Tutti Insieme 01 2021-2022

Page 1

La Tua Rivista in Italiano

TUTTI

B2/C1

1

®

Anno XXXXII - N. 1 - Settembre/Ottobre 2021 - Imprimé à Taxe Réduite

Bell’Italia

Procida

Personaggi

Tom Holland

www.elilanguagemagazines.com


Benvenuti Bentornato autunno. Dopo una calda estate ci prepariamo a riprendere le attività dell’autunno. In Italia andremo a visitare la Capitale della Cultura 2022, conosceremo un’atleta che è un grosso orgoglio nazionale e parleremo di professioni antiche che tornano di moda tra i giovani. Scopriremo come si lavora in smart working, conosceremo un attore dei film di Marvel di fama internazionale e parleremo di vaccini. Come al solito ci accompagneranno in questa avventura i giochi e le attività. Insomma, ce n’è per tutti i gusti… buona lettura!

N. 1 - Settembre/Ottobre 2021 Quadro Comune Europeo Livello Intermedio (B2 – C1) Ciao, io sono Grammy! In questo numero: - modi di dire, espressioni idiomatiche - presente storico - espressioni temporali - aggettivi - sostantivi - espressioni di quantità

Marta

Sommario Audio Per tutti gli abbonati, l’abbonamento alle riviste include la possibilità di scaricare gratuitamente, in formato MP3, l’audio di tutte le riviste dall’area risorse del sito www.elilanguagemagazines.com

Note per l’insegnante Per l’insegnante, l’abbonamento alle riviste include la possibilità di scaricare gratuitamente, oltre al materiale audio in MP3, le Note per l’insegnante di tutte le riviste disponibili in formato PDF.

È VIETATA LA RIPRODUZIONE NON AUTORIZZATA, CON QUALSIASI MEZZO, ANCHE FOTOCOPIA, ANCHE AD USO DIDATTICO O INTERNO. FOTOGRAFIE: PER QUANTO RIGUARDA I DIRITTI DI RIPRODUZIONE, L’EDITORE SI DICHIARA PIENAMENTE DISPONIBILE A REGOLARE EVENTUALI SPETTANZE PER QUELLE IMMAGINI DI CUI NON SIA STATO POSSIBILE REPERIRE LE FONTI. ELI srl, C.P. 6, 62019 Recanati, Tel. (071) 750701, Fax (071) 977851 Direttore responsabile: Michele Casali. Realizzazione testi: Chiara Michelon. Autorizzazione Trib. di Macerata N. 252/85 del 5 luglio 1985. Realizzazione: Tecnostampa, Loreto © ELI Italy 2021

Glossario ricorrenza: commemorazione pilastro: colonna principale impasto: composto allora: all’epoca semola: prodotto della macinazione del grano duro sbarcare: arrivare

2

3 Personaggi Tom Holland 4 Bell’Italia Procida 6 Inchiesta COVID non ti temo: vaccini famosi che hanno cambiato la storia 8 Tricolore Bebe Vio orgoglio tutto italiano 10 Curiosità dal mondo Il successo dello smart working 12 Società e tendenze Giovani, laureati e contadini 14 Giochi e attività

In giro per il mondo

La Giornata Internazionale della pasta La Giornata Internazionale della pasta è il 25 ottobre. La ricorrenza*, celebrata dall’Unione Italiana Food e dalla International Pasta Organization a partire dal 1998, vuole promuovere questo pilastro* della dieta mediterranea che è anche patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO. Già gli antichi romani usavano un impasto* di acqua e farina simile alla ricetta della pasta che è fatta di semola* di grano duro e acqua. Nel 1787 Thomas Jefferson, il terzo presidente americano, allora* ambasciatore in Francia, visita Napoli e scopre la pasta. Da quel momento in poi la pasta sbarca* in America. Oggi è un alimento consumato in tutti cinque i continenti, considerata un cibo sano, nutriente, accessibile e sostenibile. In Italia esistono 300 tipi di pasta, cosa che testimonia la ricchezza di questa tradizione. Durante il lockdown, il consumo di pasta a livello mondiale è aumentato quasi del 25%. E tu che tipo di pasta preferisci?

Vero o falso 1. La Giornata Internazionale della Pasta nasce nel 1787. 2. La pasta viene consumata solo in Italia. 3. La dieta mediterranea non comprende la pasta. 4. La pasta è una miscela di semola* di grano duro e acqua. 5. L’Italia produce il 25% della pasta mondiale.

