Issuu on Google+

Guido Talarico Editore

Ottobre 2011

Copia Promozionale Gratuita

IL SOLE 24 ORE S.p.A System Comunicazione Pubblicitaria legale@ilsole24ore.com

IL SOLE 24 ORE S.p.A System Comunicazione Pubblicitaria legale@ilsole24ore.com

Anno 4 - Nr 34

Nonostante il calo generalizzato delle compravendite (il quarto consecutivo) i prezzi tengono

Con la crisi arriva il boom delle aste Il 2011 segna un’impennata esponenziale delle vendite in tribunale, che è continua dal 2009 di Gaia Mutone

Mondo Immobiliare

È una dura realtà, ma il mercato delle aste è così: più crescono le esposizioni, più opportunità si creano. Con una crisi che non molla e con un mercato del credito in forte contrazione, gli studi dei professionisti che gestiscono le trattative d’asta sottolineano il progressivo, quasi esponenziale, aumento del numero di clienti. Chi intende acquistare una casa all’asta sembra infatti sempre più consapevole della necessità di procedere con cautela al fianco di professionisti che possiedono le competenze per accertare la correttezza delle procedure. Se poi si scorrono tutti gli ultimi rapporti sul settore immobiliare, emerge una situazione di sostanziale stagnazione, in cui il volume delle compravendite continua a calare, con la sola eccezione del comparto produttivo e del terziario, e in cui i prezzi, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare continuano a tenere. Se tutto sommato è naturale che i prezzi rimangano stabili nelle grandi metropoli, dove la domanda c’è sempre, per il resto del Paese la spiegazione può essere diversa.

Ecco il consulente multitasking Il mondo immobiliare procede sempre più verso competenza e specializzazione per fare spazio a professionisti e consulenti preparati e spesso legati a marchi riconosciuti che, per la clientela, sono garanzia di compravendite a pag.13

Notai I notai a sostegno di L’Aquila È stata inaugurata a fine settembre la struttura didattica dell’Università degli studi dell’Aquila, realizzata con i fondi raccolti dal Comitato Notai per L’Aquila e dalla National Italian American Foundation (Niaf). a pag. 14

alle pag 4-5

Mutui

L’iniziativa promossa dal Saint Cobain Italia

Tassi mutui alle stelle: colpa dello spread

Premio sostenibilità, l’edilizia guarda al futuro

In estate lo spread medio per un mutuo era intorno all’ 1,50% rispetto al 3% di oggi. Da luglio, infatti, le tensioni legate alle incertezze dei mercati hanno alzato il costo del denaro per le banche, costrette a loro volta a dover aumentare i costi per la clientela.

L’edilizia sostenibile è un obiettivo per molte amministrazioni e non solo. Anche molti ordini professionali di settore si stanno impegnando da tempo per promuovere le tecniche di costruzione del futuro. Ne è un esempio il Premio sostenibilità, un’iniziativa diretta proprio a incentivare l’ecocompatibilità delle costruzioni, che quest’anno arriva alla sua terza dizione, dopo un biennio in cui in termini di partecipazione e di iniziative promosse, ha fatto registrare un vero successo.

a pag. 12

a pag.6

Commercialisti Un software per determinare le tariffe I commercialisti si attrezzano per rendere telematica la determinazione dei compensi. È già disponibile da qualche giorno, infatti, "Tariffa Professionale", il software sviluppato dal Consiglio nazionale dell’Ordine. a pag.16


Domande e Risposte

AsteInfoappalti

2

SOMMARIO Domande e Risposte 2

Aste: guida per l’uso

Primo Piano 4 Primo Piano 5 Focus 6 Focus 7 Economia 9 Economia 11 Mutui 12 Mondo immobiliare 13 Notai 14 Avvocati e Magistrati 15 Commercialisti 16 Risparmio Energetico 17 Attualità 19

Aste - Elenco dei bandi

Da pagina 24 a pagina 39

Invia le tue domande a Aste Infoappalti. I tuoi quesiti verranno sottoposti a degli esperti che risponderanno sul numero successivo. Scrivi a redazioneaste@guidotalaricoeditore.it

DOMANDE 1. Come posso fare per partecipare ad un’asta giudiziaria? 2. Bisogna disporre di denaro liquido per partecipare ad un’asta giudiziaria? 3. Qual è la percentuale da versare subito? 4. In che modo va versato l’importo? 5. Nel caso di non aggiudicazione dell’immobile, dopo quanto tempo posso riavere gli assegni? 6. Nel caso di aggiudicazione, quanto tempo ho per versare il prezzo finale d’acquisto? 7. È possibile visitare gli immobili prima di partecipare all’asta? 8. Cosa succede se l’immobile che ho acquistato all’asta, risulta essere occupato? 9. Quando vengono cancellate le ipoteche e i pignoramenti gravanti sull’immobile? 10. Cosa posso fare se al momento dell’immissione in possesso dell’immobile, questo non mi piace?

11. Vorrei conoscere le modalità di svolgimento dell’asta giudiziaria con incanto. 12. È vero che esistono società che curano l’acquisto dell’immobile durante l’incanto, senza che l’interessato sia presente? 13. Un immobile messo all’asta può essere acquistato prima dell’incanto? 14. Se l’inadempiente non ha la possibilità di pagare i suoi debiti e quindi di riscattare il suo immobile, può partecipare all’asta per tentare di recuperarlo? 15. Che vuol dire asta deserta? 16. Quando in sede d’asta si presenta un solo offerente a concorrere all’aggiudicazione dell’immobile, cosa succede? 17. È vero che bisogna aspettare 10 giorni, per essere certi che l’immobile sia stato aggiudicato? 18. Sono al corrente che è possibile presentare entro 10 giorni dalla data d’asta un’offerta pari ad 1/5 del prezzo di aggiudicazione e che il Giudice in tal

caso stabilirà una nuova data per l’incanto. Quello che invece vorrei sapere è se il prezzo di base d’asta subirà dei cambiamenti. 19. Il mio immobile è andato all’asta per svariati motivi. Possiedo in parte della liquidità ma non è sufficiente a saldare il debito con i miei creditori.Vista la mia posizione, nessun Istituto bancario è in grado di erogarmi un mutuo. La cosa che vi chiedo è se posso intestare il mutuo a mio figlio e chiedere la restante somma che mi serve per non perdere l’immobile? 20. Vorrei sapere se una volta partecipato ad un’asta immobiliare con esito positivo, potrò intestare l’immobile a mio figlio. 21. Che cos’è una transazione di crediti? 22. Molto spesso sulle pubblicazioni degli immobili che vanno in asta, noto il termine “quota pari a mezza indivisa del diritto di superficie”, vorrei conoscerne il significato.

RISPOSTE 1. Basta una domanda di partecipazione da depositare entro le ore 13 del giorno precedente alla vendita. Con allegato un assegno circolare intestato al notaio con il 10% dell’ offerta che si desidera effettuare. 2. No, i tribunali accettano solo assegni circolari. 3. Il 10% dell’offerta. 4. È obbligatorio versare l’esatto importo quale deposito cauzionale e deposito in conto spese. 5. Immediatamente dopo l’asta. 6. Il tempo è stabilito nell’ordinanza di vendita e può variare dai 30 ai 60 giorni. Talvolta anche 120, di questi tempi. 7. Si. Vi sono uno o più delegati del giudice che sono addetti proprio a questo servizio, oltre ad effettuare la liberazione di cose e persone per conto e a spese della procedura. Il soggetto legale è l’ Istituto Vendite Giudiziarie. 8. Se è occupato senza alcun titolo, dopo l’emissione del decreto di aggiudicazione dell’immobile si potrà eseguire lo sgombero. I

tempi tecnici variano dai 90 ai 150 giorni dalla prima notifica. 9. Dopo aver effettuato il saldo prezzo a spese e a cura dell’acquirente. 10. Rivenderlo. Gli immobili all’asta sono venduti nello stato di fatto e di diritto. 11. La vendita con incanto solitamente segue quella “senza incanto” che sia andata deserta. Il giorno dell’asta si tiene una gara fra le persone che hanno presentato domanda e che potranno effettuare rilanci. L’immobile verrà aggiudicato a chi avrà proposto l’offerta maggiore. 12. Sì, basta dare giusta procura. 13. Sì, tenuto conto che dovranno essere pagati tutti idebiti gravanti sull’immobile e chiedere l’estinzione della procedura. 14. No. 15. Un’asta senza offerenti. 16. In questi casi l’offerente si aggiudica provvisoriamente l’immobile con il prezzo base più il rilancio minimo, previsto dall’ordinanza di vendita. 17. Sì, perché si può far ricorso all’art. 584 del Codice Civile secondo cui chiunque può

presentare, ad asta avvenuta entro 10 giorni, un’offerta superiore di almeno 1/5 al prezzo di aggiudicazione. In questo caso il Giudice fisserà una seconda data per l’incanto. 18. Si riparte dal prezzo di aggiudicazione provvisoria più l’aumento di 1/5. 19. Sì, è possibile se ci sono tutti i presupposti per stanziarlo. 20. Sì, se nella domanda di partecipazione èstata espressa richiesta. Nel caso di minore dovrà essere presentatal’autorizzazione del Giudice titolare. 21. È una trattativa extra giudiziale con gli Istituti di credito. 22. L’asta prevede la vendita della quota parte del 50% dell’immobile. 23. Si. 24. Le chiavi dell’immobile vengono consegnate alla presentazione del "Decreto di Trasferimento", il quale arriva in mano all’aggiudicataraio dopo un periodo compreso tra 3 e 5 mesi dal saldo. Appena il D.d.T. viene consegnato al custode, si provvederà a effettuare la "Cessione fabbricato" entro le 24 ore successive.

ASTE INFOAPPALTI Direttore responsabile Guido Talarico Direzione, redazione e amministrazione: Via Archimede 201 - 00197 Roma Tel: 06.8080099 - 06.99700377 Fax: 06.99700312 SEDE: Roma - via Archimede 205 e-mail:redazioneaste@guidotalaricoeditore.it Portale: www.astepress.it Registrazione tribunale di Roma N.386/2008 del 20/11/2008 AsteInfoappalti da un'idea di Giuseppe Gangale

www.aste.eugenius.it

Asteinfoappalti è edito da Guido Talarico Editore Spa (Presidente Guido Talarico, A.D. Carlo Taurelli Salimbeni, cons. Anne Sophie Cnapelynck). Impresa iscritta al ROC con n° 15822 Responsabile trat. dati Guido Talarico. È vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle informazioni pubblicate. Tutti i diritti sono riservati. Il materiale inviato non verrà restituito.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITA’

CENTRI STAMPA

Il Sole 24 Ore Spa System Direttore generale: Gianni Vallardi Direzione amministrativa: Via Monterosa, 91 - 20149 Milano Tel: 02.30223594 - 02.30223126 02.30223257 e-mail: legale@ilsole24ore.com

Tipografia Stiem Viale dell’industria, n° 5 Fisciano (Salerno)

Questa testata è associata all’Unione Stampa Periodica Italiana

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DI ALITALIA – LINEE AEREE ITALIANE S.P.A. E ALITALIA SERVIZI S.P.A BANDO DI VENDITA DI IMMOBILI Si informa che, in esecuzione del programma di cessione predisposto ex art. 27, comma 2, lett. b-bis), del D. Lgs. n. 270/99 e autorizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico in data 19 novembre 2008, le società Alitalia – Linee Aeree Italiane S.p.A. in amministrazione straordinaria e Alitalia Servizi S.p.A. in amministrazione straordinaria, in conformità all’autorizzazione del Ministero dello Sviluppo Economico dell’11 luglio 2011, previo parere favorevole del Comitato di Sorveglianza, intendono avviare la procedura di vendita dei seguenti lotti di immobili di loro proprietà (di seguito, gli “Immobili”), la cui cessione sarà effettuata esclusivamente per lotti e al prezzo più alto, purché non inferiore al valore di perizia stimato ai sensi dell’art. 62 del D. Lgs. n. 270/1999, come di seguito indicato: LOTTO

IMMOBILE

PROPRIETÀ

VALORE DI PERIZIA

1

Porzione di fabbricato, sito in Sesto San Giovanni, (Milano - Italia), via XXIV Maggio, n. 8/10.

Alitalia

3.400.000 €

2

Porzione di fabbricato sito in Barcellona (Spagna), Avenida Diagonal n. 403.

Alitalia

691.000 €

3

Terreno con fabbricato cielo-terra sito in Roma (Italia), Viale Alessandro Marchetti 120.

Alitalia Servizi

27.400.000 €

4

Terreno con fabbricato cielo-terra (Hangar 7), sito in Fiumicino, (Roma - Italia), Via Ezio Bevilacqua – zona aeroportuale.

Alitalia Servizi

13.200.000 €

5

Terreno con fabbricato cielo-terra (officina motori e spogliatoio), sito in Fiumicino, (Roma - Italia), Via Ezio Bevilacqua – zona aeroportuale.

Alitalia Servizi

17.130.000 €

6

Fabbricato cielo-terra, sito in Sesto San Giovanni (Milano – Italia), Via XXIV Maggio n. 6.

Alitalia Servizi

5.200.000 €

I soggetti interessati all’acquisto di uno o più Immobili dovranno far pervenire la propria “Manifestazione di Interesse” redatta in conformità alle disposizioni di cui al presente Bando e secondo lo schema pubblicato, unitamente al presente Bando, sul sito internet di Alitalia, entro e non oltre le ore 12.00 (ora italiana) del giorno 15 dicembre 2011. A seguito della verifica di conformità delle Manifestazioni di Interesse pervenute alle prescrizioni del presente Bando, i Commissari Straordinari invieranno a tutti i “Soggetti Ammessi” alle fasi successive della procedura di vendita apposita “Comunicazione di Ammissione” recante l’indicazione delle modalità e della tempistica di svolgimento della “Due Diligence”. La Due Diligence avrà in ogni caso una durata non inferiore a 60 giorni dalla Comunicazione di Ammissione. Prima del termine della Due Diligence, i Soggetti Ammessi riceveranno una “Lettera di Procedura” recante le istruzioni per la presentazione e valutazione di un’offerta irrevocabile e vincolante di acquisito di uno o più Immobili ad un corrispettivo in ogni caso non inferiore per ciascun Immobile al relativo valore di perizia, da presentarsi entro e non oltre la scadenza del periodo di Due Diligence in conformità alle istruzioni di cui alla Lettera di Procedura. L’aggiudicazione avverrà a favore del soggetto che avrà offerto il prezzo più elevato, purché tale prezzo non sia inferiore al valore di perizia attribuito all’Immobile e/o agli Immobili. Il testo integrale del presente bando è pubblicato, in lingua italiana e inglese, sui siti: www.alitaliaamministrazionestraordinaria.it e www.alitaliaamministrazionestraordinaria.com, unitamente agli atti per partecipare alla procedura di vendita. Roma, 17 ottobre 2011 I Commissari Straordinari Prof. Avv. Stefano Ambrosini Prof. Avv. Gianluca Brancadoro Prof. Dott. Giovanni Fiori


Primo Piano

AsteInfoappalti

4

I dati dell’Agenzia del Territorio relativi al II timestre 2011 fotografano la quarta flessione consecutiva delle compravendite

Mercato fermo, occasione per le aste Di contro, negli studi dei professionisti si registra un boom esponenziale dei casi di trattativa d’asta di Gaia Mutone

Momento di crisi, certo, ma anche di opportunità. Questo viene fuori osservando l’andamento delle aste giudiziarie, in netto incremento a partire dal 2009. In questo senso, il 2011 che si sta per concludere è stato un anno di boom, sul quale molto hanno influito i problemi creditizi e finanziari nati con l’inizio delle grande crisi globale. Problemi divenuti ormai strutturali e che in Europa si sono ulteriormente aggravati con l’innalzamento del costo del denaro da parte della Bce. Come è facile constatare, infatti, più alti sono i tassi più caro è il mutuo per il semplice motivo che le banche applicano a chi vuole comprare casa condizioni più sfavorevoli dovendo esse stesse finan-

Il tasso tendenziale annuo del volume di compravendite nel II trimestre del 2011 rispetto al II trim. del 2010 per l’intero settore immobiliare risulta pari a -5,6%, peggiorando il dato tendenziale del primo trimestre (-3,6%) ziarsi a condizioni peggiori. Spiega bene l’effetto di questa cattiva congiuntura sul mercato immobliare la Fiaip, federazione italiana agenti immobiliari professionali, che proprio di questo e delle aste immobiliari ha discusso in un recente incontro. «L’affluenza notevole alle aste mette in evidenza un problema strutturale, che nasce dai problemi creditizi e finanziari degli anni precedenti», ha spiegato Isabella Tafuro, presidente Fiaip. Molti, magari approfittando del fatto che in quel momento i tassi erano bassi, hanno affrontato l’acquisto di un immobile senza fare bene tutti i conti, scoprendo solo in un secondo momento di non potercela fare. Risultato? Un’impennata del numero delle esposizioni, cioè delle situazioni in cui non si riesce più a restituire i soldi avuti in prestito. Tanti piccoli "default" potremmo dire. Questo il contesto in cui è maturato il boom delle aste. Da una parte il fallimento di chi non riesce più a fare fronte ai propri impegni e dall’altra un soggetto che ha la possibilità di comprare a prezzi decisamente più calmierati, in alcune occasioni anche al 50% del reale valore di mercato dell’immobile. Un altro segno della crisi attuale è la sparizione dalle aste dei cosiddetti "investitori", cioè di

mediatori professionisti che acquistano diverse proprietà per poi rivenderle assicurandosi un certo margine. Troppo alto il timore di rimanere con immobili invenduti nel "portafoglio". Del resto, si comprende quanto tali preoccupazioni siano fondate, andando a guardare l’ultimo rapporto dell’Agenzia del Territorio che fotografa la quarta flessione consecutiva del mercato immobiliare. Dal dettaglio dei dati viene infatti fuori che il tasso tendenziale annuo del volume di compravendite nel secondo trimestre del 2011 (variazione percentuale del II trimestre 2011 rispetto al II trimestre 2010) per l’intero settore risulta pari al -5,6%, in peggioramento rispetto al dato tenden-

ziale del primo trimestre (-3,6%). Complessivamentesonostatecompravendute 349.870 unità immobiliari (in termini di ntn) di cui il 45,8% (160.073) nel settore residenziale e il 36,2% (126.511) nelle pertinenze, per la maggior parte riconducibili all’uso residenziale. Il terziario registra poi 3.888 compravendite, il commerciale 9.202 e il produttivo 3.209, mentre ricadono sotto la tipologia "altro" 46.986 transazioni. In termini assoluti, il confronto tra i diversi secondi trimestri di ciascun anno mostra il numero minimo di transazioni registrate dal 2004. Rispetto all’omologo trimestre del 2006, anno nel quale si registrò il picco massimo delle compravendite, i volumi di scambio nel

trimestre in esame risultano in perdita di circa il 30% (-29,7%). Se si escludono, quindi, i primi due trimestri del 2010, che con la loro crescita avevano suscitato attese per un’imminente ripresa, praticamente è dal 2006 che il mercato continua a predere terreno. Tornando al secondo trimestre dell’anno in corso, registra la flessione più pesante il comparto residenziale (-6,6%), seguito dal mercato delle pertinenze (-3,4%) e dal settore commerciale (-5,5%), mentre fanno segnare rialzi il terziario (+4,0%) e il produttivo (+5,7%). Ma veniamo al dettaglio dei comparti. Residenziale. Qui la discesa riguarda tutte le macroaree, con i tassi tendenziali tutti in ulteriore peggioramento. Il calo maggiore si registra al Sud, dove le compravendite calano del -9,6%, seguito dal Centro -7,8% e infine dal Nord, in flessione del -4,4%. Rispetto all’omologo trimestre del 2004, la contrazione dei volumi di abitazioni scambiati è più elevata nella macroarea del Nord, con -30% circa, e intorno al -26% circa per il Centro e il Sud. Come nelle scorse rilevazioni, reggono meglio la contrazione le città capoluogo, in discesa del 4,6% contro il -7,5% dei comuni minori, che al Sud arrivano addirittura ad un -10,9%. Un altro dato interessante è quello, negativo, per i capoluoghi del Nord (-2%) che pone fine, dopo 5 trimestri, alla serie di tassi positivi registrati dal I trimestre 2010. Al Centro ed al Sud i capoluoghi registrano un calo delle compravendite del -7,3% e segue

Fonte: Agenzia del Territorio (Nota trimestrale, II trim. 2011)

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


AsteInfoappalti

Primo Piano

5

continua e del -6,2%, con i cali dei comuni non capoluogo di entità maggiore rispetto alle perdite dei capoluoghi in tutte le macroaree. Confermano la loro maggiore capacità di resistenza le grandi metropoli italiane: se il dato nazionale relativo al residenziale è -6,6%, nelle grandi città la flessione non va oltre il 2,8%. Tra queste, perdono più del dato medio nazionale Palermo (-8,5%), Napoli (-7,5%) e Roma (-7,3%); più contenuto risulta il calo a Bologna, -1,2%. In controtendenza, invece, le compravendite delle abitazioni nelle città di Milano, +2,9%, Genova, +2,7%, Torino, +1,5% e Firenze con +0,9%. Nei comuni delle province delle principali città ("resto delle province") il secondo trimestre del 2011 segna diminuzioni ovunque ad eccezione della provincia di Genova che segna un deciso rialzo, +7,1%, anche migliore di quello del capoluogo. Forti diminuzioni delle compravendite si rilevano nel resto delle province di Napoli, -12,5%,e di Firenze, -12,1%; meno gravi le perdite risultano nelle province di Palermo e Bologna, dove comunque superano il -5%. Oltre a Genova in crescita, va segnalata anche la frenata di Roma, il cui dato inter-

In linea con il lieve aumento registrato nello scorso semestre, il valore medio nazionale delle unità immobiliari residenziali nel I semestre 2011 mostra ancora un leggero incremento: 1.588 euro/mq in crescita del +0,5%

rompe la serie di tassi positivi. Alterna salite e discese Milano: alla fine del 2009 aveva avviato una fase di crescita, nell’ultimo trimestre del 2010 si arresta per poi ricominciare a salire nel II trimestre 2011. Riguardo alle quotazioni, dato il calo generale delle compravendite, sarebbe logico aspettarsi una flessione, anche minima, dei prezzi. Questi invece, sorprendentemente, reggono. In linea con il lieve aumento registrato nello scorso semestre, infatti, il valore medio nazionale delle unità immobiliari residenziali, per unità di superficie commerciale, nel I semestre 2011 mostra ancora un leggero incremento: a livello nazionale la quotazione media risulta pari a 1.588

euro/mq, in crescita del +0,5%. La quotazione media delle abitazioni nel I semestre 2011 è in aumento sia nei capoluoghi italiani, pari 2.299 euro/mq (+0,5% rispetto al II semestre 2010), sia nei comuni non capoluogo, per i quali la quotazione media nazionale è pari a 1.322 euro/mq (+0,4% rispetto al II semestre 2010). In controtendenza rispetto al trend generale nei capoluoghi è il Sud, che rileva un calo pari a -0,1%. In linea, invece, i comuni minori che segnano un lieve rialzo del +0,6%. Dal 2004 le quotazioni sono aumentate mediamente del +40,5% nelle città e di +42,2% nella provincia. Questa la spiegazione di Gabriella

Alemanno, direttore dell’Agenzia del Territorio: se i prezzi restano stabili nonostante la crisi vuol dire che almeno i proprietari non si sentono con l’acqua alla gola. A ben vedere, infatti, l’immobilismo del mercato potrebbe essere letto anche in un altro modo: contrariamente a quanto avviene in altri Paesi (Usa in testa), da noi non si specula massicciamente sul mattone e la cautela nella vendita quanto nell’acquisto potrebbe essere il segnale di un’attesa strategica, necessaria in questo momento di crisi a non far perdere valore all’immobile in previsione di una sua compravendita. Settori non residenziali. Qui i segnali non sono omogenei. Come detto in precedenza, nel II trimestre del 2011, rispetto allo stesso trimestre del 2010, a calare è solo il settore commerciale (-5,5%), mentre il terziario e il produttivo mostranosegnali di ripresa, in rialzo rispettivamente del +4% e del +5,7%. Rialzi che tuttavia vengono ampiamente ridimensionati confrontando i volumi delle compravendite dal 2004. In questo modo viene fuori una decisa contrazione dei volumi di scambio, calcolata su trimestri omologhi, rispetto ai picchi registrati nel 2005 e nel 2006. Per il settore commerciale, infatti, i volumi scambiati nel II trimestre 2011 subiscono un calo del 38% rispetto alla quantità massima raggiunta nel II trimestre 2005. I settori terziario e produttivo, che nel periodo considerato (2004 - 2011) avevano fatto rilevare un picco nel II trimestre 2006, perdono in misura minore (-36% e -31% circa). Il settore terziario torna ora a mostrare variazioni positive dopo 5 semestri di cali, mentre il settore produttivo evidenzia segni alterni negli ultimi tre semestri. Da sottolineare, da ultimo, che l’incremento del produttivo va attribuito principalmente al picco positivo delle regioni del Sud che guadagnano il 21,4% delle compravendite nel settore. Accentuato anche l’aumento al Centro, +10,2% e lieve la crescita al Nord, +1,4%.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Focus

AsteInfoappalti

6

Parte la terza edizione dell’iniziativa rivolta all’edilizia Messa all’asta la fede di Marylin Monroe È all’asta la fede di Marilyn Monroe, usata per il matrimonio con il campione di baseball Joe di Maggio. La coppia si sposò nel municipio di San Francisco il 14 gennaio del 1954 ma divorziò nel giro di un anno, a quanto pare a causa del carattere scontroso e riservato dello sportivo. Sentendo le voci della casa d’aste Profile in History, la fede sarà battuta entro metà dicembre e l’anello in questione potrà raggiungere la stima di 500.000 dollari, non solo perché appartenuto a Marilyn Monroe, ma anche per la fattura del gioiello: 35 diamanti a taglio baguette. Oltre alla fede nuziale, verranno battuti all’asta anche un nudo di Marilyn Monroe e le pantofole rosso rubino del film Il mago di Oz, il cui prezzo potrebbe essere compreso tra i 2 e i 3 milioni di dollari.

A Los Angeles si batte all’asta la Triumph di Fonzie La mitica Triumph Trophy TR5 Scrambler, guidata da Fonzie nel telefilm Happy Days, sarà messa in vendita dalla nota casa d’aste Bonhams. La moto guidata da Henry Winkler (in arte Arthur Fonzarelli) era in realtà di un caro amico di Steve McQueen, tale Bud Ekins: campione di motocross e stuntman ad Hollywood diventato arci noto dopo il celebre salto nel film "La Grande Fuga". La Triumph di Fonzie verrà battuta il 12 novembre al Petersen Automotive Museum Los Angeles. I tantissimi Scrambler addicted a cui non sarà possibile partecipare all’asta potranno ripiegare sul nuovo modello disponibile in concessionaria. Certo, il nuovo bicilindrico a iniezione elettronica non darà le stesse emozioni del modello del ’49 ma, con un po’ di fantasia, un giubotto di pelle e tanta brillantina potrete andarci vicini.

Arriva la casa che "pensiona" la bolletta del gas Una casa che provvede al suo mantenimento energetico, tanto da permettere ai proprietari di "pensionare" la bolletta del gas. Una piccola rivoluzione nell’edilizia, che forse, in un giorno non troppo lontano, diventerà la normalità. E una delle realtà più innovative in termini di edilizia bio-climatica è sbocciata proprio a Mordano, dove dal 2007 è nata la ‘Imiwood’, impresa costruttrice made in Romagna ormai lanciata nella realizzazione di abitazioni a energia zero. L’ultima realizzazione dell’azienda sono state tre villette sulle colline di Imola, in via Cipolla. Le abitazioni hanno uno "scheletro" che le rende uguali alle case in muratura; grazie all’intercapedine ventilata dell’involucro edilizio, però, le predispongono in classe A+ proprio per il loro minor bisogno di consumare energia. L’effetto immediato di questo vero e proprio sistema di areazione è l’eliminazione soprattutto dell’umidità, tanto diffu-

Al via il Premio sostenibilità Le domande dei Comuni vanno presentate entro gennaio 2012 L’edilizia sostenibile è un obiettivo per molte amministrazioni e non solo. Anche molti ordini professionali di settore si stanno impegnando da tempo per promuovere le tecniche di costruzione del futuro. Ne è un esempio il Premio sostenibilità, un’iniziativa diretta proprio a incentivare l’ecocompatibilità delle costruzioni, che quest’anno arriva alla sua terza dizione, dopo un biennio in cui in termini di partecipazione e

«Questa iniziativa - afferma il professore Giuliano Dall’O’, architetto e membro della giuria ufficiale del Premio - conferma l’importante e fondamentale ruolo che l’edilizia ricopre nel processo di urbanizzazione e riqualificazione delle nostre città in chiave sostenibile» di iniziative promosse, ha fatto registrare un vero successo. La terza edizione del "Premio sostenibilità ambientale e sociale per il Comune, efficienza energetica e innovazione nell’edilizia", questa la nomenclatura corretta della rassegna, è promossa dal Saint-Gobain Italia assieme ad Ancitel Energia e Ambiente con il patrocinio del ministero dell’Ambiente, dell’Associazione nazionale dei comuni italiani e del Consiglio nazionale dell’Ordine degli Ingegneri, è dedicata ai comuni italiani che hanno realizzato progetti e iniziative per un’edilizia energeticamente efficiente e ambientalmente so-

stenibile. L’obiettivo è quello di premiare e promuovere l’impegno delle amministrazioni locali più virtuose in termini di sostenibilità ambientale, innnovazione tecnologica e qualità architettonica. I comuni italiani, i consorzi fra comuni e le unioni di comuni potranno iscriversi gratuitamente al Premio e presentare i progetti da essi realizzati scaricando il bando e il modulo di partecipazione dal sito di Ancitel Energia e Ambiente www.ea.ancitel.it o dal sito dedicato all’iniziativa www.premioediliziasostenibile.it. Le candidature dovranno pervenire entro il 16 gennaio 2012. Ciascun comune potrà candidarsi nell’ambito della propria fascia demografica (con meno/oltre 10.000 ab.) per una sola delle due categorie previste: 1) migliore realizzazione per l’efficienza energetica nell’edilizia abitativa comunale; 2) migliore realizzazione per efficienza energetica nell’edilizia comunale non abitativa. Una giuria di esponenti del mondo istituzionale, dell’ambiente, del sistema produttivo e della ricerca, valuterà i progetti candidati dalle amministrazioni locali. Saint-Gobain Italia e Ancitel Energia e Ambiente, in occasione di una cerimonia ufficiale che si terrà a marzo 2012, premieranno i comuni e le amministrazioni - due per ciascuna delle categorie e delle fasce demografiche di appartenenza - i cui progetti avranno risposto meglio agli obiettivi del Premio. «Questa iniziativa - afferma il professore Giuliano Dall’O’, architetto del Politecnico di Milano e membro della giuria ufficiale del Premio - conferma l’importante ruolo che l’edilizia ricopre nel processo di urbanizzazione e riqualificazione delle nostre città in chiave sostenibile. Con il supporto finale degli esperti della Giuria, saranno riconosciuti i meriti dei progetti comunali realizzati secondo criteri di sostenibilità».

La green economy si fa strada Parte Campus energia 2011, a sostegno delle imprese La strada per arrivare alla cosiddetta economia verde è ancora lunga per l’Italia. Ma gli obiettivi europei parlano chiaro e ogni stato membro deve adeguare la propria produzione energetica al rispetto per l’ambiente. Per questo Green Economy e fonti rinnovabili saranno protagoniste al Campus per l’Energia 2011, promosso da Enea in collaborazione con il ministero dello Sviluppo economico per presentare le novità per le imprese dell’edilizia e per quelle del settore energetico. Un tema di grande attualità, viste le recenti evoluzioni del sistema normati-

vo italiano in materia di efficienza energetica e sviluppo delle fonti rinnovabili. Come anticipato in occasione del convegno "Recupero energetico degli edifici", l’obiettivo del campus Energia 2011 è di porre solide basi per la green economy nel nostro Paese. Punto cruciale per l’Enea: le potenzialità inespresse del risparmio energetico per le imprese edili. Finora gli sforzi compiuti in ambito riqualificazione energetica hanno infatti raccolto scarsi risultati: secondo il commissario di Enea, Giovanni Lelli, la maggior parte degli edifici della penisola presenta scarse prestazioni energetiche.

La passata edizione del Premio ha attirato molto pubblico

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Asteinfoappalti

Focus

7

Urbanistica sostenibile Un concorso per l’Africa

Più elegante anche dal punto di vista estetico, ma in Italia i limiti sono solo normativi

La rivincita del legno Una ricerca condotta da Promolegno lo battezza: «È il più competitivo sul mercato»

Architetti e ingegneri per lo sviluppo urbanistico sostenibile del continente nero. La sfida è contenere il boom demografico africano dentro i confini di un’urbanizzazione sostenibile. La Fondazione Banco di Sicilia e il Forum Ambrosetti hanno chiesto a giovani architetti e ingegneri under 40 di cimentarsi nella progettazione di un masterplan preliminare per lo sviluppo di un quartiere urbano in Africa. Il concorso di idee ruota attorno alla definizione di un modello urbanistico sperimentale e replicabile, che possa rispondere alle previsioni di crescita della popolazione africana: si stima che nel 2030 nelle grandi città vivranno oltre 750 milioni di persone, il 45% in più rispetto ai valori attuali. Nel 2050 i contesti urbani ospiteranno un quarto dell’intera popolazione africana. Capitali e metropoli, quindi, saranno i luoghi più importanti dello sviluppo, i centri economici e politici, catalizzatori di agitazioni e pulsioni sociali. Le megalopoli africane hanno un tasso di crescita doppio rispetto a quello totale del Paese. Questo boom, però, prende forma all’interno di un sistema di infrastrutture carente. «Il risultato sono centinaia di baraccopoli urbane - afferma Jens Peter Breitengross, che fa parte del board che organizza il Forum di Taormina ed è presidente della sezione che si occupa di Africa nella Confindustria tedesca dove prendono vita forme diverse di criminalità. Parallelamente cresce il traffico urbano, caotico, con alcune ore di blocco totale. E insieme la dispersione energetica, e quindi l’uso di generatori costosi e poco ecologici». In questo contesto assume un’importanza cruciale lo sviluppo di città satellite indipendenti, di nuovi quartieri, capaci di avere un’infrastruttura propria, dotata di tutte le forniture: dall’acqua, all’energia elettrica, passando per la presenza in loco dei servizi sanitari. Ogni centro deve avere aree per lo sviluppo di un’industria leggera autonoma, a prezzi accessibili L.L.

ROMA - Il legno finalmente si sgancia da quella comune ideologia che lo lega inevitabilmente a chalet e fortini di guerra. E lo fa anche in Italia, proseguendo una tendenza europea già battuta e seguita in molti dei paesi dell’eurozona. Il legno si sta affermando come nuovo protagonista delle costruzioni e secondo le stime di Promolegno entro il 2015 la domanda salirà del 50%. Si tratta di soluzioni ecologiche e a basso consumo energetico che in pochi anni hanno raggiunto una quota di mercato interessante e stanno rivoluzionando il settore dell’edilizia italiana: nel 2010 l’8,5% di tutti gli edifici e il 2,8% di tutte le abitazioni. Sono questi alcuni risultati della ricerca "Il mercato italiano delle case in legno nel 2010" che Promolegno e Assolegno presentano al Made Expo organizzato a Milano. Nel settore residenziale il legno è il materiale più indicato quando si tratta di realizzare sopralzi e ampliamenti leggeri e talvolta temporanei. Sono ormai un esempio riconosciuto tra gli addetti ai lavori le architetture firmate dallo studio Albori e realizzate nel Milanese. «Con il legno –

Nel nostro paese gli edifici in legno possono raggiungere solo i quattro livelli. I progetti però spesso comprendono senza problemi i sei e talora anche gli otto livelli

spiega Andrea Bernasconi, ingegnere e consulente per Promolegno – si può densificare la città: lo dimostrano alcune recenti realizzazioni a Londra o a Berlino. Dal punto di vista progettuale non ci sono problemi tecnici nel realizzare edifici in legno di sei o otto piani. In Italia il problema è normativo, perché non si può andare oltre i quattro livelli».Così nel nostro paese quando il legno sale in verticale si lavora con strutture miste: dall’Aquila a Milano i primi prototipi. Tra le opere in costruzione anche un edificio poco lontano dal porto di Trieste e realizzato dalla Rubner: sei piani interamente in legno lamellare realizzati al posto di un edificio esistente demolito. Sempre Rubner al Made Expo presenterà un altro progetto: il Marina Verde wellness resort a Caorle, sul litorale veneziano, dove sono previste 75 residenze di lusso immerse nel verde. Anche qui il legno la

farà da padrone.Il legno verticale è la frontiera per progettisti e aziende, anche per chi vuole sperimentare il design realizzato con prodotti industrializzati sfruttando la facilità di montaggio ma anche per gli interventi di social housing. Gli edifici pluripiano in legno sono leggeri, snelli, con molte aperture. Rispondono alla domanda del mercato dal punto di vista estetico e sono di particolare interesse sotto il profilo economico e energetico. Il successo delle costruzioni in legno è garantito anche dalla semplificazione in cantiere: quasi tutto viene realizzato in fabbrica e assemblato sul posto con tempi ridotti e garanzie di qualità. «Il progetto di architettura – ribadisce Bernasconi, docente di Costruzione in legno a Zurigo – è il punto di partenza. Per ottenere un buon risultato, capace di integrare design e comfort, l’azienda deve adattarsi al progetto, e non viceversa»

Il ministro ha annunciato il piano di vendita degli immobili statali

Tremonti: «È una grande riforma strutturale» Un tesoro fatto di beni che potrebbero essere la soluzione, forse, ai nostri problemi. Si tratta del patrimonio statale. Questo è quanto è emerso dal seminario sul Patrimonio dello Stato, organizzato dal ministro dell’Economia e delle Finanze, Giulio Tremonti, svoltosi lo scorso 29 settembre nella Sala della Corte dei Conti. «Oggi prende avvio una grande riforma strutturale per la riduzione del debito e per la modernizzazione e la crescita del Paese». Le cifre vengono annunciate

da Edoardo Reviglio, relatore dell’incontro. 1.800 miliardi di euro è il valore stimato del patrimonio statale, di cui 700 miliardi «immediatamente valorizzabili». Quattro le aree: crediti, concessioni, immobili e partecipazioni. La parte immobiliare vale 500 miliardi di cui il 5-10% di 40-50 miliardi è immediatamente vendibile. Il patrimonio dello Stato vale quasi10miliardil’anno,senza considerare le possibili dismissioni immobiliari e dalle cessioni di immobili pubblici sonoricavabili25-30miliardi.

Renato Schifani

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


VENDITA IMMOBILI di PROPRIETÀ MOSTRA D’OLTREMARE INVITO AD OFFRIRE La Mostra d’Oltremare con il presente invito ad offrire, avvia una procedura di vendita di immobili ubicati al di fuori delle sue mura storiche e, quindi alienabili “in quanto non strategici per il proprio programma di sviluppo”. In particolare si intendono alienare: a) Complesso immobiliare su Via Terracina costituito da un terreno catastalmente identificato al F.205 particella 729 sul quale insistono un fabbricatino rurale (in via di passaggio all’urbano) con rispettiva area di corte catastalmente identificato con particella 23 ed alcuni comoda rurali (in via di passaggio all’urbano) identificati con particelle 675, 22 e 24, il tutto per complessivi mq. 15.000 circa. Una piccola zona dell’area di corte del fabbricatino rurale, attualmente destinata a roseto, è occupata da un ex conduttore contro il quale è stato ottenuto il titolo esecutivo di rilascio al 10 novembre 2011. Stima valore Agenzia del Territorio € 5.200.000,00 b) Immobile sito in Via Manzoni 310, costituente la Stazione di arrivo della Funivia da Campi Flegrei a Posillipo Alto, di circa 700 mq. coperti con annesso terreno di pertinenza di circa 780 mq, per una superficie complessiva di mq. 1480, identificata al catasto urbano alla Sezione Chiaia, Foglio 33, particella 225 sub1, e al catasto terreni all.e del Foglio 223, particella 222 di are 14,80. Stima Agenzia del Territorio € 2.605.000,00 c) Immobile sito su Viale Kennedy costituente la Stazione di partenza della Funivia da Campi Flegrei a Posillipo Alto, di circa 800 mq di superficie commerciale, catastalmente identificata al Foglio CHI/7 particella 192 sub1, con annesso terreno di mq.216 prospiciente Viale Kennedy facente parte della maggiore consistenza della particella 193 del Foglio 206. Parte dell’immobile occupato al piano terra dal Centro di Giardinaggio De Luca è soggetto a procedura esecutiva di rilascio. Stima Agenzia del Territorio € 880.000,00 d) Terreno su Via Terracina, angolo Viale Marconi, fronte strada di mq. 470 catastalmente identificato al Foglio 206, particella 413. Stima valore di mercato € 370,00/mq. Gli interessati dovranno far pervenire la proposta incondizionata ed irrevocabile (ex art. 1329 c.c.), in busta chiusa e sigillata con la dicitura “Procedura Immobili Mostra d’Oltremare - Offerta Vincolante per l’immobile di cui alla lettera x”, in un unico originale, entro le ore 12 del 28 ottobre 2011 presso lo studio dei Notai G. Grasso ed E. Santangelo in Via Generale Orsini, 30 - 80100 NAPOLI. La documentazione ed i relativi allegati potranno essere ritirati presso l’Ufficio Patrimonio-LegaleSocietario della Mostra d’Oltremare S.p.A., Via Kennedy n° 54 – 80125 NAPOLI – dal lunedì al giovedì dalle ore 10,00 alle ore 13,00. L’invito ad offrire è pubblicato sul sito web: www. mostradoltremare.it nella Sezione Bandi & Gare. Mostra d’Oltremare S.p.A. f.to Il Presidente Ferdinando Morra

CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI Via Maiorise 81043 Capua (CE)

AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO "GARA 02_2011 NOLEGGIO A LUNGO TERMINE DI AUTOVEICOLI

Ai sensi del D.Lgs 163/2006, si rende noto che in data 15 luglio 2011 è stata aggiudicata la procedura in oggetto. Aggiudicatario: BBVA AUTORENTING SPA - VIA U. QUINTAVALLE, 68 – ROMA Durata: 48 MESI Importo complessivo dell'appalto: Euro 498.000,00 + Iva. Importo massimo spendibile: Euro 498.000,00 + Iva L'avviso è pubblicato anche sul sito Internet www.cira.it. Codice CIG: 16667559BA Responsabile del Procedimento: ing. Federico Tammaro C.I.R.A. S.c.p.A. Il Responsabile Acquisti (Dott. Carlo Russo)

CENTRO ITALIANO RICERCHE AEROSPAZIALI Via Maiorise 81043 Capua (CE)

MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PROGETTO HYPROB - CFD COMBUSTION SYSTEM

Procedura: Manifestazione di interesse Valore: Euro 96.000,00 + IVA Termine per la ricezione delle istanze: ore 15,00 del 22 ottobre 2011. Tutta la documentazione è disponibile sul sito internet www.cira.it (Opportunità – Gare d'appalto - Bandi Avvisi) Responsabile del Procedimento: ing. Salvatore Borrelli Il Direttore Generale: ing. Leopoldo Verde


Economia

Asteinfoappalti

9

I mercati ci puniscono perché non cresciamo abbastanza e da ben dieci anni: ma per crescere bisogna investire, non tagliare: e allora come fare?

