Page 1

 

Project no.:  539892-­‐LLP-­‐1-­‐2013-­‐1-­‐SI-­‐ERASMUS-­‐EKA Grant  Agreement  no.:  2013-­‐3750/001-­‐001 Project  Title:  ERGO  WORK  –  Joining  academia  and  business  for  new  opportunities  in  creating  ERGOnomic   WORK  places Programme:  L ifelong  L earning  Programme,  Erasmus

   

ERGO WORK   ERGO  WORK  –  Joining  academia  and  business  for  new  opportunities  in  creating   ERGOnomic  WORK  places      

Raccomandazioni al  sistema  e  ai  decisori  politici     Pacchetto  di  lavoro  7:  Sfruttamento  e  Piano  di  Sostenibilità   Rapporto:  D43.  Raccomandazioni  al  Sistema  e  ai  decisori  politici             Questo  progetto  è  stato  finanziato  con  il  sostegno  della  Commissione  europea.   Questa  pubblicazione  [comunicazione]  rappresenta  l’opinione  dell'autore  e  la  Commissione  non  può  essere   ritenuta  responsabile  per  qualsiasi  uso  che  possa  essere  fatto  delle  informazioni  in  essa  contenute.   .  

1  


1

DOCUMENT CONTROL  

1.1 Document history   Date   16.01.2015   22.01.2015  

Version 0.1   0.2  

19.03.2015

0.3

1.5.2015

0.4

1.6.2015

Final EN  for  translations  

15.6.2015 1.7.2015  

Final draft  1  for  release     0.6  

5.7.2015

0.7

10.7.2015

Final EN  

27.7.2015

Final in  EN,  SI,  PL,  ES,  IT  

Change Initial  version   Review  and   comments  by  All  at   meeting  in   Salamanca   Implementation  of   suggested  changes   Review  and   comments  by  the   Coordinator   Implementation  of   coordinator’s   suggestions     Translations  into  SI,   PL,  ES,  IT   Review  and   comments  by   EASPD  (P10)   standing   committee     Evaluation  by  PMG   &  Evaluator    

Implementation of   final  suggested   changes   Translation  of   amendments  into   SI,  PL,  ES,  IT  

Author P10   P10   +P1,  P2,  P4  

P10 P1  

Author P10  

P1, P4,  P8,  P9   EASPD  Standing   Committee  for   Employment  

PMG (Project   Management   Group)  &  External   evaluator   Author  P10  

P1, P4,  P8,  P9  

1.2 Document  distribution  list   All  members  of  ERGO  WORK  project  group  and  relevant  stakeholders.   1.3 Document  location   Latest  version  of  the  document  is  available  at:  DROPBOX,  ERGO  WORK  2013\WP7_Sustainability\   D43_Recommendations  to  the  system  and  policy  makers   1.4 Document  privacy   Project  team   yes    

The Agency   yes  

Public yes  

 

2  


1.5

Tavola dei  contenuti  

Document control  .............................................................................................................................................  2   1.1  

Document history  ..............................................................................................................................  2  

1.2

Document distribution  list  .................................................................................................................  2  

1.3

Document location  ............................................................................................................................  2  

1.4

Document privacy  .............................................................................................................................  2  

1.5

Tavola dei  contenuti  ..........................................................................................................................  3  

2

Introduzione ..............................................................................................................................................  4  

3

Sintesi del  progetto  ERGO  WORK  ..............................................................................................................  5  

4

Principali risultati  dell’analisi  approfondita  di  ERGO  WORK  per  migliorare  in  Curricula  in  Ergonomia  ....  5  

5 I  fattori  chiave  che  consentono  pari  opportunità  di  lavoro  e  qualità  dell’ambiente  di  lavoro  per  persone   con  disabilità.  ....................................................................................................................................................  6  

6

5.1

Disabilità e  lavoro  ..............................................................................................................................  6  

5.2

Istruzione e  formazione  professionale  ..............................................................................................  7  

Raccomandazioni ......................................................................................................................................  7   6.1  

Raccomandazioni alla  Commissione  europea  e  al  Parlamento  europeo  ..........................................  7  

6.2

Raccomandazioni alle  autorità  nazionali  dei  paesi  di  pilotaggio  .......................................................  9  

7

Conclusioni ..............................................................................................................................................  10  

8

Allegato I.  Sintesi  delle  raccomandazioni  per  un  Curriculum  Multidisciplinare  di  Ergonomia  ................  12  

9

Note Legali  ..............................................................................................................................................  13  

 

