Page 1

120

€ 3,00

FEBBRAIO DUEMILADICIOTTO

SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N°46) ART. 1 COMMA 1. DCB BRESCIA - LE COPIE DISTRIBUITE PRESSO I LOCALI PUBBLICI E AGLI SPONSOR SONO COPIE OMAGGIO.

BRESCIAUP

FEBBRAIO 2018

a Brescia

UN’INIZIATIVA

www.bresciaup.it

Il nuovo Store di Brescia in Viale Sant’Eufemia, 33 - Tel. 030 3761505


Manerbio Strada Per Leno 3

Brescia viale venezia 1

Cremona via dante 133

Tel. +39 030 9937565 - info@fingenium.it - www.fingenium.it


Innamoratevi. Almeno una volta nella vita, non importa

per quanto, come o di chi, ma innamoratevi. È tutto un gran casino, ed è bellissimo.” Charles Bukowski.

BRESCIAUP

1


SOM MA RI 74 O

34

{ 2

BRESCIAUP

EVENTI

REDAZIONALI FA B I O R O L F I in visita alla RSA Anni Azzurri

34

R E M E M B E R V I N TAG E Happy Hour

74

NG GROUP Tributo alla saggezza

80

COVER STORY RECORD È CUCINE

arriva a Brescia!

20

56

GIOIELLERIA LODA Coffe Break

59

F R E S C O - L o c a n d a Pe s c e & P i z z a Ridi di Gusto

60

GRUPPO BOSSONI Presentazione della nuova Volvo XC 40

62

CARNEVALE IN VILLA Party “Musica & Moda”

65

MAISON D’OR Anniversary

68

ISA & CHIA B-DAY presso Eleven Club-Room

70

BRESCIA MOTORI Presentazione All-New Range Rover Sport

72

CARNEVALE DI BAGOLINO Il carnevale si scatena al passo dei “balarì”

60 62 68

20


{

RUBRICHE

04

C A R I C AT U R A D E L M E S E di Alessandro Arrighini

12

V I G N E T TA D E L M E S E di Riky Modena

16

POESIA di Tuly Sigalini

18

C O N S I G L I DA M AT R I M O N I O di Chicca Baroni

22

MOTORI di A ttilio Tantini

27

NEWS DEL MESE di Laura Gorini

28

CUS BRESCIA di Roberto Zarrillo

31

S T R AT E GY di Sidoine Assignon

36

STUDIO LUMINI di Emanuele Lumini

38

ART di Pietro Bazzoli

up!

up!

up!

76

38

48

51 L’ A N T I C O E G I T T O di Edward Battisti

40

PERSONAGGIO DEL MESE di Laura Gorini

42

INTERVIEW di Laura Gorini

46

FA S H I O N di Laura Gorini

48

DJ DEL MESE di L orenzo Tiezzi

51

IL MIO PUNTO G. di Gloria Del Vecchio

76

MISS DEL MESE Noemi Bonetti

78

NEWS di Antonio Russo

82

NEWS FROM ROME di Domenico Ferrari

84

C O N FA RT I G I A N AT O di Eugenio Massetti

86

MOTO-AVVENTURE di Simone Mor

91

DUE CHIACCHIERE CON... di Maria Verderio

92

MODELLA DEL MESE di AnthonyLe Models

94

OROSCOPO Marzo 2018

95

up! up!

up!

92 94

{ BRESCIAUP

3


BRESCIAUP BRESCIA UP BRESCIA UP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N° 37/2007 DELL’8 SETTEMBRE 2007

C A R I C AT U R A

DEL MESE

DIRETTORE RESPONSABILE

Renata Sortino (info@bresciaup.it)

CAPOREDATTORE

Manuela Prestini (info@duesseadv.it)

DIRETTORE EDITORIALE

Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it) MARKETING

Mauro Bonometti (info@bresciaup.it)

GRAFICA E IMPAGINAZIONE

Anita Veres

(ufficiografico@bresciaup.it) WEB & SOCIAL

Sidoine Assignon

(bresciaupvideos@gmail.com) REDAZIONE E UFFICIO STAMPA

Antonio Russo

(info@bresciaup.it) STAMPA

Staged SRL PHOTO

Selene Zarcone Sidass Attilio Feder Riccardo Guerini StudioUp Patrick Merighi Filippo Venezia COLLABORATORI Chicca Baroni, Gloria Del Vecchio, Edward Battisti, Rossano Caffi, Roberto Cappiello, Anthony Le, Emanuele Lumini, Simone Mor, Attilio Tantini, Maria Verderio, Laura Gorini, Caterina Musciarelli e Roberto Zarrillo REDAZIONE

Via Orzinuovi 10 - Brescia Tel. 339/ 6836770 ABBONAMENTI

www.bresciaup.it E-mail: info@bresciaup.it 4

BRESCIAUP

Caricatura di

Alessandro Arrighini


Giornata Trollbeads

Sabato 3 Marzo dalle 10:00 alle 19:00

www.giornatatrollbeads.com

ACQ UI STA UNA C HI U S U R A , I N R E G AL O I L BR AC C I A L E I N A R G E N TO. * * P r o m o z i o n e va l i d a s u l l ’ a c q u i s t o d i u n a C h i u s u r a T R O L L B E A D S a p a r t i r e d a 4 5 € . Va l o r e d e l b ra c c i a l e i n o m a g g i o , 4 5 € . M a g g i o r i i n f o r m a z i o n i s u l s i t o , W W W . T R O L L B E A D S . C O M

Pia zza della Log gia10 Brescia · 030 45442


Correspondent

Manuela Prestini Ogni uomo nasce con un suo volto. Questo volto racconta inevitabilmente chi siamo, da dove veniamo.

I

l nostro volto ci inchioda alla storia. La maschera di carnevale è la fuga dalla propria storia, la libertà della propria identità tramite il travestimento un giorno e per quel giorno… Ma ci sono persone che questa maschera la portano sempre. Prima o poi nella vita tutti abbiamo avuto a che fare con delle persone false: un amico o un’amica dal comportamento ambiguo, qualcuno i

6

BRESCIAUP

cui pensieri e sentimenti non sono mai stati davvero chiari o, peggio, alla fine si rivelavano l’esatto opposto di ciò che traspariva in superficie. Quando cade la maschera e scopriamo il vero volto di quello che credevamo un amico, e per questo rientra di diritto nella categoria delle persone false, la delusione e il senso di tradimento possono essere grandi, soprattutto se avevamo investito molto in quel rapporto e credevamo nell’amicizia che ci legava a quella certa persona. Ad esempio il tempo che una persona ti dedica, è uno dei segnali da non sottovalutare, noi per loro magari ci adoperiamo nel momento del bisogno o di divertimento, a far si che facciamo parte della nostra vita, ma alla prima nostra richiesta, accampano scuse. Il modo che hanno di parlare degli altri apostrofandone i difetti è un altro motivo di allerta, poi lo potranno sicuramente fare anche nei vostri confronti. Ma anche come

reagisce ai tuoi successi. Dice «Brava! Congratulazioni!», ma le sue labbra si contraggono in una smorfia che sembra più un ghigno che un sorriso. Forse il tuo amico/a non è poi così felice per la tua promozione. Tendono a provare invidia, competizione, queste persone hanno l’abitudine di raccontare bugie, a causa del loro senso di inadeguatezza e inferiorità verso gli altri e con questo a far credere di essere quello che non sono sentendosi sempre un passo avanti a te. Quando con certe persone ti senti a disagio, non sai nemmeno spiegarti ma non ti senti mai completamente te stessa e non riesci ad essere davvero rilassata, un qualcosa ti dice che è meglio non aprirti fino in fondo, ecco questo è il tuo istinto che ti manda questi segnali, di solito non sbaglia, forse è meglio che gli presti ascolto. Nel privato ed in altri periodi che non sia il carnevale, una sorta di maschera ci troviamo inconsciamente a indossarla un po’ tutti.


Giù la maschera Carnevale è finito...

A Natale ad esempio quando è proprio il detto “a Natale puoi...” Ok, ma cosa? Essere più buoni? Certo il riferimento pubblicitario è rivolto ad un prodotto, ma dovremmo esserlo tutto l’anno, oppure come altra ricorrenza più recente, San Valentino, wow la festa degli innamorati, per chi ha, o ha ancora qualcuno con cui farlo, prodigandoci in cene regali e sorrisi, come se in quel giorno ci sia una sorta di incantesimo dove, si rivaluta la persona accanto, noi stessi, così pure il rapporto, come il migliore che ci sia, soprattutto dopo vari anni e i loro alti e bassi, salvo arrivare al giorno dopo, e fare come all’epifania che tutte le feste… e i buoni propositi… si porta via? Si può essere! Ma è la vita, il tempo che passa e che modifica i rapporti, anche se a volte questa famosa “maschera” in un certo qual modo la indossiamo, ben venga, importante è vivere questi alti e bassi e i buoni propositi, dando un senso allo stare insieme, nel caso specifico dell’amore, andando oltre “le maschere” che si indossano in certi momenti, riuscendo a toglierle… e non essere soli a farlo… Un abbraccio

Manuela

Via Malta 16/A - Brescia Zona Cavalcavia Kennedy BRESCIAUP

7


Se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi annuali devi adottare

mentalità del mediano. la

Correspondent

Emanuele Zarcone Gli italiani perdono le partite come fossero guerre e le guerre come fossero partite.”

D

- W. Churchill.

a qualche settimana sto riflettendo sui miei obiettivi annuali e su un errore che ho commesso più volte nel rincorrerli . E più penso a questo errore e più mi torna in mente un ruolo calcistico: il mediano…

8

BRESCIAUP

L’IMPORTANZA DEL MEDIANO Ve lo ricordate quel brano di Ligabue? “Una vita daa mediano, a recuperar palloni, nato senza i piedi buoni, lavorare sui polmoni […]. Una vita da mediano, da chi segna sempre poco, che il pallone devi darlo, a chi finalizza il gioco […].” Diciamocelo, il mediano è lo sfigato di una squadra di calcio, quasi peggio del portiere. Gioca nelle retrovie, è sempre a servizio dei compagni, corre fino a farsi scoppiare i polmoni e quando riesce a passare una buona palla all’attaccante che la infila in porta, non si prende neanche uno straccio di applauso. Un lavoraccio.

Chi vorrebbe giocare da mediano? Nessuno. Vogliamo essere tutti degli attaccanti. Vogliamo segnare. Vogliamo la gloria. Sì, vabbé, ho capito: la solita importanza del duro lavoro e del sacrificio per raggiungere i propri obiettivi. No, onestamente in queste settimane stavo riflettendo su altro. C’è infatti una caratteristica del ruolo del mediano che lo contraddistingue rispetto agli altri giocatori e sono sempre più convinto che questa stessa caratteristica sia spesso trascurata quando lavoriamo sui nostri obiettivi.

RAGGIUNGERE I PROPRI OBIETTIVI “Recuperando Palloni” “Nel calcio come nella vita non basta segnare. Bisogna vincere.” Alla prossima, Emanuele Zarcone


Ceremony Brescia, via Triumplina 235


Quando dico capelli “ribelli” a che cosa pensi?

I CAPELLI RIBELLI SONO CAPELLI CHE... Diventano crespi con l’umidità Hanno un volume eccessivo Hanno ricci non definiti Si elettrizzano facilmente Sono difficili da gestire Si annodano facilmente

OVVERO CAPELLI INDOMABILI! 10

BRESCIAUP


-

UNA MISCELA UNICA DI TRE BURRI PER CONTROLLARE QUALSIASI TIPO DI CAPELLO RIBELLE:

BURRO DI KARITE DAL BURKINA FASO Il burro di Karitè proviene dai semi di una pianta africana, la vitellaria paradox, un albero alto e imponente. Il burro viene usato nei paesi occidentali per la preparazione di prodotti cosmetici, mentre nelle culture africane è usato come alimento.

Definita anche pianta dell’Eterna Giovinezza, viene impiegato nella cosmesi naturale grazie alle sue proprietà emollienti e nutritive.

La presenza di vitamine, acidi grassi e minerali fanno si che il burro di Karitè sia adatto per nutrire in profondità e idratare pelle e capelli, per un effetto morbido e luminoso.

