Issuu on Google+

Anziano scomparso, ritrovato vicino casa

Statuto, Iorio convoca la minoranza

MORRONE - Era scomparso da oltre due settimane. Solo ieri è stato ritrovato a trecento metri da casa. Il corpo ormai privo di vita del novantenne di Morrone è stato rinvenuto da una donna che pascolava il suo gregge. A PAG 9

CAMPOBASSO- Ancora in alto mare lo Statuto regionale che non vee la lice dopo ujn decennio di gestazione. Sulla forma di governo la maggioranza è spaccata. Domani mattina Iorio e Picciano hanno convocato la minoranza. A PAG 7

ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

www.lagazzettadelmolise.it IL TAPIRO DEL GIORNO ALL’ITALIA DEI VALORI Neanche il tempo di entrare nel vivo della campagna elettorale ed iniziano i colpi bassi. Stavolta sul banco degli imputati (è proprio il caso di dirlo) è finita l’Italia dei Valori. Il partito di Di Pietro, che si è scagliato contro le affissioni elettorali selvagge degli altri, non ha perso occasione di tappezzare Termoli con il proprio simbolo, naturalmente fuori dagli spazi prescritti. È facile sintetizzare che, ancora una volta, la formazione dell’ex pm predica bene e razzola male. E il premio che spetta all’Italia dei Valori è, naturalmente, il tapiro del giorno.

L’OSCAR DEL GIORNO A GINO DI BARTOLOMEO L’oscar del giorno, ma si tratta più che altro di un premio d’incoraggiamento, va al sindaco di Campobasso che sta meditando sul futuro del terminal bus . Struttura incompleta da trent’anni, poco funzionale e poco decorosa per un città capoluogo di regione. Ora alla stazione dei pullman è interessata una griffe dell’automobilismo italiano che potrebbe far voltare pagina (sempre che Di Bartolomeo sia d’accordo) allo squallido ‘scalo’ facendo fare un salto in avanti, nel segno dell’alta qualità, a tutta Campobasso. E se, come lui stesso dice, tiene così tanto alla sua città il sindaco non ci penserà troppo prima di dare il via all’operazione ‘salviamo il terminal’.

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


PRIMO PIANO L’associazione COsTe: è questa la legalità sbandierata dal partito di Di Pietro?

L’Idv che predica bene... TERMOLI – La campagna elettorale si gioca anche sui manifesti. E iniziano anche le prime polemiche. Nel mirino, stavolta, è finita l’Italia dei Valori che a Termoli ha affisso i propri manifesti fuori dagli spazi prescritti, come testimoniano le foto inviateci dall’associazione COsTe. Il gruppo contesta la “legalità sbandierata dall’Idv” e Di Pietro che “non perde occasione per mostrare questo ‘vessillo immacolato’ e i suoi amici in Molise tra scissioni e miracolose ricomposizioni ci hanno dimostrato la loro coerenza”. Il partito dell’ex pm, secondo l’associzione, addosserebbe agli altri partiti la responsabilità del mancato rispetto degli spazi di affissione dei manifesti elettorali. Ma le foto dimostrano inequivocabilmente il contrario.

La fotografia per valorizzare il Molise nascosto

Quotidiano del mattino

Il concorso indetto dal gruppo dei Giovani Imprenditori è arrivato alla sua seconda edizione

Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 Tel. Isernia: 0865/414168 E-mail Redazione Campobasso:

redazione@lagazzettadelmolise.it E-mail RedazioneIsernia: lagazzettaisernia@alice.it E-mail: Amministrazione-Pubblicità

commerciale@lagazzettadelmolise.it

www.lagazzettadelmolise.it www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Poligrafica Ruggiero srl Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita GIORNALE SATIRICO

2 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010

CAMPOBASSO - Siamo appena alla seconda edizione del concorso fotografico indetto dal Gruppo Giovani Imprenditori di Assindustria Molise ma già si possono spendere parole di elogio e di compiacimento per questa iniziativa intelligente, utile,e ricca di prospettive per il futuro. Sicuramente finirà per diventare un concorso di valenza nazionale se si continuerà a considerarlo uno degli strumenti più efficaci per promuovere il territorio molisano nelle sue molteplici attrattive. C’è della freschezza nell’idea del concorso dovuta certamente alla freschezza (imprenditoriale) del Gruppo, diversamente sarebbe stato difficile sentir parlare del “bello” come valore identitario e, soprattutto, porlo alla base di ogni espressione naturale ed umana, e farlo con l’uso della macchina fotografica: foto in bianco e nero e a colori. Il senso del concorso è proprio in questo: “Il bello che non conosciamo: arte, paesaggi, natura, borghi, luoghi del Molise nascosto, poco noto al grande pubblico”. Un tema pieno, rotondo, che si apre ad una enormità di scelte, di ricerche, di scoperte, di documentazione. Che invita ad acuire la sensibilità dell’obiettivo e la mano del fotografo,

non importa se professionista o semplice amatore. Il concorso è aperto a tutti, senza limiti di età, per aver un Molise visto e fotografato da una pluralità di soggetti indotti, anzi obbligati, a scovarlo nelle sue recondite peculiarità quelle, ovvero, che ancora oggi lo possono proporre come un luogo da vivere, in cui la bellezza di un paesaggio, di uno scorcio panoramico, di una testimonianza sannita, di un “miracolo” della natura sono valori vissuti e vivibili. Che siano i Giovani Imprenditori a considerare in questa chiave di lettura la loro terra è confortante, dimostra che ci sono ancora margini vitali alla speranza di invertire, per quanto possibile, il corso della storia che ci vede tra le regioni meno aperte all’innovazione e, soprattutto, meno attente alle espressioni dell’arte e della cultura: in sintesi meno disposte e predisposte al “bello”. Se fossimo diversi da ciò che siamo, non assisteremmo al continuo degrado dei centri abitati, al progressivo inquinamento dell’aria, delle acque, del suolo, né faremmo scempio della natura e delle sue bellezze con cave a cielo aperto, parchi eolici, disboscamenti selvaggi. Il concorso fotografico indetto dal Gruppo

dei Giovani imprenditori si pone come argine a questo scivolamento verso il basso e invita tutti a ritrovare motivazioni e interesse verso i valori che ancora non capitolano di fronte a questa sorta di barbarie che si manifesta nella scarsa considerazione di tutto ciò che può essere riassunto col e nel termine “bello”. Questo indetto dal Gruppo dei Giovani imprenditori è un concorso fotografico che si fa carico di immettere nella quotidianità, documentandola e impressionandola sulla pellicola fotografica, la parte migliore del Molise perché possa essere vista (e, speriamo, visitata) e, possibilmente, amata. A riassumere l’impegno di quanti parteciperanno, ci sarà una mostra di tutte le opere in bianco e nero e a colori e ci saranno vincitori dell’una sezione dell’altra. Mostra e premiazione si avranno dopo il 31 maggio, termine per la presentazione delle fotografie a concorso, con un evento pubblico come merita venga conclusa l’iniziativa e fatta conoscere. Frattanto l’invito ai fotografi professionisti e agli amatori di scovare il “bello” del Molise e di mostracelo. Perché diventi una abitudine e non una rarità. Dardo

L’opposizione in piazza a Roma: siamo 200mila

Paura per Fini, evitata collisione in volo

ROMA – È un’onda viola quella che ha occupato piazza del Popolo a Roma per la manifestazione organizzata dal centrosinistra contro il decreto “salva-liste”. Una manifestazione per dire “sì alle regole, no ai trucchi”, “per la democrazia, la legalità, il lavoro, i diritti”. 200mila i presenti, secondo gli organizzatori.

ROMA – Collisione in volo evitata grazie a una manovra d’emergenza per il volo di Stato che trasportava ad Amman il presidente della Camera, Gianfranco Fini, atteso alla sessione plenaria dell’assemblea parlamentare euromediterranea. Mentre l’Airbus 319 del 31mo stormo sorvolava la Siria, improvvisamente il pilota ha compiuto una manovra spostando il velivolo verso l’alto.


PRIMO PIANO Bocciata la Finanziaria del Molise ideata e realizzata dall’assessore

Vitagliano: anche Berlusconi lo bastona

CAMPOBASSO - Quando Iorio lo capirà, sarà sempre tardi. Gianfranco Vitagliano è un pasticcione vero e proprio e, dopo la reprimenda di Leva, Romano e D’Ascanio, che chiedevano le sue dimissioni, è arrivato il calcione nel sedere dello stesso Berlusconi che ha rimandato al mittente la Finanziaria, facendo fare una pessima figura anche al presidente Iorio. Che non la meritava. La colpa è tutta di Vitagliano e la sua poca competenza sta venendo fuori in maniera colossale, all’interno e all’esterno dei confini regionali. Vedersi rimandata indietro una Finanziaria è una figuraccia che il Molise poteva rispiarmarsi e, se l’abbiamo fatta, dobbiamo dire grazie solo a lui: Gianfranco Vitagliano.

Grazie alla sua alta professionalità, il Consiglio dei Ministri ha deliberato di impugnare, su proposta del ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, la ''Legge finanziaria regionale 2010''. La legge in esame, spiega una nota del dipartimento per i rapporti con le Regioni, è illegittima in relazione ad alcuni articoli in materia di personale. In particolare, vengono previste alcune misure (determinazione buoni pasto e indennità supplementare ad alcune categorie di personale) che vanno invece disciplinate dalla contrattazione collettiva e non dalla legge. Inoltre, in merito all'organizzazione del Servizio sanitario regionale, i singoli interventi previsti per il personale non sono in linea con il piano per il rientro dal disavanzo sanitario e con quanto disposto nel Tavolo tecnico per i programmi operativi del nuovo patto per la salute e violano l'art.117, comma 3 della Costituzione in materia di coordinamento di finanza pubblica. Infine, la Giunta regionale promuove e disciplina le funzioni dell'informatore

medico - scientifico aziendale. L'istituzione della figura di informatore nell'ambito dell'Azienda sanitaria regionale non contemplata dal vigente assetto ordinamentale del Servizio nazionale Sanitario, si pone in contrasto con la competenza statale in materia di professioni. Questo a Roma. In Molise, invece, erano trascorse solo due settimane da quando Vitagliano annunciava alla stampa con squilli di tromba l'approvazione del pacchetto anticrisi. Ma di che si tratta? Di ben 50 Milioni di euro in favore di Fin Molise spa per agevolazioni nell'accesso al credito delle imprese molisane. Ebbene, soltanto 2 imprese hanno beneficiato delle agevolazioni. Romano, Leva e D’Aletre parlano senza mezzi termini di fallimento totale delle misure varate dalla giunta Iorio un anno e mezzo fa. In particolare i 50 milioni di euro dovevano servire a riattivare la circolazione delle imprese in crisi di liquidità fronteggiando le difficoltà a ricorrere alle banche. Ma è una misura che pare aver avuto poco successo. Più chiaramente, Massimo Romano (Costruire democrazia), Danilo Leva e Antonio D'Alete (Pd) chiedono all'assessore Gianfranco Vitagliano, ritenuto il responsabile politico della dèbacle, di rassegnare le dimissioni. O, in alternativa, al presidente Iorio di "dimissionarlo", revocandogli le deleghe alla Programmazione e al Bilancio. Iorio, facci la grazia, mandalo via. Iannunziata


REGIONE Parla Ugo Ciarfeo che a Termoli dirige una scuola di teatro con 31 allievi, una compagnia di prosa con 26 elementi (tra attori e tecnici) ed è il curatore del giornalino Teatralia

I soldi incassati dall’Imam e gli incubi di un professionista che riceve solo 3mila euro l’anno Continua a far discutere la vicenda dell’Istituto di Musica di Larino gestito dal marito dell’onorevole Sabrina De Camillis

Noi de ‘Laltrotheatro” invece si sentiamo felici di seminare cultura a gocce e funziona, anche senza sostegno Riceviamo e volentieri pubblichiamo una lettera inviata in redazione da Ugo Ciarfeo, regista teatrale molisano. Ditemi che non è vero e che sto solo sognando, notte dopo notte, la vicenda miliardaria che occupa in questi giorni la cronaca molisana intorno ad un Istituto con sede a Larino (IMAM) perché al risveglio possa io fugare gli incubi vissuti sul cuscino e tornare tranquillamente alla realtà del quotidiano. E il mio quotidiano ha inizio alle 7 del mattino. Dopo una mezz’oretta di disimpegno casalingo mi ritrovo al mio tavolo di lavoro. Dirigo a Termoli la Scuola di teatro con 31 allievi selezionati tra molti candidati; una compagnia di prosa con 26 elementi tra attori (ormai professionisti) e tecnici e curatore di un giornalino di cultura teatrale: TEATRALIA. Queste iniziative mi succhiano quasi tutta la mattinata per la preparazione pragmatica e didattica. Il pomeriggio viene speso per la scelta di nuovi testi da inserire per la stagione invernale “Termoli Winter” (novembre-marzo) con 6 opere e altrettante per la stagione estiva al Teatro Verde. La scorsa stagione abbiamo sostituito il servizio di offerte ATAM con cinque spettacoli e tanto pubblico. Siamo al 4° “Termoli Winter” e sono 24 gli spettacoli che abbiamo già offerto alla cittadinanza e

così anche per la stagione estiva. E’ un vero miracolo. Alla fine di ogni estate è già pronto il cartellone con i titoli dei nuovi spettacoli (12) per le due successive stagioni. Quanto costa al Comune di Termoli un’operazione simile? Quasi zero. Per ogni stagione percepiamo un cachet di 3000.00 (tremila) euro. Per ogni serata, soltanto il service si prende 400.00 euro. Lascio a voi fare un po’ di conti e non vi sarà difficile perdervi come per contare i diversi milioni di euro che vanno nelle casse dell’IMAM. Perciò, nella notte, gli incubi IMAM ritornano puntualmente e mi ritrovo circondato da uno staff al completo: responsabile del Dipartimento Formazione, Addetto alla contabilità, Capoufficio Sviluppo e Relazioni esterne, Direttore Artistico, Segreteria Generale, insegnanti di recitazione, di musica e canto, di danza e di gestualità, uscieri e autisti e mi sento un padrone assoluto in un regno da sogno. Difatti ho soltanto sognato di trovarmi all’interno dell’Istituto di Musica della cittadina frentana. Svanito il sogno mi riporto alla mia realtà quotidiana con la solita guerra di numeri e cifre per realizzare scene, costumi, service, materiale promozionale e tutto questo con una cassa vuota.