Impalati sui corni di un dilemma Oltre ai tanti tagli annunciati adesso servirebbe un vero programma di crescita e colpire i furbi

di Carlo Bassi

Dopo Standard & Poor’s e Moody’s anche Fitch la terza tra le grandi agenzie di rating mondiale ha tagliato il grado di affidabilità del debito sovrano italiano. Fitch declassa l’Italia, abbassando il rating sovrano di lungo termine a «A+» da «AA-», con outlook negativo. La valutazione di breve termine scende a «F1» da «F1+». Il downgrade riflette «l’intensificarsi della crisi della zona euro che costituisce un significativo shock finanziario ed economico che ha indebolito il profilo di rischio sovrano dell’Italia», spiega Fitch in una nota, sottolineando che«unasoluzionecredibile e complessiva della crisi è politicamente e tecnicamente complessa e ci vorrà tempo per realizzarla a per guadagnare la fiducia degli investitori». Quanto all’Italia, si precisa, «l’alto livello di debito pubblico e le esigenze di finanziamento del debito, assieme a un basso livello di crescita potenziale rendono l’Italia particolarmente vulnerabile a choc esterni». Per Fitch la recente manovra di bilancio «ha rafforzato in modo sostanziale lo sforzo di consolidamento fiscale». Tuttavia, si aggiunge, «l’iniziale risposta esitante del governo al rischio di contagio ha eroso la fiducia del mercato nella sua capacità di condurre in modo efficace l’Italia attraverso la crisi dell’Eurozona». Fitch ha declassato anche il rating della Spagna, due gradini in meno da AA+ a AA-. Anche nel suo caso, l’agenzia ha precisato di mantenere prospettive negative, preludio di possibili ulteriori declassamenti di rating. Che cosa significa tutto questo in termini pratici? Rating, spread e tutte queste voci significano unasola cosa, come ab-

biamo già spiegato: in termini pratici e molto più vicini alla vita quotidiana, quando uno Stato emette obbligazioni è un po’ come un semplice cittadino che emetta delle cambiali, sulle quali paga un tasso di interesse. Solo che per gli stati questi tassi variano a seconda della propria attendibilità.Ed ecco che se uno Stato ha millantato credito, come la Grecia, ad esempio, il tasso di interesse che dovrà pagare sui fondi presi in prestito salirà vertiginosamente per insindacabile giudizio dei mercati del credito. Prova ne sia che i tassi che deve pagare la Grecia ha superato in questo momento il 20 per cento, qualcosa di vicino all’usura a ben guardare. La decisione delle tre agenzie di rating sul cui giudizio peraltro gli stessi stati cominciano ad avere seri dubbi - ha ulteriormente aggravato la situazione per i tassi italiani. Nelle ultime aste i nostri titoli di Stato poliennali, le nostre cambiali, hanno sfiorato il sei per cento, con uno spread, cioè un differenziale rispetto al Bund tedesco che viene preso come punto di riferimento essendo il più solido e attendibile, di oltre 300 punti (il tre per cento in più). La crisi esplosiva dell’eurozona - la cui miccia è stata proprio la crisi greca e degli altri Paesi in difficoltà come Irlanda, Portogallo e Spagna - ha coinvolto anche noi non tanto per la reale situazione finanziaria (abbiamo ancora parametri di deficit migliori di chiunque altro, Germania a parte) ma per i dati che riguardano la crescita del Prodotto interno lordo. Questo Pil che non vuol salire perché la nostra capacità di crescere è di fatto bloccata. In realtà il problema esiste non da ieri ma da ben dieci anni, dalla prima crisi del 2001 provocata dall’attacco alle Tori gemelle.

Draghi e Trichet (Foto LaPresse)

Non basta avere i conti in ordine, ma bisogna aumentare il reddito, se no come farete a pagare le cambiali che emettete? È questo l’interrogativo dei mercati e delle agenzie di rating. Come rispondere? Facendo davvero qualcosa che ci aiuti a produrre di più: incentivi e sgravi fiscali soprattutto. Ma la manovra economico finanziaria che la Banca centrale europea ci ha praticamente imposto è risultata a detta di molti economisti di vaglia addirittura recessiva, vale a dire che frenerà questa crescita perché le maggiori entrate per migliorare i conti sono andati ancora più a scapito delle tasche dei cittadini, portando la pressione fiscale di fondo a livelli da record per l’Europa intera. La vecchia regola universale - se non puoi aumentare le entrate riduci le uscite è andata a cozzare con la necessità di crescere: un po’ quello che rimproveravano i sindacati a Margaret Thatcher: se non abbiamo più soldi per mangiare con che forze andremo a lavorare per produrre di più? Dilemma amletico, quello di chi gestisce la cosa pubblica in momenti di crisi. Dove sono le misure per permetterci di riprendere le forze dopo la salutare dieta raccomandata dai dottori europei? Ah saperlo.Ce le hanno appena promesse sia il Presidente del Consiglio che il Ministro dell’Economia. Intanto però sappiamo tutti sui tagli. Una volta decisi, i bersagli più facili sono loro: i lavoratori del pubblico impiego. Pochi giorni fa il ministro Renato Brunetta, aveva sottolineato che il programma di governo è perfettamente in linea con quanto rischiesto da Jean Claude Trichet e Mario Draghi nella loro famosa lettera premanovra in cui "suggerivano" gli interventi da attuare. Poi l’annuncio del taglio: da qui al 2013 il

Ma la manovra economica che la Banca centrale europea ci ha imposto è risultata a detta di molti economisti di vaglia addirittura recessiva, vale a dire che frenerà questa crescita perché le maggiori entrate sono andate a pescare nelle tasche dei cittadini pubblico impiego dovrà dimagrire di 300mila unità. Secondo la segretaria della Fp Cgil, Rossana Dettori e il segretario confederale di Corso d’Italia, Fulvio Fammoni, l’obiettivo verrà raggiunto anche con la riduzione dei fondi del settore pubblico con i quali vengono anche assunti collaboratori. In particolare, nella scuola dal 2009 al 2012 il taglio dei posti in organico sarà pari a 131.900 unità (87.400 docenti, 44.500 collaboratori scolastici e amministrativi). Ciò in base a quanto previsto dalla manovra del 2008, ai quali si aggiungeranno altri 8.200 posti soppressi decisi per decreto lo scorso luglio. Il blocco triennale degli stipendi, fino a tutto il 2014, vale - stima il sindacato - una perdita di 2.692 euro l’anno per gli impiegati dei ministeri, 3.433 euro per quelli delle agenzie fiscali, 2.777 per il personale degli enti territoriali e 2.944 euro per il dipendenti del servizio sanitario nazionale. A parte il problema della scuola (siamo ultimi fra i Paesi industrializzati per l’educazione), come faranno a spendere di più per farci crescere? Forse ci salverebbe sgominare i signori del lavoro nero. Il vero problema italiano.

Foto LaPresse

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


3° Bando per la Vendita con Incanto di Immobile di soggetto in Amministrazione Straordinaria 1) Oggetto dell’incanto è la vendita del complesso immobiliare infradescritto intestato ad Antonio Costa, già esercente l’attività di impresa con l’apparente forma giuridica di “impresa individuale Dis.te.ko di Costa Antonio” sostanzialmente riferibile alla società di fatto Disteko snc (in forza di sentenza resa dal Tribunale di Pinerolo in data 31/12/2008 n. 06/08 n. r.g. 01/08), e sottoposto ad amministrazione Straordinaria ex D.Lgs 270/1999 quale socio illimitatamente responsabile di Engis di Vittorio Fratoni & C. Snc nonché quale socio illimitatamente responsabile di Disteko snc. 2) Il complesso immobiliare è composto una palazzina ad uffici a due piani fuori terra, oltre a piano interrato, sita a Cascine Vica-Rivoli, c.so IV Novembre 53, meglio descritto nella relazione di stima redatta dall’Arch. Contardo del 22/10/2007 che è disponibile e potrà essere esaminata dagli interessati previo appuntamento da concordarsi con il Commissario (16121 Genova - Piazza Dante 8/11 - telefono 010-589257). 3) Prezzo dell’incanto ribassato: € 1.573.920,00 (euro unmilione cinquecentosettantatrenovecentoventi virgola zero). 4) Le operazioni di incanto si svolgeranno con l’assistenza del Notaio designato dal Commissario, Dott. Carlo Alberto Marcoz, il giorno 30 novembre 2011 alle ore 11.00 presso lo studio del predetto notaio in Torino, Corso Duca degli Abruzzi 18, I Opiano (telefono 011/5611912); 5) Il sottoscritto Commissario: a. invita ogni soggetto interessato a partecipare all’incanto, precisando che le domande di partecipazione all’incanto dovranno essere presentate presso lo studio del notaio predetto in ora compresa tra le 9.00 e le 12.00 del mattino, e le 15.00 e le 17.00 del pomeriggio,entro e non oltre le ore 12.00 del giorno feriale precedente la data dell’incanto; b. fa presente che ogni interessato dovrà preventivamente prendere visione ed accettare il regolamento di vendita (disponibile presso l’ufficio della procedura sopra indicato) che disciplina analiticamente le condizioni di ammissibilità delle domande, lo svolgimento dell’incanto, le condizioni della vendita. Il Commissario Straordinario Avv. Giorgio Lamanna

A.S.L. SALERNO Via Nizza 146, 84124 Salerno P.I. 04701800650

Questa Azienda indice procedura aperta, in DUE LOTTI per I'affidamento triennale del “Servizio di Portierato e Vigilanza armata presso le sedi dell'ASL Salerno”. L'importo presunto a base d'asta è di € 10.331,321,50, IVA esclusa. Il bando integrale è stato inviato in data odierna per la pubblicazione sulla G.U. della Commissione della. CEE cd è consultabile sul sito del committente http:// www.aslsalerno-it. Il termine di scadenza per la presentazione delle offerte è fissato per le ore 12.00 del 11.11.2011 Salerno, 19.09.2011 IL COMMISSARIO STRORDINARIO Dr. Maurizio Bortoletti

AVVISO DI GARA

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA

DIREZIONE CENTRALE PER L’ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA E LA GESTIONE DEL PATRIMONIO L’Istat indice una procedura aperta comunitaria al prezzo più basso relativa all’affidamento del servizio di acquisizione e registrazione su supporto informatico dei bilanci delle imprese depositati presso le camere di commercio e loro riclassificazione. Codice Identificativo Gara (CIG): 2813633B64. Sono ammesse alla gara le imprese in possesso di un fatturato, al netto di IVA, complessivamente conseguito negli ultimi tre esercizi finanziari chiusi (ultimi tre bilanci depositati): globale non inferiore a €.1.000.000,00= e per servizi nel settore oggetto della gara non inferiore a €.500.000,00= nonché degli altri requisiti previsti nel bando di gara. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 12,00 del giorno 19 ottobre 2011. Il suddetto bando è disponibile sul sito www.istat.it e può essere ritirato o richiesto, con i relativi allegati, presso la Sede dell’Istituto di Via A. Depretis, 77 – piano IV° - stanza 405 – Tel. 06/46733389 nei giorni feriali, escluso il sabato, dalle 9,00 alle 13,00. IL DIRETTORE CENTRALE (dott.ssa Luciana D’Orio)

CSTP

AZIENDA DELLA MOBILITÀ S.P.A. BANDO DI GARA PER ESTRATTO CIG: 32345692C7

Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE

Commissario delegato ex OPCM 3933/2011 Soggetto attuatore ai sensi del Decreto Commissariale rep. n. 2206 del 6 maggio 2011

ESTRATTO BANDO DI GARA

Si rende noto che la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Protezione Civile - Soggetto attuatore ai sensi del Decreto Commissariale rep. n. 2206 del 6 maggio 2011 ha indetto una procedura aperta, secondo quanto previsto dall’art. 55 del d.lgs. 163/2006 e s.m.i., avvalendosi dell’impianto derogatorio previsto dalle Ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3924 del 18.02.2011, n. 3934 e 3935 del 21.04.2011, limitatamente ai termini per la presentazione delle domande di partecipazione alla gara di cui all’art. 70 del d.lgs. 163/2006 e s.m.i., per l’affidamento del servizio di rimozione, trasporto, demolizione ed avvio a recupero/ smaltimento di imbarcazioni situate presso la ex Base Loran sita in località “Albero Sole” sull’isola di Lampedusa, nell’ambito dell’emergenza derivante dall’eccezionale afflusso di cittadini extracomunitari, per un totale di n. 123 imbarcazioni in legno. L’importo del servizio “a corpo” posto a base di gara è pari ad € 1.671.740, 00 Iva esclusa, oltre oneri di sicurezza pari ad € 33.434,80 Iva esclusa non soggetti a ribasso, per complessivi €. 1.705.174 ,80 Iva esclusa. Il tempo assegnato per l’esecuzione dell’appalto è fissato in giorni 90 giorni naturali e consecutivi a far data dalla data di consegna del servizio. Il bando è stato inviato in data 23.9.2011 per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea e sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 125 del 30.9.2011. Il servizio oggetto della gara verrà aggiudicato secondo il criteri o del prezzo più basso ex art . 82, comma 2, lett. b) del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i. Le buste contenenti l’offerta e la relativa documentazione, in lingua italiana, dovranno pervenire esclusivamente presso il seguente indirizzo: Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della protezione civile - Soggetto attuatore ai sensi del Decreto Commissariale rep. n. 2206 del 6.05.2011 Palazzo Chigi, Piazza Colonna n. 370, 00187 Roma entro e non oltre le ore 13.00 del 14.10.2011. I plichi dovranno riport are la dicitura: “NON APRIRE” - “CONTIENE OFFERTA PER LA GARA; PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE, TRASPORTO, DEMOLIZIONE ED AVVIO A RECUPERO/SMALTIMENTO DI IMBARCAZIONI SITUATE PRESSO LA EX BASE LORAN SITA IN LOCALITÀ “ALBERO SOLE” SULL’ISOLA DI LAMPEDUSA”. Il bando integrale, il Disciplinare di gara, il Disciplinare Tecnico Prestazionale e relativi allegati sono disponibili sul sito Internet del Dipartimento della Protezione Civile al seguent e indirizzo: www.protezionecivile.it. IL SOGGETTO ATTUATORE Dott. Nicola DELL’ACQUA

La CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A. - bandisce la seguente gara con procedura aperta da aggiudicarsi con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell'art. 83 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.: PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA RCT DEL PARCO AUTOBUS AZIENDALE, DERIVANTE DALLA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI (D.LCS. 209/2005) di durata triennale. VALORE COMPLESSIVO PRESUNTO dell’appalto Euro 6.300.000,00. Il bando integrale e gli atti di gara, sono disponibili gratuitamente sul sito Internet aziendale: www.cstp.it. Per informazioni rivolgersi all'Unità Organizzativa Appalti, Approvvigionamenti e Noleggi della CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A. – Piazza Matteo Luciani, 33 - 84121 Salerno (tel. 089/487111 – fax 089/225137). L'offerta dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 26/10/2011. Il bando integrale è stato trasmesso all'Ufficio Pubblicazioni della COMUNITÀ EUROPEA in data 14/09/2011. IL DIRETTORE GENERALE ing. Antonio Barbarino


AsteInfoappalti

Economia 11

Uno studio di Bankitalia mette in risalto il dramma dell’impossibilità delle nuove coppie e dei ragazzi in genere di comprarsi un tetto tutto per loro

Giovani senza casa e senza lavoro: ecco il problema E il governatore uscente di Bankitalia Mario Draghi chiede ancora una volta misure strutturali per chi si affaccia al mondo del lavoro

di Carlo Bassi

Il rincaro degli affitti e dei prezzi delle case frena i giovani: diminuiscono negli anni coloro che riescono a mettere su una propria famiglia. Il 60% degli italiani tra i 18 e i 34 anni (negli anni ’80 erano meno del 50%) vive infatti a casa con mamma e papà e la percentuale sale al 90% per gli under-24. Lo evidenzia uno studio degli economisti Francesca Modena (Università Trento) eConcetta Rondinelli (Banca d’Italia) diffuso da Bankitalia. Un po’ il fenomeno è ’’peculiare dell’economia italiana’’, un po’ pesa il ’’lavoro inadeguato’’ ma il 26% dei ’bamboccioni’, più che per scelta in realtà sembra avere serie ’’difficoltà a trovare un’abitazione’’ a misura del proprio reddito. I fortunati che sono riusciti a salutare i genitori e ad andare ad abitare sotto un proprio tetto in realtà lo devono, nel 30% dei casi, paradossalmente ancora a mamma e papà. Per un giovane su tre la casa di proprietà arriva infatti o grazie ad una eredità o ad una donazione dei propri cari. I più sfortunati sono i giovani che oggi hanno tra i 29 e i 35 anni perché nel momento in cui potevano spiccare il volo con le proprie ali, tra i 22 e i 29 anni, hanno «subito gli effetti della marcata ascesa dei prezzi delle case e degli affitti». Ma quanto pesa il rincaro degli immobili nell’autonomia delle giovani generazioni? Attraverso complicate formule matematiche le due studiose calcolano che «un aumento delle quotazioni immobiliari di circa 700 euro al metro quadro riduce la probabilità di lasciare la famiglia di origine di circa mezzo punto percentuale per gli uomini e di oltre un punto percentuale per

le donne». E ancora: il 10% di aumento del costo delle case riduce la propensione a lasciare la casa dei genitori della stessa proporzione. La sequenza per passare all’età adulta in Italia vede una serie di passaggi: la fine degli studi, la ricerca di un lavoro stabile, il matrimonio o la convivenza. Mediamente passano sei anni tra la prima esperienza di lavoro e il momento in cui i giovani lasciano la casa dei genitori», si rileva nell’analisi. «Considerato che la recente crisi globale ha ridotto sia le possibilità di occupazione per i giovani sia i redditi delle famiglie, maggiori investimenti sono necessari nei progetti di social-housing», conclude lo studio. La soluzione a questo problema gravissimo? È evidente e allo stesso semplice: la indica senza mezzi termini il governatore uscente della Banca d’Italia e prossimo presiente della Banca centrale europea Mario Draghi. «La crescita economica non può fare a meno dei giovani né i giovani della crescita». Il governatore è tornato a parlare di un tema a lui caro, il futuro dei giovani penalizzati dalla crisi, per sollecitare una volta di più misure per lo sviluppo. Le loro difficoltà, dice, «devono preoccuparci» anche perché la loro emarginazione è una delle cause della bassa crescita. Ed è dunque guardando soprattutto alle giovani generazioni che occorre «uscire dalla stagnazione riavviando lo sviluppo con misure strutturali: è una priorità assoluta della politica economica nel nostro Paese». Nel corso di un intervento a porte chiuse nel seminario all’ Abbazia di Spineto (Sarteano) vicino Siena, il governatore ha spiegato che le misure necessarie devono «rimuovere una serie di vincoli e restrizioni alla concorrenza e all’ attività economica, definire

un più favorevole contesto istituzionale per l’ attività delle imprese, promuovere una maggiore accumulazione di capitale fisico e umano». Bisogna dunque, insiste Draghi, guardare ai giovani che «hanno prospettive di reddito più che mai incerte» e il cui contributo alla crescita «è frenato in vario modo dai nodi strutturali che strozzano la nostra economia. Si stanno sprecando risorse preziose; stiamo mettendo a repentaglio non solo il loro futuro ma quello del Paese intero». La crisi scoppiata nel 2008 ha acuito drammaticamente il problema ed è «diffusa la percezione che le condizioni di vita dei giovani saranno peggiori di quelle sperimentate dai loro genitori». Anche perché aumenta e allunga il ricorso alla solidarietà familiare. La famiglia è «una difesa», però sempre più debole. Visto che «nel complesso la condizione di povertà economica dei nuclei con figli si è aggravata». Tra il 2007 e il 2010 «il reddito sarebbe diminuito in media dell’ 1,5%, con un calo più forte, oltre il 3%, tra i nuclei con capofamiglia di età compresa tra i 40 e i 64 anni». Ma la famiglia, pure se più povera, continua a costituire «un riparo dalle intemperie dell’ economia». Con un grosso rischio: se il miglioramento del proprio tenore di vita, avverte Draghi, non avviene tramite l’ accumulazione di risorse collegate al proprio lavoro come accadeva più frequentemente cinquant’ anni fa, quando i patrimoni familiari erano

modesti e i tassi di crescita del reddito elevati, si generano problemi di equità». Perché «il legame tra i redditi da lavoro dei genitori e quelli dei figli è in Italia tra i più stretti nel confronto internazionale» e perché il successo professionale di un giovane «appare dipendere più dal luogo di nascita e dalle caratteristiche dei genitori che dalle caratteristiche personali come il titolo di studio conseguito». Per assicurare condizioni di partenza meno diseguali ai giovani che si affacciano alla vita adulta può essere utile, secondo il governatore, considerare strumenti redistributivi della ricchezza oltre che del reddito. Una dotazione di capitale all’ inizio della vita adulta può aiutare a determinare più liberamente il proprio futuro, può consentire di avviare un’ attività economica, meglio di un sostegno corrente di reddito spalmato su più anni; può permettere di acquisire un’ istruzione universitaria». Quanto al mercato del lavoro è necessario «favorire i processi di riallocazione dei lavoratori tra imprese e settori» e «ridurre il grado di segmentazione del mercato del lavoro». Bisogna poi «restringere il divario tra settori protetti e non protetti, modificando la regolamentazione delle diverse tipologie contrattuali ed estendendo la copertura degli istituti assicurativi». In questo modo sarà possibile «riequilibrare le opportunità occupazionali e le prospettive di reddito, oggi fortemente sbilanciate a favore delle generazioni più anziane».

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Mutui

12

AsteInfoappalti

Da luglio a oggi le tensioni legate alle incertezze dei mercati europei hanno alzato il costo del denaro per le banche, costrette a loro volta a dover aumentare i costi per la clientela

Tassi mutui alle stelle: colpa dello spread In estate lo spread medio per un mutuo era intorno all’ 1,50%, oggi ci sono istituti che prevedono spread anche oltre il 3% grandi banche sui mutui prima casa applicano ormai spread massimi fino al 3,50-3,60% contro il 2 di 6 mesi fa. Mentre i prestiti al consumo viaggiano a tassi tra il 9 e il 10%, collocando di fatto le offerte fuori mercato». Secondo Roberto Anedda, direttore marketing di MutuiOnline nel breve vivremo ancora forti tensioni sul mercato dei capitali. Queste si rifletteranno sui costi che devono affrontare le banche e che poi si ritroveranno a pagare anche i clienti. «Si ridurrà il numero di banche disposte a offrire mutui a tassi appetibili e addirittura potrebbe scendere il numero delle banche che proporranno questo prodotto».

di Giuseppe Tetto

Nuova impennata per i tassi d’interesse dei mutui. Tutta colpa dell’aumento dello spread fra i nostri Btp sui Bund tedeschi che raddoppia da 200 a 400. Numeri che si traducono in una vera mazzata per le famiglie italiane già costrette a fare i conti con un mercato che stringe sempre di più i rubinetti del credito. E la spiegazione di un tale rialzo è semplice: dal mese di luglio a oggi le tensioni legate alle incertezze sul debito pubblico dell’Italia e di altri Paesi europei ha alzato il costo del denaro per le banche italiane, costrette a loro volta a dover aumentare i costi per la clientela, come per i mutui.

Secondo una stima riportata dal Sole24Ore, ogni 0,10 punti percentuali di aumento strutturale dello spread tra Btp italiani e Bund tedeschi, ha l’effetto di «bruciare» il 2-3% dei profitti delle banche grandi e il 5% degli utili di quelle medio-piccole

Quindi anche se i tassi di base restano sì bassi, gli Euribor per i prestiti indicizzati sono stabili (e previsti in discesa) e gli Irs per le rate fisse sono vicini ai minimi di un anno fa, gli spread, invece, cioè i ricarichi che le banche applicano sugli interessi dei prestiti, sono in costante crescita negli ultimi tre mesi. Secondo una stima riportata dal Sole24Ore , ogni 0,10 punti percentuali di aumento strutturale dello spread tra Btp italiani e Bund tedeschi, ha l’effetto di «bruciare» il 2-3% dei profitti delle banche grandi e il 5% degli utili di quelle medio-piccole.

Se prima dell’estate lo spread medio per un mutuo era intorno all’ 1,50%, oggi ci sono istituti che prevedono spread anche oltre il 3%. L’aumento varia però fra le diverse banche. Il che non deve fare abbassare la guardia. Secondo La Stampa i ritocchi cambiano a seconda dell’intermediario ma non sono quasi mai inferiori al punto percentuale. In alcuni casi si può salire fino a due punti. Il che significa che su un mutuo di 100 mila euro gli interessi possono aumentare tra i 600 e i 1200 l’anno, dipende dalla durata. In ogni caso un vero salasso per le famiglie. «Molte

Molte grandi banche sui mutui prima casa applicano ormai spread massimi fino al 3,50-3,60% contro il 2 di 6 mesi fa. Mentre i prestiti al consumo viaggiano a tassi tra il 9 e il 10%, collocando di fatto le offerte fuori mercato

Europarlamentari: «Un testo che garantisca più informazioni e flessibilità contrattuale»

Mutui: Ue tutela i consumatori Tutelare i consumatori che hanno acceso un prestito o un mutuo per la casa. È questa la priorità per Antolín Sánchez Presedo, eurodeputato del partito socialista e poi fatta propria dagli altri deputati della commissione Affari economici e monetari di Bruxelles. Una necessita quella dei rappressentanti della Commissione che nasce dalla consapevolezza che occorre migliorare la trasparenza nel sistema dei mutui e di conseguenza la concorrenza nel mercato. Oggi, dicono gli europarlamentari, il mercato dei mutui viene controllato dalle cinque banche più grandi presenti in ciascun paese membro, le quali finiscono per avere una quota di mercato superiore al 75%. È evidente che Il mercato dei mutui rivesta un’importanza fondamentale per milioni di cittadini eu-

ropei: nel 2009, secondo i dati Ue, il mercato del credito ipotecario era attestato intorno a 6,126 miliardi di euro, cifra pari al 52,3% del Pil di tutta l’Unione Europea. La relazione di Sánchez Presedo riguarda i mutui relativi agli immobili residenziali, studiando quali sono i modi migliori che possano proteggere i beneficiari del prestito. Nel dettaglio i punti principali contenuti nella proposta riguardano l’eccessivo indebitamento delle banche, contratti a rischio, valutazione del merito creditizio e periodo di riflessione, quello nel quale i consumatori devono avere il tempo di confrontare varie offerte chiedendo una consulenza, altro punto cardine della proposta, da caratterizzare con standard chiari. GC

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


AsteInfoappalti

Mondo Immobiliare

13

La difficile congiutura economica e finanziaria spinge gli operatori immobiliari ad allargare la loro offerta servizi

Arriva il consulente multitasking I mediatori sfruttano la forza del proprio marchio e del loro network per entrare in nuovi campi vendita in collaborazione sia in Italia sia all’estero - di poter creare dei megastore del real estate appoggiandosi alle aziende specializzate che compongono Frimm Holding. «Già, perché più si andrà avanti, più le agenzie dovranno diventare dei negozi "One Stop Shopping" in cui il cliente non soltanto potrà acquistare la casa dei propri sogni ma anche avere la possibilità di procedere a un acquisto di sostituzione, di trovare un’ottima ditta di traslochi o magari il consulente con cui poter realizzare un impianto fotovoltaico», spiega Roberto Barbato, presidente di Frimm Holding S.p.A. «I tempi cambiano e, insieme con le professionalità, si deve adeguare anche l’ambiente in cui queste ultime si muovono. E sono certo che dare al cliente la possibilità di trovare tutto il necessario per un dato comparto in un unico negozio, con un unico consulente, incontrerà le esigenze delmercato».

Il mercato immobiliare italiano sta mutando forma con velocità e costanza da due anni. Ormai è un dato di fatto: il settore sta procedendo sempre più verso competenza, qualità e specializzazione per fare spazio a professionisti e consulenti preparati, aggiornati e spesso legati a marchi riconosciuti che, per la clientela, sono garanzia di compravendite trasparenti e sicure. Sì, se gli operatori del real estate stanno cambiando abitudini per cercare di migliorare e di svecchiare il mestiere per evitare di rimanere intrappolati nel passato, i consumatori sono molto più avanti nel processo e, per questo, maggiormente consapevoli di ciò che vogliono da una consulenza immobiliare. Tali profonde trasformazioni sono state generate, come è logico, dalla critica congiuntura economica mon-

Se gli operatori del Real estate stanno cambiando abitudini per cercare di svecchiare il mestiere, i consumatori sono molto più avanti nel processo e, per questo, maggiormente consapevoli di ciò che vogliono da una consulenza

diale e dal diverso modo di approcciare il mercato - e di muoversi al suo interno - che ha generato la diffusione di internet. E sarà proprio chi riuscirà a leggere tra le righe di questa crisi, capendo che il momento difficile nasconde più opportunità che problemi, che si troverà avvantaggiato quando il periodo negativo finirà. La prima risposta che i mediatori immobiliari trovano all’attuale situazione è quella di entrare in un network per sfruttare, lo dicevamo, la forza di un marchio riconosciuto e affidabile dando il via, al contempo, a un percorso di crescita profes-

sionale legato alla formazione offerta dall’azienda che gestisce il network stesso. Non solo, nel settore sta prendendo sempre maggior peso la figura del Consulente immobiliare che gestisce contemporaneamente un portafoglio di clienti e uno di immobili sapendo trattare tanto una compravendita quanto i servizi per i privati come, ad esempio, i traslochi, i servizi per le aziende e gli impianti per le energie rinnovabili. In questo senso, uno dei network che si fa trovare al passo coi tempi è quello di Frimm perché propone ai propri operatori - tutti dotati di sistema Multiple listing service (Mls) per la compra-

Sta prendendo sempre maggior peso la figura del Consulente immobiliare che allo stesso tempo gestisce un portafoglio di clienti e uno di immobili trattando tanto una compravendita quanto i servizi per i privati

Adiconsum e Fiaip lanciano il primo ente bilaterale italiano del settore che intende dare trasparenza e conciliazione al comparto immobiliare

Casa: arriva Mediaconsum per tutelare i consumatori Garantire assistenza ai consumatori alle prese con gli acquisti immobiliari, fornire maggiore trasparenza nel settore della mediazione immobiliare e creditizia. Questo è lo scopo di MediaConsum, il primo ente bilaterale italiano, lanciato da Adiconsum e Fiaip, del settore che intende dare tutele e garanzie a consumatori e agenti immobiliari, realizzando un nuovo modello di concertazione nel comparto immobiliare e creditizio. Fra i principali servizi che MediaConsum offrirà, ci saranno la formazione specifica degli operatori, la verifica dei contratti offerti al pubblico, la garanzia ai consumatori di un’informativa chiara e completa in tutte le fasi del contratto, il supporto alla

gestione dei reclami e l’accesso a conciliazione e mediazione per la risoluzione rapida, e a costi contenuti, dei problemi fra consumatori e agenti immobiliari.. «In questo momento di crisi, - ha detto il presidente nazionale Fiaip Paolo Righi - cerchiamo di sostenere il mercato immobiliare non chiedendo soldi, perché la ripresa non avviene mediante finanziamenti pubblici ma con leggi che permettano di accedere al mercato con minore tassazione. Abbiamo bisogno di ricostruire un percorso etico che porta il cliente ad acquistare una casa con tranquillità». Di fronteallacompravenditaimmobiliare,argomenta Righi, il cittadino fondamentalmente è solo davanti a una normativa

che non conosce. «Se non creiamo un percorso che lo avvolga in un’aura di sicurezza - afferma il presidente Fiaip - il mercato difficilmente potrà ripartire». Si tratta di un mercato attualmente fermo, dove le compravendite fanno ancora registrare segno negativo, e a prezzi stabili. Un mercato dove non può essere ignorato il fenomeno degli agenti immobiliari abusivi. Secondo le stime date dal presidente Fiaip, su circa 700 mila transazioni effettuate ogni anno, gli abusivi sono (per difetto) circa 53 mila e si fanno pagare in nero, per una cifra stimata in 450 milioni di base imponibile. DT

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Notai

AsteInfoappalti

14

Inaugurata una nuova struttura didattica, resa possibile dal contributo del Cnn e del Niaf

I Notai a sostegno dell’Università dell’Aquila L’edificio si estende per 400 mq e sarà destinato ad accogliere studenti e ricercatori stranieri di Carlo Mansone

È stata inaugurata lo scorso 28 settembre la nuova struttura didattica dell’Università degli Studi dell’Aquila, situata presso il Polo didattico di Coppito, all’Aquila, realizzata con i fondi raccolti dal Comitato Notai per L’Aquila e dalla National Italian American Foundation (Niaf). Nel mese di giugno 2010 è stata formalizzata una convenzione tra la Fondazione dell’Università degli Studi dell’Aquila e la Niaf, relativa alla realizzazione e donazione di una struttura destinata a favorire l’ospitalità di studenti e ricercatori stranieri, un vero e proprio Centro per scambi internazionali (per la didattica e la ricerca), del valore complessivo di 250mila dollari. L’edificio, il cui progetto preliminare è stato elaborato gratuitamente dall’architetto Filippo Gagliardi, è costituito da diversi moduli collegati da un corpo centrale, per una superficie complessiva di oltre 400 metri quadrati. La realizzazione di aree destinate agli studenti, sale studio ed elaborazione progetti, nonché di aule specificamente dedicate alla formazione, è stata possibile anche grazie alla donazione del comitato Notai per L’Aquila, che ha raccolto la cifra di oltre 277mila euro, a cui è seguita una convenzione con la Fondazione dell’Università degli studi

Il Rettore Di Orio, il presidente del Cnn Laurini, Donatella Quartuccio e Vittorio Altiero

dell’Aquila. Il Comitato è stato costituito dal Notariato italiano nell’aprile 2009, a seguito del sisma che ha colpito la città, con lo scopo di raccogliere fondi da destinare a iniziative relative ai giovani e all’istruzione universitaria. La somma, consegnata alla fine del 2009 al professore Ferdinando di Orio, Rettore dell’Università, è stata concordata con la Fondazione dell’Università degli Studi dell’Aquila, per favorire la ripresa delle attività didattiche. «Siamo felici che il nostro contributo sia

rivolto alle nuove generazioni che rappresentano il futuro e il motore di sviluppo del territorio» ha commentato il presidente del Consiglio nazionale del notariato, Giancarlo Laurini. «La cerimonia è il segno tangibile dell’impegno del Notariato nei confronti della comunità locale oltre che della solidarietà della categoria ai colleghi abruzzesi» ha sottolineato Donatella Quartuccio, segretario del Cnn e componente del Comitato. «Quella di oggi è un’altra tappa raggiunta: è stato restituito agli studenti aquilani un nuovo spazio per studiare e

progettare il proprio futuro», ha dichiarato Vittorio Altiero, presidente dei Consiglio notarile dei Distretti riuniti dell’Aquila, Sulmona e Avezzano, ricordando: «I notai dell’Aquila non hanno mai interrotto il loro servizio, ma vorrei ringraziare pubblicamente anche i colleghi del resto d’Italia che con entusiasmo hanno dato il loro supporto per la ripresa delle attività». «Questa nuova struttura - afferma il Rettore - consentirà di offrire ai nostri studenti, ulteriori servizi per la didattica e la ricerca. Colgo l’occasione per ringraziare la Niaf e il Consiglio nazionale del notariato, per il concreto sostegno economico e l’attenzione mostrata verso l’Ateneo, che utilizzerà al meglio quanto realizzato per un ritorno alla normalità sempre più completo».

Il Comitato Notai per L’Aquila è stato costituito dal Notariato nell’aprile 2009, a seguito del sisma che ha colpito la città, con lo scopo di raccogliere fondi da destinare a iniziative relative ai giovani e all’istruzione universitaria

Si è svolto a Torino il 46° Congresso del Cnn

Unità d’Italia e tradizione notarile di Giovanni Turturro

Si è svolto a Torino, dal 13 al 15 ottobre, il 46° Congresso nazionale del Notariato, "Unità d’Italia e tradizione notarile", presso il Centro congressi Lingotto, nell’ambito delle Celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. I lavori si sono aperti giovedì 13 ottobre alle ore 12 con il discorso del presidente del Consiglio nazionale del notariato, Giancarlo Laurini e del ministro della Giustizia, Nitto Francesco Palma. «Le Celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia costituiscono un’occasione straordinaria per vivificare e rinsaldare il vincolo nazionale in uno dei momenti più difficili della nostra storia - ha dichiarato il presidente del Cnn -. L’inserimento della nostra massima Assise nazionale tra quegli eventi e la coerente scelta del tema congressuale, sono finalizzati a testimoniare il ruolo che il Notariato ha avuto nel lungo e tormentato processo di unifica-

zione sociale, culturale e giuridica dell’Italia, forse più complesso del processo di unificazione politica, certamente più lungo e tutt’altro che compiuto, come gli avvenimenti e le pulsioni di questi anni dimostrano». A seguire la tavola rotonda "Regole, fiducia e sviluppo economico" moderata da Mario Calabresi, direttore della Stampa, a cui hanno partecipato, tra gli altri, Vincenzo Boccia, vicepresidente di Confindustria e Antonio Catricalà, presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Sempre giovedì Giovanni Minoli, direttore di Rai Storia ha intervistato Giuseppe Galasso, Emerito di Storia Medievale e Moderna dell’Universita Federico II di Napoli, Giovanni Maria Flick, presidente Emerito della Corte Costituzionale e Giuseppe De Rita, presidente Censis per analizzare dal punto di vista storico, giuridico e costituzionale e sociologico il ruolo del notariato nella società italiana. La nuova struttura dell'Università degli Studi dell'Aquila, situata presso il Polo didattico di Coppito

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


AsteInfoappalti

Avvocati e Magistrati

15

Una manifestazione sui temi caldi della giustizia che coinvolge cento città italiane e cento uffici giudiziari

L’Oua: il new deal della giustizia Anche la Cassa forense chiede a Nitto Palma un tavolo di confronto con tutti gli organi dell’Avvocatura mocrazia e legalità, uno strumento in mano ai cittadini per far valere i propri diritti». La nuova mappa dei tribunali non è l’unico nodo da sciogliere: l’Organismo unitario dell’avvocatura trova tempo e modo anche per affrontare altri temi cari alla categoria. Primo fra tutte la riforma forense su cui si è espresso anche il vice presidente della commissione Bilancio del Partito democratico Luigi Lusi, ospite dell’Oua. «Questa maggioranza ha tirato per le lunghe il cammino della riforma dell’ordinamento - afferma Lusi - perché l’intenzione è di non ultimarla neppure in questa legislatura». De Tilla invita a non farsi illusioni sull’integrità del testo così come approvato dal Senato: «Non possiamo pensare che il testo resti come è stato varato dal Senato, ci auguriamo però un cammino autonomo rispetto all’articolo 3 della manovra e il mantenimento dei capisaldi dello Statuto». Nell’incontro romano si è parlato anche di difesa d’ufficio, per annunciare la vertenza fatta sui mancati pagamenti agli avvocati che assistono i non abbienti.

Un New deal della giustizia: l’Organismo Unitario dell’Avvocatura ha scelto un’analogia con la storia americana, per presentare i suoi quattro manifesti, che contengono le proposte concrete degli avvocati per salvare la giustizia italiana. Una presentazione in grande stile che ha coinvolto 100 città italiane e 100 uffici giudiziari nei quali il sei e il sette ottobre è stato illustrato, con sindaci, parlamentari e magistrati, il punto di vista dei legali sui temi caldi, primo tra tutti il previsto taglio degli uffici giudiziari cosiddetti minori. Una nuova geografia giudiziaria che - a parere del presidente dell’Oua Maurizio de Tilla - risponde soprattutto a criteri economici e non di efficienza. «Non si può accettare una riforma - spiega Maurizio de Tilla - che segue esclusivamente una logica di spesa». La nuova geografia, così come disegnata dall’Esecutivo, va male anche nella sostanza. «Si tratta del taglio "spot" di 52 tribunali fatti

«Si tratta del taglio "spot" di 52 tribunali fatti in base alle pressioni e alla forza politica sul territorio. La via giusta è quella di riorganizzare la giustizia di prossimità. Non escludiamo l’accorpamento degli uffici giudiari come estrema ratio»

in base alle pressioni e alla forza politica sul territorio. La via giusta - prosegue il numero uno dell’Oua - è quella di riorganizzare la giustizia di prossimità. Non escludiamo l’accorpamento degli uffici Giudiziarie come estrema ratio, ma non si può procedere con l’accetta partendo dal taglio dei tribunali». Una tesi che - a parere di de Tilla - non si distanzia molto da quella espressa dal Capo dello Stato nel rispondere a una lettera inviata al Quirinale dal Presidente dell’Ordine di Sciacca. Secondo il presidente della repubblica Giorgio Napolitano è, infatti, necessaria una rimodulazione non traumatica dell’attuale geografia giudiziaria «che vede sparsi sul territorio uffici

troppo piccoli per essere efficienti, ma alla cui soppressione si oppongono - insieme con insostenibili particolarismi - le ragioni delle comunità locali che in essi vedono un baluardo di sicurezza e legalità». Il tema della nuova geografia dei tribunali interessa anche alla Cassa forense che chiede al ministro Nitto Palma un tavolo di confronto sull’argomento con tutti gli organi dell’Avvocatura. Ha dichiarato il presidente di Cassa Forense, Alberto Bagnoli: «Il mestiere degli avvocati è quello di difendere i cittadini ed è solo aprendo un dibattito con la categoria che il Governo può agire nell’interesse di tutti. I piccoli tribunali sono un presidio di de-

Secondo Giorgio Napolitano è, necessaria una rimodulazione non traumatica dell’attuale geografia giudiziaria «che vede sparsi sul territorio uffici troppo piccoli per essere efficienti, ma alla cui soppressione si oppongono le ragioni delle comunità locali»

Confermato il congelamento dell’originario Libro I, composto da 10 articoli sulla «Criminalità organizzata di tipo mafioso»

In vigore il nuovo Codice Antimafia Entrerà in vigore il 13 di ottobre il nuovo Codice Antimafia. Pubblicato sulla G.U. n. 226 del 28 settembre (supplemento ordinario n. 214, riorganizza tutta la materia in un unico corpus normativoper combattere la criminalità organizzata Con la nuova pubblicazione si è voluto effettuare una ricognizione completa delle norme antimafia di natura penale, processuale e amministrativa. In totale, i libri sono cinque. Il Libro I, composto da 10 articoli sulla «Criminalità organizzata di tipo mafioso» a partire dalla norma base del 416-bis, è stato congelato, perché tra l’altro non era prevista l’abrogazione delle disposizioni confluite nel codice, nonostante la delega lo prevedesse. Da questo fat-

to puramente tecnico sarebbero potute derivare serie incertezze in sede interpretativa. Il secondo libro è dedicato alle nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, il terzo alle attività informative ed investigative nella lotta contro la criminalità organizzata e all’amministrazione e destinazione dei beni sequestrati e confiscati alle organizzazioni criminali. Nell’ultimo libro si trovano tutte le norme transitorie, e quindi le modifiche al codice penale e alla legislazione penale complementare. Tra le novità, la facoltà di richiedere che il procedimento per l’applicazione delle misure di prevenzione sia celebrato in udienza pubblica e in tempi stretti: il sequestro perde efficacia

se non arriva la confisca entro 18 mesi dalla immissione in possesso dell’amministratore giudiziario. Limitata, inoltre, la possibilità di revoca della confisca, che spesso blocca l’attività di reimpiego degli immobili da parte dei Comuni, che viene agganciata ai requisiti "stretti" della procedura penale, cioè al difetto originario dei presupposti per l’applicazione della misura. Infine, si segnala l’estensione delle cautele antimafia anche al direttore tecnico e ai revisori contabili; disposizione, questa, volta ad evitare che soggettimafiosicontrattinodirettamente con la pubblica amministrazione. M.M.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Commercialisti

16

AsteInfoappalti

L’Ordine dei commercialisti ha attivato un programma, scaricabile dal sito istituzionale, per fissare i compensi delle prestazioni rese

Un software per determinare le tariffe DIsponibili anche strumenti di ausilio in materia di onorari, indennità e rimborsi spese: dagli e-book ai corsi e-learning, ai pareri degli esperti ware sarà inoltre costantemente aggiornato anche grazie ai suggerimenti che perverranno dai commercialisti che lo utilizzeranno. Per fornire assistenza sulla procedura, gli utenti possono contattare un team di supporto dedicato. Per ottenere le istruzioni di base su come si utilizza il software sono disponibili numerosi "video tutorial" e "tips & tricks". Non mancano naturalmente le guide in formato pdf. Uno strumento fondamentale per la corretta applicazione della tariffa è senza dubbio il commentario, che infatti è consultabile sia direttamente nel software, sia on-line in formato pdf (presto anche nella versione e-book compatibile con i diversi dispositivi mobili: smartphone e tablet).

di Daniele Tosatti

L’Ordine dei commercialisti si attrezza per rendere telematica la determinazione dei compensi. È già disponibile da qualche giorno, infatti, "Tariffa Professionale", il software sviluppato dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili in collaborazione con Datev Koinos, che guida nella corretta fissazione dei compensi per le prestazioni rese, applicando la nuova tariffa della categoria, in vigore dall’ottobre 2010. Il programma è scaricabile gratuitamente e istallabile sul proprio computer dal sito del Consiglio nazionale (www.commercialisti.it).

