Page 1

Dizionario delle tipicità lucane

PANE DI MATERA AREA DI PRODUZIONE: Intero territorio della provincia di Matera.

MATERIA PRIMA: Farina, lievito, sale.

STORIA E MITO: Il Pane di Matera è da sempre un simbolo per eccellenza della città di Matera. Numerose le citazioni storiche che descrivono come si sia originato e consolidato nella popolazione materana il culto di questo prodotto. Tra gli aspetti più importanti, oltre alla bontà e alla genuinità delle materie prime e al sapiente lavoro di preparazione, vi è storicamente la capacità di conservare i grani coltivati sulla Collina Materana e nei paese limitrofi. Una testimonianza di questa peculiarità è presente nella Cronologia della Città di Matera di Gianfranco De Blasiis scritta nell’anno 1635, custodita dall’Archivio di Stato di Matera: “Delle conserve di grani e lor perfettione, basta di dire che ne si conserva sin’ a diece, dodeci e quindeci anni, come se stesse in una cassa, e per queste conserve dè grani ci è tradizione che questa Città fusse stata granaio del populo Romano”. La storia del Pane di Matera ha un ruolo particolarmente significativo nella storia della città di cui porta il nome. Il sapore, la forma che ricorda il paesaggio della Murgia Materana, le


caratteristiche organolettiche sono una sintesi degli elementi di base peculiari dell’ambiente di questo territorio, l’acqua, i grani, perfino l’aria, e infine una capacità unica degli uomini di condensarli in un prodotto che non può essere fatto altrove. È un bene insostituibile, il cui valore simbolico è da sempre stato espresso attraverso la ricerca e la lavorazione degli ingredienti, la forma e le tecniche utilizzate nella preparazione finale. Fino alla fine del 1950 sul pane le famiglie materane imprimevano con un timbro in legno sulla pasta da infornare il proprio marchio per riconoscerlo dopo la cottura e rimarcare i valori della fecondità, della forza, e della difesa. Il marchio intendeva trasmettere le virtù omeopatiche dei simboli stessi. Numerosi timbri del Pane di Matera sono conservati ed esposti presso il Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola a Matera.

TECNICHE DI PRODUZIONE E LAVORAZIONE Attraverso un rigoroso disciplinare di produzione i membri del Consorzio sono intervenuti sull’intera filiera, dalla coltivazione dei grani tradizionali fino alla tecnica di produzione finale per riproporre con nuova vitalità il prodotto nella sua più genuina originalità Il Disciplinare di produzione del Pane di Matera IGP I principali aspetti che caratterizzano la produzione del Pane di Matera a marchio IGP sono:  La filiera produttiva: - Agricoltori (piantagione e raccolto) - Mulino (stoccaggio termoventilato e molitura), - Panificatori (lavorazione e produzione)  Controllo dei terreni  Selezione dei semi 100% grani della Collina Materana Stoccaggio del grano dal giorno della molitura fino al giorno della macinazione in silos termo ventilati a garanzia della inalterabilità delle proprietà organolettiche del grano. Utilizzo dell’antica e pregiata varietà di grano duro Cappelli (seme originale proteine min 14.5 max 16.5)  Molitura Controllo del processo di molitura e creazione della giusta miscela.  Panificazione Rispetto del disciplinare IGP di produzione, secondo metodologie antiche, tra le quali l’utilizzo del lievito madre e lunghi momenti di lievitazione sia in vasca che nelle tavole. Come si ottiene Preparazione del lievito madre (lievito naturale). Ingredienti: - farina W 300: 1 Kg.; - polpa di frutta fresca matura (tenuta prima a macerare in 250-300 cl acqua): 250 g.; Preparare un impasto elastico quindi posizionarlo in un cilindro di yuta alto e stretto ed attendere che raddoppi di volume (per un tempo compreso tra 10 e 12 ore, a 26-30 °C ). Rimuovere l’impasto aggiungendo farina in quantità pari al peso ottenuto più il 40% di acqua. Ripetere detti rinnovi per svariate volte fino all’ottenimento di un impasto che lieviti in 3- 4 ore. Il lievito madre può essere utilizzato al massimo per 3 rinnovi. Il rinnovo consiste nell’utilizzare parte dell’impasto originario, precedentemente lievitato, in aggiunta ad un altro impasto di semola ed acqua da far lievitare per la panificazione successiva. Le quantità percentuali di lievito e di semola, in relazione all’impasto, sono comprese, rispettivamente, tra 7-8% e 45-47%. I tre rinnovi consentono di aumentare la massa fermentata mediante l’aggiunta di acqua e semola rimacinata di grano duro, nella percentuale del 15-25% rispetto


