Issuu on Google+

PRIMAVERA spring 2007 ANNO I NUMERO 0

qui e altrove passione in scena vite intense pensieri al cioccolato idee con un’anima strappi d’autore visioni di moda riflessi di colore abitare lo spazio il gusto e la notte


( di Valentina De Grazia

ditoriale

La pagina è vuota? È perché non ci sei tu! Presente, indicativo, singolare. E’ Lifestyle arriva a primavera, stagione della rinascita, per indicare il nostro desiderio di rinnovare il panorama editoriale locale. Una sfida, quella di realizzare una rivista che parte dal sud, da Reggio Calabria, per raccontare il mondo presente vicino e lontano, e i suoi orientamenti. Per dare voce a quel sud che non è solo spettatore, ma protagonista e che sa offrire la propria proposta, il proprio contributo al cambiamento. Le uscite sono programmate in concomitanza con le stagioni: nei solstizi d’estate e d’inverno e negli equinozi d’autunno e di primavera. Ogni numero dell’anno è un vademecum di stagione, una guida da tenere con sé. L’essenza del giornale è nel titolo. Un verbo. A dimostrazione che vogliamo raccontare l’azione, l’evoluzione, il cambiamento. E’ presente, è qui e ora: un’istantanea che fotografa lo stato delle cose in continuo divenire, perché ciò che oggi E’, domani sarà diverso e noi saremo qui a raccontarlo. E’ indicativo, rivelatore di una realtà, caratteristico di un territorio, ma anche distintivo, peculiare. E’ singolare, sua caratteristica è l’originalità dell’obiettivo, che mette a fuoco l’inconsueto, ma solo quando è esemplare, quando ha qualcosa di importante e nuovo da dire. Un viaggio nel cuore delle forze positive del territorio. Una finestra aperta sul mondo. La proposta di un’immagine del territorio fuori da ogni luogo comune. E’ incarna la nostra particolare inclinazione a volerci essere, a voler dire, a voler mostrare. Il passato è passato, il futuro non esiste ancora. Il presente E’.

Present, indicative, singular E’ Lifestyle arrives in spring, the season of rebirth, representing our wish to bring something new to the local editorial scene. A challenge, to create a magazine from the south, from Reggio Calabria, which talks about today’s world both near and far, and its orientations. To give a voice to a south which is not only a spectator but also a lead player and which has something of its own to offer, its own contribution towards change. Issues will coincide with the seasons: in the solstices of summer and winter and equinoxes of autumn and spring. Each number will be a handbook to carry around with you. The essence of the magazine is in its name. A verb. Proof that we want to talk about action, evolution, change. It’s present, here and now: a snapshot which photographs the state of things growing continuously, because what it is today, will be different tomorrow and we’ll be here to tell you about it. It’s indicative, revealing a reality, characteristic of a territory, but also distinctive, special. It’s singular, characterised by the originality of its objective, which focuses on the unusual, but only when it is exemplary, when it has something new and important to say. A journey around the heart of all that is positive in this land. a window on the world. E’ offers an image of the territory outside the commonplace. E’ embodies our particular desire: we want to be there, to tell you about it and to show you. The past is past, the future does not yet exist, E’ is the present.

ritagliati uno spazio su

tu,

le tue idee,

la tua azienda.



presente, indicativo, singolare


( di Valentina De Grazia

ditoriale

Presente, indicativo, singolare. E’ Lifestyle arriva a primavera, stagione della rinascita, per indicare il nostro desiderio di rinnovare il panorama editoriale locale. Una sfida, quella di realizzare una rivista che parte dal sud, da Reggio Calabria, per raccontare il mondo presente vicino e lontano, e i suoi orientamenti. Per dare voce a quel sud che non è solo spettatore, ma protagonista e che sa offrire la propria proposta, il proprio contributo al cambiamento. Le uscite sono programmate in concomitanza con le stagioni: nei solstizi d’estate e d’inverno e negli equinozi d’autunno e di primavera. Ogni numero dell’anno è un vademecum di stagione, una guida da tenere con sé. L’essenza del giornale è nel titolo. Un verbo. A dimostrazione che vogliamo raccontare l’azione, l’evoluzione, il cambiamento. E’ presente, è qui e ora: un’istantanea che fotografa lo stato delle cose in continuo divenire, perché ciò che oggi E’, domani sarà diverso e noi saremo qui a raccontarlo. E’ indicativo, rivelatore di una realtà, caratteristico di un territorio, ma anche distintivo, peculiare. E’ singolare, sua caratteristica è l’originalità dell’obiettivo, che mette a fuoco l’inconsueto, ma solo quando è esemplare, quando ha qualcosa di importante e nuovo da dire. Un viaggio nel cuore delle forze positive del territorio. Una finestra aperta sul mondo. La proposta di un’immagine del territorio fuori da ogni luogo comune. E’ incarna la nostra particolare inclinazione a volerci essere, a voler dire, a voler mostrare. Il passato è passato, il futuro non esiste ancora. Il presente E’.

Present, indicative, singular E’ Lifestyle arrives in spring, the season of rebirth, representing our wish to bring something new to the local editorial scene. A challenge, to create a magazine from the south, from Reggio Calabria, which talks about today’s world both near and far, and its orientations. To give a voice to a south which is not only a spectator but also a lead player and which has something of its own to offer, its own contribution towards change. Issues will coincide with the seasons: in the solstices of summer and winter and equinoxes of autumn and spring. Each number will be a handbook to carry around with you. The essence of the magazine is in its name. A verb. Proof that we want to talk about action, evolution, change. It’s present, here and now: a snapshot which photographs the state of things growing continuously, because what it is today, will be different tomorrow and we’ll be here to tell you about it. It’s indicative, revealing a reality, characteristic of a territory, but also distinctive, special. It’s singular, characterised by the originality of its objective, which focuses on the unusual, but only when it is exemplary, when it has something new and important to say. A journey around the heart of all that is positive in this land. a window on the world. E’ offers an image of the territory outside the commonplace. E’ embodies our particular desire: we want to be there, to tell you about it and to show you. The past is past, the future does not yet exist, E’ is the present.




DIRETTORE RESPONSABILE

Valentina De Grazia

direttore@elifestyle.it

CONSULENTE EDITORIALE

Daniela Liconti

REDAZIONE

Valeria Bellantoni

SEGRETERIA DI REDAZIONE

TRADUZIONI

ART DIRECTOR

Sergio De Luca

PROGETTO GRAFICO

Publiglobe s.r.l.

danilico@elifestyle.it

Maddalena Di Donna Gail Mitchell

www.publiglobe.it

direttore creativo: Sergio De Luca grafica: Carolina Frangipane

Hanno collaborato a questo numero: Consolato Alampi, Alberto De Capua, Eleonora Delfino, Agostino La Rocca, Roberta Pino, Daria Romagno, Eleonora Scrivo, Francesco Turano, Valeria Votano. Fotografi: Alfredo D’Amato, Johan W. Elzenga, Enrico Iaria, Alessandro Mallamaci, Antonio Renda, Reno Riggi, Antonio Sollazzo, Francesco Turano, Aldo Valenti. Si ringrazia: Associazione Azimut, Associazione Pro-Pentedattilo, Club Makokola, Domus Versace, Ente per il Turismo del Malawi, Fondazione Rotella, Lanificio Leo, Mario Cucinella Architects, Triennale di Milano. Pubblicitá e marketing: Ardian Foti pubblicita@elifestyle.it - marketing@savirsrl.com Editore SAVIR srl - Reggio Calabria - info@savirsrl.com Stampa: Grafica Metelliana s.r.l. via Gaudio Maiori, zona ind. 84013 Cava de’ Tirreni (SA)

Redazione E’ Lifestyle redazione@elifestyle.it tel e fax +39 0965 811780 per segnalazioni e informazioni info@elifestyle.it per commenti e opinioni scrivici@elifestyle.it E’ Lifestyle è edito da Savir Srl via Giudecca n. 31 - 89125 Reggio Calabria, autorizzazione del Tribunale di Reggio Calabria N. 4 del 26/02/07.


PrimaveraSpring07




trascrivo Nei primi mesi del nuovo anno il dibattito sui Pacs o Dico ha prevalso su altri argomenti caldi come la dieta del melograno e l’oroscopo degli animali in estinzione.



6

di Eleonora Scrivo

Anch’io, trovato il mio centro, una mattina piena di energie universali positive, ho confezionato sull’argomento l’opinione: sono a favore dei DICO come unico antidoto al trauma da preparativi della cerimonia. Ho visto uomini, altrimenti impassibili, impallidire, soppesando un piattino di Limoges e un orologio da tavolo. Ho visto mamme e suocere segnare il proprio territorio, opponendo al portacandele in vetro di Murano la conchiglia della Polinesia. E, ahimè!, ho visto spose trepidanti confrontare l’elefante in onice con il portapenne in pietra lavica della cugina di Oneglia. Anche gli alternativi equi e solidali che scelgono il sole intagliato dagli ultimi due indiani d’America sopravvissuti al massacro, vacillano quando si tratta di includere o meno nel menù il vitello in crosta. Lì i buoni propositi animalisti naufragano, perché ha ragione zia Orsola, non tutti mangiano il pesce. E allora, concluderete con me, meglio i DICO, anche se il dvd di nozze con le musiche di Lionel Ritchie e il mare al tramonto con l’effetto speciale dei pirati che brindano è proprio una figata…

In these first few months of the New Year, the PACS or Civil Partnership debate has overshadowed all other hot topics, such as the pomegranate diet or the horoscope for animals in danger of extinction. After finding my centre one morning full of positive universal energy, I too put together my opinion on the subject: I am pro Civil Partnership as the only antidote to the trauma of wedding preparations. I have seen otherwise impassive men pale while weighing up a Limoges plate and a table clock. I have seen mothers and mothers-in-law marking their territory, pitting the Murano glass candlestick against the Polynesian seashell. And, alas, I have seen a bride’s trepidation when comparing the onyx elephant with the lava stone pen holder of our cousin from Oneglia. Even non-conformists who support fair trade and just causes and choose the sun carved by the last two American Indians to have survived the massacre sway when having to decide whether or not to include veal on the menu. The good intentions of animal rights activists simply go to the dogs here because, Aunt Orsola is quite right, not everyone eats fish. So, you’ll surely reach the same conclusion as me: far better Civil Partnership, even though the wedding DVD with the Lionel Ritchie soundtrack and the sea at sunset and the special effects of pirates proposing a toast really is pretty cool…





summary Ritratto di uno stile

20

Portrait of a style

IDEA

Color Cioccolato, un’esperienza sensoriale 24

sommario

CLAUDIA MONTESANO

Primavera/Spring07

Color Cioccolato, a multisenses experience

FASHION

La stagione vista da...

30

A view of this season by...

Irrinunciabile blu

36

Outside fashion

40

Danze urbane

54

Trame d’autore

Per un’architettura sostenibile For a sustainable architecture

Pulizie di primavera Spring cleaning

60

Master of textures

HABITAT

A vita bassa è più chic

48

Low-waist bags

Urban dances

FOCUS

44

Classic brides

Irresistible blue

BEAUTY

Classico sì

66

57


LIVING

DESIGN

Spazi per due

Spaces for two

68

The new italian design 72 Lucide riflessioni

76

Lucid reflections

CULTURE

Il mondo per Rotella

80

The world tribute to Rotella

Gianni Versace

86

Il sud in scena The south on stage

84

88

L’officina del cuore The heart workshop

ON TOUR

Pentedattilo, il luogo dei cinque parchi

92

Pentedattilo, the site of the Five Parks

Il borgo e la pietra

96

The old village and the rock

Jonica holidays rilancia la Locride

100

Jonica Holidays for Locride revival

Malawi, il cuore verde dell’Africa

102

Malawi, the green heart of Africa

DEGUSTIBUS

A cena da Fulvio

108

Dinner at Fulvio’s

1SIGHT2NIGHT

Tutti i sensi della notte All the senses of the night

In ogni numero

DITORIALE

3

TRASCRIVO

8

AGENDA

113

STARS

116

GUIDE

119

SHOPPING

127

INDIRIZZI

130

111


ph. A. Mallamaci


spot Sarà Villa Genoese Zerbi ad ospitare Reghion 2010, la mostra che ha come soggetto lo sviluppo architettonico - urbanistico della città. Dopo le collaborazioni con la Biennale di Venezia, grazie al progetto Sensi Contemporanei, la Villa simbolo della città, prestata all’arte in virtù di una specifica strategia di recupero, riapre le sue porte per ospitare un nuovo evento. In Reghion 2010 verranno esposti tutti i progetti finanziati, approvati e realizzati dall’attuale Amministrazione Comunale, per

illustrare la crescita di una città che non è solo memoria e tradizione, ma si fa promotrice di progetti innovativi, svela ben più ambiziosi obiettivi, diventando lei stessa opera esposta. Così tra una nuova idea di progettualità e riqualificazioni architettoniche, si costruisce una città che si avvia verso il 2010 portando con sé il valore della sua storia e il coraggio di guardare avanti per definire una propria identità urbana e territoriale. I progetti di Reghion 2010 vanno dal recupero al restauro, fino alla

realizzazione di edifici ex novo, dal centro alle periferie, dal verde allo sport passando per teatri, cinema e centri di aggregazione sociale, per un concetto di riqualificazione urbana che soddisfi, rispetti e incrementi le contemporanee esigenze di spazi fisici e mentali della comunità. Tutte le opere esposte rappresentano la scelta concreta di questa Amministrazione di valorizzare l’architettura come simbolo di crescita urbana e sociale della città, accogliendo i fermenti positivi che questa esprime.

©Enrico Iaria

Reghion 2010, la città in mostra 16

Particolare del monumento ai caduti, Reggio Calabria


PrimaveraSpring07

ing far more ambitious objectives, and thus itself becoming a work on display. And so between a new idea for planning and for architectural recovery, the city is moving towards 2010, with respect for its history and with the courage to look

ahead in order to define its urban and territorial identity. The Reghion 2010 projects range from reclaiming to restoration, and to new buildings, from the city centre to the outskirts, from green areas to sports areas and then to theatres, cinemas and places of social gathering, for a concept of urban reclamation which satisfies, respects and increases the community’s needs for physical and mental spaces. All the works on display represent this adminstration’s firm wish to show architecture as a symbol of the city’s urban and social growth, welcoming the positive ferment this expresses. ©Enrico Iaria

Reghion 2010, the city on show Villa Genoese Zerbi will be hosting the Reghion 2010 exhibition, dedicated to the city’s urban-architectural development. After collaborating with the Biennale of Venice in the Sensi Contemporanei project, the city’s most representative building, on loan to art for a specific recovery strategy, re-opens its doors for a new event. In Reghion 2010, all the projects funded, approved and carried out by the present administration will be on display, to show the growth of a city which is not only memory and tradition, but also promoter of innovative projects, unveil-

Monumento ad Athena, Lungomare Falcomatà Reggio Calabria

Logo Reghion 2010 Tre solidi di forma e colore diverso, solcano lo spazio e, muovendosi in esso, proiettano le ombre su un piano neutro. Tre colori diversi indicano le tre fasi della storia della città: passato, presente e futuro. Il loro movimento richiama le radici del ficus magnolioides, albero simbolo del Lungomare Falcomatà, ed accentua il legame forte, ma anche lo stacco del rinnovamento con il passato della città.

Logo Reghion 2010 Three solid bodies of different shapes and colours cross the space and, moving within it, cast their shadows onto a neutral plane. Three different colours represent the three stages of the city’s history: past, present and future. Their movement evokes the roots of the ficus magnoliodes tree, symbol of the Lungomare Falcomatà, and highlights both the strong bond with the city’s past and its breaking away to embrace the new.

17


spot

ŠEnrico Iaria

18

Villa Zerbi, Reggio Calabria


Claudia Montesano

Ritratto di uno stile

di Valeria Bellantoni - foto Alessandro Mallamaci

Ha gli occhi che sorridono, anche quando parla di business. Claudia Montesano è direttore generale dell’azienda alberghiera di famiglia ed amministratore della sua impresa di servizi portuali. Già vice-presidente dei giovani industriali reggini, oggi lancia la sfida per il 2007: rendere i propri collaboratori veri e propri manager.

20

Come? “Per passare da una gestione familiare ad una di tipo manageriale delle nostre aziende investiamo nelle risorse umane con progetti formativi che qualificano il nostro personale trasferendo loro competenze gestionali. Così potremo migliorare la qualità del nostro servizio ed essere più competitivi.” Con lei parliamo di stile, del modo di essere di una donna al timone di un gruppo di oltre 200 dipendenti, madre di quattro figli, tre gemelli di quattro anni e Chiara di due, e moglie di Antonio, avvocato. Claudia Montesano è una donna dai ritmi contemporanei. Di corsa dietro l’orologio che va troppo veloce, ma che non rinuncia

Portait of a style She has smiling eyes, even when she’s talking about business. Claudia Montesano is general manager of her family’s hotel business and administrator of her own port services company. Already vice-president of Reggio’s young industrialists, today she’s launching the 2007 challenge: turning her collaborators into real managers. How? “The transition from a family-run business to the managerial one for our companies means investing in human resources with training projects which qualify our staff, teaching them management skills. This way we can improve the quality of our services and be more competitive. “ We discuss the question of style, about being a woman who is also at the helm of a company with more than 200 employees, mother of four children; four-year-old triplets and two-year-old Chiara,


PrimaveraSpring07

alla propria femminilità e la esprime con scelte di classe. Semplici. and wife of a lawyer, Antonio. Claudia Montesano is a woman who moves at today’s hectic pace. Always trying to keep up with Ma con gusto. the clock which goes too fast, she does not neglect her feminine Cosa ne pensa della moda? La insegue, la evita oppure ne ha side which she expresses with classy choices. Simple, but tasteful. una tutta sua? What do you think of fashion? Do you follow it, avoid it La moda mi piace, ma non quella commerciale. Preferisco lo stile or do you have your own? classico. L’eleganza sobria dei tailleur, ad esempio, ma anche dei I do like it, but not commercial fashion. I prefer, for example, the jeans in versione chic con tacchi alti e camicia con i gemelli. more classic style of a sober but elegant suit, I like jeans, too, but Qual è il suo “pezzo forte”? chic, worn with high heels and a shirt with cufflinks. I pantaloni. Ma il mio cavallo di battaglia è un vestito rosso di VaWhat’s your “strong point”? lentino che uso nei momenti importanti. Trousers. But my real winner is a red Valentino dress I wear on Viaggiare: un’evasione o una ricerca? important occasions. È ricerca, avventura, divertimento, relax. Partire è un’emozione Travel: escape or quest? che condivido con amici super omologati. It’s quest, adventure, fun and relaxation. Getting away is an Il luogo che porta nel cuore? emotion I share only with Il Guatemala, ma sogno di antried and tested friends. dare alle Seychelles in barca a A place dear to your vela. heart? Parliamo di cibo. Lei cucina? “Ho conosciuto mio marito due anni prima Guatemala, but I dream È per i piaceri del palato o di sposarlo. È stato il periodo più divertente of going to the Seychelles segue diete macrobiotiche, della mia vita. Perché l’ho corteggiato io. Il on a sailing boat. vegetariane, del minestrone, giorno del suo onomastico gli ho regalato Let’s talk about food. del respiro? i fiori della passione dicendogli: è inutile che Can you cook? Do you Cucino, eccome. Una cucina resisti, sono io la donna giusta per te”. enjoy food or do you fusion. Napoletana come mia “I met my husband two years before I married him. It was follow macro-biotic, nonna, piemontese come mia such a fun time because I courted him. On his name day I vegetarian, minestromadre e calabrese, come me. Le gave him passion flowers saying: it’s no good trying to ne or fresh-air diets? diete, le odio. Non ne farei mai. resist, I’m the perfect woman for you”. I certainly do cook, it’s Mi renderebbero triste. fusion cooking. NeapoliRicercatezze o piatti tipici? tan like my grandmother, Piatti tipici, ma revisionati. PenPiedmontese like my si che al Four Season di Praga mother, and Calabrian, ho convinto lo chef a preparare like me. I hate diets. I’d i curcuci! never go on one, it would Cosa fa per mantenersi in get me down. forma? Refined or typical Le scale di casa mia - ride - in traditional dishes? realtà ho praticato tanto sport. Typical dishes, but reNe ho fatto indigestione, evivised. Imagine, at the dentemente, e da quando ho i Four Seasons hotel in bambini ho smesso. Invece mi Prague, I convinced the faccio coccolare da massaggi e chef to make curcuci! trattamenti dolci. What do you do to L’amicizia è il legame indiskeep fit? solubile che si costruisce nel The stairs in my house tempo o può nascere anche – she laughs – actually, I un giorno qualunque come used to do a lot of sport. un colpo di fulmine? I obviously overdid it and Entrambe. Perché l’amicizia since I had children I’ve è come l’amore, un’alchimia. stopped. I pamper myself Una reazione chimica.

21


La mondanità è frivolezza o uno stile di vita? La mondanità è l’occasione per uscire dall’ordinario, indossare qualcosa di particolare, incontrare chi non vedi di solito. Un momento di piacere puro. Cosa non perderebbe per nessuna ragione al mondo? Beh, se ci fosse, il concerto di Cher. Il suo rapporto con Reggio, odio o amore? Amore assoluto. Qual è il suo angolo di paradiso in città? Ne ho tre. La via Marina, mi emoziona quando durante la giornata cambiano i colori sullo Stretto, il fortino di Pentimele per il suo panorama e il teatro Cilea perché mi ricorda i miei nonni.

22

Claudia Montesano

with massages and gentle treatments. Is friendship an indissoluble bond which you build up over time or can it spring up in a day like a bolt from the blue? Both. Because friendship is like love. It’s alchemy, a chemical reaction. Is society life frivolous or a lifestyle? Society life is an occasion to get away from routine, to put on something special, to meet up with people you don’t normally see. A moment of real pleasure. What wouldn’t you miss for anything in the world? Well, if there was one, a Cher concert. What’s your relationship with Reggio, love or hate? True love. Which is your small corner of paradise in town? I have three. Via Marina, I am moved when the colours of the Straits change throughout the day, the fort in Pentimele for its view, and the Cilea theatre because it reminds me of my grandparents.


PrimaveraSpring07

23 “Abbiamo traslocato da poco. Siamo diventati così tanti all’improvviso. Adesso abitiamo in una villa con giardino vicino al mare. Un regalo dei miei genitori. È una casa piena di luce. Sono molto legata soprattutto alla cucina, moderna, bianca. Con un piano di faggio.” “We have just moved house. There were suddenly so many of us. Now we live in a villa with a garden near the sea. It was a present from my parents. It’s a house full of light. I am especially fond of the kitchen, white and modern with surfaces in beech.”


idea

24

Color cioccolato, un’esperienza sensoriale di Valentina De Grazia - foto Alessandro Mallamaci

Da più di un anno ormai a Reggio Calabria è attivo un piccolo laboratorio, Color cioccolato. Appena si entra, si rimane storditi: tutti i sensi sono investiti dal forte odore di cacao, sensuale e intenso. La responsabile di cotanta perdizione è Cristina Quattrone, insegnante in pensione. La sua attività nasce nell’ottobre del 2005 da due grandi amori. Il primo, più antico, è l’amore per la sua terra, la Calabria, da cui prende ispirazione negli ingredienti. Il secondo è

Color cioccolato, a multisenses experience Color cioccolato, a small laboratory in Reggio Calabria, has been operating for more than a year now. As soon as you step inside you are dumbfounded: all your senses are overwhelmed by the sensual and intense smell of cocoa. Responsible for such perdition is retired teacher, Cristina Quattrone. Her enterprise was launched in October 2005 and is fruit


PrimaveraSpring07

un amore più recente, un colpo di fulmine per il cioccolato. La scintilla è scattata a Milano casualmente, 13 anni fa, passando davanti alla vetrina di un piccolo negozio che vendeva attrezzi per fare il cioccolato. Dentro, un omino alle prese con una strana macchina per dimostrare l’uso degli utensili in vendita. “Io amo la nostra terra, sono veramente Fu amore immediato per quello che le felice di essere calabrese”. sembrò un’alchimia e attirata com’è dal- “I love this land of ours, I am really happy to le sfide, ha acquistato uno stampino, un be Calabrian.” termometro e una forchettina. Poi si è informata, documentata, ha ricercato. Fin quando nel 94 è stata a Perugia all’Eurochocolate, evento dedicato al cioccolato, dove ha comprato una mini temperatrice, uno strumento per lavorare il cioccolato. E la sua vita è cambiata. Da allora ha un unico obiettivo: riuscire a fare un prodotto di alta qualità con gli ingredienti della sua terra. Le linee di cioccolatini, infatti, sono tutte legate al territorio: agrumi, arance, mandarini, limoni, bergamotto, poi mandorle, castagne, fichi, noci, mele cotogne, vino speziato, basilico, mentuccia, zagara. Gli ingredienti sono tutti freschi e i ripieni sono elaborati interamente dal laboratorio. Nel cioccolatino alla castagna e rum, ad esempio, ogni frutto viene pelato dalle sue mani. Per Pasqua il laboratorio Color cioccolato propone una torta di pasta lievitata alle mandorle ripiena di mandarino, ricoperta di cioccolato e guarnita con un nido di ovetti bianchi al centro, scorzette di limone e altri cioccolatini. Poi piccole sculture di cioccolato come segnaposto, uova e ovetti di tutti i tipi, con sorpresa: nocciole ricoperte di cioccolato. Da maggio a settembre, però, il cioccolato va in letargo. È il tempo per studiare, fare prove, preparare gli ingredienti, ricercare il difficile equilibrio tra odori, sapori, colori, affinché nessuno prevalga sull’altro. La professoressa Quattrone, con grande fantasia e creatività pasticcia, come dice lei, fino a trovare la forma e il sapore giusti, quelli che la convincono. E di sapori in ogni cioccolatino ce ne sono almeno quattro, cinque. Inondano le papille gustative e con prepotenza of her two great loves. Her first, older love is for her birthplace, tutti gli altri sensi in un’esperienza rara e penetrante. Chiudete gli Calabria, from which she draws inspiration for her ingredients. occhi, mettete in bocca e mordete… The second is a sudden, more recent passion for chocolate. Color Cioccolato è a Reggio Calabria, in via dei Correttori, 15 The spark was ignited 14 years ago in Milan when she passed by the window of a small shop selling gadgets for making chocolate. Inside was a little man tackling a strange machine for demonstrating the use of the gadgets on sale. It was love at first sight for what seemed like alchemy to her and, always up for a challenge, she bought a mould, a thermometer for chocolate and a fork. Then she started to gather information and did research until,

25


r

26

in 1994, she went to the Eurochocolate fair in Perugia, where she bought a small specialised instrument for making chocolate. And it changed her life. Since then she has had only one aim; to succeed in making a high quality product using local ingredients. In fact, the flavours of her chocolates are all closely bound to the land: citrus fillings – orange, mandarin, lemon and bergamot, and then almond, chestnut, fig, walnut, quince, spiced wine, basil, mint, orange blossom. She uses fresh ingredients and the fillings are all prepared in the laboratory. For the chestnut and rum chocolates, for example, she peels the fruit herself. For Easter the Color cioccolato produces an almond cake with mandarin filling, covered with chocolate and decorated with a nest of little white eggs in the centre, lemon peel and other chocolates. Also small chocolate sculptures to be used as place settings, all kinds of Easter eggs with a surprise inside: chocolate-covered hazelnuts. From May to “Il cioccolato ha una vita proSeptember the pria, molto complessa. Con little chocolate gli strumenti di lavorazione factory closes vive come lo facciamo vivere for the summer. noi.” It’s now time to study, to ex“Chocolate has a life of its own; a very complex one. Through our inperiment and struments it comes alive the way we prepare the inmake it live.” gredients. Seeking the difficult balance of smells, flavours and colours so that none dominate. With great imagination and creativity Cristina Quattrone dabbles, as she calls it, until she finds the right shape and taste, the ones that convince her. And in each chocolate there are at least four or five flavours. They inundate first the taste buds and then, overwhelmingly, all the other senses in a rare and penetrating experience. Close your eyes, pop one in your mouth and bite …

idea

CHOCOLATE PASSION I FILM Chocolat di Lasse Hallström - USA 2000 Come l’acqua per il cioccolato di Alfonso Aran Messico 1992 Il pranzo di Babette di Gabriel Axel Danimarca 1987 La fabbrica del cioccolato di Tim Burton GB/USA 2005 GLI EVENTI • L’Altro Cioccolato (Ottobre - Gubbio) • Eurochocolate (Ottobre - Perugia) • Scuola itinerante di cioccolato (Visignano - Pisa) • Choccolandia (Febbraio – Livorno) • Cioccolami - La magia del cioccolato (Febbraio - Pratovecchio) • Choco-Laté (Aprile – Bruges/Belgio) • Eurochocolate (Marzo - Modica) • Cioccoliadi (Febbraio - Lugano) • CioccolaTò (Marzo/aprile - Torino) • Chocolate Masters Italia (Gennaio - Rimini) • Festival del cioccolato (Novembre -Obidos - Portogallo)


ph. A. Mallamaci


Gucci Pr ada Giorgio Armani Moncler Roberto Cavalli Missoni Malo Tonello Ermenegildo Zegna Metr adamo Sartorio Incotex


PrimaveraSpring07

La stagione vista da… A view of this season by… Irrinunciabile blu Irresistible blue Outside fashion Classico sì Classic brides Borsa: a vita bassa è più chic Low-waist bags

fashion spring 07

29


fashion

La stagione vista da...

di Daniela Liconti

E’ dà la parola a chi la moda la vive in prima persona, cioè agli operatori di settore. Ognuno di loro ne ha una propria visione, vi si accosta a suo modo, capta le tendenze generali e le interpreta in proposte che traducano la loro linea di stile e che sappiano corrispondere alle esigenze culturali, sociali ed economiche del territorio. Per questo primo numero abbiamo incontrato Antonio Biasi, che così racconta la primavera-estate 2007.