3 B U TT E R C O N T R O L S Y S T E M IL PRIMO SISTEMA PER TUTTI I CAPELLI RIBELLI, CON BURRO DI MURUMURU, KARITÈ E CUPUAÇU •

Nutrimento leggero immediato

Protezione dall’umidità

Azione anti crespo giorno e notte

Effetto disciplinante fino a 3 giorni

Senza solfati Senza parabeni Senza oli minerali Senza coloranti artificiali

+

Fino al 50% plastica riciclata

SCOPRI LA MISCELA “ 3 BUTTER BLEND “

Via della Musia, 50/52/54 - 25135 - S. Eufemia (BS) E-mail: info@biokalecosmesi.it | www.biokalecosmesi.it

Biokale Cosmesi

BRESCIAUP

11


V I G N E T TA D E L M E S E di

Riky Modena

Macc Base Sistem Triplic Misur Capac Illumi


Ice Cube ®

SANIFICHIAMO CONGELIAMO DEODORIZZIAMO

china per trattamento bicchieri Alimentazione :12 volt ( alimentatore incluso) in acciaio inox AISI 304 Batteria: ricaricabile ( inclusa) ma di trattamento: Flash Ice System ® Gas utilizzato: C02 Alimentare TUNDRA ICE INTERNATIONAL ce azione: congelante -sanificante -deodorizzante Temperatura bicchiere a fine trattamento: -47° Via Industria, 39 - 25030 Torbole Casaglia (BS) Italy www.tundraice.com re in cm: 20,2 X 21,2 X 43 mail: info@tundraice.com - Autonomia : 180 bicchieri con una bombola da 5 litri cità : 1 bicchiere Brevetto internazionale inazione inazione: led ultra luminus Costruito ed assemblato interamente inte in Italia


Via Fossadelli, 7 - Capriolo (BS) Costruzioni Belometti


V I G N E T TA D E L M E S E

info@costruzionibelometti.it www.costruzionibelometti.it


IL CANTO DELLE SIRENE...

Fiore d’inverno Mi coglie un fiore in petto il pensiero dei tuoi occhi. Nessuno sa che c’è un giardino in me, l’incanto è nell’ombra. Mi fa volare senza avere ali, tingendo di sfumature lievi giorni ove fino a ieri era buio. Ho camminato a lungo, ho aperto tante porte sul vuoto, ho desiderato sconosciute malìe, quando c’eri tu sul ciglio del mio cielo. Inciampare nel tuo tempo, per caso, ha colmato le zolle della mia terra, Tu, vomere che il mio grembo aspettava. ‘mi coglie un fiore in petto...

Tuly Sigalini

16

Poesia di

Tuly Sigalini


Hyundai Tucson. Da 0 a 1.000 in un istante.

Solo questo weekend scarica online l’Instant voucher di 1.000 euro in aggiunta alle promozioni in corso e valido su 1.000 Tucson disponibili a stock. Ti aspettiamo sabato e domenica negli Showroom Hyundai.

Scopri di piĂš su hyundai.it

Gamma Tucson: consumi l/100km (ciclo medio combinato) da 4,6 a 7,6. Emissioni CO2 g/km da 119 a 177. Il voucher è cumulabile alle promozioni in corso e valido solo sulle 1.000 Tucson disponibili a stock, da immatricolare entro il 28/02/2018. Offerta valida fino ad esaurimento scorte. Voucher non valido per le versioni Tucson XPlus e Tucson GO! *Condizioni e limiti della garanzia Hyundai su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx. Tale Garanzia proposta non si estende a tutte le componenti delle autovetture. La Garanzia Hyundai di 5 Anni a Chilometri Illimitati si applica esclusivamente ai veicoli Hyundai venduti al cliente finale da un Rivenditore Autorizzato Hyundai, come specificato dalle condizioni contrattuali contenute nel libretto di garanzia.


CONSIGLI DA M AT R I M O N I O

Tendenze

2018

Le 7 tendenze di quest’anno nel mondo del wedding: 1. ADDIO AL TOTAL WHITE Il bianco è per eccellenza il colore dei matrimoni, non c’è sposa che vi rinuncerebbe e non c’è motivo di farlo. Ma per i matrimoni del 2018 prevediamo un ritorno dei colori... Sto parlando di una wedding color palette, ovvero di una combinazione di colori che fanno da guida al tuo matrimonio. Saranno i colori che indicherai alla grafica per comporre le tue partecipazioni e alla fiorista per creare le composizioni del centrotavola. Potrebbero essere i colori degli accessori delle damigelle o quelli delle tovaglie… Una cosa è certa: scegli i colori del tuo matrimonio con la cura con cui abbini i tuoi vestiti ogni mattina davanti allo specchio, ne va della tua immagine e dei tuoi ricordi.

2. UN CALOROSO BENVENUTO Da bambina mi divertiva un sacco quando mi capitava di passare davanti all’ingresso di una chiesa e vedere che c’era la sposa. Lo capivo dalle macchine parcheggiate nel piazzale ma soprattutto lo capivo dai fiori o dal tappeto bianco che si intravedeva dietro la porta... Il solo vedere quei dettagli mi rendeva euforica e trascinavo dentro mia mamma per curiosare. Una tendenza per i matrimoni 2018 è quella di valorizzare il momento dell’ingresso. Si mettere un cartello all’ingresso della chiesa, decorare la quercia secolare del giardino della location, disegnare con fiaccole e

18

BRESCIAUP

A cura di

Chicca Baroni


lanterne il percorso per raggiungere la zona degli aperitivi. Dare il benvenuto agli ospiti è un modo per renderli partecipi della vostra grande gioia sin dall’inizio, gli restituisce la sensazione di far parte di qualcosa di bello, di grande, di emozionante ed è un gesto che merita davvero di essere fatto.

3. PIANIFICARE ON LINE Siamo sempre al cellulare, ammettiamolo. Tra telefonate, e-mail e messaggi, guardiamo più lo schermo dell’iphone che quello della televisione. Negli ultimi anni lo abbiamo notato e sono pronta a scommettere che per i matrimoni 2018 la tendenza sarà quella di utilizzare gli smatphone per organizzare il matrimonio. Il vantaggio delle innumerevoli app dedicate al matrimonio è che puoi avere in ogni momento a portata di mano tutti i dettagli che riguardano le tue nozze: le misure del giardino della location, l’agenda che ti ricorda quando devi versare il saldo al fotografo, gli indirizzi dei fornitori da impostare su google maps prima di recarti agli appuntamenti. Senza contare che puoi utilizzare il web anche per i tuoi invitati creando un mini sito web dove raccogliere le info che riguardano le tue nozze e fornirgli dettagli utili per partecipare in modo costruttivo al tuo matrimonio.

4. COL NASO ALL’INSÙ Quando si organizza un matrimonio bisogna utilizzare le decorazioni usando tutte e tre le dimensioni: altezza, larghezza e profondità. Inserire tra le decorazioni elementi verticali e creare giochi di altezze è fondamentale per creare la giusta atmosfera. Una tendenza per i matrimoni 2018 che viene dall’America è proprio questa: decorare in verticale. Perciò sbizzarritevi con candelabri lussuosi e filari di lampadine (a seconda del mood delle nozze) e decorate anche la porzione di cielo che è appena sopra di voi. Sarà tutto più magico, garantito.

5. COME IN UN GIARDINO Sarà che ormai siamo tutti attenti all’ecologia e alla natura, ma il mood “green” va tantissimo negli ultimi anni e si conferma una tendenza che avrà successo anche nel 2018. La filosofia che ci piace di più è quella di ispirarci per le decorazioni floreali alla naturale forma che hanno le aiuole dei giardini. Niente più composizioni compatte che disegnano delle sagome perfette e via libera a composizioni scomposte ma volutamente bilanciate nelle proporzioni. Avete presente il look “finto spettinato” che va tanto di moda nei capelli? Ecco, si fa lo stesso con gli addobbi dei matrimoni per ricreare l’effetto fresco e spontaneo di un mazzo di fiori appena colto in giardino.

6. IL DIVERTIMENTO VIEN MANGIANDO So che siete sempre alla ricerca di idee e ispirazioni per coinvolgere i vostri ospiti e dato che tutti passeranno del tempo stazionando davanti al buffet degli aperitivi, perché non coinvolgerli in quel momento? Un’idea che trovo deliziosa sono i dispenser per i succhi di frutta o l’acqua aromatizzata... Aprire la valvola è divertente per grandi e bambini. Altra idea sono i doughnuts: le ciambelline si sono guadagnate di recente un posto nell’angolo dei dolci dei matrimoni più all’ avanguardia.

7. THE GOLDEN TOUCH Tornando a parlare di colori, una tendenza matrimonio 2018 è quella di usare dettagli preziosi per illuminare una palette dai colori neutri. Se amate il bianco, il tortora, il grigio chiaro e cercate l’eleganza in ogni dettaglio allora questa idea è per voi! Accostate il vetro, il cristallo, la tovaglia bianca, i fiori dai toni chiari a dettagli oro – bronzo – argento – metallico. Vedrete che scintillio! Una vera novità che vedremo nel 2018? Il rame...

Chicca Baroni BRESCIAUP

19


Record è Cucine:

“La Prima” a Brescia! Un’ iniziativa di METAVERSO Finalmente anche a Brescia arriva il design moderno e l’innovazione in cucina, proposti all’interno di un’ esperienza di ascolto e progettazione attenta ai sogni di tutti i nuovi chef. Con l’apertura del primo store “Record è Cucine” in viale Sant’Eufemia 33, il sogno di una cucina capace di coniugare l’essenzialità di linee e colori contemporanei con la massima funzionalità diventa reale. Tutti potranno toccare con mano la qualità del made in Italy e sentirsi accompagnati nel percorso di scelta della cucina più adatta alle proprie esigenze. Infatti “Record è Cucine” si prende cura dei desideri dei propri clienti e offre loro una progettazione completa dell’ambiente inclusa ”illuminazione, finiture e accessori vari”. L’apertura dello spazio espositivo di “Record è Cucine” è un’iniziativa del gruppo Metaverso, che, in continuità con il proprio core business legato all’arredamento, ha deciso di investire su un marchio di cucine storico con il quale ha condiviso il progetto, creando un luogo dedicato interamente a questo settore. Lo Store è infatti con tecnologia avanzata il primo in Italia di questo tipo e vuole diventare un punto di riferimento per Brescia e provincia, ed un esempio da replicare.

20

BRESCIAUP


Insieme vogliamo rendere questo spazio unico ed irripetibile per ogni cliente, studiato su misura, farlo diventare il cuore della casa, il luogo in cui si trascorrono i migliori momenti della giornata.

“Record è Cucine” ha già aperto i battenti ed è visitabile dalle 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 19 dal lunedì al sabato. L’inaugurazione per tutti coloro che amano il design e la tecnologia al servizio del buon cibo, si è tenuta venerdì 23 febbraio 2018. Sabato 24 febbraio 2018 è stato presentato uno Show Cooking. “Record è Cucine” è un marchio veneto attivo da quasi quarant’ anni su tutto il territorio nazionale, che da sempre offre un’ampia gamma di cucine in grado di esaudire i desideri di tutte le famiglie, le nuove coppie, i single e di tutti coloro che sognano uno spazio creativo e accogliente in cui gustare in compagnia le proprie creazioni culinarie. Per comprendere le esigenze dei diversi clienti diventa fondamentale l’ascolto; i personal designer sono formati per aiutare ciascuno ad esprimere i propri progetti e per consigliare le migliori soluzioni tenendo conto anche dei tempi di realizzazione e dei budget in modo da ridurre al minimo i disagi. Per questo sono disponibili a seguire i clienti in più incontri di approfondimento così da disegnare insieme un progetto a 360 gradi che permetta loro di iniziare a vivere pienamente la propria casa. “La lunga esperienza di “Record è Cucine” nella produzione di alta gamma si coniuga perfettamente con le nostre competenze di progettazione e di vendita” dice Marco Garbi, Amministratore Delegato del gruppo Metaverso. Per tutti coloro che amano la buona cucina, il benessere e la convivialità creiamo il luogo giusto per far vivere la propria casa con sapore ed emozioni.

BRESCIAUP

21


MOTORI

up

CASTREZZATO il 10° Rally di Franciacorta

A cura di

Attilio Tantini

Il 10° Rally di Franciacorta gara di apertura della stagione che si è corso nell’ultimo fine settimana all’Autodromo “Daniel Bonara”, ha un podio tutto bresciano.

