Page 1

ISTITUTO REGIONALE

VILLE VENETE


la civiltà delle ville Le ville rappresentano il simbolo dello straordinario patrimonio culturale del Veneto, del Friuli Venezia Giulia, di tutti i territori della Serenissima, elemento costitutivo e unificante dell’identità, della storia, della civiltà espressa dall’intero Nord Est.

L’

Istituto Regionale Ville Venete, fondato nel 1958, è un ente strumentale virtuoso, necessario per lo sviluppo culturale ed economico della Regione del Veneto. Conservare e valorizzare le ville storiche significa effettuare un intervento indispensabile per lo sviluppo culturale e turistico del Veneto e del Friuli Venezia Giulia. “Un’azione coordinata e integrata che si rivela un vero e proprio moltiplicatore per gli investimenti - dichiara la Presidente dell’Istituto, Giuliana Fontanella - nelle diverse realtà del territorio e per offrire nuove opportunità ai giovani”. Da più di cinquant’anni, con riconosciuta efficacia, questa Istituzione pubblica ha favorito la conservazione e la valorizzazione del grande patrimonio costituito dalle Ville Venete, luogo di tradizioni e di valori, elemento unificante dell’identità culturale e della civiltà dell’intero Nord Est. Come si concretizza l’attività di tutela delle Ville? L’Istituto, fino ad oggi, ha cata-

Giuliana Fontanella, Presidente dell’Istituto Regionale Ville Venete

2


Villa Venier Contarini, la sede dell’Istituto

Aprire le ville e renderle effettivamente fruibili, migliorarne la conoscenza, renderle accessibili alla didattica e a tutti, rappresenta l’obiettivo dei nostri finanziamenti

logato 4238 ville venete di cui circa 3800 in Veneto e 400 in Friuli (il catalogo è pubblicato on line sul sito www.irvv. net). L’attività di studio e ricerca è proseguita in questi anni con l’aggiornamento del repertorio specifico degli apparati decorativi, della statuaria, dei parchi e dei giardini.

Per quanto riguarda invece le Ville di proprietà di privati? Il sostegno ai proprietari nelle attività di restauro e conservazione si esplica attraverso l’erogazione di finanziamenti, sotto forma di mutui e contributi, promossi con appositi bandi, recentemente aggiornati e semplificati. Aprire

3

le ville e renderle effettivamente fruibili, migliorarne la conoscenza, renderle accessibili alla didattica e a tutti, rappresenta l’obiettivo dei nostri finanziamenti. L’Istituto intende quindi sostenere e accompagnare lo sviluppo della cultura, attraverso la promozione della conoscenza delle ville venete, intese non solo come risorsa da preservare, ma come bene collettivo da animare e coinvolgere in un dialogo aperto e partecipato.


il consiglio di amministrazione Una squadra con esperienze e competenze specifiche per un unico obiettivo: la tutela e la valorizzazione delle Ville Venete. Giampi Zanata

Nazzareno Leonardi

Franco Dusi

Mariella Mazzetto

Angelo Grella

Vicepresidente

Michele Carpinetti

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Membri effettivi

Membri Supplenti

Filippo Carlin - Presidente

Nicola Falde

Mirco Gomiero

Angela Ivana Zen

Carla Marchiori

4


un ospite Vittorio sgarbi Riconosciuto come uno dei più autorevoli e istrionici critici d’arte italiani, Vittorio Sgarbi è ospite della VI edizione del Festival delle Ville Venete.