al quantitativo di semola rimacinata di grano duro da impastare. Al termine della lievitazione un’aliquota dell’impasto (dall’1,2 all’1,8% in funzione delle temperature dell’ambiente) viene conservata a 3-5 °C per la produzione successiva. Nella preparazione dell’impasto è consentito l’utilizzo di lievito compresso (saccaromices cerevisiae) in quantità che non superi l’1%. Processo di produzione. Ingredienti: - Semola di grano duro: 100 Kg - Lievito madre: 20-30 Kg - Sale: 2.5-3 Kg - Acqua: 75-85 lt Gli ingredienti vengono messi nell’impastatrice e lavorati per un tempo compreso tra 25-35 minuti. Il tempo può variare a seconda della quantità dell’impasto. Dopo l’impasto, occorre lasciare lievitare il pastone in vasca per 25-35 minuti, avendo l’accortezza di coprirlo con tele di cotone o lana. Ciò consente di ottenere lievitazione e temperatura omogenee. Successivamente si procede a costituire ed a pesare le preforme di 1,2 Kg e di 2,4 Kg per ottenere, rispettivamente, un prodotto finale di 1 e 2 Kg, con valori che possono variare in un intervallo del 10%. Queste preforme, previa una prima modellatura da eseguirsi manualmente, vengono lasciate riposare per 25-35 minuti su tavole di legno, ricoprendole con una tela di cotone. Dopo una lievitazione finale per 30 minuti, le preforme si mettono a cottura in forni a legna oppure a gas. Il tempo di cottura varia in relazione alla pezzatura. Più precisamente, per le forme da 1 Kg è di 2 ore nel forno a legna e di 1 ora e 30 minuti nei forni a riscaldamento indiretto; per le forme da 2 Kg è fissato nei limiti di 2 ore e 30 minuti nel forno a legna e di 2 ore nei forni a riscaldamento indiretto. È ammessa una tolleranza del 5% dei tempi di cottura indicati. Nel forno a legna, dopo un’ora e mezza di cottura, si apre la bocca per un tempo di 10-30 minuti in modo che fuoriesca il vapore; successivamente si richiude e si lascia cuocere per un’altra mezz’ora. Nei forni a gas, invece, dopo un’ora si aprono le valvole di sfogo per la fuoriuscita del vapore. Si richiude il forno per un’altra mezz’ora con le valvole aperte. Nel caso in cui si utilizzi il forno a legna, occorre impiegare essenze legnose autoctone. Al fine di poterne mantenere integre ed inalterate le caratteristiche di tipicità viene confezionato con microforato plastico o con carta multistrato.

CERTIFICAZIONE Il disciplinare di produzione era stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale della Comunità Europea (Guce) C128 del 9 giugno con la proposta favorevole n. 510/2006 del Consiglio.


PIRAMIDE UNIVERSALE DELLA DIETA MEDITERRANEA Nella Piramide Universale della Dieta Mediterranea il pane di Matera si colloca al II livello, assieme agli altri carboidrati, farinacei, prodotti da forno.