I

l Rally di Franciacorta è il primo dei quattro appuntamenti: Rally Franciacorta 9/10/11 Febbraio, Rally Adria Show 24/25 Febbraio Adria, Motors Rally Show 10/11 Marzo a Pavia e 11° Rally di Franciacorta coeff 1.5 il 03/04/ Novembre) del Trofeo Michelin. Sul gradino più alto l’esperto Luca Pedersoli navigato da Anna Tomasi su Citroen C4wrc (Dmax Racing) vettura che risponde alle passate normative wrc che permettevano i potenti motori 2000 cc turbo. Al secondo posto la sorpresa della gara il veloce Ilario Bondioni navigato da Cola Sabina,moglie dell’indimenticato Tommaso Rocco, su Skoda Fabia della “DP Autosport” di Alessandro Pedrocchi, (19”55) e terzo la speranza bresciana (30”77) Andrea Mabellini (ha imparato a correre sul simulatore) e Lenzi Virginia al debutto con la Hunday i 20 della Mirabella Mille Miglia. Trentasei anni in due, la Hunday i20 R5 ha le stesse configurazioni che ha corso Sarrazin

all’ultimo Rally di Montecarlo. Quindi un podio bresciano coniugato al passato (Pedersoli), presente (Bondioni) e futuro (Mabellini). Luca Pedersoli iscrive per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro della gara franciacortina, è in buona compagnia con Piero Longhi, ultimo vincitore, Felice Re, Luca Rossetti, Alex Perico e Alfonso Di Benedetto. La gara, ottimamente organizzata da patron Ettore Bonara coadiuvato dal direttore di gara Gianluca Marotta, si è conclusa con la disputa del “Franciacorta Event Daniel Bonara” Tribute dove hanno partecipato tutti gli equipaggi nel classico uno contro uno. La prova si è svolta lungo il rettifilo principale per un totale di km 2,8 (sfida a coppie con eliminazione, quindi ottavi,quarti semifinali e finali) i migliori sedici equipaggi partecipano alle fasi finali. A vincere è stato ancora Luca Pedersoli e Anna Tomasi che ha battuto in finale Mirko Puricelli e Matteo Magni. La cronaca del “10° Franciacorta Rally Show” vede al via ben 56 equipaggi, assenti giustificati pur iscritti ma

colpiti da una forma influenzale Mirko Zanardini, Pierfranco Uzzeni, Sergio Terni e Gian Maria Gabbiani. Dopo la prima prova di venerdi sera arriva l’abbandono di Luca Tosini che ha stallonato una ruota si è trovato in ritardo di un minuto e ha preferito abbandonare la gara nonostante le insistenze del team manager Alessandro Perico che lo ha incitato a rientrare. Nulla da fare, cosi è venuto a mancare un sicuro protagonista della gara. Al via con il numero 1 il siciliano Andrea Nucita che “fresco” del Monte ha corso con Sara Cotone, con la 124 Abarth che gli ha dato qualche piccolo problema. Ben 5 prove che hanno visto tre “padroni” la prima ps a vantaggio del siciliano Alfonso Di Benedetto sotto i riflettori, le tre ps principali della seconda giornata sono in mano al “Pede” e l’ultima della giornata della promessa dei rally il portacolori della scuderia “Mirabella Mille Miglia” Andrea Mabellini. Sfortuna per Alessandro Re che quando era in proiezione podio si è dovuto ritirare, ma pronto riscatto in semifinale del “Tribute Daniel Bonara”.


Ph. Massimo Bettiol

BRESCIAUP

23


NOVITĂ€ 2018 EcosostenibilitĂ ed efficienza energetica per il comfort abitativo

Il salotto del settore immobiliare

Il contest dove Moda e Design si incontrano


LA FIERA DEDICATA A

ARREDI, COMPLEMENTI E PRODOTTI PER LA CASA E L’OUTDOOR

BRIXIA FORUM

FIERA DI BRESCIA . VIA CAPRERA 5


NOVITÀ DEL MESE

“È stato breve il nostro lungo viaggio”

P

di Elena Mearini

resentazione presso la libreria di Montichiari Mirtillo de “È stato breve il nostro lungo viaggio” (Cairo), il nuovo romanzo della scrittrice e poetessa Elena Mearini. L’ autrice è stata presentata da Federica Belleri.

Ph. Damiano Conchieri

BRESCIAUP

27


CUS BRESCIA

Road to Paralympic Games

A cura di

Roberto Zarrillo

Giovani e Paralimpici, l’impegno del Tiro a Volo per i prossimi anni.

Affermare il Tiro a Volo come sport educativo rivolto ai giovani. Supportare il Tiro a Volo verso il suo percorso ai Giochi Paralimpici.

28

BRESCIAUP

S

ono questi i due must che fanno eco dal palcoscenico di HIT 2018, per far crescere in numeri ed in dignità una delle più affascinanti discipline sportive. E quale modo migliore per raccontarlo che farlo dire all’amico del Tiro a Volo per eccellenza, il paladino di Striscia la Notizia, l’eclettico Valerio Staffelli. Valerio appassionatissimo di Tiro a Volo, celebra e divulga il suo amore per questo sport tra i giovani e, da oggi, anche a fianco degli Atleti

Paralimpici, per sostenere il percorso di accreditamento delle discipline del Tiro a Volo ai Giochi Paralimpici. Franco Gussalli Beretta, Presidente di Fabbrica d’Armi Pietro Beretta, ha cosi commentato: “Crediamo da sempre nel tiro a volo e lo sosteniamo con passione. E guardiamo ai giovani con fiducia ed entusiasmo. Oggi come non mai, lo sport, rappresenta la strada per creare i cittadini responsabili di domani. Come mio padre, che si è sempre prodigato per il sostegno dello Sport in generale, sento con forza la responsabilità di fare tutto quanto in mio potere per aiutare la FITAV a portare il Tiro a Volo alle


Paralimpiadi. E’ un mio dovere da professionista, da amante del Tiro a Volo, ma soprattutto da uomo”. Valerio Staffelli, con la sua trascinante energia, ha fatto gli in bocca al lupo agli atleti per la stagione 2018, e ha salutato il folto pubblico presente raccontando: “Cerco ogni giorno di supportare la divulgazione del Tiro a Volo. Ho trovato in questo sport, valori, emozioni e persone che mai avrei immaginato e una passione che si fa fatica a trovare in altri sport. Oggi mi sento onorato di tenere a battesimo gli amici del Beretta Paralympic Team, ed auguro a me, più che a loro, di avere ogni giorno la loro forza e tenacia per affrontare la vita con la stessa gioia e determinazione che vedo in loro”. Emanuela Croce Bonomi, Vice Presidente FITAV con delega al Prashooting, ha applaudito questo momento benaugurale con Staffelli: “Quello del Tiro a Volo Paralimpico, è un sogno tutto italiano che, grazie al duro lavoro portato avanti dalla Federazione negli ultimi 10 anni, si è trasformato in una splendida realtà. Il Mondiale del prossimo Ottobre 2018, al Trap Concaverde di Lonato del Garda, rappresenta per noi una conquista storica, sia culturale sia sportiva. Con questo nuovo progetto continueremo a contribuire in maniera determinante alla crescita delle nostre discipline sportive e, più in generale, del movimento sportivo internazionale.” Schierati con lui sul palco, in rappresentanza del Beretta Paralympic Team, ci sono: Cristian Ciocchi, Bruno Busti, Marco Giugno atleta del CUS Brescia, Davide Fedrigucci, e Saverio Cuciti, vincitore della prima prova di Coppa del Mondo ISSF lo scorso settembre a Lonato del Garda.

BRESCIAUP

29


S T R AT E GY

w w w.sidasscompany.com

up

Scopri in questo 1° step

Le ORIGINI del design convincente Col termine e concetto di design convincente “UI & UX”, ci riferiamo alla progettazione persuasiva, una terminologia che ultimamente è diventato una moda nel mondo digitale.

T

tuttavia ha una lunga storia ed è legato a tecniche di marketing, di branding, della pubblicità e della propaganda fin

dal tempo di guerra. Quindi vedremo quali sono le sue origini e come si è sviluppata. La propaganda è usata per convincere un gran numero di persone della verità di un’affermazione. Esistono tecniche di propaganda in tutta la storia del genere umano, ma con i moderni

mezzi di comunicazione e con la prima guerra mondiale, da quasi cento anni la propaganda ha davvero preso slancio. Il primo fine della propaganda nella storia era quello di rendere il nemico assolutamente orrendo in modo da giustificare una guerra. Dopo di questo dalla propaganda, siamo passati alla pubblicità. La gente vende e compra prodotti fin dalla notte dei tempi, ma la pubblicità moderna si è sviluppata nel 20° secolo con l’arrivo della produzione di massa che ha richiesto vendite di massa.

BRESCIAUP

31


A cura di

Sidoine Assignon

Consulente in comunicazione digitale

I primi sforzi di propaganda e di marketing dal 20° secolo inizialmente erano molto empirici. Solo di recente anche i sociologi hanno iniziato a provare a spiegare le ragioni per le quali le persone si comportano e reagiscono ai messaggi e quali li possono convincere. Quindi c’è un approccio psicologico, in particolare con il lavoro di Robert Cialdini che ha studiato e imparato le tecniche dei venditori, vale a dire, degli agenti immobiliari, dei venditori di auto, delle persone che vendono porta a porta e ha scritto un libro in cui ha messo in evidenza quello che era l’arte della persuasione. In poche parole come potremmo influenzare e manipolare le persone al fine di fargli acquistare i prodotti che gli offriamo. Anche Paco Underhill ha iniziato a studiare il comportamento delle persone nei negozi. I suoi studi sono stati in grado di mostrare quali sono le ragioni per cui la gente sceglie un particolare prodotto rispetto ad un altro, in poche parole la ragione del perché compriamo. Da questo tipo di lavoro, negli anni 80,

32

BRESCIAUP

abbiamo iniziato ad avere una comprensione scientifica di ciò che è la persuasione, ma anche la conformità o addirittura, in alcuni casi, l’inganno nel mondo del design di prodotto. Naturalmente, tra persuasione e pura manipolazione, c’è una differenza basilare, la prima mostra i lati positivi di un prodotto e i vantaggi nell’acquistarlo mentre la seconda esalta le qualità di un prodotto inventando vantaggi che non esistono. In questo capitolo, abbiamo esplorato il lavoro, in modo da avere una comprensione delle tecniche che

studieremo. Vedremo poi come implementare queste tecniche e soprattutto, applicarle con trasparenza ed onestà.


BRESCIAUP

33


Fabio Rolfi in visita alla RSA Anni Azzurri

Il consigliere regionale Fabio Rolfi, presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia e candidato alle prossime elezioni regionali in uno dei suoi incontri sul territorio bresciano ha fatto visita alla RSA Anni Azzurri di Rezzato visitando la struttura e intrattenendosi con i responsabili amministrativi e sanitari. 34

BRESCIAUP

L

di Rezzato

a Residenza, che esiste dal 1992, offre ospitalità e servizi assistenziali sia a persone autosufficienti, che a persone condiverse condizioni di non autosufficienza e/o grave decadimento cognitivo. È possibile effettuare soggiorni di lungodegenza o temporanei in seguito ad eventi acuti o ricoveri pre/post operatori, nonché ricoveri di sollievo. La struttura è anche dotata di un Nucleo Protetto destinato ad ospiti affetti da gravi forme di demenza senile accompagnate da rischio di wandering. Nell’ambito di una sperimentazione relativa alle politiche di welfare approvata dalla Regione Lombardia, residenza Rezzato ha attivato il progetto per il ricovero di pazienti

post acuti, ovvero tutti quei pazienti che, in seguito a degenza ospedaliera, necessitino ancora di assistenza ad alto contenuto socio-sanitario propedeutica al rientro al domicilio. Rezzato aderisce inoltre al progetto RSA APERTA di Regione Lombardia che permette agli anziani affetti da demenze di usufruire dei servizi della residenza anche solo per qualche ora al giorno o direttamente a casa propria. La Residenza al suo interno ha un’Unità di Riabilitazione Estensivache si avvale di medici specialisti in Fisiatria, Neurologia, Geriatria, Reumatologia, Medicina Interna. L’U.O.R. (unità operativa di riabilitazione) offre ospitalità e servizi che hanno come obiettivo il recupero di uno stato funzionale compromesso. È una struttura che ha un’anima con un team di lavoro consolidato e solidale, che conosce gli


FA B I O R O L F I i n v i s i t a a l l a R S A A n n i A z z u r r i d i R e z z a t o

ospiti per nome e li tratta come amici nel clima familiare che caratterizza la casa. Rolfi e i vertici della Residenza si sono confrontati sulle trasformazioni in atto nello scenario socioculturale, istituzionale e della scienza medica, prendendo spunto dalla riforma sanitaria di recente introdotta dalla Regione Lombardia. “Strutture come questa – ha spiegato Rolfi – sono molto radicate sul territorio, rappresentano un presidio, un punto di riferimento non solo sanitario, ma nella più ampia accezione sociale. Per la spesa sanitaria la Regione ha investito 18,5 miliardi di euro perchè siamo convinti che la competenza e la solidarietà devono avere un riconoscimento importante anche in termini di budget per poter assolvere al meglio alla propria mission. Quando la riforma che abbiamo attuato sarà pienamente operativa ne coglieremo i frutti, occupandoci nel modo migliore dei pazienti dentro e fuori dagli ospedali”

BRESCIAUP

35


Studio Lumini

CONSULENZA SOCIETARIA, TRIBUTARIA ED AZIENDALE

Milano

Viale Premuda, 21 - 20129 Milano

Brescia

Via Aldo Moro, 13 - 25124 Brescia Tel. 030 2428356 - Fax 030 2428679

A cura di

Emanuele Lumini

Addio scheda carburante

D

opo circa 40 anni di onorato servizio la scheda carburante va quindi in pensione e passa il testimone alla fattura elettronica: gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati presso gli impianti stradali di distribuzione da parte di soggetti passivi IVA dovranno essere documentati con la fattura elettronica. La finalità del passaggio da scheda carburante a fatturazione elettronica è ben chiara. Essa rientra nell’ambito del contrasto alle frodi IVA su idrocarburi e carburanti. E’ infatti nota la criticità connessa alla diffusa disinvoltura compilativa, dovuta a timbrature compulsive, delle schede carburante che da tempo ha attirato l’attenzione dell’Amministrazione finanziaria. Dato che la scheda carburante è un documento assimilato alla fattura, le indagini del Fisco hanno nel tempo

