Page 1


Non confondere il tuo percorso con la tua destinazione. Solo perchÊ ora è burrascoso, non significa che tu non sia diretto verso il sole.

BRESCIAUP

1


Correspondent

Manuela Prestini

Ora mi devo

mettere in riga Quasi nessuno Quanto è bello andare a cena con gli amici e mangiare una buona pizza sorseggiando una bibita fresca in compagnia? Il cibo non è solo vitale per la sopravvivenza umana ma è anche un atto di socialità!

U

na cena in compagnia può risollevare le sorti di una giornata stressante e faticosa! Ma se nell’arco dei mesi freddi abbiamo abusato delle cene, ora con l’arrivo della bella stagione ci possiamo trovare con il dover riparare trovandoci a dire… ora mi devo mettere in riga.

Non starò a puntualizzare come, per questo siamo attorniati da professionisti, ma diciamo così, vi rammento delle regole principali, tanto per cominciare al bando i cibi pesanti. Vanno il più possibile evitati tutti i cibi ricchi di grassi, come i fritti, e molto elaborati, in quanto rallentano ulteriormente il processo digestivo. Ma non del tutto, in pratica, si devono limitare i condimenti, a esclusione dell’olio di oliva. Mangiare senza fretta è una regola d’oro che aiuta a non esagerare, infatti il 2

BRESCIAUP

senso di sazietà si avverte 20 minuti dopo l’inizio del pasto. La verdura e la frutta non devono mai mancare a tavola: anche se lontana dai pasti, sono ricche di vitamine, minerali e acqua, fondamentale per l’organismo, soprattutto nel periodo estivo meglio consumarle crude perché mantengono inalterato tutto il loro prezioso contenuto, variamo sul tipo di vegetali per non stancarci della stessa e poter così rapportare il più possibile il maggior numero di vitamine, antiossidanti e minerali. Quindi diamo precedenza a cibi freschi e molto digeribili come insalate di riso e pasta e bevande come spremute di frutta e centrifugati di verdure. Via libera ai cereali, integrali per aiutare l’intestino che se stressato preme sui vasi sanguigni e linfatici diretti alle gambe con formazione di ristagni e di gonfiori. L‘esercizio fisico è utile per mantenere i tessuti elastici e tonici, favorendo cosi’ la circolazione. Al bisogno prendiamo dei fermenti lattici almeno per 15 giorni. Il sole diventa ancora di più parte delle nostre giornate, ma si sa che anche in questo caso ci sono delle accortezze da tenere. La dieta per l’estate? Il Betacarotene, per fare il pieno di sole basta puntare su frutta e verdura colorata ricca di questa sostanza precur-

sore della vitamina A, di Licopene, di Xantofille tutte queste sostanze fanno parte della famiglia dei Carotenoidi che oltre a stimolare la produzione di melanina, sono un ottimo antiossidante, proteggono quindi la pelle dall’invecchiamento provocato dai raggi solari. Protegge dalle scottature filtrando le radiazioni ultraviolette neutralizzando gli effetti nocivi dei radicali liberi, grazie all’azione antiossidante. Inoltre e soprattutto idratarsi dentro e fuori. Bere molta acqua aiuta a completare l’azione depurativa dell’alimentazione corretta. Tutto questo ovviamente è soggettivo, i prototici che ci vengono inculcati dai media, lasciamoli dove sono,non e’ un modo di dire ma inizialmente voliamoci bene come siamo,e seguire un regime alimentare buono, movimento e inizialmente stressarsi meno con la quotidianità, e è già il primo passo, ma si sa che nei periodi caldi è un attimo sentirci in difficoltà quando già nell’abbigliamento ci troviamo più scoperte, e se abbiamo qualche rotondità in più apriti cielo, quindi al bando la pigrizia mettendo in atto quanto scritto sopra, ricordandoci però che non siamo mai contente…. Un abbraccio, Manuela


welcome home

PE 18

Brescia, via Triumplina 235

#MARELLA #SEVENTY #PESERICO #CLIPS #IBLUES #WOOLRICH #BARBOUR #K WAY #ALPHA #MASON’S #SIVIGLIA #RRD #ROY ROGER’S BRESCIAUP

3


Correspondent

Emanuele Zarcone

Votare è un TUO DIRITTO! Le elezioni le vincono non le idealità alte e giuste, ma il senso comune quello che fa riferimento ai problemi più intensamente percepiti e alle ricette per affrontarli.

P

erché voto?” ma poi anche “per chi voto?” sono due dilemmi di spessore consistente. Il perché si voti se lo dovranno chiedere il 10 giugno i bresciani che si dovranno recare alle urne, per scegliere il primo cittadino della leonessa dei prossimi 5 anni, nonostante la parabola in apparente, inarrestabile discesa del criterio della rappresentanza, in un Paese come il nostro dove è la Costituzione a sancire che “la sovranità appartiene al popolo”. Ma la domanda sulla ricerca di motivazioni per tracciare un segno sulla scheda se la dovrebbe porre anche quel 30-40 di astensionisti che da tempo hanno scelto di non esercitare que-

4

BRESCIAUP

sto loro diritto: perché, se si tratta di politica, nessuna scelta deve essere mai definitiva, ma sempre ponderata rispetto al contesto storico in cui si viene chiamati al voto. Le elezioni le vincono non le idealità alte e giuste, ma il senso comune, quello che fa riferimento ai problemi più intensamente percepiti e alle ricette per affrontarli. Forse è per la mancanza di queste ‘ricette’ che in così tanti non credono più nel principio della rappresentanza? Tra le motivazioni per la scelta astensionista, la principale è proprio la sfiducia verso il voto, seguono la protesta verso i partiti e l’assenza di una forza in cui riconoscersi. Motivazioni mica da poco, sulle quali l’intero panorama dei partiti in lizza dovrebbe riflettere in maniera seria e approfondita… ma non sembra che stia avvenendo.E chiamando in causa i partiti e i loro candidati, si evidenziano tutte le sfaccettature del quesito ‘per chi voto’. Sondaggi di questi ultimi giorni dimostrano come anche la strada delle promesse mirabolanti stia perdendo peso, nella conquista di qual-

che punto in più di consenso. Anche i più affezionati al sistema democratico e alla sua più alta espressione, quella del voto, sembrano mostrare un certo distacco nei confronti della diffusa patologia politica di spararla più grossa del proprio avversario per conquistare consensi. Forse hanno trovato condivisione gli appelli alla ‘sobrietà’ e alla ‘serietà’ arrivati in primis dai vescovi italiani, con il loro presidente, card. Gualtiero Bassetti, che non ha esitato a definire ‘immorale’ il vezzo dei partiti di “lanciare promesse che già si sa di non riuscire a mantenere”. Ecco un criterio che, approssimandosi al voto, potrebbe tornare utile: d’accordo verificare i programmi e valutare quello che si dice, per esempio, su lavoro, famiglia e giovani. Ma soppesare soprattutto se quanto viene prospettato sia serio e ispirato dal senso di responsabilità. Questo è il minimo che un cittadino elettore deve pretendere da chi chiede di rappresentarlo: proprio per ridare senso e spessore al concetto stesso di rappresentanza. E futuro alla democrazia.

E. Z.


ANCHE TAKE AWAY

Via Solferino, 55 - BRESCIA - Tel. 030 2400458 info@maisondor.it Mille 7 Miglia


NEWS

up

l’assoluzione dell’IGNORANZA

A cura di

Antonio Russo

Possiamo solo augurarci che un giorno, noi poveri e collusi che ancora neghiamo la realtà di contro informazione che faziosamente apostrofiamo come FakeNews riusciremo a fuggire come topi dalla punizione che ci spetterà quando i “cittadini” avranno conquistato il paese...

C

he i tempi sarebbero giunti rapidamente all’irrecuperabilità della situazione odierna, personalmente me ne sono reso conto diversi anni fa, quando Silvio Berlusconi o i suoi sostenitori apostrofavano l’ex Magistrato Antonio Di Pietro come un comunista. Era più o meno come sentir dissertare un chiunque sul fatto che un Pallone da Calcio è un essere vivente in quanto si muove al ricevere di una spinta, oppure che il Baccalà è un esempio specifico di flora tipica della Tundra Artica: insomma una castroneria disonesta. Effettivamente molti amici per così dire, di sinistra e talvolta tendenti all’estremo seppur non extra parlamentare, quindi estremo, iniziarono a simpatizzare e a seguire il Tonino Nazionale, diede il là a quell’agghiacciante accozzaglia di anime antiberlusconiane che presero il nome di Popolo Viola, reale sdoganamento del prossimo partito di Governo, ma sedicente non partito chiamato

6

BRESCIAUP

MoVimento 5 Stelle, e di tutto quello che ne costituisce l’ossatura, soprattutto i tanto da me vituperati loro ultras da tastiera. Sono loro insieme a tanti altri colleghi opinionisti Social sgrammaticati, il centro dei miei pensieri quotidiani; i pensieri quotidiani di un altro signor nessuno che passa parte del suo tempo a scorrere la Timeline di Facebook ,o a leggere i commenti alle notizie condivise nello stesso Social dai quotidiani nazionali o locali. Chissà se possiamo ricercare le radici di questo sdoganamento orgoglioso dell’ignoranza, nella semplicità o sempliciotteria, che popolarmente è stata propagandata attraverso l’utilizzo di teoriche arti, come forma di convincimento. Eh si, perché in fondo in Italia ci sono più laureati a 40 anni che occupati, e questo è dipende dall’argomento che tratti con l’interlocutore o colpa del fatto che questi bamboccioni hanno preferito nascondersi dietro ai libri anziché lavorare, o colpa di Renzi e della sua Buona Scuola. Da qui in poi, passando per la storia dei “Baroni” a capo delle ladronerie Universitarie verso lo Stato, e la conseguente presunta spartizione degli stessi fondi tra i Docenti, a “Radical Chic” si è accompagnato il neo sinonimo “Professore”. Contemporaneamente a tutto ciò, chiunque avesse acquistato uno SmartPhone UFFICIALMENTE perché i vecchi telefoni non li vendono più, PRATICAMENTE per l’idea di farsi i fatti

degli altri attraverso social come Facebook, Twitter è noioso, Instagram serve solo in caso di necessità impellenti e non previste, ha iniziato anche ad interessarsi di politica nazionale a forza di leggere che gli italiani non ce la fanno più e che siamo messi male. A questo punto, l’esercito di ultras del Web che oggi è convinto di determinare le sorti del paese con la loro autodeterminazione, è divenuto un gruppo di sedicenti cittadini informati, seppur senza basi riflessive giustificanti i loro pensieri, solitamente sbandierati come scandalose verità occultate dal regime, in modo sgrammaticato e surreale. Tutto questo ovviamente non ha un freno né una soluzione, anzi attraverso l’aizzamento di certe figure che son divenute opinion leaders capaci di negar mille volte se stessi sfruttando la volatile memoria d’impreparati Fans, si alimenta apparentemente ingigantendosi almeno nelle percezioni. Possiamo solo augurarci che un giorno, noi poveri e collusi che ancora neghiamo la realtà di contro informazione che faziosamente apostrofiamo come FakeNews riusciremo a fuggire come topi dalla punizione che ci spetterà quando i “cittadini” avranno conquistato il paese; magari trovandoci tutti insieme in una isola sperduta in mezzo all’oceano, senza rete 4G e cellulari per discutere amorosamente di filosofia, finchè morte non ci separi…


SOM MA RI 48 O

REDAZIONALI VERONICA EQUIPE U n’ o a s i p e r i l t u o b e n e s s e r e

16

CICEROOM Il nuovo spazio di lavoro Bresciano

18

Speciale elezioni Amministrative

23

FLAVIO BONARDI Speciale elezioni

24

M AT T I A M A R GA R O L I Speciale elezioni

28

G I A N PA O L O N ATA L I Speciale elezioni

30

DIONISO GUINDANI Speciale elezioni

32

MICHELE CADEI Uno sportivo d’eccellenza

38

23

{

EVENTI

42

MAISON D’OR Apre la stagione estiva

44

B . B . M - B R I X I A B U S I N E S S M AT C H Premio Eccellenza della Moda

46

Inaugurazione CBD Collection Store

48

“ O l e Ly n g g a a rd C o p e n h a g e n” party to ARGAN -iGussago

52

5 2 ° V I N I TA LY L a p i ù g r a n d e manifestazione dedicata al vino

58

Gran Ballo di Primavera U n’ a i u t o p e r l a Vi t a

60

AL CASCINALE Ta n g o c h e p a s s i o n e !

62

A S P E T TA N D O L A M I L L E M I G L I A Da Ceco

66

NASCAR Whelen Euro Series American Nascar Weekend

66 8

BRESCIAUP

{


{

RUBRICHE

10

C A R I C AT U R A D E L M E S E di Alessandro Arrighini

14

NEWS FROM ROME d i D o m e n i c o Fe r r a r i

67 72

CUS BRESCIA di Roberto Zarrillo

76

DUE CHIACCHIERE CON... di Maria Verderio

78

INTERVIEW di Laura Gorini

80

A TU PER TU... con Puccio Gallo

82

PA RT Y D E L M E S E di L orenzo Tiezzi

84

N AT U R O PAT I A & B E N E S S E R E di Barbara Bet

86

INTERVIEW di Laura Gorini

88

TA L E N T Fe d e r i c a Q u a r a n t a

91

MISS DEL MESE Fa b i a n a V i g n o n i

92

STUDIO LUMINI di Emanuele Lumini

94

STUDIO CAPIELLO di Roberto Capiello

95

V I G N E T TA D E L M E S E di Riky Modena

96

OROSCOPO Giugno 2018

91

Via Malta 16/A - Brescia Zona Cavalcavia Kennedy


BRESCIAUP BRESCIA UP BRESCIA UP, PERIODICO MENSILE DI INFORMAZIONE LOCALE ISCRIZIONE PRESSO IL TRIBUNALE DI BRESCIA N° 37/2007 DELL’8 SETTEMBRE 2007

C A R I C AT U R A

DEL MESE

DIRETTORE RESPONSABILE

Renata Sortino (info@bresciaup.it)

CAPOREDATTORE

Manuela Prestini (info@duesseadv.it)

DIRETTORE EDITORIALE

Emanuele Zarcone (info@bresciaup.it) MARKETING

Mauro Bonometti (info@bresciaup.it)

ART DIRECTOR Federica Cocco (info@bresciaup.it) GRAFICA E IMPAGINAZIONE

Anita Veres

(ufficiografico@bresciaup.it) WEB & SOCIAL

Sidoine Assignon

(bresciaupvideos@gmail.com) REDAZIONE E UFFICIO STAMPA

Antonio Russo

(info@bresciaup.it) STAMPA

Staged SRL PHOTO

Selene Zarcone Sidass Attilio Feder Riccardo Guerini StudioUp Patrick Merighi Filippo Venezia COLLABORATORI Chicca Baroni, Gloria Del Vecchio, Edward Battisti, Rossano Caffi, Roberto Cappiello, Emanuele Lumini, Simone Mor, Attilio Tantini, Maria Verderio, Laura Gorini, Caterina Musciarelli e Roberto Zarrillo REDAZIONE

Via Orzinuovi 10 - Brescia Tel. 339/ 6836770 ABBONAMENTI

www.bresciaup.it E-mail: info@bresciaup.it 10

BRESCIAUP

Caricatura di

Alessandro Arrighini


BRESCIAUP

11


EUTHYMIA è nata dalla prestigiosa ricerca e dalle più innovative tecnologie CON INGREDIENTI DI ORIGINE NATURALE AL 98%

TRATTAMENTI SOLARI TERMALI Prova la differenza perché la TUA PELLE VALE…

Via della Musia, 50/52/54 - 25135 - S. Eufemia (BS) E-mail: info@biokalecosmesi.it | www.biokalecosmesi.it

Biokale Cosmesi


TRATTAMENTI VISO POLIFUNZIONALI AL’ ACIDO IALURONICO Prova la differenza perché la TUA PELLE VALE…

98%

degli ingredienti sono di origine naturale

100%

fragranze senza allergeni per ridurre il rischio di sensibilizzazioni dermatologicamente e microbiologicamente testati (non su animali per fini cosmetici)

Acqua termale, Sorgente di vita. Antiossidante, Antinfiammatoria e Rigenerante

Acido Ialuronico Superidratante e Riequilibrante

Via della Musia, 50/52/54 - 25135 - S. Eufemia (BS) E-mail: info@biokalecosmesi.it | www.biokalecosmesi.it

Olio di Baobab Attivatore di Giovinezza e Elasticizzante

Olicosaccaridi di Peonia Elasticità e Vitalità

Biokale Cosmesi


NEWS FROM ROME

Dallo scorso febbraio è in vigore la legge approvata a dicembre dell’anno scorso, che ha come scopo quello di porre un limite alle chiamete provenienete dai telemarketing.