GASTRONOMIA Il Pane di Matera si presenta come una pagnotta alta e dalla forma particolarissima. Può assumere due formati tradizionali: a cornetto, bitorzoluta e più croccante, o alto, a "montagna", con un cocuzzolo sulla sommità e con meno crosta. Il colore è un bellissimo marrone caldo, che a seconda del gradi di cottura può essere più chiaro o più bruno e davvero ricorda il colore dei campi arati nei dintorni della città. La mollica interna è di colore giallino più o meno carico e presenta una alveolatura molto irregolare, da pochi millimetri fino anche a sei centimetri. Le pezzature più diffuse sono quelle da chilo e da mezzo chilo, ma può essere acquistato anche in pagnotte da due chili, o nel micro formato da 250 g, una piccola opera d'arte, o su prenotazione in pezzature più grandi da 3, 4, 5 o addirittura sei chili, una vera scultura da mangiare! Il Pane di Matera è fatto soltanto di semola di grano duro, acqua, sale e lievito, non contiene grassi e ovviamente neppure miglioratori, oggi molto diffusi nei prodotti semi industriali. Sapore: fortemente caratterizzato dall’impiego di lievito madre prodotto mediante macerazione di frutta fresca; Odore: legato all’utilizzo di essenze legnose locali per la cottura, che esaltano il profumo e l’odore caratteristici del prodotto.


Oltre all’impiego tradizionale per accompagnare ogni tipo di pietanze, è utilizzato per preparazioni tradizionali: la "Fedda Ross" (Fetta rossa, tostato sulla brace e condito con pomodori, sale, origano ed olio); la "Cialledd" (zuppa di pane e brodo vegetale);“U’ pan’ct a pesc’ f’sct” (pane cotto a pesce scappato, piatto povero, pancotto con aglio e sale guarnito da cipolla fritta a spicchi a "imitazione" del pesce); le polpette alla "povre’dd" (polpette di pane, formaggio e prezzemolo fritte in olio d’oliva); la classica bruschetta. È adatto all’alimentazione dei vegetariani e dei vegani.

SALUTE E BENESSERE Sin dalla Preistoria, il pane è sempre stato un alimento fondamentale per l'alimentazione umana. È probabile che per l'elaborazione dei primi tipi di pane si usassero farine di ghiande o di semi di faggio. Si tratta di un alimento già presente nella dieta degli Egizi, che probabilmente scoprirono per caso il processo di fermentazione. Il pane divenne l’alimento fondamentale della dieta umana in virtù delle sue caratteristiche nutritive, del suo prezzo moderato e della facilità d'impiego delle materie prime necessarie per la sua preparazione, i cereali. I cereali appartengono alla famiglia delle graminacee, piante caratterizzate dal fatto che il seme e il frutto formano praticamente una stessa struttura: il chicco. Il termine "cereali" indica dunque le piante graminacee (famiglia delle Poaceae) e i loro frutti maturi, interi, sani e secchi (Martín et al., 2007). Il pane è ricco di carboidrati complessi (principalmente amido); apporta inoltre numerose proteine vegetali ed è quasi privo di grassi. È una buona fonte di vitamine del gruppo B e di minerali quali il fosforo, il potassio e il magnesio. Grazie a queste proprietà nutritive, non sorprende che gli esperti in Nutrizione definiscano il pane come un componente imprescindibile alla base della piramide nutrizionale: esso deve infatti rappresentare anche la base della dieta (nei paesi in cui costituisce una delle principali fonti di carboidrati), come in effetti è stato nel corso dell'evoluzione della specie umana per la maggior parte delle culture (Incerhpan, 2007). In una dieta equilibrata, almeno il 50% delle calorie totali deve provenire dai carboidrati contenuti negli alimenti, necessari per fornire all'organismo l'energia di cui ha bisogno per funzionare e svilupparsi correttamente. Nel pane, i carboidrati sono presenti in una proporzione media pari a 50-60 g. Vitamine e minerali essenziali contenuti nel pane Il pane fornisce vitamine idrosolubili del gruppo B, che l'organismo può immagazzinare solo in piccole quantità, e numerosi minerali necessari per varie funzioni fondamentali. Per questo, la dieta quotidiana deve garantirne un apporto sufficiente a soddisfare le esigenze del nostro organismo. Nello specifico, il pane contiene vitamina B1 o tiamina, vitamina B2 o riboflavina, vitamina B3 o niacina, Vitamina B6 o piridossina e vitamina B9 o acido folico. Tra i minerali vi si ritrovano grandi quantità di fosforo, magnesio, calcio e potassio, e in misura minore altri elementi come sodio, ferro o iodio. Sia le vitamine sia i minerali si concentrano nella crusca e nel germe, parti che vengono separate con il processo di macinazione. Di conseguenza, il pane bianco contiene quantità molto minori di vitamine e minerali rispetto al pane integrale. Insieme al maggior contenuto di fibra, questa è un'altra ragione per cui si consiglia di aumentare il consumo di pane integrale (Incerhpan, 2007). Esistono diversi pregiudizi attorno alla nutrizione e alle abitudini alimentari. Nel caso del pane (e di altri alimenti fonte di carboidrati essenziali), uno dei falsi miti più diffusi lo indica come uno dei primi elementi da eliminare o ridurre nelle diete dimagranti. L'idea che i carboidrati facciano ingrassare e siano privi d'importanza nutritiva ha fatto sì che il consumo


