Page 1

orriere C Città www.ilcorrieredellacitta.it

ilIl Corriere della Città Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica    della Anno 3 Numero 7

MAGGIO 2011

GRATUITO

DE FUSCO O CELORI?

SP EC TU IA TTI LE I R EL ISU E LTA ZIO TI N I

libertà - informazione - cultura - politica - sport - cronaca

A  POCHI  GIORNI  DAL  BALLOTTAGGIO C’è’ MOLTA INCERTEZZA SUL  NOME  DEL  FUTURO  SINDACO

INTERVISTE AI CANDIDATI

ELEZIONI: SPECIALE TUTTI I VOTI

DA PAG. 4

PAG. 13

21


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Editoriale   

DE FUSCO-CELORI HANNO VINTO I PARTITI NONOSTANTE L’ARIA DI NOVITÀ PORTATA DAI MOVIMENTI E DALLE LISTE, ALLA SFIDA FINALE VANNO DUE BIG “TRADIZIONALI” ra poche ore Pomezia avrà il suo nuovo Sindaco. Un persona che si assumerà l’incarico di guidare la città per i prossimi 5 anni e che, nel bene e nel male, inciderà sulla vita quotidiana di tutti i cittadini. Il risultato dato dalle urne nel corso del primo turno ha visto il Sindaco uscente, Enrico De Fusco, sempre in testa nei vari aggiornamenti forniti ufficialmente dal Comune durante il conteggio dei voti. Man mano che i seggi completavano le operazioni di spoglio venivano fornite le percentuali che, pur variando minimamente,

T

davano sempre De Fusco in testa, seguito da Luigi Celori. L’esponente del PDL - che viene da tre legislature nella Regione Lazio ed ha un bagaglio politico locale pesantissimo - è infatti riuscito a vincere la sfida con il suo diretto concorrente, Giorgio Puggioni, in quelle che erano state considerate le “primarie del centrodestra”. E ora ci ritroviamo con due politici della vecchia scuola, che certo non rappresentano quel rinnovamento più volte vagheggiato ed inneggiato dai cittadini durante i 5 anni appena trascorsi. L’esperienza

Il Corriere della Città

E-MAIL:

Numero 7 Anno 3 MAGGIO 2011 - Distribuzione gratuita

IN REDAZIONE:

via Odessa 41 - 00040 Torvaianica

EDITORE: La Città DIRETTORE RESPONSABILE: Maria Corrao

redazione@ilcorrieredellacitta.it direttore@ilcorrieredellacitta.it

Alessia Ambra Achille, Mauro Valentini Luca Mugnaioli, Matteo Acitelli Alfredo Corrao, Pietro Conti, Savino Tommasi Claudia Sperduti, Michele Lotierzo

di De Fusco e Celori è indubbia: da più di vent’anni entrambi governano la città – a volte in maggioranza, a volte all’opposizione, a volte dietro le quinte – ed entrambi appartengono a partiti tradizionali e non a quei movimenti cittadini che si erano riproposti di rivoluzionare il modo di amministrare la cosa pubblica. Uno garantisce la continuità amministrativa, l’altro l’intervento di Enti superiori che porterebbero Pomezia fuori dai ristretti confini attuali. De Fusco invita a fare paragoni con il passato per far risaltare il cambiamento avvenuto negli anni in cui è stato Primo Cittadino, Celori lo accusa di aver pensato solo al cemento e di aver rovinato la città con il suo immobilismo amministrativo, sostenendo che molto di quanto fatto (ovviamente delle cose positive) è frutto di decisioni delle precedenti amministrazioni. Tutto come al solito, insomma. Perché queste storie sono anni che le sentiamo: accuse, difese, vanti, rivendicazioni. Fatte con un certo stile, dobbiamo dire, perché l’esperienza pregressa ha insegnato loro quali sono i confini entro i quali si possono muovere. Guardando i risultati elettorali del primo turno salta all’occhio che oltre il 75 % dei votanti è felicissimo dei politici che finora hanno deciso le sorti di Pomezia: alle spalle di De Fusco e Celori troviamo infatti Giorgio Puggioni, che pur avendo a suo sostegno ben otto liste non ce l’ha fatta ad arrivare al rush finale. Ma, a prescindere da chi è andato al ballottaggio, i candidati sindaco che hanno preso più voti sono quelli che rappresentano i partiti tradizionali (anche se all’interno delle loro coalizioni c’erano anche liste e movimenti cittadini), segno che, almeno a Pomezia, la logica antica è ancora quella che ha più presa verso l’elettore. Perché bisogna fare una netta distinzione tra l’elettore ed il cittadino: quest’ultimo è quello che si lamenta della buca, del traffico, della mancanza di servizi, delle cose che non vanno. L’elettore, invece, è quello che vota l’amico, l’amico dell’amico, il conoscente che forse potrebbe fare qualcosa per lui, il “santo” che ha già fatto qualcosa per lui. Le due facce della stessa medaglia sono quindi incompatibili. Perché è assurdo lamentarsi di come vanno le cose e ridare la fiducia alle stesse persone: o le abbiamo votate perché hanno lavorato bene e meritano di amministrare il nostro Comune (ed allora smettiamo di lagnarci) oppure siamo dei martiri che si divertono a fare di tutto per mandare al governo persone non adatte tanto per avere il gusto di criticarle, salvo poi starci zitti se fanno qualcosa a nostro favore. De Fusco o Celori: chiunque sarà il nostro nuovo Sindaco sarà quello che abbiamo scelto nei pochi attimi in cui siamo rimasti chiusi nella cabina elettorale. Quindi, De Fusco o Celori, teniamocelo e, invece di lamentarci, aiutiamolo a lavorare bene. Maria Corrao.

CHIUSURA REDAZIONALE: 22/05/2011 STAMPA: Arti Grafiche Reg. Trib. di Velletri Settembre 2009 N. Reg. 19/09 del 24 Settembre 2009

PROGETTO GRAFICO E IMPAGINAZIONE: Studio Grafico O.K.

21 03


Il Corriere della Città Pomezia News Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011

DE FUSCO: CONTINUITA’ AMMINISTRATIVA IL SINDACO USCENTE ILLUSTRA I VANTAGGI DEL PROSEGUIMENTO DELLA SUA AMMINISTRAZIONE ra sicuro di andare al ballottaggio, ma erano altri i risultati che si aspettava Enrico De Fusco, sindaco uscente. Deluso? “Assolutamente no, perché se è vero che speravo in una percentuale personale intorno al 40%, quindi di un paio di punti maggiore di quella reale, è anche vero che credevo che Celori – che ho sempre visto come la persona con cui mi sarei scontrato – avrebbe preso almeno il 24/25%, anche per la forza del PDL sul territorio. Avevo quindi previsto uno scarto massimo del 15%. Invece la real-

E 04

tà vede una differenza di 17 punti percentuali, che equivalgono a più di 5 mila voti, quindi davvero notevole”. Al ballottaggio c’è un fisiologico calo dei votanti, che si accentua tra gli elettori del centrodestra. Quanto può incidere sul risultato finale? “In questi giorni ho incontrato tutti i miei candidati per un confronto, e li ho incitati a votare compatti come al primo turno: è su questo che bisogna puntare, non sulle defezioni altrui. Io mi rivolgo non solo all’elettorato del centrosinistra, ma anche a

tutti quei moderati che possono trovare riscontro nella lista Forza Pomezia, che li rappresenta perfettamente”. Contano più i voti dei simpatizzanti del Movimento 5 Stelle o quelli di chi ha scelto Alba Rosa? “Conto sul buon senso dei cittadini”. Ma è un dato di fatto che solo se lei si riconfermasse sindaco Fabio Fucci potrebbe diventare consigliere comunale. “Non è questa la valutazione da fare: non mi sentirei mai di dire al Movimento 5 Stelle di votare per me perché in caso contrario Fucci resterebbe fuori, ma di scegliere il centrosinistra perché abbiamo tanti punti in comune, dal momento che tante iniziative che abbiamo messo in campo vanno verso la direzione che sta a cuore dei “grillini”. Parlo della pista ciclabile e della raccolta differenziata, per la quale la nostra amministrazione ha iniziato un percorso che, con le dovute correzioni ed ottimizzazioni che l’esperienza ci farà fare, porterà a risultati davvero buoni: il mio obiettivo è quello di estendere la raccolta differenziata al 100% entro due anni. Altro punto in comune è la lotta fatta per mantenere pubblica l’acqua e la contrarietà al nucleare. E’ vero che non sempre ci siamo trovati d’accordo, ma vorrei far capire al Movimento 5 Stelle che, avendo basi comuni su diverse iniziative, queste possono essere condivise nel tempo”. Quanto può essere importante la continuità amministrativa in questo territorio? “Proprio oggi mi sto occupando di alcune famiglie a rischio sfratto. Conosco la loro situazione e so come muovermi. Questo è solo un esempio, ma se ne possono fare infiniti, a partire dalla gestione dell’imminente stagione estiva a Torvaianica, dove dovrà partire un immediato potenziamento del servizio di raccolta dei rifiuti differenziati a causa dell’aumento della popolazione. Conoscere già i problemi e le situazioni è sicuramente un vantaggio, mentre un’amministrazione nuova inciderebbe negativamente: per amalgamarsi e riuscire a lavorare a regime ci vuole parecchio tempo. Senza contare che – e lo dico con il massimo rispetto – tra i candidati che verrebbero eletti se vincesse Celori ce ne sono molti che non hanno esperienze amministrative e che quindi avrebbero bisogno di tempo per capire come si guida una città. Senza contare che mi sembra che questa campagna elettorale sia per Celori una sorta di riscatto nei confronti di quello che è accaduto lo scorso anno in occasione delle elezioni regionali: se adesso diventasse sindaco, alla prossima tornata regionale cosa farebbe? Non è che Pomezia è solo un trampolino di lancio per rimanere nell’orbita della Regione?”. Cosa direbbe al cittadino per invogliarlo a votarla?


