Issuu on Google+

Guido Talarico Editore

Maggio 2010

Copia Promozionale Gratuita

IL SOLE 24 ORE S.p.A System Comunicazione Pubblicitaria legale@ilsole24ore.com

IL SOLE 24 ORE S.p.A System Comunicazione Pubblicitaria legale@ilsole24ore.com

Anno 3 - Nr 20

Vendita con o senza incanto, perizie, aggiudicazioni, ecco i nostri suggerimenti per un acquisto senza sorprese

Aste: la guida definitiva La mancanza di garanzie e gli eventuali debiti dell’immobile sono gli ostacoli più comuni da evitare di Alessandro Caruso

Borsa Immobiliare

L’asta giudiziaria, come si sa, è la fase conclusiva del procedimento esecutivo che viene promosso dal creditore per recuperare i crediti vantati nei confronti di terzi mediante la vendita di beni mobili o immobili di questi ultimi. Da questa pratica, severa ma necessaria, si possono creare occasioni vantaggiose per gli acquirenti che decidano di tentare il "colpaccio". È vero che gli acquisti all’asta convengono (si diventa proprietari liberi da vincoli, si può beneficiare di notevoli risparmi, si evitano le spese notarili e quelle di mediazioni), ma per aggirare possibili rischi è utile osservare alcune nozioni e suggerimenti. Le aste giudiziarie vengono rese note con avvisi pubblicati almeno 45 giorni prima, di cui si può avere visione sui siti specializzati, sulla stampa di settore o sulla bacheca del tribunale. Nell’avviso, cosa fondamentale, sono contenute informazioni indispensabili sull’oggetto dell’asta ed è quindi una buona abitudine quella di leggerlo con attenzione. Soprattutto perché vi sono segnalati il prezzo base da cui partire al rilancio minimo per potersi aggiudicare l’immobile.

A Napoli è il momento di comprar casa Dopo Roma e Milano, il Centro studi REplat presenta il rapporto sul mercato immobiliare della maggiore città del Sud Italia, Napoli. Che siano bilocali o trilocali, in centro o periferia, ecco i consigli su dove e cosa comprare. a pag. 11

Notai e Commercialisti Notai cinesi in Italia per la civil law Si è svolta sotto l’egida della Uinl la visita di una delegazione del notariato cinese che ha aperto i lavori del corso di formazione per i notai cinesi dedicato a "Le caratteristiche e il ruolo del Notariato latino nella società moderna". a pag. 14

a pag. 4 e 5

Economia

Speciale

Avvocati e Magistrati

L’euro è salvo ma, per fortuna, resta debole

Entimorali.it, dalla valorizzazione alla vendita

Giustizia tributaria: aumentano i ricorsi

Dopo un recupero di 3 centesimi di dollaro in poche ore, l’euro è tornato in castigo, scendendo al di sotto dei livelli di prima dell’accordo salva euro del 10-11 maggio Ma la moneta svalutata del 20% rispetto a 6 mesi fa è una mano santa per noi.

Entimorali.it è un portale realizzato da un staff di diversi tipi di professionisti destinato all’ottimizzazione dei processi di gestione, valorizzazione e vendita del patrimonio immobiliare di enti morali no-profit, enti religiosi e fondazioni. Attraverso professionisti specializzati in tale ambito fornisce servizi quali stime e valutazioni, tra cui perizie di stima analitiche (verifiche urbanistiche, ipotecarie e catastali, indagini di mercato etc.), perizie di stima sintetiche, pareri di congruità, analisi valutative di valorizzazione degli immobili, studi di fattibilità, analisi dei rendimenti attuali e potenziali.

La crisi del ventunesimo secolo raggiunge anche i tribunali del fisco E I giudici devono fare i conti con ben 300mila nuovi fascicoli presentati solo nel 2009. Cartelle esattoriali, tasse, tributi, bollo e Iva i principali problemi dei cittadini.

a pag. 13

a pag. 6

a pag. 15


Domande e Risposte

AsteInfoappalti

2

SOMMARIO Domande e Risposte 2

Aste: guida per l’uso

Primo Piano 4 Primo Piano 5 Aste Speciali 6 Pubblicazioni 9 Borsa Immobiliare 11 Incentivi 12 Economia 13 Notai e Commercialisti 14 Avvocati e Magistrati 15 Risparmio Energetico 16 Altre Aste 17

Aste - Elenco dei bandi

Da pagina 18 a pagina 40

Invia le tue domande a Aste Infoappalti. I tuoi quesiti verranno sottoposti a degli esperti che risponderanno sul numero successivo. Scrivi a redazioneaste@guidotalaricoeditore.it

DOMANDE 1. Come posso fare per partecipare ad un’asta giudiziaria? 2. Bisogna disporre di denaro liquido per partecipare ad un’asta giudiziaria? 3. Qual è la percentuale da versare subito? 4. In che modo va versato l’importo? 5. Nel caso di non aggiudicazione dell’immobile, dopo quanto tempo posso riavere gli assegni? 6. Nel caso di aggiudicazione, quanto tempo ho per versare il prezzo finale d’acquisto? 7. È possibile visitare gli immobili prima di partecipare all’asta? 8. Sono al corrente che nella maggior parte dei casi, gli immobili all’asta non sono visionabili. Mi chiedo come è possibile conoscerne lo stato? 9. Cosa succede se l’immobile che ho acquistato all’asta, risulta essere occupato? 10. Quando vengono cancellate le ipoteche e i pignoramenti gravanti sull’immobile? 11. Cosa posso fare se al momento dell’immissione in possesso dell’immobile, questo non mi piace?

12. Vorrei conoscere le modalità di svolgimento dell’asta giudiziaria con incanto. 13. È vero che esistono società che curano l’acquisto dell’immobile durante l’incanto, senza che l’interessato sia presente? 14. Un immobile messo all’asta può essere acquistato prima dell’incanto? 15. Se l’inadempiente non ha la possibilità di pagare i suoi debiti e quindi di riscattare il suo immobile, può partecipare all’asta per tentare di recuperarlo? 16. Che vuol dire asta deserta? 17. Quando in sede d’asta si presenta un solo offerente a concorrere all’aggiudicazione dell’immobile, cosa succede? 18. È vero che bisogna aspettare 10 giorni, per essere certi che l’immobile sia stato aggiudicato? 19. Sono al corrente che è possibile presentare entro 10 giorni dalla data d’asta un’offerta pari ad 1/6 del prezzo di aggiudicazione e che il Giudice in tal caso stabilirà una nuova data per l’incanto. Quello che invece vorrei sapere è se il prezzo di base d’asta subirà dei cambiamenti.

20. Il mio immobile è andato all’asta per svariati motivi. Possiedo in parte della liquidità ma non è sufficiente a saldare il debito con i miei creditori.Vista la mia posizione, nessun Istituto bancario è in grado di erogarmi un mutuo. La cosa che vi chiedo è se posso intestare il mutuo a mio figlio e chiedere la restante somma che mi serve per non perdere l’immobile? 21. Vorrei sapere se una volta partecipato ad un’asta immobiliare con esito positivo, potrò intestare l’immobile a mio figlio. 22. Che cos’è una transazione di crediti? 23. Molto spesso sulle pubblicazioni degli immobili che vanno in asta, noto il termine “quota pari a mezza indivisa del diritto di superficie”, vorrei conoscerne il significato. 24.L’immobileall’astaoccupatodapersone anziane, senza un regolare contratto di locazione, al momento dell’aggiudicazione devono comunque lasciare l’immobile? 25. Dopo l’aggiudicazione di un incanto e trascorsi i 10 giorni per le offerte di un sesto, l’immobile quando viene effettivamente consegnato?

RISPOSTE 1.Devepresentareistanzadipartecipazione come previsto dall’ordinanza del giudice delegato e presso il tribunale di competenza. 2. No, i tribunali non accettano contanti, ma soltanto assegni circolari non trasferibili. 3. La percentuale è indicata nell’ordinanza di vendita e può variare da un minimo del 10% ad un massimo del 60%. 4. È obbligatorio versare l’esatto importo quale deposito cauzionale e deposito in conto spese. 5. Immediatamente dopo l’asta. 6. Il tempo è stabilito nell’ordinanza di vendita e può variare dai 30 ai 60 giorni. 7. No. In caso di asta fallimentare è possibile farlo dopo specifica autorizzazione del giudice. 8. È consigliabile avvalersi di un professionista in grado di valutare l’immobile oggetto dell’asta e farsi consigliare al meglio. 9. Nel caso in cui l’immobile risulti occupato con titolo valido, esso diventa opponibile pertanto l’aggiudicatario dovrà rispettare le norme che lo regolano. Se è occupato sen-

za alcun titolo, dopo l’emissione del decreto di aggiudicazione dell’immobile si potrà eseguire lo sgombero. I tempi tecnici variano dai 90 ai 150 giorni dalla prima notifica. 10. La cancellazione verrà eseguita dopo aver effettuato il saldo prezzo a spese e a cura dell’acquirente. 11. Rivenderlo. Gli immobili all’asta sono venduti nello stato di fatto e di diritto. 12. È una gara al rialzo che si tiene davanti al Giudice o presso lo studio di un Notaio delegato. Colui il quale ha presentato domanda di partecipazione potrà offrire, quando il giudice aprirà l’incanto, il prezzo a lui conveniente, rispettando il minimo rialzo previsto dall’ordinanza di vendita. 13. Si, basta dare giusta procura. 14. Si, tenuto conto che dovranno essere pagati tutti i debiti gravanti sull’immobile e chiedere l’estinzione della procedura. 15. No. 16. Se alla data dell’asta non vi sono offerenti, allora si dice che l’asta è deserta. 17. In questi casi l’offerente si aggiudica provvisoriamente l’immobile con il prezzo

base più il rilancio minimo, previsto dall’ordinanza di vendita. 18. Si, perché si può far ricorso all’Art. 584 del Codice Civile che stabilisce che chiunque può presentare, ad asta avvenuta entro 10 giorni, un’offerta superiore di almeno 1/6 al prezzo di aggiudicazione. In questo caso il Giudice deciderà di rifissare una seconda data per l’incanto. 19. Si riparte dal prezzo di aggiudicazione provvisoria più l’aumento di 1/6. 20. Si, è possibile se ci sono tutti i presupposti per stanziarlo. 21. Si se nella domanda di partecipazione è stata espressa richiesta. Nel caso di minore dovrà essere presentata l’autorizzazione del Giudice titolare. 22. È una trattativa extra giudiziale con gli Istituti di credito. 23. L’asta prevede la vendita della quota parte del 50% dell’immobile. 24. Si. 25. Bisogna effettuare il saldo prezzo nei termini previsti dall’ordinanza di vendita, in seguito si iniziano le pratiche per lo sgombero.

ASTE INFOAPPALTI Direttore responsabile Guido Talarico Direzione, redazione e amministrazione: Via Archimede 201 - 00197 Roma Tel: 06.8080099 - 06.99700377 Fax: 06.99700312 SEDE: Roma - via Archimede 205 e-mail:redazioneaste@guidotalaricoeditore.it Portale: www.astepress.it Registrazione tribunale di Roma N.386/2008 del 20/11/2008 AsteInfoappalti da un'idea di Giuseppe Gangale

Asteinfoappalti è edito da Guido Talarico Editore Spa (Presidente Guido Talarico, A.D. Carlo Taurelli Salimbeni, cons. Anne Sophie Cnapelynck). Impresa iscritta al ROC con n° 15822 Responsabile trat. dati Guido Talarico. È vietata la riproduzione, anche parziale dei testi e delle informazioni pubblicate. Tutti i diritti sono riservati. Il materiale inviato non verrà restituito.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITA’

CENTRI STAMPA

Il Sole 24 Ore Spa System Direzione generale: Andrea Chiappponi Direzione amministrativa: Via Monterosa, 91 - 20149 Milano Tel: 02.30223594 - 02.30223126 02.30223257 e-mail: legalesystem@ilsole24ore.com

Tipografia Stiem Viale dell’industria, n° 5 Fisciano (Salerno)

Questa testata è associata all’Unione Stampa Periodica Italiana

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Primo Piano

AsteInfoappalti

4

Vendita con o senza incanto, perizie, aggiudicazioni, ecco qualche suggerimento per un acquisto sicuro

Occhio ai rischi delle aste La mancanza di garanzie e gli eventuali debiti dell’immobile sono le possibili difficoltà di Alessandro Caruso

L’asta giudiziaria, come si sa, è la fase conclusiva del procedimento esecutivo che viene promosso dal creditore per recuperare i crediti vantati nei confronti di terzi mediante la vendita di beni mobili o immobili di questi ultimi. Da questa pratica, severa ma necessaria, si possono creare occasioni vantaggiose per gli acquirenti che decidano di tentare il "colpaccio". È vero che gli acquisti all’asta convengono (si diventa proprietari liberi da vincoli, si può beneficiare di notevoli risparmi, si evitano le spese notarili e quelle di mediazioni), ma per aggirare possibili rischi è utile osservare alcune nozioni e suggerimenti. Le aste giudiziarie vengono rese note con avvisi pubblicati almeno 45 giorni prima, di cui si può avere visione sui siti specializzati, sulla stampa di settore o sulla bacheca del tribunale. Nell’avviso, cosa fondamentale, sono contenute informazioni indispensabili sull’oggetto dell’asta ed è quindi una buona abitudine

Nell’avviso sono segnalati il prezzo base da cui partire al rilancio minimo per potersi aggiudicare l’immobile nonché altre notizie sullo stato manutentivo del bene in questione. È importante poi valutare con occhio critico e vigile la perizia svolta da professionista tecnico

Box 1 La perizia La perizia è un documento imprescindibileperpartecipareaun’asta. È possibile, consultando con attenzione la perizia, conoscere lo stato di manutenzione della singola unità immobiliare. Il perito, solitamente un professionista tecnico, svolge anche una stima economica del bene immobile ragguagliata ai prezzi di mercato correnti, tenendo conto della zona e delle caratteristiche strutturali della casa in questione.

Box 2 Vendita senza incanto

quella di leggerlo con attenzione. Soprattutto perché vi sono segnalati il prezzo base da cui partire al rilancio minimo per potersi aggiudicare l’immobile nonché altre notizie sullo stato manutentivo del bene in questione. È importante poi valutare con occhio critico e vigile la perizia svolta da professionista tecnico (box n.1 di fianco) , incaricato di attestare le caratteristiche costruttive e giuridiche dell’immobile. Questo documento viene sistematicamente depositato presso la cancelleria del tribunale o tra i documenti allegati all’offerta pubblicata sul sito. L’asta può svolgersi con o senza incanto. La vendita senza incanto (box n.2 di fianco) prevede che l’offerta sia almeno pari al prezzo posto a base d’asta e assume il valore di proposta irrevocabile. Può comportare l’aggiudicazione diretta ove sia superiore ad almeno un quinto di tale prezzo. Di fronte a più offerte, invece, il giudice apre la classica gara in cui vince chi fa l’offerta

più alta. Nell’asta con incanto (box n.3 di fianco) i partecipanti formulano le loro proposte davanti al giudice dell’esecuzione o al professionista delegato, purché in misura superiore al prezzo posto a base d’asta. Un suggerimento utile è quello di informarsi sullo stato abitativo dell’immobile in caso di acquisto all’asta. Procedure lunghe e costose, infatti, sono dietro l’angolo se l’immobile è abitato da persone con regolare contratto (nel tal caso si dovrà aspettare la naturale scadenza del contratto di locazione per entrare in casa) o se l’occupante rifiuta di lasciare spontaneamente l’immobile (è il caso in cui si avvia una procedura di sfratto). Stessa attenzione si presti alla fruibilità della casa (l’aggiudicazione all’asta non prevede garanzie per eventuali danni a impianti ecc.) e alla situazione debitoria dell’immobile (il nuovo proprietario potrebbe rispondere delle insolvenze con il condominio per l’anno in corso e quello precedente).

È un tipo di asta che prevede una vendita che si svolge in forme piuttosto semplificate, poiché le offerte di acquisto non vengono fatte in pubblica udienza davanti al giudice, ma sono direttamente depositate in cancelleria e successivamente valutate dal giudice dell’esecuzione. Se la gara risulta deserta può essere disposta l’assegnazione al maggior offerente o, in alternativa, la vendita con incanto.

Box 3 Vendita con incanto In questo caso le offerte vengono fatte dai partecipanti davanti al giudice. L’aggiudicazione viene fatta in base all’offerta più alta, ma nei 10 giorni successivi è ancora possibile fare pervenire altre offerte a condizione che superino di almeno un quinto il prezzo della precedente aggiudicazione. In questo ultimo caso viene indetta un’ulteriore gara in cui vince sempre il partecipante con la maggiore offerta.

Nuove prassi in alcuni uffici giudiziari per tranquillizzare chi vuole acquistare immobili all’asta

I tribunali si organizzano per far visionare i beni posti all’incanto Tra i dubbi che affollano la mente di un partecipante a un’asta spesso riaffiora quello relativo alla possibilità di visionare i beni posti all’incanto. Va premesso che i beni posti in vendita in un’asta giudiziaria sono tutti preventivamente ispezionati, descritti e stimati da un professionista nominato dal tribunale il quale, al termine di apposito sopralluogo, deposita agli atti una dettagliata consulenza tecnica. Alcuni tribunali si stanno allineando su una disciplina diretta a rendere tale servizio maggiormente fruibile. Cosciente delle difficoltà da parte di un possibile acquirente di contattare il debitore esecutata per richiedere la visione dei

locali oggetto di asta, ad esempio, il tribunale di Sulmona si sta orientando di recente nella prassi seguita anche da altri uffici giudiziari, di nominare apposite figure di custodi degli immobili pignorati, onde consentire l’accesso ai locali da parte dei soggetti interessati. Occorre quindi prendere contatto con i singoli custodi nominati per le relative procedure. Poiché è opportuno, se non addirittura obbligatorio ove ordinato dal Giudice, che il custode giudiziario eviti che i diversi interessati all’acquisto entrino in contatto tra loro, è consigliabile concordare la visita con molto anticipo. Si raccomanda, inoltre, di fare sempre riferimento alle

schede-fascicolo eventualmente pubblicate dai custodi nella sezione a loro riservata. In questa maniera si può scongiurare in maniera sempre più netta il rischio di incorrere nell’acquisto di un immobile con difetti strutturali o in cattivo stato sotto il profilo della manutenzione. Dal momento che le eventuali spese per il riordino o la riparazione della casa sarebbe a carico del nuovo proprietario, è bene dare il dovuto risalto a questa pratica, in modo da non incontrare spiacevoli sorprese dopo la bella notizia di un acquisto a prezzo vantaggioso.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com

A.C


Primo Piano

AsteInfoappalti

5

Acquistare la casa in tribunale comporta alcuni oneri economici La disciplina per pagare un bene all’asta con un mutuo In alcuni casi, quando il creditore procedente è un creditore fondiario, è espressamente previsto che, ai sensi del comma 5 dell’art. 41 del d.lgs n. 385/1993, ogni aggiudicatario possa subentrare nel contratto di finanziamento stipulato dal debitore espropriato assumendosi gli obblighi relativi, purché entro 15 giorni dal decreto previsto dall’art. 574 c.p.c., ovvero dalla data dell’aggiudicazione o dall’assegnazione, paghino alla banca le rate scadute, gli accessori, gli interessi e le spese. Nel caso di vendita in più lotti ciascun aggiudicatario o assegnatario è tenuto a versare proporzionalmente alla banca le rate scadute, gli accessori gli interessi e le spese. Più semplicemente è possibile concordareconlapropriabanca“difiducia”l’operazione.

Come ottenere le chiavi dell’immobile acquistato all’asta

Spese e costi di un’asta Al trasferimento di un bene va applicata l’Iva che può oscillare dal 10 al 20% di Cesare Giraldi

Ecco altre regole pratiche per accedere a un’asta preparati e sicuri di non cadere in facili trappole. Partendo dalle spese di trasferimento per i beni acquistati all’asta. All’atto della presentazione della domanda di partecipazione all’incanto vengono versati due assegni circolari, ciascuno del 20% del prezzo base d’asta. Uno di questi assegni viene poi utilizzato dal profes-

Il decreto del giudice è di per sé titolo esecutivo e consente di agire per l’immediato rilascio dell’immobile. Occorre quindi contattare direttamente il debitore esecutato per concordare un rilascio bonario del bene occupato da persone o cose. In caso di difficoltà occorre rivolgersi a un legale che procederà, se necessario, all’immediata liberazione tramite ufficiale giudiziario (ex. Artt. 605 e ss. c.p.c.). In ogni caso è prudente predisporre un verbale di rilascio, con l’indicazione dei beni che momentaneamente restano custoditi dall’aggiudicatario. Nel caso in cui l’immobile abbia un custode nominato dal tribunale, sarà sufficiente contattare lo stesso per la consegna delle chiavi e dell’immobile, salvo che il debitore esecutato non sia stato autorizzato dal Giudice a occupare il bene.

All’atto della presentazione della domanda di partecipazione all’incanto vengono versati due assegni circolari, ciascuno del 20% del prezzo base d’asta. Uno di questi assegni viene poi utilizzato dal professionista delegato quale fondo spese per le operazioni di trasferimento

Quanto l’asta può incidere sulla comunione legale dei beni

sionista delegato quale fondo spese per le operazioni di trasferimento. Il professionista cura tutte le incombenze che seguono la firma del decreto di trasferimento (registrazione, trascrizione, comunicazioni varie, voltura etc…) attingendo le somme necessarie dal predetto fondo spese. Normalmente l’entità delle spese e degli onorari si aggira a poco più del 10% o 15 % del prezzo finale di aggiudicazione (in caso di concessione dei benefici per la prima casa anche meno), determinando così la restituzione di un limitato residuo a favore dell’acquirente. Se l’espropriazione colpisce una so-

Nel caso di comunione legale dei beni tra marito e moglie c’è la possibilità di evitare che l’acquisto di un immobile all’asta cada automaticamente in comune. Il coniuge che dovrà risultare esclusivo titolare del bene aggiudicato all’asta dovrà partecipare singolarmente alla gara. Nel verbale d’asta che il professionista delegato redigerà, va dato atto della presenza dell’altro coniuge e dovrà espressamente dichiararsi che l’acquisto dell’immobile viene compiuto con l’impiego del prezzo di trasferimento di beni personali (ex art. 179 lett. f) c.c. ). Presso alcuni tribunali si ritiene che tale dichiarazione possa effettuarsi anche in seguito, direttamente dinnanzi al cancelliere della competente cancelleria delle esecuzioni immobiliari, prima della emanazione del decreto di trasferimento.

cietà (o, in generale, una persona giuridica), al trasferimento va applicata l’Iva (al 10% oppure al 20% a secondo della funzione dell’immobile in seno all’oggetto sociale ). In caso contrario va applicata l’imposta di registro (al 10% oppure al 3% se trattasi di acquisto di prima casa). A proposito, invece, dell’aggiudicazione, bisogna sapere che essa diventa definitiva, nell’asta con incanto, solo dopo 10 giorni. Infatti, entro tale termine, come già detto precedentemente, chiunque può presentare offerta scritta per l’acquisto dell’immobile oggetto dell’esecuzione per un prezzo superiore di almeno un quinto rispetto a quello di aggiudicazione (art. 584 c.p.c.). Sono esentati dal presentare ulteriore domanda di partecipazione l’aggiudicatario provvisorio (decaduto) e l’offerente in aumento, che parteciperanno così di diritto al nuovo incanto. L’avviso del nuovo incanto verrà loro notificato a cura del professionista delegato. Per quanto riguarda, invece, l’asta senza incanto, non si applica il termine dei dieci giorni e l’acquisto diventa definitivo ad avvenuta aggiudicazione.

Aste con a carico le spese condominiali Affittuari, la legge è con il proprietario Chi acquista in tribunale si informi sulla situazione debitoria dell’immobile Per gli immobili acquistati all’asta il contratto di locazione non è opponibile Come già spiegato precedentemente uno dei rischi nell’acquisto di un immobile all’asta sta nella possibile situazione debitoria dell’immobile stesso. Cioè, per chiarire, se sull’immobile gravano delle spese arretrate, come quelle condominiali. L’art. 63 delle disp. att. del Codice civile precisa che “…Chi subentra nei diritti di un condomino è obbligato, solidalmente con questo, al pagamento dei contributi relativi all’anno in corso e a quello precedente”. Per anno in corso si considera l’anno in cui viene firmato il decreto di

trasferimento dell’immobile esecutato (Es. l’asta si tiene il 28 ottobre 2003, come da relativo verbale del Professionista Delegato. L’aggiudicatario, divenuto definitivo, effettua il pagamento integrale del prezzo il successivo 25 novembre 2003. Il giudice dell’Esecuzione firma il decreto di trasferimento e lo deposita in cancelleria il 12 febbraio 2004. L’aggiudicatario è tenuto in solido con il precedente proprietario a pagare gli oneri condominiali per il 2003 e per il 2004). A.M

Una dritta per tutti coloro i quali intendano acquistare all’asta un’immobile consiste nell’informarsi sugli eventuali inquilini ddell’immobile in questione. Ovvero, se esso risulti affittato a qualcuno. I contratti di affitto, locazione o comodato non sono opponibili all’acquirente all’asta, salvo che non siano autorizzati dal giudice dell’Esecuzione (normalmente si autorizzano per la durata massima di un anno) o che abbiano data certa anteriore al pignoramento. Se hanno data certa anteriore alla trascrizione del pignoramento, non sono efficaci nei

confronti dello stesso aggiudicatario oltre la prima scadenza e, se la prima scadenza supera i 9 anni, non è opponibile oltre tale termine se non debitamente trascritto. Tali situazioni, solitamente, sebbene sulla carta sembrino già risolte, possono trascinarsi in beghe legali, talvolta anche di una certa lunghezza e con i relativi costi. Per evitare il degenerare della situazione è consigliabile tenersi aggiornati sulle persone che vivono in casa e con quale regime contrattuale.

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it

C.C


Aste Speciali

AsteInfoappalti

6

Il portale segue passo passo l’ente no-profit cui si rivolge in tutte le fasi della gestione degli immobili

Entimorali.it, dalla valorizzazione alla vendita «Nel solo mese di marzo, in prossimità della scadenza dell’ultima grande gara nazionale, sono state aperte oltre 200 mila pagine da oltre 15 mila visitatori unici», ci ha spiegato il fondatore Andrea Motta di Ludovico Casaburi

Entimorali.it è un portale realizzato da un staff di diversi tipi di professionisti destinato all’ottimizzazione dei processi di gestione, valorizzazione e vendita del patrimonio immobiliare di enti morali no-profit, enti religiosi e fondazioni. Attraverso professionisti specializzati in tale ambito fornisce servizi quali stime e valutazioni, tra cui perizie di stima analitiche (verifiche urbanistiche, ipotecarie e catastali, indagini di mercato etc.), perizie di stima sintetiche, pareri di congruità, analisi valutative di valorizzazione degli immobili, studi di fattibilità, analisi dei rendimenti attuali e potenziali. Quanto alla gestione degli immobili, Entimorali.it, mette a disposizione degli enti un sistema intranet supportato da tecnici qualificati per l’amministrazione ordinaria (locazioni, condominio, utenze, as-

Negli ultimi dodici mesi, attraverso la procedura certificata ISO 9001: 2008, sono stati posti in vendita in diversi bandi circa 150 unità immobiliari di Enti Morali, ubicate in 14 regioni e in 32 diversi comuni d’Italia, delle quali, nonostante la crisi economica in atto, circa il 50% sono state vendute sicurazioni etc.) e straordinaria del patrimonio immobiliare. Nel caso in cui tale patrimoniofossedestinatoadesserevenduto, per destinare i fondi ricavati all’attività istituzionale dell’ente, viene effettuata l’analisi completa della documentazione degli immobili e la predisposizione dei documenti necessari per la vendita o per la locazione, oltre che la verifica della conformità degli impianti e la certificazione ener-

getica. Lo staff di Entimorali.it provvede anche alla gestione delle pratiche ereditarie, con analisi delle disposizioni testamentarie, ricercaeverificadelpatrimonioimmobiliare sull’intero territorio e la gestione dei rapporti con i coeredi. Come previsto dal Codice dei beni Culturali (D.lgs 42/2004) vengono svolte le procedure per la verifica dello status di "interesse culturale" per gli immobili che hanno più di 50 anni d’età che appartengono "allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico e a persone giuridiche private senza fine di lucro, ivi compresi gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti". Vengono inoltre svolte le istanze ai sensi dell’art.747 c.p.c. per ottenere l’autorizzazione alla vendita dei beni immobili derivanti da eredità poiché per legge devono essere accettate con beneficio di inventario. Quanto alla gestione della procedura di vendita degli immobili, Entimorali.it provvede alla pubblicazione del regolamento e del bando di vendita degli immobili suddivisi in lotti individuabili attraverso un sistema di georeferenziazione. Tutte le gare vengono effettuate con il metodo dell’invito ad offrire da espletarsi attraverso l’invio di un’offerta in busta chiusa presso il notaio preposto. Questa fase di commercializzazione degli immobili è effettuata con il supporto di mediatori professionisti o società abilitate scelte dagli enti stessi e che forniscono assistenza agli aspiranti acquirenti nei sopralluoghi, nelle pratiche connesse all’eventuale finanziamento (mutuo), ed in tutte le fasi sino alla stipula del rogito notarile. Negli ultimi dodici mesi, attraverso questa procedura certificata ISO 9001: 2008, sono stati posti in vendita in diversi bandi circa 150 unità immobiliari di Enti Morali, ubicate in 14 regioni e in 32 diversi comuni d’Italia, delle quali, nonostante la crisi economica in atto, circa il 50% sono state vendute. I bandi di gara sono stati tutti pubblicati sul sito www.entimorali.it e su quotidiani nazionali, locali, siti internet specializzati e le offerte sono state domiciliate presso i notai preposti. L’importo ricavato dalle

vendite, parte delle quali in corso di perfezionamento, è stato pari a quasi 12 milioni di euro, ripartito in base alle quote di proprietà tra i 32 diversi enti tra i quali l’Unicef, il Wwf, l’Istituto Mario Negri, l’Istituto europeo di oncologia, la Procura generalizia dellacongregazionedellemissionariedella carità di Calcutta, l’Associazione italiana studio malformazioni ecc. Sono stati assegnati appartamenti in grandi e piccole città, terreni agricoli e persino un antico palazzo nobiliare in stato di totale degrado ubicato in Trentino. Uno dei punti di forza di questo tipo di dismissioni è certamente dettato dall’alto valore etico che i partecipanti alle gare hanno spontaneamente percepito. Non di rado la consapevolezza di acquistare un’immobile il cui ricavato è destinato alla ricerca per la tutela della salute o alla salvaguardia dell’infanzia ha rappresentato per molti un plus decisivo nella decisione di acquistare un immobile tra quelli pubblicati dal sito entimorali.it. «Il portale entimorali.it», commenta il suo fondatore, il dottor Andrea Motta, «ha inoltre svolto, da un lato un ruolo di organizzazione e di raccordo del lavoro dei dirigenti degli enti e dei loro consulenti professionali e dall’altro ha amplificato la visibilità delle gare di offerte raccogliendo numerosi visitatori». «Nel solo mese di marzo - prosegue Motta - in prossimità della scadenza dell’ultima grande gara nazionale, sono state aperte 200 mila pagine da oltre 15 mila visitatori unici». LE ASTE Per entrare nel merito di qualche caratteristica di immobili attualmente disponibili: • in Piemonte chi è interessato ad un investimento può comprare a Torino (lotto2) un negozio (proprietà Unicef) in Via Stradella quartiere Borgo Vittoria che con il suo canone annuo di circa 7.200 euro può determinare, se si vince la gara di offerte al Valore O.M.I. indicato, un rendimento di circa il 7%; • a Milano c’è un appartamento signorile di 130 mq in via Salomone e uno in Via S. Rita da Cascia entrambi con box; • in Liguria nella celebre Rapallo c’è un

appartamento di mq 45; • in Emilia Romagna a Rimini sono disponibili 6 appartamenti e 5 box (l’intera palazzina); • nelle Marche nello splendido centro storico di Offida chi desidera recuperare l’ala di un antico convento da destinare ad un agriturismo può comprare l’intero fabbricato noto come il Trenino costituito da 5 appartamenti ciascuno con doppio livello e che affacciano sul classico e grande "orto dei monaci" con splendida vista sulle colline marchigiane; • nel Lazio a Ostia in Via Mar Rosso un appartamento mq 75 al terzo piano di soggiorno camere servizi e terrazzo in un condominio con portiere. Per partecipare alla gara basta collegarsi al sito www.entimorali.it scegliere l’immobile che interessa. Poi contattare il call center e fissare l’appuntamento con un mediatore professionista che farà visitare l’immobile, consegnerà le planimetrie e gli

L’importo ricavato dalle vendite, è stato pari a quasi 12 milioni di euro, ripartito in base alle quote di proprietà tra i 32 diversi enti tra i quali l’Unicef, il Wwf, l’Istituto Mario Negri, l’Istituto europeo di oncologia, la Procura generalizia della congregazione delle missionarie della carità di Calcutta, l’Associazione italiana studio malformazioni altri documenti e un modulo personale non trasferibile che l’interessato, se deciderà di effettuare l’offerta, dovrà spedire per raccomandata a/r al notaio di effettuare il verbale di gara. Una volta avvenuta la verbalizzazione a cura del notaio incaricato, gli enti proprietari avranno circa due settimane per valutare le offerte ricevute, invitando gli eventuali vincitori a depositare la cauzione del 5% del prezzo offerto.

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Aste Speciali

7

AsteInfoappalti

L’Istituto di Previdenza avvierà l’operazione nei prossimi mesi, avvantaggiando gli inquilini degli appartamenti all’asta

Da Padova a Cosenza, l’Inpgi dismette 125 immobili Molte delle unità abitative sono occupate da giornalisti con regolare contratto d’affitto ROMA - Sono 125, tra complessi e unità singole, gli immobili che l’Istituto di previdenza dei giornalisti italiani ha deciso di dismettere. Appartamenti, da Padova a Messina, passando per Cosenza, in molti casi già occupati da giornalisti, con regolare contratto di affitto. «Si tratta di un’opportunità di evidente interesse - fa notare Carlo Parisi, fiduciario Inpgi della Calabria e presidente della Commissione nazionale Provveditorato - per quei colleghi che occupano, magari da tanti anni, in qualità di inquilini, gli immobili oggetto della dismissione: grazie a questa manovra dell’Inpgi, potranno finalmente acquistare la casa in cui hanno sinora vissuto, diventandone i proprietari effettivi». Il processo di dismissione, «frutto di una decisione lungamente discussa sottolinea Andrea Camporese, presi-

«È un’opportunità di evidente interesse - dice Carlo Parisi, fiduciario Inpgi della Calabria e presidente della Commissione nazionale Provveditorato per quei colleghi che occupano gli immobili oggetto della dismissione: grazie all’Inpgi, potranno diventarne proprietari» dente dell’Istituto - all’interno del consiglio di amministrazione, che la ha, poi, approvata all’unanimità», sarà avviata nei prossimi mesi, interessando una parte minimale del patrimonio immobiliare di proprietà dell’Inpgi, pari circa allo 0,2 %. Nel concreto, saranno dismesse 125 unità immobiliari così dislocate: • 9 villette a Mendicino (CS); • 21 villette a Rende, Via Manzoni (CS); • 2 appartamenti a Messina, Sal. Montesanto; • 2 appartamenti a Messina, Viale Annunziata; • 8 appartamenti e 2 posti auto coperti a Padova, Viale San Marco; • 13 appartamenti a Livorno, Via Paoli; • 36 appartamenti e 2 negozi a Collegno, Via Portalupi; • 4 appartamenti a Taranto, Via Lago di Molveno; • 26 appartamenti a Campi Bisenzio, Via Prunaia (FI). È lo stesso presidente dell’Inpgi a spiegare i criteri con cui avverrà la dismissione: «Cominceremo a vendere

Padova

direttamente gli immobili di un complesso già liberi, in modo da formare un prezzo di mercato reale, dopo di che si offrirà, agli inquilini del medesimo complesso, la possibilità di acquistare il proprio appartamento con uno sconto limitato, giustificato dal minor valore di mercato assegnato ad un alloggio occupato. Altre ipotesi di dismissione, quali il conferimento in blocco ad un soggetto terzo, avrebbero portato ad una perdita di valore per l’Istituto, calcolabile intorno al 40%». Vale la pena ricordare che, in base ai dati dell’ultimo bilancio consuntivo approvato, relativi al 2008, ma sostanzialmente invariati nel 2009, il patrimonio immobiliare dell’Istituto risulta così composto: • patrimonio ad uso abitativo: 70%, per un valore pari ad euro 463.430.658 • patrimonio ad uso diverso: 30%, per un valore pari ad euro 229.468.019.

Le 125 unità immobiliari sono così dislocate: • 9 villette a Mendicino - Cosenza • 21 villette a Rende - Cosenza • 2 appartamenti a Messina, Sal. Montesanto • 2 appartamenti a Messina • 8 appartamenti e 2 posti auto coperti a Padova • 13 appartamenti a Livorno • 36 appartamenti e 2 negozi a Collegno • 4 appartamenti a Taranto • 26 appartamenti a Campi Bisenzio - Firenze

Nicoletta Giorgetti

La dismissione, «frutto di una decisione discussa - sottolinea Andrea Camporese, presidente dell’Istituto e poi approvata dal consiglio di amministrazione», sarà avviata nei prossimi mesi, interessando una parte del patrimonio immobiliare di proprietà dell’Inpgi, pari circa allo 0,2 %. Cosenza

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Pubblicazioni

AsteInfoappalti

9

A cinque anni dalla prima edizione, Cedam pubblica "Le insinuazioni al passivo" a cura di Massimo Ferro

Guida per il curatore fallimentare L’opera in tre volumi alla sua seconda edizione, con una struttura innovativa nel panorama editoriale, è un codice operativo delle insinuazioni al passivo di Ludovico Casaburi

Pubblicato dalle edizioni Cedam, ha raggiunto la seconda edizione "Le insinuazioni al passivo", codice operativo per affrontare le procedure fallimentari, le procedure della liquidazione coatta amministrativa e delle nuove amministrazioni straordinarie a cura di Massimo Ferro. In questa nuova edizione, l’opera dà conto e rielabora l’esperienza giurisprudenziale e le riflessioni teoriche che hanno caratterizzato il più intenso quinquennio delle riforme del nostro ordinamento concorsuale. Ne risente anche l’impianto editoriale, che ha tenuto conto della vigenza contemporanea di un regime (per il fallimento) anteriore alle riforme e di uno costituito dalle regole seguite al decreto correttivo d.lgs. 12 settembre 2007, n.169: così, i vari testi normativi coesistono per operatività ed hanno distinti spazi di approfondimento. Nel frattempo, Massimo Ferro ed i vari autori (fra essi troviamo magistrati, docenti universitari, avvocati, dottori commercialisti, consulenti del lavoro), hanno dato centralità alla nuova identità professionale assunta dalle funzioni del curatore fallimentare, che ha un ruolo di primo

piano non solo nella trattazione giudiziaria della crisi d’impresa, ma proprio nella sua essenziale funzione della verifica del passivo concorsuale. In questo modo l’opera, con le sue nuove 3.500 pagine, si definisce per l’ampiezza di voci professionali ed il pluralismo tecnico imposto da indirizzi ancora non sedimentati in tema di accertamento delle

Massimo Ferro ed i vari autori, tra cui magistrati, avvocati, commercialisti, hanno dato centralità alla nuova identità professionale assunta dalle funzioni del curatore fallimentare, che ha un ruolo di primo piano non solo nella trattazione giudiziaria della crisi d’impresa, ma proprio nella sua essenziale funzione della verifica del passivo concorsuale

In un libro, o in conveniente cofanetto, le spiegazioni su Iva e tasse

cause di prelazione ed in generale quanto agli istituti di diritto sostanziale e processuale implicati. Nell’aggiornamento integrale, la trattazione è organizzata tuttora in settori: i Crediti, ai Tomi I e II, inquadrano i privilegi, anche più recenti e le problematicità inedite poste dal riassetto normativo di figure significative del diritto civile, commerciale, del lavoro, tributario, del processo, le cui conoscenze sono pregiudiziali nell’agire quotidiano degli organi concorsuali e nell’attività forense e negoziale delle parti. Dopo una parte generale, necessaria alla comprensione dell’istituto, le attività d’istruzione sono ora completate da un apposito spazio, il quale ospita le conclusioni del curatore e rispettivamente le osservazioni al progetto di stato passivo. Le formule degli atti e le motivazioni completano ciascuna elaborazione, il tutto raccordato con un utile Cd-Rom. Al Tomo III, le nuove istituzioni del diritto fallimentare, sotto forma di Voci, affiancano altre figure, superando le organizzazioni più tradizionali della materia e così rendendo possibile che, nella stessa opera, ci siano sistematici approfondimenti di tutte quelle figure, fallimentaristiche e non, indispensabili per un moderno senso di orizzontamento nella

complessa materia. Accanto alla ricordata sequenza di doppia trattazione, nelle specifiche elaborazioni ante riforma ovvero con le riforme, si segnalano sia un’utile raccolta cronologica delle norme in cui sono previsti privilegi sia un’agile tabella dei privilegi, ulteriori strumenti per le attività di graduazione e riparto, ed il loro controllo.

In libreria "Insieme per Roma - Una Roma insolita", di Gian Carlo Menchinelli

Casa e fisco: tutte le risposte Roma dal buco della serratura Una volta raggiunto l’obiettivo dell’acquisto, quanti grattacapi. Essere proprietari di un’abitazione è un particolare valore che, in Italia, affonda le sue radici nella tradizione e nella cultura. La casa è sempre stata considerata investimento sicuro e destinato a durare. Ma quanti e quali oneri fiscali, ad esempio? Una recente offerta esclusiva dei libri del Sole 24 Ore - che permette l’acquisto di ben quattro titoli in materia fiscale a cominciare da I mmobili e Iva di R.Portale, G.Romano e G. Spalletta. Nel volume si fornisce un quadro completo della normativa IVA in materia di immobili, con riferimento anche al passato per ciò che riguarda alcune questioni che interessano le imprese, gli operatori del settore e i privati cittadini, alle prese con i quotidiani problemi della casa. Dopo aver schematizzato tutte le novità, il volume le esamina in modo approfondito, con l’aiuto di esempi e tabelle di sintesi. Un intero capitolo è

dedicato alla risoluzione di casi pratici, con le domande più comuni in materia di IVA in edilizia, e le risposte fornite dalla prassi amministrativa e dalla giurisprudenza.Come molti libri di questo genere il volume è utilizzabile anche in formato Pdf, in versione protetta. Per consultarla è necessario autenticarsi con la username e la password scelte durante la registrazione ai servizi del Sole 24 Ore (la registrazione è gratuita). E’ consentita la stampa a bassa risoluzione. Non è consentito copiare e incollare parti di testo. Il libro "vero", ormai alla quarta edizione e aggiornato con le ultime novità in materia, può essere acquistato in versione cofanetto di quattro volumi (consegna gratuita) in offerta speciale: tutti e quattro (costo di copertina a 170 euro, con uno sconto speciale del 20 per cento è acquistabile a 142,40, Iva inclusa. Gli altri titolio sono Iva Estero 2010, Dichiarazione Iva 2010 e Imposta sul valore aggiunto, con Cd allegato.

«A piazza dei Cavalieri di Malta, nel quartiere Aventino, c’è un pesante portone di ferro con una serratura senza chiave. Dietro, nulla di sconveniente. Chinatevi a guardare; potete farlo liberamente e gratis. Dopo uncompattocorridoio di mirto, sullo sfondo di un cielo compiacenteinquadrerete il più grande e prestigioso monumento della cristianità: San Pietro. Ecco, si può cominciare così a scoprire Roma: dal buco della serratura. Un mondo insolito ed eccitante per spiare le forme e la bellezza di una città al primo incontro col turbamento di un innocente voyeur. Uno sguardo e via, tanto per fare conoscenza. Ce n’è di Roma alle vostre spalle da

vedere e da amare, se volete». Del giornalista e scrittore Gian Carlo Menchinelli, quello appena letto è un passaggio di "Insieme per Roma - Una Roma insolita", volumetto edito da Immediately e presentato lo scorso aprile nella prestigiosa cornice del Circolo Aniene a Roma, passaggio che al meglio rappresenta lo spirito di un’opera che ha come unico obiettivo quello di coinvolgere il lettore nella scoperta di una Roma, appunto, "insolita". Dalla leggendariaIsolaTiberina alla Domus Aurea, dal ColosseoallaFontana del Bernini, "Insieme per Roma - Una Roma insolita" regala al lettore un punto di vista alternativo per approfondire la conoscenza della Città eterna.

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Borsa Immobiliare

11

AsteInfoappalti

L’indice REplat del prezzo indica ribassi su bilocali e trilocali, tipologie di immobili più richieste e più offerte in periferia e in zona semicentrale

A Napoli conviene comprar casa Nel 2009, però, il mercato della provincia è andato meglio di quello cittadino sia dal punto di vista della domanda sia da quello dell’offerta

di Ludovico Casaburi

Dopo la dettagliata analisi sul saliscendi dei prezzi del mercato immobiliare di Roma e Milano affrontato da AsteInfoappalti sul numero di aprile, ecco il seguito dell’indagine del Centro studi di Replat Spa, che stavolta analizza gli umori del mattone napoletano. A Napoli e provincia è il momento giusto per comprare casa: questo il primo dato interessantefornitodall’indaginesull’andamento targato 2009 del mercato immobiliare cittadino e suburbano del capoluogo campano effettuata dal Centro studi di REplat Spa. L’indice percentuale del prezzo utilizzato per fotografare i trend e i movimenti del settore parla chiaro: al Centro (Arenella, Chiaia, Posillipo, San Ferdinando), nelle aree semicentrali come Vomero, Fuorigrotta, Mercato, Pendino, S. Lorenzo, Vicaria e S. Giovanni a Teduccio e in alcune zone periferiche (Bagnoli, Poggioreale e Barra) si sono registrati dei ribassi, nel corso di un anno, che vanno dal -1,50% al -6% per quanto riguarda i bilocali e dal -1,92% al -5,36% per ciò che concerne i trilocali. In zona suburbana , poi, il calo è ancora più evidente perché si arriva al -8,89% dei bilo di Scampia passando per il -8,49% di quelli di Secondigliano e per il -7,65% dei trilocali di San Pietro a Paterno. «In un mercato caratterizzato da cambiamenti repentini, la situazione di Napoli descritta dal Centro studi della piattaforma che permette la collaborazione nella compravendita tra gli agenti immobiliari è piuttosto rassicurante dal punto di vista di chi cerca casa», commenta Giuliano Tito, responsabile dello sviluppo del MLS REplat in Campania. «I consumatori dovrebbero sfruttare il momento per far andare a buon fine operazioni come la permuta di un immobile o l’acquisto in belle zone semicentrali e centrali». «Se poi andiamo a studiare la tabella dei prezzi più probabili per zona degli immobili di una data zona condivisi sul MLS avremo il quadro completo. Grazie a questo studio, infatti, gli agenti immobiliari hanno una bussola che li guida nella valutazione del giusto prezzo di mercato di ciò che hanno in portafoglio, bilocali e trilocali in particolar modo. Senza dubbio, il prezzo sarà la variabile fondamentale per la ripresa del mercato in tempi brevi». Entrambe le tipologie suddette sono infatti quelle più richieste, e dunque anche più offerte, della zona oggetto di studio. I trilocali sono in assoluto gli immobili più ricercati dai consumatori (37%) e più proposti dagli operatori (34%), seguiti appunto dai bilocali (rispettivamente 35% e 24%), dai

monolocali (13% e 12%), dai quattro locali (12% e 23%) e dai cinque locali (3% e 7%). La maggior parte delle richieste di immobili fatte alla piattaforma MLS REplat arrivano per le zone semicentrali di Napoli (38%) e per la periferia (31%) ma è interessante vedere come anche il centro cittadino riesca a tenere (31%), segno che i rialzi percentuali dei prezzi registrati ad Avvocata, Montecalvario, e S. Giuseppe, Porto (+6,31% per i bilo e +4,25% per i trilo) non hanno spaventato gli investitori desiderosi di riallocare denaro sulla solidità del mattone, meglio ancora se di pregio. Le richieste per le aree suburbane sono invece praticamente nulle (1%), il che fa capire bene come mai si sono verificati dei forti cali percentuali dei prezzi. L’offerta immobiliare da parte degli operatori segue i trend di zona delle richieste soprattutto nel semicentro (35%) e in periferia (32%) mentre è ridotta al centro (19% contro il 30% della domanda) e maggiore nelle aree suburbane (14% contro l’1% della domanda). Quanto al confronto con il mercato immobiliare nazionale, il mercato residenziale italiano ha passato un 2009 difficile e questa situazione nazionale si rispecchia pienamente in quella di Napoli e provincia. La seconda, però, ha registrato una prestazione migliore rispetto alla prima soprattutto per ciò che concerne l’andamento dell’indice percentuale della domanda che, nonostante il costante segno negativo, ha sottolineato come sia stata proprio la provincia a mantenere vivo il settore immobiliare dell’area napoletana. La domanda in provincia ha toccato anche -19,67% ad agosto, ma nell’arco dei dodici mesi ha perso solo -7,94% rispetto al -21,48% di Napoli città. Ancora migliore la prestazione dell’offerta, che in provincia si è sempre mantenuta positiva, con la sola eccezione del bimestre febbraio-marzo, mentre l’offerta in città ha subito un vero e proprio crollo tra maggio e agosto per poi recuperare fino ad arrivare a dicembre con

I trilocali sono in assoluto gli immobili più ricercati dai consumatori (37%) e più proposti da operatori (34%), seguiti appunto dai bilocali rispettivamente 35% e 24% - dai monolocali (13% e 12%), dai quattro locali (12% e 23%) e dai cinque locali (3% e 7%)

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Incentivi

AsteInfoappalti

12

Confcommercio - Imprese per l’Italia spiegano alla politica nel Manifesto per l’innovazione la loro ricetta per la crescita economica

Le imprese propongono gli incentivi del domani Tra le richieste, agevolazioni fiscali sugli investimenti delle aziende in Ict e implementazione della banda larga per favorire la crescita dell’e-commerce stesse imprese in comunicazione tra loro con la possibilità di favorire la condivisione e l’ottimizzare delle risorse. L’ultima campagna di incentivi promossa dal ministero dello Sviluppo economico, ancora in vigore sino a fine 2010, prevede lo stanziamento di 20 milioni di euro con un contributo di 50 euro per i giovani che vogliono attivare internet veloce. Il ministro Renato Brunetta ha spiegato, proprio in occasione della sigla dell’accordo con Confcommercio per favorire l’Ict per le Pmi, che di questi 20 milioni ancora la metà è tuttora disponibile. Per le piccole e medie imprese, la stessa campagna di incentivazione potrebbe essere attuata a loro beneficio. Di certo non è più rinviabile perché la crescita delle imprese, dal turismo ai servizi amministrativi per cittadini e aziende passano ormai per le rete.

di Sofia Ricciardi

L’Ict nelle micro, piccole e medie imprese, internet a banda larga, e-government, alfabetizzazione e formazione Ict, ambiente e Ict, sviluppo dell’e-commerce, valorizzazione del turismo e dei beni culturali. Sono questi i punti centrali del Manifesto per l’Innovazione presentato, il 12 maggio scorso a Roma, da Confcommercio - Imprese per l’Italia, nell’ambito della settimana europea delle Pmi promossa dall’Unione europea. Le piccole e medie imprese, insomma, hanno preso coscienza della loro importanza all’interno del sistema produttivo italiano e propongono alla politica interventi a sostegno dell’innovazione e della crescita economica. Punto di partenza,

Nel primo trimestre del 2010, la spesa per aggiornamento di reti informatiche e in generale di software in azienda ha fatto segnare una diminuzione del 25,8%

la consapevolezza che, soprattutto per gli effetti della crisi, i nuovi progetti relativi all’aggiornamento delle reti informatiche e in generale dei software in azienda hanno subito un rinvio o sono stati del tutto cancellati, una tendenza che si è aggravata nel primo trimestre del 2010, con un -25,8% della spesa It in hardware, software e servizi rispetto a un anno fa (dati anticipazioni Assintel Report 2010). Eppure il rapporto tra produzione e tecnologia ha ancora, nel nostro Paese, grandi margini di miglioramento se è vero che nelle graduatorie europee e internazionali che misurano la capacità innovativa e il grado di utilizzo delle Ict (In-

Una circolare delle Entrate tenta di semplificare la normativa

formation and communication technologies), siamo in posizioni molto lontane rispetto a quelle dei Paesi più sviluppati: le micro imprese in Italia sono oltre 4 milioni, e circa l’80% di queste è costituito da uno o due addetti massimo. Un terzo di queste non possiede ancora un Pc, e solo il 57% ha un accesso a banda larga. Proprio nella classifica europea della banda larga l’Italia è al quart’ultimo posto, con un tasso di penetrazione del 42% a fronte di una media europea del 60%. Un dato che rende bene l’idea dell’isolamento in cui molte imprese, soprattutto piccole e piccolissime, rimangono; eppure la connessione veloce ha, inoltre, il vantaggio di poter mettere le

L’Italia ha un tasso di penetrazione della banda larga del 42%, a fronte di una media europea del 60%. Ancora molte piccole imprese non sono informatizzate

La Camera di commercio di Avellino promuove le imprese femminili

Novità per i veicoli destinati ai disabili Bonus per le piccole imprese rosa Da tempo si chiede una riforma delle norme relative alle agevolazioni fiscali sui veicoli destinati alla mobilità delle persone con disabilità, oggetto di una disciplina normativa disomogenea se non fuorviante. I benefici consistono nell’applicazione dell’Iva agevolata al momento dell’acquisto, la detrazione del 19% della spesa in sede di denuncia dei redditi, l’esenzione dal pagamento del bollo auto e dalle imposte di trascrizione. L’individuazione degli aventi diritto però è meno lineare: ne hanno diritto, in origine, le persone con disabilità motoria a condizione che adattino stabilmente il veicolo al trasporto o alla guida. Ma possono accedervi, anche le persone non vedenti, sorde, o con grave disabilità mentale o psichica, senza dover obbligatoriamente adattare il veicolo. Adattamento non obbligatorio nemmeno per le

persone con grave limitazione della capacità di deambulare. Se la definizione degli aventi diritto è piuttosto incerta, lo è ancora di più l’indicazione della documentazione sanitaria necessaria per dimostrare la propria condizione di persone con disabilità. Un segnale di semplificazione verrebbe dalla Circolare 21/E dell’Agenzia delle entrare (23 aprile 2010), ma c’è un però. È stabilito, infatti, che in sostituzione del certificato di handicap grave può essere accettato il verbale di invalidità a patto che venga indicato «in modo esplicito la gravità della patologia». Questa ultima condizione, tuttavia, se adottata in modo strettamente letterale, rischia di vanificare il tentativo di semplificazione insito nella Circolare perché nei verbali comunemente usati non è mai indicata esplicitamente la gravità delle patologie.