30

A view of this season by … E’ hears what the people who experience fashion first-hand have to say, namely, the sector operators. They too all have their own vision, each approaching it in their own way, tapping into general trends and turning them into proposals which interpret their style and which know how to satisfy the cultural, social and economic demands of the territory. For our first issue we spoke to Antonio Biasi who has this to say about the 2007 spring-summer season.

“Il primo elemento che emerge è la pulizia delle forme, il ritorno “The first thing that stands out are the clean-cut lines, a return to alla linearità e ai capi polifunzionali. La vera differenza sta nei teslinear and poli-functional garments. The real difference is in the suti, che si fanno preziosi come il cashmere leggero e la seta. Per la use of fine-quality textiles like light cashmere and silk. Women donna, ritorna il desiderio del vestito, magari in tessuto stampato a want dresses back and, as long as they’re short, they’ll wear them fiori purchè molto corto, tagliato a trapezio, impero, a palloncino, with flowery patterns, trapezoidda indossare a piacere e con marcut, Empire or balloon style, any cata disponibilità a-stagionale. Si way they like and, especially, in rispolvera il tailleur e si ripulisce “L’ispir azione per il nuovo viene solo any season. The suit is also makil jeans, che torna lentamente dalle giovani menti non sottoposte al ing a comeback and jeans are to alle originali proporzioni: gamba bombardamento mediatico della moda be cleaned up, they are slowly stretta e vita alta. La maglieria istituzionale.” returning to their original prodeve potersi trasformare sul cor“Inspiration for the new look comes only from portions: slim leg and high waist. po per attuare la necessaria inteyoung minds not submitted to the media bomKnitwear must be transformable razione tra il capo (l’esterno) e la bardmentof institutional fashion.” on the body to effect the necessary persona (l’essere). Una novità? Il A.B. interaction between garment (exbikini in cashmere, da indossare terior) and person (self). So what’s sotto le giacche come preziosa new? The bikini in cashmere, lingerie. Grande affermazione to be worn under a jacket like luxurious underwear. And a big degli shorts: per donna in varie fogge, per uomo molto sportivi. I comeback for shorts, in various shapes for women, very sporty colori sono naturali e spaziano su tutte le gradazioni del bianco e for men. Colours are natural and include all shades of white and dei neutri. neutrals. L’uomo, pur avendo bisogno di certezze, comincia a voler svec-


PrimaveraSpring07

31

Gucci P/E07


chiare il proprio guardaroba, che resta sobrio e comodo, con capi stabili tradizionali rivisitati: classici nell’essenza, fashion nella forma. L’abito è sempre attuale nel genere, ma si arricchisce di tessuti imprevisti. Non ha paura di osare colori accesi o pastello, di mettere il sandalo sotto l’abito e di adottare la borsa o la sacca in pelle morbida o canvas invecchiato, indispensabile oggetto che non conosce differenze di sesso perché simbolo del nomadismo contemporaneo. L’ accessorio si riconferma l’elemento che personalizza il look, il dettaglio su cui puntare per definire la propria territorialità nello stile. La donna sfoggia borse sempre più grandi in tela o pelle pregiata con decorazioni e rifiniture Più in generale, la scelta cade su capi che rimangono nel tempo da riproporre in modi sempre diversi. Stabile l’esigenza di ricorrere ai capi di affezione, ognuno di noi ne possiede almeno un paio, attorno ai quali ruotano le novità di stagione. Per me è importante suggerire una moda che rappresenti sempre il sogno di qualcosa che deve ancora accadere. E accogliere i nuovi talenti, per sostenere chi vuole e sa guardare sempre avanti.” Da queste vetrine sono passati alcuni talenti emergenti che hanno trovato spazio per presentare le loro creazioni. Uno su tutti il reggino Fabrizio Talia, classe 1979, vincitore di ITS Two (International Talent Support) concorso indetto da Diesel & Partners, per due anni da Roberto Cavalli e oggi nel team Moschino. Dsquared2 P/E07

Nicole Farhi P/E07

MINIBIO_ANTONIO BIASI Gestore di boutique, visual merchandiser, ricercatore del nuovo. Nel 2000 apre DT 103 stylelab Il credo_Mai ripetersi Il desiderio_Avere qui la notorietà acquisita nelle città dove moda e stile sono di casa L’idea da realizzare_Una city spa per assecondare il bisogno di ritrovarsi in un tempo rallentato, concedendosi l’esperienza di un piccolo paradiso in solitudine per un tempo imprecisato La considerazione_Il mio lavoro mi dà il privilegio di incontrare persone con la mente in continuo movimento, sempre alla ricerca del bello, del nuovo, di possibili sfide in evoluzione continua. Il punto di forza_ La vetrina come spazio in cui rappresentare i capi come oggetti d’arte, creando quasi delle istallazioni.

32

fashion


CULT ITEM_1 Camicia abito di Malloni

PrimaveraSpring07

Shirt-come-dress by Malloni

Men do need certainties, but they do want to start sprucing up their wardrobes, which remain sober and comfortable, with traditional staple garments revisited: essentially classical, fashionable in form. Suits are still in, but enriched by using unexpected materials. No fear of sporting very bright or pastel shades, of wearing sandals with a suit or carrying bags in soft leather or weathered canvas, indispensable for both men and women as today’s symbol of the contemporary nomad. Accessories are reconfirmed as the element which personalises our look; details which can define our own personal sense of style. Women are sporting bigger and bigger bags in canvas or fine leather with decorations and trimmings. More generally speaking, people are choosing garments which don’t go out of fashion and which can be presented again and again in different ways. What doesn’t change is our need to turn to the clothes we are fond of; we all have a couple of them, and then dress them up with what’s new this season. For me it’s important to keep offering fashion which represents a new dream, like something which has yet to take place. And welcoming new talent to support anyone who wants and knows how to always look ahead.” Among the emerging young talents who have found space for their creations in his shop window is Fabrizio Talia. Born in Reggio Calabria in 1979 and winner of ITS Two (International Talent Support), a competition sponsored by Diesel & Partners, he worked for two years with Roberto Cavalli and is today with the Moschino team.

CULT ITEM_2 Giubbino multitasche Neil Barrett in pelle invecchiata

MINI-BIOGRAPHY_ ANTONIO BIASI Boutique Manager, visual merchandiser, fashion researcher. In 2000 opens DT 103 stylelab Credo_Never repeat yourself Wish/desire_To have here the notoriety acquired in cities where fashion and style are at home An idea to be realised_A city spa to support the need to find yourself in slow-moving time, allowing yourself to experience a small paradise in solitude for an unspecified period of time Reflection _My work allows me the privilege of meeting people whose minds are always on the go, always searching for what is beautiful, new, for possible challenges in continuous evolution Strengths_The shop window as a space to represent clothes as objects of art, almost creating installations.

Neil Barrett multi-pocket jacket in weathered leather

33


s

2 in vetrina

Š Alessandro Mallamaci

r

E 07 / P O M O U k o o L

Giacca e pantaloni Gucci, infradito, sacca e t-shirt Prada.

34 Giacca Tonello, camicia Prada, cravatta, jeans, cintura e scarpe Gucci

Š Alessandro Mallamaci

fashion


ph. A. Mallamaci


fashion

JEANS

Quando ero piccolo solo i r agazzacci portavano i jeans. DurinG my childhood, only the bad boys had the right to wear jeans.

A

Jean Paul Gaultier

Sass & Bide S/S 07

A 36

Irrinunciabile BLU

di Daniela Liconti e Roberta Pino


A

PrimaveraSpring07

Hanno percorso le strade della storia fin dal diciottesimo secolo, accompagnato gli schiavi nelle piantagioni di cotone, fino a colorarsi di terra e sudore sulla pelle dei cercatori d’oro nella California del 1800. Sono stati protagonisti di film western e compagni di memorie dei soldati americani, quando indossarli riportava alla mente il profumo di casa. Hanno incarnato lo spirito dei giovani contro che si sono affacciati agli anni ’50 con lo sguardo ribelle di James Dean. E più tardi, riscoperti dagli hippies, sono diventati un amico sincero su cui riversare la propria anima pacifista. Di-

Marithé + François Girbaud P/E 2007

Dsquared2 P/E 2007

Irresistible blue Since the eighteenth century they have travelled down the paths of history, accompanying slaves on the cotton plantations, covered in mud and the sweat of the California gold diggers in the 1900s. They have starred in westerns and been close companions in the memories of American soldiers, evoking the sweet smells of home when they wore them. They have embodied the spirit of the young rebels who came onto the scene in the 1950s with the defiant gaze of James Dean. And later, rediscovered by

Marithé + François Girbaud P/E 2007

the hippies, they became a true friend for pouring out a pacifist pinti, impreziositi da innumerevoli decorazioni, tagliati, stampati, spirit. Painted, embellished with innumerable decorations, cut, scoloriti hanno testimoniato più di una rivoluzione, rappresenprinted and washed out, they tando la tela ideale per ogni possibile have borne witness to more espressione dell’individuo. Parliamo than one revolution, repredei jeans che, liberi da costrizioni so“Le jeans, c’est la memoire.” senting an ideal canvas for ciali e creative, viaggiano nel tempo Christian Lacroix every possible individual exe, da supporto dei miti della cultura pression. We’re talking about moderna, diventano oggetto di culto jeans which, free from all sodi cui la moda si appropria propocial and cultural constraints, travel through time and support nendone versioni che assecondano e dettano stile. Oggi anche in the myths of modern culture, becoming cult objects appropriversione lusso. Se per lusso intendiamo l’esclusività delle edizioni ated by fashion proposing versions which both follow and diclimitate, spiccano le proposte Evisu: solo 1000 capi in vendita in tate styles. And today in luxury versions. If, by luxury, we mean due boutique di eccellenza tra la Londra di Savile Row e l’American exclusive limited editions, then Evisu certainly stands out: only Denim Bar di Los Angeles. Giovanni Cavagna abbina fili di platino 1000 pairs on sale in two swanky boutiques between London’s al denim dei suoi Platinum Jeans e Maurizio Galante personalizza

37


con quattro decori i nostri irrinunciabili jeans del cuore. E in tempi Saville Row and L.A.’s American Denim Bar. Giovanni Cavagna combines platinum threads with denim for his Platinum in cui il consumatore si fa più attento ai temi dell’ecocompatibilità, Jeans and Maurizio Galante personalises those beloved jeans Levi’s lancia la versione ecologica dei jeans pensata in cotone biowe can’t give up with four decorations. And in times when conlogico 100%, bottoni in cocco e metallo non galvanizzato, rifiniti e sumers are paying more attention to eco-compatability, Levi’s trattati con lavaggi e tinture naturali. Le Maison più spiccatamenis launching an ecological version of its jeans in 100% organic te appartenenti al mercato del lusso, accolgono il jeans -unico capo cotton, with coconut and non-galvanised metal buttons, treatdi abbigliamento che non conosce differenze di status- e lo rendoed, washed and dyed naturally. The most outstanding Maisons no unico. Per questa stagione, i volumi si affilano e le superfici si of high fashion welcome jeans – the ripuliscono dai decori e dalle only garment not to acknowledge applicazioni, spostandosi sustatus differences – and make them gli accessori. Chanel Haute La moda del turismo nei r anch delunique. For this season volumes Couture sviluppa uno stivale l’ovest spinge le ragazze chic ad adothave been slimmed down, decorain denim con tacco a stiletto su tare l’abbigliamento tipico di coloro tions and appliqués removed to cui si incastonano pietre dure che lì lavorano. concentrate on accessories. Chanel e Louis Vuitton rimodella nelWild west ranch tourism inspires chic girls to Haute Couture has developed a lo stesso tessuto una sua borwear the typical clothes of those who work denim boot with stiletto heels ensa. E se i teen-agers neanche out there. crusted with semi-precious stones. in jeans riescono più ad essere Vogue, maggio 1935 Louis Vuitton has re-fashioned the contro, spazio alla customizhandbag in denim. And if teenagers zazione più spinta, con strappi can no longer rebel even in jeans, tra cui intravedere la sfrenata with room for the most outrageous fantasia dell’intimo, vite basse customisation, styles which give you e orli consumati sotto le scara glimpse of the wildest imaginable pe, in una corsa sfrenata verso underwear, low waists and hems l’autodeterminazione. worn out under shoes, in a headlong race towards self-determinism.

Already known in Ancient Egypt, the colour indigo was associated with power, magic and divinity. In India indigo is the real colour of the sun, god of life, and the ancient Guatemalan and Chinese nobility highlighted their privileged position by wearing indigocoloured clothes.

Marithé + François Girbaud P/E 2007

DENIM, 2004, vinilico su tessuto denim

fashion

Citizens of Humanity Corleone Duarte Earl Jeans Evisu London Denim Marithé + François Girbaud Ron Herman Vintage Sass & Bide Jacob CohËn Replay Collectors limited edition

r

38

CULT JEANS

Già conosciuto nell’antico Egitto, il color indigo era associato a potere, magia e divinità. In India Indigo è il vero colore del sole, dio della vita, e l’antica nobiltà guatemalteca e cinese rimarcava la propria posizione di privilegio indossando abiti color indigo.


40

Jean-Michel Basquiat, Anthony Clarke, 1985, Acrilico pastello grasso exerox, collage su tela

fashion on the STREET


PrimaveraSpring07

Outside fashion di Daniela Liconti - foto di Alessandro Mallamaci e Daniela Liconti

La strada è il punto di partenza, luogo di rappresentazione, teatro Outside fashion The street is the starting point, the place to see and be seen, an continuo in cui si mescola ogni umanità universale. Da tempo la ongoing theatre, a melting pot of humanity. For quite a while now, moda si è accorta di quanti spunti si riescano a cogliere nelle sue the fashion world has been aware of how many ideas can be picked pieghe, ma il popolo della strada sfugge a ogni possibile catalogaup from these haunts, but street people won’t be put into boxes and, zione e continua a sorprendere, inafferrabile, con lezioni di stile elusive, they continue to take us by surprise, giving lessons in imestemporanee e sorprendenti. Se è vero che la moda ne fa un’impromptu and unexpected styles. If it’s true that fashion exploits this mensa miniera di idee da tradurre in proposte, il popolo giovane vast mine of ideas to turn into proposals, then the youth who pour che si riversa sulle strade del mondo e che le vive davvero, crea in out onto the streets of the world and really live and breathe them continuazione, osa e mescola modernità a temi retro, nella concreate constantly, they dare to dare, mixing the modern with retro, tinua necessità di inventare uno stile che sia proprio, unico, esain a never-ending need to invent their own unique style, totally insperatamente individuale, inimitabile. In maniera organica, nadividual and inimitable. And so trends emerge systematically from turale, inevitabile, le tendenze dunque emergono dalla vita vera. real life, naturally and inevitably. I ragazzi esasperano il dettaglio, Kids take detail to the limit, they si appropriano dei loro simboli “Dove andiamo? Non lo so, ma dobbiamo use their symbols and show them e li esibiscono, personalizzano e andare.” off, personalising and re-interpretreinterpretano, esibendo sogni, “Where are we going? I don’t know, but we have ing them, putting dreams, paspassioni, paure e un bisogno di auto go.” sions and fears on display, and todeterminazione che si fa sempre their need for self-determination più forte in tempi di pesante omoJack Kerouac, On the Road is getting stronger and stronger logazione. Il Giappone è la terra in in times of ever-greater sameness. cui il fenomeno assume proporzioIn Japan this phenomenon has reached overwhelming proportions, ni incontenibili, ma anche nord Europa, Brasile, New York, Mosca while northern Europe, Brazil, New York, Moscow and Berlin are e Berlino, mentre i blog sul tema affollano la rete, che diventa una not far behind. Meanwhile blogs on the subject crowd the net, which miniera di opportunità per coolhunters, curiosi, stilisti e trendhas become a goldmine of opportunity for coolhunters, the curious, setters. Oltre al mix-match di elementi che compongono e affinano stylists and trend-setters. Besides the mix-match of elements which il look, c’è la customizzazione, parola derivata dal verbo francese make up and perfect a look, there is customisation, deriving from customiser, personalizzare. Anche qui interviene il mercato, che si the French verb customiser, to personalise. And here, too, the market appropria della tendenza sviluppando linee di prodotto: lacci fansteps in, helping itself to trends and developing them into production tasia per le sneakers, kit per impreziosire il jeans, in una corsa a lines: fancy laces for sneakers, decorating kits for jeans, in pursuit inseguire l’unicità nel tentativo di fagocitare ogni forma di indiviof the unique, trying to come up with each and every form of indidualizzazione. Ma la strada non ci sta, e continua a vivere guardanvidualisation. But the street is having none of this; it goes on looking do sempre avanti, sfuggente, forte di quella preziosa unicità che ahead, as elusive as ever, made strong by that precious uniqueness ogni singolo individuo esprime, al di là di ogni moda. that each individual expresses, regardless of fashion. www.thecoolhunter.com www.thesartorialist.com

41


A.M.

A.M.

A.M.

D.L. D.L.

D.L.

42

r

fashion

Opiemme writing-crew pratica nata nel 1998. Appendono qua e là dei “rotolini”: messaggi poetici arrotolati e legati con fili di lana. Le persone li scovano per caso, li staccano, li leggono li portano appresso, in tasca o soltanto nel ricordo. Opiemme writing crew was set up in 1998. They hang up “rotolini”, poetic messages rolled up and bound with strands of wool. People come across them by chance, detach them, read them, carry them around, in their pockets or only in their mind.

A.M.


©Atelier Spina

fashion ATELIER

Classico sì di Daniela Liconti

44

&


&

PrimaveraSpring07

©Atelier Spina

Lilli Spina corona il sogno solo dieci anni fa, quando la sua prima Classic brides Lilli Spina’s dream came true only ten years ago when her first deprova d’autore si fa materia. Disegnando e cucendo abiti da sposa signs became reality. Designing con il suo fidato team di sarte, and stitching wedding gowns scopre via via che la passione col along with her trusted team of tempo aumenta e si raffina, svidressmakers, she found that as luppa creazioni per spose all’intime passed her passion grew and segna della sobrietà utilizzando became more refined, and she tessuti di eccellenza, gli stessi began to develop simple bridal preferiti da Dior e dai nomi illugowns using high-quality fabrics, stri della moda. Dalla sposa alla like those used by Dior and other gran sera il passo è breve, una illustrious names in the fashion ennesima sfida alla sua inesplosa world. From wedding gowns to creatività. I tagli sono accuratisevening gowns is a small step simi e lineari, puliti, eppure moland yet another challenge for to intensi nei particolari. Niente the driving force of her creativity. è mai troppo o fuori posto: una The tailoring is extremely precise dote rara. L’attività si basa esand linear, clean cut yet with senzialmente sulla produzione intricate details. Nothing is too su misura, e col tempo si estenmuch or out of place: a rare gift. de alle creazioni in pelle, con un Her activity is based mainly on proprio punto vendita nel cuore made-to-measure creations and di Firenze in cui si tagliano pelshe has also moved into leather lami pregiati su suo disegno. Ma products with her own sales outtutto sta stretto a una donna così let in the heart of Florence, where precious hides are cut to her design. determinata che ha avuto le idee chiare fin da bambina, quando si But all this still wasn’t enough for a woman who has known what accontentava di infilare aghi pur di assistere al miracolo di stoffe she wants since she was a little girl, happy just to thread needles if che prendevano forma tra abili mani. Tre le prossime sfide, una sfiit meant being part of the miracle of fabrics taking shape in skilled lata a Dubai e una collezione di abiti da sera interamente disegnata hands. Her next challenges include a e prodotta da lei, per poter essere fashion show in Dubai and a colleclibera di esprimere apertamente “Sono il dettaglio e il tessuto prezioso tion of evening gowns which she both la sua visione, senza condizionaa fare la differenza, non l’eccesso” designed and produced in order to menti. Perché “creare è la cosa più “It’s the detail, the fine fabric which make the be free to express her own personal appagante di questa professione”, difference, not the excess.” vision without conditioning. Because ovvero di un’arte che fa piacere ve“creating is the most rewarding thing dere vivere in un cuore ancora tanto L.S. in this profession”, an art it is a pleasgiovane. ure to see so alive in a heart still so young.

45


& LA SPOSA NEL TEMPO

La tradizione dell’abito bianco risale all’Ottocento, ma già nella Grecia antica le spose indossavano tuniche candide. Le spose romane si avvolgevano invece in veli gialli, quelle cinesi vestivano in rosso e rosso e’ ancora oggi il colore del sari indossato dalle spose indiane. Le spose longobarde vestivano una tunica nera, mentre le fanciulle bizantine delle classi nobili indossavano vesti di seta rossa con ricami in oro e pietre preziose. Nel Medio Evo e nel Rinascimento gli abiti nuziali erano molto colorati, per poter essere indossati anche in altre occasioni. Il colore più usato era il rosso, cui si attribuiva un valore propiziatorio per le nascite. Il primo abito bianco da sposa documentato è quello indossato dalla principessa Filippa, figlia di Enrico IV d’Inghilterra, nel 1406. Con la Rivoluzione Francese, Giuseppina Bonaparte lancia la linea Impero con il bustino a vita alta da cui scende morbida la gonna. La Regina Vittoria promuove poi uno stile nuovo, detto Vittoriano: vita stretta con corpetto aderente e gonna ampia con strascico. La guerra porta le spose ad un’essenzialità nei costumi: le gonne si accorciano e, per mano di Coco Chanel, si eliminano tutti gli elementi decorativi dell’abito Nel 1947 Christian Dior impone vita sottile, seno alto e rotondo, gonna larga con sottogonna, bustino aderente e ampia scollatura. Il primo abito da sposa Made in Italy è indossato da Linda Christian. Nel 1956 Grace Kelly sposa il principe Ranieri di Monaco. Indossa un abito confezionato con 25 metri di raso di seta, 25 di taffetas, cento metri di tulle e trecento metri di pizzo valenciennes.

BRIDES THROUGH THE AGES The tradition of the white wedding dress dates back to the 19th century. However, in ancient Greece brides also wore white tunics, in ancient Rome they wore yellow, and the Chinese wore red, the colour of the saris still worn by Indian brides today. Lombard brides wore a black tunic, noble Byzantine maidens were dressed in red silk embroidered with gold and precious stones. In the Middle Ages and Renaissance wedding gowns were very colourful so that they could be worn on other occasions. Red was the most common colour as it was thought to be propitious for births. The first documented white wedding gown was worn by Princess Philippa, daughter of King Henry IV of England in 1406. During the French Revolution Josephine Bonaparte launched the high-waisted Empire style with flowing skirts. Queen Victoria promoted the so-called Victorian style: narrow waist, tight-fitting corset and long flowing train. The War led to brides adopting simpler styles, skirts became shorter and, thanks to Coco Chanel, all the decorative elements were removed. In 1947 Christian Dior’s wedding dress called for slim waists, high rounded busts, wide skirts with petticoats, and tight-fitting, low-cut bodices. The first wedding gown made in Italy was worn by Linda Christian. In 1956 Grace Kelly married Prince Rainier of Monaco. Her dress was made up of 25 metres of satin, 25 of taffeta, with 100 metres of tulle and 300 of Valencia lace.

46

fashion


fashion BORSE

A vita bassa è più chic di Valeria Bellantoni

Mai così appariscente. Mai così protagonista. La borsa diventa grande, anzi grandissima e si usa a vita bassa. Ha manici corti di perle, legno, pelle di cocco, tessuto stampato. Portata a mano o appena sopra il polso l’accessorio di culto per eccellenza, abbandona le spalle e scopre le gambe. Cambia la geografia delle donne.