3  


2

INTRODUZIONE

La   riduzione   della   disoccupazione   è   una   delle   principali   priorità   fissate   dalla   Strategia   Europa   2020   dell'Unione   europea.   Al   fine   di   raggiungere   una   crescita   intelligente,   inclusiva   e   sostenibile,   sarà   necessario   facilitare   la   partecipazione   delle   persone   di   tutte   le   età   e   livelli   di   abilità   sul   mercato   del   lavoro.   È   importante  notare  che  le  persone  diverse  hanno  esigenze  diverse,  ma  le  esigenze  di  alcuni  gruppi  non  sono   sempre   soddisfatte   nel   mercato   del   lavoro.   Al   fine   di   evitare   l'esclusione   sociale   di  tali   gruppi,   è   importante   prendere   misure   supplementari   per   soddisfare   le   loro   esigenze.   Il   presente   documento   descrive   specificamente   i   modi   in   cui   le   esigenze   dei   lavoratori   con   disabilità   possono   essere   soddisfatte   nell'ambito   dell'ergonomia  del  posto  di  lavoro.   Se  si  tiene  conto  che  le  persone  sono  tutte  diverse,  la  necessità  di  un  sostegno  ergonomico  individuale  sul   posto   di   lavoro   diventa   una   necessità.   Gli   occupati   hanno   esigenze   ergonomiche   particolari   a   causa   della   loro  disabilità,  l'età  o  altre  specifiche  condizioni  personali.  L'invecchiamento  della  popolazione  e  il  periodo   crescente   di   lavoro   contribuiscono   ad   un   numero   crescente   di   dipendenti   con   esigenze   speciali   in   particolare   visive,   uditive,   fisiche   o   altre   esigenze.   L’approccio   ergonomico   olistico   alle   aziende   sostiene   questi   fattori   umani   e   la   crescente   diversità   dei   dipendenti   e   come   tale   contribuisce   all'efficienza   economica  della  società.  E’  riconosciuto  che  le  misure  ergonomiche  minimizzano  l’assenza  dal  lavoro  (meno   incidenti,   meno   malattie   professionali),   e   aumentano   la   soddisfazione   e   l'efficienza   dei   dipendenti.   Considerando   tutti   questi   elementi,   c’è   bisogno   di   promuovere,   sostenere   e   iniziare   campagne   intensive   focalizzate  su  decisori  all'interno  delle  organizzazioni  /  imprese.     Sulla   base   dei   risultati   degli   studi   condotti   nell'ambito   del   progetto   ERGO   WORK   finanziato   dall'Unione   Europea,   vale   a   dire   i  rapporti   "Raccomandazioni   per   Curriculum   Multidisciplinare   in   Ergonomia"   (Sintesi   di   queste   raccomandazioni   possono   essere   trovate   nell’Allegato   I)   e   "Relazione   sulla   Analisi   approfondita",   questo   articolo   fornisce   un   elenco   di   raccomandazioni   per   i   responsabili   dei   sistemi   e   delle   politiche   per   migliorare  l'ergonomia  del  posto  di  lavoro  per  persone  con  disabilità  (PWD).  Inoltre,  il  documento  prende  in   considerazione   discussioni   approfondite   con   esperti   delle   Commissioni   permanenti   per   l'occupazione   e   l'educazione   dell'Associazione   Europea   dei   Fornitori   di   Servizi   per   le   Persone   con   Disabilità   (EASPD).   Le   raccomandazioni   mirano   a   fornire   un   contributo   al   futuro   sviluppo   e   l'innovazione   del   settore   dell'occupazione   nei   paesi   partner   del   progetto   ERGO   WORK   e   nell'Unione   europea.   Nel   dibattito   sulla   disabilità,   la   qualità   della   vita   deve   essere   sempre   al   centro   di   ogni   decisione   indipendentemente   dal   campo.   E'   della   massima   importanza   per   riconoscere   che   nel   mondo   del   lavoro   ogni   persona   ha   diverse   esigenze   di   supporto   e   obiettivi   diversi   nella   sua   vita   e   la   propria   scelta   dovrebbe   essere   il   più   possibile   promossa  e  rispettata.   L'occupazione  delle  persone  con  disabilità  è  un  importante  tema  politico  che  è  stato  regolarmente  portato   sulla  scena  internazionale.   • •

• •

L'articolo 27  della  Convenzione  delle  Nazioni  Unite  sui  diritti  delle  persone  con  disabilità  (UNCRPD)   riconosce  il  diritto  delle  persone  con  disabilità  al  lavoro,  su  base  di  uguaglianza  con  gli  altri.   La   Commissione   europea   affronta   le   questioni   relative   al   mercato   del   lavoro   nel   quadro   del   semestre   europeo,   chiedendo   agli   Stati   membri   di   attuare   misure   di   sostegno   aggiuntive   per   i   disoccupati;   in   particolare   quelli   più   esclusi   dal   mercato   del   lavoro   (giovani,   anziani,   gruppi   svantaggiati,   le   persone   con   disabilità).   Il   Semestre   europeo   è   uno   strumento   di   governance   che   mira  a  garantire  un  migliore  coordinamento  tra  gli  Stati  membri  dell'UE  e  la  Commissione  europea   a  realizzare  con  successo  le  strategie  e  gli  obiettivi  dell'UE.   La  strategia  europea  sulla  disabilità  (2010-­‐2020)  mira  a  migliorare  l'inclusione  sociale  e  il  benessere   delle  persone  con  disabilità,  consentendo  loro  di  esercitare  pienamente  i  loro  diritti.   La   direttiva   sulla   parità   di   occupazione   2000/78   /   CE,   combatte   contro   l'età   e   la   discriminazione   della  disabilità  nel  mondo  del  lavoro.   4    


3

SINTESI DEL  PROGETTO  ERGO  WORK  

ERGO  WORK  -­‐  Unire  il  mondo  accademico  e  le  imprese  per  nuove  opportunità  per  la  creazione  di  posti  di   lavoro   ergonomici   -­‐   è   un   progetto   europeo   avviato   nell'ottobre   2013   nell'ambito   del   programma   di   apprendimento  permanente  (Erasmus).  Ha  lo  scopo  di  migliorare  la  progettazione  ergonomica  dei  posti  di   lavoro   e   posti   di   lavoro   per   le   persone   disabili.   Il   progetto   promuove   la   conoscenza,   le   competenze   e   la   "coesione  sociale",  al  fine  di  creare  soluzioni  ragionevoli  al  lavoro  per  tutti  i  dipendenti,  comprese  le  PWD.   In   ERGO   WORK   sono   coinvolti   10   partner   provenienti   da   sei   paesi:   Slovenia,   Polonia,   Regno   Unito,   Italia,   Spagna  e  Belgio.   Il  progetto  si  fonda  sulla  considerazione  che  il  mercato  del  lavoro  può  beneficiare  in  modo  significativo  di   una   maggiore   inclusione   delle   persone   con   disabilità.   Esso   sostiene   che   il   campo   multidisciplinare   della   Ergonomia  può  aiutare  e  sostenere  l'inclusione  attraverso  una  migliore  progettazione  e  l'adattamento  del   posto  di  lavoro  per  soddisfare  le  diverse  esigenze.   L'obiettivo  a  lungo  termine  del  progetto  è  impostare  le  basi  per  una  cooperazione  sostenibile  sistematica   tra  mondo  accademico,  le  imprese  e  tutti  i  soggetti  interessati  all’Ergonomia  per  le  persone  con  disabilità,   al  fine  di  promuovere  soluzioni  ragionevoli  al  lavoro.  Il  progetto  nel  suo  insieme  si  propone  di  aggiornare  le   conoscenze  di  Ergonomia  esistenti  negli  insegnamenti  forniti  in  università  partner,  in  particolare  in  Polonia   e  Slovenia.   Come  parte  di  uno  dei  pacchetti  di  lavoro  del  progetto,  i  partner  hanno  sviluppato  le  "Raccomandazioni  per   un  Curriculum  Multidisciplinare  in  Ergonomia"  sulla  base  di  uno  studio  dal  titolo  "Analisi  approfondita  dei   Curricula  esistenti  di  Ergonomia".  Lo  studio  ha  prodotto  importanti  risultati  sui  Curricula  esistenti  nei  paesi   partner   in   materia   di   Ergonomia   e   in   particolare   hanno   mostrato   come   i   diversi   programmi   di   studio,   i   soggetti,   i   contenuti   didattici,   o   i   moduli   di   indirizzo:   a)   i   problemi   multidisciplinari   -­‐   che   discipline   sono   incluse  o  hanno  bisogno  di  esserlo;  b)  necessità  delle  PWD  -­‐  quanto  bene  i  contenuti  specifici  sul  “Posto  di   lavoro  adattato  per  PWD”  sono  rappresentati  all'interno  del  Curriculum.  

