Issuu on Google+

Abusa della madre, chiesta la scarcerazione

Calvario in fiamme, evacuate 20 persone

CAMPOBASSO – Richiesta dall’avvocato Piunno la scarcerazione del 39enne finito in manette con l’accusa di aver picchiato ed abusato sessualmente dell’anziana madre. L’uomo, arrestato a Trivento dai carabinieri, è rinchiuso nel carcere del capoluogo e si è avvalso della facoltà di non rispondere. A PAG. 7

CAMPOBASSO – Venti le persone evacuate ieri in contrada Calvario. Un vasto incendio ha costretto all’allontanamento degli abitanti della zona. Le fiamme, forse causate da una scintilla, sono state domate da vigili del fuoco, uomini della protezione civile e della forestale. A PAG.9

ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Quotidiano del mattino - Registrato al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 - Direttore Responsabile: Angelo Santagostino - A.I. Communication sede legale: via Gorizia, 42 - 86100 Campobasso -Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 -Tel. Isernia 0865.414168 E-mail Redazione Campobasso: redazione@lagazzettadelmolise.it - E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it - E-mail: Amministrazione - Pubblicità: commerciale@lagazzettadelmolise.it - www.lagazzettadelmolise.it - www.gazzettadelmolise.com Stampa: A.I. Communication Sessano Del Molise (IS) - Il lunedì non siamo in distribuzione - La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

Più auto (blu) per tutti

Alla faccia della crisi!

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO A GIANFRANCO VITAGLIANO Il Tremonti nostrano ha preteso l’auto blu più potente dei suoi colleghi: un’Audi A8 3000. Vettura extralusso per il ‘turbo’ assessore Gianfranco Vitagliano che non si capisce quali straordinari meriti abbia ottenuto sul campo per ricevere questo trattamento di favore. Già perché le auto blu degli altri componenti della Giunta Iorio sono tutte di cilindrata inferiore. Per loro una misera, si fa per dire, Audi A8 2700. E così per distinguersi ulteriormente dai colleghi, l’assessore alla Programmazione si è piazzato anche un bel lampegginate. Non in testa naturalmente ma sull’auto di servizio.

L’OSCAR DEL GIORNO AL VIGILE ANTONIO FINI Nonostante l’evento lo richiedesse, non c’erano rappresentanti delle forze dell’ordine (eccetto un vigile che aveva terminato il servizio) in grado di aiutarli. Ebbene, pochi giorni fa una coppia di genitori, in preda all’angoscia per aver perso di vista la loro bambina durante il concerto di Branduardi a Roccamandolfi, ha trovato l’aiuto del vigile che, dopo mezz’ora, ha rintracciato la piccola vicino ad un venditore ambulante ed ha prontamente avvisato il padre. Ai ringraziamenti dei genitori all’agente Antonio Fini per il nobile gesto, aggiungiamo volentieri il nostro oscar del giorno.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO Nel giro di un anno lasceranno anzitempo il lavoro 13 dirigenti e 43 funzionari regionali

Dirigenti, inizia la cura dimagrante Le retribuzioni accessorie per chi rimane in servizio non verranno toccate. Tuttalpiù riguarderanno i nuovi assunti CAMPOBASSO - La cura dimagrante della pianta organica regionale è cominciata a maggio, ma il grosso dell’esodo volontario s’è avuto nel corso del mese di luglio e un’altra ondata si avrà a gennaio e a luglio 2011. Complessivamente saranno 63 le unità che lasceranno anzitempo il lavoro, allettate dai vantaggi di cui potranno godere: 13 dirigenti (Lucia Viti, Angelo Amodeo, Enrico Fanelli, Corradino Guacci, Mario Ragni, Giuseppe Travaglini, Carmine Iapalucci,

Mauro Vitone, Rodolfo Castellucci, Giancarlo Giordano, Maria Grazia Lalli, Maurizia Macchia e Renato Bruno Mastronardi); 5 di categoria C (ex sesto livello); 1 di categoria B1 (ex quarto livello); 1 di categoria B3 (ex quinto livello); 16 di categoria D1 (ex settimo livello) e 27 di categoria D3 (ex ottavo livello). Ad impressionare è il numero dei dirigenti su cui spesso si sono puntati i riflettori della cronaca, anche nazionale, per mettere in evidenza l’enormità della situazione se

paragonata alle macro Regioni quali la Lombardia, il Lazio, la Toscana, la Campania, escluse quelle a statuto speciale che fanno storia a sé in termini scandalistici. Il Molise, se proprio non ha fatto scandalo per il numero dei dirigenti in servizio, s’è prestato a commenti sarcastici (per un verso) e a pesanti considerazioni (per l’altro) quando in ballo è venuta la spesa pubblica e la necessità di darci un taglio. La ventesima regione italiana è ancora oggi, anche dopo il robusto esodo dovuto al pre-pensionamento di cui stiamo parlando, una delle Regioni a statuto ordinario sovradimensionate. Ma a quanto pare sta rinsavendo. Questo che stiamo trattando però è argomento che per buona parte si sottrae alle considerazioni sul rinsavimento in quanto è connesso agli incentivi fornito dal consiglio regionale al prepensionamento. Ma va da sé che l’uscita di oltre 6 decine di unità lavorative, contribuisce anche a ridurre la spesa corrente. Assicurarsi la pensione (soprattutto se si considera il rischio di ve-

derla ridotta o in forse per il futuro), aggiungerci un bonus ragguardevole e anticipare il tempo libero, sono elementi cui non hanno saputo resistere i 13 dirigenti che per quanto concerne il reddito certo non hanno mai declinato verbi difettivi. Tutt’altro. Ma l’idea di venire fuori da una gabbia che andava mano a mano restringendosi, a ben vedere, è prevalsa su ogni altra valutazione di merito. Tanto più che sulla strategia delle direzioni regionali non sono i meriti e le competenze a essere premiate, bensì contano soprattutto le sponsorizzazioni politiche e i comparaggi. Che sia l’una cosa o l’altra ad avere avuto un peso nel decidere di approfittare della prima finestra utile per andare in pensione con il bonus, non ha importanza. Il risultato è ciò che conta. Il dato su cui discutere pertanto è solo uno: tra luglio 2010 e luglio 2011 la Regione Molise avrà 13 dirigenti in meno e, rimanendo sui livelli funzionali, anche 16 ex settimi livelli e 27 ex ottavi livelli (personale qualificato a capo di uffici e ser-

vizi). Ciò vuol dire che la Regione dovrà necessariamente procedere ad una profonda revisione e riorganizzazione dei servizi e semmai migliorarla. In tale direzione dovrebbe andare la proposta di legge 230 della giunta regionale (Iniziative finalizzate alla razionalizzazione della spesa regionale) ma al primo impatto la famigerata Area Quadri ha mostrato tutta intera la propria forza contrattuale obbligando il consiglio regionale a guadagnare tempo. Infatti, tra balbettamenti, farfugliamenti e incertezze varie, il dibattito consiliare a Palazzo Moffa si è concluso con un niente di fatto. Sarà la giunta regionale ad affrontare questo esercito perennemente sul piede di guerra che appena s’è visto in pericolo ha avuto la forma e la capacità di obbligare il consiglio a stabilire che le retribuzioni accessorie (e sono soldi!) non si toccano a chi è in servizio e che, tutt’al più, riguarderanno chi verrà in seguito. Campa cavallo! Dardo

La classifica del Sole 24 Ore e del centro studi Sintesi si basa sui progressi socio-economici delle regioni negli ultimi dieci anni

Pagella sociale, il Molise è 13esimo Primo il Lazio, nonostante il deficit sanitario, davanti a Lombardia e Veneto. Ultima la Sardegna CAMPOBASSO – Il Molise è al 13esimo posto nella speciale classifica dell’evoluzione degli ultimi dieci anni dei progressi socio-economici delle Regioni che si avviano verso il Federalismo in diversi settori. Per elaborare la classifica del Sole 24 Ore e del centro studi Sintesi, sono stati presi in esame 43 indicatori suddivisi in otto macroaree: ambiente, credito, demografia e famiglia, dinamiche economiche, governance regionale, istruzione, mercato del lavoro e salute. Alle spalle del Lazio si piazzano Lombardia e Veneto a pari merito, a loro volta seguite da un drappello di regioni del centro-nord (Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Marche e Liguria). All’ultimo posto, invece, troviamo la Sardegna. L’arco di tempo preso in esame parte dal 2000 quando i capi di stato e di governo dell’Unione europea fissarono obiettivi ambiziosi con la famosa, ma oggi finita praticamente in stand by, agenda di Lisbona 2010 per trasformare il Vecchio continente nell’area più dinamica e com-

2 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010

petitiva del pianeta: una sfida che chiamava anche le singole regioni a dotarsi di programmi e piani per ottenere miglioramenti sul fronte dell’occupazione, dell’ambiente e dell’innovazione. In quel periodo, poi, era in piena fase di attuazione la cosiddetta riforma Bassanini, alba di una devolution ancora oggi incompiuta, che affida nuove competenze alle regioni. Ma in base a quali criteri di calcolo si è arrivati ai risultati odierni? Per ogni indicatore dei 43, fatta 100 la media Italia, è stato calcolato il numero indice relativo al 2010 di ogni regione (per visualizzarne la posizione) e in più è stata misurata la variazione rispetto al 2000. Lo stesso meccanismo di calcolo è stato utilizzato per ciascuna delle otto macroaree. Alle regioni che in ciascuna macroarea sono al di sopra della media Italia e vantano nel periodo considerato una performance positiva, è stata assegnata la medaglia d’oro, che vale 3 punti; alle regioni sopra la media, ma con perfor-

mance negativa conquistano la medaglia d’argento e 1 punto; le regioni sotto la media, ma che hanno realizzato risultati positivi prendono la medaglia di bronzo, che assegna 1,5 punti, e chi, infine, si trova sotto la media e ha pure una performance negativa, si deve accontentare della “medaglia di legno”, la cui assegnazione comporta però il taglio di 1 punto. Il Molise, assieme alla Basilicata, ha conquistato 7,5 punti, ma è, come detto, il Lazio, nonostante la zavorra dell’enorme deficit sanitario, la regione che conquista

la maglia rosa, con quattro medaglie d’oro e 15 punti, superando Lombardia e Veneto (tre medaglie d’oro e 14 punti), seguite a loro volta dal drappello Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Liguria e Marche con 12 punti. All’ultimo posto, unica a raccogliere un punteggio finale negativo, è la Sardegna, che colleziona posizioni sotto la media e performance negative, fatta eccezione per l’ambiente, dove fa registrare la dinamica migliore fra tutte le regioni. Adimo

Processo breve, il Pdl in pressing su Fini

Leoluca Orlando (Idv): “È l’ennesima porcata”

ROMA – Il Pdl avverte i finiani: non accetteremo una trattativa continua sul processo breve. Insomma, non c’è spazio per una “riflessione ulteriore” sul processo breve, chiesta invece dai finiani, e insistere su quella linea “vuol dire sbarrare alla legislatura”. Ma anche l’Udc non intende approvare il testo. Il vice ministro Urso intanto chiede a Berlusconi una riconciliazione con Fini.

ROMA – “Quella sul processo breve è l’ennesima legge porcata proposta da questo governo”, ha affermato il portavoce dell’Idv, Leoluca Orlando. “Per garantire l’immunità giudiziaria al presidente del Consiglio, la maggioranza ha deciso di mandare in malora migliaia di processi, lasciando impuniti i criminali e non rendendo giustizia ad altrettante vittime di reati”, ha aggiunto.


PRIMO PIANO Rubinetti chiusi per Neuromed e Cattolica Per quest’anno niente più soldi pubblici ai due centri privati accreditati. Lo ha deciso Iorio in vista degli ‘esami di riparazione’ del 15 settembre CAMPOBASSO – I rubinetti si chiudono per Neuromed e Cattolica. Lo ha deciso il presidente della Regione Michele Iorio che ieri, con un decreto adottato in qualità di commissario ad acta per la sanità, ha stabilito una nuova manovra di contenimento dei costi. Il provvedimento appena varato riguarda le prestazioni erogate dalle strutture private che sono accreditate con la Regione: il Neuromed di Pozzilli della famiglia dell’eurodeputato Pdl Aldo Patriciello, e l’università Cattolica del Sacro Cuore di Campobasso diretta da Savino Cannone. Il documento, che ha ufficializzato quanto anticipato all’inizio di questo mese (si veda la Gazzetta del 3 agosto, ndr) rende noto che per tutto il 2010 non saranno corrisposte altre risorse economiche oltre i limiti di spesa previsti. In pratica Iorio, messo alle strette dal governo centrale che da mesi gli sta chiedendo di ridurre ulteriormente la spesa sanitaria (e il rischio per lui è

che venga rimosso dall’incarico di commissario) ha così impedito che altro denaro uscisse dalle casse pubbliche per andare a rimpinguare i bilanci di questi due poli di eccellenza. Che sempre privati sono! La diffida ricevuta dal Consiglio dei ministri per i ritardi accumulati e la mancata realizzazione del piano di rientro dal debito sanitario ha messo letteralmente il ‘sale sulla coda’ del governatore, che ora ha tempo fino al 15 settembre per assumere più soddisfacenti misure strutturali di risanamento. Per il Molise infatti – come pure per le colleghe con i conti in rosso Abruzzo e Calabria - il Cdm, su proposta del ministro della Salute Ferruccio Fazio e di quello dell’Economia Giulio Tremonti, ha disposto gli ‘esami di riparazione’. Se Iorio non convincerà i ministri del suo governo rischia faccia e poltrona. Ma un segnale di apertura effettivamente c’era già stato quando il 4 agosto il Consiglio dei ministri, preso atto degli ulteriori

provvedimenti adottati per risanare il debito molisano, ha invitato i competenti tavoli tecnici nazionali a valutarne l’adeguatezza, invitando anche la gestione commissariale ad assumere entro il 15 settembre le sopracitate misure strutturali di risanamento. Sarebbe a dire la riorganizzazione della rete ospedaliera e l’acquisto di prestazioni dai privati accreditati. AD

