Page 1

'

-l)

{>

'rN % -Il

ox :b -I -fn _oj

i;

o

n

o =

È

o

L2

G

*

€r t l 5| 2

o '

t

=

c

o E

È

| c o E =

a

E É È

E s O3 ; E

E 3 . g ; O

O :

*

x

î

_

È

; E o rJl

z o

9 o o o o = :

!

E t

t

ttt

o

lt

F

o


ÉfÉ

i

-

-."*gr,J'qE.: ;

r

4

} úIJJS'J.JJJJJ PROFESSIONALJUGGLINGEOUIPII€NI

gJJ'J: Jlr:1rwxr i |zll,t 1t.7r.cAgJ:.si 'Distribuzione in ltalia

In den Kuhwiesen10. D-76149Karlsruhe fel.49 721 / 78 36 762. Fax 78 36 777

- lagper Agile,Venezia Store, Torino- lookUp,Milano overland Gadgets, carpi(Mo)- L'Albero Mago,tiyenze

EmoíI: infu@henrys-on Iine.de

@ wra-snop

www.henrys-onIìne.de


G I r r 0 ] r i l r G s O m tm 0a Dopogli eventidel G8o Genovo, e le sttooi teffo stiche o New Yotk in ' unoscenoo di violenzo diffusoe di guenoglobole, oovea scopptorc non sonosolootdigni,no le contrcddizioni di un'intetusocietà, porlore di non-violenzo senbruonocrcnistico. Epputequoleoltto Iezionedi civiftApuò doreun popolodi oiocolie cheha troslonoto in giochi onticheomi do gueffo,cone clove,bostonie torce;in rituoli di dsnzoonticheorti do combottinento. cone lo swinoino ' e il cónbot;cheho' inporcto o confrcntorci ed oggtegoqiolle convention senzoboftietedi linouo, sesso, rozzoe religioni;che ho invasole pioizedelnondopel celebruÍein ollegio,.e.con.tu.tti, Io^ qroroot wverc!

lv GomEnlion llazbnab2 Esalericchissina e perVoi abbianosègufola lntonlo Bucd4 Convention Nazionale, quellaEuropea, il Bengala 6 iesrivaldelCirco NED7 Cootemporaneo, Xl0UEurunean o Mercantia e, dumntela o Jugglfng Gonmnlion questo lavorazione di numeroefavamo dla l||ka luka t0 Convenfon Romana, a 'I l@n Brooking12 orvietoe allaBiennde di Dlm tampa13 Venezial Inutiledirvi checi Gin||s E|hinia sianoritrovaticontante 14 di quellejnlerviste Prugctùsc|rolaft . I Inleressan! Cne,per Ovvl Festlual delGirco .G mo[vl (u spazo,slamo lo llontemporaneo costrettia fdrneslittarealcune (comprese al numero successivo llilÈ lola 17 quelleai protagonisti di lomard lbrin 18 Ombredi Luna,primagrande I produzione Simon AnxolabGl|qr 20 Droduzione ìtaliana di Circo YYanI'impossiùlcZl Teúo), numerodove compariùfinalmente anchelo specialesullagiocoleriaal MercantiaZl femminile. FalseUalq|rc24 flimbre26

la"tr"I n""""-""ao

Ia fiùva6Éga7''ll€ inldiaú:

Aúvi, Ubí llitu F Gidiqí

Yom M

kwi

Ctre76i,Giffii

tuwativi e...mú dúo'.

o=:=oL

NolTTA': ItutiFtuíntwíffii

&!eeffii

rÉìRys

eÍwffiúuu

aaGponùtr a,rdph a?rritF

-

úNfii@e

lrxroto f€hd?Ys ltfcrc{]taBoi.o!

freóSfrúU l{soltodt{arlwihrgq/sFn qirùtue@tú) Éef?-eSrutUhSt4tr6fck $aftsdrpqúff endbúo-Al

? S";

VENDITAPER CORRISPONDENZA E 4LL ''/VGFOSSO htut t7pzi(J,'í e o,úni: AGilE viaHh Ptlaln l}175 t/É,glÉa -VqEh TdO419A76-tuU1ítwn e-mait: ag i le @agi Ie itali a.co m

htrp: | | w ww.ag i I eital i a. c o m


coL t€npo scopri.òi d r e s s e .d i v e n t è t o Lo str!rîento der tuoL atcrezzr

'- ,13:t'Jlà%, ^ !.,+ti

a L c u n LL u

, | : ^-i O L o C O L I Y Tr '

cestano

V€NTO D U es 0 n 0 r n e 0 L c rd e L g r o c o L i e . e : Lta. L s t e z z ae i . L v e n t o

Alle pendici delle Dolomíti,baciotodo uno seftimanadi bel tempoe <ondílodeí semprevedí open stoae,teotini, wotkshoD,Doroto,olvmDic qome| qorc di monociclo,àron solà e soptottuttotontò .itio di festb,ii è -svoho qiuesl'onnolo lV Coivenfon Nozionoledei iiocolieri ltolioni. Rinaruziomoilonli strcnie e tutti ali itolioni che honnoDofteciDoto (soprottuttochi ho dovutoottoveÉorc tutto lo stivole!)i;er lo óeneroso coticodí entusiosmo e diolleqriochehonnoportotocon sè.lJn iconoscimento DotticoloieDeril lovoro svolto vo oí membri dellAIG e o tuftiivolonto .

nuention Nazional PedaYena 26 giugno-lluglio

I _ _ r ' r ó rà d e L v o L 0

"'''",'"' ::i'ì;"ii""lìll""ielii'i"ii'

;:i::"'"' """ lil.::n"t

Un graziepadicolarea Frances.oP.dovanl orSanizzatore locale,la cui interessante testi' monianzapubblichiamocon pìacere. Dare annicoordinoa Pedavena una rassegna di artiri di strada,"Voila", óe ha richiamato un forteinteresse nellapopolazion€ localee sensibilizzato l'amministrazìone comunale, che ha liberalizatol'arte di stradasul suo territorio. NelfEttempoè nataancheuna passioneper sonaleper la giocoledacosì,oltrea propormi in srada,abbiamoo€anizato dei corsidi art; cncensi sul teritorio, tenuti da Sigrid di cncomixe da Pippo Centile,mimo down di Bassano, che hannoriscosso unaforteadesìof,e. Da quero bad€roundè nato il d€sideío di ospitarcla convention.

c0 Evt stEtEoRGAI{tzzaît? pero8niarca.lo cu€c'erano deiresponsnbili vo logilica,aspettipromozionali, é ufficio stampa, Santosh e Stellaiscrizioni e sitointets

@.lr"rFua

net,lochenSralicapubblicitaiae contatticon 8li adisti stranieri;Bruno,Cadoe Andju,arri vati una settimanaprima della convention, hanno dato una grossa mano nella fase gestionale.Per pima cosa abbiamochiero un quadrodettagliato su comefosseandataa Cesenatico, anche da un punto di vista del bilancio,p€r capirequaledovesseess€rel'iÌnpegnoe l'esposizione economicadel comune e delle associazioni locali.Qui, incontrando Srossedifficoltaa repedredocumentichiarie defnitivi,siamoripartitida zeroper realizzare organigrammae budget della convention. Quest'annonon C€fanograndilrutture ricettive ed abbiamodovlto appronta€bagnichimici, docce, illuminazione,e recinzione.La famigliaFranchetti, del circoBarcellona, a cui siamo arivati tramit€ la scuola di circo di Cesenatico, ci ha messoa disposizione il ten donea prczo aSevolato, e alsuo internoque st'annoabbiamoapprontatocon piir curaluci, audio,pedana,quintee scenografia. Tuttiqu€f

sti corì, di una certa gestitiin fasedi Plecomune. Mentre le speseper le compagniesfaniereiovitate, spese di viaggio, sono stateindividuate dallAlc, che si era assunta la dneÌione adistica. Al budget preventivo di 55 parte

siSnilicativa

suPponodialtrienti pubblicie di spon'

s w . j ú g s r i n s E a s a . i i e . i r


sa la bnrerìadi Pedavena.ll resto sarebbe venutodalleiscdzìoni. [4i sono battuto,assieme ad altri perchéla €onventionchiodesse in pareSgio, ed a nasosiamoconvintidi avercela fatta.In casodi utile lo statotodellAto prevèdeche questisoldivenganomessia disposiz'onedella prossimaconvention,anchese sarebbegiustoin futuro deriname una parte ancheal gruppolocale,per iniziativedigiocoleia sul terito o. Ora abbiamo un quadrc abbalanza prccìsodi quali saanoi costi da affrontarcper sùuttura,ospitalita,etc.,così ì prossimiche verrannosarannoin glado di capie quantifondi dov€nno rcperire.

ALIREIIOV|ÎANISPEIIO OUALI at tE PRECEDEItît CoNVEt{ot{? Un !fficio stampa più attìvo, perché è evidenre che un'immagineforc della conven, tion promuoveI'intéro movimentoe rende pirl interessatigli enti pubbljci a sostenere iniziatívesulla giocoléria.Purtroppo molti gjornalisti,anchedi testatenazionali,ancora non hanno compreso ì'importanza e le potenzialitasocialidel fenomeno e qùando parlavamodi giocoleriapensavanoa rivendirori digiocattolil Fin dall'inizioho insistitoperchéla convention non rimanessesoltantouna festao una speci€di grande palestracollettiva,ma for nisse anche altri stimoli. crazie ad AlessandmSerenasiamo riusciti ad avere con noi Karl-HeinzZi€then,che oltrc a poF tare una mosra di materiale fotoSralico s!lla giocoleria,ha tenuto una videoconferenzadi gEnde int€rcsse,che ci ha p€mésso di vedereil filo ch€ lega mezzosecolodi giocoleria;uno stimolo a rielaboÉreschemi tadizionali per inventareapprcccidiversi.ci terevo anche a curaré di più gli spettacoli per i bambini,per invoSliarliadiventareprotaSonistiin futuro. ta so,presapiù bella è stata certam€nte Ia pa(ecipazione di GnovaSoe Rond€llae d€l cncoCnarole,che hanno creatocon i loro chapiteauun'atmo sleramolto particolar€. lnolùesiamostatiospitinon soltantodi un/am,

ninishazionecomuna- cltEcosÀît asPEftÀvl l ém a a n c h e d i upnÍ v a - Dr QUESîr GoilVEt{flol? to, la birerid Pedavena. Abbiamo awto oltre 800 Siocolie, ma Ma la Heineken,pro- Pimo giomo ce n'eEno 8'a 500/600. prietaíad€l parco,non dellenostrepreoccupazioni eÉ chela ha pretesonìente, se cazione8€ografcascoraggiasse la non il legittjmoipristi- zionedal centroe dal sud ltalia,mentre no dell'arcaa fine con- mo Per scontato una buona affl verìtion,ed un puntodi Germania,Austrìa€ Svi?zera.Cera grande distribuzionebira al- attesae curiositàancheda partedella popol'intemo del parco,si- lazionelocale,€he ha partecipatonumercsa SlatocomeHeinekenin al GranGalàed aigiochi olimpici. CÉn parte delle mie aspettative sono tate ripagate: mantenere uno spiito libero, dove tutti potesserosentitsi a lorc a8io, ílassati, e OUALISUGCEf,I[IEIIII PEnI PS0SST 0nGA tZZAfont? godeEi l'intela convention (inclusi aspetti più Innanzitutto avere all'interno delgruppo peF pratici come l'acqua calda nelle docc€). sone che vivono lo spnito d€lla giocoleria. Abbiamo notato una gEnde partecipazione, Poi,approîtato un budSetafiidabile,occorre anchequandoseruivano \,olontariper le puli- una deliberachevincolil'ammininrazione ad zie. Si s.rebbero potuti evitare certi momenti una seri€di opeÉzioni,ancheeconomiche,é ditensionen€llostalforganizz.tivqdovutialla fomir€ peBonaletecnico (operal,elettriciri, stancheza,che pér fortunanon sono emersi idraulici).Noi abbiamo suddivisoi ruoli in all'estemo.[,,1a quelloche contaè che la conmodo molto chiarc,mettendotutto nero su ventìonsia arivatafelicementea condusione. bianco.cli enti pubblicisono molto lenti a LunicoEmmarìcoche possoavereè peripro, muoversi,e s"rcbbeprudentepartireaìmeno blemitecnicirisconhati duranteilpublic show un anno prima.Evef,tualmente cercarespon- causatida una cattivasceltadelservice. sor privatiche accettinodì rimanerediscreti. fideale sar€bbeavereun gruppodi lavoroin rr^l a Ioco € stabilireun'intesacon lAlC, che porta l'esperienza delle prec€denticonvention,ma è impoÍante,per evitaretensioni,tenereben llulr r dirinti i ruoli di queri due gruppi: hagari alfidandoai primi la gerione loSisticae la Pómozionein loco;agli altri l'organiziazione tecnico-artistica e la promozionesu scala PROGEIII PERII. FUIUNO Una conventionnazionaleha l'eÍetto di una bomba sul teritorio. I Siocolierìche avevano 8ÙOLO PERUAIG? OUALE seSuitoicorsieranotutti presenti,e tantialtd, LAICattualmente è un cornitatostrettodi sopÉttuttobambinie Srazieancheal lavorc petsone,per lo più giocolieriprcfessionisti di siSdd e del suo raff, ci hanno chiero di con espeienz€ormai "storiche"alle spalle. poterliseguire.Proseguiremo i corsiawiatia relemento"spurio"ero sicuramente io, ultimo giugnoe finalmenteinizieremoanchequelli arivato allaSiocoleia,ma dotatodi una qua! per raSazzì.Inoltre sono fortenente motivato che espeienzaorSanizzativa. Tutti ci siamo a porhre la giocolerianelle scuole.Mi sono spesi alla gÉnd€ per questa convention. íempito gli occhi€ il cuorecon quero 8ónfapporto è stato determinante soprattulto de entusiasmocollettÍvoe penso che mì sottoilpiano dellagelione tecnico-artistica. ll resterad€nko a lun8o.Le fatichesi recupelamio auspicioperaltroè che la AIC,passatala no quandogli obiettivisono stariraggiunti,e rasedi "fondazione", in cui necessariamentepossodire che lo farei.[4agarìnon subito. qualcunodovevaesporsi,imponendoanche le propriescelteagli altri - peraltroassumendosenefno in fondo le responsabilha, anch€ C O L P OD I N N O sotto l'aspettoeconomico,a schiodi imet òfo.isri dL ún giocol-i... tercìdi tascapropria- si passiad una nuova d ! F . a n c e s cPoà d o v a n I Fr r a n z ] fase in cuì lAlc possaallarsalsifno a com, c o n r L L 0 s Ù a z i o d n i e ó o ! or e r p è . a penderc ì'Ìintefomovimentodei Siocoliefì, p u b b L i c a dt oa e d i z i o n io o s oggiin continua€rcscita, o perlomeno8a6ntendo la padecipazionedi chiunquevoglia aderirvi.ll ischio alt menti è I'isolamento, o lel 349 8421489 peggiola creazionedi lobbydì giocolieÍ. pedavenacultura@yahoo.it

''"' t utto gLocoLtere li^ ^ n n o L am a t ' "

snettePctna


questione divita,guadagnarsii soldiPerman- tantecheci siaunamusicncheva a ritmo.Ln vohaho giapensatodi portarmiil giare,per vivere.Andavoper ore in str.da, prcssima personale, quandoc'erala nevee facevafreddo,per di musicista che sappia€on qu.le Anchele lucìnonera .ccompagÌìarmi. ventarebravoe potercilavoraredovevoariva- musica poiCerano giocolie- no ilmassimo, ilpalcostesso, ìtereadunaholivellodircsin€nza.Ahri iflash.loouaa Pedavena volevofare comel'annoscorsoa Kal- l€fonini. ri chehoincontÉÌo, peròle condizioni non ilrccord,Z 8,e pallíne,viro sruhe,oSnivoltachefacevamoresistenza tra ho d€d5odilaresoloouellodellez se si dc arrivavano a piùdiunminlto.cè unabìsso C'eraancheJochen emiprcpose loroe me,dowtoalfaÌtochefacciobouncing vess€farc un tentativodi recordconle condircua Milano. l'ora. in da I a anni,masopratnittoadavemefattauna zionìgiule, potreianch€passarc diímbalzine distabilire unrecordmondiale divita. a Pedavena.ll mio scefta occasione dellaconvention SEGRETI DEI.MESTIERE eradi 23 mi' recordDrecedente con7 Dalline certola lalra civuole, É difficileda spiegare, manonera cHE COSAÈ SUCCESSO nuti stabilito nel9l in Ciappone, cosìcomele oallinebuon€.Ancherimanerc do€umentato conun video.e l'ideadi un re" IN QUESII4TMINUÎIE 30 SECONDI? atutto,tuttalavita,8li amici,Iestori€, pertantot€mposcioltoe ilassatoèquestioallamia Pensavo cord,anchecomeun riconosdmento p€l io ormaiprendo le 7 pallin€ tante cosemi sonovenuteir mente, nediesperienza, carriera,era rne una buonamotivazione, l'afiore, più passava per2É mesi.OSnigior chiaramente iltempo...li è una mi mettolì evadoavanti.Ho iniziatoconl€ Cosìmisonoallenato quelle€hesi compravano no fac€voduetentativi,e vedevoch€in media lottaconte lesso. 400 personecheti Suarda- pallinemagiche, poisonopassato alleLaCross di luci,nonèfacile,leemozioni, neichioschi, arivavoa 20 minuti.Poi a cósaho avutoil col- no,lamusica,le ch€le presifecisubiilpubbli€o chescandiva silicone e la primavofta po dilortunadi arivarca 52 minuti,e hopen- sonountipotimido... pianopiano, to qualche minutqmentrele pallinemaSi€he i minutitroppoforte.Pensavo, susolo4/5 secondì. Oraa mano €nohe. mi stavano m'advavaquestoulo, un'energia le pallineBabache, chepesano TUDICI COLPODI FORIUNA,MA DIETRO comequandovaiallostadio,60000persong ho comprato podavia,anche gr. gr. pesanti di quelle lo lì 230 e sono 20 meno VITA un urlo unico, ilpallonete RECORD C'È UN1NÎERA AUESTO .he osavoprima,e vuoldiremolto.Sesono lo ho cominciatoconla giocoleriaaereae 8ia micaci siamomessid'accordo. tante€oseDs la mente,ci so- riuscitoa farequelo re.ordd€voancheínnell'86facevoa palline.Poisonopassatoalle fúisonoDassate avevano cercavo dienrare slaziarele pallinenuove.Lev€€€hi€ anchemomentiche mbalzine.e ll ho trotàto la miarrada, come ro s0ati e €on dinonpensrea nientell mirilassa- ormaisedicianni,eranoconsumate unavocazione.lanti lannole oallinea rimba! nelritmo, per questjone p€rò perché inoltre interessante os' la musica era ùoF tdnti buchi. Sarebbe di vita, Io fanvo, era difficile zo,ma loronon è permeè impor servar€ il tuttoscientificamente, comefanno le palline, no perhobby,inve€eper m€ è statopropdo poaltànonsentivo


all'ereroconi grandi8iocoli€ri.se qualcheuniversitavolesse rudiareillenomenosono aPeftissìmo a DOPOIL RECORD, HAI CHIESTO DI CANTARE,,. BUCC|NON È SOLO RIMBALZINE Nonpassotuttala giornata conle palline,Cèla miadonna,ilbambino e dedicomolto tempoa lofo.Nonfaccio maiallenam€nti stancanti, e ande ilSiomoprimadelrecord,per esempio,mi sono allenatosolo mezlora. ùla quandosta.cofsicameme anches€sto facendoahro..on la mente Possoandareavanti,trovarenuovi numeri,nuovi schemi.Inlattivoglioabbinafegli esercizidj equilibrio, un pò stileRarelli,alle7 palline.MaSarialla prossima.onverìtion port€rò nuovi numèri,oppure provo il recorddelle L Le e 8ia Ie faccio,anch€se non è ancoraperfettq e penso cherapplesenti il mio limite.l0 pallinea 46 annifolse non è pilr possibile,lascioil campoa qualchegiovaneche vuole imparae ll problema perme oraè chele8 pallinechefacciobene mi rovinanoil ritno delle9, meglioprocedefe pianopiano,a piccolipassi. N€i primi spettacoliche facevo ho sempre inseritoquere ballaterile BEnduardi,dove suonavo la chitara, coî un testo scritto da

m€.Perme la musicaè unaterapia, la sera prendoìachitarae cantounacanzone, è una mia passione. Certoho passatopiù tempo conle palline,perchéè il mio mododi guadagnamila vita,peròla sera...a voltetascoroanche4/5 ore conla chitarra. Le mie canzoni sonotranquille, e ancheil bouncing non è una p€tica nervosa. Cè un'energia meoofisica,più spnftuale; tu sei lì e provi, non devi fare pircuettenè muov€rti,diventa comeunapratica di meditazione. Àrtonio Bu..l Tel00 41 326755408