Domenico Ferrari

Novità in materia di registro dell’opposizione

L

e chiamate di questo genere d’ora in poi dovranno ripetttare degli obblighi ben precisi, in modo da impedire che gli utenti telefonici siano infastiditi pur non essendo interessati a promozioni e cose varie. In particolar modo la norma prevede due meccanismi di tutela per il cittadino, innanzitutto vengono approntati due prefissi unici nazionali, in modo da individuare immediatamente se la chimata proviene dal settore del telemarketing¸ l’latro meccanismo già previsto dalla dal decreto del presidente della repubblica n. 178/2010 consiste nella riforma del registro pubblico delle opposizioni. Quest’ultimo consta di un registro ove l’utente può registrarsi, da quel momento in poi nessun operatore di telemarketing potrà contattare il cittadino iscritto.

14

BRESCIAUP

La tutela viene garantita solo se gli operatori di telemarketing attingono il numero dai pubblici registri e non se quest’ultimi attingono il contatto dell’utente da altre fonti come durante la sottoscrizione di un contratto commerciale o di un’intervista. La novità più rilavante di quest’ultimo intervento normativo è stata l’estesnione della possibilità dell’ iscrizione nel suddetto registro dei numeri di cellulari e non solo delle utenze fisse come accadeva precendentemente. L’iscrizione al registro comporterà inoltre l’annullamento dei consensi forniti in data precedente all’iscrizione nel registro tranne se si tratta di contratti tutt’ora in essere o cessati da 30 giorni prima dell’iscrizione. Con questa attenzione, si spera che la nuova normativa possa garantire una maggiore tranquillità a tutti coloro che non sono interessati a ricevere chimate di questo natura.

A cura di


CERCO E ACQUISTO CHIAMAMI 348.2669339 RITIRO QUADRI, SCULTURE, FOTOGRAFIE E DISEGNI (ANCHE INTERE COLLEZIONI) PAGAMENTO IN CONTANTI, MASSIMA RISERVATEZZA E RAPIDITÀ NELLE RISPOSTE

BRESCIAUP

15


potrai trovare un ambiente raffinato in cui concederti una coccola in più e dedicarti a te stesso...

Veronica Equipe un’oasi per il tuo Benessere!

È il marzo del 2013 quando nel cuore di Montichiari viene inaugurato il Centro Veronica Equipe, culla del benessere e della bellezza, volto a rispondere con professionalità ed efficacia ai bisogni specifici di ogni cliente. Le prestazioni offerte soddisfano le richieste più diverse, dalla tonificazione, al dimagrimento, trattamenti drenanti, depilazione laser definitiva fino alla cura di tutti gli inestetismi cutanei come rughe, acne e lassità. All’interno del Centro potrai trovare un ambiente raffinato in cui concederti una coccola in più e dedicarti a te stesso, affidandoti alle cure del personale

16

BRESCIAUP

altamente competente e qualificato, in sinergia alle più moderne apparecchiature. Il filo conduttore è l’attenzione ai bisogni specifici di ciascun cliente e della sua unicità: ogni problematica viene affrontata in modo puntuale e personalizzato, a partire da un iniziale consulto conoscitivo totalmente personalizzato. La titolare del Centro è Veronica Stampa, donna molto determinata e altamente preparata, che con la sua professionalità ed esperienza è alle redini del Centro. Scommettendo sulla sua personalità ed esperienza, Veroni-

ca, a distanza di 5 anni dall’ apertura del Centro, sta raccogliendo i frutti di un lavoro preciso, continuativo e puntuale, rivolgendosi al futuro con prospettiva di crescita e miglioramento continuo. Tutto parte dalla scelta dei collaboratori, esperti in materia di salute e di benessere, specializzati in uno specifico settore. Questi professionisti, abbracciando pienamente la filosofia della personalizzazione, sono in grado di scegliere e realizzare i trattamenti corpo e viso più adatti per il cliente, sfruttando al meglio le potenzialità dei diversi mac-


chinari, tutti strumenti di provata efficacia che rispettano rigorosi standard di sicurezza. Esclusivi e unici sono anche gli allenamenti di Pilates: seguito e coccolato dal tuo Personal Trainer potrai concentrarti sulla postura, sulla tonificazione o sul dimagrimento, un vero tocca sana anche per diminuire la tensione e la stanchezza causate dallo stress. La professionalità e l’efficacia sono infatti tra i punti di forza del Centro fin dalla sua nascita, fornendo un servizio di altissimo livello, in grado di accontentare anche i clienti più esigenti. Il Centro nel corso degli anni è cresciuto sino diventato un’azienda consolidata, punto di riferimento per tutta la provincia di Brescia, ma non solo. L’obiettivo rimane quello di migliorare il Centro e perfezionare i servizi che offre attraverso una ricerca continua di macchinari innovativi e di ultima generazione, affiancata alla scelta di dipendenti altamente formati e in aggiornamento continuo. L’attenzione al cliente e ai suoi bisogni rimane massima: Veronica e il Staff saranno i grado di proporti trattamenti localizzati standard che non seguono le mode del momento ma sono il frutto di successi, maturati durante gli anni di attività. Per creare un punto d’incontro privilegiato ed entrare maggiormente in empatia con la propria clientela, il Centro festeggiata ogni ricorrenza, così come il quinto anniversario dell’apertura o l’esclusivo Luxury Concept. Piccola anticipazione: per amplificare e far conoscere il Centro al di fuori della provincia di Brescia, aprendosi a nuovi mercati, Veronica e il suo Staff stanno puntando su grossi investimenti e innovazioni, così come la nuovissima linea di cosmetici targati “Veronica Equipe”. Di certo i progetti futuri, così come la voglia e l’ambizione di crescere per perfezionare e potenziare la qualità dei servizi offerti non mancano, non ti resta che scoprire il Centro Veronica Equipe e i suoi servizi personalizzati.

BRESCIAUP

17


Il nuovo spazio di lavoro Bresciano È uno spazio di lavoro condiviso, un coworking in grado di ospitare professionisti di ogni tipo, ispirato ai modelli che hanno trovato piede nelle più grandi città europee ed americane.

Oggi il lavoro di tante categorie di professionisti si sta trasformando: le innovazioni nei trasporti e nelle comunicazioni, i nuovi servizi che il cliente richiede spingono sempre più spesso le persone a muoversi rapidamente e a portare i propri servizi a un bacino di clienti sempre più ampio e sparso nello spazio. Ma queste nuove opportunità portano con sé la necessità di essere a proprio agio anche lontano dal proprio ufficio/ ambiente di riferimento, a volte a discapito del confort e dell’immagine di livello che i professionisti sono abituati a veicolare. Non disporre di un proprio ufficio, di

18

BRESCIAUP

una segreteria e di tutti i servizi cui siamo abituati a volte è un prezzo da pagare troppo alto che distoglie energie a quello che è il vero core business di ogni professionista. Questo e altri obiettivi hanno mosso Giorgio Apollonio a sviluppare una visione di un insieme di servizi da offrire ai professionisti in trasferta e a quelli che, adattandosi alle esigenze di una molteplicità di clienti diversi, iniziano a sentire i costi fissi di un proprio studio e segreteria come costi ormai inutili in questa fase di cambiamento. “Quello che voglio, ci spiega Apollonio, è entrare in questo cambiamento epocale nel modo di lavorare offrendo ser-


vizi di alto livello “on demand”: il professionista acquista spazi di lavoro e meeting, servizi avanzati di segreteria e di supporto alla professione solo quando gli servono ma ottenendo un livello altissimo sia negli ambienti eleganti e funzionali sia nel team di professionisti che sto aggregando per questa idea. Cosa è Ciceroom, continua Apollonio: è certo uno spazio di lavoro condiviso, un coworking in grado di ospitare professionisti di ogni tipo, ispirato ai modelli che hanno trovato piede nelle più grandi città europee ed americane. Ciceroom è anche uno spazio di cultura, infatti stiamo ultimando un’offerta di formazione che copre sia le esigenze di formazione obbligatoria (con rilascio di crediti) sia gli aspetti culturali e sociali dei nostri mondi di riferimento. Quindi l’avventura che ho deciso di intraprendere con il mio team ha come scopo di rendere semplice, vantaggioso e vincente il lavoro del professionista del futuro, con l’obiettivo di stupirlo

con la nostra professionalità e il numero sempre crescente di servizi che gradualmente introdurremo nell’offerta di base. Per tutto questo, a Maggio, faremo un aperitivo per una serata per conoscerci e per divertirsi tutti insieme e scambiarsi idee e progetti innovativi e personalizzati. Il nostro obiettivo è far sentire il professionista “a casa” occupandoci noi di tutto quello che gli è necessario in modo che il nostro cliente si concentri SOLO sul suo lavoro. Cosa stiamo organizzando in pratica? Ciceroom dispone di una serie di uffici eleganti e riservati affittabili secondo necessità con accesso a servizi di segreteria, cancelleria, connessione alla rete, accesso ai database professionali, supporto logistico e molto altro. Abbiamo anche due sale riunioni e una sala corsi da 25 posti attrezzata per incontri aziendali e formazione. Ad esempio alla fine di questo mese ospitiamo un incontro di formazione sul BRESCIAUP

19


public speaking per un’importante azienda bresciana che ci ha scelto per una serie di incontri svincolati dai normali spazi presenti nella loro organizzazione. Ci sono infine eleganti postazioni dove scrivere documenti e connettersi alle informazioni di rete, caratterizzate da un’offerta molto agile per chi sta aspettando un incontro o deve preparare un intervento professionale. Data la notevole vicinanza con il Tribunale di Brescia, Ciceroom offre anche serie di servizi specifici dedicati ai professionisti forensi, bresciani e provenienti da altri distretti, come per esempio domiciliazioni, deposito e copia di atti, notifiche e pignoramenti e ogni adempimento

che possa servire alla loro attività. «Indubbiamente – conclude Apollonio – data la prossimità con il Tribunale sono offerti servizi dedicati agli avvocati, ma l’obiettivo è quello di diventare un punto di riferimento e di incontro, un incubatore di idee e di progetti tra professionisti di ogni genere.

Ciceroom aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 19:00, ha inoltre deciso di aderire alla più grande rete di co-working esistente in Italia, cowo, per testimoniare l’affidabilità e la professionalità che il nuovo spazio bresciano è in grado di offrire.

Aperitivo il 29 maggio dalle ore 19.00 in via Lattanzio Gambara, 87

20

BRESCIAUP


A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

A4 Museo1000miglia 28/06/13 A4 Museo1000miglia 17:04 Pagina 128/06/13 17:04 Pagina 1

A4 Museo1000miglia 28/06/13 17:04 Pagina 1

MUSEO MILLE MIGLIA MIGLIA MUSEO MILLE MUSEO MUSEO MILLE MILLE MIGLIA MIGLIA M UU SS EE O O M

Visitate Museo Mille Miglia farete un “viaggio nel VisitateilililMuseo MuseoMille MilleMiglia Migliaeeefarete fareteun un“viaggio “viaggionel neltemVisitate tempo” allascoperta scoperta della “corsa piùbella bella delmondo”, mondo”, po” alla alla scoperta delladella “corsa più più bella del del mondo”, attravertempo” “corsa attraverso l’esposizione di auto da collezione, oggetti, so l’esposizione di auto dadicollezione, oggetti, abbigliamento attraverso l’esposizione auto da collezione, oggetti, M U S Eabbigliamento O M U S eEefilmati O abbigliamento filmati dell’epoca. dell’epoca. e filmati dell’epoca.

MUSEO MILLE MIGLIA

Visitate il Museo Mille Visitate Miglia il Museo e farete Mille un Miglia “viaggio e farete nel un “viaggio nel

Mtempo” U S E Oalla alla “corsa della R scoperta I S Ttempo” Odella RA Nscoperta TpiùE bella & del“corsa Bmondo”, A Rpiù bella del mondo”,

RISTORANTE & BAR

Visitate il Museol’esposizione Mille Miglia e farete unl’esposizione “viaggio nel attraverso attraverso di auto da collezione, di auto oggetti, da collezione, oggetti, Nella Taverna Miglia potrete assaporare i gustiied i sapori Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare gusti tempo” alla scoperta della “corsa piùMille bella del mondo”, Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare i gusti abbigliamento e filmati abbigliamento dell’epoca. e filmati dell’epoca. attraverso l’esposizione di auto da collezione, oggetti, classici dellaclassici buonadella cucina, in un’atmosfera tranquilla e famied sapori classici della buona cucina,ininun’atmosfera un’atmosfera iisapori buona cucina, abbigliamentoed e filmati dell’epoca.

tranquilla eEfamiliare. familiare. L’ambiente riservato edaccoacco-Mille liare. Taverna tranquilla RISTO R AL’ambiente N R TI eS TO &riservato RBAAL’ambiente N RedT Eaccogliente & riservato B Adella R ed Mille Miglia ideale perpranzi pranzi gliente Taverna Mille Miglia èièideale per Miglia èdella ideale per pranzi eassaporare cene private o aziendali. Nella Taverna Mille Nella Miglia Taverna potrete Mille Miglia potrete gusti assaporare i gusti Nella Taverna Mille Miglia potrete assaporare i gusti

R I S T O R Agliente NTE & B ATaverna R della

cene private aziendali. eeclassici cene private oo eded i sapori classici della buona inaziendali. un’atmosfera i sapori ed della icucina, sapori buona classici cucina, della in un’atmosfera buona cucina, in un’atmosfera tranquilla e familiare. L’ambiente riservato ed accotranquilla e familiare. tranquilla L’ambiente e familiare. riservato L’ambiente ed acco-riservato ed accogliente della Taverna Mille Miglia è ideale per pranzi gliente della Taverna gliente Mille della Miglia Taverna è ideale Mille perMiglia pranziè ideale per pranzi e cene private o aziendali.

A LL EE M M EE EETTI INNGG SS A

e cene private o aziendali. eoffre cene private osale aziendali. Museo offre inoltre permeeting, meeting, convention IlIlMuseo inoltre sale meeting per CDA, incontri direzionaMuseo offre inoltre sale per convention eded

SALE MEETING

eventi. Per scuole sarà disponibile unasala sala didattica eventi. lelescuole sarà disponibile didattica Il Museo offre inoltre salePer per meeting, convention ed li, convention, eventi e business room.una Nella stupenda cornice eventi. Per le scuole sarà disponibile una sala didattica con appositamente attrezzata, conun unprogramma programmastustuappositamente attrezzata, un monastero del 1.008. appositamentediattrezzata, con un programma stuIl Museo offre Il Museo sale per offre meeting, inoltre convention sale per meeting, ed convention ed diatoinoltre per piùdivertendosi. piccoli perimparare imparare divertendosi. per iipiù piccoli per divertendosi. diato per i più diato piccoli per imparare

S A L E M E ESTAI N L EG M E E T I N G

eventi. Per le scuole eventi. sarà disponibile Per le scuoleuna saràsala disponibile didattica una sala didattica appositamente attrezzata, appositamente con un attrezzata, programma con stuun programma studiato per i più piccoli diatoper perimparare i più piccoli divertendosi. per imparare divertendosi.

MUSEO MILLE MIGLIA TEL 030 3365631

MUSEO MILLE MILLE MIGLIA MUSEO TEL 030 030 3365631 TEL MUSEO MILLE MIGLIA MUSEO MILLE MIGLIA

Viale Bornata, 123 - S. Eufemia - Brescia TEL 030 3365631 TEL- www.museomillemiglia.it 030 3365631 segreteria@museomillemiglia.it

TAVERNA MILLE MIGLIA TEL 030 3365680

TAVERNA TAVERNAMILLE MILLEMIGLIA MIGLIA TEL 030 3365680 TEL 030 3365680

TAVERNA MILLE TAVERNA MIGLIA MILLE MIGLIA TEL 030 3365680 TEL 030 3365680

VialeBornata, Bornata, 123 123 -- S. S. Eufemia Eufemia -- Brescia Brescia Viale segreteria@museomillemiglia.it -- www.museomillemiglia.it www.museomillemiglia.it segreteria@museomillemiglia.it

Viale Bornata, 123 Viale - S.Bornata, Eufemia 123 - Brescia - S. Eufemia - Brescia

BRESCIAUP

21


22

BRESCIAUP


Speciale

Otto personaggi in cerca d'autore, otto leoni, o presunti tali, a caccia della Leonessa. Il 10 giugno Brescia sarà chiamata alle urne per eleggere il suo Sindaco e a contendersi la poltrone più importante della città saranno in otto, sostenuti da 18 liste. La griglia di partenza del Gran Premio di Palazzo Loggia vede in pole position Emilio Del Bono. Il primo cittadino uscente sarà sostenuto da sei liste (Pd, Sinistra a Brescia, Lista Castelletti - Brescia per Passione, Del Bono 2.0, Civica Del Bono sindaco, Brescia 2030). I sondaggi lo vedono in vantaggio, ma il centrodestra spera nel ribaltone affidandosi a Paola Vilardi appoggiata da sei liste (Forza Italia, Lega, Udc, Fratelli d'Italia, X Brescia Civica, Il Popolo della Famiglia). In seconda fila, nonostante i successi che il Movimento Cinque Stelle rappresenta ha ottenuto in campo nazionale, il candidato Guido Ghidini. Il “pentastellato” gode dell'appoggio di una sola lista, quella che fa riferimento ai grillini. Più staccati appaiono gli altri cinque candidati. Tre appartengono all'area dell'estrema destra. Si parte con Laura Castagna, sostenuta da Brescia Italiana, espressione di Forza Nuova e Azione Sociale, si prosegue con Davide De Cesare, candidato di Casa Pound, e con Leonardo Peli, candidato della Civica di destra Pro Brixia - Il Bigio. Dall'altra parte della barricata ecco Alberto Marino di Potere al Popolo e Lamberto Lombardi del Partito Comunista Italiano. In lizza per un posto di Consigliere Comunale ci saranno 534 candidati, 192 dei quali sostengono Del Bono, mentre 177 sostengono Paola Vilardi. Gli elettori bresciani chiamati alle urne saranno in totale 145019.

