flying over the area in a helicopter this farmhouse appears as one with its surroundings, built as it is of irregular blocks of stone which fit naturally into the landscape. The building is set over 2 floors with an attic above and is divided into three apartments each with a main room, bathroom and kitchenette very simple dwellings but elegant and attractive due to the natural light in the building. The beauty and charm of the exterior can also be found inside the farmhouse where the furnishings reflect its unique style. There are wooden beams on the ceiling, the floors are either tiled or of parquet, the large dining room is of particular interest with arches, ceiling and walls built of red and grey brick.

LIONARD 213


Una finestra sulla natura: l’armonia del luogo, unita alla solidità della pietra. Il rumore delle foglie al passaggio del vento, un canto per la mente e lo spirito. A window on nature, place and building united. The sound of wind in the leaves, a poem for mind and soul. T e c h n i c a l De ta i l s

R i f. 3 8 5 Padua

Location Exterior Surface

10 he

Interior surface:

700 m2

Apartaments

3

Annexes

2

Price

On application

Dall’alto di una piccola feritoia dell’appartamento in angolo, la vista ricade sul giardino.

From a small slit in the wall of the corner apartment a view down to the garden.


pieno lo stile essenziale ma raffinato del Casale, i soffitti sono coperti da travi in legno ed i pavimenti in cotto e parquet; l’ampia sala da pranzo, in particolare, vanta affascinanti archi, soffitti e pareti, tutti interamente costruiti in mattone rosso e grigio. Una dimora adatta a chiunque ami stare al contatto con la natura ed apprezzare i prodotti tipici che questa terra offre, dai pregiati vini ai salumi quali il prosciutto veneto Berico-Euganeo DOP, la sopressa e la luganega; il tutto trovandosi veramente a poca distanza da Padova, patria culturale di numerose personalità di spicco, nonchÊ centro storico ed artistico di notevole rilievo.

This is a residence made for someone who loves to be in contact with nature and who can appreciate all that this region has to offer, from its fine wines to its cured meats an example of which Berico-Euganeo DOP a ham from the Veneto region, the sopressa and luganega, all this found in the vicinity of Padova, cultural home of many famous people.


Mugello

_________________________________________

L

argo spazio all’eleganza Grandiose and stylish

Una villa dalla storia gloriosa, perfetta da vivere oggi . A villa from the glorious past, perfect for living in today . La storica dimora si presenta elegantissima, dalle architetture al giardino.

The historic home is extremely elegant, from the architecture ot the garden.

“Una casa è una macchina per abitare”. “A house is a machine for living”. Le Corbusier, architect 216 LIONARD


La villa ha quattro suites che comprendono camera, salone, bagno e spogliatoio. In tutto i bagni sono cinque. I saloni sono ben sette e due le sale da pranzo. Una piscina con loggia e spogliatoio arricchisce il giardino assieme a una serra e una cappella privata.

The villa has four suites composed of a bedroom, sitting room, bathroom and dressing room. In all there are five bathrooms.

There are seven living rooms

and two dining rooms. A swimming pool with a lodge and changing room enrich the garden together with a greenhouse and private chapel.


La scultura The sculpure

Quando bellezza fa rima con cura e armonia, il valore di una casa è evidente anche a prima vista. Certamente non sfugge ai nostri occhi la perfetta simbiosi tra elementi storici, segni antichi e moderni plusvalori. Dalla piscina alle sculture d’arte, tutto contribuisce ad arricchire l’ambiente, perché trova il giusto peso e la perfetta collocazione nello spazio. La piscina è una capolavoro di bellezza e semplicità. Altri elementi, quali fantastiche sculture, valorizzano il giardino e danno all’ambiente quella leggerezza indispensabile in una casa così carica di fascino e storia.

When beauty rhymes with care and harmony, the value of the house is evident at first sight. The perfect symbiosis between historical elements, antique traces and modern benefits are certainly not lost to us. From the swimming pool to the sculptures, everything contributes to enrich the environment through the perfect balance in space. The pool is a masterpiece of beauty and simplicity. Other elements such as the fantastic sculptures give great value to the garden and give the environment that lightness which is indispensible for a house infused with charm and history.