Bengal.l

portodi amore-odio;due personeapparentem€ntediv€Eema in londo trcppo uguali.siamo dei testimoniautent;c;,e 7 poi siamosicuriche nessunocelo puòcopiare:i siocolieriValdoranisonolaíssinil S lo ho avutola fodunadiesibimicon srandi personaggi, comeAldo,con i ciullai, con lacopo,genteche lofa da tantiannie con loro ho imparatole dinamichedello spettacoloin strada, che prevedeun cresc€ndo,e padendoda num e r i s e m p l i csii,s v i l u p p a f n a o c o n d u r ei l p ù b blicoal granfinale.Finalecheogginel99%degli spettacoliin 8no prcvedeilfuoco!sei obbligaÌo a mantenereviva l'attenzione del pubblico,specialmenteinstrada,perchéIa gentein qualsiasi mom€ntopuò andarevia.Deviallorafar capne piir diquéllo checiò chefaraifraun istantesarà chestaifacendoin quelmomento.Devicondireituoinumeí con delle gagcomiche,pe(hé in stradafai solo il30qodi quelloche saifare, p€rchedevifarlosu un piede,intrattenendo, con un canech€tiattraversailcerchio,con pocalucee tutto il rcsto.Nonoranteciò curiamo molto la t€cnica,anchese spessonumeriditecnica complessanon possonoessereapprezzatiinpienodaun pubblicosenerico.

e

B.tlirtini cinqueannifainconraiun artistadi in spagnae rimasicolpitoda comeriuscivdd (oinvol pubblicoefa o divedie, anchese per pochiminuti. g€ s p u n t od a l u i c o m p r a i i l m ipor i m od i d b o l o . Tornatoin valle dAosta,da solo in mezzoalle montagne, continuaiad alleoarmi.Da soli non si va lontani,e quando net 97 mitrasferiia Firenzep€r lrequentarel'univeGitàincontraifinalmentealtri Siocolieí.[,!afu alla primaconvenclave,de' tion italianachescopriiunmondo nuovo:palline, vilsricke tutti glialt Sio(hi di quefo pianeta.PerSioLoiniridia

farespettacoli dinradaconun mìoamico.Poidueannifa,ho inconsuln.Io è tia statapùbbliGta tratoSalvatoreFrEscn(unasuaintedista che diJls Mas),ed insieme abbiamoméssosu un num€rosempìice odiemi. coltempos'èevotuto linoadarivareai Bengala La strada a FlrenÉ? doveci R A Firenzecisipuò esibnea piaz"adellaRepubblica, dovetuttivoSliono esibnsi, sonosolodu€puntispetlacolo, percui8liartistiresidenti lìdaannisonoancochelavorano ad altri.lvlasevedono ra un oò titubantia lasciare sDazio I è belloe chenontogliloroniente, cheiltuo spettacolo il anziaggiungi coloreallapiaua,allorapuoitrovarc sp€sso ti ritroS Firenze è unacittàdificilé,perché vi un cerchio formatodapopolidiversissimi, e non puoitÈdureIospettacolo in 4linguecontempola afasformarc raneahentell Quindiseicostr€tto partet€atraled€llospettacolo, mimandoSran parted€lle comunque rimane, comepiazbaltute. Metlio ln dÚèoppure da .oli? è più difficil€. R In dueil lavorodi preparazione Tuttii nune devonoesseremandatiin sequenza, evitandoché un personaggioschiacciI'allro, sia tecnicam€ntesiateatralmente.Questoè il lavoo Srosso.La storiad€l nostrospettacolonascedalla realtà.losonovaldolano e salvatoreè sicilìanosia

percultura, menta moproprioagliantipodidell'ltalia, duesmoking identici Iita€ ancheperlinSua. Indossando nod'sud,l'eterno rap rappr€sentiamo l'etemodilemma

cosa devélare ||n giocoliereitaliano? il livellotec S Allenarsi, allenalsi,allenalsi,perchéancora nico non è moltoalto.e in stÉda ilsiocolierenon è più il m a r z i a ndoi 5 o l 0 a n n i f a . . . lga€ n t eh av i l o u n p o ' d i c o \e, e (ominciaanchea pr€tendere.La 'pulizia"dei numei è indispensabile. fltalia è in un momentochesi èvistoall'estero un belDo'd'annifa.ll livelloDeròfor tunatamentesta crescendo,e fra qualche anno, quandotutti avrannoimparatola gnafiae le s clave, eli italianisi sforeranno difare cosenuove.E un p€rcorsoobbligatorio, e non potendopir)spremere ilvecchio,sarcmo cosùettia proporestradenuove e e personali,miscelaretutto con musich€,teatro R Aquel puntonasceranno, 8li spettacolicompleti ed orisinali,spettacoliché oÉ vengonodall'esteÌo. [,la la gavettabisognafa a, n€ssunopuò andarein unascuolae imoararetuttociò chec'èda imDararePerfarc il nuovodeviconoscere ilvecchioe per co noscereil vecchiolo devi av€rfatto, ci devi aver

in giro,miglaorasbattuto lat€sta,lodeviaverpo.tato

generalewikon@mail.com S 34i aa234o4

i

I


I .r'1

t

tr

tL! t ù ! \

t

d!

i l t

r Dove ci eaavano lasciati? giachecolnvolgeva ilpubblico.rutt€ le gagve va,tutti e ìfe iello stessomomentoce n€ a.C Erava mo rimastlnellalurgonetadiRodrgo, n r v a n o i m p r o w i s a tdea v a n t i a l p u b b l iec oc o n corgevamo elrovavamola soluzioneper.ipoÉ . h € p o i è s t a t av e n d u t ap e r a c q u i s i a r u e n i pubblico,e poivagliatea fin€ serata.E sono tarelosoettacolonelladùenoneeiustd. wolkswagen,che poi è tato rubalolDiclario memoiabili i nosiÍilitig;nel lùrgoneper st.bi, 0 lrotrrsperanoche c *o"'ó -u r". che a sfigaci pe6egu;ta,e siccomeci siamo li'e cosafunzion.ssee cosano. ciamotutto questop€r crearel'attesa"'e qui a sc olti pocodopo I'ultimai.tetoistacominciaPedavenaabbiamoprep.ratoRED:il ritorno. mó a pensarechesia proprio.ruggling À4a8azi- Cosa è cambiato da allora? A l l o r av e d i t u i t i l ì c o n t e n t ci h e s i r i c o r d a n o .e a portarciliga... I REDsononatiin occasio g R i t r o v a r m i oar a2 7 a n n i af a r ei l p e r s o n a s - q u a n t oe r a b e l l ol o s p e t t a c o l e o q ù a n t of a . e d i s a l t i m b a n c h i D OSCo.t t ol a m e t r o p o l i t . , gio che interpretaloquèndone avevo2l non s c h i f o a d e s se oc i a p p l a u d o nl o s t e s s o l na dicologno Monzeseprovavamo!no spet è stòtofacile.P ma riicorevo Rodrigo,glidat a . o l óp e rl a r a s s e S n a , . p ho e i è c r e s cu t op f o , vo ùi calcio,o maSarilofòcevó cadere,perché s,o,s. l a n d o l ot a n l ev o l t €i n s t r a d al l r e s t o è n o t o , miracevaveram€nteinneruosire, e il pubblico € v o r r e i f a r ea n c h eu n a p p e l l op e r c h i n o i m è d o p oa l c u nai n n ia b b ì a m p o r e s os t r a d e d i si divertivamolto dl frontea questorapporro legs€quera intervista, ma ascolrala cassetra !rr5e,contrnuando comunquea c.e5cere, vedi .osì realera di noi. Cosise èdessonon me la cheallegheremo allarivÉta,oppurea chiIeg8e R o d r i g co h €è d i v e n t a tcol o w ni n c o | s l ae h a sentodi litiSarecon RodriSoè aÍivaro il mo- per sbaglioquesièinteruistae pensache sia gùada8nòtoa meno20 cm.di cico nferenza vi- m e n i od e l c a m b i . m € n t S o .i a m ot f o p p ov e i € mo quattro scemi compresol'inteflislatore l ò l l n s i e m ea E d d yh o c o n t i n u a taop o d a r ei n non rius.iamoa riDetercr. M o l t i c i v e d o nsoe m p r ea l l e S rel l e l i . i ,m a a n g r o C i p & C i o p ,m a r i m p i a n S e vsop e s s ol o f s t ' u . o . " , . a n à o a i r a p n c h e n o i a b b i a m ol e n o r r e d ì f f i c o l t còh, en o n speltacolod€iRED, a cuisonomolto attaccato. treno che allorariarclavaforte, ma che è gia m o r r i a m od u r a n l eg l i s p e l t a c o lNi .o n s i p u ò f Eddy€Diegoeranopartiticonun progelto, a n d a t oo, p p L r rsee v o g l i a m o l a r eq u a l c o sdai pretendereche la produzìonedeg ispeftacóli q u e l l od € l l A m l e t on,i e n t r ei o ,d ò a n n i c o i n v o l dive6o.Lacosapiiìintercssanie cheèawenu, graviiuttasuSliartisii. Loabb dmofatto n pas io nel prógettodei clown dottori, non nre la i a ' n t a l Ì ai n q u e l i u J t i m i a n n Ì sèi c u r a m e n t esato,abbiamomessoturhele nosre rlsorsene sono sentitadi prendermiahri irìpegni .osì l'aperiuradei festivalaglistranieri. Quandoso nostrolavoro,ma è Siuno che afche le istitu, i m p o r t a n tDl .i t a n t oi n t è n t or i u s c i v a maon c h e n o n a t i i R E Da b b i a m o p e n s a t aó d u n os p e l t a z i o i i ,i l e l i v a l . o n i r i b u i s c d a no q u e s t ai c e r c a , a ripeterelo rpettacolo,confidóndociquanto c o l oi n g r a n d em , a a d e s s ov, e d e n d oq u e s t e p e r c h éI R E Dh a n n ov o s l i ad i f a r es p e t t a c io . i m a n c a s s e ri R o E D A d € s s ol a v o g l i ad i r i - produzio.i sifa. iere,vogliamo peisarep roprio n u o v ie, c o m en o i m ó t a l t r i P e r . r e s c e rce' è p r e n d e . l o è t a n tmaa, q u e s t os i g . i l k ad e d i c a r .d un. cosapotenteCinrbieremo pefr]rna8, b i s o g i óa n c h ed s t r u t t u rfes s es, p a r s e s u l r e r p l id i n u o l ot a n t s sm o t e m D g i t € . t r a l i ep e n r oc h ec a m b i e r e maon c h el . r t o r i ó ,d o v el a S e n t ep o ò p r o l a r ee d . l e n ò r r i . e v e n E m o d a ! n u n i c dm " * * - i , . r " p a r t et € c n r c ap, e f Òb i s o g n ò. t r ó v a . eq L r e l l a Ep ù r t r o p piol c a p p e l l o d a s o sl oo,p r a t i u f tpóe r " .oesrone iutio lo sp€ltacoloera un veroconceptchegid r ! n t e m p o .E r è v d mtor e p € r s o n e u n g r u p p od t r e / q u a t t rpoe 6 o n en, o n t i p € F r a l aI n t o r n oa l n o m €R E D . I n . o n r e m p o r a n e a m e n l en, e l t e d i i i n a n z i a raen . h e a r i c e r c a l a c o r € o g r a f i a . l \ 4 o l r a v aum n aob ! o n . t e c n i m e n t r eo r an o ns e m p r se e s c u r o . h e g l i a ì t r l t i . a , m a r l n o s r os ù c c e s sèod e r l v a t do a l l ' e n e r s i a n os e 8 u e n d 5 o eú n n u m e r on o . f u n z o n a t e a t r o v i a g g i a n t e @ t € a t r o v i a g g i a n t e . i t


xxIV

s ou n a l t r oc o n c o t r e not eq u a n d oo, r m a i i m a s t ad as o l a" n p i e d i " , l e d i c e v .innoi n S l e s e c h e la Saraerafinita ). Eppure,cosinumeroe,al l € g r ie f a n t a t i o ssi ,i a m oa n c o r at r o p p oP o c h l , a d e s i b i r ca, p a d e . i p a r òe l l a s s e m b l €Eal A a d a r eu n . m a n Òc o m ev o l o n t a r lC. o m P l e s s ó d'inferiorità? "Parlosolo itèllano"l froppe can rem ne?"Ho pagatoe voSlioessereseruitó"?

::t,:": :,i,:':' :i::" i,':::: ::::i Uf Op ea n' ;.:"': -

'rh Ln

)a o* Fa tap ùt tòrynodP r.ad\

\it

,uggfInt ::,í::í!j;::",,"_"'li::," :; Next Year? o"'" -

I

r

;,!i,t,;;;'"'l"*"'o' Convention i:r:!i:!x!:n; a quela Elc 3525pe6one, Hannopart€ciPato goooo.e di cheha;no donatoin unasettimana llTeam SÍrr',orrdWlttemt roc.on d: le prossrme cone sicuramente del 1999. Avevo volontariato, tuttoècominciatoanovembre sentitodipeÉone chevolevanoolganizarela veition dovranaoIare i conlÌconquelo tiPodl t ai o € o l i e rpei r c i p i a n t em i c i f r e . O r a c h e t u i t o è l n i t o m i s e n t o p l ù r a n q ! i l _ E C e d a e n t u s i a sg sonosubitoaggrc8ata. Non avevamo8ià o€a- Ta.Eracomeèvere352sospitiacasal che sarebbe nizato convention.e saDevamo rata molto durae tanto lavoro,ma non avrei chesarebbestata.osìduraI In maiimmaSinato efrance Ie mie 30/35or€ E r a v a mpoi ùd Ì 3 0 0 ,e d o p o t e d e s c h inveho continuavoalavorare s i ,s i a m oi l g r u p p op l un u m e r o s o . Citiamocon piacer€lldivertenteworkshoPdl cnappo(reallystupidthinst,lo showrrappè spenderegli studi a p p l a u s i dDi i n oL a m p ai,S u s t o sP i a t tdl i P ò s t as e r v i t ì dLao p ae d E l e n a , lvai t t o r ìdai A n n a , l ' o r g a n i z z a z i o n e v e d i c a l i s tdaa p r i m a t oa l l eo l i m p i a d i d e ì 8 l o dellaÉlc. Pratica- c o l i e r(i c o nl 5 a n n id i S i n n a s t i ceaS a r es u l l e spalleleiprcpio non ne volevasaperediveni' , e m m e n oq u a n d o S l i rèo v i n a taod d o s r eg ì ù n

L aE I Cd e l 2 0 0s2i t e r à menlrequelladel2001

d€.iso demacratkament€ dalLa maggorafzddei presenti Sio.olierl all'assemblea ÉJA, ch€

Gli italiani alla EIC

I

abbiamodato Inolre, primadellaconvention, workshopdigiocol€rianellescuoledischie' 2000bambini, dame Rotterdam, coinvolSendo a cuiabbiamofornitoancheimateriali,ed erano tutti molìo contenti.Erapartedelf'accordo ch€ abbiamoripulato con I'amministrazione. Siamopaditiindieci,ma ilconsigfioè diaverea disposizionepersonecapacie volenterose,i che pos tuoi miglioriamicio lèfamigliastessa, rono enfare e dareuna manonellafasecalda. al Iuttele personedellacittè,dainostrilamilÌarl, sindaco. allapolizia,ai pompieri,aSlioominidel dellepèlesre, seruizio di sicurezza, al personale eranolutti meravigliati e contentidi vederecosi lanta gente,cosìfelicee dìspostaad aiutare.

! ringraziam€nlì di l!tta

di LlcaperunaEIC in llalia.Ebben€ si, i g i o c o l i € rdieacd € r € . . . [4aggiori denagli lullaElcdi Bremen e !ull'anilltà dellaEIA

Jlt

{B'

ry, , . t# .i

t,s.í,:....

11.