BRESCIAUP

23


SPECIALE

Elezioni Comunali

Flavio

Bonardi

Sono passati cinque anni da quando ha cessato il suo incarico amministrativo di presidente della Circoscrizione centro di Brescia. Di cosa si è occupato? Beh, non mi sono annoiato. Ho continuato con il mio lavoro di Responsabile dei Processi di un Ente di Formazione Professionale e mi sono concentrato sulle attività del Terzo Settore, impegnandomi maggiormente e dedicandovi più tempo rispetto al passato. Devo dire che ho cercato anche di fare un po’ più il marito ed il padre. Cosa le è mancato di più in questi anni da “semplice cittadino”? Sicuramente il contatto con i residenti della città. Quando ero presidente della Circoscrizione centro avevo deciso di dedicarmi a tempo pieno alle persone, al territorio. Incontravo sempre senza appuntamento tutti coloro che volevano parlarmi, mi spostavo a piedi da una riunione all’altra nelle bellissime strade della città e chi mi in24

BRESCIAUP

contrava mi chiedeva un attimo di attenzione per interventi manutentivi, spostamento di cassonetti, problematiche legate al traffico veicolare, attività culturali. Quella di conoscere ed affrontare quanto mi veniva richiesto era ormai diventata la mia vita e un po’ mi manca.

Flavio Bonardi è nato a Brescia 41 anni fa. Sposato con Sara è padre di una bimba di 7 anni, Alessia Benedetta. E’ stato vicepresidente della IX Circoscrizione dal 2003 al 2008 e presidente della Circoscrizione centro dal 2008 al 2013. Consigliere della Fondazione Casa di Industria ONLUS dal 2015 al 2018 è nel Consiglio direttivo del Csv - Centro Servizi per il Volontariato di Brescia dal 2015.

questa città sostenendola nella crescita. Brescia deve guardare avanti senza scordarsi del suo presente. Dobbiamo essere protagonisti in questa Europa con una vision forte, aperta ai giovani, alle famiglie, agli anziani e al lavoro. Senza un lavoro le persone non hanno progettualità e tutto si ferma.

Oggi vuole candidarsi al ConSappiamo che da Dobbiamo essere protagonisti siglio comunale Presidente aveva in questa Europa con nelle elezioni già avanzato prouna vision forte, aperta amministrative poste per il ritorno del prossimo ai giovani, alle famiglie, delle giovani cop10 giugno. Con pie in città. Vuole agli anziani e al lavoro. quale obiettivo? riprenderlo come Senza un lavoro le persone tema? L’obiettivo è vinnon hanno progettualità e Si, ne sono sempre cere con Paola Vitutto si ferma più convinto. Avevo lardi Sindaco. Paoproposto il prestila, oltre ad essere to d’onore per le giovani coppie, un ottimo politico, è anche la maperché una città può crescere se le drina (con altri amici e mio padre) famiglie la vivono, non semplicedi mia figlia Alessia. E’ una persona mente per una passeggiata, ma la disponibile, attenta e soprattutto cavivono nella quotidianità, abitandopace di rispondere alle richieste dei ci. Il Comune di Brescia, grazie alle cittadini. Ho accettato di candidarrisorse economiche di cui dispone, mi in Forza Italia al suo fianco perpuò e deve investire con bandi pubché credo nel progetto di migliorare


blici, affinché le coppie bresciane che per i costi elevati e per la paura di non farcela si spostano in provincia, possano tornare in città. Il tema commercio e mondo artigiano. Come la mettiamo sul centro cittadino sempre più abbandonato in favore dei Centri Commerciali? Non dobbiamo disperdere energie nella guerra ai Centri Commerciali, ma possiamo impegnarci perché il Centro Storico divenga il più grande “Centro Commerciale della Città”. Ci vuole un serie Piano di Marketing Urbano; azioni concrete condivise con i commercianti e con le associazioni che li rappresentano. Penso al miglioramento dell’arredo urbano e all’implementazione dei parcheggi, per esempio. Sembra banale ma l’accessibilità è fondamentale per invogliare i cittadini a frequentare il Centro. Ci vuole un accordo serio, anche economico, con le associazioni di categoria dei commercianti e degli artigiani. Dobbiamo dare nuova linfa al sistema commercio/artigiano. Una figura importante, per me, è quella del “manager del commercio e dell’artigianato del centro storico”. Non dimentichiamo, ovviamente le zone periferiche, alle quali bisognerà porre attenzione con interventi economici mirati nell’ottica di una rivalutazione del territorio ma anche di un supporto al mantenimento delle attività imprenditoriali. Lei ha quarantun’anni, è ancora giovane, ma ha fatto parte di una realtà come Casa di Industria Onlus. Il tema anziani è un tema molto attuale. Da sempre ho cercato di far sì che per i nostri anziani vi fosse una particolare attenzione. Quando ero in Circoscrizione avevamo costituito un tavolo di lavoro con le Parrocchie e le Associazioni. Da qui ritengo si debba partire, con un pieno coinvolgimento di tutte le realtà che si occupano di anziani, non

BRESCIAUP

25


SPECIALE

Elezioni Comunali

Flavio

Bonardi dimenticando il ruolo fondamentale delle Rsa. Maggiore deve essere l’investimento per consentire agli anziani di vivere dignitosamente, con momenti di aggregazione, di incontro e ovviamente interventi in campo sociale con sostegno ai più deboli e a quelli che vivono in condizioni di povertà. Nessuno deve essere lasciato indietro. Povertà. Un tema che oggi riecheggia anche nella benestante Brescia. Come fronteggiarla? Non posso promettere il “reddito di brescianità” a nessuno (sorride). Bisogna essere seri e concreti, quello che possiamo e dobbiamo fare è permettere a tutti i nostri concittadini di avere le stesse opportunità. E’ ovvio che il tema dell’edilizia popolare andrà affrontato con una maggiore interazione con Aler, che ritengo sia un punto di riferimento importante e soprattutto capace. Si dovrà rivedere in toto la gestione degli appartamenti comunali, in quanto non è un diritto ereditario l’appartamento in edilizia popolare, ma è un diritto che va dato a chi effettivamente versa in una situazione di disagio. E’ fondamentale creare un tavolo di lavoro con Aler e Congrega della Carità Aposotolica, per comprendere in modo deciso dove si può e si deve andare insieme, con un coinvolgimento serio e partecipe di realtà del territorio che probabilmente hanno molto da insegnare. Cosa le spiace non si sia riusciti a realizzare durante il quinquennio di giunta Paroli? Un rammarico è la mancata realiz-

26

BRESCIAUP

Maggiore deve essere l’investimento per consentire agli anziani di vivere dignitosamente, con momenti di aggregazione, di incontro e ovviamente interventi in campo sociale con sostegno ai più deboli e a quelli che vivono in condizioni di povertà. Nessuno deve essere lasciato indietro.

zazione delle residenze studentesche in previsione della realizzazione del Campus universitario. L’attuale giunta, allora all’opposizione, votò a favore del nostro progetto che presentammo al Miur (Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca) e lo inserirono persino nel programma della loro campagna elettorale. Ma una volta eletti non diedero mai corso alle loro promesse. Stiamo parlando di 13 milioni di euro a fondo perduto che Brescia si aggiudicò e che sono andati persi per sempre in quando chi oggi guida la città lasciò cadere la cosa. Un danno enorme secondo me perché la realizzazione delle residenze per studenti avevano in sé un grande valore aggiunto: contribuire a riqualificare il sito della ex caserma Randaccio che ora giace inerte a ridosso del centro storico e che sarebbe stata una location ideale per il nuovo Campus. Vicinissime alle residenze infatti ci sarebbero state la fermata della metro e le facoltà di economia e giurisprudenza. Per non parlare dell’impulso che questo nuovo insediamento avrebbe portato a tutti i servizi di prossimità utili alla vita di studenti e docenti. In conclusione, Bonardi scende in campo con l’idea di vincere: quale ruolo pensa avrà in una eventuale Giunta Vilardi? Un passo alla volta. Mi sembra prematuro parlare oggi della futura Giunta. Io sono a disposizione e per ora devo impegnarmi per riuscire ad essere eletto in Consiglio Comunale.


I nostri clienti sono sempre protagonisti indiscussi, noi ci impegnamo a farvi divertire, sognare e sopratutto emozionare.

LUCI SCENOGRAFICHE

AUDIO, CONSOLLE & DJ

ALLESTIMENTI EVENTI

BAR CATERING

VIDEO LED WALL

EVENTI AZIENDALI

Via Torino, 8 - 25125 Brescia, Tel: 030.349119 / 333.8406100 - www.deejaychoice.it - info@deejaychoice.it Seguici on line:

deejaychoice eventi BRESCIAUP

27


SPECIALE

Elezioni Comunali

Mattia

Margaroli

L

a nostra società sta vivendo momenti di difficoltà estrema e spesso, giustamente, i cittadini denunciano una scarsa propensione all’ascolto dei propri rappresentanti. Ciò deve assolutamente cambiare! In passato, solo il 20% degli elettori ha scelto di preferenziare i candidati. Questo dato è estremamente significativo in quanto pesa sui rapporti tra rappresentanti politici e elettori. La lontananza della classe politi-

28

BRESCIAUP

territorio, frutto della decennale esperienza nelle Circoscrizioni, come consigliere e poi presidente. Ho scelto di ricandidarmi in Consiglio CoMi ripresento munale per dare conconsapevole di tinuità alle mie azioni, poter dare un per continuare a essevolto al tuo voto, re presente sul territocon umiltà, rio ascoltando e dancoraggio e do risposte concrete passione! ai miei Concittadini.

ca dal territorio l’ha resa sorda ai reali problemi dei cittadini e incapace di fornire risposte adeguate. Durante questi anni ho svolto il mio mandato di consigliere comunale con l’entusiasmo e l’energia di un giovane cresciuto nell’ottica di chi ha scelto di mettersi a disposizione della comunità.

Ho portato in Consiglio Comunale tutte le istanze provenienti dal

Mi ripresento consapevole di poter dare un volto al tuo voto, con umiltà, coraggio e passione!


BRESCIAUP

29


SPECIALE

Elezioni Comunali

Gianpaolo

G

ianpaolo Natali è un uomo nuovo della politica, ma non certo una new entry della scena bresciana. Candidato consigliere comunale della Lega a sostegno di Paola Vilardi Sindaco alle amministrative del 10 giugno, è giornalista pubblicista, direttore di una nota rivista di arredamento e design e imprenditore nel settore della comunicazione, dell’editoria e dei grandi eventi fieristici. A 52 anni ha deciso di buttarsi nell’agone politico. LA VERSATILITÀ NON LE FA CERTO DIFETTO. COSA L’HA SPINTA A CANDIDARSI? “Direi le forti richieste di amici già militanti in politica che hanno visto in me un uomo di rottura col passato. È stata

30

BRESCIAUP

Natali

una scelta non facile, maturata dopo mesi di riflessione e contro la volontà delle persone a me più care. In ogni caso l’amore per la mia città mi spinge oggi a dare una mano per un fattivo rilancio della Leonessa mettendo in campo la mia competenza e il mio impegno. In me, poi, non lo nascondo, c’è anche una piccola componente di sfida: il desiderio cioè di mettermi in gioco su temi a me non del tutto affini per contribuire alla tanto declamata rinascita di Brescia”. COME È DIVENTATO UN UOMO DELLA LEGA? “Sono vicino alla Lega per motivi ideologici e circa 4 anni fa ne sono divenuto parte attiva. Il tutto grazie alla figura di Fabio Rolfi, persona che stimo fortemente per il grande impegno profuso a tutto campo. Alla fine ho

dovuto cedere alle sue lusinghe e candidarmi…”. QUALCOSA DI “PREZIOSO” PER LA CITTÀ IN REALTÀ LO HA GIÀ FATTO CONTRIBUENDO IN MANIERA SOSTANZIALE AL RILANCIO DEL CENTRO FIERA DI BRESCIA…“Sì. La chiusura della Fiera aveva provocato una gravissima rottura fra città e mondo imprenditoriale. Venendo incontro alle esigenze di moltissime aziende ho rotto le scatole a chi di dovere per la sua riapertura. Tra l’altro il Centro Fiera di Brescia è uno dei più belli d’Italia. Oggi mi trovo ad operare, a titolo gratuito, ma in piena sintonia con la presidente Giovanna Prandini della quale condivido in toto le linee d’azione. Credo in questo Centro Fiera non solo come strumento di visibilità per le azien-


de, ma anche come realtà in grado di raccogliere le istanze dell’intera città”. QUALI SONO I PUNTI CHIAVE DELLA SUA CAMPAGNA ELETTORALE? “Sicurezza al primo posto: un tema che va sviscerato in maniera approfondita perché il degrado che attanaglia Brescia è ai massimi livelli, come documentato anche da diversi servizi giornalistici e televisivi nazionali. Altro tema cruciale l’ambiente, visto il livello di inquinamento e il numero spropositato di tumori: mi batterò per la chiusura della terza linea dell’inceneritore e della centrale a carbone e anche per una maggiore attenzione sulle emissioni da parte delle aziende. Ma vorrei dire la mia anche sull’attuale sistema di raccolta rifiuti che a parer mio è inadeguato. Altro punto importante, il recupero del centro storico, tanto sotto il profilo del decoro tanto sotto il profilo del rilancio delle attività commerciali, che si trovano davvero in agonia. Non basta un dipendende comunale addetto al marketing per un simile ruolo. Occorre un manager professionale e preparato. L’obiettivo sarebbe quello di avere un centro commerciale all’aperto nel cuore della città, ma anche di creare eventi, magari meno numerosi di quelli attuali, ma di maggiore qualità. E poi ancora infrastrutture, urbanistica, viabilità: in una parola smartizzazione del centro. Infine, ma non per ordine di importanza, lavoro e occupazione giovanile perché se i ragaz-

zi si trovano senza prospettive non hanno nemmeno la voglia di impegnarsi e restare qui. Servono quindi opportunità vere e concrete, magari in collaborazione con associazioni, ma sono necessari anche uno snellimento della burocrazia e un taglio alla tassazione delle imprese, già a livello locale”. PERCHÉ UN LEGHISTA DOVREBBE VOTARLA? “I leghisti ormai sono tanti, grazie anche al grande lavoro svolto da Matteo Salvini che ha portato ad un’impennata di voti. Molti elettori sono orfani di un certo tipo di centro destra. Io, da imprenditore e uomo del fare, credo di interpretare al meglio le richieste dei leghisti e non solo…”. SI È GIÀ FATTO UN’IDEA SU UN EVENTUALE RUOLO IN GIUNTA? “Non voglio guardare troppo avanti. Penso prima di tutto ad essere eletto. Poi ci si siederà eventualmente con la squadra di Paola Vilardi e ognuno darà la propria disponibilità per i diversi ruoli”. CON GLI AVVERSARI HA SEMPRE USATO TONI PACATI, ANCHE SUI SOCIAL NETWORK AD ESEMPIO. COSA SALVEREBBE DELLA GIUNTA DEL BONO E SU COSA INVECE SERVIREBBE UN GIRO DI VITE SECONDO LEI? “Sfuriate e offese gratuite non servono a nulla, in qualunque manifestazione umana. Sì invece al confronto pacato ma deciso. Evito quindi di rispondere a chi si rivolge a me in modo maleducato ed offensivo. Del Bono è un’ot-

tima persona ma un politico ormai datato, era in politica ai tempi della caduta del muro di Berlino e a mio avviso appartiene ad un genere di politica che non funziona più. Salverei qualche suo intervento sul piano culturale, vedi ad esempio la riapertura della Pinacoteca, ma per il resto credo abbia fatto semplicemente il bravissimo “amministratore di condominio” gestendo situazioni già avviate dalla precedente Giunta. Oggi, soprattutto in politica, servono invece soggetti più camaleontici, in grado cioè di interpretare in tempo reale i tanti cambiamenti in atto dando naturalmente il proprio contributo con idee nuove. Il giro di vite serve eccome, dunque, toccando tutti i temi già enunciati del mio programma elettorale”. SEMPRE A SUO PARERE, IN COSA I BRESCIANI SONO BRAVI E IN COSA INVECE PECCANO? FORSE NON SI SANNO VALORIZZARE ABBASTANZA? “Non è semplice per un bresciano come me giudicare i propri concittadini. Posso dire che siamo grandi lavoratori, si sa, persone operose, ma anche tenaci e leali. A volte sminuiamo il nostro valore magari imitando maldestramente i cugini milanesi. In realtà avremmo forti peculiarità su cui lavorare e che ci caratterizzerebbero agli occhi delle altre città. Bisogna aprire la mentalità, unire le forze e dare vita a progetti significativi. Vorrei che il bresciano tornasse ad essere un !”.