Otto auto blu nuove di zecca Alla faccia del risparmio! Rinnovato il parco auto degli assessori regionali. A tutti un’Audi A8 2700 tranne a Vitagliano che viaggia su una 3000 munita di lampeggiante CAMPOBASSO – Otto auto blu nuove di zecca. La priorità del governo regionale è la sicurezza dei nostri assessori che viaggiano per il bene della collettività. Naturalmente si tratta di vetture di ultima generazione: Audi A8 2700 per Luigi Velardi, Franco Giorgio Marinelli, Angiolina Fusco Perella, Filoteo Di Sandro, Salvatore Muccilli, Nicola Cavaliere e Nicola Passarelli (ma non doveva lasciare l’incarico?). Per il Tremonti molisano (Gianfranco Vitagliano) invece qualcosina in più di cilindrata: un’Audi A8 3000 anziché 2700 munita di lampeggiante. Un premio per aver prodotto più disastri dei suoi colleghi? Al di là

delle battute non ci sarebbe niente da ridere se le cose funzionassero davvero. E invece non è così. Ci aspetta un autunno caldo, caldissimo su tutti i fronti. Per nessuna delle aziende in crisi s’intravede la via d’uscita: dalla Geomeccanica di Venafro che proprio ieri ha annunciato rumorose azioni di protesta, allo storico pastificio La Molisana da due anni in mano alla curatela fallimentare nel silenzio più assordante della politica locale che non ha mosso un dito per ridare futuro ai duecento lavoratori. E poi ancora l’Ittierre, in gestione commissariale, lo Zuccherificio di Termoli dove però la Giunta ha già sborsato fior

di quattrini e riabilitato Remo Perna, già patron delle fallite Pantrem e Gtr. Stesso discorso vale per l’Arena. Intanto anche la viabilità è ferma al palo. L’autostrada è ancora nel libro dei sogni. Gennaio 2010 è trascorso da un pezzo, dopo quelle dei politici nostrani anche le profezie del ministro Matteoli che annunciava per questo mese l’inizio dei lavori della Termoli-San Vittore si sono infrante. Ma non era meglio una bella superstrada da farsi veloce veloce? Sullo sfondo le centinaia di piccole e medie attività commerciali e artigianali che arrancano se non

hanno già chiuso. E poi la sanità: il 15 settembre altro banco di prova a Roma. Il piano di rientro non ha convinto del tutto il ministro Tremonti (quello vero) che chiede un’ulteriore sforbiciata. Un ospedale in meno risolverebbe i conti mettendo Iorio, già commissario ad acta, al riparo da un defenestramento annunciato e poi accantonato. E che dire del patto di stabilità già sforato e che ora pesa sulla spesa pubblica da contenere oggi come non mai? Ci hanno provato a convincerci che i sacrifici non avrebbero riguardato solo i contribuenti, ovvero noi cittadini, ma che anche la

casta avrebbe messo mano al portafogli. Ci hanno provato ma inutilmente a darcela a bere: il 10% in meno della loro indennità è stata imposta dalla manovra nazionale per esempio. E il taglio che si sono dati riguarda un somma extra, già scandalosa di per sé, che gli inquilini di Palazzo Moffa non rendicontano nemmeno: il famigerato articolo 7 della finanziaria regionale del 2002, passato come quello dei portaborse. Ora proveranno a dire che anche le auto blu, nuove e lussuose, erano necessarie. Perché i politici hanno sempre una pezza a colore per le loro malefatte. a&a


REGIONE Il commissario dello Iacp di Campobasso incontra il vescovo Bregantini

Presto l’agenzia della casa per sostenere le classi sociali meno abbienti CAMPOBASSO – Il commissario straordinario dello Iacp (Istituto Autonomo Case Popolari), Pierluigi Lepore, è stato ricevuto dal vescovo di Campobasso, Giancarlo Bregantini, nella curia arcivescovile di Campobasso. L’incontro è stato incentrato sulla rilevanza sociale del ruolo dell’istituto sul territorio molisano per le questioni attinenti alla casa quale bene primario per le famiglie meno abbienti. L’Ente, infatti, gestisce oltre 4mila alloggi e, nella sola provincia di Campobasso, vanta un’utenza superiore ai 10mila indivi-

dui. “L’impegno è quello di avvicinare le persone alle istituzioni attraverso un contatto continuo con le problematiche che vivono quotidianamente le famiglie e la totale disponibilità dell’Ente all’attenta analisi e ricerca di soluzioni sempre migliori. Prospettive ed auspici che – conclude Lepore – vogliono rafforzare il ruolo dell’Iacp potenziandone le linee di intervento, così da andare nella direzione di una vera agenzia per la casa la quale, incastonata nella realtà sociale, operi in collaborazione con altre Istituzioni e con il mondo della

chiesa e del volontariato, per valorizzare e potenziare le possibilità di affiancare le classi sociali più svantaggiate ed alleggerirne le difficoltà”. L’impegno congiunto tra Lepore e Bregantini, quindi, è di far sì che i quartieri popolari si spoglino di carenze e pregiudizi che li vedono ancora come dormitori o ghetti con l’impostazione dei ruoli, in questa prima fase, di istituzioni e chiesa per il raggiungimento di questi importanti obiettivi sociali.

Il segretario regionale della Cisl Poste, D’Alessandro, interviene sulla situazione economica italiana

“Accrescere il reddito disponibile per far ripartire i consumi” CAMPOBASSO – Il segretario regionale della Cisl Poste, Antonio D’Alessandro, interviene sull’andamento dell’economia Nazionale. “In Italia si è creato un numero di giovani precari e disoccupati che ammonta a circa sei milioni di persone. I conti sono presto fatti: oltre 12 milioni di esse vivono al limite della decenza, non raggiungendo gli 800 euro mensili quale migliore delle ipotesi. Questa mole di persone è destinata man mano ad aumentare mentre, al contrario, la popolazione attiva continua a diminuire. Ad essere buoni, possiamo dire che ci stiamo avvitando su noi stessi. Con la nostra eco-

4 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010

è restituire stabilità al mercato del lavoro, in quanto non si cresce proprio perché non c’è questa stabilità. La crescita del 1,5% annuo è virtuale ed inutile, perché va depurata dell’inflazione; per creare un minimo di benessere occorre una crescita al 3-4% su base annua e, per l’Italia, stando così le cose, è un puro miraggio. È necessario, prima di tutto, attuare politiche redistributive più efficaci per accrescere il reddito disponibile, senza il quale i consumi non ripartiranno; poi dobbiamo pensare al rilancio delle esportazioni, magari assecondato da tassi di cambio favorevoli, e rilanciare in grande l’atAntonio D’Alessandro tività edilizia, nostri cavalli di battaglia da sempre. Non è il momento di intervenire – conclude D’Alessandro – in termini sostanziali e di lungo periodo: è impensabile sia elaborare una solida politica industriale, sia cercare di introdurre veri cambiamenti strutturali, comunque necessari ma al momento inopportuni, visto che ormai di tempo ne è rimasto davvero poco”.

nomia grossolana – sottolinea D’Alessandro – fatta di nero non emerso, con investimenti di bassa qualità e tagli in particolare in ricerca e sviluppo, stiamo gettando le basi per un futuro di inesorabile declino, rispetto al quale non si intravede soluzione”. Quali, allora, le possibili contromisure? “La prima cosa da fare – continua il segretario Cisl –

Lo Iacp di Campobasso

Picciano nuovo presidente dell’Aiccre, ieri l’insediamento “Grazie alla condivisione d’intenti tra tutte le realtà locali, saremo parte integrante dell’Europa” CAMPOBASSO – Nella storica sede di piazza Trevi a Roma, il presidente del Consiglio regionale, Michele Picciano, si è insediato ieri mattina al vertice dell’Aiccre, alla presenza del segretario generale del Ccre (Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa), Frédéric Vallier, da oggi in visita ufficiale in Italia, oltre ai due segretari generali dell’Aiccre Menna e Verrengia. Durante la cerimonia, Picciano ha condiviso con Vallier l’obiettivo, promosso sia dall’Aiccre che dal Ccre, di valorizzare quanto più possibile le realtà locali per sperare in un Europa sempre più unita e competitiva a partire anche dai più piccoli enti territoriali. “Dal giorno della mia elezione a presidente dell’Aiccre – ha affermato il presidente Picciano – il mio impegno è rivolto alle piccole realtà della nostra Italia, provenendo io stesso da una piccola (come dimensioni territoriali), ma grande Regione come il Molise. Credo che la condivisione di intenti tra tutti gli enti territoriali, nazionale ed europei, porterà presto i risultati che noi tutti speriamo per sentirci parte integrante dell’Europa. La strada da percorrere è lunga, ma lavorando insieme i risultati arriveranno prima di quanto possiamo immaginare. Intanto, è bene prepararci al meglio per il prossimo congresso di febbraio per dare la giusta importanza alle nostre idee”. Il segretario Vallier, a margine, ha condiviso totalmente quanto affermato da Picciano: “Per me – ha affermato – l’Aiccre è un’associazione importante e particolare con delle grandi potenzialità e credo che lavorando di comune accordo si potranno raggiungere importanti traguardi”.

Pd, Bersani: le primarie sono imprescindibili

Rutelli: proporremo un nuovo polo

ROMA – “Le primarie sono imprescindibili. Più candidati del Pd? Deciderà il partito”. Così Bersani ribadisce la via per la scelta del candidato. Sul programma, non si ripercorrerà la strada del “librone” del 2006, “ma faremo alcuni punti e uno sarà il conflitto di interessi”. Il segretario ha poi replicato al sindaco di Firenze, Renzi: “La distruzione creativa non ha mai portato risultati”.

ROMA – Rutelli annuncia un nuovo polo politico che nascerà, scrive in una lettera al Corriere,“su un coraggioso programma di governo”. La proposta sarà formalizzata alla festa del partito il 2 settembre. Il confronto che interessa gli italiani è sull’economia: “Si stanno sottovalutando i pericoli dell'autunno”. Ribadisce il no a “leggi e leggine ad hoc” sulla giustizia.


REGIONE Nel centrodestra Iorio scommette sul terzo mandato. Nel centrosinistra le candidature di D’Ascanio e Astore cadono nel vuoto

Politica, si riparte con gli occhi puntati alle regionali Fra dieci giorni debutta Alternativ@ di Roberto Ruta CAMPOBASSO – Dov’eravamo rimasti? Di rientro dalla pausa estiva niente di nuovo sotto il sole. Il presidente Iorio non dà segni di cedimento anche se a giorni alterni qualcuno rilancia l’ipotesi del voto anticipato. Dall’entourage del governatore però fanno sapere che la legislatura sarà completata e si andrà alle urne a novembre prossimo. L’idea del terzo mandato è nei programmi del presidente della Giunta che al momento non sembra avere avversari dentro la sua maggioranza. Anche se qualche ragionamento per rimpiazzarlo è in corso da tempo. Perfino lo scontro con Patriciello appare sbiadito. Piuttosto a preoccupare (o interessare) il governatore sono le nuove iniziative editoriali. Due nuovi giornali dalle ceneri dell’ex Nuovo Molise stanno per vedere la luce. Non è certo più vivace il dibattito nel centrosinistra. Una seconda chance per D’Ascanio alla Provincia di Campobasso ha lasciato gli alleati tramortiti. “Sono un uomo al servizio del centrosinistra” ha detto in una recente intervista. Nessuno dei se-

gretari però ha reagito. Vorra dire pure qualcosa. Stessa sorte per Astore. Qualcuno ha lanciato la sua candidatura addirittura a presidente della Regione. L’idea potrebbe piacere perfino a Tonino di Montenero affaccendato nelle questioni nazionali, certo non dispiacerebbe a Caterina (trombato nelle regionali del 2006) che così avrebbe campo libero nell’Italia dei valori alle prossime politiche. Il solito gioco delle poltrone. Se non che anche di fronte a questa ipotesi i segretari del centrosinistra non hanno abboccato e sono rimasti in religioso silenzio in attesa che qualcosa di meglio venga fuori. Intanto qualcosa si muove. Annunciata a giugno, sta per nascere Alternativ@. Il battesimo ci sarà fra dieci giorni esatti: il 10 settembre alle ore 18, alle Cupolette di Vinchiaturo, Roberto Ruta svelerà il mistero di questa creatura che non vuol essere un partito, né una lista elettorale e tantomeno un’associazione. Ma che nasce con un’ambizione chiara: cambiare l’attuale quadro politico. red

Demolizione e ricostruzione delle periferie L’Acem: un toccasana per il settore edilizio con un rilancio economico e sociale delle aree CAMPOBASSO – L’Acem (Associazione Costruttori Edili del Molise) sposa la posizione dell’Aniem (l’Associazione nazionale degli edili di Confapi) sulla proposta lanciata da Alemanno, e da poche ore supportata dal sindaco Letizia Moratti che vede, negli interventi di demolizione delle periferie italiane degradate, un’opportunità di rilancio per il paese. “Occorre rifare le nostre città eliminando le brutture – commenta il presidente dell’Acem, Angelo Santoro – perché ciò ha un’importante funzione sociale ed economica: gli interventi di ricostruzione darebbero un forte impulso all’economia e sarebbero un toccasana per il settore edilizio, un sollievo dalla crisi. Le periferie italiane pullulano di veri e propri ecomostri, edifici invivibili e a volte pericolosi. Rivoluzioniamo l’urbanistica per dare una nuova immagine alle periferie italiane, consentire un recupero sociale e dare il via a un rilancio economico”.

L’Aniem, infatti, in questi giorni ha chiesto alle istituzioni una nuova normativa che consenta agli amministratori locali di decidere in base alle esigenze delle singole realtà, ma con determinate condizioni: risparmio energetico, moderne tecnologie e sviluppo verticale, così da liberare il più possibile le aree sociali e non consumare ulteriore territorio. Per il vice presidente dell’Acem, Corrado Di Niro, infatti “è fondamentale destinare grande spazio alle aree comuni, costruendo superfici socialmente utilizzabili come parchi, giardini, servizi di quartiere: l’Italia ha bisogno di proposte innovative, ed è necessario utilizzare le moderne tecnologie per un’edilizia sostenibile, che preveda case con pannelli solari e pale eoliche”. Per questo, si rendono necessari – ad avviso dell’Acem – progetti innovativi che darebbero un po’ di respiro ad un settore in gravi difficoltà.


