Page 1

G I U L I A B ER A R D I

POR TFO L I O A R C H I T EC T U R E


Portfolio Giulia Berardi

GIULIA BERARDI

c o n tat t i

educazione

viale castrense n

7

3279727683 giuli.berardi@gmail.com

2018

Corso

2011/2017

Corso

2005/2010

L i c e o C l a s s i c o T o r q u at o T a s s o , R o m a

2005/2010

Corsi

2003/2005

Corso

esperienza

revit

Marzo/luglio 2018

rhinoceros photoshop indesign i l l u s t r at o r

RE V IT

di laurea in architettura a ciclo u n i c o p r e s s o l ’ u n i v e r s i ta ’ “ L a S a p i e n z a ”

competenze autocad

p r o f e s s i o n a l e c e r t i f i c at o d i

a c c a d e m i c i d i c h i ta r r a e r e c i ta z i o n e di

lingua

e

g r a m m at i c a

tedesca

Professore assistente per il corso di p r o g e t ta z i o n e a r c h i t e t t o n i c a i , t e n u t o d a l p r o f e s s o r e F a b r i z i o T o p p e t t i p r e s s o l ’ u n i v e r s i ta ’ “ L a S a p i e n z a ”. Gennaio 2018

Conseguimento della Laurea ciclo unico in Architettura.

Magistrale

a

2015/2017 R e d at t r i c e d i A r t e e A r c h i t e t t u r a p r e s s o ZERO, m a g a z i n e d i e v e n t i e l i f e s t y l e ( o n l i n e e c a r ta c e o ) . N o v e m b r e 2 0 1 6 W o r k s h o p I n t e r n a z i o n a l e d i p r o g e t ta z i o n e e r i g e n e r a z i o n e u r b a n a t e n u t o a BUENOS AIRES . O r g a n i z z at o d a l g o v e r n o d i B u e n o s A i r e s C i u d a d , L’ UBA ( U n i v e r s i d a d d i B u e n o s A i r e s ) e d a l l ’ u n i v e r s i tà “ L a S a p i e n z a ” d i R o m a . 2013/2014 Press Office Manager ne The Walkman Magazine.

inglese tedesco s pag n o lo

2012/2013 Magazine.

man

R e d at t r i c e

per il giornale onli-

di architettura per

The Walk-

p. 2

c o m p e t e n z e c o m u n i c at i v e S o n o s tata a b i t u ata f i n d a p i c c o l a a v i v e r e i n c o m p a g n i a e fa r e t e a m , i n fat t i h o l a v o r at o p e r u n ’ o r c h e s t r a , u n a c o m p a g n i a t e at r a l e e i n g e n e r a l e h o s e m p r e p r at i c at o s p o r t c h e r i c h i e d e s s e r o s p i r i t o d i g r u p p o e d i n i z i at i v a , c o m e l a pa l l av o lo e i l b a s k e t .


p. 3

SELEZIONE PROGETTI

c o h o u s i n g p e r l e fa v e l a s Nuovi

m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

un masterplan per la boca, buenos aires W o r k s h o p i n t e r n a z i o n a l e d i p r o g e t ta z i o n e

equip Ripensare

lo s pa z i o d i s t u d i o

models di allestimento museale nel museo

MA X X I

Portfolio Giulia Berardi

Progetto


Portfolio Giulia Berardi

COHO U S I N G P E R L E FAVE LAS

I L P RO G ET TO E ’ st ato sv il up p ato a seg uito d i u n l avo ro svo l to nel l a città d i Bu e no s Aires. In p artico l ar m o d o l ’at te nz i o ne si è co ncentrata sul te m a d e l l e favel as e su co m e l ’a rc hi tet to avesse il co m p ito d i d a re nuove risp o ste a q uesta e m e rge nz a ab itativa sem p re p iù d i f f u sa in m o l ti p aesi nel m o nd o . L’ id e a co m p o sitiva è stata q uel l a d i r i p e nsare in chiave co ntem p o ra ne a a tip o l og ie ab itative co l l et t i ve in uso nel l e favel as stesse . Qu ind i s i è o p erato seg uend o il mo d e l l o ab itativo d el co ho using , g a ra nte nd o ad eg uati sp az i d esti nat i a l l e ab itaz io ni che si co m p e net ra no co n sp az i co l l ettiv i e p e rco rsi d i co l l eg am ento . Ino l t re si è intervenuti co n l ’in te nto d i ricucire f ram m enti d i te ssu to e d il iz io d el l e città. P U BBL I C A ZIO NE T E SI

p. 4


m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

Anno:

2017/2018

m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

L o c at i o n :