C

ritico e storico dell’arte, saggista, conduttore televisivo, politico e molto altro. Ha curato numerose mostre in Italia e all’estero, ed è autore di saggi, articoli e di diversi volumi. In collaborazione con l’Istituto Regionale Ville Venete è da ricordare “Andrea Palladio – la luce della ragione. Esempi di vita in villa dal XIV al XVIII secolo”, edito da Rizzoli. Vittorio Sgarbi si è interessato alla storia delle ville venete e in particolar modo alla vita del Palladio. “Con Palladio, la villa ‘alla romana’ per antonomasia diventa la villa veneta, che non indica più solo una ben definita localizzazione geografica, ma una nuova tipologia architettonica. Con Palladio, la terraferma veneta da Mira a Vicenza, da Padova a Treviso, e da Verona a Rovigo, è l’area culturale dove matura nel corso di quattro secoli l’esperienza dell’architettura residenziale più evoluta del mondo, destinata a essere universalmente imitata nei secoli seguenti, in Inghilterra come in Francia, negli Stati Uniti come in Spagna. Palladio non ha inventato tutto ciò dal nulla. Spetta all’intelligenza dell’architetto, quando non al suo genio pratico,

trovare per ogni circostanza la soluzione più adatta, in continuità con il passato e per rispondere alle esigenze del presente”. Così Sgarbi descrive le opere architettoniche realizzate dal cele-

sto che opere compiute, che si impongono come l’elaborazione più completa del pensiero dell’uomo rispetto alla natura, chiaramente distinti dalla natura e dal paesaggio, eppure ad esso legati da un

La terraferma veneta {...} è l’area culturale dove matura nel corso di quattro secoli l’esperienza dell’architettura residenziale più evoluta del mondo bre architetto, descrizione calzante per definire le ville venete in generale: “Edifici che sembrano un pensiero architettonico piutto-

5

rapporto indissolubile, così che anche la natura sembra pensata dall’architetto”. da “Andrea Palladio – la luce della ragione”


programma VENERDì 13 settembre Villa Contarini Ghirardi Via Camerini, 1 - Piazzola sul Brenta (PD) Tel. 049 8778272/73 Danza in villa compagnia “Venezia Balletto” (ore 17.00) Saluto delle autorità (ore 17.30) Incontro con Vittorio Sgarbi (ore 18.00) Degustazione prodotti tipici (ore 20.00) Musica, letture, interventi: Dandula, l’ultimo sorriso di Mozart (ore 21.00) (in collaborazione con Amici della Musica di Venezia) Manifestazione collaterale: Teatro Olimpico (Vicenza) Concerto European Youth Work Dresden-Venice (ore 20.30) SABATO 14 settembre Villa Venier Contarini Via Capitello Albrizzi, 3 - Mira (Ve) Segreteria: 041 5240119 Inaugurazione Mostra: Venezia-Le ville e l’editoria per ragazzi (ore 18.00) Musica e danza per l’Europa della compagnia “Venezia Balletto” (ore 19.00) Manifestazione collaterale: Villa Emo – Vedelago (TV) Concerto European Youth Work Dresden-Venice (ore 20.30) DOMENICA 15 settembre Villa Pisani Bolognesi Scalabrin Via Roma, 25/19/31 - Vescovana (PD) Tel. 0425 920016 Visita guidata e presentazione di progetti di valorizzazione di giardini europei (ore 16.00) Spettacolo teatrale “Rosaspina” per bambini e famiglie (ore 17.00) (in collaborazione con Ass.ne Culturale “Ludus Musicae”) LUNEDì 16 settembre Villa Dionisi Via Ca’ Del Lago, 70 - Cerea (VR) Tel. 045 8300633 Conversazione: la valorizzazione di interni ed arredi (ore 18.30) Degustazione con prodotti e vini delle enoteche locali (ore 20.00) Concerto del duo russo “Nemtsov” – violoncello e pianoforte (ore 21.00) (in collaborazione con Fondazione Morelato e Festival “La grande musica nei luoghi dell’arte”) Manifestazione collaterale: Barco Cornaro – Altivole (TV) Visita guidata e recite teatrali (ore 15.30) MARTEDì 17 settembre Villa Manin Piazza Manin, 10 – Passariano, Codroipo (Ud) Tel. 0432 821211 Intervento musicale a cura dell’Associazione “Società Filarmonia” (ore 17. 30) Saluto delle autorità (ore 18.00)

