Issuu on Google+

e. press - editoriale press srl

DOMENICA

19

SETTEMBRE

2004 -

SPECIALE

EDIZIONE STRAORDINARIA

DIECI ANNI CON VOI E DALL’ALBUM DELLA GAZZETTA DI MISS ITALIA. SOPRA: UN’ESTEMPORANEA AUTISTA PER IL BUS DELLE MISS, ANNA VALLE. A DESTRA: “MIRIGLIANI SCARICA L’IVA”, GAG IN DIRETTA TV CON FRIZZI E DENNY MENDEZ. SOTTO, DA SINISTRA: “SAGRA DEL FASULO, UNA ZINGARATA TARGATA GAZZETTA. A DESTRA: LA PRIMA ASSOLUTA DELLA GAZZETTA, CON BONOLIS A MISS ITALIA NEL MONDO 1995. ACCANTO LA SIGLA DEL TG MISS, PRODOTTO DALLA GAZZETTA E IN DIRETTA SU RAIUNO NEL 2001 E 2002 CON FABRIZIO FRIZZI.

ra il 3 settembre, anno 2000. Un’edizione della Gazzetta di Miss Italia annunciò: “Oggi in largo Roma alle ore 17 Sagra del Fasulo. Degustazione gratuita”. E poi, via con mille volantini appiccicati dappertutto: sui muri, nelle cabine telefoniche, sui pali dell'illuminazione. Alle cinque meno un quarto la piazza era già straboccante mentre noi della Gazzetta cominciavamo a temere di aver esagerato: per festeggiare il compleanno di Claudio Fasulo, autore del programma tv, avevamo giocato sull'assonanza “vegetale” del cognome e creato un'aspettativa probabilmente eccessiva. Finì benissimo. Una fascia di “Mister Fasulo” apppositamente preparata da Lalla Simonetta, telecamere di Tv Salso, sempre pronta a cogliere ogni evento, addirittura intervista all'assessore di turno, in prima linea fra gli invitati. Torta e spumante per (quasi) tutti e articolone sulla Gazzetta della sera in cui raccontavamo, spiegavamo e... ci scusavamo per aver abusato della buona fede di quanti, a Salsomaggiore, consideravano e continuano a considerare Miss Italia non un evento ma l'evento. Anzi, il “loro” evento. Se per il calcio si dice che in Italia ci sono al bar 57 milioni di allenatori, senz’altro a Salso ci sono almeno diecimila “Enzimirigliani”, pronti a “fare la formazione”, ovvero a dire come, secondo loro, dovrebbe essere e cosa dovrebbe fare, ogni anno, il Concorso Miss Italia. Se questo è vero, va proprio alla città di Salsomaggiore nel suo insieme il primo dei mille ringraziamenti che parte dalla Gazzetta e dalla sua redazione nel segnare continua a pagina 2

LE PRIME PAGINE DELLA GAZZETTA


SPECIALE

continua da pagina 1

con questa edizione il decimo anno di attività e di presenza alle finali di Miss Italia. Questo giornale infatti è nato proprio per aiutare questo pubblico entusiasta e irriducibile - perché sfida sole e pioggia per ore per vedere le Miss da vicino e non si accontenta di guardare comodamente in poltrona la tv - ad entrare nei segreti e nei meccanismi del Concorso. Il sostegno e l'incoraggiamento iniziale lo ha avuto proprio da alcuni commercianti del luogo, primo fra tutti quel Paolo Gandolfi dell'Antica Confetteria Ricotti che nel 1995 bussò al furgone redazione mobile da cui sfornavamo Gazzette davanti all'Hotel Centrale, un boccione pieno di caramelle in mano, a chiedere se poteva mettere un suo annuncio nelle nostre pagine. Ma il polso di quanto potesse prendere ed essere funzionale la Gazzetta di Miss Italia lo avevamo potuto tastare un paio di giorni prima, in quel '95 dell'esordio, quando per una gag televisiva gli autori Marco Luci, Federico Moccia e il solito Fasulo, ci fecero spostare la redazione mobile fuori delle terme di Tabiano e produrre lì un'edizione in diretta con il titolo "Frizzi in incognito fa le cure alle Terme di Tabiano", reclutando un estemporaneo ed efficacissimo strillone settantenne e accendendo le telecamere. Anche lì in un batter di ciglia la folla crebbe a dismisura. E, finite le riprese, per i due giorni successivi fummo subissati di richieste di "quel" giornale. E noi a spiegare che si trattava di una copia unica, per esigenze di scena. Finché un'edizione apposita, che raccontava e documentava il tutto con foto e articoli, non fummo costretti a farla e a stamparla, Va detto? Andò a