big

BRESCIAUP

31


SPECIALE

Elezioni Comunali

Dionigi

C

Guindani

ari Cittadine e Cittadini, ho intrapreso questa rinnovata esperienza perché sento forte la necessità di dare il mio contributo nella circostanza delle elezioni in Loggia del 10 giugno p.v. Ho scelto con fiducia, nonostante le condizioni in cui agisce la politica nel tempo che stiamo vivendo, una nuova competizione elettorale per amministrare il Comune di Brescia; il Comune a cui ho offerto nel passato, consapevole dei miei limiti e delle mie risorse, una parte rilevante della mia vita impegnato per il bene comune. Sono tornato per l’opportunità che mi è stata offerta dalla Lista Castelletti – Brescia per Passione con Del Bono, di partecipare alla nuova competizione elettorale. L’impegno a fianco di candidati con

32

BRESCIAUP

i quali ho fatto un lungo cammino, insieme per affermare i principi nei quali ho sempre creduto, della solidarietà, della giustizia sociale e della vicinanza alla cittadinanza che soffre i disagi e le ingiustizie del tempo che stiamo vivendo. Nella società che sta connotandosi sempre più nei caratteri di rinuncia alle forme di aiuto e di sostegno per la cittadinanza che soffre per la condizione di disagio in vivono le persone senza voce, senza protezione sociale e che perdono la loro dignità. Non ho proposte miracolistiche da offrire nel mio programma elettorale; offro soltanto, con la determinazione e la passione che mi ha sempre sostenuto nei miei trascorsi politici a livello Comunale ove ho svolto i miei compiti di Assessore ed in Regione Lombardia ove ho lavorato nel ruolo di Consigliere, la mia dedizione e la mia serietà.

Chiedo il Vostro consenso, con la vostra espressione di voto, sicuro di poter onorare la Vostra fiducia. Non farò mancare, come ho sempre fatto nel passato, la mia vicinanza e il mio sostegno nel riconoscimento dei valori che mi hanno sempre caratterizzato nell’alveo della lunga personale esperienza nella storia del riformismo democratico del quale oggi più che mai esiste ancora una straordinaria necessità per la ripresa di una vita della politica. Una politica fatta di opere di solidarietà, di onestà e di coerenza e meno di annunci; requisiti tutti fondamentali per chiunque si proponga di offrire le proprie energie e le proprie risorse per rappresentare i cittadini bresciani nel Consiglio Comunale e nell’Amministrazione che si costituirà. Con affetto e vicinanza


BRESCIAUP

33


ELEZIONI AMMINISTRATIVE

COMUNE DI BRESCIA DOMENICA 10 GIUGNO 2018

Acri Gianfranco

34

BRESCIAUP


Dr

LA TERRA

Siamo in Corso Magenta 2 (4° PIANO Coin) - Brescia

Rooftop Drink &Bar Food in Br

LA TERRAZZA

i z a l o c

Rooftop Bar in Brescia

a ll a D Dalla azione col all’

all

o v i t i r e p a

! o v i t i r e p a

Aperto tutti i giorni...

(+39) 030 290 6566

030 290 6566

Aperto tutti i gio @laterrazzabrescia

laterrazzabrescia

(+39) 030 290 6566

laterrazzabrescia

laterrazzabrescia

@laterrazzabrescia BRESCIAUP

35


Professionisti del Relax


Michele Cadei

uno sportivo d’eccellenza

A

scoltare il racconto delle vittorie di questo pluripremiato campione è un immenso piacere, dalla sua voce allegra e squillante, infatti, traspare tutta quella fierezza e quell’orgoglio di chi nella vita ha lavorato sodo per perseguire i suoi obiettivi. Sto parlando di Michele Cadei, sportivo d’eccellenza, da poco laureatosi vicecampione europeo 2018 a Portimao, sulle coste portoghesi nella disciplina delle moto d’acqua. Campione italiano ed internazionale, Michele è in continuo movimento. Il pilota 44enne, bergamasco, di Cenate Sotto, è titolare della carrozzeria Cadei srl di Albano Sant’Alessandro che si occupa di vendita,

38

BRESCIAUP

riparazione, assistenza e gestione delle pratiche amministrative dal 1997, perciò di motori se ne intende!

Portogallo, a Portimao.

Una carriera sportiva costellata di soddisfazioni che sono il frutto di duri allenamenti quotidiani, seguiti dal suo preparatore atletico ValenMa come arriva alla conoscenza di tino Domenghini. A supportarlo questa insolita disciplina sportiva? anche Stefano Formaiani, grande “Per caso, grazie ad un amico” che lo professionista della introduce in queSte Racing che si ocsta realtà e da sucupa della preparabito lo appassiona, E a chi gli domanda zione della sua moto ci rivela Michele. quale è il segreto Kawasaki, 350 cavalli Dal 2000 infatti del suo successo la e ne verifica potenintraprende questa risposta si racchiude za ed efficacia, con nuova avventura in una sola parola: lui, alterna le sedute che lo consacrerà passione. Questa è la in palestra quelle più vincitore in diverchiave di tutto. mirate al laghetto di se competizioni di Castelletto Braduzzo, livello nazionale nell’Oltrepò Pavese.Un lavoro di ed internazionale. L’elenco dei tisquadra, che lo vede come punto di toli vinti si allunga di anno in anno: riferimento del team orobico Jet Fly, 2010, 2013, 2014, 2015, 2016 segnafondato nel 2013 e composto da una no le sue vittorie nazionali, nel 2014 ventina di piloti di moto d’acqua. Ed arriva anche il primo titolo internaè proprio il Jet Fly Team a promuozionale in Croazia, a Spalato, mentre vere una nuova disciplina sportiva, per due anni consecutivi 2017-2018, denominata Hydro-Fly, una sfida diventa vicecampione europeo in


davvero coinvolgente. L’obiettivo è quello di promuoverla a livello internazionale. Si tratta, come si evince dal nome, di uno sport acrobatico che sfrutta le medesime dinamiche di una moto d’acqua, alla quale viene applicato un tubo che consente il sollevamento dell’atleta dall’acqua. Vengono utilizzati degli appositi scarponcini, fissati tramite una tavoletta a questo tubo. Tutta una questione di equilibrio, concentrazione e grande preparazione. Inutile dire che l’esperienza è adrenalinica e sta conquistando un pubblico di ammiratori e dilettanti sempre più numeroso, a partire dalla figlia Nicole che a soli 9 anni è già la più giovane rider con all’attivo un’esibizione nel 2017 all’idroscalo di Milano. E chissà se anche la piccola Chloè, 5 anni, seguirà la passione di papà! Dietro ai successi di questo grande campione si nasconde anche il supporto psicologico della moglie Sonia, sempre al suo fianco durante le gare importanti. Una vita intensa quella che conduce Michele Cadei, da poco entrato in politica, nell’attuale amministrazione con il “Progetto Albano” per

portare la sua esperienza sportiva al servizio dei cittadini, dimostrando come lo sport faccia bene a corpo e spirito, dando così alla sua carriera un valore didattico aggiunto. In corso anche l’idea di aprire una vera e propria scuola di Hydrofly a Sirmione, dove peraltro il prossimo

16 giugno l’atleta si esibirà per il comune all’interno del castello. I più curiosi sono avvisati! In molti lo ricorderanno nella spettacolare esibizione all’idroscalo di Milano nella finale dell’Isola dei famosi: uno spettacolo da togliere il fiato! A maggio invece il progetto Premio Eccellenze lo consacrerà “sportivo d’eccellenza”, annoverandolo tra i motivi d’orgoglio del territorio orobico. Sono davvero tante le soddisfazioni di questo pilota, non soltanto di tipo agonistico ma anche personale. Nel 2016 Michele compie un nobile gesto che viene premiato con una medaglia d’onore: salva la vita ad un amico nella sua carrozzeria. Dopo aver prestato i primi soccorsi attraverso un massaggio cardiaco, l’uomo viene ricoverato in ospedale fuori pericolo. L’ennesima prova di grande prontezza e sangue freddo. E a chi gli domanda quale è il segreto del suo successo la risposta si racchiude in una sola parola: passione. Questa è la chiave di tutto perchè impegno, dedizione e motivazione sono la spinta per fare bene ogni cosa, nella vita come nello sport.

BRESCIAUP

39


MILANO / FIRENZE / MANGANO.CO M

MANGANO

MILANO / FIRENZE / MANGANO.COM


{ 42

MAISON D’OR Apre la stagione estiva+

44

B . B . M - B R I X I A B U S I N E S S M AT C H Premio Eccellenza della Moda

60

AL CASCINALE Tango che passione!

48

“ O l e Ly n g g a a rd C o p e n h a g e n” party to ARGAN

52

5 2 ° V I N I TA LY La più grande manifestazione dedicata al vino

58

Gran Ballo di Primavera U n’ a i u t o p e r l a Vi t a

62

Inaugurazione CBD Collection Store

64

A S P E T TA N D O L A M I L L E M I G L I A Da Ceco

66

NASCAR Whelen Euro Series American Nascar Weekend

BRESCIAUP

41


Ph. Selene Zarcone

MAISON D’OR apre la stagione estiva

MAISON D’OR oriental experience 030 2400458

42

BRESCIAUP

Via Solferino, 55 - Brescia Maison d’Or


Lunedì 21.05.2018 è stato ufficialmente aperto lo spazio estivo di Maison d’Or oriental experience, il noto locale che propone cucina orientale e giapponese che sempre più sta risquotendo successo ed apprezzamento per i piatti proposti, la cordialità e l’innovazione che tutti i giorni offre. La serata è iniziata con il migliore degli ospici accompagnata dalle note di musica live e intrattenimento artistico. E si è conclusa con un gran buffet di dolci, frutta e divertimento!

BRESCIAUP

43


B.B.M. Brixia Business Match Premio eccellenza della moda

I supereroi della moda italiana Arte e Moda, un connubio forte e naturale che lega il quadro al manufatto come simbolo dell’eccellenza del Made in Italy. L’imprenditore Eroe dell’era moderna, in grado di combattere contro i venti della crisi, di sopravvivere nonostante le difficoltà contingenti, di formare e insegnare, di innovare e guardare al futuro pur rimanendo radicato al territorio. L’artista bresciano Giovanni Confortini sembra voler sottolineare in questo modo, affiancando il Supereroe a soggetti più tradizionali, la doppia natura dell’imprenditore aperto al futuro e al mondo ma infondo sempre attento al

44

BRESCIAUP

passato e fedele alle proprie origini. La sua arte si affianca con delicatezza alle opere della manifattura bresciana testimoniate dalle realizzazioni di Doratex srl , azienda bresciana con forte senso di appartenenza, da sempre attenta all’innovazione nel rispetto dell’ambiente e alla crescita in sintonia e sinergia con il territorio. Apindustria Brescia, in collaborazione con l’unione di settore Uniontessile, ha voluto in questo modo porre l’attenzione su uno dei settori simbolo del “saper fare” italiano e bresciano, fortemente colpito dalla crisi, comunque in grado di resistere


e raggiungere livelli di eccellenza. Doratex La passione di una famiglia e i suoi collaboratori. La missione di un’azienda per la qualità e l’innovazione. Il Made in Italy, la materia prima naturale e preziosa che da filo diventa maglia e stile di vita… Era il 1962 e l’eccellenza era un posto speciale: l’Italia, lo stesso che ha visto crescere, conoscere e diventare ciò che siamo oggi. In quell’anno i fondatori Mario Ferrari ed Ester Tononi acquistarono una prima macchina di maglieria manuale e iniziarono pioneristicamente un lungo percorso professionale, che ha coinvolto molti giovani. Hanno creduto nelle nuove idee, nelle menti aperte negli spiriti curiosi e nel grande senso del dovere e della responsabilità. Insieme hanno cambiato il volto dell’Italia della ricostruzione. Anche l’Apindustria è nata nel 1962, non è una coincidenza, è il destino di due realtà che hanno lasciato il segno sul territorio. Doratex è l’espressione della cultura del saper fare, tipica del pragmatismo e concretezza bresciane. Doratex si è sviluppata in questo contesto, manualità, ingegno creativo e tanta determinazione sono state fondamentali. Successivamente l’impiego delle tecnologie, l’upgrading stilistico… e la più ampia visione dei mercati, hanno determinato l’espansione. Attualmente Doratex occupa nella sede principale 40 persone e circa 200 nell’indotto, presso terzisti esclusivisti. Dagli impianti sul territorio escono circa 300.000 capi di maglieria ogni anno , dopo un rigoroso controllo qualità. Da un calcolo solo approssimativo, si stima che dal 1962 ad oggi circa 30 milioni di capi delle linee Doratex hanno viaggiato lontano, fino ad oltre 20.000 km per portare con se un solo grande valore: quello del Made in Italy più autentico. Gli anni 60 hanno visto l’assetto, l’organizzazione che si stava delineando. L’utilizzo delle macchine di tessitura meccaniche e le prime collezioni studiate

espressamente per la Germania. Gli anni 70 sono stati gli anni delle contestazioni sindacali, dei primissimi computer e della crescita dell’export. Gli anni 80 hanno segnato lo stilismo, l’importanza dell’immagine, l’uso dell’ elettronica e dei grandi risultati dell’ export. Gli anni 90 sono stati testimoni dell’ evoluzione stilistica e dei primi segnali del grande cambiamento internazionale che si stava affacciando. Il primo decennio del nuovo millennio ha visto nascere nuove tecnologie, l’esplosione di internet e l’avvento dell’euro. L’euro è stato un grande freno all’esportazione, rendendo meno competitivo qualsiasi settore prima facilmente esportabile. Non servono grandi studi o grandi economisti per fare questo tipo di analisi.

