Page 1

Crack ed eroina, 37enne in manette

Crollo Jovine, Messere in esclusiva

ISERNIA – La polizia ha rinvenuto nella sua abitazione dodici dosi di eroina. Per questo motivo P.T.M. pregiudicato di 37anni è stato arrestato. Ora si trova recluso nel carcere di Ponte San Leonardo. La brillante operazione terminata nella tarda mattinata di ieri, è iniziata nel pomeriggio di due giorni fa. A pag 10

CAMPOBASSO - In attesa delle motivazioni della sentenza emessa dalla Corte d'Appello di Campobasso, riportiamo, in esclusiva, le dichiarazioni rilasciate dall’avvocato Arturo Messere alla nostra testata giornalistica per meglio focalizzare il suo punto di vista. A pag 4

ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Buon Caffè

Non è mai troppo tardi Il caso D’Uva-Di Fabio si chiude in piazza per la porta di una saletta lasciata chiusa. E sembra un passaggio tratto da Cavalleria Rusticana. Del resto il già assessore all’urbanistica non fa mistero di essere anche un valente tenore. Ed allora vediamo la scena dell’opera di Pietro Mascagni. D’Uva, canta una serenata all’urbanistica, sua promessa sposa che durante il servizio assessorile ha però sposato Di Fabio. Dopo le dimissioni, il già assessore bacchetta tutto il centrosinistra, anche Di Fabio, che nel rigettare le critiche, lo allontana e con una lettera in punta di penna lo sfida chiedendogli le dimissioni. D’Uva corre in piazza per la conferenza stampa e dice addio al centrosinistra e al Sindaco. Subito dopo si sente un vociare di donne e popolani. Un urlo sovrasta gli altri: "Hanno ammazzato (come posto in Giunta) l’assessore D’Uva”. C’è chi si frega le mani, chi mormora che era l’ora, in pochissimi se ne disperano. Lascia una città senza piano regolatore, che non ha visto un solo atto urbanistico reale, con la cementificazione, questa sì, della zona rurale. Un fallimento urbanistico. E così appaiono giuste e doverose le dimissioni dell’assessore. Forse avutesi troppo tardi? Noi, forti dello spirito del maestro Alberto Manzi, diciamo: “Non è mai troppo tardi”. Buon caffè. Il Forbiciastro

Finalmente un molisano (Ferro) si riappropria della Molisana IL TAPIRO DEL GIORNO A MICHELE PETRAROIA

A proposito di centrale nucleare. Il Consigliere regionale del Pd è apparso attapirato alla notizia che il territorio termolese è stato riportato da un quotidiano nazionale come sito per la costruzione di una centrale nucleare. A parte la foga con la quale Petraroia ha chiesto l’intervento della Corte Costituzionale, resta da capire con quale impeto si affronta un falso problema, quando nel Comune di Castelmauro da circa 30 anni in pieno centro abitato esiste un deposito di fusti radioattivi e nessuno di quelli che gridano allo scandalo centrale nucleare se ne mai occupato. Ad majora!

L’OSCAR DEL GIORNO A GIANFRANCO VITAGLIANO Non solo deve pensare alle problematiche inerenti i disastri economici che stanno causando la grave crisi finanziaria in atto a livello locale, deve pensare pure a non farsi accoltellare politicamente alle spalle da rappresentanti del centrodestra basso molisano. Vitagliano è un uomo forte, durante la sua vita professionale e politica ha affrontato problemi molto più delicati. Questa vicenda non lo scuote più di tanto, figuriamoci se un piatto di polenta potrebbe essere paragonato al famoso “patto della crostata” avvenuto molti anni or sono tra Buttiglione e D’Alema in quella di Gallipoli. Questa è un'altra cosa, è un tradimento politico che sicuramente avrà conseguenze sulle future candidature al Comune di Termoli.

www.gazzettadelmolise.com 18.000 copie in omaggio


REGIONE Pugnalato alle spalle l’uomo che negli ultimi anni ha portato soldi a palate in una città che stava morendo

Vitagliano, è la fortuna di Termoli vernatore Iorio un incontro per parlare di finanziamenti al basso Molise, industria e sanità e per rivedere il ruolo di chi attualmente guida gli enti subregionali. Antonio Di Brino, Francesco Roberti, Bruno Verini ed altri cinque: «stanchi di prendere ordini da chi non è mai stato eletto e preoccupati che la città diventi mercimonio per politici di professione senza scrupoli». Invitano Iorio ad aprire gli occhi sul desolante isolamento “di personaggi come Vitagliano, Di Rocco, Del Torto, Montano….”. Nella lettera gli otto della polenta dicono di essersi sentiti accusare troppe volte di essere collusi con il centrosinistra di Greco e di aver compiuto errori per via della regia neanche tanto occulta di Di Falco e Montano che, proprio prima dell’ultimo consiglio comunale, li avrebbero invitati a depositare le dimissioni da un notaio, certi che gli scontenti Paparella, Colella e altri dell’Udeur avrebbero seguito il loro

Quale commento merita la lettera di otto consiglieri comunali di minoranza che scrivono a Iorio parlando male del politico cittadino che, negli ultimi anni, più di tutti ha fatto per il centro adriatico? Quale commento merita la let-

Quotidiano del mattino

“Impresa e competività” ieri l’intervento di Iorio

Registrazione al Tribunale di Campobasso n°3/08 del 21/03/2008 DIRETTORE RESPONSABILE Angelo Santagostino

A.I. COMMUNICATION SEDE LEGALE via Gorizia, 42 86100 Campobasso Tel. 0874.481034 - Fax 0874.494752 E-mail: lagazzettadelmolise@tin.it Sito internet: www.gazzettadelmolise.com

STAMPA: Tipografia Poligrafica Ruggiero Avellino

Il lunedì non siamo in distribuzione La collaborazione è gratuita

2 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009

esempio, per ottenerne invece un buco nell’acqua. Dicono “Basta a chi si arroga il diritto di rappresentare il nostro territorio senza neanche interpellarci. E’ assurdo che decidano di mettere un termovalorizzatore al Nucleo di Termoli senza chiederci il parere, d’altra parte noi, con i nostri voti rappresentiamo una buona fetta della città. Questa dunque – dice – è una verifica a 360 gradi, che renderà evidenti gli interessi di tutti. Iorio deve dirci se ha ancora bisogno di noi, perché altrimenti noi siamo pronti anche a collaborazioni trasversali, come potrebbe essere con Filippo Monaco, o altri come lui che hanno a cuore la cittadina, per tirare fuori il territorio da questo empasse economico e sociale che ci sta uccidendo. E’ necessario un raccordo di tutto il centrodestra basso molisano, perché siamo stati penalizzati in termini di finanziamento per le industrie e la sanità”. Almeno questa se la potevano risparmiare. Ign. Annunz.

tera di otto consiglieri comunali di minoranza che scrivono a Iorio parlando male del politico cittadino che, negli ultimi anni, più di tutti ha fatto per il centro adriatico? Uno solo: che schifo. Che schifo la lettera e che schifo la politica, almeno quella intesa a pugnalare alle spalle una persona che sta letteralmente buttando il sangue per Termoli. A questi quattro più quattro, che, come dicono loro stessi, hanno concertato la loro azione attorno a un piatto di polenta, bisognerebbe far capire che la politica, a certi livelli non si improvvisa ma, come nel caso di Gianfranco Vitagliano, è frutto di anni e anni di duro sacrificio. Poi accusano Vitagliano, senza farne il nome perché non hanno coraggio, di essere un politico non eletto. E grazie al piffero che è un politico non eletto. Mantre gli altri regionali facevano campagna

Frattini: a marzo missione a Teheran 'Entro marzo', il ministro degli Esteri italiano Franco Frattini si rechera' in missione a Teheran con la 'benedizione' degli Usa. Frattini dovra' sondare la fattibilita' della partecipazione iraniana alla conferenza regionale di stabilizzazione di Afghanistan e Pakistan, sotto la presidenza italiana del G8, in programma a giugno a Trieste. Su questo Frattini ha avuto oggi il via libera degli Usa dopo l'incontro a Washington con il segretario di stato americano Clinton.

elettorale chiedendo voti a manca e dritta, Vitagliano si faceva un c… così cercando di far quadrare i conti della regione, far arrivare quanti più finanziamenti possibili in Molise e inserire Termoli (vedi porto, infrastrutture e viabilità) in ogni potenziale schema di investimento. E con grande senso della cosa pubblica, a dispetto che l’amministrazione fosse di un altro colore. Bravo Gianfranco, tu sì che sei un politico corretto. Fosse stato per gli otto della polenta, povero Molise e povero Termoli. Sono i classici tipi che se le tagliano per far dispetto alla moglie. E Iorio tutto questo lo sa, tanto che Vitagliano è il suo più prezioso e insostituibile collaboratore a dispetto di tutti i polentari termolesi che si sono la minoranza al Comune si scagliano contro i vertici regionali accusati di fare una politica penalizzante per la città adriatica. Nella loro lettera si chiede al go-

Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, in qualità di vice Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province Autonome, è intervenuto ieri mattina a Roma, insieme al Ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto e molti altri ospiti di prestigio economico, finanziario e scientifico, al Convegno “Impresa e Competitività” organizzato dall’Osservatorio Regionale Banche-Imprese e dall’Associazione Studi e Ricerche per il Mezzogiorno.Nell’occasione è stato presentato il “Rapporto 2008 sui fattori di crescita e trasformazione dei sistemi produttivi delle regioni meridionali”.Il Presidente Iorio, nel suo intervento, ha definito molto interessanti i dati e le risultanze dello studio “che serviranno da base alla ideazione e alla messa in atto di politiche di sostegno concreto al Mezzogiorno e alla sua economia”. Lo studio, infatti, ha evidenziato come ormai “il modello di competitività in larga parte delle imprese del Mezzogiorno – basato sul controllo dei costi di produzione e sulla

competitività di prezzo - risulta ormai inadeguato a sostenere la competizione globale e in particolare quella di economie emergenti che presentano strutture di costo assolutamente inarrivabili per le imprese occidentali”. “Di qui – ha detto ancora il Presidente Iorio - la necessità di immaginare e, quindi, concretizzare politiche pubbliche che stimolino e sostengano le imprese a investire in competenze, qualità e innovazione. Dobbiamo quindi fare esperienza del passato e attuare leve strutturali per la competitività dei sistemi produttivi. E’ opportuno porre in essere interventi che devono trovare forza e compimento in una strategia ragionata e lungimirante di grosso respiro temporale. Una strategia capace di non legarsi alla sola risoluzione di problematiche economiche congiunturali o all’adempimento di funzioni anticicliche, ma improntata sulla lettura delle esigenze del mercato locale, nazionale, europeo e quindi globale”.

Regolamento Camera: la riforma Pd Basta maxi-emendamenti, piu' spazio all'attivita' di commissione ma anche corsie preferenziali per i ddl che il governo ritiene 'urgenti'. Sono alcuni dei punti della proposta di riforma del regolamento di Montecitorio targata Pd. Una riforma che ha l'obiettivo di porre un freno al 'progressivo svuotamento del Parlamento'. Tra le altre novita': lo stop a minigruppi parlamentari e l'istituzione di un 'opposition day.


