Page 1

€ 3,00

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA - LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO COPIE OMAGGIO.

GENNAIO 2018

*In copertina: COSTRUZIONI BELOMETTI

www.bresciaup.it


Le sfide sono ciò che rendono la vita interessante e il loro superamento è ciò che da significato alla vita. Joshua J. (Marine)

” BRESCIAUP

1


SOM MA RI 76 O

70

{ 2

BRESCIAUP

EVENTI

REDAZIONALI R E M E M B E R V I N TAG E Villa Fenaroli 17-18 Marzo

70

H Y U N D A I i 3 0 FA S T B A C K di A ttilio Tantini

76

NG GROUP Beauty Force

80

COVER STORY HOUSE DREAM

di Costruzioni Belometti

20

54

S T U D I O A S S O C I AT O L A Z Z A R O N I compie 70 anni!

56

OSTERIA LA VIGNA Inaugurazione

58

BRAVISSIMA Finalissima 2017

60

IL CASINALE Arabian Night

62

ARGAGN LA BARBIERIA compie un anno!

64

R I S T O R A N T E L’ I N C O N T R O The King and Queen - White Flash

66

MAIN BRESCIA Deeva - Your Friday Night

68

COSTRUZIONI BELOMETTI A uguri di Natale

54 62 68

20


{ ragazzadelmese Gennaio.pdf

1

19/01/18

15:46

RUBRICHE

04

C A R I C AT U R A D E L M E S E di Alessandro Arrighini

13

V I G N E T TA D E L M E S E di Riky Modena

12

NEWS di Antonio Russo

14

NEWS FROM ROME di Domenico Ferrari

16

POESIA di Tuly Sigalini

24

TECNOLOGY di Adriano Cirillo

27

C O N S I G L I DA M AT R I M O N I O di Chicca Baroni

28

DUE CHIACCHIERE CON... di Maria Verderio

30

DJ DEL MESE di L orenzo Tiezzi

up!

Mi chiamo Cristina ho 16 anni, sono di origini russe e vivo a Verona.

32

Cristina S TC.U D I O L U M I N I

di Emanuele Lumini

Sono una ragazza ambiziosa, determinata e sognatrice, mi aspetto molto da me stessa.

C

M

Attualmente studio ma questo non mi impedisce di pensare che i sogni vanno realizzati appena si ha l’opportunità.

Y

CM

MY

CY

CMY

K

La mia frase preferita è: “Mai ti è dato un desiderio senza che ti sia dato anche il potere di realizzarlo.”

Cristina C.

92

27

up!

Modella del mese

30 16

CUS BRESCIA di Roberto Zarrillo

up! up!

ART di Pietro Bazzoli

36

INTERVIEW di Laura Gorini Russo

38

MOTO-AVVENTURE di Simone Mor

40

PERSONAGGIO DEL MESE di Laura Gorini

42

S T R AT E GY di Sidoine Assignon

45

Q UAT T R O C H I AC C H I E R E C O N . . . di Laura Gorini

46

L’ A N T I C O E G I T T O di Edward Battisti

48

MISS DEL MESE Lisa Tenca

50

MOTORI di A ttilio Tantini

78

STUDIO CAPPELLO di Roberto Cappiello

82

C O N FA RT I G I A N AT O di Eugenio Massetti

84

MODELLA DEL MESE di AnthonyLe Models

92

OROSCOPO Pillole di stelle per il 2018

95

up!

*Le modelle del mese vengono presentate da AnthonyLe Models agenzia di Brescia Ph. Alex Giovita

up!

50 42

34

{ BRESCIAUP

3


BRESCIAUP BRESCIA UP BRESCIA UP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N° 37/2007 DELL’8 SETTEMBRE 2007

DIRETTORE RESPONSABILE

Renata Sortino (info@bresciaup.it)

Caricatura di

Alessandro Arrighini

CAPOREDATTORE

Manuela Prestini (info@duesseadv.it)

DIRETTORE EDITORIALE

Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it) MARKETING

Mauro Bonometti (info@bresciaup.it)

GRAFICA E IMPAGINAZIONE

Anita Veres

(ufficiografico@bresciaup.it) WEB & SOCIAL

Sidoine Assignon

(bresciaupvideos@gmail.com) REDAZIONE E UFFICIO STAMPA

Antonio Russo

(info@bresciaup.it) STAMPA

Staged SRL PHOTO

Selene Zarcone Sidass Attilio Feder Riccardo Guerini StudioUp Patrick Merighi Filippo Venezia COLLABORATORI Chicca Baroni, Gloria Del Vecchio, Edward Battisti, Rossano Caffi, Roberto Cappiello, Anthony Le, Emanuele Lumini, Simone Mor, Attilio Tantini, Maria Verderio, Laura Gorini, Caterina Musciarelli e Roberto Zarrillo REDAZIONE

Via Orzinuovi 10 - Brescia Tel. 339/ 6836770 ABBONAMENTI

www.bresciaup.it E-mail: info@bresciaup.it 4

BRESCIAUP

C A R I C AT U R A D E L M E S E


BRESCIAUP

5


Ma in fondo l’anno nuovo deve per forza portare ad una vita nuova? Correspondent

Manuela Prestini

S

alvo poi accorgerci che non è che una frase fine a se stessa almeno che, non si abbia una forte volontà nel farlo, i motivi sono interessanti e vanno esaminati la dove si intende veramente introdurre dei cambiamenti duraturi nella nostra vita. Tanto per cominciare il tutto deve partire da quel Io inconcludente, pigro, svogliato, senza forza di volontà che c’è in noi, e dal riuscire a metterlo da parte con un nuovo Io, quello che vuole cambiare le cose e renderci più felici e soddisfatti. Per far questo non dobbiamo affidarci al vecchio Io, perché se facciamo una valutazione, non è molto contento di se dati i tentativi passati falliti, e per questo, non ha voglia di rimettersi in gioco facendo per primo le cose che secondo lui possono giovare al nuovo Io, è un po’ come fidarsi di un nutrizionista che ti consiglia un’ alimentazione sana e poi mangia schifezze.

Eccoci di nuovo nel periodo del “anno nuovo, vita nuova” che ci capita di dire quando alla fine di un qualcosa le nostre premesse sono di cambiamento.

Un altro motivo di errore che non ci porta a iniziare un cambiamento, è il pensare che ci serva un ultimo slancio di volontà, cosa che in questo primo mese dell’anno è facile credere di avere, pensando ad un miracolo vista l’atmosfera festosa. Incominciamo dalle piccole cose per rendere più piacevole quella che viviamo e questo giorno per giorno, iniziamo col dare un ordine di partenza sia al vecchio Io, con i suoi troppi impegni, che non vive una vita tranquilla con l’alimentazione scorretta e il dover sempre correre, con lo stress in agguato, sia al nuovo, che vorrebbe fare dei cambiamenti, ma tenendo in considerazione e concentrandoci sull’ Io presente, che con volontà decide di voler riuscire a diventare “quel tipo di persona” che fa palestra regolarmente, mangia meglio, si ritaglia del tempo per se, vive le giornate evitando il più possibile lo stress, che si confronta sempre con gli altri ascoltandoli, soprattutto in famiglia, etc etc… Ma non sempre è così, perché il vero

motivo per cui cambiare è difficile, il più delle volte è che le persone hanno vincoli contrastanti, o altri motivi per non poterlo fare. Spiegare il fatto che prendiamo troppi impegni, vivendo di corsa, in una routine quotidiana che ci affligge, con la mancanza di forza di volontà, significa dimenticare che quelle abitudini ci fanno sentire indispensabili, alleviano la nostra solitudine o ci distraggono da conflitti interiori che non abbiamo voglia di affrontare. Il tutto fino alla prossima occasione, magari il prossimo anno dove ci ritroveremo a pensare di voler cambiare qualcosa e penseremo ancora che il primo passo dovrà essere la volontà di farlo, una volta, oggi stesso, preferibilmente subito, e poi fare la stessa cosa domani e tutti gli altri giorni. Ma questo significherebbe ricadere nella trappola della vita nuova. Abbassiamo il tiro. Oggi è solo un altro giorno di una nuova settimana di un altro anno….. un giorno qualunque di questo 2018. Un abbraccio Manuela

6

BRESCIAUP


live tv

BRESCIAUP

7


ANNO NUOVO Sfide nuove Correspondent

Emanuele Zarcone

S

iamo come nei precedenti anni a tirare le somme del passato e trovare la fiducia nel nuovo. Noi lo vogliamo cominciare con quel atteggiamento positivo, certi che sia in noi e nel nostro essere capaci di dare una giusta misura dando il massimo per far si che prevalga la positività con un peso maggiore ai fatti positivi che possono darci fiducia. Il modo per farlo è quello di racchiudere in un ipotetico album dei ricordi, le cose fatte, traendone insegnamento in chiave futura, e crearci una linea, che dobbiamo seguire ed analizzare per guardare avanti, cercando di vivere il presente solo con quello che può offrire slancio e positività.

Il 2018 ebbene si!!! È iniziato, si sono spente le luci delle feste, e presa confidenza con queste prime settimane, è ora di addentrarci in questi nuovi 12 mesi.

Quest’anno si pone senza dubbio in primo piano, come sfide della collettività, il momento che riveste ancora una volta un’importanza del tutto particolare, quello delle elezioni. Nei prossimi mesi saremo chiamati alle urne, è questo un periodo delicato, con quello che stiamo vivendo in tutte le sue sfaccettature, si può e si deve investire e credere nel futuro trovando la forza e la volontà per preparare qualcosa di nuovo, confermando quello che di buono si è fatto, e trovando la capacità di migliorare e rinnovare quello che ancora non fila nel verso giusto. Ecco proprio con questa chiave di lettura va affrontato l’imminente appuntamento elettorale. Senza fare facile disfattismo, ma tentando di spremere per il futuro il meglio di

quello che ci ha accompagnati fino all’inizio di questo nuovo anno. Chi però ha a cuore le sorti della gente, deve abbandonare le posizioni preconcette, e decidere di mettersi effettivamente al servizio del bene comune, perché’ non possiamo fermarci alle parole quando è il momento della verità per la nostra nazione. Le elezioni dei prossimi mesi, quindi, non devono diventare uno strumento per facile e dispersivo contrasto, ma devono rappresentare il fertile strumento per la ripresa di tutti. Sarà questo il modo per vincere, una vittoria che sia di tutti e non dei soli rappresentanti al governo di qualunque schieramento politico appartengano. Emanuele Zarcone

8

BRESCIAUP


∙ RISTORAZIONE ∙

24 27 FE BBR AIO 7° EDIZIONE

CENTRO FIERA MONTICHIARI

700

espositori

Con il patrocinio di:

#golositalia

BRESCIAUP

9


10

BRESCIAUP


BRESCIAUP

11


NEWS

up

La nuova PROFESSIONE Opinionista Cari lettori, né web-masters, né neteconomisti: la professione emergente nel terzo millennio è un’altra: l’opinionista.

A cura di

Antonio Russo

un’incontrollata fascinazione su molti, che mantengono tuttavia tracce dei retaggi primitivi.Spesso il linguaggio tradisce solide basi culturali tali che nemmeno il barocchismo sfrenato delle argomentazioni riesce a celare. Una variante di successo è l’opinionista, rivoltabile come un vecchio cappotto e adatto a tutte le stagioni, comprese le mezze, se mai tornassero, l’opinionista di questo tipo ha furoreggiato negli ultimi anni, data la sua maggior adattabilità alle dure regole della sopravvivenza mediatica. Un grande progresso nell’evoluzione di questa figura professionale si è avuta con l’affermazione dei giovani del Grande Fratello: chiamati a dire la loro, hanno avuto occasione di esprimere tutto quello che non sanno, però ben dettagliato.

L

asciando stare i divertenti discorsi da bar, prendiamo in considerazione le caratteristiche dei soggetti presenti nei mass-media, soluzione prossima ventura all’annoso problema della disoccupazione.

La figura, già nota a livello amatoriale, si trova laddove la porta il gettone di presenza: si tratta in genere di persone che, pur avendo una qualche competenza, vedi medici, studiosi, politici, professionisti e mogli di..., si sono riciclate nel nuovo settore, forse per provare il brivido della cretinata. attività produce

Un requisito indispensabile pare essere l’esprimersi in dialetto, meglio se poco comprensibile: il romanesco non vale perché è quasi lingua nazionale, il casertano in ascesa, grande audience prevista per bergamasco e ladino, solo nei circoli culturali più in... Dall’opinionista per caso passeremo all’opinionista patentato, un pò scolastico, che guarda fiducioso al futuro, già si sta adattando...


NO

EXTENSION CIGLIA

www.b v mi ta l i a .i t /

Bo r ana v ane / t el . ( + 3 9 ) 3 6 6 . 6 6 0 2 9 5 1


NEWS FROM ROME

STOP alla fatturazione dei 28 giorni

A cura di

Domenico Ferrari

Si è giunti alla soluzione per quanto attiene all’addebito delle tariffe telefoniche ogni 4 settimane.

I

nfatti, dopo l’approvazione legge 172 del 4 dicembre 2017 (conversione del decreto legge fiscale) si è tornati alla fatturazione su base mensile.

ogni giorno in cui non verranno rispettate le nuove norme. Il problema principale è che comunque gli operatori hanno ancora il potere di mutare unilateralmente i vincoli contrattuali.

Prima dell’intervento legislativo la quasi totalità degli operatori telefonici o di pay tv avevano incominciato a fatture a 28 giorni comportando l’emissione di una tredicesima bolletta.

Ciò comporterà che le compagnie telefoniche potranno aumentare il costo del servizio neutralizzando in tal modo il risparmio che la legge ha imposto con il divieto di imporre tariffe a 28 giorni.

Gli operatori avranno 120 giorni per tornare alla fatturazione su base mensile tranne che non si tratti di servizi “promozionali a carattere temporaneo di durata inferiore al mese e non rinnovabile, su base mensile o multipli del mese.” Gli operatori che non si adegueranno alle nuove misure saranno passibili di sanzioni da parte dell’Agcom che possono variare da un minimo di 240.000 fino a 5 milioni di euro. Gli utenti avranno diritto al rimborso di 50 euro forfettari più un euro per

14

BRESCIAUP

Realizzando in tal modo lo stesso fatturato. Una soluzione sarebbe di cambiare operatore telefonico ma se tutti lievitano i prezzi poco ci sarà da fare. Le compagnie alla prima fatturazione su base mensile dovranno indicare che lo storno è avvenuto. Tutti quelli che vorranno ottenere un rimborso per le fatturazione illegittimamente corrisposte potranno adire il Corecom territorialmente competente per il ripristino della legalità.


V I G N E T TA D E L M E S E

Vignetta di

Riky Modena

L‘inverno sta arrivando. Fatti trovare pronto.

Affrontalo con la qualità del Servizio Pneumatici Invernali dei Centri Volkswagen Service. Potrai scegliere tra le migliori marche di pneumatici e set di ruote con cerchi in lega originali, contando su un servizio professionale e competente.

In più, sono inclusi tre anni di assicurazione.*

Set ruote complete per 205/55/16 91H A

€ 950.00**

Perché la tua Volkswagen sia sempre una Volkswagen. Volkswagen Service.

F.LLI TONINELLI SRL

Via Travagliato, 24b - Torbole Casaglia - BS - Tel. 030.2158469 - info@toninelliauto.it - www.toninelliauto.it * Per maggiori dettagli e informazioni sull’assicurazione pneumatici 36 mesi, visita volkswagen.it ** Offerta valida fino al 31/03/2018 e fino ad esaurimento scorte, per VW GOLF, CONTINENTAL, WINTER CONTACTS TS 860, 205/55/16 91H, completi di 4 cerchi in lega originali. Montaggio, IVA e contributo PFU inclusi.

Valori massimi: consumo di carburante ciclo comb. 5,3 l/100 km - CO2 122 g/km.

=C

=B

= 72 dB


P O E S I A D I T U LY S I GA L I N I

Si spera sempre che l’anno nuovo ci porti qualcosa di buono, che qualcosa cambi, senza capire che a volte basterebbe che cambiassimo noi, almeno un poco... anche se ci sono cose che non possiamo programmare. In questa sorta di decalogo provo a chiedere di togliere, anzichè aggiungere, forse funzionerà... forse...