Tavola rotonda: misure di sostegno per la valorizzazione delle ville venete (ore 18.30) Cocktail (ore 19.30) Manifestazione collaterale: Villa Barbaro - Maser (TV) e Villa Emo - Fanzolo di Vedelago (TV) Visite guidate e conferenze (ore 10.00 e 11.30) MERCOLEDì 18 settembre Villa Venier Contarini Via Capitello Albrizzi, 3 - Mira (Ve) Segreteria: 041 5240119 Conversazione: iniziative dell’IRVV per la valorizzazione di Villa Venier (ore 9.30) Convegno - Corti rinascimentali extraurbane: un modello di cultura tra Italia e Polonia (ore 10.00) Manifestazione collaterale: Basilica di Sant’Antonio Padova (ore 17.00) Intervento di Philippe Daverio: l’immagine della villa e del giardino rinascimentale GIOVEDì 19 settembre Palazzo della Magnifica Comunità Piazza Papa Luciani, 3 - Mel (Bl) Tel. 0437 5441 La promozione della cultura dell’accessibilità: le guide multimediali Design for All – VEASYT Tour (ore 17.00) Spettacolo gruppo musicale (ore 18.00) VENERDì 20 settembre Villa Cordellina Lombardi Via Lovara, 36 - Montecchio Maggiore (Vi) Tel. 0444 696085 Progetto CULTEMA - Italia – Europa: esperienze a confronto (ore 17.30) Presentazione premio “Ville venete per l’Europa” con la partecipazione straordinaria di Ugo Pagliai (ore 19.00) Cocktail SABATO 21 settembre Villa Badoer Via G. Tasso, 1 - Fratta Polesine (RO) Tel. 0425 386103 Manifestazione di chiusura: Musical “Fantasie italiane” (ore 21.00) Tutte le manifestazioni sono ad ingresso libero, previa prenotazione telefonica. N. verde 800 905127 Mail: info@studioadc.net www.irvv.net da VENERDì 13 a DOMENICA 29 settembre Manifestazioni collaterali in collaborazione con Associazione Ville Venete www.villevenete.org

6


Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito al “Festival delle Ville Venete� una propria medaglia di rappresentanza


la rinascita di una villa

Villa Venier Contarini si trova a Mira, lungo la Riviera del Brenta. Sede operativa dell’Istituto Regionale Ville Venete dal 2011, è stata oggetto di un imponente processo di restauro conservativo con dotazioni funzionali per scopi direzionali.

È

forse una delle ville più affascinanti che costellano il corso del fiume Brenta, idealmente il contesto perfetto per ospitare l’Istituto. Il complesso si compone di un corpo padronale affiancato da due barchesse, a esso unite tramite brevi unità porticate, un oratorio e alcuni annessi, circondati da un ampio e luminoso parco. Dai documenti attualmente disponibili si ricava che nel 1660 Niccolò Venier acquistò l’edificio, che in seguito al matrimonio di Maria Venier e Alvise Contarini, prese il nome di “Villa Venier Contarini”. Dagli inizi del 1800 la Villa cambia numerosi proprietari, sino al 1953, quando passa alla Congregazione delle Suore Domenicane della Beata Imelda, che vi istituisce una scuola femminile. Nel 2001, l’Istituto Regionale Ville Venete acquisisce la Villa in nome e

per conto della Regione del Veneto, trasferendovi - dal 2011 - la propria sede operativa. Gli affreschi Le due barchesse, inizialmente costruite come luoghi di lavoro, furono poi destinate a eleganti ambienti di soggiorno e arricchite con affreschi. Nella barchessa est una sola sala è affrescata con alcune scene della storia di Psiche, in finte architetture. S’ipotizza che l’autore sia stato il fiammingo Daniel Van Den Dyck (1610-1670). La barchessa ovest presenta tre stanze interamente affrescate con storie tratte dall’Odissea, dall’Eneide e dall’Iliade, attribuite ad Antonio Zanchi (1631-1722) e Domenico Bruni (?-1666).