Il software è polivalente. Fornisce infatti un insieme di servizi e di strumenti di ausilio per i commercialisti e i contabili in materia di onorari, indennità e rimborsi spese: dagli e-book ai corsi e-learning, fino ai pareri degli esperti

Tariffa professionale, che giunge a soli pochi mesi dal commentario alla tariffa, anch’esso predisposto dal Consiglio nazionale della categoria e scaricabile gratuitamente dal sito, è inoltre anche un insieme di servizi e di strumenti di ausilio per i commercialisti in materia di onorari, indennità e rimborsi spese: dagli e-book ai corsi e-learning, ai pareri degli esperti. Il software è semplice da usare: un’apposita procedura guida infatti passo dopo passo nel calcolo della tariffa, dalla scelta del cliente alla selezione dell’articolo della tariffa

corrispondente alla prestazione eseguita, dalla determinazione delle voci di compenso da quantificare (che avviene rispondendo a una serie di domande proposte in automatico dal software), al calcolo del compenso fino alla stampa, esportazione ed archiviazione dei valori elaborati. In questa prima fase i compensi sono elaborabili per 24 tipologie di prestazioni. Entro la fine dell’anno saranno messe a disposizione le ulteriori 6 procedure che consentiranno di completare il panorama delle prestazioni previste dalla tariffa professionale. Il soft-

Il software sarà costantemente aggiornato anche grazie ai suggerimenti che perverranno dai commercialisti che lo utilizzeranno. Per fornire assistenza sulla procedura, gli utenti possono contattare un team di supporto dedicato

Siciliotti commenta soddisfatto il documento delle imprese

Pmi, il manifesto convince Il presidente nazionale dei cottori Commercialisti ed esperti contabili, Claudio Siciliotti, è intervenuto in merito al manifesto delle imprese, ovvero il documento con le proposte delle imprese, (tramite le loro rappresentanze, tra cui Confindustria) per il rilancio dell’economia italiana. Secondo il presidente Siciliotti, in una fase delicata come è quella attuale, per il futuro del Paese si rende necessaria la collaborazione tra le forze imprenditoriali e le professioni intellettuali superando le tradizionali dinamiche relazionali. Viene inoltre puntualizzato che, è vero che le imprese sono la componente più importante del sistema produttivo, ma non bisogna dimenticare i milioni di liberi professionisti che lavorano e producono. Nella sostanza viene condiviso l’impianto del documento. In generale è stta espressa approva-

zione per il documento presentato contenente anche proposte già formulate dai Commercialisti italiani. In particolare spiega Siciliotti, per quanto riguarda le liberalizzazioni dei servizi professionali, la normativa, pur presentando alcuni spigoli ancora da smussare, non è impregnata dei pregiudizi ideologici che avevano caratterizzato alcune prese di posizione estive del mondo confindustriale e rendendole così irricevibili. Afferma ancora Siciliotti, che «deve essere apprezzata la significatività delle previsioni di modifica degli ordinamenti professionali inserite nella manovra estiva, le quali possono essere certamente accompagnate da norme più cogenti nel garantirne l’attuazione ma non irrilevanti ne marginali nel merito». D.T Claudio Siciliotti

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


AsteInfoappalti

17

Risparmio Energetico

Secondo le proiezioni di crescita, quest’anno avverrà il sorpasso sulla Germania, riferimento da un decennio

Fotovoltaico, Italia leader mondiale nel 2012 Nel Paese l’energia solare continua a crescere a tassi sostenuti si conferma settore trainante della green economy di Nello Biafra

Dal 2012 l’Italia sarà il primo Paese al mondo per potenza fotovoltaica installata. Questo è quanto emerge dai dati dell’Associazione europea dell’industria fotovoltaica (Epia), secondo la quale, inoltre, il nostro Paese sarà anche il primo a raggiungere la grid parity, ovvero il momento in cui avrà lo stesso costo produrre il medesimo quantitativo di energia elettrica da fonte fossile e da fonte solare, già nel 2013. Dati e previsioni sono condivisi anche dal Gestore dei servizi energetici: l’Italia supera ormai i 10mila megawatt di

La classifica delle regioni è invece guidata dalla Puglia, che con 1.685 megawatt circa mantiene il primato di potenza installata. La Lombardia è invece leader per numero di impianti in esercizio: 38.810 per 993 MW. Segue il Veneto, con 36.066 impianti per 894 MW potenza fotovoltaica installata su tutto il territorio nazionale, con oltre 270mila impianti, 26mila dei quali entrati in esercizio con il Quarto conto energia, in vigore solo dallo scorso giugno. Un’ulteriore conferma di come il fotovoltaico italiano sia cresciuto a tassi record negli ultimi anni, tuttavia attestandosi sempre alle spalle della Germania, da oltre un decennio leader del mercato mondiale. Ora però, con una potenza installata nel 2011 tre volte superiore a quella realizzata sul territorio tedesco e pari a 4.700 MW, l’Italia dovrebbe raggiungere i 12mila MW, per un numero d’impianti intorno ai 350mila entro la fine dell’anno, effettuando lo storico sorpasso. È evidente insomma che, pur tra luci ed ombre, il mercato fotovoltaico ha potenzialità di sviluppo e può essere il settore trainante della nostra green economy. I dati alla base di quest’analisi sono stati diffusi al PV Rome Mediterranean, duran-

te un convegno organizzato dal Gruppo imprese fotovoltaiche italiane, nell’ambito di ZeroEmission Rome, manifestazione dedicata alle energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici ed emission trading che si è svolta nella capitale. Durante il convegno, inoltre, è emerso che lo sviluppo del fotovoltaico italiano proseguirà con buoni tassi di crescita anche nei prossimi anni: il volume di installazioni fotovoltaiche raggiungerà, infatti, nel 2012 e nel 2013 rispettivamente i 2,7 e 2,6 GW. «Dati importanti, certamente inferiori alle performance del mercato negli ultimi due anni, ma che permettono di guardare al futuro con un certo ottimismo, nonostante i timori sulla tenuta del comparto dopo la sostanziale riduzione delle tariffe incentivanti introdotta dal Quarto conto energia», ha commentato Valerio Natalizia, presidente del Gifi. E proprio gli effetti della nuova legislazione sono stati uno dei temi al centro dell’incontro. «Il nuovo sistema di incentivi provocherà una trasformazione del mercato rispetto a quanto avvenuto in passato: le nuove tariffe penalizzano le grandi installazioni, ma non è detto che il fotovoltaico debba e possa svilupparsi solo grazie a queste - ha spiegato Natalizia -. Si aprono infatti nuovi e promettenti scenari rappresentati in primo luogo dalla crescita degli impianti commerciali, quindi di media taglia realizzati sui tetti di strutture si lavorerà molto sul residenziale. La crescita di queste installazioni, inoltre, stimolerà l’innovazione tecnologica, per la necessità di trovare soluzioni che consentano l’integrazione dei sistemi sui tetti e nelle facciate degli edifici, campo nel quale i produttori di moduli italiani possono contare su un bagaglio di conoscenze e un gusto per l’estetica che i nostri competitor non hanno. Insomma, sebbene sia facile prevedere una certa selezione degli operatori, le opportunità per continuare a fare bene per le aziende».Il presidente del Gifi ha poi sottolineato il bilancio positivo del fotovoltaico per il sistema Italia. «Il settore nel giro di pochi anni ha dato un forte impulso alla creazione di nuovi posti di lavoro, circa 20mila addetti diretti, con un’età media dei lavoratori di 35 anni, e

uno dei pochi che ha continuato a crescere anche in una situazione economica particolarmente difficile - ha proseguito il presidente del Gifi -. Altrettanto importante è il peso che il solare sta acquisendo nel mix energetico. Il fotovoltaico è oggi a tutti gli effetti una fonte primaria, se consideriamo che copre circa il 3% della domanda, quota che entro il 2012 arriverà al 6% e che rappresenta circa la metà rispetto a una fonte come il carbone. Un risultato ancora più straordinario se pensiamo che è stato ottenuto nel giro di pochi anni». Cosa serve per continuare a crescere? «La stabilità normativa rappresenta uno dei fattori essenziali per proseguire su questo percorso virtuoso - ha spiegato

Natalizia -. Abbiamo rilevato che dall’agosto del 2010 all’agosto del 2011 ci sono stati ben 6 interventi normativi che hanno modificato le regole del sistema e ciò sicuramente non favorisce gli investimenti e l’ingresso nel mercato di grandi gruppi industriali. Inoltre, riteniamo ormai indispensabile semplificare e omogeneizzare le procedure autorizzative. Infine, il potenziamento delle infrastrutture di trasmissione dell’energia e spingere sulla creazione delle reti intelligenti (le cosiddette smart grid) per la gestione ottimale dell’energia prodotta dalle fonti rinnovabili.Altrocomparto,quest’ultimo,dove le imprese italiane possono avvantaggiarsi e diventare esportatori di know how e di tecnologie nel resto d’Europa».

«Nel 2020 le rinnovabili equivarranno a 5 centrali nucleari» Secondo Leonardo Setti, docente all’università di Bologna ed esperto di fotovoltaico «in Italia negli ultimi due anni, grazie alle energie rinnovabili sono stati prodotti 12 miliardi di kWh pari a una centrale nucleare di 1.600 megawatt. Mantenendo questo trend nel 2020 la produzione sarà equivalente a quella di cinque centrali nucleari». L’analisi arriva durante il convegno Impatti, mitigazione e adattamento: una scommessa globale sul clima che verrà tenuto nell’ambito di Climatica...mente Cambiando settimana dedicata ai cambiamenti climatici dalla Provincia di Trento. «Abbiamo il problema di dover decarbonizzare e l’Europa ha iniziato questo percorso. Il problema delle emissioni è legato fortemente alla produzione di energia. Nella road map della European climate foundation al 2050 dovremmo decarbonizzare all’80%, ossia produrre l’80% di energia senza emettere carbonio. Mediamente a una famiglia europea costerà 256 euro all’anno. Per mantenere questo obiettivo necessitiamo di una politica integrata europea. Quindi abbiamo bisogno di ridurre i consumi, fonti rinnovabili e acquisti verdi. Sono le stesse azioni su cui si basa il sistema di gestione integrato dei rifiuti. Oggi dobbiamo pensare all’atmosfera come a una discarica di aria».

C’è un «elefante nel salotto»: così crescono i consumi C’è un «elefante nel salotto» delle nostre case, e noi non lo vediamo. La simpatica espressione è anche il titolo del rapporto Energy Saving Trust, organizzazione britannica indipendente che fornisce consigli e raccomandazioni per il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di carbonio. Perché, se negli ultimi anni i principali elettrodomestici, come frigoriferi, lavatrici e lavastoviglie, hanno migliorato nettamente la loro efficienza energetica, raggiungendo i migliori standard (che peraltro sono stati a loro volta elevati con le classi AA, AAA e AAA+), il consumo elettrico nelle nostre case continua a salire inesorabile? Ebbene, spiega il rapporto, i principali responsabili della crescita della domanda energetica sono i grandi televisori al plasma, i frigoriferi con oltre 600 litri di capacità e i faretti alogeni, ma soprattutto tutta la serie di insospettabili gadget elettronici sempre più diffusi, quali router wireless, notebook, iPad, iPod e simili, che richiedono continuamente di essere ricaricati. «Se guardiamo nel corso degli ultimi cinque anni molte cose sono cambiate e molti progressi sono stati fatti nel tentare di ridurre i consumi puntando ad elettrodomestici più efficienti, ma dove c’è ancora molto da lavorare è con i nostri "gadget" e sul cosiddetto home entertainment che consumano sempre più energia».

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


ESTRATTO DI BANDO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI È indetto bando per la vendita all’asta dei seguenti complessi immobiliari di proprietà della Ferrania spa in amministrazione straordinaria, siti in provincia di Savona, Comune di Cairo Montenotte e Carcare: Lotto 1 – terreni di varia natura in Comune di Carcare – prezzo base d’asta euro 23.000,00. Lotto 2 – terreni adibiti a viabilità d’uso pubblico siti in Comune di Carcare e Cairo Montenotte – prezzo base d’asta euro 4.800,00. Lotto 3 – terreni e costruzioni di varia natura (terreni urbani, edificabili, saturi e servizi - terreni agricoli) prezzo base d’asta euro 1.563.700,00. Il tutto come meglio descritto nella perizia conservata presso l’ufficio della Procedura in Via XII Ottobre 10/13 a Genova, ove potranno essere esaminati dagli interessati, insieme al testo integrale del bando di vendita e degli altri dati e documenti, previo appuntamento telefonico (010 – 541263). Gli offerenti dovranno far pervenire le proprie offerte, in busta chiusa, presso lo studio del notaio Agostino Firpo, Piazza Mameli 6, 17100 Savona, tel. 019 – 824484 entro le ore 12 del 15 Novembre 2011. Il 16 Novembre 2011 avrà luogo l’apertura delle buste per tutti i lotti oggetto della vendita. Saranno ammesse, da parte di ciascuno degli offerenti, limitatamente ai lotti per i quali l’offerta è stata presentata, successive offerte in aumento. I Commissari Straordinari Avv. Alberto Alberti Dott. Renzo Bellora Dott. Stefano Marastoni

AVVISO D’ASTA COSIDA SpA in LCA con sede Napoli - Via Posillipo, 390, terrà il giorno 13 Dicembre 2011, presso Notaio Dott. Diomede Falconio con studio in Napoli alla Via dei Fiorentini n.21, asta ad offerte segrete per l’aggiudicazione del complesso immobiliare denominato “Hotel des Alpes” sito in Courmayeur (AO) – Località Entreves – con destinazione alberghiera. Prezzo base: € 2.417.000,00= con aumenti minimi di € 200.000,00 in € 200.000,00 e con aggiudicazione anche con offerta del solo prezzo base. Deposito 15% prezzo base ed altre modalità come da bando di vendita depositato presso Notaio Dr. Diomede Falconio. Le offerte, in busta chiusa, devono essere fatte pervenire al Notaio designato entro le ore 12,00 del giorno 10/12/2011. Per informazioni, esame documentazione, visita immobile: Notaio Diomede Falconio 081.4288153; COSIDA SpA in lca: Tel. 081.5751171/Fax 081.5751555 – Geom.Carlo Bionaz:Tel. 0165.40641/ 333.1075073 e sito: www.isvap.it. IL COMISSARIO LIQUIDATORE (AVV.PROF.FIORENZO LIGUORI)

CONSIGLIO REGIONALE DEL LAZIO Struttura Direzionale di Staff “Economato, Provveditorato” Via della Pisana 1301 – 00163 Roma Tel. 06/65931 – telefax 06/65932445 www.regione.lazio.it

ESITO DI GARA PER ESTRATTO Si rende noto che questo Consiglio Regionale del Lazio ha approvato l'esito di gara per proceduta aperta per l'affidamento dei servizio di trasporto del personale tramite bus navetta da e verso la sede dell'Amministrazione, in Roma, di durata triennale, aggiudicato con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa. Il relativo GIC è il seguente: 0458390364. Aggiudicatario definitivo: Schiaffini Travel s.p.a., con sede in Roma, via delle Strelitzie, 36. L'avviso integrale è reperibile presso l'Ufficio Pubblicazioni dell'Unione Europea al n. S139 del 22 luglio 2011 e sul portale dell'Amministrazione Committente. IL DIRIGENTE (Dott. Giulio Naselli)

COMUNE DI BARLETTA

ESTRATTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 42/2011 Ente Appaltante: Comune di Barletta, corso V. Emanuele n. 94, tel. 0883/578430-463, fax 0883/578463, sito Internet: www.comune.barletta.ba.it

Il Comune di Barletta indice gara con procedura aperta ai sensi degli art 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006, contratto dei lavori a corpo e a misura, criterio: offerta del prezzo più basso, determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi dell'art. 82 comma 3 del decreto legislativo n. 163 del 2006, per l'affidamento della “lavori di sistemazione area a ridosso delle Mura del Carmine”. Importo complessivo a base di gara € 817.524,85 comprensivo degli oneri per la sicurezza. CIG: 32919814A8. Cup: H92F11000010006. Deliberazione di G.C. n. 71 del 7.04.2011; Determinazione Dirigenziale n. 1818 del 27.09.2011; Determinazione Dirigenziale n. 1855 del 29.09.2011; Possono partecipare alla gara i soggetti tutti indicati al punto III. 2.3) in possesso dei requisiti di capacità tecnica tutti elencati nel bando integrale di gara, anche riuniti in raggruppamenti temporanei, la cui copia è scaricabile dal sito internet su indicato. Le offerte, redatte in lingua italiana, dovranno pervenire a mezzo R/R del servizio postale o di agenzia di recapito o consegna a mano, all’Ufficio di Protocollo Generale entro le ore 13,00 del giorno 03.11.2011. RUP: ing. Gaetano Domenico Pierro. L’avviso è stato trasmesso alla G.U.R.I. in data 30.09.2011. Barletta, 05.10.2011 IL DIRIGENTE Ing. Gaetano Domenico Pierro

COMUNE DI BARLETTA

ESTRATTO MEDIANTE PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA N. 43/2011 Ente Appaltante: Comune di Barletta, corso V. Emanuele n. 94, tel. 0883/578430-463, fax 0883/578463, sito Internet: www.comune.barletta.ba.it

Il Comune di Barletta indice gara con procedura aperta ai sensi degli art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006, contratto dei lavori a corpo, criterio: prezzo più basso a mezzo ribasso percentuale sull'importo posto a base di gara ai sensi dell'art. 82 comma 2 lettera b) del decreto legislativo n. 163 del 2006, per l'affidamento della "lavori di sistemazione dei giardini di via mura San Cataldo". Importo complessivo a base di gara € 557.924,78 comprensivo degli oneri per la sicurezza. CIG: 3216508A5C. CUP: H93G1100050006. Deliberazione di G.C. n. 70 del 7.04.2011; Determinazione Dirigenziale n. 1820 del 27.09.2011; Determinazione Dirigenziale n. 1856 del 29.09.2011; Possono partecipare alla gara i soggetti tutti indicati al punto III.2.3) in possesso dei requisiti di capacità tecnica tutti elencati nel bando integrale di gara, anche riuniti in raggruppamenti temporanei, la cui copia è scaricabile dal sito internet su indicato. Le offerte, redatte in lingua italiana, dovranno pervenire a mezzo R/R del servizio postale o di agenzia di recapito o consegna a mano, all’Ufficio di Protocollo Generale entro le ore 13,00 del giorno 08.11.2011. RUP: ing. Gaetano Domenico Pierro. L’avviso è stato trasmesso alla G.U.R.I. in data 30.09.2011. Barletta, 06.10.2011 IL DIRIGENTE Ing. Gaetano Domenico Pierro

II AVVISO DI VENDITA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA DELLA C.A.F. Cooperativa Autocisternisiti Fossano con sede in Cuneo, via Bra 1/11, tel. 0171.413351, fax n.0171.412360 in persona dei Commissari Liquidatori Dott.ssa Bianca Steinleitner , Avv. Luigi Pamphili, Avv. Antonio Casilli, il Comune della Spezia, il Comune di Santo Stefano Magra, il Comune di Sarzana, il Comune di Vezzano Ligure, la C.C.I.A.A. della Spezia e l’Associazione Industriali della Spezia, previa autorizzazione del Ministero Vigilante ed in forza di deliberazione dei Consigli Comunali e degli organi direttivi della C.C.I.A.A. della Spezia e dell’Associazione Industriali della Spezia, hanno disposto la vendita, ciascuno per i propri diritti e insieme per l’intero, senza incanto mediante gara informale del seguente unico lotto: - quote per complessivi nominali Euro 95.980,00 pari a circa il 98,94% del capitale sociale della A.SP. S.r.l. AUTOPARCO LA SPEZIA. La vendita è disposta con riferimento alla situazione patrimoniale della società al momento del trasferimento delle quote. Offerta: chi intenda partecipare alla gara informale per la vendita del lotto di cui si tratta deve depositare presso lo studio del Notaio dott. Luca Orengo, corso Statuto n.16, 12084, Mondovì (CN) entro le ore 12.00 del giorno 24 novembre 2011, l’offerta (contenuta in busta chiusa priva di segni di riconoscimento) unitamente a copia del bando di gara sottoscritta per accettazione dall’offerente, nonché la fotocopia di un documento di riconoscimento valido e sottoscritto in originale dall’offerente ovvero del legale rappresentante dell’offerente con l’indicazione della qualifica ricoperta ed un valido certificato del Registro delle Imprese per i soggetti diversi dalle persone fisiche. Prezzo base di gara per il lotto unico: Euro 1.544.968,00. La gara informale si terrà il 25 novembre 2011 alle ore 12 innanzi al notaio dott. Luca Orengo con studio in Mondovì, corso Statuto n.16, presso il quale è stato depositato il bando di gara per l’incanto unitamente alla perizia estimativa asseverata del prof. Alberto Marchese. In caso di pluralità di offerte il prezzo da cui prenderà avvio la gara sarà quello indicato nell’offerta più alta e gli aumenti minimi saranno di Euro 5.000,00. Non saranno prese in considerazione né saranno ritenute valide offerte provenienti da soggetti debitori, sotto qualsiasi forma per debiti scaduti della S.r.l. A.SP. alla data di pubblicazione del bando o successivamente, né tali offerenti potranno partecipare alla gara innanzi al Notaio. Cauzione: per partecipare alla gara è necessario aver prestato una cauzione pari al 20% del prezzo base d’asta nonché altra cauzione in conto spese pari al 10% del prezzo base d’asta. Entrambe le cauzioni, da prestarsi con assegni circolari non trasferibili ed intestati a “CAF – Cooperativa Autocisternisti Fossano Scarl in l.c.a.”, dovranno essere allegate all’offerta. La vendita sarà soggetta alle vigenti norme fiscali ed il relativo onere sarà interamente a carico degli acquirenti. Pagamento: il pagamento del prezzo dell’aggiudicazione avverrà entro 60 giorni dall’aggiudicazione al netto della cauzione. Trasferimento della proprietà: Il trasferimento della proprietà delle quote avverrà nelle forme ordinarie mediante scrittura privata autenticata nelle firme da parte del Notaio dott. Luca Orengo, corso Statuto n.16, 12084, Mondovì (CN) entro 15 giorni dal pagamento del prezzo; il costo della procedura e della vendita sarà integralmente sopportato dall’aggiudicatario. Condizioni di vendita: le condizioni ed i termini della vendita ed il contenuto obbligatorio dell’offerta sono indicati nel bando di gara redatto in conformità all’autorizzazione dell’Autorità di vigilanza che è consultabile sul sito www.astegiudiziarie.it. Ulteriori informazioni sulla società potranno essere assunte presso la sede della stessa: Piano di Vezzano I Snc - 19020 Vezzano Ligure (tel. 327 1211103, dalle ore 15,00 alle ore 18,00, nei giorni da lunedì a venerdì) e presso la sede della procedura. COMMISSARI LIQUIDATORI Dott.ssa Bianca Steinleitner , Avv. Luigi Pamphili, Avv. Antonio Casilli.


AsteInfoappalti

Attualità

19

Buzzetti, presidente di Federcostruzioni, fa un appello al Capo dello Stato Puglia: due bandi per la progettazione del Piano Carceri Sono stati da poco pubblicati due bandi per la progettazione dedicata al Piano Carceri della regione Puglia. Nel progetto sono integrati due paglioni aggiuntivi che permetterebbero di avere una struttura altamente professionale. Il Piano Carceri ha degli obiettivi molto precisi: all’interno di ogni carcere, di un nuovo padiglione comprendente ben 200 posti. I carceri in questione sarebbero quelli di Taranto e Lecce, che raggiungerebbero il valore a base d’asta pari a 10 milioni e 300 mila euro. I lavori di innovazione previsti, dovranno essere terminati in meno di due anni, per il pagamento dei lavori, sono prevista 5 rate di cui quattro in acconto in corso d’opera. Il restante da pagare, dovrà essere rilasciato entro sei mesi dalla fine del progetto.

Napoli: la compravendita in crisi, volume complessivo - 2% Napoli non se la passa bene. Il volume complessivo delle compravendite di case nella città è decresciuto del due per cento, fuori dalla città la diminuzione è scesa addirittura di quattro punti percentuali; questi sono i risultati dei primi sei mesi di quest’anno che sono stati comunicato alla Camera di commercio di Napoli dalla Borsa immobiliare. Il mercato delle locazioni vive un periodo non facile e subisce contrazioni intorno al dieci per cento. Nella zona di Chiaia i prezzi degli affitti sono scesi dell’otto per cento, mentre nel quartiere di Fuorigrotta si registrano crescite anche del dieci per cento, sia per quel che riguarda la locazione che la compravendita. Non subiscono flessioni sul fronte delle compravendite Posillipo, Chiaia e San Ferdinando mentre nel centro storico i costi sono scesi anche del dieci per cento.

Nasce a Bagheria il centro di arredo solidale A Bagheria nasce un centro di arredo solidale. La Comunità Parrocchiale San Giovanni Bosco e l’associazione Agape, in collaborazione con l’associazione Nuovi Bagheresi, compie un ulteriore passo per l’ampliamento della piattaforma solidaristica della città, inserendo un servizio che fornisca la possibilità di donare mobili ed elettrodomestici in buone condizioni a coloro i quali possono tornare ancora utili. Il centro nasce, da un lato, dall’esigenza di numerose famiglie, che non potendo sostenere l’onere dell’acquisto, ricevano l’occasione di ottenere dei beni fondamentali per la vivibilità di una casa. Dall’altro dalla necessità di garantire un luogo, dove depositare civilmente il materiale d’arredamento usato e considerato superfluo dai proprietari.

L’edilizia chiede il rilancio Nel 2011 le produzioni sono calate dell’1,8% rispetto al 2010 Paolo Buzzetti, presidente di Federcostruzioni, va alla carica. Pochi giorni dopo i fischi al ministro delle Infrastrutture, Altiero Matteoli, all’assemblea dell’Ance, il presidente di Federcostruzioni decide di far sentire la voce degli imprenditori edili, che - come si è constatato proprio durante l’Assamblea dell’Ance sono schiacciati dalla crisi, ma soprattutto da un mancato decreto sviluppo che punti alla crescita del settore.«Se il

«Le nostre imprese chiudono – ha aggiunto Buzzetti - e i dipendenti vengono licenziati, incluso il personale degli uffici. Il ridimensionamento ci dà ansia per il futuro e il declino sembra inarrestabile. Le nostre richieste non hanno rispose» Governo e il mondo politico continueranno a non dare segnali di attenzione al nostro settore, fondamentale per il rilancio dell’economia del Paese, saremo costretti ad appellarci al presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. E lo vogliamo fare insieme ai sindaci e ai presidenti delle Regioni, con i quali organizzare un movimento che faccia capire a tutti che siamo a un punto finale». Buzzetti inaugura gli stati generali delle costruzioni al Made Expo di Milano e legge proprio un messaggio del Capo dello Stato che apre alle richieste delle

imprese del settore, sottolineando come «forze politiche e soprattutto istituzioni debbano fornire risposte e interventi adeguati per il rilancio». Il quadro, infatti, non è rassicurante. Le previsioni per il 2011 indicano un ulteriore calo della produzione in termini reali dell’1,8% rispetto al 2010: una riduzione che porta il totale del quadriennio al -17,5%. «Le nostre imprese chiudono - ha aggiunto Buzzetti - e i dipendenti vengono licenziati, incluso il personale degli uffici. Il ridimensionamento ci dà ansia per il futuro e il declino sembra inarrestabile. Le nostre richieste non hanno rispose e si va avanti con interventi di maquillage che dimostrano che del nostro settore non si è capito nulla: dei 3,5 miliardi deliberati dal Cipe non si è visto un euro. Ma tanti soldi sono stati impiegati, legittimamente, negli ammortizzatori sociali, nelle quote latte o a Termini Imerese: perché per noi non si fa nulla?». I costruttori indicano pochi e e semplici interventi che basterebbe attuare per realizzare un piano di crescita. Innanzitutto, pagamenti da parte delle amministrazioni pubbliche in tempi accettabili («fanno fallire le aziende per non fallire loro», ha aggiunto Buzzetti); in secondo luogo, un piano di riqualificazioni urbane «per opere piccole e medie urgenti ha detto ancora il presidente dei costruttori - in grado di intervenire contro il dissesto idrogeologico, a favore della manutenzione delle città, anche per attirare più turisti, e del sistema scolastico, in modo da dare una visione al futuro dei nostri figli». Infine, il tema degli sgravi fiscali che ha avuto ottimi risultati in Francia dove la curva degli investimenti privati è balzata all’insù grazie al lancio dell’edilizia sociale al quale ha corrisposto la concessione di mutui a tasso zero per le giovani famiglie.

Niente più problemi di cubatura La nuova norma inserita nel Dl sviluppo La vendita della cubatura non sarà più in problema grazie al DL Sviluppo che ha obbligato a rendere trascrivibili nei registri immobiliari i contratti che trasferiscono tutti i diritti di edilizia. La cubatura sarà di nuovo disponibile in tutte quelle convenzioni urbanistiche e nelle pianificazioni territoriali senza alcun problema. Grazie a questa norma niente più problemi tra vicini che devono condividere pezzi di terra, senza conoscerne il reale proprietario. Ogni metro quadro del territorio circostante la casa, destinano a non essere

edificato, avrà un indice volumetrico standard. Tuttavia bisogna fare attenzione: questa norma sarà attivabile solamente se gli strumenti urbanistici del comune di residenza, ne permettono l’attivazione. Se ci si trova in una città o in un piccolo comune, dove è stato ordinato un limite per gli edifici, se - ad esempio uno spazio si trova sovra levato, non sarà possibile attivare il provvedimento. Grazie all’inserimento di questa norma la volumetria acquista all’atto di acquisto della casa, non dovrà essere subito legata a un fondo specifico. Si prospettano adesso nuovi scenari nel mondo dell’edilizia.

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica DIREZIONE CENTRALE PATRIMONIO E INVESTIMENTI Ufficio II – Investimenti finanza e dismissioni

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITÀ IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE L’Ente Previdenziale pubblico: - I.N.P.D.A.P. – Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica; (l’“Ente Previdenziale”) offre all’asta (l’“Asta”), per la piena proprietà ovvero, nei casi previsti dalla legge, la nuda proprietà, di unità immobiliari ad uso residenziale libere o anche occupate senza titolo, come indicato nel presente Avviso d’Asta, facenti parte del programma di dismissione degli immobili ai sensi: 1. dell’articolo 6 del decreto legislativo numero 104 del 16 febbraio 1996 (“D.lgs. 104/1996”); 2. dell’articolo 43bis del decreto legge numero 207 del 30 dicembre 2008 come modificato dalla legge numero 14 del 27 febbraio 2009 (“Legge 14/2009”); 3. dei commi 3, 3bis, 4, 5, 6, 7, 7bis, 8, 9, 13, 14, 17, 17bis, 19 eccetto i primi due periodi e 20 dell’articolo 3 del decreto legge numero 351 del 25 settembre 2001 come convertito dalla legge numero 410 del 23 novembre 2001, (“Legge 410/2001”) richiamati dal disposto del comma 12 primo periodo dell’articolo 43bis del decreto legge numero 207 del 30 dicembre 2008 convertito con modificazioni dalla legge numero 14 del 27 Febbraio 2009; 4. del decreto interministeriale del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21 novembre 2002, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale numero 281 del 30 novembre 2002 (“Decreto Modalità di Vendita SCIP2”) relativo alle modalità di vendita del patrimonio immobiliare trasferito alla SCIP srl con il decreto interministeriale del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 21 novembre 2002, pubblicato nel Supplemento Ordinario numero 219 alla Gazzetta Ufficiale numero 279 del 28 novembre 2002, denominato SCIP 2, (“Decreto Trasferimento SCIP2”), richiamato dall’articolo 43bis comma 12 secondo periodo del decreto legge numero 207 del 30 dicembre 2008 convertito con modificazioni dalla legge numero 14 del 27 Febbraio 2009. I Lotti posti in asta successiva alla prima con un Prezzo Base d’Asta inferiore a quello offerto in una precedente Asta sono segnalati con uno o più asterischi (“*”) posti nel riquadro del prezzo a base d’asta. La legenda ed il significato degli asterischi, (“*”), è riportato in calce al presente Avviso d’Asta. Le parole e le espressioni le cui iniziali sono indicate con lettera maiuscola, che non sono definite nel presente Avviso d’Asta, hanno il significato alle stesse attribuito nel “Disciplinare d’Asta di unità immobiliari ad uso residenziale di proprietà dell’INPDAP” reperibile sul sito web dell’Ente, sull’apposito sito del Consiglio Nazionale del Notariato, attraverso il sito internet www.gestioneaste.it (i “Siti Web”). L’Asta è effettuata per singoli Lotti composti da un’unica unità immobiliare, comprensiva di eventuali pertinenze e accessori, individuati nel sotto riportato elenco (d’ora in poi, per brevità, l’“Elenco”) che costituisce parte integrante e sostanziale del presente Avviso d’Asta. Le modalità di svolgimento e di partecipazione all’Asta sono regolamentate, oltre che dal presente Avviso d’Asta, dal Disciplinare d’Asta e dai suoi Allegati, che i partecipanti hanno l’onere di esaminare, preventivamente alla presentazione dell’Offerta, presso i Siti Web e presso i recapiti dell’Ente Previdenziale indicati negli appositi riquadri. Per informazioni dettagliate sugli immobili potrà essere contattato l’Ente Previdenziale ai recapiti e nelle persone dei funzionari indicati negli appositi riquadri. L’espletamento dell’Asta avverrà in due fasi, di cui la seconda è eventuale ed, a fronte dell’esito della prima, potrà avere due diverse ed alternative modalità: A) presentazione di valide Offerte Segrete in aumento rispetto al Prezzo Base d’Asta indicato per ciascun Lotto nell’Elenco (“I° Fase d’Asta” o “Fase delle Offerte Segrete”). B) presentazione di valide Offerte Palesi in aumento rispetto al prezzo di importo più elevato indicato nelle migliori valide Offerte Segrete collocate ex aequo al primo posto della graduatoria, riservata ai soli soggetti che abbiano presentato tali offerte di pari importo (“II° Fase d’Asta” o “Fase del Pubblico Incanto”). B bis) esame delle Offerte Residuali, nella sola ipotesi in cui non risulti presentata alcuna Offerta Segreta valida (“II° Fase d’Asta Bis” o “Fase delle Offerte Residuali”). Per Offerta Residuale si intende l’offerta, che ha efficacia solo se si verifica la condizione della mancata presentazione di valide Offerte Segrete, per l’acquisto, a Prezzo Base d’Asta, di uno o più Lotti inseriti nel presente Avviso d’Asta, il cui numero complessivo (il “Numero Massimo”), pari o inferiore al numero complessivo di tutti i Lotti che verranno identificati in apposite e separate liste (le “Liste di Immobili”), deve essere indicato dall’Offerente nella Domanda di Partecipazione alla Fase delle Offerte Residuali. In caso di indicazione di un Numero Massimo inferiore alla somma dei Lotti indicati nelle Liste di Immobili, l’Offerta Residuale cessa di avere efficacia se e nel momento in cui all’Offerente Residuale viene aggiudicato, un numero di Lotti pari al Numero Massimo, con la conseguente cessazione di qualsiasi obbligo e diritto dell’Offerente Residuale riguardo agli eventuali ulteriori residui Lotti inseriti nelle Liste di Immobili ancora da aggiudicare. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE: Fase delle Offerte Segrete: per partecipare alla Fase delle Offerte Segrete gli interessati, a pena d’esclusione, dovranno presentare a mani del Notaio incaricato ed indicato nell’Elenco,

esclusivamente dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00 del giorno lavorativo (escluso il sabato) immediatamente precedente a quello indicato nell’Elenco per l’espletamento dell’Asta, un plico chiuso e controfirmato dall’Offerente su almeno uno dei lembi di chiusura della busta sulla quale dovrà essere apposta la dicitura di cui al punto 3.1.3 del Disciplinare d’Asta. Sono ammesse Offerte Segrete per più Lotti purché presentate singolarmente in plichi separati, ciascuno contenente tutta la documentazione richiesta. Non è invece consentita la presentazione di più Offerte Segrete riferite al medesimo Lotto da parte di uno stesso soggetto o da quelli indicati al punto 3.1.1C del Disciplinare d’Asta. Fase delle Offerte Residuali: per partecipare alla Fase delle Offerte Residuali gli interessati, a pena di esclusione, dovranno consegnare al Notaio incaricato della ricezione delle Offerte Residuali ed indicato in calce all’Elenco, esclusivamente nei giorni, negli orari e nel luogo indicato, un plico chiuso e controfirmato dall’Offerente su almeno uno dei lembi di chiusura della busta sulla quale dovrà essere apposta la dicitura di cui al punto 3.2.4 del Disciplinare d’Asta. Il plico per la partecipazione alla Fase delle Offerte Segrete dovrà, a pena di esclusione, contenere: 1. domanda di partecipazione: la Domanda di Partecipazione all’Asta dovrà essere redatta, a pena di esclusione, in carta semplice, con firma autografa non autenticata, conformemente all’Allegato 1, punto 1 del Disciplinare d’Asta e dovrà contenere, sempre a pena di esclusione, tutte le dichiarazioni di conoscenza e di accettazione ivi riportate. La Domanda di Partecipazione all’Asta dovrà essere redatta e presentata secondo quanto più esaustivamente previsto al punto 3.1.4A del Disciplinare d’Asta; 2. prova dell’avvenuta costituzione della cauzione: la prova dell’avvenuta costituzione della cauzione, pari al 10% del Prezzo Base d’Asta, così come riportato nell’Avviso d’Asta per ogni Lotto, dovrà essere fornita, in conformità a quanto previsto al punto 2.1 del Disciplinare d’Asta, mediante allegazione dell’assegno circolare, recante la clausola di non trasferibilità, intestato, a pena di esclusione, all’INPDAP; 3. Offerta Economica: l’Offerta Economica (superiore al Prezzo Base d’Asta di almeno 1 Euro), contenuta, a pena di esclusione, in separata busta chiusa e sigillata, dovrà essere redatta in carta semplice e con firma autografa non autenticata e dovrà recare l’espressa dichiarazione che la stessa è vincolante, valida ed irrevocabile per il periodo di 90 giorni decorrenti dalla data fissata nel presente Avviso d’Asta quale termine per la presentazione delle Offerte Segrete e, nel caso in cui l’Offerente sia dichiarato Aggiudicatario, per il periodo di 150 giorni decorrenti dalla data di aggiudicazione. L’Offerta Economica dovrà essere redatta e formulata secondo quanto più esaustivamente previsto al punto 3.1.4C del Disciplinare d’Asta; 4. documenti: i documenti da allegare alla Domanda di Partecipazione all’Asta sono indicati al punto 3.1.4D del Disciplinare d’Asta. Il plico per la partecipazione alla Fase delle Offerte Residuali dovrà, a pena di esclusione, contenere: 1. domanda di partecipazione: la Domanda di Partecipazione alla Fase delle Offerte Residuali dovrà essere redatta in carta semplice, con firma autografa non autenticata, redatta conformemente all’Allegato 2, punto 1 del Disciplinare d’Asta e dovrà contenere, a pena di esclusione, tutte le dichiarazioni di conoscenza e di accettazione ivi riportate. La Domanda di Partecipazione alla Fase delle Offerte Residuali dovrà essere redatta e presentata secondo quanto più esaustivamente previsto al punto 3.2.5A del Disciplinare d’Asta; 2. prova dell’avvenuta costituzione della cauzione: la prova dell’avvenuta costituzione della cauzione, pari all’importo di Euro 10.000,00 (diecimila) moltiplicato per il Numero Massimo di Lotti indicato nella Domanda di Partecipazione, dovrà essere fornita, in conformità a quanto previsto al punto 3.2.5B del Disciplinare d’Asta, mediante allegazione dell’assegno circolare, recante la clausola di non trasferibilità, comprovante quanto previsto dal punto 2.2 del Disciplinare d’Asta. L’assegno circolare dovrà essere intestato, a pena di esclusione, all’INPDAP. 3. Lista/e di Immobili: ogni Lista di Immobili dovrà essere inserita, a pena di esclusione, in una busta sigillata con nastro adesivo, controfirmata su almeno uno dei lembi di chiusura e recante la dicitura indicata al secondo capoverso del punto 3.2.5C del Disciplinare d’Asta e dovrà contenere immobili caratterizzati dalla stessa Data d’Asta. La Lista di Immobili dovrà essere redatta e presentata secondo quanto più esaustivamente previsto al punto 3.2.5C del Disciplinare d’Asta; 4. documenti: i documenti da allegare alla Domanda di Partecipazione sono indicati al punto 3.2.5D del Disciplinare d’Asta. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELL’ASTA 1. Fase delle Offerte Segrete - Il Notaio incaricato della ricezione delle Offerte Segrete, alle ore 10:00, se non indicato diversamente nell’Elenco, nel giorno e nel luogo indicato nell’Elenco per l’espletamento dell’Asta per ciascun singolo Lotto, aprirà i plichi contenenti le Offerte Segrete di cui avrà preventivamente provveduto a registrare il giorno e l’ora della ricezione. Non appena concluse le operazioni di apertura dei plichi contenenti le Offerte Segrete, verrà redatta la graduatoria delle valide Offerte Segrete presentate, tenuto esclusivamente conto dell’importo delle valide Offerte Economiche presentate.