REGIONE Offerta dell’imprenditore campobassano che punta a conquistare la proprietà del pastificio

Molisana, Ferro getta 27 milioni sul piatto Maxi offerta di Peppe Ferro per La Molisana. Il grande imprenditore campobassano, già proprietario di un mulino, ha deciso di fare il grande passo ed ha presentato una convincente offerta al giudice fallimentare Maxi offerta di Peppe Ferro per La Molisana. Il grande imprenditore campobassano, già proprietario di un mulino, ha deciso di fare il grande

passo ed ha presentato una convincente offerta al giudice fallimentare che ora dovrà prendere una decisione in previsione del

nuovo appuntamento con l’asta. Si conoscono anche i particolari dell’offerta presentata da Giuseppe Ferro: sei milioni, più i re-

Assemblea dell’Ali Comunimolisani: il governatore al taglio del nastro Il Presidente della Regione Molise, Michele Iorio, ha aperto a Selvapiana, presso la “Cittadella dell’Economia” di Campobasso, i lavori della prima Assemblea dell’ALI COMUNIMOLISANI, organismo di cooperazione intercomunale, nato per la gestione associativa di sistemi informativi, di infrastrutture tecnologiche e di servizi legati all’Information and Communication Tecnology (ICT). Partner dell’iniziativa sono la Regione Molise, le Province di Campobasso e Isernia, il capoluogo di regione e di provincia, tutti i Comuni molisani e il CNIPA a cui è affidato il compito di assistere il gruppo degli associati e fornire un supporto metodologico alle attività. Il Presidente Iorio ha evidenziato l’importanza strategica dell’iniziativa tesa a creare una rete virtuale tra tutte le amministrazioni regionali, comunali e pubbliche del Molise, per omologare la fruizione ai cittadini di servizi e di prestazioni di qualità da ricevere attraverso internet e, quindi, mediante l’utilizzo

Mpa: partito secondo congresso Si e' aperto oggi a Roma il 2/o congresso del Movimento per l'Autonomia, il partito fondato dal Governatore della Sicilia Raffaele Lombardo. 'In questi due anni qualche scommessa la abbiamo azzeccata', ha esordito Lombardo nella sua relazione, confermando a Berlusconi 'trasparente lealta' e piena collaborazione: oggi come ieri e come domani'.

dei singoli siti di ciascuna amministrazione. “A tal fine -ha detto Iorio- l’ALI fornirà supporti professionali e ideativi per consentire ai piccoli Comuni di dotarsi di strutture moderne che possano consentire di dialogare con il cittadino, garantendo la trasparenza dell’azione amministrativa e monitorando i passaggi burocratici o amministrativi di alcuni provvedimenti di interesse collettivo”. “La sfida della modernizzazione del Molise -ha continuato il Presidente- passa anche, e soprattutto, attraverso l’adeguamento della macchina amministrativa degli Enti locali alla sempre più pressante richiesta di servizi veloci ed efficienti prestati attraverso supporti informatici. I mezzi informatici possono consentire ai cittadini di ricevere alcune prestazioni nelle proprie case senza recarsi all’ufficio, utilizzando il pc di casa, ma possono anche sveltire le attività dei singoli servizi dell’amministrazione, migliorandone le prestazioni, l’archiviazione dei singoli provvedimenti e la consultabilità degli stessi”.

lativi interessi, andranno alle competenze maturate dai lavoratori, compreso il debito previdenziale. Tredici andranno alle banche e il resto servirà a finanziare il rilancio dell’azienda alimentare che, nonostante la gestione commissariale, è tornata in utile e, quindi, di nuovo appetibile.Il giudice fallimentare, se non arriveranno altre offerte, sicuramente affiderà La Molisana a Peppe Ferro, un grande e stimato imprenditore, che così avrà la possibilità di rilanciare alla grande un marchio che continua ad attrarre la clientela, sia in Italia, che all’estero.Un marchio dal valore certamente elevato e riconoscibile tra i più importanti d’Italia, tanto che anche il pastificio La Molisana, come informa il sito Infoconsumatori, è tra i 26 pastifici italiani denunciati e multati dall’Antitrust, per aver organizzato un'intesa finalizzata a concertare aumenti del prezzo di vendita della pasta secca di semola da praticare al settore distributivo. Aumenti che finivano per incidere sugli aumenti praticati al consumatore finale. L'Autorita' Garante della Con-

Fini: sarà legislatura costituente Fini continua a pensare che 'ci siano tutte le condizioni per portare a compimento le riforme della seconda parte della Costituzione'. Il presidente della Camera lo ha ribadito a margine della conferenza dei presidenti dei Parlamenti europei a Parigi confermando che questa sara' una legislatura costituente. Le riforme della seconda parte della Costituzione si rendono 'sempre piu' necessarie'

correnza e del Mercato, nella riunione del 25 febbraio 2009, ha sanzionato i pastifici per un importo complessivo di 12.495.33 euro. Le societa' interessate dalla maxi multa sono: Amato, Barilla, Colussi, De Cecco, Divella, Garofalo, Nestle', Rummo, Zara, Berruto, Delverde, Granoro, Riscossa, Tandoi, Cellino, Chirico, De Matteis, Di Martino, Fabianelli, Ferrara, Liguori, Mennucci, Russo, La Molisana, Tamma, Valdigrano, insieme all’Unipi, Unione Industriali Pastai Italiani, I produttori sanzionati sono rappresentativi della stragrande maggioranza del mercato nazionale della pasta (circa il 90%) e Unipi è l’associazione di categoria più rappresentativa del settore. In particolare l’intesa realizzata da Unipi e dai 26 produttori e' durata dall’ottobre 2006 almeno fino al primo marzo 2008. Dal maggio 2006 al maggio 2008 il prezzo di vendita della pasta al canale distributivo ha registrato un incremento medio pari al 51,8%, in buona parte trasferito al consumatore, visto che il prezzo finale e' cresciuto nello stesso periodo del 36 per cento. Ig.ann.

3 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009


CAMPOBASSO Crollo della scuola di San Giuliano di Puglia. La parola ancora alla difesa

Intervista all’avvocato Messere che ricorre in Cassazione

CAMPOBASSO - In attesa delle motivazioni della sentenza emessa dalla Corte d'Appello di Campobasso, in cui si leggeranno le ragioni che hanno indotto il collegio giudicante a ribaltare la sentenza di primo grado, abbiamo intervistato l'avvocato Arturo Messere, autore di una lunga e dettagliata arringa in favore dei propri difesi,

che a botta calda ha preannunciato il ricorso per Cassazione. Di seguito riportiamo, in esclusiva, le dichiarazioni rilasciate alla nostra testata giornalistica per meglio focalizzare il suo punto di vista. Avvocato Messere, nell'immediatezza della lettura del dispositivo della sentenza della Corte d'Appello che ha riconosciuto responsabilità umane a proposito del crollo della scuola "Iovine", della morte e delle lesioni che ne sono conseguite, Lei ha dichiarato: "La storia è costellata da errori giudiziari". Cosa intendeva dire? Potrei fare un excursus millenario di tutti gli errori giudiziari verificatesi nella storia umana, ma mi limito a risponderle con quanto scriveva Piero Calamandrei in un suo soscritto sul "La crisi della Giustizia" nel 1953: "Lasciando da parte le deviazioni dolose e delittuose, lasciando da parte l'ipotesi del giudice corrotto o del giudice che nel decidere si lascia consapevolmente guidare dall'amicizia o dal livore, è certo che, all'infuori di questi casi patologici, agisce sempre, anche sul giudice che crede di fare giustizia o

sul giurista che dà un parere ispirato solo alla verità, l'influsso di ragioni non confessate neanche a se stesso, di simpatia o di ripugnanza inconsapevole, che lo guidano in anticipo, quasi per intuizione, a scegliere tra più soluzioni giuridiche che il caso comporta, quella che corrisponde a questo suo occulto sentimento". A suo parere, nel nostro Paese qual è l'aspettativa di giustizia? Buona parte dell'Italia è afflitta dal male incurabile del giustizialismo, ma solo per le colpe degli altri. Si parla tanto del giusto processo, ma come lo si può attuare? Soprattutto facendo vivere nelle aule giudiziarie le regole e lo spirito contenuti nell'articolo 111 della Costituzione e, soprattutto, con un giudice la cui funzione non deve essere quella del combattente e non si deve mai porre in posizione di anti qualcosa: egli deve essere sempre il terzo che rispetta e applica le regole, e non può diventare mai parte della dialettica tra accusa e difesa. Sempre a proposito del caso della "Jovine", Lei ha pure anticipato che a tempo debito proporrà ricorso per Cassazione per l'an-

mente esistito e se sia attribuibile all'imputato, per poi esaminare se le prove siano state correttamente e compiutamente valutate. Del caso di San Giuliano, secondo Lei, si sono interessati le istituzioni e la politica? Indubbiamente la vicenda giudiziaria è stata considerata e dibattuta anche al di fuori della sua sede naturale. Mi viene ora a mente, ad esempio, una lettera del Presidente della Repubblica, Giorgio Napoletano, il 31 ottobre 2007, in occasione del quinto anniversario del crollo della scuola, quando già era intervenuta la sentenza di primo grado e non c'era ancora stata la pronuncia della Corte d'Appello. In tale lettera di ricordo e di profonda solidarietà della più alta carica dello Stato viene sottolineato testualmente quanto segue: "Quella drammatica vicenda, che ha privato una collettività di un'intera generazione, continua a richiamare la responsabile attenzione delle Istituzioni nel promuovere una maggiore e più diffusa cultura della sicurezza nell'edilizia scolastica, nella fiduciosa aspettativa degli ulteriori sviluppi del procedimento giudiziario". Ar.Mo

nullamento della sentenza della Corte d'Appello. Ma la Cassazione cosa potrà riconsiderare? La Cassazione, come si sa, non solo s'interessa di profili di diritto, per verificare la corretta applicazione della legge penale e della legge processuale, ma la stessa può estendere il suo controllo anche alle motivazioni in fatto delle sentenze. Cioè? Voglio dire che la Cassazione può portare il suo esame all'eventuale contrasto tra gli atti processuali e le motivazioni della sentenza impugnata, e tanto succede quando la motivazione non fotografa fedelmente le prove acquisite al processo. Un tale vizio che si definisce di contraddittorietà processuale, lo si rinviene nel caso in cui c'è il pericolo di distorcere le risultanze probatorie e quando non si motiva su una prova ch'è stata acquisita. Insomma, anche se la Cassazione non è giudice di merito, deve sempre accertare il fatto prima di qualificarlo giuridicamente; cioè, come è pensiero costante della stessa suprema Corte, ha essa il potere di controllare se il fatto, così come viene fuori dalla ricostruzione dei giudici di merito, sia effettiva-

San Giuliano, l’ex sindaco fu minacciato Prima della sentenza ha ricevuto una lettera con una foto di manette CAMPOBASSO - E’ la ventinovesima vittima del terremoto del 31 ottobre 2002 di San Giuliano di Puglia. Stiamo parlando dell’ex sindaco Antonio Borrelli condannato in secondo grado per omicidio e disastro colposo nel processo sul crollo della scuola elementare. Un uomo che ebbe la vita distrutta. Sotto le macerie di quell’edificio sopraelevato perse la seconda dei suoi figli. Antonella quando lasciò la terra per volare insieme agli altri ventisei angeli e alla sua maestra Carmela aveva solo sei anni. Faceva parte di quella classe, il 1996, che a San Giuliano di Puglia non esiste più. L’ex primo cittadino, prima della sentenza di secondo

4 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009

grado, ha subito una grave minaccia. La notizia non è stata divulgata a tempo debito perché Borrelli voleva essere assolto per non aver commesso il fatto e non perché i giudici avevano avuto pietà di lui. Ma una regolare denuncia alla digos è stata presentata. La moglie Carmela Ferrante si reca, come ogni mattina, a prelevare la posta. Ma la lettera che si trova tra le mani è di quelle che fanno paura. Quando l’ha aperta ha visto la fotografia che conteneva. Si trattava di un uomo ammanettato. Le frasi incise sulla lettera erano davvero orribili ed inglobavano degli insulti davvero di bassa lega se si considera che anche Antonio Borrelli e

Incidente a Umbertide, 28enne in manette CAMPOBASSO - Guida sotto l’alterazione psico-fisica da sostanze stupefacenti, guida contromano, cessione di stupefacenti e pericolo per la sicurezza dei pubblici trasporti. Di questo reato dovrà rispondere R.C 28enne residente a Ferrazzano arrestato dai carabinieri. A capodanno aveva provocato un incidente in territorio di Umbertide (Perugia). Tre le persone che rimasero ferite.