Il Corriere della Città Pomezia News Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011

“Che, piuttosto che dar retta alle chiacchiere di piazza, dovrebbe fare un giro per l’intero territorio comunale e confrontarlo con come era 5 o 10 anni fa. Si renderebbe conto di quante cose sono cambiate in meglio in così poco tempo. Parlo delle torri piezometriche che hanno portato l’acqua dove non c’era, dell’ostello abbandonato trasformato in delegazione, biblioteca e sede di un distaccamento della Polizia Municipale e che – se resterò in carica – diventerà anche uffici per la Polizia di Stato, che nel periodo estivo troverebbero qui, grazie ad un accordo verbale già preso, un comodo punto di riferimento per il monitoraggio del litorale. Ci sono poi scuole, strade, rotonde, marciapiedi ed illuminazioni che prima non esistevano e che adesso agevolano la vita quotidiana dei cittadini, compresi i ragazzi che giocano nei campi di calcio di Nuova Lavinium e Torvaianica, che prima erano in terra battuta ed ora in erba sintetica. La città in molti punti è diventata più bella, come a Torvaianica centro, dove è stata fatta una rotonda

in cui è stata posizionata una statua che rappresenta la genesi e quindi la rinascita dell’intero quartiere, cosa a cui stiamo puntando da anni, anche attraverso il potenziamento dei depuratori, che finalmente consentono di avere l’acqua del mare pulita dopo anni in cui le analisi erano negative. Attenzione è stata data anche ai giardini pubblici, che si stanno man mano trasformando. Prendo l’esempio di quelli di via Filippo Re: ero poco più di un ragazzo io ed erano già in stato di abbandono. Adesso li abbiamo completamente rifatti. A breve verranno inaugurati ed i bambini potranno godere di un giardino delizioso. Restando in tema, un’altra iniziativa – che può anche non essere condivisibile, ma che per noi era importante e sinonimo di civiltà – sono i bau park, che prima non esistevano. Ma non c’è solo questo, perché ci sono altre iniziative in corso, tra cui i lavori della rete fognaria, che sarebbero dovuti partire mesi fa ma che – non si capisce perché – erano stati bloccati dalla Regione, come i fondi per il teatro, anche questi

finalmente sbloccati grazie alle nostre insistenze. Molte cose le cittadini non le sanno, perché magari vengono riportate in modo distorto”. Quindi perché in molti sostengono che la sua amministrazione non ha fatto nulla per la città? “Io ho elencato dati reali, non chiacchiere, e neanche tutti. Chi si affida alle chiacchiere probabilmente non vuole vedere la realtà. Secondo lei come mai a Santa Palomba ho preso il doppio dei voti di Celori e Puggioni, se non perché grazie alla nostra amministrazione finalmente la zona sta prendendo l’aspetto di un vero quartiere, come anche la Castagnetta?”. Qual è la cosa più importante che ha fatto in questi 5 anni? “Sicuramente mandare via l’A.Ser., cosa che nessuno aveva voluto fare prima, con un risparmio annuo per i Comune di circa 12 milioni di aggio l’anno. E se questo è niente…”. Maria Corrao


Il Corriere della Città Pomezia News Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011

CELORI: E’ ORA DI CAMBIARE IL CANDIDATO DEL CENTRODESTRA SPIEGA I MOTIVI PER CUI BISOGNEREBBE VOTARE PER LUI ’ soddisfatto del risultato ottenuto, Luigi Celori, soprattutto perché ha dimostrato di non aver voluto lavorare per perdere, come molti avevano sostenuto inizialmente, ma per conquistare davvero la poltrona di Primo Cittadino nonostante le spaccature interne al Centrodestra in genere ed al PDL in particolare. Le defezioni non hanno impedito che Celori arrivasse alla sfida finale con il Sindaco uscente, per contendersi al ballottaggio la poltrona più importante della città. Ma questo successo è frutto del suo lavoro o degli

E 21 06

errori altrui? “E’ sicuramente il risultato di una politica basata sul parlare chiaro, senza slogan, ma mettendo in primo piano le tre vere emergenze di Pomezia, il lavoro, la sicurezza e l’ambiente. Per questi tre tempi mi sono mosso in modo da avere tutti gli appoggi possibili da parte degli Enti superiori, in modo da dare risposte e soluzioni certe ai cittadini. Ed i cittadini hanno capito bene il messaggio che volevo trasmettere: grazie agli ottimi rapporti che ho sia in Regione che con il Governo naziona-

le Pomezia può soltanto migliorare”. La spaventa il gap che c’è tra lei ed il Sindaco uscente? 17 punti percentuali sono tanti… “Al ballottaggio tutto viene azzerato e si ricomincia da capo. Gli equilibri che c’erano al primo turno non ci sono più, come non ci sono più otto aspiranti sindaci e 540 candidati al posto di consigliere comunale. Chi ha votato per uno dei sei candidati che non rientrano nella sfida finale adesso dovrà decidere a chi dare la propria preferenza, e stiamo parlando del 42% degli elettori, che sono quelli che faranno la differenza. Il fatto che adesso si debba scegliere uno fra due nomi significa dover riflettere bene su quello che si sta facendo, confrontando le persone in maniera concreta ed obiettiva”. Come pensa di convincere i cittadini a votare per lei? “Approfitterò di questi giorni per confrontarmi direttamente con loro, spiegando ancora meglio il programma che abbiamo stilato e le ripercussioni che ci saranno per l’intero territorio. Vorrei evidenziare che il fatto che De Fusco abbia preso più consensi rispetto a me è relativo, visto che stiamo parlando del Sindaco uscente: prendere il 37% dei voti significa che il 63% dei cittadini non lo ha votato e questo è indicativo soprattutto se confrontato ai dati relativi alle sue liste. De Fusco ha infatti preso meno voti della sua coalizione, ed è inutile che ribatta alla mia constatazione dicendo che l’80% dei cittadini non hanno votato me: non sono stato io alla guida di questa città per 5 anni. Se un Sindaco che finisce l’intero mandato ha operato bene, per logica deve essere riconfermato al primo turno con largo consenso, come è avvenuto per Palozzi a Marino, che ha raggiunto un risultato del 62% Altri esempi nel passato li abbiamo visti con Moffa a Colleferro o, per la sinistra, con Veltroni a Roma. Quanto emerso dalle urne pometine, invece, indicano per De Fusco una chiara sconfitta”. Sta cercando alleanze? “No, non facciamo apparentamenti. Io mi rivolgo a tutti quei cittadini di Pomezia per lanciare il “Comitato di liberazione comunale”. Serve lavoro, sicurezza e pulizia, tutte cose che solo una nuova amministrazione può dare. Coinvolgerò nei ruoli di governo tutti quei cittadini che hanno partecipato a questo progetto di autentico rinnovamento, lavorando tutti insieme a 360° aldilà dei vecchi schieramenti politici. Dobbiamo far vincere Pomezia. Il benessere delle nostre famiglie deve venire prima di tutto. De Fusco con il suo secondo ed ultimo mandato darebbe un senso solo al suo personale futuro e a quello dei suoi amici vecchi e nuovi. Il nostro Comune ha bisogno di ben altro”. Ossia?