La buona volontà, la passione di tutti i partecipanti alla mia attività, attori e tecnici, spendono tutte le ore libere per far navigare una barca che, pur traballante all’inizio, l’entusiasmo e la professionalità di tutti trasformano in una nave da crociera. Teatro esaurito tutte le sere, oltre misura, un pubblico ormai nostro, affezionato alle nostre scelte, dal classico al moderno, dalla tragedia al comico, dalla prosa alla poesia e alla lirica (abbiamo già offerto 6 grandi opere). In questi ultimissimi anni abbiamo prodotto, con elementi del nostro territorio, senza essere perciò colonizzati dall’esterno, 218 serate con 63 opere diverse. Credetemi se ripeto che tutta questa attività viene svolta in forma personale e privata senza alcun sostegno da parte delle Istituzioni – Regione e Provincia. E quello che è più grave e che non si accorgono di questa alta presenza culturale e formativa. Sono certo che politici e responsabili non leggono nemmeno i quotidiani, perché leggendoli, si sarebbero accorti che la stampa ha redatto per ben 1270 volte la mia attività. Vince però sempre l’irresponsabilità dei nostri “colti” politici con le loro beghe, la loro superficialità e principalmente con i propri interessi (cfr. Sandro Arco che da ex Assessore alla Cultura regionale passa a Direttore di una Fondazione Molise Cultura (???). Cultura, cultura… parola ormai vuota di significato che riempie di continuo la bocca di tutti i nostri rappresentanti politici, ma insieme al loro portafoglio e a quello di chi sta loro accanto: vergogna! Noi de “Laltrotheatro” invece ci sentiamo felici di seminare cultura a gocce e funziona,

anche senza il sostegno di nessuno. No… scusatemi, dimenticavo di dirvi che dalla Regione et alias ho ricevuto un regalo di 6 milioni di euri (sic)…, ma anche questo regalo l’ho ricevuto in sogno. Questi 6 milioni di euri (ma sarà vero?) sono stati regalati realmente al suddetto Istituto frentano dal nome ambiguo e molto sospettoso: IMAM. Io, nella realtà, ho ricevuto solo questo pensiero di uno spettatore che ha scritto così: “ …… Caro Ugo, ho finito di vedere Bernarda Alba con il mio dvd. E alla fine mi sono commosso, quante volte l’avevo già vista? Tante e allora? Mi son commosso quando tu, chiamato più volte, alla fine, sei salito sul palco. E mi chiedo il perché della mia commozione. Penso a te, alla tua vita, ai tuoi anni di adesso, a questi applausi per te che son carezza del mondo, sono risposta a quanto tu hai sempre fatto. E potrebbero essere un grazie per quanto tu hai sempre dato ai giovani. Ma se ne rendono conto? Poco, ma intanto lo vivono, con amore lo vivono, forse senza sapere quanto il loro animo si arricchisce, quanto può renderli più capaci di apprezzare la vita, i sentimenti, quanto può affinare la loro sensibilità. E mentre ti ho rivisto, sempre schivo, sempre riluttante ad apparire, mi sono commosso e son felice di aver provato questo, forse anche il mio era un “grazie”… Sei sereno Ugo? Stai bene “dentro”? Te lo auguro di cuore. Poi, per far tutte le cose che hai in mente di fare, ci vorrebbe forse un’altra vita… Intanto cerchiamo di finire quanto è in programma. Ciao. ……. “ E sono felice!

Sabrina De Camillis

Gaetano Venditti


REGIONE Ancora lontana l’approvazione della Carta che riscriverà le regole per l’elezione del presidente della Regione e deciderà la forma di governo

Statuto, cosa bolle in pentola? Iorio e Picciano convocano la minoranza per domani mattina CAMPOBASSO – Erano partiti in quarta, come si dice in gergo. L’approvazione del nuovo Statuto regionale sembrava imminente già a fine 2009. Poi, tra una cosa e l’altra, con il presidente del Consiglio regionale che si giustificava dicendo ‘ma era una scadenza orientativa’, e l’approvazione di Bilancio e legge Finanziaria, si è arrivati velocemente alla metà di marzo. Ma che sta succedendo

dentro il palazzo? In un vociare pettegolo e a tratti deviante, di certo si sa solamente che domani mattina alle 12 e 30 il governatore Iorio e il presidente Picciano hanno convocato la minoranza in giunta per discutere della Carta in cui saranno riscritte le regole per l’elezione, la forma di governo, e le dimissioni dei consiglieri che quando ‘fanno carriera’ vengono promossi assessori. ‘Ma

qui non si vede la via’, sbuffa qualcuno dal centrodestra. E infatti il nodo sembra essere tutto tra alcuni ‘dissidenti’ della maggioranza. Se lo Statuto dovesse andare in aula domani, potrebbe rischiare una bocciatura. A meno che Iorio lo stratega non trovi la quadra. E dovrà farlo entro la prossima tornata elettorale, salvo rimangiarsi l’annuncio fatto oltre un anno fa a volersi ricandidare alla Regione. Oggi infatti lo Statuto non ha posto limiti al mandato del governatore (Iorio è già alla seconda legislatura) ma domani dovrebbe essere portato a un massimo di tre (che guarda caso è proprio il numero perfetto prima di chiudere in bellezza - forse - la carriera politica a Palazzo Madama). Nel do ut des della politica italiana dunque (e mica il Molise fa eccezione) il presidente deve trovare modo e maniera per accontentare i consiglieri più riottosi. Che sono, manco a dirlo, i rappresentanti dei partiti più piccoli che non vedono di buon occhio il bipolarismo e premono per avere rappresentanza: dall’Adc ai socialisti, passando per l’Udeur e i rap-

presentanti della sinistra più radicale. A conti fatti una decina di voti sono quelli ‘a rischio’, poi all’ultimo minuto sbucano pure i franchi tiratori ‘e allora - avrà pensato Iorio - meglio cercare un accordo prima che la bozza torni in aula’. E non sarà un caso allora se le sedute monotematiche sono impantanate da settimane. E non sarà

nemmeno un caso se nell’ultimo vertice di maggioranza sono emersi con chiarezza i dissapori di chi, a questo punto, sta cercando di alzare la posta? Perché tanto un ritorno al passato è impensabile soprattutto oggi che il modello proporzionale è stato mandato in soffitta dalla stragrande maggioranza delle regione italiane. AD


CAMPOBASSO Il corpo senza vita di Luigi Mastromonaco era nascosto tra i rovi a 300 metri dalla sua abitazione. A scovarlo, dopo giorni di ricerche, è stata una contadina

Scomparso da qualche settimana 90enne ritrovato vicino casa Il suo corpo era tra rovi e fango, a 300 metri da casa. E’ stato ritrovato così Luigi Mastromonaco, il 90 enne scomparso, oltre 15 giorni fa, dalla sua abitazione a Morrone del Sannio. Dell’anziano si erano perse le tracce dopo che uscito da casa in mattinata, per portare a dei conoscenti una pecora ed un agnello, non vi aveva fatto più rientro. A dare l’allarme fu il figlio 55enne. Da subito, carabinieri e vigili del fuoco setacciarono la zona, in particolare

i campi tra Morrone del Sannio e Ripabottoni. Ricerche senza esito, nonostante l’intervento anche di un elicottero da Pescara e di unità cinofile. Giorni di angoscia, oltre che per il figlio dell’anziano agricoltore, anche per la moglie. Poi la segnalazione, giunta i primi di marzo, di un uomo che aveva visto il 90enne percorrere un sentiero, tanto che le ricerche erano state estese all’area tra Castellino del Biferno e Campobasso. A lasciare accesa la speranza che Luigi

Mastromonico fosse ancora vivo il ritrovamento delle sue calze e delle sue scarpe vicino ad un ruscello, forse tolte per indossare degli stivali che l’agricoltore aveva portato con se. Come disposto dalla Procura competente, le ricerche erano state sospese. Ieri, dunque, il ritrovamento del corpo da parte di una signora che stava pascolando il suo gregge, mentre è prevista per domani l’autopsia e solo successivamente sarà fissata la data dei funerali.

Per Campobasso previsto uno stanziamento complessivo di 18 milioni di euro

Piano triennale, per il 2011 impianti sportivi, scuole e new economy (?) In primo piano anche il verde pubblico Forse una corsa contro il tempo per recuperare fondi o semplicemente per terminare quei lavori per i quali ci sono già degli stanziamenti in bilancio. Il Piano triennale delle opere è anche questo ma è soprattutto una ‘campagna elettorale’ nel senso improprio del termine visto che si fa ad elezioni vinte. C’è anche chi lo considera un investimento sulla e per la città dove la teoria deve per forza di cose cedere il passo alla pratica. Insomma un asso nella manica che ogni amministrazione si gioca per lasciare un segno. Positivo o negativo che sia. Anche Di Bartolomeo punta molto su questo piano triennale per ‘trasformare Campobasso nel vero capoluogo di regione’ per dare parità di trattamento a chi vive nelle contrade rispetto a chi abita in centro. Attenzione anche alla viabilità e soprattutto all’edilizia scolastica. Per il 2010 saranno spesi più di 17 milioni di euro, a fare la parte del leone sono gli interventi per la costruzione del parcheggio

multipiano proprio sotto i Monti (5.460.000 euro) e i sessanta alloggi sociali da realizzare in via Facchinetti (altri 5 milioni di euro). Una cifra consistente, un milione, ma piuttosto esigua rispetto ai due interventi precedenti è quella destinata alla manutenzione delle scuole elementari e medie. Di poco inferiore (800mila euro) per il completamento del tratto fognario verso il collettore della zona industriale, Ruviato e Tappino. Per il 2011 la somma degli stanziamenti si aggira sui 18 milioni e mezzo, per il 2012 il Comune di Campobasso ha previsto un impegno di poco più di 15 milioni. Ma andiamo a vedere nel dettaglio gli interventi per il prossimo anno. Ad esultare saranno sicuramente gli sportivi di Campobasso visto che la somma più consistente, 3 milioni di euro, sarà utilizzata per la manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza dello stadio di Selvapiana. Minor investimento, ma si tratta

comunque di due milioni di euro, per il completamento delle opere che rientrano nel contratto di quartiere San Giovanni dei Gelsi. Stessa cifra per l’incubatore della scuola d’Ovidio per la new economy (massimo rispetto per la novità ma a cosa e a chi servirà?) . Tornando un attimo al tema sportivo il Comune utilizzerà un milione e mezzo di euro per la costruzione di impianti nei quartieri. Sempre un milione e mezzo di euro (ma con una importanza nettamente superiore visto che si tratta di edilizia scolastica) saranno utilizzati per la manutenzione straordinaria delle scuole elementari. Per impegno di spesa, segue il percorso pedonale Terminalscuole attraverso lo Scarafone. Subito dopo la manutenzione straordinaria delle aree verdi, delle ville e delle aree attrezzate. Buone notizie anche per i pendolari e per chi ha comunque a che fare con il Terminal perché per l’anno prossimo è stato stanziato un milione di euro. Un milione e

mezzo di euro è equamente distribuito per la manutenzione delle straordinaria delle scuole materne e medie. Per la manutenzione e la sicurezza delle strade ci sono in palio 700mila euro. Cento mila euro in meno per la realizzazione delle rotatorie per le strade di Mascione. Sempre 600mila euro sono destinati all’ampliamento del canile di Santo Stefano (lavori annunciati mesi fa dal consigliere del Pdl Alessandro

Pascale). Stessa cifra anche per il risanamento della discarica di Cerrete. Quattrocentomila euro saranno invece destinati alla sicurezza dei pedoni attraverso la manutenzione straordinaria dei marciapiedi. Pochi spiccioli per il centro storico: appena 200mila euro per gli interventi su alcuni immobili del borgo. Più o meno la stessa cifra per l’adeguamento al led dell’illuminazione pubblica.