Carmela Ferrante sono genitori di uno dei ventisette angeli. Ma non si limitano solo a questo. Il 9 marzo, davanti al Tribunale di Larino, si svolgerà un processo per il reato di ingiurie. L’imputato è un componente del comitato vittime della scuola elementare. Per questioni di riservatezza pubblichiamo solo le iniziali. Si tratta di B.V. La persona offesa è il terzo figlio dell’ex sindaco Borrelli. Al momento del crollo era all’asilo ed aveva soltanto quattro anni. E’ il fratello minore di Antonella. Quando è stato offeso aveva sei anni. Era il lontano undici giugno 2004. Fu apostrofato con un epiteto volgarissimo per un bambino di quella età. Gli furono dette

parole che non avrebbe dovuto ascoltare. A difendere le ragioni del piccolo sarà ancora una volta l’avvocato Fabio Del Vecchio, lo stesso legale che ha dato l’anima per cercare di dimostrare l’innocenza dell’ex sindaco. Ora lui e la sua famiglia sono completamente sfiduciati dopo l’emissione della sentenza di secondo grado. Non se l’aspettavano e pensavano di non meritare un dispositivo così severo. Borrelli, al contrario degli altri imputati, non ha subito alcuna interdizione. Non andrà mai in carcere perché la sua pena è coperta da indulto. Ma a lui questo non basta. Vuole a tutti i costi uscire pulito dalla vicenda. “Ci batteremo fino

alla fine – ha dichiarato l’avvocato Del Vecchio a “La Gazzetta del Molise”- il sindaco aveva firmato, insieme a tutta la giunta, una delibera di progetto esecutivo. Se si considera che gli altri sono stati tutti prosciolti davanti al gup la condanna di Borrelli ci sembra un paradosso Viviana Pizzi

Furti al Cardarelli, pronte le telecamere CAMPOBASSO – L’ospedale Cardarelli presto si doterà di telecamere a circuito chiuso. Lo ha deciso il direttore generale Luigi Di Marzio. Una necessità nata dopo che nei giorni scorsi sono stati trafugati due ecografi. Uno al reparto di chirurgia e l’altro a ginecologia. Ancora ignoto il volto dei ladri.


CAMPOBASSO L’operazione è stata portata a termine dai carabinieri del capoluogo di regione

Napoli, spacciatore di morte denunciato Aveva venduto la dose mortale al 28enne deceduto venti giorni fa a Campobasso I militari circa un mese fa sequestrarono duecento grammi di cocaina NAPOLI – E’ stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti R.C. 31 anni. I risultati dell’operazione dei carabinieri sono al vaglio della Procura di Campobasso che deve decidere come muoversi. Due settimane il venditore di morte ha ceduto la dose risultata fatale a I.V., 28enne del capoluogo. L’uomo è deceduto soltanto dopo poche ore dall’assunzione tra le lenzuola del suo letto. Il giorno della vendita della dose mortale erano passate le cinque

del pomeriggio. Era una giornata assolata e abitualmente attiva per le centinaia di pusher che affollano vicoli, borghi e anfratti del quartiere 167 reso popolare dalla celeberrima pellicola tratta dal libro di Saviano. Le macchine dei tossicodipendenti andavano e venivano, quelle non sospette riuscivano a passare indenni agli occhi delle vedette che a decine stazionano sui tetti dei mostri di cemento e che vigilano attenti sugli affari loschi dei loro “colleghi”. Ad un certo punto è arrivato anche I.V. con un suo amico. Il solito pusher si è avvicinato. Ha contrattato il prezzo e la dose è servita. Poche ore dopo si spegne l’ennesima vita di un giovane molisano che aveva cercato inutilmente di uscire dal tunnel. A Napoli la droga si trova sempre e a buon prezzo, e così è facile ricaderci. Ai carabinieri di Campobasso non è stato facile trovare il bandolo della matassa.

Ci sono volute una serie di testimonianze, analisi di dati tecnici, qualche giorno di appostamenti e riscontri sul luogo del commercio, acquisizione di foto di una cerchia di noti spacciatori del vicolo di interesse, una accurata attività di ricognizione fotografica per riuscire a smascherare il venditore di morte. Soltanto un mese fa, con il sequestro di 200 grammi di cocaina i carabinieri avevano dato un duro colpo al traffico di cocaina destinato al capoluogo molisano. Ma questo purtroppo non è bastato a frenare il bisogno dei molisani di assicurarsi la cocaina anche a costo di raggiungere quello che a gran voce è univocamente indicato nel supermercato della droga di Napoli. I risultati sono ora al vaglio della Procura di Campobasso che dovrà compararli con la relazione dell’autopsia che fornirà il medico legale. Vivip

Galleria Terminal, a Falcione i lavori Provincia, prima conferenza programmatica Appaltate le opere, a breve la consegna Sicurezza, rete viaria e sviluppo del territorio E’ stato stipulato il contratto d’appalto tra il Comune di Campobasso e le imprese che si sono aggiudicate la gara per la realizzazione della galleria sotterranea di collegamento tra il Terminal dei bus e via Insorti d’Ungheria. La galleria, che passerà sotto via Mazzini, permetterà alle automobili di attraversare trasversalmente la città e di raggiungere la zona di via Insorti d’Ungheria – via S. Antonio de’ Lazzari, all’altezza del nuovo parcheggio comunale. “L’opera assume una rilevanza strategica – afferma il sindaco Di Fabio – in quanto consente di eliminare un nodo strutturale insostenibile per la mobilità urbana, propone nel suo punto centrale un rapporto ottimale tra la tangenziale e la città e, infine, offre la possibilità di usufruire, unitamente al sottopasso ferroviario di via San Giovanni (in gara d’appalto) e al collegamento pedonale Terminal – via Mazzini (i cui lavori sono in fase d’avvio) di elementi di ricucitura urbana importanti per il rapporto tra il centro cittadino e il terminal nonché, più in generale, tra i quartieri Colle dell’Orso e San Giovanni e le varie zone della città”. “Gli accordi di programma – aggiunge il primo cittadino - potranno consentire di inserire in tale contesto interventi urbanistici rilevanti per la riqualificazione complessiva di un’area cuscinetto tra via Mazzini e via Giambattista Vico. Sarà possibile realizzare, d’intesa con i privati, opere di interesse pubblico che miglioreranno la vivibilità dell’area interessata”. L’investimento complessivo è di 11 milioni di euro. Ad aggiudicarsi la gara un’ATI formata dalle imprese Vidoni di Udine e Falcione di Campobasso.A breve la consegna dei lavori che dovranno, secondo i programmi, terminare entro tre anni.

6 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009

CAMPOBASSO - L’incontro è previsto per questa mattina alle ore 9,30 presso la Biblioteca Albino a Campobasso. Una occasione di confronto tra i vari livelli istituzionali per meglio mettere a fuoco le problematiche connesse al mantenimento delle migliori condizioni di sicurezza e allo sviluppo di una rete viaria provinciale che possa rispondere appieno alle esigenze di mobilità della popolazione e garantire l’efficienza e l’efficacia dei tra-

sporti pubblici e privati. Prenderanno parte all’incontro: Nicola D’ascanio, presidente della provincia di Campobasso, Luigi Velardi, assessore ai lavori pubblici della Regione Molise, Fabio Arcoleo, capo compartimento Anas del Molise, Vincenzo di Grezia, direttore generale della Regione Molise, Pasquale Stoppiello, responsabile settore viabilità provincia di Campobasso, Antonio di Pietro, ex ministro delle infrastrutture.

Auguri nonna Susanna Ha compiuto novanta anni Susanna Petrucci. Una donna piena di vita che, tra mille difficoltà ha cresciuto due generazioni di figli e nipoti. Auguri vivissimi dal figlio Pietro Storto, dalla nuora Carmela Di Iorio e da tutti i nipoti. Alla famiglia si aggiungono anche quelli de “La Gazzetta del Molise”.

emergenza sangue Chiediamo la collaborazione degli organi di stampa per una grave emergenza venutasi a creare presso il centro trasfusionale del Cardarelli di Campobasso, per una richiesta da parte della Cattolica di sangue di gruppo 0 Positivo e 0 Negativo, che con tutto l'impegno da parte nostra e dei nostri Soci non riusciamo a soddisfare. Invitiamo dunque tutti i cittadini in buona salute a compiere un gesto di solidarietà ed altruismo, recandosi a digiuno presso il Centro trasfusionale dell'Ospedale Cardarelli. Per ulteriori informazioni: Avis 0874 97440.

Agricoltura, rischio chiusura per 1 azienda su 3

Oltre 1 mln di contatti a settimana per la“Linea amica”della P.A.

La Confederazione italiana agricoltori lancia l’allarme: oltre 50mila imprese in bilico. Il presidente Politi: “Il silenzio del governo nei confronti dei gravi problemi del mondo agricolo è disarmante”. Nel 2009, senza immediati e straordinari interventi a sostegno degli agricoltori, oltre 50mila aziende possono chiudere i battenti e più di 2 milioni di ettari di terreni coltivati sono in grave pericolo.

Oltre un milione di contatti a settimana per “Linea Amica”, il network europeo di relazioni con il pubblico istitituito dal ministero della Pubblica amministrazione in collaborazione con il Formez. Espresse valutazioni positiva dal 78% dei cittadini. Sul sito sono infatti presenti delle emoticon cliccabili, contenute anche nelle e-mail di risposta al cittadino.


CAMPOBASSO Conferenza stampa in mezzo alla strada dell’assessore all’urbanistica

D’Uva, clochard per scelta politica Il vicesindaco lasciato fuori la porta il giorno del suo addio a Di Fabio Nessuno si aspettava che potesse finire così. Una rispettabile carriera politica conclusasi nel peggiore dei modi. La porta dell’ufficio chiusa e una dichiarazione alla stampa fatta in piazza CAMPOBASSO - E così l’assessore all’urbanistica, Antonio D’Uva, fa le valige anzitempo presentando le dimissioni al sindaco Di Fabio. E nel giorno della conferenza stampa d’addio è stato costretto a farlo in pubblica piazza perché ha trovato chiusa a chiave la saletta destinata dal Comune proprio a questo tipo di manifestazioni. “Non sei più assessore e non ti spetta gratuitamente. Devi fare domanda, pagare e, poi, si vede”. Queste le parole che hanno portato ieri mattina il vice sindaco D’Uva a tenere la conferenza stampa nel bel mezzo di piazza Municipio. Con alle spalle, non solo metaforicamente, il Municipio. E’ stata la questione urbanistica a

spezzare il cordone ombelicale che teneva ancora uniti Sindaco e Vice. “Come ho fatto da quattro anni a questa parte- ha detto D’Uva- alcuni provvedimenti necessari per contenere l’abusivismo e le speculazioni edilizie in questa città io li ho presentati. Tu Di Fabio e il centro-sinistra mi avete negato anche la possibilità che si potesse discutere su quanto insieme avevamo deciso di portare a compimento per il bene di Campobasso. Io, per quelle poche competenze che, in materia urbanistica, mi erano rimaste e che non hai avocato a te, ero, sono e sarò sempre contro il sacco della zona agricola, contro gli imprenditori furbetti che progettano soffitte e poi vendono appartamenti mansardati, contro la città baraccopoli. Tu, la maggioranza di centrosinistra, l’azione di governo, e tutto il lessico fumoso cui fai ricorso, da che parte state? Il tuo colpevole silenzio è paradossalmente elo-

quente e dice inequivocabilmente dove hai scelto di stare, non dove l’etica di buoni amministratori pensavo ci avesse uniti - e sbagliavo - e dalla quale non mi sono mai allontanato; tu, invece, si. Sinceramente, provo una gran pena per la tua patetica posizione di sindaco prigioniero dei partiti e del sistema”. E così dopo le tante parole immesse nell’aria di piazza Municipio, l’assessore all’urbanistica non ci sarà più nella Giunta Di Fabio per completare il percorso fino a scadenza naturale. Qualcuno dice che non se ne accorgerà politicamente nessuno anche perché pochissimi gli atti frutto del suo assessorato. Poi più nulla. A partire dal Piano regolatore e finire a quanto lui stesso ha denunciato. Ma non poteva dimettersi prima? Visto, tra l’altro, che non ha mai aderito al Pd? Questi, però, sono i misteri della politica. Ma va bene così, almeno ha lasciato.

Dirigenti, Di Fabio regala 200mila euro

CAMPOBASSO - La giunta Di Fabio, dopo la decisione di vendere pezzi di patrimonio comunale senza l'assenso esplicito del Consiglio, dopo aver regalato ad alcuni dirigenti del Comune oltre duecentomila euro senza il previsto parere del nucleo di valutazione, ha affidato due impianti sportivi senza il previsto bando pubblico. Questo il duro commento, si badi bene, non di un esponente di minoranza ma

un consigliere dell’amministrazione Di Fabio, Antimo Aiello. Il Consiglio Comunale, dopo il lavoro preparatorio svolto in Commissione Sport-Cultura, aveva adottato una delibera che vincolava l'affidamento di strutture sportive all'espletamento di apposito bando di gara. La giunta Di Fabio ha disatteso il deliberato per portare a termine un'operazione dal deciso sapore clientelare – afferma Aiello, offendendo il Consiglio Comunale e le aspettative di decine di società ed associazioni sportive. L'assessore Di Donato dopo aver dato ampie assicurazioni che si sarebbe seguita la strada condivisa in Commissione (ed indicata dai tecnici della Presidenza del Consiglio dei Ministri), ha approntato e firmato la delibera. Spiace constatare che le sue “convinte” affermazioni siano state “contraddette” dal suo operato.Ancora una volta – conclude l’esponente di maggioranza- la trasparenza e la legalità sembrano non essere di casa a Palazzo San Giorgio.Va dato atto al Consigliere Neri che le sue pessimistiche previsioni sull'operato dell'esecutivo in tale materia si sono puntualmente avverate.

Auditorium? Meglio pensare a Piscina e Villa De Capua “Alla luce dei recenti sviluppi riguardanti l’Auditorium di Corso Bucci, che vedono attualmente la discussione orientata ad una diversa utilizzazione del mutuo originariamente destinato al completamento di tale opera, l’idea di riprogrammare tali risorse alla riqualificazione di altre strutture comunali credo sia la soluzione più auspicabile. Propongo in particolare di destinare queste risorse al completamento della nuova piscina comunale ed alla ristrutturazione e potenziamento di quella di Villa De Capua, già esistente”, questa in sintesi l’idea di Marilina Di Domenico, Assessore al Comune di Campobasso. L’intervento sui due impianti sportivi darebbe una risposta doverosa ed adeguata alle famiglie ed agli atleti che frequentano il nuoto, disciplina sportiva che per caratteristiche ed accessibilità è di ampissima diffusione. La pi-

L'Italia cresce, superati i 60 milioni di abitanti Registrate 12mila nascite in più rispetto al 2007. Lo evidenziano le stime anticipatorie dei principali indicatori demografici in Italia rese note dall'Istat. Si fa sempre più importante il contributo alla natalità delle madri di cittadinanza straniera. Le regioni del Mezzogiorno mantengono il ruolo di serbatoio naturale del Paese ma perdono il primato della natalità che va al Nord Est.

scina comunale attualmente in funzione ha forti esigenze di riqualificazione e di miglioramento degli spazi e degli arredi; la nuova piscina di Colle dell’Orso ha bisogno di nuovi fondi per il suo completamente ed attualmente il cantiere è fermo. La destinazione di tali fondi alla realizzazione di impianti sportivi rientrerebbe peraltro in pieno nella logica portata avanti dall’Amministrazione comunale in questi anni, che ha cercato di intervenire a favore della realizzazione di infrastrutture, ma optando invece per una gestione delle stesse attraverso le associazioni presenti sul territorio, esternalizzandone di fatto la gestione. “In tal senso, continua l’Assessore Di Domenico, le associazioni nuoto operanti in città offrirebbero ampie garanzie di una gestione efficace e professionale delle due strutture”.

Sempre più italiani allergici Fra i fattori presi in considerazione c'è anche una possibile responsabilità dei geni. In 10 anni sono le persone sensibili sono aumentate del 15%. Starnuti e occhi rossi per uno su 5. Sotto accusa anche benzina verde e fuga dalla vita di campagna. Mandaranci, pesche noci, mapo: frutta progettata a tavolino per esplorare nuove frontiere del gusto, ma non senza un risvolto della medaglia. Se gli allergici in Italia sono in aumento, è anche per colpa dei frutti “chimera”. Parola di esperti.

7 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009


SPETTACOLI La show girl impazza ora sul piccolo schermo con Mammucari e Amendola

Belen, la più bella del reame Arriva la Rodriguez questa sera alla discoteca Alexander GIOVEDI LA GARY ALLEGRETTO BAND

di Charles N. Papa CAMPOBASSO - E’ certamente tra le più belle showgirl che in questo momento occupa uno spazio mediatico rilevante. Belen Rodriguez, vittima della coppia Mammucari-Amendola su ‘Scherzi a parte’, è nel vortice del gossip più vigoroso ora, con il tormentone Corona, dopo Borriello e Rubicondi. I suoi strip nel programma Mediaset sono diventati uno dei momenti più attesi del programma, (per molti anche i più tristi) e lei gongola sull’onda del successo con il suo (?) candore e la sua spontaneità che l’hanno fatta diventare personaggio positivo per la tribù del tubo catodico. La modella argentina (Buenos Aires 20.9.1984), dopo gli esordi su Rai3 nel programma “Tintoria”, agguanta l’apice della nel notorietà a “L’isola dei famosi” 2008. Sarà a Campobasso questa sera per la gioia di fan di tutte le età. Info 337667648.

BOX OFFICE

CAMPOBASSO - Giovedì prossimo (5 marzo) alla birreria bavarese Konig Ludwig di vico Percettore (trav. via degli Orefici) a Campobasso, prende il via il tour europeo del bluesman Gary Allegretto & Warm Gun. Il musicista americano suona con i Warm Gun, un duo italiano che lo segue in tour e sono. Max Pieri e Fred Ghidelli. I Sugar Daddys sono invece la band che ha seguito Allegretto nel tour precedente. Inizio ore 22:00.

Massimo Ranieri oggi a Miranda MIRANDA - Stasera alle 21:00 l’attesa per chi possiede il tagliando d’accesso, finirà, “Canto perchè non so nuotare” di e con Massimo Ranieri, sarà lo show che la popolazione attende da quando sono stati messi in vendita i biglietti, finiti in pochissimi giorni. Cancelli aperti dalle 20:00 e ingresso rigorosamente controllato dalle autorità. Si consiglia di non arrivare a Miranda senza biglietto.

Il Box Office del Multisala Maestoso dal 20 al 22 febbraio 2009, vdede la coppia Pitt-Blanchett svettare sugli altri di molto ma Fausto Brizzi non molla e anche il Baglioni-pensiero tiene ancora bene, mentre Italians ha già dato e si gode il successo raggiunto. 1.Il curioso caso di Benjamin Button (583 presenze); 2.Ex (403); 3.Questo piccolo grande amore (358); 4.La leggenda di cuore d’inchiostro (342); 5.The reader 254); 6.La mia miglior nemica (182); 7.Venerdì 13 (173); 8.Italians (152)

Carnevale PALATA - “Vivi il carnevale” il 1 marzo a Palata sarà la giornata di carri e maschere. Dedicata ai più piccoli, la festa prende il via alle 15:00 dal bosco comunale “Mauro Giuliani” per concludersi alle 18:00 dinanzi il Comune con l’incendio del fantoccio di carnevale.

Stasera è ‘Soul vibes’ all’enoteca Grapes ISERNIA - Questa sera all’enoteca Grapes, dalle 22.30 in poi torna ‘Soul vibes’, il dj set di Charles Papa da Radio Luna network. L’appuntamento quindicinale con il dj dell’emittente molisana rinnova la playlist della sera, con nu-soul, nu-jazz, nu-house e contaminazioni varie. L’offerta si accosta alla carta dei vini e della grappa e al menù.

Radio libere in Molise In arrivo un altro ‘speciale’ CAMPOBASSO - Nel weekend scorso la pagina degli spettacoli si è occupata di radio libere in Molise. L’articolo si è sviluppato partendo dagli anni ‘70 per arrivare ad oggi. In quasi quarant’anni di emittenza, le voci, i tecnici, gli operatori che hanno fatto parte di questo mondo sono stati e sono ancora, numerosi. I nomi di tutti è stato, come è facile intuire, impossibile scrivere, ma di questa mancanza ne vogliamo colmare parte. Chiunque creda di dovere o volere aggiungere qualcosa scriva pure a lagazzettadelmolise@tin.it precisando nell’oggetto per spettacolo/radio libere. Sarà cura della redazione contattare il mittente e realizzare una seconda pagina speciale.

‘Sopravvivere’ la personale di Picchiello CAMPOBASSO - Inaugurata il 21 febbraio scorso “Sopravvivere”, personale di Luciana Picchiello resterà aperta sino al 22 marzo presso la galleria Limiti Inchiusi dal sabato al lunedì (17-20). Scrive Canova: una visione dove l'arte non teme di confrontarsi con l'iconografia e le tematiche funerarie.

9 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009


ISERNIA L’operazione antidroga è stata eseguita dalla polizia in due riprese

Crack ed eroina, 37enne in manette Il giovane si trova recluso nel carcere di Ponte San Leonardo

Molestie telefoniche, 23enne nei guai

ISERNIA – La polizia ha rinvenuto nella sua abitazione dodici dosi di eroina. Per questo motivo P.T.M. pregiudicato di 37anni è stato arrestato. Ora si trova recluso nel carcere di Ponte San Leonardo. La brillante operazione di polizia, terminata nella tarda mattinata di ieri, è iniziata nel pomeriggio di due giorni fa. Il tutto è stato avviato con un discreto pedinamento, da parte di più agenti. Al calare della sera hanno fermato e controllato tre

persone. Erano tutti a bordo della stessa autovettura. Durante la perquisizione veicolare è stato trovato in possesso di una piccola quantità di droga. E’ stato all’interno della sua abitazione che i militari hanno ritrovato ben 12 dosi di eroina. Erano custodite all’interno di una cassaforte. Ma i poliziotti non si sono fermati qui. Evidentemente insospettiti per il comportamento del-

l’arrestato durante il precedente controllo su strada, alle prime luci dell’alba di ieri sono tornati sul posto dove lo avevano fermato. Dopo un’attenta ricerca riuscivano a trovare, tra i cespugli che costeggiano la strada, ben 14 dosi di sostanza stupefacente di tipo “Crack” di cui l’isernino si era disfatto alla vista degli agenti. Vivip

ISERNIA - Deve rispondere di molestie telefoniche. Si tratta di una 23enne di Isernia. La donna con squilli insistenti aveva portato il suo ex ragazzo a dover cambiare anche il numero dell’utenza telefonica. Ma l’attività della questura non è terminata qui. Infatti il Questore. Biagio Ciaramella, nella giornata di ieri ha emesso un foglio di via obbligatorio dal Comune di

Cantalupo nel Sannio, nei confronti di F. S. di anni 28, e ha sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale, D. P. di anni 42 e S. B. di anni 27 entrambi residenti a Venafro. I medesimi, all’atto dell’applicazione del provvedimento sono stati invitati a cambiare condotta di vita ed avvertiti che nei loro confronti potranno essere imposte successive e più gravi misure di prevenzione. V.P.

Pesca nel Parco, “La questione ospedale torni sui giusti binari” le nuove regole Lo chiedono il vicesindaco di Venafro PESCASSEROLI - In previsione della prossima apertura della pesca nelle acque del Parco, prevista per domenica 1° marzo, l’Ente Parco rivede e aggiorna “Il regolamento per l’esercizio della pesca”. Si tratta di un regolamento condiviso - ed è la prima volta, fa notare il Presidente del Parco Giuseppe Rossi -, con i pescatori locali che hanno concordato con il Direttore dell’Ente e i responsabili dei servizi scientifici numerose novità, rispetto al passato, sia in termini di tutela che di promozione corretta di una storica attività sportiva. Dalla apertura e fino alla prima domenica di aprile, la pesca è consentita soltanto nei laghi di Barrea e Grottacampanaro. Da aprile e fino alla terza domenica di settembre (sui laghi la chiusura è prevista la prima domenica di ottobre) sarà possibile

10 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009

pescare anche su alcuni tratti dei fiumi Sangro e Giovenco per tre giornate a settimana a scelta del pescatore. Sui fiumi la pesca è consentita soltanto ai nativi o residenti dei comuni rivieraschi. Le novità principali riguardano il numero massimo di autorizzazioni (120 per il Sangro e 50 per il Giovenco), la istituzione a titolo sperimentale della pesca “no Kill” nel tratto di fiume tra la Foce di Opi e il Km 54 della SR n.83 marsicana, il divieto di pesca sulle sponde del Lago di Barrea dal Ponte di Civitella Alfedena al Colle Ciglio. In alcuni altri tratti dei due fiumi e sul Lago di Barrea dal Ponte di Civitella verso Villetta le attività di pesca, come per gli anni passati, restano interdette. E’ vietata la pesca alla trota macrostigma, al gambero di fiume e alla alborella meridionale.

Eta, successo alla fiera di Milano VENAFRO - Successo a livello nazionale per una delle aziende di stanza nel nucleo industriale di Isernia-Venafro. Stiamo parlando dell’ Eta Spa che ha collezionato un nuovo successo nel campo del serramento in alluminio dedicato all’edilizia, esponendo alla fiera Made Expo che si è tenuta a Milano dal 4 al 7 febbraio 2009.

e il vescovo Salvatore Visco VENAFRO - “L’intervento di S.E. Mons. Salvatore Visco, che sulla questione riguardante l’operatività del S.s. Rosario si è fatto portatore del sentimento dei sacerdoti della forania di Venafro, rappresenta il miglior modo per ricordare a tutti che al centro di qualsiasi dibattito, che tocchi temi di natura sociale, deve essere sempre ribadita la centralità dell’uomo, quindi la tutela della persona nella sua totalità”. Così Chiara Capobianco vicesindaco di Venafro nonché esponente di spicco del Circolo Cittadino Venafrum. “Da cattolica, ma anche da amministratrice della cosa pubblica, non posso che essere d’accordo sul quanto asserito da Mons. Visco che ha ricondotto sui giusti binari la “questione S.s. Rosario”. D’altronde, garantire la piena funzionalità del nosocomio della nostra città – prosegue la Capobianco – era ed è uno degli obiettivi che l’Ammi-

nistrazione civica si era posto. Obiettivo che riteniamo sostanzialmente raggiunto dopo che la dirigenza della ASReM ha accolto le richieste avanzate dalla classe politica, dagli operatori del settore e dagli stessi cittadini i quali hanno fatto sentire forte la propria voce in difesa del Ss. Rosaio. In questo modo – conclude l’esponente del

Circolo Venafrum – si sono create le condizioni affinché la struttura ospedaliera della città possa continuare ad espletare al meglio le proprie funzioni, garantendo all’utenza tutti quei servizi che risultano essere indispensabili perché chi si rivolga al Ss. Rosario possa avere una risposta sanitaria celere, professionale e di qualità”.

Pesca, si riparte domani VALLE DEL VOLTURNO - Il momento tanto atteso ormai da mesi è arrivato. Domenica riapre la pesca e già in centinaia di appassionati sono pronti ad affollare le sponde del fiume Volturno. Il maggiore afflusso di pescatori che presidieranno la zona già nel tardo pomeriggio di sabato si avrà lungo i tratti del fiume Volturno tra Cerro, Colli e Volturno e Montaquila.


ISERNIA Dopo l’addio di Tonino Perna attendeva di essere convocato da Scajola

Ittierre, la delusione di Antonio Arcaro L’imprenditore resta costretto alla finestra, a guardare morire un’intera provincia.

PETTORANELLO - Tonino Perna in un’Ansa del 15 gennaio 2009, alle domande sui problemi finanziari del suo gruppo , riguardo ai debiti con le banche (per l’ultima rata, in scadenza lo scorso dicembre, It Holding aveva chiesto e ottenuto il rinvio al 18 aprile). Dichiarava: “sono cavoli nostri”. Nei primi 9 mesi del 2008, il gruppo della moda aveva registrato una perdita netta di 10,1 mil. di euro. Una seconda Parmalat, per gli investitori che hanno creduto negli anni al progetto moda del Cavalier e che oggi si ritrovano azioni che valgono meno di un soldo bucato chi li risarcirà? Era pronto a dare una mano alla sua vecchia fiamma, la sua creatura mai dimenticata, la Ittierre. Antonio Arcaro si aspettava di essere convocato dal Ministro Claudio Scaiola per l’incarico di consulente dopo la richiesta della Marzano. E’ stato ignorato, lui che ha contribuito a far diventare un colosso mondiale della moda l’azienda di Pettoranello e per divergenze gestionali lasciò il Cav. Perna alla fine del 2001 quando il turnover della IT Holding era di circa 550 miioni di Euro, con 2.500 dipendenti diretti ed un indotto di circa 10.000 unita. Da allora sono trascorsi 8 lunghi anni di estremo successo per il manager venafrano. Fino all’ottobre del 2005 Amministratore Delegato della Fingen che opera anche nel settore Abbigliamento e gestisce i business dei Brand: Calvin Klein

“L’economia venafrana è al collasso” Lo ha sottolineato in una lettera al sindaco il consigliere Vincenzo Cotugno

Jeans, Calvin Klein Bridge and accessories, Calvin Klein Kids, Jean's Paul Gaultier, II business del gruppo Fingen registrava al 31 Dicembre 2002 un fatturato di 240 mil Euro con 909 dipendenti diretti ed un EBIT consolidate del 5 (11 mil €). L'obiettivo che gli fu affidato nei tre anni di mandato fu di migliorare redditività, volumi e qualità. A seguito di una radicale ristrutturazione dei processi aziendali, di un riposizionamento dei marchi ed il consolidamento della struttura manageriale i risultati raggiunti a fine 2005 erano: turnover di 260.3 milioni di Euro, EBIT raggiunto del 12% pari a (31mil€). Dall’ ottobre del 2005 ad Oggi è continuata l’escalation di successi presso Industries S.p.A- Trebaseleghe a (Padova) in qualità di Amministratore Delegato. Industries opera nel settore Abbigliamento e gestisce i business dei Brand: Moncler, Henry Cotton's, Marina Yachting, Coast Weber Ahaus (marchi di proprietà), Cerruti 1881 (in licenza). Il business del gruppo Industries registrava al 31/12/2005 un fatturato di 185ML di Euro, di un EBIT consolidato del 4% (7ML di Euro) e 978 dipendenti diretti. Industries, facente parte della dichiarata fallita Finpart, fu acquisita a

fine 2005 dal curatore fallimentare da un fondo di Private Equity partecipato da Mittel al 68% e dal sig. Remo Ruffini al 32%. I nuovi azionisti da subito manifestano la volontà di provvedere ad una radicale ristrutturazione di tutto il comparto industriale. Dopo la presentazione e la condivisione del piano triennale impostato per arrivare alla quotazione in borsa nel 2009, Arcaro è stato nominato Amministratore Delegato con pieni poteri. L’implementazione delle azioni previste dal piano hanno permesso di conseguire risultati migliori del 20% di quanto inizialmente previsto. Oggi L'azienda registra un fatturato di 300 ML di Euro ed un EBST di 55ML di euro con 945 dipendenti diretti. Con questo curriculum si è preferito guardare in altra direzione per risanare l’azienda tessile il classico: << nemo profeta in patria>>. Arcaro resta lì, costretto alla finestra, a guardare morire un’intera provincia, un intero comparto industriale che con il suo apporto poteva avere una chance in più di salvarsi, lo dicono i numeri veri e non i debiti. P.T.

Consiglio comunale, intitolata sala a “Karol Wojtyla ISERNIA - Durante l’ultima seduta del Consiglio comunale è stato appro-vato il regolamento per l’uso della sala consiliare intitolata a “Ka¬rol Wojtyla”. L’Aula, com’è noto, è sede di riunione per le adunanze del Consiglio, ma può essere destinata anche a luogo per celebrazioni

istituzionali. I singoli gruppi consiliari possono chiederne l’uso, così come le organizzazioni sindacali dei dipendenti comunali. La Sala, inoltre, può essere utilizzata da terzi per manifestazioni di rilevante interesse sociale, culturale o scientifico. Annualmente, con

“Il volo del Gabbiano”, oggi l’incontro ISERNIA - Questa mattina alle ore 12, presso la sede del Ser.T. di Isernia, si terrà, nell’ambito delle azioni previste dal progetto “Il Volo del Gabbiano”, un incontro che vedrà coinvolti gli utenti del Ser.T. e gli operatori che gestiscono la struttura di recupero.

provvedimento della giunta, sarà determi¬nato il costo per ogni giorno di concessione della Sala, a titolo di rimborso spese per l’illuminazione, l’amplificazione, la puli¬zia, l’assicurazione e il personale, senza arricchimento per l’amministrazione comunale.

VENAFRO –Scambio di idee tra l’ex sindaco di Venafro, Vincenzo Cotugno, e quello attuale, Nicandro. Motivi del contendere sono l’economia della città, l’ospedale Santissimo Rosario e il consorzio industriale di Venafro. L’ex primo cittadino si è rivolto all’attuale attraverso una lettera. “L’economia della città di Venafro è al collasso – inizia la missiva- e temo che noi tutti stiamo sottovalutando la questione rischiando di trovarci al capezzale di un altro moribondo. Ora che la questione del SS Rosario sembra avviata sui binari di un confronto costruttivo che, speriamo, possa garantire il mantenimento dell’Ospedale, dobbiamo affrontare la drammatica emergenza causata dalla crisi economica in atto”. In seguito si rivolge alle istituzioni locali tra le quali la Camera di Commercio di Isernia. “Le banche – continua - hanno diluito i prestiti alle piccole e piccolissime imprese che, a loro volta, private del sostegno finanziario, hanno ridotto i cicli di produzione e hanno iniziato a licenziare o a mettere in cassa integrazione molti dipendenti. I pochi gruppi imprenditoriali di livello regionale o nazionale che operano sul nostro territorio si trovano in condizioni drammatiche: basti pensare alla Ittiere (in amministrazione straordinaria) o ad altre grandi imprese che non riescono a pagare gli stipendi a fine mese. Lo stesso scenario si ripete all’interno del Consorzio industriale di Venafro, con imprese oramai chiuse o prossime alla chiusura e centinaia di persone – tra cui tantissimi venafrani – che rischiano il posto di lavoro o, peggio, lo hanno già perso perché licenziati o in Cassa integrazione”. Si passa poi a valutare la situazione economica in seguito all’apertura della variante di Venafro. “Con l’apertura della strada - infatti, il traffico turistico e commerciale che scorre lungo la tratta Napoli – Pescara (e viceversa) non passa più all’interno della nostra città con la conseguenza che molti esercizi commerciali hanno subito in pochi mesi un calo delle vendite anche del 50% e in città si è diffuso il timore che storiche attività commerciali potrebbero addirittura chiudere perché non riescono più a sostenere i costi. Cosa fare, a questo punto? In che modo possiamo arginare questo tsunami che rischia di travolgere la nostra già debole economia spazzando via anni e anni di duro lavoro e di sacrifici? La classe dirigente di una città importante come Venafro ha il dovere di dare una risposta concreta a queste domande, lavorando con spirito propositivo per individuare una soluzione efficace che produca effetti immediati, nel breve e brevissimo periodo. In quest’ottica, l’unica risposta valida ed immediata che l’Amministrazione comunale oggi può dare consiste nella capacità di veicolare all’interno del mercato tutta la liquidità possibile. Bisogna attivare tutte le opere pubbliche che ancora sono nei cassetti, bisogna approvare subito tutti i progetti in itinere, accelerando la conclusione degli iter burocratici e promuovendo un’azione coraggiosa di rilancio e di investimento in i tutti i settori. Occorre definire, con urgenza, un programma puntuale e preciso di opere pubbliche. Opere finanziate con capitali pubblici – già stanziati e pronti all’uso – ma anche con l’apporto eventuale di capitali privati mediante la promozione di tutte le forme possibili di intervento pubblico-privato. Venafro rischia il collasso, sprofondando in una catastrofica fine dell’economia che potrebbe fare sentire i suoi effetti drammatici per anni e anni. A tutto questo noi dobbiamo reagire. Dobbiamo avere il coraggio di provarci. Abbiamo il dovere di dare alla città un nuovo senso di marcia, un nuovo orizzonte di cambiamento. Venafro ha bisogno di un’iniezione di fiducia che restituisca a tutti la forza di guardare al domani con speranza, sapendo che c’è ancora un’opportunità da cogliere, un sogno da realizzare. Questo è il dovere di chi governa. Ed a questo dovere non possiamo e non dobbiamo sottrarci.

Bonifica ambientale, la convenzione parte il due marzo ISERNIA - Dal prossimo 2 marzo diverrà operativa la convenzione per il ripristino delle condizioni di sicurezza e viabilità stradale me¬diante la bonifica ambientale, la sistemazione dello stato dei luo¬ghi e il ripristino della segnaletica stradale delle aree interessate da sinistri automobilistici o da altri eventi.

11 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009


TERMOLI La zona con questa centrale verrebbe messa in ginocchio dal punto di vista ambientale

Centrale nucleare: no del sindaco Greco “Una posizione già affermata anche nel Consiglio comunale lo scorso 16 maggio 2008”

TERMOLI – Sulla probabile installazione di una centrale nucleare a Termoli, notizia apparsa a livello nazionale, interviene il sindaco Vincenzo Greco. “Consideriamo allarmante la notizia della scelta di Termoli quale 'probabile sito' destinato ospitare una centrale nucleare, diffusa oggi dal 'Giornale'. Anche se non è la prima volta che sentiamo fare tali ipotesi, la notizia desta maggiore preoccupazione perché

divulgata all'indomani dell'annuncio del Governo Italiano di voler installare diverse nuovi centrali nucleari sul territorio nazionale. Ribadiamo, dunque, il nostro deciso 'NO' a tale ipotesi. Una posizione, questa, già affermata con nettezza anche dal nostro Consiglio Comunale lo scorso 16 maggio 2008, il quale ha deciso di dichiarare la nostra città contraria all'installazione di Centrali Nucleari. L'ipotesi di installare nel nostro territorio una centrale di questo tipo è da considerarsi scellerata per tanti motivi. Un territorio già fortemente compromesso da insediamenti industriali pesanti, che sta dando già tanto al Paese in termini di produzione di energia (Centrale Turbogas, Centrale Biomasse), riceverebbe con questo nuovo insediamento il colpo di grazia: un colpo mortale inferto a una città che sta cercando con fatica di difendere e sviluppare la sua naturale vocazione turistica, che sta portando avanti diversi progetti a tutela della salute e volti al rispetto dell'am-

biente. Abbiamo già dichiarato diverse volte la nostra contrarietà a questa insana idea del 'ritorno al nucleare', e tocca qui ribadire ancora una volta la nostra netta convinzione che i problemi correlati alla produzione energetica vanno semmai risolti attraverso l'utilizzo di fonti rinnovabili, come del resto

sembra aver capito anche la più grande potenza economica del mondo, gli Stati Uniti d'America, il cui Governo ha annunciato di voler affrontare la crisi economica globale proprio attraverso l'implementazione di nuove politiche ambientali incentrate sull'utilizzo delle fonti alternative. Tutto questo,

naturalmente, deve avvenire in una cornice di pianificazione nazionale della produzione energetica che a tutt'oggi, in Italia, incomprensibilmente manca, e quindi in un progetto di contribuzione delle varie parti del territorio nazionale proporzionato airispettivi consumi energetici, e ciò anche in relazione al nuovo percorso federalista a cui siamo indotti e di cui si sta attualmente occupando il Parlamento Italiano, seppure con esclusivo riferimento all'aspetto fiscale, trascurando, tra gli altri, quello della pianificazione energetica. Assicuro fin da ora il mio impegno personale e di tutta l'Amministrazione Comunale innanzitutto a verificare la fondatezza di tali notizie, e poi a mettere in atto tutto ciò che è in nostro potere per invertire questo pericoloso 'ritorno al passato' e per difenderci da questi tentativi di considerare ancora una volta il nostro territorio 'gregario' e 'asservito' agli interessi industriali delle parti economicamente più forti della nazione”.

Termoli, fase conclusiva Pesca, grande attesa per decollo per le iscrizioni all’Archeoclub misure anti crisi e fermo LITORALE - Il pagamento del fermo 2008 è in forte ritardo, le scadenze di attuazione delle diverse misure anti crisi varate dal Governo per fronteggiare la crisi del settore ittico si avvicinano a grandi passi e le Associazioni nazionali del movimento cooperativo della pesca chiedono certezze al ministro Zaia. La dotazione di 30 milioni di euro stanziati per misure di sostegno al credito e agli investimenti deve essere utilizzata entro il 31 marzo, così come, entro i primi del prossimo mese, dovrebbero essere definiti i contratti di filiera e di distretto, finalmente estesi anche alla pesca tra le misure di rilancio competitivo dell'agroalimentare. Per non parlare della liquidazione dei premi del fermo attuato nel 2008, che sta creando nelle marinerie forti malumori. Di fronte ad una crisi che, prima con il caro gasolio e oggi sul piano economico generale, ha avuto finora ripercussioni devastanti sulle imprese e non accenna a diminuire, l'attuale si-

12 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009

tuazione di incertezza, concordano le Associazioni, determina comprensibile fermento in banchina e rischia di appannare il rilievo e la portata degli interventi urgenti condivisi con le organizzazioni di rappresentanza per sostenere le imprese in grave difficoltà. “Auspichiamo - sottolineano Buonfiglio (AGCI Agrital), Coccia (Federcoopesca - Confcooperative), Ianì

(Lega Pesca) - che il Ministro Zaia rassicurerà al più presto gli operatori della pesca sullo stato dell'arte dei diversi provvedimenti. Un modo questo per dare risposta alle legittime aspettative con cui la categoria ha positivamente accolto gli interventi predisposti con il sostegno delle Associazioni, e peraltro già esaminati e approvati nelle sedi di consultazione".

Termoli – Si avvia a conclusione la fase delle iscrizioni alla locale sezione dell'Associazione Archeoclub di Termoli. L’Archeoclub è una associazione culturale che rappresenta un grande movimento di opinione pubblica al servizio dei beni culturali e ambientali. Opera con sedi locali distribuite sull’intero territorio nazionale, proponendo nuove forme di tutela che hanno il loro cardine nel decentramento. Attualmente le sedi di Archeoclub d’Italia sono 250 e circa 15.000 gli iscritti. La sezione di Termoli, ogni anno organizza una serie di conferenze e di escursioni con visite a musei, pinacoteche, città di interesse storico - culturali. La prima escursione di quest’anno si terrà nel mese di marzo e prevede la visita al Museo Archeologico Nazionale di Napoli che ospita, per la prima volta, una grande mostra dedicata alle straordinarie opere scultoree dell'antica Ercolano.

Consiglio comunale martedi 3 marzo alle 18,30

Elicottero dei carabinieri atterra a Termoli

TERMOLI – Il prossimo martedì, alle 18,30, in prima , e per mercoledì 4 marzo, alle 19,30, in seconda convocazione, in seduta straordinaria, si riunisce il Consiglio comunale. All'ordine del giorno: La verifica delle condizioni di eleggibilità e compatibilità del Consigliere surrogante Antonio Malerba; Sostituzione di un componente del Comitato per i Gemellaggi; due mozioni urgenti a firma dei Consiglieri di opposizione: primi firmatari Antonio Spezzano e Vincenzo Aufiero.

TERMOLI - Un elicottero dei carabinieri in servizio di monitoraggio del territorio, ieri mattina ha fatto uno scalo tecnico in Piazza del Papa. Mentre il comandante si é recato al Comando Compagnia, l'equipaggio rimasto sul posto ha illustrato ai tanti curiosi che hanno voluto visionale il mezzo aereo le potenzialità dello stesso e i motivi dell'atterraggio. Non é la prima volta che un elicottero delle forze dell'ordine atterra a Termoli richiamando capannelli di persone.


TERMOLI I consumatori hanno provato a chiamare il sindaco che non ha risposto alle telefonate

Termoli, “porta a porta. Non facciamo i talebani!” Info@consumatori risponde all'assessore all'ambiente Lattanzi e invita nuovamente l’amministrazione comunale al dialogo Come avevamo annunciato la scorsa settimana, la campagna promossa da Info@Consumatori prevedeva da martedi 24 febbraio, una fase costruttiva improntata al dialogo. Intendevamo contattare innanzitutto il Sindaco Vincenzo Greco e successivamente l'Assessore Emanuela Lattanzi per sottoporre i problemi che ci sono stati segnalati da decine di cittadini, associazioni, amministratori di condominio e lettori, rela-

tivi al servizio porta a porta adottato dall'Amministrazione Comunale di Termoli. Sia ben chiaro che in tutto questo c'è ben poco di "strumentale", come afferma l’Assessore Lattanzi. Di suonare e cantare ci interessa poco e ci sono già i validi esponenti della corale cittadina che lo fanno egregiamente. E' bene suddividere i ruoli. Voi amministrate e vi assumete le responsabilità delle Vostre scelte, noi, da operatori dell'informazione diamo voce a chi ci segnala problemi. Tutto qui. Invitavamo inoltre, soprattutto i rappresentanti istituzionali dell'attuale maggioranza che ci hanno esternato perplessità sul porta a

Trenitalia penalizza le Pmi del Sud, l’intervento del senatore Poli Bortone Il senatore Adriana Poli Bortone ha presentato una interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli per sapere "se e come intenda intervenire per fare in modo di ristabilire un riequilibrio negli interventi sul trasporto merci fra Nord e Sud alla luce della circolare di Trenitalia". Il senatore – informa una nota – evidenzia nel testo della interrogazione che "il Meridione fa parte della Nazione e che se è condivisibile che l’economia meridionale non debba vivere di assistenzialismo, è condannabile politicamente e ingiustificabile economicamente che essa debba essere fortemente penalizzata, anche nel caso di aziende di piccole e medie dimensioni che vivono esclusivamente sul lavoro ed il capitale di rischio in un contesto per diverse cause non facile. La sperequazione di comportamento dell’azienda Trenitalia a danno del Sud è di tutta evidenza – commenta

Adriana Poli Bortone – ed il provvedimento è volto a fare una operazione di carattere squisitamente economico che disabilita gli scali merci a corso singolo, abilitandoli solo per i traffici a treno completo. E' risaputo – aggiunge – che il territorio del Meridione non è particolarmente ricco di complessi industriali, ma la maggior parte dell’utenza è composta da aziende di piccole e medie dimensioni o addirittura di ditte individuali che certamente non possono spedire e ricevere quantitativi di prodotti tali da richiedere un treno completo, tant'è che, in genere, per i propri traffici utilizzano un carro ferroviario per volta. La disabilitazione degli scali – conclude – crea un disagio non indifferente perché obbliga le Pmi a servirsi unicamente del trasporto su strada con costi notevolmente più elevati e procura, oltretutto, un sempre più imponente intasamento del traffico stradale”.

porta, a far sentire la propria voce, al fine di aprire un dibattito costruttivo. Venerdì scorso mi è stato inviato, da un contatto comune, il numero di cellulare del Sindaco Vincenzo Greco che si rendeva disponibile ad ascoltare e valutare quanto intendevo civilmente proporre e segnalare. Martedì ho provato a chiamare ben 3 volte il Sindaco che si è reso "latitante". Ho lasciato anche un messaggio alla segreteria telefonica. Nel pomeriggio di martedì ricevo invece una telefonata. Non dal Sindaco, ma da un mio conoscente:"L'amministrazione comunale ti ha risposto tramite comunicato". Rimango effettivamente

perplesso, e rimango ancor più perplesso quando poi, dopo alcune ore, leggo il comunicato. Ne prendo atto, stupendomi ancora una volta dell'atteggiamento di questa amministrazione. Faccio un esempio. Quando a luglio 2008 abbiamo denunciato la Provincia di Campobasso relativamente alla manutenzione caldaie che illegittimamente ci veniva fatta effettuare ogni anno, il Presidente D'Ascanio, senza far troppe storie, ne ha preso atto, ci ha risposto personalmente (e non con comunicati) in agosto e, alla ripresa delle attività consiliari (il 3 settembre), ha convocato noi di Info@Consumatori, le Associazioni consumatori e quelle degli artigiani. Ci ha ascoltati, ha valutato le nostre ragioni, le ha accettate ed ha immediatamente indetto una nuova gara d'appalto. Ha stilato un nuovo regolamento che ha preso in considerazione le nostre istanze. A breve sarà reso pubblico dalla Provincia. E' evidentemente una questione di stile e di un differente modo di amministrare la cosa pubblica, per e con il cittadino. Al comunicato del Comune di Termoli, che molte testate, noi compresi, abbiamo pubblicato, come richiesto dall’Ufficio Stampa , integralmente, preferisco far rispondere i

lettori che ci stanno scrivendo indignati. Il tema della raccolta differenziata è argomento talmente importante e delicato che non merita di essere trattato con comunicati stampa ma avrebbe richiesto maggior umiltà e sensibilità da parte dell'amministrazione comunale per aprire un civile e democratico confronto. L'assessore all'ambiente ci informa che ha realizzato decine di incontri. Benissimo. Apprezzo che, rispetto al regime talebano, che impone le scuole coraniche, qui si è prima imposto il modello del porta a porta, e poi si sono organizzati gli incontri nei quartieri. Lo fanno notare i comitati civici nel loro intervento. Pertanto, nello spirito del confronto civile, annuncio che proverò a chiamare nuovamente il sindaco, Vincenzo Greco, per chiedere un incontro e facendo finta di non aver neanche letto la caduta di stile che è possibile riscontrare dalla lettura del Comunicato. Consiglio vivamente il sindaco Greco, un tempo conosciuto come persona aperta al dialogo, e che sicuramente in questa occasione sarà stato consigliato da qualcuno sulla modalità e sui tempi di risposta, di cambiare consigliere. Massimiliano Orlando

Il Crocifisso delle Stimmate di Padre Pio a Termoli TERMOLI – Da oggi e fino al 2 Marzo il Crocifisso delle Stimmate di San Pio da Pietrelcina sarà a Termoli. Avviene all'inizio della quaresima, tempo di grazia e misericordia del Signore, un dono di amore che si rende visibile ai nostri occhi e al nostro cuore di figli della contemplazione e nello stupore di un “segno” prodigioso, scaturito dall'imperscrutabile disegno di Dio che si é reso manifesto nella passione del suo Figlio diletto e poi sul corpo di un suo servo fedele. La visita del Crocifisso delle Stimmate riporta alla memoria anche il prodigio che ha segnato la vita e l'esperienza di Padre Pio da Pietrelcina, avvenuto nel coro della chiesetta del convento il 20 Settembre 1918 che, dopo aver visto un “misterioso personaggio” con le mani, i piedi e il costato che grondavano sangue; alla scomparsa del personaggio viene a trovarsi lui stesso nelle stesse condizioni. In Padre Pio i segni della passione, oltre ad essere la chiave di lettura di tutto il mistero della sua vita, in modo evidente manifestano la sua missione: essere strumento e canale di salvezza in favore dell'umanità. Come dire che l'umanità é stata salvata e si salva attraverso la croce, identificandola con essa e portandola. Tutta la comunità della parrocchia di San Francesco e dell'intera Termoli, con grande disponibilità di cuore e con sentimenti di gratitudine, si apprestano ad accogliere la Crocifisso delle Stimmate. L'arrivo é previsto per le 16,30 di oggi in Piazza Monumento dove si terrà la Liturgia dell'accoglienza. Alle 17 inizia la via Crucis e la processione raggiungerà il convento – parrocchia di San Francesco D'Assisi dove, alle 18,30 ci sarà la celebrazione Eucaristica presieduta da fra Paolo Cuvino, Parroco e Guardiano del Convento. Alle 21,30 Veglia di preghiera animata dai giovani presieduta dal Vescovo della diocesi Termoli – Larino, monsignor Gianfranco De Luca, alla quale farà seguito la visita e preghiera personale fino alle 2 del mattino. Domenica si terranno Sante Messe alle 8, 10 e 11,30 mentre alle 18,30 la Celebrazione Eucaristica presieduta da fea Aldo Broccato, Ministro Provinciale della religiosa provincia di Sant'Angelo e Padre pio. Lunedì 2 Marzo alle 9,30 celebrazione Eucaristica e Adorazione; alle 17,30 Rosario meditato; alle 18,30 celebrazione Eucaristica e alle 19,30 Liturgia di saluto e partenza del Crocifisso.

Cisl: Pietrosimone nuovo segretario di Lega dei pensionati

Montenero, sequestrata discarica abusiva

Luigi Pietrosimone, ex segretario regionale della Fim – Cisl, é il nuovo segretario di Lega dei pensionati Cisl. L'elezione é avvenuta al termine dl congresso degli iscritti della Fnp Cisl che si é tenuto nel cinema Sat'Antonio. Luigi Pietrosimone non ha nascosto il proprio entusiasmo per la nuova carica.

MONTENERO DI BISACCIA - I carabinieri hanno sequestrato una discarica abusiva a Montenero che raccoglieva rifiuti di demolizioni, scarifica d'asfalto, autoveicoli. I militari hanno denunciato il legale rappresentante di un'impresa di edilizia stradale per getto pericoloso di cose e per gestione abusiva di discarica di rifiuti pericolosi. Nella discarica, un'area di seimila mq, c'erano anche traverse di ferrovia in legno e macchinari fuori uso.

13 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009


SPORT CALCIO REGIONALE

Continuano le “caranfate” della società bianconera frentana che non capisce che le gare si vincono sul campo

Il Giudice sportivo dice no al Larino La società del presidente Mammarella critica la decisione dell’organo giudicante CAMPOBASSO - La Lega Nazionale Dilettanti del Molise rigetta il ricorso presentato dalla Frentana Larino e consegna per la seconda volta al Termoli la coppa Italia regionale. In realtà l’Us Termoli aveva già vinto la coppa nella finalissima di sabato scorso al Marchese Del Prete quando dopo 120 minuti estenuanti le squadre si erano dovute sfidare anche ai calci di rigore con la vittoria dei giallorossi per 4-2. Acquisito il risultato, la mattina successiva si è subito iniziato a parlare di un possibile ricorso dei bianconeri per la posizione del difensore del Termoli Vitiello che secondo la Frentana Larino era stato oggetto di un doppio svincolo. O per lo meno, il nome di Vitiello sembra non essere apparso sul comunicato degli svincoli del 16 dicembre mentre era regolarmente presente il suo nome nel comunicato del giorno successivo, il 17 dicembre. L’ufficio stampa dei bianconeri lunedì sera aveva però smentito di voler

14 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009

presentare il ricorso alla Lega del Molise elogiando il Termoli e complimentandosi della vittoria sul campo e augurando un buon cammino per la prosecuzione della competizione. Tuttavia poche ore dopo la richiesta di rivedere la posizione di Vitiello è arrivata in Lega. Dopo l’analisi della richiesta la lega Nazionale Dilettanti del Molise ha deciso di rigettare l’istanza della Frentana Larino spiegando come per la Lega Molise il giocatore Vitiello è stato regolarmente tesserato dall’Us Termoli. Dunque nessun inghippo per il Termoli e nessun dubbio per la Lega. I giallorossi festeggiano così due volte nella consapevolezza di aver adottato le giuste precauzioni per il tesseramento del giocatore e di aver vinto meritatamente la finale seppur con fatica e ai calci di rigore. Non si rassegna il Direttore Generale della Frentana Larino, Aldo Caranfa (nella foto), che dopo aver voluto il ricorso, in netto contrasto con il presidente Mammarella, ora critica il deliberato del Giudice Sportivo. Secondo Caranfa, ex arbitro, il Giudice sportivo non è entrato nel merito della questione. E’ del tutto falso. Il Giudice Sportivo, prima di decidere sul merito, ha chiesto lumi, come prevedono i regolamenti in vigore, all’Ufficio Tesseramenti del Comitato regionale che ha accertato che “il calciatore Vitiello Salvatore risulta tesserato per la società Termoli alla data della disputa della gara”. Nessun imbroglio, quindi, è tutto legale. Ancora una “caranfata” finita, come altre volte, come una bolla di sapone. Forse a Larino dimenticano che le partite si vincono sul campo e non con le carte bollate. Ma, stando a quanto si può leggere dalla stampa e dai comunicati ufficiali non è la prima volta che i bianconeri soffrono di vittimismo. Ricordate la precedente stagione quando pretendevano stadi con tribune da almeno mille posti per disputare le gare in esterna? Evidentemente nel campionato di Eccellenza, quest’anno, ed in quello di Promozione, lo scorso anno, non abbiamo capito che quella squadra con i colori bianconeri non era la Frentana Larino ma la Juventus.

Alfonso Sticca lascia il calcio regionale CAMPOBASSO- Dopo una vita dedicata al mondo del calcio regionale Alfonso Sticca, presidente della delegazione provinciale di Campobasso ha deciso di lasciare a far data dal primo marzo prossimo. Il testo delle sue dimissioni è stato pubblicato sul comunicato ufficiale n° 42 e ve lo riproponiamo integralmente: “In questo momento del rinnovamento del calcio Giovanile e Dilettantistico regionale e, con la partecipazione per diciotto anni come Dirigente Federale al meglio delle mie possibilità, ho ritenuto opportuno lasciare la presidenza della Delegazione e dare spazio agli altri. Come persona, sempre più interessata al mondo sportivo regionale e in modo particolare al calcio, so quando è il momento di farsi da parte nel rispetto delle regole. E’ doveroso da parte mia ringraziare tutti i miei collaboratori che si sono succeduti negli anni, perché tutti in-

distintamente hanno contribuito alla crescita della Struttura provinciale, fulcro essenziale per la continua espansione sul territorio del calcio Giovanile e Dilettantistico. Nel congedarmi, saluto affettuosamente tutti i Dirigenti delle società che hanno cooperato con questo organismo, in modo di disporlo nelle condizioni migliori di poter operare. Pur lasciando la Presidenza della Delegazione Provinciale, il mio non sarà un abbandono totale dal calcio. Cercherò di dare il mio contributo, in maniera che il calcio molisano possa avere sempre maggiore espansione e visibilità anche fuori dal territorio regionale. Auguro buon lavoro a chi verrà dopo di me e non potrà non considerare un tesoro inesauribile, un patrimonio insostituibile quello rappresentato inizialmente come Comitato Provinciale e poi come Delegazione. Cordialmente. Alfonso Sticca”.

AUTOMOBILISMO

Testa ed Emanuele premiati in Puglia CAMPOBASSO- Ci sarà anche Fabio Emanuele oggi alle 18.00, al Grand Hotel La Chiusa di Chietri ad Alberobello, dove si svolgerà la premiazione del Campionato Interregionale "Rallies&Velocità" 2008 tra le regioni Basilicata, Puglia e Molise, alla presenza di Francesco Solimena, presidente del Comitato Organizzatore. Premiati i vincitori delle Coppe CSAI rallies delle tre Regioni, cui si aggiunge la Calabria per le specialità Rally e Regolarità. Un riconoscimento di grande prestigio per il due volte campione italiano slalom che nel 2008 si è dovuto accontentare del secondo posto solo all’ultima gara. Un ricono-

scimento che fa perfettamente il paio con la medaglia di bronzo al valore atletico ricevuta poco tempo fa dal Coni Provinciale. La presenza alla cerimonia di Alberobello sarà l’ennesimo tassello di un puzzle praticamente perfetto al quale, d’ora in avanti si potranno aggiungere soltanto ulteriori pezzi pregiati. Dopo tanti sacrifici sono arrivate anche molte soddisfazioni per il pilota campobassano, capace di lottare alla pari con tutti in campo nazionale e di rappresentare degnamente la nostra regione in ogni parte d’Italia. I numerosi attestati e i riconoscimenti ottenuti fuori dall’abitacolo sono la chiara dimostrazione

che le soddisfazioni possono arrivare anche al di fuori del campo di gara. “E’ un appuntamento importante per me – interviene – sono contento di essere presente alla premiazione e spero di riuscire a rappresentare sempre meglio il Molise in giro per la Penisola”. In terrà pugliese verrà premiato anche Mario Testa per il secondo posto nella ottenuto nella specialità slalom. Inoltre l’occasione sarà propizia per incontrare i vertici della Fia e valutare se ci sono le possibilità per organizzare il campionato europeo slalom. Per tutti gli appassionati e i praticanti della specialità sarebbe un traguardo straordinario. G.T.

VOLLEY, CAMPIONATI NAZIONALI UNIVERSITARI

Vittoria in terra salentina del Cus Molise CAMPOBASSO- Storico risultato raggiunto dalla rappresentativa dell'Ateneo molisano, che con una prestazione spavalda ha avuto, la meglio dopo 1 ora e 20 minuti di gioco, di un Cus Lecce mai domo e con nel proprio organico atlete che militano in categorie superiori rispetto alla atlete del Cus Molise. Un Cus Molise, guidato con maestria dal proprio coach Raffaele Di Cesare, che ha saputo tirare fuori un carattere ed una prestazione maiuscola da tutte le giocatrici. Un match che ha visto degli scambi interminabili ma una netta superiorità delle ragazze

molisane nei fondamentali di difesa e ricezione. " Un risultato eccezionale" afferma il Vice Presidente del Cus Molise, nonché responsabile del settore volley della società, Gennaro Niro " ottenuto con una ottima prestazione da parte di tutte le nostre ragazze. Un gruppo eccezionale guidato in maniera sapiente dal coach Di Cesare. Ora ci aspetta la partita decisiva contro le "cugine" del Cus Chieti, un match difficile dove però le nostre ragazze proveranno sicuramente a dire la loro e cercheranno di portare a casa il risultato." C.F.

Milano capitale europea dello sport in ricordo di Cannavò

Serie A: arbitri, Rizzoli dirige Inter-Roma

Un anno di eventi sportivi, dai mondiali di pugilato dilettanti e di baseball agli Europei di ginnastica e di badminton, promuovono la Milano del 2009 a capitale europea dello sport: un titolo che la città ha già deciso di dedicare alla memoria di Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta, recentemente scomparso.

Sarà Nicola Rizzoli (nella foto) ad arbitrare Inter-Roma, il posticipo della 26esima giornata del campionato di Serie A. L’atteso anticipo tra Juventus e Napoli è stato affidato ad Ayroldi, mentre Sampdoria-Milan sarà diretta da Rocchi. Designazione illustre per il derby tra Palermo e Catania: Rosetti.


SPORT COPPA ITALIA DILETTANTI

Definiti gli accoppiamenti e il programma gare della competizione tricolore nazionale

Per il Termoli la prima partita in casa con L’Aquila Mercoledì undici marzo l’esordio al Cannarsa. La gara di ritorno in Abruzzo il 18 marzo CAMPOBASSO - La Lega Nazionale Dilettanti, concluse tutte le fasi regionali della Coppa Italia Dilettanti, ha diramato il comunicato ufficiale in cui vengono riportati gli accoppiamenti ed il programma gare del primo turno della fase na-

zionale. La 43^ edizione della Coppa Italia inizia l’undici marzo con la prima gara degli ottavi di finale e si concluderà il 13 maggio con la finalissima da disputare a Roma dove verrà messo in palio il trofeo vinto l’anno scorso dall’Hinterreggio contro la Pro Settimo & Eureka. In rappresentanza dei diciannove Comitati regionali della LND, prenderanno parte 19 formazioni suddivise in otto raggruppamenti, di cui cinque da due squadre ciascuno con la classica formula dell’andata e del ritorno, mentre altri tre composti da tre squadre ognuno che si affronteranno in gironi all’i5taliana con altrettante partite. Abruzzo: L’aquila Calcio 1927 (Aq) Basilicata: Murese 2000 Aurora (Pz), Calabria: Omega Bagala di S. Lorenzo (Rc), Campania: Forza E Coraggio (Bn) , Emilia

AUTOMOBILISMO

Global Rally d’assalto in Ciociaria CAMPOBASSO- Sarà presente con le proprie punte, domani e domenica, in Ciociaria la scuderia cercese Global Rally. In occasione della prima edizione del ronde di Boville Ernica, memorial Nello Cafasso, evento coordinato dal driver Tonino Di Cosimo e con al via un duo d’eccezione come quello formato dai due assi del mondo del ciclismo Paolo Bettini e Franco Ballerini (rispettivamente pilota e navigatore di una Fiat Grande Punto in classe S2000), il presidente del team Mario Testa ha voluto fare le cose in grande per onorare al meglio la figura di Cafasso. “Persona che ho conosciuto personalmente e sulla cui vettura ho anche corso l’anno precedente la sua morte”, dichiara commosso il ‘leone di Cercemaggiore’. Che proverà a dare spettacolo sui 44 km di prove speciali (un unico tratto cronometrato – la Fontana Rosa – di 11.000 metri da ripetere quattro volte), sui quasi 180 complessivi previsti dalla prova, che prenderà il via domani sera con un trasferimento in notturna all’insegna dello spettacolo. Testa, timonato dall’esperto navigatore del posto Angelo Cioffi, sarà impegnato su una Renault Clio Maxi in classe A. Con lui, fari puntati anche su D’Altò (Fiat Grande Punto S2000), Ber-

gantino e Baiano (entrambi su Renault Clio in classe R) e Davide Catalano (su Citroen Saxo per la classe N). “Cercheremo di fare del nostro meglio per primeggiare nelle singole classi e nella classifica assoluta e per dire la nostra nella graduatoria per scuderie – ha fatto sapere Testa – consapevoli che non sarà facile, in considerazione anche di quella che è la concorrenza (la gara ciociara presenterà al via ben 103 equipaggi!), ma certi che i nostri piloti vorranno dare tutte le proprie risorse per dimostrare appieno il proprio valore”. Nel team Global Rally avrebbe dovuto esserci anche Nicoloro, ma impegni lavorativi hanno costretto il forte driver campano a dare forfait. Carla Ferrante

Napoli: Marino 'Reja non è in discussione' Pierpaolo Marino conferma la posizione di Reja: ‘La gara con la Juventus non deciderà la sua panchina’. Il match con i bianconeri potrebbe rappresentare il crocevia per la stagione degli azzurri, proprio come all’andata accadde per i bianconeri, capaci di risorgere dopo il ko del San Paolo.

R.: Cesenatico Chimicart (Fc), Friuli V.G.: Muggia (Ts), Lazio: Pomezia Calcio (Rm), Liguria: Loanesi S. Francesco (Sv), Lombardia: Cantu’

La Fenice incontra i bambini dell’Oratorio ISERNIA- I bambini e i ragazzi dell’oratorio della parrocchia Santa Maria della Pace in c/da Fragnete ad Isernia ospiteranno, oggi a partire dalle ore 16,30, la Olio Pignatelli Isernia, squadra di pallavolo maschile che milita nel campionato di serie A2. Questo incontro, fortemente voluto dalla comunità e dalla società de La Fenice Volley, che si terrà presso i saloni parrocchiali, darà modo ai giocatori di spiegare ai bambini e ai ragazzi che lo sport è un elemento indispensabile per il sano sviluppo degli adolescenti e per la crescita dei più piccini. È grazie a sport di squadra come la pallavolo, che si imparano alcuni dei valori più rilevanti della vita, rispetto per gli altri, lealtà, autodisciplina, amicizia e lavoro di squadra. Lo sport è un linguaggio universale, che aiuta ad affrontare le sfide quotidiane e a superare le differenze culturali, linguistiche, religiose, sociali ed ideologiche. “L’intera comunità parrocchiale – afferma il parroco Don Domenico Veccia - è lieta che, dei campioni di uno degli sport più nobili e affascinanti, abbiano voluto, con la loro testimonianza, incontrare i bambini dell’oratorio”. C’è attesa anche da parte dei ragazzi di Fragnete che aspettano con entusiasmo questo importante appuntamento. C.F.

San Paolo (Co), Marche: Jesina Calcio (Pu), Molise: Termoli (Cb), Piemonte V.A.: Acqui 1911 (Al), Puglia: Virtus Casarano (Le), Sardegna: Portotorres (Ss), Sicilia: Citta’ Di Bagheria (Pa), Toscana: Castelnuovese (Ar), Trentino A.A.: Maia Alta Obermais (Bz), Umbria: Castel Rigone (Pg), Veneto: Lia Piave (Tv). Le relative composizioni vengono stabilite nel modo seguente: Girone F: L’AQUILA 1927 TERMOLI (andata e ritorno). Il calendario della manifestazione

viene stabilito come segue: 11 marzo 2009 1ª gara triangolari ottavi andata, 18 marzo 2009 2ª gara triangolari – ottavi ritorno, 25 marzo 2009 3ª gara triangolari, 15 aprile 2009 quarti andata, 22 aprile 2009 quarti ritorno, 29 aprile 2009 semifinali andata, 6 maggio 2009 semifinali ritorno, 13 maggio 2009 finale. Ciò premesso si riporta di seguito il programma della prima fase; l'ordine di svolgimento è stato stabilito da apposito sorteggio: mercoledì 11 marzo 2009 ore 15.00). Girone F: Termoli – L’aquila 1927 Campo Comunale “Gino Cannarsa” – Termoli (CB), mercoledì 18 marzo 2009 ore 15.00” Girone F: L’aquila 1927 – Termoli Stadio Comunale “T. Fattori” – L’Aquila (AQ). Giovanni Testa

ATLETICA

Si avvia a conclusione la stagione invernale CAMPOBASSO- La stagione invernale di atletica leggera si avvia alla conclusione. Nella prossime due domeniche, 1 e 8 marzo, si svolgeranno le ultime due manifestazioni. La prima giornata, a Venafro, vedrà impegnati gli atleti delle categorie ragazze/i e cadette/i nella quarta prova del Campionato di Società di Corsa Campestre. Lo stesso giorno, allieve/i, juniores, promesse e seniores disputeranno le gare valide per la seconda prova Grand Prix d’Inverno 2008, sempre di corsa campestre. La domenica successiva, invece, gran finale a Pettoranello, alle porte di Isernia. Saranno coinvolti tutti gli atleti di tutte le categorie. Gli esordienti effettueranno una gara di staffette. Le ragazze ed i ragazzi, i cadetti e le cadette, competeranno sulla quinta ed ultima prova del Campionato di Società di corsa campestre. Si concluderà anche il Grand Prix d’Inverno 2009 di cross di allievi ed allieve, juniores, promesse e seniores, mentre amatori e masters daranno vita alla terza prova del Gran Prix, contemporaneamente valida come Campionato regionale individuale di categoria. Le stesse manifestazioni saranno valide per la Festa del Cross 2009, manifestazione introdotta quest'anno e che, fissata ini-

Juventus: Ranieri 'Pensiamo solo al Napoli' Claudio Ranieri non si fida del Napoli in crisi. “Ci aspetta una partita difficile, contro una squadra agguerrita”. Il tecnico bianconero è concentrato sul campionato e chiede lo stesso ai suoi giocatori: prima viene la sfida con i campani, per pensare al ritorno degli ottavi di Champions League contro il Chelsea ci sarà tempo, senza dimenticarsi che in mezzo ci sono anche la Coppa Italia e il derby.

zialmente per il 15 febbraio scorso. è stata rinviata all'8 marzo a causa della nevicata di quella domenica. Al termine di quest'ultima giornata, vi sarà la cerimonia di premiazione. C.F.

Giornata di nomine alla Fijlkam Molise CAMPOBASSO - Giornata di nomine, quella di ieri, per la Fijlkam Molise. In occasione del primo meeting del comitato regionale svoltasi presso la sala riunioni ‘Liborio Fraraccio’ del Coni di Isernia, sono stati, infatti, definite le singole responsabilità, accanto alle prime nomine già definite dopo il momento elettorale (quelle cioè di Tonino Pica come presidente, di Silvia Caruso, Gregorio Ruggiero ed Aida Romagnuolo come vicepresidenti, rispettivamente, dei settori judo, lotta e karate), è stato data una definizione complessiva dei singoli incarichi settoriali. Innanzi tutto, Silvia Caruso è stata nominata vicepresidente vicario del comitato con, per il judo, la responsabilità tecnica affidata a Bernardo Centracchio, il coordinamento degli ufficiali di gara riservato a Giovanni Avicolli e la responsabilità del settore propaganda demandata ad Antonio Visco.

15 ANNO II - N° 48 SABATO 28 FEBBRAIO 2009


Gazzetta del Molise - free press  

Gazzetta del Molise - free press - quotidiano del mattino - edizione del 27 Febbraio 2009

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you