V

F

La soluzione è a pagina 15.


modi di dire ed espressioni idiomatiche

Personaggi

Per tutti è il giovane volto di Spider-Man. Cosa lo rende così agile? È un ballerino! Conosciamo meglio questo attore londinese un po’ schivo ma apprezzatissimo

Tom Holland

Carta d’identità

Nome: Thomas Stanley Holland Luogo e data di nascita: Londra (Regno Unito) – 1 giugno 1996 Professione: attore e ballerino Segni particolari: dal 2016 è il volto di Peter Parker, l’Uomo Ragno

Chi è Tom Holland?

La madre di Tom è una fotografa, il padre un comico e autore, potremmo definirlo un “figlio d’arte”! È il più grande di quattro figli e vive a Londra vicino ai suoi genitori a Kingston upon Thames. Ha vinto nel 2013 la nomination come miglior giovane interprete per il film The Impossible di J.A. Bayona, e nel 2021 quella come miglior voce maschile in un film d’animazione per il film Pixar Onward - Oltre la magia di Dan Scanlon. Ma soprattutto, per ognuno di noi è ormai il volto indiscusso di Spider-Man. Nonostante questo, ha rivelato a “British GQ” di aver faticato all’inizio a sentirsi a suo agio* in pubblico a contatto con i fan, forse proprio a causa dell’approccio freddo diffuso nell’ambiente londinese in cui è cresciuto.

Il successo e la carriera

Ha iniziato la sua carriera come ballerino e attore di teatro. Dopo aver frequentato la BRIT School for Performing Arts & Technology, ha iniziato a ballare hip hop alla Nifty Feet Dance School a Wimbledon. Ha dimostrato il suo talento nel 2008, quando ha partecipato a Billy Elliot the Musical. Ha iniziato nel mondo del cinema come doppiatore e nel 2012 ha ottenuto il ruolo da protagonista nel film The Impossible. La notorietà è arrivata con il ruolo di Spider-Man, interpretando per la prima volta un adolescente Peter Parker in Captain America: Civil War (2015). Da quel momento in poi il volto di SpiderMan è rimasto il suo, e ha continuato con Avengers: Infinity War (2018) e Avengers: Endgame (2019), fino ad una serie interamente dedicata all’eroe mascherato Spider-Man: Homecoming (2017), Spiderman: Far from Home (2019). Il terzo film della serie è in arrivo Spider-Man: No way home (2021).

E’ ormai affermato anche come doppiatore, ai suoi coetanei, ai giovani. l’ultimo successo è proprio Onward – Oltre Tom è innamorato del suo pitbull Tess, la la magia (2020) della Pixar. vede su FaceTime e la porta alle interviste. Ha persino un suo ritratto che custodisce Cosa bolle in pentola* gelosamente. Lo rivedremo quest’anno in SpiderCuriosità Man No Way Home e nell’adattamento cinematografico del videogioco Uncharted. Forse non sai che Tom Holland ha scoperto di aver ottenuto il ruolo di Spider-Man su Il più giovane Spider-Man di tutti i tempi Instagram! L’attore racconta all’”Hollywood ha anche bisogno di un po’ di tempo Reporter” che una sera, dopo un mese per sé. Il nostro supereroe ha rivelato dall’audizione, si trovava in camera sua recentemente a “USA Today” che, chiusa quando ha letto un post di Marvel che la registrazione di questi film, si prenderà invitava ad andare sul sito per scoprire il una pausa per viaggiare e fare un po’ di sport. In particolare, gli piacerebbe andare nuovo volto di Spider-Man. Il sito riportava: “Il nuovo Spider-Man è Tom Holland”. a sciare, cosa che non ha mai potuto fare Tom non stava più nella pelle* per la considerando la pericolosità di questo sport. Per lo stesso motivo si dedica al golf, felicità! Altra cosa che non immagini è che fa perché è praticamente impossibile farsi fatica a tenere la bocca chiusa sui nuovi male! Nella stessa intervista, tuttavia, ha anche affermato di essere disposto a girare film di Marvel! Una volta, poco prima di una proiezione, ha rivelato importanti altri dieci film con Marvel! dettagli su Avengers: Infinity War. La cosa Tom senza veli* è talmente nota che la stessa Marvel, in La sua agilità di ballerino gli ha permesso un video promozionale del film chiamato di girare scene molto difficili dal punto di Say No to Spoilers (in italiano: “No alle vista della resistenza fisica, aiutandolo ad anticipazioni) ha presentato, tra gli attori interpretare il ruolo di Spider-Man. del cast, un Tom Holland con la bocca L’attore ama non prendersi troppo sul tenuta chiusa da un nastro adesivo nero. serio*. Lui stesso racconta che è stato scartato dalla Disney per il ruolo di Finn in “Star Wars: Il risveglio della Forza”. Questo perché non è riuscito a trattenere le risate* mentre recitava il copione accanto a Glossario un’operatrice del cast che fingeva di essere un robot e produceva suoni come “Bleep, sentirsi a suo agio: sentirsi prendersi sul serio: dare bloop bloop, bleep bloop”. un’eccessiva importanza alle bene, stare rilassato proprie opinioni bollire in pentola: essere Tom Holland ha prestato il suo volto trattenere le risate: in progetto, in preparazione anche per fini benefici. Dal 2012 partecipa cercare di non ridere senza veli: senza nascondere niente    alla campagna di sensibilizzazione sulla donazione di midollo osseo promossa dalla Anthony Nolan Trust rivolta in particolare