8

I restauri Data la grande importanza architettonica di questo magnifico edificio, l’Istituto Regionale Ville Venete ne ha curato il restauro conservativo. Alcune aree sono state adattate ad uso direzionale, che ha collocato così, proprio all’interno di una villa, il cuore pulsante delle proprie attività. Nel contempo la Villa è stata resa pienamente accessibile a tutti i visitatori. Gran-


Ufficio Informazioni Prenotazioni orario d’apertura: dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 16.00. @mail: villa.venier@coopculture.it Tel. 041 5240119 Fax 041 717771

Villa Venier Contarini Orari d’apertura: • Periodo primavera-autunno (1 aprile - 31 ottobre): − dal lunedì al venerdì: dalle ore 10.00 alle ore 17.00 su appuntamento; − sabato, domenica e giorni festivi: dalle ore 10.00 alle ore 17.00; • periodo invernale: su appuntamento de importanza è stata data all’accessibilità, rimuovendo completamente le barriere architettoniche. Al pian terreno è stata disposta un’area didattica comprensiva di un’ampia sala multimediale e una zona espositiva con pannelli inerenti la storia e i lavori condotti a Villa Venier e particolari di affreschi di Ville Venete. Tutta l’area della Villa è coperta da segnale Wi-Fi. Attualmente i lavori si sono spostati alla barchessa ovest, dove si sta procedendo al restauro del tetto, dei

serramenti, dei pavimenti delle sale interne e del portico. È poi in avanzato stato di progettazione l’intervento di ristrutturazione della barchessa est, con la preziosa sala affrescata, e dell’oratorio. Il parco retrostante e il giardino di fronte sono stati oggetto di una attenta manutenzione, per essere così vissuti immergendosi nel pieno contatto con la florida vegetazione. LE ATTIVITÀ Nel 2011, in occasione delle giornate europee del Patrimonio Culturale, la Villa è stata inaugurata quale nuova sede operativa. Successivamente, l’Istituto ha promosso una serie di manifestazioni ed eventi: giornate aperte al pubblico arricchite con visite guidate, cineteche tematiche, esi-

9

bizioni di giovani artisti, laboratori creativi, convegni e concerti. Hanno visitato Villa durante tali giornate circa 2000 persone. Fra le iniziative degne di nota promosse dall’IRVV è da annoverare l’appuntamento annuale di rilevanza nazionale quale il Festival delle Ville Venete, giunto quest’anno alla VI^ edizione. Di concerto con la Regione del Veneto, sono stati sviluppati due importanti progetti: uno di turismo scolastico e uno riguardo l’itinerario degli oratori delle ville venete. LA VILLA OGGI Villa Venier Contarini è oggi aperta al pubblico con determinati orari settimanali e previo acquisto di biglietto d’ingresso che prevede agevolazioni per gruppi famiglia, comitive, visite scolastiche e gratuità per bambini e ragazzi fino a 17 anni e anziani oltre i 65 anni.


Progetto cultema In tempi di crisi, stimolare gli investimenti nel settore del patrimonio artistico e culturale è una sfida. Il progetto europeo CULTEMA propone nuove soluzioni di governance agli investitori.

Investire nella cultura si può, e conviene a tutti. Nel 2012 la Regione del Veneto ha attivato un rapporto di collaborazione istituzionale con l’Istituto Regionale Ville Venete per l’attuazione di una parte del progetto europeo CULTEMA “Cultural value for sustainable territorial governance and marketing”. Tale progetto mira a sviluppare iniziative condivise di marketing culturale e territoriale con lo scopo primario

di incentivare gli investitori nel settore del patrimonio artistico e culturale, stabilendo nuove attuazioni di modelli di governance innovativi, in grado di ridurre le barriere amministrative, sociali ed economiche tra patrimonio culturale e potenziali investitori. Un’amministrazione del territorio sostenibile quindi, in grado di agire con una prospettiva di convenienza per gli investitori e fattore di crescita

10

culturale ed economica per tutti. L’IRVV ha costituito un elenco di 67 ville di proprietà di enti pubblici, invitando i rispettivi rappresentanti ad un 1° focus tenutosi il 19 Aprile a Villa Venier Contarini (VE), durante cui sono stati illustrati gli obiettivi e gli strumenti di attuazione del progetto. Il 2° focus, con la presenza degli operatori economici, si terrà il 20 settembre a Villa Cordellina Lombardi (VI).