Il Lotto sarà aggiudicato all’Offerente che abbia presentato l’Offerta Segreta valida di importo più elevato. Nell’ipotesi in cui risultino presentate più Offerte Segrete valide collocate ex aequo al primo posto in graduatoria si procederà alla Fase del Pubblico Incanto, alla quale saranno ammessi solo i soggetti che avranno presentato tali offerte di pari importo più elevato. E’, pertanto, onere di ciascun Offerente essere presente all’apertura dei plichi contenenti le Offerte Segrete e all’immediatamente successiva redazione della graduatoria anche per verificare l’ammissione o meno alla Fase del Pubblico Incanto. Anche ai fini degli adempimenti conseguenti, l’aggiudicatario sarà tempestivamente informato dell’esito favorevole dell’Asta direttamente, se presente all’Asta e se ne darà atto nel Verbale d’Asta, oppure mediante comunicazione da indirizzarsi al recapito che dovrà essere indicato nella Domanda di Partecipazione all’Asta. 2. Fase del Pubblico Incanto - La Fase del Pubblico Incanto, eventuale, sarà tenuta, in presenza del Notaio incaricato della ricezione delle Offerte Segrete, presso l’indirizzo indicato nell’Elenco, non appena concluse le operazioni di verbalizzazione della graduatoria relativa alla Fase delle Offerte Segrete. La partecipazione alla Fase del Pubblico Incanto è riservata esclusivamente ai soggetti ammessi, che potranno presentare Offerte Palesi in aumento rispetto alla valida Offerta Segreta di importo più elevato, per alzata di mano e con rialzi minimi pari ad Euro 2.500,00 (duemilacinquecento/00) se non diversamente indicato nell’Elenco del presente Avviso d’Asta. Il Notaio provvederà a verbalizzare ciascuna Offerta Palese in aumento. Entro i tre minuti successivi alla verbalizzazione di ciascuna nuova Offerta Palese potrà essere presentata un’ulteriore Offerta Palese con rialzo minimo pari a quello sopra indicato e così di seguito. In assenza di ulteriore valida Offerta Palese nei tre minuti successivi alla avvenuta registrazione dell’ultima Offerta Palese, il Notaio verbalizzerà l’intervenuta aggiudicazione a favore dell’ultimo Offerente e indicherà quale prezzo di aggiudicazione l’importo dell’ultima valida Offerta Palese presentata. Si provvederà alla aggiudicazione per estrazione a sorte sia in assenza degli Offerenti ammessi alla Fase del Pubblico Incanto sia in caso di rifiuto degli stessi di presentare valide Offerte Palesi in aumento rispetto alle valide Offerte Segrete già presentate. 3. Fase delle Offerte Residuali - Il Notaio delle Offerte Residuali, alle ore 10:00, se non diversamente indicato in calce all’Elenco, del giorno corrispondente alla prima, in ordine temporale, Data d’Asta dell’Avviso d’Asta di cui risulta incaricato, nel luogo indicato in calce all’Elenco, aprirà i plichi contenenti le Offerte Residuali, di cui avrà preventivamente provveduto a registrare il giorno e l’ora della ricezione, procedendo secondo le modalità indicate al punto 5.2 del Disciplinare d’Asta. Dopo le ore 17:00 di ogni giorno d’Asta, ai sensi del punto 5.6 del Disciplinare d’Asta, il Notaio delle Offerte Residuali verbalizzerà l’Aggiudicazione del Lotto per il quale non sia stata presentata alcuna Offerta Segreta valida all’unico offerente che lo abbia indicato nella propria valida Lista di Immobili. Il Notaio farà risultare l’Aggiudicazione, mediante estrazione a sorte, del Lotto per il quale non sia stata presentata alcuna Offerta Segreta valida che sia stato inserito nelle valide Liste di Immobili presentate da Offerenti diversi. 4. Aggiudicazione - La verbalizzazione dell’aggiudicazione, sia essa da Offerta Segreta che da Offerta Residuale, dovrà intendersi quale formale comunicazione all’Aggiudicatario dell’esito favorevole dell’Asta, anche ai fini dei necessari successivi adempimenti conseguenti all’Aggiudicazione. Nel termine essenziale, nell’interesse dell’Ente Previdenziale, di sette giorni lavorativi successivi all’Aggiudicazione l’interessato dovrà costituire un’ulteriore cauzione pari al 10% del prezzo di aggiudicazione, con le modalità previste dal punto 5.8 del Disciplinare d’Asta, pena la decadenza dall’aggiudicazione ed il definitivo incameramento delle cauzioni da parte dell’Ente Previdenziale. 5. Contratto di compravendita - Il contratto di compravendita dovrà essere stipulato, contestualmente all’integrale corresponsione del prezzo, detratti gli importi eventualmente imputati a conto prezzo delle cauzioni prestate, entro il termine essenziale, nell’interesse dell’Ente Previdenziale, di 40 giorni decorrenti dalla data dell’aggiudicazione, pena, in caso di inadempimento, il definitivo incameramento di entrambe le cauzioni da parte dell’Ente Previdenziale. Sono a carico dell’aggiudicatario le spese per la realizzazione e la gestione della procedura d’Asta nella misura di euro 290,00 compresa IVA per ogni lotto, nonché l’onorario concordato per il Notaio incaricato di gestire le aste, secondo quanto definito nel Disciplinare d’Asta. Si precisa che nel sito web dell’Ente Previdenziale e nel sito internet www.gestioneaste.it è possibile consultare tutta la documentazione relativa alle aste (Avviso d’Asta, Disciplinare d’Asta, Elenco degli Immobili offerti e dei relativi dettagli). Dagli stessi siti è possibile scaricare in formato word i testi da utilizzare per la partecipazione alle aste e, se disponibili, consultare gli orari di visita degli immobili. Legenda “*” Immobile al secondo turno d’asta; “**” Immobile al terzo turno d’asta; “***” Immobile al quarto turno d’asta.

ELENCO UNITÀ IMMOBILIARI N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

DESCRIZIONE Pertinenze

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

25-10-2011

N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

DESCRIZIONE Pertinenze

Appartamento 7,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

03023 Roma (RM) 00188 Via Bagolino 32 scala C, piano 3, interno 10

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto scoperto

03025 Roma (RM) 00123 Via Monti della Storta 30 scala A, piano 2-3, interno 5

Appartamento 6 vani catastali + box + posto auto scoperto

03002 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 2, interno 8

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 114.008,61 Angelo GAGLIONE Roma 00198 - Viale Gioacchino Rossini, 26 € 11.400,86 (*) tel. 06/8412228 - fax 06/8415600 agaglione@notariato.it

26-10-2011

03003 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 4, interno 13

Appartamento 5,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 142.346,96 Angelo GAGLIONE Roma 00198 - Viale Gioacchino Rossini, 26 € 14.234,70 (*) tel. 06/8412228 - fax 06/8415600 agaglione@notariato.it

26-10-2011

03004 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 5, interno 17

Appartamento 5,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 141.506,96 Angelo GAGLIONE Roma 00198 - Viale Gioacchino Rossini, 26 € 14.150,70 (*) tel. 06/8412228 - fax 06/8415600 agaglione@notariato.it

26-10-2011

03026 Roma (RM) 00123 Via Monti della Storta 30 scala C, piano 1, interno 3

03005 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 6, interno 24

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 115.580,19 Margherita MILLOZZA Roma 00198 - Via Tolmino, 44 € 11.558,02 (*) tel. 06/8416628 - fax 06/8848807 mmillozza@notariato.it

26-10-2011

03027 Roma (RM) 00138 Via S. Antonio di Padova 38 scala C1, piano 1-2, interno 3

03006 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 7, interno 28

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 115.860,19 Margherita MILLOZZA Roma 00198 - Via Tolmino, 44 € 11.586,02 (*) tel. 06/8416628 - fax 06/8848807 mmillozza@notariato.it

26-10-2011

03007 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 8, interno 29

Appartamento 5,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 141.786,96 Margherita MILLOZZA Roma 00198 - Via Tolmino, 44 € 14.178,70 (*) tel. 06/8416628 - fax 06/8848807 mmillozza@notariato.it

26-10-2011

03008 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 9, interno 36

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 116.980,19 Giovanni POCATERRA Roma 00195 - Via Monte Santo, 52 € 11.698,02 (*) tel. 06/3728525 - fax 06/37351192 gpocaterra@notariato.it

25-10-2011

03009 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 10, interno 37

Appartamento 5,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 141.786,96 Giovanni POCATERRA Roma 00195 - Via Monte Santo, 52 € 14.178,70 (*) tel. 06/3728525 - fax 06/37351192 gpocaterra@notariato.it

25-10-2011

Appartamento 6 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 161.470,53 Giovanni POCATERRA Roma 00195 - Via Monte Santo, 52 € 16.147,05 (*) tel. 06/3728525 - fax 06/37351192 gpocaterra@notariato.it

25-10-2011

03030 Roma (RM) 00141 Via Val Padana 89 is.2A3 scala A, piano 7, interno 23 03032 L'Aquila (AQ) 67100 Via delle Svolte ed D1

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

03019 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 12-13, interno 47

Appartamento 5 vani catastali + soffitta + posto auto scoperto

€ 10.099,61

Giovanni POCATERRA Roma 00195 - Via Monte Santo, 52 tel. 06/3728525 - fax 06/37351192 gpocaterra@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA

03001 Anzio (RM) 00042 Via dell'Acquario ed. B5 scala A, piano 2, interno 6

03010 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano 12-13, interno 46

€ 100.996,05

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto

€ 205.359,88 € 20.535,99 (*) € 167.580,00 € 16.758,00 € 224.940,12 € 22.494,01 (*)

Appartamento € 195.531,00 6,5 vani catastali + cantina + box + € 19.553,10 (*) posto auto scoperto Appartamento 6 vani catastali + 2 posti auto scoperti

€ 208.931,80 € 20.893,18 (*)

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina

€ 223.740,00

Box - 17,5 mq

€ 10.260,00

€ 22.374,00

€ 1.026,00 03033 L'Aquila (AQ) 67100 Via delle Svolte ed D1

Box - 17,8 mq

€ 10.431,00 € 1.043,10

03034 L'Aquila (AQ) 67100 Via delle Svolte ed D2

Box - 17,8 mq

€ 10.431,00 € 1.043,10

03035 L'Aquila (AQ) 67100 Via delle Svolte ed D2

Box - 17,5 mq

€ 10.260,00 € 1.026,00

03011 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato 45 ed. T/1 scala A, piano T, interno 4

Appartamento 3,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 100.097,54 Angelo GAGLIONE Roma 00198 - Viale Gioacchino Rossini, 26 € 10.009,75 (*) tel. 06/8412228 - fax 06/8415600 agaglione@notariato.it

26-10-2011

03012 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 2, interno 6

Appartamento 6,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 160.384,62 Loredana BOCCA Palestrina RM 00036 - Viale Pio XII, 138 € 16.038,46 (*) tel. 06/95308021 - fax 06/9537566 lbocca@notariato.it

27-10-2011

03013 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 3, interno 9

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 114.691,92 Loredana BOCCA Palestrina RM 00036 - Viale Pio XII, 138 € 11.469,19 (*) tel. 06/95308021 - fax 06/9537566 lbocca@notariato.it

27-10-2011

03014 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 5, interno 17

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 117.211,92 Loredana BOCCA Palestrina RM 00036 - Viale Pio XII, 138 € 11.721,19 (*) tel. 06/95308021 - fax 06/9537566 lbocca@notariato.it

27-10-2011

03015 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 6, interno 21

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 114.411,92 Anna Maria LIPARI Roma 00146 - Via Tullio Levi Civita, 29 € 11.441,19 (*) angolo Via Colossi, 53 – tel. 06/59600209 fax 06/59602399 – annamaria.lipari@notariato.it

25-10-2011

03016 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 8, interno 31

Appartamento 5,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 143.906,00 Anna Maria LIPARI Roma 00146 - Via Tullio Levi Civita, 29 € 14.390,60 (*) angolo Via Colossi, 53 – tel. 06/59600209 fax 06/59602399 – annamaria.lipari@notariato.it

25-10-2011

03017 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 11, interno 41

Appartamento 4,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 117.771,92 Anna Maria LIPARI Roma 00146 - Via Tullio Levi Civita, 29 € 11.777,19 (*) angolo Via Colossi, 53 – tel. 06/59600209 fax 06/59602399 – annamaria.lipari@notariato.it

25-10-2011

03018 Pomezia (RM) 00040 Via Cincinnato snc scala A, piano 11, interno 43

Appartamento 5,5 vani catastali + cantina + posto auto coperto

€ 143.906,00 Anna Maria LIPARI Roma 00146 - Via Tullio Levi Civita, 29 € 14.390,60 (*) angolo Via Colossi, 53 – tel. 06/59600209 fax 06/59602399 – annamaria.lipari@notariato.it

25-10-2011

03036 Teramo (TE) 64100 Via Pierantozzi scala E, piano 3, interno 8

Appartamento 6 locali + box

€ 76.833,73

03037 Reggio Calabria (RC) 89100 Contrada Gagliardi 58 scala D, piano 1, interno 1

Appartamento 5,5 locali + cantina + posto auto coperto

€ 69.337,00

03038 Reggio Calabria (RC) 89100 Contrada Gagliardi 58 scala D, piano 3, interno 9

Appartamento 5,5 locali + cantina + posto auto coperto

€ 71.677,00

03039 Capua (CE) 81010 Via Scarano 2 scala F4, piano 1, interno 6

occupata sine titulo Appartamento 5,5 locali + cantina + posto auto

€ 68.541,00

03040 Capua (CE) 81010 Via Scarano 2 scala F4, piano 5, interno 17

occupata sine titulo sfratto esecutivo App. - 6,5 locali + cantina + posto auto

€ 81.320,00

03041 Capua (CE) 81010 Via Scarano 2 scala F5, piano 1, interno 5

occupata sine titulo Appartamento 6,5 locali + cantina + posto auto

€ 77.822,00

03042 Capua (CE) 81010 Via Scarano 2 scala F5, piano 1, interno 6

occupata sine titulo Appartamento 6,5 locali + cantina + posto auto

€ 72.916,00

03043 Capua (CE) 81010 Via Scarano 2 scala F5, piano 2, interno 7

occupata sine titulo Appartamento 6,5 locali + cantina + posto auto

€ 71.608,00

€ 7.683,37

€ 6.934,00

€ 7.168,00

€ 6.854,10

€ 8.132,00

€ 7.782,20

€ 7.291,60

€ 7.160,80

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA

Anna Maria LIPARI Roma 00146 - Via Tullio Levi Civita, 29 ang. Via Colossi, 53 - tel. 06/59600209 – fax 06/59602399 - annamaria.lipari@notariato.it

25-10-2011

Giorgio Mario CALISSONI Roma 00197 - Viale Bruno Buozzi, 53/A tel. 06/80690125 - fax 06/80690204 gcalissoni@notariato.it

27-10-2011

Stefano BOMPADRE Roma 00193 - Via Ennio Quirino Visconti, 90 tel. 06/3203510 - fax 06/3227615 sbompadre@notariato.it

28-10-2011

Stefano BOMPADRE Roma 00193 - Via Ennio Quirino Visconti, 90 tel. 06/3203510 - fax 06/3227615 sbompadre@notariato.it

28-10-2011

Margherita MILLOZZA Roma 00198 - Via Tolmino, 44 tel. 06/8416628 - fax 06/8848807 mmillozza@notariato.it

26-10-2011

Giacomo LAURORA Roma 00162 - Piazza Bologna, 2 tel. 06/44238158 334/6240711 fax 06/45437268 - glaurora@notariato.it

25-10-2011

Franca FANTI L'Aquila 67100 - Via Carducci, 30 P tel. 0862/21177 - fax 0862/26465 ffanti@notariato.it

26-10-2011

Franca FANTI L'Aquila 67100 - Via Carducci, 30 P tel. 0862/21177 - fax 0862/26465 ffanti@notariato.it

26-10-2011

Antonella DEL GROSSO Montereale AQ 67015 - L.go delle Croci, 12-14 tel. 0862/23299 - fax 0862/23299 adelgrosso@notariato.it

27-10-2011

Antonella DEL GROSSO Montereale AQ 67015 - L.go delle Croci, 12-14 tel. 0862/23299 - fax 0862/23299 adelgrosso@notariato.it

27-10-2011

Maria PANTALONE BALICE Pescara 65121 - Via Chieti, 5 tel. 085/4211909 - fax 085/4415484 m.balice@notariato.it

26-10-2011

Domenica CORTESE Reggio Calabria 89127 - Via Capobianco, 3 tel. 0965/897441 - fax 0965/897441 dcortese@notariato.it

25-10-2011

Domenica CORTESE Reggio Calabria 89127 - Via Capobianco, 3 tel. 0965/897441 - fax 0965/897441 dcortese@notariato.it

25-10-2011

Francesco MEROLA Sparanise CE 81056 - Via Graziadei, 94 tel. 0823/881518 - fax 0823/881518 fmerola@notariato.it

25-10-2011

Francesco MEROLA Sparanise CE 81056 - Via Graziadei, 94 tel. 0823/881518 - fax 0823/881518 fmerola@notariato.it

25-10-2011

Francesco MEROLA Sparanise CE 81056 - Via Graziadei, 94 tel. 0823/881518 - fax 0823/881518 fmerola@notariato.it

25-10-2011

Francesco MEROLA Sparanise CE 81056 - Via Graziadei, 94 tel. 0823/881518 - fax 0823/881518 fmerola@notariato.it

28-10-2011

Francesco MEROLA Sparanise CE 81056 - Via Graziadei, 94 tel. 0823/881518 - fax 0823/881518 fmerola@notariato.it

28-10-2011


N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

03044 Capua (CE) 81010 Via Scarano 2 scala F6, piano 2, interno 7 03045 Caserta (CE) 81100 Via Appia - p.co dei Pini - Fraz. Centurano scala C1 - B, piano S1, interno 4

DESCRIZIONE Pertinenze

CAUZIONE occupata sine titulo Appartamento 5,5 locali + cantina + posto auto Box Auto - 26 mq

03046 Caserta (CE) 81100 Via Appia - p.co dei Pini - Fraz. Centurano scala C1 - B, piano S1, interno 5

Box Auto - 26 mq

03047 Caserta (CE) 81100 Via Appia - p.co dei Pini - Fraz. Centurano scala C2 - B, piano S1, interno 21

Box Auto - 26 mq

03048 Caserta (CE) 81100 Via Appia - p.co dei Pini - Fraz. Centurano scala C2 - B, piano S1, interno 22

Box Auto - 26 mq

03049 Caserta (CE) 81100 Via Dietro Corte scala A, piano T, interno 6

occupata sine titulo sfratto esecutivo Appart. 3,5 locali + cantina + posto auto Box - 26 mq

03050 Caserta (CE) 81100 Via Francesco Petrarca - Fabb. 2 - Parco dei Pini 25 scala B, piano S1, interno 21 03051 Caserta (CE) 81100 Via Francesco Petrarca - Fabb. 2 - Parco dei Pini 25 scala B, piano S1, interno 22

Box - 26 mq

03052 Caserta (CE) 81100 Via O. Teti - frazione Tredici 2 scala 2, piano S1, interno 10

Box Auto - 29 mq

03053 Caserta (CE) 81100 Via O. Teti - frazione Tredici 2 scala 5, piano S1, interno 9

Box Auto 25,56 mq

03054 Caserta (CE) 81100 Via O. Teti - frazione Tredici 2 scala 5, piano S1, interno 11

Box Auto 25,52 mq

03055 Caserta (CE) 81100 Via O. Teti - frazione Tredici 2 scala 1-A, piano 2, interno 6

Appartamento 6,5 locali + box auto

03056 Napoli (NA) 80100 Via Epomeo 53 scala D/F, piano 5, interno 20

occupata sine titulo Appartamento 4 locali

03057 Napoli (NA) 80146 Via Martirano 13 scala 3, piano 3, interno 15

occupata sine titulo sfratto esecutivo Appartamento 5 locali + cantina occupata sine titulo Appartamento 10,5 locali + box auto Box - 22 mq

03058 Napoli (NA) 80100 Via Nicola Nicolini 68 scala A, piano 6-7-8, interno 7 03059 Napoli (NA) 80100 Via Nicola Nicolini 68 piano S1, interno 110 03060 Napoli (NA) 80100 Via Nicola Nicolini 68 piano S1, interno 223 03061 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.B6 scala A, piano 4, interno 16 03062 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C6 scala C6, piano S2, interno 86

Box - 24 mq

Appartamento 6 locali + posto auto (n. 103 - 13,5 mq) Posto Auto 12,9 mq

03063 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C6 scala C6, piano S2, interno 87

Posto Auto 12,9 mq

03064 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C6 scala C6, piano S1, interno 27

Posto Auto 29,9 mq

03065 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C6 scala C6, piano S2, interno 95

Posto Auto 12,9 mq

03066 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C6 scala C6, piano S2, interno 120

Posto Auto 18,5 mq

03067 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C7 scala C7, piano S1, interno 82

Posto Auto 12,8 mq

03068 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C7 scala C7, piano S1, interno 114

Posto Auto 10 mq

03069 Napoli (NA) 80143 Via Taddeo da Sessa - ed.C7 scala C7, piano S1, interno 116

Posto Auto 10 mq

03070 Bologna (BO) 40100 Via dei Mille 20 piano 2, interno 1 03071 Bologna (BO) 40100 Via dei Mille 20 piano 2, interno 2 03072 Bologna (BO) 40100 Via dei Mille 22 piano 3, interno 8 03073 Cento FE 44042 Via Vittorio Alfieri 9 piano 1, interno 3 03074 Sassuolo MO 41049 Via S. Pietro 45/3 scala A, piano 2, interno 3 03075 Reggio Emilia (RE) 42100 Via 4 Giornate di Napoli 4 scala B, piano 4, interno 17 03076 Udine (UD) 33100 Via Ugo Pellis 13 piano T, interno 41 03077 Latina (LT) 04100 Via Nervi 278/286 scala C, piano 9, interno 16 03078 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 2 piano 4, interno 17 03079 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 2 piano 7, interno 34 03080 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 2 piano 8, interno 36 03081 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 3 piano 2, interno 7 03082 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 3 piano 6, interno 27 03083 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 4 piano 3, interno 11

PREZZO BASE D’ASTA

Appartamento 3 vani + servizi semplici cantina + box Appartamento 8 vani + servizi tripli cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina Appartamento 4 vani + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi box Appartamento 5 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi, soffitta + autorimessa Appartamento 5 vani catastali + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box

€ 71.608,00

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto

Francesco MEROLA Sparanise CE 81056 - Via Graziadei, 94 € 7.160,80 tel. 0823/881518 - fax 0823/881518 fmerola@notariato.it € 17.022,10 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 1.702,21 tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 14.371,60 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 1.437,16 tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 18.700,75 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 1.870,08 tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 18.700,75 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 1.870,08 tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 54.575,00 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 5.457,50 tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 12.649,36 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 1.264,94 (*) tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 12.843,15 Clara CARANNANTE Frignano CE 81030 - C.so V. Emanuele II, 117 € 1.284,31 (*) tel. 081/8123540 - fax 081/5043945 ccarannante@notariato.it € 15.020,00 Enrico MATANO Sessa Aurunca CE 81037 - Viale Trieste € 1.502,00 Res. Augustea – tel. 0823/935667 fax 0823/935667 – ematano@notariato.it € 13.240,00 Enrico MATANO Sessa Aurunca CE 81037 - Viale Trieste € 1.324,00 Res. Augustea – tel. 0823/935667 fax 0823/935667 – ematano@notariato.it € 13.219,00 Enrico MATANO Sessa Aurunca CE 81037 - Viale Trieste € 1.321,90 Res. Augustea – tel. 0823/935667 fax 0823/935667 – ematano@notariato.it € 134.418,00 Enrico MATANO Sessa Aurunca CE 81037 - Viale Trieste € 13.441,80 Res. Augustea – tel. 0823/935667 fax 0823/935667 – ematano@notariato.it € 102.675,00 Felice DEL GENIO Napoli 80138 - Corso Umberto I, 259 € 10.267,50 tel. 081/261755 - fax 081/261755 fdelgenio@notariato.it € 75.526,00 Felice DEL GENIO Napoli 80138 - Corso Umberto I, 259 € 7.552,60 tel. 081/261755 - fax 081/261755 fdelgenio@notariato.it € 431.017,67 Felice DEL GENIO Napoli 80138 - Corso Umberto I, 259 € 43.101,77 tel. 081/261755 - fax 081/261755 fdelgenio@notariato.it € 17.241,84 Felice DEL GENIO Napoli 80138 - Corso Umberto I, 259 € 1.724,18 (*) tel. 081/261755 - fax 081/261755 fdelgenio@notariato.it € 17.947,19 Felice DEL GENIO Napoli 80138 - Corso Umberto I, 259 € 1.794,72 (*) tel. 081/261755 - fax 081/261755 fdelgenio@notariato.it € 178.246,96 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 17.824,70 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 13.261,25 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.326,13 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 13.261,25 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.326,13 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 30.788,76 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 3.078,88 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 13.261,25 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.326,13 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 19.034,40 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.903,44 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 13.132,50 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.313,25 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 10.300,00 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.030,00 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 10.300,00 Francesco BANDIERAMONTE Napoli 80121- Via dei Mille, 13 € 1.030,00 tel. 081/4107058 - fax 081/419797 fbandieramonte@notariato.it € 171.045,00 Carlo VICO Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 42 € 17.104,50 (*) tel. 051/239122 - fax 051/220921 cvico@notariato.it € 320.757,50 Sergio BERTOLINI Bologna 40122 - Via Marconi, 47 € 32.075,75 (*) tel. 051/226324 - fax 051/234774 sbertolini@notariato.it € 232.487,50 Lucia Anna Maria MAFFEO Bologna 40124 - Galleria Cavour, 3 € 23.248,75 (*) tel. 051/234025 - fax 051/273921 lmaffeo@notariato.it € 81.291,41 Patrizia BERTUSI NANNI Ferrara 44100 - Via Cosmé Tura, 33 € 8.129,14 (*) tel. 0532/205535 - fax 0532/205535 pbertusi@notariato.it € 106.584,00 Clorinda MANELLA Sassuolo MO 41049 - Via Tien An Men, 19/21 € 10.658,40 tel. 0536/802575 - fax 0536/804054 cmanella@notariato.it € 88.336,69 Maria PANESSA Reggio Emilia 42121 - Via Nuova, 4 € 8.833,67 (*) tel. 0522/580200 - fax 0522/580201 mpanessa@notariato.it € 98.326,35 Alessandro DELFINO Latisana UD 33053 - Piazzale Osoppo, 9/A € 9.832,64 (*) tel. 0431/50187 - fax 0431/512952 adelfino@notariato.it € 81.522,55 Raffaele RANUCCI Terracina LT 04019 - Via Roma, 103 € 8.152,25 (*) tel. 0773/701330 - fax 0773/702369 rranucci@notariato.it € 106.145,00 Giancarlo CAMARDELLA Brescia 25122 - Via Saffi, 6 € 10.614,50 tel. 030/45135 - fax 030/3756497 gcamardella@notariato.it € 130.766,00 Giancarlo CAMARDELLA Brescia 25122 - Via Saffi, 6 € 13.076,60 tel. 030/45135 - fax 030/3756497 gcamardella@notariato.it € 178.022,00 Giancarlo CAMARDELLA Brescia 25122 - Via Saffi, 6 € 17.802,20 tel. 030/45135 - fax 030/3756497 gcamardella@notariato.it € 101.180,00 Luigi GRASSO BIONDI Brescia 25121 - Via Armando Diaz, 34 € 10.118,00 tel. 030/2403224 - fax 030/295575 lgrassobiondi@notariato.it € 100.970,00 Luigi GRASSO BIONDI Brescia 25121 - Via Armando Diaz, 34 € 10.097,00 tel. 030/2403224 - fax 030/295575 lgrassobiondi@notariato.it € 104.220,00 Mario MISTRETTA Brescia 25121 - Via Malta, 7/C € 10.422,00 tel. 030/220320 - fax 030/220786 mmistretta@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA 28-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

25-10-2011

N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

03084 Brescia (BS) 25100 Rotonda Vittorio Montiglio 4 piano 8, interno 36 03085 Cremona (CR) 26100 Via Flaminia 11/13 scala A, piano 2, interno 18 03086 Cremona (CR) 26100 Via Flaminia 11/13 scala A, piano 4, interno 32 03087 Cremona (CR) 26100 Via Flaminia 11/13 scala B, piano 2, interno 18 03088 Cremona (CR) 26100 Via Flaminia 11/13 scala B, piano 3, interno 28 03089 Cremona (CR) 26100 Via Flaminia 11/13 scala B, piano T, interno 2 03090 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 1, interno 6 03091 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 1, interno 7 03092 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 1, interno 8 03093 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 1, interno 9 03094 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 2, interno 15 03095 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 3, interno 19 03096 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano 3, interno 23 03097 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano T, interno 2 03098 Cremona (CR) 26100 Via Ticino 32 scala A, piano T, interno 4 03099 Monza (MB) 20900 Via Romagna 42 scala A, piano 3, interno 9 03100 Monza (MB) 20900 Via Romagna 42 scala B, piano 7, interno 633 03101 Basiglio (MI) 20080 Residenza Ginestre scala 4, piano 4, interno 443 03102 Basiglio (MI) 20080 Residenza Ponte scala 3, piano 6, interno 361 03103 Basiglio (MI) 20080 Residenza Ponte scala 4, piano 2, interno 421 03104 Basiglio (MI) 20080 Residenza Salici scala 3, piano T, interno 313 03105 Cologno Monzese (MI) 20093 Via Einaudi 1 scala H, piano 4, interno 8 03106 Cologno Monzese (MI) 20093 Via Einaudi 1 scala M, piano 9, interno 25 03107 Cologno Monzese (MI) 20093 Via Papa Giovanni XXIII 27 scala H, piano 11, interno 22 03108 Cologno Monzese (MI) 20093 Via Papa Giovanni XXIII 27 scala I, piano 1, interno 4 03109 Legnano (MI) 20025 Via Rossini 4 scala D, piano 7, interno 94 03110 Melegnano (MI) 20077 Via Verdi - Res. Palme 9/11 scala A, piano 1, interno 112

25-10-2011

03111 Melegnano (MI) 20077 Via Verdi - Res. Palme 9/11 scala B, piano 1, interno 212

25-10-2011

03112 Melegnano (MI) 20077 Via Verdi - Res. Palme 9/11 scala B, piano T, interno 201

25-10-2011

03113 Melegnano (MI) 20077 Via Verdi - Res. Palme 9/11 scala C, piano 2, interno 321

26-10-2011

03114 Milano (MI) 20142 Via Beldiletto 2 scala C, piano 4, interno 12

25-10-2011

03115 Milano (MI) 20141 Via Chopin 111 scala F/A, piano 7, interno 19

25-10-2011

03116 Milano (MI) 20152 Via Mar Nero 7 scala B, piano 3, interno 7

26-10-2011

03117 Milano (MI) 20152 Via Mar Nero 9 scala C, piano 3, interno 8

28-10-2011

03118 Milano (MI) 20152 Via Mar Nero 17 scala A, piano T, interno 1

28-10-2011

03119 Milano (MI) 20125 Via Melchiorre Gioia 141 scala A, piano 7, interno 13

28-10-2011

03120 Milano (MI) 20152 Via Nikolajevka 16 scala A, piano T, interno 1

27-10-2011

03121 Milano (MI) 20143 Via Paul Valery 3 scala A, piano 5, interno 25

27-10-2011

24-10-2011

03122 Milano (MI) 20143 Via Paul Valery 3 scala B, piano 3, interno 18 03123 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala D, piano 3, interno 16

DESCRIZIONE Pertinenze

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi + sala hobby cantina + box Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina Appart. - 4 loc. + serv. doppi + terrazzo + cantina + quota mill. appart. portiere Appart. - 1 locale + servizi semplici, cantina + quota mill. appart. portiere Appartamento 5 locali + servizi doppi + terrazzo cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi, cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina Appartamento 4 locali + servizi semplici box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 5 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + posto auto scoperto Appartamento 6 locali + servizi doppi cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici box Appartamento 1 locale + servizi semplici box Appartamento 3 locali + servizi semplici

€ 165.166,00 € 16.516,60 € 53.092,79 € 5.309,28 € 71.373,92 € 7.137,39 € 57.944,70 € 5.794,47 € 61.374,61 € 6.137,46 € 69.182,36 € 6.918,24 € 87.108,03 € 8.710,80 € 62.474,89 € 6.247,49 € 69.670,24 € 6.967,02 € 87.205,58 € 8.720,56 € 107.204,58 € 10.720,46 € 82.722,43 € 8.272,24 € 97.541,07 € 9.754,11 € 111.031,72 € 11.103,17 € 68.188,85 € 6.818,89 € 202.744,00 € 20.274,40 € 162.512,00 € 16.251,20 € 150.597,83 € 15.059,78 € 263.769,82 € 26.376,98 € 259.697,87 € 25.969,79 € 336.223,45 € 33.622,35 € 113.461,34 € 11.346,13 € 161.451,71 € 16.145,17 € 178.643,38 € 17.864,34 € 52.726,95 € 5.272,70 € 163.332,64 € 16.333,26 € 144.872,00 € 14.487,20 € 153.083,00 € 15.308,30 € 136.971,00 € 13.697,10 € 157.136,00 € 15.713,60 € 69.644,50 € 6.964,45 € 225.258,50 € 22.525,85 € 109.040,00 € 10.904,00 € 184.220,00 € 18.422,00 € 81.180,00 € 8.118,00 € 414.510,00 € 41.451,00 € 117.260,00 € 11.726,00 € 88.096,00 € 8.809,60 € 60.420,00 € 6.042,00 € 69.888,00 € 6.988,80

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto Mario MISTRETTA Brescia 25121 - Via Malta, 7/C tel. 030/220320 - fax 030/220786 mmistretta@notariato.it Francesco SCALI Cremona 26100 - via Guarneri del Gesù, 20 tel. 0372/21449 - fax 0372/464297 fscali@notariato.it Francesco SCALI Cremona 26100 - via Guarneri del Gesù, 20 tel. 0372/21449 - fax 0372/464297 fscali@notariato.it Francesco SCALI Cremona 26100 - via Guarneri del Gesù, 20 tel. 0372/21449 - fax 0372/464297 fscali@notariato.it Francesco SCALI Cremona 26100 - via Guarneri del Gesù, 20 tel. 0372/21449 - fax 0372/464297 fscali@notariato.it Francesco SCALI Cremona 26100 - via Guarneri del Gesù, 20 tel. 0372/21449 - fax 0372/464297 fscali@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Mauro BOSCHIROLI Cremona 26100 - Via Oscasali, 1 tel. 0372/20235 - fax 0372/464917 mboschiroli@notariato.it Leonardo TROTTA BRUNO Monza 20052 - Corso Milano, 46 tel. 039/323640 - fax 039/322879 ltrotta-bruno@notariato.it Leonardo TROTTA BRUNO Monza 20052 - Corso Milano, 46 tel. 039/323640 - fax 039/322879 ltrotta-bruno@notariato.it Leonardo TROTTA BRUNO Monza 20052 - Corso Milano, 46 tel. 039/323640 - fax 039/322879 ltrotta-bruno@notariato.it Leonardo TROTTA BRUNO Monza 20052 - Corso Milano, 46 tel. 039/323640 - fax 039/322879 ltrotta-bruno@notariato.it Leonardo TROTTA BRUNO Monza 20052 - Corso Milano, 46 tel. 039/323640 - fax 039/322879 ltrotta-bruno@notariato.it Arrigo ROVEDA Milano 20145 - Via Mario Pagano, 65 tel. 02/4805611 - fax 02/480561222 aroveda@notariato.it Gianni SCAGLIONI Abbiategrasso MI 20081 - Via Piatti, 15 tel. 02/94699081 - fax 02/94608158 gscaglioni@notariato.it Gianni SCAGLIONI Abbiategrasso MI 20081 - Via Piatti, 15 tel. 02/94699081 - fax 02/94608158 gscaglioni@notariato.it Gianni SCAGLIONI Abbiategrasso MI 20081 - Via Piatti, 15 tel. 02/94699081 - fax 02/94608158 gscaglioni@notariato.it Gianni SCAGLIONI Abbiategrasso MI 20081 - Via Piatti, 15 tel. 02/94699081 - fax 02/94608158 gscaglioni@notariato.it Massimo TOFONI Milano 20149 - Via Alberto Mario, 8 tel. 02/48016462 - fax 02/48012788 mtofoni@notariato.it Lilia ROTTOLI Melegnano MI 20077 - Via Frisi, 18 tel. 02/98127274 - fax 02/98127274 studiorottoli@libero.it Lilia ROTTOLI Melegnano MI 20077 - Via Frisi, 18 tel. 02/98127274 - fax 02/98127274 studiorottoli@libero.it Lilia ROTTOLI Melegnano MI 20077 - Via Frisi, 18 tel. 02/98127274 - fax 02/98127274 studiorottoli@libero.it Lilia ROTTOLI Melegnano MI 20077 - Via Frisi, 18 tel. 02/98127274 - fax 02/98127274 studiorottoli@libero.it Filippo SALVO Buccinasco MI 20090 - Via Guido Rossa, 14 tel. 02/45712082 - fax 02/45705430 fisalvo@notariato.it Filippo SALVO Buccinasco MI 20090 - Via Guido Rossa, 14 tel. 02/45712082 - fax 02/45705430 fisalvo@notariato.it Valentina VARLESE Melzo MI 20066 - Piazza Risorgimento, 3 tel. 02/95732329 - fax 02/95732337 vvarlese@notariato.it Valentina VARLESE Melzo MI 20066 - Piazza Risorgimento, 3 tel. 02/95732329 - fax 02/95732337 vvarlese@notariato.it Valentina VARLESE Melzo MI 20066 - Piazza Risorgimento, 3 tel. 02/95732329 - fax 02/95732337 vvarlese@notariato.it Filippo SALVO Buccinasco MI 20090 - Via Guido Rossa, 14 tel. 02/45712082 - fax 02/45705430 fisalvo@notariato.it Filippo SALVO Buccinasco MI 20090 - Via Guido Rossa, 14 tel. 02/45712082 - fax 02/45705430 fisalvo@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA 24-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

27-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

segue


N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

DESCRIZIONE Pertinenze

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

03124 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala E, piano 3, interno 14

Appartamento 3 locali + servizi semplici

€ 66.144,00

03125 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala F, piano 1, interno 8

Appartamento 2 locali + servizi semplici

€ 54.144,00

03126 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala F, piano 2, interno 16

Appartamento 2 locali + servizi semplici

€ 55.836,00

03127 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala F, piano 3, interno 26

Appartamento 2 locali + servizi semplici

€ 56.964,00

03128 Milano (MI) 20128 Via Trasimeno 40/12 scala A, piano 4, interno 16

Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + posto auto coperto Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + posto auto coperto Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + posto auto coperto Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici soffitta Appartamento 4 locali + servizi doppi soffitta + box Appartamento 4 locali + servizi doppi soffitta + box Appartamento 4 locali + servizi doppi soffitta + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 1 locale + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 1 locale + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + soffitta + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + soffitta + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi garage Appart. - 5 locali + servizi doppi pro/quota 1/14 autorimessa condom. Appart. - 5 locali + serv. doppi + pro/quota 1/14 autorimessa condom. Appartamento 6 locali + servizi doppi

€ 169.834,25

03129 Milano (MI) 20128 Via Trasimeno 40/12 scala A, piano 4, interno 17 03130 Milano (MI) 20128 Via Trasimeno 40/12 scala A, piano 10, interno 51 03131 Milano (MI) 20142 Viale Famagosta 42 scala B, piano 6, interno 16 03132 Milano (MI) 20142 Viale Famagosta 44 scala A, piano 5, interno 21 03133 Pieve Emanuele (MI) 20090 Via Fausto Coppi 12 scala C, piano 3, interno 9 03134 Rho (MI) 20017 Via Aldo Moro 4 ed.C scala B, piano 3, interno 31 03135 Rho (MI) 20017 Via Aldo Moro 4 ed.E scala A, piano 4, interno 16 03136 Rho (MI) 20017 Via Aldo Moro 4 ed.E scala A, piano 6, interno 25 03137 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala A, piano 6, interno 62 03138 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala B, piano T, interno 2 03139 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala C, piano 3, interno 32 03140 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala C, piano 6, interno 61 03141 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala C, piano 6, interno 63 03142 Rho (MI) 20017 Via Capuana 50 scala C, piano 1, interno 3 03143 Rho (MI) 20017 Via Capuana 50 scala N, piano 1, interno 3 03144 Rho (MI) 20017 Via Capuana 50 scala N, piano 5, interno 14 03145 Rho (MI) 20017 Via Capuana 96/58 scala C, piano 2, interno 627 03146 Rho (MI) 20017 Via Capuana 96/58 scala D, piano T, interno 2 03147 Mantova (MN) 46100 Via F.lli Rosselli 8 scala A, piano 11, interno 43 03148 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala I, piano T, interno 202 03149 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala M, piano T, interno 401 03150 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala R, piano 2, interno 122 03151 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala T, piano 3, interno 432 03152 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 7 scala D, piano T, interno 402 03153 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 7 scala E, piano T, interno 501 03154 Ancona (AN) 60131 Via Caduti del Lavoro 47 scala A, piano 1, interno 3 03155 Ancona (AN) 60122 Via Podesti 7 piano 3, interno 6 03156 Ancona (AN) 60122 Via Podesti 7 piano 4, interno 9 03157 Ancona (AN) 60122 Via Podesti 7/B piano 5, interno 10 03158 Fermo (FM) 63900 Via Guarnieri 12 piano S1,

Garage - 116 mq

03159 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala A, piano 4, interno 12

Appartamento 7 locali + posto auto scoperto Appartamento 7 locali + servizi doppi posto auto coperto Appartamento 3,5 vani catastali + posto auto scoperto Appartamento 3,5 locali + servizi semplici posto auto Appartamento 8,5 vani catastali

03160 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala B, piano 4, interno 12 03161 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala C, piano 1, interno 4 03162 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala C, piano 4, interno 19 03163 Taranto (TA) 74100 Viale Virgilio 20 scala A, piano 5, interno 55

€ 6.614,40

€ 5.414,40

€ 5.583,60

€ 5.696,40

€ 16.983,43 € 88.422,50 € 8.842,25 € 168.884,25 € 16.888,43 € 83.228,00 € 8.322,80 € 93.425,00 € 9.342,50 € 83.204,00 € 8.320,40 € 128.616,00 € 12.861,60 € 131.454,00 € 13.145,40 € 132.465,00 € 13.246,50 € 137.270,00 € 13.727,00 € 62.205,00 € 6.220,50 € 140.255,00 € 14.025,50 € 71.785,00 € 7.178,50 € 167.970,00 € 16.797,00 € 73.540,00 € 7.354,00 € 171.925,00 € 17.192,50 € 107.015,00 € 10.701,50 € 109.470,00 € 10.947,00 € 111.545,00 € 11.154,50 € 73.354,00 € 7.335,40 € 172.683,14 € 17.268,31 € 169.473,07 € 16.947,31 € 173.599,60 € 17.359,96 € 118.314,37 € 11.831,44 € 175.893,20 € 17.589,32 € 175.893,20 € 17.589,32 € 151.725,00 € 15.172,50 (*) € 143.308,60 € 14.330,86 (*) € 147.580,00 € 14.758,00 (*) € 209.979,00 € 20.997,90 (*) € 49.819,00 € 4.981,90 (*) € 168.102,90 € 16.810,29 (*) € 171.138,10 € 17.113,81 (*) € 102.386,00 € 10.238,60 € 75.459,30 € 7.545,93 (*) € 267.905,00 € 26.790,50

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Giuseppe Antonio Michele TRIMARCHI Milano 20121 - Corso Venezia, 18 tel. 02/7711121 - fax 02/77111207 gtrimarchi@notariato.it Giuseppe Antonio Michele TRIMARCHI Milano 20121 - Corso Venezia, 18 tel. 02/7711121 - fax 02/77111207 gtrimarchi@notariato.it Giuseppe Antonio Michele TRIMARCHI Milano 20121 - Corso Venezia, 18 tel. 02/7711121 - fax 02/77111207 gtrimarchi@notariato.it Antonio TREZZA Milano 20123 - Via Leopardi, 10 tel. 02/48007318 - fax 02/48002780 atrezza@notariato.it Antonio TREZZA Milano 20123 - Via Leopardi, 10 tel. 02/48007318 - fax 02/48002780 atrezza@notariato.it Antonio TREZZA Milano 20123 - Via Leopardi, 10 tel. 02/48007318 - fax 02/48002780 atrezza@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Omero ARALDI Mantova 46100 - Via Marangoni, 1/E tel. 0376/320008 - fax 0376/226474 oaraldi@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Guido BUCCI Ancona 60121 - Via Marsala, 12 tel. 071/206866 - fax 071/200069 gbucci@notariato.it Sandro SCOCCIANTI Ancona 60121 - Piazza Cavour, 29 tel. 071/201726 - fax 071/2070469 sscoccianti@notariato.it Sandro SCOCCIANTI Ancona 60121 - Piazza Cavour, 29 tel. 071/201726 - fax 071/2070469 sscoccianti@notariato.it Guido BUCCI Ancona 60121 - Via Marsala, 12 tel. 071/206866 - fax 071/200069 gbucci@notariato.it Vincenzo Maria DE SIO Fermo 63023 - Viale Trento, 36 tel. 0734/223277 - fax 0734/219539 vdesio@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Riccardo FRASCOLLA Taranto 74123 - Via D'Aquino, 55 tel. 099/4525452 - fax 099/4525453 rfrascolla@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA 25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

DESCRIZIONE Pertinenze

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

03164 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.10 piano S1, interno 14

Box auto - 19 mq

03165 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.11 piano S1, interno 6

Box auto - 28 mq

03166 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.4 piano S1, interno 8

Box auto - 28 mq

03167 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.4 piano S1, interno 9

Box auto - 44 mq

03168 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.9 piano S1, interno 12

03170 Siracusa (SR) 96100 Viale Tica 149 scala B, piano 5, interno 6

Palazzina priva di abitabilità e agibilità Box auto - 27 mq Palazzina priva di abitabilità e agibilità Box auto - 28 mq Appartamento 5 locali + servizi semplici