DIECI ANNI

ruba. Il "Notiziario in tempo reale" inventato e prodotto dalla nostra E. Press, sbarcò a Salsomaggiore direttamente dai "Cervelloni", programma di Raiuno che presentava invenzioni strambe, e dove fummo chiamati a pieno titolo: cosa c'era di più "strambo" di un foglio d'informazione stampato in un furgone? Da attrazione da diretta tv, con Paolo Bonolis che ficcò davanti alla telecamera in tempo reale la copia da noi preparata con la foto fresca di stampa di Ana Leticia Rizzon, Miss Italia nel Mondo 1995, al momento in cui, il giorno dopo sottoponemmo l'idea ad Enzo Mirigliani, intervistandolo e consegnandogli mezz'ora dopo giornale, foto e articolo su di lui. Gli brillarono gli occhi e disse: potete restare. Enzo e Patrizia, con Lauro, il mitico Lauro Micheli, un uomo che riesce nell'impossibile ruolo di essere braccio e mente al tempo stesso senza mai offuscare i vulcanici Mirigliani, rappresentano i costanti punti di riferimento di questi anni, nei quali tanti ricordi, successi e anche polemiche - cioé vita vera - si sono succeduti. E nell’ammirare e ringraziare il patron per la fiducia concessa e finora mai revocata, mettiamo insieme la figlia Patrizia, che nel paniere delle innovazioni che ogni anno introduce nel Concorso, ha ritenuto di non cambiare e continuare a consentire che la nostra Gazzetta continui a fregiarsi di quel marchio e di quella testina tricolore che fanno la differenza. E' un vantaggio ma anche una responsabilità essere "giornale ufficiale". Perché occorre un'overdose di cautela, senza lasciarsi prendere la mano dalla notizia e dalla sua interpretazione, che è poi il bello del giornalismo, per non

rischiare che un fatto o un'opinione da noi divulgati vengano interpretati come posizioni ufficiali dei Mirigliani e del Concorso. Il che non è, e così accade anche per merito di una persona, per definire la quale prendiamo a prestito due dei tre appellativi di Braccio di Ferro: l'irascibile, carissimo capo ufficio stampa Marcello Cambi. Con la tv a bbiamo cominciato e quindi rappresenta per noi un passaggio importante. Per Raiuno abbiamo avuto l’onore di realizzare giornali e filmati con veri e propri reportage. Per due anni, a partire dal 2001, il TG Miss, prodotto dalla redazione della Gazzetta, ogni sera ha raccontato le storie dei protagonisti del concorso quando sono dietro le quinte. Quando riguardiamo quelle cassette, siamo orgogliosi di aver in qualche modo lanciato un’idea che oggi l’attuale staff ha fatto propria, vestendola con i panni del reality, come “diario di Miss Italia”. E poi ci sono tutte le edizioni che abbiamo realizzato per le dirette tv. Da quelle autentiche, con le Miss appena elette in prima pagina da mostrare alle telecamere, a quelle funzionali alle esigenze di spettacolo, per animare siparietti con gag scatenate da titoli "Mirigliani scarica l'Iva" nella serata in cui la Zanicchi presiedeva la giuria, oppure "Albertone a Mirigliani: ma qui chi paga?", scherzando sulla leggendaria - e mai dimostrata - parsimoniosità di questi due grandi personaggi ,quando Sordi venne a incoronare Manila Nazzaro nel 1999. Chissà: un giorno pubblicheremo una collezione anche di queste Gazzette, che per ora restano nell'album dei nostri ricordi, fra i più belli qui a Salsomaggiore.