3


Bell’Italia

È la prima volta, dalla nascita della competizione nel 2014, che si candida un’isola. E Procida vince il titolo di Capitale italiana della cultura 2022 con il dossier “La cultura non isola”. Andiamo a scoprire perché. Il territorio

L’isola di Procida si trova nel golfo di Napoli e fa parte delle isole Flegree, nell’area marina protetta Regno di Nettuno. La superficie dell’isola misura solo 3,7 km². Il perimetro frastagliato arriva a 16 km. Il Comune di Procida comprende l’isola di Procida e la vicina isola di Vivara. Questa è ancora più piccola, si estende per soli 0,4 km². A Procida troviamo come unico rilievo rilevante la collina di Terra Murata (91 m), su cui si erge un borgo medioevale. Le coste dell’isola si presentano in alcuni punti basse e sabbiose e in altre a picco sul mare*. Ci sono molte baie che offrono riparo, per questo ci sono ben tre piccoli porti. L’isola si trova a 3,4 km dalla terraferma ed è collegata da un ponte all’isola di Vivara. L’isola è di origine vulcanica ed è infatti formata prevalentemente da tufo.

Storia

L’isola è abitata già dal XVI - XV secolo a.C., probabilmente da coloni Micenei* e poi dai Greci e dai romani. Feudo* durante il Medioevo, subisce per secoli gli attacchi dei pirati e la forte presenza Ottomana. Con l’arrivo al potere della famiglia Borbone nel Regno di Napoli, nel 1734, migliorano le condizioni socio-economiche dell’isola, che diventa riserva di caccia del sovrano. Nel 1907 Procida perde tramite referendum* il

4

presente storico

Procida suo territorio di terraferma, che diventa un altro comune con il nome di Monte di Procida.

Che cosa visitare

La prima cosa che colpisce è l’insieme variopinto* delle case, come quelle che si affacciano sulla Marina grande, la zona del porto principale di Procida, o Marina di Corricella. Il nucleo storico della città è il borgo di Terra Murata, che si trova nel punto più alto dell’isola. Tradizionalmente, il centro abitato viene diviso in nove contrade, dette “grancìe”. A Procida troviamo anche molti casali, abitazioni racchiuse in una corte

interna creati a Procida a partire dal ‘500 per proteggersi dalle incursioni dei saraceni. Sono arroccati* l’uno sull’altro, con poche aperture esterne e in alcuni casi si raggiungono solo a piedi. Procida offre anche molte spiagge sia sabbiose che rocciose. L’area marina protetta non è da meno, ospita molti delfini e reperti archeologici disseminati sul fondo del mare.

Cultura

Se si vuole avere un assaggio* del passato recente della città basta visitare


Procida ha ispirato anche il romanzo “L’isola di Arturo“, capolavoro di Elsa Morante, pubblicato nel 1957.

La più famosa spiaggia è quella del Pozzo Vecchio, dove sono state girate alcune scene del film “Il Postino” con Massimo Troisi.

Completa le frasi collegando le espressioni di causa ed effetto. 1.

Poiché Procida è un’isola di origine vulcanica...

2 .

Durante il Regno di Napoli migliorano le condizioni dell’isola.

3.

A causa delle incursioni saracene...

4.

Grazie al dossier “La cultura non isola”…

5.

Poiché ci sono molte baie...