218 LIONARD


In alto la meraviglia del cielo, attorno lo spettacolo della terra. Con la possibilità di liberare lo sguardo a perdita d’occhio. Sentirsi come un aquila, senza confini, nemmeno alla fantasia... Above, the wonderful sky, whilst all round the spectacular countryside. Your gaze can be lost on the surroundings. To feel like an eagle without confines, not even made believe…

D

a Carlo Magno a Federico Barbarossa, fino a Michelangelo. Tanti sono i nomi celebri che si susseguono nella storia di questa villa, che percorre un ampio ventaglio di epoche. Dal Medioevo al Rinascimento fino ai giorni nostri, le stanze di questa casa hanno vissuto storie fantastiche che, a saperle ascoltare, trasudano ancora dalle antiche mura. Carlo Magno e Barbarossa sono i regnanti che, negli anni del feudalesimo, diedero al primo proprietario di questa dimora il privilegio di gestire i preziosi territori di queste colline. Preziosi per la loro posizione geografica, tant’è che questa casa garantiva collegamenti e protezione ai viaggiatori tra le regioni Toscana e Romagna. Grazie anche alle ricchezze accumulate, molti membri di questa famiglia furono alti prelati e grandi condottieri, citati anche da Dante nella Divina Commedia. Tra le donne della famiglia spicca la seconda moglie di Lodovico Buonarroti, che assunse il ruolo di madre del celeberrimo Michelangelo. Costruita nel XII secolo, la casa ebbe inizialmente il ruolo di torre di

F

rom Carlo Magno to Federico Barbarossa, up to Michelangelo. Many celebrated names work themselves into the history of this villa which transcends the ages. From Medieval times to the Renaissance and up to modern times, the rooms of this villa have lived fantastic stories which, if you know how to listen to them, transpire from the ancient walls. Carlo Magno and Federico Barbarossaare the sovereigns which, in the years of feudalism, gave the first owner of this villa the privilege of managing the precious territory of these hills. Important due to their geographical position, so much so that this house guaranteed connections and protection to travelers between Tuscany and Romagna. Thanks also to accumulated riches many members of the family were high ranking prelates and great leaders cited by Dante in the Divina Commedia. Amongst the women of the family the second wife of Lodovico Buonarroti stands out for having assumed the role of mother to Michelangelo. Constructed in the XII century, the house was initially a watch tower; the excellent

LIONARD 219


Un’eleganza mantenuta nel tempo An elegance maintained through time La bellezza delle sale interne non sfugge nemmeno all’occhio di un visitatore distratto. Magnifici dipinti, sculture e arredi tipici di epoche passate, delle quali rimangono tracce ancora vive. L’antica residenza, costruita nel XII secolo come torre di avvistamento, è stata ristrutturata ed ampliata durante il Rinascimento. Tutt’oggi, conserva le sue antiche caratteristiche, grazie a recenti ed attente opere di restauro che ne hanno riportato alla luce la bellezza originaria, facile da notare in tutto lo splendore di queste stanze.

The beauty of the rooms does not escape even the distracted visitor. Magnificent paintings, sculptures, and period furnishings bring the past eras alive.

The ancient XII century residence

was originally a lookout tower, renovated and enlarged during the Renaissance.

Still conserving its original charac-

teristics thanks to recent and attentive restoration works, it once again brings its beauty to the light of day.

220 LIONARD


T e c h n i c a l De ta i l s Location Interior surface: Main villa Exterior surface Year of construction Price

R i f. 3 6 7 Florence Tot. 8.490 m2 3.100 m2 38 he XII century

On application


Un’antica carta mostra la pianta della villa e del suo territorio circostante. Un territorio prezioso, oggi costellato di pievi, chiese, edifici storici e castelli, frequentemente arricchiti da affreschi di scuola e robbiane, oggetto di mete culturali. Il patrimonio artistico non è la sola ricchezza di questo luogo, dotato di grandi risorse paesaggistiche e strutture come il Lago Bilancino, che copre una superficie di circa 700 ettari. Nell’area circostante si può praticare golf, equitazione, caccia e trekking.