Il Corriere della Città Pomezia News Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011

“Significa che tutti i cittadini che hanno a cuore questa città devono concorrere a mandar via la vecchia amministrazione per dar vita ad un nuovo modo di fare politica e gestire la città e la cosa pubblica, dove possono partecipare tutti, al di là degli schieramenti politici. Confermare De Fusco significherebbe riconsegnargli in mano Pomezia per altri 5 anni, con la prospettiva che non potrà candidarsi per la terza volta, e che quindi potrà fare anche peggio di quanto fatto finora, perché non avrà il problema di doversi ripresentare al giudizio dei cittadini, che devono scongiurare questa possibilità, dando modo alla nostra città di ripartire. E l’unico modo per farlo è quello di andare oltre i nostri confini, di avere rapporti e dialogo con Roma e con tutti i Comuni del litorale, con la Regione e con il Governo. Solo così si potrà mettere il nostro territorio al centro di un sistema economico che superi i confini locali”. Pensa di essere in grado di farlo?

“Sì, con il concorso di tutti i cittadini di buona volontà, a cui ci rivolgiamo. Immagino che chi ha a cuore la tutela dell’ambiente possa apprezzare il fatto che il primo provvedimento che farei come Sindaco è quello di riorganizzare la raccolta dei rifiuti e di dar vita a “Pomezia Natura”, che dovrà gestire le tre aree protette che abbiamo, la Sughereta – già acquisita grazie ad una convenzione che ho aiutato a stipulare – le dune del Pigneto, che acquisiremo con il nuovo piano di Campo Ascolano ed il Parco Archeologico di Pratica di Mare, per il quale il Sottosegretario Giro ha già trovato 6 milioni di euro di finanziamento”. Teme che l’effetto “Movimento 5 Stelle”, che avrebbe un consigliere solo se vince il suo avversario, possa danneggiarla molto? “Credo che con un consigliere in quell’amministrazione non si potrebbe fare niente. Quando sono stato all’opposizione l’unica cosa che potevo fare era votare contro, ma questo non bastava mai.

Solo grazie ad un interessamento diverso sono riuscito, come nel caso dei piani urbanistici, a bloccare le cose nell’Ente superiore. Dico quindi a Fucci che non è importante fare il consigliere in un’amministrazione di sordi, ma è importante avere un ruolo decisivo in un’amministrazione rinnovata. Noi siamo pronti al dialogo”. Quanto conta sugli elettori che al primo turo hanno votato per altri candidati del centrodestra? “Noi ci rivolgiamo a tutti i cittadini, perché qui la battaglia non è centrodestra contro centrosinistra, ma tra chi vuol voltare pagina e riportare opportunità a Pomezia e chi vuol continuare con quella politica che ha portato solo alla paralisi ed alla disoccupazione sul territorio. Se avrò l’onore di guidare questa città, alla partecipazione ad una buona amministrazione saranno chiamati tutti, indipendentemente dal loro orientamento politico”.

Maria Corrao


Il Corriere della Città Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011

NON SOLO NUMERI... ANALIZZIAMO IL VOTO, LE SUE CONSEGUENZE E GLI ASPETTI ANOMALI l di là dei numeri, dieci giorni dopo le elezioni ed a ridosso del ballottaggio, proviamo ad analizzare il voto espresso dai pometini. Su 45.410 aventi diritto si sono recati alle urne 33.031 cittadini (72,74%), di cui 22.886 femmine (72,84%) e 22.524 maschi (72,63%). Poche le schede bianche, solo 143, pari allo 0,43%, segno dell’interesse ad esprimere una propria preferenza. Si sale un po’ con i voti nulli, che sono 791 (2,39%) e che comprendono le schede nulle ed i voti contestati non assegnati.

A

10

Dal momento che i consiglieri saranno 24 e non più 30, qualora si riconfermasse Primo Cittadino De Fusco la sua maggioranza sarebbe formata da 6 consiglieri del PD, 4 di Forza Pomezia, 3 dell’IDV e 1 del PSI. Nel dettaglio, a sedersi sugli scranni per il PD sarebbero Fabio Mirimich (546 voti) Renzo Antonini (490 voti), Maurizio Battistelli (481 voti), Marco Mesturini (412 voti), Corrado Capodimonti (391 voti) e Fabio Attenni (335 voti). Abbiamo quindi un ritorno – quello di Mirimich – alla grande, visto che è il promo eletto

del PD; il rientro di Antonini dopo anni di assenza; una nuova entrata – quella di Attenni – e le conferme di Battistelli, Mesturini e Capodimonti, già consiglieri nella legislatura 2006/2011. A rappresentare Forza Pomezia Paolo Ruffini (747 voti), Omero Schiumarini (643 voti), Giuseppe Cimadon (253 voti) e Valter Valle (228 voti): due ex consiglieri i primi, nuove entrate i secondi. I tre esponenti dell’IDV sono Luigi Lupo (809 voti), Nicolò Barone (695 voti) e Fabrizio De Lorenzi (320 voti): erano tutti già consiglieri nella giunta De Fusco. Per il PSI


Il Corriere della Città Pomezia News Pomezia

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011

l’unico rappresentante è Sergio Busti (281 voti). L’opposizione vedrebbe, oltre a Luigi Celori, i candidati sindaco Giorgio Puggioni, Alba Rosa e Fabio Fucci, a cui si aggiungerebbero 3 esponenti del PDL (Raimondo Piselli con 772 voti, capolista, Saverio Pagliuso con 579 voti, Romano Errico con 591 voti), di cui solo uno, Errico, già consigliere nella legislatura uscente, e 3 esponenti dell’UDC (Gianni Mugnaini con 625 voti, Vincenzo Mauro con 578 voti e Maria Rotonda Russo con 416 voti). Se invece a vincere fosse Luigi Celori, lo scenario sarebbe il seguente: maggioranza formata da 10 rappresentanti del PDL (oltre a Piselli, Pagliuso ed Errico si aggiungerebbero Pietro Salfi con 438 voti, Filippo Claudio Libertino con 223, Serafini Rodolfo con 204 voti, Pietro Angellotto con 154 voti, Roberta Minelli con 119 voti, Claudio De Lucia con 147 voti e Mascioli Ivan Giuseppe con 45 voti), 3 de La Destra (Francesco Spano con 258 voti, Giovan Battista Maura con 216 voti e Giovanni Piro con 213 voti) e 1 della lista Celori Sindaco (Alfio Domenico Di Carlo con 63 voti) ed opposizione formata dai candidati sindaco Enrico De Fusco, Giorgio Puggioni ed Alba Rosa, oltre ai PD

Mirimich, Antonini, Battistelli, all’esponente di Forza Pomezia Paolo Ruffini, a quello dell’IDV Lupo ed ai due dell’UDC Mugnaini e Vincenzo Mauro. In entrambi i casi, è chiaro come siano state penalizzate le liste civiche: nonostante il risultato eccezionale del Movimento 5 Stelle, che ha conquistato il 7,41% di preferenze per il suo candidato sindaco Fabio Fucci ed il 5,87 come lista, non ci sono consiglieri comunali già eletti (quindi confermati sia in caso di vittoria del centrodestra che del centrosinistra) in nessun movimento o lista cittadina, tranne Forza Pomezia, che merita un discorso a parte. Pur essendo un movimento, infatti, ha un traino che viene da Forza Italia, e sono molti i berlusconiani che hanno seguito gli ex consiglieri di FI nel loro nuovo percorso politico. Tornando a Fucci, invece, diventerebbe consigliere solo se vincesse De Fusco: se vincesse Celori, che al primo turno ha molti meno voti rispetto al suo avversario, i banchi dell’opposizione andrebbero ripartiti fra le liste e le coalizioni che hanno superato la soglia del 3% in base al risultato raggiunto. In questo caso ben 6 seggi li prenderebbero i sostenitori di De Fusco, altri 3 posti verrebbero occupati da Puggioni e da

due esponenti della sua coalizione e l’ultimo da Alba Rosa. Su 25 liste iniziali, sono ben 14 a non avere nessun rappresentante in consiglio. Questo fa tornare all’ipotesi iniziale che molti di questi candidati consiglieri erano stati presi solo per fare numero e magari gettare fummo negli occhi degli avversari. Significativo ed eclatante (in negativo) il risultato del Nuovo PSI: 20 candidati, un solo voto di preferenza, preso da Generoso Colangione, che con quel solo punto è il capolista del partito. Peggio della lista “No al nucleare”, che ha preso 3 voti e vede il suo migliore esponente con 2 preferenze. Ben 122 persone non hanno preso neanche la propria preferenza, mentre solo 4 liste non hanno il fatidico 0 voti: il PSDI, Sport e Cultura, Città Nuove ed il Movimento 5 Stelle. Tutti gli altri, compresi PD e PDL, hanno almeno un esponente che non ha preso nemmeno un voto. Tra gli otto candidati sindaco, in 3 non hanno raggiunto il quorum: Maricetta Tirrito di Città Nuove, Massimo Ciccolini del Movimento Comunale Italiano e Francesco Cefalo di Associazioni4riunite.