BRESCIAUP

45


Il decennio successivo l’azienda ha rivisto il processo produttivo e il mix del prodotto. Rivedendo i piani commerciali, ha riposizionato i brands sui mercati internazionali. Le acquisizioni seguenti, nell’alto di gamma, hanno portato knowhow di prodotti nuovi e clienti diversificati, come le celebrities negli Stati Uniti e lo staff del Vaticano. Dal 2011 è stata completata una ristrutturazione e riqualificazione dell’intera rete distributiva. Oggi Doratex è un’organizzazione unica ed esclusiva, iperspecilizzata nel mondo della maglieria e dintorni. Doratex parte dall’ idea creativa, progetta, produce attraverso un intera filiera produttiva, distribuisce nel mondo maglieria in total look. Doratex è l’intreccio di tre linee, tre differenti vocazioni che da più di 56 anni condividono lo stesso territorio e si uniscono in un unico progetto industriale. Il filo conduttore è la maglia, una storia che poteva accadere solo in Italia. Andrea Fenzi, Mc Lauren , GIOFERRARI sono marchi di eccellenza della maglieria italiana. Diventano percorsi di stile e sperimentazione ciascuno con la propria identità, per offrire il meglio a chi lo sa riconoscere. Andrea Fenzi è la prima linea, lusso accessibile, e utilizza materie prime naturali e preziose quali: cashmere seta vigogna e lane sottilissime ecc. La qualità diventa maglia pulita con cura dei dettagli, texture e modelli inediti dalla mano leggerissima e impalpabile. Giacche, blazer, giubbini completano la proposta. GIOFERRARI è lo stile contemporaneo la linea sportiva, casual chic, eclettica e trasversale, I pullover, i cardigan e le t-shirt sono colorati e di grande fantasia. Mc Lauren ha un impronta british con richiami ai club sportivi e college anglosassoni, accenna allo spirito romantico dei dandy e vagamente bohemien. È una linea di ricerca e sperimentazione. Al di là del puro senso estetico i capi sono confortevoli e adatti ad ogni contesto e occasione d’uso. Un network di circa 45 esperti distributori, agenti e ambasciatori made in italy nel mondo, raggiungono circa 900-1000 nei

46

BRESCIAUP

5 continenti. L’export è circa il 65-70%. DORATEX è presente da anni in paesi importanti quali: Germania, Austria ,Svizzera, Belgio, Olanda, Repubblica Ceca e Polonia. In misura minore: Francia, Spagna, Gran Bretagna , Paesi Bassi e Scandinavia. Con la caduta del muro di Berlino la Russia è sempre stata senza dubbio tra i mercati strategici. Anche tutti i paesi dell’ex unione sovietica ex CSI sono mercati importanti tra i primi Azerbaygian e Kazakistan. In tutti questi paesi il made in italy è molto

amato ed apprezzato per qualsiasi fascia di prodotto. Gli Stati uniti rappresentano un mercato evoluto con una distribuzione organizzata, ma instabile dove i rapporti commerciali si basano sulla superficialità. In Asia primeggiano tra i mercati Giappone, Corea Hong kong. Questi paesi apprezzano moltissimo il prodotto di alta qualità, sostenuto da un alto servizio e dalla sua certificazione. I clienti Giapponesi sofisticati e tecnologici richiedono un prodotto tradizionale ma anche d’avanguardia e ricerca. Questo popolo vive tra tradizione e futuro. Non è azzardato paragonare una certa Italia a questo interessantissimo paese, penso che coesistano anche da noi le due anime. Nel 2014 Doratex assistita da Camera Nazionale della moda ha sfilato all’ hotel Hyatt a Shanghai e all’hotel Beijing Raffles a Pechino. Impressionante l’efficienza e l’efficacia della macchina organizzativa cinese. Modelli sicuramente

da copiare anche in Italia. Oltre 2000 buyers e giornalisti,si sono dimostrati accaniti fashionisti da tutta la Cina. Tovare partner commerciali affidabili in un continente, in un contesto culturale così diverso e cosi ampio sarà tra le prossime non facili sfide. Nel 2004 il Commendatore Mario Ferrari, mio padre, presente in sala,è stato insignito del premio imprenditore dell’anno da Apindustria. Doratex è stata premiata a Washinton, Stati Uniti nel 2015 con il premio Eccellenza Italiana da una giuria internazionale presieduta da Gianni Versace. Credo di non esagere nel sostenere che Doratex e le linee hanno creato valore, hanno avuto visioni moderne , hanno lasciato un segno e hanno valorizzato questo paese. Meritano più attenzione da parte delle istituzioni... Alcune considerazioni generali sul settore tessile-abbigliamento considerando l’intera filiera: 55 Miliardi di Euro è il fatturato complessivo circa 450.000 gli occupati e un turnover nei prossimi 6-7 anni di circa 40.000, quindi necessario individuare giovani da formare essenzialmente nelle aree tecnica e nella lavorazione artigianale manuale in via di estinzione. Il saldo tra export ed import è il secondo per importanza dopo il settore metalmeccanico. I settori appartenenti alle 3 A: abbigliamento, agroalimentare, arredamento, ossia l’italian lifestyle e il turismo sono essenziali per l’economia italiana e strategici. Alla vostra sinistra i capi delle linee ANDREA FENZI, MC LAUREN e GIOFERRARI, sono solo una sintesi e danno solo un’idea della vasta produzione bresciana DORATEX. A fianco dei capi, i bellisimi quadri del pittore bresciano Giovanni Confortini. I supereroi rappresentano la capacità di mutare, l’adattamento e la velocità, rappresentano l’eterna lotta del bene contro il male. Oggi i supereroi incarnano , rappresentano perfettamente l’imprenditore dell’epoca moderna... appunto un supereroe!


ASSISTENZA INFORMATICA AZIENDE E PRIVATI

VENDITA E ASSISTENZA

PROGETTAZIONE E FORNITURA

pc • mac • nuovo • usato • software antivirus professionale • recupero dati

impianti wireless pro e multiroom • server reti aziendali • impianti audio multiroom

SERVIZI DATA CENTER

TELEFONIA MOBILE

hosting • pec • email professionale • firewall disaster recovery • backup online

vendita • assistenza • trasferimento dati

SICUREZZA

GRAFICA E WEB

videosorveglianza IP impianti di allarme • controllo accessi

brochure • cataloghi • immagine aziendale siti internet • e-commerce

I-SERVICE Via degli Incisori, 1 - 25127 Brescia | T. 030.2077667 | E. info@i-service.net | W. i-service.net

Cleaning solutions & services

PR ODOTTI PE R UN F UT UR O P I Ù P UL I T O

CONSEGNA GRATUITA IN 24 ORE | ASSISTENZA TECNICA PER MACCHINARI | DERATTIZZAZIONE | DISINFESTAZIONE | SANIFICAZIONE NOLEGGIO A LUNGO TERMINE MACCHINARI | CORSI DI AGGIORNAMENTO | CONSULENZA TECNICA CON PERSONALE QUALIFICATO

BRESCIA Via Allegri, 101

BERGAMO Via San Bernardino, 139/N

T. 030.8080442 F. 030.8080755

E. info@sanigeneco.it W. www.sanigeneco.it BRESCIAUP

47


Ole Lynggaard Copenhagen party to oooo

iGUSSAGO gioielleria

48

BRESCIAUP

Via V. Emanuele II 52/d - Flero

paolo@igussago.it

www.igussago.it

030 276 1055

iGussago


Mercoledì 9 Maggio, iGUSSAGO Gioielleria a Flero, hanno organizzato un evento stile NORD EUROPEO nella Barbieria ARGAGN di Via Filzi, Brescia. L’occasione è stata la presentazione della nuova collezione di gioielli OLE LYNGGAARD COPENHAGEN, marchio del lusso Danese, di cui iGUSSAGO sono esclusivisti.


50

BRESCIAUP


IL DETTAGLIO CHE FA LA DIFFERENZA NELLA PERSONALIZZAZIONE DEGLI SPAZI

ALLESTIMENTI FIERISTICI ED EVENTI < STAND PERSONALIZZATI < NOLEGGIO CONDIZIONATORI E RISCALDATORI < NOLEGGIO TENDOSTRUTTURE E GAZEBO < NOLEGGIO STRUTTURE PER VILLAGGI <

BRESCIAUP

51


Ph. Selene Zarcone

52° VINITALY

la più grande manifestazione dedicata al vino

VINITALY

int’l wine & spirtits exhibition

045 8298111

52

BRESCIAUP

Veronafiere s.p.a. - Viale del Lavoro, 8 - Verona Vinitaly


VINITALY 2018, CRESCONO QUALITÀ E NUMERO DEI BUYER PRESENTI Operatori esteri in crescita percentuale rispetto al 2017 da Stati Uniti (+11%), Cina (+34%), Nord Europa – Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca (+17%), Paesi Bassi (+15%), Polonia (+27%) e triplicati da Israele; mentre la top ten delle presenze assolute sul totale vede primi i buyer da USA seguiti da quelli provenienti da Germania, Regno Unito, Cina, Francia, Nord Europa (Svezia, Finlandia, Norvegia e Danimarca), Canada, Russia, Giappone, Paesi Bassi insieme al Belgio. A Veronafiere per quattro giorni presenti oltre 4.380 aziende espositrici (130 in più dello scorso anno) da 36 paesi. A Vinitaly and the City quasi 60 mila appassionati e wine lover tra Verona e i tre borghi storici della provincia: Bardolino, Valeggio sul Mincio e Soave. , in linea con l’edizione precedente ma aumentando invece la qualità e il numero dei buyer esteri accreditati che quest’anno registrano un significativo +6% per un totale di 32mila presenze. «Vinitaly 2018 ha confermato la vocazione di rassegna dedicata al business e alla promozione del mondo vitivinicolo» – commenta

BRESCIAUP

53


il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese. Un risultato ottenuto grazie ai continui investimenti nell’incoming da parte di Veronafiere, selezionando operatori top attraverso la rete dei propri delegati in 60 paesi e con la collaborazione di ICE-Agenzia nell’ambito del piano di promozione straordinaria del made in Italy, voluto dal Mise (Ministero dello sviluppo economico). «La crescente presenza di professionisti all’edizione 2018 – spiega il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani –, testimonia il consolidamento del ruolo b2b di Vinitaly a livello internazionale, con buyer selezionati e accreditati da tutto il mondo». Più di 15.100 vini proposti tramite l’innovativo strumento della Vinitaly Directory online, in lingua italiana, inglese e cinese per favorire contatti commerciali tutto l’anno. Ad integrare e ampliare l’offerta di Vinitaly, si sono svolte come ogni anno in contemporanea Sol&Agrifood, la manifestazione di Veronafiere sull’agroalimentare di qualità ed Enolitech, rassegna su accessori e tecnologie per la filiera oleicola e vitivinicola. La 53ª edizione di Vinitaly è in programma dal 7 al 10 aprile 2019.

54

BRESCIAUP


AFFITTIAMO SPAZI PER EVENTI FESTE DI LAUREA COMPLEANNI E FESTE A TEMA PRANZI E CENE PRIVATE CONFERENZE E CONVEGNI Per info e prenotazioni Tel: 335 220580 / Mail: apa.17@libero.it

Siamo in Via del Brolo, 36 - Brescia IN COLLABORAZIONE CON


Questione di Gusto

QUESTIONE DI GUSTO food store 335 220 580

info@questionedigusto.net Questione di Gusto www.questionedigusto.net


Ph. Selene Zarcone

Gran Ballo di Primavera un aiuto per la Vita

ROTARY CLUB Brescia Veronica Gambara info@rotaryveronicagambara.com

58

BRESCIAUP

www.rotaryveronicagambara.com Rotary Club Brescia Veronica Gambara


“Gran Ballo di Primavera” nella splendida cornice di Villa Mazzucchelli Grazie a questa serata di solidarietà e beneficenza, l’obiettivo dell’interclub è donare un CFM al Reparto di Terapia Intensiva Neonatale degli Spedali Civili di Brescia. L’asfissia neonatale, grave complicanza del parto, può interessare sia i nati pretermine sia i nati a termine, ed è gravata da pesantissime sequele neurologiche fino alla cerebropatia con tetraplegia spastica. Da pochi anni una metodica terapeutica, l’ipotermia neonatale, ha permesso di limitare i danni dell’asfissia tramite monitoraggio, permesso dal Cerebral Function Monitoring (CFM), che, salvaguarda la funzione cerebrale dei neonati trattati. Il service ideato e organizzato dal RC Brescia Est, con la collaborazione del nostro Brescia Veronica Gambara con RC Moretto, RC Rodengo Abbazia, RC Brescia Vittoria Alata e Soroptimist Alto Garda, ha richiesto programmazione di diversi mesi. E nella stupenda cornice di Villa Mazzucchelli, ha trovato conclusione e raggiunto l’obiettivo prefisso, con una partecipazione di gran lunga superiore alle previsioni, come sempre dovrebbe essere quando la “famiglia rotariana” si muove compatta, superando sterili individualismi, non disperdendo le energie in attività di apparenza, concentrandole, invece, verso un unico ambizioso e veramente utile progetto.

BRESCIAUP

59


Ph. Stefano Giorgini

AL CASCINALE tango che passione!

IL CASCINALE Ristorante & Pizza 030 877 6157

60

BRESCIAUP

Via Verona 44 - Sirmione Il Cascinale . ristorante & pizza . Sirmione


Elegante, passionale, sensuale, il tango argentino da sempre è sinonimo di seduzione. Solo il tango ha la straordinaria capacità di racchiudere elementi contrapposti tra di loro e armonizzarli con un risultato che rasenta il sublime. Nel tango si celebra la seduzione, questa parte del ballo appartiene alla ‘mirada’ e al ‘cabezeo’, ballare insieme per sedurre il partner. Nel tango non prevalgono né l’uomo né la donna, il senso è tutto nella fusione, nella sintonia, nella comunicazione dei corpi, nelle energie che si mescolano, nei respiri che si sincronizzano ai passi, il tango è il ballo di coppia per eccellenza. Il suo valore è tale che l’Unesco lo ha dichiarato patrimonio culturale della umanità.

Al Cascinale di Sirmione dedicata a questo straordinario ballo una serata esclusiva ideata dal supervip Valerio Merola che ancora una volta ha firmato un evento top. Tra gli applausi ha ballato sulle note di ‘Assassin Tango’ il gruppo Buenos Tango con le coreografie dei super campioni Riccardo Ongaro e Monica Biasin, coppie Fabio e Monica, Salvatore e Cristina, Giorgio e Cindy. Un momento particolarmente emozionante è stata l’esibizione del campione regionale disabile Tarek in coppia con la flessuosa moglie ballerina Sara, sulle note del successo del “Volo”: Grande Amore. Intermezzo di grande atmosfera con il flamenco arabo della giovane e bella Giulia Stefana per la coreografia di Michela Plozza della Scuola Amon Ra, poi subito di nuovo al tema della serata con il tango e la milonga di Riccardo e Monica. Flash moda di Erreci Moda della stilista Roberta, quindi estrazione di premi in trattamenti estetici offerti da Time Beauty Lounge di Rivoltella. Voce della serata la bravissima cantante Alessandra Vianello. Menù molto gradito doppia scelta mare/terra dello chef stellato Loris, nuovo acquisto del locale gestito dalla famiglia della affascinante Sadia e dai suoi tre figli con il sala il simpatico Omar. Sponsor della serata: Cantine Tommasi (viticoltori dal 1902) che ha permesso la degustazione dei propri vini di super qualità rosso Ripasso Valpolicella Classico Superiore, bianco Le Fornaci Lugana, rosé Caseo.

BRESCIAUP

61


Ph. Selene Zarcone

INAUGURAZIONE CBD Collection Store

CBD Collection Italia 393 903 8880

62

Via Inganni, 5 - Brescia CBD Collection Italia


Il 27.04.2018 si è tenuta con grande successo l’inaugurazione dello store firmato CBD Collection, sito a Brescia in via A. Inganni, 5. Durante l’evento sono stati presentati i prodotti a base di canapa light, tra cui infiorescenze, tisane, oli, creme ecc. Oltre all’esposizione dei prodotti accompagnata da un dj set, un buffet ed un open bar, si è potuto scoprire un elegante store che rivoluziona il modo di vendere i prodotti a base di canapa.

63


64

BRESCIAUP


BRESCIAUP

65


La NASCAR Whelen Euro Series si sposta ora a Brands Hatch, che ospiterà fra tre settimane il quinto e sesto round della regular season con Alon Day in testa alla classifica. L’israeliano lo scorso anno ha vinto il titolo di King Of Brands Hatch e sarà ancora una volta l’uomo da battere nella sesta edizione dell’American Speedfest.

