Page 1

VISIONE DEL DOCUMENTARIO SULLA VITA DI MOZART e QUESTIONARIO https://www.youtube.com/watch?v=gmB92-3qCCU

1. QUANTI ANNI VISSE MOZART? 2. CHI EBBE UN IMPORTANTE RUOLO NELL'EDUCAZIONE MUSICALE DI MOZART? 3. IN QUALE CITTA' NACQUE? 4. COME SI CHIAMA LA SORELLA? 5. QUALI STRUMENTI SAPEVA SUONARE M.? 6. QUAL E' UNA DELLE SUE COMPOSIZIONI PIU' CELEBRI? 7. COME ERANO CONSIDERATI I MUSICISTI ALL'EPOCA? 8. COME ERA CONSIDERATA L'ITALIA NEL 1700? 9. CHI E' UN ENFANTE PRODIGE? 10. QUALI TROVATE USAVA M. PER STUPIRE IL PUBBLICO?


11. COSA E' IL FORTEPIANO? 12. CHI E' UN IMPRESARIO? 13. PERCHE' MORI' SEPOLTO IN UNA FOSSA COMUNE? 14. CHE CARATTERE AVEVA? 15. COSA FECE PER BEN 14 ANNI? 16. COME ERA LA SALUTE DI M.? 17. PER CHI DOVEVA COMPORRE E A CHI DOVEVA PIACERE LA MUSICA DI M, ? 18. COME SI CHIAMA LA SUA INNAMORATA? 19. CHI ERANO GLI AMICI COMPOSITORI DI MOZART? 20. CHI E’ UN LIBRETTISTA? 21. COME SI CHIAMA IL LIBRETTISTA DELLE NOZZE DI FIGARO? 22. COME ERA LA SITUAZIOE FINANZIARIA DI M.? 23. COME SCRIVEVA M. , COME SONO I SUOI SPARTITI? PERCHE’? 24. QUAL E’ LA SUA ULTIMA COMPOSIZIONE? CHI LO AVEVA COMMISSIONATO? 25. CHI TERMINO’ IL REQUIEM? 26. PERCHE’ NON SI CONOSCE IL LUOGO DELLA SEPOLTURA?

1. QUANTI ANNI VISSE MOZART? Mozart visse 36 anni 2. CHI EBBE UN IMPORTANTE RUOLO NELL'EDUCAZIONE MUSICALE DI MOZART? Il padre Leopold ebbe un importante ruolo nell’educazione musicale di Wolfang, egli era violinista e didatta


3. IN QUALE CITTA' NACQUE? Mozart nacque a Salisburgo, in Austria

4. COME SI CHIAMA LA SORELLA? La sorella si chiamava Nannerl

5. QUALI STRUMENTI SAPEVA SUONARE M.? M. sapeva suonare il violino, la viola, l’organo e il clavicembalo


6. QUAL E' UNA DELLE SUE COMPOSIZIONI PIU' CELEBRI? Una delle composizioni più celebri di M. è Il flauto magico 7. COME ERANO CONSIDERATI I MUSICISTI ALL'EPOCA? I musicisti, nel Settecento, erano considerati saltimbanchi, allo stesso status del resto della servitù, venivano poco retribuiti, erano sottomessi ai potenti che li usavano per crearsi prestigio. 8. COME ERA CONSIDERATA L'ITALIA NEL 1700? L’Italia, nel Settecento, era considerata la patria della musica e dell‘arte in genere. Ogni artista, in quanto tale, doveva recarsi almeno una volta in Italia durante la sua vita per conoscere i grandi del passato e completare la propria formazione culturale. In Italia i musicisti erano stimati ed amati.

9. CHI E' UN ENFANTE PRODIGE? Un enfant prodige è un bambino prodigio, come lo erano Wolfang e la sorella Nannerl. Wolfang già da piccolo aveva l’orecchio assoluto, sapeva improvvisare e comporre, riusciva a trascrivere un brano in maniera integrale anche dopo un solo ascolto 10. QUALI TROVATE USAVA M. PER STUPIRE IL PUBBLICO? W. suonava con la tastiera coperta da un panno o con le braccia incrociate dietro la schiena. Trovate che più che essere difficili da praticare erano d’effetto per chi ascoltava e non era molto pratico di musica.