Tesori persi e ritrovati Sono i tesori nascosti del nostro territorio: ville che, per vari motivi, restano non accessibili o in cattivo stato di conservazione. Ve ne presenteremo alcune in ogni numero, assieme ad altre che invece sono tornate ad essere un tesoro per tutti. Villa Bardellini Scotti Via Ca’ Corniani, 7 – 31010 Monfumo (TV) Questa villa padronale con annessi rustici, si erge su un’estesa area agricola ad elevata differenziazione (vigneti, uliveti, boschi), circondata dal paesaggio collinare tipico della zona pedemontana. L’edificio principale di origini cinquecentesche ha un accesso loggiato sul fronte al piano nobile rialzato, stanze in quello superiore e accessori al piano terra. Vi sono altri locali, a uso deposito e residenza, su un’ala indipendente posta a lato in continuità. La Villa, nel corpo principale, attualmente non è visitabile, né agibile.

Villa Pisani Vallaresso Via Roma, 67 – 35046 Saletto (PD) La villa, situata nel pieno centro storico di Saletto, è un classico esempio di Villa Veneta con caratteri stilistici, costruttivi e distributivi attribuibili al primo Seicento. Si erge su due piani fuori terra ed un piano mansardato (soffitte) adibito a granaio. Il corpo della villa nella sua parte centrale è sormontato da una sopraelevazione coronata da un timpano triangolare con cornice a dentelli, mentre nel fianco est è affiancato un corpo più basso di epoca successiva e adibito in origine a pertinenza rustica. In seguito a una serie d’interventi terminati nel 2013, oggi la Villa è sede del Comune di Saletto.

11


LA MAGIA LUN

VI PROPONIAMO UN ITIN ALLA SCOPERTA DI TRE SPLEND

9 .00

1h

Ritrovo a Villa Venier Contarini. Visita guidata delle barchesse laterali e del parco

Villa Venier Contarini (a)

Situata sull’argine sinistro del fiume Brenta, la Villa si compone di un corpo padronale affiancato da due barchesse, un oratorio e alcuni annessi. (vedi pag. 8) Le barchesse sono affrescate con cicli di affreschi risalenti al 1600. Oggi è sede dell’Istituto Regionale Ville Venete. Orari d’apertura: • Periodo primavera-autunno (1 aprile - 31 ottobre): − dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 17.00 su appuntamento; − sabato, domenica e giorni festivi, dalle 10.00 alle 17.00; • periodo invernale: su appuntamento. informazioni: Via Capitello Albrizzi, 3 - 30034 Mira (VE) villa.venier@coopculture.it Tel. 041 5240119

10 .30

1h 30 minuti

Trasferimento con mezzi propri a Villa Badoer Fattoretto. Visita guidata della Villa, del parco e del “Museo del Villano”

Villa Badoer Fattoretto

Situata sull’argine destro del fiume Brenta, la Villa si compone di un corpo padronale settecentesco e annessi laterali. Dopo aver subito ingenti danni durante il secondo conflitto mondiale, subì un restauro completo e la raccolta nelle adiacenze di documenti, materiali e attrezzi legati alla “vita del villano”, creando così un museo. Orari d’apertura: tutti i giorni festivi di aprile, maggio, giugno, settembre ed ottobre con turni 15.00 - 16.30 - 18.00 Visita durante tutto l’anno, previo appuntamento, per gruppi superiori alle 10 persone. informazioni: Via Ettore Tito, 2 – 30031 Dolo (VE) www.fattoretto.com Tel. 041-410113

12


NGO IL BRENTA

NERARIO DI UN GIORNO, DIDE VILLE IN RIVA AL BRENTA

12

pranzo con specialità enogastronomiche locali, in uno dei tanti ristoranti della zona Possibilità, previa richiesta a Villa Fattoretto, di un rinfresco con vini della casa e stuzzichini.