CAMPOBASSO Dal degrado e dall’abbandono alla valorizzazione della struttura, il passo potrà essere breve

Una delle migliori griffe automobilistiche firmerà la gestione del terminal delle autocorriere Campobasso - Bisognerà lavorarci di fino, sapendo che l’occasione è di quelle che possono dare una svolta al degrado del terminal delle autocorriere; chiudere cioè un capitolo della storia amministrativa di Campobasso iniziato nel 1978 e andato avanti tra problemi ed episodi che ne fanno uno dei più tormentati e complessi, con vicende giudiziarie (e procedurali) che ancora oggi hanno ricadute pesantissime su quest’opera pubblica e sulla sua definitiva funzionalità. Attualmente il terminal assolve solo in parte, e in maniera del tutto arbitraria, alla sua destinazione. Non funzionano le sale di attesa, i servizi igienici, l’ufficio bagagli, la biglietteria, la scala mobile, i locali di ristorazione e quant’altrocostituisce il nerbo di una stazione di arrivi a partenze di linee automobilistiche regionali e interregionali. Allo stato delle cose il terminal viene utilizzato contra legem: perché le ditte automobilistiche che caricano e scaricano viaggiatori e parcheggiano i pullman non pagano una lira, e al-

trettanto fa chi, nell’ambito della stazione, svolge attività commerciale. La provvisorietà è l’aspetto più evidente che si può cogliere in tutta evidenza attraverso lo stato di abbandono in cui versano gli spazi pubblici (vergognoso il disastro dei marciapiedi e della segnaletica). Il tentativo di affidare il terminal in gestione alla Seac (tramite un regolare bando pubblico) è finito male, con un’altra

coda giudiziaria che potrebbe vedere il Comune di nuovo soccombere e costretto a pagare il danno. Altri soldi pubblici buttati al vento. Dicevamo di un’occasione che sta per maturare, che bisogna cogliere con tempestiva intelligenza, in cui una importante firma della autocarrozzeria italiana, nota per questo, e coinvolta in una serie di attività commerciali e gestionali di alto livello, s’è detta interessata al terminal delle

autocorriere di Campobasso per farne una realtà simbolo di qualità e di efficienza. Come del resto garantisce il marchio di fabbrica della griffe in questione. Discorso aperto, dunque, seppure in fase d’avvio, che il sindaco Di Bartolomeo vuole seguire da vicino, passo passo, perché non vengano commessi errori di valutazione, trattandosi, come si può capire, di una questione vitale per l’amministrazione e per il futuro del terminal

per come è stato concepito, progettato, realizzato, ma non gestito. La possibilità di un affidamento ad hoc, su presupposti unici e specifici offerti da questa soluzione di cui stiamo parlando, ha bisogno di un’assistenza tecnica altrettanto adeguata, motivo per cui l’ufficio legale di Palazzo san Giorgio retto dall’avvocato Antonio Calise è stato opportunamente avvisato di tenersi pronto a prendere preventivamente in esame la faccenda sulla scorta delle leggi vigenti oltre che sulla base di una valutazione di opportunità. Ciò che si configura per il terminal delle autocorriere, seppure per grandi linee, sarebbe una gestione che farebbe perno sulla specificità tecnica del gestore in materia di trasporti e – aspetto non secondario – sulla notorietà della firma che verrebbe apposta a tutte le altre attività compatibili con una stazione automobilistica di arrivi e partenze. E per la prima volta a Campobasso si sarebbe disposti a guardare alle questioni da un gradino più su della mediocrità. Dardo

A Palazzo San Giorgio personale dimezzato in meno di trenta anni oggi compie 23 anni Sei solare, simpatico, determinato, altruista e sempre ottimista. Sei il ritratto dell'amico ideale che ogni persona vorrebbe avere. Nei momenti di difficoltà sei sempre presente con la tua ironia che, inevitabilmente, porta gioia e sorrisi. In questa giornata vogliamo pubblicamente ringraziarti e farti i nostri più affettuosi auguri, con la speranza che tu possa continuare a realizzare i tuoi obiettivi e coronare il sogno più grande che porti nel tuo cuore. Buon compleanno. Ti vogliamo bene e ti stimiamo. Mariagrazia, Gabriella, Valentina, Katia, Maria Antonietta, Antonio A., Francesco, Antonio D.I., Simona, Tiziano, Silvia, Michele e Nicola

Giuseppe Di Maio neodottore Lunedì 8 marzo presso "L'accademia delle belle arti" della città de L'Aquila, Giuseppe Di Maio ha conseguito la Laurea in Grafica Pubblicitaria col punteggio di 110/110 e Lode. Tantissimi auguri al neodottore da tutti quelli che ti sono stati vicini nel tuo percorso. Un augurio particolare l'avresti ricevuto da "Nonna Angiolina"che ti ha cresciuto e condiviso i tuoi sogni. Auguri Giuseppe!

Torta hashish, fermati tre ragazzi FIRENZE - Torta all'hashish per festeggiare, grazie all'assenza dei genitori. Ma gli ideatori, tre ventenni della Firenze bene, sono stati arrestati. Una fetta l'ha mangiata la colf filippina che l'ha pure data al suo figlioletto di 18 mesi, ed entrambi si sono sentiti male. I tre - una ragazza e due giovani - sono accusati di somministrazione di stupefacenti e lesioni.

Finanze ridotte all’osso (stando alle parole del sindaco Gino Di Bartolomeo che non perde occasione per dare in testa alle amministrazioni di centrosinistra che lo hanno preceduto), e organico ‘assottigliato’. In meno di trent’anni a Palazzo San Giorgio si è passati dai 680 dipendenti (degli anni ’80-85) ai circa 300 (di oggi). Una carenza di personale a fronte di un aumento di lavoro e competenze. Un po’ in tutti i settori. Dalla Polizia municipale dove dai 78 dipendenti in forza negli anni ’90 si è passati ai 39 dei giorni nostri. Non si direbbe, visti i problemi economici e tutte le polemiche sul gravoso peso

del carrozzone, ma anche la Sea (l’azienda municipalizzata che si occupa dello sgombero neve, della raccolta rifiuti e dei parcheggi a pagamento) in questo periodo è sotto organico: da 130 a 80 nel giro di cinque anni.

Su e-Bay libri del '700 rubati dalla biblioteca VERCELLI -Sono stati ritrovati dopo oltre 50 anni due volumi del XVIII secolo rubati in Biblioteca a Vercelli finiti in vendita all'asta su e-Bay.Un bibliofilo di Palermo li ha acquistati a 300 euro via Internet ma accortosi dell' inganno e insospettito dal modico prezzo ha avvertito i carabinieri del 'Nucleo tutela patrimonio culturale'.

Mancano anche i dirigenti (lavori pubblici e municipale) ma ormai i concorsi sono stati cancellati. Come rimediare? Per i dirigenti si pensa agli incarichi esterni. Quelli a fiducia. Ma che creano malcontento.

11 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010


Palazzo San Francesco, la tensione non scende

Diecimila euro di rame rubato, beccato rumeno

E’ un fatto che la riqualificazione della stazione stia mano a mano diventando qualcosa politicamente ancora più ingestibile del problema scuole sicure. In tutto questo la minoranza deve rassegnarsi alla realtà dei numeri, quelli della maggioranza che ne blocca tutte le proposte.

È un 26enne romeno l’autore dei furti di cavi in rame avvenuti su alcune tratte molisane delle ferrovie italiane, nei giorni 7 e 10 marzo scorsi. Il giovane malfattore, nel corso di diversi colpi, era riuscito a rubare circa 35 quintali del materiale pregiato, per un valore di oltre 10mila euro.

ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Redazione: via Carlomagno, 9 - Tel. 0865.414168 e.mail: lagazzettaisernia@alice.it

IL TAPIRO DEL GIORNO AL LADRO DELLE FERROVIE Non solo aveva scelto di derubare le ferrovie (già in grave crisi!), ma ci aveva preso talmente gusto che era arrivato a racimolare oltre 10mila di rame. Ma il detto è vecchio come il Mondo: Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino! E così è stato beccato, denunciato e verrà rispedito pure a casa, visto che è della Romania. Ladro nella terra che lo ha ospitato, recidivo e pure incauto! Gli mancava soltanto, e abbiamo presto provveduto, il tapiro della Gazzetta!

L’OSCAR DEL GIORNO A CESARE IALLONARDI

E’ più facile vincere la coppa del mondo che mettere tutti d’accordo!

Quello di Cesare Iallonardi, al pari degli altri colleghi sindacalisti, è un impegno continuo e costante accanto agli operai sui quali la scure del licenziamento pende come una minacciosa spada di Damocle. Nonostante le crisi aziendali da seguire siano attualmente veramente tante, Iallonardi non si è mai risparmiato. Al contrario, è sempre stato in prima linea a difendere i diritti dei lavoratori che in lui hanno trovato un valido di riferimento. Per il forte senso del dovere e responsabilità di cui dà prova quotidianamente, Cesare Iallonardi, sindacalista della Fim Cisl, viene oggi insignito dell’ambita statuetta!

www.lagazzettadelmolise.it lagazzettaisernia@alice.it 30.000 copie in omaggio


ISERNIA Dopo la questione scuole sicure, ora ci si accapiglia per la concessione edilizia alle FS

Consiglio, mettersi d’accordo è un’ impresa Oramai la dicotomia maggioranza-opposizione in consiglio comunale è saltata, per molti definitivamente. E’ un fatto che la riqualificazione della stazione stia mano a mano diventando qualcosa politicamente ancora più ingestibile del problema scuole sicure. In tutto questo la minoranza, pur affannandosi cercando di approfittare della baraonda, deve rassegnarsi alla realtà dei numeri, quelli della maggioranza che ne blocca tutte le proposte. Insomma, l’amministrazione Melogli, ma in fin dei conti tutto il consiglio comunale, vive l’ennesimo momento di difficoltà, certificato dall’intervento di un Celestino Voria quasi prostrato a seguito delle polemiche di questi giorni. Il suo intervento è stato anche un modo per ricostruire i termini della “questione ferrovia”. “La ri¬qualificazione dell’area della stazione è un problema che sussiste da anni - ha dichiarato l’assessore all’urbanistica -. Nel 2000, quando fu adot¬tato dal consiglio co¬munale di centrosinistra il nuovo Prg, su tale ter¬reno era stato previsto un indice che con¬sentiva alle Ferrovie di edi¬ficare circa 84mila mc. Si trattava d’una decisione priva di contropartita per il Comune. L’accordo attuale, scaturito da numerose riunioni fra le parti, pre¬vede invece che alle Ferrovie venga concesso di edificare una cubatura di gran lunga in-

feriore, oltre la modifica della de¬stinazione d’uso dell’ex deposito merci ubicato presso il terminal degli autobus. Il Comune, in cambio, ot¬terrà l’attuale Officina della Cultura, l’ex casotto del passaggio a li¬vello posto su corso Garibaldi ed un’area di circa 13mila mq da destinare a verde pub¬blico” oltre, è giusto specificarlo, alla costruzione di tre palazzine. Voria ha anche chiarito che sull’area esiste un diritto di prela¬zione che l’amministrazione comunale s’è detta disposta a valu¬tare. “Per¬correre questa strada per giungere all’acquisizione dei terreni però – dice ancora il vice sindaco - ne presuppone una quantificazione della ‘potenzialità econo¬mica’ al prezzo di mercato, che oscilla fra i 2,5 e i 3 milioni di euro. Quello dell’acquisizione è il punto focale della controproposta avanzata da parte della maggioranza. Questo partito è guidato dai consiglieri Raimondo Fabrizio, Enzo Pontarelli, Roberto Di Pasquale, Antonio Potena ed altri e mira ad adibire la zona in questione esclusivamente ad area verde. Le parti, al momento restano distanti come confermano le quattro ore di sterili interventi sul tema e l’aggiornamento della seduta, proposta avanzata dal sindaco e accolta dalla dal consiglio in toto. E’ stato questo l’unico momento di unità registrato l’altro ieri in assise. DaCi

Cotugno: “Legittima la nomina di Buono” “La nomina dell’ing. Buono, lo ribadisco, è assolutamente regolare. Non ci sono dubbi di legittimità. È stata fatta seguendo le nuove disposizioni di legge da parte della struttura comunale e in particolare del direttore generale di cui ho piena fiducia. Voglio congratularmi con gli amici consiglieri de “Il Patto”, per le parole di elogio espresse in merito alla nomina dell’ing. Buono quale

rappresentante del Comune in seno alla fondazione Pia Unione SS.Annunziata. Esprimo il mio apprezzamento per coloro che, pur sedendo tra i banchi dell’opposizione, in questa come già in altre occasioni, hanno dimostrato di poter fare la propria parte anche in modo costruttivo e non necessariamente con atteggiamento distruttivo. Di contro, mi rammarico ancora una

volta nel constatare che l’opposizione di Città Nuova persevera nell’alimentare polemiche che hanno come unico scopo quello di inasprire la diatriba politica, con la speranza di dividere la maggioranza. Un tentativo che sarà fallimentare anche questa volta. Portare la questione in Consiglio Comunale è mera strumentalizzazione politica”. Nicandro Cotugno

Mediazione linguistica, inaugurato l’anno all’Accademy School C’era anche una delegazione di studenti isernini all’inaugurazione dell’anno accademico del corso di laurea in mediazione linguistica, tenutasi venerdì scorso presso l’aula conferenze della Scuola Superiore Academy School di Afragola. Alla cerimonia hanno preso parte numerose personalità del mondo delle istituzioni e dell’università. Dopo la lettura in francese, in inglese e in italiano dell’inno goliardico ad opera di alcune studentesse, il presidente del comitato scientifico, prof. Raffaele Perrone Capano, ha dato la parola alla preside della Scuola, prof.ssa Luciana Di Renzo, la quale ha messo in evidenza l’opportunità che il territorio a nord di Napoli ha con un corso di laurea tenuto da professori delle varie Università campane, ed in particolare della “Federico II”. Il prof. Eduardo Maria Piccirilli, direttore della Scuola, ha presentato un breve exurDa sinistra: Eduardo Piccirilli, sus storico dell’ente, nato nel 1996, evidenziando le tappe più significative Raffaele Capano, Gabriella Fabbricino, della Scuola, che oggi è anche una casa editrice, e poi ha illustrato l’opportuLuciana Di Renzo, Nicola Mazzocca nità che questa nuova laurea dà ai giovani che si vogliano interfacciare con il mondo delle imprese e delle istituzioni. Infatti, il corso di laurea mira a creare, da un lato, una figura professionale capace di inserirsi nella realtà economica –produttiva italiana, gestendo gli scambi comunicativi di ambito aziendale legati ai rapporti internazionali e, dall’altro, figure professionali, capaci di gestire lo scambio comunicativo nei contesti istituzionali. Inoltre, essa può dare molte opportunità di lavoro viaggiando.