4

PRINCIPALI RISULTATI  DELL’ANALISI  APPROFONDITA  DI  ERGO  WORK  PER  MIGLIORARE  IN   CURRICULA  IN  ERGONOMIA    

Un'analisi   approfondita   dei   Curricula   di   Ergonomia   insegnata   da   17   facoltà   da   13   istituti   di   istruzione   superiore   di   6   paesi   (incentrate   sul   Regno   Unito,   Slovenia   e   Polonia),   sono   emersi   i   seguenti   risultati   (ERGO   WORK,  2015):   -­‐

-­‐ -­‐

-­‐

I Curricula   per   i   programmi   di   Ergonomia   devono   includere   i   seguenti   argomenti,   al   fine   di   soddisfare   le   esigenze   delle   PWD   al   lavoro:   progettazione   inclusiva;   metodi   empatici   di   progettazione;   introduzione   di   comportamento   organizzativo;   conoscenza   di   tecnologie   assistenziali;  e  la  conoscenza  sugli  ambienti  accessibili.   È  opportuno  sensibilizzare  gli  studenti  delle  diverse  esigenze  delle  PWD  in  generale,  piuttosto  che   mettere  l'accento  sui  gruppi  specifici  e  le  loro  esigenze.   Sono   fondamentali   le   capacità   empatiche   per   sensibilizzare   gli   studenti   in   relazione   alle   PWD.   Abilità   empatiche   possono   essere   insegnate   attraverso   il   lavoro   pratico,   ad   esempio,   utilizzando   una  sedia  a  rotelle  o  gli  occhiali  che  simulano  una  disabilità.  In  questo  modo,  gli  studenti  possono   entrare  in  empatia  con  l'esperienza  degli  utenti  e  di  conseguenza  il  design.   Contenuti   di   insegnamento   sui   bisogni   di   salute   mentale,   tra   cui   lo   stress,   la   depressione   e   la   schizofrenia,   sono   rari   nei   curricula   oggetto   dello   studio.   Vi   è   la   necessità   di   includere   maggiori   5  


-­‐

-­‐ -­‐

conoscenze sugli  aspetti  della  disabilità  mentale  in  relazione  all'ergonomia  del  posto  di  lavoro  per   PWD.   L’intervento  sul  posto  di  lavoro  nel  corso  di  Ergonomia  non  è  sempre  legato  alle  esigenze  di  PWD   sul   posto   di   lavoro.   In   teoria,   tali   esigenze   sono   incluse   nella   formazione   sull’ergonomia,   ma   l'applicazione  pratica  è  rara.   La  condivisione  delle  conoscenze  in  termini  di  strumenti  utilizzati  dai  programmi  di  formazione  in   grado  di  migliorare  l'efficacia  degli  insegnamenti.   E'   importante   utilizzare   le   conoscenze   e   le   pratiche   sviluppate   all'interno   di   altre   discipline,   ad   esempio,   organizzazione   e   psicologia   del   lavoro.   Le   esigenze   delle   PWD   sul   posto   di   lavoro   non   devono   essere   soddisfatte   solo   attraverso   la   progettazione   fisica   dell'ambiente   di   lavoro.   L'adattamento   può   essere   effettuato   anche   in   termini   di   programmazione,   il   tipo   di   lavoro,   compiti   quotidiani,  etc.  

5

I FATTORI  CHIAVE  CHE  CONSENTONO  PARI  OPPORTUNITÀ  DI  LAVORO  E  QUALITÀ   DELL’AMBIENTE  DI  LAVORO  PER  PERSONE  CON  DISABILITÀ.    