48

Low-waist, more chic Never before so showy. Never so much the star. Bags are big, very big and low-waisted. Short straps made of pearls, wood, coconut, printed fabric. Carried in the hand or just above the wrist, the accessory par excellence has left the shoulders and discovered legs. Women’s geography has changed.

Borbonese

r Bottega Veneta


Ogni marchio ha impresso la propria personalitĂ , che regala a chi le indossa. Pensate per le donne metropolitane, dinamiche ed eleganti, le capienze oversize diventano complici di uno stile che unisce eleganza al comfort. Le borse della stagione sono giĂ  un successo.

Every label has its own personality, which it lends to whoever wears it. Designed for the metropolitan woman, dynamic and elegant, the oversize bag becomes the accomplice of a style which unites elegance and comfort. This season’s bags are already a success.

Roberto Cavalli

r Gucci

Versace Limited Edition Collection

La sera si accende di luce. Oro, argento, paillettes, glitter illuminano le pochette da ostentare come preziosi gioielli. Una tendenza che si conferma.

Borbonese

Lights go on in the evening. Gold, silver, sequins and glitter brighten up clutch bags to be shown off like precious jewels. A confirmed trend.

Chanel

49


La borsa sancisce la rivoluzione dei sessi e diventa strumento di seduzione maschile. Segna le spalle, accompagna i fianchi, segue il passo. È il must di stagione che rinnova lo stile. Da giorno come da sera, sul jeans come sul vestito, la borsa diventa anche per l’uomo un accessorio irrinunciabile. Se la classe dell’uomo è stata storicamente raccontata dalle sue scarpe, oggi la borsa si candida ad interpretarne il gusto.

The bag sanctions the revolution of the sexes and becomes instrument of male seduction. It highlights the shoulders, accompanies the hips, follows the stride. It’s a must for this season’s renewed style. By day and for evening, with jeans or a suit, the bag becomes an accessory men can’t do without. If a man’s class was once demonstrated by his shoes, today the bag is a candidate in the good taste polls.

Dsquared2 P/E07

Gucci Uomo P/E07

50

Per la prima volta on line la possibilità di affittare la borsa dei desideri. Su www.bagandco.it si può scegliere tra modelli trendy, glamour, fashion e fashion limited dei migliori marchi per un minimo di sette giorni e un massimo di un mese. For the first time on line it’s now possible to rent your dream bag. At www.bagandco.it you can choose from trendy, glamour, fashion and fashion limited bags by the best-known designer labels for a minimum of seven days to a maximum of one month.

fashion

r


PrimaveraSpring07

ts Self-Made Bags Strambo è un progetto lanciato da Yoox.com. Una specie di atelier virtuale che propone la self-made bag, ovvero la possibilità di personalizzare on line il modello disegnato in esclusiva da otto artisti contemporanei con tracolle e texture. I loro nomi? Prof. Bad Trip, Matteo Guarnaccia, Fulvia Mendini, Massimo Giacon, Johanna Grawunder, Tatiana, Markus Benesch e Alessandro Guerriero. Guerriero “Perdonami Ettore”

r r

Bad Trip - Black Star

Self-made bags Strambo the project launched by Yoox.com. A sort of virtual atelier which offers the self-made bag: the possibility to personalise the straps and texture of an on-line model, designed exclusively by eight contemporary artists. Who are they? Prof. Bad Trip, Matteo Guarnaccia, Fulvia Mendini, Massimo Giacon, Johanna Grawunder, Tatiana, Markus Benesch and Alessandro Guerriero.

51

The Black Star instruction

st


spot

La collezione di gioielli Ti-sento, distribuita in Italia dalla International Jewelry Company, nasce quattro anni fa dalla IBB di Amsterdam con l’idea di creare una linea di gioielli di lusso accessibile e raffinata. Fresca, giovane e colorata, s’ispira ai temi dell’individualità e permette a chi la indossa di creare un look personalizzato che parli di buon gusto, flessibilità e stile. Le creazioni di alta manifattura sono realizzate in argento 925, pietre colorate idrotermali e zirconi incastonati. Gli anelli, pendenti, collane e bracciali della collezione interpretano il desiderio di modernità e raffinatezza della donna

contemporanea. Innovativa e sempre attenta alle tendenze di stagione, la linea è distribuita in tutti i mercati europei nelle migliori gioiellerie. Per la prossima estate, l’argento avvolge pietre bianche e colorate, si abbina a cordini colorati in cotone cerato o maglie in argento e offre la possibilità di indossare più gioielli combinati insieme. La collezione Ti Sento è in continua crescita e sviluppo, grazie anche ad una accurata e mirata distribuzione presso le più esclusive gioiellerie, e sta diventando un brand affermato e richiesto da una clientela esclusiva e raffinata. Ti Sento, la raffinatezza, un lusso possibile.

Distributed in Italy by the International Jewelry Company, the Ti-sento collection started out four years ago by IBB Amsterdam with the idea of creating a luxury line of jewelry that was both accessible and stylish. Fresh, young and colourful, inspiration comes from individuality, leaving it up to the people who wear these jewels to define their own personal look, allowing for flexibility and style. The beautifully-crafted creations by a team of top-class designers are coloured hydrothermal stones and zircons set in 925 silver. The collection includes rings, pendants, necklaces and bracelets which reflect the desire for modernity

and refinement of women today. Innovative and always up on the latest trends, the line is distributed in the best jewellery shops of the European market. Next summer’s collection will be made up of white and brilliantly coloured synthetic stones set in rhodium-plated 925 silver with matching waxed cotton strings or chains, allowing for several jewels in different combinations to be worn at the same time. Ti-sento is fast becoming a well-known, sought-after brand, thanks to carefully targeted distribution among the most exclusive jewellery shops with a refined clientele. Ti-sento, refinement and luxury at an affordable price.

Ti sento gioielli


PrimaveraSpring07

53

GIOIELLI IN ARGENTO Distribuito da: International Jewelry Company Srl tel +39 02 97374474 - fax +39 02 97374475 info@ijcusa.com - www.tisento-milano.com


beauty FITNESS

Danze urbane di Valeria Bellantoni

54

Movimenti che hanno una storia e che raccontano di antiche danze promettono di scolpire i nostri corpi. Entrano nelle nostre palestre e ne diventano protagoniste, creando nuove scuole di pensiero. Capoeira - la danza guerriera Piedi scalzi. Ritmi tribali. Canti e strumenti a percussione di origine afro- brasiliana accompagnano la danza che evoca l’antica lotta, proibita. La Capoeira è arte, danza, lotta, difesa personale, ginnastica e cultura. È diffusa a macchia d’olio in Italia che la celebra con eventi dedicati, stage, concerti. Chi la pratica parla di un

Urban dances Movements with a history which tell of ancient dances, promising to sculpt our bodies. They steal into our gyms and become the stars, creating new schools of thought. Capoeira – the warrior dance Barefoot. Tribal rhythms. Singing and percussion instruments of Afro-Brazilian origin accompany the dance which evokes the ancient, prohibited fight. Capoeira is art, dance, fight, personal defence, gymnastics and culture all in one. It has spread like wildfire in Italy, where it is celebrated with special events,


PrimaveraSpring07

gioco di attacco e difesa. Un gioco insegnato da maestri, mestre, seguiti come guru. La danza guerriera celebra il suo momento espressivo con la roda, coreografia in cui allievi e maestri cantano, danzano e battono le mani. Tutti sono disposti a cerchio mentre due al centro si sfidano al suono del berimbau, strumento tradizionale composto da un pezzo di legno zeriba, una zucca vuota e un filo d’acciaio. Niente mani o pugni. Ma movimenti eleganti che possono diventare colpi micidiali. Si inizia dal ginga, il passo base, poi il ritmo lento si evolve e diviene acrobatico. E nella competizione si crea empatia.

stages and concerts. Those who practise it describe it as a game of attack and defence. A game taught by masters, mestre, with a guru-like following. The warrior dance is at its most expressive with the Roda; both pupils and masters sing, dance and clap their hands. A circle is formed around two of the participants who challenge each other to the beat of the berimbau, a tra-

Pilates - il condizionamento della mente Candele, incensi, movimenti lenti. Ricerca di equilibrio tra anima e corpo. Nato negli anni ’20 da Joseph Pilates come riscaldamento nella danza, il Pilates, é diventato una vera e propria mania nel mondo del fitness dopo l’ennesimo video di successo di Madonna. Il Pilates é una ginnastica dolce ma é soprattutto una filosofia di vita che si basa sul coinvolgimento della mente chiamata a plasmare il corpo. Controllo del movimento, concentrazione e respirazione corretta sono, nel metodo Pilates, gli alleati per migliorare il proprio benessere psicofisico ed ottenere in tempi brevi un corpo armonioso, snello e agile. Le lezioni sono individuali o in piccoli gruppi di massimo 4-5 persone.

55

ph. Reno Riggi

Krumping - l’evoluzione dell’hip hop Hanno volti dipinti da clown. Si muovono controtempo per strada in preda ai ritmi hip hop. Sono i ballerini del Krumping filmati da David La Chapelle per il video del singolo dei Chemical Brother “Galvanize”. Nata nei ghetti di Los Angeles in evoluzione del Clowing di Thomas Johnson come sfogo per l’aggressività e come alternativa alla criminalità di strada, il Krumping è la danza urbana più trendy del momento. Libera, aggressiva, espressione del proprio io, la danza black è movimento underground con sue leggi proprie. Come nella breakdance i ballerini si raggruppano


in family organizzate in gerarchie che rimandano alle sfide interne per determinare il miglior krumper. Come il punk rock prevede il contatto tra i ballerini. Sembra una lotta ma, come nel Medioevo e nella Grecia antica, il krumper più esperto accoglie il nuovo come suo discepolo, come un precettore. La strada diventa scuola.

ph. Reno Riggi

Capoeira, da gioco a lotta. Una storia di schiavitù e ribellione. Tra il 1550 ed il 1850 i portoghesi portarono in Brasile oltre tre milioni e mezzo di schiavi africani, che continuarono l’antico rito ludico della Capoeira. I caporeisti, considerati vagabondi e fannulloni, vennero inizialmente perseguitati. Quando gli schiavi cominciarono a ribellarsi alla loro condizione, iniziò un periodo di lotte interne e la Capoeira si diffuse rapidamente in tutta la società brasiliana, ramificandosi anche tra gli immigrati europei. Nel XX secolo la Capoeira diventa un nuovo stile di gioco, più attento alla lotta e basato sulla preparazione atletica. Il nuovo stile fu creato da Mestre Bimba.

56

Capoiera, from game to martial art. A history of slavery and rebellion From 1550 to 1850 the Portuguese brought more than three and a half million African slaves to Brazil where they continued to practise the ancient ritual game of Capoeira. Initially Capoiera players were persecuted as good-fornothing vagabonds, but when the slaves began to rebel against their conditions, conflict broke out and Capoeira spread quickly throughout the whole of Brazilian society. It even took root among European immigrants. In the 20th century Capoeira took on a new style of play, created by Mestre Bimba, concentrating more on the fight elements and on physical prowess.

qwertzuiopaq beauty

ditional instrument made of a piece of zeriba wood, an empty pumpkin and a steel wire. No hands or fists are allowed. But elegant movements can become lethal blows. Starting from the ginga, the basic step, the slow rhythm evolves and becomes acrobatic. And in the competition, empathy is aroused. Pilates – conditioning of the mind Candles, incense, slow movements. The pursuit of equilibrium between body and soul. Created in the 1920s by Joseph Pilates as a warm-up exercise to dancing, Pilates became a craze in the fitness world after Madonna’s umpteenth successful video. A form of gentle gymnastics, it is, above all, a philosophy of life, based on the mind’s involvement in shaping the body. Control of movements, correct concentration and breathing are the best allies for improving psychophysical well-being and moulding a slim, supple and harmonious body in only a short time. Lessons can be taken individually or in small groups of maximum 4-5 people. Krumping –the hip-hop revolution Their faces are painted like clowns. They move in syncope along the street, prey to hip-hop rhythms. These are the Krumping dancers filmed by David La Chapelle for the Chemical Brothers’ new hit single video “Galvanize”. An evolution of Thomas Johnson’s Clowing, it was born in the ghettos of Los Angeles as a way to vent aggressiveness and an alternative to street crime and has become the trendiest urban dance of the moment. Free, aggressive, a form of self-expression, this black dance is an underground movement with its own rules. Like breakdance, dancers create family groups organised in hierarchies and inside challenges determine the best krumper. Like punk rock, it allows contact among dancers. It looks like fighting but, just as in Ancient Greece and the Middle Ages, the more expert krumper accepts the novice as his disciple, he becomes a tutor. And the street becomes a school.


beauty

CARE

PrimaveraSpring07

Pulizie di primavera di Daria Romagno

La primavera è arrivata. È l’ora di abbandonare il grigio dell’inverno, di disintossicare corpo e anima, di dedicare del tempo a se stessi. A partire dalla pelle, che rappresenta l’immagine che parla di noi al mondo. Ecco perché è indispensabile dedicarle una cura attenta e specifica. Se si vuole, infatti, che la bella stagione ci si legga in faccia dobbiamo iniziare a dar luce alla nostra pelle. Rendere il colorito del nostro volto più luminoso e sano. Durante l’inverno la pelle del viso è messa a dura prova, diventa opaca a causa delle aggressioni del freddo, del vento, dell’umidità e dell’inquinamento. La primavera è il momento giusto per il eliminare le cellule morte e ricostruire il naturale equilibrio dell’epidermide. Ecco come. Primo punto: detersione. La pulizia della pelle va eseguita con detergenti che rispettino i naturali meccanismi di difesa cutanei: il film idrolipidico, il ph e la flora batterica residente. Un prodotto correttamente formulato e scelto nel rispetto delle caratteristiche della cute è fondamentale per il mantenimento della pelle in salute. Secondo punto: idratazione. Per conferire alla pelle morbidezza ed elasticità occorre utilizzare prodotti cosmetici ad azione idratante delicati e non aggressivi, adatti al proprio tipo di pelle, che agiscono attraverso sostanze grasse che creano una sorta di barriera protettiva artificiale, integrando il fattore idratante natu-

Spring cleaning Spring is here. And it’s time to shake off winter’s greyness, to get the toxins out of your mind and body, to dedicate a little time to pampering yourself. Starting with your complexion – your calling card on the world. That’s why it’s so important to look after it carefully and the right way. If you want others to see spring blossoming in your face, then start brightening up your skin. Give your face a brighter and healthier look. Our skin is really put to the test during the winter, it becomes opaque, attacked by the cold, wind, damp and pollution. Spring is the right moment to get rid of dead cells and rebuild the natural balance of the epidermis. And here’s how. First step: cleansing. Use cleansers which respect the natural mechanisms of the skin’s defence: namely, the hydro-lipidic film, the ph and resident bacterial flora. Choosing a suitable product which respects the skin’s characteristics is fundamental for maintaining a healthy complexion. Second step: moisturising. To give the skin softness and elasticity, use cosmetic products with delicate, non-aggressive moisturising actions, suitable for your skin type, which act through fatty substances that create a sort of protective artificial barrier,

57


rale NMF (Natural Moisturizing Factor) e contengono sostanze igroscopiche, capaci cioè di trattenere l’acqua presente. Terzo punto: esfoliazione. Il peeling dona alla pelle nutrimento e protezione. La maschera da applicare deve essere adatta al proprio tipo di pelle. Se non si ha il tempo per andare dall’estetista o in beauty farm, si possono scegliere delle maschere facili da realizzare anche in casa con semplici ingredienti.

L’IDEA La maschera antirughe alla mela Le proprietà della mela aiutano a prevenire le rughe e a rendere la pelle più elastica. La mela, infatti, idrata, rassoda e favorisce il ricambio cellulare. Ricetta: Versare nel frullatore quattro cucchiai di panna fresca e la mela tagliata a pezzetti. Applicare la maschera ottenuta sul viso pulito. Lasciare agire per 20 minuti e sciacquare abbondantemente con acqua tiepida.

integrating the natural moisturising factor (NMF) and contain hygroscopic substances, capable of retaining the moisture already present in the skin. Third step: exfoliation. Peeling nourishes and protects the skin. A peeling mask must be suitable for your type of skin. If you don’t have time to get to the beautician’s or to a beauty farm, why not try making masks with simple ingredients at home-it’s easy!

IL CONSIGLIO Movimenti anti-stress Attenzione allo stress! Con la primavera ci si spoglia da giubbotti e cappotti…e non tutti sono stati puntuali nel rispettare i buoni propositi del lunedì: piscina, palestra, dieta, massaggi e trattamenti. C’è un irresistibile desiderio di recupero ed un fastidioso senso di colpa per il tempo andato. Ma non è troppo tardi per rimettersi in forma. Si può approfittare del clima mite e delle giornate più lunghe per ricominciare a fare un po’ di movimento. Farà bene anche all’umore. Iniziate con il camminare per almeno trenta minuti al giorno. Watch out for stress! In spring off come coats and jackets … and not everyone has kept up their Monday resolutions: swimmimg, gym, diet, massage and beauty treatments. There is an irresistable desire to make up for lost time as well as an annoyingly guilty conscience. But it isn’t too late to get back into shape. Take advantage of the mild weather and longer days to start doing a bit of exercise. It will put you in a good mood too. Start off with a daily thirty-minute walk.

Apples help prevent wrinkles and make the skin more elastic. They moisturise, firm and favour cell replacement. Recipe: pour four spoonfuls of fresh cream and a chopped apple into the blender. Apply the mask mixture to a clean face. Leave for 20 minutes and rinse off with warm water.

LA FORMULA MAGICA H2O

Nelle pulizie di primavera l’acqua è l’elemento fondamentale per disintossicarsi dalla stagione fredda, reintegrare sodio, potassio e magnesio ed attenuare il senso di gonfiore. Bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno è la prima regola da rispettare. Anche le tisane, le centrifughe di frutta e di verdura, un regime alimentare corretto, il movimento sono complici del benessere del corpo e dell’organismo che con l’arrivo della primavera, ha bisogno di recuperare energie.

58

In your spring cleaning regime, water is the fundamental element for getting rid of winter’s toxins, for reintegrating sodium, potassium and magnesium and reducing the feeling of bloatedness. The first rule is to drink at least eight glasses of water a day. Tisanes, blended fruit and vegetables, a correct diet and movement also help the body’s well-being which, with the arrival of spring, needs to replenish its energy stores.

beauty


©Lanificio Leo

di Daniela Liconti

60 Dal 1873 ad oggi, il Lanificio Leo ha rappresentato una delle piccole realtà produttive silenti e operose del territorio regionale. Tra le mani e le idee di Emilio Leo, architetto attento e sensibile alle contaminazioni culturali ad ampio raggio, il Lanificio sta subendo una trasformazione, frutto della forte esigenza di coniugare cultura e lavoro, due mondi apparentemente lontani che qui rivivono in antiche congiunture. Il nuovo percorso intrapreso dall’azienda intende

Master of textures Since as far back as 1873, the Lanificio Leo woollen mill has represented one of the region’s quiet and hard-working productive realities. Today, under the careful guidance of architect Emilio Leo, with his ideas and sensitive approach to a wide range of cultural influences, the woollen mill is undergoing a transformation: the result of a strongly-felt need to combine the two seemingly different worlds of culture and work which

Sciarpe della collezione He/she

focus LANIFICIO LEO


PrimaveraSpring07

©Lanificio Leo

rimettere al centro del circuito d’impresa la conoscenza del sistema here, once more, enjoy an historic relationship. The company has taken a new direction, placing knowledge of the productive system at produttivo, avvicinando la gente ai luoghi del lavoro e riportando l’atthe core of the enterprise by attracting people to the actual workplace tenzione sull’oggetto realizzato. (Ri)conoscere le modalità creative, and drawing their attention to the products themselves. Recognising le energie che entrano in gioco, le mani che scorrono sui filati, l’idea the creative methods and the energy that comes into play, hands runche ha generato l’oggetto, significa restituire valore al lavoro, conning over the yarn, the idea behind each object all mean giving back a ferendo alla creazione un’unicità, un’anima che ne cancelli la consense of value to the work, endowing the creation with a uniqueness, a notazione di cosa da possedere. Questa visione di fondo lo ha spinto soul which removes all traces of a connotation of a thing to be owned. a creare Dinamismi Museali, rassegna di arte contemporanea che This is the basis of the vision which inspired him to create Dinamismi riconduce la gente nei luoghi del lavoro per incontrare l’arte contemMuseali, an exhibition of contemporary art which brings people back poranea laddove l’arte produttiva prende forma. Da nove anni questo to the workplace to evento realizzato anexperience contemche grazie alle enerporary art where gie di associazioni e productive art takes cooperative del terrishape. Thanks also torio, rappresenta un to the efforts of local appuntamento imporassociations and cotante per ogni giovane operations, for the artista emergente sullast nine years this la scena internazionaevent has represented le. Da questi incontri an appointment not infatti sono nate nuto be missed by any merose collaborazioyoung artist emergni con artisti europei ing on the internache hanno sviluppato tional scene. In fact, nuove grafiche per these meetings have l’homewear targato led to numerous colLanificio Leo, oggetti laborations with Eusoffici del vivere quo“Per me il compito del design è gestire l’ordinario ma ropean artists who tidiano realizzati con pensare all’impossibile, all’improbabile”. have developed new tecniche artigianali su graphics for the Lanun design d’avanguar“For me the job of design is to manage the ordinary, but think of the impossible, the improbable”. ificio Leo homewear dia. La sua visione si label; soft garments estende anche al terEmilio Leo for everyday wear ritorio, nella ricerca created using tradidi collaborazioni con tional craftsmen’s techniques on avant-garde design. Leo’s vision exle realtà produttive dell’area che, sull’onda di questi inediti impulsi, tends throughout the territory in a search for collaboration with other scoprono nuove strade percorribili. Favorire la libera circolazione productive realities which, in the wake of these fresh impulses, are delle idee e la creazione di una rete di opportunità: una filosofia che

corre controsenso rispetto alle dinamiche del mercato globale. Dentro il concept del Lanificio Leo c’è il bisogno di stimolare le giovani menti che hanno un infinito potenziale creativo, a pensare che tutto può succedere in qualunque posto, anche in una terra difficile e lontana dal mondo, che bisogna credere nella bontà delle proprie idee e sostenerle. E tornare a credere fortemente che il lavoro sia e debba continuare ad essere, cultura. Lanificio Leo Via Cava, 43 Soveria Mannelli (CZ) www. lanificioleo.it www.dinamismimuseali.it

finding new paths to follow. Encouraging free circulation of ideas and creating a network of opportunities – this is a philosophy which runs counter to the dynamics of the global market. Within the concept put into practice at the Lanificio Leo there is the need to stimulate young minds with infinite creative potential, to think that anything can happen anywhere, even in this difficult land so far from the wide world outside; they must believe in the value of their ideas and stand up for them. And start believing once more that work is, and must continue to be, culture.

61


d

©Lanificio Leo

I MUST DEL LANIFICIO LEO Ludusludus, stuoia che nasce da un’azione di autocostruzione, composta da una rete da cantiere in plastica in cui s’insinua il panno folato (infeltrito) in lana merinos 100%. Xminimum, collezione di homewear pensata con modalità dinamiche in materiali naturali. Plug-in, runner da tavola in trame tipiche alle cui estremità si aggiunge un decoro in corion o cartone con stampe elaborate dall’artista Angela Lorenz. Punto Pecora, riduzione grafica del logo aziendale che diventa segno jacquard per coperte. Collezione He/She scialli e grandi sciarpe in lana, seta, canapa e cashmere, plaid e maglieria unisex in cui si fondono moda e living, spazi urbani e domestici.

©Lanificio Leo

62

focus

THE LANIFICO LEO MUST-HAVES Ludusludus, mat with base of plastic netting used in construction interwoven with a felt-finish cloth in 100% merino wool. Xminimum, dynamic design homewear collection in natural materials. Plug-in, traditionally woven table runner with corium or cardboard decorations at each end with prints designed by the artist Angela Lorenz. Punto Pecora, the graphic reproduction of the company logo becomes a jacquard pattern for blankets. Collezione He/She, shawls and large scarves in wool, silk, hemp and cashmere. Throws and unisex knitwear which combine fashion and living, urban and domestic spaces.


PrimaveraSpring07

©Lanificio Leo

Con Dinamismi Museali nel 2001 l’azienda è risultata tra i finalisti del prestigioso premio Guggenheim Impresa e Cultura conseguendo il premio Cultura di Gestione. With Dinamismi Museali in 2001 the company was among the finalists of the prestigious Guggenheim Impresa e Cultur a award, winning the prize for Management Culture.