36

BRESCIAUP

Se fino ad oggi i contribuenti passivi IVA hanno compilato la scheda carburante ai fini di beneficiare della deduzione del costo della benzina e per poter detrarre l’IVA, a partire dal 1° luglio 2018 non sarà più necessario.

condotto a contestare ai contribuenti la falsità materiale del documento, con ripercussioni anche in ambito penale a causa del “gonfiamento” di quei costi che certificano operazioni economiche oggettivamente inesistenti per sovrafatturazione. La notizia lieta per i contribuenti è la fine dell’ansia burocratica nel dover compilare queste schede, per evitare contestazioni, con maggiore precisione di un testamento olografo. Infatti, la detrazione dell’IVA relativa al carburante e la deduzione dei costi sono da sempre subordinate ad una loro sottoscrizione e completa compilazione in ogni loro parte, nonché alla presenza di tutti i dati idonei ad identificare chilometraggi percorsi, veicolo e dati del gestore del distributore. A seguito di tale nuova impostazione vengono conseguentemente modificate anche le regole fiscali che governano tali operazioni sia sotto il profilo delle imposte dirette sia con riferimento

alla disciplina dell’IVA. In sostanza, per ottenere la deducibilità del costo e la detraibilità dell’IVA, sarà necessario provare l’avvenuta effettuazione dell’operazione mediante pagamento con carte di credito, carte di debito (bancomat) o carte prepagate. Si tratta di una disposizione di legge destinata a stravolgere le abitudini dei contribuenti che usano l’auto o altri mezzi per motivi di lavoro. Soprattutto inizialmente, fino a quando gli strumenti tecnologici non lo permetteranno, sarà difficile o forse impossibile ottenere la fattura elettronica per un rifornimento ad una stazione sia se serviti che in self service. Attualmente non è immaginabile che il benzinaio possa emettere fatture elettroniche in tempo reale. Di conseguenze, si consiglia di iniziare ad attivare una carta e/o un utenza della compagnia petrolifera presso i cui distributori ci si rifornisce, con quella si pagano i rifornimenti; a fine mese verrà automaticamente emessa la fattura riepilogativa, solo elettronica a partire dal prossimo 1° luglio.


ilBraciere

SpecialitĂ Mediterranee Pesce di mare e Carne alla griglia Cucina Vegana e Senza Glutine

Via Rizzini 38, Cazzago S. M. (BS)

...a 1km dal casello autostradale di Rovato

Seguici su:

Tel. 030 7254778 - 030 7751447

www.ristoranteilbraciere.net Chiuso di giovedĂŹ

BRESCIAUP

37


ART

38

BRESCIAUP

up

Palazzo Martinengo apre le porte al collezionismo: sono un centinaio le opere che compongono il percorso espositivo della mostra “Picasso, De Chirico, Morandi. 100 capolavori del XIX e XX secolo dalle collezioni private bresciane�.


A cura di

Pietro Bazzoli

Palazzo Martinengo il collezionismo di due secoli

L

a rassegna, visitabile fino al 10 giugno 2018, si presenta come uno sguardo intim o nelle case dei bresciani. Si nota la mano esperta di Davide Dotti, curatore della mostra, che crea un fitto dialogo tra capolavori. Narrazione che non si esaurisce all’interno del singolo quadro, ma che si collega in un magistrale riassunto dell’arte italiana - in particolare bresciana - dagli inizi dell’Ottocento fino agli anni Sessanta del secolo scorso. Si parte dal Neoclassicismo, vivido in dettagli (quali l’abbigliamento, le rovine antiche, la questione dei sepolcri) che si mischiano a lontane vedute di Brescia. Una ghirlanda di sensazioni che porta alla sala successiva, dove Angelo Inganni, artista per eccellenza della Leonessa, cattura l’essenza di una città in vedute ricche di rara sensibilità. Ci si sposta ideologicamente dall’Italia a Parigi, per immergersi nella Belle Epoque, che fece di De Nittis, Zandomeneghi e Boldini i suoi artisti prediletti. Il femminino invade le tele dei maestri con rappresentazioni di donne seducenti e misteriose. Il “trittico” che si compone è una ricerca della perfeziona femminile,

dove figure sinuose danno le spalle agli occhi del pubblico. È questo il trait d’union dei tre capolavori: i volti si celano per lasciar spazio a qualcos’altro, un segreto racchiuso in pennellate d’indescrivibile bellezza e nascosto oltre l’opera, impossibile da raggiungere. Il tempo passa, le luci dorate di una

Parigi visitabile in sogno lasciano spazio al Futurismo. Boccioni, Depero, Balla e molti altri s’inchinano di fronte agli altari di velocità, tecnica e futuro, schiacciando quella vena malinconica che caratterizzava l’800 appena concluso. Colori vigorosi e un dinamismo protratto all’inverosimile si alternano alla metafisica di Giorgio De Chirico e Alberto Savinio, i quali cercano spunti capaci di andare oltre ciò che è tangibile. È della ricerca dell’ignoto che i fratelli De Chirico fanno la propria missione, oltrepassando i limiti dell’immaginazione. Morandi, per contrasto, si fa autore del “ritorno all’ordine” voluto dal Regime nel Ventennio, pur mantenendo una grande raffinatezza nel dipingere le sue nature morte. Gli anni del Novecento scorrono veloci, per giungere al capolavoro più affascinante: “Natura morta con testa di toro” di Pablo Picasso. Opera nata in un momento difficile per l’artista, complessa e ricca di dettagli per definizione, si compone di figure geometriche, sintomo di un progressivo abbandono della figurazione. L’ultima sezione è dedicata all’Arte Informale: Lucio Fontana e Piero Manzoni sono i due interpreti di una nuova corrente, destinata a cambiare per sempre la concezione di bellezza nell’arte contemporanea.

BRESCIAUP

39


L’ A N T I C O E G I T T O

Il CULTO degli ANIMALI

A cura di

Edward Battisti

L’infinito politeismo delle divinità egizia, conduce in realtà ad un atto di creazione da parte di un dio supremo. Questo porta ad un mondo complesso nelle sue sfacettature, nel quale operano i principi universali necessari per mantenere un equilibrio. Gli animali rappresentavano per gli Egizi, l’espressione di specifici principi divini (neter-w) o di funzioni.

L

’accostamento a questo o quell’animale, era sovente legato alle caratteristiche dell’animale stesso, il leone per rappresentare la forza, la femmina incinta dell’ippopotamo, la maternità, la cicogna l’anima migrante, ma non sempre è così evidente, ed in alcuni casi l’accostamento all’animale (ad esempio il babbuino) non è chiaro. Molti animali ritenuti sacri, erano ospitati in recinti, dove venivano premurosamente accuditi. Il gatto assurse a vera e propria divinità, nelle vesti di Bastet, dea della gioia e stimolatrice dell’amore e della sessualità. Era molto rispettato, anche

40

BRESCIAUP

per la sua abilità nel tenere lontano i roditori dai silos di grano, ed evitare così le carestie, in ogni caso non arrivò mai ad avere la confidenza dei nostri felini domestici e rimase sempre in uno stato semiselvatico. L’animale nei disegni e nelle sculture, poteva essere rappresentato come appariva in natura, ma spesso venivano raffigurate divinità antropomorfe con la testa di animale, tipici il caso di Anubi, divinità con la testa di sciacallo o Horus con la testa di falco. Esistevano altresì animali strettamente collegati con il concetto della risurrezione o della capacità rigenerativa, come ad esempio lo scarabeo kheper, animale stercoraro, che veniva collocato sotto forma di amuleto nelle bende delle mummie.

In altri casi ancora, venivano rappresentati animali non esistenti in natura, quali le divinità canine accucciate rinvenute nella tomba di Tut Ank Amon, con il muso appuntito e grandi orecchie, vagamente ricordanti un levriero o Hammit, l’essere immondo con la testa di coccodrillo, ed il corpo di ippopotamo, che nella Sala della Bilancia, assisteva alla pesatura del cuore del giustificato, mangiandolo e condannando all’oblio il defunto, se questi non era ritenuto degno di accedere alla Duat od Oltretomba. Gli animali infine, facevano parte delle tradizionali formule di offerte del defunto, riscontrabili nelle steli e nei sarcofagi, ed insieme a pani, birra, abiti, pietre di alabastro, era d’uso offrire agli dei, pesci, buoi, ed uccelli.


Studio Dentistico

Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni. • Impiantologia tradizionale, computer - assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionisti con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni STUDIO DENTISTICO DR, AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030 / 2792590


Intervista alla “pittrice delle donne”

CAMPEY

F

E S T E R

C A M P E S E

in da bambina ha sempre avuto la curiosità di sperimentarsi in varie discipline artistiche tra cui danza, piano e pittura. Da una forte componente contemplativa e un urgente bisogno di comunicare ha pian piano incanalato le energie verso la pittura, prima sporadicamente poi come un percorso interiore fino a divenire una costante, quasi una necessità. Autodidatta, diventa fondamentale la permanenza in Brasile, dove nel 2000 sperimenta un uso del colore vivace con accostamenti talvolta inusuali. Le viene riconosciuto in una delle prime critiche questo uso del colore definendola colorista polimaterica. Sperimenta infatti nel percorso artistico l’utilizzo di vari materiali quali creta, juta, polvere di vetro, gesso, carta, acrilico, fino ad approdare alla tecnica olio su tela. Ama l’astratto e gli slanci dei futuristi cui si ispira. In particolare quando si orienta verso le opere informali ed astratte si riferisce spesso ad Alberto Burri, Joan Mirò e Vassily Kandinsky. Una volta rientrata in Italia nel 2001 si stabilisce a Roma città in cui attualmente vive. Si è affiancata a laboratori con altri artisti, di volta in volta, sia italiani che stranieri con cui ha potuto scambiare le varie e personali esperienze. In questo ambito si è spostata verso la tecnica olio su tela ed il figurato, mantenendo un legame verso i grandi maestri del passato cui si ispira ma reinterpretandoli in una chiave personale.

42

BRESCIAUP

Ph. Cesare Colognesi


PERSONAGGIO DEL MESE

A cura di

Laura Gorini È una donna sensibile, dolce e solare la pittrice internazionale Ester Campese in arte Campey che da tempo viene definita l’artista delle donne… Scopriamo insieme il perché…

ESTER, SEI DEFINITA L’ARTISTA DELLE DONNE: PER QUALE MOTIVO? Sono in effetti da diverso tempo definita la “pittrice delle donne” perché tra i soggetti che realizzo prediligo, prevalentemente, la figura femminile che rappresento nelle sue varie sfaccettature. Ho anche dedicato una collezione ed una mia personale al tema delle donne. Oltretutto, se posso, partecipo volentieri alle manifestazioni in sostegno della donna, ponendo l’attenzione ove possibile, anche attraverso l’arte.

QUALI SONO I PERSONAGGI FEMMINILI CHE HAI FINORA RITRATTO AI QUALI SEI PIÙ AFFEZIONATA E PERCHÉ? In realtà prediligo dipingere donne eteree quindi soggetti, diciamo così, appartenenti al passato. Ho un

po’ di nostalgia per il periodo del Romanticismo o, per giungere a tempi più prossimi a noi, quello Liberty anche detto Art Nouveau.

PER QUALE MOTIVO AMI QUESTO PERIODO? Trovo che in questo periodo ci fosse l’apice dell’eleganza sia maschile che femminile. Ma non disdegno la Spagna: infatti tra i dipinti che ho realizzato sono forse sono più affezionata proprio a “Mujer Espanola”, un quadro che raffigura una ballerina di flamenco. “Mujer Espanola” mi ha regalato tante soddisfazioni, finanche un premio a livello europeo ed ha portato nella mia vita diverse belle novità e soddisfazioni. Mi hanno anche offerto un somma considerevole per l’acquisto di questo quadro, ma non l’ho voluto vendere. Lo terrò per me e mi seguirà nel mio percorso, ovunque io sia.

È UTILE PRIMA DI IMPRIMERE SU TELA UN RITRATTO CONOSCERE A FONDO LA PERSONA RAPPRESENTATA STUDIANDO ANCHE LA SUA STORIA? Se si tratta di un ritratto di una persona “reale” e se ne conosco anche i tratti caratteriali riesco a cogliere meglio le espressioni. Quindi sì, in qualche modo mi aiuta certamente. Ma posso dedurre qualche elemento anche da una foto. Poi in pittura, almeno nella tecnica che uso personalmente, che si accosta più all’impressionismo, non deve per forza essere fedele al 100%: questo rispecchia più gli iperrealisti. Nei miei ritratti amo che ci siano forti elementi che rimandano alla foto originaria, ma spesso “abbellisco” il tutto nel senso che guardo oltre e provo

E ALTRI CHE TI PIACEREBBE RAPPRESENTARE? Avevo pensato di realizzare delle coppie, ma poi fatalmente sono ritornata sul mio primo amore e quindi al soggetto femminile. Amo anche i paesaggi mi sembra di respirare a pieni polmoni quando poi li osservo. Ho dipinto anche diversi soggetti maschili o quadri astratti.