5.1  

Disabilità e  lavoro   -­‐ -­‐ -­‐ -­‐ -­‐ -­‐

-­‐

-­‐ -­‐ -­‐ -­‐

-­‐

Il mercato  del  lavoro  deve  sviluppare  ambienti  inclusivi  che  rispondano  alle  esigenze  delle  persone   con  diverse  esigenze  di  sostegno,  che  vanno  dal  basso  verso  l'alto  livello  di  assistenza.   Tutte   le   forme   di   occupazione   dovrebbero   essere   valutate   in   modo   uguale   in   base   al   loro   ruolo   nelle  politiche  sociali,  sanitarie  e  occupazionali.   La  discriminazione  sulla  base  della  disabilità  dovrebbe  essere  contrastata  per  legge.   Dovrebbe  essere  rispettata  la  libera  scelta  del  lavoro  nell’ambiente  preferito.   Tutte   le   forme   di   occupazione   per   le   persone   con   disabilità   devono   affrontare   le   loro   esigenze   individuali  e  rispettare  le  loro  capacità.   L'occupazione  delle  persone  con  disabilità  nel  settore  privato  dovrebbe  essere  promossa  attraverso   politiche   e   misure   adeguate,   che   possono   includere   programmi   di   azione   antidiscriminatoria,   incentivi  e  altre  misure   La   soluzione   ragionevole   e   del   posto   di   lavoro   universale   è   fondamentale   nel   fornire   un   accesso   reale  alle  posizioni  di  lavoro  e  di  occupazione.  Non  solo  strumenti  e  /  o  adattamenti  possono  essere   necessari  per  eseguire  lavoro-­‐attività,  ma  anche  la  disponibilità  di  servizi  di  supporto  e  di  sostegno   umani  potrebbero  superare  gli  ostacoli  incontrati  nell'ambiente  di  lavoro.  La  struttura  e  il  posto  di   lavoro   ragionevoli   sono   concetti   di   design   e   devono   essere   pienamente   attuati   nel   mercato   del   lavoro   per   consentire  alle   PWD   di   avere   possibilità   concrete   per   trovare   e   mantenere   un   lavoro   nel   mercato  del  lavoro.   Il   supporto   deve   essere   messo   a   disposizione   in   tutte   le   fasi   della   vita   lavorativa   (reclutamento,   conservazione  e  alla  fine  del  lavoro).   Programmi  di  formazione  professionale  e  di  riabilitazione  professionale,  di  mantenimento  di  posti   di  lavoro  e  ritorno  al  lavoro  dovrebbero  essere  in  vigore  per  le  persone  con  disabilità.   La   cooperazione   intersettoriale   tra   tutti   gli   attori   che   operano   nel   campo   della   disabilità,   l'ergonomia,   la   progettazione   del   posto   di   lavoro   e   l'occupazione   è   indispensabile   istituire   quadri   di   sostegno  armonici  e  per  identificare  e  affrontare  qualsiasi  problema  con  una  risposta  adeguata.   Alla   accessibilità   e   alla   progettazione   universale   dovrebbe   essere   data   una   definizione   ampia   per   ogni  tipo  di  disabilità.  Accessibilità  del  trasporto  sul  luogo  di  lavoro  e  accessibile  è  il  primo  passo  per   consentire  l'accesso  al  mercato  del  lavoro.   Supporto   per   i   datori   di   lavoro   a   creare   i   propri   piani   di   Responsabilità   Sociale   dell’Impresa   e   realizzare   luoghi   di   lavoro   ergonomici   è   una   parte   essenziale   per   migliorare   l'accesso   al   lavoro   e   all’occupazione  per  le  persone  con  disabilità.   6  


5.2

Istruzione e  formazione  professionale   -­‐ -­‐

-­‐

-­‐ 6

Le persone   con   disabilità   devono   avere   effettivo   accesso   ai   programmi   di   orientamento   tecnico   e   professionale,  servizi  per  l'impiego  e  formazione  professionale  e  continua.   L'istruzione   e   la   formazione   professionale   (IFP)   devono   essere   adattati   alle   esigenze   professionali   delle   persone   con   disabilità;   le   persone   con   disabilità   dovrebbero   essere   coinvolte   e   formate   con   educatori,  quando  possibile.   I   concetti   di   soluzioni   ragionevoli,   del   posto   di   lavoro   ed   ergonomia   dovrebbero   far   parte   dei   curricula   di   formazione   professionale   e   l'istruzione   superiore   per   gli   studenti   in   diversi   campi   di   studio  come  la  Psicologia,  Ingegneria  e  Medicina  del  Lavoro.   Nuovi   metodi   di   apprendimento,   metodi   di   insegnamento   e   contenuti   sull’Ergonomia   dovrebbero   essere   disponibili   e   integrate   nella   formazione   professionale   e   nell'istruzione   superiore.   La   cooperazione  tra  gli  istituti  di  formazione  è  fondamentale.  

RACCOMANDAZIONI

Come  stabilito  dall'articolo  27  della  Convenzione  delle  Nazioni  Unite  sui  diritti  delle  persone  con  disabilità  e   le   opportunità   di   strategia   per   il   2020,   l'occupazione   e   il   lavoro   nell'Unione   europea   sono   una   priorità   fondamentale   per   tutti   i   governi   europei.   Anche   se   è   principalmente   un   settore   politico   che   appartiene   alla   competenza   degli   Stati   membri,   ma   è   anche   importante   per   l'Unione   europea,   che   agisce   in   qualità   di   coordinatore,  promotore  e  innovatore.   Mentre   si   riconosce   che   l'occupazione   nel   mercato   del   lavoro   aperto   è   l'opzione   preferita,   dovrebbe   essere   anche   riconosciuto   che   molte   PWD   sono   in   altri   organismi   di   lavoro   per   motivi   diversi   a   seconda   delle   esigenze  di  sostegno  e  /  o  causa  di  una  mancanza  di  strutture  adeguate  nel  mercato  del  lavoro  aperto.   Gli  Stati  membri  dell'UE  hanno  sviluppato  programmi  di  lavoro  e  di  occupazione  in  base  al  loro  rispettivo   contesto  storico  di  cura  della  disabilità.  Secondo  il  suo  quadro  specifico,  ogni  Stato  membro  ha  sviluppato  la   propria   gamma   di   strutture   e   programmi,   nonché   le   proprie   definizioni   -­‐   difficilmente   paragonabili   in   quanto  implicano  concetti  differenti.   L'approccio   multi-­‐livello   nei   confronti   delle   politiche   in   materia   di   occupazione   per   le   persone   con   disabilità   si  rende  indispensabile  per  affrontare  i  responsabili  delle  decisioni  sia  a  livello  nazionale  e  sovranazionale.   L'attuale  articolo  fornisce  gruppi  separati  di  raccomandazioni  per  il  traggiungimento  di  questi  gruppi.   6.1  