©Lanificio Leo

63


©Mario Cucinella Architects

habitat

Per un’architettura

sostenibile di Alberto De Capua

66

Già da qualche anno, i costi dell’emergenza ambientale hanno indotto politici e studiosi ad affrontare il problema della protezione dell’ambiente spostando l’attenzione verso quei settori coinvolti nelle dinamiche di trasformazione del nostro pianeta. Di conseguenza, anche il settore delle costruzioni, che incide pericolosamente sull’assorbimento energetico, sulla produzione di scorie, sul consumo di materie prime non rinnovabili, ha visto un notevole cambiamento dei propri fondamenti grazie alle problematiche emerse dal dibattito internazionale sullo Sviluppo Sostenibile. Consolidato paradigma della scienza dell’ambiente, dell’economia e della società, esso consente di raggruppare tutte le tematiche convergenti delle diverse sfere disciplinari attraverso le quali capire cos’è e come reagisce l’ambiente: le scienze della materia e quelle della vita; il

For a sustainable architecture For several years now the costs of the environmental emergency have forced politicians and scholars to deal with the problem of protecting the environment, shifting attention to the sectors involved in the dynamics of the transformation of our planet. Thus, the building sector, which seriously affects energy absorption, waste production and the consumption of non-renewable raw materials, has undergone considerable changes in its basic principles due to the problems which have arisen from the international debate on sustainable development. As a consolidated model of environmental sciences, of the economy and society, it allows us to put together all the converging themes from the various disciplines through which we understand what the envi-


PrimaveraSpring07

©Mario Cucinella Architects

Nella pagina precedente: Ex Casa Di Bianco a Cremona. In questa pagina: EBO, padiglione espositivo a Bologna. Progetti Mario Cucinella Architects, Bologna

ronment is and how it reacts: material and life sciences, the role of man and his interventions, problems of resources, energy, transport, the link between environment and the economy, between the natural and man-made environment. All this forces planners to deal scientifically with a problem which, in the past, before the age of petrolium, of cheap energy, of electricity, was coped with in the most natural way: building good living conditions, exploiting natural resources properly, the sun, sea, micro-climates, the thermal capacity of the earth and of building materials. The solution is to take an ecological approach to architecture, to consider buildings as living organisms, a active part of an environmental system. This system leads to minimising the impact, making the best of the characteristics of the sites destined for interventions, to reducing internal pollution, the use of materials extracted (not only to conserve resources, but also to limit the damage produced by extraction, transport and processing phases), the quantity of building and demolition materials, favouring the use of re-cycled materials. An approach which, more than making us talk in abstract terms about bio-architecture, suggests a return to appropriate materials and technologies, to finding solutions to health needs and the concept of material site of the project. The hope is thus to stop putting adjectives like bio-climate, solar and sustainable before the noun architecture, thus restoring its integrity, strongly supporting techniques and concepts which are inherent in these adjectives so that they become common practice in the way projects are drawn up and executed. ©Mario Cucinella Architects

ruolo dell’uomo e dei suoi interventi, la problematica delle risorse, dell’energia, dei trasporti, l’intreccio tra ambiente ed economia, tra ambiente naturale e costruito dall’uomo. Ciò obbliga il progettista ad affrontare con scientificità un problema che in passato, prima dell’era del petrolio, dell’energia a buon mercato, dell’elettricità, affrontava con assoluta naturalezza: realizzando buone condizioni abitative, sfruttando al meglio le risorse naturali, il sole, il vento, il microclima del luogo, la capacità termica del suolo e dei materiali da costruzione. La soluzione è di assumere, in architettura, un atteggiamento ecologico, considerando gli edifici come organismi viventi, parte attiva di un sistema ambientale. Tale sistema porta a minimizzare gli impatti valorizzando le peculiarità dei siti destinati ad accogliere gli interventi, a ridurre l’inquinamento interno, l’uso di materiali estratti (non solo per conservare le risorse, ma anche per limitare i danni prodotti dalle fasi di estrazione, trasporto e lavorazione), la quantità di materiali da costruzione e da demolizione, favorendo l’utilizzo di materiali riciclati. Un approccio che, più che farci parlare in termini astratti di bioarchitettura, suggerisce un ritorno a materiali e tecnologie appropriate, al recupero delle esigenze di salute e del concetto di luogo materiale del progetto. La speranza, così facendo, è di cancellare gli aggettivi bioclimatica, solare, sostenibile, accanto al sostantivo architettura, restituendo a questa la sua integrità, sostenendo con forza che le tecniche e i concetti che sottendono l’uso di questi aggettivi, divengano pratica corrente del modo di pensare e di produrre il progetto.

67


living

Spazi per due 68 di Daniela Liconti - foto di A&E


PrimaveraSpring07

Una strada dimessa alle porte della città su cui si affaccia una vecchia falegnameria, quasi nascosta da una casetta in stato di abbandono. Un’immagine poco attraente in verità, davanti alla quale tanti sono passati senza sapervi intravedere alcun possibile futuro. Ma se a passare da lì è una coppia di architetti alla ricerca di una casa un po’ speciale, allora le cose cambiano. Vedere la scena, fermare la macchina e intuire la casa dei propri sogni è stato quasi automatico.

Spaces for two A modest street on the edge of town, overlooked by an old carpentry workshop and almost hidden by a dilapidated old house. Not a very attractive picture and many have passed by without ever imagining any possible future for it. But, if passing by are a couple of architects looking for a house with something just a little special, then things are quite different. Beholding the scene, stopping the car and sensing that this was the house of their dreams was almost automatic. Per Arnaldo ed Emanuela, giovane coppia di architetti con gatto, For Arnaldo and Emanuela, a young couple of architects with “l’idea di casa è uno spazio luminoso e funzionale che sappia corria cat, “the idea of home is a bright functional space which corspondere al nostro modo di essere e di lavorare.” È il 2002 e l’avvenresponds to our way of living and working.” It’s 2002 and the tura comincia press’a poco così, con 60 mq. appena venduti –la loro adventure begins more or prima casa- e tanta voglia less like this: they have just di mettersi nuovamente in “Nel nostro progetto di casa si riflette il nostro sold their first house (60sq. gioco con un progetto che modo di essere, di vivere, di intendere un concetto m.) and have a great deprevedesse una ristrutpersonale dell’abitare”. sire to get back into the turazione possibilmente “Our house design reflects our way of being, living, what our game with a project which consistente e impegnativa. personal concept of living means” will most likely involve exLa struttura a L di una falepensive and demanding gnameria affacciata su una A&E renovation. The L-shaped piccola casetta che di lì a carpentry workshop overpoco avrebbe lasciato spalooking the little run-down zio a un giardino di sapore house, soon to be turned leggermente zen, sarebbe diinto a rather Zen-like garventata una casa chiara, piena den, would become a light, di luce e di pace, che un anoairy and peaceful house, nimo muro in cemento e travi separated from the rest of in legno separa dal resto del the world by an anonymous mondo. Varcare il portone concrete wall with wooden d’ingresso significa entrare beams. Stepping over the in un’altra dimensione, e il threshold means entering caos, l’approssimazione dei another dimension, and dintorni, lasciano spazio a the chaos, the rough setting un’oasi verde e luminosa dove open out into a brilliant improvvisamente è silenzio green oasis where suddenly e quiete. Impiegando esclu-

69 sivamente manodopera locale, sono partiti dall’idea di mantenere quanto più possibile della vecchia costruzione, recuperando le strutture portanti originarie –come è successo per la travatura in legno del tetto- conservando nelle opere di consolidamento i pilastri in mattoni pieni lasciati a vista e l’ampia volumetria degli spazi. Tra le esigenze della coppia, creare un ambiente che sapesse coniugare l’accoglienza

silence and calm falls. Using only local labour, they started from the idea of keeping as much as possible of the original structure, such as recovering the old wooden beams in the roof, preserving the brick pillars and leaving them visible, and maintaining the ample disposition of volumes. One of the couple’s main needs was to create a welcoming informal space combined with the professional


70

informale alle necessità professionali del luogo di lavoro e rappresentanza. Il risultato è un open space di 235 mq. in perfetto equilibrio tra comfort e design, linearità e luminosità: living con cucina a vista, zona letto e uno studio a due ricavato in un soppalco che accoglie anche la zona ospiti. Pavimenti in ardesia, pareti e soffitti chiari, porte a vetri aperte sul giardino come quadri sempre in movimento. La luce si rincorre dappertutto, sui tessuti delle sedute e sui mobili, riflettendosi sulle grandi tele in cui Emanuela riversa una buona dose Il living visto dallo studio del suo estro. Non era previsto uno spazio per dipingere, perché la voglia di confrontarsi con la pittura è nata quando ha messo piede qui, con la complicità della luce, o forse del silenzio, che hanno innescato in lei la voglia di produrre creazioni artistiche. Per gli arredi, la scelta è caduta su soluzioni comfort -le ampie sedute a tinte neutre in tessuti naturali di Flamandalternate a tavoli, luci e sedie di design e oggetti Ikea; la libreria e la credenza in muratura creata con una façade francese che diventa sequenza di ante sono inEsterno - prima e dopo vece produzione propria. Essere due architetti ha velocizzato il processo di ristrutturazione e ha dato modo a entrambi di trovare un personale modo di interagire con il progetto: a lui Interno - prima e dopo

living

requirements of a place of work and representation. The result is a 235sq.m open space, comfort and design, linearity and light in perfect harmony: living room looking onto the kitchen, sleeping area and a study for two created on a gallery which leads to a guest room. The floors are in slate, walls and ceilings in light colours and glass doors opening onto the garden are like ever-moving green paintings. Everywhere there is a play of light, on the upholstery and the furniture, reflected on the large paintings in which Emanuela has expressed much of her creativity. They didn’t plan an area for painting because the desire to take up this challenge only arose when she came to live here: the complicity of light, or perhaps the silence triggered in her a creative desire, but they’ll find space for it. Comfort was the reason behind their choice of furnishings, ample seating in neutral tones by Flamand, alternating design tables, lights and chairs with objects from Ikea; while the built-in bookcases and cupboards with a French façade which become a sequence of panels are their own creation. Being architects speeded up the renovation process and gave them both a chance to find a personal way of interact-


PrimaveraSpring07

gli aspetti tecnici legati alla struttura, ai materiali, alla gestione delle risorse e a lei, curiosa e creativa, interni, arredi, ricerca e sperimentazione sul campo dei materiali per le finiture. Inclusa una tecnica per arrotondare gli angoli appresa da un operaio: lasciare scorrere all’interno e all’esterno degli spigoli una bottiglia di birra da 33cl!

Creazioni di Emanuela

ing with the project: he handled the technical aspects of the build, the materials and the finances, while she, curious and creative, took on the interior design, researching and experimenting with materials. This included a technique she learned from a labourer for rounding off corners: run a 33cl beer bottle inside and outside the edges!

La camera da letto Il bagno padronale

71

Lo studio


design

The New Italian Design

di Agostino A. La Rocca

©courtesy of press offices

72

_ C003 F e de r ic a Mor e t t i 2 0 0 6 Autoproduzione. La collezione è costruita sulla tecnica dell’origami. Il risultato sono quattro cappelli bianchi e uno nero. Un’ esecuzione virtuosa, minimal in apparenza, ma estremamente sofisticata. The collection is created using the origami technique. The results are four white hats and one black. Clever, minimal look but extremely sophisticated.


PrimaveraSpring07

©courtesy of press offices

La Triennale di Milano presenThe New Italian Design On 20th January the Trita la mostra “ Il paesaggio ennale of Milan presentmobile del nuovo design ed the exhibition “The italiano” che, inaugumoving landscape rata il 20 gennaio, of the new Italian resterà aperta fino design”, open until al 25 Aprile. 27th April. La mostra, nata The exhibition come censistarted out as a mento dei giocensus of young vani designer Italian designitaliani, ha fatto ers and brought confluire nella together in the Tribanca dati della ennale’s data bank Triennale circa 600 about 600 designers, 140 of progettisti, dei quali 140 su Sinus - Enrico Azzimanti 2002 con Jordi Pigem whom were selected and the segnalazione e il resto per autoUna gabbia innovativa per concezione e materiali. Solo una bolla in rest presented themselves. convocazione. Tra i selezionati vetro traforato. Among those selected for texper il textile design figura anche Innovative cage both in concept and materials. Simply a perforated glass bubble. tile design is the Lanifico Leo il Lanificio Leo di Soveria Manwoollen mill in Soveria Mannelli, Catanzaro. nelli, Catanzaro. Il risultato ha sbalordito gli organizzatori della moThe result has amazed the show’s orstra, tanto da sollecitare gli stessi curatori ad ganisers, in fact, the curators have una nuova riflessione sul panorama attuale had to take another look at today’s del design italiano. panorama of Italian design. L’aspettativa di una grande eterogeAny expectation of great heterneità delle proposte è stata delusa: il ogeneity among the proposals vasto materiale raccolto si profila has been sorely disappointed.; invece unitario e molto originathe enormous amount of matele. Oggetti leggeri, innovativi, rial collected here is individual microprogetti che testimoand very original. Light, innoniano l’attenzione verso l’invative objects, micro-projects finitamente piccolo, l’effiwhich bear witness to a promero e il superfluo. pensity towards the minute, the Dal food al web, dal ephemeral and the superfluous. graphic al fashion, dal From food to the web, from graphtextile al copywriter, ics to fashion, textiles to copywriter, i nuovi designer sono the new designers are project managprogettisti della multiers of multi-mediality, mass professionmedialità, professionisti als, interested in creating not so much di massa attenti a creare products, as the 20th century masters did, non tanto prodotti, come but processes, capable of making a profound hanno fatto i maestri del impression on the global multi-medial system. novecento, piuttosto pro©courtesy of press offices

Ciclò (prototipo) LUCA SCHIEPPATI 2005 AUTOPRODOTTO Mezzo alternativo a propulsione umana, offre una nuova soluzione concettuale per i sistemi di camminata assistita; si inserisce nello spazio del biotrasporto con un design moderno che lo rende accessibile e maneggevole. An alternative means of human propulsion, it offers a new conceptual solution for assisted walking systems by inserting it into the bio-transport device. Its modern design makes it accessible and easy to use.

73


©courtesy of press offices

Ludusludus - Lanificio Leo Stuoia composta da una rete da cantiere in plastica in cui s’insinua il panno folato in lana merinos 100% - Ph: ©AntonioRenda. Mat with base of plastic netting used in construction interwoven with a felt-finish cloth in 100% merino wool.

cessi in grado di incidere profondamente nel sistema multimediale globale. Oggetti sfuggenti, quindi, delicati, sensibili, che sfilano sulla passerella dell’allestimento come un girotondo senza fine né principio, accompagnati non a caso dalla marcetta di Nino Rota nell’“8 e ½” di Fellini. La mobilità, il nuovo flusso della spontanea ricerca dell’originalità, è già iniziata.

Thus, elusive objects, delicate and sensitive, are paraded on the catwalk of the set like a roundabout without aim or principle, not by chance accompanied by Nino Rota’s march from Fellini’s “8 e ½”. Mobility, the new flow of the spontaneous search for originality has already begun.

74 Penta - Annamaria Zanella 2006 Bracciale in argento, costituito da un insieme di cinque volumi che ne scandiscono un ritmo alterno. L’insieme dei solidi scuri rappresenta una lettura del nero come materia-colore. Silver bracelet made up of five volumes which create alternate rhythms. The dark solids as a whole represent a key to interpreting black as a material-colour.

©courtesy of press offices

design


PrimaveraSpring07

©courtesy of press offices ©courtesy of press offices

Popsy - Designtrip 2006 Silicone Zone, Hong Kong Stampo per ghiaccioli in silicone resistente sino a –40°C. Ice-lolly mould in silicone resistant up to –40° C.

Mattissima - Sylvia Pichler 2005 Zilla Collezione di borse realizzata con filtri d’aria per cappe da cucina, gomma vinile, zerbini di gomma, lattice per guarnizioni, spugna in caucciù, metalli in pellicola e altro ancora. Collection of bags made of air filters for kitchen hoods, vinyl, rubber mats, latex, India rubber, metal, photographic film and so forth.

©courtesy of press offices

75

Single - Loredana Longo 2003 Accornero srl È un oggetto scultura. Una forma che risponde alle posizioni ergonomiche dell’abbraccio: oggetto ludico-affettivo. Imbottito in piuma d’oca e rivestito in cotone è perfettamente sfoderabile. Single - Loredana Longo 2003 Accornero srl. Sculpture representing the ergonomic pose of an embrace: play-affective object. Goose-down stuffing and removable cover.


Šcourtesy of press offices

design INTERIORS

PUNTO - Lago - Design Daniele Lago, 2003 L’anta sagomata disegna la parete con segni essenziali, rompendo gli schemi, creando ritmi inediti. The moulded door gives a design of basic elements to the wall, breaking the rules, creating unusual rhythms.

76

Lucide riflessioni di Consolato Alampi

Ricerca di materiali d’eccellenza. Innovazione del linguaggio progettuale. Elaborazioni semantiche di oggetti del vivere quotidiano. Sono queste le tematiche dello strumento progettuale attraverso il quale architetti, artisti e designer progettano, proponendo un nuovo ed esclusivo stile di vita, interpretando un nuovo modo di intendere la casa.

Lucid reflections The search for the finest materials. Innovation in the language of planning. The semantic elaboration of objects from everyday life. These are the themes of the blueprint by architects, artists and designers, proposing a new and exclusive lifestyle, giving a new


PrimaveraSpring07

©courtesy of press offices

Un ambiente sofisticainterpretation to our concept of the home. to, ricco di pochi ma A sophisticated habipreziosi elementi, ritat created with few conoscibili nel loro inbut precious elements, trinseco valore formale recognisable in their e materiale che generaintrinsic formal and no uno status symbol material value, which non più da ostentare, produce a status symma da vivere. Oggetti bol no longer simply definiti da un rapporfor showing off but for to equilibrato di lusso, living. Objects defined funzionalità e comfort. by a well-balanced Proposte per una rafrelationship of luxufinata fascia di mercary, functionality and to: elementi d’arredo POND tavolino - Acerbis - design Marco Acerbis ‘06 comfort. Proposals for pensati all’insegna di Un vetro specchiato sollevato da terra, come per incanto, crea l’effetto dello specchio a refined slice of the una riuscita fusione tra d’acqua di un lago. Tutto si riflette sulla superficie, mentre il volume della struttura tende a scomparire. market: elements of preziosità dei materiali POND coffee table - Acerbis - Design Marco Acerbis ’06. A raised mirror creates the magical mystical interior design with ed essenzialità delle effect of a lake as smooth as glass. Everything surrounding it is reflected in its surface, while the conic volume of the table almost seems to disappear. the characteristics of forme. Gli ambienti, a successful fusion of sapientemente rifinithe finest materials and essential forms. Living spaces, cleverly ti secondo principi di rigore formale, definiscono spazi-contenitori decorated according to principles of formal rigour, define “spacecon una legittima ostentazione di lusso, in cui si realizzano sofisticacontainers” with a real ostentation of luxury, giving sophisticated te suggestioni di elevato valore emozionale. Alle superfici lucide dei ©courtesy of press offices

77

FL/Y - K artell - Ferruccio Lariani La particolare trasparenza del materiale e la lucentezza dei colori richiama l’idea di una bolla di sapone, cangiante ai riflessi della luce. FL/Y - Kartell - Ferruccio Larian. The particular transparency of the material and the shiny colours bring to mind a soap bubble.


materiali nelle tonalità prevalenti del bianco e del nero e all’acciaio lucidato a specchio, si accostano laccature pregiate dai colori pastello che smorzano la tendenza alla monocromia così da esaltare, nella composizione, la valenza estetica complessiva. Echi formali di oggetti del vivere e da vivere che hanno caratterizzato il furniture design degli anni settanta e ottanta, definendo la tendenza per una casa dall’aspetto esclusivo ma non solo nell’aspetto.

“hints” of sublime emotional value. The shiny surfaces of materials, mainly in white or black and mirror-like steel, are flanked by costly lacquers in pastel colours which offset a tendency towards the monochrome and exalt the whole aesthetic worth of the composition. Formal echoes of objects of living and for living which characterised furniture design in the 70s and 80s, defining a trend for an exclusive-looking home, but not only in its look.

©courtesy of press offices

SUPEREGO Credenza Alta - Acerbis - design Marco Acerbis ‘06 Racchiuso da due gusci in acciaio a specchio, il corpo del mobile appare come un morbido e aereo monolite. SUPEREGO Tall Sideboard - Acerbis - Design Marco Acerbis ’06. Enclosed by two mirrored-steel shells which lend it both quality and form, the body of this sideboard looks like a soft and airy monolith.

©courtesy of press offices

78

SERENISSIMO tavolo - Acerbis - design Lella e Massimo Vignelli - 1985-2006 La nuova versione con rivestimento in acciaio riflettente, lo rende estremamente contemporaneo. A sottolineare il legame con Venezia, le colonne sono realizzate in vetro soffiato. SERENISSIMO table - Acerbis - Design Lella and Massimo Vignelli - 1985-2006. The new version with a reflective steel finish gives it highly contemporary and timeless effect.

design


PrimaveraSpring07

Il mondo per Rotella The world tribute to Rotella Gianni Versace Il sud in scena The south on stage L’officina del cuore The heart workshop

culture spring 07

79


culture ARTE

©Fondazione Rotella

L’artista nel suo studio

©Fondazione Rotella

Marylin 1963

80

Il mondo per Rotella di Valentina De Grazia


PrimaveraSpring07

©Fondazione Rotella

Era ancora a lavorare nel suo studio di Milano a strappare lentamente The world tribute to Rotella On 8th January, 2006, the day he died, he was still at work in le sue ultime Marilyn, l’8 gennaio del 2006, il giorno in cui morì. E ad his Milanese studio, slowly tearing up the last of his Marilyns. un anno dalla sua morte molte le iniziative lo ricordano sia in Calabria, And a year after his death, commemorations are taking place dove è nato, che in Europa e negli Stati Uniti. in Calabria, his birthplace, as well as in Europe and the United Mimmo Rotella è considerato uno dei più grandi artisti del NovecenStates. to, uno dei più riconosciuti all’estero, dove ha avuto più gratificazioni Mimmo Rotella is considche in Italia. Insieme a Burri, ered one of the major 20th Fontana e Manzoni, Rotella è “Credo che l’artista sensibile a ciò che succentury artists, one of the uno dei maestri di quell’arte che cede nel mondo dovrebbe raccontare con best-known abroad, where a partire dagli anni Cinquanta he gained greater recogniraffigurava il portentoso boom la sua creatività i fatti più importanti della tion than in Italy. Together economico italiano. nostra vita.” with Burri, Fontana and Esponente della Pop-art, tra i “I believe the artist who is sensitive to what is happening Manzoni, Rotella is a maesfondatori del Nouveau Réaliin the world should relate the most important facts tro of the art form which, sme, Rotella è l’inventore di un of our lives through his creativity.” from the 1950s, represented linguaggio. Mentre quarant’anMimmo Rotella the miraculous Italian econi prima i cubisti usavano il colnomic boom. lage, incollando alla tela pezzi Exponent of pop-art and di giornale, biglietti, cartonone of the founders of Noucini, come frammenti di realtà veau Réalisme, Rotella is nella finzione della pittura, Rothe inventor of a language. tella adottava il procedimento While forty years earlier the contrario, il décollage. Vale a Cubists had used collage, dire pezzi di manifesti strapsticking scraps of newspapati e incollati assieme, in una per, tickets, cards to the cansorta di distruzione di senso. vas, like fragments of reality I suoi manifesti lacerati hanno in the make-believe of paintinaugurato un nuovo modo di ing, Rotella used the oppoguardare la città come un luosite procedure: décollage. go di creatività sociale, dove i This involved using pieces manifesti pubblicitari testimoof torn advertisements niano la sovrapposizione delle stuck together in a sort of memorie collettive. destruction of meaning, and Già qualche mese dopo la sua launched a new way of lookmorte sono cominciate le iniing at the city as a place of ziative per celebrare la sua arte. social creativity, where the A Catanzaro nel marzo 2006, la advertisements bear witFondazione Rotella inaugurava ness to the superimposition presso l’abitazione materna “La of collective memories. casa e la memoria” dove sono Commemorations to celraccolte un ciclo di opere degli ebrate his art began only a anni ‘50 e ‘60, alcune opere refew months after his death. centi, i libri sugli artisti più celeIn March 2006, at his mothbri della pop-art e qualche foto er’s house, the Fondazione del maestro ultraottantenne. La Rotella inaugurated a percasa, restaurata dall’architetto manent exhibition entitled e amico Marcello Sestito, è stata “Home and Memory”; a cyrealizzata per volontà di Rotella cle of his works from the 50s stesso: uno spazio concepito and 60s, some recent works, dal maestro come un luogo sa-

Ritz 1963

81


“Non ho paur a di morire. I gr andi artisti hanno avuto il privilegio di parlare con Dio. Il mio sogno è proprio questo: parlare con Dio.” “I am not afr aid to die. Great artists have had the privilege of talking to God. My very own dream: to talk to God.”