BUENOS AIRES Portfolio Giulia Berardi

Nuovi

p. 5

Nuovi


Portfolio Giulia Berardi

p. 6


Mo d u l o cent ra l e d i servi zi + modu l i gi orno/not te

p. 7

CO NC E P T

MONOLOCALE 30 MQ

MONOLOCALE 40 MQ

BILOCALE 45 MQ

TRILOCALE 50 MQ

BILOCALE 55 MQ

Portfolio Giulia Berardi

TRILOCALE 60 MQ


Portfolio Giulia Berardi

LOTTO ESISTENTE

PROGETTO DEL COHOUSING

p. 8


p. 9

DEMOLIZIONI

PROGETTO

Portfolio Giulia Berardi

PROGETTO DEL MERCATO

AS S O N O ME T RIA D I P RO GE T TO


P I AN TA P IANO T E RRA Portfolio Giulia Berardi

p. 10


Portfolio Giulia Berardi

p. 11


Portfolio Giulia Berardi

SEZIONI DI TESTATA TESTATA DEL COHOUSING

p. 12


Portfolio Giulia Berardi

TESTATA DEL MERCATO p. 13


Portfolio Giulia Berardi

PROSPETTO DELLA TESTATA DEL COHOUSING I n g l o b a l a p re s i s t e n z a , r i c o n n e t t e n d o v i s i v a m e n t e l ’a s s e s t ra d a l e a t t u a l m e n t e f ra m m e n t a t o . I l p ro s p e t t o d e l p ro g e t t o p e rò n o n a s s i m i l a i n m a n i e ra s t e r i l e l e f a c c i a t e p re s i s t e n t i , m a dialoga con queste. La facciata infatti si compone visivamente in due p a r t i .Q u e s t e g i o c a n o c o n i c o n t ra s t i f ra n e g a t i v i e p o s i t i v i , p i e n i e v u o t i p e r c re a re l a s e n s a z i o n e d i n o n a p p a r t e n e re a l l a s t e s s a u n i t à a b i t a t i v a . Un a p o r z i o n e d i p ro s p e t t o è i n f a t t i maggiormente celata da un sistema di brise soleil grigliato in corten e p re s e n t a u n

r i t m o o r i z zo n t a l e r i m a rc a t o d a i s o lai a vista che risalta maggiormente a c c o s t a t o a l l ’a d i a c e n t e p o r z i o n e d i p ro s p e t t o c h e p o n e u n o s t ra t o p i e n o d i l a m i e ra d a v a n t i a l s o l a i o e l a s c i a m o l t o p e r m e a b i l e l ’ i n t e r n o d e l p ro g e t t o a t t ra ve r s o u n l e g g e ro s c h e r m o d i a s s i d i s p o s t i ve r t i c a l m e n t e . L’e ffe t t o è d i t o t a l e o p p o s i z i o n e , c h e t rov a n e i c o n t r u a s t i i l s u o e q u i l i b r i o . Si riconosce in un secondo momento l ’ u n i t à d e l p ro g e t t o p o i c h é s i p ro c e d e c o n l o s t e s s o t ra t t a m e n t o n e i d u e l a t i d e l l a p re e s i s t e n z a .

p. 14


Portfolio Giulia Berardi

p. 15


ST RALC IO D I PI A NTA E Portfolio Giulia Berardi

Pa re t i d i t a m p o n a t u r a e s t e r n a , c o m p o s t e a p a r t i re d a l l ’ i n t e r n o d a : -1 cm di intonaco -doppio pannello in cartongesso -struttura portante in montanti di acc i a i o i r r i g i d i t a d a p rof i l a t i m e t a l l i c i a C. -doppio strato di isolante - l a s t r a m e t a l l i c a d i r i ve s t i m e n t o - l a m i e r a d i r i ve s t i m e n t o i m b u l l o n a t a . Pa re t i d i t a m p o n a t u r a i n t e r n a , c o m p o ste da: -1 cm di intonaco -doppio pannello in cartongesso -struttura portante in montanti di acc i a i o i r r i g i d i t a d a p rof i l a t i m e t a l l i c i a C. -doppio strato di isolante -doppio pannello in cartongesso -1 cm di intonaco

p. 16

S o l a i o d e l l e p a s s e re l l e i n t e s t a t a s t a c c a t o r i s p e t t o a l l a p re e s i s t e n z a , c o l l e g a t o a t t r ave r s o d e i t i r a n t i c h e i r r i g i d i scono la struttura mantenuta.


Portfolio Giulia Berardi

p. 17

S E ZIO NE I N D ET TAG L I O


Portfolio Giulia Berardi

U N MA S T E RP L AN P E R LA B O C A

I L P RO G ET TO Si è svo l to nel l a città d i Bueno s Ai re s in co l l ab o raz io ne co n il gove r no d e l l a città, il d ip artim ento d i Arc hitettura e p rogetto d el l ’u ni ve rsit à ital iana La Sap ienz a in si e m e a l l a faco l tà d i architettura d e l l ’ u ni versità argentina UBA. Il te m a d i p rogetto rig uard a l a ri ge ne ra z io ne urb ana d i un am b ito d e l q u a r t iere d e La Bo ca. l ’ i ni z i at iva si inq uad ra al l ’ interno d i u n ra p p o rto d i co l l ab o raz io ne sc ie nt if ic a tra il Dip artim ento DiAP ( Sa pienz a) e l a faco l tà d i a rc hitet t ura (UBA) c he rig uard a l ’a p p rofo nd im ento d eg l i stud i e l o sc a mb io d i co no scenze rel ati vo a l l a r i generaz io ne d el l a città co nte mp o ranea co n p artico l are r ife r im e nto al l e aree d eg rad ate a r i d o sso d el centro sto rico a Ro ma e a Bueno s Aires. P U BBL I C A ZIO NE WO RK SHO P

p. 18


i n t e r n a z i o n a l e d i p r o g e t ta z i o n e

p. 19

Workshop

Anno:N ov e m b r e 2 0 1 6

m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

L o c at i o n :