€ 12.422,13 (*)

03171 Siracusa (SR) 96100 Viale Tica 149 scala C, piano 2, interno 2

Appartamento 5 locali + servizi semplici

€ 12.874,68 (*)

03172 Siracusa (SR) 96100 Viale Tica 149 scala C, piano 5, interno 7

Appartamento 5 locali + servizi semplici

€ 13.869,38 (*)

03169 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.9 piano S1, interno 13

€ 8.112,22 € 811,22 (*) € 12.421,36 € 1.242,14 (*) € 12.509,92 € 1.250,99 (*) € 19.317,23 € 1.931,72 (*)

03173 Arezzo (AR) 52100 Via XXV Aprile 50 scala E, interno 74

Posto Auto 17 mq

03174 Firenze (FI) 50142 Via F. Furini 2

Posto Auto 6,08 mq

€ 12.019,29 € 1.201,93 (*) € 12.578,24 € 1.257,82 (*) € 124.221,30

€ 128.746,80

€ 138.693,80

€ 13.685,00 € 1.368,50 € 5.652,10 € 565,21

26-10-2011

26-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

24-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

03175 Firenze (FI) 50129 Via Lorenzo il Magnifico 38 scala A, piano 3, interno 6 03176 Firenze (FI) 50129 Via Lorenzo il Magnifico 38 scala J, interno 19 03177 Firenze (FI) 50100 Viale dei Mille 140 piano 2, interno 28

€ 3.400,00 € 275.800,00

Appartamento 4 locali + servizi semplici

03181 Firenze (FI) 50132 Viale Matteotti 28/C scala A, piano 6, interno 20 03182 Firenze (FI) 50100 Viale Volta 171 piano 1, interno 48

occupata sine titulo Appartamento 2 locali + servizi semplici Appartamento 4 locali + servizi semplici

€ 25.970,00 (*)

03183 Firenze (FI) 50100 Viale Volta 177 piano 3, interno 94

Appartamento 4 locali + servizi semplici

€ 25.550,00 (*)

03184 Sesto Fiorentino (FI) 50019 Via Manfredo Fanti 14 scala W, interno 36

Posto Auto 12 mq

€ 27.580,00 (*) € 280.000,00 € 28.000,00 (*) € 145.600,00 € 14.560,00 (*) € 416.500,00 € 41.650,00 (*) € 307.000,00 € 30.700,00 € 259.700,00

€ 255.500,00

€ 5.000,00 € 500,00

03185 Livorno (LI) 57100 Corso Mazzini 169 piano 2, interno 5

Appartamento 4 locali + servizi semplici

€ 266.700,00

03186 Livorno (LI) 57100 Piazza Giacomo Matteotti 40 scala A, piano 19, interno 123

Appartamento 4 locali + servizi doppi

€ 166.400,00

03187 Livorno (LI) 57100 Piazza Giacomo Matteotti 40 scala A, piano 22, interno 140

manca abitabilità possibilità di condono Appart. - 3 locali + servizi semplici manca abitabilità possibilità di condono Appart. - 3 locali + servizi semplici Posto Auto 11 mq

03188 Livorno (LI) 57100 Piazza Giacomo Matteotti 40 scala A, piano 23, interno 145 03189 Livorno (LI) 57123 Via Sansoni 4 scala W, interno 4

Posto Auto 17 mq

03191 Livorno (LI) 57123 Via Sansoni 4 scala W, interno 24

Posto Auto 12 mq

03192 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 3, interno 8 03193 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 5, interno 18 03194 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 6, interno 21 03195 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 6, interno 22 03196 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 8, interno 28 03197 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 8, interno 29

03200 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala C, piano 1, interno 2 03201 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala C, piano 3, interno 7 03202 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala C, piano T, interno 1 03203 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala D, piano 3, interno 6

€ 26.670,00

€ 16.640,00 € 73.785,60 € 7.378,56 (*) € 75.152,00 € 7.515,20 (*) € 12.100,00 € 1.210,00

03190 Livorno (LI) 57123 Via Sansoni 4 scala W, interno 16

03199 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano T, interno 31

26-10-2011

€ 34.000,00

03180 Firenze (FI) 50132 Viale Matteotti 28/C scala A, piano 6, interno 19

25-10-2011

25-10-2011

€ 39.416,80

03179 Firenze (FI) 50132 Viale Matteotti 28/C scala A, piano 2, interno 5

03178 Firenze (FI) 50100 Viale dei Mille 140 piano 2, interno 29

03198 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 8, interno 30

24-10-2011

€ 394.168,00

Appartamento 2P: 2 locali 3P:3 locali + servizi doppi Appartamento 2P: 2 locali 3P:3 locali + servizi doppi Appartamento 2 locali + servizi semplici

26-10-2011

24-10-2011

Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + posto auto coperto Posto Auto 15 mq

€ 17.625,00 € 1.762,50 € 13.200,00 € 1.320,00

Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 6,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto n. 70 in autorimessa di Via B. Padova 15 Appart. - 6,5 locali + soffitta + posto auto n. 109 in autorimessa di Via B. Padova 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 5,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 9 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 6 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 4 locali + cantina + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 9 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15

€ 195.214,00 € 19.521,40 € 189.831,00 € 18.983,10 € 187.668,00 € 18.766,80 € 187.340,00 € 18.734,00 223.040,00 22.304,00 201.252,00 20.125,20 201.532,00 20.153,20 130.520,00 13.052,00 242.563,00 24.256,30 € 170.645,00 € 17.064,50 € 113.158,00 € 11.315,80 € 215.165,00 € 21.516,50

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto Giuseppina LAURINO Catania 95131 - Via Luigi Rizzo, 21 tel. 095/317231 - fax 095/312145 glaurino@notariato.it Adriana MILAZZO Catania 95129 - Via Umberto, 234 tel. 095/535820 - fax 095/535820 amilazzo@notariato.it Patrizia INCONTRO Catania 95127 - Via Teramo, 13 tel. 095/370030 - fax 095/7110640 pincontro@notariato.it Giuseppina LAURINO Catania 95131 - Via Luigi Rizzo, 21 tel. 095/317231 - fax 095/312145 glaurino@notariato.it Maria ARDINI Catania 95129 - Via Francesco Crispi, 247 tel. 095/7463534 - fax 095/7464045 assnot@libero.it Leonarda Antonella SGROI Giarre CT 95014 - Via Callipoli, 190 tel. 095/7795155 - fax 095/7797948 lsgroi@notariato.it Angelo BELLUCCI Siracusa 96100 - Passeggio Adorno, 2 tel. 0931/21042 - fax 0931/21220 abellucci@notariato.it Roberto CANNAVO' Lentini SR 96016 - Via Agnone, 98 tel. 095/7835343 - fax 095/7832435 rcannavo@notariato.it Giambattista COLTRARO Augusta SR 96011 - Via Principe Umberto, 112 tel. 0931/521919 - fax 0931/524254 gcoltraro@yahoo.it Carmine FERRENTINO Foiano della Chiana AR 52045 - Viale Umberto I, 56 – tel. 0575/649356 - fax 0575/648172 – cferrentino@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Alessandra SALIMBENI Firenze 50129 - Via Cavour, 80 tel. 055/2477788 - fax 055/2477756 asalimbeni@notariato.it Alessandra SALIMBENI Firenze 50129 - Via Cavour, 80 tel. 055/2477788 - fax 055/2477756 asalimbeni@notariato.it Mario PICCININI Firenze 50129 - Via Martelli, 7 tel. 055/217177 - fax 055/290852 mpiccinini@notariato.it Mario PICCININI Firenze 50129 - Via Martelli, 7 tel. 055/217177 - fax 055/290852 mpiccinini@notariato.it Carlo SPERANZINI Firenze 50132 - Piazzale Donatello, 7 tel. 055/2345850 - fax 055/2346238 csperanzini@notariato.it Carlo SPERANZINI Firenze 50132 - Piazzale Donatello, 7 tel. 055/2345850 - fax 055/2346238 csperanzini@notariato.it Carlo SPERANZINI Firenze 50132 - Piazzale Donatello, 7 tel. 055/2345850 - fax 055/2346238 csperanzini@notariato.it Stefano PUCCINI Livorno 57123 - Piazza Grande, 4 tel. 0586/829150 - fax 0586/829161 spuccini@notariato.it Gianluigi DE PAOLA Livorno 57123 - Via Fiume, 30 tel. 0586/952158 - fax 0586/952159 gdepaola@notariato.it Gianluigi DE PAOLA Livorno 57123 - Via Fiume, 30 tel. 0586/952158 - fax 0586/952159 gdepaola@notariato.it Gianluigi DE PAOLA Livorno 57123 - Via Fiume, 30 tel. 0586/952158 - fax 0586/952159 gdepaola@notariato.it Valentina ANDREINI Livorno 57123 - Via Nedo Nadi, 1 tel. 0586/829830 - fax 0586/828596 vandreini@notariato.it Valentina ANDREINI Livorno 57123 - Via Nedo Nadi, 1 tel. 0586/829830 - fax 0586/828596 vandreini@notariato.it Valentina ANDREINI Livorno 57123 - Via Nedo Nadi, 1 tel. 0586/829830 - fax 0586/828596 vandreini@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Bruno SAGLIETTI Padova 35129 - Piazza Modin, 12 tel. 049/8933933 - fax 049/8933934 bsaglietti@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA 28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

24-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

27-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

segue


N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

DESCRIZIONE Pertinenze

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

03124 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala E, piano 3, interno 14

Appartamento 3 locali + servizi semplici

€ 66.144,00

03125 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala F, piano 1, interno 8

Appartamento 2 locali + servizi semplici

€ 54.144,00

03126 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala F, piano 2, interno 16

Appartamento 2 locali + servizi semplici

€ 55.836,00

03127 Milano (MI) 20143 Via Simone Martini 22 scala F, piano 3, interno 26

Appartamento 2 locali + servizi semplici

€ 56.964,00

03128 Milano (MI) 20128 Via Trasimeno 40/12 scala A, piano 4, interno 16

Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + posto auto coperto Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + posto auto coperto Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + posto auto coperto Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina Appartamento 3 locali + servizi semplici soffitta Appartamento 4 locali + servizi doppi soffitta + box Appartamento 4 locali + servizi doppi soffitta + box Appartamento 4 locali + servizi doppi soffitta + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 1 locale + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 1 locale + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 2 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + soffitta + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + soffitta + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 3 locali + servizi semplici cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 4 locali + servizi doppi cantina + box Appartamento 5 locali + servizi doppi garage Appart. - 5 locali + servizi doppi pro/quota 1/14 autorimessa condom. Appart. - 5 locali + serv. doppi + pro/quota 1/14 autorimessa condom. Appartamento 6 locali + servizi doppi

€ 169.834,25

03129 Milano (MI) 20128 Via Trasimeno 40/12 scala A, piano 4, interno 17 03130 Milano (MI) 20128 Via Trasimeno 40/12 scala A, piano 10, interno 51 03131 Milano (MI) 20142 Viale Famagosta 42 scala B, piano 6, interno 16 03132 Milano (MI) 20142 Viale Famagosta 44 scala A, piano 5, interno 21 03133 Pieve Emanuele (MI) 20090 Via Fausto Coppi 12 scala C, piano 3, interno 9 03134 Rho (MI) 20017 Via Aldo Moro 4 ed.C scala B, piano 3, interno 31 03135 Rho (MI) 20017 Via Aldo Moro 4 ed.E scala A, piano 4, interno 16 03136 Rho (MI) 20017 Via Aldo Moro 4 ed.E scala A, piano 6, interno 25 03137 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala A, piano 6, interno 62 03138 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala B, piano T, interno 2 03139 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala C, piano 3, interno 32 03140 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala C, piano 6, interno 61 03141 Rho (MI) 20017 Via Capuana 17 scala C, piano 6, interno 63 03142 Rho (MI) 20017 Via Capuana 50 scala C, piano 1, interno 3 03143 Rho (MI) 20017 Via Capuana 50 scala N, piano 1, interno 3 03144 Rho (MI) 20017 Via Capuana 50 scala N, piano 5, interno 14 03145 Rho (MI) 20017 Via Capuana 96/58 scala C, piano 2, interno 627 03146 Rho (MI) 20017 Via Capuana 96/58 scala D, piano T, interno 2 03147 Mantova (MN) 46100 Via F.lli Rosselli 8 scala A, piano 11, interno 43 03148 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala I, piano T, interno 202 03149 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala M, piano T, interno 401 03150 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala R, piano 2, interno 122 03151 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 5 scala T, piano 3, interno 432 03152 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 7 scala D, piano T, interno 402 03153 Saronno (VA) 21047 Via Petrarca 7 scala E, piano T, interno 501 03154 Ancona (AN) 60131 Via Caduti del Lavoro 47 scala A, piano 1, interno 3 03155 Ancona (AN) 60122 Via Podesti 7 piano 3, interno 6 03156 Ancona (AN) 60122 Via Podesti 7 piano 4, interno 9 03157 Ancona (AN) 60122 Via Podesti 7/B piano 5, interno 10 03158 Fermo (FM) 63900 Via Guarnieri 12 piano S1,

Garage - 116 mq

03159 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala A, piano 4, interno 12

Appartamento 7 locali + posto auto scoperto Appartamento 7 locali + servizi doppi posto auto coperto Appartamento 3,5 vani catastali + posto auto scoperto Appartamento 3,5 locali + servizi semplici posto auto Appartamento 8,5 vani catastali

03160 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala B, piano 4, interno 12 03161 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala C, piano 1, interno 4 03162 Trani (BT) 76125 Via Pisa 7 scala C, piano 4, interno 19 03163 Taranto (TA) 74100 Viale Virgilio 20 scala A, piano 5, interno 55

€ 6.614,40

€ 5.414,40

€ 5.583,60

€ 5.696,40

€ 16.983,43 € 88.422,50 € 8.842,25 € 168.884,25 € 16.888,43 € 83.228,00 € 8.322,80 € 93.425,00 € 9.342,50 € 83.204,00 € 8.320,40 € 128.616,00 € 12.861,60 € 131.454,00 € 13.145,40 € 132.465,00 € 13.246,50 € 137.270,00 € 13.727,00 € 62.205,00 € 6.220,50 € 140.255,00 € 14.025,50 € 71.785,00 € 7.178,50 € 167.970,00 € 16.797,00 € 73.540,00 € 7.354,00 € 171.925,00 € 17.192,50 € 107.015,00 € 10.701,50 € 109.470,00 € 10.947,00 € 111.545,00 € 11.154,50 € 73.354,00 € 7.335,40 € 172.683,14 € 17.268,31 € 169.473,07 € 16.947,31 € 173.599,60 € 17.359,96 € 118.314,37 € 11.831,44 € 175.893,20 € 17.589,32 € 175.893,20 € 17.589,32 € 151.725,00 € 15.172,50 (*) € 143.308,60 € 14.330,86 (*) € 147.580,00 € 14.758,00 (*) € 209.979,00 € 20.997,90 (*) € 49.819,00 € 4.981,90 (*) € 168.102,90 € 16.810,29 (*) € 171.138,10 € 17.113,81 (*) € 102.386,00 € 10.238,60 € 75.459,30 € 7.545,93 (*) € 267.905,00 € 26.790,50

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Alan Marco Giuseppe Alessandro URSO San Donato Milanese MI 20097 Via Kennedy, 24 – tel. 02/51628397 fax 02/51628395 – aurso@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Pietro Remo SAMPIETRO Casalpusterlengo LO 26841 - Via Fermi, 4 tel. 0377/84217 - fax 0377/832400 psampietro@notariato.it Giuseppe Antonio Michele TRIMARCHI Milano 20121 - Corso Venezia, 18 tel. 02/7711121 - fax 02/77111207 gtrimarchi@notariato.it Giuseppe Antonio Michele TRIMARCHI Milano 20121 - Corso Venezia, 18 tel. 02/7711121 - fax 02/77111207 gtrimarchi@notariato.it Giuseppe Antonio Michele TRIMARCHI Milano 20121 - Corso Venezia, 18 tel. 02/7711121 - fax 02/77111207 gtrimarchi@notariato.it Antonio TREZZA Milano 20123 - Via Leopardi, 10 tel. 02/48007318 - fax 02/48002780 atrezza@notariato.it Antonio TREZZA Milano 20123 - Via Leopardi, 10 tel. 02/48007318 - fax 02/48002780 atrezza@notariato.it Antonio TREZZA Milano 20123 - Via Leopardi, 10 tel. 02/48007318 - fax 02/48002780 atrezza@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Maria URTI Giussano MI 20034 - P.zza San Giacomo, 19 tel. 0362/853860 - fax 0362/853072 murti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Monica BARSOTTI Milano 20124 - Viale Tunisia, 42 tel. 02/67070645 - fax 02/67070666 mbarsotti@notariato.it Omero ARALDI Mantova 46100 - Via Marangoni, 1/E tel. 0376/320008 - fax 0376/226474 oaraldi@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Mario SIMONE Milano 20124 - Via Fabio Filzi, 23 tel. 02/66983989 - fax 02/66983993 msimone@notariato.it Guido BUCCI Ancona 60121 - Via Marsala, 12 tel. 071/206866 - fax 071/200069 gbucci@notariato.it Sandro SCOCCIANTI Ancona 60121 - Piazza Cavour, 29 tel. 071/201726 - fax 071/2070469 sscoccianti@notariato.it Sandro SCOCCIANTI Ancona 60121 - Piazza Cavour, 29 tel. 071/201726 - fax 071/2070469 sscoccianti@notariato.it Guido BUCCI Ancona 60121 - Via Marsala, 12 tel. 071/206866 - fax 071/200069 gbucci@notariato.it Vincenzo Maria DE SIO Fermo 63023 - Viale Trento, 36 tel. 0734/223277 - fax 0734/219539 vdesio@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Nunzio DI MARTINO Trani BT 76125 - P.zza della Repubblica, 70 tel. 0883/487156 - fax 0883/487156 ndimartino@notariato.it Riccardo FRASCOLLA Taranto 74123 - Via D'Aquino, 55 tel. 099/4525452 - fax 099/4525453 rfrascolla@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA 25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

N. Lotto

DATI IDENTIFICATIVI Comune, Provincia, CAP toponimo, indirizzo, civico, scala, piano, interno

DESCRIZIONE Pertinenze

PREZZO BASE D’ASTA CAUZIONE

03164 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.10 piano S1, interno 14

Box auto - 19 mq

03165 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.11 piano S1, interno 6

Box auto - 28 mq

03166 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.4 piano S1, interno 8

Box auto - 28 mq

03167 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.4 piano S1, interno 9

Box auto - 44 mq

03168 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.9 piano S1, interno 12

03170 Siracusa (SR) 96100 Viale Tica 149 scala B, piano 5, interno 6

Palazzina priva di abitabilità e agibilità Box auto - 27 mq Palazzina priva di abitabilità e agibilità Box auto - 28 mq Appartamento 5 locali + servizi semplici

€ 12.422,13 (*)

03171 Siracusa (SR) 96100 Viale Tica 149 scala C, piano 2, interno 2

Appartamento 5 locali + servizi semplici

€ 12.874,68 (*)

03172 Siracusa (SR) 96100 Viale Tica 149 scala C, piano 5, interno 7

Appartamento 5 locali + servizi semplici

€ 13.869,38 (*)

03169 Aci Catena (CT) 95022 Via Principi Riggio 8 - pal.9 piano S1, interno 13

€ 8.112,22 € 811,22 (*) € 12.421,36 € 1.242,14 (*) € 12.509,92 € 1.250,99 (*) € 19.317,23 € 1.931,72 (*)

03173 Arezzo (AR) 52100 Via XXV Aprile 50 scala E, interno 74

Posto Auto 17 mq

03174 Firenze (FI) 50142 Via F. Furini 2

Posto Auto 6,08 mq

€ 12.019,29 € 1.201,93 (*) € 12.578,24 € 1.257,82 (*) € 124.221,30

€ 128.746,80

€ 138.693,80

€ 13.685,00 € 1.368,50 € 5.652,10 € 565,21

26-10-2011

26-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

24-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

03175 Firenze (FI) 50129 Via Lorenzo il Magnifico 38 scala A, piano 3, interno 6 03176 Firenze (FI) 50129 Via Lorenzo il Magnifico 38 scala J, interno 19 03177 Firenze (FI) 50100 Viale dei Mille 140 piano 2, interno 28

€ 3.400,00 € 275.800,00

Appartamento 4 locali + servizi semplici

03181 Firenze (FI) 50132 Viale Matteotti 28/C scala A, piano 6, interno 20 03182 Firenze (FI) 50100 Viale Volta 171 piano 1, interno 48

occupata sine titulo Appartamento 2 locali + servizi semplici Appartamento 4 locali + servizi semplici

€ 25.970,00 (*)

03183 Firenze (FI) 50100 Viale Volta 177 piano 3, interno 94

Appartamento 4 locali + servizi semplici

€ 25.550,00 (*)

03184 Sesto Fiorentino (FI) 50019 Via Manfredo Fanti 14 scala W, interno 36

Posto Auto 12 mq

€ 27.580,00 (*) € 280.000,00 € 28.000,00 (*) € 145.600,00 € 14.560,00 (*) € 416.500,00 € 41.650,00 (*) € 307.000,00 € 30.700,00 € 259.700,00

€ 255.500,00

€ 5.000,00 € 500,00

03185 Livorno (LI) 57100 Corso Mazzini 169 piano 2, interno 5

Appartamento 4 locali + servizi semplici

€ 266.700,00

03186 Livorno (LI) 57100 Piazza Giacomo Matteotti 40 scala A, piano 19, interno 123

Appartamento 4 locali + servizi doppi

€ 166.400,00

03187 Livorno (LI) 57100 Piazza Giacomo Matteotti 40 scala A, piano 22, interno 140

manca abitabilità possibilità di condono Appart. - 3 locali + servizi semplici manca abitabilità possibilità di condono Appart. - 3 locali + servizi semplici Posto Auto 11 mq

03188 Livorno (LI) 57100 Piazza Giacomo Matteotti 40 scala A, piano 23, interno 145 03189 Livorno (LI) 57123 Via Sansoni 4 scala W, interno 4

Posto Auto 17 mq

03191 Livorno (LI) 57123 Via Sansoni 4 scala W, interno 24

Posto Auto 12 mq

03192 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 3, interno 8 03193 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 5, interno 18 03194 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 6, interno 21 03195 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 6, interno 22 03196 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 8, interno 28 03197 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 8, interno 29

03200 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala C, piano 1, interno 2 03201 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala C, piano 3, interno 7 03202 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala C, piano T, interno 1 03203 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 15 scala D, piano 3, interno 6

€ 26.670,00

€ 16.640,00 € 73.785,60 € 7.378,56 (*) € 75.152,00 € 7.515,20 (*) € 12.100,00 € 1.210,00

03190 Livorno (LI) 57123 Via Sansoni 4 scala W, interno 16

03199 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano T, interno 31

26-10-2011

€ 34.000,00

03180 Firenze (FI) 50132 Viale Matteotti 28/C scala A, piano 6, interno 19

25-10-2011

25-10-2011

€ 39.416,80

03179 Firenze (FI) 50132 Viale Matteotti 28/C scala A, piano 2, interno 5

03178 Firenze (FI) 50100 Viale dei Mille 140 piano 2, interno 29

03198 Padova (PD) 35138 Via Brigata Padova 11 scala B, piano 8, interno 30

24-10-2011

€ 394.168,00

Appartamento 2P: 2 locali 3P:3 locali + servizi doppi Appartamento 2P: 2 locali 3P:3 locali + servizi doppi Appartamento 2 locali + servizi semplici

26-10-2011

24-10-2011

Appartamento 5 locali + servizi doppi cantina + posto auto coperto Posto Auto 15 mq

€ 17.625,00 € 1.762,50 € 13.200,00 € 1.320,00

Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 6,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto n. 70 in autorimessa di Via B. Padova 15 Appart. - 6,5 locali + soffitta + posto auto n. 109 in autorimessa di Via B. Padova 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 7,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 5,5 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 9 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 6 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 4 locali + cantina + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15 Appart. - 9 locali + soffitta + posto auto autorimessa via B. Padova n. 15

€ 195.214,00 € 19.521,40 € 189.831,00 € 18.983,10 € 187.668,00 € 18.766,80 € 187.340,00 € 18.734,00 223.040,00 22.304,00 201.252,00 20.125,20 201.532,00 20.153,20 130.520,00 13.052,00 242.563,00 24.256,30 € 170.645,00 € 17.064,50 € 113.158,00 € 11.315,80 € 215.165,00 € 21.516,50

NOTAIO INCARICATO Luogo presentazione offerte segrete e luogo esperimento pubblico incanto Giuseppina LAURINO Catania 95131 - Via Luigi Rizzo, 21 tel. 095/317231 - fax 095/312145 glaurino@notariato.it Adriana MILAZZO Catania 95129 - Via Umberto, 234 tel. 095/535820 - fax 095/535820 amilazzo@notariato.it Patrizia INCONTRO Catania 95127 - Via Teramo, 13 tel. 095/370030 - fax 095/7110640 pincontro@notariato.it Giuseppina LAURINO Catania 95131 - Via Luigi Rizzo, 21 tel. 095/317231 - fax 095/312145 glaurino@notariato.it Maria ARDINI Catania 95129 - Via Francesco Crispi, 247 tel. 095/7463534 - fax 095/7464045 assnot@libero.it Leonarda Antonella SGROI Giarre CT 95014 - Via Callipoli, 190 tel. 095/7795155 - fax 095/7797948 lsgroi@notariato.it Angelo BELLUCCI Siracusa 96100 - Passeggio Adorno, 2 tel. 0931/21042 - fax 0931/21220 abellucci@notariato.it Roberto CANNAVO' Lentini SR 96016 - Via Agnone, 98 tel. 095/7835343 - fax 095/7832435 rcannavo@notariato.it Giambattista COLTRARO Augusta SR 96011 - Via Principe Umberto, 112 tel. 0931/521919 - fax 0931/524254 gcoltraro@yahoo.it Carmine FERRENTINO Foiano della Chiana AR 52045 - Viale Umberto I, 56 – tel. 0575/649356 - fax 0575/648172 – cferrentino@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Marta RENIERI Firenze 50132 - Viale Mazzini, 18 tel. 055/488978 - fax 055/4628747 mrenieri@notariato.it Alessandra SALIMBENI Firenze 50129 - Via Cavour, 80 tel. 055/2477788 - fax 055/2477756 asalimbeni@notariato.it Alessandra SALIMBENI Firenze 50129 - Via Cavour, 80 tel. 055/2477788 - fax 055/2477756 asalimbeni@notariato.it Mario PICCININI Firenze 50129 - Via Martelli, 7 tel. 055/217177 - fax 055/290852 mpiccinini@notariato.it Mario PICCININI Firenze 50129 - Via Martelli, 7 tel. 055/217177 - fax 055/290852 mpiccinini@notariato.it Carlo SPERANZINI Firenze 50132 - Piazzale Donatello, 7 tel. 055/2345850 - fax 055/2346238 csperanzini@notariato.it Carlo SPERANZINI Firenze 50132 - Piazzale Donatello, 7 tel. 055/2345850 - fax 055/2346238 csperanzini@notariato.it Carlo SPERANZINI Firenze 50132 - Piazzale Donatello, 7 tel. 055/2345850 - fax 055/2346238 csperanzini@notariato.it Stefano PUCCINI Livorno 57123 - Piazza Grande, 4 tel. 0586/829150 - fax 0586/829161 spuccini@notariato.it Gianluigi DE PAOLA Livorno 57123 - Via Fiume, 30 tel. 0586/952158 - fax 0586/952159 gdepaola@notariato.it Gianluigi DE PAOLA Livorno 57123 - Via Fiume, 30 tel. 0586/952158 - fax 0586/952159 gdepaola@notariato.it Gianluigi DE PAOLA Livorno 57123 - Via Fiume, 30 tel. 0586/952158 - fax 0586/952159 gdepaola@notariato.it Valentina ANDREINI Livorno 57123 - Via Nedo Nadi, 1 tel. 0586/829830 - fax 0586/828596 vandreini@notariato.it Valentina ANDREINI Livorno 57123 - Via Nedo Nadi, 1 tel. 0586/829830 - fax 0586/828596 vandreini@notariato.it Valentina ANDREINI Livorno 57123 - Via Nedo Nadi, 1 tel. 0586/829830 - fax 0586/828596 vandreini@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Filippo RAMPAZZO Padova 35129 - Via San Crispino, 46 tel. 049/8089596 - fax 049/7808866 frampazzo@notariato.it Bruno SAGLIETTI Padova 35129 - Piazza Modin, 12 tel. 049/8933933 - fax 049/8933934 bsaglietti@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it Giovanni Battista TODESCHINI PREMUDA Padova 35131 - Via E. degli Scrovegni, 1/3 tel. 049/651544 - fax 049/8754097 gbtodeschini@notariato.it

DATA DI ESPLETAMENTO ASTA 28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

24-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

28-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

27-10-2011

27-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

26-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

24-10-2011

27-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

25-10-2011

segue


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

24

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi • TRIBUNALE DI •

CASTROVILLARI

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 7/87 R.G.E. G.E. Dr.ssa Francesca Sicilia Professionista Delegato: Dott. antonio Oriolo Lotto 1: Diritti pari a 1/3 dell’intero fondo rustico non irriguo con destinazione tipicamente agricola ubicato in agro di Cassano allo Ionio alla località Rebecca Fg. 13 p.lla 85 seminativo arb. Classe 3 consistenza ha 01.04.10 Prezzo base: E. 11.000,00 Rilancio: Il rilancio minimo delle offerte è fissato in una somma non superiore al 2% del prezzo indicato Lotto 2: Diritti pari a 1/3 dell’intero fondo rustico non irriguo con destinazione tipicamente agricola ubicato in agro di Cassano allo Ionio alla località Silva Fg. 13 p.lla 114 uliveto Classe 3 consistenza ha 01.81.40 Prezzo base: E. 20.100,00 Rilancio: Il rilancio minimo delle offerte è fissato in una somma non superiore al 2% del prezzo indicato Vendita senza incanto: 22/11/2011 Vendita con incanto: 29/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato:Dott. Antonio Oriolo con studio in Castrovillari (CS) alla Via D. Anselmi , 37 Presentare le offerte entro h.13.00 del giorno precedente la vendita presso lo studio del Professionista delegato Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (CS) alla Via D. Anselmi , 37 TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n.61/08 R.G.E. G.E. Dr.ssa Francesca Sicilia Professionista Delegato: Avv. Mimmo Pugliese Lotto 1: Terreno in Castrovillari censito in catasto terreni al Fg. 42 p.lla 106 qualità irrigabile Classe 2 superficie are 17 ca 40 Prezzo base: E. 4.000,00 Vendita senza incanto: 04/11/2011 Vendita con incanto: 11/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato:Avv. Mimmo Pugliese con studio in San Basile alla via Roma 60 - tel.0981/35471 Maggiori informazioni presso lo studio sito in Castrovillari (CS) alla Via D. Anselmi , 37 TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Fall. n. 695 Fallimento G.E. Dott. Giancarlo Maggiore Professionista Delegato: Dr. Vincenzo Cerbini Lotto: Trattasi di un complesso produttivo tessile ubicata in Castrovillari alla C/da Cammarata, Costituito da uno stabilimento industriale composto da due corpi di fabbrica. Prezzo base: E. 1.385.320,00 Vendita con incanto : 04.11.11 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: sito in Castrovillari alla via delle Peonie 24/c. Presentare le offerte entro h.13:00 del giorno precedente la data della vendita presso lo studio del Professionista delegato. Maggiori informazioni presso lo studio del Dott. Salvatore Pantusa, residente in Spezzano della Sila alla via Roma n.52, tel e fax 0984/431101 e sui siti www.tribunaledicastrovillari.it e www.asteimmobili.it.

www.aste.eugenius.it

TRIBUNALE DI CASTROVILLARI Esecuzioni Imm. n. 49/07 R.G.E. G.E. Dr.ssa Francesca Sicilia Professionista Delegato: Dott. Vincenzo CERBINI Lotto 1: Appezzamento di terreno agricolo di qualità uliveto di ha. 0.97.00, sito sulla strada comunale di Matrangolo - Fontanella a circa 1 KM dalla strada delle Terme di Spezzano Albanese ex SS 283 Prezzo base: E. 19.400,00 Lotto 2: Appezzamento di terreno di qualità seminativo di ha. 3.26.30, geometricamente parallelepipedo, con lato minore parallelo alla stada delle Terme di Spezzano Albanese ex SS 283 Prezzo base: E. 97.890,00 Vendita senza incanto: 08.11.2011 Vendita con incanto: 09.11.2011 Le vendite saranno effettuate presso lo studio del professionista Delegato: sito in Castrovillari alla via delle Peonie 24/c. Presentare le offerte entro h.13:00 del giorno precedente la data della vendita presso lo studio del Professionista delegato. Maggiori informazioni sui siti www.tribunaledicastrovillari.it e www.asteimmobili.it.

• TRIBUNALE DI •

CATANZARO

TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n. 110/2010 R. G. Espr. II Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, a scioglimento della riserva assunta in data 12.05.2011; dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto 1: appartamento su 4 livelli con annesso magazzino in Sersale (CZ), in catasto al fg. 18, part. 688, sub 3, 4, 5, 7, 8 al prezzo base di E 670.971,00 Fissa per la presentazione delle offerte di acquisto il termine del 22.11.2011 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad E 1.000,00, l’udienza del 23.11.2011 ore 9,30; dispone che le offerte di acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - procedura n. 110/10" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e dì diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti ed alla situazione energetica; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. Catanzaro, 06.06.2011 Depositata in Cancelleria 07.06.2011 Il Giudice Dott.ssa G. Gioia TRIBUNALE DI CATANZARO Ufficio esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott.sa Gioia , ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 223/97 R.G.E. pendente tra -Banco di Napoli

DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: Lotto 2: Magazzino S. Vito Jonio, in catasto Foglio 12 P.lla 49, Sub.1, P.lla 50, Sub.3, P.lla 51, Sub.3. Prezzi base: E 15.000,00. Lotto 3: Magazzino deposito, sito nel Comune di San Vito sullo Ionio, in catasto Foglio 12 P.lla 51, sub.5. Prezzi base: E 7.500,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria del Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’ immobile. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria , entro le ore 12 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un Assegno Circolare"Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n....." di un importo pari al 10% del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 23/11/2011 ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. IN caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in E 500,00. L’aggiudicatario, dovrà versare in Cancelleria,il prezzo di acquisto - dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. Catanzaro lì TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n.110/07 R.G. Espr. Il Giudice , dott.ssa Giovanna Gioia, con ordinanza emessa all’udienza del 15.06.2011, Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 2 : "appartamento sito in Chiaravalle Centrale (CZ), via Staglianò n.14, in catasto al fg.40 ,p.lla 66 sub. 10 al prezzo base di E 112.418,25; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 22.11.2011 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti , con rialzo minimo non inferiore a E 3.000,00 , l’udienza del 23.11.2011 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro- Procedura n.110/07" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva; TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 56/05R.G.E. pendente tra E visti gli atti; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: lotto 1: complesso industriale in Marcellinara,

loc. Serramonda, con entro stante capannone, sup. lorda complessiva mq.29588, il capannone misura mq 7300, in catasto al foglio 15, p.lla 140 e foglio 15 p.lla 57 sub.2 prezzo euro 8.536.920,00 ridotto di un quarto rispetto al prezzo base dell’ordinanza del 10 novembre 2010. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato al Tribunale di Catanzaro proc. n. 56/05 RGE recante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza sotto fissata, sono a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 cpc e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 cpc è fissata in data 9 NOVEMBRE 2011. Aumento minimo in caso di gara euro 5000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta giorni dalla data di aggiudicazione in cancelleria. TRIBUNALE DI CATANZARO IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE Dr. Giuseppe Cava Nella procedura esecutiva 121/08 RGE ha disposto procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto unico: TERRENO IN CHIARAVALLE : in catasto al F. 35 P.lla 566; Euro 5.738,00 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria. L’udienza di vendita ex art. 572 cpc è stata fissata per il giorno 16.11.2011 Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 cpc, in caso di mancanza di offerte d’acquisto. Ogni offerente per essere ammesso alla vendita dovrà depositare in Cancelleria, entro le 12.00 del giorno antecedente la vendita, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonché un Assegno Circolare "Non Trasferibile" intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n........" di un importo pari al 10 % del prezzo base o del prezzo offerto - a titolo di deposito cauzionale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. In caso di gara tra più offerenti, l’aumento minimo è fissato in euro 2.000,00 L’aggiudicatario dovrà versare, in Cancelleria, il prezzo d’acquisto- dedotta la già versata cauzione- entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione. Le spese di trasferimento restano a carico della procedura esecutiva. TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa G. Gioia, ha pronunciato la seguente ordinanza nel procedimento n. 122/06 RGE promosso da Lobello Daniele dispone procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: Lotto 1: quota pari ad ½ di unità immobiliare in Catanzaro, Via Alessio di Turio, 8B, piano terra int. 1 scala B, in catasto al fg. 43, part. 1148, sub 17. Prezzo base E 68,591,25; Lotto 2: quota pari ad ½ di unità immobiliare in Catanzaro, Via Alessio di Turio, 8B, piano secondo int. 5 scala B, in catasto al fg. 43, part. 1148, sub 21. Prezzo base E 68,591,25; Lotto 3: quota pari ad ½ di unità immobiliare in Catanzaro, Via Alessio di Turio, 8B, piano - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

25

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi secondo int. 6 scala B, in catasto al fg. 43, part. 1148, sub 22. Prezzo base E 68,591,25; Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando l’offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 122/06 RGE di un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 08.11.2011 restando le spese di trasferimento a carico della procedura. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 09.11.2011. Aumento minimo in caso di gara E 1.000,00. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione in Cancelleria. Catanzaro, 30.06.09 Il Giudice Dott.ssa G. Gioia TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, Dott. Luigi Cavallo, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nella procedura esecutiva immobiliare n° 21/99 R.G.E. pendente tra BPC SpA e ............. DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto del seguente bene: lotto 1: quota pari a 2/9 di appartamento in Settingiano, Via Padella 17, in catasto al foglio 5 p.la 201 sub. 2 e 3. Prezzo E.29.038,93 Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile in Cancelleria di questo Tribunale. L’ offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 21/99 RGE portante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 22.11.11 , restando a carico del procedimento le spese di trasferimento . L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerti ex art. 573 c.p.c. e fissata in data 23.11.2011 Aumento minimo in caso di gara E.1.000,00; L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotto la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. TRIBUNALE DI CATANZARO AVVISO VENDITA PRIMA SEZIONE CIVILE Procedura esecutiva n. 199/96 R.G. Espr. Il Giudice, dott. Giuseppe Cava, con provvedimento dell’8 giugno 2011, visti gli artt. 569 e ss c.p.c. e vista la richiesta di vendita, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: lotto 1 "unità immobiliare in Borgia in catasto al fg. 8 part. 773 sub 2" al prezzo base di E. 20.460,00; lotto 2 "unità immobiliare in Borgia in catasto al fg. 8 part. 773 sub. 3" al prezzo base di E. 11.533,50; lotto 3 "unità abitativa in Borgia in catasto al fg. 8 part. 773 sub. 4" al prezzo base di E. 18.452,25; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 29 novembre 2011 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad E. 1.000,00, l’udienza del 30 novembre 2011 ore 9,30; dispone che le offerte siano presentate in

www.aste.eugenius.it

busta chiusa unitamente ad assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro proc. N. 199/96" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione; l’immobile meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario; l’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura esecutiva. TRIBUNALE DI CATANZARO Sez. Esecuzioni immobiliari AVVISO DI VENDITA Si rende noto che il Sig. G.E. della procedura esecutiva rubricata al n. 37/2002 R.G. Es., dr.ssa Damiani S., con provvedimento dell’8.6.2011, ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e che comunque l’offerente depositando l’offerta dichiara di conoscere, stato meglio descritto nelle relazioni tecnico-estimative in atti a cui si rinvia (per maggiori informazioni c/o Cancelleria) LOTTO 1 Terreni siti in comune di PALERMITI - CZ. Identificati in catasto: foglio 30 part. 35, 36, 51, 193, 197, 196, 199. Prezzo base E 51.026,62 LOTTO 2 Terreno sito in comune di PALERMITI CZ, fondo Busici. Identificato in catasto al foglio 30 part. 123. Prezzo base E 6.948,56 LOTTO 3 Terreno sito in comune di PALERMITI CZ, fondo Montagna. Identificato in catasto: foglio 10 part. 134, 135, 147, 148, 177, 178, 179, 180, 198, 204, 233. Prezzo base E 81.165,94 LOTTO 4 Terreno sito in comune di PALERMITI CZ. Identificato in catasto foglio 6 part. 212. Prezzo base E 1.110,37 LOTTO 5 magazzino in Palermiti via regina elena in catasto al foglio 7 part. 466 sub 2 Prezzo base E 17.852,62 LOTTO 6 unità abitativa in Palermiti via regina elena in catasto al foglio 7 part. 466 sub 1. Prezzo base E 16.368,75 LOTTO 7 proprietà (comune ed indivisa) per la quota di 500/1000 relativamente a villa bifamiliare in corso di costruzione in Palermiti località Castania viale Regina Elena su terreno identificato al foglio 7 part. 310; proprietà (comune ed indivisa) per la quota di 500/1000 relativamente a terreno in Palermiti in località Castania identificato con foglio 7 particella 309; proprietà per la quota di 1000/1000 relativamente a terreno in Palermiti in località Montagna identificato con foglio 13 particelle 95 - 122. Il tutto è censito nel Catasto Terreni di Palermiti al foglio 7 mappale 310 (su cui insiste il fabbricato in corso di costruzione); al foglio 7 part. 309 (terreno annesso) e foglio 13 part. 95 e 122 (terreno annesso). Prezzo base E 73.125,00 LOTTO 8 piena proprietà per la quota di 1000/1000 relativamente a magazzino/deposito in corso di costru-zione in Palermiti Loc. "Castania" (via Regina Elena) in catasto al foglio 7 part. 466 sub 3. Prezzo base E 11.362,50 UDIENZA DI VENDITA = 30.11.2011 ore 9,30 AUMENTO MINIMO in caso di gara = E. 3.000,00 DEPOSITO cauzionale per essere ammesso alla vendita = 10% del prezzo base o offerto, da depositare con A.C. non trasferibile intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n° 37/2002 RGE" unitamente alla domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo e a fotocopia del documento di identità, inserendo il tutto in busta sigillata recante la data della

vendita ed il nome del Giudice, entro le ore 12.00 del giorno precedente la vendita presso la Cancelleria dell’intestato Tribunale DEPOSITO PREZZO residuo = entro 60 gg. dalla data di aggiudicazione presso la Cancelleria dell’intestato Tribunale Spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva, tranne che per i lotti n. 2 e n. 4, per i quali il GE ha disposto che le spese di trasferimento siano poste a carico degli aggiudicatari. TRIBUNALE DI CATANZARO IL G.E. RINVIA ALLE MEDESIME CONDIZIONI DELLA PRECEDENTE ORDINANZA ALL’ UDIENZA DI VENDITA DEL 12/10/2011 Procedura esecutiva n. 108/07 R.G.Espr. Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia. sciogliendo la riserva di cui all’udienza dell’ 11.03.2010 Dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descrito: lotto unico: immobile con annesso garage sito in Sersale (CZ) Via Laco n.23. in catasto al fg. 26 part. 474 sub. 9 al prezzo base di E 16.958,50; fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 22.06.2010 ore 12,00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore a E 500,00. l’udienza del 23.06.2010 ore 9,30; dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura 108/07" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto da imputare a cauzione; L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo d’acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione; le spese di trasferimento saranno a carico della procedura . TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n. 48/09 R.G.Espr. II Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, dispone la vendita senza incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto unico: immobile con annesso garage sito in Olivadi (CZ), in catasto al fg. 3, part. 364, sub 8, 17. Prezzo base E 37.500,00. Fissa per la presentazione delle offerte di acquisto il termine del 22.11.2011 ore 12,00: fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti, con rialzo minimo non inferiore ad E 1.000,00, l’udienza del 23.11.2011 ore 9,30; dispone che le offerte di acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - proc. n. 48/09" portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’immobile, meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti ed alla situazione energetica. L’aggiudicatario dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la cauzione, entro il termine perentorio di sessanta giorni dall’aggiudicazione. Le spese di trasferimento saranno a carico della procedura. Catanzaro, 15.03.2010 Il Giudice Dott.ssa G. Gioia TRIBUNALE DI CATANZARO Ufficio esecuzioni immobiliari Il Giudice dell’esecuzione, dott.sa Gioia, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Nel procedimento n. 78/96 R.G.E. pendente

tra - Banco di Napoli DISPONE Procedersi alla vendita senza incanto dei beni seguenti: Lotto 1: Fondo rustico in Guardavalle, denominato Agretta, sup. Ha. 15.54.40, in catasto foglio 59 part.lle 1, 2, 3, 57, 83 e 84 di natura uliveto, seminativo, sem.arb., fornito di fabbricati rurali ad uso fienile, stalla, magazzino, casa colonica e recinzione perimetrale. Prezzi base: E 93.000,00; offerta minima in aumento E 500,00. Lotto 2: Fondo rustico in Guardavalle, denominato Paladina, sup. Ha. 9.2.80, in catasto foglio 61 part.lle 26, 27, 28 e 36 di natura uliveto, seminativo, agrumeto, pescheto, pascolo, fornito di fabbricato rurale. Prezzi base: E 43.000,00; offerta minima in aumento E 500,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria del Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’ immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12 del giorno precedente l’udienza fissata, una busta sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente domanda di partecipazione(secondo lo stampato fornito dalla stessa Cancelleria) in bollo, fotocopia del documento d’identità nonché un ASSEGNO Circolare "Non Trasferibile" intestato a " Cancelleria Tribunale di Catanzaro proc.n...... di importo pari al 10% del prezzo base a titolo di cauzione restando a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza di vendita ex art. 572 c.p.c. è fissata per il giorno 09.11.2011 ore 9.30. Nella medesima data è fissata l’udienza ex art. 569 c.p.c. in caso di mancanza di offerte d’acquisto. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. Catanzaro lì, Il Giudice dott.sa Gioia TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice dell’esecuzione, dott.ssa Giovanna Gioia, ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel procedimento n. 4753/08 R.G.E. pendente tra Condominio Iris E F.A.+2 visti gli atti; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto con riduzione di 1/4 del prezzo a base d’asta dei beni seguenti: lotto 1: Appartamento in Catanzaro Via Gallucci, piano 4 in catasto al foglio 33 p.lla 62 sub.18, mq 122 prezzo a base d’asta euro 256.200,00, prezzo ridotto di 1/4 euro 192.150,00. Gli immobili, venduti nello stato di fatto e diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. Ogni offerente dovrà depositare in Cancelleria la propria offerta in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato Tribunale di Catanzaro proc. n. 4753/08 recante un importo pari al 10% del prezzo proposto a titolo di cauzione, entro le ore 12 del giorno 08.11.2011, sono a carico del procedimento le spese di trasferimento. L’udienza per la deliberazione sulle offerte ex art. 572 c.p.c. e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c. è fissata in data 09.11.2011. Aumento minimo in caso di gara euro 2.000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