CAMPOBASSO Il legale Angelo Piunno ha presentato ieri istanza per la revoca della misura cautelare del 39enne di Trivento

Presunti abusi sulla madre Chiesta la scarcerazione È stata presentata ieri, dall’avvocato Angelo Piunno, l’istanza di riesame dell’ordinanza di custodia cautelare che ha visto finire in carcere il 39enne arrestato la scorsa settimana dai carabinieri con l’accusa di aver abuso sessualmente della propria madre. Per il legale, infatti, il provvedimento non conterrebbe indizi sufficienti che giustificherebbero la permanenza dietro le sbarre del suo assistito. I fatti, avvenuti a Trivento, sarebbero venuti alla luce a seguito della denuncia presentata da un familiare dell’anziana. Una terribile storia di degrado sociale, sulla

Angelo Piunno

Campobasso seconda città meno cara d’Italia Non è la più economica, ma sul podio delle città meno care d’Italia Campobasso occupa il secondo posto. Il dato emerge da un progetto sviluppato da Istat, Unioncamere e Istituto “Tagliacarne” che ha analizzato i livelli dei prezzi al consumo tra una ventina di città italiane. Nell’indagine sono stati presi di mira i consumi delle famiglie: dai generi alimentari, ai tabacchi, dall’abbigliamento alle calzature, dalle spese per l’abitazione ai mobili, dai servizi sanitari ai trasporti e alle comunicazioni. Va subito detto che i prezzi registrati nelle regioni del Nord sono tendenzialmente superiori a quelli registrati nel Meridione. Città meno cara è risultata Napoli (con un meno 6,2% rispetto alla media dei prezzi) subito dopo compare Campobasso (con un meno 5,8%) e Potenza (meno 5,3%). La maglia nera rispetto al potere d’acquisto spetta a Bolzano (con un 5,6% in più rispetto al livello medio nazionale) poi Bologna (più 4,9%) e al terzo posto Milano (più 4,7%); Tra i capoluoghi dove si registrano livelli di prezzi sistematicamente inferiori a quelli al di sotto della media nazionale compaiono Campobasso, Palermo e Potenza. Nel capoluogo molisano si risparmia soprattutto su abbigliamento e calzature: città meno cara con prezzi più bassi del 5,4% rispetto alla media nazionale, seguono poi l’arredamento e i servizi ricettivi e ricreativi. Prezzi bassi anche per l’istruzione.

quale si sono concentrate le indagini delle forze dell’ordine. Il 39enne, celibe, viveva con la madre, ma l’atteggiamento dell’uomo nei confronti della donna era apparso da tempo strano, morboso, soprattutto agli occhi dei parenti più stretti. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Bojano, l’uomo diventava violento ogni volta che l’anziana lo respingeva. Otto mesi di sofferenze, mai denunciate dalla vittima, assente in casa quando al polso del figlio sono scattate le manette così come disposto dal giudice delle indagini preliminari del

Tribunale di Campobasso Rinaldi, su richiesta del sostituto procuratore Rossana Venditti. Il 39enne è stato quindi trasferito nella casa circondariale del capoluogo dove sabato scorso si è svolto l’inte rrogatorio ed in cui l’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere. Circa gli altri elementi, l’avvocato Piunno non si è pronunciato riservandosi di voler prima visionare il fascicolo relativo alle indagini condotte nei confronti del proprio assistito. Intanto, entro la fine della settimana potrebbe essere fissata la data dell’udienza.

Davanti al Tar contro le pale al vento Anche domani, la Uil Beni Culturali sarà presente davanti al Tribunale Amministrativo Regionale del Molise per manifestare il proprio dissenso contro l’eolico selvaggio in regione. Diverse, infatti, le società pronte ad invadere, senza ritegno, siti archeologici e aree particolarmente pregiate sotto il profilo paesaggistico. E mentre domani si giocherà la prima partita relativa alla sospensiva dell’impianto dell’Alta Valle del Tammaro, recentemente, le stesse società, immaginando un diniego alle loro richieste, si sono adoperate per

passare direttamente al Consiglio di Stato. Un atteggiamento che per la UilBac è poco chiaro: “già in precedenti due occasioni il Consiglio di Stato, nella persona del medesimo giudice, si è espresso, in modo inspiegabile, a favore delle ricorrenti, causando un grave danno al territorio e alle aspettative della collettività”. Dunque, il sindacato vigilerà costantemente sull’operato della magistratura, verificando, inoltre, tutti i possibili requisiti per un ricorso alla giustizia europea. Nei prossimi giorni la UilBac si attiverà per una rac-

colta di firme contro l’eolico selvaggio e preparerà una proposta di interpellanza parlamentare da presentare a tutte le forze in seno al Consiglio d’Europa.

CONTRO L’EOLICO A MONTEVERDE DI VINCHIATURO

Monsignor Bregantini dalla parte dei cittadini Custodire il creato, per coltivare la pace! Parte da qui, dalla giornata del creato, il vescovo di Campobasso Monsignor Bregantini che raccogliendo le preoccupazioni dei fedeli difende il sito di Monteverde di Vinchiaturo dalla possibile invasione di pali eolici. È stata la popolazione di Vinchiaturo a raccontare al vescovo l’intenzione del comune alle porte di Campobasso di voler installare nell’area dove si festeggia la Madonna di Monteverde un parco eolico. “Basta

una semplice visita su quel colle, per rendersi conto della sua nativa bellezza, per quello sguardo di stupore che spazia su tutto il Molise – dice il vescovo - la presenza poi dei resti di un’antica abbazia di benedettini ci ricorda l’austera legge del lavoro, fatto di saggia valorizzazione delle risorse del luogo, nell’armonico rispetto dell’ambiente. La zona poi è nota anche per antichi insediamenti sanniti e quindi fonte di ritrovamenti archeologici. Ci si chiede, perciò,

se la scelta del Comune di Vinchiaturo sia opportuna ed abbia realmente tenuto conto di queste valide argomentazioni. Secondo la dottrina sociale della Chiesa, che il bene di tutti debba prevalere sul bene individuale e che quindi un comune, da solo, non possa decidere questo insediamento, che guasterebbe tutto l’impegno profuso dai comuni vicini per la valorizzazione dell’area stessa. Senza dimenticare che nelle vicinanze ci sono delle civili abitazioni”.

Pubblicazioni della Cattolica sulla Radioterapia innovativa Una serie di pubblicazioni prodotte dalla radioterapia della Cattolica, in collaborazione con l’unità di fisica sanitaria e con i reparti di ginecologia oncologica e terapie palliative sono apparse nella letteratura scientifica internazionale. Un primo studio, portato avanti dalla dottoressa Gabriella Macchia, ha mostrato la possibilità di somministrare dosi di radiazioni più elevate nei carcinomi più gravi del collo dell’utero. Da queste ricerche ci si attende quindi un miglioramento delle percentuali già

molto elevate di guarigione dalla malattia. Il secondo studio, pubblicato dalla dottoressa Mariangela Massaccesi, ha mostrato la possibilità di migliorare la radioterapia dei tumori della mammella. Quando si irradia questo organo, infatti, parte del polmone e del cuore possono essere colpiti dalle radiazioni. Un terzo studio, pubblicato dalla dottoressa Cinzia Digesù, ha riguardato la radioterapia del carcinoma della prostata. Nei prossimi mesi saranno condotte nuove sperimentazioni, che riguarderanno l’introduzione di

avanzate tecniche di radioterapia, ed in particolare della Vmat e della radiochirurgia. La Vmat, in particolare, è una tecnica modernissima sulla quale la Cattolica ha sviluppato una esperienza preliminare in una serie di studi dosimetrici eseguiti dal dottor Savino Cilla. L’interesse della comunità scientifica per questa esperienza molisana è stato tale che i risultati di questi studi saranno presentati dal dottor Cilla al prossimo congresso europeo di radioterapia (settembre 2010, Barcellona).


CAMPOBASSO Vasto incendio a Calvario, evacuate 20 persone Un’ordinanza di evacuazione, ieri pomeriggio, ha interessato venti abitanti di Campobasso. In contrada Calvario, infatti, poco dopo le 14 si è sviluppato un incendio che ha costretto le autorità competenti a disporre l’allontanamento dei residenti dalle proprie abitazioni minacciate, in poco

Due escursionisti molisani dispersi a Bojano salvati dal Soccorso alpino Momenti di grande paura per due escursionisti molisani – un 31enne di Bojano e un 33enne di Spinete - dispersi ieri lungo il sentiero che dalla località di Pianella conduce all’eremo di Sant’Egidio, meta che i malcapitati avevano intenzione di raggiungere per ricongiungersi ad un gruppo di amici partito qualche giorno prima. A risultare decisiva l’ine-

sperienza dei due che, nonostante la fatica e il timore, sono comunque riusciti a lanciare l’allarme alla caserma dei carabinieri di Bojano attraverso un telefono cellulare. Le forze dell’ordine hanno immediatamente informato i tecnici del soccorso alpino che, sfidando le impervie condizioni atmosferiche e del terreno, hanno raggiunto i dispersi - rimasti su una col-

linetta ad attendere l’assistenza - riconducendoli incolumi fino alla strada principale. A contribuire al successo dell’operazione anche il sostegno della sala operativa della protezione civile e il supporto di una squadra dei vigili del fuoco, oltre alla presenza dei carabinieri del presidio matesino. Lu.a.

tempo dalle fiamme. Il fuoco, a causa del vento, si è sviluppato velocemente. A provocarlo, con tutta probabilità, una scintilla dovuta ai lavori in corso sulla tangenziale nord del capoluogo. Il fumo, inizialmente lieve, è diventato sempre più intenso. Un vigneto è andato distrutto. A sedare le

fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco di Campobasso, coadiuvati dagli uomini della protezione civile e della forestale che, dopo alcune ore, hanno riportato la situazione alla normalità. Tanto lo spavento per i venti residenti allontanati che, in serata, sono rientrati nelle proprie abitazioni.

Due suicidi in provincia a distanza di poche ore Due suicidi nell’arco di poche ore, ieri, nella provincia di Campobasso. A togliersi la vita un 56enne ed un 24enne. Il primo, un impiegato, sulla strada che da Campobasso conduce ad Oratino, ha abbandonato la sua auto sul ciglio della strada e si è impiccato ad un albero. Il corpo è stato notato da un passante che ha subito allertato le forze dell’ordine. Stessa dinamica per il ragazzo che invece ha compito il drammatico gesto nel garage della sua abitazione di Lupara. Originario del capoluogo è stato ritrovato senza vita dalla madre. Domani dovrebbero essere celebrati i funerali di entrambi, mentre sulle cause che hanno condotto alle estreme azioni stanno indagando polizia e carabinieri. Alla base, forse, difficoltà economiche o problemi in famiglia.

A Bojano bimba ritrovata da un vigile urbano Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un nostro lettore che racconta una ‘disavventura’ a lieto fine. “Il giorno 24 agosto mi trovavo a Bojano, (sono di Roma ed ero in vacanza con la famiglia a Roccamandolfi) per il concerto di Branduardi. Alla fine del concerto io e mio figlio ci accorgiamo che Giorgia la bambina di 7anni di mio figlio non era più vicino a noi, e siamo sconcertati perchè in mezzo a centinaia di persone non riuscivamo più a vederla. Presi dall'angoscia

abbiamo cercato le forze dll'ordine , ma abbiamo trovato solo un agente della polizia locale il quale pur smontando di servizio (erano quasi mezzanotte)si è trattenuto senza problemi e ci ha dato massima disponibilità per cercare la piccola di cui gli avevamo dato la descrizione sommaria e ha chiamato la pattuglia dei carabinieri per avvisarli della scomparsa. Sono passati venti , trenta minuti ed ecco che il vigile mi chiama sul cellulare (di cui gli avevo dato il numero)dicendomi di portarmi presso di

lui perchè era in dubbio se la bambina che aveva visto vicino ad un commerciante ambulante fosse lei. Tutti corriamo a vedere ed era proprio Giorgia che si era fermata a vedere dei giochi luminosi e lì era rimasta non vedendoci più . non potete immaginare il sollievo e la gioia di mio figlio e mia e non sapevamo come ringraziare quella persona così gentile cui siamo grati per sempre. Immaginate se non avessimo più trovato la piccola o se qulacuno se ne fosse approfittato

vedendola da sola! Questo era il nostro grande cruccio! Perciò vorremmo ringraziare l'agente Antonio , non ci siamo fatti dire subito il suo cognome ma al comune poi ci hanno detto che si chiama Fini. Lo abbiamo invitato a Roma a trovarci per giocare con Giorgia visto che ci ha detto di avere un bimbo di 10 anni. Grazie di cuore ad Antonio. Queste sono le persone che l'Italia può vantarsi di avere al servizio della gente. Dott. Bosetti Giorgio Aldo

A Oratino servizi scolastici e tanti vantaggi anche per i non residenti La ricetta salvacomune di Iannotti Lo spopolamento dei piccoli comuni può essere evitato, o perlomeno arginato, attraverso un potenziamento dei servizi offerti ai cittadini. Soprattutto alle nuove generazioni. Ed è in quest’ottica che il Comune di Oratino punta sulla scuola e sui vantaggi ad essa legati che potrebbero far gola a tanti genitori e non solo di Oratino. E la novità ideata dal sindaco Orlando Iannotti sta tutta qua: offrire, anche ai non residenti, la possibilità di accogliere i loro figli (dalla sezione primavera alla scuola vera e propria) in una scuola sicura facendo fronte solo alle spese per il trasporto giorna-

liero per un massimo di 75 centesimi. E non è finita qua: il Comune offre infatti anche un pacchetto scuola che comprende la fruizione settimanale della piscina e della palestra. Pacchetto questo che include il trasporto e il pre e post scuola giornaliero che sarà gratuito per chi si iscriverà in questo anno scolastico. Insomma l’amministrazione di Oratino si è rimboccata le maniche e sta combattendo con tutti i mezzi a sua disposizione lo spettro della chiusura delle scuole prima e dello spopolamento dopo. In Molise rischio fin troppo presente.

