Page 1

Cover+IICop_Layout 1 29/03/16 09:50 Pagina I

CLASSIC

IFDM

&LUX

INTERIOR FURNITURE DESIGN MAGAZINE N. 4 | Milan Design Week

IL FOGLIO DEL MOBILE

34

Per una nuova visione di classico Italian and

english

Nella foto, il backstage del corto Before Design Classic @Salone del Mobile

texts

18

Luciano Colombo

ANNIBALE COLOMBO

25

Nuovi spazi dedicati

56

Così lontano, così vicino


Cover+IICop_Layout 1 23/03/16 17:15 Pagina II


01_Turri_01 30/03/16 10:46 Pagina 1


02_03_Asnaghi doppia_Layout 1 30/03/16 11:02 Pagina 2


02_03_Asnaghi doppia_Layout 1 30/03/16 11:02 Pagina 3


04_05_ColomboStile_Layout 1 30/03/16 11:03 Pagina 4


04_05_ColomboStile_Layout 1 30/03/16 11:04 Pagina 5


06_07_Sommario_Zanaboni_Layout 1 01/04/16 17:59 Pagina 6

Let’s keep in touch!

sommario

facebook.com/ifdmilfogliodelmobile twitter.com/fogliodelmobile instagram.com/ifdmsocial pinterest.com/ifdm

IFDM IL FOGLIO DEL MOBILE

04 YEAR X

ART

&INTERIORS 34 Per una nuova visione di classico

22 PEOPLE & PROJECTS

Carlo Colombo

FOCUS ON

38 GIORGIO COLLECTION

SIX NEWS

from IFDM.it

14 A selection from web

40 COLOMBO STILE Quota 130

GOOD

42 ASNAGHI INTERIORS

LIKES

Sorprendente classicità

16 Moderni e d’impatto PEOPLE

&OPINIONS

18

Lezioni di stile

44 OPERA CONTEMPORARY

Armonia d’insieme

ANNIBALE COLOMBO

54 PROGETTO GALLERY Progetto Gallery on stage ZOOM ON CLASSIC

56 Così lontano. Così vicino. SHOWROOM

NUOVE APERTURE

62 I templi del luxury EVENTI

&APPUNTAMENTI

64 Gli eventi che accompagnano i successi delle aziende

44 FOCUS ON

Interview with Luciano Colombo

Armonia d’insieme OPERA CONTEMPORARY

PEOPLE

&PROJECTS

EDITOR-IN-CHIEF Paolo Bleve bleve@ifdm.it MANAGING EDITOR Matteo De Bartolomeis matteo@ifdm.it EDITOR Veronica Orsi redazione@ifdm.it COLLABORATORS Cristina Ferrari, Rachele Frigerio Paola Tisi PR & COMMUNICATION Simona Marcora marketing@ifdm.it GRAPHIC DEPARTMENT Sara Battistutta grafica@ifdm.it WEB DEPARTMENT web@ifdm.it TRANSLATIONS Trans-Edit Group - Italy

22 Interview with Carlo Colombo

ADVERTISING Marble Studio/ADV Tel. +39 0362 551455 info@ifdm.it

MONITOR

LUXURY

25 Nuovi spazi dedicati

CLOSED BY THE EDITORIAL STAFF 1st April 2016

34 ART & INTERIORS

Per una nuova visione di classico

MILAN DESIGN WEEK ISSUE

46 TAGLIABUE A&A A ciascuno il suo

48 CITTERIO F.LLI L’esaltazione della purezza

50 ANGELO CAPPELLINI Silver Made

OWNER AND PUBLISHER Marble Studio HEAD OFFICE AND ADMINISTRATION Via Milano, 39 20821 - Meda, Italy Tel. +39 0362 551455 Fax +39 0362 650276 www.ifdm.it PRINTED BY Elcograf Spa - Verona, Italy Authorization of the Court of Milan n. 101 of March 02nd 2010 All rights reserved. No part of this publication may be reproduced, stored in a retrieval system or transmitted in any form or by any means, electronic, mechanical, photocopying, recording or otherwise, without the prior written permission of the copyright owner. A record and picture file is available at Marble Studio’s.

IFDM 6 Aprile 2016


06_07_Sommario_Zanaboni_Layout 1 01/04/16 17:10 Pagina 7


08-09_Medea_Layout 1 30/03/16 11:05 Pagina 8


08-09_Medea_Layout 1 30/03/16 11:05 Pagina 9


10_11_Jumbo_Editoriale_Layout 1 01/04/16 15:50 Pagina 10


10_11_Jumbo_Editoriale_Layout 1 01/04/16 15:51 Pagina 11

EDITORIALE

PAOLO BLEVE | Editor-in-chief

A

ccade solo una volta l’anno, ma decisamente con abbondante stile. A Milano l’evento iconico atteso da tutto il mondo non è trainato solo dal Design, bensì anche dal Classico, o meglio, dall’interpretazione del Lusso, che siamo soliti vedere nei progetti di interior più affascinanti presentati nelle esclusive location internazionali, e che ora ritroviamo tra i primi padiglioni al Salone del Mobile di Milano. L’artigianalità, la sartorialità e l’innegabile unicità delle lavorazioni e dei materiali pregiati che modellano le collezioni d’arredo, sorprenderà anche quest’anno i visitatori più esigenti.

TRA BRONZI, MADREPERLE E INTARSI D’AUTORE Cambi d’abito nelle poltrone Luigi XVI che si vestono di nuovi tessuti per un tocco più attuale rispetto ai tradizionali damascati, soggiorni Barocchi acquisiscono allure contemporanei che non trascurano mai l’alto livello delle essenze utilizzate, proposte di un decò rinvigorito e alleggerito nei toni e, per completare, le novità più glamour per i fashion addicted. Abbiamo raccolto tra queste pagine alcune tra le più importanti novità di questo affascinante spettacolo. Tutti gli attori sono pronti in scena. Si apra il sipario.

The artistic charm of bronzes, mother of pearl and inlays It only takes place once a year, but it certainly doesn’t lack style. The Milanese iconic event, eagerly anticipated by the entire world, isn’t exclusively driven by Design, but is also stimulated by Classic, or rather, the interpretation of Luxury, which we usually notice in the most fascinating interior projects presented in the exclusive international locations, the same we now find among the first pavilions at the Salone del Mobile di Milano. Craftsmanship, customization and the uniqueness of techniques and materials that model furniture collections, will amaze even the most demanding visitors this year. The Louis XVI armchairs dress up new fabrics featuring a more modern taste than traditional damask, Baroque-inspired living areas acquire a more contemporary allure that never neglects the high quality of the materials employed, enhanced Deco solutions with lighter nuances, and last but not least, the most glamorous news for fashion addicts. In the following pages we have collected some of the most important novelties of this fascinating stage. The actors are ready. Let’s rise the curtain.

IFDM 11 Aprile 2016


12_13_Elledue doppia_Layout 1 01/04/16 15:30 Pagina 12


12_13_Elledue doppia_Layout 1 01/04/16 15:31 Pagina 13


14_15_SixNews_Smania_Layout 1 02/04/16 09:03 Pagina 14

sIX news

from IFDM.it

everyday

live on IFDM.it LA PRIMA LONDINESE DI ROBERTO CAVALLI HOME Roberto Cavalli Home Interiors sbarca per la prima volta a Londra con il partner Kings of Chelsea, inaugurando uno showroom interamente dedicato al luxury lifestyle.

THE LONDON PREMIERE OF ROBERTO CAVALLI HOME For the first time Roberto Cavalli Home Interiors arrives in London thanks to a partnership with Kings of Chelsea, inaugurating a showroom entirely dedicated to luxury lifestyle.

THE SOUTH BEACH, LUXURY DA VIVERE Gli studi Foster+Partners e Aedas hanno progettato un’icona del lusso, combinandola con imperativi eco-friendly: The South Beach, hotel elitario per i veri amanti dello splendore.

THE SOUTH BEACH, LUXURY TO LIVE The Studios Foster+Partners and Aedas designed a luxury icon, combined with eco-friendly imperatives: The South Beach, exclusive hotel for beauty lovers.

L’ELEGANZA SENZA TEMPO DI RICHARD GINORI La Maison Richard Ginori si presenta all’evento parigino con nuove collezioni che ampliano la sua ricercata proposta di porcellane e cristallerie. Reinterpretazioni della classicità che impreziosiscono l’home decoration.

THE TIMELESS ELEGANCE OF RICHARD GINORI Maison Richard Ginori presents, on the occasion of the Parisian event, new collections that expand its elaborate proposals of china and glassware. Reinterpretations of the classics that ornate the home decoration.

LA NUOVA BOUTIQUE PISA NEL QUADRILATERO MILANESE Pisa apre le porte del nuovo Flagship store di via Verri a Milano. Una location raffinata che riflette l’eccellenza dei suoi prodotti di alta orologeria, quanto l’identità che guida il Gruppo da tre generazioni.

UNA FULL IMMERSION NEI DESIGN DAYS THE NEW PISA BOUTIQUE IN THE QUADRILATERO D'ORO Pisa opens its new Flagship store on via Verri, Milan. A refined location which reflects the excellence of its luxury watches as well as the identity which has marked the Group for three generations.

L’ESTRO CREATIVO DI WANDERS CONTAMINA DUBAI

L’elitario d3 è tra i partner di Design Days Dubai, la quattro giorni che si inaugura oggi in Downtown; in un intreccio tra arte e design da collezione, l’esclusiva fiera araba attrae un pubblico internazionale specializzato con le sue iniziative affascinanti e inedite.

FULL IMMERSION IN DESIGN DAYS The exclusive d3 is one of Design Days Dubai’s partners, the four-day event to be launched today in Downtown; a mix between art and collectible design, the fair draws an international public with its curious and fascinating proposals..

Il designer olandese Marcel Wanders debutta a Design Days Dubai con opere esclusive e pienamente in linea con la sua personalità eclettica, generatrice di nuovi orizzonti artistici.

MARCEL WANDERS’ CREATIVITY CONTAMINATES DUBAI For the first time the Dutch designer Marcel Wanders takes part at Design Days Dubai with exclusive works, in line with his eccentric and versatile personality.

IFDM 14 Aprile 2016


14_15_SixNews_Smania_Layout 1 01/04/16 16:05 Pagina 15


LIKES

BAZZIINTERIORS.COM Grande spazio all’immagine nel nuovo sito di Bazzi Interior Decoration, che rende efficace e d’impatto la comunicazione di prodotti e lavorazioni attraverso video e scatti che svelano il cuore dei processi artigianali. Scroll verticale di grande immediatezza e lingua solo inglese, all’insegna di una forte internazionalizzazione.

The new Bazzi Interior Decoration site places great emphasis on its image, effectively communicating its products and techniques with great impact, through videos and photos that reveal the heart of the artisan processes. It features a very striking vertical scroll and an English language option, demonstrating strong internationalization.

MODERNI E D’IMPATTO AVERE UN BUON PRODOTTO OGGI NON BASTA PIÙ. BISOGNA ANCHE COMUNICARLO, E SAPERLO FARE NEL MODO GIUSTO, CON IMMEDIATEZZA, EFFICACIA E ATTENZIONE A OGNI DETTAGLIO, DALLA FORMA AL CONTENUTO. PER QUESTO LE AZIENDE DEL SETTORE SEMPRE PIÙ STANNO PUNTANDO A UN RINNOVAMENTO DELLA PROPRIA IMMAGINE ANCHE ATTRAVERSO LA COMUNICAZIONE ONLINE, CHE SI FA MODERNA, ESSENZIALE E DIRETTA, CON UN OCCHIO DI RIGUARDO ALLA PRESENZA DEI CANALI SOCIAL

The new Gianfranco Ferré Home site also concentrates on the company’s image, with a clean, elegant, modern design and a black and white theme. The section dedicated to products is divided into the two major categories of Interiors and Accessories, which lead to the discovery of every single, meticulously-described piece.

COLOMBOSTILE.IT

ASNAGHI.COM

Restyling grafico e di contenuto per il nuovissimo sito di Colombo Stile, lanciato proprio nei giorni del Salone. Fra le novità, la possibilità di vedere l'intero archivio prodotti dell’azienda, una carrellata di immagini dei progetti nel mondo e la presenza di una videogallery. Nuovo anche il collegamento ai canali social come Facebook, Instagram, Twitter e WeChat.

L’aria di rinnovamento che sta respirando l’Asnaghi Interiors, avvolge anche la sua vetrina online, che intende riflettere la nuova impostazione più moderna e dinamica intrapresa a livello produttivo. Più veloce per la consultazione, più ricco di contenuti, immagini e cataloghi. Uno strumento che intende essere di pratico supporto in primis alla rete distributiva.

SALONEMILANO.IT Nuovo volto digitale per il Salone di Milano anticipa l’evento con la nuova piattaforma web: al centro, l’esperienza dell’utente, visitatore ed espositore. Storytelling narrativo, servizi innovativi, layout verticale, approccio “mobile first” (adattabile a ogni device mobile), video e foto gallery si integrano in un unico ambiente per mantenere un filo diretto con il pubblico, prima, durante e dopo la manifestazione.

The rejuvenation of Asnaghi Interiors is evident in its online showcase, which aims to reflect the company’s new, more modern and dynamic approach to production. The site is faster and contains a greater wealth of content, images and catalogs. It is intended to provide practical assistance, primarily for the distribution network.

GIANFRANCOFERREHOME.IT Pulito, elegante e moderno, giocato sul filo conduttore del bianco e del nero, anche il nuovo sito di Gianfranco Ferré Home fa parlare innanzitutto l’immagine. La sezione dedicata ai prodotti è divisa nelle due macrocategorie Interiors e Accessories, che portano alla scoperta di ogni singolo pezzo, minuziosamente descritto.

The new digital face of the Salone di Milano anticipates the event with a new web platform: it puts the experience of users, visitors and exhibitors first. Narrative storytelling, innovative services, a vertical layout, a “mobile first” approach (adaptable to every mobile device), video and photo gallery are integrated in a single platform in order to maintain a direct link with the public before, during and after the event.

IFDM 16 Aprile 2016

The new Colombo Stile site, launched during the Salone, has a restyled graphic design and content. Among the new features is the ability to see the company's entire archive of products, a gallery of images of its projects worldwide and a video gallery. There are also new links to social media like Facebook, Instagram, Twitter and WeChat. .


16_17_GoodLikes_GiorgioCollection_Layout 1 01/04/16 16:06 Pagina 17


18-19_Opinione_Layout 1 01/04/16 15:57 Pagina 18

People

&OPINIONS

Luciano Colombo OWNER of ANNIBALE COLOMBO text by Paola Tisi

A PIÙ DI DUECENTO ANNI DALLA SUA FONDAZIONE, ANNIBALE COLOMBO OGGI È UN PUNTO DI RIFERIMENTO INTERNAZIONALE NEL PANORAMA DELL’ALTA EBANISTERIA, VANTANDO UN INESTIMABILE PATRIMONIO DI CONOSCENZE ED ESPERIENZE. NE ABBIAMO PARLATO CON LUCIANO COLOMBO, CHE CI HA RACCONTATO DI IERI… E DI OGGI

Quella di Annibale Colombo è una storia con radici profonde, scandita da passaggi fondamentali… Sì, è una storia antica, iniziata circa 200 anni fa grazie alla volontà della mia famiglia che, in un contesto rurale, inizialmente restaurava mobili per la nobiltà milanese, per poi espandere l’attività a città limitrofe. Il lavoro è stato da subito impostato su alti standard qualitativi e questo ha portato a incrementare sempre più le aree di specializzazione. La vocazione al bello e l’attenzione al dettaglio ha indirizzato naturalmente l’attività verso un costante affinamento delle lavorazioni, permettendo l’integrazione di produzione e progettazione. Da qui l’assunzione graduale di una diversa autorità professionale e l’inizio della realizzazione di mobili di nostra produzione. La prima espansione commerciale si è rivolta al mercato italiano, ma dopo la fine della seconda Guerra Mondiale sono stati instaurati dei primi rapporti con Berlino: un passo importante, che ha determinato l’orientamento dell’azienda verso il mercato tedesco prima, europeo poi e mondiale oggi.

Come definirebbe lo stile che oggi vi caratterizza? Sicuramente oggi prediligiamo un classico rivisitato in chiave moderna. Nel nostro catalogo cerchiamo di mantenere un equilibrio elegante e sobrio tra una produzione ricca, ma sempre senza eccessi, e una più contemporanea. In un mercato sfaccettato come quello odierno diventa ormai difficile diversificarsi. Per questo trovo molto interessante per il nostro comparto la reinterpretazione dello stile classico con contaminazioni moderne, attraverso attente e interessanti combinazioni di pezzi o materiali inusuali. Del resto anche da parte delle aziende di design c’è oggi una tendenza alla contamina-

zione con spunti classici. Tendenza che potrebbe portare - come io auspico - a fare sistema, almeno fra realtà dello stesso standard qualitativo. Sempre in primo piano, comunque, sono il gusto e le indicazioni che arrivano dai clienti. Come nel caso, ad esempio, del Prince Palace di Abu Dhabi, dove l’ampiezza degli spazi e l’opulenza degli ambienti hanno richiesto un arredamento ricercato e ricco, che ben si adattava a quel contesto.

Cosa pensa del nuovo padiglione xLux, inaugurato a questa edizione del Salone? Penso che rappresenti l’esigenza di una fascia anche molto ampia di pubblico che ama circondarsi di un certo tipo di ricchezza: forme, colori e dettagli luxury che, in particolare nelle aree emergenti come Cina e Russia, sono molto apprezzati. In Cina, ad esempio, si tende all’affermazione di un determinato status che, se prima era rappresentato dalla moda, ora ha lasciato il passo ai brand dell’arredo.

Quest’anno al Salone viene presentato il progetto Before Design: Classic. Può essere uno stimolo per un nuovo approccio al classico? Sicuramente sì. È espressione di una nuova visione del classico contemporaneo. Quest’anno Federlegno Arredo Eventi ha finalmente deciso di investire maggiormente nel nostro comparto. Abbiamo quindi pensato a un modo nuovo per coinvolgere le aziende, e abbiamo voluto farlo con un taglio accattivante e non tradizionale. Da qui l’idea del cortometraggio di Matteo Garrone e della mostraevento che insieme hanno voluto interpretare il nuovo classico. Un progetto molto coinvolgente, che farà il giro del mondo e di cui personalmente sono molto contento. Un riconoscimento doveroso e, spero, l’inizio di una valutazione diversa di un comparto che non è affatto irrilevante!

La Cina è uno dei mercati su cui state puntando? Sicuramente si tratta di un’area di gusto interessante e che sta dando dei risultati incredibili. Nell’ultimo periodo, l’Italia ha superato la Germania nell’esportazione di mobili, anche classici, in quest’area, è questo è per noi un segnale particolarmente importante. La Cina è un mercato da non sottovalutare, con radici e tradizioni forti che dobbiamo rispettare e conoscere. Non credo che i Cinesi vadano educati al nostro gusto né che gli si debba insegnare come arredare le loro case. Penso invece che vadano accompagnati nelle loro scelte, realizzando insieme progetti che creino un connubio fra la loro cultura e la nostra. IFDM 18 Aprile 2016

iSaloni Milano Hall 1 - Booth C15-21


18-19_Opinione_Layout 1 01/04/16 15:58 Pagina 19

So the Chinese market is one you are targetting? I think it is a market that you cannot underestimate. It is one to be respected, for its culture and traditions. I don’t think Chinese people should be “educated” in our taste , nor should we teach them how they should furnish their homes. I think, instead, that they should be guided in their demands, so that we work together to marry their historical remnants and our own. And Before Design: Classic? Does this event offer a new approach to what is classic? Without question. It expesses a new vision, of contemporary-classic style. This year, Federlegno Arredo Eventi has finally invested more in our sector. We have therefore thought of a new way to involve companies, at least a representation thereof, and we have sought to do so with a captivating and non-traditional angle. That’s where the idea of the short film by Matteo Garrone and the display event came from. Together these have sought to interpret the new classic style. The project has been enthralling. It will go around the world and I am very happy about it.

Tavolo BEND

How did your long and successful story begin? Our story dates back a long way, it began around 200 years ago, thanks to the work of my family. In a rural setting, they used to repair furniture for the Milanese nobility. Initially they only did this for the Milanese, but then, with the arrival of motorisation, they started to do so for other nearby cities too. The work was always done to a high level, bringing about a new profession, for one to learn, which over time became less and less about simply finishing things. Working on objects to make them beautiful soon led to workings being more refined and to more general learning, allowing for the integration of production and planning. From this point, the trade gradually began to assume a different professional authority, as we started to create our own pieces. The first commercial expansion was in Italy, but since my father was lucky enough to study German, the first links were made with Berlin after World War Two. This was an important step which directed us towards the German market first of all, then to Europe and then worldwide today. What is the style which characterises you today? I would say that today, in general, we favour classics revisited with a modern angle. In our catalogue we try to maintain an elegant and sober balance, between relatively rich production, though always avoiding excess, and that which are more contemporary. It is difficult now to diversify from what has already been done, and that is another reason why I like to try

and reinterpret a style with modern influence, through careful and strange combinations, using unusual pieces or materials. Also, for certain design companies, there is the influence of classic hints. This could lead us — and I hope this does happen — to move more in the same direction, at least in the case of companies offering a similar level of quality. Then of course, you cannot avoid personal taste, in certain situations, for instance that of a customer. This was what happened with the Prince Palace in Abu Dhabi, where the size of the spaces and the opulence of the rooms meant that furnishing had to be rich and well thought-out, and fitted well in that setting. What do you think about the new xLux pavilion for the Salone del Mobile and the “new” style it will host? I think it is indicative that more and more people want to surround themselves with a certain type of richness, also from a visual perspective: shapes, colours and details which, particularly in emerging nations like China and Russia, are really appreciated. China, for example, looks for the manifestation of a certain state of well-being which, though previously represented by fashion, is now represented by furniture brands which have links with fashion. Therefore, it is certainly an interesting area of taste, which is offering up incredible results. We have overtaken Germany when it comes to exporting furniture to China, and most probably thanks to this type of product. This isn’t the only one, however. We are expecting a lot, from now on, in terms of evolution in the Chinese market. IFDM 19 Aprile 2016

Sistema componibile NEW QUADRO

The recognition is important and I hope it’s the start of people viewing this sector differently. It is by no means irrelevant, at least from a numerical perspective!


20_21_Citterio F.lli_Layout 1 01/04/16 15:45 Pagina 20


20_21_Citterio F.lli_Layout 1 01/04/16 15:45 Pagina 21


22-23_PeopleProjects_Layout 1 01/04/16 17:50 Pagina 22

People &PROJECTS

interview with

CARLO COLOMBO text by Veronica Orsi

Il mondo del lusso sta cambiando, sta evolvendo verso inediti risultati progettuali. Perfino il Salone del Mobile conscio di tali cambiamenti, ha predisposto un nuovo padiglione, xLux, volto a ospitare questa originale espressione stilistica, che fa eco alla classicità, ma ambisce ai dettami del contemporaneo. Per districare alcuni interrogativi che la questione porta con sé, ci

siamo rivolti a uno dei massimi esponenti creativi del lusso contemporaneo e del design esclusivo, l’architetto Carlo Colombo, le cui realizzazioni sono disseminate tra i top brand come Poliform, Varenna, Flexform, Flou, Giorgetti, Antonio Lupi, FontanaArte, Franke, accanto marchi fashion d’interior del calibro di Bentley Home, Bugatti Home, Trussardi Casa, Fendi Casa.

The world of luxury is changing, it is evolving and producing designs that we’ve not seen before. The Salone del Mobile, aware of these changes, has even created a new pavilion for this purpose. XLux is designed to host this original stylistic expression, which has a classical echo but extends to the dictates of the contemporary. To untangle some of the questions related to this issue, we have turned to one of the top creative exponents of modern luxury and exclusive design, the architect Carlo Colombo. His creations are found among top brands like Poliform, Varenna, Flexform, Flou, Giorgetti, Antonio Lupi, FontanaArte, Franke, alongside interior design brands like Bentley Home, Bugatti Home, Trussardi Casa, Fendi Casa. IFDM 22 Aprile 2016


22-23_PeopleProjects_Layout 1 03/04/16 20:49 Pagina 23

TRUSSARDI CASA - Relief Lux: può essere una soluzione per dare ordine e definizione a una tendenza sempre più in crescita?

Is it a case of design influencing classic style or vice versa? Luxury trends have without doubt influenced contemporary furniture. Now, the overused minimalist style has sense only when it is well interpreted: the simplicity in shapes and materials is enriched by the quality of the selected finish and by the attention to details. Furniture fashion brands are part of a different discussion, being linked to mother companies or luxury car brands; they are obliged to use extremely high standard material combinations and details.

La risposta la darà solamente il Salone del Mobile. L’aver concentrato anche marchi importanti in un solo padiglione porterà inevitabilmente i clienti a visitare gli stand, ma non potremo avere dati certi, di affluenza o di business, se non a fine evento. Alcuni brand hanno però colto l’occasione per differenziare le collezioni, come Fendi Casa, presentando la proposta contemporanea al padiglione 7 e quella più sofisticata al padiglione 3.

In che modo si è diffuso questo approccio al luxury nell’interior? Molte aziende, per combattere la crisi, stanno cercando di mantenere uno standard di qualità estremamente alta e una ricerca estetica e materica del prodotto elevata. Anche marchi no name o poco conosciuti hanno innalzato il loro livello sia in termini di rappresentazione che di prodotto stesso. La crisi economica purtroppo ha escluso dai giochi coloro che non avevano impostato un progetto su basi importanti, ovvero qualità, eleganza, coerenza e immagine coordinata. Questo credo che sarà un ottimo Salone del Mobile, dove tutti si presenteranno al meglio: negli anni ho constatato un miglioramento graduale, edizione dopo edizione, e quest’anno non sarà da meno. È questa la direzione.

How did this approach to luxury, when it comes to interior design, spread? Many companies, in order to fight against the financial crisis, are trying to offer extremely high standards of quality, with high levels of aesthetic and material research. Also lesser-known brands have upped their levels, both in terms of how they are represented and the products themselves. The economic crisis has, unfortunately, cut out those who did not design on the basis of quality, elegance, coherence and corporate identity, which are all important bases. I think this is going to be a great Salone del Mobile, where everyone offers the best of their capabilities. Over time, I’ve seen a gradual improvement, edition after edition, and this year will be no different. This is the way things are going.

BENTLEY HOME - Rugby

Speaking of fashion brands: they are more and more appreciated and widespread... Considering that Made in Italy has always been well-loved all around the world, many brands in the furniture sector decided to integrate their business granting Brand license. Sharing and involving respective skills is essential. The difficulty comes in combining and sharing the Brand’s DNA with

È il design che contamina il classico o viceversa? Le tendenze del lusso hanno certamente influenzato anche il settore di arredo contemporaneo. Lo stile minimal, supersfruttato, assume oggi valore solo se ben interpretato: la semplicità delle forme e dei materiali si arricchisce della qualità delle finiture scelte e della cura per ogni dettaglio. I fashion brand d’arredo seguono un discorso a parte, essendo legati alla casa madre o a marchi delle Luxury car: sono infatti obbligati a utilizzare uno standard estremamente alto di combinazioni materiche e dettagli, mantenendo la coerenza, la storicità e la strategia del brand.

Parlando di fashion brand: sono sempre più amati e diffusi nel settore… Considerando che il Made in Italy è da sempre apprezzato in tutto il mondo, nel settore arredo molti marchi hanno deciso di completare il proprio business aprendosi al mondo delle brand licences. La difficoltà consiste nel combinare e condividere il DNA della maison con la ricerca e lo sviluppo delle collezioni d’arredo, impostando un lavoro sinergico tra marketing e progettista.

Quest’anno debutta la collezione Bugatti per la casa, nata da una sua collaborazione. Può darci un’anteprima? Il marchio Bugatti rappresenta nel mondo del lusso un brand di riferimento. Pensare a una collezione home ha coinvolto sinergie progettuali ed emotive, relazioni con il centro ricerche e sviluppo Bugatti che hanno richiesto tre anni di impegno. Oggi finalmente siamo pronti per questo Salone con una prima collezione iconica realizzata con 12 progetti.

Collezione BUGATTI

Firmare un evento di così grande importanza mi ha permesso di confrontarmi con un mondo di tecnologie e design estremo dove il segno del progettista rappresenta il punto di partenza per un progetto ambizioso e accattivante. Quindi pochi elementi, ma di qualità estrema. L’attenzione maniacale a dettagli e materiali è stata alla base del progetto: i prodotti sono quindi realizzati unicamente in fibra di carbonio e pelle derivanti direttamente da Bugatti. La collezione sarà presentata in un concept espositivo raffinato, quasi museale, che include anche l’ultimo modello di auto Bugatti, “Chiron”, presentato al Salone dell’auto di Ginevra 2016. Si avvicina così il design dell’auto al design di arredo.

Xlux: could it be a way of defining and giving order to an ever-growing trend? Only the Salone del Mobile can answer that question. The fact of bringing significant brands together under one pavilion will doubtless make clients visit booths. However, we cannot have any certainty, in terms of turnout or business, until the event itself. Some brands have, however, taken the opportunity to differentiate their collections. Fendi Casa, will present the contemporary collection in Hall 7, and its more sophisticated one in Hall 3. IFDM 23 Aprile 2016

HOME

the research and development of the collection, keeping those marketing strategies connected to designer’s vision.

This year marks the debut of Bugatti’s home collection, a result of your collaboration. Could you give us an idea of what to expect? Bugatti brand is a point of reference in the luxury world. Working on a home collection involved planning and emotional strategies, three-year long relationship with Bugatti research and development centre. Now, we are finally ready for the Salone: a first Iconic collection including 12 projects. Signing a so important event has allowed me to face up to a technology and design world where the designer’s mark represents the starting point for an ambitious and captivating project. So it was a small number of products, but of extremely high quality. A maniacal attention to detail and over materials was at the base of the design. The objects were made exclusively out of carbon fibre and leather which came directly from Bugatti. The concept for the exhibition is very refined, almost museum like, and it will include the latest Bugatti “Chiron” car model presented at Ginevra Motor Show. So that the furniture design is closely linked to the car design.


24_25_Smania_Monitor XLUX_Cover_Layout 1 01/04/16 16:08 Pagina 24


24_25_Smania_Monitor XLUX_Cover_Layout 1 01/04/16 16:08 Pagina 25

MONITOR

LUXURY

Nuovi spazi dedicati Le nuove espressioni del luxury interior trovano casa al padiglione tre

NEW DEDICATED SPACES In questa edizione 2016 del Salone, ricca più che mai di novità ed eventi nell’evento, oltre ai padiglioni dedicati al Classico e al Design trova posto anche una nuova categoria, quella del nuovo luxury, e lo fa al padiglione 3, xLux, interamente dedicato ad aziende che, partendo da forme classiche o di design, si sono indirizzate verso una proposta che rappresenta una sintesi delle due realtà, con un prodotto di carattere lineare, ma arricchito con particolari, finiture e materiali più caldi e morbidi. Forte la presenza dei maggiori brand del fashion e di brand dal prestigio internazionale, a testimoniare l’importanza di una tipologia di prodotto già affermata principalmente sul mercato americano, dell’East e Far East, che quest’anno ha trovato la sua collocazione precisa.

This 2016 edition of the Salone, is more than ever full of news and events, in addition to the pavilions dedicated to Classic and Design there is also a new category, the one of new luxury, located in Hall 3, xLux, entirely dedicated to companies that, starting from classic or design silhouettes, are inclined towards proposals that represent a synthesis of the two approaches, resulting in linear products enhanced with details, finishes and warmer, softer materials. The strong presence of major fashion brands internationally renowned, testifies the importance of a product type already established mainly on the American market, the East and Far East, which has found its precise position this year.

Bamax Atmosfera preziosa e ambienti altamente ricercati per gli arredi Ribot, che reinterpretano il Decò in chiave contemporanea. Disegnata da Giacomo Baron, la collezione si ispira allo stile degli anni 20, cogliendone gli elementi più significativi e reinterpretandone canoni e stilemi. Così il legno pregiato è esaltato dalla laccatura, con tocchi metallici ed eleganti dettagli equestri che impreziosiscono i complementi. The Ribot interiors collection creates an exquisite atmosphere and highly refined environment, reinterpreting Art Deco with a modern twist. Designed by Giacomo Baron, the collection is inspired by 1920s style, capturing the most significant elements and reinterpreting rules and styles. The precious wood is enhanced by lacquering, while metal touches and stylish equestrian details embellish the accessories.


26_31_Monitor XLUX_Etoile_Layout 1 01/04/16 16:11 Pagina 26

Medea Armchair is part of an innovative collection of upholstered furniture inspired by the most significant patterns of the Ravenna Maison. Blue velvet was chosen for the armchair’s outer upholstery, while the inner part features fabric inspired by artistic mosaics in the Dolium collection.

The Masterpiece sofa has a strong international flavor, which expresses a pervasive sense of refined elegance. The calibrated proportions make it a sophisticated interpretation of a living room sofa with a contemporary spirit. It is available in the collection’s wide range of exclusive textiles.

SICIS Medea Armchair fa parte di un’innovativa collezione d’arredo rivestita di tessuti ispirati ai pattern più significativi della Maison ravennata. Per il rivestimento esterno di questa poltrona è stato scelto il velluto blu, mentre l’interno si caratterizza per la stoffa ispirata ai mosaici artistici della collezione Dolium.

BORBONESE Salotto Masterpiece, dalla forte impronta di gusto internazionale che esprime un diffuso senso di raffinata eleganza. Le calibrate proporzioni in spirito contemporaneo creano una ricercata interpretazione del salotto. Disponibile nella ricca gamma della esclusiva collezione tessile.

BIZZOTTO

FENDI CASA Grande impatto scenico per il mobile Bryant, esaltato da nuove proporzioni. Arredo dai tratti scultorei, celebra un’ estetica granitica sintesi di un design moderno e raffinato. Finemente lavorato, è realizzato con top in Ebony Macassar e ante in vetro specchiato scandite dal grafismo della maniglia coordinata alla finitura metallica della struttura.

A luxurious redesign of the Blake sofa, in a black version. The base is made from gold-colored metal with pink reflections and has a legless design. It is upholstered in black velvet with a jaguar or python print created with an innovative black-on-black transparency technique.

The Bryant sideboard, enhanced by its new proportions, has a very striking effect. It has a sculptural design, celebrating a granitelike synthesis of a modern, sophisticated design. Finely crafted, it features an Ebony Macassar top and mirror glass shutters marked by the graphic touch of the handle that matches the structure’s metal finish.

Un nuovo gioiello di ebanisteria è il Cabinet della linea Infinity, firmato dal designer Tiziano Bizzotto. L'interno offre uno scrigno attrezzato di vani per bottiglie, rastrelliera porta bicchieri e raffinati cassetti.  Connubio di eleganza e funzionalità, per un equilibrio riuscito tra purezza delle forme e dettagli decorativi. A new jewel of fine woodworking: the Infinity line Cabinet, designed by Tiziano Bizzotto. The interior offers a treasure chest equipped with storage spaces for bottles, stemware rack and refined drawers. The match of elegance and functionality, aims to achieve a successful balance between purity of shapes and decorative details.

ROBERTO CAVALLI HOME INTERIORS Lussuoso restyling del divano Blake, in versione nera. La base è in metallo oro con riflessi rosati, e senza piedini. Il rivestimento è dato da velluto con stampa giaguaro o pitone realizzata con una tecnica innovativa in trasparenza, nero su nero.

IFDM 26 Aprile 2016


26_31_Monitor XLUX_Etoile_Layout 1 01/04/16 16:16 Pagina 27

CREAZIONI Questa originale poltrona a dondolo si chiama Pony, qui presentata con seduta rivestita in tessuto a pois in panno di lana. Le slitte sono in legno massello con finitura in acero, mentre in noce è la finitura della madia Anita Maxi, visibile sullo sfondo.

SMANIA Parte della Contrast Collection, disegnata da Alessandro La Spada, la serie Lock è caratterizzata dalla forma di una serratura che diventa architettura distintiva su ogni elemento d’arredo; un gioco di prospettiva che capovolge il concetto di fuori/dentro con un uso inedito dei materiali: il legno si sposta all’interno, mentre l’esterno diventa superficie di pelle lavorata e “MicroNabuk”.

This original rocking chair is called Pony and is presented with a seat upholstered in woolen cloth fabric with polka dots. The runners are made from solid wood with a maple finish, while the Anita Maxi sideboard, visible in the background, has a walnut finish.

ELLEDUE Part of the Contrast Collection, designed by Alessandro La Spada, the Lock series is characterized by a lock shape that is a distinctive part of every piece of furniture; an interplay of perspectives that overturns the concept of outside and inside with an unprecedented use of materials: the inside features wood, while the outside presents a leather and “MicroNabuk”surface.

VISIONNAIRE È all’insegna dell’American Decò l’ambientazione del nuovo divano Hemingway, dal tratto aristocratico. Disegnato da Samuele Mazza, è rivestito in pelle o tessuto, con inserimento di zip decorative e scocca in legno conformato. Ricercatezza e modernità nei cuscini di seduta in poliuretano, memory foam e piuma.

The new aristocratic Hemingway sofa takes inspiration from American Decor. Designed by Samuele Mazza, it is upholstered in leather or fabric and features decorative zips and a shaped wooden shell. The seat cushions, made from polyurethane, memory foam and feather, are sophisticated and modern.

Boiserie con libreria modello Alex Charles, in laccato lucido bianco e di ispirazione Decò. Questo prestigioso elemento è parte del catalogo Project, una raccolta di progetti che declinano le diverse collezioni dell’azienda in vari ambiti stilistici e in riferimento a diversi luoghi del mondo.

The wooden paneling includes the Alex Charles bookcase, in a white, Deco-inspired finishing. This prestigious element is part of the Project catalog, a collection of projects that interpret the different collections of the company in various stylistic areas and related to different places in the world.

FORMITALIA Uno stile senza tempo per la nuova collezione di imbottiti Granada, dove il pregiato rivestimento in pelle Vogue Jade, con cuciture a vista in tonalità più scura e schienale elegantemente trapuntato, ne esalta la linea morbida costruita sapientemente attorno a una struttura in rovere grigio semilucido con inserti in metallo dorato opaco.

The new Granada collection of soft furniture has a timeless style. The fine Vogue Jade leather cover, with dark visible stitching and an elegantly quilted back-rest, enhances the soft outline, which is skilfully built around a semi-gloss gray oak structure with matt golden metal inserts.

IFDM 27 Aprile 2016


26_31_Monitor XLUX_Etoile_Layout 1 01/04/16 16:11 Pagina 28

MOnitor

AGRESTI

LUXURY

Assoluto artico, raffinato cassettone portagioielli blindato in acero occhiolinato bianco e finitura lucida. All’interno, nascosta e discreta, la versatile cassaforte nella stessa tonalità, con accessori in metallo rutenio e i porta collane estraibili. L’apertura è a lettore d’impronta o con chiave d’emergenza. Assoluto artico, a stylish jewellery security wardrobe made from birdseye maple with a high-gloss finish. Inside, hidden and discreet, there is a versatile safe in the same color, with ruthenium metal accessories and removable necklace holders. It opens with a fingerprint scanner or emergency key.

FORMENTI Questo lussuoso ed elegante divano, modello Infinity, è una creazione appartenente alla linea Lumière. La lavorazione artigianale è abbinata a una particolare attenzione per il design e alla scelta dei materiali, sempre di prima qualità.

The luxurious, stylish Infinity sofa is part of the Lumière line. Craftsmanship is combined with special attention to design and the choice of materials, which are always of the highest quality.

Trevor is an armchair designed to show the high quality and value of the materials used; major feature is the technique used in the armrest that conveys a dynamic feel and original volume plays. innovative design.

CLAN MILANO Alessandro La Spada si è lasciato ispirare dalle piramidi monumentali Maya per la realizzazione dell'omonima collezione, di cui richiama le strutture a “gradoni” che sorreggono il tempio alla loro sommità. La sedia rappresenta perfettamente tale configurazione nello schienale, caratterizzato da una sagoma a gradoni e sulla parte esterna, il decoro a rilievo segue la linea spezzata del profilo.

CORNELIO CAPPELLINI Trevor è una poltrona pensata per mostrare l’alta qualità e il pregio dei materiali utilizzati; cifra distintiva è la lavorazione del bracciolo, che crea un dinamismo e inaspettatti giochi di volumi.

Alessandro La Spada found inspiration in the monumental Maya pyramids for the realization of the namesake collection that recalls the step structure that support the temple at the peak. The chair perfectly evokes this shape in the backrest featuring a stepped silhouette and on the external side embossed decorations that follow the fragmented line of the contour.

FRATELLI LONGHI

An art of living that perfectly combines design and luxury. It's the new Vanity collection that includes fine furniture for the living area and the bedrooms, complements and accessories that celebrate the idea of beauty while maintaining maximum functionality. Forms are strictly linear, solid and sometimes geometric, enhanced by an intense color palette and vibrant finishing.

Un’Art de vivre che è connubio perfetto tra design e lusso. È la nuova collezione Vanity che comprende raffinati mobili per il giorno e la notte, complementi e accessori che celebrano l’idea di bellezza mantenendo la massima funzionalità. Le forme sono rigorosamente lineari, solide e a tratti geometriche, esaltate da una palette cromatica intensa e da laccature vibranti.

IFDM 28 Aprile 2016


26_31_Monitor XLUX_Etoile_Layout 1 01/04/16 16:12 Pagina 29

SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE | Milan Rho Pero (ITALY) | April 12th-17th 2016

HALL 1 STAND E21-F14 Angelo Cappellini & C. srl socio unico - Showroom via Turati, 4 - 22060 Cabiate (CO) Italy - www.operacontemporary.com


26_31_Monitor XLUX_Bamax_Layout 1 02/04/16 09:07 Pagina 30

MOnitor

LUXURY

CANTORI

GIANFRANCO FERRÉ HOME Sammy, Duke, Classic sono solo alcuni dei preziosi vasi in cristallo lavorato che compongono la collezione Objects, parte del nuovissimo catalogo Accessories che conta oltre 300 pezzi. L’anima decorativa riprende quel raffinato stile tipicamente inglese e Shabby Chic che contraddistingue il fashion brand di arredo.

Fa parte della linea di lampade Diamante questo esclusivo lampadario, dove un cilindro di tessuto nascosto all'interno è circondato da una struttura in metallo composta da foglie d'acciaio e finite in bagno di galvanica oro pallido. La collezione è disponibile, nella versione lampadario o applique.

This exclusive chandelier in the Diamante line features a fabric cylinder concealed inside, surrounded by a metalstructure consisting of steel leaves with a pallid gold galvanic finish. The collection is available as a chandelier or as a wall light.

Sammy, Duke and Classic are just some of the exquisite crystal vases that make up the Objects collection, part of the new catalog of accessories that includes over 300 pieces. The decorative features express that typically English refined style and the furniture fashion brand’s distinctive shabby-chic look.

RUGIANO La poltroncina Paris, disegnata da Carlo Colombo, si presentarinnovata nel look con dettagliglamour. Le cuciture matelassé vanno a ricoprire l’intera superficie esterna, rendendola originale e morbida. Frutto di grande sapienza artigiana, unisce perfettamente il design di prodotto luxury e la sartoria di alta moda. The Paris armchair, designed by Carlo Colombo, has a renewed look with glamorous details. The quilted seams cover the entire outer surface, making it original and soft. The result of expert craftsmanship, it perfectly unites luxury product design and high-fashion tailoring.

With its new living room offer in the Savoy collection, the Spanish company opts for a modern touch inspired by Art Deco. This inspiration is particularly evident in the geometric mix of straight and curved forms, softened by the rosewood finishes and gold-plated table legs. The neutral palette is enlivened by luminous elements.

FRATELLI BOFFI Disegnata da Analogia Project, Rebus è una consolle scultorea e preziosa dove la materia assume forme plastiche e architettoniche. Sospeso all’interno, un frammento in legno ispirato nei suoi dettagli agli interni della cupola del Pantheon, intagliato con minuzia per ottenere le caratteristiche celle a cassettoni forate.

SOHER Designed by Analogia Project, Rebus is an exquisite, sculptural console table, in which the material takes on plastic and architectural shapes. A fragment of wood is suspended inside, with details inspired by the interior of the dome of the Pantheon, engraved in minute detail to obtain cell features with hollow drawers.

Con la nuova proposta soggiorno della collezione Savoy l’azienda spagnola opta per un tocco moderno che fa capo al Decò. Forte il richiamo geometrico in un mix di forme rettilinee e curve, ammorbidite dalle finiture in palissandro e dalle gambe del tavolo placcate oro. La tavolozza è neutra, ma animata da elementi luminosi.

IFDM 30 Aprile 2016


26_31_Monitor XLUX_Etoile_Layout 1 01/04/16 16:12 Pagina 31


32_33_Angelo Cappellini doppia_Layout 1 31/03/16 15:50 Pagina 32

TIMELESS ITALIAN ST Y


32_33_Angelo Cappellini doppia_Layout 1 31/03/16 15:50 Pagina 33

T YLE

HALL 1

STAND E21-F14

SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE Milan Rho Pero (ITALY) - April 12th-17th 2016

Angelo Cappellini & C. srl socio unico Showroom via Turati, 4 22060 Cabiate (CO) - ITALY www.angelocappellini.com


34_37_ART&INT_Before Design Classic_Soher_Layout 1 01/04/16 16:20 Pagina 34

ART

PER UNA NUOVA VISIONE DI CLASSICO

© Paolo Alberto Gatti per Ciarmoli Queda

&INTERIOR

text by Paola Tisi

UN CORTOMETRAGGIO AUDACE E VISIONARIO DEL REGISTA ITALIANO MATTEO GARRONE E UNA MOSTRA-EVENTO DA CUI NASCE E A CUI CONTRIBUISCE: È L’INNOVATIVO PROGETTO BEFORE DESIGN: CLASSIC, FIRMATO DALLA DIREZIONE ARTISTICA DI CIARMOLI QUEDA STUDIO

U

n teatro “all’antica” ispirato al teatro Olimpico di Sabbioneta come nucleo centrale su cui fondare l’intero spazio concettuale dell’installazione, fra riferimenti alla classicità e architetture moderne, e al centro il corto d’autore: insieme, quasi 900 metri quadri all’interno del padiglione 15 del Salone che si snodano in un percorso multisensoriale, per rappresentare un Classico senza tempo, inteso come categoria trasversale dell’abitare che percorre le diverse epoche mantenendo la propria costante attualità. «Quando il Salone ci ha offerto questa opportunità avevamo bisogno di trovare un’idea nuova spiega Simone Ciarmoli, direttore artistico del progetto insieme al socio Miguel Queda - Anche perché di Classico se ne è parlato moltissimo negli anni. Quindi per noi era focale trovare un’idea molto forte e fare anche scelte molto mirate. Volevamo creare stupore, creare un punto di rottura, per cui era necessario puntare a un livello molto alto, a un’opera d’arte». Da qui la prima scelta, quella del regista Matteo Garrone, che con i suoi film molto forti - dall’Imbalsamatore a Gomorra, da Reality a Terra di mezzo, - ha privilegiato sempre un’estetica di rottura. Da qui è iniziato tutto, fra riprese e scatti fotografici in una fantastica ambientazione nei pressi di Napoli.

«Mi è piaciuta molto l’idea di partenza, che vede il Classico, inteso come bello in senso più ampio, attraversare le diverse epoche, mantenendo le proprie caratteristiche di attualità e contemporaneità e gettando un ponte verso il futuro - afferma Matteo Garrone - Per questo ho immaginato uno scenario post-atomico, un mondo distrutto dal quale i bambini, che incarnano lo sguardo puro, la capacità di vedere il bello, salvano dalle macerie alcuni pezzi, vere e proprie “perle” che si sono conservate nel tempo». IFDM 34 Aprile 2016


34_37_ART&INT_Before Design Classic_Soher_Layout 1 01/04/16 16:20 Pagina 35

«Ma il corto era solo un elemento, un “decoro” di quel “mobile” che avevamo in mente e che volevamo realizzare - spiega ancora Ciarmoli - che necessitava di materiali, lavorazioni e finiture che insieme creassero un gusto. Ecco allora la mostra, un susseguirsi di “stanze” a tema dall’ispirazione fortemente contemporanea, perché fortemente contemporanea voleva essere la connotazione dei mobili classici che ne sarebbero stati protagonisti, e un sovrapporsi di progettualità ed esperienze. Esperienze come quella con i due giovani artisti che hanno collaborato alla mostra, Lisa Rampilli e Marco Basta, lei con i suoi volti di figure classiche ispirate al Museo Archeologico di Napoli ricavati per sottrazione su velluti blu, lui con i suoi decori ispirati ai vasi dell’antica Grecia su piatti Rosenthal. E poi c’è il contemporaneo: le proiezioni, la luce, i colori fluo ispirati alla Pop Art, il PVC come rivestimento delle sedie Liberty in un azzardo di arancio, amaranto, verde e viola.

© Paolo Alberto Gatti per Ciarmoli Queda

In tutto questo, naturalmente fondamentale è stato il contributo delle aziende produttrici che hanno collaborato al progetto, abbracciando pienamente l’idea di staccarsi da un concetto talvolta vetusto di Classico e di lasciarsi trasportare in una reinterpretazione moderna degli stili. Dai colori per le pareti appositamente creati per noi da Oikos ai tessuti di Dedar, che ha sponsorizzato quasi interamente la mostra; e poi Frangi per le decorazioni del teatro, Fromental per la carta da parati dipinta a mano, anche in oro zecchino, CC Stone, Tabu, Ferreira de Sa, Voghi... Stesso discorso per le aziende che hanno fornito gli arredi del corto: André du Dauphiné, Annibale Colombo, C.G. Capelletti, ColomboStile, Création Metaphores, Dedar, Frette, Medea, P&G

IL REGISTA Matteo Garrone, nome fra i più apprezzati del panorama cinematografico italiano contemporaneo, firma il corto realizzato per la mostra-progetto

TOWARDS A NEW VISION OF CLASSIC

Cugini Lanzani, Pozzoli, Provasi, Rosenthal, St. Louis, Sigma L2, ciascuna con la propria specializzazione e tutte insieme accomunate da una grande passione, che ha saputo reinterpretare gli anni dal 1780 al 1910 aiutandoci a creare meraviglia stanza dopo stanza, la meraviglia classica della Wunderkammer e la meraviglia moderna che ti porti dentro. Sì perché c’è una nuova generazione di produttori e di fruitori di Classico e noi vogliamo dar loro un’ulteriore chiave di lettura, riportando un equilibrio fra il concetto di “vecchio” e il ritorno a un classicismo reinterpretato che questa nostra epoca sta vivendo un po’ in tutti i settori, dal fashion alla pubblicità». Un circolo virtuoso dunque, una grande attenzione a ogni singolo dettaglio e una grande raccolta di materiale di backstage, soprattutto fotografico, a testimoniare ogni passaggio di un’esperienza che ha creato un arricchimento reciproco. Da qui l’idea dello Studio di raccogliere il racconto della propria direzione artistica nel libro The Mida’s Touch, cucito e rifinito a mano ed edito in sole mille copie numerate. Testimonianza riuscita di una progettualità diversa, perché in fondo, come ha detto uno dei produttori degli arredi della mostra a Simone Ciarmoli: «Anche Picasso è partito dal Classico per arrivare all’astrazione totale». Eccellente!

BACKSTAGE Dietro le quinte del corto d’autore cuore della mostra-evento Before Design: Classic

IFDM 35 Aprile 2016

A

n “ancient” theater inspired by the Teatro Olimpico in Sabbioneta, which forms the basis for the entire conceptual space of the installation, featuring references to classicism and modern architecture with the artistic short film at the centre: almost 900 sq m in pavilion 15 of the Salone are dedicated to this multi-sensory journey, representing timeless Classic style as a versatile living category that traverses different eras, remaining constantly relevant. «When the Salone offered us this opportunity, we needed to find a new idea – explains Simone Ciarmoli, artistic director of the project along with his partner Miguel Queda –, also because Classic style has been talked about a great deal over the years. So for us it was vital to find a very strong idea and to make highly targeted choices. We wanted to astonish people, to push Classic taste to its breaking point, so it was necessary to aim for a very high level, a work of art». This was why the first choice of director was Matteo Garrone, who, with his excellent films from The Embalmer, to Gomorrah, Reality and Terra di mezzo, always favored the aesthetics of rupture. We started from here, with filming and photographs in a fantastic setting near Naples. «I loved the original idea, in which Classic style, intended to be beautiful in the broadest sense, spans different eras, preserving its current, contemporary characteristics and building a bridge to the future – says Matteo Garrone –. This is why I imagined a post-nuclear scenario, a destroyed world in which children, who embody a pure vision and the ability to see beauty, save some pieces from the rubble, real “pearls” that have been preserved over time». «But the short film was only one element, a “decoration” for the “furniture” that we had in mind and wanted to create – Ciarmoli remarks –, which required materials, processes and finishes that created a certain style when combined. Hence the exhibition, a series of “rooms” with a distinctly contemporary inspiration – distinctly contemporary because this is the undertone of the classical furniture that stars in them – with overlapping designs and experiences. Experiences such as that of the two young artists who collaborated in the exhibition, Lisa Rampilli and Marco Basta, her with her faces of classical figures inspired by the Archaeological Museum of Naples on blue velvet, he with his decorations inspired by ancient Greek vases on Rosenthal plates. And then there are the contemporary aspects: the projections, light, fluorescent colors inspired by Pop art, PVC-coated Liberty chairs in daring orange, amaranth, green and purple. Naturally, for all of this the contribution of the production companies that collaborated in the project was fundamental – they fully embraced the idea of breaking away from the


34_37_ART&INT_Before Design Classic_Soher_Layout 1 01/04/16 16:21 Pagina 36

ART

&INTERIOR

sometimes antiquated concept of Classic and transporting it into a modern reinterpretation of styles. From the colors of the walls specially created by Oikos with fabrics by Dedar, which almost entirely sponsored the exhibition, to Frangi for the theater decorations, Fromental for hand-painted wallpaper, including in pure gold, CC Stone, Tabu, Ferreira de Sa, Voghi... The same goes for companies that provided the furnishings for the short: André du Dauphiné, Annibale Colombo, C.G. Capelletti, ColomboStile, Création Metaphores, Dedar, Frette, Medea, P&G Cugini Lanzani, Pozzoli, Provasi, Rosenthal, St. Louis, Sigma L2, each with its own specialty and all united by a great passion, which helped them to create wonderful room after room – the classic wonder of the Wunderkammer and the modern wonder that brings you inside. There is a new generation of producers and users of Classic and we want to give them an additional insight, achieving a balance between the concept of “old” and the return to reinterpreted classicism that our era is experiencing to some extent in all sectors, from fashion to advertising». So it is a virtuous circle, with great attention to every single detail and a large collection of backstage material, especially photographic, bearing witness to every step of an experience that has brought about mutual enrichment. This led to the Studio’s idea to compile the story of its artistic direction in the book The Mida’s Touch, stitched and finished by hand and published in just one thousand numbered copies. It testifies to the success of different projects because after all, as one of the producers of the furnishings at the exhibition said to Simone Ciarmoli: “Even Picasso started with Classic on his journey to total abstraction”. Excellent!

I bozzetti delle otto stanze protagoniste della mostra-evento Before Design: Classic. In sequenza: Musica, Liberty Photo credits: courtesy of Ciarmoli Queda Studio

I CURATORI La direzione artistica di Before Design: Classic è stata affidata a Simone Ciarmoli (in piedi) e Miguel Queda, Ciarmoli Queda Studio

IFDM 36 Aprile 2016


34_37_ART&INT_Before Design Classic_Soher_Layout 1 01/04/16 16:21 Pagina 37


38_39_GiorgioCollection_redaz_Layout 1 01/04/16 16:24 Pagina 38

focus on

Camera da letto ALCHEMY

Lezioni di stile GIORGIO COLLECTION COMPIE 60 ANNI. UN TRAGUARDO SIGNIFICATIVO RAGGIUNTO CON RISULTATI ECCELSI IN TERMINI DI PRODUCT DESIGN E CRESCITA AZIENDALE, CHE NE SANCISCONO LA FORTE IDENTITÀ A LIVELLO INTERNAZIONALE

P

recursore di un look d’interior che oggi più che mai affascina pubblico e influenza filosofie progettuali, Giorgio Collection arriva ai 60 anni di fiorente attività con un’identità inviolata e un mood che detta tendenza. Non ci sono eccessi o volgarità stilistiche. C’è lusso opulento abbinato a una delicatezza formale che solletica i palati più raffinati. Attraverso le sue 13 collezioni e oltre mille prodotti a catalogo Giorgio Collection ha dato vita a un distintivo lifestyle, espresso nell’interior quanto nell’home decoration, che ha accompagnato l’evoluzione da Azienda a Brand internazionale. In queste sei decadi il marchio è cresciuto, si è rafforzato, si è imposto all’attenzione dei mercati più dinamici, arrivando a contare già 40 store tra monobrand e gallerie in oltre 30 Paesi (numeri che intende almeno raddoppiare entro i prossimi tre anni). Australia, Cina, Vietnam, Inghilterra, Russia, Polonia, Stati Uniti, Azerbaijan, Emirati, Qatar, Korea, Nigeria, Zimbabwe sono solo alcune delle principali destinazioni che accolgono le collezioni firmate Giorgio Collection, alle quali si aggiungono le recenti aperture di Shanghai - showroom inaugurato a febbraio - e Lahore, in Pakistan, primo monobrand sul territorio, che conta già 450mq di esposizione. «Da quando l’azienda è stata fondata, nel ’56, a oggi abbiamo intrapreso un percorso di consolidamento del marchio in tutto il mondo, che si è tradotto anche in un progetto di brandizzazione dei prodotti stessi - spiega il titolare Fabio Masolo -

Ogni anno la crescita è superiore alle due cifre, negli ultimi 4/5 anni abbiamo toccato un aumento del 25% annuo, in particolare nelle aree dell’Asia e del Sud Est asiatico; Vietnam, Cina e Korea in primis. Tale crescita ci permette anche di garantire un servizio di consegna entro le due settimane». Si inseriscono perfettamente in questa dinamica le prossime aperture di Chengdu e Nanchino, attese rispettivamente per aprile e settembre. I nuovi spazi espositivi rappresentano non solo una vetrina in prima linea sul mercato, ma offrono un assaggio esperienziale del lifestyle Giorgio Collection. «In queste location trova casa la collezione Coliseum, che nonostante sia stata presentata solo lo scorso anno, ha riscosso un successo strepitoso nel mondo, accanto al alcune collezioni del passato prosegue il titolare - La nuova collezione Alchemy darà certamente rinnovata linfa e vitalità in questo percorso di ampliamento». E sono proprio Coliseum e Alchemy le protagoniste indiscusse della scena milanese, in occasione dell’appuntamento al Salone del Mobile ad aprile, entrambe frutto dell’estro stilistico del designer Giorgio Soressi. Palissandro brasiliano lucido poliestere, con accenni di acciaio ottonato in finitura galvanica spazzolata: questa la ricercata materialità che definisce la collezione Coliseum, ampliata nella sua offerta - che abbraccia living, sala da pranzo, spazio notte e accessori - e può ora definirsi completa con l’introduzione di un tavolo rotondo (in diverse dimensioni), un vanity desk corredato da specchio, un ufficio di alta rappresentanza,

Divano ALCHEMY

e infine una composizione di mobile bar e sgabelli che combina elegantemente palissandro e pelle stampata lucertola. La ricerca di inediti materiali è alla base della novità 2016, Alchemy. La finitura sicomoro africano tigrato, tenui colorazioni light grey, combinazioni di acciaio cromato canna di fucile, allestiscono atmosfere soft, di sobria eleganza. I dettagli giocano un ruolo di prim’ordine nella caratterizzazione della collezione, che conta oltre 50 elementi nei tre ambienti principali: camera da letto, soggiorno con tavolo rettangolare

IFDM 38 Aprile 2016

e rotondo in due dimensioni, due composizioni di divani per il living, tavolini e accessori (tra cui lampadari, lampade da terra, ceramiche, vasi, pezzi d’arte e scenografici tappeti). La madreperla nera fa risplendere maniglie e intarsi dei top dei diversi complementi; intarsi di acero bianco arricchiscono basi e top dei tavoli. La medesima cura è stata rivolta agli imbottiti, che potranno giovare di una rinnovata collezione di tessuti, arrivando a contare oltre 200 varianti. Spicca tra queste, un unicum sperimentato da Giorgio Col-


38_39_GiorgioCollection_redaz_Layout 1 01/04/16 16:24 Pagina 39

Mobile bar COLISEUM

Vanity desk COLISEUM

LESSONS IN STYLE

Salone del Mobile.Milano Hall 3 - Stand D36

Contacts giorgiocollection@giorgiocollection.it www.giorgiocollection.it

lection, la pelle silver lizard, grazie alla quale risplende tanto la testata del letto Alchemy quanto gli schienali degli imbottiti che costellano la collezione, come di una patinatura argentata che idealmente rimanda alla foglia argento. «Con le novità di quest’anno confermiamo la nostra leadership sul mercato per questo look, da cui prendono vita tutte le nostre collezioni, improntate sulla rivisitazione dell’Art Decò - continua Fabio Masolo - Ne è pienamente rappresentativa Alchemy, attraverso le sue linee molto arcuate e i frontali curvi; il tutto realizzato a mano, fattore che denota l’artigianalità e l’unicità del brand».

T

he precursor of an interior look that now fascinates the public more than ever before and influences design philosophies, Giorgio Collection has reached its 60th year of thriving business with an untarnished identity and a mood that dictates trends. There is no excess or stylistic vulgarity. Instead, the brand presents opulent luxury combined with ornate sensitivity that satisfies the most refined tastes. With 13 collections and over a thousand products in its catalog, Giorgio Collection has created a distinctive lifestyle, expressed through interiors and home decoration, which has accompanied the company’s evolution into an international brand. The brand has grown and become stronger over these six decades, drawing the attention of the most dynamic markets, landing in 40 stores, from monobrand stores to galleries, in over 30 countries (a figure that it intends to at least double within the next three years). Australia, China, Vietnam, England, Russia, Poland, the United States, Azerbaijan, UAE, Qatar, Korea, Nigeria, Zimbabwe are some of the main destinations that host the collections designed by Giorgio Collection, along with the recent openings in Shanghai – a showroom was opened in February – and in Lahore, in Pakistan, the first monobrand in the country, which already has 450 sq m of exhibition space. «Since the company’s establishment in 1956, we have embarked on a journey to consolidate the brand’s international presence, which also involved a project of branding our products – says owner Fabio Masolo – Every year growth reaches over double digits and in the last 4-5 years, we have achieved an increase of 25% per year, particularly

Sala da pranzo COLISEUM

IFDM 39 Aprile 2016

in parts of Asia and South East Asia: in Vietnam, China and Korea in particular. This growth also allows us to provide a delivery service within two weeks». The upcoming openings in Chengdu and Nanjing, respectively anticipated for April and September, are another manifestation of this dynamic expansion. The new exhibition spaces are not only a showcase at the forefront of the market, but also offer an experiential taste of the Giorgio Collection lifestyle. «These locations host the Coliseum collection, which was only presented last year, but has nonetheless proved to be a resounding global success, along with some of the past collections – says the owner – The new Alchemy collection will certainly give renewed energy and vitality to the expansion process.» Indeed, Coliseum and Alchemy are the undisputed stars on the Milan scene, at the Salone del Mobile in April, both the result of the stylistic vision of designer Giorgio Soressi. Brazilian rosewood shiny polyester, with hints of brass-plated steel in a brushed galvanic finish: these refined materials define the Coliseum collection, which has an expanded range – embracing the living room, dining room, bedroom area and accessories – and can now be considered complete with the introduction of a round table (in various sizes), a vanity desk equipped with a mirror, a prestigious office, and finally an arrangement of a mobile bar and stools that elegantly combine rosewood and lizard printed leather. The pursuit of unusual materials is the basis of 2016’s new products. The striped African sycamore finish, soft light grey colors and combinations of chromed gunmetal steel create warm atmospheres that have an understated elegance. Details play a leading role in distinguishing the collection, which features over 50 items in three main areas: a bedroom, living room with a rectangular and round table in two dimensions, two sofa arrangements for the living room, tables and accessories (including chandeliers, floor lamps, ceramics, vases, pieces of art and spectacular carpets). The black mother-of-pearl gives a shine to handles and inlays on the tops of various accessories; white maple inlays enrich the bases and tops of the tables. The same attention has been given to the upholstery, which will benefit from a renewed textile collection, which includes over 200 variants. One of these has been exclusively pioneered by Giorgio Collection: silver lizard leather, which gives added splendour to the headboard of the Alchemy bed and to the backrests of the furniture scattered through the collection, like a silver coating that ideally evokes silver leaf. «This year’s new products confirm our leadership in the market for this look, which has given rise to our collections, based on a reinterpretation of Art Deco – continues Fabio Masolo – Alchemy is fully representative of this, with its very arched lines and curved fronts; all of which is created by hand, demonstrating the brand’s craftsmanship and uniqueness».


40_41_ColomboStile_Clan_Layout 1 01/04/16 16:26 Pagina 40

focus on

Quota 130 CELEBRAZIONI IN GRANDE STILE PER I 130 ANNI DI FONDAZIONE DELL’AZIENDA. CON DUE APPUNTAMENTI, UNO AL SALONE DI MILANO, L’ALTRO NEL CIRCUITO DEL FUORISALONE, COLOMBO STILE RIPERCORRE LA PROPRIA STORIA STILISTICA, DA SEMPRE IMPRONTATA SU UN ECLETTISMO E UNA CLASSICITÀ NON CONVENZIONALE

Salone del Mobile.Milano Hall 1 - Stand D09-D07

Contacts info@colombostile.it www.colombostile.it

È

il caso di dire “Buon compleanno Colombo Stile!”. 130 anni di storia, oltre un secolo in vetta allo scenario internazionale dell’arredamento classico. Per rendere omaggio a tale traguardo, l’azienda si è voluta regalare due avvenimenti significativi, da condividere con clienti e amici. In primis, l’apertura del primo shworoom monobrand a Milano, in via Durini 23. Uno spazio d’elite, disposto su due piani per un totale di 150mq, vetrina per le sue collezioni più contemporanee, dove trova casa anche lo spazio Colombo Stile Privée per la relazione con i clienti, la customizzazione e gestione dei progetti. «Via Durini

Poltrona della collezione COUTURE by Samuele Mazza

è una via istituzionale - spiega Alfredo Colombo, Marketing Manager dell’azienda - La nostra presenza è rappresentativa del fatto che qui puoi trovare il meglio del design, così come uno dei player principali del mobile classico ed eclettico». Parallelamente, la collaborazione con Studio Job, espressa in un’installazione che sarà fulcro centrale dello spazio espositivo al Salone del Mobile: una piazza d’ingresso diventa

manifesto dell’incontro di queste due realtà, da una parte la creatività estrema, quasi provocatoria di Studio Job, dall’altra il savoir faire di Colombo Stile nell’ambito dei grandi progetti. Questa installazione - interamente disegnata dallo studio di Anversa nei minimi dettagli, dalle tende al lampadario, al pavimento intarsiato - conduce verso quattro “giardini”, aree interne che rispecchiano quattro diverse collezioni del brand: l’ambiente più storiografico, dedicato al mobile classico, rappresentato dalla nuova collezione Marie Antoniette, è il Giardino delle Orchidee. Il Roseto accoglie la sezione più contemporanea rappresentata dalla collezione Couture disegnata da Samuele Mazza. Si affiancano due stanze eclettiche, una tropical declinata nelle realizzazioni di Hierro Desvilles, l’altra rappresentante di un eclettismo più classico e corposo, il Giardino delle Camelie, con prodotti disegnati da Giovanni Maria Malerba di Busca. In una sola location, quindi, un percorso nella storia stilistica del brand. Tra gli anni ’70 e ’80 del 900 infatti l’azienda intraprende un percorso di valorizzazione del mobile classico verso una nuova direzione: è il momento degli eclettismi, nato con Ettore Sottass e Alessandro Mendini, evolutosi poi con Carlo Rampazzi e Hierro Desvilles, e che in modo naturale si ripresenta sulla scena con Studio Job. «È una storia ciclica che si ripercorre. C’è una forte coerenza di fondo, che ancora una volta torna alla ribalta».

Ambiente collezione CLASSIC

130 NOT OUT

I

Poltroncine della collezione CONTEMPORARY

t’s time to say “Happy birthday Colombo Stile!” as the brand celebrates 130 years of history: over a century at the summit of the international classic furniture panorama. To do the milestone justice, the brand has organised two important events to share with its clients and friends. The first is the opening of its first mono-brand showroom in Milan’s Via Durini 23. This exclusive space extends over two floors for a total of 150sq m, providing the perfect pedestal for the brand’s more contemporary collections. The store is also home to Colombo Stile Privée, a space for client relations, customisation and project management. «Via Durini is an institution in and of itself – explains Colombo Stile Marketing Manager Alfredo Colombo – Our presence there is indicative of the fact that it’s a place where you can find the best of the design world and that now includes one of the top players in field of classic, eclectic furniture.» Running parallel to this opening is the brand’s collaboration with Studio Job, which has produced an installation that will become the centre point of the Colombo Stile exhibition space at the Milan Furniture Fair. An entrance lobby becomes the catalyst for the marriage of these two entities: on one side the extreme, almost provocative creativity of Studio Job… on the other the largescale project savoir faire of Colombo Stile.

The installation – which has been meticulously designed by the Antwerp-based studio, from the curtains to the chandelier via the inlaid flooring – leads visitors to four “gardens”, internal areas which reflect four of the brand’s collections. The most traditional area is the Giardino delle Orchidee [Garden of the Orchids], dedicated to classic furniture and – in this case – the new Marie Antoniette collection. The Roseto [Rose Garden] is the most contemporary area, represented by the Couture collection, which is designed by Samuele Mazza. There follow two very eclectic spaces: one Tropical area decked out with Hierro Desvilles creations, the other – the Giardino dell Camelie [Garden of the Camellias] – encapsulating a more classic, full-bodied concept of eclecticism, with products designed by Giovanni Maria Malerba di Busca. The overall result is a journey back through the style history of the Colombo Stile brand. Indeed, over the 1970s and 1980s, the brand decided to take its classic approach to furniture in a new direction: it was the era of eclecticism, first instigated by Ettore Sottass and Alessandro Mendini and later developed by Carlo Rampazzi and Hierro Desville, with the Studio Job installation providing a truly natural snapshot of the style. «It’s a cyclical story that keeps coming round. At the centre of everything is a really strong sense of congruence that is once again taking centre stage.»

IFDM 40 Aprile 2016


40_41_ColomboStile_Clan_Layout 1 01/04/16 16:26 Pagina 41


42_43_Asnaghi_Florence_Layout 1 01/04/16 16:28 Pagina 42

Salone del Mobile.Milano Hall 4 - Stand A21-B14

Contacts info@asnaghi.com www.asnaghi.com

Sorprendente classicità

S

e proverete un senso di estraneità e di stupore osservando le nuove collezioni Asnaghi Interiors, vorrà dire che l’azienda è riuscita nel suo intento. L’imperativo è sorprendere. Il mezzo, le novità che l’azienda presenta in occasione del Salone del Mobile di Milano. La causa, lo stile inedito e quanto più inaspettato che da ora in poi definirà il brand Asnaghi Interiors. È in atto un processo di evoluzione del settore, che non ha lasciato indifferente questa realtà tra le più rappresentative del comparto arredo classico, la quale si è lasciata ispirare dai più freschi mood internazionali per ampliare le sue linee. Al classico

tradizionale, associato alla nomea dell’azienda fin dagli albori, riconoscibile nella sua sfarzosità e ricchezza di dettagli, è stato affidato il ruolo di comparsa, all’interno di una sceneggiatura che vede protagonista la sua attuale rivisitazione, pur sempre ricercata in termini di materiali e lavorazioni, ma più sobria nelle linee. Alla kermesse milanese vanno in scena quindi i nuovi rivestimenti, dal velluto in microfibra che al tatto richiama l’Alcantara, ai tessuti con micro trame che spodestano il damasco; nuance delicate nei toni del bianco, del tortora e dell’azzurro irradiano le diverse ambientazioni (ingresso, living, sala da pranzo e zona notte), che compongono la nuova

linea Asnaghi Interiors; finiture ottone sono introdotte nella camera da letto, che richiama nel concept espositivo un’elegante suite d’albergo; infine, nuove proposte di illuminazione firmate direttamente dal brand, che abbinano differenti materiali come vetro, legno e ottone galvanizzato. Questo allure di modernità rivive nella duplice - e paradossalmente opposta proposta di sala da pranzo, l’una nei toni del grigio e dell’argento, avvolta da carte da parati anni ’70 che ne dettano lo stile; completamente All Black l’altra, nella quale boiserie, arredi, porcellane sono giocati in una colorazione decisamente più scura e decisa.

SURPRISING YET CLASSIC

I

f you experience a sense of unfamiliarity and amazement when observing the new Asnaghi Interiors collections, it means the brand has successfully accomplished what it set out to do. Quite simply, it wants to surprise people. How? With the new collections it’s showcasing at Milan Furniture Fair. Why? Because they ooze with the kind of original, unexpected style that is going to define the Asnaghi Interiors brand from now on. The sector is evolving all the time and Asnaghi Interiors, one of the most quintessentially classic names in the furniture sector, is certainly not immune to change, having allowed itself to be inspired by the freshest international trends as it expands its lines. The traditional classic style that has been synonymous with the brand since its foundation, all ostentation and rich detailing, has been given a bit-part role this time around. Indeed, although the materials and finishes are still highly sophisticated, simpler lines take centre stage in the new collections. Asnaghi Interiors will use Milan Furniture Fair as a pedestal to showcase its new fabrics, including microfibre velvet that feels like Alcantara to the touch and microweave materials which threaten to dethrone even damask. Meanwhile, delicate tones of white, dove-grey and blue light up the various rooms of the new Asnaghi Interiors line (hall, living room, dining room and bedroom). Brass finishing is introduced into the bedroom, which is reminiscent of an elegant hotel room, while new Asnaghi Interiors-designed lighting solutions combine different materials such as glass, wood and galvanised brass. This modern allure is once again reflected in the two, contrasting dining rooms: while one is finished in shades of grey and silver with 1970s-style wallpaper, the other is an entirely black affair in which all of the panelling, furniture and porcelain are presented in this decidedly darker, bolder colour. The result is that the brand’s exhibition space at Milan Furniture Fair has a surprisingly innovative vibe, one that even intermingles with the two quintessentially classic lines on show (Valery and Teucri, respectively a bedroom and dining room: these have been given a fresh makeover, with the original silver finishing paired with pure gold inlays). It is a reminder of the importance that the classic style has always held within the company: indeed, it’s no coincidence that Milan Furniture Fair is being used as the setting for the unveiling of the new La Boutique 4 catalogue, which is entirely dedicated to custom-made classic furniture.

Salotto FAME

Poltrone KIND

IFDM 42 Aprile 2016

ASNAGHI INTERIORS ACCOSTA ALLE COLLEZIONI PRETTAMENTE CLASSICHE CONTENUTE NEL CATALOGO LA BOUTIQUE, A QUELLE MODERNE DEFINITE DAL BRAND ASNAGHI INTERIORS DESIGN, UNA NUOVA INTERPRETAZIONE DELLO STILE, PIÙ LEGGERA E SOBRIA, CHE DEFINIRÀ IL NUOVO VOLTO DELL’AZIENDA

Questa la sorprendente atmosfera di innovazione che aleggia nell’area espositiva del brand al Salone, tanto forte da coinvolgere anche le due uniche proposte di ispirazione assolutamente classica presentate (Valery e Teucri, rispettivamente camera da letto e sala da pranzo, riproposte con un restyling nell’originale finitura realizzata con tamponatura d’argento, abbinata all’oro zecchino per gli intagli), a testimonianza dell’importanza che tale stile ha da sempre rivestito nell’azienda e tutt’ora riveste: non a caso, il Salone sarà occasione per presentare il nuovo catalogo La Boutique 4, interamente dedicato al classico custom made.


42_43_Asnaghi_Florence_Layout 1 01/04/16 16:29 Pagina 43


44_45_Opera_Zanaboni_Layout 1 02/04/16 11:21 Pagina 44

Salone del Mobile.Milano Hall 1 - Stand E21-F14

Contacts operacontemporary@angelocappellini.com www.operacontemporary.com

Divano ROSALIE CLASSIC

Armonia d’insieme LAVORAZIONI E FINITURE CREANO UN FIL ROUGE CHE RIUNISCE TUTTE LE PROPOSTE DEL BRAND. LE COLLEZIONI DIALOGANO TRA LORO IN TERMINI DI STILE ED ESCLUSIVITÀ

O

pera Contemporary si presenta all’appuntamento del Salone di Milano, non solo con le ultime proposte per un interior design completo, ma attraverso un’uniformità stilistica in grado di raccontare il meglio delle proprie lavorazioni, che al contempo rappresentano la cifra progettuale e caratterizzante del brand stesso. Con il suo allure sobrio ed elegante, dai richiami classicheggianti declinati in un design fresco e contemporaneo, il brand si è velocemente fatto strada nel panorama dell’arredo, cogliendo e facendo propria fin dal suo debutto la nuova corrente stilistica che sta conquistando i mercati. Comune denominatore tra le numerose proposte presentate alla kermesse milanese è la lavorazione capitonné per gli imbottiti, e l’ebano quale finitura principale tra i complemento d’arredo. «La scelta di mantenere dei tratti comuni a tutte

le proposte intende creare un contesto di ricercata armonia tra i diversi ambienti spiega Stefano Zecca, Brand Manager oltre al fatto che si tratta di una tipologia di lavorazione e una finitura che caratterizzano particolarmente il brand, per i quali siamo noti e apprezzati». In un contesto di delicatezza diffusa, tra nuance chiare e tenui, emergono quindi le collezioni di imbottiti Rosalie Classic, dalle linee rigorose e il basso schienale lavorato a capitonné, che si ripropone nella linea Parsifal Classic in un design più morbido e avvolgente. Nel salotto Leandro tale lavorazione diventa preponderante, rivestendo l’intera struttura esterna di divani e poltrone. Le proposte letto tengono alto il valore stilistico: Clarissa opta per una lavorazione della testata e paraventi laterali rivestiti con pannelli squadrati imbottiti; il nuovissimo letto Osiride si ispira al best-seller Butterfly,

riprendendone le linee sinuose e raffinate. Trait d’union tra i complementi invece, il variegato ed esotico ebano macassar: dal tavolo da pranzo Oreste alle vetrine Orfeo, fino ai tavolini Alfio. Tocchi luminosi che

IN PERFECT HARMONY

O

pera Contemporary is all set for this year’s Milan Furniture Fair. Aside from the latest new additions to its interior design range, the brand’s collections now feature a striking sense of stylistic uniformity, allowing the quality of the manufacturing – something synonymous with the Opera Contemporary world – to shine through. With its pared-down, elegant charm – a combination of classic style and fresh, contemporary design – the brand has made swift progress in the furniture industry, latching onto new style trends when it made its debut and later blazing its own, market-conquering trail through the sector. The common denominator running through all of the great many products on show at Milan Furniture Fair is the use of capitonné-style deep-buttoned upholstery for soft furniture and Ebony as the finish for the complementary furniture. «The decision to maintain some common features between all of the pieces is part of an attempt to create a sense of sophisticated harmony between spaces – explains Brand Manager Stefano Zecca – as well as the fact that these elements are particularly synonymous with the brand, things for which we are renowned Letto OSIRIDE IFDM 44

Comodino GASTON

valorizzano l’insieme sono offerti dalle finiture in metallo cromato, per i tavolini e consolle Teseo, metallo brunito per i nuovi Augustin, e ottone spazzolato, che arricchiscono le basi e i dettagli dei diversi elementi.

Tavolo ORESTE

and appreciated.» The overall vibe is one of delicacy, with light, pale colours king: the Rosalie Classic collection of soft furniture features rigid lines and low backrests with capitonné-style upholstery, something that reappears as part of the Parsifal Classic line, but with a softer, more welcoming design style. In the Leandro living room capitonné becomes the prevalent feature, adorning the entire outer structure of sofas and armchairs, while the bedrooms pack a serious stylistic punch: Clarissa features a pattern of squared upholstered panels in the headboard and side section, while the brand-new Osiride bed draws inspiration from the best-selling Butterfly, recreating its curvy, elegant lines. Another of the common themes in the collection is the use of diverse, exotic Makassar Ebony, which features on the Oreste dining table, the Orfeo windows and Alfio side tables. Dazzling effects that enhance the room are created by the chromed finishes for Teseo small tables and console, by the new Augustin collection burnished metal and brushed brass metal that embellish the bases and details of the different pieces. Aprile 2016


44_45_Opera_Zanaboni_Layout 1 01/04/16 16:31 Pagina 45


46-47_A&ATagliabue_DLDEcor_Layout 1 01/04/16 16:38 Pagina 46

Salone del Mobile.Milano Hall 2 - Stand D35

Contacts PATRIZIA TAGLIABUE patrizia@aeatagliabue.it www.aeatagliabue.it

Tavolino laccato nero con dettagli in citronnier e ottone

Credenza in citronnier e inserti ottone

A ciascuno il suo

S

ono un ricordo lontano i tempi in cui il nonno Ambrogio, che lavorava il legno massello nella sua bottega artigiana, si collocava con la sua attività in quel filone virtuoso di realtà canturine che iniziavano la loro ascesa fino a diventare un distretto manifatturiero vero e proprio, conosciuto nel mondo. È cambiata l’azienda, oggi alla terza generazione, è subentrato l’ausilio della tecnologia, sono cambiate le esigenze dei clienti, che sempre più ormai parlano una lingua straniera, ma il cuore dell’attività Tagliabue non è cambiato, perché la

passione, la cura e la maestria che l’hanno fatta nascere hanno attraversato i decenni e sono tutt’oggi la sua anima e la sua forza. Ed è confermando la propria mission di riuscire a dar forma a un’idea rispondendo a precise esigenze di stile e di spazi abitativi che l’azienda propone, fra le novità 2016, tre diversi spazi d’arredo: una zona pranzo, che fa capo alla collezione Scultura, con boiserie e porte, finitura in laccato bianco con inserti a contrasto in noce venato e stile prettamente Decò. Una zona living, con divani e coffee table per conversare in totale relax, e un ufficio direzionale, con libreria,

UN TRIS DI PROPOSTE ESCLUSIVE PER L’APPUNTAMENTO DI TAGLIABUE A&A AL SALONE DI MILANO, CAPACI DI SODDISFARE I GUSTI DI UN ABITARE MODERNO CHE VUOLE AVVOLGERSI DI DETTAGLI CLASSICI E LUSSUOSI. PRANZO, LIVING, BUSINESS... A OGNI AMBIENTE IL SUO SPAZIO

scrivania e poltrone, entrambi arricchiti dal riuscito accostamento di materiali diversi come ebano e ottone in finitura lucida. Notevole sicuramente il portale della zona pranzo, a doppio battente, con inserti in vetro e applicazioni lignee in finitura laccato bianco. «Siamo modernamente attrezzati di macchinari, anche a controllo numerico ci spiega Patrizia Tagliabue, oggi alla guida dell’azienda insieme al fratello Andrea ma molte delle nostre lavorazioni sono eseguite ancora a mano, perché il falegname, per noi, è ancora la figura più im-

portante. Nei progetti che realizziamo sono gli elementi come le pannellature, le boiserie, le controsoffittature, le porte, che rendono gli ambienti unici e di valore, perché sono veri e propri oggetti d’arredo; mai in serie, mai uguali tra loro, sempre frutto di una grandissima personalizzazione, con dettagli studiati per ciascun cliente. Ecco perché per noi è fondamentale l’artigiano, che sa costruire in modo diverso ogni singolo pezzo, che conosce i segreti delle migliori lavorazioni e finiture, dall’inizio alla fine. Proprio come nella falegnameria del nonno».

EACH TO THEIR OWN

T

he days of grandfather Ambrogio are now a distant memory: he once worked with solid wood in his workshop, part of the outstanding group of Cantù companies that rose to form a veritable manufacturing district, known throughout the world. The business has changed: now in its third generation, it relies on the assistance of technology, while the needs of customers, who increasingly speak a foreign language, have also changed. However, Tagliabue’s spirit remains unchanged: the passion, care and craftsmanship that characterized its beginnings have been passed down over the decades and remain at the heart and soul of the company. In line with its mission to come up with ideas by responding to specific style and living space requirements, Tagliabue presents three different furnishing spaces among the new additions for 2016: a dining area, part of the Scultura collection, with wooden paneling and doors, a lacquered white finish with contrasting veined walnut inserts and a strictly Art Deco style; a living area, with sofas and coffee tables for totally relaxed conversation; and an executive office, with a bookcase,

Libreria in citronnier e dettagli ottone

IFDM 46 Aprile 2016

desk and chair, enriched by a successful combination of different materials such as ebony and polished brass. The entrance to the dining area is particularly remarkable, boasting double doors with glass inserts and wooden applications in a white lacquer finish. «We are equipped with modern machinery, including machines with numerical control – explains Patrizia Tagliabue, who is now at the helm of the company with her brother Andrea –, but many of our production processes are still performed by hand, because for us carpenters play the most important role. In the projects that we undertake, it is elements like paneling, boiserie, false ceilings and doors that make the settings unique and special, because they are true furnishing objects; never part of a series, never the same, always the result of a high degree of personalization, with details carefully designed for each customer. This is why craftsmen are crucial for us: they know how to build every single piece differently and they know the secrets of the best workmanship and finishes, from start to finish. Just like in our grandfather’s carpenter’s shop».


46-47_A&ATagliabue_DLDEcor_Layout 1 01/04/16 16:33 Pagina 47


48_49_Citterio_Mediterraneo_Layout 1 01/04/16 16:34 Pagina 48

focus on

Salone del Mobile.Milano Hall 2 - Stand E31

Contacts info@citteriofratelli.it www.citteriofratelli.it

IL CLASSICO NON TRAMONTA, BENSÌ SI ARRICCHISCE E SI IMPREZIOSISCE. CREANDO OPERE DAL CARATTERE UNICO, QUASI ARTISTICO, CITTERIO PROSEGUE LA SUA RICERCA IN UN SETTORE CHE PARLA DI ESCLUSIVITÀ

Salotto EFFY

L’esaltazione della purezza

P

ezzi unici, e non solo perché sono modellati da un lavoro di artigianalità ancora fatta a mano, consacrati da un’ebanisteria conosciuta e praticata da pochi. L’unicità risiede nella loro preziosità ricercata, tale da essere irripetibile. Sono opere d’arte intagliate nel legno, i Masterpieces, capolavori di arredamento dove lo stile classico puro raggiunge la sua più alta sublimazione. Citterio prosegue questo percorso progettuale inaugurato lo scorso anno con la creazione di una serie limitata in dieci pezzi di uno Stipo e di un tavolo in madreperla. Quest’anno, nello spazio espositivo del Salone del Mobile di Milano, il centro focale della scena è dominato da un nuovo tavolo che amplia la collezione, dalle dimensioni importanti di 260cm di diametro, interamente intarsiato in madreperla incisa a china con inserti in marmo. A completamento, sedie e credenza riprendono la medesima impronta stilistica; mentre lo stipo torna a conquistare lo sguardo affiancato da nuovi complementi abbinati, specchiera e consolle.

Collezione MASTERPIECES

«Sono pezzi che anche da soli, perfino in un ambiente moderno, sono in grado di far parlare di sé», racconta la titolare, Laura Citterio. La loro bellezza, oggettiva e singolare, oltrepassa infatti un discorso di tendenze e di tempo, per rientrare invece nella categoria semantica universale dell’esclusività. «Chi si rivolge a noi cerca questa qualità e unicità di prodotto - spiega la titolare - Questo è anche il motivo per cui non abbandoniamo lo stile classico che da sempre contraddistingue la nostra azienda, sebbene la tendenza del mercato segua un orientamento più contemporaneo. C’è stata un’epurazione naturale nel settore, siamo rimasti in pochi a realizzare classico puro a livello alto: questo può essere certamente un fattore distintivo». Le proposte dell’azienda sono orientate quindi in questa direzione stilistica (ne sono esemplificativi la sala da pranzo Effy implementata di un nuovo tavolo rotondo, i salotti Original e Oxford, il divano circolare Soft), la quale raggiunge la massima espressione nella creazione di ambienti customizzati, che raccontano un altrettanto esclusivo stile di vita: così la zona notte si trasforma in una suite, dove al letto Chic si affiancano due zone relax (Maxim ed Effy), il tutto arricchito da due nicchie destinate a un’elegante toilette e un mobile bagno che diventa parte integrante, decorativa e funzionale, della camera. «Anche il classico può e sa rinnovarsi; lo stile di oggi non è certamente uguale a quello di dieci anni fa: si interpretano in modo differente i tessuti e i colori, i concept e le tipologie di arredo. Anche il classico diventa quindi un lavoro di ricerca di interior rapportata all’attualità».

EXALTING PURITY

T

he Masterpieces collection is made up of unique pieces; not just because they're created through a hand-made artisanal process, but because they are made through a way of creating furniture that is known and practised by few. Their uniqueness lies in their carefully-crafted preciousness, to such an extent that they cannot be repeated. The name of the collection is fitting for these works of art engraved in wood; they're furniture masterpieces where the pure classical style reaches its highest form. Citterio has continued the design direction began last year with the creation of a limited series of ten pieces featuring a cabinet and a mother-of-pearl table. This year the exposition space at the Salone del Mobile di Milano is dominated by a new table that widens the collection. At 260cm in diameter, the table boasts large dimensions and is entirely inlaid with mother-of-pearl set on a slope with marble inserts. Accompanying the table are chairs and a sideboard that feature the same style. The cabinet is back occupying centre stage flanked by matching pieces, mirrors and console tables. «Even on their own or in a modern environment, these pieces speak for themselves,» declares the company's owner Laura Citterio. Their collective and individual beauty transcends any conversation about trends or eras, returning to occupy that universal seman-

tic category known as exclusivity. «People who turn to us are looking for quality and uniqueness in the product, - Laura explains. - This is another reason why we haven't abandoned the classical style that has always marked our company out from the crowd, even if the market is moving towards more contemporary leanings. There's been a natural clearing out of the sector and we're one of the few remaining who design high-quality classical styles. This can certainly be a distinctive factor.» The company's offerings have all been created in this stylistic key – examples are the Effy dining room with a new round table, the Original and Oxford living rooms, and the Soft circular sofa – which reaches its highest expression in their customised environments that reveal an equally exclusive way of life. Thus, the sleeping areas are transformed into a suite, where the Chic bed is accompanied by two relax areas: Maxim and Effy. The whole effect is enhanced by two corners occupied by an elegant toilet and a bathroom cabinet that become vital decorative and functional elements of the room. «This style is capable of renewing itself: today's classical is certainly not the same as ten years ago. The fabrics, colours, concept and type of furniture are all interpreted differently. In this way, the classical is also a process that relates to the time we live in».

IFDM 48 Aprile 2016


48_49_Citterio_Mediterraneo_Layout 1 01/04/16 16:35 Pagina 49

SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE | Milan Rho Pero (ITALY) | April 12th-17th 2016

HALL 1 STAND E21-F14 Angelo Cappellini & C. srl socio unico - Showroom via Turati, 4 - 22060 Cabiate (CO) Italy - www.angelocappellini.com


50_51_AngeloCappellini_BEDDING_Layout 1 01/04/16 16:40 Pagina 50

focus on

Silver Made

Salone del Mobile.Milano Hall 1 - Stand E21-F14

Contacts angelocappellini@angelocappellini.com www.angelocappellini.com

I

l classico si veste di argento. Ora più che mai le aziende dell’arredo in stile cercano una nuova interpretazione da offrire, un nuovo allure, nuovi esiti progettuali per un interior che richiami ancora l’artigianalità e la ricercatezza delle lavorazioni. Angelo Cappellini ha ricoperto le sue novità di una colata argentea, preziosa, ma allo stesso tempo più leggera e soft della tradizionale foglia oro. Una soluzione di equilibrio tra il suo passato e le sue radici ancorate nella classicità, e le nuove tendenze che si aprono a influenze più moderne e modaiole. Questa è la cornice in cui si stagliano le nuove collezioni di arredo comSalotto AUSTEN

UNA PLURALITÀ DI FINITURE, TUTTE RICONDUCIBILI ALLA SFERA CROMATICA DELL’ARGENTO, DEFINISCE I NUOVI PRODOTTI ANGELO CAPPELLINI. UNA SCELTA AUDACE PER PORTARE UN TOCCO DI LEGGEREZZA ALL’INTERIOR TRADIZIONALE

pleto per il living, l’area dining e la zona notte. Il concept trova una pluralità di forme espressive grazie all’uso di differenti finiture che illuminano così i prodotti. Che si tratti di finitura in foglia argento, bianca con dettagli argento, patinato argento o lucidata con dettagli argento, il risultato resta immutato. Tale approccio è stato applicato su differenti stili. Da un classico Luigi XVI , rappresentato dal salotto Nievo rifinito in foglia argento patinata bianca, allo stile Impero, che definisce la sala da pranzo Bordignon e il nuovissimo salotto Paladini. ù

L’uno dominato da un tavolo da 3,5 metri con piano intarsiato in acero e finitura nocciola anticato con dettagli in foglia argento patinata; l’altro invece caratterizzato da più forti tocchi di blu nei tessuti di rivestimento. Infine, anche lo stile Barocco viene influenzato e coinvolto in questo gioco di lucentezze, che prendono vita nella duplice proposta per la zona giorno e la zona notte, rispettivamente il salotto Austen e la camera Pavesi, che ricrea una lussuosa suite, con toilette, zona colazione e camino; il letto si presenta incorniciato da un grande portale ad arco, che incorpora

perfino la testata. Il tutto rifinito laccato bianco con argento anticato. Gli sperimentalismi però non si esauriscono in termini di finiture, dove il classico non viene alterato nel suo essere; Angelo Cappellini propone tra le novità, un primo prodotto profondamente ispirato a uno stile più moderno, ma per farlo si avvale del brand Opera Contemporary marchio appartenente all’azienda, dall’eleganza contemporanea - da cui prende in prestito uno dei suoi prodotti di punta, il divano Butterfly, rivestito però con un tessuto damascato, tipico degli interior più tradizionali.

Vanity desk BIFFI

SILVER MADE

C

Letto PAVESI

lassical looks are dressed in silver. Now more than ever, in-vogue furniture companies are looking for a new take on what they have to offer; a new allure and new designs to create an interior that harks back to the craftsmanship and attention to detail in the production. Angelo Cappellini has covered all his new products with precious silver casting which is lighter and softer than the usual gold leaf. It's a solution perfectly balanced between his past roots anchored in the classical approach and new trends that open up to more modern and fashionable trends. This is the setting in which his new collections of full-furniture sets for the living room, dining room and sleeping areas stand out from the crowd. The concept is expressed in a plurality of different forms thanks to the use of varying finishes that illuminate the product. Whether the finishing touches are applied using silver leaf, white with silver details, silver coating or a polished effect with silver details, the result is unchanged. This approach has been implemented on different styles. There's an ode to classical Louis XVI with the Nievo living room finished in polished white silver leaf, as well as the imperial style that characterises the Bordignon dining room and brand-new Paladini living room. The former is dominated by a 3.5 metre table inlaid in maple and finished with antique-style hazelnut that features polished silver leaf details. The latter is characterised by more dominant blue touches in the upholstery fabric. Finally, even Baroque is referenced in a combination of sparkles that come to life in the dual offering for the living and sleeping areas: the Austen living room and Pavesi bedroom respectively. The bedroom in particular comes across as a luxurious suite with toilet, breakfast area and fireplace. The bed itself is framed by a large archway that even incorporates the headboard. A white lacquer with antique-looking silver is used as the finish. Nevertheless, the experiments do not stop with his use of finishes, in which the notion of the classical doesn't alter. Among Angelo Cappellini's new range is his first product inspired by a more modern style. In the creation stage he turned to Opera Contemporary – a modern and elegant brand belonging to the company – who loaned the furniture designer one of their headline products: the Butterfly sofa that has been upholstered in damask, which is found in more traditional interior designs.

IFDM 50 Aprile 2016


50_51_AngeloCappellini_BEDDING_Layout 1 01/04/16 16:41 Pagina 51


52_53_Bazzi doppia_Layout 1 30/03/16 11:45 Pagina 52


52_53_Bazzi doppia_Layout 1 30/03/16 11:46 Pagina 53


54-55_Progetto Gallery_Layout 1 01/04/16 16:41 Pagina 54

focus on

Salone del Mobile.Milano Hall 2

Contacts www.progetogallery.it

FRATELLI BUSNELLI

SI RINNOVA NEGLI SPAZI DEL SALONE DEL MOBILE L’APPUNTAMENTO CON PROGETTO GALLERY, UNA COLLETTIVA DI VENTICINQUE NOMI ECCELLENTI DEL MOBILE CLASSICO ITALIANO CHE ANCHE QUEST’ANNO SI RIUNISCONO AL PADIGLIONE 2 ED ESPONGONO, IN UN PERCORSO COMUNE, TUTTO IL MEGLIO DELLA LORO PRODUZIONE

N

el panorama produttivo italiano di mobili in stile un gruppo selezionato di aziende ha trovato un fil rouge che le unisce dal 1992: “Va in scena la qualità”, un claim portato avanti da ventiquattro anni e che ancora oggi riassume la filosofia che le ha unite, ovvero l’alta qualità come requisito indiscusso. Con un nuovo layout espositivo e forti di un efficace piano di comunicazione dunque, anche quest’anno le aziende di Progetto Gallery espongono sotto i riflettori del Salone il risultato della loro maestria artigiana, presentando a un pubblico internazionale non solo mobili classici, ma anche complementi d’arredo, elementi per l’illuminazione, tessuti, ambienti, spesso anticipando le tendenze del settore e sicuramente testimoniando le evoluzioni che hanno attraversato i decenni. Aziende che si differenziano tra loro per tipologia di prodotto, organizzazione produttiva e commerciale e mercati di destinazione, ma tutte con in comune alcuni tratti distintivi che le hanno fatte diventare

Progetto Gallery on stage

CAPPELLINI INTAGLI

punti di riferimento a livello internazionale nell’arredo di spazi abitativi esclusivi, hotel di lusso, musei, ambasciate, spazi commerciali e istituzionali. A cominciare dalla profonda e antica conoscenza di ogni singola fase di lavorazione, talvolta ancora interamente manuale. E poi l’accuratezza massima nella realizzazione di ogni dettaglio, come nel caso di intagli, finiture e decorazioni; lo studio preciso delle fonti storiche che guidano i diversi stili; la ricerca continua della bellezza e di un’estetica senza tempo che sappiano coniugarsi a funzionalità e comfort; le proficue collaborazioni con progettisti e designer per l’ideazione di nuovi concept; la capacità di fondere le proprie lavorazioni di nicchia, nate spesso in una piccola bottega artigiana, con quelle tipiche di altri distretti, rendendo i prodotti innovativi ed espressione di moderne contaminazioni fra territori, tecniche di lavorazione e materiali. Legni pregiati, fusioni di metalli, pellami esclusivi, cristalli, vetri, marmi, tessuti, colori... elementi che abbinati tra loro creano valore, bellezza e armonia artistica. Ma

quello che più contraddistingue le venticinque aziende, oltre naturalmente al fatto di realizzare prodotti interamente Made in Italy, è la capacità di interpretare al meglio le esigenze e il gusto del committente e di metterli al centro del proprio lavoro, dando vita a realizzazioni personalizzate e su misura, dalla scelta dell’oggetto fino alla realizzazione dell’arredamento completo, ognuna secondo la propria identità. Il gruppo numericamente più consistente è quello delle aziende lombarde che fanno parte del distretto brianzolo del mobile classico: Tagliabue A&A con Roberto Ventura, Cappellini Intagli, Bellotti Ezio, Croce, Mario Galimberti, Minotti Collezioni, Minotti Luigi e Benigno, Mida, Pimar, Marzorati, Fratelli Busnelli, Fratelli Sanvito e Armando Rho. Un distretto famoso nel mondo, con due secoli di produzione alle spalle e una specificità riconducibile all’alto potenziale creativo del sistema produttivo e alle forti competenze tecniche e professionali presenti. Altro gruppo di aziende del Progetto

IFDM 54 Aprile 2016

Gallery che fanno capo a un distretto antico e rinomato è quello della provincia di Firenze, culla del Rinascimento e ispirazione nei secoli per artisti e artigiani, con le sue ville medicee, i suoi quadri, le sue sculture, i suoi intagli armoniosi e aggraziati. Qui operano le fiorentine Tosco Ticciati, Badari Lighting, CreArt, Florence Art e Gallo, altre realtà affermate che, per lo spettro variegato dei prodotti che realizzano, anch’esse talvolta uniscono lavorazioni antiche nate proprio nel territorio fiorentino, come per esempio la decorazione a “Guazzo”, a materiali e lavorazioni contemporanei. Ma non mancano altre eccellenze dislocate sul territorio italiano, da nord a sud, e anche in questo caso spesso parte di distretti manifatturieri rinomati: dalla casertana Annamaria Alois San Leucio alla vicentina Bertolini Arte, dalle emiliane Bernazzoli by Ghilba e Venturi Arte alla varesina Artearredo, fino alla romana MP2. Nomi eccellenti, tutti, con secoli di conoscenza sulle spalle. Perché “la perfezione non si raggiunge in un attimo”.


54-55_Progetto Gallery_Layout 1 01/04/16 16:42 Pagina 55

MINOTTI COLLEZIONI

MARIO GALIMBERTI

PROGETTO GALLERY ON STAGE

W

CREART

BELLOTTI EZIO

ithin the panorama of stylish Italian furniture, one selected group of companies has been inextricably linked since 1992. First uttered 24 years ago, “quality comes first” is the mantra that still to this today encapsulates the philosophy binding these companies together. Quite simply, impeccable quality is an absolute must. With a brand-new exhibition space and bolstered by a highly effective communications strategy, the companies of Progetto Gallery will once again by strutting their stuff under the bright lights of Milan Furniture Fair to showcase their artisanal mastery. They’ll be introducing an international audience not just to classic furniture but also to complementary pieces, lighting solutions, fabrics and entire rooms, often pre-empting industry trends and always demonstrating the developments they’ve undergone over the last two and a half decades. The companies may differ in terms of the types of product they make, the way their production and commercial operations are organised and their target market, but their all share certain distinctive traits that have enabled them to become global leaders in the supply of furnishings for exclusive private residences, luxury hotels, museums, embassies and commercial and institutional spaces. At the base of this is a profound knowledge of each and every phase of the production process, which is sometimes still done entirely manually. Next come impeccable accuracy in the creation of every detail, inlay, finish and decoration, meticulous research into the historic sources of inspiration behind the various styles, an unerring pursuit of beauty and timeless aesthetics capable of forging practicality and comfort, fruitful partnerships with architects and designers in the conceptualisation phase and an ability to marry their own niche expertise – which often have their roots in the tiniest of artisanal workshops – with those of other areas, thus creating innovative products that represent a modern melting pot of regions, techniques and materials.

The finest wood, fusions of metals and exclusive leathers, not to mention crystals, glass, marble, fabrics, colours… all of these elements come together to create value, beauty and artistic harmony. But aside from the fact that all of their products are quintessentially Italian, what really sets these companies apart is their knack for ingeniously harnessing the needs and tastes of the client and placing these at the very heart of their work, creating personalised, bespoke products – from the selection of objects through to the realisation of entire interior projects – brimming with their own unique identity. The most consistent group within Progetto Gallery is made up of Lombard companies belonging to the Brianza classic furniture district: Tagliabue A&A with Roberto Ventura, Cappellini Intagli, Bellotti Ezio, Croce, Mario Galimberti, Minotti Collezioni, Minotti Luigi and Benigno, Mida, Pimar, Marzorati, Fratelli Busnelli, Fratelli Sanvito and Armando Rho. The Brianza district is, of course, famous the world over. With two centuries’ production under its belt, its uniqueness lies in its seemingly limitless creative potential and the unrivalled technical and professional

SANVITO

IFDM 55 Aprile 2016

skills of the people working there. Another group of Progetto Gallery companies – also bound to an ancient and renowned district – is that linked to the province of Florence. The cradle of the Renaissance and an inspiration for artists and artisans for centuries with its Medici villas, paintings, sculpture and harmonious, graceful carvings, Florence is home to Tosco Ticciati, Badari Lighting, CreArt, Florence Art and Gallo. This group of prominent companies produces a wide range of products, once again combining ancient production techniques native to Florence – such as the “gouache” decorative style – with contemporary materials and effects. There are other members scattered up and down Italy’s boot, many of them hailing from renowned furniture districts themselves: Annamaria Alois San Leucio from Caserta, Bertolini Arte from Vicenza, Bernazzoli by Ghilba and Venturi Arte from Emilia Romagna, Artearredo from Varese and finally MP2 from Rome. Linking all of these successful names are the centuries of experience they carry with them. Because – as they say – Rome wasn’t built in a day.


56_61_ZoomOnClassico_Layout 1 01/04/16 16:46 Pagina 56

ZANABONI

Ornate, yet innovative and pervaded by a sense of comfort and elegance: Lara, a lounge sofa with a strong international flavour and calibrated proportions is enriched by precious details typical of the meticulous workmanship of master craftsmen and is also available with fine silk upholstery.

Hall 1 - Stand B02-B08 Parla un linguaggio formale ma al tempo stesso innovativo, è pervaso da un diffuso senso di comfort ed eleganza: è Lara, un salotto dalla forte impronta di gusto internazionale, calibrato nelle proporzioni, arricchito nei preziosi dettagli dall’accurata lavorazione dei maestri artigiani e disponibile anche con raffinati rivestimenti in seta.

FRATELLI RADICE

ZOOM ON

CLASSIC

COSÌ LONTANO, COSÌ VICINO Lontano come le epoche a cui si ispira, vicino come quel sentire “contaminato” del vivere moderno. Mai come quest’anno il Salone del Mobile, forum di idee, creatività e innovazione anche nei suoi spazi dedicati al Classico, racconta i nuovi modi dell’abitare, frutto di tendenze progettuali avanzate e ambientazioni ricercate, che rispecchiano un bisogno di armonia in bilico tra passato e presente, tra riproduzione fedele e rottura, tra less e more. Costante fondamentale la qualità, quella che le mani artigiane del nostro Made in Italy sanno esprimere, dalla scelta dei materiali, lavorati artigianalmente, alla finitura di ogni singolo dettaglio. Ecco allora che l’offerta commerciale si coniuga alle nuove filosofie abitative, in un percorso virtuoso che porta ancora una volta Milano al centro dell’attenzione internazionale.

Hall 4 - Stand D14 È realizzato completamente a mano questo elegante divanetto a due posti, parte della collezione Miami ed espressione di una lavorazione artigiana antica che si fonde con elementi di contemporaneità, come la verniciatura in laccato nero opaco del legno di faggio o il rivestimento in velluto cangiante.

DL DECOR

Hall 2 - Stand L24 Le lavorazioni artigianali, sapienti e accuratissime dell’azienda brianzola hanno dato vita a questo raffinato tavolino quadrato in foglia oro, con eleganti dettagli dal fascino antico. Il piano è intarsiato in marmo, ottone e mosaico foglia oro.

The skilled and meticulous craftsmanship of the Brianza company has produced this refined gold leaf square coffee table, with stylish details and antique charm. The top is inlaid with marble, brass and gold leaf mosaic.

This stylish two-seater sofa is completely handmade. t is part of the Miami collection and expresses ancient craftsmanship blended with contemporary elements, such as the black lacquered beech wood or the iridescent velvet upholstery.

FLORENCE COLLECTIONS

This prestigious wardrobe has a strong personality, with a sliding glass door that features an electronic mechanism that allows you to open it and take out individual dresses. It boasts a careful,harmonious arrangement of spaces, impressive, stylish decorative elements and lighting, and a refined combinationof materials and finishes.

Hall 1 - Stand G18 Guardaroba prestigioso e dalla forte personalità, con anta scorrevole a vetri e meccanismo elettronico che permette di aprirlo e di richiamare i singoli abiti. Attenta e armonica la disposizione degli spazi, formale e suggestiva la ricerca degli elementi decorativi e dell’illuminazione, raffinata la combinazione di materiali e finiture.

IFDM 56 Aprile 2016


56_61_ZoomOnClassico_Layout 1 01/04/16 16:47 Pagina 57

SILIK

SO FAR, SO NEAR

Hall 4 - Stand C15-C21 Prestigiosa scrivania con otto cassetti laterali e uno centrale e piano in cuoio color grigio acciaio, corredata dal mobile libreria a giorno, poltrona direzionale con rivestimento in velluto Rubelli e schienale capitonné. Con finitura laccato grigio e dettagli oro, è tutto parte della collezione Giove.

Far as the ages from which it draws inspiration, close as the "contaminated" feel of modern life. This year for the first time the Salone del Mobile - forum of ideas, creativity and innovation even in the areas dedicated to classic style - focuses on the new ways of living, result of advanced design trends and sophisticated environments, mirroring a need for balanced harmony between past and present, faithful reproduction and breach of the past, between less and more. A fundamental constant, the quality that craftsmen of Made in Italy are able to express, from the choice of handcrafted materials, to the attention to every single detail. The commercial offer is then combined with the new housing philosophies, in a virtuous path that leads to Milan once again.

A prestigious desk with eight side drawers, a central drawer and gray steel-colored leather top, paired with an open bookcase and executive chair upholstered in Rubelli velvet with a deep-buttoned backrest. Featuring a gray lacquered finish and gold details, these all form part of the Giove collection.

MEDEA

Hall 1 - Stand D01-E06 Un pezzo esclusivo e importante questa credenza della collezione Prestige, disegnata da Pinuccia Provasi. A quattro ante e realizzata tutta in legno, la credenza è composta da intarsi in legno e bronzi. La finitura è in laccato miele.

PROVASI

Hall 1 - Stand C01-D06 Caratterizzato dai toni del bianco perla e dei grigi, ripresi anche dai tendaggi, Dalì è un letto di grande impatto e ricchezza, con una doratura raffinata che ne esalta il gioco di intagli. Uno scenario ricercato in ogni dettaglio, su cui sovrasta la trapuntatura della testata che rende contemporaneo il design classico.

A unique, important piece of the Prestige collection, the sideboard designed by Pinuccia Provasi. Featuring four doors and entirely made in wood, the sideboard is composed of wooden inlay decorations and bronzes. The finish is lacquered honey.

CHELINI

This stylish three-seater sofa, which forms part of a‘50s-inspired collection, has a sipo mahogany wooden base, which, together with the armchair and coffee table, expresses a style that obeys the rules of elegance, classicism and carving finesse. The cotton velvet upholstery features piping and contrasting buttons.

Hall 1 - Stand C01-C06 Elegante tassello di una collezione di ispirazione anni 50 questo divano a tre posti con base in legno mogano sipo, che insieme alla poltrona e al tavolino è espressione stilistica di un gusto che resta sempre fedele ai canoni di eleganza, classicità e finezza d’intaglio. Il rivestimento è in velluto di cotone con piping e bottoni a contrasto.

IFDM 57 Aprile 2016

Characterized by shades of pearl white and gray, which are also used for the curtains, Dalì is a striking, majestic bed with fine gilding that enhances the interplay of carvings. Sophisticated in every detail, the bed is dominated by a quilted headboard that makes the classic design contemporary.


56_61_ZoomOnClassico_Layout 1 01/04/16 16:47 Pagina 58

ZOOM ON

CLASSIC ÉTOILE

Hall 2 - Stand L24 È della collezione AvantGarde questa elegante credenza disponibile in diverse essenze come palissandro, ebano Makassar, ebano bianco e ziricote. Disegnata da Manuela Pozzi, è ispirata all’Art Decò ed è caratterizzata da legni preziosi e finiture lucide, in una moderna interpretazione dei migliori stili dell’epoca.

Part of the AvantGarde collection, this stylish sideboard cupboard is available in different woods such as rosewood, Makassar ebony, white ebony and ziricote. Designed by Manuela Pozzi, it is inspired by Art Deco and is characterized by precious woods and polished finishes, in a modern interpretation of the best period styles.

TURRI

Hall 1 - Stand A11-B20 La nuova collezione Noir, disegnata da Andrea Bonini, trae ispirazione dal design, dalla moda e dall’architettura degli anni 30 del ‘900. La credenza si presenta con un design avvolgente, esaltato da lavorazioni tecniche di alta maestria artigianale sul legno e dall’uso di preziosi metalli e pelli texturizzate che rivestono le ante.

VISMARA DESIGN

Hall 1 - Stand E11 Chest recliner seat è una nuova poltrona reclinabile per sala da cinema; sala presentata in versione domotizzata insieme a una sala giochi di altissimo livello all’interno di una VIP Media Room. La poltrona è dotata di meccanismo elettrificato per la discesa dello schienale e della pediera, e di un mini bar che fuoriesce dal bracciolo.

Chest recliner seat is a new recliner for a movie theatre: a room presented in a home-automated version with a top-level games room in a VIP Media Room. The armchair is fitted with an electric mechanism that allows you to recline the back-rest and extend the footboard, and a mini-bar that protrudes from the arm-rest. ciolo. Design di Konstantin Grcic.

The new Noir collection, designed by Andrea Bonini, is inspired by the design, fashion and architecture of the 1930s. The sideboard has a wraparound design, enhanced by the expert craftsmanship of the techniques used for the wood and by the use of precious metals and textured leathers that cover the shutters.

The new, sophisticated and elegant Alea collection is notable for its stylized, elaborate designs, which create a unique style. The furniture is made with high-quality wood and enriched by refined, innovative finishes, expanding a range of furniture with unmistakable appeal.

RIVATELIER

Hall 1 - Stand B15 La nuova collezione Alea, caratterizzata da raffinatezza ed eleganza, si distingue per le linee stilizzate e sinuose per creare uno stile unico. I mobili vengono realizzati con essenze di alto pregio e arricchiti da finiture ricercate e innovative, che vanno ad ampliare una gamma di arredi dal richiamo inconfondibile.

IFDM 58 Aprile 2016


56_61_ZoomOnClassico_Layout 1 01/04/16 16:53 Pagina 59

RIVA MOBILI D’ARTE

Hall 4 - Stand A11-B08 Eleganza e forme che sfidano la fisica, modellate da mani sapienti e portatrici di bellezza: è la nuova collezione Bolvedro, che prende vita dalle rive del lago di Como: infinita saggezza artistica della natura, prima musa ispiratrice dell’arte.

Elegance and shapes that defy physics, modelled by skilled hands and bearers of beauty: the new Bolvedro collection takes inspiration from the shores of lake Como, demonstrating infinite artistic understanding of nature, the first muse to inspire art.

BEDDING

Hall 2 - Stand F26 Si chiama Sipario questo nuovo e ampio divano dalle curve armoniose e calde. La struttura è in legno di faggio ed è formata da due elementi separati che permettono il versatile inserimento di un ulteriore elemento centrale. I tessuti, scelti dopo un accurato studio del modello, sono tutti di altissima qualità e sapientemente abbinati tra loro.

CITCO PRIVÉ

This new, spacious sofa with harmonious, warm curves is called Sipario. The structure is in beech wood and is formed by two separate elements that allow for the versatile insertion of an additional central element. The fabrics, chosen after a careful study of the model, are all of the highest quality and perfectly match each other.

Hall 1 - Stand B21 Tutto il fascino dell’Oriente in una nuova e lussuosa collezione che fonde avanguardia ed eleganza, modularità e trasformabilità, staticità e dinamicità. Come in Hiro, uno specchio in marmo di Carrara con finiture in ottone, che sceglie i toni neutri impreziositi da uno scintillio d’oro. Un ventaglio pregiato mosso da un vento esotico.

All the fascination of the East is contained in a new luxury collection that blends avant-garde and elegance, modularity and transformability, immobility and dynamism. Such as Hiro, a Carrara marble mirror with brass finishes, which opts for neutral tones embellished by a glitter of gold. A high-quality fan driven by an exotic wind.

ROBERTO GIOVANNINI

The Impero headboard has a neoclassical design and volumes – it is presented with a wooden bed frame, decorated with gold leaf and upholstered in silk. The tasteful balance and proportions are conveyed in the central strip, which is connected to side “sword” columns. Its restrained style and the precious art of the carvings results in a perfect combination between elegance and comfort.

Hall 1 - Stand L02-L06 Linee e volumi in stile neoclassico per la testata letto Impero, proposta con giroletto in legno, decoro in foglia oro e rivestimento in seta. Il gusto dell’equilibrio e delle proporzioni si esprime nella rigorosa fascia centrale, che si congiunge a colonnini laterali a “spada”. Sobrietà dello stile e preziosa arte dell’intaglio per un connubio perfetto di eleganza e comfort.


56_61_ZoomOnClassico_Layout 1 01/04/16 17:00 Pagina 60

ZOOM ON

CLASSIC

JUMBO COLLECTION

Refined and luxurious, the bed of the Chanel collection is a homage to the accurated woodworking craftsmanship. Peculiar the headboard, handcarved with floral patterns that enhance the soft deep-buttoned upholstery. Precious decorations that also adorn two matching night tables.

Hall 2 - Stand A27-B20 Raffinato e sontuoso, il letto della collezione Chanel è un inno alla più minuziosa arte di lavorare il legno. Peculiare, la testata, intagliata a mano con motivi floreali che incornicia la soffice imbottitura lavorata a capitonné. Decori che ritornano nella coppia di comodini abbinati.

AMPELIO GORLA

Hall 4 - Stand M16 Legno di mogano, noce italiano, ciliegio e betulla: un ricercato abbinamento di materiali diversi e caldi che ha dato vita a Verona, una credenza assai versatile. Questo particolare elemento d’arredo, disegnato dall’architetto Luca Scacchetti, può infatti essere realizzato anche con elementi tutti uguali, in numero variabile e con essenze differenziate o uniche.

ROZZONI MOBILI

Hall 2 - Stand E41 Dalla creatività del designer Statilio Ubiali e dalla maestria artigiana dell’azienda bergamasca nasce il nuovo tavolo Babila, espressione di ricercatezza, lusso e accurata lavorazione. Il tavolo tondo presenta struttura in eucalipto, top intarsiato e gamba tornita in oro con due finiture.

The creativity of the designer Statilio Ubiali and the master craftsmanship of the Bergamo company resulted in the new Babila table, which expresses sophistication, luxury and meticulous workmanship. The round table presents a eucalyptus structure, with an inlaid top and lathed gold leg with two finishes.

Mahogany wood, Italian walnut, cherry and birch: a sophisticated combination of different warm materials led to Verona, a highly versatile sideboard cupboard. This particular item of furniture, designed by Luca Scacchetti, can also be achieved with all the same elements in a variable number and with different or single wood varieties.

F.LLI ORIGGI

The refinement and elegance of every single component of this spectacular Louis XVI-style sofa evoke distant and opulent atmospheres. The high-quality Italian fabrics emphasize its beauty, while the full-gold finish makes the hand carvings even more precious and refined.

Hall 2 - Stand M22 La ricercatezza e l’eleganza di ogni singolo elemento di questo scenografico divano in stile Luigi XVI riportano ad atmosfere lontane e opulente. I tessuti italiani e di alta qualità ne enfatizzano la bellezza, mentre la finitura oro pieno rende gli intagli, tutti fatti a mano, ancora più preziosi e ricercati.


“Arredi classici, emozioni senza fine”

Mobili & Complementi d’Autore

Centro Promozione Brianza di Cabiate

BINDA MOBILI D’ARTE

F.LLI ORIGGI

NUOVA CEV

GALIMBERTI & CO.

LINEA VIGANÒ

M.G.C. MARIANI

SILVER TRE

STILARS

TYCHE PORCELLANE

VISIT OUR GROUP AT PAVILLION 2 - HALL L/M Centro Promozione Brianza www.cpbcabiate.it

AltoClassico foglio del mobile 2016 260x370.indd 1

29/03/16 10:18


62_63_Showroom_Bellotti_Layout 1 02/04/16 09:55 Pagina 62

showroom

NUOVE APERTURE

IL CLASSICO CHE PARLA INTERNAZIONALE

I TEMPLI DEL LUXURY Classico è sempre più sinonimo di rinnovamento. Chi vede in questo stile staticità e ancoraggio alla tradizione, lo sottovaluta. Oggi più che mai i classicisti stanno guardando al mondo, da cui si lasciano guidare, alla conquista di nuove mete, e influenzare per dar vita a inaspettati esiti progettuali. I risultati di questa evoluzione prendono vita in spazi espositivi che riflettono la preziosità dei prodotti esposti, o meglio, la filosofia aziendale che intendono raccontare, fatta di eccellenza e di ricercatezza ai massimi livelli. Qui una breve rassegna delle più recenti aperture.

LUXURY TEMPLES

HO CHI MINH CITY La centrale Time Square Tower, a Ho Chi Minh City, è oggi un punto di riferimento per il design italiano in Vietnam. Proprio qui, al secondo piano, è ubicato il flagship store COLOMBO STILE, realizzato in partnership con il partner locale Eurasia. Uno spazio che trasmette l’eclet-

Classic is always more perceived as a synonym of renovation. Those who consider it as a static and tradition bound sector, underestimate it. Now more than ever classical-inspired companies are looking to the world for a guide to achieve new goals and absorbe new influences to obtain unexpected design outcomes. The result of this evolution is showcased in exhibiting spaces that mirror the splendor of the collections in display, or rather, the company’s philosophy that they represent, made up of extreme excellence and attention to detail. Here a short preview of the most recent openings.

tica ed esclusiva filosofia di un’azienda che in centotrent’anni di storia ha saputo farsi portavoce del lusso made in Italy nel mondo. Pietra angolare dello store è la Jewel box dedicata alla collezione New Tradition, disegnata da Carlo Rampazzi nel 1985 e completamente ricoperta di cristalli Swarovski.

The central Time Square Tower in Ho Chi Minh City is now a benchmark for Italian design in Vietnam. The second floor hosts the COLOMBOSTILE flagship store, created in partnership with local partner Eurasia. A space that conveys the eclectic and exclusive philosophy of a company that in the course of its hundred-and-thirty-year history has conveyed Made in Italy luxury throughout the world. The cornerstone of the store is the “jewel box” dedicated to the New Tradition collection, designed by architect Carlo Rampazzi in 1985 and completely covered with Swarovski crystals. Certain “textural” walls should also be noted, which communicate the company’s ability to undertake turn-key projects for the private sector and hospitality industry.

SHANGHAI Ha scelto la Cina GIORGIO COLLECTION per l’apertura del nuovo showroom, dove oggi può mostrare con orgoglio ciò che ha progettato e realizzato fondendo materiali e forme con tutta l’esperienza del “saper fare” italiano. Uno store di circa 450mq situato al secondo piano del centro commerciale di mobili più famoso di Shanghai, il Jswb Shang, unico rivenditore del brand in città, nel quartiere centrale di Hongqao. Coliseum, Sunrise e Absolute le collezioni presenti, che esprimono con eleganza e raffinatezza la filosofia dell’azienda brianzola. Lo store di Shanghai rappresenta la sesta apertura in Cina; prossima tappa locale sarà a Chengdu a maggio.

MILAN Inaugurato proprio durante la settimana del design, il nuovo store e showroom ufficiale AGRESTI ha trovato la sua collocazione ideale nel quadrilatero milanese della moda, in via Rossari 5. Uno spazio progettato per accompagnare alla scoperta delle creazioni e delle pregiate e più importanti realizzazioni della casa

GIORGIO COLLECTION chose China for the opening of its new showroom, where it can now proudly demonstrate what it has designed and created by blending materials and forms with all the experience of Italian “know how”. A store of around 450 sq m located on the second floor of Shanghai’s most famous furniture shopping center, the JSWB Shang, the only retailer of the brand in the city, in the exclusive Hongqao district. It features the Coliseum, Sunrise and Absolute collections, which convey the philosophy of the Brianza company with elegance and sophistication. The store in Shanghai represents the sixth opening in China; the next stop will be in Chengdu in May. IFDM 62 Aprile 2016

fiorentina non solo i privati, ma anche architetti, progettisti e designer, che qui possono trovare tutto il materiale e il supporto necessari. Il nuovo spazio nasce a un anno dall’apertura dello showroom di Brera, senza dimenticare il negozio al terzo piano del prestigioso store di Harrods Technology nel cuore di Londra.

Inaugurated during Design Week, the official new AGRESTI store and showroom has found its ideal location in Via Rossari 5, in the Milan fashion district. A space designed to accompany the discovery of the creations and the precious and most important achievements of the Florentine company, not only for private individuals, but also for architects, planners and designers, who can find all the material and support they need here. The new space was launched a year after the opening of the showroom in Brera, not to mention the shop on the third floor of the prestigious Harrods Technology store in central London.


62_63_Showroom_Bellotti_Layout 1 01/04/16 17:04 Pagina 63


64_Eventi_Layout 1 01/04/16 19:30 Pagina 64

eventI

&APPUNTAMENTI

LANCIO INTERNAZIONALE

SWAROVSKI PER L’HOME DECORATION

AL DEBUTTO UN NUOVO BRAND E UNA NUOVA COLLEZIONE Design District. The architect has entrusted the artistic direction to CTRLZAK Studio, and together they have chosen to collaborate with other designers such as Alessandro Zambelli and Emanuele Magini, who designed the Orauro sofa. The project goes beyond the usual borders of the design discipline that define its stylistic parameters, introducing the seed of a possible change in taste. The collection is a compendium of styles that reveal veiled parallels with contemporary works and are transformed into an original version, through a process that strips them down, laying bare the essence of the objects. © Silvio Macchi

In occasione del Salone del Mobile, Swarovski lancia un nuovo brand di accessori di lusso per la casa, svelando per la prima volta una collezione realizzata in collaborazione con alcuni dei maggiori designer e talenti emergenti a livello internazionale, del calibro di Daniel Libeskind, Raw Edges, Ron Arad, Tord Boontje, Zaha Hadid, tra gli altri. Atelier Swarovski Home nasce sulla scia del successo della linea di accessori e gioielli Atelier Swarovski, lanciata nel 2007. La linea di prodotti per la decorazione di interni intende incarnare il DNA del brand in una collezione di oggetti per la tavola e accessori per la casa lussuosi e di grande appeal. La prima collezione Atelier Swarovski Home verrà presentata in occasione di una mostra organizzata in uno storico Palazzo di via Cusani 5 in Brera, dal 12 al 17 aprile, il cui progetto è a cura dello studio di architetti milanesi Piuarch.

© Silvio Macchi - styling CTRLZAK Studio

IN MOSTRA

Divano ORAURO design Emanuele Magini by JCP

Verrà presentata ufficialmente durante il Fuorisalone presso il Brera Design District la prima collezione di arredi JCP, nuovo brand di design fondato da Livio Ballabio. L’architetto ne ha affidato la direzione artistica a CTRLZAK Studio, e insieme hanno scelto di collaborare con altri designer come Alessandro Zambelli ed Emanuele Magini, quest’ultimo artefice del design del divano Orauro. Il progetto esce dai consueti confini della disciplina del design che definiscono i parametri stilistici cui attenersi, introducendo il seme di un pos-

sibile mutamento di gusto. La collezione è un compendio di stilemi che rivelano velate analogie con opere contemporanee risolti in versione inedita, in un processo di scarnificazione che mette a nudo l’essenza degli oggetti.

The debut of a new brand and a new collection The first collection of JCP interiors, the new design brand founded by Livio Ballabio, will be officially presented during Fuorisalone in the Brera

PROGETTO ARTISTICO

CHLOROPHYL DI ALESSANDRO BRIGHETTI Swarovski for the home decoration Swarovski launches a new, exceptional brand dedicated to the luxury home accessories during the Salone del Mobile in Milan. The collection is realized in collaboration with some of the most wellknown designers and international emerging talents, as Daniel Libeskind, Raw Edges, Ron Arad, Tord Boontje, Zaha Hadid, among others. Atelier Swarovski Home follows the success of the accessories line and jewels, Atelier Swarovski, that made its debut in 2007. The first collection of Atelier Swarovski Home will be revealed during a dedicated exhibition (curated by the Milan-based architect studio Piuarch) inside an historic palace in via Cusani 5, from 12 to 17 April.

Quest’anno, in occasione del Fuorisalone, Visionnaire ha dedicato la propria Wunderkammer, presso la Visionnaire Design Gallery di piazza Cavour 3 a Milano, ad Alessandro Brighetti, artista bolognese che vive e lavora a New York. Curato da Marco Morandini, l’allestimento, aperto fino al 20 maggio, ripercorre cronologicamente il processo di trasformazione delle opere dell’artista, per mostrare come l’estetica delle architetture naturali e vegetali si sia radicata nella sua poetica e nella sua immagine. Brighetti continua la propria sperimentazione sull’arte Cinetica e Programmata, esplorando il campo della sinergia fra arte, scienza e natura e portando l’attenzione su concetti quali l’ibridazione fra robotica e natura e la sua sempre maggiore artificialità, fino alla necessità di una coscienza ecologica e l’evoluzione della macchina.

Chlorophyl by Alessandro Brighetti This year at Fuorisalone, Visionnaire has dedicated its Wunderkammer, at the Visionnaire Design Gallery in Piazza Cavour 3 in Milan, to Alessandro Brighetti, an artist from Bologna who lives and works in New York. Curated by Marco Morandini, the installation, open until 20 May, chronologically traces the transformation process

IFDM 64 Aprile 2016

of the artist’s works, to show how the aesthetics of natural and plant architecture are rooted in his poetics and in his image. Brighetti continues his experiments on Kinetic and Programmed art, by exploring the field of the relationship between art, science and nature, and drawing attention to concepts such as the hybridisation between nature and robotics, the increasing artificiality of nature, the need for ecological awareness and the evolution of the machine.


III_IV di Cop_Layout 1 29/03/16 11:41 Pagina III

IFDM IL FOGLIO DEL MOBILE

CONTRACT&HOSPITALITY Spring /Summer 2016 COLLECTABLE BOOK

MILAN DESIGN WEEK - GLOBAL DESIGN CARRIER -

iSaloni Milano Reception Hall 5/7 - BE A WONDER -

Boscolo Hotel Corso Matteotti 4/6

Exhibition concept by Alessandro La Spada

www.ifdm.it - info@ifdm.it


III_IV di Cop_Layout 1 23/03/16 17:15 Pagina IV

IFDM n. 4-2016 | Milan Design Week | Classic&Luxury issue  

April 2016

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you