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

I SINDACI ENRICO DE FUSCO 12.087 VOTI 37,67% LUIGI CELORI 6.595 VOTI 20,55% GIORGIO PUGGIONI 5.553 VOTI 17,31% ALBA ROSA 2.970 VOTI 9,25%

FABIO FUCCI 2.378 VOTI 7,41% MARICETTA TIRRITO 1.017 VOTI 3,17% FRANCESCO CEFALO 873 VOTI 2,72% MASSIMO CICCOLINI 612 VOTI 1,91%

13 35


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

LE LISTE LISTE COLLEGATE A

ENRICO DE FUSCO 4918 VOTI 2966 VOTI

2450 VOTI 1435 VOTI

16,32% 9,84%

8,13%

4,76%

4245 VOTI 1155 VOTI

607 VOTI

28 VOTI

14,08% 3,87%

2,01%

0,09%

3370 VOTI

78 VOTI

617 VOTI

457 VOTI

11,18%

0,26%

2,05%

1,52%

388 VOTI

190 VOTI

776 VOTI

390 VOTI

1,29%

0,63%

2,57%

1,29%

383 VOTI

1,27%

LISTE COLLEGATE A

LUIGI CELORI

LISTE COLLEGATE A

GIORGIO PUGGIONI

14

LISTE COLLEGATE A

LISTE COLLEGATE A

ALBA ROSA

FABIO FUCCI

1457 VOTI 409 VOTI

1768 VOTI

4,83% 1,36%

5,87%

LISTE COLLEGATE A

LISTE COLLEGATE A

LISTE COLLEGATE A

MARICETTA FRANCESCO MASSIMO CEFALO CICCOLINI TIRRITO 165 VOTI

745 VOTI

442 VOTI

0,25% 0,55%

2,47%

1,47% 0,24%

618 VOTI

72 VOTI


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

I VOTI ENRICO DE FUSCO ANTONINI RENZO APINTEI MARIA DIANA ATTENNI FABIO BARBIERI ANTONIO BATTISTELLI MAURIZIO BELLO ATTILIO

490 42 343 293 481 212 CAPODIMONTI CORRADO 391 CASTALDO ANNA MARIA 13 CELANI SILVIA 55 D'ALESSANDRI FIORENZO 284 DE DOMINICIS FRANCESCA 8 FLORE ANTONIO 206 FRANCESCHETTI MARCELLO 79 GALLUCCI GIOVANNI 108 GARZOLI STEFANO 49 MARTINI FABIO 1 MENEGONI DEBORHA 7 MESTURINI MARCO 412 MIRIMICH FABIO 546 MORGANTE GLORIA 1 SBARAGLIA MAURIZIO 116 TRIPALDELLA SILVANA 0 VENTRIGLIA MASSIMILIANO 12

11.81% 1.01% 8.27% 7.06% 11.59% 5.11% 9.42% 0.31% 1.33% 6.85% 0.19% 4.97% 1.9% 2.6% 1.18% 0.02% 0.17% 9.93% 13.16% 0.02% 2.8% 0% 0.29%

ABISSI FILIPPO ANTONELLI SIMONE BARABBA LORENZO CARINCI BRUNO CAROSI DANIELA CAVASSO GIOVANNI CIMADON GIUSEPPE CONTI MARIATERESA FRASSINETI LORETO GOLEMI STEFANO MARTINELLI DANIELE PANSÈ PALO PUGGIONI CRISTIANO RUFFINI PAOLO SCHIUMARINI OMERO SORRENTINO MONICA VALENTINI WALTER VALLE VALTER

6 27 19 12 20 0 253 12 127 4 158 16 0 743 647 20 169 228

0.24% 1.1% 0.77% 0.49% 0.81% 0% 10.28% 0.49% 5.16% 0.16% 6.42% 0.65% 0% 30.19% 26.29% 0.81% 6.87% 9.26%

ADDUCI STELLA BARONE NICOLÒ BRUNI FEDERICO CONFICONI GIORDANO D'ANGELO LAURA DE LORENZI FABRIZIO DELLI COLLI MARZIA DI MAMBRO GLAUCO DIMASI PAOLO FAETI ANDREA IAMMARRONE CINZIA LUPO LUIGI KAPPLER GIANCLAUDIO MARINELLI ROBERTO MARTELLI LUCIO MARTINENGO ROBERTO PARMA ROBERTA PATRISSI DONATO PUCCI MICHELE RICCIARDI SERGIO

24 695 42 0 5 320 54 0 3 68 0 809 35 0 32 0 1 2 0 0 SANTINI MURATORI LUCA 90 VALENTINO FABRIZIO 0 VECCHIO LORENZO 0 ZAGARIA MARIA GRAZIA 3

1.1% 31.84% 1.92% 0% 0.23% 14.66% 2.47% 0% 0.14% 3.11% 0% 37.06% 1.6% 0% 1.47% 0% 0.05% 0.09% 0% 0% 4.12% 0% 0% 0.14%

BACCHILEGA PIERFRANCESCO 33

BARTOLINI BIANCA BERNESCO GIORGIA BOSCHERINI ARMANDO BRAVACCINI RIZIERI BUSTI SERGIO CAMPOLI FEDERICO D'AGAPITI FRANCO DI GIULIO ENIO

31

0 98 117 281 12 35 274 DI MELCHIORRE MAURIZIO 118 FILIPPONE EGIDIO 0 FIORETTI ALESSANDRO 50 MORICO NOEMI 2 PAOLINI DARIO 1 RADICE PANNARIA EMILIO 0 ROBOTTI ROBERTO 0 SPAGNOLI LUCA 5

2.36% 2.22% 0% 7.02% 8.38% 20.11% 0.86% 2.51% 19.61% 8.45% 0% 3.58% 0.14% 0.07% 0% 0% 0.36%

591 154 ANTONIELLI ALBERTA 0 3 BARILLÀ CLAUDIA BATTAGLIA ANGELO 8 BERNARDI TARCISIO 10 GALASSO GIAN FRANCO 0 GIOVANNELLI PAOLO 1 LIBERTINO CLAUDIO 223 LOMBARDI ROMANO 22 MASCIOLI IVAN 45 MILITELLO FRANCO 3 MINELLI ROBERTA 119 MONACO GIUSEPPINA 8 PAGLIUSO SAVERIO 579 PARIS LUCIANO 31 PISELLI RAIMONDO 722 POCCIA ADRIANA 1 RINALDI MARIO 1 SERAFINI RODOLFO 204 STELLACCI GRAZIANO 3 VULPIANI CORRADO 1 SALFI PIETRO 438 DE LUCIA CLAUDIO 147 ANGELLOTTO PIETRO

17.83% 4.65% 0% 0.09% 0.24% 0.3% 0% 0.03% 6.73% 0.66% 1.36% 0.09% 3.59% 0.24% 17.47% 0.94% 21.79% 0.03% 0.03% 6.16% 0.09% 0.03% 13.22% 4.44%

ARMOCIDA MARCELLO BELARDI ELVEZIO BELLOCCHI WALTER BUONANNO MARIO DONATI CLAUDIO FABBRIZZI ANDREA FRANCESCHETTI MARIA GIOVANCROCE SILVANA MASSARI GIORGIA

0 0% 68 6.71% 13 1.28% 1 0.1% 0 0% 6 0.59% 0 0% 2 0.2% 1 0.1% MAURA GIOVAN BATTISTA 216 21.3% MELILLI FRANCO 6 0.59% PADOVAN FABIO 3 0.3% PETRITOLI GIOVANNI 1 0.1% PIRO GIOVANNI 213 21.01% ROCCHI ROBERTO 4 0.39% ROMANO COSIMO 57 5.62% ROSSI FIORELLA 0 0% ROMAGNUOLO ANTONIO 31 3.06% RUIU DANIELE 13 1.28% SEPE FRANCESCO 0 0% SEVERI PATRIZIA 3 0.3% SPANO FRANCESCO 258 25.44% VETTRAINO ROBERTO 47 4.64% ZAPPAVIGNA GUIDO 71 7%

ALTESE GIUSEPPE ANDREOLI MASSIMO BATTAGLIA SALVATORE BELLO FAUSTO CARLUCCIO ROBERTO CATOZZI DANIELE CAVA ALBERTO DE BAGGIS GIOVANNI DI CARLO ALFIO FORMICHELLA DIEGO LELIO ANDREA MILEO ROCCO RACO GIUSEPPINA RE GUGLIELMO RESTA VINCENZO SCALIA SALVATORE UZZI GERARDO PIRAINO EDUARDO TRUSIANI SIMONA DI PIETRO MARIA SANTONI STEFANO