Buon Anno Nuovo!

Caro 2018

...

Non ti chiedo di darmi, ma di togliermi. Toglimi tutte le aspettative, su tutto e tutti, voglio avere solo tante speranze e crederci. Toglimi un po’ di questo dannato intuito, solo quello che fa vedere prima del tempo, quello che fa soffrire anticipatamente. Toglimi anche un pezzetto di curiosità, quella che spinge a cercare le risposte laddove non dovrei pormi le domande. Toglimi qualche grammo di sensibilità, affinché mi pesino meno le delusioni. Prenditi anche la mia scorta di paure, così avrò meno bagagli da portare. Riprenditi il giogo dell’obbedienza, voglio essere finalmente libera di volare. Ti regalo infine un velo di tristezza, quella non mi serve, io ti voglio sorridere... 16

BRESCIAUP

Tuly Sigalini


BRESCIAUP

17


Quando dico capelli “ribelli” a che cosa pensi?

I CAPELLI RIBELLI SONO CAPELLI CHE... Diventano crespi con l’umidità Hanno un volume eccessivo Hanno ricci non definiti Si elettrizzano facilmente Sono difficili da gestire Si annodano facilmente

OVVERO CAPELLI INDOMABILI!


-

UNA MISCELA UNICA DI TRE BURRI PER CONTROLLARE QUALSIASI TIPO DI CAPELLO RIBELLE:

BURRO DI KARITE DAL BURKINA FASO Il burro di Karitè proviene dai semi di una pianta africana, la vitellaria paradox, un albero alto e imponente. Il burro viene usato nei paesi occidentali per la preparazione di prodotti cosmetici, mentre nelle culture africane è usato come alimento.

Definita anche pianta dell’Eterna Giovinezza, viene impiegato nella cosmesi naturale grazie alle sue proprietà emollienti e nutritive.

La presenza di vitamine, acidi grassi e minerali fanno si che il burro di Karitè sia adatto per nutrire in profondità e idratare pelle e capelli, per un effetto morbido e luminoso.

3 B U TT E R C O N T R O L S Y S T E M IL PRIMO SISTEMA PER TUTTI I CAPELLI RIBELLI, CON BURRO DI MURUMURU, KARITÈ E CUPUAÇU •

Nutrimento leggero immediato

Protezione dall’umidità

Azione anti crespo giorno e notte

Effetto disciplinante fino a 3 giorni

Senza solfati Senza parabeni Senza oli minerali Senza coloranti artificiali

+

Fino al 50% plastica riciclata

SCOPRI LA MISCELA “ 3 BUTTER BLEND “

Via della Musia, 50/52/54 - 25135 - S. Eufemia (BS) E-mail: info@biokalecosmesi.it | www.biokalecosmesi.it

Biokale Cosmesi


House DREAM

20

BRESCIAUP


MODERNITÀ

PROGETTO

Linee moderne ed essenziali, ampi spazi interni ed esterni, colori tenui e rilassanti che si sposano con il verde dei giardini esclusivi.

Una nuova sfida per soddisfare la nostra voglia di fare e di migliorare il prodotto per i nostri Clienti in cerca della casa giusta per realizzare il loro sogno.

RISPARMIO Risparmiare nel tempo con tutte le comodità. E sempre in avanguardia con classe energetica A.

INDIPENDENZA Giardini, portici e box privati per avere totalo privacy nella propria house

FINITURE Capitolati nuovi. Pavimenti, rivestimenti ed altre novità, per essere sempre unici ed anche per contraddistinguerci.

POSIZIONE Zona vicina a tutti i servizi (scuole, asilo, farmacia,..) ma anche tranquilla, essendo in strada chiusa e poco trafficata.

VENDITA DIRETTA del costruttore! Vi accompagneremo nella scelta ed anche nelle fasi burocratiche. Sempre disponibili per ogni vostro dubbio o richiesta. CHIAMATE ORA PER FISSARE UN APPUNTAMENTO, VI MOSTREREMO LE VARIE SOLUZIONI E IL NOSTRO MODO DI COSTRUIRE.

Noi ti aspettiamo, ma tu non aspettare!

BRESCIAUP

21


E’ qui, nel cuore della Franciacorta, terra delle bollicine, vicino al lago d’Iseo, a Brescia, non lontani dal lago di Garda, da Bergamo e dalla Vallecamonica, che abbiamo deciso di costruire le nostre...

House Dream case DA SOGNO il nuovo concept di abitazione, la casa spaziosa dei tuoi sogni che sta prendendo forma!

22

BRESCIAUP


Vuoi una casa che si differenzia da tutte le altre?

Vieni a trovarci e insieme ti aiuteremo a fare la

SCELTA MIGLIORE!

Via Fossadelli, 7 - Capriolo (BS) Costruzioni Belometti

info@costruzionibelometti.it www.costruzionibelometti.it

BRESCIAUP

23


TECNOLOGY

up

Robotica e AUTOMAZIONE

A cura di

Adriano Cirillo

Formazione e apprendimento: nuove necessità indispensabili per aziende e lavoratori

C

ome si vede la tecnologia può avere un forte impatto sul mondo del lavoro ed infatti uno studio del McKinsey Global Institute rivela che il 5% dei lavori scompariranno, perché totalmente robotizzate. I settori più interessati dall’automatizzazione saranno quelli che più sfruttano mansioni ripetitive (ndr. agricoltura e manifatturiero), mentre le più difficili da sostituire saranno i lavori nel campo dei servizi, dove la componente umana gioca un ruolo fondamentale difficilmente replicabile. Lo sviluppo tecnologico non può essere fermato, ma certamente può essere governato. La scienza infatti non è mai stata ‘neutrale’ ed i suoi risultati dipendono unicamente da come viene impiegata dalle persone, dalle finalità perseguite e dai bisogni a cui si cerca di dare risposta. In atre parole, dall’uso che ne fa l’uomo. L’obiettivo, allora, dovrebbe essere quello di cavalcare il progresso tecnologico e indirizzarlo verso gli obiettivi più ‘alti’. La robotica

24

BRESCIAUP

può per esempio essere intesa come strumento di aiuto e supporto alla disabilità, sia a casa e sia sul lavoro. La gamma di impieghi possibili è infinita, passando dal semplice umanoide da compagnia italo-giapponese Robi, che ha invaso migliaia di case in Italia e in Giappone, fino ad arrivare ad iCub, di cui la ricerca sta sviluppando cognizione, percezione e apprendimento. Molteplici sono le discipline che possono applicarsi alla robotica. Può aiutare gli esseri umani affetti da patologie comportamentali, o bisognose di recuperare la mobilità, ma anche ad implementare la sostenibilità ambientale ed in linea generale a collaborare al raggiungimento di un maggior benessere sociale. L’impatto che avranno le nuove tecnologie su imprese e lavoratori non sarà indolore. Se pensiamo infatti alle vecchie innovazioni come il motore a scoppio o, più recentemente, i mezzi di comunicazione, possiamo

notare quanti decenni abbiano richiesto per essere metabolizzati dal mercato del lavoro. Abbiamo assistito alla scomparsa dell’impresa fordista e all’espandersi del terziario e parallelamente abbiamo visto l’espandersi della cosiddetta rivoluzione informatica. In pochi anni siamo passati dalla tastiera, al pad a otto tasti della playStation e poi ancora al touch screen. Il digitale ha trasformato e sta trasformando le aziende e tutto questo richiederà tempo, lavoro e pazienza per poter essere metabolizzato. Molteplici sono gli aspetti positivi di questa rivoluzione tecnologica, come l’abbattimento dei costi o l’eliminazione delle mansioni più usuranti e di fatica ed il lavoratore in questa nuova rivoluzione industriale ed informatica dovrà essere messo nelle condizioni di vedere il robot come strumento di lavoro e perché


iCub è un giovanissimo robot italiano, è residente a Genova ed è l’umanoide più completo esistente. Al momento è solo un bambino, ma arrivato all’età matura potrebbe essere il responsabile della perdita di 3 milioni di posti di lavoro solo in Italia.

ciò accada è necessario avere persone (imprenditori e lavoratori) formate. Infatti uno dei maggiori problemi sarà sempre più il reskilling e – in definitiva – la formazione. Le caratteristiche della rivoluzione industriale a cui stiamo assistendo è certamente differente da quelle passate. Se ad inizio Novecento i lavoratori si spostavano dalle campagne ai centri urbani per lavorare nelle grandi fabbriche, senza necessità di avere una particolare formazione scolastica, con lavoratori dell’agricoltura che venivano ricollocati negli altiforni delle imprese siderurgiche, col progresso tecnologico le stesse industrie hanno avuto bisogno di investire in formazione e ricerca, e così molti ragazzi, terminate le scuole medie, si iscrivevano alle scuole di formazione tecnica - aperte dalle stesse fabbriche - per diventare operai specializzati. Oggi, più di allora, in un mondo che cambia molto rapidamente, è necessario avere competenze, formazione e qualificazione, essere ‘flessibili’ nel lavoro ed affrontare con rapidità il cambiamento che lo sviluppo tecnologico imporrà a tutti. Proprio per questa dinamicità, lo sviluppo tecnologico deve essere regolamentato, non potendo essere lasciato al solo ed esclusivo appannaggio del mercato, consentendo, da un lato, il progresso

e, dall’altro, pensando a modelli di welfare che consentano a tutti di ricollocarsi nel mercato del lavoro mano a mano che le nuove tecnologie vengono sviluppate. I momenti di maggiore benessere sociale in Italia sono coincisi con periodi di successo della ricerca scientifica e tecnologia e sebbene il nostro Paese rappresenti ancora l’avanguardia in molti settori - per resistere alla competizione internazionale è necessario investire di più in ricerca e sviluppo, sia dal punto di vista della innovazione tecnologica e sia dal punto di vista della formazione. La competizione infatti non si baserà più sul basso costo della manodopera ma sulla conoscenza ed il know how e la ricerca tecnologica, se adeguatamente sostenuta e indirizzata, è in grado di innescare una evoluzione virtuosa, sia sociale e sia economica.

BRESCIAUP

25


A cura di

Chicca Baroni

Ballo Sposa e padre

CONSIGLI DA M AT R I M O N I O

In USA non esiste solo il ballo della sposa con il padre, ma padre e figlia ballano insieme anche quando lei compie 16 anni e ai “balli padre-figlia” (veri e propri eventi che si organizzano nelle scuole americane a partire dalle elementari), durante i quali le ragazzine sono chiamate a presenziare e a ballare, appunto, con i rispettivi padri.

I

n Italia questo ballo non è una tradizione così forte, ma ha di sicuro una particolare importanza e non è raro che i padri ballino con le figlie anche al loro 18° compleanno.

In che momento della festa di nozze la sposa balla con il proprio papà e come si svolge questo fatidico ballo? Beh, il galateo sentenzia che ad aprire le danze devono essere gli sposi, mentre al padre della sposa spetta un ballo con lei al terzo giro di danza. Ad un certo punto, lo sposo si avvicina per continuare il ballo e la sposa gli viene “ceduta” dal padre: questo simboleggia il passaggio della donna dalla sua famiglia d’origine alla nuova famiglia che sta nascendo grazie al matrimonio. Il padre della sposa inviterà poi la madre dello sposo a ballare e lo stesso farà il padre dello sposo con la madre della sposa. Le tre coppie balleranno contemporaneamente per celebrare

la nuova famiglia che si è appena formata. Il ballo della sposa con il padre è un momento emozionante e di grande valore durante il quale i due, oltre a ballare, possono comunicarsi le emozioni del momento e condividere ricordi, specialmente se il brano ha un significato preciso per loro. Per questo motivo bisogna sempre scegliere con cura la musica su cui ballare! Dev’essere una canzone adatta al momento e simbolica. Poco prima del ballo, la sposa può dire al microfono qualcosa al proprio papà. Quello che si sta per vivere è un momento unico e di forte intimità, che ha bisogno anche della giusta introduzione. Consiglio di non trascurare questa tradizione e di lasciarvi andare in quel momento, vedrete che esisterete solo voi che ballate sulla vostra canzone e che sussurrate… Sarà un attimo commovente che rimarrà immortale nei vostri ricordi.

BRESCIAUP

27


DUE CHIACCHIERE CON...

Paolo Cammilli

A cura di

Maria Verderio

Nel 2014, Paolo Cammilli ha pubblicato il suo primo romanzo, intitolato “Maledetta primavera”, che lo ha portato a diventare semifinalista al Premio Campiello.

N

el 2015 il suo secondo romanzo “Io non sarò come voi” e qu e s t’an n o l’attesissimo terzo libro “Conta fino a dieci”. Paolo è un ragazzo semplice, un amico comune, il vicino di casa dalla faccia pulita. Di lui colpiscono lo sguardo arguto e il sorriso pronto. Una personalità vivace, capace di dare vita a intrecci coinvolgenti. Quando hai capito che saresti diventato scrittore? Quando il primo libro “Maledetta primavera” stava catalizzando l’attenzione del pubblico dei Social e le richieste dalle librerie esaurirono la prima stampa di 13.000 copie. Da dove nasce l’esigenza di raccontare? Nel mio caso, qualora

28

BRESCIAUP

si verifichi un’ingiustizia sento il desiderio di riequilibrare la mia visione dei fatti con la fantasia. Inoltre la realtà è spesso avara di sorprese, di eventi inattesi, mentre nelle mie storie i personaggi vanno fino in fondo nelle loro pulsioni, non si fermano un attimo prima come accade nella vita di tutti i giorni. Il tuo primo libro, “Maledetta primavera”, ha avuto un percorso particolare prima di giungere al successo: auto pubblicazione in internet, poi una piccola casa editrice, poi un editor che lo nota e decide di puntare su di te. Oltre 500.000 copie vendute. Ci racconti i particolari e le emozioni? Non avendo mai fatto parte del mondo dell’editoria, avevo difficoltà a rappresentare la realtà in divenire. Mi accorgevo che qualcosa stava cambiando solo quando si verificavano riscontri eclatanti come la prima posizione nella classifica generale di Amazon oppure il terzo posto nella classifica nazionale dopo Camilleri e Wu Ming. Ma anche in questi casi facevo fatica a realizzare i cambiamenti potenziali della mia vita. Non ero lo spettatore di un film, ma un protagonista inconsapevole. Ti è mai capitato, mentre passeggi

per strada, di vedere qualcuno assorto nella lettura di un tuo libro? Se sì, cos’hai provato? No, non mi è mai capitato, ma ho sempre sognato che succedesse. Spero di poter rispondere a questa domanda. Sarò felice di farlo! Qual è il tuo libro preferito? “Il giardino dei Finzi-Contini” di Giorgio Bassani. E il tuo autore preferito? L’autore che più ammiro è Mario Vargas Llosa che ha vinto il Premio Nobel della Letteratura qualche anno fa, nel 2010. C’è un particolare luogo d’ispirazione? Per ora ho sentito come una calamita verso una zona poco conosciuta della Versilia (RonchiPoveromo) dove, da piccolo, ho trascorso delle estati piene di felicità e scoperte. Trame ricche e ben costruite che immergono il lettore in mondi che appaiono reali e conosciuti. Personaggi veri, forti, autentici. Psicologie strutturate e caratteri delineati. Una capacità di scrittura invidiabile quella di Paolo, da cui non ci si riesce a staccare. Un autore capace di tenere il lettore incollato al suo libro dalla prima all’ultima riga.


Speciale San Valentino 150 minuti immersi nella romantica atmosfera della zona benessere con ingresso esclusivo , Vasca idromassaggio, bagno turco, angolo relax con camino acceso… … sarà a vostra disposizione per tutto il tempo un’operatrice che vi coccolerà con un rilassante massaggio da 30 minuti a testa e qualsiasi altro trattamento vorrete aggiungere da scegliere la momento … il tutto accompagnato da frutta fresca e un bicchiere di vino per festeggiare con la persona amata …

…..Il tutto a soli €. 250,00

€. 170,00

PROMOZIONE VALIDA DAL 1 AL 28 FEBBRAIO CENTRO BENESSERE RELAX AND BEAUTY

Borgo San Giacomo (BS) Piazzale Berlinguer 2/4 (QUI SOTTO METTETE I SOLITI DATI DELn.CENTRO CON L’AGGIUNTA Tel. 030/9487385 – 339/3705388 DEL BOLLINO DELL’ANNIVERSARIO) email: info@relaxandbeauty.it sito: www.relaxandbeauty.it con possibilità di effettuare acquisti anche on-line pagina facebook: Centro benessere Relax and Beauty @cbrelaxandbeauty


Andrea Bozzi Peter K Danilo Seclì Dr. Space [...]