Al centro, il Sindaco di Oratino, Orlando Iannotti


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza 06:02 06:49 09:30 12:20 14:12 17:13 17:40 20:55

Arrivo 07:40 08:35 11:07 14:11 15:56 19:02 19:30 22:45

Ariete 21 mar - 20 apr

TERMOLI-CAMPOBASSO

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta “Fecurelle” Fichi freschi a piacere 250 g di farina 00 3 uova 4 cucchiai di zucchero 15 g di lievito di birra

mezzo bicchiere di latte una spolverata di cannella un pizzico di sale q. b. di olio per friggere

In una terrina, amalgamate la farina con lo zucchero, la cannella e le uova. Diluite il composto con il lievito sciolto nel latte tiepido, mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Copritelo con un canovaccio pulito e lasciatelo lievitare per circa 30 minuti. Quando la pastella avrà raddoppiato il suo volume, strofinate i fichi, quelli neri e piccoli, perfettamente maturi, con un canovaccio pulito ed incideteli nella parte inferiore. Intingete i fichi, uno per volta, nella pastella, facendo in modo che ne siano interamente ricoperti. Ponete sul fuoco una padella con abbondante olio, quando è ben caldo, friggetevi i fichi, pochi per volta; sgocciolateli, fateli asciugare su un foglio di carta da cucina e gustateli subito, così semplicemente o spolverizzati di zucchero. Tipiche di Campochiaro, le “Fecurelle” possono essere preparate anche nel periodo invernale, sostituendo i fichi freschi con quelli secchi. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO

ISERNIA

Farmacia di turno

Farmacia di turno

GRIMALDI FORTINI Via Marconi Guglielmo, 3/5 P.zza G. Carducci, 15 Tel. 0874.311259 Tel. 0865.414123 GIAMPAOLO (di appoggio) Ospedale Veneziale Piazza Pepe Gabriele, 39 centralino 0865.4421 Tel. 0874.94076 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Municipio Tel. 0865.50601

Municipio 0874.4051 Stazione Ferroviaria Tel. 892021

Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CENTRALE - C.so Nazionale, 102 - Tel. 0875.702492 Ospedale San Timoteo centralino 0875.71591

(DIRETTI)

Partenza 05:46 06:44 12:13 13:22 14:40 16:13 17:14 18:40 20:48

Arrivo 07:39 08:23 13:56 15:00 16:25 17:59 18:55 20:30 22:38

CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

(NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Gemelli 21 mag - 21 giu

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45

Municipio 0875.7121 Stazione Ferroviaria Tel. 0875.706432

ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

A D N E G A

CAMPOBASSO-NAPOLI

AUTOBUS

NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia

Capitaneria di porto Tel. 0875.706484

Toro 21 apr - 20 mag

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 AUTOLINEA STATALE VENAFRO/ISERNIA/BOIANO/CAMPOBASSO/TERMOLI/ RIMINI/CESENA/IMOLA/BOLOGNA IL SERVIZIO È SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO partenze 5.30 Venafro - 5.55 Isernia - 6.25 Bojano 6.50 Campobasso - 7.50 Termoli - 10.50 Area ser. Conero Est e Ovest - 12.10 Rimini 12.55 Cesena - 13.45 Imola - 14.30 Bologna DA BOLOGNA partenze 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

NON SI EFFETTUA ALCUN SERVIZIO NEI GIORNI: CAPODANNO- PASQUA - 1° MAGGIO E NATALE

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - In questa giornata non ci saranno grandi tumulti, soprattutto considerando la vostra situazione attuale, professionale e sentimentale, che non vi procurerà nulla che non possa essere risolto con un po' di riflessione in più, senza preoccuparvi delle conseguenze e soprattutto senza preoccuparvi di quello che penseranno le persone che non vi conoscono! Toro - In questa giornata ci sono delle questioni che andrebbero affrontate ancora prima che esse possano sorgere, in quanto anticipare i tempi, vi permetterà di non doverci pensare in futuro, quando la questione diventerà ancora più pesante! Cercate di prendere in mano la situazione, per volgere tutto a vostro favore e non dovervi pentire! Gemelli - Questa giornata sarà spettacolare, poiché avrete modo di conoscere approfonditamente una persona di cui vi interessa la personalità e quindi, comunque vadano le cose, potrete dirvi soddisfatti di quello che otterrete. Non condizionatevi la vita, cercate soltanto di carpire quelle sfumature che potrebbero avere dei risvolti positivi su di voi! Cancro - La giornata di oggi potrebbe iniziare in modo particolare, in quanto chi vi sta vicino potrebbe farvi una richiesta a cui non sarete in grado di rispondere e questo potrebbe gettarvi in uno stato di confusione, in quanto non vi sareste mai aspettati una cosa del genere con chi conoscete alla perfezione e che non ritenevate in grado di chiedervi nulla del genere! Leone - La giornata odierna potrebbe avere qualche lento avvio, in quanto chi vi sta vicino potrebbe essere rallentato dal vostro modo di intendere la vita e dal vostro modo di prendere in mano le situazioni. Forse la vostra pigrizia potrà contagiare qualcuno che solitamente si mostra molto attivo ma che non lo sarà in questo periodo! Vergine - In questa giornata, la vostra sensibilità potrebbe essere un tantino sconvolta dal comportamento di una persona che vi stupirà in senso non molto positivo. Avete delle questioni in sospeso e quindi non potete assolutamente permettere che queste cadano senza averle preventivamente risolte, anche se questo dovesse voler dire sacrificare un’amicizia! Bilancia - La giornata potrebbe iniziare nel migliore dei modi e con molti buoni propositi. La questione principale sarà costituita dalla vostra professione, che assumerà un ruolo principale e non potrà essere trascurata per nessuna ragione! Se avete dei progetti da portare avanti, non potrete non raggiungere il vostro scopo! Scorpione - In questa giornata, ci saranno delle situazioni da considerare, che non possono essere messe in secondo piano, neppure se le persone coinvolte vi dicessero che potete lasciarle indietro. Dovete avere delle responsabilità anche voi e questa sarà una di quelle e non potrete assolutamente esimervi da questo compito! Sagittario - La giornata odierna potrebbe iniziare molto meglio di quella precedente, solo che non in tutti i casi questo sarà possibile, in quanto coloro che hanno con voi dei conti in sospeso non ve la lasceranno passare liscia. Cercate di prendere spunto da qualcuno più esperto di voi per risolvere queste incombenze, altrimenti vi perseguiteranno! Capricorno - La giornata di oggi potrebbe svolgersi in modo molto repentino, soprattutto considerando che non ci sono particolari incombenze da svolgere e quindi tutto trascorrerà tranquillamente. Inoltre, avrete la possibilità di avere vicino qualcuno che vi capirà e vi divertirà allo stesso tempo. Non attardatevi a riconoscere il merito di queste persone! Acquario - In questa giornata, avrete occasione per conoscere meglio una persona sulla quale avete molte curiosità e con la quale non avete mai trascorso molto tempo come in questo periodo. Ottima la vostra intesa, quindi se siete single e vi piace, non avrete alcuna ragione per rifiutare un eventuale corteggiamento! Pesci - La giornata di oggi potrebbe non essere esattamente come vi eravate immaginati. Tuttavia non potete di certo lamentarvi del fatto che le questioni si evolvano, perché altrimenti mostrereste un lato del vostro carattere che non vi si addice e che non è quello che solitamente vi preoccupate di far vedere!

11 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010


Precari della scuola Sorbo lancia l’allarme

Miranda, attesa per il memorial Fasano

Con la riforma Gelmini si moltiplicano sempre più i precari nel mondo della scuola. Su questa importante tematica sociale è intervenuto il capogruppo di Sinistra e Libertà alla Provincia, Antonio Sorbo, che si dichiara pronto a sostenere qualsiasi manifestazione provinciale.

È grande attesa a Miranda per la nona edizione del Memorial “Danilo Fasano”, giovane ciclista che ha perso la vita a seguito di un incidente mentre si trovava in bici. La manifestazione, organizzata da Gaetano Rossi e da Felice Fasano, padre di Danilo, si terrà il prossimo 5 Settembre.

ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e-mail: lagazzettaisernia@alice.it

Una rotonda che è un’opera d’arte

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI PIROMANI Nessun allarmismo, ma nonostante gli incendi in provincia siano in netto calo, c’è ancora qualcuno che accidentalmente o nei peggiori casi volontariamente, provoca incendi che distruggono la vegetazione della nostra provincia. L’ultimo, in ordine di tempo, quello di ieri a Rionero Sannitico. Si sospetta infatti che l’incendio sia di origine dolosa. Non è un mistero che dietro le fiamme ci siano interessi, talvolta anche economici. Il più delle volte però le fiamme sono appiccate dal contadino di turno che vuole disfarsi delle sterpaglie del proprio appezzamento. Una pratica diffusa che spesso provoca ingenti danni. Per questi motivi il tapiro del giorno non può che andare ai piromani.

L’OSCAR DEL GIORNO A ROSA IORIO È funzionale, ha snellito il traffico isernino. Ma soprattutto è bellissima di giorno e splendida di notte. Stiamo parlando della nuovissima rotonda costruita all’ingresso della città. Un biglietto da visita che stupisce chiunque arrivi ad Isernia. In tanti si fermano a fotografare la spettacolare opera, soprattutto la sera quando i giochi d’acqua uniti agli spettacoli cromatici incantano i passanti. Un plauso a Rosa Iorio per aver reso possibile tutto ciò, grazie a fondi regionali che l’Assessore è riuscita a gestire al meglio per ottimizzare il traffico cittadino.

lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Rosa Iorio: oltre all’efficienza abbiamo curato anche la parte estetica delle opere

Rotatorie, addio al traffico e la città diventa più bella Tra giochi d’acqua ed effetti cromatici, un biglietto da visita per il capoluogo pentro

XMISERNIA – Non ci si rende conto di quanto siano importanti alcune opere fino a quando queste non vengono completate. In questo caso stiamo parlando di semplici strutture che però hanno da subito risolto gran parte dei problemi che da tempo attanagliano la città di Isernia. Ad essere chiamate in causa sono le rotonde che da qualche tempo sono state ultimate lungo viale

dei Pentri. Due opere che non solo hanno portato notevoli vantaggi per quanto riguarda il traffico veicolare, ma hanno anche contribuito ad abbellire lo stesso capoluogo pentro. La prima realizzata nei pressi del sottopasso ferroviario e l’altra di fronte al centro commerciale, le due rotatorie hanno fatto in modo che non ci fossero interminabili file che spesso partivano dallo svin-

colo di Isernia nord ed arrivavano fino a San Lazzaro. Addio anche ai semafori e soprattutto zero incidenti stradali. Una delle due rotonde, poi, in breve tempo sta diventando un vero e proprio simbolo della città. Stiamo parlando di quella posizionata nei pressi del centro commerciale, al cui interno è stata realizzata una fontana che durante il giorno offre un incantevole spettacolo di giochi d’acqua, ai quali di notte si aggiungono luci che regalano un meraviglioso effetto cromatico. E sono stati già tanti i cittadini che, nel cuore della notte, muniti di macchinette fotografiche hanno voluto immortalare la bellezza della rotonda. Un biglietto da visita suggestivo per un capoluogo di provincia che punta for-

Miranda, ciclismo e musica per ricordare Danilo Fasano La macchina organizzativa del Memorial Danilo Fasano, il gioivane morto in seguito ad un incidente in bici, guidata da Gaetano Rossi e da Felice Fasano definisce gli ultimi dettagli della nona edizione della classica del ciclismo juniores, che si terrà domenica prossima 5 settembre a Miranda. Confermato il percorso (Km 93): Miranda, Isernia, Carpinone, Sessano del Molise, Sella San Venditti (894 slm), Pescolanciano, Pietrabbondante, Chiauci, Carovilli, Roccasicura, Forli del Sannio, Valico del Macerone (420 slm), Miranda (Piazza Fontana). I ciclisti saranno preceduti dalla mini carovana pubblicitaria che annuncerà l’arrivo della gara e distribuirà gadget a bambini e tifosi. Certa ad oggi la presenza di squadre provenienti da Abruzzo, Lazio, Marche, Puglia, Basilicata, Emilia Romagna, Veneto e Trentino Alto Adige rappresentative di elevato spessore tecnico in cui corrono i migliori atleti italiani di categoria. Alla partenza e lungo il percorso a salutare tifosi ed

14 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010

appassionati, ci sarà il professionista isernino del team Cervelo, Davide Appollonio, di recente vincitore dell’ultima tappa del Giro do Limoges in Francia Per quanti sosteranno sul parterre d’arrivo in Largo Fontana, l’organizzazione ha predisposto un simpatico intrattenimento con musica e giochi, in attesa dell’estrazione dei biglietti della lotteria.

temente sul turismo. L’altra rotatoria, meno caratteristica e più piccola (in quanto il flusso veicolare è minore) è ugualm e n t e importante. Questa volta, dunque, il Comune sembra aver fatto centro, investendo al meglio i finanziamenti arrivati dalla Regione. In realtà il finanziamento arrivato da Campobasso sarebbe servito a realizzare solo una delle due rotatorie. Ma grazie al tenace intervento dell’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Rosa Iorio, che ha seguito con zelo tutte le tappe del progetto, è stato possibile realizzarne due. Come? Risparmiando sulla rotonda del sottopasso, realizzata da un progetto dell’Ufficio Tecnico. Per la realizzazione della seconda, invece, Rosa Iorio ha incaricato il settore Ambiente, diretto da Giu-

lio Castiello. Per abbellirla il Comune ha dovuto integrare il finanziamento per abbellirla. Progetto che, in questo caso è stato affidato all’ingegnere Roberto Buccini. Il risultato è stato incredibile: è stata realizzata un’opera indispensabile e molto bella dal punto di vista estetica. Il merito va a tecnici, progetti e tutti coloro che si sono adoperati per costruirla. Ma al tempo stesso, un plauso particolare va, senza ombra di dubbio, all’assessore Iorio che con tenacia ha seguito passo dopo passo l’intero iter. La stessa Rosa Iorio ha fatto sapere che gli interventi lungo viale dei Pentri non sono finiti. Presto si provvederà al rifacimento dell’asfalto e alla realizzazione di un’altra rotatoria nelle vicinanze della nuova Questura. Indispensabile, ha spiegato l’assessore, anche la costruzione della passerella pedonale lungo ponte San Leonardo. Anche in questo caso ci sono diversi intoppi burocratici ma l’assessore Iorio ci ha insegnato che basta abnegazione e tanta volontà per portare a compimento un altro progetto che da troppi anni è al palo.

Incendio nei boschi di Rionero, potrebbe essere doloso RIONERO SANNITICO - Un incendio e' divampato in una zona boschiva di Rionero Sannitico e Montalto. La zona e' impervia e il vento forte alimenta le fiamme. Sul posto ci sono i Vigili del Fuoco e la Forestale di Isernia, oltre ai volontari della Protezione Civile. “Le operazioni di spegnimento - secondo fonti dell’Ansa - sono state coadiuvate da un elicottero della Regione Molise. L'incendio e' quasi sicuramente di natura dolosa”. Il rogo è stato spento dopo qualche ora. È allarme piromani, intanto, in provincia di Isernia. Per questo motivo sono stati intensificati i controlli da parte del Corpo Forestale dello Stato.

Isernia, Poste aperte anche di pomeriggio

Canzone Italia, vince Gianmarco Dottori

ISERNIA - Da ieri ripristinata l’apertura pomeridiana dell’ufficio postale Isernia Centro che torna ad osservare l’orario continuato di apertura dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle ore 18.30, mentre il sabato rimane invariato il prolungamento di orario fino alle 13, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 maggio.

ISERNIA - Il Festival della Canzone Italiana d’Autore quest’anno è stato vinto dal gruppo romano Gianmarco Dottoni e la sua band. Secondo e terzo posto per Fabiana Galasso e per i Deamè. Ospiti d’eccezione Alex Britti e Mariano Apicella. Boom di pubblico durante le tre serate che si sono svolte in piazza Mercato.