BUENOS AIRES Portfolio Giulia Berardi

Nuovi


Portfolio Giulia Berardi

re c u p e ro e d i l i z i o r i c o nve r s i o n e fe r rov i a servizi urbani s e r v i z i d i q u a r t i e re va s c h e f i t o d e p u r a z i o n e r i q u a l i f i c a z i o n e w a t e r f ro n t re c u p e ro a re e i n d u s t r i a l i re c u p e ro a re e ve rd i p. 20

Riachuelo p a rc h i u r b a n i allestimento spazio urbano a re e a d i b i t e a u s o s p o r t i vo


I L L AVO R O S VO LTO A B U E N O S A I R E S S I È I N C E N T R ATO S U L Q UA RT I E R E D E L L A B O C A , U N A V I L L A S M I S E R I A D E L L A C I T TÀ . L’ EQ U I P I TA LO - A R G E N T I N A S I È D I V I S A I N G R U P P I D I L AVO R O C H E P OT E S S E R O O CC U PA R S I D I T E M AT I C H E D I F F E R E N T I A L F I N E D I R I C E R C A R E I L G I U S TO I N T E RV E N TO U R B A N I S T I CO E P R O G E T T UA L E P E R L A R I Q UA L I F I C A Z I O N E D E L L A FAV E L A D E L L A B O C A .

p. 21

U N M A S T ERP LAN P E R LA B O C A

RIGENERAZIONE R E T E F E R R OV I A R I A

R I Q UA L I F I C A Z I O N E T E S S U TO E D I L I Z I O

D OTA Z I O N E D I U N A R E T E D I S E RV I Z I

R I P R O G E T TA Z I O N E D E L WAT E R F R O N T

Portfolio Giulia Berardi

L E T E M AT I C H E S U C U I S I E ’ I N C E N T R ATO I L L AVO R O S O N O :


Portfolio Giulia Berardi

G RUP P O D I LAVO RO P E R LA R I PROGETT

p. 22


Portfolio Giulia Berardi

G I U L I A B E R A R D I , E L E N A C L E M E N T I , E L I S A LU C I D I ,TO M M A S O M A R E N AC I

p. 23

TAZIO NE DEL WAT E RF RO N T


LU N G O FIUME D ’ART E Portfolio Giulia Berardi

RIPROG ETTA Z I O N E D E L LO S PAZIO P UB B LICO

p. 24


Portfolio Giulia Berardi

p. 25

PA RCO ACQ UAT ICO C ULT URALE


Portfolio Giulia Berardi

EQU IP

I L P RO G ET TO l ’ i n t e r ve n t o d i r i p ro g e t t a z i o n e d e g l i s p a z i d i s t u d i o u n i ve r s i t a r i e’ m i r a t o a l l a c re a z i o n e d i u n a m a g g i o re f l u i d i t a’ e c o n n e s s i o ne fra le aule. infatti i muri di d i v i s i o n e d e g l i s p a z i p re s e n t a n o d e l l e b u c a t u re c h e p o s s o n o a l l ’o c c o r re n z a m e t t e re i n c o n n e s s i o n e t u t t o i l s i s t e m a c re a n d o u n c i rc u i t o u n i c o e u n d i ve r s o m o d o d i f r u i re d e g l i a m b i e n t i . Il sistema di illuminazione e divisione degli ambienti permette uno sfruttamento molteplice d e g l i s p a z i , i n va r i e o c c a s i o n i . I l sistema a griglia centrale supp o r t a d u e s i s t e m i d i f fe re n t i d i luci. un sistema di illuminazione p i ù p u n t i fo r m e e p u n t u a l e c h e g a r a n t i s c e u n’a d e g u a t a l u c e p e r lo studio e un sistema a griglia c o n l u c e s of f u s a c h e p u ò e s s e re s f r u t t a t a a l d i f u o r i d e l l ’o r a r i o d i l e z i o n i f ro n t a l i , p e r eve n t i o p ro i e z i o n i . l u n g o i p e rc o r s i l a t e rali di ogni aula sono infine stati studiati dei sistemi a griglia c h e p o s s o n o f u n g e re d a s u p p o rt i p e r l ’e s p o s i z i o n e d e l l e t avo l e d i p ro g e t t o e p o r t a n o i n o l t re u n u l t e r i o re s i s t e m a d i i l l u m i n a z i o ne.

p. 26


lo s pa z i o d i s t u d i o

Anno:

L o c at i o n :