$l t l.o... Mad.ri ar't' lmoaÉru ;d ur.r. 4nllo .he dè 'ome spielaYa0imaba al slro [orl' sho9.Adlfi (rtto Donlo,P'r |.-$' .oda Yoltr, la m$iaa m'Ídó|a ún ùa quclla giuitr, allort ni hrtto sul Pallo3arra9pcr'-'osa fara.Sutoto16Dh taln' ff'ono |n mllka e oúlndo i ballatal|r, úiaandotha Ùa um mÚi'6 nolto b.lla . .te mi i$iróYà' iftn' 5' mn favaryomai ra ltr P m5' ffia o fsrÈta íd Dakowd' 'c t ftiilto . rlder., 16ì a&fuÉl o|' blsa mmneú l'itdd! fav'va |f!i úaolbla p|ira! qrdo tPoll lmtroyYiLziod' ti6t' lÙoÍ ótl ib, sd|o qùdh ó. ni Pb'dolo di dù, tttLsolto.ordo dL' P||r'

@F.

cdnddaturadelBelgio

.on lo J?e{tt(oloi ttatihrio' 'b' biano n.sso h taani l' Ùe |||} e Drorvildo[i (le mns4,Di'8o (infipal|) .|te dawerolm aveva' ni inato ! túorcr mno DFvtto. lln pi?t'n_ t toreta bho8ltotli m lqupc ' r|. tenSo.h. al Flbli. show.tkDD' llù .ottrind.ba Dir,MgsraPiùSeiraD'6510||aaeogihsse d ruovoÚe''59eíer' gidaiIaÉlc tt' èrolohmhftt rr dal c.Í.rG $.ro di dmtr're Diù@lmo,PGl(hé.o5l ri6'i ll_ lli dlo . c.lir. i tordnopl' arni a í Praeum a óove foe o <hct sut<csso rnn è úlo $.th(olo di' rl p|lo 0paù (hLdelti .t|é. EoYare,!€rhé è tome cosafarerti sG16tra .at' sl65' bruùÍdo. to gPtt6ti rolo i|l q!'l Íloúanto. fifigoftintc è 'oúc remfrc,"dorft Da[ttl'


Gran Galà Caordin.to da Barry Flómon e L o r i S m i t(hU s A )e, p r e r e . l a t od a i simpaticissimi FuI House,si sono succedutisul palco,d lronte ad u i i o l t i s s i mpou b b l c o : V i l eW a l o ( Fn l d . d ,r i c o r d a t el v i d e or B d i f ferentways ), RachelPonsonby (cB, one Ladyband),roby walker ( c B , l m p e c c albe e d i m p a s s i b i e .on clave e pa lne), Pa0l l.4oLyneaux (NL,è u .he ha com p o s t oI n u o v o o g o U A I ! ) ,H a 8 8 i s [,1.Leod(CE,p]eiramlliaredella S i o c o l ear b r i t a n n i c aI)n, e sB r u n n ( D , f e n ó m e n od e l l a b i c i ce t i a ) , Kevin Brooking(USA,esilarante HomusErectut, Coexistence (NL, t r i o a c r o b a t i c o )N, i . h o l a s F a i r r U s A ,g ì o c hdi i l u . e e c o l o r c o n r g d , b o x ,c o m p ò g n o dl co6o di [1 o ), Rasta(Ke.ya,uné rolpe d i a . r o b a t i m o z z a l i a t o )f,t e d y ( e . t o n ( N L , S i o c o l l e r cei r c è n s e . h e ò 6 4 . n n i s i d s c i ad i e t r o a..ora !i bel po di ge.t,"), P a . e t B a n . n a & D i e g óD , a 8 h i ,iitemezzo comico ad efletto), r " f a r t n M a l & l a n S c h a d e( D , d ! e t t o g i o c o l e r ae v j o l o n . e l l o ) , r a k er h a t O u l ( D ,C r a nF i n a l € ) .

Su sitorealzzato dalvo € rustin, duesiocolieriolafderi, è pos!ibihtrolar€,oltrcadinterersantisezionisulld gi0c0lerid, an.heunar..a photogalerydellaEtC diRon€rdam. perla preziosa Lrrin8raziamo colaborazone.

'i.i',ii ìr\j . .1rLr E a-._tr ì,1A INi lè... [.r tr=r ii/',..r tlialeflgl'! iai.lfmef Mi Baba.tteNuovodtaboto (soto260sr), cnedurante stialtenamenri, soprattutto co.2 diabolo, s Snifcè.entinaia dichiliin menoda mùovere. permenono Acce$o modutari inol tre d usarloper5copidifferenti: òssipermantenerlo in rotazione 5ulleditao suttebacchette dai lO ai l5 *c., oppur€zs5i.on scanalatura prÒfonda perinserire piu facilmente ilreEo diabotoi. sioco;denranzasùtbórdo delle coppe (per inserneil pÌedeo affera€ me8liocon le mani) ed rna lorc maSSioredngolazione(per impedirealla cordaditoccórle neitickdieto la s.hiend).Ledluminosímoltóle68e,iapplkabilialle cÒPpecoppe In composloÌraspaÉnte,per eederela lucee conrrcl are .he funzioni. lmpugnaluE delle ba.chette più morbide. Prossmenovità:asicon cuscinettialera, per manda o in a.cele razronecon sole tre spinte.Nuove rimbahine.Morbide rimbalzano meglio,ma sodo più fagili. Dùre,piu resÌstenrj,mbalzanodi meno. LasolLzjonegiustaè nelmezo- Superarji problemjdowti dlletemperaluredilévorazionedopo dueènnie meao di cercacon materiali diveGl linalmente il gusto compromesso,come conlerha il recente record di Antonio Bucci. Nùova cintura poda-clave,per tenerLe a ponatadimano lntornoallavitadurante8l allenamenti,nel pa$rnge ieg ispeìtacolì.Ancorascus€a chiin passatoha avuroproblemi cón Eli anelli.PeruÉre p.odotti meio inquiianti, in fabbdca avevanormprowi$mente ambiato il colore,sena aweni i, e púÈ troppo rl nuovo compostone rendevapiù fz8ile Ìa strutturamole colare lutta la prodùrionedifettoe è stalaritndtadat mercato. Hen.ft Nuovodiabolo,sihile al circlt ma con un'ideainnovativa e 8iè in fase di lesr Ponro il piccolodi6boto,derivaroda[o yo yo

viper(chea suavóÌtadè.ivava daidiabolol). Éùn didbolomolrole8gero., cheSiramottobene,concùipuoifare qlasiÌuttii lricks,ma haibisoSno dl!n po'dipralic perprendercila nano.Nonè un diabolopei gtispetracoti sulpalco,pjonosto un comododiaboloìasc.biledaviaggio. Nessuna novitàsuttectave. Atbarose te piroùetre, diseSiateì0 annifa,rimansoiouio tdndad disucce$qe te6 tinee,tB decoraz'onie coto. offronopiàjoo riP,ótr--r d. (ldveP"r ord pro8ehr oe' .e nuoveclav"rn.nSono nel(a*èio. .luovonegorioa hartsruhe e ùn internetshop sliweb chestélunzionando benisimo. Aerote.h Nuovomi.rochipad ar.hitettura R|SCperla lineaClo,equipment pro, puntodi arivo dela gio colerialuminosépro8rammabile. Lanuo!éCloBallpr V2 conpienarica ca poò rimanere spentaper s anni e ancoraesserep,óntaper l'usoquandovieneriaccesa. Lo sleepnode evitadi doverinsedreto spinoto pere!tare co.suho dienersiè.Perelimina'èla po$ibilitàdiriaccendeBiaccidentatmente dè sotódu6nle jl!id88iè o i e c e $ : r i au n as e q u e n zdai a l m e n o t rceo l p i a l s e c o n d po e .r e s s e troec a t i z z laatcei l m e nar et b o i q invecedl spe8ne6idopo40 se.ondi,le nuovec invierannÒ un flashinreminenreoSnis sec.Inotrrc.con il u meridserilola C va in standbyviribile,ma,per rispamiareene€ia.dopo I 5 min.si addormertaeueste innovazióni verannoprestoinreritesu tutti BliattrezìdellalineaCtoequipmenr, ad eccezione dela Ctosiaifpro. fanno prossimoarrivalannunciaÌomodelloche personalizasequenza e cotoridettètuciatrave6o un intedaccia con il DroDrio PC.

teaboe q|r€'loè il Primome6'(l|e vivodi qoelo lavoao. QuiallaE'C,maú. i pl|blitven8o_ Ío pr.?nralimesiPnma,gli ofitÍ stateGdi ran!8adenàlcotroh sda riÈ; e tom I siooli€ri d.lh Con' w ion a rlemPireil Plogrànúr (on i loro .rt h @6.un remla& dílf.rh.r da ún o9er slag'? lnnanzltruo|lella Pedotmaffee

n.lla duróbdeSliaú qli noit"'re qu.llo che|uoi, ÍoÍ imporln_$ano '||PeFÈoll.o' eo io demanriale àndareava i quantoYÙoi'ahia||o il Pubbliomn li c.c fiú aqoando .i, da. lr r.(o do lùogoil Pos|o' úe rt€sto íon è mmn€noult f'al' Co,ll r€|l4.d..ltra-dem.nfóle di f,ar|t|ltu. 5i tmela ilr un Pic(olo Dal@moltoiÍfodah' It una|tgob

.llinte.no dèl b.r delh (o||ven_ úoÍ! Merts€a Gleroble|temmE|o era pravistoú lencgadettage' € fúlonoal_ cen tolo ún tetrdona (|lni glocolllriolard€.ió.5i le(lro avaatiP€lnetbtt|e í uro, 5!n' rà mi(lolono,nélud, nétoltÍd tr sten, ùnrf,amo iNe.G abbhno lú{i, mu5i(a,Prl@,gródinab'Pcr'

...(mr

ó


N l i , ì , . r - u k e$ r r l s o ne, d h o c o m n . i a t o l 4 a n n i f a ,i n r e a l t à. o r n . P r e s l! i . t . È A q l e l t e m r r r l qu,,,,.ùiregalòunib.odlgiocole,iacmcvoller.tren.sF.rimpardrel..iecataare.r. l i n e V i ! . r i i P o r t s r n . ! t h e c o ù i n . . i f r . r ! ! È i l a r e ! i a P a . r r i E i o c o l i e r id o ! . . 5 1 r r . " J r . r l " . , i r : : l " . l i J n l r r . l . m a p i m a . ó n v e r f i o . b r i t a n n ' . ad C Ò \ ' . . t r ! e n r ! i o r r r ! 1 . . . r r . , i : m r . . l a m e s F l e t . h e r( o r u n . l . s s i . o n l m t o r | P j * . 9 r . l ! . a i p i ( r r ÉL ' . r f . - . . , . 1L . i . r r i l a n t e r u p p E r n u d e p e r ! n a t n o n o n í e . i i h e r e . ò r ì l . l : v r l l r l r r r . . r É r i' ' r a ù . r i i , n Ò . è a v o r d e c o . l d n r e s , . h e p e r ò è n . o r a s l ! . i 'i \, !tie ì P o c i . ! s S p . r É . . , :iii1..o.5 l ì 1 , . .P . a r l f i . . t l ò Ci A e v e l e ù r s . r r s . ù ì r l . i e , . l i ù L P i . r È L ; m . l o r | l ! i I . r 1 : r D t , i t 1.cl d i ,n 7 ai,e r ò l È t e a l r o . M P i i ( e r a m o l 0 l 1 r r P " : o f r e f t f È p e r i . r . b . t . . l . : . i r t . ! d L i c. n r i d i l e r i . . l , s o f o r i n r a n o! f , r e r o n e S . t o : f i . 1 d . i , r r r i ! . t r o . n f . r c t È . F . . r.:d.l d ù l Ò e s È . . c a i d l f i e R o nL - . ! È rÈ r . ì o I i r c i F 5 e i r f r r l ! i i o . o i . ' : . , ì r ! . ; L , r r . B ò r z . t e d . s c a ,E d . n r n i q ! ò L . . o m n . a . i r f r r r r É . ! r c l . i . , . , | : : - . i i r i r . i o. . . h e I n u m e r ol i n d l ep e r l r s . ! o l a C t r r v . m Ù r . i , ! ì - " e ! t . i e .l.ve È Par n3 I f t i . r i , t , r ! d r . .r irr ìrì.ErSlìto. rnidóPo!ndnnod sNaùLtra!f.r, i GèrJ,i.lr,:1.!! l r , . t l . : ! - ì n d o v c i a . e r a n Ò ' n o l t l g a L is h o ú ! o . s h o l r l a l o r n n .o . r ( . . Ò ì r . ì: , Li i..ri. òp, lr E da hn tem nato8 istu.liè d..lÒra lavo òm! r!,Éùè : . i , : . s r r r . ù o l t o . o n t e r l { r! p i Ù d f l l . i l . a ! . r i L È f . Ò P p a - È . r o l t r i i i . 1 , i t , r r t ai , l . . r - , " i : i r n r . o r . n l o v e . n i i . c ó m P e n snor P i ( l , a i , n . L t i P ! , ì r o . L i . d l n r i d ; g l . ! n b u c n i m P a i t o. p l i r b i . c . l n o r | ! L r . r r , l , I r ' r i , ' : i . . ! l i r 1 ] ! e e t l n r b e f e , t u t t o i n o l t o P i L br e i . P r r s t nr r ! r ! . t . r ì ,

I I

t

a|n r n, , ú ì i . . l i t . . . n ì p a l. , d e ! n ì . . e p . s s i i g . o r l ! . . \ t e i ) r r . . r ì ! , , ì ì r r l r i b b \ f ì ! , ! d i , ' l n e o d . l a E l C d \ / l r . t t r . h t d . ! . . e r . r , 1. l r . . i H è 3 ! :: r ; : t r i . . l i . i i { r . l r l . rl e . i . a p e f € t 1 a c . l e . s . t r e s a r e a \ c n t a i o ! n 3 . . ó j e , - "d i . . ì . ' i ì . f i t r o n o l t u . ! . l . l e . n l . a ,5 c a l e b a . f . . r o s e 5 6 . i n ! r r : . . P o r i n . o f t r o r . : , , , i ì i . i r i r a i r . ù 5s p a . . n i p o r t ò a d e s Po r a r ei l r e d I e u o d l ,ù e n t l e g r a z L . :r :.iÈri.i i..o.t;toconleseoediChalont,dovehol.tnr!ntròinrngint.nsivo ! : | ! ì r t : r , Ì r . t . - èd , r o l o o s e .D a l ì h o c o r n i ' r . L a t o . de a b o r d r er x É ù e È d o r g t ! ' i r " i ì , , , , n ! , p r e . d e n d os p u n t od a l . o . c a s o n n . ù r a l l c r e I r j r . d ; . P a i t . , 1 " : r l l r t o l l . m o L t oi n t e r e s s a t do ; m e , l r ì 8 i r D . q l i l l l a l o r o s L , È ù È ù e . o r ' . - 5 i ! r i ; r o r j . c d ú n a b h r ,c o n s e q u e n z tr a g i o n . l ed t c k d e r ! a t . : c n s 1 e ì ì , r . l r ! p r i r a r s . h i i ì r o e p o i r i a li a e ò n oI . o o r . 1 . , rj . r o I r r u s l . i s l i , m à n i P r a . eù o r o a n r ! 1 . d r i Ò d e r i . , . P i r t r . o . : i r r ì i o h n ! o n , ! n c o m p o s i t o r ea m e r l . a n oc h e è ò n . r r e! n r a t e Ì . t : ! ì : f . ! n s a . . o d ú r u s i . do r g r a t i d i t e q u e . z e m ò t c m a t i c h e H . ! . f r f i o e i r e R a 1. . i l M e l o d i e ss, e d i . i s e q ! e n z ed i d u r a t av i . i a b i l ed ò f . m : n ! r o . r d ! e m n ù t i , 8 e n € r a t cd a e q u a n o n r I m o n ! m e r o d l r ! ! r . è i r a 5 3 l rpi r o p r i ós u u n a p e r f o r m . n c ed i ! n m u s . i s t . c h e . r . r . . l r l s i c a d l o h i s o n e a l t e m P o s t e s s ol e g g e! n t e s t o H o I d . o r n od 1 " , ' o . i " . ,'r'o"ioP(,ra i . , ì i rr . . l o ! . p a d i t u r am u ! l . a l e c o n u . a p a r t ú u r ad j u 8 8 ln g e edù. ..ì!aìrd. egBernr.nte l l t e l t o p e r r e n d e r l on t Q r c s s n f l a

cheti esibi vedere(he sei lelicedi etrer€ lr' (on i 8;ocolieri soÍale,pistai8nifuga€d è anche esigente t€rre dr r€regaa€ un Fare rono, ma è lantalicoPerun Pre- Masari,dopo una lurSa rel Prcgrammal qualcosr er deú fai e una lage (ome que9io teoi(he' pcromanc€ rentatoreAglioPen in un t€ndone fenega' di luDido sul Pal(ooppuresena' coeanuovae moltobella'maan(ne rer€ un pò piùreducato,ner dl raflÌe.ldaun po l'aimoel€ralnlònt de ouoietsereinve(ePiúa8grersF avutoactdeliranti,pastatobiio du(onlrcntarti imProw|sa_ devi su(estilo.A volte la Drimasera,con!00/400Pertoîe !o;d iniverertee gli arli le;llte ad arPettar€(h€ qual(osa ran€rte (on il Pubbli'o,romp€re re quakosn.nagari PeKhé tanno idioia' al loro qúali lupido' soro Sii non dei Pronti molti le barriere. ;n(ora tutte ni su(cedesse, rila'sa dellothow si nllatin€ avevamoPro!|e- co5ìaÍcheil pÙbblíco .A (orso eravamo DrimoreneSòde' gradr_ € nor CeraroPiirad' mail Pubblico mid trovarequalrunochesretrDrr crenobl€moltiftancesinon cosa unal|ft_ volela di Piir, €d io chiesichè'3Pose.cosiabbianoalulo tolo quafly ronoil mioruolo,cr€ando diss€ro i ren€8are' mi inde'en_ o di Loro stuPido fare di .ongeniale Per mi(a ootelo dcl,nienie uno tPote, norottanle (el(asi dl creare Unadell€resol€è di nonrimanere cliati!",ed io inprowilai fl' mollo voreazronl Fu nor alle Nla maironvolti di front€ ;liarcllo demcnriale l|r en.rgiademenrialel o mollo te_ del tono Pru ione Perotu arrabbiarsi' deliniu mai u"a"nn elioimDo e una delDubblico, veram€nte' trdrquillo"a t qual(o- tomenomaiarrabbiarsi quandod€voimProwrs'ie*aae,perchcrenegade brev' r€ e tiflranente aistaan(neDere €ssere qen€lalnenl€ saihe tu((edeà Puó€,'€rc lotto e Bisoqna il pubblkolare-in un po' Prina di Pretenlare'non Uri;e, riscaldare lorse è mododa Pia@real Pubbli(o'e lar ll pubblio alle con!€ntion