2003

SPECIALE

DIECI ANNI

®

dalla più antica tradizione il più dolce ricordo di Salsomaggiore

largo Roma, 5/A - tel. 0524.575356

L’Incontro che dà gusto alla tua giornata

Enrico Sbandi

pizzeria ristorante viale Romagnosi, 26/g tel. 0524.575927 LUNEDÌ CHIUSURA SETTIMANALE

AL GIOIELLO - Branzino in crosta di patate: una delle specialità di pesce che caratterizzano le più recenti scelte gastronomiche di questo ristorante. Accanto alla tradizione culinaria di terra, infatti, grande attenzione è posta ai piatti di mare, grazie alle preparazioni dello chef Marco Antonino. 2

pizze, specialità locali e pesce fresco di mare fino a tardi viale Berenini, 6 - Salsomaggiore tel. 0524.574479-574556 - chiuso il mercoledì

11


SPECIALE

10

DIECI ANNI

2002

1995

SPECIALE

DIECI ANNI

3


SPECIALE

4

DIECI ANNI

1996

2001

SPECIALE

DIECI ANNI

9


SPECIALE

8

DIECI ANNI

2000

1997

SPECIALE

DIECI ANNI

5


SPECIALE

6

DIECI ANNI

1998

1999

SPECIALE

DIECI ANNI

7


SPECIALE

6

DIECI ANNI

1998

1999

SPECIALE

DIECI ANNI

7


SPECIALE

8

DIECI ANNI

2000

1997

SPECIALE

DIECI ANNI

5


SPECIALE

4

DIECI ANNI

1996

2001

SPECIALE

DIECI ANNI

9


SPECIALE

10

DIECI ANNI

2002

1995

SPECIALE

DIECI ANNI

3


SPECIALE

continua da pagina 1

con questa edizione il decimo anno di attività e di presenza alle finali di Miss Italia. Questo giornale infatti è nato proprio per aiutare questo pubblico entusiasta e irriducibile - perché sfida sole e pioggia per ore per vedere le Miss da vicino e non si accontenta di guardare comodamente in poltrona la tv - ad entrare nei segreti e nei meccanismi del Concorso. Il sostegno e l'incoraggiamento iniziale lo ha avuto proprio da alcuni commercianti del luogo, primo fra tutti quel Paolo Gandolfi dell'Antica Confetteria Ricotti che nel 1995 bussò al furgone redazione mobile da cui sfornavamo Gazzette davanti all'Hotel Centrale, un boccione pieno di caramelle in mano, a chiedere se poteva mettere un suo annuncio nelle nostre pagine. Ma il polso di quanto potesse prendere ed essere funzionale la Gazzetta di Miss Italia lo avevamo potuto tastare un paio di giorni prima, in quel '95 dell'esordio, quando per una gag televisiva gli autori Marco Luci, Federico Moccia e il solito Fasulo, ci fecero spostare la redazione mobile fuori delle terme di Tabiano e produrre lì un'edizione in diretta con il titolo "Frizzi in incognito fa le cure alle Terme di Tabiano", reclutando un estemporaneo ed efficacissimo strillone settantenne e accendendo le telecamere. Anche lì in un batter di ciglia la folla crebbe a dismisura. E, finite le riprese, per i due giorni successivi fummo subissati di richieste di "quel" giornale. E noi a spiegare che si trattava di una copia unica, per esigenze di scena. Finché un'edizione apposita, che raccontava e documentava il tutto con foto e articoli, non fummo costretti a farla e a stamparla, Va detto? Andò a