2015/2016

m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

RO M A ,Va l l e G i u l i a Portfolio Giulia Berardi

Nuovi

p. 27

Ripensare


N U OVI S PAZI UNIVE RSITARI Portfolio Giulia Berardi

p. 28


Portfolio Giulia Berardi

p. 29


s t r a l c i o d i p i a n ta d e l s i s t e m a d i i l l u m i n a z i o n e

Portfolio Giulia Berardi

IDEAZIONE DEL DESIGN DI SEDUTE E PIANI DI APPOGGIO ATTREZZATI

p. 30


Portfolio Giulia Berardi

p. 31

fender del sistema di allestimento


Portfolio Giulia Berardi

l ’ inter v ento di ri p rogetta z ione degli s p a z i di studio uni v ersitari e ’ mirato alla crea z ione di una maggiore f luidita ’ e connessione f ra le aule . in f atti i muri di di v isione degli s p a z i p resentano delle bucature c h e p ossono all ’ occorren z a mettere in con nessione tutto il sistema creando un circuito unico e un di v erso modo di f ruire degli ambienti .

p. 32


s f ruttamento su p p orta due p untuale c h e luce so f f usa

p. 33

sistema di illumina z ione e di v isione degli ambienti p ermette uno molte p lice degli s p a z i , in v arie occasioni . I l sistema a griglia centrale sistemi di f f erenti di luci . un sistema di illumina z ione p i ù p unti f orme e garantisce un ’ adeguata luce p er lo studio e un sistema a griglia con c h e p u ò essere s f ruttata al di f uori dell ’ orario di le z ioni f rontali .

Portfolio Giulia Berardi

Il


Portfolio Giulia Berardi

MODE L S

I L P RO G ET TO L’e l e nco o p ere d i q uesta m o stra co m p re nde una racco l ta d i p l a st ic i d i mo d el l i d i architettura, ra p p re se ntanti ed if ici d i cul to , c u l t u ra l i co m e anche sp az i p ub b l i c i e privati. Nel l a sal a C arl o Sc a r p a è stato d eciso d i esp o rre l o sp a z io cul tural e e d i cul to ,d iffe re nz i a n d o i d ue tem i sia a l i ve l l o d i perco rsi che d i sp az io . E ’ st at a al l estita un’architettura ne l l ’a rc hi tettura che rap p resen t a u no sp az io p rivato d i cul to , e into r no a q uesta un p erco rso d e d ic ato al l o sp az io cul tural e. Ne l l a sa l a Gianferrari so no esp o st i i nve ce i m o d el l i af ferenti ag l i sp a z i p u b b l ici e p rivati d el l a citt à . Anc he qui si g io ca su d ue reg i st r i d i i nt im ità d if ferenti. infat t i è st ato co struito un am b iente c he r i co rd asse una casa,atto rni at a d a sp az i che evo cassero i q u a r t ie r i d el l a città

p. 34


di allestimento museale

Anno:

Nuovi

2015/2016

m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

RO M A , M u s e o Ma x x i Portfolio Giulia Berardi

L o c at i o n :

p. 35

Progetto


A L L E S T I RE LO SPAZIO D E LLA C IT TA’ Portfolio Giulia Berardi

sala carlo scar p a

sala gian f errari

p. 36


Portfolio Giulia Berardi

p. 37


Portfolio Giulia Berardi

p. 38


Portfolio Giulia Berardi

p. 39


Portfolio Giulia Berardi

p. 40


Portfolio Giulia Berardi

p. 41


Portfolio Giulia Berardi

Z ERO.E U

I L P RO G ET TO Da l l ’ iniz io d el l ’università ho p o rt ato ava nti l a p assio ne e il l avo ro d i a r t ico l i sta p er d iversi m ag az i ne o nl ine. Mi o ccup o p reval en te m e nte di architettura e arte. In p a r t i co l a re scrivo d i aventi cul t u ra l i ne l territo rio Ro m ano , che si a no eventi cul tural i o m o stre d ’a r te e architettura.

p. 42


Anno:

Nuovi

p. 43

h t t p s : // z e r o . e u / r o m a /

2016/2018

m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

Portfolio Giulia Berardi

R ACCO LTA A RT I CO L I


Zero (/)

› Roma (/roma/)

MOSTRE

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Vivian Maier - "Where Streets Have No Name"

FOTOGRAFIA

Portfolio Giulia Berardi

Vivian Maier – “Where Streets Have No Name” 10B PHOTOGRAPHY

da venerdì 4 novembre a domenica 5 marzo 2017

“Voglio correre, voglio nascondermi, voglio abbattere i muri che mi tengono dentro, voglio toccare con mano la fiamma. Dove le strade non hanno un nome”. Era il 1987 quando questa canzone degli U2 risuonava nelle radio e per le vie dell’America. Anni prima anche una giovane donna andava in giro per strade senza nome, con in mano la sua Rolleiflex. Il gesto incessante di aprirla,mettere a fuoco e scattare, per poi ancora, girare la levetta,e ricominciare per un’altra istantanea. 12 foto, tutti i giorni, per 40 anni. Volti di donne, bambini e amanti. Catturava frettolosa la storia che le si snodava davanti, rendendola come una crisalide cristallizzata. Vivian Maier non era una fotografa professionista e lasciò per anni tutta la vita che aveva intrappolato nei suoi rullini, 3/2/2017 Studio Systems | American Academy in Rome - Roma | Zero senza mai svilupparli. Solo per caso,pochissimo tempo fa, sono venute alla luce le sue fotografie. Fino a quel momento nessuno era a conoscenza del suo lavoro e lei è morta con questa convinzione. Oggi possiamo affermare che la Maier è considerata una delle più importanti street photographer del ventesimo secolo. E per la prima volta potremmo ammirare il suo lavoro esposto in una galleria in Italia. Zero (/)