,1 ,-'fFúf

q' *,,.\


I , ! h r , i . . l i q i . . . i i , i . r i r i r . ù ì É . t . . r ! 1 . , , : i , , . , . l . , 1 . 5 , i' f ' n f . : rI j i I . : L L , ; i . | . f . l i . . 1 . r p a r r i r t . r : . s a i . j r rí ! k , r , . r l . r l F i r , r I r , . ! i j . . . i rJ L j ! , jrrr ! ( l , r l i i i rì . n 1 . a r i ò .rLrr!.,.n.h.e. ri ilr.roio se. è b !:orrr(l !ir rii155t.Ìra ioii/. ì!(ir.!?tf ir iir.:4:p li,!i.li..r:,ri: r:iir .iiì,ì.riÈd D ì r t i t , ! , l r i F . l ] r i r , È r ; r i o , , . é l , i , f , ì . l L . fl a t È i r l q r e n ! e s e r z l o l a l e r t!ar5!i:rÌ..!.f1.,-"1Éò!i.!rÌi.r;p.Ì.hiiiin..lir,r!!fritrrrir. I t : L , c r e . Ò s a m r a 5 c E ! . n r e f ù €i l l r ! ! . ! i : r ! i i r ! : . ì : : i . s ! i ! i r p ' r r r l . f r . f t t 1 ì i N . ì r . N l li . t t ò r e ù r i . ra , 1 Ì , r ir?j r . i i l È ! . q ! e i r e É . o f r t s . o . l p a s i ì r g , r l i ,r . s . i . \ r : d r r :. l l r . r t e s t s r z i i . f ! r e ! : j r - . . . i ì r , 1 î . r . ! ! j i . l L n . e r n r p r r t o r . r . a n o n r l L r d Ì : 4i . r i . . r i r f , r i : : : r r , ì n r . i r t l :r r ! ; : . Í . . . n r . r i ì f r s ì / . i r l r r r . . o a ! - é . n r L l ! t u - . l i j . 5 r i r . ! f n p : . t e s l 0 , n l i r ò i!!!r,: :!i i 1 1 i , . Í rl i r ! . :,':lili..oft.aar!:r....ert;ài.r.fr..!j.rirrrJrj.r)iri:r.-arlòr.perh-"ipòternsdif! r,:,:ì.,rJf.lrirìrnl r.!: Ìi:ntr.ltonod jrrrdeliffntjr...r!:!aii:.rist,Ìriipe irtiniosD.iln.olÒ c o, s i t .Dr r m a ..ilr|.tji!!ì.:]i!i:|]l!rl"lol.]l'!ie'n'''l"|iì]Ù;1i|.a]ò:i1i.]].(i]tg3::l....n.o.inút.].f]otzon.d?i ri. !.,.r,i:!ii.fd.!iii.ùp.iÌlr:r i.trirri i r.F.r r ,t!irr.r Lrii . rr..r.ii a .ù:a è p ! s.Íìplicc pc.h. r,de

t -

v :

.

r o . D N Ì n . i . t . . r : 1 , ì ( . ri ; : : l r i r r . l o C e ' i b r l m r n U t i , e n e g l l . rr n r l r . r ' ! 1 . r . . . - ù r . r : r , . 1---.É Ì . l t r n l e a m . 1 .. o n a r h o . o r,f.,ìlr -!iIr.rr,.i:]rir.rr. Àn.r.fi.of!€ntr.rr(onÌn.,.!i:rr.t:i]... r 1 È r . s . : r É r ì : ! . r Ì . x r i . f o g i . r! r . ì ( r . t o d a i t r : ! ! ! i a : . : i t r i t . , : r . i i 1 L rt r ì p r o l . 5 so n . e N . Ì . n d c 5 s o . o i L , L ! , , ì e r os É i r p r . n r a g g r o r!Èi E i o 'fr):t.r.l ,rrri i.ar..,.rÉinih .la n!olo.jr.Ò ['lolli ' i ; . r , . , . . i . . . r , . r o . i ì r N . , , r , . r , h i . c l ! bj ! g s e r . t . e . l . v e t , . , r r r : e t . r b ; l r r - é n t . :I i Ì r , . : i r - r , , r a n t ;m : ù r p ! t d l o n c c i !Ft.i.1n 5. i1.i..rii, :.1,'iIiinqLa!rridch..[,]ipìi..nìò ì !!.,li r!îr! ctròora,pefchért!e . . i r . , r . i l . ! r : i r . 5 f ò . ! L ! : i , , i )n r n f i r . l e , . u o l e f r . f . e s l ' I ' . Ò i o " r ! n : È I , . r r \ Òr r , r i . i , ì . . e f i L rì r r . i . t 1 r a i € , i n ó i t r . p ')! \ri.i ò ìrhi s !!\!.ti r . qLiat..:.Ji I. lo conos.evòio s r i . r i rf . . : , , . , i . ' ! o , r : . ! r ì È ú , r , 8 É i t r . h . r sison.dedi .31rL.nl:rr,. .rrn:i.i.,ritillrl!oridell..osè n.fedlbìli l r . z 4 ì ! . h r , n o l t l! t . . n o e s p Ì . r a f d 0 A l i 4 j . , . t r . ì ( j e s , _ : ,a L rr l e : 5 r r _ f f r l . i s . , j N L . ' . . I ( I . c l s d ì r e i i . . o s e n D r r p ù .o rt:]t c lr.qrr:,r1rtÈ S r r r ) r i . n ì i r . ! . t i . . t r : I . . i . . n r . n i o n d É l t \ t ì h a rn n . . r ì r L r r 5 n r i . : : . . : r , r . ì 1 9 r , , , . . m . ò l e E i C ,l o f n . o n r . 'r l. !!.iÌ...,r a .r.èri!.. Li rlerano , . r r : r . r : : ! 1 ! 1 i r : m . r i r of c l . e D r e n reÈo r

,

Info,luki ! 1...ofr

Lultè trrlison & tlka iiaht u;wu uli.;lr ; c,rrr

: r : a . r . r , i . e , ì t r . L r o s p . z i . d , i i l o . 1 . c o Ò f È n r i odne i ' 1 . ' {r . ! i . ì , 1! î r i i . p e r . l . f í f o m a i e i t o . f e j l i v . d j r , 1 a i Q i i , Ì r d i . s t i \ , .i l r I i l i . s n i i s D l r . b e h r t i m p . r . f ì e . s o , , r ! ! ì i , j : , t , i r a r È i o . t t s r l . t L t t o j . s i e ' f e , . i a i w o r k r h o pi P d ! ( r . r r . r n ! r ; ! r ì D (. , o

no d€i volontarie fto dovuloim- fimportant€è non rimaneretrop' H ol a v o r a lPoe rd i € ( i a n n i i rnr a d a Prolvúòre una f€ne88raldler po a lunSosulPakoe faretemPre 'on un al- .on!rn(erlia laÌ5ìavantr'p€r ran' unabella Èdavevounospetta(olo Prcsenl.ronedeSliarlts brava una Lei€ra siococonvention ira donna. reÍtif€ sli eroid€lla li, fare in modoch€il Pubblkolo lvliè rapita' liera,mentr€a me (adevasemPre Di rolilo sono8ìi uominithe Pr€_ a(olga (dlorosanente sono s€ntano.Q estosisrifi'a ch€nor to di es\erepr€tènlatd sulPalcocotutto, cosiautomatkafiente ùtcitefuori baltuteP€rsalvar€la h.i modellia cuiìtPirarliedeviin' me rna grardeadista,€d è bello € mi sonoac(orta'he' v€Ítartiun Pe6onag8io \iiuazione, PeKhé8ìi perchéPoi daweroti esibis(i(on pur non est€rdoÚnabravag'o(o' ùominiharno un nodo diversodl uÍa srand€cÀIicae fai delt$o me(ol lubblko' d toro perso' liera,mi Pia.evamoltoesrer€sur raDooriarsi slio.Alìeconvenlion tnow L;;onventiondei 8íocolieri sonoi pakorenico!QuenooPenrng ma Po(hidi noi ;€ di tuff i Paesí, e posli fa(ilidov€pretentare per- soÍo poliglottie lulet dicech€par' è lalo la mia Primaesperienza' Piir tul PurtroPpo dinenlkavosempreunsn'(odt co- chépuoi.hi€der€alpubbli'oqual' liamound€tperanto! dellaoÍrai Íase,maPen'odiest€reriuscitasim- siasi.otae loro lo lannoton €nu_ palco,ade((euione (he pati(a. lvli é Pia(iutomolto e voglio siamo,.'è piÌrparte(iparion€ dkional€serótalalina nettunprepiac€\'ole' sentatore italiarortinuare su queeia srraoa' reÍde la pres€ni.zione di lingratpagnola, è tutto on giocoLase- Madevicapire.osaPiacealPubbli- na,hancet€ri fa avanirP€rPreten' Presentare man(ava- co e non traltarlo da denente l a t e g l i s h o w condaseradelrenegade,

Sira

rl,'{îu('


Di ?

r\

,t

Perunatelecameracon un paiodi cevo solo una "showel,' un Po' tecrìiciintono può €sserealquanLi sbil€nca.Erava mo studentie que- gia diversiaftistidi to demoralizzanteanche se sai sto era ancora una specie di cheli stannovedendouna decina hobby.Ma, duranteun viaggioa di mílionidi peBone(chetu però Parisiconla mia lagazza, conobbi mus.Diventammoamicie lui ac- non puoívedere...). [,1alì conobbí Cottoni/c Aloon,giocolierefran cettòl'invitoa venimi a trovaread un sóccodi gentesimpaticatra cui co-americano, che mi ispiròmol U r b i n oc, o nl ' i d e ad i J e r m a r s i u n aA l d o & c i o v a n n i ,a l l o r aa n c o r a t É s i m o . T o r n aci a s ae ,a 2 4 a n n i , settimana,finendopoi per ma- senzaciacomoe sconosciuti, efu c o m i n c i a i aadl l e n a m i5 6 o r ea l n e r cp i ù d i u n a n n o .U n e n d ol e una buonaesperenza. va|a,dopoovetlo@notciuto alloI con- S i o r n ov; o l e v od i v e n t a raen c hi o nostrcesperÌenze alquantodivets NelfrattempoI salterillossi erano ventionìtoliananel9& nandovevalo u n g i o c o l ì e r e . Ilnt a l i aa l l o r èn o n se cominciammoa lavorareinsie- sfas.iati,Henryavevaconosciuto s.totnetoscapparc! Sonok duedinofte, c'eranoSiocolieri,a parte quelli m e , i m p a r a n d toa n t i s s i m lo' u n o Gabya zuigo, io mi erc lasciato siono neícaneini insieneogli otnst delcitco,cheandavoregolamen dall'altro.Eravamoun duo molto con Ma(ella e lo smoge lo stress delPublkShow,e queto vùsiore@n- te a conoscerecercandodiimpa- elastíco, € pur lavoandoin coppia di lvlilanocominciavanoa divenantrctoedunpa cootiedelk tuo vito, continuavamoa fare anchespet tare insopporta bili.l\rlai\,lilanoeÉ insieneollapranessodiuna se@ndo Terminatal'l5EFdovevodecidere tacolida soli e con altra8ente.Ho l a p o d ai t a l i a npae r l ' E u r o peac o poftepiu teaícasullogiocolùio,è il ri- se diventareun rispettabilePrc cercatoanche di lavorarecon Ia sì l'ho ópertae sono uscito.Ora sùltotodi unassillonte pedinon%to. fessoredi educazione Jisicao ten mia ragazza l\,larcella, ma amoree abitoin Ce.maniae lavoroin tutto tare la cariera di artisla.Decisidi lavoronon sempresi comb;ndno Natoa Napoli,ma resciuto a Be farc un test e pórlii in viaggiofa' facilmente..Ungiorno,non ÍcoF nevento,mio Padrcprofessore di cendospettacolidi srada in Spa' do benedove e come.conobbii matematica efisicamia madreca gna,Francia,Cermania,Svizzera, s a l t e r i l l o su,n g r u p p od i t ! 4 i l a n o salinga.Sembravache la mia vita Olanda.Non fu facile,mó riuscìvo chefacevaclowneia ed acrobatidovesseseguie dei binaripresta- a m a n t e n e r mcio, s ì m a n d a iqau e l ca, che rni proposerodi lavorarc bilit':studiare, un postofisso,etc. p a e s el e d o m a n d e d i s u p p l e n zea con loro. ll nucleo slorico del Ma giàda piccoloavevoun po' "la m i d e d i c aai t e m p op i e n oa l l ac a É g r u p p o( l / a l t e r ,P a o l o S , e r g i oe t e s t an e l l en u v o l e " : al 0 a n n ih o rieradíartista. Renè)siawaleva,a secondadegli m p a r a t od a s o l o a c a m m i n a r e Lamia pima conventiondigioco- in8a88i,di altri collaboratori,cosull€mani,a scuoladis€gnavo in leriafu a Bruxell€s, nel 1984,do- me trampolieri per le parate,€ vecediprendereappunti,e dopo ve,tla itanti, conobbiPeterDavi, spessodiufla bandcheaccompa' i l l i c e os c i e n t i f i ceod u n a n n od í son (Airjazz),chemiattascinòper Snavalo spettacolocon musica universitàho mandato tutto al la suas;cu.ezza e prccisione, inse dalvivo.ravoravamoperun'a8enquel paese(volevosriverc un li g n a n d o mui n p a i od i t r u c c h ci h e zia di lvlilanoche ci spedivanei Sí,vaN, no la glorolctÍdr bro ispiratoal dadaismo!).Poi ho anco€ o88iusonel mio sPettaco- postipiir spedutid'ltaliaa lavora Lagiocol€riae' unadisciplinache lavoratoun anno comemuratore lo; ma fu KevinBrookingquello re perfestedipaeseo centricom v a i m p a r a t ac o n m e t o d o .l o h o primòdi itornare nel grembofa- c h e m i i s p í r òp i ù d i t u t t i , c o n l a mercialí. AncheHenrymiraggìun' imparètoper lo pitrda solo,appli m i l i a r ee d i s c r i v e r mail l ' l s E Fa d s u ac a P a c i tdài c o m b i n a rgei o c o se a Milano,cominciandoa lavo- c a n d ol e t e c n i c h ed i a p p f e n d i U.bino.Lìcominciala mia carierò leria,comicità€ poesia. rarePeriSalterillos, coslcomeJo- m e n t o i m p a r a t €a l l | S E Fe s e di artista.Una sera,mentre per R i m a s i a dU r b i n op e ra f t . i 4a n n i . chen Wenz,che avevèmocono- suendoÌ consiSlidi chi mi ha aiuscommessacamminavosullema- D'eslatefacevospettacolidi slrd- scrutotemPo Pflma a verona e tato.In quasi20 annìdi esperienni davantial bar,vito cìorgio,5t!- da sulla íviera romagnola(dove con ii qualeavevamoanchelavo- za ho fatto moltierrorie ho ricod e n t ed i s o c i o l o S iea c l o w np e r si suadagnava bene pur non u- 6to in tfio per un pol ^4ilanoera minciato molte volte daccapo, bambiniconun sottofondosocio, scendosimpaticoa commercianti una città pienadifermentocultu a c o r g e n d o mcih e n o n s i f i n i s c e educativo, mi videe mi proposedi e polizia)oppure Perugia,Assisi, rale e di contatti,con audizioDi maìdi impararee che,sop€ttutIare qualcosainsieme.Lavoram' F i r e n z ee B o l o g n a .D ' i n v € r n o perilavodpir)dispaÉti.Lìpadeci to: "ì'allenanerto rende perfetti mo insièmesporadicamente per lavoÉvo nelle discotecheo in paia deSlispotpubblicita ri,fino a ma solo I allenamentopefefto". un paiodi anni.facendospettaco- qualchefesta. Provaianche n€i che fui inSag8iatoper una tra- Ma ditulto questo Pa eremo in I i p e rb a m b i nei l a b o l a t o id i p s i niSht club, che da quelle parti s m i s s i o n et e l e v i s i v a c o n P i p p o dettaglionel prcssimo numero comotricitànellescuoleefemen- abbondavano,dove mi diss€ro Baudo"GranPrcmio",s mesiogni tari.Mi colpimolto vedereche ú- che il numero non era male ma g i o v e d i n d i r e t t a .N . on ho mai to sapevagiocarecon tÍe palline, che mi mancava !n'assistente amatomolto latelevisione, ma la- Dlno Lampa vistocheio dopotantitentativiJa- carinae pocovestita... vorarciera ancorapeggio.Esibirsi d i no I am p a@ ao l . c o m

.,,|.,,",,rf u,


Circus TAKE,,,.. N:Etí:::;;::#,;i:::z:'i':;:::í!'