Mimmo Rotella ©Fondazione Rotella

cro con lo scopo di far conoscere l’arte degli anni 60. Per il futuro, il Comune di Catanzaro si è impegnato ad erigere un monumento in suo onore ed ha chiesto ufficialmente che all’artista venga intitolata l’Accademia di Belle Arti della città. La Provincia di Catanzaro, da parte sua, realizzerà un museo a lui dedicato presso l’antico edificio “Ex-sordomuti”. A Parigi il 28 marzo, presso la galleria nazionale Grand Palais, il Centre Pompidou inaugura la collettiva “Le Nouveau Réalisme”, con in mostra le opere degli autori del movimento artistico del quale Rotella fu fondatore. Una selezione di opere appartenenti al suo primo periodo (1918-2006) sarà al centro di una mostra che inaugura giovedì 1° marzo alla Ben Brown Fine Arts Gallery di Londra. Chiude, invece, il 1° aprile “Life as a Legend - Marilyn Monroe” al Boca Raton Museum

“La casa e la memoria” a Catanzaro

Casa della Memoria Vico dell’Onda 7 - 88100 Catanzaro Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 13 - Telefono: 0961 745868 casadellamemoria@fondazionemimmorotella.net Casa della Memoria Vico dell’Onda 7 - Catanzaro Open daily from 10-13. Tel 0961 745868 casadellamemoria@fondazionemimmorotella.net

books on the most renowned pop artists and photos of the octogenarian maestro. By the artist’s own wish, the house was restored by his friend, architect Marcello Sestito, as a sacred place dedicated to the art of the 60s. For the future, the town council of Catanzaro is committed to erecting a monument in his honour and has officially requested that the Academy of Fine Arts be named after him, while the Provincial government of Catanzaro will dedicate a museum to him in the old “Ex-sordomuti” building. On 28 March in Paris’s Gran Palais national gallery, the Centre Pompidou will inaugurate the “Nouveau Réalisme” collection with an exhibition of works by authors of the artistic movement of which Rotella is the founder. In April the first complete criti-

©Fondazione Rotella

r LIBRO Titolo: Mimmo Rotella Curatore: Germano Celant 592 pagine 910 colori e 340 b/n, cartonato Edizione: Skira - Anno: 2007

82

BOOK Mimmo Rotella Germano Celant 592 pages, 910 colour, 310 b/w, bound. Edition: Skirà - Year: 2007 Collage 1956

arte


PrimaveraSpring07

of Art, in Florida. cal monograph will be published by Skirà, entitled “Mimmo Rotella”: an anthology which follows the main moments of Rotella’s Ad aprile è in uscita la prima organica monografia critica sul maestro, production through his most important works from his debut to il volume “Mimmo Rotella” edito da Skirà: una grande antologia che his last creative output, from the first geometrical abstracts to ripercorre i principali momenti della produzione di Rotella attraverso the informal paintings created by scratching the painted surface le opere più significative dagli esordi agli ultimi esiti creativi, dalle priof the canvas to reveal the underlying weave. Published in three me prove astratte di matrice geometrica, ai quadri informali ottenuti languages, the book is edited graffiando la superficie dipinta delby Germano Celant, senior cula tela fino a rivelarne la trama. EdiFONDAZIONE MIMMO ROTELLA rator of contemporary art at to in tre lingue, il volume è stato Fondata da Piero Mascitti e dal maestro Rotella nel the Guggenheim Museum in curato da Germano Celant, senior 2000. New York. curator per l’arte contemporanea Via Fratelli Sangallo 10 - 20133 Milano tel 02 76113111 - fax 02 71093046 These are the events to comdel Guggenheim Museum di New archiviorotella archiviofondazionerotella.191.it memorate the maestro. We York. Founded by Piero Mascitti and Maestro Rotella in 2000. hope that the appeal made by Queste le iniziative per ricordare il Via Fratelli Sangallo 10, 20133 Milano Paride Leporace, editor of the maestro. E ci auguriamo che l’aptel. 02 76113111 email archiviorotella@archiofondazionerotella.191.it daily newspaper Calabria Ora, pello di Paride Leporace, direttore to the mayor of Rome, Walter del quotidiano Calabria Ora, al sinVeltroni will be acknowledged daco Veltroni venga raccolto e che and that the city council of anche il Comune di Roma, città alla Rome, a city Rotella loved and where he began his artistic caquale Rotella era molto legato e dove tutto ha avuto inizio, dedicherà reer, will dedicate the proper space to such an internationally il giusto spazio a un’artista internazionale così importante, l’unico, in important artist, the only one who had the courage to tear up fondo,che abbia avuto il coraggio di strappare Marilyn. Marilyn. ©Domus Versace

©Domus Versace

83

Collage 1986

New Vers


© Domus Versace

culture FLASH “Lo stile ha un senso solo se è proprio” “Style makes sense only if it is your own” Gianni Versace

84


© Domus Versace

PrimaveraSpring07

REGGIO CALABRIA PER GIANNI VERSACE 2.12.46- 15.7.97

“Tavole di Sogno Haute Couture Dining”, mostra in collaborazione con Rosenthal, Reggio Calabria, Villa Zerbi Conferenza di presentazione dei percorsi celebrativi in memoria di Gianni Versace, Milano, Camera Nazionale della Moda Italiana

Operare per Gianni Versace speciale numero monografico della rivista “Con la citta’ nel cuore” convegno/evento, Teatro Francesco Cilea, Reggio Calabria “Gianni, secondo me…”, concorso letterario riservato ai giovani studenti delle Scuole Medie Superiori della città

REGGIO CALABRIA FOR GIANNI VERSACE 2.12.46- 15.7.97 “Dream Table Haute Couture Dining”, exhibition in collaboration with Rosenthal, Reggio Calabria, Villa Zerbi Presentation of commemorative events for Gianni Versace, Milan, Camera Nazionale della Moda Italiana

Operare for Gianni Versace special monograph edition “Con la città nel cuore”, conference/event, Teatro Francesco Cilea, Reggio Calabria “Gianni, secondo me…”, literary competition for Middle and High School pupils of Reggio

85


culture TEATRO

di Valentina De Grazia

© Alfredo D’Amato

Il sud in scena

Una scena di “Mischelle di Sant’Oliva” spettacolo di Emma Dante

“il teatro ha radici nazionali, nel senso che nasce da energie autoctone. non mi sembra possibile produrre tali energie creative al di fuori della terra dove si è nati, dove sono sorti problemi e tematiche che tale teatro esprime, dove vive la comunità di gente che li ha generati. […] ed è solo quando il sentimento ha preso vita attraverso un’opera, che il teatro può assumere un carattere internazionale” nekrošius

86

Il pubblico teatrale italiano dell’ultima stagione predilige il teatro del Sud. E non solo del sud geografico, ma anche di quello linguistico. Sicilia, Puglia e Calabria, sono le regioni che, come racconta Renato Palazzi in un articolo pubblicato dal Sole24Ore, pare abbiano scalzato il predominio del napoletano eduardiano, o addirittura del veneziano goldoniano, con i loro accenti e dialetti stretti, incomprensibili ai più. Protagonisti di questa nuova ondata teatrale sono la palermitana Emma Dante, i siciliani Davide Enia e Vincenzo Pirrotta, i calabresi Dario De Luca e Saverio La Ruina, fondatori del gruppo Scena Verticale, il pugliese Mario Perrotta. Questi artisti si sono

“The theatre has national roots, in the sense that it derives from auchthonous energies. I don’t think it’s possible to produce these energies outside the land of one’s birth, where the problems and themes expressed by this theatre arise, where the community of people who generated them live. […] And it is only when feeling comes to life through a work, that the theatre can take on an international nature.” Nekrošius The south on stage This season’s Italian theatre-goers are showing a decided preference for the South. And not just in geographical terms, but also for the linguistic south. Leading players in this new wave of theatre are Emma Dante from Palermo, two fellow-Sicilians Davide Enia and Vincenzo Pirrotta, the Calabrians Dario De Luca and Saverio La Ruina, founders of the Scena Verticale group, and Mario Perrotta from Puglia. These playwrights have made a name for themselves in the last few years, winning the most sought-after national theatre awards, thanks also to the public’s extraordinary support. Sicily, Puglia and Calabria, regions which, with their strong


PrimaveraSpring07

affermati negli ultimi anni, alcuni vincendo importanti premi nazionali, altri grazie esclusivamente a uno straordinario apprezzamento di pubblico. Al fianco di questi, ce ne sono in verità molti altri, che con caparbietà propongono da alcuni anni un lavoro di qualità e sperimentazione e costituiscono l’humus in cui il teatro meridionale sta crescendo. Ma come si spiega questa attrazione del pubblico italiano verso un linguaggio così estraneo? Il siciliano o il calabrese sono linguaggi distanti, ostici, con accenti arcaici. Sono la voce di popolazioni lontane, talmente estranee e remote al resto d’Italia che risultano evocative e attraenti di per sé. Tutto questo riesce a coinvolgere lo spettatore anche quando il significato delle singole parole risulta incomprensibile. Al sud, inoltre, si conserva ancora molto forte il legame del teatro con antiche tecniche espressive legate alle feste tradizionali e al folklore che altrove o non sono sopravvissute o non sono mai esistite. Gli spettacoli perciò sono caratterizzati da una forte vena antropologica, dove, anche se non si attinge ad antichi miti ma alla realtà contemporanea, si racconta, in genere, una società degradata da miserie e violenze che acquista, una volta sul palco, valore di denuncia. In questo modo i confini locali vengono superati dalla messa in scena del disagio della società contemporanea che assume così carattere internazionale. Nino Racco in “Ntricata storia di Peppe Musolino”

accents and largely incomprehensible dialects seem, as Renato Palazzi writes in his article published by Sole24Ore, to have taken over from Eduardo’s Neapolitan predominance, or even that of Goldoni’s Venice. But how can the public’s attraction to such strange speech be explained? The Sicilian and Calabrian dialects with their archaic accents are inaccessible, irksome. They are the voice of far-away populations, so strange and remote from the rest of Italy as to be evocative and painful in themselves. All this succeeds in involving the spectator even when the meaning of individual words are incomprehensible. Besides, being so far away from the processes of modernity has allowed these areas to conserve ancient expressive techniques that have not survived or never even existed elsewhere. And so, the plays which arrive from the south are characterised by a strong anthropological vein where, even though they do not draw from ancient myths but from the reality of today, they generally portray a society degraded by poverty and violence which on stage comes to stand for accusation, protest. And so, by airing the grievances most of us have against the society we all live in, local barriers are overcome.

Una scena da “Poyesis” di SpazioTeatro © Aldo Valenti

© Aldo Valenti

87

Saverio La Ruina in “Dissonorata” di Scena Verticale © Tommaso Le Pera

Gruppi teatrali calabresi - Calabrian theatre groups Scena Verticale Castrovillari (Cs) scenaverticale.com Teatro della Ginestra Cosenza teatrodellaginestra.com Teatro Rossosimona Cosenza rossosimona@katamail.com Les Enfants Terribles Cosenza lesenfantsterribles.info SpazioTeatro – Reggio Calabria spazioteatro.net

Proskenion – Reggio Calabria proskenion.org Rat Teatro dell’acquario Cosenza teatrodellacquario.com Libero Teatro - Cosenza Nino Racco - Bovalino (Rc) ninoracco.actor@tiscali.it EXArta Teatro – Lamezia Terme

Le Nozze Laboratorio Universitario Teatrale – Reggio Calabria Manakuma – Reggio Calabria Teatrop – Lamezia Terme teatrop.191.it Centro Teatro Calabria Cosenza

r


culture PAROLE

L’officina del cuore di Eleonora Scrivo

88

Se avete subito il trauma di un partner che ad un certo punto della relazione vi ha rivelato che la propria idea di amore era tutta contenuta nel testo de La cura di Battiato (e vi garantisco che prima o poi succede a tutti), La manutenzione degli affetti di Antonio Pascale è un libro che vi farà riprendere aria. I dieci racconti che compongono l’opera contengono, infatti, un’intuizione semplice e per questo geniale: i sentimenti e i sogni sono sottoposti ad usura e quindi richiedono, come ogni elettrodomestico che possediamo, nulla più di un’accurata manutenzione che permetta di farli arrivare in condizioni accettabili e non molto prima del tempo previsto, alla fine che è, comunque, inevitabile. I personaggi del libro alle prese con amore, lavoro, famiglia, sesso e amicizia, si muovono in un’atmosfera quotidiana e a noi riconoscibilissima, misurandosi con i limiti e gli eccessi di una società cafona e violenta, cercando comunque di maneggiare i sentimenti con commovente applicazione mista a disagio e aspirando ossessivamente alla “luce” della comprensione. L’ironia, a tratti irresistibile dell’autore, illumina anche situazioni drammatiche e disperate in cui la confusione sembra senza ritorno e la quantità di messaggi che ci aggrediscono ci rendono come una delle protagoniste che “si sente troppo numerosa per dire un semplice sì o no”, perché “ in fondo essere ciechi e lasciarsi trascinare è come vedere troppo bene e troppe cose, e per colpa di questo eccesso, aver paura di camminare”.

The heart workshop If, at a certain point in your relationship, you have ever suffered the trauma of hearing your partner tell you that his/her idea of love is all in the lyrics of Battiato’s song La cura (The cure), and I guarantee that, sooner or later, it will happen, then Antonio Pascale’s book La manutenzione degli affetti (The maintenance of affection), will help you get your breath back. The ten short stories which make up the collection contain a simple and, therefore, genial insight: sentiments and dreams suffer wear and tear and so, like all the electrical appliances we own, nothing more than careful maintenance will ensure they reach the end of their days in reasonable condition, and not much sooner than expected, but this end is, however, inevitable. The characters in the book deal with love, work, family, sex and friendship, moving in the humdrum atmosphere of the everyday life we all recognise, and coping with the limits and excesses of a loutish and violent society. They try to handle their feelings with touching diligence, mixed with uneasiness and aspire obsessively to the “light” of understanding. The author’s irony, at times irresistible, lights up even dramatic and desperate situations where there seems to be no way out of the confusion and the number of messages which bombard us make us like one of the characters who “hears too many to be able to say a simple yes or no”, since, “basically, being blind and letting yourself be pulled along is like seeing too well and too much and, because of this excess, being afraid to walk”.


PrimaveraSpring07

Pentedattilo, il luogo dei cinque parchi Pentedattilo, the Site of the Five Parks Jonica Holidays rilancia la Locride Jonica Holiday for Locride revival Il cuore verde dell’Africa The green heart of Africa

on tour spring 07

91


on tour PENTEDATTILO

Pentedattilo, il luogo dei cinque parchi di Valentina De Grazia

92

Cinque dita per cinque parchi, cinque case per ogni parco. Venticinque spazi dedicati a cinque temi diversi. Negli ultimi anni Pentedattilo, il paese della mano di roccia, si è trasformato da luogo simbolo dell’abbandono in occasione di impegno della società civile e delle istituzioni. Da più di dieci anni, infatti, volontari di tutta Europa sono impegnati in campi di lavoro per riqualificare l’area. Oggi, grazie alla collaborazione tra istituzioni pubbliche, associazioni e singoli cittadini, Pentedattilo diventa “Luogo dei Cinque Parchi”, un progetto pilota per la realizzazione di un centro di eccellenza in grado di tessere insieme i valori della conservazione della cultura e dell’identità e quelli della legalità e della partecipazione democratica. L’idea dei cinque parchi, risponde all’opportunità di un’offerta turistica più

Pentedattilo, the Site of the Five Parks Five fingers for five parks, five houses for each of them. Twentyfive spaces dedicated to five different themes. In the last few years Pentedattilo, the village of the five-fingered rock has been transformed from what was once a symbol of abandonment into an opportunity for social and institutional commitment. For more than ten years now volunteers from all over Europe have been coming to work on the urban reclamation the area. Today, thanks to collaboration among public institutions, associations and private citizens, Pentedattilo is to become “Site of the Five Parks”, a pilot project to set up a centre of excellence, capable of interweaving the values of conserving culture and identity, of legality and democratic participation. The idea for the five parks is the answer to offering more qualified and ef-


qualificata ed efficace, capace di attrarre turisti e visitatori non solo per la bellezza dei luoghi, ma anche grazie a eventi, attività, esposizioni e workshop. Il Parco delle Arti e Mestieri valorizza le antiche tradizioni locali. Le cinque case di questo parco sono destinate a creare altrettanti laboratori: di pittura e scultura, di fotografia e scenografia, di ceramica, di musica e danza, di teatro e cinematografia. Al parco è affidata inoltre la programmazione annuale degli eventi culturali e degli spettacoli. Il Parco Scientifico e Tecnologico è realizzato in collaborazione con l’Università Mediterranea di Reggio. Lo scopo è creare un laboratorio per sperimentare nuove tecniche e nuovi materiali di costruzione. Si sta già dedicando alla produzione di una malta caratteristica di Pentedattilo da utilizzare per il

ficient tourism, to attracting tourists and visitors not only on account of the beauty of this place, but also for events, activities, exhibitions and various workshops. The Park of Arts and Trades is dedicated to local traditions. The five houses in this park will set up five laboratories: painting and sculpture, photography and set design, pottery, music and dance, theatre and cinema. This park will also be responsible for the annual programme of cultural events and shows. The Scientific and Technological Park has been created in collaboration with the Università Mediterranea of Reggio Calabria and aims to set up a laboratory to experiment new building techniques and materials. Work is already being carried out on a characteristic mortar from Pentidattilo to use in the reconstruction.

© Francesco Turano

PrimaveraSpring07

93


© Associazione Pro-Pentedattilo

restauro. The Natural and Anthropical Park is the seat of PentidattiIl Parco Naturale e Antropico, lo’s geo-site and will also beè la sede del geosito di Pentecome seat of one of the centres dattilo e diverrà anche sede di of the national INFEA network uno dei centri della rete nazio(Environmental Education nale INFEA (INFormazione and Information), a MinisEducazione Ambientale), un try of the Environment proprogramma del Ministero delgramme to create information l’Ambiente finalizzato a diffonand environmental education dere strutture di informazione structures throughout the tered educazione ambientale. Riritory. It deals mainly with volto principalmente all’offerdidactic activities, and is host ta di percorsi didattici, ospita to the Bergamondo bergamot Bergamondo, il museo dedimuseum, where old tools as cato al bergamotto dove sono well as photographs and films custoditi antichi strumenti di of the cultivation of this citrus lavorazione e testimonianze fruit are on display. fotografiche e filmiche della coltura dell’agrume. Then there is the Literary and Travellers’ Park, dedicated to Poi il Parco Letterario e dei Viaggiatori dedicato a quanti hanthose who have written about or illustrated Pentidattilo: the no scritto o illustrato Pentedattilo: la casa di Escher, quella houses of Escher, Edward di Edward Lear, di Garibaldi, Lear, Garibaldi and St. Catdel Santo Catanoso. Ospiterà anoso. It will also host a secinoltre una sezione del Parco ASSOCIAZIONI PER PENTEDATTILO tion of the Greeks of Calabria dei Greci di Calabria progetPentedattilo si è spopolato negli anni 70 in seguito a un Park; a project recently fundto finanziato di recente dalla decreto che sanciva l’inagibilità del borgo. L’Associazione ed by the Regione Calabria Regione Calabria in tutta Pro-Pentedattilo lavora dal 1994. Una delle sue prime attività throughout the whole Grel’area grecanica. è stata quella di dimostrare l’agibilità del borgo e ottenere canic area. Infine, il più immateriale dei la revoca del decreto. Pentedattilo è stato poi riabitato da Finally, there is the most inparchi: quello della Cittadiun gruppo di artisti negli anni 80. Poi, in seguito ad un incendio doloso, è stato nuovamente abbandonato. Da qui corporeal of the parks: namenanza Attiva. Si occupa di una serie di associazioni, tra cui anche l’Agesci e lo SCI ly, Active Citizenship. It deals legalità, bene comune, parte(Servizio Civile Internazionale) hanno organizzato campi di with legality, public propcipazione, diritti, attraverso lavoro dando nuova speranza per la vita del borgo. erty, participation and rights corsi di formazione, convePentedattilo was abandoned in the 1970s after a ministerial through training courses, gni e workshop. Il Comune decree ratified that the village was unfit for habitation. The conferences and workshops. di Melito ha concesso come Pro-Pentidattilo association has been operating since 1994. The Melito Town Council has sede Villa Placanica, un bene One of the association’s first endeavours was to disprove that conceded Villa Placanica, a confiscato alla mafia. the aforementioned decree and have it revoked. Pentidattilo property confiscated from the La realizzazione del progetto was then inhabited by a group of artists in the 80s, but after an arson attack the village was once more abandoned. Since then Mafia, as its seat. complessivo è resa possibile a series of associations, including Agesci and SCI (International Setting up the whole project dall’infaticabile lavoro delCivilian Service) have organised field work camps giving new has been possible through l’associazione Pro-Pentedathope that the village might come to life once again. the tireless efforts of the tilo che da molti anni lavora Pro-Pentidattilo association per dare nuova vita al borgo which, together with local ininsieme alle istituzioni locali. stitutions, has been working to breathe new life into the village. L’associazione è in realtà un contenitore di persone, gruppi The association is actually a combination of people, groups and e altre associazioni a testimoniare che per lo sviluppo è neother associations and is testimony to the fact that positive comcessario l’impegno e il coinvolgimento di tutte le forze e le mitment and involvement are necessary for the area’s developenergie positive che esprime il territorio. ment.

94

on tour


PrimaveraSpring07

© Associazione Azimut

© Associazione Azimut

r

© Associazione Azimut

OSPITALITÀ NEL PARCO • ostello con 25 posti letto • sistema di ospitalità diffusa con 6 casette per complessivi 22 posti letto • 2 B&B • degusteria • info point

95

ACCOMMODATION IN THE PARKS • hostel with 25 beds • general accommodation system in 6 cottages with a total of 22 beds • 2 B&B • refreshment point for sampling local fare • info point

In queste pagine alcune delle case del parco

r


Il borgo e la pietra

testo e foto di Francesco Turano

ph. F.T.

© Franesco Turano

96

Un mano di pietra rivolta al mare accoglie un gruppetto di case dirute: è il paese chiamato Pentedattilo (dal greco Pente - dactylos = cinque-dita). Le origini del borgo sono incerte, ma è noto che nel 1283 apparteneva all’Archimandrita della chiesa del SS. Salvatore di Messina e fu venduto nel 1589 a Monello Simone degli Alberti con il titolo di Marchesato. Le leggende popolari raccontano della tragedia degli Alberti di Pentedattilo. Bernardino Abenavoli, Barone di Montebello, chiese in sposa Antonietta, sorella del Marchese Alberti, il cui rifiuto provocò in Bernardino un tale rancore che questi, nella notte di Pasqua del 1686, penetrò nel castello, rapì Antonietta e trucidò la famiglia del Marchese. Oggi del paese rimangono molte case e la chiesa dei SS. Apostoli Pietro e Paolo con il bel campanile maiolicato. Del castello, detto delle trecento porte, rimangono solo ruderi. Il paese, abbandonato negli anni cinquanta in seguito alle alluvioni, è ancora uno dei borghi più belli d’Italia,

on tour

The old village and the rock A stone hand overlooking the sea clutching a cluster of dilapidated houses: this is the village of Pentedattilo (from the Greek pente – dactylos = five fingers). The origins of the village are uncertain, but it is known that in 1283 it belonged to the Archimandrite of the church of SS. Salvatore di Messina and was sold to the nobleman Monello Simone degli Alberti in 1589. Popular legend tells of the dark tragedy of the Alberti of Pentedattilo. When Bernardino Abenavoli, Baron of Montebello, asked for the hand in marriage of Antonella, the Marquis of Alberti’s sister, his rejection so enraged him that he broke into the castle on the night of Easter 1686, kidnapped Antonella and murdered her whole family. Today, many of the houses still stand as well as the church of the Apostles Peter and Paul with its picturesque tiled bell-tower. The castle of the so-called three hundred doors lies in ruins. Although abandoned in the 1950s


PrimaveraSpring07

meta di turisti alla ricerca di silenzio tra storia e natura. L’ambiente circostante è caratterizzato dalle fiumare di Montebello e di Annà che scorrono a nord e a sud della dorsale su cui si erge maestosa la rocca. I torrenti tratteggiano un territorio in cui le formazioni rocciose scolpite dal vento definiscono un paesaggio straordinario, in continua alternanza di valli, rilievi e sculture di pietra.

after the floods, the village is still one of the prettiest in Italy, a destination for tourists seeking silence amidst nature and history. The surroundings are characterised by the hill-torrents of Montebello and Annà which flow to the north and south of the ridge on which the majestic rock rises. The torrents delineate a land where rocky formations, sculpted by the wind, have given birth to an extraordinary landscape of valleys, reliefs and stone sculptures. © Franesco Turano

© Franesco Turano

97


spot L’area dello Stretto sta diventando una realtà turistica, commerciale, culturale e sociale consolidata, grazie all’infrastruttura che rappresenta il suo vero volano di sviluppo: l’Aeroporto dello Stretto. Uno scalo a rischio di chiusura fino a due anni fa, ora in piena fase di rilancio grazie alle strategie vincenti dell’Amministratore Unico della società di gestione, il senatore Pietro Fuda, che si è insediato ad agosto 2005, ha ottenuto in pochi mesi la certificazione ENAC ed ha già rivoluzionato il panorama del traffico aereo nazionale ed internazionale. Il 2006 si è chiuso, infatti, con la più alta percentuale di crescita nazionale, +59% rispetto al 2005 (607.727 passeggeri), offrendo al Tito Minniti una visibilità di tutto rispetto. Alle due tratte presenti fino al 2005 (Roma Fiumicino e Milano Linate) si sono aggiunti collega-

menti diretti ormai consolidati (Bologna, Bergamo, Torino, Malta, Milano Malpensa, Venezia), e si sono provate nuove tratte ora in via di consolidamento (Barcellona, Genova, Pisa, Praga, Zurigo). Se da una parte il traffico continua a crescere, dall’altra i lavori continuano a ritmo pressante: a metà febbraio è stata riattivata la seconda pista, sono stati ultimati i lavori di messa in sicurezza, si sta per realizzare il nuovo terminal. Ma sarà il pontile ad aprire una nuova stagione per l’intera

area: se oggi lo scalo è già facilmente raggiungibile (sia con il Volobus che con la Jonica Line, servizi di linea fortemente voluti dal senatore Fuda per permettere collegamenti veloci con Messina e con la fascia jonica), grazie agli aliscafi veloci si potranno raggiungere in pochissimo tempo Taormina e le Eolie, oggi collegate direttamente solo con l’elicottero. A partire dall’estate ormai vicina.

INFORMAZIONI in tempo reale: www.aeroportodellostretto.it call center 899 28 28 29 COLLEGAMENTI: in auto via autostrada: uscita Ravagnese da Reggio Calabria: bus ATAM da Messina: Volobus con servizio di pre check-in a bordo - Caronte Tourist (Villa S. Giovanni) o mezzi veloci FFSS (Reggio Calabria) dalle Eolie: elicotteri o traghetti pontile: attivo da maggio 2007, con collegamenti veloci da/per Taormina e le isole Eolie

L’area dello Stretto a portata di ali 98


PrimaveraSpring07

The Straits Area – All Access The Straits area is fast becoming a tourist, business, cultural and social reality, thanks to the driving force behind its development - its airport. Only two years ago it was running the risk of closure, today this remarkable revival is mainly due to the winning strategies of its Managing Director, Senator Pietro Fuda, who took up his position in August 2005, obtained the ENAC certification in only a few months and has already revolutionised domestic and international air traffic. 2006 closed with the highest percentage of domestic growth in Italy, +59% compared with 2005 (607,727 passengers), making the Tito Minniti Airport an impressive success story. Up to 2005 there were only two direct routes (Rome Fiumicino and Milan Linate), now there are consolidated direct links to Bologna, Bergamo, Turin, Malta, Milan Malpensa and Venice, and new links are being tried out to Barcelona, Genoa, Pisa, Prague and Zurich. While air traffic continues to increase, other works are being carried out at top speed: in mid-February the second runway was re-activated, safety measures have been completed, and a new terminal is to be built. But it is the landing wharf that will bring a new lease of life to the whole area. Senator Fuda saw the necessity for a fast link to and from Messina and the Ionian coastal strip and the airport can already

be easily reached by both Volobus and the Ionica Line coach services, but the fast hydrofoils will be able to reach Taormina and the Eolian Islands in record time, while until now the only direct link has been by helicopter. Starting this summer. INFORMATION in real time: www.aeroportodellostretto.it call centre 899 28 28 29 LINKS: by car via motorway: Ravagnese exit from Reggio Calabria: ATAM bus from Messina: Volobus (Autosilo Cavalloti) with on board pre-check in service – Caronte Tourist (Villa San Giovanni) or fast shuttle hydrofoil FFSS (Reggio Calabria) from the Eolian Islands: helicopter or ferry landing wharf: starting in May 2007, with fast links from/to Taormina and the Eolian Islands

99


100

Š Antonio Sollazzo

on tour JONICA

Jonica Holidays rilancia la Locride

di Eleonora Delfino


PrimaveraSpring07

© Grand Hotel President

La Riviera dei Gelsomini culla di storia e di antiche e prestigiose Jonica Holidays for Locride revival The Jasmine Riviera, cradle of history, of ancient and prestigious civiltà è l’altra faccia della Locride, quella meno conosciuta che civilisations. This other, less well-known face of Locride embodies incarna la cultura dell’accoglienza. Un volto che si affaccia sugli the culture of hospitality. A face presented on the international scene scenari internazionali come meta turistica in cui sole e mare conas a tourist destination, where sun and sea vivono con tremila anni di storia, tradiziogo hand in hand with three thousand years ni gastronomiche, artigianali, il profumo of history, archaeological finds, gastronomic degli agrumi e dei gelsomini. Aspetti che Jonica Holidays è una cooperativa and artisan traditions and the scent of citrus il Consorzio Jonica Holidays coniuga in un costituita da aziende che gestiscono alberghi, villaggi fruit and jasmine. The Ionica Holidays conpacchetto che si è accattivato le simpatie di turistici e campeggi della sortium has combined all these aspects into canadesi e nord europei. Una formula che ha provincia di Reggio Calabria, one package and won over Canadians and maturato consensi di visitatori affascinati precisamente della fascia compresa tra Brancaleone e northern Europeans alike with a formula dagli scorci suggestivi e dalla calda ospitaMonasterace. Gli operatori che which has found favour among visitors who, lità. Lo conferma Mario Diano socio fondaformano la cooperativa, hanno fascinated by the picturesque views and tore e coordinatore del Consorzio che mette unito le loro forze per dare una risposta coordinata alla crescente warm hospitality, promise to return. This is assieme trenta operatori turistici. domanda turistica. confirmed by Mario Diano, founding partner L’imprenditore incarna il profilo proposiJonica Holidays is a co-operative of and co-ordinator of the consortium which tivo del territorio che con determinazione companies which run hotels, tourist involves 30 tour operators. An entrepreneur riesce a creare sinergie tra istituzioni, assovillages and campsites in the area who embodies the positive, dynamic aspect ciazioni e imprese: una rete che rappresenta stretching from Brancaleone to Monasterace in the province of of the area, he has painstakingly succeeded quella Calabria che non vuole vivere di asReggio Calabria. These operators in creating synergy among institutions, assistenzialismo, ma che produce e lancia un have joined forces to meet the growing tourist demand more sociations and productive enterprises. This messaggio nuovo. efficiently. network represents the hardworking CaLa nuova immagine che si intende promuolabria which rejects social assistance and is vere prende forma nei pacchetti turistici che launching a new message. A message which offrono un circuito di intrattenimento comtakes the form of packages at very competitive prices, offering a pleto. Le proposte con cui il Consorzio Jonica Holidays si rivolge wide range of holiday entertainment for guests. Not only can they agli ospiti d’oltre frontiera includono, non solo distese di spiagge enjoy stretches of white bianche e temperature sandy beach and a clementi per buona parwarm sunny climate for te dell’anno, ma le mille most of the year: Ionica peculiarità di un terriHolidays offers its overtorio ricco di storia, arte seas guests a thousand e cultura. La Locride, unique aspects of a land dunque, si propone con full of surprises which, entusiasmo come polo with great enthusiasm, turistico al centro del is putting itself forward Mediterraneo. as the tourist capital of the Mediterranean.