ISERNIA Antonio Sorbo a sostegno delle manifestazioni provinciali contro la riforma Gelmini

Scuola, l’esercito dei precari Antonio Sorbo, Capogruppo di “Sinistra Ecologia e Libertà” del Consiglio Provinciale di Isernia, interviene attraverso un comunicato per sostenere la posizione dei precari della scuola. “Parteciperemo alle iniziative e alle manifestazioni organizzate in Molise per denunciare lo sfascio della scuola pubblica determinato dai provvedimenti del governo Berlusconi e per chiedere che la cosiddetta “Riforma Gel-

mini” venga cancellata. In particolare saremo presenti alla iniziativa organizzata per mercoledì 8 settembre presso l'Ufficio scolastico provinciale di Isernia in via Berta alle ore 10 dal Coordinamento precari della FLC Cgil del Molise. Le assurde politiche del governo nazionale trovano una corrispondenza ed una complicità chiare ed evidenti nelle scelte compiute in questi mesi dalla giunta regionale che

da un lato non è stata capace di mettere in campo iniziative utili e concrete per garantire pienamente il diritto allo studio dei giovani molisani e il diritto al lavoro di centinaia di persone, docenti e personale Ata soprattutto precari, dall'altro investe ingenti somme di denaro pubblico a sostegno delle scuole private spesso gestite da persone “vicine” politicamente alla maggioranza di centrodestra. Invitiamo i precari, tutto il personale della scuola, gli studenti e i genitori a sostenere la mobilitazione in difesa della scuola pubblica e a partecipare alle iniziative organizzate dal Coordinamento dei precari”.

Fare Ambiente, il presidente Pepe spinge per il parco del Matese “Trasformare il Parco regionale del Matese che oggi abbraccia un vasto territorio della Campania, in un parco interregionale allargandolo ai comuni molisani interessati, è una grande scommessa.” Scommessa che il presidente nazionale di Fareambiente Vincenzo Pepe vuole lanciare proprio da Venafro che, tra l’altro, si contende una porzione dell’Oasi Le Mortine con il parco regionale del Matese. “ A settembre- dichiara in una nota il presidente di Farambiente Vincenzo Pepe- lancerò la proposta del parco nazionale del Matese dal comune di Venafro. E’ mia intenzione convocare, di comune accordo con il coordinamento del Molise di Fareambiente, una riunione operativa per mettere intorno a un tavolo associazioni, Istituzioni, portatori di interessi e arrivare a una proposta unica da sottoporre ai parlamentari non appena riapriranno i lavori alle Camere. Come ho avuto modo di dire in occasione dell’inaugurazione della sede molisana della nostra associazione, la trasformazione del parco regionale del Matese a Parco interregionale e quindi nazionale è un’occasione che né il Molise e né la Campania possono farsi sfuggire soprattutto per sfruttare in pieno i finanziamenti messi a disposizione dall’Unione Europea. Tutto questo per creare nuove opportunità lavorative per i nostri giovani e, soprattutto, per una nuova politica

ambientale che possa coniugare lo sviluppo durevole con il rilancio socio-economico delle nostre aree. Dobbiamo assolutamente prendere il treno dell’Europa, sfruttando al massimo tutte le risorse disponibili della programmazione 2007/2013. Infine, una battuta sul provvedimento della giunta Caldoro riguardante il “congelamento” delle nomine dei presidenti dei parchi. E’ un atto dovuto. Su questo punto sono pienamente d’accordo con l’Eurodeputato Aldo Patriciello anche perchè, chi oggi afferma che quelle nomine furono fatte con il criterio meritocratico, dice il falso.. Mi meraviglia che qualcuno possa oggi gridare allo scandalo visto che quelle nomine furono fatte a un mese dalle elezioni. A Caldoro Fareambiente chiede di nominare presidenti di parco personalità di alto profilo nel campo ambientale. Ma nello stesso tempo, proprio in virtù dell’iter in corso d’opera per la trasformazione del parco del Matese, chiediamo al presidente della Campania di soprassedere per le nuove nomine in attesa di conoscere gli esiti dell’iniziativa intrapresa da una decina di senatori riguardante la proposta di legge del parco nazionale del Matese ”. Per l’incontro annunciato dal presidente nazionale di Fareambiente Vincenzo Pepe, si sta già lavorando per favorire la partecipazione dei due Governatori del Molise e della Campania Michele Iorio e Stefano Caldoro, prima nella sede molisana dell’associazione in corso Garibaldi, per poi passare al comune di Venafro, alla presenza delle massime autorità locali e regionali.

Carabinieri arrestano corrieri della droga I Carabinieri della Stazione di Sesto Campano, nell’ambito di controlli, per la prevenzione e repressione del traffico ed uso di stupefacenti, hanno intercettato un’auto proveniente dalla Campania con a bordo tre persone, tutte residenti in provincia di Campobasso. I Carabinieri della pattuglia, hanno subito individuato nella reazione degli occupanti un comportamento sospetto ed hanno proceduto alla perquisizione personale dei tre e del veicolo sul quale viaggiavano. Uno dei tre occupanti, un 35 enne già noto alle Forze dell’Ordine, nascondeva tra gli indumenti intimi 7 grammi di eroina confezionata in bussolotti di plastica, 5 grammi di crack e 6 grammi di hashish, già pronti per lo spaccio. Inevitabile l’arresto dell’uomo e la denuncia degli altri due per “detenzione illecita di stupefacenti in concorso”. L’arrestato è stato associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Organetto protagonista a Macchiagodena Grande successo per il concerto svoltosi domenica scorsa a Macchiagodena. Collante del concerto uno strumento: l’organetto. Strumento fondamentale sia per il folk italiano sia per il cajun, la musica degli acadians (i francesi arrivati a New Orleans dalle terre colonizzate del Canada) da cui tanto ha attinto la tradizione musicale dell’intera Louisiana. Grande entusiasmo per lo stage tenuto dai maestri Alessandro Parente e Alessandro d’Alessandro, il festival ha rappresentato l’evento conclusivo della tappa molisana del Festival delle Arti Popolari “Terre in Moto”. La manifestazione, intitolata “Omaggio a New Orleans” ha visto la partecipazione Piccola Orchestra La Viola & Dr. Sunflowers Jug Band

Cerro, rinviata la partita di beneficenza

Moria di trote È allerta nel Sangro

CERRO A VOLTURNO - L’incontro calscistico tra “La Squadra del Cuore” e le “Vecchie Glorie” della Cerrese, il cui incasso sarebbe andato interamente in beneficenza è stata rinviata al prossimo 11 Settembre. Si aspetta un pubblico numerosissimo per un evento che vuole unire le famiglie all’insegna dello sport e della solidarietà.

Oltre cento trote pregiate della specie fario sono state trovate morte nel fiume Sangro, qualche decina di metri dopo lo sbocco del depuratore di Opi, nella parte alta del fiume. Se ne sono accorte le guardie del Parco, che contestualmente hanno effettuato dei prelievi di acqua e preso alcuni dei pesci morti da inviare ai laboratori per le analisi.

15 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010


TERMOLI La filiera sceglie di investire in un progetto in grado di sostenere l’economia di una vasta area del sud

Campagna saccarifera, c’è l’accordo I bieticoltori: bisogna prendere atto che lo zuccherificio intende impegnare cospicue risorse nel settore, perno di un piano agroindustriale valido e innovativo BASSO MOLISE - L'Associazione Nazionale Bieticoltori ha espresso soddisfazione per la firma dell'accordo interprofessionale per lo Zuccherificio del Molise. In un momento economico difficile come questo, tutta la filiera bieticola saccarifera, sceglie di investire in progetto concreto e valido in grado di sostenere il sistema economico di una vasta area del mezzogiorno. “Bisogna dare atto - si legge in una nota di ANB - che lo Zuccherificio del Molise S.p.A., intende investire cospicue risorse nel settore bieticolo perno di un progetto agroindustriale valido e innovativo”. A tal proposito ANB condivide la proposta di un gruppo tecnico per la promozione e valorizzazione delle colture a fine agroenergetiche, perchè va nella direzione da sempre sostenuta e perseguita dall'Associazione. “Adesso tocca ai bieticoltori fare la propria parte organizzando l'aggregazione di un bacino di produzione efficiente e stabile. Ci auguriamo che le istituzioni comprendano la potenzialità del progetto che può essere vanificato se non vengono rispettati gli impegni presi

dall'Italia. Senza il pagamento delle somme spettanti per le ultime due campagne – conclude la nota - sarà impossibile concretizzare gli investimenti programmati”. I tecnici dell'Associazione Nazionale Bieticoltori, sono già impegnati in campagna e negli uffici a promuovere i contratti di coltivazione per la campagna

Guardia Costiera Operazione “Traghetto Day” Garantire il regolare svolgimento nella massima sicurezza di tutte le attività che vedano protagonista il mare: questo lo scopo principale del lavoro svolto giornalmente e per tutto l’anno dagli uomini e le donne della Guardia costiera. In quest’ottica l’operazione “Traghetto Day” ha visto impegnati in tutta Italia, dal 24 al 26 agosto 267 Ufficiali, Sottufficiali e Marinai in ispezioni a bordo di navi traghetto per verificare le dotazioni di sicurezza, i mezzi collettivi di salvataggio, il numero dei passeggeri, i mezzi imbarcati e in generale la piena efficienza delle navi. Nel corso dell’operazione, che si affianca alle verifiche in materia di sicurezza a cui sono sottoposte periodicamente tutte le navi nazionali, sono state ispezionate in tutta Italia 266 unità e rilevate 150 irregolarità. In tale contesto significativo è stato anche il contributo della Guardia Costiera di Termoli che ha proceduto al controllo delle navi che effettuano il collegamento marittimo con le Isole Tremiti, il cui numero di passeggeri trasportati anche quest’anno ha fatto registrare dei picchi rilevanti con oltre 2000 passeggeri giornalieri nelle ultime due settimane di agosto, nonché all’unità che effettua il collegamento internazionale con le isole Croate. Nei tre giorni dedicati all’operazione sono stati impegnati complessivamente 6 uomini della Capitaneria di Porto, un ufficiale che nella giornata del 26 ha effettuato l’intera traversata sul traghetto veloce diretto in Croazia dove sull’isola di Korcula è stato altresì affiancato nella visita a bordo da un Ufficiale croato. Durante le verifiche a bordo è stata altresì testata la preparazione dei rispettivi equipaggi dei traghetti nelle varie esercitazioni effettuate di emergenza generale, di recupero uomo in mare e di antincendio. L’operazione “Traghetto Day” ha evidenziato l’elevato grado di efficienza in materia di sicurezza delle navi a tutto vantaggio dei passeggeri e degli equipaggi.

16 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010

2011. Per illustrare l’accordo sui prezzi delle barbabietole per il prossimo triennio è stata convocata una conferenza stampa che si terrà questa mattina alle 11,30 nella sede dello Zuccherificio del Molise. Vi prenderanno parte i rappresentanti dello stesso Zuccherificio, di A.N.B., C.N.B., Nuova ABI/Cast e A.B.M.

Il Termoli-Jet termina il collegamento via mare con la Croazia TERMOLI – E' terminato il collegamento via mare tra il porto di Termoli e le Isole Dalmate effettuato dal catamarano veloce Termoli-Jet che quest’anno a partire dal 3 luglio ha ripreso il trasporto passeggeri. Da inizio luglio scorso sono stati 2.888 i passeggeri complessivi partiti dallo scalo marittimo della città alla volta di Hvar e Korcula, le due principali isole Dalmate. La tratta più affollata è risultata Termoli-Hvar con 1.762 turisti arrivati a Termoli da più regioni d’Italia, prevalentemente Abruzzo, Puglia e Lazio. Nel dettaglio la tratta Termoli – Korcula ha totalizzato 1.126 viaggiatori e le settimane più affollate che hanno visto il catamarano quasi al completo sono state quelle di Agosto ma anche le ultime di Luglio hanno ottenuto un buon risultato. Il natante, nonostante nelle ultime settimane abbia avuto un’avarìa ad un motore, ha sempre assicurato il collegamento dal porto di Termoli anche se il problema al propulsore ha determinato una riduzione della velocità dell’imbarcazione e, per tale motivo, si è dovuto rinunciare nel mese di agosto allo scalo di Rodi Garganico con ripercussioni negative sull’organizzazione e sui programmi già definiti del collegamento internazionale. “Avremmo sicuramente preferito che tutto andasse liscio - ha dichiarato l’Amministratore della Ltm Mario Di Pasquale - anche perché le prenotazioni non sono mancate ed avevamo pensato di proseguire il collegamento fino a settembre inoltrato viste le numerose richieste pervenute. Ma il problema tecnica non ha permesso di percorrere la scelta operativa. Oggi – continua Di Pasquale - siamo soddisfatti del risultato raggiunto ma ci auguriamo il prossimo anno di ottenere risultati entusiastici, perché l’interesse mostrato dai viaggiatori attorno al collegamento con la Croazia dal porto di Termoli è stato grande, oltre le nostre aspettative e siamo rimasti colpiti dalle numerose telefonate giunte da tutta Italia in biglietteria. Questo primo anno è stato un test importante che ci ha permesso di capire tanto e di poter organizzare al meglio il collegamento il prossimo anno e da subito inizieremo infatti a lavorare per partire nel 2011. Infine – conclude Di Pasquale - rivolgo un particolare ringraziamento alle autorità marittime, alla Capitaneria di Porto, alla Guardia di Finanza, agli operatori degli uffici doganali per le attività di competenza profuse con grande.

Qualità dell’aria, l’iniziativa “Valle del Biferno” presente al meeting di Rimini TERMOLI – Il progetto “Valle del Biferno”, dedicato ad una più approfondita conoscenza della qualità dell’aria presso il Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Valle del Biferno, ha riscosso l’attenzione di scienziati ed operatori ambientali riuniti al Meeting di Rimini. L’occasione è stata fornita all’interno del Focus promosso dall’Associazione Ambientale “Viva”, intitolato “La gestione dell’Ambiente: rischi e opportunità”. Paolo Togni, moderatore dell’incontro e presidente dell’Associazione “Viva”, ha introdotto i numerosi ospiti tra cui la Dottoressa Maria Cristina Mammarella, la ricercatrice dell’Enea che coordina la campagna sulla qualità dell’aria presso il Cosib. Tema centrale dell’esperienza riportata dalla Mammarella è stato quello della Meteodiffusività, il nuovo parametro usato per indagare il fenomeno della concentrazione e dispersione degli inquinanti in atmosfera. L’intervento è stato particolarmente apprezzato dal pubblico e dai relatori presenti, data l’assoluta valenza internazionale del progetto che ha consentito la sperimentazione e la validazione di elementi scientifici e tecnologici proprio sul territorio molisano, per la prima volta. In un comunicato stampa ufficiale del Meeting sono

stati definiti “Interessanti i risultati della ricerca sulla diversa concentrazione e dispersione atmosferica degli inquinanti in ambiti geograficamente diversi, pur a parità di emissioni, riferiti da Cristina Mammarella nel suo intervento. La ricercatrice ha evidenziato gli immediati riflessi dello studio del comportamento delle masse d’aria, per operare corrette scelte di tipo urbanistico, come nella scelta di zone adatte sotto il profilo ambientale alla costruzione di nuovi insediamenti residenziali”. Il Progetto condotto dall’Enea, con la collaborazione di Università italiane e straniere, conferma ancora una volta la sua validità, ponendosi all’attenzione del mondo scientifico nazionale ed internazionale e confermando la scelta del Cosib di programmare una seria campagna di ricerca riservata alle caratteristiche “meteodiffusive” della bassa Valle del Biferno. “La positiva collaborazione con l’Enea continuerà – ha dichiarato il Presidente del Consorzio Industriale Antonio Del Torto – soprattutto per ciò che concerne il problema del monitoraggio della qualità dell’aria; auspichiamo che la cooperazione possa proseguire anche sui temi dell’innovazione tecnologica legata alle energie rinnovabili”.