T;:it;:r,#:-; dù-flHAr

[,lióiamo Florian, ho(oninciatoa giocoìae5/6anni fa,m€nù€i duetochensonoin ballodapiùdi I0 anni, doveh possi e.i siasoincontatirempola a Bedino, bil a di allenarsi sonorante,gnzieadundubdi Sioco' lie che o4aniaa meetinte spaza(chiaram€nie prcf€ssio indoorll). Siamoruti srud€nli, nonsiocolieri iisri.lochenrùdiamatemalka, l?llrolocheninforma ù6 ed io filo5ofa,e l'annoPlosimoandrcmo tlfli d realia riamoin quatbo, maJol& rudiarèaMadrid.ln cheè ralo viainsudAmedonediufttmiseinsi, non e l'hahtra ad*ibiuiioi noiaRonsdan. lTake lhal Outsi sonotohari alh ECdi Kadruhe,doved esi' bimmoallbpernaserke!€ndounastanding ovation. Fuallon dje decidemmo di meflerinsìeneun !€ro per sho$,allenandoci ir mediaV3 vohea senimana,

uno quindicina di giovaní artisti han no doto un soggio dele lorc .opocítò D uno speftocoloo dn poco deliziaso, losciondoci o bocca operta per I'ottima lit/ellotecnico, la Nesenza di sce na, le corcogrdfíe, I'huma4 I offíoto' nento e il corcftere. Cettomente t evento più tocconte

':i:;;::;::,ii1:;iiiiz",2:t".Í: t"lulffT,j";l1lll1;.iliTfjTt.i,l""l# i:iilili#,ii1#:Èrtiiii:rrf #rr*,;&ltl í*i''*id,::fr ttfl*trfr clfio(#'rlt4'l: Hil?:;:::,flil :jt,*.ìn:H:i:t',ITif"T";,'J# x!:I::':;"::,',::,:.:i,2::":ii:: {v +

f li,'Tljilliidilr'*xifi*rÎitiì fft' fri:irt":lr" ":k:'1ffi'-ii;;rii:;;;i;' Nerm€5so suunaddisio.olieperi sio.olie. hd col

NlcEl € dopo questa

mn4&ùt

tempo d siamo accorti chepiaceva andì€ adunput

primaesp€rienra cE ha

-

:'fi,1ìti[?"î*1["']:1i::il",',ti"J,Í::1ff @i{cus Ethiopia À l",i:iui,!r"# nessLn vaneÉ a Eerl'no NonabbBmo marv6Ìo 8rup pofarequal(osa panè delSenere, matoEedaquakhe

lEÉ-

Yl

lÍ#iiti",',.,n",,,,",awe,oamúN.nd Dil"*l?"H::1i:l*";* t polem'dìe sonotensionrne ira 0inoi i4olùpensano 5(uold inlernd/iondlFin Eliopia,or

l\

codiventdvdsFmprepru popolarein Etiopia,do-

:::i:;,T,ffi)t""

Nel]ec7 BerekelTidlu. t, .l'..U 17 tt. úe d dl€nidmo dúdmenle e @ndrsoplinè. maa(ca. 8an,zzóuna p,c(ola performan.e, ir dtreno'edelctrcoa J,m 'lIlI' deprcprio ilconùdrio, dmi!pe$ononh@dmoalho cersecon i bambrnilesperienzaeb _ ma. dopo avervistouna -A (le *henaÌe.Éstdld undsidnde Èpenetud elbnsial be un se8uiroe mohibambinr.pur conventionolandesedi F publkshowdelkUC Alpdmoshowo avevano avendosolopretret on cur giorolare. IIRìú.ll gio(oleia ed a..obatka. rre. pane.maicl sercndo 5rdrmosÍaronoprenrdr tdlentoe di .fff natoarlinrùo orSdnraó'l pimo lesrl dellase(orda E proposto vdl dFl (irco etrope: showdhanno com€ e puoiGpi- enlulasmo. con l'arivo dell'atlera -,I 8runlinale. re quaniofossiemozionaol unjnrerd ceilrmdnd dl ln liaria5ororurcsse Awdkefmru \porl e (i(o si luserc --Z dùercre insremFper ddreorsrnÉa CE. cpehdroli d (ui pdrrplrnteco$ neslruhm! ùe anniesonosraro -ElI (ipò un pubblico di ùu o spK i da. .l p u b b : i ( o d r q u " \ t r r p " t t a$- f ! ! l ! a l l a ( o n v e n b o n i t a l i a n a . C e l a n l a t u l a e i a nIinatm e mipiace molto(anche sequelanrononmiè pia- colioescevadisettimanain settima 10.000personealgior' gra ciutovedere moìtiaciprce òtialìbpen sta$e poi na€d oggiglispeitacolivengono no. E proprio Bereket, ipelutal publkshow...). ^,lala convenùon dow mÌ tlitamente latti di fronlea 3000/5000perso insiemea due altri artistietiopi,e graziealso' quella sonodiwnitodipiùè lata inassoìulo mmana! ne. Le organizzazioniumanitarÌe si accorsero stegnodi fondazioni,enti ed associazioní, è Florialr che questispettacolisiabilivanopiu contatii lato qu€stigiorniospitedellaEJC.À4ain Etio e i m e d i ae, c h e p i an o nc i s o n om o l t is o l d p m u e l l € f . r e i s s m a n n . f l o r i a n @ b e r l i n . d e d e l l ec a m p a S npeu b b l i c i t a rsi u i e ra c q u ì s rt e am a ilpubblicosisentivamolto piu coinvolto.Così terialecicense,e ancheavendoi soldinon ci cominciaronoa solenere il progetto,aiutan' sonoporidove acquistarli! così allaElcè stado nellalogisti.a,neltrasportoe nel catering ta organizzata uÍa raccoltadi materialeper i p e r S l i a f t i s tDi .ap a d es u a s, p o s a n dIoa c a u s a g i o v a ngi i o c o l i e íe l i o p i ,p e r i q u a l i a n c h el e numeriad pallinelogoreche non usatepiùda temposoumanitaia,CE,invecedi presentare

effetto,introdusse numericheaffrontavanono unverotesoro. temrqualisanita. ArDse dirittidei minori L combinazione delsociale conilcirco, Permassiodinfo Questa .Ilo sport,la musica e ledanzetradizionali, han www.circusrotieknor.nl n or e s o c E u n ai cl m o ondo. www.cicusrotieknor.nl/CE.html

Massimo Guqnoni

v E N D I TA - A RT r c o L I P E R 5 P E T T A C O LEI A N I I \ 4 A Z I O À

La nostra ditta dispone d; tutti i tip; di pailon(ini

grf#mml&a**,. 8.4e0 (pacco daroo) ScarDe clowndivernicefoderatein oelleL. 170.000

g,

rlr''np&(:

ViaSoleriBrancaleoni, 2 - 47900Rimini(RN) re eraxo54l745060 cell.3494097686 emaimguSnoni@adhoc.net


Giocolerianellescuole Dopo l'inte n isto 9u bblicdta sul n, I. che davò il Yio oì corsi di SeDDe Siaìd od Asslsí. chiedìomo'o Seoo akuni consigli sul lovbio nelle scuole

osgilavora, chipìù, del progetto

Jarcapire Bisogna I fondi

20É0qodi loro che

il prcgetto.5i puÒ aggnareil problema

motivaregli

deígravidanni

giàneibambÌni di

facilÌtà. progetti.Farglicapire

aigenitori.Inolùe

I'é molivazioni del prcgetto Tuttigll inizisono

un maSSrore

degliatrezzi,d€l cli insèFanri É moltodifficil€ insegnanti di

aokoLron:te ,r1!<<Lttt<

tr0fìc

'',Jff::TffL:l]i:I.1i,li11l;1liil a ffllli,^--

FiRENZE Vra degiAiani4 Rosso fe. & Fax055/244189


Festiual del Cir o Contemporaneo r; GfrglCristoforetti tnteruistaaffideotorc dd Feúvol,

ìn queste dueedirionìsiamo sicuram€nte la formazione prof€ssionale, andatiben oltregliobiettivi che la cnpadGdesli cisiamopropoli.Uanno s€orso artistidiessereìnt€rpretipiù Ho lavorato in un teatro rabile, Eventicomequelo dchiedono abbiamo avutocirca5.000 totali.Allaprogrammazione pagantie10.000 per che tutto sia prcnto con largo spettatori abbiamocosìanchequesfanno organizatofeslivaldi danzaed gratuiti. anticipo,altrimentinonne haipiù glispettacoli avevogià óvr4o ló sensazione Quest'anno,affiancatod€8lirage, quasia pagant,e che mancasse una ventatadi il tempo.considera.he sliamo €on10.000 20.000per suggeircuna possibilha. Ma tutti gia definendoil progÉmma gli spettacoligratuiti,tutfi gli enersianuova,non solo dél sappiamoche unaformazione professionale circo,ma in tutto il mondo d€llo dell'annoprossimoe che spettacoli sonoandati ha bisognodi ben praticamente spettacoloitaliano.In FEncia addiritturaabbiamogiàfemato esauriti. Lacuriosità altritempi e lrutture, e anche perproposte avevo conosciutoil Nuovo circq uno spettacoloperi|2003ì delpubblico nuove per questoabbiamocercatoil dalvivoè allabase coinvolgimento dellaBiennalee Quesfannoabbìamocominciato di spettacolo contemPoraneq di questosuccesso. cosìcome dell'EIl. e jl PresuPPosto a lavoraresubitodopola di questo festiva! ela quello di rasseSna dell?nnoscorso,ea unaprogrammazione cheofiísse gia farc una dflessione ilprogramma era un ampiomosaico dìproposte, LagiocoleÍanon soloha una sui dicembre 8enerale linSuaggi dellascenae quindi sullanovftache venivain Eurcpa ln ltalia,dovecisono ancoradeí compadimenti slaSnitra le vade arti, questo leslival s€mbravauna qsasia scn'dinàr€ scommessa, questebari€retra mondìche non comunicano.così Bresciaè anche l'o€(nsione per dtrovaEi tutti, prcvenienli da sc€ne diversee con convincimentì diversi,se non per trovareuna lineacomùne,almenoper

chiuso.Nei mesisuccessivi abbiamoawiatoun grossolavolo di promozionee comunicazione sulteÍitorio,coirìvolgendo biblioteche,assessorati e Ia slampa di séttore.

lnoltreabbiamoirwerito fofementeanchesullagrafi(a, afidandolaa LorenzoMattjotti artila di famaintemazion.l€. volevamoun certotipo di immaginediÍondere l'ideadi peraddetti, unoscambio chepoi glispettacoli €oniconvegnie \,€nisse allargato an.heal pubblico.

grande dallamia

saràilteEo

diufla realta italiana.ll

fort€valenzasimbolicada un puntovistacirceîse.Éun teÍeno inìeressante doveè facile mes.olarericercae tecnicacome abbiamovistocon lrbe.Mi piacerebbe l'annoprossimo verilicaresultemadella giocoledatutta una seÍe di iniziativee stage.così come la possibilitadi ospitarela prossima convention nazionaledei giocolieri,.hepotrebbe accomunafean.ola meglo artisti,pllbblicoe appassionati. gigi.crilof oretti@katamail.com

É rato impoftantissimo avere l'appoggiodecìsodi un sindaco e di un €omuneperché l'impe8no,con cinquespettacoli al giornoin cinqueluoShi dive6i,è stato86nde ed oneroso.siamo uscitia fare questoanchegraziead una piccola,ma rodata,macchina organizzativa, e all'aiuto importanteditanti amici,da Cerolaa De Ritisa Serenae tanti alti ancora.Ma anchea livelloistituzionale l'interesse dell'EnteNarignalecirchi€ iì soreSno del Dipartimentodello Spettacolo, così€omela collaborazione con ta Biennalee I'EII, si sono dvelati appoSgi

'PW,t

EquipaggÍanenli psichedelici .i confini della gio(ole.ia . Henry't Beard,Nesbitt, Babache.unicicli.eouilibrismo ' 'Fuoco"e 'Lasel . Yo-Yoprofessionali . 'Contact"

lappy Jv99ltn9 a lv'rttglg el.Íaxosl.6s6e644 w

atrr

,t

ItI'

ww q .I ! eoI i ndE g. a. ' ne. Ir


Irqncercq Lottuodo."gi'tu Bem.d Turinchiedeogni annoadun regista dicuÉG lo spettacoìo difne annodel CNACÈun esercizio difiicile. Mel'dvsa giachiesto4 anni fa, ma alìoranon mi sentivo Sonoadiri Siovanj e devono impaÉrèa Serir€ìe ener8ie discjplina. rosonomolto oríental€ in questecore,non credochea venfanni.i siagiA aÍivati.ciwole umilta,per eviiarechecì si monti la t€sta. ft ho trov.toun 8ruppo giusto,senzal'illusjone di qùalcosa, inv€ntare perchè nonsììnventa mainierìtsma dilegarele duefac.edelci,co contemporaneo. Nellavorole peuonesiselano e il ruolo veramente in tondosenza diln'8gerela lorcintimnà.

lorciecnìc,illoro|arcre,e lasciando anchechelecose ramevalidel mondo,in rritj i andas*roun po'perconto druali,esúbitoho sentitoch€il lom.Nonc'eraun disegno loroimmaSinario è úi unico,perchésecondo menel ìmrnagìnado dauono ctco non basta,civoelionop'ù pîjmilivo, nelsenso chehanno pil€, un po comeunapiauó. Abbiamobuttatotanti$imo, e pensochesiaìnpoftante tasIomazioni Eenuine,dove avereìl coraSSio di (ambiare, di tentae degliordinidivelsi, tlaslohali. ta tasfornazione bisoSna es*rc pazienf,com€ erala baseditutta Ia dcerc4 gli un pòcomeneiracconti, la ti$ra deltiocolièrcèla umanìsitrastomano in metalorapereccellenza, di piantein lmari€ qualcosa animali,le diÍsso è nellostesso cosìvia.QùestoSiocodi entita appadiene ancheatcircqci movinef,to,daunapartesiè sonoglianimali8lianirì,Cè pù tera e dall'altlasiè ir unaspeciedilusionedel cielo,quasiparadossal€, € il nondo.Poidalì siamoandati avanti. o$eruando paradosso. senprela Abbjamopensòto questaroda, in cuiognuno hamessounapietra,e già qusÌo e6 un Perco6onuovo ispettoal circoradùionóle, nonpiù latnànniadiùn prcdutto€ che p.endesette

improwjsanone; hochiesto fantasm4diavolo,vegetale, donna,uomo,anSelo. Sono a(hetipi chesitrovanoin rutti i

t

violenza manihstdpuòessere unatnetafoG dellavitadicif.o, unnvitamoltoduÉ. Nell'ambiente delcncoCèun raPPorto @rcófpoholto violento, il lavoroè molto i n c o n t ,e d è s i a t o l o m i d a b í l e mBi per ciearelo spettacolo, inìène,gliallenamenti sono discùtere e lavorare una ma il 8ruppoeraEiaaíìatato, dùn,e a voltesiarivaallimile senimanaconlorc. É dal momentochesonoquaitro dellepropÍelorreveramente il Piùbelncordo anni€h€lavoriamo insieme- Lagiocoleda I'abbiamo inv€cè chepoftoconme.sdole Nella*uola si è s€mpre més$ in stretiotapportoconi comeChalof, dannola lavoratoh gruppq io facevoil wlte8gi arobatici. Leclave possibilita di awicinaBia porteú e allabasculasi sonodei corpi€hevolteffiiano qúele dtciplinee dipoteEi lawlavaserÍpÉ in una decina nell'ariae sivolea crear€un allenarc adeguatdmente, dipersone, e io nonho parallelo t6 leduediscipline. anchepe.chinonvìeneda ver.meîte mai lavoEtosolo in Las.enódi giocoledaè lata la famigliecircensi. Écèrtómente 'rnadisciplinadi .i(o. padepiri diffi.ile da m€ttereó unaerandefoduf,aCon In eflettinei pét'ona8giCèuna reSistro.Franc6È, chenon questospetta.oloè gia 8En póÉedi noi,Fran@s@ ha vienedall'anbienùe dalci'.o, prcgbmmata unatoumédi un scnttoIo spettacolo non6Pva comemai annq e dopo.isonomolte o*tu ndocie ciòcheEdda impieEasimo tantotempoa pi<@le@mpaSnie nelgruppo ìn noih. cerctodinettedo pr€pararequella *ena. MaIa neipeÌsonaEd. Biocoleriaridìiedèmofto separatamente. Nonè ancora C'eÉìavolontàdi oearedeì allenamento, lateoi6 va unacaBiera maè 8iaun passo parallelilra letecf,icnedel .irco Éffnata, ed è 8,azieóllanoslra alanti, Abbiamolavoratotre ed altÉ 6presioni lÌsióe, e la volontàchesi è andatidanti.

lIìothieu L?uouqri?ur "di"' Facevo 8iAtearo,muska, Siocoleriae avevofrenae vogliadi qualcosa chèl€ ra(chiudesse tutte.A Chalon, ortreadaPPrezzare l'aoobaticó,ho avutolè fortun. dì inconùaÌetantissimi artinicontemporanei e lna grandeapènùra sull'ambiente artirico. Quelo spettacolo, atbaveEol'incontrocon il nudo circo,è ancheun omaSgio al circotradizionale. Sonomolto @ntenlodi lavorare in ltalia,diaverpotuto incontEreafisti di un circo tradizionale checihanno ospÌtalosottoil loro chapiùeau. It circocontempolaneo può sologuadaSnarci d. qu€sti

femminilein meao.lutti ni hannochiestocosa sìgnilicasse. a Qu€llochevuoi,ognunolo interprcta modosuo.Cosasiflilica Bìancanevechesi addormenta nelboscoe dome perceni'anni .