NASCAR Whelen Euro Series american nascar weekend

Autodromo di Franciacorta 030 7040677

66

BRESCIAUP

Località Bargnana - Castrezzato Autodromo di Franciacorta info@autodromodifranciacorta.it


MOTORI

CASTREZZATO (BS): lo spettacolo che si è visto questo fine settimana sul Circuito “Daniel Bonara” di Castrezzato per il secondo appuntamento del Campionato Europeo della “Nascar Whelen Euro Series” dominato dall’israeliano Alon Day (54 CAAL Racing Chevrolet SS) non ha nulla da invidiare al campionato “gemello” che si corre negli ovali americani. Tantissime famiglie, questo è lo spirito degli organizzatori USA ed Europa, una festa a tutto tondo contrassegnata dalla passione del pubblico presente con i motori a fare da filo conduttore di un weekend da alta adrenalina, numeri di alta scuola di guida, “sverniciate” al limite del regolamento e delle leggi fisiche della dinamica. Sono stati il giusto premio da parte di chi ha voluto fortemente questo appuntamento. Punto di riferimento in cabina di regia, patron Ettore Bonara, coadiuvato dal direttore sportivo dell’Autodromo “Daniel Bonara”, Francesco Tartarella. Madrina della manifestazione continentale la “giornalista volante“ Claudia Peroni collega di Mediaset, la “voce” dai box della Formula Uno. Ciliegina finale, prima della grande parata in pista per la seconda finale di “Elite 1”, sono state le evoluzioni acrobatiche in cielo della pattuglia di aerei che hanno disegnato nel cielo azzurro, quasi come una cornice di un bellissimo quadro naturale, numeri di alta scuola aerea, lasciando il folto pubblico con il fiato sospeso e con il naso all’in su trattenendo il respiro ad ogni “numero” spericolato del capo pattuglia. Questo è stato il giusto premio agli sforzi organizzativi che hanno potuto toccare con mano quanta passione e pubblico (il 40% in più della prima edizione) sono stati presenti in questo weekend della Nascar. Spettacolo in pista, spettacolo nei paddock, una miscelanza di lingue, spettatori che hanno potuto gustare ogni tipologia di cucina

nei vari stand colorati che hanno animato e preparato (HopHop StreefFood) piatti tipici della cucina mondiale. Nelle brevi pause tra un cambio di vetture in pista, si è corso anche il Campionato Nazionale del “Trofeo Peroni”, il pubblico ha potuto sperimentare quanto possa essere difficile fare il pilota da corsa cimentandosi con i simulatori dell’ultima generazione. Alla fine di questi giorni intensi e adrenalitici a Ettore Bonara e al suo Staff è arrivato il miglior premio desiderato. L’offerta da parte degli organizzatori della Nascar Europa di “organizzare”, unica tappa per L’Italia per altri tre anni l’appuntamento continentale al Circuito “Daniel Bonara” di Castrezzato, il circuito franciacortino per tre anni sarà l’ombelico europeo delle corse nate sugli “ovali” americane. La cronaca sportiva vede Alon Day (#54 CAAL Racing Chevrolet SS) dominare tutte le quattro gare dell’Euro NASCAR corse all’Autodromo di Franciacorta negli ultimi due anni, incluse il Round 3 e Round 4 della stagione 2018. Vincendo il Round 4 il pilota israeliano ha conquistato il quarto successo consecutivo della stagione e il 14esimo della sua carriera NASCAR, distanziando il primo dei rivali di sette secondi, nonostante un paio di caution che hanno neutralizzato la gara nelle prime fasi. “Faceva molto caldo in auto ma è stato fantastico,” ha detto Day, che ha vinto cinque delle ultime sei gare della NWES. “I ragazzi del CAAL Racing hanno fatto un lavoro straordinario. Devo molto a loro e ai loro sforzi, ma se penso a Brands Hatch so che sarà molto più complicato. Non sarà facile ripetersi, dovrò allenarmi tutti i giorni. Il campionato è cresciuto molto negli ultimi anni e il livello continua ad alzarsi. Se vuoi vincere, devi continuare a allenarti”. Dietro Day, la battaglia per il podio è stata incredibile, con quattro piloti che hanno tagliato il traguardo distanziati da appena un secondo. Lucas

up

Lasserre (#33 Mavi Mishumotors Chevrolet SS) ha avuto la meglio su Marc Goossens (#91 Braxx Racing Chevrolet Camaro) con una spettacolare manovra alla curva 11 dell’ultimo giro, conquistando il primo podio dal suo ritorno in NWES nel 2017. “Prima di tutto voglio dire che Marc era uno dei miei idoli quando guidavo a Le Mans. E’ fantastico poter lottare con lui qui in NASCAR ora. Ha tanta esperienza, è stata una gran bella battaglia. Mi sono divertito tanto perchè è stata molto corretta,” ha detto il campione NWES 2010. “Voglio ringraziare tutto il mio team e la mia famiglia. Voglio dedicare questo secondo posto al Team Owner del Mishumotor Mirco Schultis, che è in Florida con la sua famiglia. Ha guardato la gara dal live streaming del campionato oggi. Avevamo il giusto ritmo qui e questo mi rende fiducioso per Brands Hatch. Sarà molto importante partire davanti e finire le gare. Deve essere questo il nostro approccio, finire le gare e conquistare il maggior numero di punti possibile.” Loris Hezemans (#50 Hendriks Motorsport Ford Mustang), vincitore dello Junior Trophy, e Frederic Gabillon (#3 Tepac RDV Compétition Toyota Camry) hanno chiuso la Top5. Anthony Kumpen (#24 PK Carsport Chevrolet SS) ha sorpassato Thomas Ferrando (#37 Knauf Racing Ford Mustang) all’ultimo giro, conquistando così il sesto posto, mentre Christophe Bouchut (#66 Dexwet-DF1 Racing Chevrolet SS), Martin Doubek (#7 Belgium Driver Academy Ford Mustang) e Alex Ciompi (#56 CAAL Racing Chevrolet SS) hanno completato la Top10. Marconi Abreu (#47 MRT Nocentini Ford Mustang) ha portato a casa il Challenger Trophy con l’undicesimo posto finale. Dario Caso (#8 Racers Motorsport Ford Mustang) e Kenko Miura (#2 Alex Caffi Motorsport Toyota Camry) hanno completato il podio Challenger. Attilio Tantini Ufficio Stampa Autodromo di Franciacorta

BRESCIAUP

67


Miche le. Am ore! A qualc bbiamo he or a d i relax dell’a llenam prima ento c di por h e n tarmi e dici da Eur omod a? BELLA ID

EA!

o! Voglio e andiam r o m a i a Siii d ezioni ove coll u n e l e r vede A VA BENE, ili! CARLOTT primaver O PER LA

ABIT A SCEGLIERE L’ PERÒ MI AIUTI ! O CENA DI SABAT

Shopping da Appen a arri vati, c sembr i a di es sere a casa il neg ozio r isulta confo rtevo l e , e legan e acco te glient e , con u marea na di pro poste per ogni m archi o!

bene ti stanno e m o c e l ia, Miche sta magl ans e que je i t s e u q ! modello sembri un

68

BRESCIAUP


RDA QUESTO GRAZIE MA GUA CENA DI VESTITO PER LA PIACE? IMO, TI SABATO PROSS arai simo, f Sì moltis one! un figur

o! Voglio e andiam r o m a i a Siii d llezioni nuove co vedere le A VA BENE, ili! CARLOTT primaver O PER LA

ABIT A SCEGLIERE L’ PERÒ MI AIUTI O! CENA DI SABAT

Per me cosa dici di questa borsa e queste scarpe?

A BORSE E SCARPE NON SAI RESISTERE, VERO? :)

BRESCIAUP

69


LA TRENTASEIESIMA RIEVOCAZIONE STORICA SI CHIUDE CON SUCCESSO

H A VINTO LA 1000 MIGLIA 2018

UFFICIO STAMPA MILLE MIGLIA

LA COPPIA ARGENTINA TONCONOGY-RUFFINI

70

Brescia, 19 maggio 2018 – Juan Tonconogy e Barbara Ruffini sono i campioni della 1000 Miglia 2018. L’equipaggio argentino, numero 85, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933, ha sbaragliato la concorrenza tagliando nel pomeriggio il traguardo di Viale Venezia a Brescia con un attivo di 74108 punti.

Bonetti sull’Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 con 73714 punti. Al terzo posto i campioni uscenti bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1750 Zagato del 1929 con 73327 punti.

In seconda posizione si piazzano Giovanni Moceri e Daniele

nel 2013 e nel 2015.

BRESCIAUP

Per la coppia Tonconogy-Ruffini si tratta della terza vittoria della “corsa più bella del mondo”, dopo i successi conquistati


BRESCIAUP

71


CUS BRESCIA

Febbre da Tiro a Volo

L

A cura di

Roberto Zarrillo

mazione completa teorica e pratica per trasformare l’apprendimento in un’esperienza unica, indimenticabile. Artemio Carra, Presidente del CUS Brescia, con orgoglio, presenta la Sezione di Tiro a Volo: ”Le radici contano. Ed il Tiro a Volo è di certo lo sport con il maggior numero di Nel 1896, ai primi Giochi olimpici legami con il nostro territorio. Non dell'era moderna, voluti dal barosolo per le aziende e per le fantastine Pierre de Coubertin, è una delle che strutture tiravolistiche, ma an9 discipline in gara. È il tiro a volo che per il ricchissimo palmares che e tra le star da Steven Spielberg a la Federazione Tiro a Volo - con Justin Timberlake fino a Barrack capacità - è in grado di incrementaObama, sta diventando una mania. re ad ogni edizione delle Olimpiadi. Stiano tranquilli gli Siamo felici di offrianimalisti, non ci re il nostro contrisono di mezzo prebuto alla crescita di Il Tiro a Volo de vive, ma piattelli uno sport così spetè di certo lo sport posizionati ad hoc tacolare. I corsi di con il maggior nei campi di tiro, tiro a volo del CUS numero luoghi in cui si trova Brescia, consentono sempre un istruttore di legami di muovere i primi di tiro che in un clipassi in pedana sotto con il nostro ma molto familiare la guida di istruttoterritorio. permette di muoveri internazionali di re in sicurezza i prigrande esperienza ed mi passi in pedana. attrezzatura messa a Romperne uno è semplice e diverdisposizione da Beretta, l’azienda tente, riuscire a romperne una serie più antica al mondo, fiore all’ocda 25 è un’arte per pochi (tra i più chiello dell’Industria Bresciana”. abili Valtteri Bottas, pilota di F1). ’hanno inventato gli Americani nell’800, utilizzando come bersaglio le decorazioni in vetro degli alberi di Natale lanciate in aria da una macchina chiamata ball-trap.

In Italia è praticatissimo, in particolare nella nostra provincia, dove ci sono alcune tra le strutture più belle che l’intero mondo ci invidia. Tra gli appassionati ci sono Roberto Baggio, Valerio Staffelli ed il blasonato Matteo Marzotto. Grazie al CUS Brescia da oggi, avvicinarsi al tiro a volo, è più facile: un’accademia che offre una for-

72

BRESCIAUP

E tu non hai mai sognato di sparare? Info&Credits: tiroavolo.cusbrescia.it info@cusbrescia.it Photo Credit: Manuel Binetti @manuelbinetti_photography


presentano

Dj Contest:

TUTTI I MARTEDÌ SERA

VOTA IL TUO DJ PREFERITO! Ad ogni Drink vi verrà consegnato un sottobicchiere col quale votare il vostro DJ preferito.

A

VOTA IL TUO DJ PREFERITO

VOTA IL TUO DJ PREFERITO

B

Al miglior Dj verrà dato un coupon di €100 da spendere da Dj Choice e una giornata nello studio Clockbeats di Bergamo per poter toccar con mano il mondo della produzione discografica oltre a far parte come Dj della stagione 2018/2019 alla Polveriera beach! Thank’s to

BRESCIAUP

73


74

BRESCIAUP


Giovanni Ciacci

DUE CHIACCHIERE CON...

C

onsulente d’immagine dei Vip, ma anche consulente di vita, almeno a giudicare dalla saggezza e dalla sicurezza che sa infondere in chi lo sta ad ascoltare. Ma la magia di Giovanni Ciacci sembra risiedere innanzitutto nella sua capacità di entrare in simbiosi con le persone. Molti colori, nel suo mondo, ma nessuna sfumatura: o ti ama, o ti odia. O ti dà una possibilità, o te la nega. O si apre e ti traghetta nel suo mondo fatato, o si chiude e ti lascia fuori! Non esistono vie di mezzo. Quando hai capito quale sarebbe stato il tuo lavoro? E quale sarebbe, scusa, il mio lavoro? Io ancora non l’ho capito! Tu l’hai capito? Beh, io credevo ti occupassi di rivedere l’immagine delle persone comuni, che ne studiassi il look per trasformarle in Vip, almeno per un giorno... Quindi pensavi che fossi un meccanico trasformista.

Ti assegnavo un ruolo molto, molto più significativo che contemplava l’invidiata capacità di saper leggere la psicologia di una persona e di saperla vestire di conseguenza. No, no. Niente di tutto questo. Sono semplicemente... un soubrette! Mi diverte molto di più questa mia nuova versione: un 76

BRESCIAUP

soubrette, scrittore, conduttore radiofonico, spalla di Caterina Balivo, badante di Raimondo Todaro. Tanta roba sono!

A cura di

Maria Verderio

Quindi devi saperti declinare in mille sfaccettature... Certo, nella vita bisogna essere multitasking!

Questa magia che descrivi la sento come un elemento femminile. Esiste una corrispondenza al maschile? Vale la stessa cosa.

Un artista a 360°... Artista? Artista lo hai detto tu. Io non sono un artista. Artista è Massimo Ranieri. Io sono un operaio dello spettacolo.

Quindi se ti chiedessi di farmi il nome del divo più divo italiano? In Italia? Purtroppo in Italia divi uomini non ce ne sono. Rimane la vecchia guardia, appunto c’è Massimo Ranieri. Penso anche a Fiorello. Fiorello secondo me è un vero divo dello spettacolo, però non si comporta da divo.

Un operaio dello spettacolo: che bellissima definizione. Che poi sappiamo bene che gli operai sono sempre quelli che... Sono quelli che tirano avanti il Paese! Senti, Giovanni, se ti chiedessi di pensare alla diva più diva italiana, che nome faresti? Beh, senza dubbio Valeria Marini tra le nuove. E Sophia Loren e Gina Lollobrigida tra le star delle star. C’è un elemento distintivo per le dive? Cos’è che ci fa capire che siamo di fronte a una diva? Le dive hanno una polverina magica che le circonda. È sufficiente che camminino per farci sentire che sta arrivando una diva. Sai, è come quando arriva una cometa e poi lascia la sua scia. Cioè... c’è quel qualcosa di speciale che le anticipa, la magia arriva ancor prima che arrivino loro. È questo!

La caratteristica che ti contraddistingue: cosa mi rispondi? Innanzitutto la schiettezza. Dico sempre quello che penso e non ho barriere. Né barriere, né confini. Non ritieni possa essere d’ostacolo nel mondo dello spettacolo? Mah... io è da quando ho 18 anni che lavoro in questo ambiente, quindi guarda quanti anni sono... (ride) Squisito, Giovanni Ciacci! Un mondo raro, ricco, prezioso e luccicante. Un mare molto più profondo di quanto lasci intuire. A modo suo disponibile e ironico, sicuramente carismatico. Il vero divo è lui, il vero divo è Giovanni Ciacci!


www.studiopiu.net

I deejay piĂš seguiti, la folle animazione dei nostri vocalist, la tua festa firmata

Ogni giorno in diretta trasmettiamo energia e divertimento! Ogni notte siamo connessi con i locali di tutto il mondo

Tel. 030 9991000


INTERVIEW

up A cura di

Quattro chiacchiere con

Nadia Roberti PH Damiano Conchieri

NADIA, CON QUALI PAROLE AMI DESCRIVERTI? Sono una persona curiosa e attiva e ciò trova libero sfogo nel mondo del folk e in particolare nella danza popolare. MA CHE COSA AMI IN PARTICOLARE DI ESSA? Esso spazia in tutte le latitudini del mondo e la tipologia delle danze tradizionali cambia da ogni Paese da cui proviene. Pertanto – se ci pensi – la ricerca, lo studio e la pratica possono essere davvero infinite. E LA TUA PASSIONE PER IL BALLO COM’È NATA? Ho sempre amato moltissimo ballare. La passione specifica per la danza popolare è nata incontrando il gruppo Girovagando più di vent’anni fa: lì ho avuto modo di conoscere delle persone speciali e di imparare che i balli sono sempre in gruppo, che le musiche e le danze sono diverse una dall’altra e che – soprattutto – non ci si annoia mai. E COME SEI DIVENTATA INSEGNANTE? Ho notato pian piano quanta gente riuscisse a ballare insieme a me e con me. E tutto ciò rendeva molto felici

78

BRESCIAUP

sia loro sia me. Ecco perché ho intrapreso la strada dell’insegnamento. MA CHE COSA SIGNIFICA INSEGNARE DANZA POPOLARE OGGI? Divulgare la danza popolare è tramandare la tradizione, quindi ricordare come eravamo. E poi la danza popolare esiste per stare insieme, per festeggiare, per amare, per pregare, per gioire. Insomma, è – a mio avviso – un efficace sistema di comunicazione ancestrale.

Ama profondamente la danza popolare che pratica da vent’anni, la lonatese Nadia Roberti. Membro storico del gruppo di danze folk e popolare Girovagando di Carpenedolo, la insegna pure da svariato tempo. Ecco che cosa ci ha rivelato della sua persona e della sua grande passione.


Studio Dentistico

Finanziamenti personalizzati, sale corsi per aggiornamento continuo dei medici e del personale, protocolli d’igiene e sterilizzazione molto rigidi, garanzie su impianti, manufatti protesici ed otturazioni. • Impiantologia tradizionale, computer - assistita e a carico immediato (quando possibile) • Chirurgia orale (compresi ottavi inclusi e chirurgia preimplantare) • Chirurgia parodontale • Protesi fissa e mobile, conservativa • Endodonzia • Gnatologia • Posturologia • Ortodonzia fissa, mobile ed invisibile • Odontoiatria infantile • Igiene e prevenzione • Sbiancamenti professionisti con lampada • Laserterapia • Trattamento estetico tessuti peri-orali • Sedazione cosciente • Laboratorio interno per le riparazioni STUDIO DENTISTICO DR, AMEDEO ZIRILLI Via Garibaldi, 50 - 25086 Rezzato (BS) Tel. 030 / 2792590

BRESCIAUP

79


A TU PER TU CON... PUCCIO GALLO

Il SESSO attraverso la STORIA Il sesso durante le varie epoche è stato visto e vissuto in modo diverso, fortemente influenzato dalla cultura e dalla religione.

L

a letterature indiana ha avuto un ruolo decisamente significativo perchè ha prodotto le prime opere letterarie trattanti l’argomento, considerando il rapporto sessuale come una vera e propria scienza artistica. Ha avuto un impatto talmente forte che la sua influenza giunge fino all’avvenire della corrente new age.