101

© Grand Hotel President


on tour MALAWI

102

di Valeria Votano

Il cuore verde


PrimaveraSpring07

© Malawi Tourism Marketing Consortium

dell’Africa

L’altopiano Nyika


The green heart of Africa The little, and probably little-known, country of Malawi borders on Tanzania, Zambia and Mozambique in southern Africa, and yet it is able to spark off, like few others, “Africa fever”. Only one third the size of Italy, it is still an earthly paradise, thanks to several national parks, highlands and forests, but, above all, to the unique Lake Malawi which covers one fifth of its territory and is of enormous importance to the country’s economy as a communication route, water reserve and food source. Its white sandy beaches interspersed with rocky stretches make it an endless source of diversion and relaxation. For those who have never been to Africa, Malawi might just be the right place for an adventure without having to give up your creature comforts. But those who already know this continent will be surprised to find a country still uncontaminated - real tourism has never really reached Malawi and so it offers a very selective choice. You only have to get out of the capital, Lilongwe, to get the feeling of being catapulted into the Africa described by great writers like Karen Blixen, Conrad and Hemingway. The variety of landscapes is really quite unmatched: to the north the Nyika plains, similar to the Scottish Highlands, while to the south is the Shire valley, both inhabited by elephants, crocodiles, hippos and rare birds. And then there are the vast tea, coffee and tobacco plantations ©Hohan W. Elzenga

Nell’Africa Australe, tra Tanzania, Zambia e Mozambico c’è il Malawi un piccolo paese, forse poco conosciuto, capace come pochi di scatenare il vero mal d’Africa. Grande come un terzo dell’Italia é ancora una specie di paradiso terrestre, grazie ai numerosi parchi nazionali, altopiani e boschi. Ma soprattutto grazie al suo particolare lago, il Malawi, che occupa un quinto del territorio, di enorme importanza per l’economia del paese come via di comunicazione, riserva idrica e risorsa alimentare. Con le sue spiagge bianche, intervallate da tratti rocciosi, è fonte inesauribile di svago e relax. Per chi non è mai stato in Africa, il Malawi è il luogo adatto per un‘avventura da affrontare senza rinunciare alle comodità. Chi invece già conosce questo continente si sorprenderà scoprendo questo paese ancora incontaminato. Il turismo vero e proprio non é mai arrivato, l’offerta è molto selettiva. Basta allontanarsi dalla capitale, Lilongwe, per avere la sensazione di essere catapultati nell’Africa dei grandi scrittori, quella raccontata da Artigianato locale Karen Blixen, Conrad o da Hemingway. La varietà dei paesaggi è ineguagliabile: a nord l’altopiano Nyika, popolato da animali di ogni genere, che ricorda le Highland scozzesi. A sud, la valle del fiume Shire, abitata da elefanti, coccodrilli ippopotami e uccelli rarissimi, ideale per i safari in barca. E Thyolo con le sue immense piantagioni di te, caffè e tabacco. Un’ansa del lago Malawi

©Geo Group & Associates for the Malawi Tourism Association and Marketing Consortium

104

on tour


PrimaveraSpring07

CLUB MAKOKOLA

CLUB MAKOKOLA

Un lussuoso resort dal volto italiano. Appartiene infatti ai A luxury resort with an Italian touch. In fact, it belongs to Bizzaro, una famiglia della provincia di Rieti trapiantati a Mathe Bizzaro family who moved to Milawi from the province of lawi da molti anni. Rieti many years ago. Affacciato sul lago Malawi, è Overlooking Lake Malawi, it is un bellissimo lodge in stile traa beautiful traditional lodge, dizionale, interamente costruito built entirely of local stone and in pietra e legno locale. Tra wood. Among bougainvillea, buganvillee, iacarande e giganjacaranda and enormous teschi baobab, ci sono i bunbaobab trees nestle the galow, arredati in stile africano, bungalows, decorated in African con tessuti oggetti e mobili tutti style with textiles and furniture realizzati rigorosamente da arall made by local craftsmen. tigiani locali. Al Club Makokola There are certainly no problems non si ha certo il problema di about how to spend your time come trascorrere il tempo: un at Club Makokola: a dip in the tuffo in piscina, prendere il sole pool, sunbathing on the shores sulle rive del lago, un giro in of the lake, or perhaps a trip © Johan W. Elzenga catamarano. I più sportivi poson a catamaran. Sports lovers sono affittare l’attrezzatura per can hire diving equipment and le immersioni, e c’è anche un there is also a golf course. campo da golf. Tel. 265 (0) 1 580244/445/469/447 - email: reservations@clubmak.com

©Geo Group & Associates for the Malawi Tourism Association and Marketing Consortium

©Geo Group & Associates for the Malawi Tourism Association and Marketing Consortium

©Geo Group & Associates for the Malawi Tourism Association and Marketing Consortium

Luogo fantastico per le immersioni è invece Cape Maclear, a sud of Tyolo. A great place for diving is the freshwater reserve at Cape Maclear, a peninsula to the south-east of Lake Malawi and home to est del lago Malawi, una riserva d’acqua dolce, che ospita più di more than 500 species of tropical fish. 500 specie di pesci tropicali. Unlike other reLa storia del Malawi gions in Africa, Manon è cruenta come A Mambo Island, alcuni giovani molto intraprendenti hanno organizzato un campo lawi’s history is not quella di altri paesi tendato, spartano, ma dotato di tutti i comfort, ovviamente sull’isola non c’è elettricità, quando arriva la notte si usano delle lanterne a paraffina. La doccia one of violence as it africani da sempre si fa con acqua scaldata sul fuoco, tutto è cucinato al barbecue Un’esperienza da has suffered neither sconvolti da guerfare. Ci si sente un po’ Robinson Crusoe, senza rinunciare alle comodità. civil war nor tribal re e scontri tribali. On Mambo Island a group of young and very independent people have set up a campsite, conflict. However, Rimane un paese it’s basic but it has everything you need. Naturally there is no electricity on the island, so at night paraffin lamps are used. Water for the showers is heated on the fire and it is a poor country povero, che vive everything is cooked on the barbecue. An experience not to be missed, it makes you feel whose people earn prevalentemente di a bit like Robinson Crusoe, but without having to give up too many creature comforts. their living by workpesca, agricoltura ing in the fields, e artigianato, capafishing, handicrafts; a country which still evokes profound emotions. ce comunque di scatenare grandi emozioni. Il tempo scandito da The passing of time is marked by slow rhythms, silence, smells, lights ritmi lenti, il silenzio, gli odori, le luci, i grandi spazi, la musica, and great wide-open spaces, music, dancing are the essences of the il ballo, sono l’essenza del continente africano. Ma ciò che renAfrican continent. What makes it unique is the sweetness and sense of de unico il Malawi è la dolcezza e l’ospitalità della gente, sempre hospitality of the people, ever-ready with a smile. It is impossible not to pronta ad accoglierti con un sorriso. be enraptured by a world so different from our own. Impossibile non essere conquistati da un mondo così diverso dal nostro.

105


© Malawi Tourism Marketing Consortium

Sul lago Malawi

Lago Malawi È il più meridionale di una serie di sette laghi che si trovano nella Great Rift Valley ed è legato all’Oceano Indiano attraverso il fiume Shire, unico suo emissario. Da nord a sud è lungo quasi 600 chilometri. David Livingston, l’esploratore missionario più famoso dell’ottocento è considerato lo scopritore ufficiale del lago, nel 1859. Lake Malawi The southernmost of seven lakes in the Great Rift Valley and connected to the Indian Ocean by the Shire river, its only emissary. From north to south it flows for almost 600 kilometres. David Livingstone, the most famous 19th-century missionary explorer, is officially considered to have discovered the lake in 1859. Fondali del lago

L’altopiano Nyika

on tour

© Malawi Tourism Marketing Consortium

© Malawi Tourism Marketing Consortium

106


PrimaveraSpring07

IL VIAGGIO

GETTING THERE

© Hohan W. Elzenga

Il turismo vero e proprio in Malawi non è mai arrivato, Real tourism has never really reached Malawi, so it’s very l’offerta è molto selettiva, per questa ragione il viaggio è selective and this is why the trip is quite expensive. If you abbastanza caro. aren’t a hardened traveller Se non si è viaggiatori incallitti, willing to put up with any kind pronti a qualunque sacrificio, è of adversity, then it’s better bene rivolgersi ad un’agenzia, to go through a travel agency che organizzi i vari itinerari già which can organise various prima della partenza. itineraries before departure. Non esistono voli diretti There are no direct flights dall’Italia per arrivare a from Italy to the capital, Lilongwe, la capitale. Lilongwe. Si può arrivare via Londra, con You can travel via London la British Airways, o partendo with British Airways or from da Roma, via Adis Abeba con Rome via Adis Abeba with l’Ethiopian Airlines, che è Ethiopian Airlines, which is anche la soluzione più veloce. a faster solution. If there are Se non ci sono ritardi si arriva no delays the trip takes 14 in meno di 14 ore e senza hours and without annoying grandi fastidi di fuso orario, Sunbird, un battello degli anni cinquanta, fa rotta per Cape Maclear che si trova time differences as Malawi is visto che il Malawi è un’ora a sud est del lago, una zona protetta, dichiarata Patrimonio dell’Umanità only one hour ahead of Italy. avanti rispetto all’Italia. This difference is cancelled Differenza che si annulla, tra between May and October maggio e ottobre, quando in Europa c’è l’ora legale, che when Europe applies “summer time”, and this is the best poi è anche il periodo migliore per visitarlo. period to visit the country.

r

Malawi Tourism Association and Marketing Consortium Tel: +44 (0)115 982 1903 mail@malawitourism.com www.malawitourism.com

r

©Geo Group & Associates for the Malawi Tourism Association and Marketing Consortium

107


degustibus

Nidi di gambero: gamberi crudi sgusciati avvolti dalla pasta sfoglia Kataifi fritti e conditi con emulsioni di olio, limone e coriandolo

Nidi di Gambero: made with peeled raw prawns wrapped in fried Kataifi pastry and seasoned with oil, lemon and coriander emulsion

A cena da Fulvio

di Valeria Bellantoni - foto di Alessandro Mallamaci

108

Palati di tutto il mondo attratti dai sapori ellenici scelgono la Taverna Kerkira, il piccolo ristorante dai piatti particolari che fondono tipicità locali con la tradizione greca, riscuotendo un meritato successo di gusto. Per prenotare bisogna chiamare almeno una settimana prima. Tempi lunghi non solo per aggiudicarsi un tavolo ma anche per mangiare, cosa che alla Taverna non è un difetto, ma un fatto di carattere. Per capire il successo della Ke- La taverna Kerkira rkira, bisogna conoscerne la filosofia. A partire dal proprietario, Fulvio Dato. Nell’83 ha aperto il locale con l’intento di proporre un’alternativa nello scena-

Dinner at Fulvio’s From all over the world palates attracted by the tastes and flavours of Greece come to the Taverna Kerkira, a little restaurant whose original dishes combining typical local fare with Greek tradition have met with resounding success. To book a table you have to call at least a week in advance. It takes a good while not only to get a table but also to get your food: at the Taverna this is not a shortcoming, it’s the way things are done. In order to understand the Kerkira’s success, you have to know a little about its philosophy,


PrimaveraSpring07

rio della gastronomia locale. Da allora è lui ad occuparsi della spestarting with the owner, Fulvio Dato. He opened the restaurant in ’83 with the idea of offering an alternative to the losa, della cucina, del servizio. Niente menù. I piatti vengono cal gastronomic scene. Since then he himself has proposti al tavolo con descrizioni dettagliate di ogni done the shopping, the cooking, the serving. ingrediente. Il pesce di Bagnara condito come No menu. Dishes are outlined at the taa Corfù o come si usava nella tradizione mable with detailed descriptions of each cedone: ricordi dei viaggi di bambino nelingredient. The fish from Bagnara is la terra materna. Da ventiquattro anni la seasoned Corfu-style or in the MaceTaverna è fuori dalle mode e, proprio donian tradition: memories of childper questo, sempre di moda. Coerenhood trips to his mother’s birthplace. za, originalità delle ricette e qualità For twenty-four years the Taverna dei prodotti sono il biglietto da visita has been outside fashion and, for this del locale, premiato da clienti fedeli e reason, is always in fashion. Consistdai turisti che la cercano con le guide ency, originality in the recipes and qualin mano. Fulvio non sembra accorgersi p ga ity of produce are the restaurant’s calling del suo successo imprenditoriale. Quando a, co soi nd i d i to c a s cards, rewarded by loyal customers and ci racconta la storia del suo locale non parla l on e e, sa mulsi imon l , o o n i l e o d i sought out by tourists with guidebook in hand. da imprenditore, ma da appassionato che vive il Fulvio doesn’t seem to notice his entrepreneurial ristorante come casa sua ed accoglie i clienti come success. Telling the story of his restaurant, he suoi ospiti. Oltre che per il mussaka, la feta does not talk like a businessman, but more saganaki, le frittelle di cozze, lo zaziki, la like an enthusiastic host welcoming his tasamosalata, il sauro alla corfiota, la guests, the customers, into his home. Kerkira è famosa per i dolci, tentazioni Besides the moussaka, saganiki feta, irresistibili al gusto ed alla vista. Mousmussel fritters, tzatziki, taramosalata se di yogurt greco, halva, torte, semiand saurel Corfu-style, the Kerkira is freddi. Golosità realizzate dalla sorella renowned for its desserts, irresistibly di Fulvio, Rosa Evita, l’epilogo di un temptating both to the tongue and to momento di puro piacere. the eye. Delicious Greek yoghurt mousse, La Taverna Kerkira è a Bagnara, p halva, cakes and “semifreddi”, all created Corso Vittorio Emanuele n. 217 on i ,c em a t n a ri by Fulvio’s sister, Rosa Evita, are the epitome me nat va , o in a ceto, olio di oli of a moment of pure pleasure. ep e er on son cin sea t e l i o, a f ore glio e cipolla fresca Albac

d w sp i th aw a n dr em c an ul s arli i o n er, g of oil, lemon, soya sauce, chili pepp

on lal ia io d acc Carp

ed i n

vinegar, olive oil, mint

, on

i on

an

dc

hi

li

ca

lla

di

po

io

ep

ac c

e pe

Car p

ro n c i

no Paper-thi

n fil

le

f ts o

nat

pe r

do

lp

nf i sh

ma ri

p

ep

hi

ir ng on ion

r

FULVIO IN JAPAN La cucina della Taverna è da cinque anni un esempio di formazione on the job per giovani stagisti giapponesi che scelgono la Kerkira per apprendere le arti del mestiere da esportare. Se vi trovate a passare da Nara, vicino Osaka, andate da “Fulvio”, il locale aperto dal suo primo allievo.

r

For the last five years the Taverna’s kitchen has been an example of on the job training for young Japanese apprentices who choose the Kerkira to learn these arts and export them. If you happen to be passing through Nara, near Osaka, pop into “Fulvio”, the restaurant opened by his first apprentice.

Fulvio Dato al lavoro nella sua cucina

Semifreddo di amaretti con salsa di cioccolata

Semifreddo made with amaretti biscuits and chocolate sauce

109


110


1sight2night

PrimaveraSpring07

Tutti i sensi della notte di Valeria Bellantoni

È la notte il laboratorio in cui si sperimentano e si lanciano le tendenze di stile e di gusto, il momento della giornata in cui si enfatizza la creatività. Ad iniziare dai contesti in cui la notte si consuma. La moda delle luci psichedeliche e delle megadiscoteche ha passato il testimone a quella delle luci soffuse e degli ambienti minimal. Luoghi che esprimono nuove scelte estetiche ed esigenze di eleganza con atmosfere lounge, etniche, raffinate. Anche a Reggio si respira questa innovazione. I locali di nuova concezione, propongono un’idea rinnovata di divertimento e relax. Le tendenze del wine bar come del restaurant e del locale fashion dettano leggi anche nel modo di vestire, che diventa più glamour e creativo. Sono itineranti le feste in riva allo Stretto, Pr e dj scelgono le location e danno appuntamento al popolo della notte. Gli inviti si fanno tramite sms. Basta essere iscritti nelle mailing list giuste e si aprono le porte del divertimento: atmosfere languide e sensuali, piatti etnici e musica elettronica fino all’alba, questa è la moda del momento della new generation. Qualità è la parola d’ordine per la musica dal vivo. Continuano le rassegne di jazz, blues, rock e beat anni ’70 con musicisti di fama

All the senses of the night Night is the laboratory where trends in style and taste are experimented and launched, the moment when creativity is at its height. Starting from those contexts in which the night is consumed. The fashion for psychedelic lights and mega-discotheques is long gone, leaving soft lights and minimalist style in its place. Places which express new aesthetic choices and the need for elegance with refined, ethnic and lounge-like atmospheres. You can breathe this air of innovation in Reggio too. Hang outs in the latest style offer a renewed idea of fun and relaxation. Trends for wine bars and restaurants as well as fashionable clubs are also dictating dress codes, which are becoming more glamorous and creative. Parties on the shores of the Straits are itinerant, PR agents and DJs choose the location and make a date with the night crowd. Invitations are sent via text messages. You only need to be on the right mailing list and the doors to fun are opened: languid and sensual atmospheres, ethnic dishes and electronic music until dawn, this is the new generation’s latest fashion. Quality is the key word for live music. You can still enjoy jazz, blues,

111


internazionale nei club della città, che con passione autentica propongono la musica dei maestri del genere. E non mancano occasioni in cui è possibile assistere ad esibizioni di gruppi locali, che meriterebbero forse maggiore attenzione. Se invece si cerca un po’ di trasgressione, le serate del genere non mancano. Per esempio: chiedere in giro delle Bambine Cattive…

rock and 70s beat with internationally-renowned musicians in the city clubs wich propose the music by the past masters of these genres with real passion. And there is no lack of occasion to see local groups and bands who probably deserve more attention than they actually get. On the other hand, if you are looking for something a bit more unconventional, just ask around for the Bad Girls …

Uno sguardo sul mondo Copenaghen_ la tendenza è la musica dal vivo. Tutti i ristoranti, bar e locali più trendy hanno spazi dedicati ai concerti. Berlino_ i vecchi edifici storici che un tempo ospitavano industrie e fabbriche si convertono in locali notturni di gran moda. Barcellona_ la domenica va il “sunday hours”, da mezzogiorno fino alle tre di notte. Milano_ propone il “dinner hour”. I locali di tendenza organizzano cene a prezzi contenuti nell’ora dell’aperitivo un giorno la settimana. Amsterdam_ è chic bere sdraiati come gli antichi romani.

A glimpse around the world Copenhagen_ live music is the trend. All the in restaurants, bars and clubs have live music lounges Berlin_ historic buildings which were once industries and factories are being converted into highly fashionable night spots . Barcelona_ “Sunday hours” are all the rage, from midday to three in the morning. Milan_ “dinner hour” for a drink. One day a week, trendy eateries organise reasonably-priced dinners during the aperitif hour. Amsterdam_ it’s chic to have a drink stretched out like the ancient Romans. © courtesy of press offices

FOOD DESIGN Disegnato da Matteo Bertanelli e Michele Di Monte, K-wine è un elegante piatto da fingerfood studiato per ridefinire il modo di servire il vino. Con il buco al centro, un po’ come la mitica caramella alla menta, pensato per party e ricevimenti in piedi in cui si deve gestire contemporaneamente un bicchiere di vino e assaggi da aperitivo. Una soluzione funzionale anche alla socializzazione, una mano rimane sempre disponibile per salutare gli amici. FOOD DESIGN Designed by Matteo Bertanelli and Michele Di Monte, K-wine is an elegant plate of finger food, studied to re-define the way we serve wine. With a hole in the centre, a bit like the famous mint with the hole, it was thought up for parties and receptions where you have to manage a glass of wine and your nibbles at the same time. It’s also a practical solution for socialising; one hand is always free for greeting friends.

© Reno Riggi

112

CALIFORNIA Le spiagge della west coast diventano ristoranti estemporanei che ospitano il Ghetto Gourmet, un movimento underground nato dall’idea dei fratelli Townsend, Joe lo chef e Jeremy il poeta. Ci si ritrova per food happening in cui alla cucina di famosi chef si uniscono le performance di artisti contemporanei. Gli eventi sono pubblicati sul sito theghet. com CALIFORNIA The West Coast beaches become impromtu restaurants hosting Ghetto Gourmet, an underground movement created by the Townsend brothers, Joe the chef and Jeremy the poet. People gather for a food happening where performances by contemporary artists take place alongside the cuisine of famous chefs. Events are published on theghet.com site.


agenda

Mostre, eventi, segnalazioni Exibitions, events and news

CALABRIA

COSENZA

Visioni Simultanee

Argenti in Calabria

Per tutto il 2007

Fino al 22 Aprile

Visioni Simultanee è un programma itinerante di 4 concerti musicali e di 7 mostre. Le esposizioni sono allestite simultaneamente in diverse strutture prestigiose della regione. I concerti sono eseguiti dall’orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli, nei teatri di Cosenza, Catanzaro e Reggio. Le sette mostre riguardano “Rotella e il suo tempo”, “Capolavori d’arte in Calabria dal Medioevo al Novecento”, “I Longobardi del Sud”, l’esposizione delle opere di Domenico Colao, di Giuseppe Pascaletti, di Domenico Purificato e una retrospettiva su Carlo Carrà. Per info: Regione Calabria 0961-856762

Galleria Nazionale Palazzo Arnone +39 0984795639 www.comune.cosenza.it

LOCRI 1° Review “La Città del Sole” Until November

COSENZA Silver in Calabria Until 22 April

LOCRI

1° Rassegna “La Città del Sole” Fino a Novembre CALABRIA Visione Simultanee All 2007 Visione Simultanee is an itinerant programme of 4 musical concerts and 7 exhibitions. The shows are set up at the same time in different prestigious buildings throughout the region. The concerts are to be held in the theatres of Cosenza, Catanzaro and Reggio by the Teatro di San Carlo of Naples orchestra. The seven exhibitions are: “Rotella and his age”, “Art masterpieces in Calabria from the Middle Ages to the 20th century”, “The Lombards of the South”, exhibitions on the works of Domenico Colao, Giuseppe Pascaletti, Domenico Purificato and a retrospective on Carlo Carrà.

Organizzata dal Fo.re.ver. il Forum per la resistenza e la verità, con il patrocinio del Consiglio regionale della Calabria, il Ministero della Pubblica Istruzione, il Comune di Locri e la collaborazione di Radio Fo.re.ver. 13 aprile Peppe Voltarelli Quartet 27 aprile Proiezione “Prima che il gallo canti” di Mario Foglietti 11 maggio Nino Racco reading 25 maggio Invece in concerto 19 ottobre Proiezione “GGGiovani - ragazzi di Locri” di Vincenzo Caricari 26 ottobre Nino Racco in “Il mondo dei cantastorie” 9 novembre Meglio La Luna di Franco Costabile recital teatrale di Andrea Naso

Organised by Fo.re.ver, the Forum for resistance and truth, with the patronage of the Regional Council of Calabria, the Ministry of Education, the Town Council of Locri and the collaboration of Radio Fo.re.ver. 13 April: Peppe Voltarelli Quartet 27 April: showing of “Prima che il gallo canti”, film by Mario Foglietti 11 May: Nino Racco reading 25 May: Invece in concert 19 October: showing of “GGGiovani – ragazzi di Locri”, film by Vincenzo Caricari 26 October: Nino Racco in “Il mondo dei cantastorie” 9 November: “Meglio la Luna” by Franco Costabile, theatre recital by Andrea Naso.

REGGIO CALABRIA

Musicaparoleprofili Rassegna di jazz, teatro, reading Fino al 17 Maggio Il Fiore di Desna via Tripepi 100/a Info: 0965312957

113

REGGIO CALABRIA Musicaparoleprofili Jazz, theatre, reading - Until 17 May


CASORIA (NA)

Magmart_video under volcano 2007 International videoart festival Fino al 10 Maggio Casoria International Contemporary Art Museum +39 0818345656 (info) +39 3349399870 (biglietteria) www.casoriacontemporaryartmuseum.com

oltre 200 esemplari della collezione e illustra i passi fondamentali della nascita e dell’evoluzione delle macchine da scrivere a partire dal XIX secolo fino alle produzioni italiane, in particolare cremasche, di SerioEverest e Olivetti. Museo Civico di Crema e del Cremasco Via Dante, 49 www.comune.crema.cr.it

MILANO

Cosmit, Salone internazionale del Mobile 18 - 23 Aprile Quartiere fieristico Rho-Pero www.cosmit.it

CREMA Writing, technology and design

CASORIA (NA) Until 10 May Casoria International Contemporary Art Museum Info+39 081 8345656 www.casoriacontemporaryartmuseum.com

CATANIA

Etnafest 2007 – Respiro Fino a Luglio Etnafest è la rassegna internazionale di Musica, Arte e Cinema di Catania. Tante prime nazionali assolute o uniche in Italia. Interdisciplinarietà, multiculturalità, performing arts, innovazioni tecnologiche applicate al linguaggio creativo sono particolarmente presenti in un cartellone che intende evitare le gabbie dell’istituzionalità. www.etnafest.it

The museum’s new section, dedicated to Eliseo Restelli, displays part of the more than 200 items from the collection, following the fundamental steps of the birth and evolution of typewriters from the 19th century up to the Italian production, from Crema in particular, Serio-Everest and Olivetti. Museo Civico di Crema e del Cremasco.