Raccomandazioni alla  Commissione  europea  e  al  Parlamento  europeo  

L'inclusione dei   disabili   sul   mercato   del   lavoro   è   un   obiettivo   di   alta   priorità   per   l'Europa.   Affrontare   particolari  esigenze  dei  dipendenti  disabili  attraverso  soluzioni  ergonomiche  personalizzate  e  le  regolazioni   del  posto  di  lavoro  è  uno  dei  modi  in  cui  questo  obiettivo  può  essere  raggiunto.  Pertanto,  la  Commissione   Europea   (CE)   e   il   Parlamento   europeo   devono   assumere   la   guida   nello   stimolare   condizioni   di   lavoro   completamente  comprese  dagli  Stati  membri.  Sulla  base  dei  risultati  del  progetto  ERGO  WORK,  e  tenendo   conto   della   Dichiarazione   sull’Occupazione   2014   di   EASPD,   è   stata   sviluppata   la   seguente   serie   di   raccomandazioni   per   l’Unione   Europea   (Parlamento   Europeo,   Consilio   dell’Unione   Europea,   Commissione   Europea).   7    


• •

• •

Le istituzioni   UE   dovrebbero   promuovere   lo   sviluppo   di   opportunità   di   lavoro   per   le   PWD   nel   quadro  della  direttiva  europea  per  l'occupazione.   Le  istituzioni  UE  dovrebbero  estendere  la  gamma  di  opportunità  di  lavoro  per  le  PWD  in  termini  di   appalti  pubblici.  Il  Fondo  Sociale  Europeo  (FSE)  e  le  opportunità  offerte  dal  regolamento  generale  di   esenzione  possono  essere  utilizzati  anche  per  sviluppare  ambienti  di  lavoro  ergonomici  per  PWD.   Inoltre,   la   Commissione   europea   dovrebbe   incoraggiare   gli   Stati   membri   a   utilizzare   i   Fondi   Strutturali  per  lo  sviluppo  di  posti  di  lavoro  pienamente  inclusivi.   Le   istituzioni   EU   devono   favorire   una   migliore   collaborazione   e   il   trasferimento   di   conoscenze   e   prassi   in   materia   di   ergonomia   e   di   regolazione   di   posto   di   lavoro   per   le   PWD   europea.   E'   fondamentale   individuare   e   promuovere   modelli   di   buone   pratiche   in   materia   di   politiche   e   approcci  che  fornisce  posti  di  lavoro  adeguati  e  del  posto  di  lavoro.   Un  ulteriore  sviluppo  di  una  rete  europea  in  materia  di  Ergonomia  del  posto  di  lavoro  per  PWD  è  un   elemento   importante   per   rafforzare   la   collaborazione   tra   i   paesi   europei.   Quindi,   una   rete   di   soggetti   interessati   che   si   concentra   sulle   relazioni   strutturali   tra   soggetti   interessati   a   livello   locale,   regionale,   nazionale   ed   europeo   deve   essere   ulteriormente   sviluppata   e   finanziata.   A   livello   comunitario,   la   rete   dovrebbe   includere   idealmente,   oltre   alle   autorità   politiche,   i   fornitori   di   servizi,  i  rappresentanti  del  mondo  accademico,  del  posto  di  lavoro  e  gli  sviluppatori  ergonomici,  i   datori   di   lavoro,   le   camere   di   commercio,   i   sindacati,   le   associazioni   di   esperti,   i   tavoli   e   le   consulenze,  etc.   Si   raccomanda   inoltre   di   favorire   la   formazione   di   professionisti   specializzati   in   soluzioni   ergonomiche   per   PWD.   In   particolare,   è   fondamentale   promuovere   nelle   università   curricula   multidisciplinari  di  ergonomia,  con  il  focus  sulla  progettazione  inclusiva,  progettazione  accessibile  e   la   progettazione   universale.   Specialisti   con   conoscenze   specifiche   nel   campo   dell'ergonomia   e   del   design  sul  posto  di  lavoro  per  PWD  sono  essenziali  per  la  creazione  di  ambienti  di  lavoro  adattato.   Il   programma   Erasmus   +   dovrebbe   affrontare   la   promozione   e   lo   sviluppo   di   opportunità   di   formazione   per   specialisti   in   ergonomia   focalizzati   sulle   esigenze   dei   PWD.   Dovrebbe   sostenere   l'accessibilità   di   formazione   sulle   regolazioni   del   posto   di   lavoro   per   le   persone   con   tutti   i   tipi   di   disabilità.   Il   pieno   potenziale   della   'flessicurezza'   -­‐   schemi   di   lavoro   flessibili   -­‐   deve   essere   utilizzata   e   promossa.  Questo  approccio  mira  a  opportunità  di  lavoro  su  misura  per  affrontare  le  esigenze  e  le   capacità   di   PWD   fornendo   loro   la   sicurezza   necessaria,   compresi   i   sistemi   di   protezione   sociale   flessibili.   Occorre   sviluppare   strumenti   per   raccogliere   dati   precisi   e   comparabili   sull'occupazione   e   sulla   situazione   dei   disabili   nel   mondo   del   lavoro.   E'   necessaria   una   stretta   cooperazione   con   Eurostat,   e   dovrebbe   essere   messa   in   atto   una   più   stretta   collaborazione   con   i   ricercatori   e   il   mondo   accademico,  in  particolare  in  termini  di   Ergonomia.  La   raccolta   dei   dati   dovrebbe   aggiungere   valore   per  i  datori  di  lavoro  in  sede  di  attuazione  di  postazioni  di  lavoro  ergonomiche.  I  dati  devono  essere   utilizzati  per  sensibilizzare  e  influenzare  i  datori  di  lavoro.   Per   avere   una   visione   chiara   delle   esigenze   delle   PWD   in   termini   di   occupazione,   è   fondamentale   coinvolgere   i   rappresentanti   del   settore   della   disabilità   e   il   mondo   accademico   in   consultazioni   politiche   su   argomenti   rilevanti.   La   Commissione   europea   deve   prendere   in   considerazione   l'impatto  di  una  politica  europea  sui  regimi  relativi  alle  persone  con  disabilità.   Come   parte   degli   sforzi   della   CE   per   combattere   la   disoccupazione   di   lunga   durata,   è   importante   prestare   particolare   attenzione   alla   disoccupazione   di   lunga   durata   delle   persone   con   disabilità   e   prendere   in   considerazione   miglioramenti   ergonomici   come   una   soluzione   per   affrontare   questo   problema.   Il  Fondo  Sociale  Europeo  dovrebbe  essere  utilizzato  anche  per  garantire  opportunità  di  lavoro  per  le   persone  con  disabilità  attraverso  il  miglioramento  soluzioni  ragionevoli  e  l'accessibilità  al  lavoro.   Assicurare   sessioni   di   formazione   e   informazione   per   i   giovani   disabili   in   cerca   di   lavoro   circa   l'ergonomia  del  posto  di  lavoro  attraverso  il  Programma  garanzia  per  i  giovani  dell'UE.       8  