30

BRESCIAUP


DJ DEL MESE

A cura di

Lorenzo Tiezzi

T

anti di coloro vanno al Samsara Beach non sanno che c’è in console, a farli emozionare.

Spesso a Riccione oggi arriva Botteghi. Ma il Samsara deve molto, dal punto di vista musicale a Danilo Seclì. Il suo nuovo singolo si chiama “Push”: sta a metà tra pop e dance, tra ritmo e melodia, come tutti o quasi quelli pubblicati dall’artista nel corso di una carriera ormai piuttosto lunga. Ad esempio, il progetto collettivo Salento Calls Italy è nato nell’ormai lontano 2011. “Le sonorità di ‘Push’ sono un’evoluzione del sound di ‘Reverse’, che a sua volta derivava da ‘Master Blaster’, una cover attuale del capolavoro di Stevie Wonder. C’è una bella melodia pop creata insieme a Sam, il cantante, che mi ha aiutato un po’ nella produzione. Ma c’è pure il groove: in pista il brano spinge forte...”. Quando un dj resident è in console la gente deve ballare. Non esiste un dj resident incapace che resista a lungo in console. Anzi. Se un locale ha successo a lungo, il merito è senz’altro dei suoi dj resident. DR.Space del Circus, ad esempio,

Non conoscete il nome dei dj citati nel titolo? Non preoccupatevi. Non sono famosi, anche se sono molto bravi.

Elogio del DJ RESIDENT visto che il top club bresciano è un locale ‘per tutti’, suona anche musica ‘commerciale’, ovvero pure brani come “Viento” di Gianluca Vacchi. Ma è anche un grande conoscitore di groove elettronici e di house. Ricordo una versione house di nicchia di un brano di Whitney Houston che Space propose al Circus ben prima dell’attuale successo (forse eccessivo) di qualche cover. Space non è una star, ok, ma senza di lui ballerebbero in tanti al Circus e pure al Costez dove suona spesso? Non credo proprio. Uno dei migliori dj resident che abbia mai ascoltato in vita mia (e credetemi, ne ho sentiti proprio tanti) è Andrea Bozzi, che si esibisce tra Villa Bonin e Feel Club, due delle disco di riferimento a Vicenza e non solo. Al posto dei tanti orrendi ed inascoltabili mash up che tanti suoi colleghi propongono (“perché non ci sono le hit”, dicono), Bozzi fa una cosa ‘straordinaria’: quando c’è un

pezzo radiofonico che tutti abbiamo nelle orecchie, cerca sui portali se c’è un remix ufficiale o un bootleg che davvero spacca e propone quella versione, non quella ‘banale’. Un tempo, prima di diventare tutti ‘producer’ (di livello infimo), i dj facevano tutti così. Oggi invece, sentendosi protagonisti invece che ‘amplificatori’ della bella musica, i dj non lo fanno più. E in discoteca ci annoiano. Chiudo con Peter K, dj resident del Pelledoca Milano. Spazia da un genere all’altro, ha una tecnica eccellente e spesso sta in console per ore ed ore da solo. Dall’after dinner a notte fonda. Non è facile. Per farlo bisogna ‘sentire’ la pista. Ha suonato in tanti, tantissimi locali in giro per l’Italia ma ha scelto di fermarsi al Pelledoca, uno delle disco / dinner più hot della città. Perché è così hot? Grazie anche alla sua musica.

BRESCIAUP

31


Studio Lumini

CONSULENZA SOCIETARIA, TRIBUTARIA ED AZIENDALE

Milano

Viale Premuda, 21 - 20129 Milano

Brescia

Via Aldo Moro, 13 - 25124 Brescia Tel. 030 2428356 - Fax 030 2428679

Fisco: nel mirino i profili Facebook Un mondo da favola, abiti sfavillanti, mare cristallino, cene eleganti. Sembrerebbe un sogno, se non fosse la versione social di una vita normale. Sì, perché tutti o quasi cedono almeno una volta alla tentazione di ostentare sui social network uno status invidiabile.

A

ttenzione però a pubblicizzare troppo il proprio tenore di vita ed il proprio status stellato su Facebook e su Instagram. Ciò non è solo una regola di prudenza dettata dal buon senso, ma costituisce quando di più recente affermato dai tribunali italiani, che si sono trovati a giudicare (negativamente) i casi

32

BRESCIAUP

più disparati. Al riguardo infatti, gli esempi di cui si compone la giurisprudenza sono moltissimi ed eclatanti, soprattutto negli ultimi tempi. Oltre all’invidia di chi non può permettersi tanto sfarzo, coloro che ostentano troppo sui social attireranno anche e immancabilmente i controlli del fisco. Circa un anno fa infatti l’Agenzia delle Entrate ha diffuso una circolare in cui ha spiegato che ai controlli sulle banche dati tradizionali verranno affiancati sempre più spesso altri tipi di indagine, che potranno essere condotti usando strumenti diversi. Compresi quelli digitali. Nulla vieta ai contribuenti di continuare a postare la propria vita da sogno sui social e ad immortalare la propria vanità. L’importante è sapere che verosimilmente tutto ciò farà scattare, prima o poi, il temutissimo accertamento fiscale. L’accertamento fiscale nei confronti dei contribuenti deriva da un sistema che l’Agenzia delle Entrate usa per valutare la congruenza degli acquisti e del tenore di vita con il reddito dichiarato annualmente dal contribuente: si chiama accertamento sintetico e si avvale del cosiddetto redditometro. Il Fisco, tramite le entrate e le uscite, tiene sotto controllo

A cura di

Emanuele Lumini

il tenore di vita di tutti noi e quando le uscite diventano troppe rispetto alle entrate scattano gli accertamenti fiscali. Il ragionamento alla base di tutto è il seguente: ognuno di noi può spendere quanto guadagna. Dal punto di vista del Fisco, se gli acquisti sono superiori alle entrate di almeno il 20% o si ricevono pagamenti in nero, o si ha vinto al gioco, o si sono ricevute donazioni. In questi due ultimi casi è necessaria però una dimostrazione rigorosamente contabile. La vanità sui social può quindi costare molto cara così come l’ostentazione di vite invidiabili, anche se forse non reali. Tutto ciò che viene pubblicato on line dal contribuente costituisce, da un punto di vista giuridico, una vera e propria confessione che consente di avviare l’accertamento fiscale. Le pagine dei social network sono producibili in giudizio e, salvo prova contraria, il semplice log-in può attribuire paternità certa ai contenuti pubblicati da quel profilo utente. È vero che uno screenshot da solo non basta e occorre dare data certa al contenuto postato ma unito ad altri elementi può essere valutato dal giudice ed avere serie conseguenze fiscali, civili e anche penali per l’utente in cerca di visibilità.


Con Voi Sempre INTRATTENIMENTO&NOTIZIE BRESCIAUP

33


CUS BRESCIA

Il CUS BRESCIA programma il 2018

A cura di

Roberto Zarrillo

Con lo sguardo già al 2018 il CUS Brescia ha voluto raccogliere tutti i propri atleti e sponsor per celebrare la stagione agonistica 2017 appena conclusasi.

U

n ’ a l t r a stagione da archiviare come storica, ulteriore pietra miliare nel cammino di consolidamento del progetto del CUS Brescia per lo sviluppo e la divulgazione del Tiro a Volo in ambito Universitario. E’ stato Roberto Zarrillo, Segretario della Sezione, ha tracciarne il bilancio: “La stagione 2017 è stata una delle più entusiasmanti vissuta fino a qui, da quel non lontanissimo Dicembre 2009 quando con Mauro (Lodrini ndr) ed un gruppo di amici ci siamo trovati per dare vita a questo entusiasmante progetto. Allora nemmeno osavamo immaginare che una nostra squadra, si sarebbe qualificata ad una finale Nazionale e lì tra i big del Tiro a Volo, ben figurare senza timori riverenziali. Oggi è realtà, di questo siamo davvero

34

BRESCIAUP

orgogliosi, e con fiducia programmiamo il nostro futuro.” Anche Mauro Lodrini, della CBS Group, consigliere e sponsor della sezione commenta: “Oltre il risultato agonistico, anche il nostro progetto di divulgazione continua a trovare riscontri confortanti. Quest’anno il Progetto Paralimpico, culminato con la chiamata in Nazionale di Emilio Poli e l’inclusione di Marco Giugno nel Team Beretta, è fonte di orgoglio e prestigio. A questo si aggiungono i 50 atleti che hanno partecipato all’Open Day, molti dei quali già intenzionati a proseguire il cammino in questo fantastico sport. Siamo sulla strada giusta.” Ezio Luterotti, consigliere del CUS, porta i saluti del Presidente Artemio Carra: “Partecipo sempre con piacere a tutte le attività di questa giovane ma frizzante sezione. Ho conosciuto con voi questo sport ed anche io mi ci sono appassionato. Il lavoro della sezione è

ben apprezzato dal Consiglio del CUS Brescia e dal Presidente. Il mio augurio e quello del Presidente è di continuare a crescere nei valori più alti dello sport universitario.” Ottorino Agnelli, Vice-Presidente del CUS e della Pulitori Affini, partner del CUS Brescia, ha concluso: “Non potevamo non premiare gli atleti che ci hanno rappresentato nella gare Nazionali. Un plauso particolare va ai Campioni del Campionato Sociale Paghera, Scotellaro e l’inossidabile Ivan Cucchi. Quest’anno infine deciso di conferire a Paolo Civettini il premio di Atleta dell’Anno, per essersi contraddistinto dentro e fuori dal campo in un cammino di avvicinamento al Tiro a Volo che ha bruciato tutte le tappe. I suoi risultati parlano più di ogni qualsiasi elogio. Grazie a Paolo ed a tutti gli atleti che portano alta la bandiera del CUS e chi staff, allenatori e dirigenti permette di vivere, anche oggi, una bella giornata di festa!”


BRESCIAUP

35


ART

up

Mani in alto a PALAZZO MORANDO

L

a rassegna è curata da Stefano Galli, promossa da Comune di Milano - Cultura, Direzione Musei Storici, organizzata dall’Associazione Spirale d’Idee con la Polizia di Stato che ha collaborato per la ricerca e la scelta della documentazione e delle fotografie e nella selezione delle strumentazioni tecniche e degli arredi di ufficio originali, in uso alla Questura di Milano e custoditi presso gli archivi

ed il Museo Storico della Polizia di Stato, e per la scelta delle armi in uso a quell’epoca e messe a disposizione dalla Fabbrica d’armi Pietro Beretta S.P.A. L’iniziativa ha il patrocinio della Polizia di Stato, della Regione Lombardia e della Città metropolitana di Milano è inserita nel palinsesto di Novecento italiano.

36

BRESCIAUP

A cura di

Pietro Bazzoli

Fino all’11 febbraio a Milano, nelle sale di Palazzo Morando, Vallanzasca e compagni la fanno da padroni. Basta udirne il nome per ricordare un passato diverso, retrogusto melenso di un romanticismo criminale. Niente fotocamera da infiniti mega pixel: quelle affisse sono fotografie in bianco e nero, raccolte dagli anni Quaranta alla metà degli anni Ottanta e divenute testimonianza di atti di antica memoria, ora scomparsa e relegata agli annali della Corte d’Appello. 170 immagini d’epoca, documenti e “strumenti del mestiere” che testimoniano gli “anni di piombo”, attraverso un percorso espositivo che parte cronologicamente dal 1958 con la famosa rapina di via Osoppo. L’assalto al portavalori che trasportava seicentoquattordici milioni di Lire fu definito “il colpo del secolo”, realizzato senza sparare un solo colpo. Purtroppo, nel ventennio successivo, Milano cominciò ad assomiglia più al Far West che al polo industriale del Nord Italia: in città e nell’hinterland nascono gruppi dediti a gioco d’azzardo, prostituzione e rapine milionarie. Inutile dire che i volti dei protagonisti di una stagione di sangue e banconote sono ancora ben impressi nella memoria collettiva. Renato Vallanzasca - detto “Il bel Renè” -, Francis Turatello, Angelo Epaminonda, Ezio Barbieri e molti altri erano i signori di una metropoli

in continuo mutamento, che di giorno lavorava senza tregua mentre di notte si popolava di bische e night club. La mostra rievoca le atmosfere dei quartieri della mala, proponendo un focus in grado di fare luce su un mondo che vive nell’ombra per definizione. Palazzo Morando dà spazio anche alla controparte legale, con approfondimenti sulle forze dell’ordine il cui compito era cercare di arginare la dilagante criminalità. Il Commissario Mario Nardone e il futuro Questore Achille Serra rappresentano l’altra faccia della città. Si allontanino per un attimo occhi e orecchie, sospetti e inganni, da quartierini e furbetti più o meno noti, per puntare lo sguardo verso l’epicentro lombardo della malavita. Dei capitoli più crudi della storia recente, Milano crea una mostra in cui il ricordo è la vera chiave interpretativa. Nessuna complessa cifra stilistica, nessua interpretazione astratta, nessun concettualismo latente - e forse inesistente. Ciò che conta è quel misto di paura e inconsapevolezza, vissuto per decenni in strade che ancora puzzano di polvere da sparo.


BRESCIAUP

37


Federica PENTO Ph. Fazio Gardini

38

BRESCIAUP


INTERVIEW

A cura di

Laura Gorini

I

n questa intervista l’artista si racconta con la passione per il canto e la sua innata sensibilità.

Partendo dalle esperienze all’estero come è vista la musica Italiana? La nostra cultura è più apprezzata all’Estero che in Italia. Quando ho vinto il “Festival Internazionale di Canto” in Armenia ho avuto apprezzamenti dal pubblico e dalla critica al di sopra delle mie aspettative.

Federica Pento, 21 anni, vincitrice del XIX° Festival Internazionale di Croazia, del Concorso Internazionale dello Yerevan (Armenia) e del X° Festival Internazionale di canto a Chieti su quasi 800 partecipanti, Finalista Nazionale del Cantagiro 2016 e premio della critica con Presidente di giuria Katia Ricciarelli.

stupore di uno sguardo vergine che si apre sul mondo. Percorrendo i passi della nostra esistenza veniamo rapiti dalla bellezza intorno a noi, respiriamo i colori, le sfumature e purtroppo anche tutte le contraddizioni della vita; veniamo sconvolti dalle ingiustizie di questo

Fui la prima cantante Italiana a vincere; a differenza degli altri concorsi in Croazia ci tenni a celebrare la serata (che coincideva con la giornata di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne) con il brano “Je Suis Malade”. La mia esperienza mi porta a pensare quanto lavoro ci sia da fare in Italia per emergere e parallelamente quanta sete di italianità ci sia nel mondo. Guardando il tuo Videoclip di “Treno a Colori” traspare un legame con la pittura e con i bambini. Treno a Colori rappresenta il connubio delle mie più grandi passioni: il Canto, la Pittura e i Bambini. Potremmo riassumere “Treno a Colori” in una frase: La magia dell’infanzia è nello

up

tempo e l’unica cosa che ci resta è quella di rifugiarci nella Fantasia. Il brano è scritto e arrangiato dal M.o Gianluca Sole e vede la partecipazione

al violino di Giulia Di Tomasso. Al brano e al suo successo ha partecipato una vera squadra, e devo ringraziare davvero tutti per il grande impegno e per tutta la passione che hanno saputo mettere in campo. Il tuo talento è stato notato da importanti produzioni. Ce ne vorresti parlare? Una delle soddisfazioni più grandi è stata la proposta di inserimento del videoclip di “Lunincanto”, mio primo singolo, in un DVD degli “Aerosmith” in vendita in tutti i Mediastore e online in Italia e all’Estero. Ricordo con affetto l’incontro con Mogol: nel CET ho avuto l’opportunità di confrontarmi con un mostro sacro della musica italiana. Sono stata ospite d’onore in occasione della mostra “Silenti Riflessi” della scultrice di fama mondiale Paola Romano. Sono stata in molti programmi televisivi, da Top The Top all’”Incontro con l’Autore Stefano Jurgens” noto autore Rai dai tempi di Corrado e oggi al fianco di Paolo Bonolis. Non posso non citare la collaborazione con il M.o Angelo Valsiglio, produttore di Laura Pausini Eros Ramazzotti e tanti altri. La cosa che più mi affascina di queste grandi personalità è proprio la loro umanità e senza quella sono certa non sarebbero mai arrivati dove sono ora.