An ancient map shows the villa and its surrounding lands. A precious territory, today dotted with parish churches, historic edifices and castles and frequently enriched with frescoes of the Della Robbia school becoming a cultural Mecca. The artistic patrimony is not the only richness of this place, infused with rich territorial resources and amenities such as the Bilancino Lake which occupies a surface area of 700 hectares. In the surrounding area you can play golf, go horse riding, hunting and hiking.

avvistamento; l’eccellenza della sua posizione ha dunque origini antichissime e dimostra, anche al giorno d’oggi, il suo valore paesaggistico. Successivamente ristrutturata ed ampliata, ha mantenuto inalterata la sua bellezza grazie ai costanti e attenti interventi di restauro. Le antiche bellezze sono oggi interamente visibili e valorizzate. Ad accoglierci è il suo magnifico parco di 8 ettari, ricco di alberi secolari e impreziosito da una bellissima piscina. All’interno, le superfici coperte sfiorano i 6.000 metri quadri ma possono essere aumentate con il recupero dei volumi.

222 LIONARD

position was important since ancient times and demonstrates still to this day it’s landscape value. Successively renovated and enlarged it has maintained its unaltered beauty thanks to constant and attentive restoration works. The ancient beauty is today entirely visible and valued. The magnificent 8 hectare park welcomes us, rich with secular trees and enriched by a beautiful swimming pool. Inside, the covered surface touch 6000 m2 yet they can be added to by increasing the volumes.


La tranquillità del luogo non significa isolamento. Nelle vicinanze, difatti, troviamo un maneggio, un golf club ed un tennis club.

The tranquility of the area does not signify isolation. In the immediate vicinity we find a stables, golf club and a tennis club.

Le strutture, in eccellente stato di conservazione, comprendono la villa di 3.100 metri quadri divisi in quattro piani. Oltre alla villa, ecco poco meno di 3.000 metri quadri che comprendono un appartamento e ampi locali che possono essere adibiti a qualunque attività. Solo a titolo di esempio, queste sale troverebbero la loro collocazione ideale come show-room o sale conferenze, ma non c’è dubbio che moltissime possono essere le possibilità per valorizzarle al massimo. Basti dire che la spaziosa cantina potrebbe essere trasformata, tra le altre cose, in una splendida spa con piscina coperta.

The structures are in an excellent conservatory state and comprise the 3100 m2 villa divided over four floors. In addition just under 3000 m2 are found containing an apartment and large spaces which may be used for any activities. Just to give an example, these rooms would be ideal as a showroom or conference area, although they can be adapted to any ends. It is enough to think that the precious cellars could be transformed into a wonderful spa and covered pool amongst other things.


Nel parlare di mercato immobiliare di prestigio nasce spontanea la necessità di trovare interlocutori affidabili e professionali. Uomini, prima che aziende, disponibili a percepire le richieste e pronti, al tempo stesso, a prospettare soluzioni studiate su misura. Lionard è guidata da principi oggettivi imprescindibili che garantiscono, alle parti interessate nelle operazioni immobiliari, motivi di assoluta tranquillità, soprattutto nei punti fermi della privacy, professionalità e trasparenza nella gestione delle trattative commerciali. Queste caratteristiche costituiscono da sempre i punti cardine del nostro impegno e sviluppo professionale. La mission dell’azienda si concentra nell’intermediazione di quei patrimoni immobiliari che, nel panorama mondiale del Real Estate, non trovano facilmente una “vetrina” idonea alla loro rappresentatività. Sono proprietà che rispecchiano l’importanza della tradizione italiana, fucina della cultura europea e mondiale grazie alle sue ville, castelli e preziose dimore, da vivere anche come lussuose soluzioni di moderno design nelle più rinomate location. Come personal advisor, effettuiamo anche ricerche dedicate con puntuali rendicontazioni sulle opportunità individuate e sullo svolgimento delle trattative. Analizziamo le potenzialità di ciascun immobile, redigendo stime di redditività e studi di fattibilità. Le metodologie aziendali adottate hanno portato alla profilazione e gestione di contatti selezionati a livello mondiale, rendendo la nostra azienda un advisor di visibilità internazionale. Un mercato rivolto ad interlocutori spesso internazionali rende indispensabile l’impiego di servizi ed iniziative commerciali di massima valorizzazione delle proprietà affidate in gestione. Vengono predisposti studi marketing finalizzati ad ottimizzare i processi di vendita, definendo strategie comunicative condivise con i proprietari in funzione del grado di riservatezza desiderato.