MILAN Cosmit, International Furniture Fair 18-23 April

FIRENZE

NAPOLI

Paul Cézanne

Piero Manzoni

Fino al 29 Luglio

Dal 19 Maggio al 24 Settembre

Due collezionisti e la mostra dell’Impressionismo nel 1910. Palazzo Strozzi +39 055 2645155 www.cezannefirenze.it

La mostra, curata da Germano Celant, offre una nuova rilettura del percorso creativo di Piero Manzoni attraverso le diverse fasi della sua breve ma intensa carriera. Le circa 250 opere documentano la sua ricerca pittorica a partire dai catrami e dalle impronte di oggetti fino a tutte le tipologie di Achromes. Museo Madre – Via Settembrini, 79 081 19313016 lunedì - domenica: ore 10.00 - 20.00 www.museomadre.it

CATANIA Until July Etnafest is Catania’s international review of Music, Art and Cinema.

114

Many first and only showings in Italy. Interdisciplinary, multi-cultural events, performing arts, technological innovations applied to creative language make up a free-spirited programme, which rejects institutional restrictions.

CREMA

Scrittura, tecnologia e design La nuova sezione del Museo dedicata a Eliseo Restelli espone una parte degli

FLORENCE Paul Cézanne Until 29 July Two collections and an exhibition on Impressionism in 1910.

NAPLES Piero Manzoni 19 May - 24 September Germano Celant, curator of the exhibition, offers us a new insight into Piero Manzoni’s


creative work through the different phases of his brief but intense career. About 250 works illustrate his pictorial research, from tar and imprints of objects to all types of Achromes.

PARIGI

LIBRI / BOOKS

Le Nouveau Réalisme

Reggio da amare

28 Marzo - 2 Luglio

Foto di Giò Martorana Iiriti Editore, dicembre 2006

Alla Galleria Nazionale Gran Palais Organizzata dal Centre Pompidou

LONDRA

www.rmn.fr/galeriesnationalesdugrandpalais

Ettore Sottsass – A Life in Design 29 Marzo - 10 Giugno Design Museum, Shad Thames T: 0870 833 9955 www.designmuseum.org

Reggio da amare PARIS Le Nouveau Réalisme 28 March – 2 July

Photograph album of the city Photos by Giò Martorana Iiriti Editore, December 2006

Dea Madre VALENCIA NEW YORK

Closed Circuit: Video and New Media at the Metropolitan Fino al 29 aprile Il Met di New York propone un’innovativa mostra, in cui la staticità lascia spazio all’immagine dinamica, come in un naturale processo evolutivo. Metropolitan Museum of Art Tel. 212-535-7710 www.metmuseum.org

NEW YORK Closed Circuit Until 29 April The New York Met proposes an innovative exhibition where, like a natural evolutionary process, dynamic images take the place of the static.

America’s Cup Dal 3 Aprile al 7 Luglio L’atto finale del 2007 prevede una regata d’apertura per tutti i partecipanti alla 32ma America’s Cup. Subito dopo i team si sfideranno nella Louis Vuitton Cup; il migliore tra loro avrà il diritto di affrontare il Defender Alinghi nel 32mo Match di America’s Cup. www.americascup.com

A cura di Giancarlo Ligabue, Gabriele Rossi-Osmida Editore: Electa Il volume Dea Madre fa il punto su un ricorrente tema antropologico: il culto della Dea Madre. Il volume nasce dall’esigenza di considerare le differenti posizioni assunte da archeologi, mitologi ed etnologi. I curatori del volume ritengono che il culto di una Grande Dea della fertilità sia esistito in momenti storici e in aree geografiche particolari.

VALENCIA America’s Cup from 3 April to 7 July

Dea Madre Edited by Giancarlo Ligabue, Gabriele Rossi-Osmida Editor: Electa

The final act of 2007 with the opening regatta for all participants in the 32nd America’s Cup. Immediately afterwards the teams will challenge each other in the Louis Vuitton Cup; the winner will have the right to compete against Defender Alinghi in the 32nd match of the America’s Cup.

This books looks into the recurring anthropological theme of the cult of Dea Madre, considering the different attitudes of archaeologists, mythologists and ethnologists. The editors believe that the cult of a Great Goddess of fertility existed in particular moments of history and geographical areas.

agenda

115


a b

c

ARIETE Fatta eccezione per la settimana pasquale che sposta di poco l’attenzione su un altro salvatore, non temete, tutti gli occhi presto, torneranno a puntarsi su di voi, volitivi e determinati. Se con l’arrivo della stagione primaverile stentate a prendere sonno, vi consiglio un bagno caldo, ma mi raccomando: nell’acqua immergetevi, non cercate di camminarci su. TORO Finalmente la primavera aprirà il vostro cuore e distenderà quell’espressione persistente alla Condoleeza Rice. Le uova pasquali, soprattutto quelle deposte delicatamente dalle cicogne sui davanzali, conterranno sorprese inimmaginabili. GEMELLI La primavera accelera il vostro metabolismo e saltellate qua e là come furetti. Peccato che nella fretta vi capiterà di uscire con le pantofole e i bigodini. Nessun problema, siete ugualmente irresistibili, soprattutto quando ricordate il nome di battesimo dei vostri interlocutori.

tars

d

di T. Soiree

6

stars

CANCRO Le giornate si allungano e voi vi asciugate le lacrimucce invernali. Certo, poi sbuffate per il caldo, ma intanto sorridete e vi vestite a colori come la natura in festa. Riuscite persino a dire qualche bugia innocente in meno. Siete irresistibili!

e

LEONE Che bisogno ha la natura di alternare le stagioni, vi chiedete accigliati. Basterebbe rivolgersi a voi che munifici spargete all’umanità il necessario e il superfluo, in cambio solo di qualche complimento. E vi tacciano persino di megalomania. Un unico consiglio: non dite in giro che l’Apocalisse è l’unico libro che avete scritto sotto l’effetto di sostanze psicotrope.

f

VERGINE Anche se siete impegnati, con un piccolo anticipo di tre settimane a preparare il pranzo pasquale e a rinfrescare i costumi da bagno, in vista delle ferie di agosto, chiedete al vostro di partner di bendarvi gli occhi e condurvi in un luogo qualunque. Oppure osate l’inaudito: sconvolgete l’ordine delle posate nel cassetto. Insomma perdete la testa, tanto di sicuro ne avrete almeno due scatole di scorta.

116

g h

BILANCIA Non vi angosciate se non riuscirete ad abbinare la tappezzeria della macchina al tailleur rosso corallo, colore must della primavera 2007. Avete talmente tanto fascino innato, che vi si perdona tutto, anche l’anonimo collare rosa cipria del cagnolino. SCORPIONE L’acqua è il vostro elemento naturale e l’approssimarsi dei mesi caldi vi spinge a sognare spiagge assolate, corpi tonici e abbronzati, il contatto con la natura. A questo punto di solito suona la sveglia e l’unica acqua che vi accoglie è quella della doccia. Meno male che c’è il bagnoschiuma al cocco!

i

SAGITTARIO Pieni di nobili ideali, vi apprestate all’ennesima battaglia in difesa dei deboli e degli oppressi. Dopo i caprioli, le balene e gli orsi bianchi, si è aperta la caccia alle colombe. E voi questo non riuscite a mandarlo giù. Si annunciano picchetti nei supermercati durante il periodo pasquale. Ma quanto siete buoni!

j

CAPRICORNO Le geometrie del pensiero altrui non obbediscono agli stessi teoremi infallibili della vostra mente. So che è difficile da accettare, ma poi non vi lamentate se non vi invitano per la gita di pasquetta, dopo che l’anno scorso avete fatto alzare tutti alle cinque del mattino per evitare il traffico della tangenziale nord.

k

ACQUARIO La manutenzione delle vostre ali vi assorbe completamente e la primavera è la stagione ideale per alzarvi in volo. Se poi si aggiunge uno sciopero degli aerei nelle vacanze pasquali e qualcuno cerca un pilota per prendere quota, voi non vi fate pregare, ma solo pagare. Perché la vostra fantasia è illimitata, ma il conto in banca no.

l

PESCI Presi come siete a scrutare i misteri dell’umanità, a stento vi accorgete dell’alternarsi delle stagioni, se non per quel gioco di luci ed ombre sul far del crepuscolo. Lì vi pare di cogliere la magia dell’armonia universale che vi risuona dentro. Insistentemente. Attenti, forse è il campanello della porta.


PrimaveraSpring07

ARIES Except for Easter week, which will draw attention briefly to another saviour, never fear, all eyes will soon be back on you, strong-willed and determined. If you have difficulty falling asleep with the arrival of spring, I would recommend a hot bath, but make sure you immerse yourself in the water, don’t try to walk on it. TAURUS Spring will finally open up your heart and relax that persistent Condoleeza Rice expression you’ve been wearing. Easter eggs, especially those delicately laid on the windowsill by the stork, will contain unimaginable surprises. GEMINI Spring will speed up your metabolism and you’ll be hopping around like Easter bunnies. Too bad that in your hurry you’ll end up leaving the house in your slippers and curlers. No problem, you are irresistible all the same, especially when you remember your interlocutors’ first names. CANCER Days are getting longer and you dry your winter tears. Of course, then you moan about the heat, but you smile anyway and dress up in colours like nature on holiday. You even manage to tell fewer white lies. You’re irresistible! LEO Why on earth does nature have to alternate the seasons, you grumble? It has only to ask and you would bountifully scatter everything necessary and superfluous to humanity, all for a compliment or two in exchange. And they even accuse you of megalomania! Just one piece of advice: don’t spread the word that the Apocalypse is the only book you have written under the effects of psychotropic drugs. VIRGO Even if you are very busy, preparing Easter lunch just three weeks early and sprucing up the bathing costumes in view of the August summer holidays, ask your partner to blindfold you and take you somewhere, anywhere. Or be a daredevil: turn the cutlery drawer upside down. Well, just go mad, you’re bound to have at least a couple of spare tins.

LIBRA Don’t worry if you can’t match the car upholstery with your coral-coloured suit, the “in” shade for spring 2007. You have such inborn charm that you will be forgiven all, even your dog’s anonymous powder-pink collar. SCORPIO Water is your natural element and the approaching warmer months will lead you to dream of sunny beaches, toned and tanned bodies, contact with nature. At this point the alarm bell usually rings and the only water to welcome you is in the shower. Well, at least the shower gel is coconut-scented! SAGITTARIUS Full of noble ideals you embark on the umpteenth battle to defend the weak and oppressed. After the roe deer, the whale and polar bear, the shooting season of the Easter “dove” has now opened. And you simply won’t stand for it. There will be picket lines in front of the supermarkets throughout the Easter period. What models of virtue you are! CAPRICORN The geometry of others’ thoughts do not obey the same infallible theorems of your mind. I know this is hard to swallow, but don’t complain when you are not invited on the Easter Monday picnic, after making them get up at five o’ clock in the morning last year to avoid traffic on the north bypass. AQUARIUS You are wholly absorbed in wing maintenance and spring is the ideal season for taking flight. If there happens to be an air strike during the Easter holidays and they are looking for a pilot to gain height, don’t make them beg you, just pay you. Your imagination might have no limits, but your bank account certainly does. PISCES Taken up as you are with scrutinising the mysteries of mankind, you would hardly notice the changing of the seasons if it were not for that play of light and shade at dusk. You feel you are experiencing the magic of the universal harmony ringing inside you. Insistently. Hang on, maybe it’s the doorbell.

117


PrimaveraSpring07

G U i D E

119

spring 07

guide


Foti G. Nella prestigiosa cornice di palazzo Corigliano magnifico esempio del liberty reggino affacciato sul Corso Garibaldi, cuore dello shopping della città, uno spazio sobrio e luminoso ci conduce in un microcosmo dedicato a un’idea del lusso e della raffinatezza. Continuando una tradizione che ha fatto la storia dello stile e della moda di eccellenza della città di Reggio e della sua provincia, FOTI G. è e resta da molti anni un’icona di eleganza e prestigio. Uno spazio sospeso nelle ampie e ariose volumetrie, fortemente caratterizzato dal bianco e dalla discrezione delle soluzioni architettoniche raffinatissime su cui scorrono i marchi simbolo del prêt à porter di lusso per uomo e donna. Le proposte stagionali di griffe prestigiose quali Giorgio Armani, Prada, Gucci, Cavalli, Jil Sander, Malo e Moncler si alternano alle linee di accessori che valorizzano i look di stagione, la piccola pelletteria e l’orologeria Gucci, il beachwear e lo sportswear d’autore, i set da viaggio. Il mondo della donna accoglie nell’immediatezza dell’atrio, dove i capi sono esposti lungo le ampie pareti o in teche di cristallo, gli accessori in nicchie discrete o in accurato abbinamento ai look. Una scala centrale immette nell’area dedicata alle linee uomo trovano, uno spazio discreto e più raccolto ma sempre efficacemente allestito. Una sala appartata al mezzanino è riservata a chi preferisce fare acquisti in tutta tranquillità, nel rispetto della propria privacy. Un ambiente in cui le griffe nazionali ed estere ritrovano l’atmosfera perfetta, grazie al tocco gentile di chi sa assecondare con competenza il gusto di ognuno all’insegna della qualità.

120

Within the prestigious surroundings of Palazzo Corigliano, a magnificent example of Reggio’s Art Nouveau-style overlooking Corso Garibaldi, heart of the city’s shopping area, a soft-hued luminous space leads you into a microcosm dedicated to luxury and refinement. Continuing a tradition which has made the history of style and high fashion in the city and province of Reggio Calabria, FOTI G. is and has been an icon of elegance and prestige for several years now. An ample airy space, where white predominates, characterised by subtle and stylish architectural solutions on which glide Prêt-à-porter for men and women by designers who are the symbol of luxury. The latest proposals by Giorgio Armani, Prada, Gucci, Cavalli, Jil Sander, Malo and Moncler and the like, alternate with accessories which show off the season’s look to its best advantage; small leather goods, Gucci watches, beachwear and designer sportswear, travel sets. Step inside and you are welcomed into the world of womenswear; garments are on display along the spacious walls or in crystal show cases, accessories set into discreet niches or carefully co-ordinated with a look. A central staircase leads up to menswear, a smaller, more discreet area, but, once again, with carefullythought-out design. A separate mezzanine room is reserved for customers who wish to make their purchases in private. Corso Garibaldi, 88 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 814853 - www.fotig.it

guide


PrimaveraSpring07

IT BONAVOGLIA

VALENTINO

Liu•Jo

Uno spazio luminoso in cui convivono tendenze moda e accessori delle griffe più esclusive, tra cui D&G, just Cavalli, Versace jeans couture, Exté, C’n’C, GF Ferrè, John Galliano. Qui tutto parla di eccellenza, di esclusività, di attenzione al dettaglio. Una meta irrinunciabile per gli appassionati del look unico e raffinato. IT Bonavoglia è presente anche a Catanzaro e Lamezia Terme.

Valentino, uno dei più importanti couturier e innovatori della moda definisce l’essenza stessa del Made in Italy, il suo nome è un sinonimo internazionale di immaginazione ed eleganza, modernità e bellezza. Reggio Calabria, come le più importanti capitali internazionali, si pregia di avere un suo punto vendita monomarca per moda e accessori.

Lo stile giovane, grintoso e accattivante dal tocco romantico e rigorosamente femminile di Liu•Jo conquista un pubblico sempre più vasto. La griffe nata dieci anni fa, è in continua crescita e ha un futuro tutto da vivere. È presente in esclusiva a Reggio Calabria con un grande e luminoso store monomarca sul corso Garibaldi, via principale dello shopping.

Looking for trendy and exclusive fashion wear and accessories under one roof? Don’t miss IT Bonavoglia with D&G, just Cavalli, Versace jeans couture, Exté, C’n’C, GF Ferrè and John Galliano brands. Shops also in Catanzaro and Lamezia Terme.

Valentino, one of the most important haute couture designers and innovators defines the essence of “Made in Italy”, and is synonomous with elegance, modernity and beauty. Along with major international cities, Reggio Calabria has its own exclusive Valentino boutique with fashion wear and accessories.

Liu-Jo’s style –young, tough and charming with a hint of the romantic and feminine has been winning over an ever greater clientele for the last ten years. It has its own exclusive store on Corso Garibaldi, Reggio Calabria’s main shopping street.

Corso Garibaldi, 220 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 814860

Corso Garibaldi, 57 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 27281

Corso Garibaldi, 43 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 29637

Elena Mirò

Car actère

BB STUDIO

Da febbraio è primavera negli store di Elena Mirò. La griffe ha da sempre seguito l’evoluzione delle linee dolci della femminilità, nella quale le forme vengono elevate a straordinario strumento di seduzione e di eleganza. Le tendenze, e i tessuti della nuova collezione hanno colori decisi per forme nuove, che amano le curve. Gli uomini continuano a preferire le tonde.

La moda donna per ogni occasione. Le collezioni Caractère sono pensate per la donna contemporanea che sceglie la propria moda in libertà. Le linee rispondono in modo puntuale alle diverse esigenze: dallo sport al capo sofisticato, passando per il tempo libero e le necessità del quotidiano. I punti vendita Caractère sono presenti anche a Catanzaro, Lamezia Terme e Crotone.

Un negozio multimarca dedicato alle collezioni di tendenza per uomo e donna. Capi basici e informali, raffinati e sempre funzionali, firmati C’n’C, Extè, le linee uomo Gant e Liu-Jo, incluse cinture e borse maschili, il must di stagione. Oltre al prêt à porter, gli accessori spaziano dalle borse alle scarpe. Molte novità in arrivo.

Spring starts in February in the Elena Mirò store. The brand has always placed its emphasis on femininity as a means of seduction and this new collection’s trends and brightly coloured fabrics certainly highlight curves.

Caractère’s collections are for today’s woman who knows what she wants and what she needs for every occasion: from sporty to sophisticated, casual and everyday wear. Caractère also has shops in Catanzaro, Lamezia and Crotone.

A multi-brand shop with prêt-à-porter collections for men and women. Stylish and functional garments by C’n’C, Extè, Gant and Liu-Jo menswear, including belts and bags – this season’s must for men, and other accessories ranging from bags to shoes.

Corso Garibaldi, 64/66 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 327566

Corso Garibaldi, 28 - Reggio Calabria Tel. + 39 0965 21239

Corso Garibaldi, 69 - Reggio Calabria Tel. + 39 0965 894309

Direzione marketing Gruppo Bonavoglia via F. Baracca “Palazzo Saturno”, 8/b - Reggio Calabria Tel. +39 0965 894081 - Fax +39 0965 894082

www.bonavoglia.com e-mail: bartolo@bonavoglia.com

guide

121


FOTI G.

483

Riaperto da pochi mesi lo storico multibrand targato Foti G. 483. In un ambiente luminoso e raffinato, due piani devoluti alle linee casual chic e allo sportswear, complete di tutti gli accessori del caso. Assistenza impeccabile e attenta per lo shopping d’autore. The sophisticated historical multibrand store catering for casual chic fashion and sportswear , with all the necessary accessories. Careful shop assistants for top level shoppers. Corso Garibaldi, 483 - Reggio Calabria

CLOD!

BRAND

Lo shop in the shop situato sul Corso Garibaldi 137. Il corner dedicato a DODO, linea di gioielli Pomellato, all’interno dello store offre una nuova visione del concetto di negozio. Nato nell’ottobre 2005, CLOD, dà una dovuta enfasi di eleganza e raffinatezza con le sue griffe: Car Shoe, LeSilla, Stuart Sweztman, Ras, Pedro Garcia, Secret Pon-Pon. Inoltre, CLOD, effettua un’accurata ricerca sullo stile in continua evoluzione al fine di soddisfare le esigenze più sofisticate.

Uno spazio raffinato, funzionale e luminoso, che punta su dettagli importanti è il nuovo Brand, una moderna boutique di moda maschile e femminile al passo con le tendenze. Il negozio, che si affaccia su piazza Duomo, propone infatti i marchi d’eccellenza più richiesti: Peuterey, Armani Collezioni, 9.2, Moschino, Kejo, un corner interamente dedicato a Calvin Klein Jeans, e tanti altri.

Shop within a shop at 137 Corso Garibaldi. The Pomellato jewellery line has a DODO corner inside the store, creating a new concept of “shop”. Open since October 2005, the CLOD logo puts just the right emphasis on elegance and refinement: Car Shoe, LeSilla, Stuart Sweztman, Ras, Pedro Garcia, Secret Pon-Pon. CLOD also carries out meticulous research on continuously evolving style in order to satisfy the most sophisticated demands.

Stylish, bright and functional with an eye for detail, the new Brand is a trendy unisex boutique facing Piazza Duomo. It stocks the bestknown designers, including Peuterey, Armani Collections, 9.2, Moschino and Kejo, with a corner entirely devoted to Calvin Klein Jeans. Corso Garibaldi, 362 - Reggio Calabria Tel: +39 0965 312506

Corso Garibaldi, 137 Reggio Calabria Tel +39 0965 813381

122

ALKIMIA

QUINTESSENZA

ASSIST

Luci soffuse e sospese da fili a vista. Una passerella illuminata come i negozi di tendenza del nord Europa. È Alchimia, il punto di riferimento della moda più trendy a Reggio Calabria, dove puoi trovare i jeans e le t-shirt più in voga del momento: Guess, Fornarina, Diesel, G-Star, Baci e Abbracci underware e t-shirt, Sweet Years t-shirt, Franklyin & Marshall.

Nel pieno centro di Reggio Calabria, al civico 148 del corso Garibaldi, ci si può immergere nel mondo di Quintessenza, il negozio per la donna che propone il must in fatto di borse, scarpe e accessori. Marchi come Guess, Tosca blu, Caffè Noir, ma anche Lea Fascati, la famosa griffe che sponsorizza il Concorso di Miss Italia. Quintessenza, quando la scelta è un fatto di stile.

Soft lighting and decor like the fashionable shops in northern Europe, Alchimia is one of Reggio Calabria’s trendiest spots to buy this season’s coolest jeans and T-shirts: Guess, Fornarina, Diesel, G-Star, Baci e Abbracci underwear and T-shirts, Sweet Years T-shirts, Franklyn & Marshall.

The stylish world of Quintessenza is at 148 Corso Garibaldi: the best in women’s bags, scarves and accessories with brands like Guess, Tosca blu, Caffè Noir and the renowned Lea Fascati, sponsor of the Miss Italia competition.

Dedicati ai giovani di tutte le età, i negozi Assist offrono il total look per lo sport e non solo. Abbigliamento, scarpe, accessori delle migliori marche: Converse, Nike, Adidas, Onitsuka Tiger, Puma, e tante altre. Al piano di sopra del civico 191, Assist è anche jeanseria con Diesel, Levi’s, Met, Killah, Maggie, A-Style. Per chi ama vestire casual e per chi ama la musica: Assist è anche music store.

Corso Garibaldi, 136 - Reggio Calabria

Corso Garibaldi, 148 - Reggio Calabria

For the young of all ages, Assist stores have all the top names in casual clothing, shoes and accessories for a total look and not just for sport: Converse, Nike, Adidas, Onitsuka Tiger, Puma and many more. Diesel, Levi’s, Met, Killah, Maggie and A-Style jeans are sold on the first floor of 191 Corso Garibaldi which is also a music store. Corso Garibaldi, 191, 348, 365 - Reggio Calabria

guide


PrimaveraSpring07

DT 103

AFTER FASHION

CESARE PACIOTTI

Uno spazio luminoso e dinamico per una moda uomo donna davvero particolare. La selezione abbraccia marchi di culto come Martin Margiela, Paul Smith, Vivienne Westwood, Neil Barrett, Malloni, Nicole Farhi, Golden Goose, Paola Frani, valorizzando anche le proposte di stilisti emergenti in continua rotazione. Accessori discreti e ben scelti, esposizione raffinata in toni minimal con spunti di stile.

Da circa 30 anni Adriana Coppola gestisce After Fashion, boutique d’eccellenza per la distribuzione dei marchi e delle firme più prestigiose, per uomo e per donna. Con un arredamento moderno e nel pieno centro dello shopping cittadino, After Fashion propone le prime linee di Dolce e Gabbana, Prada Sport, John Richmond, Blumarine, Hugo Boss, Costume National, Bikkenbergs, Strenesse e altro ancora.

Lo store di Maria Grazia Marino, a due passi dal Museo Civico della Magna Grecia, è lo shop monomarca della famosa griffe di scarpe e accessori. Cesare Paciotti è un marchio noto in tutto il mondo per essere stato scelto e indossato dal jet-set internazionale. Il negozio propone anche la nuova linea sportiva “4us” e la linea gioielli, tutte contrassegnate dalla famosa spada che distingue il marchio.

A bright, dynamic space for very special men’s and women’s fashion. The selection ranges from Martin Margiela, Paul Smith, Vivienne Westwood, Neil Barrett, Malloni, Nicole Farhi, Golden Goose and Paola Frani.

Adriana Coppola has managed After Fashion, the stylish unisex boutique with the most exclusive and prestigious designer wear for 30 years now. Modern interior design at the heart of the city’s shopping area, it has Dolce e Gabbana, Prada Sport, John Richmond, Blumarine, Hugo Boss, Costume National, Bikkenbergh, Strenesse and many other labels.

Just stone’s throw from the National Museum of the Magna Graecia, is Maria Grazia Marino’s exclusive store dedicated to the renowned Cesare Paciotti shoes and accessories. Inside you can find the new sporty line “4us” and a jewellery line, all bearing the famous sword logo.

Via Demetrio Tripepi, 103 Reggio Calabria Tel. e fax +39 0965 312010 www.dt103stylelab.it dt103stylelab@hotmail.it

Corso Garibaldi, 45 - Reggio Calabria Tel +39 0965 324749

Corso Garibaldi, 78 - Reggio Calabria Tel +39 0965 899155

MUSCHIO & MIELE

SUPER OTTICA PELLIGRA

LE ROSE AL BICCHIERE

Dall’intraprendenza di Dino, Lina e Gisella Giuttari, nasce Muschio & Miele, che da oltre trent’anni si è imposta come azienda leader del settore abbigliamento grazie al gusto e la professionalità dimostrata. Le firme più prestigiose, sono state sempre presenti nei locali dell’azienda, nel tempo diventati sempre più numerosi e accoglienti, situati a Messina in Piazza Cairoli ed in Corso Umberto a Taormina.