BRESCIAUP

39


MOTOAVVENTURE

iCub è un giovanissimo robot italiano, è residente a Genova ed è l’umanoide più completo esistente. Al momento è solo un bambino, ma arrivato all’età matura potrebbe essere il responsabile della perdita di 3 milioni di posti di lavoro solo in Italia.

SICILIA Capitolo Undici

40

BRESCIAUP


Sempre sulla scia di vedere dal vivo i luoghi del commissario Montalbano, anche oggi ci dirigiamo verso una città che ha ospitato le riprese dello sceneggiato in numerose puntate. A cura di

Simone Mor

“Montalbano sono!” (due)

L

a meta è dunque la città di Ragusa e nello specifico, la parte del centro storico chiamata Ibla. Partendo da Caltagirone in un’ora e mezza siamo già alla periferia della città e ne godiamo la splendida conformazione degli edifici arroccati sopra un’altura, tipica di tanti borghi siciliani. Aguzziamo la vista per trovare le indicazioni per il centro storico di Ragusa Ibla, ma non è così semplice. Cartelli pochi, anzi inesistenti, quindi ci dobbiamo arrangiare chiedendo ai vari passanti. Ci servono ben tre soggetti diversi, incontrati in tre punti distinti del tragitto, per avvicinarci al centro che stiamo cercando, ma poi finalmente ecco comparire come un miraggio, un minuscolo cartello giallo con indicato la meta agognata.

leggermente in salita, ma questa ascesa è solo un preludio per quello che ci sta aspettando. Negli sceneggiati tratti dai libri di Camilleri, qui a Ragusa Ibla viene ambientata la città di Vigata sede del Commissariato. Noi arriviamo proprio nella magnifica Piazza Duomo e ci troviamo di fronte il Duomo di San Giorgio con la famosa scalinata frontale ed a fianco il Palazzo Comunale. Non c’è da meravigliarsi se la scelta delle location è caduta proprio su questi posti, la Piazza è stata sede di numerose riprese televisive anche perché è una natu-rale scenografia perfetta e di infinita bellezza.

Percorriamo a piedi la piazza godendoci lo splendore di questo luogo, passiamo sotto le palme per usufruire di un po’ d’ombra e giunti quasi vicino alla scalinata del Duomo ci sembra di udire delle voci. Sarà il caldo forse, o solo la forte immaginazione di essere all’interno di un set cinematografico, ma le voci continuano ad insistere:

Voi due vi muovete a togliervi dai “cabbasisi” che dobbiamo ricominciare con le riprese!”…

Ragusa Ibla è la zona del centro storico che contiene numerosi palazzi e monumenti in stile barocco e parecchi di essi sono anche patrimonio dell’Unesco. Parcheggiamo le moto in un vicolo ombreggiato, visto che la giornata di oggi è veramen-te assolata, e proseguiamo a piedi l’ultimo tratto verso la piazza principale. La strada è BRESCIAUP

41


Leonida

L

eonida, è un nome importante e appartenente a un grande guerriero, ti ritieni anche tu una persona determinata e combattiva? Sì, direi che mi possono definire pure io così. Quindi mai nome fu più giusto! Quanto conta possedere carattere per farcela nel mondo dello spettacolo? Carattere sì, ma anche un po’ di “pelo sullo stomaco”: dunque la voglia di essere sempre “pronto” visto e considerato il fatto che capitano a volte in tante serate degli imprevisti che vanno risolti nel migliore dei modi. In particolare quali sono le caratteristiche da possedere per essere considerato un bravo presentatore? L’importante è essere conscio di quello che fai e –soprattutto- metterci sempre il massimo! E tu quando hai cominciato a svolgere questa professione e capire che fosse questa la tu strada? La mia attività nasce circa 25-30 anni fa e ha preso il via col teatro in particolare all’Arsenale a Milano: poi mi sono trovato a lavorare in vari

42

BRESCIAUP

Bosi

i n la

giochi televisivi come -tra gli altri-Il gioco delle coppie, Mama non m’ama” e nei fotoromanzi Francia con bellissima showgirl nostrana B a r b a r a Chiappini. Poi ho lavorato nei villaggi turistici un po’ in tutto il mondo: parliamo della Giamaica, di Ibiza, Koss, Rodi, Sardegna, Sicilia, dove sia da normale animatore sia da capo animatore si fa gavetta e si impara a stare a contatto con la gente di tutte le età. Poi non bisogna tralasciare neanche il mondo della musica, dalla conduzione delle reginette delle canzone, ai concorsi internazionali di musica, per lanciare varie cantanti, donne in questo caso, o anche della


PERSONAGGIO DEL MESE

A cura di

Laura Gorini rinomata Accademia della Canzone di Sanremo dove mi ha visto protagonista della conduzione in tutta la Lombardia: attraverso tale Accademia erano selezionati appunti dei cantati che avrebbero avuto accesso a Sanremo Giovani. All’interno di questo contenitore organizzato nell’agenzia di Brescia c’era anche l’ospite famoso. Ricordo Flavio Oreglio, Leonardo Manera, per citarne alcuni, al mondo della canzone, Antonella Ruggiero, Riccardo Fogli, Raf, etc. E poi rammento con estremo piacere le organizzazioni di serate anche dedicate al mondo della danza in splendidi teatri dove erano protagoniste varie scuole del mondo della danza che io amo essendo sportivo ho praticato anche tiptap e danza moderna, andando indietro con gli anni. Non disegnando poi anche i galà legati all’acconciatura, dove c’è il mondo dell’acconciatura protagonista: e infatti annovero nel mio cv anche alcuni programmi televisivi fatti in varie reti regionali; Antenna 3, Telelombardia, Telecolo, etc. Infine ricordo con affetto anche un programma dedicato alla donna che era Blu Donna , portato con successo anche in alcune televisioni private. Hai collaborato e collabori tuttora con vip e personaggi dello spettacolo a 360°…Come riesci a creare il feeling giusto con loro al fine di dare vita ad una grande sinergia lavorativa? Ce ne sono tantissimi di nomi del

mondo dello spettacolo: per esempio ho avuto modo di conoscere Carmen Di Pietro, nella finale della più bella del mondo alla Baia Imperiale di Gabicce Mare. Poi ho avuto modo di conoscere Sebastiano Somma, Gigi Sammarchi, Cesare Cadeo, Romano Battaglia, etc… E prima di lasciarci, ci sveli quali sono i tuoi prossimi impegni? Stiamo preparando alcuni palinsesti e sceneggiature per alcuni programmi dedicati alla donna, su varie emittenti televisive, dunque da quello e anche le conduzioni varie delle sfilate di moda, dei concorsi di bellezza, tipo quello di Miss Mondo Italia. Ovviamente non tralasciando mai quelle che sono serate ad hoc improvvisate e dedicate anche al mondo del canto, come un talent show ideato da me dove sono protagonisti personaggi di varie arti, dal canto alla danza, e artisti vari , abbinato a scuole di danza che con Paola Ariano, noto talent scout della zona di Vigevano, stiamo portando in alcuni teatri e in alcune proloco. Detto questo anche un altro programma televisivo, anche lì top secret per quanto riguarda le emittenti che parlerà dell’aspetto sexy della donna, dalla danza del ventre alla lap dance. Dunque la donna protagonista a 360°, non solo con la sua bellezza ma anche e soprattutto con la sua bravura e il suo talento.

BRESCIAUP

43


comunicazione ai soci

Vieni a trova rci nella nuova sede ... Mercoledi, Giovedi, Venerdi e Sabato dalle 22:30 Via Colombare di Castiglione, 11, 25015 Desenzano del Garda BS

Seguici sulla pagina facebook: Let’s Go Clubbing Lap Dance 44

BRESCIAUP


S T R AT E GY

up

Scopri in 12 step

A cura di

Sidoine Assignon

Cos’è un design convincente

Se sei un designer dell’interfaccia utente UIUX o vuoi aumentare la tua velocità nella progettazione di un sito web, un’applicazione o un interfacce digitale, leggi Strategy Up.

S

coprirai tutti gli strumenti per arricchire e sviluppare un’efficace comunicazione online e offline.

Scoprirai design persuasivo

cos’è

un

Mi chiamo Sidoine Assignon e vi guiderò al design convincente per trovare idee giuste allo scopo di accompagnare gli utenti delle vostre campagne pubblicitarie ad un acquisto mirato. Imparerete ad incrementare metodi e usare strumenti che stimolano l’interesse, rimuovere gli ostacoli e persuadere il cliente all’acquisto. Sarà possibile seguire il cliente nel suo percorso e risolvere i conflitti interni relativi ad un acquisto impulsivo, solo così potrete ottimizzare il tasso di conversione e di trasformazione. Tutto ciò sarà rivolto soprattutto a progettisti di interfaccia utente UI / UX e a tutti coloro che vogliono capire come aumentare la loro abilità digitale, perché non sempre le campagne pubblicitarie più belle sono

necessariamente convincenti. Questo è il momento in qui il nostro design impulsivo svolgerà il suo ruolo di convincere l’utente. Sulla base di psicologia comportamentale, saprete come implementare metodi e strumenti che stimoleranno l’interesse, creare desiderio, velocizzare e rafforzare l’intenzione del cliente ad acquistare. Noterete come nasce il Design persuasivo e quali sono i suoi limiti etici. Esso illustra argomenti decisivi e azioni giuste per fare appello alle emozioni e irrazionalità presenti in tutti gli utenti. Supporteremo il cliente nel viaggio per risolvere i conflitti relativi ad acquisti d’impulso. Alla fine di queste rubriche, avrete una conoscenza del comportamento degli utenti e sarete in grado di migliorare il loro camino e, ottimizzare i tassi di conversione e di trasformazione. Vi auguro un ottimo cammino in questo percorso! Sidoine Assignon Specialista in comunicazione digitale

45


D

opo le numerose p ar te c ip a z i on i e le conseguenti vittorie della band milanese, arriva il premio miglior musicista per Gigi Piras al Music Contest “Emergenza Rock Festival”. E’ la fine degli Anni 90 quando il cantante della band decide di lasciare l’Italia e partire per il Perù per trovare nuova ispirazione. Al suo rientro a Milano ritrova l’amico e compagno di musica Luca De Franceschi con cui decide di ricominciare a suonare ma dando un’impronta diversa alla nuova band, a partire dal nome :Stereo, mezzo di comunicazione che diffonde diversi generi di musica e i relativi messaggi universalmente, proprio come i testi della band, eclettici e universali. Fondata a fine 2016, Gigi Piras autore dei testi e cantante e Luca De Franceschi compositore e strumentista, nell’aprile del 2017 esce il loro primo album “Forse non dovrei”, accompagnato dal videoclip Boom boom, che vede la partecipazione come guest star di Barbara Donadio. Il loro primo live presso il Send Cafè di Milano riempie il locale ed è un grande successo.

46

BRESCIAUP

Gli “Stereo” sono una band elettro-pop/rap con basi di hindi style.


A cura di

Laura Gorini

Quattro chiacchiere con gli STEREO Fisicamente siete molto diversi, e caratterialmente? Luca - Gigi è un cavallo pazzo, non sopporta le imposizioni e in più è un eterno Peter Pan.

Cari Gigi e Luca, quando e in che modo s’è creato questo duo? Gigi - Io e Luca abbiamo suonato insieme nella band Discordia fino ai primi anni del 2000 quando ho deciso di partire per il Perù. Rientrato in Italia una sera casualmente ci siamo incontrati in un locale e abbiamo iniziato a strimpellare. Da lì ci è ritornata la voglia di suonare insieme. Che cosa apprezzate maggiormente l’ uno dell’ altro? Luca - Di Gigi apprezzo la creatività e la sua singolarità. Gigi - Di Luca apprezzo che capisce il mio bisogno musicale e come persona il suo equilibrio.

Gigi - Luca è padre, l’ho visto cambiare nel tempo e diventare uomo. Ma continua ad essere un giocherellone e a prendermi in giro come quando eravamo adolescenti. Siete amici da molti anni? In che frangente vi siete conosciuti? Luca- Ci siamo conosciuti a scuola, frequentavamo lo stesso istituto e le nostre classi facevano ginnastica insieme. Che valore date all’ amicizia? Gigi - Su questo siamo concordi: l’amicizia è uno dei veri valori della vita. Credete che oggigiorno sia ancora considerato un valore, o che non esista più come uno dei cardini della vita di un uomo?

Luca - L’amicizia esiste ma è sempre più difficile coltivarla ogni giorno. Gigi - L’amicizia esiste dall’origine della vita, è un valore purissimo e va onorato. Il vostro nuovo singolo parla d’amore, com’è cambiato nel corso del tempo il vostro rapporto con esso? Luca - L’amore è amore, non muta il suo significato ma muta la persona che si innamora. Che cosa persona?

significa

amare

una

Gigi - Ascoltate le nostri canzoni! E amare se stessi? Luca - Amare se stessi significa avere rispetto dei propri sentimenti. Da uomini come vivete la piaga sociale della violenza sulle donne? Gigi - È inspiegabile, non c’è altro da dire. È un dolore che ti rimane dentro”

BRESCIAUP

47


L’ A N T I C O E G I T T O

SARCOFAGI

L

e prime mummie, risalenti al periodo neolitico e pre dinastico, subivano una mummificazione per così dire naturale, senza l’utilizzo di sostanze chimiche. Il corpo veniva adagiato in una tomba circolare, direttamente a contatto con la terra, ed in posizione fetale. Il clima secco ed arido, portava ad una progressiva disidratazione del corpo, portando ad una preservazione delle parti ossee, muscolari e dei capelli. Non si era ancora sviluppato il concetto che il corpo non dovesse decomporsi, ed il problema infatti si proporrà quando questi non verrà più adagiato nella terra, ma deposto in un sarcofago. La credenza che l’anima ba potesse ritornare nel corpo che gli apparteneva, ogni volta che lo desiderasse, portò alle mirabolanti tecniche di imbalsamazione dei corpi, bendati e collocati nei sarcofagi. Quelli più antichi a noi conosciuti, erano in pietra granitica di forma rettangolare, con un coperchio piatto. Questi rappresentava il Cielo, mente la base rappresentava la Terra, ed i 4 lati, i 4 punti cardinali. I sarcofagi dell’Antico Regno, appaiono voluminosi e molto pesanti, ma scarsamente decorati. Erano localizzati in profondità nelle mastabe, a circa venti metri dal suolo, parallelamente alla porta di ingresso,

48

BRESCIAUP

A cura di

Edward Battisti

Nella millenaria storia egizia, i riti funerari godettero sempre di grande importanza, ed il corredo funebre, dapprima relativamente povero, si andò via via arricchendo fino ad arrivare ai favolosi tesori della XVIII Dinastia. Anche la conservazione del corpo, subì una graduale evoluzione.

con il tunnel di accesso ricoperto di pietre, mentre nelle piramidi, alcuni sarcofagi appaiono troppo voluminosi per poter spiegare un loro posizionamento attraversano i corridoi a piramide conclusa, ed infatti per la Grande Piramide di Cheope, è probabile che lo stesso sia stato posizionato dall’esterno a edificio in costruzione e probabilmente con il faraone ancora vivente.

attraverso due occhi dipinti sul lato.

Le complicate tecniche costruttive delle piramidi a V rovesciata, vengono sostituite nella V Dinastia, da costruzioni non altrettanto all’altezza, tanto che al giorno d’oggi sono praticamente ridotte ad un cumulo di rovine, ma è proprio in quest’epoca che le tombe incominciano ad essere finemente decorate.