43 16 31 11 7 31 2 4 63 0 6 7 6 20 16 14 0 0 0 0 7 D'ATRI ANGELA FRANCESCA 0 SALUSTRI VALERIO 0 COLICCHIA STEFANO 0

80 50 7 17 16 19 16 31 0 4 7 2 0 0 0 1 0 0 5 10

30.19% 18.87% 2.64 6.42% 6.04% 7.17% 6.04% 11.7% 0% 1.51% 2.64% 0.75% 0% 0% 0% 0.38% 0% 0% 1.89% 3.77%

FABIO FUCCI

LUIGI CELORI

ERRICO ROMANO

MIRARCHI ANNA OLEANDRI ANDREA GIUGNO ANTONELLA OLIVA GIOVANNI BAGATTI MONICA GASBARRI OLIVA TIBERINI MARINA GIULIANI FRANCO POZZOLINI EMANUELA ANGELONE ROBERTO LIBRIZZI GRAZIA NOTARIELLO DANIELE RANIERI ALESSANDRA VACCARGIU GIADA ZUCCARI RAQUEL PREZIOSO CARMELA TEWFIK NAGUAN ROMANATI ORESTINO IMPELLIZZERI DANILO MACELLARI ANGELO

15.14% 5.63% 10.92% 3.87% 2.46% 10.92% 0.7% 1.41% 22.18% 0% 2.11% 2.46% 2.11% 7.04% 5.63% 4.93% 0% 0% 0% 0% 2.46% 0% 0% 0%

DI BIASE FAUSTO CHISARI ANTONIETTA PALAZZO PATRIZIA GATTI ANGELO COTTEFOGLIE DANIELA PARENTE LUCIA FEDRIZZI ROSANNA MOLITIERNO GIUSEPPE CESARANO ANIELLO BRAGALONE FLORIANA SCOTTI GIUSEPPINA DATTILO ALESSANDRO DI MARTINO VINCENZO ADINOLFI ERMINIA

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 COLANGIONE GENEROSO 1 DE ANGELIS MASSIMILIANO 0 MORRA GAETANO 0 DATTILO SALVATORE 0 CHIARI MARIO 0 MOLITIERNO FRANCESCO 0

0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 100% 0% 0% 0% 0% 0%

BARBIERI CLAUDIO 19 BARBIERI FRANCESCO 11 BUCCINI ROBERTO 13 CERRI FEDERICA 14 D'ALTERIO MARIO 16 DI NINO STEFANO 12 GRECO SIMONE 29 IACOBONE CRISTINA 18 IZZO SALVATORE 2 LUONGO GIUSEPPE 1 MERCANTI RENZO 93 MINICUCCI TEODORICO 20 MONNI FRANCESCA 11 MORGANTINI PATRIZIA 1 NISI ANNA MARIA 9 PAGGETTI VERONICA 1 PANICUCCI SUSANNA 6 PETRIACHI GIANFRANCO20 POZZI STEFANO 85 RASPA GIUSEPPE 75 RUO GIOVANNI 22 SBIZZERA LORENZO 33 SIGNORELLI GENNARO 4 VITIELLO DARIO 35

3.45% 2% 2.36% 2.55% 2.91% 2.18% 5.27% 3.27% 0.36% 0.18% 16.91% 3.64% 2% 0.18% 1.64% 0.18% 1.09% 3.64% 15.45% 13.64% 4% 6% 0.73% 6.36%

15 35


Il Corriere della Città

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

I VOTI FRANCESCO CEFALO

GIORGIO PUGGIONI

16

CAPONETTI CLAUDIO 49 BARCI GIUSEPPE 1 BLANCODINI DARIO 8 BUSTI ROBERTO 165 CARDILLO ROBERTO 8 CIVITA FRANCESCO 1 D'AVINO ANGELO 358 FEDELE FILIPPO WALTER 319 FERRARO GIORGIO 0 FRISICARO CALOGERO 142 INTROCASO ANTONIO 0 MAURO VINCENZO 578 MOSCATIELLO MARCELLO 14 MUGNAINI GIANNI 625 PALONI SANDRO 174 PANACCIONE ANTONIO 39 PELLEGRINI CHIARA 17 PIEROTTI ARNALDO 34 RUGGIERO DOMENICO 10 RUSSO MARIA ROTONDA 416 SALSICCIA ANDREA 126 SANTORO MATTEO 10 VALMAGGI ALESSIO 110 ZIBELLINI GIANNI 2

1.53% 0.03% 0.25% 5.15% 0.25% 0.03% 11.17% 9.95% 0% 4.43% 0% 18.03% 0.44% 19.49% 5.43% 1.22% 0.53% 1.06% 0.31% 12.98% 3.93% 0.31% 3.43% 0.06%

MORGANTI STANISLAO 13 D'ONOFRIO MASSIMO 5 ANGELINI MARIO 3 TOMAINO GIUSEPPE 0 BIMBI MARCELLO 0 CAPORASO MARCELLO 0 CAPPELLANO NUNZIATA 0 CHERUBINI ROBERTO 0 DI MAURO PIETRO 3 DI TODARO ARMANDO 0 FONTANA MARIAGRAZIA 0 GERBINO ANTONELLA 0 IACUITTI STEFANIA 0 PISU MARIA PIA 0 PRIORI FABIANO 0 RAGNI ROBERTA 0 SAPONANGELO ALESSIA 0 SBLENDORIO ANNA 0 MUZI MORENA 0 LO COCO IGNAZIO 7

41,94% 16.13% 9.68% 0% 0% 0% 0% 0% 9.68% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 22.58%

MUZI GIAMPIERO TOVALIERI VITTORIO SERI ANDREA PIREDDU CRISTIAN TEDESCO GIUSEPPE BUSTI MAURIZIO FAGIOLO FILIPPO LIBELLO ANGELO PUCCI ROBERTO VIRZÌ ROBERTA TAVARONE ANDREA CIMADON ENRICO ZARA ALESSIO MACCARONE TIZIANA PETTERUTI LUCA FRATTAROLI ELISEO BOSU FRANCESCO SEGOLONI AUGUSTO

SAVASTANO GIAMPIERO 119 PALLADINO MARIO 114 ALUIGI ANDREA 7 BONAMORE MASSIMILIANO 11 BUCCI ROBERTO 0 BUONANNO GIULIO 5 CALDARA UMBERTO 0 CENCINI ALESSANDRO 5 CERALDI ERASMO 14 CIOCCARI CARLO 22 DE PROSPERIS LUCIANO10 NATALUCCI MASSIMILIANO 5 ODINO DANIELE 3 PANTANI MAURIZIO 11 PIZZICONI SOLANGE 9 PRATO MARCO 7

31.9% 30.56% 1.88% 2.95% 0% 1.34% 0% 1.34% 3.75% 5.9% 2.68% 1.34% 0.8% 2.95% 2.41% 1.88%

AUTIERO PASQUALE SPERANZA RAIMONDO ROSATI LORENA BERGAMO ANDREA FORMISANO RAFFAELE PISCITELLI FRANCESCO CICCHINELLI ALFREDO MASONE FRANCESCO LATTARO LORETTA TONLORENZI MARIO DELLA PORTA LUCA DEGLI UBERTI ROBERTA ROSATI AMERICO PIOZZI LUDOVICO MANNARINO MICHELE PEREGO STEFANIA CASANI STEFANO CRUBER GIOVANNI MORRA PASQUALE

29.78% 0.56% 6.74% 0% 0.56% 10.11% 7.87% 3.37% 3.37% 0.56% 0% 0.56% 1.69% 3.93% 2.25% 4.49% 0% 24.16% 0%

MAMBELLI ROBERTO ABBLASIO LUCIANO AVVISATI GIANCARLO BRANNETTI LUCIANA CARTA ANTONIO CAUTERO LUISA COLASANTI LUIGI COPPOLA ALESSANDRO D'AGNELLI FRANCO D'AMICO CATERINA

53 1 12 0 1 18 14 6 6 1 0 1 3 7 4 8 0 43 0

11 5 50 8 0 130 61 10 33 0 19 45 7 11 116 21 11 12

2% 0.91% 9.09% 1.45% 0% 23.64% 11.09% 1.82% 6% 0% 3.45% 8.18% 1.27% 2% 21.09% 3.82% 2% 2.18%

MECCA LEONARDO FERRARO MICHELINA BISESTI MAURO DARI ALESSANDRA COLIA VITTORIO LUCIANI EMANUELA CUCCHI SILVIO STEFANUTTI ROBERTO VECE MARIO COCILOVO GIANLUCA VERSARI ANTONIO TASSONE ANDREA MURATORI IVANO MARTINELLI NIKO RUOCCO MICHELE MAGRIN VINCENZO GENTILI MAURO NOVALDI MANOLO FAGGIANO ENRICO TONDI MARCO GIANNAULA TOMMASO GRUOSSO LUCIANO PICCIOTTO EDOARDO LUCIANI MASSIMILIANO