› Roma (/roma/)

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Studio Systems

GIULIA BERARDI MOSTRE

ARTE

Studio Systems

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

Condividi

0

Tweet

AMERICAN ACADEMY IN ROME

da giovedì 19 maggio a domenica 3 luglio 2016

INFO

Vivian Maier – “Where Streets Have No Name” da venerdì 4 novembre a domenica 5 marzo 2017 DOVE

10b Photography (h p://zero.eu/luoghi/2773-10b-photography,roma/) Via San Lorenzo da Brindisi, 10b • Roma PREZZO

http://zero.eu/eventi/56854-vivian-maier-where-streets-have-no-name,roma/

1/4

Secondo il pensiero greco l’estasi era la condizione necessaria per essere trasportati al di fuori della propria mente e dar luogo all’atto della creazione. Un aspetto di non minore importanza è sempre stato rappresentato dal luogo in cui ciò possa accadere. Uno spazio circoscritto o meno, dove l’insieme e la disposizione di elementi riesca ad animare il genio dell’artista e renderlo

p. 44

capace di quel gesto eterno che è l’arte. La mostra è incentrata proprio sul tema dello “studio” in senso fisico. Si esploreranno undici diverse interpretazioni di questo luogo, procedendo con un’analisi in linea con le attuali modalità di produzione, meno dipendenti dalla necessità di un ambiente definito e dallo spazio tradizionale del laboratorio, più legate a reti mobili, itineranti e digitali. GIULIA BERARDI

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).


Zero (/)

› Roma (/roma/)

MOSTRE

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Paesaggio Riscattato

ARTE

p. 45

Paesaggio Risca ato EX CARTIERA LATINA

da sabato 7 maggio a domenica 15 maggio 2016

Quando ammiriamo una sconfinata distesa d’acqua, spesso la immaginiamo come una lastra vitrea poggiata sul terreno, che specchia ciò che la sovrasta, riflettendolo in ogni istante diverso. Meno spesso la nostra attenzione cade su quello che la superficie ha celato, come fosse ovatta liquida che si insinua nelle cavità che incontra. Non demolisce lo scenario che le preesiste, se| la posta Catarino 7/6/2017 ma lo abita, sovrapponendosi. Questa domanda Aurore Thesono Popping ClubRita - Roma | Zero e Paulo Palma con il progetto Paesaggio

Riscattato, ospitato negli spazi dell’ex Cartiera Latina. Le cartografie e le immagini esposte raffigurano il paesaggio portoghese dell’Alqueva: un insieme di visioni che tentano di sottolineare l’assenza fisica di ciò che l’attuale lago ha sovrastato e recuperare metaforicamente l’antico territorio sommerso. L’intenzione è di far rivivere un territorio che non esiste più. Roma (/roma/)

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Aurore

GIULIA BERARDI MOSTRE

ARTE

Aurore

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

THE POPPING CLUB Condividi

Tweet

0

da giovedì 8 giugno a domenica 25 giugno 2017 ore 18:00 INFO

Paesaggio Risca ato da sabato 7 maggio a domenica 15 maggio 2016 DOVE

Ex Cartiera Latina (h p://zero.eu/luoghi/37532-ex-cartiera-latina,roma/) Via Appia Antica, 42 • Roma ALTRE INFORMAZIONI

 http://www.surroundproject.org (http://www.surroundproject.org) PREZZO

http://zero.eu/eventi/37531-paesaggio-riscattato,ex-cartiera-latina/

1/4

l’anelito verso una luce così forte, che prima acceca e poi chiarisce le forme. Una volta messa a tacere, però, la curiosità di scoprire l’esterno, seguirà la brama di rientrare nell’incavo originario. Tutto è segnato quindi in un viaggio oscillatorio tra luce e ombra, che ritma l’esistenza. Ciò che non sarà mai identico è il percorso che dal buio ci porterà alla luce, l’aurora che dalla notte ci accompagnerà fino al giorno. All’interno della mostra – con opere di Eugenio Carrabba, James Hillman, Giulia Mangoni, Lucrezia De Fazio e Gianfranco Toso – è proprio l’aurora che ci catturerà con il suo chiarore dalle variegate colorazioni e ci condurrà verso l’ascesa del percorso espositivo e di noi stessi. Un viaggio che dalle viscere della terra ci farà vivere le sfumature di spazi senza tempo, ci condurrà attraverso percorsi impervi che riusciremo a superare affrontando la carnalità e la perversione del nostro essere effimero, ed espiare arrivando alla luce ultraterrena e assoluta, dalla quale non possiamo che riscendere per affrontare nuovamente il ciclo infinito di questo limbo incerto. GIULIA BERARDI

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons

Portfolio Giulia Berardi

Un mito dal sapore antico ed ancestrale racconta di uomini incatenati nel buio indefinito di loro stessi. Si narra di una caverna scura, dentro la quale si possono percepire solo le ombre sfocate del mondo che fuori splende. Questo provoca nei prigionieri


› Roma (/roma/)

Zero (/)