When dealing with the prestigious real estate market the spontaneous need arises of finding professional and reliable advisors. Men first and foremost, our company strives to understand your requests and to find tailor made solutions to them. Lionard is governed by binding objective principles which guarantee to all participating in real estate operations absolute tranquillity, whether dealing with privacy issues, or the professional and transparent management of commercial negotiations. These characteristics have always comprised the cardinal points of our dedication and professional development. The company mission is the brokerage of those property assets which in the global Real Estate panorama do not easily find a suitable “platform” capable of representing them. They are properties which underline the importance of Italian history, a forge of European and world cultures thanks to its villas, castles and precious homes which today also afford us the chance of luxury solutions with modern designs in the most renowned locations. As personal advisors we also undertake dedicated property searches with punctual progress reports on research and negotiations. We analyse the potential and weaknesses of each property, drawing up feasibility and profitability studies. The operational practices we have adopted have lead to the profiling and selection of specific profiles of the contacts we manage throughout the world, giving our company an international perspective and visibility. A market often directed to international profiles makes the commercial services and initiatives which maximise the valorisation of the properties we manage indispensable. Dedicated marketing strategies optimise the sales process, defining new commercial strategies undertaken with the owners in function with their desired level of privacy.


PROPRIETà IN VENDITA PRESENTI SU questo numero

20

Rif. 427 - Un’oasi di meraviglia Dimora storica nel milanese, risalente al XIV secolo. Parco secolare di 10 ettari; gli interni vantano dipinti e affreschi prestigiosi, mobili antichi.

42

Rif. 393 - Una residenza patrizia Complesso residenziale con 7 ettari di terreno risalente alla seconda metà del XVI secolo, vanta una superficie coperta di circa 2.125 mq.

56

Rif. 431 - Granelli di memoria, echi d’Africa Un gioiellino di poco più di 100 mq, nel bel mezzo della zona di Forte dei Marmi, Roma Imperiale.

74

Rif. 187 - Il castello delle favole Bellissimo ed imponente castello medievale in Toscana, che occupa una superficie di 1.800 mq e vanta una superficie esterna di 16 ettari.

84

Rif. 210 - Nel cuore di Firenze Tre prestigiosi appartamenti che rappresentano vere e proprie dimore esclusive nei pressi del centro storico e con vista sul Lungarno.

102

Rif. 373 - Cinquecento su misura Raffinata residenza del XVI secolo, situata sui Colli Euganei, che copre una superficie complessiva di 1.210 mq, circondata da 5 ettari di terreno.

114

Rif. 108 - Quando il rustico si fa chic Immerso in 1.800 mq di parco, ex mulino del XVII secolo di 506 mq perfettamente ristrutturato, in prossimità della Riviera Ligure.

130

141

Rif. 415 - “Sole Produttore” Splendida villa in Veneto, con oltre 1.000 mq di superficie interna e 6.000 mq di esterni. La dimora offre tante meraviglie. Rif. 401 - Una maestra d’eleganza Raffinata dimora del XVI secolo costruita lungo il Naviglio Grande. La proprietà dispone di 9.600 mq di giardino e di 1.530 mq di superfici coperte.

141

Rif. 380 - Rivivere il Settecento Magnifica villa settecentesca in stile neoclassico corredata da un ampio parco di 7 ettari che si affaccia sulla campagna vicentina.

158

Rif. 113 - Un maniero regale Esclusivo maniero alto-medievale composto da due Castelli per un totale di 2.200 mq con annessa Darsena, Torre merlata e cappella romanica.

172

Rif. 430 - Luci al tramonto Dimora prestigiosa nel padovano. La proprietà comprende due ville padronali di 500 mq e 400 mq, oltre ad una villetta per il custode di 300 mq.