Nel Nuovo Regno il sarcofago assume le conosciute forme antropomorfe, che hanno reso celebri le mummie in essi collocati. E’ generalmente in legno, molto rifinito e con la testa che raffigura il volto del defunto, avvolta nel copricapo nemes. Tipica la disposizione a “matrioska”, con la presenza di quattro, cinque coperchi, prima di raggiungere la mummia.

Nel Medio Regno, i sarcofagi sono accuratamente rifiniti, anche se permane ancora la tradizionale forma rettangolare con base e coperchio. Il corpo del defunto è coricato sul fianco sinistro, rivolto ad Oriente dove nasce il Sole e può “guardare fuori”,

Le iscrizioni vanno pertanto dal Nord ove è localizzato il capo, a Sud verso i piedi. Normalmente queste rappresentano invocazioni di offerte ad Osiride, dio dell’Oltretomba. Un altro dio frequentemente invocato è Anubi e sia Anubi che Osiride, verranno chiamati i Kentimentiu, ovvero i primi tra gli Occidentali, con riferimento alle tombe rivolte a Ovest.

Le piramidi sono da tempo abbandonate, perché si troverà molto più economico e pratico, costruire le tombe nel tufo facilmente scavabile, della Valle de Re e delle Regine di fronte a Tebe (Luxor).


Anche la costruzione delle tombe subirà delle modifiche, proprio per rendere più facile il collocamento del sarcofago e dalle prime tombe ad andamento verticale e spesso con complicate deviazioni, si passerà ad un andamento orizzontale più pratico, ed agevole. Nel periodo tolemaico, i sarcofagi mantengono le caratteristiche antropomorfe, ma cambia il materiale, essendo costituiti da voluminosi manufatti in basalto, una pietra vulcanica di colorito nerastro. La tecnica costruttiva pur pregevole, ha però perso la qualità decorativa delle tombe della XVIII Dinastia, ed i sarcofagi appaiono più tetri e freddi.

DESTINATO A RIEQUILIBRARE LE CARENZE O

INTEGRATORE PROENERGETICO DI CREATINA, L-ARGININA, VITAMINE E SALI MINERALI

GLI AUMENTATI FABBISOGNI CHE SI VERIFICANO IN CONSEGUENZA DI UNA DIETA SQUILIBRATA.

BRESCIAUP

49


Miss

DEL MESE

Lisa Tenca

NOME MODELLA: Lisa Tenca

ALTEZZA: 1,78 HOBBY: Pattinaggio sul ghiaccio e palestra.

PARLACI DI TE... Studio lingue per il commercio internazionale all’Università degli Studi di Verona e, nel tempo libero, lavoro come hostess, ragazza immagine e modella. Tutto ciò mi rende più autonoma e mi permette di migliorare le mie capacità comunicative.

UNA FRASE CHE TI RISPECCHIA? “Memento audere semper” (Ricorda di osare sempre) cit. Gabriele D’Annunzio

50

Miss

VUOI ESSERE TU LA PROSSIMA DEL MESE? Invia 6 fotografie e i tuoi dati con una breve presentazione a ufficiografico@bresciaup.it

BRESCIAUP


mangano.com

MANGANO

MILANO / FIRENZE / DESENZANO / FORTE DEI MARMI / MILANO MARITTIMA / MANGANO.COM

BRESCIAUP

51


www.studiopiu.net

I deejay piĂš seguiti, la folle animazione dei nostri vocalist, la tua festa firmata

Ogni giorno in diretta trasmettiamo energia e divertimento! Ogni notte siamo connessi con i locali di tutto il mondo 52

BRESCIAUP

Tel. 030 9991000


FOLLOW US

{

!

EVENTI

54

S T U D I O A S S O C I AT O L A Z Z A R O N I compie 70 anni!

56

OSTERIA LA VIGNA Inaugurazione

58

BRAVISSIMA Finalissima 2017

60

IL CASINALE Arabian Night

62

ARGAGN LA BARBIERIA compie un anno!

64

R I S T O R A N T E L’ I N C O N T R O The King and Queen - White Flash

66

MAIN BRESCIA Deeva - Your Friday Night

68

COSTRUZIONI BELOMETTI A uguri di Natale

54 62 68 BRESCIAUP

53


70 Studio As

sociato L

w

54

Studio Associato Lazzaroni

V.lo Conventina 6/a Ospitaletto

Dott.ssa Clara & Rag. Edoardo

030 6435154

BRESCIAUP

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

azzaroni

info@studioassociatolazzaroni.it www.studioassociatolazzaroni.it


Il 14 dicembre si è svolto a Borgo Santa Giulia l’evento organizzato per festeggiare i primi 70 anni dello Studio Associato Lazzaroni, studio di consulenza del lavoro presente da ben 3 generazioni. Tra gli invitati clienti, collaboratori e professionisti che hanno festeggiato questo traguardo con il Rag. Edoardo, la Dott.ssa Clara e il loro staff.

BRESCIAUP

55


Inaugurazione

Osteria La Vigna

Osteria La Vigna Italian Food & Wine 036542969

56

BRESCIAUP

Up EVENTS

Ph. Sidoine Assignon

Via Odorici 29 - Roè Volciano Osteria La Vigna Roe’ Volciano osterialavigna


Il 15 dicembre l’Osteria La Vigna di Roè Volciano ha inaugurato con grande successo. Il party ha entusiasmato il pubblico grazie alla presenza della titolare Eleonora Cressoni che ha voluto regalare ai suoi ospiti un ricco buffet con degustazione di vini e birre artigianali. Oltre il buon cibo ad animare la serata l’esibizione del musicista di cornamusa e la coinvolgente esibizione dei ballerini di tango (Ermida Tosca). Eleonora ringrazia tutti e vi aspetta tutti i giorni dalle 18.00 alle 3.00 (tranne il giovedì) per regalarvi altre serate “speciali” firmate La Vigna.

BRESCIAUP

57


I migliori talenti artistici femminili in scena a

BRAVISSIMA 2017

U

na edizione particolarmente ricca di talenti quella di Bravissima 2017 che ha visto uno straordinario successo di critica e di pubblico per la finale nazionale al Teatro Atlantic di Borgaro Torinese (To), con la proclamazione della Bravissima dell’anno oltre alle medaglie assegnate alle vincitrici delle singole categorie in concorso.

Il primo talent show della tv italiana, ideato e condotto da Valerio Merola, esiste dal 1991, primi anni in onda su Italia Uno, attualmente su Sky , è stato il precursore di tutti i talent di successo attualmente in onda sulle reti televisive pubbliche e private italiane, format che si sono rivelati di successo ma che sono arrivati tutti dopo il primo format talent show in senso assoluto cioè Bravissima. Il format originale prevede la partecipazione delle concorrenti (etá ammessa dai 15 ai 35 anni) nelle categorie: canto, ballo, moda, cinema/tv, magia, dj,arte varia,fitness. Le vincitrici delle singole categorie (alle quali vengono assegnate medaglie non fasce poichè Bravissima é l’Olimpiade dello spettacolo) devono cimentarsi in una ultima esibizione che prevede categorie diverse dalla propria, vince la concorrente che avrà dimostrato doti di show girl. Lo show di finale nazionale è stato presentato con la consueta verve e grande professionalità da Valerio Merola, impeccabile nel look sartoriale disegnato e cucito in esclusiva per lui da Carlo Barba Tailor by Sartoria Cavour. Copresentatrice bella e brillante Alice Giacoletti. La giuria presieduta dal Re della musica leggera italiana anni ‘70: Sandro Giacobbe ha eletto Bravissima 2017 la concorrente bresciana Alessandra Regosini da Concesio, che si era presentata e aveva vinto la medaglia come cantante ma che nella superprova finale ha convinto tutti i giurati anche con il ballo e la recitazione. La giuria comprendeva professionisti di chiara fama del mondo dello spettacolo con provato competenza nelle categorie in concorso: Gabriele Marconi, Patrizia Balbo, Biagio Puma, Michela Plozza, Dj Fontes, Valerio Liboni, Mago Heldin, Dr Massimo Spattini.

58

BRESCIAUP

Ospiti della serata con esibizione: Sandro Giacobbe, Chiara Galvani vincitrice di Bravissima 2016, Edson D’alessandro da Canale 5 vincitore di “Tu si que vales” Valerio Liboni by Nuovi Angeli, Mago Heldin, l’illusionista preferito da Papa Francesco e Gabriele Marconi. Sono state assegnate le medaglie di categoria, per il canto: Alessandra Regosini, Sabrina Banci e Elviranna Aceto. Per il ballo di gruppo: New Ballet. Per il ballo in coppia: Dorina Mamhuday ( partner fuori concorso Ivan Castagnetti). Per il ballo singolo: Giada Scolaro, Sofia Bartoli, Ingrid Maddalena. Per la moda indossatrice: Sara Vila, Melany Milani. Per la moda fotomodella: Camilla Rupalti, Fabiana Scaglione. Per attrice cinema: Ilaria Bovolenta. Per presentatrice tv: Maria Francesca Martini. Il look capelli & make up è stato curato dal team Capelli & Company di Mauro Di Domenico (ufficiali look maker anche del Festival di Sanremo). La scenografia è stata realizzata con l’ispirazione di una magica foresta di bamboo da Alma Bamboo. La Bravissima 2017 ha vinto una produzione discografica professionale con etichetta Bravissima in partnership con Charisma Studio di Biagio Puma, oltre ad una bicicletta artigianale personalizzata di Motor Veneta Bike, e ancora il bracciale Joia Italia il primo bracciale al mondo con il profumo, la Magic Box by Mago Heldin, un week end a Hotel Atlantic di Borgaro Torinese, la moderna struttura hoteliera di alto confort che ospita Bravissima per il terzo anno, con ingresso alla top Spa Aquaaura, la SPA preferita dai VIP. La vincitrice sarà seguita nel 2018 dal grande nutrizionista Dr Massimo Spattini sponsor di Bravissima con la sua straordinaria Dieta Com. La sicurezza della manifestazione è stata perfettamente curata da Alma Security by Marco Fusco. Per il “Welcome Party Bravissima” vini ufficiali gli speciali Ripasso e Lugana delle Cantine Tommasi. Il Web Management è stato curato da Paola Peroni. Sono aperti i cast per la nuova edizione ( iscrizione gratuita tramite pagina FB: Bravissima) che dopo il tour annuale di serate in tutta Italia arriverà per la finale ancora al Teatro Atlantic in dicembre. Appuntamento a BRAVISSIMA 2018!


BRAVISSIMA Enjoy your talent! www.bravissima.us

Up EVENTS Ph. Beppe C&PH

bravissimatalent@gmail.com castingbravissima@gmail.com Bravissima

BRESCIAUP

59


IL CASCINALE Ristorante & Pizza 030 877 6157

60

BRESCIAUP

Up EVENTS Ph. Stefano Giorgini

Via Verona 44 - Sirmione Il Cascinale . ristorante & pizza . Sirmione


Arabian NIGHT Terzo anno di successo

N

el 2015, quando il vulcanico presentatore televisivo e organizzatore di eventi top Valerio Merola propose al Cascinale di Sirmione la prima edizione di Arabian Night fu la giusta intuizione del grande interesse che le danze orientali suscitano non solo sui professionisti del genere ma su moltissimi appassionati. É stato il primo successo e lo start del percorso che ha permesso di arrivare alla terza edizione, con numero sempre crescente di ballerine partecipanti e sold out alla cena spettacolo, anche quest’anno svoltasi nella sala feste del rinomato locale sirmionese Il Cascinale. Quest’anno oltre al menù tradizionale arabo (cous cous , thé, dolcetti marocchini) gli chef, sotto la guida della bella titolare

Sadia e del giovane Omar, hanno abbinato un piatto italiano mediterraneo di pesce , ciò a simboleggiare l’incontro tra due culture diverse non solo gastronomiche, in prospettiva di pace ed armonia tra i popoli. L’evento firmato Valerio Merola in collaborazione con Anna Scaglia per Danza Armonia Danza Orientale (che si è esibita in tre coreografie molto applaudite con le sue ballerine) ha visto la partecipazione di grande successo delle star: Samara Raks e Grazia Manetti (per Tribal Dance Company). Molti applausi anche per Anna Montanari che ha suscitato simpatia con le sue ballerine hostess in un numero con accenni di burlesque , mentre una atmosfera particolare è riuscita a crearla Sara Abeni con il suo apprezzato assolo. Entusiasmo alle stelle per il balletto finale sulle note di “All I wont for Christmas is you” eseguito magistralmente dal gruppo di ballo capitanato da Anna Scaglia. Durante la serata Valerio Merola ha ringraziato tutti il pubblico e le ballerine, la sua super efficiente assistente Michela Plozza (tra l’altro titolare della scuola di danza Amon Ra nonché giurata per il talent show Bravissima), tra gli ospiti presenti proprio la vincitrice della categoria danza orientale di Bravissima 2016: Giulia Stefana. Il ringraziamento di Valerio è andato anche agli sponsor: Verona Auto, Carrozzeria Tiziano 5 Stelle, Vip’s Motel. Già fissato l’appuntamento per la quarta edizione 2018 di Arabian Night con altre novità!

BRESCIAUP

61


N G A G R A La Barbieria ha compiuto un anno!

ARGAGN La Barbieria info@argagn.it www.argagn.it

62

BRESCIAUP

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

Via Fabio Filzi 17a - Brescia Argagn - La Barbieria argagn_la_barbieria


Qui qualche scatto del grande evento, svoltosi mercoledĂŹ 13 dicembre nella splendida cornice di Via Fabio Filzi 17/a, nel cuore di Borgo Trento a Brescia. Brindisi, musica dal vivo e tanti amici per condividere insieme questo momento.

Tanti Auguri Argagn!

BRESCIAUP

63


THE KING AND QUEEN W

H

I

w Ristorante L’Incontro lincontro_bedizzole

64

BRESCIAUP

T

E

F

Up EVENTS

Ph. Sidoine Assignon

L

A

S

H

Via Capuzzi, 3 - Bedizzole 030 6870965


Sabato 13 Gennaio al Ristorante L’Incontro di Bedizzole, si è tenuto l’evento White Flash - The King & Queen organizzato dallo chef Paolo Zen, proprietario del ristorante. Tra gli invitati clienti e professionisti che hanno festeggiato, era presente Sidoine Assignon come fotografo e il Dj Beppe Marini a movimentare tutto.

BRESCIAUP

65


w Main Brescia main_brescia

66

BRESCIAUP

Up EVENTS

Via Codignole, 40 Brescia

Ph. Sidoine Assignon

030 346094


Secondo appuntamento DEEVA “i venerdì che non c’erano” Venerdì 19 Gennaio presso Main. Un modo glamour di iniziare il fine settimana, cena elegante con menù sempre ottimamente ricercati, su prenotazione, in compagnia della miglior cucina italiana, con sottofondo di musica dal vivo. Proseguendo con il Cocktail Music Party. La formula sembra la stessa di tanti eventi ma l’atmosfera all’insegna della semplicità e genuina allegria rendono le serate un evento che vi rende al di sopra della media perché il motto di DEEVA è

Non siate diversi. Siate esclusivi.

BRESCIAUP

67


COSTRUZIONI BELOMETTI

House Dream Party

Costruzioni BELOMETTI Via Fossadelli, 7 Capriolo (BS)

68

BRESCIAUP

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

info@costruzionibelometti.it www.costruzionibelometti.it Costruzioni Belometti


Anticipo di auguri con le famiglie amici, collaboratori e clienti presso la Pasticceria Valentina di Capriolo. Tra assaggi di prelibatezze e buone bollicine, chiacchiere e armonia, i Fratelli Belometti hanno così personalmente augurato il meglio per le festività e ancor più per l’anno ormai alle porte...

BRESCIAUP

69


Torna Remember V I N TA G E a Villa Fenaroli, la mostra mercato dedicata al Vintage, modernariato, design, handmade, remake, autoproduzioni e collezionismo d’epoca. Anche per questa nuova edizione primavera sono stati selezionati molti nuovi espositori provenienti da tutto il territorio nazionale di abbigliamento e accessori vintage, modernariato, oggettistica, arredamento d’epoca, autoproduzioni e handmade e saranno proposti nuovi e spettacolari eventi collaterali a tema. Sempre degli ottimi motivi per visitare ancora la manifestazione giunta ormai alla tredicesima edizione.