14 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010

Fare l’amore è sofferenza per una donna su 7 Il 15 % delle donne prova dolore quando fa l’amore. Fattori biologici quali le infezioni recidive da candida, endometriosi, ipertono del muscolo che circonda la vagina; ma anche quelli psicosessuali (come paure, inibizioni, ansia) possono essere causa di dolore alla penetrazione. Lo denuncia Alessandra Graziottin, direttore del Centro di Ginecologia San Raffaele-Resnati.

Stazione, la terza via di Fabrizio Continua a tenere banco la questione della stazione. Da una parte la proposta dell’assessore Voria che prevede la realizzazione di un’area verde e tre palazzine, una di cinque e due di quattro piani. Dall’altra, quella di parte dei consiglieri di maggioranza che prevede solo un’area verde. Il consigliere comunale del Pdl Raimondo Fabrizio, ha avanzato invece l’ipotesi una terza via. Fabrizio, infatti, propone di costruire un piccolo centro sportivo sul terreno interessato. Campi da calcetto, basket, pallavolo, magari da bocce, da dare in gestione ad una cooperativa di giovani. Spiega lo stesso consigliere: “Sarebbe un modo per tentare di mediare tra le uniche proposte attualmente in campo, mirando nel contempo all’occupazione giovanile e alla carenza di strutture sportive all’aperto nel centro cittadino”.

Sessano, si presenta l’unica lista per le amministrative Sarà presentata questa mattina alle 11:30, in Piazza Rimembranza o nella Sala consiliare, in caso di pioggia, la lista ‘Un'idea per Sessano’, con candidato sindaco Gabriella Petrollini. Consiglieri Concetta Caruso, Angiolino Ciccaglione, Manrico Colardo, Giuseppe D'Ippolito, Angelo D'Ippolito, Egidio Giacchetta, Jessica Milano, Costantino Petrecca, Nicolino Petrecca, Massimo Petrecca e Giancarlo Valente. Verrà illustrato in sintesi il programma e verranno distribuiti i materiali per la propaganda. La situazione sessanese è particolarmente interessante poiché quella guidata da Gabriella Petrollini è l'unica lista in gara, dal momento che la compagine concorrente è stata ricusata dopo aver presentato una lista con un numero di candidati inferiore alla norma.

Pnalm, workshop sulla Coturnice Subito dopo l’importate appuntamento nazionale sulle “Montagne del Mediterraneo” , il Pnalm sarà impegnato in un altro importante appuntamento. Si tratta del Workshop “Lo status della coturnice nella Regione Abruzzo”organizzato in collaborazione dal Parco e dall’URCA, per fare il punto della situazione sullo status della coturnice nell’Appennino centrale.


ISERNIA Furto di rame da 10mila euro, preso rumeno Il giovane aveva sottratto in più colpi, il prezioso metallo dalle linee ferroviarie molisane È un 26enne romeno l’autore dei furti di cavi in rame avvenuti su alcune tratte molisane delle ferrovie italiane, nei giorni 7 e 10 marzo scorsi. Il giovane malfattore, nel corso di diversi colpi, era riuscito a rubare circa 35 quintali del materiale pregiato, per un valore di oltre 10mila euro. Durante l’ultimo furto però il 26enne, forse disturbato da qualcuno o qualcosa, è stato costretto ad abbandonare la refurtiva ed alcuni attrezzi, che hanno consentito ai carabinieri di smascherarlo. Le indagini, portate avanti dai militari della Stazione di Venafro, hanno permesso a conclusione di un’intensa attività investigativa, di segnalarlo alla Magistratura per “furto aggravato e continuato”. La corsa al rame oggi è sempre più diffusa, soprattutto al sud, la domanda, infatti, è lievitata in pochi anni e così il prezzo: 8mila euro a

tonnellata, una quotazione che è valsa al metallo la denominazione di “oro rosso”. I furti quando capitano provocano una sospensione parziale o totale delle linee. E questo crea inevitabilmente un problema di puntualità dei treni e causa disagi agli utenti. Sempre i militari della Compagnia di Venafro, nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno segnalato due persone che, nonostante l’assunzione di sostanze stupefacenti, si erano messe alla guida. Altre due persone, trovate con una piccola quantità di cocaina, sono state segnalate alla competente prefettura per possesso di stupefacente per uso personale. Nell’ambito dei controlli per la sicurezza sui cantieri, sempre i militari della Compagnia di Venafro, hanno segnalato quattro operai che stavano eseguendo lavori presso un cantiere edile, senza fare uso dei previsti dispositivi personali antinfortunistici di sicurezza.

Proma, prorogata la cassa integrazione Posti di lavoro garantiti e cassa integrazione straordinaria prorogata. E’ quanto emerso, la scorsa settimana, nel corso del faccia a faccia tra Regione, rappresentanze sindacali e proprietà della Proma S.S.A. di Pozzilli. “L’incontro che si è svolto ad Isernia, presso la sede regionale di via Farinacci- ha dichiarato Cesare Iallonardi della Fim Cisl- ha avuto risvolti positivi e incoraggianti. La Cigs, in scadenza il prossimo 15 agosto- ha spiegato Iallonardi- verrà prorogata almeno fino a quando l’attività dell’azienda non sarà ripresa a pieno ritmo”. Soddisfatte le sigle sindacali, sollevati i 240 dipendenti che vedono il loro futuro lavorativo decisamente più roseo rispetto a quelli dei colleghi della Geomeccanica di Venafro, per i quali la richiesta di proroga della Cig è momentaneamente bloccata sulle scrivanie dell’Inps di IserCesare Iallonardi nia in attesa di ulteriori accertamenti tecnici.“ Per i lavoratori- ha chiosato Iallonardi- fortunatamente non si profila all’orizzonte alcun licenziamento. Non ci saranno infatti tagli al personale, perché i posti di lavoro verranno mantenuti in toto. Ci sarebbero infatti- ha concluso il rappresentante della Fim Cisl- in base a quanto ha dichiarato la stessa proprietà, nuove commesse in vista che, in un primo momento, garantiscono agli operai di godere della proroga della Cigs, date le ottime possibilità di rilancio dell’impresa, e, successivamente, di tornare al loro posto di lavoro orientativamente nel 2011”.

Allarme frana a Poggio Sannita Le copiose piogge degli ultimi giorni hanno provocato un preoccupante movimento franoso lungo la strada comunale di collegamento fra il centro urbano di Poggio Sannita e la Fondo Valle del Verrino, con gravi rischi per la pubblica incolumità e la possibile interruzione della percorribilità della strada. La stessa strada comunale di collegamento che porta verso il centro urbano era già stata chiusa al traffico per frana, un anno fa, nello stesso tratto che in questi giorni si è rimesso in movimento. In quell’occasione l’Amministrazione Comunale aveva provveduto, con fondi propri (12mila euro circa) alla riapertura parziale dell’arteria (una sola corsia a senso unico alternato); il Comune se-

Chirurgia della carotide, corso di formazione Si è svolto ieri presso l’aula Magna del Parco Tecnologico del Neuromed, l’Ecm dedicato al tema della “Chirurgia della carotide: tecniche anestesiologiche a confronto” organizzato dal Dott. Fulvio Aloj, Responsabile U.O. di Terapia Intensiva dell’I.R.C.C.S. Neuromed. L’importante corso di formazione è rivolto a medici ed infermieri.

gnalò alla Regione, alla Provincia, alla Comunità Montana la grave situazione venutasi a creare richiedendo la somma di 100 mila euro per un intervento risolutivo e non provvisorio. Ci furono dei sopralluoghi da parte della struttura tecnica regionale con relativo verbale che confermava in pieno le preoccupazioni e le richieste del Comune, ma la richiesta di contributo è tuttora inevasa. Pertanto, con questa nuova urgenza, è stato richiesto un secondo sopralluogo ribadendo la necessità del contributo per la messa in sicurezza della strada, fondamentale per il comune di Poggio Sannita ma di importanza strategica anche per i comuni limitrofi.

I programmi delle Acli in conferenza regionale Si svolgerà oggi presso l’hotel Europa di Isernia la conferenza regionale organizzativa e programmatica delle Acli molisane.Va ricordato, comunque, che l’incontro regionale è stato preceduto dai due provinciali, il 27 febbraio ad Isernia e il 28 a Campobasso, e che i delegati già eletti e quelli che si eleggeranno oggi parteciperanno a Milano, dall’otto al dieci aprile, alla Conferenza Organizzativa e Programmatica Nazionale.La Conferenza Regionale chiuderà un itinerario di approfondimento che scomporrà nei suoi elementi lo stesso tema della C.O.P. “Sentinelle sul territorio, costruttori di solidarietà” e concluderà un percorso che ha coinvolto e interpellato l’associazione e il suo sistema organizzativo provinciale. Gli aclisti rifletteranno su quell’ ”essere sentinelle” che appartiene alla vocazione che le Acli realizzano anzitutto nella loro azione sociale (servizi, imprese e associazioni specifiche) e possono realizzare nell’esercizio della democrazia associativa. “Sembra opportuno evocare - hanno sottolienato Dante Cicchini, presidente regionale, Lucia Faonte, presidente prov.le di Campobasso e Lucio Di Iorio, presidente prov.le di Isernia - il contesto attuale per ricordare, nell’ambito di una logica di verifica quale deve essere quella di una conferenza di metà mandato, che la complessità dei fenomeni sociali di oggi – con le nuove forme di marginalità e povertà- chiede all’agire di tutti un ripensamento degli strumenti di lettura e di intervento. I Dirigenti aclisti coglieranno l’occasione per mettersi in gioco e in discussione proprio sulle loro reali capacità di rappresentare il territorio. Le Acli dovranno continuare a privilegiare la centralità dei luoghi e degli incontri reali, insomma quel contatto con le persone in carne e ossa dal quale scaturisce la conoscenza dei loro problemi e delle loro risorse. In questo ambito si colloca molto bene l’esperienza e l’ attivazione dei punti Famiglia nei quali la soggettività sociale e il protagonismo politico delle famiglie da principio affermato diventano pratica associativa e di primaria importanza. La forza delle Acli, occorre ripeterlo, è nella coniugazione di pensiero ed azione, analisi e proposta, servizio e visione”.

Castelpetroso celebra l’Apparizione Domani a Castelpetroso convegno su: “Maria madre e maestra dell’educazione”. Aprirà l’incontro una solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Bregantini e aperta a tutti i sindaci della regione, ai presidenti delle due province e al governatore della regione Molise, per illustrare l’importanza dell’apparizione dell’Addolorata avvenuta il 22 marzo 1888.

15

ANNO III - N° 59

DOMENICA 14 MARZO 2010


TERMOLI Il vertice sul piano di rientro sanitario si è tenuto al Policlinico Tor Vergata a Roma

Vietri, il comitato incontra il sub commissario ROMA - Una delegazione del Comitato Pro Vietri composta dal coordinatore Michele Palmieri e dal consigliere comunale Pino Puchetti, è stata ricevuta presso il Policlinico Tor Vergata a Roma dalla dottoressa Isabella Mastrobuono. Motivo dell’incontro, acquisire informazioni sul nuovo piano di rientro che la Regione Molise dovrà presentare al Ministero entro il prossimo 15 aprile, e che riguarda il riassetto della sanità molisana. La dottoressa ha apprezzato l’interessamento mostrato dal Comitato e ha invitato lo stesso a collaborare per organizzare un piano, relativamente al Vietri, il più possibile condiviso dalla comunità. Nella riunione il sub commissario ha espresso la sua idea relativamente al riassetto, evidenziando, prima di tutto, la necessità di riorganizzare un sistema sanitario basato sull’efficienza e sulla qualità delle prestazioni in quanto solo in questo modo sarà possibile avere nel futuro una sanità nel Molise che si possa auto sostenere. Ha tenuto a precisare che finora non ha trovato modo di raccordarsi con la struttura del distretto sanitario di Larino a differenza di quanto avvenuto con altre strutture ospedaliere oggetto di una consistente riorganizzazione (Agnone e Venafro). Il Comitato Pro Vietri ribadisce con fermezza che la collettività di Larino e del Basso Molise non intende accettare provvedimenti riorganizzativi discriminanti che ignorino la pari dignità e la complementarietà contro i colpi di mano e la degenerazione po-

Uniti per Montenero distribuisce il programma elettorale

litica che violenta ogni forma di democrazia e instaura un clima di reazioni molto pericoloso per lo sviluppo armonico della regione Molise. Il Comitato non comprende l'atteggiamento di "dormiveglia" dell'Amministrazione Comunale di Larino (forse perché inibita), la quale ostenta una falsa sicurezza. Il territorio del Basso Molise, con due sole strutture sanitarie e con popolazione numerosa, deve essere tutelato alla stregua di tutto il resto della Regione. Il Presidente Iorio deve ricercare una collaborazione seria che porti ad una riorganizzazione tesa a valorizzare veramente le eccellenze, eliminando gli sprechi presenti in tutte le strutture pubbliche che operano nel Molise.

“La dottoressa ha apprezzato l’interessamento mostrato dall’associazione e ha invitato lo stesso a collaborare per organizzare un piano per l’ospedale larinese”

MONTENERO DI BISACCIA – La lista civica Uniti per Montenero ha iniziato la distribuzione del pieghevole che contengono “l’Impegno con la cittadinanza”, sottoscritto domenica scorsa dal candidato Sindaco Nicola Travaglini. Lo stesso Travaglini e i candidati della lista civica Uniti per Montenero saranno presenti questa mattina con un gazebo in Piazza della Libertà per distribuire lo stampato con il programma elettorale. “La positiva esperienza del contatto diretto con i nostri concittadini – ha dichiarato Nicola Travaglini – sta confermando giorno dopo giorno la bontà della nostra

Iman, presentato il programma stagione concertistica

Oggi a Larino e Termoli la sesta giornata nazionale Uildm LARINO – Proseguono le giornate della UILDM e soci e volontari dell’associazione saranno in oltre 500 piazze delle principali città italiane e distribuiranno, a fronte di un contributo minimo di 5 euro, le Farfalle della Solidarietà, farfalline di peluche ripiene di ovetti di cioccolato, oltre a vario materiale didattico. La sezione regionale Uildm, “Luigi Lecce” di Larino sarà presente con i suoi volontari, nelle giornate di Sabato e Domenica, in Piazza Monumento a Termoli e Piazza Vittorio Emanuele a Larino. Dunque in questo fine settimana nelle piazze italiane si troveranno le farfalle, allegre e colorate, e verrà chiesto di dare una mano, di spendere un pò di euro, almeno con un sms solidale. Quei soldi serviranno a migliorare i trasporti, a sviluppare buona comunicazione sui diritti, a favorire e consolidare l’attività di questa associazione che dimostra concretamente quanto sia importante che le persone con disabilità rappresentino se stesse e siano protagoniste del cambiamento sociale. Non è la “solita” raccolta fondi. È qualcosa di più, è una scommessa vinta con l’ottimismo del cuore e della ragione. Anche quest’anno la Giornata Nazionale Uildm è dedicata a Una città possibile, l’importante progetto che si lega allo storico impegno dell’Associazione contro tutte le barriere, architettoniche e culturali. Con esso la Uildm punta a garantire la mobilità delle persone con disabilità colpite da distrofie o altre malattie neuromuscolari e l’assistenza alle famiglie di queste ultime, in particolare nelle città che ospitano le sue 76 sezioni provinciali, innanzitutto con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita di tutte le persone coinvolte. Gli storici partner Fondazione Telethon e Avis (Associazione Volontari Italiani Sangue), i nuovi partner Famiglie Sma e Asamsi (Associazione per lo Studio delle Atrofie Muscolari Spinali Infantili) e gli amici dell’Associazione Reiki Rau sostengono attivamente l’iniziativa con il contributo dei loro Soci e Volontari.

iniziativa; questo è un segno evidente che la gente ha capito chi siamo e cosa vogliamo fare per Montenero. Siamo sempre più convinti di poter avviare una fase nuova in questo Comune, con il valido contributo di chi conosce già questa realtà amministrativa, ma anche e soprattutto di chi ha deciso di apportare oggi la propria esperienza umana e professionale all’interno di un gruppo coeso, avendo come unico fine il bene di questo paese”. Tutte le date e gli orari degli appuntamenti pubblici della lista civica Uniti per Montenero, sono consultabili sul sito www.unitipermontenero.com.

LARINO - E’stato presentato il nuovo programma della stagione concertistica dell’Istituto di musica e arte del Molise (Iman) di Larino. Nella sede dell’auditorium, il presidente ha illustrato i principali appuntamenti che inizieranno dal prossimo 21 marzo. Domeniche in musica, masterclas, festa della musica, concerti d’autunno, concerto di Natale sono solo alcuni dei principali eventi che verranno organizzati. Tutto sarà reso possibile grazie alla collaborazione di Nicola Masciantonio (addetto alla

Contributo della Provincia alla scuola di Casacalenda

Larino, oggi la messa in diretta su Rai Uno

La Giunta provinciale ha deliberato di erogare contributi finanziari destinati all’acquisto di arredi per le aule e dotazioni tecnologiche per quattro laboratori degli Istituti scolastici superiori della provincia. Tra questi anche l'Istituto omnicomprensivo statale di Casacalenda che riceverà 25.000,00 euro.

LARINO – Questa mattina alle 11, in occasione della presenza delle spoglie del Papa Celestino V nella cattedrale, la Santa messa sarà trasmessa su Rai Uno. Sarà il Vescovo della diocesi Termoli – Larino, monsignor Gianfranco De Luca, a presiedere il rito religioso. Quest'anno ricorrono gli ottocento anni dalla nascita di San Pietro Celestino, l'unico papa di origini molisane.

sezione eventi), di Francesco Cipullo (responsabile della progettazione dell’Iman) e di Roberto Di Carlo (direttore artistico). Oltre alle manifestazioni distribuite nel corso dei prossimi mesi sono attese anche le esibizioni di artisti e gruppi di fama nazionale e internazionale. Tra queste, il 21 marzo sarà la volta di Antonello Carozza, noto al pubblico per aver partecipato ad Amici e al Festival di San Remo, accompagnato dal chitarrista Fabrizio Celentano; Il 10 aprile, in occasione della settimana nazionale della cultura a villa Zappone si esibirà il trio de "La voce della tradizione"; L’11 aprile sarà la volta del sassofonista newyorkese Matt Renzi, mentre il 24 aprile si esibirà nella Cattedrale frentana la corale giovanile Maitrise - de Seine Maritime, coro francese in tour diretto da Jean Joel Chasende. Sempre nella medesima occasione si esibirà il coro di voci bianche di Campobasso Coeli Lilia, diretto da Giovanna Consigli, e il coro della cattedrale diretto da Giovanni Petrone. E’ stato inoltre deciso di assegnare, dietro un regolare bando di concorso, 6 borse di studio annuali ai comuni con il maggior numero di iscritti all’Iman: tre a Larino, una a Casacalenda, una Montecilfone e una a Rotello.

17 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010


TERMOLI Il segretario regionale del Pd punge Monaco: rappresenta la continuità dell’amministrazione Greco

Leva: i partiti del centrosinistra ci hanno preso in giro TERMOLI - E' una campagna elettorale all'ultimo colpo quella in atto a Termoli in vista delle elezioni amministrative di fine marzo. A tuonare é Danilo Leva, segretario regionale del Pd che spara a zero su Filippo Monaco, rispondendo ad alcune domande in una video intervista su “Telodoioil sindaco”. “Nel centrosinistra esistono lobby di potere con interessi nei settori dell’energia e dell’urbanistica. Erminia Gatti non garantisce da questo punto di vista un equilibrio: Filippo Monaco forse sì”. E proprio in riferimento a Monaco Leva ha continuato affermando che rappresenta la continuità con la fallimentare esperienza dell’amministrazione Greco visto anche che “se non altro perchè i candidati delle sue liste sono tutti ex amministratori”. Il segretario ha sostenuto che c'é la possibilità di costruire una nuova dirigenza politica grazie al candidato a sindaco, Erminia Gatti, che ha il sostegno del Pd. Leva é un fiume in piena e, nel ricostruire la caduta dell'amministrazione Greco, ha negato qualsiasi responsabilità del suo partito e ha chiarito, una volta per tutte, il perché nel centrosinistra non si é trovato un accordo per candidare un unico sindaco della coalizione.

Carabinieri in azione: un arresto, sei denunce e un foglio di via obbligatorio

“Se la Gatti andasse al ballottaggio mi auguro che Filippo ci appoggi. Lo stesso faremo noi se vi arrivasse lui” “Abbiamo cercato dall’inizio una candidatura nuova – ha detto fuori dagli shermi, per tornare a essere forza di governo. La base del mio partito in un’assemblea ha indicato Antonio D’Ambrosio, il problema era che Monaco si era già candidato. I partiti del centrosinistra ci hanno presi in giro, avevano deciso da molte settimane e la candidatura di Monaco in opposizione al Pd ne è la dimostra-

zione”. Poi é stata la volta del candidato del centrodestra, Antonio Basso Di Brino: “È stato scelto da Iorio per restare nella mediocrità della calsse dirigente, è uno dei tanti candidati signorsì”. Infine, certo che la Gatti possa andare al ballottaggio, apre le porte a Monaco: “In quel caso mi auguro che Filippo ci appoggi. Lo stesso faremo noi se al ballottaggio andrà lui”.

Servizio a largo raggio da parte dei carabinieri della Compagnia di Larino che hanno portato ad un arresto, sei denunce a piede libero e la richiesta dell'emissione di un foglio di via obbligatorio. L'arresto é avvenuto a Larino dove in manette é terminato G.S.P. , 35enne di nazionalità romena e residente a Torremaggiore (FG). L'uomo che era stato già arrestato in precedenza con l'accusa di tentato furto aggravato, é stato riconosciuto mentre circolava con fare sospetto nel centro abitato frentano. Dopo le formalità di rito é stato associato nella locale Casa circondariale. A Casacalenda i militari dell'Arma hanno denunciato cinque persone pèerché, dai riscontri, nell'abitazione di C.P di 68 anni con fondi pubblici per la ricostruzione post sisma avrebbero ristrutturato il sottotetto in difformità con il permesso a costruire. Le denunce interessano il committente dei lavori, il progettista, i titolari della ditta esecutrice dei lavori, e il responsabile del procedimento amministrativo: l'immobile interessato é stato posto sotto sequestro. Infine a San Martino in Pensilis, durante un controllo notturno alla circolazione stradale, i carabinieri hanno fermato una Fiat Panda con a bordo due pugliesi con precedenti penali. S.T. 38 anni di San Severo era già stato raggiunto dal foglio di via obbligatorio che gli vieta di far ritorno nel centro bassomolisano emesso dalla Questura di Campobasso nel giugno dello scorso anno: per lui é scattata la denuncia a piede libero per inosservanza del provvedimento. Il 40enne M.S. anche lui del centro pugliese che viaggiava con lui è stato segnalato alla Questura di Campobasso per l’emissione del foglio di via obbligatorio.

La lettera letta da Isabella De Michele al presidente della Repubblica TERMOLI - “Voglio veramente ringraziare Isabella per quello che ha detto: l’esperienza molto particolare, delicatissima del rapporto con il malato, ci ha fatto capire cos’è il Servizio Civile, scelta cosciente e appassionata”. Con queste parole il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha accolto la testimonianza, selezionata tra migliaia di progetti nazionali, della dottoressa termolese Isabella de Michele, la quale, venerdì 5 marzo, a Palazzo del Quirinale, ha avuto l’onore di raccontare, attraverso una lettera scritta ad un ipotetico volontario che verrà dopo di lei, letta al cospetto del Capo dello Stato, l’esperienza del

18 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010

Replica dello spettacolo “La casa di Bernarda Alba” TERMOLI – Ha ottenuto tanto successo la rappresentazione teatrale "La casa di Bernarda Alba" di Garsia Lorca, messa in scena la scorsa settimana dagli attori dell'Altro Teatro diretti dal regista Ugo Ciarfeo. Questo pomeriggio alle 18 nella Galleria Civica di Piazza Sant'Antonio lo spettacolo spettacolo sarà nuovamente messo in scena.