La Camera di commercio di Avellino ha indetto un bando per la concessione di contributi per la costituzione e l’avvio di piccole imprese femminili. Sono ammessi al contributo solo gli investimenti per l’acquisto di attrezzature nuove strettamente connesse allo svolgimento dell’attività svolta dalle imprese beneficiarie che potranno essere: società cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne; società di capitali partecipate in misura non inferiore ai due terzi da donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne; imprese individuali con titolare donna. Il contributo accordato pari al 50% delle spese sostenute e documentate, fino ad un massimo di 5 mila euro è destinato ad aspiranti imprenditrici e a nuove imprese femminili (attive a partire dal 1° settembre 2009). La somma complessiva stanziata per l’ini-

ziativa ammonta a 100 mila euro. La domanda di contributo, da redigere sugli appositi moduli in distribuzione presso gli uffici camerali e scaricabili anche dal sito Internet (www.av.camcom.it), deve essere inviata, preferibilmente, in formato pdf e sottoscritta con firma digitale, per via telematica a mezzo Pec all’indirizzo areaimpresa@av.legalmail.camcom.ita partire dal 7 maggio 2010 e fino al 30 settembre 2010.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Economia

AsteInfoappalti

13

Apparentemente i mercati valutari sono ancora perplessi sull’efficacia del Piano salvaeuro

L’euro è salvo ma, per fortuna, resta debole La moneta unica svalutata di quasi il 20% rispetto a sei mesi fa è una mano santa per noi

Dopo un euforico recupero di qualcosa come tre centesimi di dollaro nel giro di poche ore, l’euro è tornato in castigo, scendendo addirittura al di sotto dei livelli di prima dell’accordo salva euro del 10-11 maggio. Il fatto lascia perplessi analisti ed economisti. E se la cosa non sorprende tutti coloro che ritenevano comunque l’euro sopravvalutato quando quotava più di 1,50 dollari, cinque o sei mesi fa, è certo motivo di sorpresa per i non addetti ai lavori. Dopo che l’Unione europea ha varato il maxi-piano che prevede prestiti bilaterali dagli Stati dell’eurozona per 440 miliardi, 60 di fondi del bilancio Ue e fino a 250 miliardi di contri-

cosa è ancor più importante in questi giorni in cui la Germania festeggia il suo boom di esportazioni e il vero problema europeo è l’armoninazzazione di una politica anche commerciale. Tutti vogliono esportare di più e nessuno vuole importare di più. Nessuno, a cominciare dalla Germania, vuole davvero puntare sulla crescita della domanda interna, che è asfittica. In questo quadro, sono in molti a sperare che l’euro resti dov’è. Ma in un contesto del genere nessuno se la sente di escludere una nuova crisi. In teoria tutti sanno che quello di cui ha davvero bisogno la moneta unica è una guida economica comune, una pianificazione economico commerciale, una coincidenza di obiettivi. E la crisi dei sette giorni a maggio, con le fratture fra la Germania e gli altri, ha dimostrato che ne siamo lontani.

Sono 750 i miliardi messi sul tappeto fra Ue (500 dei quali 60 della Commissione e 440 in bilaterali)e Fondo monetario (250) per salvare l’euro da attacchi speculativi. Ma la mossa vincente è stato l’acquisto di titoli di Stato dei Paesi nei guai a cura della Bce

Sono molti a dubitare della loro capacità nel raggiungere tali obiettivi. Inoltre, il maxi piano chiederà a quegli stessi Paesi che hanno già problemi di bilancio di indebitarsi ancora di più. È un po’ il cane che si morde la coda; e questo il mercato lo considera negativamente». Il mercato continua a percepire debole l’euro a causa dei nodi strutturali

di Carlo Bassi

buti «sostanziali» del Fmi (pari a un terzo del totale), molti si apettavano un graduale recupero. Se non ai livelli di sei mesi fa, almeno non trooppo lontani. Dopo tutto il programma era stato definito salva euro, in un clima da tregenda originato dalla crisi greca, che ricordava le tensioni di un celebre film hollywoodiano di fantapolitica intitolato proprio Sette giorni giorni a maggio . Invece, sono entrate in orbita le Borse e si sono ristretti gli spread dei titoli di stato rispetto al Bund tedesco, si è normalizzato il mercato del titolo sovrano sia pure a livelli più alti rispetto all’inizio della crisi greca - e anche un’asta di Bot annuali italiani è andata benissimo (cinque miliardi in vendita dieci miliardi di richieste), segno che la crisi è apparentemente superata L’euro, invece, ha vissuto una brevissima fiammata lunedì 11 (1,3093 verso il dollaro, dagli 1,27 del venerdì precedente) per poi scivolare a 1,2836 dollari. Ma il 12 è andato ancora più giù, toccando quota 1,2664, cioè sotto il livello pre accordo. Insomma, l’euro resta debole. Come è possibile? Perchè l’euro resta debole? «Resta lo scetticismo di fondo - ha risposto al Sole 24 Ore Roberto Mialich, responsabile valutario di UniCredit - Sul mer-

cato azionario si è avuta una grande reazione emotiva, che è peraltro partita da quotazioni eccessivamente sottovalutate; sulfronteobbligazionario,invece,laspinta è arrivata dalla decisione della Bce di acquistare debito statale e farsi, quindi, garante di ultima istanza. Rispetto alle valute, invece, non c’è stato alcun key-driver e l’euro è rimasto debole». Ma perché non vedere il programma messo in piedi a Bruxelless come un sostegno importante? «Ci sono molte incognite -afferma Luca Mezzomo, responsabile della ricerca macroeconomica di Intesa Sanpaolo -. Dei circa 700 miliardi messi potenzialmente sul piatto, solamente i 60 del bilancio comunitario sono immediatamente disponibili. Gli altri, al contrario, dovranno seguire diversi iter che ne rendono, alla fine, più difficile l’utilizzo». Lo sforzo però - osserva il primo quotidiano economico nazionale - è stato superiore alle attese: com’è possibile che non ci sia stato nemmeno l’effetto annuncio? «Per muovere il cambio valutario euro/dollaro, bisogna ci sia un aumento di flussi finanziari in entrata verso Eurolandia e la riduzione di quelli in uscita. Pensare, per esempio, che gli acquisti di titoli di Stato di Paesi europei vengano coperti da non residenti è difficile: fuori dall’Eurozona rimane la percezione che la situazione è incerta». Il maxi piano rischia di essere solo un "tampone" di breve periodo. «L’intervento messo a punto - fa eco Mialich - è considerato più come una soluzione di breve periodo che come un modo per risolvere i problemi strutturali. Si chiede, per esempio, ai Paesi che avranno bisogno degli aiuti, duri interventi sul fronte fiscale». Ebbene? «Sono molti a dubitare della loro capacità nel raggiungere tali obiettivi. Inoltre, il maxi piano chiederà a quegli stessi Paesi che hanno già problemi di bilancio di indebitarsi ancora di più. È un po’ il

cane che si morde la coda; e questo il mercato lo considera negativamente». Insomma il mercato continua a percepire debole l’euro a causa dei nodi strutturali (dalla mancanza di una politica economica unitaria in Europa alla divisione tra gli stati dell’Unione) che il piano del weekend scorso non è in grado di sciogliere. Comunque stiano le cose, non è certo il caso di stracciarsi le vesti. Per essere giustamente un po’ cinici conviene comunque ricordare che per tutti i Paesi europei, a cominciare dall’Italia, l’euro a 1,26 dollari è una manna per chi vuole esportare. E la

Salgono le quotazioni del leader di Bankitalia

Draghi al posto di Trichet? «L’acquisizione di titoli di Stato» da parte dell’istituto di Francoforte, ha scandito in un’intervista alla Boersen-Zeitung il governatore della Bundensbank Axel Weber, «cela notevoli rischi per la stabilità; ho pertanto delle riserve rispetto a questa parte della decisione del Consiglio, nonostante l’eccezionalità della situazione». Come si vede la coraggiosa decisione di Jean Claude Trichet, l’acquisizione di titoli di Stato dei Paesi in difficoltà da parte della Bce- definita una bomba nucleare finanziaria - non ha trovato tutti d’accordo. Ed è di nuovo Germania contro tutti. La notizia è importante perché le dichiarazioni di Weber hanno fatto arrabbiare tutta l’Europa unita, meno la Germania naturalmente, e la maggior parte degli osservatori ritengano che questo possa costargli l’ambitissima successione di Trichet. Il che automaticamente significa che nel giro di poche ore sono salite

vertiginosamente le quotazioni di Mario Draghi, che è in lizza con Weber per la successione a Triche nella prossima primavera, e che veniva dato per sconfitto dallo strapotere tedesco. L’uscita del capo della Buba ha tutta l’aria di voler tranquillizzare i tedeschi, costituzionalmente vincolati al controllo dell’inflazione e, più di recente, al pareggio di bilancio. E in gran parte contrari, come continuano a raccontare i sondaggi, al salvataggio della Grecia.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Notai e Commercialisti

AsteInfoappalti

14

Roma è diventata palcoscenico dell’interscambio notarile tra professionisti di Italia e Cina

I notai cinesi in Italia per approfondire la civil law L’iniziativa si è svolta sotto l’egida della Uinl, Unione internazionale del notariato latino

ROMA - Si è svolta a Roma, nella sede del Consiglio nazionale del notariato, la visita di una delegazione del notariato cinese che ha aperto i lavori del corso di formazione per i notai cinesi dedicato a "Le caratteristiche e il ruolo del Notariato latino nella società moderna" che, dal 12 al 20 aprile, si è tenuta a cura del ministero degli Affari esteri, del Consiglio nazionale del notariato e della Guardia di finanza. L’iniziativa, che si svolge sotto l’egida dell’Uinl, Unione internazionale del notariato latino, è frutto di un progetto di collaborazione tra i due notariati che risale al 1993. Il corso di formazione per i notai cinesi

Lecce Framework, il G8 dell’Aquila e il G20 di Pittsburgh, volto ad assicurare un sistema globale di regole e controlli», ha dichiarato il sottosegretario agli Esteri Scotti. «Ringrazio, quindi, il Consiglio nazionale del notariato e l’Unione internazionale del notariato latino per il costante contributo alla diffusione in Italia e nel mondo della cultura della certezza pubblica». La Cina, dopo aver approfondito il funzionamento e il rapporto tra costi e benefici dei sistemi di common law e civil law per lo sviluppo economico generale, nel 2003 ha deciso di adottare il sistema del notariato latino (civil law) presente in 77 paesi nel mondo, tra cui Giappone, Indonesia, Russia, 21 dei 27 membri dell’Unione europea, caratterizzato dal controllo diretto dello Stato dei pubblici registri attraverso il notaio.

Il presidente onorario dell’Unione internazionale del notariato Giancarlo Laurini: «Questa iniziativa formativa si colloca nel più ampio lavoro volto ad assicurare un sistema globale di regole e controlli»

La Cina, dopo aver approfondito il rapporto tra costi e benefici della common law e della civil law nel 2003 ha deciso di adottare il sistema del notariato latino

di Danilo Desiderato

prevede l’approfondimento del sistema italiano dei Pubblici registri (immobiliare, Registro delle imprese, Catasto), l’illustrazione della Rete unitaria del notariato (l’infrastruttura tecnologica che collega il notariato con la Pubblica amministrazione), l’analisi delle tecniche giuridiche per la redazione dei contratti in materia immobiliare e societaria, nonché lo studio della normativa fiscale, di antiriciclaggio e l’esame del sistema di censimento e mappatura della proprietà immobiliare. Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti Vincenzo Scotti, sottosegreta-

Dal 3 maggio è disponibile la nuova versione del sito all’indirizzo www.notariato.it

rio al ministero degli Affari esteri, il consigliere Luisa Bianchi, direttore ufficio III del ministero della Giustizia, il generale Filippo Ritondale, comandante regionale della Guardia di finanza. Per il Consiglio nazionale del notariato erano presenti il vicepresidente Paolo Setti, il Consigliere nazionale e presidente Assonotar Bruno Frauenfelder. Per l’Unione internazionale del notariato, organizzatore dell’evento, era presente il presidente onorario Giancarlo Laurini. «Questa iniziativa formativa si colloca nel più ampio lavoro, partito nel 2009 con il

Siglato l’accordo tra i commercialisti italiani, spagnoli e francesi

Nuovo look per il notariato on line Nasce la nuova governance societaria ROMA - È on-line il nuovo sito istituzionale del Consiglio nazionale del notariato (www.notariato.it). Trasparenza e completezza delle informazioni in un visual innovativo: sono queste le caratteristiche distintive del nuovo sito. Il nuovo sito internet, con una media di 75.000 visitatori al mese, rilancia la strategia sul web del Notariato. «In questo modo», ha dichiarato Paolo Piccoli, presidente del Consiglio nazionale del notariato nel video pubblicato nella home page del sito, «il notariato italiano si pone all’avanguardia nel rapporto con i cittadini attraverso un servizio tecnologico e informativo, con contenuti orientati alla persona, oltre che istituzionali». Quattro le aree tematiche di riferimento in cui sono organizzati i contenuti: "il cittadino" (famiglia, rapporti patrimoniali, acquisto della casa, la tariffa notarile, tutela dei minori e degli incapaci, adozione), "l’impresa" (tipi di so-

cietà, aspetti fiscali), "gli stranieri" (informazione giuridica per chi non è nato nel nostro Paese ma vi abita per ragioni di studio o di lavoro), "il sociale" (associazioni, fondazioni, persone giuridiche, comitati e onlus, mondo del volontariato). Vengono valorizzati una serie di servizi quali il canale "trova notaio",il link "trova distretto"; il link "trova atto"; il link "guide pratiche"; il link "studi e materiali", dove sono disponibili gli studi giuridici curati dall’Ufficio studi del notariato.

Rafforzare la governance delle imprese attraverso l’introduzione di un modello di controllo basato su un approccio dinamico, che riguardi anche i processi di formazione delle decisioni manageriali, supervisionandone la loro applicazione. Il fine è completare il controllo svolto dai revisori solo a valle delle decisioni e non anche a monte. Su questi presupposti si fonda il documento siglato nel mese di aprile a Madrid tra i commercialisti italiani, spagnoli e francesi, e sottoposto all’attenzione dell’Ifac, la più importante organizzazione mondiale dei professionisti economici, già in occasione della Conferenza Ifac-Unctad dedicata al ruolo della professione contabile nella corporate governance, svoltasi a Ginevra il 20 e 21 aprile. L’accordo tra i rappresentanti dei commercialisti dei tre Paesi latini europei costituisce un importante occasione per alimentare un confronto

su scala internazionale su un sistema di controllo tecnico ed indipendente della governance societaria che ricorda il modello italiano del collegio sindacale. La funzione di controllo del nuovo organismo dovrebbe essere affidata a professionisti competenti, denominati Ips (Independentprofessionalsupervisor), soggetti alla formazione professionale continua, come avviene in Paesi dove già esistono professioni regolamentate atte a svolgere questa funzione.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Avvocati e Magistrati

AsteInfoappalti

15

Cartelle esattoriali, tasse, tributi, bollo e Iva i principali problemi riscontrati dai cittadini

Giustizia tributaria: aumentano i ricorsi I giudici del fisco devono fare i conti con ben 300mila nuovi fascicoli presentati solo nel 2009 di Angie Rucola

La crisi del ventunesimo secolo raggiunge anche i tribunali del fisco. In testa alle classifiche per numero di ricorsi giunti nel 2009 l’Emilia Romagna che ha dovuto fare i conti con ben 14.300 fascicoli. Praticamente 3,3 nuove cause ogni mille abitanti. Cartelle esattoriali, tasse, tributi locali, bollo e Iva i temi della discorsia. I dati, presi dal Consiglio di presidenza della giustizia tributaria, sono stati pubblicati in un dettagliato dossier del Sole 24 ore : dati che dimostrano le crescenti difficoltà economiche in tutto il Paese. In testa alla classifica per arrivare al termine del giudizio di merito nei tribunali del Fisco la Calabriadove,solitamente,passanonove anni e un mese. Nelle Marche tre anni e

Solo in Emilia Romagna sono state contate circa 3,3 nuove cause ogni mille abitanti. I dati allarmanti, solo del 2009, sono stati forniti dal Consiglio di presidenza della giustizia tributaria cinque mesi, in Emilia Romagna due anni e undici mesi, in Lombardia due anni e due mesi e in Valle d’Aosta un anno e sei mesi. Di gran lunga superiore il tempo giungere alla sentenza di legittimità ossia il terzo grado davanti alla Sezione tributaria della Corte di Cassazione. Va anche sottolineato che le percentuali di accoglimento sono solo del 10%, a livello nazionale, mentre i rigetti sono il 54%. Stando a quanto pubblicato dal Sole 24 ore solo per il terzo grado della giustizia tributaria il tempo medio necessario per avere una risposta dai giudici della Cassazione è di quattro anni e nove mesi. Fotografando una simile situazione è facile capire le difficoltà che avranno i giudici del Fisco con i 300.000 nuovi ricorsi presentati solo nel 2009. Numeri che aggiungono ad arretrati: a livello nazionale, fine 2009, l’arretrato pendente in primo e secondo grado era pari a 666.000 fascicoli. Il record spetta comunque alla Sicilia dove si contano 173.17 ricorsi seguita dal Lazio con 96.203 e la Calabria 93.014. In Emilia Romagna l’arretrato è di 18.078, in Liguria 12.102, in Abruzzo 9.693 e nelle Marche 9.421. Per cercare di sveltire la giustizia tributaria dovrebbero essere in arrivo alcune novità tra le quali quella decisa dal Consiglio di presidenza della giusti-

Fascicoli accatastati

zia tributaria che prevede un miglior smistamento dei giudizi nelle diverse commissioni: l’assegnazione avverrà in base a una selezione su parole chiave. Altro aiuto potrà essere, se approvato, l’emendamento al decreto legge incentivi che consentirà di chiudere le liti pendenti in Cassazione pagando il cinque per cento del valore della lite. Unico patto è che il contribuente abbia vinto già nei primi due gradi di merito.Si punta inoltre a creare una corsia preferenziale anche in Commissione tributaria centrale. Per molti l’appesantimento della giustizia tributaria è dovuto in particolar modo alla crisi che ha colpito non solo l’Italia nell’ultimo anno. Come riporta il Corriere di Bologna per il presidente di Unindustria locale, Maurizio Marchesini, sarà necessario ancora «un periodo abbastanza lungo di ammortizzatori sociali». Lo stesso ha infatti ricordato come la crisi sia lontana dall’essere finita: «Segnali di ripresa ci sono ma non hanno ancora influssi diretti sull’occupazione». Dal dossier del Sole 24 ore emerge che per gli esperti serve più organizzazione per ovviare a un organico che va riducendosi e, alla tendenza a rivolgersi ai giudici tributari che non conosce soluzioni di continuità, in particolare al Sud. «Il maggior numero di ricorsi arriva verso i tributi locali e il bollo auto - spiega Francesco Miceli, direttore della Ctp di Vibo Valentia -. In secondo luogo contro Iva e Irap». A Palermo «moltissime pratiche di ricorso o sospensione - chiarisce Giuseppe Certa, direttore della locale Ctp - riguardano la Tarsu. A ciò si aggiungono quelle contro il fermo amministrativo e l’iscrizione ipotecaria. Infine ci sono quelle per la sospensione cautelare della cartella esattoriale. In generale, la Sicilia ha un reddito pro-capite molto basso e la gente non vuole pagare, così anche per una cartella esattoriale da 100 o 200 euro, si apre un’istanza di sospensione». In Campania, a destare più problemi è l’Iva, come spiega Gennaro Iannarone, presidente della IX sezione della commis-

sione tributaria regionali: «I ricorrenti sono per lo più piccoli imprenditori, che devono già far fronte a molte spese per mantenere la propria attività e fanno fatica a pagare le imposte». Anche la congiuntura ha avuto il suo ruolo: «Al Sud si è più litigiosi per natura - afferma Giuseppe Carabba, vice presidente della prima sezione della Ctp di Bari - in generale, però, c’è una difficoltà di carattere economico evidente, aggravata dalla recente crisi». Ci sono casi specifici in cui da un anno all’altro si sono verificati incrementi nelle iscrizioni. In Ctp a Milano «dopo la sentenza della Corte costituzionale sul l’Irap per i professionisti spiega Luigi Bitto - c’è stata un’incertezza obiettiva e molti hanno fatto ricorso».

Al Sud numerosi problemi sono causati dall’Iva. Giuseppe Carabba: «C’è in generale una difficoltà di carattere economico evidentemente aggravata dalla recente crisi. Per questo i tribunali sono appesantiti»

Una nuova e alternativa soluzione al problema

Codice per la legislazione tributaria «Una codificazione che rappresenti la base della legislazione tributaria», come lo definisce Cesare Glendi, professore ordinario di diritto processuale civile presso l’università di Parma e "padre" del processo tributario. Questa potrebbe essere una soluzione alternativa per la giustizia tributaria. Intervistato dal Sole 24 ore per Glendi il punto di partenza è lo Statuto del contribuente (legge 212/2000): «Dovrebbe trasformarsi da un episodio importante della nostra legislazione tributaria a un fondamento, una premessa di un’opera di codificazione generale. Norme secche, che inquadrano tutto il sistema». Dello stesso parere Gianni Marongiu, docente e ideatore dello Statuto: «La cosa da fare adesso, è scrivere finalmente in Italia un codice tributario e trasformare lo statuto nei principi generali del codice. Del resto siamo l’unico paese in Europa che non ha una codificazione tributaria

organica». Lo Statuto del contribuente rimane, quindi, centrale ma il cammino per raggiungere l’obiettivo di un rapporto più equo tra il contribuente e il fisco è ancora lungo. Le norme per essere efficaci devono essere fornite di una sanzione chiara e precisa.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Risparmio Energetico

16

AsteInfoappalti

Nonostante la minor disponibilità di credito, anche nel 2009 il numero degli interventi di ottimizzazione energetica è rimasto stabile

Bilancio positivo per le riqualificazioni L’Enea ha diffuso i dati sull’andamento delle detrazioni fiscali del 55% sulle spese di efficientamento energetico nel triennio 2007-2009 di Gaia Mutone

Quasi 590 mila interventi di riqualificazione energetica, investimenti per complessivi 7.853 milioni di euro e un risparmio energetico di 4.404 Gwh. Sono i numeri emersi dall’analisi dell’andamento delle agevolazioni fiscali sulle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. A fare un primo bilancio delle agevolazioni, in vigore fino al 31 dicembre 2010, è l’Enea, che, dal 2007, per conto del ministero dello Sviluppo economico, ha l’incarico di recepire la documentazione relativa al programma di "efficientamento" energetico, di elaborarne i dati ambientali ed economici e di quantificare il risparmio energetico conseguito. Le detrazioni fiscali del 55%, a beneficio di chi (persona fisica o giuridica) decida di intraprendere interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, costituiscono il più generoso programma di incentivazione messo in campo in

Il 2008 è stato l’anno del boom per le riqualificazioni energetiche: quasi 248 mila interventi realizzati per 3 miliardi e mezzo di investimenti e un risparmio energetico di 1.961 Gwh. Molte le sostituzioni degli infissi

Europa con l’obiettivo di limitare il consumo di energia e le emissioni di gas climalteranti nel settore edile, responsabile di circa un terzo del consumo di energia per gli usi finali. Nel corso dell’incontro Detrazioni fiscali per l’efficienza energetica: analisi, risultati e prospettive , tenutosi il 4 maggio scorso, promosso dall’Enea, sono state diffuse le cifre relative al triennio 2007-2009. Nel dettaglio è emerso che nel primo anno del programma sono stati effettuati 106 mila interventi di riqualificazione energetica, per un investimento complessivo pari a 1.453.000.000 euro e per un conseguente risparmio energetico di 787 Gwh. Il 2008 ha registrato un vero boom: 247.800 gli interventi realizzati, con 3.500.000.000 euro investiti e un risparmio energetico di 1.961 Gwh. Non molto diversi i numeri, peraltro ancora provvisori, relativi al 2009: 236.100 in-

Enea, tra monitoraggio e promozione scientifica L’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, istituita per legge nel 2009, è finalizzata «alla ricerca e all’innovazione tecnologica nonché alla prestazione di servizi avanzati nei settori dell’energia, con particolare riguardo al settore nucleare, e dello sviluppo economico sostenibile». Fornisce assistenza tecnica a cittadini, tecnici e imprese, riguardo i requisiti tecnici degli interventi e alle procedure per usufruire degli incentivi. Le attività di ricerca svolte da Enea prevedono il concorso di altri organismi ed enti di ricerca come il Cesi ricerca, il Cnr e l’Ipi (Ingegneria per l’industria), e promuovono la realizzazione di prototipi e l’industrializzazione di prodotti nel settore delle tecnologie e delle applicazioni nucleari. Effettua la ricognizione e l’analisi di tutti gli atti, le iniziative e le attività regionali e locali in tema di energia e ambiente. Le informazioni, che provengono da fonti ufficiali delle pubbliche amministrazioni, sono rese disponibili nel sito web dell’Osservatorio politiche energetico-ambientali regionali e locali.

terventi di riqualificazione energetica per 2.900.000.000eurodispesesostenute, con un risparmio energetico pari a 1.656 Gwh. Riguardo alla tipologia di interventi, la sostituzione degli infissi e degli impianti termici sono stati quelli che hanno goduto di maggiori benefici. Secondo il rapporto dell’Enea, nel 2009 si è registrata una "quasi trascurabile" diminuzione negli interventi di istallazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e una leggera diminuzione delle istallazioni di finestre comprensive di infissi, in controtendenza rispetto all’aumento di circa 3 volte registrato tra l’anno 2007 e il 2008. Va tuttavia sottolineato, rispetto al 2008, un consolidamento del numero di interventi sia sulle strutture opache orizzontali sia del numero di interventi effettuati sulle strutture opache verticali.

Secondo l’Airi, è quanto pubblico e privato dovrebbero investire nella ricerca sulle energie rinnovabili nei prossimi tre anni

Seicento milioni per non pedere il treno dell’innovazione Per fare dell’Italia un Paese veramente al passo con le nuove tecnologie energetiche occorrerebbe investire nei prossimi tre anni una cifra che si aggira attorno ai 600 milioni di euro. Questa, almeno, è la tesi dell’Associazione italiana per la ricerca industriale (Airi) che, durante il convegno "Giornata Airi per l’innovazione industriale" svoltosi all’Enea il 6 maggio scorso, e dedicato alle opportunità della ricerca industriale italiana nel settore dell’energia, ha evidenziato la necessità di ripensare le politiche di finanziamento della ricerca energetica: oltre al pubblico, è indispensabile che anche il settore privato sostenga l’innovazione, facendosi carico del 60-70%

degli investimenti, e che sia in grado di realizzare e promuovere ciò che viene progettato e messo a punto nei propri laboratori di ricerca. Con il 16,8% della produzione elettrica nazionale proveniente da fonti alternative, l’Italia è perfettamente nella media europea, tuttavia, la dipendenza dal gas e del petrolio, se non ridotta, rischia di vanificare qualsiasi tentativo di pianificazione alternativa della copertura del suo fabbisogno energetico. La dipendenza italiana dalle fonti fossili è poi aggravata dalla mancanza del nucleare che, secondo l’Enea, da noi raddoppia il ricorso al gas (48,4% contro il 21,6% europeo). Lo stesso nucleare andrebbe

però inteso come passo intermedio, perché nel lungo periodo quello che farà la differenza sarà la capacità di sfruttare le energie davvero pulite, compatibilmente con le esigenze di salvaguardia del patrimonio paesaggistico: negli ultimi anni, data anche la generosità dei programmi di incentivazione sulle installazioni di impianti eolici o di pannelli solari, si è assistito, in alcune regioni, ad una vera e propria proliferazione di torri eoliche o di pannelli, che spesso hanno sollevato qualche perplessità sul reale impattoambientaledelleinterventirealizzati. Nella sfida delle rinnovabili si dovrà tenere conto anche di questo aspetto.

Per l'inserimento di ordinanze rivolgersi a System Comunicazione Pubblicitaria: legale@ilsole24ore.com


Altre Aste

AsteInfoappalti

17

Protagoniste le opere di due importanti pittori: Manet e Correggio Beatles, all’asta una registrazione unica datata 1966 L’unico audio noto di una conferenza stampa dei Beatles risalente al 1966, nel quale John Lennon è pressato dai giornalisti per aver detto che la band era più popolare di Gesù, sarà venduto in un’asta a giugno per un valore che si dovrebbe aggirare intorno ai 20mila dollari. Secondo la casa d’aste Bonhams & Butterfields la registrazione su bobina, della durata di 14 minuti, è l’unico audio rimasto della conferenza datata 17 agosto 1966, in cui i Fab Four parlarono all’hotel King Edward a Toronto. DT

Un Modigliani mai visto all’asta per 4-6 milioni di euro Una delle rare sculture dell’artista livornese Amedeo Modigliani (1884-1920) ancora in mani private sarà messa all’asta da Christie’s a Parigi il prossimo 14 giugno. Si tratta dell’opera intitolata "Tete de caryatide" (Testa di cariatide), una pietra calcarea alta 65 centimetri, firmata alla base "Modigliani". Eseguita tra il 1911 e il 1912, è stimata 4-6 milioni di euro. La casa d’aste Christie’s presenta la scultura come "inedita". «Con il grande interesse che il mercato registra in questi ultimi anni per le sculture, il prezzo della cariatide di Modigliani rischia di esplodere», afferma Thomas Seydoux, specialista di Christie’s. DT

Jacques Prevert, all’asta il manoscritto delle "Foglie morte" Dal manoscritto originale della sceneggiatura del film "Il porto delle nebbie" (1938), diretto da Marcel Carnè con Jean Gabin, a quello della canzone "Le foglie morte", passando per lettere illustrate con disegni di Joan Mirò, Pablo Picasso o Marc Chagall e libri con dediche di illustri personaggi della cultura europea. È una miniera di piccoli e grandi cimeli appartenuti al poeta francese Jacques Prevert quella che sarà venduta all’asta da Drouot a Parigi il 9 giugno. Pezzo forte il manoscritto della sceneggiatura de "Il porto delle nebbie", con cui Prevert adattò per il cinema l’omonimo romanzo di Pierre Mac Orlan. Il testo scritto da Prevert è stimato tra 200 e 300mila euro ma il manoscritto potrebbe spuntare una cifra molto più alta. DT

Da Londra a Venezia grandi aste Da Sotheby’s, "Autoritratto con tavolozza" del pittore francese. Alla veneziana Finarte il capolavoro italiano: "La deposizione" valutato circa 700 mila euro di Giuseppe Tetto

Due capolavori dell’arte vanno all’asta. Da Sotheby’s a Londra protagonista sarà un autoritratto di Edouard Manet. Mentre a Venezia un dipinto del Correggio sfilerà da star all’asta Finarte che si terrà sabato 5 giugno. "Autoritratto con tavolozza" è il quadro del pittore francese (1832-1883), considerato il padre dell’impressionismo, che

"Autoritratto con tavolozza" è il quadro del pittore francese (1832-1883), considerato il padre dell’impressionismo, che sarà messo in vendita martedì 22 giugno nella celebre casa d’aste londinese. Manet lo dipinse intorno al 1878. Il capolavoro è stimato 20/30 milioni di sterline ma gli specialisti di Sotheby’s scommettono su un prezzo ancora più stellare sarà messo in vendita martedì 22 giugno nella celebre casa d’aste londinese. Manet lo dipinse intorno al 1878. Il capolavoro, considerato di qualità museale, è stimato 20/30 milioni di sterline ma gli specialisti di Sotheby’s scommettono su un prezzo ancora più stellare perché il quadro è considerato ’’uno dei grandi autoritratti della storia dell’arte’’. Ci sono soltanto due autoritratti di Manet ancora in mani private: oltre a quello che verrà battuto da

Sotheby’s, l’altro fa parte di una collezione giapponese. Il dipinto è stato esposto in tutte le fondamentali mostre dedicate a Manet, quali quella del Grand Palais di Parigi e del Metropolitan Museum di New York del 1983. ’’Autoritratto con tavolozza’’ ha una storia collezionistica di gran livello: primo proprietario fu Auguste Pellerin (1852-1929), leggendario collezionista di Corot, Manet e Cezanne, poi passò in mano a Jacob Goldschmidt, il cui tesoro d’arte fu venduto all’asta nel 1958, e infine John Loeb (1902-1996), finanziere di Wall Street e grande filantropo. Una grande opera italiana sarà invece battuta a Venezia. Si tratta de ’’La deposizione’’, un olio su tela (cm. 83x116) con firma di Antonio Allegri, detto il Correggio (Correggio 1489 Parma 1534). Il dipinto, stimato tra 600.000 e 800.000 euro, proviene dalla collezione Stanghellini Perilli, formatasi alla fine del XVIII secolo con la fusione, nella famiglia Perilli, del lascito di papa Clemente XIV e della quadreria Antinori. L’opera è stata pubblicata da Daniele Benati, il quale sottolinea i rapporti tra questo dipinto e un altro di analogo soggetto di Andrea Mantegna, ’’giacché la composizione s’ispira, nel taglio orizzontale, nello sgranarsi paratattico delle figure, nella rupe che le sovrasta e ancora nel gesto della Maddalena a braccia levate, alla ben nota incisione con la ’’Deposizione di Cristo nel sepolcro’’. Un dipinto sul quale il Correggio dimostra di aver meditato ancora nell’assai più tarda ’’Deposizione’’ eseguita per la cappella Del Bono in San Giovanni a Parma (Parma, Galleria Nazionale).

All’asta Villa Feltrinelli La residenza estiva dell’omonima famiglia di editori in vendita per 24 mln di euro L’asta precedente andò deserta. Ma ora Villa Feltrinelli torna all’incanto per 24 milioni di euro, cinque in meno rispetto alla precedente. La Villa, va ricordato, è la residenza estiva dell’omonima famiglia di editori. La Villa in questione, ora è pronta per avere un nuovo proprietario. Le domande dovranno pervenire presso il Tribunale fallimentare di Grosseto entro il 3 giugno. Si tratta di una stupenda dimora, proprio a picco sul mare sulla Cala Cacciarella che porta a Porto Santo Stefano. Villa Feltrinelli la fece costruire Carlo Feltrinelli nel 1940 e gli architet-

ti che la progettarono erano i milanesi Pozzi e Lancia. Trenta stanze, trentacinque ettari di vigneti e parchi, piscine e scalinate verso gli scogli e naturalmente anche gli ascensori. Una villa che oggi ha 70 anni e tante storie da raccontare. Ne sono prova i nascondigli segreti, come il sotterraneo scavato nella roccia, che divenne il rifugio anti bombardamenti di Carlo Feltrinelli, la moglie Gianna Elisa Gianzana e il figlio Giangiacomo. Ma i più se la ricordano come la villa che ospitò le nozze stile Versailles di Ricucci e Anna Falchi. DT

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.astepress.it


Università Degli Studi Di Firenze Polo Scientifico e Tecnologico Il Dirigente del Polo Scientifico e Tecnologico dell’Università degli Studi di Firenze, Viale delle Idee n. 26, Sesto Fiorentino (FI) rende nota la pubblicazione sul sito http://www.unifi.it/CMpro-v-p-2618.html del bando procedura aperta per l’affidamento del servizio di vigilanza armata presso le strutture del Polo stesso. Importo a base di gara: euro 260.130,92 oltre IVA; Durata dell’appalto: 12 mesi prorogabili per altri 12 mesi ex art. 57, comma 5, lett. b) D.Lgs. 163/2006. Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa. Termine per il ricevimento delle offerte: 20.09.2010, ore 12,00. Apertura delle offerte: 21.09.2010, ore 10,00. Invio del bando al GUCE: 10.05.2010. Il Dirigente e Responsabile del Procedimento Dott.ssa Silvia Garibotti

REGIONE TOSCANA - COMUNITÀ MONTANA DEL CASENTINO – POPPI (AR) AVVISO PER ESTRATTO DI VENDITA ALL’ASTA DI BENI APPARTENENTI AL PATRIMONIO AGRICOLO – FORESTALE DELLA REGIONE TOSCANA Il dirigente del settore agricoltura e foreste rende noto che il giorno 29/06/2010 alle ore 10,00 presso la sede della Comunità Montana del Casentino si terrà una GARA pubblica per la vendita a mezzo di offerta segreta di 22 lotti di fabbricati e terreni facenti parte del patrimonio agricolo-forestale della Regione Toscana. Le offerte di acquisto, al rialzo di almeno € 100,00 (cento/00) sul prezzo di stima, saranno formulate mediante compilazione di appositi moduli predisposti dalla Comunità Montana e dovranno essere consegnate in busta chiusa entro il termine di tempo assegnato. Potranno essere fatte pervenire offerte scritte anche nel periodo precedente il giorno di gara, in tal caso i concorrenti dovranno presentare un’offerta per singolo lotto, in busta sigillata riportante sull’esterno il nome e cognome (o nome della società) del mittente e la dicitura: “OFFERTA PER L’ACQUISTO DI IMMOBILI” La busta dovrà pervenire entro le ore 12.00 del giorno 28 giugno 2010 al protocollo della Comunità Montana del Casentino, via Roma n. 203, 52014 Ponte a Poppi (AR) a mezzo posta, agenzia di recapito, corriere o a mano; farà fede esclusivamente la data e l’ora di arrivo al protocollo della Comunità Montana, indipendentemente dalla data di spedizione. Gli interessati possono prendere contatto, per la visita ai beni posti in vendita, con i signori BEATRICE BREZZI e FABIO CIABATTI, reperibili presso la sede di questo Ente nei giorni da lunedì a venerdì nell’orario 8,30-13,30 o in orario diverso previo appuntamento telefonico (tel. 0575-5071). Copia integrale del presente avviso può essere chiesta alla Comunità Montana del Casentino, via Roma 203, 52014 Ponte a Poppi (AR), tel. 0575-5071, fax 0575-507230, e-mail fabiociabatti@casentino.toscana.it beatricebrezzi@casentino.toscana.it Poppi, 04 maggio 2010 Il dirigente Simone Borchi

REGIONE BASILICATA AZIENDA SANITARIA LOCALE DI POTENZA (A.S.P.) BANDO DI GARA PER ESTRATTO Si rende noto che nei termini di legge sarà esperita dall’Azienda Sanitaria Locale di Potenza (A.S.P.) con sede in Potenza alla Via Torraca 2, in esecuzione della deliberazione n. 350 del 08/04/2010, una procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, e s.m.i., per l’affidamento della fornitura di prodotti dietetici per nutrizione clinica, occorrenti per le esigenze dei Presidi e Strutture Sanitarie, da effettuarsi in somministrazione disciplinata dal Codice Civile agli artt. 1559-1570. Importo complessivo presunto annuo della fornitura € 115.700,00 Iva esclusa. La durata della fornitura è stabilita in anni tre. Criterio di aggiudicazione: prezzo più basso per singolo lotto ai sensi dell’at. 82 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., previa verifica della rispondenza dei prodotti proposti alle caratteristiche tecnico-qualitative minime indicate nel capitolato speciale. Termine perentorio per la presentazione delle offerte: ore 13,00 del giorno 26/05/2010. Per i termini, condizioni e requisiti dei concorrenti, si rinvia ai documenti di gara, ritirabili dalle ore 9:00 alle ore 12:00 di ogni giorno lavorativo, sabato escluso, presso l’U.O. ProvveditoratoEconomato telefono 0971310549 - telefax 0971310527 - 0971310296. I documenti in questione sono disponibili anche sul sito Web: www.aspbasilicata.net/sezione atti amministrativi-bandi di gara. Il bando di gara è stato trasmesso in data 09/04/2010 per la pubblicazione sulla Gazzeta Ufficiale dele Comunità Europee.

IL DIRETTORE GENERALE Dr. PASQUALE FRANCESCO AMENDOLA

COMUNE DI AYAS Sede legale: Frazione Antagnod – 11020 AYAS (AO) Tel. 0125.306633 – fax 0125.306788

AVVISO DI VENDITA, MEDIANTE ASTA PUBBLICA, DI UN FABBRICATO DI PROPRIETA’ COMUNALE SITO IN ANTAGNOD – BOULEVARD DES SABOTIERS N. 13/15. Si rende noto, che questa Amministrazione intende procedere con la vendita citata in oggetto, mediante il criterio di aggiudicazione dell’offerta più elevata rispetto al prezzo fissato a base d’asta. Importo a base d’asta per la vendita dell’immobile: Euro 540.000,00 (euro cinquecentoquarantamila). Le offerte dovranno pervenire inderogabilmente e a pena di esclusione dalla gara entro e non oltre le ore 12.00 del giorno martedì 01° giugno 2010. Documenti tecnici ed amministrativi: sono in visione presso l’Ufficio Segreteria del Comune di Ayas. Le altre condizioni possono essere tratte dal bando di gara integrale scaricabile sul sito Internet comunale all’indirizzo: www.comune.ayas.ao.it e sul sito Internet regionale all’indirizzo: www.regione.vda.it Ayas, 22 aprile 2010 Il responsabile del procedimento Dott.ssa Laura Foscardi – Segretario comunale

COMUNE DI CORTONA - (AR) Via dei Termini, 6 – 53100 SIENA (Italia) tel. 0577/42209 – FAX 0577/281041 - C.F. 00384460523 aptsiena@terresiena.it

AVVISO DI ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI COMPLESSO IMMOBILIARE DI PROPRIETA’ COMUNALE SITO IN CORTONA loc.tà SALCOTTO. DATA DELL’ASTA: 10 GIUGNO 2010 ore 11 COMPLESSO IMMOBILARE denominato “Ex Istituto Professionale per l’Agricoltura” comprendente un FABBRICATO A ( corpo principale) su tre piani , per una superficie lorda di mq. 640 ed altri n. 8 fabbricati (pertinenze esterne) per complessivi mq. 1.495,30 lordi oltre a terreno di pertinenza per una superficie catastale di circa mq. 15.000,00. Presso Ufficio contratti sono in visione foto e planimetrie. Riferimenti Urbanistici: piano di recupero n. 87/99 valido fino al 2 .12.2012, nel vigente P.d.R. è individuata dall’adottato R.U., parte in zona “A” e parte in zona agricola “E”; al riguardo valgono le norme transitorie di cui all’art. 7 delle N.T.A. del R.U. adottato. Attualmente l’immobile è libero. PREZZO A BASE D’ASTA: € 2.480.000,00. Il rialzo minimo di ogni offerta è fissato in € 40.000,00. Per la vendita si procederà mediante asta pubblica con il metodo della candela vergine, ai sensi dell’art. 73, lettera “a” del Regolamento per l’Amministrazione generale del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato, approvato con Regio Decreto 23 Maggio 1924, n. 827 e con la procedura di cui all’art. 74 del Regolamento stesso. L’asta sarà dichiarata deserta nel caso che non vengano presentate almeno due offerte da parte dei soggetti diversi. MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE. L’asta, ad unico e definitivo incanto, rimarrà aperta per un’ora da quella come sopra fissata, durante la quale coloro che intendono partecipare dovranno depositare nelle mani del Presidente la documentazione come indicata nel bando pubblicato nel sito del Comune di Cortona: www.comunedicortona.it. 2 - ASSEGNO CIRCOLARE, A GARANZIA DELL’OFFERTA, intestato a “COMUNE DI CORTONA” del seguente importo: € 40.000,00. CONDIZIONI GENERALI D’ASTA: L’aggiudicatario dovrà provvedere al pagamento del saldo e delle spese di rogito relative, al momento della stipula dell’atto di compravendita che dovrà essere stipulato entro e non oltre il 15 NOVEMBRE 2010. Per tutte le altre condizioni di gara si rinvia al sito ufficiale. Cortona 10.5.2010 IL DIRIGENTE Dott. Gnerucci Afredo


Maggio 2010

AsteInfoappalti

19

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

TRIBUNALE DI MILANO -Sezione2ª Civile Fallimentare - 2°piano LE VENDITE GIUDIZIARIE sono aperte a tutti e per parteciparvi non è richiesta l’assistenza di un legale o di altro professionista. Si tengono presso l’ufficio del Giudice Delegato. Possono essere con incanto o senza incanto, come indicato nell’ordinanza di vendita. Oltre al prezzo sono dovuti gli oneri fiscali (IVA E IMPOSTA DI REGISTRO) con possibilità di utilizzare le agevolazioni di legge (prima casa, imprenditore agricolo, ecc..). Il trasferimento della proprietà e la consegna avvengono all’atto del decreto di trasferimento, previo versamento del saldo prezzo nel termine previsto e delle eventuali spese di voltura catastale. Il mancato pagamento del saldo nel termine comporta la perdita della cauzione, salvo il risarcimento del danno ex art. 587 C.P.C. (leggere attentamente l’ordinanza

Abitazioni e Box FM58321 CERRO AL LAMBRO (MI) - VIA DEI FIORI - LOTTO 1) APPARTAMENTO: di quattro locali e doppi servizi al piano primo. Prezzo base Euro 234.000,00. VIA FILIPPO TURATI - LOTTO 2) N. 1 BOX: di mq. 15. Prezzo base Euro 13.000,00. LOTTO 3) N. 1 BOX: di mq. 16. Prezzo base Euro 13.000,00. LOTTO 4) N. 1 BOX: di mq. 15. Prezzo base Euro 13.000,00. Vendita senza incanto 09/06/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 23/06/10 ore 10:00. G.D. Dott. F. Lamanna. Curatore Fallimentare Dott. L. Buraggi tel. 02784851. Rif. FALL 115/09 FM58829 VEDANO AL LAMBRO (MB) - VIA LEONARDO DA VINCI, 10 - LOTTO 1) NUDA PROPRIETÀ DI UNA VILLETTA A SCHIERA: di mq. 210 circa composta da cinque locali, tripli servizi, sottotetto, scantinato, lavanderia, box doppio, portico e giardino di mq. 180 circa, locata con contratto di anni 6(+6) scadente in data 31/07/2011. Prezzo base Euro 252.000,00. Vendita senza incanto 10/11/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 24/11/10 ore 10:00. G.D. Dott.ssa Mammone. Curatore Fallimentare Dott. A. Carpi tel. 0266980505. Rif. FALL 275/02

Aziende FM58924 IL FALLIMENTO CANTIERI NAVALI LAVAGNA SRL (TRIBUNALE DI MILANO, PROCEDURA N. 52/2010): intende avviare una procedura di alienazione (i)del ramo d’azienda afferente all’attività di progettazione, costruzione e commercializzazione di imbarcazioni in lega di alluminio a marchio Admiral ovvero - alternativamente - (ii) di uno o più beni e/o rapporti giuridici ricompresi nel ramo d’azienda, anche separati tra loro. Nell’ambito del ramo di azienda sono ricompresi: a) marchio Cantieri Navali Lavagna(in breve: CNL); b) marchio Admiral; c) know how; d) customers list; e) magazzino; f) semilavorati; g) dipendenti; h) beni strumentali; i) contratti in corso. Le offerte per l’acquisto del ramo d’azienda ovvero di uno o più suoi singoli beni e/o rapporti giuridici (come sopra indicati) dovranno pervenire per iscritto, anche tramite fax, ai recapiti indicati in calce, entro il 15 giugno 2010. Esaminate le offerte pervenute in termine, la procedura si riserva di procedere alla vendita del ramo d’azienda o di uno o più suoi singoli beni e/o rapporti giuridici. Si invitano gli interessati a verificare sul sito del Tribunale di Milano sezione vendite giudiziali - la avvenuta pubblicazione della perizia di stima, in corso di redazione, dalla quale risulterà la valutazione del ramo d’azienda e dei singoli assets. Il presente invito non costituisce offerta al pubblico ex art. 1336 c.c., né una sollecitazione all’investimento ai sensi degli artt. 94 e ss. D. gs. 58 del 1998. Per ogni informazione e per l’invio delle offerte gli interessati potranno rivolgersi al curatore Dott.ssa Maddalena Dal Moro ai seguenti recapiti: Via San Pietro all’Orto, 22 - 20121 Milano tel. 02/3668400 fax 02/36684009 dalmoro@stmdm.com.

Convocazione FM58407 CONCORDATO PREVENTIVO N. 23/10 -Il Tribunale di Milano Sezione Fallimenti con decreto emesso e depositato in data 01/04/201o, ha dichiarato aperta la procedura di concordato preventivo dell’impresa P. Group S.r.l. sede in Milano (MI) - Via Carlo Goldoni, 11. Il Tribunale ha delegato alla procedura il Giudice Delegato Dott.ssa C. Macchi ed ha nominato Commissari Giudiziali il Dott. Paolo Beretta Zanoni con studio professionale in Milano (MI) - Via Festa del Perdono, 12, l’Avv. Gisella Dalmasson con studio professionale in Milano (MI) - Via G. Boccaccio, 15/A, il Dott. Nevio Maxia con studio professionale in Milano (MI) - Via G. Giardino, 1, fissando la data del 20/09/2010 ore 09,30 per l‘adunanza dei creditori presso l’aula B, I° piano del Palazzo di Giustizia lato S. Barnaba. FM57570 CONCORDATO PREVENTIVO N. 75/09: - Il Tribunale di Milano Sezione Fallimenti con decreto in data 04/02/2010 dep. 09/02/2010, ha dichiarato aperta la procedura di concordato preventivo dell’impresa Tubettificio Internazionale Srl in liq.ne con sede in Milano (MI) - Via Lorenteggio, 41. Il Tribunale ha delegato alla procedura il Giudice Delegato Dott.ssa C. Macchi ed ha nominato Commissari Giudiziali un collegio così composto: Dott.ssa A.M. Campochiaro con studio in Milano - Via Comelico, 18; Avv. D.A. Lambicchi con studio in Milano - Viale Majno, 38; Dott. G.

vendita (orari cancelleria per informazioni lun-sab 9-13). Nelle vendite con incanto (se stabilito in ordinanza), l’offerente non divenuto aggiudicatario che abbia omesso di partecipare all’incanto senza documentato e giustificato motivo vedrà restituita la cauzione solo nella misura dei 9/10 dell’intero importo versato. Prima di presentare l’offerta, secondo le modalità previste nell’ordinanza, è opportuno consultare la perizia depositata in cancelleria o pubblicata sul sito web www.fallimentitribunalemilano.net e visionare l’immobile previo accordo con il curatore al quale potranno essere rivolte ulteriori richieste di chiarimenti. Per informazioni su tutti i fallimenti consultare il sito www.tribunale.milano.it

di vendita). La trascrizione dell’acquisto e la cancellazione degli eventuali pignoramenti e ipoteche avvengono a cura del Tribunale senza spese. Non è previsto l’intervento del Notaio. Il decreto di trasferimento prevede l’ordine di rilascio dell’immobile se occupato dal fallito. COME PARTECIPARE - Presentare la domanda di partecipazione su carta semplice con BOLLO di euro 14,62 contenente: la denominazione del fallimento e del numero della Procedura Esecutiva, delle generalità dell’offerente (codice fiscale, stato civile, regime patrimoniale se coniugato, visura camerale se trattasi di una società - allegando preferibilmente fotocopia della carta di identità), della descrizione del bene o del lotto che si intende acquistare nel caso di più lotti, del prezzo offerto (necessario se la vendita è

SENZA INCANTO), allegando assegno/i circolare/i intestato all’ Ufficio Esecuzioni Immobiliari - Tribunale di Milano pari al 10% del prezzo offerto (quale cauzione) e altro assegno circolare (a titolo di spese) pari al 15% ove la vendita sia soggetta a registro,o di un importo in misura fissa indicato espressamente nell’ordinanza (di solito 542,28 euro) ove la vendita sia soggetta ad IVA. ATTENZIONE: LEGGERE ATTENTAMENTE LE DISPOSIZIONI DELL’ORDINANZA DI VENDITA PRIMA DI EMETTERE GLI ASSEGNI CIRCOLARI. NON INSERIRE NEGLI ASSEGNI IL NUMERO DELLA PROCEDURA. La domande e gli assegni debbono essere consegnate presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari, piano primo, entro le ore 12.30 del secondo giorno precedente la

Massoli con studio in Milano - Via Boccaccio, 7; fissando la data del 07/06/2010 ore 09,30 per l‘adunanza dei creditori presso l’aula B, I° piano del Palazzo di Giustizia lato San Barnaba.

02654567) Rif. Fallimento Quattroeffe S.r.l. - n. 629/2006

Invito ad Offrire

FM58915 LEGNANO (MI) - VIA CESARE BATTISTI, 59/61 - LOTTO 1) CAPANNONE: di mq. 2.127, composto al piano terra da due vani laboratorio, due magazzini, due depositi, tettoia, centrale termica, ufficio e annesso magazzino sotterraneo, area cortilizia, autorimessa; al piano primo da otto vani, ufficio e terrazzo. Prezzo base Euro 1.050.000,00. Vendita senza incanto 20/09/10 ore 13:00. Eventuale vendita con incanto in data 27/09/10 ore 12:40. G.D. Dott.ssa C. Macchi. Curatore Fallimentare Avv. M.A. Russo tel. 0229010051. Rif. FALL 96/08 (rge 2651/08)

FM58756 FALLIMENTO 126/2010 GIUDICE: Dott. F. Ciampi Curatore Avv. F. Jacopini Avviso di raccolta di offerte per la cessione del ramo d’azienda del fallimento IL BANQUETING SRL IN LIQUIDAZIONE. Il ramo d’azienda oggetto della vendita opera nel settore del catering ed è proprietaria del marchio IL MAESTRO DI CASA SRL. Il fallimento è disponibile a valutare offerte d’acquisto che dovranno pervenire al Curatore. Il presente avviso è volto esclusivamente a raccogliere le offerte. E’ espressamente riservata al Giudice Delegato ogni decisione circa la valutazione delle offerte pervenute, l’autorizzazione alla cessione, ovvero lo svolgimento di una gara tra gli offerenti con modalità che verranno agli stessi, tempestivamente, comunicate. Per informazioni: Tel. 02/72004053; Fax: 02/89011747 mail: studiolegalejacopini@legalitaly.com

FM58041 CONCORDATO PREVENTIVO N. 67/09 -Il Tribunale di Milano Sezione Fallimenti con decreto in data 25/03/2010 dep. 30/03/2010, ha dichiarato aperta la procedura di concordato preventivo dell’impresa MF Componenti Srl in liq.ne con sede in Milano (MI) - Via Larga, 11. Il Tribunale ha delegato alla procedura il Giudice Delegato Dott. R. Fontana ed ha nominato Commissario Giudiziale la Dott. I. Arcuri con studio professionale in Milano (MI) - Via Cardinal Federico, 1, fissando la data del 29/06/2010 ore 15,00 per l‘adunanza dei creditori presso l’aula B, I° piano del Palazzo di Giustizia lato San Barnaba. FM58084 CONCORDATO PREVENTIVO N. 13/10 -Il Tribunale di Milano Sezione Fallimenti con decreto in data 25/03/2010 dep. 26/03/2010, ha dichiarato aperta la procedura di concordato preventivo dell’impresa Edigadget Srl in liq.ne con sede in Milano (MI) Via N.A. Porpora, 145. Il Tribunale ha delegato alla procedura il Giudice Delegato Dott. F. Ciampi ed ha nominato Commissario Giudiziale l’Avv. A. Tracanella con studio professionale in Milano (MI) - Via C.G. Merlo, 3, fissando la data del 09/06/2010 ore 11,00 per l‘adunanza dei creditori presso l’aula B, I° piano del Palazzo di Giustizia lato San Barnaba. FM58173 CONCORDATO PREVENTIVO N. 1/10 -Il Tribunale di Milano Sezione Fallimenti con decreto in data 25/03/2010 dep. 25/03/2010, ha dichiarato aperta la procedura di concordato preventivo dell’impresa Collina Srl in liq.ne sede in Milano (MI) - Via F. Petrarca, 22. Il Tribunale ha delegato alla procedura il Giudice Delegato Dott.ssa C. Macchi ed ha nominato Commissario Giudiziale il Dott. B. Draghetti con studio professionale in Milano (MI) - C.so Venezia, 3, fissando la data del 28/06/2010 ore 09,45 per l‘adunanza dei creditori presso l’aula B, I° piano del Palazzo di Giustizia lato San Barnaba.

Immobili industriali commerciali, strutture turistiche FM58177 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA F. CRISPI, 34 ANGOLO CORSO ITALIA - AREA EDIFICABILE: della superficie di mq. 2412 circa, su cui risulta parzialmente realizzato un sovrastante fabbricato con struttura in cemento armato, tuttora allo stato rustico, composto da n. 6 piani fuori terra e piano piloty, oltre a n. 3 piani interrati ad uso autorimessa. Prezzo base Euro 2.180.000,00. Vendita senza incanto 30/06/10 ore 13:00. Eventuale vendita con incanto in data 14/07/10 ore 13:00. G.D. Dott. Fontana. Curatore Fallimentare Avv. M. Orlando tel. 0254107954. Rif. FALL 62292 (rge 1698) FM58328 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA GALLIATE, 11 - IMMOBILE: costituito da corpo di fabbrica a due piani fuori terra e un seminterrato ad uso produttivo; annesso box. Agli edifici è annessa la comproprietà del cortile e degli spazi comuni. La superficie commerciale complessiva ammonta a mq. 690 circa (box, cortile e parti comuni escluse). Prezzo base Euro 255.000,00. Vendita senza incanto 16/06/10 ore 13:00. Eventuale vendita con incanto in data 14/07/10 ore 12:00. G.D. Dott.ssa I. Lupo. Curatore Fallimentare Dott. G. Bianchi tel. 024819258. Rif. FALL 791/05 (rge 2550/07) FM58035 CASSANO D’ADDA (MI) - VIA LEONARDO DA VINCI, 66 - FABBRICATO INDUSTRIALE: con annesse pertinenze e aree di proprietà, lotto unico costituito da: a) piena proprietà di fabbricato industriale composto da palazzina uffici e servizi su due piani, di cui uno seminterrato, di circa mq. 155 circa per piano, capannone (h. 4,50) di mq. 1457 circa, centrale termica e accessori di circa mq. 30, capannone (h. 7,00) di circa mq 554 e aree esterne perimetrali al fabbricato di circa mq. 2.590; b) quota di 4378/21000 di strada di accesso alla Statale n. 11. Immobile libero da persone e cose. Prezzo base - IV° esperimento a prezzo ribassato - Euro 1.000.000,00, oltre imposte - Rilancio minimo Euro 20.000,00. Vendita senza incanto in data 06/07/2010 ore 10:15, eventuale vendita con incanto in data 22/09/2010 ore 10:15 - le offerte di acquisto dovranno essere trasmesse a mezzo fax al n°. 02-45503393 oppure utilizzando l’apposita funzione del sito www.tribunale.milano.it entro le ore 13:00 del giorno antecedente la data dell’udienza fissata per il loro esame e per la gara tra gli offerenti. G.D. Dott. F. Ciampi Curatore Dr.ssa R. Zorloni (tel 026595835 fax

FM58788 MILANO (MI) - ZONA 2 VIA RONCAGLIA, 14 - UNITÀ: posta al piano seminterrato dell’edificio in condominio, composto da ingresso, corridoio, tre uffici, locale show-room, un locale magazzino, servizi igienici, locale break. Prezzo base Euro 470.000,00. Vendita senza incanto 20/09/10 ore 12:50. Eventuale vendita con incanto in data 27/09/10 ore 12:30. G.D. Dott.ssa C. Macchi. Curatore Fallimentare Dott. M. Del Bianco tel. 024300141. Rif. FALL 447/09 (rge 2704/09) FM58975 MILANO VIA LOMELLINA 12 PIENA PROPRIETÀ DEL COMPLESSO IMMOBILIARE COMPOSTO DA: - autofficina e magazzino al piano seminterrato, salone espositivo al piano terreno con annessi servitù, accessi, area cortilizia e pertinenze, il tutto per circa mq 3928. - porzione indipendente ad uso negozio ubicata al piano terreno di circa mq 21, con annessa cantina al piano seminterrato di circa mq 7. La vendita avverrà in un unico lotto. Prezzo base Euro 3.400.000,00 Offerte in aumento Euro 20.000,00 Giudice Delegato: Dott. Pierluigi Perrotti La vendita senza incanto si terrà il giorno 23 giugno 2010 alle ore 10.00 presso il Tribunale di Milano, Via Manara 1, II piano, sez. fallimentare, stanza G.D. Dr Pierluigi Perrotti. Presentazione offerte entro il 22 giugno 2010 ore 13.00. L’ eventuale vendita con incanto si terrà il giorno 30 giugno 2010 alle ore 10.00 presso il Tribunale di Milano, Via Manara 1, II piano, sez. fallimentare, stanza G.D. Dr Pierluigi Perrotti. Ordinanza di vendita, perizia, planimetrie e foto disponibili sui siti internet www.asteimmobili.it, www.tribunale-milano.net, www.portaleaste.it. Per ulteriori informazioni contattare Curatore Fallimentare Dott. Luigi Giovanni Saporito Via Larga 15 Milano Tel: 02.583401 Fax. 02.58340502. Rif. FALL 524/08 FM57559 MODUGNO (BA) - VIA DELLE ORCHIDEE, 23/25 - CAPANNONE INDUSTRIALE: con annessa palazzina uffici su due livelli (seminterrato e piano terra) di complessivi mq. 5.106,08 di cui mq. 840 relativi agli uffici ed annesso terreno pertinenziale di mq. 14.266. Prezzo base Euro 1.500.000,00. Vendita senza incanto 09/06/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 23/06/10 ore 10:00. G.D. Dott. Perrotti. Curatore Fallimentare Avv. M.A. Russo tel. 0229010051. Rif. FALL 525/08 FM58949 PRESICCE (LE) - ZONA INDUSTRIALE ARTIGIANALE - FABBRICATO INDUSTRIALE: con impianti e attrezzature per trasformazione e surgelazione verdure, superficie coperta mq. 4.172 oltre uffici e servizi. Cedesi piena proprietà, libero. Prezzo base Euro 890.000,00. Vendita senza incanto 07/07/10 ore 12:00. Eventuale vendita con incanto in data 14/07/10 ore 10:00. G.D. Dott.ssa I. Lupo. Curatore Fallimentare Prof. M. Martellini tel. 02654107. Rif. FALL 26/07 FM58026 TAVAZZANO CON VILLAVESCO (LO) VIA PER BAGNOLO - COMPLESSO IMMOBILIARE: di circa mq. 4.000, costituito da fabbricato industriale di un piano fuori terra adibito a celle frigorifere e magazzino, oltre a porzione di fabbricato di due piani fuori terra destinato ad uffici ed abitazione del custode, con annessa area pertinenziale con capacità edificatoria residua. Immobile libero. Prezzo base Euro 1.000.000,00. Vendita senza incanto 07/07/10 ore 13:00. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 13:00. G.D. Dott. Fontana. Curatore Fallimentare Dott. M. Doni tel. 026571081. Rif. FALL 345/08 FM58753 VILLA CORTESE (MI) - VIA DE GASPERI, 38 - LOTTO 1) CAPANNONE: ad uso industriale, di circa mq. 6.420 oltre ai manufatti insistenti sull’area. Prezzo base Euro 1.210.000,00. Vendita senza incanto 07/07/10 ore 10:30. Eventuale vendita con incanto in data 14/07/10 ore 09:45. G.D. Dott. Perrotti. Curatore Fallimentare Dott. D. Fortunato tel. 0229061363. Rif. FALL 145/08 (rge 2659/08)

FM56008 CONCORDATO PREVENTIVO N. 43/2009: Giudice Delegato Dott. Vitiello Commissario Giudiziale Avv. Dott. Pagliughi Liquidatore Ing. Salvo INVITO A MANIFESTARE INTERESSE La società ICM Italia Spa, ammessa alla procedura di concordato preventivo con decreto del Tribunale di Milano in data 12 ottobre 2009, intende cedere il ramo d’azienda Divisione Ricerca e Sviluppo comprensivo del progetto Siconfab (Sistema Informativo Confezionisti Abbigliamento) n. A16/1756/00X02 e del progetto Geco (Gestione Evoluta della Conoscenza) n. C01/0702/01/X02. I suddetti progetti sono stati ammessi a finanziamento ai sensi del Decreto 5 agosto 2004 del Ministero delle Attività Produttive secondo quanto previsto dal bando territoriale ICT di cui al Decreto 12 novembre 2003. SI INVITA CHI INTERESSATO A RICHIEDERE INFORMAZIONI ENTRO IL 21.05.2010 E A VOLER MANIFESTARE INTERESSE ENTRO IL 31.05.2010 al liquidatore di ICM Italia Spa in concordato preventivo, Ing. Vito Salvo, via fax n. . 0258014221 / email: Vito.Salvo@icm.it, inviando copia della relativa comunicazione al Commissario Giudiziale, Avv. Dott. Carlo Pagliughi al n. 02.58307297

Quota Societaria Fallimento Burani Designer Holding n. 85/10 FM58884 vende Una quota di partecipazione di nominale Euro 740.211,5 pari al 50% del patrimonio netto di CRISFER S.R.L., c.s. E 10.400, con sede in Torino, via Thovez 43/20, C.F. 07006870013, società che opera nel settore dell’abbigliamento. Chiunque fosse interessato ad offrire una somma almeno pari a Euro 1.350.000 oltre imposte di legge, è invitato a far ricevere o a consegnare l’offerta presso lo studio del Curatore entro il termine tassativo del 25 maggio 2010. Si fa presente che la cessione è gravata da clausola statutaria di prelazione in favore dell’altro socio paritetico. L’offerta deve essere ferma, irrevocabile e immodificabile per 90 giorni e contenere impegno a versare cauzione pari al 10% del prezzo offerto entro 5 giorni dalla richiesta del Curatore. Imposte, tasse ed ogni costo di trasferimento saranno a carico del cessionario, ivi compreso il notaio indicato dalla curatela. In caso di pluralità di offerenti, verrà indetta gara informale dinanzi al Curatore per l’aggiudicazione al migliore offerente. Per informazioni rivolgersi al Curatore dott. Diego Moscato / tel. +39 02.39.66.32.35 / fax +39 02.93.66.41.32 / mob. +39 328.22.32.511 / diego.moscato@studiomoscato.it / diego.moscato@pec.studiomoscato.it FM59251 Il Fallimento M&P Management Consulting S.p.a. con sede a Milano, in Corso Matteotti, 3 CF 02353530989, pone in vendita una partecipazione pari al 10% del capitale sociale della Società Gamba Bruno S.p.a. con sede a Bergamo, in Via Cristoforo Baioni 31/C, CF 02991740172. Prezzo base Euro 95.000,00. Vendita senza incanto 17/06/2010 ore 14.30. Il Curatore fallimentare Dott. M. Garegnani, tel. 02/86997792. Rif. RG 45/10

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


PROVINCIA DI SALERNO

Ai sensi dell’art. 6 della legge del 25 febbraio 1987, n° 67, si pubblicano i seguenti dati relativi al bilancio preventivo 2010 e al rendiconto 2008.

1) Le notizie relative alle entrate ed alle spese sono le seguenti (in euro): ENTRATE Previsioni di Accertamenti da DENOMINAZIONE competenza da rendiconto bilancio anno 2010 anno 2008 Avanzo di amministrazione – 3.463.902,42 Tributarie 87.074.761,33 86.910.533,30 Contributi e trasferimenti 95.940.662,09 92.974.023,06 (di cui dallo Stato) 30.124.243,09 30.135.004,99 (di cui dalle Regioni) 65.366.419,00 62.639.500,22 Extratributarie 10.035.500,00 7.920.584,20 (di cui per proventi servizi pubblici) 439.000,00 373.449,75 Totale entrate di parte corrente 193.050.923,42 187.805.140,56 Alienazione di beni e trasferimenti 733.448.726,11 16.418.874,13 (di cui dallo Stato) 10.046.788,76 9.946.788,76 (di cui dalle Regioni) 517.401.937,35 6.742.085,37 Accensione prestiti 86.836.285,00 (di cui anticipazioni di tesoreria) 46.951.285,00 – Totale entrate conto capitale 820.285.011,11 16.418.874,13

SPESE Previsioni di competenza da bilancio anno 2010 – 185.341.893,80

DENOMINAZIONE Disavanzo di amministrazione Correnti Rimborso quote di capitale per mutui in ammortamento

Impegni da rendiconto anno 2008 – 178.011.882,37

7.279.486,62

12.902.101,45

192.621.380,42 773.763.269,11

190.913.983,82 16.707.034,13

Totale spese conto capitale 773.763.269,11 Rimborso anticipazione di tesoreria ed altri 46.951.285,00 Entrate da servizi per conto di terzi 16.184.000,00 15.033.564,00 Spese per servizi per conto di terzi 16.184.000,00 Totale 1.029.519.934,53 222.721.481,11 Totale 1.029.519.934,53 Disavanzo di gestione – – Avanzo di gestione – TOTALE GENERALE 1.029.519.934,53 222.721.481,11 TOTALE GENERALE 1.029.519.934,53 2) La classificazione delle principali spese correnti ed in conto capitale, desunte dal rendiconto, secondo l’analisi economico-funzionale è la seguente: (in euro)

16.707.034,13 – 15.033.564,00 222.654.581,95 66.899,16 222.721.481,11

Personale Acquisto di beni di cons. e/o mat. prime Prestazione di servizi Interessi passivi e oneri finanziari vari Acquisizione di beni immobili Acquisizione di beni mobili, macchine ed attrezzature tecnico-scientifiche TOTALE

Totale spese di parte corrente Spese di investimento

Funzioni generali di amministraz., di gestione e di controllo (1)

Funzioni di istruzione pubblica (2)

Funzioni relative alla cultura e beni culturali (3)

Funzioni nel campo turistico, sportivo e ricreativo (4)

Funzioni nel campo dei trasporti (5)

Funzioni riguardanti la gestione del territorio (6)

Funzioni nel campo della tutela ambientale (7)

Funzioni nel settore sociale (8)

Funzioni nel campo dello sviluppo economico (9)

12.353.244,12 398.272,71 11.879.231,87 270.587,30 35.234,40

1.684.859,31 35.441,60 7.127.406,76 4.348.353,59 0,00

1.417.303,00 75.906,00 1.600.370,60 0,00 0,00

314.592,87 4.000,00 91.294,90 0,00 0,00

394.267,90 104.960,36 60.826.539,13 82.999,41 0,00

6.389.768,39 65.207,99 4.160.846,30 12.327.242,10 16.383.639,73

2.981.104,15 142.236,78 3.518.262,29 0,00 0,00

287.301,00 2.981,50 122.483,53 0,00 0,00

7.068.863,98 148.902,61 4.863.413,47 0,00 0,00

32.891.304,72 977.929,55 94.189.848,85 17.029.182,40 16.418.874,13

0,00 24.936.570,40

0,00 13.196.061,26

0,00 3.093.579,60

0,00 409.887,77

0,00 61.408.786,80

0,00 39.326.704,51

0,00 6.641.603,22

0,00 412.766,03

0,00 12.081.180,06

0,00 161.507.139,65

3) La risultanza finale a tutto il 31 dicembre 2009 desunta dal rendoconto: (in euro) Avanzo di amministrazione dal rendiconto dell’anno 2008 di cui avanzo vincolato Avanzo di amministrazione disponibile al 31 dicembre 2008 Ammontare dei debiti fuori bilancio comunque esistenti e risultanti dall’elencazione allegata al rendiconto dell’anno 2008 4) Le principali entrate e spese per abitante desunte dal rendiconto sono le seguenti: (in euro) – Abitanti n° 1.090.934 Entrate correnti 172,15 Spese correnti di cui: di cui: Tributarie 79,67 Personale Contributi e trasferimenti 85,22 Acquisto beni Altre entrate correnti 7,26 Prestazioni di servizi Altre spese correnti IL DIRETTORE DI RAGIONERIA (Dott.ssa Marina Fronda)

TOTALE

5.889.203,57 – 5.889.203,57 – 163,17 30,15 0,90 86,34 45,79

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA (On. dott. Edmondo Cirielli)

GRUPPO BONGIOANNI s.p.a. in amministrazione straordinaria INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALL’ACQUISTO DELL’AREA DENOMINATA exFOMB NEL COMUNE DI FOSSANO Il Commissario di Gruppo Bongioanni s.p.a. in amministrazione straordinaria, con sede in Fossano, via G.B. Bongioanni 13 informa con specifico riguardo alle entità immobiliari oggetto del presente invito, nel seguito descritte, che l’iter di approvazione del nuovo piano regolatore generale comunale del Comune di Fossano (CN) è giunto a conclusione a seguito della delibera della Giunta Regionale n. 50-11538, del 3 giugno 2009, che ha approvato il nuovo piano e le relative varianti in itinere. Al fine di un proficuo avvio dell’iter di vendita, Gruppo Bongioanni s.p.a. in amministrazione straordinaria (“Procedura”) intende sin d’ora raccogliere manifestazioni di interesse all’acquisto del compendio immobiliare denominato Area ex-Fomb, fermo restando che ogni definitiva determinazione in ordine alla relativa futura cessione resta in ogni caso soggetta alle specifiche autorizzazioni del Ministero dello Sviluppo Economico, sentito il parere del comitato di sorveglianza. Su questi presupposti e per dette finalità, senza vincolo alcuno per la Procedura, il Commissario straordinario invita alla presentazione di manifestazioni di interesse all’acquisto dei seguenti beni in Comune di Fossano, via Bongioanni 13: - complesso edificato e recintato della superficie catastale di mq. 83052, individuato al N.C.E.U. al foglio 50 mappali nn. 111-112-113-114-115-116, categoria D/1, aggiornati con mod. D in data 4 marzo 1993, prot. 850; - area antistante al complesso produttivo attualmente adibita a parcheggio della superficie catastale di mq. 5943, individuata al C.T. al foglio 51 mappali nn. 59-126; - terreno fuori cinta della superficie di mq. 63541 e distinto al C.T. foglio 50 mappali nn. 28-34-40-41-87-102-106-109-131-258-260. In riferimento alle predette entità immobiliari si segnala che il nuovo P.R.G. norma l’attuazione della futura trasformazione dell’Area ex-Fomb mediante l’art. 42 delle norme tecniche di attuazione, che in sintesi prevede: - l’attuazione dell’area è individuata come ambito unitario di intervento e sottoposta a strumento urbanistico esecutivo di iniziativa pubblica o privata riguardante l’intero ambito; - i soggetti attuatori dovranno predisporre una relazione tecnica attestante lo stato del terreno in riferimento ad eventuali effetti di contaminazione prodotti dalla preesistente attività produttiva; - le destinazioni d’uso ammesse: P = funzioni produttive di tipo artigianale e industriale T4 = attività ludiche a carattere privato ad alta affluenza di pubblico T5 = esercizio pubblico N = funzione agricola non connessa alla conduzione del fondo (N) S1 = pubblica amministrazione S8 = difesa e protezione civile S9 = servizi tecnici e tecnologici C1 = vendita al dettaglio C2 = commercio all’ingrosso C3 = merci ingombranti C4 = trasporti, magazzinaggio e comunicazioni C5 = distribuzione di carburanti per autoveicoli Si segnala altresì che parte dei mappali nn. 28, 40, 102, 109 e 159, di cui al foglio 50, risultano oggetto di indebite occupazioni da parte di terzi. Le manifestazioni sono riservate in via esclusiva ai soggetti direttamente interessati all’acquisto (“Soggetti Interessati”) che forniscano i dati identificativi contenuti in apposito modulo reperibile presso la sede della Procedura, tel. 0172 69 23 13 fax 0172 65 78 21 , dove si trova depositata la documentazione relativa ai beni destinati alla vendita (la ”Documentazione Rilevante”) in apposita Data Room. L’accesso alla Data Room e all’esame della Documentazione Rilevante è consentito ai Soggetti Interessati che ne facciano richiesta, secondo le condizioni del modulo, del relativo Regolamento e del correlato impegno di riservatezza. Le manifestazioni conformi alle condizioni previste dovranno essere depositate presso la sede della Procedura in Fossano, via G.B. Bongioanni 13, entro il termine del 28 maggio 2010, ore 13.00. Il presente invito non costituisce offerta al pubblico. Esso, come l’esame delle manifestazioni di interesse ritenute ricevibili, non comportano alcun impegno da parte della Procedura in ordine a successive valutazioni e determinazioni. Il commissario straordinario dott. Enrico Stasi


A.T.O. CT1 JONIAMBIENTE S.p.A. SI RENDE NOTO CHE È STATO BANDITO IL SEGUENTE PUBBLICO INCANTO: REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato dell’Agricoltura e Riforma Agropastorale Servizio Sviluppo, Monitoraggio e Valutazione PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 AVVISO APPALTO AGGIUDICATO Il Direttore del Servizio Sviluppo, Monitoraggio e Valutazione dell’Assessorato dell’Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale con sede in Cagliari (CA) – via Pessagno, 4 – sito internet www.regione.sardegna.it, rende noto che è stato aggiudicato il seguente appalto mediante procedura aperta ai sensi dell’art. 55 del D. Lgs. 12 aprile 2006 n.163 e con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi dell’art. 18, comma 1 lett. c) della legge regionale n. 5/2007 e dell’art.83 del medesimo D.Lgs. 163/2006. Servizio: valutazione in itinere, intermedia ed ex-post del PSR 2007-2013 della Regione Sardegna – misura 511 (C.I.G. 0339564911). Data di pubblicazione del bando di gara sulla G.U.U.E.: 01/07/2009. Importo a base d’asta: € 1.500.000, IVA esclusa. Numero offerte ricevute: 6 (sei). Data di aggiudicazione: 16/04/2010. Aggiudicatario: Istituto di Relazioni sulle Relazioni Industriali, Viale delle Gioie,1 - 00199 - Roma. Importo di aggiudicazione: € 1.177.000,00 (IVA ESCLUSA). L’avviso relativo all’aggiudicazione dell’appalto è stato trasmesso alla G.U.U.E. in data 20 aprile 2010. Cagliari, 4 maggio 2010 Il Direttore del Servizio Antonella Garippa

FERROVIA ADRIATICO SANGRITANA S.p.A. LANCIANO (CH) ESTRATTO BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA N. 251/10 AFFIDAMENTO PER LA FORNITURA DEI MATERIALI NECESSARI PER LA COSTRUZIONE DELLA LINEA DI TRAZIONE ELETTRICA 3KVCC DELLE TRATTE FERROVIARIE FOSSACESIA/TORINO DI SANGRO-ARCHI, RACCORDO MERCI SEVEL E BOMBA-QUADRI SUDDIVISA IN N. 13 LOTTI AGGIUDICABILI SEPARATAMENTE. Il sottoscritto, in esecuzione della deliberazione del C.d.A. n. 32/10 del 31/03/2010, rende noto che è stata indetta una gara a procedura aperta per l’appalto della fornitura in epigrafe, suddivisa in n. 13 lotti aggiudicabili separatamente, per un importo complessivo a base d’asta di € 3.222.247,75 + IVA. Obbligatorio per tutti i lotti l’iscrizione al Sistema di Qualificazione di RFI. Luoghi di consegna: tratte ferroviarie Fossacesia/Torino Di Sangro-Archi, Raccordo merci Sevel e tratta Bomba-Quadri. Termine consegna: entro 150 giorni. L’aggiudicazione avverrà secondo il criterio del prezzo più basso, espresso mediante ribasso percentuale unico per ciascun lotto sui prezzi di tariffa posti a base di gara. Termine di scadenza per la presentazione delle offerte: ore 13,00 del giorno 8/06/2010. Le condizioni di gara e di esecuzione della fornitura sono indicate nel bando integrale, pubblicato in data 21/04/2010 sulla GUCE 2010/S 77-115282, e negli altri documenti di gara che possono essere visionati e scaricati dal profilo di committente (www.sangritana.it.-Gare in corso-Avvisi di gara). Per eventuali informazioni rivolgersi all’Ufficio Gare e Contratti (Tell. n. 0872-708211/708418/708276), E-mail (claudia.veri@sangritana.it) e fax n. 0872-708500. Il Responsabile Unico del Procedimento: Direttore Tecnico Ing. Tommaso Iubatti

Servizio di Igiene urbana nell’A.T.O.-CT1 Importo a b.a.: Euro 97.711.680,78 Luogo svolgimento servizio: Territorio competenza A.T.O.-CT1. Data svolgimento gara: 21/06/2010 Durata servizio: 7 anni Pubblicazione G.U.C.E. S41 60310-2010-IT del 27/02/2010 Pubblicazione G.U.R.I. n. 30 del 15/03/2010 Pubblicazione G.U.R.S. n. 10 del 12/03/2010 Il bando e la relativa documentazione possono essere visionati presso la Società Joniambiente S.p.A. Corso Lombardia 101 - 95014 Giarre (CT), tutti i giorni feriali esclusi il sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00. Il Presidente Francesco Rubbino

COMUNE DI SASSARI ESTRATTO BANDO DI GARA - PROCEDURA APERTA CODICE CIG. 0477484043 È indetta una procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per il “Servizio di: a) pianificazione delle attività finali per la caratterizzazione del sito, comprensiva dell'eventuale analisi di rischio sito specifica; b) progettazione definitiva ed esecutiva, comprensiva del piano di manutenzione dell’opera; c) direzione, misura, contabilità dei lavori; d) coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione dei lavori per l’intervento di risanamento ambientale e sistemazione naturale dell’ex discarica comunale in località Calancoi”. Codice Cig. 0477484043. Importo presunto del servizio da appaltare € 250.000,00. Termine ricezione offerte: ore 12,00 del giorno 16.06.10. Apertura plichi: ore 10,00 del giorno 17.06.10. Trasmesso alla GUUE il 07.05.10 http://ted.europa.eu/. Il bando integrale, affisso all’Albo Pretorio, è disponibile per la consultazione presso l’Ufficio Contratti, Via M.Coppino n.20 (Tel. 079/279938/943, Fax 079/2118014/279900), su www.comune.sassari.it e su www.regione.sardegna.it. SASSARI, 10.05.2010 IL DIRIGENTE DR.SSA S. CICU

COMUNE DI SASSARI ESTRATTO DI AVVISO DI APPALTO AGGIUDICATO E’ stato aggiudicato, in data 20.04.10, con la determinazione dirigenziale n° 2855, l’appalto del Servizio di Gestione delle attività del Progetto Aurora – Centro di sostegno, soccorso e ospitalità per le donne e i figli minori vittime di violenza fisica, sessuale o di maltrattamenti, di durata annuale. Importo a base di gara: €. 303.000,00, IVA esclusa. Offerte ricevute n° 2. Aggiudicataria: Andalas de Amistade Soc. Coop. Sociale Consortile a r.l., con sede in Valledoria (SS), Via IV Novembre n° 23, per il punteggio complessivo di punti 84,92 e per l’importo annuo ribassato offerto in sede di gara pari a €. 302.788,00, IVA esclusa. L’avviso di appalto aggiudicato è stato trasmesso alla GUUE il 06.05.2010, http://ted.europa.eu, affisso all’Albo Pretorio di questo Comune, ed è disponibile all’Ufficio Contratti, Via Coppino, 20, tel. 079/279938, fax 079/2118014/279900, su www.comune.sassari.it e su www.regione.sardegna.it. IL DIRIGENTE DR.SSA S. CICU

F.LLI COSTANZO S.P.A. in A.S. Avviso di vendita di immobili Con provvedimento Ministeriale del 26.11.2008 Prot. n.47505 i Commissari Liquidatori sono stati autorizzati a vendere all’incanto, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, i seguenti immobili suddivisi nei seguenti lotti:

Lotto

Indirizzo

Tipologia e consistenza

Prezzo a base d’asta

% cauzione del Prezzo. offerto

Stato locativo (*)

761.000,00

20%

Libere

19.000,00

20%

Libere

8.500,00

20%

Libera

272.000,00

20%

Libera

78.500,00

20%

Libero

96.000,00

20%

2.258.500,00

10%

Detenzione senza titolo Locati

Unità immobiliari 2 3 4 5 6 7 8

Via Reclusorio del Lume civv. 56 - 62 - Catania Via Orto S. Clemente, 30 Catania Via Orto S. Clemente, 30 Catania Via L. Rizzo civv. 3-5 e Via L. Sturzo civv. 38 - 42 Catania Via G. Di Prima, 7/C-7D Catania Via G. Di Prima, 9-11 Catania Via Del Rotolo, 44/46 Catania

N. 3 Botteghe per complessivi mq. 346 c.a. (attualmente unificate) In Catasto al fg. 69 partic. 4495 subb. 3,4,5. N. 3 Cantine interni nn. 121, 122 e 123. In Catasto al fg. 69 partic. 4495 subb. 237, 238, 239. N. 1 Cantina int. n. 63. In Catasto al fg. 69 partic. 4495 sub. 179. Bottega a cinque luci, per complessivi mq. 120 c.a. In Catasto al fg. 69 partic. 7848 sub. 104. Garage di mq. 60 c.a. In Catasto al fg. 69 partic. 7848 sub. 99. Garage di mq. 52 c.a. In Catasto al fg. 69 partic. 7848 sub. 6 Uffici di mq. 1.735 c-a. costituente un unico corpo di fabbrica (piano R+1+2) + area adibita a parcheggio per mq. 982. In Catasto al fg. 17 partic. 27 subb: 109, 110, 175, 373 (gli uffici) e sub. 414 (l’area adibita a parcheggio).

(*) Si rinvia ai disciplinari di vendita per la puntuale individuazione della situazione giuridica di ogni singolo lotto. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE Le modalità di svolgimento e di partecipazione all’Asta sono regolamentate, oltre che dal presente Avviso, dal disciplinare di vendita e dai relativi Allegati. I contenuti dell’Avviso d’Asta e del disciplinare di vendita non sono negoziabili. Per ogni lotto, gli interessati potranno presentare offerte, con cauzione nella percentuale sopra indicata, in busta chiusa entro le ore 12.00 del giorno 23/6/2010 presso lo studio del Not. Carlo Saggio, in Catania Viale Libertà n.209. L’apertura delle buste avverrà a partire dalle ore 16.30 dello stesso giorno. Sono a carico dell’aggiudicatario: le imposte e tasse sul trasferimento; le spese per la cancellazione delle iscrizioni e trascrizioni ed ogni onere ad esse correlato; tutte le spese di pubblicità, anche precedenti al presente esperimento di vendita, nonché quelle relative alla redazione dei verbali di gara e aggiudicazione. Disciplinari di vendita, documenti, informazioni ed accessi dovranno essere richiesti in forma scritta agli Uffici della Procedura in Catania Via del Rotolo,44/46, tel 095.4035661 – fax.095.4035644, I Commissari Liquidatori Avv. Sebastiano Leonardi Dott. Diego Montanari Dott.ssa Carmen Silvestri


Maggio 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

22

www.asteinfoappalti.it

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI Tribunale di Busto Arsizio Abitazioni e Box BU56675 SESTO CALENDE (VA) - VIA DEL PASSERO, 2 - LOTTO 5) VILLETTA: disposta nei piani interrato, terra, primo e secondo con annesso giardino in uso esclusivo così composta: - in piano interrato: cantina, autorimessa, deposito, lavanderia e bagno; - in piano terra: cucina/pranzo e wc con annesso giardino in uso esclusivo; - in piano primo: soggiorno e balcone; - in piano secondo: due camere, due bagni, ripostiglio e balcone. Prezzo base Euro 315.693,19. LOTTO 9) VILLETTA: disposta nei piani interrato, terra, primo con annesso giardino in uso esclusivo così composta: - in piano interrato: autorimessa, cantina e deposito; - in piano terra: soggiorno, cucina, bagno, loggia coperta con annesso giardino in uso esclusivo; - in piano primo: camera, disimpegno, ripostiglio, studio, bagno e balcone. Prezzo base Euro 213.230,37. Vendita senza incanto 08/06/10 ore 12:30. Eventuale vendita con incanto in data 22/06/10 ore 11:30. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 58/05 C. srl BU57214 GALLARATE (VA) - VIA SAN FRANCESCO, 4 - LOTTO A) APPARTAMENTO: con finiture di pregio posto al terzo piano, composto da soggiorno, cucina, due camere, disimpegni e due bagni con balcone, mq. 8 circa per il balcone e mq. 6 per la cantina. Autorimessa al secondo piano interrato dello stesso immobile, di mq. 14 circa. Prezzo base Euro 237.187,50. Vendita senza incanto 16/06/10 ore 12:30. G.D. Dr. M. E. Pupa. Curatore Fallimentare Dott. P. Colombo tel. 0331505724. Rif. FALL 28/06 A BU58431 GALLARATE (VA) - PIAZZA RISORGIMENTO, 14 - LOTTO 2) APPARTAMENTO: in corte in piano primo composto da ingresso, soggiorno, cucina, disimpegno, due servizi igienici, camera letto, balcone/terrazzo, nonchè vano in corpo staccato con accesso dal terrazzo suddetto. Prezzo base Euro 295.000. LOTTO 3) APPARTAMENTO: in corte in piano secondo e sottotetto, composto da ingresso, soggiorno, cucina, disimpegno, due servizi igienici, camera da letto, balcone/terrazzo, ripostiglio in corpo staccato con accesso dal terrazzo suddetto, nonchè piano sottotetto al rustico con accesso da scala interna all’appartamento. Prezzo base Euro 394.000. Vendita senza incanto 09/07/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 24/09/10 ore 11:00. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel 0332335510. Rif. RGE 248/06 A. srl BU58366 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA ASPROMONTE, 4 - APPARTAMENTO: al terzo piano con cantina al piano seminterrato, composto da ingresso, ampia cucina abitabile, soggiorno, disimpegno, due bagni, tre camere e tre balconi. Prezzo base Euro 228.070,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 10:30. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 10:30. G.E. Dott. A. Lombardi. Professionista Delegato alla vendita Dott.ssa Marcora A. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 486/08 M BU58367 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA CAPRERA, 20 - APPARTAMENTO: al quarto piano e mansarda oltre ad un box doppio al piano interrato costituito da soggiorno, cucina, bagno e due terrazzi al quarto piano e da tre camere, bagno e locale ripostiglio al piano mansarda. Prezzo base Euro 342.000,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 12:00. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 12:00. G.E. Dott. A. Lombardi. Professionista Delegato alla vendita Dott.ssa Folloni F. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 93/09 C BU56254 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA CATANIA, 3 APPARTAMENTO: di mq. 171 circa, disposto su tre piani, composto da cantina in piano interrato; ingresso, cucina, soggiorno, una camera, un vano utile ed annessa area esterna di proprietà ad uso esclusivo in piano terra; tre camere, disimpegno, un bagno e ballatoio di proprietà in piano primo. Prezzo base Euro 209.600,00. Vendita senza incanto 08/06/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 22/06/10 ore 10:15. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 319/07 B BU56652 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA MAZZINI, 26 APPARTAMENTO: al piano settimo composto da cucina, soggiorno, tinello, studio, tre bagni, quattro camere, ripostiglio, tre balconi, oltre a locale cantina al piano secondo interrato; autorimessa al piano primo interrato. Oltre ad area pertinenziale. - box addossato al fabbricato principale Prezzo base Euro 270.000,00. Vendita senza incanto 04/06/10 ore 09:30. Eventuale vendita con incanto in data 18/06/10 ore 09:30. Notaio Delegato Dott. E. Chiodi Daelli. Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 245/08 P BU58339 BUSTO ARSIZIO (VA) - VIA XX SETTEMBRE, 115 - COMPLESSO IMMOBILIARE: formato da un fabbricato composto da due unità abitative, quattro

autorimesse ed un laboratorio con annessa area circostante e pertinenziale, così costituito: A) Porzione di fabbricato ad uso civile abitazione disposto nei piani cantinato, terra, primo e secondo, composto da: - appartamento in piano terra: ingresso, disimpegno, cucina, bagno e due vani utili; - appartamento in piano terra, composto da cucina, disimpegno, bagno, ripostiglio e tre vani utili con annessi locale caldaia e un vano ad uso sgombero in piano cantinato; - appartamento in piano primo composto da ingresso/disimpegno, cucina, bagno e tre vani utili; appartamento in piano primo, composto da ingresso/disimpegno, quattro vani utili, bagno e ripostiglio; - alloggio al piano secondo mansardato, non accatastato. B) Porzione di fabbricato ad uso laboratorio composto da un vano ad uso laboratorio, magazzino, ripostiglio e sgombero. C) Porzione di fabbricato composto da quattro vani ad uso autorimessa. Prezzo base Euro 884.000,00. Vendita senza incanto 09/07/10 ore 10:15. Eventuale vendita con incanto in data 24/09/10 ore 10:15. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 44/06 C BU58224 CAIRATE (VA) - VIA FILIPPO CORRIDONI, 3 - VILLETTA INDIPENDENTE: su due livelli con cantina e box esterno al piano seminterrato oltre giardino di proprietà costituita da cucina, ampio soggiorno, bagno e camera al piano terreno, da camera e bagno oltre ampi locali ad uso ripostiglio al piano sottotetto. Prezzo base Euro 283.200,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 12:30. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 12:30. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Dott. L. Macchi - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 79/09 G BU56475 CASTELLANZA (VA) - VIA ELIO COLOMBO, 4 - LOTTO 1) CASA INDIPENDENTE: con annessa area pertinenziale a giardino, così composta: al PT da ingresso di servizio,lavanderia,bagno,ingresso padronale,soggiorno,cucina/pranzo,nonchèandronee 2 locali ad uso ripostiglio;al P1° da 3 camere,2 bagni e 2 balconi;al PS1° da ripostiglio e cantina;con scala interna di collegamento che dal PS1° porta al P1°. Prezzo base Euro 916.000,00. Vendita senza incanto 08/06/10 ore 09:00. Eventuale vendita con incanto in data 22/06/10 ore 09:00. Notaio Delegato Dr. B. Leo tel. 0331635146. Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 318/07 C BU56189 CASTELLANZA (VA) - VIA MONTE BIANCO - PORZIONE DI FABBRICATO: di civile abitazione, di mq. 223 circa (sup. comm.), con annessa area pertinenziale, così composta: soggiorno, cucina, camera e bagno in piano terra; tre camere, servizio e balcone in piano primo; tre vani, servizio, centrale termica e autorimessa in piano seminterrato. Prezzo base Euro 226.670,00. Vendita senza incanto 28/05/10 ore 10:15. Eventuale vendita con incanto in data 11/06/10 ore 10:15. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 161/04 R BU58552 CISLAGO (VA) - VIA RESEGONE APPARTAMENTO: in piano primo composto da ingresso, cucina, disimpegno, tre locali, due bagni, balcone e terrazzino con annessa porzione di sottotetto in piano secondo adibita a ripostiglio e scala interna di comunicazione; box autorimessa in piano interrato. Prezzo base Euro 212.000,00. Vendita senza incanto 22/06/10 ore 11:45. Eventuale vendita con incanto in data 06/07/10 ore 12:30. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 73/09 G BU58220 GALLARATE (VA) - FRAZIONE CRENNA VIA DEL LAVORO, 10/A - APPARTAMENTO: facente parte di una costruzione bifamiliare su due piani con locale lavanderia, cantina e servizio igienico al piano interrato, locale sottotetto agibile di pertinenza e autorimessa oltre a soggiorno, cucina, bagno al piano terra e da due camere, bagno al piano primo. Prezzo base Euro 240.000,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 11:45. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 11:45. G.E. Dott. M. Radici. Professionista Delegato alla vendita Dott. Gussoni E. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 58/09 P BU56545 GALLARATE (VA) - FRAZIONE CRENNA VIA DEL LAVORO, 10/B - APPARTAMENTO IN BIFAMILIARE: composto al piano terra da soggiorno, cucina e bagno, al piano primo da due camere, bagno e disimpegno oltre a sottotetto agibile, cantina con lavanderia e servizio igienico al piano interrato, box e area pertinenziale sistemata a giardino. Prezzo base Euro 221.243,64. Vendita senza incanto 08/06/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 22/06/10 ore 10:00. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Dott.ssa Marcora A. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 480/08 G BU58430 GALLARATE (VA) - PIAZZA RISORGIMENTO, 14 - LOTTO 1) APPARTAMENTO: in corte in piano primo composto da tre locali, disimpegno, servizio igienico e terrazzo. Prezzo base Euro 185.000. LOTTO 2) APPARTAMENTO: in corte in piano primo

composto da ingresso, soggiorno, cucina, disimpegno, due servizi igienici, camera letto, balcone/terrazzo, nonchè vano in corpo staccato con accesso dal terrazzo suddetto. Prezzo base Euro 295.000. LOTTO 3) APPARTAMENTO: in corte in piano secondo e sottotetto, composto da ingresso, soggiorno, cucina, disimpegno, due servizi igienici, camera da letto, balcone/terrazzo, ripostiglio in corpo staccato con accesso dal terrazzo suddetto, nonchè piano sottotetto al rustico con accesso da scala interna all’appartamento. Prezzo base Euro 394.000. LOTTO 4) VANO CANTINA: all’interrato costituito da piccolo ripostiglio. Prezzo base Euro 4.500. LOTTO 5) VANO CANTINA: all’interrato costituito da piccolo ripostiglio. Prezzo base Euro 4.000. LOTTO 6) VANO CANTINA: all’interrato costituito da piccolo ripostiglio. Prezzo base Euro 4.000. Vendita senza incanto 09/07/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 24/09/10 ore 11:00. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 248/06 A. srl BU58337 GORLA MINORE (VA) - VIA DEI MILLE, 24 - FABBRICATO AD USO CIVILE ABITAZIONE: con annessa area circostante e pertinenziale costituito da appartamento in piano rialzato, composto da cucina, bagno e cinque vani utili con annessi tre vani ad uso sgombero e locale caldaia in piano seminterrato; vano ad uso box autorimessa in piano seminterrato; vano ad uso box autorimessa in piano terra in corpo di fabbrica separato. Prezzo base Euro 208.000,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 11:45. Eventuale vendita con incanto in data 21/09/10 ore 11:45. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 243/06 M BU58369 OGGIONA CON SANTO STEFANO (VA) - VIA SAN GIOVANNI BOSCO, 5 - VILLA: su due livelli con giardino pertinenziale di mq. 680 oltre ad autorimessa quadripla e cantina composta da ingresso, disimpegno, cucina, soggiorno, due bagni, locale lavanderia, due bagni, locale disimpegno, ampio terrazzo e balcone al piano primo. Prezzo base Euro 375.000,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 11:30. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 11:30. G.E. Dott. M. Radici. Professionista Delegato alla vendita Dott.ssa Gallazzi B. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 238/09 R BU58343 SAMARATE (VA) - VIA ADRIATICO, 13 LOTTO 1) FABBRICATO AD USO CIVILE ABITAZIONE: con annessa area circostante e pertinenziale e precisamente: A) fabbricato ad uso civile abitazione disposto su due piani, composto da ingresso/disimpegno, cucina e sala pranzo, bagno, due vani ad uso studio e soggiorno in piano terra; tre camere, disimpegno e bagno in piano primo; B) manufatto in corpo di fabbrica separato in piano terra composto da due vani ad uso magazzino, lavanderia e wc; C) un vano ad uso box autorimessa facente parte di un manufatto in corpo di fabbrica separato. Prezzo base Euro 388.800,00. Vendita senza incanto 09/07/10 ore 10:30. Eventuale vendita con incanto in data 24/09/10 ore 10:30. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel. 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 179/03 M BU58200 SESTO CALENDE (VA) - LOCALITA’ JELMONE - VIA MOTTE, 11/B - APPARTAMENTO: di nove vani più servizi e terrazzo costruito su due piani oltre a locale interrato ad uso lavanderia e caldaia, con annesso deposito. Prezzo base Euro 260.000,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 11:00. G.E. Dott. M. Radici. Professionista Delegato alla vendita Dott. Masci M. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 451/08 D

Immobili industriali commerciali, strutture turistiche BU58361 ALBIZZATE (VA) - VIA LAGHETTO, 8/10 LOTTO 1) LABORATORIO INDUSTRIALE CON UFFICI: e locali spogliatoio con servizi oltre locale cantina al piano seminterrato e area esclusiva esterna. Prezzo base Euro 380.000,00. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 20/07/10 ore 10:00. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Dott. Turati E. - Cooperativa Adjuvant tel. 0331321353. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 333/08B BU58206 CASORATE SEMPIONE (VA) - VIA ROMA, 67 - LOTTO 1) FABBRICATO DI 1986 MQ CIRCA AD USO INDUSTRIALE PRODUTTIVO: con annessa porzione di uffici, abitazione e cantine ed annesse area circostante e pertinenziale e precisamente: per quanto concerne il fabbricato ad uso industriale-produttivo: un vano ad uso cantina in piano seminterrato secondo; un vano ad uso cantina in piano seminterrato primo; due locali ad uso magazzino, due vani ad uso spogliatoio, bagno, locale caldaia, due vani ad uso archivio, vano ascensore ed un locale macchine in piano terra; due locali ad uso laboratorio, un locale ad uso sgombero, vano ascensore, bagni e zona uffici con annesso sottotetto non agibile in piano primo; per quanto concerne la porzione di fabbricato ad uso abitazione: 2 vani ad uso cantina e centrale termica in piano seminterrato primo; soggiorno, cottura, disimpegno, 2 bagni e due vani utili in piano terra. Prezzo

base Euro 634.880. Vendita senza incanto 06/07/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 21/09/10 ore 11:00. Notaio Delegato Dr. A. Bortoluzzi tel 0331777334. Ausiliario e Custode Giudiziario GIVG srl tel 0332335510. Rif RGE 213/07 C BU56530 GALLARATE (VA) - VIA PESCHIERA, 10 INTERO COMPLESSO IMMOBILIARE: composto da tre edifici, uno con sagoma a elle posto sul lato sud-ovest, uno in zona centrale, uno sul confine sud-est; e precisamente per la piena proprietà: 1. Unità immobiliare ad uso laboratorio. 2. Unità immobiliare ad uso magazzino. 3. Unità immobiliare ad uso garage. 4. Unità immobiliare ad uso residenziale. 5. Unità immobiliare ad uso laboratorio. Per la nuda proprietà: 6. Unità immobiliare ad uso laboratorio. 7. Unità immobiliare ad uso deposito 8. Unità immobiliare ad uso residenziale. 9. Unità immobiliare ad uso autorimessa. Prezzo base Euro 839.171,67. Vendita senza incanto 16/07/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 28/07/10 ore 11:00. G.E. A. D’Elia. Professionista Delegato alla vendita Dott. A. Sanna. Custode Giudiziario GIVG srl tel. 0332335510. Rif. RGE 68/05 E BU56261 GALLARATE (VA) - STRADA PRADISERA, 10 - CAPANNONI: cortile scoperto e accessori per una superficie lorda stimata indicativamente in mq. 4.525. Come meglio precisato in perizia. Prezzo base Euro 420.000,00. Vendita senza incanto 26/05/10 ore 12:00. G.D. Dr. M. E. Pupa. Curatore Fallimentare Dott. L. Regalia tel. 0331625240. Rif. FALL 65/08 T. srl BU56539 PARABIAGO (MI) - VIA XXIV MAGGIO, 38 - CAPANNONE: ad uso produttivo-artigianale realizzato a due piani fuori terra, oltre piccolo interrato, in prossimità della stazione ferroviaria. In totale mq. 1.589. Prezzo base Euro 385.500,00. Vendita senza incanto 26/05/10 ore 09:30. G.D. Dott. L. Vaccarella. Curatore Fallimentare Rag. C. Morgantini tel. 0331775638. Rif. FALL 5051/96 F

Terreni BU58317 CASTELLANZA (VA) - VIA KENNEDY APPEZZAMENTO DI TERRENO: di ettari 1.17.20. Prezzo base Euro 448.830,00. Vendita senza incanto 22/06/10 ore 11:00. Eventuale vendita con incanto in data 06/07/10 ore 11:00. Notaio Delegato Dott. M. Lainati tel. 0331776172. Rif. RG 114/08 B

Tribunale di Varese Abitazioni e Box VA56644 VIGGIU’ (VA) - VIA BOSCARDIN - N.3 FABBRICATI: (circa mq. 4.800, mq. 580 e mq. 426) con autorimessa e terreno. Prezzo base Euro 2.200.000,00 + 80.000,00. Vendita senza incanto 09/06/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 02/07/10 ore 10:00. Notaio Delegato Dott. C. Gaudenzi tel. 0332283060. Custode Giudiziario G.I.V.G. Srl tel. 0332335510-332099. Rif. RGE 303/06 A

Immobili industriali commerciali, strutture turistiche VA56646 LAVENO-MOMBELLO (VA) - VIA ALLA TORRE, 16 - COMPLESSO IMMOBILIARE: costituito da due edifici (per circa tot. mc. 10.000 catastali) adibiti a scuola e convitto, autorimessa, area di base e terreno pertinenziale destinato a parco privato (circa mq. 22.000). Prezzo base Euro 2.400.000,00. Vendita senza incanto 09/06/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 02/07/10 ore 10:00. Notaio Delegato Dott. C. Gaudenzi tel. 0332283060. Custode Giudiziario G.I.V.G. Srl tel. 0332335510-332099. Rif. RGE 34/90 V. srl

Tribunale di Brindisi Immobili industriali commerciali, strutture turistiche BR58843 FASANO - VIA STAZIONE, 177 LOTTO 1) N. 3 CAPANNONI AFFIANCATI: con superficie coperta pari a circa mq. 2.226. Locali servizi al piano terra pari a mq. 402. Locali uffici piano terra mq. 290. Locale box mq. 37. Veranda scoperta mq. 32. Prezzo Base Euro 805.087,50. LOTTO 2) LOCALI SEMINTERRATI: MQ. 1.653. Prezzo Base Euro 309.937,50. LOTTO 3) APPARTAMENTO: al piano primo di circa mq. 358. TERRAZZO A LIVELLO mq. 69. Prezzo Base Euro 160.125,00. IL COMPLESSO IMMOBILIARE VIENE POSTO IN VENDITA AL PREZZO BASE DI EURO 1.275.150,00 OLTRE IVA SE DOVUTA. CIASCUNA OFFERTA IN AUMENTO PUò ESSERE FATTA PER UN IMPORTO NON INFERIORE AD EURO 10.000,00. Prezzo base Euro 1.275.150,00 Rilancio Minimo 10000. Vendita senza incanto 01/07/10 ore 10:00. Eventuale vendita con incanto in data 15/07/10 ore 10:00. G.D. Dott. Francesco Giliberti. Commissario Liquidatore Dott. G. Caso tel. 0831597911. Rif. CP 3/01

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


Autorità Portuale di Taranto

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI NOVARA AVVISO DI PROCEDURA APERTA PER VENDITA IMMOBILE

PORTO MERCANTILE – Ind. Post.: Cas. Post. Aperta - Taranto Succ. 2 - 74123 Taranto - *tel.: +39 099/4711611 *fax: +39 099/4706877

ESTRATTO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI Si comunica che si è conclusa la procedura ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e smi per l’af-

In attuazione della Determinazione del Segretario Generale n. 80 del 22/04/2010, il giorno 30/6/2010 alle ore 10,30 verrà esperita una procedura aperta con offerte solo in aumento sul prezzo a base di gara di € 128.500,00, per la vendita del bene immobile di proprietà della Camera di Commercio I.A.A. di Novara, sito a Novara in Via Redi. Partita catastale foglio particelle qualità classe superficie 2693 37 478 orto 1 A. 8 – Ca. 70 2693 37 814 orto 1 A. 10 – Ca. 80 Reddito agrario complessivo € 20,15 Reddito dominicale complessivo € 45,32 Le offerte dovranno pervenire alla Camera di commercio I.A.A. di Novara - Settore Provveditorato – Via Avogadro n. 4 – 28100 Novara entro e non oltre le ore 10,00 del giorno 30/6/2010 con le modalità prescritte nel bando di gara. Il bando di gara integrale è pubblicato sul sito WEB camerale www.no.camcom.it e può essere richiesto alla Camera di Commercio I.A.A. di Novara – Settore Provveditorato – Via Avogadro n. 4 – 28100 Novara : tel. 0321 338233 – fax 0321 338240 – e-mail affari.generali@legalmail.camcom.it. Novara, 22 aprile 2010 Il Segretario Generale Cristina D’Ercole

fidamento dei lavori di LAVORI DI MANUTENZIOINE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE PARTI COMUNI NELL’AMBITO PORTUALE. Contratto aperto ex art. 154, co. 2 del D.P.R. 554/1999. Anni: 2010-2013. Aggiudicatario: NARDONI LAVORI SRL che ha sede in Massafra (TA) alla S.S. 106, km. 479 con il ribasso del 26,952%. L’avviso integrale è stato pubblicato sulla G.U.R.I. – serie V^ - n. 48 del 28/04/2010.

f.to Il Commissario C.A. (CP) Salvatore GIUFFRÈ

PUGLIA SVILUPPO S.p.A. Bando di gara CIG 0472440DCE Natura dell’appalto: procedura aperta per l’aggiudicazione dei lavori di ristrutturazione e riqualificazione energetica dell’immobile sito in Casarano (LE) Zona Indutriale Criterio di aggiudicazione: maggior ribasso. Importo netto a base d’asta: Euro 438.235,60 importo, di cui Euro

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI NOVARA

8.764,71 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. Categorie: OG1 – Cl. II Termini di presentazione delle domande di partecipazione: entro le

AVVISO DI PROCEDURA APERTA PER VENDITA IMMOBILE

ore 12,00 del 07/06/2010.

In attuazione della Determinazione del Segretario Generale n. 81 del 22/04/2010, il giorno 29/6/2010 alle ore 10,30 verrà esperita una procedura aperta con offerte solo in aumento sul prezzo a base di gara di € 13.500,00 annui, per la locazione dell’unità immobiliare di proprietà della Camera di Commercio I.A.A. di Novara sita a Novara in Largo Costituente n. 6/A, esclusa la civile abitazione.

Validità dell’offerta: 180 giorni a decorrere dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle offerte. Modalità di apertura delle offerte: in seduta pubblica il giorno 09/06/2010, presso la sede della Società in via G. Amendola n. 168/5 –

N. C. E. U.: foglio 166 – Mapp. 8842 sub 27 – Zona catastale 1 – Categoria A/10 - mq. complessivi 204 su due livelli.

Bari.

Le offerte dovranno pervenire alla Camera di Commercio I.A.A. di Novara Settore Provveditorato – Via Avogadro n. 4 – 28100 Novara entro e non oltre le ore 10,00 del giorno 29/6/2010 con le modalità prescritte nel bando di gara.

del Comune di Casarano e sul sito www.regionepuglia.it, il bando il capi-

Il bando di gara integrale è pubblicato sul sito WEB camerale www.no.camcom.it e può essere richiesto alla Camera di commercio I.A.A. di Novara – Settore Provveditorato - via Avogadro n. 4 – 28100 Novara: tel. 0321 338233 – fax 0321 338240 – e-mail affari.generali@legalmail.camcom.it.

Informazioni complementari: il bando è pubblicato nell’albo pretorio

tolato e gli allegati sono altresì pubblicati e disponibili sul sito internet della società: www.pugliasviluppo.it. R.U.P.: Ing. Paolo Fiorita – 080/5498811 – Fax 080/54988120 – e.mail: pfiorita@sviluppoitaliapuglia.it

Novara, 22 aprile 2010 Il Segretario Generale Cristina D’Ercole

L’Amministratore Unico ing. Gioacchino Maselli

MINISTERO DELL’UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Università del Salento Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione

MASTER DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO PER TECNICI SPECIALIZZATI NEL SETTORE ENERGETICO Anno accademico 2009-2010 PROROGA E RETTIFICA L'Università del Salento rende noto che con Decreto Rettorale n.579 del 13.04.2010 è stato prorogato alla data ultima del 26.04.2010 il termine per la presentazione delle domande di ammissione ai Master Universitari di I e di II livello in “Formazione avanzata per tecnici specializzati nel settore energetico”. Inoltre, a parziale rettifica di quanto contenuto nel fac-simile di domanda allegato ai bandi, si comunica che i candidati potranno presentare domanda di partecipazione ad entrambi i Master, fermo restando che, ove dovessero risultare ammessi ad ambedue le iniziative formative, dovranno scegliere quella a cui intendono partecipare. Le modalità di presentazione delle domande di ammissione ed ogni altra informazione sui Master sono espressamente indicate e contenute nel bando di concorso pubblicato nell'Albo Ufficiale di Ateneo, nonché sul sito ufficiale di Ateneo www.unisalento.it in data 17.03.2010.


Maggio 2010

AsteInfoappalti

24

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA Aste immobiliari con incanto nelle apposite aule del Tribunale di Ferrara www.asteferrara.it – www.giudiziarieaste.it perizie, foto, dati catastali, confini, bandi, inventari CUSTODI GIUDIZIARI ESECUZIONI IMMOBILIARI - Istituto Vendite Giudiziarie, Via Gulinelli,9, Ferrara,tel. 340-3047861 – tel. 0532/56655 - fax 0532/774331 e.mail estenseaste@gmail.com - Dott.ssa Eleonora Permunian via Cortevecchia 39, FE; Cell. 331/9950657, Tel. 0532/242107; fax. 0532/242107 e-mail eleonora.permunian@tiscali.it - Dott.ssa Emanuela Patroncini via Garibaldi, 39 FE Cell. 393/5840066, tel. 0532/242371 - fax 0532/242376 e-mail emanuelapatroncini@studiomarinari.com Procedureesecutiveimmobiliaridelegateal Dott.AngeloAdaminiCommercialistapressolostudioin Ferrara,CorsoIsonzo,109Nelcasoincuilavenditasenza incantoabbiaesitonegativosiprocederàavendita all’incantoilgiorno11giugno2010alleore12.00nell’apposita auladelTribunalediFerrara Es. 368/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzo esp.) ARGENTA (FE) via Reno n°8 piani terra e primo Lotto 1) Porzionedifabbricatodacieloaterra,adusoAPPARTAMENTO Dirittovenduto:Quotadi1/1dellapienaproprietà OffertaminimaE.64.000,00 CAMPOTTO(FE)viaCardinalan°24/bpianoterra Lotto2)PorzionedifabbricatoadusoNEGOZIO Diritto venduto: Quota di 1/1 della piena proprietà - Offerta minima E. 65.600,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 78/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quartoesp.) BERRA(FE)viadell’Artigianatocn.12/1inprossimitàdellastradaprovinciale Lotto 1) CAPANNONE ARTIGIANALE con ABITAZIONE, LOCALIeCORTEESCLUSIVA Diritto venduto: Piena proprietà - Offerta minima E. 118.100,00 (*) creditofondiario BERRA (FE) con accesso dalla via Postale nelle vicinanze del "lotto 1" Lotto 2) TERRENO ARTIGIANALE, privo di edifici, superficie catastale diHa00.11.80 Diritto venduto: Piena proprietà - Offerta minima E. 8.700,00 (*) credito fondiario BERRA(FE)viaPiavecn.44/aLotto3)APPARTAMENTOcongarage. Diritto venduto: Piena proprietà Offerta minima E 42.000,00 (*) credito fondiario BERRA(FE)viaPiavecn.44/bLotto4)APPARTAMENTOcongarage Diritto venduto: Piena proprietà Offerta minima E 32.400,00 (*) credito fondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 246/07 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzoesp.) BONDENO (FE) via G. Pascoli, 4, piano secondo Lotto 1) APPARTAMENTO,congarageecortilettoesclusivo. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 54.400,00 (*) credito fondiario SCORTICHINO DI BONDENO (FE) via Argine Diversivo, 112 Lotto 2) ABITAZIONEcongarage-Dirittovenduto:PienaProprietà OffertaminimaE19.200,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 182/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Primoesp.) BONDENO, LOC. SCORTICHINO via Provinciale, 51, piani primo e sottotetto Lotto unico) FABBRICATO libero su quattro lati a due piani fuoriterraconannessacorte Diritto venduto:Piena Proprietà - Offerta minima E. 150.000,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 64/09 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Primoesp.) CENTO(FE)LOCALITÀBEVILACQUAviaRigan°24Lotto1)ABITAZIONEindipendente Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 66.300,00 (*) credito fondiario Lotto2)DUEMAGAZZINIadiacenti Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 28.050,00 (*) credito fondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.211/08riunitaall’es.130/09venditasenzaincanto Mercoledì09giugno2010ore9.00(Primoesp.) CENTO(FE)viaB.Gennarin.49,pianoterraLottounico)Appartamento percivileABITAZIONE Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 113.000,00 (*) creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 41/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quartoesp.) COCCANILEDICOPPARO(FE)viaDonP.Rizzo60Lottounico)ABITAZIONEcongarageeareescoperteesclusive. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 22.600,00 (*) credito fondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 316/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quartoesp.) COLOGNA(FE)-viaMacchiavellan°72,pianiterraeprimoLottounico) APPARTAMENTOedaunaporzionediareacortilivaesclusiva Dirittovenduto:Quotadi1/1dellapienaproprietà OffertaminimaE.20.000,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 262/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzoesp.) FERRARAviadellaCostituzionen°12,pianosecondo,torrec.interno4 Lotto unico) Porzione di fabbricato condominiale, denominato "Grattacielo",costituitadaunAPPARTAMENTO. Dirittovenduto:Quotadi1/1diPienaProprietà OffertaminimaE.37.200,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 278/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Primoesp.) FERRARAv.leCavourn°91int.9,angoloc.soIsonzo,pianoquintoLotto unico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:Quotadi1/1diPienaProprietà OffertaminimaE.321.500,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 138/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quartoesp.) FORMIGNANA(FE)viadellaVittorian°45,pianoterraeprimoLottounico)ABITAZIONEindipendente Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 16.100,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.225/08riunitaall’es.230/08venditasenzaincanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quarto esp.) GAVELLO DI BONDENO(FE),viaComunale172b,pianiterraeprimo Lottounico)PORZIONEDIFABBRICATOconingressoindipendente. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 38.000,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 416/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Primoesp.) FORMIGNANA(FE) via Provinciale per Finale 41 , piani terra e primo Lotto 1) Casa di civile ABITAZIONE Dirittovenduto:InteraePienaProprietà

OffertaminimaE.60.000,00(*)creditofondiario TRESIGALLO (FE) - via Rossetta 5, piani terra e primo Lotto 2) APPARTAMENTO Dirittovenduto:InteraePienaProprietà OffertaminimaE.77.000,00(*)creditofondiario TRESIGALLO(FE)viaRossetta,s.n.c.pianoterra.Lotto3)Duefabbricati ad uso MAGAZZINO con circostante area cortiliva, Appezzamento di terreno agricolo, privo di fabbricati, censito al C.T. al foglio 6 - mappale 4 di ha 3.22.10 - mappale 367 di ha. 1.54.10, e così per complessivi ettari 4.76.20,R.D.E536,33R.A.E270,53.TRESIGALLO,fondorustico Dirittovenduto:InteraePienaProprietà OffertaminimaE.270.000,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 215/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quarto esp.) LIBOLLA (FE) strada Dianti, 15 Lotto unico) APPARTAMENTO. Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E. 14.900,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 178/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Quarto esp.) LIBOLLA (FE) strada Dianti, 21, piani terra e primo Lotto unico)APPARTAMENTOdimq.75,00 Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 17.500,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 344/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzo esp.) MASSA FISCAGLIA (FE) via Giordano Bruno, 58, piano terraLotto1)ImmobileadusoNEGOZIO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 17.900,00 (*) credito fondiario MASSA FISCAGLIA (FE) via Giordano Bruno, 60, piano terra Lotto 2) ImmobileadusoNEGOZIO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 12.200,00 (*) credito fondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 301/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzo esp.) POGGIO RENATICO (FE) via XX Settembre n. 23, piano terraLottounico)APPARTAMENTOdotatodivanoadusoautorimessa Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 88.400,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 137/07 riunita all’es. 251/07 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Settimo esp.) PORTOMAGGIORE (FE) via Linaroli, 22 Lotto 1) Porzione indipendente su 3 lati di immobile per civile ABITAZIONE Dirittovenduto:Quotadi1/2diPienaProprietà OffertaminimaE.87.200,00(*)creditofondiario Es. 108/09 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Primoesp.) RENAZZO (FE) via Renazzo n° 51, piani terra e primo Lotto unico) CAPANNONE ARTIGIANALE con annessi locali di servizio e corte pertinenziale esclusiva, di superficie commerciale equivalente a mq. 1.285,20. Dirittovenduto:Quotadi1/1diPienaProprietà OffertaminimaE.578.500,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 417/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzoesp.)SABBIONCELLOSANPIETRO(FE)viaMarchesa,97-99 Lottounico)FABBRICATOliberosuquattrolatiadusoresidenziale Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 192.000,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.318/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 9.00 (Terzoesp.) VALCESURADIMIGLIARINO(FE)viaValcesura,16Lottounico)FABBRICATOinabitabilegiàadusoabitazione,indipendentedacieloaterra, liberosuduelati. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E.16.700,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini ProcedureesecutiveimmobiliaridelegatealDott. RobertoFaveriCommercialistapressolostudioinFerrara, ViaCortevecchia,39Nelcasoincuilavenditasenzaincanto abbiaesitonegativosiprocederàavenditaall’incantoilgiorno 11giugno2010alleore12.00nell’appositaauladel TribunalediFerrara Es.140/07venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Settimoesp.) ARGENTA(FE)LOCALITÀBOCCALEONE via Crocefisso n. 5 Lotto 1) Fabbricato urbano da cielo a terra costituito daunAPPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà OffertaminimaE36.800,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 77/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 10.00 (Quinto esp.) BERRA (FE) con accesso dalla via Curte e dalla via PostaleLottoUnico)TERRENIinparteagricoliedinparteedificabili,(zonaB1), di complessivi mq. 4.592,00, con sovrastante piccolo deposito in muraturaalrustico. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE6.900,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.285/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Quarto esp.) BERRA (FE) via Bellaria n° 125, piani terra e primo Lotto Unico) Porzione di FABBRICATO da terra a cielo ad uso RESIDENZIALE Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 10.900,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.153/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Quartoesp.)CASSANA(FE)conaccessodaviaEugenioMontale1/3, piani primo e sottotetto Lotto Unico) APPARTAMENTO facente parte delcondominio"Montale",dotatodigarageepiccolaareascopertaesclusiva. Dirittovenduto:PienaProprietà OffertaminimaE117.800,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.100/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzoesp.) CENTO (FE) via A. De Gasperi n° 16 int. 5, piano terzo Lotto unico) Porzione di fabbricato, facente parte del "Supercondominio Viale Giardino" costituitoda:unAPPARTAMENTOdicivileabitazione Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 76.800,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.281/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Primo esp.) CENTO (FE) via F.lli Rosselli n. 11, piani secondo e seminterrato

Lotto 1) Porzione di fabbricato di tipo condominiale, costituita da APPARTAMENTO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 210.000,00 (*) creditofondiario SANT’AGOSTINO (FE) via Statale n. 252 Lotto 2) Fabbricato ad uso ABITAZIONE, disposto su due piani fuori terra oltre sottotetto non abitabile, costituito da due appartamenti, con annessi un pro-servizio ed una porzione di fienile, e adiacente terreno agricolo. TRATTASI DI UN FONDOAGRICOLOdellasuperficiedicirca4ettari. Dirittovenduto:PienaProprietà OffertaminimaE450.000,00(*)creditofondiario CENTO(FE)viaG.Verdin.20,pianirialzatoeseminterrato Lotto 3) Porzione di fabbricato, costituito da APPARTAMENTO con cantina e autorimessa Diritto venduto: Quota di 1/2 della piena proprietà -OffertaminimaE105.000,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.346/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Primoesp.)COPPARO(FE)viaPisacanen.23int.2pianiprimoesottotetto,Lottounico)APPARTAMENTO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 126.000,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.226/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Quarto esp.) CORNACERVINA (FE) via Argine Travaglio n. 41 Lotto unico)FabbricatoadusocivileABITAZIONEliberosutrelati. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 20.500,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.220/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzo esp.) MESOLA (FE) via Cesare Battisti s.n.c. Lotto A) Piano secondo. APPARTAMENTO di civile abitazione in complesso edilizio signorilepernegozi,abitazioniedufficidicomplessivimq.120,00. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 106.600,00 (*) creditofondiario LottoB)Pianoprimo.APPARTAMENTOdicivileabitazione,incomplesso edilizio signorile per negozi, abitazioni ed uffici di complessivi mq. 107,00. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 98.600,00 (*) credito fondiario Lotto C) Unità immobiliare classificata UFFICIO - A/10, in complesso ediliziosignorilepernegozi,abitazionieduffici,accessibiledalloggiato Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 153.600,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.382/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzo esp.) MEZZOGORO (FE) via Piave n° 84, piani terra e primo Lottounico)APPARTAMENTO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 28.800,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.424/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Primo esp.) MEZZOGORO (FE) via Località per Codigoro n. 14/a, pianiterraeprimo Lotto 1) Porzione di fabbricato uso APPARTAMENTO di civile abitazione Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE155.000,00 MEZZOGORO (FE) via Località per Codigoro s.n.c. LOTTO 2) PorzionedifabbricatousoMAGAZZINO,GARAGE,TETTOIAeRIPOSTIGLI,CONCORTEESCLUSIVA. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE27.000,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.247/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzo esp.) POGGIO RENATICO (FE) via Caduti sul Lavoro n. 56 pianorialzato Lotto1)APPARTAMENTOcondominiale Dirittovenduto:PienaProprietàdellaquotadi1/2 OffertaminimaE34.600,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.100/90venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Primo esp.) PORTOGARIBALDI (FE) via Resistenza 25-27 Lotto Unico) CAMERE non contigue (totali mq.58 circa) prive di autonomia funzionale, Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE19.000,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.306/07venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Settimo esp.) PORTOMAGGIORE (FE) - via G. Matteotti n. 1, angolo via I° Maggio Lotto Unico) Fabbricato ad uso civile ABITAZIONE libero sutrelati,superficiecalcolataallordodeimuriesternipariamq.190,00. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 44.600,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.377/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzoesp.)RUINA(FE)viaBorgoMola,32,pianiterraeprimo Lotto Unico) ABITAZIONE, indipendente da terra a cielo con annessa piccolaareascopertaeaccessorioindirettoqualegarageecantina/bassocomodo. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE47.400,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.323/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzo esp.) SAN MARTINO (FE) - via Penavara n. 175 e n. 175/a, piani terraeprimo Lotto Unico) Fabbricato indipendente, su due piani, composto da DUE ABITAZIONIcollegatetradiloro.L’areacortilivapertinenzialeaifabbricati ha una superficie di circa mq. 400. Il terreno agricolo adiacente, in parte adibitoagiardinoedinparteadibitoafrutteto,haunasuperficiecatastale dimq.1255. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 211.200,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.179/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Quartoesp.)SERRAVALLEDIBERRA(FE) traviaBonamico,8-8/aep.zzaL.Ticchioni,17, LottoUnico)APPARTAMENTO. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 44.050,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.305/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzo esp.) SERRAVALLE DI BERRA (FE) via F. Pivanti n. 71/a. piano primo LottoUnico)APPARTAMENTOdicirca73mq. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 18.600,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.269/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore10.00 (Terzo esp.) TRESIGALLO (FE) via Vittoria, 4, angolo via Dante Alighieri, int.14pianoterzoerialzatoLottoUnico)APPARTAMENTO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 28.200,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian

ProcedureesecutiveimmobiliaridelegatealDott.AristidePincelliCommercialistapressolostudioinFerrara,ViaGaribaldi, 39Nelcasoincuilavenditasenzaincantoabbiaesitonegativo siprocederàavenditaall’incantoilgiorno11giugno2010alle ore12.00nell’appositaauladelTribunalediFerrara Es.161/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Quartoesp.) AMBROGIO (FE) via Silvano Benini cn 32, piani terra e primo Lotto unico)APPARTAMENTO. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 15.400,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 74/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Quarto esp.) CENTO (FE) via De Gasperi n° 15, piano primo Lotto unico)APPARTAMENTO Diritto venduto: Quota di 1/1 di Piena Proprietà Offerta minima E 56.700,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.229/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Terzoesp.)CENTO(FE)viadelCurato27,pianoterraLottounico)ABITAZIONE,autorimessaepiccolaareascoperta Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE62.400,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 8/07 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Ottavoesp.)COPPARO(FE) v.lodellaPace7,pianoseminterrato,rialzato,primoesottotettoLottounico)ABITAZIONEinvilletteaschiera,autorimessaesclusivaecortidipertinenza Dirittovenduto:Proprietàsuperficiaria-OffertaminimaE60.200,00 Es. 308/07 riunita all’es. 256/09 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno2010ore11.00(Settimoesp.) CORONELLA(FE)viaCoronella,185/a Lottounico)ABITAZIONE Diritto venduto: Piena Proprietà Offerta minima E 140.600,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.336/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Terzoesp.) LAGOSANTO (FE) via della Costituzione n° 24/a, piano terra Lotto unico)FabbricatoadusocivileABITAZIONE Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE126.800,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.110/09venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Primoesp.) LIDODEGLIESTENSI(FE) via Ancona 29 accessibile da uno stradello comune Lotto unico) APPARTAMENTOconcorteesclusiva Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 144.000,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.140/09riunitaall’es.377/09venditasenzaincanto Mercoledì09giugno2010ore11.00(Primoesp.) LIDODEGLIESTENSI(FE)vialedeiCastagnin.6,pianoterraLottounico)PorzionedifabbricatocostituitadalocalicommercialiadusoRISTORANTE e servizi, con tettoia abusiva (sala ristorante estiva) ed area scoperta.. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 279.000,00 (*) creditofondiario Note:Occupatoconcontrattod’affittononopponibilealprocedimento Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 89/09 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Primoesp.) LIDO DELLE NAZIONI (FE), v.le Finlandia 41, piano primo Lotto unico) ALLOGGIOditipobalnearesituatoinpalazzinadicomplessive13unità, Diritto venduto: Nuda Proprietà - Offerta minima E 26.300,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.267/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Primoesp.) LIDODELLENAZIONI(FE) viale delle Nazioni Unite c.n. 117/1, piani terra e primo Lotto unico) ABITAZIONEconannessaareacortilivaesclusiva. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 220.000,00 (*) creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.224/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Primoesp.) MAIERO (FE) via Prandolo 25, piani terra e primo Lotto unico) FabbricatoadusocivileABITAZIONEliberosuduelati. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 50.000,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.359/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Secondoesp.) MAROZZO(FE) conaccessodallaStradaProvincialechecollegaLagosantoaCodigoro Lotto unico) Appezzamento di TERRENO della superficie di mq. 2.380,00 Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE102.400,00 Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.317/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Quartoesp.) MEZZOGORO (FE) via Bengasi n°55, piani terra e primo Lotto unico) PorzionedifabbricatocostituitadaunAPPARTAMENTO Dirittovenduto:Quotadi1/1Pienaproprietà OffertaminimaE16.000,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.296/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Terzoesp.) MEZZOGORO (FE) via A. Manzoni n. 5, piani terra e primo Lotto unico) PorzionedifabbricatocostituitadaunAPPARTAMENTO Dirittovenduto:Quotadi1/1dellapienaproprietà OffertaminimaE19.200,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 355/ 08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00(Primoesp.) PIEVE DI CENTO (BO) via A. Vivaldi n. 10, piani terra e primo Lotto unico)ABITAZIONE Dirittovenduto:Pienaproprietà OffertaminimaE246.000,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.115/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00 (Primoesp.) POGGIORENATICO(FE),viaBenedettoXIVn.3,pianoprimo - segue


Maggio 2010

AsteInfoappalti

25

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA Lotto unico) UNITÀ ABITATIVA in fabbricato BIFAMILIARE con garage e piccolacorte Diritto venduto: Piena proprietà - Offerta minima E 143.000,00 (*) credito fondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.53/08venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00(Primoesp.) PORTOGARIBALDI(FE)viaGuideGaribaldinen.40,pianoterraLottounico)APPARTAMENTOconporticoecorteesclusiva Dirittovenduto:Pienaproprietà-OffertaminimaE58.000,00(*)creditofondiario Note:Occupatodagliesecutaticontitolononopponibileallaprocedurafino al24.11.2012 Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 238/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Quartoesp.) PORTOMAGGIORE (FE), via G. Forlani, 6/i, piano primo Lotto unico) APPARTAMENTOincondominio; Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.46.100,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 308/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Terzoesp.) SANNICOLÒDIARGENTA(FE) via della Donna Morta 6/1, piani terra e primo Lotto unico) PORZIONE DI FABBRICATOindipendentedacieloaterraconareecortilive Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE27.600,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 298/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Quartoesp.) TRESIGALLO(FE) viaDonMinzonin°4,(exPiazzaItalian.4),pianiterraeprimoLottounico)ABITAZIONEindipendente Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE28.800,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.79/09venditasenzaincantoMercoledì09giugno2010ore11.00(Primoesp.) TRESIGALLO(FE) viaG.Brunon.22/a,pianiterra,primoesottotetto.LottoA)VILLETTADITESTA,dacieloaterra,dispostasutrelivelli,dotatadivanogarage Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE78.300,00(*)creditofondiario LIDODEGLIESTENSIN.2(FE)LottoB)GARAGEdellasuperficieutiledi mq.23,50circaealtezzaml.2,50. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE25.000,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es. 401/08 vendita senza incanto Mercoledì 09 giugno 2010 ore 11.00 (Terzoesp.) VIGARANO MAINARDA (FE) via G. Mazzini n° 5 int. 3, piano primo Lotto unico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE44.800,00(*)creditofondiario Custodegiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini ProcedureesecutiveimmobiliaridelegatealNotaio Dott.AndreaZecchiNelcasoincuilavenditasenzaincantoabbia esitonegativosiprocederàavenditaall’incantoilgiorno18giugno2010alleore10:45nell’appositaaulapressoilTribunaledi Ferrara Es.152/06riunitaall’Es.198/06venditasenzaincanto Venerdì11giugno2010ore9:15(Decimoesp.) COCCANILEDICOPPARO(FE)viaDonPietroRizzo42-44Lottounico) ABITAZIONEindipendentedacieloaterraconcorteesclusiva Dirittovenduto:Pienaproprietà-OffertaminimaE.13.500,00(*)creditofondiario Es.365/93 vendita senza incanto Venerdì 11 giugno 2010 ore 9.15 (Secondo esp.) OSPITAL MONACALE (FE) con accesso dalla via Casaria Lotto unico ex lotto A) FONDO AGRICOLO privo di fabbricati rurali ha. 02.89.72 Dirittovenduto:Pienaproprietà-OffertaminimaE.44.000,00(*)creditofondiario Procedureesecutiveimmobiliaridelegateal NotaioDott.GiovanniBissi Nelcasoincuilavenditasenzaincantoabbiaesitonegativosi procederàavenditaall’incantoilgiorno18giugno2010alleore 8:45nell’appositaaulapressoilTribunalediFerrara Es.226/06venditasenzaincanto11giugno2010ore9:30(Quintoesp.) ALBERONE(FE)viaGuazzalocan°1,pianiterraeprimo Lottounico)ABITAZIONE-Dirittovenduto:Proprietàsuperficiaria OffertaminimaE.56.000,00(*)creditofondiario Es.196/06venditasenzaincanto11giugno2010ore9:30(Ottavoesp.) POGGIO RENATICO (FE) via Tracchi 21, piani terra e primo Lotto unico) ABITAZIONE-Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE.16.500,00(*)creditofondiario

COLOGNA (FE) all’interno della via Pampano Brusantina, n°267 Lotto 1) ABITAZIONE Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.8.800,00(*)creditofondiario Lotto2)PiccoloappezzamentodiTERRENOAGRICOLO Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 600,00 (*) credito fondiario Es 95/04 riunita all’es. 117/08 vendita senza incanto Venerdì 11 giugno 2010ore10.30(Secondoesp) CENTO (FE) via Cimabue Cenni di Pepo 3/2, piano quarto Lotto unico) APPARTAMENTOdotatodicantinaeautorimessaalpianoterra Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE.145.000,00(*)creditofondiario Es.37/07venditasenzaincantoVenerdì11giugno2010ore10.30(Settimo esp.) RO FERRARESE (FE) via Loris Benetti, piano primo Lotto 4) APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE32.000,00(*)creditofondiario Procedureesecutiveimmobiliaridelegate alNotaioDott.AntonioBaraldi nell’appositaaulapressoilTribunalediFerrara Es.211/04riunitaall’es.24/08AstaVenerdì18giugnoore10:00(Quinto esp.) CASAGLIA(FE)ViaG.RanuzziN.49/ALottounico)APPARTAMENTODirittovenduto:PienaProprietà BaseAstaE.52.000,00AumentoMinimoE2.000,00(*)creditofondiario Es.207/05riunitaall’es.176/08edall’es.383/08 AstaVenerdì18giugnoore10:00(Quartoesp.) CODIGORO (FE) Via Amendola 34 Lotto Unico) ABITAZIONE libero su duelaticoncorteesclusiva Dirittovenduto:PienaProprietà BaseAstaE.36.000,00AumentoMinimoE2.000,00(*)creditofondiario Es. 214/05 in sede di gara di aumento del sesto Venerdì 18 giugno ore 10:00 FERRARA Via G. Briosi, 16 - 18, Piani Seminterrato, Terra E Primo Lotto Unico) Porzione di fabbricato su tre piani adibito a LABORATORIO ARTIGIANALE Diritto venduto: Piena Proprietà Base Asta E. 190.200,00 AumentoMinimoE3.000,00

Es.213/08riunitaall’es.53/09venditasenzaincanto Mercoledì23giugno2010ore9.00(Terzoesp.) CORONELLA (FE) Via Coronella n.173 Lotto unico) ABITAZIONE con garage-magazziniecorteesclusiva. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE59.100,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

Es.12/08venditasenzaincantoMercoledì16giugnoore9.00(Primoesp.) CONSANDOLO(FE)ViaProvincialen.25/2,PianoTerraLottounico)PorzionedelfabbricatourbanocostituitadaunAPPARTAMENTO(mq.85), Diritto Venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 45.000,00 (*) credito fondiario CustodiaGiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es. 254/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 9.00 (Quartoesp.) LIDO DI SPINA (FE) Via Beato Angelico n. 11, Piano Primo Lotto unico) APPARTAMENTOperresidenzabalnearedotatodigarage,vaniaccessori ecorteesclusiva,inseritoinunapalazzinabifamiliaresviluppataverticalmente. Dirittovenduto:Quotadiproprietàparia2/3-OffertaminimaE.54.800,00 CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

Es. 112/09 riunita all’es. 47/09 vendita senza incanto Venerdì 16 giugno 9:00(Primoesp.) FERRARA,ViaPontida,9P.T.Lottounico)APPARTAMENTOadusoabitativo(Mq63)conripostiglio DirittoVenduto:InteraePienaProprietà OffertaminimaE.60.000,00(*)creditofondiario Custodiagiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.259/07venditasenzaincantoVenerdì11giugno2010ore10:30(Settimoesp.)

Es. 284/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 9.00 (Quarto esp.) CENTO (FE) Viale A. De Gasperi,15, Piano Terzo Lotto unico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.81.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

Divisione Giudiziale 773/09 R.G.E. cont civ. 179/07 vendita senza incanto Mercoledì16giugnoore9.00(Quartoesp.) CODIGORO (FE), LOCALITÀ CAPRILE Via Caprile Centro N. 34 Lotto unico)ABITAZIONEconripostigliegarageesclusiviincorpostaccato DirittoVenduto:PienaProprietà OffertaminimaE32.000,00

Procedureesecutiveimmobiliaridelegate alNotaioDott.CarloAlbertoAlberti Nel caso in cui la vendita senza incanto abbia esito negativo si procederàavenditaall’incantoilgiorno18giugno2010ore11:30 nell’appositaaulapressoilTribunalediFerrara

Procedureesecutiveimmobiliaridelegate alNotaioDott.MassimoDeMauroPaterno’Castello Nel caso in cui la vendita senza incanto abbia esito negativo si procederà a vendita all’incanto il giorno 18 giugno 2010 alle ore 12:00nell’appositaaulapressoilTribunalediFerrara

Es. 14/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 9.00 (Primoesp.) SANDOLODIPORTOMAGGIORE(FE) ViaSandolo-Gambulaga19,PianoPrimoLottounico)PORZIONEDIABITAZIONEinunfabbricato. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 178.000,00 (*) credito fondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

Es. 148/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 9.00 (Quintoesp.) BERRA(FE)ViaBellariaN.70,PianiTerraePrimoLottounico)APPARTAMENTO OffertaminimaE.27.300,00(*)creditofondiario-Dirittovenduto:PienaProprietà Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

GiudizioDivisorioR.G.781/2009R.G.E.Es.80/2006venditasenzaincanto Mercoledì16giugnoore9.00(Quartoesp.) FERRARA Via C. Mazza, 14 (Garage C.N. 18), Piano Quinto Lotto unico) APPARTAMENTO(mq96commercialicompresoilgarage) DirittoVenduto:InteraePienaProprietàOffertaminimaE.65.000,00

Es.293/08venditasenzaincantoVenerdì16giugno9:00(Primoesp.) FERRARAViaMarioAzzi,30angoloViaComitatodiLiberazioneLottounico)APPARTAMENTOcongarageecantina Diritto Venduto: quota di 1/6 indiviso di proprieta’, gravata da diritto di abitazione OffertaminimaE.16.000,00 Custodiagiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie Es.16/09venditasenzaincantoVenerdì16giugno9:00(Primoesp.)FERRARAP.leCastellina,7,PianoTerzo Lottounico)APPARTAMENTOdicivileabitazione DirittoVenduto:quotadi1/3dipienaproprieta’OffertaminimaE.51.000,00 Custodiagiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie Es.139/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Quarto esp.)JOLANDADISAVOIALOC.CONTANE(FE)ViaG.Pascoli,8Lotto unico)CASAINDIPENDENTE DirittoVenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE24.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie Es.122/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Quarto esp.) LIBOLLA (FE) Strada Dianti N. 23, Piani Terra e Primo Lotto unico) ABITAZIONE(mq57) DirittoVenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE12.000,00(*)creditofondiario

Es.327/07riunitaall’es.427/08venditasenzaincanto Mercoledì23giugno2010ore9.00(Primoesp.) PORTOMAGGIORE (FE) - Via Ferrara, 70 - 70/a Lotto unico) Fabbricato con DUE APPARTAMENTI (al P. Terra al grezzo ed al P. Primo ultimato) e DUEAUTORIMESSE Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 185.000,00 (*) credito fondiario Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian

Es. 101/08 riunita all’es. 271/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno2010ore9.00(Quartoesp.) SANT’APOLLINARE (FE) Via Magnadura, 8 Lotto unico) ABITAZIONE (mq125) Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.32.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es. 89/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Quarto esp.) CENTO(FE)ViaGiovannina,2,PianoPrimoLottounico)ABITAZIONE Diritto Venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 32.000,00 (*) credito fondiario CustodiaGiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.267/07riunitaall’es.46/09venditasenzaincanto Mercoledì16giugnoore9.00(Quartoesp.) FERRARA Via Modena 38/A Lotto 2) COMPLESSO IMMOBILIARE composto da porzione di MAGAZZINO FRIGORIFERO (mq. 2175) con palazzina uffici(mq98), 2abitazioni (mq.209+199),3 garages(mq. 21+ 27+38)ecorte,appezzamentoditerrenopraticamenteinedificabile Diritto Venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 299.000,00 (*) credito fondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.256/06venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore9.00(Terzoesp.) PORTOMAGGIORE (FE) e COMACCHIO (FE) Lotto unico) FONDO RUSTICO,PRIVODIFABBRICATIRURALI,dellasuperficiecomplessiva diha18.91.50,sitonellaBonifica"ValledelMezzano" Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 337.500,00 (*) credito fondiario

Es.149/07venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore9.00(Ottavoesp.) PORTOMAGGIORE(FE)ViaFortezzaDiRipapersicoFraINn.Cc.44/1E 50 Lotto unico) Porzioni di TERRENO EDIFICABILI formanti un sol corpo,conedificazioneinattofinoall’impostadelsolaiodelPrimoPianoperla realizzazionedivillettetrifamiliari. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.52.300,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian

Procedureesecutiveimmobiliaridelegateal Dott.AngeloAdaminiCommercialistapressolostudio inFerrara,CorsoIsonzo,109 Nelcasoincuilavenditasenzaincantoabbiaesitonegativosi procederàavenditaall’incantoilgiorno25giugno2010alleore 12.00nell’appositaauladelTribunalediFerrara

Es. 105/09 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Primo esp.) CENTO(FE)VialeA.DeGasperiN.21,PianoQuintoLottounico)APPARTAMENTO(mq110)concantinaegaragealpianoterracensitoalCatasto fabbricatidelComunediCentoalfoglio49conimappali:783sub.23,cat. DirittoVenduto:InteraePienaProprietà. OffertaminimaE.120.000,00(*)creditofondiario CustodiaGiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie

Lotto unico) Fabbricato ad uso residenziale ed ufficio completo di cantina/magazzinoeduegarages. Dirittovenduto:PienaProprietàper1/1-OffertaminimaE.157.000,00 Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

Es.371/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Primo esp.)SANBIAGIODIARGENTA(FE)viaBurionan.4,PianiTerraePrimo Lotto1)ABITAZIONEINDIPENDENTE DirittoVenduto:InteraePienaProprietà OffertaminimaE138.000,00(*)creditofondiario SANBIAGIODIARGENTA(FE)viaBurionas.n.c.,PianiTerraePrimoLotto2)MAGAZZINO DirittoVenduto:InteraePienaProprietà OffertaminimaE52.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.24/06riunitaall’es.181/06venditasenzaincanto Mercoledì16giugnoore9.00(Quintoesp.) BONDENO (FE) Via Per Burana N. 45 Lotto 2) ABITAZIONE INDIPENDENTE DirittoVenduto:InteraePienaProprietà OffertaMinimaE69.000,00(*)creditofondiario

Es. 157/07 vendita senza incanto Venerdì 11 giugno 2010 ore 9:45 (Sestoesp.) AMBROGIO(FE)viaPiumanan.51/a,pianoterraLottounico)APPARTAMENTO-Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE14.400,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.208/07venditasenzaincantoVenerdì11giugno2010ore10:00(Settimoesp) COLOGNA(FE)via2Giugnon°106Lottounico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.13.600,00(*)creditofondiario

Es. 118/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Quarto esp.) MASI TORELLO (FE) V.Le Adriatico, 342 Piano Terra Lotto unico) ABITAZIONE DirittoVenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE40.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.228/08venditasenzaincantoMercoledì16giugno2010ore9.00(Primoesp.)TRESIGALLO(FE)ViaDelMare,53/A-53/B,PianiPrimoeTerra Lottounico)COMPLESSOIMMOBILIARE,costituitada:appartamentoal primopiano(mq139),autorimessa,laboratorioartigianale Dirittovenduto:InteraePienaProprietà OffertaminimaE.279.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Procedureesecutiveimmobiliaridelegate alNotaioDott.LucioFerroni

Es.223/07venditasenzaincantoVenerdì11giugno2010ore10:00(Settimoesp.) BONDENO (FE), LOCALITÀ SANTA BIANCA via Serragliolo n° 356, pianiterraeprimoLottounico)ABITAZIONE-Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE.19.500,00(*)creditofondiario

Es. 198/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Primo esp.)LIDODELLENAZIONI(FE)VialeColombian.33,PianiTerraePrimo Lottounico)APPARTAMENTOsuunitàabitativa(mq63)conampiacorte esclusiva DirittoVenduto:Quotadi1/2diNudaProprietà OffertaminimaE25.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

ProcedureesecutiveimmobiliaridelegatealNotaio Dott.AntonioBaraldipressolostudioinViaFrizzi19/1Ferrara Nelcasoincuilavenditasenzaincantoabbiaesitonegativo siprocederàavenditaall’incantoilgiorno18giugno2010 nell’appositaaulapressoilTribunalediFerraraalleore10:00

Es.216/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Quarto esp.)FERRARAViaG.Fabbri,309Lottounico)CASAINDIPENDENTE Diritto Venduto: Quota di 1/5 di Nuda Proprieta’ - Offerta minima E. 24.000,00 Custodiagiudiziaria:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es.226/07venditasenzaincantoVenerdì11giugno2010ore10:00(Settimoesp.) ALBERONE (FE) via Ca’ Corti n° 11/a Lotto unico) ABITAZIONE - Diritto venduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE.21.000,00(*)creditofondiario

CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie Es. 275/08 vendita senza incanto Mercoledì 16 giugno ore 9.00 (Primo esp.)LIDODEGLIESTENSI(FE)ViaMilanon.84Lottounico)APPARTAMENTO(mq64)adusoabitativoditipobalneare DirittoVenduto:Quotaindivisadi1/2diPienaProprietà OffertaminimaE50.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:IstitutoVenditeGiudiziarie

Es. 314/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 9.00 (Quartoesp.)MASITORELLO(FE)VialeAdriatico,342,PianoTerra Lottounico)ABITAZIONE Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.40.400,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.215/07 riunita all’es. 39/08 e all’ es 58/08 e all’es. 88/09 vendita senza incantoVenerdì23giugno2010ore9.00(Quartoesp) MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 89 Lotto 1) COMPLESSOINDUSTRIALE(exzuccherificio)costituitoda7edificidicuiunoristrutturatoinparteeglialtridaristrutturareodemoliresuterrenoindustrialeed agricolodicatastaliHa05.08.50. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 358.400,00 (*) credito fondiario MEZZOGORODICODIGORO(FE)ViaBengasi109Lotto2)FABBRICATO(exscuola) Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.62.500,00(*)creditofondiario MEZZOGORODICODIGORO(FE)ViaperAriano91,PianoPrimoLotto3)APPARTAMENTOegarage Dirittovenduto:PienaProprietàOffertaminimaE.29.800,00(*)creditofondiario MEZZOGORODICODIGORO(FE)ViaperAriano91,PianoPrimoLotto4)APPARTAMENTOegarage. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.34.400,00(*)creditofondiario MEZZOGORODICODIGORO(FE)ViaperAriano91,PianoPrimoLotto5)APPARTAMENTOegarage Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.32.400,00(*)creditofondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, Piano Secondo Lotto6)APPARTAMENTOegarage. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.34.400,00(*)creditofondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, Piano Secondo Lotto7)APPARTAMENTOegarage Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.27.700,00(*)creditofondiario MEZZOGORO DI CODIGORO (FE) Via per Ariano 91, Piano Secondo Lotto8)APPARTAMENTOegarage Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.29.800,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.114/07venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore9.00(Ottavoesp.)MIGLIARINO(FE)ViaA.FortiN.25/ILottounico)ImmobileadibitoaPALESTRAPRIVATA; Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 134.400,00 (*) credito fondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.117/09venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore9.00(Primoesp.) POROTTO (FE) Via Bondeno n. 57, Piani Seminterrato, Rialzato e Primo

Es. 119/07 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 9.00 (Nonoesp.) TORBIERA DI CODIGORO (FE) Via Caduti Del 1944 C.N. 39 Lotto unico)ABITAZIONEINDIPENDENTEdaterraacielo; Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.19.500,00(*)creditofondiario Es.302/08venditasenzaincantoVenerdì23giugno2010ore9.00(Quartoesp) TRESIGALLO(FE)ViaRoma,105,PianiTerraePrimoLottounico)ABITAZIONEconsvilupposuduepiani. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.13.300,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.295/08venditasenzaincantoVenerdì23giugno2010ore9.00(Quartoesp) TRESIGALLO(FE)ViaDelLavoroN°86,PianoPrimoLottounico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:Quotadi1/1diPienaProprietà OffertaminimaE.18.500,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Procedureesecutiveimmobiliaridelegate alDott.RobertoFaveriCommercialistapressolostudioinFerrara,ViaCortevecchia,39 Nelcasoincuilavenditasenzaincantoabbiaesitonegativosi procederàavenditaall’incantoilgiorno25giugno2010alleore 12.00nell’appositaauladelTribunalediFerrara Es.3/09venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore10.00(Terzoesp.) CASUMARO (FE) Via Ferrarese S.N.C 5 Lotto unico) DUE APPARTAMENTI,DUEGARAGEEDUNMAGAZZINO Dirittovenduto:Pienaproprietà-OffertaminimaE.144.200,00 Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.193/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10.00 (Quintoesp.) CENTO (FE) Via Provenzali, 3 Interno 5, Piano Secondo, Lotto unico) APPARTAMENTO. Diritto venduto: Quota indivisa di proprietà pari a 1/2 - Offerta minima E. 18.450,00 Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es. 16/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10.00 (Quintoesp.) CENTO (FE) Via Risorgimento N. 40 Lotto unico) FABBRICATO ARTIGIANALE Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 112.000,00 (*) credito fondiario Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es. 142/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10.00 (Terzoesp.) COCCANILEDICOPPARO(FE)ViaBoccatiN.176Lottounico)ABITAZIONE Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.19.200,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es. 06/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10.00 (Terzo esp.) FERRARA Via Canapa 21, Piano Secondo Lotto unico) APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.99.850,00 Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es. 313/07 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10.00 (Quintoesp.) MASI TORELLO (FE) Viale Adriatico 45, Piani Terra e Primo Lotto unico) ABITAZIONEliberosuquattrolaticonannessiripostigliecorteesclusiva. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E. 143.400,00 (*) credito fondiario Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es.266/07riunitaall’Es.67/09venditasenzaincanto Mercoledì23giugno2010ore10.00 MIGLIARO (FE) Via Barabagolo n. 6, Piani Terra e Primo Lotto 1) (Primo esp.) IMMOBILE A: Laboratorio composto da CAPANNONE ARTIGIANALE CON ANNESSO APPARTAMENTO IMMOBILE B: DEPOSITOARTIGIANALE/MAGAZZINO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE58.088,96(*)creditofondiario MIGLIARO(FE)ViaEstensen.1,PianoPrimoLotto2)(Primoesp.)IMMOBILEA:APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE49.442,00(*)creditofondiario MIGLIARO(FE)ViaAriosto,1,PianoRialzatoLotto3)(Quintoesp.)IMMOBILE1):Porzioneimmobiliareindipendente,adibitaaRISTORANTEPUBBLICO IMMOBILE 2) Via Estense, 1/d, al P. Secondo senza ascensore. APPARTAMENTO. IMMOBILE 3) Via Ariosto snc. AREA URBANA EDIFICABILEdimq.93circa,averde,recintataedelimitata,accessibiledastradapubblicaedall’immobile1. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE98.750,00(*)creditofondiario - segue


Maggio 2010

AsteInfoappalti

26

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

TRIBUNALE DI FERRARA Note: Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian Es. 225/07 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10.00 (Ottavoesp.) SERRAVALLE(FE)ViaArginePoN°135,PianiTerraEPrimoLottounico) PORZIONE DI FABBRICATO di vecchia costruzione, costituita da una modestaabitazione Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE15.200,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.120/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore10.00 (Terzoesp.) TRESIGALLO (FE) Via D. Alighieri N.5 Int.11. Piano Secondo Lotto unico) APPARTAMENTOmq.69.70. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.24.550,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEleonoraPermunian ProcedureesecutiveimmobiliaridelegatealDott. AristidePincelliCommercialistapressolostudioinFerrara,Via Garibaldi,39 Nelcasoincuilavenditasenzaincantoabbiaesitonegativosi procederàavenditaall’incantoilgiorno25giugno2010alleore 12.00nell’appositaauladelTribunalediFerrara Es. 320/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11.00 (Quartoesp.) BERRA (FE) Via Pennacchiera N°54, Piani Terra e Primo Lotto 1) Abitazioneconbassocomodi Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.33.500,00(*)creditofondiario BERRA(FE)ViaPennacchieras.n.c.Lotto2)Senzanumerocivico.Terreno agricolopianeggianteedimedioimpasto, Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.7.600,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.299/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore 11.00(Quartoesp.) BERRA(FE)ViaPostale77-79 Lotto1)ABITAZIONEdispostosuduepiani,indipendentedaterraacielo Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.32.400,00(*)creditofondiario Lotto2)LOTTODITERRENOdiformaregolaresicomplessivimq.785 Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.5.500,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.175/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore 11.00(Quartoesp.) BOCCALEONEDIARGENTA(FE) ViaDelCrocifissoN.7,PianiRialzatoeSeminterratoLottounico)VILLETTA SUDUEPIANIconcorteesclusivadi413mq. Dirittovenduto:QuotadiPienaProprietà OffertaminimaE.89.300,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.202/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno 2010ore11.00(Quartoesp.) BONDENO(FE),LOCALITÀBORGOSCALA Via Per Zerbinate C.N. 12, Piani Terra, Primo e Secondo, Lotto unico) VILLETTARESIDENZIALE. Dirittovenduto:Quotaindivisadi1/2diPienaProprietà OffertaminimaE.91.200,00 CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.62/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno 2010ore11.00(Terzoesp.) CENTO(FE) ViaEinaudibeniimmobilisitinelcomplessoediliziola"CorteCentese" Lotto1)Civico5.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.77.200,00(*)creditofondiario Lotto2)Civico5.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.73.300,00(*)creditofondiario Lotto3)Civico5.PianoTerzo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.78.800,00(*)creditofondiario Lotto4)Civico5.PianoSecondo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.90.900,00(*)creditofondiario Lotto5)Civico5.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.77.800,00(*)creditofondiario Lotto6)Civico5.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.400,00(*)creditofondiario Lotto7)Civico5.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.700,00(*)creditofondiario Lotto8)Civico5.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.700,00(*)creditofondiario Lotto9)Civico5.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.14.400,00(*)creditofondiario Lotto10)Civico7.PianoSecondo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.98.900,00(*)creditofondiario Lotto11)Civico7.PianoSecondo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.102.400,00(*)creditofondiario Lotto12)Civico7.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.102.100,00(*)creditofondiario Lotto13)Civico7.PianoSecondo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.101.800,00(*)creditofondiario Lotto14)Civico7.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.103.100,00(*)creditofondiario Lotto15)Civico7.PianiTerzo,QuartoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.124.200,00(*)creditofondiario Lotto16)Civico7.PianiQuarto,QuintoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.81.000,00(*)creditofondiario Lotto17)Civico7.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.10.600,00(*)creditofondiario Lotto18)Civico7.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.12.200,00(*)creditofondiario Lotto19)Civico7.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.400,00(*)creditofondiario Lotto20)Civico9.PianiTerzo,QuartoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.125.200,00(*)creditofondiario Lotto21)Civico9.PianiQuarto,QuintoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.84.200,00(*)creditofondiario Lotto22)Civico9.PianiQuarto,QuintoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.83.600,00(*)creditofondiario Lotto23)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.10.800,00(*)creditofondiario Lotto24)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.9.300,00(*)creditofondiario Lotto25)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.9.000,00(*)creditofondiario Lotto26)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.10.300,00(*)creditofondiario Lotto27)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA

OffertaminimaE.8.000,00(*)creditofondiario Lotto28)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.400,00(*)creditofondiario Lotto29)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.000,00(*)creditofondiario Lotto30)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.400,00(*)creditofondiario Lotto31)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.8.000,00(*)creditofondiario Lotto32)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.9.300,00(*)creditofondiario Lotto33)Civico9.PianoCantinato.AUTORIMESSA OffertaminimaE.9.300,00(*)creditofondiario Lotto34)Civico11.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.68.800,00(*)creditofondiario Lotto35)Civico11.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.70.100,00(*)creditofondiario Lotto36)Civico11.PianoPrimo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.102.100,00(*)creditofondiario Lotto37)Civico11.PianoTerzo.APPARTAMENTO OffertaminimaE.70.100,00(*)creditofondiario Lotto38)Civico11.PianiQuarto,QuintoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.86.100,00(*)creditofondiario Lotto39)Civico11.PianiQuarto,QuintoESottotetto.APPARTAMENTO OffertaminimaE.84.200,00(*)creditofondiario Dirittovendutopertuttiilotti:Pienaproprietàinquotadel1000/1000 CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

avantiilGiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti MIRABELLO,(FE),VIAIMPERIALE,9/ALottounico)Complessoimmobiliare costituito da un capannone artigianale con annesse tettoie/deposito in prefabbricato , palazzina con uffici e appartamento ed area scoperta circostanteOffertaminimaE.744.800,00-Dirittovenduto:PienaProprietà Curatore:Dott.PaoloPifferi FALLIMENTO AZIENDA AGRICOLA CRISTINA DI STOCCO GABRIELEEC.S.A.S.-STOCCO GABRIELEN.1/2007 Procedure esecutiveimmobiliari delegateal Dott. Aristide Pincelli Commercialista Venditaconincantovenerdì11giugno2010alleore12,00(Nonoesp.) LIDO DELLE NAZIONI (FE) viale Finlandia, 41, piano primo Lotto 2) APPARTAMENTO Dirittovenduto:Dirittodiusufrutto1000/1000 PrezzobaseE.36.480,00aumentinoninferioriaE1.000,00 MASSAFISCAGLIA(FE)ViaVittorioVenetoLotto3)2lottiditerrenoadibiti aSTRADAINTERPODERALE Diritto venduto:Quotadi 1/17Prezzo baseE. 50,00 aumentinoninferioria E.5,00 CuratoreDott.AngeloAdamini

Es.229/07 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11.00 (Quintoesp.) CENTO (FE) Via P. Bitelli Agostini 4, Piano Terra Lotto unico) APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE64.600,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

FALLIMENTO9/08 venditasenzaincantoMartedì08giugno2010ore09.00(Quartoesp.) avantiilNotaioDott.GiuseppeBignozzipressoilpropriostudioinFerrara,Via Cairoli32, CONSANDOLO (FE), VIA E. MATTEI N. 1/C, PIANI TERRA E PRIMO Lottounico)COMPLESSOAZIENDALEdestinatoadattivitàditrasformazionedicarneedigrassosuiniperlaproduzionediprodottiabasedicarne edaltriprodottidiorigineanimalequaliinsaccatifreschiestagionati,insaccati cotti,coppe,ciccioli,strutto,arrosti. Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà OffertaminimaE220.000,00 Curatore:Dott.AlessandroCurarati

Es.306/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno 2010ore11.00(Quartoesp.) CENTO(FE)VialeDeGasperiN°4Int.9,PianoTerzoLottounico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.86.400,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

FALLIMENTO37/08 venditasenzaincantoMartedì22giugno2010ore09.20(Primoesp.) avantialGiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti ARGENTA(FE)viaTrieste,20/20-aLotto1)APPARTAMENTOdotatodi garageepiccolaareacortilivaesclusiva. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE138.000,00 Curatore:Dott.ssaSilviaGianferrara

Es.330/07 venditasenzaincantoMercoledì23giugno2010ore11.00(Quintoesp.) FERRARAViaArmidaN.12,PianoTerzoLottoUnico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE60.300,00 Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini

FALLIMENTON.03/09

Es.29/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno 2010ore11.00(Terzoesp.) FERRARAPiazzaTrentoTriesteCn52,Denominato"TeatroNuovo" Lotto2)CINEMATEATRO,denominato"CinemaTeatroNuovo". Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 960.000,00 (*) credito fondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.76/08riunitaall’es.98/08venditasenza incanto Mercoledì23giugno2010ore11.00(Quintoesp.) FERRARA Via Della Sirena 10, Piano Secondo Lotto Unico) APPARTAMENTO Diritto venduto: Quota indivisa di 2/3 di Proprietà - Offerta minima E 25.200,00 Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.79/08venditasenzaincantoMercoledì23giugno 2010ore11.00(Quartoesp.) GAMBULAGA(FE)ViaAlamariCn6,PianiTerraePrimoLottounico)ABITAZIONE,condueautorimesseecorteesclusiva. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.82.000,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.167/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11.00 (Quintoesp.) MIGLIARINO(FE)ViaMonfalconeN°20,PianiTerraePrimo Lottounico)ABITAZIONE Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE26.000,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.234/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11.00 (Quintoesp.) PONTELANGORINO CENTRO (FE) N° 44, Piano Primo Lotto unico) APPARTAMENTOdotatodiareacortilivainproprietàesclusiva Dirittovenduto:Pienaproprietà-OffertaminimaE46.400,00(*)creditofondiario Custode:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.117/07 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11.00 (Nonoesp.) PORTOMAGGIORE(FE)ViaLinaroliN°30Lotto3)APPARTAMENTO Dirittovenduto:Pienaproprietà-OffertaminimaE.27.200,00(*)creditofondiario Es.258/08 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11.00 (Quartoesp.) PORTOMAGGIORE (FE) Via Giordano Bruno N. 25, Piani Terra e Primo Lottounico)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.47.500,00(*)creditofondiario CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini Es.303/07 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 11:00 (Quartoesp.) VACCOLINO(FE)S.S."Romea"91,AngoloViaCella,PianiTerraePrimo Lottounico)PORZIONEDIFABBRICATOcompostaalP.Terradalocale adusocommercialeedalP.Primodaappartamento. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.112.700,00 CustodeGiudiziario:Dott.ssaEmanuelaPatroncini AsteFallimentariavantiilGiudiceDelegatoaiFallimentiDott.S. Giusbertinell’auladellepubblicheudienze FALLIMENTO147/09DELTRIBUNALEDIBERGAMO GiudiceDelegatoDott.ssaGiovannaGolinelli venditasenzaincanto08giugno2010ore10:40 LIDO DEGLI ESTENSI (FE), VIALE DANTE ALIGHIERI S.N.C. Lotto unico)APPARTAMENTOPIANOPRIMO DirittoVenduto:PienaProprietà-Offertaminima111.000,00 Curatore:Dott.CarloBergamotel035-222296fax035-222552 FALLIMENTON.35/06 venditasenzaincantoMartedì08giugno2010ore9.15(Primoesp.),

venditasenzaincantoMartedì22giugno2010ore9.25(Primoesp.) avantiilGiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti TRESIGALLO, (FE), VIA GIORDANO BRUNO, 10 Lotto 1) Capannone ad uso magazzino Offerta minima E. 134.500,00 - Diritto venduto: Piena Proprietà TRESIGALLO,(FE),VIAGIORDANOBRUNO,10Lotto2)Palazzinauffici ed annesso deposito. Offerta minima E. 81.200,00 - Diritto venduto: Piena Proprietà Curatore:Dott.ssaElenaLazzari CONCORDATOPREVENTIVO6/05 venditasenzaincantomartedì29giugno2010ore9.00(OttavoEsp.) avantiilNotaioDott.GiuseppeBignozzi MIZZANADIFERRARA(FE),VIAE.DAROTTERDAM,27(nellevicinanze del casello autostradale di Ferrara nord) Lotto 1) Fabbricato a destinazioneproduttivaconampiaareacircostante,recintatasoloperduelati,sitoin zonaartigianale-industriale Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.820.000,00 MIZZANADIFERRARA(FE),VIAE.DAROTTERDAM,29(nellevicinanze del casello autostradale di Ferrara nord) Lotto 2) Fabbricato a destinazione produttiva con ampia area circostante, recintata solo per tre lati, sito in zonaartigianale-industriale. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE.830.000,00 CommissarioGiudiziale:Dott.ssaElisabettaFinitel.0532/212270 Fallimento7/07 Venditaconincanto06luglio2010ore9:15(Quartoesp.) avantialGiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti FERRARA Via Colombarola, 45 Lotto 1) ABITAZIONE INDIPENDENTE Diritto venduto: Piena Proprietà - Base Asta E. 436.100,00 Aumento MinimoE15.000,00 CuratoreDott.GianLucaSoffritti Fallimento1/06 Venditaconincanto6luglio2010ore9:15(Quartoesp.) avantialGiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti FERRARAViaA.Zucchini,21/fe21/g,PianoTerraLotto1)Localeaduso LABORATORIOARTIGIANALEnelcomplessodenominato"Ferraracenter",bloccoA. Diritto venduto: Piena Proprietà - Base Asta E. 142.200,00 Aumento MinimoE5.000,00 POROTTO(FE)ViaXMartiri,158,PianiTerraePrimoLotto2)APPARTAMENTO Dirittovenduto:PienaProprietà-BaseAstaE.64.600,00AumentoMinimo E2.500,00 CuratoreDott.GianLucaSoffritti Fallimento23/07 venditasenzaincantoMartedì6luglio2010ore09.30(Terzoesp.) avantialGiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti SANT’AGOSTINO (FE), LOCALITÀ DOSSO Via Statale, 370 Lotto unico) FABBRICATO con uffici, magazzino e corte esclusiva. Il magazzino è compostoda:duelocaliconsoppalco,permq.200totali.Lottoditerrenodi complessivi mq. 1020. Diritto venduto: Piena Proprietà - Offerta minima E 261.700,00 Curatore:Dott.AlessioAscanelli ConcordatoPreventivo03/2008 vendita senza incanto Mercoledì 23 giugno 2010 ore 10:00 in Contrada dellaRosa18 pressolostudiodelnotaioIncaricatoallavenditaDott.AlessandroRiccioni SecondoEsperimento OCCHIOBELLO(RO)ViaEridaniaLotto1)Trattasidiunimmobileincorso dicostruzionesuareadirisultadademolizionediprecedentefabbricato,sorgente nei pressi dello svincolo autostradale della A13 Bologna Padova. La destinazioned’usodellapalazzinaèadUFFICI. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE1.350.000,00 BELFORTEMONFERRATO(AL)Lotto2)TERRENOEDIFICABILEED AGRICOLO.Trattasi ditre separatilottiditerrenopostinella zonaperiferica del Comune di Belforte Monferrato, della superficie complessiva rispettivamentedimq.9.060,00-3670-5920,peruntotaledimq.18.650,00.Ilterreno è dotato di ottimo collegamento viario al vicino casello autostradale di Ovadaedèprospicientel’autostrada.Sullaparteedificabile(mq.9060)sonoammessiinsediamentituristiciricettivi,coninterventodirettoconpermesso a costruire subordinato a stipula di convenzione. I restanti due lotti sono classificaticomeareeperattivitàagricole. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE900.000,00 VOGHIERA (FE), LOC. GUALDO Via F.lli Navarra 4 Lotto 3) TERRENO EDIFICABILE con sovrastante piccolo capannone in prossimità dello svincolodellasuperstradaFe-Mare

Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE585.000,00 MIZZANA DI FERRARA Via E. da Rotterdam Lotto 4) TERRENO EDIFICABILE di Ha 03.97.80 di forma irregolare della superficie catastale di Ha 03.97.80inzonaartigianaleindustriale,inprossimitàdelcaselloautostradale Ferrara-Nord Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE2.880.000,00 FERRARA Via G. Bongiovanni Lotto 5) TERRENO EDIFICABILE di Ha 00.36.93privodiedifici,diformairregolare,recintatoinparteconmurettiprefabbricati. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE990.000,00 FERRARAC.soE.I°D’Este63eViaLeopardi20-22, Piani Seminterrato, Rialzato, Primo e Sottotetto Lotto 6) VILLA INDIPENDENTESUTRELATI,CONGIARDINO Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE3.600.000,00 FERRARA P.zza F. Beretta 23 Lotto 7) Complesso denominato "ASTRA CASINO’". Trattasi di PORZIONE DI FABBRICATO composta da un locale ristorante con annessi servizi ed accessori al piano terra, una sala da gioco(Bingo)conaccessorialP.Primo,salottoospitialP.SecondoconservizinonchécamereconbagnoperusoforesteriaedelpersonalealP.Terzo. Comprende la proprietà di un’area esclusiva (mapp. 698 sub. 10) parzialmenteprospicientelaPiazzaCacciaguida. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE4.455.000,00 FERRARAC.soPortaPo119/A,PianoTerraLotto8)NEGOZIOcondepositonelP.Interrato Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE126.000,00 FERRARAC.soPortaPo115/A,PianoTerraLotto9)NEGOZIOgiàadibitoabar Dirittovenduto:PienaProprietàOffertaminimaE153.000,00 FERRARAP.zzaCacciaguida24,PianoTerraLotto10)NEGOZIOposto nelcondominio"LeCrocette" Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaMinimaE207.000,00 FERRARAP.zzaCacciaguida22-scalaE-int.1,PianoPrimoLotto11)UFFICIOdiampiedimensionipostonelcondominio"LeCrocette". Dirittovenduto:PienaProprietàOffertaminimaE279.000,00 FERRARA Via del Lavoro 8 Lotto 12) COMPLESSO IN CORSO DI RISTRUTTURAZIONE di superficie coperta di mq. 1727 con volume esistentedimc.1488 Dirittovenduto:PienaProprietàOffertaminimaE1.710.000,00 PrimoEsperimento FERRARAViaModena16-18-20-22-24Lotto13)COMPLESSOCOMMERCIALE di ampie dimensioni, con uffici e magazzini, con area esclusiva retrostante, accessibile da stradello di terzi largo circa ml. 3 posto ad Ovest dell’edificiodicatastalimq.1.229. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE3.700.000,00 FERRARACorsoMartiridellaLibertà43,angoloViaCairoliLotto14)PORZIONEdiFABBRICATOTrattasidin.12unitàimmobiliariadestinazioneufficio, abitazione, magazzini, con sottotetto e terrazza, parte di più ampio edificioinangolofraCorsoMartiridellaLibertàeViaCairoli. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE2.500.000,00 BOLOGNAViaCalori10/c,PianoTerraLotto15)NEGOZIOfacentepartediunfabbricatocondominialeinzonasemicentraleacarattereprevalentementeresidenzialeecommerciale. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE700.000,00 MIRANDOLA (MO) Via Fanti Lotto 16) IMMOBILE IN CORSO DI RISTRUTTURAZIONEetrasformazioneinalbergo/ristorante. Dirittovenduto:PienaProprietà-OffertaminimaE1.900.000,00 Commissarioliquidatore:Dott.ValterBignozzi ConcordatoPreventivo4/08 venditasenzaincantoMartedì6luglio2010ore09.00(Primoesp.) Notaio delegato Dott. Marco Bissi presso il proprio studio in Ferrara, Largo Castello,28 ROFERRARESE(FE)Lotto2)APPEZZAMENTODITERRENO Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà-OffertaminimaE336.000,00 ROFERRARESE(FE)Lotto3)APPEZZAMENTODITERRENO Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà-OffertaminimaE144.000,00 RO FERRARESE (FE)Via Santinin.c. 4 Lotto 4) FABBRICATOcostituito dadueunitàabitativeunaalP.TerraedunaalP.Primoedaduemagazzinial P.Terradotatodipertinenteareacortilivaesclusiva. Dirittovenduto:PienaedInteraProprietà-OffertaminimaE179.500,00 ROFERRARESE(FE)ViaSantiniLotto5)LOTTODITERRENOedificabile e di geometria irregolare sul quale insiste un fatiscente fabbricato ad uso deposito,contettoieeservizi. Dirittovenduto:Pienaedinteraproprietà-OffertaminimaE165.000,00 ROFERRARESE(FE)ViaSantinin.c.2Lotto6)COMPENDIOIMMOBILIARE costituito da fabbricato suddiviso in civile abitazione (ai Piani Terra e Primo) ed ufficio (al P. Terra) dotato di corte esclusiva, nonché di locale ad usodepositodiareaurbanaedimagazzinoconcorteesclusiva. Dirittovenduto:Pienaedinteraproprietà-OffertaminimaE151.500,00 ROFERRARESE(FE)ViaPoLotto7)AREAURBANAidentificataalcatasto fabbricati del Comune di Ro Ferrarese al foglio 14, mapp. 242, sub. 1, areaurbanadimq.228privadirenditaedalCatastoTerrenialfoglio14con ilmappale242,EnteUrbanodimq.228. Dirittovenduto:Pienaedinteraproprietà OffertaminimaE1.000,00 Commissarioliquidatore:Avv.LeonardoMelloni Fallimento112/99TribunalediModena Raccoltadiofferteirrevocabilidiacquisto,terminemassimo31/12/2010 FERRARAViaErasmodaRotterdam,25Lottounico)CAPANNONEARTIGIANALEpostosuduepianiconlaboratorioconannessiuffici,salacampionarioeshowroom;sulretrouncomplessoditrecostruzioniadibiteavani tecniciperriscaldamentoimpiantiantincendioelocalecompressori. Dirittovenduto:PienaProprietà OffertaminimaE1.021.904,00 Curatore:dott.RitaZannonitel.338/6640146ISTITUTOVENDITEGIUDIZIARIEFERRARA Fallimento27/08 GiudiceDelegatoDott.StefanoGiusberti CuratoreDott.PaoloRollo ASTA Giovedì27Maggioore11.00 inviaPortoCanalePortoGaribaldi(FE) BaseAstaE160.000,00(esenteIVAart.8Bis) Motonavedenominata"AngeloAzzurro" iscritta al n. 1RA 790 dei registri delle navi minori dell’Ufficio circondariale marittimodiPortoGaribaldi,lunghezzam28,20,larghezza6,82,stazzalorda 91,26,stazzanettatonnellate43,79,costruitanelcantiereNavaleBoschetti di Cesenatico nell’anno 1985, munita di motore Entrobordo matr. 911702/911703 a 04 tempi, 12 cilindri, costruiti a Marseille (Francia MoteursBaudouin)potenzadi316,2x2paria430HPx2 Sonoscadutiepertantodarinnovareicertificatidiclasse,idoneitàesicurezza,attualmentelamotonaveèindisarmo. Lamotonaveinpassatoèstatautilizzataper: trasportoTecniciemercinondeperibilientrole40miglia Trasportopasseggeriperunnumerodi120nelperiodoinvernalee350duranteilperiodoestivo LacoperturadelsaloneprincipalesitrovasmontataedepositatainLidodegliEstensi. All’internosonopresenti: Strumenti di bordo: Gps, Pilota, Televisore, Plancia comandi, n. 2 apparecchiriceventisegnaliradar,radioricetrasmittente;Cucinaagasa2fuochi,griglia,affettatrice,fornoelettrico,frigo,impiantoariacondizionatacon3split,televisore;salamacchinecompostada2motoriausiliari. IstitutoVenditeGiudiziarieFerraraTel.335/6740955

INFORMAZIONI ASTE MOBILIARI E IMMOBILIARI Istituto Vendite Giudiziarie Ferrara: via Gulinelli 9, Ferrara dal lunedì al venerdì dalle ore 9/ 13 0532/56655 – 335/6740955 Fax 0532/774331 - estenseaste@gmail.com TUTTE LE VENDITE MOBILIARI E IMMOBILIARI Inventari e Foto www.asteferrara.it SERIZIO GRATUITO ISCRIVITI www.asteferrara.it – www.giudiziarieaste.it SARAI AGGIORNATO SETTIMANALMENTE SU TUTTE LE VENDITE MOBILIARI E IMMOBILIARI DEL TRIBUNALE DI FERRARA


Amministrazione Straordinaria del gruppo ATR costituito dalle società “ATR s.r.l., ATR Composites s.p.a., ATR Tools s.p.a., ATR Materials s.r.l., ATR Aerospace s.r.l., S.L.C. s.r.l., ATR Servizi s.r.l., ATR Engineering s.r.l., ATR R&D s.r.l.” ESTRATTO DEL BANDO DI GARA PER LA VENDITA DELL’INTERO COMPLESSO AZIENDALE COSTITUITO DALLE AZIENDE DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ATR IN A.S. OVVERO DI SINGOLI RAMI D’AZIENDA DEL GRUPPO ATR IN A.S. *** Il Prof. Avv. Gennaro Terracciano, Amministratore Straordinario del Gruppo ATR costituito dalle società ATR S.r.l., ATR Composites S.p.A., ATR Tools S.p.A., ATR Materials S.r.l., ATR Aerospace S.r.l. , S.L.C. S.r.l., ATR Servizi S.r.l., ATR Engineering S.r.l., ATR R&D S.r.l., tutte aventi sede in Italia, nel Comune di Colonnella (TE), zona industriale “Valle Cupa”, ammesse alla procedura di Amministrazione Straordinaria dal Tribunale di Teramo – Sezione Fallimentare con decreto in data 22.06.09 (D. Lgs. 8 luglio 1999, n. 270 ) Premesso che - Con decreto del 15.12.2009 il Ministero dello Sviluppo Economico, previo parere favorevole del Comitato di Sorveglianza, ha autorizzato l’esecuzione del Programma di cessione delle attività aziendali facenti capo al gruppo di imprese denominato ATR e precisamente ATR S.r.l., ATR Composites S.p.A., ATR Tools S.p.A. , ATR Materials S.r.l., ATR Aerospace S.r.l. , S.L.C. S.r.l., ATR Servizi S.r.l., ATR Engineering S.r.l., ATR R&D S.r.l.; - Il complesso aziendale da cedersi, unitariamente ovvero attraverso la cessione disgiunta dei singoli rami d’azienda “Automotive” ed “Aerospace”, opera nel settore della progettazione, produzione e commercializzazione di componenti e prodotti per il settore automobilistico ed aeronautico ed è composto dai beni immobili, beni mobili, impianti, arredi, attrezzature e macchinari, documentazione tecnica e Know-how, autorizzazioni, permessi e licenze e concessioni, marchio ed altre immobilizzazioni immateriali iscritte a bilancio delle singole società facenti parte del Gruppo ATR; Comunica CHE IL BANDO E DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA DI VENDITA DELL’INTERO COMPLESSO AZIENDALE COSTITUITO DALLE AZIENDE DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO ATR IN A.S. OVVERO DI SINGOLI RAMI D’AZIENDA DEL GRUPPO ATR IN A.S. È PUBBLICATO INTEGRALMENTE SUL SITO INTERNET DELLA PROCEDURA DELL’AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA DEL GRUPPO ATR WWW.ATRGROUP.IT ED INVITA I SOGGETTI INTERESSATI ALL’ACQUISTO DEL SUDDETTO COMPLESSO AZIENDALE OVVERO DEI SINGOLI RAMI AUTOMOTIVE ED AEROSPACE A MANIFESTARE IL PROPRIO INTERESSE INVIANDO L’APPOSITO MODULO DEBITAMENTE COMPILATO, UNITAMENTE AL DOCUMENTO “IMPEGNO DI RISERVATEZZA” E AL BANDO E DISCIPLINARE DI GARA, SIGLATI IN OGNI PAGINA E SOTTOSCRITTI - SECONDO LE MODALITÀ, TERMINI E CONDIZIONI INDICATE, INSIEME AD OGNI ALTRA INFORMAZIONE UTILE, NEL BANDO DI GARA PUBBLICATO SUL SITO INTERNET -, A MEZZO RACCOMANDATA A/R O TRAMITE EMAIL DA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA, ENTRO IL 04/06/2010 AL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL GRUPPO ATR (C/O STUDIO PROF. AVV. GENNARO TERRACCIANO, LARGO ARENULA, 34, ROMA 00186 – FAX 06 68308925 POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA GENNAROTERRACCIANO@ORDINEAVVOCATIROMA.ORG). IL PRESENTE ESTRATTO NON COSTITUISCE UN’OFFERTA AL PUBBLICO EX ART. 1336 DEL CODICE CIVILE NÉ SOLLECITAZIONE DEL PUBBLICO RISPARMIO EX ARTT. 94 E SS. DEL D.LGS. N. 58 DEL 24 FEBBRAIO 1998. ROMA, LÌ 20 MAGGIO 2010 IL COMMISSARIO STRAORDINARIO Prof. Avv. Gennaro Terracciano


Maggio 2010

AsteInfoappalti

28

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi • TRIBUNALE DI •

AREZZO

TRIBUNALE DI AREZZO Ufficio del Giudice per l’udienza preliminare Decreto di fissazione dell’udienza preliminare Il Giudice per le indagini preliminari dr.ssa Luciana Cicerchia, vista la richiesta di rinvio a giudizio depositata dal Pubblico Ministero in data 5.2.2010, nel procedimento indicato in epigrafe nei confronti di: LANDI Angiolo + 13 per i reati di cui agli artt. 110, 81 cpv cp 2621 - I e III comma e 2622 - I e III comma codice civile; 110, 81 cpv, 646, 61 nn 7 e 11 cp; 416 cp; 81 cpv, 648 bis cp; 81 cpv, 110 cp, 2 D.Lgs. 74/2000; 91 cpv, 110 cp, 4 D.Lgs. 74/2000; 8 D.Lgs. 74/2000; 377 cp visto l’art. 418 cpp; FISSA per l’udienza preliminare in camera di consiglio il giorno 29 giugno 2010 ore 9:30 in Arezzo, Palazzo di Giustizia, Edificio La Vela, Aula "Carlo Miraglia" Piazza Falcone e Borsellino n. 1, dandone avviso agli imputati, ai loro difensori e alle persone offese. Rilevato che la notifica alle persone offese individuate nei titolari di azioni Eutelia s.p.a., per l’elevato numero delle persone destinatarie dell’atto da notificare e l’impossibilità dei pervenire a una loro completa identificazione, è effettuata per pubblici annunzi ai sensi dell’art. 155 cpp mediante deposito di una copia integrale dell’atto nella Casa Comunale di Arezzo, inserimento di estratto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica, pubblicazione sul quotidiano telematico del Ministero della Giustizia "News On Line" consultabile sul sito www.giustizia.it alla voce "avvisi di udienza" e sul sito www.giustizia.toscana.it, con avviso in prima pagina dedicata al Tribunale di Arezzo, disponendo che dell’avvenuta pubblicazione sui predetti siti e delle modalità di consultazione venga dato avviso mediante pubblicazione di un estratto del decreto sui quotidiani "Il Sole 24 Ore" e "La Nazione". Arezzo, 11.3.2010 Il Giudice dr Luciana Cicerchia Il Cancelliere Depositato in cancelleria l’11.03.2010 dr Rita Giusti

• TRIBUNALE DI •

BERGAMO

TRIBUNALE DI BERGAMO Fallimento n. 27/2010: ADORKEM TECHNOLOGY S.R.L. IN LIQUIDAZIONE SI RENDE NOTO che è pervenuta allo scrivente Curatore l’offerta di acquisto relativa ai seguenti beni giacenti presso lo stabilimento di Opera (MI), Via Lambro n. 38 : macchinari e impianti per la produzione di prodotti chimico farmaceutici per via fermentativa e chimica, attrezzature e strumenti di laboratorio, impianti e macchinari di servizio, impianti e serbatoi per lo stoccaggio, parti di ricambio ed attrezzatura varia, mezzi di sollevamento interno, mobili ed arredi d’ufficio, personal computer Valore dell’offerta ricevuta E 1.300.000,00 = oltre a I.V.A. di Legge. Eventuali offerte migliorative debitamente accompagnate da cauzione pari a E 50.000,00 dovranno pervenire entro le ore 12 del giorno 01 giugno 2010 presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Bergamo. La gara informale tra gli eventuali offerenti, con prezzo base quello dell’offerta più alta e offerte minime in aumento pari a E 25.000,00, si terrà avanti al G.D. del Tribunale di Bergamo dott. Massimo Gaballo il 03 giugno 2010 alle ore 11,00 alle seguenti condizioni:

entro 30 giorni l’aggiudicatario dovrà sottoscrivere regolare contratto di compravendita e contestualmente presentare idonee garanzie bancarie e/o lettere di credito irrevocabili e confermate da primario istituto di credito per il pagamento del prezzo che dovrà essere effettuato entro e non oltre sei mesi dal giorno del ritiro dei beni. Qualsiasi onere di spesa diretto e indiretto connesso allo smontaggio, smaltimento, trasporto e ripristino allo stato di fatto dei luoghi ove insistono i beni, nonché per servizi di guardiania, sarà a cura e spese dell’aggiudicatario che, dalla data dell’aggiudicazione, si assumerà la responsabilità per la custodia dei beni Per ulteriori informazioni rivolgersi al Curatore rag. Stefano Ambrosini, tel. 0039.035.4284033 0039.035.833843, o al liquidatore della società Rag. Graziano Maino, tel. 0039.335.7116378.

• TRIBUNALE DI •

LATINA

TRIBUNALE DI LATINA ESTRATTO AVVISO VENDITA IMMOBILIARE L’Avv. Paolo Centola AVVISA che per l’esecuzione immobiliare n. 154/07 presso lo studio del Dr. Andrea Lauri, sito in Cisterna di Latina, C.so Della Repubblica, n. 109, il giorno 30 Giugno 2010 alle ore 15,30 , sarà effettuata la vendita senza incanto del seguente immobile: immobile a destinazione residenziale, disposto su due piani con piccola corte interna, sito in Aprilia (LT) in località La Cogna, Via Delle Ginestre, n. 8/B, L’immobile e composto di un piano terra e di un primo piano che di seguito si descrivono: PT soggiorno con camino e scala interna che accede al piano primo, un disimpegno, un bagno di servizio, una cucina; P.P. con tre camere da letto e un bagno e un terrazzo lungo due lati della costruzione. Il tutto meglio descritto nella relazione di stima, redatta dal Geom. Franco Catalani. VALORE di stima al netto delle spese richieste dal Comune Di Aprilia per ottenere la sanatoria E. 141.540,94. Prezzo base d’asta Euro E. 141.540,94. Misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte Euro 2.500,00. Custode l’Avv. Paolo Centola. Le offerte dovranno pervenire in busta chiusa presso l’avv. Paolo Centola, delegato alla vendita, entro e non oltre le ore 13.00 del giorno precedente l’asta e saranno esaminate il giorno dell’asta. Si avvisa altresì Che l’eventuale successiva vendita con incanto del predetto immobile avrà luogo presso lo studio del Dr. Andrea Lauri, sito in Cisterna di Latina, C.so Della Repubblica, n. 109, il giorno 30 Settembre 2010 alle ore 15,30. Prezzo base d’asta Euro E. 141.540,94. Misura minima dell’aumento da apportarsi alle offerte Euro 2.500,00. L’immobile potrà essere visionato, previo accordo. Informazioni, consultazioni e visione perizia: Avv. Paolo Centola, Via Custoza n. 3 - Latina Tel. 0773/488783 - 3387532177 TRIBUNALE DI LATINA Fallimento n.18/05 ORDINANZA DI VENDITA Il Giudice Delegato Letta l’istanza presentata in data 11/12/2009 dal Curatore del fallimento, visti gli artt. 104, 105 e 108 Legge Fallimentare, nonché gli artt. 576 e seguenti C.P.C.; Ritenuto che appare opportuno, nel caso di specie procedere alla vendita senza incanto, con eventuale gara tra più offerenti e ciò in quanto in tal modo è possibile acquisire offerte irrevocabilmente vincolanti per i partecipanti; ORDINA Procedersi alla vendita senza incanto che avverrà il giorno 17/06/2010 alle ore 9,30 del seguente bene immobile: UNICO LOTTO al prezzo base di E 2.226.000,00, consistente in: stabilimento situato nel Comune di Latina, località Borgo San Michele (in prossimità dell’ex podere 996), al quale si accede dalla Via Capograssa mediante strada privata; già destinato alla macellazione di suini e bovini, alla lavorazione delle relative carni ed alla produzione di salumi in genere, attualmente non produttivo, quindi semplice sito industriale. DESCRIZIONE Il lotto di terreno su cui insiste lo stabilimento ha una superficie catastale pari mq. 25.451, dei quali 6.595 coperti da fabbricati (escluse tettoie e pensiline). Il terreno industriale confina con proprietà ILSAP, proprietà Molinaro Michele, proprietà Carfagna Doriana,

proprietà Candeli Luigi, proprietà Anonima Immobiliare Latina Srl, salvo altri. Oggetto della presente vendita all’incanto è la piena proprietà del complesso immobiliare individuato nelle righe che precedono. Sebbene non più produttivo, le parti di cui lo stabilimento si compone vengono descritte e distinte sulla base delle originarie destinazioni d’uso. In particolare: A - Fabbricato per la macellazione di bovini e suini E’ costituito da 4 piani, tre fuori terra ed uno interrato, ciascuno con diverso sviluppo planimetrico (i piani interrato, primo e secondo hanno un’estensione minore rispetto a quella piano terra). Piano terra (superficie coperta complessiva: mq. 4556 circa, dei quali circa 228 abusivi). Prevalentemente destinato all’attività produttiva (macellazione suini e bovini e lavorazione delle relative carni), è suddiviso in vari reparti: box e stalle suini, mattatoi, sale lavorazione, celle frigorifere, sale spedizione, spogliatoi e servizi del personale, uffici. Piano interrato Utilizzato per la stagionatura, ha una superficie di mq. 180 circa. Piano primo (superficie coperta complessiva: mq. 1010 circa, dei quali circa 82 abusivi) Si sviluppa in due blocchi distinti e separati, costruiti in sopraelevazione parziale del piano sottostante. Al blocco destinato ad uffici e locali di rappresentanza si accede per mezzo di una scala esterna che conduce ad un passaggio coperto da pensilina; su di esso si aprono gli ingressi degli uffici posti a sinistra e dei locali di rappresentanza ubicati di fronte (abusivi), nonché gli uffici e l’abitazione (sub. 11) collocati a destra. All’altro blocco si accede, invece, mediante una scala interna che collega tutti i piani (dall’interrato al secondo). Originariamente destinato ad uffici (locale di ricevimento e sala riunione, archivi, ecc.) e sale stagionatura, ha in parte cambiato destinazione d’uso ed attualmente una porzione della superficie un tempo adibita ad uffici è accatastata come abitazione (sub. 12). Piano secondo (superficie coperta complessiva: mq. 305) Mediante la suddetta scala interna si raggiunge un appartamento (sub. 13) che ha uno sviluppo pari a quello della parte del piano sottostante originariamente destinata ad uffici (195 mq. Circa, compreso il vano scala); una scala a chiocciola esterna che parte dall’estradosso del solaio di copertura del piano terra consente, invece, di raggiungere una sala stagionatura/archivio delle stesse dimensioni di quella sottostante (mq. 110 Circa). B - Fabbricato per la lavorazione di carni preparate Realizzato utilizzando la struttura delle due preesistenti stalle, per le quali era stato autorizzato, oltre all’ampliamento, il cambio di destinazione d’uso (locali lavorazione carni, celle frigo, uffici e servizi l’una, ciclo di lavorazione "disosso bovino" e celle frigo l’altra), si sviluppa su di un unico livello (piano terra) ed ha un’estensione di mq. 936 circa. Allo stato attuale, si rileva che in luogo di una delle due ex-stalle, già utilizzata come magazzino, sono state collocate delle celle frigorifere le quali non fanno, però, parte dei beni acquisiti all’attivo fallimentare, così come le altre celle installate tra il fabbricato in oggetto e quello descritto al punto A. C - Fabbricato per la vendita all’ingrosso e al minuto Ricavato ampliando abusivamente, e in tempi diversi, un piccolo fabbricato già esistente, copre complessivamente una superficie di mq. 444 circa. Il corpo principale è in muratura, con struttura portante mista (muratura e cemento armato), ed ha superficie lorda di mq. 224 circa. Adiacenti ad esso, in posizione laterale e posteriore vi sono due corpi aggiunti: il primo (posto a lato), realizzato con struttura metallica, travature reticolari e pannelli, è un capannone che copre una superficie di mq. 146 circa; il secondo (posto sul retro), realizzato in muratura, copre una superficie di mq. 74 circa. Per gli abusi commessi, presso il Comune di Latina, è stata presentata istanza volta ad ottenere la concessione in sanatoria (istanza n. A/3013 del 1° marzo 1995, prot. n. 18491 del 03.03.1995). D - Corpo cabina elettrica e gruppo elettrogeno Inizialmente composto da cabina ENEL, cabina padronale e tettoie per gruppo elettrogeno e per ricovero attrezzi, è stato abusivamente ampliato in tempi diversi, fino a raggiungere l’attuale superficie coperta di mq. 160 circa. E - Fabbricato per centrali termiche Composto inizialmente da centrale termica (per la produzione del vapore), locale autoclave, mattatoio contumaciale, stalla infetti e tettoia, nel tempo ha in parte cambiato destinazione d’uso. La superficie coperta (comprensiva della superficie relativa all’area coperta da tettoia, chiusa abusivamente) è di mq. 155 circa. Addossata al fabbricato, lungo il fianco che fronteggia il depuratore, è stata realizzata abusivamente una tettoia. L’area che circonda i fabbricati (corte comune), quasi interamente pavimentata ed adibita a piazzali, area per sosta e viabilità, risulta in gran parte recintata. All’ingresso dell’area industriale è presente un "locale guardiania", autorizzato con concessione a sanatoria ai sensi dell’art. 13 - Legge 47/85. Sul retro, nella zona compresa tra il fabbricato A ed il fabbricato B, è ubicato il depuratore (vasca di ossigenazione principale con decantatore, letto di essiccamento fanghi, vasca di ossidazione). Sulla corte, oltre alle opere già descritte, insistono altri manufatti edili non autorizzati (tettoie, box, container, celle frigorifere con relativi basamenti in c.a., volumi tecnici ecc.), indipendenti o realizzati in ampliamento di volumi già approvati, prefabbricati e per lo più caratterizzati da precarietà. In particolare si evidenzia che lungo il confine nord-est con la proprietà ILSAP sono pre-

senti alcune opere edili fatiscenti [volumi abusivi realizzati in ampliamento della ex budelleria (autorizzata per mq.172,55) e tettoie] per le quali l’onerosità del recupero ne fa ritenere opportuna la demolizione. Si sottolinea inoltre, che sempre in prossimità di detto confine, è posizionata una cabina elettrica (utilizzata dalla ILSAP). Si fa presente che le celle frigorifere collocate all’interno del fabbricato destinato alla lavorazione di carni preparate, non fanno parte dei beni acquisiti all’attivo fallimentare, così come le altre celle collocate tra il fabbricato stesso ed il fabbricato destinato alla macellazione. DATI CATASTALI Il complesso immobiliare e l’annessa area risultano così censiti nel Catasto fabbricati e terreni del Comune di Latina: Catasto dei Fabbricati - foglio 241, particella 31, sub. 9, categoria C/1, classe 3, mq. 443, rendita euro 4.827,48; - foglio 241, particella 31, sub. 10, categoria D/7, rendita euro 63.240,15; - foglio 241, particella 31, sub. 11, categoria A/3, classe 2, vani 4, rendita euro 216,91; - foglio 241, particella 31, sub. 12, categoria A/3, classe 2, vani 5, superficie catastale mq. 100, rendita euro 217,14; - foglio 241, particella 31, sub. 13, categoria A/3, classe 2, vani 8, superficie catastale mq. 138, rendita euro 433,82; - foglio 241, particella 31, sub. 14, corte comune ai sub. 9, 10, 11, 12 e 13 (bene comune non censibile). Tutti i fabbricati autorizzati (e gran parte dei relativi ampliamenti abusivi) risultano accatastati, eccetto quello un tempo adibito alla lavorazione delle budella, la "guardiania" e la porzione del fabbricato "A" originariamente destinata a ricovero animali. Parte della superficie autorizzata per uffici è stata accatastata come abitazione (unità immobiliari individuate con il sub. 11 ed il sub. 12). Catasto Terreni foglio 241, particella 31, ente urbano, ha 2.54.51. I rilievi topografici con l’elaborazione dei dati acquisiti in campagna, la verifica delle particelle catastali e delle tolleranze con la restituzione grafica del rilievo eseguito, nonché la relazione sugli eventuali sconfinamenti, sono allegati alla perizia di stima. Il tutto è intestato alla società fallita, con sede in Latina (proprietà per 1000/1000). SERVITU’ ATTIVE E PASSIVE Attive Servitù di passaggio, a piedi e con ogni mezzo, da esercitarsi sulla striscia di terreno adibita a strada privata d’accesso asfaltata (in catasto particelle n. 26, 29 e 28 del foglio 241) che a partire dalla Via Capograssa conduce al complesso industriale. Passive - Sulla corte grava una servitù di passaggio, a favore delle confinanti proprietà ILSAP S.r.L. e proprietà Carfagna Doriana. Alla confinante proprietà Candeli Luigi si accede invece dallo strabello privato che attraversa sempre la suddetta corte, ma solo nella parte esterna all’attuale recinzione dell’intero complesso (porzione di corte antistante e laterale al relativo ingresso con guardiania). Dall’esame degli atti, detta area non risulta gravata da servitù di passaggio. Servitù di passaggio coattivo è prevista, però, dagli articoli compresi fra il 1051 e il 1055 del C.C. e permette al proprietario, il cui fondo è circondato da fondo altrui e che non ha uscita sulla via pubblica ne può procurarsela senza eccessivo dispendio e disagio, di ottenere il passaggio sul fondo del vicino per la coltivazione ed il conveniente uso del proprio fondo, previa corresponsione di un’indennità. Se il passaggio cessa di essere necessario, può essere soppresso in qualunque tempo ad istanza del proprietario del fondo dominante o del fondo servente. ACCERTAMENTO DELLA PROPRIETA’ L’intero complesso industriale insiste sull’appezzamento di terreno pervenuto alla società fallita in virtù dei seguenti atti: °Atto di compravendita a rogito dott. Stipa, notaio in Itri, del 11.12.1968, rep. N. 5074-racc. n. 2019, registrato a Fondi il 13.12.1968 al n. 1044, vol. 130 [beni (foglio 241-mappale 7/b) acquistati da una società, la quale si trasformava nella società fallita, con verbale a rogito notaio Fiore in data 21.07.1971, rep. N. 62625/5933]; °Verbale a rogito notaio Fiore in data 21.07.1971, rep. N. 62625/5933, registrato a Latina il 27.07.1971 al n. 1863 Mod 71/M e trascritto a Velletri l’11.09.1971 al n. 3486 del Registro particolare; °Atto di compravendita a rogito dott. Ermanno Fiore, notaio in Latina, del 16.05.1972, rep. N. 80724- racc. n. 7010, registrato a Latina il 30.05.1972 al n. 1516 e trascritto a Velletri il 9 giugno 1972 al n. 5233 del Registro Particolare [due appezzamenti di terreno allora così riportati in catasto rustico di Latina: foglio 241- mappali 8, 31, 35 e 36; foglio241 - mappale 33]; °Atto di compravendita a rogito dott. Vincenzo De Carolis, notaio a Latina, del 20/03/1980, rep. N. 723 - racc. n. 414 registrato a Latina il 4 aprile 1980 al n. 2714 ed ivi trascritto il 28.03.1980 al n. 3883 del Registro Particolare [porzione di terreno agricolo di are 28.91 allora individuata nel Catasto terreni del Comune di Latina al foglio 241, particella 74 (ex 7/b)]. RIFERIMENTI URBANISTICI In base al P.R.G. vigente, approvato con Decreto Ministero LL.PP. 13 gennaio 1972, n. 6476, l’area su cui è stato edificato l’intero complesso industriale ricade interamente in "zona agricola". Presso il Settore Urbanistica del Comune di Latina con visto del 10 Aprile 2007, è stata presentata istanza di aggiornamento e variazione dello strumento urbanistico generale vigente, ex art. 34, primo comma L.R. 22 dicembre 1999, n° 38, Norme sul governo del territorio. Con detta istanza è stata richiesta, inoltre, l’approvazione del Piano Particolareggiato di - segue

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


Maggio 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

29

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi Esecuzione (P.P.E.) in variante di P.R.G. proposto ad iniziativa, cure e spese dei proprietari rappresentativi di oltre il 75% del valore complessivo degli immobili compresi entro il perimetro del territorio interessato, che perseguono lo scopo di regolamentare le loro attività produttive presenti in loco e il loro sviluppo per creare un polo tecnologico di eccellenza in ambiente territoriale compatibile, qualificato e attrezzato. Detto P.P.E., non ancora approvato, prevede che una superficie pari a mq. 24.471 (dei 25.451 totali) venga destinata a "completamento attività produttive, servizi generali delle attività produttive, depositi e magazzini (D2.2)", mentre la restante superficie a parcheggi (mq. 714) e viabilità. REGOLARITA’ EDILIZIA Il complesso industriale è stato edificato e ampliato a seguito del rilascio delle seguenti licenze e concessioni edilizie: ° Licenza n. 2718 del 18.07.1969; ° Licenza n. 6022 del 13.04.1970; ° Licenza n. 26178 del 16.12.1971; ° Licenza n. 22120 del 05.11.1974; ° Concessione n. 166 del 03.10.1978; ° Concessione n. 309 del 16.11.1981; ° Concessione n. 178 del 03.10.1985 (laboratorio lavorazione budella); ° Concessione n. 8 del 22.01.1987; ° Concessione n. 285 del 05.11.1988 (variante in corso d’opera); Concessione n. 11 del 28.01.1993 (ampliamento del capannone industriale, cambio destinazione d’uso da stalla a locale lavorazione e celle frigo, concessione a sanatoria per locali motori, deposito e guardiania). In data 12 agosto 1982, prot. n. 27797, vista la conformità al progetto approvato, per il complesso industriale (adibito ad uso di industria e servizi), è stato rilasciato il permesso di abitabilità e d’uso; successivamente, in data 22 luglio 1989, per l’ampliamento dello stabilimento industriale, così come autorizzato, è stato rilasciato il permesso d’uso. Dopo il rilascio delle summenzionate licenze e concessioni, il fabbricato destinato alla vendita al minuto e all’ingrosso è stato abusivamente ampliato; per detto abuso, ai sensi della Legge n. 724/94 in seguito modificata dalla Legge n. 662/96, è stata presentata presso il Comune di Latina, dall’amministratore unico della società poi fallita, istanza volta ad ottenere la concessione in sanatoria (istanza n. A/3013 del 1° marzo 1995, prot. n. 18491 del 03.03.1995). Detta istanza è stata integrata con il rilievo dell’immobile, la perizia giurata ed il certificato di idoneità statica; risultano inoltre versati i seguenti importi dovuti a titolo di oblazione ed oneri concessori: Oblazione autodeterminata in lire 18.163.440 e integralmente corrisposta mediante versamenti effettuati presso l’Ufficio Postale di Borgo San Michele, - importo fisso di lire 11.000.000 (bollettini n. 1985, 1986, e 1987 del 31.12.1994); - prima rata di lire 2.000.000 (bollettino n. 780 del 30.12.94); - seconda rata di lire 2.075.800 (bollettino n. 466 del 14.04.95); - terza rata di lire 2.075.800 (bollettino n. 480 del 14.07.1995); - quarta rata di lire 2.075.800 (bollettino n. 552 del 14.09.1995). Oneri concessori autodeterminati in lire 10.090.800 e integralmente corrisposti mediante unico versamento presso la Tesoreria di Latina in data 28.02.1995, quietanza n. 4028. L’iter dell’istanza non è ancora giunto a definizione. Ai fini del rilascio della concessione a sanatoria, l’acquirente dovrà provvedere, oltre al pagamento delle somme dovute a titolo di conguaglio dell’oblazione e degli oneri concessori (autodeterminati e già corrisposti) più interessi maturati, alla produzione della necessaria documentazione integrativa. L’ammontare delle spese da sostenere per regolarizzare il fabbricato C [conguaglio oblazione ed oneri concessori più interessi maturati, produzione documentazione integrativa, tassa esame progetto, ecc.] vengono stimate in E 50.000,00 circa. Dopo l’avvenuta presentazione della suddetta istanza di sanatoria, in difformità da quanto precedentemente autorizzato, sono state realizzate ulteriori opere relative ai fabbricati B, D, E (piccoli ampliamenti, chiusure di superfici coperte da tettoie autorizzate ecc. per complessivi mq. 530, circa, e tettoie) per le quali dovrà essere presentata una nuova domanda finalizzata al rilascio della concessione in sanatoria. L’ammontare delle spese da sostenere viene stimato in E 200.000,00. CAUSE PENDENTI Alcuni edifici del sito risultano occupati. Quindi, la Curatela, stante peraltro la stipulazione di nuovo contratto di locazione del sito, ha avviato la procedura di sfratto per finita locazione del precedente contratto dinnanzi al Tribunale di Latina. In ogni caso, sia il contratto azionato con la procedura di sfratto per finita locazione, sia il nuovo contratto di locazione, prevedono l’obbligo del conduttore di rilasciare l’immobile in caso di definitiva aggiudicazione entro 60 giorni dalla richiesta della Curatela. Restano naturalmente impregiudicati tutti i diritti e le azioni dell’aggiudicatario derivanti dal decreto di trasferimento. Nei confronti di alcuni confinanti, sempre dinnanzi al Tribunale di Latina, è pendente azione di regolamento di confini avviata dalla Curatela, relativa ad alcune strisce di terreno che si estendono lungo il perimetro della proprietà, aventi estensione complessiva inferiore a mq 1000. Il sito, con tutti i fabbricati di cui si compone (come da descrizione della perizia di stima ed integrazione), viene venduto a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. Il tutto meglio descritto nella relazione di stima immobiliare, e relativa integrazione, redatta dall’Arch. Flavia Ruggeri. MODALITA’ DELLA VENDITA 1) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa indirizzata alla Cancelleria Fallimenta-

re del Tribunale di Latina entro le ore 12,00 del giorno precedente l’udienza di cui al punto 4. L’offerta deve essere presentata nella Cancelleria Fallimentare in busta chiusa, su cui, a cura del Cancelliere ricevente devono essere annotati, previa identificazione, il nome di colui che materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice Delegato e la data dell’udienza per l’esame delle offerte; nessun’altra indicazione (nome delle parti, numero di procedura, bene su cui si riferisce l’offerta, orario previsto per l’esame delle offerte) deve essere apposta sulla busta; 2) L’offerta di acquisto, in bollo, dovrà contenere: il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio dell’offerente, recapito telefonico; in caso di rappresentante legale dovrà contenere anche apposita documentazione attestante i suoi poteri; i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base sotto indicato, a pena di esclusione; il termine di versamento dal saldo prezzo nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese dovuti in conseguenza del trasferimento, nella misura del 20% del prezzo finale di aggiudicazione, salvo restituzione di quanto versato per spese ed oneri se superiore a quanto speso; uno o più assegni circolari non trasferibili intestati al "Curatore del fallimento n.18/05" per un importo pari al 10% a titolo di cauzione. In caso di mancata aggiudicazione l’assegno sarà restituito immediatamente dopo l’udienza sotto indicata. 3) L’offerta di cui sopra è irrevocabile ai sensi dell’articolo 571, comma 3, c.p.c.; in caso di aggiudicazione l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta. In caso di mancato versamento dopo l’aggiudicazione, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate a titolo di cauzione. L’offerta, anche nel caso di un unico offerente, non dà diritto all’acquisto del bene, restando piena facoltà del Giudice di valutare di dar luogo o meno alla vendita. In caso di più offerte si procederà a gara tra gli offerenti, l’aggiudicazione avverrà a chi avrà effettuato il rilancio più alto. 4) Le buste chiuse saranno aperte il giorno 17/06/2010 alle ore 9,30 presso lo studio del Giudice Delegato nei locali del Tribunale in Latina in Piazza B. Buozzi 1. ************** Qualora non siano proposte offerte entro il termine stabilito, ovvero se le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c., ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma. C.p.c., ovvero per il caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione, dispone farsi luogo alla vendita con incanto che si terrà all’udienza del 15/07/2010 alle ore 9,30 alle seguenti condizioni: Gli immobili saranno posti in vendita al prezzo base di E2.226.000,00 ( stesso prezzo base della vendita in busta chiusa) Coloro che intendono partecipare all’asta dovranno depositare in cancelleria domanda in bollo entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita ivi formalmente eleggendo un domicilio nel Comune di Latina ed indicando il proprio numero di codice fiscale; La domanda dovrà essere accompagnata dal versamento, mediante assegni circolari non trasferibili emessi a favore del Curatore, di una somma pari al 30% del prezzo base di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 20% a garanzia del rimborso delle spese di vendita, del trasferimento di proprietà, della cancellazione delle ipoteche e di ogni altra spesa dipendente dalla vendita che rimarrà a carico dell’acquirente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a E35.000,00. L’aggiudicatario dovrà pagare l’intero prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione già prestata, mediante assegni circolari intestati al Curatore entro il termine di giorni 60 dalla data di aggiudicazione provvisoria, da depositare in cancelleria. L’aggiudicatario entrerà in possesso degli immobili alla data di emissione del decreto di trasferimento ai sensi dell’art. 586 c.p.c. Tutte le spese relative alla vendita, comprese I.V.A. imposte e tasse inerenti al passaggio di proprietà sono a carico dell’aggiudicatario; Agli offerenti non divenuti aggiudicatari, subito dopo la chiusura della vendita, verrà restituita la cauzione ed il deposito per spese, salvo quanto previsto dall’articolo 580, comma 2 c.p.c. Per informazioni rivolgersi al Curatore Dott. Carlo Romagnoli con studio in Latina alla Via Montesanto n. 5 tel. 0773 661161. Latina, li 26/02/2010 IL GIUDICE DELEGATO Dr. Guido Marcelli TRIBUNALE DI LATINA Fallimento n° 44/2003 ORDINANZA DI VENDITA SENZA INCANTO Il Giudice Delegato ORDINA procedersi alla vendita senza incanto che avverrà il giorno 17 giugno 2010 alle ore 9.30 del seguente bene immobile: Lotto n.1): appezzamento di terreno sito in Comune di Nettuno (RM) Via della Liberazione; superficie complessiva del terreno mq.9.132 indicata in Catasto al foglio 31 particelle 104-105-106-107-108-2581; la destinazione urbanistica è di "zona a parcheggio" quota di terreno pari ad ½ della superficie di mq.4.149 in comproprietà con la società ICOGESA, il tutto distinto in Catasto al foglio 31, particelle 2573 / 2577 / 2582 / 2586 / 2589 / 2591 / 2584, su detto terreno il P.R.G. "prevede una strada". Valore stimato complessivo E 557.800,00

PREZZO MINIMO E 557.800,00 MODALITA’ DELLA VENDITA 1) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa indirizzata alla Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Latina entro le ore 12.00 del giorno precedente l’udienza di cui al punto 5. L’offerta deve essere presentata nella Cancelleria Fallimentare in busta chiusa, su cui, a cura del Cancelliere ricevente devono essere annotati, previa identificazione, il nome di colui che materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice Delegato e la data dell’udienza per l’esame delle offerte; nessun’altra indicazione (nome delle parti, numero di procedura, bene cui si riferisce l’offerta, orario previsto per l’esame delle offerte) deve essere apposta sulla busta; 2)L’offerta di acquisto, in bollo, dovrà contenere: il cognome, il nome, luogo e la data di nascita, codice fiscale, domicilio dell’offerente, recapito telefonico; in caso di rappresentante legale dovrà contenere anche apposita documentazione attestante i suoi poteri; i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base sotto indicato, a pena di esclusione; il termine di versamento del saldo prezzo nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese dovuti in conseguenza del trasferimento, nella misura del 20% del prezzo finale di aggiudicazione, salvo restituzione di quanto versato per spese ed oneri se superiore a quanto speso; uno o più assegni circolari non trasferibili intestati al Curatore del fallimento n° 44/2003 per un importo pari al 10% a titolo di cauzione. In caso di mancata aggiudicazione l’assegno sarà restituito immediatamente dopo l’udienza sotto indicata. 3) L’offerta di cui sopra è irrevocabile ai sensi dell’art.571, comma 3, c.p.c.; In caso di aggiudicazione l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta. In caso di mancato versamento dopo l’aggiudicazione, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’offerta, in caso di unico offerente, non potrà comunque essere inferiore al prezzo di stima aumentato di 1/5 da confermarsi in sede d’asta. In caso di più offerte si procederà a gara tra gli offerenti, l’aggiudicazione avverrà a che avrà effettuato il rilancio più alto. 4) Le buste chiuse saranno aperte il giorno 17 giugno 2010 alle ore 9.30 e seguenti presso lo studio del Giudice Delegato nei locali del Tribunale di Latina - Piazza Bruno Buozzi. ******** Qualora non siano proposte offerte entro il termine stabilito, ovvero se le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art.571 c.p.c., ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma c.p.c., ovvero per il caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione, dispone farsi luogo alla vendita con incanto che si terrà all’udienza del 15/07/2010 alle ore 9.30 e seguenti alle seguenti condizioni: Gli immobili saranno posti in vendita al prezzo base di E 557.800,00.=. Coloro che intendono partecipare all’asta dovranno depositare in Cancelleria domanda in bollo entro le ore 12.00 del giorno antecedente la vendita ivi formalmente eleggendo un domicilio nel Comune di Latina indicando il proprio numero di codice fiscale. La domanda dovrà essere accompagnata dal versamento, mediante assegni circolari non trasferibili emessi a favore del Curatore, di una somma pari al 30% del prezzo base di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 20% a garanzia del rimborso delle spese di vendita, del trasferimento di proprietà, della cancellazione delle ipoteche e di ogni altra spesa dipendente dalla vendita che rimarrà a carico dell’acquirente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori ad E 30.000,00.=. L’aggiudicatario dovrà pagare l’intero prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione già prestata, mediante assegni circolari intestati al Curatore entro il termine di 60 giorni dalla data di aggiudicazione provvisoria, da depositare in cancelleria. L’aggiudicatario entrerà in possesso degli immobili alla data di emissione del decreto di trasferimento ai sensi dell’art.586 c..p.c.. Tutte le spese relative alla vendita, comprese IVA imposte e tasse inerenti al passaggio di proprietà sono a carico dell’aggiudicatario. Agli offerenti non divenuti aggiudicatari, subito dopo la chiusura della vendita, verrà restituita la cauzione ed il deposito per spese, salvo quanto previsto dall’articolo 580, comma 2 c.p.c.. Per informazioni rivolgersi al Curatore Dr.Fausto Patrignani con studio in Latina Piazza della Libertà n.51, telefono 0773/694244. TRIBUNALE DI LATINA Fallimento n. 25/07 ORDINANZA DI VENDITA SENZA INCANTO II Giudice Delegato Dr. GUIDO MARCELLI D I S P O N E per il giorno 17/06/2010, alle ore 9.30, la vendita senza incanto del complesso industriale acquisito all’attivo del fallimento e consistente in: LOTTO UNICO: Azienda esercente carpenteria metallica sita in Pontinia (LT), agglomerato industriale di Mazzocchio, alla Strada Secondaria A/1, costituita da: IMMOBILE INDUSTRIALE, comprensivo di uffici, servizi ed accessori, esteso mq. 5.365, di nuova co-

struzione insistente su di un’area di mq. 15.945 distinto in Catasto del Comune di Pontinia al Foglio 79, numero 696, sub 1 e sub 2, categoria D/7 e A/2; MACCHINARI adibiti alla produzione e lavorazione di carpenteria metallica (al netto degli automezzi e mezzi d’opera). Il tutto meglio descritto nelle perizie estimative del C.T.U. Ing. Umberto De Feo depositate in atti; Si evidenzia che: - il terreno, esteso mq. 15.945 su cui insiste l’immobile, per solo refuso catastale, è gravato da livello a favore del Comune di Priverno, pur appartenendo al costituito Comune di Pontinia con Legge 13/06/1935, con espressa esclusione dell’esistenza di usi civici, come da certificazione in atti; - la cabina ENEL, l’ampliamento del deposito e la pesa elettronica risultano abusivamente realizzati la cui sanatoria sarà a carico, cura e spese dell’aggiudicatario; - l’immobile industriale è regolarmente accatastato ed è munito del certificato del collaudo statico e necessita per l’agibilità: a) del parere favorevole del Consorzio Industriale ASI; b) del certificato definitivo di prevenzione incendi (il cui progetto è stato già presentato); c) dell’autorizzazione all’emissione in atmosfera dei fumi derivanti dalla saldature; d) dell’autorizzazione allo scarico delle acquee reflue provenienti dai soli servizi igienici; le suddette certificazioni saranno a carico, cura e spese dell’aggiudicatario. Si rende noto che tutto il complesso industriale è attualmente concesso in fitto di azienda, per la produzione di carpenteria metallica, con contratto scadente, il 31/08/2010, al canone di E 119.000,00= annui, con diritto di prelazione dell’affittuaria, alle condizioni tutte risultanti dal contratto di affitto di azienda depositato in atti. In virtù di tale contratto si rende noto che tutte le maestranze, in carico alla fallita alla data del fallimento, sono state poste dalla Curatela in CIGS (cassa integrazione guadagni straordinaria) e successivamente licenziate e poste in mobilità. Parte delle maestranze stesse in base al contratto di fitto di azienda in essere sono state direttamente riassunte dall’affittuaria usufruendo dei benefici contributivi previsti alla Legge 223/91 in favore delle imprese che assumono personale dipendente licenziato a seguito di procedura di mobilità. Attualmente l’affittuaria ha in forza n. 24 unità di cui 14 provenienti dalle liste di mobilità aperta dalla Curatela. La Curatela, pur non avendo in carico alcuna maestranza, renderà noto all’Associazione Sindacale di categoria e all’affittuaria il presente bando di vendita, nonché l’eventuale aggiudicazione al fine di promuovere il procedimento di consultazione sindacale a tutela delle maestranze. VALORE DI STIMA: E 2.973.283,00 PREZZO MINIMO: E 2.973.283,00 MODALITA’ DELLA VENDITA 1) le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa indirizzata alla Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Latina entro le ore 12,00 del giorno precedente l’udienza di cui al punto 4. L’offerta deve essere presentata nella CANCELLERIA FALLIMENTARE in busta chiusa, su cui, a cura del Cancelliere ricevente devono essere annotati, previa identificazione, il nome di colui che materialmente provvede al deposito, il nome del Giudice delegato e la data dell’udienza per l’esame delle offerte; nessun’altra indicazione (nome delle parti, numero di procedura, bene cui si riferisce l’offerta, orario previsto per l’esame delle offerte) deve essere apposta sulla busta; 2) L’offerta di acquisto - in bollo - dovrà contenere: il cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio dell’offerente, recapito telefonico; in caso di rappresentante legale dovrà contenere anche apposita documentazione attestante i suoi poteri; i dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta; l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base sotto indicato, a pena di esclusione; il termine di versamento dal saldo prezzo nonché degli ulteriori oneri, diritti e spese dovuti in conseguenza del trasferimento, nella misura del 20 % del prezzo finale di aggiudicazione, salvo restituzione di quanto versato per spese ed oneri se superiore a quanto speso; uno o più assegni circolari non trasferibili intestati al "Curatore del fallimento n.25/07" per un importo pari al 10% a titolo di cauzione. In caso di mancata aggiudicazione l’assegno sarà restituito immediatamente dopo l’udienza sotto indicata. 3) L’offerta di cui sopra è irrevocabile ai sensi dell’articolo 571, comma 3, c.p.c.; In caso di aggiudicazione l’offerente è tenuto al versamento del saldo prezzo e degli oneri, diritti e spese di vendita nel termine indicato in offerta. In caso di mancato versamento dopo l’aggiudicazione, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. L’offerta, anche in caso di unico offerente, non dà diritto all’acquisto del bene, restando piena facoltà del Giudice di valutare se dar luogo o meno alla vendita. In caso di più offerte si procederà a gara tra gli offerenti, l’aggiudicazione avverrà a chi avrà effettuato il rilancio più alto. 4) Le buste chiuse saranno aperte il giorno 17/06/2010 alle ore 9.30 presso lo studio del giudice delegato nei locali del Tribunale in Latina - Piazza Bruno Buozzi. *************** Qualora non siano proposte offerte entro il termine stabilito, ovvero se le stesse non siano efficaci ai sensi dell’art. 571 c.p.c., ovvero per il caso in cui si verifichi una delle circostanze previste dall’articolo 572, terzo comma c.p.c., - segue

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


Maggio 2010

AsteInfoappalti

30

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi ovvero per il caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo per qualsiasi altra ragione, dispone farsi luogo alla vendita con incanto che si terrà all’udienza del 15/07/2010 alle ore 9.30 alle seguenti condizioni: Gli immobili saranno posti in vendita al prezzo base di: LOTTO UNICO: VALORE DI STIMA: E 2.973.283,00 PREZZO MINIMO: E 2.973.283,00 Coloro che intendono partecipare all’asta dovranno depositare in cancelleria domanda in bollo entro le ore 12,00 del giorno antecedente la vendita ivi formalmente eleggendo un domicilio nel Comune di Latina ed indicando il proprio numero di codice fiscale. La domanda dovrà essere accompagnata dal versamento, mediante assegni circolari, non trasferibili, emessi a favore del Curatore, di una somma pari al 30% del prezzo base di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 20% a garanzia del rimborso delle spese di vendita, del trasferimento di proprietà, della cancellazione delle ipoteche e di ogni altra spesa dipendente dalla vendita che rimarrà a carico dell’acquirente. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a; LOTTO UNICO: E 100.000,00 L’aggiudicatario dovrà pagare l’intero prezzo di aggiudicazione dedotta la cauzione già prestata, mediante assegni circolari intestati al Curatore entro il termine di giorni 60 dalla data di aggiudicazione provvisoria, da depositare in cancelleria. L’aggiudicatario entrerà in possesso degli immobili alla data di emissione del decreto di trasferimento ai sensi dell’art. 586 c.p.c.. Tutte le spese relative alla vendita, comprese I.V.A. imposte e tasse inerenti al passaggio di proprietà sono a carico dell’aggiudicatario. Agli offerenti non divenuti aggiudicatari, subito dopo la chiusura della vendita, verrà restituita la cauzione ed il deposito delle spese, salvo quanto previsto dall’articolo 580, comma 2, c.p.c.. Per informazioni rivolgersi al Curatore: Dr. Sergio CASOLARI con studio in Latina - Via Carturan n. 7 - tel. 0773663904 - 0773488580 TRIBUNALE DI LATINA NOTAIO LUCIO NASTRI ESECUZIONE N. 20/08 R.G.E. TRIBUNALE DI LATINA - Sezione Distaccata di Terracina - promossa da Centro Edile De Gregoris S.r.l. Vendita, senza incanto, il 15 luglio 2010 ore 10.00. il notaio Lucio Nastri, in forza di delega conferitagli dal G.E., procederà presso il suo studio in Terracina, Viale della Vittoria 5, alla vendita, in un unico lotto, del fabbricato ad uso residenziale sviluppantesi su due livelli, terra e primo, composto da soggiorno/pranzo, cucina, bagno e cameretta al piano terra, tre camere un bagno e due balconcini al primo piano, collegati a mezzo scala interna propria, con pertinente giardino di circa mq 400, edificato su un terreno ricadente nel comprensorio di Pantano Marino del Comune di San Felice Circeo, gravato da canone annuo in denaro di natura enfiteutica a favore del Comune di San Felice Circeo, affrancabile a cura e spese dell’aggiudicatario, giusta sentenza della Corte D’Appello di Roma n.60 del 24 dicembre 2001, passata in giudicato, con la quale è stata riconosciuta la natura di beni appartenenti al patrimonio disponibile del Comune. Il tutto è riportato nel N.C.E.U. foglio 16 mappale 575 sub 3, Cat. A/7, Classe 1, vani 7,5, rendita euro 813,42. Prezzo base d’asta euro 478.800,00. In caso di esito negativo si fissa già da ora per il 22 luglio 2010 ore 10.00, la successiva vendita con incanto Prezzo base d’asta euro 478.800,00 Aumento minimo ( in caso di vendita con incanto ) euro 9.600,00. L’immobile è stato realizzato con Licenza edilizia dell’8 maggio 1964 rilasciata dal sindaco del Comune di San Felice Circeo. Per la difformità rilevata in merito alla fusione delle due unità immobiliari attraverso una scala interna e alla diversa distribuzione degli spazi interni non risulta presentata alcuna domanda di condono. Comunque il descritto abuso risulta dal punto di vista urbanistico potrà essere regolarizzato ai sensi dell’art. 37 del DPR n.380 del 6/ 06/2001 ex art. 13 L. 47/85. Per informazioni: Web: AgenziaAste Telefono 0773727221. Si potrà, inoltre, prender perizia presso lo studio in Terracina, , Viale della Vittoria 5. TRIBUNALE DI LATINA ESECUZIONE N.124/2003 - Il giorno 09 LUGLIO 2010 senza incanto alle ore 12.30 verrà posto in vendita l’immobile sito nel Comune di Fondi località "La Ciana" appezzamento di terreno agricolo censito al C.T. al foglio 94 particelle 110 ( mq. 5.830), 41 (mq. 470) e 115 (mq. 10 in proprietà per la quota complessiva di 7/9. Prezzo base E 61.600,00 Aumento minimo E 1.800,00. Per ulteriori informazioni rivolgersi in Cancelleria. Avv. Clotilde Lucchetti TRIBUNALE DI LATINA E.I. 71/07: si rende noto che il giorno 13 luglio 2010 alle ore 10,00 e seguenti presso lo studio del Notaio Nicola Riccardelli sito in Latina via Oberdan, numero 24, avrà luogo la vendita senza incanto dell’immobile sito in Comune di Aprilia (LT) Strada Regionale 148 Pontina Km. 45.700 e precisamente:

multisala cinematografica, denominata Multiplex, posta al piano fuori terra composta di 8 sale proiezioni ed uffici e sala proiezione posti al secondo piano, con terreno circostante adibito a giardino e parcheggio. Si precisa, altresì, che pende presso il Tribunale di Latina (RG. 3081/09 G.I. Piscitiello) azione giudiziale intrapresa dalla custodia giudiziaria avente ad oggetto: 1)in via principale simulazione assoluta del contratto di locazione sopra citato; 2) in via subordinata l’azione di revocatoria ex art. 2901 e per l’effetto la dichiarazione d’inefficacia dello stesso contratto di locazione. P.B. 2.110.000,00 (duemilionicentodiecimila virgola zero zero) Ril. 500.000,00 (cinquecentomila virgola zero zero). In caso di asta deserta la successiva vendita all’incanto avrà luogo il giorno 27 luglio 2010 alle ore 11,00 al prezzo base di euro 2.110.000,00 ril. 500.000,00 perizia e ordinanza sul sito www.astegiudiziarie.it TRIBUNALE DI LATINA Trib. LT. Sez. di Terracina Es. Imm. 15/2007 promossa da Unicredit Banca SpA. Il Notaio Raffaele RANUCCI con studio in Terracina (LT), Via Roma 103, Tel. 0773/701330 AVVISA che il 16/07/2010 alle ore 10:30 procederà alla Vendita Senza Incanto del seguente bene immobile: Utile Dominio dell’abitazione in Terracina (LT), Str. Prov. Badino Km. 8,100, lottizzazione "Baia Verde del Circeo", facente parte di una costruzione trifamiliare. Si sviluppa su due piani; uperf. Utile complessiva mq. 78,50 e superf. non residenziale mq. 25,60; area scoperta pertinenziale esclusiva di mq. 144,00 circa. In Catasto al Foglio 132, partc. 2070, sub. 4 e partc. 2069, sub. 1 (graffate). Vi è un piccolo ripostiglio, realizzato senza titolo abitativo di mq. 4,28 non sanabile pertanto da demolire, costo presunto Euro 450,00. Pratica di Condono da presentare a cura e spese dell’aggiudicatario entro 120 gg dal decreto di trasferimento, costo presunto Euro 8.000,00 circa. Terreno da affrancare a cura e spese dell’aggiudicatario, costo presunto Euro 3.052,00 circa Prezzo Base Euro 281.641,00 (al netto delle spese di cui sopra); offerta Minima in aumento Euro 7.000,00. - Il Notaio AVVISA altresì che in caso di vendita deserta procederà alla Vendita Con Incanto il 16/09/2010 alle ore 10:30 . Modalità di partecipazione e consultazione perizia presso lo studio del Notaio.

• TRIBUNALE DI •

MESSINA

TRIBUNALE DI MESSINA AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO Procedura esecutiva n. 41/08 R.G.E. - CENTROBANCA BANCA CENTRALE DI CREDITO FINANZIARIO E MOBILIARE S.P.A. oggi TOLOMEO FINANCE SRL contro "omissis" La sottoscritta Dott.ssa Francesca La Torre, delegata dal G.E. presso il Tribunale di Messina Dr.Ugo Scavuzzo, ai sensi dell’ art. 591 bis c.p.c. con ordinanza del 20.01.2010 notificata l’ 08.02.10 AVVISA che in data 20 luglio 2010 alle ore 16,30 nei locali dell’ A.P.E.I.M., in Messina, Via del Vespro 75, avrà luogo la vendita senza incanto in unico lotto del seguente bene immobile. DESCRIZIONE DELL’IMMOBILE Edificio destinato ad albergo sito in Giardini Naxos (Me) Via Tysandros N° 22, sette elevazioni f.t. oltre piano seminterrato, 30 camere tutte dotate di wc, superficie lorda circa mq. 1454.00 comprensivi di pertinenze. Piano seminterrato mq. 110.00 lordi, lavanderia, ripostiglio , vano autoclave e caldaie, wc con ant.wc . Accesso sia da scala interna che dall’esterno attraverso due aperture. Piano terra mq. 242.00 lordi, in parte adibito ad hall e reception con annesso angolo bar oltre wc con ant.wc , cucina, dispensa, sala Tv, ripostiglio, ufficio, infermeria. Piano primo mq. 203.00 lordi, 4 camere, corridoio, ripostiglio, sala ristorante , due wc ; annessi balcone e terrazzo a livello per complessivi mq. 48. Piano secondo mq. 203.00 lordi, 9 camere ,corridoio; annessi 4 balconi per complessivi mq.19. Piano terzo mq. 170.00 lordi, 7 camere, corridoio; annessi balcone e terrazzo a livello per complessivi mq.46. Piano quarto mq. 170.00 lordi, 7 camere, corridoio; annessi 2 balconi per complessivi mq.11 .

Piano quinto (attico) mq. 97.00 lordi , 3 camere, corridoio, oltre terrazzo a livello di mq. 70 con copertura in legno; Piano di copertura (VII^ elev.f.t.) terrazza di mq.65 con vano motore ascensore e vano scala. L’edificio è dotato di ascensore e scala interna di collegamento tra i piani, risulta a norma ai sensi della L.13/89 ed al D.M: 09/04/1994. Il piano di copertura è adeguato alle normative antincendio con porte REI, estintori CO2 naspo, impianto automatico di rilevatore antincendio con avvisatore acustico luminoso, allarme di tipo interno. In Catasto fabbricati fg 3, part.139,ctg D/2, R.C. E 34.602,61; PREZZO BASE D’ASTA : euro 1.813.800,00 RILANCIO MINIMO IN AUMENTO: euro 36 000,00 in caso di gara sull’offerta più alta ai sensi dell’art. 573 c.p.c. NOTIZIE URBANISTICHE: dalla relazione di consulenza tecnica in atti risulta che per la costruzione dell’edificio è stata rilasciata: 1) Licenza Edilizia originaria in data 25-07-1969 , successivo nulla osta n.8/71 del 20-02-1971 per progetto in variante, su parere favorevole della Commissione Edilizia del 12-02-1971; 2)Autorizzazione di abitabilità del 20-02-1971 con attestazione di conformità al progetto approvato in data 12-02-1971 in variante; 3) Concessione Edilizia n.12/89 del 27-01-1989 per ampliamento, su parere favorevole della Commissione Edilizia del 16-01-1989; 4)Autorizzazione n.33/89 per la tettoia in legno al quinto piano e Autorizzazione Prot.n.8754/89 per la tettoia realizzata a quota copertura; 5) Concessione Edilizia in sanatoria n.34 del 14-04-2000; 6) Comunicazione ai sensi dell’Art.20 della Legge Regionale n.4 del 16-04-2003, con protocollo n.22721 del 19-09-2005, per modifiche interne; 7) Autorizzazione di Agibilità n.64 del 10-07-2007, con dichiarazione di conformità alla Concessione Edilizia n.34 del 14-04-2000 e successiva comunicazione ai sensi Art.20 della L.R. n.4/2003 Protocollo n.22721/05. L’edificio si vende a corpo e non a misura nello stato di fatto e di diritto in cui si trova. OFFERTE Le offerte di acquisto degli immobili sono irrevocabili ai sensi dell’art.571 c.p.c. e l’offerente è tenuto a presentarsi per il giorno fissato per la vendita. L’offerta, debitamente sottoscritta ed in regola col bollo, deve contenere a) l’indicazione del numero della procedura; b)l’indicazione del professionista delegato alla vendita; c) l’indicazione del lotto di riferimento; d) il prezzo offerto ( che non potrà essere inferiore al prezzo base sopra indicato); e) il tempo e il modo del pagamento; f) i dati identificativi dell’offerente ivi incluso il recapito telefonico; l’indicazione: dello stato civile, del regime patrimoniale della famiglia e, in caso di comunione legale dei beni, i dati identificativi dell’altro coniuge; se l’offerente agisce in qualita’ di genitore esercente la potesta’ su minore, (previa autorizzazione del Giudice Tutelare), o nella qualita’ di rappresentante legale di persona giuridica o societa’ di persone; g) l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima; h) ogni altro elemento utile alla valutazione dell’offerta. All’offerta dovrà essere allegata: la fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità e codice fiscale, ed, in caso di acquisto in comunione, anche quello dell’altro coniuge, se del caso della valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione (procura speciale o certificato camerale aggiornato). L’offerta deve essere corredata da un assegno bancario circolare non trasferibile intestato al professionista delegato, a titolo di cauzione, che non potrà essere inferiore al 10% del prezzo offerto. Le offerte, unitamente alle fotocopie dei documenti e all’assegno, dovranno essere presentate in busta chiusa sulla quale, a cura del professionista o di suo delegato verranno indicate esclusivamente: 1) Le generalità di chi presenta l’offerta, che può essere anche persona diversa dall’offerente; 2) il nome del professionista delegato alla vendita; 3) la data di vendita. Le buste devono essere depositate presso l’A.P.E.I.M. entro e non oltre le ore 13,00 del giorno che precede la vendita. Il suddetto deposito va effettuato nel rispetto dei giorni di apertura al pubblico dell’Ufficio ( Lunedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e giovedì dalle ore 16, 00 alle ore 19,00). L’ufficio rimane in ogni caso aperto il giorno che precede la vendita. In data 20 luglio 2010 alle ore 16,00 presso l’APEIM in Messina, Via del Vespro 75, davanti al professionista delegato, verranno aperte le buste contenenti le offerte e, alle ore 16,30 si delibererà sulle stesse, sentite le parti ed i creditori iscritti eventualmente presenti ai sensi dell’art. 572 c.p.c. In caso di più offerte valide si procederà all’eventuale gara sull’offerta più alta ai sensi dell’art.573 c.p.c. Entro sessanta giorni dall’aggiudicazione, l’aggiudicatario ll’dovrà versare a mezzo assegno bancario circolare non trasferibile intestato al professionista delegato la somma corrispondente alla differenza del prezzo di aggiudicazione, dedotta la cauzione. Entro lo stesso termine l’aggiudicatario dovrà versare l’ammontare delle spese correlate al trasferimento, sempre mediante assegno bancario circolare non trasferibile intestato al professionista delegato, nella misura indicata dallo stesso. In caso di inadempimento l’aggiudicazione sarà revocata e l’importo della

cauzione già versata sarà incamerato dalla procedura. I dati relativi alla vendita che possono interessare al pubblico dovranno essere pubblicati sul quotidiano la Gazzetta del Sud , sul Sole 24 Ore e su Asteinfo Appalti ai sensi dell’art. 490, comma 3, c.p.c.. La relazione di stima, unitamente all’avviso di vendita verrà pubblicata sul sito www.tribunaledimessina.net e www.aste.eugenius.it. La relazione di stima degli immobili, depositata agli atti, può essere consultata anche presso gli uffici dell’APEIM, a richiesta, dagli interessati. E’ stato nominato custode giudiziario dell’immobile l’avv. Antonella Mancuso , pertanto per qualsiasi informazione e visita dell’edificio sarà possibile contattarlo al n. 090 - 712995. Per qualsiasi informazione relativa alla vendita sarà possibile contattare il professionista delegato dott.ssa Francesca La Torre presso l’APEIM al n. di tel/fax 090 67 83 616 nei giorni di apertura al pubblico ( Lunedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e giovedì dalle ore 16, 00 alle ore 19,00) o al n. 348 6515598. L’edificio viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti, gravami che se esistenti al momento della vendita saranno cancellati a cura e spese della procedura; la liberazione dell’immobile, se occupato dal debitore o da terzi senza titolo, sara’ effettuata a cura del custode giudiziario. Tutte le attività che a norma degli artt. 576 e segg. del c.p.c. dovrebbero essere compiute in cancelleria o davanti al Giudice dell’Esecuzione o dal Cancelliere o dal Giudice dell’Esecuzione, saranno effettuate dal medesimo Professionista Delegato c/o la sede A.P.E.I.M. di Messina . Dott.ssa Francesca La Torre

• TRIBUNALE DI •

NAPOLI

TRIBUNALE DI NAPOLI Avviso D’Asta COSIDA SpA in LCA con sede Napoli - Via Posillipo,390 ,terrà il giorno 01/07/2010 , presso Notaio Sabatino Santangelo in Napoli alla Via Dei Mille N° 61,asta ad offerte segrete per l’aggiudicazione del complesso immobiliare denominato " Hotel des Alpes" sito in Courmayeur (AO) - Località Entreves - con destinazione alberghiera. Prezzo base: E 2.686.000,00 con aumenti minimi di E 200.000,00 in E 200.000,00 e con aggiudicazione anche con offerta del solo prezzo base. Deposito 15% prezzo base ed altre modalità come da bando di vendita depositato presso Notaio Sabatino Santangelo. Le offerte, in busta chiusa,devono essere fatte pervenire al Notaio designato entro le ore 12,00 del giorno 28/06/2010. Per informazioni,esame documentazione, visita immobile: Notaio Santangelo: Tel. 081.405166 COSIDA SpA in lca: Tel. 081.5751171 Fax 081.5751555 Geom. Carlo Bionaz: Tel. 0165.40641/333.1075073 e sito www.isvap.it. IL COMMISSARIO LIQUIDATORE (AVV. PROF. FIORENZO LIGUORI TRIBUNALE DI NAPOLI 5^ Sez. Esecuzioni Immobiliari AVVISO DI VENDITA CON INCANTO Il Dott. Enzo Sorvino, con studio in Napoli alla via Toledo, 429, nominato professionista delegato ai sensi dell’art. 591 bis c.p.c. alle operazioni di vendita giusta ordinanza del 14.04.2009, nella procedura esecutiva RGE 902/1987 , 5° Sezione Civile Trib. Napoli, G.E. Dott. Pica, AVVISA Che il giorno 15.7.2010 ore 16,30 presso il suo studio in Napoli, alla via Toledo n. 429, si procederà alla vendita con incanto dell’ immobile pignorato in seguito meglio descritto e alle condizioni sotto riportate. NOTIZIE RELATIVE ALL’IMMOBILE Descrizione a) Complesso immobiliare a destinazione industriale sito in Napoli, alla Piazza Francesco Arabia n. 2 e più precisamente: Complesso immobiliare a destinazione industriale sito in Napoli, alla Piazza Francesco Arabia n. 2,piano T-1 riportato al NCEU sez. VIC, foglio 8 particella 48 sub 101, cat. D/8, per un totale complessivo di mq. 4.939, composto da un fabbricato di forma rettangolare con cortile centrale, adiacente il Centro Direzionale. Confinanti: il complesso immobiliare risulta - segue a pag. 32

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


Interporto Marche S.p.a. Sede legale: Via Coppetella n. 4 • 60035 Jesi (AN) tel. 0731/605182, fax 0731/605779, www.interportomarche.it

Si rende noto che è indetta procedura aperta per l’appalto dei “Lavori di adeguamento della linea ferroviaria Orte - Falconara tra la stazione di Jesi e Chiaravalle con l'inserimento di una stazione ferroviaria a servizio dell'Interporto delle Marche e relative opere ferroviarie e civili connesse”. Importo a base di gara: € 6 602 396,60. Lavorazioni di cui si compone l’intervento OS 9 (Categoria prevalente) OS 19, OS 27, OS 29, OG 1, OG 3, OG 11 (scorporabili). Data di scadenza per la presentazione delle offerte: 28/05/2010, ore 12.00. Responsabile del procedimento: Dott. Ing. Paolo Manarini. Data invio bando all’U.P.U.C.E.: 13/04/2010. Il bando e il disciplinare di gara sono consultabili presso la sede della stazione appaltante, nonché sul sito www.interportomarche.it. Jesi, 20/04/2010 Il Presidente (Dott. Roberto Pesaresi)

Interporto Marche S.p.a. Sede legale: Via Coppetella n. 4 • 60035 Jesi (AN) tel. 0731/605182, fax 0731/605779, www.interportomarche.it

Si rende noto che è indetta procedura ristretta per la“Selezione di una società di gestione del risparmio deputata alla istituzione, costituzione e gestione di un fondo immobiliare chiuso volto alla valorizzazione del patrimonio immobiliare di Interporto Marche S.p.A.”. Importo a base di gara: € 8.000.000,00 comprensivo dell’opzione di cui al punto II.2.2) del bando di gara. Data di scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione: 14/06/2010, ore 12.00. Responsabile del procedimento: Dott. Ing. Manuela Marconi. Data invio bando all’U.P.U.C.E.: 03/05/2010. Il bando e il disciplinare di gara sono consultabili presso la sede della stazione appaltante, nonché sul sito www.interportomarche.it. Jesi, 03/05/2010 Il Presidente (Dott. Roberto Pesaresi)

Comune di Gambassi Terme (Firenze) Estratto Bando di Gara Questo Ente intende affidare in concessione, per la durata di anni quindici, la gestione e conduzione dello Stabilimento Termale dell’Acqua di Pillo. L'affidamento verrà effettuato a mezzo procedura aperta ai sensi di quanto previsto dagli artt. 54 e 55 D.Lgs n.163/2006, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 D.Lgs 163/2006, valutabile in base ad elementi di natura tecnica. La concessione non è soggetta a pagamento di canone. Obbligatorio sopralluogo. Le offerte, redatte in bollo ed in lingua italiana dovranno pervenire entro le ore 12,30 del giorno 21/07/2010 al seguente indirizzo: “Comune di Gambassi Terme Ufficio Protocollo Via Garibaldi, 7 50050 Gambassi Terme (FI) Il bando è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 54 del 12/05/2010. Lo stesso è scaricabile gratuitamente dal sito www.comune.gambassiterme.fi.it Il Responsabile del Servizio Assetto e Uso del Territorio Stefano Ramerini

Posteitaliane IMMOBILIARE PROPERTY

VENDE Porzione di immobile patrimoniale sita in Livorno, Via S. Francesco – Largo Duca D’Aosta – Piazza Benamozeg, di circa mq 706 complessivi, di proprietà esclusiva di Poste Italiane S.p.A., costituito da un locale commerciale posto al piano terra, censito al Catasto dei Fabbricati del Comune di Livorno al Foglio 94, Particella 2677, sub 5, cat. catastale B/4. La porzione immobiliare è attualmente libera. Valore base di gara € 740.000,00 oltre oneri fiscali con accettazione solo di offerte in aumento. La visita della porzione immobiliare e le informazioni sulle modalità di presentazione delle offerte e sulla procedura di aggiudicazione potranno essere richieste a Poste Italiane S.p.A.: - Area Immobiliare Centro 1 - Via Pellicceria n. 3 - 50123 – Firenze – Massimo Doccini – tel. 055.2736509 orario di ufficio. - Immobiliare, Property - Viale Europa 190 - 00144 Roma – Bruno Norcia – tel. 06.59587257, orario di ufficio. Termine ultimo per la visita dell’immobile 24/05/2010 e per la presentazione delle offerte ore 14,00 del giorno 27/05/2010. Il Responsabile Arch. Dino Longhi

AVVISO INDAGINE DI MERCATO IMMOBILIARE AMA S.p.A. – Azienda Municipale Ambiente – con sede in via Calderon de la Barca, 87 00142, Roma, intende individuare un immobile da condurre in locazione al fine di adibirlo a sede Direzionale. In particolare, salvi gli ulteriori requisiti per i quali si rinvia alla consultazione del sito www.amaroma.it, l’immobile che si ricerca deve: • essere ubicato nel comune di Roma, in particolare nel municipio XII entro il G.R.A.; • essere destinato ad uso ufficio pubblico (o privato aperto al pubblico); • in grado di ospitare fino ad un massimo di n. 700 dipendenti; • avere una superficie complessiva al lordo dei muri e comprendente tutti i locali con la sola esclusione di quelli destinati ad archivio non di piano, deposito, autorimessa, aree giardinate, di circa mq 10.000. I proprietari degli immobili in possesso dei suddetti requisiti, interessati all’eventuale stipula di un contratto di locazione, dovranno far pervenire una manifestazione di interesse, in plico, sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura, su cui dovrà essere apposta la seguente dicitura: “Ricerca immobile per Sede Direzionale di AMA S.p.A.”, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 14 GIUGNO 2010 al seguente indirizzo: AMA S.p.A., Via Calderon de la Barca 87 - 00142 Roma. Sul plico di spedizione dovranno essere chiaramente indicati i dati del mittente. Il plico potrà essere trasmesso anche per posta, in tal caso l’invio sarà a totale rischio e spese del mittente e farà fede, per la data di ricezione, il protocollo apposto dall’Ufficio Protocollo di AMA S.p.A. Non saranno presi in considerazione, e per l’effetto saranno ritenute irricevibili, i plichi pervenuti fuori termine. Per ogni ulteriore dettaglio si prega di consultare il sito www.amaroma.it AMA S.p.A. L’AMMINSITRATORE DELEGATO Dott. Franco Panzironi

ESTRATTO BANDO DI GARA Stazione appaltante: Siena Ambiente S.p.A.(c.f. 00727560526) Str. Massetana Romana 58/D 53100 Siena. Oggetto dell’appalto: Fornitura di Bidoni/Cassonetti idonei alla raccolta dei rifiuti solidi urbani.– CIG: 0469511CB8. Procedura di scelta del contraente e Aggiudicazione: Procedura aperta (artt. 54 e 55 del D.Lgs. 163/2006) mediante l’applicazione del criterio del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 82 del D. Lgs. 163/2006. Durata del servizio: mesi 12 a partire dalla data contrattuale. L’importo presunto a base di gara è di € 247.277,00. Termine di ricezione delle offerte: Il plico offerta, dovrà pervenire, con le modalità riportate nel disciplinare di gara, entro le ore 12.00 del 11/06/2010 presso l’indirizzo di cui sopra, con avvertenza che la relativa spedizione è ad esclusivo rischio del mittente. Bando inviato alla G.U.C.E. e alla G.U.R.I.: 22/04/2010. È possibile consultare il testo integrale del bando, del disciplinare di gara e del capitolato speciale di fornitura sul sito www.sienambiente.it Il Responsabile del Procedimento: Dott. Albo Fregoli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA – POTENZA AVVISO DI GARA DI APPALTO Oggetto del lavoro: realizzazione della Biblioteca Interfacoltà, dei servizi e di un blocco aule polifunzionali presso il Campus Universitario di Macchia Romana. Luogo di esecuzione: Viale dell’Ateneo Lucano, 10 – POTENZA. Importo complessivo dell’appalto di lavori: € 6.052.831,63, di cui: € 5.948.663,31 per opere a corpo soggetti a ribasso, € 104.168,32 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Categorie di lavoro: - Edifici civili ed industriali Cat. OG1 - € 4.017.034,79 classifica V (prevalente), - Imp. Tecnologici Cat. OG11 € 1.931.628,52 classifica IV (scorporabile, subappaltabile nei limiti del 30% - art. 37 c. 11 D.Lgs. 163/06 e s.m.i.). Procedura: aperta (art. 54 e art. 3 comma 37 del D.Lgs. 163/06) Criterio di aggiudicazione: prezzo unitario più basso (art. 82 comma 2, lett. b) del D.Lgs. 163/06) Durata: 600 giorni naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna. Indirizzo presso il quale far pervenire le offerte: Università degli Studi della Basilicata – Direzione Amministrativa – Via Nazario Sauro 85 – 85100 POTENZA. Termine di presentazione delle offerte: entro e non oltre le ore 12 del giorno 25/06/2010. Data e luogo valutazione offerte: ore 10 del 01/07/2010 nella sede dell’Università degli Studi della Basilicata – Edificio del Rettorato – Via Nazario Sauro 85 – 85100 POTENZA. Pubblicazione bando integrale: sul sito www.unibas.it, G.E., GURI, Albo Pretorio Unibas, Comune di Potenza, Comune di Matera. Il Direttore Amministrativo (Dott. Mario Giannone Codiglione)

Agenzia per il turismo Massa Carrara Viale Vespucci 24 – 54100 Massa

AVVISO DI GARA Si informa che questa Agenzia ha indetto una procedura aperta per l’appalto dei servizi di” informazione ed accoglienza turistica, book shop, agenzia di viaggi e turismo” Importo a base di gara € 473.852,50 oltre IVA Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa ex art. 83 D.lgs. n. 163/06; Termine perentorio scadenza di presentazione delle offerte: 8/07/2010 ore 12,00; Apertura delle offerte: 9/07/2010 ore 9,30; Il bando di gara integrale è pubblicato sul sito internet www.aptmassacarrara.it; il responsabile del procedimento è Antonio Tarantino; Per informazioni tel n. 0585/240046 Massa, 10/05/2010 Il Direttore


Maggio 2010

AsteInfoappalti

32

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi confinante con piazza Arabia, via dei Bonifici, via Vesuvio e proprietà aliena. Il prezzo base è determinato in E 3.566.000,00 (euro tremilionicinquecentosessantaseimila/00). Provenienza e Stato di occupazione: risulta che l’immobile è pervenuto ai soggetti sottoposti alla presente procedura esecutiva per successione trascritta ai NN.ri 3165/23951 del 09.03.1976. Attualmente il complesso immobiliare, oggetto del presente procedimento di esecuzione, è libero da persone e cose. Nella relazione del CTU, a cui si rinvia per esteso, non emergono vincoli di natura artistica, storica, alberghieri di inalienabilità o di indivisibilità e diritti demaniali o usi civici che resteranno a carico dell’acquirente, in quanto allo stato non risultano:domande giudiziali e/o altre trascrizioni diverse da quelle oggetto della presente procedura di esecuzione immobiliare; altri pesi o limitazioni d’uso (ad esempio oneri reali, obbligazioni propter rem, servitù, uso, abitazione, ecc.). Situazione urbanistica: Dall’elaborato peritale risulta che il complesso immobiliare, oggetto di espropriazione immobiliare, fu costruito con regolare Licenza Edilizia negli anni ’60 e non si evidenziano opere abusive . Per ogni ulteriore informazione si rimanda al testo integrale della perizia pubblicata sul sito Internet www.astegiudiziarie.it. CONDIZIONI DI VENDITA CON INCANTO 1. Ogni offerente dovrà depositare, presso lo studio del Professionista Delegato in Napoli alla via Toledo n. 429, il giorno antecedente la vendita dalle ore 16.30 alle ore 18.30 domanda di partecipazione all’incanto redatta mediante istanza sottoscritta in bollo unitamente ad una fotocopia del documento di identità in vigore dell’offerente, nonché a titolo di cauzione assegno circolare non trasferibile, all’ordine del professionista delegato, per un importo pari al 10% del prezzo base, cauzione che in caso di mancato versamento del saldo del prezzo sarà trattenuta ed acquisita alla procedura. 2. Ognuno, eccetto il debitore, è ammesso a fare offerte all’incanto Le offerte debbono essere fatte personalmente o a mezzo di mandatario munito di procura speciale. I procuratori legali possono fare offerte per persone da nominare che debbono contenere: - le generalità complete dell’offerente (nome, cognome, luogo e data di nascita, Codice Fiscale, domicilio, stato civile, regime patrimoniale dell’offerente, se coniugato, allegando, eventualmente estratto di matrimonio o certificato di stato libero e recapito telefonico); se l’offerente è minorenne l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori, previa autorizzazione del Giudice Tutelare; se l’offerente è persona giuridica, o un ente dotato di soggettività giuridica, dovranno essere indicati la denominazione sociale, la sede, la Partita IVA o il codice fiscale, i dati anagrafici completi del legale rappresentante, ed all’offerta dovrà essere allegato certificato, in corso di validità, rilasciato dal registro imprese competente attestante la vigenza, i dati relativi alla rappresentanza della società ed i poteri del rappresentante, che dovrà essere munito di valido documento di identità; in caso di offerta per persona da nominare l’aggiudicatario, ai sensi dell’art. 583 c.p.c., dovrà entro tre giorni dall’incanto dichiarare, presso lo studio del professionista delegato in Napoli, alla Via Toledo, 429, depositando il relativo mandato di data anteriore alla gara, il nome della persona per la quale ha presentato l’offerta; - i dati identificativi dell’immobile per il quale si intende partecipare; - l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima e di essere edotto delle condizioni di fatto e di diritto dell’immobile; 3. Le offerte in aumento non potranno essere inferiori a E 2.000,00 (euroduemila/00). 4. In sede di gara per l’aggiudicazione dell’immobile in caso di unico offerente - sarà necessario effettuare almeno un aumento come determinato nell’articolo precedente. 5. L’offerente che senza documentato e giustificato motivo omette di partecipare all’incanto, o in caso di un’unica offerta non proceda a formulare l’aumento minimo previsto, di cui al punto precedente, sarà restituita la cauzione versata solo nella misura del 9/10. La restante parte, 1/10, sarà trattenuta ed acquisita a tutti gli effetti alla procedura esecutiva. 6. Avvenuto l’incanto, possono ancora essere fatte offerte di acquisto( art. 584 c.p.c.), entro il termine perentorio di dieci giorni, ma esse non sono efficaci se il prezzo offerto non supera di un quinto quello raggiunto nell’incanto. In caso di offerte dopo l’incanto la relativa busta dovrà indicare all’esterno anche il numero della procedura e la precisazione che trattasi di offerta in aumento. 7. L’aggiudicatario dovrà versare il saldo prezzo entro sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva, a pena di nullità mediante assegno circolare non trasferibile intestato al professionista delegato n.t. nonché un assegno circolare n.t. pari al 20% del prezzo di aggiudicazione, per la copertura degli oneri relativi al trasferimento e di cancellazione delle formalità tutte a carico dell’aggiudicatario e che verranno quantificate dal professionista delegato successivamente all’aggiudicazione, salvo conguaglio e restituzione del residuo al termine di tutte le operazioni delegate. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. La consistenza immobiliare in oggetto sarà venduta nello stato di fatto e di diritto in cui l’immobile si troverà al momento del decreto di trasferimento, con ogni pertinenza, accessione, servitù e diritto.

2. Il saldo prezzo dovrà essere versato entro il termine di sessanta giorni dalla data in cui l’aggiudicazione è diventata definitiva. Inoltre, l’aggiudicatario, unitamente al saldo prezzo, dovrà versare anche una somma idonea a coprire le spese di vendita a suo carico ( la cui entità sarà stabilita dal Professionista). 3. Le spese di cancellazione di tutte le formalità pregiudizievoli (trascrizioni e/o iscrizioni), resteranno del pari a carico dell’aggiudicatario il quale potrà- con espressa dichiarazione- dispensare il professionista delegato dai relativi adempimenti. 4. Ricorrendone i presupposti l’aggiudicatario potrà avvalersi delle disposizioni di cui agli artt. 46 del d.p.r. n. 380/2001 e 40 della legge n. 47/1985. 5. è prevista, altresì, la possibilità che il versamento del prezzo sia finanziato con garanzia ipotecaria di primo grado sul medesimo immobile oggetto di vendita. PUBBLICITA’ E INFORMAZIONI 1. Il presente avviso sarà pubblicato, ai sensi dell’art. 490 c.p.c., a cura del professionista delegato e a spese del creditore procedente: - per affissione, per tre giorni continui, nell’albo del Tribunale di Napoli - per estratto, sul quotidiano "IL MATTINO" e "ASTEINFOAPPALTI" nel termine di almeno cinquanta (45) giorni prima del termine per la presentazione delle offerte; - sul sito Internet www.astegiudiziarie.it, nonché sul sito internet. www.legalmente.it - Del presente avviso sarà data comunicazione alle parti del processo e sarà inviata copia in cancelleria. Per ogni informazione, anche relativa alla visita dell’immobile, far riferimento allo studio del Professionista Delegato dott.Enzo Sorvino ( tel. 081/19575035), nonché al custode giudiziario avv.Laura Avella (tel.081-4288145) Napoli lì, 03/05/2010. Il professionista delegato

• TRIBUNALE DI •

ORISTANO

TRIBUNALE DI NAPOLI Società in liquidazione valuta la possibilità di cedere quota di partecipazione del 25% della società immobiliare S.I.S.A.R. s.r.l., con sede in Napoli (R.I. 03187220631:). Dichiarazioni di interesse per un prezzo di acquisto superiore ad E 100.000,00 dovranno pervenire, entro il 27 maggio ore 20,00 , presso lo studio del coliquidatore dott. Luciano Bifolco in Napoli alla via Nuova Marina n. 5. Valutate le dichiarazioni i liquidatori si riservano ogni determinazione, anche di indire una gara tra coloro che avranno inviato la dichiarazione. Informazioni e visione documentazione societaria presso lo studio del dott. Luciano Bifolco, tel. 0815545354

TRIBUNALE DI ORISTANO SEZIONE FALLIMENTARE FALL. N. 02/2008 AVVISO DI VENDITA DI AZIENDA Il Curatore del fallimento n. 02/2008 vende azienda sita in Zona D2 Industriale del Comune di Macomer (NU) (Agglomerato di Tossilo) organizzata per "La produzione ed il commercio di chiusure industriali e civili, porte tagliafuoco, prefabbricati ed accessori e manufatti per l’edilizia", costituita dai seguenti elementi patrimoniali: Immobile industriale, Macchinari, impianti, arredi, mobili e macchine d’ufficio, Avviamento, Rapporti contrattuali con n. 7 lavoratori dipendenti, il tutto come meglio descritto nelle perizie estimative redatte dai consulenti tecnici (documenti disponibili per gli interessati previa richiesta al Curatore, Prof. Rag. Franco Pinna - Oristano - Via Beato Angelico n. 13, tel. 0783 301606, mail francopinn@tin.it, scaricabili anche dal sito www.astegiudiziarie.it e dal sito www.aste.eugenius.it) . AVVISA Gli interessati che le offerte d’acquisto, di importo non inferiore ad Euro 3.501.200,00 (EuroTremilionicinquecentounomiladucento/00) dovranno pervenire in busta chiusa presso lo Studio del Curatore in Oristano Via Beato Angelico n. 13, improrogabilmente entro le ore 12 del giorno 16/06/2010 e dovranno essere presentate e cauzionate secondo le modalità descritte nel regolamento di vendita. A V V E R T E Che le buste contenenti le offerte saranno aperte presso lo Studio del Curatore in Oristano alla Via Beato Angelico n. 13, il giorno 17/06/2010 alle ore 11 e che in caso di più offerte valide, si terrà una gara all’incanto tra i relativi offerenti a partire dal prezzo offerto più elevato e con rilanci minimi di Euro 15.000,00, secondo quanto previsto dal regolamento di vendita

• TRIBUNALE DI •

• TRIBUNALE DI •

NOLA

PARMA

TRIBUNALE DI NOLA AVVISO VENDITA CON INCANTO. TRIBUNALE DI NOLA Fallimento n .56/00 - G.D. dott. Enrico Quaranta - vende all’incanto, il 25/05/2010 ore 12.00 in lotti, i seguenti immobili, occupati senza titolo, in Ottaviano (Na) alla Via FF.SS. 108, e precisamente: (i) lotto I complesso immobiliare , esteso complessivamente su di un’area di 22.010 mq costituito da: a) capannone industriale di mq. 8.110 ca.; b)palazzina ad uffici e servizi e casa custode su tre piani per complessivi mq. 1.282 ca.; c) area esterna adibita a piazzale parcheggio e percorsi vari di mq. 5.392 ca.; d) locali cabina elettrica; (ii) lotto II - terreno adiacente di mq. 7.972 ca. con ivi insistente locale di mq. 90 ca.; il tutto nello stato di fatto e di diritto in cui il complesso aziendale si trova come risultante dalle perizie e dagli atti della vendita consultabili Si evidenzia che ordinanza di vendita, perizie ed allegati sono anche pubblicati sul sito: www.asteannunci.it e www.portaleaste.com Prezzi base delle vendite già ribassati: (i) lotto I E 2.377.451,71 oltre spese ed oneri tributari di trasferimento; (ii) lotto I E 122.548,29 oltre spese ed oneri tributari di trasferimento. Offerte in bollo in Cancelleria Fallimentare entro le ore 11.00 del giorno precedente quello fissato per l’incanto con deposito cauzionale a mezzo a/c non trasferibili intestati alla Procedura di una somma pari al 10% del prezzo base. Offerta minima in aumento di E 20.000. per il lotto I ed E 5.000 per lotto II. Info Curatore tel 081/402764.

TRIBUNALE DI PARMA FALLIMENTO JAM SESSION HOLDING S.R.L. IN LIQUIDAZIONE N. 22/08 AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO (ESTRATTO ORDINANZA G.D. DEL 7 MAGGIO 2010) Il giorno 28 giugno 2010 alle ore 12.00 in Parma, Piazzale Corte d’Appello n. 1, dinanzi al Giudice Delegato al suintestato fallimento, dott. Giuseppe Coscioni, nel proprio Ufficio, si procederà al compimento delle operazioni di vendita senza incanto, secondo le modalità di cui agli artt. 570 e segg. c.p.c., degli immobili posti in vendita nei seguenti lotti, così individuati: LOTTO 1: piena proprietà fabbricato da terra a tetto sito in Parma, V.le Campanini n. 21. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 2.240.000,00 (Euro duemilioniduecentoquarantamila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 10.000,00 (Euro diecimila/00). LOTTO 3: piena proprietà su appartamento in Parma, Via Farini n. 43, oltre ad autorimessa in Parma, Via Farini n. 63. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 1.440.000,00 (Euro unmilionequattrocentoquarantamila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 10.000,00 (Euro diecimila/00). LOTTO 4: piena proprietà su appartamento in Parma, Via Mantova n. 2/4, oltre ad autorimessa sita in

Parma, Via Mantova n. 8. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 144.000,00 (Euro centoquarantaquattromila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 2.000,00 (Euro duemila/00). LOTTO 5: piena proprietà su appartamento in Parma, B.go Scoffone n. 3. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 208.000,00 (Euro duecentottomila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 2.000,00 (Euro duemila/00). LOTTO 6: piena proprietà su n. 4 appartamenti posti nello stabile in Reggio Emilia, Via Panciroli n. 1. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 468.000,00 (Euro quattrocentosessantottomila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 5.000,00 (Euro cinquemila/00). LOTTO 7: piena proprietà su appartamento in Pietrasanta (LU), via Oberdan snc, oltre a posto auto annesso. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 200.000,00 (Euro duecentomila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 2.000,00 (Euro duemila/00). LOTTO 9: piena proprietà su appartamento in Carpi (MO), Via III Febbraio 1831 n. 24, oltre ad autorimessa annessa. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 256.000,00 (Euro duecentocinquantaseimila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 5.000,00 (Euro cinquemila/00). LOTTO 10: piena proprietà su appartamento ed autorimessa annessa, in Carpi (MO), Via De Nicola n. 6. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 144.000,00 (Euro centoquarantaquattromila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 2.000,00 (Euro duemila/00). LOTTO 12: piena proprietà n. 2 appartamenti in Parma, Via Pelacani n. 7. Il prezzo offerto per tale lotto non può essere inferiore a Euro 155.000,00 (Euro centocinquantacinquemila/00). Il rilancio minimo in aumento, in caso gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., sarà di Euro 2.000,00 (Euro duemila/00). Ogni offerente dovrà depositare presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Parma entro le ore 12.00 del giorno, non festivo, precedente la data dell’udienza fissata per il loro esame e per l’eventuale gara tra gli offerenti ex art. 573 c.p.c., l’offerta di acquisto in busta chiusa. Sulla busta dovrà essere indicato esclusivamente il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può anche essere persona diversa dall’offerente), il nome del giudice che ha ordinato la vendita e la data della vendita. Nessun altra indicazione, né numero o denominazione del fallimento, né il bene per cui è stata fatta l’offerta, né l’ora della vendita o altro, potrà essere apposta sulla busta. L’offerta di acquisto dovrà riportare: a) le complete generalità dell’istante; b) l’indicazione del bene per il quale l’offerta è proposta; c) l’indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore, a pena di inefficacia, al prezzo minimo indicato per ogni singolo lotto; d) il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari che non potrà comunque essere superiore a 60 giorni dalla data di aggiudicazione; in mancanza di alcuna indicazione il termine si intenderà di giorni 60. L’offerta di acquisto dovrà contenere i documenti richiesti nell’ordinanza di vendita del G.D. del 7 maggio 2010, nonché tutte le somme indicate mediante distinti assegni circolari intestati come specificato nella richiamata ordinanza. La vendita avviene nello stato di fatto e di diritto in cui i beni si trovano con esonero della Procedura da ogni responsabilità anche a norma e per gli effetti dell’art. 2922 c.c., costituendo lo stato degli immobili ragione di espressa considerazione in sede di consulenza tecnica per la determinazione del prezzo base dell’offerta. La vendita è a corpo e non a misura; eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo. La vendita non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità. La vendita sarà soggetta ad Imposta di Registro e/o alle altre imposte sul trasferimento nei modi e nella misura di legge. Le spese e gli oneri fiscali derivanti dalla vendita e dal passaggio di proprietà saranno interamente a carico dell’acquirente. In ordine alle - segue a pag. 34

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


ENTE ACQUE DELLA SARDEGNA Via Mameli, 88 – 09123 Cagliari - Tel 070 – 6021.1 – Fax 070 – 670758

Oggetto: “SAR AC 11 - Potenziamento della portata di convogliamento della linea di adduzione del serbatoio di Simbirizzi e Completamento degli interventi di potenziamento della reversibilità del terzo del Canale Ripartitore Sud-Est. Progetto Definitivo 1° Stralcio”. Finanziamento di opere idriche nelle aree sottoutilizzate ai sensi del D.M. n. 1179 del 14.10.2004 e del D.M. n. 1447 del 26.05.2005 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti. Accordo Regione Autonoma della Sardegna e MIITT n. 1844 del 21.07.2005. Ordinanza del C.G.E.I. n. 437 del 11.10.2006. Decreto Direttoriale n. 113/DV del 07.12.2006 del Ministero delle Infrastrutture. AVVISO di avvio del procedimento finalizzato alla dichiarazione di pubblica utilità conseguente alla approvazione del progetto definitivo dei lavori in epigrafe ai sensi degli artt. 11 e 16 del DPR n. 327/2001. L’Ente Acque della Sardegna su incarico del Ministero delle Infrastrutture per il finanziamento di opere idriche nelle aree sottoutilizzate dell’intervento denominato “SAR-AC-11 “Potenziamento della portata di convogliamento della linea del Serbatoio di Simbirizzi”, assentito con D.D.M. 113/DV del 07.12.2006, e su incarico dell’Assessorato dei Lavori Pubblici per il completamento delle stesse opere con altro intervento denominato “Completamento degli interventi di potenziamento della reversibilità del terzo tronco del Canale Ripartitore SE” con Determinazione del Direttore del Servizio Infrastrutture e Risorse Idriche n. 43170/3305 del 29.10.2007, su finanziamento del Commissario Governativo per l’Emergenza Idrica in Sardegna (Ordinanza n. 437 del 11.10.2006), in qualità di affidatario della progettazione degli interventi in epigrafe ed in qualità di ente attuatore dell’intervento, in conformità a quanto disposto dagli artt. 11 e 16 del DPR n. 327/2001, dagli artt. 7 e 8 della L. n. 241/90 e dall’art. 12 della L.R. n. 40/90, deve avviare la procedura di approvazione del Progetto Definitivo e della Dichiarazione di Pubblica Utilità relativamente alle aree interessate dalle opere previste nel progetto. PREMESSO CHE - Il Progetto Preliminare è stato adottato con Determinazione del Direttore del Servizio Progetti dell’ENAS n. 762 del 2.08.2007; - In data 11.08.2007 è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Sardegna n. 24 Parte III, l’avviso dell’avvio del procedimento di approvazione del progetto, di dichiarazione di pubblica utilità e apposizione del vincolo preordinato all’esproprio ai sensi dell’art. 11 del DPR n. 327/2001; - Lo stesso avviso è stato pubblicato nella stessa data sui quotidiani “La Repubblica” e “La Nuova Sardegna”, sul sito Internet della Regione Sardegna e sull’albo Pretorio dei comuni interessati; - gli elaborati progettuali sono stati messi a disposizione del pubblico nelle sedi comunali e presso l’ENAS per 30 giorni consecutivi a decorrere dalla data di pubblicazione; - Non sono pervenute, in merito, osservazioni; - Con note prot. n. 8654/5/6 del 17.06.2008 trasmesse rispettivamente ai Comuni di Nuraminis, Serramanna e Villasor, interessati dalle opere in epigrafe, è stata formalizzata la richiesta di apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sullo Strumento Urbanistico Comunale; - I Comuni di Nuraminis, Serramanna e Villasor hanno proceduto all’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio con i seguenti atti amministrativi: Nuraminis - Deliberazione del C.C. n. 28 del 31.07.2008, Serramanna – Deliberazione del C.C. n. 47 del 26.11.2009 e Villasor – Deliberazione del C.C. n. 28 del 21.07.2009; - Il Progetto Preliminare è stato approvato con Determinazione del Direttore del Servizio Infrastrutture e Risorse Idriche dell’Assessorato dei Lavori Pubblici della R.A.S. n. 24289 del 26.05.2008; - La progettazione Definitiva è stata espletata a cura degli uffici tecnici dell’Ente Acque della Sardegna; - Il Progetto Definitivo è stato adottato con Determinazione del Direttore del Servizio Progetti e Costruzioni dell’ENAS n. 380 del 26.03.2010. - Gli interventi di che trattasi sono localizzati nei territori dei comuni di Nuraminis, Villasor, Serramanna; Tutto ciò premesso l’Ente Acque della Sardegna, al fine dell’approvazione del Progetto Definitivo e della Dichiarazione di Pubblica Utilità, in conformità a quanto disposto dagli artt. 11 e 16 del DPR n. 327/2001, dagli artt. 7 e 8 della L. n. 241/90 e dall’art. 12 della L.R. n. 40/90, RENDE NOTO che presso i Comuni di Nuraminis, Villasor, Serramanna, interessati dall’intervento sono depositati a disposizione del pubblico per 30 giorni consecutivi a decorrere dalla pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Sardegna, Parte III, gli elaborati del progetto in epigrafe rappresentativi dei tracciati e delle caratteristiche essenziali delle opere in progetto costituiti in particolare da: corografie, planimetrie e Piano Particellare di esproprio. Inoltre presso l’ENAS, è a disposizione del pubblico una copia dell’intero progetto e quanto previsto ai sensi dell’art. 16 del DPR n.327/2001. A tal fine si rende noto che la presente comunicazione sostituisce, avendone titolo, a tutti gli effetti la comunicazione personale agli interessati, ai sensi degli artt. 11, comma 2 e 16, comma 4 del DPR n. 327/2001 poiché nella fattispecie: a) il numero dei destinatari della procedura è superiore a 50; b) il progetto dei lavori “SAR – AC – 11 “Potenziamento della portata di convogliamento della linea di adduzione del serbatoio di Simbirizzi” è consultabile presso la sede centrale dell’ENAS di Cagliari. Si informa, inoltre, che coloro che risultano proprietari dai Registri Catastali, ove non siano più proprietari, sono tenuti a comunicarlo all’ENAS, indicando i nominativi dei nuovi intestatari. Sono interessati alle procedure di asservimento ed occupazione le seguenti ditte: NURAMINIS F. 28 (SERVITU’) mapp. 396 ex 172e DEMANIO DELLO STATO; mapp. 221 Batzella Michelina, Muntoni Alma, Muntoni Cesarina, Muntoni Clelia, Muntoni Maria, Muntoni Pisano Ennio, Muntoni Pisano Irene, Muntoni Pisano Oliviero, Muntoni Pisano Rina, Muntoni Pisano Teresina, Pisano Marinetta, Tiberti Anna Maria, Tiberti Antonio, Tiberti Carlo, Tiberti Ivo, Tuveri Giorgio; mapp. 220 Cardia Adalgisa, Cardia Claudio; mapp. 172 Batzella Michelina, Muntoni Alma, Muntoni Cesarina, Muntoni Clelia, Muntoni Maria, Muntoni Pisano Ennio, Muntoni Pisano Irene, Muntoni Pisano Oliviero, Muntoni Pisano Rina, Muntoni Pisano Teresina, Pisano Marinetta, Tiberti Anna Maria, Tiberti Antonio, Tiberti Carlo, Tiberti Ivo, Tuveri Giorgio; mapp. 496 ex 172f Cardia Adalgisa, Cardia Claudio; mapp. 395 ex 172d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 392 ex 171b Paschina Giuseppe; mapp. 393 ex 171c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 391 ex 171a Sanna Antonia; mapp. 394 ex 171d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 594 ex 170a Batzella Adriana; mapp. 595 ex 170b Batzella Adriana; mapp. 169 Batzella Adriana, Batzella Antonia, Batzella Dante, Batzella Giuseppe, Luigi, Batzella Patrizio, Batzella Teresa, Erby Aldo, Erby Battista, Erby Maria, Muntoni Alma, Muntoni Cesira, Muntoni Ennio, Muntoni Irene, Muntoni Oliviero, Muntoni Rina, Muntoni Teresa, Porru Maria, Saiu Giulio, Todde Gianfranco, Todde Gianmaria, Todde Maria; Antonietta, Todde Intilla Cesidio; mapp. 152b PROPRIETA’ DA ACCERTARE; mapp. 381 ex 152c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 374 ex 140c Pisano Rodolico Lucia, Pisano Rodolico Sara, Pisano Rodolico Virgilio, Rodolico Rosaria; mapp. 376 ex 142b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 375 ex 142a Cappai Maria Agnese, Serci Gilda; mapp. 323 ex 99a Batzella Silvio; mapp. 324 ex 99b Serci Antonino, Serci Maria Luigia, Serci Maria Pia; mapp. 325 ex 99c Batzella Battista, Batzella Mudu Argene, Batzella Mudu Armando, Batzella Mudu Benigna, Batzella Mudu Emilia, Batzella Mudu Eugenia, Batzella Mudu Maria Teresa, Batzella Mudu Pierina, Batzella Mudu Silvio; mapp. 592 ex 100a Serci Antonino, Serci Maria Luigia, Serci Maria Pia; mapp. 593 ex 100b Serci Antonino, Serci Maria Luigia, Serci Maria Pia; mapp. 329 ex 101a Anni Cesario; mapp. 330 ex 101b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 331 ex 102a Batzella Luigi; mapp. 332 ex 102b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 333 ex 103a Batzella Luigi; mapp. 334 ex 103b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 596 ex 104a Batzella Luigi; mapp. 597 ex 104b Batzella Luigi; mapp. 405 ex 182a Cocco Antonio Roberto; mapp. 406 ex 182b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 403 ex 181a Pisano Lucia; mapp. 404 ex 181b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 335 ex 105a Batzella Luigi; mapp. 336 ex 105b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 337 ex 107a Batzella Luigi; mapp. 338 ex 107b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 339 ex 108a Batzella Luigi, Batzella Maria Nella; mapp. 340 ex 108b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 341 ex 109a Batzella Luigi, Batzella Maria Nella; mapp. 342 ex 109b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 343 ex 110a Batzella Luigi; mapp. 344 ex 110d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 110c PROPRIETA’ DA ACCERTARE; mapp. 110b PROPRIETA’ DA ACCERTARE; mapp. 407 ex 183a Mudu Maria Antonietta, Pintus Franco, Pintus Liliana, Pintus Maria Carla; mapp. 408 ex 183b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 409 ex 184a Mudu Maria Antonietta, Mudu Teresina; mapp. 410 ex 184b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 345 ex 111a Mossa Antonio; mapp. 346 ex 111b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 347 ex 112a Cappai Maria, Pillosu Andrea, Pillosu Anna, Pillosu Anna Rita, Pillosu Antonella, Pillosu Giampiero, Pillosu Gioconda, Pillosu Marco; mapp. 348 ex 112b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 349 ex 113a Lilliu Franco, Pias Maria; mapp. 350 ex 113b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 351 ex 114a Batzella Luisa, Batzella Rafaella; mapp. 352 ex 114b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 353 ex 115a Batzella Luigi; mapp. 355 ex 115c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 447 ex 205a Pisano Lucia; mapp. 448 ex 205b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 449 ex 205c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 450 ex 206a Pisano Lucia; mapp. 451 ex 206b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 452 ex 206c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 453 ex 207a DEMANIO DELLO STATO; mapp. 454 ex 207b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 455 ex 207c Pias Antonello, Serra Biancarosa; mapp. 318 ex 77a Pillosu Claudia, Pillosu Giancarlo, Pillosu Maria Carmine, Pillosu Teodoro; mapp. 319 ex 77b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 315 ex 76a Pillosu Gabriele; mapp. 316 ex 76b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 312 ex 69a Atzori Rosaria, Mudu Carmina, Mudu Giancarlo, Mudu Raffaela, Mudu Vittoria, Savini Anna; mapp. 313 ex 69b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 309 ex 68a Porcu Flaviano, Porcu Giuseppe Antonio; mapp. 310 ex 68b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 306 ex 67a Porcu Flaviano, Porcu Giuseppe Antonio; mapp. 307 ex 67b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 303 ex 66a Cappai Teresa, Saiu Lucia, Saiu Marinella, Saiu Pietro; mapp. 304 ex 66b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 300 ex 65a Murgia Aurora; mapp. 301 ex 65b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 291 ex 50a Ledda Anna Felicita, Ledda Cinzia, Ledda Daniela, Ledda Davide, Ledda Donatella, Ledda Maria Rita, Ledda Monica Daniela, Ledda Natalina Paola, Ledda Serenella Patrizia, Meloni Rita; mapp. 292 ex 50b Lasio Ettore, Lasio Francesco; mapp. 293 ex 50c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 288 ex 49b Ledda Anna Felicita, Ledda Cinzia, Ledda Daniela, Ledda Davide, Ledda Donatella, Ledda Maria Rita, Ledda Monica Daniela, Ledda Natalina Paola, Ledda Serenella Patrizia, Meloni Rita; mapp. 289 ex 49c Lasio Ettore, Lasio Francesco; mapp. 290 ex 49d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 299 ex 62b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 282 ex 47e DEMANIO DELLO STATO; mapp. 283 ex 47f Podda Efisia, Podda Gabriele; mapp. 280 ex 47c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 278 ex 47a Podda Efisia, Podda Gabriele; mapp. 275 ex 44a DEMANIO DELLO STATO; mapp. 276 ex 44b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 45 Podda Gabriele; mapp. 272 ex 43a Cappai Erminio, Cappai Maria Cecilia; mapp. 273 ex 43b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 267 ex 36a Cappai Erminio, Cappai Maria Cecilia; mapp. 268 ex 36b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 264 ex 35a Batzella Luigi; mapp. 265 ex 35b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 259 ex 24a Sanna Carlo; mapp. 260 ex 24b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 247 ex 8g Sanna Carlo; mapp. 248 ex 8h Serci Assunta; mapp. 249 ex 8i Lasio Eugenio; mapp. 243 ex 8c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 297 ex 175a Pinna Paoliona, Sanna Anna Maria, Sanna Carlo, Sanna Francesco, Sanna Sandro; mapp. 298 ex 175b Paschina Agnese, Paschina Amatore, Paschina Bruno, Paschina Sandro; mapp. 257 ex 22a Batzella Mudu Eugenia; mapp. 258 ex 22b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 252 ex 20a Batzella Teresa; mapp. 253 ex 20b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 256 ex 21b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 250 ex 19a Vaquer Aldo, Vaquer Alfredo, Vaquer Candida, Vaquer Dolores, Vaquer Francesco, Vaquer Gaetano, Vaquer Laura, Vaquer Lina, Vaquer Luigi, Vaquer Mary, Vaquer Natalia, Vaquer Piero, Vaquer Silvana, Vaquer Valeria, Vaquer Zoraide; mapp. 251 ex 19b DEMANIO DELLO STATO. NURAMINIS F. 39 (SERVITU’) mapp. 272 ex 107b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 271 ex 107a Batzella Teresa, Muntoni Alma, Muntoni Cesira, Muntoni Ennio, Muntoni Ines, Muntoni Oliviero, Muntoni Rina, Muntoni Teresa, Porru Maria, Saiu Giulio; mapp. 296 ex 132a Farris Benito; mapp. 297 ex 132b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 267 ex 105a Farris Benito; mapp. 268 ex 105b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 305 ex 139a Pisano Italo; mapp. 306 ex 139b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 303 ex 138a Farci Antonella, Farci Fanny, Farci Lidia, Farci Maria, Farci Sandro; mapp. 304 ex 138b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 301 ex 137a Mudu Mariano; mapp. 302 ex 137b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 263 ex 101a Lilliu Intilla Battista; mapp. 264 ex 101b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 261 ex 100a Pillosu Giuseppe; mapp. 262 ex 100b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 278 ex 114a Cappai Anna Rita, Cappai Fabrizio, Cappai Giancarlo, Cappai Maria Cecilia, Cappai Maria Luisa, Cappai Mario Marco, Cuccu Rosaria; mapp. 279 ex 114b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 299 ex 136a Sedda Aurora, Serci Giovanni, Serci Maria Antonietta; mapp. 300 ex 136b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 135 ex 135a Loi Ernesta; mapp. 298 ex 135b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 90 Loi Efisia; mapp. 234 ex 70a Mascia Maria Eva, Zonca Ignazio; mapp. 235 ex 70b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 294 ex 131a Batzella Tilde, Trudu Cesare, Trudu Cinzia; mapp. 295 ex 131b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 247 ex 76a Batzella Tilde, Trudu Cesare, Trudu Cinzia; mapp. 248 ex 76b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 52 ex 52a Batzella Tilde, Trudu Cesare, Trudu Cinzia; mapp. 206 ex 52b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 204 ex 51a Batzella Tilde, Trudu Cesare, Trudu Cinzia; mapp. 205 ex 51b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 202 ex 50a Anni Onofrio; mapp. 203 ex 50b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 198 ex 49a Batzella Argene, Batzella Armando, Batzella Battista, Batzella Benigna, Batzella Emilia, Batzella Eugenia, Batzella Maria Teresa, Batzella Pierina, Batzella Silvio, Scano Maria Luigia, Todde Cesidio, Todde Gianfranco, Todde Maria Antonietta; mapp. 199 ex 49b Batzella Adriana, Batzella Anna Maria, Batzella Antonia, Batzella Dante,

Batzella Giuseppe Luigi, Batzella Luigia Eugenia, Batzella Maria Giovanna, Batzella Patrizio, Batzella Teresa, Dedoni Diego, Dedoni Gianluca, Dedoni Isa, Dedoni Licia, Dedoni Mario, Dedoni Rinaldo, Dedoni Tona, Erbi` Aldo, Erbi` Maria Argene, Todde Gian Franco, Todde Gianmaria, Todde Maria Antonietta; mapp. 200 ex 49c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 201 ex 49d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 290 ex 121b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 116 PROVVEDITORATO DELLE OPERE PUBBLICHE DELLA SARDEGNA; mapp. 289 ex 121a Loi Giancarlo; mapp. 291 ex 121 c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 153 ex 15a Batzella Antonia; mapp. 154 ex 15b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 151 ex 14a Batzella Teresa; mapp. 152 ex 14b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 18 Mudu Armando, Mudu Aurelio, Mudu Carmina, Mudu Lavinia, Mudu Raffaela, Porru Giulia, Succa Antonio, Succa Giuseppe, Succa Mario, Succa Paola , Succa Pietro, Succa Vanni; mapp. 280 ex 115a Mulas Atzeni Antonio; mapp. 281 ex 115b DEMANIO DELLO STATO. NURAMINIS F. 40 (SERVITU’) mapp. 294 ex 77a Batzella Michelina, Muntoni Clelia, Muntoni Maria, Muntoni Batzella Clelia, Muntoni Pisano Cesira, Muntoni Pisano Ennio, Muntoni Pisano Irene, Muntoni Pisano Oliviero, Muntoni Pisano Rina, Muntoni Pisano Teresina, Pisano Marinetta, Tiberti Anna, Tiberti Antonio, Tiberti Carlo, Tiberti Ivo, Tiberti Maria; mapp. 295 ex 77b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 247 ex 49b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 246 ex 49a Mossa Antonio; mapp. 50 DEMANIO DELLO STATO; mapp. 244 ex 48a Casula Daniele; mapp. 212 ex 26a Batzella Anna Maria, Batzella Maria Giovanna, Batzella Maria Grazia; mapp. 25 ex 25a Olla Francesco; mapp. 195 ex 23a Batzella Tilde; mapp. 188 ex 21a Batzella Tilde; mapp. 168 ex 11a Batzella Tilde; mapp. 10 ex 10a Batzella Tilde; mapp. 9 ex 9a Batzella Tilde, Trudu Cesare, Trudu Cinzia; mapp. 372 ex 122a Orgiana Sarais Francesca; mapp. 374 ex 123a Caddeo Vincenzo; mapp. 375 ex 123b Caddeo Vincenzo; mapp. 378 ex 124b Caddeo Vincenzo; mapp. 377 ex 124a Caddeo Vincenzo; mapp. 144 ex 144a Lai Filomena, Serra Giuseppe; mapp. 166 ex 8a Batzella Michelina, Muntoni Clelia, Muntoni Maria, Muntoni Batzella Clelia, Muntoni Pisano Cesira, Muntoni Pisano Ennio, Muntoni Pisano Irene, Muntoni Pisano Oliviero, Muntoni Pisano Rina, Muntoni Pisano Teresina, Pisano Marinetta, Tiberti Anna, Tiberti Antonio, Tiberti Carlo, Tiberti Ivo, Tiberti Maria; mapp. 214 ex 27a Montis Luciano, Montis Maria Carla, Montis Maria Clelia, Montis Maria Grazia, Montis Paolo, Montis Roberto, Pistis Delia; mapp. 412 ex 121a Vargiu Salvatore; mapp. 413 ex 121d Vargiu Salvatore; mapp. 409 ex 120a Sanna Gina; mapp. 411 ex 120d Sanna Gina; mapp. 366 ex 119a Vargiu Salvatore; mapp. 367 ex 119b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 368 ex 119c Vargiu Salvatore. NURAMINIS F. 42 (SERVITU’) mapp. 560 DEMANIO DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA; mapp. 563 DEMANIO DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA; mapp. 562 Anni Maria Rosaria, Cappai Guglielmo; 565 Anni Maria Rosaria, Cappai Guglielmo; mapp. 568 Anni Maria Rosaria, Cappai Guglielmo; mapp. 430 ex 125b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 433 ex 125e Erbi Serci Carlotta; mapp. 425 ex 124b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 432 ex 125d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 429 ex 125a Erbi Serci Carlotta; mapp. 351 ex 100f DEMANIO DELLO STATO; mapp. 346 ex 100a Cappai Anna Rita, Cappai Fabrizio, Cappai Giancarlo, Cappai Maria Cecilia, Cappai Maria Luisa, Cappai Mario Marco, Cuccu Rosaria; mapp. 349 ex 100d DEMANIO DELLO STATO; mapp. 344 ex 98a Serci Dolores, Serci Erminio, Serci Giuseppe, Serci Maria, Serci Palmira; mapp. 676 ex 97a Cocco Raffaele; mapp. 677 ex 97b Cocco Raffaele; mapp. 674 ex 96a Cocco Raffaele; mapp. 345 ex 98b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 160 ex 160a Batzella Adriana, Batzella Antonia, Batzella Dante, Batzella Giuseppe, Luigi, Batzella Michelina, Batzella Patrizio, Erbi Aldo, Erbi Battista, Erbi Maria, Muntoni Alma, Muntoni Cesarina, Muntoni Clelia, Muntoni Maria, Muntoni Pisano Alma, Muntoni Pisano Ennio, Muntoni Pisano Irene, Muntoni Pisano Oliviero, Muntoni Pisano Rina, Muntoni Pisano Teresina, Pisano Marinetta, Todde Intilla Cesidio, Todde Intilla Gianfranco, Todde Intilla Gianmaria, Todde Intilla Maria; Antonietta, Tuveri Giorgio; mapp. 296 ex 72b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 95 ex 95a Batzella Adriana, Batzella Antonia, Batzella Dante, Batzella Giuseppe, Batzella Michelina, Batzella Patrizio, Erbi Aldo, Erbi Battista, Erbi Maria, Muntoni Alma, Muntoni Cesarina, Muntoni Clelia, Muntoni Maria, Muntoni Pisano Alma, Muntoni Pisano Ennio, Muntoni Pisano Irene, Muntoni Pisano Oliviero, Muntoni Pisano Rina, Muntoni Pisano Teresina, Pisano Marinetta, Todde Intilla Cesidio, Todde Intilla Gianfranco, Todde Intilla Gianmaria, Todde Intilla Maria; Tuveri Giorgio. VILLASOR F. 29 (SERVITU’) mapp. 379 ex 130a Batzella Rodolfo; mapp. 380 ex 130b Batzella Rodolfo; mapp. 381 ex 130c Batzella Rodolfo; mapp. 196 ex 36b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 195 ex 36a Pillitu Ilario; mapp. 125 Lampis Paolo; mapp. 193 ex 35a Lampis Paolo; mapp. 191 ex 33a Deidda Renzo; mapp. 186 ex 31a Deidda Renzo; mapp. 187 ex 31b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 152 ex 22b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 151 ex 22a Farci Massimino, Farci Norella; SERRAMANNA F. 41 (SERVITU’) mapp. 536 ex 262a Scamuzzi Anna Maria Rosaria; mapp. 537 ex 262b Scamuzzi Anna Maria Rosaria; mapp. 538 Scamuzzi Anna Maria Rosaria; mapp. 263 DEMANIO DELLO STATO; mapp. 260 DEMANIO DELLO STATO; mapp. 259 Zucca Carnine: Angelo Francesco; SERRAMANNA F. 52 (SERVITU’) mapp. 279 ex 84a Boe Paolina, Chia Consalvo; mapp. 280 ex 84b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 276 ex 83a Boe Paolina, Chia Consalvo; mapp. 277 ex 83b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 274 ex 82a Pilloni Salvatore; mapp. 275 ex 82b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 271 ex 81a Ortu Angela, Picci Danilo, Picci Dilva, Picci Gianfranco, Picci Luigi, Picci Maria Cleofe, Picci Priamo, Picci Raffaela, Picci Teresa; mapp. 273 ex 81c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 296 ex 183a Scalas Francesco; 297 ex 183b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 294 ex 182a Maccioni Follesa Angelo; mapp. 295 ex182b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 269 ex 80a Zucca Luigi; mapp. 270 ex 80b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 268 ex 79c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 267 ex 79b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 261 ex 39c DEMANIO DELLO STATO; mapp. 260 ex 39a Murgia Giovanna; mapp. 217 Murgia Antonia, Murgia Elvio, Murgia Giancarlo, Murgia Lucio, Murgia Maria, Murgia Renata, Murgia Silvana, Pinna Eleonora; mapp. 223 Manca Veneranda; mapp. 265 ex 76b DEMANIO DELLO STATO; mapp. 259 DEMANIO DELLO STATO; mapp. 258 DEMANIO DELLO STATO; mapp. 652 ex 253c Porceddu Angelo, Porceddu Annetta, Porceddu Giulia, Porceddu Giuseppe, Porceddu Lucia, Porceddu Maria, Porceddu Rosaria, Porceddu Teresa, Porceddu Vincenza; mapp. 653 ex 253d Porceddu Angelo, Porceddu Annetta, Porceddu Giulia, Porceddu Giuseppe, Porceddu Lucia, Porceddu Maria, Porceddu Rosaria, Porceddu Teresa, Porceddu Vincenza; mapp. 654 ex 253e Porceddu Angelo, Porceddu Annetta, Porceddu Giulia, Porceddu Giuseppe, Porceddu Lucia, Porceddu Maria, Porceddu Rosaria, Porceddu Teresa, Porceddu Vincenza; mapp. 254 Zucca Carla, Zucca Giovanni Battista, Zucca Giuliana, Zucca Luigi, Zucca Maria, Zucca Prino Virgilio; mapp. 255 Sias Antonio. Chiunque vi abbia interesse può prendere visione dei suddetti elaborati progettuali recandosi presso gli uffici dei Comuni sopra elencati. Inoltre gli interessati possono prendere visione del progetto presso il Servizio Progetti e Costruzioni dell’Ente acque della Sardegna, Via Mameli 88, Cagliari (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00, Ing. Antonio Fadda 070/6021320, Ing. Eugenia Murru 070/6021254). Si indica quale Responsabile del Procedimento l’Ing. Bruno Loffredo. Eventuali osservazioni, ai sensi delle richiamate norme, dovranno essere inoltrate all’ENAS – Servizio Progetti e Costruzioni – Via Mameli, 88 - 09123 Cagliari, in forma scritta, entro e non oltre 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul BURAS. La data di pubblicazione potrà essere richiesta a questo Ente telefonando ai numeri sopra indicati. Le osservazioni pervenute entro il termine perentorio sopra indicato verranno esaminate dall’organo competente all’approvazione del progetto. Il Responsabile del Procedimento Dott. Ing. Bruno Loffredo


Maggio 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

34

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi spese di vendita e passaggio di proprietà, l’offerente si obbliga irrevocabilmente a versare le eventuali ulteriori somme che si rendessero necessarie a semplice richiesta del Cancelliere del Tribunale di Parma. Per i lotti 3, 4, 5, 6, 7, 9, 10, 12 la partecipazione alla vendita è condizionata alla presentazione di proposta irrevocabile di acquisto per i beni mobili posti all’interno delle unità immobiliari, alle condizioni stabilite dall’ordinanza di vendita. Maggiori informazioni e copia dell’ordinanza di vendita disponibili sul sito internet www.fallimentojamsession.it o presso la Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Parma. Il Cancelliere (dott. Ferdinando Vicariotto)

• TRIBUNALE DI •

ROMA

TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Fall. 1170/2004 ITALIAN MULTIMEDIA ATTRACTIONS S.P.A. Letta l’istanza che precede, depositata dal Curatore in data 11.02.2010; Rilevato che nulla osta al suo accoglimento; Visto il parere del comitato dei creditori; ritenuta la necessità di operare un ribasso del 20% del prezzo di vendita rispetto alla precedente ordinanza per la mancanza di offerte; Visto l’art. 106 l. fall.: autorizza il curatore istante a vendere a trattativa privata in unico lotto il complesso dei beni (azienda) facenti capo al sistema "TIME ELEVATOR", al prezzo minimo di E 480.000,00, nello stato di fatto e di diritto, in cui si trovano per come descritti nelle consulenze del dott. Lino Turatti che si richiamano tutte, ad ogni buon conto, nella presente ordinanza, oltre IVA e con ogni spesa a carico dell’acquirente, previa pubblicazione di idoneo avviso su "La Repubblica" e su "Porta Portese" nonché su "Asteinfoappalti" nei mesi di marzo, aprile e maggio 2010 nonché sul sito www.aste.eugenius.it sino alla scadenza del termine per le offerte fissato al 10.06.2010 ovvero sino all’assunzione di idonea offerta, da dichiararsi irrevocabile per un periodo minimo di 90 giorni, opportunamente cauzionata nella misura del 20% del prezzo offerto e successiva gara informale opportunamente pubblicizzata davanti a questo Giudice delegato, con obbligo di partecipazione da parte degli offerenti a pena di perdita della cauzione, di cui riserva modalità. Roma, il 12.02.2010 Il Giudice Delegato Dott. Aldo Ruggiero TRIBUNALE DI ROMA FALL. n.200500285 G.D. DE RENZIS vende con incanto 26/05/2010 ore 12,15, presso Tribunale di Roma Sezione Fallimentare, brevetto industriale (PCT WO 01/56632 A2), Modello di utilità e marchio comunitario per la produzione di siringhe pre-riempite denominato "Fadajet". Prezzo base Euro 100.000,00. Cauzione 20% entro ore 12,00 del 25/05/2009. Rilanci minimi Euro 20.000,00. Informazioni presso cancelleria Tribunale e curatore dott. Fondi tel 06 45471503. TRIBUNALE DI ROMA FALL. n.200500285 G.D. DE RENZIS vende incanto 26/05/2010 ore 12.00, presso Tribunale di Roma Sezione Fallimentare, capannone industriale su due piani di complessivi mq 8.000 sito in Bolotana - zona industriale di Ottana (Nuoro - SARDEGNA). Prezzo base Euro 320.000,00. Cauzione 20% entro ore 12 del 25/05/2010. Rilanci minimi Euro 25.000,00. Informazioni presso cancelleria Tribunale e curatore dott. Fondi 06 45471503. TRIBUNALE DI ROMA Fallimento n. 20/2008 G.D. Dott. Aldo Ruggiero Curatore Prof. Francesco Minnetti Asta del 14/07/2010, ore 13.00 per vendita prestigioso immobile uso ufficio in Roma zona centro Si rende noto che il G.D. Dott. Ruggiero con ordinanza depositata il 17/02/2010 ha disposto la vendita senza incanto del fabbricato cielo-terra ad uso ufficio sito in Roma Via Giovan Battista Martini n. 3 - Piazza Verdi s.n.c., costituito da nove piani fuori terra oltre al piano terra e due piani interrati, della superficie complessiva di mq. 15.000 cui si aggiungono 690 mq. di parcheggio esterno e 360 mq.

di terrazza al piano 9° oltre ad una quota di 404/1000 su parti comuni con l’adiacente proprietà per una ulteriore superficie di pertinenza di circa 1.500 mq.. L’immobile, attualmente locato all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato al canone annuo di E 4.353.359,08 + IVA, sarà posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si trova al prezzo base di E 98.000.000,00. L’udienza per la deliberazione dell’offerta e per l’eventuale gara fra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c. è fissata per il giorno 14.07.2010, ore 13,00 innanzi al G.D., Dott. Aldo Ruggiero. Il deposito dell’offerta in busta chiusa dovrà avvenire presso la Cancelleria del Tribunale Fallimentare di Roma entro il termine massimo del 30/06/2010. L’offerta dovrà contenere, fra l’altro, l’indicazione del bene per il quale l’offerta è proposta, l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima e l’indicazione del prezzo offerto, che non potrà essere inferiore al prezzo base sopra indicato. La domanda in bollo dovrà essere corredata da un assegno circolare non trasferibile, intestato a favore del Curatore, per una somma pari al 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione. L’ordinanza di vendita e la perizia dell’immobile sono integralmente riportate presso il sito internet www.portaleaste.com. Ulteriori informazioni sono disponibili presso la Cancelleria del Tribunale Fallimentare di Roma, Viale delle Milizie n.3/E , piano terra, st. 185 e presso lo studio del Curatore (Roma, Via Parigi n. 11, Tel. 06.4807021- Fax. 06-48070251). Roma, 22 aprile 2010 TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Il Giudice Delegato al Fallimento di Sergio Farietti (proc. n. 64001/1999), ha pronunciato la seguente ORDINANZA DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO Letta l’istanza presentata dal Curatore in data 03.03.2010, al fine di procedere alla vendita del seguente immobile di compendio del fallimento intestato: Quota di 1/9 di un appartamento sito nel comune di Pomezia, località Torvaianica, via Colonia, n. 20, censito al NCEU, foglio n. 31, parcella n. 1392, sub 12, categoria A/2, classe 3, consistenza in vani n. 5, ritenuto che appare opportuno provvedere alla vendita del bene predetto esperendo la procedura di vendita senza incanto, attesa la proprietà solo di quota dell’immobile predetto; ritenuto che occorre rinnovare la precedente ordinanza per la esecuzione parziale della pubblicità straordinaria; visto il parere del Comitato dei creditori; considerato che non risultano creditore iscritti ammessi; visti gli artt. 104, 105, 108 L.F., 570 e ss. c.p.c. ORDINA La vendita senza incanto del seguente immobile: Quota di 1/9 di un appartamento sito nel comune di Pomezia, località Torvaianica, via Colonia, n. 20, censito al NCEU, foglio n. 31, parcella n. 1392, sub 12, categoria A/2, classe 3, consistenza in vani n. 5. Il bene sarà posto in vendita al prezzo base di E 14.600,00, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, in base alla perizia di stima dell’arch. Maura Lombardi e depositata nel fascicolo fallimentare, cui si intende fatto integrale riferimento e che si intende richiamata nella presente ordinanza per ogni fine ed, in particolare, per la indicazione di tutte le eventuali pertinenze, accessioni, ragioni ed azioni, servitù attive e passive; che la vendita è a corpo e non a misura; che eventuali differenze di misura non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo; che la vendita forzata non è soggetta alle norme concernenti la garanzia per vizi o mancanza di qualità, né potrà essere revocata per alcun motivo. Conseguentemente l’esistenza di eventuali vizi, mancanza di qualità o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere-ivi compresi, ad esempio, quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno in corso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia, non potranno dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendosi di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni. L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni di pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e cura della procedura. Ove l’immobile risultasse occupato dal debitore o da terzi senza titolo, la sua liberazione sarà effettuata a cura del curatore; 1. le offerte di acquisto, dichiarate espressamente irrevocabili per un periodo minimo di 120 giorni dal deposito, a pena di perdita della cauzione, dovranno essere effettuate mediante dichiarazione sottoscritta da presentarsi nella Cancelleria Fallimentare, in busta chiusa. Sulla busta deve essere indicato il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può anche essere persona diversa dall’offerente), il nome del giudice e la data della vendita. Le offerte dovranno pervenire entro il termine massi-

mo del 12.07.2010, a partire dalla data della presente ordinanza, con l’assunzione espressa dell’obbligo di partecipare alla eventuale gara, in caso di pluralità di offerte, a pena di perdita della cauzione; l’offerta dovrà contenere l’espressa dichiarazione di aver preso visione della perizia di stima. L’offerta, peraltro, non dà diritto all’acquisto del bene, restando piena facoltà del giudice di valutare se dar luogo o meno alla vendita, e ciò anche in caso di unico offerente. La persona indicata nella offerta come futura intestataria del bene è tenuta a presentarsi all’udienza sopra indicata; in mancanza, il bene potrà essere aggiudicato anche ad altro offerente per minore importo. Se invece la offerta dell’assente fosse l’unica, l’aggiudicazione avverrà a favore dell’unico offerente, anche se assente alla udienza; Fissa l’udienza per la deliberazione dell’offerta e per la eventuale gara tra gli offerenti ai sensi dell’art. 573 c.p.c. per il giorno 14.07.2010, ore 13,00 (presso la stanza n. 216 del Giudice delegato - dott. Aldo Ruggiero - Tribunale di Roma, sezione fallimentare, viale Giulio Cesare, n. 54/b, 1° piano); 2. l’ammissione alla vendita è subordinata al deposito presso la Cancelleria Fallimentare di un assegno circolare intestato al Curatore per la seguente somma: 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione; si rende noto che il Curatore, anche sulla base della relazione del prezzo di stima del bene, dichiara la vendita soggetta ad IVA/imposta di registro, a seconda della natura del bene; tutte le spese sono a carico dell’aggiudicatario, nessuna esclusa, ed il decreto di trasferimento è condizionato all’integrale pagamento del prezzo; in particolare, l’importo degli oneri tributari sarà indicato all’aggiudicatario dopo la aggiudicazione ed essi dovranno essere versati nello stesso termine del prezzo e delle spese. In caso di inadempimento, la aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate. 1) Ciascun offerente, in possesso dei requisiti di legge per partecipare alla vendita, dovrà eseguire il deposito per cauzione, producendo in cancelleria l’assegno, unitamente alla domanda di partecipazione, che dovrà riportare le complete generalità dell’offerente (cognome, nome, luogo e data di nascita, domicilio, recapito telefonico), l’indicazione del codice fiscale e, in caso di persona fisica coniugata, il regime patrimoniale prescelto con la indicazione delle generalità del coniuge; Se l’offerente è minorenne, l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; in caso di offerta presentata per conto di una società dovrà essere prodotto certificato del registro delle imprese dal quale risulti la costituzione della società, regolarmente iscritta ed i poteri conferiti all’offerente; la domanda dovrà inoltre contenere: l’indicazione del bene per il quale l’offerta è proposta; l’indicazione del prezzo offerto (che non potrà esser inferiore al prezzo minimo indicato in ordinanza di vendita, a pena di esclusione); il termine di pagamento del prezzo e degli oneri tributari, non superiore a 60 giorni; Gli offerenti dovranno, altresì, dichiarare la propria residenza od eleggere domicilio in Roma; 2) in caso di pluralità di offerte, il Giudice procederà ad una gara fra gli offerenti, nello stesso giorno, riservandosi di dettare ulteriori modalità di gara; 3) il termine di versamento del residuo dovrà avvenire conformemente alla offerta e solo all’esito dell’integrale pagamento il Giudice delegato provvederà all’emanazione del decreto di trasferimento, ai sensi dell’art. 586 c.p.c.; 4) le spese relative alla vendita ed al passaggio di proprietà saranno poste interamente a carico dell’aggiudicatario; 5) agli offerenti, che non siano divenuti aggiudicatari, verrà restituito il deposito per cauzione subito dopo la effettuazione della gara. MANDA al Curatore per la notifica della presente ordinanza a ciascuno dei creditori ipotecari iscritti ed ai creditori ex art. 108 u. c. legge fallimentare; DISPONE Che la presente ordinanza deve essere resa pubblica, a cura della cancelleria, mediante affissione per tre giorni consecutivi nell’Albo di questo Tribunale; che, oltre alla prescritta affissione all’albo del Tribunale prescritta dall’art. 490, 1° comma, c.p.c., a cura del curatore, un estratto della presente ordinanza dovrà essere redatto e pubblicato nei mesi di aprile e maggio 2010 sul quotidiano La Repubblica e negli stessi mesi su Asteinfoappalti. L’ordinanza unitamente alla perizia di stima dovrà essere pubblicata sul sito internet www.aste.eugenius.it. Tra il compimento delle suddette forme di pubblicità e la scadenza dovrà decorrere un termine non inferiore a 45 gg liberi. Il testo della inserzione sui giornali e su internet dovrà essere redatto secondo le indicazioni disponibili presso la Cancelleria e dovrà contenere, in particolare, la ubicazione e tipologia del bene, la superficie in mq., prezzo base, giorno e ora dell’asta, con indicazione del giudice, del numero della esecuzione; dovrà altresì contenere la indicazione del nome del curatore, il recapito e la indicazione, quanto all’avviso su quotidiani e periodici, del sito internet sui cui rinvenire la perizia. Saranno invece omessi l’importo del rilancio minimo, i dati catastali e i confini del bene. Manda alla Cancelleria per gli adempimenti di rito, revocando la precedente ordinanza. Roma, il 15.03.2010 Il Giudice Delegato Dott. Aldo Ruggiero

TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare G.d. Dott. Aldo Ruggiero- Curatore D.ssa Federica Antonelli. Il Fallimento Total Service spa n. 64071 cede in unico lotto, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, ad un prezzo pari all’80% del valore nominale (credito per ritenute fiscali al valore nominale di E 40.254,30 e credito Iva al valore nominale per E 9.819,00) , con ogni spesa ed accessori a carico dell’acquirente. Le offerte devono essere cauzionate per il 10% rispetto al prezzo offerto, da dichiararsi espressamente irrevocabili per un periodo minimo di 90 giorni con assunzione espressa dell’obbligo irrevocabile di partecipare all’indicenda gara a pena di perdita della cauzione del 10% in caso di mancata partecipazione, ovvero sino alla assunzione di idonea offerta ( che sarà adeguatamente pubblicizzata per sollecitare nuove offerte maggiori) sempre da dichiararsi irrevocabile per un periodo minimo di 90 giorni, opportunamente cauzionata nella misura del 10% del prezzo offerto e successiva gara informale davanti al Giudice Delegato, il quale si riserva di dettare eventuali ed ulteriori condizioni. Il termine di scadenza per le offerte a pena di inammissibilita’ è il 30.06.2010 e non saranno ammesse le offerte non cauzionate e prive della dichiarazione espressa di irrevocabilita’ nonche’ della dichiarazione di impegno a partecipare all’eventuale gara. L’inosservanza delle modalita’ di presentazione della offerta comporterà la perdita della cauzione medesima TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Fall. 216/09 MEDITERRANEA COSTRUZIONI SRL Letta l’istanza che precede, depositata dal Curatore in data 19.01.2010, con integrazione del 29.01.2010 (proc. Fall. 216/2009); Rilevato che nulla osta al suo accoglimento attesa la sua corrispondenza con il programma di liquidazione ed essendo assicurata la competitività della procedura ai sensi dell’art. 107 l.f.; Vista la approvazione del piano di liquidazione; Visto l’art. 107 l. fall.: autorizza il curatore istante a vendere a mezzo procedura competitiva, l’autocarro Nissan V. I. TK 35 , modello Atleon, targato CC112DK, e l’autoveicolo Nissan Pajero, targato ZA870LX di cui all’istanza in epigrafe, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano previa opportuna visione da parte degli eventuali offerenti, rispettivamente al prezzo di E 14.500,00 ed E 12.500,00 oltre IVA e con ogni spesa a carico dell’acquirente, previa pubblicazione mensile di avviso su Porta Portese e su Asteinfoappalti nei mesi di marzo-aprile-maggio 2010, con termine per le offerte sino al 10.06.2010 ovvero sino all’assunzione di idonea offerta, da dichiararsi irrevocabile per un periodo minimo di 90 giorni, opportunamente cauzionata nella misura del 20% del prezzo offerto e successiva gara informale opportunamente pubblicizzata davanti a questo Giudice delegato, con obbligo di partecipazione da parte degli offerenti a pena di perdita della cauzione. Si dispone la pubblicazione per il medesimo periodo di mesi 3 sul sito internet di www.aste.eugenius.it Roma, il 12.02.2010 Il Giudice Delegato Dott. Aldo Ruggiero TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Con riferimento alla vendita del credito derivante dalla sentenza n. 1303/2002 del Fallimento Residence Ricasoli, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, Letta la istanza che precede, depositata dal Curatore in data 17.03.2010; Rilevato che nulla osta al suo accoglimento; ritenuto che occorre rinnovare la precedente ordinanza non risultando interamente eseguiti gli adempimenti pubblicitari; Visto il parere del comitato dei creditori; Visto l’art. 106 l. fall.; autorizza il curatore istante ad acquisire offerte per la cessione del credito derivante dalla sentenza n. 1303/2002 del Fallimento Residence Ricasoli, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, per come emerge dalla stima del dott. Fabio Massimo Trincia che si richiama espressamente, al prezzo ridotto di E 580.000,00 , con ogni spesa ed accessori a carico dell’acquirente, previa pubblicazione di idoneo avviso mensile commerciale su Asteinfoappalti, nei mesi di maggio, giugno, luglio 2010 e sul sito internet www.asteeugenius.it sino al 30.07.2010 (termine di scadenza per le offerte a pena di inammissibilità) per l’acquisizione di offerte, cauzionate per il 10% rispetto al prezzo offerto, da dichiararsi espressamente irrevocabili per un periodo minimo di 60 giorni con assunzione espressa dell’obbligo irrevocabile di partecipare all’indicenda gara a pena di perdita della cauzione del 10% in caso di mancata partecipazione ovvero sino all’assunzione di idonea offerta (che sarà adeguatamente pubblicizzata per sollecitare nuove offerte maggiori) sempre da dichiararsi irrevocabile per un periodo minimo di 60 giorni, opportunamente cauzionata nella misura del 10% del prezzo offerto e successiva gara informale davanti a questo Giudice delegato, - segue

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


Maggio 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

35

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi il quale si riserva di dettare eventuali ed ulteriori condizioni. Si precisa che, in ogni caso, non saranno ammesse le offerte non cauzionate e prive della dichiarazione espressa di irrevocabilità nonché della dichiarazione di impegno a partecipare all’eventuale gara. In ogni caso, l’inosservanza delle modalità di presentazione della offerta comporterà la perdita della cauzione medesima. Riserva ogni provvedimento all’esito della disposta pubblicità. Roma, il 18.03.2010 Il Giudice Delegato Dott. Aldo Ruggiero TRIBUNALE DI ROMA ESEC. IMM. N. 746/03 R.G.E. G.E. Dott. Francesco Cottone Vendita con incanto: 15/06/2010 ore 09.30 c/o Tribunale civile di Roma, IV Sez. EE.II. Lotto Unico: Comune di Roma, Zona Eur, Via della Sierra Nevada, 130 -150. Quota pari all’intero della piena proprietà su fabbricato da cielo a terra, uso casa di cura, composto da 5 piani fuori terra ed uno parzialmente seminterrato, con area di pertinenza e giardino. Libero. Prezzo base Euro 13.875.000,00. Rilancio minimo Euro 50.000,00. Domande entro 14/06/2010 ore 12.30. Custode: Avv. Alessia Londei tel. 0645425149. Maggiori info in cancelleria IV Sez. EE.II., su www.tribunale.roma.it e www.astegiudiziarie.it (cod. A53998). TRIBUNALE DI ROMA Fallimento 66539 GD dott. Ruggiero, curatore Viglietta vende trattativa privata marchio imbarcazioni "Calafuria" di fama internazionale prezzo E 270.588,00 , nonché 5 stampi imbarcazioni vari modelli E 210.625,00 esclusa IVA. Offerte irrevocabili per 60 gg in cancelleria cauzione 20%. Info curatore 06.3724949 347.4974836 TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE FALL. N. 83/2004 SOCEP SRL Asta del 16 Giugno 2010 ore 12.00 Si rende noto che il G.D. Dott. DE RENZIS con ordinanza del 19/05/2008 ha disposto la vendita all’incanto del seguente bene appresso descritto: descrizione del bene: quote sociali della TO.VER.ITALIA srl (pari al 60% del capitale sociale) con sede in Roma- Via Bitonto, 122 - settore produzione e commercializzazione di pitture e vernici. Prezzo base E 50.000,00 rialzo minimo E 8.000,00 Deposito dell’offerta in cancelleria entro le ore 13:00 del giorno antecedente l’asta. Condizioni per partecipare: domanda in bollo corredata da assegni circolari non trasferibili, intestati a favore del fallimento, di una somma pari al 10% del prezzo base, a titolo di cauzione. Ulteriori informazioni in Cancelleria, piano terra, st. 191 Curatore Fallimentare Saraceni Roberto tel. 064455508 fax 06233244116 email: robertosaraceni@alice.it TRIBUNALE DI ROMA Estratto di atto di citazione in integrazione del contraddittorio ordinata dal Giudice in processo per interdizione Gli Avv. ti Attilio Serafini e Mario Cerciello, procuratori e difensori del Sig. Paolo Armandi nel processo per interdizione della di lui madre Sig.ra Lidia Tonini Bassi, autorizzati alla notifica per pubblici proclami con provvedimento del Presidente del Tribunale di Roma del 8 aprile 2010, elettivamente domiciliato, ai fini del presente giudizio, in Roma a Via Ruggero Fauro n. 43. Premesso che il processo relativo reca il numero di R.G. 37323/09 e che lo stesso è stato assegnato per la sua istruzione alla dott.ssa Galterio della I Sezione Civile del Tribunale di Roma; che il predetto Giudice, all’udienza del 27 novembre 2009, sulla scorta delle dichiarazioni rese dal ricorrente, che ha fatto presente che la madre aveva una sorella residente in Canada e due fratelli residenti in Genova, ha ordinato la notifica del ricorso ai parenti entro il IV grado entro il termine del 5 giugno 2010, rinviando il processo all’udienza del 25 giugno 2010; tanto premesso e ritenuto, i predetti Avvocati citano i Signori Elvira, Mario e Bruno Tonini, nella qualità sopra indicata, a comparire avanti al Giudice dott.ssa Galterio, della I Sezione Civile del Tribunale di Roma, nel processo R.G. 37323/09, per l’udienza del giorno 25 giugno 2010 ore 12, processo nel quale è stata chiesta 2 l’interdizione della Sig.ra Lidia Tonini Bassi, nata a Roma il 4 giugno 1925. Roma, 25 marzo 2010 Avv. Attilio Serafini Avv. Mario Cerciello TRIBUNALE DI ROMA ESECUZIONE MOBILIARE RGE N. 35252/07 G.E. Dott.ssa V. BELLI Trattativa privata vendesi quota pari al 17,5% della

IMMOBILIARE LORY s.r.l. . Prezzo minimo Euro 590.767,03. Trasferimento subordinato al mancato esercizio della prelazione esistente a favore degli altri soci. Offerte in busta chiusa entro il 25.05.2010 al Commissionario dottor P. LUPI, Via Reno 30 (00198) Roma. TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 354/05 "L’ELITE S.R.L." G.D. DR. LUISA DE RENZIS - CURATRICE AVV. CARLA BELTRANDO AVVISO DI VENDITA IMMOBILE ASTA DEL 24.06.2010 ORE 13:00 Si rende noto che il G.D., con ordinanza del 22.04.2010 ha disposto la vendita di quanto appresso indicato, alle seguenti condizioni: Deposito delle offerte in cancelleria entro le ore 13:00 del 23.06.2010 Condizioni di partecipazione: Domanda in bollo, corredata da assegni circolari NON TRASFERIBILI, intestati a favore del Fallimento, dell’importo pari al 30% del prezzo base, di cui 10% a titolo di cauzione, 20% a titolo di spese presuntive di vendita. Ulteriori informazioni in Cancelleria Tribunale Fallimentare di Roma, piano terra, stanza 191, o contattare Curatrice Tel. 06/3724252 - 06/3728417 LOTTO UNICO: Locale ad uso commerciale, sito in Grosseto, loc. "Marina di Grosseto", Via XXIV Maggio, 72/B PREZZO BASE RIBASSATO Euro 580.000,00 = RIALZO MINIMO EURO 10.000,00= TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Concordato preventivo n. 32/09 Cogefin s.r.l. in liquidazione Giudice Delegato dott. Aldo Ruggiero Con decreto reso in data 1 aprile 2010 il Tribunale Civile di Roma, Sezione Fallimentare, ha ammesso la Cogefin s.r.l. in liquidazione (già Co.ge.r. s.r.l.), con sede in Napoli, Via Arangio Ruiz n. 83 (già in Roma, Via Zoe Fontana n. 220), alla procedura di concordato preventivo, delegando Giudice Delegato il dott. Aldo Ruggiero, e Commissario Giudiziale dott. Claudio Santini con studio in Roma, V.le Bruno Buozzi, 5 tel. 06.80693292. Con il medesimo decreto il Tribunale Civile di Roma ha fissato l’adunanza dei creditori per il giorno 19 maggio 2010 alle ore 13.00 davanti il sig. Giudice Delegato, presso la predetta Sezione fallimentare del Tribunale di Roma, in Viale delle Milizie n. 3/E. Ai sensi dell’art. 174 L.F., ogni creditore può farsi rappresentare da un mandatario speciale. Il voto può essere trasmesso anche dopo l’adunanza, presso la Cancelleria del Giudice Delegato, Dott. Aldo Ruggiero (in Roma, Viale delle Milizie, n. 3/E) ai sensidell’art. 178 L.F. ultimo comma. Il Commissario Giudiziale Dott. Claudio Santini TRIBUNALE DI ROMA INVITO AD OFFRIRE MAGISTE REAL ESTATE SPA IN C. P. n. 20/06 e’ proprietaria dei seguenti beni immobili Immobile: Prezzo base (esclusa IVA e costi acquisizione) Roma Via della Farnesina, 235 E 332.100,00 Roma Via della Farnesina, 237 - 239 E 409.050,00 Roma Via della Farnesina, 241 E 190.350,00 Roma Via della Farnesina, 247 - 249 E 1.304.100,00 Roma Via della Farnesina, 269 E 1.555.200,00 Roma, Viale delle Provincie, 162 -170 E 1.522.800,00 Roma, Via Duccio di Buoninsegna, 67 - 73 E 3.272.400,00 Roma Via di Valle Melaina 141 - 147 E 1.017.360,00 P.S. Stefano (GR), Villa Cacciarella E 24.000.000,00 Milano, Via Abbadesse, 44 E 503.820,00 Roma, Via Principessa Clotilde, 5/A E 546.750,00 Zagarolo, Via Valle del Formale 28/C (box 18) E 14.580,00 San Cesareo, Via della Resistenza 34/b villino 6 E 234.900,00 San Cesareo, Via Trieste, 27 E 48.600,00 Entro le ore 18.00 del 3 giugno 2010 possono pervenire in busta chiusa offerte irrevocabili per l’acquisto degli immobili descritti, presso il Notaio Silvia Teodora Masucci, Via Giovanni Pierluigi Da Palestrina, 19, 00193 Roma (tel. 06369989 - fax 0636085790), a mezzo raccomandata a r. o consegnate a mano. Le offerte potranno essere presentate per singoli immobili, per più immobili o per la totalità degli stessi. L’offerta dovrà essere accompagnata da cauzione pari al 10% del prezzo offerto a mezzo assegni circolari non trasferibili intestati a "Magiste Real Estate S.p.A in c.p.". o a mezzo fideiussione bancaria a prima richiesta. Non saranno prese in considerazione

offerte che non risultino pari o migliorative rispetto ai prezzi base di vendita indicati. Le buste saranno aperte presso lo studio del notaio incaricato alle ore 10.00 del giorno 4 giugno 2010. In caso di presentazione di più offerte si procederà a gara informale considerando quale base d’asta l’offerta più alta. In ogni caso la stipula dell’atto pubblico di compravendita è condizionata all’autorizzazione del G.D., che sarà comunicata entro 15 gg. dal deposito del relativo provvedimento, con invito alla stipula dell’atto pubblico entro i successivi 15 gg. Il regolamento di procedura competitiva, il modello di proposta irrevocabile di acquisto, le perizie estimative degli immobili e ulteriori informazioni potranno essere acquisite dal sito www.liquidazionegiudizialemre.it. Per informazioni : tel 0680691348 - fax: 068074426 - e:mail: liquidazionegiudizialemre@gmail.com Le informazioni e i dati acquisiti in virtù della procedura saranno trattati in conformità alla vigente normativa sulla privacy. I liquidatori giudiziali Avv. Vincenzo Mascolo Prof. Salvatore Sarcone Dott. Francesco Rossi TRIBUNALE DI ROMA FALLIMENTO n. 742/05 (Curatore: Dott. RIMICCI A.) ASTA DEL 10/06/10, ORE 12:00 Si rende noto che il G.D. Dott. DE RENZIS, con ordinanza del 24/12/09, ha disposto la vendita all’incanto dei seguenti beni appresso descritti: Descrizione dei beni Lotto 1 99% delle quote sociali della società S.SIMEONE Srl in Liquidazione con sede in via dei Pampini n. 7 - Roma - C.F. e P.IVA n. 00371050618 - Iscrizione R.E.A. n. 516530 presso la C.C.I.A.A. di Roma - Capitale Sociale E 1.122.000,00 Prezzo base E 14.962.207,00 Rialzo minimo E 10.000,00 Lotto 2 99% delle quote sociali della società BOSCARELLO Srl in Liquidazione con sede in via Pampini n. 7 - Roma - C.F. e P. IVA n. 00371060617 - Iscrizione R.E.A. n. 516528 presso la C.C.I.A.A. di Roma - Capitale Sociale E 10.000,00 Prezzo base E 9.770.789,00 Rialzo minimo E 10.000,00 Lotto 3 99% delle quote sociali della società MATESE Srl in Liquidazione con sede in via dei Pampini n. 7 - Roma - C.F. e P.IVA n. 00371070616 - Iscrizione R.E.A. n. 516529 presso la C.C.I.A.A. di Roma - Capitale Sociale E 204.000,00 Prezzo base E 4.546.110,00 Rialzo minimo E 10.000,00 Deposito dell’offerta in busta chiusa presso la cancelleria entro le ore 13:00 del giorno antecedente l’asta. Condizioni per partecipare Domanda in bollo corredata da assegni circolari NON TRASFERIBILI intestati a favore del fallimento, di una somma pari al 15% del prezzo base, di cui: 5% a titolo di cauzione; 10% a titolo di spese presuntive di vendita. Ulteriori informazioni in Cancelleria, piano terra, st. 191. Roma, 09/04/10 TRIBUNALE DI ROMA FALL. N. 348/07 KIRBY’S S.R.L. - Giudice Delegato Dott. Aldo Ruggiero, Curatore Dott. Mario Moriconi. Vendita senza incanto del 21.07.2010 h. 13.00 del ramo di azienda di proprietà della fallita, affittato, concernente l’attività di pizzeria e pub, con sede in Roma, via Casilina n. 1800 , al prezzo base ridotto di circa il 20% di Euro 610.000,00 , oltre Imposta di registro, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, in base alla perizia della dottoressa Franca Cieli. Le offerte irrevocabili per un minimo di 120 giorni dal deposito, dovranno pervenire, in busta chiusa, in Cancelleria entro le ore 13.00 del 19.07.2010, corredate da cauzione del 10% del prezzo offerto. L’ordinanza di vendita e la perizia sono consultabili sul sito www.aste.eugenius.it. Ulteriori informazioni in Cancelleria o presso il Curatore Fax 06.97.25.93.09 studiomoriconi@fastwebnet.it. TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE FALLIMENTARE Fallimento 363/07 C.I.C. CLIN INDUSTRIE CITTA’ Srl G.D. Dott. U. Gentili - Curatore Avv. G. L. Righi Si rende noto che il G.D. con ordinanza del 5.5.2010 ha disposto la vendita senza incanto, in unico lotto, dei seguenti beni del fallimento 363/07 C.I.C. CLIN INDUSTRIE CITTA’ Srl: i) "Ramo D’Azienda" costituito dal complesso dei beni organizzati per l’esercizio dell’attività di smaltimento di rifiuti ovvero macchinari, attrezzature industriali, autoveicoli, licenze, autorizzazioni nonché dai rapporti giuridici inerenti l’attività d’impresa e dai rapporti di lavoro ancora esistenti, attualmente detenuti da società affittuaria cui è stata intimata dalla Curatela la risoluzione dei rapporti d’affitto e di noleggio per inadempimento; ii) il credito, maturato e maturando , vantato dalla società fallita nei confronti della società affittuaria per

canoni d’affitto e locazione non pagati. Il tutto meglio identificato e descritto nella relazione di stima e nelle successive integrazioni redatte dai CTU della procedura, nello stato di fatto e diritto in cui si trova, ad un prezzo non inferiore ad E 1.000.000,00, oltre spese e imposte di legge. Deposito offerte in cancelleria in bollo, in busta chiusa entro le ore 13,00 del 6.7.2010, accompagnate da assegno pari al 10% del prezzo offerto quale cauzione. L’udienza per la deliberazione sulle offerte e per l’eventuale gara tra gli offerenti è fissata per il giorno 7.7.2010 alle ore 12,30. Ulteriori informazioni in Tribunale Fallimentare di Roma cancelleria G.D. dott. Gentili o Curatore fallimentare tel. 06 68135702 fax 06 68131310. TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Liquidazione Concordataria dei Beni di "Casamercato s.r.l." Concordato Preventivo n. 24/2008 AVVISO DI VENDITA La Liquidazione Concordataria dei Beni di "Casamercato s.r.l." - Concordato Preventivo n. 24/2008 (la Procedura), comunica che nel quadro delle attivita’ finalizzate al realizzo delle attivita’ cedute, intende procedere alla vendita in lotti separati, dei seguenti complessi immobiliari ceduti ai creditori: LOTTO NUMERO 1: complesso immobiliare ubicato in Comune di Alseno (PC) consistente in un centro commerciale della superficie complessiva di circa 41.681 mq; LOTTO NUMERO 2: complesso immobiliare ubicato in Comune di Cava Manara (PV), consistente in un centro commerciale della superficie complessiva di circa 26.543 mq.; LOTTO NUMERO 3: complesso immobiliare ubicato in Comune di Sesto Fiorentino (FI), consistente in un terreno della superficie di circa 8.110 mq. catastali e soprastanti fabbricati consistenti in vari immobili a destinazione commerciale, della superficie complessiva coperta di circa 637,2 mq. e n. due immobili a destinazione abitativa, della superficie complessiva coperta di circa 174,9 mq.; LOTTO NUMERO 4: complesso immobiliare ubicato in Comune di Alseno (PC), consistente in un terreno della superficie di circa 6.542 mq. catastali e soprastanti fabbricati consistenti in una abitazione in villa, della superficie complessiva coperta di circa 313 mq., un’abitazione rurale, della superficie complessiva coperta di circa 244 mq. ed un magazzino, della superficie complessiva coperta di circa 125 mq.; LOTTO NUMERO 5: complesso immobiliare ubicato in Comune di Lavagno (VR), frazione Vago, consistente in un terreno edificabile della superficie complessiva di circa 30.431 mq. Catastali. I Complessi Immobiliari sono comunque meglio descritti nella documentazione inerente la procedura di vendita, consultabile sul sito internet: www.casamercato.it. La procedura di vendita si espletera’ mediante un’asta, che si terra’ avanti il notaio dottor Luca Troili (il notaio incaricato), avente studio in Roma, via Oslavia, 12, tel.: 06.3720548, fax.: 06.37526536, il giorno 28 maggio 2010, alle ore 12,00. L’integrale disciplina della procedura di vendita e’ contenuta nelle "NORME CHE REGOLANO L’INVITO A PRESENTARE OFFERTE DI ACQUISTO DI COMPLESSI IMMOBILIARI COMPRESI NELL’ATTIVO DELLA PROCEDURA, COSTITUENTI LOTTI SEPARATI - DISCIPLINARE D’ASTA (in breve: "Regolamento di vendita"). Il Regolamento di Vendita puo’ essere consultato sul sito web: www.casamercato.it. Ai fini della presentazione delle offerte segrete di acquisto, i prezzI base d’asta deI Complessi Immobiliari sono stabiliti come segue: LOTTO NUMERO 1: prezzo base d’asta euro 19.544.066,10 (euro diciannovemilioni cinquecentoquarantaquattromila sessantasei/10); LOTTO NUMERO 2: prezzo base d’asta euro 13.801.178,70 (euro tredicimilioni ottocentounomila centosettantotto/70); LOTTO NUMERO 3: prezzo base d’asta euro 2.200.500,00 (euro duemilioniduecentomila cinquecento/00); LOTTO NUMERO 4: prezzo base d’asta euro 708.834,60 (settecentoottomila ottocentotrentaquattro/60); LOTTO NUMERO 5: prezzo base d’asta euro 7.380.000,00 (euro settemilionitrecento ottantamila/00). I Complessi Immobiliari possono essere visionati previa richiesta da inviare in forma scritta, via fax, al numero 06.37500515. La visita sara’ confermata in forma scritta dalla Procedura e potra’ avere luogo alla presenza di un delegato dei Commissari Liquidatori. Il presente avviso, in ogni caso, non costituisce proposta irrevocabile né offerta al pubblico, né sollecitazione al pubblico risparmio, né impegna in alcun modo i Commissari Liquidatori a contrarre con gli offerenti. Roma, data della pubblicazione I Commissari Liquidatori Avv. Giuseppina Ivone Dott. Roberto Falcone - segue a pag. 37

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


COMUNE DI MONTECATINI TERME SERVIZIO TECNICO E ASSETTO DEL TERRITORIO

ESTRATTO DEL BANDO D’ASTA PUBBLICA PER L’ALIENAZIONE DI IMMOBILI DI PROPRIETÀ COMUNALE IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO TECNICO E ASSETTO DEL TERRITORIO In esecuzione: della deliberazione di Consiglio Comunale n. 21 del 24/03/2010 avente ad oggetto “Approvazione del piano delle alienazioni per il triennio 2010/2012 ai sensi dell’art. 58 della L. 133/2008”; Vista: la propria determinazione n. 499 del 28/04/2010 come rettificata dalla determinazione n. 521 del 30/04/2009 con cui si approva il presente Bando; RENDE NOTO che il giorno 07/06/2010 alle ore 9.00 presso la sede del Servizio Tecnico e Assetto del Territorio, in Montecatini Terme, Viale della Libertà 4, avrà luogo l’asta pubblica con il sistema delle offerte segrete di cui alla lett. c) dell’art. 73 del Regio Decreto 23/05/1924, n. 827, per la vendita degli immobili di seguito descritti EX CASA COLONICA in via S. ANTONIO - LOTTO N. 01 DESCRIZIONE E CONSISTENZA OGGETTIVA: ex fabbricato colonico di due piani fuori terra della superficie complessiva di mq. 200, posto nell’area su cui insiste la ex discarica di via s. Antonio n. 19 in pessime condizioni di manutenzione e conservazione, senza impianto di riscaldamento, con impianti elettrico ed idrico non a norma, e con porzione del solaio di copertura crollato. VALORE DI STIMA: 150.000,00 Euro TERRENO VIA SERCHIO - LOTTO N. 02 DESCRIZIONE E CONSISTENZA OGGETTIVA: reliquato stradale della superficie di mq. 170 VALORE DI STIMA: 50.000,00 Euro LAVATOIO DI VIA NOFRETTI - LOTTO. N. 03 DESCRIZIONE E CONSISTENZA OGGETTIVA: manufatto adibito a lavatoio pubblico sito nella parte alta di Via Nofretti sul lato destro della strada, di fronte al civico n. 139. È costituito da n. 4 pilastri in muratura su cui poggia la copertura, degradante, parimenti in muratura, che misura m. 4 X 5,40 per un totale di mq. 21,60. L’altezza nella parte bassa misura m. 2,25, nella parte alta m. 3,00. Le altre tre pareti sono aperte fino ad un’altezza di m. 1,20, fatta eccezione per quella lato strada che è aperta completamente per consentire l’ingresso. All’interno esistono n. 6 palmenti contigui, nel centro, necessari per il lavaggio. Attualmente la struttura è inutilizzata. VALORE DI STIMA: 20.000,00 Euro SERRE COMUNALI - LOTTO N. 04 DESCRIZIONE E CONSISTENZA OGGETTIVA: appezzamento di terreno della superficie di mq. 4.105,00 sul quale insistono le ex serre comunali, sito in Montecatini Terme in Via S. Antonio VALORE DI STIMA: 350.000,00 Euro APPARTAMENTO DI VIA FRIULI n. 11 scala B - piano terzo - interno 7 di vani 5,5 - LOTTO. N. 05 DESCRIZIONE E CONSISTENZA OGGETTIVA: unità immobiliare facente parte del fabbricato condominiale di n. 4 piani fuori terra edificato nell’area peep Salsero Piemonte. L’appartamento è corredato di garage. È attualmente occupato con contratto in scadenza nel mese di settembre 2010. NOTE: per la partecipazione all’asta è necessario il possesso dei requisiti soggettivi previsti per l’assegnazione di alloggi in area PEEP ed in particolare: Avere cittadinanza italiana o di uno stato appartenente all’Unione europea oppure cittadinanza di un altro stato purchè in possesso dei requisiti previsti dalla vigente normativa sull’immigrazione. Non possedere nessun altro alloggio, adeguato al nucleo familiare, nel Comune di Montecatini Terme o in comuni limitrofi. Detti requisiti si intendono riferiti all’intero nucleo familiare. VALORE DI STIMA: 90.000,00 Euro TERRENO DI VIA BOCCACCIO - LOTTO. N. 06 DESCRIZIONE E CONSISTENZA OGGETTIVA: appezzamento di terreno edificabile sito nel comune di Montecatini Terme in via Boccaccio - angolo via Cadorna della superficie di mq. 750 ricadente nel vigente PRG in zona residenziale di completamento B3, I.F. 2,00 mc/mq, R.C. 0.30 Hmax 10m NOTE: l’aggiudicatario, è vincolato alla realizzazione di almeno una unità abitativa della superficie utile non inferiore a mq. 70 da destinare a locazione a canone agevolato per anni 20. VALORE DI STIMA: 300.000,00 Euro Offerta L’offerta dovrà essere formulata in aumento, e comunque non dovrà essere inferiore al prezzo posto a base d’asta. Le offerte dovranno pervenire con le modalità illustrate nel bando integrale pubblicato sul sito internet del Comune di Montecatini Terme all’indirizzo www.comune.montecatini-terme.pt.it entro le ore 12.00 del 03/06/2010. Garanzia dell’offerta È richiesto, a garanzia dell’offerta, il versamento di un deposito cauzionale pari al 10% del prezzo a base d’asta indicato per ciascuno degli immobili. Il deposito cauzionale sarà trattenuto dall’ente ed imputato in conto del prezzo di aggiudicazione. Qualora non sia dato luogo al contratto per fatti imputabili all’aggiudicatario, le somme depositate a garanzia dell’offerta saranno definitivamente acquisite al bilancio dell’Amministrazione comunale. Il versamento del deposito cauzionale tramite bonifico bancario a favore del Comune di Montecatini Terme dovrà essere effettuato esclusivamente mediante versamento della predetta somma presso la Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia codice IBAN IT92 D06260 70461 000000 100C01, indicando come causale: “Deposito cauzionale (cap. 7445) Asta pubblica” oltre all’ indicazione del lotto dell’immobile per cui si partecipa. Il tesoriere rilascerà la ricevuta comprovante l’avvenuto versamento del deposito cauzionale. Pagamento Il pagamento del saldo, dovrà essere effettuato un’unica soluzione alla tesoreria comunale non oltre il momento di stipulazione del contratto. Per informazioni contattare l’ufficio Patrimonio Immobiliare 0572/918617 oppure 0572/918614. Montecatini Terme, 03/05/2010 Il dirigente Arch. Mario Damiani www.ilsole24ore/system/legale@@PTDI##


Maggio 2010

AsteInfoappalti

37

www.astepress.it

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi TRIBUNALE DI ROMA "Tribunale di Roma G.D. dr.ssa De Rosa C.P. N. 1243/01 vende asta del 6.7.2010 ore 12.00 il seguente lotto: Comune di Roma - Via della Pisana n. 1036, terreno agricolo censito nel N.C.E. del Comune di Roma fg. 766 part. n. 150, 151, 152, 153, 154, 155, 156; al fg. 767 part. 258; superficie complessiva mq. 32.200 circa con destinazione urbanistica secondo le previsioni del Nuovo Piano Regolatore di Roma zona H-H1. Tettoia di mq. 1019 coperti nel N.C.E. al fg. 766 part. 153. Fabbricato bifamiliare d’uso residenziale suddiviso in due unità distinto in catasto Fabbricati del Comune di Roma al fg. 766 part. 156 sub 1, 2, 3 e 152 sub. 1 e 2 della superficie complessiva (post condono) di mq. 988,24. Superfici soggette a condono con pratiche n. 63060/86 per mq. 262,71 e 63067/86 per mq. 271,01. Prezzo base E 3.000.000,00 , offerte in aumento non inferiori ad E 25.000,00. Informazioni liquidatore Avv. Sergio Smedile tel. 0632651481. Offerte in busta chiusa da depositare entro le ore 13.00 del 5.7.2010 presso la Cancelleria Fallimentare - V.le delle Milizie n. 2, con domanda in bollo e cauzione 20% del prezzo base con assegno circolare n.t. Sito internet www.astegiudiziarie.it; informazioni telefoniche n. verde 848.582031 infovendite@astegiudiziarie.it". TRIBUNALE DI ROMA Sezione Fallimentare Fallimento Cecchi Gori Holding srl in liquidazione n. 418/2009 Dichiarato con sentenza del 26.10.2009 Giudice Delegato: Dr. Francesco Taurisano Curatore: Dr. Tadeusz Krzysztofiak Via Aurelia, n. 137 - 00165 Roma Tel. 06.63.80.949 - Fax 06.64400169 Fallimento n. 418/2009 "Tribunale fallimentare di Roma, fallimento n°418/2009 di Cecchi Gori Holding s.r.l. in liquidazione, Giudice Delegato Dr. Francesco Taurisano, rende nota la vendita dei seguenti singoli lotti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano: LOTTO 1) Partecipazione azionaria nella Cecchi Gori Music s.r.l., CF e PI 04943611006, nella misura del 90% del capitale sociale al prezzo base E 841.000,00 = oltre imposte e spese di trasferimento. Tale impresa svolge un’attività finalizzata esclusivamente allo sfruttamento e valorizzazione della library musicale detenuta in proprietà e composta da circa 1880 opere. LOTTO 2) Partecipazione azionaria nella Cecchi Gori Cinema e Spettacolo s.r.l. in liquidazione, CF e PI 04478591003, ovvero la partecipazione di quote nominali pari ad E 60.000,00=, ed il credito in contenzioso di E 25.827.024,00= portato dal decreto ingiuntivo n°15248/2008, RGN 12552/2008, emesso dal Tribunale di Roma, in danno della Cecchi Gori Cinema e Spettacolo s.r.l. in liquidazione. La cessione della quota avverrà al prezzo base di E 60.000,00= pari al valore nominale della partecipazione azionaria, oltre oneri e spese cessione. Il credito di E 25.827.024,00= verrà venduto al prezzo base di E 2.600.000,00 =, oltre spese. LOTTO 3) Credito in contenzioso di E 756.401,00= portato dal decreto ingiuntivo n°15249/2008, RGN 12553/2008, emesso dal Tribunale di Roma, in danno della Immobiliare Veronica 84 s.r.l., CF 06109000585. La cessione avverrà al prezzo base di E 151.280,29 =, oltre spese. Le offerte di acquisto in busta chiusa, debitamente cauzionate del 10% dell’importo offerto, dovranno depositarsi entro le ore 13 dell’08.07.2010 , presso la cancelleria del Giudice delegato. La cauzione dovrà essere versata con assegno circolare non trasferibile intestato a "Fallimento 418-2009". Le offerte pervenute avranno efficacia per almeno sessanta giorni. In caso di pluralità di offerte, si farà luogo ad una gara sull’offerta più alta. Il saldo del corrispettivo d’aggiudicazione dovrà avvenire entro 30 gg. Per informazioni contattare il curatore fallimentare Dr.

Cerchi Casa? ..Prova All'Incanto!

Tadeusz Krzysztofiak 06.6380949, fax 06.64400169, Avv. Paola Remigi 338.2484564, e consultare il sito internet www.astegiudiziarie.it". In attesa di riscontro, invio cordiali saluti. Roma, 23.04.2010 Dr. Tadeusz Krzysztofiak

• TRIBUNALE DI •

ROVIGO

TRIBUNALE DI ROVIGO AVVISO d’ASTA Fallimento n° 26/2009 per l’affitto di Azienda con Opzione di acquisto Avanti al Giudice Delegato è stata fissata il giorno 11 giugno 2010 alle ore 12:30 l’apertura delle buste e lo svolgimento dell’eventuale gara per la concessione in affitto dell’azienda della Società Fallita, RO.CAR S.r.l., composta da: * Immobili siti in Adria(RO) - Loc. Smergoncino n. 12, costituti da un capannone industriale della superficie lorda complessiva di mq 10881, oltre a terreno con edificabilità residua della superficie complessiva di mq 18.471 e struttura mobile posizionata ad est posta al piano Terra * impianti, macchinari, attrezzature, apparecchiature elettriche ed elettroniche, mobili e arredi, beni immateriali ed avviamento commerciale. Il tutto nello stato di fatto e di diritto in cui il complesso aziendale si trova come risultante dalle perizie e dagli atti pubblicati sul sito: www.asteannunci.it. Canone di locazione annuo: E 171.000,00 con obbligo acquisto del magazzino: E 180.000,00 pagabile in tre soluzioni. Fideiussione bancaria o assicurativa a prima richiesta di E 375.000,00 Importo opzione di acquisto E 4.900.000,00 con fideiussione bancaria o assicurativa a prima richiesta di E 4.200.000,00. Offerta minima in aumento E 10.000,00=. Obbligo di assunzione di un numero non inferiore a 30 (trenta) unità, di ex dipendenti della Società fallita, posti in mobilità (ai sensi della L. 223/91). Le offerte di locazione e di opzione d’acquisto dell’azienda, in bollo, dovranno essere presentate in busta chiusa indirizzata alla Cancelleria Fallimentare del Tribunale di Rovigo, entro le ore 12:00 del 10.06.2010, unitamente ad assegno circolare non trasferibile intestato al Fallimento, da imputarsi a cauzione di E 30.000,00. Risulterà aggiudicatario l’offerente che ha proposto il maggior prezzo dell’opzione di acquisto, non inferiore in ogni caso ad E 4.900.000,00 (Euro/quattromilioninovecentomila). Info: Curatore Rag. Aronne SACCHETTO - tel. 0426660868.

• TRIBUNALE DI •

SCIACCA

TRIBUNALE DI SCIACCA Procedura fallimentare: n. 1/1988 IL GIUDICE DELEGATO Viste le istanze della curatrice in data 31.03.2009 e in data 19.03.2010; esaminate la documentazione ipotecaria e catastale in atti e la relazione tecnica di stima, depositata dell’esperto nominato nell’interesse della procedura in data 12.03.2009 nonché la documentazione depositata dalla curatrice con relazione in data 17.11.2008; rilevato che è compreso nel fallimento il compendio immobiliare descritto e valutato nella suddetta relazione; ritenuto che se ne deve disporre la vendita senza incanto al prezzo ribassato rispetto a quello di stima tenuto conto della previa ricognizione dell’interesse all’acquisto compiuta nel territorio, quale risulta dagli atti del fallimento, e d’altro canto della necessità di agevolare la chiusura di una procedura molto datata; sentito il comitato dei creditori;

acquisito l’assenso dei creditori ammessi al passivo con prelazione sul compendio immobiliare di cui trattasi; Visti gli artt. 104-105-108 L.F., 569 e 570 c.p.c., ORDINA la vendita senza incanto del compendio immobiliare, acquisito all’attivo fallimentare, in più lotti così composti: LOTTO n. 1 "Appartamento libero per civile abitazione in buono stato di conservazione sito in Alessandria della Rocca, via Nazionale , al I piano dell’edificio denominato Panzera, "blocco B", avente una superficie lorda di mq. 171,00 ed una superficie utile di mq. 149,27, costituito da n. 8 vani" N.B.: 1) L’immobile è catastato al catasto fabbricati al fg. 20, p.lla. 466 sub 17, categoria catastale A/2. 2) L’immobile fa parte del fabbricato edificato dal sig. _________________, con regolare concessione edilizia n. 162 del 18-08-1972, sulle particelle 6/a e 7/a, foglio 20, estese, complessivamente 1.380,00 mq. 3) Il fabbricato è composto da cinque piani fuori terra ed una superficie di mq. 660,00 (60,00 mq. x 11,00 mq.) ed un’altezza di 17,03 ml. È suddiviso in due blocchi denominati: "a" quello del vano scala che, in riferimento alla via Nazionale, è posto a sinistra dell’immobile; "b" quello del vano scale che, in riferimento alla via Nazionale, è posto a destra dell’immobile. Entrambi i "blocchi" sono costituiti da due appartamenti per ogni piano. 4) L’immobile è stato costruito in forza di licenza edilizia n. 162 del 18/08/1972 ma allo stato è difforme rispetto alla predetta concessione, in quanto è stato realizzato un esubero, rispetto al volume realizzabile, di metri cubi 5.719,80; detto abuso è sanabile ai sensi dell’art. 40 comma 6 della Legge n. 47 del 1985 e gli oneri per sanare l’abuso ammontano a complessivi E 5.282,33. L’immobile è pervenuto alla società fallita in forza di conferimento rogato dal notaio Li Puma il 20-07-1079, trascritto in data 08-08-1979 ai nn. 11673/12898, da potere di soggetto cui era pervenuto giusta atto rogato dal notaio _____________________ in data 14/06/1974 e trascritto il 06/08/1974 ai nn. 11986/11970, da potere di soggetto cui era pervenuto per atto di compravendita, avente ad oggetto il terreno (distinto in Catasto alla partita 5398, fg. 20, p.lle nn. 6/a e 7/a, esteso are 13.80) rogato dal Notaio _____________________ in data 13/01/1971, registrato a Bivona il 29 gennaio 1971 al n. 57, trascritto in Agrigento il 4.02.1971 ai nn. 2486/2210, da potere di soggetto proprietario ante ventennio. Le unità immobiliari de quibus sono state denunziate al Catasto Urbano con mod. 1 n. 40/74-45/74 e 47/74. Il tutto nello stato di fatto e di diritto in cui trovasi e come meglio descritto nelle relazioni di stima agli atti del fascicolo fallimentare, alle quali si fa rinvio per quant’altro qui non riportato, con contestuale autorizzazione per ogni interessato a prenderne visione sotto vigilanza del cancelliere. LOTTO n. 2 "Magazzino (completo di tutti i servizi funzionanti) in discreto stato di conservazione, sito in Alessandria della Rocca, via Nazionale, al PT piano dell’edificio denominato Panzera, "blocco B", avente una superficie lorda di mq. 353,93 ed una superficie utile di mq. 315,60, h. 3,50 ml." N.B.: 1) L’immobile è catastato al catasto fabbricati al fg. 20, p.lla. 466 sub 6, categoria catastale C/2. 2) L’immobile fa parte del fabbricato edificato dal sig. Panzera Vincenzo, con regolare concessione edilizia n. 162 del 18-08-1972, sulle particelle 6/a e 7/a, foglio 20, estese, complessivamente 1.380,00 mq. 3) Il fabbricato è composto da cinque piani fuori terra ed una superficie di mq. 660,00 (60,00 mq. x 11,00 mq.) ed un’altezza di 17,03 ml. È suddiviso in due blocchi denominati: "a" quello del vano scala che, in riferimento alla via Nazionale, è posto a sinistra dell’immobile; "b" quello del vano scale che, in riferimento alla via Nazionale, è posto a destra dell’immobile. Entrambi i "blocchi" sono costituiti da due appartamenti per ogni piano. 4) L’immobile è stato costruito in forza di licenza edilizia n. 162 del 18/08/1972 ma allo stato è difforme rispetto alla predetta concessione, in quanto è stato realizzato un esubero, rispetto al volume realizzabile, di metri cubi 5.719,80; detto abuso è sanabile ai sensi dell’art. 40 comma 6 della Legge n. 47 del 1985 e gli oneri per sanare l’abuso ammontano a complessivi E 12.100,95. L’immobile è pervenuto alla società fallita in forza di conferimento rogato dal notaio __________ il 20-07-1079, trascritto in data 08-08-1979 ai nn. 11673/12898, da potere di soggetto cui era pervenuto giusta atto rogato dal notaio Antonino Marsala in data 14/06/1974 e trascritto il 06/08/1974 ai nn. 11986/11970, da potere di soggetto cui era pervenuto per atto di compravendita, avente ad oggetto il terreno (distinto in Catasto alla partita 5398, fg. 20, p.lle nn. 6/a e 7/a, esteso are 13.80) rogato dal Notaio _____________________ in data 13/01/1971, registrato a Bivona il 29 gennaio 1971 al n. 57, trascritto in Agrigento il 4.02.1971 ai nn. 2486/2210, da potere di soggetto proprietario ante ventennio. Le unità immobiliari de quibus sono state denunziate al Catasto Urbano con mod. 1 n. 40/74-45/74 e 47/74. Il tutto nello stato di fatto e di diritto in cui trovasi e come meglio descritto nelle relazioni di stima agli atti

del fascicolo fallimentare, alle quali si fa rinvio per quant’altro qui non riportato, con contestuale autorizzazione per ogni interessato a prenderne visione sotto vigilanza del cancelliere. LOTTO n. 3 "Vano cabina Enel, originariamente destinato alla fornitura di energia elettrica ai macchinari a servizio della società fallita sito in Alessandria della Rocca, via Nazionale, al PT piano dell’edificio denominato Panzera, "blocco A", avente una superficie lorda di mq. 21,60, sup. utile di. 16,00 mq., un’altezza utile di 3,55 ml. È costituito da un ingresso di mq. 3,60, e da due distinti vani, rispettivamente di mq. 7,20 e 5,20 mq." N.B.: 1) L’immobile è catastato al catasto fabbricati al fg. 20, p.lla. 466 sub 3, categoria catastale C/2. 2) L’immobile fa parte del fabbricato edificato dal sig. Panzera Vincenzo, con regolare concessione edilizia n. 162 del 18-08-1972, sulle particelle 6/a e 7/a, figlio 20, estese, complessivamente 1.380,00 mq. 3) Il fabbricato è composto da cinque piani fuori terra ed una superficie di mq. 660,00 (60,00 mq. x 11,00 mq.) ed un’altezza di 17,03 ml. È suddiviso in due blocchi denominati: "a" quello del vano scala che, in riferimento alla via Nazionale, è posto a sinistra dell’immobile; "b" quello del vano scale che, in riferimento alla via Nazionale, è posto a destra dell’immobile. Entrambi i "blocchi" sono costituiti da due appartamenti per ogni piano. 4) L’immobile è stato costruito in forza di licenza edilizia n. 162 del 18/08/1972 ma allo stato è difforme rispetto alla predetta concessione, in quanto è stato realizzato un esubero, rispetto al volume realizzabile, di metri cubi 5.719,80; detto abuso è sanabile ai sensi dell’art. 40 comma 6 della Legge n. 47 del 1985 e gli oneri per sanare l’abuso ammontano a complessivi E 1.079,68. L’immobile è pervenuto alla società fallita in forza di conferimento rogato dal notaio ___________ il 20-07-1079, trascritto in data 08-08-1979 ai nn. 11673/12898, da potere di soggetto cui era pervenuto giusta atto rogato dal notaio _____________________ in data 14/06/1974 e trascritto il 06/08/1974 ai nn. 11986/11970, da potere di soggetto cui era pervenuto per atto di compravendita, avente ad oggetto il terreno (distinto in Catasto alla partita 5398, fg. 20, p.lle nn. 6/a e 7/a, esteso are 13.80) rogato dal Notaio _____________________ in data 13/01/1971, registrato a Bivona il 29 gennaio 1971 al n. 57, trascritto in Agrigento il 4.02.1971 ai nn. 2486/2210, da potere di soggetto proprietario ante ventennio. Le unità immobiliari de quibus sono state denunziate al Catasto Urbano con mod. 1 n. 40/74-45/74 e 47/74. Il tutto nello stato di fatto e di diritto in cui trovasi e come meglio descritto nelle relazioni di stima agli atti del fascicolo fallimentare, alle quali si fa rinvio per quant’altro qui non riportato, con contestuale autorizzazione per ogni interessato a prenderne visione sotto vigilanza del cancelliere. DETERMINA il prezzo base della vendita: * per il LOTTO n. 1 in euro 31.000,00 oltre IVA se dovuta; * per il LOTTO n. 2 in euro 54.000,00 oltre IVA se dovuta; * per il LOTTO n. 3 in euro 2.300,00 oltre IVA se dovuta; STABILISCE che le offerte saranno aperte dal g.d. nell’ufficio n. 220 - piano I - del Tribunale di Sciacca, Viale Quasimodo, il giorno 6.07.2010 h. 16,00 e che le stesse dovranno rispettare le seguenti condizioni: 1) l’offerta dovrà essere depositata, o fatta pervenire mediante plico postale, entro le ore 12,00 del giorno 5.07.2010 presso la cancelleria fallimentare del Tribunale di Sciacca, in busta chiusa recante soltanto il nome del giudice delegato, il numero della procedura e la data dell’udienza fissata per la vendita. N.B.: nel caso di invio dell’offerta tramite plico postale, il mittente potrà indicare sulla busta, oltre ai suddetti dati, soltanto pseudonimo e casella postale per l’eventuale ricevuta di ritorno; 2) l’offerta non è efficace se inferiore al prezzo base; 3) l’offerta dovrà contenere la dichiarazione di residenza ovvero elezione di domicilio nel Comune di Sciacca con indicazione del proprio numero di codice fiscale. Nel caso in cui l’offerta sia presentata da rappresentante legale di società dovrà essere allegata misura camerale aggiornata da cui emergono i poteri rappresentativi; 4) l’offerta dovrà essere accompagnata, da assegni circolari non trasferibili (inseriti nell’unica busta depositata o nell’unico plico inviato), emessi in favore della procedura fallimentare, per un importo pari al 20% del prezzo base, di cui il 10% a titolo di cauzione ed il 10% per spese presuntive di vendita (il curatore - ex art. 34 l.f. - è sin d’ora autorizzato ad incassare gli assegni depositati a titolo di cauzione e fondo spese nell’ipotesi di aggiudicazione dei beni oggetto di vendita); 5) l’eventuale gara sull’offerta più alta, in caso di pluralità di offerenti, avverrà dinanzi al g.d. nell’ufficio n. 220 - piano I - del Tribunale di Sciacca, Viale Quasimodo, il giorno 6.07.2010, alle ore 16,00; 6) si stabilisce fin d’ora che in caso di gara l’aumento da apportarsi all’offerta più alta non potrà essere inferiore ad euro 1.000,00; 7) il prezzo di aggiudicazione, dedotto l’importo - segue a pag 39

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it


ACQUEDOTTO PUGLIESE S.p.A. Direzione Acquisti, Logistica e Contratti Sede legale: via Cognetti n. 36 – 70121 BARI Tel. n. 080/5723491 - Telefax n.080/5723018 Acquedotto Pugliese S.p.A., con reti idriche per oltre 20.000 chilometri al servizio di 4 milioni di cittadini, 10.000 chilometri di reti fognarie e 180 depuratori, è tra i maggiori player nazionali nella gestione del ciclo idrico integrato, che va dalla captazione, alla raccolta sino alla potabilizzazione ed alla distribuzione dell’acqua oltre che ai servizi di fognatura e di depurazione delle acque reflue. Questa Società ha indetto n. 12 gare d’appalto, mediante procedure aperte, per l’istituzione di altrettanti Contratti quadro, di durata quadriennale, relativi all’affidamento ed all’esecuzione dei lavori e dei servizi per la manutenzione ordinaria, a guasto e straordinaria delle reti idriche e fognarie; per la realizzazione di allacciamenti di utenza e di tronchi idrici e fognanti negli abitati ricadenti negli Ambiti Territoriali nn. 1, 2, 3, 6, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14 e 15. Gli importi complessivi degli appalti, al netto dell’I.V.A., per ciascun Ambito Territoriale sopra indicato, sono di seguito riportati: Ambito 1 - Provincia di Foggia:

€ 7.799.796,87 di cui € 247.873,89 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 2 - Provincia di Foggia:

€ 14.281.606,22 di cui € 457.556,49 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 3 - Provincia di Foggia:

€ 14.161.912,01 di cui € 424.555,66 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 6 - Provincia di Bari:

€ 17.823.802,05 di cui € 568.393,83 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 8 - Provincia di Taranto:

€ 24.770.342,06 di cui € 726.584,16 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 9 - Provincia di Taranto:

€ 11.030.986,33 di cui € 339.176,92 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 10 - Provincia di Lecce:

€ 17.310.363,02 di cui € 547.152,81 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 11 - Provincia di Lecce:

€ 14.828.332,43 di cui € 446.347,73 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 12 - Provincia di Lecce:

€ 25.350.259,41 di cui € 771.948,87 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 13 - Provincia di Lecce:

€ 20.091.872,55 di cui € 623.692,90 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto

Ambito 14 - Provincia di Brindisi: € 29.743.633,45 di cui € 925.021,30 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto Ambito 15 - Provincia di Avellino: € 1.316.438,91 di cui € 42.519,63 per oneri complessivi della sicurezza dei servizi e dei lavori oggetto dell’appalto Criterio di aggiudicazione: prezzo più basso, espresso dal ribasso percentuale determinato mediante offerta di prezzi unitari, ai sensi dell’articolo 82, comma 3, del decreto legislativo n. 163 del 2006 e dell’articolo 90 del d.P.R. n. 554 del 1999, con l’aggiudicazione della gara anche in presenza di una sola offerta, purchè valida. Le offerte, corredate della prescritta documentazione, dovranno pervenire alla Direzione Acquisti, Logistica e Contratti di questa Società - Via Cognetti n. 36 - 70121 Bari, entro le ore 10,00 del 15/07/2010. I bandi di gara sono stati trasmessi alla U.E. il 27/04/2010 e sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - V serie speciale n. 51 del 05/05/2010, sul sito internet del Ministero delle Infrastrutture nonché, unitamente agli annessi disciplinari di gara, sul sito di questa Società www.aqp.it. Il Direttore Acquisti, Logistica e Contratti: Avv. Alessio Alfonso Chimenti.


Maggio 2010 www.astepress.it

AsteInfoappalti

39

www.asteinfoappalti.it

Elenco dei bandi della cauzione già prestata, dovrà essere versato in cancelleria, mediante assegni circolari non trasferibili, emessi all’ordine della procedura fallimentare entro il 9.11.2010 sotto pena di decadenza dall’aggiudicazione medesima ai sensi dell’art. 587 c.p.c.; 8) nello stesso termine e con le stesse modalità di cui al precedente punto 7, l’aggiudicatario dovrà integrare la somma preventivamente depositata a titolo di spese presuntive di vendita sino a raggiungere il 25% del prezzo di aggiudicazione, sotto pena di decadenza dall’aggiudicazione medesima ai sensi dell’art. 587 c.p.c. (il curatore - ex art. 34 l.f. - è sin d’ora autorizzato ad incassare gli assegni se tempestivamente depositati a titolo di integrazione delle spese presuntive di vendita e di saldo prezzo); 9) le spese di vendita e di cancellazione delle formalità ipotecarie, nonché le imposte e le tasse, saranno a totale carico dell’acquirente (il curatore è sin d’ora invitato a curare con sollecitudine tutti gli adempimenti, anche fiscali, connessi al trasferimento, e a tal fine la cancelleria è sin d’ora autorizzata all’emissione dei mandati di pagamento per gli importi indicati a tale titolo dai curatori. Il curatore è altresì invitato a predisporre bozza del decreto di trasferimento utilizzando modello predisposto dal g.d. e reperibile in cancelleria in formato elettronico). N.B.: I partecipanti alla vendita hanno la possibilità di ottenere mutui ipotecari per un importo massimo dell’80% del valore di stima dell’immobile a tassi e condizioni economiche prestabiliti dalle seguenti banche: BANCHE CARIGE - Filiale di Agrigento, P.zza Rosselli n. 1 (tel. 0922.402850, Direttore: Giuseppe Pillitteri); Banca per la Casa S.p.A. Gruppo Unicredit - filiale Banca per la Casa di Catania, via Gozzano n. 7 - (tel. 095.442414, Responsabile: dott. Massimiliano Ursino, sito: www.bancaperlacasa). Banca Popolare Sant’Angelo, via Roma 28/30 Sciacca, tel. 0925/24297; C.so Umberto I, 31 Ribera, tel. 0925/66911; v. V. Emanuele 28, Cianciana, tel. 0922/860305 (N.B.: gli indirizzi di Ribera e Cianciana dovranno essere inseriti dal curatore solo negli annunci su sito internet); Banca SAI S.p.A., C.so V. Emanuele 50, tel. 011.6915065, fax: 011.6533527, www.bancasai.it, fabrizio.carnino@bancasai.it Numero Verde: 800 99 77 88; Banco di Sicilia Unicredit Group, le cui filiali ed i relativi referenti sono quelli indicati nel sito www.bancodisicilia.it Gli interessati sono pertanto invitati a contattare le sedi delle suddette agenzie almeno 30 gg prima della vendita. In data 9.11.2010 h.9,30 presso il Tribunale di Sciacca, via Quasimodo stanza n. 220, il g.d., emetterà il decreto di trasferimento dell’immobile se aggiudicato con contestuale erogazione del mutuo da parte di una delle banche sopra indicate cui l’aggiudicatario si sia eventualmente rivolto. DISPONE a) che la cancelleria provveda alle pubblicazioni di cui all’art. 490, 1° comma, c.p.c., per tre giorni consecutivi almeno dieci giorni prima della data fissata per la gara; b) tra il 22.03.2010 e l’8.05.2010 inserisca un estratto della presente ordinanza per una volta sulla Repubblica (edizione regionale), nonchè sul periodico "Corriere di Sciacca", condizionando la pubblicità all’inserimento della notizia della vendita nella pagina

riservata al Tribunale di Sciocca (con frontespizio reperibile presso il g.d.) con anticipazione di spesa a carico dello Stato, ex art. 146 TU 115/2002 co. 3 lett.d (si invita il curatore a prendere immediatamente contatti con le edizioni dei quotidiani e del periodico affinché siano poste nelle condizioni di pubblicare in unico inserto il numero più alto possibile di notizie di vendite coattive presso questo tribunale); c) che il curatore, nel periodo compreso tra il 22.03.2010 e l’8.05.2010 curi la pubblicità della presente vendita mediante affissioni murali nel comune di Alessandria della Rocca e comuni vicinori, con anticipazione della relativa spesa a carico dello Stato,, ex art 146 TU 115/2002 co. 3 lett. d; d) che il curatore, nel periodo compreso tra il 22.03.2010 e l’8.05.2010 divulghi notizia della vendita, con foto dei beni altresì con le forme della pubblicità commerciale televisiva e radiofonica con frequenza minima di una volta ogni 15gg, e comunque da intensificare nel periodo compreso tra il 19.04.2010 e l’8.05.2010 - tramite le seguenti emittenti televisive: TeleMonteKronio, e l’emittente radio TGS, con anticipazione della relativa spesa a carico dello Stato,, ex art 146 TU 115/2002 co. 3 lett. d (si invita il curatore a concordare con l’editore messaggi brevi e di contenuto essenziale, cioè limitato all’indicazione sintetica, oltre che dell’autorità che dispone la vendita, del bene, del prezzo, della data e del luogo di quest’ultima, con rinvio ai recapiti del curatore o della cancelleria fallimentare per maggiori chiarimenti); e) che il curatore, nel periodo compreso tra il 22.03.2010 e l’8.05.2010 pubblichi il presente provvedimento, con relazioni tecniche e foto, su almeno 4 siti internet, quali i: www.asteannunci.it, www.aste24.com, www.entietribunali.it, www.astegiudiziarie @esecuzioniefallimenti.com, nonché quelli gratuiti, che riesca a reperire, tra cui quello: www.odcecagrigento.it, con anticipazione della relativa spesa a carico dello Stato, ex art 146 TU 115/2002 co. 3 lett. d - si invita il curatore all’immediato contatto con i siti indicati per assicurare efficacia alla pubblicità -; f) che il curatore, nel periodo compreso tra il 22.03.2010 e l’8.05.2010 divulghi notizia della vendita presso associazioni di categoria (in particolare ordini professionali, confcommercio, etc.) diversi da quelli eventualmente già contattati dagli editori dei siti internet mediante postaltarget; g) che il curatore, nel periodo compreso tra il 22.03.2010 e l’8.05.2010 dia notizia della vendita e delle sue condizioni anche a tutti gli imprenditori che operano nel settore in cui operava la società fallita, nonché alle relative associazioni professionali, ed inoltre agli imprenditori cui appartengono o che comunque gestiscono attività commerciali nella zona, diversi da quelli eventualmente già contattati dagli editori dei siti internet mediante postaltarget; h) che il curatore nel periodo compreso tra il 22.03.2010 e la data della vendita pubblicizzi quest’ultima anche mediante apposizione di relativo grande cartello o striscione fisso presso il compendio, (il curatore documenterà tale forma di pubblicità depositando il giorno della vendita n. 6 foto con evidenziazione della data in cui sono state realizzate, ad esempio inserendo nell’immagine ripresa I pagina di quotidiano), con autorizzazione all’anticipazione della relativa spesa a carico dell Stato, ex art. 146 Tu

115/2002 co.3 lett.d. Ogni avviso e forma di pubblicità dovrà essere eseguito con la sola indicazione del numero della procedura fallimentare, del nome del giudice e del curatore, precisando che quest’ultimo è disponibile a consentire l’accesso ai beni di cui trattasi, nonché a fornire ogni ulteriore informazione. Il presente provvedimento sarà notificato per estratto a cura del curatore - ex art. 108 l.f. ult. comma - ai creditori ipotecari aventi diritto di prelazione sugli immobili anche se non ammessi al passivo fallimentare. DISPONE che a cura della cancelleria sia predisposta sezione del fascicolo fallimentare destinata a contenere tutti gli atti della presente vendita. Sciacca, 19.03.2010 IL GIUDICE DELEGATO

www.tribunaledispoleto.it www.asteimmobili.it Informazioni presso il curatore rag. Marco Silvestrini msilvestrini@tin.it 0743.220888. Il curatore F.to Marco Silvestrini

• TRIBUNALE DI •

TREVISO

• TRIBUNALE DI •

SPOLETO

TRIBUNALE DI SPOLETO Sezione Fallimentare AVVISO DI VENDITA Il Curatore del Fallimento n. 6/2009 AVVISA che in data 25 giugno 2010 alle ore 10,00 presso lo studio del curatore in Spoleto (PG) P.zza G.Garibaldi 22 si terrà la vendita dell’azienda industriale ubicata a Spoleto - PG (Italia)- S.S. Flaminia Km 132: Lotto unico: OLEIFICIO Azienda, di confezionamento di olio di oliva e olio di semi, brillantazione, miscelazione e vendita all’ingrosso di olio di oliva e di semi. Fanno parte del lotto: Edifici di circa mq. 8.237 composti da palazzina uffici, magazzini lavorazione oli, edifici e manufatti accessori produttivi, edifici e manufatti accessori collaterali insistenti su terreno di circa mq 12.565; Serbatoi inox, n. 8 linee di produzione, marchi registrati. Capacità approssimativa di stoccaggio Q.li 22.000 c.a., capacità approssimativa di produzione q.li 2500 giornalieri. Stato: l’azienda era condotta in affitto con contratto scaduto il 15.03.2010, l’affittuario si avvaleva di n.11 lavoratori dipendenti. Il tutto come meglio descritto nella perizia redatta dall’Ing. Paolo Luccioli e nell’ispezione notarile redatta dal Notaio Fabio Di Russo. La vendita avverrà al prezzo base ribassato di E 4.980.000,00. Rilanci minimi E 100.000,00 Regolamento, perizia, foto, consultabili sui siti

TRIBUNALE DI TREVISO Concordato Preventivo n. 28/09 AVVISO DI VENDITA DI PARTECIPAZIONE Il giorno 23 giugno 2010, alle ore 12.00 , si procederà a vendita con procedura competitiva, del seguente bene: partecipazione all’intero capitale sociale nella società India Immobiliare S.r.l. con sede in Caerano di San Marco (TV) , C.F., P.I. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Treviso 03153180017, R.EA. di Treviso n. 302638; prezzo base d’asta: euro 4.300.000,00 = (quattromilionitrecentomi la/00). La Società è un immobiliare di gestione che detiene a titolo di locazione finanziaria i seguenti immobili: Immobili siti in Caerano di San Marco (TV), Via Montello n. 80: complesso immobiliare di ampia consistenza, rappresentato da edifici a destinazione Artigianale/Industriale/ Commerciale e relativo terreno di pertinenza, in parte a piano terra, in parte a piani interrati e a primo piano. Superficie coperta dai corpi di fabbrica 20.329= mq.; Superficie sviluppata ai vari piani mq. 30.736=. Immobili siti in Ventimiglia (IM), Corso Limone Piemonte n. 9: locali di 982= mq facenti parte di un fabbricato ad uso Centro Commerciale denominato "Comcentro". La vendita avverrà presso lo studio del Notaio Dott. Paolo Talice in Treviso, Via S. Pellico n. 1. Tutte le informazioni relative alla partecipazione, agli immobili, alle modalità di partecipazione all’asta e di vendita, le perizie e l’avviso d’asta sono consultabili sul sito www.aste.it. e possono essere richieste al Commissario Giudiziale Prof. Avv. Pierluigi Ronzani con studio in Conegliano (TV), Via G. Verdi n. 15, tel. 0438-34841, fax. 0438-370593 e ai Liquidatori Giudiziali dr. Pierantonio Biasotto e dr. Raffaele Gallina con studio in Treviso, Via Tolpada 1, tel. 0422-412212, fax 0422-590414.

PER PUBBLICAZIONI SU ASTEINFOAPPALTI RIVOLGERSI A: IL SOLE 24 ORE S.p.A. System Comunicazione Pubblicitaria Piazza Indipendenza 23 b/c 00185 ROMA TEL. 06-30226100 FAX 06-6786715 E-MAIL: legale@ilsole24ore.com

Gli annunci integrali con eventuali perizie sono consultabili sul sito www.asteinfoappalti.it

-Fine


Salita di San Nicola da Tolentino 1/b – 00187 Roma Tel. 06/42014795 Fax 06/42005658 – E-mail: njdome.naso@tin.it

Lo Studio Naso che ha quali principali esponenti gli avvocati Domenico Naso, Raniero Trinchieri e Cajetano Maria Vecchione, vanta una pluriennale esperienza nella gestione delle sofferenze garantite da beni immobili. In tale ambito operativo i componenti dello studio sono in grado di individuare, a seconda del caso concreto, la migliorie ipotesi di definizione della posizione accettabile dai creditori, curando le relative trattative al riguardo, anche attraverso la predisposizione di piani di rientro concordati e/o la realizzazione di programmi di dismissione volontaria del cespite che consentano al debitore di non perdere tutto il valore economico del bene. I compenti della struttura sono anche in grado di assistere i potenziali acquirenti degli immobili per realizzare la migliore opportunità di investimento evento questo che può anche concretarsi attraverso ipotesi alternative rispetto alla diretta partecipazione all’incanto previa valutazione del credito azionato sotto il profilo delle sue possibilità di realizzo, della sua effettiva sussistenza e/o della sua concreta esigibilità. Lo studio, inoltre, è in grado di prestare attività di consulenza ed assistenza in operazioni di acquisto di portafogli di Non Perfoming Loans attraverso lo svolgimento di attività di due diligence nella valutazione dei portafogli anche per quanto attiene tempi ed entità dei recuperi anche al fine di individuarne il loro più corretto valore di mercato nonché di curare il successivo incasso dei relativi crediti.


AsteInfoappalti