184

Rif. 196 - Fascino senza tempo Importante ed antico convento risalente al XIV secolo, con una superficie complessiva di circa 1.300 mq, circondato da un ettaro di terreno.

194

Rif. 281 - Dominando la collina Tenuta toscana, del XVIII secolo, composta da una splendida villa, una casa colonica, ed un’azienda vinicola; il tutto corredato da 11 ettari di terreno.

202

Rif. 191 - Tradizione toscana in chiave moderna Villa d’epoca risalente al XV secolo, di 1.200 mq. Circondata da 5 ettari di terreno, immerso nella splendida cornice delle colline toscane.

210

Rif. 385 - Sapore di CaSale Suggestiva struttura ricavata da un antico monastero benedettino della superficie di circa 700 mq e corredata da 10 ettari di terreno.

216

Rif. 367 - Largo spazio all’eleganza Antica ed importante residenza nel Mugello, corredata da un parco di 8 ettari e strutture annesse che coprono una superficie di 5.990 mq.


PROPERTy FOR sale on this number

20

Rif. 427 - An oasis of wonders Historic house Milan, dating from the XIV century. A 10 hectares park ; interiors embellished with paintings, precious frescoes and antique furniture.

42

Rif. 393 - A noble residence Residential complex of roughly 2125 m2 from the second half of the XVI century with 7 hectares of land.

141

Rif. 380 - Riliving the seventeenth century Magnificent eighteenth century villa in the neoclassical style and completed by a large 7 hectare park overlooking the Vicenza countryside.

158

Rif. 113 - A regal manor house Exclusive late medieval estate composed of two castles for a total of 2200 m2 with jetty, castellated tower and Romanic chapel.

172

Rif. 430 - Lights at sunset Prestigious home near Padova. The property has two main villas of 500 m2 and 400 m2 respectively plus a small custodian’s house of 300 m2.

184

Rif. 196 - Timeless charme An ancient and important convent dated to the XIV century with a total surface area of roughly 1300 m2 and one hectare of land.

194

Rif. 281 - Dominating the hillside XVIII century Tuscan farm composed of a splendid villa, farm house and winery surrounded by 11 hectares of land.

202

Rif. 191 - Tuscan traditions in a modern guise Historic XV century villa of 1200 m2 surrounded by 5 hectares of land and framed by the wonderful Tuscan hills.

210

Rif. 385 - Tastes of the farm An old Benedictine monastery transformed into a suggestive receptive structure, extending for 700 m2 and surrounded by 10 hectares of land.

216

Rif. 367 - Grandiose and stylish An ancient home of great standing in Mugello, surrounded by an 8 hectare park and various annexes for a covered surface area of 5990 m2.

Rif. 431 - A tales of memories and african echoes A jewel of little over 100 m2 in the Roma Imperiale area of Forte dei Marmi.

56

74

Rif. 187 - A fairy tales castle A stunning and imposing medieval castle in Tuscany, occupying a surface area of 1800 m2 with roughly 16 hectares of grounds.

84

Rif. 210 -In the heart of Florence Three prestigious apartments representing truly exclusive homes in the city centre and with river views of the Lungarno.

102

Rif. 373 - The sixteenth century made to measure Elegant XVI century residence on the Euganean Hills with a complete surface area of 1200 m2 and surrounded by 5 hectares of land.

114

Rif. 108 - When rustic does chic Immersed in an 1800 m2 park, this XVII century ex water mill of 506 m2 is perfectly restored and is located near to the Ligurian Riviera.

130

141

Rif. 415 - “Sole Produttore” A splendid villa in Veneto, covering over 1000 m2 and boasting 6.000 m2 of grounds. This home offers many delights. Rif. 401 - A teacher of elegance Refined XVI century residence built along the Naviglio Grande Canal. The property has a 9600 m2 garden and a 1530 m2 covered surface area.


NAPOLI d’angiò comunicazione &

Riviera di Chiaia, 287

Dal 1914, il gusto dell’eleganza.

NAPOLI

MILANO

TO KYO

LUGANO

LONDR A



Be-LIONARD n°2 ita/eng