Il più antico negozio di ottica della città è oggi giunto alla terza generazione. Sempre all’avanguardia nello stile e nelle tendenze l’ottica Pelligra offre una vasta scelta tra le migliori collezioni di Gucci, Bulgari, Chanel, Versace, Blumarine, Roberto Cavalli e altri. Marco, Roberto ed Eleonora Pelligra, inoltre, dispongono di un attrezzato studio professionale di contattologia e laboratorio di montaggio.

Un wine bar dedicato alla buona cucina e alla degustazione di eccellenza. Importante cantina, ampia e ben selezionata la scelta dei formaggi, zuppe di stagione: il gusto di una raffinata informalità. Menzione speciale ai dolci, rigorosamente fatti in casa dalla moglie del titolare. Tre sale, lume di candela e la giusta quiete per degustare il buono e il bello che c’è.

Creation of the enterprising and highly professional Dino, Lina and Gisella Giuttari, Muschio & Miele has become a leading company in the fashion sector over the last thirty years. The most prestigious brands are on sale in their tasteful and elegant stores in Messina and Taormina. Via Giordano Bruno, 76 - Messina Tel. +39 090 2923508 Fax +39 090 2936535 www.muschioemiele.it muschioemiele@fastwebnet.it

Open since 1948, Pelligra, the city’s oldest optician’s, is now run by the third generation. It has always been at the forefront of style and trends, offering a wide choice from among the best designer collections. Pelligra offers a wellequipped professional studio for contact lenses and mounting frames. Corso Garibaldi, 98 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 892172

A cosy wine bar with great food and even better wines. It has a superb wine cellar, a wide selection of cheeses, tasty seasonal soups all served in an informal but refined atmosphere. Well worth mentioning are the delicious desserts. Three cosy candlelit rooms to enjoy what’s good to eat and drink. Closed May to September. Via Demetrio Tripepi, 118 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 22956 Chiuso da maggio a settembre

guide

123


ETOILE

CORDON BLEU

COTTON CLUB

In un antico palazzo liberty all’inizio del lungomare di Reggio Calabria, l’Etoile è il luogo più adatto per ricevimenti e meeting d’eccellenza. I due grandi ambienti, il salone principale e la terrazza che affaccia sullo Stretto, sono eleganti e raffinati, nel rispetto delle moderne esigenze di comfort. L’Etoile propone menù di cucina nazionale e internazionale per soddisfare tutti i gusti, anche quelli più esigenti.

Un locale caldo, elegante, accogliente, il Cordon Bleu nasce dalla grande esperienza maturata fin dal 1963 dai fratelli Macheda. Situato al centro del Corso Garibaldi di Reggio Calabria, il Cordon Bleu è bar, pasticceria, gelateria e tavola calda ed è particolarmente rinomato per le sue torte, la piccola pasticceria e per i dolci tipici: torroni, pignolata, pasta di mandorle, frutta martorana.

In an old Art-Nouveau palazzo at the start of Reggio Calabria’s sea promenade, Etoile is the perfect place for receptions and important occasions. The two large eating areas, the main dining room and a terrace overlooking the Straits, are elegant and refined with all modern comforts. The menu offers both Italian and international dishes, catering for even the most demanding tastes.

At the heart of Corso Garibaldi, the elegant, welcoming Cordon Bleu first opened in 1963 under the skillful guidance of the Macheda brothers. It is a café, patisserie, ice-cream parlour and snack bar, renowned for its cakes, pastries and typical local sweets.

A due passi dal teatro Cilea spicca lo storico palazzo in stile liberty che, nei primi anni ’20, il famoso architetto palermitano Ernesto Basile progettò per il barone Domenico Correale Santacroce. I saloni dell’antica residenza nobiliare, dai pavimenti e dai soffitti originali, ospitano oggi un raffinato ristorante, music hall e sala da tè. La cornice ideale per ricevimenti, banchetti, comunioni, feste di compleanno, riunioni e convention. Aperto tutti i giorni, anche a pranzo. Chiuso il lunedì.

Corso Garibaldi n. 205 - Reggio Calabria Tel. +39 0965 332447

Largo Colombo (P.zza Indipendenza) Reggio Calabria Tel. e fax +39 0965 312968

Il fiore del cappero

124

Al civico sette di via Zaleuco, alle spalle di Villa Zerbi, lo storico palazzo in stile arabo-veneziano che si affaccia sul lungomare, trionfano i sapori eoliani. Il Fiore del Cappero, ristorante di Natale e Silvio Nappa, vi farà immergere nei profumi e nei colori del mare nostrum. I fratelli Nappa propongono un viaggio nel gusto della tradizione mediterranea, con un tributo al cappero, protagonista di numerosi piatti. Veli di polpo alla vulcanara, ravioli di cernia in salsa di gambero, polpettine di cernia in agrodolce: queste solo alcune tra le ricette più gradite. Da segnalare la cantina e la particolare cortesia del servizio. Il Museo delle Paste Alimentari ha conferito al ristorante reggino un premio speciale per “l’originalità dei primi piatti, l’elevata qualità e l’inappuntabile servizio”. Il locale è aperto a pranzo e a cena. Situated at number 7, via Zaleuco, behind Villa Zerbi, the historic palazzo in Arab-Venetian style which overlooks the sea promenade, is a little restaurant where Eolian flavours triumph. The Fiore del Cappero, owned by Natale and Silvio Nappa, will envelop you in the fragrances and colours of mare nostrum.The Nappa brothers offer guests a voyage through the traditional tastes of the Mediterranean, paying tribute to the caper, star of many dishes. Sliced octopus “alla vulcanara”, grouper ravioli in prawn sauce, sweet and sour grouper fishcakes: these are just a few of the most popular dishes. We must also mention the wine list and excellent service. The Museo delle Paste Alimentari has awarded the restaurant with a special prize for “the originality of its first courses, the high quality and impeccable service”. Open for lunch and dinner. Via Zaleuco, 7 - Reggio Calabria - Tel. +39 0965 20955 - Carte di credito: tutte

guide

Restaur ant & music hall

Near the Cilea theatre is the historic Art-Nouveau palazzo designed in the 1920s by the famous architect Ernesto Basile for Baron Domenico Correale Santacroce. Today the rooms with their original floors and ceilings house a refined restaurant and music hall, a perfect setting for receptions, banquets, and other important occasions. Open daily for lunch and dinner. Closed Mondays. Via Demetrio Tripepi, 141 - Tel. +39 0965 312416

RISTORANTE LA LAMPARA

Il Fiore del Cappero vi attende al ristorante Gala dell’Hotel La Lampara, il luogo ideale dove festeggiare i momenti più importanti della vita. Il Gala è una sala elegante, raffinata, impreziosita da finissimi particolari e tessuti pregiati, illuminata a giorno da vetrate che da un lato danno sul mare e dall’altro sul patio immerso nel verde. Una splendida cornice, adagiata in riva allo Stretto, in cui godere dell’eccellente gastronomia e di un servizio impeccabile. The Fiore del Cappero awaits you at the Hotel La Lampara’s Gala restaurant, ideal for celebrating the most important occasions. The Gala is elegant and refined, decorated with great attention to detail and the finest fabrics. Large windows overlook the sea on one side and, on the other, a patio immersed in lush greenery. A wonderful setting on the shores of the Straits to enjoy excellent cuisine and impeccable service. Ristorante “Gala” c/o Hotel La Lampara *** Lungomare di Pellaro - Tel. + 39 0965 359590 fax + 39 0965 359866 - Pellaro Reggio Calabria info@hotel-lampara.com - www.hotel-lampara.com


PrimaveraSpring07

Hotel La Lampara*** Sulla costiera ionica della Calabria, dove le tinte accese della vegetazione mediterranea spezzano sul blu intenso di cielo e mare, dove la natura si svela in tutta la sua bellezza, sorge l’Hotel La Lampara. L’albergo, splendido affaccio sullo Stretto, si trova a soli 5 minuti dall’Aeroporto dello Stretto, a pochi minuti dalla stazione centrale di Reggio Calabria e dal porto, e rappresenta la vera alternativa all’hotel in centro. Ideale per chi desidera trascorrere un’indimenticabile vacanza in città o si trova di passaggio per affari, per concludere la giornata pernottando in totale relax. La Lampara regala ai suoi ospiti le suggestioni di un rifugio in luogo incantato. La colazione viene servita in un patio immerso nel verde, il pranzo e la cena anche nell’elegante sala ristorante “Gala”, cornice ideale per ricevimenti e convegni. L’architettura è quella classica del mediterraneo, gli interni sono un omaggio alla tradizione locale. Le camere, rifinite con materiali artigianali di eccellenza, sono dotate di ogni comfort. Situated on the Ionian coast of Calabria, overlooking the Straits of Messina, where the vivid colours of the Mediterranean vegetation contrast with the bright blue of the sea and sky, and nature is revealed in all its glory, is the Hotel La Lampara. Only 5 minutes from the Aeroporto dello Stretto, a few minutes from Reggio’s main railway station and port, it offers a real alternative to a city-centre hotel. Ideal for an unforgettable holiday or even if you’re here on business, to enjoy a relaxing overnight stay away from the city. La Lampara offers its guests all the delights of a heaven. Breakfast is served on a patio immersed in lush vegetation, lunch and dinner also in the elegant “Gala” restaurant, the ideal venue for receptions and conferences. The hotel is built along classical Mediterranean lines, the interiors pay homage to local tradition. Rooms are furnished with the highest quality materials and caterfor all the comforts. Lungomare di Pellaro - Tel. + 39 0965 359590 - Fax + 39 0965 359866 Pellaro Reggio Calabria - info@hotel-lampara.com - www.hotel-lampara.com

ALTAFIUMAR A HOTEL *****

GRAND HOTEL EXCELSIOR ****

HOTEL PALACE MASOANRI’S ***

Altafiumara Hotel sorge in un magnifico parco a picco sul mare nel suggestivo scenario dello Stretto di Messina, a soli 11 Km da Reggio Calabria. Strutturato su tre edifici, ha 128 camere di cui 40 suite, 38 junior suite, 49 classic e la romantica e lussuosa suite presidenziale Fata Morgana. Altafiumara è anche un modernissimo Centro congressi e Notos un’oasi interamente dedicata al benessere. The Altafiumara Hotel is situated in its own magnificent park, high above the Straits of Messina, only 11km from Reggio Calabria. Divided into three buildings, it has 128 rooms, including 40 suites, 38 junior suites and 49 classic rooms, as well as the romantic Fata Morgana presidential luxury suite. The Altafiumara also has a highly modern conference centre and Notos, a health and fitness centre.

Nel cuore di Reggio Calabria, il Grand Hotel Excelsior è il punto di riferimento del business, della cultura, dello sport, dello spettacolo e di una prestigiosa clientela internazionale. Dispone di 84 camere, di cui 8 suites, e di un attrezzatissimo centro congressi. Sulla terrazza, dalla quale si gode il più bel panorama della città, il Ristorante “Galà” offre un’eccellente cucina mediterranea in un ambiente esclusivo e raffinato. Located in the heart of Reggio Calabria, the Grand Hotel Excelsior has 84 comfortable rooms, 8 of which are executive suites and a well-equipped convention centre. On the terrace, with one of the best panoramic views of the city, the Restaurant “Galà” offers excellent Mediterranean cuisine in an elegant atmosphere .

Situato nel cuore del centro storico di Reggio Calabria, a pochi passi dalla Stazione ferroviaria e dai più importanti luoghi di interesse culturale e commerciale della città l’Hotel Palace Masoanri’s è un sicuro riferimento per chi viaggia per affari o per turismo. Dotato di ogni comfort, l’Hotel dispone di 65 camere, ampie e confortevoli, molte delle quali con vista sullo Stretto di Messina. Situated in the heart of the historic town centre, not far from the main railway station and near the most important places of cultural and commercial interest, the Hotel Palace Masoanri’s guarantees guests travelling for business or pleasure a very pleasant stay. It has 65 spacious, well-equipped rooms, many with a view of the Straits of Messina.

Santa Trada di Cannitello – 89010 Villa San Giovanni (RC) Tel. +39 0965 759804 Fax +39 0965 759566 info.altafiumara@montesanohotels.it www.altafiumarahotel.it - www.montesanohotels.it www.notos-emotions.it

Via Vittorio Veneto 66 – 89123 Reggio Calabria Tel. +39 0965 812211 Fax +39 0965 893084 info.excelsior@montesanohotels.it www.montesanohotels.it

Via Vittorio Veneto 95 – 89123 Reggio Calabria Tel. +39 0965 26433 Fax +39 0965 26436 info.palace@montesanohotels.it - www.montesanohotels.it

Direzione Commerciale Gruppo Montesano Hotels Viale Genovese Zerbi, 29 - 89123 Reggio Calabria

Tel 095 312668 Fax 0965 323805 direzione.commerciale@montesanohotels.it www.montesanohotels.it

guide

125


LEUZZO Contemporaneità e charme. Tradizioni e prospettive si incontrano tra contaminazioni dei materiali ed evoluzione estetiche. Lago, vivetevi. Cattelan Italia, la casa completa. Toncelli, nessuno come te nessuno come noi. Arketipo, Must Loft Basik Plat Moon Love Box Best Space. Falegnameria 1946, uno stile ricercato, pensato per fermare il tempo. Belcor Interiors, the Charme Collection. Colombo Mobili, collezione Villa Olmo. Smart and contemporary. Yesterday and tomorrow meet in materials and aesthetic evolution. Leuzzo Mobili di casa - Via Sbarre C.li 487 Tel. Fax +39 0965 591666/52117 89132 Reggio Calabria www.leuzzo.it

@ BITAR E @bitare è una vetrina vir tuale di proposte per l’af f it to e la vendita di immobili di prestigio. Il tempo è prezioso, per questo, in qualunque luogo ed in qualunque momento, un semplice click è la chiave che aprirà la casa che stai cercando. Lo studio immobiliare on line @bitare of f re inoltre ser vizi di valutazione e consulenze legale per la vendita e l’af f itto della tua casa.

@bitare is a vir tual shop window where you can f ind prestigious real estate for rent and for sale. Time is precious and so, anywhere, anytime, a simple click is the key to the door of the home you’re looking for. If you want to rent or sell your house. @bitare, the on line real estate also of fers ser vices for estimates and legal advice.

Infoline: +39 339 2458925

126

www.a-bitare.it

guide


5 shopping spring 07


shopping 5 Emma Hope_Le lussuose Joe sneakers, Magic baskets, Strap baskets con strap in velcro e il nuovo modello Tennis. Tutte con una confortevole soletta interna. Velluto, nappa metallizzata, satin, pitone, vitello, suède. La stilista disegna anche altre linee di prodotto, tra cui calzature anche da sposa e accessori.

www.emmahope.com Emma Hope_Showy Joe sneakers, Magic baskets, Strap baskets with velcro strap and the new Tennis model. All with comfortable inner sole. Velvet, soft leather, metallic, satin, python, calfskin, suede. The stylist also designs other lines, including wedding footwear and accessories.

Malo_Il celebre marchio italiano debutta nella moda bimbo. Da questa stagione, anche i bebè potranno avvolgersi nei morbidi filati che strutturano la maglieria del marchi.

www.malo.it Malo_The renowned Italian label makes its debut in children’s fashion. Starting this season, babies can also wrap themselves in the Malo’s soft woollen weaves.

Corto_La Priscilla Bag fa parte della nuova collezione realizzata con pellami pregiati e finiture originali da Corto Moltedo, nella migliore tradizione di famiglia, ossia Bottega Veneta.

www.corto.com Corto_The Priscilla Bag, part of the new collection in the finest leather with original trimmings by Corto Moltedo, in the best family tradition, namely Bottega Veneta.

Jottum_Marchio olandese di punta nell’abbigliamento bimbi, propone una collezione primavera estate all’insegna della leggerezza, che ripercorre nelle stampe i motivi classici delle ceramiche di Delft. Jottum è anche donna e baby.

www.jottum.com Jottum_Trendy Dutch children’s wear label proposes a spring collection characterised by lightness, using classic Delft ceramic motifs for its prints. Jottum also has a woman and baby line.

Samsonite_Lo stilista britannico Alexander McQueen firma Black Label, una linea di trolley per Samsonite. A1 riproduce le linee del torace umano, A2 una texture stampata coccodrillo. Anche beauty case, porta abiti e due borse da cabina, tra pelle stampata e tessuto ottoman.

www.samsoniteblacklabel.com Samsonite_Black Label is a trolley line designed by the British stylist Alexander McQueen for Samsonite. A1 reproduces the human thorax, A2 a printed crocodile texture. It includes beauty cases, clothes carrier, and two cabin bags in printed leather and ottoman fabric.

Ralph Lauren Home_La collezione si disegna in linee sobrie e rustiche, colori vivaci, composta da ceramiche e tovagliati in coordinato. Come novità di stagione le linea Garden e Beach.

www.rlhome.lauren.com Ralph Lauren Home_Simple, rustic lines and bright colours make up the collection of pottery with matching table linen. New this season are the Garden and Beach lines.

128

Prada_Lo stile raffinato del brand di lusso esplora l’estetica della comunicazione cellulare in partnership con LG. Il KE850 coniugherà tecnologia e design d’avanguardia per ottenere il meglio in fatto di stile e di prestazioni tecniche. All black.

www.lgpradaphone.com Prada_Synonymous with elegance and luxury, it explores the “look” of cellular communication in partnership with LG. The KE850 unites technology and avant-garde design for the very best in style and technological performance. All black.

Moroso_Presente come d’abitudine alla prossima edizione del Salone Internazionale del Mobile di Milano, Moroso svela la sua nuova collezione di sedute a colori. Nella foto Supernatural Armchair di Ross Lovegrove.

www.moroso.it Moroso_Appearing as always at the next edition of the International Furniture Fair in Milan, Moroso will reveal the new collection of colourful seating.

Shopping Formula 1_Per gli amanti delle auto, modellismo, automobilia, libri specializzati, accessori dedicati, e il meglio della moda sportiva personalizzati dalle più prestigiose case automobilistiche. Tutto in esposizione parla a chi vive la passione della Formula 1. A Maranello.

www.shoppingformula1.it Shopping Formula 1_On display at Maranello for all Formula 1 fans: cars, model-making kits, automobilia, specialised books and accessories, as well as the best in sports fashion personalised by the most prestigious manufacturers.


Adidas_Reinterpretazione della classica Rod Laver in pelle di pesce in quattro tonalità, leggera, morbida e resistente, mai utilizzata per una trainer. La Adidas Rod Laver Vintage ripropone la classica tennis in pelle forata a colori brillanti. Le due produzione sono realizzate in co-branding oki-ni/Adidas. In vendita esclusiva su: www.oki-ni.com Adidas_Reinterpretation of the classic Rod Laver tennis shoes in fish skin, soft, light and resistant in four colours, never used for trainers. The Adidas Rod Laver Vintage re-proposes the classic tennis shoe in brightly coloured perforated leather. Both productions are a oki-ni/Adidas co-branding.

Gucci bike_Perfetta per la stagione, la nuova bicicletta dalle linee leggere e understated firmata Gucci.

www.gucci.it Gucci bike_Perfect for this season, the new light-weight understated bicycle by Gucci.

Melissa watch_L’azienda brasiliana di calzature in plastica Melissa debutta nel settore dell’orologeria sportiva con una creazione del designer Karim Rashid, maestro nel plasmare questo materiale dalle infinite applicazioni.

Berwich_Pantaloni uomo di taglio sportivo in cotone gessato, millerighe o tinta unita, perfetti per la stagione che verrà. Colori freschi e accostamenti insoliti per un look informale e raffinato.

www.melissa.com.br

www.berwich.com

Melissa watch_The Brazilian plastic shoe company makes its debut in sports watches with a creation by Karim Rashid, modelling master of this highly versatile material.

Berwich_Casual men’s trousers in plain, pin-striped or ribbed cotton, perfect for the coming season. Fresh colours matched originally for an informal stylish look.

Shoe Wheel_Ingegnoso portascarpe che contiene fino a 30 paia di calzature. Vincitore del premio Good Design Award indetto dal Museum of Architecture & Design di Chicago.

www.rakkudesigns.com Shoe Wheel_Ingenious shoe holder for up to 30 pairs of shoes, winner of the Good Design Award by the Museum of Architecture & Design of Chicago.

Louis Vuitton Cup_Linea dedicata all’evento Louis Vuitton Cup che include accessori sportivi per gli appassionati del genere che non rinunciano ai dettagli raffinati.

www.louisvuitton.com Louis Vuitton Cup_Refined sportswear and accessories for fans of the Loius Vuitton Cup.

129

Veuve Clicquot Loveseat_Il designer anglo-egiziano Karim Rashid ha progettato per Veuve Clicquot un oggettod’arredo e di culto sensuale e scanzonato. Loveseat sarà esposta all’interno della Clicquot Boutique durante il Salone del Mobile di Milano: una celebrazione tra l’interior design e l’exterior sentimentalism.

www.veuve-clicquot.it Veuve Clicquot Loveseat_The Anglo-Egyptian designer Karim Rashid has designed a cult objet d’art for Veuve Clicquot. The sensual and unconventional Loveseat will be on display in the Clicquot Boutique during the Milan Furniture Fair: a celebration of interior design and exterior sentimentalism.

Cartier_Cartier presenta la nuova collezione di gioielleria Délices de Cartier. Pietre preziose montate su oro bianco in tutti i colori della primavera. Preziosa e femminile, la collezione si allinea alla produzione di eccellenza della Maison.

www.cartier.com Cartier_Cartier presents the new Délices de Cartier jewellery collection: precious stones in spring colours set in white gold that live up to the Maison’s highest standards.

Chocolate Cookbook_Un testo completo per 150 gustose ricette al cioccolato: un classico intramontabile, indispensabile ad ogni età e latitudine. Chocolate Cookbook_150 scrumptious chocolate recipes: a timeless classic, indispensable!


indirizzi Acerbis, Bergamo www.acerbisinternational.com

Lanificio Leo, Soneria Mannelli (CZ) www.lanificioleo.com

Borbonese, Milano www.borbonese.it

Levi’s www.levi.com

Bottega Veneta, Milano www.bottegaveneta.com

Lilli Spina, Pellaro (RC) www.lillyspinaatelier.com

Casoria International Contemporary Art Museum www.casoriacontemporaryartmuseum.com

London Denim, Londra www.londondenim.com

Chanel www.chanel.com

Louis Vuitton, Milano www.louisvuitton.com

Citizens of Humanity www.citizensofhumanity.com

Malawi Tourism Consortium www.malawitourism.com

Color Cioccolato, Reggio Calabria www.colorcioccolato.it

Malloni Srl www.malloni.com

Corleone www.corleone.com

Marithé + François Girbaud, Milano www.girbaud.com

Costume National, Milano www.costumenational.com

Maurizio Galante www.maurizio-galante.com

Design Museum, Londra www.designmuseum.org

Neil Barrett, Japan www.neilbarrett.com

Dsquared2 www.desquared2.com

Nicole Farhi, Londra www.nicolefarhi.com

Earl Jeans, Los Angeles www.earljeans.com

Palazzo Arnone, Cosenza www.ticket.it/Palazzo_Arnone

Evisu, Japan www.evisu.com

Palazzo Strozzi, Firenze www.palazzostrozzi.info

Fondazione Rotella, Milano archiviorotella@archiviofondazionerotella.191.it

Prada, Milano www.prada.it

Grand Palais, Parigi

Replay www.replay.it

Gucci, Milano www.gucci.com

130

Hogan www.todsgroup.com Jacob Cohen, Adria Jonica Holidays www.jonicaholidays.it Kartell, Noviglio (Mi) www.kartell.it Lago Srl, Villa del Conte (PD) www.lago.it

Roberto Cavalli, Firenze www.robertocavalli.net Ron Herman Vintage, Los Angeles www. ronherman.com Sass & Bide, Londra www.sassandbide.com Tonello via Brentellona, 47 - Crocetta Belmontello (TV) Triennale di Milano, www.triennale.it Versace, Milano www.versace.com


indirizzi Acerbis, Bergamo www.acerbisinternational.com

Lanificio Leo, Soneria Mannelli (CZ) www.lanificioleo.com

Borbonese, Milano www.borbonese.it

Levi’s www.levi.com

Bottega Veneta, Milano www.bottegaveneta.com

Lilli Spina, Pellaro (RC) www.lillyspinaatelier.com

Casoria International Contemporary Art Museum www.casoriacontemporaryartmuseum.com

London Denim, Londra www.londondenim.com

Chanel www.chanel.com

Louis Vuitton, Milano www.louisvuitton.com

Citizens of Humanity www.citizensofhumanity.com

Malawi Tourism Consortium www.malawitourism.com

Color Cioccolato, Reggio Calabria www.colorcioccolato.it

Malloni Srl www.malloni.com

Corleone www.corleone.com

Marithé + François Girbaud, Milano www.girbaud.com

Costume National, Milano www.costumenational.com

Maurizio Galante www.maurizio-galante.com

Design Museum, Londra www.designmuseum.org

Neil Barrett, Japan www.neilbarrett.com

Dsquared2 www.desquared2.com

Nicole Farhi, Londra www.nicolefarhi.com

Earl Jeans, Los Angeles www.earljeans.com

Palazzo Arnone, Cosenza www.ticket.it/Palazzo_Arnone

Evisu, Japan www.evisu.com

Palazzo Strozzi, Firenze www.palazzostrozzi.info

Fondazione Rotella, Milano archiviorotella@archiviofondazionerotella.191.it

Prada, Milano www.prada.it

Grand Palais, Parigi

Replay www.replay.it

Gucci, Milano www.gucci.com

132

Hogan www.todsgroup.com Jacob Cohen, Adria Jonica Holidays www.jonicaholidays.it Kartell, Noviglio (Mi) www.kartell.it Lago Srl, Villa del Conte (PD) www.lago.it

Roberto Cavalli, Firenze www.robertocavalli.net

La pagina è vuota? È perché non ci sei tu!

ritagliati uno spazio su

tu, le tue idee, la tua azienda.

Ron Herman Vintage, Los Angeles www. ronherman.com Sass & Bide, Londra www.sassandbide.com Tonello via Brentellona, 47 - Crocetta Belmontello (TV) Triennale di Milano, www.triennale.it Versace, Milano www.versace.com

presente, indicativo, singolare



E' lifestyle, Anno I numero 0