GL

.lr"'{Fuf È,$


BernordTurin

quellosonose8Uitituttigli annl deglispettacólidlversi,che giravanoe che hannoaiuiètoa il Nc a crescere, inriemead una seconda8enec. z i o n ed i a f t Ì s t i , . h de u r e r àa n c o r a u n c e r t ot e m p op r i r n ad i e s s e r iem Coro ritniticq p?r it dir?ttore d?[ Cl{AC piazzata da unatera generazióneQ!estametteràin scenadeg ispet portdrc quc'to rpcttqcoto in ìtqliul a i ar t i s tflo r m a l i sail l es c u o l e d i N Cc ,h es t a n n oi n t a c o l l c r e a t i dgai o v n Crietoforetii desdefavachei.ltalia siconoscesse v e c c ha n d oe c h e v o r d n n ol a n c i a B i n e l lrae a l i z z a z i odnies p e t t é c o l i N u o v oc i r c o ,p e r q ù e s t or i a m or t a t i i . v t a t i a 5arèui iuovo, terzomodo dilare circo,perchèquestepersonenoi parteclpare. Perno, e lo vogliosottolineare, ilNC sononè coreoSraii, né gented i tearo, ma sononatee creeciuie col NC non nasceper solitu re il cìrcotradizlonale, perv€derecosaci daranno ma Aspettocon mpazienza percompletarlo. ll circoè un'.rtee I'a rte h. bisodellacredzonee ha bisosno 8nodell. tradizione, a n c h ed i u n ' a l t rcao s ac h eè 1 . r c e r c a . l F n r . n c i ial c n c oa n d a v m a a l s s i m on e gi a n n i T 0e dè i n q u e l m o m e n t oc h eè a r l v a t oi l N C O r ap o s s i a mdoi r e cheil clrcoradizionaleva moltomeglio,e sonoconvintocheI'awenio d e l N c h ap e m e s s oa l c i f c o t r a d i z i o ndail en . s c e r ed,i r c o m i n c . r e . I n ItaliaCè ancoramoltaopposDiofeal NCe credoche s a un erore, biso8natrovareuna convivenza, c'è postopertuttie credochepiù il .irco è v a r i op, i uè v i v o e, p i uh a l a p o s sb i i t àd i c o n t i n u a rP ea . radossalmen t ea C h a l o cni s o n or a s a z z i d a t u t t i i p a eE s iudr o ptar a n n €c h ed a l ' l t a l l a , n o ns i è m a i v i s t o u n s o l oi t a l j . n oa C h a l o n , è n c h e s endoai n o ns i p a g a

+

É ll p?r.oro dal l{C Penso c h ec i s i as t a t au n ap r i m aE e n e r a z i o dn ieN C c h eè n a i òl n F r a n c l aa l l ' i n i z idoe g l i a n n i T 0c,o n P i e r cB i d o nB , è r c a b aBs e , r n a rC d ubla q ù ed e l c i r c o P l ! m e ,C hr i s t l aÌnaq u e td e l c i r c oB a r o q ueet a n t i a l t r i c h e D a d o v ? u ? n g o n o i r d 9 d ? ? i c h ? t r s q u h t o n o l d r c u o l d l o r an o nr i c o r d ol o; r o e r a n iop i o n i e r N i . o n v e n i v . ndo. l c i r c o , n Francia .i sono600 piccoLe scuoledi cnco,sonotdntissim€. Moliesof. ma venivanodalteatrocomeTaquet,o dall'arte s . u o l e d i l e t t a n t i s t i c h rea, m p par e s e n t a n o u n v i v a i o i m p o r t a n t e n e l q ! a d i s t r a d ac o m eC u b l a q ! ee h a i n o c o m l n c l . t o sitrovanoi nostriluturirudenti.Lapartemaggiore inlattlviene daqu€re a fare del NC.Ancheil mió arivo allascuola piccolescuoledi cico, t nti hannocominciato tard a ì7 anni,fequef. d Ì c h a l o n è s t a tuan a d a t am p o r t a nnee l l as t o póivannoa unarcuol.prepa6torid, tèndo!na duevolteasettimana, che r i ad e l N C .H o c a m b i a l o i l m o d od i f o r m a r e poi i è r t i s t i , son o cinque in FE n.i;, e vengono a ChalonÉ lalrafilapiù semp ice I . o n l dn d h r ! r " , î p e B r d %L o n F d r i ( i c p n , i éi p o n ó i 8 Atriven8oio dallerero.on percorsd iversi. sicuramenteessereùn bc g i o f a c e n d ol a r e l o r ot e . t r o ,d . n z a ,m u sc a ,d . n d o r o r o a vo glocollere non basta,ed essereun buond(obata,connozonididai possibilitàdirearespett.coliinnovativi. Ho aflidatola messa z a e d i t e a t r o s o n o r e q u i s i t i i n d i s p e i s a b i l i p e r a cccoer d s .e r e a Volevoancheparlaredel anp idmentodellas.uola Frattellini, artistè d e c e d u i o t r e a n n i cf ah,e d ì v è n t eIr' à a c c a d e m i a d e l l e a f t i c l r c e nes i A n n Fraltelini,compl€menlareal CNAC.flla le due scuoLe non laranno e 'tessecose.fAccademiasaràindirizzaiaversola pa conservazionedel 1 9 9 5è ! n a l t r a t r i m o n i oc i r c e n s er i,e l a b o r a n ddoe i v e c c hni r . i m e r5i .a . àu n s e c o n d o p o l oi m p o d a n t ea,n c h ep e f c h èl l C N A C c o m i n c ia d a v e r ed e i p r o b l e m i .N o n o s t a n ltaet r a f i l ae l e s e l e z i o n i , l r o pgpe. n i ed e s i d e rean r a r ee q u i n d i sci o m i n ca a d o l e rr i f i u t a rdee le p e 6 o n e t. a n t i s s i m p io t r é . i o q ú i n d a n d a r ea l l as c u o l dF r d t t e l i n i i n v e c ed l v e n ì r ed a n o i 5 l p o t r à i n o l t r ep a s s a rdea l l és c u o l èd i R o s n a y l l as c u o l èF r a n e l l i e n lc i s a r à! n pontee ùn'otrimaintesatra e tre scuole.

+ 17

I

Ld Jud ttorid pcíonqt? sonodi professione scultorema daSiovane eroun dppassio naiod i clrco e tfapezsla.Quandoho sme$o,nel I970,ho comincato a teiere co6i difapezio,an.he per soliamatori,comeavevopotuiofar o io. Agli inizidegliannl 80 ho apertola scuoladi cir.o di Rosny _

Ccrbr .tioml dlr Artr dr Clr$. (CilAC)


: è

c

.| ,::r#rjil xi5,,#i:,tf*, Y

I

d ov i v e ' ee. d a p i r i l d\ ( u o l ds e f l an e s s ! nf i - I I I o.zidîenio dd odre de lo sr.io. Deroura -a

i.î.,îlT, itiliiit?ii iJ$::l*:sr trl

::ti',::-'.1::::"^i:Ì::'i:lir:l":" fl I t f'dnrid ed ro lono di\,entatoil pP5id"nre y

I

I

( t \ !i"i:îiilfu:rvi*":'l',"d:l

pment in

CNAC. erdinlprp\\dloallam,èpersondpeF a chèavevoaD€do unascuoladicirco.eroDresiden te dellafedeÉzionee comescultorecontemporaneo avreipotutodarc allascuolaunadirezione pirlaftistica, più d'avanguadia. Permoltotem po ho rifiutato, ma allafineho accettato,€d eccomianco6làl Ho peloin perlafinedel2002pertornareallascultuE,cheho tenzionedilasciare accantonato p€r r2 anni,p€rchéan.oraoggimi sentoscultore. sto in ve.chiandoe non riprendendola scultulasentireimancarequalcosa

o d lówi Mi, od rown, llebdenBrdqe Èxr 3rr west YofksrrfèEiqrand Íetephone: 01422 M3672 Qui.k phone 07000 tUccLE

Abbiamotempo fino allafinedel2OO2pertrovareun sostituto. Devees serequalcunochenon sconvolga tuttoe chesiaallostessotempomol to dìnamicopernonlemare il corsodellascuola,perandareavantí.[e, voluuionedevecontinuare, Ia pad;colarità diChalonè esserecorante, mentein p.esadietta con la creazione contemporanea. Quandosono arivatonel 1990alministerodellaculturasidicevècheiÌcico eraun ar te mrnoree quero m inneNosiva mólio,llcircoè ln'.fte pa alreatro, d ladènza,allamusica,e misono battutomoltoperfaro r.onosc€rc. Quatt'unno è l'dnlro dal airao in Frqnci[ .ha cord ,tq tuca?dando I lanno delcncovè dall'estare 2ool all'erare2002.Checosasifa?Ceto s amochieliin tantÌ,anchecontonipolemici,ma i segnalisonolodi. primo pe(hé il ministerodellacullùrasioc.upómoltodi circoques?anno ed haaumentatoillinanziamento da45 a 60 milionÌdi Ifanchi,ed è unlì, nanziamento perenne,non perl'annodelcirco.Poiruttíìme solamente dias'interessano di cico,e regioni, cittè,dipartimenti, sonoruttisonoben disporia sostenere prcgettisullearti cncensi. si pala di atelierdi circoe si nsegnano leadicircensi. Cè inoltreun accordoconlacqueLan8e,che orèè passato alminilerc dellapubblÌcaisùuzioneperlo sviluppodiate e|5di danza,musica. teatrce circonellescuole.ed è ! n'ottimainkiativa.

*""zrr*!i-t-1

pomerìlgio SpadoToq{co. tutli i mercoledì S,ls.la 2OAr {0123 Bologna, ret/far 051332691

l^

VioSolofi40' 201,14 ^ ilono tel./fat02 4?290574

piccoloscuolodicirco@kotqmoil.com

CORsI.SEMINARI Orgonizzazione Vlll hdppenihg

SALTÎMBANCHI DOC

'AI" MTI0uArîc0u ItR6t0(0[fixl ACCE5S0RI PÉrCrowlf

atcetffi *q.o; fr ...e f

o P

PICCoLASCUOTA .o di clRco

,..aatodinrnlo, uparirnz. pcrlagìocoltria t pagionr

uiusu,ugo,,u, "o al IOOlvlod€na tel. e fax059 216916

oggeltistica gio.attoli

TRVCCI À.{AG|A, l/là S.Cht rat7 N.rFlr re\ ttr42to

tosllval@mbx.clicn€l.lt htF:\\giocoleria.virtuale.ret

scoltfl PrÍ | G fl|Il n wÍy.feslivall.it

GIOCOTERIA CONTEMPORANEA Dl|..lk L trtú i prciraiti . l. lnnlthl d.l ?@tier.-dr úc!! ld 3otrùr ..6i d Crcotdtr .l|lúdGq irfir t.É raiùnlc., |. tq.ri. Firdfi CondodoE Anthony ftahalr lnfo 06 7o{5flr, - i|7 8grg662 I collirl tffinm pr.$oil CSOA vilhtti, chbalehng.t !n€ t rtadio. da saùdrlu $i tln||to r|ts h I.CO.LA. it .rtlJrd úl úotute tt t9 túi toeft úù2 ffi.d

rlr"-(str,t @


ffilins rdlugOllnl ||l!|nìrt n4

..r.bgù./rrle

In

ll.t

OLdlownM , Oidrown HebderBrdgè HX7 aft wén Yarkshrc, Enqand îelephona 01422U3672 aui.k PhonèoToootUGGLF

Ho26 anni,ed ho cominciato a laregiocoleda a 7 Eroun bambinomoltovivace, aSitato e i mieigenitoimi inseironoal circodi AnnieFratt€llini. Ll ho tras.orso 5 annipoi ho fattoun corsoditeatron€llamiacitta.ll casohavolutochemiamadre losseamicadellamadredi leromeThomas, e perme lui eracomeun fratellomaggiore, l'hoconosciuto cheavevo7 cose nRnnriB!! anni,e lui mi ha sempre oiocolar€sullascenaè un pretemotivato a faredellagiocolea. slo per terimoniare,per dire alla Poiqlandoav€vo17annici gente,io sonoqua conla miavita, siamoivisti, mi ha invitatoa la mia roria, davantiavoiin queseguire un suosta8e, mi ha sto precisomomento. Non c'è preson€|suoSfuppoe una trama vera e propria,è l'inabbiamomontatouno controconunapallina,con un ogspetiacolo. Unannofa, 8etto, con un Pefsona8groche teminatoil corsobiennale alla gioca €on gli oggetti come un scuolaJacques Lecoque, bambino,chesi divertegiocando, Jerome mi ha proporodi e chefabbricadelleimmaginiSio' ,nterpretare IXBE. IXBEstaperle cando.La gìo€oleriacertoè una letterex e B,x=€xka,B=balle, Srandepassione,ma anche un ed il mìocognome è modoperesprimermi, di trasmet Anxolabehere di nuovola X e la tere cosaho dentro.Preferisco le B chedcorrono; un diminutivo pallealleclave, è una sceltaquasi pérspettacolo e interprete. istintiva.Nonho mai cercatodi affinare solamentela tecnica,ciò

c05Astcl{trìcARlutSlTARE ulto che mi interessaè l'insieme,la sPETTnC0r.0i danza,il movimentqil mimo. leromemihapropolodi €segui' requenosuospettacolo di I Oan' n Lnuot0xELLA comDnGllm nifa. Partendo dallasuascrittura IIIJEIOMTTHOMNS e dallasuafomamihadatola li' Non è propriouna compagnia, beda di mostrareil mio modo comePuòessere unacomPaSnra pe6onaledi fare giocoleria, persodi diteatro,masonosinSole con iltempo, con ilritmo, ne lavorano che collaborano, che Siocare i ruoli,foF conla musicae Io spazio.Perla insieme scambiandosi pdma volta un giocolierecrca mandonuovipiccoli8ruppio Iaqualcosa e propone il propiola- vorando dasoli,quero per mavomadun altrointerprete, è gio- nercliberidifarcanchealte cocoleriad'autore. QueratÉsmis- se.É un movimentodi persone sioneè un azzardo e allostesso chevogliono difonder€le stesse tempoqualcosa dì magico, è co- cose,saremounaventina, ma in meùasmettere ad unlrat€llomi- questomomentoci sono 500, pe|sonale. noreun'esperienza In 1000,2000personechefanno questosìdprende ancheun po'la palte delìostessomovimento, radizione circ€nse, doveinumei genteche difiondeI'artedella la sualoria, i suoi5ivengono trasmessi di padrcin li- giocoleria, glio.Lètrasmjssione è moltoim- Snilicati. portàfíte, dà piir forza,uniscee LnTunGtocollRw rendepiùsolidal'artedellasioco-cosn UTRE mainterpre- Devomoltoa lerome.Quando leria.Nonè copiare, da bambinoe anche tare,prenderema8ariun Sioco 8io€olavo molto convenzionale e farne più tardi,c'erasempreIui nella qúalcosa di geniale. cercare l'oi- miatesra.Poicertoci sonomolti a tutti i costinonè sem- altri,tantigiocolieri dellacompa' Sinalita pre la stradagiusta,ed anche SniadiJerome, comeMartjn,Phi' prender€ può lippe,[lanolo,ancheloromihan' spuntodalvecchio

w r { . i u e . r r n r E . s r z r r € . i r


Ci sono state moliissimeevolu- a ì u T AA U E Ì ! t n t ! Í 1 0 1 zion;, Jerome ci ha trasmesso Checolè il talento?lAmarequal una piir gande conoscenza della cosaè già averedel talento,dice pratica,deSli elementi tecnici, JacquesBrel.Eisognèaverepat .ome la giocoleriacubicè,che è sione,ma anche un certorígore, !n modo pef strutturarelo sPa, disciplina,senzadiventareun fa z i o n e l l ' a r t e d e l l a g í o c o l e r i a , natico.Bisognaanchesaperlef come nella danza contempora- marc le palline,non fare ni€nte, nea.Poi ci sono i tempi, binario, p i a n t a r eb e n e i p i e d ip e r t e r a , terzaio,sono i ritmi deflaSioco Pfendereuna PosDionecofetta lerÌa,concettodifticileda definne per la schiena,lespalle,calmarsi, con Ie parole,che si può delinne espirare,riprendere,riferma15i come nella musica. Poi c'è la c e r c a r el e l i n e €n e l l os p a z i o e, scuolarussa,che ha portato in non metteGilì e giocolare.SiocoF r a n c i au n a c o n o s c e n z ap i r l lare,giocolare...con più calmasi graÍde dellagiocole d. C'è stata un'esplosionedi giocolieried è nato!n movimento.certamente pu0l !Qn[9Rcl DEt IESTlrJAt a n c h e i l m i g l i o r a m e n r od e i D ì M A t A C O T T mateiali di giocoleriaha aiutato Ho frequentatoil teríval quasi il difiondeEie I'evoluzione della tutti gli anni,ed ogniannovengono invitatepeBonenuove.Ci so-

una Siohaiasemplice,osseúola gente, la vita, mi muovo, tutto può seùie per ispirarmi,perprcS r e d i r e ,è a l l e n a m e n i oa n c h e questo.[,1ipiacemolto util;zare no ipiir grandi Siocolieridi tutto il spazjnatuali, le piazze,le strade m o n d o , c o m e q u e s l a n n oM i - ma con qlesto sPetta.olonon ho chael Moshen,ma nello stesso molto tempo per lavorarein stiatempo è un felival molto popo- da e fare alre cose,giro molti lare, una resta per il pubblico, paesidiversi. Micapitadifare dem o l t od i v e e n t e . 5 ip a S au n i n gli spettacolidistrada ma più in Sressounrconon tfopPoaltoper i a m b i t ot e a t r a l ee m e n o c o n l a t r e S i o n i d i J e r i v é 1J.e r o m ec, h e ha creatoquesto fefival, è unó 5port,nientetelevisione, cammiPersonache ló moltissinoper lè i o , p a s s e S g rnou, o t o ,e q u d n d o S i o c o l e r ie a r a d u n am o l t i s s i m a non midevo allenarene approfit, fasmene con t o p e r v e d e . eg l i a m i c i ,l a f a m i 8ente,pefsonalità, non ha péuradi dare gJia,la nonna.Amo,il gioco,l'ade, Senerosità, c i ò c h eh è a p p r e s od a g l o c o l i e r i tutto ció che è teaùo,la comm€ russie ame cani,desiderèche la diadell'ade,clown,ancheperché gio(ol€ia vengariconosc'ura co vengodallascuolaLecoque,che me arte al pari di d.nza e teatro da u nalomazionecomplela.Co lvli interesser€bbe molto svilup slcomeamomoltoIa magia,sen p a r el ' a s P e ntoe a t f a l ne e l N c .N e l Pfepafazione nuovocircoCè molt. acrobatica, particolarc, cheperòmipiacerebd a n z ac o n t e m p o r a n egai,o c o l e b€ sviluppare.Viaggiomolto p€r r'è,ma credoche spessomanchi glispettacolienelpocotempo li i l t e a ù o ,l a . o m m e d i ad e l l ' a r t e . bero che mi restacercodí conPensoad una commediacon Ar centrareamici,lamiSlia,questioni lecchino,Pantalone, un pezzodo- amminirrative.Cercomoko ilsive 8li attori inserisconol'acroba- lenzio(he è difficiledarovare,lo zia,la giocoleria, lefannodiventa cercoatraversoílmovimento,fa re paftedellacommedia. cendo ci Qong, meditazione,o s e m p l i c e m e n t ep a s s e g g i a n d o . c0fnE n ltìutlrrRA Volevo dne anche che mio bi ntLEtnmlifoEllmto ttSEto s n o n n o , . h sei è s p o s a tcoo nu n a polacca,era italíano.Anche se Quandoho uno spetta.olotuta la Sionata diventauna prcpara non parlola lingua,c'èdel sansue zioneper la se.a.Mi allenoil maf italianonellemie vene,e ho antino perdùe orc poi riposo,poiri- c o r ad e i p a r e n t i R a omal prendoun paio d'oreprimadello spettacolo,riprovando i movi, Simon Anrolabeh€re menti anche mentalmente. Îel.33 147357659 Quardo non ho speltacolipasso cell.33 619920735