MOSTRE

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Architettura Invisibile

ARCHITETTURA

Archite ura Invisibile Portfolio Giulia Berardi

MUSEO CARLO BILOTTI

da mercoledì 18 gennaio a domenica 26 marzo 2017

«Qualcuno deve sempre gettare il panico se si vuole che il senso delle cose sia continuamente rivelato, e anche se si vogliono rompere e rimescolare un po gli organismi del potere». In un’Italia pronta ad agitare le acque dalla calma pratica del funzionalismo, si levarono queste parole dai toscani Archizoom, che si riveleranno poi uno dei cuori del movimento radicale italiano. Inizia negli anni 60 a crescere una forte esigenza di nuove formulazioni teoriche e linguistiche per intendere diversamente dal passato il rapporto tra forma e funzione, che fino a quel momento storico era stato esaltato, a scapito del guizzo dirompente della creatività. Si inneggiava a una funzione-teorica: il progetto architettonico, interpolato attraverso metafore fantascientifiche del mondo tecnologico e tematiche utopiche, veniva usato come messaggio divulgativo mondiale. Dall’altra parte del mondo, negli stessi anni, giungeva dal Giappone un’eco Metabolista che inneggiava al cambiamento per la sopravvivenza. Una progettazione utopica, che mandasse in frantumi l’idea di una società cristallizzata e immutevole a favore di un’architettura capace di crescere ed adattarsi all’ambiente e all’evoluzione umana. Una speculazione architettonica che portasse a un risultato duttile e mutevole. 14/2/2017 Elena Mazzi - "Notes On Complexity" | Ex Elettrofonica - Roma | Zero Due facce della stessa medaglia: la società. Questa mostra avvia uno studio comparativo tra i due movimenti, ponendo in

evidenza le affinità e le distanze esistenti tra le esperienze architettoniche condotte. Nel particolare questo viaggio esplorativo si compierà analizzando tre ambiti che hanno toccato sia il movimento metabolista che radicale: l’ambiente, la tecnologia e l’idea di abitare. Zero (/)

› Roma (/roma/)

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Elena Mazzi - "Notes On Complexity"

GIULIA BERARDI MOSTRE

ARTE

Elena Mazzi – “Notes On Complexity”

Tra le opere in mostra, lavori di: Arata Isozaki, Archizoom, Kiyonori Kikutake, Kisho Kurokawa, Fumihiko Maki, Otaka Masato, Superstudio, Kenzo Tange, UFO; e 2A+P/A, AlphavilleArchitects, DAP Studio, Sou Fujimoto, IAN+, Yamazaki Kentaro, Yuko Nagayama, O + H Architects, OFL Architecture, Orizzontale, Studio Wok, Tipi Studio. EX ELETTROFONICA

da mercoledì 25 gennaio a venerdì 17 marzo 2017 (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

Tweet

http://zero.eu/eventi/61171-architettura-invisibile,roma/

Una struttura perfetta si immagina spesso come una superficie compatta, caratterizzata dalla totale assenza di impurità. Una lesione di questo simulacro di perfezione è un avvenimento al quale si deve rimediare e rappresenta un problema. Una frattura, infatti, è l’interruzione della continuità di un materiale o, in senso figurato, la sospensione del normale svolgimento di un fenomeno o di un rapporto sociale. Come dinamica sfugge ai modelli matematici e, determinando risultati non prevedibili e caotici, definisce così una scienza della complessità che non rappresenta altro se non la realtà in cui viviamo. Puntando lo sguardo sulla percezione umana di questo tipo di esperienze, la mostra – attraverso video, foto e installazioni – analizza le

p. 46

caratteristiche del mondo complesso che prende forma (simbolicamente) sull’Etna, in continuo divenire nella sua “morfogenesi” e “morfodinamica”. Una realtà che fa delle fratture la sua caratteristica costituente ed è uno specchio del continuo dualismo fra costruzione e distruzione insito nella natura delle cose. GIULIA BERARDI

A FRAGMENTED WORLD from Sara Tirelli

1/5


Zero (/)

MOSTRE

› Roma (/roma/)

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› Fabrizio Intonti - "Netaphors "

ARTE

Fabrizio Intonti – “Netaphors “ p. 47

PALAZZO VELLI EXPO

da venerdì 10 giugno a domenica 19 giugno 2016

Netaphors è un progetto artistico fondato sull’iterazione di una fotografia con il motore di ricerca digitale per immagini di Google. Questo processo genera delle metafore per le quali non vale più la trasposizione linguistica di un termine proprio con uno figurato, ma diventa iperfigurato. La ricerca di Google, non possedendo dei criteri psichici e morali, si basa su una sfera di caratteristiche tecniche ed iconiche ritenute fra loro simili. Ciò porta però a risultati inaspettati per quanto contrastanti al livello gnoseologico. Questa memoria collettiva digitale ha un grande valore simbolico: è lo specchio della nostra società, alla quale 4/4/2017 Colera | Varsi - Roma | Zero siamo messi davanti senza la possibilità di fuggire per quanto ne siamo attratti ed assorbiti. Come Narciso ci perdiamo nel nostro riflesso, dimenticando quanto ciò che ci circonda stia attuando un’alterazione del nostro pensiero, del comportamento e della nostra affettività. Sta nascendo un nuovo linguaggio universale e un’archeologia visuale creati per la prima volta non dall’uomo, ma dalle Roma macchine. (/roma/) › Eventi (/roma/eventi/) › Mostre (/roma/eventi/mostre/) › Colera GIULIA BERARDI MOSTRE