360 51 2 12 0 7 7 20 9 31 DE CRISTOFARO VINCENZO 4 DE SANTIS DANIELE 6 GUZZARDI ROSALIA 14 IORIZZO FRANCO 5 MACORI VENERANDA 25 MALAGISI ANGELO 11 MORINI MASSIMO 1 PIERAMICI ROSANNA 10 REGALBUTO SALVATORE 6 SAVIOLI VITTORIO 82 SENZANI SILVANO 6 SPADA GIOVANNI 29 TASSONE FRANCESCO 1 VIZIR VARVARA 9

50.85% 7.2% 0.28% 1.69% 0% 0.99% 0.99% 2.82% 1.27% 4.38% 0.56% 0.85% 1.98% 0.71% 3.53% 1.55% 0.14% 1.41% 0.85% 11.58% 0.85% 4.1% 0.14% 1.27%

FURGANI EGIDIO BOERI SERGIO DI FRANCESCO MARCO FOCO STEFANIA

190 23 4 33 21 0 10 28 31 37 0 14 2 5 0 4 8 8 12 4 4 0 3 0

73 13 26 22 GENCARELLI MASSIMILIANO 16 IZZO GIUSEPPE 16 LA TROFA FILOMENA 7 LASTELLA ANGELA 18 LESTE PAOLA 1 NORCINI LUCIANA 5 PALLOTTA MARCO 16 PIRODDI VALENTINA 5 SCALZO ADELINA 10 SCIROCCO SERGIO 33 SERRAO FRANCESCO 17 SOLIMANDO LAURA 12 SORO MONICA 11 TRINCHERO ANDREA 5 TRINCHERO MIRKO 1 DI IORIO ANTONIO 44

43.08% 5.22% 0.91% 7.48% 4.76% 0% 2.27% 6.35% 7.03% 8.39% 0% 3.17% 0.45% 1.13% 0% 0.91% 1.81% 1.81% 2.72% 0.91% 0.91% 0% 0.68% 0%

20.8% 3.7% 7.41% 6.27% 4.56% 4.56% 1.99% 5.13% 0.28% 1.42% 4.56% 1.42% 2.85% 9.4% 4.84% 3.42% 3.13% 1.42% 0.28% 12.54%

TASSILE GIANCARLO 30 AGOSTINI DAVIDE 17 AMRAOUI FATIHA 2 BELLO ROBERTO 37 BRUNO ROSALBA 0 CECCARINI FEDERICA 33 DAMATO NADIA 20 DE LUCIA ALBERTO 5 DI ANTONIO DONATELLA 9 DI DOMENICO ACHILLE 97 FERRARO LUCA 174 GAETANO ILARIA 16 GOFFREDO LUCA 92 HORNE ELAINE 5 MARCHETTI CLAUDIO 10 MIGNANELLI ROSA 13 PASCUCCI AGEO 26 PERLA CHRISTIAN 11 PEZZILLI BARBARA 1 POLIDORI GABRIELE 18 ROFENA LAURA 0 SANTUCCI RAFFAELE 5 TONELLI CINZIA 23

4,66% 2.64% 0.31% 5.75% 0% 5.12% 3.11% 0.78% 1.4% 15.06% 27.02% 2.48% 14.29% 0.78% 1.55% 2.02% 4.04% 1.71% 0.16% 2.8% 0% 0.78% 3.57%


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

I VOTI ALBA ROSA

224 19,18% BAIERI ROBERTO 39 3.34% BARTOLETTI IVAN 21 1.8% BENSI DARIO 15 1.28% CARRADORI ADRIANA 106 9.08% CASSANO MORENA 11 0.94% CATALANI ANTONIO 0 0% CECCARELLI GIUSEPPE 4 0.34% CHIEPPA TIZIANA 14 1.2% DEL GRANDE MARIA 27 2.31% DELLA VOLPE GIOVANNI 27 2.31% DI LISA GIUSEPPE 116 9.93% FELLETTI BRUNA 6 0.51% GIACCHETTI GIANCARLO 10 0.86% GIACOMELLI ALESSANDRO 33 2.83% GIUSTINIANI RITA 27 2.31% KOENE GIOVANNI 27 2.31% MANIERI ANNA 31 2.65% MASSIMI DOMENICO 104 8.9% OLIVA IMMACOLATA 22 1.88% RICCOBONO GIOVANNELLA 3 0.26% TRAPPOLINI STEFANO 84 7.19% TROMBETTONI FEDERICO 30 2.57% VENNETTILLI FABIO 187 16.01% BORGO CARATTI MARIO

MARICETTA TIRRITO

IMPICCINI ROSANNA 29 MARTINOLI MASSIMO 7 ANWAR KANWAL ALVINA 4 BONESSIO FERDINANDO 0 CASTRICIANO MARIA 2 CECCARINI MATTEO 12 CEOTTO ANNARITA 14 CHIANTERA PAOLO 43 DI GIROLAMO LUIGI 2 GABRIELE ROBERTO 4 GIOVINI ALESSANDRO 0 GIUSTI ANTONIO 20 LATTANZI RITA 6 LIBRALATO GIORGIO 0 LIENHARD SUSANNE 7 NAZZARO DANIELA 6 PALA AURELIA 3 ROSADONI DIANELLA 0

18.24% 4.4% 2.52% 0% 1.26% 7.55% 8.81% 27.04% 1.26% 2.52% 0% 12.58% 3.77% 0% 4.4% 3.77% 1.89% 0%

MASSIMO CICCOLINI

ACETO BARBARA 76 ARCOBALENI DAVIDE 12 BARZANTI ENZO 22 CAMPO MARIO 45 CAMPO SERAFINO 22 CAPIZZANO ENZO 7 CICCOLINI LORENZO 6 COCCIA ANGELA 3 CONTE MARIA 2 DECINI PATRIZIA 7 ELIA CARMINE 88 ESPOSITO MARIAROSARIA 4 FAGNOCCHI GIULIO 13 GESSA MARINO 9 GIOVANNELLI MICHELA 0 GIULIANI GIORGIO 37 LAI BARBARA 0 MARTUCCI GIOVANNI 16 PROTA GIANLUCA 17 SANTAMARIA EMANUELLE 9 SASSI LUCIANO 7 VALLOREO MASSIMILIA- NO 1.23%

18.67% 2.95% 5.41% 11.06% 5.41% 1.72% 1.47% 0.74% 0.49% 1.72% 21.62% 0.98% 3.19% 2.21% 0% 9.09% 0% 3.93% 4.18% 2.21% 1.72% 5

DI FRANCESCO DARIO PASQUALUCCI OTTAVIO MERCURI MAURO ROMANO GIUSEPPE GENTILI ROBERTO PIGGIANELLI ATTILIO PIROMALLI MARCO CIOTTI GIANCARLO DI RIENZO GINO MAROCCHI PATRIZIA AVARELLI GAIA DI FRANCESCO NOEMI FIORI LAURA GUERRA RITA SANTORO PAOLA DI CARLO VALERIA MENADEO ROSANNA BASSOTTI PAOLA TULA PIETRINA OMERO CARMELA MILAN BENITA BATTISTA MARIA CARLADAMI ANNARITA CHIALASTRI MAURO

0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2

0% 0% 33.33% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 0% 66.67%

ARMENIA CLAUDIO 65 CAPRASECCA GIANLUCA41 CARBONARA CLAUDIA 4 CAVANI ANDREA 11 DE MARCO FRANCESCO 14 DI FAZIO ENRICO 22 FALVELLI PINO 25 FIORENTINO LUCIANO 12 GIULIANO ALBERTO 33 ISCHIBONI SIMONE 6 MAINO WILLIAM 18 MANZI STEFANO 67 MARCELLO GAETANO 40 MASSACCESI BRUNO 92 NEOCLITI RAFFAELLA 13 OBERLECHNER CLAUDIO1 RIBELLI FABRIZIO 33 SADDEMI CARLO 4 SCAGLIONE ALFREDO 1 SEMORILE MARINA 11 TURCI ORNELLA 7 TUSA CATERNIA 10 TUZZOLO CATALDO 13 VISANI ENRICA 21

11.52% 7.27% 0.71% 1.95% 2.48% 3.9% 4.43% 2.13% 5.85% 1.06% 3.19% 11.88% 7.09% 16.31% 2.3% 0.18% 5.85% 0.71% 0.18% 1.95% 1.24% 1.77% 2.3% 3.72%

PERFETTO VINCENZA BARBARESI LUCA CARIDI CARMELA CORTEZ DORA GAUDINO STEFANIA GIAMPÀ STEFANO GIANGREGORIO SERGIO GIUDICE MARIA TERESA GIUGLIANO ANNA GISLAO DEMIS MADDALONI MICHELE MASSARO GIUSEPPE MORESCO FIAMMETTA MORINI FABIO MURA ALDO PEVERINI MANUELA ROVITTO FELICE SALVIOLI SILVIA