,1,,-'f,Lr -é)


van

Poi un Siornoa Montrealho visto unospettacolo di stÉdadi ungìocoliereameri@no-, e sonorimastoaf' lascinètodal suo mododí liverc. \tnivada seattlee si spostava con la suavaligiadi cittàin citta.Vedevoil suospettacolorùtti i 8iohi, ed ho cominciatoa dfarei suoirick lntanto menùein Francia laccioquestospetun Siooliee mihavda dettochea tacoìodappertuttqè Ia mia s@tta,il Montrèal c'eraunascuoladi circo.ln quèìannila scuolaer. ancoraaEli mìomododi faÉ spettacolo, mi piaceprcvo@rc€arioni forti.ll nìo cts ìnìzi,non eraancorafamosae non buranteo88iè combatterè. c'è chi Ceranoesanid'èmmissione baradke chemioccupodiattualitamó vapagaGCominciaia Lequenta.e i corsi,ile annipdmae alri quatro nL pîoYocltoîL c i Òd i € u i o p a o è i l m a l e c h e c i t l a doponellanuovasede.Potervede€ Lo spettacolo è soprattutto un per sciniamoda anni e €heognitanto dellaSiocole.eia adaltilivellimi pets co6o PeMnale di diveBistati d'ani vienea galla.Pensoche gli artisti misedi pro8redne, maildirenoeóts mo chesno dentrcdime.Sonove' debbanoprend€rcposizionesulle queslioni dellalita e delmordo. tisticodeìlascuolanonamavaigio- nuto ìn EuroPaPe. curiosita,ed in perlami diventa- Eenuam€nte colieíedinsisteva non ho Pensatoche reclown,edancheio eroinleressato stavoPerdiventareùno straniero, !a tua liocoLaria a diventare entrambi.Feciunnume- cheavreilasciatotutto il mio passato . L tuo[ .od.Lli m c o m i c o c o n rpea l l i n e , e fl ú ap dietrodi me.Estataln'espeienza di Mi piaccjono moltissimo i clown,coilmioprefe mavoltain Quebeccheùn siocolie- vitadellaqLialepalocongland€in meceoBeKahl,cheè Poicerloanche igio re non hostlavasoloPuratecnrca, teressè. cosicomepadodareligione, to,o LeoBassi. rutti gli spehacoliinteressanti che o dellamiaomosessualha,edicome colieri,forseperchéaSliinizieÉno coni un pò il mio ifedmento.o88i amo avevovino a Mont€al,du€nteife- quesloharesodificilii rapporti dall'Elro mieiBenitori. Lofaccioperfohircun moltoJorgMuller.Ìrovoche sia il nivalo neiteatrivenivano pa.Finitalascuoladecisiallora di qualtunochevi- più indedibile,ha irovatoun èle' dian esenpiopositivo d a r ea v e d e r ec o ni m i e i o c c h i c i Ò vebenelasuadieenftA. Sanzapódicolarecon le dave, an chesuccedevè in Eurcpa,ma il nu Sullagiraftaarieo al puntoculmi- cosìcomemipiaceMoshen, peri cir- nantedelmioimpe8no: merocheavevopreparato ho in mano cheseluidAtuftaI'atlenzione al chi o per i cabaretnon funzionava due torce,che mi ha passatoilvo' l'oEEetto, mentreio esiro diero neÌci.cuitieuropeì. Avendo die8iàlavo' lontado,gli chiedodi dmarìere il latoin r.ada a Montreal, hoinùiato t@dime conlatezótor.iain mano, sono.onúntocheseguendo quirdi a lare tantissimiJestivaldi mentreio pa o di una pubblicita Iavoro dei giocoliei. le lolo I messain 8irc in Francia oPeesì duconoa unosPetta lrada,nonicordonemmenoqùan PfoSresso n. Ho iniziaro a giocolare a scuolaa nel l99s dalminisleodellasanità. colodi9ll0minuti,eseBuado 2l anni,orafe ho quasi40epensa si parladi rapportisessuali e di pre- KdsKÌemoa venlannifareún nù chequestonumerccheproponSo a venzione, ed io nonizzosullat€rmi- mefo e lo rivedoa 40 fifarelo resso Brescièlo avrò ripetuto alneno nologiacheusanoneltattaEspeci- mi rerdocontocheè mÌgliorato. Per 20OOvoìtel La stradami piaceva fìchepratichese$uali.Quindi fèc- quelo foEe nei g6ndi circhisi conmoltoperchéè un luogodi grande cio la pubblkitàa modomio,attac- c€donoanúe4/5 anniditempoagli libertàespressiva. in più il mio ac' candochdstineButin,peEonaE8io adjstiprimadichiede'eunospef cenlodel Quebecrisultava simpati pubblico, donnadidestraconùoEli ta.olo nuovo.Bi5o6natrova parlandodi coiti,lel- .e una maaùritA interiore. co ailrancesìoggi prefescodivets omosessualie silì@.eElispettacoli, ho unospetta- laìo,di penichev.nnosu pù il Ìet- NonsonoancoraafNato coloperladradaed unoperiteat . to,PaPaPUm, amen,Poidìcochetut- a impegnamia fondo queri piacerisonoporsibili, basta suitesli,maper latecni Neitearriusole lucie piii tero. Ciò fedelialprese|vativo. Perla cadigiocoleria credodi chepi,)amoosAinonè tantolaEio' rimanele l'oBa- dar€il ma$imo,diese col€ri4cheè div€rtatasecondaria, manifelazioreqúaa Brcscia mala.omunicazione conlepersone nizatore mi ha latto to8lierequesta rc Seneoso,di daretutto. parte ritenendoìairoppo cruda, Allafnedellospettacolo e leideecheposo esp mere. sono

'1

comPletamente ffadicio,anchese mohaSentenon si fendecontodi quantolavorcci sió dietroad uno spettacolo comeil mio.CertopotÉi farc puratecnic, le tre, quattro,cinquepallinee le dave,ma fìnitonon aweipiù eneÌgia. Primamiallenaeo 5/4 orealgiomo,e orapoÌreiimpa' rarenuovitrkk,magari impeEnando' mi 30 minutialEÌonoperun anno, perstupi maio nonfaccio spettacoli realtriSiocolieri. Lavóro periagente chenonconosce nientedisiocoleria, e considerando ciòc,edodi dareloro

lvan Roy Tel 33 2 40 598468 Fax 33 2 40 594346

$rì'-

^ i:î: 3,::lif:î,'.T'i: Í;:i?,1':'i""1 T;:.'l ilauro, vovo, ^ao no. .r,

-le. f

È €

\

IòJOJ

Sferedequlrbrio,MaterÌaleinfiaÍìrnabile, Palon(inidascultura

Grandenovità;

Tffi]ó @! Hilil,"rei"'j:fr[":il:ftî::5 r& r}.r"'{Fg1,


o

Morcan TA Itessanaro Gigli

GO

ll Prcgramma Qùesfanno casonostatedellegÉndìEppresentaziori, piupopolari, dallecose a8liadiri solisti, all'€sperienza internazionalediteatrc dilrada, a spmacoliteat.ali(ome la stazione di Hemm,conunaforte quósiai maBinid€ll'artedisrada.QLtetoè interessante d.ammatureia, e sedo cheIatestasivadaa caratterizzare permolti livellidi lruizione,ofi€ndo nonunamamillervler€antia. C'èun pubblico chesceglie sulprcgbmmacosasegune, e Cèun pubblico cheinvecesivuoledivertirc e gi6 nellabaraon dó*nza metaprecisa. I giocoli€ri hannosenz'altrc unagEndepres, è uno spèttacolo chefurziona, moltoaddatoallafesta.Stopensando di.ifarcl'an, no prc$imounospazio spe.licoperigiocoli€ri, in un postopi! silenziosq piùadattoperloro,sènzaadigianiintorno, cheè ilciardinodelleSuore. Pubblico o rEssa? siamostatifortunatiperchènon abbiamoavuto l'invasione temutadibonShistiegiocolierì improwisati.Ceranq ma nel dopofesia, diciamochequelanno abbiamoconvissuto bene.ÀIailproblemaèancheun aftro.tvlercantia significa un cedoclima,equilibriq pae seggiare pot€rosse aresli artisianiche all'intemodel borgomedievale, lavoranq Suadare 8li artisti poteEi spostarcvelocementé.f\,,la tutto que- Poter€ontaresu delle sorseper partie è impoiante, € non avendo stoiìsabatovienesemprea mancare.Dalle22 alìe24 rcgistriamo un af- un ministeroche ci finanzi,abbiamocercatodi scoprireuna collabolusso dipubblicoenome, e per me non è pilr l4ercantia. Purtropponon razionecon ifelÍval. cisembra importantee irinunciabileilfatto che è possibile irìtrcdureun numerochìusoe bloccare tantagenteaicancel chi o€anizza festivaldi arte di rÉda dedichidellospazioe delle soÉ li, e non vorei ariva€ a propore un bigliettod'ingrcsso di so.ooolircll se dllaproduzionedi nuovispetta€oli. Equestfestival,insiemeadenti ed aricchirela capa localie regioni,sono per ora j nostrìunici motivie nomenti difinan Quellochevogliofarel'annoprossimoe ingrandné citàorganìzzativa, sopratnrtto I'accoSlienza d€gliartisti. voreiveramente ziamento verc, immediato.Dai festival ll Teatro che Cammina e faretovarelorounambienteospitale,larglisentie chesonoamatieprc- l,'lercantia sonostati messia disposizione 27 milioni per potercrcare tetti.cisono statiquéslannodeiSrandierroi,d'altrondela fesiaè cre- quelo spettacolo,per poter paga€ Ie strutture.t,ta ìn realtala comsciutaenormem€ntqmentrel'organizzazione pagniaè statail verc soggettoproduttorc:non ci sono attoi pagati, è Ímastala stessa. Ìluove conplicezioni per l,arte di stnda te nuovenomative EN, ma solo attreaatureche sono dìventatenotre. ta scomm€ssaè che PALSe SLqEnon sonosiatelatte pér ploteggeregli artili ma per rastrella- da qui in poi lo spettacolocamminicon le propie gambe. resoldiemantenere in Diedislnnture e funzionari. Cr€dochesaranno una La spesapiù .onsist€nteè statadedicataal coredo dello spettacoìo, font€didivisioneI gruppisi dovÉnÍo semprcdì più ìstituzionalizz ar€e alle gadinate che ospitano400 pori a sederee all'arena,che si ispi quellichelofaÉnnovorannodifend€re la propriaprofessionaÍta € illoro É ad un teatroviaggiante. Non è molto agile,purtroppo,però è una mercato. se spendoun milioneperfarele pratiche, un milioneperilcom- fomula che ci perm€ttealcunecosein piu. Pur non nnegandole mercialifa,un milioneperfarcquelo e quesfaltro, certononsaròmofto nosre originiditeatro di rÉda, ciaccorgiamoche un pubblicoseducontentos€ariva uno chenon ha nief,tee lavorap€r I50.00qmenlreio to, non di passaggio, appr€zzamegliole sfumaturedello spettacolo. devochiedere quattrovoltetantoaltimentinondentrcconle spes€. ll contènuto E statauna sceltamolto coraSSiosa, oltre che per lor, I Ga MerGntiasitien€sempfein quésìoperiodo.Quelanno ildima di muta,ancheper conlenuto.Primo perchéè uno spettacolocon |]no lela harisentitomokodellaconcomitanÈconSlieventidelCs, ma [,leF spessore téatÉle consistente, per darenuoveemozionie per cambiacantiaèunluogodovepercepieanchelavitaintesain un c€rtomodoe re la routinedelteatrc dì srada.secondoè uno spettacoloche divide sperochequero, nelsuopiccolissimo, dia un contributodiumanità. ilpubblicoper itemitrattati,e pér le rivendicazioniche esprime.Siamo partitida questafazione féroviarìa,da un ambientedivita quotidia na, una stazion€vista come luogo d'incontrodi mondi e di popoli, nellaqualeil pubbìicodiventaviaSgiatore. ll contenutolilosofico,che unpo'siispiaall'esirenzialismodiBeckeftdiBodsvian,ciriportaalla (ome dimensioneesistenzial€. condizione dell'attesa Intrecciato a quertoÍlone cìsonodei persona8gi cherappresentano ilmondo checicirconda,con i suoi luoghicomuni,che ci ripoÉanoinolto all'attualità. vhdimno e str€gone,prcsida Be.kett ahronon sono che due artri balcanicichertanno dspetlandoiltreno per nndarein ttaliaa fare una toumé.Quelo è illoro so8no,poiiltreno non passan€ancheper loó. In reaftaè uno spettacoloanchesultema delladiveÉità,d€ll'incontro, delloscambio,déll'accettazione del diverso. Al6slo Ml.helolti Ciser33@tin.it

La Stazaone OiHemm

TEATRODA QUATTROSOLDI periodico

è un himelrdlededìLato a8liarfistidistróda ediloda reEo studiq uno dei principali or8dni2zatori di Mercantia. Nellafoma dtile di un pieShevole .he offrcI 'kche paEinelomdto 2s x 3s, ospitainterviste, opinioni,puntidivista,inlomazionie appuntamenri d, quelldfdnkrik tdla$ia dianisti chedannovitaaglispettdcoli in piaad, l€Eo Sù|dlo, via dellaCiov€ntù,3- 56024Pont€a EgolaOD t e l / f d 0 5 7 14 8 s 0 7 8t e a t r o d a s t r a d a @ t e r z o s r u d ì o . i t

LafJ{ll$nsociazionetlazionaleùaAni diSÍada,oii,aù?peEore chehonnofatto,.hefantoe chelarcnnospettacoli di stoda,nas..3 dalle vaÍe€sperienze edesigenze maturate e discusse negliúltimit2 anni. Viae)l Settembre n'98 34126Treste Tel040 34ao3o7- Fax040 3482925 fnas@libero.ìt Fom.rlon€ 2o0l Stagecon CoraHerrendolCleatroNucleo). SlageconClaudio Cinei. Stage tematici di mimo,clown,buffone.

Inro:3386448450 nttp://digìlander.iol.itfnas

if'J*rîot' @


,.t

!

l

.

l

o

r

:

+

tt

comincatolavorando p ! l e n d oi l t e n d o n ec o n A r c h e onse gi a n n i ' 9 0 Tornaiarn Dèniúarca, doveavevanoapertoúna s . u o l ad i a f i i . i . c e n shl ,o fatlo un po ditutto e pol e i n D a n i m a r cèaa n c h e piccolo a i u t od a l l os t a t o per frequentare le scuole. p e f 5 o n ceh eg r f a v a n o A q! el tempi gio.olèvo i n t Ò r naol l as . u óa .U n ó molto e prov.voùn po' di degliinsegnantici invitò a c r o b a t k aC.o m l n . i è i a viaggiarep€r dvorarein speciòlizzai con il trapezlo, s t r a d a5.p a 8 n as,v e z r è . o n u n g r u p p oe p o ia [ . 4 o s . a p e r s e i m e s i a dm p a r ò . e i f i l o m ol e ,f n o a q u a f d o n u m e f oc o n! n p a r l n eef f i i t a a s c u o l ac o mn c a i a liivorarecon lo Swedish Cir.us,chefa Nuovocircó. c o n t i n ! a r Iee s p e f i ezfa

.i:r's Vivevoa CopendShen, d o v ei m p a . aliaI o c o l edr dè un amrco.Eravamoun p i c . o l og r u p p ó: n c h ec o n Josephlne, e praticavamo insiemeu l nn o s q u a t e c i div-"rUvamo molto.lo, Karl

a l l A c c a d e m yU o fn t a m e d CreativityLl si con.entravaiútta la sce.a d i c o p e n a g h e dn o, v e mo u artistimettevano su dbbièmo c o m i n c i a iaod € s i b n cQ i . u e s t i s h o swi in fac€vanoa mezzanotte, loclli abbandonari dove invitavamo il pubblico, spiegandoche provaree intendevamo sperimentare. Spesso eranobuonishow a volte orÍbili, ma c'erasempre tantaSentea vedercr. Quero a(cdeva sette Polncontrammoqse5to lavorava 'n quefa scuola,

t r ea n n i f ae c i 8 i c i v i d ea Fucecchio e ci nvtò a

' e s p e r i e n znae c e s s a r i a , t f e n o . o nt u t l el e n o s t r e c o 5 en e l e v a l i s l en,d i o n m P a r a rme m o e c o w n .

ilîleneo baratlalo e la p o s r i b i l i tdè a l e n . r m i d l i n t e r n od e l l as c u o l a . D aB a r c c l l o nvae n n l n

p r a t i c a n daon c h ed a i r a e lrequentando.tr cors a fi4oscaln Russi.,o tre ad dvereotUmi lstruttori,non C èn i e n t ed ; f a r el u o .