26

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione in cancelleria. TRIBUNALE DI CATANZARO Prima Sezione Civile Il Giudice, dott.ssa Giovanna Gioia, ha pronunciato la seguente ORDINANZA letti gli atti del proc. n. 28/04 fall. vista la richiesta del Curatore; DISPONE procedersi alla vendita senza incanto dei seguenti beni: lotto unico: Magazzino vicino ufficio/abitazione; magazzino vicino schiusa/incubazione;ufficio ed abitazione del custode, mattatoio, paddock per animali dopo i tre mesi, vasche di accumulo, impianto di depurazione, cabina enel, apparecchi per incubatore e schiusa,recinzione, catastalmente identificati al foglio n. 1 part. 409 del Comune di Staletti (CZ) Prezzo base d’asta euro 27.486,00; Gli immobili, venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, sono meglio descritti nella relazione di stima consultabile nella Cancelleria di questo Tribunale. L’offerente, depositando offerta, dichiara di conoscere lo stato dell’immobile. La vendita avrà luogo davanti al Giudice delegato, nell’aula delle pubbliche udienze del Tribunale, in data 9.11.2011, ore 9,30. Ogni offerente, per essere ammesso all’incanto, dovrà depositare in Cancelleria, entro le ore 12 del giorno precedente la vendita, una somma pari al 10% del prezzo base, restando a carico della Curatela le spese di trasferimento. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a euro E 1000,00. L’aggiudicatario, dovrà versare il prezzo di acquisto, dedotta la già versata cauzione, entro il termine di giorni sessanta dalla data di aggiudicazione. TRIBUNALE DI CATANZARO Sez. Esecuzioni immobiliari AVVISO DI VENDITA Si rende noto che il Sig. G.E. della procedura esecutiva rubricata al n. 61/2006 R.G. Es., dr.ssa Damiani S., ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario, meglio descritti nelle relazioni tecnico-estimative in atti consultabili in Cancelleria e a cui si rinvia : Lotto unico: complesso industriale composto da capannone e palazzina sito in Caraffa di Catanzaro in catasto al Foglio 27 particella 245 (suolo fg. 27 part. 245) PREZZO BASE: E 634.854,46 UDIENZA per deliberazione sull’offerta e eventuale gara tra gli offerenti = 16.11.2011 ore 9,30 AUMENTO MINIMO in caso di gara = E. 2.000,00 DEPOSITO cauzionale per essere ammesso alla vendita = 10% del prezzo proposto, da depositare con assegno circolare non trasferibile intestato a "Tribunale di Catanzaro procedura n. 61/06" unitamente all’offerta di acquisto in busta chiusa e sigillata contenente la domanda di partecipazione, entro le ore 12.00 del giorno antecedente l’udienza per la deliberazione sull’offerta sopra fissata, presso la Cancelleria delle Esecuzioni dell’intestato Tribunale DEPOSITO PREZZO d’acquisto (dedotta la cauzione) = entro 60 gg. dalla data di aggiudicazione presso la Cancelleria dell’intestato Tribunale Spese di trasferimento a carico della procedura esecutiva. Maggiori informazioni sono acquisibili presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari. TRIBUNALE DI CATANZARO Procedura esecutiva n. 236/96 R.G. Espr Il giudice dell’ esecuzione, dispone la vendita senza, incanto del compendio pignorato di seguito descritto: Lotto N.3 ; terreno agricolo in Cerva, in catasto al fg.14 part. 59,101,104,105,6,99,102,103, al

www.aste.eugenius.it

prezzo base di E 20.338,17 Lotto N.4; terreno agricolo in Cerva, in catasto al fg 17 part. 56,57,5,12,122 al prezzo base di E 50.392,96 fissa per la presentazione delle offerte d’acquisto il termine del 08.11.2011 ore 12.00; fissa per la deliberazione sull’offerta e per l’eventuale gara tra gli offerenti con rialzo minimo non inferiore a E1.000,00, l’udienza del 09.11.2011 ore 09.30 . Dispone che le offerte d’acquisto siano presentate in busta chiusa unitamente ad un assegno circolare intestato "Tribunale di Catanzaro - Procedura 236/96 portante una somma pari al decimo del prezzo proposto, da imputare a cauzione. L’ immobile,meglio descritto nella relazione tecnica consultabile in Cancelleria, sarà venduto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, che si intenderà conosciuto dall’aggiudicatario , anche con riferimento alla situazione di conformità degli impianti e alla situazione energetica; L’aggiudicatario,dovrà versare,il prezzo d’acquisto - dedotta la cauzione - entro il termine perentoro di sessanta giorni dall’ aggiudicazione . Le Spese di trasferimento saranno a carico della procedura TRIBUNALE DI CATANZARO Sez. Esecuzioni immobiliari AVVISO DI VENDITA Si rende noto che il Sig. G.E. della procedura esecutiva rubricata al n. 85/2001 R.G. Es., dr.ssa Damiani S., ha disposto la vendita senza incanto dei seguenti beni immobili, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano e che comunque l’offerente depositando l’offerta dichiara di conoscere, stato meglio descritto nelle relazioni tecnico-estimative in atti consultabili in Cancelleria e a cui si rinvia : Lotto unico: Quota ideale pari ad un mezzo (1/2) della proprietà di Appartamento e locale garage siti nel Comune di Guardavalle. In catasto al foglio 64 p.lle 221 sub 5 e 9. PREZZO BASE: E 4.217,20 UDIENZA di vendita ex art. 572 cpc e eventuale gara tra gli offerenti = 16.11.2011 AUMENTO MINIMO in caso di gara = E. 3.000,00 DEPOSITO cauzionale per essere ammesso alla vendita = 10% del prezzo base o proposto, da depositare unitamente all’offerta di acquisto in busta chiusa e sigillata recante la data della vendita ed il nome del Giudice e contenente la domanda di partecipazione (secondo lo stampato fornito dalla stessa cancelleria) in bollo, fotocopia del documento di identità nonchè un A.C. non trasferibile intestato a "Tribunale di Catanzaro proc. n° 85/2001 RGE", entro le ore 12.00 del giorno antecedente alla vendita presso la Cancelleria dell’intestato Tribunale" DEPOSITO PREZZO residuo = entro 60 gg. dalla data di aggiudicazione presso la Cancelle-ria dell’intestato Tribunale Spese di trasferimento a carico dell’aggiudicatario. Maggiori informazioni sono acquisibili presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari.

• TRIBUNALE DI •

CHIETI

TRIBUNALE DI CHIETI Sezione Fallimentare *** Fallimento "Casa di Cura Sanatrix s.r.l." n. 2/2011 in esercizio provvisorio d’impresa Giudice Delegato: Dott. Adolfo Ceccarini Curatore: Avv. Giuseppina Ivone AVVISO DI VENDITA DI COMPLESSO AZIENDALE Il Fallimento di "Casa di Cura Sanatrix s.r.l." avvisa che, nel quadro delle attivita’ finalizzate al realizzo dell’attivo, intende procedere alla vendita del complesso aziendale (il Complesso Aziendale). L’attivita’ sanitaria e’ stata esercitata, fino alla sospensione, presso un complesso immobiliare - non facente parte del complesso aziendale posto in vendita ubicato in L’Aquila, via XXIV Maggio n. 7. Il Complesso Aziendale posto in vendita risulta cosi’ composto: - autorizzazioni all’esercizio dell’attivita’ sanitaria ed accreditamenti predefinitivi (con la Regione Abruzzo), sia per prestazioni di degenza ospedaliera (la casa di cura e’ provvisoriamente accreditata per n. 50 posti letto, così distinti: - AFO Chirurgia: n. 20 posti letto di chirurgia generale, n. 10 posti letto di ortopedia; - AFO Medicina: n. 5 posti letto cardiologia, n. 15 posti letto medicina interna), sia per prestazioni di attivita’ specialistica ambulatoriale (la casa di cura e’ provvisoriamente accreditata per le seguenti branche specialistiche: medicina generale, cardiologia, chirurgia generale, ortopedia e traumatologia, servizio specialistico di otorinolaringoiatria, servizio specialistico di urologia, servizio specialistico di chirurgia dell’apparato digestivo, servizio specialistico di ostetricia e ginecologia); - beni mobili ed attrezzature varie; - rapporti di lavoro pendenti; - altri rapporti contrattuali; il tutto, comunque, come meglio descritto e specificato nel "Disciplinare per la vendita del complesso aziendale della società Casa di Cura Sanatrix s.r.l. in fallimento in esercizio provvisorio" e nella ulteriore documentazione inerente la procedura di vendita, costituente la data room virtuale, consultabile (dal giorno 23 settembre 2011) sul sito internet: www.fallcoweb.it/villapini. La procedura di vendita si espletera’ mediante un’asta, che si terra’ avanti il notaio dottor Alfredo Pretaroli, con studio in Chieti, 66100, via Arniense, 55, tel.: 0871.348180, 0871.348270, fax:

Cerchi casa? prova all'incanto!

0871.320944, il giorno 31 ottobre 2011, alle ore 12,30. Termine perentorio di presentazione delle offerte: giorno 31 ottobre 2011, alle ore 11,00. Ai fini della presentazione delle offerte di acquisto, il prezzo base d’asta deI Complesso Aziendale e’ stabilito nella misura di euro 2.051.000,00 (euro duemilioni cinquantunomila/00); Il Complesso Aziendale potrà essere visionato previa richiesta da inviare in forma scritta, via fax, al numero 06.37500515. La visita sarà confermata in forma scritta dalla Procedura e potrà avere luogo alla presenza di un delegato del Curatore, nel periodo dal giorno 23 settembre 2011 al giorno 24 ottobre 2011 (nei giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 17,00). Il presente avviso, in ogni caso, non costituisce proposta irrevocabile né offerta al pubblico, né sollecitazione al pubblico risparmio, né impegna in alcun modo il Curatore Fallimentare a contrarre con gli offerenti. Si rinvia per tutti i dettagli relativi alla presentazione delle offerte e alle modalità di vendita a prendere visione del Disciplinare pubblicato sul sito www.venditegiudiziali.it TRIBUNALE DI CHIETI Sezione Fallimentare *** Fallimento "Casa di Cura Santa Maria s.a.s. di Verde Due s.r.l." n. 28/2010 in esercizio provvisorio d’impresa Giudice Delegato: Dott. Adolfo Ceccarini Curatore: Avv. Giuseppina Ivone AVVISO DI VENDITA DI COMPLESSO AZIENDALE Il Fallimento di "Casa di Cura Santa Maria s.a.s. di Verde Due s.r.l." avvisa che, nel quadro delle attivita’ finalizzate al realizzo dell’attivo, intende procedere alla vendita del complesso aziendale (il Complesso Aziendale); l’attivita’ sanitaria e’ stata esercitata, fino alla sospensione, presso la struttura immobiliare ubicata in Avezzano (AQ), via Trieste, 46. Il Complesso Aziendale posto in vendita risulta cosi’ composto: - autorizzazioni all’esercizio dell’attivita’ sanitaria ed accreditamenti predefinitivi (con la Regione Abruzzo), sia per prestazioni di degenza ospedaliera (la casa di cura e’ provvisoriamente accreditata per n. 29 posti letto: dei quali 15 di chirurgia generale e 14 di ostetricia e ginecologia), sia per prestazioni di attivita’ specialistica ambulatoriale (la casa di cura e’ provvisoriamente accreditata per le seguenti branche specialistiche: cardiologia, chirurgia generale, endoscopia digestiva, laboratorio di analisi, radiodiagnostica per immagini); - beni mobili ed attrezzature varie; - rapporti di lavoro pendenti; - altri rapporti contrattuali; il tutto, comunque, come meglio descritto e specificato nel "Disciplinare per la vendita del complesso aziendale della società Casa di Cura Santa Maria s.a.s. di Verde Due s.r.l. in fallimento in esercizio provvisorio" e nella ulteriore documentazione inerente la procedura di vendita, costituente la data room virtuale, consultabile (dal giorno 23 settembre 2011) sul sito internet: www.fallcoweb.it/villapini. La procedura di vendita si espletera’ mediante un’asta, che si terra’ avanti il notaio dottor Alfredo Pretaroli, con studio in Chieti, 66100, via Arniense, 55, tel.: 0871.348180, 0871.348270, fax: 0871.320944, il giorno 31 ottobre 2011, alle ore 11,30. Termine perentorio di presentazione delle offerte: giorno 31 ottobre 2011, alle ore 11,00. Ai fini della presentazione delle offerte di acquisto, il prezzo base d’asta deI Complesso Aziendale e’ stabilito nella misura di euro 1.400.000,00 (euro unmilionequattrocentomila/00); Il Complesso Aziendale potrà essere visionato previa richiesta da inviare in forma scritta, via fax, al numero 06.37500515. La visita sarà confermata in forma scritta dalla Procedura e potrà avere luogo alla presenza - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

27

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi di un delegato del Curatore, nel periodo dal giorno 23 settembre 2011 al giorno 24 ottobre 2011 (nei giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 17,00). Il presente avviso, in ogni caso, non costituisce proposta irrevocabile né offerta al pubblico, né sollecitazione al pubblico risparmio, né impegna in alcun modo il Curatore Fallimentare a contrarre con gli offerenti. Si rinvia per tutti i dettagli relativi alla presentazione delle offerte e alle modalità di vendita a prendere visione del Disciplinare pubblicato sul sito www.venditegiudiziali.it

• TRIBUNALE DI •

CROTONE

TRIBUNALE DI CROTONE Fallimento n. 5/94 G.D.: Dr. Michele Sessa Lotto Unico: Quota pari al 50% del seguente immobile: Magazzino sito nel comune di Casabona (KR) alla Via Roma in catasto al fg. 22 p.lla 66 sub 3 Prezzo base: E 9.600,00 Rilancio: E 800,00 Vendita con incanto: 08/11/2011 In caso di asta deserta la Vendita con incanto luogo il: 20/12/2011 Al prezzo base pari a: E 9.600,00 Rilancio: E 800,00 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone . Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita . Per maggiori informazioni rivolgersi alla Cancelleria fallimentare o presso lo studio del curatore: Avv. Roberto Falvo - Via Roma 206 - Ciro’ Marina (KR), o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 125/89 + 19/91 R.G.E. G.E. Dr. Francesco Murgo Custode Giudiziario: Avv. Marco Luigi Mancini Lotto 1: Quota 1/2 della proprietà di un garage sito nel comune di Cutro Prezzo base: E. 600,00 Rilancio: E . 500,00 Lotto 2: Piena ed intera proprietà di una unità immobiliare sito nel comune di Cutro Prezzo base: E. 9.300,00 Rilancio: E . 500,00 Lotto 3: Piena ed intera proprietà di una unità immobiliare sito nel comune di Cutro Prezzo base: E .22.275,00 Rilancio: E . 500,00 Vendita con incanto: 30/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, o al custode Giudiziario Avv. Marco Luigi Mncini - Tel. 0962/20757 consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 61/2002 R.G.E. G.E.: Dr. Francesco Murgo Lotto 1: La piena ed intera proprietà di appartamento sito a Crotone, via Amatruda, con sovrastante terrazzo, della superficie

www.aste.eugenius.it

complessiva di mq 175. Prezzo base: E 157.500,00 Rilancio: E 2.000,00 Lotto 2: La piena ed intera proprietà di magazzino adibito ad uso commerciale sito in Crotone alla via XXV Aprile della superficie complessica di circa mq 120. Prezzo base: E 365.625,00 Rilancio: E 2.000,00 Vendita con incanto: 23/11/2011 Vendita con incanto: 30/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 97/07 R.G.E. G.E.: Dott. Francesco Murgo Lotto Unico: Piena ed intera proprietà di appartamento per civile abitazione sito in Crotone alla Via Maggio 39 quarto piano della superficie complessiva di circa mq. 114 , riportato in catasto fabbricati al fg. 45 p.lla 448 sub 19 Prezzo base: E. 125.207,00 Rilancio: E. 2.000,00 Vendita con incanto: 30/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Francesca Laratta con studio legale in Crotone via XXV Aprile , 55 tel. 0962/1923012 , consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 7/2006 R.G.E. G.E.: Dr. sa Antonia Mussa Lotto: Piena proprietà di un capannone industriale sito nel Comune di Cutro (KR) Frazione Vattiato, Strada Provinciale per San Leonardo - Zona Industriale, con annesso fabbricato uffici e servizi che si sviluppa su due livelli. Vendita con incanto: 08/11/2011 Vendita con incanto: 20/12/2011 Prezzo base: E 186.000,00 Rilancio: E 2.000,00 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Fallimento N. 39/98 G.D.: Dott.ssa Antonia Mussa Lotto Unico: Piena proprietà per la quota di 1000/1000 di un complesso industriale di mq. 6.692 sito nel territorio del comune di Cutro alla località Vattiato - Bivio Lenze Prezzo base: E. 304.000,00 Rilancio: E. 2.000,00 Vendita con incanto: 08/11/2011 Vendita con incanto: 20/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Avv. Rosa P. Vincelli Tel . 0962/909637, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Esecuzioni Imm. n. 70/07 R.G.E. G.E. Dr. Vincenzo Murgo Custode Giudiziario : Avv. Luigi Greco Lotto Unico: Usufrutto di appartamento sito nel co-

mune di Isola Capo Rizzuto (KR) Loc. Santa Domenica, Villaggio Tucano , Corpo E, int. 13 sup. reale netta ca mq. 54. L’imobile è provvisto di regolare licenza edilizia Prezzo base: E. 16.031,00 Rilancio: E . 500,00 Vendita senza incanto: 03/11/2011 Vendita con incanto: 10/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi alla cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Crotone, consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Fallimento n. 47/92 G.D.: Dr. ssa Antonia Mussa Lotto Unico: Piena Proprietà per la quota di 1000/1000 di un fabbricato destinato ad attività commerciale situato nel comune di Cotronei Villaggio Palumbo censito in Catasto al fg. 3 p.lla 75 sub 14 di mq. 50 Prezzo base: E. 9.200,00 Rilancio: E. 1.000,00 Vendita con incanto: 18/10/2011 Vendita con incanto: 22/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi in Cancelleria Fallimentare o al Curatore Dr.ssa Chiara Zizza, tel.0962/905406 o consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI CROTONE Fallimento n. 59/98 G.D.: Dr. ssa Antonia Mussa Lotto Uno: Fabbricato sito in Strongoli alla via C. Alvaro composto al piano terra da due grandi locali con destinazione ex magazzini adiacenti tra di loro e comunicanti e, da due unità abitative poste al primo piano di eguale consistenza. Prezzo base: E 10.000,00 Rilancio: E 1.000,00 Lotto Due: Compendio industriale (produzione, imbottigliamento e confezionamento di bibite gassate) sito nel Comune di Strongoli Marina (KR) loc.tà Tronca n.215 Prezzo base: E 134.400,00 Rilancio: E 2.000,00 Vendita con incanto: 18/10/2011 Vendita con incanto: 22/11/2011 Le vendite saranno effettuate presso il Tribunale di Crotone Presentare le offerte entro h.12.00 del giorno precedente la vendita Per maggiori informazioni rivolgersi al Custode Giudiziario Dott.ssa Chiara Zizza, (tel.0962/905406) consultare i siti internet www.tribunaledicrotone.net e www.asteimmobili.it.

• TRIBUNALE DI •

LAMEZIA TERME

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n° 02/1980, con ordinanza emessa all’udienza del 13 luglio 2011, ha disposto la vendita con incanto dei

sottoindicati lotti nello stato di fatto e di diritto in cui gli stessi si trovano per il giorno 09.11.2011; Lotto P 1 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato dal lato nord con paletti in acciaio e catena e dal lato sud mediante una striscia bianca. Tale area confina a sud con lotto P2, ad ovest con rampa di accesso, a nord e ad est con spazio comune. Lotto P 2 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con strisce bianche. Tale area confina a nord con lotto P1, a sud con il lotto P3, ad ovest con rampa di accesso e ad est col piano campagna. Lotto P 3 - prezzo base: E. 1.600,00 : Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con strisce bianche. Tale area confina a nord con lotto P2, a sud con il lotto P4, ad ovest con rampa d’accesso e ad est con spazio comune. Lotto P 4 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con strisce bianche. Tale area confina a nord con lotto P3, a sud con il lotto P5, ad ovest con rampa d’accesso e ad est con spazio comune. Lotto P 5 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina orizzontale, della lunghezza di 6 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con strisce bianche. Tale area confina a nord con lotto P4, a sud con lotto P6, ad est con spazio comune e ad ovest con rampa d’accesso. Lotto P 6 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina orizzontale, della lunghezza di 6 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con strisce bianche. Tale area confina a nord con lotto P5, a sud e ad est con piano campagna comune, ad ovest con muro di contenimento della SS18. Lotto P 7 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina orizzontale, della lunghezza di 6 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord e ad est con piano campagna comune, a sud con lotto P8 e ad ovest con muro di contenimento della SS 18. Lotto P 8 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con lotto P7, a sud con lotto P9, ad ovest con muro di contenimento della SS18 e ad est con piano campagna comune. Lotto P 9 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con lotto P8, a sud con lotto P10 , ad est col piano campagna comune e ad ovest con m uro di contenimento della SS 18. Lotto P 10 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con lotto P9, ad est con spazio comune, ad ovest e a sud con muro di contenimento della SS 18. Lotto P 19 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P18 e ad est con lotto P20. Lotto P 20 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P19 e ad est con lotto P21. Lotto P 21 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P20 e ad est con lotto P22. Lotto P 22 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

28

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P21 e ad est con lotto P23. Lotto P 23 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P22 e ad est con lotto P24. Lotto P 24 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P23 e ad est con lotto P25. Lotto P 25 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con spazio comune, a sud con rete di recinzione, ad ovest con lotto P24 e ad est con proprietà FFSS. Lotto P 27 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord e sud con spazio comune, ad ovest con lotto P26 e ad est con lotto P28. Lotto P 28 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina verticale, della lunghezza di 5 m e della larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord, sud ed est con spazio comune e ad ovest con lotto P27. Lotto P 35 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina debolmente inclinato, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord-est, sud-est con spazio di isolamento, a nord-ovest con spazio di isolamento ed ad sud-ovest con spazio comune. Lotto P 36 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina debolmente inclinato, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con recinzione di confine, a sud con spazio comune, ad est con spazio di isolamento e ad ovest con lotto P37. Lotto P 39 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina debolmente inclinato, della lunghezza di 5 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con recinzione di confine, a sud con spazio comune, ad ovest con lotto P40 e ad est con lotto P38. Lotto P 41 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina orizzontale, della lunghezza di 6 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con recinzione di confine, a sud con spazio comune, ad ovest con lotto P42 e ad est con lotto P40. Lotto P 42 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina orizzontale, della lunghezza di 6 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con recinzione di confine, a sud con spazio comune, ad ovest con lotto P43 e ad est con lotto P41. Lotto P 43 - prezzo base: E. 1.600,00: Posto macchina orizzontale, della lunghezza di 6 m e larghezza di 2,5 m, delimitato con paletti in acciaio zincato e catena. Tale area confina a nord con recinzione di confine, a sud e ad ovest con spazio comune e ad est con lotto P42. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA Procedura n. 49/05 Registro Esecuzioni Immobiliari L’avv. Alessandro Cortese, con studio legale in Via Francesco Colelli n. 42 di Lamezia Terme, professionista delegato nella procedura esecutiva promossa da promossa da BCC Gestione Crediti S.p.A, - visto il provvedimento di delega alla vendita emesso dal Giudice dell’Esecuzione del Tribunale di Lamezia Terme in data 03.05.2007 ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c.; - visti i provvedimenti, datati 19.02.2008, 27.10.2008, 22.10.2009, 11.05.2010 e 17.01.2011, con cui il Giudice dell’Esecuzione ha autorizzato la fissazione di nuove

www.aste.eugenius.it

vendite con riduzione di un quarto del prezzo base d’asta, ai sensi dell’art. 591, comma 2, c.p.c.; - visto l’esito negativo dei tentativi di vendita espletati; - visto il provvedimento datato 18.07.2011 con cui il Giudice dell’Esecuzione ha autorizzato la fissazione di nuove vendite con ulteriore riduzione di un quarto del prezzo base d’asta, ai sensi dell’art. 591, comma 2, c.p.c.; - ritenuto necessario fissare, ai sensi dell’art. 591 c.p.c., una nuova vendita dei beni pignorati; - visti gli artt. 569, 576 e 591 c.p.c. AVVISA che nella data e nel luogo sotto indicati si procederà alla vendita senza incanto del compendio immobiliare di seguito indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale del presente avviso di vendita: LOTTO UNICO: Immobile sito nel Comune di Carlopoli, in Frazione castagna, individuato catastalmente al Foglio 6, Particella 585, via XX Settembre n. 31, Piano T - 1S - 2S; Cat. C1, consistenza mq 327, Rendita E 2.381,23. Il fabbricato è costruito su tre piani: piano terra, primo livello seminterrato, secondo livello seminterrato, costruito in parziale difformità rispetto alla concessione edilizia. Il bene è suscettibile di regolarizzazione con l’ottenimento del permesso a costruire in sanatoria a condizione che l’aggiudicatario presenti la relativa domanda entro 120 giorni dall’atto di trasferimento, e con la corresponsione delle spese di sanatoria ammontanti a circa E 10.040,62. Il predetto importo delle spese per l’ottenimento del permesso a costruire in sanatoria è già detratto dal valore di stima dell’immobile e dal prezzo base d’asta come di seguito indicato. L’immobile risulta attualmente occupato dal debitore. Prezzo base: E 29.608,40 (euro ventinovemilaseicentootto/40). Data dell’esame delle offerte: 18.11.2011, ore 17. Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato sito in Via Francesco Colelli n. 42, piano 3°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.200321). AVVISA ALTRESÌ che nelle ipotesi in cui: -non siano proposte offerte d’acquisto entro il termine stabilito; -le offerte non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c.; -si verifichi una delle circostanze previste dall’art. 572,comma 3, c.p.c.; -la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione; si procederà alla vendita ai pubblici incanti del predetto compendio immobiliare, meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale del presente avviso di vendita, nella data e nel luogo di seguito indicati: LOTTO UNICO come sopra descritto. Prezzo base:: E 29.608,40 (euro ventinovemilaseicentootto/40) Rilancio minimo: E 1.500,00 (euro millecinquecento/00) Data dell’incanto 25.11.2011, ore 17. Luogo di esame delle offerte: Studio legale del professionista delegato sito in Via Francesco Colelli n. 42, piano 3°, di Lamezia Terme (Telefono 0968.200321). In tale udienza, a differenza della prima, per aggiudicarsi i beni sarà necessario effettuare almeno un rilancio del prezzo nella misura sopra indicata. I beni di cui sopra sono meglio descritti nella relazione di stima a firma a firma dell’Ing. Ugo Notaro del 30.07.2006 e del supplemento di perizia a firma dell’Ing. Giovanni Chirillo del 26.04.2007, che devono essere consultate dall’offerente, ed alle quali si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sui beni. La stessa è consultabile presso lo studio del professionista delegato dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19, previo avviso telefonico, e sui siti internet: www.asteimmobili.it; www.portaleaste.com,

www.aste.eugenius.it. Si avvisa che, in ogni caso, gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. QUANTO ALLA VENDITA SENZA INCANTO: - A norma dell’art. 571,ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art 579, ultimo comma, c.p.c.. - Il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.. - Le offerte di acquisto dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 13 del 17.11.2011. in busta chiusa e senza alcuna annotazione, presso lo studio del suindicato professionista delegato. Le stesse possono essere presentate dal lunedì al venerdì negli orari d’ufficio. Sulla busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte; - l’offerente dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente - a pena di inefficacia -: l’indicazione del numero di RGE della procedura, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta, il prezzo offerto - che non potrà essere inferiore al prezzo minimo indicato nell’avviso di vendita -, il tempo ed il modo di pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa. Detta dichiarazione deve contenere: 1) le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa); 2) l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - L’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme. - In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento. - Non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta.

- L’offerta dovrà essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società), nonché - a titolo di cauzione - da un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato - avvocato Alessandro Cortese - ovvero un assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane SpA" per un importo non inferiore al decimo del prezzo offerto, pena l’inefficacia. Detta somma sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto. - In alternativa alle modalità di cui sopra, la presentazione delle offerte di acquisto può avvenire anche mediante l’accredito, a mezzo di bonifico o deposito su conto postale o bancario intestato alla procedura esecutiva ed acceso o da accendersi, nel secondo caso, presso il "Monte dei Paschi di Siena S.p.A." - filiale di Lamezia Terme, di una somma pari ad un decimo del prezzo che si intende offrire e mediante la comunicazione, a mezzo telefax o posta elettronica, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi, di una dichiarazione contenente le indicazioni di cui allo stesso art. 571 c.p.c.. Detto accredito deve avere luogo non oltre cinque giorni prima della scadenza del termine entro il quale possono essere proposte le offerte d’acquisto. Quando l’offerta è presentata con le modalità alternative, il termine per il versamento del prezzo e di ogni altra somma è di novanta giorni. - La validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.; - L’offerta è irrevocabile salvo che: 1) il Giudice/Professionista Delegato ordini l’incanto ; 2) siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. - L’offerta non è efficace: 1) se non viene presentata con le modalità e le prescrizioni indicate; 2) se perviene oltre il termine stabilito; 3) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568, sopra indicato; 4) se l’offerente non presta cauzione con le modalità sopra indicate, in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto. - Le modalità di vendita senza incanto sono regolate dagli artt. 572 e seguenti c.p.c.. - Le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi. Nel caso di mancata comparizione dell’offerente o degli offerenti l’aggiudicazione sarà comunque disposta, fatta salva l’applicazione delle previsioni di cui all’art. 572, commi 2 e 3, c.p.c.. In caso di più offerte valide, si procederà a gara sull’offerta più alta secondo il sistema delle schede o buste segrete, fatta salva l’applicazione dell’art. 573, comma 2, c.p.c. - Il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 (sessanta) giorni dall’aggiudicazione, salvo il maggior termine di 90 (novanta) giorni in caso di offerta presentata con le modalità alternative sopra indicate, mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa agenzia di Lamezia Terme. - Nel medesimo termine, contestualmente al versamento del saldo del prezzo, l’aggiudicatario dovrà produrre aggiornati certificati catastali ed aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene aggiudicato e dovrà effettuare il versamento delle spese di trasferimento nella misura del 20% del prezzo di aggiudicazione, a mezzo assegno circolare intestato al professionista delegato. Solo all’esito della corretta, completa e tempestiva effettuazione di tali adempimenti sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; - In caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. - Le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la registrazione - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

29

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati. - L’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI. QUANTO ALL’EVENTUALE SUCCESSIVA VENDITA ALL’INCANTO. - A norma dell’art. 579 ognuno, tranne il debitore, è ammesso a offrire per l’acquisto dell’immobile pignorato personalmente o a mezzo di mandatario munito di procura legale o di procuratore legale anche a norma dell’art 579, comma 3, c.p.c.. - Il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.. - Le offerte di acquisto dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 13 del 24.11.2011. in busta chiusa e senza alcuna annotazione, presso lo studio del suindicato professionista delegato. Le stesse possono essere presentate dal lunedì al venerdì negli orari d’ufficio. Nessuna annotazione dovrà essere apposta sulla busta. Sulla predetta busta dovranno essere annotate, a cura del professionista ricevente o di suo delegato, il nome di chi materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice dell’esecuzione, quello del professionista delegato e la data fissata per l’esame delle offerte. - Ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, dovrà presentare presso lo studio del professionista delegato una istanza di partecipazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia: l’indicazione del numero di RGE della procedura, l’identificazione del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta, il prezzo offerto, il tempo ed il modo di pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa. Detta dichiarazione deve contenere: 1) le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa); 2) l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. - L’offerta, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da allegare in copia conforme; - In caso di dichiarazione presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; - Non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’offerta. - La dichiarazione, inoltre, deve essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, da valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società), nonché - a titolo d cauzione -da un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato avvocato Alessandro Cortese - ovvero da un assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane SpA" per un importo non inferiore al decimo del prezzo base d’asta come sopra determinato, pena l’inefficacia.

www.aste.eugenius.it

- Le modalità di vendita all’incanto sono regolate dagli artt. 581 e seguenti c.p.c.. - La validità e l’efficacia dell’offerta d’acquisto è regolata dall’art. 571, comma 2, c.p.c.. - Le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.. La mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario. Anche nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria. - Offerte in aumento di un quinto: A norma dell’art. 584 c.p.c., avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte d’acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 (un quinto) quello raggiunto nell’incanto. Pertanto, l’aggiudicazione diverrà definitiva decorsi dieci giorni senza offerte in aumento. Tali offerte potranno essere depositate presso lo studio del professionista delegato, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti, salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo, la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione. Ogni domanda di restituzione della cauzione dovrà essere indirizzata dagli offerenti al professionista delegato. - Il termine di versamento del saldo del prezzo, nonché di ulteriori oneri, diritti e spese conseguenti alla vendita è di 60 giorni dall’aggiudicazione definitiva mediante il deposito su un libretto di deposito postale o bancario nominativo, intestato alla procedura e vincolato all’ordine del Giudice, presso la MPS spa - agenzia di Lamezia Terme. Nel medesimo termine, contestualmente al versamento del saldo del prezzo, l’aggiudicatario dovrà produrre aggiornati certificati catastali ed aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene aggiudicato e dovrà effettuare il versamento delle spese di trasferimento nella misura del 20% del prezzo di aggiudicazione, a mezzo assegno circolare intestato al professionista delegato. Solo all’esito della corretta, completa e tempestiva effettuazione di tali adempimenti sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; - In caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate; - Le spese di trasferimento del bene sono a carico dell’aggiudicatario cui restano riservate le attività e i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati. - L’aggiudicatario potrà ottenere per l’acquisto dei beni posti all’asta mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente al cd. protocollo ABI, rivolgendosi direttamente alle agenzie o filiali delle banche il cui elenco risulta reperibile presso il professionista delegato e presso il sito ABI. Lamezia Terme, 12.09.2011 Il Professionista Delegato avv. Alessandro Cortese TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI In danno di proc. nr.25/04 R.G.E., SI RENDE NOTO che il giorno 09.11.2011 alle ore 9:3 0 e segg. nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale, avanti al G.E., si procederà alla vendita con incanto del seguente

bene immobile, alle seguenti condizioni: prezzo base lotto n.1: E 24.025,78 prezzo base lotto n.2: E 29.440,55 Elenco beni immobili lotto n.1: immobile per civile abitazione sito in Lamezia Terme, località Ginepri, con superficie commerciale di 67 mq, riportato al NCEU di Lamezia Terme al foglio 23, part.lla 184 sub 47, cat A/3, vani 3,5, posto nel corpo di fabbrica 1/A, piano rialzato scala D, interno 4D. Lotto n.2: immobile adibito a civile abitazione sito in Lamezia Terme loc. Ginepri, con sup commerciale di mq 82,10, posto nel corpo di fabbrica 1/A, piano rialzato della scale D, int. 5/D, distinto al NCEU foglio 23 part.lla 184 sub 48 cat A/3 classe 4 consistenza 2,5 vani. * è fissato, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del 08.11.2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra * le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori al 3% del prezzo base d’asta; * ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) * ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; * l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; * in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; * non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; * all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); * con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; * all’esterno della busta vanno annotati, a

cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita all’incanto; * le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; * a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; * tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; * in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; * è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; * gli immobili vengono posti in vendita1 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; * la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; * l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane s.p.a." (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

30

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.e.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, a norma dell’art. 587 c.p.c.; * soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione immobiliare, nella procedura esecutiva immobiliare n° 66/1998, con ordinanza emessa all’udienza del 6.7.2011, ha disposto, al prezzo base d’asta (ridotto di ¼) di euro 27.562,50 , la vendita coattiva del seguente bene: lotto unico "appartamento sito in Pianopoli, località Canne, composto da soggiorno-pranzo con angolo cottura, tre camere da letto, un bagno, disimpegno, due balconi e cantina/garage per una superficie lorda pari a circa 100 mq. L’immobile è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 3, p.lla 286, sub 5, cat. F/3, scala A, int. 1, piano 1-T1", FISSANDO, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, * per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13.00 del giorno 1 novembre 2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; * per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 2 novembre 2011, ore 9.30 e segg.; si evidenzia, quanto alla vendita senza incanto ed a norma del vigente testo dell’art. 571 cod. proc. civ., che: * ciascun offerente, tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indicazione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta; * l’offerta è irrevocabile, salvo che: 1. Il giudice ordini l’incanto; 2. Siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta; * l’offerta non è efficace: 1) se perviene oltre il termine stabilito; 2) se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’articolo 568 e più sopra ricordato; 3) se l’offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; * l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene (e del lotto) cui si riferisce l’offerta e ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; * detta dichiarazione deve, altresì, recare le generalità dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale); * in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che ab-

www.aste.eugenius.it

bia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; * all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione, come innanzi indicato; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti, ove comparsi; * in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; evidenziando, quanto all’eventuale, successiva vendita agli incanti, che: * essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di euro 27.562,50; * le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori ad euro 2.300,00; * ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore, è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.); * ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; * l’istanza, nel caso di presentazione da parte di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; * in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; * non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; * all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); * con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alle "Poste Italiane s.p.a.", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; * all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione, di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per la vendita all’incanto; * le buste saranno aperte all’udienza stabili-

ta per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; * a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; * tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; * in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; * è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; FISSANDO NEL CASO IN CUI LA VENDITA SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO, * per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, termine fino alle ore 13.00 del giorno 15 novembre 2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; * per il giorno 16 novembre 2011, ore 9.30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi. HA STABILITO, ALTRESI’, CHE LA VENDITA AVVENGA ALLE SEGUENTI CONDIZIONI, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO SENZA INCANTO, SIA QUALORA VI SI FACCIA LUOGO CON INCANTO: * l’immobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, così come identificato, descritto e valutato dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; * la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere -ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e

dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; * l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di 60 giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane S.p.a.", in mancanza, si provvederà a norma dell’art. 587 c.p.c..; * soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla Cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. MAGGIORI INFORMAZIONI PRESSSO LA CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME R.E. n. 101/2007 e 103/2007 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE letti gli atti del procedimento, preso atto dell’istanza di vendita formulata dai creditori procedenti; rilevato che custodi dei beni ancora sottoposti al pignoramento sono gli esecutati; considerato che la natura e la destinazione di tali beni, unitamente alla carenza di elementi probatori da cui poter evincere il concreto pericolo del relativo deterioramento nelle more della definizione della procedura di vendita, inducono a ritenere che la sostituzione degli esecutati con un terzo quale custode giudiziario non abbia, allo stato, una specifica utilità, ex art. 559, comma 4, c.p.c., come novellato dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, fermo restando l’obbligo degli stessi di rendere il conto di gestione, ex artt. 560 e 593 c.p.c.; ritenuto di poter condividere e prendere a fondamento del prosieguo della procedura le conclusioni della relazione dell’esperto, in ordine sia all’individuazione del compendio immobiliare del debitore che alla stima del relativo valore di mercato; ravvisate, pertanto, le condizioni per procedere, ai sensi degli artt. 569, 571 e 576 c.p.c., come novellati dalle leggi 80/2005, 263/2005 e 51/2006, al prezzo base di euro 76.625,00 per il lotto n. 1 (lotto 1 perizia A) e di euro 82.968,75 per il lotto n. 2 (lotto 2 perizia A) alla vendita coattiva dei seguenti beni: lotto uno "unità immobiliare adibita a civile abitazione sita in Gizzeria, al viale Stazione, n. 2, composta da ingresso, soggiorno pranzo, cucina, corridoio, tre camere e due bagni, per una superficie commerciale di mq. 141. Il cespite è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 37, p.lla 398, sub 3, cat. A/3, classe 2, piano terra, 7 vani"; lotto due "unità immobiliare adibita a civile abitazione sita in Gizzeria, al viale Stazione, n. 2, composta da ingresso, soggiorno pranzo, cucina, corridoio, tre camere e due bagni, per una superficie commerciale di mq. 147. Il cespite è riportato nel NCEU di detto comune al foglio 37, p.lla 398, sub 5, cat. A/3, classe 2, primo piano, 5,5 vani"; FISSA, IN RELAZIONE ALLA VENDITA SENZA INCANTO, per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari delle offerte di acquisto, ex art. 571 c.p.c., dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, termine fino alle ore 13,00 del giorno 25/ottobre/2011, con le modalità e per il prezzo base di cui sopra; per l’esame delle offerte di acquisto, ai sensi dell’art. 572 c.p.c., ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 26/ottobre/2011, ore 9,30 e segg.; FISSA, NEL CASO IN CUI LA VENDITA - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