ARTE

Colera

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

VARSI Condividi da sabato 250 marzoTweet a domenica 23 aprile 2017

INFO

Fabrizio Intonti – “Netaphors “ da venerdì 10 giugno a domenica 19 giugno 2016 DOVE

Palazzo Velli Expo (h p://zero.eu/luoghi/42635-palazzo-velli-expo,roma/) Piazza di S. Egidio , 10 • Roma PREZZO GRATIS

1/4

L’arte, come il colera, non si può placare: è un’infezione violenta che ci pervade e si insinua in noi. Come una spugna intrisa, ne assorbiamo l’inchiostro dell’arte e lo strizziamo via, imprimendolo su carta. L’artista vive questo rigurgito violento e inesorabile che lascia dietro di sé impronte uniche. Crea un percorso fatto di sperimentazione e superfici indelebilmente impresse, che definiscono l’identità stessa di chi opera. Il progetto Colera nasce dall’urgenza di dare corpo a questo percorso e sceglie come mezzo di espressione la tecnica del monotipo, che prevede un solo esemplare di stampa. Un’unica impronta, quindi, che è al limite tra pittura e stampa e viene interpolata, poi, utilizzando pennelli, punte, rulli e strumenti originali e insoliti. Colera è un progetto nero, denso e ostinato, invasivo e virale, che ha dato vita a più di duecento monotipi realizzati da Borondo, dal trio Canemorto, da RUN e Servadio. GIULIA BERARDI

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

Portfolio Giulia Berardi

http://zero.eu/eventi/43348-fabrizio-intonti-netaphors,palazzo-velli-expo/


Zero (/)

› Roma (/roma/)

MOSTRE

› Eventi (/roma/eventi/)

› Mostre (/roma/eventi/mostre/)

› A/rrivederci Roma

ARTE

A/rrivederci Roma Portfolio Giulia Berardi

ROMA LUOGHI VARI

giovedì 13 ottobre

De Gregori dipinge le strade di Roma come un luogo in cui «Ci sono facce nuove e lingue da imparare, c’è uno stile di vita e un certo modo di non sembrare, e tutto si consuma e tutto si combina». Fra i vicoli dall’aspetto immortale si respirano, infatti, le storie dei secoli, quasi come se le si volesse catturare; ci si può confondere nelle luci e nei colori che dipingono l’essenza imperfetta del mito di Roma. È quello che porta con sé chiunque si sia perso nell’irregolarità delle sue strade, che come delle piccole ferite ti entrano dentro e lasciano ricordi. E allora perché non esprimerli? Questo è l’obiettivo di A/rrivederci Roma, un progetto collaterale alla sedicesima Quadriennale, che vuole dare voce alla città stessa, attraverso decine di artisti chiamati a

3/2/2017

Frank Gehry - "Fish Lamps" | Gagosian Gallery - Roma | Zero

indicare dei luoghi di Roma per loro significativi. L’obiettivo è costruire una guida alternativa dell’Urbe, che prenda le distanze dalla

fruizione culturale passiva tipica del turismo di massa. A ogni luogo segnalato nella mappa saranno associati dei contenuti multimediali liberamente ispirati (immagini, tracce sonore, video, testi), forniti dagli artisti, che verranno poi raccolti in una mappa Zero (/) › in Roma (/roma/) › Mostre Frank Gehrymobili. - "Fish Lamps" distribuita 5.000 copie› inEventi città(/roma/eventi/) e in un archivio online(/roma/eventi/mostre/) accessibile da tutti i› dispositivi

GIULIA BERARDI MOSTRE

ARTE

Frank Gehry – “Fish Lamps”

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

GAGOSIAN GALLERY

da lunedì 18 luglio a Tweet venerdì 16 settembre 2016 Condividi 0 INFO

A/rrivederci Roma giovedì 13 ottobre DOVE

Roma luoghi vari (h p://zero.eu/luoghi/11299-roma-luoghi-vari,roma/) PREZZO GRATIS

CONDIVIDI

http://zero.eu/eventi/51542-arivederci-roma,roma/

Un percorso in fondo al mare tra banchi di pesci incandescenti: l’estro creativo di Frank Gehry, l’architetto che ci ha abituati a paesaggi architettonici spettacolari, ha reso possibile anche questo. La scrittrice Angela N. Blount sostiene che “A volte le strade più panoramiche della vita sono le deviazioni che non si aveva intenzione di prendere”. Proprio da un incidente sono nate queste

p. 48

fantasiose lampade, composte da schegge di laminato plastico ColorCore. Una lastra, infatti, frantumandosi durante la lavorazione, ha scatenato l’ispirazione dell’architetto, che le ha concesso la vita. Lo studio di Gehry si è spostato, dunque, alla modellazione specifica delle schegge, al fine di creare delle strutture dinamiche e verosimili. I primi lavori sulle lampade-pesce avvennero negli anni Ottanta, ma recentemente sono stati rimaneggiati e stanno percorrendo le varie gallerie del Mondo, approdando anche a Roma. GIULIA BERARDI

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons

1/4


Zero (/) › Roma (/roma/) › Eventi (/roma/eventi/) › Mostre (/roma/eventi/mostre/) Margherita Moscardini - "Atlas. On the Human Condition, Places and Times."