di pane sia molto lontano dalle raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS), che ne consiglia una quantità pari a 250 g al giorno, corrispondente a 4-8 fette a secondo delle abitudini alimentari di ogni paese (OMS, 2003). Considerato il suo valore nutrizionale, il pane dovrebbe rappresentare una parte importante della dieta (nei paesi in cui è la principale fonte di carboidrati) e dovrebbe essere inserito in pratica in tutti i pasti, dalla colazione alla cena. Il mancato consumo abituale di questo alimento contribuisce a creare notevoli squilibri nel profilo calorico della dieta: in questo modo si aumenta infatti la percentuale delle calorie totali provenienti da alimenti ricchi di grassi o proteine e ci si allontana considerevolmente dalle caratteristiche di un'alimentazione equilibrata, nella quale il 50-55% delle calorie totali deve essere fornito dai carboidrati, il 10-15% dalle proteine e il 30-35% dai grassi. Pertanto, il pane dovrebbe essere un'abitudine alimentare per tutti. Solo i celiaci o coloro che soffrono di intolleranza al glutine (proteina presente nel chicco di frumento e di altri cereali come la segale, l'orzo e l'avena), devono sostituirlo con altri tipi di pane (ad es. pane di mais) prive di glutine. Il Pane di Matera, che si distingue per la crosta bruna e croccante, è ottenuto con semole rimacinate di grano duro di altissima qualità e lievito madre naturale, ingredienti che lo rendono altamente digeribile e gli conferiscono un sapore unico. Il pane in generale presenta un indice glicemico elevato e un alto contenuto di carboidrati; le persone diabetiche dovrebbero quindi limitarne il consumo, che se eccessivo potrebbe provocare un innalzamento dei livelli di zucchero nel sangue.

BIBLIOGRAFIA 

Brillat-Savarin Anthelme (Terza edizione 2012) Fisiologia del gusto, Palermo, Sellerio editore.

Cardini Franco (2016) L’appetito dell’imperatore. Storie e sapori segreti della Storia. Milano, Oscar Mondadori libri.

Cavalcanti Ottavio ( 1999) La cucina della Basilicata in cento ricette tradizionali, Roma Tascabili economici Newton.

Fadini Sergio Turismo e rilancio dei prodotti tipici. Il Pane di Matera in “Atti della IV Riunione della Società Italiana Scienze del Turismo (SICTUR)” – 26, 27ottobre 2012 Palermo.

Fiorini Lorena (2011) Il grande libro del pane Roma, Newton Compton Editori.

Giorilli Piergiorgio, Lipetskaia Elena (2015) Il grande libro del pane Milano Gribaudo.