BRESCIAUP

43


appunto ad esprimere “un guizzo”, uno sguardo fugace O qualcosa che rimandi più “all’interiore”. In questo se conosco la persona, viene meglio certamente.

SII SINCERA. HAI MA PENSATO DI FARTI ANCHE UN BELL’AUTORITRATTO? In effetti ho realizzato un quadro il cui spunto era proprio una mia fotografia. Per quel che mi riguarda fare un autoritratto mi risulta difficile. E’ come mettersi di fronte ad uno specchio e “conoscendomi” sento quasi una sensazione di disagio. Non è per nulla facile fare un proprio ritratto, e non parlo di tecnica, ma della parte emozionale che è una componente -per quel che mi riguarda- molto presente mentre dipingo.

E SE INFINE DOVESSI DESCRIVERTI NON TRAMITE LA PITTURA MA LA SCRITTURA, QUALI PAROLE USERESTI E PERCHÉ? Complessa, ironica, sensibile, generosa e poi non so: diciamo che sono un po’ in imbarazzo nel descrivermi dal momento che è come dover fare un autoritratto (sorride). Tuttavia reputo che queste mie caratteristiche possano essere sia positive che negative. Sarò più chiara: certamente l’estrema sensibilità mia aiuta nell’arte, ma meno nella vita. Stessa cosa per l’ironia che potrebbe talvolta sfociare nel sarcasmo. Ma ho imparato ad accettare ed esprime me stessa da diverso tempo, perciò vivo, mi amo e mi accetto per come sono, senza farmi troppe domande. E devo dire che -senza dubbio l’arte- in questo mi ha aiutato tantissimo.

44

BRESCIAUP


presentano

Dj Contest:

TUTTI I MARTEDÌ SERA

VOTA IL TUO DJ PREFERITO! Ad ogni Drink vi verrà consegnato un sottobicchiere col quale votare il vostro DJ preferito.

A

VOTA IL TUO DJ PREFERITO

VOTA IL TUO DJ PREFERITO

B

Al miglior Dj verrà dato un coupon di €100 da spendere da Dj Choice e una giornata nello studio Clockbeats di Bergamo per poter toccar con mano il mondo della produzione discografica oltre a far parte come Dj della stagione 2018/2019 alla Polveriera beach! Thank’s to

45


INTERVIEW

up

È indubbiamente bellissima e decisamente affascinante la modella, fotomodella, showgirl, speaker radiofonica e scrittrice italo-tedesca Elisa Scheffler che si divide per lavoro tra Milano e Desenzano dove risiede tuttora la sua famiglia alla quale è molto legata.

Ph. Eros Damiano Mauroner

ELISA, COSA SIGNIFICA LAVORARE NEL MONDO DELLO SPETTACOLO OGGI? Lavorare oggi nello spettacolo è sicuramente più complicato di qualche tempo fa. Un po’ perché la crisi ha colpito anche questo settore e in parte per il motivo che sono cambiate alcune

46

BRESCIAUP

dinamiche con l’ avvento dei nuovi mezzi di comunicazione come le web tv, i social networks, etc. Oggi tutti mettono in scena il proprio spettacolo. Con determinazione e impegno si può comunque fare delle cose belle, ma è finita l’era della velina o delle ospitate dopo un reality show che durano per anni, se non si sa fare qualcosa. Tutto

va molto veloce e un vecchio proverbio dice “Impara l’arte e mettila da parte”.

TU LAVORI MOLTO SIA IN TELEVISIONE SIA NEL MONDO DELLA MODA… COME CREDI CHE SIANO CAMBIATI NEGLI ULTIMI ANNI QUESTI DUE SETTORI?


La bellissima e affascinante

Elisa Scheffler w w w . e l i s a s c h e f f l e r. i t

A cura di

Laura Gorini Entrambi i settori sono cambiati molto, anche la moda ha subito vari cambiamenti. Molta concorrenza e troppe modelle straniere che si svendono per poco. Lavorare nella moda a un certo livello significa vivere a Milano che è il cuore del “fashion”, e avere costi da sostenere alti per vivere e per tenersi in forma. Chi riesce a emergere non ha più i margini di guadagno di prima e poi non è facile stare sull’ onda. Non esistono più le top degli Anni Novanta. Le aziende dal canto loro, nella maggior parte dei casi, spostano le produzioni all’ estero e cambiano il modo di investire e fare pubblicità. Ormai molti brand, tra cui ad esempio Iceberg, alle ultime fashion week milanesi non hanno fatto neanche la sfilata perché destinano ciò che gli costerebbe diversamente, ad esempio nelle sponsorizzazioni social. Oggi, spesso c’è più quantità che qualità.

CREDI CHE OGGIGIORNO ESISTANO TROPPE MODELLE/O FOTOMODELLE IMPROVVISATE? Collegandomi a quello detto sopra, sì.

Ne esistono molte improvvisate perché tutti cercano di crearsi spazio, o perché pensano che fare due post su Instagram significhi fare la modella. Sbagliato!

TRA LE ALTRE COSE CHE TU FAI, COLLABORI CON TESTATE NAZIONALI, SCRIVENDO- TRA LE ALTRE COSE- ANCHE DI SEDUZIONE. MA COSA SIGNIFICA SEDURRE UNA PERSONA? Collaboro con testate nazionali perché mi è sempre piaciuto scrivere e ho studiato giornalismo. Amo spaziare tra vari argomenti, dato che ho tante passioni e cerco sempre di tenermi informata su vari temi. La seduzione è sicuramente in parte innata, e’ fascino, attrazione, qualcosa che spesso non si può spiegare e che a volte può essere un semplice gesto o modo di fare e muoversi. Si può affinare però con piccoli trucchi.

LA SEDUZIONE È PER FORZA DI COSE LEGATA ALLA SESSUALITÀ? Dal latino “seducere” significa portare a sé. La seduzione è molto mentale. Poi intrecciando le cose, la ricerca del piacere è una conseguenza che le unisce e può sfociare nella sessualità.

BRESCIAUP

47


È stata tra le protagoniste dell’ evento Globe Fashion Sezione OFF di Cosenza Fashion Week ad AltaRoma, la stilista internazionale Sladana Krstic.

A cura di

Laura Gorini

Sladana Krstic conquista la Globe Fashion

A

FA S H I O N

up

creare e a mettere in piedi questo spettacolare crossover di creazioni stilistiche, sotto la direzione artistica di Giada Falcone, c’è un team di qualificati professionisti calabresi e non che lavora assiduamente al sicuro successo dell’evento: fotografi, grafici, truccatori, coiffeur, scenografi, videomaker, addetti alle pubbliche relazioni, specialisti della comunicazione, coreografi e modelle. A sfilare in passerella, oltre alle affermate indossatrici scelte dai fashion stylist che presenteranno in esclusiva le loro creazioni, sfileranno in passerella anche le affascinanti modelle calabresi dell’agenzia di moda e spettacolo A Pois, vincitrici del concorso di moda “Ciak si Sfila”. L’evento ha avuto l’alto patrocinio della Camera della Moda di Malta e della Città di Cosenza.

48

BRESCIAUP

ak lo Liv elil a M k n a . A nuel Ph a M A: U M


mangano.com

MANGANO

MILANO / FIRENZE / DESENZANO / FORTE DEI MARMI / MILANO MARITTIMA / MANGANO.COM

BRESCIAUP

49


I nostri clienti sono sempre protagonisti indiscussi, noi ci impegnamo a farvi divertire, sognare e sopratutto emozionare.

LUCI SCENOGRAFICHE

AUDIO, CONSOLLE & DJ

ALLESTIMENTI EVENTI

BAR CATERING

VIDEO LED WALL

EVENTI AZIENDALI

Via Torino, 8 - 25125 Brescia, Tel: 030.349119 / 333.8406100 - www.deejaychoice.it - info@deejaychoice.it Seguici on line:

deejaychoice eventi


DJ DEL MESE

NAIKE DJ energia in console Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Naike, dj bresciana molto attiva in città e non solo.

I

l suo party al Circus, Malibu Stacy, è un mix di musica che mette il sorriso, performance e show che mettono il sorriso e a Ibiza ha suonato pure all’immenso Privilege. Certo, Naike è una bella ragazza… ma piace molto pure al pubblico femminile. “Succede che perché durante miei dj set perché mi identifico spesso nelle ragazze che vengono ad ascoltarmi ed escono per trascorrere una serata in relax, allegria e facendo festa”, racconta.

CHE SUCCEDE NEL TUO MONDO MUSICALE? In questo momento mi sto dedicando molto alle’ live session’ ovvero le serate in discoteca che sono la parte del mio lavoro che amo maggiormente, adoro il contatto e la sintonia con il pubblico e la pista.

...

BRESCIAUP

51


DJ DEL MESE

A cura di

Lorenzo Tiezzi

...

Nel frattempo sto parallelamente lavorando in studio per cercare nuove sonorità e ispirazione per i miei nuovi dj setse in vista di produzioni musicali. Ovviamente quest’ultime improntate su sonorità house, le mie preferite da sempre. Spero, anzi… sono sicura che farò un ottimo lavoro per l’estate 2018!

CHE SOUND SEMBRA STIA FUNZIONANDO IN DISCOTECA E NEI FESTIVAL? In realtà non c’è un sound che va per la maggiore, in questo momento le discoteche si stanno orientando su un calendario con target musicali differenti per ogni serata. Io rimango fedele alla mia linea musicale house, radiofonica e commerciale. Per me la musica deve essere sinonimo di allegria, festa, divertimento e svago.

COME TI VEDI TRA 15 ANNI? SIA A LIVELLO PERSONALE E PROFESSIONALE? Chi lo sa? Davvero non lo so! Sicuramente lavorerò ancora in ambito musicale (che è la mia più grande passione) e probabilmente in contemporanea svilupperò un ulteriore progetto lavorativo riguardante altri business: d’altronde parlo quattro lingue (sono laureata

52

BRESCIAUP

in lingue straniere), e a breve dovrò fare un tirocinio in una farmacia poiché sto terminando l’ultimo anno di una scuola di medicina alternativa (omeopatia e naturopatia).

CHE TECNOLOGIA USI IN CONSOLE? Oggi uso i lettori cdj professionali con le chiavette usb. Non credo che cambi molto per un dj il differente utilizzo di tecnologie in console. Sicuramente il suono dei vinili è qualcosa di meraviglioso, ma i tempi cambiano, la tecnologia pure e purtroppo la realtà dei club non favorisce certo la cultura dei vinili. Oggi i mix tra un brano e l’altro devono essere veloci e cambiare sonorità durante un dj set è proprio necessario. Queste funzionalità il vinile purtroppo non le concede, rendendolo così per forza appannaggio di club e situazioni di ‘nicchia’. A me dispiace, ma credo sia questa la realtà.

CHE CONSIGLI DARESTI AD UN GIOVANE DJ? Bisogna essere pazienti, perseverare nel suo obiettivo e amare ciò che fa. In console e nella vita chi suona ‘con il cuore’ arriva e conquista la pista e il pubblico in un attimo. È poi importante essere professionali e ‘fare squadra’ con gli altri dj. Spesso possono dare consigli utili e spunti musicali interessanti.


BRESCIAUP

53


www.studiopiu.net

I deejay piĂš seguiti, la folle animazione dei nostri vocalist, la tua festa firmata

Ogni giorno in diretta trasmettiamo energia e divertimento! Ogni notte siamo connessi con i locali di tutto il mondo 54

BRESCIAUP

Tel. 030 9991000


FOLLOW US

!

EVENTI 56

GIOIELLERIA LODA Coffe Break

59

F R E S C O - L o c a n d a Pe s c e & P i z z a Ridi di Gusto

60

GRUPPO BOSSONI Presentazione della nuova Volvo XC 40

62

CARNEVALE IN VILLA Party “Musica & Moda”

65

MAISON D’OR Anniversary

68

ISA & CHIA B-DAY presso Eleven Club-Room

70

BRESCIA MOTORI Presentazione All - New Range Rover Sport

72

CARNEVALE DI BAGOLINO Il carnevale si scatena al passo dei “balarì”

60 62 68

Up EVENTS


Coffee Break

Gioielleria LODA di Catenacci Fausta 030 276 2105

56

BRESCIAUP

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

Via IV Novembre - Flero Gioielleria Loda gioielleria_loda


Domenica 4 Febbraio Gioielleria Loda in piazza IV Novembre a Flero ha accolto i suoi numerosi amici e clienti per un Coffee Break. Pasticcini, tisane e ottimo vino conditi da un piacevole sottofondo musicale. Ringraziamo tutte le persone presenti. Un grazie particolare a Timex e Giadan...