6.2

Raccomandazioni alle  autorità  nazionali  dei  paesi  di  pilotaggio   •

Mentre l'Unione   europea   ha   riconosciuto   l'occupazione   e   la   politica   sociale   come   una   sfera   prioritaria,   la   questione   rimane   nella   competenza   degli   Stati   membri.   Pertanto,   la   questione   dell'inclusione   dei   disabili   nel   mondo   del   lavoro   ha   anche   bisogno   di   essere   affrontata   a   livello   nazionale.  Segue  la  serie  di  raccomandazioni  per  le  autorità  nazionali  dei  paesi  di  pilotaggio.   Al   fine   di   garantire   e   tutelare   i   diritti   delle   persone   con   disabilità,   un   quadro   giuridico   è   sempre   fondamentale.   Pertanto,   l'associazione   raccomanda   agli   Stati   membri   di   promuovere   un   quadro   giuridico  che  garantisca  posti  di  lavoro  adeguati  e  pienamente  accessibili  di  alta  qualità.   Deve   essere   adottato   l’approccio   dall’alto   verso   il   basso   assicurando   che   i   responsabili   politici   (a   livello   nazionale   e   di   categoria)   per   acquisire   consapevolezza   e   avviare   le   modifiche   ergonomiche   interne.   E'   inoltre   necessario   sensibilizzare   i   datori   di   lavoro,   i   responsabili   delle   risorse   umane,   i   dipendenti   non   disabili   e   il   pubblico   in   generale   sulle   esigenze   specifiche   delle   PWD.   I   miglioramenti   devono   essere   compiuti   in   termini   di   informazione   e   cultura   generale   nei   luoghi   di   lavoro.   I   datori   di   lavoro   devono   essere   consapevoli   dei   loro   obblighi   e   dei   diversi   tipi   di   disabilità   che   richiedono   una   maggiore   personalizzazione   di   adattamento   sul   posto   di   lavoro.   La   consapevolezza   generale   dei   temi   del   design   ergonomico,   design   universale,   progettazione   inclusiva   e   design   accessibile   deve   essere   sollevato   attraverso   il   coinvolgimento   di   esperti   e   formazione.   Corsi   di   formazione   specializzati  e  seminari  hanno  bisogno  di  essere  sostenuti  finanziariamente  dalla  politica  rilevante  e   kit  per  la  preparazione  di  sistema  (Ministeri,  enti  regionali  e  locali),  e  /  o  organizzata  nell'ambito  dei   lavori  delle  Camere  di  Commercio,  Sindacati,  Enti  di  Consultazione  Pubblica.   Inoltre,   è   necessaria   anche   una   migliore   informazione   per   i   lavoratori   disabili.   Hanno   bisogno   di   essere  consapevoli  dei  propri  diritti,  delle  disposizioni  comunitarie  per  soddisfare  le  loro  esigenze,  e   quali   adattamenti   sono   possibili   per   facilitare   la   loro   occupazione.   Sarebbe   utile   per   lanciare   una   campagna  mirata  alle  loro  associazioni  al  fine  di  diffondere  questo  tipo  di  informazioni.   Inoltre,  deve  essere  fatta  più  ricerca  in  soluzioni  ambientali  accessibili  e  tecnologie  assistenziali  e,   così   come   in   specifiche   esigenze   delle   persone   disabili,   in   particolare   nelle   aree   spesso   trascurate   nella  progettazione  sul  posto  di  lavoro.  Tra  questi  i  bisogni  di  salute  mentale  e  disabilità  intellettiva.   Inoltre,  c’è  bisogno  di  una  migliore  conoscenza  degli  adattamenti  che  vanno  oltre  gli  adattamenti   puramente  fisici  agli  edifici.  Non  c'è  più  spazio  per  adeguamenti  alle  singole  aree  di  lavoro,  mobili,   ambienti,   attrezzature   informatiche,   software   e   formazione   atteggiamento,   per   consentire   di   fare   posti  di  lavoro  per  PWD,  senza  la  necessità  di  cambiamenti  di  ruolo,  ore  o  stimolazione.   Dovrebbero   essere   sviluppate   politiche   basate   sui   'percorsi   di   carriera'   come   una   condizione   preliminare   per   l'occupazione   sostenibile,   perché   l'occupazione   non   è   solo   trovare   un   lavoro.   E'   essenziale   costruire   una   nuova   strategia   di   Apprendimento   Permanente   come   un   passo   avanti   molto   importante,   tra   cui   i   luoghi   di   lavoro   adeguati   e   le   strategie   di   progettazione   del   posto   di   lavoro.  L'occupazione  sostenibile  e  inclusiva  è  possibile  solo  quando  l’Apprendimento  Permanente   è   organizzato   e   realizzato   in   modo   tale   che   le   persone   con   disabilità   possono   trarre   beneficio   da   esso.   L’impiego  sostenibile  delle  persone  con  disabilità  deve  essere  facilitato  prevedendo  incentivi  per  i   datori  di  lavoro  ad  assumere  persone  disabili,  e  per  coprire  i  costi  legati  all’adattamento  del  posto   di  lavoro,  non  solo  a  livello  legislativo,  ma  anche  a  livello  di  concreta  attuazione,  essere  flessibili  nel   fissare   condizioni   alle   quali   i   datori   di   lavoro   ricevono   finanziamenti,   la   valutazione   dell'impatto   delle  misure  adottate  e  il  miglioramento  del  sistema,  se  necessario.  Paesi  pilota  dovrebbero  anche   fornire   informazioni   ai   datori   di   lavoro   circa   le   possibilità   di   ricevere   sovvenzioni   per   gli   adeguamenti.   C’è   necessità   di   promuovere   nelle   aziende   un   Gruppo   di   Lavoro   per   Ergonomia   (GLE)   e   /   o   un   Coordinatore  di  Ergonomia  al  fine  di  stabilire  un  approccio  operativo  con  una  stretta  collaborazione   con  la  direzione,  da  un  lato,  e  i  datori  di  lavoro,  dall'altro.   9  