Giura Longo Raffaele (1981) Breve storia della città di Matera BMG Matera

La Gazzetta del Mezzogiorno – Supplemento (2004) I Grandi libri del buon vivere italiano Puglia e Basilicata, Bari, EuroEd.

Montanari Massimo (2010) La fame e l’abbondanza. Storia dell’alimentazione in Europa, Bari, Editori Laterza.


Papa Sara (2010) Tutta la bontà del pane Milano Gribaudo.

Regione Basilicata Dipartimento Agricoltura, Sviluppo rurale, Economia montana e Alsia Regione Basilicata (2008) Repertorio delle aziende agricole biologiche licenziatarie di Basilicata 2008, Cerbone editrice.

Restucci Amerigo (1981) Itinerari per la Basilicata Roma, Guide de L'Espresso.

Tommaselli Mario (2006) Il patrimonio rurale materano Storia Architettura Costume Matera, Edizioni dell'Arco.

SITOGRAFIA http://www.basilicatanet.com/ita/web/item.asp?nav=consorziopanedimatera http://www.cibo360.it/qualita/certificazioni/cereali/pane_matera.htm http://www.ciboitaliano.com/dettaglio_panetteria.php?id=366 http://www.dedicatialdiabete.it/mappa-del-gusto-e-dellasalute/basilicata/gusto/prodotti/pane-di-matera-igp/ http://www.eufic.org/article/it/rid/pane-elemento-essenziale-dieta/ http://www.ilcuoreingola.it/it/gli-speciali/2013/02/11/gli-speciali-il-pane-di-matera-oggi http://www.italia.it/it/idee-di-viaggio/mangiare-e-bere/il-pane-di-matera.html http://www.shuttlematera.com/italiano/matera/pane-matera.html (Siti consultati il 28 Agosto 2016)

VIDEO E LINK A RICETTE Bruschetta di Pane di Matera IGP con paté di fegato di vitello: http://www.foodinitaly.com/ricette/BRUSCHETTA_DI_PANE_DI_MATERA_IGP_CON_PATE_DI _FEGATO_DI_VITELLO-70823.html Cialledda calda: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/cialledda-calda Cialledda fredda: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/cialledda-fredda Fedda rossa, la bruschetta materana: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/fedda-rossa-labruschetta-materana Fonduta di Caciocavallo Silano DOP con Pane di Matera IGP: http://www.foodinitaly.com/ricette/FONDUTA_DI_CACIOCAVALLO_SILANO_DOP_CON_PANE _DI_MATERA_IGP-70825.html Il "Cornetto Materano" Blog aglioincamicia.com con "La Casa Del Pane" di Montalbano Jonico: https://www.youtube.com/watch?v=vQZdVAP3ALg Il pane di Matera – eccellenza lucana: http://blog.alice.tv/profumodicannella/2014/09/16/ilpane-di-matera-eccellenza-lucana/