DIECI ANNI

ruba. Il "Notiziario in tempo reale" inventato e prodotto dalla nostra E. Press, sbarcò a Salsomaggiore direttamente dai "Cervelloni", programma di Raiuno che presentava invenzioni strambe, e dove fummo chiamati a pieno titolo: cosa c'era di più "strambo" di un foglio d'informazione stampato in un furgone? Da attrazione da diretta tv, con Paolo Bonolis che ficcò davanti alla telecamera in tempo reale la copia da noi preparata con la foto fresca di stampa di Ana Leticia Rizzon, Miss Italia nel Mondo 1995, al momento in cui, il giorno dopo sottoponemmo l'idea ad Enzo Mirigliani, intervistandolo e consegnandogli mezz'ora dopo giornale, foto e articolo su di lui. Gli brillarono gli occhi e disse: potete restare. Enzo e Patrizia, con Lauro, il mitico Lauro Micheli, un uomo che riesce nell'impossibile ruolo di essere braccio e mente al tempo stesso senza mai offuscare i vulcanici Mirigliani, rappresentano i costanti punti di riferimento di questi anni, nei quali tanti ricordi, successi e anche polemiche - cioé vita vera - si sono succeduti. E nell’ammirare e ringraziare il patron per la fiducia concessa e finora mai revocata, mettiamo insieme la figlia Patrizia, che nel paniere delle innovazioni che ogni anno introduce nel Concorso, ha ritenuto di non cambiare e continuare a consentire che la nostra Gazzetta continui a fregiarsi di quel marchio e di quella testina tricolore che fanno la differenza. E' un vantaggio ma anche una responsabilità essere "giornale ufficiale". Perché occorre un'overdose di cautela, senza lasciarsi prendere la mano dalla notizia e dalla sua interpretazione, che è poi il bello del giornalismo, per non

rischiare che un fatto o un'opinione da noi divulgati vengano interpretati come posizioni ufficiali dei Mirigliani e del Concorso. Il che non è, e così accade anche per merito di una persona, per definire la quale prendiamo a prestito due dei tre appellativi di Braccio di Ferro: l'irascibile, carissimo capo ufficio stampa Marcello Cambi. Con la tv a bbiamo cominciato e quindi rappresenta per noi un passaggio importante. Per Raiuno abbiamo avuto l’onore di realizzare giornali e filmati con veri e propri reportage. Per due anni, a partire dal 2001, il TG Miss, prodotto dalla redazione della Gazzetta, ogni sera ha raccontato le storie dei protagonisti del concorso quando sono dietro le quinte. Quando riguardiamo quelle cassette, siamo orgogliosi di aver in qualche modo lanciato un’idea che oggi l’attuale staff ha fatto propria, vestendola con i panni del reality, come “diario di Miss Italia”. E poi ci sono tutte le edizioni che abbiamo realizzato per le dirette tv. Da quelle autentiche, con le Miss appena elette in prima pagina da mostrare alle telecamere, a quelle funzionali alle esigenze di spettacolo, per animare siparietti con gag scatenate da titoli "Mirigliani scarica l'Iva" nella serata in cui la Zanicchi presiedeva la giuria, oppure "Albertone a Mirigliani: ma qui chi paga?", scherzando sulla leggendaria - e mai dimostrata - parsimoniosità di questi due grandi personaggi ,quando Sordi venne a incoronare Manila Nazzaro nel 1999. Chissà: un giorno pubblicheremo una collezione anche di queste Gazzette, che per ora restano nell'album dei nostri ricordi, fra i più belli qui a Salsomaggiore.

2003

SPECIALE

DIECI ANNI

®

dalla più antica tradizione il più dolce ricordo di Salsomaggiore

largo Roma, 5/A - tel. 0524.575356

L’Incontro che dà gusto alla tua giornata

Enrico Sbandi

pizzeria ristorante viale Romagnosi, 26/g tel. 0524.575927 LUNEDÌ CHIUSURA SETTIMANALE

AL GIOIELLO - Branzino in crosta di patate: una delle specialità di pesce che caratterizzano le più recenti scelte gastronomiche di questo ristorante. Accanto alla tradizione culinaria di terra, infatti, grande attenzione è posta ai piatti di mare, grazie alle preparazioni dello chef Marco Antonino. 2

pizze, specialità locali e pesce fresco di mare fino a tardi viale Berenini, 6 - Salsomaggiore tel. 0524.574479-574556 - chiuso il mercoledì

11


la_gazzetta_di_miss_italia_2004_speciale_dieci_anni