San Felice, riapertura del Caffé letterario SAN FELICE DEL MOLISE – Domenica pomeriggio ha riaperto il Caffè letterario con l'inaugurazione della Mostra degli “Etno Manifesti” della Croazia che l'Ambasciata Croata in Italia, nella persona del suo più alto rappresentante, l'Ambasciatore Tomislav Vidosevic, con il Direttore generale dell'Ente per il Turismo Croato, Sig. Niko Bulic, ha deciso di donare in modo permanente ai Caffè Letterari dei tre comuni molisani di origine croata.

All’inaugurazione é stata presente il Primo Segretario dell’Ambasciata Croata in Italia, Marija Capitanovic. Durante l’incontro il Sindaco di Acquaviva, nella veste di Presidente, ha presentato l’AMpA, l’Associazione Molisana per le politiche dell’Accoglienza, e il progetto “Sportelli linguistici” relativo alle minoranze linguistiche storiche, che verrà gestito dall’AMpA in maniera integrata tra i tre comuni molisani di origine croata.

Rinviata all’11 settembre la prima festa“Uniti per Montenero”

"L’Isola di cristallo” approda alle Isole Tremiti

MONTENERO DI BISACCIA – Si svolgerà il prossimo 11 Settembre l'atteso appuntamento con la Prima Festa “Uniti per Montenero”. La manifestazione, inserita nel cartellone degli appuntamenti sell'Estate Montenerese, doveva tenersi lo scorso 21 Agosto ma è stata rinviata per motivi tecnico-organizzativi. Resta invariato il programma di massima.

ISOLE TREMITI – A San Domino è stato presentato il romanzo "L'Isola di cristallo"scritto dalla termolese Maria Carmela Mugnano. Presenti alla cerimonia il sindaco Giuseppe Calabrese, molti ospiti, e il professor Pio Fumo il quale, in onore della serata, ha scritto e dedicato dei versi all'opera presentata e all'Autrice.


TERMOLI Nella struttura termolese si applica la terapia dell’infarto acuto cardiaco con angioplastica primaria

San Timoteo, l’unità di Cardiologia centro di riferimento nazionale La principale caratteristica della metodica consiste nel “garantire la riapertura della coronaria ostruita responsabile dell’angina”

TERMOLI - Dallo scorso mese di Maggio, è attivo, nel Laboratorio di Emodinamica del Presidio Ospedaliero di Termoli, il servizio di reperibilità H24 per la “terapia dell’ infarto acuto cardiaco con angioplastica primaria”. La metodica, per propria peculiare caratteristica consiste nel “garantire la riapertura della coronaria occlusa responsabile dell’infarto”, riveste una importanza fondamentale in quanto la stessa garantisce sia la salvaguardia della vita del paziente come la

garanzia per lo stesso, nel prosieguo, di una esistenza normale. Sempre nel Presidio Ospedaliero di Termoli, è presente il “Laboratorio Aritmologico” dove vengono garantite: la terapia delle “sincopi cardiologiche” grazie all'impianto di “Pace Maker”; la prevenzione della “Morte Improvvisa Cardiologia” con l'impianto di “Defibrillatori Intracardiaci” e la terapia per lo “scompenso cardiaco grave” mediante impianto di “Pace Maker Biventricolari”, tecnologia in

grado di far recuperare al cuore la forza di contrazione. Nel “Laboratorio di Emodinamica”, in collaborazione con il Responsabile della Radiologia Interventistica, vengono, altresì, eseguite procedure di “Interventistica vascolare periferica” attraverso: la dilatazione e/o riapertura di vasi degli arti superiori ed inferiori sia in elezione che in acuto (salvataggio di arti); il posizionamento di “Endoprotesi dell’aorta addominale e toracica” nonché eseguite tutte le altre procedure caratteristiche della “radiologia interventistica” (drenaggi , chemioembolizzazione, varicocele, vertebro e cifoplastica). A tale proposito si ritiene opportuno ricordare che la “Radiologia interventistica di Termoli” è stata segnalata proprio per tali procedure, “centro di riferimento in Italia “, che permette di essere “foriera di acquisizione” di pazienti provenienti da altre Regioni. Infatti i risultati sono evidenti con il raddoppio delle prestazioni riferite allo scorso anno: procedure – totali - eseguite 579, contro le 556 del primo semestre del 2010. Infine, dal prossimo “mese di Settembre”,

Il Mosaico acquista giochi per il parco bimbi di via degli Olivi TERMOLI - In queste ore gli operai del Comune stanno completando l’installazione di altri 4 giochi per bimbi presso l’area attrezzata di Via degli Olivi, in contrada Difesa Grande. L’Associazione Il Mosaico, venendo incontro alle esigenze degli abitanti del Quartiere, ha acquistato i giochi e li ha donati al Comune, che ne assume l’onere del montaggio e della manutenzione nel tempo. Grazie a questa collaudata forma di collaborazione tra Associazione e Comune, è nato un vero e proprio parchetto, composto complessivamente da 9 giochi, per la gioia di bimbi, genitori e nonni, i quali, ogni giorno, frequentano l’unica area attrezzata in un Quartiere di oltre 5000 residenti. Uno degli intenti dell’Associazione Il Mosaico è proprio quello migliorare le condizioni di vivibilità della periferia e di stimolare

le Istituzioni ad una maggiore attenzione verso i bisogni dei residenti. Tale sinergia tra volontariato locale e Comune porterà i suoi frutti anche nei prossimi mesi, con ulteriori iniziative che sono in fase di progettazione, e, di questo, Il Mosaico ringrazia il Sindaco per la disponibilità mostrata sin dal primo istante del suo insediamento. Fin qui le buone notizie. Le cattive riguardano la maleducazione e l’inciviltà di alcuni teppisti. Infatti, nei confronti delle giostrine appena installate “si registrano già degli atti vandalici ignobili, con scritte volgari o sradicamento di alcune protezioni in legno”. Il Mosaico invita le forze dell’ordine ad intensificare i passaggi, specie serali, presso tale nuova area di svago posta in via degli Olivi, al fine di preservarla e di scongiurare la distruzione e il degrado

dei giochi, così come avvenuto purtroppo nel Parco Comunale o nel Quartiere Sant’Alfonso, alle spalle del Sidis. “Servono punizioni esemplari per questi vergognosi teppisti, che non hanno nessun rispetto per la città”. Il Mosaico invita le Istituzioni e le forze dell’ordine ad adottare un piano straordinario di controllo e vigilanza del Territorio, anche coinvolgendo il mondo del volontariato, così come sperimentato in altre realtà. “Non possiamo continuare ad assistere impotenti alla distruzione e al degrado di Termoli causato da ignobili teppisti”.

verrà riattivata presso il Presidio Ospedaliero Cardarelli di Campobasso una apparecchiatura angiografica all’avanguardia, in grado di garantire tutta “l’interventistica vascolare coronarica, periferica, ed extravascolare” e che a tale scopo, in date prestabilite, parte dell’

”Equipe Endovascolare del Centro di Termoli” si recherà presso il Presidio di Campobasso; il tutto senza pregiudizio della “reperibilità H24” che rimarrà attiva in Termoli onde garantire, comunque. tutte le richieste emergenti dalla descritte patologie.

Rizzo (PdCi): in Molise peggio che a Melfi TERMOLI - “ In Molise peggio che a Melfi” questo il comunicato del leader di Comunisti-Sinistra Popolare, Marco Rizzo. “Nei giorni in cui, giustamente, l’attenzione dell’opinione pubblica è concentrata sulla questione degli operai della Fiat di Melfi, denunciamo quella che è una vera e propria persecuzione contro Roberto Pano, lavoratore della “Momentive” di Termoli, licenziato più volte dall’industri chimica termolese. Nel 2006 una sentenza della Corte d’Appello di Campobasso ha dichiarato illegittimo il licenziamento e disposto l’obbligo di reintegro sul posto di lavoro, ma ancora oggi, a distanza di quattro anni nulla è stato fatto in questa direzione da parte dell’azienda. Peggio che a Melfi, perché oltre a non potersi recare sul posto di lavoro, Pano non riceve neanche lo stipendio dovuto da parte della Momentive. Melfi e Termoli dimostrano come in Italia, con sprezzo della Costituzione e delle leggi che tutelano il lavoro, la sicurezza e la dignità dei lavo-

ratori sono continuamente sacrificate agli interessi dei grandi gruppi industriali. La situazione è sempre la stessa e la crisi la pagano sempre i lavoratori. Questa condizione – conclude Marco Rizzo – dimostra come sia impossibile qualsiasi collaborazione tra operai e padroni. Noi saremo sempre dalla parte di chi lavora contro nuove e vecchie forme di sfruttamento, e chiediamo alle istituzioni locali e nazionali un forte presa di posizione in questo senso”.

Arriva in città “Termoli Extreme Park 2010” TERMOLI – Questa mattina alle 10, nella Sala consiliare del Municipio, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’evento“Termoli Extreme Park 2010”, che si svolgerà dal 3 al 5 settembre presso la spiaggia libera di Rio Vivo, adiacente al Porto Turistico. All’evento parteciperanno l’Assessore allo Sport, Giuseppina Vergallo, il presidente dell’associazione culturale Moliseventi Massimo De Leo, il Presidente dell’Associazione Culturale

“ Arcobaleno 2005” Fortunato Fumarola, il Presidente del Wakeboard Club Termoli Basso Martella e i coordinatori dell’area street Jhonny Gioia e Antonio Marzola. Si tratta di un evento unico nel suo genere, dove esperti degli sport estremi come bmx, surf, wind surf, kite surf, wake board, skate e motocross daranno prova delle proprie abilità, con performance mozzafiato, inoltre ci saranno esibizioni di Demo Aerosolart (graffiti) spettacoli di ballo come hip

Chiude il 2 settembre la mostra personale di Marcovicchio

Aperto il mercatino dei libri scolastici usati

TERMOLI - “Geometrie astrattocosmiche” è il tema della mostra personale di pittura di Antonio Marcovicchio inaugurata il 21 Agosto nell'Officina Solare Gallery di Via Marconi. L'esposizione organizzata da Nino Barone e curata da Tommaso Evangelista si può visitare tutti i giorni fino al 2 Settembre dalle 20 alle 23.

TERMOLI - Continua il mercatino polare del libro scolastico usato, l'iniziativa promossa dal circolo di Termoli del Partito della Rifondazione Comunista, in collaborazione con la Federazione Giovanile Comunisti Italiani. Punto di raccolta e scambio dei testi è la sede del P R C in Via XXIV Maggio che sarà aperta ogni lunedi' mercoledi e venerdi dalle 17,30 alle 20.

hop, breakdance e funk di gruppi locali e nazionali, musica dal vivo e vari dj set. Oltre alle esibizioni dei vari atleti, l’attrazione principale dell’evento sarà quella della categoria motocross freestyle, infatti uno dei volti più noti nel panorama nazionale, il famoso rider Ciccio White, della “Danger Farm”, si esibirà in quei giorni con spettacoli acrobatici entusiasmanti eseguendo anche l’acclamatissimo “backflip”, più comunemente noto come “giro della morte”.

17 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010


Ussi Molise, torna il premio ‘Ciampitti’

Si scaldano i motori per il Rally di S.Giuliano

A quattordici anni di distanza dalla prima edizione, torna il premio giornalistico ‘Franco Ciampitti’. L’iniziativa è stata presentata venerdì sera presso la sala riunioni dell’Hotel Eden a Campobasso dal Gruppo molisano dell’Unione stampa sportiva italiana e dal Comitato regionale della Figc. A PAG. 21

Entusiasmo alle stelle e voglia di confermare quanto di buono già fatto fino a questo momento in dieci anni di grande spettacolo e di forti emozioni. Si respirava un’aria particolare sabato sera al cinema San Lorenzo di San Giuliano del Sannio, scelto dagli organizzatori come location per la presentazione dell’edizione numero undici della kermesse motoristica. A PAG. 22

ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO AI PREZZI E ALLE FILE DEL SELVA PIANA Alla faccia dell’operazione simpatia. I prezzi dei tagliandi d’ingresso per la gara di domenica al Selva Piana sono sembrati, ai tanti tifosi che ci hanno scritto e ci hanno fatto visita in redazione, un pò eccessivi. Non solo il tagliando intero per la nord, 13 euro, il più alto tra i Pro e non solo, ma soprattutto i ridotti. Basti pensare che i bambini di 11 anni hanno dovuto sborsare ben 10 euro per assistere al match dalla curva. Si spera in un ridimensionamento. Lamentele ci sono giunte anche per le eccessive file ai botteghini dello stadio. Circa due ore di attesa sono state necessarie per acquistare il biglietto d’ingresso per la gara con l’Aversa.

L’OSCAR DEL GIORNO ALL’ATLETICO TRIVENTO Inizia con il piede giusto la nuova stagione dell’Atletico Trivento. La squadra di Francesco Farina al Civitelle di Agnone ha dimostrato di essere un team in grado di poter lottare per i piani alti della classifica. Il club gialloblù presieduto da Falcione non nasconde le proprie ambizioni e lo dimostra con l’ultimo colpo di mercato, il valido difensore campobassano Danilo Fusaro, strappato alla concorrenza di diversi club anche professionistici tra cui il Nuovo Campobasso. Si tratta del dodicesimo molisano presente in rosa, una bella lezione di molisanità che deve far riflettere più di qualcuno.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE BIG GINO PRESENTE Non è voluto mancare alla prima del Campobasso. Il sindaco Di Bartolomeo è stato presente in tribuna accompagnato dal consigliere Colagiovanni. Nella seconda foto un gradito ritorno allo stadio. Di fianco al sindaco c’è il signor Marinelli, meglio conosciuto come ‘il messicano’.