Insalata tiepida di pesce e verdure, ovvero una versione di "Cappon magro" lucana: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/insalata-tiepida-di-pesce-e-verdure-ovvero-unaversione-di-cappon-magro-lucana MATERA - LA VIDEORICETTA. "LO SCRIGNO": http://www.panorama.it/panoramatv/panoramaditalia-video/panoramaditalia-matera-video2015/matera-la-videoricetta-loscrigno/ MaterChef - Cialledda Calda: https://www.youtube.com/watch?v=U42HCmHgNVg MaterChef - Cialledda Fredda: https://www.youtube.com/watch?v=rGT41bjT9ek MaterChef - Pane di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=qE1RJm1OyUk Millefoglie di melanzana di Rotonda con salsa di pane di Matera al peperone di Senise: http://www.ditestaedigola.com/millefoglie-di-melanzana-di-rotonda-con-salsa-di-pane-dimatera-al-peperone-di-senise/ Minestra dii fave passate e cicorie con pane di Matera: http://saltainpadella.altervista.org/minestra-di-fave-passate-e-cicorie-con-pane-di-matera/ Pain perdu: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/pain-perdu Pancotto bernaldese: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/pancotto-bernaldese Pancotto: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/pane-cotto Pane di Matera IGP con crema di cioccolato e nocciole di Giffoni IGP: http://www.foodinitaly.com/ricette/PANE_DI_MATERA_IGP_CON_CREMA_DI_CIOCCOLATO_E _NOCCIOLE_DI_GIFFONI_IGP-70826.html Polpette di pane dolci: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/polpette-di-pane-dolci Polpette di pane fritte: https://www.youtube.com/watch?v=6iWmGvDXS2c Polpette di pane: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/polpette-di-pane Ricetta del Pane di Matera: http://blog.giallozafferano.it/sognandoincucina/pane-di-matera/ Tubettini con ceci neri e pane di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=a8bAQQ5lNhA Uova abbracciate nel Pane di Matera: http://www.ilcuoreingola.it/it/ricette/uovaabbracciate-nel-pane-di-matera Zuppa di cipolle con Pane di Matera IGP: http://www.foodinitaly.com/ricette/ZUPPA_DI_CIPOLLE_CON_PANE_DI_MATERA_IGP70824.html (Siti consultati il 28 Agosto 2016)

SERVIZI E REPORTAGE Buongiorno regione e l'Alsia - Il Pane di Matera: https://www.youtube.com/watch? v=UlXEw_u6Y2Q Culturanze, poesia dell'Olio e della Musica del Sud: https://www.youtube.com/watch? v=GMo7aPVQvBU Estate in diretta 2014L'Altro Vissani, pane di Matera igp: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b4bcc366-b0dc-4e44-9fdf97a4532b2483.html IL PANE DI MATERA: https://www.youtube.com/watch?v=FXQr2HVFVBU Il pane di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=XOyoHixbVL0 Kinè - L'ombelico magico - "Segnare" il malocchio: Merisa: https://www.youtube.com/watch? v=DD6eBTHFRjY


lucania food channel - il pane di matera RUSS SUB: https://www.youtube.com/watch? v=3b4Dw6ZFSQI MATERA : IL PANE DI MATERA È DOP: https://www.youtube.com/watch?v=ng4jnGnLTb4 Matera a Sereno Variabile (07/11/2009) - Parte 1/3: https://www.youtube.com/watch? v=vZcK9WzWq6g Matera a Sereno Variabile (07/11/2009) - Parte 2/3: https://www.youtube.com/watch? v=4bXQz_sphYM Matera a Sereno Variabile (07/11/2009) - Parte 3/3: https://www.youtube.com/watch? v=wGxbbb0qbVQ MATERA: GIOCONDA DI PANE IN P.ZZA VITTORIO VENETO: https://www.youtube.com/watch?v=FcYIDl19_1Q Michele Capolupo di SassiLive.it consegna pane di Matera al dj Albertino di radio Deejay: https://www.youtube.com/watch?v=dZ9TWnKX67k Pane di Matera - Cucinare con amore: https://www.youtube.com/watch?v=6cCIgeYB4Cg Pane di Matera IGP - Laboratorio del pane a Facefood 2010: https://www.youtube.com/watch?v=GC0tMYvXLLg Pane di Matera: https://vimeo.com/128141675 Rtl Eccellenze Nazionali Pane Matera 27/07/2013: https://www.youtube.com/watch? v=WMEt5vmdSxs Spot Pane di Matera IGP: https://www.youtube.com/watch?v=zxb3k5PXDAw Tg2 EatParade 6/9/2013: https://www.youtube.com/watch?v=vAmaqEgNhx8 Tmrh24 - Approfondimento. Audizione Pane IGP di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=JqMEzT8nNX4 Tradizioni popolari trmh24 - Approfondimento. La Confederazione Italiana Agricoltori a tutela del Pane di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=F2wEW9IRilM trmh24 - Diretta TV #The7Hours - "Le Mani in Pasta" il pane di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=AZXEyHBTStE trmh24 - Il Consorzio del Pane di Matera alla BIT 2013: https://www.youtube.com/watch? v=0n7I8LOZsMM Tv2000.it - Il pane di Matera: https://www.youtube.com/watch?v=vM_fogptNLs Tv2000.it - Il pane di Matera: quando una tradizione contadina diventa una eccellenza italiana: https://www.youtube.com/watch?v=cEd_rzODHBk Uno mattina Rai 1 pane di Matera 12/10/13: https://www.youtube.com/watch? v=xpZnFEx4HXc (Siti consultati il 28 Agosto 2016)