80

BRESCIAUP

A cura di

Puccio Gallo

Si può pertanto sostenere che l’India antica con le sue opere abbia aperto la strada ad una nuova concezione sessuale.

Il mio modesto parere è che ognuno debba vivere il sesso il più liberamente possibile ma facendo scelte accurate.

Per colpa invece della forte influenza religiosa l’Europa ha sempre manifestato timore nell’esporsi in tema, considerando la sessualità come un vero Tabù, nonostante ciò gli anni ‘60 e ‘70 hanno visto, attraverso il movimento Beat e altre espressioni, un passo in avanti nel tema della sessualità. Questi anni hanno portato ad una nuova concezione del sesso e della donna nel suo insieme.

Non fatevi confondere da questa forza violenta, il sesso non è amore che invece è fatto da rispetto, ammirazione e sacrificio (quei sentimenti che riempiono veramente la vita...)

Il sesso è una forza che ti entra dentro e dalla quale non c’è ritorno, da tutti i punti di vista: mentale e fisico. Come tutto il ‘troppo stroppia’ però e bisogna sapersi controllare, perchè può arrivare ad influenzare le nostre scelte, decisioni e comportamenti, ciò vale soprattutto per i giovani.

Se poi avrete la fortuna di poter accompagnare il SESSO con l’AMORE allora sarà l’apoteosi delle emozioni! E come dicevano i sessantottini:

Make love not war!


ilBraciere


PA RT Y D E L M E S E

CIRCUS, COSTEZ

A cura di

Lorenzo Tiezzi

e un’estate da ballare

A

Desenzano (e COSA DIRE DI CIRCUS BEATCLUB CHE QUEST’ANNO CONdintorni), Coco TA 19 STAGIONI DI DIVERTIMENBeach si sta già TO AL SERVIZIO DELLA CITTÀ? c o n f e r m a n d o, Ogni aggettivo è, nei fatti, sprecato così come i primi o inutile. Tra top dj in console ogni party di Copelia a weekend o quasi, allestimenti semPadenghe sono stati un successo. pre diversi, design che ogni anno si In Franciacorta si aspetta l’apertura rinnova, ragazze e ragazzi che handegli estivi, così come in città, dove no voglia di ballare, guardare e farsi il successo della stagione al chiuso guardare, ben tre di ritrovi come Seserate di succesconda Classe, Area so ogni settimana Docks, Polveriera (più i prefestivi) Sarà un’estate tutta da Beach e di tutta la ogni autunno, inballare, tra Brescia città, zona Piazzale Arverno e primaveFranciacorta e Garda. naldo è stato notera, il Circus è una Per fortuna, le possibilità vole. È bello, bellisvera corazzata di far tardi e/o ballare col simo, non riuscire a della notte. sorriso non mancano. È trovare spazio per una delle zone più vivaci segnalare anche solo Il suo pubblico d’Italia, con una qualità alcune delle realtà di ogni anno cammedia molto alta, anche successo. Sia chiaro, bia e cresce, il che se lo diciamo troppo poco. non sono mancati è una necessità problemi di diverassoluta in una so tipo per troppi non immensa e locali importanti in ogni zona della sembra tutto facile, tutto naturale… provincia. Purtroppo, molti progetIn realtà non è affatto così. Niente, ti si sono rivelati troppo ambiziosi soprattutto di notte, arriva con fao campati in aria. Ma detto questo, cilità. La clientela ha sempre nuove con l’amaro in bocca, perché sarebesigenze e solo chi sa ascoltarla riebe bello avere una provincia piena solo di luci, senza ombre, le luci ci sono… eccome.

sce a fare i numeri. Lo staff Circus in questi anni è riuscito in un’impresa davvero difficile e il lavoro di Antonio Gregori, Brio, Space, Toma e di decine di loro collaboratori è evidente... dal sorriso con cui lavorano e, soprattutto, dai sorrisi che riescono a far apparire sui volti dei loro ospiti. Un successo di questo tipo nasce ovviamente dai cambiamenti. Oggi Circus è un locale per tutti coloro che hanno voglia di far tardi divertendosi. Un’altra realtà cresciuta negli anni con costanza tra Franciacorta e quella (bellissima) ‘terra di nessuno’ tra Brescia e Bergamo è #Costez, che oggi si divide tra l’Hotel Costez di Cazzago (BS), discobar aperto tra autunno e primavera e Nikita Costez, grande disco aperta tutto l’anno a Telgate (BG). Il livello dei dj in console e quello dei party è cresciuto fortemente. Sarà splendido passare qui l’estate 2018, tra un party e l’altro. Ogni notte sarà come una breve, lunghissima vacanza dagli impegni di studio e lavoro… e non ci sarà manco bisogno di far la coda per arrivare fino a Riccione o altrove, visto che il fresco dei laghi è a due passi.


Un Laboratorio di Acconciatura per il CFP EDUCO e per il quartiere di VIA MILANO.

P

iega, smalto e rossetto offerti alla popolazione di Brescia grazie al contributo di NgGroup Italia e di Giannantonio Negretti.

Mercoledì 23 maggio, presso gli spazi del Centro di Formazione Professionale Educo in via Luzzago 1, c’è stata l’inaugurazione di uno spazio moderno e tecnologico per i giovani che frequentano il corso di Acconciatura, un progetto davvero unico, realizzato grazie al sostegno dell’azienda bresciana NG GROUP UNIVERSAL. Questo progetto ha visto il coinvolgimento degli alunni della classe 4°A, che, insieme al Presidente di NG Group Giannantonio Negretti, lo psicologo Antonino Giorgi e il Direttore della scuola Gianluigi De Silvi, hanno ideato il loro laboratorio per esercitarsi e sperimentare quanto appreso durante le lezioni

teoriche, simulare la reale esperienza in salone e lasciare in eredità i frutti del proprio lavoro agli altri studenti dell’istituto. Il laboratorio, pensato come un vero e proprio salone di bellezza, da settembre 2018 si proporrà ai cittadini del quartiere di via Milano, area per cui è previsto il progetto di riqualifica del Comune di Brescia, denominato “Oltre la strada”, come luogo che offre gratuitamente servizi di benessere di cui poter usufruire su appuntamento in giorni prefissati insieme ai docenti del corso. È la prima volta nella storia che viene data possibilità agli studenti di partecipare attivamente alla progettazione della loro scuola; si tratta di un’innovazione didattica di livello che ha visto i ragazzi salire in cattedra e portare la loro esperienza per la realizzazione di un progetto destinato alla comunità scolastica intera. È su iniziative di questo tipo che si costruisce l’identità professionale dei ragazzi, fornendo loro le carte in regola per affrontare il mercato di domani.


N AT U R O PAT I A &BENESSERE A cura di

Barbara Bet

La PASSIFLORA una pianta calmante! La passiflora è una pianta molto utile se abbiamo problemi ad addormentarci a causa dello stress, perché aiuta a combattere l’insonnia ma senza intontirci il giorno dopo. La PASSIFLORA (Passiflora incarnata) è una pianta tropicale originaria dell’America del Sud. È riconoscibile per i suoi fiori molto belli e sgargianti, e anche perché produce i famosi frutti della passione. Attualmente la passiflora si coltiva anche in Europa, e, nelle zone del bacino del Mediterraneo è abbastanza comune vederla in giardini e parchi. Il nome passiflora, o fiore della passione, deriva dai tempi del papa Paolo V, nel XVII secolo, che, quando ne vide i fiori, pensò che si trattava di una rivelazione divina della passione di Cristo, poiché sono formati da un cerchio di filamenti color porpora o viola o rossi che ricordano la corona di spine di Gesù e da vari pistilli che ricordano i chiodi della crocefissione. I primi a ricavare beneficio dalle virtù del fiore della passione furono gli indigeni americani, che usavano la radice della passiflora per elaborare dei cataplasmi che servivano ad alleviare bruciature, ferite ed altre lesioni e infiammazioni della pelle. Al giorno d’oggi invece usiamo tutta la parte visibile della pianta. 84

BRESCIAUP

La passiflora è una delle piante più usate per combattere l’insonnia. Ha un sapore delicato, per cui si può bere in infusione o ingerire sotto forma di integratore alimentare. DORMIRE DI PIÙ E MEGLIO Nervosismo, stress, una vita accelerata… sono molte le possibili cause dell’insonnia. La passiflora è uno dei rimedi naturali che ci aiutano a conciliare il sonno più facilmente e a migliorarne la qualità e la quantità, grazie a una doppia azione. In primo luogo rilassa la muscolatura e ci trasmette una sensazione di relax fisico, qualcosa di gradevole ed essenziale per addormentarci più rapidamente. Inoltre la passiflora contiene crisina, apigenina ed altri principi attivi che lavorano insieme per aiutare ad allungare il sonno una volta che ci siamo addormentati. Per questi motivi la passiflora è particolarmente indicata come tranquillizzante in caso di insonnia, ansia, mancanza di tranquillità e disturbi nervosi. E i suoi effetti sono così leggeri che è adatta anche ai bambini, anche perché finora non ha mostrato nessun effetto collaterale. Questo effetto rilassante della passiflora si comincia ad osservare già poche ore dopo averla ingerita, anche se per combattere l’insonnia risulta più efficace dopo almeno una settimana di trattamento. La passiflora è ottima per alleviare l’ansia e combattere lievi disturbi del sonno

e inoltre, grazie al suo sapore delicato, è possibile berla in infusione. Ne esistono anche di coltivazione biologica. INOLTRE LA PASSIFLORA AIUTA A… Calmare i dolori, soprattutto grazie alle sue proprietà rilassanti sulla muscolatura, essendo specialmente utile se i dolori derivano da stati di tensione (e quindi di origine nervosa): dolore cervicale, emicrania, mal di testa… Alleviare, con la sua azione calmante, la sensazione di stress e nervosismo, che può generare perfino tachicardia o sensazione di pressione al petto. Le sue proprietà sono molto indicate anche in caso di isteria, forte agitazione e tremori alle mani e ad altre parti del corpo. La passiflora è una delle piante raccomandate dalla Commissione E della Germania per calmare stati di nervosismo e di ansia che spesso provocano insonnia e difficoltà a conciliare il sonno. Possiamo prenderla da sola in infusione o trovarla combinata con altre piante tranquillizzanti come la valeriana, la melissa, il tiglio e anche i fiori d’arancio. Se hai voglia di prenderti un momento di pausa per rilassarti prova a prepararti un’infusione di passiflora bio con una fettina di limone. Buonissima e riconfortante!


New opening Dal martedĂŹ alla domenica dalle17.00 alle 2.00

Via Fura 50, Brescia

388 926 2364

Moulin Rouge


INTERVIEW

up A cura di

Intervista alla scrittrice

Sara Rattaro PH Damiano Conchieri Sara Rattaro, giovane scrittrice genovese, possiede dunque un curriculum letterario di tutto rispetto. Ben sette romanzi per adulti (Sulla sedia sbagliata, Un uso qualunque di te, Non volare via, Niente è come te, Splendi più che puoi, L’amore addosso, Uomini che restano) e un libro per ragazzi (Il cacciatore di sogni), dedicato espressamente al suo idolo Albert Sabin che ha scoperto il vaccino contro la poliomielite. La sua vita è stata definita dalla stessa autrice come “come la storia più bella del mondo”. Attualmente sta presentando in tutta Italia “Uomini che restano”, il suo nuovo e intenso romanzo che sta ottenendo ottimi consensi sia di critica sia di pubblico. Al centro di esso vi sono le vicende di Fosca e di Valeria, due quarantenne di oggi, che vengono inaspettatamente abbandonate dal proprio compagno: la prima scopre in una maniera alquanto rocambolesca l’ omosessualità del marito Lorenzo, mentre la seconda quando scopre di essere malata di cancro, nota un netto distacco dal suo Sergio che si rivelerà inoltre un

86

BRESCIAUP

ignobile traditore. Ma per loro ci saranno – fortunatamente – anche “Uomini che restano” ai quali è stato dedicato con amore il romanzo, come ha rivelato in diverse occasioni la stessa Rattaro. Noi di BresciaUp abbiamo avuto modo di incontrarla a Monza, durante un incontro letterario, organizzato dalla Biblioteca di Triante in collaborazione con l’Associazione Hemingway & Co”. La Rattaro è stata protagonista di un accattivante aperitivo letterario insieme agli scrittori Giovanni De Rosa e Veronica Costieri. Gli autori sono stati introdotti da Dario Lessa.

SARA, OGGI SEI UNA SCRITTRICE DI SUCCESSO MA DA BAMBINA HAI MAI PENSATO DI FARE QUESTO MESTIERE? Mai. Non era nemmeno immaginabile. Pensare di fare la scrittrice era un sogno lontano come diventare Presidente o andare sulla Luna. Leggendo con attenzione le tue opere si nota che ami molto analizzare il vasto universo emotivo sia degli uomini sia delle donne, mettendoli in qualche modo a nudo, metaforicamente parlando… LA DOMANDA, SORGE DUNQUE SPONTANEA: QUAL’È LA TUA IDEA DI NUDITÀ? Credo che sia impossibile o quasi conoscere davvero qualcuno. Siamo troppo abituati a usare filtri a mediare la nostra sincerità. La nudità la possiamo avere con noi stessi quando siamo così spregiudicati da provarci ma è un percorso difficile. SII SINCERA: TI SPAVENTA QUELLA PSICOLOGICA? Sicuramente quella morale è decisamente più intricata e complicata da scoprire. E poi quella fisica è praticamente ovunque. Pertanto quella paura si può più avere.


www.belleepoquebrescia.it

Via Trieste, 65 - Brescia (BS)

BRESCIAUP

87


TA L E N T

up

Federica Quaranta DI ME... Sono una musicista eclettica, diplomata in Violino e in Viola. Suono in orchestre italiane ed internazionali, collaboro con artisti pop importanti e ho dedicato la mia vita alla musica perché ritengo sia la massima espressione dell’anima e della passione umana. Sono una sognatrice ad occhi chiusi e ad occhi aperti. HOBBY: La psicologia, infatti a breve conse guirò la laurea magistrale in psicologia clinica, e il canto... SPORT: Ho ballato hip hop per tanti anni, corro, ma la mia vera passione rimane la montagna con le sue passeggiate e i suoi panorami incantati. SOGNO NEL CASSETTO: Il mio sogno è fare della mia vita un viaggio speciale, fatto certo di salite, discese, ma soprattutto di scelte consapevoli e momenti indimenticabili. CITAZIONE PREFERITA: “Quando non sarai più parte di me ritaglierò dal tuo ricordo tante piccole stelle, allora il cielo sarà così bello che tutto il mondo si innamorerà della notte” Shakespeare

88

PH. Domenico Raffa BRESCIAUP


Fiera Internazionale Macchine ed Accessori del Settore Tessile

30 / 31 maggio 路 1 / 2 giugno ORARI DI APERTURA 30 / 31 maggio 路 1 giugno 10:00 - 18:00 2 giugno 10:00 - 14:00

Brixia Forum - Fiera di Brescia Via Caprera 5 Brescia

Organizer: PRINCIPEMEDIA via Voltuno 32 路 25126 Brescia (Italy) tel +39 030 3730487

info@fimast.eu 路 www.fimast.eu


Ciak

L

a suoneria del mio iPhone partì inaspettata quella calda mattina di fine aprile. Al telefono era Alba Franzoni, titolare della Scuola d’Arte Floreale L’Ecole des Fleurs, nonché giurata del programma Guerrilla Gardeners, condotto da Annalisa Mandolini in onda su La5, la quale mi invitava a partecipare alle riprese dell’ultima puntata, che si sarebbero svolte la sera stessa. Guardando la mia fitta agenda l’istinto era quello di delegare il collega, ma decisi di accettare la sfida. In fondo mancavano ancora dieci ore prima dell’inizio. Ce la dovevo fare. La sera di martedì 24 aprile, dunque, mi ritrovai a bordo piscina nella villa dell’assicuratore Belotti, che aveva concesso la sua abitazione per le riprese, a sorseggiare un fresco bicchiere di Saten, mentre nel giardino anteriore Annalisa Mandolini e i concorrenti di Guerrilla Gardeners erano intenti nelle riprese. Nel contempo che il regista gridava “stop!” “riparti dall’ultima battuta” “azione!”, decisi di andare a parlare con l’ospite che ha messo a disposizione i propri locali per le riprese. Claudio Belotti, assicuratore che la-

90

BRESCIAUP

AZIONE! vora con dodici compagnie assicurative ed è a capo di quattro punti vendita, non nasconde l’emozione di avere una vera e propria troupe televisiva nella sua abitazione affermando che «di emozioni ne ha suscitate molte, in quanto ho potuto toccare con mano e vivere in prima persona ciò che ogni telespettatore immagina accada dietro lo schermo».

le terre del Conte Giuliano Terzi. Una passione innata quella per il vino, che si è affermata crescendo. «Dal nascondino tra i vigneti alla produzione del vino. Nei campi ci siamo cresciute» afferma Lucia Festa. Silvia, invece, attenta all’ambiente, ci tiene a precisare il processo di trasformazione che sta vivendo l’azienda «da tradizionale a biologica, certificazione che siamo in procinto di ottenere dopo un lungo, ma soddisfacente, percorso».