31

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi SENZA INCANTO NON ABBIA LUOGO per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari dell’istanza di partecipazione agli incanti, termine fino alle ore 13.00 del giorno 08/novembre/2011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; per il giorno 09/novembre/2011 9,30 e segg., la vendita ai pubblici incanti dell’immobile sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti, cui si fa espresso riferimento, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi; TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI Della Proc. n. 11/90 R.E. SI RENDE NOTO che il giorno 02 novembre 2011 ore 9,30 nella sala delle pubbliche udienze di questo Tribunale avanti al Giudice delle esecuzioni si procederà alla vendita senza incanto, e giorno 16 novembre 2011 ad eventuale vendita con incanto, dei seguenti beni immobili: lotto uno "piena proprietà di un appartamento composto da cucina-soggiorno, servizio igienico e camera con annesso magazzino di complessivi mq 156,47 v.p.p. ed altezza netta di mt 3,80, posto al piano terra di un fabbricato a due livelli distinto al N.C.E.U. del Comune di Francavilla Angitola in contrada Eccellente al foglio 3 particella 111 sub 4, con annessi beni di pertinenza: vano scala censito al foglio 3 part.lla 111 sub 2 (bene comune non censibile), lastrico solare (bene comune non censibile). Al suddetto appartamento è annessa una quota pari ad ¼ dei terreni censiti al N.C.T. del Comune di Francavilla Angitola al foglio 3 part.lle 79, 103,105, 106 di pertinenza del fabbricato adibito a corte, parcheggio e area verde attualmente invisibili. Il lotto è difforme rispetto alla regolarità edilizia ed urbanistica, l’aggiudicatario della vendita potrà sanarlo entro i 120 giorni successivi alla notifica emessa dall’autorità giudiziaria. Le spese di sanatoria, escluse le competenze tecniche, ammontano da euro 13.860,78"; lotto due "piena proprietà di un appartamento per civile abitazione di mq 131,35 v.p.p. ed altezza netta di mt 2,80, composto da corridoio, n.3 stanze da letto, cucina, soggiorno, due servizi igienici con n.3 balconi a terrazza rispettivamente di mq 12,90, mq 14,70 e mq 4,26 posto al primo piano di un fabbricato a due livelli distinto al N.C.E.U. del Comune di Francavilla Angitola in contrada Eccellente al foglio 3 particella 111 sub 6, con annessi beni di pertinenza: vano scala censito al foglio 3 part.lla 111 sub 2 (bene comune non censibile), lastrico solare (bene comune non censibile). Al suddetto appartamento è annessa la quota pari ad ¼ dei terreni censiti al N.C.T. del Comune di Francavilla Angitola al foglio 3 part.lle 79, 103, 105,106 di pertinenza del fabbricato adibito a corte, parcheggio e area verde attualmente indivisibili. Il lotto è difforme rispetto alla regolarità edilizia ed urbanistica, l’aggiudicatario della vendita potrà sanarlo entro 120 giorni successivi alla notifica emessa dall’autorità giudiziaria. Le spese di sanatoria, escluse le competenze tecniche, ammontano da euro 908,05"; lotto tre "piena proprietà di un garage - deposito di complessivi mq 109,71 v.p.p. ed altezza netta di mt 3,80, ancora in corso di costruzione posto al piano terra di un fabbricato a due livelli, distinto al N.C.E.U. del Comune di Francavilla Angitola in contrada Eccellente al foglio 3 part.lla 111 sub 3, con annessi beni di pertinenza: vano scala censito al foglio 3 part.lla 111 sub 1 (bene comune non censibile), lastrico solare (bene comune non censibile). Al suddetto appartamento è annessa la quota pari ad ¼ dei terreni censiti al N.C.T. del Comune di Francavilla Angitola al foglio 3 part.lle 79, 103, 105, 106 di pertinenza del fabbricato adibito a corte, parcheggio ed area verde attualmente indivisibili. Il lotto è difforme rispetto alla regolarità edilizia ed urbanistica, l’aggiudicatario della vendita potrà sanarlo entro i 120 giorni successivi alla notifica emessa dall’autorità giudiziaria. Le spese di sanatoria, escluse le competenze tecniche, ammontano da euro

www.aste.eugenius.it

7.383,78"; lotto quattro "piena proprietà di un appartamento ancora in corso di costruzione di mq 134,83 v.p.p. ed altezza netta di mt 2,80, formato a cinque stanze, due vani accessori e con n.3 balconi a terrazza rispettivamente di mq 13,04, mq 14,80 e mq 4,26, posto al primo piano di un fabbricato a due livelli distinto al N.C.E.U. del Comune di Francavilla Angitola in contrada Eccellente al foglio 3 particella 111 sub 5, con annessi beni di pertinenza: vano scala censito al foglio 3 part.lla 111 sub 1 (bene comune non censibile), lastrico solare (bene comune non censibile). Al suddetto appartamento è annessa la quota pari ad ¼ dei terreni censiti al N.C.T. del Comune di Francavilla Angitola al foglio 3 part.lle 79,103, 105, 106 di pertinenza del fabbricato adibito a corte, parcheggio e area verde attualmente indivisibili. Il lotto è difforme rispetto alla regolarità urbanistica, l’aggiudicatario della vendita potrà sanarlo entro i 120 giorni successivi alla notifica emessa dall’autorità giudiziaria. Le spese di sanatoria, escluse le competenze tecniche, ammontano da euro 924,56"; La vendita avrà luogo alle seguenti condizioni Prezzo base d’asta: E 31.723,80 per il lotto n.1, E 52.096,00 per il lotto n.2, E 23.104,00 per il lotto n.3, E 39.344,00 per il lotto n.4; TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI AVVISO DI VENDITA DI BENI IMMOBILI PIGNORATI EX ART 569 COMMA 3 CPC SI RENDE NOTO Che il Giudice dell’Esecuzione, nella procedura esecutiva immobiliare n°16/2007, con ordinanza emessa all’udienza del 06.07.2011, ha disposto la vendita con incanto di un unico lotto nello stato di fatto e di diritto in cui si trova per il 09.11.2011; Lotto Unico: " terreno esteso 3.350 mq, sito nel Comune di Decollatura, località Cutura, ricadente nel foglio di mappa 57, p.lla n.153. Su porzione del terreno insiste un fabbricato (ancora non accatastato) adibito ad essiccatoio per legname, così suddiviso: mq 78,02 locale cella di essiccazione in muratura termoisolante con porte in materiale isolante e chiusura di sicurezza; mq 23,18 locale caldaia, quadro elettrico di comando; il tutto in ottimo stato di conservazione, con tutte le attrezzature di corredo perfettamente funzionanti. Ancora, è presente una tettoia in ferro con copertura in lamiera grecata, estesa mq 101,52, anch’essa in ottimo stato di conservazione. Il terreno coltivabile, di circa 2.600 mq pianeggiante e di buona qualità agronomica, è di facile accesso ed è possibile eseguire meccanicamente le operazioni colturali". Prezzo base E 36.703,13. TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME SI RENDE NOTO Che il GE nella procedura esecutiva immobiliare n.110/95 ha disposto la vendita del seguente immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova: lotto unico: quota pari a 2/3 della nuda proprietà di un immobile ad uso deposito sito nel comune di Lamezia Terme, loc. Scinà, riportato nel NCEU al fg. 34, p.lla 547, sub 7, cat. C/1, cl. I, consistenza mq 860. Prezzo base E 113.611,76 Fissa in relazione alla vendita con incanto: per la presentazione presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari delle offerte di acquisto dell’ immobile sopra descritto, termine fino alle ore 13,00 del giorno 25.10.2011, con le modalità del prezzo base di cui sopra; - per l’esame delle offerte di acquisto, ovvero per la gara sulle medesime, se presentate in misura superiore ad una, l’udienza del giorno 26.10.2011 ore 9,30 e segg. Ciascun offerente, tranne il debitore è ammesso a formulare offerte per l’acquisto personalmente o a mezzo di procuratore legale anche a norma dell’art. 579, ultimo comma, presentando presso la Cancelleria delle Esecuzioni immobiliari, dichiarazione, in regola con il bollo, contenente l’indica-

zione del prezzo, del tempo, del modo del pagamento e di ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta;l’offerta è irrevocabile, salvo che: il giudice ordini l’incanto; siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione e la stessa non sia stata accolta. L’offerta non è efficace: 1)se perviene oltre il termine stabilito; 2)se è inferiore al prezzo determinato a norma dell’art.568 cpc; se l’offerente non presta cauzione a mezzo di assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiane Spa", in misura non inferiore al decimo del prezzo da lui proposto; l’offerta deve consistere in una dichiarazione, in regola con il bollo, contenente, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.g.e. della procedura, del prezzo offerto, del bene e del lotto cui si riferisce l’offerta ed ogni altro elemento utile alla valutazione di questa; detta dichiarazione deve altresì recare le generalità dell’offerente (nome,cognome,luogo e data di nascita,codice fiscale,residenza,stato civile e,se coniugato,regime patrimoniale tra i coniugi) ed essere corredata da copia di valido documento di identità dell’offerente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri e la legittimazione dello stesso (es. procura speciale o certificato camerale); in caso di dichiarazione presentata da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; all’offerta, da depositarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere allegato l’assegno circolare per la cauzione; all’esterno della busta vanno annotati, a cura del cancelliere ricevente, il nome, previa identificazione di chi materialmente provvede al deposito, il nome del giudice dell’esecuzione e la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte; le buste saranno aperte all’udienza fissata per l’esame delle offerte, alla presenza degli offerenti ove comparsi; le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la cancellazione delle formalità; evidenziato, quanto alla vendita agli incanti che: essa deve aver luogo al prezzo sopra indicato di E 113.611,76; le offerte in aumento, a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a E 30.000,00 Stabilisce, altresì, che la vendita avviene alle seguenti condizioni - gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; - la vendita è a corpo e non a misura, eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; - la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per i vizi o mancanza di qualità, nè potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o di difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti da eventuali necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato a "Poste Italiani spa", in mancanza,si provvederà a norma dell’art. 587 cpc; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonchè del pagamento delle spese di trasferimento da parte dell’aggiudicatario, per come liquidate dalla cancelleria, sarà emesso il decreto di trasferimento ai sensi dell’art. 586 c.p.c. Lamezia Terme, 11 ottobre 2008 Il GE Dott.Alessandro Brancaccio

TRIBUNALE DI LAMEZIA TERME UFFICIO FALLIMENTARE AVVISO DI VENDITA ALL’INCANTO DI BENI IMMOBILI PROCEDURA FALLIMENTARE N. 8/2008 Il Giudice delegato al fallimento n. 8/2008, con ordinanza del 12/07/2011 ha disposto la vendita all’incanto al prezzo base di euro 33.000,00 per il lotto 1, di euro 22.500,00 per il lotto 2 e di euro 6.750,00 per il lotto 3, dei seguenti beni immobili: Lotto uno: " unità immobiliare sita in Curinga, alla via Nazionale, n. 281, piano primo, costiuita da ingresso, cucina, salone-pranzo, disimpegno, tre camere da letto, un solo bagno, tre balconi, dotata di corte comune, riportata nel relativo NCEU al foglio 21, p.lla 407, sub 2, cat. A/3, classe 2, vani 6,5"; Lotto due: " unità immobiliare sita in Curinga, alla via P. Mancini, traversa di via Nazionale, piano strada, adibita a magazzino- deposito, dotata di corte esclusiva, riportata nel relativo NCEU al foglio 21, p.lla 426, sub 2, cat. C/2, classe 1, mq. 90"; Lotto tre : " appezzamento di terreno sito in Curinga, località Croce- Cappello, riportato nel relativo NCT al foglio 56, p.lla 493" HA STABILITO CHE LA VENDITA ALL’INCANTO HA LUOGO al prezzo base di euro 33.000,00 per il lotto n. 1, di euro 22.500,00 per il lotto n. 2, di euro 6.750,00 per il lotto n. 3,; le offerte in aumento , a pena di inammissibilità, non devono essere inferiori a euro _2.200,00 per il lotto n. 1 ad euro _1.500,00 per il lotto n. 2, ad euro 450,00 per il lotto n. 3; HA FISSATO per la presentazione presso la Cancelleria fallimentare delle istanze di partecipazione alla vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato e meglio descritto nella relazione dell’esperto in atti , alla quale si fa espresso richiamo, quale parte integrante e sostanziale della presente ordinanza, il termine fino alle ore 13,00 del giorno 07/11/20011, con le modalità e per il prezzo minimo di cui sopra; PER IL GIORNO 08/11/2011 ore 12,00 e segg., la vendita ai pubblici incanti del compendio immobiliare sopra indicato, con le modalità e per il prezzo base di cui innanzi ognuno, ai sensi dell’art. 579, comma 1, c.p.c., tranne il debitore (fallito), è ammesso a formulare offerte all’incanto personalmente, a mezzo di mandatario munito di procura speciale o di procuratore legale, anche a norma dell’art. 579, comma 3, c.p.c. (il procuratore legale dovrà, in ogni caso, essere munito di mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata, non essendo sufficiente l’ordinario mandato alle liti; nell’ipotesi di cui al citato art. 579, comma 3, il mandato speciale risultante da atto pubblico o scrittura privata autenticata dovrà essere depositato contestualmente alla dichiarazione del nominativo della persona, da effettuarsi nel termine di cui all’art. 583, comma 1, c.p.c.) ogni concorrente, per essere ammesso all’incanto, deve presentare istanza di partecipazione, in regola con il bollo, recante, a pena di inefficacia, l’indicazione del numero di r.f. della procedura, il bene o il lotto cui l’istanza stessa è riferita, il prezzo proposto, le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, residenza/domicilio, stato civile e, se coniugato, regime patrimoniale fra i coniugi; in caso di comunione legale dei beni, occorrerà indicare anche le generalità del coniuge non offerente, al fine di poter trasferire ad entrambi, pro quota, il bene, in caso di aggiudicazione; nell’ipotesi di acquisto a titolo personale da parte di un coniuge in regime di comunione dei beni, occorre produrre, oltre alla dichiarazione di quest’ultimo, ex art. 179, comma 1, lett. f, cod. civ., quella del coniuge non acquirente di cui al secondo comma della medesima disposizione normativa), l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; l’istanza, nel caso di presentazione da parte - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

32

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi di un minorenne, dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del giudice tutelare, da depositare in copia conforme; in caso di istanza presentata congiuntamente da più soggetti, deve essere indicato colui che abbia l’esclusiva facoltà di formulare eventuali offerte in aumento; non sarà possibile trasferire l’immobile a soggetto diverso da quello che sottoscrive l’istanza; all’istanza di partecipazione deve essere allegata copia di valido documento di identità del concorrente e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione dello stesso (ad es. procura speciale o certificato camerale in caso di società); con l’istanza di partecipazione, da presentarsi in busta chiusa, senza segni di riconoscimento, deve essere depositato assegno circolare non trasferibile, intestato alla curatela del fallimento "R.F. _8/2008", tramite cui effettuare il versamento della cauzione (ed in conto prezzo di aggiudicazione), in ragione di un decimo del prezzo base d’asta; le buste saranno aperte all’udienza stabilita per l’incanto alla presenza degli istanti, la cui comparizione è necessaria ai fini dell’aggiudicazione, che sarà disposta secondo le prescrizioni dell’art. 581 c.p.c.; la mancata partecipazione all’incanto, personalmente o a mezzo di procuratore speciale, senza documentato e giustificato motivo, comporterà l’incameramento di 1/10 della cauzione, che, di contro, sarà immediatamente restituita dopo la chiusura dell’incanto, ove l’offerente, regolarmente presente, non divenga aggiudicatario; nel caso di una sola istanza di partecipazione, occorrerà comunque apportare un rialzo minimo, ex art. 581, comma 2, per conseguire l’aggiudicazione provvisoria; a norma dell’art. 584 c.p.c., infatti, avvenuto l’incanto, possono essere presentate offerte di acquisto entro il termine perentorio di dieci giorni dalla gara, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di 1/5 quello raggiunto nell’incanto; l’aggiudicazione, pertanto, diverrà definitiva ove, decorsi dieci giorni, non siano state presentate offerte in aumento; tali offerte potranno essere depositate presso la Cancelleria, nelle forme di cui all’art. 571 c.p.c., prestando cauzione per una somma pari al doppio della cauzione versata per la partecipazione all’incanto. In caso di presentazione di tali offerte, verrà indetta una gara secondo le previsioni di cui all’art. 584 c.p.c.. Se nessuno degli offerenti in aumento partecipa alla gara indetta a norma dell’art. 584, comma 3, c.p.c., l’aggiudicazione diventa definitiva e verrà pronunciata a carico degli offerenti (salvo che ricorra un documentato e giustificato motivo) la perdita della cauzione, il cui importo è trattenuto come rinveniente a tutti gli effetti dall’esecuzione; in ogni caso, le spese del trasferimento cedono a carico dell’aggiudicatario, cui restano riservate le attività ed i costi per la registrazione e trascrizione del decreto nonché per la cancellazione delle formalità pregiudizievoli gravanti sugli immobili acquistati; è possibile, per i partecipanti alle aste, ottenere mutui a tassi e condizioni economiche prestabiliti da ogni singola banca aderente protocollo "ABI" per la concessione di mutui agli aggiudicatari; l’elenco delle banche aderenti all’iniziativa per il Tribunale di Lamezia Terme è reperibile presso la Cancelleria; gli immobili vengono posti in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, così come identificati, descritti e valutati dall’esperto nella relazione, con ogni eventuale servitù attiva e passiva inerente e quote condominiali relative; la vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero

www.aste.eugenius.it

derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal fallito per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; l’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detratta dal prezzo di aggiudicazione la cauzione di cui sopra) entro un termine massimo di sessanta giorni dalla data di aggiudicazione mediante assegno circolare non trasferibile intestato alla curatela del fallimento "R.F. 8/2010" (qualora il procedimento si fondi su credito fondiario e l’aggiudicatario non intenda avvalersi della facoltà di subentrare nel contratto, all’assegno circolare sarà sostituito, ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 1 settembre 1993, n. 385, il pagamento diretto alla banca creditrice, nei limiti del credito azionato per capitale, interessi e spese con collocazione privilegiata, entro lo stesso termine e detratto un accantonamento per spese nella misura che sarà indicata dal g.d.); in mancanza, si provvederà a dichiarare la decadenza dall’aggiudicazione, ex art. 587 c.p.c.; soltanto all’esito degli adempimenti precedenti, della produzione di aggiornati certificati catastali e di aggiornati certificati relativi alle iscrizioni e trascrizioni effettuate sul bene nonché del pagamento delle spese di trasferimento, da effettuarsi contestualmente a quello della differenza del prezzo di aggiudicazione, nella misura del 20% di quest’ultimo, sarà emesso il decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; AVVERTE Fin d’ora gli interessati che, ove all’udienza fissata per la celebrazione dell’incanto, questo non abbia luogo per qualunque motivo, si riserva di applicare immediatamente l’art. 591 c.p.c., senza alcun rinvio intermedio o ulteriore, provvedendo in quello stesso contesto sull’eventuale fissazione di una nuova vendita. Lamezia Terme, lì 10/08/2011 IL CANCELLIERE C1 ( dott.ssa Leonilda Bonaddio)

• TRIBUNALE DI •

LOCRI

TRIBUNALE LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO ai sensi del combinato disposto degli art.490 e 570 c.p.c., che, Il Giudice dell’Esecuzione, DR. DAVIDE LAURO, letti gli atti della Procedura Esecutiva n°2/1990 promossa da CARICAL SPA HA DISPOSTO Di procedersi alla vendita dei seguenti beni immobili: LOTTO UNICO Diritti vantati in ragione di ½, sul terreno sito nel Comune di Locri località Moschetta, catastalmente riportato alla partita 604012, foglio di mappa 32, particella 306, di are 00.13.90, vigneto, classe 1^, r.d. £.35.445, r.a. £. 15.985 e particella 307, di are 00.63.20 vigneto, classe 3^, r.d. £. 94.800, r.a. £. 53.720, in ditta ... proprietario per ½ e ... proprietario per ½. Prezzo Base del lotto E 20.658,28 Deposito per cauzione E 2.065,83 la vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli art.572 e 573 c.p.c., avverrà all’udienza del 17.11.2011 CON IL PREZZO DA RIDURRE DI 1/5 + 1/5 + 1/5 alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la

vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo ( per la compilazione vedi allegato) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno ... non sarà consentito annotare nessun altro elemento, e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è presentata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art.573 c.p.c., non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg.60 dall’aggiudicazione, depositare: -il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dall’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art.587 co II c.p.c (richiamato dall’art.574, III co. c.p.c.); Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 c.p.c., il pubblico incanto avverrà all’udienza del 19.01.2012, con il prezzo da ridurre di 1/5+ 1/5 + 1/5 riportato nell’ordinanza di vendita, alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino all’inizio effettivo dell’udienza di vendita, unitamente ad istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a: 3% DEL PREZZO BASE; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art.580 c.p.c.; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art.587 c.p.c. in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima; www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. A. GROLLINO (Tel.: 0964 - 84322) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. Estratto conforme per uso pubblicità. Esatte:14,62 per bollo - E 10,62 per diritti Locri, 13.09.2011 F.to Il Cancelliere C1 Antico Albertina TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’esecuzione, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 68/1986 promossa da CARICAL SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita e successive alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO n. 1: "Piena proprietà di un attico posto al piano 4° di un fabbricato in Bovalino, via F.S. Alessio, censito nel NCEU al foglio 9, p.lla 279 sub 13, vani 7,5, mq. 215 circa;" PREZZO BASE: Euro 182.000,00 CAUZIONE: 10% DEL PREZZO LOTTO n. 2: "Piena proprietà di un lastrico solare posto al piano 5° di un fabbricato in Bo-

valino, via F.S. Alessio, censito nel NCEU al foglio 9, p.lla 279 sub 15, vani 7,5, mq. 209 circa;" PREZZO BASE: Euro 43.900,00 CAUZIONE: 10% DEL PREZZO PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per le condizioni complete, tranne quanto sotto riportato, vedere l’ordinanza di vendita del 27.07.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 25.11.2011 alle seguenti condizioni, DA RIDURRE DI 1/4: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto;; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per le condizioni complete, tranne quanto sotto riportato, vedere l’ordinanza di vendita del 27.07.2008 (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 27.01.2012, con il prezzo riportato nell’ordinanza di vendita alle seguenti condizioni, DA RIDURRE DI 1/4: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: D.ssa Maria L. VIGNA (Tel. 0964.380653) Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 01 AGOSTO 2011 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI - Sezione Civile Esecuzioni R.E. Imm.: 68/1986 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, - segue a pag.34

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ V.le Regina Elena n. 299 00161 – ROMA ESTATTO AVVISO DI ESITO DI GARA D’APPALTO Si rende noto – ai sensi dell’art. 65 del D.Lgs. n. 163/2006 – che la procedura aperta “Accordo quadro da stiplarsi con tre operatori economici per la fornitura di animali da laboratorio per l’Istituto Superiore di Sanità” (CIG: 306114371C9, non è stata aggiudicata in quanto andata deserta. L’Avviso relativo a informazioni complemetarim informazioni su procedure incomplete o rettifiche è stato inviato per la necessaria pubblicazione alla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea in data 05/10/2011 ed è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana in data 10/10/2011 e sui siti informatici di cui all’art. 66, comma 7, del D.Lgs. n. 163/2006. Si dichiara, inoltre, che copia dell’Avviso è affissa all’Albo dell’Istituto Superiore di Sanità, ed è accessibile in Internet all’indirizzo: http://www.iss.it, settore “Lavorare all’ISS”, sezione “Bandi di gara”. IL DIRETTORE DELL’UFFICIO III-R.E. (Dott. Alessandro VALENTE)

ENTE ACQUE DELLA SARDEGNA

ENTE ACQUE DELLA SARDEGNA

Via Mameli 88 - tel. 070/60211 - Fax 070/670758

Via Mameli 88 - tel. 070/60211 - Fax 070/670758

ESTRATTO AVVISO DI ESITO GARA

ESTRATTO AVVISO DI ESITO GARA

Questo Ente ha aggiudicato l'appalto del servizio di erogazione di un mutuo quindicennale di Euro 54.279,42 per il finanziamento di un intervento inserito nel I programma delle infrastrutture strategiche di cui alla L. n. 443/01 - CUP I29J04000010001 - CIG 18945865D2, mediante la procedura aperta con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso determinato sulla base degli spread offerti relativi ai tassi di interesse (variabile e fisso) valutati nel loro complesso, alla Cassa Depositi e Prestiti Spa, Via Goito n. 4 - Roma. Importo di aggiudicazione: prezzo complessivo del 1,088%, calcolato con la modalità di cui al punto 5.1 del disciplinare di gara, sulla base degli spread offerti del 0,990% sul tasso variabile e del 1,130% sul tasso fisso. Il Direttore del Servizio Appalti e Contratti Dott.ssa Silvia Gaspa

Questo Ente ha aggiudicato l'appalto di progettazione ed esecuzione dei lavori denominati "Irrigazione del comprensorio irriguo di Nurri - Orroli, I lotto, I comparto" CIG 118273689D - CUP F17H01000010005, mediante la procedura aperta con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso determinato dal ribasso percentuale sull'importo complessivo dei lavori, al netto degli oneri della sicurezza, alla LIS Srl, Via Lucat, n. 3 - Aosta.

Importo di aggiudicazione (Iva esclusa): ribasso offerto 1,720%. Totale importo di aggiudicazione Euro 2.987.938,81, di cui Euro 2.737.938,81 per lavori ed oneri di progettazione secutiva + Euro 250.000,00 per oneri di sicurezza. Il Direttore del Servizio Appalti e Contratti Dott.ssa Silvia Gaspa

ENTE ACQUE DELLA SARDEGNA

ENTE ACQUE DELLA SARDEGNA

Via Mameli 88 - tel. 070/60211 - Fax 070/670758

Via Mameli 88 - tel. 070/60211 - Fax 070/670758

ESTRATTO AVVISO DI ESITO GARA

ESTRATTO AVVISO DI ESITO GARA

Questo Ente ha aggiuidicato l'appalto di progettazione ed esecuzione dei lavori denominati "SAR AC 11 - Potenziamento della portata di convogliamento della linea di adduzione del serbatoio di Simbirizzi". CIG 23264127EB - CUP 125F050000300001, mediante la procedura aperta con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso determinato dal ribasso percentuale sull'importo complessivo dei lavori, al netto degli oneri della sicurezza, ad Altea Francesco, Via Udine n. 2 - Dolianova (CA). Importo di aggiudicazione (Iva esclusa): ribasso offerto 21,300%. Totale importo di aggiudicazione Euro 2.999.797,28, di cui Euro 2.954.797,28 per lavori + Euro 45.000,00 per oneri di sicurezza.

Questo Ente ha aggiudicato l'appalto di progettazione ed esecuzione dei lavori denominati "Lavori di mantenimento in servizio delle centrali idroelettriche di Uvini e Santu Miali". CIG 055937178B - CUP I72C10000060006, mediante la procedura aperta con il criterio di aggiudicazione del prezzo più basso determinato dal ribasso percentuale sull'importo complessivo dei lavori, al netto degli oneri della sicurezza, alla LIS Srl, Via Lucat n. 2 - Aosta. Importo di aggiudicazione (Iva esclusa): ribasso offerto 21,120%. Totale importo di aggiudicazione Euro 17.345.161,86, di cui Euro 16.594.659,01 per lavori ed oneri di progettazione secutiva + Euro 750.502,85 per oneri di sicurezza.

Il Direttore del Servizio Appalti e Contratti Dott.ssa Silvia Gaspa

Il Direttore del Servizio Appalti e Contratti Dott.ssa Silvia Gaspa

Repubblica Italiana Regione Siciliana Ufficio del Commissario Delegato Ex O.P.C.M. 8 luglio 2010, n. 3887 SOGGETTO ATTUATORE Presso il Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti

Avviso per la selezione di una proposta finanziaria finalizzata a monetizzae i crediti legittimamente vantati dalle società d’ambito territoriale (ATO) della Sicilia. Proroga termini. Il termine di presentazione delle proposte finanziarie, di cui all’avviso pubblico in epigrafe, è prorogato alle ore 12.00 del 20 ottobre 2011. L’Avviso è visionabile e scaricabile dal sito internet della Regione Siciliana al seguente link: http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/ PIR_PORTALE/PIR_LaNuovaStrutturaRegionale/PIR_AssessoratoEconomia/PIR_DipBilancioTesoro. Norme e Documenti Bandi di gara Il Dirigente del Servizio (Dott. Gaetano Chiaro)


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

34

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 96/92 promossa da INTESA GESTIONE CREDITI ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO n. 1: Unità immobiliare per civile abitazione ubicata al piano terra di un edificio sito nel Comune di Locri, via Camicia Rossa n. 18, riportato nel NCEU alla partita 1000125, foglio di mappa 27, particella 181, sub 1, cat. A/4, classe 1^, vani 1,5, r. £. 73.500, in ditta .............. Prezzo base del lotto: Euro 3.976,72 Deposito per cauzione: " 397,67 Deposito per spese: " 596,51 LOTTO n. 2: Unità immobiliare per civile abitazione ubicata nel sottoscala del piano terra di un edificio sito nel Comune di Locri, via Camicia Rossa n. 18, riportato nel NCEU alla partita 1000125, foglio di mappa 27, particella 181, sub 2, cat. A/4, classe 2^, vani 2,5, r. £. 142.500, in ditta .............. Prezzo base del lotto: Euro 9.089,64 Deposito per cauzione: " 908,96 Deposito per spese: " 1.363,45 L’incanto avverrà, con il prezzo sopraindicato DA RIDURRE DI 1/5, all’udienza del 25.11.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ogni offerente dovra depositare in Cancelleria entro le ore 12,00 del giorno antecedente l’incanto,, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base (10% per cauzione e 15% per prevedibile importo delle spese di procedura e trasferimento della proprietà) mediante consegna in Cancelleria di n. 2 assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3%. L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 25.11.2011. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 27 luglio 2011 IL CANCELLIERE TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO che il Giudice dell’Esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 29/02 promossa da MICELI SALVATORE ORDINA LA VENDITA CON INCANTO DEI SEGUENTI BENI IMMOBILI: LOTTO UNICO: Unità immobiliare per civile abitazione posta al secondo piano, oltre ad uno spazio non rifinito destinato a centrale termica, ad un locale autorimessa con adiacente ripostiglio e all’androne di ingresso al vano scala con adiacente ripostiglio posti al piano terra nonché terrazza posta al terzo piano di un fabbricato a quattro piani fuori terra sito nel comune di Locri alla via Mameli 4-6-8 riportato nel N:C:E:U: alla partita 1003235 foglio di mappa 27 particella 179 sub 14 cat. C/6 classe 3^ mq. 45 sub 16 cat. A/2 classe 3^ vani 14, in ditta........ Prezzo base del lotto Euro 260.000,00 Deposito per cauzione Euro 26.000,00 Deposito per spese Euro 39.000,00 L’incanto avverrà, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5+1/5+1/5+1/10, all’udienza del 25.11.2011, ore 9,00, davanti a sé nella presente sede. STABILISCE PER LA VENDITA LE SEGUENTI CONDIZIONI: Ciascun offerente dovrà depositare in Cancelleria, entro ore 12,00 del giorno antecedente l’incanto, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto, una somma pari al 25% del prezzo base d’asta sopraindica-

www.aste.eugenius.it

to da imputarsi per il 10% a titolo di cauzione e per il 15% a titolo di spese presuntive di vendita, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari non trasferibili intestati all’offerente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 10.000,00 . L’aggiudicatario dovrà depositare entro il termine di 60 giorni dall’incanto il prezzo di aggiudicazione detratta la cauzione versata con le stesse modalità di cui sopra. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv.to Tullio Catalani (Tel. 0964.629566). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il Custode Giudiziario. Rinvia per il prosieguo all’udienza del 25.11-2011 ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Addì, 07 settembre 2011 IL CANCELLIERE TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’esecuzione, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 35-05 promossa da MPS GESTIONE CREDITI BANCA SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 28. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: "Terreni in Locri, c.da Gnura Momma, in catasto: 1) al foglio 24, particella 615, qualità Agrumeto, Classe 2, Sup. 225 mq.; 2) al foglio 31, particella 497, qualità Agrumeto, Classe 2, Sup. 875 mq. " - PREZZO BASE Euro 38.500,00 CAUZIONE: 10% del PREZZO. LOTTO 2: "Appartamento al piano 3° (4° fuori terra), di un edificio a quattro piani f.t., sito in Locri, contrada Gnura Momma o Riposo, n. 42, in catasto Comune di Locri - Partita 2616 - Foglio 31 - Particella 181 - sub 7 Categoria: in corso di costruzione" - PREZZO BASE Euro 88.000,00 CAUZIONE: 10% del PREZZO. LOTTO 3: "Terreno in Ardore in catasto al foglio 19 particella 133 di are 6,70, ubicato in località Laganà" - PREZZO BASE Euro 1.005,00 CAUZIONE: 10% del PREZZO. LOTTO 4: "Terreno in Ardore, attualmente incolto, in catasto al foglio 19, particella 135 di are 48,20, ubicato tra località Laganà e il torrente Condojanni" - PREZZO BASE Euro 1.928,00 CAUZIONE: 10% del PREZZO. PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 25.11.2011, con la RIDUZIONE DI 1/4+4/4, alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al

3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 27.01.2012, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/4+1/4, alle seguenti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. Giuseppe OPPEDISANO (Tel. 0964.380751). Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 14 settembre 2011 - ORDINANZA DI VENDITA TRIBUNALE DI LOCRI Sezione Civile - Esecuzioni R.E. Imm.: 35-2005 IL GIUDICE DELL’ESECUZIONE, TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’esecuzione, Dr.ssa POLLICINO, letti gli atti della procedura Esecutiva n. 80/94 promossa da GIUSEPPE DI FLORIO SPA DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 27. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO 1: "Fabbricato ad un piano seminterrato, in cemento armato, con copertura in terrazzo praticabile, adibito a laboratorio per la produzione di bevande, sito nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica, Contrada Galea, identificato nel NCT al foglio n. 16, particella 449, agrumeto di mq. 9901, classe 1, R.D. 82.269, R.A. 28.710 " - PREZZO BASE D‘ASTA Euro 112.500,00 DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15% del prezzo. LOTTO 2: "Quota di 1/2 terreno sito nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica, località Sant’Anna, di estensione complessiva pari a mq. 4.320,00 mq., identificati nel NVT del suddetto Comune al foglio n. 16, particelle n. 266, 267 e 274" - PREZZO BASE D‘ASTA Euro 10.800,00 - DEPOSITO PER CAUZIONE: 10% del prezzo - DEPOSITO PER SPESE: 15% del prezzo. PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA

SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 17.11.2011, con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5, alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita (punti da 1 a 28) riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 02.02.2012, alle seguenti condizioni: con il prezzo DA RIDURRE DI 1/5: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. IL SITO INTERNET SUL QUALE E’ PUBBLICATA LA RELAZIONE DI STIMA è: www.aste.eugenius.it Custode Giudiziario: Avv. Angela GIAMPAOLO. Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 15 settembre 2011 - segue

Cerchi casa? ... prova all’incanto!

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

35

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi TRIBUNALE DI LOCRI CANCELLERIA ESECUZIONI IMMOBILIARI SI RENDE NOTO (ai sensi del combinato disposto dagli artt. 490 e 570) che il Giudice dell’Esecuzione, letti gli atti della Procedura Esecutiva n. 89/89 promossa da REALFING spa (richiesta da INTESA GC spa) DISPONE procedersi alla vendita dei beni immobili indicati nella parte descrittiva dell’allegata ordinanza di vendita alle condizioni ivi previste nei punti da 1. a 27. DESCRIZIONE DEGLI IMMOBILI: LOTTO n. 1: "Unità immobiliare per civile abitazione sita nel Comune di Locri, alla via Zara,5, riportato nel NCEU alla partita 2845, foglio di mappa 26, particella 551, sub 3, 4 e 5 PT-P1-P2-P3, di complessivi 260, 80 mq. Cat. A4, classe 3^, r. £: 234.500, in ditta ......." PREZZO BASE D’ASTA: Euro 71.787,51 Deposito per CAUZIONE: Euro 7.178,75 Deposito per SPESE: Euro 10.768,13 LOTTO n. 2: "Unità immobiliare per civile abitazione sita nel Comune di Locri, alla c.da Calvi, riportato nel NCEU alla partita 1000912, foglio di mappa 19, part. 597, sub 2 PT, di complessivi 125,90 mq, Cat. A/3, cl. 3^, vani 5,5, r. £. 577.500, in ditta ..... e ....." PREZZO BASE D’ASTA: Euro 35.119,07 Deposito per CAUZIONE: Euro 3.511,91 Deposito per SPESE: Euro 5.267,86 LOTTO n. 3: "Unità immobiliare per civile abitazione sita nel Comune di Locri, alla c.da Calvi, riportato nel NCEU alla partita 1000912, foglio di mappa 19, part. 597, sub 3 P1, di complessivi 125,90 mq, (oltre mq. 23,45 di balconi e mq. 149,35 di lastrico solare) Cat. A/3, cl. 3^, vani 6,5, r. £. 682.500, in ditta ..... e ....." PREZZO BASE D’ASTA: Euro 38.217,81 Deposito per CAUZIONE: Euro 3.821,78 Deposito per SPESE: Euro 5.762,37 PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA SENZA INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) La vendita senza incanto, in cui si procederà all’esame delle singole offerte ai sensi degli artt. 572 e 573 cpc, avverrà all’udienza del 17.11.2011, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5+1/5+1/5, alle seguenti condizioni: entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, l’offerente deve presentare nella cancelleria delle esecuzioni immobiliari domanda in bollo (vedi ordinanza di vendita per la compilazione) per partecipare alla vendita senza incanto; l’offerta deve essere inserita in busta chiusa, al cui esterno non sarà consentito annotare nessun altro elemento e specialmente quelli che possono condurre ad identificare il bene per il quale l’offerta è prestata; l’offerta deve essere accompagnata dal deposito della cauzione, pari alla decima parte del prezzo offerto, da versare con assegni circolari "NON TRASFERIBILI" intestati all’offerente, che, a cura dell’offerente, dovranno essere inseriti nella medesima busta; le offerte in aumento, nel caso di cui all’art. 573 cpc, non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; l’offerente dovrà, nel termine perentorio di gg. 60 dall’aggiudicazione, depositare: - il residuo prezzo, detratto l’importo per cauzione già versato; - l’importo complessivo per le spese collegate alla vendita necessarie per l’emanazione del decreto di trasferimento; il mancato versamento del prezzo residuo nei termini indicati comporterà la decadenza dell’aggiudicazione e la perdita della cauzione, ed esporrà l’aggiudicatario inadempiente alle conseguenze di cui all’art. 587 co II cpc (richiamato dall’art. 574, III co, cpc); PRINCIPALI CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO (Per quanto non indicato vedere l’ordinanza di vendita riportata di seguito al presente avviso) Ove si debba procedere ai sensi degli artt. 571, 572 e 573 cpc, il pubblico incanto avverrà all’udienza del 19.01.2012, con la RIDUZIONE DI 1/5+1/5+1/5+1/5, alle seguen-

www.aste.eugenius.it

ti condizioni: ciascun offerente, tranne il debitore e tutti i soggetti per legge non ammessi alla vendita, dovrà depositare, sino alle ore 12,00 del giorno antecedente la vendita, unitamente all’istanza di partecipazione all’incanto (non in busta chiusa), una somma pari al 10% del prezzo base d’asta sopraindicato a titolo di cauzione, mediante consegna in Cancelleria di assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati all’offerente; le offerte in aumento non potranno essere inferiori al 3% del prezzo base; se l’offerente non diviene aggiudicatario, la cauzione è restituita nella misura stabilita dall’art. 580 cpc; l’aggiudicatario, invece, dovrà versare il saldo e l’importo delle spese secondo quanto previsto per la vendita senza incanto, ferma restando la decadenza di cui all’art. 587 cpc in caso di mancato deposito. Sito Internet sul quale è pubblicata la relazione di stima: www.aste.eugenius.it Maggiori informazioni potranno essere acquisite presso la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari di questo Tribunale e/o presso il custode giudiziario. ESTRATTO CONFORME PER USO PUBBLICITA’. Locri, 01 aprile 2011

• TRIBUNALE DI •

NAPOLI

TRIBUNALE DI NAPOLI V Sezione Civile: Espropriazione Immobiliare Procedura Esecutiva R.G.E. N° 954/2007 G.E.: Dott. PICA Avviso di vendita ai sensi degli artt. 570 e ss. c.p.c. ----------------------Il sottoscritto, dott. Claudio Minucci, con studio in Napoli al Vico Nocelle n. 69, quale delegato per le operazioni di vendita in base agli art. 569 e 591 bis c.p.c., nella procedura di espropriazione N° R.G.E. 954/2007, vista l’ordinanza di delega emessa dal G.E., Dott. Pica, in data 21/01/2010; visti gli artt. 569 e ss. c.p.c., AVVISA che, davanti al sottoscritto professionista delegato, in Napoli, al Centro Direzionale, presso il Tribunale di Napoli, il giorno 23 novembre 2011, dalle ore 10,30, si procederà alla VENDITA SENZA INCANTO dell’immobile in calce descritto, sottoposto all’esecuzione: lotto unico: 1000/1000 proprietà immobile sito in Napoli alla Via Santa Maria della Libera n. 13, piano 7° ed ultimo piano, scala E; identificato in NCEU di Napoli: sez. AVV foglio 13, p.lla 510, sub 175, z.c. 6, cat. A/2, classe 7, vani 5,5, r.c. E 1.036,79. Prezzo base Euro 389.600,00 (trecentottantanovemilaseicento/00). Il cespite è attualmente occupato da terzi, senza titolo. L’immobile confina con scala E, con aree scoperte circostanti e proprietà aliene. L’immobile in vendita risulta, comunque, più dettagliatamente descritto nella certificazione ipocatastale e nella relazione dell’esperto stimatore, in atti, che devonoM, essere consultati dagli offerenti ed ai quali si fa espresso rinvio anche per ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sul bene. MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE 1) Ai sensi dell’art. 571 c.p.c., chiunque, eccetto il debitore, è ammesso a presentare offerte di acquisto: gli avvocati sono ammessi a partecipare per persona da nomi-

nare. Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa presso lo studio del professionista delegato, a pena di inefficacia, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 del giorno 22 novembre 2011 (giorno precedente la vendita). Sulla busta dovrà essere annotato unicamente il nome del professionista delegato, il nome di chi, materialmente, provvede al deposito, previa identificazione (allegando copia del documento di riconoscimento), nonché la data dell’udienza fissata per l’esame delle offerte. Nessun’altra indicazione deve essere apposta sulla busta; 2) l’offerta, a norma dell’art. 571, terzo comma c.p.c., è irrevocabile, salvo che: a. il professionista delegato disponga l’incanto; b. siano decorsi centoventi giorni dalla sua presentazione ed essa non sia stata accolta; 3) l’offerta dovrà essere presentata a mezzo di domanda sottoscritta in carta legale (cioè con marca da bollo da E 14,62) che deve contenere: A. il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, recapito telefonico, stato civile (con specificazione del regime patrimoniale dei coniugi) del soggetto offerente: · se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge; · se l’offerente è in regime di separazione dei beni deve dichiararlo; · se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori ovvero dal curatore speciale, previa autorizzazione del Giudice tutelare; · se l’offerente è una persona giuridica o un ente dotato di soggettività giuridica, bisognerà indicare i relativi dati identificativi ed allegare all’offerta il certificato camerale, in corso di validità, e le autorizzazioni del caso; · in caso di offerta per persona da nominare, l’aggiudicatario, ai sensi dell’art. 583 c.p.c., dovrà, entro 3 giorni dall’aggiudicazione, dichiarare, presso lo studio del professionista delegato, depositando la relativa procura con data anteriore alla gara, il nome della persona per la quale ha presentato l’offerta; B. i dati identificativi del bene, per il quale l’offerta è proposta; C. l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base stabilito nell’avviso di vendita, a pena di inefficacia; D. l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima, della relazione notarile, dell’avviso di vendita, e di essere edotto delle condizioni di fatto e di diritto del bene immobile; E. il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari, che non dovrà essere superiore a 60 giorni; F. l’eventuale richiesta di godere dei benefici fiscali per l’acquisto della prima casa; 4) all’offerta dovrà essere allegato: a) una fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, che l’offerente dovrà portare con se, in originale, alla predetta asta di vendita; b) un assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato, per un complessivo importo pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione, che sarà trattenuta in caso di omesso versamento del residuo prezzo nel termine fissato. AVVERTENZE L’offerta presentata non dà diritto all’acquisto del bene, restando piena facoltà del professionista delegato, sulla base delle disposizioni di legge e delle indicazioni contenute nell’ordinanza di delega, di valutare se dar luogo o meno alla vendita, e ciò anche in caso di unico offerente. La persona indicata nell’offerta è tenuta a presentarsi nel luogo e nella data suindicati per assistere all’apertura delle buste, alle deliberazioni sulle offerte, ed a partecipare all’eventuale gara di cui al seguente punto. In caso di più offerte valide, si procederà, immediatamente dopo l’apertura delle buste, ad una gara sulla base dell’offerta più alta: il rilancio minimo verrà comunicato dal

professionista delegato prima dell’apertura della gara. Il bene verrà aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto, nelle modalità di cui all’art. 581 c.p.c. L’offerta sulla base della quale dovrà svolgersi la gara tra gli offerenti, è quella che indica il prezzo maggiore. Ogni altro elemento (ed in particolare, il termine per il versamento del prezzo, entro il massimo di 60 giorni) non sarà valutato per la comparazione delle offerte. Il bene verrà definitivamente aggiudicato a chi avrà effettuato il rilancio più alto. Sull’offerta, il professionista delegato alla vendita sente le parti e i creditori iscritti non intervenuti. Se l’offerta è superiore al valore dell’immobile, determinata a norma dell’art. 568 c.p.c., aumentato di 1/5, la stessa è, senz’altro, accolta. Se l’offerta è inferiore a tale valore, il professionista delegato non potrà far luogo alla vendita se vi è il dissenso del creditore procedente, ovvero se egli ritiene che vi sia seria possibilità di migliore vendita con il sistema dell’incanto. In tali casi, si procederà alla vendita con incanto alle condizioni e con i termini fissati nel presente avviso. VENDITA CON INCANTO Qualora la suddetta vendita senza incanto, per qualsiasi motivo, non abbia luogo, il sottoscritto professionista delegato AVVISA che la vendita con incanto si terrà il giorno 21 dicembre 2011 dalle ore 10.30, presso il Tribunale di Napoli, come innanzi indicato, al prezzo di cui innanzi, con offerte in aumento non inferiori ad E 10.000,00 (E diecimila/00), a presentazione delle relative istanze di partecipazione agli incanti, unitamente ad un assegno circolare intestato al professionista delegato, pari al 10% del prezzo a base d’asta, dovranno essere depositati presso lo studio del professionista delegato, inderogabilmente, il giorno 20 dicembre 2011 (giorno precedente la vendita), dalle ore 10,00 alle ore 13,00. L’aggiudicatario dovrà versare la differenza del prezzo (detraendo dall’importo di aggiudicazione la sola cauzione), nonché una somma pari al pagamento degli oneri fiscali e delle spese, nella misura che sarà indicata dal professionista delegato dopo l’aggiudicazione. CONDIZIONI DELLA VENDITA 1) In caso di aggiudicazione, l’offerente è tenuto al versamento del saldo del prezzo, nel termine improrogabile di 60 giorni, su un libretto ordinario di risparmio, vincolato all’ordine del Giudice dell’esecuzione, presso l’Agenzia 10 del Credito Emiliano sita in Napoli al corso Vittorio Emanuele n. 487. Nello stesso termine, sempre su un libretto ordinario di risparmio, ma vincolato all’ordine del professionista delegato, presso la stessa banca, in Napoli, dovrà essere effettuato un deposito per il pagamento degli oneri fiscali e delle spese di vendita, nella misura che sarà indicata dal professionista delegato dopo l’aggiudicazione; 2) gli importi eventualmente dovuti al creditore fondiario, a norma dell’art. 41 D.Lgs. 1/9/93 N° 385, saranno versati direttamente a quest’ultimo, nel termine previsto dal suddetto D. Lgs., nei limiti di cui all’art. 2855 c.c., previa precisazione dell’importo del credito da effettuarsi, a cura dell’Istituto, col deposito in cancelleria di un dettagliato conteggio entro 10 giorni dall’aggiudicazione. L’eventuale differenza sarà versata con le modalità di cui al precedente n. 1), nei 10 giorni successivi al pagamento effettuato alla banca mutuante. Al professionista delegato sarà consegnata la quietanza emessa dalla banca mutuante; 3) qualora l’aggiudicatario abbia ottenuto un finanziamento per l’acquisto dell’immobile ai sensi dell’art. 585, terzo comma, c.p.c., dovrà depositare, contestualmente al versamento del residuo prezzo, presso lo studio del professionista delegato, copia del contratto di mutuo, ai fini dell’indicazione di esso nel decreto di trasferimento; 4) in caso di inadempimento, l’aggiudica- segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

36

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi zione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate per cauzione, salva la sua ulteriore responsabilità ai sensi del secondo comma dell’art. 587 c.p.c.; 5) la vendita - che si perfeziona nel momento del deposito in cancelleria del decreto di trasferimento - avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano, con tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive. La vendita è a corpo e non a misura. Eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere - ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici, ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali - per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti, inconoscibili o, comunque, non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni; 6) l’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni di pignoramenti, e/o sequestri, anche successivi alla trascrizione del pignoramento, saranno cancellate a cura del professionista delegato (se non dispensato espressamente dall’aggiudicatario), a spese dell’aggiudicatario, altresì sono poste a carico dell’aggiudicatario: le spese relative all’esecuzione dell’ordine di liberazione emesso dopo l’aggiudicazione e comunque quelle spese relative alla prosecuzione del procedimento di rilascio successivamente alla vendita, sempre che questi non dichiari di esentare il custode dal compiere e/o portare a termine detta attività; le spese per le opere di ripristino dello stato dei luoghi, in considerazione che sono state realizzate opere edili in assenza del prescritto titolo autorizzativo. Il decreto di trasferimento costituisce, come per legge, titolo esecutivo per il rilascio dell’immobile nei confronti del debitore e/o dell’occupante senza titolo; 7) ogni onere fiscale derivante dalla vendita sarà a carico dell’aggiudicatario. Qualora la vendita sia soggetta ad IVA, la parte è tenuta a versarla nei termini previsti o, al massimo, improrogabilmente, nei 60 gg. dall’aggiudicazione; 8) la proprietà del bene ed i conseguenti oneri saranno a favore ed a carico dell’aggiudicatario dalla data di emanazione del decreto di trasferimento, che non potrà essere pronunciato prima del versamento dell’intero prezzo e dell’importo delle spese, diritti ed oneri conseguenti al trasferimento; 9) per tutto quanto qui non previsto, si applicano le vigenti norme di legge. PUBBLICITA’ ED INFORMAZIONI Al presente avviso viene data pubblicità, tramite affissione nell’Albo del Tribunale di Napoli, pubblicazione di un estratto sui quotidiano di informazione "Il Mattino" ed "Asteinfoappalti", nonché pubblicazione del medesimo sui siti internet www.legalmente.net, www.aste.eugenius.it e www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni saranno fornite nella Cancelleria del Tribunale di Napoli, sui siti www.legalmente.net, www.aste.eugenius.it e www.astegiudiziarie.it e dal dott. Claudio Minucci, custode giudiziario (recapito tel.0815493547), disponibile, su appuntamento, per la visione dell’immobile da parte dei potenziali acquirenti. dott. Claudio Minucci TRIBUNALE DI NAPOLI "Fall.95/00 - G.D. Ceniccola - Vendita con incanto 25/11/2011 ore 10,30 presso notaio delegato G. di Transo P.tta del Nilo n.7 Napoli. Lotto unico Castellammare di Stabia (NA) Traversa Varo n.2: BENI IMMOBILI: Stabilimento per l’industria molitoria, su suolo mq.11.660, costituito da: 1) Molino 1 su 9 piani, su area di mq.456 al-

www.aste.eugenius.it

tezza m.32; 2) Molino 2-3, su 9 piani su area di mq.561 altezza m.32; 3) Silos 1 e 2, con porticati in calcestruzzo armato, cubatura complessiva ca 88.000 mc. su superficie di mq.1.991; il silos 1 ha n.27 celle quadrate di m.5,20*5.20 e capacità insilativa di quintali 159.840, mentre silos 2 ha n.49 celle quadrate di m.5,20*5.20 ed capacità insilativa di quintali 290.000; 4) Uffici in fabbricatino ad un piano su sup. di mq.176; 5) Cabine elettriche e fabbricati vari: una cabina elettrica di mq.28, una cabina di trasformazione di mq.93, una cabina per il metano di mq.20 ed un locale caldaie di mq.164, per complessivi mq.295; 6) Ufficio movimento e pesa, posto in una costruzione di mq.47,50; 7) Tettoie e porticati per complessivi mq.3.431 costituiti da: portico e copertura piano carico, su complessivi mq.1.485; portico in calcestruzzo armato di mq.704; copertura all’ingresso dello stabilimento di mq.122; tettoia Brandeggio in calcestruzzo armato di mq.714; pensilina in calcestruzzo armato di mq.268,8; 8) Raccordo ferroviario, con doppio binario, della lunghezza di m.450 BENI STRUMENTALI AZIENDALI: Impianti, macchinari, attrezzature relativi all’industria molitoria come da elenco depositato presso il notaio delegato. Attualmente concessa in fitto d’azienda, con obbligo di restituzione immediata della stessa in caso di aggiudicazione. Prezzo base ribassato: E.5.662.409,06 Aumento minimo:E.50.000. Domande di partecipazione e cauzione 10% conto prezzo 15% conto spese entro ore 13.00 del 24.11.2011. Bando presso il notaio lun. e mer. 16.00/18.00 tel.081/5512414, info presso curatore fall. dott.ssa Branca tel. 081/4201236 e presso cancelleria 7^sez.civ. Tribunale Napoli

• TRIBUNALE DI •

PADOVA

TRIBUNALE DI PADOVA Complesso industriale sito nella Zona Industriale di Monselice (PD), formato da due capannoni di m.q. 1.666 e 3.550 ciascuno, circondati da un’area scoperta esclusiva m.q. 15.270, di cui m.q. 3.230 edificabili. Occupato con contratto di affitto di azienda non opponibile, canone mensile della parte immobiliare E. 17.400,00. Prezzo base E. 3.050.000,00 (detratti dal valore di stima E. 450.000,00 per spese di ristrutturazione ed E. 2.000,00 per costi demolizioni parti abusive). Presentazione delle offerte presso la Cancelleria esecuzioni immobiliari del Tribunale di Padova entro le ore 12,00 del 28 novembre 2011.. Vendita senza incanto 29 novembre 2011 alle ore 11,00.

Cerchi casa? ... prova all’incanto!

Vendita con incanto 13 dicembre 2011 alle ore 11,00. Maggiori informazioni presso il Custode Giudiziale avv. Paolo Cafuri - Padova, Corso Garibaldi n. 18 (tel. 049.8761066 - fax 049.8751742 mail paolocafuri@virgilio.it), e sui siti internet www.aste.com e www.entietribunali.it .

• TRIBUNALE DI •

ROMA

TRIBUNALE DI ROMA Tribunale di Roma - Sezione Fallimentare Fallimento n. 39802/1982: Massimilla Caravan Srl Giudice Delegato: Dott. Aldo Ruggiero Curatore: Dott. Alessandro Mechelli Con provvedimento del 19 luglio 2011 il Giudice Delegato dott. Aldo Ruggiero ha autorizzato il curatore ad acquisire offerte per la cessione del credito del Fallimento Massimilla Caravan srl verso il debitore Fallimento n. 40627 Tribunale di Roma Di Giovanni Silvano, in unico lotto, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, ad un prezzo minimo di E 195.574,11, pari al 30% del valore nominale complessivo e residuo di E 651.913,69, con ogni spesa ed accessori a carico dell’acquirente, previa pubblicazione di idoneo avviso mensile commerciale si Asteinfoappalti nei mesi di Sttembre e Ottobre 2011, e sul sito Internet www.aste.eugenius.it sino al 31.10.2011 (termine di scadenza per le offerte a pena di inammissibilità) per l’acquisizione di offerte, cauzionate per il 10% rispetto al prezzo offerto, da dichiararsi espressamente irrevocabili per un periodo minimo di 90 giorni con assunzione espressa dell’obbligo irrevocabile di partecipare all’indicenda gara a pena di perdita della cauzione del 10% in caso di mancata partecipazione ovvero sino all’assunzione di idonea offerta (che sarà adeguatamente pubblicizzata per sollecitare nuove offerte maggiori) sempre da dichiararsi irrevocabile per un periodo minimo di 90 giorni, opportunamente cauzionata nella misura del 10% del prezzo offerto e successiva gara informale davanti a questo Giudice delegato, il quale si riserva di dettare eventuali ed ulteriori condizioni. Si precisa che, in ogni caso, non saranno ammesse le offerte non cauzionate e prive della dichiarazione espressa di irrevocabilità nonché della dichiarazione di impegno a partecipare all’eventuale gara. In ogni caso, l’inosservanza delle modalità di presentazione della offerta comporterà la perdita della cauzione medesima. Riserva ogni provvedimento all’esito della disposta pubblicità. Per informazioni rivolgersi al curatore dott. Alessandro Mechelli (06/3226320) o presso la Cancelleria del Giudice Aldo Ruggiero, Tribunale Fallimentare di Roma. TRIBUNALE DI ROMA FALL. N. 51580/91 BUSTI GIUSEPPE - Giudice Delegato Dott. Francesco Taurisano, Curatore Dott. Mario Moriconi. Vendita senza incanto dell’ 18.10.2011 h. 13.00 quota (10/20) dell’appartamento e del garage in Pomezia (RM), di proprietà del fallito, al prezzo base di Euro 85.000,00, oltre accessori di legge, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, ridotto rispetto alla perizia dell’Ing. Massimo Quadrani (CTU). Rialzo minimo di euro 2.000,00. Le offerte irrevocabili per un minimo di 120 giorni dal deposito, dovranno pervenire, in busta chiusa, in Cancelleria entro le ore 12.00 del 17.10.2011, corredate da cauzione del 10% del prezzo offerto. Saldo prezzo ed oneri di legge entro 60

giorni dall’aggiudicazione. L’ordinanza di vendita e la perizia sono consultabili sul sito www.astegiudiziarie.it e www.aste.eugenius.it. Ulteriori informazioni in Cancelleria o presso il Curatore Fax 06.97.25.93.09 studiomoriconi@fastwebnet.it. TRIBUNALE DI ROMA Avviso vendita immobiliare senza incanto Tribunale Roma FALLIMENTO 54313/95 - Giudice Delegato dott. RUGGIERO vende senza incanto 30 NOVEMBRE 2011ORE 13,00 Compendio Immobiliare Ancona , località Baraccola, via Spadoni n.19 Prezzo base Euro 1.440.000,00 - Offerta busta chiusa Cancelleria entro 29 NOVEMBRE 2011 -Cauzione 10% prezzo offerto non inferiore a quello base a mezzo assegno circolare intestato Curatore Avv. Gregorio Iannotta - Ordinanza e perizia disponibili Cancelleria e su sito www.aste.eugenius.it Informazioni Tel.063269941DA PUBBLICARE DUE VOLTE SU ASTEINFOAPPALTI E SITO INTERNET NEI MESI SETTEMBRE E OTTOBRE 2011 TRIBUNALE DI ROMA Fallimento Foodinvest Corporate S.p.A. n. 302/2008 AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE Il G.D. Dott. U. Gentili dispone la vendita con incanto per le ore 12.30 del 30.11.2011 c/o Sez. Fallimentare del Tribunale di Roma del seguente immobile: edificio industriale sito nel comune di Teramo, Contrada S. Atto, Via G. Ruscitti, con area di 5.400 mq circa, di cui 2.400 mq circa di superficie coperta, suddivisa in un capannone e due appartamenti, attualmente condotto in locazione (con diritto di prelazione del conduttore). Prezzo base di offerta: Euro 350.000,00. Offerte da depositare entro le ore 13:00 del giorno precedente con cauzione del 10%. Informazioni presso Curatore: Dott. M. Battista, tel. 06.36002944, 06.36002955 fax 06.36002934; e-mail: maurizio.battista@alice.it. TRIBUNALE ROMA FALL. N. 437/09 G.D. DI SALVO VENDE con incanto unico lotto giorno 7.12.2011 ore 11,00 le seguenti porzioni immobiliari aventi destinazione urbanistica "Zona artigianale Commerciale": terreno di mq 19.639 circa censito al catasto dei terreni di Cisterna di Latina al Foglio 7, particelle 167,168,1505,1507,165 e 1512 oltre due locali magazzini al piano terra sovrastanti il terreno di cui alle particelle 1507, 1505 e 165, al NCEU di Cisterna di Latina al Foglio 7, particella 1509, sub n. 1, cat. C/2, CL 2, mq 133, r.c.e. 336,58; foglio 7, particella 1509, sub n. 2, cat. C/2, CL 2, mq 71, r.c.e. 179,68 nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, come meglio descritto nella relazione di stima alla quale si fa rinvio; PREZZO BASE: E 4.117.230,00 + IVA DOMANDA IN BOLLO CORREDATA DA ASS. CIRCOLARI N.T. INTESTATI A "FALL. 437/09" PER IMPORTO 10% PREZZO BASE A TITOLO CAUZIONE C/O CANCELLERIA ENTRO ORE 12,00 DEL 06.12.2011 INFO CURATORE: 06/3723037 - CANCELLERIA TRIB. STANZA 191 TRIBUNALE DI ROMA Trib. Roma Fall. 275/09 G. D. Dott. Di Salvo, ud.za 07/12/2011, ore 10,00, vende, in quinto incanto, in unico lotto, immobile nonché Azienda Alberghiera in esso esercitata denominata "Hotel Hermitage", in Vitulazio (CE), Strada Statale 7, "Appia", km. 195+480 in Catasto F. 9, p.lla 5042, Cat. D/2, Rendita E 34.808,00 e p.lla 5042 Ente Urbano Ha 00.80.99. Prezzo base E 3.288.000,00. Aum.to minimo E 25.000,00. Offerte, cauzionate 35%, entro ore 12 giorno lavorativo precedente quello di vendita. Info Cancelleria G. D. e . - segue

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

37

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi TRIBUNALE DI ROMA - SEZIONE FALLIMENTARE ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE N. 4/2011 SAFAB SpA Società unipersonale soggetta alla direzione e coordinamento della MDC Partecipazioni S.r.l. Sede Legale: 00138 Roma - Via Camerata Picena, 385 Codice fiscale ed iscrizione Registro Imprese di Roma n. 10787801009 REA di Roma n. 1256306, Partita IVA n. 10787801009 COMUNICAZIONE AI CREDITORI EX ART. 182 BIS SETTIMO COMMA, L.F. Si comunica che: * con il patrocinio degli Avv. Prof. Giorgio Lener e Giancarlo Pizzoli è stata presentata istanza per la promozione degli accordi di ristrutturazione della Safab SpA a norma dell’art 182 bis l.f.; il g.d. dott. De Palo ha fissato, per la decisione sull’istanza, l’udienza del 20/10/2011 ore 12,00 presso il Tribunale di Roma - Sezione Fallimentare Viale delle Milizie n. 3/E, con onere di comunicazione a mezzo di pubblicazione sul quotidiano il Sole 24 Ore; * la documentazione di cui all’art 161 primo e secondo comma l.f., è depositata presso la cancelleria del predetto Tribunale; * la documentazione di cui all’art 161 primo e secondo comma l.f., è visionabile anche sul sito web della Safab SpA http://www.safab.it/; è necessario, allo scopo, accedere al sito ed effettuare la registrazione seguendo la procedura guidata di accesso all’area riservata, dalla quale sarà scaricabile ciascun documento. E’ attivo il servizio help desk contattabile via e-mail all’indirizzo consulente.informatico@safab.it. Safab SpA (Ing. Michele de Capoa l.r.) TRIBUNALE DI ROMA Fall. 72/’10 I CIGNI S.r.l. - G. D. Dott. TAURISANO vende offerte segrete 21/10/2011 ore 10,45 LOTTO n° 1: SMART FORTWO COUPE’ PASSION targ. DM970EK Prezzo ribasso E. 4.000,00 + IVA; LOTTO n° 2: n° 2 Quadri di arte contemporanea: Opera n°1: "Segni Viola" di Carla Accardi E. 35.000,00 - Opera n° 2 "Senza Titolo" di Mimmo Paladino E. 55.000,00; Prezzo compl. ribasso E. 80.000,00 + IVA; LOTTO n° 3: beni mobili e stigliature del Ristorante c/o Parco TIRRENO di Via Aurelia, n° 480 prezzo ribasso E. 30.000,00 +iva 20%; Lotto n° 4: beni mobili e stigliature del Mensa Centro Cottura Cibi all’AMA di Via Salaria, n° - prezzo ribasso E. 110.000 + IVA; Offerte Cancelleria entro ore 12,00 - 20/10/2011; cauzione: 30% prezzo offerto di ciascun lotto; curatore fax 06/45.43.43.60 - tel. 06/82.74.215 sopralluogo da concordare via email: studio.turatti@libero.it; TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE Fall. n. 2/2009 Vuelta International SpA in liq. - G.D. dott. Fabio Miccio, curatore avv. Raffaele Ambrosio - vende ad offerte segrete il giorno 24 ottobre 2011 ore 12,30 al prezzo base di E. 100.000,00 (offerte minime in aumento E. 5.000,00) marchi di impresa e brevetti di invenzione nel settore

Cerchi casa? ... prova all’incanto! www.aste.eugenius.it

della ciclistica meglio precisati nella perizia nonché nell’istanza e nell’ordinanza di vendita unite all’annuncio su www.astegiudiziarie.it. Le offerte di acquisto unitamente alla cauzione del 10% del prezzo base dovranno pervenire alla cancelleria dell’Ufficio Fallimentare di Roma entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 21 ottobre 2011 a pena di irricevibilità. Per eventuali chiarimenti contattare curatore, avv. Raffaele Ambrosio, tel. 06.3202738. TRIBUNALE DI ROMA Sezione fallimentare - Pres.: dott. Monsurrò - G.D.: dott.ssa Luisa De Renzis *** CONCORDATO PREVENTIVO N. 3/09 ESPRESSAROMA S.P.A. AVVISO DI FISSAZIONE DI UDIENZA *** Il Giudice Delegato, esaminato il ricorso, depositato dal Pubblico Ministero in data 10 agosto 2011, per la revoca dell’ammissione al concordato preventivo e per la contestuale dichiarazione di fallimento, con decreto del 21 settembre 2011: - ha fissato l’udienza del 9 novembre 2011, ore 11.00, per la comparizione del debitore EspressAroma S.p.a., del Pubblico Ministero e di tutti i creditori concordatari; - ha assegnato a tutte le parti termine, sino a sette giorni prima della suddetta udienza, per il deposito di memorie, documenti e relazioni tecniche; - ha invitato il Commissario Giudiziale a produrre, entro lo stesso termine, una relazione informativa. Roma, 28 settembre 2011 Il Commissario Giudiziale prof. avv. Andrea Di Porto TRIBUNALE DI ROMA - G.D. ODELLO FALLIMENTO 43/2010 VENDE IN SEPARATI LOTTI PARTECIPAZIONI SOCIETARIE: 1) partecipazione al 100% nella società Meps S.r.l. prezzo base E 272.000,00; 2) partecipazione al 25% nel Consorzio CIMON, offerta libera; 3) partecipazione al 25% nel Consorzio Unigroup International, offerta libera; 4) partecipazione al 2% nella società Montagnone S.p.A., offerta libera; 5) partecipazione al 10% nel Consorzio Unigroup, offerta libera. Offerte irrevocabili in busta chiusa entro ore 12 del 22/11/2011 presso cancelleria cauzione 10% del prezzo offerto a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a Fallimento SISCO S.r.l. n.43/10 - possibile gara tra gli offerenti 23/11/2011 ore 12, presso lo studio del Curatore, Avv. Alessandro FERRETTI, Via Tembien 15 Roma. Per ulteriori informazioni e modalità sito internet www.aste.eugenius.it www.fallimentosisco.it , info curatore Avv. Ferretti - Tel. 06/86218641. TRIBUNALE DI ROMA - G.D. ODELLO FALLIMENTO 43/2010 VENDE: - CREDITO nei confronti della Trasimeno S.r.l. e PARTECIPAZIONE societaria nella stessa società pari al 71%, prezzo base E 3.777.000,00. Offerte irrevocabili in busta chiusa entro ore 12 del 22/11/2011 presso cancelleria cauzione 10% del prezzo offerto a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a Fallimento SISCO S.r.l. n.43/10 - possibile gara tra gli offerenti 23/11/2011 ore 12, presso lo studio del Curatore, Avv. Alessandro FERRETTI, Via Tembien 15 Roma. Per ulteriori informazioni e modalità sito internet www.aste.eugenius.it www.fallimentosisco.it , info curatore Avv. Ferretti - Tel. 06/86214477. TRIBUNALE DI ROMA - G.D. ODELLO FALLIMENTO 43/2010 VENDE IN UNICO LOTTO I SEGUENTI BENI MOBILI: - materiali di saldatura, consumo e protezione; - tubi di acciaio inossidabile di vario spessore; - tubi di ferro di vario spessore; - lamiere in alluminio ed in acciaio inos-

sidabile di vario spessore; - lamiere in ferro di vario spessore; - raccorderia idraulica di diametro e pressioni vari, prevalentemente in acciaio inox A 105, consistenti prevalentemente in flange, curve a 90° e 45°, manicotti e riduzioni. Prezzo base E 269.000,00. Offerte irrevocabili in busta chiusa entro ore 12 del 22/11/2011 presso cancelleria cauzione 10% del prezzo offerto a mezzo assegno circolare non trasferibile intestato a Fallimento SISCO S.r.l. n.43/10 - possibile gara tra gli offerenti 23/11/2011 ore 12, presso lo studio del Curatore, Avv. Alessandro FERRETTI, Via Tembien 15 Roma. Per ulteriori informazioni e modalità anche sito internet www.fallimentosisco.it , info curatore Avv. Ferretti - Tel. 06/86214477. TRIBUNALE DI ROMA Tribunale di Roma Fall. 106/10 Infoteam srl G.D. Odello vende incanto udienza 24/01/12 ore 12 il seguente bene immobile: Complesso immobiliare ad uso industriale composto da un edificio a due piani fuori terra oltre sottotetto e corte esclusiva pavimentata e perimetrata, accessibile da un cancello veicolare ed uno pedonale, lato Est del lotto, in comune con il fabbricato identico (gemello) posto a poca distanza ubicato nel Nucleo Industriale area ex SIR, Sant’Eufemia Lamezia di Lamezia Terme, censito al catasto urbano del Comune di Lamezia Terme, sezione censuaria di Sant’Eufemia Lamezia, foglio N. 53, particella N. 504, oltre attrezzature ad esso asservite (condizionatori, cabina elettrica, trasformatori etc.). Superficie commerciale complessiva mq 785 circa Base d’asta E 346.700,00 Rialzo minimo 2% base d’asta Perizie ed ordinanza di vendita disponibili su www.aste.eugenius.it Informazioni in cancelleria ovvero c/o Curatore Avv. Paolo Rosa tel 06/54218049 mail: p.rosa@studioferrari.com

• TRIBUNALE DI •

SALERNO

TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 72/09 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del 01/12/2011 ore 09:00, per la vendita senza incanto e, nel caso in cui la stessa non abbia esito positivo per qualsiasi ragione o causa, l’udienza del 15/12/2011 ore 10:00, per la vendita con incanto del seguente bene: LOTTO UNICO: Opificio industriale a Pontecagnano in via A. Vespucci nelle immediate vicinanze del centro commerciale MaxiMall, costituito da un capannone con uffici ed annesse tettoie di diverse dimensioni. L’opificio è dotato di spogliatoio, sala mensa, cabina Enel, piccolo deposito, pozzo per l’approvvigionamento idrico e piazzale scoperto perimetrale di proprietà esclusiva destinato a parcheggio, alla viabilità interna e alla movimentazione merci, per una superficie complessiva di mq 5.200 su un lotto di mq 12.000. Il compendio presenta lievi e sanabili irregolarità sotto il profilo urbanistico. In NCEU al fol. 6, p.lla 603 cat. D/1 e in NCT al fol. 6, p.lla 603 Ha 1.20.00. Prezzo base Euro 3.530.000,00 ; aum. minimo in caso d’incanto Euro 175.000,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del giorno precedente la vendita, le offerte di acquisto e le

domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo offerto (senza incanto) o del prezzo base d’asta (incanto). Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria o consultando il sito www.astegiudiziariesalerno.it o www.asteimmobili.it, dove sono pubblicate per intero l’ordinanza di vendita e la relazione di stima redatta dall’esperto, con la descrizione particolareggiata del bene oggetto della vendita. TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 336/07 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del 01/12/2011 h 09:00 , per la vendita senza incanto e, nel caso in cui la stessa non abbia esito positivo per qualsiasi ragione o causa, l’udienza del 15/12/2011 ore 10:00, per la vendita con incanto del seguente bene: LOTTO UNICO: Appezzamento di terreno in Campagna, riportato nel NCT al foglio 48, p.lla 110, bosco ceduo, classe2, mq 334, p.lla 401 seminativo, classe 3, mq 1016, nonché al foglio 45, p.lla 238, uliveto cl. 5, mq 726, al fol. 21. p.lla 901, bosco ceduo, classe3, mq 26.127, nonché al fol. 92, p.lla 1008, seminativo irriguo arborato, cl. 3, mq 1.000. Prezzo base Euro 35.000,00. Offerte in aumento non inferiori a Euro 1.700,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del giorno precedente la vendita, le offerte di acquisto e le domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo offerto (senza incanto) o del prezzo base d’asta (incanto). Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria o consultando i siti www.astegiudiziariesalerno.it o www.asteimmobili.it, dove sono pubblicate per intero l’ordinanza di vendita e la relazione di stima redatta dall’esperto. TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 393/05 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del 03.11.2011 h. 10 per la vendita con incanto (con offerte in aumento non inferiori ad Euro 90.000,00) del seguente bene: LOTTO UNICO: Piena proprietà di un fabbricato adibito ad albergo-ristorante denominato "Torre Blu", sito nel Comune di Eboli (SA), presso lo svincolo autostradale di Eboli S.P. 295, costituito da un seminterrato di circa mq 1.356, da un p.t. semirialzato, di mq 973,50, da un 1° piano di mq 210,90, con terrazzo a livello e da un 2° piano di mq 76,60. L’immobile presenta un’ampia zona a verde con gazebo e piante ornamentali di pregio oltre a posti auto. Alla struttura alberghiera si accede dalla strada provinciale 295 attraverso due ingressi di cui uno è rappresentato dalla p.lla n. 1019 del fol. 25 di mq. 487 che per 1/2 è iscritta nel presente lotto. E’ riportato in NCEU al fol. 25, p.lla 1018, ctg. D/2. L’immobile risulta occupato dalla parte debitrice. Prezzo base Euro 1.845.902,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del 02.11.2011 le domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo base d’asta (incanto). Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria o consultando il sito www.astegiudiziariesalerno.it, dove sono pubblicate anche l’ordinanza e la CTU. TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 424/06 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del 03.11.2011 ore 10, per la vendita con incanto (con aumento minimo di Euro 2.000,00) di: LOTTO UNO: Piena proprietà di appartamento sito ad Altavilla Silentina (SA), Via S. Maria n. 3, al 2° piano, int. 5, fabbr. B, di tre vani ed - segue a pag. 39

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani


Ottobre 2011

AsteInfoappalti

39

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi accessori, con due balconi e annesso locale e cantinola al piano interrato, int. 5, il tutto per mq 69,77. In NCEU fg. 23, p.lla 509/12. Prezzo base Euro 47.250,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del 02.11.2011, le domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo base d’asta. Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria. o consultando i siti www.asteimmobili.it e www.astegiudiziariesalerno.it, dove sono pubblicate anche l’ordinanza e la CTU. TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 86/09 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del giorno 01/12/2011 ore 09:00, per la vendita senza incanto e, nel caso in cui la stessa non abbia esito positivo per qualsiasi ragione o causa, l’udienza del giorno 15/12/2011 ore 10:00, per la vendita con incanto (con offerte in aumento non inferiori ad Euro 6.000,00) del seguente bene: LOTTO UNICO: Unità immobiliare adibita a civile abitazione sita in Pontecagnano Faiano, alla via A. Vespucci, angolo via A. Meucci, piano terra, con accesso dal cortile interno, composta da quattro vani. cucinino, due bagni, disimpegno e vano ammezzato, in NCEU al fol. 8, p.lla 11 sub 26, cat. A/2, cl. 3. Il compendio deve essere regolarizzato, a cura dell’aggiudicatario, sotto il profilo edilizio, mediante la demolizione del vano ammezzato. Prezzo base Euro 125.000,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del giorno precedente la vendita, le offerte di acquisto e le domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo offerto (senza incanto) o del prezzo base d’asta (incanto). Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria o consultando il sito www.astegiudiziariesalerno.it e www.asteimmobili.it. TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 376/08 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del 03.11.2011 h. 10 per la vendita con incanto (con offerte in aumento non inferiori ad Euro 5.000,00 per il Lotto Unico) del seguente bene: LOTTO UNO: Piena proprietà di un’unità immobiliare di mq 103,48 sita nel Comune di Capaccio (SA), alla via Monticello s.n.c., int. 2, II° piano, composto da un ingresso-salotto e tre camere con altrettanti bagni. Essa fa parte di un fabbricato di maggiore consistenza attualmente adibito ad albergo-pensione e denominato "Il Castello dei Principi" ed ha accesso indipendente. In NCEU al fol. 45, p.lla 19 sub 18, ctg. A/4, cl. 1. Prezzo base Euro 100.626,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del 02.11.2011, le domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo base d’asta. Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria o consultando il sito www.astegiudiziariesalerno.it, dove sono pubblicate anche l’ordinanza e la CTU. TRIBUNALE DI SALERNO Ufficio Esecuzioni Immobiliari Procedura esecutiva n. 459/07 R.E. Il G.E. ha fissato l’udienza del 03.11.2011 h. 9, per la vendita senza incanto e, nel caso in cui la stessa non abbia esito positivo per qualsiasi ragione o causa, l’udienza del 17.11.2010 ore 10, per la vendita con incanto (con offerte in aumento non inferiori ad Euro 9.000,00 per il Lotto 1 e ad Euro 100,00 per il Lotto 2) dei seguenti beni, siti in Albanella (SA), Contrada S. Chirico: LOTTO UNO: terreno di mq 11.803 (con abitazione a piano terra e primo piano di mq 189) in parte trasformato al servizio dell’attività di allevamento in parte con destinazione agricola a seminativo; in CT al foglio 20, p.lle nn. 109, 111, 112 e 370.

www.aste.eugenius.it

Prezzo base Euro 190.000,00. LOTTO DUE: terreno di mq 3.055 in forte pendenza destinato a bosco; in CT al foglio 20, p.ll n. 262. Prezzo base Euro 2.500,00. Per partecipare occorre depositare in Cancelleria entro le ore 12:30 del giorno precedente le vendite, le offerte di acquisto e le domande di partecipazione all’incanto unitamente alla cauzione pari al 10% del prezzo offerto (senza incanto) o del prezzo base d’asta (incanto). Maggiori informazioni e modalità di partecipazione in Cancelleria o consultando il sito www.astegiudiziariesalerno.it, dove sono pubblicate anche l’ordinanza e la CTU.

• TRIBUNALE DI •

TRANI

TRIBUNALE DI TRANI Sezione fallimentare AVVISO DI VENDITA DELEGATA Fallimento n. 5335 Il curatore fallimentare, Dott. Vincenzo Borgia, avvisa che il giorno 18 novembre 2011 alle ore 14,30 senza incanto presso lo studio del Notaio Dott. Massimo Toscani in Piacenza alla Via S. Franca 43, delegato dal Giudice Fallimentare dott.ssa Paola Cesaroni del Tribunale di Trani, e in caso di asta deserta il 25 novembre 2011 alle ore 14,30 con incanto presso lo stesso luogo saranno messi in vendita i seguenti immobili come di seguito descritti: piena proprietà di locale a destinazione commerciale, ubicato al primo livello fuori terra di un complesso immobiliare denominato "Borgo Fax Hall" sito in Piacenza (PC), piazzale Marconi. Vengono venduti anche i beni mobili elencati nella relazione peritale. Sull’immobile in oggetto esiste diritto di prelazione a favore di "Piacenza Centro S.r.l.". Dati catastali: - Catasto Fabbricati di Piacenza (PC), foglio 119, mappale 980 sub 86, toponomastica da assegnare s.n.c., piano T, cat. C/1, cl. 11, mq 153, rendita E 5.215,18 Prezzo base: Euro 295.000,00 - Offerte in aumento : E 6.000,00 Si precisa che saranno dichiarate inefficaci le offerte inferiori a tale prezzo. Ogni ulteriore informazione, ivi compresa la documentazione in atti e le modalità di partecipazione, potranno essere acquisite presso lo studio del Notaio Massimo Toscani in Piacenza, via S. Franca n. 43 (tel. 0523/328756) oppure presso lo studio del dott. Vincenzo Borgia in Barletta (BT), via Quintino Sella n. 10 (tel. 0883/333815) o sui siti internet www.astegiudiziarie.it.e www.tribunaletrani.it. Il curatore fallimentare Dott. Vincenzo Borgia

Cerchi casa? Prova all'incanto!

• TRIBUNALE DI •

VELLETRI

trattati in conformità alla vigente normativa sulla privacy. Il commissario liquidatore Avv. Maria Virginia Perazzoli

• TRIBUNALE DI •

VIBO VALENTIA

TRIBUNALE DI VELLETRI - SEZ. FALLIMENTARE CONCORDATO PREVENTIVO C.I.P.A.C. S.P.A. IN LIQU. N. 3/2010 LIQUIDAZIONE GIUDIZIALE DEI BENI INVITO A OFFRIRE La liquidazione giudiziale dei beni ceduti ai creditori con il concordato preventivo N. 3/2010 della C.I.P.A.C. S.p.A. in liqu. invita a formulare offerte di acquisto dei diritti di leasing sui seguenti beni immobili: Immobile: LOTTO N. 1 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 2 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 3 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 4 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 5 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 6 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 7 Prezzo base E. 1.150.000,00 oltre E. 13.125,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Immobile: LOTTO N. 8 Prezzo base E. 1.200.000,00 oltre E. 36.470,00 per aree pertinenziali. (esclusa IVA e costi acquisizione) Tutti situati in Roma, località Ponte Galeria, nel centro Commerciale denominato "Commercity", condotti in locazione finanziaria dalla C.I.P.A.C. S.p.A. Le offerte irrevocabili devono pervenire in busta chiusa entro le ore 13.00 del 27 ottobre 2011 presso lo studio del Commissario Liquidatore Avv. Maria Virginia Perazzoli, Via Lisbona n. 9, 00198 Roma (tel. 0685356786 - fax 0685302968), a mezzo istanza sottoscritta dall’offerente e contenuta in una busta chiusa presentata personalmente dall’offerente o da un suo incaricato munito di documento d’identità in corso di validità. Le offerte possono essere presentate anche per singole unità o per più immobili. L’offerta dovrà essere accompagnata da cauzione pari al 10% del prezzo offerto a mezzo assegni circolari non trasferibili intestati a "Concordato Preventivo C.I.P.A.C. S.p.A. in liqu. N. 3/2010". Non saranno prese in considerazione offerte inferiori ai prezzi base di vendita indicati. Le buste saranno aperte presso lo studio del Commissario Liquidatore alle ore 11.00 del giorno 22 settembre 2011. In caso di presentazione di più offerte si procederà a gara informale considerando quale prezzo base l’offerta più alta. Il regolamento di procedura competitiva, la relazione di stima e ulteriori informazioni potranno essere acquisite dal sito www.tribunaledivelletri.it / www.astegiudiziarie.it o richieste al commissario liquidatore: tel. 06/85356786 - fax: 06.85302968 www.studioperazzolieassociati.it e-mail: mvperazzoli@tin.it Le informazioni e i dati acquisiti in virtù della procedura saranno

TRIBUNALE DI VIBO VALENTIA UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI - AVVISO D’ASTA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE n. 23/2004 R.G.E.I. ******** Il sottoscritto Avv. FORTUNATO D’AMICO, Professionista delegato dal G. E., ai sensi e per gli effetti dell’art. 591 bis c.p.c., a v v i s a che il predetto Giudice, in merito all’esecuzione di cui sopra, promossa dalla Curatela del Fallimento n. 8/2005, con ordinanza del 22 agosto 2008, confermata all’udienza del 24 febbraio 2009, nonché con successivi provvedimenti del 16.11.2010 e 23.05.2011, da intendersi qui riprodotta e trascritta, ha DISPOSTO il PROCEDERSI ad un nuovo tentativo di VENDITA CON INCANTO allo stesso prezzo e condizioni di cui alla precedente vendita del 30.09.2011 che si svolgerà, a cura del sottoscritto Avvocato, Professionista delegato, il giorno 30 NOVEMBRE 2011, ore 16,00, presso lo STUDIO LEGALE D’AMICO in VIBO VALENTIA alla VIA ENRICO CANDELA n. 20, piano 1°, del BENE IMMOBILE meglio descritto nella relazione di stima pubblicata sul sito internet www.aste.eugenius.it, nello STATO di FATTO e di DIRITTO in cui oggi si trova, posto in vendita in un unico lotto e precisamente: Lotto n. 1 terreno ubicato nel Comune di Vibo Valentia località Portosalvo -Zona Nucleo Industriale - lotto 85 della lottizzazione prevista dal vigente PRTC - composto da un’area della superficie complessiva di 16.010 mq. con la seguente destinazione urbanistica : "lotto industriale". Sul terreno insistono due palazzine in c.a., di cui una, a due livelli fuori terra destinata agli uffici dalle dimensioni in pianta di ml 20,00 x 12,00 e, l’altra, ad un solo livello f.t. per servizi aziendali dalle dimensioni in pianta di ml 10,00 x 24,00; confina a Nord e a Sud con strada di P.R.T.C. (Piano Regolatore Territoriale Consortile), ad Est con proprietà Capria e ad Ovest con proprietà della C.O.F. S.r.l.; è riportato nel N.C.T. in ditta alla METALCOOP -Società Cooperativa a responsabilità limitata, con sede in Vibo Valentia-, al foglio 8, part. n. 27, part. n. 311 (ex particella 24), part. n. 383 (ex particella 26), part. n. 388 (ex particella 25), part. n. 386 (ex particella 162). Prezzo base (ridotto come da precedente vendita) E 326.291,96 , oltre Iva per E 68.521,31 e così complessivamente E 394.813,27. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad Euro 6.000,00. Gli offerenti dovranno DEPOSITARE a titolo di "CAUZIONE" per il lotto in vendita una SOMMA pari al 10% del PREZZO BASE D’ASTA, mediante assegno circolare non trasferibile da intestarsi al sottoscritto Professionista delegato, Avv. Fortunato D’Amico. Lo stesso assegno dovrà esser inserito in busta chiusa unitamente alla domanda di partecipazione alla vendita immobiliare. Non viene al momento richiesto il deposito di somme a titolo di "spese" per il trasferimento, perchè le stesse saranno quantificate e richieste solo dopo l’aggiudicazione definitiva subordinando al versamento delle medesime l’emissione del decreto di trasferimento.

Il sito internet www.aste.eugenius.it della Guido Talarico Editori Spa è stato iscritto nell'elenco ministeriale dei siti gestiti dai soggetti in possesso dei requisiti professionali di cui all'Art. 3 e 4 del D.M. 31/10/2006 con provvedimento del 28.06.2010. In base a tale provvedimento il sito www.aste.eugenius.it è autorizzato a effettuare la pubblicità delle vendite giudiziarie per tutti i Tribunali appartenenti ai Distretti di Corte d'Appello italiani



AsteInfoappalti