17 18

MARZO 2018

Un evento che anche nella scorsa edizione ha rispettato il solito grande interesse da parte del popolo del vintage e non solo ed ha permesso di fare un tuffo nel passato a migliaia di visitatori .

Remember V I N TA G E Un successso, che ancora una volta dimostra quel legame inscindibile con il passato che arriva intatto ai giorni nostri e che permette a chi non li ha vissuti di assaporare le atmosfere di quegli anni indimenticabili.

La manifestazione si svolgerà Sabato 17 Marzo in orario continuato dalle 11.00 alle 23.00 e Domenica 18 Marzo in orario continuato dalle 10.00 alle 20.00 e sarà arricchita con nuove e importanti realtà in tema. Nuovi spettacoli dal vivo come HAIRSTYLE IN CINEMASCOPE un workshop teatrale dei parrucchieri di Hair Vintage Team ispirato alle acconciature delle dive dei film degli anni ’40 ’50 ’60 nel Teatro Scalabrini , curato da Cut &Color, ColorYou e con la partecipazione di Raffy Angel Show con esibizioni di danza e ballo curate

70

BRESCIAUP

VILLA

Fenaroli


dalla coreografa Raffaella Rubagotti, dove l’hairstyle e le acconciature si incontrano con la musica, il ballo e lo spettacolo. A seguire Styling Corner sul palco per tutto il pubblico con acconciature e make up gratuiti a tema vintage La 2a edizione del CONTEST “ARE U VINTAGE” questa volta ispirato alla COPPIA VINTAGE in collaborazione con Costruttori di Idee, Talent Scout Events di Giuseppe Marletta e Milano Vip di Luigi Urrai. Esibizioni di boogie woogie offerte da Brixia Dance School, e nel cortile della Villa esposizione di auto e moto d’epoca a cura di 39 VANTINI Old Style e Musical Watch Veteran Car Club.

e oggettistica hand made a prezzi veramente appetibili. Remember Vintage è quindi l’evento ideale per tutti coloro che sono in cerca di complementi d’arredo, accessori d’epoca o più semplicemente per chiunque voglia fare un tuffo nel passato. Villa Fenaroli ha una proprio ristorante con una propria brigata di cucina e non si avvale di servizi catering esterni. Due bar e un ristorante resteranno

A Villa Fenaroli il tempo si cristallizza ancora una volta ai mitici anni ‘50 ‘60 ‘70 sabato 17 e domenica 18 marzo si respirerà aria di altri tempi nei saloni e nelle gallerie di Villa Fenaroli a Rezzato (Bs) con la tredicesima edizione di REMEMBER VINTAGE, la mostra mercato dedicata al Vintage che permetterà di fare un tuffo nel passato a migliaia di bresciani

Del resto come non ammirare gli abiti dei più grandi stilisti che ancora oggi ispirano lo stile e il modo di vestirsi ,perchè i corsi e ricorsi della moda sono come le onde del mare ,tornano sempre. Ecco allora sottogonne di tulle, pieghe morbide di gonne a ruota, o i micro golf “bon ton” da portare sopra le spalle nude e coprire le scollature vertiginose di abiti fascianti le micro borse con i manici oppure i guanti lunghi che ispirano sensualità. Una Mostra mercato nelle sale di questa prestigiosa dimora del ‘700 con il meglio di abbigliamento e accessori vintage , modernariato ,oggettistica , arredamento d’epoca ,autoproduzioni e remake con piùdi settanta espositori provenienti da tutto il territorio Nazionale. Una manifestazione di successo, che ancora una volta dimostra quel legame inscindibile con il passato che arriva intatto ai giorni nostri e che permette a chi non li ha vissuti di assaporare le atmosfere di quegli anni indimenticabili. Ci saranno dei veri professionisti del vintage, ma ci sarà anche chi si dedica al collezionismo, al remake e all’artigianato artistico per hobby. Tanti gli espositori hobbisti da tutte le parti d’Italia, con tante curiosità

Nella serata di Sabato 17 Marzo presso la sala Garibaldi vi sarà il Party di Remember Vintage con un ricco Apericena a buffet libero e Open bar con consumazione illimitata al prezzo di soli €20,00 dalle 19.30 alle 21.30 aperto a tutto il pubblico e anche agli espositori, con Dj set revival by Frank, a seguire cocktail bar e Dj set revival fino alle ore 23.00 con la partecipazione straordinaria in consolle del mitico Dj Antico Domingo. (dopo le ore 20.00 il pubblico non pagherà più il biglietto di entrata).

L’ingresso al pubblico è di 6 euro con biglietto valido per una singola giornata e possibilità di reingresso all’evento nella stessa giornata. L’ingresso è gratis per i bambini sotto i 12 anni e dog friendly, anche i nostri amici a quattro zampe saranno accettati se tenuti al guinzaglio.

progetto e organizzazione

attivi nelle giornate di fiera e verranno attrezzati con panini, pizze e tramezzini e menù con tariffe riservate per la fiera. Anche in questa edizione sarà inserito un Light Lunch dalle ore 12.00 alle ore 14.30 nella saletta colazioni con servizio a buffet a tariffa agevolata di € 15,00 per la fiera in entrambe le giornate di manifestazione.

Associazione Vinile Vintage Brescia www.eventivintage.it Alberto Carretta pickup@pickuprecords.com Fax: 03046441 Tel: 338 2001012 Franco Calzoni president.congressi@gmail.com Tel: 320 6705291

BRESCIAUP

71


PROGRAMMA VINTAGE

Villa Fenaroli 17 - 18 marzo 2018

SABATO 17 MARZO MOSTRA MERCATO VINTAGE 11.00 - 20.00 H.11.00 Apertura della mostra mercato all’interno della Villa, il meglio di abbigliamento e accessori vintage, oggettistica, arredamento d’epoca con numerosi espositori selezionati da tutta Italia tra collezionisti di modernariato e design, handmade, remake, makers e designers. ESPOSIZIONE AUTO E MOTO D'EPOCA In entrambe le giornate si potranno ammirare e fotografare una serie di moto e auto storiche esposte da Musical Watch Veteran Car Club e da 39 Vantini Oldstyle importante showroom di Brescia e punto di incontro per appassionati di oggetti d’epoca, inoltre si potranno ammirare e fotografare anche una serie di autovetture d’epoca esposte da vari collezionisti privati e amanti dei motori vintage. brunch e light lunch Due bar e un ristorante resteranno attivi durante l’evento con tariffe riservate per la manifestazione, anche in questa edizione sarà allestito un Light Lunch dalle ore 12.00 alle ore 14.00 con servizio a buffet al prezzo agevolato di € 15,00 in entrambe le giornate CONTEST MIGLIOR OUTFIT DI COPPIA VINTAGE Sabato 17 marzo durante la prima giornata di Remember Vintage 2a edizione del CONTEST “ARE U VINTAGE” questa volta ispirato alla COPPIA VINTAGE in collaborazione con Costruttori di Idee, Talent Scout Events di Giuseppe Marletta e Milano Vip di Luigi Urrai. Dalle ore 11.00 accoglienza e punto di ritrovo nel Teatro Scalabrini ,a seguire shooting fotografico nel cortile della villa con auto e moto d’epoca, dalle ore 17.00 sul palco del teatro di fronte ad una giuria qualificata, sfilata e premiazione dei tre migliori outfit di coppia con la partecipazione di

72

BRESCIAUP

modelli/e della Talent Scout Events ,della coreografa e ballerina Raffaella Rubagotti e del maestro e compositore Luciano D’Addetta. Mandate la Vs candidatura con il vostro look dagli anni ‘20 agli anni ‘80 alla pagina f Costruttori di Idee.

showroom di Brescia e punto di incontro per appassionati di oggetti d’epoca , inoltre si potranno ammirare e fotografare anche una serie di autovetture d’epoca esposte da vari collezionisti privati e amanti dei motori vintage.

BALLO 18.00 Sabato pomeriggio all’interno del Teatro Scalabrini ,durante il contest, Flash mob di boogie woogie dedicati ai balli degli anni ’40 ’50 e presentati dalla scuola Brixia Dance School.

L’ANGOLO ARTE di REMEMBER VINTAGE L’associazione Arte Cultura Ars Vivendi propone nella sala Arte di Villa Fenaroli una Mostra del gruppo “Fotografia - Arte Contemporanea” di Luigi Mazzoleni, dal titolo: Un salto indietro nel tempo. Le immagini sono state realizzate con l’obiettivo di stimolare ricordi e fantasie, passato e creatività in tema con la manifestazione.

HAPPY HOUR FUN PARTY

19.30 - 23.00

presso la sala Garibaldi vi sarà il Party di Remember Vintage con un ricco Apericena a buffet libero e Open bar con consumazione illimitata al prezzo di soli €20,00 dalle 19.30 alle 21.30 aperto a tutto il pubblico e anche agli espositori, con Dj set revival, musica, interventi di danza e giocoleria, a seguire dalle 21,30 cocktail bar e la disco dance groove ‘60 ‘70 ‘80 con in consolle Dj Antico Domingo fino alle ore 23.00. Sempre più coinvolgente il party di Remember Vintage a Villa Fenaroli (dopo le ore 20.00 il pubblico non pagherà più il biglietto di entrata alla Villa )

23.30: Chiusura

manifestazione

domenica 18 MARZO MOSTRA MERCATO VINTAGE 10.00 - 20.00 H.10.00 Apertura della mostra mercato all’interno della Villa, il meglio di abbigliamento e accessori vintage, modernariato, oggettistica, arredamento d’epoca, autoproduzioni, handmade e remake con numerosi espositori selezionati e provenienti da tutto il territorio Nazionale. ESPOSIZIONE AUTO E MOTO D’EPOCA In entrambe le giornate si potranno ammirare e fotografare una serie di moto e auto storiche esposte da Musical Watch Veteran Car Club e da 39 Vantini Oldstyle importante

HAIRSTYLE IN CINEMASCOPE Le pettinature delle dive del cinema 15.00 Dalle ore 15.00 sul palco del Teatro Scalabrini workshop teatrale dei parrucchieri di “Hair Vintage Team” ispirato alle acconciature delle dive degli anni ’40 ’50 ’60 , curato da Cut &Color, ColorYou e con la partecipazione del Raffy Angel Show dove l’hairstyle e le acconciature si incontrano con la musica, il ballo e lo spettacolo. A seguire Styling Corner sul palco per tutto il pubblico con acconciature e make up gratuiti a tema vintage. mostra fotografica di remember vintage Rassegna di altri scatti inediti e creativi tra moda, arte e design, tra passato e presente delle edizioni di Remember Vintage a cura di Fotoclub Valtenesi. chardonnay dixie band A grande richiesta torna la musica jazz e swing di questa divertente band dixieland di dieci elementi che accompagnerà il pubblico durante la manifestazione con spettacoli nel cortile e nei corridoi della villa creando un‘atmosfera di altri tempi.

20.00: Chiusura

manifestazione


Studio Dentistico

Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni. • Impiantologia tradizionale, computer - assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionisti con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni STUDIO DENTISTICO DR, AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030 / 2792590


NOVITĂ€ 2018 EcosostenibilitĂ ed efficienza energetica per il comfort abitativo

Il salotto del settore immobiliare

Il contest dove Moda e Design si incontrano

74

BRESCIAUP


LA FIERA DEDICATA A

ARREDI, COMPLEMENTI E PRODOTTI PER LA CASA E L’OUTDOOR

BRIXIA FORUM

FIERA DI BRESCIA . VIA CAPRERA 5

BRESCIAUP

75


Hyundai i30 FASTBACK

L

a location per provare questa nuova Hyundai i30 Fastback è l’autodromo di Franciacorta, tutto per noi e per la nuova i30. La sensazione di questa berlina coupè è un mix di praticità (grazie al portellone) e sportività. L’ultima arrivata è firmata Hyundai e si chiama i30 Fastback. La questione

della sportività non passa solo dalla linea affusolata e da una coda sfuggente. Il comportamento stradale infatti è notevole grazie anche al fatto che si è lavorato sull’assetto, all’assetto della 5 porte, quello della i30 Fastback è stato abbassato di 5 mm, mentre le sospensioni sono più rigide del 15%.

LE MISURE Come detto, però, da una berlina/coupé bisogna aspettarsi anche praticità e spazio. Subito le misure della Hyundai i30 Fastaback: 4,46 metri di lughezza (ovvero più 15 cm rispetto alla 5 porte) per un’altezza di 1,42 metri, cioè meno 25 mm rispetto al resto della gamma i30.

Accedere al vano bagagli è semplice grazie al portellone che apre a un vano di carico ampio e regolare. Il frontale della i30 Fastback conserva il family feeling con le altre i30, ma con proporzioni che accentuano il piglio sportivo. Un esempio? La Cascading Grille è più bassa e più larga, così

come sono inedite le prese d’aria e le luci diurne Led. Per la nuova Hyundai i30 Fastback la Casa coreana ha scelto una gamma colori particolarmente ampia che include colori perlati come Stargazing Blue, Micron Grey e Phantom Black, e metallizzati Clean Slate Blue, Intense Copper, Moon

Vivi nuove Emozioni. Vieni a scoprire Hyundai i30 AUTOBASE: Fastback presso Concessionaria Unica per Brescia e provincia. 76

BRESCIAUP

76

BRESCIAUP


A cura di

AttilioTantini

La sen sa berlina zione di qu e pratici coupè è un m sta tà arriva e sportività ix di ta . si chia è firmata H L’ultima ma i30 yunda ie Fastba ck.

Rock, Fiery Red, Platinum Silver, Ara Blue e White Sand oltre alle tinte pastello Engine Red e Polar White. E veniamo al capitolo propulsori. L’offerta parte da un 3 cilindri 1.0 da 120 cv o quattro cilindri 1.4 da 140 cv entrambi a benzina. Più avanti

è prevista la versione a gasolio: un 1.6 da 110 o 136 cv. Quanto alle trasmissioni, tutti i motori, a parte il piccolo 1.000 benzina, sono abbinati a un manuale a 6 marce e possono avere il doppia frizione a 7 rapporti. Particolarmente ricca la dotazione

di sicurezza e di sistemi di assistenza alla guida: non mancano la frenata automatica d’emergenza, il rilevatore di stanchezza, l’attivazione automatica degli abbaglianti, il mantenimento di corsia e il cruise control adattivo con funzione stop & start.

Via Foro Boario, 29 - Brescia Tel. 030 370 0322 infocommerciale@autobasebrescia.it Website. www.autobasebrescia.it BRESCIAUP

77


MOTORI

up

VALENCIA A cura di

Il vulcanico Bruno Sandrini organizzatore del “ Trofeo Moto Estate”, quest’anno ha allargato gli orizzonti motoristici con il nuovo Campionato Europeo Superbike Master Trophy.

C

’era la Superbike, quella vera fatta di piloti e moto che hanno scritto un’epoca. Ricordiamo le imprese di

Fogarty, di Bayliss per la scuola italiana Pirovano, Tardozzi, Monti. Questi piloti hanno fatto la storia della produzione racing, le stesse moto che potranno correre da quest’anno nella riedizione del Campionato Europeo Superbike Master Trophy. In pillole questa è l’idea di Bruno Sandrini, una amarcord della Superbike, quando i circuiti erano pieni di piloti e le moto erano fatte di meccanica pura. I mezzi, sparsi in giro per l’Europa sono molti, custoditi gelosamente da chi ha potuto

78

BRESCIAUP

permettersi di possedere un pezzo di storia del motociclismo. Il Trofeo si correrà su 5 prove, due in Italia, una in Spagna, una in Slovacchia e una in Croazia. Ed ecco perché tutto lo staff di “ Moto Estate” e di Motori a 360° si è trasferito in Spagna. Prima tappa a Valencia, è una delle destinazioni turistiche più dinamiche degli ultimi anni, città molto attraente, adatta ad ogni tipologia di pubblico. Valencia unisce storia, tradizione e modernità in modo sorprendente. È una città unica, tradizionale, innovativa, all’avvanguardia, ricca di contrasti, città animata da un ricco calendario di eventi ed è ampiamente ritenuta una delle destinazioni più complete d’Europa. Vicino, si fa per dire, c’è la città di Albacete dove ha sede il circuitito

Attilio Tantini

di Albacete, è un tracciato per competizioni automobilistiche e motoristiche, situato a meno di 10 km dal centro di Albacete, nella comunità autonoma di Castiglia-La Mancia, in Spagna. Venne inaugurato il 14 luglio 1990. La pista ha ospitato il campionato mondiale di Superbike dal 1992 al 1999. E proprio su questo circuito che Bruno Sandrini ha investito per questa prima edizione del Campionato Europeo Superbike. “Sulle 16 gare corse su questo autodromo, il pilota a vincerne di più è stato Carl Fogarty, con sei successi. Tante le manifestazioni delle due e quattro ruote, continua Sandrini, che si corrono su questo circuito, fra cui la Formula 3 spagnola di automobilismo e il campionato spagnolo di velocità di motociclismo”.