• •

7

Per ogni   azienda   deve   essere   promosso   una   "lista   rischi",   specificando   le   priorità,   il   livello   di   pericolo,  la  frequenza  ecc  sulla  base  di  una  valutazione  dettagliata  annuale  di  precedenti  incidenti,   infortuni,   cause   di   assenza   dal   lavoro,   in   materia   di   valutazione   del   lavoro,   e   la   valutazione   di   efficienza.   Dovrebbe   essere   promosso   il   coinvolgimento   attivo   dei   lavoratori   nei   miglioramenti   ergonomici   del   lavoro,  poiché  i  dipendenti  conoscono  meglio  il  loro  posto  di  lavoro.  Dovrebbe  essere  attuata  una   valutazione  regolare  con  questionari,  interviste,  piani  individuali  di  lavoro,  ecc.   Le   autorità   nazionali   dovrebbero   anche   promuovere   la   creazione   di   occupazione   (sostenuta)   le   agenzie   che   assistono   i   datori   di   lavoro   di   adattamento   del   posto   di   lavoro,   di   indirizzo,   progettazione   del   lavoro,   la   creazione   di   posti   di   lavoro   e   tutti   gli   altri   servizi   necessari   per   sostenere   le   persone   con   disabilità   nel   mondo   del   lavoro.   Inoltre,   gli   Stati   membri   dovrebbero   fornire  mezzi  finanziari  per  i  regimi  di  lavoro  sostenuti  per  consentire  loro  di  scambiare  modelli  di   buone  pratiche,  al  fine  di  svolgere  il  loro  ruolo  di  ponte  tra  domanda  e  offerta  di  lavoro.  Occorre   inoltre   notare   che   è   necessaria   una   migliore   pubblicità   per   le   organizzazioni   che   lavorano   con   le   PWD.   Dovrebbe   essere   promossa   la   standardizzazione   nella   formazione,   progettazione   secondo   principi   ergonomici.   Camere   di   Commercio,   Sindacati,   associazioni   di   esperti,   tavole   e   consulenti   devono   essere  motivati  per  intensificare  azioni  verso  la  normazione.  La  sorveglianza  delle  norme  esistenti   può  essere  utilizzata  come  linee  guida,  per  esempio  standard  OSHA  (www.osha.gov).   L'occupazione   e   le   prospettive   di   carriera   per   le   persone   con   disabilità   nel   mercato   del   lavoro   potrebbe   chiaramente   essere   migliorata   aprendo   il   settore   pubblico   a   livello   locale,   regionale   e   nazionale.   Il   settore   pubblico   deve   dare   l'esempio   fornendo   posti   di   lavoro   adeguati   e   accessibili   per   le   PWD.   Potrebbe   essere   necessaria   un'agenzia   specializzata   per   aiutare   i   datori   di   lavoro   pubblici  ad  introdurre  soluzioni  ai  disabili  nella  progettazione  sul  posto  di  lavoro.   Per   raggiungere   questi   obiettivi,   gli   Stati   membri   devono   inserire   nella   loro   piani   d'azione   la   lotta   contro  la  discriminazione  e  l'esclusione  sociale.  I  piani  con  obiettivi  chiari  dovrebbero  essere  fissati   e   raggiunti   sulla   riduzione   dei   tassi   di   disoccupazione   e   l'aumento   dei   tassi   di   occupazione   delle   persone  con  disabilità  attraverso  il  miglioramento  nella  progettazione  e  nell’adattamento  del  posto   di  lavoro.   La   disoccupazione   di   lunga   durata   tra   le   persone   con   disabilità   dovrebbe   essere   affrontata.   Miglioramenti  nella  ergonomico  sul  posto  di  lavoro  dovrebbe  essere  visto  come  uno  strumento  per   affrontare  questo  problema.   Il  Fondo  Sociale  Europeo  deve  essere  utilizzato  per  garantire  opportunità  di  lavoro  per  le  persone   con  disabilità  attraverso  il  miglioramento  e  soluzioni  ragionevoli  e  l'accessibilità  al  lavoro.   Assicurare  sessioni  di  formazione  e  informazione  per  i  giovani  disabili  alla  ricerca  di  posti  di  lavoro   circa   l'ergonomia   del   posto   di   lavoro   attraverso   il   Programma   garanzia   per   i   giovani   dell'UE   a   livello   nazionale.  

CONCLUSIONI

L'inclusione  dei  disabili  sul  mercato  del  lavoro  non  è  possibile  senza  assicurare  la  loro  capacità  di  accedere   fisicamente  ai  loro  posti  di  lavoro.  Al  fine  di  soddisfare  le  disposizioni  dell'articolo  27  del  UNCRP  sulle  pari   opportunità  di  lavoro,  l'ambiente  di  lavoro  deve  essere  adattato  per  soddisfare  le  loro  esigenze  specifiche  e   facilitare   le   loro   operazioni   giorno   per   giorno.   Le   soluzioni   ergonomiche   sul   posto   di   lavoro   in   grado   di   garantire   non   solo   le   pari   opportunità   per   le   persone   indipendentemente   dalla   loro   abilità,   ma   anche   migliorare  l'efficienza  economica  delle  aziende.  E'  chiaro  che  la  progettazione  universale  del  posto  di  lavoro   che  offre  le  pari  opportunità  è  utile  sotto  molti  punti  di  vista.  Tuttavia,  per  ottenere  opportunità  di  lavoro   inclusive  è  essenziale  fornire  una  formazione  specifica  per  gli  studenti  che  studiano  l'ergonomia  del  posto  di   lavoro.   La   formazione   specialistica   che   si   concentra   sulle   esigenze   delle   PWD   dovrebbe   fornire   una   conoscenza  approfondita  dell’argomento.  Per  questo  motivo,  è  importante  che  i  responsabili  delle  decisioni   10      


sia a   livello   europeo   che   nazionale   adottino   le   raccomandazioni   presentate   in   questo   articolo   per   azioni   politiche  future.    