Fausta e Stefano

BRESCIAUP

57


MUSEO MILLE MIGLIA Museo Visitate il Museo Mille Miglia e farete un “viaggio nel tempo” alla scoperta della “corsa più bella del mondo”, attraverso l’esposizione di auto da collezione, oggetti, abbigliamento e filmati dell’epoca.

Ristorante & Bar Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare i gusti ed i sapori classici della buona cucina, in un’atmosfera tranquilla e familiare. L’ambiente riservato ed accogliente della Taverna Mille Miglia è ideale per pranzi e cene private o aziendali.

Sale Meeting Il Museo offre inoltre sale per meeting per CDA, incontri direzionali, convention, eventi e business room. Nella stupenda cornice di un monastero del 1.008.

MUSEO

Tel. 030 3365631

TAVERNA

Tel. 030 3365680

Viale della Bornata, 123 - S.Eufemia - Brescia segreteria@museomillemiglia.it - www.museomillemiglia.it


FRESCO

Ridi di

GUSTO

da Locanda Pesce & Pizza

Giovedì 8 Febbraio Continua il tradizionale appuntamento del giovedì sera “Ridi di Gusto” in compagnia del comico Gianluca Impastato del circuito “Area Zelig”, supportato da Gianni Astone, presso il locale Fresco Locanda Pesce & Pizza, dove numerosi clienti, oltre ad aver assistito alla serata comica, hanno potuto degustare un ottimo buffet. Appuntamento alla prossima serata!

FRESCO Locanda Pesce & Pizza 030 636 3837

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

Via Malta 16/A - Brescia Fresco - Locanda Pesce & Pizza fresco_brescia

BRESCIAUP

59


GRUPPO

BOSSONI

P R E S E N T A

La nuova Volvo XC 40

Concessionaria Volvo Gruppo Bossoni www.gruppobossoni.it

60

BRESCIAUP

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

Via Triumplina, 31 - Brescia Gruppo Bossoni gruppo_bossoni


Venerdi 16 Febbraio la concessionaria VOLVO Gruppo Bossoni ha presentato presso Vita in piazza Arnaldo la nuova Volvo XC 40, che porta il brand in un nuovo segmento: quello dei SUV compatti. Rivolto ad un target completamente nuovo, i millennials, è stato rivelato in anteprima davanti ad un folto pubblico, giovane e dinamico per attitudine. Quelli di “mobile first” ed “always on”sempre connessi soprattutto attraverso l’inseparabile smartphone, quale sia la loro età anagrafica. La presentazione ufficiale della VOLVO XC40 è Sabato 24 e Domenica 25 Febbraio negli showroom del Gruppo Bossoni in via Triumplina Brescia, a Desenzano ed Orzinuovi.

BRESCIAUP

61


In occasione del Carnevale, dopo il successo riscontrato lo scorso Halloween, si è tenuta la seconda edizione del party Musica & Moda firmato Nicola Veneziani e Egoshop. “L’idea era quella di ricreare quel tipo di eventi che si vedono su Fashion tv, in cui modelle, strass e paillettes, cocktail colorati e una selezione musicale ricercata sono il mix vincente per la riuscita del party”. Così afferma Nicola Veneziani, dj e produttore bresciano classe ’87, premiato lo scorso anno ai Dance Music Awards; e noto per aver lavorato con artisti internazionali come Shaggy (ospite in quest’ultima edizione di Sanremo al fianco di Sting). La serata si è svolta a Villa Fenaroli, in due momenti distinti ma complementari: la sfilata di moda e l’after party. “Coordinare oltre 30 giovani modelle e organizzare tutto nei minimi dettagli, per la riuscita della sfilata, è stata una grandissima soddisfazione, è un aspetto del mio lavoro che amo”. Così dichiara Marta Pedrotti, titolare del negozio Egoshop in via IV Novembre a Brescia. Durante la sfilata, con le acconciature a cura di Vanity Hair, le modelle hanno sfilato presentando la collezione autunno/inverno tra cui non sono mancati gli abiti da sposa di Blondinette Boutique. Al termine della sfilata, a cui erano presenti oltre 700 invitati, la serata è continuata al piano nobile a suon di house music fino a tarda notte. L’idea di unire moda e musica all’interno della stessa serata, si è riconfermata un’idea vincente, tanto da suscitare l’interesse di tante realtà pronte ad ospitare il party nelle edizioni future.

DESTINATO A RIEQUILIBRARE LE CARENZE O

INTEGRATORE PROENERGETICO DI CREATINA, L-ARGININA, VITAMINE E SALI MINERALI

GLI AUMENTATI FABBISOGNI CHE SI VERIFICANO IN CONSEGUENZA DI UNA DIETA SQUILIBRATA.

w

Up EVENTS Ph. NV Media

egoshopbs blondinetteboutique vanity_hair4

Ego Shop Blondinette Boutique Vanity Hair


CARNEVALE I N

V I L L A

BRESCIAUP

63


Orologi da collezione a z n e i r e p s e i d i n 0 an

3

ACQUISTO, VENDITA e PERMUTA OROLOGI MODERNI e DA COLLEZIONE VALUTIAMO INTERE COLLEZIONI RIPARAZIONE e LUCIDATURA OROLOGI D’EPOCA e MODERNI

www.viaxgiornate.it

NUOVA SEDE

Corsia del Gambero, 20 - Piazza Bruno Boni Brescia - Tel. 030.3775253 info@viaxgiornate.it - www.viaxgiornate.it


ONE YEAR MAISON D’OR Oriental Experience www.maisondor.it

Up EVENTS Ph. Selene Zarcone

Via Solferino, 55 - Brescia Maison d’Or maisondor_brescia

BRESCIAUP

65


66

BRESCIAUP


Giovedì 22 Febbraio Maison D’Or, il ristorante che ha rivoluzionato il concetto di cucina orientale di qualità a Brescia, ha festeggiato il suo primo anno! I numerosi ospiti sono stati accolti dalle magiche note della violinista. La serata è proseguita con la musica di Roberto Bazzani (RTL 102.5) e dalla voice di Daniele Zobetti. Non poteva mancare il tradizionale taglio della torta...

Happy Birthday Nico e Valentina!

Un' Oriente senza confini...

BRESCIAUP

67


Isa & Chia! Il dodicesimo compleanno

Up EVENTS

www.IsaeChia.it

68

BRESCIAUP

Ph. Isa e Chia

isa.e.chia@gmail.com : @IsaeChia isaechia


Sabato 3 febbraio, ospiti nella splendida location dell’Eleven ClubRoom di Milano, è stato festeggiato il dodicesimo compleanno di Isa e Chia! A brindare insieme a Chiara Bonati, nota blogger di www.IsaeChia.it, l’ultima coppia nata nel Trono classico ovvero Alex Migliorini e Alessandro D’Amico (che allo scoccare della mezzanotte ha tagliato la torta insieme a noi visto che era anche il suo compleanno), le ex troniste di Uomini e Donne Sabrina Ghio e Sonia Lorenzini, gli ex corteggiatori Pietro Tartaglione, Francesco Isidori Pacelli, Laura Molina, Nicolò Raniolo, Giorgia Caldarulo, Camillo Agnello, Francesco Todaro e Alessandro Basile, da Temptation Island Claudia Merli e Dario Loda, e la tentatrice Desirèe Maldera, dal Grande Fratello Domenico Manfredi, Kevin Cagnardi, Maicol Berti, Angela Viviani, Valentina Acciardi e Alessia Giovagnoli, l’agente Salvatore Mellone, il noto blogger di BitchyFFabiano Minacci col fidanzato Anthony Festa. A seguire una ricca gallery fotografica con tutte le immagini della serata, realizzate da Michelangelo Cecilia.

BRESCIAUP

69


BRESCIA MOTORI presenta

All - New Range Rover Sport

Venerdì 23 Febbraio presso il Ristorante Pio IX di Erbusco, Brescia Motori ha presentato la nuova All - New Range Rover Sport, l’autovettura con dettagli di design più sportivi e un look potente e aggressivo. Con una gamma di potenti motori, fornisce prestazioni mozzafiato su strada. Offre, inoltre, una tecnologia con un sistema di infotainment di bordo Touch Pro Duo, con due touch screen ad alta definizione. Brescia Motori vi aspetta presso la loro sede per visionarla e provarla su strada!

BRESCIA MOTORI Jaguar - Land Rover bresciamotori.jaguar.it

Up EVENTS Ph. Eduardo P.

Via Padana Superiore, 34 - Castegnato (BS) Brescia Motori Jaguar - Land Rover concierge.bresciamotori@jaguardealers.it

BRESCIAUP

71


Il CARNEVALE si SCATENA al PASSO dei BALARÌ


Alcuni scatti dell’edizione 2018 del Carnevale di Bagolino

BRESCIAUP

73


SABATO 17 MARZO

Happy Hour FUN PARTY DALLE 19.30 ALLE 23.00

In sala Garibaldi il

PA RT Y

di Remember

V I N TA G E

con un ricco Apericena a buffet libero e Open bar con consumazione illimitata al prezzo di soli € 20,00 dalle 19.30 alle 21.30 aperto a tutto il pubblico e anche agli espositori, con Dj set revival

74

BRESCIAUP

e musica ‘50 ‘60 by Dj Frank, a seguire dalle 21.30 cocktail bar e “Dance on the groove” con la disco anni ‘70 ‘80, in consolle Dj Antico Domingo fino alle ore 23.00. Sempre più coinvolgente il party di Remember Vintage a Villa Fenaroli. Dopo le 20.00 il pubblico non pagherà più il biglietto di entrata alla Villa.


IL MIO PUNTO

g

OCCHIO agli OCCHIALI Ciao amiche mie,

questo mese non vorrei scrivervi né di serate, né di vestiti, né di outfit, ma bensì di un accessorio: gli occhiali da sole! Sono diventati una vera e propria mania! Anche se secondo alcuni sondaggi solo 1 su 3 si ripara dai raggi ultravioletti. Per altri invece è oggetto da collezione e accessorio inseparabile in estate, ma pure in inverno (come le mascherine) da indossare sulla neve. I modelli e le proposte per l’estate sono caratterizzati da forme e materiali futuristici, ma sempre con un taglio vintage e da una ritrovata voglia di colore. Inutile negare la mia preferenza a quelli vintage. Sarei dovuta nascere prima, toglietemi tutto ma non un occhiale vintage! Dai su, basta essere di parte! Anche l’innovazione ha il suo perché, come i modelli strampalati e ricchi di pietre se vogliamo un po’ kitch che fanno moda. Nelle vecchie collezioni di Dolce & Gabbana abbiamo visto occhialoni dalla montatura tonda e spessa ricchi di pietre Swarovski e rose... Quest’anno invece YSL ha lanciato gli occhiali a forma di cuore in versione nera, rossa e rosa. Impazzano su Instagram gli occhiali di MYO tipicamente ‘80 e ‘90 style, con quel sapore swag, lenti a forma da occhi di gatto, triangolari con borchie, esagonali , tondi e squadrati. E quelli di Poppy

76

BRESCIAUP

Lissiman che hanno un impronta anni ‘50 da Pin Up alla Sophia Loren e anni ‘80 alla Sandra Mondaini; montature ovali con stelline laterali e lenti colorate o a occhi di gatto con stampe a quadri. Non mancano però gli occhiali senza montatura creati da diverse marche. Vi starete chiedendo: “cioè?”. Sono fatti interamente con il materiale delle lenti, molto particolari; in poche parole un tocco di modernità nell’era del vintage! Allora amiche, è inutile dirvi che l’estate senza un bel paio di occhiali da sole non è estate! Vale la pena investire in bel paio di occhiali nuovi di ultimo grido, facendo attenzione alla qualità delle lenti e alle forme perchè devono essere adatti ai tratti del vostro viso. Sì alla moda, ma con personalità! Baci, vostra

Glory


il MIO punto

G

A cura di

Gloria Del Vecchio BRESCIAUP

77


Miss

DEL MESE

Noemi Bonetti NOME: Noemi Bonetti ETÀ: 20 anni ALTEZZA: 1,73 PARLACI DI TE... Studio Psicologia, all’università Cattolica di Brescia, nel tempo libero mi dedic all’equitazione e allo sci, perché sono le mi più grandi passioni. Amo la moda e partecipo spesso a concorsi di bellezza, sfilate, e shooting fotografici.

78

Miss

VUOI ESSERE TU LA PROSSIMA DEL MESE? Invia 6 fotografie e i tuoi dati con una breve presentazione a ufficiografico@bresciaup.it

BRESCIAUP


Pressofusione da Sempre

Ricerca & sviluppo, innovazione, eccellenza

www.fonderiecervati.it

BRESCIAUP

79


Tributo alla saggezza Beauty Force dona 800 libri alla RSA “Tilde e Luigi Colosio” di Rodengo Saiano (BS)

Giannan tonio Ne gretti Pioniere della Be llezza

Mercoledì 31 Gennaio ha avuto luogo presso la Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) “Tilde e Luigi Colosio” di Rodengo Saiano (BS) l’inaugurazione di una biblioteca speciale, ovvero la “Biblioteca della Saggezza”: 800 libri sono stati donati agli ospiti della RSA dall’ Associazione culturale senza fini di lucro Beauty Force.