VILLAGGIO degli ORTI DOVE COLTIVARE LA TUA PASSIONE

AFFITTA un ORTO

Dai una svolta al 2018!

a San Zeno Naviglio

LE E T R E NI AP O I Z A T PRENO Scegli ORA il tuo ORTO Da oggi fino a

Dicembre 2018 a soli

€49 AL MESE

COSA INCLUDE L'AFFITTO: n. 1 orto da 40 mq (3,30 x 12 m) allaccio acqua e consumo dell'acqua incluso villaggio recintato e videosorvegliato

terreno analizzato annualmente corsi di formazione mensili corsi di cucina mensili Con il patrocinio di

338/4851789 info@villaggiodegliorti.it www.villaggiodegliorti.it

SIAMO IN Via P. Mascagni - San Zeno Naviglio ZONA RIST. FORCHETTONE Comune di San Zeno Naviglio


Beauty FORCE Beauty Force diffonde la cultura della bellezza e del benessere attraverso progetti solidali all’avanguardia L’impegno filantropico di Negretti, unito al suo sguardo d’avanguardia, gli è valso nel settore l’appellativo di “Pioniere della Bellezza”. È questa vocazione pionieristica che l’imprenditore bresciano ha trasferito nelle iniziative solidali di Beauty Force: “Credo in una continua esplorazione e nello scambio di culture per generare innovazione e influenzare positivamente il mondo ogni giorno. Desidero sviluppare soluzioni pionieristiche, ispirate allo studio di come il mondo realmente vive e sogna l’esperienza della Bellezza”, sostiene Negretti.

Beauty Force è un’associazione culturale senza scopo di lucro, nata dal desiderio di Giannantonio Negretti – Presidente della multinazionale NG Group, attiva da oltre 50 anni nel mercato della cosmetica tricologica – per promuovere e diffondere la cultura della Bellezza e del Benessere, patrimonio sociale, culturale ed economico dell’Italia e del mondo.

I PROGETTI Beauty Force diffonde la visione di Negretti attraverso iniziative solidali assolutamente all’avanguardia. Tra queste spicca il progetto “Proud to Be a Universal Beauty Pro”, rivolto a Professionisti del Beauty, studenti dei Centri Professionali, insegnanti e famiglie per sensibilizzarli all’importanza di svolgere una professione nel campo della Bellezza e per accrescere la consapevolezza delle opportunità economiche offerte da un settore che non conosce crisi, ma che è ancora poco considerato da giovani, insegnanti e istituzioni. Molte sono le iniziative legate al progetto “Proud To Be A Universal Beauty Pro”, ultimo in ordine di tempo il progetto di sinergia Scuola-Impresa attuato con il Centro di Formazione Professionale (CFP) “Educo” di Brescia, che ha dato la possibilità a una classe di progettare attivamente e arredare un laboratorio tecnico, destinato agli studenti dell’intero istituto. Beauty Force promuove e diffonde la cultura della Bellezza anche con le iniziative solidali “Biblioteche della Bellezza”, che coinvolge i Centri di Formazione Professionale (CFP) di tutta Italia, e “Biblioteche Tributo alla Saggezza”, dedicata alle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) per anziani. Nell’ambito di questi due progetti, Biblioteche della Bellezza sono state donate al CFP “Educo” di Brescia e all’Azienda di Formazione Professionale “Dronero” di Cuneo, e Biblioteche Tributo alla Saggezza alle RSA bresciane “Arici

80

BRESCIAUP Giannantonio Negre tti Pioniere della Bellez za

Sega” e “Villa Elisa”, alla RSA cuneese “Sant’Antonio”, e in ultimo alla RSA “Opere Pie Riunite Giovan Battista Rubini” di Romano Di Lombardia (BG). Una raccolta di 250 volumi è stata donata anche alla prestigiosa Facoltà di Scienza della Vita e Biotecnologie dell’Università di Ferrara. Fanno parte delle iniziative di Beauty Force anche le conferenze tematiche “Time Mind 6X20”, dedicate al mondo Beauty, in cui 6 relatori raccontano la loro professione in un intervento di 20 minuti a testa. Un sostegno concreto alla Formazione e un modo alternativo per far conoscere le professioni della Bellezza come autentici motori sociali. Anche la trasmissione Web “Essere di Più” nel 2017 si è impegnata a favore della crescita della Cultura Professionale: ogni mercoledì alle ore 11, sulla pagina Facebook del canale “Parrucchierando”, un ospite d’eccezione del mondo Beauty ha raccontato la propria esperienza lavorativa e professionale. Un palinsesto annuale di 52 puntate studiate per trasmettere agli ascoltatori l’orgoglio di svolgere una professione nel settore della Bellezza. La Bellezza salverà il mondo? Per Beauty Force è un dato di fatto, e il motivo per cui l’associazione promuove gratuitamente i progetti culturali dedicati alla Bellezza “Proud To Be a Universal Beauty Pro”, “Biblioteche della Bellezza”, “Biblioteche Tributo alla Saggezza”, “Time Mind 6X20” e la trasmissione “Essere di Più”. Perché la Bellezza è Patrimonio dell’Umanità e deve essere tutelata.


STUDIO CAPPIELLO

Siete pronti a scoprire la parcella occulta?

A cura di

Roberto Cappiello

Mifid II

Are you READY for Mifid II?

82

BRESCIAUP

C

on il nuovo anno è entrata in vigore la MIFID 2, la direttiva europea in materia di investimenti finanziari che introduce un ulteriore livello di trasparenza nel rapporto fra risparmiatori e intermediari finanziari rispetto a quanto introdotto dalla Mifid 1. Fra le novità più rilevanti troviamo quella relativa ai questionari di profilazione dei clienti che saranno integrati con domande volte a sondare più a fondo la reale conoscenza finanziaria dei risparmiatori. Inoltre i questionari saranno proposti con una maggiore frequenza. Altra novità è quella relativa alla product governance che introduce l’obbligo, per gli intermediari che realizzano e che distribuiscono prodotti finanziari, di adottare procedure finalizzate ad identificare la tipologia di risparmiatore al quale proporre ogni prodotto finanziario e garantire che il prodotto non venga offerto a quelle tipologie di clienti le cui caratteristiche non risultino coerenti con i fattori di rischio del prodotto. Infine la Mifid 2 introduce anche l’obbligo per gli intermediari di effettuare una rendicontazione periodica di tutti i costi e oneri applicati agli investitori

a fronte dei servizi di investimento prestati e inerenti ai prodotti finanziari acquistati e detenuti in portafoglio. L’informativa sui costi dovrà essere fornita ai clienti sia ex ante, in fase di proposizione di un servizio o di un prodotto, sia soprattutto ex post, in fase di rendicontazione dei risultati del portafoglio di investimenti. Le voci di costo dovranno essere esplicitate in modo dettagliato e non solo in termini percentuali ma anche in termini monetari. È evidente che da quest’anno ciascun risparmiatore avrà tutti gli strumenti necessari per conoscere il reale costo che sostiene annualmente su tutti gli investimenti in essere, sarà in grado di farne buon uso e ricavarne un consistente risparmio? Sarà in grado di ottenenre anche una riduzione dell’esposizione ai rischi che non è in grado di conoscere e tollerare? Dipenderà dalla sua reale volontà di comprendere e di interessarsi di più dei propri risparmi. Certamente riuscirà a conseguire un notevole vantaggio economico chi cercherà di entrerà nel merito elevando la sua cultura finanziaria, per tutti gli altri, non cambierà nulla.


BRESCIAUP

83


C O N FA RT I G I A N AT O 2 0 1 8

Il presidente: Eugenio Massetti

«Alla politica chiediamo più attenzione alle imprese»

S

iamo all’inizio di un anno carico di aspettative. Ci aspettiamo sia un anno di crescita. È quello che speriamo noi imprenditori, confortati dalle previsioni positive di molti indicatori economici, ma dobbiamo far sentire la nostra voce e sottolineare ancora una volta di più che si dia finalmente ascolto alle esigenze di chi lavora e produce quotidianamente, « contribuendo al benessere del nostro territorio». Così Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia alla vigilia degli appuntamenti elettorali delle elezioni politiche e quelle per il rinnovo del Consiglio e del Presidente della Lombardia. Con un richiamo proprio alla politica per chiedere con forza che si metta al centro il lavoro e l’impresa. «L’impegno di Confartigianato è quello di spenderci con energia nella rappresentanza e tutela degli interessi collettivi dell’artigianato e delle piccole imprese – prosegue Massetti. «Ciò significa essere presenti nei tavoli dove si elaborano le strategie che coinvolgono le imprese e sollecitare

84

BRESCIAUP

tutte le amministrazioni ad ogni livello, perché ascoltino le nostre esigenze di imprenditori e ne tengano conto nelle loro decisioni. Che poi sono sempre le stesse cose: semplificare la burocrazia che costa 33 miliardi di euro l’anno, 8mila euro a impresa, diminuendo il numero delle pratiche, delle scartoffie e degli adempimenti inutili. Abbassare le tasse sul lavoro, con incentivi che possano diventare strutturali per i nuovi ingressi, in particolare dei giovani. Facendo di più sul fronte dell’educazione duale, formazione e lavoro, e dell’apprendistato per offrire alle nuove generazioni un futuro di buona occupazione.

Al via la campagna tesseramento: “Con noi per crescere” A nome di tutti gli artigiani che rappresento, confido che le governance che usciranno da queste tornate elettorali comprendano che occorre tornare a credere nelle imprese e negli imprenditori che hanno saputo tenere testa meglio degli altri ai periodi negativi e in quelli positivi hanno fatto crescere l’economia e il benessere di tutto il territorio».

Nella foto il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia

Eugenio Massetti

Con il via al nuovo anno Confartigianato ha lanciato la nuova campagna di tesseramento 2018. «In un mercato in forte evoluzione e trasformazione le imprese hanno necessità di avere al loro fianco chi le assista in tutte le fasi della loro crescita e Confartigianato si rivolge a tutte le piccole e medie imprese, artigiani, commercianti, piccole industrie, professionisti e in generale il mondo delle partite iva. Da noi si può trovare tutto quanto può servire ad un imprenditore: dalla contabilità, paghe e contributi, formazione, ambiente e sicurezza, aggiornamento tecnico e normativo, innovazione, finanziamenti, bandi. E poi un ricco pacchetto di convenzioni, passando per il nuovo pacchetto di Welfare aziendale pensato proprio per le Pmi, sino all’energia dove grazie al nostro consorzio del CEnPI per la fornitura di energia elettrica e gas, siamo in grado di ridurre i costi e migliorando al contempo le condizioni di fornitura, riducendo quell’enorme gap che pagano le imprese rispetto alle dirette concorrenti europee – conclude presidente Massetti – perchè l’unione fa la forza e più siamo più forte faremo sentire la nostra voce».


ilBraciere ilBraciere

Specialità Mediterranee

Specialità Mediterranee Pesce di mare e Carne alla griglia Pesce di mare alla griglia Cucina VeganaeeCarne Senza Glutine Cucina Vegana e Senza Glutine

Seguici su:

Via Rizzini 38, Cazzago S. M. (BS)

38,autostradale Cazzago S. M. (BS) ...aVia 1kmRizzini dal casello di Rovato

Seguici su:

...a 1km dal casello autostradale di Rovato

Tel. 030 7254778 - 030 7751447

Tel. 030 7254778 - 030 7751447 www.ristoranteilbraciere.net

www.ristoranteilbraciere.net

Chiuso di giovedì

Chiuso di giovedì CUCINA BRESCIAUP

85


ESSERE&BENESSERE

La Top Ten dei vegetali

per depurarsi dalle feste Panettoni di ogni tipo, insalata di rinforzo e baccalà fritto sono solo alcuni degli ingredienti principali di questi giorni di festa e noi siamo tutti grati alla natura per averci dato tutto quello di cui avevamo bisogno per deliziare il nostro palato, però, c’è da dire che, a livello salutare, tutte le esagerazioni non fanno mai bene.

N

on è solo una questione di kili in eccesso. Alla fine cosa vuoi che siano un paio di kili se di contro abbiamo avuto la possibilità di mangiare ogni ben di Dio? Il problema è sentirsi stanchi, appesantiti, sazi e spossati non è davvero il massimo per iniziare la vita di tutti i giorni e soprattutto il nuovo anno. All’interno del nostro corpo chi ne risente maggiormente, oltre stomaco ed intestino, è il fegato, delegato a smaltire e metabolizzare cibi e bevande ed espellere scorie e tossine. Ed è proprio il nostro fegato che sta lavorando faticosamente per smaltire gli eccessi natalizi.

86

BRESCIAUP

Fortunatamente la natura non ci ha dato solo la sugna per struffoli e pastarelle, ma ci ha dato tutta una serie di frutti ed alimenti che possono aiutarci a depurare e ritrovare un equilibrio ottimale per il nostro fisico. Materie prime molto buone e gustose che utilizzate con un po’ di fantasia possono rendere colorati e saporiti i nostri pasti dieteticodepurativi. Sicuramente cerchiamo di bere almeno due litri di acqua al giorno ed integriamo la nostra alimentazione con abbondante frutta e verdura. Dovremmo mantenerci sulle 800 calorie per i primi 3 giorni e dopo 1200 calorie per i 10 seguenti. Evitiamo i carboidrati, soprattutto la sera, e preferiamo l’uso di carni bianche. Stiliamo una top ten degli alimenti base, invernali, per una buona dieta depurativa: Mandarini, Quinoa, finocchi, broccoli ed affini (verza e cavolfiore), rucola, sedano, carote, zucca, limoni e carciofi. I Mandarini, ricchi di vitamina C e di antiossidanti, migliorano il naturale processo di depurazione del nostro corpo e aumentano la produzione di enzimi, utili nella depurazione del nostro fegato. La Quinoa è un cereale dalle 1001 proprietà benefiche. Oltre ad essere molto nutriente contiene flavonoidi: quercetina e kaempferol. Queste sono molecole antiossidanti

A cura di

Diego Baiano

che hanno dimostrato di avere effetti antinfiammatori, antivirali, antitumorali e antidepressivi. Ricca di fibre, proteine, amminoacidi essenziali, magnesio, antiossidanti ed ha un basso indice glicemico. I finocchi hanno proprietà depurative del sangue e del fegato. Ottimi antinfiammatori, soprattutto per il colon. Proprietà Antiossidanti, che contrastano l’attività dei radicali liberi, e digestive dando benefici in caso di gonfiore addominale. I Broccoli ed affini sono appartenenti alla famiglia delle crucifere. Ricco di proprietà nutritive è amato dai più perché 100 gr di prodotto contengo solo 27 Kcal. La parte edibile della pianta, il 51%, sono sia le foglie (cavolo cappuccio, cinese, marino, nero, cavolini di Bruxelles e la verza) sia il suo interno (cavolfiore, broccoletti e broccolo). Ricchi di Vitamine, Sali minerali e fibra alimentare (B1, B2, C, Calcio, Ferro, Fosforo e Potassio) sono particolarmente efficaci nella cura della tiroide grazie alla presenza delle tiossazolidoni. Hanno un potere antianemico, cicatrizzante, emolliente, diuretico, depurativo e vermifugo. Aiutano a rinforzare le difese immunitarie grazie all’alto potere antiossidante. I broccoli, come tutti i vegetali, combattono la ritenzione idrica in quanto aiutano l’organismo


a disintossicarsi e ad eliminare prodotti chimici nocivi pericolosi. Probabilmente non tutti sanno che la Rucola appartiene alla famiglia delle Crucifere, la stessa dei broccoli, quindi le proprietà sono più o meno le stesse. In più la rucola è ricca di beta-carotene, luteina e zeaxantina. Il Sedano povero di calorie, solo 16 kcal per 100 gr di prodotto, e ricco di proprietà. Gli steli contengono importanti quantità di magnesio, fosforo, calcio, potassio, calcio e vitamine C, E, K ed alcune del gruppo B mentre nelle foglie ci sono grandi quantità di vitamina A. Una pianta dalle grandi virtù diuretiche, depurative e carminative. Ottimo alleato contro il meteorismo e la costipazione e stimola e migliora la digestione. Le Carote sono ricche di provitamina A e vitamine C, B1, B2, PP, D, E, sodio, potassio, calcio, fosforo, zuccheri e tante fibre solubili, prevalentemente pectina, ed il 95% d’acqua. Tutta questa ricchezza di nutrienti fanno della carota un eccellente prodotto con proprietà antiossidanti e depurative. Riduce i disturbi legati al colon irritabile. La Zucca nonostante sia un alimento molto dolce, è un alimento valido nelle diete ipocaloriche e adatta ai soggetti diabetici, grazie al suo contenuto bassissimo sia glucidico che lipidico, che compensano un alta percentuale di fibre, vitamine e Sali minerali. Formata dal 90% di acqua contiene 26 Kcal per 100 gr di prodotto. I Limoni poveri di calorie e ricche di benefici per il nostro organismo sono dei validi alleati per il corretto funzionamento del nostro organismo. Il potassio e la vitamina C sono i più presenti nel frutto. Tante sostanze ad azione antiossidante quali beta-carotene, criptoxantina, luteina e zeaxantina. altre sostanze presenti sono l’acido citrico, il limonene e i pineni (contenuti nell’olio essenziale di limone e nella buccia). I limoni hanno importanti proprietà antiossidanti, favoriscono la digestione, depurano l’organismo, antibatterici, diminuiscono i livelli di acido urico, aumentano le difese immunitarie, solo per dirne alcuni.