MOSTRE

ARTE

p. 49

Margherita Moscardini – “Atlas. On the Human Condition, Places and Times.” EX ELETTROFONICA

da martedì 11 ottobre a venerdì 16 dicembre 2016

L’immagine canonica che si forma nelle nostre menti quando pensiamo alla città ideale è quasi sicuramente quella della polis greca. Ci figuriamo l’acropoli con i grandi templi marmorei e i celebri teatri, anche se, in realtà, il suo vero cuore pulsante era rappresentato dall’agorà, la piazza del centro abitato. Un vuoto urbano, se ci riflettiamo. La filosofa politica Hannah Arendt scrive che la città è la gente riunita nel discorso pubblico e, come tale, questo è un fatto trasponibile ovunque. Quei vuoti urbani progettati per l’aggregazione, la sosta e la viabilità, quando sono riempiti sembrano realizzare il lavoro di chi li ha progettati, con l’ambiente materiale che fa da supporto dell’azione dei cittadini e da questa è riconfigurato Si può allora abbandonare la concezione di città vista in termini di ambiente costruito, in favore dell’immagine della moltitudine che la rappresenta. Su questo

3/2/2017 Robocoop - "Innesti" The Popping Club - Roma | Zero da queste parole e le traduce in termini si concentra il lavoro di Margherita Moscardini, che muove le |proprie riflessioni a partire

plastici, disegni di folle che calzano› gli spazi(/roma/eventi/mostre/) e piccole sculture. › Robocoop - "Innesti" Zero (/) › attraverso Roma (/roma/) › Eventi (/roma/eventi/) Mostre GIULIA BERARDI MOSTRE

ARTE

Robocoop – “Innesti”

(http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/)Contenuto distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale (http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/).

THE POPPING CLUB Condividi 18 0 dicembre Tweet a venerdì 23 dicembre 2016 da domenica

INFO

Margherita Moscardini – “Atlas. On the Human Condition, Places and Times.” da martedì 11 ottobre a venerdì 16 dicembre 2016 DOVE

Ex Ele rofonica (h p://zero.eu/luoghi/3139-ex-ele rofonica,roma/) Vicolo di Sant’Onofrio, 10 • Roma PREZZO GRATIS

William Morris sosteneva che “L’architettura è l’insieme delle modifiche e delle alterazioni, gli innesti, introdotte sulla superficie terrestre”. In un mondo in divenire il lavoro dell’architetto è quello di metabolizzare e reinterpretare l’ambiente che lo circonda in una metamorfosi continua. L’innesto non è solo un adattamento formale del nuovo rispetto all’esistente, ma un vero e proprio atto violento e consapevole che si insinua nel contesto e vi si connette, segnando la propria individualità progettuale. L’atto di innestare apre uno scenario esplorativo, artistico e architettonico, che ha mosso gli intenti del lavoro di ROBOCOOP, progetto di arte urbana fondato nel 2012 da due studenti di architettura che, nella perfetta ambientazione di un ex sottostazione ferroviaria Ata , ora galleria d’arte contemporanea, rielaboreranno i paesaggi in rovina, i templi, le chiese e gli archi di trionfo incisi da Piranesi, architetto del XVIII secolo, attraverso innesti fotografici di architetture della Roma moderna .La suggestiva istallazione site specific, frutto di questa forte provocazione utopica, ha visto la luce grazie alla collaborazione di Radioarchitettura e Cultrise, che hanno rispettivamente curato e prodotto la mostra. GIULIA BERARDI

1/4

Portfolio Giulia Berardi

http://zero.eu/eventi/51843-margherita-moscardini-atlas-on-the-human-condition-places-and-times,roma/


Portfolio Giulia Berardi

R ACCO LTA D I FOTO P E RSO NALI

Mi p ia ce catturare istanti d i v ita. sp e sso l e m ie foto so no anim ate d a p e rso ne che v ivo no g l i sp az i d e l l ’a rc hi tettura. i co l o r i , l a l u ce , q u e sto muove il m io sg uard o sul mo nd o .

p. 50


m o d e l l i d i a b i ta r e c o n d i v i s o

Portfolio Giulia Berardi

Nuovi

p. 51

h t t p s : // www . i n s ta g r a m . c o m / g i u l i a b e r a r d i /


Portfolio Giulia Berardi p. 52

lisbona _ 2 0 1 5

si v iglia _ 2 0 1 7

si v iglia _ 2 0 1 7

madrid _ 2 0 1 4


p. 53

p almarola _ 2 0 1 7

Portfolio Giulia Berardi

si v iglia _ 2 0 1 7


Portfolio Giulia Berardi

G IU L I A B E RA RDI

p. 54

G RA ZI E

Portfolio Giulia Berardi  
Portfolio Giulia Berardi  
Advertisement