Fotoservizio a cura di Antonio Rateni

Rossoblù sfortunati e sciuponi

Mister Carannante incredulo per la sconfitta

Con un attaccante di razza il Campobasso avrebbe vinto agevolmente Spettacolo di pubblico al Selva Piana Il Campobasso non è dispiaciuto del tutto al nuovo esordio in C2, categoria che nel frattempo ha cambiato nome, dopo otto anni di assenza. A testimoniarlo il lungo applauso tributato ai rossoblù da una straripante curva nord che non si vedeva festante e colorata da almeno dieci anni. E’ stata apprezzata la voglia di vincere e lo spirito di sacrificio. La lotta per la maglia, all’inseguimento di una vittoria. Che non è arrivata soprattutto per dei limiti in organico. Il Campobasso ha provato a giocare e a fare la partita, creando una buona mole di azioni. Ma non è stato capace di finalizzare per l’assenza di un attaccante. Carenza, questa, emersa anche nelle precedenti apparizioni. In tre gare ufficiali i rossoblù hanno rimediato due pareggi ed una scon-

fitta. Una squadra, dunque, ancora a secco di vittorie, che ha bisogno di almeno tre pedine per poter essere completa e competitiva. La prestazione di domenica, tuttavia, è confortante. Al cospetto di un’ottima squadra, l’Aversa, la formazione di Carannante ha dominato il primo tempo non lasciando mai spazio ai campani. E’ calato con il trascorrere dei minuti e si è abbattuto dopo la rete subita, in una delle rare sortite offensive dell’Aversa. Il mister ha provato a cambiare qualcosa in corsa, ma la panchina non è che offrisse chissà quali alternative. Comunque si ripartirà da alcune note positive. La difesa sembra essere all’altezza della situazione, comandata da un Minadeo che ha ritrovato la forma migliore, l’esperienza non gli manca di certo. Bene al suo

Il Campobasso sceso in campo domenica

fianco anche Barbato e soprattutto Scudieri. Quest’ultimo, a dispetto della sua giovane età, ha giocato da veterano, sia in fase difensiva, sia in quella di proposizione. Un ottimo acquisto effettuato dalla società, su precisa indicazione di mister Carannante che lo ha fortemente voluto, dopo averlo allenato a Trivento. Da rivedere, invece, Posilippo che non ha pienamente convinto. Bene i due mediani davanti alla difesa. Soprattutto in fase di possesso Cacciaglia e Monti hanno dimostrato ottime doti balistiche e buona tecnica. Dovranno migliorare in fase di contenimento e di velocizzazione della manovra. Todino, che ha agito di dietro la punta, è stato il solito funambolo. Un po’ croce e delizia. E’ andata vicino al gol in un paio di circostanze, ma troppo spesso ha

Sivilla in azione

peccato di presunzione. Sivilla, alla destra di Todino, ha fatto quello che ha potuto fino a quando il fiato lo ha sorretto. Buoni spunti in velocità, anche se nella ripresa non è stato sempre nel vivo della manovra. Non sufficiente, invece, la prestazione di Cruz, spesso avulso dalla manovra e mai incisivo. Da dimenticare, infine, la performance di Visconti. L’attaccante voluto da Molino ha sbagliato tutto ciò che poteva sbagliare. Ha sul groppone il gol fallito nella ripresa a tu per tu con l’estremo ospite. Una giornata storta può capita, ma se il Campobasso avesse avuto un attaccante di razza probabilmente avrebbe vinto per 3-0. I se e i ma nel calcio non esistono e pertanto è bene sfruttare quest’ultimo giorno di mercato per correre ai ripari. M.d.I.

Grieco esulta dopo il gol

Toccante il saluto della nord a Gabriele Doveva esserci anche lui domenica in curva nord. Come sempre, al suo posto e tra i suoi amici. Tra un coro e una Forst avrebbe gioito, come solo lui sapeva fare, al ritorno del Campobasso tra i professionisti. Dispensando quei sorrisi che tanto mancano, ora che non c’è più, a chi ha avuto la fortuna di conoscerlo. Gabriele, purtroppo, domenica ha lasciato vuoto il suo posto in curva nord, tradito da un destino beffardo e crudele che troppo presto l’ha strappato all’affetto dei suoi cari e dei tanti amici. Figuriamoci se la curva poteva dimenticarsi di uno come lui. Caccamo, come lo chiamavano con affetto

gli amici dell’Associazione ‘Ultrantirazzista’, è stato invocato a gran voce al Selva Piana. ‘Gabriele uno di noi’ hanno cantato incessantemente i ragazzi della curva, mentre i genitori e il fratello Simone deponevano un mazzo di fiori sotto la nord. Non è retorico se diciamo che domenica avrà gioito anche lui da lassù, perché il lupo era una delle sue grandi passioni. Nel luogo in cui si trova, oltre all’immancabile divisa della Croce Rossa, avrà con sé anche una sciarpetta del Campobasso e continuerà a cantare, a gioire e a soffrire per la squadra della sua città. Ogni maledetta domenica. mdi


S P O RT LEGA PRO - II DIVISIONE

I due dirigenti resteranno anche oggi nel capoluogo lombardo: alle 19 cala il sipario sul mercato

Capone e Traini prendono Caraccio Il presidente e il direttore sportivo si sono recati a Milano dove stanno per chiudere con l’italo-argentino Nella giornata di ieri, penultimo giorno di mercato, il presidente Capone e il direttore sportivo Mauro Traini si sono recati a Milano, nella sede del calciomercato all'Ata Hotel Executive, per mettere a segno le ultime operazioni in entrata. In assenza di Molino, a Milano Traini e Capone hanno messo a segno un primo colpo: dovrebbe essere stato ingaggiato l’attaccante italo argentino Franco Caraccio. Si tratta di una prima punta, classe ’87, proveniente dal Foggia, squadra con la quale la passata stagione, a partire da ottobre, ha collezionato 14 presenze, senza mai andare in gol. Precedentemente ha vestito sempre le maglie di squadre della serie A argentina. Questa operazione sarà ufficializzata ad ore dalla società di contrada Selva Piana. Ma non dovrebbe trattarsi dell’unico colpo. Si sta cercando anche un altro attaccante, un centrocampista e un esterno di difesa. Per il reparto offensivo è tornata calda la pista che porta a Virdis, anche se il bomber sardo è inseguito pure dalla Sangiovannese. Tuttavia per tutte le ufficialità bisognerà attendere la giornata di oggi. Alle 19 di questa sera chiuderà ufficialmente i battenti il calciomercato, ma la società di Capone dovrebbe chiudere le trattative entro questa mattina. ‘Chiuderemo tutto in mattinata – ha affermato il direttore sportivo Mauro Traini – mentre la giornata di ieri è stata interlocutoria.’ Ovviamente Traini, con stile e cortesia, non ci ha confermato l’ingaggio di Caraccio, essendo la trattativa ancora in atto.

HANNO DETTO Carannante: ‘Ci è mancata solo la zampata vincente’ Il DG Anna Favi

Franco Caraccio Se un argentino è stato preso, un alto resta un sogno: Cantoro, infatti, ancora senza sistemazione, resta nelle mire dei dirigenti rossoblù, anche se l’operazione appare essere complicata. Nell’edizione di domani sapremo ufficialmente i colpi di mercato messi a segno dal duo Capone-Traini. Dim

Domani si torna in campo per la coppa A Selva Piana arriva l’Isola Liri Settimana densa di appuntamenti per il Campobasso impegnato su due fronti. I lupi infatti tornano in campo domani pomeriggio in occasione della quarta giornata della fase eliminatoria della Coppa Italia di Lega Pro. La squadra di Roberto Carannante, reduce da due pareggi consecutivi ottenuti contro Fondi e Chieti, cercheranno la prima vittoria in occasione della gara casalinga con l’Isola Liri che nella classifica generale è ancora fermo a quota zero in virtù delle sconfitte maturate contro Barletta e Fondi. Il match avrà inizio alle ore 17.00. La prima fase della manifestazione sarà completata mercoledì 8 settembre, quando si conosceranno le 21 qualificate: passano le prime 12 e le 9 migliori seconde classificate.

1^ GIORNATA AVELLINO-MILAZZO CAMPOBASSO-AVERSA N. CATANZARO-NEAPOLIS ISOLA LIRI-BRINDISI MATERA-LATINA MELFI-FONDI POMEZIA-TRAPANI VIBONESE-V.LAMEZIA

CLASSIFICA 0-0 0-1 0-1 1-2 1-1 2-1 1-1 1-3

PROSSIMO TURNO 5 settembre - ORE 15 BRINDISI-AVELLINO FONDI-VIBONESE LATINA-CATANZARO MILAZZO-POMEZIA NEAPOLIS-CAMPOBASSO AVERSA N.-ISOLA LIRI TRAPANI-MELFI V.L AMEZIA-MATERA

VIGOR LAMEZIA BRINDISI MELFI NEAPOLIS AVERSA NORMANNA LATINA MATERA POMEZIA TRAPANI AVELLINO MILAZZO CAMPOBASSO FONDI ISOLA LIRI CATANZARO VIBONESE

3 3 3 3 3 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0

Il portiere Claudio Furlan Soddisfatto della prestazione della sua squadra, ovviamente un po’ meno del risultato, l’allenatore del Campobasso Roberto Carannante che avrebbe voluto bagnare il suo esordio sulla panchina rossoblù, la prima nei professionisti, con una vittoria: “Sono amareggiato perché i ragazzi si sono impegnati tanto, hanno prodotto una grossa mole di gioco e purtroppo è mancata la zampata vincente. Negli spogliatoi ho letto tanta amarezza negli occhi dei ragazzi che avrebbero voluto regalare una gioia alla tifoseria che è stata straordinaria; dobbiamo rimboccarci subito le maniche e guardare subito avanti perché siamo sulla buona strada, stiamo migliorando di partita in partita però è importante che i calciatori capiscano che la Lega Pro è tutta un’altra cosa e al minimo errore si viene puniti pesantemente”.

CLASSIFICA MARCATORI

CHI SALE

CHI SCENDE

Scudieri

Visconti

2 RETI Ceccarelli (Brindisi) 1 RETE Quinto (Fondi) Raffaelli (Isola Liri) Tortolano (Isola Liri) Giannone (Matera) Guazzo (Melfi) Russo (Melfi) Bruzzese (Neapolis) Greco (Aversa N.) Marano (1, Pomezia) Madonna (Trapani) Pasca (Vibonese) Caridi (V.Lamezia) De Luca (V.Lamezia) Mangiapane (V.Lamezia)

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Riceviamo e pubblichiamo integralmente, così come è giunto, il comunicato dell’ufficio stampa. La Sociatà Nuovo Campobasso calcio, comunica che a scanzo di equivoci inoltra a tutte le mittenti televisive e radiofoniche il comunicato ufficiale n.

Visibilmente fiducioso è apparso anche l’esperto portiere rossoblù Claudio Furlan: “Creiamo tanto, concretizziamo poco e purtroppo in questo periodo al minimo tiro in porta subiamo gol, quindi dobbiamo migliorare l’attenzione in quelle poche occasioni che concediamo e sicuramente avere più convinzione nei nostri mezzi perché sono sicuro che se continuiamo a giocare così sarà impossibile perdere ancora”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il direttore generale Anna Favi: “Peccato, è mancato solo il risultato in una bellissima giornata di festa. Non sono delusa ma dispiaciuta perché i miei ragazzi hanno lottato per regalare la prima gioia ai nostri tifosi che voglio ringraziare uno ad uno perché mi hanno fatto emozionare e non dimenticherò mai i loro applausi a fine partita”.

101/L del 27 Agosto 2010 in merito alla cessione dei diritti radiofonicie televisivi Campioanto 1^ e 2^ divisione. la Sociatà Campobasso calcio ringrazia e porge distinti saluti.

Non era facile per lui, classe ‘90, l’esordio in II divisione. Se l’è cavata benissimo, giocando da veterano. Una scommessa vinta da Carannante che lo ha fortemente voluto.

Portato nel capoluogo dal consulente Molino, l’attaccante Visconti ha steccato la prima. Ha fallito alcune limpide palle gol e non è stato all’altezza della situazione. Da rivedere.


S P O RT CALCIO SERIE D

Farina spera di centrare il poker Dopo aver disputato i play off con Marcianise, Viribus e Bojano il trainer gialloblù punta in alto con il Trivento Se è vero che chi ben comincia è a metà dell’opera, allora la stagione dell’Atletico Trivento si preannuncia costellata di grandi risultati. Il debutto ufficiale in Coppa Italia domenica al “Civitelle” di Agnone ha messo in evidenza le grandi potenzialità del team allenato da Francesco Farina che ha costruito una squadra “a sua immagine e somiglianza” con un carattere combattivo ed un forte spirito di sacrificio. Il tecnico gialloblù appare abbastanza soddisfatto della prova della sua squadra ma allo stesso tempo frena i facili entusiasmi con la consapevolezza che la strada da percorrere è lunghissima e c’è ancora tanto da lavorare: “ Siamo una squadra dalle buone potenzialità, supportata da una grossa società ed è naturale che puntiamo a disputare un campionato importante seppure siamo consci che ci sono nel girone dei club blasonati come Teramo, Sambenedettese, Rimini che hanno speso cifre importanti per puntare al salto di categoria, qualcuna in Coppa Italia è partita un po’ in sordina ma si tratta di squadre che verranno fuori alla distanza. Ho avuto per tre stagioni la possibilità di disputare i play off in serie D con Marcianise, Viribus Unitis e Bojano spero quest’anno di cen-

trare questo obiettivo, da parte nostra ci sarà il massimo impegno questo lo posso assicurare”. Le sue sensazioni sul gruppo, cosa le è piaciuto della sua squadra domenica e cosa invece non l’ha soddisfatta? “La partita di Agnone è stata importante sotto diversi punti di vista: innanzitutto avevo fuori quattro giocatori importanti come De Lucia, squalificato, Voria, alle prese con uno stiramento, Varchetta in panchina per un problema al piede e Guglielmi idem per una brutta ferita alla testa con sette punti di sutura rimediati venerdì in allenamento. Quelli che sono scesi in campo hanno dimostrato di poter far parte di questa rosa e di essere competitivi; mi è piaciuto molto il cuore dell’organizzazione difensiva, abbiamo concesso pochissimo all’Agnone che solitamente è una squadra che costruisce tantissime occasioni da gol. Per quanto riguarda invece il possesso palla, c’è ancora tanto da lavorare e sotto questo aspetto dobbiamo ancora crescere”. Per quanto riguarda il pubblico, invece, che idea si è fatto in occasione della prima uscita ufficiale? “Trivento è una piccola realtà ma nonostante questo il calore del pubblico si fa sentire. E’ gente di-

screta che ti lascia lavorare in pace senza pressioni però ho potuto constatare che anche fuori dal campo c’è grossa partecipazione da parte di tutti”. Capitolo mercato. E’ arrivato nei giorni scorsi Danilo Fusaro, il quarto difensore “big” per il Trivento. Come gestirà questo “imbarazzo della scelta” nel pacchetto arretrato? “Un allenatore chiede alla società sempre più giocatori possibili. Avevamo bisogno di un rinforzo in difesa non appena abbiamo visto il calendario: con trentotto partite più la Coppa Italia, puntando ai play off, possiamo arrivare a giocare oltre quarantacinque partite che non sono normali per una squadra ridotta come la nostra. Quindi guardando a questa situazione futura abbiamo deciso di puntellare la difesa e credo che in questo momento il mercato del Trivento può considerarsi concluso. Per il momento non ci sarà nessun attaccante in arrivo anche perché la società mi ha chiesto espressamente di valorizzare quanto più è possibile i giovani già presenti in rosa come Palombo, Merola e Lombardi e quindi ci concentreremo sullo sviluppo massimo delle loro qualità anche perché i giovani posso dare entusiasmo e possono sbocciare al-

l’improvviso per dare quel qualcosa in più alla squadra”. Fusaro è il dodicesimo molisano presente in rosa. Una bella lezione di molisanità soprattutto a chi troppo spesso si lascia prendere dagli entusiasmi dell’esterofilia. “ A noi non interessa quello che

pensano le altre società . Il presidente Falcione da subito mi ha chiesto di garantire nella rosa la presenza di almeno un 50% di giocatori molisani e così tra molisani di nascita e quelli di adozione stiamo cercando di portare avanti questa filosofia”. JSV

USSI MOLISE

Si riaccendono i riflettori sul “Premio Ciampitti” A quattordici anni di distanza dalla prima edizione, torna il premio giornalistico ‘Franco Ciampitti’. L’iniziativa è stata presentata venerdì sera presso la sala riunioni dell’Hotel Eden a Campobasso dal Gruppo molisano dell’Unione stampa sportiva italiana e dal Comitato regionale della Figc. Nel corso della presentazione sono intervenuti il presidente della Figc Molise Piero Di Cristinzi, cui va il merito di aver riportato in vita il concorso giornalistico, il consigliere nazionale Ussi Antonio Fatica, il presidente regionale dell’Ussi Mauro Carafa, il cui intervento ha concluso la serata, e il vice presidente regionale Ussi

22 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010

Maurizio Cavaliere, delegato per l’organizzazione del premio. Di Cristinzi si è mostrato entusiasta dell’iniziativa: “Ritrovare questo premio a distanza di quattordici anni dalla prima edizione è per noi del Comitato regionale motivo di grande soddisfazione. Franco Ciampitti è stato uno sportivo vero oltre che un grande giornalista. Giusto che il Molise pensi a lui costantemente e che i giornalisti molisani prendano spunto dai suoi scritti”. Antonio Fatica, che a conclusione del suo intervento ha letto una bella poesia di Umberto Saba, tratta dalla prima antologia degli scrittori sportivi, curata proprio da Franco Ciampitti, ha invece sottolineato la portata e il significato del concorso: “Siamo fieri di poter riaccendere i riflettori sul ‘Ciampitti’. Per i giornalisti molisani il premio rappresenta un’occasione di crescita importante”. Maurizio Cavaliere ha poi tracciato un profilo professionale e umano di Franco Ciampitti, soffermandosi anche sul regolamento del concorso: “Due le sezioni previste: carta stampata e new media da una parte, giornalismo televisivo dall’altra. I lavori dovranno essere

realizzati tra il primo settembre e il 15 aprile prossimi e presentati entro il 30 aprile presso la sede del Comitato regionale della Figc. In giuria avremo l’onore di ospitare tra gli altri il presidente nazionale Ussi Luigi Ferraiolo, apprezzato editorialista del Corriere dello Sport”. Infine il presidente Ussi Molise Mauro Carafa ha richiamato l’attenzione dei giornalisti sportivi molisani affinché partecipino con entusiasmo all’iniziativa: “L’impegno della Figc e dell’Ussi e il coinvolgimento di giornalisti importanti come Luigi Ferraiolo nel concorso rappresenta una garanzia di serietà per tutti i giornalisti molisani, sportivi e non, che vorranno aderire al premio”. Nel corso della serata sono intervenuti anche Nino Ciampitti, fratello di Franco, che farà anch’egli parte della giuria, e la prof.ssa Nunziativa De Geronimo, nipote del grande giornalista isernino, che ha prestato per l’occasione romanzi, racconti e manoscritti originali di Ciampitti, tra cui una copia di Cerchi, romanzo sportivo del 1934, scritto due anni dopo il celebre ‘Novantesimo minuto’, il lavoro che consentì a Ciampitti di vincere il primo premio nazionale della Figc.

Argentina: pareggio per il River Plate

Azzurri: Cassano rinvia l'arrivo

Nel campionato argentino d'Apertura, giunto alla 4/a giornata, il River Plate pareggia e va solo in testa grazie alla sconfitta del Velez. Risultati di sabato: Lanus-Banfield 0-0 Tigre-Quilmes 3-0 ColónGodoy Cruz 1-3 San Lorenzo-All Boys 3-1. Domenica: Independiente-Arsenal 1-2 Argentinos Juniors-River 0-0 Olimpo-Racing Club 1-0 Boca Juniors-Velez Sarsfield 2-1. Classifica per le prime posizioni: River 10, Velez e Arsenal 9.

Niente Cassano nel primo giorno di nazionale a Coverciano. E' rimasto a Genova in via precauzionale, rinviando l'arrivo. All'attaccante della Samp, ieri alle prese con problemi alla schiena durante la partita con la Lazio, e' stato cosi' evitato il fastidio del viaggio a Firenze. Cassano sara' sottoposto oggi a un controllo medico a Genova e si valuteranno le sue condizioni per decidere quando si potra' unire al gruppo di Prandelli.


S P O RT AUTOMOBILISMO

Rally di San Giuliano, si scaldano i motori Il tavolo della conferenza

La manifestazione organizzata dall’Aci e dalla Tecno Motor Racing Team si correrà il 23 e 24 ottobre Entusiasmo alle stelle e voglia di confermare quanto di buono già fatto fino a questo momento in dieci anni di grande spettacolo e di forti emozioni. Si respirava un’aria particolare sabato sera al cinema San Lorenzo di San Giuliano del Sannio, scelto dagli organizzatori come location per la presentazione dell’edizione numero undici della kermesse motoristica (la prima con la formula ronde). L’Aci e la Tecno Motor Racing Team hanno deciso come di consueto di fare le cose per bene e di muoversi per tempo. Così l’ultima serata di <San Giuliano in festa>, è stata l’occasione ideale per cominciare a respirare aria di motori. Un tavolo con presenze importanti e un parterre di qualità hanno fatto da cornice alla serata. Ad aprire i lavori ci ha pensato il direttore dell’Automobile Club Campobasso, Giovanni

Caturano. <Questa manifestazione ha avuto una crescita costante nel corso degli anni e il fatto di essere arrivati all’edizione numero undici testimonia l’importanza della kermesse. In questo 2010 il rally ha avuto una sorta di rinascita visto e considerato che ha cambiato formula abbandonando, come voluto dal regolamento, la modalità sprint per passare a quella ronde. Abbiamo deciso di presentare la gara a San Giuliano del Sannio come nella prima edizione e la risposta è stata positiva. Come di consueto – ha continuato Caturano – avremo un occhio di riguardo per la sicurezza sul tracciato>. Il pensiero del direttore dell’ente di via Cavour va poi alla presenza in Molise di piloti stranieri. <Lo scorso anno – ha sottolineato – in gara c’era un pilota americano che ha fatto cono-

scere la nostra manifestazione in un altro continente – quest’anno avremo certamente la presenza di piloti provenienti da altre nazioni>. Soddisfatto il sindaco di San Giuliano, Angelo Codagnone: <Ringrazio gli organizzatori per aver scelto San Giuliano come località per la presentazione – siamo a completa disposizione e collaboreremo per la buona riuscita della manifestazione sportiva che certamente servirà a far conoscere San Giuliano e tutto il Molise all’interno dei confini nazionali e non solo>. Ad illustrare le peculiarità del percorso e le modalità di svolgimento dell’undicesimo rally di San Giuliano del Sannio, ci ha pensato Nicola Pedicino, presidente della Tecno Motor e responsabile degli ufficiali di gara. <Qualcosa è cambiato rispetto al

recente passato – con questa nuova formula sarà possibile vedere all’opera tutti i tipi di vetture dalle wrc a quelle di scaduta omologazione. Per quanto concerne lo svolgimento, la prova sarà unica da ripetere quattro volte e lunga circa 10 chilometri con tre intermedi e ricadrà interamente in territorio di San Giuliano del Sannio. Gli appassionati avranno la possibilità di osservare l’intero tratto cronometrico anche dal paese. Rispetto al rallysprint quest’anno si correrà per l’intera giornata di domenica e le strade saranno chiuse fino alle ore 20>. <Spero che sia una bella giornata di sport – ha spiegato il presidente dell’Aci Paolo Rizzi – l’amministrazione comunale con in testa il sindaco Codagnone insieme alla macchina organizzativa può portare questa

BASKET SERIE B DILETTANTI

CICLISMO

Giuliani, successo con record alla cronoscalata di Petrella

PETRELLA TIFERNINA – Con 20’ e 50”, Luca Giuliani ha stabilito il nuovo record nella II edizione della cronoscalata che dal ponte della Sp 13 sulla Bifernina ha condotto i ciclisti nel centro di Petrella. Staccato di soli due secondi, Silvano Palombo, mentre il terzo, Eduardo Nappa, ha accumulato un ritardo di 1’ e 58”. La gara, organizzata dal Csi di Campobasso in collaborazione con il Comune di Petrella Tifernina, ha visto

la partecipazione di atleti di tutte le età. Su tutti Salvatore Di Nunzio con ben 72 primavere. Tra i locali, molto applauditi, va sottolineata la bella prova di Mario Di Stefano (26:35, 1° nella sua categoria), di Giuseppe Viglione con 30:51 e Pericle Savino con 33:25 (4° nella categoria Senior). Ha chiuso la classifica assoluta (5° nei Senior), ma è comunque da lodare per la sua prestazione in rapporto al peso (superiore di un bel po’ a quello

manifestazione ad altissimi livelli. Mi fa piacere – ha concluso il numero uno – vedere così tanta gente in sala. E’ una cosa molto bella che testimonia la passione per questo sport>. A chiudere i lavori, infine, ci ha pensato il delegato regionale Csai Saverio Ricciardi. <Grazie a tutti gli amici che sono intervenuti, grazie a tutti coloro che ci aiuteranno nel corso della manifestazione. La passione è il motore principale che muove tutto e noi ne abbiamo da vendere. Ce la metteremo tutta per mettere su anche in questo 2010 una bella manifestazione>. La serata è poi proseguita con l’esibizione del gruppo Euphonica che ha avuto un grande successo nel suo tour estivo in giro per il Molise (che terminerà a metà settembre) e con la degustazione di pasta e fagioli.

del massiccio passista spagnolo, Miguel Indurain), Antonio Di Monaco, che ha fermato il cronometro a 41’ e 23”, migliorando, nonostante tutto, di 13” il tempo fatto registrare lo scorso anno. Lo speaker ufficiale, Mario Di Meo, ha tenuto informato in tempo reale il pubblico durante le fasi della gara. Il sindaco di Petrella, Fulvio Di Lisio, nel premiare gli atleti ha sottolineato la forte collaborazione con i giovani locali del circolo Tifernum e con gli atleti dell’Asd Petrella, tutti impegnati nella piena riuscita della manifestazione, oltre a porgere i ringraziamenti di rito, per il mantenimento dell’ordine pubblico, ai carabinieri della locale stazione e di quella di Ripabottoni, al vigile Fracassi, ai volontari della Misericordia di Petrella Tifernina coordinati dal dottor Fazio. Il presidente del Csi provinciale, Igino Tomasso, infine, ha sottolineato come la politica del comitato provinciale sia quella di lanciare tanti tornei sportivi di piccole dimensioni per lo sviluppo dello sport dilettantistico, volano di una vita sana, al riparo dei pericoli della società moderna.

Cristiano Ronaldo out per tre settimane

Il Napoli conferma, ingaggiato Sosa

Circa tre settimane di stop per Cristiano Ronaldo per una distorsione alla caviglia destra. Lo comunica il Real Madrid. Ronaldo si e' fatto male nell'incontro di Maiorca che ha segnato l'esordio del Real nella Liga. Perdera' le due gare di qualificazione a Euro 2012 della sua nazionale contro Cipro e Norvegia, nonche' l'incontro di campionato con l'Osasuna e il match d'apertura del girone di Champions League contro l'Ajax.

Il Napoli ha perfezionato l'acquisto del centrocampista argentino, Jose' Ernesto Sosa. La notizia e' stata confermata dal club partenopeo. Il 'Principito', 25 anni, arriva nel capoluogo campano a titolo definitivo e con un contratto di quattro anni. Sosa era arrivato a Monaco di Baviera nel 2007 proveniente dall'Estudiantes.

Domani pomeriggio il Nuovo Basket Campobasso affronta la Virtus Termoli Dopo le buone prove offerte contro Airola e Chieti, corredate da due convincenti successi, il Nuovo Basket Campobasso è atteso dalla sua terza amichevole stagionale. Il giorno 1 settembre, al Palazzetto di Vazzieri, con inizio alle ore 17.30, sarà di scena la Virtus Termoli, compagine che milita nel campionato di serie C Dilettanti e che ha tra le sue fila giocatori di grande valore ed esperienza come Montuori, Vulekovic, Gori e Bertinelli. Sarà un’occasione importante per vedere i progressi fatti dalla squadra di Montemurro in questi duri giorni di preparazione e per riabbracciare coach Sandro Di Salvatore, ora capo allenatore del quintetto adriatico, che tanto bene ha fatto alla guida della Nuova Cestistica nella scorsa stagione portandola a conquistare i playoff. Intanto la società del Nuovo Basket Campobasso comunica che è stato risolto consensualmente il rapporto con il giocatore Luca Antonelli.

23 ANNO III - N° 188 MARTEDÌ 31 AGOSTO 2010



La Gazzetta del Molise 31 Agosto 2010