Ultimo ma non certo per importanza è il carciofo. Grazie alla presenza di acidi fenolici, protegge il fegato dall’azione nociva dei radicali liberi. La cinarina, che è contenuta nelle foglie, nello stelo e nell’infiorescenza della pianta, promuove la produzione e lo scarico di bile nel nostro corpo. I benefici della sua presenza riguardano la funzionalità epatica, i reni e le funzioni intestinali. Essendo un potente antiossidante favorisce la protezione delle cellule del nostro corpo, in particolare del fegato, evitando accumuli di grasso.

Via Malta 16/A - Brescia Zona Cavalcavia Kennedy BRESCIAUP

87


88

BRESCIAUP


BRESCIAUP

89


GALLERY

up

Paul GAUGUIN

P

aul Gauguin pittore francese, è considerato fra i maggiori interpreti del posti mpre ss i on i s m o, i n t e r p r e t e del Simbolismo. Il Simbolismo ha la tendenza a superare la rappresentazione oggettiva della realtà in una visione che carichi la realtà stessa di significati, rispondenti alle esigenze interiori dell’artista. Paul Gauguin nasce a Parigi nel 1848, in una famiglia spagnola con radici peruviane, borghese e tranquilla. La sua famiglia era molto nota di prestigio politico e finanziario, la madre era Flora Tristan, scrittrice molto nota, femminista ante-litteram, ribelle con simpatie socialiste. Il padre Clovis Gauguin, giornalista del giornale Le National, con idee repubblicane quindì nel periodo napoleonico partì

90

BRESCIAUP

A cura di

Emanuele Dall'Asta

per il Sud America e da lì si trasferì in Perù a Lima. Nel 1855 la famiglia in seguito ad alcuni problemi decise di tornare ad Orleans.

Courot, Coubert, Pissarro, Sisley e Monet. Grazie all’aiuto del tutore Arosa trovò lavoro come commesso presso un’agenzia di cambi.

Paul Gauguin iniziò a studiare al Petit Seminaire de la Chapelle SaintMesmin, ma senza esiti brillanti e nel 1861 si trasferì a Parigi. Il padre commerciava in guano, la madre faceva la sarta ed iniziò una relazione con Gustave Arosa, uomo d’affari ma tutto questo fece soffrire Paul Gauguin. In conseguenza fallì l’esame di ammissione all’Accademia Navale di Parigi per tanto decise di imbarcarsi sul Lusitano per girare il mondo, ritornò in Perù, scoprì Rio de Janeiro e nel 1867 giunse in India dove ebbe notizia della morte della madre. Ritornò in Europa partecipò alla guerra francoprussiana ed appena terminata si accostò alle Belle Arti. Si interessò all’Arte contemporanea e collezionò quadri di Cezanne, Delacroix, Camille

Nel 1873 si sposa con la danese Mette Gad da cui ebbe cinque figli, Emile, Aline, Clovis, Jean-Rene e Paul. Nel frattempo si appassiona alla pittura e diventa autodidatta con l’aiuto della figlia di Arosa e frequenta l’Accademia Colarossi. Le prime opere di Gauguin sono La Senna con il ponte di Jena e il sottobosco a Virofray. Grazie a Pissarro conobbe Cezanne e Degas. Di Cezanne apprezzava l’elaborazione del dato naturalistico, di Degas rimproverava la mancanza di emozioni nella sua pittura. Nel 1883 perse il suo lavoro di commesso presso l’Union Generale, quindi inizio a girovagare tra Parigi e Copenaghen. Nel 1886 a Parigi


partecipa all’ultima mostra degli impressionisti dove espone diciotto dipinti in stile Pisarro. In questo periodo produce cinquanta ceramiche in stile pre-colombiano e riproduce la Piccola danzatrice quattordicenne di Degas. Come ogni artista è inqueto, alla ricerca di una propria dimensione artistica che trova a Pont-Aven in Bretagna. In Bretagna sperimenta nuovi linguaggi pittorici e richiama intorno a sé Bernard e Laval. A Parigi ebbe modo di conoscere Theo Van Gogh, mercante d’arte e fratello dell’artista semi-sconosciuto Vincent Van Gogh. Dopo alcuni anni si traferisce in Martinica, colonia francese a Saint-Pierre resta entusiasta del posto e coglie la sua ispirazione nella vegetazione e nella popolazione. Le opere realizzate in questa atmosfera risultano piene di luce, ricche di una rigogliosa vegetazione con colori frizzanti, viola, verde e porpora. Theo Van Gogh lo convinse a ritornare in Francia e a trasferirsi insieme al fratello Vincent ad Arles ma questo periodo risulta poco produttivo. Nel 1889 espone a Bruxelles dodici tele ma con scarso successo, l’unico che lo notò fu il critico d’arte Octave Maus che apprezzò i suoi colori molto raffinati. Espone durante l’Exposition universelle a Parigi insieme ad Anquetin, Bernard, Laval e Schuffenecker. Conosce Redon, Maurice, Aurier. Nel 1891 si trasferisce a Tahiti dove realizza grandi opere: Orana Maria, Donna con un fiore, Manao Tupapao, Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? , per queste trae ispirazione dagli indumenti degli indigeni, dai colori. Si trasferisce in Polinesia impara la lingua maori e si fa costruire una capanna di bambù dove vive con il tetto di foglie, davanti all’oceano addobbata con stampe giapponesi, riproduzioni di figure giavanesi ed egizie. In questo periodo scrive Noa-No, la profumata, racconto autobiografico e romanzato sulle sue esperienze di vita nel quale parla del ritorno alla semplicità e della sua felicità. Nel 1897 porta a termine un manoscritto contro la Chiesa Cattolica e scrive per un giornale satirico Le Sourire. Nel 1901 si trasferisce a Hiva Oa nelle isole Marchesi alla ricerca di altri luoghi esotici dove realizza opere che esprimono serenità ed armonia. Continua a realizzare opere fino alla morte avvenuta l’8 maggio 1903.

BBRESCIAUP R E S C I A U P 91

91


Modella del mese

Cristina C. Mi chiamo Cristina ho 16 anni, sono di origini russe e vivo a Verona. Sono una ragazza ambiziosa, determinata e sognatrice, mi aspetto molto da me stessa. Attualmente studio ma questo non mi impedisce di pensare che i sogni vanno realizzati appena si ha l’opportunità. La mia frase preferita è: “Mai ti è dato un desiderio senza che ti sia dato anche il potere di realizzarlo.”

Cristina C.

*Le modelle del mese vengono presentate da AnthonyLe Models agenzia di Brescia Ph. Alex Giovita


93


PILLOLE di STELLE per il 2018 ARIETE L’ariete avrà due pianeti contrari Saturno e Plutone i quali chiederanno ai nati di questo segno di accrescere la cautela e la riflessione così da evitare situazioni di conflitto con la consapevolezza che saranno inutili, facendo in modo di evitare che si trovino nei guai. Un aiuto lo riceveranno da Urano in ariete e negli ultimi mesi dell’anno dal generoso Giove così da fare in modo di concludere il 2018 nella maniera migliore.

TORO Il toro avrà i riflettori puntati su di sè con pianeti favorevoli, quali Nettuno Plutone e Saturno, Giove li motiverà a delle trasformazioni continue a volte lente a volte veloci sarà Urano che da maggio darà maggior visibilità a questi cambiamenti. È una prima fase, più aprofitterete di questa condizione sfruttando questi ottimi passaggi planetari ora, tanto più questa fase sarà vantaggiosa per gli anni a seguire.

GEMELLI I gemelli non avranno più contro Saturno che toglierà la propria presenza nel segno. mentre Urano dal canto suo, nei primi mesi dell’anno li aiuterà ad affrontare le novità. Nell’ultima fase dell’anno Nettuno sarà ostile ai nati in questo segno rendendoli confusi e insicuri, e li potrà portare a fare passi falsi in ambito economico.

CANCRO Il cancro avrà un anno tra alti e bassi tra complicazioni e successi. Nel 2018 acquisiranno più sicurezza in se stessi e questo li aiuterà ad affrontare i cambiamenti e le contraddizioni che negli ultimi anni sono state per loro una costante. Con l’aiuto di Giove e Nettuno sapranno reagire nella maniera giusta alle difficoltà create da Saturno in opposizione che pretenderà da loro più responsabilità ed impegno. Tra maggio e novembre in aiuto avranno anche Urano in toro che porterà positività creando situazioni favorevoli anche per gli anni successivi.

LEONE I leone non dovranno farsi tentare da Giove in scorpione nel fare il passo più lungo della gamba. Urano in ariete, darà ai nati di questo segno energie e voglia di fare per ottenere cambiamenti che si riveleranno positivi. Attenzione però tra maggio e novembre quando Urano entrerà in toro e darà impulsività con il rischio di rovinare i risultati ottenuti negli ultimi periodi. I mesi della fine del 2018 saranno quelli più favorevoli e la fortuna sarà dalla loro parte.

VERGINE La vergine, complici i ritrovati buoni umore ed energia, riacquisirà fiducia in se stessa, troverà finalmente il modo di creare e sfruttare le opportunità per rendere migliore la propria vita, si sentirà più matura soprattutto da maggio e novembre dove avranno la fortuna dalla loro parte dovuta da Saturno e Plutone in capricorno da Giove in scorpione e da Urano in toro alla faccia di Nettuno che dai pesci farà in modo in momenti di incertezza, di farli sentire insicuri. Alla fine dell’anno sarà Giove in saggitario che porterà scompiglio occhio ai passi falsi.

BRESCIAUP

95


96

BRESCIAUP

BILANCIA

CAPRICORNO

Il bilancia avrà un anno non facile, tra Plutone e Saturno in capricorno e Urano in ariete porteranno i nati in questo segno a continui cambiamenti e decisioni non facili. La vita stessa che si sono creati fino ad ora sarà in discussione, avranno bisogno di riflettere sul futuro facendo scelte fondamentali lasciando andare situazioni che non hanno più senso. Ma non tutto l’anno sarà negativo, dovranno attendere però novembre, quando Giove in saggitario renderà le cose meno difficili dando loro una ritrovata forza.

Il capricorno vivrà un anno in ascesa in base agli obbiettivi o ai sogni che si erano prefissati vuoi nella professione, sociali o personali, ritroveranno delle soddisfazioni e rivincite che da tempo attendevano. Ovviamente per avere bisogna saper dare e nulla viene regalato, ma con l’aiuto dei pianeti tra i quali Saturno e Plutone in capricorno, avranno energia e forza per affrontare le occasioni che si creeranno complice Giove in scorpione. Periodo al top con Urano in toro tra maggio e novembre dove avranno dei primi riscontri di novità che si porteranno avanti negli anni successivi.

SCORPIONE

ACQUARIO

Lo scorpione, con Saturno e Plutone in capricorno insieme alla complicità di Nettuno in pesci e Giove in scorpione, avrà ad attenderlo un anno di successi e cambiamenti. Anche se con Urano in toro tra maggio e novembre non si devono far trovare impreparati ma pronti e attenti a coglierli facendo in modo che si concretizzino negli anni sucessivi, rendendo i traguardi raggiunti ancora più solidi.

Ai nati in acquario, le stelle negli ultimi anni hanno portato soddisfazioni sia lavorative che personali dando una certa stabilità. Nell’anno in arrivo dovranno stare allenti a mantenere la costanza verso quanto raggiunto, perchè nel 2018 Giove in scorpione li metterà alla prova. Avranno però un aiuto da Urano in ariete, fino a che tra maggio e novembre sarà in toro e potrebbero cambiare le cose. Giove in saggitario, da novembre sarà dalla vostra parte e darà una mano a riprendere la situazione.

SAGITTARIO

PESCI

Il sagittario ha vissuto anni difficili, con Saturno nel segno, ma con il favore di Urano ne uscirà bene, ancor di più quando sarà in ariete e trasmetterà coraggio verso le novità che i nati in questo segno affronteranno con consapevolezza. Non tutti i pianeti saranno a loro favore solo Nettuno in pesci li renderà più insicuri togliendo loro delle certezze soprattutto in ambito affettivo. Dovranno saper colmare il vuoto che sentiranno. A novembre Giove sarà in sagittario: chiusura dell’anno da top ten!

I pesci negli ultimi anni non hanno avuto vita facile. Nel 2018 andrà meglio, complici Saturno, Plutone, Nettuno, Giove, e Urano che tra maggio e novembre porteranno situazioni a loro positive dove ne saranno i protagonisti, avranno la possiblità non solo di accontentarsi della serenità, ma potranno ottenere di piùavendo dalla loro parte la fortuna, da ripagare facendo le azioni e le scelte giuste. Le tensioni sarà possibile averle in agguato tra novembre e dicembre, quando Giove sarà in saggitario, state in allerta.


NUOVA JAGUAR E-PACE

GUIDALA COME SE TUTTI TI STESSERO GUARDANDO.

Abituati a essere al centro dell’attenzione con Nuova Jaguar E-PACE. Il nostro primo SUV compatto è creato per attirare ogni sguardo con il suo look irresistibile e le sue performance da vera sportiva, che si faranno notare in ogni condizione grazie alla trazione integrale All Wheel Drive. Dotazioni di serie come il Parking Pack e i fari Full Led ti garantiranno inoltre praticità e sicurezza. Con il suo cuore sportivo e il suo design curato in ogni dettaglio, il nostro cucciolo di giaguaro farà di ogni strada la sua passerella.

BRESCIA MOTORI

Via Padana Superiore 34, Castegnato 030 3229881 concierge.bresciamotori@jaguardealers.it bresciamotori.jaguar.it

Consumi Ciclo Combinato da 4,7 a 8,0 l/100 km. Emissioni CO2 da 124 a 181 g/km. Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di JAGUAR FINANCIAL SERVICES. Jaguar consiglia Castrol Edge Professional.

Profile for Emanuele Zarcone

Brescia up gennaio 2018  

Brescia up gennaio 2018

Brescia up gennaio 2018  

Brescia up gennaio 2018

Advertisement