Non solo ospite, ma anche attore, Claudio si è cimentato pure in una parte più che reale: il giardiniere padrone di casa. «I tecnici mi han visto potare una siepe, così mi hanno chiesto di chiamare il padrone. Di emozioni ne ha Quando gli ho detto che suscitate molte, in ero io si sono stupiti e mi quanto ho potuto toccare han chiesto di fare una con mano e vivere in parte nel programma».

prima persona ciò che ogni telespettatore immagina accada dietro lo schermo

Come in ogni dimora che si rispetti, il padrone non fa mancare dell’ottimo vino autoctono. Durante le riprese televisive, infatti, sono stato accolto da un bicchiere di Saten prodotto dall’azienda vitivinicola Dossello di Rovato, un’azienda a conduzione familiare … e rosa. Sono le figlie Festa, infatti, che seguono l’azienda dove, negli anni passati, il padre gestiva

gie

di

Non solo Saten, le sorelle Festa producono due linee di Franciacorta, Saten, appunto, e Brut, ma anche due linee di Portofranco, rosso e bianco. Dunque, auspichiamo che la troupe di La5 venga ancora a Brescia, così da assaggiare tutte le tipolovino della Dossello.

Dopo le riprese, ovviamente, non poteva mancare il conviviale momento della cena a bordo piscina, per poi proseguire la serata sotto il portico per i consueti balli anni ’50, con le canzoni del dance movie più famoso, Grease.


Studio Lumini

CONSULENZA SOCIETARIA, TRIBUTARIA ED AZIENDALE

Milano

Viale Premuda, 21 - 20129 Milano

Brescia

Via Aldo Moro, 13 - 25124 Brescia Tel. 030 2428356 - Fax 030 2428679

A cura di

Emanuele Lumini

Cessioni quote o immobili dopo l’accertamento. Si rischia il penale.

N

egli ultimi tempi le contestazioni del reato di sottrazione fraudolenta sono decisamente aumentate: si tratta di un illecito particolarmente grave che deriva spesso da operazioni imprenditoriali straordinarie e/o di disposizione del proprio patrimonio (quote societarie, immobili, ecc.) che gli organi accertatori ritengono compiute simulatamente in frode all’Erario. L’articolo 11 del Dgs 74/2000 punisce con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque simuli la vendita o compia altri atti fraudolenti per privarsi di ogni bene che l’amministrazione potrebbe aggredire in caso di riscossione coattiva, per il recupero di imposte sui redditi, Iva, interessi o sanzioni di ammontare superiore a 50.000,00 Euro, con un’aggravante di pena (da uno a sei anni) per debiti maggiori di 200.000,00 Euro. Si tratta di un reato di pericolo per il quale non è necessaria la preesistenza del debito tributario con la conseguenza che è sufficiente che gli atti fraudolenti posti in essere siano idonei a vanificare

92

BRESCIAUP

L’articolo 11 del Dgs 74/2000 punisce con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque simuli la vendita o compia altri atti fraudolenti. un’ipotizzabile futura procedura di riscossione coattiva. Con questo reato la legge punisce chi si spoglia dei propri beni per impedire all’Agente della Riscossione di eseguire qualsiasi pignoramento. Tuttavia, affinché possa scattare l’incriminazione è necessario che la vendita sia simulata o che l’atto sia fraudolento. Si ha una vendita simulata quando a fronte dell’atto di vendita non vi è alcun effettivo passaggio del denaro oppure se il prezzo della cessione risulta sproporzionato rispetto al valore del bene. Si realizza un atto fraudolento quando esso configura una situazione diversa dalla realtà. In altre parole, occorre che apparentemente il patrimonio della società sembri ridotto, ma in realtà non lo sia. Nel caso di vendita di beni da una azienda a un’altra, pur in presenza di debiti con il fisco non c’è alcuna simulazione se il prezzo vie-

ne fissato in base al valore di mercato e la somma viene effettivamente incassata dalla società venditrice e da quest’ultima utilizzata per pagare i propri debiti. Difatti non viene creata alcuna “messinscena”, non c’è una situazione artificiosa e fasulla e l’operazione è posta alla luce del sole, quindi senza alcun intento fraudolento. Cosa può fare il fisco? Se non c’è il reato, non può certo procedere a denunciare l’imprenditore. Tutt’al più può avviare in tribunale un’azione revocatoria, per ottenere la dichiarazione di inefficacia della vendita. Ma perché tale causa vada a buon fine è necessario dimostrare che il terzo acquirente sia consapevole della situazione di insolvenza del venditore, cosa che è agevole provare quanto il titolare delle due ditte è la stessa persona o socio di entrambe. Discorso diverso è quando la vendita avviene tra soggetti completamente diversi e privi di alcun collegamento. Circa i termini prescrizionali si ricorda che la sottrazione fraudolenta si prescrive in sei anni da quando viene commesso l’illecito ovvero in sette anni e sei mesi se, nel frattempo, sia intervenuta una causa interruttiva.


Il SUV compatto come lo volevi. Nuova Hyundai Kona

AUTOBASE MILLE MIGLIA

Scopri i SUV che cercavi. Nuova Kona e Tucson oggi con vantaggi fino a 4.750 euro. Un esempio: nuova Hyundai Tucson 1.7 CRDi XPLUS con navigatore e cerchi da 17” tua da 20.950 euro anziché 22.200 euro. Solo con permuta o rottamazione e finanziamento Hyundai GOLD (TAN 5,99% - TAEG 7,44%). B Ysabato H Y U eN domenica. D A I Anche

Scopri nuova Hyundai Kona, modellata sui tuoi desideri. Nuova Kona 1.0 Turbo 120CV tua da 15.800 euro.

Scopri tutte le novità di Kona su hyundai.it Gamma nuova Kona: dati di consumi ed emissioni in corso di omologazione. Prezzo listino €18.800 e prezzo promo €15.800 riferito a nuova Kona 1.0 T-GDi 120CV Classic, IPT e PFU esclusi. Offerta valida fino al 31/05/2018, con il contributo delle concessionarie aderenti. Annuncio pubblicitario con finalità promozionale. Offerta valida in caso di permuta o rottamazione di veicolo usato. *Condizioni e limiti della garanzia Hyundai su www.hyundai.it/servizipostvendita/5anni.aspx. Tale Garanzia proposta non si estende a tutte le componenti delle autovetture. La Garanzia Hyundai di 5 Anni a Chilometri Illimitati si applica esclusivamente ai veicoli Hyundai venduti al cliente finale da un Rivenditore Autorizzato Hyundai, come specificato dalle condizioni contrattuali contenute nel libretto di garanzia.

BRESCIAUP

93


STUDIO CAPPIELLO

Fondo Bancario di Tutela dei depositi

A cura di

Roberto Cappiello

Un caso pratico in Italia.

Sin dall’introduzione a gennaio del 2016 della nuova normativa europea per prevenire e gestire le crisi delle banche e quindi anche il cosiddetto bail-in (salvataggio interno), abbiamo più volte sentito o letto che i nostri depositi sono garantiti fino a 100.000 euro per ciascun intestatario e che in ogni caso, sono soggetti a prelievo forzoso solo dopo aver esaurito tutte le risorse delle categorie più rischiose.

S

i segue un preciso ordine gerarchico partendo dai titoli azionari seguiti dai titoli obbligazionari subordinati fino ad arrivare alle obbligazioni e alle altre passività ammissibili. Solo a questo punto i depositi oltre i 100.000 euro possono essere oggetto di prelievo forzoso.

QUINDI SE ABBIAMO DEPOSITI SOTTO I 100.000 EURO POSSIAMO STARE TRANQUILLI? Cer-

tamente fino a quando la garanzia del Fitd è capiente non abbiamo nulla da temere, ma dobbiamo sapere che comunque possiamo incorrere in grossi disagi che possono recarci danni indiretti come quelli cui sono incorsi i correntisti della siciliana Banca Base (Banca sviluppo 94

BRESCIAUP

economico), una piccolissima banca con 2 sportelli, 18 addetti, poco più di 2000 correntisti e 600 azionisti. Dal 13 febbraio è stato disposto il blocco dei pagamenti delle passività di qualsiasi genere, nonché della restituzione degli strumenti finanziari alla clientela per un mese poi esteso per un altro mese fino al 13 aprile “al fine di tutelare la totalità dei creditori, e, in particolare, di preservare il valore aziendale e porre al sicuro i diritti dei clienti, dei depositanti e dei creditori in generale della Banca, ai sensi dell’art. 74 del testo unico bancario”. Tutti i correntisti, a prescindere dagli importi disponibili sui conti, possono prelevare al massimo 250 euro. Il via libera ai pagamenti verrà graduato progressivamente sulla base del rispetto del riequilibrio tra la disponibilità di cassa e gli impegni assunti. Una realtà che ci consente di toccare con mano i disagi e i tanti problemi cui famiglie e imprenditori possono incorrere se vengono bloccati i risparmi e le disponibilità presso le proprie banche. La scelta del partner bancario è fondamentale e non può essere più lasciata al caso, cosi come è necessario prendere in seria considerazione l’utilizzo di più banche sia per i depositi dei propri risparmi e sia per l’attività d’impresa.


V I G N E T TA

DEL MESE

Vignetta

Riky Modena

SESTINO DESTINATO A RIEQUILIBRARE LE CARENZE O

INTEGRATORE PROENERGETICO DI CREATINA, L-ARGININA, VITAMINE E SALI MINERALI

GLI AUMENTATI FABBISOGNI CHE SI VERIFICANO IN CONSEGUENZA DI UNA DIETA SQUILIBRATA.

BRESCIAUP

95


OROSCOPO di GIUGNO ARIETE

Nel mese di Giugno, gestendo in modo intelligente gli impegni, troverete del tempo libero per le vostre attività preferite, stando attenti ai campanelli d’allarmi per chi soffre di schiena non sottovalutateli ma fatevi vedere da un neurologo fsioterapista. Nelle relazioni personali sarete un po’ in stand by, vorrete stare più a livello sociale che intimo. Riuscirete comunque a coniugare le due cose non creandovi problemi.

TORO

SCORPIONE

Buono il lato lavorativo con possibili passi avanti nella carriera. Avrete tanto affetto dalle persone che vi stanno accanto e vi gioverà nell’umore, ma attenzione a non trascurare altri interessi al di fuori del partner. Trovate il tempo per leggere e tenervi informati, non può che essere un buon investimento per il futuro. Le stelle questo mese saranno dalla vostra parte.

GEMELLI

Giugno benefico e di successo a livello lavorativo, con una maggiore concentrazione sull’aspetto carriera. Attenti però alle invidie di colleghi verso la vostra posizione. In generale lo scorpione avrà un buon umore che trasferirà nel privato, ma soprattutto i single avranno una particolare fortuna nel trovare l’anima gemella tra le conoscenze che faranno. Per chi soffre di problemi cronici non li sottovaluti.

SAGITTARIO

Ai gemelli gioverà la diligenza che metterà nell’investire tempo per superare gli ostacoli in campo lavorativo, acquisendo energia positiva in attesa di ottenere ciò che si desidera. Non iniziate la giornata di fretta senza concedervi una sana colazione per questo alzatevi un po’ prima, questo vi porterà a sentirvi meglio ed avere la carica per affrontare la giornata.

Per raggiungere i propri obbiettivi il Sagittario dovr riuscire ad organizzare il proprio tempo. Le stelle sono stabili percioò vi sarà facile decidere. Cercate di evitare gli scontri, evitando così di riaccendere questioni passate. Prestate cura al corpo, è da tempo che non lo fate per il troppo impegno sul lavoro, non trovando tempo per voi stessi dedicandovi a qualche sport o ad altro prima che diventi un problema.

CANCRO

CAPRICORNO

Le stelle vi aiuteranno a non avere paura dell’ignoto e ad

affrontare le situazioni. Abbiate tenacia e otterrete delle meritate soddisfazioni. Se potete organizzate un breve viaggio anche visitando una città nuova; vi potrete rilassare e comunque è sempre un qualcosa che potrà arricchire le vostre conoscenze. La salute non va forzata, laddove vi sentite stanchi date ascolto al vostro corpo.

LEONE

96

BILANCIA

Lavorativamente parlando ci saranno dei problemi in questo mese. Potreste incontrare in questa sfera una persona che vorrete conoscere meglio al di fuori. Nelle relazioni in genere avrete fortuna e potrete passare dei piacevoli momenti. Prendetevi del tempo per fare cose che non fate da tempo. Con il cambio stagione non abbiate fretta nel volervi rimettere in forma ascoltate il vostro corpo.

I Capricorno se vorranno farsi valere nelle proprie capacità lavorative, dovranno dimostrarlo attraverso un buon gioco di squadra. Questo però non vi dovrà portare a trascurare il partner. I single avranno fortuna in questo periodo, con prospettive positive per il futuro. Lasciatevi andare, mostrate iniziativa e sicurezza, non fatevi scappare le opportunità.

ACQUARIO

L’impegno principale sarà sul lavoro. Inizierà un periodo dove dovrete prestare la massima concentrazione e recuperare l’eventuale lavoro arretrato, d’altro canto da questo duro lavoro acquisirete esperienze ed informazioni preziose che vi serviranno in futuro. Potrebbe esserci qualche piccolo problema in famiglia, probabilmente dovuto al fatto di dover dire addio al pianificare le vostre vacanze o verso qualcuno che vorrà da voi una mano, in questo momento. Se si vuole ottenere attenzioni ricordate che prima se ne devono anche dare.

Il lavoro vi peserà in questo periodo come se il tempo a lui dedicato non passasse mai, non stressatevi per questo. Per i single ci saranno opportunità di incontri importanti nella sfera sentimentale da non farsi sfuggire. In questo mese l’acquario avrà ed emanerà energia positiva e con le stelle a favore che offriranno loro il giusto equilibrio saranno favoriti. Anche chi è già in coppia vivrà momenti di armonia e serenità reciproca. Giugno è il mese giusto per fare il passo successivo, se siete pronti. Attenzione al modo di vestirvi per non imbattervi in mali di stagione .

VERGINE

PESCI

Venere in questo mese sarà dalla vostra parte portando però confusione. La voglia di avventura nel voler approfondire più conoscenze si scontrerà con i sentimenti più tranquilli. Vi aspetta un mese di successi, avrete voglia di sorridere ridere e vivere nuove esperienze, ma risparmiate le energie e i nervi trovando un giusto equilibrio senza stravolgervi facedo attività che possono dannergiarvi. Curate la vostra pelle, in futuro vi ringrazierà.

Questo mese potrete rallentare un po’ i ritmi, non avendo troppe scadenze da affrontare. Positività nella sfera personale, ci potranno essere notizie entusiasmanti che vi daranno una energia nuova. Per chi da tempo ha impegni sentimentali, si vedrà rafforzato il rapporto. Rilassatevi andando ad un concerto, ascoltando musica classica o comunque tranquilla. Attenzione ai malanni e per il relax fisico mentale provate con lo yoga.

BRESCIAUP


IN COLLABORAZIONE CON

GERMANI TITLE SPONSOR

DRIVER ACADEMY

TOP SPONSOR

CON NOI FAI STRADA

SCEGLI LA GERMANI DRIVER ACADEMY

Sei interessato? Vuoi candidarti? Inviaci i tuoi dati inserendoli nel form che trovi Mille 5 Miglia nella sezionewww.germanitrasporti.it ACADEMY sul nostro sito . PER INFORMAZIONI: - Tel. 030 216www.germanitrasporti.it 06 25- academy@germa nitrasporti.it Verrai contatatto dal nostro team.


DISCOVERY SPORT

L’AVVENTURA È NEL NOSTRO DNA.

Non è detto che la fine di una strada significhi anche la fine di un’avventura. Grazie alla tecnologia Terrain Response®, puoi sempre andare avanti. All’interno, il comfort intelligente dei sedili 5+2 offre maggior spazio per gli esploratori oppure per 1.698 litri di provviste. Non c’è da meravigliarsi se Discovery Sport è uno dei SUV compatti più versatili su strada. E anche fuori.

BRESCIA MOTORI

Via Padana Superiore 34, Castegnato 030 3229881 concierge.bresciamotori@landroverdealers.it bresciamotori.landrover.it

Consumi Ciclo Combinato da 4,9 a 8,4 l/100 km. Emissioni CO2 da 129 a 190 g/km. Scopri le soluzioni d’acquisto personalizzate di LAND ROVER FINANCIAL SERVICES. Land Rover consiglia Castrol Edge Professional.

BRESCIAUP | MAGGIO 2018  
BRESCIAUP | MAGGIO 2018  
Advertisement