FILMATI E CINEMA Basilicata coast to coast di Rocco Papaleo - Pane e frittata di mia madre: https://www.youtube.com/watch?v=YG_THZzXvLE Pane amore e Matera (Cortometraggio realizzato dagli studenti del Liceo Scientifico Statale "A.Labriola" di Napoli nell'ambito del progetto PON di Grafica svoltosi a Matera con il supporto tecnico del Tutor Antonello Picciano e del Prof. Antonio Di Napoli. Produzione L'arTiVista comunicazione artistica, regia Antonello Picciano) Pane amore e Matera: https://www.youtube.com/watch?v=nJ8oCbgqSRs


Scena tratta dal film "Il pranzo della domenica" Meglio pane e cipolla che l'ulcera: https://www.youtube.com/watch?v=uyDDD67z0wY (Siti consultati il 28 Agosto 2016)

SERIE ANIMATE I Dalton ITA - Ep.36 (2 Serie) ''La guerra del pane'': https://www.youtube.com/watch? v=iJbb1lIfXy0 Telmo e Tula - Ricetta de panini dolci - Intrattenimento per bambini: https://www.youtube.com/watch?v=BAGm51vHZ8I (Siti consultati il 28 Agosto 2016)

CANZONI Di pace e di pane – Sulutumana: https://www.youtube.com/watch?v=z-fBHVvxz_g Frutto della nostra terra: https://www.youtube.com/watch?v=rkfD3gnqbMY I Camillas La canzone del pane: https://www.youtube.com/watch?v=famtpC7t23o Il fornaio - canzone per bambini: https://www.youtube.com/watch?v=EQGPKuBFEOk Il pane e le rose(Tosca): https://www.youtube.com/watch?v=9lAwpP8gOng Il pane nel mondo (canzone): https://www.youtube.com/watch?v=EC5vVkVpY-Y ivano fossati - pane e coraggio - canzone + testo: https://www.youtube.com/watch?v=rhUmaMHuVk Leo Ferrucci "Pane e canzone": https://www.youtube.com/watch?v=tHn7DIQW7u4 Ligabue - Pane al Pane: https://www.youtube.com/watch?v=qjHp_ndHGM0 Nel Pane che Sei di Francesco Cioffi Ed Paoline: https://www.youtube.com/watch? v=JP6FAA0W4SY Nuvola di pane: https://www.youtube.com/watch?v=A8vvMRVtNxc PANE DI VITA NUOVA: https://www.youtube.com/watch?v=TtXRJmOmxR8 Questo pane e questo vino: https://www.youtube.com/watch?v=iZ3et-4VneY Rocco Hunt-Pane e Rap. Official Video: https://www.youtube.com/watch?v=pmJa8H2KQ20 Se manca pane e vino cosa fai - Zecchino d'oro 1976 I edizione: https://www.youtube.com/watch?v=5mtI8EeFtCs Stefano Pianori - Il Pane (1970): https://www.youtube.com/watch?v=06ttw0MUjFY Tom e Jerry: Il Film - Pane e Burro noi siam (HD): https://www.youtube.com/watch? v=pw3Mh9_84Cs Zucchero - Pane e sale (Live 1995): https://www.youtube.com/watch?v=NNvL5xWl6Dc (Siti consultati il 28 Agosto 2016)


Pane di Matera  

Dizionario delle tipicità lucane

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you