A. Procida diventa riserva di caccia del sovrano. B. è fatta prevalentemente di tufo. C. a Procida ci sono molti casali arroccati gli uni sugli altri con poche aperture esterne. D. è stato possibile ricavare tre piccoli porti. E. Procida ha vinto il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2022.

Sottolinea i prodotti e patti tipici di Procida. 1. 2. 3. 4.

il casatiello napoletano il vino le arance i paccheri con le seppie o con i calamari

La soluzione è a pagina 15.

5. 6. 7. 8.

spaghetti al nero di seppia spaghetti con alici e pomodori la lingua di suocera il pane azzimo

la “casa Graziella”, casa museo che si ispira al romanzo di Alphonse De Lamartine “Graziella”, ambientato sull’isola nel 1800. Il tema La cultura non isola fa riferimento al fatto che ogni isola è un luogo di esplorazione e sperimentazione ed è allo stesso tempo apertura/chiusura, accoglienza/esclusione, libertà/reclusione. Procida si distingue per la ricchezza paesaggistica e ambientale, oltre che per una forte attenzione al sociale e alla diffusione tecnologica. È considerata un modello di sviluppo sostenibile.

Prodotti tipici e cucina

Tra i prodotti tipici troviamo limoni, pesce e vino. Da provare quindi sono i piatti di pesce: gli spaghetti con alici e pomodori, i paccheri con le seppie o con i calamari, la pasta alla pescatora povera, cioè fatta solo con peperoncini verdi fritti e alici, la palamita* al forno. Una preparazione dolce conosciuta è il Casatiello procidano, tipico di Pasqua, ben diverso da quello napoletano. È un pane alto e lievitato, ricoperto con zuccherini dolci colorati. Altro dolce particolare è la lingua di Procida, lingua di bue o anche lingua di suocera: preparato con due strati di pasta sfoglia, farcito con crema pasticciera al limone e ricoperto con granelli di zucchero tanto da acquistare la sua famosa croccantezza*.

Glossario a picco sul mare: coste alte e rocciose che si levano sul mare Micenei: civiltà che nasce e si sviluppa tra il 1600 a.C. ed il c. 1100 a.C nel Peloponneso in Grecia feudo: proprietà terriera diffusa nel medioevo

variopinto: colorato arroccato: in posizione elevata e difensiva assaggio: degustazione palamita: un tipo di pesce azzurro croccantezza: caratteristica del cibo ben cotto e scricchiolante

5


Inchiesta

COVID non ti temo:

vaccini che hanno cambiato la storia

Le vaccinazioni sono tra i fattori che più hanno contribuito ad allungare la vita media della popolazione mondiale. Scopriamo i successi della ricerca scientifica. In tempo di pandemia tutti ci interroghiamo sull’efficacia dei vaccini contro il COVID-19, sui possibili effetti collaterali, sull’opportunità di vaccinarsi. Tuttavia, nella storia della medicina moderna le vaccinazioni si sono rivelate procedure sicure ed hanno permesso di salvare molte vite umane, specie tra i bambini. Fin dall’antichità l’uomo aveva notato che chi era stato malato di una certa malattia di solito non contraeva* di nuovo la

6

stessa malattia. Per questo già nell’XI secolo in Cina era diffusa la pratica della “variolizzazione”: i medici cioè ponevano sottopelle a persone sane la polvere di lesioni cutanee o il pus* delle piaghe infette di vaiolo prelevati da una persona con una forma lieve della malattia. Tale pratica era tuttavia pericolosa perché utilizzava un virus umano vivo col rischio di diffondere l’epidemia. L’idea era buona ma gli strumenti ancora arretrati! Scopriamo come è andata.

Il vaiolo

Nel 1796 il medico inglese Edward Jenner scopre il primo vaccino, quello contro il vaiolo. La scoperta nasce da una osservazione: i mungitori di vacche che si ammalavano di vaiolo bovino sviluppavano una forma lieve della malattia ed erano immuni al vaiolo umano. Jenner decide di testare questa scoperta su un bambino di otto anni. Gli inietta* materiale di una pustola* di vaiolo bovino. Successivamente il bambino risulta immune al virus del vaiolo umano. La prima campagna internazionale di vaccinazione della storia è stata proprio quella contro il vaiolo, ed è condotta


espressioni temporali

Sai che significa l’espressione “immunità di gregge”? Significa l’immunità raggiunta dalla popolazione quando una buona percentuale degli individui è vaccinata. Questo costituisce una protezione indiretta anche degli individui non vaccinati. mondiale della Sanità fra il 1967 e 1979 a segnare definitivamente la sconfitta del vaiolo.