I

volumi donati sono stati suddivisi in questo modo: 600 ubicati in una teca presso la sede di via Biline a Rodengo, mentre i restanti 200 libri sono stati indirizzati al distaccamento di Gottolengo. All’inaugurazione della Biblioteca erano presenti oltre al Direttore della struttura Ildebrando Roverselli e alla Direttrice sanitaria Dott.ssa Barbara Crotti, anche il Sindaco di Rodengo Saiano, Giuseppe Andreoli e l’Assessore alla Cultura, che hanno ricevuto dal padre del fondatore di Beauty Force Giancarlo Negretti una targa in tributo alla Saggezza (Giannantonio Negretti non era presente perché era all’estero).

80

BRESCIAUP

Beauty Force nasce dal desiderio di Negretti – Presidente della multinazionale bresciana NG Group, attiva da oltre 50 anni nel mercato della cosmetica tricologica – di promuovere e diffondere la cultura della Bellezza e del Benessere, patrimonio sociale, culturale ed economico dell’Italia e del mondo. L’impegno filantropico di Negretti, unito al suo sguardo d’avanguardia, gli è valso nel settore della cosmetica l’appellativo di “Pioniere della Bellezza”. È questa vocazione pionieristica che l’imprenditore ha trasferito nelle iniziative solidali di Beauty Force: “Credo in una continua esplorazione e nello scambio di culture per generare innovazione e influenzare positivamente il mondo ogni giorno. Desidero sviluppare soluzioni pionieristiche, ispirate allo studio di come il mondo realmente vive e sogna l’esperienza della Bellezza” - sostiene Negretti.

Beauty Force diffonde la visione di Negretti attraverso iniziative solidali assolutamente all’avanguardia, tra le quali “Biblioteche Tributo alla Saggezza”. La donazione alla RSA Tilde e Luigi Colosio si aggiunge a una lunga serie: le prime toccate dal progetto sono state le bresciane Arici Sega e Villa Elisa, a cui è seguita la RSA Sant’Antonio di Cuneo e la bergamasca RSA Opere Pie Riunite Giovan Battista Rubini di Romano di Lombardia. Nell’ambito del progetto affiliato “Biblioteche della Bellezza”, raccolte di volumi sono state donate al Centri di Formazione Professionale (CFP) Educo di Brescia e all’Azienda di Formazione Professionale (AFP) Dronero di Cuneo, oltre che all’Università di Ferrara, con cui BeautyForce collabora a un progetto di alta formazione professionale.


NEWS

up A cura di

Antonio Russo

Le disuguaglianze A parte alcuni flebili accenni sul tipo di disuguaglianze oggi crescenti e al perché tale fenomeno può nuocere alla nostra società, la maggior parte dei discorsi si sono orientati in direzione contraria. Esattamente verso la legittimazione di tale fenomeno.

T

ale giustificazione era argomentata in diversi modi. Gli statistici, ad esempio, sostenevano che negli attuali studi quantitativi le variabili di provenienza familiare, genere e titolo di studi non erano in grado di spiegare più del 30% dei dati sul reddito e per questo motivo avvaloravano i loro recenti studi volti a spiegare le cause della diseguaglianza nei fattori genetici. Un altro orientamento si rifaceva al fatto che, siccome gli

82

BRESCIAUP

individui non sono uguali e né lo vogliono essere oggi più che mai, pare strano che ancora emergano voci che chiedano egualitarismo. A chiudere poi il cerchio sulle possibilità del pubblico di invertire tale rotta erano di nuovo gli statistici a fornire una risposta. Le analisi statistiche ed econometriche sulle politiche pubbliche in ambito sociale ed educativo mostrerebbero infatti che gli impatti sarebbero vicini allo zero. Motivo per cui, se il pubblico è impotente ed inetto, meglio lasciare il campo alle libertà del mercato che, grazie a minori vincoli fiscali, meglio favoriranno lavoro, merito e dunque mobilità sociale. Questa conferenza mette bene in evidenza il fatto che anche la Sociologia, si sta lasciando inglobare dal clima culturale dominante. Appiattendosi così nel presente materiale e culturale. Proprio nel periodo storico in cui tale questione assume dimensioni mai raggiunte in precedenza. Tali processi indeboliscono le protezioni e le proprietà sociali degli individui destrutturandone i dispositivi di emancipazione. All’interno di comunità atomizzate,

i soggetti fragili faticano ad agire diritti sociali e politici per una piena partecipazione alla vita sociale. In un circolo vizioso, la scarsa partecipazione contribuisce poi ad alimentare la crisi socio-culturale ed istituzionale che, a sua volta, riduce le opportunità di critica ed attivazione per superare l’impasse odierno. Ciò che è celato sono le condizioni strumentali e socioculturali dell’ambiente entro cui queste scelte diventano concretamente, e non solo retoricamente, percorribili. Non è mia intenzione mettere in dubbio il fatto che le variabili genetiche possano influenzare il reddito delle persone né che i soggetti abbiano differenti stili di vita, bisogni ed aspettative o che alcune politiche pubbliche possano essere inefficaci per risolvere i problemi delle diseguaglianze. Quello che a me lascia allibito, è che piuttosto che far emergere problematiche, sofferenze ed ipotizzare soluzioni, si dedichino fondi, ricerche e discorsi per legittimare le disuguaglianze. Persino quelle per cui le politiche e le regolamentazioni pubbliche potrebbero, con tutta probabilità, incidere positivamente così come già accaduto più e più volte.


CON L A DIETA R I S U LTAT I FA N TA S T I C I ! Se volete vedere il “prima” e il “dopo” delle nostre clienti, iscrivetevi al gruppo Facebook TISANOREICA PRIMA E DOPO 2

Vi aspettiamo in Corso Martiri della Libertà, 54/A (BS) Tel. 030 5310562 / intisanoreicabrescia@libero.it Tisanoreica Brescia


NEWS FROM ROME

L’Italia dei diritti civili

A cura di

Domenico Ferrari

Questa che si è terminata può essere considerata la Legislatura dei diritti civili dopo molti anni di immobilismo.

84

Tutto è iniziato con la nuova legge sul divorzio il cosiddetto “divorzio breve” che ha ridotto il tempo di separazione a sei mesi in caso di congiunto e dopo un anno in caso di procedimento giudiziale. Vi è stato inoltre uno snellimento delle procedure per la

separazione e il divorzio, evitando il passaggio in tribunale e permettendo di realizzare il medesimo risultato dinanzi all’ufficiale di stato civile o direttamente dinanzi l’avvocato.

istituito il testamento biologico dando finalmente la possibilità ad ognuno di decidere sulla propria nel caso in cui in futuro non si abbia più la possibilità di esprime le proprie volontà in merito ai trattamenti sanitari a cui sottoporsi. Nel mezzo dopo trenta anni anche la

tortura è divenuta un reato traguardo importante per un paese che ha dato i natali a Cesare Beccaria.

BRESCIAUP

La seconda grande riforma in tema di

Certo, si poteva anche fare di più ma sicuramente questi sono stati i primi passi per un paese che voglia dirsi

diritti civili non può che essere la legge sulle unioni civili e convivenze che più di tutte ha distinto la scorsa legislatura. Da non dimenticare poi, la legge arrivata prima dello scioglimento delle Camere cioè la legge sul fine vita che

civile. Sono stati dati nuovi diritti senza togliere niente a nessuno. Tutte riforme che in modo o nell’altro hanno segnato un punto di svolta nella storia del paese e che lo hanno reso sicuramente un posto migliore di convivenza e rispetto.


NO

EXTENSION CIGLIA

www.b v mi ta l i a .i t /

Bo r ana v ane / t el . ( + 3 9 ) 3 6 6 . 6 6 0 2 9 5 1 BRESCIAUP

85


C O N FA RT I G I A N AT O

Focus di Confartigianato sul mondo delle costruzioni a Brescia

Per il presidente Massetti:

Nella foto il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia

Eugenio Massetti

«Incentivi e recupero del patrimonio edilizio per il rilancio del settore» A Brescia dal 2009, anno d’inizio della crisi a oggi, il settore delle Costruzioni ha perso 2.315 imprese artigiane. Pensare che l’ossatura del variegato mondo imprenditoriale artigianato, anche a Brescia, poggia su questa tipologia d’impresa, con il 72% delle imprese di questo settore che sono proprio artigiane. Un peso, quello dell’artigianato nelle Costruzioni che tuttavia è tristemente diminuito nel corso di 5 anni di 3,5 punti, passando dal 75,5% prima della crisi, all’attuale 72%. È proprio l’artigianato delle Costruzioni quello uscito più “ammaccato” dal lungo tunnel che ha caratterizzato l’economia della provincia bresciana: -2.315 imprese in 8 anni (2009-2017), che ora conta 13.206 imprese. Settore che mostra anche nel 2017, rispetto all’anno precedente, un calo del -1,4% proprio del numero di imprese artigiane (-187 imprese). È quanto emerge dall’ultimo studio dell’Osservatorio di Confartigianato che si è occupato anche di aggiornare il numero degli occupati ad oggi del determinante settore: nelle Costruzioni in provincia di Brescia si contano oggi 43 mila occupati, 5 mila in meno rispetto agli oltre 48mila nell’anno dell’anno pre-crisi.

86

BRESCIAUP

Già, perché oltre ai dati, segnali positivi ce ne sono ed emergono ad indicare una strada, che può ridare ossigeno a tutto il comparto per il presente e il futuro. In primis, dalle compravendite e dall’ammontare del valore aggiunto prodotto dalle imprese del comparto. La dinamica rilevata per le compravendite del settore residenziale nel territorio di Brescia al III trimestre 2017 si conferma positiva (+6,0%) come nei 9 trimestri precedenti. Inoltre, il dato sugli investimenti incentivati per la riqualifica energetica degli edifici che ammonta a 100 milioni di euro (dato a tutto il 2016) nella sola provincia di Brescia.

euro. A favore delle imprese del settore sono e saranno, anche nel corso del 2018, gli incentivi per il recupero degli edifici e il loro efficientamento.

Per il presidente di Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale Eugenio Massetti:

La messa in sicurezza del patrimonio immobiliare del Paese può costituire un volano straordinario per l’economia e il rilancio della filiera delle costruzioni. Il sistema delle imprese artigiane, che costituiscono la parte più rilevante del settore dell’edilizia, può contribuire in maniera decisiva alla ristrutturazione e riqualificazione energetica del patrimonio immobiliare. Per questo vanno rese permanenti le detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione ed efficientamento energetico degli edifici. Opportunità da cogliere – conclude il presidente Massetti – e con ampi margini di miglioramento.»

«Nella nostra provincia il potenziale di edifici in pessimo e mediocre stato o costruiti oltre 30 anni fa e quindi poco efficienti in termini di consumi energetici su cui poter intervenire è ampio: con il 72,6% di edifici costruiti prima del 1981 di cui il 17,5% in pessimo-mediocre stato. Ad oggi i dati relativi agli investimenti incentivati per la riqualifica energetica degli edifici bresciani ammonta a 100,3 milioni di

Dopo 10 anni l’intero comparto ne esce profondamente trasformato e le riqualificazioni degli edifici, pubblici e privati, possono generare un circolo virtuoso capace di ripercuotersi sull’intera economia, sull’occupazione e l’ambiente. Gli incentivi per le ristrutturazioni sono stati e sono ancora in questo contesto fondamentali per contribuire ad attenuare le difficoltà.


BRESCIAUP

87


88

BRESCIAUP


23 marzo 2018

BRESCIAUP

89


VILLAGGIO degli ORTI DOVE COLTIVARE LA TUA PASSIONE

AFFITTA un ORTO

Dai una svolta al 2018!

a San Zeno Naviglio

LE E T R E AP IONI Z A T O PREN Scegli ORA il tuo ORTO Da oggi fino a

Dicembre 2018 a soli

€49 AL MESE

COSA INCLUDE L'AFFITTO: n. 1 orto da 40 mq (3,30 x 12 m) allaccio acqua e consumo dell'acqua incluso villaggio recintato e videosorvegliato

terreno analizzato annualmente corsi di formazione mensili corsi di cucina mensili Con il patrocinio di

338/4851789 info@villaggiodegliorti.it www.villaggiodegliorti.it

SIAMO IN Via P. Mascagni - San Zeno Naviglio ZONA RIST. FORCHETTONE Comune di San Zeno Naviglio


MOTOAVVENTURE

SICILIA A sud, a sud Capitolo dodici

A cura di

Simone Mor

-Il fu Mattia Pascal di Luigi Pirandello.