.30

NAvigazione sul Brenta

Imbarco a bordo della motonave Delta Nova Elettrica e navigazione lungo la Brenta (prenotazioni obbligatorie devono essere effettuate di persona e per iscritto via telefax o e-mail).

Delta Tour Tel. 335 8167123 | www.deltatour.it

16

14 .00

arrivo e visita a villa widmann

.30

1h

Villa Widmann

Situata sull’argine sinistro del fiume Brenta, la Villa si compone di un corpo padronale settecentesco con giardino e corte adiacente, la barchessa, la cappella gentilizia e un vasto parco a nord con la serra. La Villa nel corso degli anni passò diversi proprietari finché nel 1984 la Provincia di Venezia la acquistò ad un’asta giudiziaria. Oggi è sede di mostre, eventi culturali e dello IAT di Mira. Orari d’apertura: Visite solo su prenotazione informazioni: Via Nazionale, 420 – 30034 Mira (VE) Tel. 041 5600690 / 041 424973

Rientro con motonave e/o con mezzi pubblici a Villa Badoer Fattoretto

17 .30

c

dolo

A

Mira

b

13


conoscere le ville Architetto e dottore in giurisprudenza, Carlo Canato ricopre il ruolo di Direttore dell’Istituto Regionale Ville Venete dal giugno 2007

La valorizzazione di un sistema di valori profondamente identitario e qualificante come le Ville Venete si concretizza non soltanto attraverso l’erogazione di fondi e incentivi a favore di azioni di restauro e di riqualificazione, ma soprattutto attivando azioni efficaci e innovative di informazione e divulgazione dei programmi di attività dell’Istituto, promuovendo la fruizione e l’effettiva accessibilità al pubblico del patrimonio culturale. La realizzazione di questa pubblicazione si inserisce pienamente in questa prospettiva, rispondendo all’obiettivo – fortemente voluto dal Consiglio di Amministrazione - di divulgare la conoscenza della “civiltà delle ville” presso un pubblico sempre più ampio, studiosi, studenti, proprietari di ville, o potenziali fruitori che intendono avvicinarsi all’affascinante scenario offerto delle Ville Venete. Accessibile dal web, il nuovo magazine dell’IRVV unisce l’efficacia della forma cartacea alla rapidità offerta dalla rete, convogliando in modo accattivante immagini e contenuti, incentivando il nuovo magazine dell’IRVV unisce l’efficacia della forma cartacea alla rapidità offerta dalla rete

l’utilizzo di nuovi mezzi di comunicazione, per rendere ancora più trasparente la attività istituzionale, spesso sottovalutata o ancora poco conosciuta. Queste pagine potranno inoltre ulteriormente favorire forme di collaborazione, dialoghi e intese tra tutti i soggetti impegnati nella riqualificazione del paesaggio, contribuendo a far “concorrere” tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, endiadi inscindibile, per

preservare la memoria della nostra comunità e del suo territorio, e promuovere così lo sviluppo della cultura. Organigramma dell’Istituto Presidente: Giuliana Fontanella Direttore: Carlo Canato Dirigente: Sergio Gallo Segreteria: Barbara Marangoni Martina Bertolini Rita Fornaciari Federica Panizzolo Nereo Quadrelli Massimo Dotto Ragioneria: Anna Zanitti Denisa Rizzo Anna Pauletto Ufficio tecnico: Claudio Albanese

14


una guida per tutti Le Ville Venete sono un patrimonio di storia, arte e cultura, e come tali devono essere rese accessibili a tutti. L’Istituto ha concentrato i suoi sforzi nell’incremeno dell’accessibilità, anche in presenza di deficit visivi e uditivi.

I

n quest’ottica di inclusione, a nessuno deve essere preclusa la possibilità di accedere alle ville, alla loro storia e alla loro bellezza. Per questo l’Istituto Regionale Ville Venete ha intrapreso un percorso di sinergia con VEASYT s.r.l., spin-off dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Questa società, altamente specializzata nell’ambito della sordità, della ricerca linguistica e dei disturbi dell’apprendimento, ha messo a disposizione le proprie conoscenze per la realizzazione di guide adatte anche ai fruitori con deficit sensoriali.