La rabbia

nelle colonie spagnole delle Americhe agli inizi del 1800. Stenterete* a credere che, poiché la tecnica era molto primitiva, tale campagna è resa possibile solo grazie al trasporto di ventidue ragazzini orfani malati come fonte vivente di virus! All’epoca questo vaccino viene reso obbligatorio scatenando una forte polemica in vari Paesi. È stata la campagna di vaccinazione mondiale condotta dall’Organizzazione

Alla fine del 1800 Louis Pasteur dimostra che le malattie infettive sono causate da minuscoli esseri viventi, i batteri, e che questi possono essere attenuati. La scoperta è, come spesso accade, casuale. Pasteur nota che alcune colture vecchie del virus del colera dei polli, dimenticate in laboratorio, producevano un virus attenuato, perché esposto lungamente all’ossigeno. Pasteur testa questo virus attenuato ma ancora efficace su dei polli che guadagnano l’immunità* alla malattia.    Nel 1885 Pasteur utilizza la stessa procedura per attenuare il virus della rabbia trasmessa dai cani, testando con successo il vaccino su un bambino di nove anni morso da un cane malato. Il bambino guarisce dopo ben 12 iniezioni e 2 settimane a letto! È interessante notare che in questa fase

Spiega i termini relativi alla storia dei vaccini famosi. a. b. c. d.

Variolizzazione ………………………………………………………………………….......................... Sieroterapia …………………………………………………………………………...............................   Virus attenuato …………………………………………………………………………......................... Campagna di vaccinazione ………………………………………………………………………….....

Inserisci le parole al posto giusto. • Vaiolo • Pasteur • Jenner • America • Cina • tetano difterite poliomielite

La soluzione è a pagina 15.

1. Già nell’XI secolo in ……………………………………… era diffusa la pratica della “variolizzazione”. 2. ……………………………………… scopre il vaccino contro il vaiolo. 3. La prima campagna internazionale di vaccinazione della storia è stata proprio quella contro il vaiolo, ed è condotta in ……………………………………… agli inizi del 1800 4. ……………………………………… scopre il vaccino contro la rabbia. 5. La vaccinazione contro ……………………………………… viene condotta in maniera sistematica e obbligatoria. 6. Il vaccino contro il ……………………………………… obbligatorio.

È la Cina il Paese in cima alla classifica mondiale per maggiore capacità produttiva di vaccini anti Covid, seguita dagli Stati Uniti. L’Europa è solo terza.

il vaccino comincia ad essere preparato in laboratorio. Le campagne di vaccinazione però sono ancora prevalentemente* su base volontaria.

Difterite, tetano e poliomielite

Nel 1901 ricevono il Nobel per la medicina Emil von Behring e Shibasaburo Kitasato per la loro ricerca sui vaccini contro la difterite e il tetano, basati sulla “sieroterapia”. Questi vaccini non si basano più su iniezioni di germi attenuati ma sono preparati con siero sanguigno di animali infettati che avevano sviluppato anticorpi alla malattia. Proprio la sieroterapia è stata riutilizzata durante le recenti epidemie di Ebola ed è studiata come possibile terapia contro il Covid-19. Entrambi gli scienziati sono allievi di Robert Koch a Berlino. Koch ha il merito di aver isolato* la tubercolosi. Hilary Koprowsky testa* nel 1950 un vaccino contro la poliomelite attenuato attraverso passaggi in polli e topi. Anche Jonas Salk e Albert Sabin nello stesso periodo realizzano vaccini contro la poliomelite con tecniche diverse, tra queste: la cultura in vitro* di cellule utilizzate come ambiente per la replicazione del virus. I prodotti di queste ricerche sono stati utilizzati a partire dagli anni venti del Novecento per la vaccinazione di massa, questa volta condotta in maniera sistematica e obbligatoria. Anche se queste malattie non sono state ancora debellate*, la vaccinazione ha permesso di aumentare in maniera significativa la qualità della vita. E tu che cosa ne pensi?

Glossario contrarre: ammalarsi di una malattia pus: frammenti di tessuto e batteri iniettare: introdurre con una siringa pustola: piccola ferita della pelle stentare: fare fatica a

immunità: resistenza prevalentemente: principalmente isolato: solo testare: prova in vitro: processo biologico riprodotto in laboratorio debellato: sconfitto

7