11  


8

ALLEGATO I.  SINTESI  DELLE  RACCOMANDAZIONI  PER  UN  CURRICULUM  MULTIDISCIPLINARE   DI  ERGONOMIA    

Riassumendo   le   conclusioni   della   relazione   riguardante   l'analisi   approfondita,   il   partenariato   ERGO   WORK   ha   concordato   il   seguente   elenco   di   raccomandazioni   per   sviluppare   o   migliorare   il   contenuto   del   curriculum  relativo  alle  esigenze  delle  PWD  nei  luoghi  di  lavoro:   •  Aumentare  la  consapevolezza  e  l'empatia  tra  gli  studenti  sulle  svariate  esigenze  delle  PWD  -­‐  piuttosto  che   porre   l’attenzione   su   specifici   "gruppi"   e   le   loro   esigenze.   Questo   è   importante   perché   i   bisogni   delle   persone  con  disabilità  sono  molteplici  e  possono  variare  da  persona  a  persona.   •   Tuttavia,   alcuni   gruppi   specifici   sono   meno   studiati   e   compresi   in   termini   di   adattamenti   sul   posto   di   lavoro.  Pertanto  sosteniamo  che  una  maggiore  enfasi  dovrebbe  essere  posta  sulla  migliore  comprensione  di   ipoacusia,  bisogni  di  salute  mentale  e  ritardo  mentale.  Tutti  questi  sono  attualmente  scarsamente  coperti   nei  curricula  di  persone  con  disabilità  e  del  posto  di  lavoro.   •   Insegnare   in   una   prospettiva   di   'progettazione   inclusiva'   o   di   'progettazione   universale'   in   modo   che   i   metodi  possano  essere  applicati  attraverso  contesti  e  scenari  diversi.   •   Assicurarsi   che   tutti   gli   studenti   ad   acquisiscano   conoscenze   approfondite   sul   tema,   senza   limitare   la   copertura  ai  soli  studenti  che  scelgono  i  progetti  relativi  alle  persone  con  disabilità.   •  Insegnare  abilità  empatiche  attraverso  l'uso  di  attrezzature  empatiche,  studi  di  casi  e  personaggi.   •  L'insegnamento  dovrebbe  includere  qualche  interazione  con  le  PWD  come  parte  di  formazione  per  ogni   studente  'tra  cui  '  anziani  '-­‐  questa  è  una  parte  essenziale  di  buona  pratica  nella  progettazione  inclusiva  e   insegnamento  di  Terapia  Occupazionale.   •  Includere  una  maggiore  conoscenza  sui  bisogni  della  salute  mentale  sul  luogo  di  lavoro,  in  particolare  in   materia  di  progettazione  del  lavoro  e  interventi.  Materiale  per  questo  aspetto  molto  probabilmente  potrà   essere  inserito  nella  zona  di  curricula  Salute  Occupazionale,  in  quanto  è  raro  nei  materiali  di  Ergonomia  e   Terapia  Occupazionale.   •   Posizionare   un   focus   sul   collegamento   tra   gli   interventi   sul   posto   di   lavoro   alle   esigenze   delle   PWD   -­‐   attualmente   c’è   più   formazione   in   ergonomia   in   relazione   al   luogo   di   lavoro   e   tende   a   concentrarsi   sulla   prevenzione   del   danno,   aumentando   l'efficienza.   Si   consiglia   un   focus   sulla   crescente   opportunità   e   consentendo  alle  PWD  di  svolgere  lavori  normali.   •  Vi  è  la  necessità  di  esplorare  programmi  sulla  Salute  e  la  Terapia  Occupazionale  per  contenuti  specifici  in   materia   di   distacco   dei   lavoratori,   in   quanto   sembra   che   questo   contenuto   è   stato   più   strettamente   allineato  agli  obiettivi  delle  esigenze  di  progetto  e  delle  parti  interessate.   •   Esplorare   curricula   e   includere   la   conoscenza   di   comportamento   organizzativo   e   psicologia   del   lavoro   -­‐   questo  è  essenziale  per  il  successo  degli  interventi  sul  posto  di  lavoro.   •  Condividere  le  conoscenze  sugli  strumenti  per  la  progettazione  inclusiva.  Questi  includono  strumenti  fisici   come   i   simulatori   di   empatia,   e   strumenti   software,   come   l'udito   e   software   di   simulazione   di   visione,   software   per   la   progettazione   di   costruzione   specializzata   e   analisi   ergonomica   di   antropometria   specializzata.   •  Considerare  di  includere  la  conoscenza  sulle  tecnologie  assistenziali.   •  Considerare  di  includere  la  conoscenza  sugli  ambienti  accessibili.   •  Considerare  in  ultima  analisi,  la  richiesta  di  accreditamento  dalla  Ergonomist  Europea  (CREE)  per  qualsiasi   contenuto  specialistico  che  si  sviluppa.    

12  


9

NOTE LEGALI  

Questo  progetto  è  stato  finanziato  con  il  sostegno  della  Commissione  europea.   Questa  pubblicazione  [comunicazione]  rappresenta  la  sola  opinione  dell'autore,  e  la   Commissione  non  può  essere  ritenuta  responsabile  per  qualsiasi  uso  che  possa  essere   fatto  delle  informazioni  in  essa  contenute.     Per  le  altre  lingue  consultare:   http://ec.europa.eu/dgs/education_culture/publ/graphics/agencies/use-­‐translation.pdf  

13  

Raccomandazioni al Sistema e ai Decisori Politici  

Raccomandazioni al Sistema e ai decisori politici. ERGO WORK - Unire il mondo accademico e le imprese per nuove opportunità per la creazione...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you