Stetanoe Ros.,cheavevo iso dmentoti pe.metted pia.que.Ma erdcentratd p i ùs u l t e a t r o comico, avelanoconsigiato di l n o L t rvee d p e G o n e d a l d m o t o ! n i t o c h e v i è g g iiòn m€ntreio vo evoqua cosa v e d e r eQ. u i i n c o n t r a l i d i p i ùf i s k o N € l 1 9 9 4 e Porcheavevdno S v e z i ac ,o nc u i f e c i r e SruPPo, l a v ó r a fpee r c h é saiche c h i a m ac i r c u sc i r c . e o 8 8 doveconincia acrobatica p o t e r mai l l e n a rceo nl o r o o t t e n e f q e u e s tri s ! l t a t iè a Stoc.olmasonomo to e d o v ei n c o n t r . i K èer l m p o r t a n t l ehda n n ou n a i n s i e m e e dìaa p o c o mo to sullatecnic e poco n a c q ú è! n a m o f ec o n sull. re.tiviii Abbi.mo L a 6 , . o s i ac o p e n a g h e i t e n ù l o! n w o r k s h o d pi \tÉl qui a cerlaldo acfobatica comlnciètod. piccoa con Proposroo, avor.fecon ed è evidentechemo te P e r s o nhea n n ou n t a e n t o s c ! o l ad i l e a t r o . l a s s i . o . o n t e m p o r a n eDao p o d i e c a n n ic o m i n c i ò i a i a r e giocolavoe il , m p a r a rao a v o r a rseu l teatro,perchèdesideravo Da ragazzo testó,sùllapresenzè, sulla quèlcos.da afiiancarc ra8azzocon cuivivevoml man.a unascùoladove v o c e , l ad i z i o n ec,o m e alladanza.Nelfrattempo invitòad andarea prov.re gli adistiitalianipossaÍo a c r o b d t i ci .au n as c u o l i d i c o p e n h è g e L. ì copenhagenabbiamo Altempo ero coinvoltanel cominciaia fare rapezio conobbiL.rs e Josephine, permessoai menbridi .oÍ un ami.o. Non alevo rora nellebrac.iaed ebbi Russiacon8ii istrultori volevocombinarele dle allenafsi,arKhese poi uf incidenteallamano p e rs e i m e s im , e n r ei o cose.Primaincontraíun son lo facciamotutti i gruppochevole!alare dìe mitennefermaper d m a s i ac o p e n a g h elnr .i grornl teatrodisrada ed alcunÌ man.dvamolto la scùola , -'.É e provavoad allend'mida l o ' . . ' ! r p c l l r c r ) l r ) d i q u e s t i e r a ngoi o c o l i € i , s.opertoqualcosache mi solo,ma non tunzionava. In sGndinaviasipala trampoliei e acrobati.Poi, plòceva, una misceladi danzae teatroir a.iae moltodinuovo circoe in tre ragazze, andadmo Quandotornarcnoallora full time alla in droper I'Europaa lare non alsuolo.auandomi mi dedacai questedefinizioni. ripresi,tre aÍnifa, andai s c u o l aA. n d a i ì nR u s s i a Non spetta.ol;in sirdda,con parate,giochidifuo.o, i n B ! a s i laed a l l e n a r m i p e r p e rs e i m e s i ep o i v e n n in cinquemesicon kapezio, definitoe per esempioil speciale.hele persone tela e coda.DopoRio €vorar€Perùno show, forsenon capivano,non il tornaiin cile, doveperò Circo[4eropolitano.Era bellisslmospettacoloch€

Piazza cavouf t4 - 95125catania fel. 095/438954 Fax095/7314364

'

tipo dispettacolocl.ssco c o ni l m o n o c k i oe t r e opportunltàper l'.rte di t o ( e c h e v e d i n g l r o .N o n

j :.,r

appuntam€nto settrmanale, rivolloa per5onedi ognìetà chedesiderano apprenderc o pelezionaretecnìche da Siocoliere €ome:trampoli, palline,diabolo,etc. Gliincontrisi teranno il Martedì alleore 2q5o


17122tugtio miscelale due cose,cosl come ci sono molti €ichi tradizionali, comeil Roncalli, chefannocose @ntempolaneichenon

russo,Camìllaun po'di spaSnolo. Abbiamoscelto dinon dareìmpoÉanza allalinSuaper poter

ifurgoni,ed in Danimarca dall'Associazione deSli artifidiskada.Ora abbiamo duéful8oni, doveteniamo tuttele nolre attr€zzature e dove anchedolmire. Possiamo Montare lascenaíchi€de un paiod'oreed un/ord volevamo Pefsmontafe. unalrutturaaSilee peresempio all'inizio non neavevamo unaPeftl tlaPez|o e speÉvamo semPfe diincontrafe un balcone a cuiancorarlo.

dappertutto,ed è arrioso ossevafecomene,vari paeí alcuneSaSvenSono recepitediveEamentee .ome anchela risataarrivi Volevamocomunicazione,

Quelloche moslriamoè imparatoneglianni,ma abbìamoanchelavolato 5u comefarloenrare nel all'inìzìoavevamoun'idea €letica e un'id€asui pefsona88r e sull'atmosfera che c; piac€va.I peEonaggi sonotutti infomatida pubbìiconon conoscema cheleganola tBma, e abbiamocerGtodi legare i numerìai peÉona88ie allatrama,percreareuna stoÍa nellaroria. Ci sono comunqseun saccodi altrecoseche$ppiamo farce a €uit€niamotanto ma che non abbiamo inclusoperchénon hanno

molto in scena, Helenapada '. svedese, Lafs \

spetiacolofossef lessibile, senzadipender€dalla suoniamo€onlrumenti

balconi! Cosìrealizzammo unaP na lruttufa,e poi unaseconda, completata a Barcllonadaunoche

fanno scorsoqlalcuno ci ins;emelo spettacolo. Eravamoa due settimane d a l l ap i m a e c i s i a m o bisoSnodi qualcunoche chiarisse i nostridubbi. abbiamoawto un regira danese,che ha lavorato .on alki 8ruPPiteaùali. con lui abbiamolavorato molto Intensamente per pulirelo show.É importantechequalcuno ti guardidall'esterno e

da soli.É una combinazione di cose. Quandoho vistoArchaos f ui molto influenzatoda q u e s t oP. o i i s o S n i el e ispnazionicambianoe oSgitraggo ispnazione non solodalcircoma da artistiche, dallamusica, daifumetti,da persone nellastEda,dovepenso che€i sìatantoda vedere, anchediestremoe di incredibile.

2

passaggida al|?hra.

tl f\lfuppo insieme in tournè.

accettandonetutte Ie cons€guenze, i probl€mie le 8ioie.Un gruppo problemidi spolamento provarein!iemesiSnilica rinunciarea tutte le altre potrebbeoarìvare.È comeessercsposati.É anch€importanteche le

all'afiidabilità dell€ lrulture.Usiamo ilfero iltrapezio e Per perlalune I'allumínio molle.Nonusiamosicure, anch€seabbiamo spesso Pa ato d un fiaterasso,e esercizi di cuisonosuper A

abbianolato tantealtle esperienze in precedenza, coslchesianosicuí di quellochevoSliono.lvlail nostronon è un impegno full-tim€,e durante l'invemofacciamoanche altrecoseseparatamente. Abbiamoavutobuoni contatti,e quandohanno ferival di alte di rrada in Danimarca noì siamostati chiamatiaparteciparc. conisoldidegli abbiamo comprato

fY/e tlìlostro show non e sceltadivita i' qualche modo lo è.Veniamoda abbiamolavoÉtomolto neì centrisocialie neSli squat Elamolto strano

glieventidel

Berglund ' ,,,"felena Kad Stets ,/ Lal5Cregersen ./a los.phine Wulff CamilaSarrazin Pendola fakemaieure@holmail.com

Città del Sole di Mestre, Padovae Venezlacambianonome:

LanternaMagica

A pr6to neino5trinegozi giochie giocattoli numeosenovftadi giocolen-ra, tradizionali ededucativi, curiosita scienlifiche e nafuraliliche, cosestanee meftvigìiosel P.dova via S.Martinoe Solterino,lO4 tel 049 g753165 lantemapd@libero.it Mestrte(vD via Palazzo,50 tel 041 962015 lanternams@libero.it Ver|.zL CalledelleBande telO4l 5281902 Ianternave@libero.it

ù,,,''{Fuf


L'incontro alCircus Space o gt I (ìl N 1..

tE€ '-c

E6

sono anch'iowedese€d ancheio ho cominciatoagiocolarep€r hobby,in un p+ riodo dove erano in tantia cominciarc. Avevogia temiato gli studi al collegee gliludi al cof cefcnvouna difezoneda pfendefefacensonosvedese e terminati leseil miososnoeradiventare unasior do dÍve6ecose,ma non avevointenzione nalista-Nelfrattempoavevocominciato di andare all'università.Attraversola giopercasoa giocolar€, cosiperdivertimen- coleriarcalizzaiche c'eranoscuolediarti to mi is€rissi aduncofsodi arti€ircensi. La €ir€ensie pensaiche forseavreipotuto cosami pìacquemoltoe provavoun po frequentarle. Cosìmi iscrissi ad unascuoditutto,Siocolerìa, trapezio, acrobatica e la diaúi circensisvedese, dovealsecondo preferendo a€robalance, lavorare in srup annoin.onÙaìLinae un alÍo fagazzocon po.Percontinuare la miaformazione mì il qualefondammoun gruppodi buskef.ll traferii a Londra,dovevivoda 5 annì.Lì, nostfo era un €lassiconumefo distfeet Insiemead Emma,cheavevoconosciuto aÈcomico,conl€ torce,acrobatica e voce in Svezia, hofrequentatoal CircusSpaceil aìtisonante.Non avendoun posto ìn 5veBTEC, un corsobiennaleprofessionale,zia €omeCoventCarden,decidendoandoveabbiamo incontrato silvia. dar€ in giro per l'Europaa farci le ossa. compBmmo un fljlgonee padimmo.Ail'inizioerateribil€,ma riuscivamoa Snare e ad impararetanto.Parlando8ia l'in8lese,e vol€ndocontinuare suquera *rada, p e n s a i d i a n d a rael c i r c u ss p a c ed, i c u i avevamosefìtito pa are molto bene.

Sonoitaliana, di Cecina, e nel1994telminatelesupeorie nonvolendo andarc all'ùnivérsita, decisi, comemottiitaliani, di andarca Londra. DaÉgazzd avevofatto ginnarica perottoanni,e lia LondÉpensai di riprendere un po' di attivitaper provare hobby, e maSari iltapezio.Andai al circusspaceetui accettata al coEo,doveincontrai Emmae Lina,chemi chiesero sevolevounnmialorcp€lmett€re insieme unoshowperla finedelco'so,dove avremnodovutoesibnci in unthreehigh, chenessun gruppodi6Saze elaíuscito a fare.cominciammoad allenarcicon un ilruttore cubanqcheavevalavoÉtonel circoperanniecheaveva unsaccodiide€ potutolafe.Mettemmo sucosaavfemmo insieneunospettacolo,€he piacque mol to, e nell'estate del 1998ognunadi noi poia andòviaa lavorare conaltrigruppi; settembre cirincontrammo e decid€mmo difomarcln8ruppo.

Massimo Agus Fobr,.ro Dal 1989fotosrafodi Mercantia H! pll ùdrrl .p.n .o[, f..dyrl - A4lo fldiMo p.r prqcUi dilorióli

Ílrcrre - Yla Plsana, 98 t t4t tt52250 e m.a8u3@ds<.lhetlt :S!

€99 rlrl'ì$ùd:

w w w . l ù c a r r . d i r r a z i n s - r i


Nasce lospettacolo

Emma , avevamo un nume,odi ac,obati(adi soli

I I dieciminutie quandoil(erchiosifoma, era in I va lo spettacoloera gia finitol À,,1a lina I shada,dovegli spazisonopiu disponibili, Ci allenavamoda solì con I'aiutodi Vin- chèciesibivamo più spesso, e fu in strada cent,ma avevamogia decisochesarem, che quell'estate ìncontrammoFlickFerdimo andati a cuba. Prima per allenarci nando.Avevamogia lavoratocon fei al con buoniistruttoricubani,che vengono cicus Space,e ci consigliòdi non prcsenda un insegnamento ditradizionerussa taresolo un numerodiacrobaticada die molto buono,e poi perchéa cuba è mol- ciminuti,ma dimetteresu unospettaco, topiù caldochein Russja. Inoltrecuba ci lo-Qualcosa nei nosri columi lediedel'i, interessava anchecome paese.SiamoÈ dea deSlielastici.La noshasruttura con mastì ùe mesied io e Silviasiamoman- l'elasticocidà nlove possibilità, ed è bel, chestatiun mesein Erasilea farecapoei, lo avereun pannelloda sfondo,cosìsei ra. E da Cubaariva ancheil nome del più collegatoad uno showe non s€mpliSruppo.Mimbreè la piantacon cuisifan, cementea tarvedere!n po' di acrobatica. no i cesti.l cubanichianano cosìilmodo Flickora è diventatala norra registae cí di mettereinsiemela bracciaper farc la ha aiutatomolto neltrovarele coseche base per i salti. Quandotornammo da avrebberocostruitoun personaggio senCuba,per moskareìl norro spettacoloe za necessariamente diventareun persopercercar€nuovicontattí, ciesibivamoin naggio.Esistevasià una relazion€tra di giro dovene avevamol'opportuntà,an- noiche andavaavantie un ceno feeling chesenzaesserepagate.Al t€mpost€sso conlo showe qu€st'eneqiaha permesso dovevamofare alhi lavori per vivere. tutto. La nostraregistaha presociò che [4andavamo in Snovideo,canolin€epoi già avevamoe Io ha resopiù chiaroe più qualcosaha cominciatoa muove6i,so prattuttograzieai buoni contatiche altri lr]oltialtrihannofatto qualcosaper noi, coÌnefoto,video,coruni. Qu6ndoabbia, mo fatto Sprungavevamol'esiSenzadi provarecon la strutturacosl povavamo nei localidi altriamici,barattandolospazaocon alcunistagedi acrcbatica. velsola fine della creazioneabbiamofatto domandaa Circusspacee al NationalStreet Artperavereun postoe un finanziamento. cicus spac€ci ha messoa disposirione pertre mesideSliisfuttori pe! lezioni pívate,che di solitosof,omolto costose. circusSpace,che funzionaad un costo molto bassoanche corne spazioprove perimembri,èancheilporo doveora ci alleniamo.Con il finanziam€ntoinvece, anchese isoldisono arÍvaticon dtardq abbiamocopedoi costidellaproduzione Pensacheabbiamodovutochiedeloper tre voltep ma diricevelo. In generelascìanoch€ passiun bel po'dit€mpo prima di finanziarti,per vedere se sei un Srupposeio e se seiancorain piedi.

L'armonia delgruppo îrcè megliodidue.Moltilavorano in duo, ma diventatroppointensoe qualsiasit€nsionefa faticaa scioglielsi. Cipiacel'idea d i u ng r u p p od i d o n n ee, l as f i d a d e l t h r e e high ci ha unitemollo.É ancheuna cos" chesuccedenaturalmente perchétreper, sonechesipiacciono,si inconthnoe comìncianoa lavorareinsieme.All'inizio c'era ancheun legamepolitico,ma da solo f,on sarebbebarato percontinuare. Non vediin giromoltigruppidi donnechélanno acrobaìance. ll problemadiun Sruppo mistoè chelacilmentecisiconfolmaagli stereotipidegliuominichefannoil lifting e le donnele partiaìte.lrlaanchenoísia, mo al punto in cuia ciascunapiacefare c€rtecose,e mohecoseranno diventando cosìtecniche che non puoipen$re di rìmanereintercambiabili, e allaline tiri trovichehaicomunqleun ruolo. Qu€llochefacciamonon lolannoin mol, te all'internod€l panoramacircense.lnve€enell€discipline sportivecisonodonne capacidi fa o, ma di solitosonoSrup pì con donne molto grandi alla base e donne molto minute che volano, con vent€nnisottoe bahbine sopra.[acrobaticain ginnasticadìfieriscenella presentazione,ma anchenellatecnica-Ma sopfattuttola Sinnasticaè uno sport e tutto è concepitoper la perfezionedelle figurc, m€ntre noi siamo interessatia Épprcsentare una pedormance. ll nostro lavorcè difierentedal tradiziona le anche perchéle nostretransizionileSanole diverse fiSure. Usiamo danza, capoeira, b r e a kd a n c ep e r r e n d e r €p i ù l l u i d o l o show ll modo tradizionaledi presentare spettacolidi acrobaticaè di meneresu costumiappariscénti€ presentareuna tecnicaperlena.Noi cerchiamoinv€cedi .rcaretre personalita che lavoranoinsieme e trasmettere una storia,

Emmat{odr, silvi. Fr.lclll. lina tohansson mìmbreacro@hotmail.com

I rtìeolòV: tn3 ít coluìa,

n1ffimgAaACtrE' Inyossoolataglìt

CnEerrV

I

qio.o .ArA,.Tcsttrb

-

ndaowon ocìclì,qbaffrofh bso, sfete*e4uihbrìo,nla.Tolí, rú:lloollh1no, ttànpoQ a<4uodífuoa, eco. Vcndih. 4tt úa.Ft cow kpo nduzo

ìntuitu l'rtah;


;;rtr*li:P;;


Modulo di ordi,

Dettderc rtcevare itr cotratossegno, oppurc pogando in onticipo ,rdmìle ccp. (vedl box d,bbondmento)dÍ cuí otlego rícevuad: E Divertimenti fisicit. l8.ooo E Unapiccolalribù corsaraL. 32.ooo ! lnternetCiocolieriL.20.000 Nazionale L 25.000 ! videolv Convention ! Lo zen delJugglingL. 14.ooo Ú T-shirtJugglingl4agazine L l5.ooospecificare E oE

t e e f o n o . . .... . . . . . . . . . . . . . . . . tnviorcvio loxolo 0761 352751 oppureperpostao Nuovi Equilibri CP 97 - OI lOOViteúo

,OSEPHPINEIÎI

DIVERTIMENTI FISICI

Lasto a di un maSonelXvlll secolo (o.utd di Louto Forti) ediroda ltrhpà p a 8 . 2 4 0l i e 1 8 . 0 0 0

Alematlv.

OsEPHPINETII

DIVERTIMEI{TI FISICI

lospeh Pinetti,awentu nero roscano, ooPo Iungo girovagareper le coftr eurcpee, grunse nel 1875a Pa 8i. Lesu€ fantasma8oricheinvenzioni lo renderanno, come il co€taneo caSliostro, c€lebfe in tutta Europa. Per la pnna vona vengono svelatela suavitaawenturosa e i se8rcti d€i suoi automi e delle sue magie;dal Piccoìorurco sapiente, al Cran Sultano,alle tele parlantifino ai suoitrucchie dochi di preinolstiSio.Un cco coredo di immaginid'epocaricostruisce tre l'atmofela deiteari e 8li spettacoliche Pinettiideavae allestivasuscitandostuporeed ammiazione.

PALESTREGIOGOLTERT a cur.dérsno|l.ri5nodérra ciocorèda Web.tiSCalinet.

itlqiOCOleria

è anchè la nappa delle paleslé-gtocóllérl, chè vl pEghl.no d' lèhèE costa-rlènèrlè .gglomala è che trimélr.lmént€ riporl.Emo 3u qù..t€ p.sin.

Per

abbonarsi

tilil

ed<€ve,e ac.sa. oovunouE

voi siate,quattronumèridelladvista,inviar€lire 20.000alla la <ausal€ "Nuovi Equilib "sul ccr n. 12529OI2. specificando

"abbonamento annuale a JugglingMagazine" è il num€ro della rivisra cor cui intendete .omin.iare l'abbonamento.

Profile for Juggling Magazine

Juggling Magazine #12 - september 2001  

quarterly italian magazine dealing with contemporary circus arts

Juggling Magazine #12 - september 2001  

quarterly italian magazine dealing with contemporary circus arts

Profile for jugmag
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded