Page 1


Indice _

Editoriale L’Intervista a DariOPC L’intervista a Zepmat Real Driving: Eterna 037 Dream Car: Corvette C7 L’intervista a AndyFox71 Racing 5 Bros Team Dream Car: Mercedes SLS AMG Il circuito di Motegi Audi TT mk1 GT Story part 1 Fanatec Clubsport Wheel

3 4 9 12 16 24 28 30 38 40 47 52

Disclaimer:

Contenuti Questo Magazine non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato e pubblicato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Licenza Ove non altrimenti specificato, i contenuti pubblicati in questo Magazine vengono rilasciati sotto Licenza Creative Commons 2.5 , pertanto tutti testi e le immagini, tranne dove espressamente vietato, sono ripubblicabili e ridistribuibili nei termini della licenza indicata. Per il materiale di terzi, laddove possibile, sono indicati la fonte e i termini di licenza.


Eccoci qui, finalmente ci siamo, e finalmente la preferenza degli utenti, dal canto nostro non passione per le quattro ruote made in GTD torna a possiamo che essere felici e curiosi di avere tra le pulsare tra le pagine del Mag della Community. mani ognuno dei prodotti succitati anche perché sicuramente saranno motivo di nuovi incontri Un numero importante questo, il 5°, come 5° è il serali/pomeridiani in compagnia. capitolo della serie che tanto ci ha fatto sognare, divertire ed entusiasmare ma che anche tanto ci Dopo avervi ancora una volta ringraziati tutti per ha fatto e ci fa tutt’ora tribolare, soprattutto dopo quanto fate e farete per la nostra bella comunità vi gli ultimi accadimenti sulla scena mondiale; in lascio alle pagine del nostro Mag, ringraziando in realtà oramai l’attenzione di tutti noi è incentrata particolar modo quanti ancora una volta hanno sulle ultime news e sulla possibile nuova uscita di partecipato alla sua creazione direttamente o un 6° capitolo da qui a dicembre (almeno secondo indirettamente, grazie a tutti voi e... indiscrezioni). Se informazione vera o no non ci è dato saperlo al Buona lettura momento, una cosa è certa però, la news ha alimentato speranze ed idee; si spera che Polyphony faccia tanto, che dia una svecchiata al Onikurai brand, che colmi le lacune ed i buchi evidenziati dal 5° capitolo, che faccia un passo indietro riportandolo alla magnificenza del 4° episodio soprattutto, perché la concorrenza non resta a guardare e sicuramente con i nuovi sim in uscita a breve si farà sempre più agguerrita. Ed è proprio ai nuovi sim che la nostra Community guarda con attenzione, perché è vero che il cuore resta sempre Gran Turismo ma è anche vero che il fine ultimo per il quale spendiamo soldi in console, pc, postazioni ed impianti audio nonché tempo è il puro e sano divertimento dato dalla competizione tra noi stessi e gli altri ma anche dal piacere di guida nudo e crudo; ed allora son ben accetti nuovi progetti quali Project Cars, RaceRoom Race Experience ed Assetto Corsa tanto per citare gli ultimi in dirittura d’arrivo, tutti in grado di permetterci di passare tante e tante ore ridendo, scherzando, confrontandoci e in generale divertendoci. Vedremo se il buon Kazu saprà ancora una volta riportare la sua creatura in cima all’elenco di


L’intervista a DariOPC

Il nostro Dario nazionale non ha bisogno di presentazioni, tra le altre cose, come tutti saprete, Ci sono moltissimi aspetti e argomenti che andrebbero presi in considerazione, ma vorrei soffermarmi sull’esperienza di vita fatta al GTA. Cosa ti ha insegnato? cosa ti ha colpito di più, di tutto il percorso? quanti sacrifici hai dovuto affrontare per arrivare a Silverstone? Innanzitutto, prima di ogni altra cosa, vorrei ringraziare di cuore tutto GTDrivers, perché da quando mi sono iscritto il mio approccio verso GT5 è cambiato radicalmente. Ho

conosciuto persone fantastiche che mi hanno spinto e supportato sempre e comunque. Vedendo per la prima volta il video dedicatomi ho capito che questi ragazzi ci tenevano veramente al mio successo, cosa che mi ha reso molto orgoglioso di far parte di questa GRANDE comunità. Detto questo arrivare fino a li non è stato facile. Vinta la finale a Roma c’era assolutamente da mettersi a posto dal punto di vista sia fisico che linguistico (l’inglese). Da quel giorno è cominciato il vero tour de force. Ogni giorno facevo attività fisica. La giornata la passavo in officina al lavoro poi una volta finito li 2 ore di palestra oppure corsa(4-5 km di percorso misto). Credetemi, dopo 3 settimane di allenamento non vedevo l’ora che finisse tutto x staccare un po’. Ero cotto ma dovevo

soffrire, e così è stato. Però una volta li è stata una grandissima soddisfazione vedere che tutti i sacrifici fatti erano serviti a qualcosa. La cosa che mi ha colpito di più sono stati gli inglesi, in particolare i nostri istruttori di guida. Oltre ad essere dei manici coi controcaxxi sono persone molto cordiali e alla mano, ad ogni errore fatto in pista ti spiegavano in maniera molto gentile ma allo stesso tempo chiara le correzioni da fare. Poi a fine di ogni turno in pista una bella stretta di mano sincera e una pacca sulla spalla, piccole cose che però fanno la differenza... Sappiamo che per regolamento l’anno prossimo non potrai partecipare, cosa consigli ai ragazzi che vorranno provarci ? e tu Dario nel frattempo cosa farai per tenerti pronto per il 2014?


Eh si, purtroppo è in dubbio anche una partecipazione futura, in quanto ho sentito voci che vietano la partecipazione a persone che sono già andate a Silverstone. Speriamo siano solo voci di corridoio….Io intanto mi mantengo in forma, continuo andare in palestra e a correre, ma ovviamente con ritmi ridotti rispetto a prima. Insomma, ho fatto una gran fatica ad arrivare a questo punto quindi mi sembrava stupido mollare il tutto da un giorno all’altro. Per quanto riguarda la guida faccio kart di tanto in tanto ma ovviamente vorrei di più. Vedremo … Ai ragazzi che vorranno parteciparvi ovviamente consiglio di allenarsi a GT, ovviamente, e poi cercare di mantenersi in forma, facendo attività fisica che aumenti la resistenza. Qualche kartata non sarebbe affatto male, vi abituerete alle vibrazioni e migliorerete la sensibilità alla guida. Dario, avendolo vissuto, che idea ti sei fatto di tutto il movimento che ruota attorno al GTA, non è troppo dispendioso?

GT5 sia appunto grazie a Eh.. che sia dispendioso è fuori GTAcademy. discussione, ma pensandoci bene questa è una mossa di Sappiamo che hai avuto il marketing niente male: quanti piacere di conoscere il altri giochi offrono nostro buon Kazunori un’opportunità come questa? Yamauchi, che impressione Nessuno, quindi molta gente ti ha fatto? compra GT5 (e PS3) apposta x allenarsi e provare a vincere la Kazu? come tutti i GTAcademy… per diventare Il giapponesi è uno molto pilota VERO senza dover fare Sono rimasto la gavetta in categorie minori cordiale. spendendo un sacco di soldi piacevolmente sorpreso dal (di tasca propria)… Sono fatto che era VERAMENTE ultrasicuro che una interessato a noi e a quello che grandissima fetta di vendite di stavamo facendo, ci seguiva insomma. Ma dall’altro canto mi ha sorpreso negativamente il fatto che non sapesse minimamente l’inglese! Insomma, per una persona della sua posizione e importanza sarebbe il minimo… ma tant’è … Ah si, e poi x il fatto che a GT5 è veramente una pippa.. :-) Kazunori ha più volte dichiarato che voleva mettere a fuoco il "dramma umano" nel prossimo capitolo, ha dichiarato che


L’intervista a DariOPC

Purtroppo no, non ho avuto modo di provare nessuno di questi giochi, ma non nego che mi piacerebbe, giusto per farmi un’idea di che livello sono. Ovviamente so che i simulatori x PC sono superiori, la mia curiosità sarebbe quella di capire di quanto.. Non abbandonerei mai GT, in nessun caso, anche fosse 10000 volte inferiore ai giochi sopracitati. Anche perché, insomma, GT mi ha dato tanto...

quand’era alle finali della GT Academy, vedendo tutti quei giovani di talento e capacità essere coinvolti in qualcosa che potrebbe cambiare la loro vita, si augura che GT continuerà ad avere quell'impatto sulle persone. Cosa intendeva secondo te Dario, come potrà trasformare GT6 per riuscire in quell’intento ? Vorrei tanto entrare nella testa del Kazu … ma purtroppo non posso.. :-) Hai dimostrato a tutti che oltre ad essere un grandissimo pilota su GT5 sai il fatto tuo anche nella guida reale. Hai mai avuto occasione di provare altri simulatori di guida ? ad esempio GTR2 o Project C.A.R.S.? come paragoni i simulatori per PC rispetto il nostro GT5?

Ti aspettavi il video fatto in tuo onore con i saluti degli amici? Dico solo una cosa: erano anni che non mi scendeva una lacrima sul viso... È una di quelle cose che non scorderò mai nella mia vita (tranne la faccia di Papaccio nel video, che spero di dimenticare il più presto possibile ahahah) ..siete UNICI!

Alla fine l’hai acquistata la Subaru Impreza STI? in qualche modo la GTA ti ha Tornando al nostro influenzato nella scelta di amato forum, pensi vendere la tua Corsa OPC? che sia migliorato nei contenuti o vuoi No! Mi tengo stretta la mia suggerire qualche cara Corsetta. Ho provato idea/consiglio? recentemente la STi e dico la verità: ci sono rimasto male. Beh, indubbiamente è Pensavo andasse molto di più, migliorato molto negli ultimi oltretutto ai bassi regimi è anni. Insomma … GTD è morta quando invece la mia ha diventato il punto di il massimo della coppia già a Non giustifica riferimento qui in Italia… vi 3000g/min. sfido a trovare un forum più assolutamente un bollo doppio rispetto alla mia e una completo.. ;) manutenzione (oltre ai Detto questo l’unico aspetto consumi da petroliera) molto “negativo” potrebbe essere la onerosa. Ho provato anche sua complessità; ci sono altre sportive di categoria della molte sezioni e sotto-sezioni, Corsa ma nessuna ha la sua cosa che potrebbe disorientare cattiveria (parlo di vetture molti utenti, soprattutto quelli recenti, ovviamente se nuovi. Ma una volta “entrati andiamo indietro negli anni di nel giro” ci si abitua.. ;) vetture sportive con la S maiuscola si trovano eccome). Come stai vivendo la “GTD Sono tutte più progressive di Life” fatta di amicizie, erogazione e non danno quella esperienze, momenti botta che dal mio punto di vista ci deve essere! Insomma condivisi con GT5? Come detto all’inizio da se voglio una sportiva la voglio quando mi sono iscritto a GTD cattiva di motore e la Corsa lo il mio modo di vivere GT è è. E poi è particolare, molta cambiato radicalmente: nuove gente non sa nemmeno che conoscenze, nuovi amici, nuovi esiste e se ne vedono poche in avversari… non c’è cosa più giro…;) bella che conoscere e parlare Per quanto riguarda la seconda con persone che condividono domanda la risposta è si. Finita l’esperienza Academy mi ero la tua passione…


In questo numero del magazine abbiamo il piacere di passare un po’ di tempo con il nostro amico Matteo, meglio conosciuto come Zepmat, che gentilmente ci ha rilasciato una sua intervista.

Ti va di raccontarci le tue come la musica, l’aviazione, la si passioni e i tuoi hobby?

sia

diretto

storia, i videogiochi e lo sport. appiattimento

verso

globale

un degli

Infatti sono anche un grande standard di gioco a favore Certamente!

mia

vera

Sicuramente

passione

sono

la

i

motori. Certo, sembra quasi scontato dirlo nel contesto di GTD ma è proprio così. Sono stato attratto dal mondo della

appassionato di sport,

oltre al calcio mi piace seguire con particolare attenzione il basket, il ciclismo e l’hockey sul ghiaccio.

auto sin da piccolo e nel corso Purtroppo però oltre degli anni ho sviluppato alla lettura non posso vari dedicarmi granché ad hobby in aspetti, sia dal punto di vista u n visti gli più tecnico che emozionale, particolare questa

passione

sotto

della massificazione del ovvero quello che riguarda le impegni di studio che mi prodotto lasciando da parte la sensazioni che si provano alla levano tantissimo tempo. Una qualità ma soprattutto la guida di un’ autom obile volta suonavo la chitarra e difficoltà! Col risultato che ci arrivando poi a coinvolgere facevo modellismo, ma adesso ritroviamo con giochi tutti l’aspetto sportivo della cosa. mi accontento di uscire ogni molto simili tra loro e per lo Infatti sono un grande tanto in bicicletta per tenermi più scadenti, salvo qualche appassionato anche di corse in forma. rarissima eccezione. Tra i automobilistiche e delle gesta giochi usciti nell’ultimo anno dei grandi campioni del Matteo, dai tuoi interventi credo che tra i pochi cui valga presente e del passato e delle su GTD, ho notato che sei la pena di giocare ci siano L.A. vetture a loro legati. Sotto molto attento alle news Noire (rivoluzionario), Deus quest’ultimo aspetto mio game, quali saranno le Ex: Human Revolution e padre ha certamente avuto novità più importanti che ci Sniper Elite V2 a cui si un’influenza decisiva dato che s a r a n n o proposte? aggiunge Dishonored uscito di è tifoso Ferrari sin dai tempi di recente. Tra le prossime uscite Jackie Ickx. Inutile dirlo ma da Se devo essere sincero invece mi sento di consigliare bambino il mio sogno era ultimamente mi sono un po’ il nuovo capitolo di Splinter diventare un pilota di F1 come disinteressato delle novità in Cell, GTA V e Hitman: il mio idolo dell’infanzia: Jean uscita per concentrarmi su Absolution. Alesi. giochi storici del passato. Naturalmente le considerazioni Lasciando da parte i motori ho Infatti credo che negli ultimi che ho fatto non valgono per i tante altre passioni che coltivo anni il mondo dei videogiochi


Intervista a Zepmat

giochi sportivi o di guida che c a t e g o r i e , rappresentano

un

come

t i andate più forte.

mondo

a sembrano la guidabilità e la Per quanto riguarda le vetture parte. Anche se vedere come fisica riprodotte? cosa Nascar invece devo dire che Dirt 3 ha rovinato il buon p o t r e b b e r o

i sono state fatte veramente nome di Colin McRae Rally fa p r o g r a m m a t o r i d e l l a bene. Infatti ho avuto modo di capire come anche questo Polyphony Digital per giocare a Nascar 2011: The mondo

non

sia

esente

dalla

del

fare

tutto migliorarne le prestazioni ?

tendenza

a

massificare il prodotto.

Game

e

le

guida sono

sensazioni

alla

praticamente

le

davvero stesse. E se due giochi diversi le stesse assente da GT5 se non si r e s t i t u i s c o n o Sappiamo che s e i considerano le vetture FGT. sensazioni, secondo me vuol appassionato di Nascar e Però secondo me la fisica delle dire che entrambi vanno nella Formula 1, hai mai avuto la Ferrari F2007 e F2010, le direzione giusta. Si, ci sono È

vero,

la

F1

è

seguire uniche F1 presenti, mi sembra delle differenze ma secondo qualche evento dal vivo? abbastanza accurata, in me sono imputabili agli assetti particolare ho apprezzato la che in Nascar 2011: The Game possibilità

di

Sfortunatamente

no,

vedere

una gara di F1 dal vivo è una cosa che mi manca. Fino ad ora sono riuscito a vedere una F1 in azione solo in un paio di eventi promozionali alcuni anni

fa quando la Renault F1 fece un’esibizione al Circo Massimo con Fisichella al volante e la BMW invece passò allo Stadio dei Marmi un paio di anni dopo. Però sono riuscito a vedere il trofeo Superstars a Vallelunga Miglia

e

qualche

storica.

Se

Mille

vogliamo

aggiungere anche le moto ho visto le due edizioni del Gran Premio

di

Roma

Superbike

tenne

Vallelunga,

nel

che

la

sempre 2008

a

Troy

Bayliss cadde proprio sotto la mia tribuna mandando all’aria i

festeggiamenti

per

il

mondiale che già si stavano preparando.

frenata (senza ABS!). Infatti le permettono di fare regolazioni F1 hanno i freni in carbonio, non previste in GT5. Non materiale che non garantisce faccio lo stesso paragone con i una risposta lineare alle giochi della serie F1 perché sollecitazioni

perché

più

si non ci gioco dal lontano 2004.

scalda migliore è il suo potere Qualche

suggerimento?

Beh

frenante. Quindi all’inizio la mettessero più F1 e dessero la

frenata sarà blanda, poi però possibilità una

volta

raggiunta

di

effettuare

più

la regolazioni sulle Nascar. Infatti

temperatura giusta la forza sugli ovali tutte e quattro le frenante arriva tutta insieme. ruote devono avere angoli di Ed è esattamente quello che c a m b e r

e

convergenza

mi è sembrato di percepire a differenti. bordo delle due F1 presenti nel gioco. Anche il tipo di guida che richiedono mi è sembrato molto realistico, una guida che deve essere molto precisa e

Matteo quali sono i pregi e i difetti che maggiormente ti ha colpito di GT5?

che necessita di prontezza di

riflessi. Quello che però non Ovviamente le critiche ai mi convince è che con la difetti di GT5 si sprecano e

F2007 si vada più forte senza anche io spesso ne ho fatte su elettronica, infatti quelle erano vari aspetti del gioco. Però vetture concepite per essere non è esente da pregi. per quanto usate esclusivamente con i Ovviamente

controlli elettronici attivati e riguarda la simulazione è Su GT5 non sono molto che senza non sarebbero quanto di meglio si possa pres en ti queste du e


trovare su console insieme a

convinzioni

vuoi

per

scelte

FM4 e la grafica è veramente Devo dire che GTD è una commerciali onde differenziare al top. Certo, ci sono le community perfetta già così il p roprio titol o dalla vetture standard, alcuni c o m ’ è : c a m p i o n a t i concorrenza. Pensateci bene, circuiti sono stati copiati personalizzati, forum che se ci fosse qualcuno che direttamente

da

GT4,

ma copre tantissimi argomenti e avesse creato il vero alcuni aspetti di GT5 fanno persino una rivista dedicata. simulatore a quest’ora in vedere quelle che sarebbero le Ormai ci manca solo una web commercio ci sarebbe solo vere potenzialità della PD se TV! quello dato che avrebbe di solo

ci

si

impegno.

mettessero

A

questo

di

punto

speriamo in GT6 e speriamo

anche che si rendano conto che la concorrenza non è stata a guardare. In attesa di conoscere la

fatto Vuoi approfittare di questa

occasione per parlarci di qualche argomento che ti sta a cuore?

annientato

la

concorrenza in quanto unico “messia” della simulazione di

guida. Quindi in commercio non ci potrà mai essere un

gioco veramente simulativo, Si, ci sarebbe una cosa di cui ovvero in grado di ricreare al vorrei parlare brevemente. 100% la vera fisica di guida di

potrebbe u n ’ a u t o m o b i l e . I veri interessare i GTDrivers come simulatori restano quindi prossimo capitolo GT6, appassionati di giochi di quelli destinati alle elite, cosa ti piacerebbe venisse simulazione. Poco fa ho ovvero ai costruttori oppure a aggiunto su GT5 ? accennato al fatto che GT5 è c h i sviluppa software presunta data d’uscita del

Una

cosa

che

insieme a FM4 il meglio in costosissimi che ben pochi si Inutile dire che ci vorrebbe quanto a simulazione di guida possono permettere. A questo qualche

auto

premium

o su console. Ma già immagino proposito vi consiglio di circuiti nuovi. Ma non con DLC che ci sia qualcuno pronto a andarvi a vedere su YouTube i di 1 o 2 vetture, piuttosto con snocciolarmi tutta una serie di due video che il canale di qualcosa di corposo e fatti su come FM4 abbia o dia “Aprite gli occhi su” ha significativo come quelli di sensazioni che GT5 non da e dedicato a GT5, credo FM4.

Però

senza

perché

secondo

della

Turn10

strafare viceversa. Proprio qui sta il potreste trovarli me quelli punto. Parlare di simulazione interessanti. s t a n n o per

un

videogioco

esagerando in verso opposto, concetto

che

ma per i soldi si fa questo e veramente

è

un

va

preso

le

molle.

con

altro. Comunque credo che Perché il grado di simulazione

vada

preso

seriamente

il di

un

gioco

dipende

dal

problema della longevità del concetto di simulazione che gioco

almeno

riguarda

l’offline

per

quanto ogni software house ha. Per

perché

io questo

FM4

ormai sono mesi che non ci sensazioni g

i

o

c

o

p

i

ù

. aspetti

e

GT5

diverse

della

Ti

ringrazio

disponibilità

per

la

tua

Matteo,

se

desideri salutare qualcuno, questo è il momento più opportuno per farlo.

danno

su

guida,

molto

certi Beh

grazie

a

voi

per

perché l’intervista, un saluto a tutta

Turn10 e PD hanno concetti di la community. Cosa ti piacerebbe vedere simulazione diversi dall’altro, vuoi per introdotto su GTDrivers?

l’uno vere

Intervista curata da Nick72


A 30 anni esatti dalla sua di competere nel neonato prima apparizione sui campi Gruppo B che sarebbe stato di gara, esordio al Tour de l’ u n ico Corse

1982

Kivimaki,

la

con

v a lido

Alen- campionati

Lancia

037 partire

dal

continua a far parlare di se garantiva

per

i

mondiali

a

1982 una

e

che decise per un compromesso,

notevole sia per ragioni di tempo che

contribuendo ad alimentare libertà regolamentare senza di economia di scala. Si il

mito

del

marchio

prestigioso il vincolo di grandi volumi di partì dalla sezione centrale

torinese

e produzione (bastavano 200 della Lancia Montecarlo a

dimostrando come il fascino esemplari ad omologare un cui

si

aggiunsero

due

tubolari

per

che emana sia tutt’altro che modello più 20 per ogni strutture svanito. Alla faccia di chi evoluzione).

Inizialmente, ospitare gli organi meccanici

vuole ridurre la Lancia ad chiedendosi se utilizzare un anteriori e posteriori. una

sottomarca

Chrysler

per

il

della modello

già

mercato realizzare

esistente qualcosa

o di

All’epoca, infatti, la Montecarlo

era

prodotta

da

Pininfarina nelle sue linee

di

montaggio

dove si utilizzavano metodi

quasi

artigianali,

risultava

quindi

più

facile

modificare un telaio già

esistente

piuttosto

che

progettarne uno exeuropeo.

inedito,

furono

considerazione

la

felice

parentesi

della 131 Abarth, il gruppo Fiat

decise

di

delegare

nuovamente alla Lancia il ruolo di marchio di punta del

gruppo

rally.

torinese

nei

Alla Lancia non si

fecero pregare e si misero subito

al

lavoro

tre

in

ipotesi

per la nuova vettura: un

Un po’ di storia Dopo

prese

su

un

progetto che fosse in grado

modello su base Fiat Ritmo ma

con

motore

centrale

(tipo Renault 5 Turbo), uno su

base

Delta

configurazione

con

anteriore/

posteriore e un terzo, molto ambizioso, concettualmente ispirato

alla

Stratos

con

motore Ferrari V8 centrale e telaio tubolare. Alla fine si

novo.

Per

quanto

riguarda il motore, collocato longitudinalmente

in

posizione centrale, fu scelto il

quattro

della

cilindri

131

a

Abarth

iniezione

meccanica a cui fu aggiunto un

compressore

Volumex.

Scelta giustificata dal fatto che all’epoca il compressore era ritenuto più affidabile e facile da mettere a punto rispetto

a

garantendo

un

turbo, inoltre


un’erogazione

migliore

ai che dai 280 CV delle prime aveva

le

quattro

ruote

bassi regimi a scapito però versioni sarebbe arrivata ai motrici che la rendevano della potenza massima.

350 dell’ultima evoluzione.

formidabile scarsa

Le

sospensioni

soluzioni

seguivano Lo

svantaggio

della

037,

t i p i c a m e n t e così come quello delle prime

pistaiole come lo schema a Gruppo B, era la trazione parallelogramma. posteriore

spiccano

A l solo al posteriore che non poi

i sarebbe stato un problema

doppi ammortizzatori, una se di fronte non ci fosse soluzione inedita,

per

con

l’epoca stata

lo

scopo

l’Audi

che

con

la

di Quattro portò la trazione

dissipare meglio il calore integrale nei rally. Tuttavia causato

dalle

sollecitazioni

numerose la

dei

Quattro,

percorsi all’ arrivo

sterrati. Per vestire il telaio Quattro

S1,

almeno della

Sport

era

ancora

fu scelta una carrozzeria in s o s t a n z i a l m e n t e vetroresina che richiamava vettura le

forme

Montecarlo risultato

della di finale

fino

Gruppo

4

una e

si

Lancia presentava meno estrema

serie. fu

Il della 037. Era infatti una una vettura stradale modificata

vettura dall’aspetto e dalle per

le

corse

(e

non

prestazioni di una vera e viceversa come accadde per propria auto da corsa, che la 037 o la Renault 5 Turbo pesava meno di 1000 Kg e e per tutte le Gruppo B a che erogava una potenza seguire) che però dalla sua

sui

fondi

aderenza.

rinuncia

alla

a La

trazione

integrale fu però una scelta consapevole

da

parte

di

Lancia, infatti Cesare Fiorio, dato

il

poco

disposizione,

tempo decise

a che

puntare su una tecnologia nuova avrebbe creato più problemi

che

altro,

specialmente se di fronte si aveva

un

aveva

avversario

speso

che

anni

per

metterla a punto. Quindi meglio

affidarsi

ad

u n ’ i m p o s t a z i o n e convenzionale

ma

collaudata e sviluppare in p a r a l le lo

la

t r a z io n e

integrale

che

anni

dopo

avrebbe

equipaggiato

il

“mostro” S4. La scelta si rivelò

vincente,

infatti

la

Lancia, che poteva contare


“Pedro”

e

037,

coppia K-Sport che con 8 vittorie parlare di sé per le vittorie in gare riservate alle vetture storiche grazie al mix perfetto di prestazioni ed affidabilità, anzi c’è anche chi ha pensato di darle nuova vita fornendole quella trazione integrale che a suo tempo avrebbe potuto garantirgli di lottare alla pari con l’Audi. E come se non bastasse si tratta di una 4×4 ibrida, con la trazione posteriore meccanica e quella anteriore elettrica. Insomma una vettura del vincente nel 2012 su 11 gare si è aggiudicato p a s s a t o interamente il titolo davanti al norvegese proiettata nel futuro! Ma i successi della “zero” Christian Jensen anche lui non si limitano ai lontani su 037. La “zero” continua anni ’80. A partire dal 2012 quindi a mietere successi L’idea è partita dall’ing. infatti la FIA ha deciso di Lombardi, già contro gli stessi avversari di Claudio estendere il Campionato allora dimostrando quello artefice delle Lancia rally tra Europeo Rally Storici anche che è il vero valore del il 1982 e il 1991, ex Ferrari alle Gruppo B ma solo fino lavoro svolto dagli ingegneri F1 (1991-’99) e padre del 4 al 1985 (i mostri come Delta cilindri della Aprilia RSV4. Lancia oltre 30 anni fa. S4 e 205 T16 sono Insomma uno che la 037 la considerati fuorilegge dalla La 037 riceve la trazione conosce bene e che di FIA). A questo campionato integrale: 037 4WD-H motori se ne intende. In ha preso parte anche Ma la “zero” negli ultimi realtà l’idea originale era Massimo “Pedro” Pedretti tempi non ha fatto solo quella di realizzare una con una 037 preparata dalla


vettura laboratorio per mettere a punto una 4×4 ibrida, solo in seguito la scelta è ricaduta sulla 037 per la sua versatilità grazie al telaio tubolare e al motore posteriore che davanti lascia tanto spazio per il motore elettrico, le batterie e gli organi di trasmissione. Naturalmente tutti gli organi di trasmissione anteriori sono stati realizzati partendo da zero dalla Graziano-Oerlikon per adattarsi ad un unità fornita dalla Moog che eroga 85 CV e 133 Nm di coppia a 18mila giri. Contrariamente però a quanto accade altrove nel mondo delle competizioni, Audi R8 e-tron Quattro, la trazione sulle ruote anteriori è permanente garantendo quindi sempre la massima aderenza e prestazioni. Tuttavia le batterie al presente non possono garantire più di 50 Km di autonomia ma questa è solo la fase 1 del progetto,

adottata al momento della presentazione in occasione del Rally Legend 2012. Lombardi prevede infatti di ridurre le batterie ed adottare una macchina elettrica collegata all’unità termica in modo da avere un generatore che ricarichi le batterie o che fornisca potenza aggiuntiva al motore elettrico garantendo quindi un’autonomia praticamente illimitata.

dell’iniezione elettronica, grazie all’intervento della Magneti Marelli, a cui si aggiungono le centraline, fornite dalla Actua, necessarie a far dialogare l’unità termica con quella elettrica. Infatti la quantità di coppia fornita dal motore anteriore viene decisa in funzione delle condizioni di frenata/accelerazione, angolo di sterzo, pressione nel collettore di aspirazione, ecc… Nella fase 2 del progetto la centralina si Ma gli aggiornamenti non occuperà anche di gestire i finiscono qui. Il motore è flussi di energia tra gli assi stato infatti d o t a t o cercando di ridurre l’uso d e l l e batterie al minimo. Quella di Lombardi è quindi una vettura


Corvette C7 “Stingray”

Mi dicono subito che dovrò aspettare. moderno. Lei ancora non è pronta, come ogni star Sono teso e si vede. L'attesa mi ha che si rispetti. Mi fanno accomodare sempre giocato brutti scherzi con dentro una spoglia roulette proprio ai l'adrenalina che mi impedisce di stare margini del Top Gear test-track, la seduto su quella scomoda sedia a lato mitica sede in cui potrò saggiare tutto il per più di qualche secondo. Non posso carattere della tanto attesa Corvette neppure sbirciare dalla finestra visto C7. L'ultima erede di una famiglia tutta che si riesce a vedere solamente a stelle a strisce che ha praticamente un'altra scritto la storia dell'automobilismo

roulette

del

tutto

simile

a


quella ove sono dentro. Le porte della inizi sino al momento in cui potrò farmi pista mi si apriranno solo quando i grande trasportare

personalmente

dalla

sua

capi mi verranno a prendere, prima di leggenda. questo sono in gabbia. Quarantena. Che Poggio tutto il materiale cartaceo su un fare quindi? basso tavolino e sfoglio, ripassando quelle Decido di sfogliare quella cartellina piena nozioni di fogli che mi sono portato dietro nel davvero

basilari la

per

vettura,

poter

apprezzare

conoscerla

più

a

disperato tentativo di darmi un’aria più fondo. seria e professionale. Dentro vi è tutta Già il suo stesso nome racchiude tutto: l'incredibile storia della Corvette. Dagli Corvette C7 "Stingray".


Corvette C7 “Stingray”

Nella parole Corvette vi è la ricetta che ha fatto la fortuna dell'intera serie: semplicità basso

meccanica,

prezzo.

incredibilmente

poco

peso

Semplice

geniale,

in

grado

e

ma

di

rapire il cuore di intere generazioni di automobilisti. Da tutta la parte del globo. Il C7 indica a quante generazioni di produzione si è arrivati. La capostipite è stata la C1, la cosiddetta Solid Axle sino (ponte

rigido)

sospensioni

a

in

quanto

ruote

priva

ad

un

mostruoso

7,4

L

con

di 425 cavalli nel 1974. Una belva da far

indipendenti, tremare corpo e anima, equipaggiata

prodotta dal 1952 sino al 1962 già con paraurti cromati e libera dalle leggi munita di ben 290 cavalli e, pian piano, dell'aerodinamica. Storia ben diversa allestita di finestrini elettrici e la tanto invece scenica capote automatica.

per

la

C4,

sottoposta

ad

un'ampia rivisitazione acquistando delle

Da questa base cresce la successiva C2, linee più aerodinamiche da ridurre la presente nel mercato tra il 1963 fino al resistenza all'avanzamento. Entrò in 1967. Freni a disco per tutte e quattro produzione nel 1983 e ci rimase fino al le ruote, propulsore V8 da 425 hp ed un 1996. Enormi passi in avanti vennero due, fatti in termini di maneggevolezza bellissimo a vedersi ma pessimo ai fini nonostante il cuore pulsante rimase pratici. Questo però non era che l'inizio. quello della serie precedente. Questo lunotto

posteriore

diviso

in

Nel 1968 arrivo la C3, conosciuta anche come Mako Shark per il suo stile molto innovativo. La General Motors aumentò cilindrata e potenza di anno in anno,

però voleva dire consumi decisamente sopra la norma, vanamente arginati da una inusuale trasmissione 4+3 , cioè con quattro velocità normali più tre


overdrive sui tre rapporti superiori. delle sospensioni, rifiniture più curate Esperimento tentato per soli quattro ed anni, per poi

passare ad

un

doloroso

una più scomparsa

addio

ai

(l'invenzione

fari

più

a

cool

comune trasmissione manuale ZF a sei dell'uomo dopo gli occhiali da sole).

rapporti. La musica cambia ancora con Anche le dimensioni subiscono una la quinta generazione, presentata nel rivisitazione, 1997

e

conclusa

tecnologia

ora

tradizione,

come

nel

si

2004.

insinua

dimostra

il

cercando

di

dare

un

La aspetto più pulito e sportivo rispetto al

nella passato. Una dieta dimagrante che telaio colpisce anche il motore, ora un V8 6

completamente nuovo ed una inedita litri che eroga 400 CV a 6.000 giri al disposizione della trasmissione nella minuto con consumi tutto sommato parte posteriore così da creare un accettabili per una americana tutto blocco unico con il differenziale. Tutto pepe.

Arrivano

anche

le

diavolerie

questo fece fare un ulteriore step in tecnologiche come il CAGS (Computer avanti,

consolidando

la

Corvette Aided

Gear

nell'immaginario collettivo delle quattro selezione

r

u

o

t

e

le

. determinate

Selection) marce

sistema

che

condizioni

limita,

di

che in

guida,

Ma questo non ferma il lavoro degli l'utilizzo delle marce basse. Nel 2008 si ingegneri ancora,

desiderosi cercando

di di

migliorare azzarda un pochino di più montando un conquistare nuovo motore V8 da 6,2 litri munito di

consensi anche al di fuori dei confini 437 CV a 5.900 giri e una coppia di 586 U.S.A..

N.m associato ad un cambio manuale

Non è un caso che la C6, svelata nel " T r e m e c T 5 6 " , s v i l u p p a t o p e r 2005, provi ad andare incontro anche rispondere in modo più diretto e deciso ai gusti europei. La filosofia progettuale durante i cambi marcia con resta la stessa ma si punta ad affinare i migliore precisione negli innesti. contenuti con una nuova geometria

una


Corvette C7 “Stingray”

Un bel po' di storia che, però, non tiene pulsante

per

far

aprire

le

portiere,

conto delle edizione speciali o versioni l'assurda ZR1 Blue Devil spinta da un V8 ancora più cattive ed estreme. La stessa 6,2 litri sovralimentato con compressore C7 porta il tributo di un modello speciale, volumetrico la

"Stingray",

praticamente leggendaria

presente dal

C1.

1962 Quella

nel già

quattro

lobi,

per

una

listino potenza massima di 647 CV (476 kW) e con

però

a

la una coppia di 819 Nm. Un tripudio di

passata rivisitazioni e proposte per alimentare un

nell'immaginario collettivo è datata 1969, mito che non ha nessun voglia di andare incredibilmente

cattiva

con

un

muso in pensione.

ancora più pronunciato, una gigantesca Nel ripercorrere tutta la storia tra fogli, presa d'aria sul cofano, prese d'aria foto e dati neppure mi accorgo dell'arrivo laterali come le branchie di uno squalo e di un tecnico Chevrolet pronto a darmi la linea marcatamente muscolosa.

lieta notizia. La C7 è finalmente pronta

Altra versione impossibile da non citare la ad essere momentaneamente ceduta a ZR1, nata da una collaborazione con la mani estranee. Gli occhi mi si illuminano Lotus per rendere la Corvette una vera di gioia e raccolgo in malo modo tutta superar ad altissime prestazioni. E poi le quella carta in grado di darmi la giusta

edizioni per i 35, 40, 50 anni, la Z06 con carica e, in un certo senso, rispetto verso

“Probabilmente mai una vettura U.S.A ha raggiunto livelli così alti di maneggevolezza”

una macchina che chiede preparazione per

essere

gustata

l'omino con

passo

felicemente

alle

appieno.

Seguo

svelto lasciandomi

spalle

tutte

quelle

bianche e vecchie roulette. Pochi passi ed eccola. Attorniata da un piccolo gruppetto di

indaffarati

magliette simbolo

nere

tecnici griffate

Corvette.

Ho

con

indosso

dal

classico

sin

timore

ad

interrompere la loro frenetica attività ma


la mia guida mi fa cenno di andare. Non me lo

faccio

Passano

il

ripetere

casco

e,

due

nella

ma non è

v o l t e . importante. E' il momento di mettere la

foga

di

un prima e… rimango di stucco nello scoprire

bambino con un nuovo giocattolo tra le che non vi è nessuna levetta dietro al mani, sono già dentro. Un altro omino mi volante. dice

di

stare

creatura.

attentissimo

Sono

seduto

con

su

Niente

sequenziale,

bensì

il

questa classico manuale a leva. Bene così. Made in

uno

dei America, roba per tosti veri. In realtà vi è

pochissimi prototipi della C7 esistenti e stato un affinamento in questo campo e lo nessuna assicurazione al mondo sarebbe si capisce nei primi metri di movimento. La disposta a coprire un ipotetico incidente. prima e la terza scorrono con facilità, Faccio

il

annuisco

classico

gesto

scaramantico, lasciando cantare a pieni polmoni il V8 LT1

continuamente

alla

breve dotato

di

450

spiegazione, mi chiudono la portiere e, c o m u n q u e finalmente, accendo il motore.

cv. li

I

primissimi

faccio

giri

passare

tranquillamente, alla ricerca di un minimo

In un attimo l'interno si illumina delle più di confidenza con questa C7. Sono disparati luci, subito seguito da un violento impressionante dalla precisione con cui si ruggito che scuote il mio fondoschiena. Un riesce ad entrare in curva, segno di un rombo che pian pian si affievolisce, telaio e distribuzioni pesi molto ricercato. diventando un continuo borbottio cupo e Probabilmente mai una vettura U.S.A ha livelli così alti di magnifico. E' la sinfonia perfetta per una r a g g i u n t o Corvette, l'esatta trasposizione di tutte le maneggevolezza, liete notizie per noi fantasie fatte ad occhi aperti. Pigio un'altra europei poco disposti a litigare con la volta l'acceleratore e nuovamente sono nostra autovettura ad ogni curva. Il tempo estasiato nel profondo. L'occhio poi cade passa e l'impressione diventa certezza. La sulla

strumentazione.

incredibilmente

curata

per

C u r a t a , C7 ti asseconda, entra dove vuoi tu anche essere un quando la velocità non è esattamente da

prototipo. Non mi azzardo a toccare nulla, crociera, tutt'altro. Mi rendo conto di aver probabilmente molti tasti non funzionano abbandonato ogni timore referenziali nel


Corvette C7 “Stingray”

momento in cui, alla Chicago, Istintivamente diminuisco il passo proveniente contengo

un

sottosterzo

puntualmente mi anche

si

che certo

ti

ripresenta prima,

trovare ed

il

invece

limite ancora

da

ben tecnologico

e

più

una d

'

u

e

l

l

un

futuro

al

servizio

o

m

o

.

a l l ' H a m m e r h e a d . volta risponde educatamente. Il Mi fermo. Ormai sono alla fine del

Puoi entrare come desideri, ma la progetto nella sua interezza è mio test, ma ho ancora il tempo percorrenza è decisamente più fatto per assecondare al meglio per togliermi due piccoli dubbi. movimentata e tocca giocare con delle possibilità il guidatore, con i Faccio retromarcia sino al muro l'acceleratore per tenerla nella pregi

di

entrata

ed

assetto di

gomme

che

disegna

la

giusta traiettoria. Questo però presenti anche a TC spento. Se Hammer-head. Non dispongo del nelle curve lente.

però superi le paure e in uscita launch-control ma so

tu tti i cavalli rifanno in voch i prepotentemente vivi nella veloce disposizione, inizia il rodeo. I

pregi

del

telaio

si

a che

una

partenza

si

buona ottiene

a tenendo la lancetta accenni di p r o t e s t a divorarti al primo cenno, ma se dei giri nella zona assolutamente non in grado di punzecchiata ti risponde per le medio, medio bassa. spaventare, neppure ad una rime. Ritorni ad aggrapparti al Segua la regole e mi velocità superiore ai 100 Km/h. volante mentre lei ti vuole sparo nel rettilineo Follow-Through

con

minimi Non

è

una

belva

pronta

retrotreno dell'aeroporto inglese. paio di anni fa. La nuova Corvette completamente avvolto dal fumo Fino alla terza il ti permette di osare, accetta di copertoni straziati. Un gioco motore è un guerriero senza riluttanza, ti conquista ogni pian piano sempre più divertente, che grida alla carica, Roba da fantascienza appena un sputare

minuto che passa. Ma è questa la vera C7? Un

via,

con

il

con le reazioni delle vetture non poi però la quarta e marcia eccessivamente imprevedibili q u i n t a

sembrano affogare le dall'animo perché, in fondo, rimane buona bellicose intenzioni gentile? Devo andare più a fondo anche da arrabbiata. Ti urla con una progressione e, sudando decisamente freddo, addosso ma non sferra il pugno. E' sempre una Corvette, ma sempre più debole. Ai disattivo il controllo trazione. rabbioso

rombo


230 Km/h devo frenare. Per la o d i e r n a prima volta sono deluso.

nel

disegno del frontale muniti degli

pura irrinunciabili LED. Ovviamente E' eccellente, però il trovarsi mancano minima una trentina di sportiva con la coda tronca. Mi davanti ad un progetto in cavalli. Si sono volutamente convince di meno il posteriore con evoluzione e non finito fa tenuti bassi perché questa, nel i fari troppo similari a quelli visti calare gli elogi. Soprattutto rispetto della tradizione, è sull'ultima Camaro. con la nuova STR Viper in solamente la base di futuri modelli Li differenza una ciglia tendente circolazione. In

termini

di

potenza

decisamente più pepati. Saranno verso il basso, ma è evidente che le successive versioni dedicate a la casa ha voluto trasportare in spremere il meglio, questa indica parte l'ottimo lavoro di design solo la via. Anche i freni Brembo firmato Giugiaro. Persino i quattro potrebbe avere più mordente, ma scarichi centrali in fila appaiono in trattandosi di un prototipo con disarmonia nel contesto, ma se è

ancora diversi mesi di sviluppo il prezzo da pagare per avere una bisogna

andarci

critica.

Spero

ancora

ma,

tecnici

cauti

che nel

ci

con

azzeccata

colonna

sonora

lavorino allora il gioco vale decisamente la

complesso,

Chevrolet

la così

i candela.

hanno

Lo stesso omino che prima mi tantissimo aveva aperto la via verso la C7 impegno ed ingegno per arrivare ora indica l'uscita, porgendomi la certamente

dedicato

a questo risultato.

cartella

zeppa

di

fogli

che

Mi fermo nello stesso punto ove inavvertitamente avevo lasciato a avevo lasciato i tecnici dalle nere lui. Ia prendo, ringrazio, e vado. maglie, subito intorno a me con Dispiace che tutto sia finito, ma il cavi, misuratori e computer. Io timido accenno diventa una frase

scendo e mi defilo così da poterli chiara man mano che l'emozione lasciare lavorare. La C7 è intatta, lascia spazio all'analisi. motore

e

gomme

ma Mi rendo conto che non è lei il risplende in tutta la sua bellezza. "sogno americano" a quattro Grigia come vuole la sua ruote. denominazione

roventi

"Stingray",

Provaci ancora Chevrolet. Sgangher37


A TU PER TU CON ANDYVOLPE71

Intervista a Andyfox

Ti va di parlarci un po' di sport , il calcio soprattutto tocco te...

dove

lavoro

abiti,

fai,

ho

non si vede, diciamo che mi iscritto.

tutti,

mi

chiamo

Andrea Confuorto, Andy per gli amici, ho quasi 41 anni come si capisce anche dal nickname, sono sposato ho un figlio di quasi nove anni e abito in provincia di Napoli,

in

forma

dimenticavo, mangiare piacciono birra

va...

mi e

rosse,

intendo,

riguardo

piace

bene le

alle

ah mi

come perché

donne

Circuito

Ami

usare

preferisci? un’auto

in

particolare?

piacciono di tutti i colori. Di circuiti preferiti ne ho tanti, da Roma a Suzuka, da Hahaha Trial

quasi attaccato a Napol... Come

hai

però a Napoli ci lavoro, sono GTDRIVERS? al

Che

mi

diciamo provincia ma sono

impiegato

e

hobby, vado in palestra anche se se sono rimasto comunque tengo

a

più

che sono tifosissimo del Napoli e abbandonato gli altri anche

passioni... Ciao

in

reparto altri

forum

accettazione di una fabbrica genere?

conosciuto Frequenti di

questo

Mountain

a

Deep

Forest, però i preferiti sono Suzuka e Trial Mountain, mi sono

sempre

divertito

a

correre su quei circuiti e

come auto preferisco tutte le della Ho conosciuto GTDrivers premium, ma la mie Timberland ( non perché ero in preda alla preferite sono le Ferrari, le cominciamo a chiedere disperazione più totale, mi Lamborghini e le SuperGt, scarpe, perché non ne serviva un aiuto per vincere soprattutto l’ultima della facciamo hahaha ); come la Like the Wind, quanto l’ho Honda quella del DLC è passione ho quella dei odiata quella gara, e bellissima. videogiochi sin da piccolo, digitando forum gt5 è che

da

è

licenziataria

quelli

da

bar

mitici apparso lui, all’inizio mi ero rubavo le monetine per iscritto anche ad altri forum, Se il nostro buon Kazu ti giocare a frog, a quelli ma questo ha la chat in desse la possibilità di dei nuovi casalinghi diciamo e di tutta Home e quindi è più facile scegliere la tecnologia in generale, poi da frequentare, come se il contenuti per il prossimo per GT5 cosa mi piacciono quasi tutti gli botta e risposta desse quel DLC


sceglieresti? tracciati, auto, posso ( scusate ma dovevo senza gareggiare. nuove funzioni?

dirla ), scherzi a parte sono Per quanto riguarda i difetti, due modi differenti di vivere; beh magari avere dei server per quanto riguarda il più stabili anche se a far Beh se avessi la possibilità di campionato a squadre, ci peggiorare la cosa è la pessima chiedere, forse chiederei la incontriamo quasi tutte le sere qualità di banda che abbiamo luna, oppure il famoso gelato per provare tutti insieme le nel nostro paese, ma penso alla prugna che tutti chiediamo strategie, scambiarci i setup e che questa sia un’altra storia. sul forum, però come auto mi consigli su come affrontare la accontenterei delle DTM nuove pista nel modo più veloce premium, come circuito mi Che idea ti sei fatto della possibile, poi sempre con le garberebbe un bel circuito in presunta uscita del stesse persone invece ci notturna, ma uno di quelli belli prossimo capitolo? Secondo scanniamo l’un l’altro per chi fa illuminati, tipo Singapore che è te uscirà per PS3 o registrare il tempo migliore per presente in Formula 1, e come approfitteranno di lanciarlo il campionato stagionale e devo funzionalità un po’ di alla presentazione della dire che è sempre più personalizzazioni in più, PS4? divertente stare con persone sempre per le auto premium che condividono il tuo stesso ovviamente e un po’ di interesse, mi sto Boh, sinceramente quando ho realismo estetico nei danni. appassionando ogni giorno di comprato la Ps3 GT5 era già Sappiamo partecipato

che allo

hai scorso

Campionato a Squadre 5.0 e al

Campionato

eventi

Stagionali.

uscito da un po’ di mesi, quindi

più.

non ho atteso tanto come i Quali sono i pregi e i difetti dell’online di GT5, visto che oramai sei un esperto?

miei colleghi driver, però non mi faccio illusioni, spero solo esca quanto prima e che la piattaforma rimanga la stessa

Che differenze ci sono tra i

di ora, anche se credo che Beh cominciamo con i pregi due? Come sei solito aspetteranno il lancio della dai: il divertimento assoluto affrontarli, visto che uno è a nuova consolle; mah, speriamo altri piloti, gare di no. squadre e l’altro con organizzate, gare di individuale? campionato, gare casuali che Si

effettivamente

ho

partecipato a due campionati

sono divertentissime e se fatte in

un

certo

modo

anche

Come te lo immagini GT6, cosa vorresti fosse inserito?

difficoltose e diciamocela tutta, Me lo immagino completo, diversi tra loro, beh riguardo al senza l’online il gioco l’avrei senza le varie correzioni che modo di affrontarli parto abbandonato da un bel po’, ancora oggi vengono effettuate sempre con il presupposto che, invece così si passano belle per sistemare il quinto capitolo, più di arrivare ultimo non serate con gli amici, anche anche se lo sappiamo tutti che


Intervista a Andyfox

è

impossibile

fare

gioco

perfetto.

vorrei

che

inserito?

un ancora il Webmaster e Fabris farci conoscere, poi il resto è

Cosa non

fosse diventato

quelle

se

vice

era

oppure

già venuto da se.

no,

Vediamo, comunque cominciava a girare

vorrei meno auto ma voce tutte

ricordo

premium che

si

che

anche diventato

il a

sito

sarebbe

pagamento,

trovano ricordo soltanto l’indignazione

nell’usato, vorrei danni di zio Shelby, la notizia fece il estetici

più

realistici giro della rete tra i forum e i

come ho detto prima, blog del settore, tutti che si

Ti

ringrazio

disponibilità,

per se

la

tua

desideri

salutare qualcuno o inviare un tuo messaggio a tutta la comunità

questo

è

il

momento di farlo.

non auto che diventano dissociavano, ma la cosa bella

che Allora, tanto per cominciare bagarre tra di loro e avevano organizzato il tutto vorrei salutare tutti quelli che come ho citato sopra più erano cosi convincenti da mi conoscono... hahaha, di personalizzazione delle farmi pensare: “e che cavolo solito nelle interviste dicono

A TU PER TU CON ANDYVOLPE71

a punta quando fanno era

stesse. È più di un anno e mezzo che frequenti

che

“le

carogne”

ora che ho trovato un forum tutti cosi o sbaglio! a parte, come si deve, tra un mese Scherzi

voglio

diventa a pagamento,mica è ringraziare tutti voi dello staff giusto”. Quando poi uscì fuori che avete scelto me per

d’aprile l’intervista di questo numero magazine, voglio pensai “questo forum fa per del cambiamenti più me :D “ e non me ne sono più ringraziare mia moglie che mi radicali? Secondo te andato, purtroppo per voi… sopporta e mi permette di cos’è la cosa che ci giocare senza “moderarmi” la hahaha tiene uniti, oltre la stanza e voglio dire una cosa passione dei Di cambiamenti ne ho visti tanti, praticamente ho sola a tutti gli utenti, anzi simulatori? assistito alla rivoluzione del due: “non litigate per questo o sito, da quando si parlava solo per quello, la vita è già Come ho detto prima, stressante, se di granturismo, ora si parla abbastanza sono arrivato su questo anche di altri simulatori, litighiamo pure per un gioco forum perché avevo un migliori o peggiori non sta a vuol dire che siamo alla disperato bisogno di la seconda un me dirlo io gioco solo a GT5, frutta”, aiuto e devo dire subito però sta cosa ha fatto in modo messaggio al mio team i Black l’ho trovato, tutti si sono che si avvicinassero anche Spirit….. messi a disposizione, altri utenti che altrimenti non “DAJEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE! almeno cosi ricordo ma sarebbero mai venuti, ” forse qualcuno stravolgimento della parte Simpaticamente Andyfox71 antipatico c’era …. grafica, diciamo un Hahahah … scherzo dai. miglioramento a 360°. Intervista curata da Nick72 Ora voglio raccontarti Secondo me quello che ci un aneddoto che forse tiene più uniti è quella sottile solo una ventina di amicizia che si è creata tra di utenti ricordano, noi, anche se soltanto siccome io arrivai a fine virtuale, diciamo che il mondo marzo, si avvicinava il 1 dei simulatori è servito solo a Aprile, Xander era GTD quali sono stati i

che

era

un

pesce


Mercedes Benz SLS AMG

SportivitĂ ed aggressivitĂ  ma con eleganza! Una vettura che guarda al futuro della casa tedesca sinonimo di eccellenza ed eleganza, riprendendo il passato con la 300 SL Gullwing, icona del design che ha fatto la storia del marchio.


Mercedes Benz SLS AMG

Un’auto

dal

design

purista, a 317 km/h.

caratterizzata da una struttura leggera Il propulsore della SLS, che prende il ma dotata della massima rigidità , nome di M159 (di derivazione M156), caratteristiche queste che le è stato riprogettato nell'impianto di conferiscono una dinamica di guida aspirazione, rielaborato il comando eccellente; La SLS rappresenta il delle valvole e degli alberi a camme; perfetto connubio tra i punti di forza sono stati inoltre utilizzati collettori in dei marchi Mercedes-Benz ed AMG: acciaio tubolari con flusso ottimizzato, telaio e carrozzeria completamente pistoni forgiati e supporti all'albero realizzati in alluminio (fatta eccezione motori rinforzati. per i montanti anteriori

realizzati in

acciaio ad alta resistenza laminato a caldo per garantire al massimo la protezione di chi sale a bordo) con porte

ad

ali

di

gabbiano,

motore

anteriore centrale V8 AMG in grado di erogare 571 Cv a 6.800 giri di potenza massima, con un valore di coppia massima pari a 650 Nm, raggiunti a 4.750 g/m; da 0 a 100 in soli 3,8 secondi, ed una velocitĂ massima pari

Lubrificazione

a

carter

secco,

trasmissione a schema Transaxle con cambio a 7 rapporti Speedshift DCT e doppia

frizione

,

cambio-differenziale

un

unico al

blocco

posteriore

collegato con le ruote motrici tramite un albero motore ultraleggero in fibra di carbonio, assetto con doppi bracci trasversali

in

alluminio

di

chiaro

carattere sportivo e peso a vuoto di


1620 kg. Il

lavoro

di

progettazione costruzione storici

e dei

due

marchi

ha

portato

ad

una

ripartizione ideale del peso tra asse Anteriore e Posteriore (47:53) e

“La SLS rappresenta il perfetto connubio tra i punti di forza dei marchi Mercedes-Benz ed AMG”

ad un baricentro molto ribassato

a

sottolineare

voler

il

forte

carattere sportivo.

passato,

lo

fanno

anche

l’ampia

griglia anteriore con la stella tre

punte al centro e le prese d’aria ad 2 ala. metri, abitacolo Ovviamente la qualità elevata degli rastremato e raccolto interni, viene affiancata alla grande per due soli posti, coda ergonomia e funzionalità della molto corta che ingloba strumentazione, senza dimenticarsi l’alettone estraibile, di alcune peculiarità proprie del carreggiate ampie marchio sportivo AMG: tappetini con passo lungo e gomme logo AMG, rivestimenti interni in larghe evidenziano la pelle, pedaliera sportiva in acciaio, grande attenzione per le doti di sedili sportivi con regolazione marcia dinamiche. Ma non solo le elettronica. portiere, con la loro peculiare apertura,

Muso

lungo

riportano

la

quasi

mente

al


Mercedes Benz SLS AMG

Su strada:

Semplicemente

fantastica!

Ogni

volta che si accenna ad affondare l’acceleratore

la

spinta

corposa,

accompagnata dalla voce gutturale che

esplode

dagli

scarichi

posteriori, ti proietta in un mondo fatto di soli centesimi di secondo; I benefici del propulsore piazzato dietro

le

ruote

avvertono

anteriori,

si

immediatamente

attraverso lo sterzo: il comando offre

una

davvero

linearità

eccellente,

di

risposta

consentendo

così di disegnare traiettorie con precisione geometrica. Merito anche di un avantreno con imbizzarrito. schema assieme

a

bracci

sovrapposti,

posizionamento

che

del Man mano che aumenta il numero di giri in motore fa sì che il sottosterzo sia pressoché pista si acquisisce la dovuta padronanza e il nullo.

al

doppi

arretrato

timore

reverenziale

inziale

si

tramuta

in

Di contro il sovrasterzo, è preponderante e son divertimento allo stato puro, un’auto necessarie una buona tecnica di guida e tanta eccellente e molto divertente, una supercar dal esperienza per contrastare, con rapide fascino speciale che non farà rimpiangere la correzioni, l’esuberanza della coda che scappa vecchia SLR. a destra e sinistra come un cavallo


“Questa non è solo la migliore automobile in produzione alla Mercedes, attualmente credo sia la migliore automobile al mondo. E' più potente di una Ferrari 458 e un po' più rumorosa di una Lamborghini. E' di gran lunga più divertente di una 911 RS GT Turbo... 3... S, o come si chiama. Questa è la supercar dell'uomo evoluto: la Mercedes SLS. Il motore sviluppato da AMG è un V8 da 6,2 litri, con una trasmissione a leve e doppia frizione che alloggia sul lato posteriore per una perfetta distribuzione del peso, così sembra davvero che sia l'intera auto a ruotare intorno a un perno... tu! E in effetti le piace ruotare parecchio perché, anche se è in grado di coprire comodamente grandi distanze, ha un'indole piuttosto lunatica e indomabile, soprattutto in coda. Ed è per questo che mi piace.”

Probabilmente definirla la miglior auto del mondo come dice Jeremy è un tantino esagerato ma su una cosa siamo d’accordo: questa SLS lascia il segno, è cattiva, un vero purosangue e domarla è per pochi. Potenza e sportività ma con eleganza! Onikurai


Twin Ring Motegi

Storia

Il Circuito di Motegi (costruito e di proprietà della Honda) nasce nel 1997 nelle vicinanze dell’omonima città, in Giappone. Ufficialmente è denominato Twin Ring Motegi, dato che nella stessa struttura ospita due circuiti differenti: il primo è un ovale di 2,5km, il secondo è un percorso stradale di 4,8km con 3 differenti layout. Quest’ultimo viene utilizzato tutt’oggi nel motomondiale, riconosciuto come “Gran Premio motociclistico del Giappone”. Oltre alle gare su due ruote, il circuito ha ospitato la Champ Car, e attualmente ospita la Indy Racing League e il SuperGT giapponese. E’, inoltre, famoso per aver ospitato nel ’98 una delle poche gare NASCAR disputate al di fuori degli Stati Uniti d’America.

Caratteristiche tecniche

Dal punto di vista tecnico, nel complesso il circuito è molto veloce, grazie a 4 lunghi rettifili. Lungo il primo, ove “affaccia” la pitlane in comune con l’ovale, è situata la griglia di partenza, il punto nel quale si raggiungono i 230km/h circa.

La curva 1 è preceduta da una staccata forte ma di durata minima, grazie agli ottimi freni di cui sono dotate le GT500. A seguire c’è la curva 2, dall’angolo non eccessivo, che introduce al secondo rettilineo, di poco più breve del primo, ma a differenza di quest’ultimo si arriva a velocità superiore. Al termine del secondo rettilineo, troviamo le curve 3 e 4, da affrontare a media velocità e che portano sul terzo rettilineo. Si affronta la staccata del primo tunnell e della curva 5 e ci si immette ad alta velocità nella curva numero 6 che porta alla veloce S, da percorrere a circa 120km/h. La curva numero 9 immette sull’ennesimo breve rettilineo prima di raggiungere la curva più

lenta del circuito, la 10. Ci si immette nella parte più veloce del circuito, il rettifilo più lungo dove si toccano i 250km/h, per poi affrontare la più violenta staccata in discesa prima della 11ª curva. Ci si immette in una serie di curve veloci destra/sinistra che portano all’ultima staccata ed alla S sinistra/destra finale prima di raggiungere nuovamente il rettilineo del traguardo. Insomma, Motegi è un circuito vario e veloce, e questo lo rende molto divertente e tra i 3 circuiti più famosi del Giappone.

Milos Krasic


Audi TT MK1

La Audi TT Mk1 è una delle auto icone nella storia dell’automobilismo come la Porsche 911, la Lamborghini Miura, la VW Maggiolino, la VW Golf e la Fiat 500. Auto che negli anni hanno subito cambiamenti ma che sono rimaste fedeli ad un canone stilistico molto forte. Auto che hanno fatto la storia del design e spesso sono state esposte, proprio per motivi estetici, anche in musei e esposizioni mondiali.


Audi TT MK1

La storia della TT inizia con la lievitato

il

presentazione dei primi due macchina prototipi del

fino

n e l l ’ a u t u n n o diventare

1995,

al

Francoforte

il

Salone Coupé

costo

così

IIA probabilmente pochi mai

a

farlo

alto

non

avuto

della

un

che

avrebbe successo

mesi dopo al Tokyo Motor commerciale. Ma la voglia di Show

della

Roadster.

Negli avere una Audi sportiva era

anni precedenti l’Audi aveva però

troppo

grande

per

il

presentato i prototipi di due management della Casa dei 4 coupé:

la

prima

l’impressionante

c o n Anelli. Costruire una sportcar

AVUS

con di

carattere

su

una

base

509 cavalli e una velocità di esistente diventò il sogno dei oltre 340 Km/h, un corpo in designer Audi. Fu il Dr. Franz alluminio che faceva pensare Josef Paefgen a presentare i ai bolidi della Auto Union degli disegni

di

un

progetto

anni 30, le Frecce d’Argento. Il roadster basato sullo chassis Alcuni abbozzi della nuova Audi secondo

era

una

Quattro accorciato della A3 fatti da

spyder con un motore da 174 Freeman Thomas. Era maggio faceva cavalli

che

c a t t u r ò del

1994,

la

nuova

pensare

design

futuristico

e

il da

team

Freeman

via ai preordini. La Quattro piacere di dettagli ripresi dal Gerhard spyder

non

produzione

stata

fu

messa

perché

non

ideata

per

in classico

come

era serbatoio

essere a l l u m i n i o

il

periodo

Audi “Bauhaus“. Fu così che un

l’immaginazione di migliaia di prendeva forma. La bellezza piccolo potenziali clienti che diedero il del

al

composto

Thomas,

Willner

e

Ralfdue

tappo

del modellisti del team di Manfred

carburante

in Schotzer si misero al lavoro

fissato

a l l a sui modelli a un quarto di

costruita su una piattaforma carrozzeria con viti a esagono scala che nel giro di due mesi già esistente e la creazione di incassate che veniva ripreso presero forma. Dopo che un un nuovo chassis e di altre dalle bocchette dell’areazione certo numero di modelli fu parti

essenziali

avrebbero all’interno

della

vettura, pronto, furono presentati al

davano t

o

c

creativo

un P c

r

e

o dell’Audi,

che nipote

s

i

d

e

Ferdinand

n

t

e

Piech,

dell’indimenticato


Ferdinand Porsche. “Mi piace”, e fu

il

commento

del

da

225

capo c a v a l l i

supremo. In agosto si unisce t r a z i o n e al gruppo di lavoro Romulus i n t e g r a l e , Rost con il compito di ideare d i v e n n e gli interni. Dopo una visita di subito

un’auto

ambita

dai versione da 180 cavalli fu

un paio di mesi al American driver più sportivi. Nel 1999 dotata Audi Design Studio di Simi un

richiamo

Valley, Rost torna con una casa

madre

pila di disegni degli interni perché della nuova Audi… la

ai

saloni

al di

Francoforte e di Tokio del 1995 passarono ancora 3 anni prima di vedere su strada la prima TT Coupé e un altro anno

per

la

v ersione

Roadster. Disponibile in due versioni del 4 cilindri 1.8 litri turbo

da

180

controllo

ASC

della mentre per le più potenti 225

scalpore venne scelto il controllo ESP. incidenti Nelle versioni 225 RS e SLine

coinvolsero le TT: a velocità si adottò anche una speciale

presentazione

pubblico

fece

alcuni

superiori Dopo

ufficiale

del

cavalli

con

trazione anteriore o integrale

ai

180

km/h, barra Duomi. Avendo potuto

cercando di compiere rapidi provare sia la versione 180 cv

cambi di traiettoria, andava

in

provocando

la TT e la 225 cv senza modifiche

s o v r a s t e r z o posso dichiarare che il vero la

perdita

del problema

era

l’estrema

controllo dell’auto. Il rimedio stabilità della TT che si poteva fu

di

mettere

uno

spoiler portare al limite con facilità

posteriore per aumentare il ma non avvertiva il pilota carico

aerodinamico

tarare

le

sospensioni

e e

di m e n o

esperto

le sopraggiungere

del

del limite,

barre antirollio in modo da problema che ho riscontrato rendere l’auto più “facile”. La guidando

la

Lancia

Delta


Audi TT MK1

Integrale HF: guida ai limiti dell’impossibile

per

quanto

riguarda la tenuta ma letale quando si oltrepassavano gli stessi. La modifica rese la TT più sincera, anche più comoda con

le

sospensioni

a m m o r b i d it e reattiva

per

ma i

meno

piloti

che

chiedevano il top. La soluzione venne

trovata

presto:

ammortizzatori Koni e molle Eibach speciali per la TT e la nuova centralina Haldex per la versione quattro. Nel 2003 la gamma della TT si arricchì

con

due

nuove

versioni: la 160 cv con il solito nella distribuzione dei pesi. usata per le gare insieme alla 4 cilindri turbo e la 6 cilindri Questa TT è una belva versione S modificata. Nella 3.2 litri 250 cavalli con cambio incollata all’asfalto e nelle sua livrea appare il logo di DS G . Ne l 2005 v ie ne prove mette alle spalle le sue GT5 e non è un caso vederla sul circuito più presentata, solo per Germania rivali dell’epoca: la Nissan 350 girare affascinante al mondo: il e Inghilterra, la versione forse Z e la Porsche Boxter S. Nürburgring Nordschleife!

più bella della TT, la TT Sport

250 quattro. È in versione Nel 2006 esce la nuova coupé solo 2 posti, bicolore, versione della TT, la MK2. Un Tra realtà e simulazione con il 4 cilindri da 1.8 litri telaio all’avanguardia con oltre Il Nordschleife è stato turbo portato a 250 cv con il 70% dei componenti in soprannominato il "Green cerchi da 18” e gomme 235, alluminio, un motore 2.0 litri Hell" o Grüne Hölle (l'Inferno Haldex al 50-50, interni turbo che permette di arrivare Verde) da Jackie Stewart nel modificati con sedili Recaro e dai 200 ai 270 cv della 1960 - un nome che è rimasto roll bar. Le differenze più versione S. e il motore 6 fino ad oggi. Il Nordschleife è marcate sono nell’assetto e cilindri 3.2 litri da 250 cv che stato costruito tra il 1925 e il v e r r à p o i 1927, ed ha creato circa 3000 a b b a n d o n a t o posti di lavoro per la regione.
 quando nel 2008 C on te m po r ane a men t e al arriva

versione Norschleife era stato costruito RS, una belva da il Südschleife, o "South Loop". 340

la

cv

con

un Questa pista lunga 7,7 pentacilindri da 2.5 chilometri è stata utilizzata litri turbo che nelle p r i n c i p a l m e n t e per il versioni più spinte motociclismo, ma poteva arriva a ben 480 anche essere unita al cv!

Nordscheleife per creare una

Questa TTRS viene pista lunga 29 km, utilizzato


nella

gara

endurance

di

72

ore. Il Südschleife era considerato un po

il

parente

povero

del

Nordschleife, quindi

non

e ha

avuto la popolarità del

tracciato

lungo.

E'

più stato

abbandonato

ed

ora è suddiviso in sezioni,

alcune

parti sono attualmente strade il codice della strada Tedesco. per PlayStation 3. pubbliche ed altre fanno parte Q u e s t a

versione

d e l Per mesi abbiamo provato la ora della nuova pista Grand Nürburgring è una popolare simulazione delle TT sulla Prix. Il Nordschleife, a t t r a z io n e per mo lt i pista, divertendoci e nell'attuale configurazione, è appassionati

di

guida

e imparando ogni curva, fino a lungo 21 km con un bypass provenienti da tutto il mondo, quando non è arrivata l’ora di per collegarlo alla nuova pista in parte a causa della sua scendere dal sedile del Grand Prix iniziata nel 1981 e storia e la sfida che fornisce. simulatore, portare le nostre dal 2006 alterna il Gran La mancanza di traffico TT fino a Nürburg e provare

Premio di Formula 1 tedesco nell'altro senso e l'assenza di c o m e la simulazione con Hockenheim. I l incroci lo distingue dalle diventasse realtà! Nordschleife è rimasto una strade normali, e l'assenza di strada pubblica a senza unico un limite di velocità lo rende ed a pedaggio per quasi 80 un'attrazione supplementare. anni, tranne quando è chiuso a scopo di test, corsi di guida, track-day, o gare per vetture turismo (VLN, RCN, 24 ore o Old

Timer).

Fin

dalla

sua

apertura nel 1927 la pista è stata utilizzata dal pubblico per

il

cosiddetto

"Tour isten fa hr ten" ,

c ioè

aperta a chiunque con una macchina o moto omologata per uso stradale, così come gli autobus turistici, camper o auto con le orecchie! Durante

le

sessioni

Al contrario della simulazione, il giro vero del Nürburgring inizia dal casello:

Per

preparare

i

Gentlemen

Driver dell’Audi TT Club Italia al raduno che si è tenuto nell’estate del 2012 sulla pista del Nürburgring, si è scelto di

la sbarra si alza inserendo la card e lentamente, aggirando dei

birilli,

si

entra

nel

circuito…

imparare il circuito e le curve

dell’inferno verde grazie alla To Be Continued… simulazione facendo girare su Playstation 3 il famosissimo “gioco”

Gran

Turismo

ultima

versione

della

5, serie

Gran Turismo sviluppato dalla Polyphony Digital e pubblicato

di d a Sony Computer circolazione turistica si applica Entertainment esclusivamente

francosTT


8 maggio 1998, la Polyphony Europa,

a

"Gran

Turismo":

in

questo

Digital lancia in caso il giocatore è un pilota cinque mesi di alle prime armi che, per poter

presentazione raggiungere il successo deve Giapponese, il primo episodio affrontare, una dopo l'altra, di uno dei più bei simulatori di una serie di prove di abilità. Il distanza

dalla

guida ancora oggi presenti su conseguimento di patenti di guida sempre più consolle Sony specialistiche avviene tramite il superamento di una serie di prove di guida e di un difficile

GRAN TURISMO THE REAL DRIVING SIMULATOR

esame finale, ciò permette al giocatore corse

di più

accedere

alle

prestigiose;

parallelamente, i montepremi

Sono previste due modalità di d e i gran gioco: Arcade e Gran Turismo. consentono

premi

vinti

l'acquisto

di

tener bene a mente sono: la possibilità di utilizzare, oltre alle

"solite"

auto

sportive,

anche modelli di automobile assolutamente possibilità

di

comuni, intervenire

la in

maniera radicale sul setup Nel primo caso il giocatore ha vetture sempre più veloci e delle stesse, la possibilità, a disposizione un numero costose o di modificare, in grazie al conseguimento di piuttosto elevato di vetture maniera anche radicale, le determinati risultati sportivi, di che riproducono, in maniera vetture già in proprio "sbloccare" nuove vetture e fedele, le caratteristiche di possesso. nuovi circuiti e, non ultima, la modelli di automobili possibilità di importare le realmente esistenti. Con I motivi del successo di questa proprie patenti da una queste vetture può partecipare fortunata serie s o n o versione di GT alla successiva, a gare a diversi livelli di molteplici. Principalmente, il creando quindi una continuità difficoltà, sfidare altri giocatori fatto che le numerose vetture fra le diverse versioni del o provare qualunque circuito a disposizione del giocatore gioco. desideri. Si tratta di una abbiano ognuna delle Praticamente, possiamo dire, modalità molto immediata che caratteristiche di guida proprie che la PD riuscì a creare, per stimola soprattutto il gioco in e siano realizzate molto bene l’epoca nella quale usci il multiplayer. dal punto di vista grafico, gioco, qualcosa di veramente rende il gioco estremamente straordinario, infatti in esso Molto più vario anche dopo lungo sono presenti circuiti che sono originale è la tempo. molto ben rappresentati e m o d a l i t à Altri elementi di successo da molto ben caratterizzati, con


una buona fluidità, ma la vera

forza del gioco sono le auto, che come abbiamo detto prima non sono soltanto auto da corsa, ma abbiamo

anche

auto

stradali,

auto comuni di tutti i giorni, le auto presenti sono all’incirca 300 e rappresentate molto bene dal punto di vista grafico, talmente ricche

di

sembrare

poligoni quasi

da

vere

farle

per

la

tecnologia del tempo. Un punto meno accurato era l’epoca. Il tutto era condito da dalla più semplice chiamata però caratterizzato dal comparto una discreta colonna sonora, patente B, mirata ad acquisire effetti sonori che tale da farci apprezzare meglio il le tecniche basilari di frenata, inserimento in curva, sorpasso difficilmente erano in grado di gioco. rispecchiare la controparte reale, Fattore molto importante sono le ecc.., fino ad arrivare alla audio, con

particolare

sorvolabile

per patenti, ce ne sono di tre tipi, patente A international nella quale ci si cimenta nel tentativo

Elenco vetture Aston Martin (DB7 Coupe, DB7 Volante) Chevrolet (Camaro Z28, Corvette 96 Coupe, Corvette 96 Grand Sport) Chrysler (Dodge Viper RT, Dodge Viper GTS, Concept-Car) Honda (EK Civic SiR-II, EK Civic Ferio Si II, EK Civic TYPE-R, Accord Wagon SiR, Accord SiR, Prelude SiR,

Prelude TYPE-S, Integra SiR-G, Integra TYPE-R, NSX, NSX Type S Zero, NSX Type S, NSX-R LM GT-2, CRX, CRX del sol) Mazda (Demio LX G Package, Demio GL, Demio GL-X, Lantis Coupé 2000 R-Type, Eunos Roadster NORMAL, Eunos Roadster S-SPECIAL, Eunos Roadster V-SPECIAL, Efini RX-7 Type RB, Efini RX-7 Type RZ, Efini RX-7 Type Touring X, Efini RX-7 A spec, RX-7 LM Edition) Mitsubishi (Mirage AstiRX, Galant VR-G Touring, Galant VR-4, Eclipse GT, Lancer GSR Evolution IV, GTO SR, GTO Twin Turbo, FTO GR, FTO GP Version R, FTO GPX, GTO LM Edition) Nissan (S14 Silvia Q's AERO, S14 Silvia K's AERO, 180SX TypeS, 180SX TypeX, Primera 2.0Te, Fairlady Z Version S 2seater, Fairlady Z Version S 2by2, Fairlady Z Double turbo 2 places, Fairlady Z Double turbo 2+2, R33 Skyline GTS25t Type M, R33 Skyline Modèle 1997 GT-R, R33 Skyline Modèle 1997 GT-R Vspec, NISMO GTR LM) Subaru (’96 Impreza WRX Sports Wagon, ’96 Impreza WRX, ’96 Impreza WRX Sports Wagon Sti Version III, ’96 Impreza WRX Sti Version III, Legacy Touring Sedan RS,

Legacy Touring Wagon GT-B, Impreza WRX Type R Sti Version, Impreza RALLY Edition) Toyota (Starlet Glanza V, Corolla Levin BZG, MR2 G-Limited, MR2 GT-S, Supra SZ-R, Supra RZ, Sprinter Trueno BZ-G, Celica SS-II, Celica GT-FOUR, Corona Exiv 200 GT, Chaser Tourer V, Chaser Tourer S, Soarer ’96 2.5GT-T VVT-i, Castrol Supra GT 2000) TVR (Cerbera, Griffith 500, Griffith 4.0) Elenco tracciati


di

battere

il

conseguimento proseguire

tempo

di

nella

sul

tali

giro

licenze

carriera.

secco;

senza

non

possibile

Carriera

è

che

il

parte

praticamente da zero, soltanto con 10000 crediti in nostro possesso, ma sufficienti per poter acquistare un’auto usata e fare le prime gare, consentendoci di guadagnare esperienza e soldi, cosa che servirà in seguito per comprare altre auto e partecipare agli eventi di categoria, facendoci salire sempre più di livello, sbloccare nuove auto e nuovi circuiti. Oltre a tutto questo, la PD ha portato anche altre innovazioni, sfruttando per prima il controller “dual shock”, che permette una guida più realistica grazie alle vibrazioni, replay stile TV con stacchi

ed inquadrature diverse, la possibilità di intervenire in maniera radicale sul setup delle vetture presenti. Inoltre, una chicca per i giocatori, vincendo la “gran turismo world cup” (una delle tantissime competizioni presenti) venne data la possibilità di provare, nella sola modalità time trial, il sistema HI-FI a 60 frame al secondo. Un capitolo che ci ha tenuto incollati allo schermo per molte e molte ore.

Andyfox

LA COLONNA SONORA

composta appositamente per il gioco da Masahiro Andoh

La versione americana e europea s'introduce con la canzone "Everything Must Go" remixata dai Chemical

e Isamu Ohira, 21 brani per lo più strumentali che spaziano dal rock più sfrenato per le gare ("Kiss You

poche Goodbye", "Green Monster", "Freedom To Win") al jazz canzoni: "Lose Control" degli Ash e quattro canzoni più rilassante per le visite ai dei Feeder ("Chicken On A Bone Reworked" instrumental, concessionari o al proprio garage "Shade" Instrumental, "Tangerine" Instrumental and ("Toward the Gt", "The Motorious Brothers.

La

versione

nordamericana

include

City",

"Sweet 16"). La

versioneeuropea

Heaven

is

Wide"

implementa dei

Garbage

altre e

canzoni:

quattro

"As

canzoni

dei Cubanate: "Oxyacetalene", "Skeletal", "Autonomy" e "Industry".

"Joy

of

Garage")

senza

dimenticare le due canzoni "Like The Wind" e "Second Chance" e il tema principale, "Moon Over The Castle", immancabile sigla iniziale

rivisitata appositamente per ogni Ben diversa la colonna sonora della versione giapponese, capitolo della saga. pubblicata dalla stessa Sony il 21 maggio del 1998 e


PERIFERICHE E POSTAZIONI DI GUIDA

Fanatec Clubsport Wheel

Clubsport Platform Ne avevo sentito parlare attraverso i rumors che si erano susseguiti da fine 2011 ma rimasi folgorato una volta visto il video in cui il pilota Bmw sganciava il volante dall’auto ufficiale per montarlo come se nulla fosse nella base del clubsport whell. Inconsciamente credo che, già da quel video, vedendo tutto il metallo impiegato

per la sua costruzione, prima o poi a v r e i acquistato la clubsport p l a t f o r m nonostante utilizzassi con piena soddisfazione l’ottimo t500 con ruota f1.Questa recensione si occuperà del volante attualmente al vertice della produzione della casa tedesca. Nello specifico si parlerà della Clubsport Base, ruota Formula Rim e, per ultima ma non meno importante, della nuova pedaliera Clubsport v2 che poi è il degno completamento per

questa periferica da gioco o meglio “piattaforma”. Tutto il pacchetto mi viene consegnato 4 giorni dopo aver effettuato l’ordine rispettando la tempistica indicata dal costruttore. L’imballaggio e la protezione per il trasporto sono fatti con molta cura inoltre anche le scatole marchiate Fanatec denotano un’estrema cura per i particolari. Ogni componente è racchiuso all’interno di un bel telo nero con il logo Fanatec che poi risulta molto utile per mantenere protetti dalla polvere i costosi componenti una volta installati sulla postazione.


Clubsport Base Iniziamo a parlare della base di questa nuova piattaforma che il produttore tedesco ha lanciato sul mercato. Questa è costruita interamente in metallo fatta eccezione per la copertura posteriore e la “finestra” di plexiglass nella parte superiore che permette di vedere l’interno della meccanica. Grazie a questi materiali risulta estremamente robusta ed il suo peso di 5,5kg rispecchia la solidità che trasmette in tutte le circostanze di utilizzo. L’interno della base è

all’insegna della massima semplicità meccanica e, in pieno “stile Fanatec”, la trasmissione a cinghia la fa da padrona ma questa volta è collegata a 2 motori Mabuchi classe 550, ognuno dei quali è in grado di erogare 120w e montati entrambi nella parte

sinistra dello chassis, mentre all’estremo opposto è stata installata una poderosa ventola da 80mm, in modo da garantire una temperatura ottimale in praticamente

qualsiasi condizione di utilizzo. Per completare il sistema di raffreddamento sono state inserite nella struttura laterale da ambo i lati delle flange di raffreddamento molto simili a

quelle di un motore ad aria. Nella parte sinistra insieme alla ventola è stato inserito un filtro che evita l’entrata della polvere e consente quindi di mantenere perfettamente pulito l’interno. Al centro, come accennato prima , troviamo il sistema di trasmiss ione a cingh ia, ovviamente, già perfettamente tarato alla sua giusta tensione tramite le viti poste nella parte anteriore della base. Mediante tali viti si serraggio sarebbe possibile andare a “lavorare”

sulla tensione della cinghia in qualsiasi momento ma la Fanatec sconsiglia di fare questa regolazione. Siamo arrivati al mozzo centrale chiaramente in metallo e di diametro pari a 4 centimetri anch’esso estremamente robusto, è il binario che permette il perfetto collegamento dei vari rim. È caratterizzato dal sistema Quick release (che analizzeremo più avanti) e anche dalla possibilità, tramite apposito foro della vite di fissaggio, di bloccare il volante come si fa ad esempio con il Thrustmaster T500rs. Sull’asse centrale dello sterzo è montato il Direct Sensor per evitare qualsiasi tipologia di interferenza che possa derivare dagli ingranaggi dei motori o dalla cinghia. Nella parte posteriore in basso sono presenti 5 connettori che permettono il collegamento al pc/ps3 a due cambi in parallelo e ad una porta dati che, una volta adeguato il firmware, consentirà l’interfacciamento ad un monitor telemetria o ai vari tablet /smartphone android o apple per integrare o espandere delle funzioni del gioco a cui ci stiamo dedicando.


PERIFERICHE E POSTAZIONI DI GUIDA

Fanatec Clubsport Wheel

Volante Formula Rim Dei due volanti attualmente prodotti per questa piattaforma è oggetto di prova la ruota Formula Rim. Si tratta di una ruota di dimensioni ridotte ed equivalenti a quelle di un G27 (270mm) per 1,2kg di peso di tipo “Formula” con 13 pulsanti (la base può arrivare a gestirne fino a 111!) due di quali sono manettini. Uno funziona come Joystick mentre l’altro piò essere ruotato in entrambe le direzioni. In alto al centro sono presenti i led contagiri e l’indicatore di marcia utilizzata (a dir la verità tramite software si possono visualizzare altri elementi tipo la velocità, benzina rimasta, ecc…) anch’essi di ottima fattura. La ruota è fatta quasi interamente in metallo eccezion fatta per i pulsanti

che sono in plastica e i manettini che sono rivestiti in alcantara. Nella parte posteriore sono presenti i due paddle che, manco a dirlo, sono in metallo e dotati di un meccanismo di scatto molto simile alle auto vere, tanto da rendere perfettamente distinguibile il classico “tac” del cambio marcia. Una modifica che ho effettuato riguardano i paddle consiste nel metterli rivolti verso l’alto, basta svitare le apposite brugole di fissaggio, per cambiare la posizione nativa (verso il basso) dal momento che durante le cambiate più veloci avevo la sensazione di “mancarli”. Mi aspetto che il costruttore, come ha

fatto per altre ruote (mi viene in mente il 911turboS), metta in vendita dei paddle sostitutivi che siano più lunghi sperando che lo faccia ad un prezzo accettabile. Questo rim è dotato di sistema Quick release che, contrariamente a quanto si possa pensare, risulta essere molto facile da utilizzare. È sufficiente comprimere la borchia rossa sempre in metallo presente in tutti i rim compatibili con la base CSW e inserire il volante all’interno dell’apposita scanalatura presente nelle guide del mozzo ed avete fatto. Il tutto risulta estremamente stabile e privo di giochi ma se si vuole essere più al sicuro da accidentali e poco graditi sganciamenti nelle fasi più concitate delle gare basterà inserire l’apposita vite di fissaggio per serrare il rim alla sua base. Non ho


Pedaliera Clubsport V2 Da poco messa in commercio, direi quasi di soppiatto, ecco la nuova clubsport v2. Diciamo subito che si tratta di una v1 migliorata sotto vari aspetti ma è bene precisare che il produttore ha mantenuto invariata la filosofia costruttiva di questa robusta macchina da gioco. La pedaliera costruita in alluminio anodizzato e dal peso di oltre sette kg si d if f e r en z ia dal m o d e llo precedente per il colore nero e per i pedali dall’effetto cromato. Per quanto riguarda il pedale acceleratore e frizione abbiamo al posto dei classici potenziometri dei sensori ad effetto Hall che oltre ad una maggiore precisione (a dir la verità credo siano veramente pochi coloro che lo potranno notare) hanno l’enorme vantaggio di non usurarsi con il tempo. Come il modello precedente il pedale freno dispone di cella di carico ma nella nuova versione è stata

aggiunto un a m m o r t iz z a t o r e ad olio di stampo modellistico, con possibilità di variare la viscosità del lubrificante u t i l i z z a t o , permettendo di variare la pastosità del freno. Siamo di fronte a qualcosa di nuovo rispetto alle solite (ccomunque va li d iss ime) Logitech serie g o Thrustmaster e, sinceramente, una volta fatta l’abitudine, questo sistema regala un realismo di livello nettamente superiore. Ciò è ancora più evidente con collegamento diretto al pc. In pratica con collegamento separato la risoluzione passa da 250/60 punti a 1024 garantendo quindi una sensibilità e precisione molto più elevata.

Il freno inoltre riproduce la vibrazione dell’abs come il modello precedente. Il pedale frizione è stato modificato molto pesantemente tanto da risultare un’assoluta novità per questa fascia di prezzo. Pur mantenendo il sensore hall si è passati ad un sistema che la casa tedesca ha chiamato "degressive clutch". Questo meccanismo è caratterizzato da una s e co n da le v a , agganciata al pedale, che restituisce il classico comportamento "da frizione" agonistica, consentendo di trovare un punto di "attacco" in modo abbastanza preciso. Ovvio che richiede un certo tempo di adattamento ma certamente si tratta di una innovazione che rende ancora più vicina ad una reale simulazione questa v2. La Fanatec inoltre prevede la personalizzazione di questa


PERIFERICHE E POSTAZIONI DI GUIDA

Fanatec Clubsport Wheel

Pc Il volante è stato provato su u n a p o s t a z i o n e Speedmaster v2.0 che si è rivelata molto stabile nel sopportare le sollecitazioni che il ff del csw può offrire. L’agganciamento è stato effettuato senza utilizzare il tableclamp (ci sono diverse prove dove sembra avere un’eccessiva flessibilità) ma agganciando direttamente il clubsport tramite il supporto in metallo (sembra ghisa) già montato sulla base. I simulatori che ho utilizzato sono Gtr2 e naturalmente Project Cars che supporta in pieno il volante tedesco. Per i settaggi con gtr2, che non è s u p p o r t a t o

completamente (le due barre led non ne vogliono sapere di funzionare), ho avuto parecchi problemi che ho dovuto risolvere grazie ad Onikurai, che non finirò mai di ringraziare, e con il quale ho passato un paio di ore su Skype per venirne a capo mentre con Cars non ho avuto problemi di sorta. Dopo oltre un anno di fedeltà assoluta ad un Logitech G25 “stock” durante il 2012 ho cambiato la bellezza di tre periferiche. Ad inizio anno ho fatto modificare il mio G25 da Arc Team (...che dire gran bel p r od ot to ) che aveva migliorato sensibilmente il modello standard e che

garantiva un sensibile aumento di ff anche con uso su console. L’ho usato un paio di mesi e poi…?? Dall’alto della mia pazzia ho trovato un Thrustmaster T500 RS nuovo ad un prezzo molto, troppo, allettante e cosi l’ho acquistato su Amazon insieme alla ruota F1 addon, dato che la ruota gt e suoi paddle fissi, plasticosi, non mi ispiravano affatto! Questa periferica è stata sostituita, credo per molto molto tempo, dal nuovo Csw che senza dubbio si è r iv e la t o un p r o d o t to decisamente superiore per robustezza, potenza, raffinatezza di ff e


Prova su strada

ovviamente prezzo, elevatissimo in assoluto ma del tutto comprensibile se valutiamo solo le nette, n e t t i s s i m e , differenze prestazionali rispetto al t500F1 o G25 che invece si equivalgono. Andiamo alle sensazioni iniziali che ho avuto c’è da dire che confermo quello che recensori ben più esperti di me hanno già detto. La potenza che questo volante esprime nei primi gradi di rotazione è paragonabile al tiro che un motore ad aste a bilancieri esprime ai bassi regimi rispetto ad un moderno motore 16 valvole senza fasatura variabile. La sensazione di vuoto è stata praticamente cancellata inoltre, una

prerogativa che per il momento ho trovato solo su Project cars (dal futuro Assetto Corsa, sono certo, mi aspetto ancora meglio), è data dall’aumento di durezza del volante con le macchine dotate di elevata deportanza come la Zonda R o l’Asano Lmxtdx11 (R18) quando vengono raggiunte elevate velocità, una sensazione cosi nitida e precisa non l’avevo mai percepita ad esempio con il T500F1 o con altri volanti che ho praticamente consumato con la pre-alpha degli Slightly. Inoltre il ff prodotto con il nuovo Firmware è cosi dettagliato da scoprire tante “novità” a livello di fondo stradale, cordoli, avvallamenti, da doversi riabituare a piste che ritenevo

Prima di cimentarci sulla sensazioni che il csw offre è bene dare qualche delucidazione sui settaggi che questo costoso prodotto offre. Direttamente dal rim tramite un pulsante vengono gestiti fino a cinque profili con i seguenti parametri tutti perfettamente configurabili sia con pc che per il meno nobile collegamento con ps3:  SEn - Sensitivity: °. Permette di modificare i gradi di rotazione del volante con step di 10° si arriva fino a un max di 900°. Impostato su “off” si lascia fare al gioco  FF - Force feedback: Varia da 100% a 10% con step da 10%.  SHo - Shock vibration: Potenza della vibrazione dei due motori installati nei rim. Varia da 10% a 100%.  AbS - ABS vibration: Utilizzando questa feature, possiamo far vibrare il pedale del freno e i rim (funziona solo sulla CSP e CSP V2 pedals)  LIn - Linearity setting: Questo settaggio permette di settare la linearità dello sterzo.  dEA - Deadzone: Aggiunge una zona morta sull’asse centrale.  drI - Drift mode: Può essere settato da “-3” a “off” e da “off” a “+3”.È preferibile lasciarlo spento.  For - Forces setting: Permette di controllare la forza di tutti gli effetti del Force Feedback.e varia da 0 a 400 con step di 10  SPr - Spring setting: Anche questo valore è preferibile lasciarlo su “off” la sua


PERIFERICHE E POSTAZIONI DI GUIDA

Fanatec Clubsport Wheel

di conoscere a memoria. I motori all’interno del rim permettono di percepire con più precisione ad esempio cosa c’è oltre il cordolo. Insomma parliamo di una simulazione più profonda. Anche la cambiata è diversa rispetto ad un g25 o un t500f1, la più veloce e sicura si ha proprio con un g25/”27 mentre l’f1 addon ogni tanto si “dimentica” qualche marcia soprattutto in scalata (i paddle e gli switch sono di qualità inferiore). Con il csw se si sbaglia una scalata potete essere sicuri che si tratta di “pippagine” del simdriver ma, seppur non veloce (una volta abituati è una differenza minima) come quella di un g27, il “tac” prodotto dal rim Formula è

paragonabile al rumore prodotto dallo sportello di una serie S rapportato a quello di una qualsiasi utilitaria. Un’altra cosa che ho dimenticato di dire riguarda la regolazione dell’ff. Ebbene mentre con il thrustmaster avevo un setting ff impostato all’80% sul software volante e nel gioco 100% per cars e pieno 90% con gtr2, con il volante oggetto della recensione i parametri primari per l’ff sono ben diversi e per la precisione tre. Il primo riguarda quello totale che va da 0 a 100 regolabile con step di 10 comune a tutti i volanti, il secondo è quello configurabile nel gioco, mentre il terzo è regolabile nel menu volante ed è

indicato come “For”. Questo parametro va da 0 a 400 ed è fondamentale per una corretta regolazione. Con PJcars I parametri li ho regolati con 70% per il primo valore, 72% sul gioco, mentre vario tra 130e 140 sul terzo a seconda del tipo di veicolo utilizzato. Con gtr2 il primo valore rimane invariato mentre il secondo è un 77% ff medio, mentre il terzo oscilla tra 140 e 160. Con queste impostazioni di ff, che complessivamente sono meno del 50% delle possibilità del csw, come dicevo il valore “FOR” è fondamentale, la forza effettiva che esprime la periferica è superiore a quelle del Thrustmaster con il setting da me utilizzato.

Un discorso a se merita la pedaliera. Per la prova pc è stata collegata direttamente al computer al fine di sfruttare la maggiore risoluzione (1024 punti) ed è stato utilizzato l’olio con viscosità maggiore (1200) per una superiore pastosità del pedale freno. Per chi


viene da una pedaliera thrustmaster o logitech è neccessario un certo periodo di “ambientamento”, soprattutto riguardo alla frizione che ha un innesto molto “secco” ma una volta presa la necessaria confidenza con il punto di attacco la cambiata risulta estremamente realist ica. Sembra tutto più reale e coinvolgente, la frenata risulta molto più modulabile sebbene, per la maggiore risoluzione, il pedale risulti molto più sensibile. Al momento della prova non sono riuscito a far funzionare il sistema di vibrazione che simula l’abs con questo tipo di collegamento mentre il sistema non ha avuto problemi collegandolo con ps3

attraverso la base. Questa Clubsport è veramente un accessorio “particolare” che va veramente provato e che molto difficilmente potrà deludere o, in qualche modo, far pentire dell’acquisto

Playstation 3 Ho atteso l’installazione del firmware 037 che ottimizza ulteriormente questo volante con ps3, oltre ad abilitare il funzionamento dei led giri motore. Il gioco utilizzato è o v v ia m e n t e G r a n t u r is m o 5 nella versione 2.10. Devo essere sincero all’inizio ero un po’ diffidente dato che, come mi hanno detto in molti e come pensavo, giocare a gt5 con volante cosi costoso

Caratteristiche  Base costruita

quasi interamente in alluminio anodizzato  Trasmissione a cinghia con possibilità di regolarne la tensione  Base in grado di gestire fino a 111 tasti  Ventola da 80 mm e sistema di raffreddamento esterno a flange  Direct sensor: sensore montato direttamente sull’asse dello sterzo per evitare qualsiasi interferenza e problemi di prestazioni derivati da cinghia e motori  Meccanismo per trasmissione a cinghia fatto interamente in metallo con cuscinetti a sfere di qualità e cinture europee per il miglior ff possibile  Quick Release e mozzo in metallo con 4 cm di diametro  900° di rotazione massima (“autolimitata” dal costruttore) ma regolabile da software su volante  Supporto per piastre statiche del cambio e altri accessori.  Porte per: Pedali, due shifter in parallelo e dati che consente la possibilità di collegare monitor telemetria  Fast 500hz frequenza di aggiornamento usb  Firmware aggiornabili sia su base che su rim per integrare nuove funzionalità  Ruote compatibili con 2 motori integrati all’interno dedicati agli effetti ff  Rim “Formula” con diametro di 27cm costruito completamente in metallo.


PERIFERICHE E POSTAZIONI DI GUIDA

Impugnatura rivestita in Alcantara  11 tasti più i paddle in metallo con affidabilità garantita da due switch Omron  7 vie encoder  Barra Led per giri motore e led display per funzioni telemetria  Pedaliera costruita in alluminio anodizzato  P e d a l e acceleratore dotato di sensori ad effetto hall (teoricamente eterno)al posto dei potenziometri  Ammortizzatore ad olio su pedale freno per un maggiore realismo di frenata  Effetto vibrazione sul pedale freno per simulare l’abs  Pedale Freno con cella d i c a r i c o e ammortizzatore ad olio  Pedale Frizione con sensore ad effetto hall  Collegamento diretto al pc via usb per una maggiore risoluzione 1024 punti rispetto ai 256 con collegamento alla base  Sistema Frizione a doppia leva “degressive cluch” che fornisce un punto di attacco di tipo agonistico  Firmware aggiornabili sia su base che su rim per integrare nuove funzionalità

fossero soldi sprecati. Ebbene a prescindere dal fatto che si possa discutere sempre e comunque quanto sia giusto spendere quasi mille euro per una periferica da gioco, devo ammettere che diffidenza o no questo collegamento con ps3 è stato una vera sorpresa! A scanso di equivoci… una sorpresa positiva. Il volante con impostazioni di ff comunque piuttosto basse, diciamo quasi alla pari con quelle fatte con Gtr2 o PJCars ha restituito un ff potente e

preciso, sicuramente non articolato e dettagliato come i sim per pc ma comunque molto convincente e, a parer mio, decisamente superiore a quello che viene ritenuto il miglior abbinamento possibile per gt5: il volante ufficiale Thrustmaster T500. Inoltre la pedaliera v2 con l’abs inserito, nonostante la perdita di risoluzione da 1024 a 256 punti, si è rivelata forse ancora più sorprendente guidando completamente senza aiuti. Insomma i cordoli, la strada


si sentono molto più distintamente mentre la frenata, con i bloccaggi anticipati dalla vibrazione della v2 derivati dall’assenza dell’abs, molto più simulativa e gestibile. Ripeto una sorpresa! Peccato che non ci sia un menu apposito nel gioco per impostare gli 11 tasti disponibili nella ruota, tasti che però funzionano e attraverso i quali tutte le funzioni possono essere abilitate.

Conclusioni Andiamo alle considerazioni finali dicendo innanzitutto che il prezzo di vendita è di 449,95 euro per la Clubsport base ,179 euro per la ruota Formula rim e 249,95 per la Clubpsort v2.Per essere completo il pacchetto Clubsport si dovrebbe aggiungere il volante BMW M3 GT2 dal costo equivalente alla pedaliera V2 ma non oggetto di questa prova.Insomma si parla di una cifra complessiva di 1117 euro (944 con solo la ruota oggetto di questa recensione).Si tratta di una cifra elevata anche se ,personalmente ritengo sia giustificata se

consideriamo le differenze di costruzione e prestazioni rispetto alla concorrenza.Il clubsport che sto utilizzando ormai da quasi due mesi ,al momento, non ha dato mai segnali di affaticamento a prescindere dal simulatore utilizzato.Gli unici appunti che mi sento di fare riguardano i connettori i quali visti il costo avrebbero dovuto essere placcati in oro e i paddle del volante formula che avrebbero dovuto essere piu’ grandi .Per il resto se volete un volante quasi senza compromessi direi proprio che questa è la periferica che fa per voi e che qualora voleste avere quasi le stesse prestazioni dovreste rivolgervi sempre a casa del costruttore tedesco andando a scegliere la versione Elite che possiede il vantaggio di essere multipiattaforma e di condividere per buona parte la meccanica del Cludsport che ,pero, dispone ,oltre ai vari led e al sistema quickrelease per lo sganciamento rapido ,anche di encoding differenti,che sono specifici per degli standard di comunicazione tra periferica e Pc, e del 7vie encoder.Insomma chi lo

Pregi 

Costruzione quasi senza compromessi e quasi interamente in metallo  FF estremamamente dettagliato e potente  Sistema quickrelease permette grande longevita’ permettendo in futuro di aggiornare la ruota  Firmware aggiornabili e continuo supporto della casa costruttrice  Prestazioni Molto Elevate sia su pc che ps3 al di fuori della portata della concorrenza Pealiera V2 rappresenta l’attuale riferimento per quanto riguarda i pedali “commerciali” 

Difetti   

 

Contatti non placcati in oro su un prodotto di questa categoria è un must Paddle leggermente piccoli e non rifiniti adeguatamente alla fascia di prezzo Non facilmente adattabile su scrivania Prezzo giustificato dalla qualita’ costruttiva e per le prestazioni ma comunque molto elevato Assistenza post vendita ancora da verificare in toto


PERIFERICHE E POSTAZIONI DI GUIDA

vorra’ acquistare deve sapere che non andra’ certamente piu’ veloce e che si dovra’ abituare al ff notevolemte piu’ dettagliato ma ,sicuramente, avra’ la possibilita’ di immergersi in una simulazione molto piu’ convincente. formula che avrebbero dovuto essere più grandi. Per il resto se volete un volante quasi senza compromessi direi proprio che questa è la periferica che fa per voi e che qualora voleste avere quasi le stesse prestazioni dovreste rivolgervi sempre a casa del costruttore tedesco andando a scegliere la versione Elite che possiede il vantaggio di essere multipiattaforma e di condividere per buona parte la meccanica del Cludsport, non disponendo tuttavia, oltre che dei vari led e del sistema quickrelease per lo sganciamento rapido, degli stessi encoding, che sono specifici per degli standard di comunicazione tra periferica e Pc e del 7vie encoder. Insomma chi lo vorrà acquistare deve sapere che non andrà certamente più veloce e che si dovrà abituare al ff notevolmente più dettagliato ma sicuramente avrà la possibilità di immergersi in una simulazione molto più convincente. Vegatron


GTDMagazine Staff Direttore: Fabris78 Redattori: AndyFox71 - Boby147 - FrancosTT - Giosola– Milos Krasic - Nick72 - Onikurai - Sgangher37 - Vegatron4 Zepmat Fotografi: GTPioneer - LeoGTR - M2M - Nick72 - Samuroth Art director: Onikurai


GTD MAGAZINE 5.0  

Realizzato dagli utenti di GTDrivers.it con la supervisione e redazione di Elvis (Onikurai)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you