25 4 1 1 13 13 0 2 24 8 0 1 2 2 8 7 0 0

22.52% 3.6% 0.9% 0.9% 11.71% 11.71% 0% 1.8% 21.62% 7.21% 0% 0.9% 1.8% 1.8% 7.21% 6.31% 0% 0%

AFFLUENZA ALLE URNE

Elettori Votanti

45410 33019

Elettori uomini Votanti uomini % votanti uomini

22524 16354 72,61%

Elettori donne Votanti donne % votanti donne

22886 16665 72,82% 17 35


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

IL CONSIGLIO COMUNALE

18

IN ROSSO LA MAGGIORANZA IN BLU L’OPPOSIZIONE

SE VINCE DE FUSCO

Antonini

Attenni

Battistelli

Capodimonti

Mesturini

Mirimich

Ruffini

Schiumarini

Cimadon

Valle

Lupo

Barone

De Lorenzi

Busti

Celori

Puggioni

Alba Rosa

Fucci

Piselli

Pagliuso

Errico

Mugnaini

Mauro

Russo


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

IL CONSIGLIO COMUNALE

IN ROSSO LA MAGGIORANZA IN BLU L’OPPOSIZIONE

SE VINCE CELORI

Piselli

Errico

Pagliuso

Salfi

Libertino

Angellotto

Minelli

De Lucia

Mascioli

Serafini

Spano

Maura

Piro

Di Carlo

De Fusco

Mirimich

Antonini

Battistelli

Ruffini

Lupo

Puggioni

Mugnaini

Mauro

Alba Rosa

19


Pomezia News Il Corriere della Città

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

IN DIRETTA

TELEPONTINA: UN GRANDE SUCCESSO OTTIMI ASCOLTI PER LO SPECIALE DELL’EMITTENTE LOCALE IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI e elezioni a Pomezia sono state sicuramente l’evento (locale) della stagione, anche televisiva. Differentemente dal passato, quest’anno c’è stata una partecipazione diretta dei cittadini, che hanno seguito sia la campagna elettorale che i risultati con trepidante attesa. E le richieste di informazione da parte degli elettori sono state soddisfatte dalla massiccia offerta informativa che i media locali hanno proposto. Oltre ai classici articoli sui giornali c’è stata attenzione da parte del web, attraverso i quotidiani on line, e della televisione, soprattutto Telepontina, che si è protagonista la sera del 16 maggio, quando l’emittente storica pometina ha impegnato tutto il suo staff al fine di seguire in una lunga diretta televisiva lo spoglio delle schede elettorali. I cittadini hanno potuto seguire in tempo reale gli scrutini per l’elezione del sindaco della città, un evento politico diventato di grande interesse mediatico anche per l’elevato numero di candidati, con otto probabili sindaci e più di 500 aspiranti consiglieri. Centinaia e centinaia di persone impegnate a catturare il voto di amici, parenti, conoscenti, elettori, in una campagna elettorale agguerrita, dai toni accesi in comizi di piazza,

L

20

feste, spettacoli, dibattiti pubblici e tribune televisive. I giornalisti ed i collaboratori di Telepontina, che ringraziamo per averci messo a disposizione la redazione durante la “maratona” elettorale, si è rivelata attenta ad ascoltare i cittadini, ha seguito i programmi politici garantendo la par condicio nel TG “Pagina Locale” nelle rubriche di approfondimento “Cronache di Provincia” e, in “Sindaco per un giorno”, ha lasciato spazio alle opinioni comuni, in una sorta di comizio degli intervistati, che davanti alle telecamere si sono

calati nel personaggio di Primo cittadino per qualche minuto, senza risparmiare critiche sullo stato attuale della città e divulgando idee nuove a favore della collettività. Il rush finale verso il voto è partito alle ore 19.00 del 16 maggio scorso con “Pagina Elettorale”, da un’idea di Paolo Tiranti: la diretta Tv ha tenuto incollati i cittadini alla televisione locale, con sondaggi, dati immediati, interviste in studio, ma anche collegamenti esterni, dalle sedi dei partiti. Una full immersion nello scenario politico del territorio, insieme a rappresentati dell’istituzione locale, come Antonio Maniscalco già consigliere di AN, che non ha risparmiato ipotesi e pronostici per il futuro della città, Angelo Capriotti, nuovo Presidente della Pomezia Servizi, che si è confrontato in un dibattito con il Presidente dell’Associazione Vialibera Giampiero Castriciano. Quest’ultimo ha rimarcato più volte anche a tutti i candidati la necessità di un impegno politico serio nei confronti del sociale e dei diversamente abili. Il tutto alternato all’informazione istantanea sulla chiusura dei seggi e dichiarazioni in diretta dei candidati attraverso le domande degli inviati di Telepontina.


Il Corriere della Città Pomezia News

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Politica  Speciale Elezioni 2011 I RISULTATI Pomezia

IN DIRETTA Una squadra formata da sei giornalisti che per tutta la serata hanno seguito gli otto probabili sindaci e i futuri consiglieri di Pomezia. Un collegamento televisivo sulle amministrative durato circa sei ore, condotto da Francesca Poddesu e supportato da Maria Corrao del Corriere della Città. Molti i contributi giornalistici andati in onda, a condire una trasmissione definita dai telespettatori seria e impegnata. Durante “Pagina Elettorale” anche i rappresentanti delle 25 liste sono intervenuti in studio in una successione dinamica di ragionamenti. Non sono mancati accese discussione, come quella tra Alba Rosa (candidata a sindaco di SEL) e Paolo Ruffini (candidato a consigliere di Forza Pomezia), con Alba Rosa che contestava l’intervento di Ruffini, chiedendogli come una persona che si è sempre dichiarata come appartenente al centrodestra potesse sposare una causa di centro sinistra senza però riconoscere di ritrovarsi negli ideali del centrosinistra stesso. Nel corso della serata sono stati valutati i risultati, riconosciuti gli errori, amplificati i successi, ma si è anche saputo glissare, in maniera “squisitamente” politica, alle domande più difficili, alle richieste di prese di posizione nette ed incontrovertibili, forse in attesa di nuovi sviluppi dell’immediato futuro. È stata una maratona elettorale conclusa con la stretta di mano tra Enrico De Fusco e Luigi Celori. Il primo 12.087 voti, il secondo 6.595 preferenze, hanno avuto, in diretta su Telepontina, il loro primo faccia a faccia in vista del ballottaggio del 29 e 30 maggio. De Fusco si è complimentato con Celori, affermando di essere stato sempre certo che il ballottaggio si sarebbe svolto tra di

loro, mentre Celori, pur confessando che si sarebbe aspettato qualche voto in più, ha ricambiato i complimenti auspicando una sfida all’ultimo voto. Sicuri ognuno del proprio risultato finale, i due candidati si scontreranno ancora una volta in

diretta a “Pagina Elettorale” lunedì 30 maggio 2011 dalle ore 19:00, quando Telepontina scoprirà insieme ai telespettatori il nome del nuovo sindaco di Pomezia.

NON RIESCI A VEDERE TELEPONTINA? Sono molti gli spettatori che, dopo l’assegnazione dei definitivi canali per il digitale terrestre, non riescono a visualizzare correttamente Telepontina. Chi oggi effettua una nuova sintonizzazione riesce ad avere sul proprio telecomando una lista canali chiara e ordinata, ma spesso questo non risolve il problema, perché tanti canali sono “a nero” anche se vengono sintonizzati con il nome. Questo è causato dai decoder talvolta poco efficienti, ognuno con differente sensibilità al segnale delle nostre antenne. In poche parole ogni apparecchio

digitale risponde in maniera diversa alle sintonizzazioni. Una soluzione può essere seguire questa procedura è la seguente: è necessario effettuare prima un reset dell'apparecchio decoder o la cancellazione della vecchia lista canali per poi dunque procedere con una nuova sintonizzazione (discorso valido sia per decoder esterni che per decoder integrati). Ricordiamo che Telepontina è sintonizzabile sul canale 115. Redazione Telepontina

21


Il Corriere della Città

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Regione Lazio   

LANCIATO IL SERVIZIO: IL MIO LAZIO TURISMO, LA REGIONE LANCIA ON LINE UN NUOVO RICCO PORTALE Servizi innovativi, grafica accattivante ed in grado di agevolare la navigazione attraverso menù tematici ricchi di informazioni su itinerari, attività, eventi e manifestazioni ma soprattutto sui prodotti "made in Lazio". È on line dal 17 Maggio il nuovo portale del turismo della Regione, "www.ilmiolazio.it". A presentarlo, nella sede della giunta, il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, insieme all'assessore regionale al Turismo, Stefano Zappalà, al presidente della società regionale che ha realizzato il progetto, la Lait, Regino Brachetti, al direttore regionale Turismo, Marco Noccioli e al documentarista Folco Quilici, che ha realizzato un video per la promozione del territorio regionale. “Lo abbiamo voluto chiamare ‘ilmiolazio’ – ha spiegato Polverini – perché sin dalla campagna elettorale abbiamo voluto dare una forte spinta al ruolo della Regione valorizzando non solo la Capitale ma tutte le province, facendo di Roma motore di sviluppo di tutto il territorio. Luoghi, itinerari, prodotti, storia e cultura: tutto ciò che può concorrere allo sviluppo del Lazio è contenuto nel nuovo portale. Con questo sito, da oggi per il Lazio si apre una nuova stagione di centralità”. Tra le principali novità contenute nel sito, che sarà tradotto anche in inglese e nelle principali lingue compreso il russo ed il cinese, la georeferenziazione di ogni singolo contenuto grazie al collegamen-

L

to con mappe di Google ed un’integrazione con le piattaforme mobili. A breve, ha inoltre annunciato Polverini, sarà anche disponibile l’applicazione per telefoni cellulari di ultima generazione. Attraverso ‘ilmiolazio’ si potrà programmare il proprio viaggio nella regione e i contenuti del portale, divisi per sezioni, saranno aggiornati ed implementati quotidianamente. Il sito riserva anche un’area di accesso dedicata agli operatori del settore e ad oggi il database on line conta circa 10 mila strutture alberghiere ed extra alberghiere, 6.300 ristoranti recensiti e circa 1.200 tra agenzie di viaggio e tour operator. Ad arricchire il portale anche uno spazio,

“Lazio nel cinema”, dove vengono raccontate le località che sono state set cinematografici di celebri film. “Il portale - ha concluso Zappalà – vuole essere uno strumento indispensabile per i turisti ed un poderoso supporto alle imprese turistiche del Lazio. Il nuovo sito è figlio di una filosofia: non più contributi a pioggia ma sostegni di sistema che rendono più competitive le nostre imprese ed il nostro modello di sviluppo. Saranno le aziende laziali a far crescere il portale con i loro contenuti".

APPROVATO PIANO REGIONALE SULLA PREVENZIONE a Giunta regionale del Lazio ha approvato il Piano regionale sulla prevenzione. Il provvedimento, che recepisce le direttive contenute nel piano nazionale, prevede linee d'intervento, rivolte alle fasce di popolazione maggiormente a rischio, che dovranno essere attuate su tutto il territorio regionale e di cui alcune sono prioritarie, come la promozione di corretti stili di vita (alimentazione, attività motoria, lotta al fumo, alcool e droga), pre-

L 21 22

venzione neonatale delle malattie metaboliche ereditarie (malattie rare), intolleranze alimentari (celiachia), prevenzione dei tumori femminili e del colon retto e disabilità derivante da malattie reumatologiche. L'Assessorato alla Salute è preposto a svolgere il monitoraggio delle attività, certificando, con un sistema informatizzato, i risultati raggiunti dalle singole Aziende Sanitarie.

E' inoltre prevista la realizzazione di interventi promozionali istituzionali finalizzati ad una maggiore conoscenza delle attività della Regione Lazio, nonché l'organizzazione e la gestione di campagne di comunicazione, che dovranno svolgersi secondo le linee d'indirizzo e di contenuto elaborate dall'Assessorato alla Salute.


Il Corriere della Città

libertà - informazione - cultura politica - sport - cronaca

Regione Lazio    OK A NORME PER PROMOZIONE PRODOTTI AGRICOLI A KM 0 arere favorevole a maggioranza, in sede secondaria, da parte della commissione Ambiente alla proposta di legge n. 148 del 9 febbraio 2011 "Norme per promuovere il consumo dei prodotti agricoli a chilometri zero". Gli obiettivi della proposta di legge - sulla quale dovrà ora esprimersi la commissione Agricoltura del Consiglio regionale del Lazio - sono: l'istituzione di un logo regionale per i prodotti a km 0, favorire la diffusione delle certificazioni volontarie su

P

questi prodotti agricoli e alimentari (sia per la riduzione delle emissioni, che per garantire che produzione, trasformazione e commercializzazione avvengano nel territorio del Lazio) e l'incremento della loro vendita diretta. Inoltre il testo mira ad incentivare l'impiego dei prodotti a chilometri zero nei servizi di ristorazione collettiva pubblica e privata. Nel corso della seduta odierna la commissione ha esaminato della proposta di legge n. 153 del 9 febbraio 2011 della quale ha vota-

to la modifica del titolo da "Valutazione di Impatto Ambientale, Valutazione Ambientale Strategica e Autorizzazione integrata ambientale" a "Norme in materia ambientale e di fonti rinnovabili". Approvati diversi emendamenti su tre dei quattro articoli, l'esame del testo è stato sospeso per proseguire nel corso della prossima seduta della commissione Ambiente.

FINANZIATI 300 EVENTI PER IL TURISMO NEL LAZIO avorire il turismo. Per questo importante motivo la Giunta Polverini ha sbloccato il 20 Maggio il finanziamento di 2,2 milioni di euro per l’anno 2011 che permetteranno l’attuazione del “Programma regionale in favore delle tradizioni storiche, artistiche, religiose e popolari”. L’assessore regionale al Turismo

F

e Made in Lazio, Stefano Zappalà, ha spiegato come questi fondi serviranno a finanziare gli oltre 300 progetti presentati da Comuni, Circoscrizioni e Pro Loco nell’ambito dell’apposito bando pubblico promosso dalla Regione per mantenere in vita e far crescere eventi con forte richiamo turistico. Finisce l’era degli

interventi a pioggia e si apre invece un progetto per il turismo, un piano integrato e coerente di azioni che vanno ad affiancarsi a quelle già messe in atto dalla Giunta Polverini per promuovere il turismo nella regione Lazio.

AL FIANCO DELLE VITTIME DELL’USURA a Giunta Polverini ha approvato il 20 Maggio, su proposta dell’assessore agli Enti locali e alla Sicurezza Giuseppe Cangemi, la delibera con cui vengono definiti criteri e modalità di utilizzo del Fondo per prevenire e combattere il fenomeno dell’usura pari a 625 mila euro. Questo finanziamento permetterà di creare una rete di prevenzione con risorse destinate ai Comuni e ai Municipi anche in forma associata, i quali

L

sosterranno la creazione e il potenziamento degli ‘Sportelli di orientamento e prevenzione all’usura’. Tale provvedimento rientra nella strategia della Giunta Polverini di rafforzamento delle politiche di contrasto all’usura, già avviate con l’importante campagna di comunicazione e la creazione di un apposito numero verde regionale (800.862.861). I Municipi e i Comuni che risponderanno al bando oltre alle specifiche attivi-

tà di intervento a supporto delle famiglie usurate o le potenziali vittime di usura, dovranno prevedere anche un apposito sostegno per la categoria dei commercianti, tra i più colpiti dal fenomeno. La Regione Lazio dimostra così la sua vicinanza concreta a chi è vittima della piaga odiosa dell’usura.

STANZIATI 4 MILIONI DI EURO PER L’AGENZIA REGIONALE TRAPIANTI el corso dell’ultima seduta dalla Giunta regionale del Lazio, su proposta dell’Assessorato alla Salute, sono stati approvati due importanti provvedimenti a sostegno dell’Agenzia regionale trapianti. E’ stata istituita una Commissione regionale Audit per i trapianti ed è stato approvato il finanziamento di quasi 4 milioni di euro, per il 2011, per le attività dell’Agenzia regionale per i trapianti. Attraverso la Commissione regionale Audit, composta da dirigenti,

N

tecnici regionali e membri esterni alla rete trapiantologica locale, la Regione intende promuovere e avviare verifiche e controlli sulla qualità, i risultati e la sicurezza delle attività di trapianto presso tutti i centri autorizzati. In particolare la commissione regionale Audit valuterà per ogni centro di trapianto, a partire dall’anno in corso e con cadenza biennale, le caratteristiche tecniche della struttura chirurgica, la composizione delle équipe. Inoltre dovrà valutare la gestione e i per-

corsi per l’iscrizione dei pazienti in lista d’attesa. Saranno gli stessi Centri regionali trapianti ad organizzare gli Audit per le diverse tipologie di trapianto (rene, fegato, cuore, polmone). La Giunta regionale ha inoltre approvato il finanziamento di 3 milioni 972 mila euro a sostegno delle attività, per l’anno in corso, dell’Agenzia regionale per i trapianti e le patologie connesse.

23


54


Speciale Elezioni Pomezia 2011: Risultati e Ballottaggio - Il Corriere della Città  

Anno 3 Numero 7 - MAGGIO 2011

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you