Il risultato è VEASYT Tour, una guida multimediale accessibile, che permette a tutti i visitatori di accedere a contenuti culturali o informativi. Le guide sono consultabili via web direttamente sul luogo di visita dai propri dispositivi portatili (smart-phone e tablet), ma anche dal proprio Pc di casa. Le guide sono organizzate in capitoli che presentano i principali punti di interesse delle realtà culturali, fruibili in modalità audio, testo e video in lingua dei segni, arricchiti da foto, mappe, e ricostruzioni grafiche.

Nel 2012 sono state realizzate sette guide per altrettante ville Villa Emo a Vedelago (TV) Palazzo della Magnifica Comunità a Mel (BL) Villa Contarini Camerini a Piazzola sul Brenta (PD) Villa Pojana a Pojana Maggiore (VI) Villa Venier Contarini a Mira (VE) Villa Carlotti a Caprino Veronese (VR) Villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore (VI)

15


notizie in breve Concessione di finanziamenti L’Istituto Regionale Ville Venete promuove l’erogazione di finanziamenti, nel rispetto della legge istitutiva (L.R. 63/1979) e del Codice dei Beni Culturali (D. Lgs. N. 42/2004). Attraverso i nuovi bandi, approvati nel corso del 2012 e validi per l’anno 2013, sono state rese disponibili risorse per un ammontare di circa 2.400.000 euro suddivise in: - Contributi a fondo perduto per il consolidamento, manutenzione e restauro di Ville Venete;

- Mutui ammortizzabili in quindici anni per il consolidamento, manutenzione e restauro di Ville Venete; - Contributi a fondo perduto per il consolidamento, manutenzione e restauro di Ville Venete danneggiate da eventi calamitosi. Potranno chiedere i finanziamenti proprietari, possessori o detentori di Villa Veneta catalogata dall’IRVV e tutelata ai sensi della parte II del D. Lgs. N. 42/2004, aventi titolo all’esecuzione dell’intervento. L’erogazione del contributo o

il contratto di mutuo dovrà prevedere l’accessibilità al pubblico della villa, del parco o del giardino, secondo modalità fissate, caso per caso, tenendo conto della tipologia degli interventi, del valore artistico e storico degli immobili e dei beni mobili in essi esistenti. Le domande potranno essere presentate entro e non oltre il 30 Novembre 2013. Maggiori dettagli sono presenti all’interno del sito dell’IRVV, sotto la voce Ville Venete Finanziamenti.

Progetto Tasting Ville Venete Tasting Ville Venete è il catalogo che l’Istituto Regionale Ville Venete si appresta a realizzare tra il 2013 e il 2014 con lo scopo di valorizzare quelle ville che testimoniano ancor oggi la loro originaria vocazione agricola ed enogastronomica. Per la catalogazione l’Istituto si avvale della collaborazione dell’Associazione Strada del Vino di Soave che conta una forte esperienza nel settore della promozione territoriale e dei prodotti enogastronomici di qualità. Si prenderanno in esame le 884 Ville Venete situate nella Pedemontana Veneta e dislocate in 114 Comuni, verificando inizialmente quali hanno una cantina di proprietà e non, quante hanno una cucina storica utilizzabile per corsi di cucina, e quante possiedono orti utilizzabili a scopo didattico.

www.irvv.net

Villa Venier Contarini, Via Capitello Albrizzi n. 3 – 30034 Mira (VE) tel. 041.5235606 Fax. 041.5225219 - segreteria@irvv.net Ville Venete, Bimestrale Redazione: Marta Faccin, Francesco Meneghini Grafica: Amos Montagna Progetto editoriale e grafico: Hassel Comunicazione | www.hassel.it

Istituto Regionale Ville Venete  

Il nuovo magazine dell'Istituto Regionale Ville Venete

Istituto Regionale Ville Venete  

Il nuovo magazine dell'Istituto Regionale Ville Venete

Advertisement