Servizio Civile, svolto per l’ASReM, presso l’Ospedale San Timoteo di Termoli, nell’ambito del progetto ”Umanizzazione dell’accoglienza e assistenza”, conclusosi nel febbraio 2009. E’ stato un anno davvero speciale, quello trascorso affiancando il Servizio sociale del presidio, in particolare nel reparto di oncoematologia: sentimenti di sconforto e di impotenza di fronte al dolore del paziente, ma anche un incredibile desiderio di alleviare la sofferenza del malato, anche solo con un sorriso, sono stati gli indiscussi protagonisti di questa grande opportunità di crescita e riflessione, che cambia la vita. “E’ un’esperienza

unica che consiglierei a tutti, soprattutto a chi ha perso di vista il valore delle piccole cose – afferma la dottoressa de Michele - ma nel bagaglio che ti accompagnerà nel tuo “viaggio” non dimenticare impegno, serietà e professionalità e vedrai con il cuore alla mano andrai lontano “. E proprio la semplicità di grandi emozioni l’ha portata “lontano”, fino a toccare il cuore di Papa Benedetto XVI, incontrato a Roma lo scorso anno, e del presidente Napolitano, i quali, fortunatamente, in un mondo di apparenze, continuano a credere ai grandi valori della vita e danno ancora ascolto al cuore sincero dei giovani.

Chiappini presenta la lista “Progresso e Libertà” MONTENERO DI BISACCIA – Questo pomeriggio alle 18,30 presso la sala consiliare del Municipio in Piazza della Libertà, la lista “Progresso e Libertà” presenterà il programma elettorale alla cittadinanza. Il candidato sindaco Pino Chiappini capeggia una lista che comprende elementi del Pd, del Prc e di Sinistra e Libertà oltre che da esponenti del comitato civico "Piazza Pulita".


Eccellenza, successi per Capriatese e Campobasso 1919

Volley, gara proibitiva per la Katay a Castellana

Nei due anticipi i biancorossi casertani hanno superato per 3-1 il Guglionesi, fanalino di coda. I rossoblu di Lozzi hanno battuto in casa la Virtus Matesina Santangiolese per 3-0. A PAG. 21

Gli strascichi della partita di mercoledì sono ormai alle spalle, la truppa in questi giorni ha lavorato intensamente ed è pronta a salpare alla volta di Castellana, la capolista indiscussa di questo campionato. A PAG. 22

ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010 DISTRIBUZIONE GRATUITA

SPORT

Trivento, avanti tutta

www.lagazzettadelmolise.it CAMPOBASSO, ARRIVA LA SANT SERVE UNA PROVA D’ORGOGLIO Impegno difficile per il Campobasso che questo pomeriggio riceve al Selva Piana la Santegidiese. I rossoblù stanno attraversando l’ennesimo momento no della stagione, caratterizzato da numerosi elementi negativi. Innanzitutto la squadra del capoluogo è reduce da due pareggi consecutivi che hanno lasciato l’amaro in bocca, soprattutto per le prestazioni dei molisani. Questo ha determinato lunghi strascichi polemici che ancora non si dissipano. Il gruppo sta cercando di reagire, ma è palese l’albergare di nervosismo e sconforto. In più c’è da considerare che in settimana la squadra di La Cava si è allenata poco e male per via della neve caduta in città. A PAG. 20

AGNONE, TRASFERTA ALLA PORTATA I GRANATA SI RECANO A CENTOBUCHI Trasferta alla portata per l’Olympia Agnonese. Il calendario, per la 26^ giornata del girone F, propone la sfida con il Centobuchi. I granata cercheranno punti utili per chiudere definitivamente, e con largo anticipo, il discorso salvezza. Dopo il rinvio della gara di sette giorni fa con la Civitanovese, il cui recupero è stato fissato per il 7 aprile, gli alto molisani tornano in campo con l’obiettivo di fare bottino pieno. Come al solito non mancheranno i problemi di formazione per mister Agovino, che, quasi sicuramente, sarà costretto a rinunciare a Pietro Pifano. Il giocatore campobassano in settimana ha risentito di un problema all’adduttore e, salvo miracoli dell’ultima ora, non sarà della partita questo pomeriggio. A PAG. 20

redazione@lagazzettadelmolise.it 30.000 copie in omaggio


S P O RT CALCIO SERIE D

Al Selva Piana arriva la Santegidiese. Si giocherà su un campo ai limiti della praticabilità

Campobasso, fuori l’orgoglio I rossoblù sono chiamati al riscatto e ad una prova dignitosa dopo le ultime prestazioni negative Impegno difficile per il Campobasso che questo pomeriggio riceve al Selva Piana la Santegidiese. I rossoblù stanno attraversando l’ennesimo momento no della stagione, caratterizzato da numerosi elementi negativi. Innanzitutto la squadra del capoluogo è reduce da due pareggi consecutivi che hanno lasciato l’amaro in bocca, soprattutto per le prestazioni dei molisani. Questo ha determinato lunghi strascichi polemici che ancora non si dissipano. Il gruppo sta cercando di reagire, ma è palese l’albergare di nervosismo e sconforto. In più c’è da considerare che in settimana la squadra di La Cava si è allenata poco e male per via della neve caduta in città. Infine si affronterà il match odierno su un campo ai limiti della praticabilità, un ostacolo in più, come visto in passato, per i rossoblù. In queste condizioni si va ad affrontare una delle migliori compagini del raggruppamento F, che punta alla vittoria del campionato. La Santegidiese ha un ritardo di una sola lunghezza dalla capolista L’Aquila e con 52 gol all’attivo detiene il miglior attacco del girone. Da queste premesse la missione

CLASSIFICA

26^ GIORNATA

L’Aquila Santegidiese Atessa VdS Chieti Civitanovese * Trivento O.Agnonese * Campobasso Recanatese Bojano Casoli L.Canistro Centobuchi Miglianico Morro d’Oro RC Angolana Elpidiense R.Montecchio

Trivento - Atessa VdS Casoli - L’Aquila Centobuchi - O. Agnonese Chieti - Elpidiense Civitanovese - Morro d’Oro Luco Canistro - Recanatese Miglianico - Bojano Campobasso - Santegidiese R. Montecchio - R.C. Angolana

De Santis potrebbe tornare titolare appare impossibile per il Campobasso che tuttavia proverà l’impresa, non avendo, ormai, più nulla da perdere. La società ha annunciato tagli qualora non ci fosse il

giusto impegno e la necessaria determinazione in campo. E ciò non fa altro che acuire la tensione. Mister La Cava dovrà fare i conti anche con alcuni problemi di for-

mazione. Oltre ai lungodegenti Gallicchio e Cordua, mancheranno nel pomeriggio gli acciaccati Murano e Iannitti. Il tecnico campano sta pensando ad una difesa esperta per cercare di arginare la potenza del reparto offensivo abruzzese. In porta ci sarà Ascani. La difesa dovrebbe essere composta da Minadeo e Follera al centro con Maglione e De Feo a presidiare le corsie laterali. A centrocampo dovrebbero operare Cordua e Fazio in mediana con De Santis a destra e Ricci a sinistra. In attacco a supportare Covelli ci sarà questa volta Coquin. Sarà dunque una forma-

49 48 45 45 44 41 38 37 35 34 34 30 28 27 27 24 12 10

* una gara in meno zione inedita e ciò anche per cercare di dare una scossa ad un gruppo diventato ormai apatico. Al Selva Piana il match andrà in scena davanti a pochi intimi, con una rappresentanza di tifosi abruzzesi. In.Ro.

OLYMPIA AGNONESE

Trasferta alla portata per i granata A Centobuchi mancherà Pifano Trasferta alla portata per l’Olympia Agnonese. Il calendario, per la 26^ giornata del girone F, propone la sfida con il Centobuchi. I granata cercheranno punti utili per chiudere definitivamente, e con largo anticipo, il discorso salvezza. Dopo il rinvio della gara di sette giorni fa con la Civitanovese, il cui recupero è stato fissato per il 7 aprile, gli alto molisani tornano in campo con l’obiettivo di fare bottino pieno. Come al solito non mancheranno i problemi di formazione per mister Agovino, che, quasi sicuramente, sarà costretto

20 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010

a rinunciare a Pietro Pifano. Il giocatore campobassano in settimana ha risentito di un problema all’adduttore e, salvo miracoli dell’ultima ora, non sarà della partita questo pomeriggio. Mancherà anche lo squalificato Allerruzzo e così l’undici titolare appare quasi obbligato per mister Agovino. In porta andrà D’Ippolito. La difesa sarà composta da Vitale a destra e Litterio a sinistra, con Pesce Rojas e Scampamorte al centro. In mediana dovrebbero operare Siciliano, Orlando e Di Lullo, mentre il tridente sarà composto da Di

Ranieri:“Se l’Inter molla noi siamo lì” 'Continuo a pensare che solo l’Inter possa perdere il campionato. Però se lo perde noi lì dietro ci vogliamo stare'. Così Claudio Ranieri. Alla vigilia della trasferta di Livorno, per la prima volta da quando è sulla panchina della Roma apre uno spiraglio alla possibilità di puntare al primo posto.'Oggi potrebbe essere un nuovo inizio di campionato, rispettiamo l’Inter ma siamo consapevoli che abbiamo il dovere di provare a vincere oggi e vedere e andare avanti giorno dopo giorno'.

Vito, Baratto e Aquaro. Un undici a trazione anteriore, così com’è nel credo del tecnico campano. L’Agnone vuol tornare a vincere per continuare a veleggiare nelle zone alte della classifica e proseguire nel sogno rappresentato dai play off. Ma prima bisogna badare al sodo e conquistare punti utili per la definitiva salvezza. Nella trasferta marchigiana gli alto molisani saranno seguiti da un cospicui numero di sostenitori, circa 100 le unità che si metteranno in viaggio per Centobuchi, che non faranno mancare il proprio fondamentale apporto alla

In primo piano Di Vito; alle spalle Litterio squadra. Alle 14.30 il fischio d’inizio della gara tra Centobuchi e Olym-

pia Agnonese sarà dato dal Sig. Lazzari di Arezzo. GB

Mihajlovic:“Grazie Mou dei complimenti” Dopo la vittoria del suo Catania sull’Inter Sinisa Mihajlovic ha ricevuto i complimenti di Josè Mourinho e ricevuto un sms di Roberto Mancini. 'I bei voti sui giornali fanno piacere -dice l’allenatore etneo- ma restiamo coi piedi per terra'. Mihajlovic ringrazia Mourinho dei complimenti.'E' una bella soddisfazione. Non capita spesso di vincere partite così''. Il rigore di Mascara:'Non sapevo avrebbe fatto il cucchiaio altrimenti non glielo avrei fatto tirare.Se lo sbagliava lo attaccavo al muro'.


S P O RT CALCIO SERIE D

Trivento, tanta voglia di riscatto I gialloblù, dopo due sconfitte consecutive, devono ritrovare il successo nella gara interna contro l’Atessa Il Trivento ha bisogno di tornare a sorridere. L’occasione odierna è di quelle che possono riaprire il campionato del team gialloblù che all’Acquasantianni riceve l’Atessa Val di Sangro, terza della classe. La squadra di Roberto Carannante nelle ultime tre gare ha raccolto un solo punto, uno score che ha compromesso, seppure non irrimediabilmente, la corsa al primo posto in classifica distante ora otto punti; un divario facile o difficile da colmare, questo dipenderà non solo dalla caparbietà della squadra di patron Falcione ma anche dagli scontri diretti che il calendario propone di qui sino al termine della stagione come quello odierno tra Campobasso e Santegidiese. Dopo le due sconfitte consecutive, patite per mano della Renato Curi Angolana e della Recanatese, l’Atletico Trivento è chiamato a rialzare la testa in una partita difficile contro una avversaria che è reduce da due scontri diretti, contro Civitanovese e Chieti nei quali ha raccolto un solo punto. Per la gara di oggi il tecnico Carannante ha qualche problema di formazione, legato alla squalifica in difesa del terzino juniores Ferrara e dalle assenze (causa esclusione dalla rosa per motivi disciplinari) dei due compagni di reparto Ciafardini e Viglione. A questi si va ad aggiungere l’infortunio occorso all’attaccante Borrelli che nell’amichevole del giovedì a Guglionesi ha rimediato una botta all’anca, oltre che l’assenza, sempre nel reparto avan-

Il Bojano a Miglianico a caccia della vittoria esterna

Nicola Chicco zato, di Monaco di Monaco che dovrà scontare la sesta giornata di squalifica. L’allenatore gialloblù quindi apporterà qualche modifica all’undici titolare visto all’opera domenica scorsa dove potrebbe ritrovare un posto in difesa Colella nel ruolo di terzino al fianco di Scudieri, mentre Voria e Varchetta dovrebbero essere riconfermati al centro della difesa con Quintigliano chiamato a difendere la

porta trignina. A centrocampo, al fianco di capitan Corradino e di Gallo potrebbe essere riproposto Guglielmi, con Ferreyra che scalpita per un posto da titolare, mentre in avanti con Chicco e Bernardi, potrebbe essere impiegato il giovane Lombardi. Atletico Trivento- Atessa Val di Sangro sarà diretta dal fischietto pugliese Stefano Casalucci della sezione di Lecce. JSV

Scontro salvezza di fondamentale importanza quello che si giocherà questo pomeriggio tra Miglianico e Bojano. I matesini, reduci dalla brillante vittoria casalinga contro l’Elpidiense Cascinare, sono intenzionati ad allungare la striscia positiva, magari mettendo in cassaforte una vittoria( che in trasferta manca dal lontano 20 dicembre, in quella occasione i biancorossi espugnarono il difficile campo dell’Aquila). Tre punti rappresenterebbero tanto in termini di classifica per il team di Francesco Farina che vuole raggiungere al più presto la quota salvezza anche in previsione di una serie di partite proibitive che attendono nelle prossime settimane la squadra bifernina come quelle contro Civitanovese, Trivento, Chieti, L’Aquila e Santegidiese. Dunque la partita di oggi rappresenta una di quelle occasioni da non lasciarsi sfuggire, seppure il Bojano sia consapevole che di fronte ci sarà una avversaria in serie positiva da due giornate dove ha raccolto tre punti contro l’Agnonese ed uno domenica con l’Angolana. In settimana la squadra, nonostante le avverse condizioni climatiche, ha cercato di preparasi al meglio in vista di questo importante appuntamento. A tal proposito la seduta di rifinitura di ieri mattina si è svolta allo stadio Meomartini di Benevento, impianto gentilmente messo a disposizione dalla As Giorgio Ferrini e di recente rimodernato con la dotazione, peraltro, di un modernissimo manto in erba sintetico. Nello stadio Meomartini, che nella mente degli sportivi meno giovani ha rievocato vecchie battaglie sportive. Con l’occasione l’Unione Sportiva Bojano intende ringraziare pubblicamente l’As Giorgio Ferrini per l’ospitalità ricevuta e formulare un caloroso in bocca al lupo a tutta la squadra, e in particolare agli amici Carmine Palumbo (direttore sportivo) e Luciano D’Agostino (allenatore), oltre che ai nostri ex calciatori Luigi De Rosa, Giuseppe Guerra, Mario Grasso, Michele Iarusso, Claudio Sorda e Roberto D’Abbiero, affinché possano conquistare quanto prima la salvezza nel torneo di Eccellenza campana. Tornando all’impegno odierno, Farina recupera Gioffrè e Rendente ma dovrà rinunciare a Desiderio, ancora infortunato. Il trainer casertano dovrebbe quindi affidarsi a Polise tra i pali, in difesa spazio a Panico, Gioffrè(con il ballottaggio di Ruggieri), Bearzotti e Carrino. A centrocampo la coppia formata da Iaboni ed Altieri con il supporto di Parentato, Raucci e Grillo che agiranno alle spalle della punta Fusco. Carmine Pierro di Nola dirigerà la gara tra Miglianico e Bojano. JM

ECCELLENZA

Vincono Capriatese e Campobasso 1919

25^ GIORNATA

Venafro Turris S. Croce

63 53

Capriatese

53

Petacciato Real Isernia Sesto Campano Vastogirardi Frentana Larino Aurora Ururi

47 46 30 29 29 28

Turris S. Croce-Real Liscione

Virtus M. Santangiolese Campobasso 1919

28 26

Aurora Ururi-Termoli

Miletto Real Liscione Termoli Calcio Montenero

24 23 18 17

Guglionesi

16

Miletto-Frentana Larino Capriatese-Guglionesi

3-1

Sesto Campano-Petacciato Dopo l’ottimo pareggio di Lanciano, in occasione della gara di esordio della Coppa Italia nazionale, la Capriatese ieri pomeriggio ha ospitato il Guglionesi in uno dei due anticipi della 25^giornata. La squadra di Perilli si è imposta con un netto tre a uno con le reti di Borrino, Riccitiello e Il-

liano. Il gol della bandiera per gli ospiti è stato realizzato da Cercone. La Capriatese guarda fiduciosa alla gara di ritorno della competizione tricolore, mentre per gli uomini di Cardamone è notte fonda, sempre più soli in fondo alla classifica. L’altro anticipo invece è andato in scena all’antistadio di

contrada Selva Piana dove il Campobasso 1919 ha ospitato la Virtus Matesina Santangiolese, in una gara importantissima in chiave salvezza. La squadra di Lozzi si è imposta con un netto tre a zero grazie alle reti realizzate da Vinciguerra, Tedeschi e Vignone. JM

Calcio Montenero-Real Isernia

Vastogirardi-Venafro Campobasso 1919-V.M. Santangiolese 3-0

Botte all’ arbitro, il capitano paga per tutti

Russia: esordio vincente per Spalletti

Se non si trova il colpevole dell'aggressione all'arbitro, il capitano paga per tutti. E' accaduto a una squadra di 2/a categoria piemontese.Giuseppe Zoccavi, di 23 anni, giocatore dell'Ozegna, e' stato sospeso fino al 2015 dopo l'aggressione all'arbitro avvenuta domenica scorsa durante Saint Pierre-Ozegna. Dal referto arbitrale e dalle testimonianze raccolte dai CC non e' stato possibile individuare il colpevole, pertanto il giudice sportivo di Aosta ha inflitto la maxisqualifica al capitano.

Esordio con vittoria per Spalletti nel campionato russo: il suo Zenit San Pietroburgo si e' imposto 1-0 sul campo del Krylya Sovietov Samara. Di Alves al 66' la rete decisiva. Ieri, nell'anticipo della 1/a giornata ieri il Cska Mosca ha battuto l'Amkar Perm 1-0. Tra oggi e domani il resto delle partite.

C L A S S I F I C A

21 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010


S P O RT VOLLEY - SERIE A2

Katay Isernia, mission impossible

La squadra di coach Lorizio affronterà questa sera il Castellana, capolista del girone Gli strascichi della partita di mercoledì sono ormai alle spalle, la truppa in questi giorni ha lavorato intensamente ed è pronta a salpare alla volta di Castellana, la capolista indiscussa di questo campionato. Non sarà un match semplice quello odierno, i pugliesi, forti della loro posizione, sono in attesa dei play off, mentre i biancoazzurri vogliono guadagnare punti e faranno di tutto per portare a casa un risultato utile. E' un incontro carico di significati soprattutto per coach Lorizio,

che da castellanese doc si ritroverà ad affrontare la squadra della sua città. La corazzata allenata dal brasiliano Radames Lattari vanta un roster di primissima qualità. Giordano Mattera in regia, opposto il carioca Evandro Guerra, centrali Giosa (a sostituire l'infortunato Jardel) e Insalata, e le bande Gallotta e Castellano. In panchina, Popelka e il venezuelano Matheus. Dal canto suo coach Lorizio ha chiesto ai suoi, panchina compresa, il massimo impegno, il tec-

nico, infatti, può contare su un ampio ventaglio di opportunità, che gli permettono di variare il gioco e rispondere di volta in volta alle esigenze del momento, tutti abili e arruolati (a parte Di Fino che ha problemi muscolari e forse non sarà della partita) e desiderosi di riscattarsi contro la capolista che dal canto suo si presenta a questa gara con la sconfitta al tie-break rimediata a Reggio Emilia contro Cavriago. L'appuntamento è per questa sera alle ore 18.00 in diretta live su www.fenicevolleyisernia.it.

FIDAL MOLISE

BASKET - SERIE C DILETTANTI

La Mens Sana riceve l’Ascoli Benassi: “Serve tanta energia” La Mens Sana riceve questa sera al Palavazzieri l’Ascoli. Una gara importante per i campobassani, così come afferma anche Andrea Benassi. La tripla realizzata in apertura del match di Giulianova è suonata come l'imprimatur ad una brillante prestazione tua e di una Italcom che ha dimostrato di sapere superare le difficoltà con forza e determinazione. “E' stata una grande prova di squadra, siamo riusciti a vincere una partita che si presentava per nulla facile. Abbiamo reagito alla grande dopo un periodo non brillante che ci è costato 2 sconfitte. La nostra forza è anche questa: nei momenti più difficili ci uniamo e lavoriamo ancora più forte. Per quanto riguarda me sto tornando alla forma che avevo prima dell infortunio. Non è stato affatto semplice, ma devo ringraziare tutti i miei compagni, lo staff e tutti quelli che mi sono stati vicini in quel momento di difficoltà, compresa la società che mi ha sostenuto, senza dimenticare l'affetto dei tifosi. “ Questa sera arriva l'Ascoli. All'andata, in terra picena, avete avuto qualche pro-

22 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010

blema nel finale. Poi prevalse la maggiore esperienza. Adesso loro sono più forti sotto le plance, essendosi aggregato Tortolini, pivot di navigata esperienza. Che partita vedremo.“Ora ci aspettano 6 finali. La prima è, appunto, contro Ascoli, una squadra che nelle ultime partite sta giocando bene e che ha un roster di giocatori di

F1, Alonso:“La pista non ammette errori” 'Su una pista come questa, il tempo lo fai solo se non commetti errori': Alonso, 3/o tempo al Gp del Bahrain, cerca il pelo nell'uovo. L'esordio è stato comunque positivo. 'Sono felicissimo - conferma il ferrarista - ma non dimentichiamoci che la gara è oggi'. Alonso sottolinea poi di avere 'una macchina forte'. ''Il risultato ottenuto ieri- aggiunge dimostra che durante l'inverno è stato fatto un ottimo lavoro. E' una spinta importante per tutto il team''.

grande esperienza e con punti nelle mani. Sarà una partita che dovremo affrontare con grande energia, come le ultime 2, sapendo che non possiamo fare passi falsi e, con grande entusiasmo, consapevoli della nostra forza e soprattutto con la voglia di divertirci e far divertire i nostri tifosi.” Siete tornati in vetta alla classifica. Il turno successivo osserve-

rete una giornata di riposo per poi affrontare due partite decisive: Soavegel Francavilla, nella nostra Arena, e, subito dopo Pasqua, Ceglie, in trasferta. Ritieni che da questi scontri diretti, mancando poi solo tre partite (Lucera, Sulmona e Mola) al termine della regular season, si possa delineare il definitivo assetto di classifica? “Il prossimo mese sarà sicuramente decisivo per noi. Sarà un pò "particolare", viste le 2 pause che ci dividono dalle partite più importanti. Dovremo essere bravi a rimanere concentrati per tutto questo tempo con un unico grande obiettivo comune. Sicuramente dopo la gara con Ceglie gran parte dei giochi saranno fatti e lì vedremo a che punto saremo.” Per concludere, un messaggio al pubblico di questa città che, grazie a quanto state facendo è ritornata sotto i riflettori del basket che conta. “Ringrazio fin da ora tutti i nostri tifosi che ci seguono ad ogni partita e ci sostengono anche in trasferta come hanno fatto a Giulianova, risultando importanti al fine della vittoria conseguita.”

Rapporto tra attività sportiva ed educazione Il rapporto tra attività sportiva ed educazione al centro di un convegno che si svolgerà a Campobasso il prossimo 17 marzo. La Pastorale dello sport dell’Arcidiocesi di Campobasso e Bojano, il Comitato regionale Fidal per il Molise ed il Comitato regionale Molise del CSI, con il patrocinio del CONI regionale del Molise, hanno organizzato un incontro di riflessione e studio sull’interessantissimo tema ‘Allenare=Educare’, dove il segno di uguaglianza mira a sottolineare il profondo legame che unisce l’aspetto tecnico e quello educativo dell’attività sportiva, soprattutto nei confronti delle giovanissime generazioni. Presenti all’incontro, moderato dal prof. Leo Leone, portavoce regionale del 3° settore, saranno Guido Cavaliere, presidente regionale del CONI, Mario Ialenti, presidente regionale Fidalmolise, Luigi Palumbo, presidente regionale CSI e don Mario Lusek, responsabile nazionale pastorale dello sport e del tempo libero, Dopo il dibattito, le conclusioni saranno tratte da S.E. Padre Giancarlo Brigantini, Arcivescovo di Campobasso. L’incontro si terrà nella Sala Celestino V della Curia Arcivescovile a Campobasso, alle ore 16 del 17 marzo.

F1, Massa:“Bello tornare competitivi” 'E' bellissimo tornare a correre ed è bellissimo tornare competitivi': sprizza di gioia Felipe Massa, dopo la 1/a fila al Gp del Bahrain. Cancellati 8 mesi di calvario dall'incidente in Ungheria. ''Fino a poco tempo fa guardavo le corse in tv - aggiunge - ma è meglio stare in auto e guidare''. Il brasiliano sottolinea di essersi preparato per partire bene: ''E' un’ottima partenza non solo per me, ma per l’intera squadra, dimentichiamoci quello che è accaduto nel 2009'.


Meteo Campobasso Mattino Pomeriggio Sera Notte Isernia

Termoli Mattino

Mattino

Pomeriggio

Pomeriggio

Sera

Sera

Notte

Notte

La Ricetta

“Sagna ‘mbuttita”

400 g di semola di grano duro 4 uova polpettine preparate come indicato nella ricetta “Zite ‘nfurnate” 4 uova sode 2 scamorze passite

salsiccia stagionata a piacere abbondante formaggio pecorino e parmigiano grattugiati un litro e mezzo di ragù preparato secondo la ricetta “Braciola molisana al ragù”

Per la sfoglia, versate la farina sulla spianatoia, fate la fontana e nell’incavo battete le uova con un pizzico di sale, incorporandole alla farina. Lavorate il composto a lungo e con tanto olio di gomito: appena diventerà liscio ed omogeneo, con il matterello, stendete la “panetta” ottenuta in una sfoglia sottile, tagliatela a strisce della larghezza desiderata e fatele asciugare. Intanto, disponete quanto vi occorre per farcire la “Sagna”: preparate le polpettine, che devono essere piccole come un cece; le uova sode, tagliate a spicchi; le scamorze e la salsiccia, sminuzzate a dadini. In una pentola con abbondante acqua salata in ebollizione, lessate le sfoglie di pasta, poche per volta, estraetele delicatamente, tuffatele per un attimo in acqua fredda, quindi lasciatele asciugare su un telo pulito. Aggiustate, a questo punto, la “Sagna ‘mbuttita”: coprite il fondo di una teglia con qualche mestolo di ragù, adagiatevi uno stato di lasagne, e cospargetele con scamorza e salsiccia, polpettine e uova sode. Spolverizzate di formaggio, condite con abbondante ragù e continuate così terminan-do con uno strato di pasta ragù e formaggio. Infornate la “Sagna ‘mbuttita” a calore sostenuto per una ventina di minuti, quindi toglietela dal forno, fatela riposare per 10 minuti e portate in tavola. tratta da Molisenda 2009 a cura di Enzo Nocera e Rita Nocera Mastropaolo

Numeri utili CAMPOBASSO Farmacie di turno NERILLI Via Monforte, 2 Tel. 0874.311373

ISERNIA Farmacia di turno SAN LAZZARO Via Tedeschi G., 39 Tel. 0865.299310

MANZONI Via Manzoni Alessandro, 89 Tel. 0874.97070 Ospedale Cardarelli centralino 0874.4091

Ospedale Veneziale centralino 0865.4421

Municipio 0874.4051

Municipio Tel. 0865.50601 Stazione Ferroviaria Tel. 0865.50921

Stazione Ferroviaria Tel. 892021 Taxi 0874.311587-92792 Soccorso Aci 803116 TERMOLI Farmacia di turno CAPPELLA - Via Maratona, 1 - Tel. 0875.703233 Ospedale San Timoteo - centralino 0875.71591 Municipio - Tel. 0875.7121 Stazione Ferroviaria - Tel. 0875.706432 Capitaneria di porto - Tel. 0875.746484

A D N E AG

ORARI

Oroscopo

TRENI

CAMPOBASSO-TERMOLI (DIRETTI)

Partenza Arrivo 06:02 07:40 06:49 08:35 09:30 11:07 12:20 14:11 14:12 15:56 17:13 19:02 17:40 19:30 20:55 22:45 TERMOLI-CAMPOBASSO

Ariete 21 mar - 20 apr

(DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:46 07:39 06:44 08:23 12:13 13:56 13:22 15:00 14:40 16:25 16:13 17:59 17:14 18:55 18:40 20:30 20:48 22:38 CAMPOBASSO-ROMA TERMINI (NON DIRETTI)

Partenza Arrivo 05:50 08:53 08:28 11:40 12:19 16:25 14:15 17:16 16:30 19:25 19:43 22:50 ROMA TERMINI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 06:15 09:15 11:15 14:15 14:47 16:45 17:15 19:40

Arrivo 09:18 12:15 15:22 17:30 19:25 20:15 20:46 22:40

Toro 21 apr - 20 mag

CAMPOBASSO-NAPOLI (NON DIRETTI)

Partenza 05:18 06:24 06:54 13:11 14:15 16:30 18:03

Arrivo 07:48 09:18 10:47 16:03 17:39 20:02 21:00

Gemelli 21 mag - 21 giu

NAPOLI-CAMPOBASSO (NON DIRETTI)

Partenza 05:51 05:51 12:14 12:40 14:13 15:06 15:22 17:30 19:43

Arrivo 08:55 09:18 15:22 16:02 17:09 17:30 19:25 20:28 22:20

Cancro 22 giu - 22 lug

Leone 23 lug - 23 ago

AUTOBUS MOLISE TRASPORTI Tel. 0874.493080-60276 Fax 0874.628193 TERMOLI-CAMPOBASSO-ROMA-FIRENZE Il prolungamento per Perugia, Siena e Firenze si effettua solo il lunedì, mercoledì e venerdì Termoli: (Terminal) 5,10-12,30-18,00 Campobasso: (Terminal) 5,00-5,45-6,107,30-9,30- 11,30-13,30-16,00-19,00 Bojano: (P.zza Roma) 5,20-6,18-6,307,50-10,00-11,55-13,55-16,30-19,25 Isernia: (P.zza Repubbl.) 5,45-6,50-7,008,20- 10,30-12,20-11,30-14,25-17,00-19,50 Venafro: (S.S. 85) 6,05-7,18-7,25-8,4510,55 12,45-12,00-14,50-17,25-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 7,45-7,5511,20-13,20- 12,25-15,15-17,55 Roma: (Staz. Tiburtina) 8,00-9,25-10,3013,00- 14,50-16,45-19,30-22,00 Perugia: (Staz. Fontivegge) 11,25 Siena: (P.zza Rosselli) 12,40 Firenze: (P.zza Adua) 13,45 FIRENZE-ROMA-CAMPOBASSO-TERMOLI Firenze: (P.zza Adua) 14,10 Siena: (P.zza Rosselli) 15,15 Perugia: (Staz. Fontivegge) 16,30 Roma: (Staz. Tiburtina) 7,00-9,30-11,3013,30 15,00-16,30-18,30-20,15 Cassino: (P.zza Garibaldi) 8,30-11,009,30-14,05 15,00-16,30-20,00 Venafro: (S.S.85) 9,00-11,35-9,55-13,1514,30 15,35-17,00-18,15-20,30-22,00 Isernia: (P.zza Repubbl.) 9,25-12,00-10,2513,45 15,00-16,00-17,25-18,45-20,55-22,25 Bojano: (P.zza Roma) 10,00-12,25-14,10 -15,30 16,25-18,00-19,10-21,25-22,45 Campobasso: (Terminal) 10,30-12,50-14,3016,05 16,45-18,30-19,30-21,45-23,15 Termoli: (Terminal) 11,30-17,45-22,45 NUOVA AUTOLINEA STATALE: VENAFRO - ISERNIA 7.15 Venafro - 7.45 Isernia ISERNIA - VENAFRO 16.30 Isernia - 17.00 Venafro

Vergine 24 ago - 22 set

AUTOLINEE SATI Tel. 0874.605220 Fax 0874.605230 CAMPOBASSO-TERMOLI: 4,35-5,30-6,15 (festivo)-6,30-6,45-7,00-7,45 -8,00-8,05 (anche festivo)-9,25-10,00 (festivo) 10,20-12,00-12,35-12,45 (festivo) -13,4514,10-14,15-15,30 (anche festivo) 16,1017,10 (festivo) - 17,20 - 17,55 - 19,1020,35 (anche festivo)-20,45 (festivo)-21,15 TERMOLI-CAMPOBASSO 5,55-6,10 (festivo)-6,25-6,40-6,55-7,40-8,15 -8,30 (festivo)-9,00-10,00-11,20-12,3012,40-13,30-13,45 -14,00 (anche festivo)14,10-15,20-15,55-16,20-17,10 -17,40 (anche festivo)-18,40-20,00 (anche festivo)-21,35 (festivo)-22,10 (anche festivo)-22,20 (festivo) CAMPOBASSO-TERMOLI-PESCARA 5.30 6.40 8.00 6.30 7.40 9.00 8.05 9.15 10.35 14.15 15.25 16.45 PESCARA-TERMOLI-CAMPOBASSO 8.40 10.00 11.10 11.10 12.40 13.50 14.35 15.55 17.05 18.30 20.00 21.10 É STATA ISTITUITA L’AUTOLINEA STATALE: VENAFRO / ISERNIA / BOIANO / CAMPOBASSO / TERMOLI / RIMINI / CESENA / IMOLA / BOLOGNA IL SERVIZIO VERRÀ SVOLTO NEI GIORNI FERIALI DI: LUNEDÌ - MERCOLEDÌ - VENERDÌ DA VENAFRO 3.40 Venafro - 4.05 Isernia - 4.35 Bojano 5.00 Campobasso - 6.00 Termoli - 9.00 Area ser. Conero Est e Ovest - 10.20 Rimini 11.05 Cesena - 11.55 Imola - 12.40 Bologna DA BOLOGNA 15.20 Bologna - 16.05 Imola - 16.55 Cesena 17.40 Rimini - 19.20 Area ser. Conero Est e Ovest - 22.00 Termoli - 23.00 Campobasso 23.25 Bojano - 23.55 Isernia - 00.20 Venafro

Bilancia 23 set - 22 ott

Scorpione 23 ott - 22 nov

Sagittario 23 nov - 21 dic

Capricorno 22 dic - 20 gen

Acquario 21 gen - 19 feb

Pesci 20 feb - 20 mar

Ariete - Hai il sostegno di Madama Fortuna nel lavoro, negli affari, anche in quelli di cuore: certe situazioni sono destinate ad evolversi positivamente anche senza il tuo contributo. I familiari ti sostengono con il loro affetto, gli amici che ti danno i giusti consigli, il partner ti rende felice: cosa vuoi chiedere di più alle stelle? In amore gettonati i single. Toro - Non aspettarti una vita sentimentale tranquilla: Venere scatena gelosie, insofferenze, nel passo di coppia. Non andare su tutte le furie, scegli toni morbidi, buttala caso mai sull’erotico: Plutone, maestro di seduzione, ti appoggia. Gli incontri di lavoro sono protetti da Mercurio, in giornata stringi la mano di qualcuno che conta. Accetta gli inviti degli amici. Gemelli - Fermezza in pole position, all’altezza delle migliori aspettative: chi attacca a testa bassa le tue scelte non ha alcuna possibilità di fartele cambiare; con Marte alleato sei vittorioso. Venere nell’XI campo promuove gli incontri del giorno con qualcuno che conta. Ti regala, inoltre, incontri da capogiro se sfoggi l’abito da single. Giornata mondana, romantica. Cancro - Mercurio ti rende avveduto e diplomatico. Non fai osservazioni agli altri per non offenderli, il che agevola le relazioni. Ma rischi di soprassedere su questioni che meritano chiarimenti immediati, specialmente coi soci, i collaboratori: Plutone ti rende incerto, timoroso. Un problema familiare si avvia alla soluzione. Coppie allo sbando, Venere è gelida. Leone - Dai un’occhiata ai listini in Borsa, non sfogli gli annunci immobiliari? Giove nell’VIII campo è rassicurante. Gli affari vanno a gonfie vele: grazie all’ottimo fiuto, alla velocità nel prendere le decisioni che ti competono; Marte nel segno ti difende a spada tratta. Giornata a cinque stelle per l’amore: Venere vuole vederti felice in coppia, se sei single. Vergine - Madama Fortuna appoggia gli investimenti in Borsa, in campo immobiliare, patrimoniale, ma promette successo a chi cerca un leasing a tasso agevolato. Il lavoro in ufficio, promette svolte nelle attività di routine. Plutone, stabile nel V campo, aiuta i liberi professionisti, gli imprenditori. Il clima in famiglia è teso. L’eros invece svolazza. Bilancia - Hai la sensazione di poterti permettere tutto. Vuoi emergere, riuscire, vuoi dare prova della tua intraprendenza, della tua autonomia: la Luna in trigono esaudisce i tuoi desideri. In ufficio sei preciso, nello sport primeggi. Grazie alla tua amabilità, puoi fare nuove conoscenze, utili per la tua vita sociale, professionale. Tensioni in coppia, Venere brontola. Scorpione - Hai modi cortesi, la parola giusta per tutti, ma un’energia esplosiva dentro di te: Mercurio in trigono, difende il tuo operato. Giove, il pianeta della fortuna, segue i carrieristi, gli imprenditori, i liberi professionisti: il successo è a portata di mano. La salute migliora, l’aspetto risplende. Serata d’inviti, di incontri, di flirt: Plutone non ti perde di vista. Sagittario - Arrivano ottime notizie dal fronte delle finanze, gli investimenti rendono, le tue mosse si rivelano vincenti. Non lasci nulla al caso, tutto è ben studiato, calcolato sin nei dettagli, l’agenda fitta d’impegni non ti crea alcuna preoccupazione: Marte ti regala energie da vendere. Con la dolce metà, vivi una bella pagina della tua storia d’amore. Capricorno - Hai buone possibilità di successo, la tua mente è lucida, rivolta a soluzioni pratiche, sbrigative, senza il pericolo che qualcuno possa influenzarti nello svolgimento del tuo lavoro: Mercurio ti protegge. Devi sfruttare al massimo le opportunità che ti vengono offerte, visto che anche Giove sigla il tuo successo. Tensioni in famiglia. Acquario - Sai di piacere, questo ti rende più sicuro di te: curi la tua immagine in ogni dettaglio, vuoi apparire, ti piacere essere al centro dell'attenzione; la Luna nel segno ti coccola. Venere nel III campo promette svolte a chi si occupa di vendite, a chi cerca un impiego. Il saldo in Banca gongola, Mercurio è un abile affarista. Giornata piena di incontri. Pesci - Se negli ultimi tempi hai allentato i rapporti con alcuni familiari a cui sei affezionato, sua Maestà il Sole ti offre l’occasione per recuperare il tempo perduto. Mercurio, astro del business, segue le attività di routine, gli studenti, chi cerca lavoro. Giove si occupa di chi è lanciato in carriera, degli imprenditori. Non mancano gli inviti degli amici. Single soddisfatti.

23 ANNO III - N° 59 DOMENICA 14 MARZO 2010



lagazzettadelmolise140310a