11. COSA E' IL FORTEPIANO? Il fortepiano era uno strumento successivo al clavicembalo e precedente alla nascita dell’attuale pianoforte. Il fortepiano era uno strumento con meccanismi complicati e quindi non ebbe molto successo. Il pianoforte invece, grazie al suo suono modulabile ebbe un successo duraturo. 12. CHI E' UN IMPRESARIO? Un impresario è colui che commissiona opere musicali ad un compositore per poi metterle in scena nei teatri. 13. PERCHE' MORI' SEPOLTO IN UNA FOSSA COMUNE? M. morì in una fossa comune perchè non aveva ricchezze, faticava a guadagnare e le sue opere venivano pagate dagli impresari solo alla consegna, non percepiva nulla per le varie recite che seguivano la prima perchè non c’era il diritto d’autore che fu invece istituito due anni dopo la sua morte. 14. CHE CARATTERE AVEVA? M. era impertinente, arrogante, indisciplinato, insolente, viveva una vita sregolata e sperperava il suo denaro in donne e piaceri vari. 15. COSA FECE PER BEN 14 ANNI? Per ben 14 anni girò l’Europa con il padre per suonare presso le più importanti corti europee alla ricerca di un’assunzione presso una corte. 16. COME ERA LA SALUTE DI M.? M. aveva una salute cagionevole già da piccolo e veniva sottoposto a salassi, pratiche


mediche di estrazione di sangue infetto dal malato che mettevano in pericolo la sua stessa vita 17. PER CHI DOVEVA COMPORRE E A CHI DOVEVA PIACERE LA MUSICA DI M, ? Per poter guadagnare M. era spesso costretto a comporre seguendo il capriccio e i gusti di un pubblico spesso ignorante in materia musicale. 18. COME SI CHIAMA LA SUA INNAMORATA? La sua innamorata si chiamava Costanza 19. CHI ERANO GLI AMICI COMPOSITORI DI MOZART? Gli amici compositori di M. erano Haydn, Paisiello e Clementi

20. CHI E’ UN LIBRETTISTA? Un librettista è colui che scrive le parole di un’opera 21. COME SI CHIAMA IL LIBRETTISTA DELLE NOZZE DI FIGARO? Il librettista delle Nozze di Figaro, opera in italiano, è Lorenzo da Ponte 22. COME ERA LA SITUAZIOE FINANZIARIA DI M.? M. aveva molti debiti ed era solito sperperare il denaro che guadagnava 23. COME SCRIVEVA M. , COME SONO I SUOI SPARTITI? PERCHE’? Mozart, essendo un genio, componeva di getto, senza ripensamenti e cancellature, come se la musica fosse tutta nella sua testa e lui non facesse altro che trascriverla sul pentagramma. Gli spartititi che ci sono pervenuti sono spesso integralmente privi di cancellature.


24. QUAL E’ LA SUA ULTIMA COMPOSIZIONE? CHI LO AVEVA COMMISSIONATO? La sua ultima composizione è stata il Requiem, commissionata da un anonimo e non terminata da Mozart a causa della sua morte.


25. CHI TERMINO’ IL REQUIEM? Il Requiem fu terminato dal compositore Süssmayr, allievo e amico di Mozart 26. PERCHE’ NON SI CONOSCE IL LUOGO DELLA SEPOLTURA? Non si conosce il luogo della sua sepoltura perché la moglie Costanza non si preoccupò di farvi mettere una lapide che potesse lasciare segno della presenza del corpo del grande genio.

ASCOLTI SINFONIA 40 PRIMO MOVIMENTO https://www.youtube.com/watch?v=hywOY9BS9tQ

DUETTO DI PAPAGENO E PAPAGENA DAL FLAUTO MAGICO https://www.youtube.com/watch?v=THsbW6bBK2U

DIES IRAE DAL REQUIEM https://www.youtube.com/watch?v=0T7eMctuJLQ

Documentario su mozart  

Attività per classi terze scuola secondaria I grado.

Advertisement