Hai mai pensato di andare via e non tornare mai più? Scappare e far perdere ogni tua traccia, per andare in un posto lontano e ricominciare a vivere, vivere una vita nuova, solo tua, vivere davvero? Ci hai mai pensato?” 20 AGOSTO 2016 Oggi è l’ultimo giorno di vacanza, anzi di scoperte, qui in Sicilia. Dieci giorni sono già trascorsi, forse troppo pochi, ma non per questo molto intensi. Come per alcuni di noi, che possono permettersi qualche giorno per vivere diversamente la propria quotidianità, andando in luoghi di vacanza e ritornando con meravigliosi ricordi, il viaggio è spesso motivo di fuga e conoscenza al tempo stesso. L’Ulisse che vive dentro di noi è momentaneamente appagato, almeno fino alla prossima partenza. Ci rimane però ancora una meta da visitare: il sud della Sicilia, un posto lontano che più giù di così non si può andare. Partiamo presto direzione Noto. La via da seguire è quella verso Siracusa, incontrando paesi caratteristici e territori aridi da far invidia al selvaggio West. Il sole è talmente forte che l’asfalto è levigato da sembrare marmo, obbligandoci a mantenere una velocità molto contenuta, come se il tutto fosse organizzato appositamente per

omaggiare i viandanti del paesaggio circostante. Giunti a Noto, possiamo veramente capire perché è da sempre chiamata “la Capitale del Barocco”. Numerosi e pregevoli sono i monumenti civili e religiosi, che hanno reso questa cittadina Patrimonio dell’Unesco. Ci dissetiamo con granite e spremute (qualità top), e poi posizioniamo le nostre bussole verso sud, perché è lì che dobbiamo andare. Costeggiando il litorale orientale, passiamo vicino a borghi che ci avevano consigliato di visitare; Marzamemi, oppure Portopalo, ma oramai il vento soffia da nord nelle nostre vele e ci spinge inesorabilmente ai confini di questa terra. Ci siamo: eccoci giunti alla fine del nostro viaggio: Isola delle Correnti. Siamo alla punta più a sud della Sicilia e anche dell’Italia. Qui si baciano il Mar Ionio e il mar Mediterraneo, qui si incrociano i venti meridionali, e l’isoletta è raggiungibile con un piccolo lembo di terra quando la marea lo permette. Da qui si vede l’infinito, e da qui si può partire per nuove avventure; o… “per esplorare nuovi mondi, cercare nuove forme di vita e nuove civiltà, arrivando laddove nessuno era mai giunto prima. Velocità di crociera signor Sulu, ci riporti a casa”. - Star Trek.

Grazie Sicilia Bedda! BRESCIAUP

91


Ph. Alfredo Cannatello

È il mascherero più noto d’Italia. Un animo sensibile, una capacità di trasformare gli oggetti più comuni in prodotti artistici. Entrando nella casa di Franz si viene catapultati in una dimensione altra: un mondo fatto di immagini, colori, veli... Le maschere, occhi vuoti che lui sa riempire di fascino e mistero! UN AMORE, QUELLO PER LE MASCHERE, CHE ARRIVA DA LONTANO. PUÒ RACCONTARCI QUAL È STATA LA SCINTILLA CHE HA DATO INIZIO A QUESTA PASSIONE? Nel 1981, un lunedì di Carnevale, con mio padre, feci una escursione a Venezia, attirato dalla novità artistica appena rinata di cui tutti parlavano: il Carnevale. Fu il binomio Maschera e Venezia che mi affascinò: uno

spettacolo meraviglioso su un palcoscenico fantasmagorico. Ci tornai l’anno successivo in compagnia di persone care. Fu proprio per loro che creai piccole maschere nate da materiali di recupero. Queste vennero fotografate e finirono in un libro dedicato al Carnevale. L’anno successivo tornai a Venezia con le solite persone care e con maschere più curate, più teatrali. Furono riprese dalla Rai e da lì partì tutto. Avevo trovato il mio mondo!

NELLA SUA ESPERIENZA DI MASCHERERO HA INCONTRATO MOLTI PERSONAGGI FAMOSI. QUAL È QUELLO CHE RICORDA CON MAGGIOR PIACERE? In effetti ne ho incontrati davvero molti: da Klaus Kinski a Barbara de Rossi, da Fulvio Roiter a Mauro Balletti. E ancora, Claudio Lippi, Pippo Franco, Dario Fo, Lele Luzzati: registi, cantanti

d’opera, attori, ballerini e tutti coloro che hanno collaborato con me sia in scena sia a Venezia. Loro sono i miei veri compagni di viaggio dentro al mio mondo creativo. Certo, l’incontro magico fu quello con il regista Maurizio Scaparro, l’ideatore dei primi carnevali “teatrali” che mi portò a Dallas per uno spettacolo.

NEI SUOI SPETTACOLI UNISCE MUSICA, CANTO, DANZA ATTRAVERSO LA MERAVIGLIA DELLE SUE CREAZIONI. CE N’È UNA A CUI È MAGGIORMENTE AFFEZIONATO? Credo la prima versione della “Luna” che amo definire, più che una maschera, una poesia. Fu lei ad


DUE CHIACCHIERE CON...

A cura di

Maria Verderio

Franz CANCELLI attirare l’attenzione di grandi fotografi e televisioni. Ora è in pensione, impossibile restaurarla! Ma resta il mio miglior omaggio al mondo femminile.

CI RACCONTA IL SUO ESORDIO? 1982, febbraio, l’ultimo sabato di Carnevale, Venezia, Piazza San Marco. Volevo girare un filmino, la mia passione di allora, invece iniziò un altro film… quella della mia vita d’artista!

LO SPETTACOLO CHE LE HA DATO MAGGIOR SODDISFAZIONE? PERCHÉ?

Forse quello dato in Piazza Vecchia a Bergamo l’agosto scorso. Era lo spettacolo dei miei primi 35 anni in maschera. Una serata-evento con tanti ospiti, una réunion di vecchi e nuovi collaboratori in una meravigliosa scenografia architettonica.

C’È UN ARTISTA CON CUI SOGNA DI COLLABORARE? Anni fa avrei risposto Federico Fellini, mio nume tutelare! Comunque ho avuto occasione di commemorarlo proprio al suo “Grand-Hotel” di Rimini, nonché di esibirmi attorniato dai costumi del suo “Casanova” a Dallas, con Scaparro. Adesso? Con l’iraggiungibile Mina!

O si sogna in grande o è inutile sognare!

Ph. Reno Morazzini

BRESCIAUP

93


Sono appassionata di moda, il tacco alto, gli abiti eleganti, le passerelle e i riflettori puntati sono cose mi piacciono e che compongono parte della mia passione. Insieme a quella ci sono i motori, stivali da moto, tute, piste da motocross e fango fanno parte del mio vivere quotidiano. Sembrano due mondi estremamente diversi eppure a 19 anni ho deciso che sarebbero stati i miei due mondi, le mie due passioni piĂš grandi. Se dovessi scegliere due aggettivi per descrivermi sarebbero elegante e decisa.

*Le modelle del mese vengono presentate da AnthonyLe Models agenzia di Brescia Ph. Alex Giovita

Non devo decidere chi voglio essere, ora voglio diventare tutto ciò che voglio!

Manuela D.

Modella del mese

Manuela D.


BRESCIAUP

95


OROSCOPO di MARZO

96

ARIETE

BILANCIA

L’arrivo della tanto attesa primavera, per l’Ariete sarà un cielo denso di buone notizie: occasioni sentimentali, professionali e di incontri sotto le stelle. Marzo saprà come rallegrarti il cuore. Le cose migliori arrivano per caso, per chi sa aspettare, e di base con le tue energie positive saprai come attirare altra positività, facendo incontri che lasceranno il segno.

Grazie alla nuova energia positiva, la Bilancia gestirà facilmente lo stress. Marzo infatti sarà il mese giusto per far fiorire di nuovo i rapporti di coppia. L’unica cosa che dovrete fare è di trovare un compromesso. Ricordatevi di passare del tempo anche con la famiglia. Qualcuno potrebbe avere bisogno delle vostre attenzioni e quando sarete giù di morale, vi restituirà il favore.

TORO

SCORPIONE

Con i primi raggi solari, il Toro si sentirà sempre più libero. Con Marzo è arrivato il momento di riprendere a credere in té stesso, concentrando tutte le tue energie per poterti dedicare a quello a cui tieni veramente. Tornerà l’entusiasmo per programmare cambiamenti in vista dell’estate. A Marzo la mente si metterà in azione, ma sarà il cuore il vero protagonista, che vorrà la sua parte.

Gli Scorpione nell’ultimo periodo si sono trascurati, soprattutto per quanto riguarda l’aspetto fisico. Se non vi piace quello che vedete allo specchio, Marzo è il mese perfetto per cominciare a cambiare le cose. Recupererete energia e rafforzerete anche la vostra salute. Marzo sarà caratterizzato da nuove esperienze e incontri speciali, quindi non restate seduti in casa.

GEMELLI

SAGITTARIO

Montagne russe per i Gemelli nel mese di Marzo. Cercate di rimanere comunque positivi, e verrà anche il vostro momento di stabilità professionale e sentimentale. Non cercate di risolvere tutti i problemi da soli, ma chiedete consigli dai vostri famigliari o amici. Visitate qualche laboratorio e fatelo con un buon amico, se vi spaventa trovarvi da soli.

Per i Sagittario l’ottimismo e il buon umore saranno caratteristici del mese di Marzo. A chi cerca l’anima gemella, c’è una grande possibilità che finalmente lo incontri. Abbiate fiducia in tutto quello che state facendo e avrete successo anche sul lavoro, basterà qualche sforzo. Grazie alla vostra energia positiva riuscirete a convincere e ispirare molte persone.

CANCRO

CAPRICORNO

Il Cancro non sarà molto attivo in termini di lavoro in questo periodo. Avrà bisogno di riposarsi, è fondamentale di tanto in tanto. Non siamo macchine. Dovreste anche cercare di rafforzare le vostre difese immunitarie, in questi giorni siete vulnerabili. Nel frattempo continuate a fare del bene ed aiutate chi ha bisogno. A Marzo verrete ripagati numerose volte.

Il Capricorno potrebbe non avere molto tempo per sé stesso a Marzo, ma ricordate che le cose belle accadono a chi sa aspettare. Prendete cura di voi stessi, andate in contro alla fortuna, uscendo anche nel poco tempo libero che avrete. Rimarrete sorpresi di quanto bene vi farà: potreste incontrare una persona davvero interessante: può significare sia amore che amicizia.

LEONE

ACQUARIO

Marzo non è il mese giusto per prendere decisioni affrettate. Valutate attentamente ogni singolo passo, prima di arrivare alle conclusioni. Non mancherà l’entusiasmo per provare cose nuove, come ad esempio nuovi sport ed hobby, che da tempo avevate intenzione di provare. Se nell’ultimo periodo vi siete sentiti deboli, ora le cose cambieranno. Le stelle sono a vostro favore.

Nel mese di Marzo le stelle sono in una posizione sfavorevole per quanto riguarda la salute. Quindi in questo momento gli Acquario dovrebbero evitare straordinari. In compagnia dei vostri cari vi sentirete bene e rilassati, e potrete finalmente calmarvi, per riuscire a risolvere le questioni difficili e recuperare la vostra energia.

VERGINE

PESCI

Nel mese di Marzo il ritmo di lavoro rallenterà e la Vergine riuscirà a trovare un po’ di pace per rilassarsi nel tempo libero. Unite il piacere all’utilità e la vostra energia aumenterà facendo le cose che vi piacciono. Vi meritate un massaggio o una bella cena con il vostro partner. Basta restare positivi e in questo periodo e non subirete delusioni.

Nel mese di Marzo, i Pesci dovrebbero dare maggiori attenzioni alla famiglia o agli amici intimi. Non lasciate che il vostro lavoro vi sommerga. Un viaggio nella natura, una semplice passeggiata o una cena di coppia vi permetterà di pensare ad altro e vi farà sentire meglio. Se non siete un appassionato di sport, almeno uscite per una passeggiata.

BRESCIAUP


NUOVA JAGUAR E-PACE

GUIDALA COME SE TUTTI TI STESSERO GUARDANDO.

Abituati a essere al centro dell’attenzione con Nuova Jaguar E-PACE. Il nostro primo SUV compatto è creato per attirare ogni sguardo con il suo look irresistibile e le sue performance da vera sportiva, che si faranno notare in ogni condizione grazie alla trazione integrale All Wheel Drive. Dotazioni di serie come il Parking Pack e i fari Full Led ti garantiranno inoltre praticità e sicurezza. Con il suo cuore sportivo e il suo design curato in ogni dettaglio, il nostro cucciolo di giaguaro farà di ogni strada la sua passerella.

BRESCIA MOTORI

Via Padana Superiore 34, Castegnato 030 3229881 concierge.bresciamotori@jaguardealers.it bresciamotori.jaguar.it

Consumi Ciclo Combinato da 4,7 a 8,0 l/100 km. Emissioni CO2 da 124 a 181 g/km. Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di JAGUAR FINANCIAL SERVICES. Jaguar consiglia Castrol Edge Professional.

Profile for Emanuele Zarcone

Brescia up febbraio 2018  

Brescia up febbraio 2018

Brescia up febbraio 2018  

Brescia up febbraio 2018

Advertisement